Scie chimiche for dummies

Inviato da  LaoTzu il 7/7/2007 9:44:29
MI LIMITERO' A MOSTRARVI DELLE ANOMALIE, INVITANDOVI AD OSSERVARE IL "VOSTRO" CIELO CON MAGGIORE FREQUENZA DEL SOLITO E A CONFRONTARLO CON QUELLO DEI VOSTRI RICORDI.

Il "consueto" cielo sopra casa mia, (Sardegna centro-orientale) dove passa una sola aerovia, con un paio di voli giornalieri.

Dove per anni MAI si era visto niente di simile.



E dove i riconoscibilissimi aerei di linea, di sempre, continuano a passare senza rilasciare alcuna scia.

Un normale "liner" Meridiana




Un normale "liner" AirOne



E dove invece incrociano incessantemente aerei militari sempre "carichi" di scie "perma...nose!".



Grigi ...



Bianchi ...



Beige (Compagnia di noleggio air-tanker FSTA: Future Strategic Tanker Aircraft).



Inequivocabili ... (Lockeed C5 Galaxy prodotto in 131 esemplari tutti acquistati dall'USAF mai nessun impiego civile!)



Voli continui, di anche 5 aerei contemporaneamente nello stesso spicchio di cielo (dove passa una sola aerovia).



Anomalie autoevidenti, come:

Aerei con doppio flusso motore ...



Aerei in volo parallelo e ...



Aerei con motori "singhiozzanti"

Mio tremolante filmato

Aerei con distanze di "condensazione" ... "variegate" (stesso giorno e nell'arco di pochi minuti)





Lo scarico ha una temperatura di c.a 600° ed una velocità che può superare quella del suono, veramente molto molto difficile avere "condense" praticamente attaccate ai motori.



Scie "colanti"







(Questa non è una mia foto ... la metto come riscontro)

Foto

Pagine di "innaturalezze" varie.

GALLERIA 1
GALLERIA 2
GALLERIA 3

Salvo diversa specificazione le foto sono realizzate direttamente da me o da amici, il loro utilizzo è completamente libero secondo i termini delle licenze GPL/GNU


Il poco frequente e poco chiaro fenomeno delle scie scure


1) La maggior parte delle volte sono interpretabili come semplici ombre.

2) Esistono (!?) le "distrail" dissipation trails, con effetto invertito.

3) Si parla sporadicamente di chemtrails "colorate" e/o "scure".

4) E' ipotizzabile (!?) l'utilizzo delle chemtrail per la canalizzazione diretta di onde elettromagnetiche che per effetto dell'energia irradiata provocano un riscaldamento lungo la direttrice diminuendo la capacità condensativa dell'aria.




















Qui sotto foto mie. (Di tutti gnu/gpl) Tutte ombre!?





Ombre!?





NESSUN PROBLEMA E' TUTTO NORMALE




Il fenomeno delle "scie anomale", è per me, una realtà autoevidente.
Autoevidente ma subdola poichè artatamente creata per apparire consueta e normale.

Il cittadino medio preso dai mille impegni e dalle distrazioni della vita moderna, ha la sciagurata convinzione che se dovesse succedere qualcosa di nuovo o "anormale" ci penseranno i mass-media a segnalarglielo. Per questo motivo quelle strane scie nel cielo non superano la soglia di attenzione "finchè non ne parlerà Emilio Fede".

Abbiamo avuto modo di constatare invece che i "grossi e importanti" mass-media deliberatamente ignorano quando non osteggiano la diffusione di notizie sull'argomento.

Ambiziosamente cerchiamo di sopperire noi a questa mancanza.

Cosa ci preoccupa?

L'operazione scie ha un costo enorme, migliaia di voli quotidiani di grosse aerocisterne.
Il finanziamento di tale operazione non è palesato in capitoli di spesa, è quindi chiara un volontà di nascondere, rischiosa dal punto di vista "politico".
Perchè occultare!?
E' risibile il pensare che sia per nascondere al "nemico" lo sviluppo di un arma talmente visibile.
Resta solo un'ipotesi ... l'opinione pubblica non approverebbe!
Perchè!?



Dall'esperienza "forummistica" si potrebbe dedurre che alle persone correttamente e onestamente scettiche, una volta "percepita" l'effettiva anomalia delle scie presenti nei cieli, si presenta un dilemma: "Come essere sicuri di quel che fanno!?" unito a "Finchè non si sa quel che fanno non ci si può preoccupare dato che i governi sono buoni e vogliono bene ai loro cittadini".

Personalmente mi sono convinto della realtà delle scie (senza averla prima incontrata in internet), il giorno in cui vidi 8 bianchi KC10 e KC135 disegnarmi un reticolo perfetto sopra la testa, ma capisco che non tutti possono essere così "fortunati".

La mia ricerca partì dalla parola "airtanker". Era una cosa che facevo con piacere, per forma mentale sono sempre stato appassionato di tecnologia, so che per altri è diverso, ci sono persone che dopo due righe di inglese tecnico chiudono la connessione e accendono la televisione su "La prova del cuoco".

Il riconoscere che quegli aerei erano dei tanker militari mi bastò e avanzò per "scoprire" la drammatica realtà degli spray aerei. La lecità curiosità del "che c***o stanno facendo" era per me un qualcosa in più che non scalfiva minimamente la constatazione dell'esistenza degli spray. Ancora adesso non capisco quelli che subordinano la loro preoccupazione al sapere prima esattamente di cosa si tratta.

Il primo motivo di preoccupazione è il costo veramente enorme delle operazioni unito al finanziamento da capitoli occultati.
Il secondo motivo di preoccupazione è la certezza scientifica che qualsiasi sostanza micronizzata anche se chimicamente inerte (e il bario e l'alluminio non lo sono per niente!) è dannosa per la salute (nanopolveri).
Il terzo motivo di preoccupazione, come già detto, è l'aria di censura che si respira nei mass-media (la gente non approverebbe ... perchè!?).

Data la presenza di alcuni "caratteri" che non hanno in simpatia la tecnologia e che non hanno voglia e piacere di cercare da sè le risposte, mi permetto di postare un collage di utili input "preoccupativi".


Citazione:
Leggendo profetici libri come la Grande Scacchiera di Zbygniew Brzezinsky, del 1997, o i testi programmatici del PNAC, Project for a New American Century.



Lo stesso Brzezinsky, consigliere della Sicurezza ai tempi di Carter, già nel 1970 scriveva nel suo libro "Tra due Età'": " La tecnologia renderà disponibile, ai leader delle principali nazioni, tecniche per condurre operazioni di guerra segrete, che richiederanno l'impiego di un esiguo numero di forze di sicurezza [...] Tecniche di modificazione climatica potranno essere impiegate per produrre prolungati periodi di siccità o tempesta".

Le forze aereospaziali Usa potranno avere il controllo del clima se avranno capitalizzato le nuove tecnologie sviluppandole nella chiave delle applicazioni di guerra. [...] Dal miglioramento delle operazioni degli alleati e dall'annullamento di quelle del nemico tramite scenari climatici "su misura", alla completa dominazione globale delle comunicazioni e dello spazio.

"Padroneggiare l'ultimo campo di battaglia: i prossimi avanzamenti nell'uso militare dello spazio" ad opera del Project Air Force della Rand Corporation, un think-thank legato alle lobbies del petrolio e delle armi che ha avuto come amministratore Donald Rumsfeld, e nel cui consiglio di amministrazione figura Lewis Libbey, socio fondatore del PNAC ed attuale direttore del personale di Dick Cheney.



Il concetto alla base di questo rapporto è la "Full Spectrum Dominance".

Comandante in Capo del comando spaziale Usa, Joseph W. Ashy: "Alcune persone non vogliono sentirne parlare. ma assolutamente siamo prossimi a combattere nello spazio.



Combatteremo dallo spazio e nello spazio. Un giorno o l'altro colpiremo obiettivi terrestri - navi, aeroplani e obiettivi sulla terraferma - dallo spazio."

Il Parlamento Russo, la Duma, ha rilasciato nel 2002 il seguente comunicato, firmato da 188 deputati: "Sotto il programma HAARP, gli Stati Uniti stanno creando nuove armi geofisiche integrali, che possono influenzare gli elementi naturali con onde radio ad alta frequenza. Il significato di questo salto è comparabile al passaggio dall'arma bianca alle armi da fuoco, o dalle armi convenzionali a quelle nucleari". Alcuni scienziati temono che la ionosfera possa collassare per squilibrio elettrico, concludendo: "Possiamo davvero rischiare di manomettere qualcosa che ancora non comprendiamo del tutto, e che appartiene ad ogni forma di vita (non solo umana) su questo pianeta?"

H.A.A.R.P.



Negli anni Ottanta Bernard J. Eastlund, fisico texano del MIT di Boston, registrò negli Stati Uniti il brevetto n° 4.686.605 denominato "Metodo ed attrezzatura per modificare una regione dell'atmosfera, magnetosfera e ionosfera terrestre", a cui ne fece seguire altri undici. In uno di questi era descritta la proprietà riflessiva della ionosfera per utilizzi come "sistemi di raggi energetici", "esplosioni nucleari graduali senza radiazioni", "sistemi di rilevamento e distruzione di missili nucleari" e "sistemi radar spaziali". Nei brevetti è menzionato l'uso di spray al bario ed altri elementi "elettrosensibili" per l'addizionamento massivo dell'atmosfera con particelle ionizzabili

UN BREVETTO

Alcune di queste invenzioni furono acquisite dalla ARCO, proprietaria di ampie riserve di gas naturale in Alaska.
Tutti i brevetti di Eastlund vennero dapprima sigillati sotto un ordine di massima segretezza, per poi passare alla E-Systems, una delle maggiori fornitrici di tecnologie avanzate ai servizi segreti di molte potenze mondiali, assorbita poi dalla Raytheon, una delle quattro maggiori fornitrici della difesa Usa, produttrice dei missili Tomahawk, Stinger (questi spesso finiti nelle mani di paesi "canaglia" e gruppi terroristici"), e dei famigerati Bunker Buster. Le connessioni con il potere sono riassumibili nella figura di Richard Armitage, oggi Vicesegretario di Stato e Viceministro degli Esteri nell'amministrazione Bush.



Armitage, già consulente, membro del consiglio d'amministrazione, firmatario e convinto sostenitore del PNAC, risulta anche implicato in molte operazioni segrete della CIA dal Vietnam ad oggi.

Secondo le scoperte di Eastlund, dirigere la potenza di HAARP verso uno specifico punto della ionosfera la farebbe riscaldare al punto da innalzarla fisicamente, in modo da creare un rigonfiamento altamente riflettente, definito da lui "effetto lente", in grado di convogliare i raggi sulla terra con effetti devastanti: la potenza di tali onde sarebbe tale da provocare modificazioni molecolari dell'atmosfera, causando - a seconda delle diverse frequenze - cambiamenti climatici, la possibile disgregazione di processi mentali umani, e forse anche, appunto, effetti sui movimenti tettonici di magnitudine imprecisata.


Il tutto al modico costo di tumori e spiccioli ...


LEGGIAMO QUESTA FONTE UFFICIALE



Citazione:
Con "indirette e involontarie" allusioni .... (occhio si parla del National Center for Biotechnology Information mica bau bau micio micio).
quote
High levels of Silver (Ag), Barium (Ba) and Strontium (Sr) and low levels of copper (Cu) have been measured in the antlers, soils and pastures of the deer that are thriving in the chronic wasting disease (CWD) cluster zones in North America in relation to the areas where CWD and other transmissible spongiform encephalopathies (TSEs) have not been reported. The elevations of Ag, Ba and Sr were thought to originate from both natural geochemical and artificial pollutant sources--stemming from the common practise of aerial spraying with 'cloud seeding' Ag or Ba crystal nuclei for rain making in these drought prone areas of North America, the atmospheric spraying with Ba based aerosols for enhancing/refracting radar and radio signal communications


E' bene anche sapere che l'autore di questi studi tale Mark Purdey, che girava il mondo denunciando che la causa di tutte queste moderne insorgenze erano riconducibili all'inquinamento "nano-alkalino-metallico" del suolo e dell'atmosfera ... è ... sfortunatamente morto giovane, dopo aver assistito all'incendio della casa, del fienile-studio -archivio, alla morte per strano incidente di un collaboratore.



E' morto di una ben strana malattia per uno che ha sempre vissuto in un bucolico ranch, casualmente, solo casualmente simile a quella che si sospetta provocabile dalle onde elettromagnetiche ... tumore al cervello! ... quando vogliono sanno essere beffardi!

Ma naturalmente si tratta di fantasie, se veramente l'atmosfera venisse addizionata di particelle "conduttive" ci sarebbe un aumento delle fulminazioni.

E da qualche parte si dovranno pure fare degli esperimenti magari in paesi sviluppati per testare gli effetti su una pletora di apparecchiature, magari paesi amici che consentano lo studio approfondito, magari paesi abbastanza rassegnati dove la gente non ha mai voglia di approfondire niente ... che tanto.

SE UNO AVESSE LA VOGLIA E LA PAZIENZA DI CERCARE ... ESISTONO MONTAGNE DI RISCONTRI SOSPETTI
Citazione:
l rischio costituito dai voli fantasma del Pentagono e della Cia di passaggio in Italia era già stato sollevato dal sindacato Sult nel 2003. Rai news 24 ha avuto accesso ai tabulati del traffico a Fiumicino tra marzo e aprile del 2003 (Documenti da leggere con attenzione). I voli fantasma sono decine.

I voli si dividono in due grandi categorie. I voli "neri" riconoscibili dalle sigle ZZ e XH che non hanno un corrispettivo nel codice internazionale di identificazione IATA. I voli "grigi" che hanno un identificativo IATA, ma la cui livrea esterna è stata oscurata o ripitturata. In tal modo non possono essere identificati al passaggio negli aeroporti civili. I più frequenti tra quelli in transito su Fiumicino nel 2003 rispondono alle sigle WO, ovvero World Airwais, Us che sta per Us Air e 5Y, Atlas Air.

Si tratta di compagnie che lavorano quasi esclusivamente per il governo degli Stati Uniti. I loro velivoli, principalmente Jumbo jet e Md 11, in versione cargo, commutabili per il trasporto truppe, provengono soprattutto da aeroporti minori statunitensi in prossimita' di basi militari americane e proseguono verso Dubai, Kuwait City e Kabul.

"Non sappiamo cosa trasportassero quei velivoli - ha spiegato a Pino Finocchiaro, ai microfoni di Rai News 24, il sindacalista del Sult Walter Mancini - possono essere armi, munizioni, truppe con le loro armi individuali. C'e' un rischio chiaro per i passeggeri e per i lavoratori. Perche' esporre dei civili al rischio di voli che difatto contribuiscono ad una guerra?".

Non solo Fiumicino è stato interessato ai voli fantasma, anche Napoli-Capodichino, Milano-Malpensa, Catania-Fontanarossa, Rimini-Felllini, sono stati coinvolti nello sforzo bellico. Dopo le proteste dei sindacati dei trasporti, molti voli fantasma del Pentagono e della Cia sono stati trasferiti sulle più comode basi militari di Aviano e soprattutto Sigonella nella Piana di Catania.

"Si' i voli sono stati trasferiti - sottolinea Walter Mancini - ma noi vogliamo che si faccia chiarezza. Abbiamo presentato un esposto alla procura di Civitavecchia, abbiamo denunciato il rischio di contaminazione radioattiva a Capodicchino dove effettivamente sono stati rilevati valori piu' intensi dopo il passaggio dei Galaxi. Non abbiamo avuto alcuna risposta".

Nel 2003 Fiumicino era stato trasformato in un pilastro del ponte aereo con Afghanistan e Golfo Persico. Un esempio: il cargo dell'Us Air targato N 652US parti' da Fiumicino alle 6.33 diretto a Kuwait city l'8 marzo. Lo stesso giorno alle 23 di ritorno da Kuwait City il medesimo cargo con marche N 652US era pronto a decollare per Philadelfia. I tabulati che Rai News 24 ha mandato in onda non lasciano spazio a dubbi.

Conclude Walter Mancini. "Il governo italiano sapeva e non puo' non aver autorizzato i voli fantasma. Perche' non esistono voli fantasma. Sono tutti rilevati. L'Enac non poteva non sapere. Il governo non poteva non avere autorizzato quei voli. Il parlamento, in compenso, non ne era stato informato".

Citazione:
Interrogazione parlamentare del deputato Severino Galante PdCI, 3-2-2005



Interrogazione a risposta scritta 4-12711 presentata da SEVERINO GALANTE (PdCI) 3 febbraio 2005
GALANTE. - Al Ministro della difesa, al Ministro della salute.
- Per sapere
- premesso che: da almeno 5 anni lo spazio aereo italiano è solcato da aviogetti militari che rilasciano scie chimiche molto diverse dalle normali scie di condensazione liberate dagli aerei civili.
Queste, infatti, permangono a lungo in atmosfera e, anziché disperdersi, tendono ad allargarsi in una massa gelatinosa, tanto da trasformare ampie sezioni di cielo limpido in un uniforme ammasso nuvoloso e stratiforme di colore lattiginoso.
Tali scie vengono rilasciate, in genere, da 2 o più aviogetti che seguono rotte non consuete a basse quote e che, incrociandosi, formano figure geometriche, in genere delle ics, dei triangoli o vere e proprie griglie.
Sono inoltre pervenute numerose segnalazioni da parte di singoli cittadini i quali, avendo fatto ingrandimenti dei filmati e delle foto scattate, affermano che gli aerei in questione sarebbero privi di contrassegni e che le scie verrebbero emesse da uno o due erogatori posti, di volta in volta, in punti diversi del veivolo.
La stessa Associazione piloti civili ha notato il fenomeno delle scie anomale e chiesto informazioni in merito.
Sembrerebbe che le scie contengano anche cristalli di bario e forse di alluminio;
- se tali fenomeni siano stati presi in considerazione dal Governo;
- se gli aviogetti siano di nazionalità italiana o straniera;
- se sia accertato quali elementi chimici contengano realmente tali scie, e se siano dannose per la salute.
(4-12711)


Citazione:
Interrogazione parlamentare del senatore DS Nieddu 13 giugno 2006



Il Senatore Nieddu, DS
ai ministri dell’ambiente della tutela del territorio, della difesa, della salute e dei trasporti.
Premesso che:
sono rilevabili a quote diverse nel nostro spazio aereo scie persistenti di natura non determinata, denominata dagli organi di stampa ‘scie chimiche’.
In particolare negli ultimi mesi, sui cieli della Sardegna, specialmente nelle giornate limpide, sono state notate da parte della popolazione residente, creando una forte preoccupazione ed apprensione, scie conseguenti ad un intenso traffico di aerei non identificati i quali percorrono rotte non convenzionali; tali scie, intersecandosi tra loro, generano una sorta di reticolato, non si dissipano subito, come accade normalmente, ma sfaldandosi si allargano e lentamente si espandono formando un manto nuvoloso che interessa una vasta area;
ambienti scientifici internazionali avvalorerebbero la tesi che si tratta di scie contenenti sostanze nocive per la salute dei cittadini; alcuni studiosi sostengono, peraltro, che tutto ciò sarebbe l’effetto di specifiche sperimentazioni per verificare o provocare mutamenti climatici; altri ancora pensano a possibili utilizzi militari, per la presenza consistente, nelle zone sottoposte a monitoraggio, di silicio e materiali di altra natura,
l’interrogante chiede di sapere:
- se il fenomeno sia oggetto di rivelazione o di studio per la parte di competenza di ciascun dicastero;
- se i Ministri in indirizzo interessati siano in possesso di dati o ipotesi che possano in qualche modo far luce sul fenomeno;
- se si ritenga opportuno fornire spiegazioni sulle conseguenze che le scie chimiche rilasciate dagli aerei possano avere sulla salute dei cittadini, nonché chiarire se negli ultimi mesi siano stati autorizzati piani di volo sulla regione Sardegna per scopi riconducibili alla materia in oggetto.
4-00053 13 giugno 2006


Citazione:
Interrogazione alla Regione Sardegna 30 maggio 2006



Interrogazione dei consiglieri regionali di Rif. Com. Davoli, Uras, Pisu, con richiesta di risposta scritta, sullo strano fenomeno delle cosiddette "scie chimiche" che appaiono sui cieli della Sardegna Centrale.
I sottoscritti consiglieri regionali Davoli, Uras, Pisu,
Premesso che: Negli ultimi mesi, sui cieli di Nuoro e provincia, in occasione di giornate limpide, è stato ripetutamente notato uno strano fenomeno che ha creato nelle popolazioni del Centro-Sardegna, apprensione e forte preoccupazione. Si tratta di un intenso traffico di aerei non identificati che, percorrendo rotte non convenzionali, tracciano strisce bianche che, per il modo con cui si presentano, non hanno niente a che vedere, con le normali scie di condensazione degli aerei di linea. Considerato che: tali scie, dopo aver formato, intersecandosi tra loro, una sorta di reticolato, non si dissipano subito dopo come accade normalmente nelle scie di condensazione, ma sfaldandosi si allargano e lentamente si espandono formando un manto nuvoloso che interessa un'area molto vasta.
Tutto ciò non può che creare dubbi e paure comprensibili nella popolazione anche alla luce di informazioni raccolte attraverso i vari siti presenti su internet. Preso atto che:
L'incertezza e il mistero sull'origine di tale fenomeno ed in più la totale mancanza di conoscenza sulle possibili conseguenze, determinate da eventuali e prevedibili precipitazioni di elementi chimici che compongono appunto le "scie chimiche", cosi sono state etichettate, ha generato ipotesi e interpretazioni varie.
Tenuto presente che:Una di queste interpretazioni, manifestatasi in ambienti scientifici internazionali, avvalorerebbe la tesi che si tratta di scie contenenti sostanze nocive per la salute dei cittadini. Infatti proprio nelle zone in cui sono apparse le "scie chimiche" si sono registrati episodi di intossicazione e strane malattie; altri studiosi sostengono che sarebbero l'effetto di specifiche sperimentazioni per verificare o addirittura per provocare mutamenti climatici; altri ancora pensano a utilizzi militari per la presenza consistente di silicio e metalli di altra natura.
Pertanto i sottoscritti consiglieri chiedono: se il Presidente e la Giunta Regionale sono a conoscenza dell'intenso traffico di aerei che percorrono rotte non convenzionali sui cieli della Sardegna Centrale, almeno fin dal mese di Novembre del 2005;
- se conoscono le motivazioni per cui vengono fatte queste operazioni;
- se sono a conoscenza che tali aerei tracciano scie bianche che non possono essere confuse con le normali scie di condensazione degli aerei di linea;
- di quali ostanze sono costituite le "scie chimiche" e quali conseguenze possono avere sulla salute dei cittadini;
- se si è a conoscenza di altri dati o informazioni di carattere scientifico che possano fornire credibili spiegazioni sullo strano fenomeno delle "scie chimiche".
Cagliari, 30 maggio 2006 I consiglieri Davoli, Uras, Pisu


Citazione:
Interrogazione parlamentare del deputato DS Piero Ruzzante 2003



L’onorevole DS Piero Ruzzante interroga il Governo sulle "chemtrails" 2003

Al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio, al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, al Ministro della salute, al Ministro della difesa,
premesso che:
- sono rilevabili a quote diverse nel nostro spazio aereo scie persistenti di natura non determinata, denominate dagli organi di stampa e da associazioni specializzate con il termine di chemtrails;
- sulla base di osservazioni dirette riportate anche dagli organi di stampa l'evoluzione di tali scie determinerebbe anche cambiamenti nelle condizioni del cielo con la formazione di strati nuvolosi o di piccoli nembi;
- non appare univocamente definita la natura e l'origine di tali scie dove comunque sono rivelabili tracce di silicio e metalli di altra natura con la possibilità di produrre effetti sui sistemi di comunicazione e controllo a fini militari e di difesa;
- secondo ricerche condotte da vari soggetti privati non sono da escludere pericoli per l'ambiente e conseguenze sulla stessa salute delle persone;
- la presenza delle scie chimiche e la loro concentrazione appare inoltre significatamene correlata all'intensificazione del traffico aereo con valori più elevati in prossimità dei grandi aeroporti :
per sapere:se il fenomeno sia oggetto di rilevazione o di studio, per la parte di competenza di ciascun dicastero direttamente o attraverso ricerche affidate a soggetti specializzati; se siano già in possesso dei dicasteri interessati, ciascuno per la parte di competenza, dati o ipotesi che possono in qualche modo far luce sul fenomeno; se in particolare il Ministro della difesa sia in possesso di elementi raccolti direttamente o indirettamente sul fenomeno sopra descritto.


Citazione:
Interrogazione Tedesca al Parlamento Europeo 17 ottobre 2006 E-4449/06



PARLAMENTO EUROPEO
Interrogazione scritta di Hiltrud Breyer (Verts/ALE)
Oggetto: Inspiegabili fenomeni atmosferici in Germania settentrionale
È la Commissione a conoscenza del fatto che, secondo molti media autorevoli, nei cieli della Germania settentrionale si stanno verificando fenomeni misteriosi?
Già nel luglio 2005 vari schermi radar di diverse stazioni meteorologiche hanno osservato una presunta nuvola lunga sino a 400 km, benché non piovesse e il cielo non fosse coperto.
L'inspiegabile rilevamento radar si è ripetuto alla fine del marzo 2006. Si tratta di un vero e proprio enigma per i meteorologi, i quali tuttavia concordano sul fatto che il fenomeno non ha alcuna spiegazione naturale come la presenza di stormi di uccelli o di cherosene degli aeromobili.
Inoltre è da escludere un errore da parte dei dispositivi radar, in quanto diversi rilevamenti effettuati in modo indipendente hanno registrato la medesima situazione nei Paesi Bassi, ad Emden e Hannover. I meteorologi in tutto il territorio federale presumono che tali fenomeni nascondano esperimenti militari.
Per esempio Jörg Asmus, meteorologo presso il Servizio meteorologico tedesco, ritiene che l'esercito stia volontariamente provocando cambiamenti meteorologici o stia simulando attacchi terroristici (cfr. Der Spiegel, 13/2006).
Sia i fisici del Centro tedesco per l'aviazione e l'astronautica sia i geografi delle forze armate sono giunti alla conclusione che nell'atmosfera vengono rilasciate delle particelle per disturbare l'attività del radar di rilevamento delle precipitazioni.
Anche l'Istituto federale dell'ambiente valuta seriamente il fenomeno. Di quali informazioni dispone la Commissione in merito ai fenomeni che interessano la Germania settentrionale?
1. Come vengono giudicati e spiegati?
2. Condivide la Commissione la valutazione di meteorologi, geologi e fisici, secondo cui gli inspiegabili fenomeni meteorologici e i rilevamenti radar sono riconducibili a esperimenti militari, in quanto nessuna spiegazione alternativa sembra possibile?
3. È la Commissione a conoscenza di esperimenti militari in Germania settentrionale allo scopo di contrastare il terrorismo o di influire sul tempo atmosferico?
4. Può la Commissione far sapere se tali esperimenti comportino rischi per la salute o di altro tipo a danno della popolazione e della natura?
5. Quale autorità dell'UE è oppure sarebbe responsabile per le informazioni in merito agli esperimenti militari?
6. Quali norme permettono lo svolgimento di tali esperimenti?

http://www.europarl.europa.eu/omk/sipade3?...&NAV=S&LSTDOC=Y

http://it.wikipedia.org/wiki/Scia_chimica

Citazione:
PARLAMENTO EUROPEO risoluzione 14,1,1999



estratto
Commissione per gli affari esteri, la sicurezza e la politica di difesa.

Relazione sull’ambiente, la sicurezza e la politica estera
Relatrice: on. Maj Britt Theorin
Relatore per parere: on. Olsson, commissione per la protezione dell'ambiente, la sanità pubblica e la tutela dei consumatori

Risoluzione A4 - 0005 / 99 sull’ambiente, la sicurezza e la politica estera:
strategie per lo sfruttamento delle risorse militari a favore dell’ambiente

Pagina 7 Il Parlamento europeo,
T. considerando che, malgrado le convenzioni esistenti, la ricerca militare si applica attualmente alla manipolazione dell'ambiente come arma, come è il caso ad esempio del sistema H.A.A.R.P. con base in Alaska,

Pagina 10, punti 27, 28, 29
27. reputa che il sistema H.A.A.R.P. (High Frequency Active Auroral Research Project) sia da considerarsi, a causa del notevole impatto sull'ambiente, una questione mondiale ed esige che le sue conseguenze giuridiche, ecologiche ed etiche vengano analizzate da un organismo internazionale indipendente prima di ogni nuova ricerca e di qualsiasi esperimento; lamenta il fatto che l'Amministrazione degli Stati Uniti abbia ripetutamente rifiutato di inviare un rappresentante per offrire prove nel corso dell'audizioni pubblica o in occasione di una riunione successiva della sua commissione competente in merito ai rischi per l'ambiente e per la salute collegati al programma di ricerca sulle radiazioni ad alta frequenza (HAARP) attualmente finanziato in Alaska;
28. chiede al gruppo di esperti per la valutazione delle opzioni scientifiche e tecnologiche (S.T.O.A.)di accettare di esaminare le prove scientifiche e tecniche fornite in base ai risultati esistenti della ricerca sull'H.A.A.R.P. onde valutare la natura esatta e il livello di rischio posto dall' H.A.A.R.P. per l'ambiente locale e globale e la salute pubblica in generale;
29. invita la Commissione, in collaborazione con i governi di Svezia, Finlandia, Norvegia e Federazione russa a valutare le conseguenze per l'ambiente e per la salute pubblica……


UN FILMINO LEGGERO MA SIGNIFICATIVO



Capita spesso che a "prova" dell'inesistenza delle "scie anomale" venga citato questo fantomatico documento del sito di "professionisti dell'aria" MD80 (in realtà si tratta di quattro ragazzini brufolosi appassionati di aerei capaci di orinarsi addosso dall'emozione, quando gli concedono di visitare un MD in rimessaggio ... forse si trovano ancora i resoconti delle loro incredibili avventure ... una volta pare abbiano stretto la mano perfino di un comandante in seconda che passava da quelle parti).

Questo documento, di "grosso spessore scientifico", è stato fin troppe volte confutato.
Se ne riporta in stralcio la confutazione n° 1... (data la prolissità lasciamo il resto al motivato googolatore).



Precisazione fondamentale:
Scie Chimiche è un nome convenzionale, derivante dalla traduzione letterale del termine inglese: Chemtrails (chemical-trails).
Termine coniato negli Stati Uniti, utilizzato in numerosi documenti ufficiali, anche del Congresso, per distinguere le normali scie di condensazione (in inglese Contrail, con=condensation=condensazione trail= scia) dalle scie deliberatamente prodotte con l'ausilio di sostanze (che possono variare praticamente all'infinito) funzionalmente estranee ai consueti carburanti utilizzati nei motori aerei.

E' ovvio che tutta la materia esistente è "chimica" e solo le persone "meno elastiche" e più ignoranti danno automaticamente a tale termine un significato di "tossico".

In questo si sono particolarmente distinti i signori del sito sottocitato, che, obtorto collo, siamo costretti a confutare, onde contrastare la diffusione di convincimenti errati.

In tale sito è presente un prolisso e ripetitivo documento organizzato in maniera dialogica, ponendo (arbitrariamente) un' accusa attribuita a fantomatici siti cospirazionisti (leggasi LC) e procedendo poi alla sua confutazione.

Il testo in citazione è esattamente quello rinvenuto nel sito MD80, si tenga presente che è altamente probabile un loro successivo intervento di modifica e correzione, eventuali discordanze si dovessero rilevare nel tempo non sono imputabili alla nostra volontà.

Citazione:
Dal sito MD80 "Debunking scie chimiche"

ACCUSA n° 1: Le scie che vediamo in cielo sono delle SPRUZZATE di veleni tossici-psicotici-magnetici-batteriologici, spruzzati volontariamente da aerei militari sulla popolazione inerme.


Accusa di chi !? Vecchia tattica quella di porre in bocca al "presunto" avversario un tesi falsa per poterla smontare facilmente.

L'atteggiamento predominante è quello di studio e denuncia di un fenomeno (niente di rivoluzionario) accertato come esistente: "Al di la di ogni ragionevole dubbio!", e di formulazione di ipotesi sulle reali motivazioni e intenzioni dei "fabbricanti di scie".
Fare questo non è semplice, visto che si tratta di operazioni segretate di chiara origine governativo-militare e con ramificazioni e implicazioni a livello internazionale.




L'OPERAZIONE SCIE ESISTE AL DI LA DI OGNI RAGIONEVOLE DUBBIO !



Quali ne siano scopi e finalità è invece un discorso completamente aperto.

Citazione:
Dal sito MD80 "Debunking scie chimiche"

SMENTITA:(n.d.r. all' autoaccusa n°1) TUTTE le scie che vediamo in cielo sono CONTRAILS, ossia banalissime scie di vapore condensato. Queste scie sono lasciate in cielo da qualunque aeromobile che si ritrova a volare ad una quota, temperatura, umidità, etc, che permette la formazione di vapore condensato.



Affermazione d'autorità (Discendente da che? Dai brufoli o dal moccio?), priva di qualsiasi fondamento e di valore, come si può fare un'affermazione su: "TUTTE le scie che vediamo in cielo", onniscenza divina? Siamo in presenza di migliaia di prove contrarie: testimoniali, fotografiche, riscontri documentali ufficiali, plausibilità politica, scientifica.

Citazione:
Dal sito MD80 "Debunking scie chimiche"

Nessuna contrail è generata da "spruzzatori" o da altri fantasiosi dispositivi militari di alcun tipo, bensì è una naturale traccia di vapore condensato emessa dai motori e all’occasione anche dalle stesse superfici aerodinamiche dell’aereo. Qui sotto trovate una prova schiacciante che dimostra come le scie di vapore non sono generate SOLO da aerei militari (come dicono i cospirazionisti), bensì e soprattutto da qualunque aeromobile di linea di qualunque compagnia aerea civile. Tutte le immagini sono reperite dal noto e attendibile sito Airliners.net, e ogni immagine è corredata da:
- Nome della compagnia aerea.
- Nome del modello dell’aereo.
- Numero ID della foto, a garanzia dell’autenticità dell’immagine visionabile (se proprio si vuole fare un raffronto) sul sito originale.


Ulteriore affermazione d'autorità. come che l'autore dell'articolo abbia personalmente e minuziosamente esaminato prima di ogni volo, ogni aeromobile sulla faccia della terra, civile e militare.

Sorvoliamo sul fatto che è altamente probabile il coinvolgimento di alcune compagnie civili nell'operazione "chemtrails" e/o lo spudorato mascheramento delle livree.

Si ribadisce l'esistenza delle Scie Chimiche non è provata da una fotografia, ma da osservazioni sul campo e da una quantità enorme di dati e riscontri.

Citazione:
Dal sito MD80 "Debunking scie chimiche"

Conclusioni: Il 90% delle scie che vediamo nei cieli è opera di aerei civili.
Non aerei militari !!
Chi afferma pertanto che tutte le scie che si vedono in cielo sono opera di velivoli militari assassini, sta dicendo una menzogna sacrosanta, nonché un’accusa priva di qualunque fondamento.
Tenete presente che la raccolta fotografica qui sopra rappresenta solo l’1% del reale traffico di linea che ogni giorno si svolge nei cieli di tutto il mondo. Infatti ci sono altre decine e decine di compagnie aeree civili di cui non abbiamo trovato fotografie in volo, e che operano anch’esse nei regolari voli di linea. Ma non solo. Le fotografie mostrano generalmente UN solo modello aereo di queste compagnie, quando in realtà gli aerei in servizio per ogni compagnia sono davvero moltissimi. Per fare un esempio concreto, vi abbiamo mostrato solo una foto di un aereo Alitalia. Ebbene, sappiate che Alitalia ha in servizio una flotta composta da ben 179 aeromobili, (visionabili al sito ufficiale Alitalia http://corporate.alitalia.it/it/fleet/index.htm).

Tradotto, significa che ogni giorno ci sono letteralmente decine e decine di aerei Alitalia che solcano i cieli europei, soprattutto italiani. Se a questi aggiungete anche le altre decine di aerei appartenenti ad altre compagnie che operano in Europa e sul nostro territorio (British, Meridiana, AirOne, Lufthansa, Air France, Swiss, Iberia, Ryanair, Scandinavian, giusto per citarne qualcuna) è facile comprendere il perché si vedano così tante contrails in cielo. Non c’è trucco ne inganno, è l’evidenza dei fatti. Tutte quelle scie appartengono a regolare traffico di linea, non a traffico militare!


Conclusione d'autorità in perfetta violazione di tutte le leggi della statistica, secondo le quali prima di poter percentualmente esprimere alcunchè, è necessario rilevare un campione rappresentativo dei casi possibili e analiticamente rilevare i casi ricorrenti all'interno di tale campione, siamo "quasi sicuri" che il redattore del pregevole trattatello non abbia in alcuno modo rilevato un congruo numero di voli andando poi a verificare (con ali proprie o con l'aiuto di qualche Clark Kent di passaggio) se la scia osservata era riconducibile a normale contrail o annoverabile fra le misteriose chemtrails.
Reale conclusione: quello che viene fatto passare per un rigido approccio scientifico al problema, si dimostra una scarna raccolta di "assiomatiche" avventate affermazioni, riconducibili a due possibilità causali:
- A
Il soggetto ha la fortuna di vivere in qualche nicchia ecologica non interessata da traffico NATO e non si è mai preso la briga di cercare in internet informazioni sull'argomento chemtrails poichè troppo preso a giocare con simulatori di volo e a frequentare siti glamour (eufemismo).
- B Il soggetto è in malafede



Re: Scie chimiche for dummies

Inviato da  LaoTzu il 7/7/2007 9:45:47
Un utile e sintetico riassuntino ...

Citazione:
Un piccolo riassunto :

DI AMY WORTHINGTON
Global Research

Il Nord America sta attualmente [questo testo risale al 2004, ndt] subendo il suo settimo anno di ingente e pericolosa irrorazione, nonché di attività elettromagnetica, condotte dal governo degli Stati Uniti con il pretesto della sicurezza nazionale. I cittadini considerano con sospetto le aviocisterne militari che offuscano il cielo con sostanze chimiche tossiche che si trasformano in nuvole artificiali.

Siamo continuamente testimoni di fenomeni meteorologici bizzarri, causati da strumenti elettromagnetici che manipolano sia la corrente a getto sia i singoli fronti delle perturbazioni per creare condizioni climatiche e atmosferiche artificiali. E' documentato che le operazioni clandestine collegate a queste missioni di irrorazione determinino un indebolimento psicofisico delle persone interessate, con agenti biologici e con tecnologie psicotroniche di controllo della mente e dell'umore.

Parte di ciò che sta accadendo nell'atmosfera riguarda armi segrete del Pentagono, congegnate per operazioni tattiche e strategiche. Presto le missioni della N.A.S.A saranno trasferite sotto il controllo del Pentagono (1). Il Comando aerospaziale dichiara che, per controllare e manipolare gli eventi mondiali, bisogna combattere guerre decisive con grande precisione dallo spazio (2). Il responsabile dell'aviazione James G. Roche, ha affermato: "Le potenzialità dello spazio sono integrate in un sistema bellico" (3).

Un valido esempio delle nuove tecnologie di morte si trova nella proposta di legge presentata dal deputato dell'Ohio Dennis Kucinich. Il suo infruttuoso "Space Preservation Act" del 2001, mirava a bandire l'impiego delle seguenti armi spaziali (4):

- Armi elettroniche e psicotroniche
- Armi di alta quota ad emissione di onde di bassa frequenza
- Armi elettromagnetiche soniche ed ultrasoniche
- Armi laser
- Armi strategiche tattiche ed extra-atmosferiche
- Armi chimiche e biologiche e tettoniche
Scie chimiche (questa espressione è stata stralciata nella versione successiva, perché troppo esplicita).



Per perseguire il loro scopo, i fautori della guerra perpetua hanno deliberatamente oscurato la luce solare (5) e ridotto la visibilità con particolato e polimeri (6).

Questo tipo di terrorismo ecologico ha gravemente compromesso la salute pubblica come provato da migliaia di testimonianze. Anni di appelli ai legislatori, ai media, ai militari, per ottenere informazioni e l'interruzione di questa catastrofe atmosferica, sono desolatamente cadute nel vuoto. La consapevolezza di ciò che accade e che rende i nostri cieli così foschi è ostacolata dalle leggi sul segreto di stato: infatti i cittadini statunitensi non hanno l'autorità di conoscere materie inerenti alla segretezza nazionale. Costretti a raccogliere indizi, abbiamo comunque carpito le seguenti informazioni.

1)Almeno una parte del progetto è stata denominata "operazione copertura" (7) e probabilmente include modificazioni del clima, comunicazioni militari, sviluppo di armi spaziali, ricerche sull'ozonosfera e sul riscaldamento globale.

2)Diffondendo tonnellate di particolato per mezzo degli aerei, l'atmosfera del pianeta diventa carica elettricamente e adatta a progetti militari (8). L'aria che respiriamo è piena di fibre di amianto e di metalli tossici, compresi i sali di bario, l'alluminio e, secondo quanto riportato, torio radioattivo (9). Queste sostanze reagiscono come elettroliti per migliorare la conducibilità dell'aria, per i radar militari e le onde radio (10). Velenoso come l'arsenico e debilitante del sistema immunitario (11), il bario indebolisce i muscoli, compreso il cuore (12). L'alluminio inalato va direttamente al cervello ed i medici confermano che causa processi degenerativi dei tessuti cerebrali, portando all'insorgenza dell'Alzheimer (13). Il torio radioattivo causa la leucemia ed altri tumori (14).

3)Ovviamente solo una piccola percentuale dei progetti di modificazione atmosferica è visibile, ma ciò che non vediamo è ugualmente pericoloso. La ionosfera, la terra ed i suoi abitanti, sono continuamente bombardati con microonde usate per manipolare l'atmosfera al fine di indurre modificazioni climatiche e tettoniche (terremoti) (15). Il ricercatore indipendente Clifford Carnicom conferma che siamo costantemente soggetti ad onde ELF, della frequenza di 4 hertz, frequenza nota perché influisce sugli equilibri biologici e psichici (16).

4)Esiste una ben documentata componente biologica: da alcuni studi emerge che sono diffusi attraverso appositi sistemi virus, batteri, cellule sanguigne essiccate e marcatori biologici, come si evince da analisi su uomini, animali e piante (17).

5) Questi ciclopici progetti internazionali contro l'umanità, coinvolgono il dipartimento della difesa statunitense, il suo settore della ricerca, il DARPA, e il dipartimento dell'energia con la sua gigantesca rete di laboratori nazionali ed università. Imprenditori nel campo strategico e società farmaceutiche sono pesantemente coinvolti (18). Cooperano i governi di altre nazioni e, probabilmente, alcune agenzie dell'ONU sono complici, dal momento che le operazioni sono a largo raggio.

L'inquinamento chimico ed elettromagnetico è solo un aspetto dell'orribile realtà che dobbiamo sopportare. Gli psicopatici che sfrontatamente degradano l'atmosfera, il clima e le condizioni atmosferiche per il loro profitto ed il loro potere, sono gli stessi folli che hanno causato quattro limitati circoscritti conflitti nucleari sin dal 1991. Le armi atomiche, dichiarate sia illegali sia immorali dall'intero mondo civile, sono state usate dal Pentagono nell'operazione "Desert Storm", nei Balcani e nella guerra di occupazione in Afghanistan ed in Iraq. Pochi statunitensi comprendono l'entità della carneficina perpetrata nel loro nome in tutto il pianeta.

Secondo una definizione scientifica, i missili, i proiettili atti alla penetrazione dei carri armati e dei bunker usati contro l'Iraq e l'Afghanistan dagli eserciti degli Stati Uniti e della Gran Bretagna, nella cosiddetta guerra contro il terrorismo, sono armi nucleari (19). Le scorie radioattive non si disperdono nell'ambiente, ma rimangono nell'atmosfera, causando mutazioni genetiche e tumori per 4,5 miliardi di anni.

Gli abitanti delle nazioni "liberate", stanno ora morendo lentamente per le radiazioni e per l'avvelenamento da metalli pesanti. Le vittime di questo conflitto in Afghanistan hanno una concentrazione di isotopi di uranio impoverito, nel loro organismo, mai rilevata prima nelle popolazioni civili (20). Tonnellate di uranio impoverito ed uranio puro stanno contaminando la terra, l'aria, il cibo, provocando morti tra atroci sofferenze. In base a dati dell'autorità per l'energia atomica del Regno Unito, lo scienziato nucleare Leuren Moret calcola che le 2.500 tonnellate di uranio impoverito, usate contro l'Iraq nel 1991 e nel 2003, siano sufficienti per causare 25.000.000 nuovi casi di tumore (21). E' forse una coincidenza se la popolazione dell'Iraq, secondo fonti della C.I.A., ammonta a 25.000.000 di persone?

I 250.000 soldati statunitensi e britannici, che hanno compiuto questo olocausto, devono affrontare una inevitabile morte da contaminazione. Le truppe della coalizione che si sono avvicendate nelle zone di guerra, sin dal 2001, hanno inalato milioni di sottili particelle di uranio che emettono radiazioni alfa, beta e gamma, depositatesi in polmoni, reni, nel sangue, nella milza e nelle ossa (22).

L'esposizione alle radiazioni di uranio 238 è cinquanta volte quella permessa per un anno, secondo i parametri internazionali (23). Nel momento in cui l'uranio 238 decade negli isotopi, diventa ancora più radioattivo, provocando la distruzione delle cellule e degli organi (24). La contaminazione porta all'inabilità completa a causa del progressivo deperimento organico, identico alle patologie che colpirono migliaia di soldati durante la prima guerra del Golfo. I fluidi organici, avvelenati dagli isotopi dell'uranio, indeboliscono l'apparato riproduttivo femminile, causando deformazioni dei feti (25).

Chi conosce che cosa può significare per la stabilità e la sicurezza degli Stati Uniti una popolazione disabile e destinata a morte prematura? Come se non bastasse, il senatore Chuck Hagel ora chiede che gli Stati Uniti stanzino nuovi fondi per i campi di battaglia, col fine di reintegrare le schiere dell'esercito, cosicché "Tutti i nostri cittadini abbiano delle responsabilità e paghino il loro prezzo, al fine di capire l'intensità delle sfide che dobbiamo affrontare" (26)

Nonostante le insincere smentite sul danno delle armi atomiche (27), il Pentagono conosce molto bene l'orribile realtà degli ordigni all'uranio, grazie ai corposi studi distribuiti lungo l'arco di sessant'anni. I documenti del Pentagono confermano che gli Stati Uniti hanno esposto le loro truppe a pericolosi livelli di radiazioni (28). Le patologie dei soldati, che ritornano dalle zone di guerra, occupano i titoli dei giornali (29).

Poiché i signori dell'apparato militare-industriale grugniscono sfacciatamente, dicendo che le esercitazioni militari sono lecite, noi dobbiamo logicamente concludere che non esiste virtualmente nulla che non potrebbero fare segretamente e sadicamente contro di noi. I militari mentono pericolosamente sia circa le scie chimiche (30), sia sugli effetti dell'uranio impoverito. Se la gente considerasse le conoscenze scientifiche riguardanti le scie chimiche e l'uranio impoverito, capirebbe che siamo in una situazione di pericolo mortale.

Le operazioni di irrorazione ed i conflitti nucleari limitati sono profondamente connessi. Possiamo individuare i primordi dell'operazione copertura nella mente del dottor Stranamore Eduard Teller, padre della bomba ad idrogeno, che consigliò di usare armi nucleari in regioni abitate per fini economici (31). Prima di morire, nel 2003, Teller fu direttore emerito del Lawrence Livermore National Laboratory, dove furono messi a punto i piani per le armi nucleari biologiche e ad energia diretta. Nel 1997 Teller affermò pubblicamente il suo proposito di usare l'aviazione per diffondere nella stratosfera milioni di tonnellate di metalli elettroconduttori, ufficialmente per ridurre il riscaldamento globale (32).

Poco dopo la dichiarazione di Teller, i cittadini cominciarono a vedere una frenetica attività di irrorazione. Nel 2000, la CBS News ammise che gli scienziati stavano "cercando soluzioni drastiche per il riscaldamento globale, incluse manipolazioni dell'atmosfera su scala planetaria". La CBS confermò che il progetto prevedeva lo spargimento nell'aria di sottili particelle che "avrebbero riflesso la luce solare per determinare un raffreddamento complessivo" (33).

Teller ritenne che l'aviazione commerciale potesse essere adoperata per diffondere queste particelle al costo di 33 centesimi per litro (34). Ciò dà credibilità ad un resoconto di un dirigente di una compagnia aerea, costretto dall'obbligo del silenzio a rimanere anonimo, secondo cui l'aviazione commerciale ha cooperato con i militari nel progetto copertura (35). Un brevetto Hughs del 1991 conferma che il particolato per la schermatura solare può essere diffuso attraverso i motori degli aviogetti (36). Un manuale di scienze, ora in uso nelle scuole pubbliche, discute il progetto di schermatura, mostrando un grande jet di colore rosso arancio con la seguente didascalia "I motori degli aviogetti potrebbero usare un carburante cui sono addizionate particelle nanometriche (di alluminio – ndr) per creare uno schermo solare". Il logo sull'aeroplano dice "Particolato aereo" (37). Le implicazioni di questa cruciale informazione non dovrebbero essere sottovalutate. Un programma per organizzare milioni di voli ogni anno, in relazione all'inquinamento causato dal particolato, è un problema molto serio.

Le particelle ed i polimeri saturano l'aria che respiriamo e sono più piccoli di 10 micron (PM 10) ed invisibili ad occhio nudo. Per confronto, un capello umano misura da 60 a 100 micron. Gli scienziati dell'EPA riportano che il PM 10 e le particelle di dimensioni inferiori al micron oltrepassano i filtri bronchiali ed entrano nel circolo sanguigno, causando cambiamenti radicali al sistema endocrino e nervoso (38). Possono, inoltre, determinare l'aumento della pressione sanguigna ed infarti entro due ore dall'inalazione (39). Addensano il sangue, sicché il cuore lo pompa più difficilmente, aumentando il rischio di coaguli sanguigni e di danni ai vasi (40). Attualmente, alcuni ricercatori, in un documento di Taiwan, segnalano un significativo incremento nel numero di ictus, quando i livelli di PM10 aumentano (41). L'associazione americana per le malattie polmonari conferma che stiamo respirando un'aria più tossica che mai (42). Non ci meravigliamo se i casi di asma sono aumentati negli ultimi anni (43).

Sottili filamenti sintetici, chiamati polimeri, sono parte integrante della pozione velenosa. Nel 1990, un rapporto della N.A.S.A. riferì che velivoli di alta quota possono modificare l'atmosfera, diffondendo polimeri per assorbire la radiazione elettromagnetica (44). Il brevetto statunitense numero 6.315.213, descrive come sia possibile, attraverso particolari polimeri, diminuire le precipitazioni (45).

Il chimico dottor R. Michael Castle ha studiato i polimeri atmosferici per anni. Egli ha trovato che contengono materiali bioattivi che possono causare "serie lesioni della pelle e malattie quando assorbiti attraverso la pelle" (46). Egli ha identificato polimeri microscopici contenenti funghi modificati geneticamente, con l'introduzione di virus. Egli sostiene che milioni di spore modificate geneticamente, che secernono una potente micotossina, sono parte dell'aria che respiriamo (47). Soffrite di allergie?

Possiamo scommettere che la nostra aria contiene anche nano particelle, sviluppate per una grande gamma di usi militari ed industriali. Queste molecole di carbonio modificate, del diametro pari ad un millesimo dl diametro di un capello umano, mostrano bizzarre proprietà chimiche e sono note per i danni all'organismo (48). Un recente studio dell'Università metodista del sud ha appurato che il pesce esposto ad un tipo di nanoparticelle rivelava gravi danni al cervello, dopo solo 48 ore (49).

Le operazioni di irrorazione hanno determinato modificazioni climatiche. Il traffico aereo è una spaventosa fonte di inquinamento ambientale. L'aumento del traffico per spargere tonnellate di particolato metallico e di sali di bario hanno indubbiamente accelerato il riscaldamento globale. I gas serra nell'atmosfera, incluso il biossido di carbonio, hanno raggiunto un livello record, quest'anno (50). Mentre il biossido di carbonio aumenta, l'ossigeno diminuisce.

Nel 1996, Scientists for Global Responsibility redasse un rapporto in cui si affermava che l'ingegneria atmosferica come quella proposta da Teller e dal Global Change Research Coordination Office, sarebbero state del tutto inutili per mitigare il riscaldamento planetario. Il rapporto segnala che le ricerche sul clima dipendono dall'apparato industriale con ampi interessi nello sfruttamento degli idrocarburi (51). Il progetto è stato ideato per far in modo che gli inquinatori non fossero obbligati a ridurre le emissioni di gas serra, ma poiché il riscaldamento e la polluzione sono peggiorati drasticamente, da quando cominciarono le irrorazioni, dobbiamo sospettare che il programma di riduzione del riscaldamento globale è un inganno e che le scie chimiche, tra le altre cose, sono volte a creare una serie di fenomeni aberranti.


Il modus operandi dell'establishment per mantenere un feroce e redditizio controllo sulle menti della popolazione statunitense è stato definito precisamente dallo scrittore satirico H. L. Mencken (1880-1956) che scrisse: "Lo scopo dei politici è quello di tenere la popolazione in allarme e costantemente inquieta per la loro sicurezza, minacciandola con una serie infinita di falsi allarmi, tutti immaginari".

Nel rapporto dall'Iron Mountain, pubblicato nel 1967, proprio come la guerra del Vietnam fu portata ad un apice, le menti del sistema confermarono che la guerra perpetua è assolutamente vitale per controllare e manipolare le masse. Il documento suggeriva pure un numero di opzioni per creare nemici fittizi, osservando che una guerra perpetua induce le popolazioni ad acquisire una cieca sottomissione all'autorità politica (52).

Sin dagli anni trenta, allorquando il potere degli Stati Uniti orientali, comprendente la famiglia Bush, usava le banche di New York e le compagnie petrolifere per finanziare la Germania nazista di Hitler (53), i nostri controllori hanno impiegato la paura, il concetto del nemico e la guerra per tenerci in schiavitù. Le scie chimiche sono una manifestazione del Quarto Reich, un'era di un fascismo introdotto per mezzo di un potente apparato militare, che crea nemici e scatena falsi attacchi per spaventarci nell'ambito di una muta sottomissione.

Sia Saddam Hussein che Al Qaeda sono stati a lungo finanziati dal governo degli Stati Uniti e manipolati dall'esercito e dai consiglieri per giocare l'utile ruolo di nemici (54). L'ex ministro tedesco della tecnologia Andreas Von Bulow ha recentemente confermato, in un programma radiofonico, che aeroplani dirottati erano in grado di sorvolare indisturbati gli Stati Uniti orientali il giorno 11 settembre, a causa dell'inerzia dell'aviazione per la difesa dei cieli, poiché quegli attacchi erano parte di un'operazione segreta minuziosamente orchestrata per costringere gli Stati Uniti in un conflitto perenne contro il mondo musulmano (55).

Ora, un rapporto "segreto" del Pentagono è stato accortamente lasciato trapelare per i media. Il rapporto rivela che un improvviso cambiamento climatico è la minaccia più temibile (56). Scritto da agenti che hanno legami con la C.I.A., con la Royal Dutch e con il Gruppo Shell, il rapporto afferma che l'improvviso cambiamento climatico porterà ad una catastrofe globale di proporzioni gigantesche, inclusa la guerra nucleare e disastri naturali, mentre molte terre spariranno inondate ed i sopravvissuti combatteranno per il cibo, l'acqua e le risorse energetiche.

Inoltre il Pentagono è coinvolto, da decenni, in una drastica manipolazione del clima e delle condizioni atmosferiche. Gli Stati Uniti usarono un agente chimico chiamato "olio d'oliva" durante l'operazione "Popeye" per causare abbondanti piogge nel Vietnam quarant'anni fa (57). Il documento dell'aviazione militare intitolato "Weather As a Force Multiplier: Owning the Weather in 2025" ("Il tempo come moltiplicatore della forza: controllare il clima entro il 2025") elenca le armi per creare un improvviso cambiamento climatico, comprendente la creazione e la modificazione di tempeste, di nebbia e di nuvole, l'aumento delle precipitazioni, la diminuzione delle piogge e la siccità. Questo documento stabilisce anche che il piano militare di modificazione del clima diventerà "una parte della strategia di sicurezza nazionale sia in politica interna sia in politica estera" (58).

Le armi climatiche sono oggi usate normalmente nei teatri di guerra. Un cittadino serbo notò che, durante le operazioni della N.A.T.O. nei Balcani, nere nuvole si materializzarono improvvisamente nel cielo azzurro, caddero chicchi di grandine grossi come uova, mentre un tuono surreale atterrì la popolazione. Egli riferì che scienziati avevano rilevato che il campo elettromagnetico sopra la Serbia, era stato perforato, facendo in modo che i sistemi temporaleschi rimanessero al di fuori della regione (59) .Oltre ad aver causato la siccità, gli scienziati prevedono che in Serbia si registreranno 10.000 decessi per tumore in seguito all'uso dell'uranio impoverito (60).

Secondo il professor Michael Chossudovsky dell'università di Ottawa, il sistema H.A.A.R.P., che si trova in Alaska come parte di un'iniziativa strategica di difesa, è un potente mezzo per la modificazione delle condizioni atmosferiche e del clima (61). Frutto di una collaborazione tra la marina e l'aviazione degli Stati Uniti, le antenne di HAARP bombardano e riscaldano la ionosfera, generando frequenze elettromagnetiche che rimbalzano sulla terra, penetrando ogni creatura vivente ed ogni oggetto inorganico (62).



[HAARP]

Le trasmissioni HAARP creano dei buchi nell'ozono (63). L'inventore di HAARP, Bernard Eastlund, descriveva, nel suo brevetto, come l'energia delle antenne può interagire con le "piume" delle particelle atmosferiche, usate come una lente per modificare il tempo (64). HAARP è in grado di provocare inondazioni, siccità ed uragani, suscitando la protesta sia del Parlamento europeo sia della Duma russa (65).

H.A.A.R.P. genera anche forti impulsi nella banda ULF ed ELF (66). Nel 2000, alcuni ricercatori indipendenti verificarono le trasmissioni a 14 hertz, rilevando che quando i segnali erano emessi ad elevata potenza, la velocità del vento raggiungeva le 70 miglia orarie. Essi notarono anche che le trasmissioni disperdevano un immane fronte temporalesco che si stava spostando dalla California alla British Columbia. Sebbene fossero state previste delle precipitazioni, il fronte venne sfilacciato, come si poté verificare dalle foto satellitari, e la pioggia non cadde (67). Lo spettro della siccità può essere uno strumento per arricchire e rendere più potenti certe imprese ed organismi governativi.

H.A.A.R.P. non è solo in grado di danneggiare l'agricoltura e gli ecosistemi dappertutto nel mondo, ma i suoi effetti possono riguardare determinate regioni per influire sugli equilibri fisici, psichici ed emozionali delle persone, nell'ambito di progetti di armi non letali (68). Le frequenze HAARP irradiate su specifici bersagli, possono causare terremoti catastrofici (69), esattamente come il sisma del dicembre 2003 che uccise migliaia di persone in Iran, una nazione "canaglia" secondo l'amministrazione Bush.

L'allarme del Pentagono circa la catastrofe climatica è certamente il velato tentativo di preparare le masse ai bizzarri sconvolgimenti atmosferici che dobbiamo aspettarci, dato che i militari continuano a violentare il nostro pianeta e lo spazio con i loro grotteschi giocattoli. E non abbiamo ancora visto niente. Eastlund e la sua cricca hanno sviluppato dei piani per satelliti ad energia solare per modificare il tempo con raggi elettromagnetici che fanno impallidire il sistema H.A.A.R.P. (70). Poiché l'improvviso cambiamento climatico è stato orchestrato, sicuramente ci troveremo di fronte a nuovi progetti militari che saranno attuati per assicurare la riduzione della popolazione come un beneficio.

Nonostante l'evidenza tangibile che ogni aspetto del nostro ambiente è stato manipolato e danneggiato con i giochi di guerra, alcuni statunitensi non possono accettare che le pericolose operazioni segrete siano condotte da un governo che essi credono un virtuoso difensore della libertà. Il loro blocco mentale è dovuto ad una fede cieca nel fatto che i propri governanti non oserebbero mai perpetrare sperimentazioni pericolose sull'umanità, dal momento che "anche loro hanno una famiglia". La storia ed il rilascio di documenti governativi declassificati dimostra che si tratta di un'ingenuità.

Sebbene anche loro abbiamo una famiglia, il governo degli Stati Uniti e di imprenditori della Difesa, esposero i cittadini del nord est degli Stati Uniti ad uno spaventoso e deliberato rilascio di iodio radioattivo 131 dalla base nucleare di Hanford, dove veniva prodotto plutonio per le bombe nucleari (71). Le radiazioni colpirono migliaia di persone, alcune delle quali assorbirono più 350 rads, quando la dose massima è di 0,25 rads all'anno (72). Tra il 1949 ed il 1952, proiettili radioattivi, polvere e particelle, furono testati su cittadini inconsapevoli dello Utah e del New Mexico (73).

Sin dal 1963, 1200 esperimenti nucleari sono stati condotti in Nevada ed hanno esposto ogni persona negli Stati Uniti ad una mortale ricaduta radioattiva, che ha causato milioni di aborti spontanei, parti di neonati morti e malformazioni dei feti (74). Il governo degli Stati Uniti condusse anche oltre 4000 esperimenti di emissione radioattiva su soggetti umani senza informarli (75). Gli effetti nel tempo dell'esposizione alle radiazioni per decenni sono oggi dimostrati da una popolazione colpita da casi di tumore e da problemi cardiaci, disturbi neurologici, bassa fertilità, affaticamento cronico, obesità (disfunzioni della tiroide), disfunzioni del sistema immunitario e difficoltà nell'apprendimento. Approssimativamente metà delle gravidanze negli Stati Uniti sfocia in una morte prenatale o postatale o comunque nel parto di bambini cagionevoli (76). Poiché le aviocisterne militari spargono sostanze chimiche in tutti gli Stati Uniti al costo di 3.448 dollari l'ora (77), bisogna ricordare la testimonianza del dottor Leonard Cole, del 1994 che, dinanzi alla commissione del Senato, riferì che per 45 anni aerei militari condussero esperimenti, diffondendo sulle città statunitensi batteri, funghi e sostanze chimiche cancerogene (78). Nel 1962 e nel 1973, la Marina degli Stati Uniti condusse centinaia di esperimenti nell'ambito dell'operazione SHAD (Ship Board Hazard and Defence). Il progetto SHAD, come Autumn Gold e Copper Head espose 10.000 marinai all'irrorazione aerea di agenti biologici e chimici, incluso il gas sarin (79). Le miscele usate in questi micidiali esperimenti, sono oggi collegate al cancro, a problemi cardiaci e polmonari che colpiscono le cavie da laboratorio.

Ci è stato detto che i responsabili della Difesa perpetravano queste atrocità affinché gli scienziati potessero apprendere come "proteggere" gli Statunitensi da un attacco. Ecco perché alla fine degli anni ottanta, i nostri "difensori" rifornirono l'apparato bellico di Saddam Hussein, inviandogli novanta dotazioni chimiche e biologiche, compreso il sarin, l'antrace, il botulino, il batterio della brucellosi ed il virus del Nilo occidentale (80).

E' probabile che passeranno anni prima che sia rivelato agli Statunitensi che cosa in questi anni è stato sperimentato. I contaminati di Hanford non hanno saputo, sino al 1986, che cosa era stato rilasciato sopra di loro nei trent'anni precedenti; le vittime del progetto SHAD dovettero aspettare sino al 2003 per venire a conoscenza della natura delle pericolose sostanze cui erano state intenzionalmente esposte negli anni '60.

Per capire come la nostra nazione sia potuta arrivare ad una corruzione fatale, dobbiamo ricordare che, subito dopo la fine della seconda guerra mondiale, il governo degli Stati Uniti avviò l'operazione Paper Clip per mezzo della quale un gran numero di scienziati nazisti fu trasferito negli Stati Uniti. Dopo che fu cambiata la loro identità, costoro furono impiegati nei laboratori militari per sviluppare uno stupefacente sistema di armi segrete (81). Con i fondi del Congresso furono create nuove orribili armi biologiche, compreso il virus dell'A.I.D.S. ed un agente che causa l'affaticamento cronico, ottenuto con il micoplasma ed il batterio della brucellosi (83).

I militari sono abilitati nel continuare le loro sperimentazioni mortali, grazie ad una tortuosa dicitura della sezione 1520a capitolo 32 del titolo del codice 50 degli Stati Uniti. La legge stabilisce che il segretario della Difesa non può condurre esperimenti chimici o biologici sui civili, a meno che tali esperimenti non siano attuati per scopi medici, terapeutici, farmaceutici, per l'agricoltura e l'industria o per la ricerca o per la protezione contro le armi o per la tutela della legalità, compreso il controllo delle sommosse. Così il Dipartimento della difesa non può usarci come topi da laboratorio, a meno che non esista qualche "buona" ragione sotto il sole! La legge decreta che le persone devono essere informate, ma un abominevole cavillo, nella sezione 1515 del capitolo 32, permette che il consenso informato sia sospeso da un ordine esecutivo durante un periodo di emergenza nazionale, una situazione nella quale questa nazione si trova perennemente a causa di un deliberato piano diabolico.

Pochi topi da laboratorio si accorgono che i ragazzi del Pentagono nel Congresso hanno ora

Milioni di dollari per costruire e sperimentare miniordigni nucleari e missili antibunker (84)

L'autorizzazione del Dipartimento dell'energia (DOE) a riprendere gli esperimenti nucleari nel Nevada (85)

La deroga del Dipartimento dell'energia (DOE) e del Dipartimento della difesa (DOD) a rispettare le leggi ambientali nello sviluppo di queste nuove armi (86)

70.000 ordigni nucleari costruiti sin dal 1945 non sono sufficienti! Mentre il Dipartimento dell'energia sviluppa e sperimenta ordigni di quarta generazione, numerosi rapporti continuano ad ignorare la sordida produzione del ministero e la sua inefficienza. L'abituale censura del dipartimento circa la contaminazione dei siti ed i suoi acrobatici sforzi per ridimensionare le gravi malattie che hanno colpito molti lavoratori delle installazioni nucleari, costituiscono recenti scandali (87)

Quando i nuovi ordigni nucleari "a basso potenziale" (definiti così, essendo inferiori a 5 kilotoni) furono sperimentati nel Nevada, i contaminati avrebbero dovuto sapere che un ordigno da 5 kilotoni avrebbe creato una voragine profonda 150 piedi. Nessuna arma ancora messa a punto può penetrare per più di 40 piedi nella terra. Un'arma che crea una voragine di 40 piedi sprigionerà nell'atmosfera scorie radioattive per un milione di piedi cubi (88).

La nuova era nucleare del Pentagono è nelle capaci mani del Segretario alla difesa Donald Rumsfeld, che ha così abilmente presieduto allo sterminio nucleare dei musulmani medio-orientali. Rumsfeld non ha mai adeguatamente spiegato perché il suo dipartimento non sia stato in grado di difendere l'edificio del Pentagono, nonostante da più di un'ora fosse stato avvisato che alcuni aerei dirottati erano fuori controllo (avevano staccato il transponder – ndr). Se Rumsfeld dovesse essere sostituito in seguito allo scandalo delle torture in Iraq, siamo sicuri che il suo successore sarà partecipe della stessa ideologia, incentrata sul nucleare.

Accanto a Rumsfeld opera una cricca di fautori del nucleare, incluso il suo consigliere Keith Paine, un petulante sostenitore della guerra preventiva nucleare. Paine ha scritto che un'"intelligente" offensiva nucleare sferrata dagli Stati Uniti potrebbe causare 20.000.000 di morti statunitensi, "un numero compatibile con la sopravvivenza della nazione" (89).

Ora che abbiamo collegato la realtà storica e politica per cui facciamo sventolare follemente le nostre bandiere, speriamo che un numero sufficiente di topi da laboratorio statunitensi si svegli miracolosamente dal torpore collettivo e prenda coscienza della spaventosa situazione. Dopo tutto, i roditori hanno una vita molto breve e spesso sono uccisi quando non servono più alla ricerca. L'ironia di questa storia dell'orrore è che i topi vengono scorticati per finanziare la loro stessa eliminazione. Il nostro debito pubblico, pari a 7,2 miliardi di miliardi di dollari, cresce di 1,8 miliardi al giorno (90). Il Pentagono non è in condizione di giustificare 2,3 miliardi di miliardi di dollari relativi alle sue transazioni illegali (91). Le operazioni in Iraq costano 3,7 miliardi di dollari al mese, quelle in Afghanistan 900 milioni (92). Nessuno sa quanti miliardi siano stati dilapidati nell'operazione Cloverleaf ed in altri progetti diabolici. Gli Stati Uniti spendono 11.000 dollari al secondo in armi, secondo i calcoli del noto giornalista William Thomas (93).

Così, mentre aspettiamo il grande risveglio, abbiamo una magnifica estate prosciugata dal bario sotto ad un telone sintetico di alluminio e ad una sostanza carica elettricamente che si disperde nel cielo. Dobbiamo soffrire di difficoltà respiratorie, di bruciore agli occhi, mentre fissiamo gli orribili anelli oleosi del sole e i paraeli imbrattati, l'evidente firma di un assalto chimico. Non dimenticate di salutare e di fotografare i farabutti quando vedete le formazioni delle aviocisterne che patriotticamente saturano l'atmosfera con un denso veleno che forma nere nuvole tutto intorno.

Quando siete testimoni di questa mostruosa tragedia nei cieli, ricordatevi che è solo una parte della "catena della morte".


Amy Worthington
Fonte: http://www.globalresearch.ca/
Link: http://globalresearch.ca/articles/WOR406A.html
01.06.2004

Traduzione per www.comedonchisciotte.org & www.sciechimiche-zret.blogspot.com/ del testo a cura di ZRET (http://zret.blogspot.com/) & STRAKER (http://straker-61.blogspot.com/); Traduzione delle note a cura di MARZIAN

NOTE:

1. "USAF Plans to Utterly Dominate, Rule Space", Joel Bleifuss, redattore di InTheseTimes.com, 14-09-03.

2. Almanac 2000, Journal of the Air Force Association, maggio 2000, Vol. 83.

3. La dichiarazione di Roche sulla "catena di morte" risale al suo discorso dell'ottobre 2002 presso la Conference on the Law and Policy Relating to National Security Activities.

4. "Pentagon Preps for War in Space", Noah Shachtman, http://www.wirednews.com, 20-02-04.

5. "The Theft of Sunlight", Clifford Carnicom, 25-10-03: "... I rilevamenti dimostrano una rapida riduzione nella trasmissione della luce solare da un valore di 97 % in una 'giornata chiara' ad livello minore, circa l'80 %, durante le prime fasi di pesanti operazioni di irrorazione... L'assorbimento e lo spostamento di questa energia solare in operazioni ambientali, militari, biologiche ed elettromagnetiche rappresenta un furto dei diritti naturali e divini degli abitanti di questo pianeta", http://www.carnicom.com.

6. "Visibility Standards Changed", Clifford Carnicom, 30-03-01: "Sarà notato che, nell'ottobre del 1997, il sistema di dati sulla visibilità vide una riduzione da un massimo di 40 miglia ad un limite di 10 miglia. E' una domanda ragionevole chiedere perché ci fu quel cambiamento, e se sia stato fatto o meno in previsione di... operazioni aeree di irrazione in vaste regioni geografiche" http://www.carnicom.com.

7. "A Meeting", Clifford Carnicom, 26-07-03. Vedi http://www.carnicom.com.

8. "Atmospheric Conductivity", Clifford Carnicom, 09-07-01, http://www.carnicom.com .

9. Per dati sulla tossicità del bario, vedi Agency for Toxic Substances and Disease Registry, settembre 1995. Per documentazione sul bario legato alle scie chimiche, vedi www.carnicom.com per i seguenti articoli: "Barium Tests are Positive", 10-05-04; "Sub-micron Particulates Isolated", 26-04-04; "Barium Affirmed by Spectroscopy", 01-11-2000; "Electrolysis and Barium", 27-05-02; "Rainwater Metals", 30-07-01; "Barium Identification Further Confirmed", 28-11-00.

10. "The Plasma Frequency: Radar Applications", Clifford Carnicom, 05-11-01; Vedi http://www.carnicom.com.

11. "Functional heterogeneity in the process of T lymphocyte activation; barium blocks several modes of T-cell activation, but spares a functionally unique subset of PHA-activable T cells", Clinical Experimental Immunology, Pecanha e Dos Reis, maggio 1989.

12. Agency for Toxic Substances and Disease Registry (ATSDR) Safety Data Sheet.

13. "Aluminum Toxicity", Barbara Barnett, MD, 26-11-02. Vedi http://www.emedicine.com .

14. Agency for Toxic Substances and Disease Registry, luglio 1999; Per informazioni sul torio nelle scie chimiche: "The Methodic Demise of Natural Earth", Dottor Mike Castle, 27-03-04, http://www.willthomas.net .

15. "Angels Don't Play This HAARP", Nick Begich e Jeane Manning, 1995; "HAARP: Vandalism in the Sky?", Begich e Manning, Nexus Magazine, gennaio 1996.

16. "Elf Radiation is Confirmed", Clifford Carnicom, 17-11-02; "Elf Disruption & Countermeasures", Clifford Carnicom 27-11-02; "A Proposal of Cascading Resonance", Clifford Carnicom, 21-04-03. Vedi http://www.carnicom.com per questo e numerosi altri studi sulle frequenze; anche "Electromagnetic Waves Linked to Children's Brain Tumor", Kyodo News Service, 08-03-03.

17. "Death In the Air, Global Terrorism and Toxic Warfare", Leonard G. Horowitz, Tetrahedron Publishing Group, 2001; "Military Conducting Biological Warfare in Washington", 12-12-97, http://www.rense.com; "Probing the Chemtrails Conundrum", William Thomas, Essence Publications, 2000, http://www.willthomas.net .

18. Per una lista esaustiva dei coinvolti nella Operazione Cloverleaf e i progetti associati, si veda: "Chemtrails--Top Intel, Military, and Defense Contractors Watching Carnicom.com", http://www.rense.com, 12-01-00. Tra le agenzie più interessate nei progetti di opposizione alle scie chimiche c'è lo United States Department of Energy Joint Genome Institute associato con il Lawrence Berkeley National Laboratory. Vedi: "The Monitors of JGI", Clifford Carnicom, 17 marzo 2003, http://www.carnicom.com.

19. "The Trojan Horse of Nuclear War" -- Una relazione presentata alla World Depleted Uranium Weapons Conference presso l'Università di Amburgo, 16-19 ottobre 2003, Dottor Lauren Moret. Il dottor Moret è un ex scienziato dello staff al Lawrence Berkeley National Laboratory e al Lawrence Livermore National Laboratory. Il suo lavoro è ampiamente documentato con articoli scientifici.

20. Uranium Medical Research Centre, "Afghan Field Trip #2 Report", novembre 2002; http://www.umrc.com; anche "Astoundingly High Afghan Uranium Levels Spark Alert", Alex Kirby, BBC News Online, 23-05-03.

21. Moret, op. cit.

22. "Medical Effects of Internal Contamination with Uranium", dottor Asaf Durakovich, Dipartimento di Medicina Nucleare, Università di Georgetown, Scuola di Medicina, Washington D.C., marzo 1999. Volume 40, No. 1

23. Moret, op. cit.

24. "Contamination of Persian Gulf War Veterans and Others By Depleted Uranium", Leonard A. Dietz, 21-02-99.

25. Durakovich, op cit; Dietz, op. cit. Moret, op. cit.

26. "Republican Senator: Bring Back the Draft", World Net Daily, 20-04-04.

27. "Pentagon's Uranium Denial", New York Daily News, 27-04-04; "Pentagon: Uranium Didn't harm N.Y. Unit", Associated Press, 03-05-04. "Pentagon-Depleted Uranium No Health Risk", Dr. Doug Rokke; 15-03-03. Il dottor Rokke era un esperto di uranio impoverito per l'esercito statunitense (1991-1995) e conferma che il Pentagono sta mentendo sui rischi dell'uranio impoverito.

28. Documenti in cui sono discussi i rischi dell'esposizione all'uranio e all'uranio impoverito includono: "U.S. Army Training Manual STP-21-1-SMCT: Soldiers Manual of Common Tasks"; "Health Effects of Depleted Uranium", David E. McClain, Armed Forces Radiobiology Research Institute (AFRRI) Bethesda, Maryland; "Marine Corp Memo Concerning DU"(de-classificato) 09-08-90; "U.S. Army Depleted Uranium Project video: Depleted Uranium Hazard Awareness" (video di addestramento dell'esercito Usa), 1995; "Army Not Adequately Prepared to Deal With Depleted Uranium Contamination", General Accounting Office, gennaio 1993; Ufficio del Segretario alla Difesa, Memorandum da Bernard Rostker ai capi di tutti i rami militari. Re: Depleted Uranium Ammunition Training, 09-09-97.

29. "Soldiers Believe Depleted Uranium Cause of Illnesses", Associate Press, 09--0404; "Poisoned?", Juan Gonzalez, New York Daily News, 04-04-04. Altri articoli di questo tema: "Inside Camp of Troubles" e "Army to Test N.Y. Guard Unit".

30. "Air Force Increases Rank of Lie", Lettera da Walter M. Washabaugh, Colonnello Aviazione Usa, , che nega l'esistenza delle scie chimiche, ricevuta per e-mail il 22 maggio 2001 e postato su http://www.carnicom.com da Clifford E Carnicom, 22 maggio 2001.

31. Begich e Manning, op. cit. p. 51.

32. "Global Warming and Ice Ages: Prospects for Physics-Based Modulation of Global Change", Edward Teller e Lowell Wood, Hoover Institution, Stanford University, preparato per una presentazione su invito al Seminario Internazionale sulle Emergenze Planetarie, Erice, Italia, 20-23 agosto 1997; si veda anche "The Planet Needs a Sunscreen", Wall Street Journal, 17-10-97.

33. Inchiesta di Eye on America della CBS News: "Cooling the Planet", in due parti: 15-01-01 e 16-01-01.

34. Teller e Wood, op. cit.

35. "An Airline Manager's Statement", postato da C.E. Carnicom per conto dell'autore, 22-05-00. Citazione: "I pochi dipendenti della compagnia aerea che erano al corrente del Progetto Cloverleaf furono tutti sottoposti a controlli del loro passato, e prima di esserne informati ci fecero firmare accordi di non-divulgazione in cui sostanzialmente si dichiarava che se avessimo detto a chiunque quanto sapevamo saremmo stati incarcerati... Ci dissero che il governo avrebbe pagato la nostra compagnia, insieme ad altre, per rilasciare speciali agenti chimici da aerei commerciali... Quando chiedemmo loro perché non si limitassero ad equipaggiare gli aerei militari per rilasciare questi agenti chimici, dichiararono che non c'erano abbastanza aerei militari disponibili per rilasciare agenti chimici su una base così ampia come doveva essere fatto... Poi qualcuno chiese perché tutta queste segretezza. I rappresentati del governo dichiararono in seguito che se l'opinione pubblica avesse saputo di aerei in volo che stavano rilasciando agenti chimici nell'aria, i gruppi ambientalisti avrebbero scatenato un inferno e chiesto la fine dell'irrorazione".

36. US patent 5003186; "Stratospheric Welsbach Seeding for Reduction of Global Warming", Hughes Aircraft Company, pubblicato il 26 marzo 1991.

37. Libro di testo della scuola media: "Science I Essential Interactions", pubblicato dal Centre Point Learning, Spa di Fairfield, Ohio. Si veda "Chemtrail Sunscreen Taught in Schools", William Thomas, http://www.willthomas.com.

38. "Dirty Air and High Blood Pressure Linked", Reuters Health, 31-03-01; "Bad Air Worsens Heart Trouble: Study Blames Particulates for Many Sudden Deaths", Marla Cone, Los Angeles Times, 4 giugno 2000.

39. "Tiny Air Pollutants In the Air May Trigger Heart Attacks", John McKenzie, ABC News, 21-06-01.

40. "Air Pollution 'Increases Stroke Risk'", BBC News, 10-10-2003.

41. Ibid.

42. "Americans Breathing More Polluted, Toxic Air Than Ever", Natalie Pawelski, unità ambientale della CNN, http://www.cnn.com.

43. Asthma Statistics, www.getasthmahelp.org; "Asthma Deadly Serious", Spokesman Review, 06-07-97; www.asthmainamerica.com .

44. Documento della NATO: "Modification of Tropospheric Propagation Conditions", maggio 1990.

45. Brevetto statunitense 6.315.213 (Cordani), rilasciato il 13 novembre 2001.

46. "Chemtrails, Bio-Active Crystalline Cationic Polymers", dottor Mike Castle, 14-07-03.

47. Ibid.

48. "Nanoparticles Toxic in Aquatic Habitat, Study Finds", Rick Weiss, Washington Post, 29-03-04.

49. Ibid.

50. "Greenhouse Gas Level Hits Record High", 22-03-04, http://www.NewScientist.com.

51. "Climate Engineering: A Critical Review of Proposals", Scientists for Global Responsibility, School of Environmental Sciences, UEA, Norwich NR47TJ, novembre 1996.

52. Lewin L. C et al. "Report from Iron Mountain on the Possibility and Desirability of Peace", New York: The Dial Press, 1967.

53. "Trading With the Enemy", Charles Higham, Delacorte Press, 1983; "Wall Street and the Rise of Hitler", Antony Sutton, 1976; "IBM Sued by Holocaust Lawyers -- 100 other US Firms Targeted for Nazi Links", Paterson and Wastel, The Telegraph, UK, 18-02-01; "Ford and GM Scrutinized for Alleged Nazi Collaboration", Michael Dobbs, Washington Post, 30-11-98; "How the Bush Family Made Its Fortune From the ***", John Loftus, 02-07-02, http://www.rense.com. (John Loftus era un avvocato accusatore per i crimini di guerra nazisti del dipartimento di giustizia Usa)

54. Questo è un "Progetto Google" che può riempire volumi. Andate su Google e digitate "CIA and al Qaeda", poi "CIA and Saddam". Fate lo stesso con "Carlyle Group" per informazioni sui segreti accordi della famiglia Bush con il "nemico".

55. "Former German Defense Minister Confirms CIA Involvement in 9/11: Alex Jones Interviews Andreas von Bulow", 09-09-05, http://www.apfn.net

56. "Pentagon Tells Bush: Climate Change Will Destroy Us", Mark Townsend ed Paul Harris, The Observer, Regno Unito, 24-02-04; "Climate Collapse, The Pentagon's Weather Nightmare Could change Radically and Fast", David Stipp, Fortune Magazine, 09-02-04.

57. "The Dead Farmer's Almanac, Who Really Controls the Weather?", Jim Larranaga, Priority Publications, 2001.

58. "Weather as a Force Multiplier: Owning the Weather In 2025", 17 giugno 1996. Questo rapporto fu prodotto su direttiva del capo dello staff dell'Aviazione.

59. "Very Weird Weather in Serbia, What's Happening?", Goran Pavlovic, 30-10- 03, http://www.rense.com

60. "The Secret Nuclear War", Eduardo Goncalves, The Ecologist, 22-03-01.

61. "Washington's New World Order Weapons Have the Ability to Trigger Climate Change", Center for Research on Globalization, Professor Michael Chossudovsky, Università di Ottawa, gennaio 2001.

62. "HAARP: Vandalism in the Sky?", Nick Begich e Jeane Manning, Nexus Magazine, dicembre 1995.

63. Ibid.; anche Castle, op. cit. Il dottor Castle presenta informazioni su come HAARP apra enormi buchi nella colonna di ozono e di come l'Aviazione usi poi agenti chimici tossici per "rammendare" i buchi che ha creato; il dottor Castle dice: "l'irrorazione Welsbach e le scienze di rimedio per il buco dell'ozono utilizzano agenti chimici che sono dannosi per gli umani e l'ambiente".

64. "HAARP: Vandalism in the Sky?", Begich e Manning; il ricercatore David Yarrow è citato dire che la rotazione dell'asse terrestre significa che le raffiche di HAARP sono come un coltello di micoronde che produce una "lunga lacerazione – un'incisione" nella membrana a strato multiplo della ionosfera, la quale protegge la superficie terrestre dall'intensa radiazione solare..

65. "U.S. HAARP Weapon Development Concerns Russian Duma", Interfax News Agency, 10-08-02.

66. "HAARP Update", Elfrad Group, http://elfrad.org/2000/Haarp2.htm, 27-06-00.

67. "14 Hertz Signal Suppresses Rainfall, Induces Violent Winds", 25-10-00, Newshawk Inc.; "When the Army Owns the Weather--Chemtrails and HAARP", Bob Fitrakis, 13-02-02: In questo articolo l'inventore di HAARP Bernard Eastlund è citato riguardo come HAARP possa influenzare il clima: "Significativi esperimenti possono essere messi in pratica. L'antenna HAARP, come è configurata ora, modula l'elettrogetto aurorale ad indurre onde ELF e così potrebbe avere un effetto sui venti zonali". Potete trovare questo articolo con il motore di ricerca su http://www.rense.com.

68. "Angels Don't Play This HAARP", Begich e Manning, op. cit.

69. Ibid.

70. "Space Based Weather Control: The 'Thunderstorm Solar Power Satellite'", Michael Theroux. Si veda http://www.borderlands.com/spacewea.htm .

71. "After 12-year Wait for Trial, Downwinders Losing Hope", Spokesman Review, 18-05-03; anche "Hanford Plaintiffs Seek Details", Spokesman Review, 02-04-04.

72. "Hanford Put Area At Risk: Spokane, North Idaho Were Exposed to Significant Radiation", Spokesman Review", 22-04-94.

73. "Sick Century", Eduardo Goncalves, The Ecologist, 22-11-01.

74. Moret, op. cit. "The Trojan Horse of Nuclear War" contiene eccellenti statistiche sulla salute statunitense dopo i test di armi nucleari della Guerra Fredda e include citazioni da molti articoli scientifici che documentano questo tremendo danno alla salute nazionale.

75. "Undue Risk, Secret State Experiments on Humans", Jonathan D. Moreno, Freeman & Co. 1999: Moreno era un membro dello staff nel comitato del President's Advisory Committee on Human Radiation Experiments, che completò nel 1995 i propri studi sugli orrendi esperimenti radioattivi del governo Usa condotti sin dalla II Guerra Mondiale.

76. Informazioni riportate dal National Research Council dell'Accademia Nazionale delle Scienze, Istituto di Medicina, in uno studio del 2000 intitolato: "Toxicology, Board on Environmental Studies and Toxicology".

77. "Trouble With Tankers," William Thomas, http://www.willthomas.net .

78. Testimonianza dal dottor Leonard A. Cole alla U.S. Senate Committee on Veterans' Affairs, 06-04-94; anche "Clouds of Secrecy, The Army's Germ Warfare Tests Over Populated Areas", Leonard A. Cole, Rowman & Littlefield, 1988.

79. "Secret Germ Warfare Experiments?", CBS News, 15-05-00; "Pentagon to Reveal Biowarfare Tests", CBS News, 20-09-00; "US Navy Sprayed BioWarfare Chemtrails on Its Own Ships and Men", http://NewsMax.com,08-07-00; "Sailors: 'We Were Used' ", Florida Today, 31-01-03.

80. Rapporto 103-900 del Senate Banking Committee (Rapporto Riegle) pubblicato il 25 maggio 1994. Questo documento di 551 pagine contiene un'esaustiva lista di agenti bellici chimici e biologici consegnati a Saddam Hussein dalle compagnie statunitensi sotto supervisione del Dipartimento del Commercio Usa affinché fossero usati contro l'Iran durante la guerra Iran-Iraq vero la fine degli anni '80, durante il regime di George Bush Sr.

81. Moreno, op.cit. "Ad oggi pochi Statunitensi conoscono il programma top secret che portò scienziati tedeschi negli Stati Uniti dopo la II Guerra Mondiale, e ancor meno sanno che tra di loro c'erano scienziati medici. L'operazione dal nome in codice Paper Clip... centinaia di 'specialisti'... entrarono negli Stati Uniti sotto protezione dello Stato Maggiore, evitando le regolari procedure di immigrazione e i requisiti... E' difficile non giungere alla conclusione che molte reclute tedesche non furono per anni importanti consulenti su una miriade di progetti medico-militari".

82. "Emerging Viruses: Aids and Ebola", dottor Len Horowitz, Tetrahedron Inc., 1996.

83. "The Brucellosis Triangle", Donald W. Scott, Chelmstreet Publishers, 1998.

84. "Bush Signs Bill for New Generation Nuclear Weapons", http://www.rense.com, 02-12-03. Lo Energy and Water Development Appropriations Act del 2004 destina milioni per nuove armi nucleari e sostiene la fattibilità per nuovi test di armi al sito di test nucleare in Nevada.

85. Ibid.

86. "House Approves Pentagon Wish List--Bill Includes Military Exemptions From Environmental Laws", Nick Anderson, Los Angeles Times, 08-11-03.

87. "DOE Count of Worker Injuries Inaccurate", Spokesman Review, 28-03-04; anche "Book Alleges Cover-up at Nuclear Site", Spokesman Review, 28-03-04; anche "DOE Has Record of Broken Promises", editoriale, 11-04-04.

88. "Kennedy Warns on Nuclear Tests", Julian Borger a Washington, The Guardian http://www.guardian.co.uk, 30-04-03.

89. "Rumsfeld's Dr. Strangelove", Fred Kaplan, http://www.msn.com, 12-05-03.

90. "Bush Drives the Nation Towards Bankruptcy", Peter Eavis, The American Conservative, 15-02-04.

91. "The War on Waste", http://www.cbsnews.com, 29-01-02.

92. "Money for Iraq Fight Running Out", The Australian, 12-02-04. Queste stime vengono dal capo dello staff dell'esercito statunitense, generale Peter Schoomaker.

93. "Fight of the Century", William Thomas, http://www.willthomas.net.


Senza parole



Senza verifica

Citazione:
Googlati Dick + Eastman + Clandestine Weather Modification nei gruppi di google da circa il 1998 fino al 2002 e vedrai un centinaio di messaggi con documentazione, osservazioni di prima mano, un inventario delle tecnologie a servizio della modificazione clandestina del clima , dibattiti e lettere inoltratemi da individui di tutto il mondo –– incluso un uomo che sparse scie chimiche sull’ Oceano Indiano ma non sapeva di che missione si trattasse.


Re: Scie chimiche for dummies

Inviato da  LaoTzu il 7/7/2007 9:50:22
Fonte: "The Guardian"

Citazione:
The US government wants the world's scientists to develop technology to block sunlight as a last-ditch way to halt global warming, the Guardian has learned. It says research into techniques such as giant mirrors in space or reflective dust pumped into the atmosphere would be "important insurance" against rising emissions, and has lobbied for such a strategy to be recommended by a major UN report on climate change, the first part of which will be published on Friday...
Article continues HERE ... L'articolo continua QUI


SUI CASUALI RISCONTRI

Fonte: "Las Vegas Tribune"



Citazione:
... Two scientists working at Wright Patterson Air Force Base confirmed to the Ohio newspaper, Columbus Alive, that they were involved in aerial spraying experiments. One involved aluminum oxide spraying related to global warming and the other involved barium stearate and had to do with high-tech military communications.


SULLE CASUALI RISPOSTE

Senatore Mike Crapo

Senatore Larry Craig



Citazione:
Ero saltato anch'io sul carro del riscaldamento globale.


Fonte: I Was On the Global Warming Gravy Train - di David Evans: matematico, ingegnere informatico ed elettrico. Pubblicato il 28 maggio 2007.


Traduzione di Giorgio Venzo per www.luogocomune.net


Ho speso sei anni nel campo della contabilità del carbonio, realizzando modelli per il Governo australiano in modo da poter stimare le emissioni di carbonio dovute a mutamenti nella destinazione d'uso dei terreni e delle foreste. Quando cominciai questo lavoro nel 1999 le prove che attribuivano alle emissioni di carbonio il riscaldamento terrestre sembravano abbastanza certe, ma da allora nuove prove hanno indebolito questa tesi. Ora sono uno scettico.
Nei tardi anni '90, queste erano le prove che suggerivano come le emissioni di carbonio provocassero il riscaldamento globale:

1. la CO2 è un gas serra, dimostrato tale in laboratorio già un secolo fa;
2. il riscaldamento globale sta accadendo da un secolo e la concentrazione di carbonio in atmosfera è in aumento da un secolo. Una correlazione non implica un rapporto causa-effetto, ma in qualche modo sembrava coerente.
3. Le informazioni dai campioni di ghiaccio, partendo dal primo proveniente da Vostok nel 1985, permisero di misurare la temperatura ed il carbonio atmosferico risalendo indietro di centinaia di migliaia d'anni, attraverso diversi periodi di intensa glaciazione e riscaldamento globale. Con l'accuratezza allora disponibile (più d'un migliaio d'anni tra i vari punti sperimentali) il carbonio atmosferico e la temperatura procedevano in sincrono: aumentavano e diminuivano assieme. Si tratta d'una prova schiacciante!
4. Non vi erano altre cause attendibili per il riscaldamento globale.

Tali prove non erano conclusive, ma perchè attendere finchè si è certi quando c'è bisogno di agire ora? Così l'idea che le emissioni di carbonio stessero causando il riscaldamento globale passò dalla comunità scientifica a quella politica. La ricerca aumentò, si formarono strutture burocratiche, comitati internazionali si incontrarono ed alla fine il Protocollo di Kyoto fu firmato nel 1997 per frenare le emissioni di carbonio.
La sfera politica, di ritorno, finanziò la comunità scientifica. Entro la fine degli anni '90 molti incarichi dipendevano dall'idea che le emissioni di carbonio provocassero il riscaldamento globale. Molti di questi erano burocratici ma ce n'erano diversi creati in campo scientifico.
Anche io ne facevo parte, guadagnando molto con un incarico scientifico che non sarebbe esistito se non avessimo creduto che le emissioni di carbonio provocano il riscaldamento globale. E così stavano molte persone attorno a me; c'erano conferenze internazionali piene di gente simile. Avevamo l'appoggio politico, l'interesse del governo, grandi finanziamenti. Ci sentivamo piuttosto importanti ed utili (almeno per me fu così). Era meraviglioso. Stavamo lavorando per salvare il pianeta!
Ma a partire dal 2000, gli ultimi tre punti della lista di cui sopra vennero a cadere. Usando la stessa numerazione di prima:

2. Dati più precisi mostrarono che dal 1940 al 1975 la Terra si raffreddò, mentre il carbonio atmosferico aumentò. Questa divergenza di 35 anni potè poi essere spiegata col fenomeno dell'oscuramento globale, scoperto solo nel 2003.
3. La risoluzione temporale dei campioni di ghiaccio migliorò. Dal 2004 sapevamo che nei passati episodi di riscaldamento gli innalzamenti di temperatura generalmente cominciavano circa 800 anni prima dell'aumento del carbonio atmosferico. Il rapporto causa-effetto dunque non va più come ipotizzato nel 1999: si è invertito!

Ci vollero diversi secoli di riscaldamento agli oceani per liberare più carbonio. Questo prova che c'è una causa per il riscaldamento globale diversa dal carbonio atmosferico. E mentre è possibile che l'aumento di carbonio atmosferico in tali riscaldamenti passati poi provocò maggior riscaldamento (come “amplificazione” del riscaldamento originario), i dati dai campioni di ghiaccio non provano né smentiscono questa ipotesi.

4. C'è ora un candidato alternativo credibile. Nell'ottobre 2006 Henrik Svensmark mostrò sperimentalmente che i raggi cosmici provocano la formazione di nubi. Le nubi hanno un effetto raffreddante, ma negli ultimi 30 anni ci sono state meno perturbazioni del solito poiché il campo magnetico del sole, che ci protegge dai raggi cosmici, è stato più forte del solito. Così la Terra si è riscaldata. E' troppo presto per stabilire quale frazione del riscadamento globale è causata dai raggi cosmici.

Non c'è ad oggi alcuna evidenza empirica che il riscaldamento globale sia causato dalle emissioni di carbonio. Si pensa che in oltre 20 anni di intensa investigazione si sarebbe trovato qualcosa. Per esempio, l'effetto serra dovuto alle emissioni di carbonio dovrebbe scaldare gli alti strati dell'atmosfera più di quelli bassi – ma fino al 2006 i dati mostrano l'opposto e cioè che l'effetto serra non si stava verificando! Nel 2006 dati più precisi permisero di stabilire che l'effetto serra potrebbe essere in corso, eccetto che ai Tropici.
La sola attuale "prova" che incolpa le emissioni di carbonio consiste nei modelli scientifici (ed il fatto che ci siano poche critiche). Storicamente, la Scienza non è progredita attraverso calcoli e modelli ma attraverso osservazioni riproducibili. Alcune teorie promosse da autorità nel campo della Scienza si sono rivelate spettacolosamente errate: volare con oggetti più pesanti dell'aria è impossibile, il sole orbita attorno alla Terra, etc... Per ottimi motivi, abbiamo un'assai maggior confidenza con osservazioni da più fonti indipendenti che nei confronti di modelli creati da un ristretto gruppo di fonti collegate!
Torniamo ai rapporti tra Scienza e politica. Entro il 2000 la politica rispose alle forti istanze scientifiche circa il riscaldamento globale causato dalle emissioni di carbonio, creando migliaia di incarichi burocratici e scientifici finalizzati ad una maggiore ricerca ed al rallentamento delle emissioni di carbonio.
Ma dopo il 2000 l'interesse contro le emissioni di carbonio divenne gradualmente più debole. Dati futuri avrebbero potuto rafforzarlo o indebolirlo vieppiù. A quale punto di tale declino la comunità scientifica dovrebbe avvertire la politica che le emissioni di carbonio potrebbero non essere la principale causa del riscaldamento globale?
Nessuna delle prove recenti attualmente afferma che le emissioni di carbonio di certo non siano la causa del riscaldamento globale, ci sono molti ottimi studi scientifici ancora in ballo, e se il messaggio della Scienza si attenua potrebbe poi essere difficile riacquistare l'attenzione della politica. Quel che accade è che dal 1990 molte ricerche scientifiche danno per certo che le emissioni di carbonio siano la causa, e le alternative sono meno indagate o poste all'attenzione politica.
Sfortunatamente Scienza e politca si sono strette in modo ancor più saldo. Il cambiamento climatico è divenuto una crociata politica, perciò le posizioni si sono radicalizzare. I politici ed il pubblico preferiscono messaggi chiari e semplici. Al momento il clima politico accusa fortemente le emissioni di carbonio al punto da zittire le critiche.
L'integrità della comunità scientifica ne uscirà vincitrice solo seguendo le prove, ovunque conducano. Ma nel frattempo, l'effetto del clima politico è quello di indurre molta gente a sovrastimare le prove che le emissioni di carbonio siano la causa del riscaldamento globale.
Ho recentemente scommesso 6000 $ che il tasso di riscaldamento globale si abbasserà nel prossimo ventennio. Le emissioni di carbonio potranno anche essere la principale causa del riscaldamento globale, ma stimo che questa probabilità si assesti più sul 20% che non sul 90% ipotizzato dall'IPCC.
Mi dispiace che i politici possano seriamente interferire nella Scienza. Supponiamo che le tasse sui combustibili fossili siano aumentate, ma che il tasso di riscaldamento globale cominci a ridursi entro il 2015. Il sistema politico potrebbe premere sugli scienziati affinchè diano nuove giustificazioni alle tasse.
Immagina il seguente scenario. Le emissioni di carbonio provocano un po' di riscaldamento, mettiamo 0,05 °C/decennio. Ma l'attuale tasso di riscaldamento di 0,2 °C/anno è principalmente dovuto a cause naturali che in 15 anni han terminato il proprio ciclo, invertendosi. Dunque entro il 2015 le temperature globali cominciano a calare. Nel frattempo, sulla base di modelli approntati da un ristretto gruppo di climatologi ma senza riscontro empirico (poichè il minimo riscaldamento dovuto alle emissioni di carbonio è mascherato da quello naturale, di maggior entità), il pianeta ha disciplinatamente pagato un costo enorme per frenare le emissioni di carbonio.
I politici, cavalcando la rabbia e l'apparente inutilità di tutti i vani sforzi e le conseguenti ristrettezze economiche, guidano il linciaggio dei sommi sacerdoti coi loro oscuri modelli. Ironicamente, per il fatto che le emissioni di carbonio stanno aumentando la soglia di temperatura oltre la quale avvengono cambiamenti naturali, le emissioni di carbonio dopotutto potrebbero davvero necessitare d'un freno. Forse. L'attuale situazione è caratterizzata dalla mancanza di evidenze empiriche, perciò nessuno ancora lo sa con certezza.
Alcuni assumono posizioni fortemente retoriche sul riscaldamento globale. Ma la causa del riscaldamento globale non è uno dei tanti temi politici, soggetto ad infiniti dibattiti e distorsioni. La causa del riscaldamento globale è un tema prettamente scientifico perchè è falsificabile. Nessuna quantità di speculazioni umane influirà su questa causa. Essa esiste in senso fisico, e dopo sufficienti ricerche e tempo scopriremo quale è.

----
Link alla news in home page: http://www.luogocomune.net/site/modules/ne...hp?storyid=1864


Citazione:
Fonte: http://snoedel.punt.nl/index.php?id=227581&r=1&tbl_archief=&

Per ragioni che capirete leggendo questa lettera, non posso divulgare la mia identità.

Sono un meccanico aeronautico che lavora per una grande aerolinea. Lavoro presso una delle basi di manutenzione situate in un grande aeroporto. Ho scoperto alcune informazioni che penso troverete importanti.

Primo, dovrei dirvi qualcosa a propostio dell’ordine gerarchico tra meccanici. E’ importante per la mia storia e per la causa alla quale vi state dedicando.

I meccanici vogliono lavorare su tre cose: l’avionica, i motori, o i sistemi di controllo del volo. I meccanici che lavorano su questi sistemi sono considerati al top della gerarchia dei meccanici.

Il gradino successivo inferiore è quello dei meccanici che lavorano sui sistemi idraulici e di condizionamento. Poi viene il livello di manutentori che lavorano nella “cambusa” e su altri sistemi non essenziali. Ma al fondo di questa scala gerarchica stanno i meccanici che lavorano nei sistemi di eliminazione dei rifiuti.

Nessun meccanico vuole lavorare sulle pompe, serbatoi, e tubi che sono usati per immagazzinare gli scoli dei gabinetti. Ma in ogni aeroporto dove ho lavorato ci sono almeno 2 o 3 meccanici che si offrono volontari al lavoro sui sistemi dei gabinetti.

Gli altri meccanici sono felici di lasciare tale lavoro a questi ultimi. A causa di ciò tu avrai sempre solo 2 o 3 meccanici che lavorano su questi sistemi in ogni aeroporto. Nessuno pone attenzione a questi ragazzi e nessun meccanico socializza con altri meccanici che lavorano solamente ai sistemi dei rifiuti.



Il fatto è che non ho mai badato molto a questa situazione fino al mese scorso. Come molte compagnie aeree noi abbiamo accordi reciproci con altre compagnie che toccano i medesimi aeroporti. Se esse hanno un problema con un aereo, uno dei nostri meccanici ne avrà cura di risolverlo.

Ugualmente, se uno dei nostri aerei ha un problema in un aeroporto dove altre linee aeree hanno una base di manutenzione, queste ultime ci penseranno a risolvere il nostro problema.

Un giorno dell’ultimo mese io fui chiamato da una base per lavorare su un aereo di un’altra compagnia. Quando ricevetti la chiamata il coordinatore non sapeva quale fosse il problema. Quando arrivai all’aereo trovai che il problema stava nel sistema di eliminazione dei rifiuti. Non c’era niente per me da fare che strisciare dentro e risolvere il problema.

Quando entrai nel vano mi accorsi che qualcosa non andava per il verso giusto. C’erano più serbatoi, pompe, e tubi di quanti avrebbero dovuto esserci là. Sulle prime assunsi l’idea che il sistema di eliminazione dei rifiuti doveva essere stato modificato. Ho lavorato per dieci anni su questo particolare modello di aereo.

Come tentai di trovare il problema subito mi accorsi che i tubi ed i serbatoi in più non erano connessi con il sistema usuale di eliminazione dei rifiuti. E fu quando appena scoprii tutto ciò che un altro meccanico della mia compagnia arrivò. Era uno dei meccanici che usualmente lavorano su questo tipo particolare di velivolo ed io felicemente gli lasciai il lavoro.

Come me ne stavo andando gli chiesi a proposito dell’equipaggiamento extra. Mi rispose di “pensare alla mia sezione dell’aereo e di lasciare che lui pensasse alla sua parte di aereo!”

Il giorno successivo mi trovavo al computer della compagnia per rintracciare uno schema di cablaggio. Mentre mi trovavo lì decisi di cercare l’equipaggiamento extra scoperto. Con mia meraviglia i maunali non mostrarono nessuno degli equipaggiamenti extra che vidi con i miei occhi il giorno prima. Andai perfino negli archivi dei produttori ed ancora non trovai nulla. Adesso ero realmente determinato a trovare le finalità e lo scopo di quel equipaggiamento.



La settimana dopo avemmo tre dei nostri aerei nel nostro hangar principale per la ispezione periodica. C’erano meccanici che strisciavano per tutto l’aereo durante queste ispezioni. Io finii il mio turno e decisi di dare un occhio al sistema di eliminazione dei rifiuti di uno dei nostri velivoli. Con tutti i meccanici attorno mi immaginai che nessuno avrebbe notato qualcuno in più sull’aereo.

Sicuro, l’aereo che scelsi aveva l’equipaggiamento extra! Cominciai a indagare il sistema di tubi, pompe e serbatoi. Trovai ciò che sembrava essere una unità di controllo per il sistema. Era una scatola di controllo avionico dall’apparenza standard ma non aveva iscrizioni di nessun genere.

Potevo identificare i cavi di controllo dalla scatola alle pompe ed alle valvole ma non c’erano circuiti di controllo entranti nella unità. Gli unici cavi entranti erano una connessione di alimentazione collegata al bus principale di potenza del velivolo.

Il sistema aveva 1 serbatoio largo e 2 serbatoi piccoli. Era difficile strisciare nell’angusto scompartimento, ma sembrò che il serbatoio più largo avesse potuto contenere circa 50 galloni (UK – 1 imperial gallon = 4,54 litri. USA – 1 U.S. gallon = 3,78 litri. N.d.T.). I serbatoi erano connessi con una valvola di riempimento e svuotamento che passava attraverso la fusoliera proprio dietro la valvola di scarico del sistema di eliminazione dei rifiuti.

Quando ebbi l’occasione di indagare su queste connessioni sotto l’aereo, le trovai astutamente nascoste dietro ad un pannello sua volta sotto il pannello usato per accedere alla conduttura di scolo dei rifiuti.

Iniziai a seguire le tubature dalle pompe. Questi tubi portavano ad una rete di piccoli tubi che finivano ai bordi d’uscita delle ali e degli stabilizzatori orizzontali.

Se guardi da vicino le ali di un grosso velivolo vedrai un insieme di cavi, delle dimensioni circa del tuo dito, che si estendono all’infuori del bordo di uscita alare e dalle superfici alari. Sono spezzoni scarico per l’elettricità statica. Essi sono usati per dissipare la carica elettrica statica che si forma sul velivolo in volo.

Scoprii che i tubi di questo sistema misterioso conducevano ad ogni terzo stoppino di scarico dell’elettricità statica. Questi spezzoni di cavo sono stati “svuotati internamente” per permettere a qualunque fluido di essere scaricato attraverso di loro.

Fu mentro mi trovavo sull’ala che uno dei managers mi individuò. Mi ordinò di uscire dall’hangar dicendomi che il mio turno era finito e che non ero autorizzato a nessun sforamento dell’orario di lavoro.



I seguenti due giorni di lavoro furono molto intensi ed io non ebbi il tempo di continuare le mie investigazioni. Più tardi al pomeriggio, due giorni dopo la mia scoperta, fui chiamato per sostituire un sensore di temperatura per motori su un aereo che avrebbe dovuto decollare entro un paio di ore. Finii il lavoro e compilai i documenti di lavoro.

Circa 30 minuti più tardi fui chiamato (all’altoparlante) dal General Magnager. Quando andai nel suo ufficio trovai il nostro rappresentante sindacale e due altre persone che non conoscevo che mi stavano aspettando. Il G. M. mi disse che era stato scoperto un problema serio. Egli disse che avevo avuto una menzione (negativa, immagino, n.d.t.) e che ero stato sospeso per aver compilato falsi documenti di lavoro.

Mi intentò un procedimento disciplinare dalla constatazione del fatto che avrei falsificato un documento di lavoro inerente un sensore di temperatura dei motori installato da me alcune ore prima. Rimasi sconcertato e cominciai a protestare. Dissi a loro che ciò era ridicolo e che feci il lavoro.

Il rappresentante sindacale a questo punto alzò la voce e raccomandò che andassimo a dare un’occhiata al velivolo per vedere di regolare la faccenda. Chiesi allora chi fossero gli altri due uomini. Il G. M. mi rispose che essi erano ispettori della sicurezza della compagnia ma non mi volle rilasciare le loro generalità.

Ci avviammo verso l’aereo che avrebbe dovuto essere in volo mentre era parcheggiato sulla rampa di manutenzione. Aprimmo gli sportelli di accesso al motore ed il rappresentate sindacale prelevò il sensore. Controllò il numero di serie e disse ad ognuno che quello era il vecchio strumento. Andammo poi nell’area parti di ricambio ed agli scaffali.

Il rappresentante sindacale controllò il mio rapporto e tirò fuori dallo scaffale una scatola sigillata. Aprì la scatola ed estrasse il sensore di temperatura del motore con il numero di serie di quello che installai. Allora mi fu detto di essere stato sospeso dal lavoro per una settimana senza paga e di andarmene immediatamente.

Me ne stavo a casa il primo giorno di sospensione meravigliandomi su cosa diavolo potesse essermi accaduto. Quella sera ricevetti una telefonata. La voce mi disse: “Adesso tu sai cosa succede ai meccanici che gironzolano attorno a cose che non dovrebbero interessarli. La prossima volta che inizi a lavorare su sistemi che non ti sono pertinenti perderai il lavoro! Ma io mi sento generoso, credo che ritornerai presto al lavoro”. CLICK.

Di nuovo, dovetti raccogliermi dallo sconforto. Come la mia mente correva, fu in quel momento che feci la connessione con il fatto che ciò che mi accadde doveva essere collegato direttamente alle mie scoperte relative ai “misteriosi” tubi.

Il mattino successivo il G. M. mi chiamò. Mi disse che, dato il mio eccellente curriculum lavorativo del passato, la mia sospensione era stata ridotta a un giorno e che dovevo tornare immediatamente al lavoro. L’unica cosa a cui potevo pensare era “cosa stanno cercando di nascondere?” e “ chi sono ‘ESSI’?“.

Quel giorno al lavoro andò come se nulla fosse successo. Nessuno degli altri meccanici menzionò la sospensione ed il mio rappresentante sindacale mi disse di non parlarne. Quella notte navigai in internet tentando di trovare alcune risposte.

Non ricordo adesso come arrivai qua, ma vi arrivai attraverso un sito che parlava a proposito di “scie di condensazione chimicamente corrette”.

Ecco quando il tutto mi cominciò ad apparire chiaro. Ma la mattina seguente al lavoro trovai una nota all’interno del mio armadietto chiuso a chiave. Essa diceva, “La curiosità uccise il gatto. Non navigare in siti internet che non ti riguardano”.



Bene, adesso so che “ESSI” mi stanno osservando.

Mentre non so cosa ESSI stanno spruzzando, io posso dirvi che essi lo stanno facendo. Io immagino che usino i camion dei liquami. Questi sono camion che svuotano i rifiuti contenuti nei serbatoi del liquame dei gabinetti.

Gli aeroporti usualmente appaltano questi lavori e nessuno si avvicina a questi camion. Chi vuole star vicino ad un camion pieno di m****? Mentre questi ragazzi stanno svuotando i serbatoi dei rifiuti, può essere che essi possano facilmente riempire i serbatoi del sistema a spray.

Essi conoscono i sentieri di volo così probabilmente programmano la unità di controllo (o forse questa riceve i segnali da un satellite? Dopo che a terra vedono otticamente la posizione dell’aereo? Magari quando dal satellite vedono quando il velivolo sta entrando in “certe” nuvole dalle forme strane? N.d.T.) per iniziare lo spray dopo un certo lasso di tempo quando l’aereo raggiunge una certa altitudine. Gli ugelli per lo spray negli stoppini manipolati per lo scarico dell’elettricità statica sono così piccoli che nessuno nell’aereo vedrà qualcosa.

Dio ci aiuti tutti quanti.

Un cittadino preoccupato


Citazione:
Fonte: http://www.cuneocronaca.it/news.asp?id=106...ews=primapagina

Nei cieli della Granda avvistate le scie chimiche rilasciate da aerei senza contrassegno: alcuni blog segnalano il frequente ripetersi del fenomeno
L'ALLARME SUL SITO DI RADIO STEREO 5/ LE CHEMTRAILS NON SONO PRODOTTE DAI VOLI DI LINEA/ L'ARPA PIEMONTE: "CONOSCIAMO IL PROBLEMA"




L’allarme lo aveva lanciato, apparentemente in solitaria, Giorgio Barbero dalle pagine elettroniche di radio stereo cinque (http://www.radiostereo5.info/web), il 24 maggio del 2005. Era quella la prima segnalazione (nota) di scie chimiche che si riferiva ai cieli del cuneese. L’ascoltatore di Radiostereo5 in un laconico messaggio in web scriveva “Questa mattina intorno alle 9,30 sui cieli di Cuneo erano nuovamente presenti le innaturali scie... Quattro aerei (visibili ovviamente come minuscoli puntini metallici) hanno formato il reticolo di scie. Il fenomeno si è prolungato sino a metà mattinata con queste singolari scie diffuse ed espanse che hanno oscurato la limpidezza del cielo e la nitidezza della luce solare” ed allegava tre scatti (uno è quello presente in pagina) che riproducevano il fenomeno.



Ora nuovamente, alcune scie simili sono state avvistate nei cieli della Granda e nelle vallate confinanti con la Francia; in particolare, questo fenomeno è stato rilevato il 28/29 maggio 2007 e rilanciato su alcuni blog cuneesi, con il solito dibattito che ne consegue, anche con toni piuttosto allarmati. Le normali scie di condensazione rilasciate dagli aerei di linea sono ormai una normalità che osserviamo da più di mezzo secolo nei nostri cieli.



Attualmente l'aereo è diventato il mezzo di trasporto più sicuro, veloce e, in alcuni casi anche uno dei più economici grazie ai voli Low Cost presenti sul mercato da ormai alcuni anni. L'intensa attività degli aerei ha causato un pericoloso aumento della nuvolosità, soprattutto nella fascia nord atlantica, oltre ad aver incrementato l'aumento del buco dell'ozono e dell'effetto serra, insieme ad altri fattori responsabili come le attività che utilizzano energia proveniente da combustibili non rinnovabili.

Le scie chimiche, tuttavia, non riguardano i normali aerei di linea. Circa dal 1996, in quasi tutti gli Stati Uniti sono state osservate nei cieli delle strane scie che mostravano qualità differenti dalle normali scie di condensazione degli aerei. Da noi il fenomeno è fortemente presente in Sardegna e nel Lazio. Queste scie addirittura comparivano in zone dove prima il traffico aereo era totalmente assente e apparivano in bizzarre formazioni, incrociandosi in grandi reticolati o formando delle grandi X. Schemi che lasciano pensare ad attività di irrorazione (areosol) invece che a delle normali attività di aerei di linea. La caratteristica ancora più sconcertante è che queste scie non si dissipano in pochi secondi come accade per una normale scia di condensazione, anzi si espandono, si "diluiscono" nel cielo, formando come un velo che va a ricoprire tutta l'area interessata.



Quando un aereo vola a quote fredde e soprasatura l'aria umida, il vapore acqueo che esce dai motori si condensa in piccole gocce. Quando queste gocce sono prodotte a temperature ancora più rigide, si formano addirittura cristalli di ghiaccio. Le scie chimiche o chemtrails sono invece scie di sostanze chimiche nebulizzare nell'aria tramite sistemi di irrorazione montati su aereoplani che non appartengono al normale traffico aereo. Queste sostanze vengono irrorate a diverse altezze a seconda degli scopi per cui vengono utilizzati.



Di certo sappiamo che non si tratta né di aerei di linea né commerciali, poiché spesso transitano in zone in cui il traffico aereo è inesistente e soprattutto ignorano i limiti di quota e distanza che regolano la sicurezza di volo. Inoltre sono stati fotografati sia in volo sia in aeroporti, aerei bianchi senza insegne, cisterne dei cieli normalmente usate per rifornire di carburante i caccia da guerra in quota, ma che a quanto pare possono essere adibite ad altro scopo. Fra le sostanze rinvenute in diverse zone saturate dalle scie, si riscontrano oltre ad alluminio e bario anche titanio, bromuro e batteri che normalmente vivono negli alti strati dell’atmosfera e che inglobati da questi aerosol chimici sono trasportati a terra, con inimmaginabili conseguenze sulla salute dell’uomo.

Onde evitare che si gridi subito al complottismo di facile maniera, ve lo diciamo in coda, come se fossimo su un aereo. Alcuni Stati ed Enti hanno già fatto mezze ammissioni in materia. Tra questi anche l’ARPA Piemonte che in una lettera di risposta sull’argomento dichiara: “Per quanto riguarda il fenomeno delle "scie chimiche" conosciamo il problema, tuttavia l'ARPA è un organo tecnico che misura e fornisce i dati ambientali, ma non è deputato a prendere decisioni di tipo politico o strategico”.

Vi suggeriamo, poichè della “nostra” Arpa si parla, di leggervi tutto il documento su: www.pressante.com/content/view/530/32/

Paolo Somà










I buchi nel cielo o Punch Holes, certamente un fenomeno insolito, ma anche in questo caso è arrivata puntuale la spiegazione scientifica: si tratta di precipitazioni di cristalli di ghiaccio ... molto localizzate ... mah!




















Quand'ero bambino era un'impresa vedere un semplice arcobaleno ...














Credo sia un record una settimana intera senza sciatori ... diurni ! Magari cominciano ad aver paura dei piccoli David armati di digitali amatoriali.





Potete immaginarvi la delusione dopo anni di pittoresche coreografie, un pò mi mancano.










Re: Scie chimiche for dummies

Inviato da  LaoTzu il 7/7/2007 9:53:10



Paura di volare da soli


Fish Eye economico


Questa è bella, uno dei soggetti più fotografati d'italia. Molto utile per verificare come mai negli anni ante '00 (in grande stile) o '96 (per piccoli esperimenti) il traffico aereo non rilasciava scie.







Citazione:
Pilots poisoned by contaminated air
By Geoffrey Lean, Environment Editor
Published: 04 June 2006

Il quotidiano britannico Independent ha pubblicato, il 4 giugno scorso, un articolo a firma di Geoffrey Lean, intitolato "Piloti avvelenati dall’aria contaminata".

Il pezzo rivela che è stato redatto un rapporto da Sarah Mackenzie Ross, neuropsicologa dell’Università di Londra. La ricercatrice ha esaminato 27 piloti affetti da vari disturbi: i pazienti risultano intossicati da sostanze inalate insieme con l’aria pompata all’interno della cabina di pilotaggio.

La Mackenzie Ross ha diagnosticato nei pazienti perdita di memoria, affaticamento, insonnia, problemi intestinali, dislalia: particolarmente grave appare la perdita di memoria a breve termine. A volte, infatti, i piloti hanno dimenticato se il carrello dell’aeroplano era stato abbassato o sollevato, inoltre hanno confuso o scordato dati concernenti la quota e la velocità.

Il tutto ha causato almeno dieci “incidenti da aria contaminata”, spingendo il ministero dei trasporti a nominare una commissione ufficiale per studiare il problema. Il professor Chris Van Netten dell’Università British Columbia, in Canada, ha confermato che, all’origine delle patologie, è l’aria respirata dai piloti all’interno della cabina.






Citazione:
La denuncia presentata dal presidente regionale del Codacons Vitto Claut rileva come nell’atmosfera vengano rilasciate sostanze nocive e cancerogene Esposto sulle ’’scie chimiche’’ degli aerei
image2
- 28 febbraio 2007

A produrle sarebbero i cargo militari riconducibili all’attività della Base di Aviano

Una denuncia-querela contro ignoti per chiedere certezze e tutela della salute. Una salute che, per chi vive in provincia di Pordenone e in particolare nell`area limitrofa ad Aviano, potrebbe essere in pericolo. A lanciare l`allarme è il presidente regionale del Codacons, Vitto Claut, che ha presentato al procuratore della repubblica di Pordenone, Luigi Delpino, un esposto nel quale chiede analisi e accertamenti sul fenomeno delle ``scie chimiche``. Si tratta di tracce prodotte da aerei cargo militari - secondo il legale è presumibile che siano riconducibili all`attività della Base Usaf nel territorio - che depositerebbero sostanze nocive e cancerogene nell`atmosfera e di conseguenze nei terreni. L`OSSERVAZIONE. ``Da più di un anno - spiega l`avvocato - mi sono accorto, e non sono il solo, della presenza nel cielo di scie diverse da quelle prodotte da voli di linea e anche da aerei militari. Allora ho cominciato a documentarmi e ho scoperto una cosa che ha fatto crescere in me una tremenda preoccupazione per la salute dei cittadini della nostra provincia e che mi ha spinto a presentare la denuncia``. LE SCIE. Quello che l`avvocato ha scoperto, e che ha riportato nell`esposto allegando documentazione cartacea oltre a immagini e filmati, è l`esistenza di scie chimiche, ``ovvero scie, si presume, composte da sostanze chimiche nebulizzate nell`aria tramite sistemi di irrorazione montati su aeroplani che non appartengono al normale traffico aereo``. La loro diversità è visibile a occhio nudo. ``A differenza di quelle prodotte dal normale traffico aereo - spiega Claut - queste non si dissipano in pochi secondi o minuti, ma permangono nel cielo espandendosi sino a generare una formazione nuvolosa che tende a ricoprire tutta l`area interessata. Tendono inoltre a collocarsi a reticolo o a scacchiera senza alcuna giustificazione in un normale traffico aereo``. LO STUDIO. Partendo da queste osservazioni il legale ha raccolto materiale per capirne di più e ha scoperto che questo tipo di fenomeno è studiato in diverse parti del mondo e che, stando a riprese e testimonianze, queste scie vengono rilasciate da aerei cargo che volano a bassa quota e non compaiono nelle ordinarie mappe di volo. I primi studi scientifici sono stati effettuati in Canada alla fine degli anni 90 su campioni di acqua prelevati nelle aree dove si avvistarono le prime scie. Nel 2005 - dopo che anche in Italia sono stati osservati simili fenomeni - il Cnr ha compiuto analisi su campioni di pioggia. In entrambi i casi è stata rilevata una concentrazione molto al di sopra della norma di sostanze come quarzo, ossido di titanio e idrossido di bario, ritenute pericolose per la salute. I PRECEDENTI. ``Sull`argomento - mette in evidenza Claut - sono già state presentate tre interpellanze parlamentari: due in Italia nel 2003 e una a livello europeo. Ciononostante le informazioni fornite dagli organismi ufficiali risultano insufficienti o in alcuni casi nulle e questo fa crescere la preoccupazione e i dubbi sul fenomeno. In provincia di Pordenone questi timori sono accresciuti dalla presenza della Base di Aviano``. LA RICHIESTA. Tutte queste ragioni hanno spinto il presidente del Codacons, preoccupato soprattutto per le conseguenze che potrebbero derivare per la salute dei cittadini, a presentare l`esposto alla procura di Pordenone. Nella denuncia Claut chiede che sia svolta un`apposita perizia sulla composizione delle acque, del terreno, delle colture, nonché delle infrastrutture ``specie nel territorio circostante la base di Aviano - e comunque nel circondario di Pordenone - per valutare l`eventuale presenza di percentuali sopra la soglia di sicurezza di alluminio, bario e di altre sostanze``. L`esposto dell`avvocato arriva in un momento delicato visto che la Base di Aviano è stata al centro delle polemiche che hanno interessato la decisione di ampliare la Base di Vicenza. ``Mi rendo conto che questo mio atto potrebbe essere strumentalizzato - dice Claut -, ma francamente al momento non mi interessa. Ritengo più importante che si discuta di questo problema e si facciano tutte le verifiche del caso per accertare la sicurezza della salute pubblica``.


06 luglio 2007: MILANO


Ah! però è un fenomeno comune, allora è tutto normale


tutto normale


Aereo che passa sopra la scia "permanosa" ma non scia ... cose che capitano ...








Ho dimenticato il telefonino in aeroporto.

Clicca perchè non linka

Clicca perchè troppo grande



C'è molta sbadataggine fra i piloti d'aerei.



Questo addirittura ha cambiato idea due volte.



Re: Scie chimiche for dummies

Inviato da  davy il 7/7/2007 10:20:55
SENTITISSIMI COMPLIMENTI A LaoTzu!!!

Non ho ancora letto tutto,ma mi sono sentito in obbligo di complimentarmi quando ho visto che hai azzeccato e relazionato una delle motivazioni principali...

Re: Scie chimiche for dummies

Inviato da  hi-speed il 11/7/2007 20:02:05
Ottimo lavoro LaoTzu!

Volevo farmi un PDF per rilegarmelo a mò di libretto vademecum, ma non ci sono riuscito.
Di nuovo i miei complimenti.

Hi-speed

Re: Scie chimiche for dummies

Inviato da  cct il 12/7/2007 23:46:58


Re: Scie chimiche for dummies

Inviato da  F.Capretta il 13/7/2007 10:33:48
mi unisco al coro di applausi, fatta salva quella specie di dichiarazione del meccanico che sinceramente non mi ha mai convinto.

complimenti, questo post meriterebbe di diventare un punto di riferiento.

saluti felici

Felice Capretta

ps: ehilà cct :)

Re: Scie chimiche for dummies

Inviato da  gubbo il 13/7/2007 11:06:10
Bravissimo LaoTzu,
davvero un lavorone, da premio pulizer!!!
Penso che una raccolta del genere
potrebbe essere molto utile da diffondere via
mail, sfido io la gente ,dopo aver visto
un documento del genere, a non iniziare a guardare
di più il cielo, chiedendosi magari cosa diamine stanno combinando
sopra le nostre teste!

Re: Scie chimiche for dummies

Inviato da  Wintermute il 13/7/2007 12:21:45
wowow!
complimenti anche da parte mia per l'ottimo post, lao!
per quanto consideri la faccenda ancora poco chiara, devo dire che le tue osservazioni e la raccolta di informazioni è molto interessante.

bravo!

Re: Scie chimiche for dummies

Inviato da  orkid il 13/7/2007 18:39:56
Ottimo veramente Lao

Se mi autorizzi (!) e se hi-speed ha pazienza questo fine settimana lo preparo io un bel pdf con foto e tutto che non sia troppo pesante da allegare alle e-mail.

Complimenti ancora!

Re: Scie chimiche for dummies

Inviato da  sick-boy il 13/7/2007 18:41:30
Bah, io i complimenti non te li farò MAI!!

bravo



Re: Scie chimiche for dummies

Inviato da  AutminRic il 13/7/2007 19:13:32
Anch'io mi associo ai complimenti, un riepilogo utile anche per ravvivare una discussione che su Luogocomune rimane comunque un po' ai margini.

Vorrei aggiungere che a mia volta ritengo la testimonianza anonima del meccanico un documento di scarsa attendibilità.

Le scie chimiche sono un fatto evidente ma continuo ad avere gran confusione in testa circa i possibili scopi.

Cito da

http://sciechimiche-zret.blogspot.com/2007/06/gli-scopi-delle-scie-chimiche.html

Elenco dunque i principali scopi delle scie chimiche, in forma molto essenziale ed indicando tra parentesi se si tratta, stando all'attuale stato degli studi, di un obiettivo accertato o solo congetturato. Bisogna, infine, ricordare che molti targets sono conseguiti attraverso la sinergia tra H.A.A.R.P., emissione di campi elettromagnetici e scie velenose.

Modificazione meteorologica e climatica (scopo assodato, anzi riconosciuto ufficialmente. Si vedano i numerosi brevetti tradotti in tecnologie e le pur ambigue ammissioni ufficiali).

• Accecamento dei radar nemici (dimostrato. Si vedano i brevetti ed i ritrovati tecnologici).

• Creazione nell’atmosfera di un'antenna elettromagnetica oltre l'orizzonte, col fine di ottimizzare la ricetrasmissione dei segnali in ambito strategico-militare (dimostrato).

• Danneggiamento delle colture agricole basate su piante non modificate geneticamente (rilevato in modo empirico).

• Distruzione della coltre di ozono (forse è un effetto collaterale dell'operazione, ma non è escluso che sia un fine scientemente perseguito).

• Mappatura elettronica del territorio (provato. Si veda il Progetto R.F.M.P.) .

• Inquinamento degli ecosistemi per determinare un incremento esponenziale del costo delle risorse idriche ed agricole residue (dimostrato empiricamente).

• Sfoltimento di alcuni settori della popolazione ritenuti improduttivi o di peso per il sistema, come i pensionati (registrato empiricamente).

• Sperimentazione di agenti patogeni sulla popolazione inconsapevole nell'ambito di programmi di guerra chimica e batteriologica (acclarato. Si vedano anche i documenti governativi declassificati).

• Diffusione diretta ed indiretta di agenti patogeni e quindi di malattie, alcune delle quali del tutto ignote sino a pochi lustri fa, con gli scopi precipui di favorire le multinazionali farmaceutiche e di indebolire la popolazione (registrato empiricamente. Si considerino i dati epidemiologici).

• Modificazione del D.N.A. umano in modo da impedire un'evoluzione genetica e spirituale (ipotizzato da numerosi ricercatori, tra cui Tom Montalk).

• Controllo del pensiero e del comportamento, attraverso soprattutto l'irradiazione di onde elettromagnetiche a bassa ed a bassissima frequenza (pressoché dimostrato).

• Emanazione di energie sottili dannose, energie non rilevabili con le normali strumentazioni, ma in grado di aggredire il sistema bioenergetico degli esseri viventi (supposto).

• Diffusione di nanomacchine negli organismi umani col fine di controllare, rintracciare, monitorare, manipolare mentalmente, per mezzo dell'emissione di impulsi elettromagnetici, interi gruppi umani. Forse queste nanomacchine potranno essere attivate quando le persone, in un futuro non lontano, saranno dotate di microprocessori sottocutanei (ipotesi che può sembrare inverosimile, ma, in realtà avvalorata da una serie di brevetti e dalla produzione e diffusione di apparecchiature elettroniche volte al controllo degli individui. Vedi Sotto Matrix, parte 5).

• Creazione di un ambiente atto alla proiezione di immagini olografiche in vista di una falsa invasione aliena o di un'altrettanto falsa Parousia del Cristo o di qualche altra figura religiosa (ventilato da qualche studioso e collegato al Progetto Bluebeam)

-----------------------------------------------------------------------------------------------------

Credo che potrebbe essere interessante lavorare a un documento, qui su Luogocomune, che produca una "opinione prevalente" sugli scopi possibili del fenomeno.

Che ne pensate?

Re: Scie chimiche for dummies

Inviato da  carloooooo il 19/7/2007 12:21:29
Citazione:
• Creazione di un ambiente atto alla proiezione di immagini olografiche in vista di una falsa invasione aliena o di un'altrettanto falsa Parousia del Cristo o di qualche altra figura religiosa (ventilato da qualche studioso e collegato al Progetto Bluebeam)




Ecco i primi effetti delle scie.

Carlo

Re: Scie chimiche for dummies

Inviato da  Tubo il 19/7/2007 12:41:31
Sfoltimento di alcuni settori della popolazione ritenuti improduttivi o di peso per il sistema, come i pensionati (registrato empiricamente)

Ma la scia chimica come riconosce un pensionato da un lavoratore?
Se la prende con tutti quelli sopra una certa età?

E se il pensionato fosse il padre o la madre del pilota?
E se mentre se la prende con la madre e il padre del pilota assieme a loro due ci fosse anche il figlio o la figlia del pilota?
Cosa fanno?
Licenziano la scia chimica?


Modificazione del D.N.A. umano in modo da impedire un'evoluzione genetica e spirituale (ipotizzato da numerosi ricercatori, tra cui Tom Montalk).

Commenti?

Chi è Tom Montalk?

Fate un giro anche nel resto del sito.



Re: Scie chimiche for dummies

Inviato da  Sertes il 19/7/2007 16:27:41
Citazione:

AutminRic ha scritto:

Credo che potrebbe essere interessante lavorare a un documento, qui su Luogocomune, che produca una "opinione prevalente" sugli scopi possibili del fenomeno.

Che ne pensate?


Che un opinione prevalente deve basarsi su dati scientifici certi, altrimenti bastano un paio di cazzatine tipo:
...Diffusione di nanomacchine negli organismi umani...
...proiezione di immagini olografiche in vista di una falsa invasione aliena o di un'altrettanto falsa Parousia del Cristo...
per invalidare il tutto.
Non diamo ai soliti noti questo appiglio, anche un post eccellente come quello di LaoTzu rischia di essere rovinato perchè sotto ci sono due frasi cui gli scettici possono attaccarsi pur di non vedere il resto.

Re: Scie chimiche for dummies

Inviato da  _gaia_ il 19/7/2007 17:15:35
Mi associo ai complimenti a LaoTzu: bella presentazione e ottimo repertorio fotografico.

Mi sono permessa anch'io di schiaffare il tutto su pdf, con autore, link e quant'altro, da mandare agli amici per mail (ho sfoltito anch'io la parte sulla lettera del meccanico).

Sto masterizzando CD a gogò con tutto quel che ho sulle scie. Ora le mie vittime sono solo gli amici, ma non escludo di poter passare a una diffusione più massiva..

Re: Scie chimiche for dummies

Inviato da  AutminRic il 19/7/2007 19:23:19
Sertes,

tutto il contrario.

Sono anch'io dell'idea che si lavori troppo di fantasia in merito ai possibili scopi delle scie.

Sul blog di ZRET in particolare (Zret è un personaggio a mio avviso lodevole sotto molti punti di vista - cerca in rete la sua telefonata di denuncia al NOE) vengono proposte troppe spiegazioni e spesso troppo fantastiche.

C'è necessita appunto di far piazza pulita delle cazzatine come dici tu.

Ai troll che infestano altri forum dall'alto di presunte competenze aeronautiche e meteorologiche ne do peso, ne rispondo.

Detto questo, le scie sono lì, non sono di condensa, secondo me è un fatto. Per tutto il resto ho una gran confusione in testa.

Trovo interessante l'osservazione di LaoTzu che rimarca il costo esorbitante che l'operazione deve avere.
Questo mi porta a dire, per esempio, che l'obiettivo della modificazione climatica per favorire il business della Monsanto è certamente una spiegazione riduttiva.


Saluti.

Re: Scie chimiche for dummies

Inviato da  Tubo il 20/7/2007 11:51:18
Sertes, la gente non è cieca.
Le strisce nel cielo non le nega nessuno perchè sono lì e si vedono.

Dire che quelle siano scie "chimiche" ( che vuol dire?) atte a sterminarci non ha alcun senso.
Innanzitutto non ha senso logico, e non penso che ci sia bisogno di spiegarlo.

Ripeto, io non nego l'esistenza delle scie ( nessuno potrebbe/dovrebbe farlo), mi rendo solo conto che le ipotesi che stanno dietro alla loro presenza sono paranoiche, oltre che variegate e spesso contraddittorie.

No?

Re: Scie chimiche for dummies

Inviato da  Sertes il 20/7/2007 14:29:17
Citazione:

Tubo ha scritto:
Sertes, la gente non è cieca.
Le strisce nel cielo non le nega nessuno perchè sono lì e si vedono.

Dire che quelle siano scie "chimiche" ( che vuol dire?) atte a sterminarci non ha alcun senso.
Innanzitutto non ha senso logico, e non penso che ci sia bisogno di spiegarlo.

Ripeto, io non nego l'esistenza delle scie ( nessuno potrebbe/dovrebbe farlo), mi rendo solo conto che le ipotesi che stanno dietro alla loro presenza sono paranoiche, oltre che variegate e spesso contraddittorie.

No?


Infatti, anche a me basta sapere che le scie chimiche ci sono e che sono messe apposta, poi apposta per cosa lo staremo a vedere.

Però non sono la conseguenza secondaria del passaggio dell'aereo, sono lo scopo primario per cui certi aerei vengono messi in volo, per spruzzare le scie chimiche. Questo bisogna trasmettere alla gente.

Giusto?

Re: Scie chimiche for dummies

Inviato da  hi-speed il 20/7/2007 14:36:36
Citazione:
Mi sono permessa anch'io di schiaffare il tutto su pdf, con autore, link e quant'altro


Ehm...ehm
con il permesso di LaoTzu potresti postarlo?

Grazie
Hi-speed

Re: Scie chimiche for dummies

Inviato da  LaoTzu il 29/8/2007 11:18:35


Fonte: Qui


Atto n. 4-02585

Pubblicato il 8 agosto 2007
Seduta n. 210

CICCANTI - Ai Ministri della salute e della difesa. -

Premesso che:

1. in molte parti d’Italia (Umbria, Abruzzo, Campania, Toscana, Veneto, Sicilia, Sardegna e Marche), da alcuni anni sono state rilevate scie chimiche (chem trails), rilasciate da aerei non meglio identificati;
2. diversamente dagli aerei civili, i quali su rotte predeterminate rilasciano scie di condensazione a dispersione quasi immediata, le scie chimiche riscontrate sono di natura gelatinosa e vengono nebulizzate da aerei che volano a bassa quota e sono irrorate nell’aria attraverso sistemi di supporto ben visibili ad occhio nudo;
3. da denunce di cittadini – alcune dirette anche all’Autorità giudiziaria – e da servizi della stampa locale, in particolar modo dell’anconetano, nelle Marche, sembra che da tali scie chimiche derivino conseguenze disastrose sulla salute dei cittadini, stante, per esempio, l’alto numero di tumori rilevati nella vallata feltrina;
4. il CNR, nel 2005, sembra che abbia rilevato, nelle analisi effettuate su campioni di pioggia coincidente con il rilascio di scie chimiche, una concentrazione al di sopra della norma di sostanze chimiche come quarzo, ossido di titanio, alluminio, idrossido di bario, ritenute pericolose per la salute, in quanto cancerogene;
5. da precedenti interrogazioni fatte ai Dicasteri competenti, non sono mai arrivate risposte chiare, convincenti ed esaustive e tale vaghezza ha rafforzato il convincimento che si tratti di fenomeni pericolosi da tenere nascosti,

si chiede di sapere:

1. quali accertamenti ed eventuali riscontri siano derivati dall’esame delle scie chimiche in ordine al loro grado di inquinamento dell’aria e di pericolosità per la salute pubblica, soprattutto nell’area feltrinese delle Marche;
2. quale circostanza e significato abbiano i voli aerei che rilasciano queste scie chimiche e per quali ragioni vengano eseguiti con tali caratteristiche di rotta, di quota e di esclusività rispetto ai prodotti che irrorano nell’aria;
3. da chi siano autorizzati e perché autorizzati;
4. quali informazioni siano state fornite alle popolazioni interessate al fenomeno delle scie chimiche, affinché ogni forma di assicurazione sulla tutela della loro salute sia stata data o sia possibile dare.

Senatore Amedeo Ciccanti


Messaggio orinale: http://www.luogocomune.net/site/newbb/viewtopic.php?forum=60&topic_id=3636