Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


dagli Usa : Michael Jackson incubo kitsch
Inviato da Redazione il 6/7/2009 9:40:00 (13247 letture)

In questo momento in America un milione e 600.000 persone stanno fremendo, pregando e implorando per essere fra gli 8.750 nomi estratti che potranno assistere personalmente alla cerimonia pubblica in ricordo di Michael Jackson, che avrà luogo martedì (domani) a Los Angeles.

Tanti sono infatti coloro che si sono iscritti a questa impensabile “lotteria funebre”, sperando di poter raccontare un giorno ai propri nipoti che “quando fu sepolto Michael Jackson io c’ero”.

Ma tutti coloro che non saranno estratti potranno seguire comunque la diretta mondiale in TV, e persino chi non ha la TV potrà vedere la stessa trasmissione attraverso le dozzine di “streams” che si stanno organizzando freneticamente in tutta la rete.

Il record assoluto di audience per un evento televisivo fino ad oggi è detenuto dalla trasmissione dei funerali di Diana, nel 1997, dove pare che sia stata raggiunta la cifra di due miliardi di spettatori. Ma grazie al contributo di Internet, molti prevedono che quel record domani sarà addirittura sorpassato.



Da sei giorni in America le televisioni non parlano d’altro. Non c’è divo, aspirante divo o personalità di qualunque livello ...

... ... che non abbia voluto esternare in TV il suo personale dolore per la morte di Jackson, che non abbia voluto esprimere la sua personale opinione sul suo stile musicale, che non abbia voluto raccontare il modo “unico e irripetibile” in cui si svolse il suo primo (e probabilmente unico) incontro con Michael Jackson.

A questo si aggiunga la pletora interminabile di medici, paramedici e veterinari, che fanno la fila negli studi televisivi per dirci quale sia stato, secondo loro, il farmaco micidiale che avrebbe stroncato l’esistenza di Jackson.

Il circo equestre è completato da un numero apparentemente indeterminabile di fratelli, sorelle, madri, padri, zii nonni e cugini di Jackson, che sembra quasi aver vissuto, nello stesso periodo di tempo, almeno quattro volte in quattro famiglie diverse.

In particolare, uno dei fratelli di Jackson sta praticamente piangendo in diretta TV da tre giorni consecutivi. (Lo ha intervistato, piangente, Larry King venerdì scorso, dopodichè la CNN ha replicato la trasmissione sia sabato che domenica). Altre sorelle si vantano di “essere state loro” a dire a Jackson che cosa doveva fare per sfondare.

Devono averglielo detto così chiaramente che lui ha deciso, fra le altre cose, che doveva assolutamente diventare bianco.

In tutto questo, il figlio di Marlon Brando – sì, esiste anche un figlio di Marlon Brando, quando può venire utile - ci fa visitare quella parte della enorme villa di Jackson dove loro hanno stretto la più tenace amicizia.

Ovviamente, ciascuno parla solamente di se stesso, e Jackson non è altro che una scusa più appetibile di altre per farlo in diretta TV. Parimenti, tutta questa follia idolatra non ci parla affatto di Michael Jackson, ma di una nazione che sembra essere improvvisamente tornata indietro di trent’anni, quando si abbandonò a deliri molto simili in seguito alla morte di Elvis Presley, avvenuta nel 1977.

Graceland ieri, Neverland oggi. Il sogno impossibile del suburbano che diventa metropolitano, nella Memphis degli anni ’50, il sogno impossibile del negro che diventa bianco, nel villaggio globale del terzo millennio.

Nessuno, in tutto questo, spende mezza parola sulla persona che, in tutta probabilità, doveva esistere dietro al personaggio di Michael Jackson. Nessuno si domanda perchè mai una pop-star di quel livello si fosse ridotta ad una caricatura umana, devastata dalle plastiche facciali, perennemente nascosta dietro ad occhiali più grandi di lui, e imbottita di medicinali dalla testa ai piedi. Una persona circondata da un tale vuoto che nel momento della crisi cardiaca chi l’ha soccorso non riusciva nemmeno a trovare un telefono per chiamare un'ambulanza.

Una persona talmente "amata" che ha dovuto lascire i figli alla sua migliore amica.

Nessuno si chiede perchè mai un talento naturale innegabile – quello di Jackson in gioventù - si sia ridotto ad un ibrido artistico irriconoscibile, una specie di Mick Jagger con la voce da bambino, un burattino senz’anima che si muove meccanicamente su uno sfondo di effetti speciali permanenti, fingendo nel frattempo di inventare “mosse” che esistevano già prima che lui nascesse.

Ma nulla di tutto questo sembra interessare. E’ molto meglio narrare la superficie di Jackson, restando prudentemente in superficie, piuttosto che rischiare di scatenare nel pubblico un solo pensiero reale.

A questo punto non ci resta che aspettare Mandrake, che di colpo farà resuscitare Michael Jackson per il delirio delle folle, e scomparirà insieme a lui all’orizzonte in compagnia di John Wayne, di Zorro, e di Pippo, Pluto e Paperino.

Solo così potrà aver fine il più terrificante incubo di kitsch mediatico mai vissuto fino ad oggi.

Massimo Mazzucco

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
TAZMIN
Inviato: 6/7/2009 10:35  Aggiornato: 6/7/2009 10:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/6/2004
Da:
Inviati: 56
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
tutto serve x consumare, tutto viene inesorabilmente consumato

magari questo funerale aiuterà alla crescita del pil usa!

Lezik85
Inviato: 6/7/2009 10:48  Aggiornato: 6/7/2009 10:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/4/2009
Da: Freedonia
Inviati: 1463
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Citazione:
Tanti sono infatti coloro che si sono iscritti a questa impensabile “lotteria funebre”, sperando di poter raccontare un giorno ai propri nipoti che “quando fu sepolto Michael Jackson io c’ero”


Immagino quindi la sobrietà della cerimonia...Sicuramente dopo l'euforia della vincita saranno subito pronti i fazzoletti bianchi umidicci di "lacrime".

Citazione:
Il circo equestre è completato da un numero apparentemente indeterminabile di fratelli, sorelle, madri, padri, zii nonni e cugini di Jackson, che sembra quasi aver vissuto, nello stesso periodo di tempo, almeno quattro volte in quattro famiglie diverse


Gli avvoltoi dei 5 minuti di gloria stanno già spolpando la carcassa della baracca mediatica. Patetico calzerebbe per definire la loro voglia di apparire?

Pasquino
Inviato: 6/7/2009 10:56  Aggiornato: 6/7/2009 10:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/7/2005
Da:
Inviati: 234
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
probabilmente il sogno americano consiste nel far divenire bianchi i neri, tanto che poi i neri, quelli che non voglio perdere colore per intenderci, li lasciano in balia degli israeliani, come la ex deputata americana Cynthia McKinney arrestata assieme ad altri attivisti sulla nave Spirit of Humanity in acque internazionali mentre tentavano di portare qualcosa a quei di Gaza.

Il Triller forse finirà, solo il giorno in cui l'America per come la conosciamo, si libererà definitivamente dalla sanguisuga ebraica.

Lo Stato al cittadino pignora, all'industriale elargisce, al banchiere regala.
VIPER
Inviato: 6/7/2009 11:29  Aggiornato: 6/7/2009 11:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/6/2009
Da:
Inviati: 557
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Nelle voci che si rincorrono in piazza o al bar la litania è sempre la stessa; domanda: "E' morto Michael Jackson che te ne pare?" Chiede quello che ha bisogno del nuovo aneddoto su cui discutere; risposta: "E' morto un pedofilo, non me ne frega quindi più di tanto".

La percezione della gente, almeno qui da noi è questa. Eppure ciò che aprì le porte al processo a Michael Jackson fu un documentario (di cui ora non ricordo ne il titolo ne il regista) che venne realizzato da un giornalista che passò un pò di tempo seguendo la rockstar dappertutto durante le sue giornate. Da alcune dichiarazioni di jackson presenti in questo documentario si scatenò l'accusa e il processo. Documentario che è stato ritrasmesso da Italia uno il giorno della sua morte.

Anche se Michael Jackson in seguito pubblicò l'intero girato di questo giornalista con il titolo "Take 2" dimostrando la malafede del personaggio che aveva montato ad arte il documentario per montare un'accusa inesistente a Jackson, era ormai troppo tardi, e infatti la percezione nella memoria delle persone è rimasta quella del molestatore di bambini.

L'unica impressione che ebbi dal famigerato documentario fu quella di trovarmi davanti ad una persona completamente "Vuota" per parafrasare Mazzucco.

Chi ha letto "Trans-formation of america" di Cathy O'Brian potrà avere la paranoia necessaria a immaginarsi Michael Jackson come uno schiavo del controllo mentale che una volta che è stato sfruttato e consumato fino in fondo; una volta esaurito il suo compito e reso ormai inservibile e simile a una larva umana, è stato semplicemente eliminato e buttato via come un guscio vuoto. In effetti, la sua morte torna molto più utile ora per muovere folle di idioti nelle direzioni volute.

AlbaKan
Inviato: 6/7/2009 11:35  Aggiornato: 6/7/2009 11:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/3/2009
Da:
Inviati: 117
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Citazione:
Nessuno, in tutto questo, spende mezza parola sulla persona che, in tutta probabilità, doveva esistere dietro al personaggio di Michael Jackson. Nessuno si domanda perchè mai una pop-star di quel livello si fosse ridotta ad una caricatura umana, devastata dalle plastiche facciali, perennemente nascosta dietro ad occhiali più grandi di lui, e imbottita di medicinali dalla testa ai piedi. Una persona circondata da un tale vuoto che nel momento della crisi cardiaca chi l’ha soccorso non riusciva nemmeno a trovare un telefono per chiamare un'ambulanza.


Infatti adesso che è morto, è cominciata l'analisi dettagliata della sua vita, dei suoi problemi, a cui solo ora tutti pensano di avere la soluzione...ora che non gli serve più niente. In rete si sprecano gli articoli sulla sua morte....intanto è morto da solo, perchè della sua solitudine nessurno si era accorto prima!
Questo è il primo articolo che sostanzialmente (per come l'ho interpretato) dice quello che penso io: "LASCIATELO IN PACE!"

"Ai liberali che non sono tutti usurai, chiedo: come mai gli usurai sono tutti liberali"? Ezra Pound
Vincent51
Inviato: 6/7/2009 12:00  Aggiornato: 6/7/2009 12:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/7/2006
Da: Barcelona
Inviati: 326
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Citazione:
La percezione della gente, almeno qui da noi è questa. Eppure ciò che aprì le porte al processo a Michael Jackson fu un documentario (di cui ora non ricordo ne il titolo ne il regista) che venne realizzato da un giornalista che passò un pò di tempo seguendo la rockstar dappertutto durante le sue giornate. Da alcune dichiarazioni di jackson presenti in questo documentario si scatenò l'accusa e il processo. Documentario che è stato ritrasmesso da Italia uno il giorno della sua morte.


Non è così, la prima accusa di molestie sessuali arrivó molto prima del documentario "Living with Michael Jackson" del giornalista inglese Martin Bashir.
Fu Evan Chandler, padre del giovane Jordan Chandler, ad accusare per primo Jackson di molestie sessuali. Per mettere a tacere tutto il pandemonio che si stava scatenando (Jackson avrebbe dovuto produrre in tribunale foto del suo organo sessuale che il ragazzino avrebbe descritto nei minimi dettagli) si arrivó ad un accordo privato con la famiglia, si parla di una cifra intorno ai 20 milioni di dollari, che ritiró le accuse. Solo oggi Jordan Chandler ha ammesso di avere mentito, di essere stato costretto a mentire dal padre.

Il ragazzino che si vede nel documentario che hai citato è il protagonista del secondo processo per molestie sessuali, mi pare si chiami Gavin Arvizo, o qualcosa del genere. Da questo processo Jackson uscí assolto da tutti e 10 i capi d'imputazione, ma questo ovviamente lo ricordano in pochi.

Una cosa è sicura, non avrà mai pace, nemmeno da morto!

_gaia_
Inviato: 6/7/2009 12:06  Aggiornato: 6/7/2009 12:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/2/2006
Da:
Inviati: 1460
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Citazione:
In questo momento in America un milione e 600.000 persone stanno fremendo, pregando e implorando per essere fra gli 8.750 nomi estratti che potranno assistere personalmente alla cerimonia pubblica in ricordo di Michael Jackson, che avrà luogo martedì (domani) a Los Angeles.
(...)
Il record assoluto di audience per un evento televisivo fino ad oggi è detenuto dalla trasmissione dei funerali di Diana, nel 1997, dove pare che sia stata raggiunta la cifra di due miliardi di spettatori. Ma grazie al contributo di Internet, molti prevedono che quel record domani sarà addirittura sorpassato.

Mi viene in mente una parola...
Eggregore


illupodeicieli
Inviato: 6/7/2009 13:06  Aggiornato: 6/7/2009 13:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/1/2005
Da:
Inviati: 323
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Quando una persona non "serve più a niente" viene messa da parte, e questo vale per tutti ,credo: non essendo vissuto abbastanza per riacquistare il successo come musicista, coloro che ne approfittano lo sfrutteranno (e lo stanno già facendo) da morto, di certo inventando aneddoti che non potranno quasi mai essere verificati. Non verrà dimenticato ma continueranno a torturarlo anche da morto.In riferimento a Diana, e non per andare fuori tema, nella trasmissione Enigma di qualche settimana fa (e che era dedicata a Lennon e al periodo dei Beatles), un giornalista ha affermato che ormai il mito di Diana è in declino, come se fosse stato ormai dimenticato tutto.Non so se succederà così anche per Michael Jackson o se la sua morte verrà ricordata solo per eventi legati al business o a finte opere sociali, falsi eventi tipo live aid.

PikeBishop
Inviato: 6/7/2009 14:05  Aggiornato: 6/7/2009 14:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Quando ho saputo che Michael Jackson era morto mi e' venuto un colpo.

Ho pensato: "sono sempre i migliori quelli che se ne vanno, povero Mike!" con l'affetto che si dovrebbe avere per l'uomo che aveva evitato per un pelo WWIII.

Poi mi hanno detto che non era QUESTO Jackson, bensi' quel mostro deficiente con la voce di Mickey Mouse e la faccia da teschio che ballava come un finocchio dodicenne che avesse appena visto un filmato sul R&R degli anni '50.
Un deficiente che pero' deteneva tutti i diritti sulle canzoni dei Beatles (!!!) e che aveva 400 (and rising) milioni di debiti.

Per caso poi ho ascoltato la telefonata del Dottor Feelgood che ha chiamato l'ambulanza ed a cui veniva chiesto dove era il paziente. Il paziente era sul letto ed il dottore aveva tentato una CPR mentre era sul letto e non avendo avuto nessun riscontro l'aveva abbandonato e chiamava l'ambulanza. Complimenti! E poi radiano Simoncini...

A quel punto ho saputo di cosa e' morto: di debiti. Vale molto di piu' da morto che da vivo e non puo' neanche spendere niente. Anche il suo grande amico Lou Ferrigno (ma cos'e', un Freak Show? ) e' della mia idea.

Amen. Non ci manchera', come non ci e' mancata Lady D. e neanche Renato Zero (che non so se sia vivo o morto, ma fa lo stesso ).

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
florizel
Inviato: 6/7/2009 14:07  Aggiornato: 6/7/2009 14:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
In questo momento più di 1 MILIARDO di PERSONE soffre la fame, mentre centinaia di milioni di dollari vengono utilizzati per mantenere le strutture atte a "combatterla" (???...), le scie chimiche avvelenano sistematicamente cielo e terra, la farsa di Obama imperversa, ed il NWO si afferma sempre più.

MJ ha scelto liberamente di rinnegare se stesso, di diventare una perfetta macchina di questo sistema, di autoeliminarsi progressivamente, ed ora è morto?

Ecchissenefrega.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
fefochip
Inviato: 6/7/2009 15:36  Aggiornato: 6/7/2009 15:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Citazione:
Ecchissenefrega


già... meno male flo pensavo di essere il solo.... non che il pensiero mi turbasse piu di tanto.

è morto maicol giacson?

e sti cazzi?

p.s.
ricordiamoci sempre la scaletta:
chi nasce è bello ,chi si sposa è buono e chi muore è santo.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
titano75
Inviato: 6/7/2009 15:44  Aggiornato: 6/7/2009 15:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/4/2005
Da: Roma
Inviati: 704
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Ma sì alla fine sti cazzi.......
L'unica cosa che dico è che sicuro media e "disperazione d massa" sono inconcepibili....però un tributo ad un artista che HA avuto un TALENTO innegabile in gioventù e fino alla metà degli anni 80 mi sembrava più che giusto....
COme al solito alla fine si tende ad eccedere in ogni cosa e a finire sul superficiale più becero .... e va bè... eheh.. idem come sopra STI-CAZZI..

Emiliano

a faccià in giù su di uno specchio d'acqua....
ascolto il mondo e vedo il fondo...
PikeBishop
Inviato: 6/7/2009 16:01  Aggiornato: 6/7/2009 16:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Citazione:
però un tributo

Ancora tasse?????

Citazione:
ad un artista

Di chi si starebbe parlando, di grazia?

Citazione:
che HA avuto un TALENTO

Anche piu' di un talento, parecchi soldi e moltissimi denari.

Citazione:
innegabile

Per assioma, naturalmente.

Citazione:
in gioventù

E' mai stato vecchio?

Citazione:
alla fine si tende ad eccedere in ogni cosa

Estremisti. La musica e' tutta bella e Orietta Berti una grande artista. O no?

Citazione:
e a finire sul superficiale più becero

Piu' superficiale e becero di stare a sentire quel deficiente dopo averlo fatto per i primi 50 secondi (per non parlare dei filmati stucchevoli) una volta sola nella vita? Impossibile. I beceri sono quelli che piangono questi campioni della Societa' dello Spettacolo da Circo (l'Uomo Elefante, la Donna Ragno, la Donna Cannone e la Cantante Sgualfa, degna erede di quella Scalza).

Beam me up, Scottie....

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
funky1
Inviato: 6/7/2009 16:34  Aggiornato: 6/7/2009 16:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2008
Da:
Inviati: 708
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Bell'articolo Massimo. Non mi succede spesso, ma condivido quasi tutto.

Per il resto, chi non riconosce il talento di Michael Jackson non capisce una fava di musica. Sarebbe bene che lo premettesse, prima di scriverne a riguardo.

It's better to regret something you did than something you didn't do.
PikeBishop
Inviato: 6/7/2009 16:53  Aggiornato: 6/7/2009 16:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Citazione:
chi non riconosce il talento di Michael Jackson non capisce una fava di musica

E' vero, specie da giovane: Mummy, mummy, mummy wanna fill up my tummy e' un capolavoro assimilabile alla Messa di Requiem di Mozart o a Crossroad Blues di Robert Johnson. O no?????

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
redna
Inviato: 6/7/2009 16:58  Aggiornato: 6/7/2009 16:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Citazione:
Per il resto, chi non riconosce il talento di Michael Jackson non capisce una fava di musica. Sarebbe bene che lo premettesse, prima di scriverne a riguardo.


Riappropriamoci della musica che ci hanno tolto: costruiamo nuovi strumenti, suoniamo oggetti quotidiani, cantiamo festosamente nei dialetti, inventiamoci delle lingue, barattiamo!”

Un altro fenomeno messo in evidenza da alcuni autori è quello della musica "manipolata" con messaggi distruttivi, che distraggono il giovane dal suo naturale desiderio di migliorare la realtà e lo catapultano all'interno delle caratteristiche proprie del sistema.

L'attuale sistema controlla quasi tutta la produzione musicale, e di solito decide chi sarà lanciato come "star" al grande pubblico e chi sarà destinato ad avere un pubblico esiguo. Attualmente la musica indipendente sarebbe soltanto il 3% dell'intera produzione.

Dunque, quasi tutti i giovani ascoltano musica prodotta e voluta da quelle stesse persone che decidono l'assetto economico e lavorativo, e che costringono buona parte di essi alla precarietà lavorativa e alla "demenza" mediatica.


http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6066

semprechè chi dice di conoscere una 'fava' di musica non sia il solito che approva 'questa' musica che non conosce nemmeno da dove proviene e lo scopo di questo baraccone 'musicale'.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
florizel
Inviato: 6/7/2009 17:14  Aggiornato: 6/7/2009 17:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
titano75
Citazione:
sicuro media e "disperazione d massa" sono inconcepibili....

Però sono utili...

Chiediti perchè per un Luigi Tenco o per un Pierangelo Bertoli, in Italia, o un Dizzy Gillespie come per un Miles Davis o una Miriam Makeba altrove (giusto per citarne qualcuno...), non siano stati attrezzati gli stessi apparati mediatici, in vita e per la loro scomparsa.
Poi ne riparliamo.

Citazione:
un tributo ad un artista

Artista?

funky1
Citazione:
chi non riconosce il talento di Michael Jackson non capisce una fava di musica.


Musica? Uno che si è arricchito facendo di sè l'uomo- candeggio alla faccia dell'orgoglio afro-americano, e che per di più non conosceva altro che accordi sufficienti a refrain monotoni ed ossessivi, faceva musica?

Ragazzi, ma vi sentite bene?!

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
twinge
Inviato: 6/7/2009 17:17  Aggiornato: 6/7/2009 17:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/3/2009
Da:
Inviati: 62
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Della morte di Michael Jackson potrà a molti anche fregare poco o niente, come pure la sua musica potrà piacere o no, ma secondo me qui l'articolo vuole focalizzarsi sull'uso che mass-media & Co. fanno di alcune persone e degli eventi che le circondano.

La questione dei debiti e gli altri pseudo scoop che sentiamo quotidianamente lasciano a mio avviso il tempo che trovano perché quei debiti sono dovuti da eccesso di spesa. Con tutti i soldi che entrano, il MJ morto li ha già ripagati.

Stessa storia per il music business di cui spesso si è vittime e non carnefici. Ma oltre 30 anni fa quando sono state posate le prime pietre di questa storia, la situazione era un tantino diversa.

Ciao

eBay: ai confini dell'eticamente scorretto.
Quello che non tutti sanno su eBay Italia
titano75
Inviato: 6/7/2009 17:19  Aggiornato: 6/7/2009 17:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/4/2005
Da: Roma
Inviati: 704
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
PIKE,,,,,, parliamo dei problemi del mondo ...eheh... mi sembra meglio...

La musica è un'arte che non si può spiegare...... Se Tu pensi come dici , va bene.. è il tuo gusto.... ma scendere in discusioni che forse non ti appartengono , (almeno dal punto di vista squisitamente TECNICO e ARTISTICO ) mi sembra un pò eccessivo... Lasciatelo dire da chi con la musica ci ha convissuto per quasi 20 anni... ( di studio ) ...

Poi se vogliamo parlare che madonna fa schifo e jackson anche e che mozart era meglio... apriamo un 3d....

MJ come uomo era tutt'altro che "talentuoso"...ma come Artista nel vero senso della parola è stato un innovatore...almeno quanto i PINK FLOYD o Petrucciani per il pianoforte..... se a te nn piace pacifico... TUTTO OK...

Emiliano

a faccià in giù su di uno specchio d'acqua....
ascolto il mondo e vedo il fondo...
twinge
Inviato: 6/7/2009 17:19  Aggiornato: 6/7/2009 17:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/3/2009
Da:
Inviati: 62
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Ciao flo...

io mi sento benissimo e per questo mi sento di dire che i paragoni che hai fatto non stanno in piedi perché si tratta di musica per definizione non commerciale.

Altrimenti i più grandi geni della musica (classica), non sarebbero morti da pezzenti...

Mentre mi sento di condividere il post sopra il mio...

I gusti personali non si discutono, può piacere o no e neppure abbiamo bisogno di esternarlo. Di tutto il resto invece possiamo parlarne.

Ciao

eBay: ai confini dell'eticamente scorretto.
Quello che non tutti sanno su eBay Italia
titano75
Inviato: 6/7/2009 17:22  Aggiornato: 6/7/2009 17:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/4/2005
Da: Roma
Inviati: 704
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Ei Flo.... ok... Facciamo così... Va bene... ognuno ha il suo gusto....

E' diventato difficile anche parlare di musica su sto sito....... ???
Ripeto..Come uomo il nulla... ( almeno quanto Mozart...un uomo , un nulla ) .... ma artisticamente parlando ( lasciamo stare TENCO per favore ... ehehe ) era più che dotato... decisamente DOTATO... e non in maniera "normale"...
Poi ognuno è libero di pensarla come vuole.....

Emiliano

a faccià in giù su di uno specchio d'acqua....
ascolto il mondo e vedo il fondo...
florizel
Inviato: 6/7/2009 17:27  Aggiornato: 6/7/2009 17:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
titano75
Citazione:
come Artista nel vero senso della parola è stato un innovatore...almeno quanto i PINK FLOYD o Petrucciani per il pianoforte.....

Oh, madonninasanta, Emiliano!
Che cazzo dici?

Gli "innovatori" NON vengono celebrati dagli apparati messmediatici, MAI. A meno che non "innovino" altre forme di idolatria...

twinge
Citazione:
mi sento di dire che i paragoni che hai fatto non stanno in piedi perché si tratta di musica per definizione non commerciale.

Infatti, cercavo di sottolineare come uno qualsiasi diventa magicamente un artista grazie esattamente alle operazioni commerciali.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
florizel
Inviato: 6/7/2009 17:33  Aggiornato: 6/7/2009 17:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Citazione:
E' diventato difficile anche parlare di musica su sto sito....... ???

No, Emiliano. Basta mettersi d'accordo su cosa sia la MUSICA.

Poi possiamo parlare anche del fatto che cagare su uno spartito costituisca un capolavoro, e che venga celebrato come ARTE da operazioni commerciali e POLITICHE legate agli interessi dei soliti noti.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
titano75
Inviato: 6/7/2009 17:38  Aggiornato: 6/7/2009 17:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/4/2005
Da: Roma
Inviati: 704
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Flo, io nn guardo i MEDIA o STRONZATE del genere... quelle le lascio ad altri....
Io guardo SPARTITI e DIFICOLTA' di Esecuzione dei pezzi o dei brani in generale...... tutto qui...
Da questo riesco a misurare , almeno per quanto mi riguarda, l'effettiva capacità di un singolo artista....

Cmq... ripeto..ognuno è liberissimo di pensarla come vuole e SOPRATTUTTO di ascoltare QUELLO che VUOLE,,,,,,

emiliano

a faccià in giù su di uno specchio d'acqua....
ascolto il mondo e vedo il fondo...
vulcan
Inviato: 6/7/2009 17:42  Aggiornato: 6/7/2009 17:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/1/2005
Da: Sardigna
Inviati: 2092
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Citazione:
io c’ero


In effetti anche io ho un piccolo record di cui vantarmi .
ho saputo della notizia della morte di Michael Jackson, in diretta da Los Angeles , grazie a Fernanda!

CIAO FERNANDAAAAAA!!!!!!!

Che delirio, mi stavo per strappare i capelli, poi ci ho ripensato e mi sono trattenuto perchè ne ho pochi!

Non mi piace molto il delirio di massa, ti fa sentire anonimo ed appartenente ad un'anima collettiva che non ti appartiene.

"Indaga le parole a partire dalle cose e non le cose a partire dalle parole." Misone
florizel
Inviato: 6/7/2009 17:52  Aggiornato: 6/7/2009 17:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Citazione:
ognuno è liberissimo di pensarla come vuole e SOPRATTUTTO di ascoltare QUELLO che VUOLE,,,,,,

Emiliano, non siamo certo qui a scrivere dei nostri gusti personali in fatto di "musica", ma a discutere di tutto ciò che ha contribuito a fare di MJ un "mito", durante e dopo la sua esistenza.

Se tu affermi che i "suoi" spartiti sono ARTE, io non posso fare a meno di considerare che chi ritiene utile coniugare questo termine con l'idolatria ed il condizionamento mediatico ha vinto.
Soprattutto se poi l'artista in questione è un fulgido esempio di autonegazione e di autodistruzione.

L'articolo postato da redna, su CDC, MUSICA, CONTROLLO E DIVISMO, promette bene, ai fini della discussione.

Ci hai dato un'occhiata?

"I giovani vedono nel mondo musicale non soltanto uno svago, ma anche una fonte di ispirazione per la scelta dello stile di vita, dell'abbigliamento o del comportamento. Dunque il settore di produzione musicale crea un "fan-oriented". Ovvero un giovane che farà la fila anche per ore pur di acquistare l'ultimo CD della sua band del cuore, e che si accalcherà fra la folla durante i concerti. Nel tempo il rapporto emotivo fra fans e idoli tende a rafforzarsi, fino a che il cantante o il gruppo musicale potranno acquisire sulla vita emotiva dei giovani un potere di condizionamento molto elevato."

Cazzo, tra l'altro se si tratta della chiesa ed i suoi scandali circa la pedofilia, tutti a cercare di indagare. Giustamente.
Su quelli che hanno coinvolto MJ, presunti o reali, è caduto un VELO DI SILENZIO; per niente pietoso, ma vergognoso e per certi aspetti complice.

PS per VULCAN: sei a 2000!!!
Tutti onorabilissimi e di grande valore.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Pyter
Inviato: 6/7/2009 18:14  Aggiornato: 6/7/2009 18:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Michael Jackson incubo kitsch

E' morto Michael Jackson ??

E quando?


PS -

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Alberto
Inviato: 6/7/2009 19:01  Aggiornato: 6/7/2009 19:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/4/2007
Da:
Inviati: 113
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Sinceramente speravo queste pagine rimanessero "vergini" da questa vicenda
che trovo umanamente catastrofica. Non la morte di un uomo, o meglio quello che ne rimaneva(...), ma la pochezza di tutto. di tutti.
Ho preferito disinteressarmene e continuerò a farlo.
Non ho voglia di pensare male di così tanta gente.

Condivido lo spirito ed i pensieri che l'articolo evoca.. l'inadeguatezza è tanta.

Solo un'idea, essendo anche musicista, sugli spartiti...
non sono d'accordo, non hanno nessuna valenza artistica o musicale, tra 100 anni di lui ricorderanno a mala pena il cappello, ma della musica non rimarrà nulla essendo stato il primo reale caso di musica commerciale per il commerciale insieme a Madonna, di arte non c'è nulla, solo commercio.

Ci si abitua a tutto....anche alla ..... ma non significa sia arte.
L'arte porta l'uomo a superare se stesso, e mi dovresti spiegare in quale maniera Jackson lo abbia mai fatto... poteva esser lui in persona l'opera d'arte, ma non lo è stato, quello che è ora, è solo esaltazione e commercio non arte.

Cassandra
Inviato: 6/7/2009 19:27  Aggiornato: 6/7/2009 19:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Citazione:
Per il resto, chi non riconosce il talento di Michael Jackson non capisce una fava di musica


Sono incappata in questa frase mentre sto ascoltando Rachmaninoff (per la prima volta in vita mia).

Sigh.


"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
Vincent51
Inviato: 6/7/2009 20:31  Aggiornato: 6/7/2009 20:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/7/2006
Da: Barcelona
Inviati: 326
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Intanto sta succedendo di tuttoo!! È già apparso il suo fantasma!

Il fantasma di Jacko - SERVIZIO DI LARRY KING - CNN!

Non c'è davvero limite... ha ragione Massimo!

Comunque a me alcune sue canzoni piacciono molto, e chi non vorrebbe saper ballare come lui? senza scomodare "l'Arte"... alla fine lui si definiva Re del Pop, va bene, non ho nulla da contestare!

redna
Inviato: 6/7/2009 20:47  Aggiornato: 6/7/2009 20:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Citazione:
Intanto sta succedendo di tuttoo!! È già apparso il suo fantasma!


...il fantasma che ci vuole per rivalutare Neverland in sfacelo...

Jacko lascia 400 milioni di debiti
Michael Jackson è morto lasciando debiti per oltre 400 milioni di dollari, rivelano i media americani. Nonostante gli enormi guadagni prodotti dalle vendite di centinaia di milioni di dischi nel mondo (circa 750 milioni di album secondo alcuni calcoli), lo stile di vista costoso e a volte bizzarro del cantante lo aveva portato a spendere negli ultimi anni della sua vita circa 30 milioni di dollari l'anno più delle sue entrate. Per ottenere prestiti dalle banche Jackson aveva dovuto ipotecare il suo bene più prezioso - il catalogo Atv Music comprendente anche molte delle canzoni dei Beatles - che aveva acquistato nel 1985 per 47,5 milioni di dollari e che si era trasformato in una miniera d'oro. Nel 2001 il cantante era riuscito a ottenere un prestito da 200 milioni di dollari dalla Bank of America. Le accuse di molestie sessuali a minorenni e i conseguenti strascichi giudiziari avevano provocato alte spese legali per Jackson accompagnate da una netta diminuzione delle entrate per la vendita delle sue canzoni. Jackson aveva ipotecato anche il suo famoso ranch Neverland, dove si era asserragliato con la famiglia e con i suoi collaboratori durante il processo del 2005 per molestie sessuali. Dopo la notizia della morte alcune decine di fans di Jackson sono andato davanti ai cancelli di Neverland, una proprietà ormai caduta in sfacelo, per rendere omaggio a lume di candela alla memoria dell'ex Re del Pop.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
twinge
Inviato: 6/7/2009 20:59  Aggiornato: 6/7/2009 20:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/3/2009
Da:
Inviati: 62
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Che in merito al successo di MJ vi sia una componente commerciale, legata al music business, non c'è bisogno di spendere molte parole, è un fatto abbastanza chiaro.

Poi come ho già detto la sua musica può piacere o no, e qui si entra nell'ambito dei gusti personali.

Ma i fatti sono abbastanza difficili da smontare.

MJ da ragazzino veniva messo in prima fila dai fratelli maggiori che approfittavano delle sue qualità canore per lanciare qualche hit.

Da musicista/autore si è occupato in prima persona della composizione e della produzione (o co-produzione) di buona parte di ciò che ha cantato.

Dischi come Off the Wall restano ottimi prodotti musicali senza aver già beneficiato della spinta di quello che pare per alcuni l'unico motivo del suo successo.

Sicuramente alcuni suoi video, coreografie o passi di danza oltre ad essere innovativi hanno anche avuto una certa influenza in quel music business che pare invece averlo costruito ad tavolino.

Anche le mani dorate di un produttore come Quincy Jones possono fare poco se la materia prima è scadente. Se si ascolta invece il demo di Billie Jean si nota che il brano è ispirato già di suo. Poi lo sentiamo oggi dopo qualche decennio e ci pare banale o ne abbiamo le palle piene, ma sono altri discorsi...

Ciao

eBay: ai confini dell'eticamente scorretto.
Quello che non tutti sanno su eBay Italia
utrevolver
Inviato: 6/7/2009 21:36  Aggiornato: 6/7/2009 21:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da: Sandalia
Inviati: 411
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Citazione:
Poi lo sentiamo oggi dopo qualche decennio e ci pare banale o ne abbiamo le palle piene, ma sono altri discorsi...


Non sono d'accordo su questa ultima osservazione. Non fosse per altro che, ascoltando lo schifo che trasmette oggi radio e rete, ci si potrebbe accorgere che artisti non ce ne sono più e quelli rimasti muoiono.

eduCattivo
Inviato: 6/7/2009 21:42  Aggiornato: 6/7/2009 21:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/4/2007
Da: Rinteln, Niedersachsen -D-
Inviati: 52
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
citazione:
.......Ovviamente, ciascuno parla solamente di se stesso, e Jackson non è altro che una scusa più appetibile di altre per farlo in diretta TV........

Nel 1998 successe la stessa cosa, ovviamente in modo ridotto, quando morì Battisti. In televisione sfilavano tutti quelli che si spacciavano per amici; anche Mogol ne approfittò, visto che la sua scuola per i giovani cantautori non andava e non va bene e neanche a lui andava meglio dopo la fine del sodalizio. Dopo la morte tirò fuori addirittura la storia della maga spagnola che comunicava con Battisti, giusto prima che il Rapetti scrivesse ''arcobaleno'' per Celentano, su ispirazione dall'aldilà.
A differenza dei familiari di Michael, la moglie di Battisti evitò a Lucio lo strazio dei giornalisti che lui sempre odiò in vita.

Se vuoi renderti interessante, aggiungi ''Confucio'' alla fine dei tuoi scritti.

Confucio
twinge
Inviato: 6/7/2009 21:46  Aggiornato: 6/7/2009 21:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/3/2009
Da:
Inviati: 62
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
@ utrevolver

Figurati non è quello che penso io...mi rendo conto che però non sono stato chiaro. In realtà è quello che penso ritengano in molti.

Per quello che mi riguarda MJ non era quello che dormiva in camera iperbarica, della pelle sbiancata, delle molestie sessuali, della conversione all'islam e tutte le centinaia di balle ormai documentate e smentite.

Ciao

eBay: ai confini dell'eticamente scorretto.
Quello che non tutti sanno su eBay Italia
vulcan
Inviato: 6/7/2009 22:09  Aggiornato: 6/7/2009 22:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/1/2005
Da: Sardigna
Inviati: 2092
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Citazione:
redazione---Nessuno, in tutto questo, spende mezza parola sulla persona


In effettti la cosa che mi ha più incuriosito di questa storia e che invece, si è data quaso per scontata è il fatto che da nero sia voluto diventare bianco ...

.. crisi di identità? identità mai trovata?.. una ricerca all'infinito di se stessi per un diverso equilibrio interiore? Semplice desiderio di apparire visibile?

ma poi ( a parte le cause della morte .) ..
ma che c..o di malattia aveva ?

Perchè era cosi turbolento non tanto con il mondo.. ma sopratutto con se stesso .. !!

a me incuriosisce questo mica la sua "arte"!!

"Indaga le parole a partire dalle cose e non le cose a partire dalle parole." Misone
Red_Knight
Inviato: 6/7/2009 22:10  Aggiornato: 6/7/2009 22:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Scusate, quali sarebbero i meriti artistici di Michael Jackson? Ho letto un paragone coi Pink Floyd e Petrucciani e ho perso 20 anni di vita. L'unica innovazione musicale degna di nota sono i suoi storici urletti piazzati apposta dove potevano creare il fastidio maggiore, cosa per cui tra l'altro non finirò mai di maledirlo. A qualcuno risulta che il signor Di Giacomo abbia mai composto anche solo mezza riga di spartito delle sue canzoncine, che poi sono comunque una cagata pazzesca disgustosamente anni '80?
Ammesso che come ballerino avesse un talento naturale, dov'è il merito? In cosa consiste la poetica Jacksoniana?

Ci hanno martoriato le palle per anni con musica di merda, e continuano a farlo sempre di più, e quando finalmente la natura interviene in nostro soccorso piangiamo? Evidentemente a qualcuno piace sentirsi plebe.

NON E' questione di gusti musicali, a me piacciono i jingle della mia infanzia per questioni nostalgiche... ma non si può difendere una produzione musicale fatta apposta per tenere nell'ignoranza il popolino e lucrarci sopra.

P.S.: non ricordo lotterie per assistere ai funerali di Richard Wright, lo scorso settembre. Sarà un caso?

Redazione
Inviato: 6/7/2009 22:25  Aggiornato: 6/7/2009 22:26
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Domani, dalle 18, diretta straordinaria di Repubblica Tv dallo Staples Center di Los Angeles

Seguiremo il memorial per Jacko con i giornalisti di Repubblica

In collegamento dalla California Giuseppe Videtti, in studio a Roma Ernesto Assante e Gino Castaldo. Interverrano Gina Lollobrigida, che ha conosciuto Micheal Jackson, e Franco Zeffirelli, ospitato più volte a Neverland. Carlo Lucarelli spiegherà poi misteri della morte di Jacko, Albano ricorderà i suoi problemi giudiziari con il re del pop, Eleonora Abbagnato parlerà del talento di Jackson nella danza e l'attrice Gabriella Pession racconterà l'incontro con Jackson negli Stati Uniti

Per tutta la durata diretta resterà aperto il videoforum per i vostri messaggi in tempo reale.


Chi poteva essere, se non loro?

http://tv.repubblica.it/copertina/michael-jackson-i-funerali/3970?launch

L'Italia a sua volta raccoglie le briciole del grande banchetto mediatico, e le ricicla per le piccolezze di casa nostra.

Redazione
Inviato: 6/7/2009 22:43  Aggiornato: 6/7/2009 22:43
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Il filmato che ho postato in home ha 111 anni.

peonia
Inviato: 6/7/2009 23:45  Aggiornato: 6/7/2009 23:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Trovo spiacevole parlare di una persona defunta che non puo replicare...
Michael era soprattutto una persona! che fra l'altro deve aver molto sofferto e non e' stata molto amata...
Mi fa specie che gli utenti abbiano dato credito a tanti gossip, perche' finora di certezze non ne abbiamo avute, semmai smentite!
E' morto Jacko, mi spiace sia morto solo, magari ucciso, chissa'...ma almeno dal mio punto di vista, ora e' libero e felice..
Sulla voglia di diventare "bianco" ...pare sia una grande cavolata, essendo divorato da anni dalla vitiligine....
Le sue canzoni, senza voler fare la critica musicale, erano carine, ballabili, lui era divertente...svolgeva bene il suo ruolo, come uomo di spettacolo, nel suo contesto storico. C'e' di meglio? certo! c'e' di peggio? hai voglia!!!
A me veramente chi mi fa un po' schifo e' la gente che si accalchera' domani....e straparla.....
Riposa in pace Michael....


torno da facebook, dove ho appreso questo, che ritengo probabilisimo!
http://www.youtube.com/watch?v=7LS0hS1eWRw


...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
peonia
Inviato: 6/7/2009 23:59  Aggiornato: 6/7/2009 23:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Re: Michael Jackson incubo kitsch Autore: Redazione Inviato: 6/7/2009 22:43:33 Il filmato che ho postato in home ha 111 anni.

Incredibile!!! da tutti i punti di vista

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
gandalf
Inviato: 7/7/2009 0:01  Aggiornato: 7/7/2009 0:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/2/2006
Da: TERRA DI MEZZO
Inviati: 498
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
E' vero, non si può parlare di musica in maniera serena... MAI
Trovi sempre chi pensa di saperne di più, chi pensa di aver ascoltato di più, chi ha ascoltato "cose che voi umani non immaginate".
Michael Jackson artista o personaggio creato dal music businness e dallo stesso distrutto?? Ha dei meriti? Dove finisce la sua arte e incomincia il business?
Tutte domande a cui pensiamo di saper dare risposte, perchè i nostri gusti e le nostre conoscenze sono LE conoscenze e I gusti.

A mio modesto parere bisognerebbe saper distinguere...

Michael Jackson era un fenomeno da baraccone alimentato dai media tanto quanto lo erano gli Who e le chitarre di Townsend distrutte sul palco, la chitarra di Jimi Hendrix bruciata a Monterey, i messaggi diabolici di Stairway to heaven, l'LSD di Lucy in the Sky with Diamond, il suicidio di Kurt Cobain, la morte di Jeff Buckley, l'assassinio a bordo palco di Altamond, Charlie Manson e Helter Skelter, i movimenti di bacino di Elvis, ecc....

Tutti espedienti, eventi, fatti (anche tragici) che cavalcati dai media e dal business hanno contribuito a creare immagini, icone, in qualche caso parodie e a far vendere in ogni epoca milioni di dischi...

E che nessuno mi venga a dire che Townsend era spontaneo e ribelle quando distruggeva chitarre e che il gesto aveva in se segnali di rivolta, di lotta, di rivoluzione perchè questo può essere vero la prima volta, poi reiterato stancamente negli anni si diventa solo parodia di se stessi (e tanti grandi o presunti tali lo sono diventati in fretta....)

Occorre distinguere e saper distinguere ciò che i media enfatizzano e saper fare la tara a quanto viene divulgato..... Dovremmo saperlo e invece….

E occorre anche andarci piano con la facile psicologia.... MJ voleva diventare bianco (mai sentito parlare di vitiligine??)

Io non ho mai amato particolarmente MJ ma riconosco 2 cose:

Billie Jean è un pezzo stratosferico e l'ha scritto LUI

MJ è stato il primo artista di colore (allora non aveva ancora la vitiligine) di cui sia stato trasmesso un video in televisione su larga scala. Off The Wall è stato il primo disco di un uomo di colore ad aver venduto in USA più di due milioni di copie (in poco più di un anno).

Ora a me importa il giusto sapere quanto è stato innovativo (Hendrix ha rivoluzionato il modo di suonare la chitarra elettrica ed è commercialmente (suo malgrado) uno degli artisti più esposti di sempre (guardate quanti Greatest Hits, quanti dischi di inediti postumi hanno tirato fuori), quanto artista e quanto venditore di se stesso….. Ma non basta essere conosciuti e vendere milioni di dischi per essere musicalmente nulli così come non basta essere esoterici, di nicchia, poco ascoltati e maledetti per essere dei grandi innovatori…. Coltrane è stato uno che ha riscritto la sintassi del sax tenore e di Coltrane si possono contare milioni di ristampe del suo catalogo, tante biografie e libri a lui dedicati….. E’ stato un genio, un artista e il suo catalogo vende tantissimo (forse più oggi di ieri)….

A me non importa nulla se Keith Richards si è strasfuso ettolitri di sangue altrui per disintossicarsi: Jumpin’ Jack Flash rimane una canzone incredibile;

Non mi importa se Kurt Cobain si è venduto a una Major prima di pubblicare Nevermind se poi in quel disco ci sono Come as you are e Something in the way;

Non mi interessa quanti whisky e quante canne e quante donne si faceva al giorno Jim Morrison: The End e When the music is over mi lasciano sempre senza fiato….

Non mi importa se Jeff Buckley era o meno gay, bianco, nero, giallo, tinto se quando metto su Grace e Halleluja mi viene da piangere….

Allo stesso identico modo non mi importa della pelle scolorita di MJ, della sua presunta pedofilia, del numero di plastiche a cui si è sottoposto, delle sue presunte stravaganze, delle sue eccentricità, della sua malattia mentale…. Mi basta sapere che Billie Jean esiste e che tutte le volte che parte il giro di basso e gli archi in controtempo il mio piede incomincia a battere il tempo…..


La Musica, la vera musica trascende le vite e le miserie di chi le da forma… E questo a prescindere da quello che dicono (o sbrodolano) i media…..

Gandalf

"Meglio essere folle per proprio conto che saggio con le opinioni altrui."
F.W.Nietzsche
twinge
Inviato: 7/7/2009 0:12  Aggiornato: 7/7/2009 0:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/3/2009
Da:
Inviati: 62
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Scusami Red_Knight ma il tuo commento mi pare abbastanza impreciso, soprattutto perché di dischi negli anni '80 MJ ne ha fatti solo 2 e in questi figura il fior fiore dei musicisti come session-man. Le sonorità degli anni '70 e poi degli anni '90 sono ben diverse e soprattutto queste ultime anche a me non piacciono. Ma a prescindere dai gusti, la musica va interpretata anche secondo le tendenze dell'epoca. E all'epoca erano dischi che presentavano diverse innovazioni.
Michael Joseph Jackson non è solo una icona della musica pop.
E’ semplicemente il maggior fenomeno che lo show business abbia mai conosciuto, che piaccia o no.
I meriti artistici? Eccone alcuni.
- Ha rivoluzionato il mondo della musica, creando quel cross-over tra pop e rock, soul e disco, gospel e elettronica, la perfetta fusione tra musica nera e musica bianca e colmando quel gap generazionale tra giovani e meno giovani.
- Ha rivoluzionato il mondo dei video, facendo dei suoi clips dei veri cortometraggi musicali, innovando con effetti speciali, ospitando personaggi che vanno da da Eddie Murphy a Marlon Brando, e diretti da registri del calibro di John Landis, Martin Scorsese e Spike Lee.
- Ha rivoluzionato il mondo dei concerti, che nelle sue esibizioni dal vivo diventano delle elaborate quanto perfette macchine da show.
- Ha rivoluzionato il mondo della danza, concependo sbalorditive coreografie ed inventando passi particolari come l’incredibile moonwalk.

Michael Jackson non è il prodotto dello show business ma una sua vittima.
Non sono certo un suo grande fan e riconosco che già negli anni '90 era in fase di declino, ma a mio avviso questi sono fatti.

Poi come tante cose pare che a parlarne male si riesca sempre a fare più bella figura, soprattutto quando le notizie false di gossip prendono il sopravvento (tipo la storia della pelle bianca, trita e ritrita, e che ovviamente era una balla).

Il MJ che si commenta ora è quello della conversione all'islam (fesseria dimostrata), che dormiva nella camera iperbarica (fesseria dimostrata), delle violenze sessuali (fesseria dimostrata) ecc.

Ciao

EDIT: Bello il post di Gandalf che condivido.

Arciao

eBay: ai confini dell'eticamente scorretto.
Quello che non tutti sanno su eBay Italia
florizel
Inviato: 7/7/2009 0:33  Aggiornato: 7/7/2009 1:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Citazione:
Trovo spiacevole parlare di una persona defunta che non puo replicare...

Io trovo spiacevole che a persone vive abbiano tolto la capacità di farlo.
E anche quella di ragionare.
Con tutto il rispetto per i defunti, naturalmente.

Citazione:
E' morto Jacko, mi spiace sia morto solo, magari ucciso, chissa'...

Sai? Io vorrei che tutto l'apparato mediatico che si sta dispiegando per questo "evento", un giorno potesse bombardarci 24 ore su 24 con la notiza dei MILIONI di poveri cristi, grandi e piccini, che nel mondo muoiono SOLI,in casa o in ospedale, ammalati, affamati, bombardati, ed arsi vivi.
Senza nemmeno aver avuto, in vita, l'appena possibile per sopravvivere, o per togliersi qualche piccola soddisfazione.

Chissà che la gente che si accalcherà domani non si sveglierebbe tutta dall'anestesia di un pietismo becero, spessissimo indotto ed utile solo a forgiare idoli.

Rispetto al video su yuotube: mi pare una stronzata.
Ammesso che fosse stato un tramite del genere, com'è che con i potenti mezzi di sceicchi e personalità influenti, dallo scorso novembre avrebbe aspettato i suoi prossimi tour per trasmettere il "messaggio"?
Quelli vaccinati prima di allora dovevano morire?

E tutte le campagne di vaccinazioni fatte prima di questa, anch'esse sostanzialmente dannose?

Mi pare una stronzata, fermo restando che ogni critica a Big Pharma ed ogni denuncia degli intrecci tra poteri forti ed istituzioni sono sacrosante.


twinge
Citazione:
le notizie false di gossip prendono il sopravvento (tipo la storia della pelle bianca, trita e ritrita, e che ovviamente era una balla).


La vitiligine.
Dagli anni '80 si cura discretamente con la microfototerapia.

MJ non aveva abbastanza soldi per quello?
Dovendo usare un cerone, che utilizzava sistematicamente, non avrebbe potuto sceglierlo di tonalità scura, abbastanza da rispettare il colore naturale della sua pelle?
Ammesso che la spiegazione della vitiligine non sia a sua volta un'altra bugia preconfezionata.

Il suddetto si è, tra l'altro, sottoposto a numerosi interventi di chirurgia plastica che hanno stravolto i suoi tratti negroidi.

In ogni caso, rinnegare se stessi non è solo una questione di cambiare colore della pelle o lineamenti.
Che fosse una "vittima", è parzialmente vero. Ma è stato anche un "complice" consapevole dello stesso meccanismo che l'ha poi inghiottito.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Redazione
Inviato: 7/7/2009 1:26  Aggiornato: 7/7/2009 1:26
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
GANDALF: "Mai sentito parlare di vitiligine?"

Non sapevo che la vitiligine ti facesse venire il nasino alla Alain Delon.

Dài Gandalf, che volesse "sembrare bianco" mi pare una cosa innegabile!

(Se proprio aveva sta "vitiligine", perchè non ci metteva sopra il cerone NERO, per tornare come Madre Natura l'aveva fatto?)

Red_Knight
Inviato: 7/7/2009 2:15  Aggiornato: 7/7/2009 2:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
@twinge

Sì lo so che ha non ha operato tantissimo negli anni '80, ma il suo stile è tragicamente anni '80.

Citazione:
- Ha rivoluzionato il mondo della musica, creando quel cross-over tra pop e rock, soul e disco, gospel e elettronica, la perfetta fusione tra musica nera e musica bianca e colmando quel gap generazionale tra giovani e meno giovani.


Quando Michael Jackson è diventato Michael Jackson la "rivoluzione" era già finita da un pezzo. The Wall, per intenderci, è del 1979. Che abbia creato il crossover tra pop e rock cantando pop demenziale (mummy, my tummy!) mi sembra difficile (e poi cosa c'è di rock in MJ? L'urletto?)

Citazione:
Ha rivoluzionato il mondo dei video, facendo dei suoi clips dei veri cortometraggi musicali, innovando con effetti speciali, ospitando personaggi che vanno da da Eddie Murphy a Marlon Brando, e diretti da registri del calibro di John Landis, Martin Scorsese e Spike Lee.


E' vero, ha rivoluzionato il mondo dei video, in peggio però. Ha toccato vette di kitsch, di banalità e di bruttezza che neanche al giorno d'oggi riescono a rifarne della stessa qualità. Vogliamo parlare di lui che si trasforma in mostro con effetti speciali da B-Movie?

Citazione:
Ha rivoluzionato il mondo dei concerti, che nelle sue esibizioni dal vivo diventano delle elaborate quanto perfette macchine da show.


Syd Barrett faceva i suoi show psichedelici nel 1965. The Wall (praticamente un'opera multimediale), ancora, è del 1979. I gruppi Metal con l'ossessione del virtuosismo e la spettacolarità ricercata hanno calcato la scena contemporaneamente a MJ.

Sulla danza non mi pronuncio, non me ne intendo e personalmente la considero irrilevante.

Dico tutto questo non perché abbia qualcosa contro la persona (riposi in pace), ma perché mi sembra veramente triste stare a difendere ciò che rappresenta: il nulla venduto a peso d'oro, un'offesa all'intelligenza umana.

Redazione
Inviato: 7/7/2009 2:29  Aggiornato: 7/7/2009 2:35
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
RED_KNIGHT: "Syd Barrett faceva i suoi show psichedelici nel 1965. The Wall (praticamente un'opera multimediale), ancora, è del 1979."

Triumph des Willens è del 1935.



Rispetto a Hitler, Jackson era un dilettante.

PS: Il controcampo:


gandalf
Inviato: 7/7/2009 6:54  Aggiornato: 7/7/2009 7:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/2/2006
Da: TERRA DI MEZZO
Inviati: 498
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Citazione:
Autore: Redazione Inviato: 7/7/2009 1:26:57 GANDALF: "Mai sentito parlare di vitiligine?" Non sapevo che la vitiligine ti facesse venire il nasino alla Alain Delon.


Occhio a non confondere le plastiche facciali con il problema "pelle bianca".
E comunque lui sosteneva di essersi rifatto il naso ufficialmente una prima volta nei primi anni ottanta in seguito ad una rovinosa caduta dal palco scenico. Una seconda volta a seguito dell’incidente sul set di uno spot promozionale della Pepsi durante il quale si ustionò anche parte del capo. Una terza volta alla fine degli anni 80 nuovamente al setto nasale per problemi respiratori e per correggere il precedente intervento e successivamente per sottolineare la fossetta nel mento. Questi gli interventi ammessi dallo stesso Jackson.

Citazione:
Dài Gandalf, che volesse "sembrare bianco" mi pare una cosa innegabile! (Se proprio aveva sta "vitiligine", perchè non ci metteva sopra il cerone NERO, per tornare come Madre Natura l'aveva fatto?)


Io non dico che non sia così, dico che non lo so, che fondamentalmente mi importa poco e che la sua spiegazione è stata semplice quanto banale: vitiligine che negli anni ottanta era incurabile...
Vero, non vero.... Non mi interessa davvero... Per me poteva girare con tuta da palombaro e mi sarebbe importato ZERO. Il mio discorso era un altro e credo che si sia capito...

Annoto semplicemente che il motivo dello schiarirsi la pelle lui l'ha dato..

Queste le sue dichiarazioni in merito a Oprah del 1993:


Michael & Oprah Neverland 1993
Oprah: Okay, then let's go to the thing that is most discussed about you, that the color of your skin is obviously different than it was, when you were younger, and so I think it has caused a great deal of speculation and controversary as to what you have done or are doing, are you bleaching your skin and is your skin lighter because you don't like being black?

Michael: Number one, as I know of, there is no such a thing as skin bleaching, I have never seen it, I don't know what it it.

Oprah: Well they used to have those products, I remember growing up always hearing use bleach and glow, but you have to have about 300, 000 gallons.

Michael: Okay, but number one, this is the situation. I have a skin disorder that destroys the pigmentation of the skin, it's something that I cannot help. Okay. But when people make up stories that I don't want to be who I am it hurts me. (tears in eyes)

Oprah: So it is...

Michael: It's a problem for me that I can't control...

Oprah: So whed did this start, when did your...when did the colour of your skin start to change?

Michael: Oh boy, I don't...sometime after Thriller (1982), around Off the Wall, Thriller, around sometime then.

Oprah: But what did you think?

Michael: It's in my family, my father said it's on his side. I can't control it, I don't understand, I mean, it makes me very sad. I don't want to go into my medical history because that's private, but that's the situation here.

Oprah: So okay, I just want to get this straigt, you are not taking anything to change the color of your skin...

Michael: Oh God, no, we tried to control it and using make-up evens it out because it makes blotches on my skin, I have to even out my skin.



Qua alcune immagini di persone di coloreaffetti da vitiligine....

Questa ad esempio:




O questa:



Sinceramente non ho motivi per credergli o per non credergli, annoto semplicemente che la stampa (vomito) ci è andata a nozze con la storia della pelle bianca (forse bufala), della camera iperbarica (bufala), ecc....roba di cui mi importa meno di zero.... Il mio discorso era altro e voleva fuggire dal becero gossip alimentato dai media e dal voler creare il caso umano a tutti i costi.... A me interessa la musica e quella prescinde dal colore della pelle, dalla forma del naso, dalle abitudini sessuali, dai vestiti che si indossano...

Gandalf

"Meglio essere folle per proprio conto che saggio con le opinioni altrui."
F.W.Nietzsche
mangog
Inviato: 7/7/2009 7:39  Aggiornato: 7/7/2009 7:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Citazione:

Autore: PikeBishop Inviato: 6/7/2009 14:05:43

Amen. Non ci manchera', come non ci e' mancata Lady D. e neanche Renato Zero (che non so se sia vivo o morto, ma fa lo stesso ).


Renatone zero è vivo, vegeto, e bello grasso anche.

Citazione:

Re: Michael Jackson incubo kitsch
Scusate, quali sarebbero i meriti artistici di Michael Jackson? Ho letto un paragone coi Pink Floyd e Petrucciani e ho perso 20 anni di vita. L'unica innovazione musicale degna di nota sono i suoi storici urletti piazzati apposta dove potevano creare il fastidio maggiore, cosa per cui tra l'altro non finirò mai di maledirlo. A qualcuno risulta che il signor Di Giacomo abbia mai composto anche solo mezza riga di spartito delle sue canzoncine, che poi sono comunque una cagata pazzesca disgustosamente anni '80?
Ammesso che come ballerino avesse un talento naturale, dov'è il merito? In cosa consiste la poetica Jacksoniana?


Ci sono molte tipologia di musica. I Pink-Floyd suonano una musica psichedelica ed è un genere diverso dal pop-dance di Jackson, e fare i confronti con tipologie diverse di musica non ha significato.
Nel genere pop-dance Jackson è uno dei massimi rappresentati...vendere 750.000.000 di dischi schiaccia le critiche di tutti.
Anche Beatles ed Elvis sono stati un fenomeno mediatico oltre che musicale. Forse restare in auge sui media ( non per i famosi 15 minuti di notorietà che spettano a tutti prima o poi come diceva Andy ) per così tanto dipende anche da altre cose, John lennon era molto spesso sulle pagine dei giornali per motivi extra-musicali, come il suo impegno per la pace, Jackson per le sue manie personali, entrambi sempre motivi extra-musicali di per sè.

Alberto
Inviato: 7/7/2009 9:25  Aggiornato: 7/7/2009 9:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/4/2007
Da:
Inviati: 113
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
ma si può esser razionali?

dire che MJ da un punto di vista strettamente musicale è nullo, è un dato oggettivo, non c'entra esser suo fan o "l'appartenere" a questo o quel genere musicale.
Trà l'altro questa etichettazione dei generi musicali serve proprio alle case discografiche per far vendere e catalogare un disco, non di certo ad un ascoltatore...
Diamo per scontato esistano i generi musicali, solo perchè non ascoltiamo la musica, ma il genere. Il genere non esiste, c'è la musica.

Ascoltando MJ ditemi, dove, in quale punto, la sua sia arte.
La sua musica, morirà presto. Ho letto un paragone con i Beatles....
storicamente e musicalmente, la storia Beatles è mooolto diversa.
Loro hanno rotto (almeno commercialmente) la barriera dell'armonia!
Tanto per interderci, in tonalità di Do, loro sbeffeggiavano lo studio dell'armonia e ci piazzavano in Re+(l'armonia suggerirebbe un re-)...
discorsi tecnici magari per i più, ma la grandezza acquisita è dovuta anche a questo, ed è per questo che alcuni loro pezzi (pochi) saranno storicamente validi.
I pezzi di JM fra pochi anni...anche 100 non se li ricorderà più nessuno, è un dato oggettivo. Non sono interessanti da un punto di vista musicale ed emozionale, ma solo commerciale. Potremmo essere ricordati come la generazione che ascoltava MJ..."vedi a che bassezza s'erano abituati gli umani in quegli anni.."

Stesso discorso per il modo di ballare.
Io continuerò a dirlo, i balletti idioti, ai quali oggi ci si è abituati, hanno dei movimenti da cretini, ci si è abituati, ma la magia di una movenza di danza è tutta un altra cosa rispetto ai movimenti da idiota cui la danza "pop" ci ha abituato... in altre epoche sarebbe stato considerato un fenomeno da baraccone il suo modo di ballare.

Così come il trash assoluto dei suoi video. Con tutta una mega produzione dietro ha fatto dei video assolutamente trash. Diciamolo era proprio un'americanata!
Riappropriamoci del termine AMERICANATA....cavolo! basta esser sudditi della banalità!

L'ho già scritto, ci si abitua a tutto.
Poveri noi, avendo in casa personaggi come Bene, Pasolini, Rossellini, Gaber, De Andrè, ecc...ecc... seguiamo ancora il mito americano senza capo ne coda.

peonia
Inviato: 7/7/2009 9:52  Aggiornato: 7/7/2009 9:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Dovendo usare un cerone, che utilizzava sistematicamente, non avrebbe potuto sceglierlo di tonalità scura, abbastanza da rispettare il colore naturale della sua pelle? Ammesso che la spiegazione della vitiligine non sia a sua volta un'altra bugia preconfezionata.

evidentemente non hai visto un video in cui si vede benissimo quanto sia invece estesa, sia sulle mani che sul collo a salire fino al viso....l'ho visto in giro e non ricordo dove...
Quello che non capisco e' l'accanimento contro di lui, da vivo e da morto..
Se davvero non ve ne frega un'emerita cippa, perche' vi scaldate tanto?
io lo difendo, per modo di dire, pur non avendo avuto uno schock alla notizia, ne' ho pianto, mi sono solo chiesta come mai...d'altronde tutti moriremo...

sul fatto che milioni di innocenti muoiano in silenzio, senza eventi mediatici, non e' colpa di Michael, e' colpa di questo sistema di merda a cui TUTTI abbiamo contribuito....e dico TUTTI...e poi sappiamo che gli anglosassoni sonoil popolo piu "emotivo", istericamente emotivo, del mondo....da sempre
Fatti loro! non mi pare di vedere altrettanto qui in Italia....pur essendo di temperamento LATINO!
per ritornare alla sua musica, sara' stato pompato,come TUTTI i divi, non sara' stato un genio musicale, ma insomma il genere puo' non piacere, ma non era poi tutta sta schifezza che dite!!! Eddai!!!
MAX, si e' rifattoil naso?e allora? qui si rifanno tutto.....anche chi non ne avrebbe bisogno....che ne sappiamo noi, che straparliamo di ui, che problemi e complessi o traumi poteva avere? (per inciso, lessi da qualche parte che MJ era stato ripetutamente abusato dal padre fin da piccolo..).

ripeto quindi, visto che ai piu' non piace e non piaceva, stendiamo un pietoso velo....

Florizel, spero tanto che il video sia una cazzata, ma purtroppo temo che l'argomento non lo sia troppo...almeno nelle intenzioni di questi pazzi furiosi...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
peonia
Inviato: 7/7/2009 9:54  Aggiornato: 7/7/2009 9:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Poveri noi, avendo in casa personaggi come Bene, Pasolini, Rossellini, Gaber, De Andrè, ecc...ecc... seguiamo ancora il mito americano senza capo ne coda.

Sei tu ora che stai facendo un paragone assurdo...che caspita c'entrano i suddetti con MJ? e' tutt'altra roba e tutt'altro genere...
come se io paragonassi Irene Papas a Madonna.....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Heitz
Inviato: 7/7/2009 10:00  Aggiornato: 7/7/2009 10:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/11/2008
Da:
Inviati: 139
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
ma puo' un uomo di colore avere figli bianchi coi capelli biondi?

Gargoyle
Inviato: 7/7/2009 10:11  Aggiornato: 7/7/2009 10:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/4/2005
Da: Roma
Inviati: 421
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
leggendo i post di questo 3d posso solo vedere una cosa...
nessuno può esprimere un giudizio musicale senza sentirsi additato di incompetenza, arroganza musicale, e altri coloriti appellativi....
credo che il gusto di un arte sia indiscutibile...è come parlare dei colori...quello mi piace di più, quello mi piace di meno...
si possono citare un sacco di musicisti "tecnici" spaventosamente bravi(Vitalij Kuprij o Yngwie Malmsteen ad esempio), ma che poi piacciono poco, oppure poi si può vedere gente come marco carta(oddio che vomito) che viene idolatrato dalle folle....
e non perché ci sia un disegno malefico dietro...ma semplicemente perché il gusto della gente si modifica nel tempo....
oggi difficilmente potrebbe uscire un novello Mozart(ci sono molti bravi compositori che vivono come viveva uno come Mozart all'epoca ossia con pochi soldi nonostante il loro mirabolante talento...)
giustamente i media danno risalto a chi più a chi meno ha dei "talenti" che magari molti non capiscono, o che magari proprio non ne hanno ma sono figli d'arte ecc ecc...
nel calcio(non lo considero arte ma è per fare l'esempio!) per esempio si idolatra Pelè...bè anche lì in quell'ambito quel giocatore non era così forte come lo si dipinge per mille e più motivi, ma ormai fa parte dell'immaginario collettivo...Pelè è Pelè....
in ogni forma di espressione di un talento umano c'è chi viene innalzato e chi no...per una serie di concause che sono affini ad ogni persona...MJ era già da piccolo un fenomeno da baraccone, ma con delle doti che altri bambini magari non avevano...poi magari il produttore giusto, la spinta giusta, il culo giusto e un talento vero hanno fatto il resto(innegabile che chi cantava e ballava in quella maniera dall'età di 5 anni avesse un talento, altrimenti noi tutti saremmo capaci di ballare e cantare come lui...se non è un talento che ce vò a fallo???)
quindi in conclusione condivido tutti e nessuno, perché c'è chi può dire che fosse solo una specie di bestia strana da mettere sul palco per fare soldi, e chi, lo ritiene un innovatore per tutto quello che ha fatto nella musica(dall'urletto che sta così tanto sulle palle a molti, al fatto di ballare in maniera nuova, al semplice fatto che più di altri ha saputo cavalcare un onda mediatica che anche altri magari hanno avuto e che non hanno sfruttato,inutile elencare qualcuno tanto se non l'hanno cavalcata st'onda non si conoscono ) e nella sua vita di personaggio fantoccio che tanto incuriosiva il gossip e quindi la curiosità morbosa della gente...inutile paragonarlo a, inutile dire era meglio la muscia classica(mi viene da ridere quando si dice "ah sì quella era musica" come se la pittura fosse solo roba di Caravaggio!!)inutile sentenziare oggi che domani egli non sarà ricordato....non c'è nulla di oggettivo nell'arte...altrimenti non ci sarebbero tante forme di espressione nell'arte stessa...

L'illusione è la gramigna più tenace della coscienza collettiva: la storia insegna, ma non ha scolari. A. GRAMSCI
Alberto
Inviato: 7/7/2009 10:39  Aggiornato: 7/7/2009 10:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/4/2007
Da:
Inviati: 113
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
ma perchè continuate a soffermarvi sulla superficie di quello che si scrive...?
han fatto male a togliere l'analisi del testo nelle scuole, un maggior senso critico(nell'etimologia del termine) aiuta a capire quello che si scrive.

La natura commerciale (anche) della musica della nostra epoca, è la morte dell'arte...non solo MJ sarà dimenticato, ma tutto quello che è stato fatto negli anni della commercializzazione delle idee, e dell'arte. Ecco perchè è facile pensare che presto sarà dimenticato.
E poi siate onesti...ora è facile parlare dei suoi pezzi, ce li sbattono in faccia ogni 3 minuti...ma fino a una settimana fa avrei proprio voluto vedere alla domanda secca "una canzone di MJ?" quanti avrebbero risposto...ma dai..

ps.: perchè penso al monologo di Orson Welles ne "La ricotta"? quando mal leggendo si pensa che la parola mito sia rivolta a MJ...quando mi riferisco all'esser assoggettati alla cultura commerciale americana? ed al nostro supino modo di riceverla?... mentre quì si pensa al"giro per la tuscolana..."

pps.: tra l'altro avevo scritto che il genere non esiste...è una semplificazione che facciamo ma di fatto non esiste...va beh

ok dai, no problem at all
peace

titano75
Inviato: 7/7/2009 10:52  Aggiornato: 7/7/2009 10:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/4/2005
Da: Roma
Inviati: 704
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Alberto,
sei Tu che hai tirato fuori il DISCORSO arte si , arte no.....

Mettiamola così....di sicuro ha avuto MOLTO MOTLO MA MOLTO più talento di TUTTI quelli, comepreso me, che scriviamo qui dentro.... ALtrimenti ci saresti stato Tu o Io o nessuno a registrare "stronzate" negli anni 80....

Detto ciò, voglio anche farti sofermare sul fatto che ad esempio, un artista come DALI' è stato più che commercializzato e "sponsorizzato" ma nn per questo lo possiamo definiere un artista di secondo piano o che finirà nel dimenticatoio....

Io rimango dell'idea che chiunque , riesca, con il proprio talento a "dire" qualche cosa , è comunque degno di NOTA... tutto qui....

Se fosse così facile ALBERTO sarebbe conosciuto, EMILIANO idem e così tutti gli altri..... E con altri intendo praticamente "quasi" tutti...visto che stiamo qui a scirvere e non in uno stadio a preparare un concerto per un milioncino di fan.... ........
E' troppo facile star qui a giudicare...... gli altri che cmq ce l'hanno fatta.... a DIR QUALCHE COSA ....

Emiliano

a faccià in giù su di uno specchio d'acqua....
ascolto il mondo e vedo il fondo...
Gargoyle
Inviato: 7/7/2009 10:54  Aggiornato: 7/7/2009 10:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/4/2005
Da: Roma
Inviati: 421
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Citazione:
La natura commerciale (anche) della musica della nostra epoca, è la morte dell'arte...non solo MJ sarà dimenticato, ma tutto quello che è stato fatto negli anni della commercializzazione delle idee, e dell'arte. Ecco perchè è facile pensare che presto sarà dimenticato.


quindi l'arte(anche) della musica può essere considerata tale da che anni scusami???quando è considerabile "gli anni della commercializzazione"???
the dark side of the moon ha venduto un sacco di dischi.....non era commercializzazione delle idee quella???
quindi bisogna andare ancora prima...
lì siamo nel 72-73...
passiamo direttamente ad inizio secolo???
il resto non è arte dunque e quindi quasi 100 e passa anni li buttiamo via...tanto era tutto commerciale......
...sei un pò assolutista...però come dicevo prima il tutto è sempre soggettivo....

L'illusione è la gramigna più tenace della coscienza collettiva: la storia insegna, ma non ha scolari. A. GRAMSCI
Alberto
Inviato: 7/7/2009 11:06  Aggiornato: 7/7/2009 11:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/4/2007
Da:
Inviati: 113
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Emiliano... mi sorge un dubbio che non voglio esternare...anzi lo faccio.
Ma sai leggere?... non leggere le parole, capirne il senso. Perchè non capisco che cavolo c'entra la tua risp...come anche quelle degli altri a dir la verità...
(se è un attacco personale rimuovete il post.. o almeno questa parte)

Bene, mi dici dove ho detto che MJ non aveva talento?
Dire non ha fatto arte è uguale al non avere talento?
Marat Safin è secondo un grande tennista e genio, ma che però vuoi per il carattere vuoi per altre circostanze, non ha vinto quanto avrebbe meritato.
Quindi che significa? Dico che Safin è un genio dall'enorme tecnica, e se avesse avuto una personaltà differente, ieri non ci sarebbe stato Federer ad alzare il 15 titolo open...capisci che voglio dire?

Poi ripeto: ci si abitua a tutto...ci si abitua a tutto....ci si abitua a tutto.

basta non rispondo più lo giuro.

Alberto
Inviato: 7/7/2009 11:14  Aggiornato: 7/7/2009 11:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/4/2007
Da:
Inviati: 113
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
qualcosa è bello, ed è bello.
Qualcosa è arte, ed è sublime e infinita come i numeri primi (mi riferisco alle caratteristiche del numero primo..)

concorda con te stesso che c'è una certa differenza

MJ non ha fatto arte. Ha fatto cose belle al massimo.
Trovami sulla Terra qualcuno che dica che sonata al chiaro di luna non è bella, che Adagio for Strings di Barber non è bella, ma senza rimanere nel classico c'è tanto altro.

Poi c'è musica che fa commercio (vedi Pink Floyd, ecc...) e musica che è commercio (vedi Madonna, Jackson, Carta, eccc....)
quella che è commercio sparirà, fattene una ragione.

Linucs
Inviato: 7/7/2009 11:15  Aggiornato: 7/7/2009 11:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Probabilmente avrà fatto incazzare più gente per essersi colorato di bianco piuttosto che per le accuse (vere o false che siano) di pedofilia rampante. Il prossimo idolo del pop faccia la cortesia di non baloccarsi con ciò che è Veramente Sacro nella nostra Civiltà Laica...

luca2012
Inviato: 7/7/2009 11:29  Aggiornato: 7/7/2009 11:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 69
 Re: Michael Jackson incubo kitsch

Gargoyle
Inviato: 7/7/2009 11:37  Aggiornato: 7/7/2009 11:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/4/2005
Da: Roma
Inviati: 421
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Citazione:
qualcosa è bello, ed è bello.
Qualcosa è arte, ed è sublime e infinita come i numeri primi (mi riferisco alle caratteristiche del numero primo..)

concorda con te stesso che c'è una certa differenza



concorda con te stesso che non sei dio

inoltre concorda con il fatto che ogni mente umana recepisce immagini suoni e colori in maniera differente e ne crea una versione interna che può completamente differire dalla tua...e spero questo non sia troppo difficile da capire...
sonata al chiaro di luna per te può essere un capolavoro, a qualcuno può ispirare tristezza, a qualcun'altro malinconia, a qualcuno può proprio non piacere...
non eisiste il bello assoluto in nulla...altrimenti tutti lo farebbero nell'era della commercializzazione dove tu sembri non vivere...
se la massa intende che una cosa è bella non vuol dire che essa lo sia per forza per la minoranza...e questo credo sia un altro punto fermo...

Citazione:
MJ non ha fatto arte. Ha fatto cose belle al massimo.

questa tua opinione perché dovrebbe essere giusta mentre quella degli altri no???per molti quello che ha fatto MJ è arte fattene una ragione, che per te poi non sia così, il mondo sicuramente si farà la sua ragione...

ribadisco il concetto sei assolutista e ciò non è bene quando si parla di qualcosa...

L'illusione è la gramigna più tenace della coscienza collettiva: la storia insegna, ma non ha scolari. A. GRAMSCI
Pyter
Inviato: 7/7/2009 12:04  Aggiornato: 7/7/2009 12:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Creta 1500 A.C., (minuto più minuto meno)



C'era gente che ballava anche sui tori.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
florizel
Inviato: 7/7/2009 13:08  Aggiornato: 7/7/2009 13:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
peonia
Citazione:
un video in cui si vede benissimo quanto sia invece estesa, sia sulle mani che sul collo a salire fino al viso...

E forse non sapeva che esistono ceroni per ogni gradazione di colore della pelle, che ti devo dire...

Citazione:
Quello che non capisco e' l'accanimento contro di lui, da vivo e da morto..

Peonia, ma quale accanimento contro di lui?
Qui si sta discutendo su come sia stato eletto ad idolo, della propaganda commerciale che decreta (per lui come per molti altri) cosa sia ARTE e cosa no.
Lo vedi che è difficile anche per te fare una distinzione tra operazioni commerciali e produzione artistica?

Citazione:
sul fatto che milioni di innocenti muoiano in silenzio, senza eventi mediatici, non e' colpa di Michael

Non mi pare di averlo sostenuto.

Citazione:
e' colpa di questo sistema di merda a cui TUTTI abbiamo contribuito....e dico TUTTI...

Tu puoi dirlo quanto ti pare, il che non modifica di una virgola il fatto che il "contributo" (volontario o meno, consapevole o indotto) lo diano le "folle impazzite" per l'idolo di turno, o il fatto che si taccino di "incompetenza" proprio coloro che stanno tentando di spiegare COSA contribuisca a rendere questo un sistema di merda.

Citazione:
si e' rifattoil naso?e allora? qui si rifanno tutto.....

Però nessuno si rifà MAI il cervello.
Citazione:
che problemi e complessi o traumi poteva avere?

Certo,
lasciar ciondolare i propri figli, a mo' di feticci, da un balcone, indirizzando il gesto verso i propri fans, denota certamente traumi irrisolti...
E dunque, mi pare giusto che di un essere potenzialmente pericoloso, l'industria discografica faccia un idolo...

Heitz
Citazione:
ma puo' un uomo di colore avere figli bianchi coi capelli biondi?

Non facciamo illazioni assurde. Quella era vitiligine.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
hi-speed
Inviato: 7/7/2009 13:08  Aggiornato: 7/7/2009 13:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Fatemi capire: avrebbe compiuto 51 anni, prendeva 8 o 9 farmaci tutti i giorni e da anni (Vicodin, Dilaudid, Xanax, Soma, Prilosec, Paxic, Demerol, Zoloft etc etc) ed era ridotto così due giorni prima di morire?

http://www.youtube.com/watch?v=1mMggCZCVLc

Ma mi faccino il piacere!

Hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
redna
Inviato: 7/7/2009 13:23  Aggiornato: 7/7/2009 13:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
MJ ucciso dai debiti...lo dice Lou Ferrigno

Mi sono sentito come dopo l’11 settembre, con un grande senso di vuoto e una perdita enorme nella mia vita».



PS-il pentagono starà facendo piano per invadere i...debiti!!!

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
florizel
Inviato: 7/7/2009 13:26  Aggiornato: 7/7/2009 13:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Gargoyle
Citazione:
ci sono molti bravi compositori che vivono come viveva uno come Mozart all'epoca ossia con pochi soldi nonostante il loro mirabolante talento...

E perchè ci sono tanti ripetibilissimi talenti che invece vivono di rendite e compensi inimmaginabili?

Citazione:
ogni mente umana recepisce immagini suoni e colori in maniera differente e ne crea una versione interna che può completamente differire dalla tua...

E' esattamente quello che sta cercando di evidenziare Alberto: non può essere definita ARTE qualcosa che invece di suscitare evocazioni soggettive tende ad uniformarle in un'unica percezione.
Quella roba che oggi viene spacciata come ARTE fa dei destinatari dei "contenitori", non dei fruitori di qualcosa che evoca reazioni o sentimenti, o emozioni, differenti tra loro, secondo chi ascolta.

Potrai dire che Bach suscita un sentimento di "vicinanza al cielo" riscontrabile in quasi tutti quelli che lo ascoltano, e sarei d'accordo.
Ma stiamo parlando di una MUSICA che rasenta davvero la celestialità .

La visione interna SOGGETTIVA di cui parli è l'oggetto preso di mira dall'industria discografica ( e non solo) proprio affinchè venga assicurata la grande vendita di qualcosa che TUTTI possano acquistare.

Più ci si uniforma su un dato clichè, meglio è per la larga diffusione di un prodotto. Funziona così anche per il cibo, per certi aspetti...

Citazione:
non eisiste il bello assoluto in nulla...

Non sono d'accordo. Ma è solo una mia opinione.

Citazione:
altrimenti tutti lo farebbero nell'era della commercializzazione

Infatti, punto cruciale: perchè nell'era della commercializzazione ad oltranza, le cose BRUTTE, o dannose, sono quelle più quotate?

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
peonia
Inviato: 7/7/2009 13:32  Aggiornato: 7/7/2009 13:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Scusate, volevo postarlo in PM a Florizel, ma vedo che ne ha tolto la possibilita'...quindi, visto che in fondo interessa tutti, anche se OT, lo posto qui:

Baxter: un prodotto conteneva virus vivi dell' influenza aviaria

Di Helen Branswell, “The Canadian Press”,

tradotto per Disinformazione. it da Stefano S.

La compagnia che ha rilasciato materiale virale contaminato con virus
dell'influenza da un impianto produttivo austriaco ha confermato venerdì che
il prodotto sperimentale conteneva virus vivi dell'influenza aviaria H5N1.
Un portavoce ufficiale dell'O.M.S. Europea ha detto che l'ente sta
controllando da vicino lo svolgersi delle indagini sugli eventi che hanno
avuto luogo nel laboratorio internazionale di ricerca della Baxter a
Orth-Donau, Austria.

“A questo punto siamo fiduciosi di poter affermare che al momento il rischio
per la salute pubblica e per gli addetti è minimo“ ha affermato l'ufficiale
medico Roberta Andraghetti da Copenhagen, Danimarca.
“Ma ciò che rimane senza risposta sono le circostanze riguardanti
l'incidente nel laboratorio di Orth-Donau della Baxter“

Il prodotto contaminato, una mistura dei virus influenzali stagionali H3N2 e
di virus H5N1 non menzionati in etichetta, è stato fornito ad una compagnia
di ricerca austriaca. La ditta austriaca Avir Green Hills Biotecnology ha
poi spedito porzioni del prodotto ai suoi subappaltatori nella Repubblica
Ceca, Slovenia e Germania.
L'incidente da contaminazione, che è sotto inchiesta nei quattro paesi
europei, è venuto alla luce quando il subappaltatore nella Repubblica Ceca
ha inoculato il prodotto a dei furetti ed essi sono morti. I furetti
(mammiferi) non dovrebbero morire se esposti ai virus H3N2 dell'influenza
umana.

Le Autorità Sanitarie Pubbliche preoccupate per quello che è stato descritto
come un “serio errore”da parte della Baxter hanno ipotizzato che la morte
dei furetti significasse che il virus H5N1 nel prodotto fosse vivo. Ma la
compagnia, Baxter International inc., è stata avara di informazioni inerenti
l'accaduto.
Venerdì il direttore delle comunicazioni globali di bioscienze della
compagnia ha confermato ciò che gli scienziati avevano sospettato.
“Era vivo “ ha detto in una e-mail Christopher Bona.
Il prodotto contaminato, che Baxter chiama “materiale virale sperimentale” è
stato prodotto nel laboratorio di ricerca di Orth-Danau. La Baxter produce i
suoi vaccini contro l'influenza - compreso un vaccino umano contro l' H5N1
per il quale è attesa una licenza a breve – in un laboratorio della
Repubblica Ceca.

Le persone familiari con le norme di biosicurezza sono sgomente per il fatto
che il virus umano H3N2 e il virus H5N1 convivessero in qualche modo nel
laboratorio di Orth-Donau.
Numerosi esperti hanno sottolineato che si tratta di una pratica pericolosa
che non dovrebbe essere permessa.
Il rilascio accidentale di una mescolanza di virus H5N1 e H3N2 avrebbe
potuto provocare conseguenze terribili.
Il virus H5N1 non infetta facilmente gli esseri umani mentre il virus H3N2
sì . Se qualcuno esposto ad una mescolanza dei due fosse stato infettato
simultaneamente da entrambi i ceppi , avrebbe potuto servire da incubatrice
per un virus ibrido capace di essere trasmesso facilmente da persona a
persona .

Questo processo di mescolamento, chiamato riassortimento, è uno dei due modi
in cui vengono creati virus pandemici.
Tuttavia non sussistono indizi che ciò sia accaduto .
“Non abbiamo alcuna evidenza che sia avvenuto un riassortimento“ ha detto
Andraghetti.
“E non abbiamo alcuna evidenza di un incremento della trasmissibilità dei
virus coinvolti nell'esperimento con i furetti nella Repubblica Ceca“ .
Baxter non ha gettato molta luce – almeno pubblicamente – su come possa
essere accaduto l'incidente. Precedentemente questa settimana Bona ha
definito l'errore come il risultato di una combinazione di “Semplicemente il
procedimento in sé, (ed) errori tecnici ed umani in questa procedura“
Egli ha detto che non poteva rivelare di più perchè avrebbe diffuso
informazioni brevettate sul processo di produzione della Baxter.

Andraghetti ha aggiunto venerdì che i quattro governi che stanno
investigando stanno cooperando strettamente con l'O.M.S. E il Centro Europeo
per il Controllo delle Malattie a Stoccolma, Svezia.
“Siamo in stretto contatto con le autorità austriache per capire quali
fossero le circostanze dell'incidente nel loro laboratorio“ ha detto .
“E la ragione per cui desideriamo sapere che cosa è accaduto è per prevenire
che simili eventi si ripetano in futuro e condividere le lezioni che possono
essere apprese da questo evento con gli altri per prevenire simili eventi …
questo è molto importante...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
florizel
Inviato: 7/7/2009 13:41  Aggiornato: 7/7/2009 13:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Citazione:
volevo postarlo in PM a Florizel, ma vedo che ne ha tolto la possibilita'...

Che mi dici mai?! Ricevo tuttora pm, regolarmente...
Sicura di aver messo il titolo, al PM? Altrimenti non viene inviato.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
peonia
Inviato: 7/7/2009 13:55  Aggiornato: 7/7/2009 13:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Aprendo la tua pagina dedicata, cliccando sul tuo nick qui, non c'e nessuna delle voci attive, tranne: interessi e un'altra che non ricordo. Ma forse sono incapace io? potrebbe anche essere, ma una volta ci siamo scritte...boh!


ho riprovato ora ed e' attivo!! che cacchio ne so...forse dovevo postarlo qui? va asapere!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Gargoyle
Inviato: 7/7/2009 14:04  Aggiornato: 7/7/2009 14:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/4/2005
Da: Roma
Inviati: 421
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Citazione:
E' esattamente quello che sta cercando di evidenziare Alberto: non può essere definita ARTE qualcosa che invece di suscitare evocazioni soggettive tende ad uniformarle in un'unica percezione.
Quella roba che oggi viene spacciata come ARTE fa dei destinatari dei "contenitori", non dei fruitori di qualcosa che evoca reazioni o sentimenti, o emozioni, differenti tra loro, secondo chi ascolta.

Potrai dire che Bach suscita un sentimento di "vicinanza al cielo" riscontrabile in quasi tutti quelli che lo ascoltano, e sarei d'accordo.
Ma stiamo parlando di una MUSICA che rasenta davvero la celestialità .

La visione interna SOGGETTIVA di cui parli è l'oggetto preso di mira dall'industria discografica ( e non solo) proprio affinchè venga assicurata la grande vendita di qualcosa che TUTTI possano acquistare.

Più ci si uniforma su un dato clichè, meglio è per la larga diffusione di un prodotto. Funziona così anche per il cibo, per certi aspetti...


io non dico nulla di Bach proprio perché non posso ritenere che per tutti sia celestiale come dici tu...altrimenti anche Bach per tua stessa ammissione riempie contenitori vuoti e non cervelli critici...dici "riscontrabile in quasi tutti quelli che lo ascoltano" e se ti dico che anche tutti quelli che ascoltano MJ dicono che la sua musica sia bella e vitale...loro sbagliano...tu e alberto no...curioso
la visione soggettiva lo dice la parola stessa non può essere assecondata da nessuno altrimenti si chiama oggettiva...evidentemente il gusto oggettivo delle persone si è abbassato alquanto, ma non ci si può arrogare il diritto di dire cosa sia arte e cosa no mi dispiace...

vi rinfresco la memoria(visto che siete così suscettibili all'utilizzo delle parole) e vi ricordo cosa si intenda per ARTE

1 attività umana che si compie con l'ingegno e secondo regole dettate dall'esperienza e dallo studio | arti liberali, anticamente, le attività di ordine intellettuale (degne dell'uomo libero); arti meccaniche (o manuali), anticamente, i mestieri | arte militare, quella che applica i principi della scienza della guerra | arti marziali, particolari tecniche di difesa personale, di origine orientale | arte magiche, sortilegi, incantesimi
2 attività umana volta a creare opere a cui si riconosce un valore estetico, per mezzo di forme, colori, parole o suoni: l'arte della scultura, della pittura, della poesia, della musica; un'opera d'arte | arti maggiori, tradizionalmente, pittura, scultura e architettura; arti minori, l'oreficeria, la miniatura, la ceramica ecc. | arti figurative, belle arti, pittura, scultura e architettura; usato assol. al sing.: mostra d'arte; museo d'arte moderna; storia dell'arte | arte sacra, che crea opere di soggetto religioso | arte applicata, ogni forma d'arte che si proponga fini pratici, come l'abbellimento di oggetti di uso quotidiano | arte pura, libera da tesi o scopi morali, sociali, pratici | arte povera, movimento artistico nato intorno alla metà degli anni Sessanta, che mira a ridurre ai minimi termini il segno espressivo, in modo da avvicinarlo il più possibile all'essenzialità del suo archetipo; in pittura e in scultura privilegia l'impiego di materiali poveri come la carta, gli stracci, il legno ecc.
3 il complesso delle opere artistiche prodotte in una determinata epoca: l'arte greca, romana, medievale, rinascimentale ecc.
4 insieme di tecniche e di regole dettate dall'esperienza e dallo studio, che servono a svolgere determinate operazioni o attività; mestiere, professione: l'arte del fabbro, del falegname; conoscere, esercitare, imparare un'arte; eseguito a regola d'arte, fatto benissimo, come si deve | non avere né arte né parte, essere privo di un'occupazione e di mezzi; essere uno sprovveduto, un incapace | prov. : impara l'arte e mettila da parte, l'apprendimento di un mestiere, anche se non appare utile al momento, potrà esserlo nel futuro
5 l'insieme delle tecniche e l'attività propria di chi interpreta opere teatrali e cinematografiche o si esibisce in altre forme di spettacolo: arte drammatica, lirica, cinematografica, teatrale; l'arte del circo | la settima arte, il cinema | figlio d'arte, figlio di attori che continua l'attività dei genitori; si dice anche in relazione ad altre arti o, scherz., con riferimento a mestieri, professioni non artistiche | nome d'arte, pseudonimo scelto da un attore, da un cantante e sim. | in arte, espressione che introduce pseudonimi usati in ambito professionale dalla gente dello spettacolo: Antonio de Curtis, in arte Totò
6 (estens.) capacità, abilità: ha l'arte di farsi apprezzare | inganno, raggiro: con le sue arti è riuscito ad accalappiarmi | ad arte, di proposito; anche, con subdola abilità: diffondere ad arte voci allarmistiche
7 nel Medioevo, corporazione professionale: Dante era iscritto all'arte dei medici e degli speziali

in un modo o in un altro l'arte è qualcosa che l'uomo crea...e MJ ha creato...può non piacerti ma di più non si può dire...altrimenti ci si arroga diritti che non si hanno...

in ultimo ti ricordo sempre che il gusto personale va al di là del bello oggettivo, che è solo una definizione data dalla massa(poi proprio tu Flo che mi dici che esiste il bello assoluto???in base a che canoni???)
sempre con stima!

L'illusione è la gramigna più tenace della coscienza collettiva: la storia insegna, ma non ha scolari. A. GRAMSCI
DrHouse
Inviato: 7/7/2009 14:15  Aggiornato: 7/7/2009 14:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
E vai col (contro)pensiero unico...
Ma noi semo libbertari ahò.

Per quel poco che può contare, d'accordissimo con titano75.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
abbidubbi
Inviato: 7/7/2009 14:35  Aggiornato: 7/7/2009 14:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/8/2005
Da: roma
Inviati: 671
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Citazione:
Gargoyle:

in un modo o in un altro l'arte è qualcosa che l'uomo crea...e MJ ha creato...


Creato? uhm... al max MJ ha creato il moonwalk. Tutto il resto è farina del sacco di Quincy Jones.

Pike, ti quoto anche le virgole!

Io sto mentendo. (Eubulide, V secolo a.C.)
florizel
Inviato: 7/7/2009 15:12  Aggiornato: 7/7/2009 15:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Gargoyle
Citazione:
io non dico nulla di Bach proprio perché non posso ritenere che per tutti sia celestiale come dici tu...altrimenti anche Bach per tua stessa ammissione riempie contenitori vuoti e non cervelli critici...

Facciamo a capirsi, Gargoyle: non sto dicendo che quella musica è stata composta perchè uniformasse le percezioni soggettive, sto affermando semmai il contrario.

Non sto nemmeno negando che MJ piaccia a chi lo ascolta: sto cercando di capire come e perchè tanto clamore per la sua vita e la sua morte lo abbiano eletto ad IDOLO, RE del pop-rock, al di là dei suoi inopinabili limiti musicali.

La spiegazione IO me la do da me, ed è la stessaa che mi conduce a considerare perchè altra MUSICA davvero straordinaria non raggiunge quelle vette di diffusione e di popolarità.

Se poi siamo a livello di equiparare il mummy my tummy di MJ alla complessità di sinfonie e sonate di musica classica, o alla melodia di alcune composizioni contemporanee, o ai fraseggi musicali complessi di molte produzioni considerate "di nicchia", e allora, beh... si è perso il senso della musica stessa. A mio avviso.

Citazione:
attività umana volta a creare opere a cui si riconosce un valore estetico

Ecco, Ora se spieghi per te cos' l'ESTETICA, forse arriviamo al punto.
Volevo giusto arrivare qui: non ti pare che negli ultimi decenni viene celebrata come ARTE molta roba che presenta aspetti distruttivi?

Citazione:
il gusto personale va al di là del bello oggettivo, che è solo una definizione data dalla massa(poi proprio tu Flo che mi dici che esiste il bello assoluto???in base a che canoni???)

Si, a mio avviso esiste il bello assoluto. Si può dire che qualcosa non piace o non ci si è inclini, ma cose oggettivamente belle esistono.
Cose che evocano una universalità. E, come afferma Alberto, tra 200 anni saranno ugualmente godibili.

E stavo proprio chiedendoti se il gusto personale non è sistematicamente appiattito da operazioni commerciali che INDUCONO a ritenere che qualcosa sia bello. Nel caso di MJ, credo proprio di si.
E' una definizione propinata ALLA massa, non stabilita in base ai suoi gusti. L'equazione, secondo me, è esattamente il contrario di quello che affermi te.

Invitavo a leggere il link postato da redna, perchè mi sembra interessante ed inerente al topic.
Ne riporto un "piccolo" stralcio:

"Se si analizza a fondo il fenomeno, si comprende che la musica potrebbe essere una delle armi più potenti per il controllo della mente dei giovani, e che rendere le produzioni musicali appannaggio di pochi potrebbe generare una realtà tutt'altro che positiva. In alcuni casi si potrebbe parlare di sub-cultura, da cui deriva il fenomeno del divismo e della produzione di stili di vita improntati agli aspetti più superficiali dell’esistenza oppure tendenti all’autodistruttività.

I giovani vedono nel mondo musicale non soltanto uno svago, ma anche una fonte di ispirazione per la scelta dello stile di vita, dell'abbigliamento o del comportamento. Dunque il settore di produzione musicale crea un
"fan-oriented". Ovvero un giovane che farà la fila anche per ore pur di acquistare l'ultimo CD della sua band del cuore, e che si accalcherà fra la folla durante i concerti. Nel tempo il rapporto emotivo fra fans e idoli tende a rafforzarsi, fino a che il cantante o il gruppo musicale potranno acquisire sulla vita emotiva dei giovani un potere di condizionamento molto elevato."

"Tempo fa un giovane lettore del blog di nome Malagnino Marino Jose', scrisse: “Le trasmissione FM/AM sono acquistate da grosse distribuzioni, e dato che l'unico mezzo riconosciuto per lo scambio merci è il denaro è chiaro come l'aria che respiriamo che può maneggiarla solo chi ha da investirci soldi (oppure chi questi li crea!). E non si stancano mai - i media - di mostrarci in varie sfaccettature come esista una scala gerarchica, ove vince il più forte. Dai cartoons dove in lotta ci son sempre Bene Vs Male anche se, ed io i cartoni gli ho visti, non ho mai capito cosa voglia questo ‘male’ che par proprio distrugga tutto solo perché sia fesso... Fino alla radio-music! Dove è sempre chiaro come nel gruppo esista un Leader, dove esiste una rigida gerarchia fra gli strumenti: panzane!... Esiste tanta musica che crea pensieri di libertà.

Ad esempio nella Free-music ogni strumento è importante quanto l'altro - O ancora, una cosa che amo ricordare, tutti i compositori "classici" da Bach a Wagner stavano sperimentando! Perché non esiste legge alcuna per far buona musica ma solo presupposti e tanta ricerca da parte dei musicanti che di decennio in decennio vanno a modificarsi secondi criteri che implementano il senso religioso, la socialità, la geografia e - non stupisca - l'economia.

La musica è messaggio politico / La musica è messaggio quotidiano. L'ennesimo oggetto manipolato per mostrarci una realtà diversa da quella che viviamo. Senonchè farci vivere una realtà probabilmente differente da quella che sceglieremmo qualora ne avessimo le possibilità… ogni fenomeno d'espressione di una particolare realtà, qualora prenda piede, viene succhiato dai media e lo trasformano in gadget, magliette, tagli di capelli...una razza chiusa in se stessa praticamente.....In fondo è molto più facile soddisfare un mercato se questo è etichettabile…"


Spero tu ti voglia soffermare sul significato di quanto si scrive, che non è un mero esercizio di separazione tra ciò che è bello e ciò che non lo è.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
florizel
Inviato: 7/7/2009 15:16  Aggiornato: 7/7/2009 15:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
DrHouse
Citazione:
E vai col (contro)pensiero unico...
Ma noi semo libbertari ahò.


Non l'ho capita.
A meno che il contrario di "pensiero unico" non sia, per te, ingoiamo di tutto, che è democratico...

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Gargoyle
Inviato: 7/7/2009 16:26  Aggiornato: 7/7/2009 16:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/4/2005
Da: Roma
Inviati: 421
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
bè Flo io non volevo entrare nel merito di cosa sia o non sia bello...la critica dell'estetica rimane forse una delle poche libertà che ci è concessa in un mondo dove non c'è neanche voglia di pensare a volte...
quindi per ritornare a MJ io lo trovo creativo, nel suo modo, nel suo stile...ha espresso cose che altri non hanno espresso...poi perché lui sia stato idolatrato mentre molti altri no, la risposta io la vedo nel soldo...nel fatto che uno come lui, con tutti i suoi problemi personali, con quell'aura di mistero creata dai media intorno alla sua figura, ha fatto si che un "artista" si trasformasse in un idolo...business...ne più ne meno...ma da lì a dire che lui non creasse nulla per me ne passa...
non lo paragono a nessuno, se rileggi i miei post troverai che non l'ho mai paragonato a nulla e nessuno, ho solo voluto ribattere su un senso comune di molti che dicono che non era un artista....non è vero, non può essere vero...per me è un artista anche colui che crea madonne coi gessetti sul selciato di via del corso...esprime una sua forma di pensiero in quel modo, e quella diventa automaticamente arte...
poi purtroppo negli anni si è arrivati a paradossi artistici,(pietro manzoni insegna)che sono diventati tali proprio perché la gente, la massa, ne ha amplificato il valore...
per quanto riguarda la coscienza dell'estetica e quindi della comprensione del bello, bè lì si può disquisire ore ed ore senza mai arrivare ad una conclusione reale, è vero che molte cose saranno godibili anche tra 200 anni ma per il semplice fatto che molta gente(quindi come vedi il gusto è questione di massa, sempre e solo a mio avviso) ha preferito quel qualcosa a qualcos'altro che magari al tempo della nascita di tale cosa era totalmente anacronistica...esempio sulla musica di Mozart, quanti altri come lui componevano all'epoca? tanti tantissimi...poi qualcuno aveva più talento altri meno, ma anche il gusto dell'epoca ha fatto si che a noi giungesse Mozart(non sto dicendo che non fosse un genio...ci mancherebbe!) e magari scartasse qualcun'altro di cui non conosciamo neanche il nome...ma ti ripeto, sulla conoscienza dell'arte e dell'estetica potremmo parlare ore ed ore e pensarla sempre in maniera differente....

mentre per quanto riguarda il discorso della musica utilizzata come modello di controllo di massa non posso che essere daccordo con te, come tante altre cose mediatiche anche la musica è stata usata per trasmettere messaggi politici, religiosi, di ribellione al sistema...eppure per quanto distruttivi o devianti, non possono non essere considerati arte, sempre per quello che ho detto prima,poi
certo dell'utilizzo che se ne fà..........
considero arte anche tutti i testi scritti dai vari pensatori dei tempi andati, ad esempio il capitale di marx(il primo che mi viene in mente perché non mi piace!!!), per quanto uno non possa condividere ciò che c'è scritto dentro, come si fa a non considerarlo arte???è un espressione pura del pensiero di una persona relativa al tempo e alle esigenze provate dallo stesso pensatore in quel periodo, eppure anche quello era un testo che agitava un pò gli animi...
il concetto di arte, che viene abusato da molte bocche a volte, alla fine rimane esclusivamente come concetto di creazione di un qualcosa...poi che piaccia o meno, sempre una forma artistica è....
poi dell'utilizzo che l'uomo fa di certe arti, dovremmo parlare ancora e ancora, e credo che già saremmo ad un buon punto di contatto tra i nostri pensieri.
noi uomini siamo riusciti a far diventare pericolose le parole di un manoscritto, le note di una sinfonia, i colori di una tela...sempre a seconda di come le abbiamo espresse o interpretate....

p.s. per quanto riguarda l'estetica in definizione, è la dottrina della conoscenza sensibile, che è formata dalle percezioni(ognuno percepisce la realtà a suo modo) di spazio e tempo....quindi il massimo della soggetività....

L'illusione è la gramigna più tenace della coscienza collettiva: la storia insegna, ma non ha scolari. A. GRAMSCI
x-wing
Inviato: 7/7/2009 17:44  Aggiornato: 9/7/2009 23:41
So tutto
Iscritto: 21/9/2007
Da:
Inviati: 13
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
rimosso

DrHouse
Inviato: 7/7/2009 18:30  Aggiornato: 7/7/2009 18:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Citazione:
Non l'ho capita.
A meno che il contrario di "pensiero unico" non sia, per te, ingoiamo di tutto, che è democratico...

flo,
non era riferito a te, ma a un certo modo di voler etichettare a ogni costo l'arte e la musica che mi è sembrato di intravedere in diversi commenti. Ma lasciamo perdere.

Personalmente, più che il frastuono mediatico per i funerali di Michael Jackson, mi infastidiscono molto di più gli esseri come x-wing.

Come vedi, c'è sempre spazio per scendere ancora più in basso

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
florizel
Inviato: 7/7/2009 19:37  Aggiornato: 7/7/2009 19:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Gargoyle
Citazione:
non volevo entrare nel merito di cosa sia o non sia bello..

Nemmeno io, rispondevo al tuo commento , che richiamava all'estetica, circa cosa sia l'ARTE.
A me interessava semmai cosa si intende con questa.

Citazione:
.ha espresso cose che altri non hanno espresso...

??? Cos'è...?

Citazione:
per me è un artista anche colui che crea madonne coi gessetti sul selciato di via del corso...esprime una sua forma di pensiero in quel modo, e quella diventa automaticamente arte...

Siamo d'accordo. Meno sull'automatismo...
Ma perchè quando muore uno di questi artisti, nessun apparato mediatico si mette in moto per celebrarlo? Nè si muove per promuovere il prodotto di quell'arte?

Torno alla domanda di prima: non ti sembra che ultimamente viene esaltata come arte molta roba distruttiva, attraverso l'enfatizzazione del "personaggio" che la produce, piuttosto che attraverso la promozione di una critica all'arte?

Citazione:
anche la musica è stata usata per trasmettere messaggi politici, religiosi, di ribellione al sistema...

Su quest'ultima caratteristica di certa musica, credo che andrebbe fatto un discorso a parte...
Se qualcosa esprime ribellione al sistema, è molto facile che subisca una metaforfosi o una sorta di "manipolazione" del suo significato, atta a renderla innocua.

Citazione:
(ognuno percepisce la realtà a suo modo) di spazio e tempo....quindi il massimo della soggetività....

Appunto. Perciò, le folle oceaniche a seguito di un personaggio come MJ dovrebbe far riflettere.

DrHouse
Citazione:
non era riferito a te, ma a un certo modo di voler etichettare a ogni costo l'arte e la musica

E allora non è ad opera dei libbertari che questo avviene.
Il contrario, semmai.

Citazione:
mi infastidiscono molto di più gli esseri come x-wing.

Però... potrebbe essere anche un'innovazione linguistica... che ne sappiamo?

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Ghilgamesh
Inviato: 15/7/2009 10:31  Aggiornato: 15/7/2009 10:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Cazzo è morto Michael Jackson???

florizel
Inviato: 15/7/2009 12:00  Aggiornato: 15/7/2009 12:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Cazzo è morto Michael Jackson???

Già, e perseguita peggio di quando era vivo.
Il business continua più invadente di prima.

Ma dove sei stato, negli ultimi giorni?! Non c'è angolo di mondo che non sia stato informato della IMPORTANTISSIMA (e VITALE per il destino dell'umanità) notizia...

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Pyter
Inviato: 18/7/2009 18:15  Aggiornato: 18/7/2009 18:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Michael Jackson incubo kitsch
Sono venuto in possesso per caso di un biglietto per partecipare al funerale di Michael Jackson.
Nessuno sa se sia in programma una replica, e quando?

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Pyter
Inviato: 18/7/2009 18:20  Aggiornato: 18/7/2009 18:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Michael Jackson incubo kitsch


Un saluto sincero e un brindisi invece alla memoria della bellissima Farrah Fawcett.
Anzi, due.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA