Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE

ATTENZIONE: Chiunque voglia scrivere su Luogocomune è pregato di leggere prima QUESTO AVVISO (aggiornato 01.11.07)



Indice del forum Luogocomune
   WTC7
  Intervista ad un pompiere di New York, by undicisettembre

Naviga in questo forum:   1 Utenti anonimi

 

 Vai alla fine   Discussione precedente   Discussione successiva
  •  Vota discussione
      Vota questa discussione
      Eccellente
      Buona
      Discreta
      Scadente
      Terribile
Autore Discussione
Intervista ad un pompiere di New York, by undicisettembre
#1
Sono certo di non sapere
Iscritto il: 22/8/2009
Da
Messaggi: 6643
Offline
Ricercando delle notizie per approfondire le questioni riguardanti l'11 di settembre, mi è capitato di incrociare per l'ennesima volta il blog di Attivissimo, questa volta riguardante l'intervista ad un pompiere che afferma con tranquillità e sicurezza che il WTC7 sarebbe dovuto crollare esattamente come abbiamo visto, poiché l'acciaio è molto vulnerabile al fuoco e l'imponente incendio avrebbe indebolito la struttura fino al collasso.

Non so voi, ma mi puzza di marcio il fatto che ogni volta che un debunker parla di queste cose non affronta mai i veri problemi che riguardano i crolli degli edifici, limitandosi solamente a cercare delle conferme in appoggio alla versione ufficiale, le quali continuano a non spiegare i 2,25 secondi di caduta libera, la simmetria nei crolli, la polverizzazione del cemento né la sua fusione né tantomeno la fusione dello stesso acciaio di cui gli edifici erano composti.

Poi ci sono molte cose che nella versione dei fatti di Lenny andrebbero riviste con un po' più di spirito critico.
_________________
«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
Inviato il: 23/2/2010 17:21
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  sitchinite
      sitchinite
Re: Intervista ad un pompiere di New York, by undicisettembre
#2
Sono certo di non sapere
Iscritto il: 3/6/2007
Da Roma - Pomezia
Messaggi: 3270
Offline
Citazione:

Decalagon ha scritto:
i 2,25 secondi di caduta libera, .


scusa non voglio entrare nel merito del pompiere e l' intervista ma... sti secondi di caduta libera variano molto a seconda del post... ho letto 9, ho letto 12, ho letto anche circa 20 ma si diceva che il video fosse rallentato... ora 2,25...

non so se quei numeri fossero riferiti solo alle twin towers e il 2,25 sia riferito al wtc7... ma tu hai parlato di 'edifici'...
Inviato il: 23/2/2010 17:35
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
Re: Intervista ad un pompiere di New York, by undicisettembre
#3
Sono certo di non sapere
Iscritto il: 22/8/2009
Da
Messaggi: 6643
Offline
Questi non riguardano il tempo di caduta totale dell'edificio, ma riguardano solo 8 piani, i quali sono crollati con un'accelerazione gravitazionale di 2,25 secondi.



EDIT: la cosa curiosa è che nessuno, NIST e FEMA compresi, sanno spiegarselo.
_________________
«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
Inviato il: 23/2/2010 17:40
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  sitchinite
      sitchinite
Re: Intervista ad un pompiere di New York, by undicisettembre
#4
Sono certo di non sapere
Iscritto il: 3/6/2007
Da Roma - Pomezia
Messaggi: 3270
Offline
ah ok grazie
Inviato il: 23/2/2010 17:50
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
Re: Intervista ad un pompiere di New York, by undicisettembre
#5
Dubito ormai di tutto
Iscritto il: 17/8/2007
Da perugia
Messaggi: 1802
Offline
Premesso che la testimonianza non dice nulla di interessante, al pari di quell'altra pubblicata ultimamente in cui oggetto è l'opinione del figlio di Bin Laden nei confronti del padre, c'è da chiedersi perchè i "debunker" non s'informino o non dicano quali altre attività svolga Lenny Curcio.

Leonard Curcio / President
Address 13 Dorian Way, Campbell Hall, N.Y. 10916
Telephone 914-755-7953
FAX 877-260-5183
E-Mail [email protected]
Website URL

http://www.lc-nyprivateinvestigations.com
Description of Services Licensed & Bonded in NYS #11000115032

Member of Associated Licensed Detectives of NYS
Certified Fire & Explosives Investigator by NAFI
Level II Fire Investigator NYS
We specialize in:

* Fire - Cause & Origin
* Arson and Explosions
* Matrimonial & Infidelity Investigations
* Surveillance
* Child Custody
* Missing Persons & Locate Investigations
* Background Investigations
* Accident Investigations
* Workers Compensation Investigations
* Courtroom Testimony

Chi ha orecchie per intendere intenda...!

Tuttavia c'è un estratto molto interessante che demolirebbe la versione del NIST secondo cui il carburante non avrebbe avuto un ruolo determinante nel crollo del wtc7:

"Lenny Curcio: Come ho detto prima, eravamo sull'orlo del caos e abbiamo tentato di mantenere l'organizzazione. Fui assegnato alla supervisione dello spegnimento dell'incendio al World Trade Center 7, c'erano incendi per più di dieci piani a partire dal ventesimo circa in su. L'incendio andava da un lato all'altro dell'edificio ed era estremamente intenso; una cosa del genere poteva essere stata causata solo da una sostanza accelerante, come del carburante. Questo tipo di incendi ha conseguenze molto negative su strutture come quella degli edifici del WTC. Le facciate portanti dell'edificio numero 7 sul lato interno, rivolto verso il WTC, subirono danni molto gravi per via del precedente crollo del WTC 1 e 2. Dopo aver speso poco tempo a usare potenti flussi d'acqua decisi di interrompere l'incarico. Poco dopo il WTC7 crollò."

Certo volendo escludere "accelleranti" più potenti, si dovrebbe concludere che Lenny rigetti la versione ufficiale individuando come causa del crollo il carburante e soltanto quello...

E allora perchè Lenny dice ciò?!!!
_________________
“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Inviato il: 23/2/2010 18:18
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
Re: Intervista ad un pompiere di New York, by undicisettembre
#6
Mi sento vacillare
Iscritto il: 12/7/2007
Da
Messaggi: 772
Offline
Citazione:

sitchinite ha scritto:
Citazione:

Decalagon ha scritto:
i 2,25 secondi di caduta libera, .


scusa non voglio entrare nel merito del pompiere e l' intervista ma... sti secondi di caduta libera variano molto a seconda del post... ho letto 9, ho letto 12, ho letto anche circa 20 ma si diceva che il video fosse rallentato... ora 2,25...

non so se quei numeri fossero riferiti solo alle twin towers e il 2,25 sia riferito al wtc7... ma tu hai parlato di 'edifici'...


E' il tempo di "caduta" che si riferisce a (circa) 8 piani dell'edificio 7; che sarebbero discesi con un'accellerazione di gravità al 100%, non è quindi un'approssimazione.
Inoltre il dato non è solo frutto delle investigazioni indipendenti dell'ae911 Truth Team , ma è stato poi inserito anche nel report ufficiale del NIST sull'edificio.

NIST:
http://wtc.nist.gov/NCSTAR1/PDF/NCSTAR%201A.pdf

Chapter 4:
..a freefall descent approssimately eight stories at gravitational acceleration for approssimately 2,25 seconds..

Vedi anche il video di David Chandler:
La caduta libera del WTC7 non è più controversa (ENG- ITA SUB)
http://www.youtube.com/watch?v=sot2NRPQJ7g

--

Quindi una delle tante obiezioni al "cedimento strutturale" potrebbe essere: come ha fatto l'edificio a sprofondare in verticale ad una tale velocità?

Centinaia di connessioni strutturali in acciaio richiedono molto tempo a piegarsi.. (o rompersi), anche se in quel caso ci sarebbero dovuti essere dei forti "scossoni".

Che non si sono verificati, ed anzi, il crollo è molto lineare nella sua discesa verso il basso.



Vedi anche qua:
http://11settembrenews.blogspot.com/2009/11/punti-importanti-su-wtc-1-2-7.html

E questo, il sito di una collaborattrice al sito ae911:
http://doujibar.ganriki.net/english/e-menu.html

--

Citazione:
Certo volendo escludere "accelleranti" più potenti, si dovrebbe concludere che Lenny rigetti la versione ufficiale individuando come causa del crollo il carburante e soltanto quello...


Bisogna accontentarsi, poichè non è semplice trovare di questi personaggi!. E Attivo è un fenomeno in merito..

Così (dopo anni di snervanti ricerche) può orgognisamente affermare:

“Vai a studiarti i rapporti tecnici invece di startene incollato a Youtube. Ascolta i pompieri. Ascolta la gente che quel giorno era là, e ha rischiato e anche perso la vita per salvare chi c'era nelle Torri e nel Pentagono.
Non parlano di bombe, o di cose strane. Anzi, dicono che le teorie complottiste sono una marea di patetiche idiozie che sono "uno schiaffo ai morti" (Frank Papalia, FDNY)."

Hahah, è quanti c'ene sono 2 !?!
Ci credo che poi arriva a certe conclusioni su edifici come WTC1-2 e 7. Gli basta una virgola per dire che furono senza dubbio "cedimenti strutturali".

Guarda il sito dei vigili del fuoco per la verità sull'11 settembre, centinaia e centinaia di esperti vigili firmatari con nome, cognome e credenziali:

http://firefightersfor911truth.org/?page_id=469

Per il resto vedi qua:
http://11settembrenews.blogspot.com/2009/08/new-york-giudice-repinge-reclami-di-una.html
Inviato il: 23/2/2010 21:05
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
Re: Intervista ad un pompiere di New York, by undicisettembre
#7
Sono certo di non sapere
Iscritto il: 22/8/2009
Da
Messaggi: 6643
Offline
Citazione:
quanti c'ene sono 2 !?!


Effettivamente oltre a questo qua e il Tenente Papalia (che secondo me è stato comprato, a sentire il suo infamante e disinformante discorso) non ne ho sentiti altri di pompieri o soccorritori che la pensano così.

Inoltre vorrei questo Lenny insieme a Papalia, in una stanza, e fargli domande più tecniche e più approfondite riguardo ai crolli ed eventualmente anche all'acciaio e al cemento fusi che sono stati ritrovati. Mi piacerebbe sapere come la pensano.
_________________
«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
Inviato il: 24/2/2010 11:16
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
Re: Intervista ad un pompiere di New York, by undicisettembre
#8
Dubito ormai di tutto
Iscritto il: 17/8/2007
Da perugia
Messaggi: 1802
Offline
Lenny Curcio:

L'incendio andava da un lato all'altro dell'edificio ed era estremamente intenso; una cosa del genere poteva essere stata causata solo da una sostanza accelerante, come del carburante.

FAQ del NIST:

Did fuel oil systems in WTC 7 contribute to its collapse?

No. The building had three separate emergency power systems, all of which ran on diesel fuel. The worst-case scenarios associated with fires being fed by ruptured fuel lines—or from fuel stored in day tanks on the lower floors—could not have been sustained long enough, could not have generated sufficient heat to weaken critical interior columns, and/or would have produced large amounts of visible smoke from the lower floors, which were not observed.

As background information, the three systems contained two 12,000 gallon fuel tanks, and two 6,000 gallon tanks beneath the building’s loading docks, and a single 6,000 gallon tank on the 1st floor. In addition one system used a 275 gallon tank on the 5th floor, a 275 gallon tank on the 8th floor, and a 50 gallon tank on the 9th floor. Another system used a 275 gallon day tank on the 7th floor.

Several months after the WTC 7 collapse, a contractor recovered an estimated 23,000 gallons of fuel from these tanks. NIST estimated that the unaccounted fuel totaled 1,000 ±1,000 gallons of fuel (in other words, somewhere between 0 and 2,000 gallons, with 1,000 gallons the most likely figure). The fate of the fuel in the day tanks was unknown, so NIST assumed the worst-case scenario, namely that they were full on Sept. 11, 2001. The fate of the fuel of two 6,000 gallon tanks was also unknown. Therefore, NIST also assumed the worst-case scenario for these tanks, namely that all of the fuel would have been available to feed fires either at ground level or on the 5th floor.



I casi sono 2: o il NIST ha mentito in riferimento agli effetti del carburante o Lenny Curcio omette di elencare altri esempi di accelleranti...

...ad ogni modo è probabile che Lenny non si sia nemmeno letto i rapporti riguardanti gli incendi su WTC7, quindi, la storia del carburante, a cui lui attribuisce un'importanza in ordine al crollo dell'edificio, è sicuramente una reminiscenza di qualche interrogatorio che ebbe con gli inquirenti delle indagini sui crolli come quelli che incontrò Barry Jennings:

estratto:
Dylan Avery:
"What's your impression of Building 7. In your experience of working there, what kind of vibe did you get from that building. You know that the CIA was there obviously, there was the Dept. of Defence, the Secret Service..the IRS was there...?"

Barry Jennings: "Well, I'm just confused about one thing and one thing only. Why WTC7 went down in the first place? I'm very confused about that. I know what I heard. I heard explosions. The explanation that I got was that it was the fuel oil tank. I'm an old boiler guy. If it was a fuel oil tank, it would have been one side of the building. When I got to that lobby, the lobby was totally destroyed. It looked like King Kong had came through it and stepped on it. It was so destroyed, I didn't know where I was. And it was so destroyed, they had to take me out through a hole in the wall. A makeshift hole that I believe the fire department made to get me out. Me and Mr. Hess out."

Traduzione:
D.A.: qual’è la tua impressione sull’edificio 7, nella tua esperienza di lavoro lì, che tipo d’idea(?) ti sei fatto da quell’edificio. Tu ovviamente sai che la CIA era lì, che c’era il Dipartimento della Difesa, i “servizi segreti”, l’IRS era lì…?

B.J.: Sono confuso soltanto su una cosa, e una cosa soltanto- Perchè WTC7 è venuto giù in primo luogo. Sono veramente confuso riguardo questo. So che cosa ho sentito- ho sentito esplosioni. La spiegazione che ho avuto è che fu il carburante dei serbatoi. Sono un vecchio "boiler guy"(ragazzo delle caldaie)- se fosse stato carburante dei serbatoi, sarebbe stato da una parte dell'edificio. Quando raggiunsi quella lobby, la lobby era totalmente distrutta. Sembrava come se King Kong fosse
passato attraverso e avesse comminto sopra di essa. Era così distrutta, non sapevo dov’ero. Ed era così distrutta, mi dovettero portarmi fuori attraverso un buco in un muro. Un buco improvvisato che io credo avessero fatto i pompieri per tirarmi fuori. Io e Mr Hess.

estratto:
Jason Bermas: "I do have one more question. Did you ever talk with the 911 Commission, Congressional Report, the FBI, NIST..anybody..?

Barry Jennings: "Yes."

Traduzione:
J.B.:Io ho un’altra domanda. Ne hai mai parlato con la 9/11 C.R., l’FBI, NIST… qualcun altro?
B.J.: si

estratto:
Jason Bermas: "Who did you speak with?
Barry Jennings: "um. They called me down. I think it was part of the 911 Commission."

Traduzione:
J.B.: Con chi hai parlato?
B.J.: Um… Loro mi interrogarono. Penso che fossero parte della 9/11 C.R.

estratto:
Dylan Avery: "Was it the hearings at the [unintelligible] School?

Barry Jennings: "No, no. I can't you where it was because..[confidentiality] but they called me down there and they asked me the same questions that you guys are asking me and at that point they said "okay, thank you" and they sent me on my way."

Traduzione:
D.A.: Erano le udienze alla (indecifrabile) School?
B.J.: No no. Non posso dire dove perché…(confidenziale) ma loro m’interrogarono lì e mi fecero le stesse domande che voi
ragazzi mi state chiedendoe a quel punto loro dissero “ok grazie” e mi lasciarono andare per la mia strada.

estratto:
Dylan Avery: "And yet you told them pretty much everything you just told us?"

Barry Jennings: "Yes."

Traduzione:
D.A.: E ancora hai detto loro molto più di quanto hai detto a noi?
B.J.: si

estratto:
Dylan Avery: "You were in the building, you got rocked by an explosion all that and you know they didn't mention Building 7
once in the 911 Commission Report?"

Barry Jennings: "I told them that's where I was."

Traduzione:
D.A.: Tu eri nell’edificio per tutto quell tempo, fosti scosso da un’esplosione, e sai che loro non hanno menzionato l’edifico 7
nella 9/11 C.R.?
B.J.: Dissi loro dov’ero

estratto:
Dylan Avery: "But you know they didn't mention the building at all?"

Barry Jennings: "I didn't give it too much thought. I thought they were just doing an interim report or an investigation as to what happened. They got my point of view and I haven't heard anymore from them."

Traduzione:
D.A.: Ma sai che loro non hanno menzionato del tutto l’edificio?
B.J.: Non ho dato molta importanza. Ho pensato che loro stessero facendo una relazione provvisoria o un indagine su quanto fosse successo. Loro hanno ottenuto il mio punto di vista e da loro non ho sentito più niente.

estratto:
Dylan Avery: "So you don't feel you've gotten a satisfactory explanation for what happened inside that building?"

Barry Jennings: "No. The explanation that I got..a fuel oil tank...no. I heard the explosions and the key thing was, when the
police officer came to me, he said "we've got reports of more explosions so you've got to run."

Traduzione:
D.A.: Così tu non credi di aver avuto una spiegazione soddisfacente per ciò che è successo dentro a quell’edificio?

B.J.: no. La spiegazione che ho avuto…. è olio combustibile dei serbatoi… No. Ho sentito esplosioni e la cosa curiosa era, quando l’ufficiale di polizia venne da me, disse “abbiamo avuto comunicati di più esplosioni così dovete correre.

Descalgon:

inoltre vorrei questo Lenny insieme a Papalia, in una stanza, e fargli domande più tecniche e più approfondite riguardo ai crolli ed eventualmente anche all'acciaio e al cemento fusi che sono stati ritrovati. Mi piacerebbe sapere come la pensano.

shm:

Lenny lo trovi su fessbook, tra gli amici del padre, ma non credo che avrai la fortuna di intervistarlo! Provaci ancora, al limite!
Però ti consiglio di non esternare sul tuo profilo le tue opinioni sul 9/11... Lenny non sembra un tipo democratico!
_________________
“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Inviato il: 24/2/2010 15:24
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
Re: Intervista ad un pompiere di New York, by undicisettembre
#9
Sono certo di non sapere
Iscritto il: 22/8/2009
Da
Messaggi: 6643
Offline
Molto interessante il tuo intervento, shm: soprattutto la parte dove il NIST smentisce in maniera clamorosa la testimonianza di Lenny. Tra l'altro io ricordo una frase nel rapporto del NIST NCSTAR 1A dove si affermava che l'edificio sarebbe crollato comunque anche senza l'incendio.
Mi ricordo male?

Una sola domanda: l'intervista di Barry Jennings esiste ancora? Io su youtube non la vedo più: la avevo nei preferiti ma è stata rimossa (?). Dove posso reperirla?
Grazie.

Citazione:
Lenny lo trovi su fessbook, tra gli amici del padre, ma non credo che avrai la fortuna di intervistarlo! Provaci ancora, al limite!


Uhm.. ora lo cerco, vedo se riesco a fargli un paio di domande.

Citazione:
Però ti consiglio di non esternare sul tuo profilo le tue opinioni sul 9/11... Lenny non sembra un tipo democratico!


Già.. ho visto.
_________________
«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
Inviato il: 24/2/2010 15:32
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
Re: Intervista ad un pompiere di New York, by undicisettembre
#10
Dubito ormai di tutto
Iscritto il: 17/8/2007
Da perugia
Messaggi: 1802
Offline
Descalgon:

Molto interessante il tuo intervento, shm: soprattutto la parte dove il NIST smentisce in maniera clamorosa la testimonianza di Lenny. Tra l'altro io ricordo una frase nel rapporto del NIST NCSTAR 1A dove si affermava che l'edificio sarebbe crollato comunque anche senza l'incendio.

shm:

...non è tanto il NIST a smentire Lenny ma sono entrambi che si annullano a vicenda per l'evidente contraddizione di fondo.

Barry Jennings, interviste:

http://www.youtube.com/watch?v=kxUj6UgPODo

http://blip.tv/file/1016251/
_________________
“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Inviato il: 24/2/2010 15:57
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
Re: Intervista ad un pompiere di New York, by undicisettembre
#11
Sono certo di non sapere
Iscritto il: 22/8/2009
Da
Messaggi: 6643
Offline
Ti ringrazio molto.
Poiché siamo in argomento, sto preparando una lista di perplessità da rivolgere a Lenny. Mi sai suggerire qualche buona domanda? Perché oltre all'acciaio e cemento fuso, ai 2,25 secondi, al modo in cui è crollato l'edificio e al perché gli altri edifici del complesso non sono crollati in maniera analoga al 7, non so che altro chiedere.

Qualunque suggerimento è bene accetto ^^
_________________
«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
Inviato il: 24/2/2010 16:15
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
Re: Intervista ad un pompiere di New York, by undicisettembre
#12
Dubito ormai di tutto
Iscritto il: 17/8/2007
Da perugia
Messaggi: 1802
Offline
Secondo me le uniche domande che gli si possono fare riguardano ciò di cui lui sia a conoscenza...

Se no ottieni soltanto opinioni e non dati certi.

Per esempio io approfondirei sull'affermazione da lui fatta in merito al carburante:

"...una cosa del genere poteva essere stata causata solo da una sostanza accelerante, come del carburante."

I "debunker" non si sono accorti di aver pubblicato una testimonianza contenente un'affermazione che è una vera e propria "patata bollente"...
_________________
“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Inviato il: 24/2/2010 16:39
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
Re: Intervista ad un pompiere di New York, by undicisettembre
#13
Dubito ormai di tutto
Iscritto il: 17/8/2007
Da perugia
Messaggi: 1802
Offline
_________________
“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Inviato il: 26/2/2010 10:15
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
Re: Intervista ad un pompiere di New York, by undicisettembre
#14
Sono certo di non sapere
Iscritto il: 22/8/2009
Da
Messaggi: 6643
Offline
Vabbeh, sono solo dei poverini, che pretendi? I loro discorsi sono i classici trollini da due lire che trovi su qualsiasi fake-blog stile telebattiviano-complottista


P.S. La cosa assurda è che hanno dato del troller A ME che poverini.
_________________
«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
Inviato il: 26/2/2010 15:41
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
Re: Intervista ad un pompiere di New York, by undicisettembre
#15
Dubito ormai di tutto
Iscritto il: 17/8/2007
Da perugia
Messaggi: 1802
Offline
Dammi retta, lasciali perdere...

Ci sono solo due commenti degni, se cosi si può dire, di nota: quello di hanmar e quello di shadow rider.

Tutti il resto si può ricondurre allo solite chiacchiere da bar dello sport tra vecchi amiconi avvinazzati che si battono le spalle a vicenda ad alta voce.

Riporto qui le due obiezioni:

Hanmar:

"Dai, non percuotetelo cosi', poverino, che poi piange... :P

Stuarth, so che la tua visione parziale ti obbliga a non capire l'insieme, ma ti do un paio di dritte.

Il pompiere ha parlato di incendi estesi, sostenuti probabilmente da un accelerante.

Il NIST ha fatto due conti e ha scoperto che parte (PARTE) del combustibile immagazzinato al WTC7 manca.

Ok, ora prova a continuare da solo, da bravo...

Saluti
Michele"

A parte il supposto machismo ostentato dal tizio... E' interessante notare, nella sua "obiezione", come egli neghi la luce del sole asserendo che gli incendi siano "sostenuti probabilmente da un accelerante" invece che considerare quanto sostenuto da Lenny:

"L'incendio andava da un lato all'altro dell'edificio ed era estremamente intenso; una cosa del genere poteva essere stata causata solo da una sostanza accelerante, come del carburante."

...Hanmar, incurante degli effetti della castroneria appena scritta continua riferendo che il NIST "ha scoperto che parte del combustibile immagazzinato al WTC7 manca".

Con questa seconda "obiezione", il "debunker" tenta di forzare la falsa deduzione, nell'immaginario del lettore, che il carburante mancante dai serbatoi sia tutto bruciato, anche se il NIST riferisce che ignori che fine abbia fatto il carburante mancante...!

Shadow Rider:

"Integro con quanto detto da Hanmar (prima che stuartlittle salti su dicendo "ah ah guarda qui!"...): il NIST dice che è improbabile che il carburante contenuto nei vari sistemi del WTC7 abbia dato un significativo impatto ai crolli, viste le quantità coinvolte. Quel che vuol dire è che a sviluppare la massima parte del calore di quell'incendio sono state fonti diverse dal carburante (ovvero i materiali degli arredi e dell'edificio stesso). Il carburante ha avuto, appunto, solo un ruolo di (ma guarda un po', proprio come diceva il pompiere...) accelerante: ha fatto sì che gli incendi innescati dai detriti del WTC2 si spargessero su sutto l'edificio più rapidamente di quanto avrebbero fatto 'naturalmente'. Una volta innescati gli incendi, l'edificio ha continuato a bruciare da solo. Più chiaro, adesso, caro stewie?"

...anche qui, a parte gli infantilismi del tipo, storpiare il nick ecc., la congettura di Hanmar porta all'invenzione pura è semplice di Shadow Rider, infatti se come dichiara il NIST è vero, e cioè che ignori che fine abbia fatto il carburante, bisogna considerare il fatto che questo calcolo del carburante rimasto è stato fatto mesi dopo il crollo di WTC7!
Dunque non necessariamente la mancanza di carburante deve addebitarsi ad una sua reazione incendiaria, ma anche alla fuoriuscita dai serbatoi nei quali era stivato a seguito della rottura di questi successiva al crollo dell'edificio!

Inoltre, nessuno può dimostrare l'incendio del carburante perché le macerie di WTC7 non sono state oggetto di analisi gascromatografiche con rivelatori a fiamma e/o abbinate a spettrometrie di massa, proprio come invece si prefiggerebbe di fare un'indagine seria.

Dunque ancora una volta i "debs" sono fuori strada e i loro commenti sono sintomatici e indice di una meschinità intellettuale fraudolenta.

Il bello è che i "debunker" l'hanno pure tradotta la FAQ sul carburante come ho riportato correttamente nell'articolo:

http://debunkerfakeblog.blogspot.com/2010/02/fake-blog-undicisettembre-la-patata.html

C'è anche un altro motivo per cui il carburante nei serbatoi non possa essersi incendiato, ma prima di spiegarlo, voglio godermi qualche altro commento pubblicato dai "debunker"...

Rimango in attesa a guardare divertito!


edit:

...anzi, mi correggo, 2 motivi!
_________________
“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Inviato il: 26/2/2010 16:40
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  Spiderman
      Spiderman
Re: Intervista ad un pompiere di New York, by undicisettembre
#16
Dubito ormai di tutto
Iscritto il: 19/9/2009
Da
Messaggi: 2722
Offline
Citazione:



P.S. La cosa assurda è che hanno dato del troller A ME che poverini.


TROLLER!
_________________
"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
Inviato il: 26/2/2010 18:33
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
Re: Intervista ad un pompiere di New York, by undicisettembre
#17
Sono certo di non sapere
Iscritto il: 22/8/2009
Da
Messaggi: 6643
Offline
Si caVo?
_________________
«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
Inviato il: 26/2/2010 18:35
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
Re: Intervista ad un pompiere di New York, by undicisettembre
#18
Sono certo di non sapere
Iscritto il: 22/8/2009
Da
Messaggi: 6643
Offline
Purtroppo Lenny non ha voluto rispondere alle mie richieste di chiarimento riguardo alcuni punti della sua dichiarazione, quindi dovremo accontentarci di quello che è stato pubblicato sul blog di Attivissimo.
Anche se un po' mi dispiace.. erano delle domande interessanti.
Peccato.
_________________
«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
Inviato il: 28/2/2010 18:43
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  edo
      edo
Re: Intervista ad un pompiere di New York, by undicisettembre
#19
Sono certo di non sapere
Iscritto il: 9/2/2006
Da casa
Messaggi: 4529
Offline
Citazione:
C'è anche un altro motivo per cui il carburante nei serbatoi non possa essersi incendiato


gasolio?
Inviato il: 28/2/2010 21:41
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
 Vai all'inizio   Discussione precedente   Discussione successiva

 


 Non puoi inviare messaggi.
 Puoi vedere le discussioni.
 Non puoi rispondere.
 Non puoi modificare.
 Non puoi cancellare.
 Non puoi aggiungere sondaggi.
 Non puoi votare.
 Non puoi allegare files.
 Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA