Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


dagli Usa : La NASA ci spiega le scie chimiche
Inviato da Redazione il 27/1/2006 9:06:01 (12405 letture)

Dovremmo vergognarci di noi stessi. A furia di vedere cospirazioni dappertutto, siamo persino arrivati a sospettare che le vistosissime scie bianche lasciate in cielo dagli aerei di mezzo mondo contengano qualcosa di misterioso con cui i vari governi ci vorrebbero avvelenare.

Se invece di strillare ai quattro venti, solo perchè i nostri politici continuano a fingere che il problema non esista, andassimo al sito apposito della NASA, scopriremmo quello che un qualunque ragazzino delle medie è in grado di spiegarci senza nessuna fatica.

Innanzitutto, queste scie vanno chiamate "con-trails", e non "chem-trails", come fanno i complottisti ignoranti: la contrazione sta per "condensation trails" (scie di condensazione), mentre "chemical trails" significa scie chimiche. E qui di chimico - come ci spiega il sito NASA - non c'è assolutamente nulla, poichè le scie "sono nuvole formate dal vapore acqueo …

… che si condensa e si congela attorno alle mini-particelle, chiamate aerosol, scaricate dai motori degli aerei. Parte del vapore acqueo viene dall'ambiente circostante, parte proviene dagli stessi scarichi dei motori".

("Contrails are clouds formed when water vapor condenses and freezes around small particles (aerosols) that exist in aircraft exhaust. Some of that water vapor comes from the air around the plane; and, some is added by the exhaust of the aircraft.

The exhaust of an aircraft contains both gas (vapor) and solid particles. Both of these are important in the formation of contrails. Some elements of the exhaust gasses are not involved in contrail formation but do constitute air pollution. "


"Gli scarichi dei motori contengono sia particelle gassose che solide, e ambedue contribuiscono alla formazione delle scie. Alcuni componenti dei gas di scarico non contribuiscono alla formazione delle scie, ma contengono elementi inquinanti."

Purtroppo la spiegazione scientifica finisce qui, e il link di approfondimento "Contrail Formation Guide" ("guida alla formazione delle scie di condensazione) disgraziatamente non funziona. Un pò come fare un sito che spiega perchè la mafia non esiste, con il link "Storia della Sicilia" che non porta da nessuna parte.

Ma se per caso qualcuno avesse notato una differenza fra la breve scia di un caccia, che scompare dopo pochi secondi, e certe "inseminazioni" che arrivano ad oscurare l'intero orizzonte per il resto della giornata, il sito NASA ci spiega che

"Contrails are all made of the same materials and are formed in the same way, but exist for different lengths of time. Because of the differences in contrail "life-spans", contrails can be divided into three groups: short-lived, persistent (non-spreading), and persistent spreading."

"Le scie si formano tutte nello stesso modo, e a partire dagli stessi elementi, ma si possono presentare in tre forme diverse: a vita breve, persistenti (che non si allargano), e persistenti che si allargano."

"Short-lived contrails look like short white lines following along behind the plane, disappearing almost as fast as the airplane goes across the sky, perhaps lasting only a few minutes or less. The air that the airplane is passing through is somewhat moist, and there is only a small amount of water vapor available to form a contrail. The ice particles that do form quickly return again to a vapor state."

"Le scie a vita breve sono piccole e corte, e seguono l'aereo a breve distanza, scomparendo praticamente nel tempo che l'aereo ci mette ad attraversare il cielo, qualche minuto al massimo. In questi casi, l'aria è appena umida, è c'è solo una piccola quantità di vapor acqueo disponibile per formare la scia. Le particelle di ghiaccio che si formano tornano rapidamente allo stato gassoso."

Persistent (non-spreading) contrails look like long white lines that remain visible after the airplane has disappeared. This shows that the air where the airplane is flying is full of moisture, and there is a large amount of water vapor available to form a contrail. Persistent contrails can be further divided into two classes: those that spread and those that don't. Persistent contrails look like long, narrow white pencil-lines across the sky. Persistent spreading contrails look like long, broad, fuzzy white lines. This is the type most likely to affect climate because they cover a larger area and last longer than short-lived or persistent contrails.

"Le scie persistenti (che non si allargano) sono lunghe striscie bianche che restano visibili in cielo anche quando l'aereo se n'è andato. Questo indica che l'aria attraversata dall'aereo è carica di umidità, e c'è a disposizione una grande quantità di vapor acqueo per formare le scie. Le scie persistenti a loro volta si dividono in due categorie, quelle che non si allarghano, e quelle che si allargano. Le prime sono come lunghe righe di matita sottili, le seconde come righe bianche molto larghe e dai contorni indefiniti. Queste sono quelle che hanno le maggiori probabilità di influire sul clima, perchè coprono un'area molto maggiore, e perchè durano più a lungo di quelle a vita breve o persistenti."

Fine del discorso. Peccato che, fra le altre cose, si siano dimenticati di dirci perchè alcune si allargano e altre no.

In compenso, ci hanno spiegato che alcune scie si chiamano "a vita breve" perchè durano poco, e che durano poco perchè hanno vita breve, mentre altre sono dette "che si allargano" poichè diventano man mano più larghe, e che diventano più larghe perchè sono del tipo "che si allarga".

Pare anche di capire che la differenza fra le prime e le ultime sia dovuta alla quantità di vapor acqueo presente nella zona di cielo attraversata dall'aereo, e che tale quantità determini la lunghezza e la durata della scia, ovvero la sua persistenza.

Se quindi un aereo attraversasse una piscina, si lascerebbe alle spalle una cattedrale di ghiaccio.

Bisogna inoltre dedurre che nei cieli del mondo "non c'è più la siccità di una volta", perchè fino a una decina d'anni fa non era mai successo che un qualunque aereo, di qualunque tipo, ad un qualunque altitudine, si lasciasse alle spalle una scia che durasse più di qualche minuto.

Una volta superato lo sconcerto per la faccia di tolla con cui viene spiegato l'intero fenomeno, rimagono da fare un paio di considerazioni. Prima di tutto, è curioso che questa stessa spiegazione esista, e sotto un'egida così palesemente "governativa", quando vi sono attualmente in America centinaia e centinaia di petizioni popolari, presso giudici, deputati e governatori, per sapere qualcosa di queste misteriose scie chimiche.

Notiamo anche come queste pagine, così pacchianamente "posticce" nella loro pretesa normalità, cerchino nel frattempo di fornire - senza fare troppo baccano - una risposta sul ruolo effettivo che dovrebbero avere queste scie chimiche… scusate, di condensazione, e cioè tenere sotto controllo il clima surriscaldato della Terra.

Davvero tutto lì? E cosa raccontiamo allora, a tutti coloro che hanno recuperato e fatto analizzare un grumo di quella strana poltiglia appiccicosa, che in certi casi si deposita fino a terra, e che ha rivelato contenere anche elementi di origine organica? Che l'aereo sopra di loro ha attraversato direttamente una mandria di buoi?

Massimo Mazzucco


(Grazie a Blacksabbath per la segnalazione).

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
frankad
Inviato: 27/1/2006 9:35  Aggiornato: 27/1/2006 11:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/10/2005
Da: ICHNOS
Inviati: 1921
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Bufale, diamine, ma finalmente da qualche "parte" qualcuno scuce la bocca. La NASA va benissimo. Per cominciare a capire qualcosa rispetto ad un fenomeno presente in tutto il mondo, visto il solito interesse istituzionale per le petizioni e richieste di chiarimenti sul fenomeno stesso, bisognava che il sistema ordinasse a qualche servo di sparare qualcosa, come sempre qualsiasi cosa. E' la solfa che si ripete e che a me da un'idea di un'arroganza senza limiti umani: qualsiasi cosa gli venga in testa di combinare quali stragi, guerre inventate, omicidi e chi più ne ha più ne metta, ad un certo punto "parte" la loro versione. Il bello è che sembra che giochino con i bambini piccoli: versioni impossibili da credere, anche con tutta la buona volontà, e che assomigliano più ad una presa per i fondelli che ad un tentativo ANCHE di mascherare la verità. Probabilmente si rivolgono ad un target di "persone" che, vista la maggioranza percentuale, riterranno essere quelli che veicoleranno l'opinione istituzionale in numero maggiore. Gli altri verranno tacciati di cospiratori cronici. Detto questo, felice di essere un cospiratore cronico (secondo loro) ed un ricercatore di verità e prese per i fondelli (nella realtà), trovo nell'articolo alcuni "interessanti" riferimenti a cambiamenti climatici, a prescindere dal motivo principale delle affermazioni:

Le scie persistenti a loro volta si dividono in due categorie, quelle che non si allarghano, e quelle che si allargano. Le prime sono come lunghe righe di matita sottili, le seconde come righe bianche molto larghe e dai contorni indefiniti. Queste sono quelle che hanno le maggiori probabilità di influire sul clima, perchè coprono un'area molto maggiore, e perchè durano più a lungo di quelle a vita breve o persistenti."

Influire sul clima? Lo asserisce la NASA, in un momento storico-ambientale come questo? Non viene riportata la più elementare, logica ed agognata risposta che ci si aspetterebbe dopo una frase del genere: in cosa consiste l'influenza sul clima di cui parla la NASA? Siamo di fronte a qualche altra ammissione a denti stretti e/o scappata per sbaglio?

La democrazia è il sistema perfetto per tenere mansueti e silenziosi i cittadini, facendo loro credere di possedere un potere di scelta che in realtà non hanno e non hanno mai avuto.
fiammifero
Inviato: 27/1/2006 10:00  Aggiornato: 27/1/2006 10:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche


Vincenzo togli dai 5 punti del programma il n° 4

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
cocis
Inviato: 27/1/2006 10:17  Aggiornato: 27/1/2006 10:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
http://www.sciechimiche.org/libro_dvd_scie_chimiche.html

ho comprato il dvd.. strano che dalle analisi fatte sulle ragnatele nei campi nell'aria ci siano delle particelle di alluminio quarzo e bario in grande quantità...
strano che interessino solo alcune regioni.. srtano che alcuni campi siano diventati sterili.. si parla che qualche multinzionale vuole sterilizzare cmapi di granoturco per fare in modo che gli agricoltori comprino granoturco modibicato geneticamente in grado di resistere a queste scie chimiche.. ecc..
strano che la gente di un intero paese in canada si ammali tutta contemporaneamente...

tccom
Inviato: 27/1/2006 10:18  Aggiornato: 27/1/2006 10:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Citazione:
in certi casi si deposita fino a terra, e che ha rivelato contenere anche elementi di origine organica

questa mi lascia un pò perplesso...qualcuno ha qualche link più esaustivo del sito della nasa?

...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
Redazione
Inviato: 27/1/2006 10:35  Aggiornato: 27/1/2006 10:35
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Sto caricando su spread-it un documentario in cui si parla proprio della piccola città canadese dove si sono ammalati tutti, e della presenza di elementi organici nei residui delle scie caduti a terra.

Appena è pronto metto il link

Paxtibi
Inviato: 27/1/2006 10:41  Aggiornato: 27/1/2006 10:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
qualcuno ha qualche link più esaustivo del sito della nasa?

Uhm... il forum dedicato, ad esempio? Sono 37 pagine di link e informazioni...

Ci trovi anche questo articolo recente, che non parla di scie, ma dà un'idea di quelli che potrebbero essere i loro effetti sul clima:

"Our findings have significant implications for the study of climate change," said Philip R. Goode, PhD, principal investigator and distinguished professor of physics at NJIT. "The results raise questions about how global temperatures can still rise when the amount of sunlight reaching the surface has decreased." The scientists find that the seemingly paradoxical result is due to an increase in the cloud cover coupled with a peculiar re-arrangement of the clouds, but are unsure why this is happening. This large variability of the clouds and albedo presents a fundamental, unmet challenge to our ability to understand and predict the Earth's climate.

Goode is the director of Big Bear Solar Observatory, California, where the observations were carried out. NJIT has owned and operated the observatory since 1997. Goode's findings are reported tomorrow in "Can the Earth's Albedo and Surface Temperatures Increase Together," published tomorrow by Eos (Jan. 24, 2006), the weekly newspaper of geophysics published by the American Geophysical Union. The National Aeronautics and Space Administration funded the research.

"Recently analyzed cloud data from the International Satellite Cloud Climatology Project (ISCCP) confirm the trend in reflectance," said Goode. "The data also reveal that from 2000 to now the clouds have changed so that the Earth may continue warming, even with declining sunlight.


Le nuvole sono aumentate dal '97, e dal 2000 sono "cambiate", cooperando al riscaldamento del pianeta nonostante la diminuizione della luce solare che lo raggiunge, ma nessuno sa spiegare il perché. Sarà colpa dell'umidità a strisce, come si può evincere da queste foto, scattate sopra casa mia (dove non sarebbe prevista alcuna rotta civile, tra l'altro):



Scherzo da pilota: "io ce l'ho più lunga!"

yarebon
Inviato: 27/1/2006 10:55  Aggiornato: 27/1/2006 10:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
il fenomeno è diventato così invasivo e così evidente per molte persone che era impossibile non darne una spiegazione ufficiale, giusto così che i vari attivissimo e cicap del mondo potessero usare queste dichiarazioni "ufficiali" per controbattere contro noi cattivi e paranoici cospirazionisti!
La nasa da una spiegazione del fenomeno assolutamente puerile ed infantile. Se ad un bambino della scuola elementare fosse stato chiesto di spiegare le scie chimiche in un tema di classe, si sarebbe impegnato di più. E questi sono gli uomini che hanno mandato degli astronauti sulla luna? sono inorridito!
A proposito qualcuno sa se l'interrogazione parlamentare di un deputato di an sul fenomeno abbia sortito almeno un minimo effetto?

BlSabbatH
Inviato: 27/1/2006 11:06  Aggiornato: 27/1/2006 11:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/9/2005
Da: Bergamo
Inviati: 837
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
gran bell'articolo Massimo!!

-- Under capitalism, man exploits man. Under communism, it's just the opposite. -- J.K. Galbraith
Ghilgamesh
Inviato: 27/1/2006 11:24  Aggiornato: 27/1/2006 11:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Un particolare che hanno "dimenticato" nel sito della NASA, è che queste scie le formano aerei ad un'altezza variabile tra gli otto e i docimila metri.

Io ho foto scattate da casa mia, in cui se ne vedono una decina insieme.

Abito vicino a Roma.

Non conosco dettagliatamente i piani di volo ( se qualcuno sapesse dirmi dove trovarli sarei molto grato) ma in questa zona partono e arrivano molti aerei, mi sembra difficile che ne facciano passare anche in alta quota.

A logica, con lo spazio che c'è, credo si tenda a non congestionare le stesse aree per tutti i passaggi aerei ... quindi potrei anche sbagliare, dato che non confido molto sulla logica di chi organizza i piani di volo ^__^

Grazie per ogni informazione.

Statemi bene

Parsifal
Inviato: 27/1/2006 11:50  Aggiornato: 27/1/2006 11:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2005
Da: Monsalvat
Inviati: 359
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Citazione:
In compenso, ci hanno spiegato che alcune scie si chiamano "a vita breve" perchè durano poco, e che durano poco perchè hanno vita breve, mentre altre sono dette "che si allargano" poichè diventano man mano più larghe, e che diventano più larghe perchè sono del tipo "che si allarga".

Pare anche di capire che la differenza fra le prime e le ultime sia dovuta alla quantità di vapor acqueo presente nella zona di cielo attraversata dall'aereo, e che tale quantità determini la lunghezza e la durata della scia, ovvero la sua persistenza.

Se quindi un aereo attraversasse una piscina, si lascerebbe alle spalle una cattedrale di ghiaccio.



ahahahahah scusatemi ma proprio non riesco a non ridere. magari non c'è nulla di divertente, almeno permettetemi di scaricare il nervosismo


Nehmet hin meinen Leib,
nehmet hin mein Blut,
um unser Liebe willen!
Grappa
Inviato: 27/1/2006 12:17  Aggiornato: 27/1/2006 12:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/9/2005
Da: ... nomade sulle colline di Langa e Monferrato
Inviati: 61
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Salute a tutti

... dire incuriosito è un eufemismo, associare la nota che andrò ad incollare è probabilmente un azzardo, resta il fatto che leggo la news dell'ANSA che segue e penso alle "scie chimiche".

Decido di entrare nel forum dove se ne parla e aggiornarmi. Chissà, forse quel che ho appena letto può avere un fantasioso legame.

Clicco sulla barra dei preferiti di Safari per entrare in LC.

In bella vista l'articolo del giorno sulle scie ... troppe simpatiche coincidenze

Bah! Clima, controllo del, previsioni meteo, scie lasciate dagli aerei, NASA piuttosto che ANSA, aereonautica ...

Citazione:
(ANSA) - ROMA, 26 GEN - Entro la fine del 2006 le previsioni atmosferiche potrebbero essere previste per aree molto ristrette, praticamente quartiere per quartiere . L'obiettivo principale dell'accordo firmato tra l'Ufficio generale per la meteorologia dell'Aeronautica militare e dal Centro italiano per le ricerche Aerospaziali punta infatti a previsioni della larghezza di 7 km oggi, di 2,5 km per il 2006 e di 1 km per il 2010.


... e, in tanto, nevica. Le mie colline s'imbiancano di un candore che è bello vedere!

Sarà anche filosofia da cantina ma ... meglio scaldarsi spalando neve che spalare le balle alla "Scaiola" per riscaldarsi

Un abbraccio ed un sorriso a tutti da Asti

... la Libertà è come il respiro, quando manca, soffochi Hic
tccom
Inviato: 27/1/2006 12:19  Aggiornato: 27/1/2006 12:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Citazione:
Uhm... il forum dedicato, ad esempio? Sono 37 pagine di link e informazioni...

e c'hai ragione...ci sono andato qualche minuto dopo aver scritto...ma m'hai tanato
grazie cmq

...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
F.Capretta
Inviato: 27/1/2006 12:20  Aggiornato: 27/1/2006 12:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/1/2005
Da: Le Felici Fattorie
Inviati: 855
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
rilancio una mia vecchia idea: il database italiano delle scie chimiche.

si fa un sito a cui affluiscono tutte le foto, con indicazione di
data, ora, comune, intensità e persistenza del fenomeno.

tipo cropcircleconnector, per esempio, o il database di x-cosmos.it
sempre sui crop circle.

purtroppo non ho il tempo di dedicarmici, se qualcuno ha tempo e voglia
faccia pure. io garantisco il mio contributo.

nel frattempo la cosa più utile ed immediata è fare un webring italiano.

vi invito a guardare questa foto e le successive.

ghiaccio eh.... mavaff...

saluti felici

Felice Capretta

Paxtibi
Inviato: 27/1/2006 12:27  Aggiornato: 27/1/2006 12:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
rilancio una mia vecchia idea: il database italiano delle scie chimiche.

Non si potrebbe sfruttare il sito di Paolo69?

Bisogna insistere su questa storia, è un ottimo metro per capire a che livello arriva il disprezzo dei governanti per i governati, anche se a questo punto io parlerei di vero e proprio odio.

F.Capretta
Inviato: 27/1/2006 12:37  Aggiornato: 27/1/2006 12:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/1/2005
Da: Le Felici Fattorie
Inviati: 855
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
> paxtibi

come ho già detto nel forum apposito, l'articolo che hai postato
secondo me è il centro della questione o quasi.
era uscito anche un documentario su la7 qualche mese fa
che riportava uno studio analogo, partendo però proprio dagli scarichi degli aerei.


> Non si potrebbe sfruttare il sito di Paolo69?

pax questa ha tutta l'aria di essere un autoinvito

per me va benissimo! sentiamo cosa ne dice paolo69.
credo che avremo un problema di costi di banda perchè
le foto ciucciano un po'.

da parte mia ci metto skill per posizionare il sito in alto nei
motori di ricerca alla keyword scie chimiche. e ovviamente
tutte le mie foto sono a disposizione.

poi c'era l'idea del documentario fatto semplicemente
montando le foto, arcoiris si lecca i baffi secondo me.

saluti felicissimi sotto la neve!!

Capretta Felice

yarebon
Inviato: 27/1/2006 13:06  Aggiornato: 27/1/2006 13:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Devo dire che dalle mie parti in Basilicata non ne ho mai viste scie chimiche (x fortuna), insomma in occidente per ora esistono ancora ruoli incontaminati, almeno in cielo, perchè per il resto la Basilicata è peggio di molte altre regioni, tra scorie radioattive e per il fatto di essere l'unica zona in Italia con una grande riserva di Petrolio tra le maggiori in Europa.
Insomma penso che le scie siano in zone soprattutto vicino a basi militari o dove ci sono grandi centri abitati. Infatti se notate le prime segnalazioni italiane provenivano soprattutto dal nord Italia, nella zona veneta dove infatti c'è la ggrande base di Aviano, una delle più importanti basi statunitensi.
Poi rifaccio la domanda fatta prima cioé: ha avuto qualche effetto la discussione parlamentare sulle scie chimiche richiesta da un deputato di an?

hi-speed
Inviato: 27/1/2006 13:27  Aggiornato: 27/1/2006 13:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Quello che mi stupisce veramente è il livello talmente basso delle spiegazioni della NASA.
Nessuna argomentazione seria e con dati specifici sul fenomeno.
Perchè non mi fanno vedere un bel primo piano, ripreso dai loro potentissimi mezzi, di un arereo che forma "scie persistenti e persistenti che si allargano"?
Sarebbe molto utile anche sapere il tipo di velivolo (commerciale o no) visto che la Nasa è un ente AEREO-"spaziale".
hi-speed
PS: confermo che qui in Emilia se ne vedono parecchie, ultimamente ne ho notate sul versante appennico che porta in Liguria e Toscana.
PPS: circa 40 cm di neve in città

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
Ashoka
Inviato: 27/1/2006 13:53  Aggiornato: 27/1/2006 13:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/7/2005
Da:
Inviati: 3660
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Poi rifaccio la domanda fatta prima cioé: ha avuto qualche effetto la discussione parlamentare sulle scie chimiche richiesta da un deputato di an?

Il deputato era Piero Ruzzante dei DS e la risposta di Martino la trovi qui

In via preliminare si precisa che, secondo le indagini svolte, i velivoli dell'Aeronautica militare non sono coinvolti nella generazione o emissione di scie differenti da quelle normalmente dovute alla condensazione del vapore acqueo.
In particolare, il fenomeno delle scie si riferisce alla condensazione di vapore acqueo che normalmente viene rilasciato dai motori a combustione interna.
Ciò si manifesta generalmente a basse temperature e a quote normalmente superiori ai ventimila piedi. [..] Per quanto concerne la permanenza delle citate scie, si precisa che a temperature appena superiori allo zero, il vapore acqueo contenuto nell'atmosfera, all'impatto con una superficie quale ad esempio la fusoliera di un aereo, può congelarsi all'istante per effetto dell'improvvisa variazione di pressione e dare quindi, quell'impressione gelatinosa alla quale si fa riferimento nell'atto in esame.
Inoltre, in assenza di vento, la permanenza delle scie così prodotte, può protrarsi anche per diverse ore.


Ashoka

F.Capretta
Inviato: 27/1/2006 13:56  Aggiornato: 27/1/2006 13:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/1/2005
Da: Le Felici Fattorie
Inviati: 855
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
yarebon
>Insomma penso che le scie siano in zone soprattutto
>vicino a basi militari o dove ci sono grandi centri abitati.

ne abbiamo discusso nel forum, la correlazione tra scie e centri abitati
non è rilevante. Personalmente ho visto scie chimiche esagerate
in montagna, sulle alpi lombarde al confine con la svizzera, dove la
popolazione arriva si e no a 500 unità, camosci inclusi.

Ci sono foto satellitari di scie anche sul mare.

Molto dipende dall'uso che se ne fa comunque.
Quando le usano per controllo climatico, spruzzano dove gli pare per
deviare i fronti nuvolosi o creare la condizioni che gli servono.

saluti felici sotto 40 cm and counting

F. C.

F.Capretta
Inviato: 27/1/2006 14:00  Aggiornato: 27/1/2006 14:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/1/2005
Da: Le Felici Fattorie
Inviati: 855
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Ashoka
> risposta di Martino

durante un intervento a RSA, se ben ricordo, ruzzante aveva promesso che
in caso di risposta ridicola o inesistente avrebbe sventolato analisi dell'aria sotto
il naso dei ministri...

hi-speed
Inviato: 27/1/2006 14:05  Aggiornato: 27/1/2006 14:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Citazione:
Ci sono foto satellitari di scie anche sul mare.


Le ship trail?
Qualcuno, tanto per rimanere in tema di c.....e nasa, dice che sono i gas di scarico delle navi!
hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
tomlamm
Inviato: 27/1/2006 14:13  Aggiornato: 27/1/2006 14:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/5/2005
Da:
Inviati: 94
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Io ho notato che nelle ultime 2/3 settimane di scie sul cielo di roma non ce ne sono più state. Qualcuno ha notato la stessa cosa? E secondo voi, perchè?

Zret
Inviato: 27/1/2006 14:33  Aggiornato: 27/1/2006 14:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/11/2005
Da: Inferno
Inviati: 184
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
In primo luogo un plauso al dottor Mazzucco per la sua attenzione costante a questo tema ignorato dai "giornalisti" pusillanimi. La paura è la migliore alleata dei prepotenti.
Diciamo che la NASA ci vuole prendere... per il naso.
Consiglio a tutti gli utenti di visitare il sito www.sciechimiche.org e di tempestare di messaggi le principali testate di regime. Forse un giorno si aprirà una breccia.

Un saluto a tutti.

padma
Inviato: 27/1/2006 14:50  Aggiornato: 27/1/2006 14:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/3/2005
Da: torino
Inviati: 416
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
--Pare anche di capire che la differenza fra le prime e le ultime sia dovuta alla quantità di vapor acqueo presente nella zona di cielo attraversata dall'aereo, e che tale quantità determini la lunghezza e la durata della scia, ovvero la sua persistenza.----

Questo è vero. Sia temperatura che umidità possono influire sulla persistenza della scia. Nel momento in cui abbiamo condensazione, ovvero una scia di presunto vapore acqueo in atmosfera, il tempo di permanenza dipende dall'umidità relativa dell'atmosfera preesistente. Se è vicina alla condensazione già senza scarico dell'aereo, è logico aspettarsi che non riesca più a rievaporare, e anzi diffonda nell'atmosfera sottoforma di goccioline d'acqua, restando visibile.

--Se quindi un aereo attraversasse una piscina, si lascerebbe alle spalle una cattedrale di ghiaccio.-

Non è dicendo stronzate come questa che si fanno indagini serie. Se si vogliono porre degli interrogativi, ed aspettarsi delle risposte invece di essere presi in giro, bisogna evitare queste cose.


E qui pongo una questione: se volessero essere diffuse in aria sostanze tossiche, sotto forma di gas per mezzo di aerei l'emissione non si vedrebbe, in quanto il gas non è visibile. Non confonderei quindi il gas (e ricordo che anche il vapore acqueo è un gas), che non si vede, con un liquido, diffuso sotto forma di goccioline (ovvero la scia), che si vede. Quindi una scia "chimica" sarebbe liquido diffuso in atmosfera.
Ora mi chiedo, se si volesse diffondere un gas, anche tossico, non si lascerebbero così teoricamente scie.. allora perchè diffondere liquidi, col rischio di venire scoperti?
Solo un'analisi chimica di ciò che viene diffuso in atmosfera può chiarire cosa effettivamente c'è nelle emissioni degli aerei.

Un'altra doverosa precisazione. Le scie rilasciate da aerei che passano vicino al limite della troposfera, o nella stratosfera (quindi oltre 10-12 km di altezza), raramente possono giungere a terra, a causa dell'inversione dell'andamento della temperatura proprio in quello strato.


The assumption that what currently exists must necessarily exist is the acid that corrodes all visionary thinking.
M.Bookchin
padma
Inviato: 27/1/2006 14:57  Aggiornato: 27/1/2006 14:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/3/2005
Da: torino
Inviati: 416
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Ah, guardando sul sito postato da zret le scie chimiche sarebbero diffusione a bassa quota di aerosol, quindi piccole particelle liquide immesse a bassa quota in atmosfera composte di chissà che, similmente ad una diffusione di diserbanti, un po' più a grande scala.

in questo caso la spiegazione della nasa, sebbene corretta, terrebbe conto solo di una particolare tipologia di scie, dicendo peraltro che è l'unica.

The assumption that what currently exists must necessarily exist is the acid that corrodes all visionary thinking.
M.Bookchin
Silver
Inviato: 27/1/2006 15:00  Aggiornato: 27/1/2006 17:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2005
Da: Torino
Inviati: 615
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Ovviamente non è un caso, ma proprio ieri sera ho letto un aggiornamento sulle chemtrails sul sito Lightworker, nella sezione di Metthew al capitolo "Dietro le quinte". E' interessante notare come l'argomento, oltre che essere molto sentito da tutto il mondo, viene comunque dettagliato nella sua finalità e pericolosità.

Per chi non avesse il tempi di andare sul sito, riporto il paragrafo in cui se ne parla:

[omissis] "...vorrei parlare di ciò che per te è un sorprendente numero di domande sulle chemtrails. Tu sei abituata a queste perché esse riempiono i cieli delle zone locali ogni qualvolta il tempo lo permetta, e spesso ne senti parlare da persone in molti altri stati e paesi. Ma sappiamo che la maggioranza della popolazione mondiale non distingue queste chemtrails dalle contrails, le scie di condensa naturalmente formata dagli aerei alle quote più elevate. Le chemtrails sono soluzioni con ingredienti tossici, compresi agenti biologici e particelle minuscole di metalli e prodotti chimici che sono pericolose per il vostro corpo, e sono studiate dagli oscuri che hanno l’autorità per ordinare questi voli ed i loro carichi mortali, per causare malattia e morte. Vedo che un lettore ha chiesto perché le persone dietro le chemtrails farebbero questo a meno che non abbiano gli antidoti per le tossine. Il vertice dell’oscurità sul pianeta è esattamente in quello “spazio” perché ad essi manca la capacità di amare se stessi o gli altri, e la loro fame per raggiungere i loro scopi contiene l’arrogante convinzione di essere indomabili e che i volumi dei loro bersagli siano espandibili. Essi non ordinano la contaminazione aerea su zone dove essi, le loro famiglie o membri dei più importanti Illuminati risiedono o sono in visita, e se uno che è al loro servizio cade vittima delle tossine, viene sostituito. Essi hanno anche prodotti che non desiderano far conoscere pubblicamente, che proteggono da o neutralizzano i pericolosi effetti delle tossine. Su una nota molto più leggera, gli effetti più pericolosi delle chemtrails vengono grandemente ridotti dalla tecnologia delle civiltà extraterrestri che stanno aiutando voi e la Terra in diversi modi. Senza la loro continua neutralizzazione o assistenza di attenuazione a questo riguardo, la maggior parte dei corpi sarebbe irrimediabilmente danneggiata e morirebbe. Tuttavia, così com’è, voi che avete forti sistemi immunitari potete ammalarvi, ma sopravivrete. Coloro i cui sistemi immunitari sono stati indeboliti da malattie, malnutrizione o stress prolungato molto probabilmente non potranno sopravvivere. Per favore, non chiedetemi di raccomandare i prodotti che ho menzionato - l’approvazione di qualcuno di questi non è compito mio. Su Internet sono disponibili informazioni su questi, e nel valutarli, vi sollecito a chiedere la guida del vostro sé divino per scegliere il migliore per voi. E ci sono molte semplici cose che potete fare per rinforzare i vostri sistemi immunitari, come sostituire il sale che usate abitualmente con sale marino; ridurre i cibi zuccherati e i cibi con dolcificanti artificiali; bere molta della più pura acqua disponibile; ed invece di comprare medicinali chimici prodotti dalle compagnie farmaceutiche, chiedere nei negozi di medicina naturale i migliori rimedi naturali ed integratori alimentari per le vostre necessità personali. Infine, è vostra responsabilità prendervi cura del vostro corpo con la stessa coscienziosità con cui vi prendete cura di voi stessi nella mente e nello spirito."


Suzanne: OK, ma penso che prima la gente vorrebbe sapere come distinguere le chemtrails dalle contrails, così per favore vuoi spiegarlo?


Matthew: Sarò felice di farlo. Una contrail è il sentiero bianco di cielo “riscaldato” creato da un aereo di linea in partenza quando raggiunge aria più fredda alle altitudini più elevate, ed il vapore condensato si diffonde uniformemente come un velo finché è così sottile che scompare in qualche tipo di configurazione in cui i venti ad alta quota l’hanno cambiato. Una chemtrail, che è creata dall’emissione della soluzione per mezzo di dispositivi appositamente progettati nei velivoli usati per questo scopo, all’apparenza è molto simile ma appare ad un’altitudine inferiore ed ha un aspetto più denso, con l’effetto di dissolvenza quasi ad “ammassi” ineguali ma dentro una linea più limitata; e nonostante la sua composizione più pesante dell’aria, è in qualche modo visibilmente più lunga di una contrail anche se le sue particelle tossiche cadono sulla Terra. Inoltre, anziché salire come fanno normalmente gli aerei di linea fino a raggiungere l’altitudine di crociera, a volte i piloti dei velivoli che rilasciano le soluzioni delle chemtrails volano in una direzione, poi tornano indietro a formare una x o altre linee nel cielo che nessun volo normale farebbe. Il residuo della soluzione rilasciata, che appare come minuscole particelle che si attaccano alle superfici asciutte, è stato analizzato e le informazioni sono disponibile su Interne




Spero possa essere d'aiuto nella comprensione del problema...

Saluti a tutti

Silver

yarebon
Inviato: 27/1/2006 15:25  Aggiornato: 27/1/2006 15:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Grazie per il link Ashoka. Era un deputato dei ds, non so perchè credevo di an!
Ciao Felice Capretta. Ho letto il forum sulle scie e lo so che spesso compaiono fuori dai centri abitati, non negavo questo, ma cercavo di spiegarmi come mai dalle mie parti non e che si vedano e ciò può essere dovuto al fatto che dove abito io, nelle vicinanze non abbiamo basi militari, perchè insomma gli aerei che lasciano le scie devono partire da qualche posto!

fritz
Inviato: 27/1/2006 16:08  Aggiornato: 27/1/2006 16:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/11/2005
Da:
Inviati: 64
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
IO abito vicino a Varese, quindi Malpensa, qui le scie che si allargano non dico che ci sono ogni giorno ma molto spesso. Ho provato anche a fotografarle ma con il cellulare non ne esce gran che.

F.Capretta
Inviato: 27/1/2006 16:47  Aggiornato: 27/1/2006 17:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/1/2005
Da: Le Felici Fattorie
Inviati: 855
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
padma, la nasa parla di contrails e chemtrails ma spiega solo
le contrails, cercando di far passare per contrail ciò che contrail
non è.

non so se ti sono mai capitate sulla testa.
basta alzare gli occhi al cielo per capire che non sono scie di
condensazione normali. a prescindere dalle analisi dell'aria.

io vivo a vicino ad un aeroporto da trent'anni e le chemtrails ho iniziato
a vederle improvvisamente dal nuovo millennio. prima no.

poi ho imparato a distinguere il rumore dei jet spandichimico.
da agosto dell'anno scorso hanno iniziato a schermarli, ma fino ad
allora era riconoscibilissimo: più lontano, più profondo, più forte.

edit: yarebon, magari si son dimenticati della basilicata - sssh.... goditi
questa botta di c*lo e non dirlo su internet

edit2: silver, channeling interessante, ne ricordo almeno un altro sulle scie chimiche, ma clicca il primo sito di questa ricerca e leggi quest'altro che va nella direzione opposta...

saluti felici

F.C.

Silver
Inviato: 27/1/2006 18:05  Aggiornato: 27/1/2006 18:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2005
Da: Torino
Inviati: 615
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Ciao Capretta,

prima di tutto ti ringrazio per avermi dedicato del tempo. Soprattutto perchè l'argomento "channeling" è abbastanza delicato e poco conosciuto.

Grazie per avermi dato l'indirizzo (che ho visto) e che mi ha portato a fare un paio di considerazioni che per ora, sono ancora provvisorie. Non me la sento di giudicarle avendo letto ancora poco.

Ho letto il passaggio sul sito originale riguardante le Chemtrails; ho letto il sito in Italiano che traduce i messaggi che è Stazione Celesteche io già conoscevo. La cosa strana, però, che dal sito non ho trovato il link diretto... magari ho cercato poco...

Ho anche visto il tuo sito con le foto delle chemtrails: molto bello e fornito.

L'osservazione che faccio è questa: da tutto il mondo piovono preoccupazione della pericolosità delle chem(con)trails; le analisi confermano la presenza di sostanze che non ci dovrebbero essere; la NASA (La stessa che ci ha mandato sulla Luna), ha creato un sito apposta. La canalizzazione che ho citato io conferma la pericolosità delle chemtrails, Tobias, al contrario, sostiene che sono innoque.

Come tutte le canalizzazioni dicono e ripetono: affidatevi al vostro intuito.

Per ora il mio dice che le chemtrails esistono e sono pericolose. MA cercherò di approfodire ciò che dice Tobias quando sostiene che sono innoque.

Solo un appunto: Tobias ha un modo davvero strano e finora unico, per me, di canalizzare. Ha uno stile molto diverso dal solito. MAh... vedremo...

Grazie ancora Capretta!

Saluti affettuosi

Silver

spettatore
Inviato: 27/1/2006 19:39  Aggiornato: 27/1/2006 19:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Grande silver!!!

Finalmente qualcuno che comincia a parlare con chiarezza riguardo all'aspetto esoterico che interessa tutta l'immondizia di cui è ( o sono) capace il Grande Burattinaio. Occhio che le zozzerie aumenteranno nei prossimi due o tre anni e sarebbe ora di cominciare a valutare l'aspetto spirituale per fare fronte, a partire da oggi, alle nefandezze che si manifesteranno a livello materiale, ma che vanno contrastate a livello sottile.
Ne riparleremo più in là.


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
F.Capretta
Inviato: 27/1/2006 19:42  Aggiornato: 27/1/2006 19:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/1/2005
Da: Le Felici Fattorie
Inviati: 855
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Ciao silver,
non vorrei andare troppo off topic, comunque è proprio su stazione celeste
che avevo letto quella canalizzazione di tobias. Ti ho voluto proporre l'originale
perchè più fedele IMHO.

> NASA (La stessa che ci ha mandato sulla Luna)

uhm...

saluti felici

F.C.

echoes
Inviato: 27/1/2006 20:30  Aggiornato: 27/1/2006 20:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2005
Da: genova
Inviati: 127
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
...salute a tutti...non conosco molto bene il fenomeno delle scie chimiche...che il cielo sia spesso imbrattato da queste scie, comunque è un dato di fatto.....non so se se quello che sto per scrivere sia collegabile a quest'ultime, alla peggio mi manderete a cagare....comunque: ..mercoledi' mattina ero in centro, ed era una giornata meravigliosa, faceva caldo e non c'era una nuvola...con la macchina passo sotto ad un cartellone stradale, di quelli luminosi, che hanno anche un nome, ma ora mi sfugge...il messaggio allertava la popolazione in quanto era prevista un intensa nevicata e mentre osservavo i'insegna noto che in lontananza c'erano due belle scie in fase di inseminazione....non c'ho fatto molto caso, le solite coincidenze...al pomeriggio ero sulla A/26 direzione torino e la limpida giornata si era trasformata in una torbida ragnatela fumosa creata da questi aerei ancora in azione, tanto che la luce del sole al tramonto rifletteva su queste nubi, da rendere tutto il cielo rosso...spettacolare...il giorno dopo, giovedi', è iniziato a nevicare...coincidenza...oggi venerdi', ancora nevica...30 cm...pero' che culo...tutta questa neve a pochi giorni dall'inizio delle olimpiadi invernali....non è una coincidenza...è culo!!!

....ehi man...slow down
Sciamano77
Inviato: 27/1/2006 20:31  Aggiornato: 27/1/2006 20:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/9/2005
Da:
Inviati: 168
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Un pò come fanno quelli del Cicap...PERCHE' ALCUNI FENOMENI PARANORMALI SONO FALSI O CI SONO MOLTI SANTONI E FINTI MAGHI TRUFFATORI...ALLORA PER LORO BISOGNA ESSERE SCETTICI SU TUTTO IL PARANORMALE...FANNO DI TUTT'UN ERBA UN FASCIO...questo fa capire come tutti gli intermidiari della nostra società vivano di dogmi e convinzioni che traballano sempre più...molto presto dovremmo rivedere buona parte della nostra "scienza"... o scemenza?

Un nuovo mondo è già qui, non potranno più far finta di non vedere...
Kolza
Inviato: 27/1/2006 20:57  Aggiornato: 27/1/2006 21:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Il CICAP è l'equivalente degli Uomini in Nero di Martin Mystere. Deve far rientrare nell'ortodossia scientifica (e non) tutto ciò che rischia di far andare a ramengo la nostra società. Quindi bando al paranormale (o presunto tale, basterebbe ricordarsi ciò che diceva Arthur Clarke), alla free energy, alla fusione fredda, alle cospirazioni (o presunte tali, basta leggersi l'immonda sch... pardon l'ultima fatica scettica di Massimo Polidoro) e via così. Per non parlare di Scie Chimiche, falsi lunari e UFO. Tutto pubblicato in "autorevoli" siti e rivistine patinate. Tutto degno di cAttivissimo e un certo sito su JFK!
Saludos
Kolza

crociato
Inviato: 27/1/2006 22:12  Aggiornato: 28/1/2006 2:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 20/4/2005
Da: Costantinopoli
Inviati: 1026
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Finalmente e basta ad attaccare il Papa,parliamo di altro.

Christus vincit, Christus regnat, Christus imperat
Redazione
Inviato: 28/1/2006 1:04  Aggiornato: 28/1/2006 1:06
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
PADMA: Citazione:
"--Se quindi un aereo attraversasse una piscina, si lascerebbe alle spalle una cattedrale di ghiaccio.-

Non è dicendo stronzate come questa che si fanno indagini serie.


Non me la prendo minimamente per il termine, sia chiaro, ma se permetti, la mia frase voleva solo essere una estremizzazione - divertente o meno - tesa a mostrare una "stronzata" altrui. E' verissimo quello che tu dici, rispetto al vapor acqueo, ma è l'idea che SOLTANTO dalla densità di quello possano dipendere scie che durano da qualche minuto fino a coprire per tutto il giorno un'area grande come mezzo Texas, che mi pare meriti una tale definizione.

Citazione:
Se si vogliono porre degli interrogativi, ed aspettarsi delle risposte invece di essere presi in giro, bisogna evitare queste cose."


Idem con patate. A quel che risulta più sopra (Ruzzante), gli interrogativi qualcuno li ha anche posti. Ma quando un ministro ti risponde "secondo le indagini svolte, i velivoli dell'Aeronautica militare non sono coinvolti… " chi è che piglia per il culo qui?

Se solo Martino le indagini le ha svolte nel giardino di casa sua, tutto quello che scrive dopo sta perfettamente in piedi. Sai che sforzo.

Un ministro, in un caso del genere, dovrebbe come minimo rispondere "posso categoricamente smentire che…", altro che "secondo le indagini svolte,…" . DOVE le ha fatte, 'ste indagini? CHI, le ha svolte?

Per chi lo chiedeva, QUI (verso metà pagina) la trasmissione radio in cui si parlò con Ruzzante della sua interrogazione. Alla fine gli posi la domanda "e se le risposte dovessere essere delle prese per il culo?", e lui rispose "in quel caso mi sentiranno tutti."

Si vede che io con l'età sto diventando sordo.

Silver
Inviato: 28/1/2006 2:39  Aggiornato: 28/1/2006 2:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2005
Da: Torino
Inviati: 615
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Citazione:
> NASA (La stessa che ci ha mandato sulla Luna) uhm...


Ovviamente voleva essere una cosa ironica...

Se è per quello ci ha fatto vedere Marte rosso, mentre il cielo direi che è di un azzurro molto carino..

etc. etc..

frankad
Inviato: 28/1/2006 11:04  Aggiornato: 28/1/2006 11:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/10/2005
Da: ICHNOS
Inviati: 1921
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Espanola ed il Canada

Nell’inverno del 1998 ad Espanola, una cittadina ad Ovest dell’Ontario, vennero avvistati dei grandi aerei che volavano avanti ed indietro sopra lo spazio aereo della località. Rilasciavano delle scie le quali rimanevano visibili per ore ed ore, fino a quando il “contenuto” si disperdeva su tutta la zona battuta dagli aerei. Gli abitanti osservavano soltanto questo insolito “avanti-indietro” dei grossi aerei e nessuno di loro aveva mai sentito parlare di “scie chimiche”, a quei tempi.
Gli abitanti di Espanola cominciarono a manifestare sintomi di malesseri vari. Con particolare enfasi nei bambini, iniziarono ad accusare fortissimi mal di testa, vertigini, sintomi assimilabili a quelli causati da sindromi influenzali e forti dolori alle articolazioni.
Col proseguo delle “operazioni aeree” cominciarono a manifestarsi e diffondersi casi di forti depressioni “apparentemente immotivate” ed amnesie.
Nell’estate del 1999 la gente di Espanola si rivolse al Governo dell’Ontario. Nello stesso agosto, il “Ministro dell’ Ambiente” fu forzato ad eseguire dei test sulla qualità dell’aria della zona.
Il 29 agosto 1999, nel corso di un meeting pubblico, lo stesso “Ministro” riferì ai cittadini di Espanola che l’aria era sicura.
Piccolo particolare: la commissione si rifiutò, come da sacrosanta richiesta della popolazione e da logica elementare, di consegnare pubblicamente i “risultati delle analisi”.
Scoppiò, giustamente, una sorta di rivolta popolare che ebbe, peraltro, una certa eco nei media.

I cittadini di Espanola, lo stesso novembre 1999, presentarono una petizione popolare al Parlamento di Ottawa. Vi erano contenute le lamentele riguardo agli aerei che imperversavano su e giù per il cielo della città, sulle sostanze che rilasciavano con le “scie chimiche” e che si depositavano sulla città stessa: alluminio e quarzo. Nella petizione la popolazione fece, tra l’altro, alcune domande precise:

- Chi stesse svolgendo queste attività
- Quale fosse il motivo
- Di non essere più irrorata con queste sostanze.

Un cittadino di Espanola, arrivato l’inverno, raccolse dei campioni di neve in corrispondenza alle scie chimiche, operazione non certo difficile visto che il cielo era tracciato dappertutto. I campioni furono analizzati da “North West Laboratories”, Ontario. Furono riscontrati livelli di alluminio superiori di 7 volte il “limite di prevenzione” dell’acqua potabile ed una quantità enorme di particelle di quarzo.

L’Air Force americana disse di essere estranea a tutte queste attività ……..peccato che i cittadini di Espanola disponessero di molte fotografie le quali dimostravano che gli aerei “incriminati” erano aerei cisterna dell’aviazione americana (no comment 1).

In tutti i casi, 45 giorni dopo la presentazione della petizione popolare dei cittadini di Espanola, il Governo Canadese rispose dicendo che “…gli aerei in questione non sono nostri, non siamo noi ad operare in quella zona….” (no comment 2 n.d.r.). I militari canadesi, inoltre, aggiunsero “….di non avere alcuna informazioni riguardo alcun paese che abbia richiesto al Canada un permesso diplomatico per svolgere tali attività….”. Come se fosse plausibile che possa essere di dominio pubblico il fatto che qualche paese chiama un altro paese e chieda: “hey, posso venire a fare esperimenti sui tuoi cittadini e buttargli in testa qualche tonnellata di alluminio e cristalli di quarzo?" Incredibile, e non siamo neppure in Italia!!!

Nelle vicende “canadesi” vi sono molte incongruenze verificatesi in diversi aeroporti, constatate da controllori di volo, personale specializzato e da semplici cittadini.

In un’altra città canadese cosparsa di scie chimiche, Edmonton, capitale dell’Alberta, un’analisi effettuata su iniziativa di un privato cittadino rivelò che i valori di “conduttività” del suolo erano da 4,5 a 7 volte superiori alla norma. Proseguendo con le analisi, su tutto il territorio dell’Alberta vennero trovati livelli di BARIO ed alluminio di gran lunga superiori ai valori normali. Sappiamo che l’alluminio non è un buon conduttore di elettricità, mentre il BARIO lo è eccome.

Scontato ma da riportare, aerei cisterna americani sono/erano regolarmente presenti negli aeroporti canadesi.

Franco

La democrazia è il sistema perfetto per tenere mansueti e silenziosi i cittadini, facendo loro credere di possedere un potere di scelta che in realtà non hanno e non hanno mai avuto.
Sergiobb68
Inviato: 28/1/2006 11:59  Aggiornato: 28/1/2006 11:59
So tutto
Iscritto: 14/1/2006
Da:
Inviati: 9
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Salve a tutti. Se vi interessa sono riuscito a trovare il link esatto della Contrail Formation Guide tramite google. E' il seguente: http://asd-www.larc.nasa.gov/GLOBE/resources/Contrail_Formation_Guide.pdf
Saluti

Tortuga
Inviato: 28/1/2006 12:40  Aggiornato: 28/1/2006 12:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/10/2005
Da: Lassù
Inviati: 151
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Ultimamente sono stato anch'io col naso all'insù. Guardate in quel di Torino cosa ho immortalato ! Scia "di condensazione"

Ashoka
Inviato: 28/1/2006 13:27  Aggiornato: 28/1/2006 13:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/7/2005
Da:
Inviati: 3660
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Tratto da un post di Trito mi pare sul forum scie chimiche del sito:

dal sito di Repubblica

guardate che bella immagine satellitare



invece qui una versione a risoluzione più alta

Ashoka

LonanHista
Inviato: 28/1/2006 18:24  Aggiornato: 28/1/2006 18:24
So tutto
Iscritto: 12/12/2005
Da:
Inviati: 17
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Questo è un argomento molto serio, poiché riguarda un qualcosa che sta accadendo sopra le nostre teste! IN ogni senso, sia decisionale e sia delle conseguenze che stiamo sopportando e dovremo sopportare. 1)è correlabile questo "fenomeno" al programma H.A.A.R.P.?che in pratica sarebbe una sorta di "stazione" sita in prossimità dell'alaska, dove attraverso l'emissione nell'atmosfera di onde elettromagnetiche ad alta densità si modifica il movimento delle correnti d'aria di alta quota, e si riuscirebbe(il condizionale è d'obbligo) ad alterare il clima di determinate zone. 2)Non ricordo dove l'ho letto, però mi torna in mente un articolo dove si parlava del fatto che gli israeliani avrebbero reso fertile il deserto del neghev attraverso degli aerei che spargevano ad alta quota, sostanze chimiche in grado di condensare l'umidità in nuvole e poi queste a contatto con l'aria calda degli stati più bassi creavano precipitazioni nella zona desiderata. 3)possibile che in questo forum non ci sia un metereologo? Loro che studiano gli eventi climatici dovrebbero saperle certe cose, perché se aspettiamo che ce lo spieghi la nasa o qualche altro ente governativo, finiamo nella fantascienza. La nasa deve ancora spiegare come sono "finiti" sulla luna.... 4)Vale la pena raccontare un fatto che riguarda l'argomento. Abito in campagna, e sopra passano sia aerei civili(ad alta quota) e sia quei rompicoglioni degli aerei militari(a quota più bassa). Non lontano da casa mia, abita un tizio che viene definito il "matto" del villaggio. Ma non in senso dispregiativo,anzi gli vogliono tutti bene.Purtroppo è uno che va con il tempo! Diventa intrattabile quando il tempo si sta per mettere al brutto.Balbetta,si agita! E anche se c'è bel tempo,bisogna stare certi che prima o poi piove! Ha un' altra particolarità:quando ci sono i terremoti ha le convulsioni!Simile ad attacchi epilettici ,anche se questo me lo hanno raccontato...conoscendo il tipo che è ipersensibile, c'è da crederci. Ebbene, l'estate scorsa, approfittando delle ferie,ho avuto modo di parlare con questo tizio,in diverse occasioni(anche per capire come sarebbe stato il tempo il giorno dopo). Non ho dato peso però a due cose su cui insisteva: a)mi disse di sentire rumori a bassa frequenza, come sibili cupi,lontani(non l'ho potuto appurare in quanto per anni ho fatto il dj dilettante e ho i timpani "spaccati") b)che sentiva degli odori strani nell'aria, e su questa cosa ho avvertito anch'io degli strani "fetori"che pervadevano l'aria in tutta la zona.Dove grazie a Dio ancora non ci sono discariche ne a cielo aperto e ne chiuso!Non ci sono industrie ne chimiche ne altro!Allora ho pensato che sarà dipeso dagli agricoltori che usano diserbanti in campagna...però in agosto non avvengono ne diserbazioni ne concimazioni ...e anche nei frutteti in lontananza nel periodo di raccolto non usano pesticidi .....di certo c'è che in estate e nelle belle giornate il cielo è pressocché stabilmente "percorso" dalle strisce lasciate dagli aerei. 5)lo scorso anno si è scritto che gli americani avrebbero sintetizzato un componente chimico che in pratica "spruzzato" nell'aria renderebbe mansueti i soldati nemici, e che li indurrebbe a manifestazioni omosessuali."""""Fate l'amore e non la guerra""""",sintetizzato chimicamente! Ora,senza offesa, ma con l'alta incidenza di manifestazioni non etero che si sta verificando, non è che stanno spruzzando sostanze atte a far diventare tutti gay? ps.con tutto il rispetto!

razor
Inviato: 28/1/2006 18:30  Aggiornato: 28/1/2006 18:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/7/2005
Da:
Inviati: 287
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Non so se pouò significare qualcosa ma dato che ormai da un po' di tempo essendo a conoscenza del fenomeno alzo ogni tanto il naso e guardo proprio 3 giorni fa ho notato una bella chemtrail su sfondo azzurro, che emanava i colori dell'arcobaleno, non mi era mai capitato, dopo qualche ora il tempo è peggiorato ed ha cominciato la più grande nevicata degli ultimi vent'anni.

Certo che per le olimpiadi hanno avuto proprio culo....

frankad
Inviato: 28/1/2006 18:35  Aggiornato: 29/1/2006 9:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/10/2005
Da: ICHNOS
Inviati: 1921
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Ciao LonanHista.

Molto interessante il racconto su quella persona "ipersensibile".

Hai e-mule? Se si, cerca un documentario in particolare. Digitando "scie chimiche"ne toverai uno di circa 500 Mb che riporta, a continuazione, anche la dicitura "stanno usando il cielo per i loro esperimenti....."etc etc.

Il vero titolo di questo filmato è: "Scie chimiche, HAARP, l'alba del dominio elettromagnetico".

Franco

La democrazia è il sistema perfetto per tenere mansueti e silenziosi i cittadini, facendo loro credere di possedere un potere di scelta che in realtà non hanno e non hanno mai avuto.
Beattle
Inviato: 29/1/2006 0:17  Aggiornato: 29/1/2006 0:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/1/2006
Da: Milano
Inviati: 57
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Abito vicino ad un aeroporto (internazionale) non molto grande e non so di questi fenomeni, o meglio vedo le scie lunghissime che restano per molto tempo (sempre nei pressi della mia cittadina è posizionato un vor-radio faro) ma non sapevo che giungessero fino a terra abbastanza condensati da essere esaminati... Ehm.. ho l'abilitazione per lavorare nlle torri di controllo e come marconista mi ricordo , quando studiai le aerovie che erano un bel pò alte, ragionandoci un pò su mi sorge un dubbio considerando l'altezza e difficile che a terra possano giungere sorte di traccie... mi informerò meglio perchè mi lascia veramente perplessa questo fatto...

Ghilgamesh
Inviato: 29/1/2006 9:48  Aggiornato: 29/1/2006 9:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Anche secodno mio padre, ingegnere chimico, la spiegazione fornita dalla NASA, non sta in piedi, a suo dire, serve un motivo fisico o (soprattutto) chimico, per spiegare le due diverse scie di "condensazione" persistenti.

x Beattle

Cioè, dalle tue parti le scie di "condensazione" arrivano fin quasi a terra???

Che la cosa è impossibile e spiegherebbe perchè la NASA ha omesso il particolare dell'altitudine necessaria.
(impossibile nel caso fossero normali scie di condensazione ovviamente)

Statemi bene

Paolo69
Inviato: 30/1/2006 12:42  Aggiornato: 30/1/2006 14:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/7/2004
Da:
Inviati: 1173
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Apprezzabile il tono satirico di Massimo , in effetti ormai c'è solo da ridere a leggere certe cose.
Sembrano dei ragazzini trovati con le mani nella marmelalta questi della nasa.
Ma le risate......... Un bambino della terza media puo' tranquillamente capire che stanno mentendo , e neppure troppo di nascosto.
E' un loro limite , l'altro giorno ad esempio mi leggevo le storielle che pubblicano su haarp e similari , ma le risate , sono arrivati addirittura a fare controspionaggio sul sito , hanno scritto che "però loro non sono gli unici a fare esperimenti di quel tipo" (oddio , come i bambini) infatti anche gli europei lo fanno. MAMMMMAAAAA gneee gneee!!! Che ridicoli.
questi articoli sulle scie poi' .......come se bastasse un pò di acqua in piu' per fare quel casino ; ma nei giorni con 40° all'ombra come la mettono?? e quanto puo' far freddo in quota? e quanta umidità c'è? bahhh scemo io che ancora li prendo sul serio. Ormai è chiaro che mentono , dovrebbero però imparare a farlo meglio , cosi' sono proprio ridicoli.
Veniamo alle cose serie : non ho ancora avuto il tempo di leggere tutti i post che avete scritto (caspiterina...ora capisco massimo , un sito ti porta via un sacco di tempo) , però mi sembra di aver capito che serve spazio per le immagini ....ok , nessun problema , Sciechimiche.it puo' ospitare foto a gogò , lo spazio è illimitato , l'unico limite credo sia la banda mensile , che però non ho ancora avuto modo di testare........
Una sezione relativa alle segnalazioni è prevista sul sito , è da implementare però , al momento non ho ancora trovato il modo e il tempo per farlo , se qualcuno puo' venirmi in soccorso benvenga , il sito www.sciechimiche.it è aperto a chiunque voglia collaborare attivamente, non fatevi pregare.
Per gradire un bel sito di bischeri che fanno disinformazione sulle chemtrail

LonanHista
Inviato: 30/1/2006 20:19  Aggiornato: 30/1/2006 20:19
So tutto
Iscritto: 12/12/2005
Da:
Inviati: 17
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Non ho neppure l'adsl, figurati se ho l' e-mule! Essendo connesso con uno "scassato"gprs, non posso permettermi 500Mb di "connessione".
Nel periodo dello tsunami,lessi che il maremoto che lo causò poteva essere addebitato ad onde elettromagnetiche sparate al suolo e addirittura qualcuno scrisse anche di esplosioni nucleari nel sottosuolo.Cose un pò esagerate! Allora seguendo vari link cercai di informarmi meglio,di saperne di più come è logico che sia!Ascoltare tutte le campane,come si dice dalle mie parti! Risultato? Non ricordo di preciso in quale sito,(c'erano di mezzo però le lettere -2-esse, -1-enne e -3- a) ,mi beccai un cazzo di Trojan che mi mandò in tilt il pc!(ma la sfiga più grossa fu quella di spiegare a mia moglie che non era dovuto a qualche visita in siti "sconci").
Resta il fatto che, leggende metropolitane o meno, c'è qualcosa che non quadra nei fenomeni atmosferici.In 10-15 anni ci sono stati mutamenti radicali, che non possono essere causati solo da fasi metereologiche cicliche o dal buco dell'ozono ne tantomeno delle cazzate che ci raccontano.
E' diminuita la frequenza delle precipitazioni, però in compenso è aumentata l'intensità di quelle che avvengono! Cioè capita che in un ora in determinate zone scende l'acqua che dovrebbe precipitare in un mese.Il terreno assorbe male e ciò comporta alluvioni disastrose. Oppure altre zone sono oggetto di precipitazioni forti come intensità e della durata di diversi giorni,provocando frane smottamenti crolli, mentre a pochi kilometri di distanza magari c'è la siccità.
Voglio dire in sostanza:perché le precipitazioni temporalesche sono diventate così "amplificate" come intensità e cadenzate a macchia di leopardo?
ps.Di questi tempi e con questo freddo l'ipersensibile non apre neppure le finestre!!Probabile che stia in letargo!!!

rumenta
Inviato: 30/1/2006 21:53  Aggiornato: 30/1/2006 21:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2006
Da: Repubblica di Genova
Inviati: 801
 Letture Interessanti



"La verità dev'essere brutale, violenta, armata ed arrabbiata. Altrimenti soccombe."
10planet
Inviato: 31/1/2006 12:30  Aggiornato: 31/1/2006 12:30
So tutto
Iscritto: 31/1/2006
Da: COMO
Inviati: 16
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Salve a tutti
Sono nuovo di questo sito, ma mi interesso di questi temi oramai da 2 o 3 anni..
Ho un forum nel quale ho spesso parlato di questi argomenti (scie chimiche comprese)
http://www.ildecimopianeta.too.it/

In realtà io sono convinto che cè un modo per far conoscere la verità a molte più persone!!
quale?? bè penso che oramai tutti conosciate il blog di beppe grillo [+ di 8000 visite al giorno]
http://www.beppegrillo.it/

Beppe grillo è una persona che per quanto possa piacervi o meno, si stà battendo pubblicamente su vari fronti
e sicuramente è sempre più temuto dal governo in quanto la popolazione italiana lo stà seguendo con sempre più interesse nelle sue proposte..

Basti vedere l'afflusso di persone che và alle sue conferenze per capire l'interesse che ha per gli italiani (un esempio: 2005 milano, 3 giorni al filaforum di assago = 3 giorni il filaforum completo!! 15.000 posti a sedere x 3 = 45.000 persone solo in 3 giorni e solo a milano)

Esso nasce come comico, ma negli ultimi anni ha adottato questa politica a parer mio "Grandiosa"

La mia idea:

Se andate sul sito di beppe grillo vi capiterà spesso di leggere le sue risposte pubbliche a singoli utenti che inviandogli mail pensavano di non ricever mai risposta..

Lui ed il suo staff leggono tutte le mail che ricevono o perlomeno così dicono..

Ecco la mia idea è proprio questa, scriviamogli il più possibile, inviamogli link a siti, foto fatte da noi
informiamolo(se non lo è già) e teniamolo informato il più possibile in merito a questo argomento
e lui sicuramente si sentirà in dovere di informarsi e di parlarne pubblicamente come già stà facendo per molte persone che gli scrivono

Spero che la consideriate una buona idea
secondo mè lui è l'unico che ha le possibilità concrete di arrivare in fondo a questa questione

Saluti, ed un buon aereosol a tutti

P.S. Massimo rispetto anche per il lavoro di Tom Bosco, il quale ha un bellissimo sito pieno di spiegazioni e di azioni da lui svolte fino ad ora.

10Planet

"La scienza non è nient'altro che una perversione
se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell' umanità". Nikola Tesla
LaoTzu
Inviato: 1/2/2006 12:21  Aggiornato: 1/2/2006 12:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/2/2006
Da: Prefettura di Ku stato di Chu provincia di Henan o forse Gouyang in Anhui o forse ...
Inviati: 672
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Salve anche io sono nuovo e mi sono iscritto a luogo comune proprio per parlare di scie chimiche e lanciare la proposta di 10planet che mi ha anticipato. E' da tempo che invio post a Beppe Grillo sperando che si attivi, se pubblicherà lui saremo a metà dell'opera.
Scrivo dalla Sardegna e qui la situazione copro-trails è drammatica, sono disinvolti al massimo, un giorno ho assistito ad una grigliata (senza muggini o anguille sigh!) con 8-10 aerei in volo contemporaneo, essendo un posto spopolato non capisco perchè mazza buttino tutti quei soldi. Fra i tanti dubbi che mi vengono c'è quello della necessità di pulire da qualcosa ... cag**e radioattive!? Antraci!? Terapie Geniche di altre potenze!? Mah! nel caso non pulirebbero certo la Sardegna che je frega, giusto quelle 6-7 basi ma il resto

Sto quieto a non far nulla, arriva la primavera e l'erba cresce rigogliosa.
FOTO
10planet
Inviato: 4/2/2006 12:20  Aggiornato: 4/2/2006 12:33
So tutto
Iscritto: 31/1/2006
Da: COMO
Inviati: 16
 Re: La NASA ci spiega le scie chimiche
Volevo far notare quest'altra cosa..

Vedi Foto [se cliccando non compare nulla, fate un refresh ed apparirà]

E' il risultato di un'acrobazia eccezionale, la prima volta che si riesce a realizzare la figura intera dei cinque cerchi olimpici con il fumo di un jet. Le Frecce Tricolori, la pattuglia acrobatica dell'Aeronautica militare sono riuscite nell'impresa, che sarà parte dello spot Rai sulle prossime Olimpiadi

Notare le somiglianze con le scie..
questo dimostra che tali scie sono spruzzate e non il risultato degli scarichi perchè se fosse lo scarico del motore si vedrebbero anche le scie dell'aereo quando è arrivato a quando se ne è andato!!

10Planet

"La scienza non è nient'altro che una perversione
se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell' umanità". Nikola Tesla

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA