Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
 DVD-SHOP

ACQUISTA I FILM
DI LUOGOCOMUNE
 Amazon
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 --





 Menu principale
 Utenti Online
Iscritti: 13049 + 3481
36 utente(i) online (12 utente(i) in Forum)

Iscritti: 0
Utenti anonimi: 36

Altro...
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata
 Commenti recenti
Re: Commenti liberi
VIPER 28/11/2014 7:16
Re: Commenti liberi
Fabrizio70 28/11/2014 6:58
Ecodoccia
Semmai 28/11/2014 3:14
Re: Il denaro - Conversazione con Silvano Borruso
Pispax 28/11/2014 3:08
Re: Il denaro - Conversazione con Silvano Borruso
Pispax 28/11/2014 2:19
Re: Il denaro - Conversazione con Silvano Borruso
Pispax 28/11/2014 1:08
Re: Amici 5 Stelle: svegliatevi!
Cassandra 28/11/2014 0:28
Re: Il denaro - Conversazione con Silvano Borruso
Pispax 28/11/2014 0:06
Re: Commenti liberi
fefochip 27/11/2014 23:36
Re: Commenti liberi
FranZeta 27/11/2014 23:22
Re: Commenti liberi
yarebon 27/11/2014 23:08
Re: Commenti liberi
ivan 27/11/2014 23:05
Re: "If" di Rudyard Kipling
Slobbysta 27/11/2014 22:56
Re: "If" di Rudyard Kipling
invisibile 27/11/2014 22:51
Re: "If" di Rudyard Kipling
Slobbysta 27/11/2014 22:43
Re: Il denaro - Conversazione con Silvano Borruso
Ste_79 27/11/2014 22:30
Re: Commenti liberi
leorubino 27/11/2014 22:24
Re: "If" di Rudyard Kipling
Slobbysta 27/11/2014 22:23
Re: "If" di Rudyard Kipling
invisibile 27/11/2014 22:20
Re: Il denaro - Conversazione con Silvano Borruso
Ste_79 27/11/2014 22:14
 Recent Topics
il viaggio inconsapevole
Cosa state ascoltando?
Musica dal vivo
L'angolo delle immagini
Il Terzo Segreto di Fatima riguarda l'Apostasia finale e l'Apocalisse
INTERSTELLAR (spoiler)
M5S : Una Rivoluzione da raccontare e il futuro dell'Italia
Chi siamo veramente, cosa siamo veramente?
MH 17 (nuovo thread)
L'angolo dei video
Libri da leggere assolutamente?
I governi mondiali
Tapatalk
l'angolo della salute
MAN
Guida alla scrittura dei commenti
Marte.. Questo sconosciuto !!!!
SOS reddito di sopravvivenza
Cosa è l'ACIDO ASCORBICO (vitamina C)?
Sabbia vibrazionale e verità insabbiate..
Durante le missioni apollo furono documentati incontri con vite aliene!
Oggi è la data ufficiale di morte della "scienza"
Messaggi subliminali nei porno online
Scie chimiche- dibattito- Ma scusate...
L'angolo delle cose preoccupanti...
L' angolo delle cose che non si sa se ridere o piangere
L'angolo della letteratura
La teoria di Judy Wood: fantascienza o realtà?
Vannoni presenta il suo Metodo Stamina
presunti "passeggeri " miracolati

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE

ATTENZIONE: Chiunque voglia scrivere su Luogocomune è pregato di leggere prima QUESTO AVVISO (aggiornato 01.11.07)



Indice del forum Luogocomune
   Crollo Torri WTC
  Sbugiarda questo Attivissimo

Naviga in questo forum:   1 Utenti anonimi

 

 Vai alla fine   Discussione precedente   Discussione successiva
<12
  •  Vota discussione
      Vota questa discussione
      Eccellente
      Buona
      Discreta
      Scadente
      Terribile
Autore Discussione
  •  Teba
      Teba
Re: Sbugiarda questo Attivissimo
#31
Dubito ormai di tutto
Iscritto il: 14/9/2007
Da
Messaggi: 1846
Offline
Ciao nessuno45,

io mi sono perso... potresti specificare per quali domande attendi risposta?
Le principali ovviamente.
Inviato il: 4/1/2011 9:44
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  nessuno45
      nessuno45
Re: Sbugiarda questo Attivissimo
#32
So tutto
Iscritto il: 15/12/2009
Da rovigo
Messaggi: 22
Offline
Una bella domanda questa.
La risposta è tutta qui sopra, con l'aggiunta di un sorrisetto d'amicizia.

Una volta ho avuto una discussione con un mio amico di "ombretta", una discussione in merito agli stipendi stellari dei nostri vergognosi politicanti e di tutti i privilegi di cui godono tanto spudoramente: e così, tra una ombretta e l'altra il mio amico se ne vien fuori dicendo che avrebbe dato ancor più soldi ai politici purchè avessero fatto bene il loro lavoro. (?)
Ma che cavolo stai a dire, gli ho risposto quasi sputandogli adosso il vino che mi stava andando "per traverso", ma che cavolo stai dicendo, porca troia! è un po come se tu dicessi: non me ne frega niente delle automobili che vanno a trecento all'ora, io ne costruirei di ancor più veloci che possano andare a cinquecento o mille km. l'ora o duemila km. l'ora, non me ne frega un bel niente purchè rispettino i limiti di velocità. (!)

Non c'è correlazione tra cervello e quello che dice o quello che fa, e finchè si rimarrà nei dintorni di una buona sbronza va ancora bene, ma se un domani il mio amico dovesse diventare un politicante, beh, da quel giorno in poi chi prenderà più un taxi?

Per quanto riguarda le domande in merito al mio ragionamento, sono tutte all'interno dello stesso ragionamento, è il grande burattinaio che muove il suo operaio/burattino che deve dare le risposte.
Deve spiegare perchè ha tagliato "a crinale" e poi ha livellato "a piano", deve spiegare perchè usa l'insensatezza per tagliare e il buon senso per livellare.
Taglio e piano sono correlati, sono dipendenti l'uno dall'altro, e questa correlazione non è altro che l'uniformità.
La mancanza di uniformità tra linea di taglio e linea di piano che vediamo nel fotogramma è la stessa contraddizione dell'interrutore al soffitto, è la stessa cosa.
La stessa contraddizione del barbiere qualora usasse delle forbici segmentate, avendo lui stesso "due dita" dritte perchè dovrebbe usare delle forbici con taglio segmentato?
Che poi, a dirla tutta, perchè dovrebbe tagliare in modo segmentato visto che abbiamo già un taglio segmentato nei capelli.
Io ho portato questo esempio del barbiere perchè mi sembrava appropriato visto che è stato il primo che ho intuito anch'io e dove abbiamo sia un piano e sia un taglio, ma se ne potrebbero fare fino a mattina di esempi altrettanto validi, tutti esempi che appartengono all'uniformità che ci circonda e che ci riempie.
Come gli spaghetti, altro esempio, lo ha detto anche lo stesso forrest!
Il discorso, poi, della mancanza di semplicità nel mio ragionamento, hai ragione: ho provato pareccchie volte a semplificarlo, ma non ci son riuscito.
I miei limiti sono evidenti.

Grazie per il tuo interessamento, mi ha fatto piacere.
Inviato il: 4/1/2011 16:34
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
Re: Sbugiarda questo Attivissimo
#33
Mi sento vacillare
Iscritto il: 12/7/2007
Da
Messaggi: 768
Offline
Eppure la prima colonna a me pare proprio tagliata con il cannello.. lo vedete il "foro" sulla parte alta? (LINK) non è quello di inizio taglio? e nell'estremità inferiore c'è un segmento che non mostra segni di colatura.. evidentemente lasciato per fare in modo che la colonna cada nella direzione voluta.
E poi tagliarle ad altezze diverse non ha senso nemmeno per la detonazione delle cariche. O forse per renderla più "caotica"!?..mha
Personalmente ritengo che "l'angle cut" sia stato utilizzato (forse) solo per alcune aree ben definite, ad esempio sotto il punto degli schinati aerei.
Altrimenti di colonne tagliate a quel modo ne avremmo molte di più.
Invece sono tutte scuarciate, piegate a mo di ferro di cavallo, ecc
Per il "blasting scenario" vi consiglio questo sito: (LINK) probabilmente mostra le ipotesi che si avvicinano di più a quel che è successo.
Inviato il: 5/1/2011 0:06
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  nessuno45
      nessuno45
Re: Sbugiarda questo Attivissimo
#34
So tutto
Iscritto il: 15/12/2009
Da rovigo
Messaggi: 22
Offline
La colonna in questione è stata tagliata a cannello, sono daccordo con te.
Ci sono tutte le caratteristiche proprie di questo metodo di taglio, ovvero le diagonali ben marcate e definite, la sbavatura si trova al posto giusto, ci sono i microsolchi causati dal soffio del taglio e poi c'è lo sgagno alla partenza.
Lo sgagno è dovuto al fatto che il taglio non poteva partire dall'angolo esterno in quanto c'è lo spessore della spalla della colonna.
Colui che è partito con il taglio doveva per forza saltare lo spessore della spalla altrimenti non avrebbe mai bucato l'acciaio: doveva per forza partire da un punto vuoto.

Quel pezzo di moncherone rimasto nell'angolo, probabilmente è il punto in cui si è strappata la colonna sotto il suo stesso peso.
Dopo che è stato tagliato il pezzettino superiore e si è proceduto con il taglio delle due diagonali, la colonna ha cominciato a sollevarsi da dietro trovandosi sbilanciata sotto il suo stesso peso che premeva tutto dalla parte bassa della diagonale, perchè è proprio questo lo scopo del taglio in diagonale, sfruttare il peso della colonna obbligandola a sollevarsi da dietro e adagiarsi al suolo: è una sorta di caduta controllata, insomma, perchè la colonna non cade dove vuole lei e soprattutto non rotola dove vuole lei, visto che è ancora attaccata al pezzettino inferiore: una volta che la colonna si sarà adagiata si procederà con il taglio di quell'ultimo pezzettino che il più delle volte non ti da neanche il tempo di arrivare fino in fondo visto che tutto il peso della colonna si sarà concentrato su quell'ultimo segmento, e via via che il taglio procede quindi, l'angolo si strapperà ancor prima di arrivarci con il taglio.
Non saprei dare altre spiegazioni per quel moncherone d'angolo.
Al di là di tutto questo ciò che più conta è pur sempre la diagonale e l'uniformità nelle altezze di taglio, e nella seconda fotografia non c'è nè l'una e nè l'altra: basterebbe soltanto quella diagonale zigzagata per far venire il mal di pancia, e l'altra colonna che le sta vicino, poi, non ha neanche la diagonale, figuriamoci.
Voglio dire, non c'è uniformità nelle diagonali e meno ancora nelle altezze di taglio, soltanto disperazione e basta.

La presenza delle diagonali implica una intenzione nel taglio, una intenzione che non può aver avuto il crollo strutturale: e non può esser stato un cannello perchè avrebbe trasformato l'intenzione in qualcosa di sensato visto che dietro quell'intenzione non c'è soltanto un cervello ma anche l'esperienza di colui che usa il cannello, l'esperienza che trasforma l'intenzione in un taglio sensato.
Qualsiasi cosa abbia tagliato quelle colonne doveva per forza aver avuto soltanto l'intenzione del taglio e soltanto quella, visto che se ne è fregata di tutto!

Un po come se io avessi l'intenzione di far da mangiare, avrei soltanto l'intenzione e soltanto quella, visto che riesco a malapena a fare le patatine fritte!
Ma se in cucina c'è mia madre, allora quell'intenzione si trasformerebbe in buon senso che suggerisce se stesso, visto che dietro quell'intenzione ci sono 50 anni di passione e tanti dei quali maturati in una trattoria, e il buon senso e la passione si noterebbero perfino nella soddisfazione a pancia piena di un ignorante.
Io avrei avuto soltanto l'intenzione e soltanto quella!

ciao




Aggiungo questa nota di chiarimento in data 12.01.2011.
Ho pensato fosse meglio aggiungerla qui visto che è inerente all'argomento in questione, e riguarda la spiegazione che ho dato per quel moncherone d'angolo: non che io intenda cambiarla, sia chiaro, è solo che guardando con maggior attenzione, ho notato che il moncherone d'angolo sembra impiantato più sulla diagonale che sulla lineare dell'ultimo segmento, ciò significa che "lo strappo" è avvenuto poco prima di arrivare in fondo al taglio della diagonale, e non poco prima di arrivare in fondo al taglio dell'ultimo segmento di colonna.
In poche parole l'angolo si è strappato ancor prima di completare il taglio della diagonale, almeno così mi sembra.

Volevo soltanto chiarire questa cosa, insomma, non che sia molto importante intendiamoci, il moncherone può anche non verificarsi in quel modo che vediamo, ma questa cosa andava chiarita.
Inviato il: 5/1/2011 15:48
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  nessuno45
      nessuno45
Re: Sbugiarda questo Attivissimo
#35
So tutto
Iscritto il: 15/12/2009
Da rovigo
Messaggi: 22
Offline
Ho provato a semplificare un po' il mio ragionamento sull'uniformità visto che ogni volta che lo leggevo mi veniva il mal di pancia.
Spero soltanto d'esserci riuscito, lo spero: altrimenti, meglio che io me ne ritorni alle mie patatine, visto che il mal di pancia sarà sicuramente minore!


Prendiamo le 6 colonne del fotogramma, quella fila esterna di 6 colonne dove ci sono le prime 2 rasoterra, poi una media e un'altra rasoterra, poi un'altra media e una colonna bella alta.
Adesso seguiamo quella linea immaginaria di taglio e chiamiamola "linea frastagliata" visto che è frastagliata come il crinale di una montagna.

Immaginiamo quella linea frastagliata come l'effettivo crinale della montagna di macerie da dove sono state tagliate le 6 colonne (e già qui potremmo fermarci, chi ha suggerito l'insensatezza del taglio frastagliato, il buon senso?), visto che il piano sotto di esse era frastagliato, di conseguenza anche il taglio delle colonne ha subìto la stessa uniformità frastagliata, ma immediatamente dopo invece, il piano sotto le colonne è stato livellato a piano.
Mbè?, perche l'operaio burattino ha tagliato con l'insensatezza "a frastagliata" e poi ha livellato con il buon senso "a piano"?

Adesso immaginiamo che le colonne si trovassero all'interno della montagna di macerie, ovvero che gli operai abbiano prima sgomberato le macerie livellando perfino il piano (e già qui potremmo fermarci, chi ha suggerito il buon senso del piano livellato, l'insensatezza?), e soltanto dopo che il piano è stato livellato, quindi, abbiano tagliato le colonne "a frastagliato".
Mbè?, perchè l'operaio burattino ha livellato con il buon senso "a piano" e poi ha tagliato con l'insensatezza "a frastagliato"?

Comunque la si metta la storia, l'operaio burattino avrebbe tagliato sempre e comunque con l'insensatezza "a frastagliato" e per quanto riguarda le diagonali e per quanto riguarda le altezze.
L'operaio burattino avrebbe tagliato sempre con l'insensatezza, sia che si fosse trovato sul crinale della montagna di macerie e che poi ha livellato subito dopo con il buon senso "a piano", sia che si fosse trovato sul piano che lui stesso aveva poco prima livellato con il buon senso, e su cui poi ha appoggiato perfino una scala per tagliare con l'insensatezza "a frastagliato".

La stessa cosa, c'è sempre la contraddizione di quell'interruttore al soffitto.

L'unico modo per spiegare la mancanza di uniformità tra taglio e piano è ammettere che le colonne non sono ancora state tagliate, tutto qua.
Gli operai stanno livellando il piano con il buon senso (lo stesso delle due dita del barbiere) perchè si stanno preparando per il taglio delle colonne: che poi decidano di tagliarle da quel piano che vediamo oppure decidano di scendere ancor di più con il piano, non ha importanza, il buon senso si sta preparando per il taglio.
Le colonne non sono ancora state tagliate!

Ma se le colonne non sono ancora state tagliate, chi ha fatto le diagonali?

La contraddizione è tutta qua.
L'operaio burattino si trova in una situazione abbastanza di melda, perchè il burattinaio non può accettare che le colonne non siano ancora state tagliate, visto che non potrebbe mai spiegare le diagonali con un crollo strutturale, quindi deve obbligare il burattino o a tagliare le colonne dal crinale della montagna di macerie, oppure obbligarlo a tagliarle usando perfino una scala.
A questo punto anche il burattinaio si trova in una situazione abbastanza di melda perchè deve spiegare, visto che accetta la contraddizione dell'interruttore al soffitto, deve spiegare porca troia, perchè non ha anche la coppa smeldata!

Il taglio non può necessitare di un altro piano perchè ammetterebbe di non averne avuti altri, così anche il piano non può necessitare di un altro taglio perchè ammetterebbe di non averne avuti altri.
Il taglio che vediamo deve per forza essere il primo taglio, così come il piano che vediamo deve per forza essere il primo piano.
A questo punto ci chiediamo: se il taglio è il primo così come anche il piano è il primo, perchè manca l'uniformita?
Soltanto due soluzioni: prima soluzione, le colonne non sono ancora state tagliate da quel piano; seconda soluzione, le colonne sono state tagliate da quel piano perchè l'operaio burattino se ne è fregato di tutto, visto che, durante la notte e all'insaputa di tutti gli altri operai, l'operaio burattino ha tagliato le colonne fregandosene e delle diagonali e delle altezze: pensa che si è premunito perfino di una scala per tagliare le colonne, così, senza motivo, come se niente fosse, menefreghismo totale per non parlare di incompetenza e quant'altro, quindi insensatezza!

Perchè l'operaio burattino avrebbe fatto tutto questo?
Inviato il: 8/1/2011 19:37
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  nessuno45
      nessuno45
Re: Sbugiarda questo Attivissimo
#36
So tutto
Iscritto il: 15/12/2009
Da rovigo
Messaggi: 22
Offline
Penso che il cicap dovrebbe studiare attivissimo, visto che ha la capacità di far innervosire a distanza: una specie di fastidio telecinetico, insomma, ti trasmette un fastidio che è roba da matti.
Neanche con un bottiglione di lambrusco riesci a placare il fastidio che via via si accumula al sentir delle puttanate ma così tanto puttanate che soltanto la fenomenale inquisizione potrebbe accoglierle a braccia aperte! mi sorprende veramente che una persona così intelligente non veda ciò che vedo io che sono il più ignorante della galassia conosciuta, mi sorprende veramente!
A questo punto mi domando: che attivissimo stia soffrendo di una coscienza sempre più carente?
Nessun problema attivissimo, non te preoccupare, dionisio aiuterà anche a te: quindi, indossa una cravatta di meno e beviti qualche ombra di lambrusco in più, vedrai che la tua coscienza ne gioverà!
Attivissimo, porca troia, ascolta dionisio! ascoltalo! non prendere la cosa alla leggera; sei morto anche tu in quelle due torri, siamo morti tutti l'undici di settembre: così come siamo morti tutti insieme a quei nove ragazzini afgani: pensa, attivissimo, pensa alla libertà che uccide gli ignari...
... l'inferno è adesso, quando non c'è coscienza: e l'inferno brucerà ancora fin quando non ci sarà coscienza.

e se proprio non credi a questo carpentiere ubriacone che sta scrivendo, allora dimentica per un attimo i tuoi insulsi dischi rigidi che ti perseguitano e fatti un giro per qualche officina metalmeccanica: dove vuoi tu, non ha importanza; mostra a tutti gli operai che incontrerai il fotogramma della vergogna, quel fotogramma in cui si vedono quelle ridicole colonne della vergogna, e poi chiedi loro: può un cannello aver tagliato queste colonne? domanda semplice, no? vedrai che la risposta degli operai sarà ancor più semplice.
Te lo garantisce uno di loro.

Prendiamo un attimo quella colonna zigzagata, in quella colonna l'insensatezza raggiunge il suo massimo splendore, o comunque ci si avvicina parecchio visto che perfino il segmento superiore di quella stessa colonna è insensato: è stato tagliato ad ali di farfalla.
Chi può aver tagliato ad ali di farfalla?
Non esiste un taglio sfarfallato, non esiste, ma nemmeno nel manuale di applicazioni tecniche del gatto silvestro, non esiste un taglio sfarfallato o frastagliato o zigzagato, non esiste; il taglio sarà dritto perchè è questa la soluzione più semplice.
Che poi l'esecuzione del taglio avvenga in lineare o in diagonale, sarà sempre un taglio dritto, mai zigzagato o frastagliato o sfarfallato, perchè è lo stesso buon senso che suggerisce di livellare un piano "a piano" che suggerirà poi anche un taglio dritto.
Perchè dovremmo tagliare una colonna andando su e giù con il cannello? non che sia impossibile, certo, ma perchè dovremmo farlo?
Sarebbe come livellare un piano a burroni lasciando una collinetta di quà e una montagnola di là, e una bella parete verticale proprio davanti alla faccia: perchè dovremmo farlo? il piano sarà livellato perchè è questa la soluzione più semplice; anche perchè non mi ricordo di aver mai indossato dei ramponi per scalare il pavimento e andarmene in camera da letto.
Piano livellato e quindi taglio dritto, perchè è proprio questa la soluzione più semplice.
Di conseguenza la stessa semplicità che applichiamo a una colonna la estenderemo poi anche a 10 colonne, in questo caso avremo una linea di taglio che seguirà in parallelo la stessa linea del piano: perchè dovremmo tagliare le colonne lasciandone una alta e una bassa, sù e giù, alta e bassa, poi una media e un'altra bassa, sù e giù e poi sù con una bella alta e giù con una ancor più bassa, sù e giù... sarebbe come zigzagare con il taglio del cannello in una singola colonna: sù e giù e poi sù e poi ancora giù, alto e basso, e poi una elegante sfarfallata di quà e una decisa zigzagata di là, sù e giù... perchè dovremmo farlo?
Teniamo presente che tagliare con il cannello è un lavoro abbastanza "fastidioso", e per le antipatiche gocciolature che qualche volta ti entrano nelle scarpe e per l'inevitabile calore che si sprigiona durante il taglio: un calore a cui non ci si può sottrarre e per tutto il tempo del taglio che, non dimentichiamo, procede lento, un taglio che avanza inesorabile ma lento.
Dico questo per un semplice motivo: prima finisce il taglio e meglio è!
Quindi, se bisogna tagliare da un punto "a" a un punto "b", la scelta di colui che taglia sarà sicuramente la via più breve, ovvero un taglio dritto; anche perchè, parlandoci chiaramente, prima ci leviamo il taglio dalle balle e meglio è!
Un operaio che si mette davanti a una colonna zigzagando con il cannello o sfarfallando di quà e di là, non esiste: nessuno al mondo allungherebbe inutilmente il taglio per compiacere la versione ufficiale; non dimentichiamo che tagliare 50 centimetri frastagliati o sfarfallati, questi 50 centimetri zigzagati alla fine del taglio diventeranno poi 200 centimetri lineari! perchè dovremmo farlo?
un pò come se questo ignorante che sta scrivendo dalla provincia di rovigo decidesse di andare a roma passando per la nuova zelanda: e che cavolo, sarò anche un ignorante ma non sono mica un imbecille, voglio dire, cercherò la via più breve, no?
soprattutto se dovrò pedalare.

Poi c'è quella colonna alta, quella colonna che ha quei 2 moncheroni che spuntano nel bel mezzo del taglio in diagonale: mbè, che cavolo vuol dire? chi può aver tagliato lasciando 2 corna nel bel mezzo del taglio? esiste forse anche un taglio cornuto, dopo quello zigzagato e frastagliato e sfarfallato esiste anche un taglio cornuto?
Questa colonna mi ha tormentato a lungo perchè ha dell'incredibile, non saprei dire se è più insensata questa o quella con la diagonale zigzagata, non saprei dire.
La colonna è un dilemma, anzi più che un dilemma è una vergogna! è come il buco del pentagono, insomma, talmente ridicolo quel buco che sembra la tana del bianconiglio.
La colonna è una bestemmia al buon senso, è come un sorriso diamantato sulla bocca di un povero cristo, ma allo stesso tempo è anche un paio di mutande firmate che ti rincoglioniscono, così come sono firmate le televisioni, sempre più mutande con dentro i coglioni: che è vergognosa l'informazione, oramai leccaculo per definizione!
La colonna è così insulsa in quelle due corna sotto il cielo, che ti lascierebbe di sasso perfino il signor holmes, così, come uno stoccafisso, con tanto di pipa in bocca e carta igienica sotto braccio e con lo sguardo inebetito davanti a un cesso incomprensibile, un cesso senza fondo impiantato al soffitto.
La colonna è quel cesso!
Un cesso che non dovrebbe nemmeno esistere in questa dimensione e invece se ne sta lì con tutta la sfacciataggine di quelle due corna che sembrano prenderti per il culo, e poi ti attorciglia i neuroni e ti fa arrabbiare, ti ipnotizza le budella a tal punto che, nemmeno guardando la faccia del papa riesci più ad andare di corpo regolarmente.
mi sa che mi ci vorrà un esorcista per rimettere in moto l'intestino.
Altro che cesso, caro il mio signor holmes, qui ci vuole una piantagione di prugne, ma di quelle prugne che soltanto a guardarle ti fanno sparare saggezza, ma di quelle cannonate che soltanto in questa saggezza puoi apprezzare quelle prugne: a cannonate quindi, a cannonate caro il mio signor holmes, prendiamolo pure a cannonate quel ridicolo cesso al soffitto, a cannonate!

Quella colonna sembra liquefatta! perchè è proprio questa l'impressione che mi dà.
Quei 2 moncheroni che spuntano nel bel mezzo del taglio sono arrotondati, arrotondati porca troia! ciò significa che quel taglio ha subìto un logorìo che non è neanche lontanamente paragonabile all'azione violenta quasi improvvisa di uno strappo; figuriamoci, poi, a dover ammettere una volontà operaia che ha seguito intenzionalmente quel percorso di taglio quasi a disegnare delle montagne russe; il cannello è andato su e poi su, ancora più su e una bella curva e poi giù, ancora più giù e... poi su, ancora più su e una bella curva e poi giù, ancora più giù...
ma figuriamoci!

ma allora mi domando: se non è stato un cannello a produrre e arrotondare quei due moncheroni, sarà stato per forza il crollo strutturale, no?
ma no, no barba, no: qui stiamo parlando di un crollo, ovvero di una massa che grava schiacciando, non può strappare; se schiacci dei fili d'erba non li puoi strappare; per strappare i fili d'erba li devi tirare, porca troia, e non schiacciare.
Quello che voglio dire è questo: per quanto sia effimera la ragione per cui, a volte, è forse meglio farsene una di cartone, mi sembra comunque ragionevole ritenere che questa forza immane che parte dall'alto accumulando sempre più energia distruttiva lungo il suo percorso sià portata poi a schiacciare e non a strappare; uno strappo implica una forza contraria a ciò che è resistenza allo strappo.

ma non è tutto, il problema dello strappo "in schiacciata" è soltanto l'inizio del problema: perchè dopo che si è capito come cavolo avrà fatto a strappare, questa massa che grava con tutto il suo potenziale a schiacciare, una volta risolto questo problema bisognerà spiegare come ha fatto questa forza così prorompente che è riuscita incredibilmente a strappare avere in sè anche la delicatezza dell'arrotondare.
Bisognerà spiegare come cavolo avrà fatto questa forza che è partita dall'alto e quindi con predisposizione a schiacciare, a strappare la colonna; una colonna che, ricordiamolo pure, non era mica impiantata alla volta celeste sta colonna, un pò come una surreale stalattite, e non solo, ma bisognerà spiegare poi anche come avrà fatto questa forza ad arrotondare lo strappo!
non è incredibile gia così?
Ma non finisce qui, perchè dopo che avremo risolto questi due problemi bisognerà risolvere il terzo problema, ovvero il classico problema che smelda gli altali: il problema di questa forza così stravagante che se da una parte è stata assai potente da strappare la colonna, poi dall'altra invece, è stata ancor più potente da impedire che la colonna schiacciata si deformasse, lasciandola perfettamente in perpendicolare al piano senza neanche un inizio di piegatura come invece sarebbe stato più lecito aspettarsi: non si riesce a capire come si possa strappare dei fili d'erba schiacciandoli, e non solo, ma lasciandoli poi anche un pò arrotondati e perfettamente in perpendicolare al terreno.

tutto questo è difficile da accettare: pensare a una forza che, schiacciando, strappi, e contemporaneamente allo strappo in schiacciata, levighi: poi, come se non bastasse tutto questo, la forza polimorfa o meglio barabbamorfa, ti lascia anche la colonna perfettamente in perpendicolare al piano senza neanche un minimo di naturale deformazione dovuta all'incredibile schiacciatura.
insomma, abbiamo una schiacciata, poi una torsione con strappo, una levigatura finale e servizio completo in una perfetta perpendicolare.
Ma che razza di forza era? è così insinuante e strisciante sta forza che si fa perfino fatica a mettere le virgole al posto giusto.

A questo punto, visto che la colonna è rimasta perfettamente in perpendicolare al piano pur trovandosi sottoposta a una forza che l'ha strappata schiacciandola, si è obbligati a ipotizzare che questa forza abbia subìto uno sdoppiamento in sè, per cui se una parte di questa forza ha immobilizzato la colonna la controparte ambigua della stessa forza invece, l'ha stappata come una bottiglia di spumante.
Ma allora vien da pensare che questa forza ectoplasmica sdoppiatasi dalla forza primaria e che ha immobilizzato la colonna impedendole una seppur minima piegatura, vien da pensare che questa forza di contenimento debba esser stata assolutamente superiore ma tanto tanto superiore alla forza di sfondamento che ha schiacciato la colonna per poi strapparla (altrimenti che razza di forza di contenimento è se poi viene sfondata)! e quindi vien spontanea una domanda: ma questo strapotente collagene che irrobustiva le colonne dove cavolo era quando è iniziato il crollo?
Può anche darsi però, che le macerie accumulatisi attorno alla colonna l'abbiano bloccata come in una gigantesca morsa, permettendo così alla forza che arrivava dall'alto di schiacciare la colonna in un primo tempo e poi, in un secondo tempo, di strapparla nel punto in cui essa affiorava dalla micidiale morsa.
In questo caso però, bisognerebbe spiegare come hanno fatto le macerie, che sono pur sempre gli effetti generati da quella forza, come hanno fatto questi effetti e precedere la causa che li ha generati.
A questo punto bisogna per forza introdurre una seconda forza, per forza!
Una seconda forza, però, che è soltanto simile alla forza ectoplasmica di cui sopra, ma che con essa non ha niente a che vedere: un pò come i cavoli a merenda, insomma, o la pastasciutta condita con della mostarda inglese, oppure come l'umiltà con la chiesa cattolica: insomma, non ha niente a che vedere.
Questa seconda forza misteriosa, invece, si genera dal nulla ma proprio dal nulla, così, come se niente fosse: una forza oscura che si materializza dal nulla formando la micidiale morsa di macerie tutt'attorno alla colonna, in attesa che la prima forza (non dimentichiamo è ancora lassù a disintegrare i piani alti) arrivi finalmente poi anche quaggiù a strappare la colonna tenuta ferma dalla morsa.

Cosa volete che vi dica, la teoria del nulla potrebbe anche funzionare, sarà sufficente spiegare che cosa è il nulla, cosa ci faceva da quelle parti la mattina dell'undici settembre e, soprattutto, come ha fatto questo nulla a riempire la mente usurpandone il buon senso.

in tutta onestà si potrebbe anche pensare che la parte deformata e curvata di quella colonna sia già stata tagliata per ovvie ragioni di sicurezza, va bene, ma allora ritorneremmo sempre al punto di partenza, per cui quel taglio cornuto che vediamo è stato sicuramente opera di un cannello.

alt!
Questo è impossibile, porca troia! e per una ragione di buon senso.
Lo stesso buon senso che tanto mi invoglierebbe a pensare, semmai, a quelle due corna come a un segno del destino: un destino che ha sigillato per sempre l'undici settembre in un abominio partorito da menti tanto malate quanto altolocate, e in questo destino immortalate.

cornuti!


La colonna d'angolo presenta 3 diagonali e di conseguenza 2 di queste diagonali si intersecano: un taglio di questo tipo non esiste!
Le diagonali devono essere parallelle una opposta all'altra e non intersecarsi.
Due diagonali di taglio che si intersecano sono come i binari che convergono: come cavolo farà poi, a transitare il treno?

il taglio di una colonna segue una procedura prestabilita dal buon senso e la procedura è sempre quella: taglio del segmento superiore, taglio delle due diagonali e taglio del segmento inferiore; a meno che non ci sia una grù che sorregge la colonna, in questo caso non servirebbe a niente tagliare in diagonale, in quanto la sicurezza viene fornita proprio dalla stessa grù che sorregge la colonna.
Così come deve esser successo a quella colonna media che non ha la diagonale.
Per spiegare quel taglio bisogna per forza introdurre una grù che ha sorretto la parte superiore della colonna per tutto il tempo del taglio, non ci sono alternative; lo ripeto con la forza di tutti i carpentieri del mondo: non ci sono alternative!
La presenza della grù si rende necessaria proprio perchè nessuno al mondo si azzarderebbe a tagliare una colonna in lineare, nessuno al mondo!
Non dimentichiamo che tagliare una colonna in questo modo significa ritrovarsi poi, con una colonna tagliata che se ne sta pericolosamente in piedi incastrata nei segmenti del taglio: e a questo punto che facciamo? aspettiamo un colpo di vento che butti giù la colonna? oppure prendiamo la rincorsa e proviamo a buttarla giù noi con una spallata?
ma figuriamoci!
La colonna viene messa in sicurezza già dall'inizio del taglio ed è per questo che si taglia in diagonale, e la messa in sicurezza della colonna sarà completata soltanto quando la colonna si troverà adagiata al suolo, staccata dalla base inferiore e adagiata al suolo: questo significa la messa in sicurezza della colonna!
Altro che una colonna ancora in piedi in balìa della provvidenza, ma siamo matti?

Detto questo penso non ci sia altro modo per giustificare un taglio in lineare se non con l'ausilio di una grù che ha sorretto la colonna per tutto il tempo del taglio: anche se, sinceramente, non si riesce a capire il motivo per cui si sia reso necessario l'uso di una grù, perchè? cosa aveva di straordinario quella colonna da richiedere l'intervento di una grù durante il taglio? forse perchè cadendo avrebbe fracassato la limousine del sindaco?
Si potrebbe capire l'intervento di una grù qualora ci trovassimo nel bel mezzo di una ristrutturazione o di un ampliamento di un edificio, in questo caso potrebbe verificarsi una situazione particolare per cui risulti impossibile eseguire un taglio in diagonale: che ne so, perchè magari la colonna che cade fracasserebbe il pavimento o qualsiasi altra struttura che, invece, deve esser mantenuta integra, oppure perchè danneggerebbe delle tubature o degli impianti elettrici , che ne so...
Ma ground zero è tutto un cantiere atto alla demolizione, cosa c'è da salvaguardare in quella disperazione a ciel sereno se non la incolumità degli operai stessi?

Tutto ciò non ha senso, proprio come quelle due diagonali che si intersecano, non ha senso come la diagonale zigzagata o il taglio cornuto: non ha senso.

Così come non ha senso una insufficente inclinazione della diagonale.
Una inclinazione insufficente della diagonale non ci permetterà di sfruttare lo sbilanciamento del peso della colonna che è proprio il senso stesso del taglio in diagonale; a meno che la colonna non sia altissima e quindi pesantissima, ecco quindi che in questa situazione basterebbe una leggera inclinazione della diagonale per sbilanciare la colonna, certo, ma chi è che se ne sta lì a speculare sull'inclinazione della diagonale con tanto di compasso e goniometro e cappello da laureato per ricavare la perfetta inclinazione di taglio? cos'è, dobbiamo speculare matematicamente proprio sulla diagonale che, non dimentichiamo, rappresenta l'unica sicurezza per noi stessi e per gli altri? e speculare su cosa, poi? su delle colonne d'acciaio che andranno demolite? e se poi durante il taglio sbagli per difetto di un millimetro nell'inclinazione e ti ritrovi una colonna tagliata che non cade da nessuna parte? ma soprattutto, come può andar d'accordo questa maniacale precisione nella inclinazione della diagonale se poi dopo mi vai a tagliare una diagonale zigzagata, due diagonali che si intersecano e mi lasci perfino due corna nel bel mezzo del taglio!
per non parlare, poi, della mancanza di uniformità nelle altezze...

L'unica colonna che può reggere un confronto con la colonna della prima foto è quella in primo piano.
in questa colonna i tagli sono dritti, non c'è che dire sull'esecuzione del taglio, certo, sono così precisi e puliti quei tagli che sembra che la colonna sia stata tagliata dalla spada laser di obi wan kenobi; a questo punto, dimentichiamoci per un attimo della sbavatura prodotta dal taglio che in questa colonna è praticamente assente e dimentichiamoci poi anche dello sgagno alla partenza, visto che in questa colonna non si capisce da dove cavolo sia iniziato il taglio, tralasciamo un attimo anche l'inclinazione della diagonale che forse si sarebbe potuto marcarla un pò di più quella inclinazione, dimentichiamoci di tutto questo e ammettiamo pure che l'esecuzione del taglio in quella colonna sia stata magistrale, mbè, e allora? non soddisfa poi tanto questa magistrale esecuzione del taglio, ma proprio per niente; una sìtanta maestrìa nel taglio finisce col sortire l'effetto opposto, perchè a questo punto viene spontanea una domanda: come mai così tanta perfezione in mezzo a così tanta insensatezza? perche l'operaio che ha superato se stesso nel taglio di quella colonna poi dopo si è cacato sotto nel taglio delle altre colonne che sono lì vicino?

Perchè una delle colonne rasoterra non ha la diagonale? che sia stata usata una grù anche per questa colonna? e in questo caso come mai non è stata tagliata ad altezza d'uomo come l'altra che le sta vicino?

Perchè non c'è uniformità nelle altezze di taglio? eppure le colonne si trovano già su un piano abbastanza livellato, come mai non è altrettanto livellata anche la linea di taglio di quelle colonne?
forse perchè non sono ancora state tagliate?

Tagli zigzagati, sfarfallati, frastagliati, perfino un taglio cornuto, e poi inclinazione insufficente delle diagonali, addirittura colonne senza diagonali, mancanza di uniformità nelle altezze di taglio...
Perchè dovremmo accettare così tanta superficialità e incompetenza e insensatezza da parte di un operaio che, invece, ha dimostrato di non essere affatto un operaio burattino nel taglio della colonna della prima foto?
Forse perchè la versione ufficiale fa affidamento proprio sulla stupidità dell'operaio burattino per sopravvivere? quindi, senza il burattino che ha tagliato quelle colonne la versione crollerebbe, visto che non potrebbe mai spiegare quei ridicoli tagli con un crollo strutturale, è così?
Un pò come quelle due torri, insomma: senza i 19 burattini non sarebbero mai crollate e, di conseguenza, nessuna versione ufficiale sarebbe mai esistita.


Quante domande e quante dubbi, vero? e tutto questo perchè?
perchè l'insensatezza che abbonda nel fotogramma è abnorme, ecco perchè!
Basterebbe così poco per spazzarla via all'istante, ma davvero poco.
Basterebbero 7 parole e un punto esclamativo: le colonne non sono ancora state tagliate!

Tutto qua
Inviato il: 7/5/2011 15:35
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  Calvero
      Calvero
Re: Sbugiarda questo Attivissimo
#37
Sono certo di non sapere
Iscritto il: 4/6/2007
Da Fleed / Umon
Messaggi: 11964
Offline
Bella lì, Nessuno

.... alla tua
_________________
Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
Inviato il: 7/5/2011 15:46
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  nessuno45
      nessuno45
Re: Sbugiarda questo Attivissimo
#38
So tutto
Iscritto il: 15/12/2009
Da rovigo
Messaggi: 22
Offline
alla nostra, amico mio, alla nostra
Inviato il: 7/5/2011 16:05
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  m4x
      m4x
Re: Sbugiarda questo Attivissimo
#39
Mi sento vacillare
Iscritto il: 6/6/2007
Da
Messaggi: 694
Offline
Inviato il: 15/5/2011 23:35
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  m4x
      m4x
Re: Sbugiarda questo Attivissimo
#40
Mi sento vacillare
Iscritto il: 6/6/2007
Da
Messaggi: 694
Offline
http://www.youtube.com/watch?v=f44hyl5CzkU

Video fatto dal sottoscritto diviso in due spezzoni da 15 minuti, ci sono un po' d'immagni eloquenti e le testimonianze più scottanti che sono venute alla luce negli ultimi anni...

Se non avete voglia di rompervi le scatole per mezz'ora guardatevi almeno questo > http://www.youtube.com/watch?v=vJ6cJ_jGqLo

Sicuramente una delle testimonianze più esplicative...
Inviato il: 25/3/2012 12:32
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  edo
      edo
Re: Sbugiarda questo Attivissimo
#41
Sono certo di non sapere
Iscritto il: 9/2/2006
Da casa
Messaggi: 4441
Offline
ci è giente che a malapena è buona di parlare l'itagliano... sottotitoli?
Inviato il: 25/3/2012 21:12
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  m4x
      m4x
Re: Sbugiarda questo Attivissimo
#42
Mi sento vacillare
Iscritto il: 6/6/2007
Da
Messaggi: 694
Offline
fatica
Inviato il: 26/3/2012 14:43
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
 Vai all'inizio   Discussione precedente   Discussione successiva
<12

 


 Non puoi inviare messaggi.
 Puoi vedere le discussioni.
 Non puoi rispondere.
 Non puoi modificare.
 Non puoi cancellare.
 Non puoi aggiungere sondaggi.
 Non puoi votare.
 Non puoi allegare files.
 Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA