Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
 DVD-SHOP

ACQUISTA I FILM
DI LUOGOCOMUNE
 Amazon
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 --





 Menu principale
 Utenti Online
Iscritti: 12972 + 3481
39 utente(i) online (14 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 1
Utenti anonimi: 38

invisibile, Altro...
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata
 Commenti recenti
Re: Giornalista USA decapitato
crunch 21/8/2014 3:33
Re: Giornalista USA decapitato
crunch 21/8/2014 3:26
Re: Giornalista USA decapitato
lysmata 21/8/2014 0:43
Re: Giornalista USA decapitato
Blade1960 21/8/2014 0:27
Re: 10 domande a chi si intende di economia
R_Deckard 20/8/2014 23:04
Re: Giornalista USA decapitato
afabbri73 20/8/2014 22:44
Re: Giornalista USA decapitato
afabbri73 20/8/2014 22:31
Re: Giornalista USA decapitato
Slobbysta 20/8/2014 22:11
Re: Giornalista USA decapitato
Evangelion 20/8/2014 22:11
Re: Giornalista USA decapitato
afabbri73 20/8/2014 22:10
Re: Giornalista USA decapitato
Slobbysta 20/8/2014 22:03
Re: Giornalista USA decapitato
W.Snake8 20/8/2014 22:03
Re: Giornalista USA decapitato
Pyter 20/8/2014 22:01
Re: Giornalista USA decapitato
afabbri73 20/8/2014 21:55
Re: Giornalista USA decapitato
Calvero 20/8/2014 21:51
Re: Giornalista USA decapitato
Evangelion 20/8/2014 21:50
Re: Giornalista USA decapitato
Aironeblu 20/8/2014 21:46
Re: Giornalista USA decapitato
Redazione 20/8/2014 21:30
Re: Giornalista USA decapitato
crunch 20/8/2014 21:29
Re: 10 domande a chi si intende di economia
Slobbysta 20/8/2014 21:12
 Recent Topics
Chi siamo veramente, cosa siamo veramente?
l'Angolo del futuro - NEWS (vere o quantomeno attendibili)
L'angolo dei video
L'angolo delle immagini
inchiesta CIT ?
Cosa è l'ACIDO ASCORBICO (vitamina C)?
Musica dal vivo
il viaggio inconsapevole
Dubbi
OLOCAUSTO PALESTINESE
La gravità è più forte all'equatore, ma pare ci sia molta confusione a riguardo
Ebola Virus
Civiltà Ebraica
Sonda Rosetta individua Ufo sulla cometa 67P?
Temperature all'interno delle torri e comportamento dell'acciaio in generale
I MESSAGGI DEI CERCHI NEL GRANO
Cosa state ascoltando?
MH 17 (nuovo thread)
Sciamanismo
19/08/1953: Operazione Ajax
canneto di caronia
Il Terzo Segreto di Fatima riguarda l'Apostasia finale e l'Apocalisse
Arkadij Petrov e Gregari Grabovoj – bio-informazione
Renzi aspirante dittatore
Il Senato dei Raccomandati
La Nuova Cronologia di Anatolij Fomenko
Ciao a tutti
finalmente un modulo di atterraggio che non sia fatto di cartapesta!
L' angolo delle cose che non si sa se ridere o piangere
Questioni Tecniche - tutto quello che vorresti sapere su LC e mai lo verrai a sapere

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Medicina : Cura il cancro per e-mail
Inviato da Redazione il 28/1/2009 11:50:00 (29535 letture)

Questa è un’altra paziente curata di recente da Tullio Simoncini da un tumore alla vescica. Anzi, bisogna dire che questa paziente si è curata da sola, perchè Lorna, che vive in Australia, Simoncini non l’ha mai nemmeno incontrato.



Questa è la sintesi dell’intervista, la cui versione completa sarà pubblicata più avanti. Nella versione completa Lorna spiega come ha imparato da sola a posizionare il catetere per i lavaggi con il bicarbonato, e racconta le diverse reazioni dei medici alla sua scelta coraggiosa e apparentemente positiva.

Su Simoncini abbiamo già detto tutto e il contrario di tutto, ...

... per cui ci limitiamo a pubblicare i link agli articoli precedenti, per gli utenti che ancora non conoscessero la vicenda.

Massimo Mazzucco

Metodo Simoncini e tumori della pelle

La “grande eresia” di Tullio Simoncini

Tullio Simoncini: Renaissance Man

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
20/8/2014 12:50:47 - Giornalista USA decapitato
19/8/2014 11:20:00 - 10 domande a chi si intende di economia
14/8/2014 19:50:00 - Commenti liberi
12/8/2014 12:10:00 - "Non si fa la guerra nel nome di Dio"
9/8/2014 10:50:00 - L’undici settembre e il magico mondo dei derivati
6/8/2014 11:52:16 - Testimonianza da Hiroshima
5/8/2014 22:08:47 - Commenti liberi
3/8/2014 15:28:02 - Richard Gage intervistato da C-Span
1/8/2014 19:20:00 - Aereo malese abbattutto
30/7/2014 18:50:00 - Lettera di un 14enne sulla scuola
29/7/2014 10:58:34 - Ralph Renè: cos'è l'EBS
27/7/2014 21:20:00 - Commenti liberi
25/7/2014 20:00:53 - Quelli che il debito pubblico c'è perché abbiamo vissuto al di sopra delle nostre possibilità
24/7/2014 22:20:00 - Renzi come Obama: stessi errori, stessa presunzione
22/7/2014 18:20:00 - La "diretta TV" dalla Luna

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
ProphetOne
Inviato: 28/1/2009 12:08  Aggiornato: 28/1/2009 12:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/6/2006
Da: Pianeta Nibiru
Inviati: 75
 Re: Cura il cancro per e-mail
A Roma si dice "pija e porta a casa".

cocis
Inviato: 28/1/2009 12:28  Aggiornato: 28/1/2009 12:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1381
 Re: Cura il cancro per e-mail
se si fosse curata qui .. sacconi e bagnasco l'avrebbero fatta tenere in vita artificialemtne x il resto della sua vita ..

Paolo69
Inviato: 28/1/2009 14:22  Aggiornato: 28/1/2009 14:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/7/2004
Da:
Inviati: 1153
 Re: Cura il cancro per e-mail
Penso che i casi reali documentati , anche se ce ne fosse uno solo , dovrebbero essere oggetto di attenzione di commisioni mediche statali , al fine di capire come si è riusciti a far guarire qui pazienti , e perchè invece una cura tradizionale , oltre a non garantire risultati certi , avrebbe auto conseguenze sulla salute decisamente pesanti.
Purtroppo come ben sappiamo l'ermetismo della comunità scientifica impedisce tutto ciò , come già in passato si è visto per la cura Di Bella.
Nel caso di Tullio Simoncini i casi reali documentati sono ben piu' di uno.
Dovrebbe farne tesoro la scienza invece di ostacolarlo.

HostFat
Inviato: 28/1/2009 14:28  Aggiornato: 28/1/2009 14:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/8/2007
Da:
Inviati: 131
 Re: Cura il cancro per e-mail
Bisognerebbe chiedere sempre a questa signora, se potesse pubblicare gli esami "prima e dopo", dove appunto sarebbe indicata la presenza e poi la scomparsa del tumore.

Se ha intenzione di aprire un sito e quant'altro dove lei in prima persona volesse impegnarsi a diffondere questa sua esperienza, non credo che avrebbe troppi problemi a pubblicare anche quei documenti.

WeWee
Inviato: 28/1/2009 15:19  Aggiornato: 28/1/2009 15:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: Cura il cancro per e-mail
Leggo da mesi questo sito e sono stato attirato come un orso al miele da questa notizia (sono un medico), da curiosità.
Avevo sentito parlare di questo metodo, ma non avevo approfondito, quindi mi riservo di informarmi meglio, com'è giusto.
Intervengo solo per precisare che da quello che si vede in questa breve testimonianza, ci sono alcuni elementi che non rendono chiaro l'episodio:

1) La donna è stata affetta da carcinoma vescicale in situ (è il primo stadio del cancro vescicale, quello più "superficiale").
2) Il trattamento del cancro in situ è la resezione diatermica (una sorta di asportazione con elettrobisturi) della parte superficiale della zona colpita. Asportata quella zona, è sufficiente sottoporsi a controlli, il cancro è stato asportato.
3) La signora ha subito questo trattamento.
4) La signora si è sottoposta alle cure con il bicarbonato.

Diciamo che la cura è arrivata dopo il trattamento previsto in questi casi.
Quindi non capisco da cosa si possa parlare di guarigione con il bicarbonato, quando il cancro era già guarito.
O ho capito male io...?

Comunque, attendo più particolari, magari sto parlando a sproposito, era solo perchè la cosa mi era saltata subito all'occhio.

Buon lavoro!

gio911
Inviato: 28/1/2009 15:49  Aggiornato: 28/1/2009 15:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/5/2006
Da: Gela
Inviati: 125
 Re: Cura il cancro per e-mail
scusa Massimo, puoi pubblicare la tua intervista al dott. Simoncini? grazie

MarcoBZ
Inviato: 28/1/2009 16:03  Aggiornato: 28/1/2009 16:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/9/2005
Da: Bolzano - Alto Adige - Italy
Inviati: 191
 Re: Cura il cancro per e-mail
Ammazzateò!
Stavo giusto parlando con mia moglie a pranzo, che se mai dovessi avere un tumore, MAI mi sottoporró alla chemioterapia.
Oggi pomeriggio mi collego al sito e guarda un po: un articolo del Mazzucco sul metodo Simoncini.
Telepatia?
A parte gli scherzi ho avuto troppe conferme che la chemioterapia, anche se nel migliore dei casi uccide le cellule malate, ti debilita cosi tanto da ucciderti.
Me la possono raccontare fino a domani ma nei miei 34 anni di vita ho avuto modo di seguire penso una ventina di casi fra amici e conoscenti e purtroppo parenti.
Sará sfiga, statistica o quant'altro, ma di quelli che si sono sottoposti alla chemio, in un paio d´anni di media sono passati a migliore vita.
Quindi un plauso a chi si batte per diffondere cure alternative (anche se di alternativo non c´é nulla: la chemioterapia é lungi dal potere essere definita una cura).

Gli eventi si stanno susseguendo così rapidamente che è quasi impossibile per noi compilare, assorbire, analizzare, e distillare la mole di informazioni. - Gerald Clemente
nosh1t
Inviato: 28/1/2009 16:10  Aggiornato: 28/1/2009 16:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/9/2008
Da:
Inviati: 143
 Re: Cura il cancro per e-mail
WeWee io non sono medico ma quello che ho capito dal video e' che la signora non ha seguito le terapie convenzionali ma quella Simoncini col bicarbonato. Dice che il cancro glielo hanno diagnosticato nel 2007 e che era di forma aggressiva e al terzo stadio - adesso io non so che vuol dire essere al terzo stadio ma forse l'unica cosa che potrebbe non quadrare, se in-situ significa primo stadio, e' questa. Fatto sta che dice di essere guarita.

nosh1t
Inviato: 28/1/2009 16:20  Aggiornato: 28/1/2009 16:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/9/2008
Da:
Inviati: 143
 Re: Cura il cancro per e-mail
MarcoBZ ti quoto e te lo farei fare anche da mio cugino se potesse. E' alla seconda ricaduta di leucemia acuta ed e' 2 anni sotto le 'cure' del nostro sistema sanitario nazionale, letteralmente massacrato da bombe chimiche sparate nel corpo ed e' attualmente poco piu' di una larva - prima di entrare in ospedale aveva solo la vescica ingrossata e adesso e' piu' morto che vivo.E allora io dico che se uno e' destinato a morire tanto vale evitare sta tortura.

tiburon
Inviato: 28/1/2009 16:55  Aggiornato: 28/1/2009 16:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2007
Da:
Inviati: 150
 Re: Cura il cancro per e-mail
oh beh...

cure per il cancro ce ne sono molte; abbiamo parlato della Cassie, appare il Dott Simoncini per il quale nutro il massimo rispetto con i dubbi già espressi e postati da molti accalorati delatori e detrattori...e molti altri ce ne sono a venire...

quello su cui concordo con tutti è che la chemio non è 'la' cura, almeno ad una analisi superficiale, ma non mi sento neppure di nascondere che testimonianze simili a mio modestissimo parere rischiano di far apparire il buon Simoncini come un guaritore miracoloso da far West...

Mi piacerebbe un confronto un pò più 'ufficiale' che magari mi lasci sempre gli stessi dubbi ma la possibilità di confrontare direttamente l'efficacia dei vari dojo...

ai confronti che aiutano a crescere...

Paolo69
Inviato: 28/1/2009 19:05  Aggiornato: 28/1/2009 19:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/7/2004
Da:
Inviati: 1153
 Re: Cura il cancro per e-mail
wewee
Citazione:
3) La signora ha subito questo trattamento.

io questo nell'intervista non l'ho sentito. potresti dire dove hai sentito o letto che la signora in questione ha subito il trattamento convenzionale a cui ti riferisci?

Red_Knight
Inviato: 28/1/2009 19:10  Aggiornato: 28/1/2009 19:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3037
 Re: Cura il cancro per e-mail
Senza alcun intento polemico voglio solo dire che una rondine (sempre che non sia un tordo) non fa primavera.

P.S.: alle mie mail Simoncini non ha mai risposto. Apprendo con piacere che almeno a qualcuno risponde.

Redazione
Inviato: 28/1/2009 19:54  Aggiornato: 28/1/2009 19:54
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
La signora NON ha subito nessun trattamento o operazione chirurgica. Ha scelto direttamente la terapia Simoncini.

I documenti sono quelli che si vedono (male) nel video. Diagnosi iniziale, cistoscopia finale. Non esiste altro.

Naturalmente fra qualche mese farà degli esami di controllo.

kataclisma
Inviato: 28/1/2009 19:58  Aggiornato: 28/1/2009 19:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
3) La signora ha subito questo trattamento.

io questo nell'intervista non l'ho sentito. potresti dire dove hai sentito o letto che la signora in questione ha subito il trattamento convenzionale a cui ti riferisci?

Effettivamente dal video sembra che l'unico trattamento convenzionale che abbia subito siano state delle cistoscopie, che da quello che leggo su internet è semplicemente:
Citazione:
procedura diagnostica, effettuata solitamente da un urologo, che permette la visualizzazione della parte interna delle base vie urinarie (uretra, prostata, collo della vescica e vescica). La cistoscopia è indicata per la diagnosi delle malattie delle base vie urinarie e della prostata.

Durante questa procedura un cistoscopio (un sottile strumento a forma di tubo con al suo interno un’ ottica collegata ad una telecamera ed a una fonte luminosa) è inserito nella vescica tramite l’ uretra (il condotto che trasporta l'urina).

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
drdea
Inviato: 28/1/2009 20:07  Aggiornato: 28/1/2009 20:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2005
Da:
Inviati: 99
 Re: Cura il cancro per e-mail
Io, non potendo esprimere un'opinione di natura tecnica (ed avendo già partecipato all'altra discussione che, per tanti motivi, non è riuscita a creare alcuna forma di dialogo costruttivo con il dott. Simoncini, sempre che ciò fosse da qualche lato auspicabile), e visto che in passato ciò è colpevolmente passato in secondo piano, vorrei solo ringraziare la professionalità di Massimo per la testimonianza riportata.

utrevolver
Inviato: 28/1/2009 20:08  Aggiornato: 28/1/2009 20:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da: Sandalia
Inviati: 364
 Re: Cura il cancro per e-mail
Innanzi tutto, ben venuto WeWee.
Sui suoi dubbi e curiosità, niente da eccepire, anzi!

Paolo69
Inviato: 28/1/2009 21:11  Aggiornato: 28/1/2009 21:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/7/2004
Da:
Inviati: 1153
 Re: Cura il cancro per e-mail
redazioneCitazione:
La signora NON ha subito nessun trattamento o operazione chirurgica. Ha scelto direttamente la terapia Simoncini.

mi confermi che avevo capito bene, nessun trattamento convenzionale!

utrevolverCitazione:
Sui suoi dubbi e curiosità, niente da eccepire, anzi!

anzi cosa? si è appena detto nessun trattamento convenzionale

huumm

nicoforca
Inviato: 29/1/2009 0:37  Aggiornato: 29/1/2009 0:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/4/2007
Da:
Inviati: 161
 Re: Cura il cancro per e-mail
Per avere visto dei casi io stessa in remissione con terapie non convenzionali e uccisi dai veleni delle medicine poi non ho piu dubbi sulla curabilità del cancro
Il problema è che ci sono tante terapie non convenzionli valide ma è difficile misurarne l'efficacia, vederne le compatibilità tra loro e le migliori indicazioni per ciascun tipo di terapia.

Tra le varie teorie, due apparntemnte agli antipodi sono Hamer e la Hildegarde Clarck.

Propongo che si organizzi un mega convegno per portare a paragonare i dati documentati degli esiti delle diverse terapie per cominciare a repertoriare i risultati e aiutare i pazienti a orientarsi.

Uccide di piu la mancanza di informazioni che non la patologia letale.

Redazione
Inviato: 29/1/2009 3:00  Aggiornato: 29/1/2009 3:00
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
NICO: "Uccide di piu la mancanza di informazioni che non la patologia letale."

Non sono forse i due volti della stessa medaglia?

gouphiwr
Inviato: 29/1/2009 4:09  Aggiornato: 29/1/2009 4:09
So tutto
Iscritto: 29/1/2009
Da:
Inviati: 1
 Re: Cura il cancro per e-mail
dice WeWee
Citazione:
1) La donna è stata affetta da carcinoma vescicale in situ (è il primo stadio del cancro vescicale, quello più "superficiale"). 2) Il trattamento del cancro in situ è la resezione diatermica (una sorta di asportazione con elettrobisturi) della parte superficiale della zona colpita. Asportata quella zona, è sufficiente sottoporsi a controlli, il cancro è stato asportato. 3) La signora ha subito questo trattamento. 4) La signora si è sottoposta alle cure con il bicarbonato. Diciamo che la cura è arrivata dopo il trattamento previsto in questi casi.



Al che in coro si obietta:
Citazione:
ma quello che ho capito dal video e' che la signora non ha seguito le terapie convenzionali

Citazione:
io questo nell'intervista non l'ho sentito. potresti dire dove hai sentito o letto che la signora in questione ha subito il trattamento convenzionale a cui ti riferisci?


O, addirittura, in tono perentorio:
Citazione:
La signora NON ha subito nessun trattamento o operazione chirurgica.


La resezione avviene durante la cistoscopia stessa.

Qualcuno spieghi a quella paziente cosa le è successo davvero, per cortesia.

Redazione
Inviato: 29/1/2009 4:29  Aggiornato: 29/1/2009 4:34
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
gouphiwr "O, addirittura, in tono perentorio: "La signora NON ha subito nessun trattamento o operazione chirurgica. "

Non c'è nessun "tono perentorio". L'intervista l'ho fatta io, e se permetti riferisco con precisione quello che mi ha detto la signora.

A te resta naturalmente la possibilità di non credermi, o di pensare che la signora mi abbia mentito. Ma l'affermazione rimane quella che è.

"Qualcuno spieghi a quella paziente cosa le è successo davvero, per cortesia."

Perchè non lo fai direttamente tu, che sembri saperne più di tutti?

Grazie, attendo fiducioso.

Redazione
Inviato: 29/1/2009 4:49  Aggiornato: 29/1/2009 6:04
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
L'utente gouphiwr è stato espulso, il suo ultimo post cancellato.

Subito individuato come provocatore, si è completamente dimenticato che sull'argomento Simoncini la mia tolleranza è ridotta a zero.

Paolo69
Inviato: 29/1/2009 9:39  Aggiornato: 29/1/2009 9:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/7/2004
Da:
Inviati: 1153
 Re: Cura il cancro per e-mail
riporto da internet riguardo la cistoscopia :
"L’ urologo può introdurre alcuni strumenti supplementari attraverso il cistoscopio per effettuare procedure quali rimozione di calcoli, biopsie della vescica,resezioni di un tumore e cauterizzazioni (applicazione di una piccola carica elettrica per bloccare una emorragia). "

c'è da dire anche che spesso viene utilizzata ai soli fini diagnostici.
quindi che sia possibile farlo è accertato , non è affatto accertato invece che la signora abbia subito questo trattamento , anzi , dalla sua testimonianza sembrerebbe proprio di no.
mi piacerebbe che si ponesse direttamente la domanda alla signora se fosse possibile , cosi' da fugare ogni possibile dubbio a riguardo.

BRASA
Inviato: 29/1/2009 9:41  Aggiornato: 29/1/2009 9:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2005
Da: 1600 Pennsylvania Avenue NW Washington, DC 20500
Inviati: 438
 Re: Cura il cancro per e-mail
spiace che nella scheda non sia nemmeno nominato Hamer, ma trovino spazio essiac e cartilagine di squalo.
ma tant'è..

ispirazione e visione sono in se stesse il fine ed il risultato
Redazione
Inviato: 29/1/2009 10:34  Aggiornato: 29/1/2009 10:36
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
la scheda riassume i temi che abbiamo dibattuto a fondo, nel corso del tempo, e Hamer non è fra questi. Se però se tu sai suggerirmi qualcosa di significativo lo aggiungo senza problemi.

(Pensa che nella stesura iniziale avevo scritto "questo non esclude la validità di altri metodi, come quello di Hamer o di altri", ma poi l'avevo tolto perchè mi sembrava ovvio).

WeWee
Inviato: 29/1/2009 11:08  Aggiornato: 29/1/2009 11:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
La signora NON ha subito nessun trattamento o operazione chirurgica. Ha scelto direttamente la terapia Simoncini. I documenti sono quelli che si vedono (male) nel video. Diagnosi iniziale, cistoscopia finale. Non esiste altro.


Scusami, io non conosco il caso con precisione, mi sono limitato a leggere proprio il documento che si vede nel video, nel quale si legge (in inglese, poi traduco):

Citazione:
...today after her TURBT procedure last week. She tolerated the procedure well...

...e più sotto:
Citazione:
...that while she don't require any further treatment at the moment...and i have looked her for her first Check cystoscopy...

Traducendo:
...oggi dopo la sua procedura TURBT, la scorsa settimana. Ha tollerato bene l'operazione...


...che nel frattempo lei non richiede nessun altro trattamento per il momento...e l'ho vista per
la sua prima cistoscopia di controllo...

Per precisione, la TURBT (Trans Uretral Resection Bladder Tumor) è proprio la tecnica di escissione con elettrobisturi, del carcinoma vescicale in situ, tecnica ambulatoriale, che rappresenta il trattamento di scelta per questo tipo di problema.

Quindi proprio da quel documento, si legge che la signora ha fatto quella cistoscopia di controllo, dopo aver eseguito l'escissione, come previsto. Questa cistoscopia non mostrava presenza di lesioni tumorali, come previsto.
Che c'entra il bicarbonato?
Poi, non lo so, magari se si riuscisse a leggere bene tutto il documento, ci sarà qualche particolare in più, utile a capire meglio...
Ciao a tutti.

tiburon
Inviato: 29/1/2009 11:29  Aggiornato: 29/1/2009 11:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2007
Da:
Inviati: 150
 Re: Cura il cancro per e-mail
wow...grande occhio WeWee...



Ai più attenti

Ad ogni modo la cura Simoncini parrebbe ancora non confutata per alcuni tipi di tumore...

Una testimonianza diretta è proprio del buon Massimo...

Insomma...il dibattito finalmente sembrerebbe trovare lo spessore del confronto sereno ed efficace...

me ne compiaccio...

keep up the good work ma fellas!!

Paolo69
Inviato: 29/1/2009 13:28  Aggiornato: 29/1/2009 14:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/7/2004
Da:
Inviati: 1153
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
...today after her TURBT procedure last week. She tolerated the procedure well...


Citazione:
La signora NON ha subito nessun trattamento o operazione chirurgica


non ho elementi per poter giudicare e tantomeno voglio mettere in dubbio la parola di nessuno , ma mi sembra che l'una escluda l'altra.

Redazione
Inviato: 29/1/2009 20:11  Aggiornato: 29/1/2009 20:12
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
La signora NON ha subito nessun trattamento di quelli suggeriti dalla medicina ufficiale, mi sembra chiaro.

Cosa c'è di così difficile da capire, in questa storia? Alla signora hanno diagnosticato il cancro, lei ha rifiutato QUALSIASI altra cura, e ha fatto SOLO la terapia Simoncini.

End of story.

ReBaS
Inviato: 29/1/2009 20:50  Aggiornato: 29/1/2009 20:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/1/2006
Da: TORINO
Inviati: 58
 Re: Cura il cancro per e-mail
Obama deve conoscere Simoncini... hehe

...Non è vero ciò che è vero, ma è vero ciò che piace...
tiburon
Inviato: 29/1/2009 21:56  Aggiornato: 29/1/2009 21:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2007
Da:
Inviati: 150
 Re: Cura il cancro per e-mail
Ci tengo per capire:

la signora probabilmente non se ne è resa conto...ma si direbbe -stando all'occhio di WeWee, che mi è sembrato puntuale se quelli sono i documenti- che almeno la resezione della massa tumorale sia stata fatta; poi sicuramente lei non si è sottoposta alla terapia 'aggiuntiva', che per quel poco che so è prevista nel caso;

Ma fra la diagnosi e la guarigione almeno un'operazione parrebbe esserci...

INsomma potrebe non essere stato il trattamento la causa della sparizione.


Ai confronti efficaci e sereni



Tuttle
Inviato: 29/1/2009 22:03  Aggiornato: 29/1/2009 22:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Cura il cancro per e-mail
Ma invece di fare tutta sta tiritera, non si fa prima a pubblicare i due documenti passati nel video? Chi l'ha montato avrà di sicuro le due scansioni. Basta pubblicarle e leggerne serenamente i contenuti (che anche a me paiono quelli citati da WeWee).

Ciao...

PS: il video non si vede più...

WeWee
Inviato: 29/1/2009 23:02  Aggiornato: 29/1/2009 23:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Cosa c'è di così difficile da capire, in questa storia?

Tutto...ovvero io non ci ho capito niente!

Hai detto che quelli erano i documenti del caso trattato, presentandoli come un caso di guarigione dal cancro con il bicarbonato, ho letto quello che riportano quei documenti e c'è scritto che la signora ha fatto la terapia convenzionale che la considerava guarita.

E' (messo così) un caso di guarigione, con la terapia in atto applicata in tutto il mondo. Io cercavo di capire cosa c'entrasse il bicarbonato.
Non lo so, hai come rintracciare chi ha fatto il filmato che magari fornisce immagini migliori e capisco meglio?

Per capire eh? Poi se non è questo il problema, non si discute...
Ciau!

perafelix
Inviato: 30/1/2009 1:15  Aggiornato: 30/1/2009 1:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/7/2005
Da:
Inviati: 49
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
La signora NON ha subito nessun trattamento di quelli suggeriti dalla medicina ufficiale, mi sembra chiaro. Cosa c'è di così difficile da capire, in questa storia? Alla signora hanno diagnosticato il cancro, lei ha rifiutato QUALSIASI altra cura, e ha fatto SOLO la terapia Simoncini. End of story.


E' accaduto qualcosa di diverso: la signora non ha capito nulla di quello che le e' successo. Ha subito un trattamento che non sapeva di aver subito (prova e' il documento che lei stessa mostra). L'intervistatore dal canto suo non si e' preoccupato di verificare se quello che lei diceva era vero.
Mio dio e' cosi' palese che la redazione qui ha preso una cantonata grossa come una casa che non c'e' nemmeno bisogno di discuterne ulteriormente.

Complimenti a WeWee occhio di lince!!!!!!

drdea
Inviato: 30/1/2009 1:37  Aggiornato: 30/1/2009 1:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2005
Da:
Inviati: 99
 Re: Cura il cancro per e-mail
Effettivamente pare proprio che ci sia stato un grosso equivoco.
Infatti rimane incontestabile la buona fede, che in senso giornalistico è da ritenersi professionalità, purchè coniugata ad onestà intellettuale nell'ammetere l'errore (nel senso: io non mi sogno di editare il messaggio scritto un po' sopra).
Compliemtni a Wewee per la professionalità d'utenza!

utrevolver
Inviato: 30/1/2009 7:47  Aggiornato: 30/1/2009 7:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da: Sandalia
Inviati: 364
 Re: Cura il cancro per e-mail
Lo credo anche io. La signora parla sicuramente delle terapie post intervento, che dichiara di non aver fatto. Sta qui il nocciolo della questione.

Paolo69
Inviato: 30/1/2009 8:41  Aggiornato: 30/1/2009 8:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/7/2004
Da:
Inviati: 1153
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
E' accaduto qualcosa di diverso: la signora non ha capito nulla di quello che le e' successo. Ha subito un trattamento che non sapeva di aver subito (prova e' il documento che lei stessa mostra). L'intervistatore dal canto suo non si e' preoccupato di verificare se quello che lei diceva era vero.


quindi per te la signora è mezza tonta e l'intervistatore è in malafede?
l'unico che sa tutto qui sembri essere tu vero?
potrebbe essere che sul docmento c'è scritta una cosa diversa o interpretata male , non credi?
guarda che chi ha effettuato quell'intervista è persona seria e puntigliosa nel suo lavoro.
se ha scritto che la signora non si è sottoposta a nessun trattamento chirurgico prima si è informato , e non credo che la signora abbia nulla da guadagnare da inventarsi una storia del genere.

Redazione
Inviato: 30/1/2009 9:03  Aggiornato: 30/1/2009 9:12
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
Ditemi esattamente cosa le devo chiedere, e lo faccio volentieri.


EDIT - Comunque, non riesco a capire il problema:

"The urologist told me I had to have immunoterapy. I decided against having conventional treatments, and I decided to try out Simoncini's sodium bicarbonate solution."

A questo mi riferivo quando ho detto che non ha fatto altre terapie. Non ho avuto nessun bisogno di "informarmi a fondo", ripetevo semplicemente quello che ha detto lei.

Paolo69
Inviato: 30/1/2009 9:36  Aggiornato: 30/1/2009 9:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/7/2004
Da:
Inviati: 1153
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Ditemi esattamente cosa le devo chiedere, e lo faccio volentieri.

se il tumore Le è stato asportato chirurgicamente prima di iniziare la terapia col bicarbonato oppure no.

perafelix
Inviato: 30/1/2009 11:15  Aggiornato: 30/1/2009 11:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/7/2005
Da:
Inviati: 49
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
quindi per te la signora è mezza tonta e l'intervistatore è in malafede?


No no no no. Io dico che la signora, per qualsivoglia motivo, non ha capito o non e' stata informata o non ha letto bene la lettera di dimissione, non sa che le e' stata fatta una TURBT.
L'intervistatore non e' in malafede: da quello che sembra ha semplicemente commesso un errore, come puo' capitare a tutti

Redazione
Inviato: 30/1/2009 11:47  Aggiornato: 30/1/2009 11:47
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
"se il tumore Le è stato asportato chirurgicamente prima di iniziare la terapia col bicarbonato oppure no."

Siamo tutti d'accordo? C'è altro da chiedere?

(Se possibile, vorrei chiamarla una volta sola).

Redazione
Inviato: 30/1/2009 11:48  Aggiornato: 30/1/2009 11:49
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
"L'intervistatore non e' in malafede: da quello che sembra ha semplicemente commesso un errore, come puo' capitare a tutti".

Nel caso non fosse chiaro, l'"intervistatore" sono io.

Tuttle
Inviato: 30/1/2009 11:56  Aggiornato: 30/1/2009 11:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Siamo tutti d'accordo? C'è altro da chiedere?


Si. Sarebbe utile vedere i due documenti usati nel video, senza zoom, crop o altro. Non penso sia un problema.

Ciao.

Tuttle
Inviato: 30/1/2009 12:31  Aggiornato: 30/1/2009 12:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Cura il cancro per e-mail
Su Arcoiris TV c'è la versione ad alta risoluzione del filmato.

Ho estratto il frame, ed effettivamente ciò che dice WeWee è corretto.





In sostanza il foglio dice che la paziente ha effettuato una asportazione transuretrale (TURBT), e che nessun altro trattamento era necessario (in quel momento). Vengono consigliati dei successivi controlli tramite cistoscopia.

Chi ha scritto quel "transitional cell carcinomas"?

Ciao

Tuttle
Inviato: 30/1/2009 12:43  Aggiornato: 30/1/2009 13:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Cura il cancro per e-mail
Il secondo foglio confermerebbe il senso del primo, visto che parla di assenza di recidiva del tumore (recurrent tumor). Infatti dopo ogni asportazione, ci si sottopone a dei controlli periodici per la verifica di assenza di recidive o presenza di cellule cancerose.



Ciao

Thhh
Inviato: 30/1/2009 13:54  Aggiornato: 30/1/2009 13:54
So tutto
Iscritto: 15/9/2008
Da:
Inviati: 25
 Re: Cura il cancro per e-mail
piccola nota:
in genere l'immunoterapia è prevista dopo resezione chirurgica - contro un tumore di una certa massa, non è efficace. Mentre può essere efficace contro piccole masserelle come possono essere quelle eventualmente non resecate durante l'intervento.
Quadrerebbe quindi con TURBT per asportare la massa tumorale e, a seguire, immunoterapia contro eventuali residui non asportati dal precedente intervento.

Certo, se residui non ce ne sono, l'immunoterapia è inutile ;)

WeWee
Inviato: 30/1/2009 15:48  Aggiornato: 30/1/2009 15:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
"se il tumore Le è stato asportato chirurgicamente prima di iniziare la terapia col bicarbonato oppure no."
Siamo tutti d'accordo? C'è altro da chiedere?

Non vorrei non capisse il senso della domanda, non sarebbe meglio chiederle l'esatta sequenza degli eventi?
Qual'è stato l'iter diagnostico/terapeutico?

Sai perchè? Perchè quasi sempre, la stessa diagnosi è contemporanea alla resezione, vedi una lesione sospetta in cistoscopia (la diagnosi di neoplasia maligna è sempre e SOLO istologica), fai la resezione (in questo caso la TURBT) e l'anatomopatologo ti fa diagnosi di cancro a quel punto se l'esame istologico ti conferma che hai asportato tutta la lesione, fai i controlli cistoscopici annuali.

Se poi fosse possibile leggere bene tutti quei referti del video, sarebbe perfetto.
Sarebbe interessante, perlomeno...

Grazie mille!

axxxl
Inviato: 30/1/2009 16:01  Aggiornato: 30/1/2009 16:01
So tutto
Iscritto: 10/1/2009
Da:
Inviati: 26
 Re: Cura il cancro per e-mail
Redazione ha scritto:
Citazione:
Comunque, non riesco a capire il problema:

"The urologist told me I had to have immunoterapy. I decided against having conventional treatments, and I decided to try out Simoncini's sodium bicarbonate solution."

A questo mi riferivo quando ho detto che non ha fatto altre terapie. Non ho avuto nessun bisogno di "informarmi a fondo", ripetevo semplicemente quello che ha detto lei.


Il problema è il metodo: chi vuole fare giornalismo investigativo serio non si ferma nelle ricerche quando sente quello che vuole sentirsi dire, ma continua ad approfondire finché non capisce cos'è veramente successo.
E chi fa giornalismo serio, se gli danno dei documenti specialistici che non capisce (normalissimo, visto che nessuno è onnisciente), va a farseli spiegare da un esperto del campo: possibilmente un vero esperto che, magari, non sia un medico radiato dall'ordine e condannato sia per omicidio colposo che per truffa aggravata.

Redazione
Inviato: 30/1/2009 16:01  Aggiornato: 30/1/2009 16:01
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
Ecco i documenti. Lei me li ha faxati, e io li ho scannerizzati. (A sua volta devono averli faxati a lei, perchè sono arrivati che già facevano schifo).

http://www.luogocomune.net/site/modules/news/library/lorna1.jpg

http://www.luogocomune.net/site/modules/news/library/lorna2.jpg

Sono curioso di capire cosa avete "scoperto".

Comunque aspetto a chiamare, finchè li vedete e mi dite qualcosa.

A stasera.

M.

Tuttle
Inviato: 30/1/2009 16:19  Aggiornato: 30/1/2009 16:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Cura il cancro per e-mail
I reviewed Lorna today after her TURBT last week. She tolerated the procedure well.
Pathology has shown superficial yet aggressive TCC of the bladder (Tag3 TCC). I have
explained to Lorna that while she does not require any further treathment at the moment,
she will require active sourveillance and I have booked her for her first Check Cystoscopy
on the 15th of May this year. I will let you know how she progresses.

Ho visitato Lorna oggi, dopo il suo TURBT* dell'ultima settimana. Lei ha tollerato bene la procedura.
La patologia ha mostrato cellule cancerose superficiali ma aggressive della vescica. Ho spiegato
a Lorna che anche se non richiede ulteriori trattamenti al momento, necessita di sorveglianza attiva e ho
prenotato per lei il primo controllo di Cistoscopia per il 15 Maggio di quest'anno. Ti farò sapere come progredisce.


---------------------------------------------


*Diagnostica, per la definizione dello stadio patologico e grado patologico della malattia

Al fine di individuare l’origine dei sintomi, il medico raccoglie dati generali riguardanti lo stato di salute del paziente ed esegue una visita. In seguito, il medico può ricorrere all’uso di uno strumento che gli permette di vedere direttamente all’interno della vescica urinaria. Questo esame si chiama cistoscopia. Nel corso di questo esame è possibile prelevare campioni di tessuto della parete vescicale (biopsia), tessuti che verranno esaminati al microscopio. Qualora durante l’esecuzione della cistoscopia si arrivi a sospettare la presenza di un tumore, di norma si deciderà per la sua rimozione chirurgica, con una procedura detta Resezione Transureterale (Transurethral Resection-TURBT).


------------------------------


A questo punto mi pare evidente che è stata effettuata la TURBT ed il primo foglio è successivo a questo intervento.

Puoi chiederLe conferma, anche se pare chiaro.

Ciao

WeWee
Inviato: 30/1/2009 16:35  Aggiornato: 30/1/2009 16:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Sono curioso di capire cosa avete "scoperto".

Mica siamo qui a fare gli investigatori!

E' per capire cosa è realmente successo, visto che si parlava di cura di cancro...per email...e la cosa faceva saltare sulla sedia.

In realtà, da quello che si legge, la signora Lorna ha subito proprio il trattamento convenzionale ed i protocolli previsti in questi casi sono stati rispettati alla lettera. Ha avuto un cancro vescicale in situ di III grado, le è stato asportato.

Ai controlli non c'è più traccia di lesioni sospette o cancerose.
Dovrà sottoporsi ad ulteriori controlli.

Se tutti i documenti sono questi, possiamo definitivamente dichiarare che per la signora Lorna, il bicarbonato non è servito a nulla.

In ogni caso, visto il finale...buon per lei!

Nel frattempo mi sono preso la briga di controllare (per quel che si può) altre "testimonianze" riguardanti pazienti di Simoncini ed ho trovato incongruenze simili.
Sto comunque continuando a leggere qualcosa che lo riguarda perchè non lo conosco più di tanto e devo dire che il materiale è tanto.
Quindi non allarghiamoci troppo per ora...

Ciao!


Edit: Citazione:
A questo mi riferivo quando ho detto che non ha fatto altre terapie.

Sisi...ma qui si sta parlando di guarigione del cancro con il bicarbonato, mica di fagioli e cotiche, occhio...

Tuttle
Inviato: 30/1/2009 16:44  Aggiornato: 30/1/2009 16:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Cura il cancro per e-mail
Bene,

con una piccola ricerca ho trovato questa dichiarazione di Lorna, su un sito (stopdoingcancer.com), che conferma quanto fin qui è stato rilevato:

Citazione:
Lorna posted this story on 2008-07-24 03:30:56 [back to stories page] Dear Nick. I feel like I am reading a carbon copy of my own cancer story. I was diagnosed in February 2007 with TaG3 TCC. The urologist cut out the tumours and then I was scheduled for 3 monthly check ups. I was clear until the 6th June 2008 when she found that the cancer had changed to Carcinoma in Situ. The urologist scheduled me for a series of BCG immunotherapy. I have refused the immunotherapy and am currently on 2 alternative treatments. The Gerson Therapy and the Hulda Clark therapy. Unfortunately I am not entirely able to follow the Gerson therapy as I am a 42 year old working mum. So am doing my best to at least stick to the vegan diet and juicing enough bottles of juice to last me the day. I totally believe that the way to cure my cancer is to keep my body alkaline, oxygenated and full of anti oxidants. I also believe the Hulda Clark theory that it is parasites that cause cancer and if we clear the parasites we cure the cancer. If you are interested she has written several books The cure for Cancer, the cure for advanced cancers, the cure for all diseases. But I have also come across another therapy which I totally believe is true. It is a therapy done by Dr Simoncini, an Italian doctor based in Rome. He believes and has many successful testimonies that all types of cancer are caused by fungus. I believe that both Dr Hulda Clark and Dr Simoncini are correct, I believe both parasites and fungus cause cancer and both doctors tell you how to eliminate them. I think that is what the alkalining does but it just takes longer. Have a look at his website.http://curenaturalicancro.com/index.php and tell me what you think. I have been keeping an eye on your site for about a month now and have found it quite fascinating. There is one fundamental difference between u and I. I smoked cigarettes and drank copious amounts of alcohol, but must admit had a lot of fun in my youth. Of course now I feel some regret. I am actually very fit and healthy, nobody would know I have cancer and I gave up smoking about 4 years ago. Darn should have kept going, it was all for nothing. (ha ha) only joking. My final questions is when are you going for your next check up, I really want to know if you are better. All alternative therapies I am on profess cures within a few months. Anyway I hope to hear from you. Best of luck keep it up. Cheers Lorna


Se come penso, "CUT OUT", sta per eliminato, il tumore le è stato asportato come presunto fin ora...

A questo punto sarebbe utile poter visionare tutti gli altri documenti che attesterebbero gli altri passaggi di evoluzione/trattamento che non sono stati presentati. Messa giù così come nel video, a mio avviso, la cosa non è proprio cristallina.

Ciao.

LINK: http://www.stopdoingcancer.com/story-view-p-40.htm

Paolo69
Inviato: 30/1/2009 17:17  Aggiornato: 30/1/2009 17:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/7/2004
Da:
Inviati: 1153
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Sono curioso di capire cosa avete "scoperto".
Comunque aspetto a chiamare, finchè li vedete e mi dite qualcosa.

si capisce quello che si capiva prima , ma vorrei sapere direttamente dalla signora , se è possibile , se il tumore le è stato asportato chirurgicamente oppure no prima della cura col bicarbonato.
Non parlo di biopsia , ma di asportazione dell'intera massa tumorale, mi sembra scontato, la boipsia te la fanno per darti una diagnosi certa.
in un caso la cura Simoncini è stata applicata agli eventuali residui di cellule cancerose , nell'altro al tumore vero e proprio.

Tuttle
Inviato: 30/1/2009 17:24  Aggiornato: 30/1/2009 17:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
In realtà, da quello che si legge, la signora Lorna ha subito proprio il trattamento convenzionale ed i protocolli previsti in questi casi sono stati rispettati alla lettera. Ha avuto un cancro vescicale in situ di III grado, le è stato asportato.



E' questo quello che non è chiaro. Lorna ha avuto la diagnosi di T1G3-TCC nel 2007. Anno nel quale è stata praticata la resezione chirurgica (TURBT). Nella dichiarazione che ho linkato prima dice che nel Giugno 2008 (più di un anno dopo la TURBT) gli è stato diagnosticato un Tumore in Situ (recidiva dopo l'asportazione?) da trattare con immunoterapia. Terapia che avrebbe rifiutato per il bicarbonato ed altre vie.

Ora a me pare manchi del tutto la documentazione relativa la ricomparsa del tumore in situ, e tutta la documentazione sui trattamenti ricevuti/consigliati da febbraio 2007 al novembre 2008.

Nel video latitano completamente tutti questi dati, che non sono cosa da poco per capire un po di più della faccenda...

Ciao

stilx
Inviato: 30/1/2009 17:38  Aggiornato: 30/1/2009 17:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/9/2007
Da:
Inviati: 114
 Re: Cura il cancro per e-mail
GUARIRE UNTUMORE VIA MAIL E CON BICARBONATO!!!!!!!

WeWee
Inviato: 30/1/2009 17:48  Aggiornato: 30/1/2009 17:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Lorna ha avuto la diagnosi di T1G3-TCC nel 2007. Anno nel quale è stata praticata la resezione chirurgica (TURBT). Nella dichiarazione che ho linkato prima dice che nel Giugno 2008 (più di un anno dopo la TURBT) gli è stato diagnosticato un Tumore in Situ (recidiva dopo l'asportazione?)

No, il tumore è stato diagnosticato come in situ nel 2007 (TaG3, cioè Carcinoma in situ di stadio III, come da primo documento), hanno fatto la resezione (con conferma di diagnosi, come d'abitudine) e poi nel 2008 ha fatto la cistoscopia di controllo (come da secondo documento) che non evidenzia recidive.

Tuttle
Inviato: 30/1/2009 17:57  Aggiornato: 30/1/2009 17:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
No, il tumore è stato diagnosticato come in situ nel 2007 (TaG3, cioè Carcinoma in situ di stadio III, come da primo documento), hanno fatto la resezione (con conferma di diagnosi, come d'abitudine) e poi nel 2008 ha fatto la cistoscopia di controllo (come da secondo documento) che non evidenzia recidive.


Ok, interessante. Però leggi cosa ha scritto sul sito che ho linkato sopra:


I was diagnosed in February 2007 with TaG3 TCC. The urologist cut out the tumours and then I was scheduled for 3 monthly check ups. I was clear until the 6th June 2008 when she found that the cancer had changed to Carcinoma in Situ. The urologist scheduled me for a series of BCG immunotherapy. I have refused the immunotherapy and am currently on 2 alternative treatments.

TRAD: Sono stata "diagnosticata" nel febbraio 2007 con un TaG3 TCC. L'urologo ha eliminato (?) il tumore e mi è stato fissato un controllo a 3 mesi. Sono rimasta "pulita" sino al 6 Giugno 2008, quando lei ha scoperto che il cancro aveva cambiato in Carcinoma in Situ. L'urologo ha fissato per me una serie di Immunoterapie BCG. Io ho rifiutato l'immunoterapia....


E' questo il passaggio che non capisco e che nel video è totalmente assente. Lei dice che li tumore gli è stato asportato ma un anno dopo è stato diagnosticato il tumore in situ. Nel video non si parla né della prima asportazione né della eventuale recidiva.

Boh?

WeWee
Inviato: 30/1/2009 18:17  Aggiornato: 30/1/2009 18:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
nel febbraio 2007 con un TaG3 TCC. L'urologo ha eliminato (?) il tumore e mi è stato fissato un controllo a 3 mesi. Sono rimasta "pulita" sino al 6 Giugno 2008, quando lei ha scoperto che il cancro aveva cambiato in Carcinoma in Situ.

Mancheranno dei passi a tutta la vicenda, non lo so, oppure la signora non ha raccontato bene (o non ha ben compreso) lo svolgersi delle cose. Oltretutto il carcinoma in situ è (lievemente) meno grave di quello Ta, quindi dopo un anno, andava meglio... (?)

Potrei pensare che allo stadio Ta (diagnosticato con biopsia) ha fatto la resezione, poi ha ricevuto il risultato dell'esame istologico (del campione ottenuto con la resezione) che diagnosticava Carcinoma in situ e poi ha fatto i controlli che non evidenziavano nulla, ma la diagnosi si riferiva sempre al "pezzo" operatorio dell'anno prima...ipotesi eh?
Insomma, secondo me sarebbe bene leggere (se esiste) tutta la documentazione, ma forse è chiedere troppo.

Redazione
Inviato: 30/1/2009 23:27  Aggiornato: 30/1/2009 23:29
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
TUTTLE: "Lei dice che li tumore gli è stato asportato ma un anno dopo è stato diagnosticato il tumore in situ."

Pare che ricrescano, 'sti bastardi.

(In serata IT la chiamo, ora in AU è notte fonda).

Nel frattempo mi riascolto l'intervista completa, che è molto più lunga di quella postata.

°°°


WEWE: Di documentazione non ha altro, questo lo so già. I docs che mi ha passato ha dovuto farseli faxare, quando glieli ho chiesti, perchè non aveva nemmeno quelli.

Redazione
Inviato: 31/1/2009 6:45  Aggiornato: 31/1/2009 8:50
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
Ho riparlato con Lorna.

Riporto la prima parte della conversazione, il resto l'ho riassunto io.

LORNA: Nel 2007 mi sono accorta di avere qualcosa che non andava perché avevo sangue nelle urine. Ho fatto i raggi X, e mi hanno detto che c'era qualcosa, ma non erano sicuri di cosa fosse.

Ho fatto allora la cistoscopia, e hanno trovato un tumore che hanno reciso, nel febbraio 2007.

Poichè è un tipo molto aggressivo di cancro - mi hanno spiegato - che può ricrescere in un mese, o due, o tre, se non è tenuto sotto controllo può penetrare la parete della vescica. A questo punto le radici che attraversano la parete della vescica entrano nel flusso sanguigno e vanno dappertutto, per cui ogni tre mesi dovevo fare una cistoscopia di controllo.

M.M.: Ogni volta che la faceva rimuovevano qualcosa?

Sì, rimuovono quello che c'è superficie. Nel maggio 2007 mi hanno bruciato una crescita che avevano trovato, poi non avuto più niente per un anno, la vescica era risultata sempre pulita. Ma nel giugno del 2008 ho fatto una cistoscopia di controllo, e lei mi ha detto che avevo un tipo diverso di cancro, in situ. Per quanto il carcinoma in situ significhi l'inizio del cancro, lei mi disse che questo tipo di cancro può andare in giro nel flusso sanguigno, invece di crescere come un tumore, e che la bruciatura non avrebbe funzionato, per cui avrei dovuto fare l’immunoterapia.

Ma la bruciatura in agosto l'ha fatta?

Sì, è stata l'ultima.

***

A quel punto Lorna rifiutò l'immunoterapia, e si buttò in Internet. Iniziò la Gerson – come spiega sul blog australiano – ma rinunciò perchè era troppo complicata, e finì per studiarsi una dieta tutta sua. Nel frattempo aveva scoperto Hulda Clark, che presto la portò a Simoncini (hanno teorie simili), e finì per scegliere il bicarbonato.

Le uniche altre cose che ha fatto nel frattempo sono dieta, ginnastica, meditazione e riposo.

Al check di novembre non c’era più traccia di tumore.

La stessa urologa, in quell’occasione, non seppe spiegare a Lorna la scomparsa del tumore. Prima le disse "l'ho bruciato io" [in giugno], poi quando Lorna le chiese perchè allora doveva fare l'immunoterapia, invece di continuare con i normali controlli ed eventuali bruciature, farfugliò qualcosa del tipo "no, quello era l'altro tumore, questo è di un altro tipo", insomma, la spiegazione fu talmente vaga che Lorna non l'ha saputa nemmeno ripetere.

Infine, è stata Lorna a scrivere a mano "transitional cells carcinoma", sulla diagnosi, dopo aver chiesto all'urologa cosa volesse dire TCC.

Paolo69
Inviato: 31/1/2009 12:38  Aggiornato: 31/1/2009 12:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/7/2004
Da:
Inviati: 1153
 Re: Cura il cancro per e-mail
grazie per il chiarimento.
Quindi dalla testimonianza si deduce che la cura Simoncini ha sostituito l'immunoterapia con successo!

Tuttle
Inviato: 31/1/2009 12:47  Aggiornato: 31/1/2009 12:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Quindi dalla testimonianza si deduce che la cura Simoncini ha sostituito l'immunoterapia con successo , non è una cosa da poco!


Ma quando mai!

Innanzitutto mi pare il caso di cambiare il titolo della notizia, perché così com'è - suona davvero come una presa per i fondelli! Vale lo stesso per il video che deve informare di questi interventi di rimozione e mostrare TUTTI i documenti prodotti fino ad oggi. Viceversa il video non serve a niente, nemmeno ad informare su ciò che è successo a livello diagnostico.

Lorna ha subito diverse asportazioni (NON VIA MAIL!) e dalle ultime specifiche tutto sembra fuorché un miracolo dovuto al bicarbonato.

In assenza di documenti è poi impossibile stabilire l'esatto iter.

Secondo me, alla luce di quanto fin qui letto, tutto si può dire tranne che Lorna sia stata guarita dal Cancro via Mail e col bicarbonato.

Ciao.

WeWee
Inviato: 31/1/2009 13:55  Aggiornato: 31/1/2009 13:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Riporto la prima parte della conversazione, il resto l'ho riassunto io.

Ok, quindi a quanto pare, Lorna ha seguito tutte le procedure previste dalle linee guida ufficiali.
Mancavano molti passi importanti che ora sono stati chiariti.
Grazie delle informazioni.

Diagnosi di carcinoma vescicale, resezione chirurgica, controlli, resezione di eventuali recidive. Controlli. Tutto bene.

Mi sembra che alla luce della sequenza degli avvenimenti, qui non si possa parlare assolutamente di "guarigione dal cancro con il bicarbonato", anzi, non capisco perchè si sia associato un successo del bicarbonato in una storia nella quale il bicarbonato mi pare non abbia avuto un ruolo neanche marginale.
Poi, il discorso della cura "via mail" a questo punto...scusatemi...ma è un po' ridicolo...


E' importante sottolinearlo per evitare facili entusiasmi.

C'è da dire che l'immunoterapia ha lo scopo (credo noto a tutti) di aumentare le capacità di difesa dell'organismo contro gli agenti che possono provocare il ritorno del cancro, per i tumori superficiali o iniziali o caratterizzati da un alto tasso di remissione spontanea, è consigliata. Non solo per il tumore vescicale.

In bocca al lupo a Lorna!

Tuttle
Inviato: 31/1/2009 15:06  Aggiornato: 31/1/2009 15:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Cura il cancro per e-mail
Ricapitolando:

Nel 2007 viene diagnosticato un tumore alla vescica di tipo TaG3 (stadio iniziale di grado III) di tipo TCC (cellule cancerose di transizione).

A Febbraio 2007 Lorna effettua una cistoscopia e una prima TURBT per la resezione del tumore.

A Maggio 2007 (controllo a tre mesi) è stata effettuata un altra cistoscopia con resezione TURBT.

Ai successivi controlli il tumore (TCC) non presentava recidive.

Nel Giugno 2008 è stato diagnosticato un CiS (Tumore in Situ).

Nell'Agosto 2008 è stata effettuata un ulteriore TURBT (prevista per il CiS) ed è stata prescritto un trattamento immunoterapico per far fronte ad un eventuale recidiva.

Nel Novembre 2008 (controllo a tre mesi) non si presentavano recidive (per l'asportazione chirurgica effettuata in Agosto e non per l'uso del bicarbonato).

Quello che l'urologo ha tentato di spiegare a Lorna era probabilmente la differenziazione fra il TCC e il CiS. Argomenti che ovviamente sono complessi e non alla portata del paziente comune. Questo non significa però che Lorna si sia curata via mail con del bicarbonato, ma che semplicemente non ha compreso l'importanza dell'iter seguito e i successi conseguiti grazie ad esso. Spero solo che Lorna effettui regolarmente le sue visite di controllo ogni tre mesi, perché l'attuale assenza del tumore non è indice di guarigione definitiva.

Ciao.

Mande
Inviato: 31/1/2009 15:48  Aggiornato: 31/1/2009 15:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1230
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:

C'è da dire che l'immunoterapia ha lo scopo (credo noto a tutti) di aumentare le capacità di difesa dell'organismo contro gli agenti che possono provocare il ritorno del cancro, per i tumori superficiali o iniziali o caratterizzati da un alto tasso di remissione spontanea, è consigliata. Non solo per il tumore vescicale.

No, mi dispiace ma non è per niente noto a tutti.
Se sei competente in materia sarebbero graditi approfondimenti.
Ovvero avevo inteso che Lorna si fosse rifiutata di eseguire una cura altamente tossica come la chemioterapia preferendo una cura "alternativa" ma sicuramente non così tossica.

Parlando di immunoterapia cambiano notevolmente le carte in tavola.

Per chi ne sa qualcosa:

-Come si ottiene questo aumento delle difese dell'organismo? Con farmaci o con altri metodi?

-Se con farmaci, questi stessi hanno controindicazioni gravi come i chemioterapici?

-Lorna ha rifiutato una "cura contro ricadute" innocua e già sperimentata?

Grazie anticipate a chiunque fosse in grado di rispondere.

Redazione
Inviato: 31/1/2009 16:23  Aggiornato: 31/1/2009 16:28
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: La cistoscopia cura il cancro
TUTTLE: come vedi, sei stato accontentato.

Mi scusino gli altri se non rispondo, ma devo correre ad annunciare al mondo la scoperta sensazionale. (E devo dire a Simoncini di buttare il bicarbonato e comprarsi subito un cistoscopio).

WeWee
Inviato: 31/1/2009 16:28  Aggiornato: 31/1/2009 16:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Citazione:
avevo inteso che Lorna si fosse rifiutata di eseguire una cura altamente tossica come la chemioterapia preferendo una cura "alternativa" ma sicuramente non così tossica.

No, Lorna si è rifiutata di sottoporsi ad immunoterapia, che ha lo scopo di aumentare la resistenza dei tessuti alla comparsa di nuovi focolai tumorali.
Naturalmente l'immunoterapia non "cura" il cancro, ma rafforza i tessuti ed aumenta la loro resistenza alle aggressioni tumorali (che si approfittano del calo di difese dell'organismo).
Per quel tipo di tumore non è prevista chemioterapia.

Lorna ha utilizzato il bicarbonato dopo essersi sottoposta a cure ufficiali, ben fatte e che hanno risolto (fino ad ora) il suo problema.
Per riassumere, il bicarbonato, nella storia medica di Lorna, non ha avuto nessun ruolo (decisivo almeno).
Citazione:
Come si ottiene questo aumento delle difese dell'organismo? Con farmaci o con altri metodi?

Dipende dalla sede del tumore. Nel caso del cancro vescicale, si tratta di instillazioni con il bacillo di Calmette e Guerin, lo stesso del vaccino per la tubercolosi, per intenderci. Il contatto delle cellule dell'epitelio vescicale con questo bacillo, aumenta l'afflusso di anticorpi e cellule leucocitarie nella sede interessata, aumentando così la capacità di difesa proprio nel punto che era interessato al tumore.
Si parla di terapia preventiva comunque, come ho scritto, questo tipo di approccio non cura il tumore. Tipicamente quindi si usa per prevenire le recidive.
In altre sedi (utero, vulva, ad esempio) si usano anche estratti di sostanze naturali che stimolano la produzione di anticorpi.

Tutto un altro capitolo invece l'immunoterapia intesa come vaccinazione contro i tumori, una strada aperta da poco e già utilizzata in alcuni casi.
E' un argomento molto ampio che se interessa posso trattare, ma è distante dall'argomento del topic...

Citazione:
Se con farmaci, questi stessi hanno controindicazioni gravi come i chemioterapici?

Tutto ciò che si introduce nel nostro corpo ha controindicazioni...di sicuro l'immunoterapia non è per nulla paragonabile alla chemioterapia, ma ripeto, non ha nemmeno lo scopo di curare o la pretesa di grandi risultati.
Citazione:
Lorna ha rifiutato una "cura contro ricadute" innocua e già sperimentata?

Si, ma "innocua" mettiamolo sempre tra virgolette, per il motivo di cui sopra.
Citazione:
Grazie anticipate

Prego!


Edit: leggo solo ora il titolo cambiato. Ma che c'entra?
Mi sembra fuori luogo...e tanto...e mi stupisco della scelta della Redazione, ma tant'è...sono scelte di chi cura il sito.
Alla prossima!

Tuttle
Inviato: 31/1/2009 16:34  Aggiornato: 31/1/2009 16:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Citazione:
TUTTLE: come vedi, sei stato accontentato. Mi scusino gli altri se non rispondo, ma devo correre ad annunciare al mondo la scoperta sensazionale. (E devo dire a Simoncini di buttare il bicarbonato e comprarsi subito un cistoscopio).


Perdonami ma è una reazione infantile e anche scorretta.

E' la TURBT che Lorna ha fatto. Ovvero la resezione chirurgica del tumore. Gli è stata fatta più di una volta con il primo risultato di aver eliminato per un anno il tumore in TaG3 TCC e con il successivo risultato di aver eliminato anche il CiS nel 2008.

L'immunoterapia è stata prescritta per evitare recidive (molto probabili in questi casi) e quello che Lorna ha fatto col Bicarbonato non è certo la causa dell'assenza del tumore. Assenza dovuta all'asportazione Chirurgica, come lo stesso urologo ha spiegato a Lorna.

Se non vuoi capire questo affari tuoi.

Ciao

Tuttle
Inviato: 31/1/2009 16:42  Aggiornato: 31/1/2009 16:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Questo è quello che ha fatto Lorna. (TURV in italiano, TURBT in Eng.)

Citazione:
Cistoscopia e resezione transuretrale di neoformazione vescicale (TURV) II trattamento che si propone consiste nella cistoscopia per confermare la diagnosi e quindi nella resezione della neoformazione o delle neoformazioni con il resettore endoscopico. Non esistono al momento attuale metodiche alternative, né per la diagnosi, né per la terapia, in grado di assicurare risultati superiori o uguali a quelle offerte dalla cistoscopia e dalla resezione endoscopica.


Salud.

Paolo69
Inviato: 31/1/2009 18:50  Aggiornato: 31/1/2009 18:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/7/2004
Da:
Inviati: 1153
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Citazione:
L'immunoterapia è stata prescritta per evitare recidive (molto probabili in questi casi)

appunto , e la signora non l'ha fatta , l'ha rifiutata e si è invece sottoposta alla cura Simoncini.
Ora , visto che anche tu dici che le recidive in questi casi sono molto probabili , e visto che , almeno ad oggi , di recidive non ce ne sono state è corretto affermare che la cura Simoncini ha sostituito con successo l'immunoterapia convenzionale prescritta.
Pensate pure che sia stata fortuna se vi piace di più...

Al2012
Inviato: 31/1/2009 19:18  Aggiornato: 31/1/2009 19:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 1989
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Da profano.
Cito
°°°°°°°
<< No, Lorna si è rifiutata di sottoporsi ad immunoterapia, che ha lo scopo di aumentare la resistenza dei tessuti alla comparsa di nuovi focolai tumorali.
Naturalmente l'immunoterapia non "cura" il cancro, ma rafforza i tessuti ed aumenta la loro resistenza alle aggressioni tumorali (che si approfittano del calo di difese dell'organismo).
Per quel tipo di tumore non è prevista chemioterapia.

Lorna ha utilizzato il bicarbonato dopo essersi sottoposta a cure ufficiali, ben fatte e che hanno risolto (fino ad ora) il suo problema.
Per riassumere, il bicarbonato, nella storia medica di Lorna, non ha avuto nessun ruolo (decisivo almeno).

Dipende dalla sede del tumore. Nel caso del cancro vescicale, si tratta di instillazioni con il bacillo di Calmette e Guerin, lo stesso del vaccino per la tubercolosi, per intenderci. Il contatto delle cellule dell'epitelio vescicale con questo bacillo, aumenta l'afflusso di anticorpi e cellule leucocitarie nella sede interessata, aumentando così la capacità di difesa proprio nel punto che era interessato al tumore.
Si parla di terapia preventiva comunque, come ho scritto, questo tipo di approccio non cura il tumore. Tipicamente quindi si usa per prevenire le recidive.
In altre sedi (utero, vulva, ad esempio) si usano anche estratti di sostanze naturali che stimolano la produzione di anticorpi.

Tutto ciò che si introduce nel nostro corpo ha controindicazioni...di sicuro l'immunoterapia non è per nulla paragonabile alla chemioterapia, ma ripeto, non ha nemmeno lo scopo di curare o la pretesa di grandi risultati >>
°°°°°°°
Tutto questo non serve ha dimostrare la non efficienza del “bicarbonato”, in questo caso e per il momento e per quello che sappiamo.
Non può dimostrare la cura forse, ma può dimostrare che evita la recidiva, forse.

Se questo caso può solo dimostrare che utilizzando il bicarbonato si possono ottenere risultati positivi per la salute del paziente pari a quelli utilizzati con la cura classica, è comunque un esito che dovrebbe far riflettere, e riflettere è meglio che negare.

Non si può negare, invece, che “il cancro” è anche un grosso giro d’affari per una determinata industria ed è più facile dimostrare questo, che la non efficacia o efficacia ,della teoria Simoncini.

Si potrebbe fare un rapporto costo/beneficio ed un rapporto benefico/effetti anche nel caso specifico della "recidiva"

Sempre da profano, ed in generale, la mia impressione è che la contestazione dei metodi alternativi da parte della scienza medica sia drogata da un miscuglio di interessi economici e “baronali” che impediscono un vero approccio scientifico imparziale e leale, ribadisco leale perché il caso Di Bella insegna.

Perché non si fa una ricerca seria, partendo dall’ipotesi che nella teoria Simoncini o in altre cure alternative ci possa essere del vero?
Una dimostrazione potrebbe essere l’agopuntura, una volta negata ed ora è vista in un ottica differente anche dalla medicina ufficiale.

Per quale motivo la verità deve stare per forza sempre da una parte e lo stesso si può dire per la falsità ??
Come può progredire la scienza senza fare ipotesi e cercarne la verifica?

“Capire … significa trasformare quello che è"
perafelix
Inviato: 31/1/2009 19:28  Aggiornato: 31/1/2009 19:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/7/2005
Da:
Inviati: 49
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Citazione:
Mi scusino gli altri se non rispondo, ma devo correre ad annunciare al mondo la scoperta sensazionale. (E devo dire a Simoncini di buttare il bicarbonato e comprarsi subito un cistoscopio).


Concordo con Tuttle. Sembri un bambino ostinato e cocciuto a cui hanno detto che quello che pensava era sbagliato. E' cosi' difficle dire "ho sbagliato"??????
Il buon senso direbbe di fare cosi' (e oltetutto e' cosi' evidente che stupisce che non te ne rendi conto)

Portare a prova della "cura al bicarbonato" questo caso e' stato un errore; perseverare nell'errore e' stupido. Irritarsi quando ci viene detto che e' un palese errore e' bambinesco. Non rendersi conto da soli, con obiettivita', che si e' sbagliato e' altrettanto bambinesco.

Saluti

fefochip
Inviato: 31/1/2009 19:33  Aggiornato: 31/1/2009 19:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 5731
 Re: La cistoscopia cura il cancro
X wewee

non sono intervenuto fin ora perchè volevo avere piu chiara la situazione che ora si presenta piu chiara.
mi rivolgo a te perche mi sembri un interlocutore onesto per quanto scettico.

mi sono occupato insieme a massimo coinvolgendolo in questa fantastica avventura del tumore/fungo anni or sono trascinandolo spesso controvoglia in questa spinosa situazione.

ti vorrei far notare una cosa nel tuo ragionamento che però non torna.

come dice anche turb
Citazione:
L'immunoterapia è stata prescritta per evitare recidive (molto probabili in questi casi) e quello che Lorna ha fatto col Bicarbonato non è certo la causa dell'assenza del tumore. Assenza dovuta all'asportazione Chirurgica, come lo stesso urologo ha spiegato a Lorna.


le recidive in casi come questi sono molto frequenti e per questo si fanno delle cure aggiuntive (immunoterapia) per scongiurarle (almeno si tenta).

Citazione:
Per riassumere, il bicarbonato, nella storia medica di Lorna, non ha avuto nessun ruolo (decisivo almeno).


non puoi affermarlo con certezza però perche non puoi effettivamente affermare che il bicarbonato non abbia lui scongiurato la recidiva che da quello che sappiamo ad oggi non è tornata.

tutto ciò in effetti se ti prendi la briga di approfondire non è assolutamente in contrasto con l'idea di simoncini che è quella di uccidere una colonia fungina.
lui stesso raccomanda un intervento di rimozione ad esempio in caso di tumori molto grandi per poi cateterizzare il sito per sterilizzare con la soluzione di bicarbonato le ife dei funghi rimasti (in genere candida e varianti).

comunque, a malincuore, devo constatare che l'esperienza di lorna cosi letta da me come da te non può essere una "prova inconfutabile" dell'efficacia del bicarbonato ma mi appello alla tua onestà intellettuale per ammettere che altresì tutto ciò non può nemmeno escludere la sua efficacia visto proprio la tendenza a recidivare di tali formazioni.

purtroppo alle volte non si può fare di un caso un intervista proprio perche c'è una propensione a interpretare tutto al negativo.

qualche tempo fa andai con simoncini per fare un intervista di un paziente guarito con tumore mi pare proprio alla vescica e facendo una intervista preliminare mi resi conto di un problema simile .
non potevo essere sicuro dell'efficacia del bicarbonato e purtroppo con le pive nel sacco (e incazzato nero con me e tullio)me ne tornai a casa (bei km ho fatto)

ti posso altresi testimoniare di persone guarite con i suoi metodi in maniera incredibile e per questo mi sto cosi adoperando per raccogliere interviste.

purtroppo la cosa non è semplice perche simoncini un po è un casinaro ma in realtà è oberato di attività e non può terere registri per paura che in caso di sequestri gli si ritorcerebbero contro....ma questa è un altro aspetto della vicenda.

l'ultima cosa che mi sento di dirti però è che è molto semplice criticare dall'alto e aspettare che qualcuno commetta un errore adottando la tecnica dell' "attesa in finestra" un po come noi facciamo con l'11 settembre .... facciamo la critica e diciamo che non spetta a noi dire come sono andati gli avvenimenti.
qui non si può applicare questa strada perche di cancro moriamo tutti ...medici e non .
non si può radiare un medico e men che mai perseguitarlo con gli strumenti della legge solamente perche non si adegua al pensiero corrente della classica medica "dominante".... non è un metodo che porterà mai niente di buono ...questa in altri tempi e in altri ambiti di pensiero umano si chiamava "santa inquisizione".

ora io dico da tempo e credo che chiunque in buona fede dovrebbe ammetterlo :
se c'è un solo caso in cui l'idea di simoncini funziona bisognerebbe valutare con serietà scientifica la situazione e non denigrarla o deriderla come è stato fatto piu volte (non qui in questo tread) in vari luoghi e tempi.

l'idea di simoncini quella di "uccidere qualcosa" tra l'altro non si capisce come mai sia cosi incomprensibile quando la chemio tenta la stessa strada ...
i target sono diversi il primo identifica il "qualcosa" in un agente esterno(colonia fungina) il secondo attacca un "nemico interno" ovvero le famose cellule "impazzite" che mutate geneticamente (non si sa per quale ragione) continuano a crescere in maniera abnorme e anormale.

è venuto da me un ragazzo il cui medico gli aveva diagnosticato un melanoma al polpaccio per un neo spuntato all'improvviso(grandezza come una moneta da 50 lire nuove).
il medico aveva scritto una prescrizione di una tac total body e escissione chirurgica immediata (all'idi).
ho verificato il nome del medico su internet e scopro che il suo medico generico è specializzato in dermatologia ...(quindi immagino sa riconoscere un melanoma... ed era tanto certo che non aveva segnato una biopsia ma subito la tac).
fa il trattamento di simoncini (in questo caso tintura di iodio in varie applicazioni) e mi presenta un polpaccio senza l'ombra di una macchia ....
tutto documentato da foto e video
voi mi direte : dove è la biopsia per avere la certezza che era un tumore?
e io vi rispondo dicendo che se c'era la biopsia voleva dire che era stato anche levato chirurgicamente il neo sospetto e quindi cosa c'entrava la tintura di iodio se poi era guarito?

e questo era solo uno dei vari esempi

premesso che di soldi non ne vedo l'ombra e soddisfazioni personali ne ho veramente poche (in termini di apprezzamento dagli altri vs insulti vari )
cosa faccio questo punto ?
butto tutto al cesso?

la vostra di coscienza cosa vi direbbe al mio posto?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", per questo "quando l'allievo è pronto il maestro arriva".
si può perdonare a un bambino di avere paura del buio,ma a un adulto quella della luce?
Paolo69
Inviato: 31/1/2009 19:39  Aggiornato: 31/1/2009 19:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/7/2004
Da:
Inviati: 1153
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Citazione:
la mia impressione è che la contestazione dei metodi alternativi da parte della scienza medica sia drogata da un miscuglio di interessi economici e “baronali” che impediscono un vero approccio scientifico imparziale e leale

condivido quanto sopra.
Pensa che oggi , dopo anni di ricerca , sono riusciti a dirci che per prevenire i tumori è efficace L'ASPIRINA! oh e ci hanno pure studiato anni.
--------
prendo atto invece che per alcuni curare con successo una recidiva di un tumore molto aggressivo con metodi alternativi come il metodo Simoncini voglia dire non avere buon senso , essere stupidi e bambineschi.
Alla faccia del bicarbonato!

WeWee
Inviato: 31/1/2009 20:49  Aggiornato: 31/1/2009 20:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Mi scuso per la lunghezza, provo a rispondere a tutti:

Per Al2012
Citazione:
Tutto questo non serve ha dimostrare la non efficienza del “bicarbonato”, in questo caso e per il momento e per quello che sappiamo. Non può dimostrare la cura forse, ma può dimostrare che evita la recidiva, forse.

Io non devo e non voglio dimostrare la "non efficienza del bicarbonato". Ho letto il titolo di questo thread e mi sono fiondato (è il mio lavoro) colpito proprio dalla "cura del cancro con il bicarbonato" (per email lo lascio stare...). Dato che la notizia è enorme (una cura per il cancro...e poi con una sostanza "banale" come il bicarbonato...) ho approfondito la notizia e subito ho notato delle "incongruenze", ho chiesto dati maggiori che mi sono stati gentilmente forniti ed ho concluso che stando così le cose, non si è trattato di "cura del cancro" ancor di più con il bicarbonato.
Chiuso, mi sono limitato a questo, non ho parlato del metodo Simoncini che non conosco bene (ma sto "studiando" in queste ore, visto che mi ci sono imbattuto), non conosco bene le altre esperienze (che sto guardando, tramite i video del suo sito) e non ho tratto conclusioni generali.
Detto questo, la terapia di quel tipo di tumore è stata una terapia secondo i sistemi "ufficiali" e la guarigione è avvenuta secondo i metodi "ufficiali", Se poi il bicarbonato abbia qualche ruolo, ben venga, avrei come uomo (ma anche come medico) tutto l'interesse che fosse vero, si aspettano altre testimonianze quindi.


Citazione:
Se questo caso può solo dimostrare che utilizzando il bicarbonato si possono ottenere risultati positivi per la salute del paziente pari a quelli utilizzati con la cura classica, è comunque un esito che dovrebbe far riflettere, e riflettere è meglio che negare.

In questo caso non ci sono stati risultati positivi "pari" a quelli della cura classica, in questo caso c'è stata una cura "classica" che ha risolto il problema, non vedo cosa c'entri il bicarbonato...sono altre le strade da percorrere per trovare quella giusta, non battere la testa finchè sfondiamo il muro, perchè a muro sfondato, anche la nostra testa sarà ormai distrutta...(azz...che metafora...)


Citazione:
Non si può negare, invece, che “il cancro” è anche un grosso giro d’affari per una determinata industria ed è più facile dimostrare questo

Questo non devi dimostrarlo, questo è un dato di fatto. L'industria farmaceutica è una...industria...esiste per guadagnare, esattamente come le industrie di automobili, alimentari, cucine, petrolio...


Citazione:
Perché non si fa una ricerca seria, partendo dall’ipotesi che nella teoria Simoncini o in altre cure alternative ci possa essere del vero?

Perchè ormai (soprattutto dopo l'espansione di internet) esistono migliaia di cure "alternative", praticamente tutto è diventato una cura o un rimedio alternativo, dalla meditazione al massaggio, dal bicarbonato (appunto...) alla vitamina C, dall'erba allo squalo...
Non è possibile sperimentare tutto contro tutte le malattie, per essere evidenziata una "cura" rispetto ad un'altra, devono esserci dei riscontri, delle basi certe, dei dati chiari, non un ..."me l'ha detto mio cuggino"...

In questo caso per esempio: se l'unico esempio di "cura con il bicarbonato" fosse questo proposto qui, io potrei dirti con certezza che il bicarbonato NON cura il cancro. Chiuso.
Se invece esistono decine e decine di casi, ben documentati, dimostrati, senza "falle"...beh, allora si che si può iniziare a sperare...

Per fefochip:

Citazione:
non puoi affermarlo con certezza però perche non puoi effettivamente affermare che il bicarbonato non abbia lui scongiurato la recidiva che da quello che sappiamo ad oggi non è tornata.

Si, in teoria si...ma allora parliamo di prevenzione o, non lo so, protezione dal cancro, io ho letto di CURA per il cancro e naturalmente (per ora, chiedo un po' di tempo per leggermi un po' di cose...) mi limito a questo caso che mi aveva colpito. In questo caso il bicarbonato non c'entra nulla.

Citazione:
purtroppo alle volte non si può fare di un caso un intervista proprio perche c'è una propensione a interpretare tutto al negativo.

Guarda che secondo me è meglio. Cioè: molto meglio pochi casi ma "perfetti" e senza buchi, che 1000 casi pieni di contraddizioni, incompleti o poco documentati.
Voglio dire: non stiamo parlando di cura per la forfora, una cura a base di bicarbonato, sarebbe una bomba...di più, forse, da tutti i punti di vista...e non fa piacere buttare tutto alle ortiche per un documento che manca, una relazione che smentisce o un esame che non conferma...non so se mi spiego...

Citazione:
ti posso altresi testimoniare di persone guarite con i suoi metodi in maniera incredibile e per questo mi sto cosi adoperando per raccogliere interviste

Io non penso che da parte di questo medico ci sia malafede, almeno, dovresti essere pure poco intelligente a girare il mondo urlando a tutti che curi il cancro con una sostanza che a prima vista è "roba da cuochi", evidentemente al suo pensiero deve crederci...
Non posso dirti io se ha ragione o no, se è pazzo o un genio, non lo so...non so nemmeno che tipo di persona sia (un altro elemento che per me è importante...una brava persona la riconosci a pelle...), tu lo conosci? Hai "studiato" le sue teorie? Ti convincono?
Bene! Continua ad insistere e raccogli più testimonianze.

Ma se vuoi un consiglio, raccogliele complete, non "dubbie", io sono un medico e posso sapere cosa vuol dire CIS o TCC...ma chi non lo è? Come fai a convincere un "profano" che con il bicarbonato guarisci il cancro se prima nemmeno le testimonianze sono convincenti?
Io penso che per compiere dei passi avanti così grossi, bisogna battere tante strade, tantissime! Poi possiamo provare il prezzemolo, il bicarbonato, la coca cola...non importa, ma proviamo. Se qualcuna di queste sostanze fosse utile...ne guadagneremo tutti.

Citazione:
se c'è un solo caso in cui l'idea di simoncini funziona bisognerebbe valutare con serietà scientifica la situazione

Non è facile.
Tutto può funzionare "per una volta", poi bisogna vedere se funziona ancora, perchè funziona...insomma, la strada è lunga.
Per dirtene una al volo: ho cominciato a leggere il sito di Simoncini. Bene, ho capito che per lui la causa di tutti i tumori è la candida (mi sbaglio?), però non ho trovato (ancora) da nessuna parte PERCHE' dovrebbe essere la candida...

Non ho letto qualcosa come: ho osservato questi due tessuti, nello stesso ambiente, uno affetto da candida ha sviluppato il tumore, l'altro, sterile, no.
Cioè, l'affermazione: "la candida è causa di tutti i tumori" tout court, mi lascia poco convinto, primo perchè "tutti i tumori" è un termine senza senso (è come dire "tutti gli uomini camminano" si...ok...ma proprio tutti gli uomini?) e secondo perchè non c'è una spiegazione per questa affermazione, perchè la candida dovrebbe essere causa di questa malattia?
In base a quale osservazione? Cosa è successo nell'esperienza di Simoncini?

Citazione:
quindi immagino sa riconoscere un melanoma... ed era tanto certo che non aveva segnato una biopsia ma subito la tac


Ecco, per esempio in questo caso, posso dirti che la diagnosi di tumore maligno è SEMPRE E SOLO istologica (ti boccerebbero violentemente ad un esame se dici che riconosci un cancro "a vista"). Si, puoi avere il sospetto di cancro anche solo guardandolo (mi succede spessissimo) ma non puoi averne certezza.
C'è un caso senza biopsia? Non puoi portarlo come prova. Bisogna essere severi nella selezione delle prove e delle testimonianze, non si parla di sciocchezze ma di cancro...

Citazione:
butto tutto al cesso?
la vostra di coscienza cosa vi direbbe al mio posto?

Non si butta mai niente, delle proprie esperienze.
Io farei un bilancio di quello che ho fatto. Se Simoncini, le sue teorie, le testimonianze, ti sembrano valide, sincere, in buona fede...beh, continua così, ti stai sempre dedicando a qualcosa di nobile...e nemmeno per ritorno economico...
Se invece non sei convinto, noti qualcosa che non va e c'è "puzza di marcio", hai fatto un'esperienza importante ed è finita lì.
Questo secondo me.
Buon lavoro, ci sentiamo...
Ciao!


Al2012
Inviato: 31/1/2009 22:50  Aggiornato: 31/1/2009 22:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 1989
 Re: La cistoscopia cura il cancro
@WeWee

Il titolo è eccessivo, troppo estremo, penso anch’io di si, ma capisco la visione di Massimo, almeno ci provo ….. Però è vero che Massimo e fefochip hanno conosciuto direttamente il dott. Simoncini e devi ammettere che questo ha un peso rilevante.
fefochip è sotto la sindrome di Stoccolma ??

ti cito:

°°°°°°°
<< Perchè ormai (soprattutto dopo l'espansione di internet) esistono migliaia di cure "alternative", praticamente tutto è diventato una cura o un rimedio alternativo, dalla meditazione al massaggio, dal bicarbonato (appunto...) alla vitamina C, dall'erba allo squalo...
Non è possibile sperimentare tutto contro tutte le malattie, per essere evidenziata una "cura" rispetto ad un'altra, devono esserci dei riscontri, delle basi certe, dei dati chiari, non un ..."me l'ha detto mio cuggino"... >>

°°°°°°°

Questo passo è criticabile, non per far polemica, ma per discutere cercando di capirsi e magari migliorare.

Esistono migliaia di cure “alternative” quindi non si fa niente perché non si possono sperimentare tutte.

Se ci pensi non hai fatto un gran complimento alla “scienza medica” perché dovrebbe avere i mezzi intellettuali per fare una dovuta scrematura, dedicando più attenzione a quelle che hanno credenziali, e probabili risconti scientifici.

“Vitamina C” e altre vitamine e minerali, sono da classificare come pagliattivi?

Non voglio portare troppa carne sul fuoco, concordo con il tuo ragionamento quando affermi che “, devono esserci dei riscontri, delle basi certe, dei dati chiari” come è vero che d’altra parte ci sia quella onesta scientifica a cui ci si appella tanto, ci vuole un giudizio e un comportamento leale ed aperto, concetti che, a mio modesto pare, sono un po’ latitanti in una mentalità “Baronesca”.

Questa frase “non un ..."me l'ha detto mio cugino"... non è molto azzeccata, specialmente in merito al caso Simoncini nel suo complesso ……


C’è un detto cinese (non so forse lo letto anche su LC): “Il cinese quando si ammala cambia dottore”

(OT: Mi piacerebbe sentire le tue impressioni su quanto esposto dal dott. B. Lipton anche su PM

Seminario Bruce Lipton 1/16 (fisica quantistica e medicina)
QUI)

“Capire … significa trasformare quello che è"
kataclisma
Inviato: 31/1/2009 23:27  Aggiornato: 31/1/2009 23:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Wewee è molto interessante leggerti vista la tua competenza in materia accoppiata ad onestà intellettuale e apertura mentale che ti permette di non chiuderti a riccio davanti ad una cura per il cancro che non sia "ufficiale", come fanno la stragrande maggioranza dei medici tradizionali.
La tua analisi è quindi molto chiara e lucida, e resto persuaso anche io che questo caso di Lorna non sia una prova sufficiente per affermare che il bicarbonato curi il cancro, anche se ci sono dei passaggi che non mi convincono completamente.
Perciò volevo sottoporteli sperando di poter continuare a dialogare con serenità e senza preconcetti.
Il punto focale è evidentemente la recidiva che finora fortunatamente Lorna non presenta e riguardo la quale tu affermi:
Citazione:
In questo caso non ci sono stati risultati positivi "pari" a quelli della cura classica, in questo caso c'è stata una cura "classica" che ha risolto il problema, non vedo cosa c'entri il bicarbonato...

Volendo essere precisi la cura classica prevedeva la rimozione del tumore + la immunoterapia (secondo quanto tu stesso affermi), quindi non si può affermare che i risultati li ha ottenuti solo la cura "classica" poichè bisognerebbe dire che la immunoterapia è supeflua, allo stesso modo di come non si può affermare che il bicarbonato curi il cancro. Perchè c'è tanta paura a dire una frase semplice del tipo: "Sembra che il bicarbonato in questo caso abbia sostituito efficacemente l'immunoterapia".
Citazione:
Si, in teoria si...ma allora parliamo di prevenzione o, non lo so, protezione dal cancro, io ho letto di CURA per il cancro e naturalmente (per ora, chiedo un po' di tempo per leggermi un po' di cose...) mi limito a questo caso che mi aveva colpito. In questo caso il bicarbonato non c'entra nulla.

Ragionando in questo modo allora non si potrebbe nemmeno affermare che la chemioterapia o la radioterapia e ancora di più la immunoterapia, sono cure contro il cancro poichè, non solo in genere vengono attuate dopo una operazione chirurgica, ma poi servono essenzialmente per evitare che il tumore recidivi o si espanda in altre parti del corpo.
Quindi quando un tumore guarisce in seguito ad un intervento chirurgico e ad un ciclo di chemio dovresti affermare che la chemio non centra nulla...

Citazione:
Per dirtene una al volo: ho cominciato a leggere il sito di Simoncini. Bene, ho capito che per lui la causa di tutti i tumori è la candida (mi sbaglio?), però non ho trovato (ancora) da nessuna parte PERCHE' dovrebbe essere la candida...

Non ho letto qualcosa come: ho osservato questi due tessuti, nello stesso ambiente, uno affetto da candida ha sviluppato il tumore, l'altro, sterile, no.
Cioè, l'affermazione: "la candida è causa di tutti i tumori" tout court, mi lascia poco convinto, primo perchè "tutti i tumori" è un termine senza senso (è come dire "tutti gli uomini camminano" si...ok...ma proprio tutti gli uomini?) e secondo perchè non c'è una spiegazione per questa affermazione, perchè la candida dovrebbe essere causa di questa malattia?
In base a quale osservazione? Cosa è successo nell'esperienza di Simoncini?

Devo ammettere che effettivamente la teoria di Simoncini anche a me appare un po' approssimativa e le critiche che le muovi sono giustificate, il fatto è che quasi le stesse si potrebbero muovere anche alla descrizione che fa la medicina tradizionale del cancro.
Sintetizzando, primo se è vero che sembra superficiale l' affermazione che un fungo genera tutti i tumori, a me sembra ugualmente superficiale le convinzioni della medicina tradizionale per la quale le cause del cancro possono essere praticamente tutte e nessuna (ereditarietà, esposizione a sostanze cancerogene, radiazioni, virus, batteri...praticamente tutto tranne i funghi)
Secondo, fai bene a chiederti perchè la candida dovrebbe essere causa di questa malattia, ma mi chiedo la medicina ufficiale saprebbe rispondere a questo o altri interrogativi riguardo le sue teorie sul cancro?
Perchè le radiazioni fanno impazzire le cellule modificandone il dna e facendo sviluppare tumori, ma a volte le usiamo anche come cura (radioterapia)?
Perchè l'helicobacter pylori fa svilippare il tumore allo stomaco o il papilloma virus quello dell'utero?
Perchè improvvisamente una cellula di un organismo in perfetta salute dovrebbe impazzire e cominciare a replicarsi?
Perchè una cellula di un tumore in un qualunque organo dovrebbe migrare nel corpo, insediarsi in un altro organo e trasformarsi per dare vita ad un diverso tipo di tumore?

Citazione:
Ecco, per esempio in questo caso, posso dirti che la diagnosi di tumore maligno è SEMPRE E SOLO istologica (ti boccerebbero violentemente ad un esame se dici che riconosci un cancro "a vista"). Si, puoi avere il sospetto di cancro anche solo guardandolo (mi succede spessissimo) ma non puoi averne certezza.

Probabilmente è giustissimo quello che dici rispetto alla medicina tradizionale, ma per quanto ne so io una analisi istologica non è nulla di più di una analisi "a vista" con l'ausilio di un microscopio. E' comunque un qualcosa di molto empirico, semplicemente una descizione fatta "ad occhio" e per analogia. Quello che voglio dire con questo è che a volte si danno nomi pomposi e presunta infallibilità a cose che in realtà non sono nulla di eccezionale e sono lungi dall'essere infallibili, e ci si affida ad esse per costruirsi certezze che in realtà dovrebbero essere sempre e solo teorie, anche molto ben articolate, ma sempre terie che nulla hanno della verità assoluta e dovrebbero poter sempre essere messe in dubbio senza dover ogni volta scardinare un muro per cambiarle. Cosa che avviene dalla notte dei tempi ogni volta che la comunità scientifica deve accettare di modificare radicalmente i propri modelli, in qualsiasi campo della scienza.

Spero che non prenderai questo mio post in modo offensivo e vorrai rispondere ai miei dubbi in modo sereno. Grazie.
------------------------------------------------------------------------

X Mazzucco:
Citazione:
gentili signori: Lorna è guarita si o no?

benissimo, se non è stato il bicarbonato è stata la cistoscopia. tertium non datur.

gli infantili siete quindi voi che non sapete nemmeno cosa volete.

L'asilo è in fondo a destra.

Senza alcun intento polemico.
Capisco rimanere stizziti da commenti come quelli che hai ricevuto, e dall'atteggiamento di chiusura mentale che spesso si incontra parlando di questi argomenti, ma permettimi di dire che questa tua analisi è un po' superficiale.
Il tertium in questo caso, e tralaltro mi sembra anche la possibilità più probabile, è la interazione tra entrambbe le cure, cistoscopia e bicarbonato, o comunque non si può escludere questa possibilità.

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
Redazione
Inviato: 31/1/2009 23:46  Aggiornato: 31/1/2009 23:58
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: La cistoscopia cura il cancro
WEWE: "Il tertium in questo caso, e tralaltro mi sembra anche la possibilità più probabile, è la interazione tra entrambbe le cure, cistoscopia e bicarbonato, o comunque non si può escludere questa possibilità."

Benissimo, allora lo cambio ancora. Basta che vi decidiate però, perchè qualcuno questa donna l'ha guarita. Abbiamo in mano la cura per il cancro, e dobbiamo annunciarlo al mondo, non possiamo stare qui a discutere suille virgole.

Cosa facciamo? "Il bicarbonato aiuta la cistoscopia nella cura del cancro"?

Oppure "La cistoscopia aiuta il bicarbonato nella cura del cancro"?

E se li usassimo insieme, a questo punto? Magari scopriamo che con un cistoscopio bello pieno di bicarbonato si cura anche il tumore alla mammella. Oppure ti passa la gotta ....

(Psssst... : Non sono "stizzito", vi sto pigliando per il culo).

kataclisma
Inviato: 31/1/2009 23:57  Aggiornato: 31/1/2009 23:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Citazione:
(Psssst... : Non sono "stizzito", vi sto pigliando per il culo).

Beh grazie per il plurale, la prossima volta mi faccio i fatti miei...
Certo che ci stai prendendo per il culo, era evidente, la stizza era il motivo, ma no problema...

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
WeWee
Inviato: 1/2/2009 0:14  Aggiornato: 1/2/2009 0:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Citazione:
perché dovrebbe avere i mezzi intellettuali per fare una dovuta scrematura, dedicando più attenzione a quelle che hanno credenziali, e probabili risconti scientifici.

Il problema è proprio questo: le terapie "alternative" sono quasi sempre terapie che riprendono "vecchie tradizioni", a volte anche leggende, miti e la maggiorparte delle volte, anche soltanto esperienze personali (ho conosciuto una persona che aveva "curato" sua nonna con il basilico che coltivava e diceva di poter guarire tutti i cancri con il suo basilico). Quindi le credenziali, che dici tu, già in partenza non esistono.
Però possono essere create.
Come?
Beh, se io domani scopro di guarire il cancro con la nutella, farò delle esperienze personali, appunterò le mie osservazioni, proverò a studiarne le dinamiche, i motivi, i meccanismi e tutto verrà registrato.
Ogni "prova" su essere umano sarà documentata fedelmente e con precisione, evitando di commettere errori fatali.

Poi farò i conti: con la mia cura sono guarite (con certezza) 98 persone su 100?! Beh...credo di poter dire che sono un benefattore dell'umanità e probabilmente sono diventato miliardario.
Con la mia cura sono guarite 2 persone su 100?! Beh, probabilmente ho sbagliato e le mie prime osservazioni avevano dei difetti, pazienza...

La scienza può scremare quello che conosce, non quello che non sa che esiste.
Perlomeno, può basarsi sulle sue conoscenze per fare una scrematura.
Se è per questo, in base alla scienza, la cura al bicarbonato, non ha senso, ma se tu mi dici...proviamo? Si, proviamo. Evitando di illudere o fare vittime, naturalmente...

Citazione:
Vitamina C” e altre vitamine e minerali, sono da classificare come pagliattivi?

Non ci crederai ma ormai le vitamine sono considerati palliativi anche dalla medicina. Dopo il boom degli anni '70, la "moda" delle vitamine è decisamente in calo.

E volevo aggiungere infine...che se io scopro la cura per il cancro, non credo avrei troppa difficoltà a venderla ad una grossa e compiacente casa farmaceutica...

Al2012
Inviato: 1/2/2009 0:24  Aggiornato: 1/2/2009 0:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 1989
 Re: La cistoscopia cura il cancro
@WeWee

Ora tutto mi è chiaro.

Ho compreso il tuo spessore.

Stammi bene.

“Capire … significa trasformare quello che è"
WeWee
Inviato: 1/2/2009 0:36  Aggiornato: 1/2/2009 0:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Citazione:
Perchè c'è tanta paura a dire una frase semplice del tipo: "Sembra che il bicarbonato in questo caso abbia sostituito efficacemente l'immunoterapia".

Perchè l'immunoterapia non è una cura per il cancro (l'avevo scritto sopra), al limite (proprio al limite, molti non ne sono convinti) è una cura che riduce il rischio di recidive...ma sempre e solo in tumori molto iniziali.
In pratica non la usi nemmeno come cura del Carcinoma in situ (il primissimo stadio del cancro), visto che NON ha capacità curative.
Quindi se affermiamo che il bicarbonato sostituisce l'immunoterapia, sosteniamo che il bicarbonato ha effetti di prevenzione (non possiamo dimostrarlo in questo caso, quindi forse) e protezione (forse) sul cancro. Qui si parlava di guarigione...

Citazione:
allora non si potrebbe nemmeno affermare che la chemioterapia o la radioterapia e ancora di più la immunoterapia, sono cure contro il cancro poichè, non solo in genere vengono attuate dopo una operazione chirurgica, ma poi servono essenzialmente per evitare che il tumore recidivi o si espanda in altre parti del corpo.

Cerco di scrivere semplicemente o mi perdo.
L'immunoterapia non cura il cancro.
La chemioterapia e la radio, non lo curano nemmeno. Hanno però un effetto molto tossico sulle cellule (che purtroppo conosciamo). Se hai una massa di 10 centimetri e chirurgicamente ne asporti 11, non possiamo escludere che alcune cellule siano in circolo, siano sfuggite alla rimozione, siano ormai passate in un altro organo.
La chemio, ditruggendo quello che trova nel suo passaggio, spera di distruggere le cellule tumorali sfuggite al chirurgo.

Il problema è che non distingue cellule sane e cellule malate...

Non faccio una grande rivelazione quindi, se affermo che il cancro è una malattia incurabile.


Citazione:
a me sembra ugualmente superficiale le convinzioni della medicina tradizionale per la quale le cause del cancro possono essere praticamente tutte e nessuna

E' questo il problema delle "cure alternative".
La scienza e la pratica, hanno dimostrato che esistono centinaia di tipi di cancro causati da centinaia di motivi.
Ci sono pure quelli congeniti, quelli acquisiti, hanno forme, cellule ed aspetto diverso, non sono UNA entità, il cancro è come un diamante (terribile) con tante facce.
Il tumore dello stomaco sarà formato da cellule dello stomaco (non normali, ma sempre dello stomaco), così come quello dell'utero, sarà formato da cellule dell'utero.
Tra le cause del cancro, ci sono pure i batteri, i virus e pure i funghi. Nessuno ha mai detto che i funghi non possano causare il cancro. Invece è poco credibile (e per ora non dimostrato) che i funghi causino TUTTI i tipi di cancro e che l'unico modo di sbarazzarcene sia il bicarbonato. Tant'è che esistono diversi studi dove il bicarbonato addirittura peggiora il cancro.

Se vedessi un cancro capiresti come si tratta davvero di una bestia multiforme...

Citazione:
per quanto ne so io una analisi istologica non è nulla di più di una analisi "a vista" con l'ausilio di un microscopio. E' comunque un qualcosa di molto empirico

In parole povere si...ma non è una semplice osservazione, si tratta di procedure, colorazioni, prove, reazioni, confronti ed esperienza, tanta.
Anche io ho studiato istologia ed ho visto centinaia di vetrini, ma questo non fa di me un bravo anatomopatologo...

Citazione:
Spero che non prenderai questo mio post in modo offensivo e vorrai rispondere ai miei dubbi in modo sereno. Grazie.

@]+*#...ma vaff @*+#!!!


Litigare perchè?
Una discussione così interessante ne uscirebbe rovinata...


Citazione:
(Psssst... : Non sono "stizzito", vi sto pigliando per il culo).

Un ottimo padrone di casa...

Al2012
Inviato: 1/2/2009 0:41  Aggiornato: 1/2/2009 0:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 1989
 Re: La cistoscopia cura il cancro
“Non ti curar di loro, ma guarda e passa …….


Edit: Consiglio della buona notte: Saltare a “piè pari” i commenti dei provocatori ….. essendo già auto-commentati in modo perfetto …..



“Capire … significa trasformare quello che è"
Redazione
Inviato: 1/2/2009 1:09  Aggiornato: 1/2/2009 1:20
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: La cistoscopia cura il cancro
"Un ottimo padrone di casa..."

Mbeh? Da quando in qua l'ironia non abita qui?

Anzi, pare che sia uno dei metodi migliori per evidenziare certe magagne del sistema mentale.

Tuttle
Inviato: 1/2/2009 1:27  Aggiornato: 1/2/2009 1:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Citazione:
(Psssst... : Non sono "stizzito", vi sto pigliando per il culo).


Su questo sono daccordo. L'articolo che hai scritto, e il video che hai montato, sono due belle prese per il culo.

Il titolo puoi cambiarlo anche ogni ora, a seconda di quando ti piace prenderci per il culo, ma il contenuto rimarrà la bufala che era in partenza.

Buonanotte.

kataclisma
Inviato: 1/2/2009 1:39  Aggiornato: 1/2/2009 1:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: La cistoscopia cura il cancro
wewee:
Citazione:
E volevo aggiungere infine...che se io scopro la cura per il cancro, non credo avrei troppa difficoltà a venderla ad una grossa e compiacente casa farmaceutica...

Non è proprio così, se la cura fosse davvero il bicarbonato e tu la proponessi a qualunque casa farmaceutica, penso che se fossi fortunato ti rimanderebbero a calci a casa...
Cosa ci guadagnerebbero a curare il cancro col bicabonato, 10 cent a paziente? E tutto il carrozzone intorno sai che corse ti farebbe fare?

Citazione:
L'immunoterapia non cura il cancro.
La chemioterapia e la radio, non lo curano nemmeno...Non faccio una grande rivelazione quindi, se affermo che il cancro è una malattia incurabile.

Bene allora spiegami perchè vengono propinate ai malati come cure?
Ci mettiamo a sottilizzare sulle parole? Come vogliamo definire l'immunoterapia, la chemio e la radio? non ti piace cure, va bene terapie?
Vorrei vederti mentre dici ai tuoi pazienti che il cancro è incurabile e la chemio e la radio non sono la cura...vorrei proprio vedere quanti pazienti si affiderebbero a te...Oppure sostenere questo discorso davanti a Veronesi che afferma che la lotta contro il cancro sta dando risultati ottimi e la mortalità è diminuita moltissimo...se non ci sono cure come ci sono riusciti? O veronesi racconta balle? (qualcuno il sospetto ce l'aveva...)

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
Mande
Inviato: 1/2/2009 1:56  Aggiornato: 1/2/2009 1:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1230
 Re: La cistoscopia cura il cancro
WeWee
Citazione:

In parole povere si...ma non è una semplice osservazione, si tratta di procedure, colorazioni, prove, reazioni, confronti ed esperienza, tanta.
Anche io ho studiato istologia ed ho visto centinaia di vetrini, ma questo non fa di me un bravo anatomopatologo...

Mi approfitto ancora una volta della tua disponibilità visto che affermi, se non ho capito male, di avere già visto tumori al microscopio.
La domanda non è perfettamente legata all'articolo ma fa parte di un discorso più ampio e ti prego di rispondere con correttezza e tenendo in considerazione che questo specifico tema è molto delicato.

Se non ho capito male si può diagnosticare il tumore solo attraverso una biopsia od asportazione di un tessuto. A questo punto il tessuto viene osservato al microscopio e dall'osservazione con reazioni, procedure, colorazioni, ect., si stabilisce se è cancro o no.

La domanda è quindi la seguente:

Se io portassi un tessuto per fare una biopsia composto da cellule epatiche ma non lo dicessi, il patologo sarebbe in grado di affermare con certezza che sono cellule epatiche e non epidermiche o muscolari?
Sarebbe in grado di affermare con certezza che sono cellule di un tessuto umano e non di un parassita ospite (sparo a caso come un verme nello stomaco)?
Sarebbe in grado di distinguere una cellula umana da una cellula di una colonia fungina?

Ovvero sapendo che tutte le forme viventi adottano il meccanismo cellulare analizzando una biopsia si può stabilire in maniera certa ed inequivocabile che quella cellula fa parte dell'organismo umano o addirittura che "organizzazione" ha sviluppato?

gobbo
Inviato: 1/2/2009 2:49  Aggiornato: 1/2/2009 2:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2005
Da: Neverland
Inviati: 1334
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Mande ha scritto :

Citazione:

La domanda è quindi la seguente:

Se io portassi un tessuto per fare una biopsia composto da cellule epatiche ma non lo dicessi, il patologo sarebbe in grado di affermare con certezza che sono cellule epatiche e non epidermiche o muscolari?
Sarebbe in grado di affermare con certezza che sono cellule di un tessuto umano e non di un parassita ospite (sparo a caso come un verme nello stomaco)?
Sarebbe in grado di distinguere una cellula umana da una cellula di una colonia fungina?

Ovvero sapendo che tutte le forme viventi adottano il meccanismo cellulare analizzando una biopsia si può stabilire in maniera certa ed inequivocabile che quella cellula fa parte dell'organismo umano o addirittura che "organizzazione" ha sviluppato?


Per quel che ne so io Mande la risposta è Si al 100%. Un medico istopatologo che non riesce a distinguere una cellula epatica da una muscolare e da cacciare via dal ordine a calci nel culo.
Mi posso certamente sbagliare perciò aspetterò la risposta di Wee.
Ti posso solo dire che al primo anno di facoltà di medicina se all'esame di istologia fai un sbaglio del genere ti rimandano a settembre con la velocità della luce.

il gobbo

I LINK.VOGLIO VEDERE I LINK,PLEASE.
WeWee
Inviato: 1/2/2009 5:23  Aggiornato: 1/2/2009 5:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: La cistoscopia cura il cancro
kataclisma
Citazione:
Non è proprio così, se la cura fosse davvero il bicarbonato e tu la proponessi a qualunque casa farmaceutica, penso che se fossi fortunato ti rimanderebbero a calci a casa...

No, non penso proprio. Esistono farmaci che sono a base di acido borico, di salicilati, di caffeina, di glicerina, per non parlare di acqua e sale che costano 10 euro al litro, prodotti banali, poveri e nonostante questo costano 100 volte il prezzo di produzione, sai il marketing, la confezione, il trasporto
...le industrie farmaceutiche trasformano in oro tutto quello che toccano, vuoi mettere un prodotto che sarebbe venduto a 1000 pezzi al secondo?
Citazione:
Vorrei vederti mentre dici ai tuoi pazienti che il cancro è incurabile

Non è uno spettacolo piacevole.
Non lo dici (sempre se proprio non lo dici...) per non uccidere una persona con le parole, ma credo sia risaputo che di cancro si muore. Non sempre e per fortuna...ma resta una malattia incurabile.
Citazione:
...se non ci sono cure come ci sono riusciti?

Principalmente con la prevenzione (che se scopre un cancro in fase iniziale, spesso lo elimina per sempre), come nel caso di Lorna, il suo tumore era in fase iniziale ed asportarlo l'ha salvata e con la chirurgia, che risolve tantissimi casi. La chemio e la radio sono l'ultima spiaggia quasi sempre, una botta terribile che ti salva la vita, in rari casi.

Mande
Citazione:
Se io portassi un tessuto per fare una biopsia composto da cellule epatiche ma non lo dicessi, il patologo sarebbe in grado di affermare con certezza che sono cellule epatiche e non epidermiche o muscolari?

Si.
E' buona regola del chirurgo comunque, comunicare COSA si è asportato, perchè non sempre la cellula epatica è dove dovrebbe essere. Ad esempio esistono dei tumori (come i dermoidi) che asportati dall'ovaio, contengono cellule ossee o cartilaginee o capelli...
Il chirurgo comunica cosa ha asportato, l'anatomopatologo descrive cosa ha visto, anche in relazione a questo.
Citazione:
Sarebbe in grado di distinguere una cellula umana da una cellula di una colonia fungina?

Questo lo so fare anche io che non sono un istopatologo.
Una cellula umana può essere simile anche tantissimo a quella di un gorilla ad esempio ma è totalmente diversa da quella di un fungo o di una foglia.
In particolare, la cellula della candida è inconfondibile, questa è una colonia:

E questa è una cellula della vescica (per restare in tema...), i corpicini gialli sono batteri (E.Coli):


Al primo anno di medicina uno degli esami che ho dato prevedeva il riconoscimento di cellule al microscopio. Mi hanno fatto vedere una cellula intestinale, io ho detto che era una cellula del rene. Bocciato. Sono cose che non dimentichi, la base dei tuoi studi.
Poi con il tempo sono fortunatamente migliorato...


Il tumore che ha colpito Lorna, aveva come limite questo indicato con le frecce:

Se si fosse perso altro tempo, la lesione sarebbe penetrata più profondamente, invadendo lo strato più chiaro, quello che sta sotto la linea scura, per intenderci. Il tumore sarebbe stato "invasivo", cioè ormai penetrato nei tessuti e quindi molto pericoloso ed a forte rischio di metastasi. Anche la sua asportazione sarebbe stata molto più difficile e demolitiva.

Citazione:
analizzando una biopsia si può stabilire in maniera certa ed inequivocabile che quella cellula fa parte dell'organismo umano o addirittura che "organizzazione" ha sviluppato

Non ho capito la parte sottolineata.
Si, un anatomopatologo sa distinguere una cellula umana da una di un altro animale ad esempio, ma non deve partecipare ad un quiz, è bene dirgli da dove proviene quella cellula per farne studiare le caratteristiche. Per spiegarmi meglio: una cellula gastrica umana è molto simile (ma non uguale!) a quella di un cane, ma se all'anatomopatologo presenti la cellula del cane e gli chiedi di cosa si tratta, non è facile capire se è davvero la cellula di stomaco di cane o una cellula umana talmente trasformata (come avviene nei tumori) da non sembrarlo più...ed assomigliare ad una cellula canina... lo so, mi sono incartato...ma non so come spiegarlo meglio...

A presto!

Redazione
Inviato: 1/2/2009 5:59  Aggiornato: 1/2/2009 6:09
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: La cistoscopia cura il cancro
WEWE: Citazione:
Se si fosse perso altro tempo, la lesione sarebbe penetrata più profondamente, invadendo lo strato più chiaro, quello che sta sotto la linea scura, per intenderci. Il tumore sarebbe stato "invasivo", cioè ormai penetrato nei tessuti e quindi molto pericoloso ed a forte rischio di metastasi.


LORNA: “Ma nel giugno del 2008 ho fatto una cistoscopia di controllo, e lei mi ha detto che avevo un tipo diverso di cancro, in situ. Per quanto il carcinoma in situ significhi l'inizio del cancro, lei mi disse che questo tipo di cancro può andare in giro nel flusso sanguigno, invece di crescere come un tumore, e che la bruciatura non avrebbe funzionato”

Visto che mi avete chiesto di telefonare apposta, leggete almeno quello che ho scritto.

Altrimenti qui fra un pò arriviamo che Lorna aveva solo un raffreddore.

Redazione
Inviato: 1/2/2009 6:54  Aggiornato: 1/2/2009 7:53
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Ho tolto alcuni miei commenti, che erano del tutto fuori luogo, e potevano risultare offensivi.

In realtà erano stati scritti per evidenziare certi paradossi mentali, ma mi rendo conto che non ce ne fosse comunque bisogno.

Il cambio del titolo basta e avanza.

°°°

Visto che sono stato accusato di scrivere stupidaggini, resto comunque in attesa di una precisa risposta a questa domanda:

Se non è stato il bicarbonato a curare il cancro di Lorna, che cosa è stato?

Grazie.

Redazione
Inviato: 1/2/2009 11:36  Aggiornato: 1/2/2009 11:36
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Sposto qui un commento che Halo aveva messo nel posto sbagliato

M.M.

...

Bene.
Quando a dicembre scorso una persona a me carissima ha avuto la certezza di avere un tumore (parola e concetto sempre difficile anche solo da scrivere) la prima alternativa alla chemio del protocollo di stato fu di verificare quanto Simoncini potesse rispondere all’esigenza inderogabile di soddisfare la fiducia del paziente. Fu anche contattato telefonicamente sul cellulare (cioè con una traccia ovvia ma non siamo mai più stati contattati).
La ragione della rinuncia all’”idea” Simoncini?
Con riferimento ai diversi filmati in rete (si vanno a guardare con grande attenzione in questi casi!) è venuto fuori un personaggio perlomeno sfuggente all’informazione (metodo induttivo?).
Che non ha capito quale importanza avesse il mezzo di informazione che lo stava contattando e “tampinando”.
Quale migliore occasione per un portatore di “verità alternative” che accettare il confronto seriamente (e non alla “Vanna Marchi” negando fatti scomodi ma incontrovertibili), accettando anche l’ovvio rischio di essere sfottuto o peggio (arrestato?) per millantata professione medica?

Ecco, un possibile paziente che lo ha visto sfuggire alle telecamere di Ricci, poi negare delle verità dimostrate invece da altre riprese dello stesso Ricci, e soprattutto il desiderio di non dare visibilità alle “proprie certezze”, ha deciso che non scattava quella fiducia indispensabile per avviare un rapporto medico (metodo deduttivo?).

Che dire poi del filmato in cui Simoncini mostra un audiovisivo (molto privato e personale) di un paziente ad un altro per convincerlo al bicarbonato?
Ho visto solo i dimostratori Devon comportarsi così.
Con la differenza che se viene loro prospettato un confronto televisivo, certo immediatamente, accettano la cosa come la più efficace da percorrere per le loro esigenze “di farsi conoscere”,
Altro che il “palcoscenico” di LC!.

Il mio ragionamento è abbastanza induttivo/deduttivo o mi sfugge qualche cosa?

Naturalmente aspetteremo sempre una telefonata si Simoncini per sapere perché abbiamo cambiato idea.

Ma non arriverà.

Per la cronaca abbiamo deciso di abbracciare l’ipotesi di una medico (lo considero erede morale di Di Bella) che con l’idea di mettere sotto controllo il tumore regala una speranza di vita (in caso di successo della cura ma in ogni caso anche nell’approccio alla malattia stessa) di qualità decisamente diversa sia dall’AUSL che da un non comunicatore (diciamo) come Simoncini.

Tutto è opinabile, naturalmente.
Logica e speranza possono stare assieme?

Se Simoncini ha cose da comunicare al mondo lo faccia davvero magari rischiando.
Questo non è un tema da “tenere nascosto” solo su un sito internet.
...E chiedo scusa se sono stato insufficientemente chiaro, ma per me NON è come parlare della partita di ieri sera.

WeWee
Inviato: 1/2/2009 14:32  Aggiornato: 1/2/2009 14:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Citazione:
Visto che mi avete chiesto di telefonare apposta, leggete almeno quello che ho scritto.

Lorna ha avuto una recidiva, il suo primo tumore era un Ta (classificazione che lo mette come tumore in fase iniziale, superficiale), ha fatto la resezione e poi a giugno ha avuto diagnosi di cancro in situ (sempre superficiale, non invasivo), ad agosto ha fatto la nuova resezione e le è stata proposta l'immunoterapia.
Il momento finale della cura quindi è stato ad agosto, Lorna era guarita (come poi è dimostrato dalle cistoscopie successive) e le era stata proposta l'immunoterapia a scopo preventivo, per ridurre il rischio di recidive.
E' qui che Lorna ha iniziato il bicarbonato. Che quindi con la guarigione non c'entra, si potrebbe ipotizzare che (visto che poi non si sono presentate recidive) ha un ruolo preventivo, ma non potremo mai saperlo.
Citazione:
Ho tolto alcuni miei commenti, che erano del tutto fuori luogo, e potevano risultare offensivi.

Complimenti per il gesto, apprezzo.

Citazione:
Se non è stato il bicarbonato a curare il cancro di Lorna, che cosa è stato?

La TURBT.
Non è nemmeno una notizia sensazionale, questo tipo di tumore viene trattato e guarito così ogni giorno, in migliaia di casi al giorno.
Non si tratta solo di tumori vescicali oltretutto.
Le resezioni di tumori iniziali sono procedure ormai di tipo ambulatoriale (quasi sempre) e risolutivo.
Per questo la prevenzione è fondamentale.
Se i tumori fossero tutti di questo tipo, molto probabilmente non saremmo qui a discutere di malattia mortale...

Tanto per aggiungere esempi, nel caso di carcinoma in situ del collo dell'utero si applica più o meno la stessa strategia, anche se si preferisce andare più a fondo (si asporta una porzione di tessuto maggiore) visto che la zona da trattare lo permette (la vescica ha una parete molto sottile, pochi millimetri, il collo dell'utero è lungo diversi centimetri).

Tuttle
Inviato: 1/2/2009 15:33  Aggiornato: 1/2/2009 15:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Citazione:
Cosa facciamo? "Il bicarbonato aiuta la cistoscopia nella cura del cancro"? Oppure "La cistoscopia aiuta il bicarbonato nella cura del cancro"? E se li usassimo insieme, a questo punto? Magari scopriamo che con un cistoscopio bello pieno di bicarbonato si cura anche il tumore alla mammella. Oppure ti passa la gotta ....


Ma non provi nemmeno un po di vergogna per le stronzate che dici?

Io mi vergogno al posto tuo.

CatOrcio
Inviato: 1/2/2009 15:52  Aggiornato: 1/2/2009 15:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/7/2008
Da:
Inviati: 102
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Vediamo se ho capito:

alla paziente è stata diagnosticata una forma pre-tumorale, che è stata asportata almeno in parte (per motivo sia diagnostico che forse terapeutico).

C'è stata una ricaduta (o recidiva) quindi evidentemente l'asportazione non è stata risolutiva.

La ricaduta però è stata di diversa forma, cioè tumorale a tutti gli effetti, il che vuol dire che la paziente è peggiorata.

E' stata ripetuta la stessa tecnica di asportazione della prima volta. Ma se tale tecnica non ha avuto successo terapeutico la prima volta, ora che la neoplasia è diventata più aggressiva, come può essere diventata risolutiva?
(Tra l'altro è passato del tempo tra le due asportazioni, permettendo forse a qualche cellula residua al primo trattamento (che ci doveva necessariamente essere vista la recidiva) di andare in giro a fare danni anche altrove)

Se ora la paziente non ha più ricadute va presa in considerazione l'ipotesi che il trattamento "alternativo" abbia sortito qualche effetto. Poi magari è passato ancora troppo poco tempo per sbilanciarsi.

WeWee
Inviato: 1/2/2009 16:32  Aggiornato: 1/2/2009 16:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Citazione:
alla paziente è stata diagnosticata una forma pre-tumorale, che è stata asportata almeno in parte (per motivo sia diagnostico che forse terapeutico).

Il carcinoma in situ (o di classe Ta) non è pretumorale, è il primo stadio del cancro.
La lesione è stata asportata totalmente, anche se è tipico il presentarsi di recidive sia per il tipo di tumore, sia perchè anche se l'asportazione è ampia non può escludere (naturalmente) che qualche cellula sia rimasta dov'era. La sede della lesione inoltre (vescica) è particolarmente delicata, visto che non puoi asportare tessuto in abbondanza ma devi limitarti il più possibile (aumentando così il rischio di non prelevare tutte le cellule).
Citazione:
La ricaduta però è stata di diversa forma, cioè tumorale a tutti gli effetti, il che vuol dire che la paziente è peggiorata.

No. Lo stadio di Carcinoma in situ è praticamente equivalente a quello di classe Ta. é il primo stadio quindi non esistono (fra le forme tumorali) stadi "meno gravi".
Citazione:
Ma se tale tecnica non ha avuto successo terapeutico la prima volta, ora che la neoplasia è diventata più aggressiva, come può essere diventata risolutiva?

E' abbastanza frequente l'obbligo di ripetere il trattamento, per i motivi di cui sopra.
La resezione del tumore si fa a "vista" e naturalmente l'occhio umano non è capace di "vedere" ogni singola cellula che forma il tumore. Che ne sfuggano alcune quindi è abbastanza normale.
La prima resezione ha asportato tutto quello che si vedeva/poteva, poi ti sottoponi ai controlli e se necessario asporti il resto.

Citazione:
(Tra l'altro è passato del tempo tra le due asportazioni,

DEVE passare del tempo, perchè così permetti al tessuto "danneggiato" dalla resezione di ripararsi e così poter controllare il resto del tessuto. Non solo, ma passando qualche mese, se ci sono cellule tumorali cresciute di numero e dimensioni nel frattempo, le vedi.
Per essere sicuro di aver asportato TUTTE le cellule tumorali, dovresti asportare tutta la vescica...e come puoi capire...

edo
Inviato: 1/2/2009 16:45  Aggiornato: 1/2/2009 16:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4384
 Re: La cistoscopia cura il cancro
citaz. catOrcio: permettendo forse a qualche cellula residua al primo trattamento (che ci doveva necessariamente essere vista la recidiva) di andare in giro a fare danni anche altrove)

citaz wewee: Per essere sicuro di aver asportato TUTTE le cellule tumorali, dovresti asportare tutta la vescica...e come puoi capire...

Nessuno dei due sistemi garantisce che si ottenga il risultato sperato.
Ogni giorno il nostro corpo produce ed elimina cellule tumorali, potenzialmente siamo tutti malati. Il fatto che sia nel 1° caso citato che nel 2° possano esserci recidive (anche in altri organi), viene comunemente spiegato col fatto che "forse qualche cellula è entrata in circolo e si è localizzata la' piuttosto che qua'?
Non credo.
Se fossi un oncologo non mi incaponirei su questa strada, a me sembra una scorciatoia che porta in un vicolo cieco.

WeWee
Inviato: 1/2/2009 16:59  Aggiornato: 1/2/2009 17:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Citazione:
citaz. catOrcio: permettendo forse a qualche cellula residua al primo trattamento (che ci doveva necessariamente essere vista la recidiva) di andare in giro a fare danni anche altrove)

Il fatto che quel tumore fosse superficiale, limita di tantissimo il numero di cellule neoplastiche che possono diffondersi attraverso il flusso sanguigno. Non si può escludere che questo accada, ma è un evento altamente improbabile.
Pensa solo che ogni giorno in ognuno di noi, nascono almeno un centinaio di cellule "tumorali" (mutate, anormali, con caratteristiche neoplastiche) che però vengono eliminate dal nostro sistema di anticorpi.
Il rischio quindi è praticamente nullo.

La cosa più importante da evitare è che quel tumore, da superficiale, invada gli strati sottostanti di tessuto, invadendo così anche i capillari e gli altri vasi sanguigni.
In questo caso, la diffusione nell'organismo è imponente e continua ed il nostro sistema immunitario non riesce a farne fronte.
Delle centinaia di cellule che si diffondono, quasi tutte non sopravvivono, ma se solo una, riesce ad impiantarsi chissà dove...

EDIT: Ho letto solo ora la tua seconda parte del messaggio:
Citazione:
Il fatto che sia nel 1° caso citato che nel 2° possano esserci recidive (anche in altri organi), viene comunemente spiegato col fatto che "forse qualche cellula è entrata in circolo e si è localizzata la' piuttosto che qua'?

No. Le recidive possono comparire per svariati motivi. Esempio banale: il tumore è dovuto all'inalazione di sostanze tossiche (molti tumori vescicali lo sono) e nonostante la resezione sia stata completa, se continui a respirare quelle sostanze, la recidiva è quasi sicura ed in questi casi è più grave della prima manifestazione.
Cioè, non bisogna sempre collegare la recidiva al primo episodio, può anche trattarsi di un nuovo episodio ma nella stessa sede.
La recidiva in sedi diverse (o lontane) è un caso a parte, in questi casi, probabilmente il tumore "primitivo" non è quello vescicale ad esempio...

CatOrcio
Inviato: 1/2/2009 17:42  Aggiornato: 1/2/2009 17:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/7/2008
Da:
Inviati: 102
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Citazione:
No. Lo stadio di Carcinoma in situ è praticamente equivalente a quello di classe Ta. é il primo stadio quindi non esistono (fra le forme tumorali) stadi "meno gravi".


Se si tratta di una condizione della stessa gravità, allora come mai hanno cambiato la proposta terapeutica, aggiungendo l'immunoterapia (qualunque cosa voglia dire)?
A logica si cambiano/aggiungono terapie quando quelle in essere falliscono, e/o il paziente peggiora.

edo
Inviato: 1/2/2009 17:52  Aggiornato: 1/2/2009 17:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4384
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Qui all'oncologico di cagliari (se vogliono girare un film sull'Albania dei tempi post crollo del regime, è la "location" perfetta), appena ti affacci consigliano subito "nà bella chemmio prevventiva". Conosco persone che fanno la chemio da 15 anni, con pause di 6 mesi ogni tanto...
p.s. fisicamente sono diventate delle chiaviche, ogni volta che aprono la finestra si beccano, come minimo la bronchite.
W la scienza?

drdea
Inviato: 1/2/2009 19:00  Aggiornato: 1/2/2009 19:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2005
Da:
Inviati: 99
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Io avrei una domanda per WeWee (per lui perché credo che sia l'unico medico a partecipare alla discussione, ma in passato mi è sembrato altretttanto competente l'utente cherubino) :
se un tumore metastatizza (probabilmente perlopiù si diffonde attraverso il sistema circolatorio o quello linfatico) allora, per definizione, proviene da un organo differente (altrimenti si dice primario, no?).
Mi chiedo: dal momento che le cellule dei vari organi sono molto differenti, mente le cellule tumorali possono moltiplicarsi in un tessuto "ospite", allora le cellule di un tumore sono in qualche modo delle specie di cellule staminali totipotenti che si insediano in un altro organo, si differenziano e iniziano a moltiplicarsi o sono il veicolo di dna mutato che, come un agente virale, sono in grado di inserire in cellule sane? O nessuna delle due (magari sto chiedendo qualcosa che non si conosce)?
Nnaturalmente Simoncini crede che nell'organismo sia la candida non osservata a diffondersi, anche se lo farebbe in modo diverso da come lo fa quando la si osserva...
Visto questo strano comportamento della candida, si direbbe proprio che sarà la medicina quantistica a sconfiggere il cancro: non fai la pet? Allora guarisci (con bicarbonato). La fai? Ahi!

WeWee
Inviato: 1/2/2009 19:37  Aggiornato: 1/2/2009 19:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Citazione:
Se si tratta di una condizione della stessa gravità, allora come mai hanno cambiato la proposta terapeutica, aggiungendo l'immunoterapia

L'ho scritto in diversi post più sopra: l'immunoterapia NON ha proprietà curative. Non è una terapia contro il cancro. E' stato osservato che diminuisce le possibilità di recidiva. A Lorna quindi è stata proposta l'immunoterapia NON per guarire da qualcosa (dalla quale era già guarita) ma per diminuire le possibilità che quel qualcosa si facesse risentire.

Citazione:
Conosco persone che fanno la chemio da 15 anni, con pause di 6 mesi ogni tanto...

Non certo per un carcinoma in situ.
Non è prevista nessuna chemioterapia (nè radio). Sarebbe come sparare ad un moscerino con il bazooka...
Se dovesse essere così potresti fare scoppiare lo scandalo del secolo
Citazione:
allora le cellule di un tumore sono in qualche modo delle specie di cellule staminali totipotenti che si insediano in un altro organo, si differenziano e iniziano a moltiplicarsi

E' più o meno così. Più una cellula tumorale è "immatura", non differenziata nel suo ruolo originale, più è grave ed aggressivo il tumore.
Più al contrario una cellula è vicina al suo "genere" (cellula epatica, nervosa...), meno è grave il tipo di tumore.
C'è da dire che molti meccanismi della metastasi, sono ancora poco chiari.

kataclisma
Inviato: 1/2/2009 20:11  Aggiornato: 1/2/2009 20:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Citazione:
...allora le cellule di un tumore sono in qualche modo delle specie di cellule staminali totipotenti che si insediano in un altro organo, si differenziano e iniziano a moltiplicarsi
WEWEE: E' più o meno così. Più una cellula tumorale è "immatura", non differenziata nel suo ruolo originale, più è grave ed aggressivo il tumore.
Più al contrario una cellula è vicina al suo "genere" (cellula epatica, nervosa...), meno è grave il tipo di tumore.

E' quello che mi sono sempre chiesto, come è possibile che cellule tumorali di un certo tipo possano viaggiare nell' organismo insediarsi in un organo sano, traformarsi in cellule di quest'organo e lì creare un nuovo tumore?
Esistono addirittura casi, correggetemi se sbaglio, nei quali cellule appartenenti a tumori di tipo chiamiamolo accrescitivo, cioè dove vi è una replicazione incontrollata di cellule, danno vita a metastasi alle ossa, tumori caratterizzati invece da un "consumo", una diminuzione delle celulle che compongono l' organo.
Citazione:
C'è da dire che molti meccanismi della metastasi, sono ancora poco chiari.

E mi sa mi sa non solo riguardo le metastasi... se la medicina "ufficiale" ammettesse più spesso e con minore presunzione, di non aver capito bene molto di ciò che riguarda i tumori e la malattia in genere, invece di assurgersi a unica depositaria di una scienza che è invece molto più una pratica empirica che una scienza vera e propria, forse sarebbe anche più aperta a cure nuove o "alternative" e riuscirebbe a valutarle più serenamente e con risultati migliori, invece di bollarle subito come panzane inventate da poveri imbecilli o da imbroglioni solo perchè non seguono i principi, tutti da dimostrare e da comprendere in realtà, che invece essa fa passare come verità assolute...

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
kataclisma
Inviato: 1/2/2009 20:15  Aggiornato: 1/2/2009 20:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Citazione:
No, non penso proprio. Esistono farmaci che sono a base di acido borico, di salicilati, di caffeina, di glicerina, per non parlare di acqua e sale che costano 10 euro al litro, prodotti banali, poveri e nonostante questo costano 100 volte il prezzo di produzione, sai il marketing, la confezione, il trasporto ;)

Io non lo direi con quella simpatica strizzatina d' occhio, visto che si parla di salute delle persone, e non di un gioco di società...
Mi vergognerei piuttosto di far parte di una lobby che permette tutto questo.

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
fefochip
Inviato: 1/2/2009 20:27  Aggiornato: 1/2/2009 20:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 5731
 Re: La cistoscopia cura il cancro
X wewee

non mi hai risposto al problema concettuale riguardo la cura del melanoma con la tintura di iodio.

tu mi hai detto (giustamente) che non puoi essere certo al 100% di un melanoma se non con un esame istologico.

io ti ho posto un problema :
se faccio l'esame istologico sai perfettamente che ti levano a quel punto tutto il melanoma (non è che ne lasciano un pezzettino perche vorrebbe dire fare da cavia umana) e poi fanno l'esame.
il paziente a quel punto fa la tintura di iodio ma allora a quel punto tu (latino) dici che è stata la tecnica ufficiale a curare la persona .

uso la tintura senza escissione (e quindi senza esame istologico) il melanoma (presunto) a un certo punto cade rinsecchito dal trattamento alla tintura ....
ma tu mi dici che senza esame non si poteva essere sicuri del melanoma .

quindi ? cosa si può fare per dipanare la matassa?

ma tu hai visto comunque l'intervista che ti ho segnalato ?
perche io non sarò un medico (ma come dicevamo il medico che ha visitato il paziente era un dermatologo) ma una cosa del genere spuntata all'improvviso ,scura e dai contorni irregolari cosa può essere secondo te?
rispondimi onestamente perche non credo si possano trovare tante risposte davanti a una foto del genere.

c'è anche il caso sempre di melanoma di una persona che gli era spuntato un puntino nero dopo l'escissione di un melanoma (accertato con esame istologico) ...pure su quello nutri dubbi riguardo la natura del nevo?

e qui mi fermo rimanendo in tema di melanomi
se sei interessato come un orso con il miele ....vatti a vedere le interviste che ti ho segnalato e poi mi dici...

http://www.curenaturalicancro.org/testimonianze.htm

più che "scoprirla" la verità si "capisce", per questo "quando l'allievo è pronto il maestro arriva".
si può perdonare a un bambino di avere paura del buio,ma a un adulto quella della luce?
drdea
Inviato: 1/2/2009 21:09  Aggiornato: 1/2/2009 21:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2005
Da:
Inviati: 99
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Citazione:
Autore: fefochip Inviato: 1/2/2009 20:27:10
io ti ho posto un problema : se faccio l'esame istologico sai perfettamente che ti levano a quel punto tutto il melanoma (non è che ne lasciano un pezzettino perche vorrebbe dire fare da cavia umana) e poi fanno l'esame. il paziente a quel punto fa la tintura di iodio ma allora a quel punto tu (latino) dici che è stata la tecnica ufficiale a curare la persona . uso la tintura senza escissione (e quindi senza esame istologico) il melanoma (presunto) a un certo punto cade rinsecchito dal trattamento alla tintura .... ma tu mi dici che senza esame non si poteva essere sicuri del melanoma . quindi ? cosa si può fare per dipanare la matassa?

Sarebbe fattibile, per esempio, che quello stesso paziente che ha deciso di non farselo togliere (quindi di fare da cavia umana) e di fare la terapia con tintura di iodio, se ne facesse asportare un pezzettino da analizzare per sapere se la tntura sta curando un melanoma o qualcosa d'altro.
Oppure nell'ipotesi Simoncini si considera più pericoloso asportarne un pezzetino (perché una lesione aumenterebbe le probabilità di diffusione?) rispetto al lasciarlo tutto intatto nell'organismo?

WeWee
Inviato: 1/2/2009 21:15  Aggiornato: 1/2/2009 21:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Citazione:
quindi ? cosa si può fare per dipanare la matassa?

E' un problema infatti.
Se il paziente ha già fatto ricorso alle cure "ufficiali" non potrai mai in ogni caso dimostrare con sicurezza che una sua guarigione sia dovuta alla tintura di iodio (o al bicarbonato). Questo perchè ormai il "percorso" è stato falsato.
Nello stesso tempo: come fai a somministrare ad un paziente una cura alternativa senza che questo prima abbia fatto qualsiasi altra cura ufficiale?
Solo quando una persona decida di affidarsi alla cura alternativa, senza aver fatto altro. In questo caso, documentando tutto, se c'è un successo, si è creato un caso importante. Certo, da solo non basta...ma è un punto di partenza fondamentale. Anche solo dal punto di vista della credibilità.
Nell'esempio della lesione asportata dalla tintura di iodio non potrai allo stesso modo parlare di tumore perchè non puoi sapere se lo era.
I casi da presentare per discutere di successo o meno sono altri, secondo me.
Voglio dire, Simoncini, incontra solo persone trattate prima con altre terapie?
Se così fosse c'è poco da fare statistica, è tutto falsato...
Citazione:
ma tu hai visto comunque l'intervista che ti ho segnalato ?

Si. Cosa posso dirti, di certo quel "nevo" non ha un bell'aspetto...ma dirti da una foto se si tratta di un melanoma o meno, sarei un bel po' presuntuoso.
E te lo dico in piena onestà.
Citazione:
c'è anche il caso sempre di melanoma di una persona che gli era spuntato un puntino nero dopo l'escissione di un melanoma (accertato con esame istologico) ...pure su quello nutri dubbi riguardo la natura del nevo?

In quel caso ci sono gli stessi dubbi che sono nati con la storia di Lorna.
L'esame istologico di asportazione del melanoma dice:

"La lesione risulta asportata con un margine sano di almeno 0.6 cm."

Quindi il melanoma è stato asportato.
Al solito: perchè parlare di "guarigione di melanoma con il bicarbonato" se il melanoma è stato asportato con mezzi tradizionali?
Poi l'intervista continua...il signore dell'intervista parla di "puntino nero" che LUI ritiene una recidiva...con parole sue: "...mi sono reso conto che stava comparendo una recidiva" ...eccetera...

E' questo il metodo giusto per portare avanti una cura alternativa a quelle tradizionali? Te lo chiedo io, stavolta, di essere onesto.

Poi la stessa persona parla di cura delle metastasi, ma non ci sono documentazioni che dimostrano metastasi, non è stata diagnosticata nessuna recidiva e nessuna metastasi, quindi come si può dimostrare una cura di di recidiva, senza diagnosi di recidiva e di metastasi se queste metastasi non erano state viste?
Non so se mi sono spiegato...

Insomma, si torna al discorso di prima, non puoi presentare al mondo una "cura" che rivoluzionerebbe il mondo e le persone, senza fare attenzione ai particolari...
O no?

Piano piano sto guardando tutte le testimonianze.
Comunque, io sono dell'idea che per un argomento come questo, proprio chi studia come risolverlo, dovrebbe essere almeno ordinato nel raccogliere le cose che fa, ho molta difficoltà a trovare il "bandolo della matassa" in quel sito...

Redazione
Inviato: 1/2/2009 21:34  Aggiornato: 1/2/2009 21:34
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Scusate se disturbo: qualcuno ha capito cosa ha guarito Lorna?

E' l'ultima volta che lo chiedo.

WeWee
Inviato: 1/2/2009 21:48  Aggiornato: 1/2/2009 21:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Citazione:
Scusate se disturbo: qualcuno ha capito cosa ha guarito Lorna?

Se non leggi le mie risposte che ci posso fare...:


Citazione:
Se non è stato il bicarbonato a curare il cancro di Lorna, che cosa è stato?

La TURBT.
Non è nemmeno una notizia sensazionale, questo tipo di tumore viene trattato e guarito così ogni giorno, in migliaia di casi al giorno.
Non si tratta solo di tumori vescicali oltretutto.
Le resezioni di tumori iniziali sono procedure ormai di tipo ambulatoriale (quasi sempre) e risolutivo.
Per questo la prevenzione è fondamentale.
Se i tumori fossero tutti di questo tipo, molto probabilmente non saremmo qui a discutere di malattia mortale...

Tanto per aggiungere esempi, nel caso di carcinoma in situ del collo dell'utero si applica più o meno la stessa strategia, anche se si preferisce andare più a fondo (si asporta una porzione di tessuto maggiore) visto che la zona da trattare lo permette (la vescica ha una parete molto sottile, pochi millimetri, il collo dell'utero è lungo diversi centimetri).

Redazione
Inviato: 1/2/2009 21:56  Aggiornato: 1/2/2009 21:56
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Benissimo . Daremo il Nobel all'inventore della Turbt.

nel frattempo io torno a mettere il titolo originale.

blackhawk
Inviato: 1/2/2009 21:56  Aggiornato: 1/2/2009 22:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/8/2007
Da:
Inviati: 305
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Quale? Quello che le email guarsicono il cancro?


Meno male che io ne scrivo tante...sarà mai che funzionino anche a titolo preventivo.

Redazione
Inviato: 1/2/2009 22:00  Aggiornato: 1/2/2009 22:04
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
Pssss. Ricordatevi di informare l'urologa, perchè lei aveva detto a Lorna di non essere più in grado di curarla.

Ditele che non si manda la gente in giro a fare l'immunoterapia, se non ce n'è bisogno. basta la turbt.

Redazione
Inviato: 1/2/2009 23:20  Aggiornato: 1/2/2009 23:34
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
Tratto dall’ ASTANGA HRDAYAM, antico libro vedico di medicina.



p. 346 - Userete alcali (*) potenti nella malattie derivate da anila (vata, uno dei tre dosha), bile, grasso, crescite cancerose, e altre simili, che sono difficili da curare.

p. 347 - Non troppo forte, non troppo debole, dolce e astuto, che si sparge in fretta, bianco di colore, che assomiglia ad una vetta di montagna (nel luogo dell’applicazione), facile ad andarsene, che non produca nè troppa essudazione nè troppo dolore, queste sono le 10 caratteristiche ideali degli alcali caustici. Svolgono la stessa funzione del bisturi e delle cauterizzazioni.

* alcali = bicarbonato

*************

Questo libro ha più di mille anni

Oggi la medicina sta tornando indietro, e rispetto ad allora nega anche con veemenza le più semplici verità.

(Curioso il mondo: se sta scritto in un libro antico va bene, se invece uno lo dice per e-mail diventa un ciarlatano).

.

fefochip
Inviato: 2/2/2009 0:58  Aggiornato: 2/2/2009 0:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 5731
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Citazione:
Insomma, si torna al discorso di prima, non puoi presentare al mondo una "cura" che rivoluzionerebbe il mondo e le persone, senza fare attenzione ai particolari... O no?

no

perche se io ho fatto al meglio quello che potevo fare non essendo un medico ma un cazzaro qualunque oggi a distanza di 3/4 anni abbiamo delle testimonianze che per quanto "sciatte" (a tuo modo di vedere) sono qualcosa.
si sono aperti fronti incredibile in USA ,australia ,belgio ,olanda ,bulgaria ,ecc sicuramente grazie all'energia e alla motivazione di una persona incredibile come è simoncini ma il tutto anche spinto dalle interviste ,dai video ....
prima simoncini aveva i casi esposti con dichiarazioni ,scansioni e foto che per quanto significative avevano tutt'altro impatto di un video .

è vero bisognerebbe essere attenti a tutto ....ma dimmi tu come si fa...un medico radiato tenere un registro? e un cazzarone come me che ho la scrivania un casino incredibile pilotare con dei video impeccabili la piu grande (cosi si presenta almeno) rivoluzione medica dell'ultimo secolo?
il mio scopo sinceramente non è quello di portare avanti la cosa io perche non ne ho ne le capacità ne probabilmente la voglia (conta che sono pure un po ipocondriaco e a sentì parlare di tutte ste malattie penso sempre che ciò qualcosa) ma magari di spingere per quello che posso all'interessamento di altri ,magari di medici (ho coinvolto infatti il mio medico curante che si dimostra guarda tu il caso invece molto ,molto interessato),magari di persone come massimo che hanno stature "di rete" piu alte della mia .

insomma chi ci da una mano ? o siamo sempre da considerare una setta criminale dedita a chissà quali interessi economici?

certo ,per tornare a bomba, sarebbe l'ideale una testimonianza ,un solo caso inattacabile ma se ci pensi ci sarà sempre qualcuno che punta il suo indolente ditino dicendo :" e no non c'è questo e non c'è quello " su qualunque appiglio.

diciamocelo apertamente wewee se davvero si scoprisse che simoncini ha ragione con la teoria cancro/fungo si dovrebbe rivedere a 360 gradi i metodi per fare ricerca, un intera classe medica andrebbe a zappare la terra ,altri dovrebbero accettare di non aver capito una mazza in una vita di studi ,altri rinunciare al prestigio della propria posizione e poi le case farmaceutiche non potranno mai brevettare il bicarbonato di sodio ....

insomma come dice massimo ci sono piu persone che campano sul cancro di persone che ci muoiono e finche sarà cosi la vedo dura sconfiggerlo partendo da chi ci guadagna ....lo so è un ragionamento cinico ma se ci pensi freddamente è cosi.

comunque grazie dell'interessamento
ciao

più che "scoprirla" la verità si "capisce", per questo "quando l'allievo è pronto il maestro arriva".
si può perdonare a un bambino di avere paura del buio,ma a un adulto quella della luce?
alexbell64
Inviato: 2/2/2009 4:17  Aggiornato: 2/2/2009 4:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/9/2007
Da:
Inviati: 199
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Citazione: fefochip
se faccio l'esame istologico sai perfettamente che ti levano a quel punto tutto il melanoma (non è che ne lasciano un pezzettino perche vorrebbe dire fare da cavia umana) e poi fanno l'esame.
il paziente a quel punto fa la tintura di iodio ma allora a quel punto tu (latino) dici che è stata la tecnica ufficiale a curare la persona .

uso la tintura senza escissione (e quindi senza esame istologico) il melanoma (presunto) a un certo punto cade rinsecchito dal trattamento alla tintura ....
ma tu mi dici che senza esame non si poteva essere sicuri del melanoma .

quindi ? cosa si può fare per dipanare la matassa?



Ciao Massimo, ciao tutti, scusate se mi permetto di intervenire anch'io in quello che sembra essere il più spinoso argomento di questo, per, sempre interessante Forum.
Premetto che sono intervenuto ben poche volte in altri argomenti, e sempre su questioni di non questa importanza, ma questo mi tocca "nel vivo", come si dice,
perchè ho avuto anch'io morti in famiglia e ho visto, da vicino, morire molte persone per questa malattia maledetta.
Anch'io ho affrontato, nel 1990-91, un calvario personale, assistendo mia madre colpita da un glioblastoma multiforme, cercando per lei qualsiasi cosa potesse darmi una speranza di salvarla.
Mi rivolsi al Dott. Zora, perchè ero venuto a conoscenza della storia del Dottor Bonifacio e del suo siero, ho il libro con la sua storia. Provammo anche la dieta macrobiotica o simil-macrobiotica, questa fatta approssimativamente, perchè mia madre per prima era refrattaria e non credeva in queste cose.
Cmq....
In questi anni ho pensato, letto, riflettuto molto, mi sono informato, ho studiato ed analizzato il "problema-cancro".
Ovviamente, con le mie possibilità e conoscenze.
Che non sono quelle di un medico ne' di un ricercatore, ma quelle, modestissime, di un tecnico di Laboratorio d'analisi, arricchite da una notevole curiosità personale verso la fisiologia, la medicina, sia quella tradizionale (prima della malattia di mia madre...), e quelle cosidette "alternative".
Non sono a digiuno di nozioni mediche e fisiologiche.


Questo lungo preambolo per venire al punto del mio intervento: il passo di fefochip che ho citato è il "nocciolo duro" a mio avviso, entro cui si dipanano buona parte delle resistenze, o che è preso a pretesto, dalla Medicina Ufficiale, per confutare quasi tutti i veri o presunti risultati che una persona potrebbe conseguire con un metodo di cura diverso da quello canonico accettato e prescritto.
E' esattamente la domanda che mi pongo da tempo: io ho....."qualcosa", di sospetto, nel mio corpo...vado dal mio medico, e mi manda a fare degli esami.
Se c'è il sospetto che si tratti di una neoformazione questa, spesso, viene rimossa chirurgicamente nella stessa fase d'indagine, sopratutto per via endoscopica.
A questo punto, se risulta poi, dall'esame istologico, trattarsi effettivamente di una lesione maligna, se:
- mi viengono prescritte ulteriori terapie, sempre "convenzionali" (chemio, radio), le faccio, con tutti i problemi e le conseguenze del caso, il tumore non si fa' più rivedere (almeno per 5 anni....), OK, la Medicina aveva ragione, ha vinto, è un successo;
0) mi viengono prescritte ulteriori terapie, sempre "convenzionali" (chemio, radio), le faccio, ho tutti i miei problemi, il tumore continua ad avanzare, muoio.
La causa della mia morte è stata la malattia, che non era ragionevolmente curabile nonostante si sia fatto il massimo possibile;
1) mi viengono prescritte ulteriori terapie, sempre "convenzionali" (chemio, radio), e NON accetto di farle, se il tumore recidiva, è colpa mia che non ho seguito le prescrizioni mediche, la Medicina è sollevata da tutte le responsabilità;
2) mi viengono prescritte ulteriori terapie, sempre "convenzionali" (chemio, radio),le faccio, la mia malattia peggiore, il tumore non regredisce, nonostante io sia devastato da queste cure. Decido di fare qualcos'altro, in aggiunta o al termine dei cicli prescritti di chemioe/o radioterapie, da quel momento il mio tumore inizia a regredire, fino a scomparire, io torno in buona salute.
La cuasa della guarigione qual'è, in questo caso?
Per la Medicina Ufficiale sono state la chemio e la radio, che magari hanno agito tardivamente ma poi hanno risolto il problema, anche se l'inizio degli effetti positivi è stato concomitante con l'inizio dei trattamenti "alternativi" che ho deciso di utilizzare;
3) se decido di rifiutare in partenza le terapie "convenzionali" ma faccio "altro", che sia il trattamento con bicarbonato, una dieta, o qualsiasi altro sitema non prescritto e riconosciuto dalla Medicina Ufficiale, a questo punto la storia si biforca in altre due possibilità, che sono:
1B) non guarisco, il tumore ritorna, io muoio, vedi punto 3, in più la Medicina accuserebbe la "medicina alternativa" che ho utilizzato di avermi plagiato con false speranze, di essere stata concausa della mia morte, ecc;
2b) guarisco, il tumore non si ripresenta più. E' merito della "medicina alternativa" che ho utilizzato? NO. E' stato l'intervento fatto in precedenza, che per fortuna ha eradicato il tumore completamente. Quello che ho fatto dopo, di testa mia, non è considerato di nessuna rilevanza ai fine della mia guarigione.
3b)se poi sono talmente pazzo da non sottopormi nemmeno ad un esame istologico, ad una endoscopia, perchè tempo che andando a trafficare in una zona dove ci sia un possibile focolaio tumorale, vengano mobilizzate delle cellule che possono accelerare le metastasi e l'incazzarsi del bubbone malefico, e decido di curarmi IN PARTENZA con "medicine alternative", se poi io guarisco, non è possibile dimostrare nulla, perchè non mi sono sottoposto agli accertamenti.

Quindi, in QUALSIASI MODO IO DECIDA DI AGIRE, secondo questo schema, se ci sono dei miglioramenti, sono SEMPRE attribuibili alle terapie convenzionali della MU, se ci sono degli aggravamenti o cmq nessun sostanziale miglioramento, sono da attribuire alla malattia che, a dispetto di tutto, avanza inesorabilmente, oppure alle "cure alternative" che hanno sviato il paziente dal fare quello che era prescritto!

Be'....mi pare un sistema abbastanza ben architettato per AVERE SEMPRE RAGIONE, questo.

Come dice fefochip, nel caso del signore con un (presunto) melanoma o nevo maligno al polpaccio:

- sei andato dal dermatologo, a farti vedere?
.Si;
- Che ti ha detto?
. Ha paura che sia un melanoma, quasi sicuramente lo è;
- Che ti dice di fare?
. Andare a toglierlo ed analizzarlo.

Il signore usa invece la tintura di iodio, il nevo/melanoma regredisce, il problema è risolto.

- Hai tolto il nevo?
. No, ci ho messo della tintura per un mese, è caduto ed ora sto' bene.
- Ma allora non era un melanoma, la tintura non può guarirti.
. Il dermatologo mi ha detto che lo era, quasi certamente. nIfatti voleva che lo togliessi subito.
- Ma se lo toglievi non potevi curarti con la tintura di iodio!
. Infatti, ma avevo paura che si spargesse, tagliando la parte.
- Ma se tu non lo togli, si può dire che era un melanoma?
. No, secondo i Medici, no.

Che dire?
E' un sistema perfetto per avere sempre ragione!




Redazione
Inviato: 2/2/2009 6:01  Aggiornato: 2/2/2009 7:22
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: La cistoscopia cura il cancro
ALEXBELL: scusa per la risposta breve, casomai ci torno su dopo, ora sono di corsa. Comunque il succo è questo:

Citazione:
Quindi, in QUALSIASI MODO IO DECIDA DI AGIRE, secondo questo schema, se ci sono dei miglioramenti, sono SEMPRE attribuibili alle terapie convenzionali della MU
Sono "attribuibili" solo se uno è in malafede, perchè loro lo sanno benissimo che la chemio non cura un bel niente.

Manco sanno spiegarti cos'è, il cancro, cosa vuoi che curino?

Poi arriva uno che ha capito, e loro gli saltano in groppa, lo insultano, lo diffamano, e alla fine si prendono pure il merito per quello che ha fatto lui. Hai capito l'eleganza?

L'urologa dice "fatti l'immunoterapia perchè io non ti posso più curare", poi quella guarisce per conto suo, e l'urologa dice "sono stata io".

Ma guarda, che fortuna! Proprio stavolta il cistoscopio doveva funzionare!

Com'è 'sta storia che ogni volta che uno va da Simoncini la medicina ufficiale si mette a far miracoli? Cos'è, un effetto placebo "ad personam", per caso?

Dài, non facciamo ridere i polli, perfavore. Chi vuole vede, e gli altri facciano quello che vogliono.

Ma non vengano a raccontarmi che li ha guariti la medicina ufficiale, perchè a quel punto mi tocca insultarli per conto di tutti quelli che sono MORTI, a causa della medicina ufficiale.

Ogni giorno ci sono migliaia di persone che soffrono e che muoiono a causa di questo atteggiamento degno del medioevo.

annegato
Inviato: 2/2/2009 7:32  Aggiornato: 2/2/2009 9:26
So tutto
Iscritto: 2/2/2009
Da:
Inviati: 2
 Re: La cistoscopia cura il cancro
L'utente è stato espulso per essersi iscritto per l'ennesima volta con un nick diverso.

Essendo un recidivo, il suo IP è stato definitivamente oscurato.

M.M.

spettatore
Inviato: 2/2/2009 10:07  Aggiornato: 2/2/2009 10:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 813
 Re: La cistoscopia cura il cancro
"...non gettate le perle ai cani ed ai porci, perchè le rifiuteranno e vi si rivolteranno contro".
Oppure è più valida la storiella del dito e della luna?
Un consiglio Massimo....quando tratti questi argomenti non impelagarti in discussioni estenuanti, perchè ti sottraggono "energia" ed attenzione. Motiva le tue intenzioni solo a chi si dimostra veramente interessato a fruire di quel poco di buono che potrebbe venirne fuori, gli altri, gli stupidi e pedanti, facciano pure quello che sanno fare meglio di ogni altra cosa: rifiutare il proprio SE'.


Lo spettatore


P.S." I giri di giostra gratis sono finiti."

P.S II I termini "stupidi e pedanti", erano cari a Giordano Bruno, quando invitava i soloni della Sorbona ad abbandonare l'aula, affinchè non disturbassero le sue lezioni, sempre seguite da un numero eccezionale di discenti.

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
CatOrcio
Inviato: 2/2/2009 10:11  Aggiornato: 2/2/2009 10:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/7/2008
Da:
Inviati: 102
 Re: Cura il cancro per e-mail
@Massimo:

ehm, non è che per favore potesti dare un'occhiata sull'ASTANGA HRDAYAM, e altra letteratura affine di tua conoscenza, se c'è qualcosa contro allergie cutanee e dermatiti croniche?:) Visto che potrebbe essere più affidabile dei "moderni trattati medici".

Redazione
Inviato: 2/2/2009 10:13  Aggiornato: 2/2/2009 10:16
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: La cistoscopia cura il cancro
Ti ringrazio, Spettatore.

E' vero che dovrei imparare a controllarmi di più. Già ho fatto molti progressi, rispetto all'inizio, ma non basta ancora.

In ogni caso non lo considero affatto tempo sprecato, anzi. Esulcerare fino all'estremo certi comportamenti mentali, per metterli il bella mostra di fronte a chi legge, è tutt'altro che inutile.

E' proprio lì il cuore del problema.

Redazione
Inviato: 2/2/2009 10:14  Aggiornato: 2/2/2009 10:17
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
catOrcio: Non faccio il medico, nè tantomeno sono esperto di Ayurveda.

Se ti interessa approfondire l'argomento, ci sono i forum appositi.

alexbell64
Inviato: 2/2/2009 12:53  Aggiornato: 2/2/2009 12:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/9/2007
Da:
Inviati: 199
 Re: Cura il cancro per e-mail
Vorrei chiarire una cosa.
Io non so, e non sono nemmeno molto convinto, che la teoria del Dottor Simoncini sia giusta, aldilà delle illazioni se lui sia o meno in buonafede, per me non è questo il punto.
Il mio discorso è che chiunque affronti il "problema-cancro" con metodologie differenti dai canoni ammessi, viene inevitabilmente e immeddiatamente bollato come una specie di eretico, se è un medico viene sanzionato, messo alla berlina, radiato, e quant'altro.
Se non è un medico, viene denunciato ed inquisito di esercizio abusivo della medicina e quant'altro.
Adesso, capisco, in tutta onestà, che non è come mettersi a fare il carrozziere senza autorizzazione, dove il massimo che si può fare di male è rovinare qualche auto e far inferocire i proprietari. Ci sono di mezzo le vite delle persone, è giusto e sacrosanto essere prudenti e discernere meglio possibile il grano dal loglio.
Ma....accidenti....io mi chiedo....anche ricercatori che non erano degli stupidi, tipo il Prof. Di Bella, hanno sùbito la stessa sorte.
Il pool di medici messinesi che studiarono il preparato del Dott. Bonifacio, negli anni '70 (Zora, Tarantino, Trifilò), ed hanno condotto uno studio con tutti i crismi dell'ufficialità, che fine hanno fatto? Zora è una specie di esule in Germania, da molti anni.
Cioè, dico.....un problema enorme come quello del cancro, che ha fatto e fa' più vittime di qualsiasi guerra, ed inoltre, facendo morire le persone tra sofferenze indicibili, come ognuno di noi ha potuto vedere anche di persona......credo che meriterebbe un'attenzione superiore a qualsiasi altra malattia, non si dovrebbe fare nulla di intentato, si dovrebbero battere, esplorare, sperimentare tutte le strade possibili, partire da qualsiasi presupposto, pur di riuscire ad arrivare ad una cura efficace.
Invece...pare che chiunque si intenda occupare seriamente delle neoplasie, con spirito da vero ricercatore, quindi lavorando alla vecchia maniera, in solitario, nel proprio laboratorio, seguendo la propria ispirazione, facendosi le sue idee, è irrimediabilmente messo al bando dalla comunità scientifica internazionale.
E' da quando sono ragazzino che mi interesso di queste cose....quali progressi sono stati fatti, effettivamente, nella cura dei tumori?
Si continuano ad usare le stesse armi di venti, trenta, quarant'anni fa!
Radiazioni e veleni cellulari.
Hanno solo aggiustato un po' il tiro, e tamponato un po' certi imponenti effetti collaterali, ma sovracaricando ancor più il malato di farmaci ed altri effetti.
Vedevo le persone attorno a me morire, marcire nei loro letti quando ero ragazzino, e li vedo tutt'ora, nonostante laser, acceleratori, anticorpi monoclonali, cellule staminali e quant'altro abbiano tirato fuori in questi anni.
Certo, una volta avevi il nodulo al seno, e toglievano seno, muscolo e linfoghiandole, adesso tolgono solo un pezzo di seno....ma il principio è sempre lo stesso.
Cresce "qialcosa" di anomalo nel nostro corpo, e l'unica cosa che si sa' fare è toglierlo, bruciarlo, avvelenarlo, e con lui, tutto il resto del corpo.
Di percorrere altre starde, guai a parlarne, sei un delinquente che mette a repentaglio la vita altrui.....come se sottoporre le persone a bombardamenti con raggi Gamma e cicli di mesi con sostanze che ti fanno cadere anche l'ultimo pelo sul culo fosse invece tutta salute....sperando di beccare tutte le cellule anarchiche e farle morire, e sperare che non rispuntino più....ma se non si è capito PERCHE' quella cellula è nata, perchè quel tessuto anomalo è spuntato laddove non c'era niente, dove c'era un tessuto sano, e noi togliamo solo la MANIFESTAZIONE MATERIALE che vediamo.....possiamo essere sicrii che questo non si ripresenterà in futuro, coe non rifaccia capolino nel nostro corpo, come ha già fatto una volta?
Questa domanda l'ho posta anche a qualche medico di mia conoscenza...e la risposta è stata un aggrottare di ciglia, uno spalancarsi di braccia e un "Be'...si spera che non rispunti...come un'infezione, mica puoi sapere sempre perchè e percome è venuta....quando ce l'hai, gli dai addosso con quello che hai...cosa vuoi fare?"
Non so....c'è qualcosa di fortemente viziato, sbagliato alla base.....

kataclisma
Inviato: 2/2/2009 14:17  Aggiornato: 2/2/2009 14:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: Cura il cancro per e-mail
Credo che il tenore dei miei interventi in questa sede abbia chiarito bene quale sia il modo di vedere la questione medicina ufficiale vs alternativa, quindi non ci sarebbe bisogno di fare premesse e preamboli, ma avendo più volte verificato la propensione all'equivoco di molti utenti, preferisco farli comunque.
Sono assolutamente convinto che la medicina ufficiale sia molto più una pratica empirica che una scienza vera e propria e mi infastidisce molto l'atteggiamento di superiorità e la prosopopea con la quale bolla come fraudolente o nella migliore delle ipotesi fandonie, tutte le teorie che non seguono esattamente i dogmi da essa indicati.
Quindi quello che sto per dire ha come scopo solo quello di cercare di analizzare la questione nel modo più lucido possibile, cercando in tutti i modi di non fare l'errore opposto di quelli che non mettono mai in discussione la medicina ufficiale, gettandomi a capofitto su teorie diverse senza cercare di verificarle con la dovuta perizia.
Prima ancora di leggere luogocomune avevo già sentito parlare delle teorie di Simoncini, e avevo cercato di informarmi. Effettivamente dopo un certo entusiasmo iniziale mi sono un po' raffreddato poiché ho iniziato a notare una certa approssimazione e un modo di procedere forse un po' troppo semplicistico. E' anche vero che le idee rivoluzionarie in genere sono quelle che una volte presentate sembrano le più "banali" (si pensi alla teoria della relatività e al rasoio di Occam), ma prima di poterle accettare secondo me bisogna analizzarle in profondità.
Io spero vivamente che il cancro sia dovuto solo ad un semplice fungo e che quindi sia curabile con terapie poco invasive e praticamente a costo zero, ma non vorrei che anche Simoncini cada nell' errore dei medici di stato che si ritengono depositari di tutta la verità e non verifichi a sufficienza le sue conoscenze mettendole continuamente in discussione.
Se fosse vero, per esempio, bisognerebbe spiegare molte cose, come per esempio il motivo per il quale le radiazioni o varie sostanze sono fortemente cancerogene, bisognerebbe almeno in qualche modo spiegare come potrebbero essere in relazione con la Candida.
Ma la cosa che più mi lascia dubbioso è che una verifica preliminare, quanto meno sufficiente a rafforzare le ipotesi di Simoncini, sarebbe molto facilmente realizzabile, anche senza doversi scontrare direttamente con la medicina e la legge, e senza mettere in pericolo la salute di nessuno. Basterebbe associare alle biopsie comunemente praticate, anche analisi per la ricerca della colonia fungina, esame che oltretutto oltre a non comportare un aggravio ulteriore al paziente non dovrebbe essere molto complesso.
Mi chiedo perchè una cosa tanto semplice per un tema di importanza tanto grande, non è stata fatta a tappeto. E non rispondetemi perchè i medici stessi, le case farmaceutiche e i ricercatori non hanno interesse a farle.
Sarebbe relativamente semplice mettere insieme qualche ricercatore e qualche finanziatore non legati alle lobby della med uff, specialmente per la non eccessiva difficoltà del compito, e per la enorme risonanza che una scoperta del genere avrebbe. Credo che esista ancora al mondo qualcuno che farebbe una cosa del genere solo per bontà d'animo o anche solo per gloria.


PS: Per Hamer per esempio, il caso è diverso, le teorie nel suo caso, oltre ad essere forse anche un po' più complicate, si è cercato cmq di dimostrarle e di presentarle, ma lì è stata poi effettuata una campagna forte di demonizzazione e di criminalizzazione, tanto che Hamer è finito anche in prigione.

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
Redazione
Inviato: 2/2/2009 14:32  Aggiornato: 2/2/2009 14:32
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
KATACLISMA: Le domande che ti poni si integrano a perfezione con quelle di Alexbell, e la risposta - a mio parere - è una sola: greed.

Avidità non solo del denaro, ma della posizione, dell'ego, del controllo sugli altri, del senso di potere che ti da la tua presunta sapienza.

Non a caso quasi tutti i difensori della medicina ufficiale arrivano qui con quella saccenza da cattedratici, con quella presunzione di essere dalla parte del giusto, che ti dice chiaramente dove stia il problema.

Sono gli uomini ad essere piccoli, non è il cancro ad essere grande.

kataclisma
Inviato: 2/2/2009 14:37  Aggiornato: 2/2/2009 14:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
KATACLISMA: Le domande che ti poni si integrano a perfezione con quelle di Alexbell, e la risposta - a mio parere - è una sola: greed.

Avidità non solo del denaro, ma della posizione, dell'ego, del controllo sugli altri, del senso di potere che ti da la tua presunta sapienza.

Non a caso quasi tutti i difensori della medicina ufficiale arrivano qui con quella saccenza da cattedratici, con quella presunzione di essere dalla parte del giusto, che ti dice chiaramente dove stia il problema.

Sono gli uomini ad essere piccoli, non è il cancro ad essere grande.

Sì certo non solo denaro...ma anche questo non mi soddisfa, non posso credere che al mondo non ci sia anche un solo ricercatore serio che voglia veramente scoprire qualcosa solo per il gusto della scoperta o per la gloria.

PS: per nulla togliere ad Alexbel che ha fatto un ottimo intervento, il suo era "solo" una analisi del metodo con il quale la medicina ufficiale riesce a smontare qualsiasi tentativo di mettere in dubbio i suoi dogmi.
Nel mio viene posto un problema sulla teoria e sul metodo di studio di Simoncini, indipedentemente dalla medicina ufficiale

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
drdea
Inviato: 2/2/2009 14:48  Aggiornato: 2/2/2009 15:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2005
Da:
Inviati: 99
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Autore: Redazione Inviato: 2/2/2009 14:32:36 KATACLISMA: Le domande che ti poni si integrano a perfezione con quelle di Alexbell, e la risposta - a mio parere - è una sola: greed. Avidità non solo del denaro, ma della posizione, dell'ego, del controllo sugli altri, del senso di potere che ti da la tua presunta sapienza. Non a caso quasi tutti i difensori della medicina ufficiale arrivano qui con quella saccenza da cattedratici, con quella presunzione di essere dalla parte del giusto, che ti dice chiaramente dove stia il problema. Sono gli uomini ad essere piccoli, non è il cancro ad essere grande.


Qui si continua a rispondere alle considerazioni degli utenti con obiezioni alla medicina ufficiale (tra l'altro non sempre condivisibili, ma sarebbe un altro thread) e non con opinioni che rispondano ai dubbi espressi.
Non è il cancro ad essere incomprensibile, sono gli uomini ad essere ottusi.

kataclisma
Inviato: 2/2/2009 15:37  Aggiornato: 2/2/2009 15:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Qui si continua a rispondere alle considerazioni degli utenti con obiezioni che riguardano la medicina ufficiale (tra l'altro non sempre condivisibili, ma sarebbe un altro thread) e non con opinioni che rispondano ai dubbi espressi.

Per quanto riguarda il mio post, la parte riguardante la medicina ufficiale era solo la premessa mentre la seconda parte, quella più importante, aveva lo scopo di entrare nel merito delle teorie di Simoncini:
Citazione:
kataclisma...Prima ancora di leggere luogocomune avevo già sentito parlare delle teorie di Simoncini, e avevo cercato di informarmi. Effettivamente dopo un certo entusiasmo iniziale mi sono un po' raffreddato poiché ho iniziato a notare una certa approssimazione e un modo di procedere forse un po' troppo semplicistico. E' anche vero che le idee rivoluzionarie in genere sono quelle che una volte presentate sembrano le più "banali" (si pensi alla teoria della relatività e al rasoio di Occam), ma prima di poterle accettare secondo me bisogna analizzarle in profondità.
Io spero vivamente che il cancro sia dovuto solo ad un semplice fungo e che quindi sia curabile con terapie poco invasive e praticamente a costo zero, ma non vorrei che anche Simoncini cada nell' errore dei medici di stato che si ritengono depositari di tutta la verità e non verifichi a sufficienza le sue conoscenze mettendole continuamente in discussione.
Se fosse vero, per esempio, bisognerebbe spiegare molte cose, come per esempio il motivo per il quale le radiazioni o varie sostanze sono fortemente cancerogene, bisognerebbe almeno in qualche modo spiegare come potrebbero essere in relazione con la Candida.
Ma la cosa che più mi lascia dubbioso è che una verifica preliminare, quanto meno sufficiente a rafforzare le ipotesi di Simoncini, sarebbe molto facilmente realizzabile, anche senza doversi scontrare direttamente con la medicina e la legge, e senza mettere in pericolo la salute di nessuno. Basterebbe associare alle biopsie comunemente praticate, anche analisi per la ricerca della colonia fungina, esame che oltretutto oltre a non comportare un aggravio ulteriore al paziente non dovrebbe essere molto complesso.
Mi chiedo perchè una cosa tanto semplice per un tema di importanza tanto grande, non è stata fatta a tappeto. E non rispondetemi perchè i medici stessi, le case farmaceutiche e i ricercatori non hanno interesse a farle.
Sarebbe relativamente semplice mettere insieme qualche ricercatore e qualche finanziatore non legati alle lobby della med uff, specialmente per la non eccessiva difficoltà del compito, e per la enorme risonanza che una scoperta del genere avrebbe. Credo che esista ancora al mondo qualcuno che farebbe una cosa del genere solo per bontà d'animo o anche solo per gloria.

Quindi sarebbe il caso, almeno in questo tread di rispondere a queste cose, per non divagare. Per quanto riguarda la med uff, si può discutere in altro luogo, anche se mi pare di aver comunque espresso dei dubbi motivati (in un altro post precedente) e non campati semplicemente in aria.

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
Redazione
Inviato: 2/2/2009 15:37  Aggiornato: 2/2/2009 15:37
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
DRDEA: "e non con opinioni che rispondano ai dubbi espressi. "

Non so a chi tu ti riferisca, ma io le mie opinioni su questi "dubbi" le ho espresse eccome. Vedansi le virgolette, nel caso ti fossero sfuggite le opinioni.

Ho dato una notizia, mi è stato chiesto di raccogliere altre informazioni dalla paziente, e io l'ho fatto. Il mio compito finisce lì.

Poi, se altri hanno voglia di "dubitare", facciano pure. Mica glielo impedisce nessuno. Ma se io dovessi stare dietro a tutti quelli che "hanno dei dubbi" ho finito di vivere. Mica faccio lo psichiatra, di mestiere.

drdea
Inviato: 2/2/2009 15:41  Aggiornato: 2/2/2009 15:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2005
Da:
Inviati: 99
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Autore: Redazione Inviato: 2/2/2009 15:37:46 DRDEA: "e non con opinioni che rispondano ai dubbi espressi. " Non so a chi tu ti riferisca, ma io le mie opinioni su questi "dubbi" le ho espresse eccome. Vedansi le virgolette, nel caso ti fossero sfuggite le opinioni. Ho dato una notizia, mi è stato chiesto di raccogliere altre informazioni dalla paziente, e io l'ho fatto. Il mio compito finisce lì. Poi, se altri hanno voglia di "dubitare", facciano pure. Mica glielo impedisce nessuno. Ma se io dovessi stare dietro a tutti quelli che "hanno dei dubbi" ho finito di vivere. Mica faccio lo psichiatra, di mestiere.

Detta così, fa proprio ridere...

drdea
Inviato: 2/2/2009 16:29  Aggiornato: 2/2/2009 19:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2005
Da:
Inviati: 99
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Autore: kataclisma Inviato: 2/2/2009 15:37:43
Per quanto riguarda il mio post, la parte riguardante la medicina ufficiale era solo la premessa mentre la seconda parte, quella più importante, aveva lo scopo di entrare nel merito delle teorie di Simoncini:
[...]
Quindi sarebbe il caso, almeno in questo tread di rispondere a queste cose, per non divagare. Per quanto riguarda la med uff, si può discutere in altro luogo, anche se mi pare di aver comunque espresso dei dubbi motivati (in un altro post precedente) e non campati semplicemente in aria.


No, io non ce l'avevo con te: la tua posizione è stata molto precisa.
Io mi riferivo a chi ha demonizzato la medicina ufficiale per rispondere alle considerazioni di WeWee.
Il punto è: ok, la medicina ufficiale è una bufala e non la riteniamo seria.
Ma allora questo deve voler dire che si DEVE considerare serio Simoncini? No! Ma nemmeno il contrario (cioè NEANCHE NON serio).
Quindi Simoncini PUO' essere serio.
Allora per cercare di capirlo che si fa? Lo si crede sulla parola?
No, si va a vedere Simoncini cosa ha fatto.
Ebbene, cosa ha fatto? Non si capisce.
Cioè? Che vuol dire non si capisce?
Vuol dire che le sue carte non sono in ordine.
Ma allora, è la medicina ufficiale che ha messo in disordine le sue carte?
No, è lui che ha completo disordine (e gravi lacune) nelle sue carte.
Forse, siccome la medicina ufficiale usa il metodo d'indagine diagnostica per capire (tra l'altro a volte finisce per mostrare ciò che fa) e siccome la medicina ufficiale è una colossale menzogna, allora dobbiamo concludere che il metodo di raccogliere e mostrare dati imparziali sia errato? Credo proprio di no. Non è il metodo diagnostico della medicina ufficiale ad essere una bufala: i dati si raccolgono e si mostrano.
E ciò è vero, tanto che anche Simoncini mostra le sue carte.
Ma allora perché le esibisce, se poi non sono in ordine?
Esibendole, non riconosce implicitamente che è giusto il metodo secondo il quale si mostra ciò che si fa usando dati imparziali?
O forse pensa che sono gli altri a pretenderlo e il suo buttar lì dei dati è un modo di rispondere a questa (secondo lui ingiusta) pretesa?
Ma allora, se Simoncini è una persona corretta e non ritiene giusto fare una cosa ma lo fa solo per convincere gli altri, è sbagliato definire il suo agire una manipolazione? D'altronde, se lo fa per questo motivo, allora vuol dire che lui è consapevole del fatto che se non lo facesse non lo ascolterebbero; ma invece di dichiararsi contrario al principio, lui preferisce sfruttarlo a suo vantaggio.
Se invece lo fa perché onestamente convinto della bontà di quel metodo (che consiste nel mostrare i propri risultati) ma lo fa male, è corretto dire che è probabile che lui faccia male anche il resto di ciò che lui ritiene di far bene? Soprattutto quando quel qualcosa che lui ritiene giusto, ma realizzato male, è proprio ciò che dovrebbe, anche a parer suo, servire a provare che il resto di ciò che fa lo fa bene.
A questo punto, quando è evidente che tu faccia male proprio ciò che dovrebbe darti credito verso gli altri (anche a tuo modo di vedere), sulla base di che cosa bisognerebbe darti due ricercatori? Perché l'hai detto?
Se poi lo si vuol fare solo perché ci sono persone che l'hanno testimoniato, allora il nostro disaccordo non è su Simoncini, ma sul metodo.
Possiamo inizare una discussione simile, ma sarebbe inutile perché ci vuole poco a capire che in un metodo privo di metodo tutto è vero e tutto è falso.

EDIT:
Note per possibili obiezioni:
1. Chi l'ha detto che le carte di Simoncini sono in disordine?
Ecco, non è solo evidente da questa discussione che lo siano (d'altronde qui è dichiarato che Simoncini ha espresso l'idea di non tenere in ordine perché non ritiene giusto tenerle in ordine; quindi non sono in ordine), ma altrettanto da un'altra discussione - rintracciabile mediante ricerca - cui partecipò lui stesso di persona.
2. Ok, lui compie una manipolazione. Ma non potrebbe essere che a fin di bene sia giusto manipolare un po' le persone?
No, una manipolazione costringe le persone a fare qualcosa che altrimenti non farebbero, quindi è una violenza. Per avere fiducia nelle capacità di una persona è necessario che questa non sia colta a praticare violenza sulle persone.
3. Ok, tu hai fatto qualche considerazione sui possibili motivi per cui lui mostra le sue carte. Ma potrebbe essere che nessuna delle risposte che hai ipotizzato sia quella giusta. Perchè non lo chiedi a lui?
Ebbene, le due risposte che mi sono dato sono assolutamente complementari: o mostra le sue carte e crede che siano utili oppure le mostra e crede che siano inutili; tertium non datur.
RI-EDIT:
Sono ovviamente convinto che se Simoncini avesse presentato bene il suo lavoro, comunque la medicina ufficiale l'avrebbe osteggiato: questo atteggiamento della comunità scientifica va combattuto per quanto ognuno possa. Ma si da il caso che così non sia stato: sulla base di cosa possiamo ritenere ragionevole Simoncini?

WeWee
Inviato: 2/2/2009 16:55  Aggiornato: 2/2/2009 16:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: Cura il cancro per e-mail
Io credo (e spero) di non essere venuto qui con la "prosopopea" del cattedratico (non lo sono), non faccio parte delle lobby del farmaco (mi sarei arricchito perlomeno, invece sono ancora in giro con la mia Fiat Punto blu metallizzato) e non ho schemi mentali fissi, nella mia professione (ci sono farmaci che non prescriverei nemmeno sotto tortura, ci sono sostanze nelle quali credo fortemente).

Questo articolo parlava di guarigione dal cancro con una sostanza (non importa quale), ho analizzato gli elementi a disposizione ed ho fatto presente che questa guarigione con il cancro non ha nulla a che fare.
Le mie conclusioni le ho scritte in pubblico, mica le ho tenute per me!
Ma alla fine, la signora Lorna è guarita per merito del bicarbonato, Simoncini è una vittima delle lobby e tutti i medici sono assassini.

Me lo dicevate prima, nemmeno mi impegnavo a cercare di spiegare...

Ho portato delle spiegazioni, quelle che mi hanno permesso di raggiungere quella conclusione.
Quindi non per la medicina ufficiale (ma esiste?) ma per una serie di errori di valutazione oggettivi (che ho elencato), la conclusione della storia di Lorna non è quella che si diceva all'inizio del thread.
Lorna NON è stata guarita dal bicarbonato ma dalla terapia chirurgica tradizionale.

Non è nè un insulto, nè una denigrazione, nè una bugia. E' un dato di fatto.
Non è un dramma (ma è una buona notizia) non è una condanna per Simoncini (ma un episodio) e nonostante questo, ci si ostina a dire (con ironia, certo, facciamo ironia...) che Lorna non è guarita per i trattamenti tradizionali.

Ma io mi chiedo: a cosa serve tutto questo? E redazione, perchè continua con quelle battute banali sul cistoscopio?
Ma se solo una paziente fosse davvero guarita grazie al cistoscopio, cosa dovrebbe dire di quelle battute?
E se io facessi una battuta su Simoncini o sul bicarbonato, Redazione, sorriderebbe allo stesso modo?

Secondo me troppi di noi sono prevenuti.
Si parla di "medicina ufficiale" come di una setta segreta pronta a fare del male e guadagnare soldi sulla pelle degli altri. I cattivi della situazione.
Anche quando la medicina ufficiale raggiunge un piccolo risultato positivo, no, non è possibile, sempre cattivi sono.

Ma come, io leggo e scrivo qui perchè, dicevano, qui si cerca la verità e non ci sono teorie "preconfezionate" e mi ritrovo in un covo di bigotti?
Non sono bigotti solo quelli che vanno dietro la "verità precostituita" ma anche quelli che difendono la verità "alternativa" ad ogni costo, contro ogni evidenza, senza porsi un dubbio.
Bigotti, più dei bigotti con la faccia triste la domenica a messa.

Nessuno ha detto che il bicarbonato non curi o che Simoncini sia un truffatore, io ho solo detto che IN QUESTO CASO il bicarbonato non c'entra nulla.
Non devo dirlo? Non è il caso di farlo presente? Basta essere chiari, perchè qui dal primo messaggio, mi è sembrato che i primi prevenuti siano proprio quelli che dicono di voler conoscere la verità.
Parlavamo del caso di Lorna e si finisce a parlare della chemioterapia e delle lobby o dei medici assassini e fra un po' delle cascate del Niagara.

Ma che c'entrano i medici assassini o le lobby con una cura del cancro per email?

Si stava analizzando un caso, perchè si cambia argomento?
Sembra quasi che qui si vuole leggere solo quello che si ama leggere e non la tesi contraria.
Prese in giro, ironia e velata polemica nemmeno le consideriamo...

Avete eretto un muro, Lorna è stata guarita per email e questo doveva essere.
Il resto non ha importanza, facciamoci quattro risate.

Non lo so, non so qual'è lo scopo di tutto questo thread.
Io quello che dovevo dire l'ho detto, a voi proseguire.

Di certo, se (spero mai!) qualcuno di noi dovesse avere un problema simile, può scegliere se curarsi con la chemio, con la Turbt, con il bicarbonato o con nulla. E' questa la cosa migliore per tutti.
Un solo suggerimento, da medico e da uomo: nella vita non siate MAI prevenuti, verso niente e nessuno, fate il gioco di chio di cosa volete combattere.

Io vado via un po' amareggiato, credevo di trovare un po' più di apertura mentale qui.
In bocca al lupo.

tiburon
Inviato: 2/2/2009 17:11  Aggiornato: 2/2/2009 17:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2007
Da:
Inviati: 150
 Re: Cura il cancro per e-mail
Io sento di dovere delle scuse a WeWee a nome di tutti quelli che credono in un confronto sano e non dogmatico.

Mi spiace Ragazzi, ma la mia fiducia nel metodo Simoncini -eventuale- non si potrebbe comunque basare su professioni di fede. Il Simoncini si rifiuta palesemente di sperimentare...pur sapendo che Il metodo Di Bella è stato palesemente boicottato ed insabbiato e lo stesso per la CAssie, non trovo altro modo per superare il difetto di linguaggio e di diffusione.

E via a seguire...

Nessuno dice che non esista una lobbi di potere economico che soggiace sulle malattie incurabili e sulle sofferenze delle persone...ma non mi sembra giusto ricacciare qualunque medico in forze di questo credo Dogmatico.

Il buon WeWee ha confutato e mostrato evidenze su prove fornite dal filmato stesso. Relativizzare per atto di fede non lo trovo nello spirito del confronto sereno e del sito.

Poi oh...le credenze sono come le palle: ognuno ha le sue... ma non è informazione questa. dico.

Alla crescita individuale e comune.

kataclisma
Inviato: 2/2/2009 17:43  Aggiornato: 2/2/2009 17:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Io credo (e spero) di non essere venuto qui con la "prosopopea" del cattedratico (non lo sono),

Infatti, all'inizio come ti avevo anche espresso, è stato molto utile il tuo contributo che ha fatto emergere come Lorna avesse seguito almeno fino ad un certo punto le terapie classiche e che la cistoscopia non era solo una pure e semplice analisi ma anche una resezione del tumore.
Il momento nel quale credo la tua preparazione sia stata sostituita da una punta (concedimelo) di prevenzione, è nel momento in cui affermi che il bicarbonato non ha avuto alcun peso nella guarigione di Lorna.
Questo non solo non è coerente col fatto che la terapia ufficiale prevedeva la immunoterapia, ma non è coerente proprio come ragionamento, perciò ti attribusco un minino di prevenzione, visto che hai dimostrato di non essere incapace a ragionare e sei competente in materia. Sarebbe stato coerente e avresti dimostrato onestà intellettuale se avessi detto che questo caso non era sufficiente per affermare che la cura al bicarbonato funzionasse, ma che considerando l'assenza di recidive molto probabili come tu stesso affermavi, poteva far pensare che un ruolo lo aveva avuto e che meritava ulteriori approfondimenti. Il tuo continuo sottolineare che la cura di Simoncini "non aveva avuto alcun ruolo" non mi sembra andasse nel senso di una discussione fatta con mentalità aperta.
Citazione:
...non faccio parte delle lobby del farmaco (mi sarei arricchito perlomeno, invece sono ancora in giro con la mia Fiat Punto blu metallizzato)

Il mio commento non faceva riferimento al fatto che facessi in prima persona parte "della lobby del farmaco", ma era solo rivolto a farti notare che l'affermazione che avevi fatto metteva in evidenza che questa lobby esiste, se può far pagare 100 volte il costo di produzione un farmaco semplice, e che alcuni medici permettono questo scandalo visto che sono a conoscenza della cosa ma non fanno nulla per combatterla, anzi la commentano con una strizzatina d'occhio.
Cito dalle tue parole infatti:
Citazione:
...No, non penso proprio. Esistono farmaci che sono a base di acido borico, di salicilati, di caffeina, di glicerina, per non parlare di acqua e sale che costano 10 euro al litro, prodotti banali, poveri e nonostante questo costano 100 volte il prezzo di produzione, sai il marketing, la confezione, il trasporto
...le industrie farmaceutiche trasformano in oro tutto quello che toccano, vuoi mettere un prodotto che sarebbe venduto a 1000 pezzi al secondo?

Per quanto riguarda il discorso in particolare, sono daccordo con te che il caso presentato non dimostra nulla, ma almeno pone la questione e mostra che forse sarebbe il caso di approfondirla.
Poi anche io ho notato delle incongruenze e le ho segnalate.
Per quanto riguarda invece il fatto che molti utenti siano prevenuti in senso opposto rispetto ai pregiudizi che vengono attribuiti alla med uff, anche su questo sono daccordo e anche io mi sono scontrato con molti pregiudizi ogni qual volta ho espresso idee non comuni alla maggior parte degli utenti.
La discussione però, non va mandata completamente alle ortiche anche se ci sono persone che non riescono a portarla avanti con lucidità, perchè ce ne sono altre che invece cercano proprio chi ha idee opposte e capacità di confronto per poter testare le proprie convinzioni ed eventualmente cambiarle.
Spero vorrai continuare a dialogare con apertura mentale almeno con queste. Grazie.

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
axxxl
Inviato: 2/2/2009 18:12  Aggiornato: 2/2/2009 18:49
So tutto
Iscritto: 10/1/2009
Da:
Inviati: 26
 Re: Cura il cancro per e-mail
kataklisma:
Citazione:
Il momento nel quale credo la tua preparazione sia stata sostituita da una punta (concedimelo) di prevenzione, è nel momento in cui affermi che il bicarbonato non ha avuto alcun peso nella guarigione di Lorna.

Scusa ma WeWee ha ripetuto cinque volte (le ho contate) che l'immunoterapia NON è la cura per quel tipo di cancro, ma solo un modo per prevenire eventuali recidive: la cura vera e propria non esiste, si asporta chirurgicamente il tumore e basta. Le recidive possono esserci o meno, non è affatto detto che ci siano.
A Lorna è stata asportato chirurgicamente il cancro? Sì, ed è quello che l'ha "guarita".
Invece che l'immunoterapia ha preso il bicarbonato e non ci sono state (finora) recidive? Non significa nulla visto che non c'è scritto da nessuna parte che le recidive ci debbano per forza essere a meno di non fare l'immunoterapia.
Cosa non è ancora chiaro?

kataklisma:
Citazione:
Il mio commento non faceva riferimento al fatto che facessi in prima persona parte "della lobby del farmaco", ma era solo rivolto a farti notare che l'affermazione che avevi fatto metteva in evidenza che questa lobby esiste, se può far pagare 100 volte il costo di produzione un farmaco semplice, e che alcuni medici permettono questo scandalo visto che sono a conoscenza della cosa ma non fanno nulla per combatterla, anzi la commentano con una strizzatina d'occhio.

Quanto costa il bicarbonato di sodio al chilo? Quanto si fa pagare Simoncini per visitarti (magari via e-mail) e poi propinarti del semplice bicarbonato come panacea a tutti i tumori?
Cos'è, se a far pagare le sue cure 100 volte più della materia prima che usa è solo uno, ti fa meno schifo rispetto ad una lobby?
Se lo fanno le case farmaceutiche è uno scandalo, sono tutti delinquenti, loro e quei cattivoni di medici conniventi che prescrivono le loro medicine, mentre se lo fa chiunque gridi al complotto delle malvagie case farmaceutiche contro di lui, va tutto bene, anzi sono tutti quanti santi disinteressati, purché si dichiarino "medici alternativi"?

kataclisma
Inviato: 2/2/2009 18:44  Aggiornato: 2/2/2009 19:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Scusa ma WeWee ha ripetuto cinque volte (le ho contate) che l'immunoterapia NON è la cura per quel tipo di cancro, ma solo un modo per prevenire eventuali recidive: la cura vera e propria non esiste, si asporta chirurgicamente il tumore e basta. Le recidive possono esserci o meno, non è affatto detto che ci siano.
A Lorna è stata asportato chirurgicamente il cancro? Sì, ed è quello che l'ha guarita.
Invece che l'immunoterapia ha preso il bicarbonato e non ci sono state (finora) recidive? Non significa nulla visto che non c'è scritto da nessuna parte che le recidive ci debbano per forza essere a meno di non fare l'immunoterapia.
Cosa non è ancora chiaro?

Forse a te c'è qualcosa che non è chiaro nel mio discorso e anche io l' ho ripetuto varie volte.
Io ho premesso dicendo che il caso di Lorna anche secondo me non prova nulla. Ma considerato che se si prescrive una immunoterapia un motivo ci sarà (eventuali ma molto probabili), e visto che tale terapia nel caso in questione è stata sostituita dal metodo di Simoncini, non si può fare una affermazione categorica che nega qualunque possibile effetto di tale terapia, allo stesso modo di come non si può affermare che il bicarbonato o Simoncini via e-mail abbiano curato il cancro. Altrimenti ogni volta che un paziente fa una immunoterapia e non vi sono recidive, qualcuno potrebbe dire: "eh vabbè ma chi te lo diceva che ci sarebbero state, alla fine il tumore lo ha guarito la cistoscopia, l'immunoterapia non ha alcun valore".
Una persona, un ricercatore di mentalità veramente aperta, invece, di fronte a questo caso avrebbe pensato: "Però, sarà mai che sto bicarbonato qualcosa ha fatto? Fammi un po' studiare la questione"

Citazione:
Quanto costa il bicarbonato di sodio al chilo? Quanto si fa pagare Simoncini per visitarti (magari via e-mail) e poi propinarti del semplice bicarbonato come panacea a tutti i tumori?

Il bicarbonato costa na sciocchezza e non ho alcuna idea di quanto si faccia pagare Simoncini. Per quanto ha detto Mazzucco, Lorna ha avuto solo contatti via e-mail e non ha sborsato un centesimo di nessuma moneta.
Citazione:
Cos'è, se a far pagare le sue cure 100 volte più della materia prima che usa è solo uno, ti fa meno schifo rispetto ad una lobby?
Se lo fanno le case farmaceutiche è uno scandalo, sono tutti delinquenti, loro e quei cattivoni di medici conniventi che prescrivono le loro medicine, mentre se lo fa chiunque gridi al complotto delle malvagie case farmaceutiche contro di lui, va tutto bene, anzi sono tutti quanti santi disinteressati, purché si dichiarino "medici alternativi"?

Assolutamente no, io sono coerente. Mi darebbe fastidio allo stesso e identico modo, e comunque io non giudico nessuno, nemmeno chi, schiavo dell' avidità, fa delle azioni che non ritengo giuste o nobili. Solo che divento più intollerante verso chi fa queste azioni e non solo non se ne vergogna conscio del proprio errore, ma ci scherza pure su.
Scusa ma invece di farmi questa domanda che non significa nulla, ti sei mai chiesto se fa invece schifo a te che si possa far pagare 100 volte tanto un farmaco perchè esistono delle connivenze tra case farmaceutiche e medici? (cosa che tralaltro non ho detto io ma lo stesso wewee, oltretutto con una punta di compiacenza)

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
WeWee
Inviato: 2/2/2009 18:51  Aggiornato: 2/2/2009 18:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
divento più intollerante verso chi fa queste azioni e non solo non se ne vergogna conscio del proprio errore, ma ci scherza pure su.

Intervengo solo per dire che io su questi argomenti non ci scherzo, con la sofferenza fisica e psicologica ne ho a che fare ogni giorno, sono fiero ed orgoglioso di quello che faccio nei miei limiti umani.
Fino a prova contraria, chi finora ha "fatto ironia", ha scherzato ed ha preso in giro non sono io.
E di certo non mi vergogno di donare la mia vita e la mia professione alle persone che soffrono.
Chi invece fa ironia, spara a zero e critica, seduto sulla sua calda poltrona, non ha il diritto di disprezzare gli altri.
Occhio alle parole che si usano.

kataclisma
Inviato: 2/2/2009 19:00  Aggiornato: 2/2/2009 19:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Intervengo solo per dire che io su questi argomenti non ci scherzo, con la sofferenza fisica e psicologica ne ho a che fare ogni giorno, sono fiero ed orgoglioso di quello che faccio nei miei limiti umani.
Fino a prova contraria, chi finora ha "fatto ironia", ha scherzato ed ha preso in giro non sono io.
E di certo non mi vergogno di donare la mia vita e la mia professione alle persone che soffrono.
Chi invece fa ironia, spara a zero e critica, seduto sulla sua calda poltrona, non ha il diritto di disprezzare gli altri.
Occhio alle parole che si usano.

Mi compiaccio, e lo dico senza nessuna ironia davvero, che tu sia animato da questi sentimenti. Questo ti fa grande onore.
Ma le parole che ho riportato prima con tanto di strizzatina d'occhio compiacente, non le ho scritte io ma tu.
Quindi forse anche tu dovresti stare più attento a quello che scrivi e come lo scrivi. Tutto questo comunque sottolineando che non ho nulla contro di te nè contro la parte buona del "sistema" sanitario, che tralaltro penso sia la parte più rilevante.
E ripeto la domanda che ho fatto già al'atro utente:
A te non ti fa indignare che si possa far pagare un farmaco 100 volte tanto grazie a connivenze e interessi comuni tra case farmaceutiche e medici? Solo a questo si riferiva il mio commento, non certo al tuo lavoro di medico.

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
Thhh
Inviato: 2/2/2009 19:30  Aggiornato: 2/2/2009 19:30
So tutto
Iscritto: 15/9/2008
Da:
Inviati: 25
 Re: Cura il cancro per e-mail
"Io ho premesso dicendo che il caso di Lorna anche secondo me non prova nulla. Ma considerato che se si prescrive una immunoterapia un motivo ci sarà (eventuali ma molto probabili), e visto che tale terapia nel caso in questione è stata sostituita dal metodo di Simoncini, non si può fare una affermazione categorica che nega qualunque possibile effetto di tale terapia, allo stesso modo di come non si può affermare che il bicarbonato o Simoncini via e-mail abbiano curato il cancro. Altrimenti ogni volta che un paziente fa una immunoterapia e non vi sono recidive, qualcuno potrebbe dire: "eh vabbè ma chi te lo diceva che ci sarebbero state, alla fine il tumore lo ha guarito la cistoscopia, l'immunoterapia non ha alcun valore".
Una persona, un ricercatore di mentalità veramente aperta, invece, di fronte a questo caso avrebbe pensato: "Però, sarà mai che sto bicarbonato qualcosa ha fatto? Fammi un po' studiare la questione"

(sorry, non capiscono come funzionino i quote qui XD)

vedo di spiegartela: se il tumore è resecato via TURBT, una recidiva è comune. Ciò non implica che avvenga necessariamente.
Studio (dati non reali):
- dopo aver resecato con TURBT, l'80% dei pazienti sviluppa recidive nei 5 anni.
- dopo aver resecato con TURBT, l'uso di immunoterapia porta a solo 50% di pazienti con recidive nei 5 anni.
- pazienti trattati solo con immunoterapia, senza TURBT, non si discostano dal gruppo di controllo privo di cure.

cosa ne evinci? che la TURBT rimuove il tumore, che però spesso (non sempre) si ripresenta, e che l'immunoterapia può prevenire quell'evento. Inoltre, l'immunoterapia da sola non è un trattamento contro i tumori.

Qui cos'abbiamo? UNA paziente sottoposta a TURBT che guarisce, senza recidive.
Cosa ci dice sul successivo trattamento a base di bicarbonato? NIENTE.
non significa che non funzioni, non significa che funzioni. semplicemente, non significa niente.
Se avessi preso 1000 pazienti, curati con TURBT, e in seguito a cura con bicarbonato, avessi una percentuale di recidive del 50%? bene, avremmo una forte prova a favore.
un singolo caso, non significa nulla, ovvero non ha RILEVANZA STATISTICA.
Understood?

Mande
Inviato: 2/2/2009 20:22  Aggiornato: 2/2/2009 20:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1230
 Re: Cura il cancro per e-mail
Wewee
Citazione:

Ma io mi chiedo: a cosa serve tutto questo? E redazione, perchè continua con quelle battute banali sul cistoscopio?
Ma se solo una paziente fosse davvero guarita grazie al cistoscopio, cosa dovrebbe dire di quelle battute?
E se io facessi una battuta su Simoncini o sul bicarbonato, Redazione, sorriderebbe allo stesso modo?

Secondo me troppi di noi sono prevenuti.

Il discorso su Simoncini è particolarmente delicato perché la Redazione ma anche Fetochip hanno investito molto del loro tempo nell'analisi ma soprattutto molta della loro fiducia su questo trattamento.
Spero dunque tu possa comprendere eventuali reazioni.
Citazione:

Ma come, io leggo e scrivo qui perchè, dicevano, qui si cerca la verità e non ci sono teorie "preconfezionate" e mi ritrovo in un covo di bigotti?

Attento alle generalizzazioni. Devi comprendere che esistono molti utenti che non commentano ma leggono oltre a molti che leggono ma non commentano perché non sono iscritti.
Se trovi una decina di utenti su più di un migliaio, senza contare chi semplicemente legge, che contestano le tue posizioni vuol dire poco o nulla. Alla fine ognuno dei "lettori" anche se non interviene si forma un'opinione.
Citazione:

Basta essere chiari, perchè qui dal primo messaggio, mi è sembrato che i primi prevenuti siano proprio quelli che dicono di voler conoscere la verità.

La verità è una parola molto grande ed andrebbe usata con cautela. Io personalmente ti ho chiesto delle informazioni che tu gentilmente ed esaurientemente hai fornito.
In fondo è questo il ruolo dei commenti, chiedere od aggiungere informazioni all'articolo.

Se permetti dunque mi approfitterei ancora una volta della tua cortesia e ti pongo qualche altra questione (beninteso come sempre che le domande sono rivolte a chiunque si senta in grado di rispondere).

Si è fatto riferimento al fatto che la scienza ufficiale costituisca un vicolo cieco per le medicine "alternative" come quella di Simoncini. Per poter dirimere meglio la questione però mi mancano personalmente alcuni dati che chiedo:

-Un medico radiato può eseguire una TURBT (presupponendo possieda gli strumenti e le conoscenze adatte)?
-Se non la può fare può un suo paziente richiederla e poi consegnare direttamente i tessuti asportati a Simoncini invece che ad anatomopatologo ufficiale?
-Prima della resezione del tessuto viene comunemente eseguita una disinfezione della zona tale che possa rimuovere una eventuale presenza di funghi?
-Dopo la resezione il tessuto viene disinfettato prima dell'analisi visiva al microscopio?
-Mi sembra sia possibile mantenere vivo il tessuto in un vetrino con una apposita soluzione liquida. Se viene tagliato del tessuto contenente cellule tumorali e funghi possono sopravvivere in vitro? E se si per quanto tempo?

Grazie ancora a chi fosse in grado di rispondere a qualcuno o tutti i miei dubbi.

Redazione
Inviato: 2/2/2009 20:35  Aggiornato: 2/2/2009 20:42
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
Il vostro problema è sempre lo stesso: ogni volta che pubblico una guarigione di Simoncini voi partite dal presupposto che questo DEBBA dimostrare qualcosa, e allora i vostri preconcetti si incendiano, e arriva subito la bordata di "non mi convince", "una rondine non fa primavera", "quindici guariti non mi bastano".

Eccolo, il problema: è vostro, non mio. Io non voglio convincere nessuno. Siete voi, che avete il TERRORE di dover accettare questa realtà, e lo denunciate ogni volta con lo scudo di scetticismo che alzate.

Io ho solo detto che c'è una donna che dice di essere guarita con il bicarbonato, e non con la turbt. E se lo dice io ci credo, perchè i pazienti SANNO cosa gli succede. I pazienti VEDONO che i loro medici non capiscono un cazzo, farfugliano e tirano a indovinare.

Una rondine non farà primavera, ma QUESTA rondine oggi è molto più contenta di ieri. E non è certo grazie alla Turbt.

Saluti alla prossima.

Redazione
Inviato: 2/2/2009 20:40  Aggiornato: 2/2/2009 20:40
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
Mi ero dimenticato di dire una cosa: i due cicli da tre settimane di bicarbonato fatti da Lorna sono stati fatti subito prima dell'esame di novembre. Nel senso che ci ha messo un pò a trovare Simoncini, e ha cominciato i cicli verso metà settembre.

Poi appena li ha finiti è andata a fare il controllo.

Non so se per i vostri ragionamenti sia importante, ma mi ero dimenticato di dirlo, scusatemi.

kataclisma
Inviato: 2/2/2009 20:43  Aggiornato: 2/2/2009 20:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
...Studio (dati non reali):
- dopo aver resecato con TURBT, l'80% dei pazienti sviluppa recidive nei 5 anni.
- dopo aver resecato con TURBT, l'uso di immunoterapia porta a solo 50% di pazienti con recidive nei 5 anni.
- pazienti trattati solo con immunoterapia, senza TURBT, non si discostano dal gruppo di controllo privo di cure.

cosa ne evinci? che la TURBT rimuove il tumore, che però spesso (non sempre) si ripresenta, e che l'immunoterapia può prevenire quell'evento. Inoltre, l'immunoterapia da sola non è un trattamento contro i tumori.

Qui cos'abbiamo? UNA paziente sottoposta a TURBT che guarisce, senza recidive.
Cosa ci dice sul successivo trattamento a base di bicarbonato? NIENTE.
non significa che non funzioni, non significa che funzioni. semplicemente, non significa niente.
Se avessi preso 1000 pazienti, curati con TURBT, e in seguito a cura con bicarbonato, avessi una percentuale di recidive del 50%? bene, avremmo una forte prova a favore.
un singolo caso, non significa nulla, ovvero non ha RILEVANZA STATISTICA.
Understood?

Io ho capito perfettamente e dalla prima volta che ha espresso questo concetto wewee, e infatti il mio post che tralaltro hai citato anche tu inizia con: "Io ho premesso dicendo che il caso di Lorna anche secondo me non prova nulla", che è esattamente equivalente al tuo:
Citazione:
un singolo caso, non significa nulla, ovvero non ha RILEVANZA STATISTICA.

Quello che io diciamo "rimproveravo" a wewee era l'aggiunta fatta con assoluta certezza:
"Il bicarbonato non ha avuto nessun ruolo nella guarigione di Lorna" che non è equivalente a quello su cui, come ti ho fatto vedere, siamo daccordo io e te.
E cerco anche di spiegare di nuovo perchè.
Una cosa è dire che non si può stabilire se Lorna sia stata curata dal bicarbonato, sia perchè non siamo sicuri che nel suo caso ci sarebbero state recidive, sia perchè in ogni caso la sua singola situazione non avrebbe rilevanza statistica, un' altra è dire che sicuramente il bicarbonato non ha avuto alcun effetto. Fare questa affermazione è esattamente equivalente a voler affermare con certezza che Lorna è stata curata dal bicarbonato, in quanto non si può affermare con certezza che Lorna in assenza di detta cura non avrebbe sviluppato recidive.
La differenza pare sottile ma non lo è.
Questo caso, potrebbe rientrare in quel 20% che non sviluppa recidive spontaneamente, oppure il quell'80% che le avrebbe sviluppate, il che, se si fosse completamente aperti mentalmente dovrebbe portare a propendere più per il fatto che il bicarbonato potrebbe avere avuto qualche effetto piuttosto che per la sua completa inutilità, anche se ripeto, non si può essere sicuri nè dell'una nè dell'altra cosa.
Tu su cosa scometteresti su una cosa che ha l'80% di probabilità che si verifichi o su una che ne ha il 20%?

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
Redazione
Inviato: 2/2/2009 20:46  Aggiornato: 2/2/2009 20:46
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
"Il bicarbonato non ha avuto nessun ruolo nella guarigione di Lorna"

Vai a raccontarlo a lei, se ci riesci.

Redazione
Inviato: 2/2/2009 20:47  Aggiornato: 2/2/2009 20:49
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail


p. 346 - Userete alcali (*) potenti nella malattie derivate da anila (vata, uno dei tre dosha), bile, grasso, crescite cancerose, e altre simili, che sono difficili da curare.

p. 347 - Non troppo forte, non troppo debole, dolce e astuto, che si sparge in fretta, bianco di colore, che assomiglia ad una vetta di montagna (nel luogo dell’applicazione), facile ad andarsene, che non produca nè troppa essudazione nè troppo dolore, queste sono le 10 caratteristiche ideali degli alcali caustici. Svolgono la stessa funzione del bisturi e delle cauterizzazioni.

* alcali = bicarbonato

edo
Inviato: 2/2/2009 21:02  Aggiornato: 2/2/2009 21:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4384
 Re: Cura il cancro per e-mail
In tempi recenti mi è capitato di leggere, su articoli divulgativi, le parole di alcuni oncologi dalle quali sono rimasto colpito.
In precedenza la mia memoria sulle dichiarazioni mediche, era basata esclusivamente su dinamiche farmacologiche o comunque strettamente biochimiche. Sono rimasto perciò colpìto dalle parole che riguardavano i rapporti che la medicina cominciava ad esplorare tra la malattia e lo stato psichico-emotivo-umorale... etc. del paziente, e mi sono detto: qui tra poco si approprieranno delle teorie di Hamer, basta solo che aggiungano l'importanza che potrebbero avere "traumi precedenti" ed è fatta.
Così Hamer finisce nel dimenticatoio e tutto il suo calvario diventa il nuovo pasto della scienza moderna (tanto per ricondurre tutto a ciò che, se gestito da chi ha in mano il caducéo, aiuta).
Ben vengano i progressi scientifici, ma se fosse possibile riconoscere a ciascuno i suoi meriti, il mondo sarebbe più giusto e di questo si avvantaggerebbe notevolmente lo stato psichico-emotivo-umorale... etc di ognuno.

Mande
Inviato: 2/2/2009 21:03  Aggiornato: 2/2/2009 21:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1230
 Re: Cura il cancro per e-mail
Redazione
Citazione:

Mi ero dimenticato di dire una cosa: i due cicli da tre settimane di bicarbonato fatti da Lorna sono stati fatti subito prima dell'esame di novembre. Nel senso che ci ha messo un pò a trovare Simoncini, e ha cominciato i cicli verso metà settembre.

Poi appena li ha finiti è andata a fare il controllo.

Non so se per i vostri ragionamenti sia importante, ma mi ero dimenticato di dirlo, scusatemi.

Ogni informazione in più è bene accetta.
Se permetti approfitterei della tua esperienza di regia soprattutto nei documentari per chiederti:

Per presentare un documentario solido ed inattaccabile non si potrebbe seguire questa via?

-Guardate visivamente il paziente, questo probabilmente è un cancro.
-Ora eseguiamo una resezione.
-Guardate al microscopio, accanto alle cellule umane ci sono delle cellule chiaramente fungine. Impossibile confonderle.
-Secondo la mia teoria sono proprio state le cellule fungine che avete visto a causare la reazione del corpo comunemente chiamata cancro.
-Ora per evitare recidive bisogna eliminare ogni residuo di funghi nella zona interessata.
-Sono passati nove mesi e tre controlli e la paziente non riporta recidive.
-Nel frattempo abbiamo tenuto viva la resezione in "vitro" e uccidendo il solo fungo le cellule del corpo hanno smesso di replicarsi.

Ti sembra infattibile un video uno impostato così?
Pensi forse che qualcuno potrebbe replicare?
Ti sembra troppo costosa una singola TURBT?
Non credi sarebbero sufficienti come prove inoppugnabili?

Redazione
Inviato: 2/2/2009 21:13  Aggiornato: 2/2/2009 21:13
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
Per fare un documentario solido e inattaccabile basta dare delle informazioni corrette.

Chi vuole si convince, chi non vuole continui a farsi le turb.

(Con la malafede, volendo, tutto e' attaccabile).

kataclisma
Inviato: 2/2/2009 22:19  Aggiornato: 2/2/2009 22:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Per fare un documentario solido e inattaccabile basta dare delle informazioni corrette.

Quello che è certamente inattaccabile è il tuo documentario, sono le conclusioni che non sono necessariamente condivisibili.
Citazione:
(Con la malafede, volendo, tutto e' attaccabile).

Ti assicuro che in questo argomento sono certo di non essere in malafede, nè prevenuto, anzi forse potrei essere leggermente prevenuto nel senso opposto(rispetto la medicina ufficiale) e me ne dispiace allo stesso modo, quindi le mie perplessità sono dovute ad altro.

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
kataclisma
Inviato: 2/2/2009 22:23  Aggiornato: 2/2/2009 22:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/12/2008
Da:
Inviati: 325
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
"Il bicarbonato non ha avuto nessun ruolo nella guarigione di Lorna"

Vai a raccontarlo a lei, se ci riesci.

Questa frase, giusto per la precisione, l'ho scritta per contestarla, come è spiegato nel resto del post.
Cito da me stesso:
Citazione:
Quello che io diciamo "rimproveravo" a wewee era l'aggiunta fatta con assoluta certezza:
"Il bicarbonato non ha avuto nessun ruolo nella guarigione di Lorna" ...

E' preferibile essere ottimisti e avere torto, piuttosto che pessimisti e aver ragione.
Einstein
WeWee
Inviato: 2/2/2009 22:33  Aggiornato: 2/2/2009 22:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: Cura il cancro per e-mail
Eccomi in versione multirisposta:

Citazione:
E ripeto la domanda che ho fatto già al'atro utente: A te non ti fa indignare che si possa far pagare un farmaco 100 volte tanto grazie a connivenze e interessi comuni tra case farmaceutiche e medici?

Sono tante le cose che mi fanno indignare, questa è una.
E mi pare (ma non è stato capito, mi sembra chiaro) che nella frase che tu ritieni "offensiva" perchè ho aggiunto uno smile che strizza l'occhio, ho detto proprio questo: le case farmaceutiche sanno trasformare tutto in oro, con qualsiasi scusa. E la strizzatina d'occhio voleva dire proprio..."cerca di capirmi"...ma non mi hai capito...
Aggiungo però che generalizzare e parlare di medici conniventi fa male a quei medici che la connivenza proprio non ce l'hanno.
Le vacanze gratis ed i regaloni le case farmaceutiche non le fanno certo a me o a quelli come me, io più che due penne di plastica non ho ricevuto.
Anzi, forse anche un evidenziatore. E se io e migliaia di bravi medici non mi faccio corrompere per un viaggio gratis, figurati per una penna di plastica... (e qui non ti strizzo l'occhio o ti offendi).

Citazione:
Il discorso su Simoncini è particolarmente delicato perché la Redazione ma anche Fetochip hanno investito molto del loro tempo nell'analisi ma soprattutto molta della loro fiducia su questo trattamento. Spero dunque tu possa comprendere eventuali reazioni.

Io comprendo tutto, ma mi pare che da parte mia non ho aggiunto UNA virgola ai dati oggettivi. Non ho detto Simoncini è uno che ruba i soldi ai malati e nemmeno che Redazione o Fefochip sono complici di un imbroglio.
Non ho detto che Lorna è un'ingrata che non si ricorda nemmeno del medico chirurgo che l'ha guarita dal cancro.
Ho iniziato con qualcosa che non mi quadrava e l'ho condivisa. Poi sono iniziate le prese in giro sulla cistoscopia e l'ironia spicciola e se permetti anche io posso sentirmi un attimo "trattato male"...
Non ho nemmeno mai detto che ho ragione.
Ma sono stato "trattato con ironia" lo stesso.
E se avessi ragione che il bicarbonato non serve a guarire il cancro(ammettiamo, per assurdo) sarebbe Simoncini il "perseguitato" o il medico che ha guarito Lorna?

Citazione:
-Un medico radiato può eseguire una TURBT (presupponendo possieda gli strumenti e le conoscenze adatte)?
-Se non la può fare può un suo paziente richiederla e poi consegnare direttamente i tessuti asportati a Simoncini invece che ad anatomopatologo ufficiale?
-Prima della resezione del tessuto viene comunemente eseguita una disinfezione della zona tale che possa rimuovere una eventuale presenza di funghi?
-Dopo la resezione il tessuto viene disinfettato prima dell'analisi visiva al microscopio?
-Mi sembra sia possibile mantenere vivo il tessuto in un vetrino con una apposita soluzione liquida. Se viene tagliato del tessuto contenente cellule tumorali e funghi possono sopravvivere in vitro? E se si per quanto tempo?

-Intendi legalmente? No. Un medico radiato non può più esercitare la sua professione, nè in Italia, nè all'estero.
-Certamente. Qualsiasi "pezzo" operatorio è proprietà della persona curata, basta firmare un consenso che rinunci all'esame istologico che la struttura sanitaria è obbligata a fare. Il pezzo lo prendi tu e puoi farne quello che vuoi, anche buttarlo.
-In generale ogni superficie da operare viene disinfettata. Nel caso di Lorna o in tutti quei casi in cui il "pezzo" è interno al corpo (quindi pezzi di organi, di strutture addominali, ossa, ecc...) NON si disinfetta nulla, è oltretutto praticamente impossibile da fare...
-No. Viene immerso in una sostanza che lo conserva ma non disinfetta. Anzi, immergerlo nel disinfettante è deleterio perchè potresti eliminare per esempio dei batteri utili all'esame...
-La candida (se ti riferisci a questi funghi) sopravvive tantissimo, settimane, mesi. Anche perchè un vetrino viene "fissato", ricoperto cioè da una sostanza che "blocca" tutto ciò che il vetrino ha sulla sua superficie. Pensa solo ai Pap-test, che vengono letti nel giro di 20, 30 giorni e sono perfetti come il primo giorno.

Citazione:
Il vostro problema è sempre lo stesso: ogni volta che pubblico una guarigione di Simoncini voi partite dal presupposto che questo DEBBA dimostrare qualcosa

Tutto ciò che accade "dimostra" qualcosa. Anche la pubblicità sui muri, dimostra che quel jeans è meglio dell'altro.
Poi sta al cervello umano attivarsi e capire se è davvero così o se in realtà, quel jeans tanto bello e colorato, è solo immagine e niente sostanza.
Se fai caso, finora TU hai preso per dogma le frasi di Lorna ed IO ho dimostrato che non sono corrette.

Citazione:
E non è certo grazie alla Turbt.

Ecco cosa vuol dire porsi sempre delle domande nella vita...

Citazione:
* alcali = bicarbonato

Redazioneee!! Non hai ancora capito che con me le scritte piccole e sfuggenti non funzionano?
Quel libro parla di alcali caustici, soda caustica, non bicarbonato di soda...una sostanza che provoca ustioni! La cauterizzazione con soda caustica (che era usata anche in Italia) è esattamente il precursore della TURBT!!
"It does all the functions of the sharp instruments and also the fire"

Hanno tutte le funzioni dei bisturi ed anche del fuoco".

Sai come si chiama in "slang" tecnico lo strumento della Turbt? Lama calda...
Stai dando ragione a me! Non ti senti molto triste? (Vediamo se io posso fare ironia...)


Ora datemi un po' di respiro o il prossimo mio post diventa un romanzo a puntate....
Alla prossima.

Redazione
Inviato: 2/2/2009 23:53  Aggiornato: 3/2/2009 0:09
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
KATACLISMA: Scusami, con te sbaglio sempre. Ci starò più attento, prometto.

WeWe: Certo, gli alcali sono coltelli. Come no.

Infatti Simoncini, nelle email a Lorna, ha scritto: prenda mezza dozzina di coltelli da cucina, li scaldi per bene, e poi cerchi di infilarli nel catetere.

Se sente un po' di bruciore non importa, casomai mi faccia un po' di immunoterapia.

Citazione:
Io comprendo tutto, ma mi pare che da parte mia non ho aggiunto UNA virgola ai dati oggettivi.
Hai solo stabilito che Lorna sia guarita per la cistoscopia, quando LA STESSA UROLOGA aveva riconosciuto di non essere più in grado di curarla. Nient'altro.

(Curioso, come certi "dati oggettivi" si dimentichino in fretta, non trovi?)

Hai ragione, sono molto triste. Ma non per me.

so_tutto
Inviato: 3/2/2009 0:10  Aggiornato: 3/2/2009 0:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/1/2009
Da:
Inviati: 122
 Re: Cura il cancro per e-mail
Questa gradevolissima ironia andrebbe rivolta verso l'autorevole testo sacro indiano, visto che lì è scritto che gli alcali svolgono la stessa funzione del bisturi.

Redazione
Inviato: 3/2/2009 5:22  Aggiornato: 3/2/2009 5:52
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
SO_TUTTO: "lì è scritto che gli alcali svolgono la stessa funzione del bisturi."

Dimentichi che il libro dice che svolgono la stessa funzione NELLE CRESCITE CANCEROSE.

Riconoscere questo significa quindi riconoscere che il cancro è un fungo, e che Simoncini ha visto giusto.

Non mi risulta infatti che un pò di sale sia in grado di rimediare a problemi di origine genetica - ai quali l'oncologia ufficiale vorrebbe attribuire il cancro - mentre i funghi li uccide eccome.

Puoi, se tu vuoi trattarli con un aratro, nessuno te lo impedisce.

Mande
Inviato: 3/2/2009 7:50  Aggiornato: 3/2/2009 7:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1230
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:

Quel libro parla di alcali caustici, soda caustica, non bicarbonato di soda...una sostanza che provoca ustioni! La cauterizzazione con soda caustica (che era usata anche in Italia) è esattamente il precursore della TURBT!!
"It does all the functions of the sharp instruments and also the fire"

Hanno tutte le funzioni dei bisturi ed anche del fuoco".

Sai come si chiama in "slang" tecnico lo strumento della Turbt? Lama calda...
Stai dando ragione a me! Non ti senti molto triste? (Vediamo se io posso fare ironia...)

Liberissimo di fare quanta ironia vuoi ma ti renderai conto tu stesso spero che con questo comportamento l'unica cosa che ottieni è "surriscaldare" la discussione. Per l'importanza della stessa varrebbe la pena sinceramente di moderare i toni e ritornare a fare informazione invece che invettiva dialettica.

Per quanto riguarda gli alcali hai usato la dialettica per piegare la realtà e ciò sinceramente non lo gradisco anche perché qualche base di chimica la possiedo pure io.
Vediamo di chiarire:
http://it.wikipedia.org/wiki/Alcali
Quando si parla di Alcali si intendono le basi. Tralasciando le varie definizioni di wikipedia si possono definire alcali le molecole che, normalmente disciolte, hanno un PH superiore al 7 (PH neutro) mentre gli acidi inferiore.
Fanno parte degli alcali sia la Soda caustica (NAOH) che il bicarbonato (2 NaHCO3)
La soda caustica, a parità di diluizione, è però una base molto più forte del bicarbonato di sodio.
Entrambe queste basi hanno l'aspetto di cristalli bianchi per cui nel libro citato da Massimo è probabile si riferisse alla Soda Caustica come alcale forte per i casi più difficili da curare mentre il bicarbonato o la potassa potrebbero essere alcali medi.
In ogni caso dipende sempre e comunque dalla diluizione degli stessi poiché una Soda all'1% è sicuramente più debole di un Bicarbonato al 30%.
Citazione:

-La candida (se ti riferisci a questi funghi) sopravvive tantissimo, settimane, mesi. Anche perchè un vetrino viene "fissato", ricoperto cioè da una sostanza che "blocca" tutto ciò che il vetrino ha sulla sua superficie. Pensa solo ai Pap-test, che vengono letti nel giro di 20, 30 giorni e sono perfetti come il primo giorno.

La domanda che volevo porti era leggermente differente. Vediamo se riesco a spiegarmi meglio. Anni fa in una trasmissione di carattere scientifico avevo visto che su di un vetrino era stato fatto crescere un orecchio completo di cartilagine partendo da cellule staminali. Per ottenere questo era stato immerso in un liquido che suppongo fosse in grado di trasferire ossigeno o altre molecole alle cellule per permettere loro di svilupparsi e riprodursi al di fuori di un organismo vivente.
Posso anche aver frainteso questa possibilità ma mi stavo chiedendo se una volta asportato il tumore potesse essere messo nella condizione di continuare ad espandersi in vitro come se si trovasse ancora all'interno di un organismo umano.

Paolo69
Inviato: 3/2/2009 9:56  Aggiornato: 3/2/2009 9:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/7/2004
Da:
Inviati: 1153
 Re: Cura il cancro per e-mail
Penso che da tutta questa storia , alla fine , esca una sola verità :
il cancro può essere curato con strumenti e sostanze diverse dal bisturi e dalla chemioterapia ,i risultati su base statistica però non possono essere conosciuti perchè questi metodi alternativi non si riescono a sperimentare seriamente in quanto da una parte ci sono troppi interessi in gioco , e dall'altra i pazienti vengono terrorizzati e preferiscono la medicina ufficiale.

alexbell64
Inviato: 3/2/2009 9:57  Aggiornato: 3/2/2009 10:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/9/2007
Da:
Inviati: 199
 Re: Cura il cancro per e-mail
Scusatemi....tanto per avere un'idea di cosa stiamo parlando, dato che, spesso, un'immagine è molto più eloquente di un milione di parole.
In rete si trovano anche questi filmati, e qui è illustrato appunto un'intervento di escissione di un tumore della parete vescicale eseguito mediante Trans Urethral Resection Bladder Tumor, in sigla TURBT:

http://it.youtube.com/watch?v=867bznm9WXw

In questo breve filmato si vede chiaramente qual'è lo strumento che il chirurgo utilizza e come viene impiegato. Si capisce bene anche perchè, come dice WeWee, in gergo medico venga chiamato "lama calda".
Perchè altro non è che un filo attraverso cui viene fatta passare della corrente elettrica, probabilmente ad alta frequenza e basso voltaggio, che lo rende istantaneamente caldissimo ed in grado di sezionare come una lama i delicati tessuti che tocca.
Be', qui cominciano le mie perplessità, devo dire.
Perplessita' che nascono in primo luogo dal notare come uno dei criteri principali della tecnica chirurgica-oncologica, che è la radicalità, la completa escissione con ampio margine di sicurezza, utilizzando questa tecnica ( comoda finchè si vuole per il paziente, perchè non viene aperta la parete addominale, perchè vi si arriva dall'interno con un sondino, ecc) venga rispettata.
Cioè....viene detto, stradetto, ripetuto fino alla nausea che è importantissimo togliere il più radicalmente possibile tutta la massa, non lasciare cellule tumorali in situ, se il tumore arriva fino qua io taglio almeno un centimetro oltre, ecc...e poi che ti vedo?
Questo bel cavolfioretto, dall'aspetto ridicolo, se vogliamo, viene allegramente fatto a brandelli, viene raschiato in maniera sommaria diverse volte, con tanti bei brandelli che si distaccano e volteggiano attorno al campo operatorio che verrà pure aspirato, ma chi mi assicura che uno di quei brandelli di tumore, se è questo il principale problema, non resti in sede, non si infili in qualche pertugio e ricomnci da lì ad impiantarsi ed a ricolonizzare la vescica, se è così tenace ed invasivo????
Mi sembra di sentirli mentre operano, i chirurghi.....un po' più a destra, passaci ancora una volta, dagli ancora una raschiata, adesso sembra pulito......
Cioè....alla gente viene favoleggiato di chissà quali tecniche incredibili, di cose che vanno a colpire selettivamente le singole cellule, di precisione assoluta, tanto che ci si aspetta di vedere il chirurgo che conta le cellule tumorali una per una e le discerne da quelle buone, e poi, in pratica, come si opera? Come se si utilizzasse una piccola fresa da traforo!
Eh sì che se qualche cellula resta in sede perchè l'artigiano non la vede o perchè ha paura di andare troppo in profondità e bucare la vescica, come la togliamo??
Ovvio, si fà una bella chemioterapia o una radioterapia, per "sperare" che le cellule sopravissute a questa lametta calda, vengano bruciate dai raggi o dai veleni introdotti!
Cioè....mi viene in mente quello che ho sentito spesso dire da molti medici chirurghi....che la gente si pensa che noi facciamo chissà cosa, quando apriamo o entriamo nel corpo di una persona....spesso e volentieri, togliamo quello che si vede e che si può......e poi, si spera che non ritorni....

WeWee
Inviato: 3/2/2009 10:12  Aggiornato: 3/2/2009 10:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Simoncini, nelle email a Lorna, ha scritto: prenda mezza dozzina di coltelli da cucina, li scaldi per bene, e poi cerchi di infilarli nel catetere.

Vedo che ai dati di fatto continui a rispondere con queste argomentazioni serie e documentate.
Oltre al dogma: "la cura funziona perchè è così", ci aggiungiamo le battute.
Ottimi argomenti.
Non so cosa ti spinge a negare anche l'evidenza, ma ma il tuo atteggiamento è lo stesso che si "accusa" alla "medicina ufficiale", alla fine cioè, con questo comportamente non si ottiene nulla.
Ancora più difficile quindi, capire il perchè, ci si comporta così.

La prossima volta allora non aprire un thread aperto ai commenti, pubblica un video e scrivi la tua opinione: questa cura è efficace perchè lo è. Poi chiudi il thread. Che si discute a fare.
E' proprio vero, chi legge si può fare un'idea. Continuare a prendere in giro e fare ironia, è il miglior modo di divulgare l'idea di Simoncini.
Comincio a pensare che i veri nemici delle cure alternative non sono nell'ambiente medico.
Citazione:
Non mi risulta infatti che un pò di sale sia in grado di rimediare a problemi di origine genetica - ai quali l'oncologia ufficiale vorrebbe attribuire il cancro

Studia medicina e poi ti risulterà.
Documentati e tutto sarà più chiaro.
Gli alcali caustici (lo ripeto, perchè non lo hai letto, evidentemente) svolgevano LA STESSA FUNZIONE DELLA TURBT. Nè più nè meno. Sono i precursori della Turbt, curano con lo stesso meccanismo, asportazione per cauterizzazione, se non fosse chiaro lo spiego meglio.

Hai pubblicato un caso di "guarigione dal cancro per email".

Ti ho dimostrato che non è vero, discutiamone.

Come hai confutato la mia opinione?

Ancora aspetto la risposta (non le battute).

Citazione:
mi stavo chiedendo se una volta asportato il tumore potesse essere messo nella condizione di continuare ad espandersi in vitro come se si trovasse ancora all'interno di un organismo umano.

Certamente si (avevo capito male la tua domanda), quei liquidi sono liquidi di coltura (contengono sostanze "nutritive" che aiutano la cellula a crescere e moltiplicarsi), la crescita cellulare (anche tumorale) è ottenuta al giorno d'oggi soprattutto per scopo di ricerca.

E rispondo all'ultimo messaggio:
Citazione:
viene raschiato in maniera sommaria diverse volte

E' stato visto che è la maniera migliore per rimuovere più tessuto tumorale possibile. E' preferibile rimuovere "a strati" piuttosto che in un'unica volta, aumenta l'accuratezza della resezione.
Citazione:
chi mi assicura che uno di quei brandelli di tumore, se è questo il principale problema, non resti in sede, non si infili in qualche pertugio e ricomnci da lì ad impiantarsi ed a ricolonizzare la vescica

Non te lo assicura nessuno, ma non è questo il problema. Una cellula cancerosa che ti tocca la parete della vescica non ti provoca il cancro, altrimenti questa sarebbe una malattia contagiosa oppure tutti ci ammaleremmo di cancro a 2 anni di età (lo abbiamo detto sopra, ogni giorno nel nostro corpo si distaccano e vanno in circolo centinaia di cellule cancerose). Il "brandello" che si distacca, fuoriesce trasportato dal liquido che viene immesso in vescica (lo strumento prevede un apposito tubo di "uscita" e l'azione "cauterizzante" della lama endoscopica completa il lavoro perchè "brucia" la base del tumore e quindi lo distrugge.
Il lavoro è completo. Il tumore è sparito.
Citazione:
Cioè....alla gente viene favoleggiato di chissà quali tecniche incredibili,

Non "viene" favoleggiato, è la gente che immagina tecniche incredibili.
La chirurgia di oggi, ad esempio, è la stessa identica di 100 anni fa. Siamo uguali agli uomini di 100 anni fa, come fai a cambiare una tecnica che funziona da sempre su individui anatomicamente identici?
Che poi ci siano tecniche all'avanguardia, beh, è un'ottima cosa, ma "grosso" del lavoro si fa come si faceva una volta.
Citazione:
Eh sì che se qualche cellula resta in sede perchè l'artigiano non la vede o perchè ha paura di andare troppo in profondità e bucare la vescica, come la togliamo??

Ci sono mille possibilità. Di certo, a quanto pare (ma pronto a credere nel contrario) non con il bicarbonato. E nemmeno con le email.
Citazione:
quando apriamo o entriamo nel corpo di una persona....spesso e volentieri, togliamo quello che si vede e che si può......e poi, si spera che non ritorni....

E' esattamente così.
L'abilità del chirurgo si unisce all'esperienza degli anni passati: sai che quel tumore si espande in quel modo e si diffonde da una parte piuttosto che dall'altra.
Lo togli.
E speri che non ritorni più.

Nessun medico ragionevole ed onesto può affermare che SICURAMENTE una persona non avrà più un tumore.

Redazione
Inviato: 3/2/2009 10:31  Aggiornato: 3/2/2009 10:31
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
Ti saluto, WEWE, buona permanenza.

tiburon
Inviato: 3/2/2009 11:22  Aggiornato: 3/2/2009 11:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2007
Da:
Inviati: 150
 Re: Cura il cancro per e-mail
riconosco dei limiti umani nell'impossibilità di proseguire il dibattito in maniera serena ed obiettiva, un pò mi spiace... se posso permettermi di tirare una somma provvisoria l'impressione che ho ricevuto è che ci sia una passione travalicante nei confronti del buon Simoncini non adeguatamente supportata; credo sia una questione di linguaggio:

tolti gli assoluti percui esiste un metodo giusto sopra tutti gli altri, la differenza fondamentale sta nella linearità e nella rilevanza statistica, credo

La medicina Ufficiale -per non saper nè leggere nè scrivere- intanto toglie il tumore fisicamente, poi se ricapita si provvede, o si cerca di prevenire per quel che si sa. Indubbiamente si tratta di un metodo di cent'anni fa, semplice e poco raffinato...

Il Simoncini parte da una associazione tumore-candida che non cerca in alcun modo di supportare con evidenze 'in situ' ovvero nel tumore stesso, esponendosi al pubblico ludibrio e creando quest'alone di non so che portando avanti casi singoli e non ben documentati (almeno mi pare di capire) che non sembrano creare una statistica...interventi che hanno un che di miracoloso.

Signori, voi che il buon Simoncini lo conoscete di persona e lo difendete accalorati non potreste aiutarlo a cercare di 'tradurre' la sua opera anche per la meno evoluta medicina ufficiale?

Immagino non sia una cosa poi così complessa...per riordinare le carte in fondo basta una colf. (attenzione: è ironia, sarcasmo se volete senza l'intenzione di sminuire nessuno, se qualcuno se ne picca me ne dispiaccio)

Insomma, propongo di Aiutare Simoncini con un sistema dal basso: se la cosa si documenta e si diffonde in maniera...diciamo statisticamente rilevante o calcolabile allora la possibilità di scontrarsi su professioni di fede si ridimensiona: troviamo gente Ammalata e fiduciosa e curiamola col metodo bicarbonato, assumendoci la responsabilità di una eventuale dipartita, raccogliamo i dati e sbattiamoli in faccia agli scettici ed agli agnostici come me.

Ed allora che si diffonda la buona novella o si taccia per sempre l'illusione...

Al motto che porto qui sotto

fefochip
Inviato: 3/2/2009 11:36  Aggiornato: 3/2/2009 11:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 5731
 Re: Cura il cancro per e-mail
alexbell64

sul video che hai postato si potrebbe fare la seguente considerazione
http://it.youtube.com/watch?v=867bznm9WXw
come mai il tumore visto da vicino è bianco dentro ?
sarà un caso o simoncini che dice che il tumore è bianco ha ragione?
http://www.curenaturalicancro.org/base_schermo_grande_intervista.htm

più che "scoprirla" la verità si "capisce", per questo "quando l'allievo è pronto il maestro arriva".
si può perdonare a un bambino di avere paura del buio,ma a un adulto quella della luce?
WeWee
Inviato: 3/2/2009 12:00  Aggiornato: 3/2/2009 12:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Come hai confutato la mia opinione?
Ancora aspetto la risposta

Citazione:
Ti saluto, WEWE, buona permanenza.

E' già qualcosa in più delle battutine, molto eloquente.

Saluti anche a te.

Citazione:
sarà un caso o simoncini che dice che il tumore è bianco ha ragione?

E con il melanoma che è nero come la mettiamo?
E con i tumori dell'utero, che sono rossi?
E le cisti endometriosiche, marroni?
Le disseminazioni peritonitiche, gialle? Molti sarcomi, che hanno tutti i colori ed anche a guardarli fanno impressione?
Allora Simoncini non ha ragione?
Ci basiamo sul colore dei tumori per spiegare l'idea di Simoncini?

alexbell64
Inviato: 3/2/2009 12:46  Aggiornato: 3/2/2009 12:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/9/2007
Da:
Inviati: 199
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione: fefochip
come mai il tumore visto da vicino è bianco dentro ?
sarà un caso o simoncini che dice che il tumore è bianco ha ragione?

ciao fefo, da molto ti leggo, e sono d'accordo con molte delle cose che scrivi, capisco il tuo sentimento nei confronti di questo problema, credimi...
Riguardo alla tua osservazione, però, permettimi di dire che questo è uno dei tanti modi per cui la teoria di Simoncini presta ampiamente il fianco alle critiche senza pietà della Medicina Ufficiale.
Con tutta la migliore buona volontà, non ci si può basare su una semplice osservazione del genere pèer dire che un tumore è costituito o è originato da funghi. Nessun medico con un minimo di criterio potrebbe fare una cosa del genere.
Molto più ragionevole sarebbe se facendo un esame istologico, cioè prendendone un pezzetto e mettendolo su un vetrino, si vedessero chiaramente delle ife fungine incistate, dei filamenti fungini, insomma, che fosse abbastanza chiaramente visibile la struttura della Candida. Così, solo con l'osservazione diretta macroscopica, tutto può essere...il colore bianco può essere dovuto a mille cose, non possiamo dire "è bianco quindi è candida perchè la Candica è bianca".
Cerca di capire, dobbiamo partire anche da un minimo di ragionevole fondatezza, in questo capisco i detrattori del metodo-Simoncini. E' fin troppo facile attaccare una posizione come la sua, in cui dichiara che nel tumore c'è presenza di qualcosa solo da una colorazione superficiale che può essere dovuta ad una moltitudine di fattori diversi.
Detto questo, il mio discorso è anche diverso. Parto da altri presupposti.
Supponiamo pure che la Candida c'entri poco, o niente. Che Simoncini si sia fatto un'idea sbagliata.
Però, il trattamento con bicarbonato potrebbe essere, in certi casi, ugualmente benefico, perchè potrebbe portare delle modificazioni nei tessuti che non sappiamo ma che produrrebbero la morte delle cellule tumorali, potrebbe "mediare" altri meccanismi di autolisi,insomma potrebbe avere uno ruolo diverso da quello che Simoncini ipotizza ma in certi casi efficace.
Capisci, la mia critica non riguarda se Simoncini ha ragione o meno, se il bicarbonato lavora come lui dice e solo risciaqua e sgrassa la pelle.
Io dico, da tanto, da molto, da sempre, che di fronte ad un problema di vastità e drammaticità come quello del cancro, la Medicina ha il dovere sacrosanto di non lasciare nulla di intentato. Qualsiasi strada dovrebbe essere tentata, partendo dai più diversi presupposti, lasciando aperte tutte le porte, tentando tutto, acquisendo informazioni da qualsiasi parte, di qualsiasi cultura da cui possa venire qualcosa di buono o di utile, trarre uno spunto, una base di partenza per una cura efficace.
Mi si obbietterà....non si possono destinare le risorse correndo dietro a chiunque dica di avere la cura miracolosa in tasca....ci sono molti truffatori, molti venditori di acqua colorata, si disperderebbero energie preziose, soldi, ecc....
E pure questo è sensato e ragionevole.
Non è invece sensato ostinarsi caparbiamente a difendere posizioni che ormai è sotto gli occhi di tutti essere in larga misura fallimentari.
Insistere a ricercare chissà cosa, il gene, il frammento di DNA, il raggio che colpisce questo e non quest'altro, riempirsi la bocca con tante parole roboanti, assurgere sullo scarrno dell'illuminazione, quando poi, come confermato anche da WeWee che è medico e, non molto frequente, persona onesta e sincera, la chirurgia, salvo qualche affinamento della tecnica, è sempre quella di 100 anni fa.
Si toglie quello che, VISIBILMENTE appare, e si spera che non rispunti.
Senza sapere perchè laddove prima non c'era niente, è cresciuta quella massa.
Senza togliere CIO' CHE HA CAUSATO LA CRESCITA ma solo la MANIFESTAZIONE MACROSCOPICA VISIBILE del male.
Cercando di inseguire, bruciare, cauterizzare, bombardare, avvelenare le celleule "eventualmente rimaste" o quelle che...sono per strada, a sostituire le altre, rimosse dal bisturi, e che arrivano, germinano da chissa' dove e per chissà quale motivo.
Intanto, i grandi centri di Ricerca continuano a ricevere finanziamenti colossali tramite i vari Teleton & C., e noi che ne sappiamo, poi, in concreto, di quale uso ne venga fatto di questi fondi?
Ci raccontano continuamente che vengono fatti chissà quali progressi, nuove scoperte continue, il gene qua, il fattore X che si interseca con il cromosoma Gamma, e poi?
La gente intorno a noi continua a morire, marciscono nei loro letti, pieni di questa schifezza che invade il corpo, come e più di prima!!!!
Ma guai a proporre qualcosa di diverso.
Sembrano dire, i grandi Professori (e spesso te lo dicono anche, senza mezzi termini): non è cosa che vi riguarda. Ci pensiamo noi. Sappiamo noi come fare e quali sono le strade giuste. Non interferite. Lasciate fare a chi ne sà, non venite a proporre di usare aratri dentro alle cristallerie.
Ecco....è questo il vero problema.
Io sono quasi certo di una cosa, perchè ho conosciuto persone guarite effettivamente, con tanto di cartelle cliniche, documentazioni e quant'altro, senza aver fatto chemio, chirurgia e via dicendo.
Sono convinto che la possibilità di curare i tumori c'è, e forse sono metodologie molto più semplici di quello che pensiamo....o che ci vogliono far credere...non serve andare nel profondo più profondo della materia per scovare chissà quale arzigogolo della combinazione genetica che permetta di non far più crescere o rispuntare queste masse di tessuto anomalo...
Basterebbe cominciare a prendere i casi di "remissione spontanea", quei casi in cui non si è fatta alcuna terapia ortodossa e il tumore è regredito. Cercare di capire cosa è successo in quel corpo per far sì che si tornasse ad una situazione di buona salute.
Ma occorre onestà intellettuale, per far ciò.
Sono anche certo che la maggioranza dei medici sono persono oneste, che vorrebbero seriamente far qualcosa per aiutare le persone ammalate di questo flagello, ma sono anche loro vittime di questa strana distorsione.
Ce ne sono di cose da dire, ma per il momento, voglio fermarmi qui.

Redazione
Inviato: 3/2/2009 12:48  Aggiornato: 3/2/2009 12:48
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
TIBURON: Guarda che Simoncini sta benissimo dov'è, e non ha bisogno di dimostrare niente a nessuno. Sono certe persone che "pretendono di essere convinte" a tutti i costi, ma il problema è loro, non di Simoncini.

Credo di dirlo letteralmente per la trentesima volta: nessuno è obbligato a credergli.

Inoltre, i pazienti che vanno da lui lo fanno spontaneamente, e quindi non vedo perchè stare a perderci altro tempo.

WeWee
Inviato: 3/2/2009 13:07  Aggiornato: 3/2/2009 13:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Sono convinto che la possibilità di curare i tumori c'è

Io invece (e non voglio essere disfattista o pessimista), credo che dell "tumore" (che è un termine enorme, nella sua complessità) non sarà mai trovata LA cura.

Il cancro è una malattia degenerativa. Ho le mie convinzioni, guai se non le avessi, non sono un automa e secondo me saranno fatti passi da giganti nei prossimi anni, ma si morirà lo stesso, sempre di più perchè l'età media aumenta vertiginosamente e più diventiamo vecchi, più il nostro organismo sbaglia, non sa correggere, è debole.
L'essere umano è programmato per vivere 50 anni, quando li supera comincia a sbagliare e perde quella perfezione fisiologica e biologica che lo caratterizza.

Non esisterà mai la cura del cancro, esisteranno tecniche per raggiungere gli anfratti più nascosti del nostro corpo, farmaci che riconosceranno la cellula tumorale ed eviteranno quella sana, strumenti che fanno diagnosi solo sfiorandoti, ma non si arriverà mai alla cura definitiva.

Questo anche perchè il tumore non è causato da un solo fattore ma da tanti, oserei dire che "tutto" provoca il cancro, anche il fatto stesso che si vive.

Naturalmente e fortunatamente, di passi avanti ne sono stati fatti ed oggi, spesso di cancro si guarisce, ma ne guarisce 1 e ne muoiono 10.
Probabilmente fra 10 anni, ne guariranno 2 e ne moriranno 9.

C'è da esultare? No, le cose stanno così e bisogna accettarlo.

Non conosco personalmente Simoncini e quindi non ho obiezioni da fare alla sua persona (anche perchè non mi piace criticare le persone, tranne se si macchiano di crimini orribili), ma ho tante obiezioni sul suo metodo, troppe forse.
Simoncini (con il suo metodo) sbaglia tutto. Non dimostra nulla, non convince nessuno, rischia di passare per un imbroglione (ed imbrogliare su questi temi, si sa, è gravissimo e si rischia il linciaggio).

Chi lo appoggia (in piena buonafede, ne sono sicuro) sbaglia più di lui. Critica la medicina ufficiale che si basa su dogmi e poi crede a Simoncini per dogma. Non si pone nessun dubbio: ok, il bicarbonato funziona, ma forse non così, forse non è la candida...vediamo, cerchiamo di capire...no. Simoncini ha ragione, a dispetto di tutto e di qualsiasi cosa dimostri il contrario.
Risultato?

Anche leggendo il suo sito ho visto troppe cose che non mi convincono, si parte dalla critica alla medicina attuale per ottenere consenso verso la propria idea ad esempio.
Sbagliato. Se hai un'idea che vale, questa vale a prescindere dalle altre idee.

Se sei convinto che la candida provochi il cancro, sperimentalo, provalo, osserva: ho letto in un thread di quelli in questo forum, che Simoncini non ha MAI cercato la candida in un tessuto tumorale (l'ha detto lui). Cosa dovrei dire...che è un "distratto"? No, continuo a dire che si possono girare 2000 video, ma se nemmeno tu ti sei preso la briga di cercare questa benedetta candida, come pretendi che la cerchi chi non ci crede?
Fino a quando non mi fai vedere qualcuno che è guarito dal cancro con il bicarbonato come pretendi che ci creda? Per dogma?
O perchè la medicina ufficiale non funziona?

Oggi ho guarito una ragazza dal cancro del collo dell'utero: con l'ansa diatermica, 24 anni.
Non c'è bisogno di un video, basta controllare i documenti, è tutto scritto.
E non mi sento nè perseguitato perchè esponente della medicina ufficiale, nè vittima perchè c'è chi mi prende anche in giro. Ho fatto solo il mio lavoro.

E sono contento.

drdea
Inviato: 3/2/2009 13:39  Aggiornato: 3/2/2009 13:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2005
Da:
Inviati: 99
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:

Autore: alexbell64 Inviato: 3/2/2009 12:46:04
[...]presta ampiamente il fianco alle critiche senza pietà della Medicina Ufficiale.

Ma soprattutto, grazie a lui, alle critiche dei potenziali pazienti.
In questo senso è proprio vero che il metodo Simoncini curi il cancro (al massimo di come si riesca) e anche via web

fefochip
Inviato: 3/2/2009 14:19  Aggiornato: 3/2/2009 14:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 5731
 Re: Cura il cancro per e-mail
come racconta dante l'inferno è lastricato di buone intenzioni e magari potrei sbagliarmi io nel valutare la faccenda di simoncini e lui per primo accecato nell'aver trovato "la" cura ....ma è pur vero che è lastricato di persone come te wewee ....
persone che onestamente mi appaiono qui in buona fede ma perse nelle loro convinzioni che sono il primo male dell'umanità:il pensare che non c'è soluzione a un problema
Citazione:
Non esisterà mai la cura del cancro, esisteranno tecniche per raggiungere gli anfratti più nascosti del nostro corpo, farmaci che riconosceranno la cellula tumorale ed eviteranno quella sana, strumenti che fanno diagnosi solo sfiorandoti, ma non si arriverà mai alla cura definitiva.


purtroppo queste opinioni personali sono proprio ciò che rende piu inadatti a una valutazione oggettiva (che appunto è un concetto quasi astratto perche in questo caso siamo tutti soggetti)
Citazione:
Il cancro è una malattia degenerativa. Ho le mie convinzioni, guai se non le avessi, non sono un automa e secondo me saranno fatti passi da giganti nei prossimi anni, ma si morirà lo stesso, sempre di più perchè l'età media aumenta vertiginosamente e più diventiamo vecchi, più il nostro organismo sbaglia, non sa correggere, è debole. L'essere umano è programmato per vivere 50 anni, quando li supera comincia a sbagliare e perde quella perfezione fisiologica e biologica che lo caratterizza.


partendo da queste convinzioni (per carità fatte in anni di esperienza e studi) non si scoprirà mai una cosa nuova.

comunque potrebbe anche essere che quello che noi oggi chiamiamo tumore è in realtà uno scenario piu ampio infezioni,fungine ,da virus (il papilloma virus?) ,batteri e perche no in alcuni casi pure mutazioni genetiche indotte da errori cellulari e "età".
in uno scenario del genere sarebbe molto difficile capire come, dove e quando .
è pur vero infatti che i medici quando vedono una massa dentro una tac o una eco o tramite altri strumenti diagnostici la prima cosa che dicono è :"tumore".
mi chiedo visto che i funghi (nel nostro caso la candida che è il fungo che meglio si è abituato all'abiente uomo)tendono a formare masse come mai nessuno pensa a una colonia fungina visto che la cosa risulta possibile....

comunque wewee non mi è piaciuta per niente la tua canzonella riguarda al colore dei tumori che se avessi approfondito l'idea di simoncini avresti capito cosa intendevo ma a questo punto sinceramente mi rompo un po le scatole a dover sostenere un idea non mia con qualcuno che non ci vuole sentire .

Citazione:
Chi lo appoggia (in piena buonafede, ne sono sicuro) sbaglia più di lui. Critica la medicina ufficiale che si basa su dogmi e poi crede a Simoncini per dogma. Non si pone nessun dubbio: ok, il bicarbonato funziona, ma forse non così, forse non è la candida...vediamo, cerchiamo di capire...no. Simoncini ha ragione, a dispetto di tutto e di qualsiasi cosa dimostri il contrario. Risultato?

queste sono tutte pappole perche tu non puoi sapere perche una persona crede a simoncini e c'è la protervia di colui che vuole a tutti i costi farti pensare che solo lui pensa giusto .

come piu volte hai detto questa cosa non prova nulla e i metodi fin qui usati riguardo a questa intervista hanno poco a che fare con simoncini che per quanto gli riguarda si è limitato a rispondere a delle mail...cerca di rientrare nel seminato perche come tu stesso hai sempre detto hai commentato solo QUESTO CASO e non tutta la vicenda.

poi ti assicuro è assolutamente irritante che pretendi pure di dire agli altri quello che credono di pensare che "non hanno dubbi" ....ma tu ad esempio che cazzo ne sai dei dubbi che ho io?

il problema per quanto mi riguarda è proprio che ho dubbi e voglio indagare altrimenti non sarei qui a discutere come penso ognuno che sta qui e fare del vittimismo è proprio fuori luogo .





X alexbell64
Citazione:
ciao fefo, da molto ti leggo, e sono d'accordo con molte delle cose che scrivi, capisco il tuo sentimento nei confronti di questo problema, credimi

mii qualcuno mi caga

il discorso del colore del tumore è una sciocchezza meno di quello che può sembrare.
ti invito a riflettere che l'esame obiettivo è la prima cosa da fare con un paziente (il colorito della pelle)che aspetto ha ecc .

qui entriamo in un ginepraio che per districarsi dobbiamo tirare in ballo la storia della medicina e la filosofia.

è convinzione diffusa oggi riguardo alla medicina che per essere un super medico devi usare tecniche avanzatissime ,microscopi potentissimi e sapere cose per cui noi umani non è dato sapere in 3 vite.
è UNA CAZZATA
il bravo medico è quello che appunto ti cura con il bicarbonato (inteso come sostanza semplice e generica) o con la spremuta d'arancia .
il bravo medico è quello che capisce cosa hai e ti da la soluzione piu semplice e innocua per te (in un ottica confermata dal rasoio di occam tanto citato a sproposito).
il bravo medico NON è quello che ti prescrive l'optalidon per il malditesta ma capisce perche ti viene il malditesta e ti cura magari con una dieta(o integratori) perche ti mancano dei minerali(teoria in voga qualche anno fa).

detto questo rivediti il video e guarda attentamente .
sarà un caso ripeto ma il colore esterno non è bianco ma roseo e una volta tagliato presenta delle sfilacciature all'interno bianche ....
ripeto sarà un caso ma non vale la pena di rifletterci su?
poi è chiaro usiamo pure i microscopi e i vetrini ma andare sempre nel piu piccolo non è detto ci farà trovare per forza qualche soluzione.

è appunto andando al livello genetico (perche ci si innamora della teconologia)che forse abbiamo approfondito troppo lo sguardo sui tumori .
l'invito di simoncini in altre parole è quello di fare uno zoom al contrario e valutare da una distanza non cosi ravvicinata (come al genetica) il fenomeno tumore.

sappiamo che i virus sono in grado di modificare il tessuto circostante .
possiamo essere certi che i funghi non adoperino tecniche simili?
o che inneschino poi delle reazioni?

spesso si è parlato della "presentabilità" di simoncini ,della sua "credibilità".
ma davvero questi due parametri vanno di pari passo con con avere un intuizione giusta?io non credo proprio anzi ....
l'essere riconosciuti dalla propria comunità è il primo passo per "aver ragione"?
direi proprio di no anzi quando sei "troppo" rivoluzionario sarai sempre osteggiato perche non capito .
van gogh mori quasi barbone non riconosciuto dagli uomini del suo tempo ...oggi vatti a compare un suo dipinto va...

più che "scoprirla" la verità si "capisce", per questo "quando l'allievo è pronto il maestro arriva".
si può perdonare a un bambino di avere paura del buio,ma a un adulto quella della luce?
alexbell64
Inviato: 3/2/2009 14:51  Aggiornato: 3/2/2009 14:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/9/2007
Da:
Inviati: 199
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione: WeWee
Non conosco personalmente Simoncini e quindi non ho obiezioni da fare alla sua persona (anche perchè non mi piace criticare le persone, tranne se si macchiano di crimini orribili), ma ho tante obiezioni sul suo metodo, troppe forse.
Simoncini (con il suo metodo) sbaglia tutto. Non dimostra nulla, non convince nessuno, rischia di passare per un imbroglione (ed imbrogliare su questi temi, si sa, è gravissimo e si rischia il linciaggio).

Chi lo appoggia (in piena buonafede, ne sono sicuro) sbaglia più di lui. Critica la medicina ufficiale che si basa su dogmi e poi crede a Simoncini per dogma. Non si pone nessun dubbio: ok, il bicarbonato funziona, ma forse non così, forse non è la candida...vediamo, cerchiamo di capire...no. Simoncini ha ragione, a dispetto di tutto e di qualsiasi cosa dimostri il contrario.
Risultato?

WeWee, come già detto, ti ritengo una persona onesta, corretta e sincera, e ti apprezzo per questo.
Sono d’accordo su quanto dici nel passo che ho citato del tuo intervento, ed infatti ho sottolineato che la posizione di Simoncini è fin troppo facilmente criticabile ed opinabile, con i presupposti da cui parte, anche se lui fosse in perfetta fede.
C’è anche da dire una cosa, ad onor del vero.
Che il poter studiare con calma, sperimentare, confrontare, catalogare e quant’altro presuppone, innanzitutto, di avere molto tempo a disposizione per dedicarsi a ciò….tempo, calma, un po’ di soldi a disposizione, un laboratorio, pazienti da studiare, ecc..
Se sei stato radiato e bandito dalla comunità scientifica, senza andare a fare indagini sui motivi che hanno portato a ciò, e vuoi continuare a fare ricerce e sperimentazioni per conto tuo….o sei ricco e puoi permettertelo, o se devi anche vivere ed arrabattarti, nel frattempo….un po’ di metodo e di rigore scientifico, accetti che si perda per strada…o no? Ed in più, con la continua paura che ti stiano addosso per vedere se fai qualche passo falso e sbatterti in galera, ora che non sei più medico….
Come diceva anche il Prof. Di Bella, se devi fare tutto da solo, non hai tempo di catalogare tutte le puilci, non hai la Segreteria a disposizione, l’archivio e quant’altro che minuziosamente conservano e riordinano tutto…..mi ricordo il mio medico di quando ero ragazzo….nello studio, aveva un casino indescrivibile sparso tutt’attorno, altro che catalogare, archiviare, discernere…e lui lavorava regolamente, non era stato radiato.
Anche il Prof .Saverio Imperato, da cui ero andato per un consulto per mia madre, all’epoca, e con cui avevo anche parlato di tutte queste cose, mi disse che quando si vive ai margini della comunità medica, si fa’ quel che si può, stando attenti ai passi che si compiono. Non stupisca, quindi, se i “personaggi” come Simoncini suscitano anche questo genere d’impressione….è come dire ad uno sfollato che deve presentarsi sempre lindo, pulito ed ordinato, se vuole essere accettato al bar con noi!
Invece, riguardo a questi tuoi passi:
Citazione: WeWee
Io invece (e non voglio essere disfattista o pessimista), credo che dell "tumore" (che è un termine enorme, nella sua complessità) non sarà mai trovata LA cura.
….L'essere umano è programmato per vivere 50 anni, quando li supera comincia a sbagliare e perde quella perfezione fisiologica e biologica che lo caratterizza…..Questo anche perchè il tumore non è causato da un solo fattore ma da tanti, oserei dire che "tutto" provoca il cancro, anche il fatto stesso che si vive…..Probabilmente fra 10 anni, ne guariranno 2 e ne moriranno 9.

Be’, qui dissento e non poco.
Dissento perché è tutta da vedere la teoria che siamo programmati per vivere fino a 50 anni, dissento perché allora viene meno anche tutto il discorso fatto sui cancerogeni e gli elementi induttivi esterni, dissento perché se diciamo “ci ammaliamo perché siamo vivi” allora giustifichiamo tutto e non spieghiamo nulla.
Ma soprattutto dissento sul fatto che tu dici, giustamente, e per me sei già piuttosto ottimista, che per 1 che “guarisce” (il virgolettato è voluto) 9 muoiono.
Ma allora, almeno la finiscano di propinare continuamente alla massa delle persone ignare messaggi di questo genere:

- ATTUALMENTE IL 50% DELLE FORME TUMORALI E’ GUARIBILE
- IL CANCRO NON E’ PIU’ UNA CONDANNA
- SONO IN CONTINUO AUMENTO LE PERSONE CHE GUARISCONO DAL CANCRO
- SISPONIAMO DI NUOVE FORME DI LOTTA CONTRO I TUMORI E MIGLIORIAMO CONTINUAMENTE LE PROSPETTIVE DI VITA

Quante volte, in TV, sulle riviste, alla radio, nelle trasmissioni tipo Ceck-Up e compagnia cantante, sentiamo questi trionfalistici annunci?
Inutile stare a giocare sulle parole e dire che “è la gente che capisce in maniera sbagliata, sono i giornalisti che interpretano in un certo modo” e via dicendo….almeno, fossero onesti e dicessero…Oh, gente, arriviamo dove possiamo, facciamo quel che possiamo, non promettiamo niente a nessuno, è una malattia del cazzo che ha mille vite e non ci capiamo neanche tanto, quindi non aspettatevi miracoli in questo campo.
Invece, dagli a far passare continuamente messaggi e rassicurazioni di un certo ordine!!
Cosa creo, nelle persone che, in maggior parte, non sanno nemmeno dove stà lo stomaco e dove l’intestino??
Creo la convinzione che ormai i tumori siano una malattia da cui è possibile uscire abbastanza facilmente, magari tribolando un po’ ma poi torno a vivere normalmente.
Che la Medicina ha quasi vinto la sua battaglia contro questo male,
Che il fiume di soldi che fluisce incessantemente verso i Centri di Ricerca è ben speso!!
Si avesse il coraggio di essere onesti…e di accettare di collaborare anche con persone non esattamente della propria stessa formazione scientifica, unire gli sforzi, non dare nulla per scontato, esplorare a 360° TUTTE le possibilità, anche le più strane…..molte importanti scoperte sono state fatte così, se non sbaglio, proprio in campo medico…..fleming scoprì la penicillina in una cultura che stavano gettando nella pattumiera, Jenner scoprì la possibilità di debellare il vaiolo sulle tette delle mucche, quante altre scoperte importantissime sono state fatte con l’intuizione, l’osservazione anche di cose semplici?
Perché la Medicina, per quanto riguarda il problema-cancro, si arrocca invece in una sorta di castello sulla montagna da cui detta Legge incondizionata?

fefochip
Inviato: 3/2/2009 16:25  Aggiornato: 3/2/2009 16:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 5731
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Perché la Medicina, per quanto riguarda il problema-cancro, si arrocca invece in una sorta di castello sulla montagna da cui detta Legge incondizionata?

perche in gergo tecnico sull'argomento si stanno facendo "pippe mentali"
ipotesi che servono a provare altre ipotesi fino a trovarsi con una beneamata ceppa in mano ....un po la storia del bosone di higgs .... dovè? se c'era era tutto provato se non c'era era tutto da riscrivere ..ed infatti qualcuno ha paragonato tale ricerca alla ricerca di dio.
poi non hanno trovato una mazza però ci riconsoliamo con l'aglietto perche "comunque l'acceleratore può avere numerosi altri scopi".
meno male che ci sono invece scienziati come steve hawking che ha dichiarato che sperava di non trovarlo per poter rimettere in discussione tutto e ricominciare (vi giuro mi ha fatto commuovere questa dichiarazione per quanto sublime possano essere le considerazioni da fare).
peccato che per il discorso tumore l'ipotesi di fondo non c'è e si va avanti con il concetto delle "cellule impazzite" (improprio ma per semplificare)da 100 anni e la gente continua a morire ..noi continuiamo a morire quindi mi farei un po meno seghe mentali e sarei un po piu pragmatico come dici tu a cercare in tutte le direzioni possibili.

ricordo a tutti che simoncini non si limita a una "cura" ma la vera essenza del suo pensiero è il cambio del paradigma scientifico su cui si basa tutto .

il tumore visto come un aggressione esterna ...funghi a quanto pare (il papilloma virus come la mettiamo è o non è una causa esterna? su ortodossi ditemelo voi se per quel tipo di tumore alla fine la scienza non ci ha ripensato ...dimmi tu wewee se per quanto riguarda l'opinione della comunità scientifica pure quella è una malattia degenerativa che viene dal fatto che siamo programmati a 50 anni)

tra l'altro il concetto di tumore causato da agenti esterni non è una novità ma la comunità scientifica ormai era ubrica di dna ,rna via via sempre con il microscopio nel piu piccolo ....

come dice simoncini se metti il piede in una pozzanghera potrai studiare per tutta la vita l'interazione delle molecole d'acqua con le particelle di polvere ,terra ,virus,funghi e quant'altro ci può essere in una pozzanghera e con il piede che l'ha perturbata e quanta e come l'acqua si può essere adesa alla scarpa fino al calzone .....

hai messo il piede in una pozzanghera il resto sono appunto seghe mentali.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", per questo "quando l'allievo è pronto il maestro arriva".
si può perdonare a un bambino di avere paura del buio,ma a un adulto quella della luce?
tiburon
Inviato: 3/2/2009 16:41  Aggiornato: 3/2/2009 16:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2007
Da:
Inviati: 150
 Re: Cura il cancro per e-mail
mi permetto di sottoporre un doppio quesito:

1) Se il discorso è 'chi vuole credere in Simoncini ci creda...gli altri si fottano' credo- ma magari mi sbaglio- che non sia in linea col concetto di informazione e controinformazione che mi sembra animi buona parte dei convenuti: lo associo più allo spot, ma sono questioni spinose assai che rischiano di offendere, quindi le lascio in sospeso. LA domanda è...se Conoscere Il fatto che costui guarisca il cancro non mi implica che la cosa sia vera, ma che lo potrebbe essere come no....a che serve farlo sapere? o meglio: dov'è la differenza fra la 'vernecchia' e la notizia? O meglio...allora cronaca Vera? allora i giornalacci da sala d'attesa? insomma... non c'è una responsabilità nel riportare le notizie che dovrebbe andare un pò oltre il 'se ci credi bene sennò stikatzi?'?


2) Il mio intento vorrebbe essere quello di AIUTARE il Simoncini a divulgare un messaggio che vorrei andasse oltre questa sensazione di incompletezza che mi pervade al sentirlo parlare in termini 'sensoriali' del tumore (il fatto che è bianco indica che è candida; il fatto che c'è la candida col tumore indica che il tumore lo provoca la candida- è come dire che siccome ad ogni disastro si trovano i mezzi di soccorso e non li abbiamo visti arrivare, allora il mezzo di soccorso causa i disastri-) . Vorrei spingere perchè la comunità medica VOX POPULI sia costretta a piegarsi alle evidenze dei fatti e non possa dire 'non ci credo'. C'è Una possibilità di creare del 'volontariato' cui vorrei partecipare per vedere se magari 'sta cosa funziona oltre il ragionevole dubbio?

Insomma: che ci vuole per creare un metodo utile a sputtanare i suoi detrattori o lui stesso per non lasciare detto 'non ci credo'?

Che il cielo è blu è un dato di fatto approssimativamente conclamato, poi me la potete menare come vi pare sul concetto di blu, di cielo, e sulle percezioni individuali etc etc...ma famo a capisse.



Io non vedo nella determinazione a capire di qualunque medico ben animato come il nostro qui presente la pervicace determinazione a sputtanare il Simoncini per un narcicistico intento di affermare la propria supremazia: stiamo parlando di un qualcuno che bene o male penso abbia scelto di aiutare le persone prima di arricchirsi...e se gli dite che con niente se ne salvano a secchi è anche suo interesse capire come e perchè...insomma... anche io cercherei di capire... anche perchè mettere in discussione tutto è tremendo e bellissimo per chiunque...chi non vorrebbe essere parte della nuova verità?


Io lo vorrei. Se la piantiamo di giocare a Risiko ed iniziamo a fare qualcosa magari...

Alle partite corte



WeWee
Inviato: 3/2/2009 17:02  Aggiornato: 3/2/2009 17:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Che il poter studiare con calma, sperimentare, confrontare, catalogare e quant’altro presuppone, innanzitutto, di avere molto tempo a disposizione per dedicarsi a ciò….tempo, calma, un po’ di soldi a disposizione, un laboratorio, pazienti da studiare, ecc..

A quanto ho capito Simoncini si occupa di questa sua teoria da decenni, non da tre giorni.
In decenni di esperienza non è stato capace di raccogliere non 100 ma 5 casi da restare a bocca aperta?

Ma allora come fa a dire che con la sua cura guarisce l'80-90% dei tumori...come fa, a spanne?

Ok, ammettiamo che in (non lo so 10 anni?) non sia riuscito a catalogare un solo caso inoppugnabile. A cosa affida il suo nome? Al video che ho visto qui? Un video intitolato "cura del cancro via email" e poi si scopre che quel cancro è stato rimosso nel più tipico ed "ufficiale" dei modi? Ok, arrampichiamoci sull'immunoterapia o sul libro indiano dell'800...ma, onestamente, a te sembra questa la via giusta per rendere al genere umano la scoperta del secolo?
A me no.
Mi sembra perlomeno (per non infierire) approssimativo.

Lui non può farlo perchè è distratto, ma i suoi collaboratori? Ho fatto presente le incongruenze di questo caso del video e le uniche risposte sono state di scherno, di attacco alla medicina ufficiale (ma che c'entra...) e di arrampicate sull'impossibile.
Distratti e disordinati pure i suoi collaboratori?
Simoncini ha pubblicato pure un libro ho visto, si è rivolto ad una casa editriche che si occupa di spiritismo, guaritori filippini ed alieni.
Ma che è, un club di ubriachi? Stiamo parlando di cura per il cancro...!

Ho visto altre interviste, beh, più o meno ci sono gli stessi dubbi e le stesse perplessità, non esiste un solo video che mi abbia fatto pensare "cavolo...ma vuoi vedere che questo ha ragione?".
Non è un idraulico che ha fatto una scoperta e non sa da che parte sbattere la testa, è un medico, SA BENISSIMO cosa serve per rendere "ufficiale" (nel senso di credibile) una scoperta. Non mi dire che non lo fa perchè si sente perseguitato o perchè è disordinato, allora sarebbe doppiamente criminale per non saper condividere una cosa di questa portata con gli esseri del pianeta terra.

Citazione:
Dissento perché è tutta da vedere la teoria che siamo programmati per vivere fino a 50 anni

Non so nemmeno se esiste questa teoria, ho detto che si tratta di una mia convinzione. Ma non ho il tempo di sperimentarla...

Citazione:
- ATTUALMENTE IL 50% DELLE FORME TUMORALI E’ GUARIBILE
-IL CANCRO NON E’ PIU’ UNA CONDANNA
- SONO IN CONTINUO AUMENTO LE PERSONE CHE GUARISCONO DAL CANCRO
- SISPONIAMO DI NUOVE FORME DI LOTTA CONTRO I TUMORI E MIGLIORIAMO CONTINUAMENTE LE PROSPETTIVE DI VITA

Di queste frasi forse solo la seconda, che il cancro oggi non è più una condanna, mi trova daccordo. A cosa si deve? A due cose fondamentalmente: prevenzione e chirurgia.
Tutto il resto è (in linea di massima) fuffa, per le tv o per i professori che fanno le sfilate con Pippo Baudi.
Vedo di continuo gente morire di cancro, ma ne vedo anche tanti che guariscono. Per me conta questo.
Citazione:
Che il fiume di soldi che fluisce incessantemente verso i Centri di Ricerca è ben speso!!

Non ho mai versato un centesimo per la ricerca "televisiva" e mai lo farò. Dovrebbe farti capire come la penso.

Citazione:
esplorare a 360° TUTTE le possibilità, anche le più strane

Che io sappia, le strade sono state battute quasi tutte, per questo ora si va verso quelle più complicate.
Se poi qualcuno scopre che si salva una vita umana con una sostanza "diversa dal solito", lo dica, ma lo dica bene e chiaramente, non curando (senza successo) il cancro via email.

Citazione:
il tumore visto come un aggressione esterna ...funghi a quanto pare (il papilloma virus come la mettiamo è o non è una causa esterna? su ortodossi ditemelo voi se per quel tipo di tumore alla fine la scienza non ci ha ripensato ...dimmi tu wewee se per quanto riguarda l'opinione della comunità scientifica pure quella è una malattia degenerativa

Che il tumore sia dovuto anche a cause esterne, lo si sa da decenni (figurati che anche i traumi o le ustioni provocano tumori). Che il tumore possa essere dovuto a batteri, virus e funghi lo si sa da decenni (il papilloma virus quale causa di tumori della cervice, mica l'hanno scoperto due anni fa, credo la scoperta risalga ad almeno a 20 anni fa), sono tutte cause di degenerazione cellulare. Questi organismi e queste sostanze, causano una mutazione nella cellula che colpiscono. Questo è accertato.
Prova a vedere al microscopio una cellula sana ed una tumorale, tu stesso, da profano, probabilmente sapresti scoprirne le differenze.

L'umiltà che chiedi alla medicina ufficiale, dovrebbe essere anche di chi, non esperto, si stupisce di cose che in realtà sono note e risapute, raccontandole come colpi di genio quando in realtà non sono niente di nuovo.

fefochip
Inviato: 3/2/2009 19:31  Aggiornato: 3/2/2009 19:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 5731
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Lui non può farlo perchè è distratto, ma i suoi collaboratori? Ho fatto presente le incongruenze di questo caso del video e le uniche risposte sono state di scherno, di attacco alla medicina ufficiale (ma che c'entra...) e di arrampicate sull'impossibile. Distratti e disordinati pure i suoi collaboratori?


senti wewee a questo punto mi sorge una domanda ci fai o ci sei?
quali collaboratori ? chi sarebbero ? io ? massimo? a chi ti riferisci ?
non parlo per conto di massimo per cui parla tutto il sito di cosa si occupa ma io sono ben lontano da essere un "collaboratore" di simoncini perche altrimenti dovrei avere un ritorno economico che non ho.
lo aiuto nelle mie modestissime possibilità arrangiando "servizi" che dovrebbero fare giornalisti ,"casi" che dovrebbero essere raccolti da gente con le palle in medicina (e che conoscono le varie metodiche e risvolti della faccenda)e non da me che sono un ingegnere.
quindi chi è che dovrebbe essere un collaboratore?
la verità è che nessuno della classe medica valuta con serietà tanto da poter essere considerato un "collaboratore" qui in italia perche simoncini è stato radiato ..ha la peste bubbonica e i medici sono piu interessati al loro posto o alla loro posizione (compreso te wewee ....sicuramente comprensibilmente ...ma compreso te) e non si affiancano ufficialmente a qualcosa per cui simoncini è stato radiato (ricordo a tutti che il dispositivo di radiazione riguardava proprio "curava i malati di cancro con il bicarbonato" e a poco sono valse le sue motivazioni)

poi continui a intraprendere la strada del vittimismo .
capisco che massimo ti ha un po preso per il culo però adesso basta .
NON è VERO CHE LE UNICHE RISPOSTE CHE HAI AVUTO SONO STATE SCHERNO E ATTACCO ALLA MEDICINA UFFICIALE(che non è vero non sia parte del problema ma evidentemente tu non vuoi guardare).

molti qui piu o meno comprensibilmente hanno accettato le tue critiche (massimo no e allora devi dimostrargli qualcosa?) ,me compreso che ti ho detto che purtroppo di questo caso non si può fare "il caso" perchè appunto "inquinato" da elementi che non possono far affermare con sicurezza scientifica che sia stato solo il bicarbonato o che il bicarbonato abbia avuto la parte preponderante della vicenda.

Citazione:
Simoncini ha pubblicato pure un libro ho visto, si è rivolto ad una casa editriche che si occupa di spiritismo, guaritori filippini ed alieni. Ma che è, un club di ubriachi? Stiamo parlando di cura per il cancro...!


hai ragione bisogna che sia pubblicato da thelancet per avere una qualche valenza ....ovviamente se sei stato radiato difficilmente troverai qualcuno disposto a pubblicarti il libro...

comunque che ne fai un discorso di credibilità dunque?

Citazione:
Ho visto altre interviste, beh, più o meno ci sono gli stessi dubbi e le stesse perplessità,

no scusa ma non è una critica che accetto cosi .
piu o meno non basta da uno che si dimostra cosi pignolo .
o esamini tutto da cima a fondo e mi motivi le tue critiche o non dici "piu o meno".

in particolare poi ti ricordo che non mi hai mai risposto al dilemma che ti ha poi riproposto un altro in maniera piu articolata .
come facciamo con il melanoma?

Citazione:
Che il tumore sia dovuto anche a cause esterne, lo si sa da decenni (figurati che anche i traumi o le ustioni provocano tumori)

pensa che simoncini in un forum ha detto che pure la goccia cinese può causare un tumore lo hanno preso a canzonella

Citazione:
Che il tumore possa essere dovuto a batteri, virus e funghi lo si sa da decenni (il papilloma virus quale causa di tumori della cervice, mica l'hanno scoperto due anni fa, credo la scoperta risalga ad almeno a 20 anni fa), sono tutte cause di degenerazione cellulare


scusa ma mi sfugge un attimo la correlazione tra funghi e batteri con i tumori ....ovviamente secondo la medicina ufficiale puoi farmi degli esempi?

Citazione:
Questi organismi e queste sostanze, causano una mutazione nella cellula che colpiscono. Questo è accertato.

ma non è assolutamente vero per come la poni tu.
ad esempio fammi capire come l'amianto(noto materiale inerte che reagisce chimicamente con quasi niente) fa a mutare geneticamente una cellula.
la correlazione tumore-amianto infatti ha carattere esclusivamente statistico ma non si conosce la relazione di causa effetto ...solo ipotesi niente piu.

Citazione:
Prova a vedere al microscopio una cellula sana ed una tumorale, tu stesso, da profano, probabilmente sapresti scoprirne le differenze.


sorprendentemente per te forse lo ho fatto e le differenze ovviamente si vedono macroscopiche .
e allora?
tu vedi un dato di fatto, non sai il motivo per cui sono cosi .

Citazione:
sono tutte cause di degenerazione cellulare

ecco questa è la differenza di paradigma
simoncini sostiene che non c'è nessuna "degenerazione" .
quella mutazione è una reazione/interazione con un aggressione esterna.
una difesa( l'accrescimento cellulare ) contro un organismo e le cellule reagiscono nell'unico modo che riescono a fare ....moltiplicandosi .
ovviamente la moltiplicazione non avviene per cause "naturali" di invecchiamento e probabilmente come una macchina con il motore al massimo dei giri produce cellule non perfette o altrimenti può essere pure che i funghi al pari dei virus possano contriburire alla mutazione oltre che l'infezione in se.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", per questo "quando l'allievo è pronto il maestro arriva".
si può perdonare a un bambino di avere paura del buio,ma a un adulto quella della luce?
WeWee
Inviato: 3/2/2009 20:47  Aggiornato: 3/2/2009 20:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
quali collaboratori ? chi sarebbero ? io ? massimo? a chi ti riferisci ?

Non so chi siano i collaboratori di Simoncini, qualcuno lo aiuterà o no? Non è stato radiato? Deve avere dei medici che visitano per lui. Poi non so se tu o Redazione fate parte del suo gruppo, non ha importanza per me, parlo di chi lo affianca, di chi lo segue ed anche di chi crede talmente tanto alla sua idea (che poi un collaboratore mica deve essere stipendiato per forza...).
Citazione:
i medici sono piu interessati al loro posto o alla loro posizione

Non parlare se non conosci le persone, ascoltami...
Sono più rivoluzionario ed antisistema di quello che tu possa immaginare...
Citazione:
ti ho detto che purtroppo di questo caso non si può fare "il caso" perchè appunto "inquinato" da elementi che non possono far affermare con sicurezza scientifica che sia stato solo il bicarbonato

Ho scritto che da questo caso ho dedotto che il bicarbonato non funziona? Fammi vedere dove.
Ho ripetuto 1000 volte che non so se il bicarbonato funzioni o meno, da quello che ho visto no.
Ho invitato te, redazione, Simoncini o chi volete voi, a portare esperienze e documentazioni che hanno un minimo di valore. Nonostante io non abbia detto una parola su questo caso se non suffragata da elementi oggettivi (vedi la famosa Turbt, che nei primi post del thread non esisteva e poi è apparsa all'improvviso).

Se io non avessi notato quel referto, questo thread sarebbe stata una testimonianza senza obiezioni sull'efficacia del bicarbonato.
Ho fatto presente le cose che non andavano e, come hai visto, la situazione non è cambiata: nonostante tutti (e sono tanti...) gli elementi che remano contro la conclusione che il bicarbonato con il cancro funzioni, ci si attacca al nulla per partire di nuovo: "ma non possiamo escluderlo del tutto...".
Ma cosa?...in questo caso lo escludiamo proprio del tutto. Almeno lo faccio io, poi ognuno tragga le sue conclusioni.

Ho detto, mostrate al mondo altre cose, non queste e poi ne riparliamo.

Citazione:
hai ragione bisogna che sia pubblicato da thelancet per avere una qualche valenza ....ovviamente se sei stato radiato difficilmente troverai qualcuno disposto a pubblicarti il libro...
comunque che ne fai un discorso di credibilità dunque?

Oggi un libro puoi pubblicartelo anche da solo. E se proprio non vuoi pubblicartelo tu qualsiasi casa editrice te lo distribuisce. Se Simoncini doveva scegliere di pubblicare un libro, proprio con l'editrice degli UFO doveva farlo...? Anche lui però eh?
Sulla credibilità: ricordo che stiamo parlando di cura per il cancro, credi sia importante o no la credibilità? O ci affidiamo ai soliti dogma? Uguali a quelli della medicina ufficiale...?

Citazione:
come facciamo con il melanoma?

A quale melanoma ti riferisci? A quello senza biopsia? Beh, ne abbiamo discusso e ti ho risposto, basta controllare i post di prima. Non sfuggo alle domande. Al massimo possono sfuggirmi, vista anche la lunghezza del thread. Se invece ti riferisci all'altro melanoma, quello "curato", anche lì ti ho risposto e ti ho detto che non si può definire "Melanoma" un "puntino nero che io (il paziente) ho ritenuto una recidiva".

Citazione:
pensa che simoncini in un forum ha detto che pure la goccia cinese può causare un tumore lo hanno preso a canzonella

Sarà stato un ignorante. E' una banalità (sicuramente molto metaforica) ma vera.

Citazione:
scusa ma mi sfugge un attimo la correlazione tra funghi e batteri con i tumori ....ovviamente secondo la medicina ufficiale puoi farmi degli esempi?

Ma anche i protozoi se vogliamo dirla tutta (piccoli esseri di dimensioni minime), come lo schistosoma o l'Opistorchis.
Tra i batteri, il "tanto di moda" Helicobacter Pylori che è responsabile di carcinoma gastrico o alcune infezioni batteriche croniche del colon che sono associate al carcinoma, molte masse benigne (l'actinomicosi ad esempio), le cisti purulente ed in genere la consapevolezza che molte infezioni batteriche croniche sono fattori scatenanti (o aumentano l'incidenza) dei tumori maligni;
I virus li conosci anche tu.

Per i funghi ti basti sapere che tutti i funghi (e le muffe) producono micotossine (anche i funghi che mangiamo...) che hanno un ruolo cancerogeno diretto, i deliziosi chiodini producono nitrosammine (le stesse sostanze che derivano dal consumo di salumi, potenti cancerogeni gastrici).
L'Aspergillus Flavus, un fungo tipico del mais e di alcuni farinacei (soprattutto nel terzo mondo dove la conservazione degli alimenti è scadente) è il PRINCIPALE responsabile del carcinoma epatocellulare.
Non è mai stato dimostrato che fungo=cancro ma si sa che FUNGO=UN TIPO DI CANCRO.
Citazione:
ad esempio fammi capire come l'amianto(noto materiale inerte che reagisce chimicamente con quasi niente) fa a mutare geneticamente una cellula.

L'amianto è un trauma continuo, cronico ed importante alle cellule che entrano in contatto con esso (mettiamo pleura?). Immagina miliardi di aghi microscopici che ad ogni respiro che fai ti si infilano nella parete della pleura, ogni giorno, per anni.
Il continuo trauma determina delle reazioni cellulari (inizialmente infiammatorie e rilevabili radiologicamente) che poi, continuando nel tempo, determinano un DANNO DIRETTO ALLA CELLULA.
Proprio pochi giorni fa, a proposito di questo, hanno scoperto anche le esatte regioni di cromosoma danneggiate (ne hanno trovate 18).
Citazione:
tu vedi un dato di fatto, non sai il motivo per cui sono cosi .

Non può saperlo nessuno, di sicuro quelle cellule non sono più quelle che erano, sono cambiate, modificate, qualcuno dice "impazzite".
Citazione:
simoncini sostiene che non c'è nessuna "degenerazione" .

Può affermare quello che più crede.
Solo che la degenerazione c'è. L'hai vista pure tu. Non è solo microscopica, strutturale ma anche biochimica.
Per spiegare cos'è la degenerazione neoplastica, basterebbe vedere un cancro in stadio avanzato, anche a occhio nudo.

Redazione
Inviato: 3/2/2009 21:21  Aggiornato: 3/2/2009 21:25
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
WEWE: "In decenni di esperienza non è stato capace di raccogliere non 100 ma 5 casi da restare a bocca aperta?"

le testimonianze cominciano circa al 7° minuto. La prima guarigione è del 1983.


fefochip
Inviato: 3/2/2009 23:57  Aggiornato: 3/2/2009 23:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 5731
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Sono più rivoluzionario ed antisistema di quello che tu possa immaginare...

provi ad affiancare tu simoncini?

non è una presa per il culo.

immagino mi risponderai che hai bisogno almeno di un caso "illuminante" uno che (a quanto pare non ti vanno bene quelli sul sito ,ma è pur vero che non mi pare sei andato molto a fondo con il "piu e meno") risponda ai tuoi paramentri o a quelli che intendi come "i" parametri "i" dati.

lo hai detto d'altronde mi pare meglio 1 caso ben documentati che 100o incasinati no?

ok però a questo punto (ipotizzo che accogli la sfida) però ci troviamo di fronte al dilemma che ti ho già proposto e che tu evidentemente o non ci senti o non ci vuoi sentire ...o mi sarò spiegato male io ma ne dubito visto che a ruota se n'è occupato per esteso un altro utente qui.

in particolare ti ho chiesto non tanto una critica ma una proposta.
visto che come ti ho già detto diverse volte ormai c'è una situazione di stallo con la tua logica riguardo al melanoma (sei sicuro solo dopo una diagnosi istologica ma se il paziente fa l'esame vuol dire che ha rimosso il tumore e quindi non si può affermare che simoncini abbia intuito qualcosa perchè la tintura non sarebbe servita a nulla) mi dovresti dire come dipanare la matassa ovvero come affrontare un caso di melanoma curandolo con il metodo di simoncini (in questo caso con la tintura) senza però ne far fare da cavia alla persona(tipo prelevare solo una parte del tumore e il restante curarlo con la tintura) ne usare tecniche che inficerebbero i risulatati .

è questa la domanda che evidentemente pare non essere chiara .
spero lo sia a questo punto
ti chiedo di dirmi secondo te in un caso di melanoma come potrei portarti (visto che pare che io debba essere un "collaboratore di simoncini") dei risultati che ti convincano.

il problema per le mie povere conoscenze non è banale(non sono medico ti ricordo) e secondo me alla fine si ripropone per qualunque tumore perche da quello che ho "annusato" nell'aria ho la vaga impressione che mi dirai che non si può diagnosticare un tumore(qualunque) senza ombra di dubbio senza un esame istologico.

quindi mettiamo per assurdo che arriva una testimonianza di una persona con una tac al cervello dove si nota una massa ,fa il trattamento di simoncini e la massa scompare .
mi vuoi dire per caso che non possiamo essere sicuri che sia nemmeno un tumore quello?
perche se è cosi allora gran parte delle terapie che vengono prescritte non si basano su esami istologici ma su diagnostiche per immagini.

Citazione:
Sono più rivoluzionario ed antisistema di quello che tu possa immaginare...

ma allora c'entra qualcosa la critica al sistema?

Citazione:
Ho scritto che da questo caso ho dedotto che il bicarbonato non funziona? Fammi vedere dove.


scusa ma la tua deduzione è sballata
le mie parole servivano per fartela piantare con il tuo atteggiamento da crocefisso in sala mensa visto che anche io ti ho detto appunto che le tue obiezioni purtroppo non ci consentono di essere "definitivi" in alcun senso con il caso dell'articolo e come me molti hanno apprezzato i tuoi commenti (magari non tutti i commenti e non tutte le persone ma fa parte del dibattito)

Citazione:
.....determinano un DANNO DIRETTO ALLA CELLULA.

il danno meccanico sul DNA non mi convince affatto dei "migliaia di piccoli aghi"e chissà perche mi suona molto piu lineare il concetto espresso da simoncini il quale mi spiega che gli "aghi" come qaulunque stress del tessuto (quindi leggi anche papilloma,elicottero piloro, ecc) favorisce l'attecchimento della candida che a differenza di virus e batteri tende a fare colonie e masse ...quindi volumi .non so ma questa spiegazione mi suona piu lineare per spiegare le masse di tessuto all'interno del corpo umano...certo deve essere provata ma siamo nel campo delle ipotesi e nessuno men che mai simoncini ha detto che quello che dice è provato scientificamente.

Citazione:
Non può saperlo nessuno, di sicuro quelle cellule non sono più quelle che erano, sono cambiate, modificate, qualcuno dice "impazzite"

quello non lo nega nessuno simoncini compreso che però da un senso "all'impazzimento".


Citazione:
Solo che la degenerazione c'è. L'hai vista pure tu. Non è solo microscopica, strutturale ma anche biochimica.


qui cerchiamo di capirci perche mi sa c'è un fraintendimento .
per "degenrezione che non c'è" intendo dire che le cellule non sono per cosi dire indebolite o invecchiate o qualcosa insomma che le ha fatte diventare "di meno" di quello che erano .
la reazione all'aggressione fungina è la migliore che i tessuti possano dare e se non facessero cosi probabilmente il fungo avrebbe piede libero in poco tempo.

la spina di riccio che si conficca nei tessuti li fa reagire con una sorta di ciste e i tessuti mutano la loro iniziale forma.quello è un adattamento al nuovo ruolo che devono avere insomma dal punto di vista letterale non è una "degenerazione" ma un miglioramento in pratica per far fronte meglio a un problema.

detto questo sul forum di simoncini avevo lanciato un idea :
facciamo una testimonianza inattacabile
dicci secondo te quali sono i requisiti che dovrebbe avere (dal punto di vista scientifico).
io fin ora mi sono limitato a poche semplici cose per raccolgliere un intervista :diagnosi tumore da parte di medico estraneo a simoncini (ovvero sempre), terapia di simoncini ,verifica con gli stessi metodi della diagnosi dell'avvenuta guarigione o sparizione del tumore.(da parte dello stesso o di altro medico estraneo sempre a simoncini ...ovvero sempre)

io ragiono da ingegnere ma evidentemente non basta .
cos'altro serve?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", per questo "quando l'allievo è pronto il maestro arriva".
si può perdonare a un bambino di avere paura del buio,ma a un adulto quella della luce?
Stella
Inviato: 4/2/2009 0:02  Aggiornato: 4/2/2009 0:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/6/2007
Da:
Inviati: 88
 Re: Cura il cancro per e-mail
Scusa Wewe, cosa ti vuoi mettere a discutere con gente che non ha una minima cultura di base biologica? Tempo perso.

Poi... un medico radiato dall'Albo!

blackhawk
Inviato: 4/2/2009 18:33  Aggiornato: 4/2/2009 18:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/8/2007
Da:
Inviati: 305
 Re: Cura il cancro per e-mail
Poi, non capisco proprio quando si dice che Simoncini non deve dimostrare nulla. E' assurdo: se io sostengo di avere scoperto una cosa così grande è ovvio che lo debba dimostrare! Oppure devo pretendere che la gente mi creda perchè ho una faccia simpatica?

Redazione
Inviato: 4/2/2009 22:30  Aggiornato: 4/2/2009 22:35
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
BLACKHAWK: "se io sostengo di avere scoperto una cosa così grande è ovvio che lo debba dimostrare! "

E dove sta scritto?

Devi dimostrarlo se vuoi essere creduto, altrimenti la gente è libera di dire quello che vuole, no?

Citazione:
Oppure devo pretendere che la gente mi creda perchè ho una faccia simpatica?
Infatti, come ho appena detto, Simoncini NON PRETENDE che gli si creda.

Siete voi (scettici) che PRETENDETE di essere convinti. (e trentuno )

°°°

Come disse il saggio, "ad un certo punto le prove diventano sufficienti per chi è disposto a credere, ma non lo saranno mai per chi non è disposto a farlo".

Il problema non sta in Simoncini, ma in chi dice che "è impossibile" che il bicarbonato curi il cancro.

(9/11 anyone?)

fefochip
Inviato: 5/2/2009 0:39  Aggiornato: 5/2/2009 0:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 5731
 Re: Cura il cancro per e-mail
in effetti c'era chi non voleva guardare nel canocchiale di galileo (al dilà della motivazioni)

Citazione:
Scusa Wewe, cosa ti vuoi mettere a discutere con gente che non ha una minima cultura di base biologica? Tempo perso.




wewee
se comunque ti va di perdere tempo attendo ancora risposta e per favore se intendi rispondere (non ti obbliga nessuno a farlo)non mi dire a cosa perche sono stato fin troppo chiaro .
come faccio a costruire una testimonianza inattacabile? mi serve sempre e solamente l'operzione ,la rimozione e l'analisi per sapere se era un tumore?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", per questo "quando l'allievo è pronto il maestro arriva".
si può perdonare a un bambino di avere paura del buio,ma a un adulto quella della luce?
alexbell64
Inviato: 5/2/2009 2:12  Aggiornato: 5/2/2009 2:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/9/2007
Da:
Inviati: 199
 Re: Cura il cancro per e-mail
Dunque, proviamo a cercare di ragionare…capisco che non è per nulla facile mettersi d’accordo su una questione delicata e particolare come questa… vista la posta in gioco, è comprensibile che sia così…
Allora, la Medicina si basa sul metodo scientifico, chiede conferme, prove, ripetitività…non basta dire “una cosa è rossa perché la dico io”, devo dimostrare che è rossa e non bianca e non una volta ma diverse volte almeno, senza troppe ambiguità, perché sia credibile.
Quindi, perché io sia credibile agli occhi del Mondo Scientifico rappresentato nella Medicina, dovrei seguire un metodo che mi permette di ottenere riproducibilità, dimostrabilità, ecc..
Fin qui, diciamo che non ci piove…almeno, per la nostra cultura occidentale, basata sul pesiero scientifico iniziato con l’Illuminismo.
Riguardo all’obiezione che Simoncini non deve dimostrare nulla, che sta a noi credergli o meno, be’….è un po’ troppo semplicistico buttarla così, a mio avviso….curare il cancro non è una cosa di poco conto, è una di quelle cose che tutti si aspettano un giorno di ascoltare, finalmente, da qualcuno….una sorta di liberazione da una maledizione biblica, vista la quantità di persone che si ammalano, soffrono, tribolano, l’immensa quantità di dolore causato da questo male, superiore credo a qualsiasi guerra mai fatta dall’uomo. Non posso dire pubblicamente “ho una teoria sulla causa del cancro ed un metodo di cura che, a mio avviso, può guarire le persone” senza scatenare un putiferio, credo che su questo siamo tutti d’accordo, indipendentemente dalle storture e dagli ionteressi che ruotano poi attorno alla Medicina Ufficiale. Sarebbe come dire “ho scoperto un pozzo in mezzo al deserto, c’è acqua da bere” e pretendere che l’immensa folla di gente che muore di sete intorno faccia finta di nulla, no??
Riguardo invece alla disputa “Candida sì – Candida no” credo ci siano cose giuste e sbagliate da entrambe le parti in questione.
Ripeto, Simoncini, pur in perfetta buona fede, e non ho motivi di dubitare che lo sia, perché non credo che molti siano disposti a subire un genere di linciaggio mediatico e professionale del genere solo per tentare di buggerare qualche povero malato senza speranze, può aver usato una cosa giusta partendao da un presupposto sbagliato, in tutto o in parte.
E’ vero che una condizione di irritazione, di colonizzazione da parte di un organismo ostile esterno provoca quasi sempre una reazione di accrescimento, di incistamento dei tessuti interessati….una spina di castagna non estratta in un dito causa nel giro di poco tempo una bugnetta tutt’attorno, perché l’organismo reagisce a quest’intrusione delimitando, “facendo barriera” del corpo estraneo e dei batteri penetrati costruendo del nuovo tessuto.
Così succede per un ascesso, una cisti iatidea, una fibra di amianto nei polmoni, un pelo incarnato, un’infezione in una cavità. Si forma sempre del tessuto in eccesso che cerca di delimitare, di arginare, di bloccare la progressione o il fastidio arrecato.
Però, ad un esame dettagliato, in tutti questi casi si trova sempre la presenza dell’agente che ha causato l’irritazione dei tessuti…rimuovendo l’ascesso si trovano i batteri, rimuovendo la cisti si trovano i parassiti all’interno, rimuovendo un fibroma da trauma si trova il corpo estraneo all’interno, ecc..
Ne caso che ipotizza Simoncini, dire che c’è presenza della Candida nella maggior parte dei tumori senza fornire una prova inoppugnabile ma solo asserendo che è il colore bianco che ne determina la presenza, è un po’ come dire che se vedo una spiaggia bianca su questa c’è la neve, perché la neve è bianca…..insomma, come già detto, questo è uno dei principali motivi di attacco (giustificato) che la Medicina può fare alla teoria di Simoncini. Non stà in piedi, detta così, nemmeno con le stampelle. Molto meglio sarebbe se in un certo numero di casi si potessero vedere dei vetrini dove si notano chiaramente le formazioni fungine, o comunque qualcosa che possa far identificare con certezza la presenza della Candida nel tessuto osservato….inutile giraci attorno, la Medicina vuole quello, per crederci, non si accontenta di un esame superficiale.
Cmq….anche se non fosse la Candida, Simoncini potrebbe aver trovato qualcosa che funziona efficacemente almeno su determinati tumori, sia pure con meccanismi diversi da quelli che lui ipotizza.
E’ dal 1990 che seguo, mi informo, raccolgo materiale e rifletto su quanto possibile fare di “alternativo” per curare un’affezione neoplastica. Per carità, non voglio dire di essere nessuno e di aver trovato chissà quale illuminazione, voglio solo dire che mi sono documentato parecchio su diverse metodologie “non ufficiali” utilizzabili in caso di tumori, e il metodo Simoncini non mi pare nemmeno poi tanto rivoluzionario, perché è una sorta di “disinfezione” o di modificazione locale dei tessuti indotta attraverso l’uso continuato e protratto di una sostanza a debole alcalinità, una sorta di “cauterizzazione dolce” effettuata con un comune sale di sodio.
Non c’è traccia invece di una costante presenza, in pratica in quasi tutti gli altri metodi “alternativi” o “naturali”, di un fattore ritenuto di primaria importanza e di assoluta priorità: la disintossicazione e il risanamento dell’intero organismo.
Molti naturopati importanti, molti medici naturistici, macrobiotici, igienisti ecc, se una persona ammalata di cancro va’ per un consulto o una visita e chiedono se facendo una dieta, un trattamento, un digiuno controllato ecc, questo potrà guarirli dal cancro, rispondo senza esitazione in questo medo:
“No, queste cure non possono distruggere il cancro che hai addosso… MA IL TUO CORPO PUO’ FARLO, assolutamente si.”
Il paziente risponde, di solito, stupefatto:
“Ma il mio corpo è malato…mi sento un rottame, ho fatto anche un’operazione che mi ha indebolito, come posso guarire da solo?”
Il ‘Medico’:”Il tuo corpo ha le capacità di ammalarsi, anche molto gravemente, come nel tuo caso, ma possiede anche tutti gli strumenti per ripararsi e guarire, ritornare sui suoi passi e ripristinare la buona salute. Le cure e i provvedimenti che addottiamo possono solo mettere il corpo nelle migliori condizioni per fare ciò…..o impedirre che questo avvenga, se facciamo le cose sbagliate, pur in buona fede”.
Varrebbe la pena esplorare un po’ più seriamente, a mio avviso, molti altri metodi di cura semi sconosciuti alla stragrande maggioranza delle persone…ad esempio, uno di questi, semplicissimo, ignorato dalla quasi totalità delle persone, qual è?
Nessuna sostanza particolare, nessuna erba da andare a cercare chissà dove, nessun raggio di chissà quale minerale….è il metodo che usano tutti gli animali, istintivamente, vivendo in cattività, non assuefatti ai cicli ed ai ritmi della nostra opulenta e viziata civiltà: IL DIGIUNO.
Sissignori, l’astinenza totale o meno dal cibo, con la sola concessione dell’acqua o di pochissime altre sostanze, sempre liquide, è uno dei più straordinari metodi autocurativi che la Natura ci mette a disposizione…..e qui non starò a spiegare nei dettagli su cosa si basa, se volete lo farò o vi posterò qualche sito dove è illustrato in modo molto chiaro, cmq….bicarbonato, Vitamina C, e quant’altro…uso le parole di quello che è stato il mio insegnante di Macrobiotica per un paio d’anni, che diceva sempre….quando ci ammaliamo, occorrerebbe sempre chiederci cosa devo togliere dalla mia vita per tornare a stare bene….non cosa devo aggiungere.

Redazione
Inviato: 5/2/2009 4:19  Aggiornato: 5/2/2009 4:26
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
ALEXBELL64: "Riguardo all’obiezione che Simoncini non deve dimostrare nulla, che sta a noi credergli o meno, be’….è un po’ troppo semplicistico buttarla così,..."

Certo che lo è, figurati se non sono d'accordo. Devi però tenere presente che Simoncini all'inizio ci ha provato, a rivolgersi alla medicina ufficiale, ma invece di dargli retta lo hanno radiato e denunciato.

Ecco perchè oggi "non vuole convincere più nessuno". Sa benissimo che la maggior parte della gente, specialmente fra i medici, non vuole affatto essere convinta.

Anche qui, c'è gente che chiede "datemi un solo caso credibile", poi gliene metti davanti cinque o sei e loro fanno finta di niente. Oppure storcono il naso, e dicono però questo no, questo nemmeno, questo ni, non avresti qualcosa di meglio.....

Ma vaffanculo e tieniti le tue idee, ti viene dire ad un certo punto. Quando si vede lontano un miglio che sei prevenuto, perchè mai dovrei sprecare un solo grammo di fatica per cercare di convincerti?

Purtroppo in questi casi ci vanno di mezzo le persone aperte, curiose e interessate, che non possono più aprofittare di una discussione onesta ed equilibrata. Ma lo scopo di questi personaggi è proprio quello di deragliare certe discussioni, perchè non si affermi quello che vogliono mantenere sconosciuto.

E quindi ognuno deve arrangiarsi con il proprio cervello, e farsi da solo i propri ragionamenti.

+++

Concordo anche sul digiuno.

tiburon
Inviato: 5/2/2009 11:34  Aggiornato: 5/2/2009 11:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2007
Da:
Inviati: 150
 Re: Cura il cancro per e-mail
MAssimo My Friend, non avertene ma trovo il tuo ragionamento profondamente inglusto.

Non stiamo parlando di ufologia o teorie religiose: stiam parlando di CANCRO.

La mia ragazza lavora con i malati terminali, li guarda negli occhi mentre vivono le ultime ore della loro vita e scambia con loro idee e pensieri... la vedo quando soffre ed è devastata semplicemente perchè poche cose sono aberranti come vivere la totale assenza di speranza.

E tu mi vieni a dire che un signor S. dice di sapere come curare tutta 'sta merda e che debbo fare un atto di fede?

Ed allora che differenza c'è fra lui ed un indovino?

Anche tu cazzo hai delle responsabilità come divulgatore, non puoi tirarti indietro a metà del gioco 'perchè ti viene a noia': hai idea dell'importanza che riveste per certe persone quello che diffondi? quello che scrivi? hai idea dell'importanza che ha la fiducia che la gente ripone in te? e parlo anche dei detrattori...

Non mi piace il comportamento da fighette: se questa causa vale la pena di essere combattuta io mi metto al vostro fianco, ma fino al momento in cui non avrete deciso di diffonderla in ogni possibile linguaggio ed ad ogni possibile oppositore mi spiace ma resto nel mucchio degli scettici.

e non rispondete al linguaggio scientifico con la filosofia o la semantica: sono pippette!!! rispondiamo alla scienza con la scienza e cerchiamo di vedere -se davvero il metodo Simoncini funziona- PERCHE' funziona, di modo da farlo sia riproducibile che inespugnabile. I ciechi restino ciechi, ma non chiudere la porta in faccia a chi come me e come molti altri vuole vedere!!!

alla responsabilità delle proprie azioni

WeWee
Inviato: 5/2/2009 12:50  Aggiornato: 5/2/2009 12:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: Cura il cancro per e-mail
@fefochip

Scusami per la mancata risposta, ho avuto due giorni pesanti al lavoro e non ho avuto nè il tempo nè la forza di connettermi.

Spero entro domani di darti una risposta esauriente, oggi dovrei finire il tour de force lavorativo.
Grazie!

alexbell64
Inviato: 5/2/2009 12:52  Aggiornato: 5/2/2009 12:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/9/2007
Da:
Inviati: 199
 Re: Cura il cancro per e-mail
Scusate, vorrei portare una mia piccola testimonianza, varrà poco ma può dare qualche spunto.
Anni fa', eravamo nel 1993, mi pare, la mia ragazza di allora, ebbe un'infezione da Candida a livello venereo. Si trattava proprio di perdite bianche, tipo frammenti di ricotta, accompagnati da intenso bruciore e prurito.
C'è anche da aggiungere una cosa, non se ne accorse subito di questo, e....insomma, me la beccai anch'io, in forma lieve.
Lei andò dal ginecologo, io andai dal mio medico.
A lei, lo specialista prescrisse lavaggi interni con una soluzione medicata, e una cura di pastiglie che sarebbe dovuta durare minimo un mese, perchè a suo dire, la Candida era piuttosto rognosa e c'era il pericolo che si cronicizzasse a livello della cervice uterina.
A me, il mio medico prescrisse una pomata per uso locale più un liquido da applicare la sera, e mi consigliò di prendere anche un farmaco per bocca per un paio di settimane perchè vi era il pericolo che l'infezione risalisse il canale uretrale.
A quel tempo ero molto più addentro alla medicina alternativa di quanto non lo sia ora, e mi ricordai di una cosa, di un rimedio che avevo appreso sempre studiando la macrobiotica.
Si consigliava di lavare le zone genitali copn un infuso concentrato di te' bancha in rametti, un te' invecchiato d'uso comune per chi pratica questo tipo di alimentazione.
A ciò, mi ricordai che i funghi mal sopportano elevate concentrazioni saline, che facciano virare il pH dei tessuti sul basico....il regno dei funghi è l'acido, sguazzano bene in ambienti tra il 5 ed il 6,5.
Parlai alla mia ragazza e decidemmo di provare il mio sistema, prima di imbottirci di porcherie chimiche.
Oltre ai lavaggi con il te' bancha, consigliai di fare dei semicupi di almeno 15-20 minuti di durata in una bacinella con una soluzione di acqua calda a 40°C e un chilo di sale disciolto, comune cloruro di sodie a cui aggiungevo qualche cucchiaio di bicarbonato.
A ciò, mi procurai una crema alla propolis, una sostanza naturale che molti conosceranno, prodotta dalle api, ed un flacone di tintura madre sempre di propolis.
Oltre ad arricchire generosamente la pomata stessa col ulteriore propoli, per un paio di sere applicai direttamente sulla...ehm, parte (la mia) la propolis concentrata, sopportando i bruciori terribili se ne finiva un po' nell'orificio uretrale....alla mia ragazza applicai la propoli arricchita per una settimana di fila, con cura, utilizzando ogni volta guanti monouso, al termine di un lavaggio salino o un semicupio salino.
Oltre a questo, assumevamo 100 gecce di propolis al giorno, per via orale, come disinfezione generale dell'organismo e delle vie urinarie "dall'interno" (viene eliminata in buona parte attraverso le urine ed esplica la sua azione proprio lì).
Be', risultato?
Io e la mia ragazza guarimmo dall'infezione nel giro di una settimana, la Candida non si presentò mai più e non prendemmo nemmeno una pastiglia o una goccia di quei medicinali chimici che ci avevano prescritto con tanta urgenza.
Ok, mi direte, questo ci azzecca poco con una malattia grave come il cancro....ma è solo per portare un piccolo paragone di come, a volte, le cose possano essere risolvibili con mezzi più semplici, naturali e anche artigianali, senza ricorrere all'armamentario dell'industria farmaceutica, che spaccia i suoi preparati per delle panacee.
Ci sarà andata bene? Fortunati? Potevamo andare incontro a qualcosa di più grave?
Non lo so, io so' che ho agito in base alle mie conoscenze, in base al mio intuito, ha funzionato egregiamente e sono contento così.
In barba atutte le pillole ed alle diavolerie industriali.

blackhawk
Inviato: 5/2/2009 16:31  Aggiornato: 5/2/2009 16:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/8/2007
Da:
Inviati: 305
 Re: Cura il cancro per e-mail
Alex.....sono felice abbia funzionato, ma non è certo un esempio di semplicità la cosa che hai fatto!
Dal punto di vista pratico, sarebbe venuto più comodo prendere le due pastigliette e via.

fefochip
Inviato: 5/2/2009 18:36  Aggiornato: 5/2/2009 18:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 5731
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Ci sarà andata bene? Fortunati? Potevamo andare incontro a qualcosa di più grave? Non lo so, io so' che ho agito in base alle mie conoscenze, in base al mio intuito, ha funzionato egregiamente e sono contento così.


non siete stati fortunati avete compiuto una scelta da persone adulte.
avete autonomamente deciso in base alla vostra esperienza e cultura di curarvi in modi diversi da quelli "canonici".

vi siete presi le vostre responsabilità e avete avuto ragione.
non credo che nessuno non può che congratularvi con voi .

purtroppo ci sono persone (che sono la maggior parte) che aspettano "dall'alto" che qualcuno gli dica cosa fare e non se la sentono di decidere della propria vita da soli .
capisco che quando si parla di tumore si pensa alla vita e alla morte ma ho visto troppe volte queste dinamiche per non riconoscerle ormai lontano un miglio.
le persone non si curano con il metodo di simoncini perchè alla fine è stato radiato perche non ha "credibilità" ufficiale e non perche presenta a cazzo di cane i suoi risultati .
il presidente dell'ordine dei medici ha recentemetne affermato che "meno del 30% delle terapie convenzionali sono basate su prove di efficia".
che vuol dire questo ?
una cosa molto semplice :che la maggior parte delle medicine che vengono prescritte e che i pazienti prendono lo fanno senza un reale e comprovato motivo che ne giustifica l'uso per quel tipo di problema.

quando qualcuno si trova un tumore si trova davanti a questa montagna di difficoltà psicologiche da affrontare.
se non avrà l'appoggio familiare difficilmente intraprenderà la strada del bicarbonato e non perche ripeto i familiari hanno deciso che le interviste sono fatte a cazzo di cane ma perche si fidano della oncologia ufficiale che ha radiato simoncini .

per tornare al tuo caso se corna facendo dovesse riaffacirsi la candida oppure a qualcuno che conosci digli senza mezze misure di dargli giu con il bicarbonato altro che altre sostanze....
su questo non si discute il bicarbonato è devastante per la candida e questo è noto da tempi immemori soltanto hanno fatto le varie pomatine per vendere e guadagnare qualche soldo pure li.
poi ti dicono che recidivano facilmente perche con le pomatine i funghi si abituano subito perche sviluppano immediatamente una resistenza a molecole complesse mentre con il bicarbonato non ha scampo è una molecola troppo semplice da metabolizzare e la candida non si può abituare.
tra l'altro "avere la candida" significa avere una infezione fungina molto superficiale che con il bicarbonato stronchi in pochissimo tempo .

più che "scoprirla" la verità si "capisce", per questo "quando l'allievo è pronto il maestro arriva".
si può perdonare a un bambino di avere paura del buio,ma a un adulto quella della luce?
fefochip
Inviato: 5/2/2009 18:40  Aggiornato: 5/2/2009 18:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 5731
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Alex.....sono felice abbia funzionato, ma non è certo un esempio di semplicità la cosa che hai fatto! Dal punto di vista pratico, sarebbe venuto più comodo prendere le due pastigliette e via.

sicuramente il procedimento non è stato semplice e se alex si fosse limitato al bicarbonato avrebbe fatto prima(anche se poi ci ha messo una settimana) e senza sofferenze.

ma informati meglio non è come dici tu due pastigliette e via ...la candida non la stani cosi facilmente con i farmaci attuali tanto è vero che il medico appunto gli ha detto che era rognosa come mai?
proprio per il motivo che ho detto nel post precedente .

con il bicarbonato la fai secca subito ...dal 4 al 5 giorno le colonie crollano
al 6 sei pulito come un fischietto da fiera (se hai fatto tutto correttamente)

più che "scoprirla" la verità si "capisce", per questo "quando l'allievo è pronto il maestro arriva".
si può perdonare a un bambino di avere paura del buio,ma a un adulto quella della luce?
fefochip
Inviato: 5/2/2009 18:56  Aggiornato: 5/2/2009 18:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 5731
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
La mia ragazza lavora con i malati terminali, li guarda negli occhi mentre vivono le ultime ore della loro vita e scambia con loro idee e pensieri... la vedo quando soffre ed è devastata semplicemente perchè poche cose sono aberranti come vivere la totale assenza di speranza.
Citazione:
E tu mi vieni a dire che un signor S. dice di sapere come curare tutta 'sta merda e che debbo fare un atto di fede?
Citazione:
Anche tu cazzo hai delle responsabilità come divulgatore, non puoi tirarti indietro a metà del gioco 'perchè ti viene a noia': hai idea dell'importanza che riveste per certe persone quello che diffondi? quello che scrivi? hai idea dell'importanza che ha la fiducia che la gente ripone in te? e parlo anche dei detrattori...


mi spiace tiburon ma è talmente palese che stai facendo confusione che qualcuno te lo deve dire.

la confusione è tra il fatto di vedere tutte queste sofferenze e i sentimenti che scaturiscono e il fatto che comunque è sempre dei malati la prima responsabilità delle loro vite.
finche continuerai a pensare che la prima responsabilità della vita di qualcuno dipende da un altro non faremo mai un passo in avanti.

sembra un discorso crudele e cinico ma è semplicemente la realtà .

Citazione:
......ma fino al momento in cui non avrete deciso di diffonderla in ogni possibile linguaggio ed ad ogni possibile oppositore mi spiace ma resto nel mucchio degli scettici.


mi appello alla tua intelligenza :
lo capisci che è una TUA SCELTA ?
lo capisci che è una TUA OPINIONE?

un conto è essere scettici e mettersi a braccia incrociate aspettando che un altro ti imbocca la verita un conto è esserlo e realizzare delle interviste.

ma pensi che io abbia capito tutto della vicenda?pensi che lo abbia potuto fare massimo? pensi altrimenti che simoncini ritenga di aver esacerbato ogni lato della questione?

ti cerchi di rendere conto che l'essere scettico dipende non tanto dai materiali che ci sono in rete ma da una tua presa di posizione confusa dalla sofferenza che provi per queste persone... dalla rabbia che traspare dal tuo scritto ?

io ritengo di essere una persona mediamente intelligente ma sicuramente senza preconcetti.
ho visto un medico che rischiava tutta la sua vita proponendo qualcosa di apparentemente ridicolo.
che ho fatto mi sono messo a braccia incrociate a fare labbruccio aspettando che mi dimostrasse qualcosa?
sono andato da lui a cercare di capire qualcosa ...lo ho conosciuto per cercare di capire la sua buona fede ...ho esaminato la sua vicenda e i suoi casi... e sto cercando di raccogliere dei materiali ...
sono fatti a cazzo di cane?
cosa cazzo vuoi da me io sono il primo che passa perdio !
non sono un medico e ti dirò ogni volta che sento parlare di malattie mi sento male...sono ipocondriaco .
qualcuno mi da una mano per favore?
mi dice come fare una testimonianza inattacabile?
perche anzi non la realizza lui ?

sono tutti bravi a sedersi a mani conserte aspettando la pappa.

scusa se sono stato duro con te ma come te ci sono tante persone che ragionano cosi e questo non porta da nessuna parte.
non sai quanto mi dispiace per chi soffre malattie cosi terribili e chi ne è coinvolto ...ci sono passato pure io e per questo me ne sono interessato ...finito tutto (male) però non mi sono piu girato dall'altra parte.
non fatelo nemmeno voi

più che "scoprirla" la verità si "capisce", per questo "quando l'allievo è pronto il maestro arriva".
si può perdonare a un bambino di avere paura del buio,ma a un adulto quella della luce?
fefochip
Inviato: 5/2/2009 18:57  Aggiornato: 5/2/2009 18:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 5731
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Scusami per la mancata risposta, ho avuto due giorni pesanti al lavoro e non ho avuto nè il tempo nè la forza di connettermi.

non ho fretta ormai sono 4 anni che aspetto ....contrariamente al mio carattere sono diventato paziente

più che "scoprirla" la verità si "capisce", per questo "quando l'allievo è pronto il maestro arriva".
si può perdonare a un bambino di avere paura del buio,ma a un adulto quella della luce?
tiburon
Inviato: 5/2/2009 20:04  Aggiornato: 5/2/2009 20:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2007
Da:
Inviati: 150
 Re: Cura il cancro per e-mail
Fefochip ho visto che sei di Roma: Almeno siamo vicini, non sono neppure io un medico ma metto a disposizione le mie energie e quel poco di capacità e conoscenze che ho per indagare al meglio la questione, a questo punto mi appello a tutti coloro che -risiedendo a Roma e volendo un nuovo hobby- hanno le conoscenze medico/scientifiche e la capacità di poter studiare il materiale.

Non penso ad una sperimentazione diretta anche perchè non sono in grado di prendermi la responsabilità, ma se riusciamo a parlare col Simoncini confrontandogli a muso a muso un 'detrattore' o semplicemente un consulente e mettendo giù le carte magari un pò più di luce su 'sta cosa viene.

la mia mail è

ilfilodelrasoio@yahoo.it

Mi espongo ragazzi, mettete il dito sotto la mano per chi ci sta...olio...sale...


al volontariato utile

vi prego buonsenso.

fefochip
Inviato: 5/2/2009 23:54  Aggiornato: 6/2/2009 0:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 5731
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
......ma se riusciamo a parlare col Simoncini confrontandogli a muso a muso un 'detrattore' o semplicemente un consulente e mettendo giù le carte magari un pò più di luce su 'sta cosa viene.


beh puoi immaginare che di detrattori ne ha incontrati tanti simoncini ,cosi come di medici che gli vogliono "dare una mano" ,cosi come di gente che gli vuole "aprire cliniche" .....non è cosi semplice.

noi qui siamo un pezzettino minuscolo di mondo ,simoncini si da veramente da fare è lui che viaggia a destra e a sinistra per convegni per consulti scientifici ....dagli usa all'australia .
non ho mai conosciuto una persona che percorre cosi tanti chilometri in auto e in aereo.....
veramente non si capisce dove prende tutte queste energie io mi sarei già stufato al posto suo ma è evidente si sente di avere una missione ed è convinto ...... solo chi ha ben poca immaginazione o è ottuso come un coccio rotto può solo lontanamente pensare che sia una persona in malafede....chissà magari si sbaglia o non ha ben chiara tutta la realtà ma delle cose sono certe è convinto di qualcosa e quindi in buonafede è oncologo e è stato radiato per queste sue convinzioni (il dispositivo di radiazione parla chiaro)

i semi sono stati gettati e immancabilmente germoglieranno è inevitabile che prima o poi questa storia uscirà allo scoperto e tutti diranno ...."eh ma questo lo aveva detto un medico radiato" ....

noi qui nel nostro piccolo orticello possiamo/dobbiamo avere paura solo di due cose :(ovviamente nell'ipotesi che ha ragione)
1 quando se ne accorgerà il mondo ?quante persone soffriranno e moriranno nel frattempo ?
2 rimarrà in italia? è noto che noi siamo molto bravi a cacciare i "cervelli" dall'italia e questo fattore rientra nel 1 visto che se andrà all'estero perche gli proporranno qualcosa che so a phoenix o in belgio (non sto sparando a caso) che si concretizzerà allora diverra molto piu difficile per noi italiani farci curare.

e solo su questi due punti possiamo fare qualcosa se non altro informare altri ,passare la parola ,mettere il germe del dubbio ,la pulce nell'orecchio perche prima o poi qualcuno di "giusto" lo si trova che può realmente fare qualcosa per fare luce sulla vicenda o per accelerare vertiginosamente il processo.

tiburon

divertiti un attimo (per cosi dire) e guarda che cosa scrivevo mi pare 3 anni fa riguardo simoncini ...lo avevo appena conosciuto e cercavo in questo forum (visto che stimavo le persone che lo frequentavano)che leggevo da un po conferme o smentito riguardo questo metodo e la sua persona ....
poi ho preso il telefono e lo sono andato a conoscere per capire....

il processo di conoscenza/coscienza è un processo solitario ...niente scorciatoie ,niente aiuti ...al limite gli altri sono degli specchi con cui parlarsi ...allo specchio ...siamo noi che dobbiamo capire e chi si aspetta altrimenti rimarrà profondamente deluso.....
forse alla fine faccio queste interviste per me ....per capire ....non sono un filantropo voglio solo capire ....sperando poi di riuscire a capirci qualcosa piu di prima

più che "scoprirla" la verità si "capisce", per questo "quando l'allievo è pronto il maestro arriva".
si può perdonare a un bambino di avere paura del buio,ma a un adulto quella della luce?
tiburon
Inviato: 6/2/2009 13:50  Aggiornato: 6/2/2009 13:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2007
Da:
Inviati: 150
 Re: Cura il cancro per e-mail
Fefo My friend: hai senz'altro più esperienza di me a riguardo; io ti sto dicendo RIFACCIAMOLO, abbiamo persone che vogliono discuterne, mi sto documentando per l'utilizzo di laboratori tramite conoscenze, chiedo a tutti i convenuti che seguono questo thread se vogliono partecipare sempre e solo per amore di verità.

Non voglio notizie preconfezionate, non voglio fuffa filtrata: voglio il Buon Simoncini (impegnatissimo ed immagino facoltoso quindi, la sua cura gli frutta se continua a viaggiare, non è il derelitto abbandonato che temevo) Davanti ad un obiettivo che risponde a delle domande e mostra dei documenti che possiamo anche aiutarle a creare, non mi interessa... E le domande gli vanno fatte da persone che si sono preparate per demolirlo e che lui deve sapere sono state preparate per demolirlo. Potremmo preparare delle colture in vitro, ho chiesto a degli amici che di medicina capiscono più di me gli effetti del bicarbonato sull'organismo e mi hanno detto che mi si documentano...insomma... per curiosità ed hobby creiamo qualcosa che non somigli alla cura miracolosa od alla fascia snellente col prima/dopo ed il paziente che sorride. CREIAMO UNA SPERIMENTAZIONE con l'appoggio di chi vuole. Non è facile? E allora? I fratelli Wright non hanno semplicemente sbattuto le mani sui fianchi per volare... ma come dice il mio motto...


poi oh...io a stare fermo ad aspettare ci sto comodo. Fate voi ma non mi provate mai più a propinare la pappa del 'se ci credi'. Perchè allora divento molesto.

cazzo

WeWee
Inviato: 6/2/2009 15:40  Aggiornato: 6/2/2009 15:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: Cura il cancro per e-mail
Eccomi a rispondere, nonostante 5 ore di sonno in tre giorni (quindi scusate se deliro mentre scrivo...).

Citazione:
provi ad affiancare tu simoncini?

Allora: sono disposto a consigliare, controllare, revisionare, verificare, documentare, qualsiasi prova, terapia, procedura, risultato che Simoncini (o chi ufficialmente per lui) vorrà propormi.

Non posso promettere (almeno in questo periodo) un impegno di persona (fisicamente cioè) perchè ho un lavoro che mi impegna 20 ore al giorno ma (PER AMORE DELLA VERITA') sono pronto a mettere a disposizione le mie conoscenze, la mia esperienza, la mia professionalità.

Se dovesse servire e ci saranno gli elementi per farlo, farò da garante scientifico.
Non sono un accademico nè un barone, sono un modesto medico specialista ospedaliero ma faccio ancora parte della "medicina ufficiale" quindi rappresenterei un punto importante in tutta questa storia.

Ho anche esperienza di ricerca che credo possa essere utile a livello di metodo.
Se ci saranno anche solo i "sospetti" che in questa teoria c'è qualcosa di interessante mi adopererò per divulgarlo anche in canali ufficiali e scientifici.
Però se ci saranno i "sospetti" che si tratta di un buco nell'acqua farò lo stesso.
Diciamo che potrei essere un garante dei risultati di Simoncini e questa garanzia proverrebbe dalla parte "contro" la sua teoria...quindi...

Più di questo non so che fare.
Se interessato contattami in mp e poi ci mettiamo daccordo.


Citazione:
in particolare ti ho chiesto non tanto una critica ma una proposta.
visto che come ti ho già detto diverse volte ormai c'è una situazione di stallo con la tua logica riguardo al melanoma (sei sicuro solo dopo una diagnosi istologica ma se il paziente fa l'esame vuol dire che ha rimosso il tumore e quindi non si può affermare che simoncini abbia intuito qualcosa perchè la tintura non sarebbe servita a nulla) mi dovresti dire come dipanare la matassa

Il caso del melanoma è particolare, in quanto come dici tu, se si asporta per esame istologico, c'è poco da "curare" dopo la rimozione. Ma mi pare che questa cura funzioni per tutti i tumori (così dice Simoncini no?) quindi il problema è molto relativo.
La maggioranza dei tumori viene diagnosticato con un biopsia che asporta solo un frammento della lesione...

Citazione:
ti chiedo di dirmi secondo te in un caso di melanoma come potrei portarti (visto che pare che io debba essere un "collaboratore di simoncini") dei risultati che ti convincano.

Se discutiamo di melanoma il risultato "convincente" si potrebbe avere solo seguendo questo schema:

-Immagine della lesione (se possibile)
-Diagnosi istologica (con melanoma ancora non asportato, esistono melanomi molto estesi che non vengono rimossi totalmente alla biopsia)
-Inizio della cura con il bicarbonato (con tutti i particolari: dosaggio, posologia, diluizioni, effetti collaterali...)
-Immagine lesione PRIMA della cura
-Immagini lesione DURANTE la cura (per esempio ogni settimana)
-Immagine lesione dopo la cura.
Dovrebbe non esserci più traccia della lesione.

Naturalmente la persona NON deve essersi sottoposta a nessun'altra cura, nè ufficiale, nè "alternativa" (sono scelte...mi pare, o tu curi in un modo o nell'altro o come preferisci...) e consiglio a Simoncini di farsi firmare in consenso informato...

Ecco questo sarebbe un ottimo punto di partenza.

Ma resteremo sempre nel vago, nel "l'ha visto mio cugino..."

C'è un modo per fare le cose bene e che lascerebbe poco spazio ai dubbi:
-La sperimentazione animale.

Basta acquistare 6 ratti da esperimento, affetti da melanoma.

2 fanno il bicarbonato, 2 niente e 2 fanno un placebo

Se interessa posso pure spiegare come si procede.
Se interessa posso pure impegnarmi a preparare il lavoro da presentare ai congressi e da pubblicare in riviste.

Citazione:
mi dirai che non si può diagnosticare un tumore(qualunque) senza ombra di dubbio senza un esame istologico.

quindi mettiamo per assurdo che arriva una testimonianza di una persona con una tac al cervello dove si nota una massa ,fa il trattamento di simoncini e la massa scompare .
mi vuoi dire per caso che non possiamo essere sicuri che sia nemmeno un tumore quello?

Puoi diagnostica un tumore maligno con sicurezza SOLO con l'esame istologico, come detto quasi tutti gli esami istologici prelevano parti minime della lesione. Nel caso delle masse cerebrali non fai l'esame istologico perchè il problema non è capire se si tratta di patologia maligna o benigna ma che quella massa è cresciuta nel cervello...e quindi anche se benigna DEVE essere asportata.

Citazione:
la spina di riccio che si conficca nei tessuti li fa reagire con una sorta di ciste e i tessuti mutano la loro iniziale forma.quello è un adattamento al nuovo ruolo

Vorrei solo farti presente che le cellule tumorali, "impazzite", perdono quasi tutti i criteri che definiscono "normale" una cellula, prima tra tutte la capacità di controllare la loro crescita e l'invecchiamento.
Non solo: a me pare che hai l'idea che tutti i tumori siano delle "cisti", delle masse. Non è vero. Esistono tanti tipi di tumore che a vista sono piatti, sono ulcere o hanno solo un aspetto diverso rispetto all'organo che li accoglie...

Citazione:
cos'altro serve?

Più o meno l'ho scritto sopra.

Non puoi affermare che il bicarbonato ha guarito un tumore se prima del bicarbonato la persona ha fatto altro.
Ci vogliono soprattutto documentazioni.

Leggi bene: lo scopo di Simoncini è dare al mondo una cura per il cancro? Bene: deve dimostrare che questa cura funziona (altrimenti che viaggia a fare...). Per dimostrarlo devi documentare tutto, tutto scritto chiaramente e senza spazio per dubbi, errori, sospetti.

Più errori fai (ancora di più se per "superficialità", come nel caso di questo thread) più scendi in basso, nel ruolo del venditore di pozioni magiche.
Prendi proprio il caso di Lorna. Il titolo parla di guarigione da cancro, per chiunque, basta leggere i referti e si capisce che quel cancro non è guarito con il bicarbonato. Se è chiaro per un profano, come vuoi che ci creda la scienza? Impossibile...anzi...la scienza non può che darti dell'imbroglione, perchè un medico SA che con la TURBT guarisci il cancro vescicale...malafede? Ignoranza? Non sta a me dirlo.

Poi, come dice Redazione, puoi crederci o meno, ma non è questo il modo di ragionare di un essere pensante.
Credere per fede non va daccordo non solo con la scienza...ma nemmeno con il buon senso...e con la pietà per chi è ammalato.

...e poi, non è proprio qui che si dice che bisogna sempre porsi dei dubbi?

Aspetto notizie...
Ciao!

Redazione
Inviato: 6/2/2009 20:45  Aggiornato: 6/2/2009 20:45
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
WEWE: "La maggioranza dei tumori viene diagnosticato con un biopsia che asporta solo un frammento della lesione..."

... e manda in giro nel sangue i funghi, che poi si annidano altrove e preparano le metastasi.

WeWee
Inviato: 6/2/2009 22:16  Aggiornato: 6/2/2009 22:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
... e manda in giro nel sangue i funghi, che poi si annidano altrove e preparano le metastasi.

Beh, questo lo dici tu (e non so in base a che esperienza o studio) ed è una cosa che non ha praticamente modo di essere vera.
Se pensi solo a quante persone fanno una biopsia ogni giorno...dovremmo essere tutti malati di cancro.

In ogni caso, fortunatamente, nessuno ci obbliga a curarci in un modo o nell'altro.
Chi di noi (speriamo mai!) dovesse avere un problema, se preferisce, non fa la biopsia e lascia il suo bubbone crescere e mangiarsi vivo anche l'anima.
Oppure gli mette il bicarbonato...

blackhawk
Inviato: 6/2/2009 23:11  Aggiornato: 6/2/2009 23:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/8/2007
Da:
Inviati: 305
 Re: Cura il cancro per e-mail
"Beh, questo lo dici tu (e non so in base a che esperienza o studio) ed è una cosa che non ha praticamente modo di essere vera.
Se pensi solo a quante persone fanno una biopsia ogni giorno...dovremmo essere tutti malati di cancro."

Bhe.....qualche volta, su questa cosa, il dubbio è venuto anche a me. Ho visto alcuni casi di persone che stavano benissimo prima di essere operate, poi 15 giorni dopo l'intervento il disastro più totale.
Non so se sia perchè i funghi vanno in giro ma, in molti casi, penso sia meglio non toccare che asportare. L'esempio lampante, purtroppo, è stato mio nonno.

edo
Inviato: 6/2/2009 23:13  Aggiornato: 6/2/2009 23:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4384
 Re: Cura il cancro per e-mail
Se pensi solo a quante persone fanno una biopsia ogni giorno...dovremmo essere tutti malati di cancro.

qui a cagliari (la capitale delle chemio "preventive") hanno un buffo cocetto della biopsia fatta con ago aspirato: se il risultato è negativo dicono che potrebbero aver preso le poche cellule "sane", perciò bypassano il risultato e propongono il solito "long drink" via endovena.

fefochip
Inviato: 7/2/2009 2:39  Aggiornato: 7/2/2009 2:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 5731
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Se discutiamo di melanoma il risultato "convincente" si potrebbe avere solo seguendo questo schema:


allora mi sa che non hai presente che la cura di simoncini per i tumori alla pelle non riguarda di solito l'uso di bicarbonato di sodio via endovena.
c'è un solo paziente che l'ha fatta (nelle interviste) a dir la verità non so se di sua iniziativa o meno perche intendeva scongiurare che il fungo scappato dalla sua sede primaria raggiungesse altri siti (attraverso il sistema linfatico ed infatti si ingrossano i famosi linfonodi "spia").

la cura primaria per melanoma e basalioma è la tintura di iodio .
ci sono a mio avviso due testimonianze molto significative sul sito .
una signora con un grosso basalioma e un ragazzo (che non ha voluto farsi inquadrare il viso) con un melanoma a un polpaccio.

premesso che ambedue NON hanno un esame istologico.
il punto di forza della testimonianza sul basalioma è che la signora aveva da molto tempo questo basalioma che aveva fatto vedere piu volte compreso al suo medico .ci combatteva con sostanze alternative di vario genere ma non ne veniva a capo ....non ne voleva sapere di operarsi .
usa la tintura con varie spennellature come descritto dal metodo di simoncini
e il basalioma si secca e cade.
la cicatrice l'ho inquadrata personalmente con la videocamera .
ora anche se non possiamo essere certi della natura della formazione è pur vero cosa poteva essere ?dimmelo tu perche qualunque cosa fosse non guariva e lei qualunque cosa fosse l'ha levata con la tintura di iodio (questo è un fatto spero converrai)ed è una pratica che da quello che so (ma potrei sbagliarmi)non prescrive nessun medico per nessuna cosa del genere(men che mai se il medico ritiene che sia un basalioma)

un ragionamento simile si potrebbe fare con il polpaccio del ragazzo ....cosaltro poteva essere la macchia dai contorni irregolari , scura e apparsa piano piano dove prima non c'era nulla?
secondo me bisognerebbe riflettere su cosa altro poteva mai essere...
anche in questo caso il medico (che ti ripeto dermatologo ho controllato su internet c'è il suo nome e su vuoi potresti contattarlo tu per parlarci un attimo ....magari tra colleghi ti dice qualcosa in piu di interessante)ha ravvisato un tumore ..un melanoma.
in questa intervista ci sono il prima ,le varie fasi e il dopo che ho verificato di persona ,fotografato e ripreso (e toccato con mano).

capisco che sarebbe belllo avere un esame istologico di uno dei casi ma non ritieni curioso che gia due persone (ce ne sono altre nelle stesse interviste e altre ancora che non hanno fatto l'intervista) che hanno qualcosa che "assomiglia" a un tumore ,detto da medici specialistici, e lo trattano con la tintura di iodio e sparisce tutto?

non dovrebbe bastare questo onestamente per metterti una pulce nell'orecchio?
lungi da me pensare di poterti convincere con queste prove ma non pensi che la cosa è un pochino curiosa?non vale la pena approfondire (oltre a me che rompo i coglioni).
non so se hai guardato le interviste ...prova un attimo.


Citazione:
Nel caso delle masse cerebrali non fai l'esame istologico perchè il problema non è capire se si tratta di patologia maligna o benigna ma che quella massa è cresciuta nel cervello...e quindi anche se benigna DEVE essere asportata.


abbiamo una ragazza con un astrocitoma che dopo l'operazione (adesso non mi ricordo se una o due) gli ricresce sta bestiaccia.
la diagnosi appunto era astrocitoma .
ricresce qualcosa ...òpure li devi fare la biopsia ?
l'hanno fatto prima l'esame istologico a seguito dell'operazione...
se la tac che abbiamo evidenzia una massa cosa ci aspettiamo una formazione benigna o un altro astrocitoma?

ma come dici tu anche una formazione benigna è da levare (dipende dalla grandezza come hai detto giustamente) e allora come mai dopo le flebo di bicarbonato (vari cicli bla ,bla,bla) la tac evidenzia che la massa non c'è piu ma solo un sottile ispessimento con tutta probabilità un esito cicatriziale delle operazioni?

qui ci sono le tac come la mettiamo?

se ti portassi invece un glioblastoma?
li la situazione parlerebbe da sola visto che mi pare tendente a zero le sopravvivenze a tale malattia....non so se campano piu di 5 anni ma da quello che so se hai un glioblastoma muori di glioblastoma ....non c'è niente da fare o sbaglio?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", per questo "quando l'allievo è pronto il maestro arriva".
si può perdonare a un bambino di avere paura del buio,ma a un adulto quella della luce?
fefochip
Inviato: 7/2/2009 2:53  Aggiornato: 7/2/2009 2:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 5731
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Beh, questo lo dici tu (e non so in base a che esperienza o studio) ed è una cosa che non ha praticamente modo di essere vera. Se pensi solo a quante persone fanno una biopsia ogni giorno...dovremmo essere tutti malati di cancro.


scusa wewee non puoi dire che non può essere vera ....
non è la biopsia in se a causare un tumore sono molti i fattori in gioco .
se è una colonia completamente circondata e strappi del tessuto e buchi la difesa allora può essere che diffondi il fungo ma non è detto che riesca ad attecchire su altri tessuti .
il fungo infatti per proliferare e penetrare nei tessuti e non superficialmente come di solito fa i tessuti devono essere sfibrati e indeboliti o tutto l'organismo.
se c'è un cancro bello esteso come altri hanno detto perche è esperienza purtroppo quotidiana spesso si accelera la malattia ...come mai?potrebbe essere un indizio che tutta la storia sia vera.
se strappi un tessuto che circonda un tumore ma non lo buchi completamente non rimuovi la protenzione e il tumore(fungo) non si diffonde .

insomma ci sono tutta una serie di aggravanti al fungo che non è detto siano sempre presenti ...i cosiddetti fattori di rischio altro non sono nell'ottica di simoncini come delle sostanze,virus,batteri,ecc che preparano la strada a l'invasione piu devastante da parte di un microorganismo ...il fungo.
il virus della cervice dell'utero per esempio ledendo l'epitelio in quella zona indebolisce i tessuti che possono essere a quel punto facile preda della candida che può penetrare dentro ....se non c'è il papilloma virus l'epitelio è sano e ti viene solo la candida.(ovviamente sempre nell'ottica di un infezione).

l'amianto ...i famosi piccoli aghi sono una causa di lesioni dei tessuti dove si conficcano e il resto lo fa il microorganismo che ci si insedia (come nelle fughe delle mattonelle del bagno che diventano nere ).

l'elicottero piloro (mi devo ricordare di ritirare le analisi che ho rifatto) pure lui svolge un azione di lesione dell'epitelio e infatti le ulcere gastriche sono considerate stati precancerosi sempre perche il fungo li facilmente può insediarsi e penetrare all'interno della struttura del tessuto connettivo e chi lo sa magari anche all'interno della cellula ...vallo a sapere.

insomma come vedi se cominci a pensare in una certa ottica molte cose acquistano un senso molto diverso da prima...non lo puoi escludere ...in teoria ....

più che "scoprirla" la verità si "capisce", per questo "quando l'allievo è pronto il maestro arriva".
si può perdonare a un bambino di avere paura del buio,ma a un adulto quella della luce?
Redazione
Inviato: 7/2/2009 3:01  Aggiornato: 7/2/2009 3:22
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
WEWE: "Beh, questo lo dici tu (e non so in base a che esperienza o studio) "

E' evidente che non hai nemmeno letto la teoria di Simoncini.

Pensa che bella figura ci hai fatto: sei qui a criticare Simoncini, e non ti sei nemmeno degnato di capire quello che sostiene.

Complimenti, WEWE, evviva i giovani e umili medici con la mente aperta come te.

Questo thread ha portato alla luce molto di più di quello che mi potessi immaginare.

fefochip
Inviato: 7/2/2009 3:04  Aggiornato: 7/2/2009 3:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 5731
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Oppure gli mette il bicarbonato...


non so wewee ma ho il sospetto che se da un lato forse mi/ci ritieni una/delle persona/e in buona fede e quindi ti presti, usi qui il tuo tempo ,commenti indice comunque di un interessamento dall'altro sta cosa del bicarbonato ti va troppo indigesta .

accetta questa piccola critica .
ho notato da un po di tuoi interventi che non hai ben capito l'idea che apparentemente sembra semplice ma in realtà va compiuto un enorme rivisitazione delle dinamiche organico / biologiche alla luce di questa teoria.

detto in altro modo se non ci ragioni un attimo e pensi per un attimo che sia possibile la cosa troverai sempre un altra spiegazione al fenomeno.

da quello che mi hai suggerito infatti non mi pare che le interviste che ho confezionato seguano un ottica cosi diversa da quella che hai suggerito ....

diagnosi
esami e referti comprovanti la diagnosi
cura
esami e referti comprovanti la guarigione

sulla diagnosi però per quanto mi riguarda non trovo però completamente corretto il discorso o biopsia o niente ....
molte terapie per tumori vengono somministrate senza l'esito positivo della biopsia perche?(come anche negli ultimi post segnalato)

più che "scoprirla" la verità si "capisce", per questo "quando l'allievo è pronto il maestro arriva".
si può perdonare a un bambino di avere paura del buio,ma a un adulto quella della luce?
dr_julius
Inviato: 7/2/2009 7:24  Aggiornato: 7/2/2009 7:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1595
 Re: Cura il cancro per e-mail
Seguo tutto il thread ma non noto progressi rispetto ai precedenti. Anzi.
Rimango della mia opinione e continuo a ritenere colposo parlare di "cura per e-mail" senza neanche un punto interrogativo a fianco. Scusate l'interruzione (e fine dei miei interventi su questo argomento)

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
mykelyk
Inviato: 7/2/2009 11:01  Aggiornato: 7/2/2009 11:01
So tutto
Iscritto: 8/1/2006
Da:
Inviati: 5
 Re: Cura il cancro per e-mail
Sembrerebbe che siamo arrivati a un punto morto.

Se la medicina ufficiale ti dichiara malato di cancro e Simoncini ti guarisce allora è stata la TURB.

Se Simoncini ti dichiara malato di cancro e ti guarisce allora non eri malato perchè non ti è mai stato fatto un test apposito (perchè diffonderebbe il fungo e allora sarebbe troppo tardi).

A me non viene in mente nessun modo di provare o falsificare la teoria che il bicarbonato curi il cancro.

MA mi è venuto in mente un modo di provare l'altra affermazione di Simoncini, ovvero che l'UNICA causa di tumori è la candida.

Esperimento:
Si prendano 10 topi di razza, provenienza, ecc, diversi(per minimizzare la covarianza dell'esperimento) SANI e PRIVI di candida, li si tenga un mesetto a pane, acqua, bicarbonato e il più potente cancerogeno che la medicina ufficiale possa trovare.

Il tutto ovviamente in un ambiente PRIVO di candida.

Se alla fine del trattamento i topi sono ricoperti di tumori Simoncini aveva torto, altrimenti Simoncini aveva ragione.

@WeeWee (e @chiunque-altro-ne-sappia-qualcosa ovviamente):
Potresti gentilmente informarmi sulla fattibilità e legalità della cosa?

@Tutti:
Che ne pensate?

WeWee
Inviato: 7/2/2009 12:48  Aggiornato: 7/2/2009 13:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
E' evidente che non hai nemmeno letto la teoria di Simoncini.

Pensa che bella figura ci hai fatto: sei qui a criticare Simoncini, e non ti sei nemmeno degnato di capire quello che sostiene.

Complimenti, WEWE, evviva i giovani e umili medici con la mente aperta come te. Questo thread ha portato alla luce molto di più di quello che mi potessi immaginare.

BUM!
L'hai sparata grossissima scusami, e dimostri tu di non avere la mente aperta.

La teoria di Simoncini l'ho letta e lui che ne è l'ideatore dice quello che dici tu ma non ne spiega le ragioni, nè le osservazioni che l'hanno portato a trarre questa conclusione.

Ho chiesto perchè TU arrivi a questa conclusione (e non mi hai risposto).

Non mi dire che ci sei arrivato solo "perchè lo dice Simoncini", altrimenti dovrei pensare che non hai un cervello tuo e che non hai nemmeno capacità di critica e di giudizio.
Fai domande alle quali vuoi le risposte che piacciono a te, ma se ti si fa una domanda non rispondi (anzi per giorni hai risposto con le battutine).

Il tuo titolo è ancora lì, nonostante sia stato dimostrato che non è vero. E tu insisti.
I tuoi lettori leggono e si fanno un idea eh?
Sempre dubbi. Ricorda.

Lo dico anche io che questo thread ha portato alla luce tante cose...

@fefochip:

Citazione:
non so wewee ma ho il sospetto che se da un lato forse mi/ci ritieni una/delle persona/e in buona fede e quindi ti presti, usi qui il tuo tempo ,commenti indice comunque di un interessamento dall'altro sta cosa del bicarbonato ti va troppo indigesta .

Nulla mi va indigesto, ma per dire che una cosa funziona posso avere delle sicurezze? O devo dirlo così...per partito preso, come fa Redazione?
Posso avere dei dubbi? Posso esprimere le mie perplessità?

Posso essere scettico se vedo che viene aperto un thread con un'affermazione non vera e poi chi l'ha aperto, davanti alla verità esce con un "è così e basta"?

A pelle, questa cura del bicarbonato non funziona, non ci sono le basi nè teoriche nè biologiche...ma va bene, che ne so, proviamo, mi sono anche messo a disposizione, cosa vuoi che faccia...

Citazione:
se non ci ragioni un attimo e pensi per un attimo che sia possibile la cosa troverai sempre un altra spiegazione al fenomeno.

Guarda, possiamo ragionarci tantissimo, ma il punto nudo e crudo è: questa cura funziona o no?
Basta.

Per controllare se funziona o no ci sono delle procedure, o si seguono e si analizzano i risultati o possiamo discuterne fino all'infinito, io dico che è fuffa tu dici di no, l'altro dice che è un miracolo, l'altro ancora dice che è un imbroglio...se mi spieghi a cosa serve tutto questo...

Citazione:
diagnosi
esami e referti comprovanti la diagnosi
cura
esami e referti comprovanti la guarigione

Si, riassumendo è così, ma se poi nei "referti comprovanti la guarigione", c'è scritto che la signora era guarita PRIMA per un altro intervento, capirai che hai dimostrato che il bicarbonato non c'entra nulla, proprio come nel caso di Lorna...non so se mi sono spiegato...

EDIT: per schematizzare meglio, ecco il "caso ideale":
1) Diagnosi di tumore maligno (documentata)
2) Cura con bicarbonato (documentata con tutto il decorso e la procedura)
3) Diagnosi di guarigione (documentata).

Naturalmente se la persona poi non mostra (in malafede o buonafede) documenti che provano che ha fatto altre cure, nasce un problema...ma mi "rimetto" all'onestà delle persone, magari sarebbe compito di chi controlla, stare con gli occhi aperti e chiedere qualsiasi documento, qualsiasi passo sia stato fatto dalla persona.

Citazione:
molte terapie per tumori vengono somministrate senza l'esito positivo della biopsia

Eh?
Quali...esempio?

@mykelyk
Citazione:
Potresti gentilmente informarmi sulla fattibilità e legalità della cosa?

Fattibilissima e legalissima.
Ma poi non c'è nemmeno bisogno di esporre le cavie a cancerogeni, ormai le cavie te le vendono come le vuoi, anche con un tumore e puoi scegliere pure di che tipo.
Aggiungo che l'esperimento poi sarebbe possibile anche a livello "casalingo" in un primo momento...poi si passerebbe, se servisse, ad altre procedure più controllate.

tiburon
Inviato: 7/2/2009 19:55  Aggiornato: 7/2/2009 19:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2007
Da:
Inviati: 150
 Re: Cura il cancro per e-mail
Adesso la cosa inizia a piacermi: Stanno uscendo idee ed ipotesi di FATTIBILITA' per cercare di avvicinarsi a quella che potrebbe essere una SPERIMENTAZIONE del metodo Simoncini.

L'idea delle cavie mi stuzzica, il buon WeWee si sta proponendo come consulente per la sperimentazione, o supervisore, insomma sta proponendo una collaborazione.
A me non sembra l'atteggiamento di un lobbista arroccato... e me ne compiaccio.
Ma NOn spetta solo a lui... Io mi sono già esposto, offerto, che bisogna fare per creare questa cosa? quanti ci sono dentro?

Ora mi piace...

Alle iniziative significative...

WeWee
Inviato: 13/2/2009 21:45  Aggiornato: 13/2/2009 21:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2009
Da:
Inviati: 34
 Re: Cura il cancro per e-mail
...e silenzio fu.


Ma non in altri posti.

Ho visto che newsgroups e forum hanno fatto eco a questa notizia.

Beh, se posso permettermi è colpa vostra.

Nessun passo indietro quando ho evidenziato le false conclusioni del video (nemmeno un punto interrogativo nel titolo, per correttezza), nemmeno un dubbio, nonostante i pesanti dubbi.

Nemmeno un cenno, nonostante mi sia messo a disposizione.

Nemmeno un'obiezione oggettiva alle mie, solo prese in giro e commentini ironici (?).

...qualcuno diceva: la gente legge il forum anche se non commenta ed è proprio vero.
Molti hanno letto ed hanno tratto le loro conclusioni.

Come dicevo qualche post addietro: i veri nemici del progresso siete voi, che screditate voi stessi.

Mi dispiace sinceramente.
Alla prossima.

WW

giggi76
Inviato: 16/2/2009 23:57  Aggiornato: 16/2/2009 23:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/8/2006
Da:
Inviati: 90
 Re: Cura il cancro per e-mail
mi sono letto tutto il thread con molto interesse ma purtroppo non vi ho trovato traccia, da parte della redazione, del benchè minimo scrupolo per fornire una corretta e completa informazione.

Dapprima si è detto che la paziente ha curato il cancro SOLO col bicarbonato, poi è emerso che invece aveva fatto svariati trattamenti tradizionali e sono stati questi ad averla guarita: di fronte a questa evidenza Mazzucco ha rispolverato la sua solita cantilena "me l'ha detto la paziente!".

Ma come? Me l'ha detto la paziente?

E la verifica della fonte? L'analisi? Lo studio dei documenti e delle testimonianze? E questo sarebbe giornalismo e controinformazione? DI questo passo pubblicherete anche interviste a persone che giurano di aver parlato col proprio cane, tanto la responsabilità è loro, no?

Redazione
Inviato: 17/2/2009 0:25  Aggiornato: 17/2/2009 0:28
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
GIGGI. "E la verifica della fonte? L'analisi? Lo studio dei documenti e delle testimonianze?"

Prendiamo esempio dalla medicina ufficiale: ricerce distorte, menzogne, percentuali falsate, nessuna verificabilità. Abbiamo imparato da loro.


"DI questo passo pubblicherete anche interviste a persone che giurano di aver parlato col proprio cane"

E perchè no? Se conosci qualcuno che ha parlato con il proprio cane, digli di farsi vivo. Potrebbe essere interessante.

Uichen
Inviato: 17/2/2009 9:32  Aggiornato: 17/2/2009 9:32
So tutto
Iscritto: 17/2/2009
Da:
Inviati: 1
 O si fa scienza o si fa altro
Ciao, mi immetto solo ora nella lunga discussione sul caso presentato perchè, prima di impegnarmi a rispondere, volevo leggere e comprenderne il più possibile. Alcune considerazioni:

- non è logicamente possibile fornire una dimostrazione negativa. Nessuno potrà dimostrare che il bicarbonato non funziona come terapia; tuttalpiù, non potrà dimostrare che funziona. E' questa l'essenza del metodo scientifico: ipotesi, verifica, ipotesi alternativa.

- Mi sembra che, aldilà delle polemiche, un corretto trial sperimentale dovrebbe confrontare tramite operazioni statistiche la seguente ipotesi: mantenendo il più possibile costanti altre variabili che possano influire sul test (es., età, tipo di lesione tumorale etc.), la somministrazione di bicarbonato ha un effetto statisticamente paragonabile (uguale o migliore) rispetto alla farmacoterapia attualmente in uso per la prevenzione di ricadute? E rispetto ad una non-terapia? Fin quando non si attua un simile confronto, qualcuno può affermare (da un punto di vista strettamente scientifico) che si tratti di un agente efficace?

- Ed eccoci al punto che mi interessa maggiormente: stiamo parlando di scienza? Se sì, accettiamone le regole metodologiche (o impegniamoci a riformarle in modo che siano consensualmente accettate dalla comunità internazionale); se no, possiamo far riferimento ad altre metodologie non scientifiche (non per questo inutili, o stupide, semplicemente non scientifiche), le quali avranno altri meriti ed ambiti di applicazione, ma non quelli scientifici. I singoli casi, se ben documentati, possono essere oggetto di formulazione di ipotesi, le quali, in ambito di discipline a base scientifica, per trasformarsi in prassi operativa devono essere previamente validate.

Tutto qui. Non è la sequenza di eventi che fornisce una dimostrazione (prima è successo questo, poi quest'altro, quindi la prima è causa della seconda), perchè (e questa è solo una provocazione intellettuale) in questo caso come dimostrare che la signora non sia stata guarita da ciò che ha mangiato in quei giorni, o dal profumo che può aver cambiato, o dall'effetto taumaturgico di una stretta di mano miracolosa al chirurgo che l'ha operata?

Ho molto apprezzato sia i toni che l'onestà intellettuale di WW e di quanti altri hanno saputo dibattere non su prese di posizione (chi potrà mai dimostrare che gli UFO non esistono? Chi può dimostrarvi che il vostro vicino di casa non vuole uccidervi?) o su provocazioni più o meno sarcastiche, ma cercando di intessere quel dialogo che, come ogni ricerca onesta della verità, sa che non potrà mai raggiungerla.
Saluti
Uichen (pron: "We Can")

giggi76
Inviato: 17/2/2009 15:33  Aggiornato: 17/2/2009 15:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/8/2006
Da:
Inviati: 90
 Re: O si fa scienza o si fa altro
concordo al 150% con Uichen

specie nel punto 2 del suo intervento: qui non si sta dicendo che Simoncini è un truffatore, io nemmeno so chi è, si sta solo dicendo che i dati forniti da Redazione (e da Simoncini sul suo sito) non rispondono ai requisiti (minimi) elencati da Uichen

pertanto hanno valore assolutamente nullo, ai fini della discussione

birillo_9
Inviato: 8/3/2009 20:12  Aggiornato: 8/3/2009 20:14
So tutto
Iscritto: 8/3/2009
Da:
Inviati: 1
 Re: Cura il cancro per e-mail
Salve vedo che c´e´ un medico che mostra curiosita per questa cura.

Allora voglio riportare l´esperienza che ho fatto su me stesso con il bicarbonato di sodio.

Io sono stato affetto da condilomi al pene, molti anni fa, ed ho applicato la terapia convenzionale che prevede una innumerevole serie di sedute dal dermatologo, per bruciarli, visto che trattati in questo modo i condilomi ritornano.

Comunque sono guarito alla fine.

Alcuni mesi fa, mi sono ritornati, e la cosa mi creo qualche problema psicologico, vosto che sapevo cosa avevo dovuto sopportare per toglierli la volta precedente.

Ma stavolta avevo letto di Simoncini e delle sue teorie sul bicarbonato di sodio.

Ho fatto le seguenti constatazioni:

1) I condilomi sono bianchi e si comportano come dei funghi, se estirpati ritornano facilmente.

2) Sono all´origine dei tumori al pene, e probabilmente anche dell´utero.

3) Sono causati dal papilloma virus, che e´ la causa certa dei tumori dell´utero.

Tutti questi indizi mi hanno spinto a provare il bicarbonato.

Ho comprato una bustina di bicarbonato di sodio in polvere in farmacia, al costo di pochi euro.

Ne ho messo un po in un bicchiere, ed ho versato sopra un po di acqua, trattandosi di trattamento esterno non mi sono limitato ad una soluzione a bassa percentuale, ma ho fatto un po ad occhio, e praticamente ho utilizzato molto bicarbonato e poca acqua, formando una specie di cremetta bianca, che poi ho versato con un cucchiaino sulle parti infette e richiuso il prepuzio.

Il giorno dopo i condilomi sono diventati bianchissimi, ed un po maggiorati nella dimensione.

Il quarto giorno di trattamento (1 volta al giorno) sono definitivamente scomparsi.

Prego il medico che ha mostrato interesse, di valutare questi indizi a favore della terapia col bicarbonato di sodio.

La connessione papilloma-condilomi-tumore e´ reale, ed i condilomi si curano facilmente col bicarbonato di sodio, avendolo io sperimentato su me stesso.

Grazie.

Redazione
Inviato: 8/3/2009 21:47  Aggiornato: 8/3/2009 21:57
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17940
 Re: Cura il cancro per e-mail
GIGGI: "i dati forniti da Redazione (e da Simoncini sul suo sito) non rispondono ai requisiti (minimi) elencati da Uichen".

Ci dispiace molto per Uichen, in futuro faremo il possibile (noi e Simoncini) per accontentare le sue esigenze (minime).

Nel frattempo c'è gente che non ha più il tumore.

P.S. Anche i dati forniti dall'oncologia ufficiale non rispondono ai requisiti minimi della scienza: dopo 50 anni che battono il ferro e si sono ingoiati miliardi di miliardi di miliardi di miliardi di dollari non ci sanno nemmeno dire da dove venga il cancro.

Incompetenza, malafede, o deficienza cronica? O è forse 'sto famoso "metodo scientifico" che non fuinziona?

ELFLACO
Inviato: 9/3/2009 12:56  Aggiornato: 9/3/2009 12:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1693
 Re: Cura il cancro per e-mail
Citazione:
Incompetenza, malafede, o deficienza cronica? O è forse 'sto famoso "metodo scientifico" che non fuinziona?


Io penso sia la cattiva applicazione del metodo scientifico che non funziona,sia per malafede che per incompetenza che per deficienza cronica.
Quest'ipotesi di Simoncini potrebbe anche essere un'ocassione di dimostrare che se si applica il metodo scientifico con competenza ,buonafede ed intelligenza si possono ottenere anche ottimi risultati.IMOH

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
Jack33
Inviato: 4/6/2009 12:06  Aggiornato: 4/6/2009 12:06
So tutto
Iscritto: 4/6/2009
Da:
Inviati: 17
 Re: Cura il cancro per e-mail
Ciao Massimo,
la cura Simoncini sembra dare tante speranze ...e sinceramente vorrei tanto crederci.
Visto che sei una persona disponibile e informata, avrei piacere conoscere la Tua opinione su questi articoli:

http://medbunker.blogspot.com/2009/03/che-male-vuoi-che-facciaii-parte.html

http://attivissimo.blogspot.com/2009/02/antibufala-bicarbonato-per-curare-il.html

http://www.giornalettismo.com/archives/18087/il-cancro-lo-curi-con-il-bicarbonato-via-mail/

grazie di cuore

Akane
Inviato: 6/7/2011 9:58  Aggiornato: 6/7/2011 9:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/7/2011
Da: Austria
Inviati: 134
 Re: Cura il cancro per e-mail
Concordo pienamente, gli interessi in gioco sono veramente enormi


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA