Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Scienza e Tecnologia : Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Inviato da Redazione il 11/5/2009 6:30:00 (86448 letture)

Non è facile definire Corrado Malanga. Si potrebbe dire che è uno scienziato che studia un certo tipo di fenomeni in una certa categoria di esseri umani, oppure si può dire che è un essere umano che studia una certa categoria di fenomeni in modo scientifico.

Nel primo caso, Corrado Malanga studia i casi di coloro che ritengono di essere stati “addotti” da esseri viventi di origine extra-terrestre. Nel secondo caso Corrado Malanga sta curiosando fra le pieghe del tempo e dello spazio, alla ricerca dell’origine dell’uomo e dell’universo.

Il tutto avviene, in ogni caso, tramite le sedute di ipnosi regressiva a cui si sottopongono le persone addotte dagli alieni.

Chiariamo prima di tutto questo fatto, perchè la naturale diffidenza suscitata da un argomento come questo rischia di ostacolare un sereno apprezzamento del lavoro svolto da Malanga: esistono nel mondo migliaia di persone che ritengono di essere state addotte dagli alieni, e nel loro insieme costituiscono una realtà impossibile da liquidare come semplice fantasia della mente umana. Una quantità notevole di riscontri incrociati, sommati a numerose prove tangibili, permettono oggi di dire che queste persone – nella loro stragrande maggioranza, si intende – abbiano realmente vissuto le esperienze che descrivono.

Che poi siano stati rapiti da veri extraterrestri, piuttosto che da pupazzi di Disneyland, rimane da decidere, ma sulla veridicità dei loro racconti è difficile ormai avanzare dubbi.

In questo caso poi il fatto di saperne poco rappresenta, paradossalmente, una conferma del fenomeno: la diffusa ignoranza in materia infatti è il risultato preciso, voluto e pianificato ...

... di una campagna di disinformazione e occultamento messa in atto dai militari americani a partire dagli anni ’50, su tutto quello che riguarda l’esistenza di esseri extraterrestri.

Fu con il Robertson Panel, che risale al 1952, che gli “omini verdi” del Pentagono (ogni pianeta ha i suoi problemi, a quanto pare) decisero che questa realtà andasse nascosta alla popolazione, ed imposero da allora non solo il totale silenzio mediatico sull’argomento, ma anche la sistematica ridicolizzazione di chiunque ne parlasse in pubblico, per ottenere un risultato ottimale. E non si può dire che non ci siano riusciti.

In ogni caso, la questione è enormemente complessa, e va affrontata altrove. Qui interessava più che altro stabilire una premessa relativamente solida su cui poggiare il discorso su Malanga, il cui lavoro merita, a mio parere, di essere preso molto seriamente.

Chi ci ha rimesso di più infatti, in questo festino permanente di disinformazione, sono proprio gli addotti: mentre chi racconta di “aver visto un UFO” rischia al massimo di sentirsi chiedere se per caso abbia la febbre, chi è stato addotto dagli alieni non pensa nemmeno lontanamente di raccontarlo agli altri, e si ritrova costretto a convivere con questa realtà agghiacciante nella più profonda solitudine.

Finchè non scopre Corrado Malanga.

Come racconta lui stesso, una ventina di anni fa Malanga fu mandato ad esaminare alcuni casi di abduction, senza saperne assolutamente nulla. Ed infatti, non ci capì assolutamente nulla.

Da una parte la naturale ritrosia dei soggetti, dall’altra il suo approccio strettamente scientifico, gli impedivano di trovare una chiave valida con cui impostare il suo lavoro di indagine.

Presto gli fu chiaro, di fronte a racconti assolutamente inconcepibili per i normali esseri umani, che doveva prima di tutto allargare il campo dell’indagine ad ipotesi non immediatamente verificabili con metodo scientifico. Se ti chiamano per riparare la diga di Folson non puoi presentarti con la chiave dell’idraulico.

“Io volevo studiare gli alieni – dice Malanga – ma mi sono reso conto che prima di tutto dovevo capire come è fatto l’uomo”.

Dopo una serie iniziale di esperimenti in doppio cieco, condotti su persone che non si erano mai conosciute fra di loro, Malanga si rese conto che era necessario introdurre nell’ equazione termini come “anima”, “spirito”, o “coscienza”, che non sono quantizzabili in termini scientifici, ma la cui presenza ricorreva in tutte le storie con regolarità impressionante.

Per Malanga infatti è centrale il ruolo della coscienza, che è in grado di modificare la nostra percezione della realtà, come dimostrato ormai da anni da un noto esperimento scientifico.

Si aprì così per Malanga un mondo vasto e sconosciuto, del quale è venuto scoprendo gli aspetti più reconditi grazie a venti anni di sedute di ipnosi regressiva condotte sugli addotti.

Sono loro – o meglio la loro coscienza – a descrivere tutto questo, e lo fanno spesso con una minuzia nel dettaglio scientifico che trascende di gran lunga la preparazione culturale del soggetto esaminato.

“Raramente - dice Malanga - senti al bar il calzolaio con la terza elementare che disquisisce sul rapporto spazio-tempo, mentre disegna con disinvoltura su un foglietto la struttura del DNA”.

Nasce così una preziosa raccolta di informazioni, che dopo lunghi anni di ricerca Malanga sta finalmente cercando di riordinare in termini scientifici. Rimane la barriera, per ora insuperabile, che impedisce di quantificare gli elementi più “volatili” del fenomeno, di cui Malanga ha percepito l’esistenza.

D’altronde, l’introduzione di elementi non verificabili, nella costruzione di una teoria, viene praticata regolarmente dalla scienza. Accade ad esempio che l’astrofisico si accorga che manchi nell’universo, secondo le Leggi di Newton, circa il 90% della massa necessaria al suo equilibrio complessivo, e presupponga quindi l’esistenza di una non meglio definita “materia oscura”, nell’attesa di poterla portare completamente in luce.

“Se non facessimo così – dice Malanga – non potremmo nemmeno affermare che l’universo esiste, visto che non possiamo replicarlo in laboratorio”.

E’ peraltro affascinante la sensazione costante che offre Malanga di poter ridurre un giorno a sistema matematico quello che la scienza oggi non vuole nemmeno sentir nominare: Dio.

Malanga, che si professa rigorosamente ateo, chiama “Dio” il Grande Sistema Cosciente di cui facciamo parte. Viene in mente in proposito il racconto di Edgar Mitchell, che descriveva la sua sensazione estatica nell’osservare lo spazio infinito dagli oblò di Apollo 14: "La prima cosa che mi venne in mente fu un'interconnessione, il fatto che non siamo in un Universo - come dice la nostra scienza - fatto di molecole che rimbalzano una contro l'altra come palline da ping-pong, ma che si tratta di un sistema molto più intelligente e organizzato, di un "sistema organico", in cui le molecole del mio corpo e quelle della navicella spaziale erano dei prototipi realizzati in una remota epoca cosmica."

Siamo quindi agli antipodi di Cartesio, che poneva l’osservatore fuori dal sistema osservato, illudendoci di poterlo valutare in termini oggettivi.

All’interno del Grande Sistema Cosciente, secondo Malanga, interagiscono da milioni di anni diverse razze di esseri viventi, che abitano diversi pianeti in diversi sistemi stellari.

Per quando diverse all’apparenza fra loro, queste razze sembrano avere tutte una matrice in comune, rilevabile dalla forma “umanoide”: testa, tronco, braccia e gambe. Il corpo delle diverse razze varia cioè in dimensioni, proporzioni e aspetto esteriore, ma condivide la stessa struttura fisiologica, intesa come collocazione relativa delle varie parti del corpo.

Se condividano poi anche gli aspetti “sottili” dell’essere umano, a noi non visibili, rimane forse la domanda più interessante di tutte.

Malanga ipotizza un universo in cui i vettori principali siano quattro: tempo, spazio, energia e coscienza.

Mentre i primi tre possono interagire fra loro in tutte le varianti possibili, la coscienza è qualcosa di superiore, trasversale, onnipresente, che pervade e collega tutti gli elementi del sistema, appartenendo a ciascuno in modo specifico, ma restando in qualche modo separata da tutti. “Dio”, appunto, nel Cristianesimo.

Se Malanga fosse Padre Balducci, citerebbe a questo punto la recente dichiarazione di Gabriel Funès, direttore dell’osservatorio astronomico della Specola Vaticana (la persecuzione di Galileo, ormai è chiaro, fu solo una grandiosa messa in scena: i migliori telescopi sembra che li abbiano proprio loro): “Si può ammettere l'esistenza di altri mondi e altre vite – ha detto Funès - anche più evolute della nostra, senza per questo mettere in discussione la fede nella creazione, nell'incarnazione e nella redenzione".

Malanga però non ama le religioni, e ci ricorda che il termine deriva da res-ligo, ovvero “legiferare”, quindi “mettere sotto controllo”. Malanga invece vuole essere libero di muoversi in ogni direzione, per poter analizzare, classificare e interpretare al meglio i dati ricavati dalle mille sedute di ipnosi regressiva.

Ma cosa c’entrano gli addotti in tutto questo?

Il bello di Malanga sta proprio qui: in questa “configurazione filosofica” dell’universo non c’è nulla di personale, di gratuito o di casuale. Malanga cerca solo il modo più corretto per ricomporre gli elementi del puzzle che man mano viene raccogliendo nelle sedute con gli addotti.

Durante le sedute il soggetto viene lentamente portato ad annullare le funzioni cerebrali del lobo sinistro (quello “razionale”), liberando così letteralmente la voce dell’inconscio, che di solito vive “addormentata” nel lobo destro. Durante l’ipnosi infatti il paziente parla con una voce flebile ed incerta, spesso zoppicante, che denuncia proprio la scarsa abitudine del lobo destro a controllare le corde vocali. Provate a lavarvi i denti con la mano sinistra (oppure con la destra, se siete mancini), e scoprirete l’importanza che ha l’abitudine nel compimento di qualunque funzione fisica.

Malanga però non si limita a chiamare “inconscio” ciò che avviene nell’ambito del lobo destro, poichè ha scoperto che questo inconscio è tutt’altro che confuso, ignorante o insensato. E’ semplicemente sconosciuto al nostro “conscio” – la contrapposizione dei due lobi cerebrali è di fondamentale importanza in tutto il lavoro di Malanga - nel senso che noi non siamo in grado di percepirlo razionalmente, ma ha una sua vita completa, indipendente, e pare anche piuttosto interessante.

E’ in realtà questa la manifestazione “locale”, nel soggetto esaminato, della coscienza universale di cui sopra. Ed è proprio tramite la “voce della coscienza”, che noi sentiamo attraverso le corde vocali del soggetto, che veniamo a conoscenza di tutte le informazioni che Malanga ha raccolto nel tempo.

A sua volta, la coscienza per Malanga non è l'anima. L’ anima è qualcosa che esiste al di là della dimensione temporale, mentre la coscienza di ognuno è un estensione nel nostro tempo-spazio della coscienza superiore, onnipresente ed eterna, che è poi la rappresentazione del Dio dei Cattolici.

Il nostro cervello, che funge da semplice “ricevitore” – esattamente come il sintonizzatore di una radio - è sia il mezzo di collegamento con l’anima collettiva che la sede locale della coscienza e della mente.

L’interazione di tutti questi elementi avviene in termini puramente quantistici, e produce nella coscienza la percezione del mondo esteriore, che in realtà è solo un ologramma che si attiva in ciascuno di noi nel momento in cui ne riconosciamo l’esistenza.

In modo molto meno sofisticato lo stesso concetto viene espresso da una delle razze più antiche sulla terra, quella degli aborigeni australiani, che chiamano il mondo fisico in cui viviamo “dreamworld”, “il mondo sognato”.

Tutto quanto sopra non significa in alcun modo che Malanga si serva degli addotti in modo cinico, o comunque egoistico, sia chiaro. Accedendo alla “memoria profonda”, le sedute servono prima di tutto al soggetto per ricostruire quello che è avvenuto durante la abduction, che gli alieni evidentemente riescono a cancellare dalla sua memoria a breve termine. Gli addotti infatti si ritrovano di solito “depositati” da qualche parte, completamente disorentati, con un buco temporale che li angoscia e che cercano disperatamente di colmare.

Schopenhauer diceva che il folle è l’uomo che abbia perso la memoria.

Quello che rimane sul tavolo di Malanga, alla fine di queste sedute, sono tanti curiosi pezzi del puzzle universale, che a quel punto solo un’ameba con la meningite rinuncerebbe a volere ricomporre.

D’accordo, si dirà, ma di preciso cosa vogliono da noi gli alieni? Perchè ci rapiscono, e poi ci “restituiscono”, cercando nel frattempo di farci dimenticare quello che è successo?

Qui si apre una serie di tematiche complesse e delicate, che Malanga sta ancora cercando di definire, e che possono essere affrontate solo dopo aver conosciuto meglio il lavoro da lui svolto fino ad oggi.

Nel frattempo lo ringraziamo per lo sforzo immenso – e non privo di rischi, a questo punto - che sta compiendo al posto di una intera comunità scientifica che continua codardamente ad ignorare tutto ciò che non sa spiegare, vanificando in questo modo la funzione stessa della scienza. E forse anche la finalità ultima della nostra esistenza terrena.

Massimo Mazzucco

Vedi anche Edgar Mitchell, l’uomo che ha visto Dio.

Voto: 9.00 (6 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
absinth
Inviato: 11/5/2009 8:17  Aggiornato: 11/5/2009 8:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/12/2005
Da: FRIULI VENEZIA GIULIA
Inviati: 249
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
beh ma questa è la ciliegina sulla torta! Dopo "I padroni del Mondo" arrivano anche le abductions. Malanga l'ho conosciuto e devo dire che oltre ad essere una persona piacevole da ascoltare offre moltissimi suoi scritti interessantissimi che fanno davvero riflettere su tutto quello che ci circonda e non. Per capire un po' il fenomeno abduction c'è Alien Cicatrix
siti:
sentistoria
ufomachine
video, conferenze, ecc...

edo
Inviato: 11/5/2009 9:07  Aggiornato: 11/5/2009 9:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Qualche giorno fa, una persona, mi ha detto di avermi "tolto" un "insettoide" alto tre metri e mezzo che mi succhiava energia da quando ho tre anni e mezzo.
Sarà vero? Verificherò con una seduta d'ipnosi regressiva. (non scherzo).

sigmatau
Inviato: 11/5/2009 9:17  Aggiornato: 11/5/2009 11:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Ecco [finalmente...]un articolo interessante!...

... interessante soprattutto per quanto riguarda la ipnosi regressiva che, stando alle poche conoscenze dello scrivente, era una disciplina strettamente limitata nell'ambito della parapsicologia...

... diciamo che l'applicazione della 'ipnosi regressiva', sempre che questa non causi 'danni' ai soggetti ai quali è appllicata, a mio parere dovrebbe essere applicata su larga scala non solo nel contesto degli 'alieni', bensì per 'decifrare' molti 'misteri' ad oggi ancora senza soluzione...

... per esempio perchè non sottoporre ad ipnosi regressiva un paio di personaggi che oggi sono 'senatori a vita' per cercare di far emergere dal loro 'subconscio' certe verità riguardo ad episodi come Piazza Fontana, strage di Brescia, strage del treno Italicus, caso Moro, Ustica, strage alla stazione di Bologna... e chi più più ne ha più ne metta ...

saluti!...

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
alexg
Inviato: 11/5/2009 9:30  Aggiornato: 11/5/2009 9:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/5/2006
Da: Sybar
Inviati: 179
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Seguo gli studi di Corrado Malanga dal 1999.
All'inizio sono stato piuttosto scettico, rifiutavo l'idea dell'umanità come allevamento da laboratorio.
In seguito i risultati degli studi di Malanga mi hanno convinto a cambiare il punto di osservazione.
La realtà degli alieni è SPAVENTOSA!
Ma per nostra fortuna hanno paura della nostra aggressività.
Pare, infatti, che siamo di gran lunga più pericolosi di loro.
E questo è un nostro vantaggio.

Ci sono due errori che si possono fare lungo la via verso la verità...non andare fino in fondo, e non iniziare.

"Democrazia" è due lupi e una pecora che decidono ai voti cosa mangiare.
"Libertà" è la pecora ben armata che contesta il voto.
Cassandra
Inviato: 11/5/2009 9:50  Aggiornato: 11/5/2009 9:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Ho letto qualcosa di Malanga, e non mi ha fatto una buona impressione. Questo mondo di alieni cattivissimi, senza scrupoli, che sfruttano l'umanità, che ce ne fanno di tutti i colori mi pare molto poco plausibile. Mica per altro: perché per logica ci dovrebbe essere il buono e il cattivo anche tra loro.
Questa descrizione di una realtà atroce in cui le sole vittime e i soli "buoni" (figuriamoci poi!) saremmo noi umani, oltre a non stare in piedi è anche estremamente negativa proprio per le nostre coscienze.

Icke mi ha dato la stessa sensazione.

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
Redazione
Inviato: 11/5/2009 9:54  Aggiornato: 11/5/2009 9:54
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Cassandra: Non conosco Icke, e non so come lavori, ma tieni presente che Malanga non ci mette niente di suo. Lui racconta solo quello che gli raccontano gli addotti sotto ipnosi.

rekit
Inviato: 11/5/2009 9:59  Aggiornato: 11/5/2009 9:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
cit:
Qualche giorno fa, una persona, mi ha detto di avermi "tolto" un "insettoide" alto tre metri e mezzo che mi succhiava energia da quando ho tre anni e mezzo.
.....................
potresti chiedere a questa persona di liberarci anche da un insettoide alto un metro e sessanta che da almeno 15 anni ci succhia un mare di soldi?

nosh1t
Inviato: 11/5/2009 10:05  Aggiornato: 11/5/2009 10:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/9/2008
Da:
Inviati: 143
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
minghia guarda che argomentino leggero leggero c'e' qui al lunedi mattina

premetto che sono solo a meta' dei padroni del mondo (che finora non ha cambiato la mia opinione sulla presenza viva di entita' extraterrestri nel nostro pianerottolo), ma non importa ai fini del discorso di oggi che tocca un argomento molto interessante su cui aggiungo che anche il buddismo da secoli parla di differenti livelli di percezione della realta' e che questo emerge anche nella filosofia kabbalistica che la teorizza in modo molto approfondito.
Non volermene Mazzucco ma secondo me e' fuorviante cercare sempre di scaricare tutto cio' che non si sa bene o non se ne ha una prova tangibile agli ufo, piuttosto che ad altre entita' piu' o meno mistiche perche' inchioda inesorabilmente al muro del dogma la capacita' del pensiero di spaziare dove meglio crede e quindi mi pare un approccio sbagliato.
Piuttosto che continuare a teorizzare in questo modo meglio sarebbe basarsi sull'esperienza personale del paranormale e cercare di confrontarla qui tra noi ma non mi pare che finora nessuno abbia proposto nulla di tutto cio'.
Io direi che un punto di partenza facilmente sperimentabile da tutti, senza entrare in pratiche di cui io mi fido poco come l'ipnosi, sia banalmente quello di analizzare i sogni della sera prima cercando di notare come talvolta si 'vivano' in certi sogni eventi, immagini e suoni assolutamente mai viste in precedenza che farebbe pensare a un viaggio extracorporeo o addirittura (idea mia) una specie di fusione mentale con altre persone che magari quegli avvenimenti li hanno vissuti o visti davvero a dimostrazione quindi dell'esistenza quantomeno di differenti livelli di percezioni.

alexg
Inviato: 11/5/2009 10:32  Aggiornato: 11/5/2009 10:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/5/2006
Da: Sybar
Inviati: 179
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
@ cassandra

"Ho letto qualcosa di Malanga, e non mi ha fatto una buona impressione. Questo mondo di alieni cattivissimi, senza scrupoli, che sfruttano l'umanità, che ce ne fanno di tutti i colori mi pare molto poco plausibile. Mica per altro: perché per logica ci dovrebbe essere il buono e il cattivo anche tra loro. Questa descrizione di una realtà atroce in cui le sole vittime e i soli "buoni" (figuriamoci poi!) saremmo noi umani, oltre a non stare in piedi è anche estremamente negativa proprio per le nostre coscienze."

Malanga non descrive gli alieni come "cattivi" o "buoni", essi fanno sempicemente il loro interesse. Noi non diremmo che Massimo è cattivo se mangia una bella bistecca, anche se le mucche non la pensano così.

In ogni caso siamo soggetti a visite di "scienziati" alieni e non possiamo sapere se sul loro pianeta ci siano buoni o cattivi.
E' necessario guardare il fenomeno senza giudicare con la nostra "morale".

Inoltre Malanga non si limita ad applicare l'ipnosi regressiva, come tutti sanno, ma ha studiato la Programmazione Neuro Linguistica (PNL), il linguaggio del corpo, insomma.

La PNL non mente. Mai.
Infatti sono molti i casi "falsi positivi" riscontrati da Malanga nei suoi studi.
A chi è interessato consiglio di leggere tutti i suoi scritti sull'argomento, ignorando l'iniziale scetticismo che è dovuto più alle nostre personali aspettative che ad una vera conoscenza della nostra realtà.

Cordialmente

Alessandro

EDIT: PS su youtube sono presenti interviste e convegni di Corrado Malanga. E' un buon modo per approcciare questo difficilissimo argomento.

Ci sono due errori che si possono fare lungo la via verso la verità...non andare fino in fondo, e non iniziare.

"Democrazia" è due lupi e una pecora che decidono ai voti cosa mangiare.
"Libertà" è la pecora ben armata che contesta il voto.
Santaruina
Inviato: 11/5/2009 10:46  Aggiornato: 11/5/2009 10:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 13/10/2004
Da: Sud Europa
Inviati: 5123
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Religione viene dal latino re-ligere, ovvero mettere insieme, unire.
Unire ciò che sta in alto con ciò che sta in basso, più estensivamente.

Per quanto riguarda le ricerche di malanga, hanno certamente un notevole interesse.
Forse però dovrebbe "aprirsi" un po' di più, ed abbandonare il dogmatismo-ateo iniziale con cui si approccia alla questione.

In fondo tutte le culture tradizionali da millenni discettano di come esistano esseri "intermedi" che entrano in comunicazione, spesso in modo parassitario, con la psiche degli esseri umani.

Il problema è che nei nostri tempi per rendere accettabile un pensiero simile è molto più consigliabile parlare di alieni e di abduction, piuttosto che di demoni e "possessioni".
Nel primo caso infatti si è degli studiosi seri, nel secondo dei bigotti creduloni.

Blessed be

-o- Ama e fa' ciò che vuoi -o-
fender207
Inviato: 11/5/2009 10:51  Aggiornato: 11/5/2009 11:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/10/2008
Da: Babilonia
Inviati: 169
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Io ho letto i libri di Jung (inventore dell'ipnosi regressiva) riguardanti il fenomeno UFO, visto da egli come una manifestazione di processi dell'inconscio (molti pensano si parli di inconscio come di qualcosa all'interno del nostro corpo o della nostra mente, queste persone non sanno chi è Jung) ho guardato la maggiorparte degli studi e delle opinioni che ho trovato anche in rete, e l'idea che mi sono fatto è che gli ufo si potrebbero dividere in 3 categorie:
Le visioni inconscie, che sono reali quanto la realtà per chi le vive;
Le materializzazioni di egregore presenti nell'inconscio collettivo, ancora più "reali" ("reale" è una parola sul cui significato ci si dovrebbe accordare);
E infine i finti dischi volanti, ologrammi proiettati dall'elite di tecnocrati (sedicenti stregoni o illuminati) al governo dietro le quinte.
A quest'ultimo proposito invito a valutare questa ipotesi:

http://www.croponline.org/progettobluebeam.htm


IL PROGETTO BLUEBEAM

"L'unica cosa che ogni uomo teme è l'ignoto.
Messi di fronte a questo scenario, rinunceremo di buon grado
ai diritti individuali in cambio della salvaguardia
della nostra incolumità da parte del governo mondiale".

[Henry Kissinger, 1992, incontro del Bilderberg group a Evian-Les Bains, Francia]





" ATTENTO A CIO' CHE PENSI PERCHE' SI POTREBBE MANIFESTARE..."

«Quando guardo la storia sono pessimista, ma quando guardo la preistoria sono ottimista.»
dino
Inviato: 11/5/2009 11:06  Aggiornato: 11/5/2009 11:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 2/11/2007
Da:
Inviati: 2315
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
.... per me questo Corrado Malaga è solo un ciarlatano capace di trarre precise conclusioni da situazioni che ammette di non poter interpretare o capire... la sua tesi è infantile e si fonda sul nulla, i suoi studi non trovano alcuna verifica oggettiva, e sembrano più orientati nello sforzo di cercare conferme alla sua fantasia che di fare una sana ricerca scientifica... trovo strano che LC dia risalto a questo personaggio denominato persino come scienziato, che trae precise conclusioni dalla non conoscenza.... non mi disturba la formulazioni di nuove teorie, ma mi annoiano quelle teorie che pretendono di relegare il raziocinio scientifico ad elemento di secondo piano... tutte le religioni partono così, nello stesso modo con cui Malaga ci propone le sue convinzioni, anch'esse piene di dogmi che però non intralciano le azzardate conclusioni, sostenibili solo con la cieca fede... non credo che l'Umanità abbia bisogno di altre religioni, ne abbiamo già tante, ed hanno tutte combinato un sacco di guai.... ciaodino

desbouvet
Inviato: 11/5/2009 11:08  Aggiornato: 11/5/2009 11:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da:
Inviati: 541
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Io credo a mio fratello. In epoca non sospetta, quando non si conoscevano le ricerche del dott. Malanga, mio fratello mi descrisse un episodio capitatogli, nei minimi dettagli. L'episodio collima perfettamente con una di quelle esperienze raccolte da M., rare per la verità, in cui un umano riuesce "a respingere l'attacco". E aggiungo, meno male.

Sull'ateismo e non, non mi pronuncio. Il discorso è davvero troppo lungo. Volevo però dire che io trovo INCREDIBILE il lavoro di Malanga (e colleghi) per quanto riguarda il celeberrimo crop circle di Chilbolton. Quello è veramente un lavoro straordinario...

NiHiLaNtH
Inviato: 11/5/2009 11:11  Aggiornato: 11/5/2009 11:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Santa stai parlando di due cose differenti
un alieno ( e non è detto che venga per forza da un altro pianeta ) è un essere fatto di carne ed ossa mentre le entità negative sono incorporee, entrambi esistono e sono in grado di succhiare energia da altri esseri viventi ma appartengono a dimensioni molto diverse tra loro.

edo questo tizio che tecnica ha utilizzato per liberarti dall'insettoide?

desbouvet puoi raccontarci l'esperienza di tuo fratello?

luca2012
Inviato: 11/5/2009 11:16  Aggiornato: 11/5/2009 11:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 69
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
A proposito di Malanga, il professor Riccardo Luccio, direttore del dipartimento di psicologia dell'Università di Firenze dice: "Devo purtroppo dire che a mio giudizio Malanga non possiede una competenza sufficiente in fatto di ipnosi, come ho potuto constatare personalmente nel corso di una tavola rotonda a cui abbiamo partecipato".
Poi sull'ipnosi regressiva si può citare l'esperimento di Lawson, De Herrera e McCall, i quali ipnotizzarono dei volontari estranei al fenomeno ufo e chiesero loro di descrivere un avvistamento ufologico e successivamente di raccontare come fossero arrivati all'interno dell'oggetto che avevano descritto. Ebbene gli ipnotizzati fornirono dettagliatissime descrizioni, estremamente simili, anche nei particolari, a quelle della casistica reale.
L'ipnosi regressiva, a mio avviso, più che essere il metodo per scoprire quest'ondata di abduction, è proprio la sua causa.

Il professor Luccio alla domanda "Durante una seduta è possibile calibrare le domande per evitare di suggestionare l'ipnotizzato?" risponde "Se non si suggestiona il soggetto, non lo si ipnotizza affatto". Più chiaro di così.

yarebon
Inviato: 11/5/2009 11:19  Aggiornato: 11/5/2009 11:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Malanga parla di Dio, anima, spirito, non mi sembra affatto un ateo, almeno non nel senso che tutti vogliono dargli.
Il suo ateismo scientifico ad un certo punto era da ostacolo alla sua ricerca...

desbouvet
Inviato: 11/5/2009 11:29  Aggiornato: 11/5/2009 11:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da:
Inviati: 541
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
desbouvet puoi raccontarci l'esperienza di tuo fratello?


No. Sarebbe giusto lo facesse lui, ma non è interessato. E' occupato, giustamente, a farsi una vita. Qui basti dire che ciò che ha raccolto Malanga, in qualche modo, è vero, ossia reale. Il problema è la lettura del fenomeno reale. Io NON metterei la mano sul fuoco che le conclusioni di Malanga siano quelle giuste.

sick-boy
Inviato: 11/5/2009 11:33  Aggiornato: 11/5/2009 11:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/10/2006
Da: Leith
Inviati: 2710
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Mi gioco le mutande che Malanga non la racconta del tutto giusto, oppure non la raccontano giusta gli addotti – non a caso e` Malanga stesso a lasciare la collaborazione con il centro ufficiale italiano sugli UFO (il cui nome preciso ora non ricordo) “perche` aveva legami coi servizi”. E si sa` - o si dovrebbe sapere – che excusatio non petita, accusatio manifesta. Il tutto, ovviamente, per essere l’ennesimo propagandista, piu` o meno consapevole, del noto Etat d’Esprit del momento – Coscienza, Uomo Nuovo, Alieni che hanno creato l’uomo e lo tengono prigioniero, Consapevolezza ed Anima. Insomma, le solite menate gnostiche che vanno avanti dacche` esiste una qualsiasi forma di spiritualita`, riproposte in una forma piu` accessibile alla famosa casalinga di Voghera – ma in realta` sembrerebbe che tali profondissime rivelazioni interessino soprattutto il nostro webmaster.

Ovviamente Malangone non ha uno straccio di prova in mano, altrimenti pubblicherebbe maltrove e non su LC: a differenza di un undici settembre, le cui conseguenze politiche di un rifiuto della versione ufficiale sono non percorribili, ci son fior fior di miliardari che pagherebbero parte dei loro miliardi per una mezza prova di alieni che spazzerebbe via gli ultimi residui di societa` e credenza tradizionale.

Le cose di cui parla Malanga sono talmente inventate che nulla impedisce, a quel punto, di dire che in realta` e` la stessa mente di Malanga, durante l’ipnosi, a interferire con le onde dell’emisfero destro del cervello ipnotizzato e, influenzandole, ne ottiene sempre le stesse coerenti visioni. Insomma, che stiamo a di` Massimo? Nulla di tutto cio` e` ne` verificabile ne` falsificabile, di cosa parliamo? Come posso controllare che cio` che dice non sia falso? Non ne ho i mezzi – a differenza, ad esempio, del 911.

esistono nel mondo migliaia di persone che ritengono di essere state addotte dagli alieni, e nel loro insieme costituiscono una realtà impossibile da liquidare come semplice fantasia della mente umana

E` la stessa identica cosa con I miracoli, eppure li` nessun putiferio. Anzi, ora va per la maggiore attribuire agli Alieni i miracoli. E nessuno che ne rimanga basito.

Una quantità notevole di riscontri incrociati, sommati a numerose prove tangibili

Di tangibile non c’e` proprio nulla. Tutti gli indizi investono al massimo un senso su cinque alla volta.

Che poi siano stati rapiti da veri extraterrestri, piuttosto che da pupazzi di Disneyland, rimane da decidere, ma sulla veridicità dei loro racconti è difficile ormai avanzare dubbi.

Premessa tendenziosa (pupazzi di Dineyland) e conclusione che non segue a nulla. E rimane il famoso “Eat shit, billions flies can t be wrong” .

Chi ci ha rimesso di più infatti, in questo festino permanente di disinformazione, sono proprio gli addotti: mentre chi racconta di “aver visto un UFO” rischia al massimo di sentirsi chiedere se per caso abbia la febbre, chi è stato addotto dagli alieni non pensa nemmeno lontanamente di raccontarlo agli altri, e si ritrova costretto a convivere con questa realtà agghiacciante nella più profonda solitudine.

A meno che non sia semplicemente un mitomane o uno che ha scambiato una cosa per un altra, argomento che a questo punto viene abbandonato. Quindi anche la caritas che si tira in ballo qui mi sembra vagamente fuori luogo.

Dopo una serie iniziale di esperimenti in doppio cieco, condotti su persone che si non erano mai conosciute fra di loro, Malanga si rese conto che era necessario introdurre nell’ equazione termini come “anima”, “spirito”, o “coscienza”, che non sono quantizzabili in termini scientifici, ma la cui presenza ricorreva in tutte le storie con regolarità impressionante

Se non sono quantizzabili in termini scientifici (qualunque cosa voglia dire) non vuol dire che non siano pero` definibili. Ma visto che di definizioni non c’e` traccia, cosa ne devo concludere? Mi appiglio ad un significato generico di coscienza?

Per Malanga infatti è centrale il ruolo della coscienza, che è in grado di modificare la nostra percezione della realtà, come dimostrato ormai da anni da un noto esperimento scientifico.

1 – cos’e` la coscienza
2 – in cosa consite la modificazione della percazione (“il tempo vola quando ci si diverte”.. grazie al c…)
3 – come di fatto avviene la modificazione e che ruolo ha la coscienza in tutto cio`
4 – Ignoranza mia: a che esperimento ti riferisci?

Si aprì così per Malanga un mondo vasto e sconosciuto, del quale è venuto scoprendo gli aspetti più reconditi grazie a venti anni di sedute di ipnosi regressiva condotte sugli addotti.

Notare anche che gli alieni rapiscono e, oltre a parlare la nostra lingua, spiegano tutto quello che possono al rapito, per poi rimetterlo in liberta` condannato ad una vitaccia.

Sono loro – o meglio la loro coscienza – a descrivere tutto questo, e lo fanno spesso con una minuzia nel dettaglio scientifico che trascende di gran lunga la preparazione culturale del soggetto esaminato.

ma ancora non si e` capito cos’e` sta coscienza, e cosa vuol dire che parla lei al posto dell’individuo a cui appartiene.

“Raramente - dice Malanga - senti al bar il calzolaio con la terza elementare che disquisisce sul rapporto spazio-tempo, mentre disegna con disinvoltura su un foglietto la struttura del DNA”.

a disegnare una doppia elica son buon cani e porci, ed un appassioanto di star trek potrebbe disquisire di spazio tempo esattamente al livello di Malanga nei sui scritti

Nasce così una preziosa raccolta di informazioni, che dopo lunghi anni di ricerca Malanga sta finalmente cercando di riordinare in termini scientifici. Rimane la barriera, per ora insuperabile, che impedisce di quantificare gli elementi più “volatili” del fenomeno, di cui Malanga ha percepito l’esistenza

E come l’ha percepita? Perche` la scienza, prima di usare il metro, usa il logos. Quindi non capisco come non riesca a comunicare le sue percezioni.

D’altronde, l’introduzione di elementi non verificabili, nella costruzione di una teoria, viene praticata regolarmente dalla scienza. Accade ad esempio che l’astrofisico si accorga che manchi nell’universo, secondo le Leggi di Newton, circa il 90% della massa necessaria al suo equilibrio complessivo, e presupponga quindi l’esistenza di una non meglio definita “materia oscura”, nell’attesa di poterla portare completamente in luce.

Ma l’astrofisico lo fa perche` la sua teoria, che ha verificato e illustrato a tutti come verificare, ha un problema di coerenza con UN’ ALTRA TEORIA, altrettanto e non meno verificata, e si ammette in tale modo cosa manca. Ma non e` un mistero che la Legge Unica sia l’obiettivo della fisica. La materia oscura e` palesemente una pezza teorica, lo si vede dal nome stesso, non e` come il lavoro di Malanga che NON SI PUO VERIFICARE.

E’ peraltro affascinante la sensazione costante che offre Malanga di poter ridurre un giorno a sistema matematico quello che la scienza oggi non vuole nemmeno sentir nominare: Dio.


Ma tu guarda che caso!

Malanga, che si professa rigorosamente ateo, chiama “Dio” il Grande Sistema Cosciente di cui facciamo parte

Sento le mie mutande saldamente ancorate alle chiappe.

Siamo quindi agli antipodi di Cartesio, che poneva l’osservatore fuori dal sistema osservato, illudendoci di poterlo valutare in termini oggettivi.

No, Cartesio non illude proprio nessuna. Cartesio argomenta.

All’interno del Grande Sistema Cosciente, secondo Malanga, interagiscono da milioni di anni diverse razze di esseri viventi, che abitano diversi pianeti in diversi sistemi stellari. Per quando diverse all’apparenza fra loro, queste razze sembrano avere tutte una matrice in comune, rilevabile dalla forma “umanoide”: testa, tronco, braccia e gambe. Il corpo delle diverse razze varia cioè in dimensioni, proporzioni e aspetto esteriore, ma condivide la stessa struttura fisiologica, intesa come collocazione relativa delle varie parti del corpo.

Mi sembra tutto molto serio.

Se condividano poi anche gli aspetti “sottili” dell’essere umano, a noi non visibili, rimane forse la domanda più interessante di tutte

non visibili a noi ma che non sono sfuggiti a Malanga

Se Malanga fosse Padre Balducci, citerebbe a questo punto la recente dichiarazione di Gabriel Funès, direttore dell’osservatorio astronomico della Specola Vaticana (la persecuzione di Galileo, ormai è chiaro, fu solo una grandiosa messa in scena: i migliori telescopi sembra che li abbiano proprio loro): “Si può ammettere l'esistenza di altri mondi e altre vite – ha detto Funès - anche più evolute della nostra, senza per questo mettere in discussione la fede nella creazione, nell'incarnazione e nella redenzione".

Non so veramente cosa tu stia blaterando. Ma lo sai che la teoria del big bang fu proposta da un gesuita (Georges Lemaître)?

Malanga però non ama le religioni, e ci ricorda che il termine deriva da res-ligo, ovvero “legiferare”, quindi “mettere sotto controllo”. Malanga invece vuole essere libero di muoversi in ogni direzione, per poter analizzare, classificare e interpretare al meglio i dati ricavati dalle mille sedute di ipnosi regressiva.

Brutte religioni che imprigionano la nostra Coscienza ed impediscono il Risveglio. Aspettiamo solo la Chiamata!!!

Il bello di Malanga sta proprio qui: in questa “configurazione filosofica” dell’universo non c’è nulla di personale, di gratuito o di casuale.

AHAHAH; ma come fai a dire che non c’e` nulla di personale? Qui e` tutto personale, non c’e` niente che io possa controllare.

Nel frattempo lo ringraziamo per lo sforzo immenso – e non privo di rischi, a questo punto - che sta compiendo al posto di una intera comunità scientifica che continua codardamente ad ignorare tutto ciò che non sa spiegare, vanificando in questo modo la funzione stessa della scienza. E forse anche la finalità ultima della nostra esistenza terrena.

No, io non lo ringrazio e non capisco dove tu voglia andare a parare con questa deriva Hippy. La mia domanda e`: come e dove posso verificare le cose dette nel tuo articolo? Ti ricordo che sul 911 si aveva la bella abitudine di controllare anche I peli delle ascelle di ogni singolo testimone.

La mia conclusione, per onesta` intellettuale, e` sempre la stessa. Dal mitico thread sul culto di lucifero e il novo ordine mondiale (apparentemente OT) Ne la “Ipostasi degli Arconti”, un documento gnostico egiziano, leggiamo come la storia tradizionale della disobbedienza dell’uomo nei confronti di Dio viene reinterpretata come il conflitto universale tra la “conoscenza” (gnosis) e le forze oscure (exousia) del mondo, che tengono l’anima umana nell’ignoranza. La Ipostasi descrive l’uomo come figlio della Sophia, la saggezza eterna, creato secondo il modello dell’ aion, il regno immortale dell’eternità. Dall’altra parte, non sono né Dio e neanche la Sophia i responsabili della creazione dell’uomo. Al contrario, questo compito è svolto dagli arconti, le forze demoniache che a causa della loro debolezza intrappolano l’uomo nel corpo materiale e questo lo allontana dalle sue origini divine. Essi collocano l’uomo nel paradiso e gli proibiscono di mangiare dall’albero della conoscenza. Il divieto è visto dall’autore del testo non come un comandamento ma come una precauzione maligna messa in atto dagli spiriti inferiori contro il rischio che Adamo entri in comunicazione con l’autentico Dio, e disponga così della vera gnosi. Secondo questa versione, Adamo viene continuamente contattato dal vero Dio affinché ricongiunga l’umanità con l’autentica Gnosi. Gli arconti intervengono e creano Eva per distrarre Adamo dalla ricerca della Gnosi. Comunque, l’Eva gnostica è una sorte di “agente segreto” mandato da Dio, affinché spinga Adamo a venire a conoscenza della verità che gli viene nascosta. Gli arconti tramano per sabotare questo tentativo, facilitando i rapporti sessuali tra Eva ed Adamo, un atto teso a corrompere la natura spirituale della donna. In questo frangente, la Ipostasi reintroduce un antagonista familiare all’originale racconto biblico: ma ora il principio della saggezza femminile riappare sotto la forma del serpente, chiamato “l’Istruttore”, che suggerisce alla coppia mortale di disobbedire al divieto degli arconti e di mangiare dall’albero della conoscenza.[...] Così l’umanità è colpita dalla maledizione degli arconti[...]. In questo nuovo contesto il serpente non è più Satana, ma è invece un incognito salvatore. Nello stesso tempo, il ruolo di Dio come benevolo Padre è ribaltato[...] La Ipostasi fornisce il modello per tutte le mitologie di stampo Luciferiano. Come nella Ipostasi, l’opposizione binaria nella letteratura Luciferiana riduce Jehova ad una caricatura, come un tiranno opprimente. Egli diviene l’ “arconte dell’arroganza”, l’incarnazione dell’ ignoranza e della superstizione religiosa. Satana, che conserva il suo titolo celeste di Lucifero, è il liberatore dell’umanità. (grassetti miei)

Santaruina
Inviato: 11/5/2009 11:35  Aggiornato: 11/5/2009 11:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 13/10/2004
Da: Sud Europa
Inviati: 5123
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
un alieno ( e non è detto che venga per forza da un altro pianeta ) è un essere fatto di carne ed ossa mentre le entità negative sono incorporee,

I padri della Chiesa hanno passato secoli a trattare delle entità "eteree" ed "infere", descrivendone composizione, grado di fisicità, possibilità di interferire nel mondo fisico.
Sono ricerche e discussioni appartenenti ad altre epoche, ma la trattazione descrive una serie di creature dalle caratteristiche molto diverse tra loro.

Ma, ripeto, si tratta di discussioni appartenenti ad altre epoche.

-o- Ama e fa' ciò che vuoi -o-
Redazione
Inviato: 11/5/2009 11:36  Aggiornato: 11/5/2009 11:36
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
SANTARUINA: "Il problema è che nei nostri tempi per rendere accettabile un pensiero simile è molto più consigliabile parlare di alieni e di abduction, piuttosto che di demoni e "possessioni".

Mi pare che l'ultimo libro di Malanga si chiami "Angeli e demoni", e se ho capito bene (non l'ho letto) parla anche di possessioni. Ma senza le virgolette.

Redazione
Inviato: 11/5/2009 11:39  Aggiornato: 11/5/2009 11:39
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
SICK-BOY: "La mia domanda e`: come e dove posso verificare le cose dette nel tuo articolo? "

Non puoi. Si tratta di una intervista, in cui io racconto quello che ho capito di lui.

Nulla ti obbliga a credermi, e nemmeno a partecipare al thread.

Santro
Inviato: 11/5/2009 11:48  Aggiornato: 11/5/2009 11:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2005
Da:
Inviati: 748
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Il problema è che nei nostri tempi per rendere accettabile un pensiero simile è molto più consigliabile parlare di alieni e di abduction, piuttosto che di demoni e "possessioni".

Infatti sono esattamente la stessa cosa, solo che con la parola 'demoni' si liquidava la faccenda senza indagare cosa poi fossero questi demoni, venendo concepiti come qualcosa di nebuloso, immateriali e certamente cattivi con chi non si affidasse alla protezione del 'Signore'.
Definendoli 'alieni' gli si da una materialità. Un'identità e una coscienza di 'altro' dall'essere umano ma anch'essi reali e con uno scopo che risponde alle loro necessità e non, invece, mera cattiveria nei confronti dell'uomo 'peccatore'.
La nostra arma di difesa è prendere coscienza della loro esistenza e intenzione e della nostra reale condizione di ingannati, tenuti nell'ignoranza di noi stessi.
Se saprai chi sei, saprai come intervenire. Credo che CM ci possa dare una mano, in questo senso, a comprendere. Poco importa se quello che afferma non è, nei dettagli, la totale verità.

Questo, secondo la mia personale opinione.

ETERNAL SALVATION
(or triple your money back)
ahmbar
Inviato: 11/5/2009 11:48  Aggiornato: 11/5/2009 11:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2007
Da: Milano
Inviati: 1785
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Luca2012
Ebbene gli ipnotizzati fornirono dettagliatissime descrizioni, estremamente simili, anche nei particolari, a quelle della casistica reale. L'ipnosi regressiva, a mio avviso, più che essere il metodo per scoprire quest'ondata di abduction, è proprio la sua causa.

Non sono daccordo, perche' le persone che si sottopongono ad ipnosi sono gia' prima preda di incubi, dove vivono flash spezzettati dell'esperienza che hanno vissuto
Come potrebbero essere influenzati da qualcosa che non hanno ancora provato?

Per offrire una possibile spiegazione al fenomeno da te descritto esiste la concreta possibilita' che, scollegando la parte cosciente, si permetta l'accesso alla cosiddetta "coscienza cosmica", quello che Rupert Sheldrake chiama campi morfogenici link, dove le informazioni di alcuni sono disponibili per tutti

Mi rendo conto che si parla di "scienza di confine", ma per me' e' stato piu' che illuminante leggere quanto si e' discusso qui, dove ci sono conferme dai piu' svariati campi della ricerca sulla realta' di un mondo (ancora per poco, si spera) non percepibile ma gia' reale e misurabile pur con gli obsoleti sistemi che ci hanno insegnato ad essere gli unici validi

Per chi desidera informarsi sulla piu' grande menzogna dell'era moderna
FAQ 11 settembre 2001
desbouvet
Inviato: 11/5/2009 11:48  Aggiornato: 11/5/2009 11:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da:
Inviati: 541
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Ovviamente Malangone non ha uno straccio di prova in mano


Lo si vede dal lavoro (mirabile) che ha fatto sul crop di Chilbolton. E lo si vede dai suoi occhi. Si vede cioè che Malanga si è andato a cacciare in un bel casino. Non tira le conclusioni che dovrebbe tirare. Non arriva in fondo al fenomeno. Il suo cervello davvero interferisce con le sue ricerche, per autodifesa si capisce. Ma è umano anche lui, cribbio.

I fenomeni investigati da Malanga sono REALI, questo è il punto. Cosa siano affettivamente, e perchè esistano, è tutta un'altra faccenda. Del resto Malanga stesso, ogni tre frasi che pronuncia, dice: " La mia IDEA è che....".

sick-boy
Inviato: 11/5/2009 11:49  Aggiornato: 11/5/2009 11:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/10/2006
Da: Leith
Inviati: 2710
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Nulla ti obbliga a credermi, e nemmeno a partecipare al thread.

Al thread partecipo perche` nessuno me lo ha vietato. Domandare e` lecito e rispondere e` cortesia. E la domanda, mi scuso per averla espressa male, e`: so bene dove Malanga ha scritto tutte queste cose, e so - come sai tu - che non sono verificabili. Quindi e` valida tanto quanto la mia teoria dell'interferenza della sua mente con quella degli "addotti" no?

PS. ma lo sai che ancora esiste un esorcista per diocesi e che spesso gli indemoniati glieli mandano proprio i medici?

mc
Inviato: 11/5/2009 11:52  Aggiornato: 11/5/2009 11:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Il bello di Malanga sta proprio qui: in questa “configurazione filosofica” dell’universo non c’è nulla di personale, di gratuito o di casuale. Malanga cerca solo il modo più corretto per ricomporre gli elementi del puzzle che man mano viene raccogliendo nelle sedute con gli addotti.

Massimo, se il bello di Malanga e' tutto li', allora non esiste un suo lato migliore:
ho sentito la sua "ricomposizione" dalla sua voce direttamente e, anche, cio' che egli dice contrasta (direi ovviamente: perche' e' praticamente impossibile non esprimere il proprio parere in una qualsiasi ricostruzione, anche la piu' imparziale!!) con cio' che affermi tu, ovvero, che svolge una attivita' di ricostruzione meramente ripropositiva delle esperienza raccolte.

La "ricostruzione" e' chiaramente un'operazione interpretativa degli elementi che si dice di aver raccolto diffusamente.


Poi dici:
La scienza "codardamente" non affronta i discorsi "ignoti"...
Ma che discorso e'?
Quindi, se uno non sa una cazzo di fisica nucleare o di quantistica e' un codardo se non ne parla?
E un corrotto se non fa ricerca personale?

Sarebbe meglio che sparasse cazzate a raffica sull'argomento, piuttosto, che evitare le "cose che non conosce"?

Abbi pazienza...


"Rigorosamente ateo" e parla di "Dio, il Grande Sistema Cosciente di cui facciamo parte...":
A me basterebbe questa frase, per smettere di ascoltare all'istante qualsiasi cosa mi voglia dire un individuo.

E' un parere personale, ovviamente.


p.s.:
Come fai a parlare influenza sull'opinione pubblica di elite di potere e poi tralasciare "dettagli" come l'interesse sul discorso UFO della stessa parte di persone e i suoi mezzi piu' importanti per dare corpo a certe fantasie (Hollywood su tutti!) e parlare in questo articolo di "Una quantità notevole di riscontri incrociati, sommati a numerose prove tangibili, permettono oggi di dire che queste persone – nella loro stragrande maggioranza, si intende – abbiano realmente vissuto le esperienze che descrivono" esprimendola come una certezza?
...

Sei stato addotto anche tu, per caso?



x Edo:
Tu sei anche quello che ha una amica che "alla NASA le hanno detto che cio' che lei vede e' perfettamente normale anche se gli altri non le vedono"?? Ma e' la stessa persona?
E se fosse un'altra, me la toglieresti una curiosita':
Ma dove cazzo le incontri tutte queste persone particolari?

Buona giornata.
mc

edo
Inviato: 11/5/2009 11:58  Aggiornato: 11/5/2009 12:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Nihil..edo questo tizio che tecnica ha utilizzato per liberarti dall'insettoide?

A sentir lei... li sente e per allontanarli pare che basti dirgli di andarsene.

Mi è venuto in mente il godibilissimo libro di Kary Mullis "ballando nudi nel campo della mente" baldini e castoldi. Un capitolo parla proprio degli alieni e a giudicare dalla sua personale esperienza direi che non gli hanno lasciato un bellissimo ricordo!

manneron
Inviato: 11/5/2009 11:59  Aggiornato: 11/5/2009 12:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/2/2006
Da:
Inviati: 951
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
io i video di malanga li sto guardando su youtube. quando ho finito parto con 2500 domande se ho tempo e se riesco a trovare un punto di partenza da cui fare domande.
malanga è una persona straordinariamente affabile e intelligente, ho anche passato la storia che gli alieni si vanno a mettere dentro le caverne vicino ai vulcani per scaldare l'acqua della pastasciutta (ho tradotto io ovvviamente), ma fa di quei salti che david icke sembra del cicap per quel che capisco ora.

ahmbar
Inviato: 11/5/2009 12:12  Aggiornato: 11/5/2009 12:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2007
Da: Milano
Inviati: 1785
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
mc
Ma dove cazzo le incontri tutte queste persone particolari?

Ciao Marco, puoi ovviamente credere o meno a cio' che sto per dirti, ma ti assicuro che a me e' successo realmente

Da ca un paio di mesi ho cambiato (finalmente!) atteggiamento verso la vita, adottando quello che si chiama volgarmente "pensiero positivo", o "bicchiere mezzo pieno"
Sono sempre di buon umore e mi sto interessando proprio agli aspetti di cui anche Malanga parla, approfondendo una ricerca che mi sta' dando sempre piu' conferme e gioia interiore

Uno delle cose che ho letto riguarda proprio il fatto che noi siamo come delle calamite, attraiamo cio' che desideriamo piu' o meno consciamente, e non trovo per nulla strano che chi si interessa di certi fenomeni incontri altre persone che li vivono

Nel mio piccolo posso dirti che sul mio taxi sono saliti ultimamente (casualmente ) diversi medici, psicologi, ricercatori o persone comuni che si stanno interessando (piu' o meno) a cio' che sto sperimentando di mio
E quasi tutti persone allegre o che lo sono state un po' di piu' quando mi hanno lasciato, perche' abbiamo anche un enorme potere di influenzare non solo noi stessi, ma anche gli altri con il solo nostro atteggiamento.



E ti sto dicendo solo la parte piu' evidente di quello che sto sperimentando, per l'altra ancora ci sono molte cose che voglio controllare, ma i risultati sono....eclatanti

Stai allegro, e' gratis e ti fara' vivere meglio

Per chi desidera informarsi sulla piu' grande menzogna dell'era moderna
FAQ 11 settembre 2001
mc
Inviato: 11/5/2009 12:18  Aggiornato: 11/5/2009 12:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Edo:
Ho capito e' la stessa.

Non ho motivo di dubitare di quello che posti.
Non ho motivi per credere in quello che posti.
Lo dico senza polemiche.

(Volevo gia' dirtelo la volta scorsa, ma non mi sembrava importante... adesso credo sia piu' spendibile come posizione personale... visto l'articolo di Massimo).

E da quando lo "ha allontanato" ti e' cambiato qualcosa?
Ma poi, "da quando avevi tre anni che ti succhia energia"?
Ma... lei ti conosce da quando eri piccolo?
Glielo ha detto l'insettoide questo dettaglio?

E alla NASA le han confermato le sue "visioni"?

mc

Timor
Inviato: 11/5/2009 12:25  Aggiornato: 11/5/2009 12:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/11/2005
Da:
Inviati: 639
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Le informazioni attinte da Malanga attraverso le sue sedute di ipnosi regressiva differiscono notevolmente, seppure simili negli elementi costitutivi, nella loro analisi e interpretazione da quelle estrapolate da altri ipnotisti quali Angelo Bona o Dolores Cannon che pure ugualmente si confrontano con energie e intelligenze inconsce non facilmente riconducibili a semplici suggestioni della mente.
Come dire che il background dell'ipnotista conta eccome nell'analisi e interpretazione dei dati

Ma ciascuno di voi potrebbe avere accesso a quel tipo di informazione con qualche speciale pratica sciamanica a base di danza tribale o piante sacre.

Gli spiriti sciamanici paradossalmente, hanno da sempre fatto alla psiche dei soggetti preposti le stesse cose che gli addotti di Malanga attribuiscono agli alieni che in realtà altro non sono che energie archetipali vive e intelligenti strutturanti la nostra realtà.
Interventi chirurgici, smembramenti e sostituzione di organi avvenuti in dimensioni astrali erano la prassi per il soggetto che volontariamente si sottoponeva alle pratiche per diventare iniziato o sciamano.
Bisogna prima morire per poi rinascere come uomini nuovi e in grado di connettersi con altri livelli del reale senza modelli interpretativi condizionanti
L'evoluzione passa attraverso l'abolizione della fasulla dicotomia del giudizio morale in quanto osserviamo esternamente e introiettando ed equilibrando le poralità morali dentro noi stessi.
Chi non vede il lato oscuro dell'Universo dentro il proprio Sè è destinato a viverlo e proiettarli fuori in dittatori, demoni e alieni.

“Abraxas è il Dio duro a conoscere. Il suo potere è il più grande perché l’uomo non lo vede. Del sole egli vede il summum bonum, del demonio l’infimum malum; ma di Abraxas la VITA, indefinita sotto tutti gli aspetti, che è la madre del bene e del male….Duplice è il potere di Abraxas. Ma voi non lo vedete, perché ai vostri occhi gli opposti in conflitto di questo potere si annullano…Ogni cosa che chiedete supplicando al Dio sole genera un atto del demonio. Ogni cosa che create col Dio sole dà al demonio il potere di agire. Questo è il terribile Abraxas.

C.G. Jung - Septem Sermones ad Mortuos

"Il vero Big Bang è la nascita di una coscienza"

"Visita Interiora Terrae Rectificando Invenies Occultum Lapidem"
yarebon
Inviato: 11/5/2009 12:29  Aggiornato: 11/5/2009 12:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Andate nello stesso forum di Malanga, li vi sono numerose persone che hanno avuto queste esperienze e su internet in genere vi sono nomi e cognomi di alcuni addotti.
Parlateci sono persone alla fine normalissime, che fanno la loro vita quotidiana e fatevi una vostra idea personale, nessuno ve lo vieta.
Si può dire che il 99% degli abducted è gente che fa la sua vita, il suo lavoro e che in genere non vuole rendere pubblici i suoi fatti, nel senso non è gente che crea un culto intorno a se o scrive libri e fa conferenze, anzi nel caso degli abducted nessuno si è mai sognato di fare una cosa del genere (tranne rari casi e nella maggioranza di essi, cmq i riflettori sono stati gli stessi ufologi a metterglieli in faccia).

Cassandra
Inviato: 11/5/2009 12:29  Aggiornato: 11/5/2009 12:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Grazie a chi mi ha ricordato che Malanga pratica la PNL.
Era uno dei motivi per cui decisi di non seguirlo.

Ritengo la PNL una cosa davvero orrenda, so per esperienze mia e di altri che viene usata anche all'interno di importanti aziende: i dirigenti fanno corsi di PNL per manipolare i dipendenti, metterli l'uno contro l'altro, renderli soli e impotenti davanti all'autorità... insomma la PNL serve esattamente a fare quello che fanno gli alieni a noi, almeno secondo Malanga!

Mi fido ZERO di chi pratica simili trucchetti. E ritengo peraltro che chi crede tanto nella PNL è un "impotente" mentale e psicologico nonché un disadattato, che non sa interagire coi propri simili in modo chiaro, onesto e limpido, e anche mettendosi in gioco e rischiando di "perdere" in un confronto.

Non mi frega niente se qualcuno si offende. La PNL è una piaga.


"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
edo
Inviato: 11/5/2009 12:30  Aggiornato: 11/5/2009 12:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Edo: Ho capito è la stessa.

No, si tratta di due persone diverse (non si conoscono nemmeno).
Riguardo quella che è stata alla NASA (parole sue eh!), lei avrebbe visto le fotografie fatte dalle loro "macchine".

Al momento non rilevo alcun cambiamento , per me è stata un'esperienza curiosa (non mi sottraggo mai alle esperienze curiose! ).

rivers
Inviato: 11/5/2009 12:30  Aggiornato: 11/5/2009 12:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/11/2006
Da:
Inviati: 493
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Ho visto ieri 40 mins di intervista a Malanga (parziale, non sono andato oltre) e senza troppo esagerare l'ho definito come un morone all'ultimo stadio.

Mi sono bastati gli UFO su Ustica, le basi sottomarine nel Mediterraneo che prendono energia geotermica e altre cose che fortunatamente ho rimosso.

Quella che non ho rimosso è la sicurezza e il carisma di quell'uomo. Un bugiardo così convinto di se non ricade nemmeno nella categoria dei ciarlatani. E' semplicemente scemo.

SpikeZ
Inviato: 11/5/2009 12:32  Aggiornato: 11/5/2009 12:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/9/2007
Da: Karalis
Inviati: 341
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Io stavo cominciando ad interessarmi di Malanga l'estate scorsa, ma poi di li a poco se ne uscì con la profezia che un asteroide sarebbe caduto sul Mediterraneo... sai com'è...

mc
Inviato: 11/5/2009 12:37  Aggiornato: 11/5/2009 12:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Grazie, Ahmbar, per il consiglio.

Chi mi conosce mi reputa abbastanza "positivista", quindi credo di poter capire il tuo stato d'animo.

Citazione:
Uno delle cose che ho letto riguarda proprio il fatto che noi siamo come delle calamite, attraiamo cio' che desideriamo piu' o meno consciamente, e non trovo per nulla strano che chi si interessa di certi fenomeni incontri altre persone che li vivono

Qualsiasi cosa tu legga sull'uomo, e' sempre chiara la complessita' di tali esseri viventi e risulta sempre piu' chiara l'indeterminabilita' di alcuni suoi aspetti. Determinare, percio', un atteggiamento "standard" che possa far star bene tutti allo stesso modo e' pressoche' impossibile, anche per un positivista come me.


Riguardo alle "calamite":
la prima cosa che mi viene in mente e' che tu, in quanto, taxista, e non positivista, incontri tutte le professioni esistenti e qual'ora ti interessassi al "collezionismo d'antiquariato", statisticamente incontreresti un numero consistente di persone legate a cio'.
Poi, sinceramente, non trovo nulla di "slegato" dal "discorso mente" per quello che riguarda l'uomo in generale, per cui e' facile che ogni persona del tuo taxi sia riconducibile alla radice del discorso, in una maniera o nell'altra.

Io sono positivista, ma non riesco ad incontrare musicisti, con la mia stessa passione... almeno non spesso.
Questo fatto lo imputo, pero', alla mia vita sociale non a particolari ragioni "cosmiche". Se facessi il taxista penso che ne incontrerei di piu'.

Inoltre, forse prima non "archiviavi" gli incontri professionali di cui facevi l'elenco che ti stupiva, ma le percentuali di incontro, e' molto probabile, siano sempre state le stesse di adesso, solo che non eri interessato al fatto che lo fossero.

mc

manneron
Inviato: 11/5/2009 12:41  Aggiornato: 11/5/2009 12:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/2/2006
Da:
Inviati: 951
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Non mi frega niente se qualcuno si offende. La PNL è una piaga


la peppa!! ma funziona?

mc
Inviato: 11/5/2009 12:44  Aggiornato: 11/5/2009 12:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Ok Edo.

Sono un po' invidioso delle tue amicizie...
(se poi non e' la stessa persona, vuole dire che son due esseri estremamente singolari, non uno solo!)

Al massimo ho conosciuto uno degli addotti di Malanga... devo dire che molto di quello che penso sulla questione deriva dall'idea che mi sono fatto di questa persona (una idea personale) anche se il resto e' stato maturato su quel poco che ho ascoltato e letto dello stesso Malanga.

mc

ELFLACO
Inviato: 11/5/2009 12:49  Aggiornato: 11/5/2009 12:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Notare anche che gli alieni rapiscono e, oltre a parlare la nostra lingua, spiegano tutto quello che possono al rapito, per poi rimetterlo in liberta` condannato ad una vitaccia.


Allora ,c'é una parte del lavoro di Malanga che non è stato riportato chiaramente nel articolo.
Ed è che i rapiti sono praticamente usati come contenitori per parti di memoria di un alieno,alcuni, ed altri sono usati come "batterie" per ricaricare di energia vitale altri alieni.
In pratica il rapito ha "addosso" un parassita.

Nel caso del rapito che ha parti di memoria di un alieno questa memoria "parla"con Malanga usando la mente del rapito,per questo senti che parla la nostra lingua.

SE!! ho capito bene quello che dice Malanga .Sto ancora leggendo il suo libro.

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
fender207
Inviato: 11/5/2009 12:49  Aggiornato: 11/5/2009 12:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/10/2008
Da: Babilonia
Inviati: 169
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Autore: Redazione Inviato: 11/5/2009 11:36:32

SANTARUINA: "Il problema è che nei nostri tempi per rendere accettabile un pensiero simile è molto più consigliabile parlare di alieni e di abduction, piuttosto che di demoni e "possessioni".

Mi pare che l'ultimo libro di Malanga si chiami "Angeli e demoni", e se ho capito bene (non l'ho letto) parla anche di possessioni. Ma senza le virgolette.



Si chiama "ALIENI O demoni"

Io avrei preferito che l'avesse chiamato Alieni=demoni..

Anche se, come ho detto, ritengo se ne possa parlare (con l'uso dei seguenti termini riferito al significato attribuitogli da Carl Jung) come dei "nuovi prodotti della mente collettiva", mentre invece la confraternita babilonese dei tecnocrati (sedicenti illuminati), credo miri ad utilizzare questi nuovi "miti", o archetipi, presenti nella realtà inquanto forme-pensiero, per portare a compimento il loro progetto di dominio chiamato "nuovo ordine mondiale".

a questo proposito mi permetto anche di rimandarvi a questo post di santaruina in cui si prova a far luce sul funzionamento delle "forme-pensiero", chiamate "egregore":
http://santaruina.splinder.com/post/13079210/Eggregore+III

«Quando guardo la storia sono pessimista, ma quando guardo la preistoria sono ottimista.»
ELFLACO
Inviato: 11/5/2009 12:53  Aggiornato: 11/5/2009 12:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Ahi AHI AHi ,rivers mi sa che ti sei guadagnato un bannata fulminante

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
_gaia_
Inviato: 11/5/2009 13:00  Aggiornato: 11/5/2009 13:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/2/2006
Da:
Inviati: 1460
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Non ho ancora letto tutto l'articolo e i commenti, volevo solo un attimo riprendere un aspetto sollevato da Cassandra.
Pur in un sano scetticismo di base, credo che obiettare al lavoro di Malanga vertendo su quel punto sia fallace.
Prendiamo per esempio i nostri scienziati che fanno sperimentazione animale sugli animali:
Mettiamo che in diverse gabbie ci siano diverse comunità di topolini, non tutti sono stati ancora sottoposti a sperimentazione, ma solo alcuni (poniamo che gli venga fatto un semplice prelievo di sangue).
In una gabbia c'è un topo che inizia a indagare sugli incubi che fanno diversi topini, e vien fuori che tutti ricordano di essere stati prelevati da esseri giganti, bipedi, con un camice bianco. Ricordano in ipnosi di essere stati messi su un tavolino dove sono stati sottoposti a prelievi ecc.
Il topo che indaga rileva che ci sono diverse 'razze' di prelevatori (biondi, scuri di pelle, con gli a mandorla ecc), e si fa l'idea che là fuori ci sia una o più specie che dal suo punto di vista sono alquanto cattive.
Lui non sa se quella specie è tutta fatta di elementi opportunisti e stronzi come quelli in camice bianco. Lui parla solo di quelli perché i topini hanno a che fare solo con quelli.
Che ne sa se nel loro mondo ci sono soggetti 'buoni' e 'cattivi', se gli altri approvano l'operato dei camici bianchi, o magari manco lo sanno.. Chi lo sa.

Malaga parla solo delle entità che riscontra in ipnosi. E questi esseri sono evidentemente (dal nostro unto di vista di mucche-cavie) cinici opportunisti. Ma in fondo si comportano nè più nè meno di come si comportano molti ricercatori umani con altri animali del nostro pianeta.. (non tutti gli esseri umani, ma alcuni).

Poi ci sono molti altri discorsi che si possono fare, e anzi dirò che non so ancora se prendere per buone le tecniche che usa Malanga. Ma delle due l'una: o la tecnica che usa non ha valore, e allora buttiamo via tutto, oppure ne ha, e allora so' cazz... (i documenti e i video reperibili in rete sono piuttosto eloquenti in tal senso).

A me non interessa il discorso sui massimi sistemi e le deduzioni di Malanga, vedo cosa emerge dai suoi studi e ci penso su per mio conto.
Volevo solo puntualizzare un aspetto che vedo emergere molto spesso quando si parla delle ricerche di Malanga, e cioè: ma non è possibile che tutti gli alieni siano così brutti sporchi e cattivi! Malanga certamente si sbaglia!
Beh, se ci limitiamo a questo solo punto, l'obiezione -ihmo- non ha molto valore.

Torno nel mio angolino.

Pausania
Inviato: 11/5/2009 13:00  Aggiornato: 11/5/2009 13:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Ed è che i rapiti sono praticamente usati come contenitori per parti di memoria di un alieno,alcuni, ed altri sono usati come "batterie" per ricaricare di energia vitale altri alieni.
In pratica il rapito ha "addosso" un parasita.

Ah, praticamente un incrocio tra Dollhouse e Matrix.

manneron
Inviato: 11/5/2009 13:03  Aggiornato: 11/5/2009 13:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/2/2006
Da:
Inviati: 951
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Citazione:

Ed è che i rapiti sono praticamente usati come contenitori per parti di memoria di un alieno,alcuni, ed altri sono usati come "batterie" per ricaricare di energia vitale altri alieni.
In pratica il rapito ha "addosso" un parasita.


Ah, praticamente un incrocio tra Dollhouse e Matrix


per l'appunto questo è il meccanismo usato dai media che malanga descrive all'inizio ed è una delle parti più verosimili di tutta la storia. quindi io non lo contesterei in questo modo....

fender207
Inviato: 11/5/2009 13:07  Aggiornato: 11/5/2009 13:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/10/2008
Da: Babilonia
Inviati: 169
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Ciao ahmbar.
su questa spinosa questione non sono del tutto daccordo con te.

Citazione:

Citazione:

Luca2012
Ebbene gli ipnotizzati fornirono dettagliatissime descrizioni, estremamente simili, anche nei particolari, a quelle della casistica reale. L'ipnosi regressiva, a mio avviso, più che essere il metodo per scoprire quest'ondata di abduction, è proprio la sua causa.

Ahmbar
Non sono daccordo, perche' le persone che si sottopongono ad ipnosi sono gia' prima preda di incubi, dove vivono flash spezzettati dell'esperienza che hanno vissuto
Come potrebbero essere influenzati da qualcosa che non hanno ancora provato?


Potrebbero certamente essere stati influenzati da cose ancora non provate, essendo l'ipnosi regressiva (ti invito a leggere i libri di Jung) un metodo per portare alla luce la parte della coscienza Atemporale che si manifesta anche nei sogni e nelle visioni premonitrici.
Lungi dall'essere la causa delle abduction (Luca è completamente fuori strada, secondo me), l'ipnosi regressiva è comunque fonte di eventi parapsicologici.

Citazione:

Per offrire una possibile spiegazione al fenomeno da te descritto esiste la concreta possibilita' che, scollegando la parte cosciente, si permetta l'accesso alla cosiddetta "coscienza cosmica", quello che Rupert Sheldrake chiama campi morfogenici link, dove le informazioni di alcuni sono disponibili per tutti


Non serve dargli un nome così altisonante: si tratta semplicemente dell'inconscio nella sua concezione Junghiana (quella Freudiana è la burla di un incompetente con dei grossi problemi).
Esiste una parte della coscienza umana (o meglio dell'inconscio, nella maggiorparte delle persone) che è sempre connessa con la mente universale, la "memoria akashica" che risiede nell'unità della totalità infinita come in ogni sua infinitesima parte, uomo compreso.

«Quando guardo la storia sono pessimista, ma quando guardo la preistoria sono ottimista.»
ELFLACO
Inviato: 11/5/2009 13:07  Aggiornato: 11/5/2009 13:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
ma non è possibile che tutti gli alieni siano così brutti sporchi e cattivi! Malanga certamente si sbaglia!


Infatti ,come dice Malanga se sono buoni si fanno i cazzi suoi e lasciano che noi ci facciamo i nostri.
IN poche parole se sono buoni non li vedrai mai!!

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
Lezik85
Inviato: 11/5/2009 13:08  Aggiornato: 11/5/2009 13:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/4/2009
Da: Freedonia
Inviati: 1463
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
In modo molto meno sofisticato lo stesso concetto viene espresso da una delle razze più antiche sulla terra, quella degli aborigeni australiani, che chiamano il mondo fisico in cui viviamo “dreamworld”, “il mondo sognato”.


A tal proposito vi consiglio di vedere il film di Werner Herzog "Dove sognano le formiche verdi"

Ghilgamesh
Inviato: 11/5/2009 13:15  Aggiornato: 11/5/2009 13:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Autore: Cassandra Inviato: 11/5/2009 9:50:07

Ho letto qualcosa di Malanga, e non mi ha fatto una buona impressione. Questo mondo di alieni cattivissimi, senza scrupoli, che sfruttano l'umanità, che ce ne fanno di tutti i colori mi pare molto poco plausibile. Mica per altro: perché per logica ci dovrebbe essere il buono e il cattivo anche tra loro.
Questa descrizione di una realtà atroce in cui le sole vittime e i soli "buoni" (figuriamoci poi!) saremmo noi umani, oltre a non stare in piedi è anche estremamente negativa proprio per le nostre coscienze.



Scusa ma io la vedo in modo leggermente differente.

Se NOI esseri umani andassimo su un altro pianeta e trovassimo forme di vita primitive, dici che i nostri militari non ne vorrebbero approfittare?

A prescindere da se sul pianeta terra ci siano o meno persone buone, di sicuro le decisioni, le prenderebbero i solii noti ... chiaramente cattivi.

Con gli alieni credo sia uguale, in alto arrivano i più ambiziosi e bastardi.

E le decisioni sul comportamento sul pianeta le prenderebbero loro.

Poi come hanno già detto, bisogna anche vedere che considerazione hanno di noi.
Se per loro, il divario che ci separa è come per noi quello uomo/mucca ... è chiaro che anche i "buoni" non avrebbero remore a fare esperimenti e torture a noi per stare meglio loro.




Su Malanga, anche io lo seguo da anni e sono contento che Massimo abbia squarciato anche l'ultimo tabù, parlandone.
Credo che le sue ricerce potrebbero servire e non poco a rimettere in ordine molti tasselli che altrimenti non avrebbero senso.
Comportamenti che secondo me esulano dalla natura umana e che si possono spiegare solo con interferenze dirette da parte di esseri non umani.

Pausania
Inviato: 11/5/2009 13:22  Aggiornato: 11/5/2009 13:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Con gli alieni credo sia uguale, in alto arrivano i più ambiziosi e bastardi.

E le decisioni sul comportamento sul pianeta le prenderebbero loro.

Poi come hanno già detto, bisogna anche vedere che considerazione hanno di noi.
Se per loro, il divario che ci separa è come per noi quello uomo/mucca ... è chiaro che anche i "buoni" non avrebbero remore a fare esperimenti e torture a noi per stare meglio loro.

Grande! Siamo già alla sociologia delle razze aliene...

****

Citazione:
per l'appunto questo è il meccanismo usato dai media che malanga descrive all'inizio ed è una delle parti più verosimili di tutta la storia. quindi io non lo contesterei in questo modo....

Certo: lui descrive scenari da telefilm, però sono i media che coprono gli alieni e non lui che propone scenari da telefilm.

Mi raccomando, poi quando c'è un thread sulla Chiesa, tiriamo fuori sempre la storia che "gli altri" sono superstiziosi e ignoranti.

Santro
Inviato: 11/5/2009 13:25  Aggiornato: 11/5/2009 13:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2005
Da:
Inviati: 748
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
E questi esseri sono evidentemente (dal nostro unto di vista di mucche-cavie) cinici opportunisti. Ma in fondo si comportano nè più nè meno di come si comportano molti ricercatori umani con altri animali del nostro pianeta.. (non tutti gli esseri umani, ma alcuni).

QUESTO è ciò che ci fa ORRORE!: pensare di poter essere delle cavie! Un qualsiasi animale rispetto ad una forma di vita superiore che non riusciamo a percepire. Come di certo una formica non è in grado di percepire noi.
È comprensibile rifiutare di accettare di non essere il centro dell'universo; il non plus ultra della 'creazione'. Noi che siamo così in gamba, così intelligenti (ma dove!?) ma soprattutto 'ad immagine e somiglianza di DIO'!!

In natura tutto ciò che è vita è cibo (energia) per un'altra forma di vita.
Mentre il nostro corpo sarà, un giorno, cibo per i vermi; per chi è cibo la nostra energia sottile, (mentale, spirituale, animica ect)?

Questo secondo la mia opinione.

ETERNAL SALVATION
(or triple your money back)
yarebon
Inviato: 11/5/2009 13:33  Aggiornato: 11/5/2009 13:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Certo: lui descrive scenari da telefilm, però sono i media che coprono gli alieni e non lui che propone scenari da telefilm.


perchè secondo te gli alieni a testa di pera bassi e grigi di visitors (serie tv degli anni 80) da dove sono stati presi? Esistevano casi di rapimenti alieni già dagli anni 50 (in realtà le cronache antiche ne sono piene, solo si usavano i nomi di fate, demoni e folletti) e l'alieno grigio e basso che vedi in tv o addirittura in magliette è preso in prestito dall'iconografia ufologica.
Malanga non è il primo e l'unico che studia i casi di rapimento.
La fiction in questo senso manda messaggi (volontari o meno) che spesso ridicolizzano il fenomeno (tanto l'ho visto in un film o in tv) o "preparano" la gente, ma è sempre la fiction che prende dalla realtà.
I casi contrari (la realtà prende dalla fiction) sono facilmente smascherabii.

Redazione
Inviato: 11/5/2009 13:43  Aggiornato: 11/5/2009 13:43
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
SICK-BOY: "Quindi e` valida tanto quanto la mia teoria dell'interferenza della sua mente con quella degli "addotti" no?"

Certo.

Redazione
Inviato: 11/5/2009 13:45  Aggiornato: 11/5/2009 13:45
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
RIVERS: Quali motivi hai per affermare che Malanga sia un "bugiardo"?

Ghilgamesh
Inviato: 11/5/2009 13:54  Aggiornato: 11/5/2009 13:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Autore: Pausania Inviato: 11/5/2009 13:22:47

Citazione:

Con gli alieni credo sia uguale, in alto arrivano i più ambiziosi e bastardi.

E le decisioni sul comportamento sul pianeta le prenderebbero loro.

Poi come hanno già detto, bisogna anche vedere che considerazione hanno di noi.
Se per loro, il divario che ci separa è come per noi quello uomo/mucca ... è chiaro che anche i "buoni" non avrebbero remore a fare esperimenti e torture a noi per stare meglio loro.


Grande! Siamo già alla sociologia delle razze aliene...


"l'intelligenza porta a queste conclusioni, da che esiste una civiltà le cose stanno così.
Che sia uguale su altri mondi non lo so, ma è plausibile.


"Certo: lui descrive scenari da telefilm, però sono i media che coprono gli alieni e non lui che propone scenari da telefilm."


Quindi, in "the lone gunmen" (TELEFILM) si ipotizza un autoattentato tramite un aereo di linea alle torri gemelle ... vuol dire che l'11 settembre non se lo son fatto loro? Vuol dire che le "teorie" di Mazzucco e di qualche milione di persone al mondo siano solo scenari da telefilm?
Per capire ...

EL_GUERCIO
Inviato: 11/5/2009 14:07  Aggiornato: 11/5/2009 14:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/11/2006
Da:
Inviati: 177
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
mmmm.... ma il caro vecchio Philip K. Dick?
esempio, la trilogia di valis

"Non si dicono mai tante bugie quante se ne dicono prima delle elezioni, durante una guerra e dopo la caccia". Otto von Bismarck
Pausania
Inviato: 11/5/2009 14:07  Aggiornato: 11/5/2009 14:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Quindi, in "the lone gunmen" (TELEFILM) si ipotizza un autoattentato tramite un aereo di linea alle torri gemelle ... vuol dire che l'11 settembre non se lo son fatto loro? Vuol dire che le "teorie" di Mazzucco e di qualche milione di persone al mondo siano solo scenari da telefilm?
Per capire ...
Invia un commento

Certo che poi vi stupite se qualcuno con del tempo da perdere mette su interi siti dove raccogliere le panzane che si affastellano sempre più copiose.

Red_Knight
Inviato: 11/5/2009 14:09  Aggiornato: 11/5/2009 14:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Mi piacerebbe davvero conoscere uno dei racconti pronunciati durante l'ipnosi. Le interpretazioni non credo dovrebbero interessare nessuno. Malanga si basa "senza mettere niente di suo" sui soli resoconti? Questo lo può fare chiunque, con i dati alla mano.

Se invece interpreta, chi è per farlo?

So la risposta: nessuno mi obbliga a credergli... però un articolo così lungo e appassionato merita di conoscere il parere del pubblico.

La discussione sulla moralità degli alieni poi mi fa venire in mente i ciechi di Voltaire, che legiferavano sul colore del Sole...

sick-boy
Inviato: 11/5/2009 14:12  Aggiornato: 11/5/2009 15:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/10/2006
Da: Leith
Inviati: 2710
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Pregasi notare anche che gli Alieni vengono cosi` a rappresentare strutturalmente il Male, sono cioe` loro che causano le situazioni di sofferenza al genere umano.

Se non e` pieno new age di derivazione gnostica 'sta roba qui, mi chiedo cosa lo sia.

Massimo, tu che idea ti sei fatto?

Non voglio rispondere per Rivers, ma credo che cio` lo spinge a dargli dello scemo sia il fatto che nessuna persona razionale, e men che meno uno scienziato, puo` giungere a tali strette e circostanziate conclusioni basandosi sul niente che ha in mano.

EDIT: sono preoccupato. Ogni tanto rileggo i post e ci sono degli errori ortografici imbarazzanti..

Ghilgamesh
Inviato: 11/5/2009 14:16  Aggiornato: 11/5/2009 14:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Autore: Pausania Inviato: 11/5/2009 14:07:34

Citazione:

Quindi, in "the lone gunmen" (TELEFILM) si ipotizza un autoattentato tramite un aereo di linea alle torri gemelle ... vuol dire che l'11 settembre non se lo son fatto loro? Vuol dire che le "teorie" di Mazzucco e di qualche milione di persone al mondo siano solo scenari da telefilm?
Per capire ...
Invia un commento


Certo che poi vi stupite se qualcuno con del tempo da perdere mette su interi siti dove raccogliere le panzane che si affastellano sempre più copiose.


Ma mi raccomando, non rispondere ... sia mai qualcuno si accorga che hai scritto na stronzata!

Cioè, uno fa un film fantasicentifico su una cosa che risulta poi ESSERE VERA, a quel punto, secondo il Pausania pensiero, non bisogna dirlo perchè sarebbe "uno scenario da telefilm"?

audisio
Inviato: 11/5/2009 14:35  Aggiornato: 11/5/2009 14:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
X sigmatau:
tralasciando alcune nostre polemiche del passato, devo dirti che a quanto sembral'ipnosi regressiva non riesca a tirar fuori dal soggetto cose che lo stesso, nel suo intimo più profondo, non voglia far venir fuori.
E questo è un gran bene, altrimenti potrebbe essere uno strumento pericolosissimo.
Purtroppo, però, questa sua caratteristica fa sì che l'ipnosi regressiva non possa essere uno strumento per far parlare che consoce la verità sui misteri d'Italia.
Per quello si dovrebbe ricorrere a droghe sintetiche tipo il leggendario Pentothal o le più moderne MDMA, magari modificate e tarate sul genoma umano.
Cose che probabilmente stanno già realizzando (o hanno già realizzato) nei laboratori sotteranei dell'Elite.

audisio
Inviato: 11/5/2009 14:43  Aggiornato: 11/5/2009 14:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
X Cassandra:
e infatti sembra che questi alieni "buoni" effettivamente ci siano.
Ad esempio, i famosi nordici sembrano, dai racconti degli addotti, più ben disposti nei confronti degli umani rispetto ad insettoidi e rettiliani (i grigi sembra che siano solo manovalanza costruita in laboratorio dai suddetti).
Potrebbero essere i discendenti degli Atlantidei, a loro volta discendenti dei Nephilim creati e poi liberati da Enki e Ninharsag (Osiride e Iside?)?.

rivers
Inviato: 11/5/2009 14:47  Aggiornato: 11/5/2009 14:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/11/2006
Da:
Inviati: 493
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:

Redazione:
RIVERS: Quali motivi hai per affermare che Malanga sia un "bugiardo"?


No attenzione, ho detto che è scemo, non bugiardo.
Siamo su livelli differenti.
E uso il termine scemo perchè il tipo è comunque simpatico e fa ridere.
Ai limiti del cabaret.

goldstein
Inviato: 11/5/2009 14:55  Aggiornato: 11/5/2009 14:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
http://forumtgmonline.futuregamer.it/showthread.php?t=155840

Di questo passo in homepage leggeremo (?) gli annunaki, Sitchin, Tsarion.
Ormai è tardi !

Santro
Inviato: 11/5/2009 15:04  Aggiornato: 11/5/2009 15:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2005
Da:
Inviati: 748
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Se non e` pieno new age di derivazione gnostica 'sta roba qui, mi chiedo cosa lo sia.

non capisco cosa c'è che non va con 'sto gnosticismo. Boh

ETERNAL SALVATION
(or triple your money back)
audisio
Inviato: 11/5/2009 15:05  Aggiornato: 11/5/2009 15:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Vedo che qui si parla ancira della scienza in termini ottocenteschi.
Siamo ancora, per alcuni, in pieno positivismo.
Ancora abbiamo a che fare con concetti come ripetibilità dell'esperimento, verificabilità e falsificabilità che fanno ridere rispetto alle ultime teorie fisiche che si basano più su argomentazioni logiche, processi matematici che per loro natura si basano sull'unico vero strumento di conoscenza che è a nostra disposizione, la nostra mente.
Infatti, cosa vuol dire "ripetizione di un esperimento nelle stesse condizioni"?
E' una cosa assolutamente impossibile, una mera illusione, un velo di maya. Le stesse condizioni non si ripetono mai.
La moderna fisica quantistica, invece, utilizzando quasi esclusivamente la mente e la matematica ha proposto concetti e teorie che possiamo ben dire sconfinino nell'incredibile.
Teoria delle stringhe, multiverso, principio di non-località sono tutte aree in cui la vostra cosiddetta scienza ottocentesca recupera quello che è effettivamente il suo posto, una mera rappresentazione sul terreno del comprensibile di una realtà immaginabile solo elevando all'estrema potenza le nostre facoltà mentali e psichiche.
Giorni fa, mi sono imbattuto per caso (sul sito carmilla online, mai avrei immaginato ciò) in una delle conseguenze derivabili dalla fisica quantistica, la cosiddetta "immortalità quantistica".
Bè, altro che "ai confini della realtà"!

audisio
Inviato: 11/5/2009 15:12  Aggiornato: 11/5/2009 15:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
E aggiungo che la Gnosi è una cosa molto seria.
Per dire, parte da un presupposto che qualsiasi persona dotata di logica (il vero grimaldello che apre tutte le porte) ha dovuto affrontare.
Se Dio esiste, deve essere onnipotente e comprendere tutto in sè.
Ma allora, se così è, la Creazione è in contraddizione con Dio.
Perchè Dio, creando, avrebbe realizzato qualcosa al di fuori di sè, in tal modo limitandosi.
Ossia Dio, in quanto Dio, morirebbe nell'atto stesso della creazione.
A meno che noi stessi non siamo Dio.
Insieme a tutte le cose che esistono nell'Universo.
Ed è precisamente ciò che sostiene la Gnosi.
In effetti, gli stessi Arconti non sarebbero altro che la parte "negativa" di Dio.

Merlino
Inviato: 11/5/2009 15:13  Aggiornato: 11/5/2009 15:13
So tutto
Iscritto: 27/4/2007
Da: roma
Inviati: 25
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
..."Siamo quindi agli antipodi di Cartesio, che poneva l’osservatore fuori dal sistema osservato, illudendoci di poterlo valutare in termini oggettivi."

La chiave di questa discussione potrebbe risiedere in questa frase di M.Mazzucco.
Non credete che escludere approcci "alternativi" oppure altre "dimensione" sia un'ulteriore atto di presunzione di Noi umani?

Ricordiamoci sempre quella citazione di Newton dove ci dipingeva come bambini che giocavano con le conchiglie sulla spiaggia quando il mare ella conoscenza restava inesplorato davanti a noi...

audisio
Inviato: 11/5/2009 15:14  Aggiornato: 11/5/2009 15:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
E ricordiamoci che Newton, nella sua vita, ha dedicato molto più tempo all'esoterismo che non alla sienza cosiddetta "ufficiale".

Pausania
Inviato: 11/5/2009 15:17  Aggiornato: 11/5/2009 15:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Ancora abbiamo a che fare con concetti come ripetibilità dell'esperimento, verificabilità e falsificabilità che fanno ridere rispetto alle ultime teorie fisiche che si basano...

Figlio mio, forse dovresti chiarirti le idee tra teoria e legge, intanto.

Poi, secondo te Galielo (1564-1642) e Newton (1642-1727) hanno riprodotto in laboratorio il sistema solare? No, tanto per capire a cosa ti riferisci quando parli di "termini ottocenteschi"...

_gaia_
Inviato: 11/5/2009 15:19  Aggiornato: 11/5/2009 15:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/2/2006
Da:
Inviati: 1460
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Ciao Sick
Citazione:
Pregasi notare anche che gli Alieni vengono cosi` a rappresentare strutturalmente il Male, sono cioe` loro che causano le situazioni di sofferenza al genere umano

Non conosco molto di Malanga, ma mi pare non sostenga nulla del genere. Forse qualcuno che attinge alle sue ricerche e da quelle di Icke si sarà fatto questa idea, ma sono semplici interpretazioni di una persona, non sono un dogma religioso a cui si vuol costringere a credere.

---

Ma perché per ogni argomento bisogna subito schierarsi pro o contro? Siamo già tutti esperti conoscitori del lavoro di Malanga per poterci schierare così graniticamente?
Personalmente ho letto poco di suo, ma mi sono vista ultimamente un bel po' di video (tra cui anche qualcuno dove si riascoltano registrazioni di sedute ipnotiche - per chi lo chiedeva). Beh, non mi sono ancora fatta un'idea precisa sul suo operato, ed è un bel po' che sbircio qualcosa qui e là sul suo sito.
Allora chiedo, soprattutto a chi lo critica: cosa conoscete delle sue ricerche? Vi basate solo su tre righe scritte qui da Massimo, e su altre quattro righe scritte da altri nei commenti, o avete approfondito da voi la cosa, leggendo i pdf dove M. spiega metodo e risultati e guardando un po' di video?

Sarà che sono allergica alle discussioni 'per partito preso', ma ultimamente vedo solo tanti muro contro muro e ben poca disponibilità a scambiarsi opinioni e dati. Impressione mia ovviamente. Di corbellerie ne trovo e dico anch'io parecchie, ma non mi sembra il caso di usare la katana anche su argomenti come questo che finora qui non si sono affrontati.

Ad ogni modo, come spesso accade bisogna valutare la base di partenza delle sue ricerche:
- se il metodo che usa è valido (ipnosi regressiva in sostanza, almeno all'inizio), allora si va avanti e si valuta anche il resto, ovviamente senza mai prendere tutto per oro colato;
- se il metodo in sè è fallace, si butta via tutto e chi s'è visto s'è visto.
O no?
Perché discutere sui massimi sistemi o su derive new-agiste se prima non si stabilisce la validità o meno del metodo di base?

sigmatau
Inviato: 11/5/2009 15:20  Aggiornato: 11/5/2009 15:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione: ... sembra che l'ipnosi regressiva non riesca a tirar fuori dal soggetto cose che lo stesso, nel suo intimo più profondo, non voglia far venir fuori... e questo è un gran bene, altrimenti potrebbe essere uno strumento pericolosissimo...

Nel corso della 'indagine' sul 'caso Moro' [che tra l'altro si potrebbe anche riprendere poichè è tutt'altro che conclusa...] ho ricordato un celebre 'episodio' che apparentemente non ha nulla a che fare con i misteri d'Italia ma in realtà, secondo me, c'entra e non poco: l'episodio di Entebbe. In quella occasione è stato ammesso dagli stessi israeliani alcuni anni dopo che informazioni essenziali per la riuscita dell'operazione sono state ottenute sottoponendo ad ipnosi alcuni passeggeri francesi dell'aereo liberati da Idi Amin in un 'atto di generosità'. A quanto è dato sapere tali tecniche portano alla luce 'verità' custodite nel subconscio e che normalmente l'individuo non ricorda perchè ritenute 'poco importanti', oppure 'spiacevoli' o per altri motivi. Nel caso specifico è facile immaginare che le 'informazioni' ottenute dagli specilisti di Israele riguardassero dettagli specifici relativi ai 'terroristi' [loro numero, armamento individuale, segni distintivi particolari, abitudini comportamentali, ...] che i passeggeri in realtà 'conoscevano' ma che, probabilmente in conseguenza dei traumi subiti nel corso del dirottamento, 'non ricordavano'. Questo ed altri fatti mi portano a credere [non sono specialista delll'argomento...] che le tecniche utilizzate dal dott. Malanga abbiano un solido fondamento scientifico e proprio per questo motivo sarebbero da impiegare per uno scopo più... diciamo così... 'utile' che non le 'indagini' sugli alieni...

saluti!...

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
sick-boy
Inviato: 11/5/2009 15:23  Aggiornato: 11/5/2009 15:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/10/2006
Da: Leith
Inviati: 2710
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
E aggiungo che la Gnosi è una cosa molto seria.

Come detto miliardi di volte, c'e` molta confusione. In questo caso intendevo l'eresia gnostica, invece che la concezione cristiana della Gnosi.

sick-boy
Inviato: 11/5/2009 15:26  Aggiornato: 11/5/2009 15:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/10/2006
Da: Leith
Inviati: 2710
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Non conosco molto di Malanga, ma mi pare non sostenga nulla del genere. Forse qualcuno che attinge alle sue ricerche e da quelle di Icke si sarà fatto questa idea, ma sono semplici interpretazioni di una persona, non sono un dogma religioso a cui si vuol costringere a credere.

Beh no, non esplicitamente. Ma e` come Zeitgeist Addendum che dice che non ci sara` moneta ne` coercizione - o stronzate simili. Io ho solo portato alle estreme conseguenze l'impianto teorico del nostro, se lui non ci ha mai pensato mi interessa poco.

EDIT: per quanto riguarda il resto del tuo post, la mia risposta e` che il tempo e` limitato, oltre al fatto la dialettica spesso e` il modo migliore per giungere a delle conclusioni. Ci si schiera anche perche` funzionale alle discussioni.

audisio
Inviato: 11/5/2009 15:59  Aggiornato: 11/5/2009 15:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Sick-boy, non ci siamo capiti.
Per me ad essere seria è proprio quella che tu chiami "eresia" gnostica.
Sono profondamente convinto che la Chiesa congiuri da almeno 1700 anni contro ogni forma di conoscenza e crescita di consapevolezza.

sick-boy
Inviato: 11/5/2009 16:19  Aggiornato: 11/5/2009 16:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/10/2006
Da: Leith
Inviati: 2710
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Sick-boy, non ci siamo capiti.

No no ci siamo capiti eccome. Il chiarimento era per gli altri (dal resto del tuo post era evidente a quale gnosticismo facevi riferimento, forse il tono della mia risposta ha dato luogo a fraintendimenti)

"Sarete come Dei" sussurra il serpente sotto l'albero. A qualcuno la cosa attira, a me inquieta; anche perche` "questi" sono tutti ai posti di comando attualmente. A ciascuno il suo d'altronde.

EDIT: ahah, ero andato su wiki perche` volevo disquisire sul termine eresia e dire perche` trovavo corretto l'utilizzo che ne ho fatto. E ci ho trovato 'sta roba:

Il termine eresia deriva dal termine greco airesis, che significa scelta. In origine dunque eretico/a, era colui che sceglieva, colui che era in grado di valutare più opzioni prima di posarsi su una. Il termine da un significato neutro assume in un secondo momento, cioè nel Medioevo, un valore negativo per l'uso fattone dalle gerarchie ecclesiastiche. Dunque solo successivamente l'eresia diventa esclusivamente un termine utilizzato per indicare una dottrina o un'affermazione contraria ai dogmi e ai princìpi di una determinata religione, sovente oggetto di "condanna" o scomunica da parte dei rappresentanti di tale religione

che non mi risulta proprio. Vera la derivazione etimologica, ma l'interpretazione ("colui che era in grado di valutare più opzioni prima di posarsi su una") e` una stupidaggine. Vuol dire si` scegliere qualcosa, ma l'accenzione che prende col cristianesimo e`, correttamente, quella di selezionare delle parti del dogma e tralsciarne altre. Quindi scelta come selezione. Infatti il verbo da cui deriva e` αἱρέω, che vuol dire prendere oltre che scegliere - la sfumatura e` pertanto chiara.

Mi rendo conto che e` molto OT, ma gia` che c'eravamo...

Santro
Inviato: 11/5/2009 16:28  Aggiornato: 11/5/2009 16:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2005
Da:
Inviati: 748
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
io credo che la confusione sul gnosticismo sia stata costruita ad arte per reprimerlo. Ad esempio accumunandolo alle sette del tipo orgiastico e schifezze del genere, (vedi questa recensione), mentre il gnostico è una specie d'asceta che cerca, per mezzo della conoscenza, della saggezza, di liberarsi dalla trappola materiale senza intermediari 'istituzionali' quale è la chiesa.
La new age è arrivata molto dopo........

ETERNAL SALVATION
(or triple your money back)
audisio
Inviato: 11/5/2009 16:29  Aggiornato: 11/5/2009 16:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Sick, hai centrato il nodo.
E' proprio a partire da quella frase "sarete come Dei" che si innesta la radice di tutti i mali.
Quella frase, detta effettivamente o solo da interpretare per la sua valenza simbolica, andava riferita a tutta l'umanità.
Mentre, per gli interpreti della "vera" gnosi salvifica, i servi degli Arconti (evidentemente condizionati da questi) l'hanno interpretata come "noi saremo come Dei e schiavi gli altri".
In questo senso può essere letta anche la storia della Massoneria, in teoria movimento di Illuminati tesi a svelare le porte della conoscenza all'umanità e a liberarla dal giogo oscurantista della falsa Chiesa, in realtà strumento per la riproposizione ad infinitum del dominio di uomini (e non solo) su altri uomini.
Si sa, le pareti dell'Inferno sono lastricate di buone intenzioni.
E, sempre per gli gnostici (diciamo così) buoni, è proprio questa la specialità degli Arconti, sporcare ogni aspirazione all'ascesa nel livello di consapevolezza con la melma della sopraffazione, dell'inganno e della violenza fisica e psichica.

sick-boy
Inviato: 11/5/2009 16:32  Aggiornato: 11/5/2009 16:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/10/2006
Da: Leith
Inviati: 2710
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
io credo che la confusione sul gnosticismo sia stata costruita ad arte per reprimerlo

Chi? Perche`?

Abbiamo visto e rivisto che ci sono due termini uguali che indicano due cose diverse, praticamente opposte.

Nell'accezione che uso io, abbiamo nomi e cognomi di molte persone importanti che hanno aderito, abbiamo una storia, una coerenza interna eccetera eccetera.

La curiosita` e` come mai il "pensiero alternativo", che unico tra i media ha provato smascherare societa` segrete di questo tipo (vedi alla voce Skull and Bones) sia ormai impregnato di idee a dir poco simili

Santro
Inviato: 11/5/2009 16:36  Aggiornato: 11/5/2009 16:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2005
Da:
Inviati: 748
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
"Sarete come Dei"

uhm... capisco cosa vuoi dire ma a me piace pensare che ciò fosse indirizzato a tutta l'umanità


Edit
Ok, 'sospendo il giudizio'

ETERNAL SALVATION
(or triple your money back)
yarebon
Inviato: 11/5/2009 16:38  Aggiornato: 11/5/2009 16:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Pregasi notare anche che gli Alieni vengono cosi` a rappresentare strutturalmente il Male, sono cioe` loro che causano le situazioni di sofferenza al genere umano.


sei fissato con la gnosi sickboy
L'approccio deve essere quello di studiare le prove, le testimonianze e le implicazioni, le teorizzazioni filosofiche vengono dopo e comunque non squalificano un bel niente.
Malanga non afferma che gli alieni siano cattivi, parte da un dato di fatto (studiando i casi di rapimento) che ci sono delle interferenze, che persone vengono prelevate, ad alcune donne impiantati ed esportati feti e fatti degli esperimenti. Questi "alieni" non considerano certo malvagio il loro operato, noi siamo batterie, così come molti non ritengono malvagio fare esperimenti sugli animali.
Di new age non c'è niente, perchè anzi le molte religioni ufologiche della new age vedono gli extraterrestri come un deus ex machina, un salvatore, alcuni vedono Gesù come un alieno, insomma: "non facciamo un cazzo tanto gli alieni ci vengono a salvare".
L'approccio di Malanga non è questo e l'uomo per migliorare lo deve fare con le sue mani,le interferenze esistono perchè l'uomo è debole ed assoggettabile, quindi vittima si, ma anche causa del suo male.
Quando parli dell'11 settembre per caso studi le implicazione che Bush sia un male assoluto e tutti gli altri degli agnellini e imposti la discussione bush male assoluto, il resto del mondo vittima dei neo con? si sa che la realtà è molto piùcomplessa e grigia

audisio
Inviato: 11/5/2009 16:39  Aggiornato: 11/5/2009 16:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Sick, per poter scegliere devi essere prima "consapevole", ossia possedere gli strumenti della consocenza, altrimenti la tua è una finta scelta, determinata da condizionamenti di ogni genere.
Lo vediamo quotidianamente tutti i giorni.
E la Chiesa vincente era contraria ad un approccio di questo genere.
Per questo represse nel sangue tutte le cosiddette "eresie", imponendo una versione finale del dogma semplicemente ridicola se sottoposta ad un esame scevro da pregiudizi (la "Fede") e da condizionamenti.
Molte delle cosiddette eresie originarie non riuscivano ad accettare l'idea di un Dio diviso in tre e concepivano questa balzana idea della fazione poi vincente come un tentativo di frantumare l'Uno per poterci poi inserire tutta una corte di Angeli, Santi, Beati, Papi, Cardinali e Vescovi e veggenti e miracolati ecc. ecc..
E ovviamente, anche l'Avversario (o gli Avversari) nascondendone però la reale natura e la reale collocazione: San Pietro.

audisio
Inviato: 11/5/2009 16:45  Aggiornato: 11/5/2009 16:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Sick, involontariamente hai ricentrato il punto.
Ti chiedi "come mai, molti di coloro che combattono l'Elite, il mostruoso coacervo di sette segrete, poteri, interessi che distruggono il mondo sembrano esprimere alla fine la stessa cultura e le stesse idee"?
Forse perchè l'Oscura Congrega che ci domina ha mantenuto il proprio dominio sugli uomini proprio cercando di detenere per sè la Conoscenza estromettendone la gran massa dell'Umanità a cui quella Conoscenza era invece diretta?
Forse perchè, alla fine, la Verità sta fuoriuscendo come magma dal vulcano e non potrà più essere nascosta agli schiavi che di quelle catene vogliono liberarsi?
Io spero che la risposta ai tuoi quesiti sia proprio questa.

sick-boy
Inviato: 11/5/2009 16:54  Aggiornato: 11/5/2009 16:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/10/2006
Da: Leith
Inviati: 2710
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Quella frase, detta effettivamente o solo da interpretare per la sua valenza simbolica, andava riferita a tutta l'umanità.

Ma penso sia esattamente cosi` infatti. Ricordati che si tratta di una tentazione - in questa caso quella massima di non avere altre autorita` al di sopra. Come Dio.

sick-boy
Inviato: 11/5/2009 16:57  Aggiornato: 11/5/2009 16:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/10/2006
Da: Leith
Inviati: 2710
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Ti chiedi "come mai, molti di coloro che combattono l'Elite, il mostruoso coacervo di sette segrete, poteri, interessi che distruggono il mondo sembrano esprimere alla fine la stessa cultura e le stesse idee"?
Forse perchè l'Oscura Congrega che ci domina ha mantenuto il proprio dominio sugli uomini proprio cercando di detenere per sè la Conoscenza estromettendone la gran massa dell'Umanità a cui quella Conoscenza era invece diretta?


Beh veramente una risposta ce l'ho. Semplificando, qualsiasi piano vi sia per un NWO, esso passa necessariamente dalla distruzione del Cristianesimo.

(incidentalmente: a parte i "deliri" modernisti recenti, la CHiesa ha sempre sostenuto che Dio e` amore si`, ma non amore verso tutto e tutti, amore istintivo, ma amore come atto consapevole, frutto di una scelta, subordinato al Verbo, il Logos)

Mi spieghi dove San Pietro celerebbe l'Avversario?

Edit: sei fissato con la gnosi sickboy

Eh cosa vuoi, mi sento circondato
Non ho niente contro Malanga, sto solo cercando di tirare le consegueze del suo discorso

Santro
Inviato: 11/5/2009 17:03  Aggiornato: 11/5/2009 17:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2005
Da:
Inviati: 748
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
il cristianesimo è stato distrutto quasi 2000 anni fa, purtroppo.

ETERNAL SALVATION
(or triple your money back)
sick-boy
Inviato: 11/5/2009 17:04  Aggiornato: 11/5/2009 17:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/10/2006
Da: Leith
Inviati: 2710
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
il cristianesimo è stato distrutto quasi 2000 anni fa, purtroppo.

E come si vede chiaramente ce l'hanno quasi fatta!

audisio
Inviato: 11/5/2009 17:05  Aggiornato: 11/5/2009 17:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
No, sick, non ci siamo.
Quella frase vuol dire che noi siamo Dio.
Ma non nel senso che noi siamo Dei, altri da Dio, ma perchè noi siamo parte indissolubile di Dio, dove per Dio non si intende ovviamente un Dio personificato come fanno tutte le religioni ma un Dio-Coscienza Assoluta che pervade di sè ogni cosa.
Perchè ricordiamolo, l'idea di un Dio personificato che opera, fa il bene e agisce contro il male, giudica, perdona, aiuta, conforta ecc. ecc., sono tutte idee pagane che contraddicono l'unico concetto ammissibile di Dio, l'Uno che in sè tutto comprende.
Ecco perchè Dio non agisce salvando l'umanità da tutte le brutture in cui vive.
Perchè la sua onnicomprensività fa sì che non possa agire, per il principio di identità.
A non può essere uguale a nonA.
Se Dio agisce si concretizza, diventa finito e parziale, dunque non più Dio.
Sempre per il principio di identità.
A meno che quell'agire rimanga interno all'Unità.
E ciò avviene quando il campo d'azione di quell'agire, ossia noi, si situa all'interno del Cerchio Divino.
Ossia, se noi e l'intero Universo siamo a nostra volta Dio.
In sostanza, l'agire divino non è vera azione (che presuppone due soggetti limitati, l'agente e il ricevente) ma Riflessione su Sè Stesso.

audisio
Inviato: 11/5/2009 17:12  Aggiornato: 11/5/2009 17:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Mio Dio (è proprio il caso di dirlo), sick, un minuscolo staterello che possiede beni inestimabili, che nasconde nelle sue biblioteche una Conoscenza infinita che nasconde al mondo, i cui preti, vescovi e cardinali (e, forse, papi?) frequenta stranamente le stesse logge massoniche che dice di voler combattere, che coltiva al suo interno un'altra massoneria (vecchio metodo degli Illuminati), l'Opus Dei, che predica la fratellanza e poi pratica l'evangelizzazione selvaggia (con annesso sterminio, vedi Ruanda), finanzia con lo IOR le dittature sudamericane che sventrano donne incinte dopo averle sodomizzate con bastoni e fruste elettriche, che pratica la pedofilia nel segreto degli oratori ecc. ecc. ecc., mi chiedi dove nasconda l'Avversario?
Vedi come funziona il velo di maya?
La verità è lì, sotto i tuoi occhi, ma tu non riesci a vederla.

audisio
Inviato: 11/5/2009 17:14  Aggiornato: 11/5/2009 17:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Ah dimenticavo.
E che tortura poveri corpi innocenti che costringe legati ad una esistenza ormai solo virtuale (vedi Eluana) per impedire che possano ascendere ad altri livelli di coscienza e per perpetuare i grassi incassi che i parenti di queste vittime versano quotidianamente nelle casse degli Istituti religiosi che se ne "occupano".

sick-boy
Inviato: 11/5/2009 17:16  Aggiornato: 11/5/2009 17:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/10/2006
Da: Leith
Inviati: 2710
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
No, sick, non ci siamo.

Cambiare tono al piu` presto, professore

Quella frase vuol dire che noi siamo Dio.

Certo, cambiando le parole. In realta` voleva dire che siamo come il chitarrista dei Black Sabbath.

Ma non nel senso che noi siamo Dei, altri da Dio, ma perchè noi siamo parte indissolubile di Dio, dove per Dio non si intende ovviamente un Dio personificato come fanno tutte le religioni ma un Dio-Coscienza Assoluta che pervade di sè ogni cosa.

Esasttamente il cuore dell'eresia gnostica con un finale che strascica nel New Age.

Perchè ricordiamolo, l'idea di un Dio personificato che opera, fa il bene e agisce contro il male, giudica, perdona, aiuta, conforta ecc. ecc., sono tutte idee pagane che contraddicono l'unico concetto ammissibile di Dio, l'Uno che in sè tutto comprende.

Ma l'idea dell'Uno che tutto comprende vuol dire che qualsiasi cosa tu fai, la fa Dio. Vuol dire che non c'e` differenza tra te e un wurstel. E ovviamente sminuisce leggermente la vita e le opere di una persona.

Ecco perchè Dio non agisce salvando l'umanità da tutte le brutture in cui vive.
Perchè la sua onnicomprensività fa sì che non possa agire, per il principio di identità.


EUREKA!

Ossia, se noi e l'intero Universo siamo a nostra volta Dio.
In sostanza, l'agire divino non è vera azione (che presuppone due soggetti limitati, l'agente e il ricevente) ma Riflessione su Sè Stesso..


Io vedo solo un Neo-Platonismo superficialmente interpretato che casualmente sfocia nello gnosticismo.

Ma la cosa che mi fa piu` girare il cazzo e` che per centinaia di anni si sono fatte discussioni a tale proposito, e centiania di argomentazioni e controargomentazioni (basta che uno legga S.Agostino) ma NO! gli altri erano tutti coglioni, per fortuna che adesso c'e` internet che in mezzo paragrafo mi spiega tutto.

Uno puo` trovare convincenti le argomentazioni della Patristica prima e della Scolastica poi, oppure no. Ma fa ridere sentire che le stesse idee cacciate dalla porta, rientrano dalla finestra presentandosi come novita` e condite di modernismo pop.

sick-boy
Inviato: 11/5/2009 17:18  Aggiornato: 11/5/2009 17:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/10/2006
Da: Leith
Inviati: 2710
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Ah dimenticavo.

Si infatti, sembrava proprio che te ne stessi dimenticando

E che tortura poveri corpi innocenti che costringe legati ad una esistenza ormai solo virtuale (vedi Eluana) per impedire che possano ascendere ad altri livelli di coscienza e per perpetuare i grassi incassi che i parenti di queste vittime versano quotidianamente nelle casse degli Istituti religiosi che se ne "occupano".

Culto della morte sulla base di niente. Bene. E, sentiamo, perche` tu non accedi ai livelli superiori e preferisci rimanere incastrato qui?

sick-boy
Inviato: 11/5/2009 17:25  Aggiornato: 11/5/2009 17:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/10/2006
Da: Leith
Inviati: 2710
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Mio Dio (è proprio il caso di dirlo), sick, un minuscolo staterello che possiede beni inestimabili, che nasconde nelle sue biblioteche una Conoscenza infinita che nasconde al mondo, i cui preti, vescovi e cardinali (e, forse, papi?) frequenta stranamente le stesse logge massoniche che dice di voler combattere, che coltiva al suo interno un'altra massoneria (vecchio metodo degli Illuminati), l'Opus Dei, che predica la fratellanza e poi pratica l'evangelizzazione selvaggia (con annesso sterminio, vedi Ruanda), finanzia con lo IOR le dittature sudamericane che sventrano donne incinte dopo averle sodomizzate con bastoni e fruste elettriche, che pratica la pedofilia nel segreto degli oratori ecc. ecc. ecc., mi chiedi dove nasconda l'Avversario?

Ma che la Chiesa sia stata pesantemente infiltrata e` fuori dubbio, e che sia fatta di uomini che sbagliano anche. E che i tempi inoltre siano ancora piu` particolari del solito, anche. Ma questa non e` l'istituzione della Chiesa, ma solo alcuni fatti, peraltro recenti (ma di misfatti se ne trovano finche` ne vuoi). E ci sono molti parroci di piccoli comuni che tengono duro. Il minuscolo staterello l'hanno ridotto a minuscolo con la forza (pensa quanto al popolo gliene poteva fottere del risorgimento). E soprattutto liquiderei il tutto con un bel "non guardare la pagliuzza nell'occhio del vicino, ma la trave che e` nel tuo"

La verità è lì, sotto i tuoi occhi, ma tu non riesci a vederla.

Potrei dire lo stesso, a me pare ti sfugga la complessita` e la dinamica di tale realta`. Ma non porterebbe a nulla, pertanto certe frasi meglio risparmiarsele no?

yarebon
Inviato: 11/5/2009 17:25  Aggiornato: 11/5/2009 17:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Ma l'idea dell'Uno che tutto comprende vuol dire che qualsiasi cosa tu fai, la fa Dio. Vuol dire che non c'e` differenza tra te e un wurstel. E ovviamente sminuisce leggermente la vita e le opere di una persona.


no, vuol dire che tutto ha vita e tutto appartiene alla vita e tutto ha un suo significato e che il tutto per specchiarsi fa esperienza nella realtà.
Vuol dire semplicemente che Dio non è contenuto nella creazione e né che si trova al di fuori.
E' questo mi sembra un concetto più profondo del dio antropomorfico del vecchio testamento, del vecchio saggio o di uno spirito onnisciente che pervade tutto.
Questa visione è vicina eppure lontana dalla visione atea. In questo senso Dio davvero non esiste, almeno non nel senso che lo intendiamo noi.
La gnosi come la chiami tu era una scuola di pensiero libera e senza dogmi ed è presente praticamente in tutto il mondo,il cristianesimo e le altre religioni istituzionalizzate con il loro immischiarsi alla politica e con i loro dogmi e le loro leggi, hanno distrutto questa scuola di libero pensiero o al massimo inglobato qualche concetto.
le elite applicano una gnosi deviata e se lo fanno è perchè ne traggono giovamento e sapere. Un pensiero, un ideale, una concezione filosofica in se non è giusta o sbagliata, dipende dall'uso che se ne fa.

sick-boy
Inviato: 11/5/2009 17:32  Aggiornato: 11/5/2009 17:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/10/2006
Da: Leith
Inviati: 2710
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
no, vuol dire che tutto ha vita e tutto appartiene alla vita e tutto ha un suo significato e che il tutto per specchiarsi fa esperienza nella realtà.

Che e` come dire che niente lo ha, giusto?

E' questo mi sembra un concetto più profondo del dio antropomorfico del vecchio testamento, del vecchio saggio o di uno spirito onnisciente che pervade tutto.

Sara` profondo finche ti pare, io preferisco di gran lunga Gesu` Cristo

Un pensiero, un ideale, una concezione filosofica in se non è giusta o sbagliata, dipende dall'uso che se ne fa.

Mi sembra l'ennesima aberrazione (poiche` un pensiero non e` l'uso che se ne fa)

Stefo
Inviato: 11/5/2009 17:38  Aggiornato: 11/5/2009 17:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da: Roma
Inviati: 324
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
@ Pausania

Citazione:

Certo che poi vi stupite se qualcuno con del tempo da perdere mette su interi siti dove raccogliere le panzane che si affastellano sempre più copiose.


Questa sprezzante ironia è del tutto fuori luogo in un sito in cui, semplicemente, ognuno cerca di farsi una propria idea su fenomeni piuttosto complessi. Ok: per te sono "panzane copiose". Argomenta e mostra rispetto per i pareri degli altri (tra l'altro io stesso sono profondamente scettico rispetto al fenomeno delle "alien abductions"), ma non per questo faccio pernacchie a Malanga. Questo è il bello di luogocomune: poter confrontare i vari punti di vista. (Non sono Mazzucco in incognito)

yarebon
Inviato: 11/5/2009 17:42  Aggiornato: 11/5/2009 17:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Che e` come dire che niente lo ha, giusto?


non mi sembra, al contrario la visione cristiana tradizionale con un inferno eterno in cui alcuni esseri finirebbero mi sembra più appropriato alla tua frase, cioè parti della "creazione" resterebbero fuori dalla vita e relegati a torture eterne perchè un giudice divino dice ciò che è sbagliato o meno.
Con questa storiella si è tenuta la gente schiava della paura e della chiesa per secoli.
Se in questioni umane succedesse una cosa del genere tutti a gridare allo scandalo, lo dice la religione quindi è vero

Citazione:
Sara` profondo finche ti pare, io preferisco di gran lunga Gesu` Cristo


Ti lascio tranquillamente il tuo Tammuz e Dionisio che ha il grande merito di aver soppiantato il dio degli eserciti del vecchio testamento, il dio che metteva alla prova Abramo chiedendogli di sacrificare suo figlio, il Dio "occhio per occhio, dente per dente", in questo il nuovo testamento è stata una rivoluzione per davvero ed i tanti vangeli che circolano (non solo quegli ufficiali) sono molto lontani dalla dottrina ufficiale della chiesa, che ha dogmatizzato e si è appropriato impunemente di verità millenarie, tutto per una questione di potere sulle pecorelle, di potere temporale.

revolver85
Inviato: 11/5/2009 17:44  Aggiornato: 11/5/2009 17:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/1/2006
Da:
Inviati: 68
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso


mazzucco articolo lodevole, argomentato con toni perfetti ne troppo superficiali ne eccessivamente specifici!

ottima scelta per la presentazione del lavoro di MALANGA, diversamente io appena lo conobbi tramite la rete, ascoltando subito queste sue teorie un po "forti",ed ebbi una reazione tipica dello schiavo moderno, riconducevo tutto ad una pazzia da ridicolizzare...
ma informandoci il quadro cambia!

penso che ora anche i meno interessati avranno la curiosità di approfondire l'argomento... e poi parliamoci chiaro...

MALANGA è un personaggio con una reputazione sociale ottima essendo un PROFESSORE UNIVERSITARIO DI CHIMICA ALL'UNIVERSITA' DI PISA,in oltre scrive libri ma li rende disponibili anche on-line, quindi senza scopo di lucro! indice questo di una onestà morale non da tutti!

tramite YOUTUBE ho visto molte interviste a MALANGA e si è definito come la versione ITALIANA DI DAVID ICKE ma diversamente da quest ultimo che ha studiato alieni NWO etcc.. tramite i libri quindi in maniera indiretta, MALANGA ci mette le mani dentro!

in ultima battuta volevo chiedere a MAZZUCCO:

secondo gli studi ufficiali quanto sia affidabile l'IPSNOSI PROFONDA REGRESSIVA ?


soter
Inviato: 11/5/2009 17:47  Aggiornato: 11/5/2009 17:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/9/2007
Da:
Inviati: 88
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
L'ho visto molte volte nella trasmissione di una rete locale (Videolina) dove facevano una trasmissione intitolata "La porta sull'Infinito". Una persona estremamente preparata e stimolante che sapeva interessare e avvicinare il pubblico al fenomeno delle Adduzioni. Mi pare che ci siano molti punti in comune fra la visione olistica dell'universo di Malanga e quella di Icke.

Santro
Inviato: 11/5/2009 17:49  Aggiornato: 11/5/2009 17:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2005
Da:
Inviati: 748
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
e che sia fatta di uomini che sbagliano anche

Ma se sta chiesa è fatta di 'uomini che sbagliano', quali sono quelli che non sbagliano? Se Gesù diceva di abbandonare le cose del mondo e che il suo regno non è di questo mondo, cosa significa? Perché, invece, la chiesa si circonda, ora e sempre, di ricchezza e ha costruito un regno in terra?

ETERNAL SALVATION
(or triple your money back)
sick-boy
Inviato: 11/5/2009 17:52  Aggiornato: 11/5/2009 17:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/10/2006
Da: Leith
Inviati: 2710
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
non mi sembra, al contrario la visione cristiana tradizionale con un inferno eterno in cui alcuni esseri finirebbero mi sembra più appropriato alla tua frase, cioè parti della "creazione" resterebbero fuori dalla vita e relegati a torture eterne perchè un giudice divino dice ciò che è sbagliato o meno.

Si salva solo che si vuole salvare (e comunque i detrattori dimenticano sempre, ma proprio SEMPRE, la faccenda del pentimento)

Con questa storiella si è tenuta la gente schiava della paura e della chiesa per secoli.

Altro luogo comune

..., in questo il nuovo testamento è stata una rivoluzione per davvero ed i tanti vangeli che circolano (non solo quegli ufficiali) sono molto lontani dalla dottrina ufficiale della chiesa, che ha dogmatizzato e si è appropriato impunemente di verità millenarie, tutto per una questione di potere sulle pecorelle, di potere temporale.

La Chiesa non e` una societa` esoterica: dibatte pubblicamente, le sue leggi sono pubbliche e le decisioni argomentate. Per il potere gli uomini fanno cose orribili, ma le tue conclusioni mi sembrano campate per aria. E figlie della nota propaganda.

E` lo stesso principio che giustifica lo sterminio totale dell'umanita` perche` l'uomo uccide - ad altri basta il fatto che inquini. Ragionare cosi` e` piuttosto sbagliato

sick-boy
Inviato: 11/5/2009 17:55  Aggiornato: 11/5/2009 17:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/10/2006
Da: Leith
Inviati: 2710
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Ma se sta chiesa è fatta di 'uomini che sbagliano', quali sono quelli che non sbagliano? Se Gesù diceva di abbandonare le cose del mondo e che il suo regno non è di questo mondo, cosa significa? Perché, invece, la chiesa si circonda, ora e sempre, di ricchezza e ha costruito un regno in terra?

Le tue premesse sono completamente errate, ed io non sono un teologo - ma proprio per niente. L'unica a cui si puo` rispondere e` la prima obiezione; ma in realta` dai, sei capacissimo di risponderti da solo. Prima dei meravigliosi welfare state, ad esempio, chi credi si occupasse della carita`? (Pensi forse che le altre relgioni facciano la carita` ai poveri?)

dino
Inviato: 11/5/2009 17:55  Aggiornato: 11/5/2009 17:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 2/11/2007
Da:
Inviati: 2315
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
...Malanga passa dall'ipnosi agli alieni facendo piroette mentali da guinness dei primati... la scienza va argomentata passo passo... non mi sembra questo il caso di Malanga che interpreta il concetto di coscienza e di anima in modo troppo astratto e facendo così apparire gli alieni... il proselitismo che trovano queste idee è la cosa che mi sorprende di più, di teorie sceme ne ho lette tante... credo che Malanga sia un falso ateo che nasconde il sostegno mediatico della chiesa... ma le sue restano considerazioni lontane dalla semplice logica... ciaodino

revolver85
Inviato: 11/5/2009 17:55  Aggiornato: 11/5/2009 17:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/1/2006
Da:
Inviati: 68
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso


lo so sto per dire una cosa OFF TOPIC

ma volevo rendere noto a MAZZUCCO (sempre se non lo sa già,com'è molto probabile che sia) il comportamento di TREMONTI circa i messaggi sull'esistenza del NWO e del SIGNORAGGIO inteso come controllo del Bankieri privati!

sai com'è massimo ti reputo una persona meritevole e in tali ambiti è graditissimo il tuo parere,dato che da quando ti senguo non mi sei mai risultato banale e scontato, ma hai sempre argomentato con dati oggettivi i fatti esposti.

qui riporto 2 interviste di TREMONTI che lasciano molto pensare!

http://www.youtube.com/watch?v=8UH1mytL1Jw

http://www.youtube.com/watch?v=CMNQLTEAWZ8


Santro
Inviato: 11/5/2009 17:59  Aggiornato: 11/5/2009 17:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2005
Da:
Inviati: 748
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
ma che c**** di risposta!
Tu dici di seguire Gesù e difendi la chiesa che con l'insegnamento di Gesù NON ha più da spartire??

ETERNAL SALVATION
(or triple your money back)
absinth
Inviato: 11/5/2009 18:01  Aggiornato: 11/5/2009 18:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/12/2005
Da: FRIULI VENEZIA GIULIA
Inviati: 249
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Comunque invito scettici e non a leggersi quantomeno Alien Cicatrix (versione e-book di Alieni o Demoni linkato nel primo commento dell'articolo). Cmq Malanga non fa del suo pensiero una sorta di "religione", "setta" o quant'altro... poi ritengo fenomenali i suoi articoli riguardo lo spazio/tempo, universo ecc

sick-boy
Inviato: 11/5/2009 18:02  Aggiornato: 11/5/2009 18:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/10/2006
Da: Leith
Inviati: 2710
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Tu dici di seguire Gesù e difendi la chiesa che con l'insegnamento di Gesù NON ha più da spartire??

Veramente ho accusato te di non aver capito il messaggio di Gesu`... (e infatti guardi la pagliuzza e non la trave)

SENTIERO
Inviato: 11/5/2009 18:06  Aggiornato: 11/5/2009 18:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 24/4/2006
Da: ROMA
Inviati: 1110
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Conosco Corrado Malanga, ho avuto il piacere di passare una bella serata a chiacchierare e cenare con lui ed altri piacevoli commensali. Molto rispettoso nei confronti di tutti, molto attento a cio' che gli viene detto e chiesto. Di un'umilta' e gentilezza rare in pesone con una certa notorieta'. Percui chi offende una persona cosi' .......... inoltre senza conoscerla.....

L'argomento e' molto complesso, e sarebbe opportuno studiarsi qualche conferenza che potrete trovare su youtube.
Qui' non si tratta di credere a Malanga o a chi ribatte alle sue teorie con altre di senso opposto. Si tratta di fare uno sfozo cerebrale e arrivare ad una idea personale o conclusione MOMENTANEA di ome funziona il mondo che viviamo. Momentanea perche' e' normale che il nostro grado di comprensione puo' variare rimettendo in discussione quelli che prima erano punti fermi.

Caro Massimo, vedo che hai cercato un approccio soft all'argomento.
Dai commenti che vedo sara' dura procedere verso il nocciolo della questione.
Mesa' che ce vole un video a supporto.

Ciao a tutti
Roberto

X Cassandra
Sai come la penso su Icke, ma con Malanga e' diverso. Consigli anche a te le video cnferenze su youtube.

La mente intuitiva è un dono sacro e la mente razionale è un fedele
servo. Noi abbiamo creato una società che onora il servo e ha
dimenticato il dono

A.Einstein
blu23
Inviato: 11/5/2009 18:08  Aggiornato: 11/5/2009 18:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da:
Inviati: 585
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
SPLENDIDO!!!!!

Il risveglio della nostra coscienza sarà l'unico cosa che ci potrà salvare dalla fine dei giorni.

Massimo forse val la pena approfondire su Malanga

Ribellatevi al mondo corrotto di Babilonia, emancipate la vostra razza, riconquistate la vostra terra. (Bob Marley)
ELFLACO
Inviato: 11/5/2009 18:09  Aggiornato: 11/5/2009 18:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
secondo gli studi ufficiali quanto sia affidabile l'IPSNOSI PROFONDA REGRESSIVA ?


OOOHH!!! ecco una domandina bella da iniziare una discussione su questo tema(IHMO OVVIO)

Quando ti fanno una IPSNOSI PROFONDA REGRESSIVA cosa ti fanno??

(non siate volgari ,prego )

In cosa consiste questa pratica??

Come faccio a sapere se quello che si dice sotto ipnosi é vero? cio'è quanto di quello che si dice è vero??
L'inconscio "modifica" i detagli dei ricordi portati alla luce da questo metodo??

EH??

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
absinth
Inviato: 11/5/2009 18:40  Aggiornato: 11/5/2009 18:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/12/2005
Da: FRIULI VENEZIA GIULIA
Inviati: 249
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
in poche parole in ipnosi si "addormenta" il conscio e quello che parla è l'inconscio (collegato ad Anima) o nel peggior dei casi l'indesiderato parassita alieno. L'inconscio è come un disco fisso a sola scrittura che non si può cancellare e dice la verità e basta perchè non conosce bugie. Lui registra sempre tutto immagazzinando i "dati" che riemergono sotto ipnosi appunto o in certe situazioni di rilassamento, meditazione, tecniche spirituali ecc...

cmq X capire il tutto si dovrebbe conoscere a fondo su come sia fatto l'uomo e di tutte le componenti energetiche: corpo, mente, spirito ed Anima tanto cara a Malanga in quanto tutto ruota attorno ad essa

carloooooo
Inviato: 11/5/2009 18:53  Aggiornato: 11/5/2009 18:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/7/2006
Da: marca gioiosa et amorosa
Inviati: 1386
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Solo una precisazione utile a chi discute di gnosticismo. C'è ancora lì, da quattro secoli, un libro tutto da confutare. Finora non c'è riuscito nessuno, e l'unica cosa che la Chiesa seppe fare all'epoca fu di scomunicare il suo autore (operazione replicata qualche centinaio di anni dopo anche nei confronti di un filosofo molto simile, Emanuele Severino).

Il libro è l'Ethica geometrico demonstrata di Spinoza, in cui in poche righe si dimostra incontrovertibilmente che Dio coincide con la natura, ossia che, a meno di non voler rifiutare la logica, l'unica via possibile alla religione è il panteismo e che un Dio-persona è impensabile.

L'alternativa a Spinoza è credere all'assurdo logico (che non è vietato).

fefochip
Inviato: 11/5/2009 18:59  Aggiornato: 11/5/2009 18:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
ELFLACO
Citazione:
Come faccio a sapere se quello che si dice sotto ipnosi é vero? cio'è quanto di quello che si dice è vero??

è stato uno dei problemi di malanga che ha risolto con la PNL che tanto fa inorridire un nostro utente qui.
la PNL è la risposta a questa domanda .
per fare un esempio pratico se il soggetto, in ipnosi(e non solo), risponde a una domanda alzando gli occhi in alto a destra (o sinistra non ricordo esattamente ora) vuol dire che sta elaborando la risposta con il pezzo di cervello creativo e quindi con buona probabilità ha detto una bugia viceversa se usa la parte della memoria allora vuol dire che ha detto la verità.
per i mancini che io sappia è il contrario ma il meccanismo in pratica è questo.

Citazione:
L'inconscio "modifica" i detagli dei ricordi portati alla luce da questo metodo??

malanga parte dal presupposto che l'inconscio è un bestione che dice sempre la verità è il subconscio solo in grado di mentire (nel bene o nel male)

il lavoro di malanga in pratica è far ricordare al livello cosciente le esperienze degli addotti che a quanto pare sono mistificate dagli alieni stessi con le loro tecniche .
nei ricordi degli addotti l'elfo incontrata da bambino potrebbe essere l'alieno del quale l'aspetto è stato celato al conscio grazie a una programmazione del subconscio.

malanga sostiene che la nostra memoria è una memoria olografica a sola scrittura e per questo non si possono cancellare i ricordi ma solo mascherarli.
(cosa tra l'altro ben nota dalla psichiatria e psicologia).

l'indubbio valore del lavoro di malanga è stato quello di aiutare molte persone a uscire dalle loro psicosi a prendere coscienza di un problema e di superarlo.

poi come dice massimo se è stato gargamella a rapirli o la fata turchina a inchiappettarseli poco importa molti addotti hanno ricevuto giovamento dalla loro presa di coscienza mentre prima vivevano come dentro un incubo .

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Red_Knight
Inviato: 11/5/2009 19:01  Aggiornato: 11/5/2009 19:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
@absinth

Non confondere l'hardware col software. Non puoi paragonare l'inconscio a un "disco fisso a sola scrittura". L'inconscio non è un "posto", né un "aggeggio", ma è un nome che diamo a certi tipi di dati in nostro possesso l'accesso ai quali è difficile o impossibile con i normali metodi di comunicazione. Se conoscessimo il data sheet del cervello potremmo definirlo con maggiore decisione, o abbandonare l'utilizzo del termine.

In mancanza d'altro, evitiamo almeno di riempirci la bocca di termini che sembrano evocativi ma ricordano molto i bambini quando giocano a fare i robot.

"Raggio spaziale!"
"Potere atomico!"
"Forza elettromagica!"

Inconscio, mente, anima: non contestualizzati perdono ogni significato, sembrano solo più attraenti per i gonzi. Per non parlare di IPNOSI PROFONDA REGRESSIVA...

...RAGGIO IPERSPLASTICO! Ka-zam!

Ricordo di aver assistito a un lungo e appassionato discorso di Corrado Malanga durante il Convegno Ufologico Nazionale. E' un uomo molto intelligente, ma un vocabolo su due che escono dalla sua bocca non ha senso. E non si può tenere un discorso se le parole non sono chiare.

sick-boy
Inviato: 11/5/2009 19:05  Aggiornato: 11/5/2009 19:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/10/2006
Da: Leith
Inviati: 2710
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
L'alternativa a Spinoza è credere all'assurdo logico (che non è vietato).

Infatti (non è vietato dico). Anche perché il panteismo ben poco si concilia con la trinità.
Ho sempre trovato le posizioni deiste come il classico piede in due scarpe (ma forse è anche a causa del contesto). Era tertulliano che diceva: credo quia absurdum?

fefochip
Inviato: 11/5/2009 19:06  Aggiornato: 11/5/2009 19:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
rivers

ti rispondo perche qualcuno lo deve fare.

tu hai detto :
Citazione:
Un bugiardo così convinto di se non ricade nemmeno nella categoria dei ciarlatani. E' semplicemente scemo.

mi pare chiaro che affermi che malanga è un bugiardo convintissimo ....
il che è un paradosso perche il bugiardo in buona fede (ovvero convintissimo) non è un "bugiardo" ma semplicemente una persona che sbaglia.
la caratteristica del bugiardo è quella di sapere di mentire.

sei stato ripreso da massimo che ti ha chiesto giustamente perche sarebbe un "bugiardo"
Citazione:
No attenzione, ho detto che è scemo, non bugiardo. Siamo su livelli differenti.

non è vero perche hai detto in pratica che un "Un bugiardo così convinto "è "scemo".

sinceramente leggendo quello che scrivi nel primo post e poi nel secondo si fa fatica a non metterti nella stessa categoria in cui avresti messo malanga.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
ELFLACO
Inviato: 11/5/2009 19:07  Aggiornato: 11/5/2009 19:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
x RED _KNIGHT

Che nome daresti tu alla IPNOSI PROFONDA REGRESSIVA...???

Cos'è per te??

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
revolver85
Inviato: 11/5/2009 19:08  Aggiornato: 11/5/2009 19:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/1/2006
Da:
Inviati: 68
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso


x ABSINTH:

esponi gli argomenti con etrema similitudine al "dettato" di MALANGA...(ho visto molte sue conferenze e partecipazioni )

mi riferisco all'ATTENDIBILITA' SCIENTIFICA dell' IPNOSI PROFONDA REGRESSIVA!come la cataloga la scienza ufficiale?e le altre autorevoli voci?

(questo quesito l'ho rivolto a MAZZUCCO in un mio precedente intervento, ma anche a tutti voi!era implicito!pardon!ringrazio ELFLACO per aver riproposto il tema)


Santaruina
Inviato: 11/5/2009 19:08  Aggiornato: 11/5/2009 19:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 13/10/2004
Da: Sud Europa
Inviati: 5123
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
per chi fosse interessato alle differenze tra Gnosi e gnosticismo, consiglio la lettura di una serie di articoli del Piccolo Zaccheo:

Appunti per un definizione di gnosi e gnosticismo

Per chi fosse interessato a comprendere la questione.

-o- Ama e fa' ciò che vuoi -o-
fefochip
Inviato: 11/5/2009 19:12  Aggiornato: 11/5/2009 19:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
comunque noto con piacere che l'argomento ha riscosso molto successo e molte persone si sono già interessate per loro conto a quello che ha scritto e detto malanga.

credo che l'aggettivo che meglio definisce malcor(per la rete) è quello usato da se medesimo durante la trasmissione "il bivio" a cui ha partecipato perche c'era valerio lonzi .... "una persona intelligente".


sinceramente per me è stato fonte (ed è tutt'ora) fonte di ispirazione e approfondimenti.

poi prendere alla lettera chiunque probabilmente non si fa mai un buon affare ....malcor compreso.

ciao a tutti
fefochip

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Red_Knight
Inviato: 11/5/2009 19:15  Aggiornato: 11/5/2009 19:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
@ELFLACO

Nell'ordine:

a) FUFFA, se il termine non è contestualizzato;
b) non ne ho idea, ma non deve essere "per me". Vorrei una definizione decente prima di sentirmi dire che è la spiegazione alla grande domanda sulla vita, l'universo e tutto quanto. Tutto qui.

fefochip
Inviato: 11/5/2009 19:15  Aggiornato: 11/5/2009 19:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
esponi gli argomenti con etrema similitudine al "dettato" di MALANGA...(ho visto molte sue conferenze e partecipazioni


beh mi pare l'argomento del topic no?

Citazione:
mi riferisco all'ATTENDIBILITA' SCIENTIFICA dell' IPNOSI PROFONDA REGRESSIVA!come la cataloga la scienza ufficiale?e le altre autorevoli voci?


cioè la le "autorevoli" voci del CICAP?

ti ho risposto solo perche hai detto
Citazione:
(questo quesito lo rivolto a MAZZUCCO in un mio precedente intervento, ma anche a tutti voi!era implicito!pardon!ringrazio ELFLACO per aver riproposto il tema)

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
SENTIERO
Inviato: 11/5/2009 19:17  Aggiornato: 11/5/2009 19:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 24/4/2006
Da: ROMA
Inviati: 1110
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Chissa' se gli utenti che sentono che l'argomento in questione sia certamente una bufala siano l'80% e quelli piu' aperti il 20%.
Chi ha voglia di fare 2 conti?

Poi vi spiego il perche'......

roberto

ps. Chiedo a massimo se si puo' fare una votazione, un sondaggio

grazie

La mente intuitiva è un dono sacro e la mente razionale è un fedele
servo. Noi abbiamo creato una società che onora il servo e ha
dimenticato il dono

A.Einstein
Red_Knight
Inviato: 11/5/2009 19:21  Aggiornato: 11/5/2009 19:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
@SENTIERO

Cosa dovrebbe essere una bufala, di preciso?

abbidubbi
Inviato: 11/5/2009 19:30  Aggiornato: 11/5/2009 19:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/8/2005
Da: roma
Inviati: 671
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
citazione

In modo molto meno sofisticato lo stesso concetto viene espresso da una delle razze più antiche sulla terra, quella degli aborigeni australiani, che chiamano il mondo fisico in cui viviamo “dreamworld”, “il mondo sognato”.

Però non ci spiegano come fa un oggetto del "mondo sognato" - una polaroid, per esempio - a rubar loro l'anima.

Io sto mentendo. (Eubulide, V secolo a.C.)
SENTIERO
Inviato: 11/5/2009 19:34  Aggiornato: 11/5/2009 19:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 24/4/2006
Da: ROMA
Inviati: 1110
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
a volte un animale bovino con lunghe corna.
in questo caso una persona definisce bufala le teorie di Malanga se ritiene che con le ipnosi lui fa dire quello che vuole alla gente.
oppure, non vale la pena di approfondire perche' non puo essere vero.

Insomma consciamente o inconsciamente, ritengono sia una bufala tutti quelli che hanno un rifiuto ad approcciare seriamente ed apertamente questo argomento.

rob

La mente intuitiva è un dono sacro e la mente razionale è un fedele
servo. Noi abbiamo creato una società che onora il servo e ha
dimenticato il dono

A.Einstein
yarebon
Inviato: 11/5/2009 19:35  Aggiornato: 11/5/2009 19:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Si salva solo che si vuole salvare (e comunque i detrattori dimenticano sempre, ma proprio SEMPRE, la faccenda del pentimento)


cos'è una gara? Speriamo che non siano come alcuni pentiti di mafia, insomma sensi di colpa a manetta...

Citazione:
Altro luogo comune


i roghi (giordano bruno per fare un esempio), le torture o se andava bene la semplice censura e intimidazione (Galileo) sono luoghicomuni...

Citazione:
La Chiesa non e` una societa` esoterica: dibatte pubblicamente, le sue leggi sono pubbliche e le decisioni argomentate. Per il potere gli uomini fanno cose orribili, ma le tue conclusioni mi sembrano campate per aria. E figlie della nota propaganda.


e quale sarebbe questa nota propaganda, quella massonica? Le ingerenze della chiesa nella politica sono ben note e lontane dalla propaganda.
A me sembra che per usare un detto vangelico (per rimanere in tema) si guardi la pagliuzza di grano dell'altro e non ci si accorge della trave che si ha nel proprio occhio.
Insomma Malanga sbaglia perchè ha connotazioni filosofiche distanti dal vaticano, criticando la persona e non discutendo mai di ciò che studia.
Ma non stiamo andando un pò ot ?(ed in questo me ne scuso anche io) lasciando da parte le prove e le analisi e squalificando la persona?
Mi sembra un atteggiamento scorretto

ELFLACO
Inviato: 11/5/2009 19:45  Aggiornato: 11/5/2009 19:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
a) FUFFA, se il termine non è contestualizzato;


Scusa ma non ho capito.

Contestualizzato come??

LO chiedevo perchè pensavo tu usasi un'altro termine.

Io mi ero fatto l'idea che significasse far ricordare al qualcuno qualcosa con un tipo d'ipnosi.

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
pensatore
Inviato: 11/5/2009 19:47  Aggiornato: 11/5/2009 19:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/6/2006
Da:
Inviati: 173
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Mi complimento con Massimo Mazzucco che riesce a “scatenare” delle belle discussioni.
Visto che si spazia a tutto campo vorrei fermarmi su un punto: la razionalità.

Ritengo che una teoria possa considerarsi razionale se non ipotizza “cose” che non siano sperimentabili almeno in linea di principio.

Visto che si è parlato di meccanica quantistica posso citare come esempio la teoria riguardante la gravità, proposta da Higgs, che si basa su un fantomatico campo scalare. Non sappiamo se questo esista e se tale teoria sia valida o meno, però esiste la possibilità di verificarla: ci stavano provando al CERN con la ricerca della famosa God-particle (il cui nome originale pare fosse Goddam-particle, che è una specie di imprecazione), prima che si rompesse la macchinetta. Per questo motivo, per la possibilità di verifica o di falsificazione, ritengo che la teoria si possa considerare razionale.
Riguardo un'altra teoria, che dovrebbe riconciliare i misteriosi fenomeni quantistici con la nostra mente, nota come teoria di Bohm, molto in voga negli ambienti new-age, questa presenta invece un difetto già in origine. Anch'essa si basa su una entità fantomatica, l'onda guida, che però proprio per la sua natura è al di fuori del mondo sensibile e perciò non verificabile: bisogna solo crederci. Per questo motivo tale teoria manca di razionalità.

Per quanto riguarda gli UFO ci sono fenomeni inspiegabili e vengono proposte diverse teorie. Mi vanno bene tutte le ipotesi, ci sono connessioni nell'universo che non rientrano nei nostri comuni concetti di spazio e tempo (già provate a livello di particelle), ma parlare di anima e coscienza con il significato che oggi si dà a tali termini per inquadrare fatti sperimentati appare un po' fuori luogo.
Saluti.

Santro
Inviato: 11/5/2009 19:51  Aggiornato: 11/5/2009 19:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2005
Da:
Inviati: 748
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Veramente ho accusato te di non aver capito il messaggio di Gesu`... (e infatti guardi la pagliuzza e non la trave)

Ah, ci vuole l'interprete... E quale sarebbe il Vero messaggio di Gesù che ti hanno insegnato? Non usare il preservativo?

Poi, da quello che dici, parrebbe che il 'cristianesimo' (quale poi?!), sia l'ultimo/unico baluardo contro l'attuazione del nwo.... Il tuo 'baluardo' è appecoronato, in questo momento, ai piedi dei suoi padroni.

ETERNAL SALVATION
(or triple your money back)
Red_Knight
Inviato: 11/5/2009 20:01  Aggiornato: 11/5/2009 20:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
@Sentiero

Approfondire quando non può essere vero significa essere stupidi, non aperti mentalmente. Non sto parlando di Malanga, dico a livello generale. Reputare che qualcosa sia una bufala, se non è pregiudizio, E' un approccio serio a un argomento.

Nello specifico, il mio parere è che la faccenda non è né una bufala né una non-bufala: visto che metà delle parole impiegate da Malanga non hanno senso, è difficile discuterci sopra. Rimango dell'idea che chi usa paroloni vuoti quasi certamente sta cercando di fregarmi, ma non voglio dare giudizi affrettati su una persona che qualche anno fa tutto sommato mi era piaciuta nei suoi discorsi.

@ELFLACO

Io mi ero fatto l'idea che significasse far ricordare al qualcuno qualcosa con un tipo d'ipnosi.

Così, per magia? Troppo semplice. Tu ti fidi? Non dico che non sia vero, ma non puoi certo dirmi "Nessun problema: è ipnosi profonda regressiva!".

ELFLACO
Inviato: 11/5/2009 20:24  Aggiornato: 11/5/2009 20:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Così, per magia? Troppo semplice. Tu ti fidi? Non dico che non sia vero, ma non puoi certo dirmi "Nessun problema: è ipnosi profonda regressiva!".


Come magia??
Nel mio primo post chiedevo appunto se fosse vero che si possa ipnotizare una persona per fargli ricordare qualcosa. Si può??

Poi io non ho ancora preso una posizione su questo tema.Non so abbastanza sull'ipnosi da farmi almeno un'idea se può essere possibile.

Il mio era un tentativo per metterci d'accordo sui termini.E su cosa significano.

Perchè il problema e tutto quà,secondo me. Lui dice che le prove le ha che con l'ipnosi si può far ricordare alla gente cose che non si ricorda normalmente.
E vero che si può??

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
Redazione
Inviato: 11/5/2009 20:26  Aggiornato: 11/5/2009 20:50
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
REDAZIONE: Quali motivi hai per affermare che Malanga sia un "bugiardo"?

RIVERS: No attenzione, ho detto che è scemo, non bugiardo.
Veramente avevi scritto questo. “Quella che non ho rimosso è la sicurezza e il carisma di quell'uomo. Un bugiardo così convinto di se non ricade nemmeno nella categoria dei ciarlatani. E' semplicemente scemo.”

Comunque lasciamo perdere, vedo che sei talmente concentrato su quello che dici che non vale la pena di perderci altro tempo.

***

GOLDSTEIN: “Dove andremo a finire?”

Non ne ho la minima idea. Come ho scritto, il sito segue le cose che avvengono, e non viceversa. Se un giorno troverai su LC un articolo sugli alieni, vorrà dire che nel frattempo sono sbarcati sulla terra.

Per ora io ho parlato di scienziati.

***

REVOLVER 85: ”secondo gli studi ufficiali quanto sia affidabile l'IPSNOSI PROFONDA REGRESSIVA ?”

Credo che "affidabile" debba essere chi la pratica, non il metodo.

Questo è l’ultimo capitolo del film “L’Altra Dallas” , nel quale compare un segmento di una seduta di ipnosi regressiva.


Red_Knight
Inviato: 11/5/2009 20:31  Aggiornato: 11/5/2009 20:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
@ELFLACO

Mi sono espresso male e avevo saltato il post dove chiedevi lumi, comunque la domanda era retorica, e non era rivolta direttamente a te, era un "tu" impersonale.
Devo dire invece che sono assolutamente d'accordo con te, ed essere d'accordo sui termini a mio parere è tutto. Perdona il malinteso.

----
@Redazione

Credo che la questione non sia "quanto è affidabile l'ipnosi profonda regressiva?" ma "cosa è, come funziona?".
Sospettiamo/sappiamo che la CIA ha avviato esperimenti di controllo mentale, ma ipnotizzare qualcuno (fermo restando che non sappiamo niente sul come) per DIRGLI DI FARE qualcosa è ben diverso da ipnotizzare qualcuno per FARGLI DIRE qualcosa. Ammesso che entrambe le cose siano realmente possibili.

Redazione
Inviato: 11/5/2009 20:42  Aggiornato: 11/5/2009 20:47
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
RED_KNIGHT: Infatti, non mi passa nemmeno per la mente di paragonare Sirhan a un addotto. Ho messo il video perchè c'è la seduta di ipnosi regressiva di Zanfretta (ora l'ho specificato).

Io l'ho vista per intero, e di dubbi sulla validità del metodo me ne rimangono pochi.

rivers
Inviato: 11/5/2009 21:09  Aggiornato: 11/5/2009 21:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/11/2006
Da:
Inviati: 493
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
In effetti mi son sbagliato, Malanga l'avevo veramente definito un bugiardo.

Per la precisione, oltre a bugiardo l'ho definito morone all'ultimo stadio, ciarlatano e scemo.

La lista potrebbe continuare, per sintetizzare si potrebbe dire che è solo un cazzaro che si avvicina alla demenza.

Redazione
Inviato: 11/5/2009 21:12  Aggiornato: 11/5/2009 21:12
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
RIVERS: D'accordo, abbiamo capito, grazie.

Nirav
Inviato: 11/5/2009 21:30  Aggiornato: 11/5/2009 21:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/4/2009
Da:
Inviati: 91
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
E’ molto interessante il collegamento che molti fanno tra DMT e “alien abduction”, se fate una breve ricerca su google troverete molto materiale a riguardo. Qui di seguito vi riporto una recensione ad un libro di Rick Strassman. Se non conoscete l’inglese peggio per voi. Notasi che il DMT oltre ad essere una sostanza psichedelica presente in alcune piante e funghi, è prodotta anche dal nostro cervello.
About DMT: The Spirit Molecule

From 1990 to 1995 Dr. Rick Strassman conducted U.S. Government-approved and funded clinical research at the University of New Mexico in which he injected sixty volunteers with DMT, one of the most powerful psychedelics known. His detailed account of those sessions is an extraordinarily riveting inquiry into the nature of the human mind and the therapeutic potential of psychedelics. DMT, a plant-derived chemical found in the psychedelic Amazon brew, ayahuasca, is also manufactured by the human brain. In Strassman's volunteers, it consistently produced near-death and mystical experiences. Many reported convincing encounters with intelligent nonhuman presences, aliens, angels, and spirits. Nearly all felt that the sessions were among the most profound experiences of their lives.
Strassman's research connects DMT with the pineal gland, considered by Hindus to be the site of the seventh chakra and by Rene Descartes to be the seat of the soul. DMT: The Spirit Molecule makes the bold case that DMT, naturally released by the pineal gland, facilitates the soul's movement in and out of the body and is an integral part of the birth and death experiences, as well as the highest states of meditation and even sexual transcendence. Strassman also believes that "alien abduction experiences" are brought on by accidental releases of DMT. If used wisely, DMT could trigger a period of remarkable progress in the scientific exploration of the most mystical regions of the human mind and soul.

Ermes
Inviato: 11/5/2009 21:31  Aggiornato: 11/5/2009 21:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/11/2005
Da:
Inviati: 44
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
credo bisognerebbe prestare più attenzione al progetto "bluebeam" come citato da fender,si spiegherebbero cosi molte cose,evitando di discuterne di altre,non credete?

in inglese: http://educate-yourself.org/cn/projectbluebeam25jul05.shtml

Redazione
Inviato: 11/5/2009 21:37  Aggiornato: 11/5/2009 21:37
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
AHMBAR: "Nel mio piccolo posso dirti che sul mio taxi sono saliti ultimamente diversi medici, psicologi, ricercatori"

Eh eh eh.... Pulisci meglio il tuo specchietto, e cerca di guardare cosa vestono SOTTO LA GIACCA.

sigmatau
Inviato: 11/5/2009 22:31  Aggiornato: 12/5/2009 9:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione : questo è l’ultimo capitolo del film 'L’altra Dallas' nel quale compare un segmento di una seduta di ipnosi regressiva...

Ottima indagine!... anche lo scrivente ha studiato per anni l'assasinio di R.F. Kennedy e sono giunto alle medesime conclusioni: Shiran Shiran è stato 'programmato' con l'uso di tecniche ipnotiche. Giova fare un parallelo con l'omicidio del fratello J.F. Kennedy avvenuto cinque anni prima a Dallas. Anche in quel caso era stato 'fabbricato' un colpevole, L.H. Oswald, ma il lavoro non era stato eseguito del tutto 'a regola d'arte' così che, dopo che questi aveva cominciato a 'vuotare il sacco', lo si era dovuto eliminare fornendo decisivi indizi sulla identità dei 'veri colpevoli' e mettendo gravemente a repentaglio il successo dell'intera operazione. E' evidente a questo punto l'entità del 'progresso tecnico' compiuto da quella 'organizzazione' nei cinque anni che separano i due episodi. Il 'lavoro' fatto nel caso di Shiran Shiran deve essere considerato assolutamente 'da manuale' e ritengo sia ancora oggi insuperato dal punto di vista 'perfezione tecnica'. Nota finale: non è stata la sola Cia a sperimentare e mettere a punto tecniche ipnotiche nel corso degli anni '60... sicuramente hanno percorso la medesima strada i due altri servizi segreti di primo livello esistenti al mondo, il Kgb e il Mossad... non occorre aggiungere altro ...

saluti!...

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
ClaudioC
Inviato: 11/5/2009 22:32  Aggiornato: 11/5/2009 22:32
So tutto
Iscritto: 4/1/2009
Da:
Inviati: 22
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Buonasera.
Solo due domande al signor Mazzucco per capire meglio.
Quando dice che il processo a Galilei era solo una grandiosa messa in scena intende dire che anche Galilei lo spaesse?

Il termine razza per gli aborigeni australiani non rischia di suonare male?

Per il resto chiedo se anche lei ha letto e cosa ne pensa di un libro chiamato Molte vite molti maestri di Brian Weiss, ed ovviamente di un altro chiamato Rapiti di John E. Mack.
A presto!

manneron
Inviato: 11/5/2009 22:35  Aggiornato: 11/5/2009 22:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/2/2006
Da:
Inviati: 951
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
eh l'altra dallas:

1) come si può vedere il soggetto non ricorda assolutamente nulla.

3) come si può vedere il soggetto è un buon attore e si comporta come se non ricordasse assolutamente nulla

http://it.wikipedia.org/wiki/Pier_Fortunato_Zanfretta

"L'esistenza della sfera non è mai stata provata. Zanfretta afferma di averla nascosta in un luogo noto solamente a lui, ed eventuali altri individui che si avvicinassero, sostiene il metronotte, verrebbero fulminati dalla sfera stessa, sorte che sarebbe capitata ad una lepre avvicinatasi casualmente"

bene. ci mandiamo un'altra lepre e vediamo che succede....
se necessario ipnotizziamo pure la lepre...

comunque malanga ha un modo afascinante di narrare con un certo umorismo. vorrei verificare in qualche modo i calcoli sui 300 kili mancanti sul carico inviato dalla nasa: vorrei vedere i documenti da cui ha preso i numeri. partiamo da qui.

edo
Inviato: 11/5/2009 22:54  Aggiornato: 11/5/2009 22:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Malanga ha incontrato Zanfretta?

Redazione
Inviato: 11/5/2009 23:31  Aggiornato: 11/5/2009 23:31
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
CLAUDIOC: "Quando dice che il processo a Galilei era solo una grandiosa messa in scena intende dire che anche Galilei lo spaesse?"

Era una battuta, per dire che loro ne sanno molto di più di quello che sembra.

"Il termine razza per gli aborigeni australiani non rischia di suonare male?"

Perchè, non è una razza? (Forse non ho capito la domanda).

"Per il resto chiedo se anche lei ha letto e cosa ne pensa di un libro chiamato Molte vite molti maestri di Brian Weiss, ed ovviamente di un altro chiamato Rapiti di John E. Mack".

No, non li ho letti.

gian88luca
Inviato: 11/5/2009 23:58  Aggiornato: 11/5/2009 23:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/2/2009
Da:
Inviati: 31
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Buona sera a tutti
Riguardo l'analisi dei concetti dalui per ora conclusi su anima coscienza spirito ecc è difficile dare una opinione se non che il discorso abbia un suo senso logico.

riguardo la domanda su dove sarebbero gli alieni buoni malanga risponde coerentemente, che dato che anima deve fare esperienza sono buoni proprio perche non interferiscono col nostro percorso e non ci rompono lepalle poichè necessario per il nostro bene.

riguardo la affidabilità delle ipnosi se l'ipnotizzato, come è successo, sfoggia conoscenze che l'ipnotizzatore non possiede e deve successivamente verificare allora si smentisce l'ipotesi dell'influenzamento dell'ipnotizzatore. Una cosa molto curiosa riguarda le ipnosi regressive fatte da lui è che l'ipnotizzato interagisca direttamente (ipoteticamente?) nella realtà vissuta, mi spiego: fa leggere magari una scritta come se l'ipnotizzato fosse li in diretta compiendo l'azione di leggere che magari nel momento del rapimento non aveva fatto.

Per concludere sdrammatizzando citando pulp fiction dopo che ti vedi una conferenza di malanga puoi dire: è stato meglio di una strippata!

cnj
Inviato: 12/5/2009 0:01  Aggiornato: 12/5/2009 0:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da: Romagna
Inviati: 795
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Articolo coraggioso che affronta un argomento rovente. Dopo il mio primo approccio alla teoria del professor Malanga pensai di trovarmi di fronte ad un pazzo. Le argomentazioni erano talmente assurde che mi veniva da ridere. Per apprezzare l'impegno e la validità delle sue ricerche bisogna conoscere il Dr.Malanga. Dargli la possibilità di farci capire di cosa parla. Leggere i suoi trattati. Ascoltare le sue conferenze.
Sebbene abbia ancora dubbi su tante delle sue "ipotesi" devo dire che almeno lui è in grado di dare delle spiegazioni dove per altri c'è il vuoto.
Ha compiuto il maggior numero di Ipnosi Regressive di chiunque altro in Europa.
Ha scritto il maggior numero di trattati di chimica di qualsiasi altro professore in Europa.
Di quello che ci racconta sulle "abduction" non ci trae alcun profitto, semmai nel tempo ha solo avuto problemi...
Malanga ha abbattutto dei muri. Non so se ha preso la direzione giusta ma penso che meriti di essere ascoltato...
Pazzo in eterno o Genio?
Ognuno tragga le proprie conclusioni tenendo presente che le teorie del professor Malanga non permettono compromessi.
Pasticca Rossa o Blu?

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. Nikola Tesla
Al2012
Inviato: 12/5/2009 0:16  Aggiornato: 12/5/2009 0:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
@ Fefochip

Ho ritrovato l’articolo in merito alle deformazione del piano tempo/spazio (è una cosa lunga per chi ha voglia di leggere)

SPAZIO-TEMPO
http://www.usac.it/Abductions/spazio_tempomalanga.htm

<< Poniti dinanzi agli eventi come un bambino, e sii pronto ad abbandonare ogni preconcetto, vai umilmente dovunque e in qualunque abisso la Natura ti conduca;

@ Massimo

Hai visto questi video ??

Kymatica - ITA SUB –
PLAY LIST

Ovviamente anche x gli altri

“Capire … significa trasformare quello che è"
fefochip
Inviato: 12/5/2009 0:48  Aggiornato: 12/5/2009 0:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Al2012

grazie della segnalazione ma ho letto credo tutto quello che c'è in rete di malanga e questo lo ho letto un po di tempo fa ....lo si trova impaginato meglio in una versione pdf
con tanti altri articoli ...
http://www.sentistoria.org/Articoli/malanga/

ma me lo volevi solo segnalare o era per dirmi qualcosa in particolare?

ciao
fefochip

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Red_Knight
Inviato: 12/5/2009 1:14  Aggiornato: 12/5/2009 1:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Voglio metterla così, perché non voglio essere accusato di chiusura mentale: supposti veri i resoconti degli "addotti" di Malanga, supposti veri i contatti tra questi sfortunati e Malanga, e supposta geniale l'intuizione di Malanga, noi come facciamo a saperlo?

Per quale motivo, seguendo il rasoio di Occam, non dubitiamo quanto meno che siano dei poveri malati mentali capitati in mano a un suggestionabile professore di chimica amante dei paroloni New Age? Per quale motivo Corrado Malanga dovrebbe essere un genio, uno che sfonda muri o roba del genere?

Non mi interessano Corrado Malanga e le sue teorie, vorrei sapere esattamente quali sono i motivi che vi spingono a considerarlo affidabile.

Redazione
Inviato: 12/5/2009 2:03  Aggiornato: 12/5/2009 2:06
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
RED_KNIGHT: "Non mi interessano Corrado Malanga e le sue teorie, vorrei sapere esattamente quali sono i motivi che vi spingono a considerarlo affidabile."

Dipende da cosa intendi per "affidabile". Qui non stiamo parlando di fatti che puoi verificare in prima persona, quindi ci sono diversi livelli di problemi, secondo me.

Il primo è stabilire se Malanga si inventi tutto, oppure se il suo mondo di rapporti con gli addotti sia vero.

Il secondo è stabilire se quello che gli addotti raccontrano a lui sia vero.

Il terzo è stabilire.... che cosa sia la verità.

In altre parole, siamo in un campo totalmente aleatorio, senza possibilità di riscontri diretti da parte nostra, in un senso come nell'altro. (Non possiamo cioè nè confermare quello che dice nè escluderlo).

Direi quindi che l'unica "affidabilità" che gli si può concedere è quella che a ciascuno viene da concedergli a livello intuitivo.

A sua volta, questo lo si può fare solo avendo studiato un minimo il suo lavoro. Per questo motivo ho concluso l'articolo dicendo: "Qui si apre una serie di tematiche complesse e delicate, che Malanga sta ancora cercando di definire, e che possono essere affrontate solo dopo aver conosciuto meglio il lavoro da lui svolto fino ad oggi."

Come dicono in Norvegia, a chacun son gout.

fefochip
Inviato: 12/5/2009 2:14  Aggiornato: 12/5/2009 2:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Red_Knight

comunque non ti preoccupare malanga è il primo a non importargli assolutamente nulla di essere credibile.
l'unica cosa che gli importa è comunicare con chi è in grado di farlo e ne ha bisogno .... probabilmente non tu ....
c'è a chi questo argomento interessa e non ha bisogno di dimostrazioni "scentifiche" di sorta per dedicargli un po di attenzione ....ne di rasoi di occam o di paroloni new age.

credo che chi è interessato a i discorsi di malanga sa perfettamente senza l'ausilio di nessuno che le "prove scientifiche" di quello che va esponendo ai suoi convegni non ci sono .

insomma nessuno qui credo voglia dimostrare nulla tantomeno malanga ....quindi
tranquillo .
se poi ti da fastidio che si speculi su quello che a te sembrano minchiate puoi tranquillamente non partecipare.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Al2012
Inviato: 12/5/2009 2:15  Aggiornato: 12/5/2009 2:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
@ Fefochip

Niente di particolare.

Quando le topic su malanga alieni o demoni tu hai fatto riferimento alla possibilità di spostamenti spazio/tempo mi è venuto in mente che avevo letto qualcosa in merito ma non riuscivo a trovare il link.

Tutto qua.

Rileggendolo devo ammettere che mi sono perso, non è un discorso facile da digerire, almeno per me ….

Non saprei come giudicarlo se non come tentativo teorico per poter dare una spiegazioni ad alcuni fenomeni che lui ha verificato nei racconti degli addotti …. Non saprei che giudizio dare ….è molto complesso.

La teoria dell’universo olografico di Bohm la trovo interessante, cosi come quella del cervello olografico di Pribram, ma la elaborazione di Malanga è oltre ai miei limiti ……

“Capire … significa trasformare quello che è"
EL_GUERCIO
Inviato: 12/5/2009 2:57  Aggiornato: 12/5/2009 2:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/11/2006
Da:
Inviati: 177
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
io seguito a dire che sembra un libro di philip dick

"Non si dicono mai tante bugie quante se ne dicono prima delle elezioni, durante una guerra e dopo la caccia". Otto von Bismarck
manneron
Inviato: 12/5/2009 7:19  Aggiornato: 12/5/2009 7:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/2/2006
Da:
Inviati: 951
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
io seguito a dire che sembra un libro di philip dick

in genere anche io chiuderei tutto e lascerei perdere. l'unica cosa che mi trattiene è la considerazione che sfruttare qualcuno e farglielo percepire come un mito senza fondamento con cui divertirsi lui stesso, sarebbe una genialata spettacolare.
per il resto è un grande comunicatore. questo si, per niente stupido.
mi sembra costruisca una teoria del tutto basandosi sugli alieni e sull'anima e con questo cerca di spiegare praticamente qualsiasi cosa. è un poco esagerato mi sembra.
trovo meraviglisa la sua interpretazione del mito di narciso.

gian88luca
Inviato: 12/5/2009 8:16  Aggiornato: 12/5/2009 8:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/2/2009
Da:
Inviati: 31
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Riferito al concetto di credibilità di malanga:
il dottò risponde che la realtà non è detto che si accosti necessariamente al concetto di credibilità, molto spesso è il contrario, è più reale una cosa anche se più incredibile di un'altra ipotesi più "moderata". se si pensa all'11 settembre e ad altri argomenti trattati dai "complottisti" credo si possa dare ragione a questo postulato.
Anche se c'è da dire che il fatto che non guadagni nulla dai propri lavori ma delle due ci perda non toglie l'ipotesi che possa trattarsi un soggetto megalomane egocentrico che divulga una cantonata pazzesca.
Però una cosa interessante che sostiene è che gli addotti con lui guariscono dai loro problemi; sono addotti che in molti casi hanno affrontato anni di psicoterapie senza risultati, quindi o mente spudoratamente riferito alle avvenute guarigioni o questa è almeno una prova che il suo lavoro qualche risultato concreto lo raggiunge eccome.

absinth
Inviato: 12/5/2009 8:36  Aggiornato: 12/5/2009 8:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/12/2005
Da: FRIULI VENEZIA GIULIA
Inviati: 249
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
cit. cnj:

Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Articolo coraggioso che affronta un argomento rovente. Dopo il mio primo approccio alla teoria del professor Malanga pensai di trovarmi di fronte ad un pazzo. Le argomentazioni erano talmente assurde che mi veniva da ridere. Per apprezzare l'impegno e la validità delle sue ricerche bisogna conoscere il Dr.Malanga. Dargli la possibilità di farci capire di cosa parla. Leggere i suoi trattati. Ascoltare le sue conferenze.
Sebbene abbia ancora dubbi su tante delle sue "ipotesi" devo dire che almeno lui è in grado di dare delle spiegazioni dove per altri c'è il vuoto.
Ha compiuto il maggior numero di Ipnosi Regressive di chiunque altro in Europa.
Ha scritto il maggior numero di trattati di chimica di qualsiasi altro professore in Europa.
Di quello che ci racconta sulle "abduction" non ci trae alcun profitto, semmai nel tempo ha solo avuto problemi...
Malanga ha abbattutto dei muri. Non so se ha preso la direzione giusta ma penso che meriti di essere ascoltato...
Pazzo in eterno o Genio?
Ognuno tragga le proprie conclusioni tenendo presente che le teorie del professor Malanga non permettono compromessi.
Pasticca Rossa o Blu?

condivido in pieno... sottolineo il fatto che bisognerebbe conoscere Malanga, i suoi tantissimi articoli ed averlo visto di persona in qualche conferenza. Anch'io all'inizio leggevo ste teoire e ci ho messo del tempo per capire VERAMENTE il suo punto di vista sul problema abduction.
Sul fatto della validità dell'ipnosi so che la comunità scentifica storce il naso... chissà perchè... e comunque è un tipo di terapia che porta, a mio modo di vedere, dei benefici alla persona o nei peggior dei casi non ti cambia nulla! In ogni caso i cosiddetti "addotti" o meglio "ex addotti" si sono liberati dalle loro storie terrificanti proprio grazie all'ipnosi, pnl e dalla volontà di Anima di liberarsi dai parassiti vari.

Santro
Inviato: 12/5/2009 9:15  Aggiornato: 12/5/2009 9:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2005
Da:
Inviati: 748
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Sto leggiucchiando Il tempo e la sua percezione finale e, secondo me, qui M commette un errore di valutazione che potrebbe inficiare lo sviluppo conseguente. Riporto il brano: 'Vuoi sapere chi sono i militari? ...
Io, preso alla sprovvista quando capitano queste cose o almeno preso alla sprovvista le
prime volte che ciò capitava prendo tempo e non sapendo cosa rispondere dico ...
Chi sono i militari?
E la risposta è immediata ed il soggetto in ipnosi risponde con la seguente inattesa
risposta ...
Aspetta che leggo ....!'

Da questo, 'aspetta che leggo', che sta ad indicare che il soggetto fa qualcosa che non aveva fatto nel momento che viveva la scena ricordata, M ne deduce che l'ipnotizzato (la sua anima...) non 'ricorda' il passato ma lo 'vive' nel presente. Cioè, quella scena in cui l'anima si trova, che è nel passato del soggetto, in realtà è 'copresente'. In altre parole, il passato non è passato ma rimane accessibile come se fosse sempre presente.
Secondo me, invece, tenendo conto anche della teoria dei ricordi immagazzinati come ologrammi, semplicemente anima, ha posto la sua attenzione su di un particolare che al tempo aveva trascurato. Cioè, se paragoniamo il ricordo ad una fotografia che ritrae una scena del nostro passato, si potrà dire che quel passato è sì copresente ma lo è come 'immagine' e noi riguardando (vivendo) quella scena, per mezzo della sua immagine registrata sulla carta fotografica, potremmo notare dei dettagli che al tempo dello 'scatto' non notammo. Figuriamoci in un ologramma quanti dettagli ci potremmo scoprire non notati in precedenza!

Tutto questo per dire che la teoria 'il passato non è passato ma è sempre presente perché il tempo è un'illusione', secondo me, è falsa o, comunque, non può ritenersi valida perché dedotta da una personale interpretazione. Secondo me, il passato è passato e non è possibile tornare ed interagire con l'ambiente e i personaggi di un dato episodio ma, come in una foto estremamente dettagliata come può essere un ologramma, sarà possibile estrarre una certa quantità di informazioni precedentemente inosservate.
Quindi non si torna nel passato, bensì in un 'simulacro' di quel passato, che è cosa ben diversa.

Questa obiezione ha valore quando M afferma che gli alieni sono in grado di riportare a casa ( o dove si trovava) un addotto nello stesso 'punto', in senso temporale, in cui venne prelevato in quelle occasioni dove un casuale testimone afferma che il soggetto, durante la sua esperienza di rapimento, non si è mai allontanato dal suo letto.

Io, come ho già esposto nell'altro thread su M, sul 'non spostarsi dal letto', ho una mia teoria ma mi rendo conto che è ancora più incredibile.

Grazie dell'attenzione.

ETERNAL SALVATION
(or triple your money back)
manneron
Inviato: 12/5/2009 9:29  Aggiornato: 12/5/2009 9:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/2/2006
Da:
Inviati: 951
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Io, come ho già esposto nell'altro thread su M, sul 'non spostarsi dal letto', ho una mia teoria ma mi rendo conto che è ancora più incredibile.


sarebbe?

peonia
Inviato: 12/5/2009 9:33  Aggiornato: 12/5/2009 9:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Per Massimo
Ho sempre inteso leggere (e non sono la sola) come significato etimologico dal latino della parola re-ligo = legame tra (Cielo e Terra? Materia/Spirito?Dio/Uomo?) Ma ovviamente ognuno se la canta come meglio crede....se ateo o credente.....Transeat!

Ho conosciuto Corrado Malanga, persona intelligente, acuta e simpatica che, malgrado atea, ha dovuto rivedere piu' di qualche cosa dopo anni e anni di regressioni...
Ricordo che nelle nostre riunioni conviviali, con il Gruppo Stargate, ci parlava delle sue perplessita' rispetto a certi aspetti, scoperte ed al fatto che sembrava, a volte, parlassero una lingua che sembrava sumera e non si capiva se parlasse l'addotto o qualcun altro......ma non saprei dire di piu'! anche perche’ non mi ricordo bene dopo tanti anni.
Ho partecipato a vari convegni organizati da loro e di BUGIE poche....quasi nulla...
Si pensa che il CUN, nella persona di Pinotti,fosse legato con i servizi...ma questo lo si pensa anche di Angela e della Hack, che vi piace sicuramente tanto....ma la faccenda di Malanga, il suo lavoro e la sua notorieta' sono cominciati con Baiata dopo il distacco di quest'ultimo dal CUN!

A Cassandra
“Questo mondo di alieni cattivissimi, senza scrupoli, che sfruttano l'umanità, che ce ne fanno di tutti i colori mi pare molto poco plausibile. Mica per altro: perché per logica ci dovrebbe essere il buono e il cattivo anche tra loro.”

Esatto credo infatti che siano Esseri diversi e diversamente evoluti, secondo i nostri paradigmi, dal mio punto di vista e per lei informazioni che ho io, ad esempio, ce ne sono molti di quelli “buoni” che ci aiutano da tempo …


Questo e’ quello che scrivevo ieri sera, poi ho staccato perche’ ero stanca.
Volevo rispondere anche a Sigmatau, ma lascio perdere. Invece rileggendovi stamattina, mi spiace vedere che molti sono peggio di quelli del Cicap, perche’ invece si credono molto diversi…
Non c’e’ peggior sordo di chi non vuole sentire! Che c’entrano poi gli Ufo con la Gnosi e la New Age??
Mi sembra evidente che siete persone per la maggioranza di cultura di sinistra, materialista e atea, che sparano a zero su certi argomenti non tanto per conoscenza quanto per preconcetto! Quando non siete di sinistra , siete troppo pragmatici e razionali….insomma non se ne esce…..
Peccato….comunque date tempo al tempo e vedrete chi avra’ ragione..

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
nosh1t
Inviato: 12/5/2009 10:09  Aggiornato: 12/5/2009 10:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/9/2008
Da:
Inviati: 143
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
@manneron Citazione:
la peppa!! ma funziona?

si dice sia molto usata nelle reti fininvest, fai un po te...

Santro
Inviato: 12/5/2009 10:18  Aggiornato: 12/5/2009 10:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2005
Da:
Inviati: 748
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
sarebbe?

Tò.... un curiosone!

Ho fatto un salto dove è immagazzinato una parte del passato! Ecco qua:

a quanto pare alcune di queste esperienze di rapimento e conseguente 'esame medico', - secondo la testimonianza di chi era presente nella stessa stanza dell'addotto al momento dell'esperienza -, avvengono senza che la 'vittima' si muova di un centimetro dal proprio letto; salvo l'aver notato una qualche luminescenza bianco-azzurra che circondava letto e/o corpo.
Questo fatto io me lo spiego così: 'sti alienazzi non intervengono sul corpo fisico della persona ma sulla 'copia', (astrale, eterea, mentale.......... ORIGINALE??!! Non so), alla quale costoro hanno accesso. Poi ciò che manipolano, inseriscono o estraggono (feto), si proietta istantaneamente nel corpo fisico. Questo spiegherebbe anche il 'miracolo' delle guarigioni improvvise nei luoghi delle apparizioni ma anche altrove. Con i loro super-attrezzi, fanno uno 'scandisk' e una 'deframmentazione' sulla copia e, attraverso il 'link virtuale' si aggiusta anche il corpo fisico


'Come in alto così in basso'?

ETERNAL SALVATION
(or triple your money back)
dino
Inviato: 12/5/2009 10:33  Aggiornato: 12/5/2009 10:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 2/11/2007
Da:
Inviati: 2315
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
... di una cosa sono consapevole, ogni giorno si riuniscono loschi personaggi che in possesso di determinati strumenti indirizzano il gregge umano nella direzione che più gli agevola il controllo... le guerre, le stragi, colpi di stato... e tanto altro è frutto della schizzofrenica corsa al mantenimento del potere da parte di una gerarchica piramide... le strategie si fanno sempre più complesse visto gli strumenti sempre più tecnologici che ha in uso anche il gregge.... adesso è il tempo degli alieni, sento nell'aria e non solo su LC, un intensificazione delle informazioni in formazione apparentemente caotica, ma in realtà rispecchia una precisa scaletta.... Malanga è un "Julius Casellas" al servizio del sistema che sta sferrando un ennesimo attacco alla coscienza collettiva... se riescono a farci credere dell'esistenza di un'entità extrasolare più avanzata ed invincibile allora il "gregge" smetterà di ribellarsi... questo è da sempre l'obbiettivo che persegue ad ogni costo la ristretta elite di Banchieri che ci domina incontrastata già da qualche secolo... Non posso dire con certezza se esistono o no gli alieni, ma di certo sò che tutti gli avvistamenti UFO non sono altro che il frutto di una tecnologia di questa terra e dei suoi abitanti... la piramide di controllo del potere: BANCHE- Energia- Media, presenta in se un punto debole che potrebbe far collassare il sistema... questo punto debole è l'ENERGIA senza il controllo dell'Energia gli sfugge tutto il resto... la conoscenza del vero principio gravitazionale permette lo sfruttamento di un'energia infinita per tutti, impossibile da controllare e impossibile da far pagare... i dischi volanti esistono e sono frutto di tecnologia antigravitazionale di cui ho parlato abbondantemente in questo forum... Malanga è un'ennesimo depistaggio per l'Umanità che diventa disponibile a credergli per cercare risposte ad altri quesiti... con l'Ipnosi puoi convincere chiunque a credere di essere un cane o un gatto e comportarsi come tale... o puoi più facilmente convincerlo di essere posseduto da un demone o da un alieno... tutto ciò con l'ipnosi non è affatto difficile... il pericolo è che vogliono adottare una forma di propaganda estrema nel momento che tra il "gregge" si diffondono sistemi di autodifesa importanti come INTERNET... mi dispiace molto di non essere sufficiente bravo nel mettervi in guardia dal prossimo attacco che ha in mente il potere... ma di una cosa sono certo, se gli togliamo l'energia perderà il controllo e l'Umanità si libererà dalle catene di una schiavitù che dura da sempre... La tecnologia antigravitazionale ha messo la parola fine alla guerra fredda, e convinto Russia e Cina ad accettare le regole del capitalismo... questa tecnologia è tenuta nascosta per il semplice motivo che potrebbe rivelarsi un boomerang per il controllo del potere stesso.... ma è ora che finisce tutta questa pagliacciata, spero con tutto il cuore che almeno qui su LC ve ne rendiate conto che basta togliergli l’energia e fare SCACCO MATTO a questi quattro cialtroni che affamano i popoli con l’intento di dominarli…. ciaodino

Ghilgamesh
Inviato: 12/5/2009 11:18  Aggiornato: 12/5/2009 11:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Autore: Red_Knight Inviato: 12/5/2009 1:14:37

"Per quale motivo, seguendo il rasoio di Occam, non dubitiamo quanto meno che siano dei poveri malati mentali capitati in mano a un suggestionabile professore di chimica amante dei paroloni New Age? Per quale motivo Corrado Malanga dovrebbe essere un genio, uno che sfonda muri o roba del genere?"

Secondo il rasoio di Occam, se qualche MILIONE di persone sostiene di esser stata rapita da alieni ... è stata rapita da alieni.

Che è nettamente più probabile di esperimenti da parte di militari che si fingono alieni o di una nuova malattia molto diffusa ma completamente ignorata e sconosciuta.

fefochip
Inviato: 12/5/2009 11:23  Aggiornato: 12/5/2009 11:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Malanga è un'ennesimo depistaggio per l'Umanità che diventa disponibile a credergli per cercare risposte ad altri quesiti


scusa ma perchè?
per questo?
Citazione:
se riescono a farci credere dell'esistenza di un'entità extrasolare più avanzata ed invincibile allora il "gregge" smetterà di ribellarsi

e da dove deduci che nel momento che il "gregge" crede a un entità extra solare smette di ribbellarsi?

a me sembra un po stupido sinceramente rivoltare la frittata.
hai visto il film di massimo ?
come fai a dire che coloro che per anni hanno manipolato i media per celare la realtà sugli ufo oggi sono quelli che attraverso malanga ci vogliono far credere agli alieni?
per me se non è stupido è paradossale un pensiero del genere.(con il massimo rispetto per te che lo hai espresso)

Citazione:
con l'Ipnosi puoi convincere chiunque a credere di essere un cane o un gatto e comportarsi come tale... o puoi più facilmente convincerlo di essere posseduto da un demone o da un alieno... tutto ciò con l'ipnosi non è affatto difficile...


scusa davvero non ce l'ho con te è che queste affermazioni sono cosi paradossali o ingenue che mi fanno cadere le braccia .
ma scusa dove hai visto o letto che si può far credere a qualcuno di essere un cane?
in un film ?in un romanzo? da uno spettacolo di giucas casella?

Citazione:
La tecnologia antigravitazionale ha messo la parola fine alla guerra fredda, e convinto Russia e Cina ad accettare le regole del capitalismo... questa tecnologia è tenuta nascosta per il semplice motivo che potrebbe rivelarsi un boomerang per il controllo del potere stesso.... ma è ora che finisce tutta questa pagliacciata, spero con tutto il cuore che almeno qui su LC ve ne rendiate conto che basta togliergli l’energia e fare SCACCO MATTO a questi quattro cialtroni che affamano i popoli con l’intento di dominarli…. ciaodino


ma ti rendi conto di quello che dici?
traduzione:
tutti i governi della terra (almeno quelli piu potenti) hanno una tecnologia cosi avanzata da non sfruttarla per loro vantaggio ma sacrificano questo vantaggio perche questo porterebbe troppa libertà e sono disposti a tenere celato tutto perche cosi possono continuare tutti a fare i cazzi loro .... tutti i governi del mondo ....
se il desiderio è il potere non si capisce perche qualcuno non usa a proprio vantaggio tali tecnologie per soverchiare l'altro....

a questo punto è piu razionale l'idea di malanga ...sinceramente.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
scrapolla
Inviato: 12/5/2009 11:27  Aggiornato: 12/5/2009 11:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/12/2005
Da: puglia, molto puglia
Inviati: 66
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso ---- Wernher von Braun
Poco prima di morire il pioniere dei razzi V2, Wernher von Braun, ex Ufficiale delle SS durante la dittatura nazista, poi delegato al NASA's Deputy Associate Administrator for Planning, rilasciò delle dichiarazioni alquanto agghiaccianti alla Dottoressa Carol Rosin, nelle quali dichiarò che per sostenere l'enorme complesso militare delle armi spaziali, si sarebbero dovute creare a tavolino una serie di "minaccie" alla sopravvivenza della specie umana, al fine di ottenere il libero consenso degli oppositori di questo progetto. Secondo quanto riferito da von Braun, queste minaccie comprendevano la falsa creazione di un "nemico" terroristico (11 settembre 2001); devastanti impatti di asteroidi ed infine un attacco alieno....



video youtube sottotitoli ita

Citazione:
Ultimo avvertimento...
fefochip
Inviato: 12/5/2009 11:30  Aggiornato: 12/5/2009 11:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Secondo il rasoio di Occam, se qualche MILIONE di persone sostiene di esser stata rapita da alieni ... è stata rapita da alieni.




il "rasoio" di groucho marx:
"guardate quest'uomo .sembra un deficente e parla come un deficente , ma non lasciatevi ingannare è un deficente!"

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 12/5/2009 11:35  Aggiornato: 12/5/2009 11:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso ---- Wernher von Braun
Citazione:
si sarebbero dovute creare a tavolino una serie di "minaccie" alla sopravvivenza della specie umana, al fine di ottenere il libero consenso degli oppositori di questo progetto. Secondo quanto riferito da von Braun, queste minaccie comprendevano la falsa creazione di un "nemico" terroristico (11 settembre 2001); devastanti impatti di asteroidi ed infine un attacco alieno....


beh la prima ci siamo .....
però non è che se si prendono sempre le persone alla lettera si fa un ottimo affare ...
comunque sarei curioso di capire come cazzo si può simulare un impatta di un asteroide (senza asteroide) o tanto meno un attacco alieno (senza alieni)

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Andrea_1940
Inviato: 12/5/2009 11:40  Aggiornato: 12/5/2009 11:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
esistono nel mondo migliaia di persone che ritengono di essere state addotte dagli alieni, e nel loro insieme costituiscono una realtà impossibile da liquidare come semplice fantasia della mente umana. Una quantità notevole di riscontri incrociati, sommati a numerose prove tangibili, permettono oggi di dire che queste persone – nella loro stragrande maggioranza, si intende – abbiano realmente vissuto le esperienze che descrivono.


Impossibile da liquidare? non e' perche' qualcosa succede nella mente di migliaia di persone che ALLORA non e' una fantasia. Ricordo che la pazzia fa parte di questo mondo.
Puoi fornire ai tuoi lettori i riferimenti di anche un solo "riferimento incrociato"? o anche una sola "prova tangibile"?


Citazione:
Che poi siano stati rapiti da veri extraterrestri, piuttosto che da pupazzi di Disneyland, rimane da decidere, ma sulla veridicità dei loro racconti è difficile ormai avanzare dubbi.


Certo anche sui racconti dei miracolati sarebbe difficile avanzare dubbi, salvo che non esistono testimonianze di arti ricresciuti dopo amputazione.


Citazione:
D’accordo, si dirà, ma di preciso cosa vogliono da noi gli alieni? Perchè ci rapiscono, e poi ci “restituiscono”...


Buona notte.

Citazione:
che possono essere affrontate solo dopo aver conosciuto meglio il lavoro da lui svolto fino ad oggi
.

Cioe' per poter dire che queste sono solo idiozie (sempre pronto a smentirmi in presenza di riscontri incrociati e prove tangibili) dovrei forse leggermi tutte le sue relazioni? ma per piacere.

Massimo, dopo l'articolo sulla cantante del reality show inglese, dopo l'articolo su Facebook e soprattutto dopo questo articolo, con tanto affetto ti chiedo di tornare tra noi.
Sei forse stato addotto da un insettoide?

fefochip
Inviato: 12/5/2009 11:57  Aggiornato: 12/5/2009 12:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Ricordo che la pazzia fa parte di questo mondo.

mi puoi fare un solo esempio di pazzia del mondo?

qualcosa che viene fatta o accade per puro caso (e ciò è stato provato che sia cosi) senza che sotto si intravedono interessi di alcun tipo?

Citazione:
Puoi fornire ai tuoi lettori i riferimenti di anche un solo "riferimento incrociato"? o anche una sola "prova tangibile"?

siamo alle solite eh?
perche non te li vai a cercare ?
qui nessuno vuole convincere nessuno ....ti da fastidio l'argomento ?
c'è sempre l'opzione di cambiare aria

Citazione:
Cioe' per poter dire che queste sono solo idiozie (sempre pronto a smentirmi in presenza di riscontri incrociati e prove tangibili) dovrei forse leggermi tutte le sue relazioni? ma per piacere.

di nuovo ?
ti metti in poltrona e qualcuno ti dovrebbe imboccare le tue "prove tangibili"?
tu sei pigro e non leggi una sega però qualcuno ti dovrebbe portare delle prove tangibili ...
sai indicarmi un solo motivo ?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
actarus71
Inviato: 12/5/2009 12:05  Aggiornato: 12/5/2009 12:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/5/2006
Da:
Inviati: 145
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Mi scuso se permetto di intromettermi
ma c'e' per forza bisogno di scendere sempre al confronto personale?
E' stato proposto un articolo o un argomento di trattazione, se non lo si apprezza si puo' dire non sono d'accordo ed evitare di dire ad altri che si e' boccaloni o ignoranti e viceversa per chi crede verso chi non crede altrimenti queste conversazioni porteranno a risse verbali immagino.
Se si tratta di un forum che ha come scopo la trattazione di temi scomodi, o difficili, o cmq sia non dimostrabili , teniamolo semore presente ed evitiamo di arrivare all'insulto finche' risulti possibile, altrimenti i thread cadranno sempre ad un livello molto basso e non si avra' la possibilita' di esporre idee o chiavi di lettura diverse per paura di essere additati come stupidi, ignoranti o deficienti.
Teniamo sempre conto il tema su cui si discute in un paese CATTOLICO come l'Italia gia' il solo voler trattare il tema anima, e compagnia cantante e' un grosso rischio perche' si puo' incorrere nei sostenitori di una fede cieca che possono gia' in partenza storcere il naso figuriamoci se poi aggiungiamo ufo etc etc....
Non sto sminuiendo o deridendo il lavoro di MALANGA, ma il rischio gia' di passare per matto in partenza, per come siamo riduttivi noi italiani con i nostri Tabu' religiosi, sessuali, culturali etc etc e' gia' alto, quindi valutiamo con calma e serenita' tenendo magari la mente aperta anche ad altre chiavi di lettura altrimenti ci possiamo anche accomunare ai talebani (per assolutismo estremismo etc etc)
Calmamose se possiamo!
scusate l'intervento spero di non aver provocato maggior danni.

Santro
Inviato: 12/5/2009 12:05  Aggiornato: 12/5/2009 12:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2005
Da:
Inviati: 748
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Mah, Fefo, io credo che le persone come il nostro Andrea non facciano che manifestare la paura di fare la fine di quel complottista estremo, ex-utente di LC, con la mente talmente aperta che il cervello è finito per scivolargli fuori..... trasformandosi così in un debunker..... Tubo.

ETERNAL SALVATION
(or triple your money back)
actarus71
Inviato: 12/5/2009 12:22  Aggiornato: 12/5/2009 12:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/5/2006
Da:
Inviati: 145
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Peonia rileggendomi i post precedenti, ho visto anche il tuo.
Concordo con te, pero' devo dire ed ovviamente e' personale mia opinione che scivolare alla fine sul "siete di sinistra" ti fa perdere un pochino di punti.
Mi rimandi a qualcuno (vedasi Silvio) che fa del riduttivismo alla corrente di sinistra, un minimo comun denominatore di qualsiasi problema, o accusa che gli si muova, o ideologia opposta alla sua etc etc...
Se vuoi che si sia aperti non categorizzare te ne prego anche perche' altrimenti se procediamo con questo metodo ti si dovrebbe come mi si dovrebbe e come si dovrebbe a molti qui dare del complottista.
Buona giornata a tutti di sinistra e non

dino
Inviato: 12/5/2009 12:56  Aggiornato: 12/5/2009 12:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 2/11/2007
Da:
Inviati: 2315
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
@fefochip,
cit:
[tutti i governi della terra (almeno quelli piu potenti) hanno una tecnologia cosi avanzata da non sfruttarla per loro vantaggio ma sacrificano questo vantaggio perche questo porterebbe troppa libertà e sono disposti a tenere celato tutto perche cosi possono continuare tutti a fare i cazzi loro .... tutti i governi del mondo ....]


...e dici a me di essere ingenuo... nessun governo dispone di questa tecnologia, è controllata direttamente dai banchieri... ma tutti i governi del mondo hanno come prima entrata la tassazione di energia...

l'ho visto il film di Massimo, e mi è anche piaciuto, ma c'è una cosa che non ha puntualizzato, l'unico motivo che ci spinge a credere all'esistenza di alieni sono le osservazioni di oggetti non identificati in cielo... non c'è altro, ora se ti spiego come funzionano i dischi volanti dovrebbe cadere tutta l'impalcatura che ci stanno costruendo sopra.... ora con Malanga vorrebbero spostare dal cielo queste entità fino dentro ognuno di noi o almeno convincerci di ciò...


cit:
[ma scusa dove hai visto o letto che si può far credere a qualcuno di essere un cane?]

...come sospettavo tu non sai proprio niente di questo argomento e non capisco proprio da dove tiri fuori tanta arroganza nei tuoi post....!


cit:
[e da dove deduci che nel momento che il "gregge" crede a un entità extra solare smette di ribbellarsi?]

...basterebbe che leggessi un pò di storia delle religioni e ti accorgeresti come il giochetto dell'entità superiore funziona da sempre...


cit:
[a questo punto è piu razionale l'idea di malanga ...sinceramente.]

...smettila di parlare di razionalità... quando la usi così, perde di robustezza e significato... l'Ipnosi non è affatto una novità di Malanga, tra le tante cose che ho letto in questi giorni sull'argomento, il parere di indiscussi esperti professionisti di Ipnosi hanno definito Malanga un inesperto in materia, che suona come dire che è un cialtrone... il Casellas di turno che cerca notorietà con l'Ipnosi.... probabilmente cambieranno presto di parere... il dio denaro fà miracoli, ma a me basta e avanza la loro reazione a caldo sull'argomento... ciaodino

Andrea_1940
Inviato: 12/5/2009 13:28  Aggiornato: 12/5/2009 13:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Fefo, quando si scrive di quantità notevole di riscontri incrociati, sommati a numerose prove tangibili credo sia lecito chiedere qualche riferimento. Se si e' genuinamente convinti di quanto si scrive, non vedo il problema di postare tali riferimenti.

Ripeto che sono prontissimo a cambiare opinione in presenza di tali riscontri incrociati e prove tangibili, e faccio presente che cercando "corrado malanga" su Google risultano 42000 hits. La pigrizia ed il non leggere non c'entrano.

Ti chiedo cortesemente di rimuovere i commenti personali ed offensivi nella parte finale del tuo post.

Ciao, Andrea

ClaudioC
Inviato: 12/5/2009 13:53  Aggiornato: 12/5/2009 13:53
So tutto
Iscritto: 4/1/2009
Da:
Inviati: 22
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Grazie al Signor Mazzucco per le risposte e scusi la mia eccessiva richiesta di esattezza ma di questi tempi non si da noente per assoluto nemmeno su Galilei!

Il libro molte vite molti maestri pur non essendo sui rapimenti alieni ma sulle vite passate, ha un collegamento tra le due cose.
Alcune sedute di regressione invece di far conoscere le vita passate rivelano anche la presenza di queli che nel libro vengono chiamati maestri e cioè presenzde che parlano attraverso il paziente non collegate alle vita passate e di cui il paziente al risveglio non avrà coscienza, mentre invece avrà ben presente tutto quello che è affiorato delle sue vite passate.
Questi maestri si presentano come esseri più evoluti appartenenti ad altri livelli di realtù, che possono sapere tutto della nostra condizione di vita e che voglio guidarci.

Trovo alcune somiglianze tra i maestri e gli alieni di cui si parla nei rapimenti e soprattutto trovo interessante raffrontare l'idea di anima, coscienza, spirito ed armonia che troviamo nei due libri.
Ho sentito pareri discordanti sulla serietà del libro e dell'autore e quindi chiedo a lei ed ai lettori il vostro parere, una volta letto il libro per chi non lo avesse letto.
Grazie per l'attenzione.
A presto!

yarebon
Inviato: 12/5/2009 14:08  Aggiornato: 12/5/2009 14:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
ciao Andrea,
ti rispondo anche io riguardo ai riferimenti incrociati:
le ricerche di Malanga almeno riguardo alla dinamica di come si verificano i rapimenti alieni è praticamente simile alla ricerca di studiosi pionieri in questa ricerca quali il premio pulitzer john Mack e il giornalista Budd hopkins, quindi su internet puoi cercare qualche loro articolo e poi quello di Malanga e incrociarli.
Uno dei primi rapimenti moderni segnalato è stato quello di un brasiliano che si chiama Villas Boas negli anni 50 (il suo è un caso particolare e vedrai perchè se lo leggerai), ma il primo vero approfondimento e caso studiato in modo approfondito è quello della coppia di coniugi Barney e Betty Hill negli anni 60.
Tutte le migliaia di esperienze raccontano le stesse dinamiche e gli stessi eventi e spesso ci troviamo di fronte gente che non ha mai sentito parlare di queste cose.
Le somiglianze sono forti anche nei più piccoli dettagli.
Malanga a mio parere è andato molto più a fondo di qualsiasi altro studioso in questa tematica ed è tra i pochi che abbia dato anche una sua precisa teoria del perchè avvengono, mentre gli altri vanno soprattutto su supposizioni e pareri personali.

manneron
Inviato: 12/5/2009 14:22  Aggiornato: 12/5/2009 14:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/2/2006
Da:
Inviati: 951
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
comunque io la questione la risolvo in breve:

allora sta anima influenza la realtà. tu ipnotizzi uno e gli dici: prendi in mano sto ferro rovente che invece è una matita e lui presenta scottature.

bene: allora prendi in mano sta matita che invece è un ferro rovente.
se non si brucia sono disposto a credere a qualsiasi cosa perchè è la dimostrazione che qualcosa crea la realtà.... ora com'è che nessuno fa sta prova?

actarus71
Inviato: 12/5/2009 15:12  Aggiornato: 12/5/2009 15:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/5/2006
Da:
Inviati: 145
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
non so se tutto sia riconducibile al tangibile, immagino che a chi dice mi si dimostri che... in certi casi non sia possibile o risulti quanto meno difficile rispondere.
Per esempio se dicessi a qualcuno dimostrami che esiste l' amore, finche' non lo vedo concretamente non ci credo...Dubito che si riesca a farmi vedere l'amore nella sua consistenza reale.

Certe cose diciamo che sono difficilotte da dimostrare.
Anima....
Spirito etc etc con questo non dico che meriti di essere preso come oro colato quanto dica il prof. Malanga ma, insomma sul mi si dimostri penso che si pretenda un po' troppo.
Lui cerca di far capire che certi dati raccolti documentati con risultati di laboratorio quali ad esempio quanto pervenutogli da Mohenjo-Daro risulti radioattivo e che presenta sostanze radioattive tipiche di un sito esposto ad un esplosione vedasi vetrifcazione dei mattoni etc,etc, ottiene o gli pervengono scritti che parlano specificamente di apparecchiature altamente tecnologiche atte al volo di trasporto o da battaglia ed esplosioni descritte riconducibile ad esplosioni nucleari, quindi per deduzione ritiene che possa essere stato possibile che ci siano state civilta' piu' avanzate con una serie di riscontri ulteriori arriva a dire certe, cose poi si inoltra studiando i risultati delle sedute di ipnosi regressiva da lui effettuate a conclusioni sul concetto di anima etc etc.
Ovviamente dimostrare gia' solo una parte quanto ha dichiarato e' difficile. Immaginiamoci se sulla base di una sola cosa che non si possa confutare o risulti poco chiara si boccia tutto quanto sostiene.
A questo punto gli possiamo dare subito del matto. Ma mi sembra un atteggiamento piu' medievale che dei nostri tempi.
Penso che lo studio risulti quanto meno interessante (anche solo al livello fantascientifico) andrebbe valutato un po' quanto abbia scritto e fatto in passato su quanto asserisce per poi poter dire "e' una cazzata" o "sono un mucchio di stronzate", perche' bocciarlo cosi' su due piedi mi sembra riduttivo anche se mi rendo conto che i temi toccati e (ufo, anime, guerre atomiche nel passato, etc) messi insieme possono generare qualche timore.
ma [ la mia personale ed umilissima ottica
ciao

peonia
Inviato: 12/5/2009 15:26  Aggiornato: 12/5/2009 15:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Concordo con te, pero' devo dire ed ovviamente e' personale mia opinione che scivolare alla fine sul "siete di sinistra" ti fa perdere un pochino di punti.

Quello che ho affermato deriva da una mia lunga esperienza negli ambienti di sinistra....(e quando dico sinistra mi rivolgo in special modo al PDS, sinistra post Berlinguer, sinistra Dalemiana, sinistra puttana...)
In breve, ti dico un breve esempio, che vale per tutto, una cara amica sindacalista CGIL, che seguiva ll'EURITMIA e Steiner, mi disse di non dirlo in giro perche' l'avrebbero derisa e perso "punti"....un'altra amica che seguiva corsi di astrologia, mi disse la stessa cosa in ambito similare....
qui accade sempre in modo identico e tutto ciò che sfugge alla vostra conoscenza e alla Scienza viene tacciato per New Age, di cui non sapete nulla, e che la prima a denigrarla è stata la Chiesa e poi Introvigne......
(un'altro attivissimo!).
A te trarre le debite conclusioni...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
peonia
Inviato: 12/5/2009 15:31  Aggiornato: 12/5/2009 15:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
CHI NEGA A PRIORI HA SOLO PAURA, LA PAURA E' DETTATA DALL'IGNORANZA....PUNTO!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Santro
Inviato: 12/5/2009 15:35  Aggiornato: 12/5/2009 15:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2005
Da:
Inviati: 748
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
intanto io continuo a leggiucchiare e devo ammettere che comincio a sentire un po' di nausea; cioè, il mio intuito (gnostico ) comincia a ribellarsi. Chi ha seguito un minimo le mie evoluzioni pindariche, sa che la 'fantasia' non mi manca ma M mi sta facendo l'effetto di Sitchin. Quel mettere in guardia l'Anima(!!) appena nata sui pericoli che incontrerà (alieni) durante la sua crescita da un'incarnazione all'altra..... cambiare il passato quindi il presente a piacimento. Mah....
Io lo credo in buonafede; e credo che questi esseri lo prendano per i fondelli. Mi pare abbia detto che, in fondo, questi 'alieni' sono un poco stupidi; a far la voce grossa si spaventano.
.... indubbiamente lo stanno prendendo in giro.

ETERNAL SALVATION
(or triple your money back)
redna
Inviato: 12/5/2009 15:36  Aggiornato: 12/5/2009 15:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Quello che ho affermato deriva da una mia lunga esperienza negli ambienti di sinistra....(


Citazione:
qui accade sempre in modo identico e tutto ciò che sfugge alla vostra conoscenza e alla Scienza viene tacciato per New Age, di cui non sapete nulla, e che la prima a denigrarla è stata la Chiesa e poi Introvigne...... (un'altro attivissimo!).


Si può avere tutta l'esperienza di questo mondo ma quando si parla di qualcosa che poche conoscono si viene tacciati ....d'altra parte peonia ne hai già fatta esperienza di questo
Per quanto riguarda la new age non solo pochi ne sanno qualcosa ma, se la sanno è quella riportata dai vari 'portavoci fidati'...pertanto è peggio che non sapere nulla!

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
gian88luca
Inviato: 12/5/2009 15:45  Aggiornato: 12/5/2009 15:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/2/2009
Da:
Inviati: 31
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
piccola parentesi:
è curioso che una discussione su un personaggio come malanga abbia ricevuto nei commenti al post molte meno critiche di altri personaggi dai risultati più concreti e tangibili tipo Simoncini. Non penso che malanga sia un cialtrone ma forse tutti i film horror e su demoni e su alieni visti da infanti ci hanno un po' fottuto il cervello. Col post di simoncini a confronto mi sembra fosse successo un putiferio. Ma forse è semplicemente perchè coloro che si adirarono su simoncini qui non perdono nemmeno tempo ad imbufalirsi. E forse anche perchè i toni dell'articolo sono rimasti molto sul neutrale questa volta (giustamente).
...Malanga liberaci dal male!

fefochip
Inviato: 12/5/2009 15:53  Aggiornato: 12/5/2009 15:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
l'unico motivo che ci spinge a credere all'esistenza di alieni sono le osservazioni di oggetti non identificati in cielo...

innanzi tutto non mi pare cosi poco comunque dimentichi tutta una serie di altri dati come appunto addotti ,testimonianze ,impianti estratti ecc
comunque per una mia morbosa curiosità visto che di fatto da quello che ho capito tu sostieni che di alieni non c'è nemmeno l'ombra ma i dischi volanti sarebbero veivoli di costruzione umana con tecnologie supersegrete a disposizione solo dei "banchieri" (bah)
Citazione:
se ti spiego come funzionano i dischi volanti dovrebbe cadere tutta l'impalcatura che ci stanno costruendo sopra.

mi spiegheresti come funzionano questi dischi volanti perche da come parli pare che ne conosci i segreti....
Citazione:
...smettila di parlare di razionalità... quando la usi così, perde di robustezza e significato...

se lo dici tu
ma ....
se dici che
Citazione:
Malanga è un "Julius Casellas" al servizio del sistema che sta sferrando un ennesimo attacco alla coscienza collettiva

e poi
Citazione:
l'Ipnosi non è affatto una novità di Malanga, tra le tante cose che ho letto in questi giorni sull'argomento, il parere di indiscussi esperti professionisti di Ipnosi hanno definito Malanga un inesperto in materia, che suona come dire che è un cialtrone

non ti sembra che la tua di razionalità/logica sia un pò un elastico?
in altre parole malanga fa parte del sistema ma i "professionisti esperti in materia" (che tra l'altro sarebbe interessante capire chi siano) ovvero coloro che esprimono "il sistema" dicono che malanga è un ciarlatano ....
non è un po curiosa la cosa?
chi è al servizio di chi ? bz

comunque non mi hai risposto dove hai visto che
Citazione:
con l'Ipnosi puoi convincere chiunque a credere di essere un cane o un gatto e comportarsi come tale
?
mi interesserebbe un riferimento

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Ghilgamesh
Inviato: 12/5/2009 15:55  Aggiornato: 12/5/2009 15:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Autore: gian88luca Inviato: 12/5/2009 15:45:29

piccola parentesi:
è curioso che una discussione su un personaggio come malanga abbia ricevuto nei commenti al post molte meno critiche di altri personaggi dai risultati più concreti e tangibili tipo Simoncini. Non penso che malanga sia un cialtrone ma forse tutti i film horror e su demoni e su alieni visti da infanti ci hanno un po' fottuto il cervello. Col post di simoncini a confronto mi sembra fosse successo un putiferio. Ma forse è semplicemente perchè coloro che si adirarono su simoncini qui non perdono nemmeno tempo ad imbufalirsi. E forse anche perchè i toni dell'articolo sono rimasti molto sul neutrale questa volta (giustamente).


Io credo la cosa sia facilmente spiegabile, i cani di regime che infestavano l'altro topic, avevano interessi economici nel denigrare Simoncini.

Malanga non chiede soldi e se pure proseguisse coi suoi studi, non ne toglierebbe a nessuno. (a differenza di Simoncini)

E fondamentalmente (purtroppo) non ha ancora prove concrete che potrebbero impensierire l'establishment ... contando che le uniche prove concrete che andrebbero bene alla stragrande maggioranza degli scettici, sarebbe il portargli un alieno in casa (provate a chiedere)

fefochip
Inviato: 12/5/2009 15:59  Aggiornato: 12/5/2009 15:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Ti chiedo cortesemente di rimuovere i commenti personali ed offensivi nella parte finale del tuo post.

scusa quali sarebbero?
che ti ho detto che sei "pigro" ...te la prendi per poco eh
oppure che
"e non leggi una sega" ?
se vuoi posso cambiarlo in:
"e non leggi quello di cui stiamo parlando permettendoti di dire che sono tutte idiozie (termine che hai usato tu)"

non so dimmi quale è l'offesa e la ritiro subito

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Al2012
Inviato: 12/5/2009 16:01  Aggiornato: 12/5/2009 16:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
@ Fefochip

Ti ringrazio per il link sugli articoli di Malanga.

Sono convinto della buona fede di Malanga e altrettanto della sua serietà nel affrontare un argomento che sicuramente è ostico e di difficile comprensione.

Ci sono prove che gli impianti alieni sono fatti ed è altrettanto vero che, come al solito, c’è la solita campagna diffamatoria pilotata da chi sa e fa il possibile che determinate notizie vengano insabbiate o ridicolizzate.

Poi c’è chi è convito di sapere più degli altri e che quindi si sente nel diritto di poter affermare che chi cerca di comprendere meglio certi fenomeni siano solo degli ingenui e degli sprovveduti (nelle migliore delle ipotesi) dimostrando, in certi casi, che la loro superbia è direttamente proporzionale alla loro ignoranza (nel senso letterale della parola), ma questo è umano.

Malanga è sicuramente un esperto perché ha esaminato molti casi di rapimenti, ottenendo anche dei risultati che hanno aiutato diverse persone a liberasi.

Come ogni ricercatore cerca di elaborare delle teorie per poter razionalizzare i fenomeni che osserva, come fa qualsiasi uomo di scienza.

Io so di non sapere e quindi cerco entro i miei limiti di migliorare cercando di comprendere il più possibile, so anche che in questa mia ricerca posso sbagliare e quindi prendere delle “cantonate”, ma so anche che dagli errori posso imparare molto se ho l’umiltà nel riconoscere il mio errore.

Lascio volentieri le certezze a chi se lo può permettere, mentre sono grato alle persone che voglio condividere con me e con gli altri i propri dubbi.

Non ho nessun guru da seguire o adorare, ma sono grato a tutte le persone che con il loro pensiero posso aiutarmi a migliorare.

LC è l’unico sito in cui partecipo direttamente in un gioco di prendere e dare informazioni, ovviamente è un “luogo” aperto e quindi non da tutti riesco a prendere qualcosa di positivo e non a tutti riesco a dare qualcosa di positivo …

ciao.

°°°°°°°°

Impianti alieni - Le teorie di Roger Leir
http://www.altrogiornale.org/comment.php?comment.news.4396

Il campo armonico delle ABDUCTION
http://www.dnamagazine.it/campo-armonico.html

°°°°°°°°°°

“Capire … significa trasformare quello che è"
actarus71
Inviato: 12/5/2009 16:47  Aggiornato: 12/5/2009 17:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/5/2006
Da:
Inviati: 145
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Peonia
Non so penso di essere io la causa del malinteso,
ma io non sono contro quanto afferma Malanga sono molto piu' propenso a credere a "molti" dei concetti (il passato ultra tecnlogico con olocausto nucleare in primis, che esistano casi di abductions e all'esistenza di anima ma per il resto l'interconnessione che ne fa di tutti questi ed altri aspetti preferisco documentarmi molto di + prima di esprimermi) che espone che a non credere e per di piu' non sono neanche ateo anzi credo eccome, pur essendo diciamo di sinistra (almeno mi ci considererebbero in molti qui, per esclusione non essendo per il PDL).
A questo punto mi viene il dubbio che chi si stia chiudendo a riccio e stia dando giudizi preconcetti sia tu.
Rispetto il tuo punto di vista, ma la ritrosia che hai menzionato (di persone appartenenti alla sinistra) a parlare di certi argomenti per imbarazzo e' di sinistra quanto di destra ritengo.
Poi se si vuole fare associazione per cui il centro destra equivale al partito delle liberta' e visto che nel nome del partito e' presente il termine liberta' ci si senta di far parte di veri liberali allora e invece la sinistra chiusa ottusa e altro fai pure ma poi dare del chiuso e preconcetto ad altri risulterebbe quantomeno poco sensato.
con rispetto
ciao

beGood
Inviato: 12/5/2009 16:54  Aggiornato: 12/5/2009 16:54
So tutto
Iscritto: 11/5/2009
Da:
Inviati: 3
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
"Per esempio se dicessi a qualcuno dimostrami che esiste l' amore, finche' non lo vedo concretamente non ci credo...Dubito che si riesca a farmi vedere l'amore nella sua consistenza reale."

Grande :)
Ecco, questo è uno dei primi effetti collaterali che colgono coloro i quali hanno scelto la pillola rossa ;) .. e se fosse proprio la forza dell'amore a far girare il multiverso? .. azz che fregatura, abbiamo perso un pacco di anni per trovare delle spiegazioni coerenti con la scienza, la logica, il doppio cieco, il rasoio e poi .. ci si innamora e tutto va a ramengo :)

Credo che molte persone non siano ancora pienamente consapevoli di ciò di cui si sta parlando infatti ci si accanisce a trovare una spiegazione razional-scientifica ad un processo che non può sottostare alle nostre speculazioni in quanto è il processo della vita stessa che rimane fino a prova contraria una realtà non spiegata o spiegabile con i nostri postulati.
Il bruco diviene farfalla e non fa nemmeno tanta fatica ovvero non se lo deve inventare o progettare, accade e basta, perchè questa è la sua normale evoluzione. Avviene così tutto intorno a noi ma, incredibilmente noi non sembriamo far parte di questa evoluzione .. cosa ci impedisce di fare un miracolo se non la convinzione che non è alla nostra portata?

Io penso che la nostra totale ignoranza e conseguente arroganza su chi veramente siamo e su quale sia il nostro compito (come umani di terza/quarta dimensione) ci renda estremamente difficoltoso comprendere quegli aspetti che ci consentirebbero di compiere finalmente quello che da più parti viene chiamato il "salto evolutivo".
Malanga, a modo e con parole sue ci fa capire che esiste qualcosa di più del tangibile che ipotizzavamo di conoscere, esiste l'intangibile ma non per questo irreale, il punto è come intendiamo rapportarci a questa nuova realtà. Sposare questa prospettiva comporta necessariamente un cambiamento profondo .. e quando ci sono da fare cambiamenti radicali l'Ego si incazza come una iena e allora la maggior parte delle persone lascia perdere e si lancia nelle disquisizioni di caratte "scientifico" dove tutto ha un senso, una definizione e una spiegazione.
Malanga fa un salto carpiato ovvero mette in condizione Anima di comprendere i meccanismi di possessione che sottostanno alla condizione di addotto e stimola l'anima a reagire ponendola di fronte al fatto che se parassitata è limitata nella sua missione ovvero conoscere e fare esperienza a fine evolutivo.
Ma non vi pare un tantino illogico?? una terza persona che media tra me la mia coscienza e la mia anima? perchè non avviene naturalmente? Riuscite ad immaginare una entità pienamente consapevole e senziente ove tutte le componenti (corpo Anima Mente Spirito) lavorano in modo sinergico. Riuscite a percepire la sua potenza e forza?? è lo stesso potenziale che ci viene ogni giorno depredato facendoci credere di essere un corpo mal servito da un cervello sfruttato a metà.
Concludo ringraziando Massimo per aver proposto questo tema, Malanga per il suo lavoro e voi tutti per i contributi a questa discussione.

beGood
Il nostro futuro non sarà qualcosa che non conosciamo bensì qualcosa che attualmente non ricordiamo.
Gianni

Gargoyle
Inviato: 12/5/2009 17:01  Aggiornato: 12/5/2009 17:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/4/2005
Da: Roma
Inviati: 421
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
credo che una palese manifestazione da parte degli alieni creerebbe notevoli difficoltà all'"arredamento" di molti cervelli....
molta molta gente non è pronta ad accettare cose differenti dal quotidiano...un alieno metterebbe in dubbio anni e anni di bugie da parte delle religioni, che dovrebbero fare la corsa per correggere antichi scritti che mentono mistificando sul vuoto ontologico che l'uomo ha in se...l'esistenza degli alieni sarebbe un durissimo colpo per molti poteri forti, viste le loro conoscenze(degli alieni), tutto ciò che ci è noto cambierebbe, l'economia come la conosciamo risulterebbe inutile, la fisica sarebbe tutta da riscrivere....insomma secondo me chi sa tace, e chi cerca di scoprire viene schernito per sopperire a problemi derivanti da tale ammissione...
l'unica cosa di cui sono certo alzando gli occhi al cielo, è che non mi posso sentire l'unico essere pensante in questo universo...troppe stelle che vedo, ancor di più quelle che non vedo, in uno "spazio" indefinito che va al di là della logica umana...non ci sì può arrogare il diritto di essere gli unici...ma questo è un discorso tipico dell'arroganza umana...

L'illusione è la gramigna più tenace della coscienza collettiva: la storia insegna, ma non ha scolari. A. GRAMSCI
actarus71
Inviato: 12/5/2009 17:14  Aggiornato: 12/5/2009 17:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/5/2006
Da:
Inviati: 145
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
beGood grazie

Bella battuta (pillola rossa)!
Anch-io ho trovato qualche affinita' tra MATRIX (il film) e lo scenario prospettato da Corrado Malanga.
ritengo che il tema sollevato da Malanga sia molto difficile da trattare perche' presuppone una conversazione scevra da preconcetti religiosi e culturali.
Inoltre discutere di argomenti veramente poco conosciuti e dei loro effetti sia realmente complicato figuriamoci in un sito dove si arriva addirittura ad etichettare di destra o di sinistra su argomenti come ufo, ipnosi regressiva, anima.
Malanga ha avuto il gran coraggio e merito di affrontare una tematica (o meglio una serie di tematiche) che gia' prese singolarmente non si riescono a trattare con obbiettivita' od oggettivita' ritengo e ribadisco per di piu' in un paese come l'Italia poco aperto a discutere di anima a prescindere dal dogma cattolico e dai rigidi confini che ne derivano.
Ha messo in relazione argomenti che sono sempre stati per molti disgiunti e distanti.
Vai a dimostrare solo uno dei punti che sostiene...
Io adoro le persone che propongono nuove chiavi di lettura, apprezzo punti di vista diversi, non nego a priori (pero' cerco di addentrarmi nell'argomento finche' le mie capacita' ritengono di aver soddisfatto i dubbi che mi impedivano di accettare)
Quindi dare del matto a priori ritengo sia sbagliato eccetto casi realmente folli e non rientra nel mio modo d' essere.

Leggiamo e traiamo conclusioni poi ad ognuno le sue e ben venga il conrfonto, ma procedere con il linciaggio a priori e in maniera preconcetta come molti hanno fatto sopra penso che offenda anche il lavoro di Massimo che ritengo abbia voluto darci un argomento da sviscerare o da trattare.

Apprezzo dunque Malanga per il suo lavoro e Mazzucco per l-argomento.

blu23
Inviato: 12/5/2009 17:21  Aggiornato: 12/5/2009 17:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da:
Inviati: 585
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Cit: Gargoyle

credo che una palese manifestazione da parte degli alieni creerebbe notevoli difficoltà all'"arredamento" di molti cervelli.... molta molta gente non è pronta ad accettare cose differenti dal quotidiano...un alieno metterebbe in dubbio anni e anni di bugie da parte delle religioni, che dovrebbero fare la corsa per correggere antichi scritti che mentono mistificando sul vuoto ontologico che l'uomo ha in se...l'esistenza degli alieni sarebbe un durissimo colpo per molti poteri forti, viste le loro conoscenze(degli alieni), tutto ciò che ci è noto cambierebbe, l'economia come la conosciamo risulterebbe inutile, la fisica sarebbe tutta da riscrivere....insomma secondo me chi sa tace, e chi cerca di scoprire viene schernito per sopperire a problemi derivanti da tale ammissione... l'unica cosa di cui sono certo alzando gli occhi al cielo, è che non mi posso sentire l'unico essere pensante in questo universo...troppe stelle che vedo, ancor di più quelle che non vedo, in uno "spazio" indefinito che va al di là della logica umana...non ci sì può arrogare il diritto di essere gli unici...ma questo è un discorso tipico dell'arroganza umana...

Non so... forse qualcuno dirà che è l'idea dell'uomo della strada... ma in penso che parlando di alieni tu ci abbia preso in pieno

Ribellatevi al mondo corrotto di Babilonia, emancipate la vostra razza, riconquistate la vostra terra. (Bob Marley)
actarus71
Inviato: 12/5/2009 17:37  Aggiornato: 12/5/2009 17:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/5/2006
Da:
Inviati: 145
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Infatti il concetto di Gargoyle assomiglia al tentativo sitematico di negare il funzionamento della fusione fredda.
Faccio questo esempio perche' ricordo che fu un tema trattato in questo sito (se non mi sbaglio).
In Giappone e' stato condotto di recente un esperimento sulla fusione fredda che ne dimostra il reale funzionamento (come per'altro anche studi italiani che hanno raggiunto la stessa conclusione, ma hanno visto Rubbia proporsi prima e poi tirarsi indietro per certificare i risultati)
Spesso mi trovo a pensare che se per evitare di scombussolare un equilibrio fatto di interessi correlati alla fusione nucleare classica hanno e continuano a celare quanto scientificamente viene provato nei laboratori di diversi paesi solo a scopi finanziari (finanziamenti tagliati ne deriverebbero per il nucleare in uso e implicazioni simili), immaginiamoci se si possano mai accettare realta' sconvolgenti sulla presenza/esistenza di UFO.
Sconvolgenti sotto il profilo Religioso, politico, scentifico, storico etc etc
ma forse sono troppo complottista.

Andrea_1940
Inviato: 12/5/2009 17:59  Aggiornato: 12/5/2009 17:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Fefo, commenti personali ed offensivi: sei pigro e non leggi una sega.
Che io me la prenda per poco o per molto non conta. Qui discutiamo le idee, nevvero?

Nel frattempo sto' leggendo qualche storia sui riferimenti che ha postato Yarebon - che ringrazio per la gentilezza. Anche se, onestamente, la storia del contadino brasiliano sull'aliena dal pube rosso che dopo l'accoppiamento si accarezza il ventre ed indica il cielo, mi sembra alquanto improbabile. Come se su una stella lontana un'altra forma di vita debba comunque arrivare all'ominide con DNA compatibile che, guarda caso, si puo' riprodurre con noi (solo dopo un bell'esame del sangue, s'intende). Al tale parlantina e fantasia non mancavano, infatti in seguito divento' avvocato

Qualcuno di voi e' a conoscenza di qualche lista di avvistamenti alieni per nazione? se si potreste mandare il link. Io l'ho cercato ma per ora non l'ho trovato. Solo una lista di avvistamenti ufo su wikipedia ma non so se questa sia affidabile.

schottolo
Inviato: 12/5/2009 18:29  Aggiornato: 12/5/2009 18:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/7/2007
Da:
Inviati: 772
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Qualcuno di voi e' a conoscenza di qualche lista di avvistamenti alieni per nazione? se si potreste mandare il link. Io l'ho cercato ma per ora non l'ho trovato. Solo una lista di avvistamenti ufo su wikipedia ma non so se questa sia affidabile.


Ufo vuoi dire? quà: http://www.mufon.com/mufonreports.htm
oppure quà: http://www.nuforc.org/webreports.html

yarebon
Inviato: 12/5/2009 19:04  Aggiornato: 12/5/2009 19:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Nel frattempo sto' leggendo qualche storia sui riferimenti che ha postato Yarebon - che ringrazio per la gentilezza. Anche se, onestamente, la storia del contadino brasiliano sull'aliena dal pube rosso che dopo l'accoppiamento si accarezza il ventre ed indica il cielo, mi sembra alquanto improbabile. Come se su una stella lontana un'altra forma di vita debba comunque arrivare all'ominide con DNA compatibile che, guarda caso, si puo' riprodurre con noi


ciao Andrea,
l'assurdo e il grottesco di alcune di queste esperienze furono studiate da jacques vallée di cui però penso purtroppo che non esistano libri in italiano.
se leggerai altre esperienze vedrai che questi "esseri" spesso giocano con la mente creando illusioni ed agendo in modo strano, assurdo o correlato alla cultura del tipo, insomma si adattano alle varie situazioni.
Villas Boas era anche un uomo ricco, perchè mai doveva sputtanarsi inventando una storia così "ridicola"? se proprio voleva parlare di alieni e farsi pubblicità poteva dire qualcos'altro ed invece comunque sia rimangono dettagli che sono presenti in tutte le altre abduction maschili (rapporto sessuale, prelievo del sangue ecc. ecc.), "l'aliena" per farsi accettare magari ha giocato con la sua mente deformando il suo aspetto (pratica che si può realizzare tranquillamente condizionando la mente).
Altri dettagli che ritornano in questo caso:
-i medici trovano sul suo corpo cicatrici che la persona non ricorda di avere avuto prima
-soffre di nausea e sonnolenza
La nausea è frequente anche tra molti non rapiti che però hanno visto da vicino degli ufo, vi sono casi anche di enormi bruciature e scottature ed addirittura ustioni, probabilmente.
Ti riporto una di questi eventi:

Due donne, Betty Cash e Vicki Landrum, insieme a Colby, nipote della signora Landrum, sono stati protagonisti di uno dei più famosi casi di avvistamento UFO con conseguenti ferite ai testimoni. Mentre percorrevano una strada deserta del Texas nel dicembre del 1980, un oggetto enorme, brillante, e dalla forma di un diamante che emetteva fiammate dal retro, apparve ai loro occhi. Cash fermò immediatamente la macchina e uscì per osservare meglio l'UFO. L'oggetto emetteva un calore intenso che squagliò il cruscotto della macchina. Terrificata, Cash rientrò in macchina e, insieme agli altri, osservò l'UFO mentre se ne andava. Subito dopo apparve una squadra di elicotteri che circondarono l'oggetto. I testimoni seguirono l'oggetto e gli elicotteri fino alla loro scomparsa. Quando fecero ritorno a casa, tutti e tre accusarono del malessere e, nel giro di poche ore, svilupparono bruciature simili a quelle causate dal sole, nausea e diarrea. I sintomi di Betty Cash furono più ingenti e seri: fu addirittura ricoverata in ospedale per ustioni. Il dottore arrivò alla conclusione che Cash mostrava tutti i sintomi di malessere dovuto ad una fonte di radiazione. I testimoni poi inoltrarono causa legale al governo degli Stati Uniti in quanto ritenuto responsabile delle ferite riportate. (Gli elicotteri erano stati identificati come "Chinook twin-rotor" in dotazione all'esercito degli Stati Uniti). La causa legale risultò in una sconfitta per i tre, in quanto non potettero dimostrare che l'UFO o gli elicotteri fossero realmente di proprietà o comunque operati da personale del governo americano.

fonte: cufos.org

gian88luca
Inviato: 12/5/2009 19:35  Aggiornato: 12/5/2009 19:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/2/2009
Da:
Inviati: 31
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso

Redazione
Inviato: 12/5/2009 19:53  Aggiornato: 12/5/2009 20:02
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
ANDREA: “Puoi fornire ai tuoi lettori i riferimenti di anche un solo "riferimento incrociato"? o anche una sola "prova tangibile"?

I riferimenti incrociati stanno nella tipologia dei racconti, che hanno molti punti in comune. Quando hai davanti 1.000 addotti, che non si sono mai conosciuti fra loro, che ti raccontano invariabilmente che l’alieno gli ha offerto un bicchiere di Chianti con la cannuccia, aumentano le probabilità che ciò sia avvenuto.

Le prove tangibili sono gli “implants” estratti dalle varie parti del corpo di molti addotti, che nessuno di loro ricorda di essersi mai impiantato. Mentre se vanno in ipnosi riemerge invariabilmente il ricordo della “sala chirurgica aliena”.

Sono il primo a rendermi conto che si tratti di cose ben difficili da accettare per chiunque. Nei lunghi anni su LC ho però imparato che molto spesso è la nostra mente a essere limitata, e non la realtà a essere eccessiva.

Redazione
Inviato: 12/5/2009 20:03  Aggiornato: 12/5/2009 20:03
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
CLAUDIOC: Un anello di fondamentale importanza su regressione/vite passate è sicuramente Edgar Cayce.

SENTIERO
Inviato: 12/5/2009 20:33  Aggiornato: 12/5/2009 20:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 24/4/2006
Da: ROMA
Inviati: 1110
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Ho conosciuto alcuni addotti che avevano le cicatrici nei punti indicati da Malanga.
Ho assistito ad un dialogo di persone che di fronte a Malanga cominciavano a ricostruire ed a ricordare episodi che si sono rivelati incontri o "sogni" con esseri descritti nello stesso modo di centinaiai di altri individui addotti.
Per fare tutto questo, ho alzato il culo dalla mia poltrona e sono andato ad una conferenza di Corrado malanga.

E comunque non mi sarei mai sognato di dare del bugiardo a qualcuno, senza avere aprofondito l'argomento. E' una questione di rispetto e buona educazione.

Roberto
P.s. ho visto io stesso in passato ho visto un disco volante in pieno giorno.

La mente intuitiva è un dono sacro e la mente razionale è un fedele
servo. Noi abbiamo creato una società che onora il servo e ha
dimenticato il dono

A.Einstein
Redazione
Inviato: 12/5/2009 20:36  Aggiornato: 12/5/2009 20:36
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
SENTIERO: "E comunque non mi arei mai sognato di dare del bugiardo a qualcuno, senza aere aprofondito l'argomento. E' ua questione di rispetto e buona educazione."

E anche di intelligenza.

" ho visto io stesso in passato un disco volante in pieno giorno".

Bugiardo!

Red_Knight
Inviato: 12/5/2009 20:48  Aggiornato: 12/5/2009 20:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Scusate se mi riallaccio a diverse decine di post fa, ma ci terrei a chiarirmi perché l'argomento mi interessa.

@Redazione

Grazie per la risposta.


@fefochip

Non voglio essere frainteso. E' evidente che sono scettico, ma non sto mettendo in discussione Malanga, nella domanda di prima come ho esplicitamente scritto non mi interessava. Sono sicuro che ha di meglio da fare che risultare credibile ai miei occhi: questo vale per chiunque, non sono così importante. Volevo solo dire: per me può anche essere il Messiah, ma vorrei sapere, se è lecito chiedere, perché per te e molti altri di questo sito Malanga è affidabile. Una tua motivazione personale va più che bene. Mi pare che tu abbia letto tutti i suoi lavori, non avrai difficoltà a dirmi cosa ti ha convinto, non c'è bisogno di "prove scientifiche" (pare una parolaccia).

Un piccolo appunto se me lo permetti: il neanche tanto velato invito a non partecipare alla discussione solo perché mi mostro scettico è un po' cafone. Se chiedo a te e agli altri è perché mi interessa, tu che dici?


@ghilgamesh

Non credo che la tua sia un'argomentazione logica, comunque mi sono spiegato male io: la domanda non è "Malanga ha ragione?" ma "perché secondo te ce l'ha?". Prendila come una mia perversa curiosità. Se ti va rispondimi.

fefochip
Inviato: 12/5/2009 21:50  Aggiornato: 12/5/2009 21:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
@ Red_Knight
Citazione:
Un piccolo appunto se me lo permetti: il neanche tanto velato invito a non partecipare alla discussione solo perché mi mostro scettico è un po' cafone. Se chiedo a te e agli altri è perché mi interessa, tu che dici?

vedi il problema è il seguente ....
ti mostri scettico ? non c'è problema mi ritengo anche io scettico il problema è che parlare facendo capire all'altro che solo leggere certe cose è perdere tempo è cafone in se stesso ...da qui il mio invito a non partecipare se non interessa.
se sei qui ovviamente hai degli interessi.... ma io (parlo di me è basta) ne ho pieni i coglioni di persone che stanno qui solo a prendere per il culo e a trollare ....ne ho le palle semplicemente piene.(non sto dicendo che sei tu in particolare)
ora io non so che intenzioni hai ma il punto è che o ti interessa un argomento e ti informi oppure te ne vai (è un tu latino mi auguro che non sia tu il caso) io sono esaurito dai debunkers della situazione che in nome di una "giustizia" tutta loro si permettono di rompere le palle con il fine ultimo di fare solo quello.

ora se la tua intenzione (che intravedo) è quella di capire il motivo per cui persone come massimo o me si interessano al discorso di malanga quando ,per quanto ti riguarda ,ritieni assolutamente una minchiata i contenuti a me va bene lo stesso perche c'è un interesse per quanto non molto nobile (diciamo l'interesse che ha lo psicologo riguardo a una mente da caso clinico) ma sincero.

quindi provo a risponderti ma non so se la risposta ti soddisferà....

per quanto mi riguarda a me pare cosi naturale pensare che esistano esseri diversi dagli uomini che per me è un postulato.
premesso questo ritengo dalla documentazione letta,vista,ascoltata da giornali ,tv ,persone e quant'atro nonche un infinità di ragionamenti e deduzioni da oltre 25 anni che non solo esistono ma sono presenti qui e ora sul pianeta terra.
ho conosciuto malanga di persona e dalle cose che ho letto non solo lo ritengo una persona intelligente ma sincera .
ora le persone intelligenti e sincere possono sbagliare e quindi ti posso dire tranquillamente che non so se malanga ha ragione e poi c'è sempre il ragionevole dubbio che sia un pazzo intelligente (ma questo in teoria non si può escludere per nessuno).
(a proposito c'è un piccolo particolare in cui ritengo malanga toppò alla grande gli "orb". fece tutto uno studio di queste palle luminose riprese da fotocamere ....per farla breve ero riuscito a riprodurle con uno spruzziono di acqua e il flash.... insomma parlandone mi disse proprio che la ricerca non bisogna mai farla da soli ...si va incontro a questo ....lasciò l'articolo però nonostante avesse capito che aveva commesso un errore ...prima non capii ....poi apprezzai il gesto di non nascondere i propri sbagli)

detto questo tutto quello che ha scritto e detto lo trovo molto interessante e mi ha dato notevoli spunti di riflessione e ritengo che può solo giovare al mio percoso di vita.

a mio avviso ha fornito una spiegazione alla motivazione della presenza aliena sul pianeta e lo ha fatto partendo da dei dati di fatto .
ovviamente finche non visiono lo stesso materiale da lui trattato non posso accordargli la mia fiducia al 100% ma la spiegazione che ha fornito non solo non è mai stata detta da nessuno ma spiega anche il perche nessuno ci ha mai pensato ....non siamo su dei piani materiali ma su dei piani spirituali che notoriamente sono relegati in un angolo se non completamente denigrati o negati dall'attuale credo culturale:"la scienza".
tengo in ultimo a sottolinearti che mi ritengo sciettico e a mio avviso in questi casi una sospensione del giudizio mi pare la posizione piu saggia ...

spero di aver soddisfatto la tua "perversa curiosità" ...ti invito altresi a pensare che da psicologo che guarda dei casi clinici potresti a un tratto trovarti come tu il limitato della situazione ...pensa che shock ...tipo 11 settembre

ciao

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
peonia
Inviato: 12/5/2009 22:11  Aggiornato: 12/5/2009 22:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Si può avere tutta l'esperienza di questo mondo ma quando si parla di qualcosa che poche conoscono si viene tacciati ....d'altra parte peonia ne hai già fatta esperienza di questo Per quanto riguarda la new age non solo pochi ne sanno qualcosa ma, se la sanno è quella riportata dai vari 'portavoci fidati'...pertanto è peggio che non sapere nulla!

Esatto Redna, ne ho fatto esperienza e continuo.....d'altronde sono fatta cosi.
Ma non so se ho ben capito il senso del tuo commento...spero di si!!!



...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
peonia
Inviato: 12/5/2009 22:25  Aggiornato: 12/5/2009 23:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
A questo punto mi viene il dubbio che chi si stia chiudendo a riccio e stia dando giudizi preconcetti sia tu.
Affatto! Io commentavo i vostri commenti, non il tuo in particolare, soprattutto quelli di Sick-boy ma non solo i suoi...

[color=000000]Rispetto il tuo punto di vista, ma la ritrosia che hai menzionato (di persone appartenenti alla sinistra) a parlare di certi argomenti per imbarazzo e' di sinistra quanto di destra ritengo.

Non mi pare che ci sia ritrosia, solo chiusura mentale di fronte ad argomenti che in modo preconcetto sono tabu' ....


Poi se si vuole fare associazione per cui il centro destra equivale al partito delle liberta' e visto che nel nome del partito e' presente il termine liberta' ci si senta di far parte di veri liberali allora e invece la sinistra chiusa ottusa e altro fai pure ma poi dare del chiuso e preconcetto ad altri risulterebbe quantomeno poco sensato. con rispetto ciao[/color]

Centro destra??? mi fa schifo! e poi mi riferivo a modi di vedere, cultura, pero se vogliamo essere sinceri di fronte a certi argomenti sono piu' aperti quelli di Destra che quelli di Sinistra....(non partitici).


EDIT: le colorazioni mi sono venute maluccio...non farci caso, tanto capisci quali sono le mie o tue affermazioni....

e rileggendomi penso che in fondo etichettare sia sempre sbagliato, ammetto l'errore, chiedo venia...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
ELFLACO
Inviato: 12/5/2009 23:36  Aggiornato: 12/5/2009 23:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Le prove tangibili sono gli “implants” estratti dalle varie parti del corpo di molti addotti, che nessuno di loro ricorda di essersi mai impiantato.


Non solo.Le caratteristiche isotopiche degli elementi con cui sono fatti questi impianti sono " non terrestre".
Cio'è il ferro (?) il silicio(?) con cui sono fatti gli impianti non è di quà.

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
Red_Knight
Inviato: 13/5/2009 0:42  Aggiornato: 13/5/2009 0:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
@fefochip

La mia perversa curiosità è soddisfatta, grazie.

Comunque non mi permetterei di dare del limitato a qualcun altro. Io vedevo la questione da un altro punto di vista: a volte è più ragionevole NON credere alla verità.
Per fare un esempio cretino: il 12 settembre 2001 Internet pullulava già di gente, che magari non aveva neanche notato la stranezza dei crolli delle torri, che parlava di complotti e congiure, autoattentato e "balle varie". Avevano ragione, sappiamo ora, ma non erano affatto ragionevoli.

Ora, ho visto e sentito Corrado Malanga a una conferenza oltre 10 anni fa. Mi era parso un tizio umile e onesto intellettualmente - non era uno che faceva l'oroscopo insomma - ma non ho creduto a una parola di ciò che ha detto. Se domani scoprissi che ha sempre avuto perfettamente ragione, accetterei la verità ma non dubiterei mai comunque nemmeno per un istante della correttezza delle mie posizioni, se capisci cosa intendo.

Mi chiedevo per tanto come si potesse, da parte di molti utenti, te compreso, parlare con relativa certezza di argomenti come questo, accettando tranquillamente un Malanga che fa un uso impressionante di termini come spirito, energia, etc con assoluta nonchalance (a me, che non sono avvezzo a simili letture, i suoi discorsi appaiono in larga parte incomprensibili).

Fatico a comprenderti, lo ammetto, anche se non ti giudico affatto "un caso clinico" (non sono così presuntuoso, magari è il contrario, come dici tu). E, per chiarezza, ti assicuro che non mi permetterei di giudicare "minchiate" le affermazioni di nessuno, compreso Malanga, senza prima aver letto tutto ciò che c'è disponibile al riguardo, e non è il mio caso per ora.

Grazie per la tua risposta.

EDIT: l'ho visto anche io un UFO. Non era un disco volante, solo una luce. Credo che nella vita capiti a tutti almeno una volta, non c'è niente di strano.

actarus71
Inviato: 13/5/2009 1:14  Aggiornato: 13/5/2009 1:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/5/2006
Da:
Inviati: 145
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Peonia
apprezzo le scuse e il chiarimento
Ovviamente non perche' le senta dirette esclusivamente a me, ma per la correttezza che hai mostrato.
ed anch'io approfitto per l'italiano con cui mi sono espresso a volte la fretta mi porta a scrivere in maniera forse poco chiara.
ciao

Andrea_1940
Inviato: 13/5/2009 2:00  Aggiornato: 13/5/2009 2:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Ciao Yarebon, vedendo il tuo commento e rileggendo il mio post mi sono reso conto di non essermi espresso molto bene.

Ritengo che nell'universo vi possano essere le condizioni per altre forme di vita.
L'altamente improbabile e' che su un altro pianeta dell'universo vi siano caratteristiche molto similari a quelle della terra (composizione chimica, presenza di acqua, ossigeno, carbonio, azoto ed altre elementi/molecole chiave per la vita come la conosciamo noi, durata dell'anno, del giorno e della notte, temperature medie ed intervalli) tali da avere come risultato un ominide con DNA compatibile a quello umano ed in grado di riprodursi con un essere umano terrestre.

Per questo trovo molto plausibile la possibilita' che l'episodio Brasiliano sia un'invenzione (tra l'altro molto suggestiva l'idea di avere discendenza altrove nell'universo) o di una manipolazione (la persona potrebbe essere stata drogata e con tecniche di ipnosi fatta credere di aver vissuto certe esperienze, quali il pube rosso).

Un'altra cosa: girando sui database di episodi alieni / ufo postati da schottolo denoto una forte prevalenza degli USA vs il resto del mondo. Qualcuno si e' chiesto come mai? l'attitudine americana di registrare qualsiasi cosa su internet, l'accessibilita' a siti in lingua inglese, alieni oziosi che scelgono territori con la lingua piu' semplice e basilare... qualche ipotesi?

goldstein
Inviato: 13/5/2009 2:21  Aggiornato: 13/5/2009 2:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Un'altra cosa: girando sui vari database di episodi alieni / ufo postati da schottolo denoto una forte prevalenza degli USA vs il resto del mondo. Qualcuno si e' chiesto come mai? l'attitudine americana di registrare qualsiasi cosa su internet, l'accessibilita' a siti in lingua inglese, alieni oziosi che scelgono territori con la lingua piu' semplice e basilare... qualche ipotesi?


Ciao Andrea! Attento che anche tu potresti diventare uno della cricca dei "cani di regime" [TM] !
O tubo, quello che è diventato debunker.
Non è che nessuno nota dove è finita tutta la gente seria che postava da queste parti, se proprio vogliamo trovare degli esempi..
Meglio limitarsi ad una visione della realtà che include i cani di regime, tubo, gli scienziati ed i militari cattivi, e l'onnipresente CICAP.

Davvero interessanti i dati resi noti oggi dalla casa di sondaggi Harris Online, una delle più prestigiose degli States.

E' stato chiesto ad un campione ampio e rappresentativo di americani di dichiarare a cosa credono oggi.

Ebbene a parte il dato più scontato - che l'82 per cento degli adulti interpellati dichiara di credere in Dio (quasi altrettanti (il 79 per cento) affermano di credere nei miracoli, piu' del 70 per cento credono negli angeli e nel paradiso, mentre oltre il 60 per cento dichiarano di credere al diavolo e all'inferno) - emergono altre note curiose:

Alla teoria dell'evoluzione di Darwin sostengono di credere il 42 per cento degli intervistati, mentre si dicono a favore del creazionismo il 39 per cento.

Ma più di un terzo degli interpellati 37%, dichiara di credere nell'esistenza degli ufo, e più in generale dell'esistenza di extraterrestri nel cosmo.

Non vanno male neanche fantasmi e streghe che sono al 31% e l'astrologia che è al 29%.


Qualche link utile.

http://misteridalmondo.forumattivo.com/ufologia-f3/intervista-a-corrado-malanga-t1698.htm
http://it.wikipedia.org/wiki/Discussioni_Wikipedia:Pagine_da_cancellare/Corrado_Malanga
http://www.cospirazione.net/index.php?option=com_content&task=view&id=436&Itemid=196

Vi do un assaggio.

Citazione:
Le forze aliene avrebbero infatti promesso a questi governanti di poter accedere a quell'energia che allungherebbe loro la vita portando i nostri governanti verso una immortalità. In cambio essi dovrebbero garantire la copertura sulle informazioni, il depistaggio sulle ricerche in questo campo. L'agenda aliena infatti prevede che gli uomini che hanno questa energia devono rimanere all'oscuro di ciò che sta accadendo perché tale energia ha una potenzialità elevata e potrebbe distruggere gli alieni in un sol colpo.


Massimo tu te ne intendi di sceneggiature no ?

Citazione:
Gli addotti non reagiscono perché vengono tecnicamente decerebrati eliminando le emozioni dalla loro corteccia cerebrale. Tale decerebrazione è stata identificata a causa del fatto che alcuni addotti ricordano le scene in bianco e nero. La zona della corteccia cerebrale che produce i colori è la stessa che produce le emozioni. Qualche volta gli alieni hanno fatto errori procedurali ed in quei casi l'addotto pare risvegliarsi dal suo torpore, prendere coscienza parziale di ciò che sta accadendo e tenta azioni difensivo offensive che finiscono sempre per consumarsi in pochi istanti, quando cioè l'alieno fornisce con una apposita bacchetta una forte scossa elettrica al corpo dell'addotto.


Comprendere e ricreare artificialmente l'incredibile complessità dellle emozioni provate dagli umani, è una delle grandi sfide della scienza di questo secolo.
Dovrebbero chiedere aiuto a Malanga che ha gia' capito tutto !

Citazione:
Il contatto sarà una farsa che è stata già decisa a tavolino. Arriveranno alieni sauroidi che faranno finta di essere cattivi. Gli Americani faranno finta di volerci difendere . La guerra porterà gli alieni quasi a vincere quando arriveranno gli altri alieni che fingeranno di essere buoni e fingeranno di volerci tanto bene. Gli alieni fintamente buoni fingeranno di vincere e gli altri cattivi di perdere. Poi saremo così contenti di avere dentro di noi un bel parassita luminoso detto LUX (l'alieno fintamente buono della new age moderna) che ci parassiterà per il resto della nostra esistenza e tutti saremo come degli zombie in mano ai nostri governanti ed agli alieni per sempre.


Non fa una piega, no ?

Citazione:
I militari collusi si sono accorti che se gli alieni dovessero vincere, essi non rispetteranno i patti ed i primi a morire sarebbero proprio i militari. Così hanno studiato un piano per eliminare gli alieni e prendersi tutta per loro la torta senza spartizioni con nessuno. Il piano prevede la creazione di una razza umana completamente lobotomizzata ma in grado di ospitare quell'energia che gli uomini hanno ma gli umani no. Questa energia sarebbe tolta all'uomo con delle macchine e linkata a questi umani OGM che per loro natura sarebbero facilmente pilotabili come marionette dai nostri governanti.


Mala tempora, ai dittatori del 900 era bastato leggere Le Bon!

Citazione:
Tutto questo si rende necessario perché questa energia sta solo nell'uomo con un particolare dna e non in tutti gli umani. Va creata dunque una razza che abbia biogeneticamente certe caratteristiche accoppiate alla stupidità mentale. I nostri addotti in ipnosi regressiva cominciano a descrivere i laboratori militari dove vengono portati durante le adduzioni, descrivono le placente in cui questi feti vengono conservati. Se le cose le abbiamo interpretate giustamente non ci resta molto tempo.


Quanto?
Mistero: the show must go on.

Ricapitolando: tutti gli scienziati sono imbroglioni, cospiratori, bugiardi, mentre questo cantastorie è l'unico serio, illuminato, e che lavora per il progresso umano.

In realtà, sugli argomenti scientifici toccati dall'articolo, c'è una vasta letteratura che aumenta di ora in ora, poichè le neuroscienze sono il campo dove alcuni tra i paesi più sviluppati stanno investendo la maggior parte dei loro finanziamenti: e siamo ancora relativamente lontani dalla comprensione del funzionamento generale del cervello umano, sono comunque in piedi dei progetti interessanti e promettenti, si veda ad esempio questo articolo del NY Times.
E' sufficiente dare un'occhiata a physorg, eurekalert, kurzweilai, sciencedaily, per constatare di persona e per farsi un'idea di cosa significhi studiare il cervello umano e della quantità e qualità degli uomini e macchinari che vi sono ogni giorno al lavoro.
Per non parlare delle perle che Malanga, scopiazzando oltreoceano da chi le ha spacciate prima di lui, ci regala sulle sue fantomatiche storie di manipolazione del DNA, di cui evidentemente, a sentir parlare lui, ne sa piu' di quanto la comunità di genetisti mondiale ne capisca realmente ora, e non sia mai che ci faccia suonare un campanello d'allarme il semplice fatto che a parlare degli alieni che manipolano il nostro DNA siano sempre gli Tsarion, Icke, ed altri, purtroppo, MILIONARI che lucrano sulla ovvia ignoranza scientifica della maggioranza delle persone, e non un solo esperto del settore.
E' comprensibile che non si abbia tempo/voglia/capacità di approfondire.
E mi sta anche bene che ciascuno creda negli alieni Sauroidi o quant'altro, del resto un americano su 4 crede ai fantasmi ed agli incantesimi.
Ma che Massimo cerchi di spacciare questo genere di "news" come una sorta di missione divina a cui non può sottrarsi: ma per favore.
Malanga è uno scienziato sull'orlo dell'abisso: di cosa ?
Io constato solamente che è molto piu' noto, o meglio "popolare", del 99% degli scienziati di cui parlavo prima. Perlomeno, devo riconoscere che la linea del sito è ormai piuttosto coerente sul genere di personaggi a cui si ritiene doveroso dare pubblicità...

Redazione
Inviato: 13/5/2009 8:20  Aggiornato: 13/5/2009 8:33
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
GOLDSTEIN: Non mi ritengo offeso solo perchè mi rendo conto che non sai minimamente di cosa parli.

Se davvero volessi correre dietro ai personaggi "a cui bisogna fare pubblicità", ci sarebbero almeno 500 argomenti più appetibili di questo.

Ghilgamesh
Inviato: 13/5/2009 10:26  Aggiornato: 13/5/2009 10:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
@ghilgamesh

Non credo che la tua sia un'argomentazione logica, comunque mi sono spiegato male io: la domanda non è "Malanga ha ragione?" ma "perché secondo te ce l'ha?". Prendila come una mia perversa curiosità. Se ti va rispondimi.



Scusa ma non sapendo a quale argomentazione ti riferisca, fatico a replicare ...

Per quanto riguarda la domanda, come ho già detto, su alcune cose ritengo abbia torto (o non abbia ancora approfondito del tutto) ... per altre credo abbia ragione per più motivi concatenati.

L'ho conosciuto e mi è sembrato una brava persona, cosa che io non sottovaluto, ho la presunzione di riconoscere un truffatore cazzaro a naso ... infatti nun me posso avvicinà alla sede del CICAP o vomito ^__^

So, da altri percorsi (storia antica e osservazioni personali) che esseri alieni sono già qui, e secondo il mio criterio scientifico, trovo inutile fare come alcuni "ufologi" che da quarant'anni cercano di fare foto a luci nel cielo, che basta un Attivissimo qualsiasi per dire che sono false ... sono passato al livello successivo e cioè a domandarmi: che ci fanno qui?

Malanga qualche risposta la da ... ed alcune mi sembrano plausibili.

redna
Inviato: 13/5/2009 10:58  Aggiornato: 13/5/2009 10:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Non è che nessuno nota dove è finita tutta la gente seria che postava da queste parti, se proprio vogliamo trovare degli esempi.. Meglio limitarsi ad una visione della realtà che include i cani di regime, tubo, gli scienziati ed i militari cattivi, e l'onnipresente CICAP.


da queste parti che ci fa uno 'serio' che non considera 'seria' la gente che posta ora?


Citazione:
Ricapitolando: tutti gli scienziati sono imbroglioni, cospiratori, bugiardi, mentre questo cantastorie è l'unico serio, illuminato, e che lavora per il progresso umano.


ruassumendo: tutti i cantastorie sono imbroglioni, cospiratori, bugiardi, mentre gli scienziati sono gli unici seri, illuminati e che lavorano per il progresso umano....cambiando l'ordine dei fattori, come si vede, non cambia NULLA.


Citazione:
E' comprensibile che non si abbia tempo/voglia/capacità di approfondire

non è per nulla comprensibile che ci sia qualcuno che vede nel cervello degli altri se approfondisce o meno sull'argomento.Oltrettutto questo si chiama arroganza.Non è uno studio fatto da grandi scienziati.E'solo una costatazione di fatto.

Citazione:
Io constato solamente che è molto piu' noto, o meglio "popolare", del 99% degli scienziati di cui parlavo prima.

Una costatazione unilaterale, a quanto pare! Le statistiche sono altra cosa...

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
yarebon
Inviato: 13/5/2009 11:01  Aggiornato: 13/5/2009 11:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Il fenomeno non è solo statunitense andrea, quindi non c'è nessuna preferenza linguistica
Solo dopo la caduta della cortina di ferro sono stati aperti anche i file ufo sovietici e ci si è accorti che anche lì erano successe le stesse cose, addirittura vi è un'intervista fatta ad alti esponenti militari russi nel 1997, io ce l'ho in videocassetta, se ti interessa ti do qualche ragguaglio in più in privato, stessa cosa della Cina, grazie ad internet ogni tanto ci giunge qualche notizia, ma niente più. Anche in medioriente oltre ad avvistamenti vi sono casi di rapimenti, spesso c'è omerta su queste cose e visto il forte legame con la religione, parlarne significherebbe fare una brutta fine.
La naziona con gli avvistamenti più eclatanti è il Messico cmq, ma anche l'Italia ha avuto i suoi "boom" ad esempio nel 1978.
Riguardo la fisionomia, la struttura umanoide: due braccia e due gambe, posizione eretta ecc. è quella che maggiormente si presta ad ospitare l'intelligenza in pianeti tipo la terra e poi a noi potrebbero avvicinarsi solo alieni umanoidi che sono certo umanoidi, ma per il resto completamente diversi da noi, non capisco perchè reputi questa cosa strana.
Perchè la terra dovrebbe mai essere un luogo privilegiato?

gian88luca
Inviato: 13/5/2009 11:21  Aggiornato: 13/5/2009 11:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/2/2009
Da:
Inviati: 31
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Data la preterintenzionalità dell'agire della scienza, quando non si tratta addirittura di dolosità, è conveniente regolarsi di consenguenza per la valutazione dell'attendibilità di ricerche e scoperte. La brutta notizia è che al passo successivo ci si trova davanti ad un muro: quali strumenti abbiamo per tale valutazione? nessuno! E' risaputo che molte molte ricerche vengono volontariamente o meno adulterate. Spesso si tratta di campioni di indagine molto striminziti che vengono nascosti dietro fiere percentuali. La matematica non è un'opinione ma stimolati da alcuni milioni di euro diciamo che la si può iniziare almeno a far ragionare. Dato anche per scontato che Malanga miri grazie alla sua ricerca a diventare più ricco di berlusconi o più potente di veronesi rimarremmo comunque al punto che l'unico strumento di indagine su cui possiamo contare è il nostro cervello e il nostro istinto. Il famoso saggio istinto fanciullesco che ci insegnarono rigorosamente a non ascoltare fin da piccoli. Forse la fisiognomica è una scienza non considerata ufficiale proprio perche altrimenti tutti gli uomini di potere dovrebbero iniziare ad usare dei cappucci per nascondere quelle facce da figli di puttana. Per non parlare poi del concetto che ogni ricerca ha come metodologia di indagine l'utilizzo di alcuni dei nostri limitati ed opinabili cinque sensi. Tramite il mio istinto malanga lo leggo come una persona onesta che dice cose molto interessanti e tanto sensate quanto incredibili. Saro infantile! ...magari.

fefochip
Inviato: 13/5/2009 11:22  Aggiornato: 13/5/2009 11:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
1/2 off topic riguardante la "scienza"

a mio parere bisognerebbe ridimensionare il "valore" che ha la scienza nella comprensione dell'universo in genere.
cosa vuol dire oggi aver "provato scientificamente" qualcosa?

vuol dire in estrema sintesi ricondurre quel fenomeno a fenomeni più "piccoli" piu infinitesimi e a leggi matematiche formulate da scienziati e nei casi piu rari formularne di nuove.
ma queste leggi da dove vengono ? dalle tavole di mosè?
vengono dall'indagine sull' infinitamente piccolo che i fisici sempre piu cercano di ridurre a formule e modelli.

non so se tutti sanno che l'atomo è una teoria .nessuno lo ha mai visto ....
l'unica è ipotizzarlo attraverso prove indirette e quant'altro.
si fanno delle ipotesi di lavoro poi quando non si può piu spiegare un fenomeno allora si fa un altra ipotesi di lavoro .
non tornano dei conti ?non c'è problema ipotizziamo dei quark....non tornano neanche cosi ?manca qualcosa? beh ci sono i neutrini... neanche i neutrini sono sufficenti a spiegare tutto l'ambaradam?
il problema è che a ben guardare non c'è una sola formula può essere considerata "definitiva" della descrizione di un fenomeno ....c'è solo un approssimazione che per quanto buona non descriverà mai perfettamente il fenomeno .

detto il altre parole non si riesce a riprodurre l'universo in laboratorio.

ora recentemente ,e qui veniamo al succo del discorso , è stato condotto al CERN un esperimento per cercare una ipotetica particella elementare detta "bosone di Higgs" teorizzato nel 1964 dal fisico scozzese Peter Higgs .

non hanno trovato questa particella .

cosa vuol dire tutto questo ?
vuol dire che se si va a ben guardare la scienza poggia comunque su delle ipotesi mai verificate ,poggia su delle idee di qualcuno che non hanno il minimo riscontro con quel metodo che gli stessi scienziati si sono dati.

insomma in ultima analisi la scienza ha in comune con la religione (non mi riferisco a nessuna religione in particolare)molto piu di quello che normalemente si ammetta.
come la religione poggia tutto il suo impianto su un concetto astratto mai provato (dio)la fisica moderna poggiava tutto il suo impianto su un ipotesi astratta mai provata(bosone di higgs).

la religione tuttavia nel corso del tempo ha rinunciato a cercare dio ...esso viene ormai "postulato" in altre parole "un atto di fede" .
la scienza invece pare non abbia rinunciato a quello che molti scienziati hanno paragonato alla ricerca di dio .
non hanno trovato il bosono e ora che si fa?
bisogna riscrivere la scienza e fare altre ipotesi.

steven hauking disse prima dell'esperimento di sperare in definitiva di non trovare tale particella perche ciò sarebbe voluto dire ricominciare a studiare tutto da capo .

quello che volevo dire alla fine di tutto questo discorso è che l'atteggiamento sano dello scienziato dovrebbe essere proprio quello dell'essere pronto a mettere in dubbio tutto il suo impianto scientifico perche esso è poggiato su delle ipotesi ,ipotesi che potrebbero tranquillamente essere false come vere e quindi tutto il suo castello di scienza verrebbe giu in un istante.
sta tutta qui a mio parere l'annoso problema della scienza che è in realtà un qualcosa in divenire mentre la si considera troppo spesso una verità ormai consolidata sempre piu simile alla religione.

temo che applicando il concetto di limite non si arriverà mai a trovare la "particella di dio" perche si sta sbagliando qualcosa.
che non si stia considerando qualcosa al di là della fisica?
non potrebbe essere che quei conti che non tornano sono da spiegare con la metafisica invece che con la fisica?

fine 1/2 off topic

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
actarus71
Inviato: 13/5/2009 11:44  Aggiornato: 13/5/2009 11:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/5/2006
Da:
Inviati: 145
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Probabilmente dico una "corbelleria"
ma mi va di esprimere una serie di domande che spesso mi girano per la testa quando osservo i risultati menzionati da te FEFOCHIP, vedasi la ricerca dei neutrini tra il CERN e l' INFN che poi "ci" ha spinti verso il bosone di Higgs.
Mi sembra che la scienza come la religione come d-altronde l'essere umano amino volersi rassicurare e stabilire dei punti fermi (che poi fermi non risultano mai, poiche' si scopre sempre altro che sconvolge o mette in dubbio un impianto assodato e dato per certo) per paura di mettere in gioco quanto stabilito e dato per certo, e continuano a fornire o ad aderire a modelli che funzionano relativamente bene fino a che non si arrivi ad un limite oltre il quale come se si salisse di livello, certi equilibri e leggi assodate non funzionino piu'.
Forse noi stiamo anche come essere umani per raggiungere un livello di coscienza tale da mettere in dubbio quanto ha funzionato finora?
Abbiamo forse sbagliato a voler sempre disgiungere le cose le une dalle altre e non voler considerare certe leggi che sembrano accomunare la scienza come la religione come qualsiasi cosa del nostro universo?
Ci muoviamo forse "testardamente" come per voler essere per motivi religiosi e scientifici FEDELI ai concetti assodati e non aprirci ad una realta' che si dimostra sempre la stessa da anni e anni e magari qualche societa' precedente alla nostra ha accettato scoprendo cosi' facilmente cose che noi non potremmo mai accertare con il nostro metodo erroneo?
Risulta forse un limite essere cocciutamente Fedeli.
Si rasenta forse una sorta di estremismo ideologico nel cintinuare ad adoperarsi nei vari campi in questo modo ottuso?
Anche nell'archeologia se ci fate caso ci sono cose che sembrano confutare scritti antichi testi di diverse culture e mai presi seriamente in considerazione.
Si puo- realmente scoprire qualche cosa se ci si accanisce a volerla cercare con gli strumenti culturali ed ideologici errati?
Ritengo che si voglia come pescare nell'oceano con l'acchiappafarfalle sfondato....
Ovviamente e' un mio personale concetto

peonia
Inviato: 13/5/2009 12:10  Aggiornato: 13/5/2009 12:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Risulta forse un limite essere cocciutamente Fedeli.

sono d'accordo con te Actarus, e' ora di guardare alle cose con occhi nuovi, conseguentemente alle nuove scoperte ma non perdendo di vista il patrimonio di conoscenza passato....occorre molta molta elasticita' mentale.

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Santro
Inviato: 13/5/2009 12:27  Aggiornato: 13/5/2009 12:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2005
Da:
Inviati: 748
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Quoto gli ultimi commenti di:
gian88luca, fefochip e actarus71

a proposito di fisiognomica: Malanga mi fa pensare ad un tenero orsacchiotto di peluche....
non può che essere in buonafede. Magari calca un pochino la mano per autostimarsi, darsi lustro...
poi, forse, arriva a qualche conclusione un po' troppo frettolosamente ma mi pare fondamentalmente onesto.
La mia brutta sensazione, però, è che venga raggirato da questi esseri; di qualsiasi genere essi siano.

ETERNAL SALVATION
(or triple your money back)
ELFLACO
Inviato: 13/5/2009 13:19  Aggiornato: 13/5/2009 13:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Salve raga.

Fefochip sono d'accordissimo con te.

Scusate se insisto ma secondo me il problema stà sopratutto in capire come si fa a fare una ipnosi regresiva a qualcuno e cosa questo vuol dire.
Se quello che dicono queste persone e vero,se è veramente un ricordo di un'esperienza veramente vissuta e quanto di questo racconto può essere influenzato dal subconscio.
Le altre cose ,secondo me ,sono secondarie se non si capisce bene il mecanismo di queste pratiche d'ipnosi.

Credo che Goldstein abbia detto(più o meno) che nel mondo si spendono così tanti soldi(soldi Ufficiali) per capire come funziona il cervello umano e a quanto pare non si è capito molto.E allora come a fatto Malanga?? come si fa a capire se ha ragione?
Non è mica del tutto solo in questo.John Mack dell'universita di Harvard aveva preso il Pulitzer l'anno prima di pubblicare il suo primo libro"Rapiti".Questo non vuol dire che aveva ragione ma anche lì un pò di soldini uffiali sono stati utilizzati.

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
complo
Inviato: 13/5/2009 13:23  Aggiornato: 13/5/2009 13:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Non solo.Le caratteristiche isotopiche degli elementi con cui sono fatti questi impianti sono " non terrestre".Cio'è il ferro (?) il silicio(?) con cui sono fatti gli impianti non è di quà.



Sii preciso, Malanga PARLA di "percentuali isotopiche aliene".
Ripeto PARLA.
Di test che dimostrino questo: ZERO ASSOLUTO.
Malanga è un chimico e PARLA di percentuali isotopiche, ma poi linka FOTO degli impianti.
I test con cui ha trovato quelle percentuali isotopiche dove sono?

ELFLACO
Inviato: 13/5/2009 13:37  Aggiornato: 13/5/2009 13:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
I test con cui ha trovato quelle percentuali isotopiche dove sono?


Infatti.Io solo riportavo quello che dice lui. Lui addirittura parla di 4 università diverse che hanno fatto degli studi di questo tipo.
Sarebbe interessante darci un'occhiata a questi studi ,è vero!!

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
yarebon
Inviato: 13/5/2009 13:38  Aggiornato: 13/5/2009 13:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Ciao El Flaco,
riguardo l'ipnosi regressiva e la possibilità di influenza da parte dell'ipnotizzatore c'è uno stesso articolo di Malanga che spiega i suoi metodi ed i pericoli insiti in questa pratica (su questo si deve riflettere tutto è scritto,mentre spesso in questi campi il dilettantismo la fa da padrone) .
Quello che fa lui nell'ipnosi regressiva non è un suo metodo o invenzione, ma frutto di studi sulla pnl e l'ipnosi fatti da vari psicologi e psichiatri, quindi non c'è niente di suo in questo.
Sono presenti anche documenti audio e se li ascolterai ti renderai conto che Malanga non suggerisce mai la risposta, non fa mai domande del tipo "quello è un alieno?" oppure "sei su un astronave?", un approccio del genere naturalmente sarebbe squalificante e chi studia l'ipnosi sa che suggerire o portare la persona dove si vuole è un metodo sbagliato.
Riguardo come funziona il cervello umano è da tempo che si parla di lobo destro e lobo sinistro e della loro funzione, quindi anche qui Malanga non ha scoperto il sacro graal e le conclusioni a cui arriva lui, molti prima di Malanga lo avevano già sperimentato.
Sul John Mack premio pulitzer (morto pochi anni fa), questo premio certo non è qualcosa che lo renda competente, tutt'altro, ma mostra come personaggi di rilievo si siano interessati a questa tematica, proprio per il fatto che sia una tematica interessante e piena di spunti.
Sai quanti psicologi e psichiatri si sono trovati di fronte persone che parlavano di cose del genere e sono stati relegati come schizofrenici e con tendenze suicide? Malanga può sbagliare o meno, giungere a conclusioni assurde, ma ha ridonato normalità e serenità alla vita di queste persone e si sono liberate del problema (qualsiasi esso sia).
Solo per questo dovrebbe essere ascoltato.

yarebon
Inviato: 13/5/2009 13:42  Aggiornato: 13/5/2009 13:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
e secondo voi in un mondo come il nostro prove di impianti e micro-impianti vengono lasciate libere di circolare senza una minima censura e controllo?
Se ragioniamo così ci comportiamo come quelli che chiedono prove sull'11 settembre o sul fatto che una piccola elite detenga il potere mondiale.

manneron
Inviato: 13/5/2009 13:51  Aggiornato: 13/5/2009 13:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/2/2006
Da:
Inviati: 951
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
mah io andrei cauto su tutto sto argomento.
qui non ci sono prove da valutare obiettivamente anche da soli. ho solo la parola di un biochimico che si occupa di ipnosi e mette insieme una teoria del tutto. servono documenti o prove non opinabili, piccole ma non opinabili, stile 11 settembre.

florizel
Inviato: 13/5/2009 14:16  Aggiornato: 13/5/2009 14:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
SENTIERO
Citazione:
E comunque non mi sarei mai sognato di dare del bugiardo a qualcuno, senza avere aprofondito l'argomento. E' una questione di rispetto e buona educazione.

Ciao. Quello che sottolinei dovrebbe essere una propensione basilare per un sito che ha fatto della sua ragion d’essere lo scardinamento degli infiniti dogmi che ci rendono tutti SCHIAVI, anziché LIBERI.
La contraddizione (devastante) nasce quando la “critica” crea altri paradigmi: consentimi l’esempio terra terra, ma è un po’ come quando per reagire al “sistema borghese” ci si metteva tutti le pezze al culo, creando un altro “status”, altrettanto limitato e limitante…e paradossalmente speculare e “dipendente” da ciò che si contestava.
Nulla che si sganciasse dall’esistente e che realizzasse una piena indipendenza.

Credo che il commento di goldstein sia stato abbastanza esplicativo dei rischi che si corrono volendo fossilizzarsi sulle modalità di trattare dati argomenti, e te lo dice una che ha passato settimane intere cercando di contrastare la “scienza ufficiale” in merito ai cropcircles, ad esempio, o a Simoncini.
Lo rifarei, se ritenessi la discussione coerente con i fini del sito.

Personalmente, credo che le teorie di Malanga non si discostano molto dalle tante altre a cui viene richiesta inesorabilmente una prova “scientifica” solo in comparazione con la procedura richiesta dalla scienza ufficiale, che E’ limitata, siamo d’accordo. Però dovremmo avere l’onestà di SAPER vedere la differenza tra un’ANALISI delle cose e la loro acquisizione scontata.
Forse il problema sta nel fatto che da un po’ di tempo a questa parte, qualunque articolo sembra dover essere discusso quanto basta a non demolirlo, al di là di qualsiasi ragionevole indagine.
In questo senso, trovo che il forum aperto da menphisx sia stato molto più stimolante di questa discussione in home.

Forse qui si commette l’errore di “correre” troppo, non soffermandosi su alcuni aspetti centrali del Malanga-pensiero: l’anima come condizione, a suo dire, non comune a tutti gli uomini; il motivo per cui gli alieni ne avrebbero “bisogno”: perché mai esseri nati SENZA dovrebbero farci ricorso, se questo non appartiene loro “geneticamente”?
Forse yarebon può fornire qualche risposta, con la sua consueta cortesia.

Gargoyle
Citazione:
molta gente non è pronta ad accettare cose differenti dal quotidiano...
l'esistenza degli alieni sarebbe un durissimo colpo per molti poteri forti, viste le loro conoscenze(degli alieni )
....insomma secondo me chi sa tace, e chi cerca di scoprire viene schernito per sopperire a problemi derivanti da tale ammissione...


Credo che molte “resistenze” da parte delle fonti “ufficiali” provengano dalla difesa di un sistema, piuttosto che della “verità”.

Ed è curioso come si proclamino valide le visuali “alternative” che mettono in discussione il “potere” solo su argomenti che riguardano la scienza ed in generale teorie non approcciabili dalla maggior parte degli individui, mentre per argomenti che DAVVERO coinvolgono vite umane ci si faccia bastare la definizione di “civiltà” offerta dallo stesso sistema di potere.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Andrea_1940
Inviato: 13/5/2009 14:41  Aggiornato: 13/5/2009 14:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Il fenomeno non è solo statunitense andrea, quindi non c'è nessuna preferenza linguistica


Infatti non ho detto che e' solo ma, rimanendo ai database di cui si parlava in precedenza, prevalentemente statunitense.

Perche'?

Citazione:
Perchè la terra dovrebbe mai essere un luogo privilegiato?


Non ho detto questo. Provo a riformulare.

Dando per buona la teoria di Darwin, sulla terra vi sono delle condizioni ben specifiche che hanno portato alla vita ed all'uomo. Assumendo che non siamo i soli in quest'universo, non vedo come le esatte condizioni ed il percorso chimico, fisico e climatico della terra siano, in un intervallo statisticamente probabile, ripetibili altrove. Essendo il numero delle variabili enorme, e' pensabile che dopo un percorso di miliardi di anni si arrivi proprio nello stesso punto (ominide con DNA compatibile a quello dell'essere umano terrestre)?

E' una domanda che faccio anche ad altri. Vi sembra una possibilita' plausibile?

Secondo me no e dunque lo specifico caso brasiliano mi pare una bufala.

Al2012
Inviato: 13/5/2009 14:54  Aggiornato: 13/5/2009 14:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Incollo per intero l’articolo così forse qualcuno lo legge !!!!

°°°°°°°
Impianti alieni - Le teorie di Roger Leir
http://www.altrogiornale.org/comment.php?comment.news.4396

<< Il dr. Roger Leir, conosciuto a livello internazionale per le sue estrazioni d’impianti, è tuttora sollecitato per praticare questo tipo di interventi.

Leir presenta il video del caso SC001-09-08: il paziente aveva la reminiscenza di un rapimento nel febbraio 2008. L’oggetto, situato nel secondo dito del piede sinistro emetteva una frequenza radio di 14.74850 Mhz – irraggiava anche RF nella banda ELF delle micro onde.

Roger Leir e la sua squadra l’hanno estratto sotto anestesia locale il 6 settembre 2008. L'oggetto si è scomposto in più frammenti.

Alcuni prelievi della pavimentazione di cemento intorno alla casa, del muro della camera da letto e alcuni utensili in cucina presentavano anomalie magnetiche.

Sono state rilevate su una parete delle impronte di quattro dita di un bambino; due giorni dopo l’estrazione, gli elementi estratti, che erano conservati in un barattolo sterile, hanno cambiato colore e sembra che si siano ricomposti nella forma iniziale dell’impianto.

L’impianto è stato esaminato al microscopio, ai raggi X, e con la spettrografia. L’origine meteorica è stata evidenziata con il ratio nichel/ferro. Numerosi elementi trovati sono piuttosto rari sulla Terra e mai presenti nel corpo umano (iridio, palladio,torio, uranio, rodio, ittrio, samario, rubidio, neodynium, dysposium, etc…)

Gli impianti estratti sono stati affidati a diversi laboratori come il Los Alamos National Lab., New Mexico Tech e l’Università di California a San Diego.

Il Dr Leir racconta che gli scienziati altamente qualificati che hanno analizzato questi impianti non sono riusciti a spiegare le anomalie che essi presentano nelle loro strutture biologiche e metallurgiche.

“Questi oggetti sfidano ogni spiegazione scientifica perché presentano dei ratio isotopici che non si trovano sulla Terra.
Un’altra particolarità sorprendente, la membrane che circonda questi oggetti è composta della sostanza del corpo dei pazienti. “In effetti”, aggiunge il Dr Leir, “ se la medicina riuscisse a fare la stessa cosa, non avremmo più problemi di rigetto con i trapianti”.

Roger Leir è sorpreso che non si possa osservare alcuna lesione nella struttura molecolare della pelle dei pazienti, nel punto nel quale l’impianto sarebbe dovuto penetrare.

E aggiunge: “ Questi impianti, che hanno proprietà magnetiche, potrebbero agire come sistemi di controllo, collegandosi al sistema nervoso degli individui che ne sono portatori. Secondo me questi impianti ci danno la prova che il fenomeno delle "abductions" è una realtà”

Alla fine del suo esposto, il Dr. Roger Leir si dichiara relativamente fiducioso sul fatto che la nuova amministrazione americana potesse accelerare la Divulgazione. “Ma una volta che sapremo la verità, in che cosa la nostra vita quotidiana sarà toccata?
La vita di tutti i giorni continuerà, con le sue necessità, i suoi obblighi, e non penso che la cosa faccia una grande differenza”.

Leir propone questa conclusione: “ Noi non dobbiamo preoccuparci per il divenire dell’umanità: i nostri figli e i nostri nipoti non hanno nessun problema con i concetti di manipolazione genetica, e loro considerano senza alcun problema la possibilità di un universo abitato.” >>

°°°°

Il campo armonico delle ABDUCTION
http://www.dnamagazine.it/campo-armonico.html

<< (…) La nuova via indicata da Mack
Per anni, Mack ha lavorato per inquadrare il fenomeno delle abduction in un contesto scientificamente e psicologicamente comprensibile.
Tra le sue argomentazioni, figurano pionieristiche tematiche inerenti spiritualità, scienza e “super-scienza”, ossia una scienza capace di contemplare anche gli aspetti più arcani o spirituali della realtà.

«Il sistema scientifico, che è molto efficace per spiegare cause ed effetti nel mondo reale, diventa meno efficiente quando viene utilizzato per studiare cose “al di là del velo”.

Intendo argomenti che riguardano il mondo spirituale, olotropico*1 e morfogenetico*2, tutte realtà profonde che non sono immediatamente evidenti ai nostri sensi, ma che possono essere raggiunte tramite stati non ordinari di coscienza.
Ciò che ho scoperto è che questi reami invisibili sono osservabili meglio attraverso conoscenza diretta, piuttosto che tramite metodi scientifici tradizionali o esperimenti di replicazione e strumenti di misurazione.

Fino a poco tempo fa, tutto ciò che non poteva essere studiato con questi metodi tradizionali veniva dismesso e trattato come non degno di studio, così spero che alla fine, il risultato dei miei studi, assieme a quelli di altri colleghi, come quelli sui casi di NDE (Casi di Pre-Morte, N.d.A.), OOBE (Out of Body Experiences, esperienze extracorporee, N.d.A.), vite passate e via discorrendo, abbia aiutato a comprendere che esistono realtà al di là di ciò che è immediatamente comprensibile ai sensi, e che queste realtà rappresentino campi di studio scientifico del tutto rispettabili».

Secondo Mack, dunque, non tutte le abduction avverrebbero nel mondo fisico.
Esistono sicuramente evidenze fisiche del fenomeno, come cicatrici sugli addotti, oggetti metallici e luci viste nei cieli, intercettazioni radar, ma in qualche modo il fenomeno non è del tutto appartenente alla dimensione materiale.

«Alcune realtà appartengono ad altre dimensioni, che esulano dal nostro concetto di universo a tre dimensioni.
Esse sono percepibili solo in uno stato alterato di coscienza (sperimentato spesso dagli addotti, il famoso “Effetto OZ”, N.d.A.) se noi parliamo di mondo reale e materiale e capiamo che la realtà va oltre la terza dimensione in cui viviamo, allora sì, i visitatori sono reali», concluse Mack.


Un nuovo Paradigma Scientifico
Dunque, il problema non è solo trovare delle prove scientifiche al fenomeno, ma di creare un nuovo paradigma scientifico per avere un’ipotesi di scenario plausibile.

Non di rado infatti nel corso delle abduction avvengono fenomeni fisici irripetibili nella realtà quotidiana: attraversamento di pareti solide, levitazione, telepatia, rallentamento del tempo, sensazione di contatto spirituale con altri esseri o con la natura, sensazioni di precognizione o eventi di telecinesi o manipolazione della materia, sospensione degli effetti fisici più noti, addirittura dilatazione dello spazio (alcuni dischi volanti apparentemente minuscoli, una volta visti da dentro apparivano enormi) o alterazione del continuum temporale.

Gli antichi sciamani, fossero Nativi Americani, aborigeni dell’Australia o abitanti del nord Europa, sapevano benissimo di che cosa si trattasse.

Da sempre, i contatti con “Visitatori”, ossia coloro che venivano da “altrove”, avvenivano secondo regole precise, quasi si trattasse non solo dell’incontro con esseri diversi, ma con mondi diversi.

Proprio come mostra il simbolo della Vesica Pisces, quando due realtà collidono, se ne crea una terza, che è un misto delle due originali e ha tratti comuni alle due, ma in realtà non è nessuna delle due.

Gli antichi sapevano che se uno spirito o un fantasma penetrava nella mia abitazione, o mi si avvicinava, io avrei percepito freddo, disagio, provato l’effetto neurale della paura, sentito voci bisbigliate, visto determinate ombre.
È così che essi si manifestano.
E in taluni casi è possibile comunicare con loro, ma a patto di sapersi difendere dalle entità meno positive.

Invece, se nell’antichità ci si sentiva investiti da una forza grande, una luce pervadeva tutto il mio corpo e lo scuoteva, e un senso innaturale di tepore si spandeva nel mio corpo e io iniziavo a sentire una serie di suoni limpidi e cristallini, argentini e onde di pensieri armonici che riecheggiavano nella mia mente come un tuono al rallentatore, allora sapevo che mi stava parlando un angelo.

Anche in quei casi c’era una prassi da seguire, un iter specifico fatto di parole chiave, atteggiamenti mentali e posizioni fisiche, oggetti da preparare, perché se tali incontri avvenivano troppo spesso allora il corpo poteva indebolirsi, o la mente vacillare: le visite angeliche, da un punto di vista psicofisico, non sono potenzialmente meno dannose o faticose di quelle di altri esseri.

E così, nei tempi antichi c’era anche la conoscenza degli ALTRI, quelli che non erano né angeli né demoni, ma attraversavano gli stessi corridoi spazio-tempo per raggiungerti e sfruttavano sempre la sollecitazione del lobo temporale per parlarti telepaticamente.

Gli Indiani d’America li chiamavano “Star People”, i Sumeri Annunaki, per i Celti erano i Thuata de Danaan giunti - come spiegano letteralmente - dal cielo con una nave volante tanto grande da oscurare il Sole.

In tutte queste mitologie c’è una definizione ben precisa per loro, ai quali si danno connotazioni differenti, ad esempio, demoni, e la loro sfera d’influenza ricade invariabilmente sul mondo materiale più che su quello spirituale.
E anche per comunicare e trattare con loro, c’erano dei sistemi, per ottenere il massimo dei benefici e ridurre al minimo i problemi che pur sempre avvengono quando si incontrano visitatori da luoghi diversi.

Di recente, diversi studiosi, fra i quali anche il chimico Corrado Malanga, hanno scoperto l’effettiva validità di antiche discipline per migliorare la qualità dei contatti o eliminare le abduction negative, tant’è vero che lo stesso Malanga descrive questo metodo paragonandolo quasi ad una sorta di “esorcismo” anti Alieni.

E il bello è che funziona.
Non perchè l’abduction non sia reale, o sia un fatto di fede o di magia, ma perché avviene secondo dei crismi energetici e mentali che i nostri antenati conoscevano benissimo e noi abbiamo perso.
Anche noi che ci diciamo fatti di materia pesante, siamo tutto sommato terribilmente sottoposti alla potenza del pensiero. (…) >>

°°°°°°°°°°°°

In merito al mio personale giudizio su Malanga resto dell’idea che sia in buona fede, nel senso che quello che fa non sia al servizio di “qualcuno” ….

Penso che le sue considerazioni sia discutibili come ogni considerazione soggettiva ….

Gli resta il merito di aver affrontato un problema, che fino a prova contraria è reale e le cui origini e scopi siano da ricercare con serietà e senza preconcetti …..


Domande:

Qualcuno può indicarmi un articolo di Malanga che tratta il fenomeno delle NDE ??

Già che ci siete dove posso trovare una spiegazione del concetti: Anima coscienza energia tempo spazio

Grazie.

“Capire … significa trasformare quello che è"
Tercerista
Inviato: 13/5/2009 14:54  Aggiornato: 13/5/2009 14:54
So tutto
Iscritto: 5/12/2006
Da:
Inviati: 15
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
fefochip: ora recentemente ,e qui veniamo al succo del discorso , è stato condotto al CERN un esperimento per cercare una ipotetica particella elementare detta "bosone di Higgs" teorizzato nel 1964 dal fisico scozzese Peter Higgs.

non hanno trovato questa particella .



Veramente LHC non è ancora entrato in funzione a causa di alcuni danni subiti ai magneti in fase di collaudo mentre non era ancora a piena potenza. Forse verso la fine dell'estate dovremmo avere i primi esperimenti effettivi.

LHC non si occupa solo di trovare il Bosone di Higgs, ma anche di verificare sperimentalmente molte altre teorie. Tra le altre cose sia che il bosone si trovi, sia che non si trovi, metà mondo scientifico esulterebbe e l'altra metà no.

Le teorie o modelli, come giustamente dici, sul funzionamento dell'universo sono molti (multiverso, universo a bolle, stringhe ecc, espansione, contrazione, stazionamento, ecc...) e gli esperimenti dell'LHC potrebbero spazzare via interi settori di ricerca teorica.

Al momento le teorie degli universi a più dimensioni sono le più a rischio. Già si sono dovuti fare salti mortali per costruire modelli teorici coerenti (talvolta con diverse forzature) che comunque non convincono.

Per il resto, il Bosone di Higgs è, se non sbaglio l'unica particella a non essere stata verificata sperimentalmente. I neutrini si studiano da anni.

Inoltre queste particelle sono legate al cd. modello standard, che non è l'unico, ma va per la maggiore. Benché non sia completo. Ma è per l'appunto un modello. Tale modello ha permesso di fare alcune predizioni, cioè erano state ipotizzate delle particelle che poi si sono trovate, pressoché con le medesime caratteristiche, in verifiche sperimentali (condotte perlopiù al CERN).

Io sono d'accordo che la scienza non sia la via per la comprensione dell'universo. E da Cattolico sono convinto che la scienza abbia superato talvolta dei limiti che avrebbe fatto meglio a non varcare. Sono altresì convinto che alcuni aspetti della nostra vita siano insondabili, per scienza, para-scienza, filosofia e fede stessa.

Mi riesce difficile capire il paragone anima-materia oscura. L'anima è concetto che non viene spiegato. La materia oscura, all'interno del modello, è un qualcosa di cui si è ipotizzato ogni possibile caratteristica (e per cui ci sono diversi modelli a sua volta), di cui però manca proprio una riprova scientifica. Ben inteso, la materia oscura appartiene solo al modello standard.

E' come dire, so come funziona (o meglio come interagisce), ma non so perché né cos'è. E comunque si sta cercando di verificarlo sperimentalmente.

Sono d'accordo che non sempre il mondo scientifico sia pronto a rivedere le proprie teorie, ma questo è più vero quando la scienza si scontra con l'economia (vedi il caso Simoncini - su cui cmq qualche riserva resta, perché non è un metodo valido sempre e comunque - su cui la comunità scientifica dovrebbe quantomeno fare chiarezza).
In questo caso non credo ci siano grossi interessi economici. Al più militari.

Sull'ipnosi regressiva... c'è da sottolineare che in effetti del cervello si sa ben poco. E l'ipnosi regressiva, di per sé non è osteggiata dalla comunità scientifica, semplicemente si dice - e questo è vero un po' per tutto - che la mente viene comunque falsata dall'indagine dell'"ipnotizzatore". Ora i casi di Malanga non li ho visti, quindi parlo in generale. Difficilmente uno in ipnosi regressiva inizia a parlarti autonomamente di alieni o altre vite, è il terapeuta che ti guida a raccontare alcuni avvenimenti. Ormai la quantistica ha dimostrato che l'osservazione in sé, influenza il sistema, figuriamoci l'osservatore. Per non parlare dell'entaglement e di sue possibili ripercussioni sul concetto di osservazione.

Sul dettaglio dei racconti e sulla coincidenza - spesso in ipnosi regressiva si ricordano vite passate - c'è da dire che un fenomeno simile, è visibile in molti animali. Qualsiasi uccello ti saprà costruire un nido (ci sono specie che ne costruiscono di molto complessi) senza che nessuno glielo insegni e senza averlo mai visto. Ha già un piano costruttivo dentro di se. Idem per alcuni cibi, che vengono riconosciuti come velenosi anche senza averne avuto esperienza. Ma meccanismi simili ci sono anche nell'uomo, anche se sono annoverati nel campo dei riflessi (ma l'ipnosi gioca anche su questo campo), come l'avere reazioni simili alla paura, essere rallegrati (anche appena nati - ovviamente quando si riesce a distinguere le figure-) da un sorriso, ecc...

Quindi non mi meraviglierebbe se in ipnosi, un interazione "istinto"+influenza del terapeuta, porti a risultati simili. Senza contare che oramai, anche la cultura ha un suo forte peso.

Una cosa che un po' sdubbia è che tutti gli alieni abbiano sembianze antropomorfe... (tema anche di una puntata di Star Trek, dove si scopriva che tutte le razze aliene erano state create a partire dal DNA di una razza poi scomparsa). O che, oggi come oggi assomiglino tutti ai famosi omini verdi con occhi grandi.

Ripeto, parlo in generale e non espressamente di Malanga, di cui non conosco nulla. Ma non è l'unico ad aver condotto questo tipo di indagini.

Invece, una nota su Malanga, giusto da quello che evinco dall'articolo:

Mi sembra che larga parte della sua visione della vita riprenda concetti non nuovi, per la maggior parte dalle filosofie orientali (reincarnazione, connessione cosmica, ecc...) che a volte assomigliano anche ad aberrazioni (per me, in quanto cattolico) tipo dianetics.

Non fosse altro per tutte le puntate di x-files che ho visto, sono convinto dell'esistenza degli alieni. A parte gli scherzi ci sono molte prove dell'esistenza di esseri di altri (alla fine non necessariamente) pianeti, vd. i video delle navi spaziali con quelle strane sfere che gironzolano, i video militari che ogni tanto si riescono a vedere. Anche in passato ci furono ricerche in questo campo (in Italia ci sono documenti dell'epoca fascista in cui si studiavano ipotetiche armi segrete tedesche, simili a dischi volanti). Io sono di Firenze, e quì c'è stato uno dei più grandi avvistamenti recenti di dischi volanti (durante un derby allo stadio -immaginatevi che pubblico-) con conseguente caduta di lanugine silicea su Firenze e territorio circostante.

Insomma, tanto per dire che sono scettico, ma non ottuso, non volevo nemmeno entrare nel merito della discussione (anche se l’ho fatto), ma solo fornire alcuni elementi per la discussione e correggere alcune imprecisioni scientifiche.

Spero vi siano utili.

"Para nosotros, los justicialistas, el mundo se divide hoy en capitalistas y comunistas en pugna. Nosotros no somos ni lo uno, ni lo otro."(Juan Perón)
complo
Inviato: 13/5/2009 15:18  Aggiornato: 13/5/2009 15:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Gli impianti estratti sono stati affidati a diversi laboratori come il Los Alamos National Lab., New Mexico Tech e l’Università di California a San Diego.....


Questi oggetti sfidano ogni spiegazione scientifica perché presentano dei ratio isotopici (percentuali isotopiche) che non si trovano sulla Terra.





Quindi non avrai difficoltà a presentare un QUALUNQUE link di DOCUMENTAZIONE dei test di questi laboratori.
Guarda il caso si continua a postare INTERVISTE che dicono siano stati analizzati.
Ma le analisi sono ben più sfuggevoli degli alieni, poichè è dal 1998, DA DIECI ANNI FA, che il dr Leir (che è un PODOLOGO) parla di queste fantomatiche percentuali isotopiche aliene negli impianti degli addotti.

dr.Leir


"....Analisi sugli isotopi sono ancora in corso. Le prove furono condotte dal NIDS ( Istituto Nazionale per la Scoperta Scientifica ), New Mexico Tech, e altri istituti indipendenti....


1998 Eve Frances Lorgen "

rekit
Inviato: 13/5/2009 15:34  Aggiornato: 13/5/2009 15:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
In principio l'articolo ha catturato la mia attenzione ma ora, senza voler entrare in merito a considerazioni personali ritengo che si sia iniziato a discutere, si stia discutendo e si finira'di discutere (anche piuttosto animatamente devo dire...) del NULLA ASSOLUTO.
Nessunissimo elemento concreto a supporto di una qualunque teoria.
Solo considerazioni personali di carattere morale, religioso, scientifico (se cosi si puo'dire) e addirittura politico (eccezionale chi ha tirato in ballo destra e sinistra...)
Vi confesso che e' di una noia mortale.

Ghilgamesh
Inviato: 13/5/2009 16:02  Aggiornato: 13/5/2009 16:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Autore: Andrea_1940 Inviato: 13/5/2009 14:41:45

Dando per buona la teoria di Darwin, sulla terra vi sono delle condizioni ben specifiche che hanno portato alla vita ed all'uomo. Assumendo che non siamo i soli in quest'universo, non vedo come le esatte condizioni ed il percorso chimico, fisico e climatico della terra siano, in un intervallo statisticamente probabile, ripetibili altrove. Essendo il numero delle variabili enorme, e' pensabile che dopo un percorso di miliardi di anni si arrivi proprio nello stesso punto (ominide con DNA compatibile a quello dell'essere umano terrestre)?

E' una domanda che faccio anche ad altri. Vi sembra una possibilita' plausibile?

Secondo me no e dunque lo specifico caso brasiliano mi pare una bufala.



Io credo che tu sbagli la partenza ... mi spiego.

Io credo che l'uomo sia stato creato da esseri alieni (anche nella bibbia è scritto che fu creato "a loro immagine e somiglianza") ... quindi, pur se possibile che su pianeti distanti anni luce si formino vite similari (ma sinceramente non ne ho idea) non credo sia il nostro caso.

Quasi tutti i robot e gli alieni dello schermo, sono antropomorfi, quindi se creassimo una razza intelligente, probabilmente la creeremmo antropomorfa.

Non vedo perchè non dovrebbero fare altrettanto altre razze.

Ghilgamesh
Inviato: 13/5/2009 16:11  Aggiornato: 13/5/2009 16:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Autore: complo Inviato: 13/5/2009 15:18:40

Quindi non avrai difficoltà a presentare un QUALUNQUE link di DOCUMENTAZIONE dei test di questi laboratori.
Guarda il caso si continua a postare INTERVISTE che dicono siano stati analizzati.
Ma le analisi sono ben più sfuggevoli degli alieni, poichè è dal 1998, DA DIECI ANNI FA, che il dr Leir (che è un PODOLOGO) parla di queste fantomatiche percentuali isotopiche aliene negli impianti degli addotti.



In genere, chi arriva ad avere prove concrete, tende a fare una brutta fine, qui un esempio:

http://www.youtube.com/watch?v=O5M6q087MVE&feature=PlayList&p=F85A482238104715&index=0

Lunghetto ma interessante.

Red_Knight
Inviato: 13/5/2009 16:31  Aggiornato: 13/5/2009 16:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
@Tercerista

Rabbrividisco nel rendermi conto di essere d'accordo con un cattolico, ma hai ragione da vendere.

Comunque volevo chiederti dove individui connessioni tra le teorie di Malanga e Dianetics.

Andrea_1940
Inviato: 13/5/2009 16:34  Aggiornato: 13/5/2009 16:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Gilgamesh, grazie per la tua opinione. Si tratta di un'ipotesi plausibile che non esclude comunque altre.

Anche perche' gli scimpanze' hanno un patrimonio genetico che, se non ricordo male, e' uguale a quello umano al 98%. Portate anche loro dallo spazio? ricordo che secondo testimonianze fossili la scimmia e' comparsa sulla terra almeno 50 milioni di anni fa, mentre l'uomo sapiens (noi) comparse solo 500 mila anni fa.
Questo come lo spieghi?

PS: certo che il plurale della Genesi ha un qualcosa di inquietante:
Citazione:
Poi Dio disse: 'Facciamo l'uomo a nostra immagine e a nostra somiglianza, ed abbia dominio sui pesci del mare e sugli uccelli del cielo e sul bestiame e su tutta la terra e su tutti i rettili che strisciano sulla terra'.

Red_Knight
Inviato: 13/5/2009 16:56  Aggiornato: 13/5/2009 16:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Potrei chiedere in che modo le credenze di alcuni barbari nomadi descritte in un libro dell'età del bronzo dovrebbero avere a che fare con la verità, qualunque essa sia, se si lascia perdere per un attimo la religiosità?

Al2012
Inviato: 13/5/2009 16:59  Aggiornato: 13/5/2009 16:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
@ complo

<< (…) Quindi non avrai difficoltà a presentare un QUALUNQUE link di DOCUMENTAZIONE dei test di questi laboratori.
Guarda il caso si continua a postare INTERVISTE che dicono siano stati analizzati.
Ma le analisi sono ben più sfuggevoli degli alieni, poichè è dal 1998, DA DIECI ANNI FA, che il dr Leir (che è un PODOLOGO) parla di queste fantomatiche percentuali isotopiche aliene negli impianti degli addotti (…) >>

Dove ho già sentito questo ragionamento ?!

Appena trovo la DOCUMENTAZIONE da te richiesta sarà mi cura inviartela ….

Quindi per il momento possiamo definire la cosa come “leggenda metropolitana” e poi mi era sfuggito il fatto che dr. Leir è un podologo che racconta “che gli scienziati altamente qualificati che hanno analizzato questi impianti non sono riusciti a spiegare le anomalie che essi presentano nelle loro strutture biologiche e metallurgiche”

Chissà se forse lo dice Piero Angela o Massimo Polidoro la cosa acquisterebbe sicuramente un’altra valenza.

Che dici potrei chiedere informazioni a: Black Budget Programs americani (Programmi con Fondi in Nero, utilizzati solamente da enti di Intelligence quali CIA e NSA al di fuori del bilancio statale)

Per il momento ti devi accontentare di questo (questi complottisti sono sempre dei boccoloni)
http://www.alienscalpel.com/analysis.htm

“Capire … significa trasformare quello che è"
Tercerista
Inviato: 13/5/2009 17:08  Aggiornato: 13/5/2009 17:08
So tutto
Iscritto: 5/12/2006
Da:
Inviati: 15
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Io credo che l'uomo sia stato creato da esseri alieni (anche nella bibbia è scritto che fu creato "a loro immagine e somiglianza") ... quindi, pur se possibile che su pianeti distanti anni luce si formino vite similari (ma sinceramente non ne ho idea) non credo sia il nostro caso.

Quasi tutti i robot e gli alieni dello schermo, sono antropomorfi, quindi se creassimo una razza intelligente, probabilmente la creeremmo antropomorfa.


Se è per questo c'è scritto anche che crearono tutti gli animali, il cielo e la terra, la luce e tutto il resto.

Ora, posto che le probabilità sono dalla parte della vita, ed è ben possibile (ed anzi sono stati osservati) che esistano pianeti dalle condizioni assimilabili a quelle terrestri, non è detto che per forza di cose si siano dovuti sviluppare secondo la stessa linea evolutiva terrestre.

Mi spiego, l'unica cosa che accomuna più o meno tutte le forme di vita terrestri, è l'essere sostanzialemente tutte derivate da composti del carbonio.

Poi l'antropomorfismo è una cosa che accomuna a noi solo le scimmie. Altre specie, benché non antropomorfe conservano però una similarità di organi (i pesci hanno gli occhi, hanno uno stomaco, però hanno le branchie e non ci assomigliano affatto), ma vi sono anche specie diversissime, vedi i batteri, che non hanno nulla in comune con noi. Le Piante, benché "non intelligente", è una forma di vita molto diversa da noi.

Quindi escludendo darwin e dando credito al creazionismo, hanno creato l'uomo a loro immagine ed il resto delle forme viventi a immagini di che? e Loro come sono nati, e le altre forme viventi? Magari hanno creato tutto un mondo uguale al loro. Può darsi.

Altrettanto plausibile è che forme di vita (più o meno intelligenti) abbiano "seminato" (più o meno volontariamente) altri pianeti evolvendosi in maniera autonoma (e salvando Darwin). Ma allora non è detto che il risultato finale debba necessariemente essere due braccia-una testa-due occhi- ecc. ecc. Visto inoltre, che molti altri pianeti hanno condizioni ospitali per altri tipi di vita (vedi batteri), ma non per l'uomo.

La vita su altri pianeti è più che probabile. La forma di tali essere non è dato sapere. Ma se pensate che il solo elemento dell'esposizione al sole ha creato la condizione per avere razze di pigmentazioni differenti, immaginate modificando altri parametri (composizione dell'aria, pressione, gravità, atmosfera, acidità ecc.).

Senza scartare la suggestiva ipotesi di essere una colonia iper-efficiente di cellule che sfruttano la sinergia per sopravvivere. In questo modo le nostre azioni non sarebbero altro che il frutto di bisogni indotti dalla colonia, per reperire gli elementi alla base del loro sostentamento. Se ci pensate ogni nostra cellula, altamente specializzata o meno, è spesso totalmente indipendete dal nostro volere, agisce autonomamente ed automaticamente. Posto di sapere cos'è la Volontà.


Citazione:
Red_knight: dove individui connessioni tra le teorie di Malanga e Dianetics.


Ma il concetto dei rapimenti e delle vite passate, di cui gli addotti non sarebbero coscienti, ma dal cui ricordo si sentono oppressi e devono essere liberati facendo riemergere tali esperienze, mi ricorda moldo il concetto dell'Engram di Dianetics, ovvero che la mente reattiva conserverebbe appunto i ricordi di traumi di vite passate, i quali poi a livello psico-somatico sarebbero la fonte di malattie o psicopatologie. Il modo per guarirne ovviamente in Dianetics è a pagamento e consiste nel far riemergere tali ricordi in modo da liberare la mente reattiva e guarire il paziene, facendole arrivare allo stato di clear.

Poi in realtà nessuna delle due si è inventato nulla, ci sono decine di filosifie, per lo più orientali, che parlano delle interconnessioni mente-corpo e di come quest'ultimo spesso somatizzi attraverso i vari disturbi gli stati patologici della mente (o dello spirito, anima o altro a seconda della religione).

"Para nosotros, los justicialistas, el mundo se divide hoy en capitalistas y comunistas en pugna. Nosotros no somos ni lo uno, ni lo otro."(Juan Perón)
Ghilgamesh
Inviato: 13/5/2009 17:11  Aggiornato: 13/5/2009 17:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Autore: Andrea_1940 Inviato: 13/5/2009 16:34:42

Anche perche' gli scimpanze' hanno un patrimonio genetico che, se non ricordo male, e' uguale a quello umano al 98%. Portate anche loro dallo spazio? ricordo che secondo testimonianze fossili la scimmia e' comparsa sulla terra almeno 50 milioni di anni fa, mentre l'uomo sapiens (noi) comparse solo 500 mila anni fa.
Questo come lo spieghi?

Posto che in questo campo si possono fare solo supposizioni, da quello che c'è scritto in alcuni testi sumeri, sembrerebbe che gli "Dei" siano partiti da una base preesistente "miscelata" poi col loro DNA ... tipo un incrocio fra scimmia e alieno per creare l'uomo.

Personalmente ho dei dubbi sulla stessa "abitabilità" della terra ... mi son sempre chiesto come mai e se sia un caso che, ad esempio, durante le eclissi il disco solare e quello lunare coincidano.
Per quanto ne so il nostro pianeta potrebbe essere stato terraformato chissà quanto tempo fa, per chissà quali scopi.

La stessa rca di Noe (Ziusudra) conteneva i "semi" di ogni specie vivente animale e pianta ... non è detto che una simile arca sia venuta sul pianeta Terra dopo che il pianeta originale era andato perduto (forse Marte a giudicare dalle anomalie)



Red_Knight

Potrei chiedere in che modo le credenze di alcuni barbari nomadi descritte in un libro dell'età del bronzo dovrebbero avere a che fare con la verità, qualunque essa sia, se si lascia perdere per un attimo la religiosità?


Come nella scienza, UNA fonte potrebbe essere credenza ... due fonti indipendenti forse, tre o più fonti cominciano a delineare un quadro ben preciso.

Red_Knight
Inviato: 13/5/2009 17:27  Aggiornato: 13/5/2009 17:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
@Tercerista

Grazie della risposta, anche io avevo pensato agli Engram, leggendo.


@Ghilgamesh

Citazione:
da quello che c'è scritto in alcuni testi sumeri, sembrerebbe che gli "Dei" siano partiti da una base preesistente "miscelata" poi col loro DNA ...


Beh, se lo dicono i testi sumeri...

Citazione:
Come nella scienza, UNA fonte potrebbe essere credenza ... due fonti indipendenti forse, tre o più fonti cominciano a delineare un quadro ben preciso.


E, prendendo in considerazione per adesso solo le "fonti", quale sarebbe il quadro ben preciso? Basandoti solo sulle "fonti", lascia perdere per un attimo ciò che sai già da uomo del 2009.

actarus71
Inviato: 13/5/2009 17:37  Aggiornato: 13/5/2009 17:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/5/2006
Da:
Inviati: 145
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
http://laconquistadelse.forumcommunity.net/?t=26671481
Purtroppo non ho avuto tempo di leggere tutto attentamente, spero non risulti una sola quanto contenuto nel link postato
Se qualcuno ne sa qualche cosa su chi sia l'autore dei post nella pagina linkata e se realmente abbia avuto a che fare con studi di dissezione etc etc, potrebbe informarmi in merito?
Seguo da non molto queste argomentazioni abduction, protoufologia, etc,etc
Mi piacerebbe sapere se oltre ai sedicenti analizzatori, ci sia anche qualche riscontro cartaceo che avalori un po di + le affermazioni di molti.
Sono certo che per credere dipenda sembra dal soggetto prove o non prove alla mano, ma alcuni referti relativi agli impianti trovati sarebbero interessanti.
Anticipatamente ringrazio.

beGood
Inviato: 13/5/2009 17:45  Aggiornato: 13/5/2009 17:45
So tutto
Iscritto: 11/5/2009
Da:
Inviati: 3
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Mah .. secondo me stiamo cazzeggiando pur di non affrontare il vero nocciolo del discorso.
(come ho detto precedentemente l'Ego quando si sente minacciato si incazza come Silvio e come lui cambia discorso ;)
Permettetemi di fare il punto almeno dalla mia prospettiva:
C'è un personaggio che da 20 anni fa delle ricerche border line, ora con una base di dati rilevante ci viene a raccontare cose che (non?) stanno in cielo e in terra ma che collidono con tutte le nostre più profonde convinzioni.
Per quanto mi riguarda non ci sono molte alternative, o si sposano le tesi o le si rifiutano tantopiù se sono così radicali. Andare a disquisire su che fine hanno fatto gli impianti mi sembra davvero inutile (sono la pistola fumante .. credete davvero che i dati siano così accessibili? o è più probabile che non sapremo mai più che fine hanno fatto?)

Ora delle due una: o Malanga è completamente fuori fase o è il nostro modo di percepire le cose (che è figlio della nostra cultura) è completamente errato.

Quando ho iniziato a leggere le canalizzazioni mi sono imbattuto in una nota introduttiva che diceva un concetto per me nuovo ovvero che quando si legge un qualcosa di difficile interpretazione è necessario far lavorare il nostro libero arbitrio ovvero "sentire" dopo qualche frase nel proprio intimo se ciò che si legge è stato scritto per noi oppure no. Nota bene, non giusto o sbagliato bensì risonante oppure no in quanto non c'è nulla di sbagliato o di giusto(*) tuttavia questa nostra realtà duale ci costringe a questa visione di default, Ebbene questa è una buona tecnica da adottare leggendo di Malanga, ve la consiglio, è un buon allenamento utilizzabile anche per altro.

Tornando a noi, personalmente sposo l'impianto generale del pensiero di Malanga (pur con qualche distinguo) e sostengo con voce ferma che l'umanità è inconsapevolmente schiava, e lo faccio non per le spiegazioni di Malanga quanto per il fatto che ciò che dice rispecchia quasi totalmente la definizione di realtà cosmica che in questi anni ho modellato sulla base delle ricerche che ho effettuato.

(*) la percezione di dualità bianco/nero giusto/sbagliato passato/futuro etc etc è caratteristica di questa nostra realtà ma non possiamo darla per assodata per eventuali altre.

beGood
il nostro futuro non sarà qualcosa che non sappiamo bensì qualcosa che attualmente non ricordiamo.
Gianni

SENTIERO
Inviato: 13/5/2009 17:46  Aggiornato: 13/5/2009 17:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 24/4/2006
Da: ROMA
Inviati: 1110
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Tercerista dice:
Mi sembra che larga parte della sua visione della vita riprenda concetti non nuovi, per la maggior parte dalle filosofie orientali (reincarnazione, connessione cosmica, ecc...) che a volte assomigliano anche ad aberrazioni (per me, in quanto cattolico) tipo dianetics.

Non e' vero che Malanga parli di reincarnazione. Lui considera lo spazio/tempo una peculiarita' della nostra dimensione, ma inesistente ad altri livelli. L'anima vive le vite contemporaneamente. Per questo motivo nelle regressioni ipnotiche le persone non rivivono un ricordo, ma vivono l'esperienza nel presente ed interagiscono come se fosseri li' in quel preciso istante.

Scientificamente non ci sono contraddizioni. Mentre se ci pensate, la reincarnazione (teoria che mi ha sempre affascinato) avrebbe delle grosse contraddizioni scientifiche.
Insomma il mio lobo destro e il sinistro si troverebbero a credere in 2 cose opposte.

Roberto

La mente intuitiva è un dono sacro e la mente razionale è un fedele
servo. Noi abbiamo creato una società che onora il servo e ha
dimenticato il dono

A.Einstein
SENTIERO
Inviato: 13/5/2009 18:04  Aggiornato: 13/5/2009 18:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 24/4/2006
Da: ROMA
Inviati: 1110
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Tercerista dice:Se è per questo c'è scritto anche che crearono tutti gli animali, il cielo e la terra, la luce e tutto il resto.


Non e' proprio cosi'......ma non vorrei uscire dall'argomento.....

Malanga dice che dai dialoghi con le parti animiche vengono fuori le seguenti informazioni:
Ci sono state 2 CREAZIONI.
Nella prima creazione fu creato L'uomo PRIMO, quello buono, ma non era come noi era molto piu' grande, un gigante. E Malanga aggiunge che ci siano 250 siti nel mondo dove si trovano scheletri umani enormi (anche in sardegna....ahahah...che ironia). L'uomo primo funzionava bene aveva anima ed era in armonia con il creato. Ha fatto quello che doveva fare e si e' ricongiunto con la divinita'
Gli uomini attuali sono degli ogm creati dagli alieni per intrappolare le anime e avere la possibilita' di sfruttarne l'energia. Anche nella creazione dell'uomo attuale ci sono 2 sub creazioni. Questo si evince dal fatto che una parte dell'umanita' ha il fattore RH e una parte no. L'RH e' posseduto dai primati, quindi sorprenderebbe che circa il 20% dell'umanita' non abbia questa caratteristica.

Mammamia, l'argomento e' talmente complesso e rivoluziona talmente tanto il nostro modo di percepire il mondo, che leggendo i commenti si fa fatica a scrivere ed intervenire per la quantita' di cose che bisognerebbe dire.

Roberto

La mente intuitiva è un dono sacro e la mente razionale è un fedele
servo. Noi abbiamo creato una società che onora il servo e ha
dimenticato il dono

A.Einstein
Andrea_1940
Inviato: 13/5/2009 18:04  Aggiornato: 13/5/2009 18:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
non è detto che una simile arca sia venuta sul pianeta Terra dopo che il pianeta originale era andato perduto (forse Marte a giudicare dalle anomalie)


Gilgamesh, ripeto: apparentemente la scimmia e' arrivata sulla terra oltre 50 milioni di anni fa mentre l'homo sapiens circa 500 mila anni fa. Non sembra che siano arrivati insieme.

L'ipotesi che l'essere umano provenga dallo spazio mi sembra un'arrampicata sugli specchi. Qualcuno ha qualche spiegazione?

Yarebon dove sei finito?

yarebon
Inviato: 13/5/2009 18:53  Aggiornato: 13/5/2009 18:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
ciao Andrea,
Molti studiosi discutendo dell'origine della vita sulla terra (che da alcuni è definita in modo improprio paleoastronautica), affermano che gli alieni avrebbero modificato il dna di un primate abitante della terra e creato l'uomo.
Questo spiegherebbe alcuni salti evolutivi ed il cosiddetto anello mancante, sono teorie, però prende sempre più vita l'ipotesi di vita accellerata e modificata geneticamente, perchè in effetti alcune cose non tornano.
Mi sembra stesso Malanga veda l'uomo come un esperimento o ogm come scherzosamente lo definiva Gilgamesh.
Andando dietro a milioni di anni ci troviamo davanti naturalmente a delle supposizioni con poche o nulle prove, come per me rimane semplice teoria anche quella darwiniana che ha molte pecche, per questo motivo a mio parere non si pone il problema "è possibile che in altri pianeti esistano esseri simili a noi?" al di là delle distanze viviamo nella stessa galassia e che molte cose presenti nel nostro microcosmo, si ripetono in altri micro e macrocosmi, come in alto così in basso diceva Trimegisto.
Fino a decenni fa non si era neanche sicuri che esistessero altri pianeti exstrasolari, mentre adesso, con la scoperta di centinaia di questi pianeti, si è scoperto che non solo la nostra stella ha dei pianeti che le girano attorno, quindi questo è un "sistema" che si ripete in numerose altre stelle ecc. ecc., alcune dinamiche penso siano simili dappertutto, come detto viviamo nella stessa galassia e quindi condizioni di vita simili (calcolando i miliardi di stelle) è facile che si ripropongano altrove.

ELFLACO
Inviato: 13/5/2009 19:27  Aggiornato: 13/5/2009 19:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
yarebon...


Citazione:
riguardo l'ipnosi regressiva e la possibilità di influenza da parte dell'ipnotizzatore c'è uno stesso articolo di Malanga che spiega i suoi metodi ed i pericoli insiti in questa pratica (su questo si deve riflettere tutto è scritto,mentre spesso in questi campi il dilettantismo la fa da padrone) . Quello che fa lui nell'ipnosi regressiva non è un suo metodo o invenzione, ma frutto di studi sulla pnl e l'ipnosi fatti da vari psicologi e psichiatri, quindi non c'è niente di suo in questo.
Sono presenti anche documenti audio e se li ascolterai ti renderai conto che Malanga non suggerisce mai la risposta, non fa mai domande del tipo "quello è un alieno?" oppure "sei su un astronave?", un approccio del genere naturalmente sarebbe squalificante e chi studia l'ipnosi sa che suggerire o portare la persona dove si vuole è un metodo sbagliato.


Sono sempre più convinto che ci si deva concentrare di capire cosa fa Malanga.

Citazione:
Per questo motivo nelle regressioni ipnotiche le persone non rivivono un ricordo, ma vivono l'esperienza nel presente ed interagiscono come se fosseri li' in quel preciso istante


Ecco,tentare di mettere dei paletti per poter seguire un filo abbastanza logico e coerente.

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
goldstein
Inviato: 13/5/2009 19:37  Aggiornato: 13/5/2009 19:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Molti studiosi discutendo dell'origine della vita sulla terra (che da alcuni è definita in modo improprio paleoastronautica), affermano che gli alieni avrebbero modificato il dna di un primate abitante della terra e creato l'uomo.
Questo spiegherebbe alcuni salti evolutivi ed il cosiddetto anello mancante, sono teorie, però prende sempre più vita l'ipotesi di vita accellerata e modificata geneticamente, perchè in effetti alcune cose non tornano.


Ciao Yarebon.
Innanzitutto, siamo precisi: chi sono questi "molti studiosi" ?
Da quanto ne so io, c'è un sottobosco di autori che si quotano l'uno con l'altro, e di cui Malanga è solamente una risibile appendice italiota.
Dove sarebbero questi salti evolutivi ?

yarebon
Inviato: 13/5/2009 20:01  Aggiornato: 13/5/2009 20:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
sul forum dell'evoluzione si è già discusso ampiamente (e molti più competenti di me lo hanno fatto) sulle molte incongruenze della teoria darwiniana, se poi per te è una teoria che nelle linee generali non ha falle e solo un tuo parere.
Malanga non si occupa di evoluzione, quindi non vedo perchè inserircelo, da un'ipotesi ma non è il suo campo di studio, mi sembra scorretto partire da un argomento ot cercando di squalificare un soggetto che dalle tue parole non conosci proprio.
Il cosiddetto anello mancante è un dibattito che va avanti dall'800, da quando è nato il darwinismo è discuterne qui è proprio ot, anche perchè qui si parla delle teorie di Malanga.
Ovvio che propendendo per l'ipotesi aliena ricade anche il discorso origine dell'origine e nascita dell'uomo ed il darwinismo è visto come una teoria scientifica inesatta.
Non so cosa dica Malanga precisamente di darwinismo ed anello mancante, quindi non mi sembra la sede, vai sul forum e ne parliamo lì se vuoi!

Santro
Inviato: 13/5/2009 20:31  Aggiornato: 13/5/2009 20:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2005
Da:
Inviati: 748
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Ma scusate ragazzi, assodato (almeno da parte mia) che ci sono delle bestiacce per le quali noi siamo ciò che i polli d'allevamento sono per noi; pensate veramente che si facciano fregare da Corrado Malanga? Un pollo in qualche misura più in gamba degl'altri potrebbe mettere nel sacco un uomo con le chiacchere? Vi sembra plausibile? Se per costoro fosse veramente così pericoloso, non pensate che a quest'ora dovrebbe essere stato vittima di un 'attacco di cuore', oppure essersi suicidato a causa di un'improvvisa 'crisi depressiva'? Pensate che possano essere così sprovveduti?
Io no.
Ha liberato delle persone da 'sti cosi? Cosa volete che gli costi lasciare andare qualcuno di proposito?
Secondo me, c'è la possibilità reale che M possa essere usato per depistare. Per farci preparare una strategia di difesa inefficace.

ETERNAL SALVATION
(or triple your money back)
Ermes
Inviato: 13/5/2009 21:02  Aggiornato: 13/5/2009 21:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/11/2005
Da:
Inviati: 44
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
OLOGRAMMI ?



come suggerito dal giornalista Serge Monast (1945 - 1996) sulle basi del progetto bluebeam della NASA.

Olografia ideata proprio nel 1947 e scoperta dal premio nobel Dennis Gabor.

Si spiegherebbero anche cosi i numerosi avvistamenti nelle vicinanze di basi militari necessitando la presenza al suolo dell'oggetto da "riprodurre".

Non si escudono altri metodi per altri tipi di avvistamenti usando solo i satelliti.

Andrea_1940
Inviato: 13/5/2009 22:18  Aggiornato: 13/5/2009 22:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
per me rimane semplice teoria anche quella darwiniana che ha molte pecche


Yarebon, di quali pecche stai parlando? guarda che il mondo e' disseminato di fossili che parlano abbastanza chiaro e quella che tu chiami semplice teoria ha una base razionale ben spiegabile e comprensibile.

Cosa ben diversa dalla navetta Proxima Centauri - Sole che ha portato prima la scimmia (con il DNA per il 98% compatibile con l'essere umano) e 50 milioni di anni dopo l'uomo sulla terra.

Io non posso discutere la quantità notevole di riscontri incrociati a cui riferisce Massimo, cosi' come non posso discutere degli "italiani" o degli "americani". Ho chiesto qualche esempio concreto ed il primo che mi e' stato fornito (contadino brasiliano che si accoppia con l'aliena) e' plausibilmente una bufala (Darwin verso la navetta Proxima Centauri - Sole).

Vogliamo passare al prossimo caso, per esempio Barney e Betty Hill?

yarebon
Inviato: 13/5/2009 23:42  Aggiornato: 13/5/2009 23:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Yarebon, di quali pecche stai parlando? guarda che il mondo e' disseminato di fossili che parlano abbastanza chiaro e quella che tu chiami semplice teoria ha una base razionale ben spiegabile e comprensibile.


mettendola così fai quasi sembrare che il darwinismo sia davvero una teoria razionale e senza pecche, quanto è una teoria che stesso diversi scienziati non sostengono o ritengono comunque errata in alcuni dettagli. E' ancora teoria, di sicuro non c'è davvero niente.
I fossili ognuno puo interpretarli come vuole. Non si esclude certo l'esistenza di fossili di ominidi simili all'uomo (come magari può fare qualche creazionista), stranamente rari o nulli sono fossili di specie intermedie.
L'evoluzione in se non è un concetto da escludere come esposto dalla teoria evoluzionistica che a me non convince (a me, spero di poter avere questa idea personale, non stiamo trattando di una cosa certa come l'esistenza del sole).
Poi stesso tra i fossili sono stati tanti i falsi, quindi bisogna stare attenti (l'uomo di Piltdown ad esempio, si scoprì essere una normale scimmia che era stata invecchiata artificialmente colorandola di scuro, con denti limati ecc. e questo fu scoperto grazie ad analisi chimica), anche "l'uomo di Pechino ecc. ecc.
Ma oltre a questo nessuno nomina altri reperti fossili ancora più sensazionali ad esempio alcuni che mostrano l'esistenza dell'uomo molto prima della comparsa dell'homo sapiens secondo la scienza ufficiale.

Red_Knight
Inviato: 14/5/2009 0:11  Aggiornato: 14/5/2009 0:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
E Malanga aggiunge che ci siano 250 siti nel mondo dove si trovano scheletri umani enormi (anche in sardegna....ahahah...che ironia)


Ti riferisci alle cosiddette tombe dei giganti?

Andrea_1940
Inviato: 14/5/2009 0:12  Aggiornato: 14/5/2009 0:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Yarebom, le scimmie e gli esseri umani hanno un codice genetico molto simile. Tra gli scimpanze' e l'essere umano il DNA e' comune al 98%.

Viste queste premesse, e' senz'altro possibile[i] che noi discendiamo dalla scimmia mentre vedo [i]altamente improbabile la navetta Proxima Centauri - Sole che prima porta la scimmia sulla terra e 50 milioni di anni dopo porta l'essere umano.

E' come se quando ti comunicano che un conoscente e' venuto a mancare improvvisamente, pensi prima che possa essere stato un meteorite piuttosto che un infarto o un ictus.

Tercerista
Inviato: 14/5/2009 0:24  Aggiornato: 14/5/2009 0:24
So tutto
Iscritto: 5/12/2006
Da:
Inviati: 15
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Malanga dice che dai dialoghi con le parti animiche vengono fuori le seguenti informazioni: Ci sono state 2 CREAZIONI.


Veramente io parlavo della Bibbia...


Citazione:
ci sono 2 sub creazioni. Questo si evince dal fatto che una parte dell'umanita' ha il fattore RH e una parte no. L'RH e' posseduto dai primati, quindi sorprenderebbe che circa il 20% dell'umanita' non abbia questa caratteristica.


Forse ci possono venire in aiuto gli studi di un monaco agostiniano della metà dell'800, il quale intuì le regole dell'ereditarietà incrociando piante di piselli tra loro. Mendel.

Il fattore RH è presente solo nell'85% della popolazione mondiale, perché è un carattere recessivo. Secondo questo ragionamento biondi, mori e rossi sarebbero tutti sub-tipi umani.

E la trisomia? le mutazioni genetiche? le malattie ereditarie? E tutte le altre specie viventi?

Comunque se queste sono le conclusioni a cui è giunto Malanga, mi tiro fuori dalla discussione.

Per quanto riguarda Darwin e l'evoluzionismo, in effetti non tutto torna a dovere e la teoria è stata riveduta e corretta nel tempo. Ma è un discorso davvero ampio da affrontare quì.

"Para nosotros, los justicialistas, el mundo se divide hoy en capitalistas y comunistas en pugna. Nosotros no somos ni lo uno, ni lo otro."(Juan Perón)
SENTIERO
Inviato: 14/5/2009 2:48  Aggiornato: 14/5/2009 2:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 24/4/2006
Da: ROMA
Inviati: 1110
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Autore: TerceristaVeramente io parlavo della Bibbia...

Avevo capito, quel libro con molte traduzioni.........


Forse ci possono venire in aiuto gli studi di un monaco agostiniano della metà dell'800, il quale intuì le regole dell'ereditarietà incrociando piante di piselli tra loro. Mendel.Il fattore RH è presente solo nell'85% della popolazione mondiale, perché è un carattere recessivo. Secondo questo ragionamento biondi, mori e rossi sarebbero tutti sub-tipi umani.

Ma come e' bello avere tutte le certezze a portata di mano....ci sono molti studi differenti e molte teorie in contraddizione tra loro. Se per te il fattore rh e' come i capelli biondi, se permetti mi tiro indietro io.

Non si puio' ragionare a camere stagne, ogni concetto deve essere in armonia con tutto il resto. se ci sono contraddizioni vuol dire che qualcosa nella teoria fa acqua.
ora non mi va neanche di entrare nel merito dellle contraddizioni, non ho voglia di svuotate oceani con un cucchiaino.


Roberto

La mente intuitiva è un dono sacro e la mente razionale è un fedele
servo. Noi abbiamo creato una società che onora il servo e ha
dimenticato il dono

A.Einstein
SENTIERO
Inviato: 14/5/2009 3:09  Aggiornato: 14/5/2009 3:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 24/4/2006
Da: ROMA
Inviati: 1110
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Autore: Red_KnightTi riferisci alle cosiddette tombe dei giganti?

mi ricordo di aver visto un servizio televisivo di una tv locale, ma non saprei dirti se sono le tombe dei giganti.
in internet si trovano molte cose, ma ovviamente e' pieno di bufale che servono a non fartici capire una mazza.
purtroppo come sempre bisognerebbe alzare il sedere dalla poltrona e verificare le cose per bene, sito per sito.

rob

La mente intuitiva è un dono sacro e la mente razionale è un fedele
servo. Noi abbiamo creato una società che onora il servo e ha
dimenticato il dono

A.Einstein
Ghilgamesh
Inviato: 14/5/2009 9:22  Aggiornato: 14/5/2009 9:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Autore: Andrea_1940 Inviato: 13/5/2009 18:04:33

Citazione:

non è detto che una simile arca sia venuta sul pianeta Terra dopo che il pianeta originale era andato perduto (forse Marte a giudicare dalle anomalie)



Gilgamesh, ripeto: apparentemente la scimmia e' arrivata sulla terra oltre 50 milioni di anni fa mentre l'homo sapiens circa 500 mila anni fa. Non sembra che siano arrivati insieme.

L'ipotesi che l'essere umano provenga dallo spazio mi sembra un'arrampicata sugli specchi. Qualcuno ha qualche spiegazione?


Come qualcuno ha già fatto notare, l'argomento è talmente vasto e complesso che non si può rispondere a tutto, specie se alcune cose son già state dette, e che Malanga (e non solo lui) parli di due creazioni è già stato detto.

La prima potrebbe essere stata 50 (o più) milioni di anni fa, la seconda mezzo milione.


Ma come ho detto, sono ipotesi, so una sega di quel che accadeva 50 milioni di anni fa! ^__^

Ghilgamesh
Inviato: 14/5/2009 9:29  Aggiornato: 14/5/2009 9:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Autore: Andrea_1940 Inviato: 13/5/2009 22:18:20

Citazione:

per me rimane semplice teoria anche quella darwiniana che ha molte pecche



Yarebon, di quali pecche stai parlando? guarda che il mondo e' disseminato di fossili che parlano abbastanza chiaro e quella che tu chiami semplice teoria ha una base razionale ben spiegabile e comprensibile.


In primis ... l'UOMO!

L'uomo cozza con la teoria di Darwin.

In ogni posto e ogni epoca conosciuta, TUTTI gli esseri tendono a trovare l'equilibrio, partendo dalle Galapagos studiate dallo stesso Darwin, passando per il Madagascar quando non aveva esseri umani, arrivando anche a quel che sappiamo dell'epoca dei dinosauri.

Un solo essere che sembra uscire da questi schemi ... è l'uomo!

In natura non è mai esistito un essere che potesse comandare su tutti gli altri, deicdere di sterminare altre specie o rischiare addirittura di distruggere il suo ecosistema ... oltre all'uomo.

In più, qualcuno potrebbe domandarsi, ma mentre l'uomo imparava a camminare eretto, acquisiva il pollice opponibile e un intelletto smisurato per le sue necessità ... i suoi predatori cazzo facevano? Erano in letargo?


E' questo che ha sempre equilibrato le cose, se la preda migliora le sue difese, il predatore migliora le sue capacittà offensive e così via ... ma l'uomo è l'unico essere a sfuggire anche a questo.

yarebon
Inviato: 14/5/2009 11:50  Aggiornato: 14/5/2009 11:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Yarebom, le scimmie e gli esseri umani hanno un codice genetico molto simile. Tra gli scimpanze' e l'essere umano il DNA e' comune al 98%.


se è per questo l'uomo ha molto dna in comune anche con i topi (anche per questo la vivisezione viene operata specialmente su questi animali) ed altri animali e cmq "l'evoluzione" delle scimmie stesso per il darwinismo ha preso poi una strada completamente diversa da quella dell'uomo.
Ciò non sconfermerebbe la teoria dell'"accellerazione" evolutiva, sul fatto che un primate sarebbe stato modificato ed atto a ricevere l'intelligenza e tutte le doti umane. Vedo periodi eccezionalmente brevi di evoluzione, cioè 700 mila anni fa c'era ancora l'homo erectus (che era molto differente dall'homo sapiens sapiens) e già 200mila anni fa (fonte wikipedia) appare l'homo sapiens sapiens.

Andrea_1940
Inviato: 14/5/2009 16:47  Aggiornato: 14/5/2009 17:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
700 mila anni fa c'era ancora l'homo erectus (che era molto differente dall'homo sapiens sapiens


Mica tanto differente. Nel suo ultimo periodo di esistenza pare avesse una capacita' cranica di 1200cm3, simile a quella dell'uomo odierno. Si era attrezzato di accessori sofisticati in pietra. La differenza fondamentale con l'uomo sapiens e' la gamma di suoni producibili che ha permesso a quest'ultimo di sviluppare un linguaggio complesso e dunque la comunicazione di esperienze. Questa pare essere la scintilla che ha permesso l'accelerazione dello sviluppo della conoscenza umana.

Quanto riportato sopra e' uno scenario probabile. La navetta che porta sulla terra il topo, la scimmia e poi l'uomo a distanza di qualche milione di anni uno dall'altro lo e', a mio avviso, un po' meno. Poi ognuno e' libero di credere cio' che vuole.

Come dire, se manco un anno da casa e quando torno mia moglie e' incinta, potrebbe essere stato lo spirito santo ma e' molto piu' probabile che io sia semplicemente cornuto. Fintantoche' nessuno mi dimostra il contrario, mantengo per buono quello che credo sia lo scenario piu' probabile e razionale.

Ghilgamesh
Inviato: 15/5/2009 10:57  Aggiornato: 15/5/2009 10:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Forse ti sei perso la domanda:

ma mentre l'uomo imparava a camminare eretto, acquisiva il pollice opponibile e un intelletto smisurato per le sue necessità ... i suoi predatori cazzo facevano? Erano in letargo?


L'uomo,comunque la metti, non rientra nella teoria evolutiva di Darwin, credo fosse proprio per questo che alla fine, prima di morire, lo stesso Darwin si stesse ricredendo.

Ovviamente lui non aveva filmati, rilevamenti radar e Malanga per aiutarlo ad avere una maggiore comprensione del perchè, l'uomo fosse così anomalo ...

complo
Inviato: 15/5/2009 11:46  Aggiornato: 15/5/2009 11:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Quindi per il momento possiamo definire la cosa come “leggenda metropolitana” e poi mi era sfuggito il fatto che dr. Leir è un podologo che racconta “che gli scienziati altamente qualificati che hanno analizzato questi impianti non sono riusciti a spiegare le anomalie che essi presentano nelle loro strutture biologiche e metallurgiche”
Chissà se forse lo dice Piero Angela o Massimo Polidoro la cosa acquisterebbe sicuramente un’altra valenza


Non ci siamo capiti.

Il dottor Leir (come da link che ti ho postato) è dal 1998, UNDICI ANNI FA, che dice che ci sarebbero questi test fatti in laboratori di università americane.
Ad OGGI, UNDICI ANNI DOPO, nessuno ha mai visto NESSUNA ANALISI e non c'è NESSUNA altra prova che queste analisi siano state fatte e abbiano appurato quanto DICE A PAROLE il dottor Leir e dietro di lui Malanga e altre migliaia di ufologi.
Personalmente, se si tratta di questioni rilevanti, tendo a non fidarmi ciecamente neanche delle parole di mio padre.
Figurati di quelle di Angela, Polidoro o di quelle di chi promette da 11 anni di far vedere analisi mai viste da essere umano.

complo
Inviato: 15/5/2009 12:01  Aggiornato: 15/5/2009 12:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Andare a disquisire su che fine hanno fatto gli impianti mi sembra davvero inutile (sono la pistola fumante .. credete davvero che i dati siano così accessibili? o è più probabile che non sapremo mai più che fine hanno fatto?)



Dillo a Malanga e agli ufologi i quali TUTTI SENZA ECCEZIONE parlano di impianti alieni DOCUMENTATI.
Delle due l'una: o per loro è stato POSSIBILISSIMO accedere a questa documentazione, o è FALSO quanto dicono.

Ghilgamesh
Inviato: 15/5/2009 12:19  Aggiornato: 15/5/2009 12:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Dillo a Malanga e agli ufologi i quali TUTTI SENZA ECCEZIONE parlano di impianti alieni DOCUMENTATI.
Delle due l'una: o per loro è stato POSSIBILISSIMO accedere a questa documentazione, o è FALSO quanto dicono.



Su questo son d'accordissimo.

Sims so anni che gira co na valigetta che DICE esser piena di impianti alieni, e secondo me è un cazzaro.

Ma lo è perchè non credo sarebbe rimasto vivo a lungo.

Se hai delle PROVE, son convinto che in un modo o nell'altro te le fanno sparire.

Anche se, va considerato che se anche un laboratorio certificasse l'origine aliena di un manufatto, non ci crederebbe nessuno degli scettici.

Ci sono parecchi laboratori che hanno stabilito l'autenticità delle foto di Carlos Diaz ... ma avete forse visto un Piero Angela farsi qualche domanda a riguardo?

Red_Knight
Inviato: 15/5/2009 12:34  Aggiornato: 15/5/2009 12:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
@Ghilgamesh

Evolutivamente l'uomo non è affatto anomalo. Una specie che ha armi vincenti prospera. I predatori non dormivano, venivano semplicemente accoppati.

Al2012
Inviato: 15/5/2009 12:49  Aggiornato: 15/5/2009 12:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
@complo

http://www.alienscalpel.com/110609rawdata.pdf

http://www.alienscalpel.com/110609.pdf

PDF tratti da questo sito che ti avevo già segnalato, purtroppo sono in lingua inglese spero che ti siano utili
http://www.alienscalpel.com/main.htm

“Capire … significa trasformare quello che è"
titano75
Inviato: 15/5/2009 13:13  Aggiornato: 15/5/2009 13:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/4/2005
Da: Roma
Inviati: 704
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
bè diciamo che le armi vincenti dell'uomo sono un tantino ....mmmmmm diciamo sproporzionate rispetto qualsiasi altro essere in natura.... insomma su questo pianeta ce la possiamo cantare e suonare.... e questo secondo me non è EVOLUZIONE....

Infatti poi , proprio per spiegare l'inspiegabile, ci siamo inventati la favoletta di DIO che ha creato ogni cosa... certo certo.... eheheh

bè.... posso solo affermare che se fossimo veramente un esperimento...bè.... POSSONO fare decisamente meglio.....

Emiliano

a faccià in giù su di uno specchio d'acqua....
ascolto il mondo e vedo il fondo...
Red_Knight
Inviato: 15/5/2009 14:23  Aggiornato: 15/5/2009 14:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
bè diciamo che le armi vincenti dell'uomo sono un tantino ....mmmmmm diciamo sproporzionate rispetto qualsiasi altro essere in natura.... insomma su questo pianeta ce la possiamo cantare e suonare.... e questo secondo me non è EVOLUZIONE....


Non è affatto vero. In caso di calamità planetaria scarafaggi e roditori sopravvivrebbero molto meglio di noi. Noi duriamo da poche decine o al massimo centinaia di millenni. Come esperimento evolutivo da parte di madre natura siamo ancora in tempo per fallire, senza contare che come specie sociale la nostra organizzazione rischia di portarci all'autoestinzione, in fondo in fondo tanto evoluti non siamo.
Gli squali durano da 230 milioni di anni, invece noi fra 230 anni rischiamo di non esserci.

E' fantascienza ma tecnicamente non è da escludere che altre specie si siano evolute al nostro livello e si siano estinte senza lasciare traccia in ere passate. Le nostre megalopoli abbandonate oggi fra un milione di anni sarebbero introvabili da eventuali ricercatori.

dino
Inviato: 15/5/2009 15:03  Aggiornato: 15/5/2009 15:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 2/11/2007
Da:
Inviati: 2315
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
...mettendosi in posizione eretta, l'uomo si trovò le MANI libere e divennero presto uno strumento con capacità incredibili di immagazzinare Memoria dentro e fuori dalla mente, non dimentichiamo che 80% del nostro cervello è dedicato alle funzioni delle MANI...inoltre le nostre MANI sono la base di partenza per ogni linguaggio complesso in uso dall'Uomo, incluso la matematica... è questa la grande ed incolmabile differenza che c'è tra l'uomo e qualsiasi altro essere vivente... Memoria=intelligenza...

...gli alieni non c'entrano un fico secco, non c'è nessuna prova certa della loro esistenza... gli UFO è una tecnologia umana oppure una olografia... di quei famosi impianti sono capace pure io a fare una foto e poi dire che sono impianti alieni... ma non mi sorprendo più di tanto, da sempre c'è gente così infantile che crede a queste stupidaggini, ma ora si stanno mettendo d'impegno e sono coinvolte strutture molto ben organizzate per far credere alla gente queste stronzate... nello stesso modo che hanno pianificato le guerre, i genocidi, le stragi ora pianificano l'esistenza di creature così superiori a noi, che ogni tentativo di resistenza sarebbe vano... la cosa che mi sorprende di più e che M. Mazzucco dopo tante inchieste serie ed articolate abbocca ad una stronzata come questa...

Il potere si è sempre nascosto dietro un'entità superiore ed invincibile... la paura di ritorsioni divine ha reso spesso gli uomini schiavi e fedeli fino alla morte... ma le religioni non convincono più, sotto la lente scientifica crollano tutte quante, ci vuole qualcosa di più forte... ecco a voi gli Alieni...!! e la conferma viene da un fantomatico scienziato chimico con l'hobby dell'Ipnosi, che quando parla non si capisce che dice... ma con un buon sostegno mediatico si innalza a genio del millennio... in realtà è solo un coglione che si presta ad un gioco di potere che stà fornendo fama e ricchezza ad un mediocre individuo altrimenti destinato ad un cupo e perenne anonimato....

@ Red_Knight
...abbiamo ritrovato le ossa di dinosauri datati diversi milioni di anni e sono organici... ciò significa che molti materiali elaborati dall'Uomo acciaio temperato, o plastica... potrebbero resistere nel tempo praticamente per sempre... questo mi fà dubitare che ci possa esser stata sulla terra una civiltà che non sia tra quelle che conosciamo... ciaodino

Ghilgamesh
Inviato: 15/5/2009 15:07  Aggiornato: 15/5/2009 15:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Autore: Red_Knight Inviato: 15/5/2009 12:34:43

@Ghilgamesh

Evolutivamente l'uomo non è affatto anomalo. Una specie che ha armi vincenti prospera. I predatori non dormivano, venivano semplicemente accoppati.


Ecco, adesso ti basata dirmi UN altro animale con queste caratteristiche per non considerare l'uomo anomalo.

Se come penso non ce ne sono ... l'uomo è ANOMALO (o andiamo a vedere il significato del termine anomalo?)

p.s predatori, non potevano venir acoppati quando ancora non avevamo il cervello e le armi attuali e mentre le sviluppavamo, quando cioè cominciavamo ad accopparli, che facevano?
Storicamente predatori e prede si sono sempre inseguiti/rincorsi ... noi sembra si sia fatto un balzo tale in così poco tempo che i predatori non hanno avuto modo di adeguarsi.

L'unica spiegazione plausibile che ho trovato io è l'intervento diretto di qualcuno sul nostro dna, secondo me sono stati esseri alieni, ma potrebbe pure essere stato Dio o Berlusconi per quanto ne so. ^__^

Red_Knight
Inviato: 15/5/2009 15:52  Aggiornato: 15/5/2009 15:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
@dino

I composti organici deperiscono lasciando un calco che è appunto il fossile. Metallo e cemento si deformano o si polverizzano sotto la pressione degli strati geologici sovrastanti col passare delle epoche. Comunque sia non stavo certo ipotizzando una civlità paleozoica, era per dire che l'uomo non ha nulla di speciale se non un po' di fortuna.

@Ghilgamesh

Come ho detto nel mio post precedente, praticamente tutti i roditori e gli insetti spazzini come gli scarafaggi sopravvivrebbero meglio di noi a una catastrofe naturale (il che equivale a dire che sono "darwinianamente" più evoluti). Ci sono un sacco di specie evolutivamente così perfette da non essere mutate nel corso di milioni di anni, noi siamo presenti da poche decine di millenni e la nostra capacità infestante ci sta portando all'autoestinzione. Non siamo molto evoluti, siamo solo molto avanzati. Fondamentalmente se non avessimo scoperto il fuoco ci saremmo estinti subito, o saremmo rimasti confinati in Congo.

Citazione:
p.s predatori, non potevano venir acoppati quando ancora non avevamo il cervello e le armi attuali e mentre le sviluppavamo,


Infatti vivevamo sugli alberi.

Citazione:
quando cioè cominciavamo ad accopparli, che facevano?


Morivano.


Gli alieni esistono? Possibile. Se anche per assurdo ci avessero creato loro, questo non si potrebbe evincere perché non c'è alcun bisogno di ritenere necessario un loro intervento creatore. Ci spieghiamo benissimo da soli, mi spiace deluderti.

Tra l'altro, come per Dio, se siamo talmente complessi da aver bisogno di chiamare in causa gli alieni, come spieghiamo gli alieni? O da qualche parte c'è Dio che ha creato tutte le razze viventi, o qualcuno dev'essersi evoluto spontaneamente. Se c'è Dio può averci creato direttametne senza bisogno di intermediari creatori. Ma se invece c'è qualcuno che può essersi evoluto spontaneamente, qualcuno che tra l'altro risulterebbe essere incredibilmente più complesso di noi, perché non avremmo potuto farlo noi?

ELFLACO
Inviato: 15/5/2009 18:27  Aggiornato: 15/5/2009 18:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Sims so anni che gira co na valigetta che DICE esser piena di impianti alieni, e secondo me è un cazzaro.
Ma lo è perchè non credo sarebbe rimasto vivo a lungo.
Se hai delle PROVE, son convinto che in un modo o nell'altro te le fanno sparire.


Ecco,come credi che funzioni questo??

Mettiamo che sono vere,cio'è che se le faccio analizzare per bene scopro senza ombra di dubbio che non sono fatti con materiali terrestri.
Allora cosa dovrebbe fare Sims secondo te per convincere tutto il mondo?

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
Andrea_1940
Inviato: 16/5/2009 0:13  Aggiornato: 16/5/2009 0:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Tutta la discussione su questa fantomatica "discontinuita' evolutiva" si riduce a questo:
- chi crede che per generarla sia stato necessario il passaggio della navetta Proxima Centauri - Sole che ha portato sulla terra topi, scimmie ed esseri umani a milioni di anni di distanza gli uni dagli altri
- chi crede che sia stato necessario che la laringe scendesse di un centimetro o poco piu' (mutazione), cosa che ha permesso al genere umano una fonetica tale da supportare linguaggi complessi

Red Knight, il tuo footer e' tristemente veritiero e si adatta perfettamente anche a questo caso.

Ghilgamesh
Inviato: 18/5/2009 9:06  Aggiornato: 18/5/2009 9:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Autore: Red_Knight Inviato: 15/5/2009 15:52:07

Come ho detto nel mio post precedente, praticamente tutti i roditori e gli insetti spazzini come gli scarafaggi sopravvivrebbero meglio di noi a una catastrofe naturale (il che equivale a dire che sono "darwinianamente" più evoluti)

Hai ragione, ho usato un termine improprio io, possiamo anche usare quello utilizzato da te e quindi "avanzati" ... ma rimane il fatto che siamo anomalli.


"Tra l'altro, come per Dio, se siamo talmente complessi da aver bisogno di chiamare in causa gli alieni, come spieghiamo gli alieni?"

Questo secondo me non c'entra nulla, mi spiego, io credo in un'entità creatrice del tutto ... ma anche se non ci fosse, nello specifico cerco di spiegare e spiegarmi il motivo delle troppe differenze fra l'uomo e gli altri animali.

Ripeto, in natura non è mai esistito, escludendo l'uomo, un altro animale che potesse decidere della vita e della morte di tutte le altre specie viventi ... e addirittura della sua.

Questa anomalia, secondo me si spiega in un solo modo ... qualcuno che abbia "avanzato" il nostro livello tecnologico ed anche evolutivo (il cervello è nettamente superiore a quello "necessario" alla sopravvivenza) ... se questo qualcuno sia stato Dio o degli alieni ... secondo quasi tutti i libri di storia si trattò di alieni, ma non posso affermarlo con certezza.

La cosa che posso affermare è che il nostro attuale livello non è frutto della semplice evoluzione.

In tutti i libri antichi si parla di "Dei" che ci insegnarono la scrittura, la scrittura in natura non esiste, anche se, alcuni scienziati hanno dimostrato che a dei primati sia impossibile insegnarla.

Stesso discorso per la matematica.

A un animale la matematica non serve ... a uno schiavo si.

Red_Knight
Inviato: 18/5/2009 22:17  Aggiornato: 18/5/2009 22:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
@Ghilgamesh

Se non ho capito male io il nostro scambio di post è così riassumibile:

Mio post: secondo me hai torto per questo motivo.
Tuo post: no, secondo me no.

Anvedi che argomentazioni...

Per carità, finché premetti "secondo me" per me puoi dire quello che vuoi. L'unica cosa che ti contesto è "secondo quasi tutti i libri di storia si trattò di alieni".
I testi antichi non parlano di alieni, e in ogni caso non sono libri di storia.

Citazione:
La cosa che posso affermare è che il nostro attuale livello non è frutto della semplice evoluzione.


E anche su questa frasetta avrei qualcosa da ridire...

Citazione:

A un animale la matematica non serve ... a uno schiavo si.


Altra grande argomentazione... per tua informazione le prime formalizzazioni matematiche risalgono all'epoca storica, non alla notte dei tempi... se invece ti riferisci al saper contare invece sappi che tutti i primati sanno contare.

Ghilgamesh
Inviato: 19/5/2009 10:36  Aggiornato: 19/5/2009 10:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Autore: Red_Knight Inviato: 18/5/2009 22:17:09

@Ghilgamesh

Se non ho capito male io il nostro scambio di post è così riassumibile:

Mio post: secondo me hai torto per questo motivo.
Tuo post: no, secondo me no.

Anvedi che argomentazioni...


Curioso tu ti contraddica esattamente 8 righe dopo ...

Per carità, finché premetti "secondo me" per me puoi dire quello che vuoi. L'unica cosa che ti contesto è "secondo quasi tutti i libri di storia si trattò di alieni".
I testi antichi non parlano di alieni, e in ogni caso non sono libri di storia.

Posto che, per considera un libro di "storia" non ci deve essere scritto sopra "libro di storia", i testi antichi chiamano "Dei" quelli che noi oggi chiamiamo alieni, o almeno io la vedo così .. quando leggo che gli "Dei" diedero ad Arjuna un'arma talmente potente da distruggere fin dove l'occhio vede, deflagrando a forma di "ombrello", in grado di uccidere i bimbi non ancora nati, far cadere unghie e capellia i pochi sopravvissuti, io leggo che esseri alieni hanno dato ad Arjuna ua bomba atomica.
Un altro ci può leggere quello che vuole.



Citazione:

La cosa che posso affermare è che il nostro attuale livello non è frutto della semplice evoluzione.



E anche su questa frasetta avrei qualcosa da ridire...

Ma mi raccomando, senza argomentare! La scienza afferma che se una cosa accade una sola volta, non è scientificamente provata, e io aggiungo, è innaturale. Le cose naturali, tendono a ripetersi. Rimane il fatto che l'uomo, come scritto nella Bibbia, ha caratteristiche che lo pongono al di sopra dei pesci del mare, degli uccelli e degli animali tutti, se STORICAMENTE non è mai esistito un altro animale simile, sono propenso a ritenere che la sua evoluzione NON sia naturale ... se per te questa non è un'argomentazione, non so cosa farci.

Citazione:


A un animale la matematica non serve ... a uno schiavo si.



Altra grande argomentazione... per tua informazione le prime formalizzazioni matematiche risalgono all'epoca storica, non alla notte dei tempi... se invece ti riferisci al saper contare invece sappi che tutti i primati sanno contare.

Per mia informazione, risalgono, ALMENO agli antichi egizi, che scrissero di averla appresa dal "Dio" Thot ... lo stesso che insegnò come costruire una specie di cemento tutt'ora commercializzato.

Anche nella Bibbia si parla di un "Angelo" caduto che insegnò la matematica agli uomini ... anche se ora non ricordo il nome.

Andrea_1940
Inviato: 19/5/2009 11:28  Aggiornato: 19/5/2009 11:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Gilgamesh
Citazione:
in natura non è mai esistito, escludendo l'uomo, un altro animale che potesse decidere della vita e della morte di tutte le altre specie viventi ... e addirittura della sua.


Dunque?

Hai provato a riflettere su quali implicazioni puo' aver avuto la comunicazione verbale umana e la possibilita' di scambiare conoscenze in modo rapido ed efficiente? che questo possa aver stimolato la creazione della scrittura ed aver velocizzato esponenzialmente l'avanzamento tecnologico?

Non e' necessario fare viaggiare navicelle per milioni di chilometri, forse e' tutto conseguenza dell'abbassamento di un solo centimetro della laringe dell'homo erectus.

Ghilgamesh
Inviato: 19/5/2009 12:21  Aggiornato: 19/5/2009 12:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Potrebbe anche essere come dici tu, ma in mancanza di altri casi, la cosa che IO trovo più logica è che gli antichi scritti abbiano ragione.

Visto che spiegano perfettamente e coerentemente il perchè di questa anomalia.

L'uomo comanda sugli altri animali, perchè è stato CREATO superiore.

Gli altri animali non hanno potuto contrastarlo in quanto il nostro processo evolutivo è stato geneticamente accellerato.

Ci è stata insegnata la scrittura, la matematica e l'arte della guerra ... anche la guerra, in natura, nel nostro mondo non esiste. In particolar modo fra simili.

Tra l'altro la matematica aveva (e in alcuni posti ha tutt'ora) una base 6 o 12 ... cosa inspiegabile per chi ha mani e piedi con 5 dita (certo secondo gli "scienziati" era perchè originariamente gli aborigeni contavano col pollice le 12 falangi falangine e falangette della mano ... comodissimo!)

In più ci sono le descrizioni di macchinari ed effetti impossibili da conoscere 5000 anni fa, o tu sai darmi qualche spiegazione più logica per la descrizione così precisa di una bomba atomica nel 5000 a.c.? Culo?

goldstein
Inviato: 19/5/2009 13:03  Aggiornato: 19/5/2009 13:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Ghilgamesh, come sarebbe la tua teoria sulla nascita della scrittura, fammi capire ?

ELFLACO
Inviato: 19/5/2009 13:16  Aggiornato: 19/5/2009 13:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Certo che partire dal lavoro di Malanga per arrivare a discutere del origine della scrittura ce ne vuole.
Quando si dice che una discussione ha vita prorpia!!

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
Lezik85
Inviato: 19/5/2009 13:25  Aggiornato: 19/5/2009 13:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/4/2009
Da: Freedonia
Inviati: 1463
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Ecco, adesso ti basata dirmi UN altro animale con queste caratteristiche per non considerare l'uomo anomalo


Se pensi che il DNA umano è simile al 97% con quello degli scimpanzè, mi chiedo perchè io ho la parola e loro no?

Andrea_1940
Inviato: 19/5/2009 13:35  Aggiornato: 19/5/2009 13:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Gilgamesh, di quali antichi scritti parli, cosa spiegano perfettamente e coerentemente, da dove derivi che l'uomo e' stato creato superiore, cosa sarebbe stato impossibile da conoscere 5000 anni fa e quale sarebbe la descrizione precisa di una bomba atomica nel 5000 a.c.

La base senaria e' un modo molto semplice di massimalizzare le potenzialita' di conto di due mani: hai 6 posizioni per mano (una e' il pugno chiuso) ed utilizzi una mano per le unita' e l'altra per le sestrine. Invece di contare sino a 10 si puo' contare sino a 36, mi sembra un modo piu' efficiente di sfruttare le nostre dita rispetto alla base decadica. Ripeto piu' ingegnoso, e non e' necessario che venga un alieno a spiegarcelo.

La guerra per come la conosciamo noi in natura non esiste. Esiste l'attacco concertato verso altre specie. Ma di nuovo rifletti sulle implicazioni della comunicazione verbale e scritta; senza la possibilita' di motivare e manipolare adeguatamente il popolo, la guerra non potrebbe esistere. Non e' perche' un animale ha determinati strumenti a disposizione che allora la sua natura debba essere fondalmentalmente diversa da quella di altre specie.

Andrea_1940
Inviato: 19/5/2009 13:44  Aggiornato: 19/5/2009 13:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Lezik, perche' nel passo da homo erectus a homo sapiens la laringe piu' bassa di circa un centimetro accoppiata all'osso ioide ha permesso la generazione di una gamma di suoni alla base di un linguaggio complesso.

Una differenza piccola e fondamentale.

Andrea_1940
Inviato: 19/5/2009 13:47  Aggiornato: 19/5/2009 13:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
ElFlaco, certo che cercare gli alieni per spiegare lo spostamento della laringe di un centimetro ce ne vuole.
Quando si dice fantasia!!

dino
Inviato: 19/5/2009 16:37  Aggiornato: 19/5/2009 16:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 2/11/2007
Da:
Inviati: 2315
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Ghilgamesh dice:
Tra l'altro la matematica aveva (e in alcuni posti ha tutt'ora) una base 6 o 12 ... cosa inspiegabile per chi ha mani e piedi con 5 dita (certo secondo gli "scienziati" era perchè originariamente gli aborigeni contavano col pollice le 12 falangi falangine e falangette della mano ... comodissimo!)


...il sistema dodicesimale è stato adottato dagli inglesi e deriva dall'unità di misura del tempo... cioè dalle 24/h che impiega la terra ad effettuare un intero giro su se stessa... il sistema si è rivelao molto più complesso del sistema decimale, che anche gli inglesi hanno finito per adottare, insegnare la mat. mediante le dita della mano è senz'altro più facile infatti anche i primati lo riescono a fare ma non i cavalli...

ogni linguaggio in uso dall'uomo discende dalle Mani, un cinese ed un africano che si incontrano per la prima volta comunicheranno mediante le mani... presto assoceranno oggetti, animali o fenomeni naturali a sempre più specifici suoni delegando alla voce un'operazione che facevano con le mani... questo processo diventa sempre più raffinato di generazione in generazione... i primati usano le mani in prevalenza come mezzo di locomozione questo non gli permette lo sviluppo che invece ha avuto l'uomo... ma cmq i primati restano gli animali con cui possiamo raggiungere il più alto livello di comunicazione e questo perchè anche loro sono provvisti delle mani, infatti la comunicazione con loro avviene mediante il linguaggio dei sordo-muti e posso dirti che c'è da meravigliarsi del rapido progresso intellettuale in grado di fare uno scimpanzè già nella seconda generazione che usa il linguaggio delle mani...

La nostra intelligenza che non ha rivali con gli altri animali, lo dobbiamo esclusivamente alle nostre mani... sono uno strumento incredibile per conservare la memoria ed elaborare codici che ne semplificano l'utilizzo... gli alieni non c'entrano, l'uomo non si differenzia di molto con gli altri animali: mangiamo, beviamo, ci riproduciamo nello stesso modo... ma noi abbiamo le Mani capaci di tutto e di più... sia nel bene che nel male.... ciaodino

Red_Knight
Inviato: 19/5/2009 16:41  Aggiornato: 19/5/2009 16:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
@Ghilgamesh

Mio buon amico, vedi, ciò che io contesto non è l'assurdo contenuto dei tuoi interventi, ma la pretesa che io dia loro credito per il fatto che ti curi di specifiare "mi sento di affermare che".

E' come se io ti dicessi "Io mi sento di affermare che la terra è piatta. Se per te questa non è un'argomentazione non so cosa farci." Il problema non sarebbe l'affermazione in sé, ne possiamo discutere, ma la mia presunzione.

Citazione:
E anche su questa frasetta avrei qualcosa da ridire...

Ma mi raccomando, senza argomentare!


Il bue che dice cornuto all'asino.

Citazione:
Posto che, per considera un libro di "storia" non ci deve essere scritto sopra "libro di storia"

E come no? Allora possiamo considerare libro di storia anche il mio diario?

Citazione:
La scienza afferma che se una cosa accade una sola volta, non è scientificamente provata,


Questa frase, non so se te ne rendi conto, non ha senso compiuto in italiano.

Citazione:
Per mia informazione, risalgono, ALMENO agli antichi egizi, che scrissero di averla appresa dal "Dio" Thot ... lo stesso che insegnò come costruire una specie di cemento tutt'ora commercializzato.

Anche nella Bibbia si parla di un "Angelo" caduto che insegnò la matematica agli uomini ... anche se ora non ricordo il nome.


Ogni cosa che ti si dice tu ribatti citando la Bibbia o altri libri vecchi di millenni! Ma sti grandissimi cazzi di quello che scrivevano dei poveri barbari di 4000 anni fa! Nella bibbia c'è scritto che viene creata la luce prima del Sole, chissà, magari anche il Sole l'hanno appeso al soffitto gli alieni successivamente?

Tutti i primati (e molti altri animali) come ti ho già detto sanno contare. Solo un branco di idioti, una volta insediatosi su un fiume e messosi a coltivare la terra potrebbe non sviluppare una primitiva aritmetica. E' più "fenomenale" che il '600 abbia partorito Newton che il fatto che i primi coltivatori si siano posti il problema di misurare i campi.

Una curioistà, come facevano i testi antichi nel descrivere l'arma di Arjuna a usare la parola ombrello e la parola deflagrazione, se erano antichi?

Sinder
Inviato: 19/5/2009 17:21  Aggiornato: 19/5/2009 17:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/2/2009
Da:
Inviati: 256
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
il sistema sessagesimale ha pure alcuni vantaggi, è facilmente divisibile per 2, per 3, per 4, per 5, per 6, per 10, per 12, per 15...

Lezik85
Inviato: 19/5/2009 20:59  Aggiornato: 19/5/2009 21:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/4/2009
Da: Freedonia
Inviati: 1463
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
perche' nel passo da homo erectus a homo sapiens la laringe piu' bassa di circa un centimetro accoppiata all'osso ioide


Morfologicamente parlando si. Infatti ciò grazie all'apparato ioideo. Ma quasi tutti i mammiferi sono dotati di questo derivato, oltre ad alcuni anfibi e la maggior parte dei pesci. Io mi chiedo perchè io si e loro no.
Per dire, esso è un derivato dello splancnocranio, la parte più vecchia della scatola cranica e non un qualcosa dell'altro ieri; si parla quindi di milioni di anni fa. Vorrei capire quale è stato il nostro "momento" (anche a livello genetico) che ci ha permesso un simile salto rispetto agli altri vertebrati (lasciando perdere anche il resto dei cordati) poichè al momento nessuno disponde di una risposta precisa ed esauriente. Anche perchè tutto si è sempre retto sul principio della Coevoluzione tra predatori e prede, noi essere umani è come se fossimo qualcosa al di fuori di questo anello.

dino
Inviato: 19/5/2009 22:13  Aggiornato: 19/5/2009 22:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 2/11/2007
Da:
Inviati: 2315
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Lezik85 dice:

Vorrei capire quale è stato il nostro "momento" (anche a livello genetico) che ci ha permesso un simile salto rispetto agli altri vertebrati (lasciando perdere anche il resto dei cordati) poichè al momento nessuno disponde di una risposta precisa ed esauriente...

... io la risposta ce l'ho e te l'ho data... sono le MANI che hanno prodotto la grande ed abissale differenza tra noi e ogni altro essere vivente... pensaci un attimo e troverai la risposta per tutto.... ciaodino

Red_Knight
Inviato: 19/5/2009 23:56  Aggiornato: 19/5/2009 23:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Vorrei capire quale è stato il nostro "momento" (anche a livello genetico) che ci ha permesso un simile salto rispetto agli altri vertebrati (lasciando perdere anche il resto dei cordati) poichè al momento nessuno disponde di una risposta precisa ed esauriente. Anche perchè tutto si è sempre retto sul principio della Coevoluzione tra predatori e prede, noi essere umani è come se fossimo qualcosa al di fuori di questo anello.


Se non sbaglio l'abbassamento della laringe e dell'osso ioide è "dovuto" al salto posturale dal quadrupedismo al bipedismo. Nei cuccioli umani la tappa evolutiva è ripercorsa: la laringe è inadatta alla fonazione per il primo anno di vita circa proprio perché "sta in alto". Non so dire poi se ciò sia correlato al fatto che da piccoli i bambini sono "quadrupedi".
Per quanto riguarda la coevoluzione tra predatori e prede, questo è corretto parlando generalmente di predatori e prede, esiste ciò un certo equilibro nella catena alimentare. Ma prendendo singolarmente alcune specie è abbastanza frequente trovare carnivori senza nemici naturali o erbivori indifesi. Il delfino non ha nemici naturali (grazie all'intelligenza e alla collaborazione sociale, un po' come nell'uomo), e molti piccoli mammiferi contano semplicemente sulla spiccata capacità riproduttiva. E' veramente così difficile accettare che non siamo speciali?

Citazione:
Io mi chiedo perchè io si e loro no.

Questo discorso lo potresti fare anche per i cinesi. Perché tu hai la pelle bianca e loro ce l'hanno gialla? Devi essere speciale!

Lezik85
Inviato: 20/5/2009 0:23  Aggiornato: 20/5/2009 0:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/4/2009
Da: Freedonia
Inviati: 1463
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Il delfino non ha nemici naturali


Veramente il nemico naturale del delfino è l'orca.

Citazione:
Perché tu hai la pelle bianca e loro ce l'hanno gialla?


Loro avranno il fegato cirrotico forse

A meno che tu non preferisca il metodo "pennellata arcobaleno", così diventiamo tutti clown e poi faremo a gara in quanti possono entrare in una cinquecento.

Scherzi a parte, a livello genetico tutto il discorso della pelle dipende da un gene (per la precisione è Slc24a5) che produce tot. melanina rendendo bruna la pelle. Diversamente dalle popolazioni africane noi (europei) ed asiatici abbiamo una versione mutata di tale gene che non produce abbastanza melanina da inscurire la pelle. Va da sè che tutto è incentrato sull'adattamento ai vari climi in cui si trova una popolazione. Per dire, su questo argomento c'è una risposta precisa e netta.

EDIT:

@ dino

Scusami non avevo letto il tuo intervento. Interessante comunque questa visione che si basa sullo sviluppo delle mani.
Mi sono sempre chiesto una cosa infatti, se si conoscesse il linguaggio dei segni sarebbe come conoscere tutte le lingue del mondo?

Red_Knight
Inviato: 20/5/2009 1:05  Aggiornato: 20/5/2009 1:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Veramente l'orca E' un delfino, e non ha nemici naturali.

Comunque, l'uomo è pieno di nemici naturali. Nelle civiltà non urbane viene allegramente predato dai grossi animali, è particolarmente soggetto a malattie infettive, compete goffamente con gli altri animali per il reperimento del cibo, tanto che deve contare su agricoltura e allevamento per la sopravvivenza, il che lo rende danneggiabile dall'attività degli animali infestanti (insetti e roditori) e degli altri predatori. A pensarci bene forse siamo speciali: nel senso che siamo più sfigati delle altre specie...

Per quanto riguarda i cinesi, ho fatto quello sciocco esempio per dire che in generale ha poco senso chiedersi "perché quella cosa è fatta in quel modo e quell'altra no". Semplicemente se non fosse così non staresti nemmeno a differenziarle.

Lezik85
Inviato: 20/5/2009 1:33  Aggiornato: 20/5/2009 1:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/4/2009
Da: Freedonia
Inviati: 1463
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Citazione:
Veramente l'orca E' un delfino


No, orca e delfino differiscono per genere e specie. Come uomo e scimpanzè differiscono per genere e specie.

Citazione:
A pensarci bene forse siamo speciali: nel senso che siamo più sfigati delle altre specie...


Appunto. Mentre le altre specie seguono l'equilibrio coevolutivo, noi non riusciamo a stare al passo.

Citazione:
per dire che in generale ha poco senso chiedersi "perché quella cosa è fatta in quel modo e quell'altra no"


Ricorda che non è mai sciocco farsi domande. A volte le risposte, anche quelle ovvie, non sono sempre ovvie di come ce le potremmo aspettare. Per rimanere sul tuo esempio, se Keith Cheng non si fosse chiesto perchè ci sono uomini gialli, bianchi, neri etc. ora non conosceremmo nè come la melanina colora la pelle nè perchè esistono le varie tonalità della pelle.

Red_Knight
Inviato: 20/5/2009 2:19  Aggiornato: 20/5/2009 2:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Non è importante ma hai ragione, l'orca è un delfinide, non un delfino, scusa. Ricordavo male.

Citazione:
Ricorda che non è mai sciocco farsi domande. A volte le risposte, anche quelle ovvie, non sono sempre ovvie di come ce le potremmo aspettare. Per rimanere sul tuo esempio, se Keith Cheng non si fosse chiesto perchè ci sono uomini gialli, bianchi, neri etc. ora non conosceremmo nè come la melanina colora la pelle nè perchè esistono le varie tonalità della pelle.


Certo che non è mai sciocco farsi domande, devo essermi spiegato male. Un conto è chiedersi "perché i cinesi hanno la pelle gialla", un altro è intravedere significati nel fatto che l'abbiano i cinesi e tu no.
In generale qualunque cosa succeda non poteva non succedere, per cui ha poco senso chiedersi perché è successa se con "perché" non si intende "quali sono i motivi" ma "qual è il significato".

dino
Inviato: 20/5/2009 10:33  Aggiornato: 20/5/2009 10:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 2/11/2007
Da:
Inviati: 2315
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Lezik85 dice:

Interessante comunque questa visione che si basa sullo sviluppo delle mani. Mi sono sempre chiesto una cosa infatti, se si conoscesse il linguaggio dei segni sarebbe come conoscere tutte le lingue del mondo?


...in realtà il linguaggio dei gesti è ora solo uno dei tanti linguaggi in uso dall'Umanità, ma la sua prerogativa è quella di esser stata la prima forma complessa di comunicazione capace di spianare la strada a tutti i molteplici codici di comunicazione complessa in uso dall'uomo... la grande potenzialita del linguaggio dei gesti è il fatto che sia il più semplice da imparare o improvvisare per tutti i possessori di Mani... primati compresi.

questo per dire che la nostra intelligenza non ci è stata regalata da nessun alieno ma è stata costruita e continua a crescere grazie alle nostre Mani...

ciaodino

Ghilgamesh
Inviato: 21/5/2009 14:57  Aggiornato: 21/5/2009 14:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Scusate ma perchè le mie risposte qui vengono sistematicamente cancellate???

dino
Inviato: 22/5/2009 11:08  Aggiornato: 22/5/2009 11:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 2/11/2007
Da:
Inviati: 2315
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Autore: Ghilgamesh Inviato: 21/5/2009 14:57:28

Scusate ma perchè le mie risposte qui vengono sistematicamente cancellate???





... potrebbe esserci una censura ALIENA che prende gradualmente possesso del sito LC...!!!! ciaodino

Ghilgamesh
Inviato: 25/5/2009 11:01  Aggiornato: 25/5/2009 12:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Scusate, son bruciato io ^__^
Avevo scritto da un'altra parte

Copincollo:

Premesso che spero non venga considerato OT, visto che dimostrare la presenza aliena sul pianeta aiuterebbe a comprendere meglio il lavoro di Malanga ... visto che se son qui, la domanda successiva è: che ci fanno?

Red_Knight
Inviato: 19/5/2009 16:41 Aggiornato: 19/5/2009 16:41

E' come se io ti dicessi "Io mi sento di affermare che la terra è piatta. Se per te questa non è un'argomentazione non so cosa farci." Il problema non sarebbe l'affermazione in sé, ne possiamo discutere, ma la mia presunzione.

Uguale alla mia!

Rimane il fatto che l'uomo, come scritto nella Bibbia, ha caratteristiche che lo pongono al di sopra dei pesci del mare, degli uccelli e degli animali tutti, se STORICAMENTE non è mai esistito un altro animale simile, sono propenso a ritenere che la sua evoluzione NON sia naturale ... se per te questa non è un'argomentazione, non so cosa farci.


Posto che, è vero che mi sono espresso male con la frase: La scienza afferma che se una cosa accade una sola volta, non è scientificamente provata

Resta il FATTO che per definire una cosa PROVATA dalla scienza, tu (o chiunque) debba poterla replicare ed osservare.

Alcune caratteristiche umane sono UNICHE, secondo te sono causate dall’evoluzione naturale? Va bene, per me resta impossibile. La natura è in equilibrio, se non ci fossero stati interventi esterni l’uomo avrebbe qualche rivale.

(chiarisco che non parlo del contadino indiano che combatte con una tigre a mani nude, se oggi volessimo, tra una settimana le tigri sarebbero estinte e non esiste o è mai esistito un animale che potesse farlo)

A DIMOSTRAZIONE DI QUANTO DETTO, tutti gli habitat, passati e presenti, studiati in assenza di umani, sono in EQUILIBRIO. (la parte che manca alla tua affermazione la terra è piatta)


Ogni cosa che ti si dice tu ribatti citando la Bibbia o altri libri vecchi di millenni! Ma sti grandissimi cazzi di quello che scrivevano dei poveri barbari di 4000 anni fa! Nella bibbia c'è scritto che viene creata la luce prima del Sole, chissà, magari anche il Sole l'hanno appeso al soffitto gli alieni successivamente?

Con simili argomentazioni possiamo dire sti grandissimi cazzi di quello che scriveva un coglione come Darwin!

E’ chiaro che se io ho “capito” da quei libri che sono venuti e ci hanno creato … e che non se ne sono mai andati, parto da quelli.

Chi li ha solo visti partirà descrivendoti l’avvistamento (e sti gran cazzi di un folle allucinato!) chi li avrà filmati ti farà vedere i video ( e sti gran cazzi di un video falso!) … semo arrivati a milioni di persone e di prove, ma lo sticazzi funziona sempre!

Il problema che però sembri voler ignorare, è che i barbari di 4000 anni fa, AVEVANO RAGIONE!

Oltre al fatto che non funziona proprio come hai scritto tu e che la traduzione ufficiale è semplicemente sbagliata. ( per questo ti invito a leggerti il topic su Sitchin)



“Una curioistà, come facevano i testi antichi nel descrivere l'arma di Arjuna a usare la parola ombrello e la parola deflagrazione, se erano antichi?”

Deflagrazioni o esplosioni sono termini ed effetti noti da parecchio, basta vedere un fulmine che casca in terra … secondo la storia ufficiale ci hanno scoperto il fuoco … poi SECONDO TE erano barbari, secondo me e secondo quello che ho letto, all’epoca conoscevano aerei con prestazioni superiori ai nostri caccia (Vimana), motori al mercurio e città volanti (basi orbitali) visto che vengono descritte guerre migliori di quelle di Lucas… ma anche qui, non devi credere a me, se ti interessa ti leggi i Veda. Ah, dimenticavo che dopo l’esplosione cibi e acqua erano irrimediabilmente avvelenati

Posto che, per considera un libro di "storia" non ci deve essere scritto sopra "libro di storia"

E come no? Allora possiamo considerare libro di storia anche il mio diario?

Tra 3/4000 anni certamente … se nel tuo diario scrivi che vivi in un paese finto democratico comandato in realtà da un fottuto dittatore mafioso, di certo sarebbe più storico il tuo diario di uno “storia d’Italia” scritto da Vespa!
Chiaramente starà a chi leggerà, fare i dovuti raffronti e capire chi tra te e Vespa scriveva puttanate

viko
Inviato: 2/2/2010 2:02  Aggiornato: 2/2/2010 2:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/10/2007
Da: Bari
Inviati: 37
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Frullato misto tra Matrix, M.I.B., Dianetics, 2012, Ritorno al Futuro, Sitchin, David Icke, Gregg Braden, mitologia Egizia e Maya, Sacra Bibbia.
Una concezione del Tutto che poggia le sue basi sulla fisica quantistica moderna.
Affascinante... un pioniere e pure italiano (almeno non avro' bisogno dei sottotitoli)

Kelsean74
Inviato: 23/12/2013 17:05  Aggiornato: 23/12/2013 17:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/12/2013
Da:
Inviati: 188
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Mi scuso per i post troppo lunghi..
Ma Dunque mi tocca rompere le scatole anche qui: E qui devo dirti Massimo di vedere meglio la questione
-Innanzitutto quoto Fender, fa piacere che non siamo pochissimi che stiamo già comprendendo e mettendo insieme qualcosa a livello nessologico.
-poi quoto Gilgamesh per le impressioni: già quelle letture stesse dei resoconti degli addotti potrebbero funzionare come dirò come un ab-duzione, cioè un condurti per mano(per voce l’ipnotista, per mano l’alieno!!) Però devo anche dirti che per le recenti scoperte a livello archeologico non sarebbero esistiti barbari nemmeno centomila anni fa…
-Massimo, le interferenze assumono per quanto detto valenza, ma non sarebbe oggettiva e fattuale ma soggettiva, e soggettiva perché prenderebbe forma dal dramma che si gioca, sulla base della si, esistente noosfera (come dicono alcuni prendendo anche spunto da Jung, che mi trova d’accordo). Ma nessuna noosfera e questi psico-drammi di costruzione (o distruzione?) fanno in modo che il mio cellulare, non dico si spenga o altro, quello può essere spiegabile, ma che si trasformi in un pollo fritto…
Quindi non dico un bugiardo, anche per me può aver agito in buona fede e causa, ma poteva stare attento a livello educativo a quel che ha fatto (mi dicono infatti ora sta perdendo la vista, e non segue da tempo gli addotti)
-Quoto Audisio, in pieno specie sulla chiesa (si legga sotto della mia conoscenza di Mario Pincherle) sono loro i primi nwo col primo tentativo da parte di Mosè e poi di Paolo.. ma qui si va per altre tangenti, diventa un topic enorme . . .
Ora, sto chiaramente studiando anche corradino (sta addirittura vicino a me a Pisa) dopo l’episodio che mi è occorso di avvistamento e che mi ha coinvolto anche a livello onirico.. [se volete vi posto l’intera vicenda] Prima di tutto dico che ho provato a contattarlo dal fanclub che c’è su fb (Alexg, sei forse te quell’Ale?) ma mi hanno buttato fuori dopo che li ho criticati perché fanno di Malanga un guru (come ho scoperto che fa Domenico Pasquariello di Attivissimo, e mi ero fatto amico anche Domenico e mi sembrava più neutrale…). Chiaramente ci sono più di tremila iscritti alla pagina e sembra che mille solo su Pisa si sono scoperti addotti (ora, io li conosco i miei polli… ahaha) e potevo esserlo anch’io allora!
Questo è il mio campo scientifico per la mia laurea quindi occhio! Anzi, ipnagogicOcchio!)
Per quanto mi riguarda, visto che non ho potuto conoscerlo, da quanto leggo devo dire che Malanga non fa altro che ripescare anche lui da cose dette da altri, senza altre basi che le sue conoscenze quindi fa anche una gran confusione per esempio mescolando voci, emisferi cerebrali, anima, religioni, cosmologie e cosmogonie etc…
Poi tra le altre cose ripesca da Sheldrake, Grof, etc..(ce ne sono troppi e ora mi vengono in mento solo loro) si presuppone in pratica un campo di supercoscienza per cui potrebbe essere detto di tutto accettando l’ipotesi della coscienza soggettiva non solo partecipante ma creativa e concretamente realizzante anche sui nostri piani terrestri alcune manifestazione fisiche.
Al di là delle critiche all’ipnosi regressiva per i danni che può provocare semplicemente instillando e installando ricordi creati dall’ipnotizzatore e/o dallo psicodramma formatosi sul momento da ipnotizzato e ipnotizzante, si deve dire che corradino non è un professore ma solo ricercatore di laboratorio chimico, e mi ha detto un altro mio amico e collega che lavora al sert di Pisa che uno che chieda soldi e svolga sedute di quel tipo senza certificati è da arresto. Altri mi dicono che lui non ha mai chiesto soldi, ma uno che pare un suo aiutante invece qualche elemosina la chiede.
Ho poi chiesto sempre a quella conferenza di Trieste e Baiata mi ha detto che Malanga mai è stato addotto quindi indaga e opera su una cosa che per primo non ha operato su di lui.
Ho chiesto a tiro incrociato a Forgione e Baiata che fine ha fatto il frammento di astronave che Wolf dette a Forgione e Malanga per le analisi di laboratorio di cui sembra corradino scoprì congiuntamente alle analisi Usa delle tracce di oro all’interno del silicato (era di silicio, non ricordo) di altissima fusione. Hanno riconfermato solo quel che ho appena scritto, ma niente più riguardo a provenienza da astronave..
In seguito, quel che ho vissuto io a livello onirico, e devo avvalorare come ho scritto sull’altro topic qui sugli ufo, non è piacevole e non è in linea nemmeno con il trauma di cui parlano gli addotti (facendo il test tav mi dicono che non sarei addotti ma che il test dovrebbe essere corroborato da incontro personale)(non ho cicatrici sulla tibia [ma è un punto sbattibile dappertutto su cui possono provocarsi avvallamenti di tipo cicatrice da sigaretta!]) è simile a ciò che occorse a Baiata ma non tranquillizzante, e se è successo a me, ormai neutrale e non di parte sulle ricerche che faccio e specie su questo tema, con i riferimenti che ho dei miei percorsi di sciamanesimo che ho smascherato e di altre persone, queste si, speciali*, fortunatamente conosciute, hanno fatto un danno perché non ha attaccato e non può attaccare.
Le cose sono queste, che si tratti di alieni, o di (non mi rubate il copyright) alieni interiori messi in noi dai militari che obbediscono ai superiori nwo:
-> Non hanno tutto quel potere quindi non spaventatevi, ma se siete sensibili rischiate davvero che vi ricoverano non per seduta regressiva ma perché avete perso una settimana a non dormire e cercare di non entrare o appunto di uscire dal sogno adducente-non-si-sa-se-seducente con vari stratagemmi (se non ce li avete siete nella merda, e in mano a tutte queste persone)
--> Se ce l’hanno allora studiate me che li ho debellati senza bisogno di nient’altro che pochi espedienti naturalmente logici. Perché, se è vera l’ipotesi che dico del globo luminoso = punto-laser per controllo mentale su onde theta quindi del sogno, come mai semplicemente leggendo libri di Mario Pincherle e UG, miei amici*, e mettendoli sotto il cuscino, è finito tutto!!?
--> Quindi Se vi sentite addotti e avete disturbi del sonno, come ho scritto sulla pagina di Emiliano Babilonia, prima di andare dai chirurghi regressivi, siate voi stessi i padroni del vostro corpo!! (e con corpo intendo come intende UG anche la rete neuronale), leggete prima di addormentarvi qualsiasi cosa sia a voi Amico, sia a voi caro e di bel ricordo, VERO, GENUINO, PAESANO, d’infanzia

ohmygod
Inviato: 23/12/2013 18:53  Aggiornato: 23/12/2013 18:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Kelsean74
Mi scuso per i post troppo lunghi..

Affatto, sono così easustivi, non li considero dei lunghi ma dei corti.
Naturalmente i post sono l'asse portante nello sceneggiare postlunghi
o postcorti. Nei tuoi entrambi vi trovo, non leggendolo, ingegno e impegno.

L'Ale del tuo riferimento è Alex Torinesi?

Kelsean74
Inviato: 24/12/2013 19:50  Aggiornato: 24/12/2013 19:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/12/2013
Da:
Inviati: 188
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Ti ringrazio Ohmygod.. è che scrivo anche di getto cercando di rispondere a tutti sulle cose attinenti alle mie esperienze e non ho tempo di rivedere meglio quel che scrivo è che dalle ultime vicende che comunque mi hanno formato (o de-formato? ahah) alternative e tormentate mi stavo vivendo questi 3 anni da maritino tranquillo e a suo agio, ar mi paese riuscendo con gli altri amici anche sposati e non capitava mai, di sfiorare nessun argomento attinente né di incontrare amici o conoscenti che ancora vivono praticamente dentro un mondo tutto loro sempre immersi in percorsi alternativi (e mi riferisco a Toscana ed Emilia, tra Firenze e Bologna) Per cui, se mi vengono a rompere i Miei sonni, al Mi paese, in camera MIA, si pigliano le consequenze perché questa è una delle poche cose che nessuna forza al mondo deve permettersi di fare con intrusione: né dio né i diavoli, cosmici o meno

Quell'Ale non so se è lui, sulla pagina di fb era iscritto come LosciAle, ed è credo il o uno dei moderatori.. Sicuramente se posso e se le faranno, piomberò anche alle conferenze o incontri di Malanga e/ alleati (esercito di addotti?) e di paol attivino.. Quella di Massimo mi spiace di averla padellata ma appena ne fa un altra conto di esserci

ohmygod
Inviato: 24/12/2013 20:15  Aggiornato: 24/12/2013 20:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Ti ringrazio Ohmygod...

...che roba è il resto?...non mi sembra di averlo chiesto.

Quell'Ale non so se è lui...


...che roba è il resto?...non sembra di averlo chiesto...a dirla tutta quell'*Alex manco lo conosco anche...se...LosciAle e Alexg ?!?.
Puoi, se vuoi, fare a meno di rispondere dato che non ho interesse in merito a ciò che non chiedo.

SP quell'Alex ha a che fare con un altro fine.
E' evidente, dalla risposta, che il fine non ti appartiene nè ora, nè prima.

Kelsean74
Inviato: 24/12/2013 22:07  Aggiornato: 24/12/2013 22:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/12/2013
Da:
Inviati: 188
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Ma che risposta è semmai la tua?!
Mi riferivo a te per ringraziarti e per quel che avevi chiesto su Alexg, che mi sembra non ci siamo intesi.. Siccome nel mio primo post non ricordavo avesse nikname LosciAle, ho scritto di Alexg e Ale, ma per Ale intendevo LosciAle: LosciAle del fanclub di malanga su fb; l’Alex di torino che dici te non so chi sia!
Eppoi il resto del post è per tutti! Non rispondo solo a quel che chiedi te!
E se la vicenda implica un vissuto, come nel caso di questo tipo di discussione, bisogna mettere in conto a volte anche il tono emozionale che c’è da esprimere

ohmygod
Inviato: 24/12/2013 22:22  Aggiornato: 24/12/2013 22:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Corrado Malanga, uno scienziato sull’orlo dell’abisso
Doppio nel senso letterale del termine:
LoL, troppo LoL


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA