Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE

ATTENZIONE: Chiunque voglia scrivere su Luogocomune è pregato di leggere prima QUESTO AVVISO (aggiornato 01.11.07)



Indice del forum Luogocomune
   Commenti liberi
  Vivete in un Paese di merda.

Naviga in questo forum:   1 Utenti anonimi

 

 Vai alla fine   Discussione precedente   Discussione successiva
  •  Vota discussione
      Vota questa discussione
      Eccellente
      Buona
      Discreta
      Scadente
      Terribile
Autore Discussione
  •  lysmata
      lysmata
Vivete in un Paese di merda.
#1
Ho qualche dubbio
Iscritto il: 27/3/2011
Da
Messaggi: 286
Offline
Ho avuto modo, questa settimana passata, di prendere a noleggio un camper e andare dalla Spagna all'Italia per una settimana di vacanze miste a lavoro. Avevo bisogno di cercare materiale per il mio negozio presso alcuni fornitori, e cosí ho approfitato per prendere moglie e cane e fare un giretto.
Una settimana di ferie in Italia son bastate a ricordarmi il perché della mia fuga. Preciso subito che ovviamente non sono state le uniche ferie in italia in tutti questi anni di vita all'estero, ma occorre dire che le vacanze al paesello in riva al mare della Sardegna per vedere la famiglia, 15 giorni l'anno, sono un pó una gabbia dorata.

Tento di fare una sintesi cosí, di stomaco, caldo calco delle sensazioni vissute.

1. Metto gasolio al camper in Spagna. Un euro e dieci. In italia non lo troveró a meno di uno e 35 nemmeno torturando il benzinaio.

Oltrepasso la frontiera tra Francia e Italia in Val di Susa. Una nevicata in corso con conseguente serpentone kilometrico mi da tempo di notare le tante scritte "No Tav".
Pago i caselli fino a Torino, cazzo, meno di 150 kilometri e già mi hanno portato via una 20ina di euro. In questo secondi solo ai francesi, 'cci loro.

L'idea è quella di dormire in un'area di sosta attrezzata ( cosí dice la guida camper) dietro l'Olimpico, di fianco alla caserma dei carabinieri. L'area si rivela un pantano a causa della pioggia, frequentato da pochi campeggiatori ma da un bel gruppetto di rumeni con annesse auto, moto e fuochi. Ce la facciamo sotto, e decidiamo di dormire davanti alla caserma. Peccato che alle 8 del mattino ci sveglino dicendoci che lí, non possiamo restare.
Scarichiamo e acque grigie del camper e ricarichiamo in un'area camper piena di pezzi di merda che, lungi da essere scaricati nell'apposito tombino, sono stati riversati lí, sull'asfalto. Complimentoni.

Andiamo a fare la spesa in un centro commerciale. avendo pochi articoli passiamo alla cassa self service. Mia moglie è spagnola, e la dobermann adetta al controllo, sentendoci parlare in africano o giú di lí decide che siamo sicuramente dei ladri. Controllo a campione, ci svuota le bvuste, chiede di vedere la borsa di mia moglie, e fatte le doverose resistenze decide di farci il favore e di lasciarci passare. Mi incazzo come un drago, la mando a quel paese, ma subito dopo mi rendo conto che per uscire dall'area casse devo passare uno scontrino con un codice a barre che sblocca la porta. Ovviamenge lo scontrino ce lo deve dare la stronza, che ce lo fa pesare. Azzo, meno male che avevamo fretta di tornare al camper... nemmeno a Fort knox...

Continuiamo il nostro giro, arrivando a Milano. Qui un fornitore tenta di farci pacco doppiopacco e contropaccotto tentando di rifilarmi cose da me non richieste. Me le troveró in fattura mio malgrado, a fattura già pagata. Domani dovró litigare con il bastardo per farmi abbonare la differenza.

Scendiamo da lí verso Bologna, dove ho familiari. Decidiamo di fare una sorpresa e ci becchiamo una coda di tre ore per colpa di un incidente. Riusciamo finalmente ad arrivare, e la cena in famiglia si rivela un meeting di Forza Nuova o qualcosa di piú estremo, tutti che sono esasperati dai continui furti ad opera degli extracomunitari, e i barconi che vengono a portare malattie e... <troie negre, che vengon qui a partorire cosí hanno la cittadinanza e le dobbiamo mantenere noi a forza di tasse, e ho dovuto vendere la casa meno di quanto l'ho pagata perche sennó me la pignoravano... e l'Imu e Renzi, e quel minchione di Grillo che non ha fatto un cazzo edé peggio degli altri.... continua con un largo ecc di bile riversata complice il vino in tavola....>.
Il giorno dopo... dai, non siete mai stati a Bologna, andiamo a fare un giro! Ci ritroviamo mezz'ora dopo in un outlet di "grandi"marche, semideserto, con commesse piú aggressive di orche assassine, alla disperata ricerca di un potenziale compratore che possa migliorare l magra cassa del giorno.

Ciao ciao, un saluto! Ci vediamo presto e grazie eeeeeh? Ma già ve ne andate? Si, sai, molti km, e poi domani devo essere a lavoro... balle. Scappiamo. Un salto alle 5 terre. Cazzo, patrimonio dell'umanità, e in foto Manarola sembra spettacolare.

Facciamo miracoli per non farci fregare dagli autovelox messi con l'assoluto obiettivo non di evitare incidenti ma di far cassa. Rettilineo visibiltà 500 metri e da 90 si passa a 70 poi a 50 senza motivo apparente. trovo davanti un'auto che rallenta, faccio per superare ma mentre sono nella corsia sinistra mi vedo l'autovelox, mal segnalato. Freno a rischio di avere un incidente ma oramai è fatta. Vedremo il salasso, se mi arriva. Finisco il sorpasso, e dopo 50 metri mi sorpassa lo stronzone, ridendo e facendomi un bel dito medio fuori dal finestrino.

Superfluo dire che non abbiamo visto NULLA di bello alle 5 terre. Le aree per camper a 3-4km dal centro del paese, l'unico accessibile era monterosso che aveva un porticciolo sterrato e null'altro come area camper. Che tristezza. Mavvaff. Andiamo via.
Rientriamo verso casa, ma dobbiamo passare da Gallarate. Mia moglie vuol vedere il Duomo di Milano, almeno di sfuggita.
L'autostrada, cara ma caraaaaaa, oltretutto tutta la liguria con limite a 90. Arriviamo a Milano, grigia e sporca come non mi ricordavo piú, le pareti ricoperte da scritte spray di giovani minchioni. La zona centrale sembra quasi finta da quanto si ostenta lusso. Mia moglie, sorpresa, rimane ammaliata dalla città. Parcheggiamo davanti all'università. Un salto al Duomo, mi vedo tre ragazze, ognuna con il cellulare in mano, facendosi il selfie. Quando a voce alta commento l'ironia della scenetta una arrossisce e scappa sorridendo. Ah, benedetta giovinezza... e che bello il Duomo... l'ultima volta che lo vidi aveva le impalcature, lo stavano ristrutturando.

Usciamo da milano, e in zona Rho, grazie ai lavori per l'expo ci mangiamo 10 km di coda. Maledetti bastardi, arriveró a gallarate alle due del mattino.

Altro fornitore... eeeee bella vita tu in spagna! Ma lo sai quanto pago io di imu? No ma dico, lo sai? Qui oramai non si lavora mica, si sopravvive, ma qualche giorno dichiaro fallimento e faccio come te... e vaffanculo renzi grillo e salvini. Berlusconi? Ma no...oramai da da mangiare ai piccioni...

Salutiamo e rotta verso casa. Faccio un errore imperdonabile. Nel navigatore scelgo emplicemente la rotta "casa". Il congegno maledetto mi porta al traforo del Frejus, ma quando me ne accorgo oramai sono al casello.

58,90 euro.


Ma andate a cagare...

_________________
Lavorare deve essere veramente uno schifo, se per convincerti a farlo ti devono pagare.
Inviato il: 23/2/2015 3:45
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  Davide71
      Davide71
Re: Vivete in un Paese di merda.
#2
Dubito ormai di tutto
Iscritto il: 8/7/2006
Da
Messaggi: 2108
Offline
Ciao lysmata:

devo ammettere che hai anche affrontato il viaggio con le peggiori aspettative. Pensare di scorrazzare nel nostro Paese a 100 all'ora senza spendere nulla è sicuramente il modo peggiore per iniziare un viaggio in Italia. Anzi è sicuramente il modo migliore per odiarla! Inoltre andare in giro in camper a metà febbraio...e la zona di Gallarate non è il nostro migliore biglietto da visita!
Cmq. sì, devo ammettere che oggi come oggi per goderti l'Italia devi essere ben ricco; inoltre è vero, non siamo noi Italiani a rendere turistico il Paese, ma approfittiamo spudoratamente delle bellezze che Natura e Cultura offre.
Ma avresti almeno potuto andare in un posto dove tali bellezze ci sono...alle Cinque Terre ci si va perlomeno in primavera...
_________________
Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Inviato il: 23/2/2015 12:23
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  lysmata
      lysmata
Re: Vivete in un Paese di merda.
#3
Ho qualche dubbio
Iscritto il: 27/3/2011
Da
Messaggi: 286
Offline
ok ok.... il problema quindi é la stagione... Vedo che ci siamo capiti, insomma.
_________________
Lavorare deve essere veramente uno schifo, se per convincerti a farlo ti devono pagare.
Inviato il: 23/2/2015 13:15
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  Al2012
      Al2012
Re: Vivete in un Paese di merda.
#4
Dubito ormai di tutto
Iscritto il: 25/10/2005
Da
Messaggi: 2158
Offline
_________________
“Capire … significa trasformare quello che è"
Inviato il: 23/2/2015 19:08
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  lysmata
      lysmata
Re: Vivete in un Paese di merda.
#5
Ho qualche dubbio
Iscritto il: 27/3/2011
Da
Messaggi: 286
Offline
al, ma lo sai che ci ho pensato pure Io?
_________________
Lavorare deve essere veramente uno schifo, se per convincerti a farlo ti devono pagare.
Inviato il: 23/2/2015 22:23
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  Al2012
      Al2012
Re: Vivete in un Paese di merda.
#6
Dubito ormai di tutto
Iscritto il: 25/10/2005
Da
Messaggi: 2158
Offline
E’ stata la prima cosa che mi è venuta in mente, mentre leggevo la tua cronaca del viaggio in Italia.

In ogni caso cerca d’informarci sugli sviluppi sociali in Spagna ….

A proposito sai qualcosa su:
La cooperazione integrale
https://byologik.wordpress.com/2012/05/07/la-cooperazione-integrale/

(Guarda anche i filmati)
_________________
“Capire … significa trasformare quello che è"
Inviato il: 23/2/2015 23:00
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  lysmata
      lysmata
Re: Vivete in un Paese di merda.
#7
Ho qualche dubbio
Iscritto il: 27/3/2011
Da
Messaggi: 286
Offline
fenomeni del genere, in Catalunya passano assolutamente inosservati. Catalunya é Lombardia e Barcelona é Milano, se vogliamo creare una similitudine, in veritá nemmeno poi tanto forzata. Motore economico, nucleo di pulsioni indipendentiste, la catalogna é un territorio definitivamente di destra, anche se si in tanti si atteggiano a "perroflauta" (un pó l'equivalente di quelli che io ho sempre chiamato punkabbestia). L'indipendentismo catalano, pur nascendo dallo strangolamento franchista dell'identitá culturale e sociale catalana, si dimostra sempre spinta infatti da falangi xenofobe e conservatrici. quasi per una forma di contrappasso, i catalanisti piú estremi proibiscono l'uso del castigliano nel commercio, nell'educazione, addirittura nella piazza. Parla in castigliano ad un catalanista, e lui ti risponderá sempre in catalano. E se non lo capisci beh, cazzi tuoi.

In un quadro culturale del genere puoi ben capire che esperimenti sociali come Calafou nemmeno arrivano ad essere accennati nei vari media. Ed effettivamente devo dirti che é la primissima volta in cui sento parlarne.

Tutto sommato peró la Spagna é avvezza a quewsto tipo di "esperimenti", giá da decenni. In merito ti consiglio di cercare informazioni su Marinaleda e su Sanchez-Gordillo. Quest'ultimo sí che é riuscito ad avere piú impatto mediatico, grazie anche a azioni di protesta piuttosto forti come la famosa spesa proletaria in un supermercato.
_________________
Lavorare deve essere veramente uno schifo, se per convincerti a farlo ti devono pagare.
Inviato il: 24/2/2015 0:35
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  FedeV
      FedeV
Re: Vivete in un Paese di merda.
#8
Mi sento vacillare
Iscritto il: 18/10/2006
Da
Messaggi: 445
Offline
Mi scuserai lysmata ma a parte inanellare una riga di gne gne sui prezzi non ho letto granché.

Non hai mai visto Bologna e per visitarla vai in un centro commerciale.

In una strada che non conosci, con un camper sorpassi un'auto, e mi tiri fuori la patetica scusa dell'incidente che hai rischiato di fare perché il velox era mal segnalato.

Il classico straniero che viene in Italia a fare l'italiano di cui poi si lamenta.

Restatene nell'Eden. Cazzo vuoi qui?
Inviato il: 24/2/2015 11:22
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  Det.Conan
      Det.Conan
Re: Vivete in un Paese di merda.
#9
Dubito ormai di tutto
Iscritto il: 23/6/2006
Da
Messaggi: 1754
Offline
Citazione:
e quel minchione di Grillo che non ha fatto un cazzo edé peggio degli altri....


Citazione:
e vaffanculo renzi GRILLO e salvini.


Poi uno si chiede come mai l'Italia sprofonda.
Non credo esistano altri paesi al mondo dove l'opposizione che non ha mai governato ed esiste in pratica da soli due anni viene equiparata nelle lamentele e negli improperi ai partiti che hanno governato negli ultimi 20 anni o che esistono da 50.

Misteri della fede.
Inviato il: 24/2/2015 12:32
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  Davide71
      Davide71
Re: Vivete in un Paese di merda.
#10
Dubito ormai di tutto
Iscritto il: 8/7/2006
Da
Messaggi: 2108
Offline
Ciao Lysmata:

Citazione:
ok ok.... il problema quindi é la stagione... Vedo che ci siamo capiti, insomma.


No. Non ci siamo capiti. Quello che volevo che capissi è che il nostro Paese è bellissimo ma abbiamo uno Stato di merda. Se vieni qui a febbraio è ovvio che noti solo il secondo aspetto!
_________________
Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Inviato il: 24/2/2015 13:34
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  Al2012
      Al2012
Re: Vivete in un Paese di merda.
#11
Dubito ormai di tutto
Iscritto il: 25/10/2005
Da
Messaggi: 2158
Offline
@ lysmata

Citazione:
In merito ti consiglio di cercare informazioni su Marinaleda e su Sanchez-Gordillo. Quest'ultimo sí che é riuscito ad avere piú impatto mediatico, grazie anche a azioni di protesta piuttosto forti come la famosa spesa proletaria in un supermercato.


Su Marinaleda e su Sanchez-Gordillo avevo già cercato informazioni e segnalato su LC.

L’impatto mediatico di Marinaleda è sicuramente maggiore, perché coinvolge un paese intero di circa 3000 persone.
La cooperazione integrale catalana è sicuramente un fenomeno meno appariscente, anche perché coinvolge un numero minore di persone, ma resta comunque un tentativo alternativo al modello sociale che volenti o nolenti accettiamo come unico possibile.

Probabilmente molti pensano che questi modelli siano destinati al fallimento e che sono improponibili su grande scala. Forse hanno ragione, ma non perché i modelli alternativi sono utopici.
In merito del termine “utopia” trascrivo quello che ha detto Adriano Olivetti

Citazione:
“Beh, ecco, se mi posso permettere, spesso il termine utopia è la maniera più comoda per liquidare quello che non si ha voglia, capacità o coraggio di fare.
Un sogno sembra un sogno fino a quando non si comincia a lavorarci. E allora può diventare qualcosa di infinitamente più grande”.


In certi casi definiamo Utopia quello che non si ha voglia , capacità o coraggio di fare, anche perché andare contro corrente non è facile.
Siamo nati e cresciuti dentro un sistema competitivo, educati alla competizione che, in pratica, ci insegna che l’importante è vincere non partecipare

Ti segnalo alcuni video (che non ho visto, sono in spagnolo)

video cooperativa catalana
https://www.youtube.com/results?search_query=cooperativa+catalana
_________________
“Capire … significa trasformare quello che è"
Inviato il: 24/2/2015 16:39
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  Slobbysta
      Slobbysta
Re: Vivete in un Paese di merda.
#12
Dubito ormai di tutto
Iscritto il: 23/7/2013
Da
Messaggi: 2227
Offline
Mah...il racconto senza le conclusioni affrettate può anche esser divertente, Fantozziano...però l'Italia è grande e non c'è solo merda...

Ho ricordi anche sulla Spagna, a volte drammatiche..a volte interessanti...forse il mio racconto sarebbe anche più avventuroso...ma non ho voglia di competizioni stupide...comunque ti potrei raccontare di tutto bello e brutto che sia...io quando ero ragazzino, sacco a pelo ecc. alle cinque terre, casualmente ho dormito nella villa dei Barilla...tre giorni dopo ho rischiato la pelle per una banda di balordi a Firenze...

La prossima volta...perché non vai a Napoli a campeggiare...ti potresti ricredere di su questo viaggio...

Slobbysta
Inviato il: 24/2/2015 18:16
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  lysmata
      lysmata
Re: Vivete in un Paese di merda.
#13
Ho qualche dubbio
Iscritto il: 27/3/2011
Da
Messaggi: 286
Offline
Leggendo alcune delle risposte capisco che non puoi vedere il problema, se tu stesso sei parte del problema.

Quel che raccontavo no era nè una critica né nulla. Dico semplicemente che non è un gran bel vivere, quello in italia degli ultimi anni. E vederlo come si guarda la terra dallo spazio ti da una gran bella prospettiva.

Solo una chiosa al minchione che dice che uso la patetica scusa dell'incidente per l'autovelox. Minchione, niente scuse, è che ti ci voglio vedere inchiodando a 80 all'ora in corsia di sorpasso con un camper da 3 tonnellate e mezzo. Un autovelox in mezzo al nulla è una puttanata, a casa mia.

TORNIAMO A COSE SERIE.


Grazie Al, gli dó un'occhiata. Bella la frase sull'utopia, anche se credo la si dovrebbe sviluppare integrandola con il concetto di impotenza appresa. Ma magari sono io, che al "volemose bene" tanto caro a queste trasposizioni pseudocristiane del kolkotz ho sempre preferito l'approccio societario "ignorami e non rompere i coglioni"
_________________
Lavorare deve essere veramente uno schifo, se per convincerti a farlo ti devono pagare.
Inviato il: 24/2/2015 23:15
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  lysmata
      lysmata
Re: Vivete in un Paese di merda.
#14
Ho qualche dubbio
Iscritto il: 27/3/2011
Da
Messaggi: 286
Offline
Detective conan, anche io sono rimasto sorpreso. Ma questa è una frase che sento spesso dire da chi è ancora in italia dei miei cari. È come se il cinquestelle fosse stato "istituzionalizzato". Tutti uguali, nel calderone pure loro. In questo senso, la mossa fatta dalla partitocrazia italiana è stata da manuale.
_________________
Lavorare deve essere veramente uno schifo, se per convincerti a farlo ti devono pagare.
Inviato il: 24/2/2015 23:42
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  edo
      edo
Re: Vivete in un Paese di merda.
#15
Sono certo di non sapere
Iscritto il: 9/2/2006
Da casa
Messaggi: 4529
Offline
Vivo in un paese di merda: lo so.
C'è anche di peggio, però anche di meglio. Merda è una definizione corretta per italia.
Inviato il: 25/2/2015 7:55
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  titano75
      titano75
Re: Vivete in un Paese di merda.
#16
Mi sento vacillare
Iscritto il: 22/4/2005
Da Roma
Messaggi: 704
Offline
Mah sarà..... forse bisognerebbe viaggiare di più , primo perchè apre la mente, secondo perchè ci si rende conto che non esiste un posto diverso dalla merda, se la "merda" ce la portiamo in testa ...

Francamente l'italia mi da al cazzo , però alla fine vivo qui... ho viaggiato moltissimo fortunatamente e sempre fortunatamente non ho mai avuto nemmeno il più piccolo dubbio di lasciare questo paese ... di merda ??? no nn direi ... amministrato alla cazzum sicuro , ma non crediate che al di fuori sia sempre tutto meglio di qua.... AAAA l'erba del vicino è sempre più verde.... ma anche no.

Non trovo cassiere cafone, non trovo parenti che si mettono a parlare di IMU ( francamente non ce ne frega una beata minchia ) nn mi stupisco degli autovelox e soprattutto non viaggio in camper ; ma sicuro avendo viaggiato per un mese con la macchina in spagna ( dove tra l'altro sono stato almeno una 10ina di volte ) non trovo tutta questa miglior vita che in italia... così come non ho trovato miglior vita in giappone, in USA , in Brasile, in Argentina, alle Maldive in India, a Taiwan e persino a Melbourne .... Ognuno vive bene in qualsiasi posto se non si è offuscati dalle "inezie".... non sono io a dovermene andare ,spero che sia l'italia prima o poi a migliorare ... e cmq ribadisco che l'italia E' un paese fantastico sotto moltissimi punti di vista!!!

Emiliano
_________________
a faccià in giù su di uno specchio d'acqua....
ascolto il mondo e vedo il fondo...
Inviato il: 25/2/2015 13:51
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  infosauro
      infosauro
Re: Vivete in un Paese di merda.
#17
Dubito ormai di tutto
Iscritto il: 23/5/2008
Da questo mondo (credo)
Messaggi: 2375
Offline
Citazione:

edo ha scritto:
Vivo in un paese di merda: lo so.
C'è anche di peggio, però anche di meglio. Merda è una definizione corretta per italia.

Bisogna anche inquadrare la questione in prospettiva alle potenzialità che si hanno: se un paese può andare a 100, ma viaggia a 50 si può dire che sia peggiore di uno che può andare a 50, ma viaggia a 40.
_________________
"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
Inviato il: 25/2/2015 14:22
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  FedeV
      FedeV
Re: Vivete in un Paese di merda.
#18
Mi sento vacillare
Iscritto il: 18/10/2006
Da
Messaggi: 445
Offline
Citazione:

lysmata ha scritto:

Solo una chiosa al minchione che dice che uso la patetica scusa dell'incidente per l'autovelox. Minchione, niente scuse, è che ti ci voglio vedere inchiodando a 80 all'ora in corsia di sorpasso con un camper da 3 tonnellate e mezzo. Un autovelox in mezzo al nulla è una puttanata, a casa mia.


Cooosa !? Tre tonnellate e mezza a 80 all'ora!?!!! Devi essere un asso del camperismo mondiale per non esserci rimasto secco. Oppure abitare in Spagna.

Non c'è niente da fare quelli che vengono in Italia tronfi sono fatti tutti con lo stampino. Perché hanno la prospettiva privilegiata si intende. Dallo spazio. Ma quando sono in Italia fanno tutto come cazzo gli pare.

Come per esempio guidare il camper come cazzo gli pare. E se gli va male l'Italia è un paese di merda. Perché le cinque terre fanno cagare, Bologna è stata costruita sulle rovine del Carrefur di Casalecchio, e in Piazza Duomo i selfie andrebbero proibiti come in Spagna.

Ma guai a farglielo notare.
Inviato il: 25/2/2015 14:48
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  lysmata
      lysmata
Re: Vivete in un Paese di merda.
#19
Ho qualche dubbio
Iscritto il: 27/3/2011
Da
Messaggi: 286
Offline
Fedev, confermo. Sei un minchione.
_________________
Lavorare deve essere veramente uno schifo, se per convincerti a farlo ti devono pagare.
Inviato il: 25/2/2015 16:33
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  lysmata
      lysmata
Re: Vivete in un Paese di merda.
#20
Ho qualche dubbio
Iscritto il: 27/3/2011
Da
Messaggi: 286
Offline
Titano, occhio eh? Perchè non è che fino all'altro ieri abbia vissuto su un asteroide. Però ribadisco che tornando in quella che dovrei chiamar casa, noto un mal vivere che si deve probabilmente alla situazione o probabilmente alla gente. Peró tanta intolleranza, tanta "malizia", tanta meschinità io, quando vivevo in Italia, non la notavo. O magari non mi pesava, non so.
Edit:anche se a pensarci bene forse quel che mi ha spinto a fare le valigie é stata questa maniera di vivere alla italiana...

Poi ci sono i minchioni che non capiscono il messaggio, ed altri che il messaggio non lo recepiscono perchè sono di fatto parte del problema. Tu sei di quelli, forse. Rimani in Italia, se ne sei contento. A me terrorizzerebbe l'idea di tornare a vivere lí, ma contento tu...
_________________
Lavorare deve essere veramente uno schifo, se per convincerti a farlo ti devono pagare.
Inviato il: 25/2/2015 16:41
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  Fabyan
      Fabyan
Re: Vivete in un Paese di merda.
#21
Mi sento vacillare
Iscritto il: 29/7/2008
Da nowhere
Messaggi: 671
Offline
Citazione:

lysmata ha scritto:

1. Metto gasolio al camper in Spagna. Un euro e dieci. In italia non lo troveró a meno di uno e 35 nemmeno torturando il benzinaio.

Oltrepasso la frontiera tra Francia e Italia in Val di Susa. Una nevicata in corso con conseguente serpentone kilometrico mi da tempo di notare le tante scritte "No Tav".
Pago i caselli fino a Torino, cazzo, meno di 150 kilometri e già mi hanno portato via una 20ina di euro. In questo secondi solo ai francesi, 'cci loro.

Andiamo a fare la spesa in un centro commerciale. avendo pochi articoli passiamo alla cassa self service. Mia moglie è spagnola, e la dobermann adetta al controllo, sentendoci parlare in africano o giú di lí decide che siamo sicuramente dei ladri. Controllo a campione, ci svuota le bvuste, chiede di vedere la borsa di mia moglie, e fatte le doverose resistenze decide di farci il favore e di lasciarci passare. Mi incazzo come un drago, la mando a quel paese, ma subito dopo mi rendo conto che per uscire dall'area casse devo passare uno scontrino con un codice a barre che sblocca la porta. Ovviamenge lo scontrino ce lo deve dare la stronza, che ce lo fa pesare. Azzo, meno male che avevamo fretta di tornare al camper... nemmeno a Fort knox...

Il giorno dopo... dai, non siete mai stati a Bologna, andiamo a fare un giro! Ci ritroviamo mezz'ora dopo in un outlet di "grandi"marche, semideserto, con commesse piú aggressive di orche assassine, alla disperata ricerca di un potenziale compratore che possa migliorare l magra cassa del giorno.

Ciao ciao, un saluto! Ci vediamo presto e grazie eeeeeh? Ma già ve ne andate? Si, sai, molti km, e poi domani devo essere a lavoro... balle. Scappiamo. Un salto alle 5 terre. Cazzo, patrimonio dell'umanità, e in foto Manarola sembra spettacolare.

Facciamo miracoli per non farci fregare dagli autovelox messi con l'assoluto obiettivo non di evitare incidenti ma di far cassa. Rettilineo visibiltà 500 metri e da 90 si passa a 70 poi a 50 senza motivo apparente. trovo davanti un'auto che rallenta, faccio per superare ma mentre sono nella corsia sinistra mi vedo l'autovelox, mal segnalato. Freno a rischio di avere un incidente ma oramai è fatta. Vedremo il salasso, se mi arriva. Finisco il sorpasso, e dopo 50 metri mi sorpassa lo stronzone, ridendo e facendomi un bel dito medio fuori dal finestrino.

Usciamo da milano, e in zona Rho, grazie ai lavori per l'expo ci mangiamo 10 km di coda. Maledetti bastardi, arriveró a gallarate alle due del mattino.

Salutiamo e rotta verso casa. Faccio un errore imperdonabile. Nel navigatore scelgo emplicemente la rotta "casa". Il congegno maledetto mi porta al traforo del Frejus, ma quando me ne accorgo oramai sono al casello.

58,90 euro.
Ma andate a cagare...


Nulla di personale, ma se agisci da italiano medio, ti ritroverai in situazioni da italiano medio quindi, ma che cazzo te ne frega a te? Scopare!
_________________
Il giornalista è colui che distingue il vero dal falso... E pubblica il falso. (Mark Twain)
Inviato il: 25/2/2015 17:57
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  Slobbysta
      Slobbysta
Re: Vivete in un Paese di merda.
#22
Dubito ormai di tutto
Iscritto il: 23/7/2013
Da
Messaggi: 2227
Offline
Citazione:
Peró tanta intolleranza, tanta "malizia", tanta meschinità io, quando vivevo in Italia, non la notavo



Perché c'erano le relazioni vivide, continue..ecco perché non notavi...chi cerca trova..se poi si è nervosi si vede tutto con un altro occhio che innamorati della vita...ci si tira dietro le rogne con la tua predisposizione....

La malizia non sta in Italia, ma nel malizioso...

vedi, in piazza Duomo, al posto del camper con problemi di smaltimento dei liquami, c'è qualcosa che ti avrebbe fatto cambiar idea...
http://www.sevenstarsgalleria.com/it#home

...poi la storia delle ragazzine non l'ho capita..forse non c'entrava un cazzo...?


Boh..io la multa tenterei di non pagarla e rifornirsi in Cina...li si che è un bel vedere, se decidi di far affari..

...il tutto si chiama aspettativa...il gioco delle tre carte...

Slobbysta
Inviato il: 25/2/2015 19:34
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  ivan
      ivan
Re: Vivete in un Paese di merda.
#23
Sono certo di non sapere
Iscritto il: 22/7/2004
Da Bronx
Messaggi: 11520
Offline
_________________
The undeserving maintain power by promoting hysteria F. Herbert

You don't need to take drugs to hallucinate: improper language can fill your world with phantoms and spooks of many kinds R. A. Wilson

La verità raramente è pura e non è mai semplice
Inviato il: 25/2/2015 22:32
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
  •  lysmata
      lysmata
Re: Vivete in un Paese di merda.
#24
Ho qualche dubbio
Iscritto il: 27/3/2011
Da
Messaggi: 286
Offline
Ivan... Anche quella é una cosa che mi ha sorpreso. L'ho sentirá allá radio. Mi ero dimenticato... Alta perla che contribuisce ad alimentarse la mía sensazione..


Slobbysta... Le "ragazzine" erano fighe di 25/30 anni

Posso anche descrivere una bella immagine, no?? Quanta amarezza, cacchio.
_________________
Lavorare deve essere veramente uno schifo, se per convincerti a farlo ti devono pagare.
Inviato il: 26/2/2015 0:58
Crea PDF dal messaggio Stampa
Vai all'inizio
 Vai all'inizio   Discussione precedente   Discussione successiva

 


 Non puoi inviare messaggi.
 Puoi vedere le discussioni.
 Non puoi rispondere.
 Non puoi modificare.
 Non puoi cancellare.
 Non puoi aggiungere sondaggi.
 Non puoi votare.
 Non puoi allegare files.
 Non puoi inviare messaggi senza approvazione.

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA