Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Medicina : Domande a Tullio Simoncini
Inviato da Redazione il 5/9/2008 8:10:00 (34134 letture)

I commenti a questo articolo saranno riservati agli utenti che vorranno porre direttamente delle domande a Tullio Simoncini, il quale risponderà non appena rientrato dal suo viaggio negli Stati Uniti. Dopo la bollente discussione di questi giorni, è giusto che sia lui a rispondere ai quesiti che riguardano direttamente la sua terapia.

Nel frattempo ne approfitto per sottolineare un concetto che voglio che rimanga ben chiaro per tutti, qui in homepage.

Fra i detrattori di Simoncini, c’è stato chi ha scelto di usare la carta del ricatto morale, dicendo che un sito come Luogocomune – e quindi il sottoscritto – deve sapersi assumere le responsabilità nel propagandare “terapie incerte” o non scientificamente validate come quella di Simoncini. Il rischio, secondo costoro, è che un eventuale malato di cancro “si lasci illudere” da queste presunte “baggianate”, finendo per perdere la vita per averci creduto.

In proposito, chiarisco quanto segue:

Luogocomune è un sito di libera informazione e libera discussione: questo significa che esiste sia la libertà di proporre qualunque argomento si ritenga oppurtuno, sia la libertà di contestarlo e di sostenere tesi completamente opposte ad esso, purchè validamente argomentate.

Lo scopo è quello di offrire al lettore la più ampia gamma possibile di punti di vista, con la quale farsi poi una propria opinione personale.

Esattamente come per l’undici settembre, qui le voci avverse hanno sempre trovato spazio, ed è quindi scorretto cercare di far passare luogocomune come un sito di propaganda a senso unico, di qualunque tipo. Luogocomune si rivolge ad un lettore adulto, che intenda usare il proprio cervello nelle proprie decisioni, e non quello altrui.

In secondo luogo, se è vero che ci può essere una certa responsabilità nel diffondere notizie “di speranza” come questa, ne esiste almeno altrettanta nel combatterle ciecamente e senza validi argomenti. In altre parole, se un giorno Simoncini risultasse avere ragione, ...

... tutti coloro che hanno ostacolato la conoscenza del suo metodo potrebbero essere accusati di aver contribuito al decesso di tutti quei malati che nel frattempo non hanno potuto accedere alle cure di Simoncini a causa del loro oscurantismo.

C’è una responsabilità nel far conoscere, quindi, ma ce n’è almeno altrettanta nel negare, nel nascondere, nel distorcere eventuali nuove conoscenze, specialmente quando lo si faccia per partito preso, e non con argomentazioni effettive: bene o male io ho portato testimonianze reali, di pazienti guariti da tumori definiti “incurabili” dall’oncologia ufficiale. Chi mi ha contestato invece si è ritrovato a dover mettere in dubbio l’autenticità delle testimonianze stesse, poichè non aveva altre argomentazioni valide da contrapporre alla loro palese univocità.

Mi sta quindi bene di assumermi tutte le reponsabilità del caso – responsabilità che ho peraltro valutato a fondo, prima di prendere posizione in merito – purchè sul fronte opposto ci si assuma tutte le responsabilità per la morte di tutte quelle persone che vengono illuse dal sistema vigente, ma finiscono regolarmente per morire lo stesso, a causa della chemioterapia e della assoluta inanità della medicina moderna di fronte al cancro.

E finora, se proprio vogliamo guardare, i 9 milioni di morti all’anno per cancro pesano sulla coscienza della medicina ufficiale, e non certo su quella di Simoncini.

Massimo Mazzucco

Voto: 10.00 (3 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Redazione
Inviato: 5/9/2008 8:10  Aggiornato: 5/9/2008 8:10
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Per facilitare il lavoro di Simoncini, chiedo di riservare lo spazio di questi commenti alle domande rivolte a lui.

Se qualcuno vuole commentare quanto ho scritto più sopra, è pregato di farlo nella discussione, ancora aperta, dell’articolo precedente.

grazie.

M.M.

menphisx
Inviato: 5/9/2008 8:44  Aggiornato: 5/9/2008 8:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/5/2008
Da: Everywhere
Inviati: 463
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Comincio io:
Qual'è la percentuale di successo della suddetta terapia ? In pratica su tutte le persone che ha curato, quante sono guarite ?

« Tramuta tutto in ciò che è veramente: l’Astratto, lo Spirito, il Nagual. Non c’è stregoneria, né il male, né il diavolo. C’è solo la percezione. »
Don Juan Matus
Sertes
Inviato: 5/9/2008 9:05  Aggiornato: 5/9/2008 9:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Qual'è la percentuale di successo della suddetta terapia su pazienti che hanno seguito solo la terapia Simoncini? In pratica su tutte le persone che ha curato e che non fossero già state soggette a chemioterapia e/o metodi di medicina tradizionale, quante sono guarite ?

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
albertogas
Inviato: 5/9/2008 9:12  Aggiornato: 5/9/2008 9:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/9/2008
Da:
Inviati: 41
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Seconda domanda:
In quanto tempo di cura si vede il miglioramento del paziente?

Terza domanda:
Da' indicazioni alimentari al paziente durante la cura? E se si' quale dieta propone al paziente?

Quarta domanda:
Da letture che ho fatto sull'argomento alimentazione, sono straconvinto che noi siamo per costituzione esseri frugivori e che tutte le malattie che abbiamo nel corso della nostra vita (compreso ovviamente il cancro) provengono dall'errata alimentazione della nostra specie. In particolare tutti gli alimenti (tranne frutta e verdura a foglia verde) aumentano l'acidita' dei tessuti in quanto sottrattori di minerali alcalini rendendo di fatto un favore allo sviluppo della candida che essendo un fungo si trova a suo agio nei terreni acidi. Per me le nostre malattie compreso il cancro provengono dall'alimentazione sbagliata, e secondo lei?

Grazie in anticipo per le eventuali risposte.

Alberto

balihora
Inviato: 5/9/2008 9:13  Aggiornato: 5/9/2008 9:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Salve Dott. Simoncini.
Ho un adenocarcinoma prostatico di grado III, già trattato chirurgicamente. Sono un medico di famiglia romano, suo coetaneo.
Mi da un valido motivo per sottopormi alla sua "terapia"?

spettatore
Inviato: 5/9/2008 9:47  Aggiornato: 5/9/2008 9:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Dott. Simoncini,
quando lei dorme, pensa che la qualità del suo sonno, sia peggiore o migliore di quella del Prof. Veronesi?


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
LogorRoico
Inviato: 5/9/2008 10:25  Aggiornato: 5/9/2008 10:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2008
Da:
Inviati: 85
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Un saluto a Tullio Simoncini,

inizio con quattro domande, lasciando naturalmente il tempo necessario per rispondere anche alle altre:

1) Visto che nella sua teoria si parla di cancro come "reazione" all'invasione di candida e che questa reazione "ingloba", i tessuti formando la neoplasia, come spiega in quest'ottica i tumori non solidi come le leucemie?

2) Nei suoi video e nelle sue dichiarazioni, fa spesso riferimento al colore bianco delle lesioni tumorali, colore tipico delle colonie di candida, associando le due cose: come spiega in quest'ottica, i tantissimi tumori che hanno altro colore?

3) Come spiega nell'ottica della sua teoria, le modificazioni cellulari presenti in un tessuto neoplastico? La candida ha il potere di indurre modificazioni genetiche o strutturali (coilocitosi ad esempio...), come fa ad inserirsi a livello intracellulare?

4) Tra le sue testimonianze, oltre a quelle riguardanti casi di tumore, c'è anche una testimonianza che riguarda l'endometriosi, la poliposi e la fibromatosi, che con il tumore (da quel che si sa) non hanno nulla a che vedere ed anche tra di loro sono patologie totalmente differenti: la candida causa anche l'endometriosi ovarica, la poliposi endometriale e la fibromatosi uterina?
Sarebbe disposto a commentare quel caso in maniera dettagliata?

Grazie delle risposte, avrei circa 200 domande, inizio per ora con quelle più "elementari" che magari interessano chi visita questo sito.
Saluti!

aeremita
Inviato: 5/9/2008 10:39  Aggiornato: 5/9/2008 10:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/12/2007
Da: Dolceacqua
Inviati: 211
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Un saluto a Simoncini.
Vorrei sapere se c'e' un punto di incontro tra le tue ipotesi e applicazioni pratiche e l'approccio di Hamer (o senon altro, l'approccio che vede nel tumore la somatizzazione di un trauma specifico).
Tra parentesi, ho conosciuto in passato Rinaldo Lampis. Non si ricordera' di me, ma salutamelo. Ho un piacevole ricordo.

Andrea

Cassandra
Inviato: 5/9/2008 10:54  Aggiornato: 5/9/2008 10:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Domandina terra terra a Simoncini, o anche a qualcuno esperto della sua teoria.

- Come mai i saponi che combattono le micosi della pelle (ed hanno ottimi risultati a mia esperienza) hanno ph4, ovvero acido, mentre lei propone un regime basico contro le micosi?
Insomma, anche a scopo preventivo, l'ambiente "sgradito" è quello acido o basico, e perché?

(un bacio a balihora)

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
parsiphil
Inviato: 5/9/2008 12:22  Aggiornato: 5/9/2008 12:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/10/2005
Da: Barigi
Inviati: 121
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Da quel che ho capito, il "metodo Simoncini" (mi si passi il termine) prevede una cura a base di bicarbonato, molto semplice (tant'è che si può fare da sè in casa) e senza particolari controindicazioni.
La mia domanda è: per superare le inevitabili e giustificabili diffidenze, perché non spingere di più su un messaggio di contemporaneità delle cure piuttosto che considerarle alternative?
Ovvero (ed è questa la vera domanda): cosa pensa succederebbe se, ancora allo stadio iniziale, un cancro venisse curato contemporaneamente con la chemio e con il bicarbonato?
Se il "metodo del bicarbonato" funzionasse davvero, il confronto fra casi curati con sola chemio e casi curati con chemio e bicarbonato dovrebbe dare evidenze clamorose e quindi positive al fine del passo successivo (abbandonare per sempre le cure con la chemio a favore di quelle col bicarbonato).

P.S.: mi si perdoni la terminologia spicciola ma sono assolutamente impreparato in materia. Grazie

lito67
Inviato: 5/9/2008 12:32  Aggiornato: 5/9/2008 12:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/8/2006
Da: Agrigento
Inviati: 52
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Spett. Simoncini volevo chiederle, considerato che il bicarbonato si trova nelle case di tutti gli italiani, prenderne una dose giornaliera dello stesso puo considerarsi una cura preventiva?? Se si in quali dose e che tipo di somministrazione.

Grazie Saluti

Infettato
Inviato: 5/9/2008 12:58  Aggiornato: 5/9/2008 12:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Domande a Tullio Simoncini
lito67

Spett. Simoncini volevo chiederle, considerato che il bicarbonato si trova nelle case di tutti gli italiani, prenderne una dose giornaliera dello stesso puo considerarsi una cura preventiva?? Se si in quali dose e che tipo di somministrazione.


------
Sarebbe utile prevenire il fungo (candida) o eliminarlo con un a particolare dieta o una cura preventiva di bicarbonato? Si può fare anche per via orale?

Si può fare tutto in via preventiva, ma consiglio di non usare il bicarbonato come terapia preventiva; altrimenti il fungo stesso potrebbe diventare resistente.

------

Ho già postato altrove questo è il suo sito nelle faq trovi le risposte a molte domande.

ciao

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
Skabrego
Inviato: 5/9/2008 13:21  Aggiornato: 5/9/2008 13:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/12/2006
Da:
Inviati: 178
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Quanto costa questa terapia? Il prezzo di un ciclo?
Mi è sembrato di capire che si possa anche praticare autonomamente a casa è vero?

Aseptik
Inviato: 5/9/2008 13:35  Aggiornato: 5/9/2008 13:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/1/2007
Da: Messapia
Inviati: 139
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Spett. Simoncini

avevo un seminoma testicolare destro t1, già asportato ( sigh) e ho già fatto la radioterapia come raccomandano i protocolli internazionali.

Secondo Lei, prendendo del bicarbonato avrei potuto evitare l'emicastrazione?
( eh già.. si dice proprio così )

La politica è l’arte cortese di ottenere voti dai poveri e finanziamenti dai ricchi, promettendo di difendere gli uni dagli altri.
Oscar Ameringer
Silver
Inviato: 5/9/2008 14:53  Aggiornato: 5/9/2008 19:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2005
Da: Torino
Inviati: 615
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Dott. Simoncini,
potrebbe dirci, secondo lei, perché non c'è o non può esserci un legame psicosomatico per l'insorgere di un tumore?

Anche Hamer ha un'alta percentuale di successo. Ha mai preso in considerazione che anche lui può essere sulla buona strada?

E per finire, perché non si potrebbe fare un'operazione di sincretismo tra una guarigione di tipo fisico, come la sua, e una di tipo psicologico come Hamer?

Aseptik
Inviato: 5/9/2008 17:36  Aggiornato: 5/9/2008 17:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/1/2007
Da: Messapia
Inviati: 139
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Dott. Simoncini, mi scusi le faccio un'altra domanda, effettivamente il mio tumore era di colore bianco, ma parlando con il mio chirurgo che lo ha visto, mi diceva che è il seminoma di quel colore e se fosse stato di un altro colore avrei dovuto fare la chemio e non solo la radio.
Comunque, vorrei sapere se le infiltrazioni di bicarbonato le avrei dovute fare tramite siringa direttamente nel testicolo. Grazie.

La politica è l’arte cortese di ottenere voti dai poveri e finanziamenti dai ricchi, promettendo di difendere gli uni dagli altri.
Oscar Ameringer
drdea
Inviato: 5/9/2008 19:10  Aggiornato: 5/9/2008 19:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2005
Da:
Inviati: 99
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Gentile Dott. Simoncini,
nella sua carriera ha mai effettuato degli esami istologici sui campioni di tessuti neoplastici per evidenziare traccia del fungo o delle sue spore? Ad esempio è stata effettuata un'osservazione microscopica a fresco per miceti? Se sì, dove si possono reperire i risultati di tali esami di laboratorio?

Redazione
Inviato: 5/9/2008 19:17  Aggiornato: 5/9/2008 19:17
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Sono stati cancellati tutti i post che non contenessero domande dirette a Tullio Simoncini

deadbeef
Inviato: 5/9/2008 19:38  Aggiornato: 5/9/2008 19:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/12/2007
Da:
Inviati: 59
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Sono stati cancellati tutti i post che non contenessero domande dirette a Tullio Simoncini


io avevo fatto una domanda a Simoncini ma, non so per quale oscuro motivo, è scomparsa; per fortuna avevo ancora la pagina in cache.. la ri-scrivo qui:

"Una domanda: perchè non pubblica le sue teorie (e dei dati clinici rigorosi e raccolti sistematicamente, di supporto ad esse) in qualche rivista scientifica con autorità nel settore (come ad es. Journal of Clinical Oncology, Journal of Thoracic Oncology oppure Mutagenesis) così che anche il mondo accademico "tradizionale" possa beneficiarne?

Saluti"

drdea
Inviato: 5/9/2008 19:55  Aggiornato: 5/9/2008 19:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2005
Da:
Inviati: 99
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Ancora qualche domanda al dott. Simoncini:

poiché nella home page del suo sito è mostrato un elenco di 18 casi trattati specificando che si tratta di "ALCUNI DEI TANTI CASI TRATTATI", sa riferire quanti degli altri casi trattati e non riportati hanno avuto una prognosi favorevole?

Dal momento che lei ha subito sulla sua pelle l'ostracismo della medicina ufficiale italiana, ritiene possa essere importante raccogliere quante più testimonianze possibili di casi diversi circa gli effetti della sua cura?

Per lo stesso motivo che l'ha spinta a realizzare e pubblicare le testimonianze video sul suo sito, ritiene che possa essere importante accompagnare, perlomeno per trasparenza, ognuno di quei casi testimoniati con i relativi referti di esami diagnostici?

Se ci sono stati altri casi di guarigione di cui non ha raccolto prove documentali (referti) o testimonianze, come mai non lo ha fatto?

Se non ci sono stati altri casi, perché nel suo sito ha sentito di dover presentare i casi di quell'elenco come "ALCUNI DEI TANTI CASI TRATTATI"?

La ringrazio anticipatamente.

Redazione
Inviato: 5/9/2008 20:01  Aggiornato: 5/9/2008 20:01
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
forse è scomparsa perchè all'inizio della domanda avevi fatto lo spiritoso su Fefochip. Simoncini non ha tempo da perdere per leggere stupidaggini del genere (e io ne ho ancora meno per mettermi ad editarle)

°°°

x TUTTI: Simoncini è rientrato, e sabato in mattinata risponderà a tutte le domande.

Red_Knight
Inviato: 5/9/2008 21:54  Aggiornato: 5/9/2008 21:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Spero di non essere fuori tempo:

1) com'è arrivato alla sua scoperta? Non tutta la storia (mi interesserebbe ma ha già parecchio a cui rispondere), dica solo per sommi capi come ha intuito e come ha verificato che la Candida albicans provoca il comunemente detto cancro.

2) tutti i tipi di cancro sono causati dalla Candida o ci sono alcune patologie che rientrano comumente nel concetto di tumore che hanno altre cause (e che quindi non sarebbero affatto tumori, deduco)?

3) la differenza tra tumore benigno e maligno cade con la sua teoria?

4) potrebbe spiegare, compatibilmente con il tempo a sua disposizione, in che modo di preciso il fungo provoca l'insorgere del tumore? Ci sono patologie di diverso tipo dal tumore causate dallo stesso fungo, o è una reazione automatica dell'organismo che si verifica in ogni caso?

5) c'è, e se sì qual è, qualche meccanismo dello sviluppo del cancro che ancora non le è chiaro e che sta indagando?

Non essendo medico, la prego di perdonarmi per eventuali strafalcioni o pochezze concettuali. La ringrazio comunque in anticipo per le gentili risposte che vorrà darmi.

Redazione
Inviato: 5/9/2008 21:54  Aggiornato: 5/9/2008 21:54
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Tranquillo, c'è tempo fino a sabato mattina.

peppe75
Inviato: 5/9/2008 22:06  Aggiornato: 5/9/2008 22:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 399
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Salve dottor Simoncini,
la ringrazio in anticipo per la sua attenzione.
Non sono un medico, quindi le mie domande riguardano l'aspetto "politico" della vicenda più che quello scientifico.

cito da wikipedia:
Attualmente il Simoncini [...] sostiene che il discredito nei confronti della sua ipotesi di cura è dovuto ad una sorta di presunto complotto della "scienza ufficiale" contro le medicine alternative.

1) può spiegarci, sommariamente, come questo complotto si è manifestato nel suo caso particolare ?

2) Perchè lei ha ritenuto di dover sperimentare la sua ipotesi sulle persone, sapendo che questo l'avrebbe messa in guai seri? Cosa è stato fatto per arrivare ad una sperimentazione "istituzionale" e, visto che non ci si è riusciti, cosa non è stato fatto, e da chi?

mi rendo conto che si tratta di molte domande, ma sono spero che vorrà considerarla una buona occasione per rispondere e dire la sua.

ancora grazie,
Peppe

DvdBos
Inviato: 5/9/2008 23:12  Aggiornato: 5/9/2008 23:12
So tutto
Iscritto: 26/10/2007
Da:
Inviati: 4
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Un paio di domande veloci:

1) Le iniezioni di bicarbonato di sodio non sono pericolose in quanto fanno alzare la pressione arteriosa (aumentando quindi il rischio di infarto?

2) (se non è già stato chiesto) Quante guarigioni ha ottenuto sui pazienti trattati, quanti pazienti ha trattato?
Ne ha guariti più in fase "iniziale", in fase già con metastasi, con precedenti cure chemio/radioterapiche?

Grazie mille

blackhawk
Inviato: 5/9/2008 23:44  Aggiornato: 5/9/2008 23:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/8/2007
Da:
Inviati: 305
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Avrei tre domande per il Signor Simoncini, poste nella mia ignoranza di chi è al secondo anno di medicina.

- Secondo Lei non esistono differenze tra i vari tipi di tumore esistenti? Tutti sono guaribili dal bicarbonato di sodio? Leucemie comprese?

- Perchè quando è stato raggiunto da Striscia la notizia non ha detto davanti alle telecamere ciò che pensava? Io, personalmente, credo molto poco nelle terapie ufficiali e sono interessato alla sua teoria.
Purtroppo, agendo cosi, secondo me ha fatto il gioco dei suoi detrattori........

- Lei è favorevole e disponibile ad accettare una sperimentazione ufficiale (la classica del doppio cieco per intenderci)?

ElwoodBlue
Inviato: 6/9/2008 0:29  Aggiornato: 6/9/2008 0:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/4/2008
Da:
Inviati: 426
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Dott. Simoncini, anche se io in definitiva sono un sostenitore della ricerca "ufficiale" approfitto di questa occasione per esprimerLe tutta la mia solidarietà.

Visto che i post che non contengono domande vengono eliminati per non appesantire questa pagina ne faccio una, la prima che mi viene in mente:
Dott. Simoncini, è vero che lei ha più di 30 anni?

Un sincero in bocca al lupo.

Redazione
Inviato: 6/9/2008 0:32  Aggiornato: 6/9/2008 0:34
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
ELWOODBLUE: Clap Clap Clap!!!!!

La tua ironia ha tutto il mio apprezzamento (anche i tuoi interventi, se è solo per quello: nell'ambito del dialogo costruttivo i tuoi spiccano per eccellenza in quel senso).

drdea
Inviato: 6/9/2008 1:11  Aggiornato: 6/9/2008 1:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2005
Da:
Inviati: 99
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Scusi dott. Simoncini, ma secondo lei Mazzucco ha usato a sproposito la parola ironia definendo l'intervento di ElwoodBlue?

E secondo lei questo è un intervento che si puòdefinire propriamente ironico?

Redazione
Inviato: 6/9/2008 10:26  Aggiornato: 6/9/2008 10:29
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Simoncini ha mandato queste risposte.

***

Qual'è la percentuale di successo della suddetta terapia su pazienti che hanno seguito solo la terapia Simoncini? In pratica su tutte le persone che ha curato e che non fossero già state soggette a chemioterapia e/o metodi di medicina tradizionale, quante sono guarite?

RISPOSTA
Su pazienti non terminali (cosa purtroppo frequente) le regressioni titali sono dell’ordine del 70-80% eccetto che per le leucemie, i tumori delle ossa piatte e i tumori del polmone

Seconda domanda: In quanto tempo di cura si vede il miglioramento del paziente?

RISPOSTA
Molto presto, talvolta in alcuni giorni, altre volte entro 2 mesi. Questo dipende dalle localizzazioni dei tumori e dal metodo usato per trattarli (locale, catheteri, port6 cath ecc)


Terza domanda: Da' indicazioni alimentari al paziente durante la cura? E se si' quale dieta propone al paziente?

RISPOSTA
Non sono così necessarie

Quarta domanda: Da letture che ho fatto sull'argomento alimentazione, sono straconvinto che noi siamo per costituzione esseri frugivori e che tutte le malattie che abbiamo nel corso della nostra vita (compreso ovviamente il cancro) provengono dall'errata alimentazione della nostra specie. In particolare tutti gli alimenti (tranne frutta e verdura a foglia verde) aumentano l'acidita' dei tessuti in quanto sottrattori di minerali alcalini rendendo di fatto un favore allo sviluppo della candida che essendo un fungo si trova a suo agio nei terreni acidi. Per me le nostre malattie compreso il cancro provengono dall'alimentazione sbagliata, e secondo lei?

RISPOSTA
Tutta questa forzatura ed errata neo conformistica convinzione sull’alimentazione è tutta una montatura degli alternativi che in genere non capiscono niente di tumori e difatti non hanno mai risultati se non parziali e indiretti

Salve Dott. Simoncini. Ho un adenocarcinoma prostatico di grado III, già trattato chirurgicamente. Sono un medico di famiglia romano, suo coetaneo.
Mi da un valido motivo per sottopormi alla sua "terapia"?

RISPOSTA
La mia terapia è molto efficace , in breve tempo e senza particolari effetti secondari. E’ innocua e risparmia l’organo al contrario della chirurgia e dei suoi rischi.

Dott. Simoncini,
quando lei dorme, pensa che la qualità del suo sonno, sia peggiore o migliore di quella del Prof. Veronesi?

RISPOSTA
Purtroppo non so come dormono altre persone

1) Visto che nella sua teoria si parla di cancro come "reazione" all'invasione di candida e che questa reazione "ingloba", i tessuti formando la neoplasia, come spiega in quest'ottica i tumori non solidi come le leucemie?


RISPOSTA
Spesso le leucemie sono falsi tumori, cioè non sono causate da funghi. Inoltre sono possibili localizzazioni fungine nelle sedi preposte alla rigenerazione cellulare bianca che viene così stimolata abnormemente pre difesa.


2) Nei suoi video e nelle sue dichiarazioni, fa spesso riferimento al colore bianco delle lesioni tumorali, colore tipico delle colonie di candida, associando le due cose: come spiega in quest'ottica, i tantissimi tumori che hanno altro colore?

RISPOSTA
Dipende dalla commistione dei vari tessuti e dalla reazione di difesa in sedi dove lo strato dei tessuti non è sottile e analizzabile visivamente. Inoltre spesso non si fa una ricerca mirata delle colonie risultando quindi queste difficili da individuare.
Ci si potrebbe però domandare: come mai la maggior parte dei tumori sono bianchi?

3) Come spiega nell'ottica della sua teoria, le modificazioni cellulari presenti in un tessuto neoplastico? La candida ha il potere di indurre modificazioni genetiche o strutturali (coilocitosi ad esempio...), come fa ad inserirsi a livello intracellulare?

RISPOSTA
Non c’è nessuna azione o processo intracellulare, è tutto extra cellulare. Le modificazioni sono una reazione di difesa gradualmente in esaurimento contro un’invasione troppo potente

4) Tra le sue testimonianze, oltre a quelle riguardanti casi di tumore, c'è anche una testimonianza che riguarda l'endometriosi, la poliposi e la fibromatosi, che con il tumore (da quel che si sa) non hanno nulla a che vedere ed anche tra di loro sono patologie totalmente differenti: la candida causa anche l'endometriosi ovarica, la poliposi endometriale e la fibromatosi uterina?
Sarebbe disposto a commentare quel caso in maniera dettagliata?

RISPOSTA
L’endometriosi o le poliposi e fibromatosi o anche tutte le neoformazioni benigne hanno come causa la candida, ma hanno una tendenza al’incistamento di tipo benigno.

Vorrei sapere se c'e' un punto di incontro tra le tue ipotesi e applicazioni pratiche e l'approccio di Hamer (o senon altro, l'approccio che vede nel tumore la somatizzazione di un trauma specifico). Tra parentesi, ho conosciuto in passato Rinaldo Lampis. Non si ricordera' di me, ma salutamelo. Ho un piacevole ricordo.

RISPOSTA
Le teorie più o meno psichiche o mentali sul cancro le vedo più come fattori concausali di debilitazione che può favorire l’attecchimento fungino. Non sono a mio avviso specifiche.

Come mai i saponi che combattono le micosi della pelle (ed hanno ottimi risultati a mia esperienza) hanno ph4, ovvero acido, mentre lei propone un regime basico contro le micosi? Insomma, anche a scopo preventivo, l'ambiente "sgradito" è quello acido o basico, e perché?

RISPOSTA
Difatti non c’entra niente il PH con il tumore, è un’invenzione degli alternativi, completamente campata per aria.
La ringrazio della considerazione azzeccata

Da quel che ho capito, il "metodo Simoncini" (mi si passi il termine) prevede una cura a base di bicarbonato, molto semplice (tant'è che si può fare da sè in casa) e senza particolari controindicazioni. La mia domanda è: per superare le inevitabili e giustificabili diffidenze, perché non spingere di più su un messaggio di contemporaneità delle cure piuttosto che considerarle alternative? Ovvero (ed è questa la vera domanda): cosa pensa succederebbe se, ancora allo stadio iniziale, un cancro venisse curato contemporaneamente con la chemio e con il bicarbonato? Se il "metodo del bicarbonato" funzionasse davvero, il confronto fra casi curati con sola chemio e casi curati con chemio e bicarbonato dovrebbe dare evidenze clamorose e quindi positive al fine del passo successivo (abbandonare per sempre le cure con la chemio a favore di quelle col bicarbonato).

RISPOSTA
Teoricamente ha ragione e gli oncologi potrebbero seguire il suo suggerimento. Io personalmente non posso consigliare l’associazione con un metodo che devasta i pazienti

Spett. Simoncini volevo chiederle, considerato che il bicarbonato si trova nelle case di tutti gli italiani, prenderne una dose giornaliera dello stesso puo considerarsi una cura preventiva?? Se si in quali dose e che tipo di somministrazione.

RISPOSTA
Sostanzialmente si, ma le modalità di somministrazione variano in funzione degli organi da trattare preventivamente, altrimenti si rischia di fallire

Quanto costa questa terapia? Il prezzo di un ciclo?
Mi è sembrato di capire che si possa anche praticare autonomamente a casa è vero?

RISPOSTA
Il costo dipende dal tipo di intervento: ad esempio la somministrazione orale non ha costi, un intervento chirurgico in laparoscopia prevede solo per la clinica e i materiali cieca 10.000 euro

Avevo un seminoma testicolare destro t1, già asportato ( sigh) e ho già fatto la radioterapia come raccomandano i protocolli internazionali. Secondo Lei, prendendo del bicarbonato avrei potuto evitare l'emicastrazione?

RISPOSTA
Secondo me si

Dott. Simoncini, mi scusi le faccio un'altra domanda, effettivamente il mio tumore era di colore bianco, ma parlando con il mio chirurgo che lo ha visto, mi diceva che è il seminoma di quel colore e se fosse stato di un altro colore avrei dovuto fare la chemio e non solo la radio. Comunque, vorrei sapere se le infiltrazioni di bicarbonato le avrei dovute fare tramite siringa direttamente nel testicolo. Grazie.

Comunque il bianco c’era e forse vedendo bene il chirurgo lo potrebbe trovare sempre.

RISPOSTA
Forse la via migliore di somministrazione nel suo caso sarebbe stata quella arteriosa con port cath

Gentile Dott. Simoncini,
nella sua carriera ha mai effettuato degli esami istologici sui campioni di tessuti neoplastici per evidenziare traccia del fungo o delle sue spore? Ad esempio è stata effettuata un'osservazione microscopica a fresco per miceti? Se sì, dove si possono reperire i risultati di tali esami di laboratorio?

RISPOSTA
Non ho mai effettuato questo tipo di indagini

Una domanda: perchè non pubblica le sue teorie (e dei dati clinici rigorosi e raccolti sistematicamente, di supporto ad esse) in qualche rivista scientifica con autorità nel settore (come ad es. Journal of Clinical Oncology, Journal of Thoracic Oncology oppure Mutagenesis) così che anche il mondo accademico "tradizionale" possa beneficiarne?

RISPOSTA
Le testate scientifiche sono in mano alle case farmaceutiche che accettano solo lavori dei propri affiliati, i professores, gli unici autorizzati e messi in condizione di effettuare studi e ricerche (che sono il più delle volte inutili e pilotati). Non a caso le scoperte della medicina sono dovute tutte passare per il purgatorio dell’accettazione autorevole che non è altro che la cortina di protezione del marciume scientifico del sistema.

°°°

Simoncini è di nuovo in partenza, e non potrà rispondere ad un eventuale secondo giro di domande.

cherubino
Inviato: 6/9/2008 12:59  Aggiornato: 6/9/2008 13:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Non so se sia possibile iniziare i commenti "post-risposta". Io premetto che non sono scettico nei suoi confronti, sono aperto a tutto, però pretendo che quanto afferma sia provato e provabile. In questo senso mi hanno colpito tre risposte:

1) Perchè non ha mai pubblicato su testate autorevoli?
Risposta: le testate autorevoli sono in mano alle case farmaceutiche. Va bene, diamo per scontato che la "via ufficiale" sia assolutamente impraticabile e non esista neanche una testata libera: non resta che credere ciecamente ...al suo sito web, il che non mi esalta. Ed è possibile che nel web 2.0 non esista un'altra persona, in un altro angolo della terra e con nessuna relazione con Simoncini, che non raggiunga gli stessi suoi risultati? Cioè Simoncini pretende di essere creduto sulla parola, in quanto non ha uno straccio di studio personale che abbia un benchè minimo connotato scientifico (date uno sguardo al sito, i suoi studi somigliano alle pubblicità dei detersivi, col prima e il dopo in mezzo ai quali c'è qualcosa che non si vede), ed ha gioco facile nel criminalizzare la comunità scientifica in quanto in mano alle lobby. Il cane si morde la coda, e non si arriva da nessuna parte.

2) Ad esempio è stata effettuata un'osservazione microscopica a fresco per miceti?
Risposta: no. Allora per me sul Pentagono si è schiantata Maga Magò, anche se non l'ho fotografata e per giunta non l'ho mai vista. Però se guardate bene il buco del Pentagono di che colore è? Nero, come il vestito di Maga Magò.

3) Se il "metodo del bicarbonato" funzionasse davvero, il confronto fra casi curati con sola chemio e casi curati con chemio e bicarbonato dovrebbe dare evidenze clamorose e quindi positive al fine del passo successivo (abbandonare per sempre le cure con la chemio a favore di quelle col bicarbonato).
Risposta: non posso / non voglio occuparmene: chiedilo agli oncologi.

balihora
Inviato: 6/9/2008 13:23  Aggiornato: 6/9/2008 13:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Cherubino, hai centrato il punto. Questa storia va avanti da anni.
L'onere della prova sembra non spetti a lui.
Ha questa decina di casi, non documentati, e basta.

drdea
Inviato: 6/9/2008 13:39  Aggiornato: 6/9/2008 14:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2005
Da:
Inviati: 99
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Mi scusi Mazzucco, il dottor Simoncini le ha per caso spiegato perché non ha risposto alle domande che ho posto io?
Se non l'ha fatto (lo spiegare), perché lei non ha chiesto una motivazione senza la quale il comportamento del dottor Simoncini è intollerabilmente arbitrario per un'argomentazione scientifica?

Ovviamente non intendo le due domande ironiche postate appena sopra, ma la serie di domande precedente

nicoforca
Inviato: 6/9/2008 16:03  Aggiornato: 6/9/2008 16:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/4/2007
Da:
Inviati: 161
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Gentile Dott. Simoncini

non so se è troppo tardi per porre una domanda. Le scrivo per mia madre che ha metastasi ossee, da carcinoma mammario di 15 anni fa, quando fece una chemio, cinque anni di tamoxifene.Da quasi tre anni prende femara, ma l'anno scorso in seguito a un medico naturalista di Milano che mi descrisse una situazione fosca, le feci fare numerose cure:

colonidroterapie
vitamine del Dr Rath
glutatione vitamina C per endovena
ascorbato di potassio del pantellini
tisana Caisse (ma ha smesso da quando mio padre ha letto un articolo sulla famigerata repubblica dove un sedicente naturopatico affermava che addirittura provocava la proliferazione delle cellule)
una volta degli oligominerali in oxiprolinati dopo esame del capello
vari prodotti contro la candida (maturali) + fermenti

il problema è che dopo un periodo di remissione, smise tutto quanto sia il farmaco allopatico (su consiglio del dottore visto che stava bene) sia tutte le terapie naturopatiche.

naturalmente il "male" si è presentato puntuale sei mesi dopo, quando l'oncologo pensava addirittura che era finito l'effetto del femara, per dire l'attenzione che pongono i medici ai pazienti.

Lei ha ripreso il femara, visto che mentalmente ha bisogno di una pillola (preferirei prendesse un p lacebo) e poi si è messa a fare una dieta (purtroppo non quella del Nacci) e UNA VOLTA SOLA dell'acido retinoico e altri elementi su ricetta del Dr Andrae a Sanremo.

Io l'avevo chiamata due anni fa e si era detto disposto a venire a trovarci in toscana ma il problema più grave è convincere mia madre che ha la mentalità di una certa età e che è compeltamente manipolata dalla casta medica come tanti altri.

Lei è fortissima, e non dice mai niente dei suoi dolori, ma noi figlie vediamo che si tiene tutto dentro e che a volte non ce la fa.

nei casi di metastasi ossee funziona il bicarbonato?
è utile prenderlo anche per via orale?
come concilia la sua teoria del tumore fungino con le altre teorie di Kremer Puccio e Nacci che lo considerano una reazione a un inquinamento interno delle cellule?

Sarebbe disposto a visitarla in Toscana o come dovremmo fare per farle seguire la cura? Può effettuarla il medico curante?

Ringraziando
Nicoletta
333 2905817

[email protected]

Red_Knight
Inviato: 6/9/2008 16:48  Aggiornato: 6/9/2008 16:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Domande a Tullio Simoncini
E le risposte alle domande serie dove sono? Lasciamo perdere le mie domande, ma ce n'erano tante altre puntuali e importanti per la questione. Ma una risposta diversa dal "secondo me è così" era uno sforzo così grosso? Cherubino ha ragione su tutta la linea. Avrà anche fatto la scoperta del secolo, ma così si comporta Scientology. Che delusione... pensare che speravo davvero in una bella spiegazione convincente.

Redazione
Inviato: 6/9/2008 16:50  Aggiornato: 6/9/2008 16:57
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
"Mi scusi Mazzucco, il dottor Simoncini le ha per caso spiegato perché non ha risposto alle domande che ho posto io?"

No.

"Se non l'ha fatto (lo spiegare), perché lei non ha chiesto una motivazione senza la quale il comportamento del dottor Simoncini è intollerabilmente arbitrario per un'argomentazione scientifica?"

Io non ho nessun problema a tollerarlo. Evidentemente, come per le medicine, abbiamo tutti delle diverse soglie di tolleranza. (Io ad esempio non tollero i bacchettoni moralizzatori, che pretendono chissà cosa in base a non si sa bene quale diritto).

In secondo luogo mi occupo di informazione, e rispetto la libertà altrui di esprimersi, come di non farlo. (Mi avevano detto che l'Italia fosse un paese in cui vige la libertà di espressione).

Nessuno è obbligato a dare retta a Simoncini, se non gli va di farlo, e nulla obbliga lui a dare retta agli altri, se non lo desidera. Se non ti convincono le sue risposte continua a curarti come hai sempre fatto e basta. Non mi pare che Simoncini voglia rendere il bicarbonato obbligatorio.

__

NICO: ci sentiamo in PM.

balihora
Inviato: 6/9/2008 16:59  Aggiornato: 6/9/2008 16:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Già. In Italia c'è libera di espressione, libertà terapeutica e anche LIBERTA' DI TRUFFA.

Spero che torni presto in USA e che magari qualcuno gli faccia causa come è successo qui in Italia. So che da quelle parti i truffatori se la passano molto peggio.

Redazione
Inviato: 6/9/2008 17:04  Aggiornato: 6/9/2008 17:04
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
RED_KNIGHT: Come ho detto più sopra, non bisogna scambiare questo sito per una campagna pro-bicarbonato.

Chi è interessato approfondisce, chi vuole provare prova, chi è "deluso" scarti semplicemente Simoncini dalle possibilità disponibili.

Le testimonianze sono lì da vedere. Ognuno giudichi come crede.

Io il mio lavoro l'ho fatto.

Red_Knight
Inviato: 6/9/2008 17:06  Aggiornato: 6/9/2008 17:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Massimo, qui che io sappia non si delibera sulla diffusione di un farmaco o sull'applicazione della terapia, a meno che LC non sia il sito ufficiale della FDA. Solo credo che molti qui siano davvero delusi dalla totale evasione delle domande chiarificatrici, e credo che sia normale e legittimo manifestarlo, visto che è un semplice luogo di discussione. Possiamo sempre parlare di sport, se lo si preferisce...

EDIT: non avevo visto la tua risposta. Sì, il tuo lavoro l'hai fatto senz'altro, come al solito, e come al solito ti ringrazio per questo.

Visto che siamo ancora nella stessa pagina di discussione: qualcuno sa di che si occupa Simoncini attualmente? Continua la sua campagna o è passato ad altre indagini?

Luco
Inviato: 6/9/2008 17:06  Aggiornato: 6/9/2008 17:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2008
Da:
Inviati: 286
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Redazione (o fefochip)
Citazione:
Nessuno è obbligato a dare retta a Simoncini


ok però siamo qua per capirci qualcosa.
Io personalmente all'inizio ero d'accordo con voi; poi, sulla base delle contro argomentazioni di LogoRoico e balihora, nonchè delle risposte deludenti del dottore, comincio ad avere dei dubbi. Per voi non è cambiato proprio niente?? Cioè, non siete disposti a rivedere le vostre posizioni in base a questo dibattito?
(lo dico non perchè dobbiate riportarmi dalla vostra parte , ma perchè mi fido anche della tua opinione e perchè raramente ho visto qualcuno cambiare le proprie idee sulla base di quelle degli altri. Non che sia obbligatorio, è ovvio, ma questo mi sembra un caso in cui potrebbe succeddere)

Redazione
Inviato: 6/9/2008 17:07  Aggiornato: 6/9/2008 17:07
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
BALIHORA: "So che da quelle parti i truffatori se la passano molto peggio."

Anche i calunniatori, se è solo per quello.

Come vedi, ci sono dei grandi vantaggi a vivere in Italia, da un lato come dall'altro.

Redazione
Inviato: 6/9/2008 17:11  Aggiornato: 6/9/2008 17:11
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
"lo dico non perchè dobbiate riportarmi dalla vostra parte "

Come faccio a spiegarti che NON C'E' UNA PARTE? Nessuno ti vuole convincere, e tu SEI LIBERO di pensare quello che vuoi.

Pensa che emozione.

balihora
Inviato: 6/9/2008 17:13  Aggiornato: 6/9/2008 17:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
E la calunnia dov'è?

Simoncini è stato giudicato da un tribunale colpevole di truffa aggravata.

Potrei anche chiamarlo assassino, visto che è stato condannato anche per omicidio colposo.

Redazione
Inviato: 6/9/2008 17:14  Aggiornato: 6/9/2008 17:14
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Dopo quello che gli hanno fatto passare in Italia, è già tanto se Simoncini risponde del tutto. Altro che "delusione".

Pensate anche a quello, se proprio volete fare un "computo" della situazione.

Redazione
Inviato: 6/9/2008 17:17  Aggiornato: 6/9/2008 17:18
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Cerca di non fare il furbo, Balihora: le calunnie sono nei mie confronti, quando sostieni che metto in giro dei video falsi.

Vieni a scriverlo qui in America, e poi ti mostro io come funziona la giustizia.

balihora
Inviato: 6/9/2008 17:17  Aggiornato: 6/9/2008 17:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Che cosa gli hanno fatto passare?
Ha ottenuto ancora più pubblicità, migliaia di allocchi che continuano a rimpinguare le sue casse e la libertà di fare la spola tra l'Italia e il resto del mondo a propinare falsità (e nei commenti nell'altro articolo abbiamo visto che sono proprio falsità).

Poverino.

balihora
Inviato: 6/9/2008 17:18  Aggiornato: 6/9/2008 17:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Cerca di non fare il furbo, Balihora: le calunnie sono nei mie confronti, quando sostieni che metto in giro dei video falsi.


E di grazia, dove ho sostenuto ciò?
Hai le prove, o sei un bugiardo?

Redazione
Inviato: 6/9/2008 17:20  Aggiornato: 6/9/2008 17:22
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Ciao Balihora, tanti auguri. (Non so cosa ti abbia fatto la vita, per renderti così acido, ma non credo proprio che la colpa sia di Simoncini).

balihora
Inviato: 6/9/2008 17:23  Aggiornato: 6/9/2008 17:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
il fatto che tu mi abbia augurato un tumore (che malauguratamente ho davvero) non mi rende ben disposto nei tuoi confronti.

Redazione
Inviato: 6/9/2008 17:25  Aggiornato: 6/9/2008 17:26
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Ti ho già spiegato che hai capito male, era l'esatto opposto. (Forse ho capito il problema: non leggi i miei post. O forse ti piace soltanto fare la vittima?)

balihora
Inviato: 6/9/2008 17:27  Aggiornato: 6/9/2008 17:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Redazione citazione:
Citazione:
Quello che ti auguro non te lo dico nemmeno, tanto ci arrivi da solo.

Luco
Inviato: 6/9/2008 17:30  Aggiornato: 6/9/2008 17:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2008
Da:
Inviati: 286
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
"lo dico non perchè dobbiate riportarmi dalla vostra parte "
Come faccio a spiegarti che NON C'E' UNA PARTE?


Appunto, la mia frase voleva chiarire proprio questo. Perchè ribadirlo in questo modo?
Pensavo che anche voi, che all'inizio davate molta fiducia al dottore, a questo punto aveste qualche dubbio in più. Tutto lì.

cherubino
Inviato: 6/9/2008 17:36  Aggiornato: 6/9/2008 17:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Le testimonianze sono lì da vedere. Ognuno giudichi come crede.


Se la medicina si facesse sulle testimonianze a quest'ora Wanna Marchi sarebbe un luminare in chirurgia oncologica, e Alda d'Eusanio, Maria de Filippi e Rita dalla Chiesa sarebbero primari ad honorem. A noi interessano le sperimentazioni, e se Simoncini risponde "non me le fanno fare", siamo al punto di partenza. Neanche in America ha trovato nessuno che gli faccia fare le sperimentazioni? Neanche sugli animali? Perchè non le fa sugli animali?

Redazione
Inviato: 6/9/2008 17:37  Aggiornato: 6/9/2008 17:43
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
BALIHORA: Ma lo fai apposta? Vuoi per forza trasformare questo thread in una specie di melodramma personale? TI HO GIA spiegato che ti auguravo "di non avere mai un tumore, per non doverti rimangiare quello che avevi detto".

Ovviamente non sapevo che tu l'avessi, ma dal contesto la mia frase era comunque CHIARISSIMA. Inoltre, non è nel mio stile augurare malanni a nessuno, e se frequenti il mio sito da più di venti minuti questo dovresti saperlo.

Smettila quindi di piagnucolare o di fare finta di non capire, e lascia agli altri lo spazio per discutere di Simoncini, e non di te.

Grazie.

°°°

LUCO: "Pensavo che anche voi, che all'inizio davate molta fiducia al dottore, a questo punto aveste qualche dubbio in più."

Allora chiedimelo, non darlo tu per scontato. Altrimenti è chiaro che ti becchi la risposta che ti ho dato.

Per quel che mi riguarda, la mia opinione su Simoncini rimane immutata.

Redazione
Inviato: 6/9/2008 17:42  Aggiornato: 6/9/2008 17:42
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
"A noi interessano le sperimentazioni,"

Anche a me piacerebbe molto che gliele facessero fare. Non è certo per vendere bicarbonato che ho fatto questi articoli.

Luco
Inviato: 6/9/2008 17:45  Aggiornato: 6/9/2008 17:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2008
Da:
Inviati: 286
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Redazione

Citazione:
Allora chiedimelo, non darlo tu per scontato. Altrimenti è chiaro che ti becchi la risposta che ti ho dato.


Te l'avevo chiesto
Dal mio post precedente:
Citazione:
Per voi non è cambiato proprio niente?? Cioè, non siete disposti a rivedere le vostre posizioni in base a questo dibattito?




Comunque in effetti capisco che nella vostra diatriba le mie domande passino inosservate, non era un cosa determinante, lo so. Però a me interessava veramente la tua opinione, un po' perchè sei sempre ragionevole e un po' perchè, se avessi cambiato idea, sarebbe un risultato notevole (non dico positivo o negativo, dico solo che sarebbe interessante, e che non succede spesso che qualcuno si sposti dalla sua posizione iniziale)

balihora
Inviato: 6/9/2008 17:45  Aggiornato: 6/9/2008 17:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Infatti, discutiamo di Simoncini.

Dal suo libro:

Citazione:

La Candida è sempre Presente nel Cancro
Esiste un elevato numero di lavori che attesta la costante presenza del micete nei tessuti dei malati di cancro, specialmente in quelli terminali.
Negli ultimi anni si è infatti assistito ad un crescendo di voci che hanno puntato il dito contro questo terribile fungo, tanto da definirlo “il problema più importante e più urgente da risolvere per l’oncologia”.
Questi sono i dati riguardanti la coesistenza della candida e del cancro riscontrati da alcuni autori: (53)
R.L. Hopfer: 79%
U. Kaben: 80%
W.T. Hughes: 91%
T.E. Kiehn: 97%
Le percentuali rilevate sono impressionanti, considerando la difficoltà di visualizzare le candide nei materiali organici da esaminare, come riportato anche da R.S. Escuro, Z.O. Karaev e T.J. Walsh. (54)

53. Hopfer, R.L., “J. Clin. Microbio.l“, 1980 Sep;12(3):329-31;
Kaben, U., “Z Gesamte Inn Med”, 1977 Nov 15;32(22):618-22;
Hughes, W.T., “Pediatr. Infect. Dis.”, 1982 Jan-Feb;1(1):11-8;
Kiehn, T.E., “Am. J. Clin. Pathol.”, 1980 Apr;73(4):518-21.
54. Escuro, R.S., “Am. J. Med.”, 1989 Dec;87(6):621-7; Karaev,
Z.O., “Zh Microbiol Epidemiol Immunobiol”, 1992;(5-6):41-3;
Walsh, T.J., N. Engl. J. Med., 1991 Apr 11;324(15):1026 31.


invece

Hopfer nel suo studio trova 78 pazienti con presenza di miceti nel sangue su 19457.
Il 79% è riferito a quei 78 che hanno Candida di varie speci
http://www.pubmedcentral.nih.gov/picrender.fcgi?artid=273585&blobtype=pdf

Hughes fa uno studio sulla candidosi sistemica. Quel 91% non si sa a cosa si riferisce.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7177889?ordinalpos=6&itool=EntrezSystem2.PEntrez.Pubmed.Pubmed_ResultsPanel.Pubmed_RVDocSum

Kiehn si occupa fa uno studio su pazienti oncologici E affetti da una qualche micosi. Osserva che il 97% delle micosi è amputabile a 5 specie tra le quali la C. albicans.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7369176

Redazione
Inviato: 6/9/2008 17:49  Aggiornato: 6/9/2008 17:50
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
BALIHORA: Bene. Non capisco a questo punto perchè tu rimanga qui a perdere tempo.

___

LUCO: Hai ragione, scusami. Nell'agitazione non ho capito che la domanda era rivolta (anche) a me.

Tirereremo le somme magari domani, quando tutti hanno finito di commentare, ok?

cherubino
Inviato: 6/9/2008 17:51  Aggiornato: 6/9/2008 17:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Non è certo per vendere bicarbonato che ho fatto questi articoli.

Massimo, ci mancherebbe... nessuno ti sta rimproverando di aver dato spazio a questa vicenda... anzi ti stiamo ringraziando. E inoltre piacerebbe molto a tutti che Simoncini concludesse questa favola nel migliore dei modi. A chi non piacerebbe?

Ma per ora rimaniamo ancorati alle pubblicità dei detersivi che ha messo sul suo sito. Per me la favola non è per nulla conclusa, e lui non sta facendo niente per concluderla. Forse aspetta che qualcun altro si approprii della sua rivoluzionaria scoperta, conducendo studi seri in proposito?

Tuttle
Inviato: 6/9/2008 17:53  Aggiornato: 6/9/2008 17:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Ciao Massimo.

Una domanda sincera;

Non pensi che ci si stia infilando in un paradigma?

Nel senso che se chiediamo pareri medici, la risposta è sempre la stessa. Mi pare evidente. Io stesso in questi giorni ho chiesto a 4 medici. Inutile che ti esponga i loro pareri.

Ma se non chiediamo ai medici...come diavolo si fa? Dobbiamo credere a cosa? A dei video? A dei documenti messi li un po alla rinfusa? A delle frasi "chiuse" da prendere per oro colato?

In definitiva, Massimo, quali sono gli strumenti - oltre ai video - sui quali basare il proprio parere?

Devo davvero credere che tutti i medici (quelli veri e ottimi che esistono ancora), che ci salvano la pelle giorno per giorno, siano tutti degli infami? Dei corrotti al servizio delle case farmaceutiche?

Oppure, me tapino, posso sentirmi libero di farmi una mia idea - basata sul fatto che Simoncini è stato radiato dall'albo dei medici ed ha subito una sentenza gravissima? E magari posso anche, sempre me tapino, continuare a ringraziare i medici, i chirurghi, gli oncologi, i cardiologi e tutti quelli che si fanno un culo come una capanna - per migliorare la vita di tutti, compresi tutti quelli che qui dentro hanno elargito merda a fiotti?

Mi devo davvero sentire giudicato (e qui lo state facendo credimi) perchè se mi becco un cancro vado da un oncologo e non da un pregiudicato che non può produrre altra prova che testimonianze video? Come cesare ragazzi???

C'è molta confusione.

ciao

Luco
Inviato: 6/9/2008 17:54  Aggiornato: 6/9/2008 17:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2008
Da:
Inviati: 286
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Tirereremo le somme magari domani, quando tutti hanno finito di commentare, ok?


Infatti!
Visto che conclusioni tecniche non potremo trarle noi, almeno possiamo capire qual'è l'atteggiamento (non l'opinione) di ciascuno verso l'argomento e verso le opinioni degli altri.

balihora
Inviato: 6/9/2008 17:56  Aggiornato: 6/9/2008 17:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
BALIHORA: Bene. Non capisco a questo punto perchè tu rimanga qui a perdere tempo.


Perchè mi dispiacerebbe davvero molto che qualcuno lucrasse sulle disgrazie di Nicoforca.

Redazione
Inviato: 6/9/2008 18:07  Aggiornato: 6/9/2008 18:17
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
BALIHORA: "Perchè mi dispiacerebbe davvero molto che qualcuno lucrasse sulle disgrazie di Nicoforca."

Se sei davvero così nobile e generoso, perchè non corri a combattere l'oncologia ufficiale, che a quanto pare incassa un sacco di soldi sulle "disgrazie di nicoforca" senza per questo curare sua mamma?

O forse tu "quel lucro" non riesci a vederlo?

Chi vende alla mamma di nicoforca chemioterapici tanto costosi quanto inutili? Simoncini, o le case farmaceutiche?

Trovo sinceramente rivoltante questa "nobiltà" a senso unico. Tutti pronti a difendere i malati dal "terribile Simoncini", quando è uno che cerca di trovare una soluzione sana e non invasiva, e nessuno che apra bocca di fronte allo scempio che viene commesso ogni giorno sulla vita e sul corpo degli altri.

Chi ti toglie un intero utero, un polmone o mezzo intestino, solo perchè non è capace a curare il cancro? Simoncini, o la medicina ufficiale?

Luco
Inviato: 6/9/2008 18:10  Aggiornato: 6/9/2008 18:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2008
Da:
Inviati: 286
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Perchè mi dispiacerebbe davvero molto che qualcuno lucrasse sulle disgrazie di Nicoforca.


Citazione:
chemio, cinque anni di tamoxifene
colonidroterapie vitamine del Dr Rath glutatione vitamina C per endovena ascorbato di potassio del pantellini tisana Caisse (ma ha smesso da quando mio padre ha letto un articolo sulla famigerata repubblica dove un sedicente naturopatico affermava che addirittura provocava la proliferazione delle cellule) una volta degli oligominerali in oxiprolinati dopo esame del capello vari prodotti contro la candida (maturali) + fermenti


qualcuno l'ha già fatto..

Redazione
Inviato: 6/9/2008 18:15  Aggiornato: 6/9/2008 18:15
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
TUTTLE: Un attimo che ti rispondo con calma.

Sandman
Inviato: 6/9/2008 18:16  Aggiornato: 6/9/2008 18:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/5/2006
Da:
Inviati: 666
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Perchè mi dispiacerebbe davvero molto che qualcuno lucrasse sulle disgrazie di Nicoforca.


su questo articolo

leggo :


Citazione:
Una testimonianza esemplare è stata pubblicata dal settimanale “Gente” poco tempo fa. Si tratta della vicenda di Gennaro De Stefano, un uomo normalissimo, che nel suo “Diario di un malato di cancro” ha provato a comporre la “lista della spesa” per la sua malattia. Dopo aver consultato medici e fotocopiato le fustelle dei farmaci, ha messo insieme tutte queste informazioni. Il suo calvario è iniziato con due interventi chirurgici (biopsia più operazione alla vescica) e una degenza di 22 giorni, per un totale di 30.000 euro[5] Il primo ciclo di chemio è costato 9.000 euro e 1.500 euro spesi per ogni TAC effettuata[6] (ne ha fatte oltre 20). «Un ciclo completo di cocktail chemioterapici partiva da alcune migliaia di euro per arrivare anche a 50 mila euro al mese per ogni paziente».[7] «Durante la chemioterapia, che, com’è noto, fa abbassare i globuli bianchi e quelli rossi (tralasciando la quantità impressionante di medicinali di sostegno per lo stomaco, l’intestino, la fatica, la nausea, il vomito e via cantando), occorre sottoporsi a cure ormonali che aiutino la crescita dei globuli bianchi. Di solito si fanno tre o quattro iniezioni che costano una 1.500 euro, le altre 150 euro ognuna. Arriva poi l’Epo, l’ormone diventato famoso come doping dei ciclisti, che costa dai 500 ai 1.000 euro a iniezione. Di queste bombe ne avrò fatte, fino a oggi, una quarantina».[8] Ha dovuto eseguire la radioterapia (6.000 euro); un nuovo intervento chirurgico per alcune metastasi (9.000 euro); di nuovo radioterapia, ecc. Risultato: la Sanità pubblica ha pagato per il sig. De Gennaro, circa 200.000 euro. Questo che avete appena letto, purtroppo, è l’iter seguito dalla stragrande maggioranza dei malati oncologici. Moltiplicate questa cifra per il numero dei malati vecchi e nuovi, e capirete dal risultato che forse per qualcuno - e dico forse - non c’è convenienza nel trovare la soluzione definitiva ad una patologia che sviluppa centinaia di miliardi di euro ogni anno in Italia. Ogni anno la “lobbies del cancro” - solamente con i nuovi ammalati (270.000 persone), e supponendo che tutti entrino nei percorsi terapeutici - movimenta una cifra superiore a 54.000.000.000 di euro. Cinquantaquattro miliardi di euro ogni anno per un trattamento oncologico.

Redazione
Inviato: 6/9/2008 18:17  Aggiornato: 6/9/2008 18:19
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Grazie Sandman. Stavo proprio cercando qualcosa del genere (come se ce ne fosse davvero bisogno, fra l'altro).

balihora
Inviato: 6/9/2008 18:22  Aggiornato: 6/9/2008 18:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Se sei davvero così nobile e generoso, perchè non corri a combattere l'oncologia ufficiale, che a quanto pare incassa un sacco di soldi sulle "disgrazie di nicoforca" senza per questo curare sua mamma? O forse tu "quel lucro" non riesci a vederlo? Chi vende alla mamma di nicoforca chemioterapici tanto costosi quanto inutili? Simoncini, o le case farmaceutiche? Trovo sinceramente rivoltante questa "nobiltà" a senso unico. Tutti pronti a difendere i malati dal "terribile Simoncini", quando è uno che cerca di trovare una soluzione sana e non invasiva, e nessuno che apra bocca di fronte allo scempio che viene commesso ogni giorno sulla vita e sul corpo degli altri. Chi ti toglie un intero utero, un polmone o mezzo intestino, solo perchè non è capace a curare il cancro? Simoncini, o la medicina ufficiale?


Chi è che mente spudoratamente riportando fischi per fiaschi nelle proprie pubblicazione?

Gli oncologi seri o Simoncini?

carloooooo
Inviato: 6/9/2008 18:23  Aggiornato: 6/9/2008 18:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/7/2006
Da: marca gioiosa et amorosa
Inviati: 1386
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
BALIHORA: Bene. Non capisco a questo punto perchè tu rimanga qui a perdere tempo.


Eh no Massimo, troppo facile. Sei liberissimo di credere che il metodo Simoncini, in base alle testimoniante che hai raccolto, sconfigga effettivamente il tumore.

Però balihora ti ha fatto vedere che non esiste evidenza scientifica che la Candida sia causa del tumore, o almeno ti ha mostrato che le evidenze scientifiche che Simoncini riporta non sono affatto tali.

A questo punto tu continui a credere che il fungo sia la causa del tumore e il bicarbonato la cura.

Però Pausania nell'altra discussione ti aveva scritto:

Citazione:
Il fatto che Simoncini riesca a guarire le persone, non significa che abbia capito il meccanismo: è possibile che abbia trovato un metodo empirico che funziona, ma non si sa perché.


La tua risposta fu:

Citazione:
Forse non hai letto gli articoli, ma Simoncini il perchè lo propone eccome. E non mi risulta che finora nessuno l'abbia smontato.


Ora che è smontato, restano due opzioni: se Simoncini le persone non le cura, allora è un ciarlatano assassino, se le cura ha ragione Pausania.

Sandman
Inviato: 6/9/2008 18:25  Aggiornato: 6/9/2008 18:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/5/2006
Da:
Inviati: 666
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Stavo cercando di trovare l'originale di quella ricerca portata avanti da America e Australia per 14 anni su 225mila persone la quale proverebbe che la sopravvivenza media dei malati di cancro curati con i metodi ufficiali non superi il 2% dopo i 5 anni.Dovrebbe essere stata pubblicata dalla rivista medica " A clinical oncology" ma non riesco a trovarla,se qualcuno ne sa qualcosa in più...

balihora
Inviato: 6/9/2008 18:29  Aggiornato: 6/9/2008 18:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Stavo cercando di trovare l'originale di quella ricerca portata avanti da America e Australia per 14 anni su 225mila persone la quale proverebbe che la sopravvivenza media dei malati di cancro curati con i metodi ufficiali non superi il 2% dopo i 5 anni.Dovrebbe essere stata pubblicata dalla rivista medica " A clinical oncology" ma non riesco a trovarla,se qualcuno ne sa qualcosa in più...


Che ci faccio qui?
Basta che uno dica una stronzata senza prove e la gente se ne convince.

Non esiste questo studio...

carloooooo
Inviato: 6/9/2008 18:29  Aggiornato: 6/9/2008 18:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/7/2006
Da: marca gioiosa et amorosa
Inviati: 1386
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Stavo cercando di trovare l'originale di quella ricerca portata avanti da America e Australia per 14 anni su 225mila persone la quale proverebbe che la sopravvivenza media dei malati di cancro curati con i metodi ufficiali non superi il 2% dopo i 5 anni.Dovrebbe essere stata pubblicata dalla rivista medica " A clinical oncology" ma non riesco a trovarla,se qualcuno ne sa qualcosa in più...


LA SMETTIAMO CON QUESTA IMMANE CAZZATA?

Ma non siete capaci di leggerveli, gli articoli, invece di riportarli perché qualcuno vi ha detto che dicono quello che volete che dicano?

Mio post di questo thread.

Inviato: 4/9/2008 10:26 Aggiornato: 4/9/2008 11:54

Sandman
Inviato: 6/9/2008 18:34  Aggiornato: 6/9/2008 18:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/5/2006
Da:
Inviati: 666
 Re: Domande a Tullio Simoncini
infatti io ho parlato di sopravvivenza DOPO i 5 anni non a 5 anni,se dopo 5 anni di immane sofferenza crepi non penso sia una grande conquista della medicina tu che dici?

Redazione
Inviato: 6/9/2008 18:36  Aggiornato: 6/9/2008 18:37
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
CARLOOO: Se lo dici tu che "è smontato", mi fido ciecamente.

Anzi, a questo punto mi domando come abbiano fatto a sopravvivere le persone che IO PERSONALMENTE ho intervistato.

(Li conosco, certi "smontaggi", ma non ho nessuna voglia di perdere tempo per mostrarti come funzionano. Ormai gli utenti ne hanno viste abbastanza da saper giudicare da soli).

°°°

TUTTLE: vedo che alla fine anche tu ti rivolgi a me con una domanda sottesa: “convincimi perfavore”, e la cosa è comprensibile: tutti temiamo il cancro, e chi ha visto persone amate morire di cancro lo teme ancora di più.

E’ quindi chiaro che ci sia un desiderio inconscio di “trovare la soluzione certa”, di “avere la garanzia”, ma è altrettanto vero che se quella risposta ci fosse, così chiara e lampante, nessuno starebbe qui a litigare, no?

Il problema nasce quando si scambia una proposta con un obbligo. Simoncini non OBBLIGA nessuno a credergli, e a nostra volta noi non possiamo OBBLIGARE lui a convincerci.

Ognuno fa quello che può, e l’unica misura valida in questi casi – a mio parere – è la buona fede. Io su quella di Simoncini non ho più il minimo dubbio, altrimenti non mi sarei certo esposto per lui come sto facendo.

Ma a mia volta non accetto di essere obbligato a nulla, e il mio compito finisce con le informazioni che ho dato.

Non ti convincono le testimonianze video? Il problema purtroppo è tuo, non mio. Io quando sento una testimonianza video mi ritengo in grado di giudicare se la persona stia mentendo o meno. Se poi lei interviste le realizzo io stesso, e parlo con queste persone anche per mezz’ora consecutiva, ritengo di poter raggiungere una garanzia sufficiente per sottoporle anche agli altri.

Se poi ho pure finito di curare mia madre da un basalioma, proprio qualche giorno fa, mi sento con la coscienza perfettamente a posto nel parlare agli altri di Simoncini. Anzi, a quel punto mi riterrei UN CRIMINALE se non lo facessi.

Ma alla fine rimane sempre e comunque una questione di giudizio personale. Come ho scritto anni fa – in tempi quindi non sospetti – “Trattandosi di una materia particolarmente delicata [il cancro], ognuno è doppiamente invitato a leggere criticamente, a formarsi comunque una opinione propria, e sopratutto a non prendere assolutamente nulla per scontato.”

Pyter
Inviato: 6/9/2008 18:39  Aggiornato: 6/9/2008 18:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Tempo fa sono entrato al Pentagono e ho chiesto a 4 ufficiali dell'F.B.I.:
"Scusate, ma l'11 settembre ve lo siete fatto da soli?"
Come mi aspettavo, tutti e quattro mi hanno risposto che questo non era possibile.Mi hanno detto che c'è stata una commissione che ha indagato e "tantissimo" materiale in giro che dimostrava che erano stati Bin Laden e 19 dirottatori arabi.

Al che sono andato dalla commissione e gli ho chiesto se fossero veramente convinti che l'attacco non fosse un "inside job".
Mi hanno risposto che la parola inside job non è contemplata nelle loro teorie e che al riguardo non sono stati fatti degli studi, perchè sarebbero inutili soldi buttati via e tempo perso.
Alla mia domanda di cosa pensassero di quello che ha detto il ministro Mineta sotto giuramento hanno risposto che non poteva essere una persona attendibile, perchè dopo quella frase egli è sparito, non ha fatto nessun video che mostrasse quello che ha detto e che è diventato ministro non si sa per quali meriti.
Non ha mai scritto un libro che dimostrasse il tutto e non è mai andato in tv
nonostante tutti i canali degli USA facessero a gara per avere l'esclusiva.

Allora io devo ragionare con la mia testa e concludere che se qualcuno mi sparasse e non avessi con me una telecamera e almeno duecento testimoni attendibili che non abbiano mai avuto ache fare con la giustizia, l'unica cosa da fare sarebbe quella di andare sul sicuro: rimettermi nelle mani degli efficenti ufficiali di cui sopra.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
redna
Inviato: 6/9/2008 18:39  Aggiornato: 6/9/2008 18:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Che ci faccio qui?
Basta che uno dica una stronzata senza prove e la gente se ne convince.


....interessante come le stronzate le dicono sempre gli ALTRI.

Basta che nn sia medicina ufficiale sono STRONZATE.

Piuttosto che chiedere che ci fai qui, chiediti se è propri vero che quello studio non esiste per davvero o se magari lo ignori.
Non si possono sapere tutte le cose.
Non si possono affermare le medesime cose per sempre.
Anche la medicina ufficiale ha i suoi limiti.
Ma diversamente dagli altri ha una cosa sola: i SOLDI,e questo fa la differenza.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
carloooooo
Inviato: 6/9/2008 18:39  Aggiornato: 6/9/2008 18:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/7/2006
Da: marca gioiosa et amorosa
Inviati: 1386
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
infatti io ho parlato di sopravvivenza DOPO i 5 anni non a 5 anni


DOPO i 5 anni, chi prima chi dopo, muoiono tutti di sicuro. Anche i sani.

"Dato un lasso di tempo abbastanza lungo, per tutti la percentuale di sopravvivenza precipita a zero." - C. Palahniuk

balihora
Inviato: 6/9/2008 18:42  Aggiornato: 6/9/2008 18:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Però balihora ti ha fatto vedere che non esiste evidenza scientifica che la Candida sia causa del tumore, o almeno ti ha mostrato che le evidenze scientifiche che Simoncini riporta non sono affatto tali.


No no Carlooo, io non ho dimostrato che non esiste evidenza scientifica che la Candida sia causa del tumore.

Io mi sono andato semplicemente a leggere gli studi che Simoncini porta nel suo libro per sostenere questa teoria.

E con mio sommo sbigottimento, ho letto che quegli articoli dicono tutt'altro.

Gli articoli sono lì, tutti li possono leggere.

Non si tratta smontare. Non è una prova contraria.
Sono le "prove" di Simoncini, non le "mie". Solo che dicono tutt'altro!

Sandman
Inviato: 6/9/2008 18:43  Aggiornato: 6/9/2008 18:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/5/2006
Da:
Inviati: 666
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
DOPO i 5 anni, chi prima chi dopo, muoiono tutti di sicuro.


che dire,dopo la devastazione fisica e mentale a cui si è sottoposti, e le enormi spese per il servizio sanitario pubblico,direi che siamo davanti a risultati strabilianti...

balihora
Inviato: 6/9/2008 18:44  Aggiornato: 6/9/2008 18:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Piuttosto che chiedere che ci fai qui, chiediti se è propri vero che quello studio non esiste per davvero o se magari lo ignori.


Redna, quello studio non esiste per davvero. E' disinformazione fatta da disinformazione.it -
Per davvero, basta. Non ci posso fare nulla se sei duro di comprendonio.

Redazione
Inviato: 6/9/2008 18:44  Aggiornato: 6/9/2008 18:44
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
BALIHORA: Ti avevo chiesto come mai non corri a difendere i malati dai rapinatori che producono chemioterapici. Non era una domanda retorica.

O forse non ritieni che quella sia una rapina?

Pyter
Inviato: 6/9/2008 18:46  Aggiornato: 6/9/2008 18:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Domande a Tullio Simoncini
redna:
....interessante come le stronzate le dicono sempre gli ALTRI.

Mi dispiace dirlo, ma quando si tratta di difendere il proprio orticello, fare il
debunker non è più un reato.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
balihora
Inviato: 6/9/2008 18:47  Aggiornato: 6/9/2008 18:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Ognuno fa quello che può, e l’unica misura valida in questi casi – a mio parere – è la buona fede. Io su quella di Simoncini non ho più il minimo dubbio, altrimenti non mi sarei certo esposto per lui come sto facendo.


Senti tu adesso me la devi spiegare la buona fede di un tale che nel suo libro cita 4 studi a sostegno della sua teoria e poi questi quattro studi dicono tutt'altro rispetto a quello che sostiene lui.

redna
Inviato: 6/9/2008 18:49  Aggiornato: 6/9/2008 18:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Redna, quello studio non esiste per davvero. E' disinformazione fatta da disinformazione.it -
Per davvero, basta. Non ci posso fare nulla se sei duro di comprendonio.


....se ritieni che sia disinformazione fatta da disinformazione.it devi andare a vedere li.

Magari troverai che non lo è affatto.
Non credo che disinformazione.it si metta a scrivere quattro cazzate...e scusa tanto..

Essere duro di comporendonio non vuol dire che non si sappiano capire come funzionano le cose, non ti pare.

Pertanto non dire che è disinformazione, e noi tutti qui a crederti, DIMOSTRA che è disinformazione e io, malgrado sia dura di comprendonio, ti crederò per prima.

Non sempre le cose sono come sembrano.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Pausania
Inviato: 6/9/2008 18:51  Aggiornato: 6/9/2008 18:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Anzi, a questo punto mi domando come abbiano fatto a sopravvivere le persone che IO PERSONALMENTE ho intervistato.

Peccato che su LC non si possano caricare i disegnini, forse aiuterebbero. Massimo, tu non riesci a comprendere la differenza tra il fatto che una persona sia guarita e il motivo per cui quella persona è guarita.

Quale informazione vuoi fare a riguardo, se non sai nemmeno questa piccola piccola minuscola differenza?


Citazione:
Li conosco, certi "smontaggi", ma non ho nessuna voglia di perdere tempo per mostrarti come funzionano. Ormai gli utenti ne hanno viste abbastanza da saper giudicare da soli

Io la voglia ce l'ho, tanto è sabato, piove e l'alternativa è pulire casa:

Il dottor X dice che gli studi Y, Z e H mostrano che in tutti i casi di cancro il malato presenta un'infezione di Candida, e su questo basa la teoria per cui la candida provoca il cancro.
Gli studi Y, Z e H non dicono affatto questa cosa.
Di conseguenza la teoria del dottor X non ha fondamento.

E' uno smontaggio facile, basato su quella branca dell'epistemologia chiamata "buonsenso".

balihora
Inviato: 6/9/2008 18:51  Aggiornato: 6/9/2008 18:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Redna, l'ha fatto carloooo, è scritto qualche post più su.........

cherubino
Inviato: 6/9/2008 18:52  Aggiornato: 6/9/2008 18:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Ecco un esempio di studio serio, cosa che Simoncini non sa fare:

Cytotoxic effect of sodium hypochlorite 0.5% (NaOCl) on ocular melanoma cells in vitro.
Missotten GS, Keijser S, de Keizer RJ, Department Ophthalmology, Leiden University Medical Center, Leiden, The Netherlands. [email protected]

Orbit. 2008 Mar;27(1):31-5.

PURPOSE: Excision with or without adjuvant cryotherapy or brachytherapy is the treatment of choice in conjunctival melanoma. Adjuvant rinsing with alcohol or sodium hypochlorite peroperatively (Dakin's solution) is used in some centers to prevent seeding of melanoma cells. The purpose of this research is to compare the cytotoxicity of sodium hypochlorite (NaOCl) with other potential cytotoxic solutions in the treatment of conjunctival melanoma.

METHODS: Three uveal melanoma cell lines (OCM8, Mel285, and Mel270) and one conjunctival melanoma cell line (CM2005.1) were tested in a proliferation test (CellTiter 96 AQueous One Solution Cell Proliferation Assay, Promega, Madison, WI). The 96-well plates were coated with melanoma cells and treated with sodium hypochlorite 0.5%, sodium bicarbonate (1.4% and 8.4%), ethanol 99%, or sodium chlorite during 3, 5, or 15 minutes. Each solution was tested in several dilutions.

RESULTS: In all cell lines, no surviving cells were observed after treatment of 3 minutes with sodium hypochlorite. Ethanol 99% had a similar effect. A reduction of 70% of viable cells could be reached using sodium bicarbonate 1.4% or 8.4%. Water reduced the amount of viable cells by 40%.

CONCLUSIONS: Sodium hypochlorite is cytotoxic for melanocytic cells in vitro. Its use may reduce local seeding of tumor cells and may decrease metastasis after extirpation of an extended ocular tumour. Further in vivo evaluation of sodium hypochlorite is required.

PMID: 18307144 [PubMed - indexed for MEDLINE]

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

L'ho scelto anche perchè vi si dimostra che la varechina e l'alcool etilico sono più potenti del famoso bicarbonato nell'ammazzare cellule di melanoma. Gli autori concludono dicendo che sono necessari ulteriori studi sugli effetti della varechina sull'essere vivente. Simoncini è lontano secoli luce da questa eleganza.

Redazione
Inviato: 6/9/2008 18:54  Aggiornato: 6/9/2008 18:56
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
PAUSANIA: "Massimo, tu non riesci a comprendere la differenza tra il fatto che una persona sia guarita e il motivo per cui quella persona è guarita"

A CIASCUNA persona, nelle interviste, ho chiesto se insieme al bicarbonato avesse fatto altre cure. La risposta è stata NO.

Se invece di stare qui a blaterare tu andassi a vederle PER INTERO, eviteresti di dire certe stupidaggini. (Altro che "buonsenso").

balihora
Inviato: 6/9/2008 18:59  Aggiornato: 6/9/2008 18:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Peccato che su LC non si possano caricare i disegnini, forse aiuterebbero. Massimo, tu non riesci a comprendere la differenza tra il fatto che una persona sia guarita e il motivo per cui quella persona è guarita.


Citazione:
A CIASCUNA persona, nelle interviste, ho chiesto se insieme al bicarbonato avesse fatto altre cure. La risposta è stata NO.


E' incredibile...

balihora
Inviato: 6/9/2008 19:01  Aggiornato: 6/9/2008 19:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Mi spiego, perchè non sono solito ad arrendermi.

Hai chiesto loro se hanno bevuto vino?
Hai chiesto loro se hanno osservato il cielo?
Hai chiesto loro se hanno pregato?
Hai chiesto loro se hanno incrociato le dita?
Hai chiesto loro se hanno preso aspirina?
Hai chiesto loro se dormono con la testa a nord?
Hai chiesto loro se hanno un parente con i capelli rossi?
Hai chiesto loro....

Pausania
Inviato: 6/9/2008 19:03  Aggiornato: 6/9/2008 19:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Se invece di stare qui a blaterare tu andassi a vederle PER INTERO, eviteresti di dire certe stupidaggini.

Poiché non ho certo intenzione di stare qui a prendere insulti (come avevo detto nell'altro thread) e poiché gli insulti adesso partono persino da chi dovrebbe fare in modo che gli insulti non partissero, io vi saluto.

Per le prossime discussioni, vi consiglio di far mettere insieme altri seguaci di altre religioni, e farli discutere su cosa origini veramente il cancro: sarà un fungo? Sarà un trauma psicologico? Sarà lo squilibrio tra psiche e soma?

Aspetto solo di vedere al prossimo processo per i morti di cancro alla Fincantieri i manager che si difendono dicendo che "il cancro è causato dalla candida, cosa c'entriamo noi che gli abbiamo fatto respirare merda per una vita a quei pezzenti di operai".

E voglio vedere chi gli darà ragione. Lo vorrò proprio vedere.

Saluti.

drdea
Inviato: 6/9/2008 19:09  Aggiornato: 6/9/2008 19:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2005
Da:
Inviati: 99
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:

Redazione
Io non ho nessun problema a tollerarlo. Evidentemente, come per le medicine, abbiamo tutti delle diverse soglie di tolleranza. (Io ad esempio non tollero i bacchettoni moralizzatori, che pretendono chissà cosa in base a non si sa bene quale diritto).

Bene Mazzucco, la ringrazio per la spiegazione e mi scuso perché ho capito che la domanda posta poco sopra da me a lei, le è arrivata con un senso critico nei suoi confronti. In realtà, è evidente (spero!) che siamo diversamente tolleranti alla presunzione scientifica: in effetti, secondo i miei paradigmi è (mi devo ripetere) intollerabilmente arbitrario rispetto ad un'argomentazione scientifica selezionare le domande alle quali rispondere.
Citazione:

Redazione:
In secondo luogo mi occupo di informazione, e rispetto la libertà altrui di esprimersi, come di non farlo. (Mi avevano detto che l'Italia fosse un paese in cui vige la libertà di espressione).

Si dà il caso che anche io mi occupi di informazione, come utente, e senza dubbio la ringrazio per avermi dato la possibilità di porre le domande. Mi ha frainteso, però, se ha letto nel mio post precedente alcun auspicio censorio (né al negativo né in positivo): piuttosto, ho solo voluto esercitare la mia libertà di porre a lei la domanda che ho effettivamente posto.
Citazione:

Redazione :
(Io ad esempio non tollero i bacchettoni moralizzatori, che pretendono chissà cosa in base a non si sa bene quale diritto).

Infine, se con la sua risposta intendeva o pretendeva preoccuparsi per la mia moralità, pur ringraziandola per l'offerta sempre gradita, mi riesce più facile declinare in quanto non "tollero" che lo faccia chi risulti ottuso e schiavo.

carloooooo
Inviato: 6/9/2008 19:11  Aggiornato: 6/9/2008 19:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/7/2006
Da: marca gioiosa et amorosa
Inviati: 1386
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Non credo che disinformazione.it si metta a scrivere quattro cazzate...e scusa tanto..


Sì redna, Disinformazione.it ha scritto una gravissima cazzata, e non è sicuramente la prima volta. Non ci è voluto un oncologo di chiara fama per capirlo. E' bastato il sottoscritto, che possedeva due semplici requisiti: dieci minuti di tempo e qualche anno di inglese a scuola.

deadbeef
Inviato: 6/9/2008 19:18  Aggiornato: 6/9/2008 19:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/12/2007
Da:
Inviati: 59
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Ecco un esempio di studio serio, cosa che Simoncini non sa fare: Cytotoxic effect of sodium hypochlorite 0.5% (NaOCl) on ocular melanoma cells in vitro. Missotten GS, Keijser S, de Keizer RJ, Department Ophthalmology, Leiden University Medical Center, Leiden, The Netherlands. [email protected] Orbit. 2008 Mar;27(1):31-5. PURPOSE: Excision with or without adjuvant cryotherapy or brachytherapy is the treatment of choice in conjunctival melanoma. Adjuvant rinsing with alcohol or sodium hypochlorite peroperatively (Dakin's solution) is used in some centers to prevent seeding of melanoma cells. The purpose of this research is to compare the cytotoxicity of sodium hypochlorite (NaOCl) with other potential cytotoxic solutions in the treatment of conjunctival melanoma.
..
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- L'ho scelto anche perchè vi si dimostra che la varechina e l'alcool etilico sono più potenti del famoso bicarbonato nell'ammazzare cellule di melanoma. Gli autori concludono dicendo che sono necessari ulteriori studi sugli effetti della varechina sull'essere vivente. Simoncini è lontano secoli luce da questa eleganza.


ma infatti, ecco cosa intendevo quando chiedevo perchè non pubblicasse le sue teorie, espresse in maniera sintetica, formale e rigorosa, corredate da dati clinici precisi e raccolti in maniera sistematica, di supporto ad esse;

non per dire, ma se volessi vedere un video con delle interviste in cui si parla del "prima" e "dopo" la cura, mi andrei a vedere la pubblicità di un qualsiasi dimagrante su Media Shopping..

Redazione
Inviato: 6/9/2008 19:23  Aggiornato: 6/9/2008 19:23
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
BALIHORA: Perchè continui a non rispondermi?

___

PAUSANIA. sei scaduto al liìvello dei debunker più dozzinali, che "se ne vanno" e "fanno gli offesi" quando i primi a offendere sono stati loro. Quando scrivi "tu non riesci a comprendere la differenza tra il fatto che una persona sia guarita e il motivo per cui quella persona è guarita" non mi stai forse dando del deficiente?

E allora? Pedala, e tieniti per te le tue moraline da quattro soldi.

Sandman
Inviato: 6/9/2008 19:28  Aggiornato: 6/9/2008 19:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/5/2006
Da:
Inviati: 666
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Sì redna, Disinformazione.it ha scritto una gravissima cazzata, e non è sicuramente la prima volta. Non ci è voluto un oncologo di chiara fama per capirlo. E' bastato il sottoscritto, che possedeva due semplici requisiti: dieci minuti di tempo e qualche anno di inglese a scuola.


tu invece secondo me non hai capito una beneamata mazza,hai solo distorto il senso di quello che ho riportato io.Quella ricerca afferma che in seguito alle cure tradizionali il 2% dei pazienti non campa oltre i 5 anni.Personalmente poi che il fatto che tutti quanti i malati di cancro (!!) muoiono in ogni caso dopo 5 anni rende inutile le sofferenze a cui si è sottoposti ed è un totale fallimento di anni di ricerca e dei tanto decantati progressi.Avevo già letto del trucco di considerare,nelle statistiche,"guarite" dal cancro persose che muoiono dopo 5 anni, mi informerò meglio al riguardo e scriverò una mail a disinformazione.it chiedendo maggiori dettagli

Redazione
Inviato: 6/9/2008 19:29  Aggiornato: 6/9/2008 19:29
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
BALIHORA: Ti avevo chiesto come mai non corri a difendere i malati dai rapinatori che producono chemioterapici. Non era una domanda retorica.

O forse non ritieni che quella sia una rapina?

Sandman
Inviato: 6/9/2008 19:29  Aggiornato: 6/9/2008 19:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/5/2006
Da:
Inviati: 666
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
BALIHORA: Perchè continui a non rispondermi?



quoto

Redazione
Inviato: 6/9/2008 19:29  Aggiornato: 6/9/2008 19:29
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
BALIHORA: Ti avevo chiesto come mai non corri a difendere i malati dai rapinatori che producono chemioterapici. Non era una domanda retorica.

O forse non ritieni che quella sia una rapina?

balihora
Inviato: 6/9/2008 19:33  Aggiornato: 6/9/2008 19:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Redazione: sto aspettando che mi risponda tu.
Vorrei sapere come fai a dire che uno che mente è in buonafede.

Mi pare poi che qui si parli di Simoncini, no?

---

Sandman:
dopo 5 è un termine. Poteva essere 10, poteva essere 2.
Si vede se una persona dopo 5 è viva. Se è viva la si considera sopravvissuta, se è morta, di qualsiasi cosa sia morta, no. Poi può campare 5 anni e un giorno oppure 50 anni, ai fini statistici non conta. Non ti piace il metodo?
Di certo se consideriamo quelli che sopravvivono PER SEMPRE, il risultato è ovviamente 0. Fattene una ragione.

Lo studio di cui parli comunque è questo:
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15630849

Redazione
Inviato: 6/9/2008 19:33  Aggiornato: 6/9/2008 19:33
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
BALIHORA: Capisco che la domanda ti metta in imbarazzo, e considero il tuo rifiuto a rispondere al pari di una risposta.

°°°

Tanto per chiudere questa discussione PIETOSA, suggerisco a tutti quelli che ”chiedono” e “pretendono” qualcosa da Simoncini di andare a pretendere le stesse cose dai loro oncologi di fiducia.

Perchè mai si chiede a Simoncini di “garantire” la sua cura, quando nessuno si preoccupa di chiedere le stesse garanzia all’oncologia ufficiale?

Quando avrete trovato una risposta a questa domanda riprenderò volentieri a discutere. Per ora ho di meglio da fare.

Saluti.

Teba
Inviato: 6/9/2008 19:35  Aggiornato: 6/9/2008 19:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Ho solo due domande, rivolte a chi si trova in contrasto con le idee di Simoncini.

La prima:

Perchè non dovrebbe bastare la presenza di UN SOLO caso di cancro, trattato con il metodo Simoncini e migliorato, affinchè alla sua teoria venga riservato una certa attenzione e desiderio di approfondimento, da parte del mondo scientifico e da parte di tutti noi?


La seconda:

In una situazione nella quale Tullio Simoncini si trova, che è molto rischiosa e particolare, cosa ci guadagnerebbe a raccontare frottole?

Grazie, ciao a tutti.

Redazione
Inviato: 6/9/2008 19:38  Aggiornato: 6/9/2008 19:38
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
(TEBA: Sconsiglio vivamente di fare domande INTELLIGENTI. Certe persone potrebbero trovarsi davanti la risposta che non vogliono vedere).

carloooooo
Inviato: 6/9/2008 19:38  Aggiornato: 6/9/2008 19:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/7/2006
Da: marca gioiosa et amorosa
Inviati: 1386
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Quella ricerca afferma che in seguito alle cure tradizionali il 2% dei pazienti non campa oltre i 5 anni.


Sandman, mi stai prendendo in giro?

CONCLUSION: As the 5-year relative survival rate for cancer in Australia is now over 60%, it is clear that cytotoxic chemotherapy only makes a minor contribution to cancer survival. To justify the continued funding and availability of drugs used in cytotoxic chemotherapy, a rigorous evaluation of the cost-effectiveness and impact on quality of life is urgently required.

Traduco la frase in neretto:

In Australia il tasso di sopravvivenza al cancro dopo 5 anni è oltre il 60%.

Citazione:
Personalmente poi che il fatto che tutti quanti i malati di cancro (!!) muoiono in ogni caso dopo 5 anni rende inutile le sofferenze a cui si è sottoposti.


Ma chi l'ha detto? Se ti riferisci al questo mio post

Citazione:
DOPO i 5 anni, chi prima chi dopo, muoiono tutti di sicuro. Anche i sani.


beh, era evidentemente una battuta (balihora te ne ha spiegato il senso)

balihora
Inviato: 6/9/2008 19:39  Aggiornato: 6/9/2008 19:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
BALIHORA: Capisco che la domanda ti metta in imbarazzo, e considero il tuo rifiuto a rispondere al pari di una risposta.


No carissimo, io non sono in alcun imbarazzo.
La discussione è sulla chemioterapia o sulla fuffaterapia di Simoncini?

La chemioterapia ha delle percentuali di successo, alte o basse che le si voglia considerare, sulle quali non mente. Tutti sanno di persone sottoposte a chemioterapia e nonostante ciò morte e tutti sanno di persone sottoposte a chemioterapia e curate.

Ricordo poi che esistono altre terapie oltre alla chemioterapia.
Io ad esempio non faccio chemioterapia.


Invece, vogliamo considerare il TUO, di IMBARAZZO?

Mi dici come fai a considerare in buona fede uno che mente spudoratamente?

O devo considerare la tua non risposta come una risposta?

Sandman
Inviato: 6/9/2008 19:41  Aggiornato: 6/9/2008 19:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/5/2006
Da:
Inviati: 666
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Lo studio di cui parli comunque è questo: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15630849


ah ora esiste...

balihora
Inviato: 6/9/2008 19:41  Aggiornato: 6/9/2008 19:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Ho solo due domande, rivolte a chi si trova in contrasto con le idee di Simoncini. La prima: Perchè non dovrebbe bastare la presenza di UN SOLO caso di cancro, trattato con il metodo Simoncini e migliorato, affinchè alla sua teoria venga riservato una certa attenzione e desiderio di approfondimento, da parte del mondo scientifico e da parte di tutti noi? La seconda: In una situazione nella quale Tullio Simoncini si trova, che è molto rischiosa e particolare, cosa ci guadagnerebbe a raccontare frottole? Grazie, ciao a tutti.


1) Se si DIMOSTRA che quella persona è guarita esclusivamente per la cura Simoncini, la cosa meriterebbe tutta la dovuta attenzione.
Finora, non è stato dimostrato.

2) Fidati, Teba, che ci guadagna.

balihora
Inviato: 6/9/2008 19:42  Aggiornato: 6/9/2008 19:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
ah ora esiste...


Esiste sin da quando è stato scritto, ma non ha mai sostenuto ciò che dici tu e disinformazione.it.

......................

Sandman
Inviato: 6/9/2008 19:43  Aggiornato: 6/9/2008 19:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/5/2006
Da:
Inviati: 666
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Carlooo:

io sto parlando dello studio appena linkato da bahilora....

balihora
Inviato: 6/9/2008 19:46  Aggiornato: 6/9/2008 19:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Sandman, che ti devo dire, hai ragione tu.....

Non è necessario saper leggere per disquisire di medicina, infatti.

Sandman
Inviato: 6/9/2008 19:49  Aggiornato: 6/9/2008 19:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/5/2006
Da:
Inviati: 666
 Re: Domande a Tullio Simoncini
si non ti preoccupare ho visto dove ho sbagliato, significa che mi fiderò di meno degli articoli di disinformazione.it.

Redazione
Inviato: 6/9/2008 19:51  Aggiornato: 6/9/2008 19:53
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
La chemioterapia ha delle percentuali di successo, alte o basse che le si voglia considerare, sulle quali non mente.

Amen.

°°°

Hai detto che Simoncini "mente spudoratamente".

Mi porti le PROVE, perfavore?

Non è una domanda, è una richiesta tassativa. Avevo spiegato in anticipo che qui non si diffama nessuno gratuitamente.

cherubino
Inviato: 6/9/2008 19:52  Aggiornato: 6/9/2008 19:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Ho solo due domande, rivolte a chi si trova in contrasto con le idee di Simoncini.

Qui non si vorrebbe discutere di idee, ma molto più terra terra si vorrebbe discutere di fatti., a meno che Simoncini non sia un filosofo... oops, lo è!! Almeno così dice sul suo sito.

Citazione:
Perchè non dovrebbe bastare la presenza di UN SOLO caso di cancro, trattato con il metodo Simoncini e migliorato, affinchè alla sua teoria venga riservato una certa attenzione e desiderio di approfondimento, da parte del mondo scientifico e da parte di tutti noi?

Perchè di fatto questo unico caso di cancro non esiste ancora! Ciò che esiste solo nel suo sito, da un punto di vista medico-scientifico, di fatto non esiste. Esistono studi scientifici condotti in maniera seria anche su quale lato vada la cartigienica nel portarotoli, se tirarla da giù o da su, non vedo perchè non si possa fare uno studio serio sull'uso del bicarbonato nella terapia dei tumori maligni.

Ti ho postato uno studio in cui il bicarbonato è al terzo posto dopo la varechina e l'alcool nella percentuale di cellule di melanoma uccise in tre minuti, ma nessuno degli autori risponde "per guarire dal melanoma oculare bevete la candeggina, oppure fatevi iniezioni di brandy o cognac".

Simoncini non ha uno straccio di prova, il suo metodo scientifico consiste in
1) vedi prima com'è
2) vedi dopo com'è
3) intervista il paziente per dire come è andata bene

Ovvero lo stesso metodo che si usa in televisione per propagandare il nuovissimo smacchiatutto. E secondo te uno dovrebbe prendere in considerazione una roba del genere? Per quale motivo?

Citazione:
In una situazione nella quale Tullio Simoncini si trova, che è molto rischiosa e particolare, cosa ci guadagnerebbe a raccontare frottole?

Per la seconda domanda, non ne ho idea. Mica il movente dev'essere sempre manifesto oppure sempre valido. Unabomber cosa ci guadagna? Per me potrebbe anche essere un povero filosofo in cerca di autore, animato da buone intenzioni e da uno spirito eclettico. E comunque non ho mai messo in dubbio la sua buona fede. Forse semplicemente non sa come si conduce uno studio in medicina. Il che è peggio.

balihora
Inviato: 6/9/2008 19:55  Aggiornato: 6/9/2008 19:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Redazione è scritto sopra.....

Ti faccio comunque un riassuntino.

Simoncini ha scritto un libro. Fefochip ne ha incollato uno stralcio nell'altra discussione (io non potrei, violerei il copyright).

In questo stralcio Simoncini afferma che la Candida è presente in tutte le neoplasie, e cita 4 studi a riprova di questo. Peccato che questi studi, in realtà, dicano tutt'altro.

E' tutto sopra, trovi i link per leggerti gli studi e tutti i riferimenti.

CRISTO LEGGI LE DISCUSSIONI PRIMA DI RISPONDERE ALLA CAZZO DI CANE!

Teba
Inviato: 6/9/2008 19:56  Aggiornato: 6/9/2008 19:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
2) Fidati, Teba, che ci guadagna.


Dovrei fidarmi quindi.
Ma io non penso che il gioco possa valere la candela (per lui): a che pro quindi partecipare a congressi pubblicamente, di fronte a centinaia di persone?
A che pro avere un sito internet in cui spiega le caratteristiche della terapia da lui applicata?


A questo punto, Balihora, non credo nemmeno che sia in malafede Simoncini, come coloro che vogliono "guadagnarci" e basta; io credo che ci sia da parte sua la reale convinzione che la sua teoria possa essere utile agli altri.

Intanto chi ci guadagna di più, fidati, è qualcun'altro.

florizel
Inviato: 6/9/2008 19:56  Aggiornato: 6/9/2008 20:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Domande a Tullio Simoncini
COMMENTO EDITATO.

Citazione:
Il dottor X dice che gli studi Y, Z e H mostrano che in tutti i casi di cancro il malato presenta un'infezione di Candida, e su questo basa la teoria per cui la candida provoca il cancro.
Gli studi Y, Z e H non dicono affatto questa cosa.

Pausania, non ho capito: gli studi di X non dimostrano che c'è diffusione di Candida?
Puoi specificare COSA dicano degli studi Y, Z e H i medici contrari alle teorie di Simoncini?
SE la Candida c'è o se non c'è? E se c'è, a cosa la attribuiscono?

Lo chiedo seriamente, perchè non lo so.

Citazione:
Per le prossime discussioni, vi consiglio di far mettere insieme altri seguaci di altre religioni, e farli discutere su cosa origini veramente il cancro: sarà un fungo? Sarà un trauma psicologico? Sarà lo squilibrio tra psiche e soma?

Però non sembra escluso che ci voglia una buona dose di "credenza" anche sottoponendosi a terapie ufficialmente accettate, nonostante il fatto che chi le adotta NON sappia cosa origini il cancro.

Citazione:
Aspetto solo di vedere al prossimo processo per i morti di cancro alla Fincantieri i manager che si difendono dicendo che "il cancro è causato dalla candida, cosa c'entriamo noi che gli abbiamo fatto respirare merda per una vita a quei pezzenti di operai".


Due cose: affermare che la Candida è la causa del cancro non significa che il suo diffondersi non possa essere sollecitato da esposizione a sostanze tossiche.

Seconda cosa: Pausania, che gliene fotte ai manager, e pure allo stato, se un operaio ammalato di cancro dovrà indebitarsi per una cura che costa un patrimonio? Quanto ci guadagna la struttura medico-sanitaria da ogni operaio ammalato di cancro?

Se queste appaiono come domande strumentali, è perchè sembrano strumentali le osservazioni che le ha suscitate.

Teba
Citazione:
Perchè non dovrebbe bastare la presenza di UN SOLO caso di cancro, trattato con il metodo Simoncini e migliorato, affinchè alla sua teoria venga riservato una certa attenzione e desiderio di approfondimento, da parte del mondo scientifico e da parte di tutti noi?

I "parametri", Teba... i "parametri".

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Redazione
Inviato: 6/9/2008 19:58  Aggiornato: 6/9/2008 19:58
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
caro Balihora, o mi DIMOSTRI che quella è una menzogna, oppure ritiri la tua accusa.

Oppure ti sbatto fuori, come già feci con i calunniatori del Cicap.

Per quel che ne so io, abbiamo una voce A contro una voce B, e non è certo la presunta autorevolezza di una delle due a darti il diritto di stabilire che l'altro mente.

Infettato
Inviato: 6/9/2008 19:58  Aggiornato: 6/9/2008 19:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Avevo postato nell'altro 3d ma non ho ricevuto risposte da Logoroico, probabilmente è assente (senza ironia), sarei grato se qualcuno possa darmi una risposta.

Per LogorRoico

Secondo te le infiltrazioni di bicarbonato sono dannose per il fisico di un individuo malato?

Se si quanto possono incidere?

Il nesso di queste domande non è casuale, hai scritto un esempio con un ipotetico shampoo all’ortica dagli effetti magici, saresti disposto a “combattere” per affermare le proprietà inaspettate nel caso avesse un effetto tangibile (anche perché non ha controindicazioni),ok.

La mia proposta è semplice, nel caso che, le terapie di Simoncini non avessero nessuna controindicazione pesante, personalmente un mese di “prova” prima di passare alle cure tradizionali la farei se ne avessi bisogno.

Grazie per la risposta.

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
balihora
Inviato: 6/9/2008 19:59  Aggiornato: 6/9/2008 19:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
è la 4 volta che lo posto, leggetelo per favore, altrimenti continuiamo a parlare tra sordi. Specie tu Redazione

---------------

Dal suo libro:

Citazione:

La Candida è sempre Presente nel Cancro
Esiste un elevato numero di lavori che attesta la costante presenza del micete nei tessuti dei malati di cancro, specialmente in quelli terminali.
Negli ultimi anni si è infatti assistito ad un crescendo di voci che hanno puntato il dito contro questo terribile fungo, tanto da definirlo “il problema più importante e più urgente da risolvere per l’oncologia”.
Questi sono i dati riguardanti la coesistenza della candida e del cancro riscontrati da alcuni autori: (53)
R.L. Hopfer: 79%
U. Kaben: 80%
W.T. Hughes: 91%
T.E. Kiehn: 97%
Le percentuali rilevate sono impressionanti, considerando la difficoltà di visualizzare le candide nei materiali organici da esaminare, come riportato anche da R.S. Escuro, Z.O. Karaev e T.J. Walsh. (54)

53. Hopfer, R.L., “J. Clin. Microbio.l“, 1980 Sep;12(3):329-31;
Kaben, U., “Z Gesamte Inn Med”, 1977 Nov 15;32(22):618-22;
Hughes, W.T., “Pediatr. Infect. Dis.”, 1982 Jan-Feb;1(1):11-8;
Kiehn, T.E., “Am. J. Clin. Pathol.”, 1980 Apr;73(4):518-21.
54. Escuro, R.S., “Am. J. Med.”, 1989 Dec;87(6):621-7; Karaev,
Z.O., “Zh Microbiol Epidemiol Immunobiol”, 1992;(5-6):41-3;
Walsh, T.J., N. Engl. J. Med., 1991 Apr 11;324(15):1026 31.


invece

Hopfer nel suo studio trova 78 pazienti con presenza di miceti nel sangue su 19457.
Il 79% è riferito a quei 78 che hanno Candida di varie speci
http://www.pubmedcentral.nih.gov/picrender.fcgi?artid=273585&blobtype=pdf

Hughes fa uno studio sulla candidosi sistemica. Quel 91% non si sa a cosa si riferisce.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7177889?ordinalpos=6&itool=EntrezSystem2.PEntrez.Pubmed.Pubmed_ResultsPanel.Pubmed_RVDocSum

Kiehn si occupa fa uno studio su pazienti oncologici E affetti da una qualche micosi. Osserva che il 97% delle micosi è amputabile a 5 specie tra le quali la C. albicans.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7369176


--------


E' tutto chiaro, servono spiegazioni?

balihora
Inviato: 6/9/2008 20:01  Aggiornato: 6/9/2008 20:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Senti Redazione, se io affermo che tu Mazzucco dici che gli asini volano in questa pagina web, e poi apro la pagina web e questo non c'è scritto, sto mentendo oppure no?

E' successa la stessa cosa.
Non so in che lingua spiegartelo.

Forse basterebbe che tu leggessi.

Pausania
Inviato: 6/9/2008 20:01  Aggiornato: 6/9/2008 20:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
sei scaduto al liìvello dei debunker più dozzinali

Grazie Massimo, a buon rendere.


Citazione:
che "se ne vanno" e "fanno gli offesi" quando i primi a offendere sono stati loro.

Quando scrivi "tu non riesci a comprendere la differenza tra il fatto che una persona sia guarita e il motivo per cui quella persona è guarita" non mi stai forse dando del deficiente?

No, ti avrei dato del deficiente se ti avessi detto "Massimo, sei un deficiente." Invece io ti dico che non capisci quella cosa particolare, per il semplice motivo che, pur avendotela spiegata, non la capisci. Cosa posso farci io, più di dirti che fai confusione su quella cosa specifica?


Citazione:
E allora? Pedala, e tieniti per te le tue moraline da quattro soldi.

Quali sarebbero le moraline da quattro soldi?
Io sto solo ragionando dal tuo punto di vista. Se qualcuno fa causa alla Fincantieri di Marghera per i casi di cancro e gli avvocati della difesa dicono che la causa del cancro è la candida (cioè quello di cui sei stato convinto e che secondo te non è stato smontato) cosa facciamo?

Quando gli amici campani denunciano l'altissimo tasso di tumori nella loro terra, gli diciamo che la causa è la candida?

Per me si può anche, magari avendo l'accortezza di avere una qualunque pezza d'appoggio, che dopo 25 anni potrebbe anche saltar fuori.

Anche perché penso che Simoncini non sia immortale, quindi quando, fra cent'anni, verrà a mancare, temo che si porterà il segreto nella tomba, visto che è troppo disordinato per lasciare detto a chi verrà il modo per salvare l'umanità dal cancro.
carloooooo
Inviato: 6/9/2008 20:03  Aggiornato: 6/9/2008 20:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/7/2006
Da: marca gioiosa et amorosa
Inviati: 1386
 Re: Domande a Tullio Simoncini
@ florizel

Citazione:
puoi specificare COSA dicano gli studi Y, Z e H?


Post di balihora di questo thread

Inviato: 6/9/2008 17:45 Aggiornato: 6/9/2008 17:45

balihora
Inviato: 6/9/2008 20:06  Aggiornato: 6/9/2008 20:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Ti dico di più.
Questa cosa succede sistematicamente in tutto il libro.
Io non posso pubblicarne stralci. Se qualcuno lo fa, te lo dimostro passo passo.

Teba
Inviato: 6/9/2008 20:07  Aggiornato: 6/9/2008 20:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Flo:

Citazione:
I "parametri", Teba... i "parametri".


hmmm, scuasami Flo, ma proprio non ho capito che intendi...
porta pazienza.

grazie

Redazione
Inviato: 6/9/2008 20:10  Aggiornato: 6/9/2008 20:11
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
PAUSANIA: "Quali sarebbero le moraline da quattro soldi? "

Mi riferivo a questo: "poiché gli insulti adesso partono persino da chi dovrebbe fare in modo che gli insulti non partissero".

"No, ti avrei dato del deficiente se ti avessi detto "Massimo, sei un deficiente."

Benissimo. E allora io non ho detto che tu "blateri sempre", ma che hai blaterato in questo caso.

Sei contento adesso?

Come vedi, non hai comunque diritto di lamentarti.

___


BALIHORA: Te lo chiedo per l'ultima volta. O mi dimostri che Simoncini "mente spudoratamente", o ritiri la tua accusa.

Prendi il dizionario di italiano, cerca il significato di "mentire", poi cerca "spudoratamente", e poi dimostrami che lo ha fatto.

Io devo uscire, rientro fra mezz'ora. Nel frattempo ti invito a non rispondere ad altro, finchè non avremo risolto questa faccenda.

balihora
Inviato: 6/9/2008 20:15  Aggiornato: 6/9/2008 20:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Guarda, io sono costretto a chiedere aiuto a Pausania o a Carlooo o a chiunque altro abbia capito.

Te lo giuro, è scritto tutto su. Perchè non lo leggi?

Simoncini afferma, ad esempio, che Hopfer, nello studio pubblicato su “J. Clin. Microbio.l“ nel 1980 Sep;12(3):329-31; abbia scritto che il 79% dei pazienti oncologici abbia la candida.

Se leggi l'articolo (E INTENDO PROPRIO LO STUDIO CHE CITA SIMONCINI), e ti ho dato il link, non c'è scritto quello che afferma Simoncini.


Gesù, io posso capire che tu non sia competente in medicina, ma non so spiegarmi perchè devo ripeterti 40 volte lo stesso concetto che capirebbe perfino il mio gatto.

Poi, te l'ho già detto, se vuoi proprio bannarmi, fai pure.

Sono io quello ridicolo, impresentabile, nell'angolo ed in imbarazzo.

Ubik
Inviato: 6/9/2008 20:17  Aggiornato: 6/9/2008 20:17
So tutto
Iscritto: 17/7/2008
Da: Profondo Nord
Inviati: 28
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Buonasera, mi inserisco e mi defilo subito:

Non capisco come si possa giudicare una terapia che non ha mai avuto la possibilita di essere sperimentata.

Abbiamo assunto che la chemio ha una percentuale di sopravvivenza insoddisfacente ( scusate per il termine parlando di vite umane non vorrei ridurre l'argomento a pura statistica ) visto anche la quantita di denari che muove;

evidentemente rimane la cura che ha un rapporto tra guadagni / vite salvate piu conveniente per la cricca di case farmaceutiche, aziende sanitarie, privati, pubblci, etc...

Penso che finche non si concede la possibilita di una sperimentazione seria e libera da preconcetti ogni valutazione diventi difficiel se non impossibile.

Rimane infine la possibilita di contattare comunque il Dott. Simoncini qualora si volesse provare a curarsi secondo il suo metodo.

Certo , anch'io ho visto il sito e letto qualche intervista e devo dire che non mi ispira molta fiducia ( parere alquanto superficiale che non intacca l'ambito scientifico ), se pero guardo la medicina ufficiale direi che un po di brividi mi vengono.

* tengo a precisare che ho fatto affidamento e penso che ne faro ancora, alle cure della medicina ufficiale

florizel
Inviato: 6/9/2008 20:20  Aggiornato: 6/9/2008 20:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Domande a Tullio Simoncini
"Hopfer nel suo studio trova 78 pazienti con presenza di miceti nel sangue su 19457.
Il 79% è riferito a quei 78 che hanno Candida di varie speci".


Grazie, Carloooooo.


Teba:
"ma proprio non ho capito che intendi..."

Intendo dire che le ricerche di Simoncini forse andrebbero approfondite, e che se non lo si fa (le sue come quelle di chiunque altro) è perchè sembrano essere stati fissati dei parametri che le assoggettano.

Vedi mio commento nell'altro thread, 6/9/2008 14:16 e 6/9/2008 18:47.

(scusa se non lo riporto qui, è per non aggiungere ulteriori ripetizioni).

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
balihora
Inviato: 6/9/2008 20:23  Aggiornato: 6/9/2008 20:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Esatto Florizel.

E vorrei far notare che, difronte ad un singolo stralcio con solo 4 riferimenti, questa mistificazione avviene per tutti e 4 i riferimenti, compreso lo studio in tedesco.

E ripeto, questo avviene in modo sistematico in tutto il libro. Chi ha il libro vada alle note, cerchi su pubmed gli studi citati e verifichi.

carloooooo
Inviato: 6/9/2008 20:27  Aggiornato: 6/9/2008 20:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/7/2006
Da: marca gioiosa et amorosa
Inviati: 1386
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Scusami balihora, rispondo io nella maniera più chiara possibile perché voglio tentare di capire se Massimo sia ancora da contare nel novero degli assennati oppure no. Userò a prestito le tue parole.

Citazione:
Prendi il dizionario di italiano, cerca il significato di "mentire", poi cerca "spudoratamente", e poi dimostrami che lo ha fatto.


@ Massimo

Menzogna: volontaria deformazione, deliberato travisamento del vero.

Prendiamo come presupposto che Simoncini sappia comprendere un testo scritto in inglese. Il suo libro scrive testualmente (almeno da quanto riporta fefochip):

"Questi sono i dati riguardanti la coesistenza della candida e del cancro riscontrati da alcuni autori:

1. R.L. Hopfer: 79%"
...

Lo studio di Hopfer dice invece che 78 pazienti con presenza di miceti nel sangue su 19457.
Il 79% è riferito a quei 78 che hanno Candida di varie speci

Lo puoi verificare qui:

http://www.pubmedcentral.nih.gov/picrender.fcgi?artid=273585&blobtype=pdf

Se Simoncini, che per ipotesi sa leggere e comprendere l'inglese, ha scritto che questo studio dice una cosa mentre ne dice un'altra, allora ha volontariamente deformato e deliberatamente travisato il vero, ossia ha mentito.

2. ...U. Kaben: 80%...

Hughes fa uno studio sulla candidosi sistemica. Quel 91% non si sa a cosa si riferisce.

Lo puoi verificare qui:

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7177889?ordinalpos=6&itool=EntrezSystem2.PEntrez.Pubmed.Pubmed_ResultsPanel.Pubmed_RVDocSum

Se Simoncini, che per ipotesi sa leggere e comprendere l'inglese, ha scritto che questo studio dice una cosa mentre ne dice un'altra, allora ha volontariamente deformato e deliberatamente travisato il vero, ossia ha mentito.

3. ...T.E. Kiehn: 97%"

Kiehn si occupa fa uno studio su pazienti oncologici E affetti da una qualche micosi. Osserva che il 97% delle micosi è amputabile a 5 specie tra le quali la C. albicans.

Lo puoi verificare qui:

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7369176

Se Simoncini, che per ipotesi sa leggere e comprendere l'inglese, ha scritto che questo studio dice una cosa mentre ne dice un'altra, allora ha volontariamente deformato e deliberatamente travisato il vero, ossia ha mentito.

Non datur tertium.

cherubino
Inviato: 6/9/2008 20:32  Aggiornato: 6/9/2008 20:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Scusatemi Balihora e Carloooo, cerco di dare anche la mia interpretazione, così vediamo se in tre leggiamo le stesse cose, perchè questa cosa è semplicemente scandalosa.

Citazione:
Questi sono i dati riguardanti la coesistenza della candida e del cancro riscontrati da alcuni autori: (53)
R.L. Hopfer: 79%
U. Kaben: 80%
W.T. Hughes: 91%
T.E. Kiehn: 97%
Le percentuali rilevate sono impressionanti


Simoncini afferma che "la candida coesiste con il cancro in percentuali impressionanti, e alcuni autori l'hanno dimostrato".

Questo già può dare adito ad un equivoco:
1) prese 100 candide, esistono alte percentuali di cancro
2) presi 100 cancri, esistono alte percentuali di candida.

Ma il nostro Simoncini non si dà problemi per questa sottilissima distinzione, tanto non sta parlando a colleghi, sta parlando alla casalinga di Voghera.

Ma andiamo oltre, e leggiamo cosa dicono gli studi che egli cita in proposito a sostegno della sua tesi.

1) HOPFER (qui): in un periodo di 12 mesi, sono state raccolte 19.457 colture di sangue. Sono stati isolati dei funghi in 193 di queste colture, derivate da 76 malati di cancro. Di queste 193, le specie Candida albicans o Candida tropicalis rappresentavano il 79%.

Ciò vuol dire che nel 79% dei casi di funghi, i funghi erano Candida albicans o Candida tropicalis. Non vuol dire che nel 79% dei casi di cancro c'era la Candida, o che nel 79% dei casi di Candida c'era il cancro!

2) KABEN (qui): in 40 pazienti di emoblastosi (leucemie e mielodisplasie) è stata ricercata la presenza di infezione fungina sia clinicamente che tramite cultura. 29 pazienti avevano una micosi, 3 mostravano la micosi per coltura, e 8 non avevano micosi.

Questo è uno studio del 1977 che dimostra una cosa oggi arcinota: che l'immunodepressione (quando diminuiscono i linfociti nel sangue, ad esempio per una malattia maligna) facilita le infezioni opportunistiche, in particolare quelle fungine. Ma almeno qui la percentuale è esatta, 80%.

3) HUGHES qui: in un periodo di due mesi, sono stati studiati 109 casi mortali di candidosi sistemica. In 91 di questi casi, la specie responsabile era Candida albicans; altre specie di Candida erano implicate nei rimanenti 18 casi.

Ciò vuol dire che in 91 casi di Candidosi su 109, si trattava di C. albicans. Nei restanti casi si trattava di altre specie di Candida. Addirittura qui di cancro non si parla proprio! E' uno studio sulla candidosi sistemica!! Il cancro non viene proprio nominato!

4) KIEHN qui: in un periodo di 15 mesi, da alcuni malati di cancro sono stati isolati dei funghi. Di questi funghi è stata determinata sia la specie che la prevalenza relativa. Delle 18 specie determinate, cinque specie (Candida albicans, Candida tropicalis, Candida parapsilosis, Candida krusei, and Torulopsis glabrata) rappresentavano il 97,1% del totale.

Ciò vuol dire che nel 97% dei casi di funghi, i funghi appartenevano ad una delle cinque specie summenzionate. Non vuol dire minimamente che nel 97,1% dei casi di cancro c'era la Candida, o che nel 97,1% dei casi di Candida c'era il cancro!

-------------------------------------------------------------

Le conseguenze sono due: o Simoncini non sa leggere le pubblicazioni scientifiche dei colleghi e non sa riportarle in maniera esatta sui suoi "lavori" , oppure mente in maniera spudorata sperando che i suoi scritti non vengano letti dai colleghi e dall'Ordine. Io credo che in ognuno dei due casi, la radiazione è stata quanto mai necessaria.

Aseptik
Inviato: 6/9/2008 20:33  Aggiornato: 6/9/2008 20:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/1/2007
Da: Messapia
Inviati: 139
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Salve a tutti gli utenti di questo infuocato thread.
Vorrei capire una cosa Balihora, praticamente stai dicendo che gli studi che cita Simoncini sono messi lì a casaccio?
Come se io scrivessi un libro che posso guarire il cancro con la big babol e poi mettessi come riferimenti degli studi in inglese presi a caso?


Comunque per quanto riguarda me, se lo avessi saputo prima forse avrei provato prima con il metodo Simoncini, poi al limite sarei passato alla cure ufficiali. Il fatto è che il mio "piccolino" ancora era confinato nella sacca albuginea quindi ancora avevo del tempo, ma come la mettiamo con i casi più avanzati?

La politica è l’arte cortese di ottenere voti dai poveri e finanziamenti dai ricchi, promettendo di difendere gli uni dagli altri.
Oscar Ameringer
florizel
Inviato: 6/9/2008 20:35  Aggiornato: 6/9/2008 20:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
vorrei far notare che, difronte ad un singolo stralcio con solo 4 riferimenti, questa mistificazione avviene per tutti e 4 i riferimenti

balihora, ne prendo atto.
Come prendo atto del fatto che esisterebbe "la difficoltà di visualizzare le candide nei materiali organici da esaminare, come riportato anche da R.S. Escuro, Z.O. Karaev e T.J. Walsh. (54)"

Per completezza, hai informazioni anche su questo studio?
Te ne ringrazio.

Dopo di che, ti invito a darmi qualche risposta (se vorrai, non sei obbligato e se non lo farai non la riterrò un'ostilità) circa i miei interrogativi, segnalati nei commenti dell'altro thread, 6/9/2008 14:16 e 6/9/2008 18:47.

Grazie.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Pausania
Inviato: 6/9/2008 20:37  Aggiornato: 6/9/2008 20:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Pausania, puoi specificare COSA dicano gli studi Y, Z e H?
SE la Candida c'è o se non c'è? E se c'è, a cosa la attribuiscono?

Secondo me bahliora e carloooo ormai sono in uno stato catatonico, con la bava alla bocca, che ondeggiano la testa davanti al monitor ripetendo all'infinito le stesse cose come un mantra.

Scusa eh, ma se non leggi i post...


Citazione:
Però non sembra escluso che ci voglia una buona dose di "credenza" anche sottoponendosi a terapie ufficialmente accettate, nonostante il fatto che chi le adotta NON sappia cosa origini il cancro.

A parte che non sto parlando della validità della chemioterapia (come avrò detto mille volte, non è un interruttore: non è che se è valido Simoncini non è valida la chemio e viceversa, sono due cose separate) il fatto è che non c'è niente da credere. Tu sai che con la terapia X il tumore Y ha una determinata percentuale verificata di regredire. Poi sei tu che scegli. Ma scegli in base ai dati certi. Anche questo è un concetto che pare essere di impossibile assimilazione.

Esempio: in Italia, se sei pendolare e usi il treno, sai che il tempo per arrivare a destinazione può essere solo stimato. Quello che sai praticamente di certo è che non arriverai in orario ma non riesci a trovare il motivo del ritardo perenne.

Dopo mesi di esperienza, sai che prendendo il treno in determinate fasce orarie, hai il trenta percento di possibilità di arrivare con 10 minuti di ritardo. Il 20% di arrivare con 20 minuti di ritardo, il 25% con 30 minuti di ritardo e il 25% con più di trenta minuti di ritardo. In base a questo alla mattina, per andare al lavoro, decidi di prendere quel treno in base alla sicurezza relativa che tu hai di arrivare ad una data ora, tenendo conto del ritardo.

Quindi, diciamo che tu consideri il ritardo più probabile quello di dieci minuti, e allora calcoli i tuoi tempi in base a quello. Poi ti capiterà che quel treno arrivi in orario, a volte arriverà con un'ora di ritardo, ma più spesso arriverà con dieci minuti di ritardo.

Ovviamente, se tu sapessi le cause del ritardo dei treni, non dovresti fare tutto questo, perchè ogni giorno sapresti con esattezza quale treno prendere. Ma poiché non le sai, fai il meglio che puoi con gli strumenti che hai.

E' questo quello che si intende con le percentuali di cura.


Citazione:
affermare che la Candida è la causa del cancro non significa che il suo diffondersi non possa essere sollecitato da esposizione a sostanze tossiche.

No. Affermare che la candida è la causa del cancro significa "la candida provoca il cancro", cioè: prima la candida non c'è e il corpo è sano, poi la candida c'è e il corpo è malato.
Affermare che "il suo diffondersi può essere sollecitato da esposizione a sostanze tossiche" significa che sostanze tossiche (quali?) aumentano la presenza della candida.

Oltre a questo, tu mi dici che "non è forse possibile che..."? Certo, è possibile. Tutto è possibile, anche che io mi scagli contro un muro e che lo attraversi indenne. Il fatto che una cosa sia possibile non significa nulla.


Citazione:
Pausania, che gliene fotte ai manager, e pure allo stato, se un operaio ammalato di cancro dovrà indebitarsi per una cura che costa un patrimonio?

Non hai capito il senso del discorso. Se io ti faccio causa perché ho un cancro ai polmoni e dico che la causa è l'amianto che mi hai fatto respirare e tu mi dici che la causa del mio cancro è la candida portando gli studi e le testimonianze di un medico, e il giudice da ragione a te, io perdo il processo e morirò senza sentire nemmeno uno "scusa".

Te la senti di affermare una cosa del genere? E' quello che stiamo facendo qui.


Citazione:
Quanto ci guadagna la struttura medico-sanitaria da ogni operaio ammalato di cancro?

Non è questo quello di cui stiamo parlando. Ancora una volta. Una cosa è dimostrare che una cura funzioni o meno. Un'altra cosa è dire che qualcuno lucra su una cosa che funziona. Se io lucro su una cura, non significa che essa non funzioni. Magari funziona ed io ci lucro lo stesso. La chirurgia estetica funziona a meraviglia, tuttavia c'è un sacco di gente che ci lucra. Sono due piani diversi, che non si escludono l'un l'altro a prescindere. Anche se ovviamente è cosa odiosa che qualcuno lucri sulla salute altrui.


Citazione:
Se queste appaiono come domande strumentali, è perchè sembrano strumentali le osservazioni che le ha suscitate.

Non mi paiono strumentali, mi paiono generate da confusione e alimentate da convincimenti che non si basano su argomenti solidi.


Citazione:
I "parametri", Teba... i "parametri".

I "parametri", come li definisci tu, sono semplici regole di ragione: se tu pensi di aver scoperto l'origine del cancro (ed hai abbastanza spina dorsale da fare sperimentazioni sugli esseri umani) la prima cosa che fai è segnarti tutto quello che hai fatto per poterlo ripetere su altri pazienti e poi per poterlo spiegare ad altri medici (visto che umanamente non potrai mai curare tutti i malati del mondo). Mi sembra il minimo.

Sandman
Inviato: 6/9/2008 20:39  Aggiornato: 6/9/2008 20:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/5/2006
Da:
Inviati: 666
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Sono io quello ridicolo, impresentabile, nell'angolo ed in imbarazzo.


in effetti lo sei.Io ho ammesso il mio errore ma tu continui a fare due pesi e due misure e come molti altri tuoi colleghi non sollevi una sola critica sugli enormi profitti delle cause farmaceutiche che producono farmatici chemioterapici,nonostante tu non ti fossi indignato per chi vuole trarre profitto dalla disperazione dei malati.Continui ad evitare questo argomento,è lampante.In ogni caso,tornando al termine dei 5 anni,se si fanno delle statistiche sulla percentuale di guarigione del cancro e si considerano guarite persone che poi muoiono dopo 5 anni (fossero pure 20) della STESSA malattia,la logica vuole che quella statistiche siano falsate e quindi se ne deduce che le cure tradizionali creano una enorme sofferenza in cambio di ben miseri risultati

blackhawk
Inviato: 6/9/2008 20:41  Aggiornato: 6/9/2008 20:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/8/2007
Da:
Inviati: 305
 Re: Domande a Tullio Simoncini
"Perchè mai si chiede a Simoncini di “garantire” la sua cura, quando nessuno si preoccupa di chiedere le stesse garanzia all’oncologia ufficiale?"

Semplicemente perche lui sostiene di avere trovato la cura che risolve il problema del cancro. In tal caso lo devi dimostrare. Non bastano i video........se è per questo anche Wanna Marchi raccoglieva testimonianze video.
Io non ero maldisposto verso Simoncini, ma il suo comportamento prima a Striscia la notizia e poi qui mi ha lasciato molto perplesso.

Pausania
Inviato: 6/9/2008 20:50  Aggiornato: 6/9/2008 20:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Ubik Citazione:
Non capisco come si possa giudicare una terapia che non ha mai avuto la possibilita di essere sperimentata.

Debunker in malafede, al soldo delle multinazionali, perché non vai a lamentarti della chemioterapia!

(ma allora questa sperimentazione c'è o non c'è? Comincio ad essere confuso)


Citazione:
Abbiamo assunto che la chemio ha una percentuale di sopravvivenza insoddisfacente ( scusate per il termine parlando di vite umane non vorrei ridurre l'argomento a pura statistica ) visto anche la quantita di denari che muove;

Se è per questo, il 100% dei parti porta alla morte.

cherubino
Inviato: 6/9/2008 20:52  Aggiornato: 6/9/2008 20:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Ho notato che Simoncini non è proprio capace di leggere gli studi internazionali. Spero che sia imputabile alla mancata conoscenza dell'inglese. Nella pagina seguente del suo sito web, http://www.curenaturalicancro.org/radiazione.htm, Simoncini cerca di difendersi dalla radiazione dall'albo professionale citando una legge:

Legge 8 aprile 1998, n. 94
"Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 17 febbraio 1998, n. 23, recante disposizioni urgenti in materia di sperimentazioni cliniche in campo oncologico e altre misure in materia sanitaria"

Art. 3.
Osservanza delle indicazioni terapeutiche autorizzate

1. Fatto salvo il disposto dei commi 2 e 3, il medico, nel prescrivere una specialita' medicinale o altro medicinale prodotto industrialmente, si attiene alle indicazioni terapeutiche, alle vie e alle modalita' di somministrazione previste dall'autorizzazione all'immissione in commercio rilasciata dal Ministero della sanita'.

2. In singoli casi il medico può, sotto la sua diretta responsabilità e previa informazione del paziente e acquisizione del consenso dello stesso, impiegare un medicinale prodotto industrialmente per un'indicazione o una via di somministrazione o una modalita' di somministrazione o di utilizzazione diversa da quella autorizzata, ovvero riconosciuta agli effetti dell'applicazione dell'articolo 1, comma 4, del decreto-legge 21 ottobre 1996, n. 536, convertito dalla legge 23 dicembre 1996, n. 648, qualora il medico stesso ritenga, in base a dati documentabili, che il paziente non possa essere utilmente trattato con medicinali per i quali sia già approvata quella indicazione terapeutica o quella via o modalità di somministrazione e purché tale impiego sia noto e conforme a lavori apparsi su pubblicazioni scientifiche accreditate in campo internazionale
.

Io allora penso: ecco che ora mi cita la fonte che approva il bicarbonato (indicazione terapeutica) per via endovenosa o per clisma (modalità di somministrazione) e mi fa un elenco di studi internazionali in cui le iniezioni di bicarbonato per curare i tumori maligni sono ampiamente approvate e rappresentano un impiego noto e conforme.

Invece che cosa mi fa Simoncini: mi elenca una marea di studi che dimostrano l'acidità nel microambiente dei tumori, che è una cosa bella e risaputa da anni, ma che non ha niente a che fare con quello che gli rimprovera l'Ordine dei Medici e il Tribunale!

PS: ha avuto il coraggio anche di smentire l'acidità nel microambiente dei tumori, in questo stesso thread: rispondendo alla domanda di Cassandra, ha detto Difatti non c’entra niente il PH con il tumore, è un’invenzione degli alternativi, completamente campata per aria. Per me la vicenda finisce qui.

Teba
Inviato: 6/9/2008 20:53  Aggiornato: 6/9/2008 20:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Intendo dire che le ricerche di Simoncini forse andrebbero approfondite, e che se non lo si fa (le sue come quelle di chiunque altro) è perchè sembrano essere stati fissati dei parametri che le assoggettano.


ok, grazie ho capito.

Redazione
Inviato: 6/9/2008 20:57  Aggiornato: 6/9/2008 20:57
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
BALIHORA:

UNO: quando gli stessi medici confessano che troppo spesso le “ricerche scientifiche” sono manipolate ad hoc, non vedo perchè dovrei comprarmi a occhi chiusi i tuoi Hopfer e Kaben. Per me valgono esattamenbte come Cip e Ciop.

DUE: ammesso e non concesso che costoro abbiano ragione, nulla obbliga Simoncini ad averli letti. Puoi quindi sostenere, al massimo, che Simoncini “si sia sbagliato”, o che "non sappia certe cose", ma non hai PROVE per dire che abbia MENTITO, ovvero che abbia INTENZIONALMENTE rappresentato il falso.

Ti invito quindi a correggere la tua posizione al più presto.

Redazione
Inviato: 6/9/2008 21:00  Aggiornato: 6/9/2008 21:01
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
BLACKHAWK: "Semplicemente perche lui sostiene di avere trovato la cura che risolve il problema del cancro. In tal caso lo devi dimostrare."

Questo lo dici tu. Io posso benissimo sostenere di fare i cento metri in 8 secondi netti, senza DOVER dimostrare niente a nessuno. Se vuoi mi credi, se no tanti saluti.

Chissà perchè DOVREI dimostrartelo, visto che NON TI STO CERTO OBBLIGANDO a credermi?

(Chissà quante volte ancora dovrò ripeterlo?)

cherubino
Inviato: 6/9/2008 21:01  Aggiornato: 6/9/2008 21:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
BALIHORA:

UNO: quando gli stessi medici confessano che troppo spesso le “ricerche scientifiche” sono manipolate ad hoc, non vedo perchè dovrei comprarmi a occhi chiusi i tuoi Hopfer e Kaben. Per me valgono esattamenbte come Cip e Ciop.

DUE: ammesso e non concesso che costoro abbiano ragione, nulla obbliga Simoncini ad averli letti. Puoi quindi sostenere, al massimo, che Simoncini “si sia sbagliato”, o che "non sappia certe cose", ma non hai PROVE per dire che abbia MENTITO, ovvero che abbia INTENZIONALMENTE rappresentato il falso.

Ti invito quindi a correggere la tua posizione al più presto
.

Redazione, sinceramente non ti riconosco. E comincio a pensare al male.

Nulla obbliga un autore a leggere gli studi che cita a sostegno della sua tesi? Sinceramente trasalisco.

carloooooo
Inviato: 6/9/2008 21:03  Aggiornato: 6/9/2008 21:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/7/2006
Da: marca gioiosa et amorosa
Inviati: 1386
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
UNO: quando gli stessi medici confessano che troppo spesso le “ricerche scientifiche” sono manipolate ad hoc, non vedo perchè dovrei comprarmi a occhi chiusi i tuoi Hopfer e Kaben. Per me valgono esattamenbte come Cip e Ciop.


Peccato che sia Simoncini stesso - nel suo libro - a citare Cip e Ciop come fonti autorevoli.

Citazione:
DUE: ammesso e non concesso che costoro abbiano ragione, nulla obbliga Simoncini ad averli letti. Puoi quindi sostenere, al massimo, che Simoncini “si sia sbagliato”, o che "non sappia certe cose", ma non hai PROVE per dire che abbia MENTITO, ovvero che abbia INTENZIONALMENTE rappresentato il falso.


Ma stai dicendo che Simoncini avrebbe messo quegli studi come prove della sua teoria SENZA AVERLI LETTI? Suvvia Massimo...

Forse non hai capito che quegli studi citati da balihora sono gli studi che Simoncini riporta nel suo libro. L'hanno capito anche i muri ormai.

Ci stai facendo veramente una magra figura. Mi dispiace.

Redazione
Inviato: 6/9/2008 21:04  Aggiornato: 6/9/2008 21:04
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
CHERUBINO: "Sinceramente non ti riconosco."

Forse prima credevi soltanto di conoscermi. Se vai a vedere il caso CICAP, ritroverai la stessa identica persona.

Qui NESSUNO diffama gli altri gratuitamente. Non l'ho mai permesso, e non lo permetterò mai.

"E comincio a pensare al male."

Prego, nessuno te lo impedisce. E' una delle tante libertà concesse dal diritto di opinione.

redna
Inviato: 6/9/2008 21:05  Aggiornato: 6/9/2008 21:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Sandman

Avevo già letto del trucco di considerare,nelle statistiche,"guarite" dal cancro persose che muoiono dopo 5 anni, mi informerò meglio al riguardo e scriverò una mail a disinformazione.it chiedendo maggiori dettagli


....veramente doveva farlo Bailhora questo perchè dice che sono cazzate.
Io infatti avevo chiesto di chiedere a disinformazione.it
il motivo per cui era stato scritto quell'articolo.
Torno a dire che è GRATUITO dire che sono cazzate quando non sono SUPPORTATE da affermazioni di chi si suppone, senza controprove, le abbia scritte.

Pertanto finchè non mi si dimostra il contrario io credo all'articolo di disinformazione.


blachawk
Io non ero maldisposto verso Simoncini, ma il suo comportamento prima a Striscia la notizia e poi qui mi ha lasciato molto perplesso.

.....ma sto Simoncini vogliam vedere se riesce a fare in modo che i malati di cancro non patiscano più e vedi caso, guariscano dalla malattia? o stiamo a vedere striscia la notizia con vanna marchi e il gabibbo???

Ma ci si rende conto che non si ragiona più e che basta che un medico 'ufficiale' per carità, ci dica che ci fa guarire, siamo disposti a vendergli l'anima????

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
carloooooo
Inviato: 6/9/2008 21:07  Aggiornato: 6/9/2008 21:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/7/2006
Da: marca gioiosa et amorosa
Inviati: 1386
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
....veramente doveva farlo Bailhora questo perchè dice che sono cazzate.
Io infatti avevo chiesto di chiedere a disinformazione.it
il motivo per cui era stato scritto quell'articolo.
Torno a dire che è GRATUITO dire che sono cazzate quando non sono SUPPORTATE da affermazioni di chi le ha SCRITTE.

Pertanto finchè non mi si dimostra il contrario io credo all'articolo di disinformazione.


Ommioddiosantissimo.


Pausania
Inviato: 6/9/2008 21:15  Aggiornato: 6/9/2008 21:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
quando gli stessi medici confessano che troppo spesso le “ricerche scientifiche” sono manipolate ad hoc, non vedo perchè dovrei comprarmi a occhi chiusi i tuoi Hopfer e Kaben. Per me valgono esattamenbte come Cip e Ciop.

Hai appena smontato Simoncini. Peccato che non te ne sia nemmeno reso conto.
Benvenuto anche tu nel gruppo dei debunker cicappini prezzolati dalle multinazionali a difesa della chemioterapia. Vergogna! Dovresti bannarti da solo!


Citazione:
ammesso e non concesso che costoro abbiano ragione, nulla obbliga Simoncini ad averli letti.

Dipende Massimo: se lui e chi lo sostiene LI CITA PER DIMOSTRARE CHE HA RAGIONE, allora sì, sarebbe il caso che li leggesse. Magari scoprirebbe anche cosa dicono, e si farenne una cultura.

Forse a te è sfuggito questo particolare (troppo intento forse a tenere conto della visione d'insieme e non delle inezia): quei testi li porta Simoncini o chi per lui, ma dicono cose diverse da quelle che Simoncini attribuisce loro.

Disegnino?

redna
Inviato: 6/9/2008 21:15  Aggiornato: 6/9/2008 21:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Ommioddiosantissimo


...bella esclamazione, ma non ci trovo alcuna spiegazione.


Sandman


.In ogni caso,tornando al termine dei 5 anni,se si fanno delle statistiche sulla percentuale di guarigione del cancro e si considerano guarite persone che poi muoiono dopo 5 anni (fossero pure 20) della STESSA malattia,la logica vuole che quella statistiche siano falsate e quindi se ne deduce che le cure tradizionali creano una enorme sofferenza in cambio di ben miseri risultati


....siamo qui a dirlo, ridirlo, stradirlo ma nulla, non si recepisce.
La medicina è al servizio di altri.
I pazienti sono pedine in un gioco del tutto stupido.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Anonimo
Inviato: 6/9/2008 21:16  Aggiornato: 6/9/2008 21:16
 Re: Domande a Tullio Simoncini
AIUTO, veramente AIUTO!

Sto vivendo un bruttissimo dejavu....

Qui davvero pare si sia persa la logica, c'è gente che chiede risposte che sono state fornite 10 volte da 5 persone diverse.

C'è gente che risponde solo a mezzo commento ignorando l'altra metà che è quella significativa.

C'è gente che si sente attaccata e che pensa che ci sia chi attacca Simoncini...

Ma vi rendete conto che qui dentro NESSUNO (di quelli che stanno scrivendo di più) sta attaccando Simoncini né Mazzucco né Fefo così tanto per.

C'è chi si è solo permesso di far notare i "punti deboli", proprio per cercare di rafforzare questa teoria, e nulla, si dimentica la logica, si fa finta di non leggere.

Oppure ci si trincera dietro "il pallone è mio e decido io".

Come l'altra volta (quella sul creazionismo) rimango basito di fronte ad un comportamento simile.

Poi si dà in faccia ad Attivissimo...


Provo solo delusione e tristezza.


carloooooo
Inviato: 6/9/2008 21:20  Aggiornato: 6/9/2008 21:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/7/2006
Da: marca gioiosa et amorosa
Inviati: 1386
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
...bella esclamazione, ma non ci trovo alcuna spiegazione.


1. vai alla pagina di Disinformazione.it in cui si parla di quell'articolo.
2. Leggi bene quel che si dice.
3. Leggi l'abstract della pubblicazione scientifica che costituisce il supporto teorico dell'articolo di Disinformazione.it C'è sicuramente il link da qualche parte. E' in inglese. Se hai bisogno te lo traduco tutto.
4. Confronta le conclusioni della pubblicazione scientifica con quelle dell'articolo di Disinformazione.it
5. Trova del coraggio.
6. Vieni qui a dire ancora che credi all'articolo di Disinformazione.it

Redazione
Inviato: 6/9/2008 21:22  Aggiornato: 6/9/2008 21:22
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Ho girato a Simoncini la vostra accusa. Risponderà lui appena possibile, credo domani.

Dopodichè decideremo se ha "mentito" o meno.


+++

Morfeo: "C'è gente che si sente attaccata e che pensa che ci sia chi attacca Simoncini..."

Maddài, giura? Lo accusano di "mentire spudoramente", e qualcuno osa suggerire che lo attacchino? Mi domando come possa venire in mente una cosa del genere.

"Ma vi rendete conto che qui dentro NESSUNO (di quelli che stanno scrivendo di più) sta attaccando Simoncini né Mazzucco né Fefo così tanto per."

No, infatti. Lui è solo accusato di mentire, noi di girare video "sospetti", ma che vuoi che sia, quelli sono tutti complimenti!

Che tristezza se permetti lo dico io.

redna
Inviato: 6/9/2008 21:31  Aggiornato: 6/9/2008 21:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Domande a Tullio Simoncini
carlooooo

qui stiamo menando il can per l'aia, girando il bambino nella culla e non arriviamo a nessuna conclusione.

Chi sostiene la chemio pensi che dia i DATI REALI?

No scusa, perchè se lo pensi allora....

5. trova il coraggio
questo lo puoi dire a chi ha famigliari che stanno subendo la chemio...
e allora capirai cosa significa

Io il coraggio lo trovo benissimo, al momento.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Anonimo
Inviato: 6/9/2008 21:37  Aggiornato: 6/9/2008 21:37
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Maddài, giura? Lo accusano di "mentire spudoramente", e qualcuno osa suggerire che lo attacchino? Mi domando come possa venire in mente una cosa del genere.

No, infatti. Lui è solo accusato di mentire, noi di girare video "sospetti", ma che vuoi che sia, quelli sono tutti complimenti!

Che tristezza se permetti lo dico io.


Certo, ma questo "livello di conversazione" si è raggiunto solo dopo molte fasi. All'inizio gli/vi hanno solo mostrato i "punti deboli", chiedendovi dei chiarimenti, non hanno detto che mentisse.

Se puoi tenere in considerazione anche il resto del mio commento te ne sarei grato.

Altrimenti fa nulla.

Robym
Inviato: 6/9/2008 21:42  Aggiornato: 6/9/2008 21:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/6/2006
Da: Sardigna
Inviati: 237
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Continuo a non vedere nulla di realmente concreto, tale da farmi apprezzare la proposta di Simoncini: non ritengo soddisfacenti le prove a supporto della sua ipotesi, anche perchè di prove vere e proprie non ne ha portate. Detto ciò, questa discussione stà scadendo nel ridicolo: siamo ai livelli di quella relativa ai cerchi nel grano e considerando l'argomento trattato non è certo encomiabile.
Buonanotte signori.

Quando l'Allevi è pronto inizia a suonare.
florizel
Inviato: 6/9/2008 21:43  Aggiornato: 6/9/2008 21:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Secondo me bahliora e carloooo ormai sono in uno stato catatonico, con la bava alla bocca, che ondeggiano la testa davanti al monitor ripetendo all'infinito le stesse cose come un mantra.

Non è che non leggo i post, è che credevo di trovarmi di fronte ad un esempio generico, dal momento che intuivo tu avessi sicuramente letto quegli stralci.

Citazione:
non è che se è valido Simoncini non è valida la chemio e viceversa, sono due cose separate

E come vado ripetendo da quando ho iniziato a postare, l'errore è considerare antitetici due approcci che invece potrebbero integrarsi.
Ma pare che il maggior ostacolo sia nei parametri fissati dalla medicina ufficiale, che, ti ricordo, NON pare abbia scoperto l'origine del cancro, ma solo il metodo per curarlo (compresi gli insuccessi e gli effetti collaterali della terapia). Se mi sbaglio, correggimi.

Dopo di che, a proposito di"ripetere su altri pazienti e poi per poterlo spiegare ad altri medici (visto che umanamente non potrai mai curare tutti i malati del mondo)", credo che per la prima cosa Simoncini lo abbia fatto; per la seconda, come potrebbe farlo QUALUNQUE medico quando gli è stata tolta qualunque credibilità, a prescindere da qualsivoglia numero di casi di guarigione? Fosse anche solo UNO (non mi stancherò mai di ripeterlo).

Citazione:
Tu sai che con la terapia X il tumore Y ha una determinata percentuale verificata di regredire.

Giusto. Perchè non esiste un solo tipo di tumore. Ed allora, se una qualsiasi altra terapia differente da quella ufficiale dimostra di poter curare ALCUNE forme tumorali, e meno altre, il tumore K con la terapia W, perchè non prendere in considerazione questi studi?

Citazione:
Affermare che la candida è la causa del cancro significa "la candida provoca il cancro", cioè: prima la candida non c'è e il corpo è sano, poi la candida c'è e il corpo è malato.

Un assioma, in pratica. Nulla che possa suscitare il sospetto che anche la Candida possa degenerare in seguito a stimoli ricevuti dall'organismo.
Mi spiace, ma non sono d'accordo. Perchè la Candida C'E' anche quando NON assumiamo antibiotici, e con la loro assunzione essa progredisce.
La cosa si dimostrerebbe valida anche in casi di neoplasie dovute ad esposizioni di sostanze nocive.

Citazione:
sostanze tossiche (quali?)

Gli operai morti per cancro sul lavoro li hai citati te. Non sai di quali sostanze tossiche parli?

Citazione:
Se io ti faccio causa perché ho un cancro ai polmoni e dico che la causa è l'amianto che mi hai fatto respirare e tu mi dici che la causa del mio cancro è la candida portando gli studi e le testimonianze di un medico, e il giudice da ragione a te, io perdo il processo e morirò senza sentire nemmeno uno "scusa".

Fermo restando che FINORA, nonostante il "supporto" della medicina ufficiale asserisse che l'amianto è la causa del cancro, "scusa" agli operai non gliel'ha detto nessuno... fermo restando questo, come dicevo sopra: sono state permesse le dovute ricerche che dimostrassero che la Candida non abbia un ruolo in alcune patologie tumorali?
Vedi esempio degli antibiotici sopra.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
balihora
Inviato: 6/9/2008 21:45  Aggiornato: 6/9/2008 21:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Ho girato a Simoncini la vostra accusa. Risponderà lui appena possibile, credo domani. Dopodichè decideremo se ha "mentito" o meno.


Scusa Mazzucco, ti faccio una domanda semplice.


Se io dico che Massimo Mazzucco, nell'articolo pubblicato su Luogocomune il 4/9/2008 sostiene che gli asini volano, sto mentendo oppure no?

Ti prego, rispondi semplicemente a questo, poi andiamo avanti.

Redazione
Inviato: 6/9/2008 21:46  Aggiornato: 6/9/2008 21:46
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Certo, ma questo "livello di conversazione" si è raggiunto solo dopo molte fasi.

E chi ha iniziato, a lanciare "sospetti" e insinuazioni? Gli stessi che poi fanno li scandalizzati se li tratti male, ovviamente.

Se puoi tenere in considerazione anche il resto del mio commento te ne sarei grato.

Non so di cosa parli, non mi va di discutere con chi non sa riconoscere certe offese, e comunque ho già detto tutto quello che dovevo dire più di una volta.

Per quel che mi riguarda rimane in sospeso la faccenda della menzogna, poi potete proseguire finchè vorrete. (Come vedi, fra l'altro, non dico affatto "il pallone è mio", ma vi lascio giocare tranquillamente. Altra accusa ingiustificata, quindi, da parte tua. Ma tanto quelle non contano).

Redazione
Inviato: 6/9/2008 21:47  Aggiornato: 6/9/2008 21:47
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
BALIHORA: Lo stesso vale anche per te. Prima risolviamo la faccenda della menzogna, poi se vuoi parliamo d'altro. (Nel frattempo sei libero di postare come credi, ovviamente).

A domani.

balihora
Inviato: 6/9/2008 21:55  Aggiornato: 6/9/2008 21:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Vorrei capire una cosa Balihora, praticamente stai dicendo che gli studi che cita Simoncini sono messi lì a casaccio? Come se io scrivessi un libro che posso guarire il cancro con la big babol e poi mettessi come riferimenti degli studi in inglese presi a caso?


Ci sei molto vicino. Gli studi che cita sono in qualche modo attinenti al tema, ma i dati che ne trae non sono nello studio.

Ti faccio un esempio.
Dice che il ricercatore "Cip" afferma che nel 79% di pazienti oncologici c'è la presenza di Candida.

In realtà il ricercatore "Cip" ha effettuato uno studio su una metodologia diagnostica per rilevare i miceti nel sangue. Durante questo studio, ha esaminato 19.457 colture di sangue provenienti da pazienti oncologici. Di queste 193, derivate da 76 malati di cancro, erano positive ad un qualunque micete. Il 79% di questi miceti erano Candida.

Capisci?

Lo studio non è proprio a caso, ma il dato che lui riporta è sostanzialmente scorretto.

Facendo due conti _a spanne_ "Cip" afferma che meno del 7% dei pazienti oncologici da lui esaminati erano positivi alla Candida.

balihora
Inviato: 6/9/2008 21:56  Aggiornato: 6/9/2008 21:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
BALIHORA: Lo stesso vale anche per te. Prima risolviamo la faccenda della menzogna, poi se vuoi parliamo d'altro. (Nel frattempo sei libero di postare come credi, ovviamente). A domani.


Redazione, non stiamo parlando di altro, stiamo sempre parlando della menzogna.

Ti rifaccio la domanda

Se io dico che Massimo Mazzucco, nell'articolo pubblicato su Luogocomune il 4/9/2008 sostiene che gli asini volano, sto mentendo oppure no?

blackhawk
Inviato: 6/9/2008 22:00  Aggiornato: 6/9/2008 22:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/8/2007
Da:
Inviati: 305
 Re: Domande a Tullio Simoncini
"Questo lo dici tu. Io posso benissimo sostenere di fare i cento metri in 8 secondi netti, senza DOVER dimostrare niente a nessuno. Se vuoi mi credi, se no tanti saluti."

Se mi racconti la panzana dei cento metri, mi metto a ridere semplicemente come quando sento le innumerevoli stronzate da bar!
Ma quando sostieni di avere trovato la cura per il cancro e quando gente affida soldi e speranze verso di te, mi spiace ma le cose diventano molto più serie. Ti rendi conto della gravità di quello che hai detto almeno?

Se la tua cura funziona dimostralo come si fa per qualsiasi trattamento che è stato, ad oggi, ritenuto credibile.....altrimenti sono solo appunto chiacchere da bar, con l'aggravante della speculazione sulle persone malate.

PS: Mi auguro fortemente che tu abbia bevuto quando mi hai dato quella risposta...........

PPS: IO VOGLIO CHE SIMONCINI EFFETTUI UNA SPERIMENTAZIONE UFFICIALE E CHE GLI SIA DATA QUESTA POSSIBILITA'. MA, DATI GLI SVILUPPI, COMINCIO A PENSARE CHE SIA LUI A NON VOLERLA.

balihora
Inviato: 6/9/2008 22:01  Aggiornato: 6/9/2008 22:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
balihora, ne prendo atto. Come prendo atto del fatto che esisterebbe "la difficoltà di visualizzare le candide nei materiali organici da esaminare, come riportato anche da R.S. Escuro, Z.O. Karaev e T.J. Walsh. (54)"


Florizel, ti dico la verità, non ho letto quello studio. Se vuoi fallo tu. Non mi sconvolge l'affermazione che isolare i miceti sia particolarmente laborioso. Difficile non vuol dire impossibile. Vuol dire che il tizio in laboratorio deve fare un lavoraccio, deve tutelarsi facendo culture ridondanti e aspettare molto molto tempo. E soprattutto deve fare tutto a manina.
Non basta infilare il campione in un macchinario e attendere lo "scontrino".

Ammesso che quello studio sia vero, almeno quello, che cambierebbe?

florizel
Inviato: 6/9/2008 22:01  Aggiornato: 6/9/2008 23:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Ho chiesto a balihora di fornire qualche indicazione circa l'altro studio citato da Simoncini, dove si afferma che esiste la "difficoltà di visualizzare le candide nei materiali organici da esaminare, come riportato anche da R.S. Escuro, Z.O. Karaev e T.J. Walsh. (54)"

Di quest'ultimo riferimento non si è parlato ancora.
Aspetiamo, prima di scannarci a gratis.

"Chi sostiene la chemio pensi che dia i DATI REALI?"

E visto che ci siamo, CHI fornisce quei dati ai medici che sottopongono i pazienti alle terapie chemio e radio?


Robym
Citazione:
questa discussione stà scadendo nel ridicolo: siamo ai livelli di quella relativa ai cerchi nel grano e considerando l'argomento trattato non è certo encomiabile.

Condivido l'osservazione, però vorrei la tua attenzione: come per quel thread, ci troviamo di fronte ad un atteggiamento di fondo che sottomette l'osservazione a parametri PRESTABILITI.

Ovviamente, l'unica cosa che potrebbe dimostrare che quei parametri sono suscettibili ad ampliamenti e modifiche sono sperimentazioni e ricerche, no? Ed altrettanto ovviamente, quelle sperimentazioni e quelle ricerche vengono ostacolate.

Non te ne sei accorto, ma il paragone è azzeccato.
Chiedo scusa in anticipo se questo mio commento, che mette a confronto salute ed argomenti ben più effimeri, può aver causato offesa a qualcuno.

PS: balihora, scusa, non avevo ancora letto il tuo post, ora l'ho fatto e cerco di trovare io quello che stiamo cercando.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Anonimo
Inviato: 6/9/2008 22:04  Aggiornato: 6/9/2008 22:08
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Non so di cosa parli, non mi va di discutere con chi non sa riconoscere certe offese, e comunque ho già detto tutto quello che dovevo dire più di una volta.
Per quel che mi riguarda rimane in sospeso la faccenda della menzogna, poi potete proseguire finchè vorrete. (Come vedi, fra l'altro, non dico affatto "il pallone è mio", ma vi lascio giocare tranquillamente. Altra accusa ingiustificata, quindi, da parte tua. Ma tanto quelle non contano).



Bah, stra-bah, ri-bah, arci-bah, ultra-bah...

Oki, mi metto dalla parte dei cattivi, insultatori, calunniatori, etc etc etc...

Il cazzo è che dell'argomento non ne ho minimamente parlato, ma stavo solo analizzando la forma della discussione.

E sì, lo so, nessuno mi obbliga a leggere questo Sito.

E' solo che...

Vabbeh, te lo dico chiaro.

Ma davvero non capisci che figuraccia ci fai e quanto discredito getti su tutto il resto del tuo lavoro quando ti comporti in questo modo?

Se poi pensi che io ti stia attaccando, o offendendo, o quel che ti pare, bannami pure.

Ma io lo sto dicendo per te e per il Sito.

redna
Inviato: 6/9/2008 22:09  Aggiornato: 6/9/2008 22:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Ammesso che quello studio sia vero, almeno quello, che cambierebbe?

....esatto, che cambierebbe?

La chemio rimane l'unica soluzione.
Che cambierebbe poi.
Nessuno vuole cambiare.
Sono medici che salvano, che aiutano le persone e quindi NON cambiano.

Bona notte, va!
Mi sono leggermente schifata di tutte le stuipidate e dei vostri studi.
Andate a quel paese.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Notturno
Inviato: 6/9/2008 22:14  Aggiornato: 6/9/2008 22:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Domande a Tullio Simoncini
calma......

Non c'è discredito in chi si fida di qualcuno che ti ha guarito (o che ha guarito un tuo caro).

Posso capire che i "malintenzionati" possano appigliarsi a tutto ed anche a questo, ma non è giusto tenerne troppo conto.

Altrimenti ti ingabbi in un immobilismo inutile.

Anche ammettendo che ci siano dei "punti oscuri", se emergesse (e mi pare che qualcosa sia emerso) che c'è stato anche solo UN CASO in cui quella terapia ha funzionato, la faccenda resta SERIA e da approfondire.

Non limitiamoci a guardare le cose da un solo punto di vista.

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
Pausania
Inviato: 6/9/2008 22:17  Aggiornato: 6/9/2008 22:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
pare che il maggior ostacolo sia nei parametri fissati dalla medicina ufficiale, che, ti ricordo, NON pare abbia scoperto l'origine del cancro, ma solo il metodo per curarlo (compresi gli insuccessi e gli effetti collaterali della terapia). Se mi sbaglio, correggimi.

Quelli che tu definisci parametri sono, o dovrebbero essere, un metodo che ti permette un certo grado di sicurezza.

Allo stato delle conoscenza, non si sa quale sia la causa del cancro in modo univoco ed incontrovertibile. Non è la medicina che non lo sa, non lo sa nessuno. Infatti ci sono decine di spiegazioni alternative (Simoncini ha la sua teoria, ma ce ne sono molte), di conseguenza la medicina dice: allo stato delle conoscenze attuali, non sappiamo la causa diretta e univoca del cancro. Questo è un dato di fatto. Altrimenti parleremmo del cancro come parleremmo della malaria o dell'influenza. E questo è una parte.

Altro è il modo di curarlo. Non voglio e non sono in grado di discutere di chemioterapia, ma il fatto che al momento di effettuarla si conoscano i rischi e le percentuali di successo è, di per sé, un punto a suo favore, perché si può informare il paziente sui rischi e sulle ricadute. D'altronde qualsiasi medicina ha degli effetti collaterali, anche l'aspirina (che - a scanso di equivoci - esiste in natura ed è conosciuta dai tempi antichi) può rivelarsi mortale.

Se invece vogliamo parlare della sua fondatezza, a me sta benissimo. Apriamo un thread sulla fondatezza della chemio, in cui chi sa e conosce (e possibilmente sa leggere un testo, in modo da non riportare notizie errate) spiega perché la chemio è infondata, a-scientifica e peggiore del male che vuole curare. Io ho sete di conoscenza.

Se poi vogliamo parlare di quanto e cosa si lucra con le cure ai malati, ancora meglio. Questo sarebbe certamente un ottimo servizio di informazione.

L'importante è non impastare il tutto in un'unica massa dove non si riesce a capire più niente.


Citazione:
Dopo di che, a proposito di"ripetere su altri pazienti e poi per poterlo spiegare ad altri medici (visto che umanamente non potrai mai curare tutti i malati del mondo)", credo che per la prima cosa Simoncini lo abbia fatto

A me pare di aver capito di no. I suoi risultati sono confusi e di difficile accesso. Fino ad ora non si è capito quanti pazienti abbia trattato. Se non c'era Massimo che andava a raccogliere le testimonianze si sarebbero perse anche quelle. Non è che basta dire "io ho curato una persona". Quella non è una raccolta di dati.


Citazione:
per la seconda, come potrebbe farlo QUALUNQUE medico quando gli è stata tolta qualunque credibilità, a prescindere da qualsivoglia numero di casi di guarigione? Fosse anche solo UNO (non mi stancherò mai di ripeterlo).

Scusa, ma Simoncini, screditato, radiato e condannato, lo ha fatto per 25 anni. Se lo ha fatto lui, con qualche accortezza in più per pararsi il didietro dal sistema, poteva farlo chiunque.


Citazione:
Un assioma, in pratica. Nulla che possa suscitare il sospetto che anche la Candida possa degenerare in seguito a stimoli ricevuti dall'organismo.

Hai appena detto che quello che si sta propugnando qui è un assioma. Sei una debunker prezzolata anche tu. Vergogna! Bannati da sola.


Citazione:
Fermo restando che FINORA, nonostante il "supporto" della medicina ufficiale asserisse che l'amianto è la causa del cancro, "scusa" agli operai non gliel'ha detto nessuno...

Appunto, figurati cosa succederebbe se ci fosse chi usa il supporto di un medico per dire che l'amianto NON è la causa del cancro...

Con un po' di pazienza ci arriviamo.


Citazione:
come dicevo sopra: sono state permesse le dovute ricerche che dimostrassero che la Candida non abbia un ruolo in alcune patologie tumorali?

Primo: la ricerca la puoi fare, non hai bisogno del permesso.
Secondo: cosa vuol dire avere un ruolo? Tutto e niente. Qui stiamo parlando di un preciso rapporto causa-effetto che è stato proposto. Di questo si discute.

balihora
Inviato: 6/9/2008 22:22  Aggiornato: 6/9/2008 22:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
in effetti lo sei.Io ho ammesso il mio errore ma tu continui a fare due pesi e due misure e come molti altri tuoi colleghi non sollevi una sola critica sugli enormi profitti delle cause farmaceutiche che producono farmatici chemioterapici,nonostante tu non ti fossi indignato per chi vuole trarre profitto dalla disperazione dei malati.Continui ad evitare questo argomento,è lampante.In ogni caso,tornando al termine dei 5 anni,se si fanno delle statistiche sulla percentuale di guarigione del cancro e si considerano guarite persone che poi muoiono dopo 5 anni (fossero pure 20) della STESSA malattia,la logica vuole che quella statistiche siano falsate e quindi se ne deduce che le cure tradizionali creano una enorme sofferenza in cambio di ben miseri risultati


Rispondo anche a questo, tanto per.

Ora io non ne so assolutamente nulla di profitti delle case farmaceutiche. Non mi occupo di economia. Guadagnano tanto, guadagnano poco, guadagnano troppo, io non lo so.
Se speculano il loro comportamento è esecrabile, di certo.

Da quello che so, so che tutto il pattume parafarmaceutico è inutile. Parlo di vari integratori, vitamine, multicomposti dalla A allo Zinco e via discorrendo. Lo spacciano come miracoloso, quanto al più è inutile.
So che non ho mai prescritto cose del genere, se non in casi particolarissimi (avitaminosi, pazienti gravemente debilitati etc). Mai a nessuno che volesse "non invecchiare" o "combattere i radicali liberi".

Però il paragone industria farmaceutica - medico è davvero fuori luogo.
Il medico è un tale che ti guarda negli occhi mentre soffri e dopo pretende una parcella.
Se tra le due cose c'è una presa per il culo, la cosa è gravissima.
Lo riesci a capire questo?


Per quanto riguarda gli studi di sopravvivenza, non sta a me e non è questo il luogo per dibatterne la validità. Qualche milione di colleghi nel mondo lo ritiene uno strumento utile. Se hai delle modifiche da proporre, puoi sempre pubblicare un articolo.

balihora
Inviato: 6/9/2008 22:25  Aggiornato: 6/9/2008 22:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Ammesso che quello studio sia vero, almeno quello, che cambierebbe? ....esatto, che cambierebbe? La chemio rimane l'unica soluzione. Che cambierebbe poi. Nessuno vuole cambiare. Sono medici che salvano, che aiutano le persone e quindi NON cambiano. Bona notte, va! Mi sono leggermente schifata di tutte le stuipidate e dei vostri studi. Andate a quel paese.


Redna ma lo fai apposta?

C'è uno studio che, secondo Simoncini, parla della difficoltà di isolare i miceti.

Vado a fiducia, è proprio come dice Simoncini, isolare i miceti è difficile.

Quindi?

Bho...


Qui in molti hanno fatto notare che il livello di discussione non è dei più alti. Qua a Roma si userebbe una espressione più colorita: "pare 'na gabbia de matti".

Redazione
Inviato: 6/9/2008 22:31  Aggiornato: 6/9/2008 22:31
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
MORFEO: "Ma io lo sto dicendo per te e per il Sito."

Sei molto gentile. Purtroppo però il sito è pieno di AVVOLTOI IPOCRITI che non vedono l’ora che il sito venga sputtanato, ma che si fingono di volere il suo bene, ed intervengono curiosamente solo in casi come questo.

Per questo motivo vorrai scusarmi se non riesco a credere alla tua nobiltà d'animo.

Ti ringrazio quindi per le tue “premure”, ma tientele per te. Delle mie “figuracce” me ne occupo io. Tu cerca di limitare i tuoi commenti all’argomento trattato.

Sempre per “il bene del sito”, naturalmente.

redna
Inviato: 6/9/2008 22:31  Aggiornato: 6/9/2008 22:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Redna ma lo fai apposta?

C'è uno studio che, secondo Simoncini, parla della difficoltà di isolare i miceti.

Vado a fiducia, è proprio come dice Simoncini, isolare i miceti è difficile.

Quindi?

Bho...


Qui in molti hanno fatto notare che il livello di discussione non è dei più alti. Qua a Roma si userebbe una espressione più colorita: "pare 'na gabbia de matti".


....si lo faccio apposta, non te ne sei accorta?
Non sei del tutto perspicace.
Ti facevo più sottile.
Lo faccio apposta perchè qui ci stai prendendo tutti per il sedere.
Lo faccio apposta perchè non accetto che tu faccia il bello e il cattivo tempo.
Lo faccio apposta perchè non devi comportanti in questa maniera.

E mi stai dicendo che lo faccio apposta come se fossi tua paziente che NON sono.

Pertanto sono MOLTO schifata.

Se il livello di discussione, alla quale tu partecipi dopo che hai detto un sacco di volte che ti ritiravi, è arrivato a quesi livelli anche tu ne sei RESPONSABILE.

Pertanto nella gabbia di matti ci SEI DENTRO PURE TU!

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Redazione
Inviato: 6/9/2008 22:33  Aggiornato: 6/9/2008 22:38
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
BALIHORA: "Qui in molti hanno fatto notare che il livello di discussione non è dei più alti. Qua a Roma si userebbe una espressione più colorita: "pare 'na gabbia de matti"."

Anche tu sei pregato di limitare i tuoi commenti all'argomento trattato. Se non ti piace il sito vattene, se vuoi rimanere parla degli argomenti trattati.

Vengono qui, iniziano a spargere merda per primi, e poi "lamentano che la discussione non è dei massimi livelli". E sperano che nessuno se ne accorga!

Amico caro, ma credi che quelli che ci leggono siano tutti fessi?

EDIT: Vedo che ci aveva già pensato Redna a fartelo notare.

balihora
Inviato: 6/9/2008 22:42  Aggiornato: 6/9/2008 22:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Allo stato delle conoscenza, non si sa quale sia la causa del cancro in modo univoco ed incontrovertibile. Non è la medicina che non lo sa, non lo sa nessuno. Infatti ci sono decine di spiegazioni alternative (Simoncini ha la sua teoria, ma ce ne sono molte), di conseguenza la medicina dice: allo stato delle conoscenze attuali, non sappiamo la causa diretta e univoca del cancro. Questo è un dato di fatto. Altrimenti parleremmo del cancro come parleremmo della malaria o dell'influenza. E questo è una parte.


Una cosa sulla quale la maggior parte (diciamo un 99%) dei medici e dei biologi concordano è che ogni singolo tumore sia a suo modo unico.
Parlo proprio del singolo tumore, ossia il mio non è identico a tutti gli altri adenocarcinomi.

Se partiamo da questo concetto, è tautologico dire che non si conosce LA causa di tutti i tumori.

Poi ovviamente si osserva e si notano similitudini e si generalizza. Non è che si può ripartire da zero per ogni singolo paziente, altrimenti è ovvio che questo ti finisce al creatore prima ancora che tu abbia concluso un singolo studio.

Allo stato dell'arte, sintetizzando al massimo, si ritiene che tutti i tumori siano causati da un qualche agente che ha indotto danni al patrimonio genetico in un tessuto che, per diversi motivi, sia in replicazione cellulare attiva.

Si conoscono diversi agenti in grado di fare ciò, sono stati evidenziati innumerevoli oncogeni responsabili della replicazione cellulare e alcune mutazioni sono così comuni da essere ritrovate in molti tipi di tumore. Esistono mutazioni che producono anche alterazioni cromosomiche, tali da essere osservate semplicemente al microscopio.

Non si sta esattamente brancolando nel buio.

Il fatto è che è difficile trovare una unica terapia a malattie tutte a loro modo particolari, senza dimenticare il fatto che ciò che deve essere aggredito non è qualcosa di estraneo, ma qualcosa che fa parte dell'organismo stesso.

E la letteratura è davvero enorme. E per enorme intendo che non credo che esista un oncologo che l'abbia letta TUTTA.

E trovo davvero deprimente che qualcuno dica "tutte stronzate" senza argomentare un pochino.

balihora
Inviato: 6/9/2008 22:45  Aggiornato: 6/9/2008 22:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Redazione appunto, perchè non torniamo in argomento, invece di svicolare?

Avevo una domanda in sospeso.

LogorRoico
Inviato: 6/9/2008 22:45  Aggiornato: 6/9/2008 23:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2008
Da:
Inviati: 85
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Amico caro, ma credi che quelli che ci leggono siano tutti fessi?

Da questa discussione sto piacevolmente apprezzando il livello degli utenti di questo sito.
Meno male, un bel respiro di sollievo.


Edit: per aggiungere una nota aneddotica. Che Simoncini non sia proprio accurato nel presentare le prove a suo favore sembra si sia capito, ma a volte si sfiora il disastro.

Sull'homepage del suo sito, in basso a destra, viene presentato un video della BBC (la serie Planet Heart), nel quale si mostra l'aggressione di una specie di funghi agli insetti, questo (cito) "rende bene l’idea di come i funghi attaccano i tessuti degli animali e dell’uomo, fino alla loro completa invasione."
Ecco il video:
http://it.youtube.com/watch?v=CCOQ0VU24xw

Ironia della sorte...:

http://tinyurl.com/5ar5t2

Quel fungo, della specie Cordyceps, sembra impedire certe metastasi di certi tumori.
Fungo come terapia e non come causa...e Simoncini lo mette in homepage.

cherubino
Inviato: 6/9/2008 22:57  Aggiornato: 6/9/2008 23:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Florizel, Citazione:
Ho chiesto a bahilora di fornire qualche indicazione circa l'altro studio citato da Simoncini, dove si afferma che esiste la "difficoltà di visualizzare le candide nei materiali organici da esaminare, come riportato anche da R.S. Escuro, Z.O. Karaev e T.J. Walsh. (54)"

Di quest'ultimo riferimento non si è parlato ancora.
Aspetiamo, prima di scannarci a gratis.


Come avevo dato praticamente per scontato, nè Simoncini nè molti su questo sito hanno ancora letto lo studio in questione, che si trova qui: lo studio in questione parla della difficoltà di isolare antigeni di Candida nel siero, in pazienti neutropenici per candidosi profonde.

Per intenderci, non ha nulla a che fare con la difficoltà (inesistente) di isolare al microscopio la Candida nell'ambito di un tumore maligno, che è la cosa che ci interessa, e che Simoncini candidamente ci ha risposto che non ha mai fatto. Scusami Mazzucco, ma questo è un ciarlatano bello e buono. Con tanti saluti.

Pausania
Inviato: 6/9/2008 22:57  Aggiornato: 6/9/2008 22:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Se partiamo da questo concetto, è tautologico dire che non si conosce LA causa di tutti i tumori.

Infatti era proprio la tautologia quella che volevo sottolineare


Citazione:
Allo stato dell'arte, sintetizzando al massimo, si ritiene che tutti i tumori siano causati da un qualche agente che ha indotto danni al patrimonio genetico in un tessuto che, per diversi motivi, sia in replicazione cellulare attiva.

Certo, ma siccome ad alcuni pare che gli studi attuali brancolino nel buio più totale, ho cercato di mettere in evidenza il fatto che il non guarire il 100% dei malati non è la dimostrazione che la medicina fallisce, uccide e imbroglia, ma che è una condizione generalizzata anche al di fuori "dell'accademia". Infatti penso non ci siano particolari movimenti contrari alle spiegazioni ufficiali dell'influenza o della malaria, sulle quali c'è un consenso generalizzato.

balihora
Inviato: 6/9/2008 23:04  Aggiornato: 6/9/2008 23:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Come avevo dato praticamente per scontato, nè Simoncini nè molti su questo sito hanno ancora letto lo studio in questione, che si trova qui: lo studio in questione parla della difficoltà di isolare antigeni di Candida nel siero, in pazienti neutropenici per candidosi profonde. Per intenderci, non ha nulla a che fare con la difficoltà di isolare al microscopio la Candida nell'ambito di un tumore maligno, che è la cosa che ci interessa, e che Simoncini candidamente ci ha risposto che non ha mai fatto. Scusami Mazzucco ma questo è un ciarlatano bello e buono. Con tanti saluti.


Avrebbe potuto citare un qualsiasi manuale di microbiologia di laboratorio per sostenere che isolare i Miceti non è "facile"...
Son senza parole.


Pausania: avevo capito la tua intenzione.
E' solo che a leggere e rileggere che "non si sa la causa del cancro" detto ad intendere che si tiri a indovinare, ho pensato che forse era meglio precisare. Finisse come per l'articolo di disinformazione...

florizel
Inviato: 6/9/2008 23:25  Aggiornato: 6/9/2008 23:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Domande a Tullio Simoncini
balihora
Citazione:
non ho letto quello studio. Se vuoi fallo tu.

Lo farei volentieri se lo trovassi, e tutto quello che ho trovato è qui, in particolare qui.

Però che non l'abbia letto te è grave, balihora. Perchè se, in quanto medico, non ti fai sconvolgere dal fatto che Se per i mezzi della medicina ufficiale è difficile isolare i miceti, figuriamoci per chi di quei mezzi non dispone. Non solo: con tutti i tizi di tutti i laboratori a disposizione della comunità scientifica, una ricerca in tal senso avrebbero potuto anche farla, o no?

Citazione:
Ammesso che quello studio sia vero, almeno quello, che cambierebbe?

Che esistono difficoltà e possibili soluzioni che solo con la collaborazione tra approccio ufficiale ed altri approcci potrebbero essere affrontate e scoperte.
E ti pare POCO?

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
cherubino
Inviato: 6/9/2008 23:34  Aggiornato: 6/9/2008 23:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
... un microscopio e il colorante PAS (un esempio qui).

LogorRoico, Citazione:
Quel fungo, della specie Cordyceps, sembra impedire certe metastasi di certi tumori.
Fungo come terapia e non come causa...e Simoncini lo mette in homepage


LOL, una perla! Tutto questo si commenta da sè.

balihora
Inviato: 6/9/2008 23:41  Aggiornato: 6/9/2008 23:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Lo farei volentieri se lo trovassi, e tutto quello che ho trovato è qui, in particolare qui. Però che non l'abbia letto te è grave, balihora. Perchè se, in quanto medico, non ti fai sconvolgere dal fatto che Se per i mezzi della medicina ufficiale è difficile isolare i miceti, figuriamoci per chi di quei mezzi non dispone. Non solo: con tutti i tizi di tutti i laboratori a disposizione della comunità scientifica, una ricerca in tal senso avrebbero potuto anche farla, o no?


florizel: lo studio è quello che riporta Cherubino nel suo post.
Che, come puoi leggere, non c'entra una mazza.


Chiariamo questa cosa: isolare i miceti, e in particolare la candida, è fin troppo facile, questo è il problema.

I funghi/miceti/lieviti/muffe (son tutti sinonimi) crescono ovunque, lo saprai se hai mai avuto una pagnotta a casa. Figurati in una cultura, ossia un qualcosa fatto ad arte per far replicare i microrganismi.

Se nella tua cultura vuoi isolare batteri, è facile, metti un antimicotico e via.

Ma se devi isolare proprio un fungo, come fai a dire d'aver isolato quel fungo e non un contaminante (ossia qualcosa che è giunto dopo?)

EDIT: le soluzioni esistono, richiedono del lavoro extra da parte del biologo in laboratorio. Questa è la difficoltà che non mi stupisce.

Altra questione è preparare un esame istologico, ossia una sezione da vedere al microscopio.
Detto brutalmente, fissi, affetti, colori, e guardi.
Nel procedimento puoi creare artefatti, magari puoi avere anche dei contaminanti (e in questo caso avresti falsi positivi) ma se la candida non c'è, non c'è.
Se non la vedi, non c'era.

Ora se te ne vai semplicemente su google immagini a cercare qualche istologico (ariEDIT: mi riferisco sempre a neoplasie), ne vedrai migliaia senza candida. Anzi, ti sfido a trovarne uno con candida (immagino che esista, ma non è comunissimo).


Esistono anche altri sistemi per accertarsi della presenza di Candida, metodi indiretti come la ricerca di antigene etc.

I sistemi che ti ho descritto sopra non sono niente di sconvolgente, non servono strutture fantasmagoriche: un microscopio, una pozzetta e "acqua e zucchero" per la prima, un microscopio, formaldeide, colorante e un vetrino per la seconda.

florizel
Inviato: 6/9/2008 23:49  Aggiornato: 6/9/2008 23:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
la medicina dice: allo stato delle conoscenze attuali, non sappiamo la causa diretta e univoca del cancro.

"Nemmeno noi.
Quindi, la NOSTRA è l'unica soluzione possibile".

Una logica impeccabile, messa così...

Citazione:
Apriamo un thread sulla fondatezza della chemio, in cui chi sa e conosce (e possibilmente sa leggere un testo, in modo da non riportare notizie errate) spiega perché la chemio è infondata, a-scientifica e peggiore del male che vuole curare. Io ho sete di conoscenza.

Scusa, Pausania, tu scrivi "fondatezza" e pretendi che chi la riconosce venga a dirti che è INFONDATA?

A parte che l'episodio del medico che si è suicidato dopo aver saputo di essere ammalato di tumore, qualche riflessione dovrebbe suscitarla.

Non sarebbe più onesto valutare se attraverso altri approcci si possano eliminare i dannosissimi effetti collaterali o arrivare ad ottenere risultati statisticamente migliori di quelli attuali?

Citazione:
L'importante è non impastare il tutto in un'unica massa dove non si riesce a capire più niente.

Su questo sarei d'accordo. Se non fosse che il confine tra quello che è utile e costa e quallo che non lo è e costa lo stesso, è diventato troppo labile, di questi tempi.

Citazione:
Simoncini, screditato, radiato e condannato, lo ha fatto per 25 anni. Se lo ha fatto lui, con qualche accortezza in più per pararsi il didietro dal sistema, poteva farlo chiunque.

Appunto. Figurati l'intero sistema medico-sanitario, con i suoi POTENTISSIMI mezzi ed i suoi milioni di finanziamenti.

Citazione:
Hai appena detto che quello che si sta propugnando qui è un assioma. Sei una debunker prezzolata anche tu. Vergogna! Bannati da sola.

Dopo una sonora risata, ti ricordo che non hai risposto alla mia considerazione: la Candida è presente in noi, ma in seguito ad assunzione di terapie antibiotiche si assiste alla sua diffusione oltre un livello accettabile da parte dell'organismo (o di alcuni organi o territori).

L'assioma era tuo, che individui nella Candida un comportamento statico.

Citazione:
figurati cosa succederebbe se ci fosse chi usa il supporto di un medico per dire che l'amianto NON è la causa del cancro...

Allo stesso modo, qualunque azienda dovrebbe pagare un operaio se si riuscisse a dimostrare che la Candida si è diffusa in seguito ad un'intossicazione dovuta all'esposizione alle molecole dell'amianto.

Non è che l'amianto entra nell'organismo e "viene" il cancro. Si genera un processo DOVUTO alla penetrazione dell'amianto dell'organismo, ed è QUEL processo che si sta prendendo in esame.

Citazione:
la ricerca la puoi fare, non hai bisogno del permesso.

Ma di mezzi e finanziamenti si.

Circa il ruolo della Candida, ho "umilmente" riportato le mie considerazioni, quelle di chiunque non voglia tralasciare nulla allo scopo di vederci più chiaro.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
florizel
Inviato: 7/9/2008 0:18  Aggiornato: 7/9/2008 0:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
ovviamente si osserva e si notano similitudini e si generalizza. Non è che si può ripartire da zero per ogni singolo paziente, altrimenti è ovvio che questo ti finisce al creatore prima ancora che tu abbia concluso un singolo studio.

Ecco, questo è uno dei limiti che riconosco alla medicina ufficiale: la generalizzazione. Come se ogni forma della stessa patologia non avesse risvolti e soluzioni differenti dall'unica adottata.

Scusami, ma non posso, davvero, arrendermi all'idea di dover credere che l'intera struttura medica, che la medicina ufficiale, che la ricerca scientifica "approvata e riconosciuta", con tutti i suoi finanziamenti ed i suoi mezzi, sia ancora così carente da non poter partire da zero per OGNI diversa forma tumorale.

Scusami, ma lo ritengo gra-vis-si-mo.
E non ti riporto le cifre a disposizione della medicina e della ricerca perchè credo che tu le conosca.

Citazione:
si ritiene che tutti i tumori siano causati da un qualche agente che ha indotto danni al patrimonio genetico in un tessuto che, per diversi motivi, sia in replicazione cellulare attiva.

Non entro nel merito, non ne ho le competenze.

Riporto solo uno stralcio di quello che sto faticosamente cercando di capire:

Alla fine, lo sviluppo di carcinoma nei gruppi sperimentali si dimostra simile ai gruppi di controllo positivi, indicando come i ceppi di candida utilizzati hanno la stessa capacità di promuovere alterazioni neoplastiche dell'estere di forbolo, riconosciuto già come promotore. Ancora, i ceppi di candida causano alterazioni entro la 34a settimana, senza lesioni aggiuntive fino alla 52a.

Questo indica che l'ipotesi che i ceppi di candida abbiano un ruolo nel causare la trasformazione neoplastica negli uomini, è ben fondata.


In un altro lavoro invece, Rumi A, “Candida esophagitis simulating a neoplasm.” (Chir Ital 1986 Jun;38(3)-299-304) descrive un caso di esofagite da Candida che si è sviluppata come tumore maligno.

Analogamente alle stesse conclusioni, cioè che la candida giochi un ruolo primario nello sviluppo del cancro dell’esofago, ci arrivano altri autori come Fobbe F. (ROFO Fortschr Geb Rontgenstr Nuklearmed 1986 Jan;144(1):106-7) Bathia V. (Indian J Gastroenterol 1989 Jul;8(3):171-2) Marnejon T. (Am J Gastroenterol 1997 Feb;92(2):354-6) per il cancro dell’esofago.


Di quale agente si parla?
Ripeto: perchè la medicina si ostina a non prendere in esame questi studi?

Citazione:
è difficile trovare una unica terapia a malattie tutte a loro modo particolari

Ma se prima avevi affermato che in base alle similitudini, invece, si tende a generalizzare...?
Come si fa, ora, a ritenere necessario che si trovi una terapia unica a malattie particolari?

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
balihora
Inviato: 7/9/2008 0:24  Aggiornato: 7/9/2008 0:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Florizel, andare al creatore è un modo colloquiale per intendere morire.

Pausania
Inviato: 7/9/2008 0:27  Aggiornato: 7/9/2008 0:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
"Nemmeno noi.
Quindi, la NOSTRA è l'unica soluzione possibile".

Una logica impeccabile, messa così...

Scusa, ma mi pare di essere su X-Files. Noi chi?!? Chi è che dice una cosa del genere?


Citazione:
Scusa, Pausania, tu scrivi "fondatezza" e pretendi che chi la riconosce venga a dirti che è INFONDATA?

Ma scusa, se c'è chi dice che la chemio fa più male che bene, avrà pure dei dati a supporto, o no? E per averli, dovrà avere almeno delle conoscenze spicifiche o no? Altrimenti per quale motivo dovrebbe dubitare della chemio? Perché gli sta antipatica?


Citazione:
A parte che l'episodio del medico che si è suicidato dopo aver saputo di essere ammalato di tumore, qualche riflessione dovrebbe suscitarla.

Scusa ancora, eh, ma... secondo te quel pover'uomo, quando ha scoperto di avere un tumore, si è messo a tavolino e molto razionalmente ha valutato i pro e i contro delle varie terapie e poi, come un Vulcaniano qualsiasi, si è tirato un colpo di rivoltella? Mi pare esagerato. Quel medico era un uomo e come tutti gli uomini ha reagito mosso dalle più diverse spinte, dai più diversi stati d'animo e da qualcosa che noi non sapremo mai. Ma ahimè non ha nessun valore ai fini della discussione in corso.


Citazione:
Non sarebbe più onesto valutare se attraverso altri approcci si possano eliminare i dannosissimi effetti collaterali o arrivare ad ottenere risultati statisticamente migliori di quelli attuali?

Non solo più onesto, ma anche più logico e sensato. Per me, se qualcuno mi dimostra che le antiche danze maori curano il cancro, vanno benissimo anche quelle. Mi basta però che si metta d'impegno e tenga nota di tutto quello che fa, in modo da poter valutare seriamente questo approccio.

Io non conosco il mondo della medicina, ma conosco quello accademico. E se, come mi pare di aver capito, il mondo accademico medico non è diverso, non mi aspetto niente di utile da quella direzione. Non per colpa di chissà quali complotti, ma perché è un paradigma universale che maggior è il numero di universitari che si dedicano ad un problema, minore è la possibiltà che esso venga risolto, altrimenti nota come teoria del ciucciawalfare e scoperta in anni recenti da un certo Linucs. Fleming non era un professorone, era stato un medico da campo durante la Prima Guerra Mondiale, eppure ha fatto una scoperta enorme.


Citazione:
Dopo una sonora risata, ti ricordo che non hai risposto alla mia considerazione: la Candida è presente in noi, ma in seguito ad assunzione di terapie antibiotiche si assiste alla sua diffusione oltre un livello accettabile da parte dell'organismo (o di alcuni organi o territori).

Ti dico l'unica cosa onesta: non lo so. Pensa che io nemmeno sapevo che colonie di candida sono costantemente presenti sul nostro corpo. Grazie LogoRoico, sono due giorni che mi gratto dappertutto.

Citazione:
L'assioma era tuo, che individui nella Candida un comportamento statico.

Omminchia, adesso salta fuori che sono io quello che ha individuato nella candida l'origine del cancro! L'assioma non è mio, io ho solo detto che questo è un assioma!


Citazione:
Allo stesso modo, qualunque azienda dovrebbe pagare un operaio se si riuscisse a dimostrare che la Candida si è diffusa in seguito ad un'intossicazione dovuta all'esposizione alle molecole dell'amianto.

Forse non te ne rendi conto, ma tu semplicemente stai aggiungendo un passaggio: invece di dire che l'amianto provoca il cancro, dici che l'amianto provoca la candida che provoca il cancro, ma in ultima analisi è sempre l'amianto il responsabile, non la candida.

cherubino
Inviato: 7/9/2008 0:38  Aggiornato: 7/9/2008 1:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Scusami Florizel, ormai avrai capito che Simoncini dice A e gli studi che Simoncini cita a sostegno delle sue ipotesi dicono B. Purtroppo è anche difficile rintracciarli, si rifanno quasi tutti agli anni '80.

Citazione:
Ripeto: perchè la medicina si ostina a non prendere in esame questi studi?

Basta cercare in PubMed e masticare un poco di inglese.

1) Rumi A, “Candida esophagitis simulating a neoplasm.” (Chir Ital 1986 Jun;38(3)-299-304) descrive un caso di esofagite da Candida che si è sviluppata come tumore maligno.

"Si è sviluppata come tumore maligno" non significa niente. Inoltre gli autori "spiegano la gravità delle lesioni enfatizzando il ruolo degli esami radiografici ed endoscopici (biopsie, spazzolamenti)", e non certo enfatizzando il ruolo della Candida.

2) Fobbe F. (ROFO Fortschr Geb Rontgenstr Nuklearmed 1986 Jan;144(1):106-7)

Parla di esofagite da Candida con aspetto radiologico di carcinoma (non parla minimamente di un carcinoma esofageo dovuto all'infezione da Candida!).

3) Bathia V non è proprio indicizzato in PubMed

4) Marnejon parla della coesistenza di un linfoma esofageo con una esofagite da Candida glabrata (quindi non Candida albicans ) in un paziente con AIDS. Che un paziente con AIDS abbia un'infezione opportunistica e un linfoma non credo che stupisca più di tanto gli addetti ai lavori. Ma sicuramente non indica in nessun caso che "l'ipotesi che i ceppi di candida abbiano un ruolo nel causare la trasformazione neoplastica negli uomini, è ben fondata".

Questi studi non hanno niente a che fare con quello che dice Simoncini.

EDIT: se hai un po' di tempo, puoi fare questo esercizio per tutti gli studi che sono indicizzati nella tesina che hai citato tu. Sono arciconvinto che non ne troverai neanche uno che ti dirà che un cancro è dovuto alla Candida. Se lo trovi fammi sapere.

balihora
Inviato: 7/9/2008 0:47  Aggiornato: 7/9/2008 0:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Florizel:

Rispondo a ciò che riporti tu (anche se non capisco perchè non vai su pubmed da sola)

Citazione:
In un altro lavoro invece, Rumi A, “Candida esophagitis simulating a neoplasm.” (Chir Ital 1986 Jun;38(3)-299-304) descrive un caso di esofagite da Candida che si è sviluppata come tumore maligno. Rumi A, “Candida esophagitis simulating a neoplasm.” (Chir Ital 1986 Jun;38(3)-299-304) descrive un caso di esofagite da Candida che si è sviluppata come tumore maligno.


Questo è un lavoro fatto da colleghi italiani e scritto in italiano. Era un caso interessante, l'articolo verte prevalentemente sull'importanza della diagnosi differenziata. Gli autori in nessun caso dicono che quello era un tumore, ma una esofagite.
Il senso dell'articolo brutalmente sai qual'è? C'è capitato per le mani un caso raro, tutti l'avrebbero confuso per un tumore ma noi siamo eccelsi e abbiamo fatto la diagnosi giusta.

Lo studio di Fobbe è sostanzialmente identico.

Lo studio di Bathia è irreperibile (???)

Lo studio di Marnejon è la classica simoncinata. Questo osserva, in un paziente con AIDS conclamata, un linfoma localizzato nell'esofago la cui individuazione è resa difficile dalla presenza del mughetto (comunissimo nei pazienti immunodepressi)


Insomma, due studi su diagnosi differenziata e uno su un paziente sieropositivo con un linfoma.

C'è la candida in tutti e 3 e il tumore solo in uno, ma niente che dimostri una correlazione tra candida e tumore.

Mi pare un po' tirato...

balihora
Inviato: 7/9/2008 0:49  Aggiornato: 7/9/2008 0:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Mi scuso per l'involontaria fotocopia del post di Cherubino.

florizel
Inviato: 7/9/2008 0:57  Aggiornato: 7/9/2008 1:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Noi chi?!? Chi è che dice una cosa del genere?

L'ha detto la "medicina" per tuo tramite.

Citazione:
se c'è chi dice che la chemio fa più male che bene, avrà pure dei dati a supporto, o no? E per averli, dovrà avere almeno delle conoscenze spicifiche o no?

Quindi, un paziente ammalato di cancro, che NON guarisce con la chemio, e che se guarisce avrà passato l'inferno, oltre ad essere derubato dallo stato per concorrere al finanziamento del fottuto welfare, DEVE anche avere le conoscenze specifiche che dovrebbe, di default, avere un medico? E se non ce le ha, si deve "rimettere" alle sue cure come si fa col padreterno quando si "crede"?

Cacchio. Andiamo bene, andiamo.

Citazione:
invece di dire che l'amianto provoca il cancro, dici che l'amianto provoca la candida che provoca il cancro, ma in ultima analisi è sempre l'amianto il responsabile, non la candida.

Abbiamo casi di cancro TUTTI dovuti all'amianto? No. Ed allora sto parlando delle modificazioni della Candida a causa dell'esposizione all'amianto, in questo caso.

Non alla Candida in generale, ma alle sue alterazioni.

Sorvolo sulla danza maori, per decenza.

Ti saluto, Pausania.

PS: balihora e cherubino, appena posso mi metto ad approfondire quei testi. Grazie, comunque.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Cassandra
Inviato: 7/9/2008 1:25  Aggiornato: 7/9/2008 1:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Non so se vi state rendendo conto, tra le polemiche e i rinfacci che Logorroico e cherubino stanno facendo quello che si è sempre fatto su Luogocomune: andare a cercare i fatti, andare a verificare, andare a toccare con mano. Come quando si va ad analizzare una foto del Pentagono o l'intervista di un pompiere delle Twin Towers.
Complimenti per l'ottimo lavoro a tutti e due, che serve a tutti per farsi un'idea.

Personalmente ritengo le multinazionali farmaceutiche peggiori della Halliburton e della Shell messe insieme, e responsabili financo dell'uragano Katrina e delle guerre puniche.
Quanto agli integratori, la pensi come vuole il dott. Balihora ma io con l'acido ascorbico ho visto risultati concreti sulla mia salute (e su quella di altri miei parenti, compresi gli oncologici...), quindi gli suggerirei di prescriverlo un po' più spesso.

Per il resto, i fatti mi inducono a concludere che Simoncini stia per essere debunkato. Almeno per ciò che riguarda la Candida. Se poi il bicarbonato guarisce qualcuno per chissà quali motivi, ben venga, per carità.

Spero ancora in Pantellini e Di Bella.

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
cherubino
Inviato: 7/9/2008 1:39  Aggiornato: 7/9/2008 1:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Balihora, Citazione:
Mi scuso per l'involontaria fotocopia del post di Cherubino

Non c'è niente di cui scusarsi... il fatto che sia una fotocopia, senza esserci accordati, è sintomatico. Due ricerche indipendenti e che portano alla stessa conclusione, sono meglio di una ricerca sola e che non porta da nessuna parte.

Anonimo
Inviato: 7/9/2008 3:26  Aggiornato: 7/9/2008 3:26
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Sei molto gentile. Purtroppo però il sito è pieno di AVVOLTOI IPOCRITI che non vedono l’ora che il sito venga sputtanato, ma che si fingono di volere il suo bene, ed intervengono curiosamente solo in casi come questo.Per questo motivo vorrai scusarmi se non riesco a credere alla tua nobiltà d'animo.


Azz... pure avvoltoio ipocrita sono... andiamo bene...

Se non riesci a crederermi mi sa che hai scarsa sensibilità o scarsa empatia.

Ah, i miei commenti riguardano proprio l'argomento, visto che è trattato in modo da far nascere dubbi ed incertezze invece di farci luce.

Come (a questo punto mi chiedo se è ancora vero) dovrebbe essere lo spirito di questo luogo.

Purtroppo sto perdendo fiducia.

Ma io sono un avvoltoio ipocrita, quindi a te cosa può fregare?

Red_Knight
Inviato: 7/9/2008 5:21  Aggiornato: 7/9/2008 5:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Un altro paio di discussioni del genere e LC verrà visitato a fini umoristici. Anziché scannarvi, scendere sul personale e devastare le idee al visitatore non era meglio freezare la discussione e postare un paio di articoli di riepilogo delle tesi di entrambi gli "schieramenti" (vi siete ridotti a questo)?

Non ricordo chi avesse parlato di pop-corn, ma è stato profetico...

Comunque, se volete un consiglio, leggete le FAQ del sito di Simoncini. Se non erro nessuno le ha citate durante i propri infervorati interventi. Non dico altro per non essere etichettato come pro/contro Simoncini, ma a mio parere quelle FAQ dicono tutto (in tutti i sensi).

DrHouse
Inviato: 7/9/2008 8:27  Aggiornato: 7/9/2008 8:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Caro Massimo, ho letto pazientemente tutto il thread da cima e fondo e ti espongo umilmente le mie modeste considerazioni da uomo della strada.

Permettimi di dire (e lo faccio a malincuore, credimi) che ho trovato le risposte di Simoncini complessivamente deludenti. Non tanto sul piano scientifico (piano sul quale preferisco non avventurarmi in mancanza di conoscenze adeguate), quanto piuttosto sul piano umano. Ho trovato le sue risposte sbrigative, glaciali, "secche", frammentarie, in qualche caso addirittura arroganti. Ho avuto la sensazione di trovarmi di fronte a qualcuno che deve rispondere per obbligo a una platea ansiosa di risposte e cerca di limitare quanto più possibile la durata del "supplizio", piuttosto che a un ricercatore smanioso di far conoscere la propria scoperta a tutto il mondo. Un medico non diverso da tanti altri sostenitori delle terapie ufficiali, arciconvinto delle proprie idee, poco propenso ad ascoltare e a perdere tempo con le domande, banali ma concrete, degli umili mortali che contraggono o temono di contrarre un giorno un cancro altrettanto concreto. L'unica differenza è che in un caso si prescrive la chemioterapia, nell'altro una terapia a base di bicarbonato.

Beh, permettimi di dire che per uno che è stato bandito dalla comunità scientifica, uno che viene trattato dai media e da wikipedia al pari di uno stregone che alimenta false speranze in cambio di notorietà e denaro, non è stata esattamente una performance convincente. Direi, anzi, che Simoncini ha perso un'occasione d'oro per mettere in luce la propria teoria davanti a una delle poche platee disposte ad ascoltarlo senza preconcetti e senza interessi reconditi da difendere. Capisco che abbia impegni importanti e poco tempo, ma io al suo posto avrei speso qualche minuto in più del mio tempo per rispondere alle domande, se non altro come forma di rispetto verso un forum che, fino a prova contraria, gli sta dedicando così tanto tempo e spazio nell'ultima settimana. Insomma, io al suo posto uno sforzo in più lo avrei fatto. Naturalmente, è solo un'opinione personale, si intende.

Ciò premesso, non entro nella disquisizione scientifica. Non mi interessa discutere l'efficacia della terapia, l'autenticità dei video, il metodo usato da Simoncini o la sua buona fede. Non mi interessa stabilire se Simoncini abbia letto Hopfer, Kaben e Kiehn e li abbia citati correttamente nei suoi studi. Per quanto mi riguarda, contano più le vite salvate e le vite perse. Sono e resto un fermo sostenitore della libertà terapeutica e torno a ribadire che la chemioterapia non è in ogni caso una terapia risolutiva, dato inconfutabile che rende comunque automaticamente interessante qualsiasi altra nuova terapia, ancorché sorretta da basi scientifiche ancora malferme. Da qui concludo amaramente che il malato di cancro si trova oggi di fonte a una triste, anzi tragica alternativa. Da un lato, affidarsi alla medicina tradizionale, la quale può certamente vantare numerose pubblicazioni su prestigiose riviste scientifiche e copiosi dati statistici di supporto. Dati ai quali, diciamocelo francamente, pochi credono veramente (a cominciare dagli stessi medici). Dall'altro, affidarsi a terapie alternative che, per mancanza di fondi, vengono spesso realizzate con mezzi di fortuna, più sulla base dell'intuizione che della ricerca sistematica, ancora prive del necessario supporto di ricerca, di strumenti e di dati statistici che potrebbero renderle accettabili presso la comunità scientifica e l'opinione pubblica. Un'alternativa che comunque espone il malato di cancro all'ignoto.

Di fronte a tutto ciò non resta, lapalissianamente, che augurare a tutti noi di non dover mai contrarre un cancro. E non è, evidentemente, una battuta sarcastica, ma solo una semplice constatazione.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Andoram
Inviato: 7/9/2008 10:31  Aggiornato: 7/9/2008 10:31
So tutto
Iscritto: 24/3/2007
Da:
Inviati: 18
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Da tutto il materiale che ho visionato e dalla lettura di molti post posso dire che per il cancro non vi è una cura unica e definitiva sia per la medicina ufficiale sia per quella alternativa. La medicina ufficiale solo in pochi tipi di tumori ha raggiunto percentuali molto alte; ad esempio il 98% di guarigioni del tumore al testicolo. In altri casi con percentuali via via sempre più basse fino ad arrivare vicino allo zero per alcuni tipi di cancro. Pertanto affermazioni assolutiste sono parziali perchè bisognerebbe parlare della tipologia del tumore, possiamo affermare che il tumore al testicolo è sostanzialmente curabile dalla medicina ufficiale, mentre per altri invece non vi sono ancora cure efficaci. Nella medicina alternative, il problema è che non si conoscono le percentuali di guarigioni e per quali tipi di tumori. Ritengo che solo in alcuni tipi di tumori la cura Simoncini possa funzionare bene ed avere i risultati che abbiamo visto nelle varie testimonianze. Testimonianze a mio avviso vere. Alle volte nelle discussioni si estremizza se vero o falso, ma spesso invece nella realtà delle cose non è così, ed affermare con assoluta certezza "verità" su argomenti che sono motivo di studio, di approfondimento e di ricerche. Ricerche che purtroppo sono ancora ben lontane dalla soluzione definitiva di sconfiggere questa malattia.

redna
Inviato: 7/9/2008 11:07  Aggiornato: 7/9/2008 11:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Florizel, andare al creatore è un modo colloquiale per intendere morire.


...Ma anche no.
Il modo potrebbe essere colloquiale, ma in realtà uno ci va realmente.
Pertanto non è uno schezo nemmeno per un medico mandarlo li. Vedi mai che poi qualcuno si incavoli un momentino con chi ce l'ha mandato....
La vita degli individui non è in mano ai medici.
La vita degli individui segue progetti di altri che non conosciamo e che hanno stabilito anche questo sistema di cose, e la medicina stessa di questa epoca.
Pertanto una persona che si fa strada con argomenti alternativi, dove la sofferenza è minima anche se la cura non sempre riesce, che cos'è se non qualcuno che ha una missione diversa dagli altri?
Quando ci sono i campionati tutti in italia sono allenatori, la squadra si dovrebbe rifare un migliaio di volte.
Per quel che riguarda la medicina tutti si atteggiano a medici e non lo sono.
Il fatto di dire che si stanno ricercnado prove per quanto riguarda Simoncini, e si paragona il tutto alle ricerche fatte sull'11.9 poi è da tragedia greca.

Tengo a precisare che il 3d si chiama : domande a Tullio Simoncini
mi sembra, da diversi post, che sia invece: inquisizione a Tullio Simoncini
Attendiamo che lo stesso dica qualcosa, attendiamo anche che chi ha mandato un e-mail a disinformazione.it per sapere dell'articolo, di cui diversi sanno già che è una cazzata, e ne sono tutt'ora convinti che un sito lasci un articolo cazzata, e non si chiedono nemmeno un secondo se stanno infangando qualcuno in questa maniera.
,
Ci vorrebbe un pò di sentiamento e di cuore nel capire lo stato d'animo delle persone che fanno cure alternative.
Di questo siamo DEL TUTTO carenti.
Allora diamo almeno la solidarietà a queste persone, che non sono come le altre e hanno anche il dono dell'altruismo, e non spariamogli contro, ci facciamo solo vedere ignoranti e senza cuore. Ma a volte è bello che anche questo atteggiamento esca allo scoperto.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
gnaffetto
Inviato: 7/9/2008 11:18  Aggiornato: 7/9/2008 11:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/1/2008
Da:
Inviati: 336
 Re: Domande a Tullio Simoncini
presmesso che sono ignorante in materia, volevo accostare la "scoperta" del dottor simoncini con un altra "scoperta" di questi tempi del dott. montanari (quello che si è fatto comprere un microscopio da grillo per studiare le nanopolveri).

in tutti e due i casi mi sembra di capire che i tumori (nel secondo caso anche malformazioni) siano da attribuire alle difese immunitarie del corpo che cercano di contrastare degli elementi estranei (biologici nel primo caso, materiali nel secondo) penetrati all'interno dell'organismo.

puo' essere corretta come visione?

cioe' le cause dei tumori sono da ricercare ancor di piu' a monte e cioe' sull'ambiente in cui ci ritroviamo a vvere.

perche' dei funghi si dovrebbero sviluppare all'interno del corpo?
perche' delle particelle dovrebbero riuscire ad entrare all'interno del corpo?

è l'attivita' dell'uomo che favorisce queste malattie... con inquinamento, inceneritori, prodotti agricoli trattati chimicamente, ogm, ecc.?

se questa premessa fosse corretta, l'uso della terapia suggerita sarebbe corretta solo per una parte di tumori. cioe' diventerebbe fondamentale capire la tipologia di "corpo estraneo" che ha violato le difese dell'organismo.

cherubino
Inviato: 7/9/2008 11:35  Aggiornato: 7/9/2008 11:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Redna, Citazione:
Ci vorrebbe un pò di sentimento e di cuore nel capire lo stato d'animo delle persone che fanno cure alternative. Di questo siamo DEL TUTTO carenti.
Allora diamo almeno la solidarietà a queste persone, che non sono come le altre e hanno anche il dono dell'altruismo, e non spariamogli contro, ci facciamo solo vedere ignoranti e senza cuore. Ma volte è bello che anche questo atteggiamento esca allo scoperto.


Io questo atteggiamento ce l'avevo finchè (in questo thread) non ho scoperto che Simoncini usa gli studi scientifici a capocchia, ovvero interpretando l'inglese a sua volontà e completamente distorcendo le percentuali, i metodi, i materiali e i risultati a suo piacimento.

E' assolutamente convinto che il cancro sia dovuto alla Candida, in base alla sua mirabolante intuizione che spesso i tumori sono bianchi e la Candida guarda caso è bianca, ma non ha mai preso in microscopio in mano per vederla, e si giustifica citando uno studio secondo il quale sarebbe difficile vederla, salvo scoprire che lo studio parla di tutt'altro, ovvero del reperimento dei soli antigeni di Candida, peraltro nel sangue periferico, e non della Candida (ife, spore) nell'ambito di tumori solidi maligni.

Pubblica i risultati delle sue "ricerche" esclusivamente sul suo sito internet, che consistono in fotografie del prima e fotografie del dopo che per me potrebbero benissimo essere fatte col Photoshop, così come le pubblicità dei detersivi fanno vedere la macchia prima e il bianco splendente dopo.

Per me un medico che si comporta così, o per ignoranza, o per malafede, non solo è da radiare immediatamente ed in ogni caso, ma anche se non venisse radiato non avrebbe molte più speranze di fare breccia nella comunità scientifica rispetto a Wanna Marchi o al Mago Otelma, e non per quello che dice, ma per come lo dice, ovvero basandosi semplicemente sulla sua intuizione di filosofo e nulla più.

Quello che io e altri stiamo cercando di dire è che, anche se per bontà divina la sua intuizione fosse esatta, è lui stesso che sta remando contro ciò che afferma. Spero che almeno questo sia chiaro.

---------------------------------------------

Gnaffetto: ti rimando alle voci
http://en.wikipedia.org/wiki/Carcinogen
http://it.wikipedia.org/wiki/Cancerogenesi

balihora
Inviato: 7/9/2008 11:39  Aggiornato: 7/9/2008 11:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Quanto agli integratori, la pensi come vuole il dott. Balihora ma io con l'acido ascorbico ho visto risultati concreti sulla mia salute (e su quella di altri miei parenti, compresi gli oncologici...), quindi gli suggerirei di prescriverlo un po' più spesso.


Ciao Cassandra.
Posso permettermi di darti un consiglio?

Se ritieni che tu ed i tuoi congiunti abbiate bisogno di un maggior apporto di Vitamina C, ti segnalo l'ultimo ritrovato della scienza medica: l'arancia.

L'arancia contiene mediamente un quantitativo maggiore di ascorbato rispetto alle più comuni preparazioni farmaceutiche ed è presente in una forma più facilmente assimilabile dall'organismo.

Inoltre costa significativamente di meno, e i ricavati della vendita delle arance non vanno alle multinazionali farmaceutiche, da te tanto odiate.

Infine, l'arancia ha generalmente un sapore migliore delle pillole, può essere assunta così com'è oppure spremuta o in tanti altri modi.


Dulcis in fundo, l'arancia non è ostile ai rimedi alternativi, per cui puoi tranquillamente sostituirla con altri agrumi, con i kiwi, con i peperoni, con i pomodori e con numerosi altri ortaggi a foglia verde.


Ricordi il vecchio adagio? Una mela al giorno...

balihora
Inviato: 7/9/2008 11:54  Aggiornato: 7/9/2008 11:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Gnaffetto: non c'è alcun punto di contatto tra le ricerche di Montanari e la fantasia di Simoncini.

Soprattutto, Montanari non ha mai affermato che il tumore abbia origini autoimmuni.

E la Candida - il fungo - è già presente dentro di te. Mi dispiace darti questa "cattiva" notizia.

carloooooo
Inviato: 7/9/2008 11:59  Aggiornato: 7/9/2008 12:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/7/2006
Da: marca gioiosa et amorosa
Inviati: 1386
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
presmesso che sono ignorante in materia, volevo accostare la "scoperta" del dottor simoncini con un altra "scoperta" di questi tempi del dott. montanari


...e confrontiamo il sito di Montanari con quello di Simoncini. Questo è l'elenco degli studi su cui si basa il lavoro di Montanari.

@ redna

Citazione:
attendiamo anche che chi ha mandato un e-mail a disinformazione.it per sapere dell'articolo, di cui diversi sanno già che è una cazzata, e ne sono tutt'ora convinti che un sito lasci un articolo cazzata, e non si chiedono nemmeno un secondo se stanno infangando qualcuno in questa maniera.


O cristosanto redna, se il Corriere ha scritto una cazzata non è che mandi una mail a Mieli e gli chiedi se è vero che ha scritto questa cosa. Confronti l'articolo con la reltà dei fatti e poi dici: "il Corriere ha scritto una cazzata". Non vedo perché non si possa fare la stessa cosa con Disinformazione.it (che di cazzate ne ha scritte anche in passato). Cos'è, hanno il dono dell'infallibilità loro? Ti ho già invitato ad andare a leggere l'articolo e a confrontarlo con la pubblicazione scientifica a cui si riferisce. Vedrai che non dicono le stesse cose. Che cosa ti costa farlo? Almeno così smetteresti di dire che stiamo "infangando".

Sandman
Inviato: 7/9/2008 12:09  Aggiornato: 7/9/2008 12:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/5/2006
Da:
Inviati: 666
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Per quanto riguarda gli studi di sopravvivenza, non sta a me e non è questo il luogo per dibatterne la validità. Qualche milione di colleghi nel mondo lo ritiene uno strumento utile. Se hai delle modifiche da proporre, puoi sempre pubblicare un articolo.



Non servono le tanto decantate conoscenze mediche per stabilire se un calcolo statistico è fallace alla base,basta usare la testa.O forse dovrò rivedere su un buon dizionario il significato di "guarigione"

Pyter
Inviato: 7/9/2008 12:14  Aggiornato: 7/9/2008 12:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Dulcis in fundo, l'arancia non è ostile ai rimedi alternativi, per cui puoi tranquillamente sostituirla con altri agrumi, con i kiwi, con i peperoni, con i pomodori e con numerosi altri ortaggi a foglia verde.

Ricordi il vecchio adagio? Una mela al giorno...

Siamo sicuri che sia la vitamina c? E non qualcos'altro?
Perchè io ho dei peperoni, dei pomodori e altri ortaggi, ma ho anche un bel pò di aerei che ci passano sopra rilasciando elementi sui raccolti.
Lo chiedo solo per avere un quadro completo.

Dalle mie parti si dice:
Una lattuga al giorno "toglie" le scie di torno.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
dr_julius
Inviato: 7/9/2008 12:17  Aggiornato: 7/9/2008 12:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Sandman Citazione:
O forse dovrò rivedere su un buon dizionario il significato di "guarigione"


Già che ci sei, ti suggerisco anche: remissione, recidiva, ricaduta. Potresti trovarli spesso come criteri di valutazione di tempo di sopravvivenza libero da tali eventi.

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
LogorRoico
Inviato: 7/9/2008 12:18  Aggiornato: 7/9/2008 12:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2008
Da:
Inviati: 85
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Ancora un altra "distrazione" di Simoncini, che nel suo sito, a proposito della bibliografia, afferma:
Citazione:
Molti autori tra quelli descritti e anche altri come ad esempio Yemma J.J (Cytobios 1994;77(310):147-58), ammettono oggi quindi un ruolo eziologico diretto del micete nella genesi del cancro;


Vado a cercare il lavoro citato, sono due click, e leggo:

The present work shows that intraperitoneal inoculation of C. albicans produces numerous tumour-like lesions and abscesses on the major organs of experimental laboratory rats.

Tumour-like lesions, non so se è chiaro, NON VUOL DIRE CANCRO ma lesioni simil tumorali, presenti anche nelle infezioni e nelle infiammazioni, la stessa cosa riferita nel caso dell'esofagite da candida. Nessuno quindi ha ammesso un "ruolo eziologico diretto del micete nella genesi del cancro"...

Comincio ad avere anche seri dubbi sulla buonafede di Simoncini.
In questi casi, quando cioè una persona, manipola i dati per trarre un vantaggio personale, in un campo poi delicato come quello che stiamo trattando, cosa si fa?
Come ci si comporta?

balihora
Inviato: 7/9/2008 12:20  Aggiornato: 7/9/2008 12:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Non servono le tanto decantate conoscenze mediche per stabilire se un calcolo statistico è fallace alla base,basta usare la testa.O forse dovrò rivedere su un buon dizionario il significato di "guarigione"


Sandman, io penso che dovresti davvero farlo.

Dopo una visita medica, ti diagnostico una faringite.
Passa un certo lasso di tempo, ti visito nuovamente, non hai alcun segno nè alcun sintomo di faringite. Ti giudico guarito.

Questo perchè la faringite non è solita presentare recidive.

Per il tumore non è così.

Dopo una serie di esami diagnostici, viene diagnosticato un tumore.
Passa un lasso di tempo, si ripetono gli esami diagnostici e non c'è nessun segno del tumore.
NON ti giudico guarito, perchè il tumore ha questa fastidiosa tendenza a presentare recidive che la ragione per cui la notte dormo poco e male.

Si aspettano 5 anni, il paziente è ancora vivo E non presenta segni e sintomi di quella neoplasia in corso. ALLORA viene giudicato guarito.

Se dopo 20 anni si prende un altro tumore, non vedo come questo falsi le statistiche.



Sandman, qualche conoscenza serve.

Pausania
Inviato: 7/9/2008 12:52  Aggiornato: 7/9/2008 12:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
L'ha detto la "medicina" per tuo tramite.

Non solo debunker, ora sono persino la sacerdotessa del tempio che, posseduta dal dio, parla per bocca sua. Sfioriamo l'ilarità.

Non sono io, né la medicina che dice una cosa del genere: è la realtà dei fatti!


Citazione:
Quindi, un paziente ammalato di cancro, che NON guarisce con la chemio, e che se guarisce avrà passato l'inferno, oltre ad essere derubato dallo stato per concorrere al finanziamento del fottuto welfare, DEVE anche avere le conoscenze specifiche che dovrebbe, di default, avere un medico? E se non ce le ha, si deve "rimettere" alle sue cure come si fa col padreterno quando si "crede"?

Ma di cosa stai parlando? Cosa c'entrano i malati? Io ho detto che per criticare la chemio bisogna pur avere dei dati in mano. Ma Cristo, le devo anche dire certe cose? Se non hai dei dati in mano, cosa critichi? A caso, per il piacere di farlo? Stai dicendo tutto e il contrario di tutto, e neghi anche l'ovvio pur di dire qualcosa contro la medicina.
Se un malato ha le conoscenze di un medico, allora è un medico, ci hai pensato? Il paziente non si affida al medico per fede, ma perché il medico sa fare quello che il paziente non sa. Non ci si affida per fede: è per quello che quando fai una terapia ti dicono le controindicazioni e la percentuale di successo. Per INFORMARTI e lasciarti prendere una decisione consapevole.

Invece, nel delirio che si sta impossessando di questo forum, l'informare dei limiti di una terapia sarebbe la prova che la terapia non funziona, secondo te.

Ma prova a ragionare: se un medico volesse imbrogliare un paziente, scriverebbe un bugiardino dicendo che la terapia ha degli effetti collaterali, oppure gli direbbe che funziona di certo in tutti i casi e che può dormire tranquillo?

Un po' di buonsenso.


Citazione:
Abbiamo casi di cancro TUTTI dovuti all'amianto? No. Ed allora sto parlando delle modificazioni della Candida a causa dell'esposizione all'amianto, in questo caso.

Non alla Candida in generale, ma alle sue alterazioni.

Alè, siamo arrivati alle alterazioni della candida. Ad ogni post un teoria medica diversa.


Citazione:
Sorvolo sulla danza maori, per decenza.

Per quale motivo. Se io vedo che la danza maori funziona e prendo nota di tutti i casi, perché non dovrebbe andare bene? Le cure alternative vanno bene, ma solo quelle che decidi tu? Stai forse dicendo che bisogna stabilire dei parametri per definire cosa funziona e cosa no? E quali sono? Come fai a dire che il metodo Simoncini e la danza maori sono diversi?

balihora
Inviato: 7/9/2008 13:02  Aggiornato: 7/9/2008 13:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Comincio ad avere anche seri dubbi sulla buonafede di Simoncini.


Seri dubbi? Tu sei troppo buono.

Hai un piccolo dubbio se questa cosa succede una singola volta.

Hai un dubbio se la cosa succede due o tre volte.

Hai un serio dubbio se la cosa succede in un numero consistente di volte.

Hai la certezza se la cosa succede per le maggior parte delle volte.

Ma se la cosa succede sistematicamente, per ogni singolo studio citato...

...aspetti ovviamente la replica di Simoncini. Che magari ci dirà che esiste un complotto a suo danno e hanno manipolato gli archivi di medline.


Citazione:
In questi casi, quando cioè una persona, manipola i dati per trarre un vantaggio personale, in un campo poi delicato come quello che stiamo trattando, cosa si fa? Come ci si comporta?


Sono stato nominato da alcuni utenti ufficialmente inquisitore, qualche mezza idea comincio ad averla... (è una battuta di spirito, sia chiaro)

Sandman
Inviato: 7/9/2008 13:02  Aggiornato: 7/9/2008 13:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/5/2006
Da:
Inviati: 666
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Già che ci sei, ti suggerisco anche: remissione, recidiva, ricaduta. Potresti trovarli spesso come criteri di valutazione di tempo di sopravvivenza libero da tali eventi.


ma dai....non ne sapevo niente...

quindi quando questi baroni,questi luminari vengono a dirci che le percentuali di
GUARIGIONE del cancro sono aumentate,sottintendono che cmq la gente muore per lo STESSO tipo di tumore nella medesima parte del corpo in cui si era sviluppato in precedenza prima che ti iniettassero nel corpo veleni devastanti,solo che l'agonia è prolungata di qualche anno...hmmm capisco...Dovrebbero specificarlo non trovi?

balihora
Inviato: 7/9/2008 13:04  Aggiornato: 7/9/2008 13:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
quindi quando questi baroni,questi luminari vengono a dirci che le percentuali di GUARIGIONE del cancro sono aumentate,sottintendono che cmq la gente muore per lo STESSO tipo di tumore nella medesima parte del corpo in cui si era sviluppato in precedenza prima che ti iniettassero nel corpo veleni devastanti,solo che l'agonia è prolungata di qualche anno...hmmm capisco...Dovrebbero specificarlo non trovi?


Sandman ti va di farmi un favore personale?
Mi spieghi a come sei giunto a questa conclusione da quello che ho scritto?
Vorrei capire il percorso cognitivo...

Sandman
Inviato: 7/9/2008 13:11  Aggiornato: 7/9/2008 13:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/5/2006
Da:
Inviati: 666
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Vorrei capire il percorso cognitivo...


prova ad usare le tue conoscenze mediche

redna
Inviato: 7/9/2008 13:12  Aggiornato: 7/9/2008 13:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Sandman ti va di farmi un favore personale?
Mi spieghi a come sei giunto a questa conclusione da quello che ho scritto?
Vorrei capire il percorso cognitivo...


....eccomi qua balihora ancora ad invitarti a non pensare che le persone siano topi.
Tu stai facendo passare i post di alcuni come i post di dementi e non li capisci...
Se non li capisci che ci fai qui?
Quando si parla delle cose che dice sandman ad esempio, non CAPISCI...
strano questo, non ti pare?
Nessuno vuole qualcuno in cattedra e nemmeno che li si faccia passar per scemi.

Invece sarebbe ora che TU SPIEGASSI certe cose e, magari, anche perchè ti ostini a fare questa CROCIATA facendo passare gli utenti per autentici RINCOGLIONITI.


carlooooo

io aspetto. Ti da fastidio?
fattene una ragione.


Sandman

sei giunto alla mia stessa conclusione.
Aspettiamo con ansia.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
cherubino
Inviato: 7/9/2008 13:16  Aggiornato: 7/9/2008 13:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Secondo me non è opportuno sviare la discussione: qui si sta parlando di Simoncini e del suo metodo fai-da-te, diciamo del suo bricolage eziopatogenetico e terapeutico. Credo che su Luogocomune esistano apposite pagine che parlano di oncologia ufficiale e della validità o meno delle terapie ufficiali.

balihora
Inviato: 7/9/2008 13:16  Aggiornato: 7/9/2008 13:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Redna, qui non si tratta di far passare nessuno per rincoglionito, vorrei solo capire se questa discussione è da annoverarsi tra il nonsense oppure se stiamo discutendo una cosa seria come la presunta terapia che curerebbe tutti i tumori.

Riassumiamo la questione:

Sandman dice:

Citazione:
Non servono le tanto decantate conoscenze mediche per stabilire se un calcolo statistico è fallace alla base,basta usare la testa.O forse dovrò rivedere su un buon dizionario il significato di "guarigione"



Io rispondo:

Citazione:
Sandman, io penso che dovresti davvero farlo. Dopo una visita medica, ti diagnostico una faringite. Passa un certo lasso di tempo, ti visito nuovamente, non hai alcun segno nè alcun sintomo di faringite. Ti giudico guarito. Questo perchè la faringite non è solita presentare recidive. Per il tumore non è così. Dopo una serie di esami diagnostici, viene diagnosticato un tumore. Passa un lasso di tempo, si ripetono gli esami diagnostici e non c'è nessun segno del tumore. NON ti giudico guarito, perchè il tumore ha questa fastidiosa tendenza a presentare recidive che la ragione per cui la notte dormo poco e male. Si aspettano 5 anni, il paziente è ancora vivo E non presenta segni e sintomi di quella neoplasia in corso. ALLORA viene giudicato guarito. Se dopo 20 anni si prende un altro tumore, non vedo come questo falsi le statistiche. Sandman, qualche conoscenza serve.


Sandman replica:

Citazione:
quindi quando questi baroni,questi luminari vengono a dirci che le percentuali di GUARIGIONE del cancro sono aumentate,sottintendono che cmq la gente muore per lo STESSO tipo di tumore nella medesima parte del corpo in cui si era sviluppato in precedenza prima che ti iniettassero nel corpo veleni devastanti,solo che l'agonia è prolungata di qualche anno...hmmm capisco...Dovrebbero specificarlo non trovi?



Tu non ci trovi niente di strano?

Sandman
Inviato: 7/9/2008 13:27  Aggiornato: 7/9/2008 13:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/5/2006
Da:
Inviati: 666
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Se dopo 20 anni si prende un altro tumore, non vedo come questo falsi le statistiche. Sandman, qualche conoscenza serve.


io infatti non stavo parlando di un altro tumore in una diversa parte del corpo ma dello STESSO tumore che si ripresenta dopo anni dal trattamento.Inoltre ho una domanda da fare:se anche questo ipotetico paziente "guarisse" da un tumore in una determinata parte del corpo e dopo 20 anni si ripresentasse un altro tumore in un'altra,le due cose non sarebbero cmq collegate?So cosa significa recidivita,quello che contesto io sono i ricercatori che vanno strombazzando ai quattro venti i miracolosi effetti delle cure "ufficiali",quando invece la realtà è un tantino diversa dalle loro statistiche

cherubino
Inviato: 7/9/2008 13:30  Aggiornato: 7/9/2008 13:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
quando invece la realtà è un tantino diversa dalle loro statistiche

Quindi la realtà è quella che dici tu?
( Edit: ) Illuminaci allora: cioè, cita una statistica, e dicci dove è sbagliata. Puoi citarne una a caso, puoi scegliere tra migliaia di statistiche. Noi aspettiamo qui, non ci muoviamo.

Cassandra
Inviato: 7/9/2008 14:16  Aggiornato: 7/9/2008 14:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Se ritieni che tu ed i tuoi congiunti abbiate bisogno di un maggior apporto di Vitamina C, ti segnalo l'ultimo ritrovato della scienza medica: l'arancia.

balihora,
non sarà questa tua supponenza che ti rende poco simpatico? Non trattarmi da idiota, sono laureata quanto te.

Sull'ascorbico ne so qualcosa. Le arance odierne, cresciute a pesticidi e maturate nei frigoriferi, hanno lo stesso contenuto di ascorbico delle mie ciabatte.
Inoltre il fabbisogno giornaliero stabilito dall'OMS, ovvero 60 mg. al giorno!, è quello MINIMO per non prendersi lo scorbuto, non certo quello necessario per il sistema immunitario... se voglio prendermi i 500 mg. che servono, di arance di plastica devo mangiarne venti chili al giorno. Il mio medico non sarebbe d'accordo.

Su Simoncini sono d'accordo con te. Ma che Simoncini abbia torto/sia in malafede non significa che la medicina ufficiale non sia un covo di serpenti il cui scopo è fare quattrini a spese nostre. Non fa di loro i depositari della verità, insomma. E vorrei dirti, perdona l'ardire, che se sei malato anche tu (ne ho molti in famiglia ahime) e inoltre medico hai sia le motivazioni che le capacità per andare a ravanare per conto tuo e magari personalizzarti la cura. Non c'è buona fede in quello che ti propongono, gli "ufficiali" sono come Simoncini.

A tutti, vorrei sottolineare l'enorme differenza tra Simoncini e il prof. Di Bella, che nel suo laboratorio produceva enormi quantitativi di serie ricerche a suffragio della sua tesi, suffragati da altrettanto enormi quantitativi di studi pubblicati su illustri riviste internazionali. Un medico, uno scienziato che conduce ricerche da solo e fa scoperte innovative deve comportarsi come Di Bella, a mio avviso.

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
balihora
Inviato: 7/9/2008 14:26  Aggiornato: 7/9/2008 14:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
io infatti non stavo parlando di un altro tumore in una diversa parte del corpo ma dello STESSO tumore che si ripresenta dopo anni dal trattamento.


Sandman, pare che tu abbia una discreta padronanza della lingua italiana.

Se la recidiva si presenta entro i 5 anni, nelle statistiche di sopravvivenza a 5 anni il paziente NON viene conteggiato.

Nel remoto caso che la recidiva si presentasse dopo i 5 anni, allora il paziente sarebbe erroneamente conteggiato.
Si chiamano errori statistici ed ogni statistica ne ha. Una statistica valida cerca di far tendere gli errori a zero.
In questo caso parliamo di sicuro di un errore trascurabile, perchè casi di pazienti che per cinque anni hanno mostrato una remissione completa e dopo cinque anni hanno presentato metastasi del tumore primitivo non si osservano.


Citazione:
Inoltre ho una domanda da fare:se anche questo ipotetico paziente "guarisse" da un tumore in una determinata parte del corpo e dopo 20 anni si ripresentasse un altro tumore in un'altra,le due cose non sarebbero cmq collegate?


Collegate in che senso?

Comunque, qualsiasi cosa tu intendi con collegate, la risposta è sicuramente: bho.

Per quanto nell'immaginario di alcuni di voi sia assodato che in medicina si tiri ad indovinare, ti assicuro che non è così.

Porta un caso del genere e poi formuliamo ipotesi.

Citazione:
So cosa significa recidivita,quello che contesto io sono i ricercatori che vanno strombazzando ai quattro venti i miracolosi effetti delle cure "ufficiali",quando invece la realtà è un tantino diversa dalle loro statistiche


Scusami, ma con cosa contesti una statistica? Immagino con un'altra statistica.
Quale di grazia?


---


Sandman, se per puro caso tu non stia semplicemente cercando di mandare in malora la discussione, cerca per favore di muovere obiezioni a cose che non siano state già ripetute e spiegate svariate volte all'interno di questa discussione.

E, tra le altre cose, non è che qui qualcuno di voi mi stia pagando per ricevere lezioni di rudimenti di medicina. Può darsi che semplicemente mi scocci ripetere cose che dovrebbero essere assodate se si ha la presunzione di contestare l'intero scibile medico. Cose che sono semplicemente reperibili con google.

La discussione, vorrei ricordare, è sulla validità del "metodo" Simoncini.
Atteniamoci a questo, grazie.

florizel
Inviato: 7/9/2008 14:47  Aggiornato: 7/9/2008 15:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Non solo debunker, ora sono persino la sacerdotessa del tempio che, posseduta dal dio, parla per bocca sua. Sfioriamo l'ilarità.

Sono sconcertata dalla tua incapacità di collegare i riferimenti che ti vengono segnalati. Un’incapacità che devo per forza attribuire ad un tuo particolare stato d’animo, visto che in altre situazioni sai cogliere anche troppo.

Citazione:
Non sono io, né la medicina che dice una cosa del genere: è la realtà dei fatti!


Ti riporto l’intero contesto discorsivo.

> la medicina dice: allo stato delle conoscenze attuali, non sappiamo la causa diretta e univoca del cancro.

A questa tua osservazione, che ritengo corrispondente alla realtà, aggiungo la mia obiezione circa il comportamento della medicina, su cui tu TACI:

> "Nemmeno noi.
Quindi, la NOSTRA è l'unica soluzione possibile".


Taci per ossequio ai “parametri”, che evidentemente riconosci come validi. E questa è una tua opinione che rispetto, anche senza condividerla. Perché se NESSUNO ancora sa quale sia la causa del cancro (nella tua ottica, sia la medicina ufficiale che Simoncini) mi pare quanto meno controproducente che non si mettano insieme i diversi patrimoni di conoscenza per saperne qualcosa di più.

Citazione:
Noi chi?!? Chi è che dice una cosa del genere?

Che l’unica soluzione riconosciuta valida sia la chemio, è la medicina ufficiale che lo dice. Se tu sorvoli sul fatto che essa si ostina a non valutare altre possibilità, avvalori questa posizione. Ecco perché ho scritto che la medicina parla per bocca tua.

Capito, Pausania? Giuro che credevo avessi colto il nesso.

Citazione:
Se non hai dei dati in mano, cosa critichi? A caso, per il piacere di farlo? Stai dicendo tutto e il contrario di tutto, e neghi anche l'ovvio pur di dire qualcosa contro la medicina.

Se hai letto i miei commenti, ho scritto che non mi sono schierata da nessuna parte. Però, come chiunque altro, non posso sottovalutare gli effetti ed i risultati della chemio solo per impedire a te di fare dello spirito spicciolo.
Tu ce li hai i dati in mano per affermare che la terapia contro il cancro NON comporti conseguenze nocivissime, e NON risolve tutti i casi di cancro?

Citazione:
nel delirio che si sta impossessando di questo forum, l'informare dei limiti di una terapia sarebbe la prova che la terapia non funziona, secondo te.

Ripeto che stai tirando conclusioni al mio posto, e non l’accetto.
Te lo ripeto ancora: sto parlando della possibilità che diversi approcci lavorino sinergicamente, e dell’ostinazione della medicina a prendere in considerazione esperienze differenti dalla sua.
Spero sia chiaro, Pausania. E’ spiacevole vederti ricorrere ai metodi di ben altri mistificatori che difendono le proprie posizioni fideistiche dietro il pretesto dell’obiettività.

Citazione:
andare al creatore è un modo colloquiale per intendere morire.

Ma no? Pensavo che tu stessi parlando di una crociera alle Bahamas.

Cassandra
Citazione:
Logorroico e cherubino stanno facendo quello che si è sempre fatto su Luogocomune: andare a cercare i fatti, andare a verificare, andare a toccare con mano.

Tanto di cappello, cassandra. Lo dico sul serio. Il problema è che il delirio è arrivato ad un punto tale che SE una persona, pur condividendo le opinioni circa i limiti di Simoncini, sottolinea anche quelli della medicina ufficiale, viene scaraventata nel girone dei “distruttivi per principio”, a gratis e tout-court.
Sottoscrivo il commento di DrHouse, a tale proposito.
E straquoto Andoram.

Citazione:
Alle volte nelle discussioni si estremizza se vero o falso, ma spesso invece nella realtà delle cose non è così, ed affermare con assoluta certezza "verità" su argomenti che sono motivo di studio, di approfondimento e di ricerche. Ricerche che purtroppo sono ancora ben lontane dalla soluzione definitiva di sconfiggere questa malattia.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Sandman
Inviato: 7/9/2008 14:48  Aggiornato: 7/9/2008 14:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/5/2006
Da:
Inviati: 666
 Re: Domande a Tullio Simoncini
ok dato che qui sembra che io non sono l'unico rincoglionito spiegherò le cose in maniera che voi tutti possiate capirmi:

Se in una qualsiasi trasimissione televisiva,intervista o altro vengono decantati i progressi per la lotta al cancro e vengono citati dati e statistiche secondo le quali la percentuale di "guarigione" (nel significato vero della parola,quello per gente comune che non ha conoscenze mediche) è aumentata,io,persona senza studi di medicina alle spalle,capisco che si guarisce dal cancro e ce lo si leva di torno.Ma se poi vengo a sapere che una notevole percentuale di quelle persone considerate guarite si riammallano e muoiono (dopo la devastazione della propria vita in ogni aspetto cause chemio o radio) allora mi viene da pensare.A questo punto io,persona normale che tiene alla propria salute e quella dei propri cari,preferirei sentirmi dire:"Dal cancro non si può guarire,quello che la medicina moderna può fare è iniettare nel tuo corpo sostanze letali che distruggono le cellule cancerose insieme al tuo organismo, e se hai il culo di aver scoperto il cancro in tempo questo recede,anche se molto spesso si hanno ricadute e quindi la pelle ce la lasci in ogni caso,ma qualche anno di vita in più velo diamo dai...intanto continuate a donare soldi ai fondi di ricerca"

Spero che la mia spiegazione da persona senza le conoscenze mediche appropriate non abbia urtato nessuno.

Citazione:
Sandman, se per puro caso tu non stia semplicemente cercando di mandare in malora la discussione, cerca per favore di muovere obiezioni a cose che non siano state già ripetute e spiegate svariate volte all'interno di questa discussione.


evidentemente la tua spiegazione non mi ha soddisfatto o non l'ho considerata scevra da certi atteggiamenti "protezionisti" nei confronti della tua categoria.L'ambiente accademico,compreso quello medico,tende ad essere conservatore e non pendo certo dalle labbra del primo individuo con una laurea in medicina,alternativo o no

Citazione:
E, tra le altre cose, non è che qui qualcuno di voi mi stia pagando per ricevere lezioni di rudimenti di medicina. Può darsi che semplicemente mi scocci ripetere cose che dovrebbero essere assodate se si ha la presunzione di contestare l'intero scibile medico. Cose che sono semplicemente reperibili con google.


non sapevo che l'oncologia rappresentasse l'intero scibile medico.Può darsi,dal canto mio, che l'arroganza di alcune persone mi dia sui nervi, così come su quelli di Massimo,che non è un santo nè un guru nè deve difendere una immagine,come invece sostengono alcune persone qui,come se il suo lavoro venisse rovinato perchè si è rotto i c*****i dell'ipocrisia di alcune persone

p.s. il ph delle mie gonadi è sceso troppo quindi altri miei post in questo thread non ne vedrete più

balihora
Inviato: 7/9/2008 14:58  Aggiornato: 7/9/2008 14:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Ma se poi vengo a sapere che una notevole percentuale di quelle persone considerate guarite si riammallano e muoiono


Ma da chi, dove e come lo sei venuto a sapere?
Ti ho spiegato in 3 modi diversi come funzionano gli studi di sopravvivenza a cinque anni e che assolutamente non dicono quello che vorresti dicessero tu.

Citazione:
evidentemente la tua spiegazione non mi ha soddisfatto


Di evidente c'è solo che la mia spiegazione non l'hai capita o non vuoi capirla.
Quindi muovi le falangine delle tue dita e vatti a cercare un'altra spiegazione che suffraghi la tua idea distorta. Se la trovi portala qui.

---

Non pensavo che questo fosse un concorso di simpatia. Se lo è, bene, sarei fiero di me se arrivassi ultimo terminando la discussione senza dire inesattezze.

redna
Inviato: 7/9/2008 15:02  Aggiornato: 7/9/2008 15:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Domande a Tullio Simoncini
E, tra le altre cose, non è che qui qualcuno di voi mi stia pagando per ricevere lezioni di rudimenti di medicina. Può darsi che semplicemente mi scocci ripetere cose che dovrebbero essere assodate se si ha la presunzione di contestare l'intero scibile medico. Cose che sono semplicemente reperibili con google.

La discussione, vorrei ricordare, è sulla validità del "metodo" Simoncini.
Atteniamoci a questo, grazie.

...ma non ci penso nemmeno pagarti.
Casomai pago qualcuno più competente. Perchè sei un tantino incompetente a mio avviso.

Le cose che tu chiami assodate lo sono SOLO per te e di questo VORRESTI convincere l'intera utenza...è il solo motivo per cui sei qui....non certo per nicoforca che ha ben altro a cui pensare e di più serio in questo momento.

Le cose reperibili con goggle ce le reperiamo da soli, grazie, ne siamo in grado.

Pertanto la discussione sul metodo Simoncini avrebbe ragione di essere quando tu, sinceramente, rivelassi la grande truffa della chemio. In caso contrario è meglio che lasci stare certe persone che si prodigano per gli altri.

Non fai del male a loro ma a ti collochi al di fuori della vera medicina che ha per scopo quello di non far soffrire inutilmente le persone.

Atteniamoci magari a parlare come essere umani e CON gli esseri umani.
Delle cattedre non ce ne ppo freggà dde meno....Non sono le cattedre che salvano le persone, renditene conto.


Ma da chi, dove e come lo sei venuto a sapere?
Ti ho spiegato in 3 modi diversi come funzionano gli studi di sopravvivenza a cinque anni e che assolutamente non dicono quello che vorresti dicessero tu.

....se uno prende una laurea in medicina e poi arriva a questi livelli....benvenuta ignoranza!!!
Sempre che la laurea ci sia.
Perchè questo non è detto.
Certi discorsi portano altrove a i fans si stanno scatenando 'altrove'...
Coincidenze? ma un vero medico dopo certe fesserie dette e ridette se ne sarebbe già andato.. con le mele verdi ....

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
balihora
Inviato: 7/9/2008 15:08  Aggiornato: 7/9/2008 15:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Redna, vorrei che tu - come altri - la smettessi di insultarmi.

Parafrasando il padrone di casa, se non ti piacciono i miei post, non leggerli.
Io farò lo stesso con i tuoi d'ora in avanti.

dr_julius
Inviato: 7/9/2008 15:10  Aggiornato: 7/9/2008 15:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Scusate l'intromissione:
redna non ti riconosco.
Citazione:
Perchè sei un tantino incompetente a mio avviso.

Attacco gratuito e personale, non trovi?
Citazione:
la discussione sul metodo Simoncini avrebbe ragione di essere quando

Quindi secondo te, dovevamo accontentarci di fare domande e lasciare a te e qualcun altro il compito di esaltare i contenuti delle evasive risposte fornite?!?

Non riconosco questo atteggiamento.
Me ne torno ai miei pop-corn.... e vado al mare finché sono in tempo!

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
redna
Inviato: 7/9/2008 15:11  Aggiornato: 7/9/2008 15:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Non sono i tuoi post che non mi piacciono. SEI TU.

Chiaro.


dr_julius

dopo avere fatto tanto domande e non avere avuto risposte, ma solo dall'alto della cattedra risposte da prima elementare non credi che ci si senta presi in giro?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
cherubino
Inviato: 7/9/2008 15:18  Aggiornato: 7/9/2008 15:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Qualcuno che non ha abbandonato questa discussione deve spiegare a Sandman che il suo metodo di ridurre l'epidemiologia delle neoplasie maligne alle cifre lette sul tabellone da una velina in tv durante una raccolta fondi è totalmente fuorviante.

Infatti mentre in un certo ambiente si dà peso a ciò che si dice (è anche per questo che Simoncini è stato radiato dall'albo), in televisione se uno dice che la percentuale di "guarigione" (nel significato vero della parola,quello per gente comune che non ha conoscenze mediche) è aumentata, la persona senza studi di medicina alle spalle capisce che si guarisce dal cancro e ce lo si leva di torno. Io personalmente non so come faccia a tirare questa conclusione da quella premessa, ma tant'è, il messaggio che arriva è quello, ed è fuorviante.

Purtroppo quando si parla di tumore non si può fare di tutta l'erba un fascio, a maggior ragione in termini di prognosi:
- esistono i tumori benigni e quelli maligni (un fibroma uterino è diverso da un adenocarcinoma uterino). ti devi chiedere è localmente invasivo oppure no? è metastatizzante oppure no? se sì, metastatizza per via ematica o per via linfatica?
- esistono diversi gradi di malignità (un carcinoma in situ della mammella è molto diverso da un carcinoma di IV grado della mammella)
- esistono diversi tipi istologici (un astrocitoma diffuso è ben diverso da un glioblastoma multiforme)
- esistono diversi tipi citologici (ci sono perle cornee? ci sono atipie nucleari?...)
- esistono molteplici sedi (un astrocitoma diffuso può essere operabile se si trova in una certa sede, inoperabile se si trova in un'altra sede)
- esistono molteplici pazienti (una cosa è un giovane di 50 anni, un'altra è un anziano di 80 anni con cirrosi epatica, diabete e pressione a 300)

E mi fermo qui, per cui dire dal cancro si guarisce oppure dal cancro si muore, come fa Sandman, è come dire che i napoletani sono dei figli di buona donna e i milanesi sono dei fighettini. Cioè è una frase stupida che non significa niente.

EDIT: allo stesso modo, il metodo Simoncini di dire il cancro è causato dalla candida e si cura col bicarbonato, è una cosa che non ha senso. Nè in cielo nè in terra. Però detto da un medico... fa specie, bisogna ammetterlo.

redna
Inviato: 7/9/2008 15:25  Aggiornato: 7/9/2008 15:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Cherubino


cioè che cosa ci volevi dire?

Ce l'hai detto che il metodo Simoncini per te è una cazzata. E in tutte le maniere....ce lo dirai ancora un sacco di volte?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
cherubino
Inviato: 7/9/2008 15:31  Aggiornato: 7/9/2008 15:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Ce l'hai detto che il metodo Simoncini per te è una cazzata. E in tutte le maniere....ce lo dirai ancora un sacco di volte?

Se necessario sì. Anzi sottolineo ancora due cose, e poi credo di aver finito:
1) non per me, ma per tutta la comunità scientifica e per tutti gli esseri umani dotati di logica
2) parlo di metodo Simoncini... non parlo in alcun modo dei suoi risultati, dei quali non ci è dato poter giudicare, ma dei quali (a differenza di come si intende la scienza da Galileo fino ad oggi) dobbiamo semplicemente fidarci sulla buona parola.

LogorRoico
Inviato: 7/9/2008 15:38  Aggiornato: 7/9/2008 15:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2008
Da:
Inviati: 85
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Quindi la discussione deve finire elencando i limiti della chemioterapia e le storture della medicina?
E Simoncini, che fino a ieri era un genio incompreso, esiliato dalla comunità scientifica e finalmente premiato con una standing ovation in America?
Che ne facciamo?
Tutto qua?

E tutti gli insulti che mi sono preso? E quelli che si sono presi gli altri che criticavano Simoncini?
E soprattutto, lo lasciamo ancora iniettare bicarbonato a dei poveri malati?

Lui inietta bicarbonato e noi discutiamo della chemioterapia che è pericolosa?

Mah...

redna
Inviato: 7/9/2008 15:47  Aggiornato: 7/9/2008 15:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Cherubino

1) non per me, ma per tutta la comunità scientifica e per tutti gli esseri umani dotati di logica
2) parlo di metodo Simoncini... non parlo in alcun modo dei suoi risultati, dei quali non ci è dato poter giudicare, ma dei quali (a differenza di come si intende la scienza da Galileo fino ad oggi) dobbiamo semplicemente fidarci sulla buona parola.


....
1) la comunità scintifica la conosci?
gli esseri umani dotati di logica li conosci? Impossibile. Ci sono 6miliardi di individui sulla terra e non credo che tu possa dire quanti sono quelli dotati di logica.

2) del metodo Simoncini dobbiamo fidarci solo sulla parola?
per la chemio nemmeno su quella, perchè te lo dicono subito che le speranze di sopravvivenza sono poche. Pertanto non vedo come ci si possa fidare di uno e non fidarsi dell'altro metodo.
Senza pensare che per qualsia intervengo medico bisogna firmare ....e questo significa che nessuno della medicina ufficiale si prende delle responsabilità e non ti assicura l'esito.
Attaccatevi alle statistiche e non arrivere capo di nulla. Le statistiche sono pagate e indovinate da chi?

Non certo dai medici alternativi.


LogorRoico

E Simoncini, che fino a ieri era un genio incompreso, esiliato dalla comunità scientifica e finalmente premiato con una standing ovation in America?
Che ne facciamo?
Tutto qua?

....pensi che Simoncini stia pensando a LogorrRoico dopo essere stato premiato con una standing ovation in America?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
LogorRoico
Inviato: 7/9/2008 15:54  Aggiornato: 7/9/2008 15:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2008
Da:
Inviati: 85
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
....pensi che Simoncini stia pensando a LogorrRoico dopo essere stato premiato con una standing ovation in America?

Non pensava alla gente malata, figurati se pensa a me...

Ubik
Inviato: 7/9/2008 16:10  Aggiornato: 7/9/2008 16:10
So tutto
Iscritto: 17/7/2008
Da: Profondo Nord
Inviati: 28
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Vedo che la diatriba è oramai diventata una lotta tra fazioni che fanno a gara ad insultarsi...


Solo un paio di cose: Cherubino e Balihora hanno riportato fino allo svenimento alcuni studi che il Dott. Simoncini ha riportato in maniera errata nei suoi scritti, e sarebbe cosa giusta ammettere che siano stati manipolati a suo favore, in quanto da un medico ci si aspetterebbe che sappia quello che sta leggendo lo sappia interpretare, e non modifichi la realtàper adattarla al suo pensiero.

E' d'altro canto vero che ci sono persone come Fefo e Massimo che hanno speso tempo e fatiche per riportare testimonianaze di gente che con con la cura del Dott. Simoncini è guarita, e sarò ingenuo o sarà affetto verso questo sito ma non vedo perchè Massimo avrebbe dovuto riportare queste testimonianze se non le avesse ritenute veritiere.

Come poi Pausania va ribadendo UNA COSA NON ESCLUDE L'ALTRA:
la chemio non esclude il bicarbonato come non esclude le danze Maori o i riti sciamanici;
il fatto che Simoncini riporti inesattezze non esclude il fatto che abbia guarito alcune persone , come non esclude il fatto che la medicina ufficiale racconti menzogne come io respiro aria etc...

Il punto è che se la ricerca indirizza i suoi fondi in una sola direzione diventa imossibile capire, e per i piu sfortunati scegliere, la terapia che in un dato momento risulta migliore dal punto di vista medico.

Red_Knight
Inviato: 7/9/2008 16:15  Aggiornato: 7/9/2008 16:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Scusami tanto, Redna, fammi capire.
Se LogorRoico, Cherubino e Baihlora ammettessero che Simoncini è in buona fede (io personalmente ne sono convinto, del resto non ci guadagna nulla), e che i protocolli terapeutici sono spesso se non sempre definiti per andare incontro agli interessi delle case farmaceutiche, cambieresti giudizio sulla validità del resto dei loro discorsi?
Perché, scusa se fraintendo, a me la tua pare una semplice presa di posizione. Pretendi una dichiarazione ufficiale sull'oncologia odierna, e del merito del discorso, che dovrebbe essere la sedicente scoperta di Simoncini, sembra che te ne stai fregando. Probabilmente mi sbaglio, è che mi rincresce assistere una discussione SURREALE come questa. Non prenderla come una provocazione perché non lo è, te lo assicuro. Te lo chiedo perché solitamente i tuoi interventi mi entusiasmano.

EDIT: straquoto Ubik, ma non credo che interessi a nessuno.

cherubino
Inviato: 7/9/2008 16:22  Aggiornato: 7/9/2008 16:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
la comunità scintifica la conosci?

Sì, e so che si è espressa in questo modo: pagina 1, e pagina 2.
Citazione:
gli esseri umani dotati di logica li conosci? Impossibile. Ci sono 6miliardi di individui sulla terra e non credo che tu possa dire quanti sono quelli dotati di logica.

Non posso numerarli esattamente, ma mi vado convincendo che siano veramente molto pochi.
Citazione:
Attaccatevi alle statistiche e non arriverete a capo di nulla.

...come disse Albert Einstein.
Citazione:
Le statistiche sono pagate e indovinate da chi? Non certo dai medici alternativi.

Mi porti le prove? o sei solo chiacchiere e distintivo?

LogorRoico
Inviato: 7/9/2008 16:27  Aggiornato: 7/9/2008 16:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2008
Da:
Inviati: 85
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
E' d'altro canto vero che ci sono persone come Fefo e Massimo che hanno speso tempo e fatiche per riportare testimonianaze di gente che con con la cura del Dott. Simoncini è guarita, e sarò ingenuo o sarà affetto verso questo sito ma non vedo perchè Massimo avrebbe dovuto riportare queste testimonianze se non le avesse ritenute veritiere.

Non ho mai detto nè pensato che Fefo o Redazione, fossero in malafede, anzi, non essendo esperti del campo, li giustificherei ampiamente per non aver ben compreso la portata delle dichiarazioni di Simoncini. Non solo: guardando la cosa dal loro punto di vista, capisco anche l'entusiasmo nel proteggere e "pubblicizzare" le idee di Simoncini, farsi prendere dall'entusiasmo in questi casi è umanissimo.
Mi ha stupito la rigidità di Redazione nel non voler fare nemmeno un passo indietro, nel ragionare a senso unico senza ascoltare con attenzione quello che vado ripetendo (e che ripetono altri).
Eppure prima di pubblicare questi articoli avrà riflettuto, ne avrà considerato l'importanza, non solo strettamente legata all'argomento ma anche alla sua portata "sociale" (ricordo che sono stati chiusi due siti dalla GdF per aver pubblicato le idee di Simoncini...), non credo abbia fatto tutto con leggerezza, eppure...eppure ha lanciato la pietra, senza poi esporre tutto il braccio.
Non è giusto.

Ho cercato di farlo capire anche sottolineando il fatto che io non perdo e non guadagno nulla dal caso Simoncini, anzi, avrei tutto da guadagnare se avesse ragione (pensi che a me non gioverebbe una vera cura per il cancro?).

Non mi piace essere insultato o essere messo alla pari delle multinazionali del farmaco quando io con queste non solo non ho nulla a che fare ma che spesso ho combattuto nel mio piccolo, nonostante questo, sembra che quello che scrivo qui, lo faccia per screditare un "concorrente" (Simoncini).

Pensate se il metodo Simoncini l'avesse proposto un presidente di una multinazionale, non avrebbe rischiato seriamente il linciaggio?

Giusto domandarsi "e se avesse ragione?" e dargli spazio (mi pare che l'abbia avuto eccome!), ma ancor più giusto chiedersi "e se NON avesse ragione" e poi capire se è solo un errore, ignoranza o malafede.

Da quello, decidere cosa farne di lui.
IMHO.

redna
Inviato: 7/9/2008 16:56  Aggiornato: 7/9/2008 17:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Se LogorRoico, Cherubino e Baihlora ammettessero che Simoncini è in buona fede (io personalmente ne sono convinto, del resto non ci guadagna nulla), e che i protocolli terapeutici sono spesso se non sempre definiti per andare incontro agli interessi delle case farmaceutiche, cambieresti giudizio sulla validità del resto dei loro discorsi?

...Red_Knight
è una domanda alla quel rispondo subito. E così chiarisco anche il pensiero.
Quello che sto dicendo è che si stanno buttando a pesce tutti contro Simoncini ma nessuno si cura di dare risposte circa la chemio che NON GUARISCE.
Arrivati a questo punto : se la chemio non guarisce non sarebbe il caso di guardare al di la della punta del naso per vedere di trovare qualcosa di meglio? NO, NON LO SI VUOL FARE, NON SI PRENDE NEMMENO IN CONSIDERAZIONE e chi lo fa è tacciato da eretico.

Le statistiche è da ingenui pensare che non siano manipolate.
Quando si fa riferimento a questo si va nel vuoto. Una va bene, altre no....Questa è attendibile, ma no ce ne ho un'altra meglio...


Probabilmente mi sbaglio, è che mi rincresce assistere una discussione SURREALE come questa. Non prenderla come una provocazione perché non lo è, te lo assicuro. Te lo chiedo perché solitamente i tuoi interventi mi entusiasmano.

....la discussione surreale, come dici, è una discussione da una parte sola se ci fai caso.
Con arance e mele comprese, non si esce dalla discussione se non lodando con tripudio la scienza ufficiale. E questo mi fa specie.
Perchè non dovrebbe essere così. La medicina attuale fa molti danni e non bisogna dirlo, e se ci sono due medici NON BISOGNA dirlo e fanno finta di non sapere nulla della situazione in cui versa la sanità attuale. Ma ben venga.Il sistema deve andare avanti e loro sono i portabandiera.
Il metodo Simoncini non è un metodo certo, è vero. Ci sono altri metodi e altre medici che studiano ancora....E speriamo che ce ne siano sempre di più.
Ma che i medici ufficiali siedano in cattedra per 'ammaestrare' i possibili pazienti se credi, mi da il voltastomaco.

Nessuno PUO'ammettere che Simoncini è in buona fede come non ammetteranno mai altri che facciano studi alternativi. Potrebbero devastargli il giardino ben curato e pieno di veleni, intendi?


Ubik
Il punto è che se la ricerca indirizza i suoi fondi in una sola direzione diventa imossibile capire, e per i piu sfortunati scegliere, la terapia che in un dato momento risulta migliore dal punto di vista medico.

....ubik, sapessi quante volte è stato detto questo!! Ed è prorpio questo il contendere...


LogorRoico
Giusto domandarsi "e se avesse ragione?" e dargli spazio (mi pare che l'abbia avuto eccome!), ma ancor più giusto chiedersi "e se NON avesse ragione" e poi capire se è solo un errore, ignoranza o malafede.

Da quello, decidere cosa farne di lui.

....io sono sempre dell'idea di farne un rogo.
Il sistema è sempre stato efficace.
Anche al vaticano andava bene....quindi dovete cominciare ad trovar legna.
Poi nella pira vediamo chi ci va o meglio chi buttiamo.


cherubino
Attaccatevi alle statistiche e non arriverete a capo di nulla.

...come disse Albert Einstein.
Citazione:
Le statistiche sono pagate e indovinate da chi? Non certo dai medici alternativi.

Mi porti le prove? o sei solo chiacchiere e distintivo?


...Quello che ho scritto sulle statistiche è mio e non tirar fuori Einstein, per cortesia.

A porposito che significa chiacchere e distintivo.?
Le chiacchere le fai tu e hai pure il distintivo.
Io distintivi non ne ho quindi parlo del TUTTO liberamente.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
florizel
Inviato: 7/9/2008 17:00  Aggiornato: 7/9/2008 17:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Cassandra
Citazione:
A tutti, vorrei sottolineare l'enorme differenza tra Simoncini e il prof. Di Bella, che nel suo laboratorio produceva enormi quantitativi di serie ricerche a suffragio della sua tesi, suffragati da altrettanto enormi quantitativi di studi pubblicati su illustri riviste internazionali.

Inutile ricordare l’iter riservatogli…

Sandman
Citazione:
vengono decantati i progressi per la lotta al cancro e vengono citati dati e statistiche secondo le quali la percentuale di "guarigione" (nel significato vero della parola,quello per gente comune che non ha conoscenze mediche) è aumentata,io,persona senza studi di medicina alle spalle,capisco che si guarisce dal cancro e ce lo si leva di torno.Ma se poi vengo a sapere che una notevole percentuale di quelle persone considerate guarite si riammallano e muoiono (dopo la devastazione della propria vita in ogni aspetto cause chemio o radio) allora mi viene da pensare.

Come si fa non condividere questa considerazione, porca miseria?

balihora
Citazione:
Ti ho spiegato in 3 modi diversi come funzionano gli studi di sopravvivenza a cinque anni

Ecco, balihora: se la medicina cominciasse umilmente a scardinare false certezze basate su statistiche rigidamente fissate, magari la ricerca ne gioverebbe, o no?

redna
Citazione:
Sempre che la laurea ci sia.

La cosa drammatica, redna, è che la laurea c’è, e la si usa proprio per rendersi intoccabili.
Questo è il VERO dramma.

Cherubino
Citazione:
cifre lette sul tabellone da una velina in tv durante una raccolta fondi

Ettipare possibile che l’intero apparato medico, scientifico, sanitario, ed il suo settore di ricerca, DEBBANO ricorrere a metodi tanto populistici per informare il PUBBLICO circa le neoplasie?
Non è FUORVIANTE l’aspetto SPETTACOLARE che si vuole dare alla questione?
Andiamo, cherubino, un attimo di obiettività.
Io non credo che Sandman si stia attenendo a quelle statistiche, ma che stia segnalando esattamente quale meccanismo di aspettative venga innescato.

Citazione:
parlo di metodo Simoncini... non parlo in alcun modo dei suoi risultati, dei quali non ci è dato poter giudicare

Quindi gli interrogativi restano tutti: se sono stati ottenuti dei risultati, secondo Simoncini attraverso il suo metodo, e secondo l’approccio ufficiale secondo i suoi, CHI si prende l’autoreferenziale briga di affermare quale approccio sia il PIU’ UTILE a trovare una soluzione a questo male?
Se l’approccio ufficiale, e negatelo, afferma che NON ESISTE garanzia di sopravvivenza a questa patologia, perché rigettare altre ipotesi così categoricamente? Vedi il calvario di Di Bella, uno su tutti.

Ubik
Citazione:
Il punto è che se la ricerca indirizza i suoi fondi in una sola direzione diventa imossibile capire, e per i piu sfortunati scegliere, la terapia che in un dato momento risulta migliore dal punto di vista medico.

Ubik, che tu sia benedetto.

cherubino
Citazione:
Pensate se il metodo Simoncini l'avesse proposto un presidente di una multinazionale, non avrebbe rischiato seriamente il linciaggio?

Dei dubbi in proposito ce li avrei.
Se solo pensi all’inutilità di certi farmaci, o al fatto che la “sperimentazione” avviene direttamente attraverso la loro assunzione tramite prescrizione medica…fai te.
Non sto dicendo che il metodo Simoncini è valido perché NON sostenuto da alcuna multinazionale.
Non sappiamo ancora COSA sia valido e cosa no, giusto?
Sto semplicemente chiedendomi se BUONA PARTE delle “soluzioni” trovate per il cancro non corrispondano ad interessi economici piuttosto che ad efficaci approdi.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Gil
Inviato: 7/9/2008 17:33  Aggiornato: 7/9/2008 17:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2006
Da:
Inviati: 80
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Da DrHouse:
Citazione:
Caro Massimo, ho letto pazientemente tutto il thread da cima e fondo e ti espongo umilmente le mie modeste considerazioni da uomo della strada. Permettimi di dire (e lo faccio a malincuore, credimi) che ho trovato le risposte di Simoncini complessivamente deludenti. Non tanto sul piano scientifico (piano sul quale preferisco non avventurarmi in mancanza di conoscenze adeguate), quanto piuttosto sul piano umano. Ho trovato le sue risposte sbrigative, glaciali, "secche", frammentarie, in qualche caso addirittura arroganti. Ho avuto la sensazione di trovarmi di fronte a qualcuno che deve rispondere per obbligo a una platea ansiosa di risposte e cerca di limitare quanto più possibile la durata del "supplizio", piuttosto che a un ricercatore smanioso di far conoscere la propria scoperta a tutto il mondo. Un medico non diverso da tanti altri sostenitori delle terapie ufficiali, arciconvinto delle proprie idee, poco propenso ad ascoltare e a perdere tempo con le domande, banali ma concrete, degli umili mortali che contraggono o temono di contrarre un giorno un cancro altrettanto concreto. L'unica differenza è che in un caso si prescrive la chemioterapia, nell'altro una terapia a base di bicarbonato. Beh, permettimi di dire che per uno che è stato bandito dalla comunità scientifica, uno che viene trattato dai media e da wikipedia al pari di uno stregone che alimenta false speranze in cambio di notorietà e denaro, non è stata esattamente una performance convincente. Direi, anzi, che Simoncini ha perso un'occasione d'oro per mettere in luce la propria teoria davanti a una delle poche platee disposte ad ascoltarlo senza preconcetti e senza interessi reconditi da difendere. Capisco che abbia impegni importanti e poco tempo, ma io al suo posto avrei speso qualche minuto in più del mio tempo per rispondere alle domande, se non altro come forma di rispetto verso un forum che, fino a prova contraria, gli sta dedicando così tanto tempo e spazio nell'ultima settimana. Insomma, io al suo posto uno sforzo in più lo avrei fatto. Naturalmente, è solo un'opinione personale, si intende.

Anche io ho letto gran parte della discussione. E non posso che quotare quanto sopra.
Per questo motivo, e per il fatto che non c'è abbastanza materiale disponibile (leggasi: evidenze scintifiche, il resto purtroppo non posso considerarlo) a supporto delle tesi di Simoncini, resto nel più totale scetticismo.

PS: ovviamente considero l'attuale sistema sanitario\farmaceutico nazionale ed internazionale marcio di corruzione fino al midollo. Il metodo scientifico però, purtroppo per Simoncini, resta quello che è.

cherubino
Inviato: 7/9/2008 17:54  Aggiornato: 7/9/2008 17:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Redna, Citazione:
Le statistiche sono pagate e indovinate da chi? Non certo dai medici alternativi.
[...] Io distintivi non ne ho quindi parlo del TUTTO liberamente.

E allora, come per Sandman, prendi una statistica ufficiale, una qualsiasi tra le migliaia che puoi reperire in Medline, confutala, e dimostra che è stata pagata da qualcuno che non è certo un medico alternativo. Se non lo fai vuol dire che parli a vanvera, e i tuoi post non sono degni della minima attenzione. Noi aspettiamo qui.

redna
Inviato: 7/9/2008 18:35  Aggiornato: 7/9/2008 18:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Domande a Tullio Simoncini
cherubino

noi chi?

Mi piacerebbe capire chi è questo 'noi'.

Per quanto riguarda le statistiche forse non hai capito una cosa.
Le statistiche le possono fare solo chi HA SOLDI.
Cosa che i medici alternativi non hanno.
Pertanto anche le statistiche che riguardano le cure alternative le fanno SEMPRE GLI STESSI.
Forse non mi sono ancora spiegata bene: chi ha i SOLDI decide.
Se non mi fossi spiegata bene ripeto una cosa: se non si hanno soldi non si ha CREDIBILITA'.
Pertanto se io ti sto qui a dare mille statistiche che senso avrebbe?

Attendo con ansia sapere chi è 'noi'.

Nel contempo tu puoi considerare quello che scrivo nella maniera che vuoi.
Mi meraviglio, anzi, di avere avuto la tua attenzione.
Non ho credibilità, quindi?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
DrHouse
Inviato: 7/9/2008 18:46  Aggiornato: 7/9/2008 18:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
E allora, come per Sandman, prendi una statistica ufficiale, una qualsiasi tra le migliaia che puoi reperire in Medline, confutala, e dimostra che è stata pagata da qualcuno che non è certo un medico alternativo. Se non lo fai vuol dire che parli a vanvera, e i tuoi post non sono degni della minima attenzione. Noi aspettiamo qui.

Via Cherubino, ora non scherziamo. Non mi dirai che ti fidi ciecamente della ricerca ufficiale e che non ti è mai venuto il dubbio che, almeno in qualche caso, i dati possano essere manipolati o usati in modo tale da ottenere il risultato desiderato. Sappiamo bene come funzionano queste cose. Guarda, io non sono medico e non mi interessa assolutamente entrare in questa disputa faziosa e pretenziosa tra finti medici che pensano a debunkarsi reciprocamente a colpi di citazioni di studi ufficiali (quindi, si suppone, inattaccabili). Nel mezzo ci sono pur sempre i risultati pratici, ossia le vite umane perse o salvate, oltre alla qualità della vita di chi lotta contro il cancro. E questo, secondo me, è l'unico dato statistico rilevante. Mi mantengo più umilmente nella prospettiva dell'uomo della strada, ma ti dico anche che i primi a essere scettici sulla scientificità dei metodi usati nella ricerca farmacologica sono proprio molti medici che ho conosciuto personalmente (e non erano affatto medici "alternativi").
Questo non dimostra affatto che Simoncini ha ragione. A lui spetta comunque l'onere della prova, come alle case farmaceutiche. Dimostra solo che tutto va preso con la necessaria dose di buona fede e scetticismo. In una parola: occorre equilibrio, da entrambi i lati.

L'unica certezza in questa guerra tra guelfi e ghibellini è che di cancro si continua a morire e che la ricerca ufficiale, nonostante i decenni di studi, ricerche e pubblicazioni e l'enorme profusione di risorse, non ha ancora stabilito né una terapia sicura, né una causa certa per il cancro oltre ogni ragionevole dubbio.

Il modesto consiglio che mi sento di dare a tutti è: meno preconcetti, più umiltà e ricerca.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
florizel
Inviato: 7/9/2008 18:52  Aggiornato: 7/9/2008 18:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Cherubino, spero tu giudichi il sito che riporto attendibile.
Si parla di statistiche circa l'utilizzo dei vaccini:

“In Italia e nel Mondo la statistica medica, cioe’ i dati raccolti e forniti ufficialmente dalla sanità sono da sempre aleatori e fuorvianti, questo perche’ NON avendo alla base una Vera raccolta di Dati Certi, ma solo probabilistici e molto variabili, e cio’ da parte del ufficio statistiche del Ministero della salute, che dovrebbe raccogliere i dati forniti da parte dei medici di Base ed ASL, non inviano per vari motivi, questo significa che NON e’ assolutamente possibile ottenere statistiche vere ed accertabili."

"Il dramma della Medicina ufficiale quale e’ ?"

E’ che si vuole spacciare la realta’ sottolineando la bonta’ di procedure e studi che si fondano su strumenti concettuali convenzionali. Ma il convenzionalismo e’ tutt’’altro che la realta’, in quanto esso e’ accettazione passiva ed incontrollata ed indiscussa dei dati utilizzati.
Le convenzioni utilizzate poi nella realta’ dei FATTI vengono smentite, per il fatto che che esse vedono solo una parte della Verita' !, quindi la convenzione accettata e’ di fatto inaffidabile.


Strumenti concettuali CONVENZIONALI. E' sulla staticità di quella convenzionalità che si fondano moltissimi interessi economici. Si può negare, onestamente?

In Trust Us We're Experts, Stauber e Rampton hanno raccolto alcuni dati convincenti che descrivono la scienza della creazione dell'opinione pubblica in America.
Fanno risalire la moderna influenza del pubblico all'inizio del secolo scorso, mettendo in rilievo il lavoro di tipi come Edward L. Bernays, il Padre della Persuasione.
Come scrive nel suo sorprendente trattato Propaganda, possiamo imparare come, Edward L. Bernays prese le idee da suo zio Sigmund Freud e le applicò alla scienza emergente della persuasione di massa.
L'unica differenza sta nel fatto che invece di usarle per scoprire i temi nascosti dell' umana coscienza, come faceva lo psicologo freudiano, Bernays usò le stesse idee per mascherare i piani elaborati per creare illusioni ingannevoli e distorte per ragioni di marketing.


Ti chiedo di fartene un'opinione quanto più disinteressatamente possibile, filtrando quello che ritieni strumentale o superfluo, ovviamente.

Altro link, che coinvolge lo specifico delle patologie tumorali:

Prima di tutto bisogna sapere cosa si intende in oncologia per paziente guarito di cancro. Guarito è colui che sopravvive almeno cinque anni dal giorno della diagnosi, anche se muore cinque anni e un giorno dopo, anche se alla fine del quinto anno ha un cancro grande come una zucca che gli sta straziando il corpo.

"Premesso ciò:

ogni 100 persone che si ammalano di cancro, 61 muoiono entro 5 anni dalla diagnosi. Le statistiche di sopravvivenza a 10 anni sono più difficili da trovare. Sono così sconsolanti che gli oncologi si vergognano veramente a farle vedere. Sembra comunque che siano attorno al 10-15%. (...)

Qualche anno fa, dopo che era scoppiato il caso Di Bella, gli oncologi cominciarono a dichiarare pomposamente su televisione e giornali che “ora abbiamo il 50 % di guarigioni”, ovviamente sempre evitando di dire che guarigione significa sopravvivenza a cinque anni. Eppure le statistiche ufficiali davano sempre un 39 %. Cosa era successo? Un'improvvisa e geniale scoperta? Nooo! Per guadagnare quell'11 % in più, hanno fatto la media delle “guarigioni” dei vari tipi di tumore con una manipolazione matematica per la quale verrebbero bocciati con disonore all'esame di licenza media inferiore.

Faccio un esempio di come fanno la media delle “guarigioni” e, per semplificare, prendo in esame solo due tipi di tumore. Tumore al polmone: 40.000 casi all’anno, 10 % di “guarigioni”; tumore al testicolo: 2.000 casi, 87 % di “guarigioni”. (87+10)/2=48,5 La percentuale media di guarigioni dei due tipi di cancro sarebbe così il 48,5 %. È indegno che si permetta a queste persone di dire pubblicamente simili cialtronerie! En passant, l'operazione corretta è questa: (40.000x10/100+2.000x87/100)/(40.000+2.000)x100=13,7. La reale percentuale media è dunque il 13,7 %. Una bella differenza!


“Uno studio condotto da quattro ricercatori inglesi, pubblicato su una delle più autorevoli riviste mediche del mondo, The Lancet del 13-12-1975, e che riguarda 188 pazienti affetti da carcinoma inoperabile ai bronchi. La vita media di quelli trattati con chemioterapia completa fu di 75 giorni, mentre quelli che non ricevettero alcun trattamento ebbero una sopravvivenza media di 220 giorni. *9"

Ora, si può rispettare l'opinione di chi crede alle statistiche della medicina ufficiale. Se, però, se c'è la possibilità di scoperchiare un vaso di Pandora, è per onor del vero. Non certo per difendere questa o quella posizione.

DrHouse, straquoto.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
redna
Inviato: 7/9/2008 19:08  Aggiornato: 7/9/2008 19:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Ora, si può rispettare l'opinione di chi crede alle statistiche della medicina ufficiale. Se, però, se c'è la possibilità di scoperchiare un vaso di Pandora, è per onor del vero. Non certo per difendere questa o quella posizione.


http://www.lastampa.it/Torino/cmsSezioni/cronaca/200809articoli/8049girata.asp


a sostengo di quanto scritto da florizel...
nel link si vede come sono attendibili i dati che danno i medici e come facilmente possono sottoscrivere cose assolutamente non vere.
E' un fatto recente, il malcostume non era solo ieri.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
cherubino
Inviato: 7/9/2008 19:33  Aggiornato: 7/9/2008 19:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Florizel, Citazione:
Cherubino, spero tu giudichi il sito che riporto attendibile.


Leggo a caratteri cubitali che

La teoria di Pasteur dei germi che generano le malattie e' falsa

secondo te cosa devo pensare di questo sito?

balihora
Inviato: 7/9/2008 19:40  Aggiornato: 7/9/2008 19:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
florizel
Citazione:
Ecco, balihora: se la medicina cominciasse umilmente a scardinare false certezze basate su statistiche rigidamente fissate, magari la ricerca ne gioverebbe, o no?


Scusami, non riesco a capire questa frase o, per meglio dire, mi mancano i riferimenti.


--------------------

Forse sarò noioso, ma mi pare di ricordare che questi 3 articoli nascono allo scopo di diffondere le "scoperte" di Simoncini. Gradirei un commento, da parte dell'autore degli articoli e da chi ha sostenuto concretamente Simoncini, sull'evidente falsificazione di tutte le fonti che Simoncini cita a riprova delle sue tesi. Vorrei capire perchè, se c'è buona fede, c'è bisogno di mentire.

LogorRoico
Inviato: 7/9/2008 19:55  Aggiornato: 7/9/2008 19:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2008
Da:
Inviati: 85
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Florizel Citazione:
spero tu giudichi il sito che riporto attendibile.

Poi dici che bisogna avere la mente aperta a tutto, ma quel sito è gestito da G.P. Vanoli, ultranoto nel web per le sue performance naturopatiche ultrasoniche (come se fosse antani naturalmente), siamo a cose come la contraccezione ipnotica e l'urinoterapia, ha inventato poi la macchina antigravità (che tiene nascosta nel suoi laboratori) e tante altre storielle (fantastica la sezione sul sesso che ti invito a visitare!).

Voglio stemperare un po' l'atmosfera raccontando anche la sua storia più nota:

su un newsgroup un buontempone propone una raccolta di firme per bandire dal mondo l'uso del monossido di diidrogeno, composto che si trova ormai dovunque e che anche l'industria alimentare usa in abbondanza...

Intervenne subito Vanoli che annunciò in pompa magna che lui personalmente e tutti i tecnici dei suoi laboratori segreti, stavano analizzando i pericolosi campioni di monossido di diidrogeno ed erano già giunti alla conclusione che si trattava di sostanza pericolosissima e velenosa.

Pubblicò i risultati preliminari nel suo sito (proprio quello che hai citato), in homepage, promuovendo a sua volta un'ulteriore raccolta di firme. Annunciò che i risultati definitivi erano quasi pronti, in attesa dell'arrivo di altri campioni della sostanza che sembrava difficilmente reperibile...

Purtroppo lo scherzo durò poco perchè qualcuno, non al corrente dello scherzo, chiese ingenuamente: "Ma il monossido di diidrogeno...non è la comune acqua che beviamo tutti i giorni?".

Monossido di diidrogeno, si...H2O insomma...
Delirio di risate...


Ok, passiamo oltre...

dr_julius
Inviato: 7/9/2008 20:11  Aggiornato: 7/9/2008 20:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Poi dici che bisogna avere la mente aperta a tutto


Florizel ha ragione a tenere la mente aperta, così come è giusto valutare le idee e i fatti indipendentemente dalla persona che li sostiene e divulga... ma alcuni personaggi sembrano proprio impresentabili.
Purtroppo un sito, come un libro o una pubblicazione scientifica, per quanto affascinante, ha sempre una attendibilità da dimostrare, non solo da mostrare.

Mi sembra che le domande rivolte a Simoncini abbiano avuto un esito che non ha aiutato a capire le sue teorie ed i suoi metodi di cura. Mancano proprio i dati. Anzi, più si approfondisce e più ci si chiede: perchè mentire? perché tirare i dati "per la giacchetta" per fare dire ad altri quello che a noi fa comodo?

Quanto detto sopra, vale in generale, per tutte le discipline e argomentazioni.

Poi esiste l'aspetto più "tecnico", più "scientifico", ma non solo nel senso specifico delle competenze mediche, ma già dal punto di vista metodologico.
Non voglio annoiare nessuno, ma come fà un medico a scoprire una cura e non divulgarla? sarebbe anti-etico, al massimo la brevetta, ma la divulga.
Infatti, Simoncini divulga.
Ma come divulgare una cura, senza fornire i dati? senza specificare, ad esempio, quali forme o stadio di tumore trattare? quale la via di somministrazione da usare (precisamente e non vagamente, come qui sopra si dice).
Insomma sarebbe bello avere un dossier del metodo Simoncini, convircesene, riunirsi e... fare le rivolte in piazza, nelle direzioni ospedaliere, negli ospedali finché ad ottenere "vox populi" la disponibilità della nuova cura. Ma più leggo e più ho la sgradevole sensazione che abbiamo un fascicolo di carta bianca! (NB: sempre concedendo la massima buona fede al dott Simonicini).

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
redna
Inviato: 7/9/2008 20:40  Aggiornato: 7/9/2008 21:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Cherubino

visto che sei passato ad altro, non hai ancora spiegato chi sono i 'noi'.

Altro giro altro regalo?
Come vedi io non dico 'noi'.Pertanto non mi metto a sbellicarmi dalla risate vigliaccamente sulle spalle degli altri. Ci tenevo a dirVelo. Mi spiace solo che siate molto giovani, e perdiate così solo del tempo prezioso.




balihora
Ecco, balihora: se la medicina cominciasse umilmente a scardinare false certezze basate su statistiche rigidamente fissate, magari la ricerca ne gioverebbe, o no?


traduzione: se la medicina cominciasse a a ragionare che non sa una mazza, lascierebbe campo aperto agli alternativi e i pazienti avrebbero delle cure da sciegliere.
Magari cominiciasse anche a pensare che la medicina è solo una macchina per far soldi sarebbe meglio.



LogorRoico
Poi dici che bisogna avere la mente aperta a tutto, ma quel sito è gestito da G.P. Vanoli, ultranoto nel web per le sue performance naturopatiche ultrasoniche (come se fosse antani naturalmente), siamo a cose come la contraccezione ipnotica e l'urinoterapia, ha inventato poi la macchina antigravità (che tiene nascosta nel suoi laboratori) e tante altre storielle (fantastica la sezione sul sesso che ti invito a visitare!).

....la mente aperta a tutto è proprio questo LogorRoico.
Capire che ci sono persone che inventano e altre che dicono che fanno cazzate.


dr_julius
Ma come divulgare una cura, senza fornire i dati? senza specificare, ad esempio, quali forme o stadio di tumore trattare? quale la via di somministrazione da usare (precisamente e non vagamente, come qui sopra si dice).

....ma mi sembra che prima si stava parlando di statistiche, di chi le tiene in mano.
Penso che divulgare senza avere altri mezzi sia anche un bel problema.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Pausania
Inviato: 7/9/2008 20:41  Aggiornato: 7/9/2008 20:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Tenuto conto del fatto che ormai la discussione si è modificata, lasciando perdere il tema originale, cioè il metodo Simoncini e migrando verso la critica alla "medicina ufficiale", credo di aver capito dove stiano le incomprensioni.

E la cosa non c'entra con la medicina.

Da quello che vedo io (magari mi sbaglio) il problema sta nell'interpretazione delle statistiche. Secondo me un sacco di persone cominciano ad informarsi sulle terapie contro il cancro e si imbattono in articoli come quello postato da Florizel.

In pratica cosa succede: ci sono degli articoli che spiegano come funzionano le statistiche e le percentuali, che spiegano il loro meccanismo e come vanno interpretate ma, anziché dire questo, affermano che la medicina ufficiale imbroglia perché le statistiche non dicono quello che la medicina direbbe.

Insomma, qualcuno non sapeva come funziona una statistica e quando lo scopre si incazza perchè secondo lui la statistica mente, mentre era lui che non sapeva interpretarla.

Il problema della statistica è che adotta un linguaggio diverso da quello di uso comune, ma che però è facilmente confondibile.

Facciamo l'esempio. Lasciamo perdere il cancro.

La malattia X presenta un tasso di guarigione del 2%. Vuol dire che ogni 100 malati ne guariscono due.

Si trova un nuovo farmaco e vengono pubblicati i dati sulla sperimentazione.

A questo punto, il normale cittadino scopre la notizia attraverso i media. Al telegiornale dicono che con il nuovo farmaco il tasso di guarigione è aumentato del 100%.

Scommetto che l'ascoltatore medio capirebbe che, con il nuovo farmaco, si guarisce sempre. Poi il servizio va avanti e dice che i casi di guarigione sono raddoppiati. Allora qui l'ascoltatore, che è scafato, mangia la foglia e pensa "vedi che mi hanno raccontato una balla! Solo il 50% dei malati guarisce con questa nuova cura."

Poi però, l'ascoltatore scafato, che a questo punto è scafatissimo, fa una ricerchina in internet e scopre che, con la nuova cura, solo il 4% dei malati guarisce, cioè 4 su 100. E allora si incazza perché dice che la medicina ufficiale lo ha imbrogliato, che gli aveva detto che si guariva praticamente tutti eccetera.

In realtà non è così e nessuno gli ha raccontato una balla. Passare dal 2 al 4 percento di guarigioni vuol dire aumentarle del 100%, cioè del doppio. Però l'ascoltatore, poco avvezzo a questo linguaggio, ha fatto confusione (non solo per colpa sua) e ha creduto una cosa sbagliata. La ricerca in internet gli ha offerto la possibilità di capire come interpretare criticamente i dati che gli arrivano dai media, ma lui l'ha sprecata incazzandosi con i medici.

Questa ambiguità del linguaggio delle percentuali è molto diffusa ed è ampiamente sfruttata nel mondo del marketing. E non dubito che sia sfruttata anche da chi vende farmaci, così come da chiunque venda qualcosa. Il fatto è che, usando questo linguaggio con chi non lo capisce, si può far credere una cosa non vera mentre si dice il vero.

Ma purtroppo non è colpa della "medicina ufficiale", ma è una questione di educazione generale della popolazione.

Il che si è reso qui evidente quando i sostenitori di Simoncini continuano a sostenere che i 18 casi di guarigione (sui quali nessuno ha nutrito alcun dubbio) sono una prova, mentre non sono nemmeno in grado di dire su quanti casi si siano verificati.

Perché se Simoncini avesse curato 18 pazienti su 50 avrebbe trovato una cura con un POTENZIALE tasso di guarigione intorno al 20 percento, ma se avesse curato 18 pazienti su 12000, avrebbe un tasso di guarigione dello 0,0000....

Spero di essere stato chiaro e soprattutto di non aver fatto errori con la matematica (che non mai stata esattamente il mio forte).

Redazione
Inviato: 7/9/2008 20:49  Aggiornato: 7/9/2008 21:25
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Questa è la risposta di Simoncini all’accusa di “mentire spudoratamente”:

°°°°° INIZIO RISPOSTA °°°°°°°

Critica
Hopfer nel suo studio trova 78 pazienti con presenza di miceti nel sangue su 19457.

Il 79% è riferito a quei 78 che hanno Candida di varie speci
http://www.pubmedcentral.nih.gov/picrender.fcgi?artid=273585&blobtype=pdf

Hughes fa uno studio sulla candidosi sistemica. Quel 91% non si sa a cosa si riferisce.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7177889?ordinalpos=6&itool=EntrezSystem2.PEntrez.Pubmed.Pubmed_ResultsPanel.Pubmed_RVDocSum

Kiehn si occupa fa uno studio su pazienti oncologici E affetti da una qualche micosi. Osserva che il 97% delle micosi è amputabile a 5 specie tra le quali la C. albicans.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7369176

Spiegazione
Radiometric detection of yeasts in blood cultures of cancer patients.
Hopfer
questo titolo si riferisce a culture di pazienti di cancro
nell'articolo le colture dei pazienti di cancro sono 193
le 193 colture dei cancerosi(76) fanno parte delle 19457 di tutti i tipi di malattie
5 di questi 193 colture vengono rilevate 79% dei casi presenza di funghi candida e glabrata

In pratica non c'è scritto da nessuna parte che i 19457 colture di sangue derivano da pazienti cancerosi.

Systemic candidiasis: a study of 109 fatal cases.
Hughes WT

La descrizione dei sintomi e la notazione delle recidive si riferiscono alle "relapse of the malignancy" si tratta di recidive di tumori e quindi il 90% di quei 109 pazienti sono pazienti oncologici.
Da qui l'88% presenta infezioni da candida negli organi

The prevalence of yeasts in clinical specimens from cancer patients.
Kiehn

Lo studio dice che sono stati isolati funghi nei pazienti oncologici, l'isolamento è avvenuto in campioni clinici generici(in various types of clinical specimens).
Tra questi campioni generici analizzati 5 tipi di candida sono presenti .(97,1%)

Tante volte gli articoli possono dare adito a difficoltà di interpretazione ma la presenza dei funghi nei malati oncologici è accettata e accertata dalla comunità scientifica .
Eccone altri esempi.

Safdar A (Antimicrob Agents Chemother 2001 Jul;45(7):2129-33) ad esempio, in uno studio prospettico al Memorial Sloan-Kettering Cancer Center and Department of Medicine, partendo dal fatto che le infezioni fungine sistemiche nosocomiali provengono dalla flora batterica endogena del paziente, valuta prospetticamente la stratificazione delle specie di Candida e il profilo di suscettibilità antifungina.
Il cancro, 61.8% d'organo e 23,7% d'origine ematica, si dimostra la malattia più frequente sottostante ad un'infezione micotica, nel 91% dei pazienti, in cui la Candida albicans rappresenta il micete predominante, con il 67,3%

Rodu B (Cancer 1988 Nov 1;62(9):2042-6), rinviene in 50 pazienti con leucemia acuta e sottoposti a terapia antineoplastica, una percentuale di colonizzazione orale da Candida nelle sue varie specie, che risulta alla fine essere presente nel 90 % circa dei casi.

Hornstein OP (Dtsch Med Wochenschr 1979 Jul 20;104(29):1033-6) del resto aveva già sottolineato l'alta incidenza della micosi orale nelle varie forme di leucoplachia (34%, 49% e 50%), e ancora di più (71,5%) nel carcinoma della mucosa orale.

°°°°° FINE RISPOSTA °°°°°°°

Come si può vedere, si tratta del classico caso in cui ciascuno può leggere i dati come meglio crede, ed è questo il motivo per cui non sono mai stato interessato alle ricerche – che continuo a definire “di Cip e Ciop” - da qualunque lato della barricata vengano citate.

A me piace partire dai fatti concreti, e contrariamente al criterio usato da altri utenti, considero FATTI, prima di tutto, le testimonianze delle persone guarite.

Fatico ad immaginare qualcosa di più tangibile di quelle, e non ha caso chi se le è trovate davanti ha dovuto abbassarsi ad insinuare che tali interviste siano ”sospette”, pur di non dover riconoscere l’importanza fondamentale che hanno.

Lascio al lettore di giudicare perchè mai delle persone in quelle condizioni dovrebbero mentire, oppure - peggio ancora – perchè mai dovrebbero scambiare un normale “mal di testa” per un cancro incurabile. Se qualcuno ne ha il coraggio, vada a dirlo in faccia a quella ragazza che era rimasta semiparalizzata dall’operaziohne al cervello, che “avevano sbagliato la diagnosi” e non aveva il cancro.

Ovviamente, nessuno è obbligato a dare ascolto a quelle interviste, ma questo non dà il diritto di accusare Simoncini di “mentire spudoratamente” per questioni come quella citata sopra.

Sui dati si può discutere all’infinito, ma da lì a “mentire spudoratamente” ce ne passa eccome.

Faccio inoltre notare che questi finti polveroni servono proprio – curiosamente - a spostare l’attenzione dal vero problema che, come ripeto, sono le testimonianze di guarigione.

E’ la stessa tecnica vigliacca e meschina usata dai debunkers del 9/11.

Ancora più vile e scorretto è citare le vicende penali di Simoncini partendo dal presupposto che “sia stato condannato” e che sia quindi “un criminale”.

Prima di tutto si tratta di condanne in primo grado, e non definitive. In secondo luogo, soltanto i bambini possono credere che delle azioni penali siano state mosse contro Simoncini per i motivi contenuti nelle stesse. Esiste un certo Dottor. Hamer che ha passato lunghi anni in galera, ma nessuno crede che sia colpevole di quanto imputatogli. Quando invece si tratta di usare a proprio vantaggio una certa sentenza, diventano tutti improvvisamente creduloni e fiduciosi nella legge, come se fossero nati ieri.

In ogni caso, io ho detto tutto quello che dovevo dire sull’argomento, e non interverrò più sulla questione.

Chiunque getterà ulteriore discredito su Simonicini sarà immediatamente sospeso, senza preavviso e senza ulteriori spiegazioni.

Altrettanto dicasi per i commenti sulla mia persona, come su quella di chiunque altro.

Se volete discutere della terapia, procedete liberamente, ma se cercate di screditare la persona, andate altrove a farlo. I siti pieni di vili mistificatori della realtà non mancano di certo, e vi accoglieranno sicuramente a braccia aperte.

Saluti a tutti

“Onesto è colui che modifica le proprie idee per farle aderire alla realtà di fatti, disonesto è colui che modifica la realtà dei fatti per farla aderire alle propie idee.”

florizel
Inviato: 7/9/2008 21:28  Aggiornato: 7/9/2008 21:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Domande a Tullio Simoncini
cherubino
Citazione:
quel sito è gestito da G.P. Vanoli, ultranoto nel web per le sue performance naturopatiche ultrasoniche (come se fosse antani naturalmente), siamo a cose come la contraccezione ipnotica e l'urinoterapia, ha inventato poi la macchina antigravità (che tiene nascosta nel suoi laboratori) e tante altre storielle

Che ti devo dire. Se non che non mi aspetto di certo che certe indagini vengano fatte dall’establishment del sistema medico-sanitario ufficiale.

A meno che anche le pubblicazioni dei ricercatori inglesi sul Lancet non siano tutte frottole anche quelle. Io non lo credo.

Pausania
Citazione:
In pratica cosa succede: ci sono degli articoli che spiegano come funzionano le statistiche e le percentuali, che spiegano il loro meccanismo e come vanno interpretate ma, anziché dire questo, affermano che la medicina ufficiale imbroglia perché le statistiche non dicono quello che la medicina direbbe.

Sottilizzi a gratis, Pausania. Perché già il fatto che una statistica che riporta dati di persone guarite dal cancro debba essere INTERPRETATA, e che venga esposta in maniera non chiara, in altri tempi ti avrebbe fatto sobbalzare dalla sedia.

Senza contare che quella interpretazione svela alcuni punti a mio avviso inopinabili, circa il funzionamento ed il ruolo delle statistiche.

E meno male che lo ammetti che il linguaggio delle statistiche è ambiguo. Non ti resta che chiederti, e provare a spiegare, perché.

Comunque vedo che Massimo ha postato la spiegazione di Simoncini sui dati contestati.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
cherubino
Inviato: 7/9/2008 21:42  Aggiornato: 7/9/2008 21:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Avevo scritto una risposta chilometrica ma non so che fine ha fatto. E non mi va di riscriverla tutta.

Citazione:
le 193 colture dei cancerosi(76) fanno parte delle 19457 di tutti i tipi di malattie
5 di questi 193 colture vengono rilevate 79% dei casi presenza di funghi candida e glabrata.
In pratica non c'è scritto da nessuna parte che i 19457 colture di sangue derivano da pazienti cancerosi.

La conclusione è che Simoncini non mente spudoratamente: semplicemente non legge i titoli degli studi che cita. Questa non è diffamazione: è un fatto. Se avesse letto il titolo, avrebbe letto "Radiometric Detection of Yeasts in Blood Cultures of Cancer Patients", il che dall'inglese all'italiano si traduce "Rilevamento radiometrico di funghi in emocolture di pazienti con cancro". Alzi la mano, se ha il coraggio, chi traduce "Rilevamento radiometrico di funghi in emocolture di pazienti di tutti i tipi di malattie".

Lo studio è qui. Provare per credere.

La mia risposta era tutto su questo genere. Non mi va assolutamente di riscriverla, per me ho finito qui, non voglio farmi prendere in giro ulteriormente.

Pausania
Inviato: 7/9/2008 21:47  Aggiornato: 7/9/2008 21:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Sottilizzi a gratis, Pausania

Magari mi pagassero...


Citazione:
Perché già il fatto che una statistica che riporta dati di persone guarite dal cancro debba essere INTERPRETATA, e che venga esposta in maniera non chiara, in altri tempi ti avrebbe fatto sobbalzare dalla sedia.

Ma hai letto quello che ho scritto? Io ho detto che tutte le statistiche vanno interpretate, non quelle sulla guarigione dal cancro, perché è nella natura della statistica. E' come guardare una carta geografica: la carta va interpretata per poterla usare correttamente, ma la carta geografica non imborglia perché rappresenta su due dimensioni la realtà a tre dimensioni. E' il motivo per cui è stata creata.

Il fatto che venga esposta in maniera non chiara dipende dalla tua capacità di interpretarla. La non chiarezza dipende da questo. Non mi fa sobbalzare sulla sedia che ci sia chi sfrutta l'ignoranza altrui, è il motivo per cui mi piace studiare e informarmi. Mi fa sobbalzare sulla sedia chi vuole criticare una cosa senza conoscerla.


Citazione:
Senza contare che quella interpretazione svela alcuni punti a mio avviso inopinabili, circa il funzionamento ed il ruolo delle statistiche.

No, svela come bisogna sì stare attenti a quello che ci dicono gli altri, ma bisogna assicurarsi di avere anche gli strumenti opportuni per leggere la realtà. Se tu non sai leggere una cartina stradale e ti perdi, non dai la colpa a chi ha pubblicato la cartina. Spero.


Citazione:
E meno male che lo ammetti che il linguaggio delle statistiche è ambiguo. Non ti resta che chiederti, e provare a spiegare, perché.

Ma l'ho appena fatto! Ho scritto chiaramente che l'ambiguità è dovuta al fatto che, probabilmente, a livello di popolazione, sono in molti a non conoscere quel linguaggio, non ci sono avvezzi e lo interpretano secondo un codice errato. Che ti devo dire più di così?

carloooooo
Inviato: 7/9/2008 21:48  Aggiornato: 7/9/2008 21:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/7/2006
Da: marca gioiosa et amorosa
Inviati: 1386
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Hopfer
questo titolo si riferisce a culture di pazienti di cancro
nell'articolo le colture dei pazienti di cancro sono 193
le 193 colture dei cancerosi(76) fanno parte delle 19457 di tutti i tipi di malattie
5 di questi 193 colture vengono rilevate 79% dei casi presenza di funghi candida e glabrata


No, io non ho capito. Quindi l'articolo direbbe che i ricercatori in questione hanno ricevuto 19457 campioni di sangue "di tutti i tipi di malattie"? Che malattie? Aids, influenza, scarlattina, mal di denti, bulimia?

Mi pare strano.

Anche perché il titolo della ricerca è:

"Radiometric detection of Yeasts in Blood Coltures of Cancer Patients"

ossia: "Identificaizone radiometrica di funghi nelle colture di sangue di pazienti cancerosi.

Nel paragrafo "results" poi si legge:

Our laboratory received 19457 blood coltures [...]. Yeasts were isolated from 193 coltures derived from 79 patients.

Qui non si specifica più, come nell'abstract, che i 79 sono affetti da cancro (era questa specificazione che poteva dare adito a interpretazioni diverse). Questo mi porta ragionevolmente a pensare che tutti i campioni di sangue derivassero da pazienti cancerosi.

Almeno, io capisco così.

florizel
Inviato: 7/9/2008 21:56  Aggiornato: 7/9/2008 21:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Pausania
Citazione:
svela come bisogna sì stare attenti a quello che ci dicono gli altri, ma bisogna assicurarsi di avere anche gli strumenti opportuni per leggere la realtà.

Dunque, le statistiche di cui si serve il mondo medico-scientifico, sono fatte in modo che l'italiano "medio" le capisca?

No, fammi capire.

"Faccio un esempio di come fanno la media delle “guarigioni” e, per semplificare, prendo in esame solo due tipi di tumore. Tumore al polmone: 40.000 casi all’anno, 10 % di “guarigioni”; tumore al testicolo: 2.000 casi, 87 % di “guarigioni”. (87+10)/2=48,5 La percentuale media di guarigioni dei due tipi di cancro sarebbe così il 48,5 %. È indegno che si permetta a queste persone di dire pubblicamente simili cialtronerie! En passant, l'operazione corretta è questa: (40.000x10/100+2.000x87/100)/(40.000+2.000)x100=13,7. La reale percentuale media è dunque il 13,7 %."

Quest'uomo mente. Di sicuro. Invece le statistiche "vanno interpretate".

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
balihora
Inviato: 7/9/2008 22:02  Aggiornato: 7/9/2008 22:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Redazione

Senti, io non voglio infierire. Ti è stato fatto notare già da altri che stai male interpretando quel particolare studio. Ma non fa niente, passiamo oltre.

Solo in questa discussione, sono stati appuntate almeno un paio di decine di studi citati da Simoncini che parlavano di tutt'altro rispetto a quanto affermava l'uomo del rinascimento.

Perfino nella tua risposta ne citi altri 3, ma non li commenti.


Orsù...

Pyter
Inviato: 7/9/2008 22:09  Aggiornato: 7/9/2008 22:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Pausania:
Se tu non sai leggere una cartina stradale e ti perdi,
non dai la colpa a chi ha pubblicato la cartina. Spero.

Sai che è una buona idea?
Nelle cartine invece di scriverci "via Alessandro Manzoni"
ci scriviamo "via dell'autore della colonna infame".
E invece di "via dei mille" si potrebbe scrivere:
"non siamo trecento, non siamo giovani e forti e non siamo morti. Chi siamo?".

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Descartes
Inviato: 7/9/2008 22:10  Aggiornato: 7/9/2008 22:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/6/2006
Da: Christ = Sun God
Inviati: 1087
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Vorrei fare i miei complimenti a Massimo per aver dato spazio ad una così interessante discussione sulla cura di Simoncini.

Non so se la sua cura funzioni o no, ma una cosa è certa: nella nostra società si discute troppo poco delle medicine alternative in modo approfondito, la cui sola trattazione è spesso limitata ad articoli superficiali su riviste per signore o a siti web che riportano solo punti di vista parziali. Bisogna ringraziare ancora una volta Massimo per aver saputo creare e mantenere una comunità di menti aperte e critiche come quella di Luogocomune, capace di esaminare attentamente ogni idea, per quanto bizzarra, senza la chiusura mentale tipica dell'uomo della strada. Quella chiusura mentale che impedisce di individuare tra le medicine alternative quelle idee che possono nascondere reali cure alternative alla medicina ormai corrotta dalle case farmaceutiche. E' vero che le cure alternative che si rivelano funzionare sono rare, e che la stragrande maggioranza sono fallimentari, ma solo analizzandole criticamente e dandogli spazio si potrà separare il grano dall'oglio.
Spero che Massimo metterà sotto la lente di Luogocomune altre cure alternative in futuro. Che si rivelino efficaci o no, solo discutendole si potrà toglierle dall'ombra e portarle alla luce per ciò che realmente sono.

redna
Inviato: 7/9/2008 22:16  Aggiornato: 7/9/2008 22:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Pausania

Se tu non sai leggere una cartina stradale e ti perdi, non dai la colpa a chi ha pubblicato la cartina. Spero.

....

La cartina stradale è fatta per andare in una certa direzione e anche se ti perdi, in quella direzione, prima o poi ci arriverai senz'altro.
Allo stesso modo le statistiche ti vogliono indicare qualcosa e quel qualcosa è lo scopo di chi ha commissionato il sondaggio/statistica.
Mi meraviglia molto che non sappiate questi meccanismi, mi sorprende che non comprendiate queste operazioni di marketing.
Mi sorprende perchè capisco una ingenuità di fondo notevole e del tutto inaspettata.

Perchè sono proprio le statistiche che citano tutte le fonti mediche?
Semplicemente perchè è la loro cartina per andare in una certa direzione,segnata da chi ha fatto la mappa in maniera che prima o poi tutti, volenti o nolenti, arrivino in quella direzione.
Pertanto la medicina alternativa non è CONTEMPLATA in quella mappa.
In quella mappa ci sono altre direzioni non compatibili con l'alternativo.

Pertanto, chi si mette sulle strade delle ricerche alternative, per chi ha disegnato la mappa è da scaricare.
Come si può vedere, chi segue quella strada non ha vita facile, ma questo, nemmeno la mente aperta delle nuove generazioni riesce ANCORA a capirlo ma, come un gatto che si morde la coda, cerca ancora nelle statistiche quello che ALTRI hanno preconfezionato a uso e consumo della medicina ufficiale.
La confusione è inevitabile.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Pausania
Inviato: 7/9/2008 22:28  Aggiornato: 7/9/2008 22:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Dunque, le statistiche di cui si serve il mondo medico-scientifico, sono fatte in modo che l'italiano "medio" le capisca?

No, fammi capire.

Lasciamo perdere, veramente. Hai la tua idea, tientela, che ti devo dire? Io ho provato a spiegare, ho provato a spiegarti come si devono intendere le statistiche in generale (perché tu lo sai vero che le statistiche si usano in tutti i campi del reale, che esistono a prescindere dall'oncologia, vero?) ma tu ti accanisci. Fai come ti pare.


Citazione:
Quest'uomo mente. Di sicuro.

Non mente, fa solo un gioco di prestigio. Prendo quello che hai postato.

Qualche anno fa, dopo che era scoppiato il caso Di Bella, gli oncologi cominciarono a dichiarare pomposamente su televisione e giornali che “ora abbiamo il 50 % di guarigioni”, ovviamente sempre evitando di dire che guarigione significa sopravvivenza a cinque anni. Eppure le statistiche ufficiali davano sempre un 39 %. Cosa era successo? Un'improvvisa e geniale scoperta? Nooo! Per guadagnare quell'11 % in più, hanno fatto la media delle “guarigioni” dei vari tipi di tumore con una manipolazione matematica per la quale verrebbero bocciati con disonore all'esame di licenza media inferiore.

Faccio un esempio di come fanno la media delle “guarigioni” e, [b]per semplificare, prendo in esame solo due tipi di tumore.


Come il prestigiatore, fa concentrare l'attenzione del lettore sui calcoli, e la distoglie dalle premesse. "Gli oncologi": chi? non si sa. "su televisione e giornali", dove notoriamente si fa medicina. Per "semplificare" prende un esempio che sa già darà un determinato risultato (ma ovviamente non dice chi abbia usato questo esempio, perché nessuno lo ha fatto).

Poi il calcolo matematico è vero. Sono le premesse che non c'entrano niente. Tra l'altro, a compimento del trucco, dice che "le statistiche ufficiali" parlano del 39% di guarigioni. Cioè usa la medicina ufficiale per contestare la medicina ufficiale.

Per me questo esempio spiega che televisione e giornali diffondo dati falsi. Ma non parla né di medicina né di cure.

Poi il bello è che anche tu contesti la medicina ufficiale citando Lancet, cioè la medicina ufficiale. Non so che altro dire.


Citazione:
Invece le statistiche "vanno interpretate".

E' chiaro che non hai idea di cosa voglia dire interpretare. Quando tu su un foglio vedi quei bislacchi segnetti tipo "a" "b" "c" e li unisci insieme e ne trai una frase di senso compiuto stai interpretando quei segni. Se invece trovi questi altri bislacchi segnetti ファイナル ファンタジ non li sai interpretare, e quindi non ne comprendi il senso. Interpretare non vuol dire dare un significato qualsiasi a eventi casuali, significa saper usare uno schema che ti permette di comprendere il significato di un codice.

Tu lo fai tutti i giorni quando leggi, quando usi le faccine tipo :) e :( eccetera. Lo stesso succede con le statistiche, che sono una rappresentazione del reale e non il reale.

Poi io mi fermo qui, visto che le spiegazioni a gratis non sono gradite. Il problema non mi riguarda, perché io della cosa ho coscienza. Se poi ad altri piace bearsi di non sapere una cosa, non sarò certo io a rovinar loro quel piacere.

carloooooo
Inviato: 7/9/2008 22:29  Aggiornato: 7/9/2008 22:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/7/2006
Da: marca gioiosa et amorosa
Inviati: 1386
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Secondo studio, seconda risposta di Simoncini:

Citazione:
Systemic candidiasis: a study of 109 fatal cases.
Hughes WT

La descrizione dei sintomi e la notazione delle recidive si riferiscono alle "relapse of the malignancy" si tratta di recidive di tumori e quindi il 90% di quei 109 pazienti sono pazienti oncologici.
Da qui l'88% presenta infezioni da candida negli organi


Lo studio tratta della candidosi (che è una infezione a sé, e non è dovuta alla malattia, se non perché indebolisce il sistema immunitario. Correggetemi se sbaglio!) e della sua correlazione con il "compromised host", che penso sia il malato. Non si specifica di quale malattia.

Il risultato brevemente esposto è:

Fever, granulocytopenia, relapse of the malignancy and therapy with antibiotics and immunosuppressive drugs comprise the clinical profile of approximately 90% of the patients.

Ossia: febbre, granulocytopenia (non so cosa sia), ricaduta della malattia e terapia con antibiotici e immunosoppressori compromettono il quadro clinico di approssivamente il 90% dei pazienti.

Ciò vuol dire che tutte questi fattori hanno contribuito ad aggravare i casi di candidosi nei pazienti presi in esame.

Simoncini dice dato che si parla di ricadute (relapse of the malignancy) allora si tratta di tumori. In base a cosa? Le ricadute sono possibili solo in caso di cancro?

Se ho sbagliato qualcosa, ripeto, correggetemi.

LogorRoico
Inviato: 7/9/2008 22:42  Aggiornato: 7/9/2008 22:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2008
Da:
Inviati: 85
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Se ho sbagliato qualcosa, ripeto, correggetemi.

Non hai sbagliato carloooooo, non hai sbagliato.

Le risposte alla "cura" Simoncini sono tutte qui, le nostre, le sue e quelle di chi ha partecipato alla discussione, anche quelle di Redazione, tutte scritte nere su bianco.

Ognuno legga e si faccia la sua idea.

Credo che la discussione sia giunta più o meno alla fine, se si parlerà di Oncologia in generale e non di Simoncini, sarà meglio secondo me aprire un altro thread per evitare confusioni ulteriori.

Io lascio, quello che dovevo dire l'ho detto, resto sempre a disposizione (spero di averne il tempo almeno) per discutere di questo ed altri casi, sono disposto (lo ripeto) a visionare eventuali documenti che proverebbero risultati positivi di questa e di altre cure.

Io continuerò a curare i miei pazienti come so fare.

Non ho sempre successo, ma quando ce l'ho è un avvenimento che rende felici.

Da medico e da uomo posso solo darvi un consiglio: spero non accada mai, ma se un giorno avrete bisogno di cure importanti, guardate in faccia chi vi cura. Se vi comunica fiducia e calore, quasi sicuramente non vi sbaglierete.

Grazie a tutti, alla prossima...

totalrec
Inviato: 7/9/2008 22:43  Aggiornato: 7/9/2008 22:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Massimo:
detto da uno che la pensa esattamente come te sull’obbrobrio delle terapie ufficiali e sull’urgenza di affrontare lo studio dei tumori da nuovi punti di vista: le teorie di Simoncini, da quanto ho letto finora, mi sembrano perlomeno imprecise e contraddittorie. Le sue risposte mi sembrano evasive, superficiali e spesso incomprensibili. Ad esempio, che significa (cito):

Citazione:
“le 193 colture dei cancerosi(76) fanno parte delle 19457 di tutti i tipi di malattie. 5 di questi 193 colture vengono rilevate 79% dei casi presenza di funghi candida e glabrata”


Se ho ben capito i miceti sono stati rilevati nel 79% di 5 colture su 193. Capisco male? Fa comunque una percentuale bassina, mi pare.
Detto questo, hai perfettamente ragione a incentrare l’attenzione sui pazienti guariti e a tenerti lontano dagli sterili dibattiti su dati e statistiche. Non ho motivo di dubitare della buona fede dei pazienti intervistati. Sono convinto che si tratti davvero di persone che, in una maniera o nell’altra, sono guarite da un male terminale. Vorrei però far notare che Simoncini non ha l’esclusiva sulle remissioni spontanee dei tumori. Esistono, come saprai, legioni di ex malati di cancro (e anche della loro buona fede non c’è ragione di dubitare) che dichiarano di essere guariti dal cancro con l’aloe, con la cartilagine di squalo, con l’Essiac, con i viaggi a Lourdes e con i santini di Padre Pio messi sotto il cuscino.

Non sto facendo dell’ironia. Sono tutte persone che hanno scelto metodi diversi dal bicarbonato e dalla tintura di iodio e sono guarite comunque. Se possiamo fidarci dei pazienti di Simoncini, non vedo perché non dovremmo fidarci anche di loro. Conosco personalmente una signora di Parma (razionalissima e di ottima cultura) che mi ha raccontato di essere guarita dal cancro senza fare assolutamente nulla. Dieci anni fa le diagnosticarono un tumore al polpaccio e lei decise di non seguire nessuna terapia, né radio, né chemio, né chirurgia, né bicarbonato, niente di niente. Il tumore le sparì come sparisce una brutta bronchite.

Dirò molto di più (e qui, per quanto incredibile possa apparire la cosa, prego i lettori di restare seri): conosco personalmente perfino un paio di persone che mi hanno raccontato di essere guarite dal cancro con le terapie tradizionali. Per quanto assurdo ciò possa sembrare, anche costoro mi sembrano persone in buona fede e per nulla mitomani. Se hanno ragione, vuol dire che si può guarire dal cancro anche nelle condizioni più avverse alla guarigione che sia possibile immaginare. Si può guarire dal cancro perfino mentre il tuo corpo viene inondato di veleni citotossici, mentre viene bombardato di radiazioni, mentre viene fatto periodicamente a fettine col bisturi; si può guarire perfino mentre si è reclusi in una cameretta sterile con infermiere sgarbate che ti riempiono di tubicini e ti trattano come una vecchia ciabatta da sbatter via. Vuol dire che si può guarire dal cancro perfino mentre si fa di tutto per non farti guarire.

Allora, mi chiedo: e se la guarigione dal cancro non avesse nulla a che vedere né col bicarbonato, né con l’aloe, né con i chemioterapici, né con Padre Pio? Se si trattasse semplicemente di guardare al problema da un’altra prospettiva? C’è un tizio, tale Andreas Moritz, che ha scritto un libro (“Cancer is not a disease”, il cancro non è una malattia) in cui sostiene, come da titolo, che il cancro andrebbe affrontato non come un male a cui trovare ad ogni costo una “cura”, ma come un estremo meccanismo di difesa dell’organismo che interviene quando tutti gli altri meccanismi di protezione hanno fallito. Il cancro non sarebbe dunque il “male”, ma la reazione dell’organismo ad una debilitazione immunitaria che ha cause psico-fisiche. Superata questa debilitazione – con cure di tipo alimentare e psicologico - l’organismo guarisce da sé.

Non mi interessa qui discutere della validità o meno delle sue ricette curative, che possono essere criticate finché si vuole. Però è il tipo di approccio che è interessante ed è quello che manca tanto nella medicina ufficiale quanto in quella alternativa. Tutti a cercare la “cura” contro il male del secolo e nessuno che si accorga che forse è proprio questa lotta senza quartiere contro l’organismo a trasformare il cancro in una mostruosità invincibile. Non è che per caso siamo così ossessionati – anche qui – dalla psicosi del “nemico” da aver trasformato in nemico perfino l’organismo che ci ospita? Se così fosse, non mi sembra sia una di quelle guerre in cui la sconfitta dell’avversario possa consentirci di esultare a lungo. Come ogni reduce dai bombardamenti della chemio ben sa.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
nottrz
Inviato: 7/9/2008 22:51  Aggiornato: 7/9/2008 22:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/5/2006
Da:
Inviati: 74
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Riporto la mia opinione sugli articoli discussi. Non so nulla di medicina, provo solo a leggere i numeri.

Ho analizzato nel modo piu' imparziale possibile gli articoli citati. A mio parere solo 3 su 6 riportano il dato di cui si parla (correlazione tra cancro e candida). Prendo come valida l'indicazione di "relapse of the malignancy".

Ripropongo quanto proposto sull'altro thread: e' possibile che il metodo funzioni anche se le ipotesi di fondo non sono corrette, oppure e' possibile che le ipotesi siano corrette ma che il materiale presentato a supporto non sia stato scelto/citato correttamente.

Sarebbe interessante avere altre informazioni sulla questione, numero totale di pazienti, ecc. o anche solo un'indicazione rpecisa di dove trovarle (se e' gia' stata data scusate ma me la sono persa).



http://www.pubmedcentral.nih.gov/picrender.fcgi?artid=273585&blobtype=pdf

L'articolo descrive un metodo alternativo per individuare le "Yeasts" (spore?). In base al titolo sembra che lo studio riguardi solo pazienti affetti da cancro.
Nell'abstract dice che su 19457 campioni le yeasts sono state individuate in 193 e che questi provendono da 76 pazienti di cancro.
Quindi sappiamo che da alcuni pazienti sono stati presi piu' campioni. Non sappiamo i 19mila a quanti pazienti corrispondano. Possiamo, azzardando molto, ipotizzare il rapporto 76/193.
Da qui non e' chiaro se tutti i pazienti (di cui non sappiamo il numero) siano affetti da cancro, o se lo siano solo i 76.
L'inizio della sezione Results riporta pero' la stessa frase dell'abstract indicando genericamente "patients" quando si riferisce ai 76.
La mia forte sensazione e' che tutti i pazienti da cui sono stati ricavati i campioni fossero affetti da cancro (non viene ne' detto questo, ne' affermato il contrario, ma il titolo e parti del testo mi danno questa impressione).

Infine l'inizio dell'articolo dice che le "yeasts" vengono individuate solo nel 25% dei pazienti affetti da "candidiasis". Lo scopo dello studio e' capire quanto sia precisa la rilevazione del nuovo metodo proposto. Dalla "Discussion" pare che il nuovo metodo non dia risultati significativamente piu' precisi. Quindi se ha individuato 76 pazienti si potrebbe ipotizzare (?) che quelli affetti siano in realta' 4 volte tanti.


http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7177889?ordinalpos=6&itool=EntrezSystem2.PEntrez.Pubmed.Pubmed_ResultsPanel.Pubmed_RVDocSum

109 casi, di cui il 90% con "relapse of the malignancy" (98).
L'88% dei 109 e' risultato affetto da candidiasis (96).

Non sappiamo la sovrapposizione tra i 98 e i 96. La percentuale dei pazienti affetti da cancro E da candidiasis puo' quindi oscillare tra l' 88% (96/109) e il 78% (85/109).


http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/7369176

Tutti i campioni provengono da pazienti affetti da cancro. Tra le varie specie rilevate alcune sono predominanti.
Non c'e' indicazione, nell'abstract almeno, del rapporto tra i campioni complessivamente raccolti e quelli trovati positivi.
Solo questi ultimi vengono ulteriormente analizzati.


http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/11408236?dopt=Abstract

349 campioni raccolti da 223 pazienti (non sappiamo quanti siano i pazienti, se altri, su cui non sono stati trovati campioni positivi).
91% dei 223 erano affetti da cancro.

Anche qui non c'e' indicazione del rapporto tra numero totale pazienti esaminati e pazienti trovati positivi alla candidia.
Sappiamo solo che il 100% di questi 223, selezionati proprio in base a questa caratteristica, e' ovviamente affetto.


http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/3167816

50 pazienti affetti da cancro. 90% affetti da candida.

Qui c'e' una chiara indicazione della presenza dei due fattori e sembra che i 50 siano stati selezionati in modo indipendente
dalla candida e che anzi lo studio servisse proprio a studiare la correlazione.


http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/380951

193 + 14 pazienti affetti da cancro.
Gruppo di controllo di 137.
46,4% affetto da candidasis DI CUI il 29,2% dal gruppo di controllo.
Quindi il 46,4% di 193 + 14 + 137 sono affetti da candidasis ovvero 160, di cui 112 del primo gruppo, ovvero il 54%.
In particolare dettaglia poi i 4 casi del primo gruppo (35.4%, 50%, 71.5%, 49%).

Anche qui c'e' una chiara indicazione della presenza sia del cancro che della candida.

florizel
Inviato: 7/9/2008 22:55  Aggiornato: 7/9/2008 23:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Nelle cartine invece di scriverci "via Alessandro Manzoni"
ci scriviamo "via dell'autore della colonna infame".
E invece di "via dei mille" si potrebbe scrivere:
"non siamo trecento, non siamo giovani e forti e non siamo morti. Chi siamo?".


Ovviamente, se uno non conosce Manzoni e Pisacane, si perde.
Ed ovviamente, le statistiche le fanno per l'opinione pubblica.

redna
"è la loro cartina per andare in una certa direzione,segnata da chi ha fatto la mappa in maniera che prima o poi tutti, volenti o nolenti, arrivino in quella direzione."

Oppure, in maniera tale che si sappia che una direzione "c'è".

Pausania
Citazione:
"Gli oncologi": chi?

Tu chi pensi che siano gli "oncologi"? I fruttivendoli?

Citazione:
"su televisione e giornali", dove notoriamente si fa medicina.

Non dire che non hai mai visto le megatrasmissioni televisive che a forza di tette, culi e faccette rosee e ben pasciute raccolgono fondi per la ricerca sul cancro...Anche in quelle circostanze sfoderano le "statistiche", non lo sai?

Guarda, non ci provo nemmeno a discutere gli esempi riportati da quell'articolo, tanto l'esperto dell'interpretazione delle statistiche sei te.

Dvresti scrivere a quel bugiardone e sputtanarlo, renderesti un gran servigio alla medicina.

Citazione:
Poi il bello è che anche tu contesti la medicina ufficiale citando Lancet, cioè la medicina ufficiale. Non so che altro dire.

Questo ti dovrebbe quanto meno dire che nella stessa medicina ufficiale c'è, o potrebbe esserci, chi non condivide quelle statistiche.
Quanto meno.

Citazione:
Se poi ad altri piace bearsi di non sapere una cosa, non sarò certo io a rovinar loro quel piacere.

Stai diventando noioso e saccente. Sempre a gratis.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
cherubino
Inviato: 7/9/2008 22:59  Aggiornato: 7/9/2008 23:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
--- PICCOLO OT ---

Fanno discutere il mondo scientifico i risultati clamorosi sui pazienti pubblicati da uno sconosciuto medico californiano - L’iniezione «miracolosa» che cura l’Alzheimer
Una clinica privata di Los Angeles propone una terapia con un farmaco per l’artrite

Un visionario, un affarista o uno che ha intuito qualcosa di fondamentale sull’Alzheimer? Il mondo scientifico è perplesso, ma — inutile negarlo — affascinato dal lavoro di Edward Tobinick, signor nessuno fino ad ieri, oggi al centro dell’attenzione per i risultati, sensazionali e rapidissimi, che sta ottenendo con un farmaco dalle proprietà antinfiammatorie destinato alla cura dell’artrite reumatoide e della psoriasi, l’etanercept.

IL SOLITO «MIRACOLO»? - La solita storia miracolistica, fra le tante degli ultimi vent’anni? Forse sì a giudicare dal business (la terapia, settimanale, viene offerta dall’istituto californiano diretto da Tobinick ad un prezzo che oscilla fra i 10.000 e i 40.000 dollari all’anno), ma con qualche variante sul copione. Significativa. Il dottor Tobinick, a differenza di altri «rivoluzionari» della medicina, ha scrupolosamente pubblicato i suoi risultati. Dal caso, uscito su Journal of neuroinflammation in gennaio, di un signore inglese di ottant’anni con gravi problemi di memoria che due ore dopo l’iniezione del farmaco ricordava improvvisamente tutto come un tempo (riconoscendo dopo molti anni perfino la moglie!) fino ai quindici malati curati per sei mesi nei quali il miracolo si è ripetuto e consolidato: recupero della memoria e della fluenza dell’eloquio (su BMC Neurology in luglio).


[Eccetera]

Fonte: Corriere della Sera del 6 settembre 2008.

La favola dimostra che se uno è una testa calda, ma è uno scienziato, riesce a pubblicare. Non mi risulta che questo tizio sia stato bloccato dalle case farmaceutiche che producono i farmaci convenzionali per l'Alzheimer.

blackhawk
Inviato: 7/9/2008 23:11  Aggiornato: 7/9/2008 23:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/8/2007
Da:
Inviati: 305
 Re: Domande a Tullio Simoncini
"Faccio inoltre notare che questi finti polveroni servono proprio – curiosamente - a spostare l’attenzione dal vero problema che, come ripeto, sono le testimonianze di guarigione."

La strada è una sola: sperimentazione. Se ritieni di essere nel giusto è questo che va fatto......il resto sono chiacchere.

Ripeto che, se guardiamo le testimonianze, anche Wanna Marchi ed il mago brasiliano erano dei fenomeni.

Ho l'impressione che qui faccia moda essere a favore di ogni cosa, purche non sia ufficiale.......sveglia.

totalrec
Inviato: 7/9/2008 23:15  Aggiornato: 7/9/2008 23:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
La favola dimostra che se uno è una testa calda, ma è uno scienziato, riesce a pubblicare.


Come no, riesce a pubblicare e viene immediatamente sbeffeggiato dai cani da guardia del Corriere della Sera. Poi magari, nel caso specifico, lo sbeffeggiamento ci sta anche bene, non metto in dubbio.
Però sinceramente: quand'è l'ultima volta che hai sentito il Corriere fare le stesse insinuazioni ironiche sul costo e sull'efficacia dell'ultimo, miracoloso ritrovato della Bayer?

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
cherubino
Inviato: 7/9/2008 23:21  Aggiornato: 7/9/2008 23:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Come no, riesce a pubblicare e viene immediatamente sbeffeggiato dai cani da guardia del Corriere della Sera. Poi magari, nel caso specifico, lo sbeffeggiamento ci sta anche bene, non metto in dubbio. Però sinceramente: quand'è l'ultima volta che hai sentito il Corriere fare le stesse insinuazioni ironiche sul costo e sull'efficacia dell'ultimo, miracoloso ritrovato della Bayer?


Guarda che il Corriere non lo sta per nulla sbeffeggiando, anzi lo sta lodando, perchè è uno che ha pubblicato le sue ricerche, e per giunta l'articolo finisce così:
La cosa più strana è che l’Amgen, la ditta che produce l’etanercept, anziché sostenere il lavoro di Tobinick (il mercato potenziale è di 30 milioni di pazienti nel mondo), ne ha preso le distanze sottolineando che mancano studi di confronto con malati di Alzheimer curati con un farmaco inerte (placebo). E per ora non sembra che abbia intenzione di finanziarli. «Paura di un salto nel buio — afferma Federico — o troppi interessi in gioco su un buon numero di neofarmaci che hanno come bersaglio la beta-amiloide?»

Qui abbiamo un esempio di complottismo cinematografico fine a sè stesso, sia da parte del professore di Siena che del giornalista: se la casa farmaceutica ritiene che "mancano studi di confronto con malati di Alzheimer curati con un farmaco inerte (placebo)", non è nè per "paura di un salto nel buio" nè per "i troppi interessi in gioco", ma è soltanto perchè la casa farmaceutica ha bisogno di "fare studi di confronto con malati di Alzheimer curati con un farmaco inerte (placebo)" prima di immettere un farmaco in commercio. Anche io, se fossi una casa farmaceutica, chiederei la stessa cosa.

PS: ecco il sito di Tobinick, lo consiglio ad un ex-dottore di nostra conoscenza, per presa visione. Addirittura c'è gente che nei suoi studi cita i lavori di Tobinick, il rivoluzionario dell'Alzheimer... il paragone tra le due teste calde è schiacciante, da una parte uno che pubblica risultati emozionanti su riviste internazionali e che viene citato da altri autori, dall'altra parte uno che pubblica solo tesine sul suo sito e vi cita studi a caso senza neanche leggerne il titolo.

dr_julius
Inviato: 7/9/2008 23:25  Aggiornato: 7/9/2008 23:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Domande a Tullio Simoncini
cherubino ha detto Citazione:
PICCOLO OT


Mi accodo, con piccoli contributi sull'argomento.

-Per chi preferisce i documenti video (luglio 2008).
-Caffeina contro Alzheimer (qui) (aprile 2008).
-dedico invece questa notizia a:
* chi non crede alle ricerche autonome;
* chi vuole un esempio di analisi obiettiva e non pregiudiziale ad uno studio scientifico (pur con limiti metodologici);
* chi vuole vedere pubblicato uno studio "contro la Bayer", più volte citata negli ultimi thread.
Lo studio documenta come la "Aspirina a basso dosaggio sia inefficace nella malattia di Alzheimer". E' stato condotto da un gruppo di medici "ufficialisti" e pubblicato su Lancet Neurology.

Con meno sensazione, ma forse più concretezza, segnalo le nuove conoscenze che vengono dalla Ricerca di base, studiando il ruolo della proteina beta amiloide.

--fine OT, ora--

EDIT1: vedo che l'OT ha avuto una sua evoluzione, mentre copincollavo qualche link...
EDIT2: straquoto blackhawk


Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
totalrec
Inviato: 7/9/2008 23:31  Aggiornato: 7/9/2008 23:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Guarda che il Corriere non lo sta per nulla sbeffeggiando, anzi lo sta lodando


Sì, sì...

Citazione:
La solita storia miracolistica, fra le tante degli ultimi vent’anni? Forse sì a giudicare dal business (la terapia, settimanale, viene offerta dall’istituto californiano diretto da Tobinick ad un prezzo che oscilla fra i 10.000 e i 40.000 dollari all’anno


Dopodiché il lettore occasionale ha già capito tutto.

Attendo di vedere sul Corriere un commento analogo su uno dei farmaci, altrettanto aleatori e costosi, prodotti dalle grandi firme farmaceutiche. Poi ne riparliamo.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
cherubino
Inviato: 7/9/2008 23:39  Aggiornato: 7/9/2008 23:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
TOTALREC: ma il tuo problema è il Corriere, quindi stai cercando di sviare l'argomento da quello che ho detto io: che se uno è in grado di pubblicare, pubblica su riviste internazionali, anche risultati eccezionali, case farmaceutiche volenti o nolenti. Se uno non è in grado di pubblicare, pubblica sul suo sito citando a casaccio studi degli anni 80.

Ti sembra sia utile fare la polemica sul Corriere? Se vuoi cambio fonte, ecco, Medical News Today, che hai da dire contro Medical News Today? Come lo tratta secondo te, lo sbeffeggia o lo loda? Parliamone, mi sembra interessante la tua obiezione.

PS: sai che significa per Tobinick, dopo aver sbandierato a "BBC, New Scientist, CNN, Fox News, ABC News, Bloomberg News, Reuters Health, the Times Online (U.K.), the Daily Telegraph(U.K.), UPI, Medscape, in a university press release, and in Nature Clinical Practice Neurology", e dopo aver fatto pagare 40mila euro all'anno, se i suoi pazienti si accorgono che la sua terapia innovativa non funziona? Altro che radiazione dall'albo.

Alphetto
Inviato: 7/9/2008 23:53  Aggiornato: 7/9/2008 23:53
So tutto
Iscritto: 22/7/2007
Da: Roma
Inviati: 3
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Mettere in dubbio le testimonianze di guarigione non significa dire che sono manipolate o che le persone intervistate mentano, semplicemente, si vede il prima e il dopo, il paziente stesso non può dire se ha il cancro per via della candida come non può affermare di essere guarito da quello specifico tumore.

Dire "sono guarito" è differente dal dire "sono guarito da Questo, grazie a Quest'altro" e non c'è bisogno che il paziente sia in malafede o che le testimonianze siano manipolate.
Quindi le testimonianze sono senza dubbio reali e sincere, al massimo possono essere incomplete (per motivi di tempo/privacy)

Per questo alcuni si sono basati sugli studi riportati da Simoncini (non avendo altro per potersi fare un idea sull'affidabilità di Simoncini) infatti le testimonianze, testimoniano la guarigione, non come questa sia avvenuta (ho capito che hanno preso SOLO bicarbonato ma se non ci dite quanti pazienti ha avuto e di questi, quanti sono guariti, è ovvio che entrano gli altri fattori, regressione spontanea e tutto il resto)
E gli studi contengono delle inesattezze che Simoncini ci ha spiegato (ma che io non sono riuscito a capire, mi scuso ancora, tuttavia Simoncini ha risposto è solo questione che qualcuno lo spieghi a me, se vuole)

Per sintesi :

1) Dirci quanti pazienti totali ha avuto Simoncini e quanti sono guariti grazie alla sua cura.

2) Spiegare (solo a me a quanto pare) la sua risposta in merito alle citazioni dei 3 studi di altri medici.(chi vuole e può)

3) Portare almeno un analisi completa e dettagliata di uno dei casi che ha guarito.

Ho letto la maggior parte di questa enorme discussione ma se mi sono perso qualcosa (e quindi ho preteso quello che già c'è) mi scuso anticipatamente.

Buona notte.

totalrec
Inviato: 7/9/2008 23:56  Aggiornato: 7/9/2008 23:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
TOTALREC: ma il tuo problema è il Corriere, quindi stai cercando di sviare l'argomento da quello che ho detto io: che se uno è in grado di pubblicare, pubblica su riviste internazionali, anche risultati eccezionali


Non c'è dubbio che li pubblichi. Anche Luigi Di Bella ha pubblicato diversa roba. Ci pensano poi i tipi del Corriere e i loro colleghi delle altre testate giornalistiche nazionali e internazionali a trattarli da ciarlatani.

Citazione:
Se uno non è in grado di pubblicare, pubblica sul suo sito citando a casaccio studi degli anni 80.


Se il paragone è con Simoncini, penso che tu abbia ragione. Non c'è partita. Tobinick stravince 1000 a 1. Altrimenti perché il Corriere sarebbe entrato in Defcon 1?

Citazione:
Se vuoi cambio fonte, ecco, Medical News Today, che hai da dire contro Medical News Today?


Una sola cosa: quanti lettori ha Medical News e quanti il Corriere?

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
cherubino
Inviato: 8/9/2008 0:09  Aggiornato: 8/9/2008 0:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
ALPHETTO: Citazione:
2) Spiegare (solo a me a quanto pare) la sua risposta in merito alle citazioni dei 3 studi di altri medici.(chi vuole e può)

Se ti riferisci ai cinque studi citati da Balihora, ne abbiamo discusso sopra, e la risposta di Simoncini ci ha confermato che non li ha letti, o quantomeno non ha letto i titoli. Se ti riferisci ai tre studi che ha citato nella risposta, ovvero questi

Citazione:
Tante volte gli articoli possono dare adito a difficoltà di interpretazione ma la presenza dei funghi nei malati oncologici è accettata e accertata dalla comunità scientifica .
Eccone altri esempi.

Safdar A (Antimicrob Agents Chemother 2001 Jul;45(7):2129-33) ad esempio, in uno studio prospettico al Memorial Sloan-Kettering Cancer Center and Department of Medicine, partendo dal fatto che le infezioni fungine sistemiche nosocomiali provengono dalla flora batterica endogena del paziente, valuta prospetticamente la stratificazione delle specie di Candida e il profilo di suscettibilità antifungina.
Il cancro, 61.8% d'organo e 23,7% d'origine ematica, si dimostra la malattia più frequente sottostante ad un'infezione micotica, nel 91% dei pazienti, in cui la Candida albicans rappresenta il micete predominante, con il 67,3%

Rodu B (Cancer 1988 Nov 1;62(9):2042-6), rinviene in 50 pazienti con leucemia acuta e sottoposti a terapia antineoplastica, una percentuale di colonizzazione orale da Candida nelle sue varie specie, che risulta alla fine essere presente nel 90 % circa dei casi.

Hornstein OP (Dtsch Med Wochenschr 1979 Jul 20;104(29):1033-6) del resto aveva già sottolineato l'alta incidenza della micosi orale nelle varie forme di leucoplachia (34%, 49% e 50%), e ancora di più (71,5%) nel carcinoma della mucosa orale.


basti sapere che "la presenza dei funghi nei malati oncologici è accettata e accertata dalla comunità scientifica", su questo siamo d'accordo con Simoncini. Ciò con cui non siamo d'accordo è che la comunità scientifica non ha MAI parlato di Candida in rapporto all'eziologia dei tumori maligni. La presenza dei funghi nei malati oncologici si spiega perchè il malato oncologico è un soggetto immunodepresso, e la immunodepressione (la granulocitopenia famosa di cui sopra) slatentizza l'infezione da Candida che normalmente è tenuta sotto controllo, in questi casi si manifesta perchè il paziente è debilitato e le sue difese immunitarie sono compromesse.

E poi anche qui il solito gioco sporco sulle percentuali.

SAFDAR: Lo studio dice che su 100 pazienti con infezione fungina, 91 avevano il cancro, e 4 l'AIDS. Non dice che su 100 malati oncologici 91 avevano la Candida, come vuol far credere Simoncini (non è "la presenza dei funghi nei malati oncologici", ma la presenza del cancro nei malati di Candida! ).

In RODU abbiamo 50 malati di leucemia, il 90% dei quali mostra colonizzazione orale da Candida (almeno, abbiamo la presenza di funghi in malati oncologici). Ora Simoncini mi spiega, visto che agli autori dello studio non passa minimamente per l'anticamera del cervello, come fa la Candida orale (un'infezione da fungo della cavità orale, subito curata con banali antifungini) a provocare la leucemia in questi pazienti. Ora me lo spiega. Se Simoncini è in linea, vorrei una risposta seria, non come quelle che ha dato finora.

In HORNSTEIN abbiamo dei pazienti con tumore della bocca, in cui si riscontra Candida. Gli autori (e non io) concludono dicendo "It is probable that chronic candidiasis in leukoplakia is not carcinogenic as such but is the microbiological and indicator of a local or systemic disorder of the cellular immune system.", che tradotto in italiano vuol dire "è probabile che la candidosi cronica nella leucoplachia NON SIA CANCEROGENA, ma sia utile come indicatore di un disturbo sistemico o locale della risposta immune cellulare". Il che significa che ancora una volta Simoncini ha citato tirandosi la zappa sui piedi, uno studio che rema in direzione opposta a quella che lui vuole percorrere. in questo senso è bravissimo.


Contento ora, Alphetto?

ElwoodBlue
Inviato: 8/9/2008 0:17  Aggiornato: 8/9/2008 0:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/4/2008
Da:
Inviati: 426
 Re: Domande a Tullio Simoncini
LogorRoico
Citazione:
Pensate se il metodo Simoncini l'avesse proposto un presidente di una multinazionale, non avrebbe rischiato seriamente il linciaggio?

Si. Da parte degli azionisti.






Premetto che questa non è una replica ad personam, anzi, ringrazio LogorRoico per lo spunto che mi ha dato.

Scrivo questo post perché fra i numerosissimi commenti ho trovato una passione che era da tempo che non vedevo, e questo mi ha fatto piacere; ma sull'onda di questa passione ho anche letto tutta una serie di confusioni, di frammischiamento di argomenti, di fischi combattuti come se fossero fiaschi: e questo di piacere me ne ha fatto un po' meno. Solo ogni tanto rare oasi di calma.

E quindi vi dò un avvertimento: METTETEVI COMODI. Ci vorrà del tempo, ma ne verrò a capo..
(E se a qualcuno è venuto in mente che anche quando scrivo interventi brevi sono parecchio prolisso.. che dire: ha ragione a preoccuparsi!)

PRIMO TEMPO: ZEN

E' chiaro che il tema è di quelli FORTI.
Credo che più o meno TUTTI siamo stati, personalmente o direttamente con amici o familiari, coinvolti in una situazione drammatica legata al cancro. Immaginarsi una discussione serena forse è illusorio: più o meno tutti gli interventi sono pervasi dal dolore.
Comunque non credo che contrapponendo il proprio dolore al dolore altrui si possano fare grandi passi avanti.

OLTRE a questo ci sono un paio di canali secondari di quelli che fanno scorrere il sangue veloce: l'ostruzionismo dello Status Quo accademico nei confronti di chi può metterne in crisi l'autorità e il grande lucro dell'industria farmaceutica su queste patologie.
Ingiustizia e malversazione: anche questi non sono temi che QUI si affrontano con la stessa tranquillità con cui, che so, si può parlare di un problema neutro come le TV FAKERY nel caso del 9/11...
(consiglio per i nuovi arrivati: per capire questa battuta andate a leggere tutto il sangue versato in quel thread).
Chi frequenta queste spiaggie di capacità e voglia di indignarsi di solito ne ha parecchia.

INOLTRE ogni tanto appaiono sprazzi di conflitto fra chi crede che a prescindere la Medicina Ufficiale vada santificata e chi invece pensa che piuttosto andrebbe demonizzata e condannata.

Se non bastasse... Si è persino tirato in ballo il Metodo Scientifico, come a dire che questa discussione rischia di mettere in discussione le basi del pensiero razionale. E quando le basi di qualcosa vacillano l'edificio che c'è sopra di solito si preoccupa parecchio.

Facciamo tutti una lunga passeggiata, poi una bella doccia calda.
Stappiamo una bottiglia di vino buono: un bicchiere PIENO va bevuto subito, tutto di un fiato, a soli fini terapeutici; un altro teniamolo a portata di mano per quando ci rimettiamo alla tastiera. Se pensate possa non bastare portatevi dietro direttamente tutta la bottiglia..


INTERVALLO


SECONDO TEMPO: BAR

In questo Secondo Tempo mi farò delle domande e Marzullianamente mi darò delle risposte.


1) IL METODO SCIENTIFICO E' VALIDO?
Ad oggi è sicuramente il miglior metodo d'indagine scientifica sviluppato.
Addirittura Pirsig ("Lo Zen E l'Arte Della Manutenzione Della Motocicletta") dice che è talmente poderoso e definitivo e impegnativo che bisogna farvi ricorso solo in ultima ratio.
I limiti del Metodo scientifico sono connaturati nel metodo stesso.
Con il suo ciclo schematico osservazione-ipotesi-previsione-esperimento-conclusioni è un formidabile meccanismo per la verifica delle idee; ma nel caso che le idee vengano a mancare è assolutamente impotente nel suggerire nuovi sviluppi.
Secondo Paul Feyerabend "la scienza non si sarebbe potuta sviluppare se gli scienziati avessero realmente applicato il metodo dichiarato"; secondo Karl Popper invece può servire al massimo per smentire un'ipotesi. Anche se cose come la teoria delle stringhe, la velocità della luce e l'intera branca della psicologia (quest'ultima per ovvi motivi) escono dai criteri necessari per essere validati dal Metodo scientifico tale metodo resta comunque uno strumento dalla forza eccezionale.


2) SIMONCINI APPLICA IL METODO SCIENTIFICO?
A giudicare dai commenti postati da alcuni utenti, che si sono fra le altre cose presi la briga di controllare le fonti da lui citate, direi che probabilmente no.
La mia impressione - visto che non ho letto gli studi originali, e in ogni caso non saprei interpretarli - è che lui sia fortemente convinto della sua teoria e si muova con grande fermezza in quella direzione, e che ogni tanto si preoccupi di raffazzonare qualche teoria a sostegno.
E' persino possibile che consideri l'intero problema del Metodo una solenne perdita di tempo davanti a una cosa così "evidente".
(accetto volentieri sia conferme che smentite)


3) SIMONCINI POTREBBE APPLICARE ALMENO UN PO' MEGLIO DI QUANTO FACCIA ADESSO (se non addirittura in toto) IL METODO SCIENTIFICO?
Assolutamente NO.
In una problematica di questa portata una ricerca seria comporta un sistema infrastrutturale e una quantità di investimenti che una persona sola non è in grado di sostenere.
Di Bella quantomeno nella parte di ricerca delle fonti di supporto era più accurato, ma anche lui da solo non poteva fare un granché.
L'ideale sarebbe che una ricerca seria fosse sovvenzionata da un istituto pubblico, tipo un'Università.
Però a quanto pare nessuno vuol metterci le mani e prendersi la briga di iniziare a finanziargli una ricerca seria perché... non c'è una ricerca seria precedente!
(E in ogni caso anche pensare che le università siano luoghi indipendenti è pura illusione, come credo possa testimoniare il dott. Montanari. Ma è comunque la cosa più indipendente che abbiamo).


4) SE SIMONCINI NON USA IL METODO SCIENTIFICO E NON HA ALLE SPALLE RICERCHE SERIE, COME SI PERMETTE DI SOSTENERE LE SUE TESI?
Perché comunque un numero X di persone (poche, medie, tante.. decidetete voi) vanno a curarsi da lui e guariscono.
Nelle numerose polemiche che sono scoppiate su quest'argomento mi sembra che ci si dimentichi di questa cosa un po' troppo facilmente.

Il suo metodo di ricerca è discutibile? SI.
Non ha alcun supporto o sostegno o accettazione da parte della comunità accademica? SI.
E' stato inquisito per truffa, radiato e ha fatto una brutta figura con quelli di Striscia? SI.
Ha un tenore di vita fantastico? E che ne so? Magari SI.
Però onestamente quest'aspetto della questione non può essere dimenticato.

Di taumaturghi meravigliosi sono pieni i condomini, ma dopo un po' tornano tutti a scaricare il pesce ai mercati.
Oppure iniziano a fare i MAGHI, che mettersi contro all'Ordine dei Medici è cosa rischiosa assai.

Ora, giusto per essere chiari, l'unica confutazione possibile al fatto che queste persone siano guarite è immaginare che i casi presentati siano FALSI, che i video siano girati con ATTORI che interpretano i malati (ex malati) e che Massimo e fefochip siano stati TURLUPINATI o siano addirittura CONNIVENTI.
Io invece credo che i video siano autentici e che le persone intervistate stiano dicendo la verità.
Ma non voglio fare affermazioni troppo fideistiche (come direbbe Pausania): mi limito solo a chiedermi il perché, se i video fossero falsi, attori così talentuosi non abbiano ancora sfondato.
Sarebbero da Oscar.


5) IL MONDO ACCADEMICO CRITICA SIMONCINI PER DIFENDERE UNA PROPRIA RENDITA DI POSIZIONE?
Forse si, forse no.
Questa volta mi limito a difendere la posizione "forse si", che la posizione "forse no" è già difesa da troppa gente.

A tutti gli effetti i medici possono esercitare solo se appartengono all'Ordine dei Medici, altrimenti commenttono un reato.
Chi decide se un medico può esercitare, ovvero se può essere ammesso all'Ordine? Non lo Stato, che lo ha già abilitato laureandolo.
Sono i medici stessi.
INDIPENDENTEMENTE da quante diagnosi sbagli il medico non rischia la radiazione dall'Ordine (però se partecipa al Grande Fratello si).
Ci sono medici che hanno la carriera costellata di cadaveri e che in teoria, se trovassero ancora qualche sprovveduto che si affida a loro, potrebbero legittimamente operarlo o diagnosticargli l'ennesima stupidaggine.

Non dico questa cosa così per dirla: un mio amico medico è fortissimamente alcolista da oltre 7 anni. La cosa è abbondantemente risaputa nell'ambiente ma l'Ordine non ritiene opportuno intervenire.
Se il mio amico sostanzialmente non esercita è per una scelta sua.
Paradossalmente se decide comunque di curare un caso difficile e lo sbaglia, e il paziente riporta dei danni o muore, il mio amico è soggetto a una causa civile.
L'Ordine dei Medici no.
Lo stesso Simoncini è stato radiato non perché ha fallito nel curare delle persone, ma perché le ha curate col bicarbonato in assenza di studi che comprovassero la sua utilità terapeutica.(*)

Weber dice che una Organizzazione, QUALUNQUE organizzazione, ha come scopo principale la propria sopravvivenza.
A tutti gli effetti pratici i medici (tramite l'Ordine) sono un'organizzazione. Che inevitabilmente difende se stessa.

In un mondo ben regolato un Di Bella o un Simoncini dovrebbero essere accolti dal consesso medico fra applausi iniziali e un sano scetticismo di ritorno. In definitiva hanno curato delle persone, e in alcuni casi erano persone che la scienza "ufficiale" dava per morte. L'interesse indiscutibile di questo Mondo Ideale sarebbe quello di studiare il fenomeno e capire come a fare per replicarne i risultati.
In questo imperfettissimo mondo invece entrambi sono stati accolti con una forte ostilità iniziale, un'ostilità ancora più forte di ritorno e l'ostracismo come ultima cosa.
A casa mia si dice che se otto premi Nobel dicono che una cosa NON PUO' accadere ma poi quella cosa accade, allora gli otto premi Nobel sbagliano. Qui invece talvolta passa l'impressione che se quella cosa accade invece vada ignorata..

Direi che tutte queste cose alimentano non poco l'opzione "forse si".

(*) la prossima volta che mettete dei jpg per i documenti di radiazione metteteli più grandi, bastardi! mi ci sono finito gli occhi e ci ho capito poco lo stesso.


6) LE CASE FARMACEUTICHE DAVVERO POTREBBERO CERCARE DI AFFOSSARE UNA CURA CONTRO IL CANCRO SE QUESTA TRUFFA ANDASSE CONTRO AI LORO INTERESSI? NON E' ESAGERATO?
No, non è esagerato.
Un'azienda farmaceutica è SEMPRE una società di capitali, molto spesso quotata in borsa.
Non esistono aziende farmaceutiche che siano società di persone.
Anche se il campo di attività (anzi, come si dice adesso, la mission) può dare adito a equivoci rispetto a una presunta eticità delle stesse, in realtà le aziende farmaceutiche come qualunque altra azienda sono responsabili solo di fronte ai loro azionisti.
Non a caso ogni tanto ne esce fuori una che mette in giro qualche farmaco fasullo (e spesso anche dannoso).

Diventare OGGI un'industria farmaceutica richiederebbe una mole di investimenti iniziali talmente alti in ricerca - investimenti dall'esito dubbio e dai tempi di ritorno molto elevati - che di fatto le aziende oggi esistenti operano in un regime di monopolio.
Questo non è un ossimoro.
Il campo dove la competizione in qualche modo ancora esiste è quello delle farmacie, ovvero del piccolo dettaglio.
Nel Business quello vero, la Sanità pubblica, queste aziende operano in un regime di cartello talmente ben organizzato che è estremamente difficile anche solo immaginare di riuscire a smontarlo.

Faccio un esempio che riguarda la Regione Toscana e che mi è stato riportato da un impiegato amministrativo regionale, frustrato perché le sue denuncie sull'argomento non venivano raccolte.
In un primo tempo le gare d'appalto sulle forniture dei farmaci venivano rapportate ESCLUSIVAMENTE sulla base del fatturato dei fornitori.
Mi spiego: ogni azienda partecipava realmente in ogni USL solo per una certa tipologia di medicinali, e tutte le offerte per i medicinali che invece erano già stati destinati agli altri appartenenti al cartello venivano aumentate in modo da non essere competitive.
In parole povere: a Roma io vendo le bende e tu i cerotti, perché io faccio il prezzo dei cerotti artatamente alto; a Milano facciamo al contrario.
In questo modo ogni azienda era presente in TUTTI i presidi ospedalieri, e si poteva assistere al caso bizzarro che le aspirine di una certa marca in una regione costavano 10, in un'altra costavano 12 e in un'altra ancora costavano 50..
Più o meno quando le USL sono diventate ASL la Regione Toscana, per cercare di rimediare a questo evidente malcostume, ha deciso di uscire dalla logica del singolo medicinale e di obbligare i partecipanti agli appalti farmaceutici a fornire dei pacchetti più completi.
La cosa che questo impiegato mi denunciava è che le varie industrie avevano risolto la cosa con grande semplicità: invece di decidere prima della gara i prezzi da presentare per ogni singolo farmaco si limitavano a stabilire chi doveva partecipare alla gara per ogni singola ASL e chi no.
Lui si era accorto della cosa perché aveva notato che nonostante la rivoluzione i fatturati complessivi delle singole compagnie erano rimasti immutati, e le quote di mercato anche.
E SOPRATTUTTO CHE IL COSTO PER I FARMACI ERA RIMASTO IMMUTATO: nessuna azienda aveva ritenuto opportuno abbassarne il prezzo.

Quindi direi che la mancanza di eticità delle aziende farmaceutiche è abbastanza fuori discussione.
(cronaxial?)
E se il cartello delle case farmaceutiche decide che se solo si screditano un paio di ricercatori canisciolti si può salvaguardare un mercato da oltre 50 MILIARDI di euro all'anno non ho dubbio che non avrebbe scrupolo a farlo.


7) MA TE, ELWOODBLUE, TE PERSONALMENTE, TE CHE FAI TANTO LO SPAVALDO E TI PERMETTI DI SPARARE GIUDIZI COME SE PIOVESSE, SUL PROBLEMA MEDICINA UFFICIALE E MEDICINA ALTERNATIVA COME TI COLLOCHI?
Ecco, lo sapevo che si sarebbe scesi sul personale
Allora, io sono per la MEDICINA UFFICIALE.
La mia fiducia in essa è talmente limpida e ingenua da essere persino imbarazzante.
Guardo con interesse ogni altra forma di medicina, ma è un'interesse del tutto accademico: se scendiamo nel profondo io penso che con un paio di pasticchine, un puntura e al limite un'operazioncina tutto si risolve.
E se qualcuno decide di andare in Oriente a farsi il Lavaggio del Colon per migliorare la propria digestione per quanto mi riguarda ha la mia benedizione: tanto quando torna con un paio di antibiotici risolve ohgni tipo di infezione che può aver preso con le cannule...
Anche i santoni orientali se sono messi alle strette decidono di andare a operarsi in America (se invece sono messi davvero male vengono in Italia, che costa meno).

Però non sono così sprovveduto da credere che la Medicina Ufficiale abbia le risposte a tutto sul piano scientifico.
Un miliardo di indiani si lava nel Gange, ne utilizza l'acqua per cucinare e soprattutto la beve: secondo la medicina ufficiale l'India dovrebbe essere un paese continuamente devastato da epidemie colossali, oppure gli indiani dovrebbero aver sviluppato talmente tanti tipi di immunità da essere virtualmente immortali.
Invece ciò non è.

Così pure non sono così sprovveduto da credere che fra le tante Organizzazioni esistenti solo l'Ordine dei Medici rinuncia all'istinto di sopravvivenza e alla tutela dei suoi membri per la salvaguardia di un bene "comune", o che le industrie farmaceutiche (che per altre cose invece sono sacrosante e strabenedette, e dico sul serio) decidano di rimunciare ai loro margini di profitto per lo stesso motivo.

8) E ORA?
E ora la cosa finisce qui.
Anzi no, proviamo a dargli un seguito.
Facciamo che Luogocomune organizza una petizione per la verifica ufficiale della teoria Simoncini tramite una fondazione statale di cui Simoncini sarà presidente e che operi in TRE università statali sotto la sua supervisione.
E dopo che saranno usciti dei risultati ufficiali e che questi risultati saranno stati vagliati dalla comunità internazionale vediamo che succede.

Purtroppo temo che questa cosa non avrà nessun risvolto pratico.
Raccogliamo un fantastilione di firme e andiamo a depositarle in Parlamento e ancora niente succederà, ma sarò comunque onorato di mettere la mia firma.

Anzi, se le cose per una volta andassero come dovrebbero andare in un mondo migliore di questo, credo che dovrei mettermi in fila dietro a tutti gli scettici.

In definitiva la loro ansia di smentite ufficiali dovrebbe essere almeno pari alla mia ansia di conferme, no?

cherubino
Inviato: 8/9/2008 0:27  Aggiornato: 8/9/2008 0:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
TOTALREC: Citazione:
Una sola cosa: quanti lettori ha Medical News e quanti il Corriere?

Medical News Today è letto quotidianamente da medici e professionisti del settore sanitario in tutto il mondo, dalla California al Giappone, compreso da me, senza contare chi lo legge con i feed e compagnia bella. La pagina di Salute del Corriere della Sera Online è letta da un nugolo sparuto di internauti italiani (EDIT: tolti quelli che leggono Repubblica, l'Unità, Libero, il Giornale e la Gazzetta del Mezzogiorno) mentre si carica la notizia su Alba Parietti e mentre si carica il servizio sulla pornostar Tera Patrick che invita a votare per Obama qui.

Adesso mi spieghi per favore che importanza ha se cito il Corriere o cito Medical News, o cito direttamente il sito dell'autore.

gobbo
Inviato: 8/9/2008 0:29  Aggiornato: 8/9/2008 1:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2005
Da: Neverland
Inviati: 1347
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Carloooo ha scritto :
Citazione:
granulocytopenia (non so cosa sia)


Ciao Carlooo

secondo il Dizionario medico la definizione della Granulocitopenia è questa:

Granulocitopenia

Riduzione del numero di granulociti nel sangue, espressione pressoché assoluta di una riduzione del numero dei granulociti neutrofili. Vedi neutropenia.


Spero che non vi sia ombra di dubbio che il dizionario medico non lo hanno scritto quelli che vengono comunemente chiamati servi del sistema per dare addito ai complotti nel campo medico.

il gobbo

------------------------------------------
Edit
Condivido in toto l'ultimo post di ElwoodBlue non solo per il tono pacato ma sopratutto per la sincerità del suo scritto. I miei complimenti.

I LINK.VOGLIO VEDERE I LINK,PLEASE.
DrHouse
Inviato: 8/9/2008 0:41  Aggiornato: 8/9/2008 0:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Domande a Tullio Simoncini
ElwoodBlue, so di correre il rischio di sembrare ossequioso, ma hai scritto un altro post da incorniciare.

Citazione:
Facciamo tutti una lunga passeggiata, poi una bella doccia calda.
Stappiamo una bottiglia di vino buono: un bicchiere PIENO va bevuto subito, tutto di un fiato, a soli fini terapeutici; un altro teniamolo a portata di mano per quando ci rimettiamo alla tastiera. Se pensate possa non bastare portatevi dietro direttamente tutta la bottiglia..

Beh, ora non metterti però a insegnarmi anche il mestiere...

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
totalrec
Inviato: 8/9/2008 0:41  Aggiornato: 8/9/2008 0:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Adesso mi spieghi per favore che importanza ha se cito il Corriere o cito Medical News, o cito direttamente il sito dell'autore.


No, niente. Ho solo la curiosa impressione che la stragrande maggioranza delle persone non decida come curarsi dall'Alzheimer leggendo "Medical News", "Lancet" o il sito di Tobinick, bensì leggendo il Corriere, Repubblica e Donna Moderna
E' solo un'impressione, eh...
Ti supplico, non chiedermi le statistiche.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
dr_julius
Inviato: 8/9/2008 1:58  Aggiornato: 8/9/2008 2:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Domande a Tullio Simoncini
EDIT Premesse:
caxxo avevo scritto un post precisino e tutto linkato.. poi è sparito (ma davvero non si può fare niente, oltre che RICORDARSI di copia incollare prima di cliccare "Invia commento"?).
Buon per voi che vi risparmiate il 70% di quello che avevo scritto e che non mi rimetto ora a scrivere daccapo
---
Premesso che sono in parte d'accordo con ElwoodBlue, che ha meglio espresso e sviluppato parte dei concetti che più cripticamente avevo già esposto.
----

ElwoodBlue ha dettoCitazione:
E se il cartello delle case farmaceutiche decide che se solo si screditano un paio di ricercatori canisciolti si può salvaguardare un mercato da oltre 50 MILIARDI di euro all'anno non ho dubbio che non avrebbe scrupolo a farlo.


Per amore di precisione: questa cifra rimbalza in continuazione, moltiplicando di cento volte il potere delle case farmaceutiche. E' quattro volte più alta di quanto si spende in un anno in Italia per tutti i farmaci per curare tutte le malattie.

Vi risparmio tutti i link e i discorsi e i distinguo e vado al succo: in tutta Italia si è speso (per l'anno 2007) 527 milioni di euro per i farmaci "Antineoplastici ed immunomodulatori". (fonte: federfarma, trovate anche la pagina in pdf, se preferite andate sul sito agenziafarmaco.it e trovate il rapporto Osmed 2007, con tutte le oltre 300 pagine commentate con tabelle e tutti i dettagli che sono stati pubblicati).

Abbiamo una spesa di 500 milioni (mezzo miliardo) e non 50 miliardi di euro. Sempre un mucchio di soldi, ma per avere un termine di paragone, diciamo meno del buco del bilancio 2006 Alitalia(*), e che consiste in una cifra di poco superiore a 9 euro a testa all'anno per ogni cittadino italiano (malato o sano). E' cento volte di meno di quello che tu segnalavi (più ingrassato che in grassetto), in buona fede rimbalzando forse da Sandman, che citava 'Gente' che raccontava di un paziente che chiedeva ad un medico tutte le fustelle....

Unendo l'esiguo valore del mercato di questi farmaci (4,1% del totale) al fatto che Simoncini và proprio in casa delle multinazionali a parlare delle sue scoperte, non credo poi così tanto, tirando bene le somme, alla teoria del cartello dei cattivoni delle multinazionali. Oppure non lo temono affatto. (Pronto a ricredermi, se trovo delle evidenze).

Conclusione:
Per scrivere questo post, mi è toccata una doppia fatica ma ho pur imparato qualcosa:
-che le fonti non sono tutte uguali... e lo sapevo già;
-che sapere costa tempo e fatica... e lo sapevo già;
-che comunicare con chiarezza e precisione costa tempo e fatica... e lo sapevo già;
-che è meglio fare un Ctrl+C prima di cliccare su "Invia un commento"... e lo sapevo già ma me lo dimentico troppo spesso.

La prossima volta seguirò il tuo "vinoso" consiglio, magari mi ricorderò di Ctrl+C



----
(*) buco Alitalia del bilancio 2006: sono 626 milioni di euro. fonte

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
Skabrego
Inviato: 8/9/2008 3:29  Aggiornato: 8/9/2008 3:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/12/2006
Da:
Inviati: 178
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Ma dopo tutto questo scannamento posso fare una domanda?

Quanti hanno letto il libro di Simoncini?

Notturno
Inviato: 8/9/2008 7:25  Aggiornato: 8/9/2008 7:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:

Autore: Skabrego Inviato: 8/9/2008 3:29:43

Ma dopo tutto questo scannamento posso fare una domanda?
Quanti hanno letto il libro di Simoncini?


Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
Redazione
Inviato: 8/9/2008 9:43  Aggiornato: 8/9/2008 9:44
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
BLACKHAWK: " se guardiamo le testimonianze, anche Wanna Marchi ed il mago brasiliano erano dei fenomeni."

Wanna Marchi si è rivelata essere una truffatrice.

Le testimonianze di Simoncini sono firmate da me: stai forse dicendo che anche le mie sono false?

Se sì, dillo chiaramente. Se no, spiegami il parallelo che hai fatto.

Grazie.

cherubino
Inviato: 8/9/2008 10:21  Aggiornato: 8/9/2008 10:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
ElwoodBlue: sono sostanzialmente d'accordo con tutto ciò che dici, ma vorrei puntualizzare alcune cose.

Citazione:
Perché comunque un numero X di persone (poche, medie, tante.. decidetete voi) vanno a curarsi da lui e guariscono. Nelle numerose polemiche che sono scoppiate su quest'argomento mi sembra che ci si dimentichi di questa cosa un po' troppo facilmente.

Purtroppo la medicina, e in particolare la EBM (evidence-based medicine) non si fonda sulle testimonianze dei pazienti guariti. Il criterio è molto più obiettivo. E ti posso dire anche il perchè. Perchè stando alle testimonianze dei pazienti guariti, questo bambino ormai celebre sarebbe stato guarito da Padre Pio, via etere, dall'aldilà all'aldiquà. Qualcuno potrebbe obiettare anche che Padre Pio non ha pubblicazioni. Ma sta di fatto che, non essendo il metodo Padre Pio facilmente o automaticamente replicabile, e non applicabile in Giappone, in Australia, e nelle Pampas, la medicina ufficiale non può ritenerlo valido quanto, che ne so, un antibiotico il cui effetto è immediatamente replicabile ed in tutto il mondo.

Citazione:
(*) la prossima volta che mettete dei jpg per i documenti di radiazione metteteli più grandi, bastardi! mi ci sono finito gli occhi e ci ho capito poco lo stesso.

Prenditela con Wikipedia

Citazione:
In un mondo ben regolato un Di Bella o un Simoncini dovrebbero essere accolti dal consesso medico fra applausi iniziali e un sano scetticismo di ritorno. In definitiva hanno curato delle persone, e in alcuni casi erano persone che la scienza "ufficiale" dava per morte. L'interesse indiscutibile di questo Mondo Ideale sarebbe quello di studiare il fenomeno e capire come a fare per replicarne i risultati.

E' indiscutibile. Ma io ti riporto un dialogo immaginario che avviene in questo Mondo Ideale. S = Simoncini. M = Consesso dei medici.
- S: "ho curato il cancro con il bicarbonato di sodio, i pazienti sono guariti, ho le foto del prima e del dopo, e le testimonianze video"
- M: "ah sì? e come li hai guariti?"
- S: "sinceramente non lo so, se lo sapessi l'avrei pubblicato, ma probabilmente l'alcalosi da me indotta uccide la Candida, l'ho scritto nelle tesine che potete leggere nel mio sito"
- M: "ah sì? e cosa c'entra la Candida con i tumori?"
- S: "beh, la Candida, che attecchisce a pH acido, è l'agente eziologico di tutti i cancri, e questo è sicuro, perchè la maggior parte dei tumori è bianca e la Candida è bianca"
- M: "ah sì? vai a quel paese".

Citazione:
Un miliardo di indiani si lava nel Gange, ne utilizza l'acqua per cucinare e soprattutto la beve: secondo la medicina ufficiale l'India dovrebbe essere un paese continuamente devastato da epidemie colossali, oppure gli indiani dovrebbero aver sviluppato talmente tanti tipi di immunità da essere virtualmente immortali. Invece ciò non è.

Se hai tempo ti invito ad approfondire l'argomento. Per fare solo l'esempio più celebre, mai sentito parlare di colera? Solo il 26 agosto scorso ha fatto 70 morti. Il delta del Gange è la fonte delle più grosse pandemie di colera. Per quanto mi risulta, diversi sadhu indù hanno lanciato una petizione al governo per ripulire un'acqua che più lurida non si può.

blackhawk
Inviato: 8/9/2008 11:45  Aggiornato: 8/9/2008 11:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/8/2007
Da:
Inviati: 305
 Re: Domande a Tullio Simoncini
"Le testimonianze di Simoncini sono firmate da me: stai forse dicendo che anche le mie sono false?

Se sì, dillo chiaramente. Se no, spiegami il parallelo che hai fatto."

Non sto dicendo che tu sia in malafede, così come non sto affermando che le testimonianze debbano per forza essere false. Sto, invece, dicendo che non si può prendere per buona una qualsivoglia terapia, senza una adeguata sperimentazione. Altrimenti il rischio è che chiunque possa affermare di avere trovato una cura per il cancro, tanto basta trovare una decina di persone che dicano di essere guarite con il tuo metodo ed il gioco è fatto.

La stessa polemica era saltata fuori con il dottor Hamer, le cui tesi non avevano nulla a che vedere con quelle di Simoncini, eppure anche lui sembrava essere il salvatore dell'umanità.

C'è solo una grande confusione che non si risolverà finche non ci sarà un reale confronto tra medicina ufficiale e teprie alternative.

larabari
Inviato: 8/9/2008 11:53  Aggiornato: 8/9/2008 11:53
So tutto
Iscritto: 1/6/2006
Da:
Inviati: 11
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Volevo sapere se il Dr. Simoncini ha preso in considerazione o se è a conoscenza della "formula di Rene Caisse". Anche lei come il Simoncini ha subito la stessa sorte da parte dei medici americani. Forse nella formula di Rene (parlo da profana) c'è un'ingrediente che alza il livello di sale nell'organismo oppure che riesce a portare il sale in tutte le parti del corpo in una percentuale che è fatale per il fungo.
Forse ho detto cavolate, anzi sicuramente, però è una cosa che mi incuriosisce.
Lara

florizel
Inviato: 8/9/2008 12:02  Aggiornato: 8/9/2008 12:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Purtroppo la medicina, e in particolare la EBM (evidence-based medicine) non si fonda sulle testimonianze dei pazienti guariti. Il criterio è molto più obiettivo.

Cherubino, perdonami: che non si ritengano valide le testimonianze di guarigione avvenute al di fuori dell'approccio ufficiale, lo posso capire (anche senza condividerlo). Se quello è l'unico approccio preso in considerazione, qualunque caso di guarigione avvenuto al di fuori di esso rischia di essere considerato un "caso", appunto.

Ma che si ritenga "obiettivo" il criterio adottato per stabilire l'avvenuta guarigione sulla sola base delle terapie ufficiali, e senza nemmeno prenderne in considerazione adeguatamente i casi di non guarigione, appare forzato e strumentale.

E' questa rigidità che espone la medicina ufficiale alle accuse di parzialità e di pressapochismo.

E poi, consentimi: riporti un esempio esageratamente improponibile. Non puoi associare padrepio (..."beato" impostore...) con qualsiasi altro studioso, nè fare l'errore di trascurare che ruolo abbia potuto avere la determinazione dell'ammalato (in questo caso il bambino) nel suo processo di guarigione.

Scusa, ma la ritengo un'osservazione un po' azzardata che rischia di ricondurre tutto ad una polarizzazione delle argomentazioni: o "miracoli" o "scienza". Quando poi potrebbe essere proprio quest'ultima a subire limitazioni dagli approcci della medicina ufficiale.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
redna
Inviato: 8/9/2008 12:20  Aggiornato: 8/9/2008 12:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Domande a Tullio Simoncini
cherubino
Il delta del Gange è la fonte delle più grosse pandemie di colera. Per quanto mi risulta, diversi sadhu indù hanno lanciato una petizione al governo per ripulire un'acqua che più lurida non si può.

....il delta del Gange è il delta di tutti i fiumi del mondo.
Il delta dei fiumi è la discarica di tutto. Pertanto bisogna vedere che cosa buttano nel Gange, e non credo siano gli indu in questo caso, e allora si capisce come mai le persone muoiono.
Si vuole far passare che muoiono di colera quando invece muoiono di tutt'altro, con scarichi chimici di tutte le schifezze chimiche che mandano in India ora che molti in occidente hanno interessi.

Nessuna pandemia, solo morti per avvelenamento.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
LogorRoico
Inviato: 8/9/2008 12:26  Aggiornato: 8/9/2008 12:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2008
Da:
Inviati: 85
 Re: Domande a Tullio Simoncini
@ ElwoodBlue
Bel post, complimenti.

balihora
Inviato: 8/9/2008 12:38  Aggiornato: 8/9/2008 12:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
3) SIMONCINI POTREBBE APPLICARE ALMENO UN PO' MEGLIO DI QUANTO FACCIA ADESSO (se non addirittura in toto) IL METODO SCIENTIFICO? Assolutamente NO. In una problematica di questa portata una ricerca seria comporta un sistema infrastrutturale e una quantità di investimenti che una persona sola non è in grado di sostenere. Di Bella quantomeno nella parte di ricerca delle fonti di supporto era più accurato, ma anche lui da solo non poteva fare un granché. L'ideale sarebbe che una ricerca seria fosse sovvenzionata da un istituto pubblico, tipo un'Università. Però a quanto pare nessuno vuol metterci le mani e prendersi la briga di iniziare a finanziargli una ricerca seria perché... non c'è una ricerca seria precedente! (E in ogni caso anche pensare che le università siano luoghi indipendenti è pura illusione, come credo possa testimoniare il dott. Montanari. Ma è comunque la cosa più indipendente che abbiamo).


Non sono d'accordo con questo.
Nulla vieta, o meglio vietava prima della radiazione, che Simoncini raccogliesse tutto il materiale necessario per ricostruire la storia clinica di ogni singolo caso da lui trattato, sia con esito positivo sia con esisto negativo, e pubblicasse una casistica completa.

Non richiede nè denaro nè struttura e lo fanno tutti i medici, anche in era preinformatica.


Se parliamo poi di verifiche teoriche, alcune sono realmente banali, come ad esempio la ricerca di candida in biopsie di neoplasie.

Simoncini ha esercitato anche al Regina Elena, noto e attrezzatissimo ospedale oncologico di Roma. Gli strumenti non gli mancavano affatto.

cherubino
Inviato: 8/9/2008 12:42  Aggiornato: 8/9/2008 12:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
FLORIZEL: ti rispondo con quanto ha scritto Balihora parecchi post fa:

Hai chiesto loro se hanno bevuto vino?
Hai chiesto loro se hanno osservato il cielo?
Hai chiesto loro se hanno pregato?
Hai chiesto loro se hanno incrociato le dita?
Hai chiesto loro se hanno preso aspirina?
Hai chiesto loro se dormono con la testa a nord?
Hai chiesto loro se hanno un parente con i capelli rossi?
Hai chiesto loro....


Non c'è altro da dire. Altro che approccio forzato e strumentale.

REDNA: per favore, documentati prima di parlare. Basta googlare "epidemia colera gange".

florizel
Inviato: 8/9/2008 13:04  Aggiornato: 8/9/2008 13:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
ti rispondo con quanto ha scritto Balihora parecchi post fa:

Hai chiesto loro se hanno bevuto vino?
Hai chiesto loro se hanno osservato il cielo?
Hai chiesto loro se hanno pregato?
Hai chiesto loro se hanno incrociato le dita?
Hai chiesto loro se hanno preso aspirina?
Hai chiesto loro se dormono con la testa a nord?
Hai chiesto loro se hanno un parente con i capelli rossi?
Hai chiesto loro....


Che razza di risposta è, scusa? Posso immaginare che tu sia stanco, però le questioni poste credo che esigano un'attenzione diversa da quella boutade.

Grazie lo stesso. Prendo atto.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
redna
Inviato: 8/9/2008 14:06  Aggiornato: 8/9/2008 14:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Domande a Tullio Simoncini
REDNA: per favore, documentati prima di parlare. Basta googlare "epidemia colera gange".


e tu fammi il favore di essere meno ingenuo o far finta di esserlo.

Perchè state solo parlando INGENUAMENTE.

Se leggi bene il post che ho scritto (invece di andare su google....) avresti capito BENISSIMO quello che intendevo.

Documentati tu (anche da altre parti olte a google....)quante fabbriche chimiche che ci sono che riversano nel Gange.

Pert cortesia, non siamo all'asilo, casomai non si fosse ancora capito.

PS-resto sempre in attesa di conoscere 'noi' , ma penso che di non sbagliarmi se dico che lo so già.
Cherubino fa bene i conti....


====
Hai chiesto loro se hanno bevuto vino?
Hai chiesto loro se hanno osservato il cielo?
Hai chiesto loro se hanno pregato?
Hai chiesto loro se hanno incrociato le dita?
Hai chiesto loro se hanno preso aspirina?
Hai chiesto loro se dormono con la testa a nord?
Hai chiesto loro se hanno un parente con i capelli rossi?
Hai chiesto loro....


....a questo punto ho capito tutto.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
ElwoodBlue
Inviato: 8/9/2008 16:50  Aggiornato: 8/9/2008 16:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/4/2008
Da:
Inviati: 426
 Re: Domande a Tullio Simoncini
DrHouse grazie per l'apprezzamento, e grazie anche a LogorRoico e a gobbo. Ehi, ciao gobbo!
Soprattutto grazie per esservi preso la briga di leggerlo tutto..
Estendo il ringraziamento anche agli altri scellerati che l'hanno fatto.

(P.S. "rubare il mestiere"? seriamente, ma tu sei medico o forse un sommelier?)


dr_julius, ho esagerato, eh?
A Federfarma proprio non ci avevo pensato. La prossima volta starò più attento a non abboccare a tutto, lo giuro.
Spero mi venga riconosciuta come circostanza attenuante il fatto che l'ammontare della cifra in sé nel contesto del discorso non era assolutamente importante.


cherubino, non sono d'accordo con te sulle cose in cui tu non sei d'accordo con me (e se ritieni di non essere nuovamente d'accordo sei assolutamente legittimato a farlo)

Citazione:
Ma sta di fatto che, non essendo il metodo Padre Pio facilmente o automaticamente replicabile, e non applicabile in Giappone, in Australia, e nelle Pampas, la medicina ufficiale non può ritenerlo valido quanto, che ne so, un antibiotico il cui effetto è immediatamente replicabile ed in tutto il mondo.

Boh. A me sembra la solita vecchia querelle fra pensiero positivista e misticismo.
Mettiamola così: se il Metodo Padre Pio funzionasse realmente in modo diffuso visti gli indiscutibili vantaggi che presenta (0 costi, 0 giorni di degenza, 0 effetti collaterali, 0 ricadute) secondo me i medici dovrebbero laurearsi a Pietrelcina.
E per una volta il razionalismo vorrà dire che farà un passo indietro.
No?

Citazione:
Ma io ti riporto un dialogo immaginario che avviene in questo Mondo Ideale. S = Simoncini. M = Consesso dei medici.
- S: "ho curato il cancro con il bicarbonato di sodio, i pazienti sono guariti, ho le foto del prima e del dopo, e le testimonianze video"
- M: "ah sì? e come li hai guariti?"
- S: "sinceramente non lo so, se lo sapessi l'avrei pubblicato, ma probabilmente l'alcalosi da me indotta uccide la Candida, l'ho scritto nelle tesine che potete leggere nel mio sito"
- M: "ah sì? e cosa c'entra la Candida con i tumori?"
- S: "beh, la Candida, che attecchisce a pH acido, è l'agente eziologico di tutti i cancri, e questo è sicuro, perchè la maggior parte dei tumori è bianca e la Candida è bianca"
- M: "ah sì? vai a quel paese".

Scusa se te lo dico, ma a me questo dialogo sembra più quello che è successo davvero nel mondo reale
Se provi a rileggerlo così com'è scritto (e non magari come immaginavi di volerlo scrivere) magari sarai d'accordo non in disaccordo con me.
Guarda, provo a fare un esempio sulla tua falsariga per spiegare meglio quello che intendevo:
Consesso dei Medici: "Cazzo, abbiamo massacrato per anni i nostri pazienti con le chemio poi invece vanno da questo (Simoncini, n.d.a.) e lui li cura con il BICARBONATO! e quelli GUARISCONO! Bella figura di merda ci ha fatto fare. Di sicuro quell'uomo è un genio, ma dal punto di vista accademico è un disastro: nelle sue ricerche non ci si capisce nulla. Beh, rimbocchiamoci le mani e vediamo COME funziona (visto che FUNZIONA), perché tanto se aspettiamo lui stiamo freschi... "

Che a me pare un atteggiamento lievemente più costruttivo di quello utilizzato fin'ora, no?

(ora mi sta un po' pensiero farlo perché sarebbe un discorso troppo lungo, ma l'atteggiamento avuto dalla scienza medica nei casi simili a quelli di Simoncini mi ha fatto tornare in mente uno spunto di riflessione di qualche tempo fa. Prima o poi posterò qualcosa sull'Inalberamento Pregiudiziale Automatico di chi sta avendo torto in una discussione.
Cazzo, ma che male c'è nell'avere torto? Sai che noia ad avere sempre ragione..)


Citazione:
Se hai tempo ti invito ad approfondire l'argomento.

Non adesso ma stai sicuro che lo faccio: mi hai incuriosito. Però questo non toglie che tutti gli indiani che vivono sulle rive del Gange (il 125% del totale) a quest'ora secondo la medicina occidentale dovrebbero essere tutti morti


balihora
Citazione:
Non sono d'accordo con questo.
Nulla vieta, o meglio vietava prima della radiazione, che Simoncini raccogliesse tutto il materiale necessario per ricostruire la storia clinica di ogni singolo caso da lui trattato, sia con esito positivo sia con esisto negativo, e pubblicasse una casistica completa.

Ok, lo ammetto, sono stato io il primo a mischiare le cose: vediamo di riportare un po' di chiarezza.

Il metodo scientifico si articola in 6 fasi: osservazione-ipotesi-previsione-esperimento-conclusioni-teoria (teoria solo nel caso che gli esperimenti siano andati a buon fine). Sono secoli che è così.
Credo che non ci siano dubbi sul fatto che il metodo scientifico Simoncini l'abbia applicato.
Ha osservato la presenza della Candida nei tumori, ha ipotizzato che ci fosse una relazione fra le due cose, ha previsto che combattendo il fungo si sarebbe ridotto il tumore, ha sperimentato la sua ipotesi, ha visto che gli esiti erano favorevoli, ne ha estrapolato una teoria. Stop.
DOPODICHE' la comunità di ricerca medica immagino abbia sviluppato una serie di protocolli burocratici (e dico "burocratici" senza voler sminuire niente: anch'io credo che la burocrazia sia una cosa spesso indispensabile) come vaglio a monte per la validazione delle ricerche.

Io sono fra quelli che non hanno letto il libro quindi non so esattamente cosa sia successo nelle ricerche di Simoncini.
Probabilmente è un buon ricercatore che forse ha avuto un'intuizione geniale; sicuramente invece come accademico fa schifo.

E con ciò?

Ribadisco che al suo attivo ha delle guarigioni, quindi anche se non ha rispettato la forma sicuramente ha rispettato la sostanza.

Permettimi, ma quando si parla di robe scientifiche ogni volta che mi viene detto che la forma ha MAGGIORE importanza della sostanza io resto sempre molto perplesso.

Domanda: ma se Luogocomune mettesse su la famosa petizione per una VERIFICA FORMALE delle "scoperte" di Simoncini (secondo le linee che immaginavo prima: una Fondazione con lui a capo, ricerca in tre università italiane), tu la firmeresti?

balihora
Inviato: 8/9/2008 17:09  Aggiornato: 8/9/2008 17:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/8/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Credo che non ci siano dubbi sul fatto che il metodo scientifico Simoncini l'abbia applicato. Ha osservato la presenza della Candida nei tumori, ha ipotizzato che ci fosse una relazione fra le due cose, ha previsto che combattendo il fungo si sarebbe ridotto il tumore, ha sperimentato la sua ipotesi, ha visto che gli esiti erano favorevoli, ne ha estrapolato una teoria. Stop.


Prendi un punto di vista esterno:
1) Ha osservato la presenza della Candida nei tumori
Se l'ha fatto (di sicuro non l'ha fatto a livello istologico, per sua stessa ammissione qualche post più sopra), lo ha fatto solo lui e nessun altro. Nessuno riesce a vederla.
Avrà usato un metodo innovativo? Chissà, lui non ci dice nulla, nè ci mostra immagini, niente.
Ha messo un video su youtube con alcune endoscopie dove spaccia dei riflessi luce per candida.

2) ha visto che gli esiti erano favorevoli
Presupponendo almeno su questo la buona fede, sappiamo che ha curato poco meno di 20 persone in 25 anni su non si sa quanti (perchè lui non ce lo dice) pazienti.
Per quello che ne sappiamo noi, potrebbero esser guariti per qualsiasi altro motivo. (EDIT: per quello che ne sappiamo noi, potrebbero essere gli unici riusciti a sopravvivere al metodo Simoncini)

Citazione:
DOPODICHE' la comunità di ricerca medica immagino abbia sviluppato una serie di protocolli burocratici (e dico "burocratici" senza voler sminuire niente: anch'io credo che la burocrazia sia una cosa spesso indispensabile) come vaglio a monte per la validazione delle ricerche.


In effetti quei burocrati dei medici vietano la sperimentazione di terapie senza supporto teorico su cavie UMANE.
Eppure Simoncini se ne è infischiato di questo divieto e lo ha fatto ugualmente.

Non si sa cosa gli ha vietato di raccogliere documentazione però.


Io non so dove ci vediate del genio in questo individuo.

redna
Inviato: 8/9/2008 17:18  Aggiornato: 8/9/2008 17:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Domande a Tullio Simoncini
In effetti quei burocrati dei medici vietano la sperimentazione di terapie senza supporto teorico su cavie UMANE.
Eppure Simoncini se ne è infischiato di questo divieto e lo ha fatto ugualmente.

Non si sa cosa gli ha vietato di raccogliere documentazione però.


Io non so dove ci vediate del genio in questo individuo.


....i burocrati dei medici nn sono forse quelli che fanno i trapianti anche?
Mi spieghi come fanno a fare sperimentazione di questo tipo senza le cavie umane?
....'o scusa, ti porto via il cuore...sorry...
ma lo fa educatamente però. Monsignor della Casa era medico!

Per quanto riguarda il cancro dove speriementano se NON si quelli che hanno questa malattia?
E il supporto teorico che è , ma soprattutto chi lo fa se non 'loro'....


Io non so dove ci vediate del genio in questo individuo.
....io non so dove vedi dei geni nei medici in generale, per esempio.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
cherubino
Inviato: 8/9/2008 18:33  Aggiornato: 8/9/2008 18:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
Per quanto riguarda il cancro dove speriementano se NON si quelli che hanno questa malattia?

sugli animali, per esempio?

abbidubbi
Inviato: 8/9/2008 20:30  Aggiornato: 8/9/2008 20:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/8/2005
Da: roma
Inviati: 671
 Re: Domande a Tullio Simoncini
"Cazzo, abbiamo massacrato per anni i nostri pazienti con le chemio poi invece vanno da questo (Simoncini, n.d.a.) e lui li cura con il BICARBONATO! e quelli GUARISCONO! Bella figura di merda ci ha fatto fare. Di sicuro quell'uomo è un genio, ma dal punto di vista accademico è un disastro: nelle sue ricerche non ci si capisce nulla. Beh, rimbocchiamoci le mani e vediamo COME funziona (visto che FUNZIONA), perché tanto se aspettiamo lui stiamo freschi... "

B I N G O !

Io sto mentendo. (Eubulide, V secolo a.C.)
cherubino
Inviato: 8/9/2008 20:39  Aggiornato: 8/9/2008 21:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Citazione:
B I N G O !


Nessun bingo.

Non esiste nessun presupposto logico per impegnare soldi, strutture e personale per studiare l'effetto del bicarbonato nella terapia dei tumori.

A quel punto si dovrebbe provare l'effetto di tutte le sostanze esistenti al mondo, dal poliestere del peluche alla polvere di legno dell'acero americano.

In teoria si può pure fare; in pratica, è più difficile.

Se Simoncini ritiene di essere nel giusto, sperimenti per conto suo, e pubblichi. Se ha ragione, sarà il salvatore dell'umanità, e nessuno gliene potrà togliere i meriti. Se ha torto, avrà perso un po' di denaro e di tempo. Invece è questo suo non sperimentare che mi lascia molto perplesso.

Redazione
Inviato: 8/9/2008 21:44  Aggiornato: 8/9/2008 21:44
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
BLACKHAWK: "Non sto dicendo che tu sia in malafede, così come non sto affermando che le testimonianze debbano per forza essere false. Sto, invece, dicendo che non si può prendere per buona una qualsivoglia terapia, senza una adeguata sperimentazione. Altrimenti il rischio è che chiunque possa affermare di avere trovato una cura per il cancro, tanto basta trovare una decina di persone che dicano di essere guarite con il tuo metodo ed il gioco è fatto."

La tua spiegazione è ridicola, e il parallelo rimane offensivo oltre che invalido. Le interviste non sono state "trovate", le ho REALIZZATE io.

Ti invito in futuro a stare più attento nel fare insinuazioni lesive della mia serietà professionale.

Redazione
Inviato: 8/9/2008 22:06  Aggiornato: 8/9/2008 22:06
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
LARABARI: "Volevo sapere se il Dr. Simoncini ha preso in considerazione o se è a conoscenza della "formula di Rene Caisse". Anche lei come il Simoncini ha subito la stessa sorte da parte dei medici americani. Forse nella formula di Rene (parlo da profana) c'è un'ingrediente che alza il livello di sale nell'organismo oppure che riesce a portare il sale in tutte le parti del corpo in una percentuale che è fatale per il fungo. Forse ho detto cavolate, anzi sicuramente, però è una cosa che mi incuriosisce."

Ciao Lara, il tuo parallelo non è affatto stupido.

Non sono qualificato per darti una risposta"scientifica", ma a quel che ricordo dal liceo, erbe e funghi non sono proprio gli amici migliori. Mi sembra quindi perfettamente logico che una certa mistura di erbe possa attaccare e sconfiggere una colonia fungina.

cherubino
Inviato: 8/9/2008 22:23  Aggiornato: 8/9/2008 22:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Per Mazzucco.

"E mi dispiace anche per Massimo: le tue interviste sono eccezionali, ovvero per me valgono molto da un punto di vista umano, emozionale. Io credo a quelle persone. Le credo sinceramente. Ma credo loro esclusivamente sulla parola. Non ho niente altro da mettere sul piatto della bilancia.

Ma da un punto di vista scientifico, e forse anche giuridico, non valgono niente. Se avessi un paziente oncologico, non mi sognerei neanche per l'anticamera del cervello di praticargli iniezioni di bicarbonato, sulla base del sito e del libro di Simoncini e sulla base delle tue interviste. E se lo facessi e il mio paziente andasse al creatore, non sarebbero le tue interviste a farmi scagionare durante il processo."

Redazione
Inviato: 8/9/2008 22:25  Aggiornato: 8/9/2008 22:28
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
CHERUBINO (grazie): "le tue interviste sono eccezionali... ma da un punto di vista scientifico, e forse anche giuridico, non valgono niente. "

Infatti io fatto un articolo informativo, non ho citato nessuno in tribunale, e non ho mai spacciato luogocomune per un Journal medico-scientifico.

Chi vuole, se le fa bastare, chi non vuole vada altrove a cercare la soluzione. Ma non vedo perchè non avrei dovuto farle conoscere, nè vedo perchè non avrei potuto esprimere la mia opinione al riguardo.

cherubino
Inviato: 8/9/2008 22:31  Aggiornato: 8/9/2008 22:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Capisco. Quindi in definitiva ci siamo lasciati troppo prendere la mano, vedendo questi articoli sotto un'ottica più spinta di quanto non fossero in realtà.

redna
Inviato: 8/9/2008 22:55  Aggiornato: 8/9/2008 22:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Domande a Tullio Simoncini
cherubino

Capisco. Quindi in definitiva ci siamo lasciati troppo prendere la mano, vedendo questi articoli sotto un'ottica più spinta di quanto non fossero in realtà.

....forse ti stai spingendo anche tu più in la, pensando che tutti si siano lasciati prendere la mano, per esempio, mentre si stava solo sostenendo altre cose, forse anche, completamente diverse.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Redazione
Inviato: 9/9/2008 0:12  Aggiornato: 9/9/2008 0:12
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
CHERUBINO: Quindi in definitiva ci siamo lasciati troppo prendere la mano, vedendo questi articoli sotto un'ottica più spinta di quanto non fossero in realtà.

E' quello che vado dicendo dall'inizio. Qualcuno ha cominciato a PRETENDERE prove certe e inconfutabili, dimenticando che se queste esistessero non saremmo certo qui a discutere.

Redazione
Inviato: 9/9/2008 1:15  Aggiornato: 9/9/2008 1:15
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Domande a Tullio Simoncini
Ho cercato di dare spazio ad una discussione corretta e costruttiva, ma visto che l'unico interesse di certi elementi era quello di farla deragliare a tutti i costi, sono stato costretto ad usare le maniere forti.

In casi del genere, è naturale che più si va avanti più la tolleranza si avvicini allo zero assoluto. Ora il limite è stato raggiunto, e io non posso passare le giornate ad intervenire per ripetere le stesse cose a chi finge di non capirle.

Questo thread è chiuso, e l’argomento oncologia è temporaneamente sospeso su tutto il sito, fino a nuovo ordine.

Chiunque posterà qualunque cosa sull’argomento, utilizzando thread sia vecchi che nuovi, sarà immediatamente sospeso.

Lo stesso dicasi per eventuali ”richieste di chiarimenti” di qualunque tipo, che andranno inoltrate esclusivamente via PM. Non garantisco in ogni caso risposte immediate. Come ho detto, ho altri progetti a cui devo dedicarmi.

Purtroppo questo è il prezzo da pagare quando si vuole lasciare una vera libertà di espressione per tutti, dando l’opportunità a chi vuole di approfittarsene per spargere letame sui propri avversari.

In ogni caso, chi vuole informarsi sull’argomento trova da leggere, fra posizioni pro e contro, per un’intera settimana. Il compito fondamentale del sito è quindi stato assolto.

Massimo Mazzucco


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA