Scie chimiche for dummies

Inviato da  LaoTzu il 7/7/2007 9:44:29
MI LIMITERO' A MOSTRARVI DELLE ANOMALIE, INVITANDOVI AD OSSERVARE IL "VOSTRO" CIELO CON MAGGIORE FREQUENZA DEL SOLITO E A CONFRONTARLO CON QUELLO DEI VOSTRI RICORDI.

Il "consueto" cielo sopra casa mia, (Sardegna centro-orientale) dove passa una sola aerovia, con un paio di voli giornalieri.

Dove per anni MAI si era visto niente di simile.



E dove i riconoscibilissimi aerei di linea, di sempre, continuano a passare senza rilasciare alcuna scia.

Un normale "liner" Meridiana




Un normale "liner" AirOne



E dove invece incrociano incessantemente aerei militari sempre "carichi" di scie "perma...nose!".



Grigi ...



Bianchi ...



Beige (Compagnia di noleggio air-tanker FSTA: Future Strategic Tanker Aircraft).



Inequivocabili ... (Lockeed C5 Galaxy prodotto in 131 esemplari tutti acquistati dall'USAF mai nessun impiego civile!)



Voli continui, di anche 5 aerei contemporaneamente nello stesso spicchio di cielo (dove passa una sola aerovia).



Anomalie autoevidenti, come:

Aerei con doppio flusso motore ...



Aerei in volo parallelo e ...



Aerei con motori "singhiozzanti"

Mio tremolante filmato

Aerei con distanze di "condensazione" ... "variegate" (stesso giorno e nell'arco di pochi minuti)





Lo scarico ha una temperatura di c.a 600° ed una velocità che può superare quella del suono, veramente molto molto difficile avere "condense" praticamente attaccate ai motori.



Scie "colanti"







(Questa non è una mia foto ... la metto come riscontro)

Foto

Pagine di "innaturalezze" varie.

GALLERIA 1
GALLERIA 2
GALLERIA 3

Salvo diversa specificazione le foto sono realizzate direttamente da me o da amici, il loro utilizzo è completamente libero secondo i termini delle licenze GPL/GNU


Il poco frequente e poco chiaro fenomeno delle scie scure


1) La maggior parte delle volte sono interpretabili come semplici ombre.

2) Esistono (!?) le "distrail" dissipation trails, con effetto invertito.

3) Si parla sporadicamente di chemtrails "colorate" e/o "scure".

4) E' ipotizzabile (!?) l'utilizzo delle chemtrail per la canalizzazione diretta di onde elettromagnetiche che per effetto dell'energia irradiata provocano un riscaldamento lungo la direttrice diminuendo la capacità condensativa dell'aria.




















Qui sotto foto mie. (Di tutti gnu/gpl) Tutte ombre!?





Ombre!?





NESSUN PROBLEMA E' TUTTO NORMALE




Il fenomeno delle "scie anomale", è per me, una realtà autoevidente.
Autoevidente ma subdola poichè artatamente creata per apparire consueta e normale.

Il cittadino medio preso dai mille impegni e dalle distrazioni della vita moderna, ha la sciagurata convinzione che se dovesse succedere qualcosa di nuovo o "anormale" ci penseranno i mass-media a segnalarglielo. Per questo motivo quelle strane scie nel cielo non superano la soglia di attenzione "finchè non ne parlerà Emilio Fede".

Abbiamo avuto modo di constatare invece che i "grossi e importanti" mass-media deliberatamente ignorano quando non osteggiano la diffusione di notizie sull'argomento.

Ambiziosamente cerchiamo di sopperire noi a questa mancanza.

Cosa ci preoccupa?

L'operazione scie ha un costo enorme, migliaia di voli quotidiani di grosse aerocisterne.
Il finanziamento di tale operazione non è palesato in capitoli di spesa, è quindi chiara un volontà di nascondere, rischiosa dal punto di vista "politico".
Perchè occultare!?
E' risibile il pensare che sia per nascondere al "nemico" lo sviluppo di un arma talmente visibile.
Resta solo un'ipotesi ... l'opinione pubblica non approverebbe!
Perchè!?



Dall'esperienza "forummistica" si potrebbe dedurre che alle persone correttamente e onestamente scettiche, una volta "percepita" l'effettiva anomalia delle scie presenti nei cieli, si presenta un dilemma: "Come essere sicuri di quel che fanno!?" unito a "Finchè non si sa quel che fanno non ci si può preoccupare dato che i governi sono buoni e vogliono bene ai loro cittadini".

Personalmente mi sono convinto della realtà delle scie (senza averla prima incontrata in internet), il giorno in cui vidi 8 bianchi KC10 e KC135 disegnarmi un reticolo perfetto sopra la testa, ma capisco che non tutti possono essere così "fortunati".

La mia ricerca partì dalla parola "airtanker". Era una cosa che facevo con piacere, per forma mentale sono sempre stato appassionato di tecnologia, so che per altri è diverso, ci sono persone che dopo due righe di inglese tecnico chiudono la connessione e accendono la televisione su "La prova del cuoco".

Il riconoscere che quegli aerei erano dei tanker militari mi bastò e avanzò per "scoprire" la drammatica realtà degli spray aerei. La lecità curiosità del "che c***o stanno facendo" era per me un qualcosa in più che non scalfiva minimamente la constatazione dell'esistenza degli spray. Ancora adesso non capisco quelli che subordinano la loro preoccupazione al sapere prima esattamente di cosa si tratta.

Il primo motivo di preoccupazione è il costo veramente enorme delle operazioni unito al finanziamento da capitoli occultati.
Il secondo motivo di preoccupazione è la certezza scientifica che qualsiasi sostanza micronizzata anche se chimicamente inerte (e il bario e l'alluminio non lo sono per niente!) è dannosa per la salute (nanopolveri).
Il terzo motivo di preoccupazione, come già detto, è l'aria di censura che si respira nei mass-media (la gente non approverebbe ... perchè!?).

Data la presenza di alcuni "caratteri" che non hanno in simpatia la tecnologia e che non hanno voglia e piacere di cercare da sè le risposte, mi permetto di postare un collage di utili input "preoccupativi".


Citazione:
Leggendo profetici libri come la Grande Scacchiera di Zbygniew Brzezinsky, del 1997, o i testi programmatici del PNAC, Project for a New American Century.



Lo stesso Brzezinsky, consigliere della Sicurezza ai tempi di Carter, già nel 1970 scriveva nel suo libro "Tra due Età'": " La tecnologia renderà disponibile, ai leader delle principali nazioni, tecniche per condurre operazioni di guerra segrete, che richiederanno l'impiego di un esiguo numero di forze di sicurezza [...] Tecniche di modificazione climatica potranno essere impiegate per produrre prolungati periodi di siccità o tempesta".

Le forze aereospaziali Usa potranno avere il controllo del clima se avranno capitalizzato le nuove tecnologie sviluppandole nella chiave delle applicazioni di guerra. [...] Dal miglioramento delle operazioni degli alleati e dall'annullamento di quelle del nemico tramite scenari climatici "su misura", alla completa dominazione globale delle comunicazioni e dello spazio.

"Padroneggiare l'ultimo campo di battaglia: i prossimi avanzamenti nell'uso militare dello spazio" ad opera del Project Air Force della Rand Corporation, un think-thank legato alle lobbies del petrolio e delle armi che ha avuto come amministratore Donald Rumsfeld, e nel cui consiglio di amministrazione figura Lewis Libbey, socio fondatore del PNAC ed attuale direttore del personale di Dick Cheney.



Il concetto alla base di questo rapporto è la "Full Spectrum Dominance".

Comandante in Capo del comando spaziale Usa, Joseph W. Ashy: "Alcune persone non vogliono sentirne parlare. ma assolutamente siamo prossimi a combattere nello spazio.



Combatteremo dallo spazio e nello spazio. Un giorno o l'altro colpiremo obiettivi terrestri - navi, aeroplani e obiettivi sulla terraferma - dallo spazio."

Il Parlamento Russo, la Duma, ha rilasciato nel 2002 il seguente comunicato, firmato da 188 deputati: "Sotto il programma HAARP, gli Stati Uniti stanno creando nuove armi geofisiche integrali, che possono influenzare gli elementi naturali con onde radio ad alta frequenza. Il significato di questo salto è comparabile al passaggio dall'arma bianca alle armi da fuoco, o dalle armi convenzionali a quelle nucleari". Alcuni scienziati temono che la ionosfera possa collassare per squilibrio elettrico, concludendo: "Possiamo davvero rischiare di manomettere qualcosa che ancora non comprendiamo del tutto, e che appartiene ad ogni forma di vita (non solo umana) su questo pianeta?"

H.A.A.R.P.



Negli anni Ottanta Bernard J. Eastlund, fisico texano del MIT di Boston, registrò negli Stati Uniti il brevetto n° 4.686.605 denominato "Metodo ed attrezzatura per modificare una regione dell'atmosfera, magnetosfera e ionosfera terrestre", a cui ne fece seguire altri undici. In uno di questi era descritta la proprietà riflessiva della ionosfera per utilizzi come "sistemi di raggi energetici", "esplosioni nucleari graduali senza radiazioni", "sistemi di rilevamento e distruzione di missili nucleari" e "sistemi radar spaziali". Nei brevetti è menzionato l'uso di spray al bario ed altri elementi "elettrosensibili" per l'addizionamento massivo dell'atmosfera con particelle ionizzabili

UN BREVETTO

Alcune di queste invenzioni furono acquisite dalla ARCO, proprietaria di ampie riserve di gas naturale in Alaska.
Tutti i brevetti di Eastlund vennero dapprima sigillati sotto un ordine di massima segretezza, per poi passare alla E-Systems, una delle maggiori fornitrici di tecnologie avanzate ai servizi segreti di molte potenze mondiali, assorbita poi dalla Raytheon, una delle quattro maggiori fornitrici della difesa Usa, produttrice dei missili Tomahawk, Stinger (questi spesso finiti nelle mani di paesi "canaglia" e gruppi terroristici"), e dei famigerati Bunker Buster. Le connessioni con il potere sono riassumibili nella figura di Richard Armitage, oggi Vicesegretario di Stato e Viceministro degli Esteri nell'amministrazione Bush.



Armitage, già consulente, membro del consiglio d'amministrazione, firmatario e convinto sostenitore del PNAC, risulta anche implicato in molte operazioni segrete della CIA dal Vietnam ad oggi.

Secondo le scoperte di Eastlund, dirigere la potenza di HAARP verso uno specifico punto della ionosfera la farebbe riscaldare al punto da innalzarla fisicamente, in modo da creare un rigonfiamento altamente riflettente, definito da lui "effetto lente", in grado di convogliare i raggi sulla terra con effetti devastanti: la potenza di tali onde sarebbe tale da provocare modificazioni molecolari dell'atmosfera, causando - a seconda delle diverse frequenze - cambiamenti climatici, la possibile disgregazione di processi mentali umani, e forse anche, appunto, effetti sui movimenti tettonici di magnitudine imprecisata.


Il tutto al modico costo di tumori e spiccioli ...


LEGGIAMO QUESTA FONTE UFFICIALE



Citazione:
Con "indirette e involontarie" allusioni .... (occhio si parla del National Center for Biotechnology Information mica bau bau micio micio).
quote
High levels of Silver (Ag), Barium (Ba) and Strontium (Sr) and low levels of copper (Cu) have been measured in the antlers, soils and pastures of the deer that are thriving in the chronic wasting disease (CWD) cluster zones in North America in relation to the areas where CWD and other transmissible spongiform encephalopathies (TSEs) have not been reported. The elevations of Ag, Ba and Sr were thought to originate from both natural geochemical and artificial pollutant sources--stemming from the common practise of aerial spraying with 'cloud seeding' Ag or Ba crystal nuclei for rain making in these drought prone areas of North America, the atmospheric spraying with Ba based aerosols for enhancing/refracting radar and radio signal communications


E' bene anche sapere che l'autore di questi studi tale Mark Purdey, che girava il mondo denunciando che la causa di tutte queste moderne insorgenze erano riconducibili all'inquinamento "nano-alkalino-metallico" del suolo e dell'atmosfera ... è ... sfortunatamente morto giovane, dopo aver assistito all'incendio della casa, del fienile-studio -archivio, alla morte per strano incidente di un collaboratore.



E' morto di una ben strana malattia per uno che ha sempre vissuto in un bucolico ranch, casualmente, solo casualmente simile a quella che si sospetta provocabile dalle onde elettromagnetiche ... tumore al cervello! ... quando vogliono sanno essere beffardi!

Ma naturalmente si tratta di fantasie, se veramente l'atmosfera venisse addizionata di particelle "conduttive" ci sarebbe un aumento delle fulminazioni.

E da qualche parte si dovranno pure fare degli esperimenti magari in paesi sviluppati per testare gli effetti su una pletora di apparecchiature, magari paesi amici che consentano lo studio approfondito, magari paesi abbastanza rassegnati dove la gente non ha mai voglia di approfondire niente ... che tanto.

SE UNO AVESSE LA VOGLIA E LA PAZIENZA DI CERCARE ... ESISTONO MONTAGNE DI RISCONTRI SOSPETTI
Citazione:
l rischio costituito dai voli fantasma del Pentagono e della Cia di passaggio in Italia era già stato sollevato dal sindacato Sult nel 2003. Rai news 24 ha avuto accesso ai tabulati del traffico a Fiumicino tra marzo e aprile del 2003 (Documenti da leggere con attenzione). I voli fantasma sono decine.

I voli si dividono in due grandi categorie. I voli "neri" riconoscibili dalle sigle ZZ e XH che non hanno un corrispettivo nel codice internazionale di identificazione IATA. I voli "grigi" che hanno un identificativo IATA, ma la cui livrea esterna è stata oscurata o ripitturata. In tal modo non possono essere identificati al passaggio negli aeroporti civili. I più frequenti tra quelli in transito su Fiumicino nel 2003 rispondono alle sigle WO, ovvero World Airwais, Us che sta per Us Air e 5Y, Atlas Air.

Si tratta di compagnie che lavorano quasi esclusivamente per il governo degli Stati Uniti. I loro velivoli, principalmente Jumbo jet e Md 11, in versione cargo, commutabili per il trasporto truppe, provengono soprattutto da aeroporti minori statunitensi in prossimita' di basi militari americane e proseguono verso Dubai, Kuwait City e Kabul.

"Non sappiamo cosa trasportassero quei velivoli - ha spiegato a Pino Finocchiaro, ai microfoni di Rai News 24, il sindacalista del Sult Walter Mancini - possono essere armi, munizioni, truppe con le loro armi individuali. C'e' un rischio chiaro per i passeggeri e per i lavoratori. Perche' esporre dei civili al rischio di voli che difatto contribuiscono ad una guerra?".

Non solo Fiumicino è stato interessato ai voli fantasma, anche Napoli-Capodichino, Milano-Malpensa, Catania-Fontanarossa, Rimini-Felllini, sono stati coinvolti nello sforzo bellico. Dopo le proteste dei sindacati dei trasporti, molti voli fantasma del Pentagono e della Cia sono stati trasferiti sulle più comode basi militari di Aviano e soprattutto Sigonella nella Piana di Catania.

"Si' i voli sono stati trasferiti - sottolinea Walter Mancini - ma noi vogliamo che si faccia chiarezza. Abbiamo presentato un esposto alla procura di Civitavecchia, abbiamo denunciato il rischio di contaminazione radioattiva a Capodicchino dove effettivamente sono stati rilevati valori piu' intensi dopo il passaggio dei Galaxi. Non abbiamo avuto alcuna risposta".

Nel 2003 Fiumicino era stato trasformato in un pilastro del ponte aereo con Afghanistan e Golfo Persico. Un esempio: il cargo dell'Us Air targato N 652US parti' da Fiumicino alle 6.33 diretto a Kuwait city l'8 marzo. Lo stesso giorno alle 23 di ritorno da Kuwait City il medesimo cargo con marche N 652US era pronto a decollare per Philadelfia. I tabulati che Rai News 24 ha mandato in onda non lasciano spazio a dubbi.

Conclude Walter Mancini. "Il governo italiano sapeva e non puo' non aver autorizzato i voli fantasma. Perche' non esistono voli fantasma. Sono tutti rilevati. L'Enac non poteva non sapere. Il governo non poteva non avere autorizzato quei voli. Il parlamento, in compenso, non ne era stato informato".

Citazione:
Interrogazione parlamentare del deputato Severino Galante PdCI, 3-2-2005



Interrogazione a risposta scritta 4-12711 presentata da SEVERINO GALANTE (PdCI) 3 febbraio 2005
GALANTE. - Al Ministro della difesa, al Ministro della salute.
- Per sapere
- premesso che: da almeno 5 anni lo spazio aereo italiano è solcato da aviogetti militari che rilasciano scie chimiche molto diverse dalle normali scie di condensazione liberate dagli aerei civili.
Queste, infatti, permangono a lungo in atmosfera e, anziché disperdersi, tendono ad allargarsi in una massa gelatinosa, tanto da trasformare ampie sezioni di cielo limpido in un uniforme ammasso nuvoloso e stratiforme di colore lattiginoso.
Tali scie vengono rilasciate, in genere, da 2 o più aviogetti che seguono rotte non consuete a basse quote e che, incrociandosi, formano figure geometriche, in genere delle ics, dei triangoli o vere e proprie griglie.
Sono inoltre pervenute numerose segnalazioni da parte di singoli cittadini i quali, avendo fatto ingrandimenti dei filmati e delle foto scattate, affermano che gli aerei in questione sarebbero privi di contrassegni e che le scie verrebbero emesse da uno o due erogatori posti, di volta in volta, in punti diversi del veivolo.
La stessa Associazione piloti civili ha notato il fenomeno delle scie anomale e chiesto informazioni in merito.
Sembrerebbe che le scie contengano anche cristalli di bario e forse di alluminio;
- se tali fenomeni siano stati presi in considerazione dal Governo;
- se gli aviogetti siano di nazionalità italiana o straniera;
- se sia accertato quali elementi chimici contengano realmente tali scie, e se siano dannose per la salute.
(4-12711)


Citazione:
Interrogazione parlamentare del senatore DS Nieddu 13 giugno 2006



Il Senatore Nieddu, DS
ai ministri dell’ambiente della tutela del territorio, della difesa, della salute e dei trasporti.
Premesso che:
sono rilevabili a quote diverse nel nostro spazio aereo scie persistenti di natura non determinata, denominata dagli organi di stampa ‘scie chimiche’.
In particolare negli ultimi mesi, sui cieli della Sardegna, specialmente nelle giornate limpide, sono state notate da parte della popolazione residente, creando una forte preoccupazione ed apprensione, scie conseguenti ad un intenso traffico di aerei non identificati i quali percorrono rotte non convenzionali; tali scie, intersecandosi tra loro, generano una sorta di reticolato, non si dissipano subito, come accade normalmente, ma sfaldandosi si allargano e lentamente si espandono formando un manto nuvoloso che interessa una vasta area;
ambienti scientifici internazionali avvalorerebbero la tesi che si tratta di scie contenenti sostanze nocive per la salute dei cittadini; alcuni studiosi sostengono, peraltro, che tutto ciò sarebbe l’effetto di specifiche sperimentazioni per verificare o provocare mutamenti climatici; altri ancora pensano a possibili utilizzi militari, per la presenza consistente, nelle zone sottoposte a monitoraggio, di silicio e materiali di altra natura,
l’interrogante chiede di sapere:
- se il fenomeno sia oggetto di rivelazione o di studio per la parte di competenza di ciascun dicastero;
- se i Ministri in indirizzo interessati siano in possesso di dati o ipotesi che possano in qualche modo far luce sul fenomeno;
- se si ritenga opportuno fornire spiegazioni sulle conseguenze che le scie chimiche rilasciate dagli aerei possano avere sulla salute dei cittadini, nonché chiarire se negli ultimi mesi siano stati autorizzati piani di volo sulla regione Sardegna per scopi riconducibili alla materia in oggetto.
4-00053 13 giugno 2006


Citazione:
Interrogazione alla Regione Sardegna 30 maggio 2006



Interrogazione dei consiglieri regionali di Rif. Com. Davoli, Uras, Pisu, con richiesta di risposta scritta, sullo strano fenomeno delle cosiddette "scie chimiche" che appaiono sui cieli della Sardegna Centrale.
I sottoscritti consiglieri regionali Davoli, Uras, Pisu,
Premesso che: Negli ultimi mesi, sui cieli di Nuoro e provincia, in occasione di giornate limpide, è stato ripetutamente notato uno strano fenomeno che ha creato nelle popolazioni del Centro-Sardegna, apprensione e forte preoccupazione. Si tratta di un intenso traffico di aerei non identificati che, percorrendo rotte non convenzionali, tracciano strisce bianche che, per il modo con cui si presentano, non hanno niente a che vedere, con le normali scie di condensazione degli aerei di linea. Considerato che: tali scie, dopo aver formato, intersecandosi tra loro, una sorta di reticolato, non si dissipano subito dopo come accade normalmente nelle scie di condensazione, ma sfaldandosi si allargano e lentamente si espandono formando un manto nuvoloso che interessa un'area molto vasta.
Tutto ciò non può che creare dubbi e paure comprensibili nella popolazione anche alla luce di informazioni raccolte attraverso i vari siti presenti su internet. Preso atto che:
L'incertezza e il mistero sull'origine di tale fenomeno ed in più la totale mancanza di conoscenza sulle possibili conseguenze, determinate da eventuali e prevedibili precipitazioni di elementi chimici che compongono appunto le "scie chimiche", cosi sono state etichettate, ha generato ipotesi e interpretazioni varie.
Tenuto presente che:Una di queste interpretazioni, manifestatasi in ambienti scientifici internazionali, avvalorerebbe la tesi che si tratta di scie contenenti sostanze nocive per la salute dei cittadini. Infatti proprio nelle zone in cui sono apparse le "scie chimiche" si sono registrati episodi di intossicazione e strane malattie; altri studiosi sostengono che sarebbero l'effetto di specifiche sperimentazioni per verificare o addirittura per provocare mutamenti climatici; altri ancora pensano a utilizzi militari per la presenza consistente di silicio e metalli di altra natura.
Pertanto i sottoscritti consiglieri chiedono: se il Presidente e la Giunta Regionale sono a conoscenza dell'intenso traffico di aerei che percorrono rotte non convenzionali sui cieli della Sardegna Centrale, almeno fin dal mese di Novembre del 2005;
- se conoscono le motivazioni per cui vengono fatte queste operazioni;
- se sono a conoscenza che tali aerei tracciano scie bianche che non possono essere confuse con le normali scie di condensazione degli aerei di linea;
- di quali ostanze sono costituite le "scie chimiche" e quali conseguenze possono avere sulla salute dei cittadini;
- se si è a conoscenza di altri dati o informazioni di carattere scientifico che possano fornire credibili spiegazioni sullo strano fenomeno delle "scie chimiche".
Cagliari, 30 maggio 2006 I consiglieri Davoli, Uras, Pisu


Citazione:
Interrogazione parlamentare del deputato DS Piero Ruzzante 2003



L’onorevole DS Piero Ruzzante interroga il Governo sulle "chemtrails" 2003

Al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio, al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, al Ministro della salute, al Ministro della difesa,
premesso che:
- sono rilevabili a quote diverse nel nostro spazio aereo scie persistenti di natura non determinata, denominate dagli organi di stampa e da associazioni specializzate con il termine di chemtrails;
- sulla base di osservazioni dirette riportate anche dagli organi di stampa l'evoluzione di tali scie determinerebbe anche cambiamenti nelle condizioni del cielo con la formazione di strati nuvolosi o di piccoli nembi;
- non appare univocamente definita la natura e l'origine di tali scie dove comunque sono rivelabili tracce di silicio e metalli di altra natura con la possibilità di produrre effetti sui sistemi di comunicazione e controllo a fini militari e di difesa;
- secondo ricerche condotte da vari soggetti privati non sono da escludere pericoli per l'ambiente e conseguenze sulla stessa salute delle persone;
- la presenza delle scie chimiche e la loro concentrazione appare inoltre significatamene correlata all'intensificazione del traffico aereo con valori più elevati in prossimità dei grandi aeroporti :
per sapere:se il fenomeno sia oggetto di rilevazione o di studio, per la parte di competenza di ciascun dicastero direttamente o attraverso ricerche affidate a soggetti specializzati; se siano già in possesso dei dicasteri interessati, ciascuno per la parte di competenza, dati o ipotesi che possono in qualche modo far luce sul fenomeno; se in particolare il Ministro della difesa sia in possesso di elementi raccolti direttamente o indirettamente sul fenomeno sopra descritto.


Citazione:
Interrogazione Tedesca al Parlamento Europeo 17 ottobre 2006 E-4449/06



PARLAMENTO EUROPEO
Interrogazione scritta di Hiltrud Breyer (Verts/ALE)
Oggetto: Inspiegabili fenomeni atmosferici in Germania settentrionale
È la Commissione a conoscenza del fatto che, secondo molti media autorevoli, nei cieli della Germania settentrionale si stanno verificando fenomeni misteriosi?
Già nel luglio 2005 vari schermi radar di diverse stazioni meteorologiche hanno osservato una presunta nuvola lunga sino a 400 km, benché non piovesse e il cielo non fosse coperto.
L'inspiegabile rilevamento radar si è ripetuto alla fine del marzo 2006. Si tratta di un vero e proprio enigma per i meteorologi, i quali tuttavia concordano sul fatto che il fenomeno non ha alcuna spiegazione naturale come la presenza di stormi di uccelli o di cherosene degli aeromobili.
Inoltre è da escludere un errore da parte dei dispositivi radar, in quanto diversi rilevamenti effettuati in modo indipendente hanno registrato la medesima situazione nei Paesi Bassi, ad Emden e Hannover. I meteorologi in tutto il territorio federale presumono che tali fenomeni nascondano esperimenti militari.
Per esempio Jörg Asmus, meteorologo presso il Servizio meteorologico tedesco, ritiene che l'esercito stia volontariamente provocando cambiamenti meteorologici o stia simulando attacchi terroristici (cfr. Der Spiegel, 13/2006).
Sia i fisici del Centro tedesco per l'aviazione e l'astronautica sia i geografi delle forze armate sono giunti alla conclusione che nell'atmosfera vengono rilasciate delle particelle per disturbare l'attività del radar di rilevamento delle precipitazioni.
Anche l'Istituto federale dell'ambiente valuta seriamente il fenomeno. Di quali informazioni dispone la Commissione in merito ai fenomeni che interessano la Germania settentrionale?
1. Come vengono giudicati e spiegati?
2. Condivide la Commissione la valutazione di meteorologi, geologi e fisici, secondo cui gli inspiegabili fenomeni meteorologici e i rilevamenti radar sono riconducibili a esperimenti militari, in quanto nessuna spiegazione alternativa sembra possibile?
3. È la Commissione a conoscenza di esperimenti militari in Germania settentrionale allo scopo di contrastare il terrorismo o di influire sul tempo atmosferico?
4. Può la Commissione far sapere se tali esperimenti comportino rischi per la salute o di altro tipo a danno della popolazione e della natura?
5. Quale autorità dell'UE è oppure sarebbe responsabile per le informazioni in merito agli esperimenti militari?
6. Quali norme permettono lo svolgimento di tali esperimenti?

http://www.europarl.europa.eu/omk/sipade3?...&NAV=S&LSTDOC=Y

http://it.wikipedia.org/wiki/Scia_chimica

Citazione:
PARLAMENTO EUROPEO risoluzione 14,1,1999



estratto
Commissione per gli affari esteri, la sicurezza e la politica di difesa.

Relazione sull’ambiente, la sicurezza e la politica estera
Relatrice: on. Maj Britt Theorin
Relatore per parere: on. Olsson, commissione per la protezione dell'ambiente, la sanità pubblica e la tutela dei consumatori

Risoluzione A4 - 0005 / 99 sull’ambiente, la sicurezza e la politica estera:
strategie per lo sfruttamento delle risorse militari a favore dell’ambiente

Pagina 7 Il Parlamento europeo,
T. considerando che, malgrado le convenzioni esistenti, la ricerca militare si applica attualmente alla manipolazione dell'ambiente come arma, come è il caso ad esempio del sistema H.A.A.R.P. con base in Alaska,

Pagina 10, punti 27, 28, 29
27. reputa che il sistema H.A.A.R.P. (High Frequency Active Auroral Research Project) sia da considerarsi, a causa del notevole impatto sull'ambiente, una questione mondiale ed esige che le sue conseguenze giuridiche, ecologiche ed etiche vengano analizzate da un organismo internazionale indipendente prima di ogni nuova ricerca e di qualsiasi esperimento; lamenta il fatto che l'Amministrazione degli Stati Uniti abbia ripetutamente rifiutato di inviare un rappresentante per offrire prove nel corso dell'audizioni pubblica o in occasione di una riunione successiva della sua commissione competente in merito ai rischi per l'ambiente e per la salute collegati al programma di ricerca sulle radiazioni ad alta frequenza (HAARP) attualmente finanziato in Alaska;
28. chiede al gruppo di esperti per la valutazione delle opzioni scientifiche e tecnologiche (S.T.O.A.)di accettare di esaminare le prove scientifiche e tecniche fornite in base ai risultati esistenti della ricerca sull'H.A.A.R.P. onde valutare la natura esatta e il livello di rischio posto dall' H.A.A.R.P. per l'ambiente locale e globale e la salute pubblica in generale;
29. invita la Commissione, in collaborazione con i governi di Svezia, Finlandia, Norvegia e Federazione russa a valutare le conseguenze per l'ambiente e per la salute pubblica……


UN FILMINO LEGGERO MA SIGNIFICATIVO



Capita spesso che a "prova" dell'inesistenza delle "scie anomale" venga citato questo fantomatico documento del sito di "professionisti dell'aria" MD80 (in realtà si tratta di quattro ragazzini brufolosi appassionati di aerei capaci di orinarsi addosso dall'emozione, quando gli concedono di visitare un MD in rimessaggio ... forse si trovano ancora i resoconti delle loro incredibili avventure ... una volta pare abbiano stretto la mano perfino di un comandante in seconda che passava da quelle parti).

Questo documento, di "grosso spessore scientifico", è stato fin troppe volte confutato.
Se ne riporta in stralcio la confutazione n° 1... (data la prolissità lasciamo il resto al motivato googolatore).



Precisazione fondamentale:
Scie Chimiche è un nome convenzionale, derivante dalla traduzione letterale del termine inglese: Chemtrails (chemical-trails).
Termine coniato negli Stati Uniti, utilizzato in numerosi documenti ufficiali, anche del Congresso, per distinguere le normali scie di condensazione (in inglese Contrail, con=condensation=condensazione trail= scia) dalle scie deliberatamente prodotte con l'ausilio di sostanze (che possono variare praticamente all'infinito) funzionalmente estranee ai consueti carburanti utilizzati nei motori aerei.

E' ovvio che tutta la materia esistente è "chimica" e solo le persone "meno elastiche" e più ignoranti danno automaticamente a tale termine un significato di "tossico".

In questo si sono particolarmente distinti i signori del sito sottocitato, che, obtorto collo, siamo costretti a confutare, onde contrastare la diffusione di convincimenti errati.

In tale sito è presente un prolisso e ripetitivo documento organizzato in maniera dialogica, ponendo (arbitrariamente) un' accusa attribuita a fantomatici siti cospirazionisti (leggasi LC) e procedendo poi alla sua confutazione.

Il testo in citazione è esattamente quello rinvenuto nel sito MD80, si tenga presente che è altamente probabile un loro successivo intervento di modifica e correzione, eventuali discordanze si dovessero rilevare nel tempo non sono imputabili alla nostra volontà.

Citazione:
Dal sito MD80 "Debunking scie chimiche"

ACCUSA n° 1: Le scie che vediamo in cielo sono delle SPRUZZATE di veleni tossici-psicotici-magnetici-batteriologici, spruzzati volontariamente da aerei militari sulla popolazione inerme.


Accusa di chi !? Vecchia tattica quella di porre in bocca al "presunto" avversario un tesi falsa per poterla smontare facilmente.

L'atteggiamento predominante è quello di studio e denuncia di un fenomeno (niente di rivoluzionario) accertato come esistente: "Al di la di ogni ragionevole dubbio!", e di formulazione di ipotesi sulle reali motivazioni e intenzioni dei "fabbricanti di scie".
Fare questo non è semplice, visto che si tratta di operazioni segretate di chiara origine governativo-militare e con ramificazioni e implicazioni a livello internazionale.




L'OPERAZIONE SCIE ESISTE AL DI LA DI OGNI RAGIONEVOLE DUBBIO !



Quali ne siano scopi e finalità è invece un discorso completamente aperto.

Citazione:
Dal sito MD80 "Debunking scie chimiche"

SMENTITA:(n.d.r. all' autoaccusa n°1) TUTTE le scie che vediamo in cielo sono CONTRAILS, ossia banalissime scie di vapore condensato. Queste scie sono lasciate in cielo da qualunque aeromobile che si ritrova a volare ad una quota, temperatura, umidità, etc, che permette la formazione di vapore condensato.



Affermazione d'autorità (Discendente da che? Dai brufoli o dal moccio?), priva di qualsiasi fondamento e di valore, come si può fare un'affermazione su: "TUTTE le scie che vediamo in cielo", onniscenza divina? Siamo in presenza di migliaia di prove contrarie: testimoniali, fotografiche, riscontri documentali ufficiali, plausibilità politica, scientifica.

Citazione:
Dal sito MD80 "Debunking scie chimiche"

Nessuna contrail è generata da "spruzzatori" o da altri fantasiosi dispositivi militari di alcun tipo, bensì è una naturale traccia di vapore condensato emessa dai motori e all’occasione anche dalle stesse superfici aerodinamiche dell’aereo. Qui sotto trovate una prova schiacciante che dimostra come le scie di vapore non sono generate SOLO da aerei militari (come dicono i cospirazionisti), bensì e soprattutto da qualunque aeromobile di linea di qualunque compagnia aerea civile. Tutte le immagini sono reperite dal noto e attendibile sito Airliners.net, e ogni immagine è corredata da:
- Nome della compagnia aerea.
- Nome del modello dell’aereo.
- Numero ID della foto, a garanzia dell’autenticità dell’immagine visionabile (se proprio si vuole fare un raffronto) sul sito originale.


Ulteriore affermazione d'autorità. come che l'autore dell'articolo abbia personalmente e minuziosamente esaminato prima di ogni volo, ogni aeromobile sulla faccia della terra, civile e militare.

Sorvoliamo sul fatto che è altamente probabile il coinvolgimento di alcune compagnie civili nell'operazione "chemtrails" e/o lo spudorato mascheramento delle livree.

Si ribadisce l'esistenza delle Scie Chimiche non è provata da una fotografia, ma da osservazioni sul campo e da una quantità enorme di dati e riscontri.

Citazione:
Dal sito MD80 "Debunking scie chimiche"

Conclusioni: Il 90% delle scie che vediamo nei cieli è opera di aerei civili.
Non aerei militari !!
Chi afferma pertanto che tutte le scie che si vedono in cielo sono opera di velivoli militari assassini, sta dicendo una menzogna sacrosanta, nonché un’accusa priva di qualunque fondamento.
Tenete presente che la raccolta fotografica qui sopra rappresenta solo l’1% del reale traffico di linea che ogni giorno si svolge nei cieli di tutto il mondo. Infatti ci sono altre decine e decine di compagnie aeree civili di cui non abbiamo trovato fotografie in volo, e che operano anch’esse nei regolari voli di linea. Ma non solo. Le fotografie mostrano generalmente UN solo modello aereo di queste compagnie, quando in realtà gli aerei in servizio per ogni compagnia sono davvero moltissimi. Per fare un esempio concreto, vi abbiamo mostrato solo una foto di un aereo Alitalia. Ebbene, sappiate che Alitalia ha in servizio una flotta composta da ben 179 aeromobili, (visionabili al sito ufficiale Alitalia http://corporate.alitalia.it/it/fleet/index.htm).

Tradotto, significa che ogni giorno ci sono letteralmente decine e decine di aerei Alitalia che solcano i cieli europei, soprattutto italiani. Se a questi aggiungete anche le altre decine di aerei appartenenti ad altre compagnie che operano in Europa e sul nostro territorio (British, Meridiana, AirOne, Lufthansa, Air France, Swiss, Iberia, Ryanair, Scandinavian, giusto per citarne qualcuna) è facile comprendere il perché si vedano così tante contrails in cielo. Non c’è trucco ne inganno, è l’evidenza dei fatti. Tutte quelle scie appartengono a regolare traffico di linea, non a traffico militare!


Conclusione d'autorità in perfetta violazione di tutte le leggi della statistica, secondo le quali prima di poter percentualmente esprimere alcunchè, è necessario rilevare un campione rappresentativo dei casi possibili e analiticamente rilevare i casi ricorrenti all'interno di tale campione, siamo "quasi sicuri" che il redattore del pregevole trattatello non abbia in alcuno modo rilevato un congruo numero di voli andando poi a verificare (con ali proprie o con l'aiuto di qualche Clark Kent di passaggio) se la scia osservata era riconducibile a normale contrail o annoverabile fra le misteriose chemtrails.
Reale conclusione: quello che viene fatto passare per un rigido approccio scientifico al problema, si dimostra una scarna raccolta di "assiomatiche" avventate affermazioni, riconducibili a due possibilità causali:
- A
Il soggetto ha la fortuna di vivere in qualche nicchia ecologica non interessata da traffico NATO e non si è mai preso la briga di cercare in internet informazioni sull'argomento chemtrails poichè troppo preso a giocare con simulatori di volo e a frequentare siti glamour (eufemismo).
- B Il soggetto è in malafede


Messaggio orinale: http://www.luogocomune.net/site/newbb/viewtopic.php?forum=60&topic_id=3636&post_id=95706