Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


dagli Usa : E' morto Tim Russert
Inviato da Redazione il 14/6/2008 6:50:00 (5173 letture)


Tim Russert costringe Cheney a riconoscere che non vi erano legami fra Al-Queda e l’Iraq, ed infine lo accusa di aver costruito la propaganda per convincere gli americani ad andare in guerra.

***

Non avrei mai pensato di ritrovarmi un giorno a scrivere un necrologio per un giornalista “mainstream”, ma Tim Russert era qualcosa di diverso. (Il suo programma, “Meet the Press”, può essere considerato l’equivalente di un “Porta a Porta” americano, con la differenza che trattava esclusivamente di argomenti politici di massimo interesse, e che lo faceva sempre in maniera seria e documentata).

Noi che frequentiamo Internet sappiamo bene come i giornalisti, in genere, siano il vero problema, dal quale ne dipendono mille altri, di grandi e piccole dimensioni. Sono i giornalisti l’unico interfaccia con gli eventi di cui dispone la stragrande maggioranza dei cittadini al mondo, e sulle loro spalle pesa quindi l’enorme responsabilità di contribuire o meno alla diffusione di una eventuale bugia, come all’affermazione di una eventuale verità.

Come qualcuno ha scritto su questo sito, “se solo si ragionasse di più sulle cose che ci vengono dette, la versione ufficiale dell'11 settembre sarebbe stata smascherata il 12 settembre”. E quel “ragionare”, naturalmente, stava ai giornalisti prima di tutto.

Invece non lo hanno fatto, ...

... nessuno ha voluto chiedersi come facciano quattro persone che non hanno mai visto i comandi di un jet a guidarlo in quella maniera spettacolare, e così ci siamo ritrovati con “Al-Queda”, bin Laden e l’11 settembre.

D’altronde, la realtà non è come tutti la vorremmo, i giornalisti sono nella stragrande maggioranza delle persone che antepongono il proprio interesse personale (il “posto di lavoro”) al dovere di informazione, e sappiamo bene come siano tutti abilissimi a voltarsi dall’altra parte, quando si tratti di prendere in mano un argomento che potrebbe costare loro la carriera.

E’ quindi all’interno di questo mondo – del mondo reale, e non di quello ideale - che va valutato un personaggio come Tim Russert.

La domanda vera che si pone, infatti, all’interno di questo mondo, è la seguente: che cosa si può dire, quando in realtà – ai massimi livelli dell’informazione mondiale, si intende - non si può dire assolutamente nulla? Come fare a mantenere la propria integrità morale, ai massimi livelli, evitando di mentire, senza per questo venire emarginati, o peggio ancora accusati di “antipatriottismo”, e messi per sempre al bando della professione?

Lo si fa, prima di tutto, liberandosi di ogni timore reverenziale per i potenti che ti trovi ad intervistare. Quando hai davanti un Dick Cheney che mente clamorosamente, e con spudoratezza impensata ti dice “io non ho mai sostenuto che Saddam avesse armi di distruzioni di massa”, invece di abbozzare come farebbero molti altri, tu educatamente gli dici: “A me risulta il contrario”, e fai subito passare uno spezzone – che ovviamente avevi preparato in anticipo – nel quale Cheney sostiene chiaramente che ”Saddam dispone di armi di distruzione di massa“. A quel punto lasci che sia il tuo ospite ad annaspare, e a rimediare alla magra fatta in diretta (tanto ci riescono sempre, in qualche modo), dopodichè non infierisci e gli permetti di salvarsi in angolo. Ma intanto la verità è stata detta, oppure – meglio ancora - la bugia non è passata. Dopodichè sta agli spettatori accorgersene o meno.

In altre parole, in un mondo dove le verità scomode sono proibite “per definizione”, bisogna imparare a leggerle fra le righe dei dubbi che vengono avanzati, in forma più o meno sottile, dai giornalisti di punta, ed in questo Russert era un maestro.

Non a caso Tim Russert era un giornalista che tutti temevano di affrontare, ma anche uno dal quale desideravano tutti farsi intervistare, proprio per riuscire ad avere quella patente di “onestà” che l’eventuale sopravvivenza ad una sua intervista ti poteva regalare.

Possiamo disquisire per anni di principi e di responsabilità, ma di fatto oggi questo è il massimo che il giornalismo ti permette ai massimi livelli mondali, e sono davvero pochi i nomi che possono vantare una carriera integra e onesta come quella di Russert.

Massimo Mazzucco

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
hi-speed
Inviato: 14/6/2008 12:07  Aggiornato: 14/6/2008 12:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: E' morto Tim Russert
Mi dispiace

Citazione:
dopodichè non infierisci e gli permetti di salvarsi in angolo


E' lo sbaglio di tutti.

Dovrebbero cortesemente dirgli di accomodarsi fuori, di vergognarsi e di non farsi più vedere.

Hi-speed
PS: di cosa è morto?

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
cherubino
Inviato: 14/6/2008 12:15  Aggiornato: 14/6/2008 12:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: E' morto Tim Russert
Hispeed PS: di cosa è morto?

DI infarto, sul posto di lavoro.

Me lo diceva il mio bisnonno: fatti i c.... tuoi, e camperai cent'anni!

A parte gli scherzi, dispiace anche a me.
Perchè se ne vanno sempre quelli scomodi?

_gaia_
Inviato: 14/6/2008 13:10  Aggiornato: 14/6/2008 13:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/2/2006
Da:
Inviati: 1460
 Re: E' morto Tim Russert
Citazione:
di cosa è morto?

DI infarto, sul posto di lavoro.

..magari dopo aver bevuto un caffé?

Luiggio
Inviato: 14/6/2008 14:34  Aggiornato: 14/6/2008 14:34
So tutto
Iscritto: 15/4/2008
Da:
Inviati: 22
 Re: E' morto Tim Russert
Fu lo stesso che fece le domande sulla Skull and Bones mi pare.

cocis
Inviato: 14/6/2008 17:22  Aggiornato: 14/6/2008 17:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: E' morto Tim Russert



Parigi: Bush sbaglia a leggere il suo discorso

13 giu 20:48 Esteri

PARIGI - Nel leggere il suo discorso all'Ocse a Parigi, il presidente degli Stati Uniti George W. Bush ha fatto tre errori: invece di North Africa, Bush ha parlato di North America, invece di dire Forum per il Futuro ha detto Forum per la Liberta'. E la Guerra Fredda e' diventata Guerra di Secessione. Il discorso all'Ocse sui rapporti tra Europa e America era stato presentato dalla Casa Bianca come il piu' importante di tutto il viaggio ma forse Bush era troppo stanco. La Casa Bianca, nel diffondere la trascrizione del discorso, ha annotato con un asterisco gli errori commessi dal presidente dando in fondo la versione esatta del testo. (Agr)

blackbart
Inviato: 14/6/2008 17:35  Aggiornato: 14/6/2008 17:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/10/2007
Da:
Inviati: 1224
 Re: E' morto Tim Russert
Bush sta solo cercando di farsi passare come incapace di intendere e di volere..
Certo gli riesce bene

Descartes
Inviato: 14/6/2008 17:42  Aggiornato: 14/6/2008 17:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/6/2006
Da: Christ = Sun God
Inviati: 1087
 Re: E' morto Tim Russert
In realtà più che Cheney, gira voce sia stata la Clinton ad ammazzare Tim Russert. Pare infatti che il declino della Clinton sia iniziato per una sua domanda trappola alla senatrice.

Hillary’s revenge. She executed her payback for him asking that question about the (then) New York governor’s (what was his name again?) law for drivers licenses for illegals.

Russert’s question at that first debate — and Hillary’s horrible answer — started her slide into defeat.


Tim Russert Killed by Hillary Clinton

Una cosa è certa: si era fatto talmente tanti nemici che è difficile possa essere morto di morte naturale, specialmente a soli 58 anni.

Pyter
Inviato: 14/6/2008 19:39  Aggiornato: 14/6/2008 19:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: E' morto Tim Russert
Chissà...magari in questo momento sta intervistando Osama Bin Laden.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Redazione
Inviato: 14/6/2008 19:43  Aggiornato: 14/6/2008 19:51
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: E' morto Tim Russert
Russert è morto di infarto al miocardio, non è "stato ucciso" da nessuno.

E non aveva "nemici" in senso stretto, nel senso che bastava non farsi intervistare da lui che di certo Russert non ti veniva a cercare.

In secondo luogo, non si uccide una persona per il danno "che ti ha fatto", ma casomai per quello che ti può fare. (E' solo nei film che si uccide per vendetta. Nel mondo reale si uccide per utilità).

Se proprio qualcuno ha voglia di fare dietrologie sui Clinton, cerchi allora l'omicidio di Vince Foster. Quello sì che puzza lontano un miglio, ma proprio perchè Foster STAVA PER TESTIMONIARE contro di loro.

EDIT: Chiedo scusa: Ufficialmente, si tratta di "suicidio". E' quello il problema del caso Foster.

Redazione
Inviato: 14/6/2008 19:52  Aggiornato: 14/6/2008 19:52
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: E' morto Tim Russert
LUIGGIO: "Fu lo stesso che fece le domande sulla Skull and Bones mi pare."

Sì. a Kerry.

Kolza
Inviato: 15/6/2008 0:07  Aggiornato: 15/6/2008 0:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: E' morto Tim Russert
Scusa Massimo, ma Bill Clinton non ha solo Vince Foster sulla coscienza. Esiste una vera e propria Clinton related death list (qui la ricerca su google). Notate la presenza di snopes.com in seconda posizione. Evidentemente anche questo era un argomento da "sbufalare"

Tornando a Tim Russert, oggi mi sono rivisto Quinto Potere e devo dire che sono sbiancato quando ho sentito le modalità di morte del povero giornalista americano...

Saludos
Kolza

Redazione
Inviato: 15/6/2008 1:38  Aggiornato: 15/6/2008 1:38
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: E' morto Tim Russert
HI-SPEED: "Dovrebbero cortesemente dirgli di accomodarsi fuori, di vergognarsi e di non farsi più vedere."

Nella cultura anglosassone mettere una persona in angolo e poi lasciare che si divincoli da sola, arrampicandosi sui vetri, equivale in tutto e per tutto a "dirgli di vergognarsi". Solo che lasci che sia lui a dirselo da solo.

Redazione
Inviato: 15/6/2008 1:39  Aggiornato: 15/6/2008 1:39
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: E' morto Tim Russert
KOLZA: "Quinto Potere e devo dire che sono sbiancato quando ho sentito le modalità di morte del povero giornalista americano..."

In "Quinto potere" il protagonista non si suicidava in diretta TV?

_gaia_
Inviato: 15/6/2008 11:34  Aggiornato: 15/6/2008 11:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/2/2006
Da:
Inviati: 1460
 Re: E' morto Tim Russert
Già, è vero, forse ho letto troppo il blog del Franceschetti.. e poi quella del caffé si usa quasi solo in italia.. in ammeriga dovrebbero usare la cocacola
( )

Kolza
Inviato: 16/6/2008 11:13  Aggiornato: 16/6/2008 11:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: E' morto Tim Russert
Ciao Max,
No, il protagonista veniva ucciso in diretta TV, per massimizzare gli ascolti. Subito dopo fioccavano i "coccodrilli" . Non che ci siano somiglianze dirette, solo qualche eco... che mi ha dato da pensare.

Saludos
Kolza

Io_sono
Inviato: 16/6/2008 14:05  Aggiornato: 16/6/2008 14:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/4/2008
Da: Nürnberg
Inviati: 373
 Re: E' morto Tim Russert


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA