Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Iraq : Tony Blair: la messinscena continua
Inviato da Redazione il 12/12/2009 10:00:00 (7371 letture)

Fra qualche settimana toccherà a Tony Blair salire sul banco degli imputati, nell’ambito dell’inchiesta sull’intervento militare in Iraq attualmente in corso in Gran Bretagna.

Tutto era iniziato con la famosa dichiarazione di Blair che “l’Iraq disponesse di armi di distruzione di massa (ADM) che avrebbero potuto raggiungere l’Europa entro 45 minuti da un ordine di Saddam”.

In una nazione che ricorda ancora l’incubo delle V-2 - i razzi tedeschi che piovevano all’improvviso dal cielo, distruggendo interi quartieri della città – l’idea che Saddam potesse svegliarsi ubriaco una notte e lanciare l’ordine fatale contro di loro fu sufficiente a convincere la popolazione a supportare compatta l’intervento militare in Iraq.

E quando un certo David Kelly - ex-ispettore dell’ONU per la Gran Bretagna in Iraq - fece sapere al mondo che Saddam non aveva nessuna ADM, fu ritrovato suicida qualche giorno dopo nella boscaglia vicino a casa sua.

Tony Blair, che al momento del suicidio si trovava convenientemente in Giappone, ...

... fu accusato pubblicamente di “avere le mani sporche di sangue”, ma nell’arco di pochi giorni riuscì a capovolgere la situazione, facendo licenziare Andrew Gilligan (il giornalista della BBC che aveva riportato le dichiarazioni di Kelly) per aver diffuso notizie non vere, mentre accusava pubblicamente la BBC di non aver saputo verificare adeguatamente le proprie fonti, prima di pubblicare una notizia di tale importanza.

La BBC tenne botta e rimase sulle sue posizioni, senza mai scusarsi ufficialmente con il pubblico, ma una successiva inchiesta governativa, guidata da Lord Hutton, stabilì definitivamente che Kelly si era suicidato per propria volontà, e che i servizi inglesi non avevano nulla a che vedere con il fatto. “Probabilmente – suggeriva Lord Hutton – il Dott. Kelly si è ucciso per una grave perdita di autostima [dovuta allo scandalo in corso] e vedeva la sua immagine pubblica rovinata per sempre”.

Lord Hutton dava cioè implicitamente per scontato che Kelly avesse mentito, e che quindi si fosse suicidato per la vergogna dovuta alle conseguenze disastrose della sua menzogna. Due piccioni con una fava.

Peccato che una volta riconosciuto da tutti che le armi di distruzione di massa non erano mai esistite, nessuno si sia domandato perché mai si fosse suicidato un uomo che invece sapeva benissimo di aver detto la verità sin dal primo giorno.

Diciamo che sono le contraddizioni della vita.

Nel 2005 infatti emerse il cosiddetto “Downing Street memo”, il documento segreto dell’ MI6 nel quale il capo dei servizi inglesi dichiarava che “gli americani vogliono invadere l’Iraq, e stanno manipolando le informazioni di intelligence per giustificare l’intervento militare”, ed ammetteva che anche “Tony Blair è a favore dell’intervento militare, ma non ha validi argomenti per sostenerlo”.

Il memo era datato 3 luglio 2002, ed è quindi evidente che Blair sapesse di mentire quando, nel settembre successivo, fece la famosa dichiarazione dei “45 minuti”.

E’ di questa che sarà chiamato a rispondere fra qualche settimana, nell’ambito dell’inchiesta che il nuovo governo ha istituito sulle responsabilità per l’intervento militare in Iraq.

Premuroso e disponibile come sempre, Blair ha già fatto sapere che “secondo lui era giusto in ogni caso rimuovere Saddam”, il quale “rappresentava un pericolo per gli altri stati della zona”.

Ma sappiamo tutti bene che anche questa inchiesta finirà comunque con il solito “whitewash”, nel quale nessuno è responsabile.

C’è stata una guerra, ma nessuno ha deciso di andarci.

Ma il vero problema non sta nella classica ipocrisia rappresentata da queste commissioni-farsa, il cui unico scopo è di mettere un sigillo di verità ufficiale alla sospettata bugia (esattamente come la Commissione 9/11), ma sta nel fatto che tutti in Inghilterra sapessero benissimo perchè si fosse andati in guerra, ma nessuno abbia detto nulla.

Già dalla fine del 2003 era diventato evidente per chiunque che le ADM non fossero mai esistite, ma l’idea di essere là a procurarci il petrolio che tanto ci serve bene o male deve aver tenuto sopite le coscienze popolari di fronte all’eccidio in corso.

E ora che lo sterminio è concluso, il petrolio catturato, resta solo da ripulirsi la coscienza con una splendida commissione indipendente, che stabilisca una volta per tutte che non è stata colpa di nessuno.

Altrimenti come possiamo tornare a godere in santa pace dei nostri maledetti privilegi?

Massimo Mazzucco


VEDI ANCHE:

Kelly: ormai è suicidio. E la colpa è tutta della BBC

Le recenti dichiarazioni di Blair sul caso Iraq (Articolo BBC).

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Sertes
Inviato: 12/12/2009 10:15  Aggiornato: 12/12/2009 10:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Tony Blair: la messinscena continua
Intanto gli mandano qualche messaggio subliminale: mercoledì hanno arrestato un mafioso albanese e ritrovato una pistola con silenziatore proprio di fronte all'abitazione di Blair.

sky news

notare la dinamica: la polizia vede un tizio passare in auto, lo ferma, salta fuori che è un presunto gangster albanese. 25 minuti dopo un passante va da uno di questi poliziotti e gli consegna una pistola con silenziatore che ha trovato li sul ciglio della strada.

Giusto per dirgli: hai visto quanto ci vuole a farti fuori e a mettere in piedi la classica messinscena in cui abbiamo pure preso il colpevole?

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Pensoso
Inviato: 12/12/2009 10:41  Aggiornato: 12/12/2009 10:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/8/2009
Da:
Inviati: 436
 Re: Tony Blair: la messinscena continua
E' inutile, certi loschi governanti, se non vengono fatti fuori o mandati in disgrazia con questi mezzi occulti (quando il vento tira da un'altra parte rispertto al passato in cui erano incensati da tuttiquanti), hanno una tale fama e rilevanza mediatica, in alcuni casi come in Italia anche potere politico-economico, che vengono rieletti all'infinito dal popolo sovrano oppure promossi a pregiate cariche internazionali invece del pensionamento.

(uso non improprio di firma)
Lezik85
Inviato: 12/12/2009 11:02  Aggiornato: 12/12/2009 11:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/4/2009
Da: Freedonia
Inviati: 1463
 Re: Tony Blair: la messinscena continua
Citazione:
Intanto gli mandano qualche messaggio subliminale


Il messaggio migliore è stato quando l'hanno buttato a calci via dalla presidenza UE.

starchild
Inviato: 12/12/2009 11:10  Aggiornato: 12/12/2009 11:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/1/2007
Da:
Inviati: 161
 Re: Tony Blair: la messinscena continua
Oh bella ! Sta a vedere che è colpa mia, adesso. Dopo la strage, genocidio, Irakena ora danno una bella imbiancata di calce, che tanto disinfetta, e buonanotte. Solito copione dei nostri politicanti bastardi e criminali. Questi esseri, non ho il coraggio di chiamarli uomini, andrebbero eliminati, magari con un bel virus creato ad hoc e visto che ormai ne fanno di tutti i tipi a quando uno che li stermina tutti? sarebbe una pandemia positiva.
Vabbé, oggi mi sono alzato così: mi sento cattivo.

Pensoso
Inviato: 12/12/2009 11:26  Aggiornato: 13/12/2009 15:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/8/2009
Da:
Inviati: 436
 Re: Tony Blair: la messinscena continua
Da notare che adesso che è andato in disgrazia (molto relativa se paragonata alle disgrazie vere della gente comune in giro per il mondo), molti esponenti politici che prima lo citavano con Clinton ed altri democratici (di nome) e fighi neo-laburisti, in contrapposizione agli oramai demodè "socialisti", "comunisti" o "socialdemocratici", adesso non lo nominano più, come mai fosse esistito. Promotori, i nuovi fighi, delle stesse cose promosse dagli "avversari" liberisti e conservatori e liberali e populisti, solo che lo fanno con la bandierina del "labour" o della "democrazia"...
ed i loro elettori in allegato

(uso non improprio di firma)
totonno
Inviato: 12/12/2009 11:29  Aggiornato: 12/12/2009 11:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/3/2007
Da:
Inviati: 93
 Re: Tony Blair: la messinscena continua
E che ti aspettavi che facessero una vera commissione d'inchiesta?che condannassero il Tony per genocidio? che trovassero e condannassero gli assassini di David Kelly ? Ma dai ..... la cosa sempre piu assurda ed inspiegabile è l'attaggiamento del Popolo sovrano è l'assoluta ignoranza che pervade la maggioranza delle persone , è l'apatia nella quale la gente si è stabilita , " si penso che Blair sia un Liar ma che posso fare io " questo è ciò che dicono le persone con le quali parlo, oppure " Ma ti pare possibile che le torri gemelle le ha buttate giù Bush ??" Questo è il problema risvegliare le coscienze della gente , farli ragionare con la propria testa, insinuare il dubbio, la critica, tu Massimo lo fai attraverso Luogocomune , e di questo personalmente ti ringrazio , ma bisogna riuscire a raggiungere il grande pubblico , la massa , come fare io non lo so so che fino a quando ce la raccontiamo tra di noi sarà difficile che le cose cambino .

nosh1t
Inviato: 12/12/2009 11:43  Aggiornato: 12/12/2009 11:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/9/2008
Da:
Inviati: 143
 Re: Tony Blair: la messinscena continua
vabbe' ma perche' prendersela col povero (si fa per dire) Blair? sappiamo tutti che e' solo un pupazzo di ben piu' nefasti mandanti e, piu' o meno, occulti potentati e consigli di amministrazione. Una volta che lo hai condannato non hai risolto nulla - meglio sarebbe chiuderlo in una stanzetta e torturarlo a dovere per farsi dire chi lo ha mal consigliato no? Un trattamento-Cucchi, forse anche solo la minaccia con foto in mano di come hanno ridotto il povero ragazzo, penso che stimolerebbe un dialogo costruttivo.

Freeanimal
Inviato: 12/12/2009 14:22  Aggiornato: 12/12/2009 14:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/5/2009
Da: Codroipo (UD)
Inviati: 705
 Re: Tony Blair: la messinscena continua
“Anthony Charles Lynton Blair, nato nel 1953, era l’uomo perfetto per i Popolo delle Ombre: vanaglorioso, ossessionato da se stesso e sempre disposto a farsi solleticare l’ego. (……..) La carriera di Blair è stata un fallimento perché lui ora è un uomo totalmente screditato, che soffre di un problema di cuore ben più grave di quanto venga riconosciuto pubblicamente. Ma dal punto di vista degli Illuminati, Blair è stato un enorme successo, perché ha permesso loro di ottenere ciò che desideravano. Adesso come Primo Ministro non serve più; sarà ricompensato con del denaro, e gli è già stata assegnata un’altra prestigiosa posizione in veste di, sentite che indecenza, rappresentante di pace proprio in quel Medio Oriente che in prima persona ha contribuito a provocare con rabbia, indignazione, sofferenza e morte. Se il Programma lo richiede, può anche succedere che però la brutta fine la faccia lui. Comunque sia, non sarà sua la scelta, ma di coloro che lo hanno creato e che a loro piacimento lo possono distruggere. E’ il destino che accomuna tutti questi “potenti” leader dello stato monopartitico”.


Tratto da: “La guida di David Icke alla cospirazione globale”, Macro Edizioni, 2009, pagg. 550 - 552

blu23
Inviato: 12/12/2009 17:50  Aggiornato: 12/12/2009 17:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da:
Inviati: 585
 Re: Tony Blair: la messinscena continua
L'unico posto dove potrebbe stare bene Tony Blair e tutta la sua criccaNWOrdista è sex feet under...

E a proposito di MI6, ci devono ancora spiegare cosa facevano quei due ragazzi inglesi travestiti da iracheni che giravano per le strade di Bassora su un pickup pienop di esplosivo e con armi in pugno sparavano all'impazzata per le vie della città!!!!

Il triste epilogo: I due dei secret service vengono catturati dalla polizia che nel frattempo ne scopre la vera identià... in contemporanea l'esercito di sua maestà lancia un attacco durissimo alla stazione di polizia, mandando avanti tank di ultima generazione Challenger 2... Dicendo che dovevano liberare degli ostaggi... in una stazione di polizia...

Caro coverno inglese... ma vaffa....


Ribellatevi al mondo corrotto di Babilonia, emancipate la vostra razza, riconquistate la vostra terra. (Bob Marley)
GgCc
Inviato: 12/12/2009 18:36  Aggiornato: 12/12/2009 18:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/7/2005
Da:
Inviati: 170
 Re: Tony Blair: la messinscena continua
Quando lo vedremo alla sbarra insieme con gli altri? Questo è il vero problema. Dovranno costruire sezioni apposite nel carcere per contenerli: ve lo immaginate il nostro signor B. con l'altrettanto egregio signor P. nella stessa cella? Troveranno di sicuro qualche scappatoia, l'avvocato/parlamentare a mezzo servizio G. è già al lavoro...

edo
Inviato: 12/12/2009 18:47  Aggiornato: 12/12/2009 18:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Tony Blair: la messinscena continua
E poi in guerra non c'è l'inghilterra ma la NATO. L'italietta è addirittura in missione di pace.
Amen.

blu23
Inviato: 12/12/2009 19:58  Aggiornato: 12/12/2009 19:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da:
Inviati: 585
 Re: Tony Blair: la messinscena continua
Se non sbaglio fu avvallatta da risoluzioni ONU, comunque, volevate le armi di distruzione di mqassa eccole qui...
Trasportete su camion nel deserto... Ecco cosa ci hanno venduto....
E noi soliti complottisti....






Ribellatevi al mondo corrotto di Babilonia, emancipate la vostra razza, riconquistate la vostra terra. (Bob Marley)
Santro
Inviato: 13/12/2009 8:18  Aggiornato: 13/12/2009 8:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2005
Da:
Inviati: 748
 Re: Tony Blair: la messinscena continua

ETERNAL SALVATION
(or triple your money back)
Decalagon
Inviato: 13/12/2009 9:10  Aggiornato: 13/12/2009 9:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Tony Blair: la messinscena continua
Citazione:
E quando un certo David Kelly - ex-ispettore dell’ONU per la Gran Bretagna in Iraq - fece sapere al mondo che Saddam non aveva nessuna ADM, fu ritrovato suicida qualche giorno dopo nella boscaglia vicino a casa sua.


Non penserete mica che un ente governativo o un qualcosa che abbia a che fare con il GOVERNO possa uccidere una persona.. è I-MP-O-S-S-I-B-I-L-E!! I governi amano i loro concittadini

Le armi di distruzione di massa c'erano.. lo dice Attivissimo, quindi è vero!!

Che schifo che mi fanno queste cose.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
Pispax
Inviato: 13/12/2009 19:00  Aggiornato: 13/12/2009 19:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Tony Blair: la messinscena continua
Santro

Citazione:
Iraq:Blair l'avrei invaso comunque
A Bbc, Saddam era un pericolo [PER ISRAELE], andava comunque rimosso

Sbaglio o il pericolo per Israele era (e a giudicare dalle dichiarazioni continua a essere) l'IRAN, cioè proprio la nazione con cui l'Iraq era in guerra?

A me sembra che le tue bislacche convinzioni ti abbiano spinto a dire una minchiata.

Santro
Inviato: 13/12/2009 22:04  Aggiornato: 13/12/2009 22:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2005
Da:
Inviati: 748
 Re: Tony Blair: la messinscena continua
Eilà, Pis-non-toccatemi-israele-pax!
Hai ragione, Saddam era un pericolo per Usa e Europa..... già, come no.

Credo che sia tempo che TU riconsideri le TUE convinzioni.
1
2
3 google is your best friend.

ETERNAL SALVATION
(or triple your money back)
Giacula
Inviato: 13/12/2009 22:41  Aggiornato: 13/12/2009 22:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/11/2005
Da:
Inviati: 215
 Re: Tony Blair: la messinscena continua
Citazione:
Autore: Pispax Inviato: 13/12/2009 19:00:14

Santro Citazione:
Iraq:Blair l'avrei invaso comunque A Bbc, Saddam era un pericolo [PER ISRAELE], andava comunque rimosso

Sbaglio o il pericolo per Israele era (e a giudicare dalle dichiarazioni continua a essere) l'IRAN, cioè proprio la nazione con cui l'Iraq era in guerra? A me sembra che le tue bislacche convinzioni ti abbiano spinto a dire una minchiata.

Il pericolo per israele era (è), secondo israele, TUTTI I SUOI VICINI, dei cattivoni colpevoli di occupare senza motivo la terra che spetta al "grande israele" biblico.

L'Iraq è stato smembrato, il Libano devastato, l'Iran è oggetto di demonizzazione mediatica in vista di una qualche operazione militare, della Palestina nemmeno c'è bisogno di dire nulla...

Per fortuna qualcuno resiste e non abbassa la testa (non si vende):

Turkey To Israel: Cross Our Airspace To Bomb Iran & We Will Respond Like An Earthquake

Non credo oseranno toccare l'Iran, i vili e i codardi attaccano solo i più deboli.

Pispax
Inviato: 14/12/2009 4:51  Aggiornato: 14/12/2009 6:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Tony Blair: la messinscena continua
Lo sapevo che ricominciava il circo..


Andiamo avanti con calma.


Santro

Citazione:
Eilà, Pis-non-toccatemi-israele-pax!
Hai ragione, Saddam era un pericolo per Usa e Europa..... già, come no.

"Pis-non-toccatemi-israele-pax" in questo contesto lo prendo davvero come un complimento.
Perché un conto è disprezzare Israele di fronte a infamie come "Piombo Fuso", altro è farne il comodo caprio espiatorio di ogni colpa.
Ogni volta mi stupisco nel vedere come persone che pure sono così lucide e razionali quando si parla di roba come il 9/11 di colpo quando si parla degli ebrei e/o di Israele perdano completamente sia la lucidità che la razionalità.

In ogni caso la tua.. non so neppure come definirla.. confutazione? in realtà non confuta un accidente.

O bene o male Saddam si era logorato in modo pesantissimo sia nella lunga guerra contro l'Iran sia per effetto dell'embargo totale seguito alla seconda guerra del Golfo - in particolare per il rifiuto di far entrare gli ispettori ONU a controllare, anche quella volta, i suoi siti nucleari

L'unica azione davvero ostile contro Israele fu di lanciargli contro qualche Scud durante la prima invasione americana (dopotutto gli israeliani gli avevano bombardato e distrutto un paio di installazioni nucleari una decina di anni prima) nel tentativo di scatenare una "guerra santa" panaraba che distraesse tutti da lui.
In confronto a quanto avevano fatto Egitto e Siria (che ora ne sembrano diventati amiconi) praticamente niente.

Pericoloso nei confronti di Israele come una cartuccia scarica, restando là comunque faceva da contrappeso all'Iran, con il quale la tensione era sempre altissima.


Se vuoi guardare a qualche ragione più probabile per la guerra ti consiglio di rivolgerti verso la nazionalizzazione completa del petrolio del 1978 e soprattutto verso l'intenzione di Saddam di venderlo in euro anziché in dollari, colpendo là dove fa più male.

Ma sospetto che sia un parlare al vento.



Vorrei comunque congratularmi con te per la scelta assolutamente imparziale delle fonti: il primo link, quello che parla praticamente solo di Bush, è la traduzione di un articolo del Palestine Chronicle scritto da Israel Shamir, che è uno accusato di antisemitismo anche dagli stessi attivisti propalestinesi.

Il secondo invece è scritto da Mark Weber, direttore dell'Institute for Historical Review, una delle principali organizzazioni negazioniste del mondo e organo per i salotti (non troppo) buoni dell'estrema destra americana.

Ora per completezza di scenario non manca che un terzo link sull'argomento scritto da un qualche gruppuscolo neonazista e siamo a posto.


Google IS my best friend (e almeno un minimo di verifica delle fonti lo è ancora di più).

Pispax
Inviato: 14/12/2009 5:26  Aggiornato: 14/12/2009 6:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Tony Blair: la messinscena continua
Andiamo avanto col resto del delirio


Giacula

Citazione:
Il pericolo per israele era (è), secondo israele, TUTTI I SUOI VICINI, dei cattivoni colpevoli di occupare senza motivo la terra che spetta al "grande israele" biblico.

L'Iraq è stato smembrato, il Libano devastato, l'Iran è oggetto di demonizzazione mediatica in vista di una qualche operazione militare, della Palestina nemmeno c'è bisogno di dire nulla...

Curioso notare come "il Grande Israele biblico" non comprendesse né l'Iraq né tantomeno l'Iran.
Invece comprendeva decisamente la Giordania, che guardacaso è il paese arabo che con Israele ha i rapporti migliori.
Neppure il più IDIOTA fra la frangia intergralista del Likud considera seriamente la possibilità di invasione della Giordania.

Buffa la vita no?
Quasi più buffa di parecchie affermazioni che leggo ogni tanto.
La tua comunque è parecchio comica, credimi.

Vorrei avere da te, quando puoi, maggiori notizie su come Israele abbia annesso territorialmente il Libano.
Quantomeno quel pezzo occupato dal primo regno di Giuda, cioè Tiro e Sidone e un po' di entroterra.





Citazione:
Per fortuna qualcuno resiste e non abbassa la testa (non si vende):

Turkey To Israel: Cross Our Airspace To Bomb Iran & We Will Respond Like An Earthquake



Come se fosse plausibile pensare che uno stato di 7 milioni di persone intenda occupare uno stato di 70 milioni di abitanti, separato dai suoi territori da tutta una serie di nazioni ostili.

Qui invece si sta parlando del fatto che Israele intende (realmente) bombardare i siti nucleari iraniani.
Che sono principalmente tre: Natanz, Arak ed Esfahan.

Può farlo passando a Nord sul confine turco-siriano per arrivare direttamente in Iran, oppure può farlo al centro passando per la Giordania e l'Iraq o può farlo da Sud passando per l'Arabia Saudita e l'Iraq.
In ognuno di questi tre scenari ha bisogno dell'appoggio politico degli USA, e Obama non sembra minimamente intenzionato ad accordarlo.
Questo sta generando parecchia tensione diplomatica fra i due stati.

L'unico scenario che non richiede tecnicamente l'appoggio politico degli USA è il bombardamento missilistico con gli Jericho III. E' possibile anche se il risultato è molto più incerto, e in ogni caso questa "ribellione" significherebbe dire "ciao ciao" all'appoggio militare statunitense, occasione che gli americani con la miseria che hanno prenderebbero al volo ma che Israele non è sicuramente pronto ad affrontare.
(Oggi gli USA spendono 2.2 MILIARDI di dollari per l'ombrello militare israeliano. Un confronto: per l'Iraq ne spendono 5.5; per l'Afghanistan 1.8)

Con buona pace di tutti quelli che sostengono che gli USA sono solo un burattino nelle mani di Gerusalemme.


(In ogni caso la Turchia si vende, eccome: ospita più basi militari americane lei che non l'Italia. La dichiarazione turca è semplicemente - e nuovamente - uno schierarsi dalla parte degli USA in questa querelle)



EDIT: è appena stato aperto un nuovo capitolo in questa guerra politica USA-Israele.
Il governo di Gerusalemme ha finanziato i coloni della Cisgiordania nonostante gli USA gli avessero chiesto di non farlo.
Solo 10 giorni fa Netanyahu aveva accolto la richiesta americana di lasciar perdere.

Santro
Inviato: 14/12/2009 8:09  Aggiornato: 14/12/2009 8:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2005
Da:
Inviati: 748
 Re: Tony Blair: la messinscena continua
Citazione:
Vorrei comunque congratularmi con te per la scelta assolutamente imparziale delle fonti:

NON esistono fonti imparziali; se danno ragione a Israele sono OK, se ne criticano l'operato sono 'antisemiti'. Non te ne sei accorto?
Comunque tieniti pure le tue convinzioni e vai in pace. Ciao

PS
Israel Shamir non è un 'antisemita'. In questo caso si dice 'ebreo che odia se stesso'.

ETERNAL SALVATION
(or triple your money back)
lucval
Inviato: 14/12/2009 19:12  Aggiornato: 14/12/2009 19:12
So tutto
Iscritto: 11/10/2006
Da:
Inviati: 8
 Re: Tony Blair: la messinscena continua
Bene l'articolo,
solo sul finale non concordo. La guerra non è stata fatta per il petrolio (gli è costato di più), ma è stata fatta per Israele, dove in USA la Israel lobby comanda sia il Congresso che il Presidente e stabilisce la politica estera americana. In GB è stata la stessa cosa.

Vedi articolo su aljazeera.

Quindi, entrambi sono nelle mani dei sionisti.

Pispax
Inviato: 14/12/2009 20:30  Aggiornato: 14/12/2009 20:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Tony Blair: la messinscena continua
Santro


Citazione:
NON esistono fonti imparziali; se danno ragione a Israele sono OK, se ne criticano l'operato sono 'antisemiti'. Non te ne sei accorto?

No.
Sul serio.

Nelle cose che leggo e che ho letto a seconda degli episodi si può passare senza grandi problemi dalla strenua difesa alla condanna più assoluta.
Anche se sia l'una che l'altra sono abbastanza rare.
La cosa che c'è sempre è la ricerca di un giudizio equilibrato, non viziato da pregiudizi.

Rifugiarsi dietro alla strumentalità dell'accusa di antisemitismo è una cosa davvero troppo facile da fare: l'antisemitismo arriva solo quando se tutti fanno qualcosa va bene ma se la fa un ebreo allora è una cosa discutibile.

In questo caso siamo addirittura all'antisemitismo di classe Due, quello potenziato: qualcuno fa qualcosa da qualche parte e la colpa in ogni caso è degli ebrei.

Fantastico.
A seguire tutta una serie di "prove" scritte da gente che odia Hitler solo perché ha lasciato il lavoro a metà.


Allo stesso modo può diventare facile anche dimostrare che i negri sono geneticamente inferiori ai bianchi: basta citare qualche articolo del Ku Klux Klan e il gioco è fatto.







Citazione:
Israel Shamir non è un 'antisemita'. In questo caso si dice 'ebreo che odia se stesso'.

Israel Shamir, alias Adam Ermash, alias Jöran Jermas, alias Schmerlin, alias Robert David, alias Vassili Krasevsky, cittadino svedese dal 1992 che è ebreo lo dice lui.
Dice anche tutta una serie di cazzate sulla sua vita (oltre che sul resto)

In realtà il fatto che sia ebreo o meno non ha davvero la minima importanza.

A proposito delle cazzate di Shamir:

In April 2001 Palestinian activists Ali Abunimah and Hussein Ibish: wrote “We do not have any need for some of what Israel Shamir is introducing into the discourse on behalf of Palestinian rights, which increasingly includes elements of traditional European anti-Semitic rhetoric. Such sentiments will harm, not help, the cause. We urge all our friends in the movement for Palestinian rights to seriously consider the long-term effects this rhetoric will have on the cause, and act accordingly.”

Giacula
Inviato: 16/12/2009 0:23  Aggiornato: 16/12/2009 0:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/11/2005
Da:
Inviati: 215
 Re: Tony Blair: la messinscena continua
Citazione:
Autore: Pispax Inviato: 14/12/2009 5:26:50
bla bla bla...


Il "bla bla bla" ovviamente è mio, lo dico a scanso di equivoci.

Questa è una definizione del "grande israele" che ho trovato, e con mia grande sorpresa cita anche il Libano!
Infatti io avevo solamente scritto che il Libano è stato DEVASTATO dai diavoli israeliani, e non "annesso" come tu mi hai messo in bocca...

"La Bibbia contiene tre definizioni geografiche della Terra d'Israele. La prima, che si trova nella Genesi 15:18-21, è vago: descrive un ampio territorio, "dal Nilo per l'Eufrate", costituito da tutto l'attuale Israele, i Territori palestinesi, e il Libano, così come gran parte della Siria, la Giordania e l'Egitto. La percentuale degli attuali Iraq, Arabia Saudita e Turchia incluse in questo territorio è discutibile.

Le altre due definizioni si trovano in Numeri 34:1-15 e Ezechiele 47:13-20 e descrivono un territorio più piccolo."

Sulla delirante frase che hai scritto, cioè che sarebbe come se uno stato di 7 milioni di abitanti ne volesse invadere uno di 70.. beh israele non vuole di certo conquistare l'Iran, non ne ha ne la forza ne la pazzia necessaria per farlo. Ha solo tanta cattiveria, e tutto ciò che vuole è destabilizzare il medioriente, disarmare ogni vicino e piangere, piangere, piangere lacrime ipocrite.

Tutti gli Ebrei del mondo si dovrebbero ribellare contro quello stato canaglia che infanga il loro nome. Di Ebraico, lo stato israeliano ha ben poco. L'Ebraismo è una religione con valori di fratellanza, armonia e rispetto reciproco. E lo stato israeliano è esattamente l'opposto.


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA