Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
 DVD-SHOP

ACQUISTA I FILM
DI LUOGOCOMUNE
 Amazon
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 --





 Menu principale
 Utenti Online
Iscritti: 12898 + 3481
44 utente(i) online (33 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 1
Utenti anonimi: 43

invisibile, Altro...
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata
 Commenti recenti
Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
giulio01 16/4/2014 8:45
Re: "Le grandi menzogne della storia" - Conferenza
incredulo 16/4/2014 8:27
Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Fabrizio70 16/4/2014 6:21
Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Steru 16/4/2014 2:10
Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
totalrec 16/4/2014 1:54
Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
totalrec 16/4/2014 1:47
Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Steru 16/4/2014 1:37
Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
totalrec 16/4/2014 1:01
Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Pispax 16/4/2014 0:51
Re: "Le grandi menzogne della storia" - Conferenza
l1171 16/4/2014 0:46
Re: "Le grandi menzogne della storia" - Conferenza
Steru 16/4/2014 0:36
Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
totalrec 16/4/2014 0:34
Re: "Le grandi menzogne della storia" - Conferenza
matteog 16/4/2014 0:20
Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Steru 16/4/2014 0:17
Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Steru 16/4/2014 0:15
Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
giulio01 15/4/2014 23:54
Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
totalrec 15/4/2014 23:49
Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Steru 15/4/2014 23:29
Re: "Le grandi menzogne della storia" - Conferenza
ohmygod 15/4/2014 23:28
Re: "Le grandi menzogne della storia" - Conferenza
Steru 15/4/2014 23:22
 Recent Topics
Cosa state ascoltando?
Durante le missioni apollo furono documentati incontri con vite aliene!
Cosa è l'ACIDO ASCORBICO (vitamina C)?
Formazioni militari russe verso l'Ucraina?
finalmente un modulo di atterraggio che non sia fatto di cartapesta!
Cronaca di un inciucio annunciato
Euro o Lira: Riassunto discussione
Datagate e spionaggio industriale
MegagetPS: player / downloader freeware per siti di streaming
Vergognamoci per loro
Il Terzo Segreto di Fatima riguarda l'Apostasia finale e l'Apocalisse
La Nuova Cronologia di Anatolij Fomenko
l'angolo della salute
Golpe in Paraguay: organizzato con cura ed assistito da cecchini non identificati
Gli Stati Uniti mettono in campo nuove armi
L'incoerenza dell'effetto serra-riflettente
Scie Chimiche: Raccolta dati
L'angolo dei video
Perché l’enorme balzo dei prezzi del petrolio? “Peak Oil” o speculazione di Wall Street?
L’alleanza sino-russa: una sfida alle ambizioni statunitensi in Eurasia
Il Gulf Cooperation Council: Monarchie dei fantocci di Rockefeller/Rothschild
L'angolo delle immagini
Scie chimiche- dibattito- Ma scusate...
Marte.. Questo sconosciuto !!!!
MILITARI ITALIANI E TORTURE!
La scomparsa del volo Malaysian 370
RESTIAMO UMANI
Il danno invisibile di un caffè
L' angolo delle cose che non si sa se ridere o piangere
La verità e le versioni ufficiali nella storia italiana

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


11 settembre : “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Inviato da Redazione il 1/2/2010 1:40:00 (11516 letture)

Riportiamo in testa l’articolo per segnalare questo breve video a supporto della tesi di Richard Gage.



*****************************

L’articolo “Non vi crediamo”, pubblicato sul n.2/2010 di Focus-Money (Burda – Germania), è stato tradotto in italiano da due nostri utenti, che ringraziamo vivamente. Nel pubblicarlo, lo facciamo precedere da una lettera inviata oggi dal sottoscritto a Gianni Riotta, e da un nostro video trasmesso da Matrix nel settembre 2007, che supporta parte dei contenuti dell’articolo stesso. (M.M.)

******************************

Lettera spedita a Gianni Riotta c/o Gruppo24ORE@ilsole24ore.com il 24/1/2010

Egr. Sig. Riotta, mi pregio di segnalarle un articolo comparso sul n. 2/2010 di Focus Money, la rivista economica tedesca di Burda Verlag che lei certamente conosce.

L’articolo si intitola “Non vi crediamo!”, e riassume tutte le più vistose contraddizioni e i punti deboli della versione ufficiale sull’undici settembre, corredati da notizie e informazioni sulle centinaia di personaggi del mondo dell’ingegneria, architettura e aeronautica che da tempo la contestano.

Pensavo che l’articolo, che trova tradotto integralmente su luogocomune.net, potesse essere un ottimo viatico sull’argomento, per chi fino ad oggi si è limitato ad informarsi su Wikipedia.

Un cordiale saluto anche da parte dei nostri lettori.

Massimo Mazzucco

PS.: Colgo l’occasione per ricordarle che non ha ancora risposto al mio invito al confronto sull’undici settembre, come da mia lettera a lei indirizzata il 31/12 scorso.


*******************************



*******************************

Attacchi terroristici dell'11 settembre 2001: NOI NON VI CREDIAMO!
Un numero sempre maggiore di persone dubita della teoria ufficiale dell'11 settembre. Tra questi più di 400 scienziati

Di Oliver Janich - Focus Money N.2 /2010

È la sua ultima battaglia, ma forse la più importante. Jesse Ventura ha combattuto in Vietnam nell'UDT (Underwater Demolition Team), una squadra che eseguiva attacchi esplosivi sott'acqua che più tardi sarebbe confluita nei celebri Navy SEALs. In seguito, ha proseguito la sua lotta sul ring come wrestler, …fino a quando non ha deciso di entrare nell'agone politico. Dal 1999 al 2003 Ventura è stato governatore dello stato americano del Minnesota. Oggi non riesce a spiegarsi come, all'epoca in cui era governatore, abbia potuto credere alla versione ufficiale sugli attentati terroristici dell'11 settembre, nonostante possedesse già approfondite conoscenze sugli esplosivi. "Mi sono preso a calci da solo per non averlo capito subito quando è successo. Il fatto è che ero sconvolto che una cosa del genere potesse mai accadere e oggi mi devo scusare di non essere stato più attento all'epoca", racconta al conduttore radiofonico statunitense Alex Jones. Oggi lotta per portare alla luce la verità con una serie autoprodotta per il canale via cavo TruTV. Il titolo è: "Teoria della cospirazione".

Dubbi sempre più forti.

Sempre più persone la pensano come Jesse Ventura negli Stati Uniti. Stando a una serie di sondaggi, la maggioranza degli americani non crede più alla teoria ufficiale, secondo cui terroristi islamici guidati da Osama Bin Laden sarebbero i responsabili degli attacchi. In base ai dati dell'ultimo grande sondaggio effettuato nell'agosto 2007 da Zogby, uno dei principali istituti di ricerca demoscopica, il 67% degli intervistati ha dichiarato, ad esempio, che la commissione sul 9/11 avrebbe dovuto indagare anche sul crollo del World Trade Center 7 (WTC 7). Il fatto che non lo abbiano fatto alimenta i loro dubbi.

Il sito Web www.patriotsquestion911.com conta tra i propri utenti circa 2.000 tra docenti universitari, militari, piloti, poliziotti, architetti, ingegneri, fisici, esperti di intelligence, magistrati e personaggi famosi (tra cui 400 scienziati), senza per questo prendere direttamente posizione. Oltre a Francesco Cossiga, ex Presidente della Repubblica italiana, anche lo scrittore e vincitore di un premio Nobel Dario Fo ha dubbi sulla teoria ufficiale di George W. Bush. Forse tutte queste persone, alle quali viene riconosciuto un elevato grado di credibilità nelle rispettive professioni e a cui, in parte, sono affidate anche vite umane, sono tutti impazziti? Che cosa li distingue fondamentalmente da coloro che considerano folli teorici della cospirazione tutti coloro che non credono alla versione ufficiale? Che i primi hanno analizzato i fatti, cosa che i media tradizionali quasi mai hanno fatto.

La terza legge di Newton.

"La massa segue sempre il percorso di minore resistenza", diceva il famoso fisico già più di 300 anni fa. E non è neppure possibile schiacciare un fiammifero dall'alto verso il basso. Esso si piega invece nel punto che cede per primo. Così come un albero cade di lato quando viene intaccato con un colpo d'ascia. Che cosa significa questo? Che qualunque sia il punto in cui l'acciaio ha ceduto prima per effetto dell'impatto dell'aereo, l'edificio avrebbe dovuto cadere da quella parte.

"Fatevi una domanda molto semplice: Perché il blocco inferiore dell'edificio non ha opposto alcuna resistenza alla parte superiore, che pure era di gran lunga più piccola?", si chiede l'architetto Richard Gage. "Le torri sono venute giù senza interruzione alla velocità di caduta libera, in modo lineare e simmetrico, come se i 90 piani sottostanti non esistessero proprio. L'unico modo perchè ciò sia possibile è che vi sia stata una demolizione controllata". L'agenzia governativa NIST, responsabile per l'indagine sui crolli, non ha però neppure preso in considerazione la possibilità di una demolizione controllata. La motivazione è curiosa: le demolizioni controllate iniziano di solito dal basso, ossia dai piani interrati. E infatti il portiere William Rodriguez ha testimoniato in diverse occasioni di aver udito proprio queste esplosioni nei piani interrati, tra l'altro anche nella serie diretta da Jesse Ventura.

Lo stesso Ventura ha cambiato idea solo dopo che il figlio lo ha convito a guardare il film "Loose Change", che nel frattempo era stato scaricato dal Web oltre 100 milioni di volte. Film come "Zero" dell'eurodeputato italiano Giulietto Chiesa o "911 Mysteries" sono andati in onda anche su ORF o su Vox. La serie di Ventura "Conspiracy Theory" va in onda sul canale via cavo TruTV di Ted Turner. Il produttore di Hollywood Aaron Russo ("Una poltrona per due") si è occupato nel suo film-documentario "America: From Freedom to Fascism" dei retroscena del 9/11. Tutti questi film sono accessibili su Google Video.

Architects and Engineers for 911 Truth.

L'architetto Richard Gage contesta inoltre che l'incendio sia la causa del crollo dei tre grattacieli: "Nessun incendio in un grattacielo ha mai portato al crollo di un edificio in acciaio". Gage è architetto da venti anni e in questo periodo ha costruito numerosi edifici in acciaio a prova di incendio. Recentemente ha preso parte alla costruzione di un progetto da 400 milioni di euro, in cui sono state utilizzate 1200 tonnellate di acciaio. Ha fondato il movimento Architects and Engineers for 911 Truth (ae911truth.org), che conta oggi quasi un migliaio di architetti e ingegneri oltre a 5000 altri sostenitori. "Il crollo delle Twin Towers e del World Trade Center 7 soddisfa tutte le condizioni di una demolizione controllata, ma non una sola condizione di un collasso causato da incendio", ha detto Gage (vedi riquadro a sinistra). Sottolinea inoltre che vi sono numerose altre prove di una demolizione controllata. "Abbiamo trovato tonnellate di acciaio fuso. L'acciaio fonde a 3000 gradi Fahrenheit, il cherosene e il fuoco provocato dall'incendio degli uffici possono raggiungere al massimo 1400, forse 1600 gradi Fahrenheit".

Secondo Gage, le probabilità che l'incendio abbia compromesso tutti gli elementi strutturali esattamente nello stesso momento sono uguali a zero. Ma se anche le probabilità fossero, ammettiamo, del 10%, bisogna tener conto che in quella stessa giornata ben tre edifici sono implosi in modo simmetrico. La probabilità che questo evento si ripeta per tre volte nello stesso giorno sarebbe dunque 0,1 (dieci percento) x 0,1 x 0,1 x 100, ossia 0,1%. In altre parole: quand'anche aumentassimo le probabilità che un evento del genere possa verificarsi, la probabilità che la teoria ufficiale sia sbagliata è del 99,9%. Le persone tendono a valutare in modo errato le probabilità quando pensano che la presunta causa sia l'impatto degli aerei. Anche il World Trade Center 7 è crollato praticamente a velocità di caduta libera, esattamente come il WTC 1 e 2. La differenza è che in questo caso nessun aereo lo ha colpito. I video del crollo di questo edificio si sono diffusi rapidamente su Internet. L'unica spiegazione logica per un simile crollo è una demolizione controllata (vedi riquadro).

Scholarsfor911truth.

Scienziati come Steve Jones sostengono addirittura di aver trovato l'esplosivo. Jones è stato docente di fisica presso la Brigham Young University. Quando ha iniziato a creare l'organizzazione scholarsfor911truth (www. www.st911.org, Accademici per la verità sul 9/11), è stato sollecitato dalla direzione dell'Università a chiedere il pensionamento anticipato. Il professor Jones ed altri, tra cui anche lo scienziato danese Dr. Niels Harrit, hanno analizzato 20 campioni di polvere del World Trade Center e in essi hanno rilevato chiare tracce di nanotermite, un esplosivo utilizzato finora ufficialmente solo dai militari.

Numerosi pompieri e paramedici hanno testimoniato di aver udito esplosioni. "È come se fosse esploso... come se avessero pianificato di far saltare l'edificio, boom, boom, boom", raccontava ai colleghi il capitano dei pompieri Dennis Tardio mentre veniva filmato da un team. Il paramedico Daniel Rivera è ancora più specifico: "Era come una demolizione professionale, in cui gli ordigni esplosivi vengono collocati a determinati piani: pop, pop, pop". Di occasioni per piazzare le bombe ve ne sono state numerose. Ben Fountain, che lavorava come analista finanziario nella Torre Sud, ha riferito che "nelle settimane antecedenti vi sono state numerose esercitazioni insolite e senza apparente motivazione in occasione delle quali sezioni delle Torri gemelle e del WTC 7 sono state evacuate per sicurezza".

Il problema: Eliot Spitzer, all'epoca Attorney General di New York, negò un'inchiesta giudiziaria. Negli Stati Uniti esiste la possibilità di intentare un processo civile per risarcimento dei danni. Numerosi familiari delle vittime hanno cercato fino ad oggi di seguire questa strada. Uno di questi gruppi è stato rappresentato da Stanley Hilton, che è stato consigliere del candidato presidenziale repubblicano Bob Dole. La causa contro George W. Bush, Dick Cheney e altri è stata respinta nel 2004, non per mancanza di prove, ma perché gli interessati erano funzionari pubblici e godevano quindi di immunità.

Ordine di "stand down"

Un processo potrebbe, tra le altre cose, chiarire perché i caccia sono rimasti a terra (vedi riquadro a sinistra). Secondo testimoni, Dick Cheney avrebbe dato un ordine di "stand down", ossia un ordine che vietava ai caccia di decollare per qualsiasi motivo. Ciò ci consente di interpretare le dichiarazioni del ministro dei trasporti Norman Mineta e del sergente Lauro Chavez, che era in servizio l'11 settembre. Un procuratore avrebbe la possibilità di prendere visione dei piani di servizio e di chiedere ai presenti quel giorno di testimoniare sotto giuramento.

La commissione del 9/11 non sostituisce alcuna inchiesta giudiziaria. Il senatore Max Cleland si ritirò dalla Commissione con le seguenti parole: "È una truffa, uno scandalo nazionale". Numerose testimonianze non sono semplicemente state inserite nella relazione. Altri membri della Commissione, fino al Presidente Thomas Kean, hanno denunciato le continue menzogne da parte delle autorità. Anche la testimonianza di Barry Jennings non è mai apparsa nel rapporto della commissione sul 9/11. Jennings è stato vicedirettore del dipartimento dei servizi di emergenza della città di New York. Quest'uomo, che l'11 settembre salvò la vita a molte persone nel WTC 7, rilasciò lo stesso giorno un'intervista dal vivo all'ABC in cui, ancora ricoperto di polvere, sosteneva di aver udito esplosioni. Nel 2007 ha reso più esplicite le sue dichiarazioni in un'intervista con Dylan Avery, uno dei creatori di "Loose Change". Ha spiegato di aver già udito le esplosioni prima che la prima torre gemella crollasse e che, in contrasto con la versione ufficiale, la hall di ingresso era piena di cadaveri.

Morte misteriosa.

Secondo Avery, Jennings gli avrebbe chiesto di non pubblicare il materiale, poiché era stato minacciato e temeva di perdere il lavoro. Tuttavia, dopo che la BBC mandò in onda un'intervista con Jennings che, a giudizio di Avery, era stata distorta, Jennings si decise a inserire la propria testimonianza completa in "Loose Change Final Cut". Il 19 agosto 2008, due giorni prima della pubblicazione del rapporto ufficiale sul WTC 7 da parte dell'agenzia governativa NIST, le cui conclusioni erano diametralmente opposte alle dichiarazioni di Jennings, Jennings moriva all'età di 53 anni in circostanze misteriose. Un investigatore privato ingaggiato da Avery per fare indagini sulla sua morte ha abbandonato il lavoro.

Le numerose contraddizioni hanno addirittura spinto recentemente un giudice federale tedesco, Dieter Deiseroth, in un'intervista rilasciata al servizio Internet Heise, a richiedere l'apertura di una nuova indagine: "Non può esistere in uno stato di diritto che si rinunci ad adottare le misure necessarie per identificare i sospetti, ad arrestarli e a formalizzare un capo d'accusa davanti a un tribunale indipendente... È interessante notare che fino ad oggi Osama Bin Laden non è ricercato per il 9/11". L'intervista si conclude con le parole: "Tutto ciò esige assolutamente una spiegazione".

Le Torri Gemelle – Demolizione controllata?

Prove di esplosivi

Secondo l'associazione di architetti ae911truth.org, i crolli soddisfano tutte le condizioni di una demolizione controllata:

La distruzione segue il percorso di maggior resistenza.

I detriti sono sparsi in modo simmetrico.

il crollo inizia in modo estremamente rapido (rapid onset)

Circa 100 testimoni hanno parlato di esplosioni e lampi di luce.

Diverse tonnellate di pesanti frammenti di acciaio si sono staccate in modo verticale.

90.000 tonnellate di metallo e cemento sono state polverizzate nell'aria.

nuvole piroclastiche molto grosse che si espandono (vedi a destra)

nessun collasso dei piani superiori su quegli inferiori (effetto pancake)

esplosioni orizzontali isolate da 20 a 40 piani più in basso

ritrovamento di tracce di acciaio fuso ed esplosivo (termite)

Condizioni per l'incendio

Almeno tre condizioni avrebbero dovuto essere soddisfatte affinché l'edificio crollasse a causa dell'incendio:

inizio lento con grosse deformazioni visibili

collasso asimmetrico lungo la linea di minor resistenza

Presenza documentata di temperature che potessero indebolire l'acciaio

E come se non bastasse: nessun grattacielo in acciaio è mai crollato finora a causa di incendio.

World Trade Center 7 – Errori nel rapporto

Il World Trade Center 7, un massiccio grattacielo in acciaio di 47 piani, in cui si trovavano la sede di CIA e servizi segreti, è crollato circa sette ore dopo le Torri gemelle, sebbene non sia stato colpito da nessun aereo. Nel "9/11 Commission Report" ufficiale questo edificio non è neppure menzionato. Le numerose richieste da parte dei membri del movimento per la verità sull'11 settembre hanno spinto però il National Institute of Standards and Technology (NIST), un'agenzia federale, a presentare uno studio sette anni dopo il crollo. Il mistero più grande che gli esperti dovevano risolvere era quello di spiegare come mai gli edifici sono crollati praticamente alla velocità di caduta libera. Normalmente i vari piani oppongono una resistenza, pertanto l'edificio avrebbe dovuto crollare a una velocità molto più lenta. Secondo la versione ufficiale, l'edificio sarebbe stato danneggiato dalla caduta di detriti dalle Torri gemelle. Tuttavia, il WTC 7 si trovava a una distanza di circa un campo di calcio e nelle fotografie non sono visibili danni significativi. Inoltre, l'edificio avrebbe dovuto cadere sul lato in cui aveva subito danni e non implodere sulle sue fondamenta. La soluzione proposta dal NIST ha suscitato un misto di ilarità e orrore nel movimento per la verità. I commenti più cortesi sono stati "Ridicolo" e "Stronzata colossale".

La versione ufficiale è questa: l'edificio sarebbe già crollato internamente da 30 minuti quando alla fine il ricoprimento esterno sarebbe venuto giù alla velocità di caduta libera: un processo senza precedenti. Gli scienziati del movimento per la verità hanno redatto lunghi studi in cui, punto per punto, mettono in discussione lo studio ufficiale. Nessuna di queste domande ha però finora ricevuto risposta. I dati completi del modello computeristico utilizzato rimangono segreti. Per fare un esempio delle contraddizioni che si trovano nel rapporto del NIST: Vengono mostrate le temperature dei piani alle 17.30 e alle 18.00. Peccato, però, che l'edificio sia crollato alle 17.21.

Schianto sul Pentagono - Le manovre impossibili

Più di 200 piloti ed esperti di aviazione dubitano della versione ufficiale. I piloti dell'organizzazione "Pilots for 911 Truth" (http://pilotsfor911truth.org/) sostengono che è impossibile eseguire una simile manovra con un Boeing per colpire il Pentagono. Il capitano Russ Wittenberg, che ha lavorato per 35 anni sulla Pan Am e sulla United Airlines, ha dichiarato: "Ho pilotato i due tipi di aerei usati l'11 settembre. Gli aerei avrebbero dovuto superare il proprio limite di velocità di oltre 100 nodi e compiere virate strette ad alta velocità spingendo probabilmente 5, 6, 7 volte l'accelerazione di gravità. E l'aereo avrebbe dovuto letteralmente cadere dal cielo. Non avrei potuto farle io e sono assolutamente sicuro che non abbiano potute farle loro". I piloti mettono in dubbio anche che una persona che ha svolto un addestramento con un Cessna sia in grado di pilotare un Boeing. Tanto più che l'istruttore di volo ha anche raccontato che i piloti erano pessimi, uno di loro non sapeva proprio volare. Molti piloti nutrono anche dubbi sul fatto che sia possibile colpire le Torri Gemelle a piena velocità, tanto più che uno degli aerei era proprio in fase di virata. Altro aspetto insolito è praticamente l'assenza di parti visibili di un aereo al Pentagono. Ralph Omholt, che ha pilotato Boeing per molti anni, dice: "Non c'è coda, non ci sono ali, non c'è nessuna conferma dello schianto di un Boeing 757". Soprattutto i motori in titanio avrebbe dovuto resistere allo schianto.

Inoltre, i piloti fanno notare che il foro nel Pentagono è troppo piccolo. Le finestre adiacenti, ad esempio, avrebbero dovuto essere danneggiate oppure si sarebbero dovuti vedere detriti davanti. Nemmeno sull'erba ci sono tracce di danni. Altro elemento sospetto: Il Pentagono, uno degli edifici più sorvegliati al mondo, è circondato da telecamere di sicurezza. L'unico video che è stato presentato al pubblico mostra tutto tranne che un Boeing.

Difesa aerea – Dov'erano i caccia?

Uno dei più grossi misteri di quel giorno è perché gli aerei non siano stati intercettati sebbene vi fosse fino a un'ora di tempo per farlo. L'intercettazione di aerei che si discostano dalla rotta è semplice routine. Negli Stati Uniti succede almeno un centinaio di volte all'anno. Ma nel giugno del 2001 questa procedura standard è stata cambiata. In un memorandum inviato al Joint Chiefs of Staff si legge che, prima di autorizzare i caccia al decollo, da allora in poi sarebbe stato necessario consultare il Dipartimento della Difesa. Vi sono anche prove che Dick Cheney abbia dato un esplicito ordine di "stand down", il che significa che i caccia dovevano rimanere a terra. il sergente Lauro Chavez afferma quanto segue: Quel giorno era in servizio presso il Comando Centrale degli Stati Uniti in Florida ed era impegnato in esercitazioni che includevano, tra le altre cose, il dirottamento di aerei che volassero contro il World Trade Center, il Pentagono e la Casa Bianca. Queste esercitazioni sono ora state confermate da documenti ufficiali. Quando gli apparve chiaro dalle immagini in TV che stava succedendo per davvero, chiese perché i caccia non fossero decollati. Per tutta risposta gli fu detto che c'era un ordine di "stand down".

Chavez sapeva anche, prima che venisse reso noto, che pochi mesi prima degli attentati per la prima volta nella storia il comando supremo della difesa aerea (NORAD) era stato affidato a un civile: Dick Cheney. La testimonianza del Ministro dei trasporti Norman Mineta, che non emerge dal rapporto della commissione sul 9/11, supporta questa tesi: rispondendo a un giovane che gli avrebbe più volte rivolto questa domanda spiegando che un aereo che si stava avvicinando, Dick Cheney avrebbe detto che l'ordine era ancora valido. All'epoca Mineta pensò che questo ordine subintendesse un ordine di abbattere l'aereo. Il colonnello Donn de Grand-Pre ha raccontato che un generale non rispettò l'ordine di rimanere a terra e fece abbattere il quarto aereo su Shanksville, il che spiegherebbe l'assenza di detriti. Grand-Pre riferisce anche di aver redatto uno studio per lo Stato Maggiore Generale in cui si giungeva alla conclusione che parti dello stesso governo sarebbero responsabili degli attentati. Grand-Pre ha dichiarato in un'intervista radiofonica che la maggioranza dei vertici militari sarebbe disposta a organizzare un colpo di stato per portare alla luce la verità.

Oliver Janich

Fonte.

Traduzione dal tedesco di DrHouse e io_sono per luogocomune.net

Voto: 9.00 (3 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
14/4/2014 22:20:00 - Conferenza a sorpresa
12/4/2014 23:00:00 - "Le grandi menzogne della storia" - Conferenza
11/4/2014 19:49:04 - Epidemia - La Sindrome cronica del Tifoso
9/4/2014 21:40:24 - Commenti liberi
7/4/2014 18:10:00 - Avvisi vari
7/4/2014 11:51:47 - Uomo-donna: cervelli a confronto
5/4/2014 21:57:50 - Usa, ecco come agisce la strategia del caos
3/4/2014 22:17:36 - Anche l'Apollo "faceva le bolle"
2/4/2014 20:30:00 - Commenti liberi
1/4/2014 20:30:00 - La Turchia preparava una "false flag" per aggredire la Siria
31/3/2014 20:40:00 - Metodo Di Bella: comunicato di Giuseppe Di Bella
29/3/2014 23:30:00 - Caso Marò: l'Italia chiede aiuto a “mamma America”
29/3/2014 10:40:00 - I forum di luogocomune II - La risposta
27/3/2014 21:30:00 - In memoria di Cesco Ciapanna
26/3/2014 12:30:00 - Lettera aperta al Soldato X, che ha ucciso un ragazzo di 14 anni

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Dr-Jackal
Inviato: 25/1/2010 7:26  Aggiornato: 25/1/2010 7:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2006
Da:
Inviati: 1025
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Trovo sconcertante che perfino dopo un'esposizione così chiara, completa e SCHIACCIANTE su un giornale così importante a tiratura nazionale e che in questo caso ha fatto il giro del mondo, ci sia ancora gente che rimane imperturbata nelle sue convinzioni (e continua a ritenere che solo 4 gatti paranoici su internet abbiano dei dubbi sulla versione ufficiale).

Neanche un dubbio, questi individui, MAI. Ma come fanno?
La vita dev'essere molto più semplice così.

Spiderman
Inviato: 25/1/2010 8:55  Aggiornato: 25/1/2010 8:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2713
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
La vita dev'essere molto più semplice così.


Una vita da perdenti.

Grazie a DrHouse e io_sono per la traduzione.

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
LoneWolf58
Inviato: 25/1/2010 9:07  Aggiornato: 25/1/2010 9:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4518
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Il colonnello Donn de Grand-Pre ha raccontato che un generale non rispettò l'ordine di rimanere a terra e fece abbattere il quarto aereo su Shanksville, il che spiegherebbe l'assenza di detriti.

Questo fatto penso meriti un maggior approfondimento...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
nosh1t
Inviato: 25/1/2010 9:28  Aggiornato: 25/1/2010 9:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/9/2008
Da:
Inviati: 143
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
beh, meglio tardi che mai.

PS Mazzucco ti faccio notare un tremendo buco nella pagina del sito
Citazione:

CREDIBLE CRITICS OF THE OFFICIAL ACCOUNT OF 9/11

41 U.S. Counter-Terrorism and Intelligence Agency Veterans Challenge the Official Account of 9/11 – Official Account of 9/11: "Terribly Flawed," "Laced with Contradictions," "a Joke," "a Cover-up"
May 18, 2009
English PDF
English HTML
Danish PDF
French PDF
German PDF
Greek PDF
Norwegian PDF
Polish PDF
Swedish PDF
come puoi notare manca il PDF in italiano.

fefochip
Inviato: 25/1/2010 11:44  Aggiornato: 25/1/2010 11:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 5443
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
Il colonnello Donn de Grand-Pre ha raccontato che un generale non rispettò l'ordine di rimanere a terra e fece abbattere il quarto aereo su Shanksville, il che spiegherebbe l'assenza di detriti.


Citazione:
Questo fatto penso meriti un maggior approfondimento...


questo fatto di Shanksville mi lascia un po perplesso.

mi pare evidente che l'abbattimento dell'aereo in questione non rientrasse nel piano di chi ha architettato il 911.

in particolare se l'aereo è stato abbattuo in volo chi ha scavato la buca?
ma soprattutto come ci è riuscito cosi velocemente?

dico questo perche mi pare un po assurdo scavare prima una buca se effettivamente il piano era quello di far schiantare l'aereo come gli altri 3 verso un bersaglio .(la casabianca?)

ovviamente si cerca sempre di avere un piano "B" ma non si può fare un piano di riserva andando a scavare "prima" una buca perche non si può prevedere quando il colonnello "Donn de Grand-Pre" del momento o chi per lui decida di disobbedire agli ordini e di alzare un caccia in volo.

la buca quindi nell'ipotesi dell'abbattimento in volo (che è l'evento piu plausibile) sicuramente è stata scavata non prima di sapere che il 4 volo non avrebbe raggiunto il bersaglio.
come cacchio l'hanno scavata? forse con esplosivi? ma in tempi cosi rapidi?

a meno che il piano originario era proprio quello di far vedere che non si anda a segno con tutti e 4 gli aerei ma allora non si spiega l'assenza completa di detriti nella famosa buca ...se il piano era quello ci avrebbero messo qualcosa no da prima no?

insomma da che parte si guarda il volo su Shanksville c'è qualcosa che non quadra

più che "scoprirla" la verità si "capisce", per questo "quando l'allievo è pronto il maestro arriva".
si può perdonare a un bambino di avere paura del buio,ma a un adulto quella della luce?
ahmbar
Inviato: 25/1/2010 12:04  Aggiornato: 25/1/2010 12:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2007
Da: Milano
Inviati: 1602
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
a meno che il piano originario era proprio quello di far vedere che non si anda a segno con tutti e 4 gli aerei ma allora non si spiega l'assenza completa di detriti nella famosa buca ...se il piano era quello ci avrebbero messo qualcosa no da prima no?

La buca ha sfornato tutta una serie di "prove" : bandane, passaporti, scontrini, taglierini etc etc

Se anche ci fossero stati resti riconoscibili di un aereo, vorrei che questi fossero identificati attraverso i numeri di serie, cosa che manca per ogni singolo pezzo di ciascuno dei 4 aerei "dirottati" (scatole nere comprese, nessuno ne ha potuto vedere i dati, le Foia all'FBI sono rimaste lettera morta)



Ricordo che era stato postato un video per la spiegazione dell'aereo di Shanksville, un'intervista fatta a non ricordo quale politico, psicologo o ex servizi segreti, che spiegava l'importanza dell'aspetto psicologico

Un attacco al cuore dell'America, con addirittura il crollo delle torri gemelle, poteva "mettere in ginocchio la nazione, e' necessario in questi casi fornire la speranza di saper reagire. Ed ecco il motivo del 4 aereo, dove gli eroici passeggeri fornivano una bella storia, dimostrando di combattere il nemico"

Non so se fossero le esatte parole, ma il senso era questo


Per le spiegazioni "tecniche", confermo cio' che riporto anche nella mia firma :
solo un abbattimento in volo puo' giustificare lo spargimento di rottami in un raggio di 14 km, con un motore ad un km dal "punto di caduta"


Per chi desidera informarsi sulla piu' grande menzogna dell'era moderna
FAQ 11 settembre 2001
Decalagon
Inviato: 25/1/2010 12:18  Aggiornato: 25/1/2010 12:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 5622
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Mbah.. non ho parole. Come si faccia ad ignorare tutto questo, proprio non lo so.
Perfino mia madre che è una donna con i piedi per terra, molto realista e concreta, c'è rimasta secca a guardare "Inganno Globale"; non aveva nemmeno idea dell'esistenza del WTC7 e del fatto che il pentagono era stato colpito da un 757 che volava RASO TERRA. La storia dei lampioni colpiti dall'aereo è stato il botto finale.. s'è chiesta come cazzo era possibile che vi sia stata gente che ha creduto a una cosa del genere. Per non parlare di Shanksville o delle testimonianze...

Capisco Attivissimo che è pagato per negare queste cose, ma gli altri...
Non ho parole.

«Sapete cos'è la storia? Non è la verità, è la storia di qualcuno. Non ha niente a che fare con la verità»

Lloyde England
Redazione
Inviato: 25/1/2010 12:23  Aggiornato: 25/1/2010 12:23
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17659
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
AHMBAR: Forse parlavi di questo.



Non sapevo del motore trovato a 1 Km di distanza. Hai qualche link perfavore?

ahmbar
Inviato: 25/1/2010 13:40  Aggiornato: 25/1/2010 13:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2007
Da: Milano
Inviati: 1602
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Si Massimo, proprio quello era il video a cui mi riferivo

Per il motore ho trovato questi link, anche se pensavo fosse una cosa piu' che conosciuta
Non riesco a trovare altre foto, ma ricordo di averne vista una con il racconto del proprietario del campo in cui trovarono il motore


americanfreepress

Jim Svonavec, whose company worked at the site and provided excavation equipment, told AFP that the recovery of the engine “at least 1,800 feet into the woods,” was done solely by FBI agents using his equipment.



911research

State police Maj. Lyle Szupinka said investigators also will be searching a pond behind the crash site looking for the other recorder and other debris. If necessary, divers may be brought in to assist search teams, or the pond may be drained, he said.

Szupinka said searchers found one of the large engines from the aircraft "at a considerable distance from the crash site."

"It appears to be the whole engine," he added.




Killtown

Now good ole’ Popular Mechanics seems to be saying this engine part found in the pond tumbled across the ground before landing in the pond. If it did that, it would have had to lob over the very tall tree line hugging the service road next to the crater:





globalresearch

A section of engine weighing a ton was located 2,000 yards - over a mile -from the crash site.

Per chi desidera informarsi sulla piu' grande menzogna dell'era moderna
FAQ 11 settembre 2001
-Sintesi-
Inviato: 25/1/2010 14:20  Aggiornato: 25/1/2010 14:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/12/2009
Da: Toscana
Inviati: 73
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Capisco Attivissimo che è pagato per negare queste cose, ma gli altri... Non ho parole.

No, no, il punto è proprio questo... alcune persone sostengono che perchè siano vere le teorie alternative, allora i veri attentatori avrebbero dovuto fare talmente tanti errori da risultare totalmente incredibile... quindi le teorie alternative non sono credibili...

Ci sono troppe cose che non tornano nella versione ufficiale per NON essere vere!
Un po' come dire: "Assolto per sproposito di prove di colpevolezza"...

Il bello è che replicare ad una affermazione del genere è veramente difficile, perchè chi dice questo ha ragione: hanno fatto veramente ogni genere di errore che poteva essere commesso... è possibile quindi che siano così stupidi???
No, non sono così stupidi, ma sapendo di avere in mano gli ipno-mass media semplicemente potevano permettersi di farli... tutto qui... ma fallo capire alla gente...

Ogni uomo scambia i limiti della sua prospettiva con i limiti del mondo intero.
A. Schopenhauer
fefochip
Inviato: 25/1/2010 14:42  Aggiornato: 25/1/2010 14:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 5443
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
solo un abbattimento in volo puo' giustificare lo spargimento di rottami in un raggio di 14 km, con un motore ad un km dal "punto di caduta"


totalmente d'accordo .
quello che non capivo bene è il senso(nell'ottica che l'abbattimento fosse programmato) di affidarsi al caso per abbatere un aereo visto che il generale in questione non ha obbedito ...oppure era esso stesso uno dei complici.

se l'abbattimento in volo per spacciarlo poi come gesto "eroico" dei passeggeri era stato programmato la buca la potevano oragnizzare un po meglio no?
insomma con la demolizione controllata hanno fatto un ottimo lavoro tutto sommato ...si ci sono dei particolari che non tornano ma demolire partendo dall'alto due torri di quelle dimensioni senza d'are VISTOSAMENTE nell'occhio è stato un impresa incredibile ...al resto ci avrebbero pensato i media .

più che "scoprirla" la verità si "capisce", per questo "quando l'allievo è pronto il maestro arriva".
si può perdonare a un bambino di avere paura del buio,ma a un adulto quella della luce?
mangog
Inviato: 25/1/2010 15:04  Aggiornato: 25/1/2010 15:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2862
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:

Il World Trade Center 7, un massiccio grattacielo in acciaio di 47 piani, in cui si trovavano la sede di CIA e servizi segreti, è crollato circa sette ore dopo le Torri gemelle, sebbene non sia stato colpito da nessun aereo. Nel "9/11 Commission Report" ufficiale questo edificio non è neppure menzionato.


Di tutte le madornali incongruenze questa è la più paranormale.

Paulo
Inviato: 25/1/2010 17:06  Aggiornato: 25/1/2010 18:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/12/2005
Da:
Inviati: 498
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Egregio Massimo, credo che sarebbe più facile convincere Obama che i negri sono una razza inferiore che convincere il Riotta che la verità sull'11/9 sia qualcosa di diverso dalla versione ufficiale.
Anche perché sa benissimo, fors'anche meglio di te e fors'anche da prima di te, che diverse cose non quadrano. Tuttavia finché Wikipedia non varierà la descrizioni dei fatti egli non si farà capace di qualsiasi altra descrizione. Quando la versione ufficiale sarà quella verso la quale tu propendi, allora egli sarà convintissimo che tu hai ragione.
Devi capire, è un giornalista.

yarebon
Inviato: 25/1/2010 17:14  Aggiornato: 25/1/2010 17:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2147
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
questi articoli purtroppo li leggeranno in pochi.
Scrivo questo post dopo la lettura sconfortante di alcuni messaggi scritti in un forum sulla FIGURA del complottista, come emarginato e fuori dalla società e cretinate del genere, insomma il giochetto fatto anche da alcuni psicologi prezzolati dal regime, di creare una nuova categoria umana da mostrare come deviante e pericolosa.
Ancora più triste perchè questo forum, pieno di giovani ed adolescenti (e a mio parere molti di loro davvero disadattati) è pieno di seguaci di attivissimo e company e forse anche di qualche suo diretto discepolo, insomma si plagiano le menti parlando del complottista e delle teorie complottiste (termine idiota ma questo lo sappiamo già) come di qualcosa di pericoloso, non dissimile da una setta o da un'organizzazione terroristica. Si parla anche di 11 settembre è il livello di discussione a causa degli attivissimi è davvero elementare.

Per chi vuole vedere il livello di idiozia raggiunto (sono giovani che parlano), si faccia una visita è importante perchè sono pensieri pericolosi davvero.
Il post qui sotto riguarda la figura del complottista, ma nella stessa sezione del forum in basso si parla anche di 11 settembre.

http://www.truemetal.it/forum/attualita-e-cultura/45911-
anticomplottismo.html

Il sito lo frequentavo tantissimi anni fa per motivi musicali, i miei gusti musicali ora sono cambiati, ma qualche raro giro ogni tanto lo faccio in quel forum. Credo sia importante segnalare questo forum perchè gli attivissimi si intrufolano anche tra i giovani innescando nelle generazioni future, idee intolleranti e uno scetticismo nocivo che va a braccetto con lo status quo imperante.
Da notare in questi post (anche nei più dubbiosi verso le critiche ai "complottisti") come complottista sia il "deviato", emarginato, pseudoscientifico e gli attivissimi siano, magari troppo scettici, ma rigorosi, scientifici, precisi e sinceri...

Naturalmente anche in quel forum su Mazzucco si dice "a ti vai a fidare di uno che crede agli ufo, alla terra cava, al cancro guarito dal bicarbonato, questo dimostra come la stessa teoria complottista dell'11 settembre sia qualcosa fatto da menti che amano inventare e lavorare di fantasia e imbrogliare la gente".

studente
Inviato: 25/1/2010 18:28  Aggiornato: 25/1/2010 18:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/1/2010
Da:
Inviati: 69
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Scusate, posso fare un OT ?

Sul sito delle Libreria del Congresso degli Stati Uniti (http://thomas.loc.gov/cgi-bin/query/z?c107:H.R.2977.IH:) c'è il resoconto di una seduta del 2 ottobre 2001 a proposito della risoluzione "Space Preservation Act of 2001". Nella sezione 7 del documento ("SEC. 7. DEFINITIONS") c'è la definizione di ciò che si intende per "arma".

Avrò capito male o sarà uno scherzo, ma c'è scritto:

chemtrails

tectonic weapons

... mood management, or mind control ...

The term `exotic weapons systems' includes weapons designed to damage space or natural ecosystems (such as the ionosphere and upper atmosphere) or climate, weather, and tectonic systems with the purpose of inducing damage or destruction upon a target population or region on earth or in space.

Ma di che minchia stanno parlando !!

Kobayashi
Inviato: 25/1/2010 18:56  Aggiornato: 25/1/2010 18:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/4/2009
Da:
Inviati: 42
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
è pura ipocrisia chiamare in causa la terza legge di newton sulla caduta delle torri , ma allo stesso tempo non applicarla alla causa primaria che si ritiene dogma indiscusso della caduta delle torri vedi impatto aerei e fuoriscita di kerosene, cosi facendo si andrà ad esaminare soltanto il perchè avviene il crollo e cioè dicono i cercatori della verità è stato perche le torri erano minate, e non si andrà a chiamare in causa nessun altra arma che possa spiegare perchè il cemento si è sbriciolato a misura di micron e l'acciaio sciolto stile fonderia , ecco in questa maniera 1) i media non ci hanno fregato quel giorno i video degli aerei sulle torri sono reali,viva i media. 2) si parla che nelle torri ci fossero esplosivi piazzati , si ma chi cè li puo aver messi ? che domande ma altri terroristi, svegliaa.

Sertes
Inviato: 25/1/2010 20:02  Aggiornato: 25/1/2010 20:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 6869
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
Egregio Massimo, credo che sarebbe più facile convincere Obama che i negri sono una razza inferiore che convincere il Riotta che la verità sull'11/9 sia qualcosa di diverso dalla versione ufficiale.
Anche perché sa benissimo, fors'anche meglio di te e fors'anche da prima di te, che diverse cose non quadrano. Tuttavia finché Wikipedia non varierà la descrizioni dei fatti egli non si farà capace di qualsiasi altra descrizione. Quando la versione ufficiale sarà quella verso la quale tu propendi, allora egli sarà convintissimo che tu hai ragione.
Devi capire, è un giornalista.


Quoto, e rilancio: avete visto il buon Vinci, che da invitato come supporter della Versione Ufficiale voleva convincerci che "Pull It" era un ordine per i pompieri di sostenere il WTC7 con i cavi per evitarne il crollo (grattacielo di 47 piani con struttura in acciaio, appeso a Dio) e invece come conduttore deve esprimere neutralità e cambia completamente atteggiamento.

Quando anche lui farà il passo più lungo della gamba verrà mandato via come Mentana, e ci sarà Riotta a fare l'immagine del giornalista serio e neutrale.

Patetico

Progetto Sintesi: la controinformazione in schede. Cercalo nei forum, e poi dimmi cosa ne pensi!
Decalagon
Inviato: 25/1/2010 20:03  Aggiornato: 25/1/2010 20:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 5622
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
voleva convincerci che "Pull It" era un ordine per i pompieri di sostenere il WTC7 con i cavi per evitarne il crollo


Ma scherzi?

«Sapete cos'è la storia? Non è la verità, è la storia di qualcuno. Non ha niente a che fare con la verità»

Lloyde England
Sertes
Inviato: 25/1/2010 20:36  Aggiornato: 25/1/2010 20:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 6869
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale

Progetto Sintesi: la controinformazione in schede. Cercalo nei forum, e poi dimmi cosa ne pensi!
Decalagon
Inviato: 25/1/2010 20:40  Aggiornato: 25/1/2010 20:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 5622
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale

Senza parole. Ed io che lo credevo una persona intelligente.
Che peccato.

Ma il primo commento al video mi lascia ancor più senza parole:

Citazione:

marcomnms (2 mesi fa)
Se il vecchio cn gli occhiali nn la smette di sghignazzare gli tiro un pugno in faccia! Non fare lezioni di inglese ad alessio! Pirla!!! Alessio Vinci reporting for CNN

«Sapete cos'è la storia? Non è la verità, è la storia di qualcuno. Non ha niente a che fare con la verità»

Lloyde England
ildieffe
Inviato: 25/1/2010 20:53  Aggiornato: 25/1/2010 20:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/12/2009
Da:
Inviati: 65
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Dato che la discussione sull'11 settembre si è "spostata" qui dopo la traduzione in italiano dell'articolo, vorrei riproporre oggi un commento postato da me ieri sera a mezzanotte sull'altro forum quando non c'era quasi più nessuno in linea. I punti da me menzionati qui di seguito sono in ordine sparso, in realtà c'è un filo logico che parte dal PNAC e arriva alll'improvviso disinteresse di Bush per Osama.
saluti a tutti

"ho letto con interesse la discussione e ho deciso di postare un commento anche se non è mia abitudine farlo.

Ho notato che si parla incessantemente del crollo delle torri e dell'aereo sul pentagono per giustificare il coinvolgimento dello stato maggiore americano ai fatti dell'11 settembre senza soffermarsi adeguatamente sugli indizi di ciò che è successo prima è dopo quella data: è ovvio che alle torri gemelle e al pentagono si possono trovare le prove "scientifiche e tecniche" di un possibile autoattentato, ma ci sono altri punti di vista ugualmente raccapriccianti; in quest'ottica concordo pienamente con gli interventi di Stefo.

Ipotizziamo che le torri siano crollate a causa degli impatti degli aerei, il Wtc7 sia collassato dopo essere stato colpito dai detriti delle torri (con molta fantasia) e che sul Pentagono si sia effettivamente schiantato un aereo. Se ad organizzare il tutto sono stati i vertici statunitensi e i servizi segreti, cosa cambia nel nostro giudizio? NULLA

Qualche indizio che non riguarda demolizioni controllate o missili al Pentagono:

1 - non esistono video di terroristi ripresi dalle telecamere degli aeroporti

2 - nella prima lista ufficiale dei passeggeri (poi corretta) non ci sono nominativi arabi

3 - nel 2001 è cambiata la procedura di difesa in caso di dirottamenti: si è data ai vertici statunitensi la responsabilità dell'ordine di decollo dei caccia

4 - nello stesso anno le torri sono state acquistate da un privato che le ha assicurate contro eventuali attacchi aerei

5 - dopo aver ottenuto i suoi scopi militari dopo l'11 settembre, Bush ha dichiarato di non interessarsi di dove fosse Osama

6 - Il giorno degli attentati era in atto casualmente nei cieli americani una esercitazione riguardante simulazioni di possibili dirottamenti aerei

7 - le torri sono state colpite di mattina in modo da minimizzare le perdite (3000 vittime) contro le 40000 inizialmente ipotizzate e teoricamente possibili in altro orario

8 - al Pentagono è stata colpita un'ala quasi disabitata perchè in ristrutturazione (le vittime sono solo poco più di 100)

9 - Un documento del PNAC antecedente l'11 settembre (scritto anni prima dagli stessi NEOCON che avrebbero poi conquistato il potere durante l'amministrazione Bush) giustificava eventuali guerre dichiarate dagli Stati Uniti in caso di una nuova Pearl Harbour

10 - è stata ritrovata una patente bruciacchiata di un dirottatore tra le macerie di Ground Zero e il kit del perfetto terrorista in una macchina parcheggiata all'aereoporto..


Mi piacerebbe che si parlasse di questi indizi, credo non siano smentibili.
Ho scritto i primi che mi sono venuti in mente, ce ne sono anche altri.
Sono tutte coincidenze?"

wireless
Inviato: 25/1/2010 21:18  Aggiornato: 25/1/2010 21:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/8/2007
Da:
Inviati: 216
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Secondo me è assolutamente inutile il tentativo di avere delle risposte da Riotta;ormai sembra chiaro che alla persona in questione non interessa rispondere nè a Mazzucco nè a chiunque possa mettere in dubbio qualsiasi versione ufficiale di qualsiasi argomento!!

peonia
Inviato: 25/1/2010 21:23  Aggiornato: 25/1/2010 21:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 4635
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Fantastico!!!!! a sentire Ray Mc Govern ho avuto quasi un orgasmo, come credo anche tutti noi....malati di mente e del morbo di Aschroft.....
Massimo vai spedito!! questo e' l'anno della tua/nostra riscossa!!!! te l'ho detto, lo ripeto.
LA VERITA' PREVERRA'!! Dovremo usare molta compassione verso i mentitori...

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie fino a quando la libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
peonia
Inviato: 25/1/2010 21:25  Aggiornato: 25/1/2010 21:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 4635
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Secondo me è assolutamente inutile il tentativo di avere delle risposte da Riotta;ormai sembra chiaro che alla persona in questione non interessa rispondere nè a Mazzucco nè a chiunque possa mettere in dubbio qualsiasi versione ufficiale di qualsiasi argomento!!

Sai che ti dico??? Ma chissenefrega!!! sparisse nel nulla che lo compenetra...di cui e' sostanza sostanziale...

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie fino a quando la libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
wireless
Inviato: 25/1/2010 21:29  Aggiornato: 25/1/2010 21:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/8/2007
Da:
Inviati: 216
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
Sai che ti dico??? Ma chissenefrega!!! sparisse nel nulla che lo compenetra...di cui e' sostanza sostanziale...


Oh Esatto chissenefrega!!!
Ma chi è costui??

blu23
Inviato: 25/1/2010 21:41  Aggiornato: 25/1/2010 21:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da:
Inviati: 585
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Riotta non risponde perchè anche il "raccontar palle" ha un suo limite naturale...

Grazie di Cuore ai ragazzi per la traduzione

Ribellatevi al mondo corrotto di Babilonia, emancipate la vostra razza, riconquistate la vostra terra. (Bob Marley)
Teba
Inviato: 25/1/2010 22:03  Aggiornato: 25/1/2010 22:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Ringrazio i ragazzi per l'importante lavoro di traduzione.
Thanx.

a_mensa
Inviato: 25/1/2010 22:41  Aggiornato: 25/1/2010 22:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3160
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
leggo con interesse molti documenti e rapporti legati all'11/9, e finora non ho ancora avuto nessun indizio che smentisse la mia idea.
i grattacieli a manhattan, e probabilmente anche in altre zone ad alta densità di grattacieli, sono TUTTI minati e predisposti per una "demolizione controllata" per evitare chequalsiasi incidente umano o naturale provochi la caduta laterale di uno di essi, con effetto domino su tutti , o buona parte di tutti, gli altri.
l'attentato è stato un autoattentato, ma la cosa non prevista è stata che l'inclinazione della parte superiore del primo grattacielo, facesse scattare il meccanismo automatico della demolizione controllata.
questo fatto ha trasformato un disastro voluto e programmato per il minimo di "effetti collaterali", in una tragedia.
tale meccanismo deve esser tarato sulla verticalità della punta del grattacielo, per poter prevedere qualsiasi evento che possa coinvolgere altri grattacieli vicini.
la colata di acciaio fuso del primo nei 7 piani inferiori ha messo in pericolo la stabilità del secondo e infine quella del wt7.
l'autoattentato doveva indignare la nazione, ma il disastro che ne è seguito non poteva più, in alcun caso , esser ammesso o soltanto collegato alle forze governative in carica.
in quest'ottica tutto quadra alla perfezione, e quindi continua a ritenerla la spiegazione più realistica a tutto quanto si conosce per certo.

ps. la prova semplice semplice per verificare quanto sostengo la si potrebbe fare con cani addestrati al ritrovamento di esplosivi, portati a circolare nei grattacieli.

pps. il fatto che TUTTI i grattacieli siano minati, è il grande segreto che , secondo le autorità, non dovrebbe mai essere svelato. chi andrebbe più a vivere o lavorare in un grattacielo ? riuscite a calcolare la perdita di valore che subiurebbero tali costruzioni ?

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
bubu7
Inviato: 25/1/2010 22:47  Aggiornato: 25/1/2010 22:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2007
Da: Tomania
Inviati: 460
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
3 - nel 2001 è cambiata la procedura di difesa in caso di dirottamenti: si è data ai vertici statunitensi la responsabilità dell'ordine di decollo dei caccia


3(a) - Questa procedura è stata ripristinata dopo gli attentati.


Grazie ai traduttori

Lui che offrì la faccia al vento la gola al vino e mai un pensiero non al denaro, non all'amore né al cielo.

Fabrizio De Andrè
totonno
Inviato: 25/1/2010 23:08  Aggiornato: 25/1/2010 23:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/3/2007
Da:
Inviati: 91
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Ma è mai possibile che non si trovi un giudice nel mondo che apra un procedimento sull'11/9 . Per quanto riguarda il R(i)otto ...... Massimo lascia perdere non si cava sangue dalle rape , e poi sinceramente è più divertente se continua a dire le sue cazzate .

peonia
Inviato: 25/1/2010 23:15  Aggiornato: 25/1/2010 23:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 4635
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
quel sito anticomplottista e' un covo di fans di P.A., quindi non riesco a rimanerci ancora piu di un minuto....sono in diretta....ma che schifezza!
porelli....

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie fino a quando la libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Redazione
Inviato: 26/1/2010 2:12  Aggiornato: 26/1/2010 2:12
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17659
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
A tutti quelli che dicono "lascia perdere, Riotta non risponderà mai" - cosa su cui sono pienamente d'accordo, peraltro - ripeto un concetto già espresso altre volte in casi simili (Piero Angela, ad esempio):

Quello che importa non è che rispondano, ma il poter dire che non lo hanno fatto.

In altre parole, invitandoli al confronto diretto crei una situazione win-win: o si presentano, e allora li massacri, oppure non si presentano, e allora li sputtani.

E il fatto che preferiscano essere sputtanati, piuttosto che presentarsi ad un confronto, la dice lunga sulla verità dei fatti.

elepink
Inviato: 26/1/2010 5:57  Aggiornato: 26/1/2010 5:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/1/2010
Da:
Inviati: 93
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
Trovo sconcertante che perfino dopo un'esposizione così chiara, completa e SCHIACCIANTE su un giornale così importante a tiratura nazionale e che in questo caso ha fatto il giro del mondo, ci sia ancora gente che rimane imperturbata nelle sue convinzioni (e continua a ritenere che solo 4 gatti paranoici su internet abbiano dei dubbi sulla versione ufficiale).

Neanche un dubbio, questi individui, MAI. Ma come fanno?
La vita dev'essere molto più semplice così.


Il giro del mondo? ma in che favola? l'hanno pubblicato solo i siti complottisti. E... pacche sulle spalle! P.S. (schiacciante? ma se sono le stesse cose che ripetete a pappagallo da anni e già smentite centinaia di volte?)

Citazione:
Una vita da perdenti.


Eh, sì. Perchè invece comprare i DVD di Mazzucco ti rende indipendente dal sistema, eh?

Citazione:
Il colonnello Donn de Grand-Pre ha raccontato che un generale non rispettò l'ordine di rimanere a terra e fece abbattere il quarto aereo su Shanksville, il che spiegherebbe l'assenza di detriti.


Perchè se un aereo viene abbattuto in volo, i detriti scompaiono?

Citazione:
insomma da che parte si guarda il volo su Shanksville c'è qualcosa che non quadra


Ah sì? e magari pensare che semplicemente un aereo dirottato si sia schiantato a terra (non si sa per quale motivo, su questo te ne dò atto: gli unici a poterlo dire con certezza sono gli occupanti dell'aereo) e che sia stato visto da tutti, no?

Citazione:
La buca ha sfornato tutta una serie di "prove" : bandane, passaporti, scontrini, taglierini etc etc


Oltre che i cadaveri e altri effetti personali di tutte le vittime. Solo che secondo voi dovevano sparire nel nulla, no?

Citazione:
Se anche ci fossero stati resti riconoscibili di un aereo, vorrei che questi fossero identificati attraverso i numeri di serie, cosa che manca per ogni singolo pezzo di ciascuno dei 4 aerei "dirottati" (scatole nere comprese, nessuno ne ha potuto vedere i dati, le Foia all'FBI sono rimaste lettera morta)



Ricordo che era stato postato un video per la spiegazione dell'aereo di Shanksville, un'intervista fatta a non ricordo quale politico, psicologo o ex servizi segreti, che spiegava l'importanza dell'aspetto psicologico

Un attacco al cuore dell'America, con addirittura il crollo delle torri gemelle, poteva "mettere in ginocchio la nazione, e' necessario in questi casi fornire la speranza di saper reagire. Ed ecco il motivo del 4 aereo, dove gli eroici passeggeri fornivano una bella storia, dimostrando di combattere il nemico"

Non so se fossero le esatte parole, ma il senso era questo


Certo. Hanno abbattuto un aereo per permettere a Paul Greengrass di farci un film.

Citazione:
Per le spiegazioni "tecniche", confermo cio' che riporto anche nella mia firma :
solo un abbattimento in volo puo' giustificare lo spargimento di rottami in un raggio di 14 km, con un motore ad un km dal "punto di caduta"


I "rottami" di cui parli, a 14 km, sono fogli, come spiegato nell'articolo di giornale da voi stesso citato nel video di Mazzucco. E che voi manco siete andati a vedervi. Inoltre, non un motore ma un PEZZO del motore fu trovato a 270 metri e un altro motore era conficcato nel terreno.

Citazione:
Mbah.. non ho parole. Come si faccia ad ignorare tutto questo, proprio non lo so.
Perfino mia madre che è una donna con i piedi per terra, molto realista e concreta, c'è rimasta secca a guardare "Inganno Globale"; non aveva nemmeno idea dell'esistenza del WTC7 e del fatto che il pentagono era stato colpito da un 757 che volava RASO TERRA. La storia dei lampioni colpiti dall'aereo è stato il botto finale.. s'è chiesta come cazzo era possibile che vi sia stata gente che ha creduto a una cosa del genere. Per non parlare di Shanksville o delle testimonianze...

Capisco Attivissimo che è pagato per negare queste cose, ma gli altri...
Non ho parole.


Ah bè se perfino tua madre ci è rimasta secca allora...

Citazione:
Capisco Attivissimo che è pagato per negare queste cose, ma gli altri... Non ho parole.

No, no, il punto è proprio questo... alcune persone sostengono che perchè siano vere le teorie alternative, allora i veri attentatori avrebbero dovuto fare talmente tanti errori da risultare totalmente incredibile... quindi le teorie alternative non sono credibili...

Ci sono troppe cose che non tornano nella versione ufficiale per NON essere vere!
Un po' come dire: "Assolto per sproposito di prove di colpevolezza"...

Il bello è che replicare ad una affermazione del genere è veramente difficile, perchè chi dice questo ha ragione: hanno fatto veramente ogni genere di errore che poteva essere commesso... è possibile quindi che siano così stupidi???
No, non sono così stupidi, ma sapendo di avere in mano gli ipno-mass media semplicemente potevano permettersi di farli... tutto qui... ma fallo capire alla gente...


Aaaah, e VOI invece siete gli illuminati paladini della libertà. Che ingenui, non hanno pensato a Mazzucco!

Citazione:
si ci sono dei particolari che non tornano ma demolire partendo dall'alto due torri di quelle dimensioni senza d'are VISTOSAMENTE nell'occhio è stato un impresa incredibile


Ma voi ci credete veramente a quello che dice fefochip? cioè, loro avrebbero CALCOLATO l'impatto dell'aereo e piazzato le cariche per far cadere DALL'ALTO le torri? e poi VOI parlate di "cose che non tornano" e di "esperti"? incredibile.

Citazione:
Il World Trade Center 7, un massiccio grattacielo in acciaio di 47 piani, in cui si trovavano la sede di CIA e servizi segreti, è crollato circa sette ore dopo le Torri gemelle, sebbene non sia stato colpito da nessun aereo. Nel "9/11 Commission Report" ufficiale questo edificio non è neppure menzionato.


Ah no? sei sicuro? io ricontrollerei.

Citazione:
Credo sia importante segnalare questo forum perchè gli attivissimi si intrufolano anche tra i giovani innescando nelle generazioni future, idee intolleranti e uno scetticismo nocivo che va a braccetto con lo status quo imperante.


Ah, e voi che incitate la gente a curarsi col bicarbonato invece?

Citazione:
perchè il cemento si è sbriciolato a misura di micron e l'acciaio sciolto stile fonderia


Certo. Io ero in America l'11 settembre, conservo ancora la copia del TIME che fotografa le macerie e mi sembra che i pezzi fossero piuttosto grossi.

Citazione:
Vinci spiega "pull it":


Ahahaha! vi dò ragione, questo è un uomo che non sa cosa dire! veramente geniale!

Citazione:
1 - non esistono video di terroristi ripresi dalle telecamere degli aeroporti


Ci sono, invece.

Citazione:
2 - nella prima lista ufficiale dei passeggeri (poi corretta) non ci sono nominativi arabi


Perchè era la lista delle vittime.

Citazione:
3 - nel 2001 è cambiata la procedura di difesa in caso di dirottamenti: si è data ai vertici statunitensi la responsabilità dell'ordine di decollo dei caccia


Confesso di ignorare questa cosa. Quindi me ne sto zitto.

Citazione:
4 - nello stesso anno le torri sono state acquistate da un privato che le ha assicurate contro eventuali attacchi aerei


Confesso di ignorare anche questa. Puoi darmi più dettagli?

Citazione:
5 - dopo aver ottenuto i suoi scopi militari dopo l'11 settembre, Bush ha dichiarato di non interessarsi di dove fosse Osama


D'accordissimo con te.

Citazione:
6 - Il giorno degli attentati era in atto casualmente nei cieli americani una esercitazione riguardante simulazioni di possibili dirottamenti aerei


Veramente era programmata il 12.

Citazione:
7 - le torri sono state colpite di mattina in modo da minimizzare le perdite (3000 vittime) contro le 40000 inizialmente ipotizzate e teoricamente possibili in altro orario


Ci sono mille motivi per cui i terroristi avrebbero potuto scegliere quell'orario.

Citazione:
8 - al Pentagono è stata colpita un'ala quasi disabitata perchè in ristrutturazione (le vittime sono solo poco più di 100)


Altro fatto accessorio non probatorio.

Citazione:
9 - Un documento del PNAC antecedente l'11 settembre (scritto anni prima dagli stessi NEOCON che avrebbero poi conquistato il potere durante l'amministrazione Bush) giustificava eventuali guerre dichiarate dagli Stati Uniti in caso di una nuova Pearl Harbour


No, parlava di inadeguatezza tecnologica. E' una questione tecnica, non politica.

Citazione:
10 - è stata ritrovata una patente bruciacchiata di un dirottatore tra le macerie di Ground Zero e il kit del perfetto terrorista in una macchina parcheggiata all'aereoporto..


Confesso di non sapere neanche questo. Però non vedo come sia determinante.

Ti ringrazio per la grande cortesia con cui hai posto la questione, cercherò d'informarmi sui punti da te indicati.

Citazione:
Fantastico!!!!! a sentire Ray Mc Govern ho avuto quasi un orgasmo, come credo anche tutti noi....malati di mente e del morbo di Aschroft.....
Massimo vai spedito!! questo e' l'anno della tua/nostra riscossa!!!! te l'ho detto, lo ripeto.
LA VERITA' PREVERRA'!! Dovremo usare molta compassione verso i mentitori...


Vai vai!

Citazione:
leggo con interesse molti documenti e rapporti legati all'11/9, e finora non ho ancora avuto nessun indizio che smentisse la mia idea.
i grattacieli a manhattan, e probabilmente anche in altre zone ad alta densità di grattacieli, sono TUTTI minati e predisposti per una "demolizione controllata" per evitare chequalsiasi incidente umano o naturale provochi la caduta laterale di uno di essi, con effetto domino su tutti , o buona parte di tutti, gli altri.
l'attentato è stato un autoattentato, ma la cosa non prevista è stata che l'inclinazione della parte superiore del primo grattacielo, facesse scattare il meccanismo automatico della demolizione controllata.
questo fatto ha trasformato un disastro voluto e programmato per il minimo di "effetti collaterali", in una tragedia.
tale meccanismo deve esser tarato sulla verticalità della punta del grattacielo, per poter prevedere qualsiasi evento che possa coinvolgere altri grattacieli vicini.
la colata di acciaio fuso del primo nei 7 piani inferiori ha messo in pericolo la stabilità del secondo e infine quella del wt7.
l'autoattentato doveva indignare la nazione, ma il disastro che ne è seguito non poteva più, in alcun caso , esser ammesso o soltanto collegato alle forze governative in carica.
in quest'ottica tutto quadra alla perfezione, e quindi continua a ritenerla la spiegazione più realistica a tutto quanto si conosce per certo.

ps. la prova semplice semplice per verificare quanto sostengo la si potrebbe fare con cani addestrati al ritrovamento di esplosivi, portati a circolare nei grattacieli.

pps. il fatto che TUTTI i grattacieli siano minati, è il grande segreto che , secondo le autorità, non dovrebbe mai essere svelato. chi andrebbe più a vivere o lavorare in un grattacielo ? riuscite a calcolare la perdita di valore che subiurebbero tali costruzioni ?


E queste sarebbero le vostre tesi? cioè, tutti gli edifici sono programmati per una demolizione controllata? cani per esplosivi? incredibile.

Citazione:
A tutti quelli che dicono "lascia perdere, Riotta non risponderà mai" - cosa su cui sono pienamente d'accordo, peraltro - ripeto un concetto già espresso altre volte in casi simili (Piero Angela, ad esempio):

Quello che importa non è che rispondano, ma il poter dire che non lo hanno fatto.

In altre parole, invitandoli al confronto diretto crei una situazione win-win: o si presentano, e allora li massacri, oppure non si presentano, e allora li sputtani.

E il fatto che preferiscano essere sputtanati, piuttosto che presentarsi ad un confronto, la dice lunga sulla verità dei fatti.


Massimo, non ti viene in mente che forse sono un pò stufi di rispondere alle stesse domande che fate da anni? e ti ignorano? Ma tu pensi che Piero Angela, per dire, che è un pianista professionista, ha 30 anni di carriera in TV, ha scritto 32 libri, ha ricevuto 8 lauree honoris causa,è stato insignito di una medaglia da Ciampi, a 82 anni suonati lavora ancora e sta benissimo, pensi minimamente di confrontarsi con un webmaster di un sito che pubblica video realizzati con video di youtube e lo speakerato del computer? Cioè, tu GIOISCI che loro manco ti considerino?
Allora guarda, io mando una lettera a Tyson e gli dico: "Gentile signor Tyson, vorrei sfidarla a un incontro pubblico. Sarei lieto se si battesse con me davanti a degli spettatori. O si presenta, e allora lo massacro, o non si presenta, e allora lo sputtano." Pensi che Tyson si presenterebbe?

Redazione
Inviato: 26/1/2010 6:25  Aggiornato: 26/1/2010 6:35
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17659
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
ELEPINK: "Ma tu pensi che Piero Angela, per dire, che è un pianista professionista, ha 30 anni di carriera in TV, ha scritto 32 libri, ha ricevuto 8 lauree honoris causa,è stato insignito di una medaglia da Ciampi, a 82 anni suonati lavora ancora e sta benissimo, pensi minimamente di confrontarsi con un webmaster di un sito che pubblica video realizzati con video di youtube e lo speakerato del computer?"

E' stato lui a lanciare la sfida ai complottisti. Manco questo sapevi.

A quel punto chi doveva presentarsi, secondo te: io, o Cappuccetto Rosso?

Sono ormai settimane che te lo dico: informati, prima di aprire bocca. Altrimenti continui a far fare brutte figure a chi sostiene la versione ufficiale.

(E' per questo che ti tengo volentieri sul sito ).

°°°°°°°

Un consiglio a tutti quelli che sentiranno il desiderio di rispondere alle varie "confutazioni" di ELEPINK (di cui la più elaborata sembra essere "debunkato tutto"): lasciatelo così, senza toccare nulla. E' molto più bello da vedere.

E' uno degli ultimi esemplari rimasti, e a modo suo va protetto e conservato.

Spiderman
Inviato: 26/1/2010 7:56  Aggiornato: 26/1/2010 7:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2713
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
E' uno degli ultimi esemplari rimasti, e a modo suo va protetto e conservato.


Lo proponiamo all' UNESCO?

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
spettatore
Inviato: 26/1/2010 8:19  Aggiornato: 26/1/2010 8:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 783
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
"Danke" a DrHouse e io-sono per la traduzione.
E grazie a Massimo perchè prende per il culo Riotta anche da parte nostra.


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
Decalagon
Inviato: 26/1/2010 10:25  Aggiornato: 26/1/2010 10:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 5622
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
E' uno degli ultimi esemplari rimasti, e a modo suo va protetto e conservato.


Io proporrei di fare una coccolosissima sezione "kindergarten" tutta per lui, così può svagarsi, divertirsi e giocare con i suoi compagnetti quanto gli pare. Che ne pensi Massimo?

Ho già preparato il suo certificato. Pronto da stampare e firmare:

http://img199.imageshack.us/img199/9030/kindergartencertificate.jpg

Congratulazioni elepink!!!

«Sapete cos'è la storia? Non è la verità, è la storia di qualcuno. Non ha niente a che fare con la verità»

Lloyde England
divert
Inviato: 26/1/2010 11:29  Aggiornato: 26/1/2010 11:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/5/2009
Da:
Inviati: 71
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Caro elepink,
io accolgo il suggerimento di massimo di lasciarti così, senza tentare di confutare le tue affermazioni, ma mi sento in dovere di suggerirti di cercare le risposte alle affermazioni che hai dichiarato di non conoscere, ma anche a quelle cui credi di conoscere, in quanto sono falsificate da articoli di cronoca dei quotidiani.
Un caro saluto ed un in bocca al lupo.

divert

Non discutere mai con un idiota, la gente potrebbe non notare la differenza.
(Arthur Bloch)
schottolo
Inviato: 26/1/2010 13:56  Aggiornato: 26/1/2010 14:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/7/2007
Da:
Inviati: 767
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
6 - Il giorno degli attentati era in atto casualmente nei cieli americani una esercitazione riguardante simulazioni di possibili dirottamenti aerei Veramente era programmata il 12.


In risposta riporto un mio articolo:

http://11settembrenews.blogspot.com/2010/01/esercitazioni-militari-11-settembre.html

--

Esercitazioni militari 11 Settembre
-

Eric H. May, ex-ufficiale d'intelligence dell'esercito USA, ex-ispettore ed interprete per le forze nucleari di raggio intermedio:


"la forma più facile di eseguire un attacco sotto falsa bandiera è farlo con la copertura di un esercitazione militare simultanea che simuli la realizzazzione dello stesso attacco che si vuole portare a termine".

"Gli attacchi terroristici sono False Flag, progettati e realizzati con l'intento di far ricadere la colpa su un obiettivo nemico, al fine di manipolare l'opinione pubblica, e provocare conflitti e fomentarne le guerre.
La complicità dei media è necessaria per il successo di questo tipo di terrorismo sotto falsa bandiera."

(fonte). (fonte).


ESERCITAZIONI COMPIUTE L'11 SETTEMBRE 2001:

Diverse e differenti esercitazioni si svolsero l''11 di settembre. Le limitate informazioni reperibili mostrano che esse simulavano:

* Dirottamenti
* Attacchi contro edifici utilizzando aerei come "missili"
* Attacchi usando sostanze tossiche o infettive
* Piloti suicidi

Per un incredibile "coincidenza", esse includevano tutti gli elementi riscontrabili nell' "attentato terroristico" dell'11/9 che ha coinvolto:

* Il dirottameto di 4 aerei
* Gli aerei furono utilizzati come "missili", contro alcuni edifici
* Il crollo del WTC ha causato una calamità tossica
* Piloti suicidi

ESERCITAZIONI:

La mattina del 9/11, cinque esercitazioni militari e addestramenti antiterrorismo venivano condotti da diverse agenzie di difesa USA, compresa una esercitazione “live fly” con veri aeroplani. L’allora in carica Capo del Consiglio di Stato Maggiore, il generale dell’ aeronautica Richard B. Myers, ha ammesso 4 dei war games in una testimonianza congressuale. (trascrizione), (video)

Richard B. Myers, un ex investigatore del Dipartimento di Polizia di Los Angeles, la cui newsletter è letta da più di 45 membri del congresso, delle commissioni di intelligence della camera e del senato, e da professori da più di 40 università nel mondo, afferma che ha ottenuto una conferma registrata dal NORAD che, l’11-9, il NORAD e il Consiglio di Stato Maggiore stavano conducendo una esercitazione unificata ‘live fly’, di dirottamento che coinvolgeva un aereo governativo nella parte di un volo dirottato. (fonte).

L’ 11 Settembre il governo stava pure portando avanti una simulazione di schianto di un aereo su un palazzo. (fonte).

Il 9 Dicembre 2001, un articolo del Toronto Star, afferma che l’ “Operazione Northern Vigilance è disdetta. Ogni informazione simulata, nota come ‘iniezione’, è eliminata dagli schermi”. Questo indica che vi erano falsi segnali radar inseriti negli schermi dei controllori di volo come parte delle esercitazioni militari. (fonte).

Operation Northern Vigilance: Questa esercitazione trasferisce i jet che perlustrano normalmente il settore nord-est a nord di Canada e Alaska. Risuona come un esercizio russo in programma dal 10 al 14 settembre in cui bombardieri a lungo raggio sono stati inviati a nord del loro territorio. (fonte).

The Vigilant Warrior and Vigilant Guardian Training Exercises: Furono un paio di "giochi di guerra", (attaccare il difensore) con simulazioni di dirottamenti (live - fly). Questa coppia di esercizi e di vigilanza Nord, hanno probabilmente comportato l'utilizzo di "inserimenti" di blip nelle schermate radar che simulassero gli aerei (che sembravano costituire l'attacco effettivo).

Questi "giochi" ebbero apparentemente la conseguenza di confondere gli ufficiali militari, come suggerito dalla trascrizione di seguito:

FAA Boston Center contatta il NEADS, dicendo: "Abbiamo bisogno che qualcuno criptasse alcuni F-16 o qualcosa lassù, aiutateci."

«E' nel mondo reale o è un'esercitazione?" chiese un funzionario.

"No, questa non è un'esercitazione", ha risposto il funzionario della FAA. "Non è una prova."

(BBC News, 6/18/04)

L'unica fonte conosciuta per l'esercitazione di nome "Vigiliant Warrior" si trova nel libro di Richard Clarke , (Against All Enemies). ( Against All Enemies: Inside America's War on Terror, 2004)

E' possibile che l'esercitazione a cui Clarke probabilmente si riferiva era effettivamente "Amalgam Warrior",
Nel settore dell'esercizio e formazione di intercettazione di voli reali, tenuta due volte all'anno. (fonte).

The Global Guardian Exercise: La mattina dell'attacco fu in piena attività una grande esercitazione di addestramento militare su vasta scala denominata "Global Guardian" . E' un esercitazione annuale che involve la STRATCOM (il Comando Strategico Usa), l'US Space Command, ed il NORAD. (Complete 911 Timeline: Military Exercises ..., CooperativeResearch.org)

Ci sono prove che in data 2001, l'esercitazione "Global Guardian" fu modificata in modo da corrispondere al'attacco terrorista.
Un analista militare della NBC News di nome William Arkin, nel suo libro (Code Names), fornisce la data dell'esercitazione come dal 22 al 31 ottobre, 2001. (fonte)
Inoltre, un giornale militare, l'Observer Space, riportata in un articolo del 33/03/01 che l'esercitazione era prevista per l'ottobre dello stesso anno.

La Stratcon ha diretto l'esercitazione, che comprendeva tutte le forze strategiche degli Stati Uniti, dalla base Air Force di Offutt . (fonte)

The National Reconnaissance Office Plane Crash Drill: Il "National Reconnaissance Office" (NRO) "forniva alla nostra nazione i suoi occhi e le sue orecchie nello spazio". Opera di un sistema di satelliti di ricognizione per fornire monitoraggio in tempo reale degli oggetti nel cielo.
Il 9/11/01 le sedi del NRO in Chantilly, VA, sono state evacuate nel quadro di un'esercitazione che coinvolgeva l'impatto di un aereo su di un edificio. Un piccolo jet aziendale che si scontrasse contro uno dei quattro "campus' four towers". (fonte).

The Timely Alert II Terrorism Drill: La mattina degli attentati, il personale alla base militare di Fort Monmouth, (New Jersey), si stavano preparando a tenere un'esercitazione, per i giorni del mese di settembre 11 e 12, per testare la preparazione di risposta ad un attacco chimico.
L'esercitazione ha coinvolto le forze dell'ordine ed i soccorritori d'emergenza, compresa la Polizia di Stato del New Jersey ed i Vigili del fuoco di "Fort Monmouth". (fonte).
Poco prima che l'esercitazione avesse inizio, le relazioni degli attacchi a New York fecero emergere che "gli eventi del mondo reale hanno superato l'esercitazione", parole del portavoce dell'esercito Timothy L. Rider. (fonte).

The Tripod II Biowarfare Exercise: La FEMA ha schierato un contingente a New York il 10 settembre a "Pier 29" probabilmente in un'operazione di esercizio di guerra biologica prevista per il 12 settembre. (fonte).



ESERCITAZIONI COMPIUTE PRIMA DELL'11 SETTEMBRE 2001:

Operazione Mascal: Il pentagono condusse una esercitazione soppranominata "MASCAL" simulando lo schianto di un Boeing 757 contro il Pentagono il 24 ottobre 2000. (fonte).

Il NORAD ha compiuto esercitazioni per parecchi anni riguardanti aerei usati come armi contro il World Trade Center ed altri edifici statunitensi di alto profilo, e “numerosi tipi di aerei civili e militari furono usati come finti voli dirottati”. In altre parole, furono eseguite esercitazioni con veri aerei per simulare attacchi terroristici volti a schiantare aerei contro edifici, incluse le torri gemelle. (fonte).

Dettagli di un'esercitazione del NORAD chiamata Amalgam Virgo 01-02 sono stati trovati in un documento presso i National Archives (l’Archivio di Stato). L’esercitazione comprendeva un pilota suicida che attaccava un’installazione militare negli Stati Uniti. (fonte). (fonte).

ALTRI FATTI SOSPETTI:


E' poi trapelato che almeno 2 degli aerei coinvolti l'11 settembre possedevano dei cloni. (fonte).

La testimonianza del Segretario ai Trasporti (Norman Mineta) davanti alla commissione sull' 11 Settembre, mostra che Cheney ha monitorato il volo 77 per molte miglia mentre si avvicinava al Pentagono. Come può essere stato attaccato con successo uno degli edifici più pesantemente difesi al mondo proprio quando il Vice Presidente degli Stati Uniti, responsabile l’ 11-9 del controterrorismo, lo vedeva avvicinarsi dalla distanza di molte miglia?. (fonte).

Un grafico mostra come l’ 11 Settembre gli aerei dirottati hanno sorvolato numerose basi militari prima di schiantarsi. Quindi, come è stato possibile non intercettarli?. (fonte).

Aerei da caccia furono mandati fuori rotta sull’ Oceano Atlantico durante gli attentati (testimonianza del Senatore Mark Dayton).
In modo da neutralizzare la loro capacità di intercettare i voli dirottati?. (fonte).

Tre mesi prima degli attentati, le operazioni e il potere decisionale in caso di un dirottamento sul territorio nazionale passarono direttamente sotto il controllo di Donald Rumsfeld, Ministro della Difesa. (fonte). (fonte)

http://www.youtube.com/watch?v=o9XRAtp-bVM&feature=player_embedded

"L'elemento chiave dell'intera giornata sta nel fatto che c'erano stati alcuni cambiamenti nelle procedure di emergenza, e cioè che da quel giorno bisognava chiamare telefonicamente il Pentagono di Rumsfeld, e sarebbe poi stato il Pentagono a prendere le decisioni. Beh, [quando abbiamo chiamato] per American 11 il Pentagono non ha risposto al telefono. Per United 175 non ha risposto al telefono. Io ritengo che non abbiamo risposto al telefono fino a quando non si sono sentiti assolutamente imbarazzati per il fatto di non rispondere, e questo risale circa al momento in cui United 93 e American 77 risultavano dirottati (dopo le 9 circa). E' questo il momento in cui c'è stato il primo contatto formale [con il Pentagono]."

Praticamente, prima Rumsfeld ha detto: "D'ora in poi se c'è un dirottamento prima di fare qualunque cosa chiamate me", e poi quando è successo lui non si è fatto trovare, lasciando campo libero ai dirottamenti.

DOMANDE:

Se alcuni atti di terrorismo si sono verificati nello stesso lasso di tempo e nel contesto di esercitazioni di sicurezza contro il terrorismo, la "coincidenza" è stata completamente ignorata dai media, "come se queste esercitazioni non fossero mai accadute? perchè?

Come mai le più moderne e più costose forze aeree del mondo, non hanno potuto intercettare quattro aerei di linea, tre dei quali hanno potuto liberamente percorrere centinaia di chilometri prima di colpire gli edifici a New York e a Washington?

Se l'Air Force non ha potuto intercettare pesanti aerei civili, come avrebbe potuto, eventualmente, fermare l'invasione di aerei da combattimento o missili nemici?

Perché il sistema di difesa aerea degli Stati Uniti non è stato in grado di intercettare diversi aeromobili di grandi dimensioni che si spostano lentamente prima che colpissero la più grande città e la capitale della nazione?

Perchè queste domande non sono mai state sollevate dalla Commissione nominata dal governo, la quale ha evitato ogni discussione sulle esercitazioni militari dell'11/9?.

--

Che ne pensate?

Ghilgamesh
Inviato: 26/1/2010 14:23  Aggiornato: 26/1/2010 14:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 2066
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Ma qualcuno ha avvisato piero angela che quando saremo il 90% pure a sapere la verità sull'11 settembre (oltre che su jfk) ... il malato di mente diventerà lui?

Nores
Inviato: 26/1/2010 15:26  Aggiornato: 26/1/2010 15:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/2/2009
Da:
Inviati: 55
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Dopo più di otto anni ancora a questi punti ridicoli siete?
Immagino che leggere le risposte, col rischio di dover ammettere il proprio torto sia troppo difficile. Ma sì, meglio darsi gran pacche sulle spalle a vicenda, complimentandosi per l'intelligenza e accusando gli altri.
Non obbliga a leggere niente di più complicato di un articoletto di Redazzucco...

ahmbar
Inviato: 26/1/2010 17:10  Aggiornato: 26/1/2010 17:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2007
Da: Milano
Inviati: 1602
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Massimo, il sito non viene letto dal solo elepink, rispondere alle sue "argomentazioni" non e' solo per la sua visione (anzi, per cio' che mi riguarda, dopo aver letto la sua difesa del rapporto Nist sul wtc7, soprattutto la enorme differenza fra il crollo "simulato" e quello reale, non ne ho davvero interesse)

Per chi non lo avesse seguito nel thread "I musulmani hanno sospeso le leggi della fisica" link, il fatto eclatante e' sempre questo :





Ma andiamo ad alcune delle cose a cui elepink ha fornito la sua versione


Citazione:

insomma da che parte si guarda il volo su Shanksville c'è qualcosa che non quadra


Perchè se un aereo viene abbattuto in volo, i detriti scompaiono?

No, li si ritrova pero' a KM di distanza SOLO se e' stato colpito in volo

I "rottami" di cui parli, a 14 km, sono fogli, come spiegato nell'articolo di giornale da voi stesso citato nel video di Mazzucco. E che voi manco siete andati a vedervi. Inoltre, non un motore ma un PEZZO del motore fu trovato a 270 metri e un altro motore era conficcato nel terreno.

Sono stati trovati detriti di aereo, non solo fogli, in due gruppi distinti



Qui e' possibile leggere l'articolo da cui sono tratte le info
pittsburgh gazette
A questo indirizzo la raccolta di testimonianze piu' completa che ho trovato (in inglese), in cui la versione fornita dalla 911/commission viene messa in dubbio da parecchie testimonianze

E' incluso il piu' volte citato piccolo jet bianco, quello mai citato nel rapporto ufficiale per cui la stessa Popular mechanics si e' sentita in dovere di fornire una falsa testimonianza




Decisamente "strane" poi le foto dello schianto e della conseguente esplosione: tutto si puo' pensare meno che sia stato come in ogni altro schianto aereo, dove il carburante brucia per ore

Queste le foto comparative


Due schianti al suolo


Una bomba in Iraq e quanto fotografato dello schianto di UA93




Citazione:

La buca ha sfornato tutta una serie di "prove" : bandane, passaporti, scontrini, taglierini etc etc


Oltre che i cadaveri e altri effetti personali di tutte le vittime. Solo che secondo voi dovevano sparire nel nulla, no?




Se riesci a riconoscere qualcosa in quella foto come "cadaveri etc" , complimenti
Io riesco solo a vedere piccoli detriti, e niente che nemmeno mi faccia pensare ad un aereo, tranne la sagoma sul terreno

L'unica cosa che sembra davvero "scomparsa nel nulla" e' l'aereo stesso
I corpi non sono MAI stati mostrati in nessuna foto che io conosca



Citazione:

Il World Trade Center 7, un massiccio grattacielo in acciaio di 47 piani, in cui si trovavano la sede di CIA e servizi segreti, è crollato circa sette ore dopo le Torri gemelle, sebbene non sia stato colpito da nessun aereo. Nel "9/11 Commission Report" ufficiale questo edificio non è neppure menzionato.

Ah no? sei sicuro? io ricontrollerei.

Ho ricontrollato, e non risulta, il WTC7 per la 911/commission non e' crollato

Se ho sbagliato, come tu affermi, certo sei in grado di fornirci la/le pagine dove il WTC7 viene citato nel rapporto



Citazione:

1 - non esistono video di terroristi ripresi dalle telecamere degli aeroporti

Ci sono, invece.


Ci sono foto, anche se non per tutti e 19 i presunti terroristi
Questo e' quanto e' stato riportato anche qui
link




C'e' pero' un problema, perche' non si leggono la DATA e L'ORA di quando questi fotogrammi sono stati realizzati?

Come si puo' notare nella seguente foto, che riprende Atta all'imbarco (a Portland, per l'imbarco a Boston sul volo poi dirottato ci dobbiamo fidare, perche' NON ESISTE tale documento)



si leggono (come sempre succede nelle telecamere di sicurezza negli aeroporti) molto chiaramente questi dati fondamentali

Tralasciando l'identificazione quantomeno dubbia di Hani Hanjour, e' possibile vedere un documento che porti sovraimpressa la prova che i 19 si siano imbarcati proprio sui voli incriminati?

Se essa esiste, io non la ho mai vista



Citazione:

2 - nella prima lista ufficiale dei passeggeri (poi corretta) non ci sono nominativi arabi

Perchè era la lista delle vittime.

Questa e' stata la "spiegazione"

Che io sappia, dato che ancora non si sapeva chi fosse vittima o carnefice, le compagnie aeree forniscono l'elenco completo dei passeggeri ed il posto che essi occupavano sul volo, in caso di disastro, incidente o attentato

Ma puo' essere che le mie info siano sbagliate e/o lacunose



Citazione:

3 - nel 2001 è cambiata la procedura di difesa in caso di dirottamenti: si è data ai vertici statunitensi la responsabilità dell'ordine di decollo dei caccia


Questo e' un altro dato di fatto : nel solo anno precedente 67 volte si sono verificati casi di uscita del velivolo dal corridoio assegnato, e 67 volte, dopo ca 10 min., un caccia era a fianco del volo a controllare che tutto fosse in ordine

Era una procedura standard, supercollaudata da anni, ma ad agosto del 2001 il signor Donald Rumsfeld decise di cambiarla, inserendo l'autorizzazione dell'aviazione militare per il decollo degli intercettori




Citazione:

4 - nello stesso anno le torri sono state acquistate da un privato che le ha assicurate contro eventuali attacchi aerei


Larry Silverstein acquistò l’intero complesso del World Trade Center 6 mesi prima degli attacchi dell’11 settembre , 6 settimane prima dell'attentato fu' firmato il contratto

Silversteina assicurò il complesso presso ben 22 compagnie assicuratrici tra cui Swiss Reinsurance, Allianz AG, Ace Ltd., XL Capital Ltd e Chubb Corp per coprire un danno massimo pari a 3.5 miliardi di dollari, oltre il doppio rispetto alla polizza firmata dalla precedente gestione Link

Asserendo che non uno, ma due distinti aerei colpirono le torri, chiese alle compagnie il doppio del massimo pattuito.
L'accordo e' stato raggiunto da poco 800 milioni spesi , 7 miliardi richiesti, 4,5 miliardi incassati


Citazione :
6 - Il giorno degli attentati era in atto casualmente nei cieli americani una esercitazione riguardante simulazioni di possibili dirottamenti aerei

Veramente era programmata il 12.

Non e' vero, ce n'erano almeno 5, ma ti ha gia' ampiamente risposto Schottolo prima



Citazione:

8 - al Pentagono è stata colpita un'ala quasi disabitata perchè in ristrutturazione (le vittime sono solo poco più di 100)

Altro fatto accessorio non probatorio.

Vero, non e' certo probatorio
Diventa comunque decisamente insolito che un inesperto abbia compiuto una manovra che piloti con migliaia di ore di volo alle spalle hanno definito "impossibile anche per loro, decisamente ridicolo sostenere che l'abbia fatta un neofita inesperto" Decine e decine di piloti sostengono l'assurdita' delle acrobazie

E l'insolito diventa eclatante quando lo si rapporta al "normale" comportamento che un attentatore dovrebbe avere :
"Sono riuscito a ritrovare il mio obbiettivo (dopo essermene allontanato di 600Km...), non contento di cio' rischio di vanificare il tutto facendoci un giro attorno, rischiando di essere intercettato e di schiantarmi a terra prima, anziche' mettere giu' il muso dell'aereo e colpire il tetto dell'edificio"

E colpisce l'unica zona quasi disabitata, facendo il minimo dei danni possibili

E' proprio vero, non e' probatorio
Ma e' decisamente assurdo




E queste sarebbero le vostre tesi? cioè, tutti gli edifici sono programmati per una demolizione controllata? cani per esplosivi? incredibile.

Questa e' la tesi di A-mensa, se hai delle perplessita' (io ne ho, per esempio, e gliele esporro' direttamente) rivolgi le tue obiezioni a lui

Per quanto la cosa ti possa sconvolgere, qui hai a che fare con persone che cercano ognuna di usare la propria testa

Il "Voi complottisti" lo lascio volentieri ai Piero Angela ed alle persone in malafede come lui, in primis l'ex dj mercenario reo confesso, sarebbe educato tu ti dimostrassi migliore di loro evitando certe cazzate

Per chi desidera informarsi sulla piu' grande menzogna dell'era moderna
FAQ 11 settembre 2001
Freeman
Inviato: 26/1/2010 18:14  Aggiornato: 26/1/2010 18:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
@ Schottolo: molto interessante la raccolta di informazioni sulle esercitazioni in corso. Andrebbe abbinata anche con l'altra incredibile coincidenza dell'esercitazione anti-bomba in corso a Londra il 7 luglio 2005.

@ nores: è inebriante sentirsi dalla parte della ragione senza doversi porre domande vero? che rispondi di quanto ha postato Schottolo, ad esempio? e su Londra? e sull'esercitazione di Haiti, visto che ti piace parlarne a vanvera?

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Stefo
Inviato: 26/1/2010 18:14  Aggiornato: 26/1/2010 18:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da: Roma
Inviati: 324
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
"Seeing pink elephants" is a euphemism for drunken hallucination, caused by alcoholic hallucinosis or delirium tremens.
Fonte: Wikipedia

Ah, ecco, ora qualcosa mi torna...

Dài, sto a scherzà, era solo per stemperare...

x Elepink (serio):

Volevo dire che quando ti riferisci a Gage come una specie di fissato fallito, con le scatole di cartone, etc. devi tenere in considerazione che dalla sua parte ci sono più di mille architetti e ingegneri che si sono iscritti al suo sito, esponendosi per confutare la versione ufficiale dei crolli. Ovviamente ce ne sono molti altri in tutto il mondo che la mettono in discussione senza iscriversi al sito, per esempio tre o quattro amici miei, che uniti ai due di shm, se non erro, fa almeno sei Mi rendo conto che non è scientifico, ma dà l'idea. Quindi, attaccare l'uomo per confutarne le tesi, è in questo caso un po'riduttivo. C'è un bel movimentone dietro.

a_mensa
Inviato: 26/1/2010 18:30  Aggiornato: 26/1/2010 18:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3160
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
@ elepink

quella è la MIA tesi, e non pretendo assolutamente che altri ci credano.
osservo solo che con essa tutti, ma proprio tutti i pezzetti del puzzle, vanno a posto.

cit:"E queste sarebbero le vostre tesi? cioè, tutti gli edifici sono programmati per una demolizione controllata? cani per esplosivi? incredibile."

se non sai che ci sono cani addestrati a fiutare esplosivi, prima di dire cazzate, vai a farti un giro in qualche aereoporto, e chiedi ai poliziotti cinofili cosa fiutano i cani.
molti sono li per la droga, ma ti confermeranno che ci sono anche quelli per gli esplosivi!

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
schottolo
Inviato: 26/1/2010 18:34  Aggiornato: 26/1/2010 18:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/7/2007
Da:
Inviati: 767
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
8 - al Pentagono è stata colpita un'ala quasi disabitata perchè in ristrutturazione (le vittime sono solo poco più di 100)

Altro fatto accessorio non probatorio.


Oltre quel fatto strano c'è molto altro:

---

Articolo originale:

http://11settembrenews.blogspot.com/2010/01/fu-colpita-lala-del-pentagono-in.html

---

Mentre la verità su ciò che ha colpito il Pentagono il 9/11/01 rimane avvolta nel mistero e oggetto di aspre polemiche tra gli scettici della versione ufficiale, la posizione degli attacchi è un fatto indiscutibile: il danno è stato limitato alla parte esterna di tre anelli del blocco ad ovest dell'edificio, una porzione che fu in fase di ristrutturazione.

Il suo completamento era previsto per la metà del Settembre 2001.

Il restauro è intrapreso nel "primo cuneo", una delle cinque sezioni radiali del palazzo che al verificarsi dell'attacco era a cinque giorni dalla conclusione.

La scelta di colpire quel particolare punto dell'edificio salvò migliaia di persone.

Secondo il Los Angeles Times, a causa dei lavori di ristrutturazione, la parte dell'edificio colpita fu scarsamente occupata :

Era l'unica area del Pentagono con un sistema anti-incendio, ed era stato ricostruito con una rete di colonne in acciaio, barre [e finestre "blast-resistant"] resistenti all'esplosione delle bombe .... Mentre forse 4.500 persone sarebbero state normalmente al lavoro nelle zone più colpite, a causa dei lavori di ristrutturazione solo circa 800 si trovavano lì.

Delle migliaia di persone presenti nell'edificio al momento dell'attacco, solo 123 sono state uccise. Di questi, nessuno funzionario di alto livello.

Il Segretario della Difesa Donald Rumsfeld era al sicuro nel suo ufficio, sul lato opposto dell'edificio.


Il fatto che l'attacco fu mirato alla porzione di edificio in gran parte vacante è tanto più notevole considerando l'approccio richiesto dall'eromobile, causa del danneggiamento. Il presunto aereo di linea, il volo American Airlines 77 si avvicinò alla capitale da nord-ovest, sorvolando la Casa Bianca, prima di piombare sul Pentagono.
Invece di attaccare il grande edificio in modo diretto, il jet avrebbe eseguito una spirale discendente a 320 gradi, ad est, sud e sud-ovest, scendendo di quasi 3 kilometri prima di livellarsi all'altezza degli alberi e coprire gli ultimi 250 metri a pochi metri dal suolo e ad alta velocità prima di colpire l'edificio.

E' solo un fatto di "fortuna" che l'incidente ebbe luogo proprio nel bel mezzo dell'unica sezione in fase di rinnovamento del Pentagono ;

Adattata a sostenere un attacco, con un nuovo sistema anti-incendio ;

(l'unica sezione a possederlo) .

A soli cinque giorni di distanza dal suo completamento (anche se per contratto fu ufficialmente completato) ;

proprio accanto ad una nuova stazione dei pompieri ;

con i loro camion anti-incendio già parcheggiato fuori;

e destinazione dove il presidente Bush sarebbe andato due ore dopo? .


Citazione:
@ Schottolo: molto interessante la raccolta di informazioni sulle esercitazioni in corso. Andrebbe abbinata anche con l'altra incredibile coincidenza dell'esercitazione anti-bomba in corso a Londra il 7 luglio 2005.


Si, con quell'altra presa per i fondelli!, esercitazioni negli stessi luoghi, alla stessa ora.. e che prevedevano le medesime circostanze dell"attentato".
(cmq devo ancora riordinare le varie informazioni prima di aggiungerla, e pare che ci sia molto da dire..).

elepink
Inviato: 26/1/2010 19:43  Aggiornato: 26/1/2010 19:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/1/2010
Da:
Inviati: 93
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
@ ahmbar

Citazione:
Per chi non lo avesse seguito nel thread "I musulmani hanno sospeso le leggi della fisica" link, il fatto eclatante e' sempre questo :


Ti ho già risposto ampiamente sull'argomento. Rileggiti i miei post. Come al solito, oltre a non ascoltare, fai sempre le stesse domande.

Citazione:
No, li si ritrova pero' a KM di distanza SOLO se e' stato colpito in volo


Sono stati trovati a km di distanza dei FOGLI, come dovreste leggere nell'articolo da VOI riportato.

Citazione:
E' incluso il piu' volte citato piccolo jet bianco, quello mai citato nel rapporto ufficiale per cui la stessa Popular mechanics si e' sentita in dovere di fornire una falsa testimonianza


Questo jet bianco?

Citazione:
http://www.flickr.com/photos/bfiguy/2312073330/


Che la Faa ha confermato essere un jet di passaggio?

Citazione:
I corpi non sono MAI stati mostrati in nessuna foto che io conosca


Se un tuo parente morisse in un incidente aereo, ti farebbe piacere che il suo corpo fosse mostrato in internet o in tv?

Citazione:
Ho ricontrollato, e non risulta, il WTC7 per la 911/commission non e' crollato

Se ho sbagliato, come tu affermi, certo sei in grado di fornirci la/le pagine dove il WTC7 viene citato nel rapporto


Ne parla a pagina 284, 293, 302, 305. Ammetto di aver risposto in maniera un pò semplicistica. Comunque non vuol dire niente il fatto che non ne parli: il discorso della 9/11 commission riguarda le reazioni dell'apparato americano al terrorismo, non i crolli, che infatti cita giusto per cronaca. Non vedo perchè avrebbe dovuto citare un edificio crollato ore dopo gli attacchi.

Citazione:
C'e' pero' un problema, perche' non si leggono la DATA e L'ORA di quando questi fotogrammi sono stati realizzati?


Veramente il fatto che ci sia data e ora dipende se chi riproduce il nastro decide di visulizzarle o no. Qui ad esempio non ci sono:

http://www.youtube.com/watch?v=8LftTO6Xnas
http://www.youtube.com/watch?v=eiFICE73_mQ

In moltissimi altri sì, te ne dò atto, ma il fatto che non ci sia non implica per forza un falsificazione.

Citazione:
a Portland, per l'imbarco a Boston sul volo poi dirottato ci dobbiamo fidare, perche' NON ESISTE tale documento


"Early the next morning, Atta and al-Omari drove to the Portland International Jetport, and took the 6:00 a.m. Colgan Air (U.S. Airways Express) BE-1900C flight to Logan International Airport in Boston. Possibly this was done by the two men to clear airport security under less scrutiny in Maine than they would have faced at Logan Airport in Boston. In Portland, Mohamed Atta was selected by the Computer Assisted Passenger Prescreening System (CAPPS),[59] which required his checked bags to undergo extra screening for explosives but involved no extra screening at the passenger security checkpoint.[60]

The connection between the two flights at Logan Airport was within Terminal B, but the two gates were not connected within security. One must cross a parking garage before going through security once again. There are two separate concourses in Terminal B; the south concourse is mainly used by US Airways and the north one is mostly used by American Airlines. It was overlooked that there would still be security in Boston because of this distinct detail of the terminal's arrangement."

Semplicemente, dove sono passati per il trasbordo da Portland a Boston non c'erano telecamere.

Citazione:
Tralasciando l'identificazione quantomeno dubbia di Hani Hanjour, e' possibile vedere un documento che porti sovraimpressa la prova che i 19 si siano imbarcati proprio sui voli incriminati?


Ci sono un'infinità di documenti. Cerca i dati del processo Moussaoui.

Citazione:
Questa e' stata la "spiegazione"

Che io sappia, dato che ancora non si sapeva chi fosse vittima o carnefice, le compagnie aeree forniscono l'elenco completo dei passeggeri ed il posto che essi occupavano sul volo, in caso di disastro, incidente o attentato

Ma puo' essere che le mie info siano sbagliate e/o lacunose


Infatti se cerchi l'elenco completo fra le varie testimonianza ci sono eccome. Solo che ti attacchi sempre agli stessi documenti.

Citazione:
Questo e' un altro dato di fatto : nel solo anno precedente 67 volte si sono verificati casi di uscita del velivolo dal corridoio assegnato, e 67 volte, dopo ca 10 min., un caccia era a fianco del volo a controllare che tutto fosse in ordine

Era una procedura standard, supercollaudata da anni, ma ad agosto del 2001 il signor Donald Rumsfeld decise di cambiarla, inserendo l'autorizzazione dell'aviazione militare per il decollo degli intercettori


Hai documentazione per questo? io al momento no. Infatti per ora evito di risponderti. Ma vista la tua accuratezza nel cercare le fonti, non prendo per oro colato quello che dici.

Citazione:
Larry Silverstein acquistò l’intero complesso del World Trade Center 6 mesi prima degli attacchi dell’11 settembre , 6 settimane prima dell'attentato fu' firmato il contratto

Silversteina assicurò il complesso presso ben 22 compagnie assicuratrici tra cui Swiss Reinsurance, Allianz AG, Ace Ltd., XL Capital Ltd e Chubb Corp per coprire un danno massimo pari a 3.5 miliardi di dollari, oltre il doppio rispetto alla polizza firmata dalla precedente gestione Link

Asserendo che non uno, ma due distinti aerei colpirono le torri, chiese alle compagnie il doppio del massimo pattuito.
L'accordo e' stato raggiunto da poco 800 milioni spesi , 7 miliardi richiesti, 4,5 miliardi incassati


Quindi secondo te, i 4,5 miliardi incassati da Silverstein sono guadagnati? rispetto al fatto che abbia pagato 3,2 miliardi per l'appalto a luglio 2001, abbia perso anni e anni di affitti e di guadagni dal WTC, e debba pure spendere per ricostruire il WTC? aaah, bè, furbissimo questo Silverstein: assicura le torri, partecipa al complotto che le butta giù, e guadagna BEN 4,5 miliardi (dopo averne spesi 3,2), e in compenso ci rimette tutti i guadagni presenti e futuri (visto che a quanto ne so il nuovo WTC è ancora inesistente, e quindi lui ha perso di fatto tutti i guadagni che gli sarebbero derivati dal vecchio WTC dal 2001 a oggi) e deve PURE ricostruire il WTC! bella inculata, direi io.. ma voi no, è cattiiiivoooooo....

Citazione:
Non e' vero, ce n'erano almeno 5, ma ti ha gia' ampiamente risposto Schottolo prima


Come già detto, non prendo per oro colato. Mi documento e rispondo, come ho sempre fatto.

Citazione:
Diventa comunque decisamente insolito che un inesperto abbia compiuto una manovra che piloti con migliaia di ore di volo alle spalle hanno definito "impossibile anche per loro, decisamente ridicolo sostenere che l'abbia fatta un neofita inesperto"


Questione già affrontata varie volte. Non è vero, semplicemente. E velocizzate pure i filmati per provarlo.

Citazione:
Questa e' la tesi di A-mensa, se hai delle perplessita' (io ne ho, per esempio, e gliele esporro' direttamente) rivolgi le tue obiezioni a lui

Per quanto la cosa ti possa sconvolgere, qui hai a che fare con persone che cercano ognuna di usare la propria testa

Il "Voi complottisti" lo lascio volentieri ai Piero Angela ed alle persone in malafede come lui, in primis l'ex dj mercenario reo confesso, sarebbe educato tu ti dimostrassi migliore di loro evitando certe cazzate


Hai ragione, scusa, ho usato impropriamente il voi. Però dai la teoria era incredibile.

elepink
Inviato: 26/1/2010 20:05  Aggiornato: 26/1/2010 20:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/1/2010
Da:
Inviati: 93
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
E' stato lui a lanciare la sfida ai complottisti. Manco questo sapevi.


Non è vero, come al solito. Se leggi l'articolo non dice mai "sfidiamo i complottisti": è il titolo che è fuorviante. Prenditela con Livio Colombo.

Ad ogni modo, il CICAP, nella persona di Ferluga, dice semplicemente che "Si moltiplicano teorie fantastiche che più sono bizzarre più fanno presa, si diffondono pseudoterapie mediche la cui efficacia non è mai stata dimostrata, fioriscono le teorie della cospirazione, che si basano unicamente su una deformazione dei fatti e su una ignoranza voluta o deliberata delle più elementari leggi scientifiche. Tutte cose che possono avere effetti deleteri su scelte politiche o sociali che riguardano tutti noi". Non mi sembra di aver letto nell'articolo: "complottisti, vi SFIDO a un dibattito!". Anche perchè un dibattito con voi sarebbe alquanto inconcludente. Forse voi non ve ne rendete conto, ma smontare le vostre domande richiede molto più tempo di quanto ne serva per porle. Quindi se tu, Mazzucco, arrivi da Piero Angela e gli dici perchè questi testimoni dicono "niente aereo al pentagono", Piero Angela deve dire "ok aspetta che controllo se è vero". Controlla le fonti, guarda che le testimonianze che hai portato tu sono tagliate, ti sbugiarda, e tu passi a un'altra domanda. Molto noioso. E poi non serve: le vostre tesi sono già state smontate da tempo, quindi ti richiedo: secondo te, se Piero Angela non risponde alle tue lettere, è perchè ha paura o perchè non ti calcola proprio?

Citazione:
Sono ormai settimane che te lo dico: informati, prima di aprire bocca. Altrimenti continui a far fare brutte figure a chi sostiene la versione ufficiale.


Brutte figure? ma se tu fai brutte figure da quando hai affrontato la questione 11 settembre? come testimonianze tagliate e video accelerati?

Citazione:
E' uno degli ultimi esemplari rimasti, e a modo suo va protetto e conservato.


Povero illuso. La realtà è che sono uno dei pochi che ancora ti calcola, giusto per amor di discussione. Dovresti ringraziarmi.

shm
Inviato: 26/1/2010 20:45  Aggiornato: 26/1/2010 20:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1800
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
elepink:

Quindi secondo te, i 4,5 miliardi incassati da Silverstein sono guadagnati?

shm:

li sta utilizzando da tempo...

elepink:

rispetto al fatto che abbia pagato 3,2 miliardi per l'appalto a luglio 2001,

shm:

falso! Per partecipare alla gara di aggiudicazione del leasing sborsò 14 milioni di dollari(briciole) che poi si andò a riprendere a wtc distrutto

elepink:

abbia perso anni e anni di affitti e di guadagni dal WTC, e debba pure spendere per ricostruire il WTC?

shm:

sta cazzata digliela al New York Times che lo chiamava "Giant money looser": 10.000.000 di dollari di passivo ogni anno faceva...
Che affarone! così appetibile dagli speculatori che si presentarono in 3 società di cui in una parente(Vornado) di Silverstein era direttore!

elepink:

aaah, bè, furbissimo questo Silverstein:

shm:

indubbiamente...

elepink:

assicura le torri,

shm:

e riesce a vendere le polizze il giorno prima...

elepink:

partecipa al complotto che le butta giù,

shm:

mettendo a disposizione la scena del crimine...

elepink:

e guadagna BEN 4,5 miliardi (dopo averne spesi 3,2)

shm:

senza averli spesi ed essendosi ripreso i suoi 14 milioni... giustamente!

elepink:

e in compenso ci rimette tutti i guadagni presenti e futuri (visto che a quanto ne so il nuovo WTC è ancora inesistente, e quindi lui ha perso di fatto tutti i guadagni che gli sarebbero derivati dal vecchio WTC dal 2001 a oggi)

shm:

in compenso ci rimette i passivi che avrebbe generato la gestione del WTC oltre che le spese di ammodernamento e di demolizione legale necessaria(calcolata intorno ai 20 miliardi di dollari con la ricostruzione del nuovo complesso introno alla fine degli anni 80 - "Bridgeways project")

elepink:

e deve PURE ricostruire il WTC! bella inculata, direi io.. ma voi no, è cattiiiivoooooo....

shm:

falso! Ha il diritto di farlo ma non l'obbligo, una clausoletta nel contratto di leasing stipulato con la Port autority gli permette di levarsi dai cojoni in qualsiasi momento. Ad oggi risulta ancora nell'affare contrattando e aumentando benefici derivanti dagli effetti degli aumenti delle volumetrie di progetto consentite, iniziando nuove cause di risarcimento(ogni tanto ne comincia una) e ricedendo parte dei diritti alla port autority per la costruzione più impegnativa(the Freedoom Tower) in cui comunque rimarrà come General Contractor a fare il figo sulle spalle dei contribuenti americani...

Dopo averti letto mi era sembrato di leggere le cazzate dell'esperto tuttologo dei "debunker" e allora m'è venuta un pò di nostalgia e ne ho approfittato.

L'avevo ripreso nella prima parte "vieni avanti cretino..." nello speciale Tuttojohn:

http://debunkerfakeblog.blogspot.com/2008/04/tuttojohn-1a-parte-vieni-avanti-cretino.html

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
LoneWolf58
Inviato: 26/1/2010 20:49  Aggiornato: 26/1/2010 21:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4518
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
Autore: elepink Inviato: 26/1/2010 19:43:27
.. Citazione:
Ho ricontrollato, e non risulta, il WTC7 per la 911/commission non e' crollato

Se ho sbagliato, come tu affermi, certo sei in grado di fornirci la/le pagine dove il WTC7 viene citato nel rapporto
Ne parla a pagina 284, 293, 302, 305.
...

Pag. 284:
"The OEM's headquarters was located at 7 WTC."
Pag. 293:
"By 8:48, officials in OEM headquarters on the 23rd floor of 7 WTC..."
Pag. 302:
"At about 9:57, an EMS paramedic approached the FDNY Chief of Department and advised that engineer in front of 7 WTC had just remarked that the Twin Towers in fact were in imminent danger of a total collapse."
Pag. 305:
"After the south tower was hit, OEM senior leadership decided to remain in its "bunker" and continue conducting operations, even thought all civilians had been evacuated from 7 WTC. At approximatelu 9:30, a senior OEM official ordered the evacuation of the facility, after a Secret Service agent in 7 WTC advised him that additional commercial planes were not accounted for."

Se è questo che tu intendi per "parlarne" hai dimenticato le pagine 545-548-550 e 552...

edit:
p.s. escludendo, naturalmente, le figure...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
divert
Inviato: 26/1/2010 21:58  Aggiornato: 26/1/2010 22:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/5/2009
Da:
Inviati: 71
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
@ elepink

Caro elepink,
evidentemente non mi hai cagato di striscio. Ti avevo consigliato di cercare semplicemente nella cronoca per risponderti da solo a domande facili che avevi posto. Ti faccio un esempio: i cani per scovare gli esplosivi c'erano ma li tolsero dal 6 settembre [NY Newsday - cache] e poi dei blackout nei giorni successivi impiedirono l'uso delle telecamere di sicurezza. Nel frattempo una serie di camion iniziarono a scaricare molto materiale che così fu introdotto con controlli minimi.

Quello che voglio dire con questo piccolo esempio è che, se ricordi, appena successo l'evento ci dissero che non si sarebbero mai aspettati un attacco di questo genere con degli aerei, ma è falso:
-piano Bojinka (al qaedda, abu sayyaf - 1994-95)
-Operazione Northwoods (pentagono - 1962)
-The Perfect Terrorist Plan To Level The Twin Towers (pentagono - 1976)
-dal 1999 venivano fatte 4 simulazioni di attacco l'anno alcune prevedevano aerei usati come missili contro WTC (il pentagono fu ritenuto irrealistico) [USA Today]
-batterie antiaree nel porto di genova per il g8 del 2001 perché l'intelligence parlava di attacco con aerei radiocomandati (ministero difesa italiano - 07/2001) [la Repubblica]

Quando qualcuno mi mente sin dalla prima frase con cui si presenta e poi tutto quello che continua a ripetermi fa acqua da tutte le parti perché non ha nessuna attinenza con la realtà dei fatti [vedi la figura di cacca che han fatto sempre gli americani con la bugia delle armi di distruzione di massa che powell sventolava in provetta (era cocaina in realtà) che non so se te ne sei accorto ma in quei 45 famigerati minuti sadddam hussein le ha lanciate tutte per non farle trovare e per caso c'era una tempesta solare che ha momentaneamente mandato in blackout tutti i radar ed i satelliti militari che così non sono stati sfortunatamente in grado di tracciarli] mi rimangono due opzioni:
1. riconoscere la mia pazzia
2. riconoscere che sta prendendomi per i fondelli
e se poi lui ha anche almeno 2.300.000.000.000 di buoni motivi per farlo... [CBS News] non credergli diventa un obbligo morale a meno che:
1. si è degli idioti
2. si divide una "fetta" dei buoni motivi

Caro elepink, non sto qui a difendere massimo che sa farlo meglio di quanto sappia fare io ma attaccarlo arrogantemente con: "Povero illuso. La realtà è che sono uno dei pochi che ancora ti calcola, giusto per amor di discussione. Dovresti ringraziarmi." non mi sembra educato visto che poi sei a casa sua, e negli stati uniti dove vive si può sparare agli intrusi... inoltre massimo lo hai potuto vedere in tv su matrix così come i suoi filmati, quindi una tv nazionale contro un elefantino rosa.
E' un po' come entrare in un dojo e diro io so fare questo quello quell'altro e poi arriva la ragazzina magrolina di 12 anni che senza il minimo sforzo ti proietta a 3 metri di distanza senza che tu ci capisca nulla.
C'era un medico israeliano che diceva: la differenza tra l'intelligente ed il saggio è che l'intelligente finisce nei guai e poi sa uscirne, il saggio invece dice "no, grazie". Io aggiungerei che saggi si diventa se si impara ad esser umili. Io ci provo tutti i giorni anche se non mi riesce spesso come vorrei...

Non discutere mai con un idiota, la gente potrebbe non notare la differenza.
(Arthur Bloch)
schottolo
Inviato: 26/1/2010 22:27  Aggiornato: 26/1/2010 22:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/7/2007
Da:
Inviati: 767
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
I cani fiuta esplosivi hanno comunque un limite determitato dalla quantità di sostanze con cui vengono addestrati, (e le loro eventuali combinazioni).

E le tipologie d'esplosivo sono miglialia e migliaia, senza contare quelle utilizzate quasi o solo negli ambienti militari, tipo Thermite o NT sotto i 100nm, che assume propietà esplosive..

Per il resto si veda quì: http://11settembrenews.blogspot.com/2009/07/inserite-bombe-con-successo-in-10.html

elepink
Inviato: 26/1/2010 23:24  Aggiornato: 26/1/2010 23:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/1/2010
Da:
Inviati: 93
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
@ shm

Citazione:
li sta utilizzando da tempo...


Mah, non credo che silverstein usi "proprio quelli". Non giocare con le parole. Anch'io se spendo 10.000 € e me ne ridanno mille, quei mille li riuso, ma non li ho "guadagnati".

Citazione:
falso! Per partecipare alla gara di aggiudicazione del leasing sborsò 14 milioni di dollari(briciole) che poi si andò a riprendere a wtc distrutto


Sì, scusa. Non è falso, è incorretto: il contratto prevede un affitto del WTC per 99 anni. E' falso invece che "pagò solo 14 milioni": sì, lui di tasca sua, ma come è noto si avvalse di altri investitori. Non essere così semplicistico.

Citazione:
sta cazzata digliela al New York Times che lo chiamava "Giant money looser": 10.000.000 di dollari di passivo ogni anno faceva...
Che affarone! così appetibile dagli speculatori che si presentarono in 3 società di cui in una parente(Vornado) di Silverstein era direttore!


E questo cosa dimostrerebbe?

Citazione:
e riesce a vendere le polizze il giorno prima...


???? ma se ha fatto anni di processi?

Citazione:
mettendo a disposizione la scena del crimine...


Che non era SUA ma della port authority....

Citazione:
senza averli spesi ed essendosi ripreso i suoi 14 milioni... giustamente!


Non è proprio così. Se leggi l'articolo del new york times che mi hai linkato, si parla di "accordi fra le parti" e riguarda soprattutto il fatto che Silverstein chiese prestiti per quella speculazione. Non c'è scritto "sono crollate le torri, quindi tanti saluti". E poi pensaci un attimo: Se il contratto, come dici tu, diceva che in caso di abbattimento delle torri Silverstein non aveva obblighi di pagamento e addirittura (secondo te) ricevette indietro i soldi, perchè ha fatto tutta quella menata delle assicurazioni? Non poteva rescindere il tutto e ciao ciao? Infatti Silverstein DEVE pagare ancora l'affitto, come dice il tuo famoso articolo:

"Mr. Silverstein has continued to pay rent at the trade center and has vowed to rebuild the 10-million-square-foot complex".

Praticamente, Silverstein che fa? affitta le torri (per 99 anni) SAPENDO secondo voi che sarebbero state abbattute; le torri vengono abbattute; riprende indietro i soldi e vuole anche il risarcimento, non si sa a tal punto per cosa visto che danni lui secondo voi non li ha avuti; e poi si mette a ricostruire?

Non è più sensato dire: Silverstein ignaro conclude il contratto, con l'idea di guadagnare dagli affitti del WTC; Le torri vengono distrutte; S. deve comunque pagare l'affitto, per via del contratto, ma tratta con la Port Authority perchè ci sono dei debitori:

"Mr. Silverstein's windfall is a byproduct of an agreement by both sides to use insurance proceeds to pay off his lender in the trade center deal, the GMAC Commercial Mortgage Corporation, at a cost of $563 million. In effect, Mr. Silverstein is getting back some of the collateral for the loan used to make a down payment to the Port Authority; the Port Authority got its money upfront, when the original deal was struck .

At the same time, the two sides agreed that the Port Authority would pay $140 million to buy out Mr. Silverstein's partner, Westfield America, which controlled the retail mall at the trade center.

Port Authority executives said the agreements would streamline the rebuilding process as the agency and state and city officials moved from planning to construction. The buyouts of Westfield and GMAC would also remove two entities that have at times been obstacles to progress at the site when they objected to elements of the design or blocked the release of funds, a Port Authority official said.

''We are very close to an agreement with all the parties,'' said Greg Trevor, a Port Authority spokesman.

GMAC issued a statement yesterday saying it was pleased that Mr. Silverstein and the Port Authority had reached an agreement to repay the loan, although final approval is subject to a similar agreement with Westfield and consent from the bondholders of the GMAC loan. The company said it expected the buyout to close in December.

Executives said an agreement with Westfield was nearly complete, although the company did not return calls requesting comment. Gerald McKelvey, a spokesman for Mr. Silverstein, declined to comment.

When GMAC is paid off, the lender will turn over to Mr. Silverstein an escrow account with $130 million in insurance proceeds and a $98 million reserve account, according to three people involved in the negotiations.

As part of his agreement with the Port Authority, Mr. Silverstein will use the $130 million sum for rebuilding, as well as any other business interruption insurance proceeds that are not spent on ground rent and other expenses. But he and his investors will keep the $98 million, the three people said.

Mr. Silverstein won the bidding for the trade center in 2001. As in many other modern real estate transactions, Mr. Silverstein, the developer, put up a relatively small sum himself, about $14 million of the $800 million in fees and down payments."

(Praticamente dicono che con i ricavati del'assicurazione, e con la collaborazione della Port Authority, pagheranno gli investitori di Silverstein - infatti all'inizio il times parla di "windfall", "gran culo", perchè riuscirà a tirarsi su dalle perdite del WTC. E comunque, dovendo pagare per 99 anni l'affitto, giura di ricostruire il WTC, con un aiuto da parte della città di New York.

Sono maneggi economici (tipo la nostra Fiat per intenderci...) ma non è che Silverstein ha detto come tu semplicisticamente affermi "ridatemi i miei soldi, sono crollate le torri!". Anzi.

Citazione:
in compenso ci rimette i passivi che avrebbe generato la gestione del WTC oltre che le spese di ammodernamento e di demolizione legale necessaria(calcolata intorno ai 20 miliardi di dollari con la ricostruzione del nuovo complesso introno alla fine degli anni 80 - "Bridgeways project")


Boh, comunque la metti per voi ci guadagna sempre.. adesso guadagna anche dal fatto che NON ha dovuto riammodernare il WTC? ma poi cosa c'entrano gli anni 80?

Citazione:
una clausoletta nel contratto di leasing stipulato con la Port autority gli permette di levarsi dai cojoni in qualsiasi momento.


E allora perchè non lo fa?

Citazione:
Ad oggi risulta ancora nell'affare contrattando e aumentando benefici derivanti dagli effetti degli aumenti delle volumetrie di progetto consentite, iniziando nuove cause di risarcimento(ogni tanto ne comincia una) e ricedendo parte dei diritti alla port autority per la costruzione più impegnativa(the Freedoom Tower) in cui comunque rimarrà come General Contractor a fare il figo sulle spalle dei contribuenti americani...


Ad oggi, SE le Twin Towers fossero ancora in piedi, starebbe fumando un sigaro contando gli introiti derivati dalle torri da lui affittate. Senza processi con assicurazioni e senza dover ricostruire.

Citazione:
Dopo averti letto mi era sembrato di leggere le cazzate dell'esperto tuttologo dei "debunker" e allora m'è venuta un pò di nostalgia e ne ho approfittato.


Andando a rifornirti presso i tuoi fornitori, figurati. Hai mai pensato di fare una ricerca SERIA? che tra l'altro è molto difficile perchè tipo gli archivi del Financial Times arrivano appena al 2005 e spulciare articoli di giornali econonici non è facilissimo. Tra l'altro se cerchi su google "silverstein" trovi solo siti complottisti... forse perchè la gente comune non è propensa a andarsi a vedere le fonti economiche ma preferisce voi che dite semplicemente: "silverstein ha truffato l'assicurazione!"

elepink
Inviato: 26/1/2010 23:26  Aggiornato: 26/1/2010 23:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/1/2010
Da:
Inviati: 93
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
Se è questo che tu intendi per "parlarne" hai dimenticato le pagine 545-548-550 e 552...


Sì, hai ragione, e infatti come ho detto nel post ho risposto un pò alla cazzo. Scusate, ho sbagliato, ma direi che subito dopo ho risposto un pò più ponderatamente:

Citazione:
Comunque non vuol dire niente il fatto che non ne parli: il discorso della 9/11 commission riguarda le reazioni dell'apparato americano al terrorismo, non i crolli, che infatti cita giusto per cronaca. Non vedo perchè avrebbe dovuto citare un edificio crollato ore dopo gli attacchi.

elepink
Inviato: 26/1/2010 23:40  Aggiornato: 26/1/2010 23:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/1/2010
Da:
Inviati: 93
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
@ divert

Scusa se non rispondo alle tue affermazioni sull'aspettarsi un attacco, ma sinceramente sono un pò stufo di vedere gente che appena gli viene in mente qualche altro elemento a sostegno delle teorie contro la V.U. me lo porta ad esempio... Oltretutto mi par di capire che si tratta di affermazioni un pò generiche.

Per rispondere al 2ndo paragrafo, ti dico in sintesi che nanch'io prendo per oro colato quello che dicono gli americani, e l'ho detto varie volte. Sono d'accordo con voi per gli attacchi in Iraq ecc. ecc.

Citazione:
non mi sembra educato visto che poi sei a casa sua, e negli stati uniti dove vive si può sparare agli intrusi... inoltre massimo lo hai potuto vedere in tv su matrix così come i suoi filmati, quindi una tv nazionale contro un elefantino rosa.


Sì, è andato a Matrix. E allora? Però adesso scrive lettere a Riotta e Angela supplicandoli per un confronto e non lo cagano. E se non lo cagano dice che hanno paura.

Citazione:
E' un po' come entrare in un dojo e diro io so fare questo quello quell'altro e poi arriva la ragazzina magrolina di 12 anni che senza il minimo sforzo ti proietta a 3 metri di distanza senza che tu ci capisca nulla.


???? filosofia zen?

Citazione:
C'era un medico israeliano che diceva: la differenza tra l'intelligente ed il saggio è che l'intelligente finisce nei guai e poi sa uscirne, il saggio invece dice "no, grazie". Io aggiungerei che saggi si diventa se si impara ad esser umili. Io ci provo tutti i giorni anche se non mi riesce spesso come vorrei...


Cosa vuol dire umiltà? Perchè invece Mazzucco è umilissimo, vero? Come si vede nell'illuminata risposta a wewee.

Redazione
Inviato: 27/1/2010 0:04  Aggiornato: 27/1/2010 0:04
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17659
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
DIVERT: ve l'avevo detto, di lasciarlo perdere.

°°°

ELEPINK: Al prossimo commento ad personam sarai espulso.

ahmbar
Inviato: 27/1/2010 0:05  Aggiornato: 27/1/2010 0:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2007
Da: Milano
Inviati: 1602
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Elepink, sei una mosca bianca che ammette se e quando sbaglia, tanto di cappello (e non sto scherzando, davvero)

Finita la lisciata , ricominciamo la diatriba


Citazione:

No, li si ritrova (i detriti) pero' a KM di distanza SOLO se e' stato colpito in volo

Sono stati trovati a km di distanza dei FOGLI, come dovreste leggere nell'articolo da VOI riportato.

Dall'articolo da NOI (sich!) riportato :

...nearby Indian Lake. The resort community two miles from the crash also became part of the official search area after small pieces of crash debris were recovered from the 750-acre lake.

...Delasko, who ran outside moments later, said she thought someone had blown up a boat on the lake. “It just looked like confetti raining down all over the air above the lake,” she said.

...By Wednesday morning, crash debris began washing ashore at the marina. Fleegle said there was something that looked like a rib bone amid pieces of seats, small chunks of melted plastic and checks.


Interessante anche questo

...An article in the Independent from a year after the crash describes the debris fields.
A sector of one engine weighing one ton was found 2,000 yards away.

...The authorities say the impact bounced it there. But the few pieces of surviving fuselage, local coroner Wallace Miller told us, were "no bigger than a carrier bag". -Daily Mirror (09/13/02)

Un pezzo del motore del peso di 1 tonnellata e' stato trovato a 1.800 mt dal luogo dell'impatto...Che vento!


Comunque sulla reale distanza del motore ci sono piu versioni, dalle 300 yarde sino alle 2000
Non ho trovato nulla di inoppugnabile come testimonianza, quindi...beneficio del dubbio


Citazione:

E' incluso il piu' volte citato piccolo jet bianco, quello mai citato nel rapporto ufficiale per cui la stessa Popular mechanics si e' sentita in dovere di fornire una falsa testimonianza


questo? http://www.flickr.com/photos/bfiguy/2312073330/ Che la Faa ha confermato essere un jet di passaggio?

Un jet bianco, la testimone piu' chiara, Susan Mceilwain, ha escluso che fosse quello da te indicato
E' venuto direttamente verso di me, 15 o 18 metri sopra il mio mini van; era così basso che mi sono abbassata istintivamente. Era veramente veloce, ma non faceva praticamente alcun rumore.
“Aveva due motori, un alettone sul retro come quelle macchine che hanno uno spoiler, con due pinne laterali. Non sono riuscita a trovarne uno simile su Internet. Non era certamente uno di quei jet privati. L'FBI è venuta da me, mi ha parlato, ed hanno detto che non c'era nessun aereo in giro.”
“Poi hanno cambiato versione ed hanno dichiarato che c'era un aereo che fotografava la zona dell'impatto da 1000 metri d'altezza. “


Pare che anche tu, come Popular mechanics, abbia scambiato per il destinatario della richiesta della FAA di "dare un'occhiata" un aereo di linea con uno che volava quasi rasoterra

Curioso che l'FBi abbia prima negato che ci fosse questo jet, e solo dopo, a fronte delle numerose testimonianze, abbia costruito quella balla poi riportata in toto da PM


Se pensi di essere in grado di documentare questa tua affermazione (un jet di passaggio confermato dalla FAA), attendo di leggere




Citazione:

I corpi non sono MAI stati mostrati in nessuna foto che io conosca

Se un tuo parente morisse in un incidente aereo, ti farebbe piacere che il suo corpo fosse mostrato in internet o in tv?

No, ma questo che c'entra con il fatto che la foto in dettaglio della buca scattata a poche ore di distanza dall'evento non mostra ne' corpi (riconoscibili o meno) ne' nulla che assomigli ad un aereo?



Citazione:

C'e' pero' un problema, perche' non si leggono la DATA e L'ORA di quando questi fotogrammi (imbarco di alcuni terroristi) sono stati realizzati?

Veramente il fatto che ci sia data e ora dipende se chi riproduce il nastro decide di visulizzarle o no. Qui ad esempio non ci sono: http://www.youtube.com/watch?v=8LftTO6Xnas
http://www.youtube.com/watch?v=eiFICE73_mQ
In moltissimi altri sì, te ne dò atto, ma il fatto che non ci sia non implica per forza un falsificazione.


Cio' che penso io e' irrilevante

Esattamente come nel caso dei pezzi degli aerei, dove non e' riportato nemmeno un singolo pezzo che ne permetta la sicura identificazione attraverso i numeri di serie, per nessuno dei 4, anche qui non esiste un solo fotogramma con stampigliato sopra data e ora che identifichi quando uno qualunque dei terroristi sia passato agli imbarchi

La risposta
Ci sono un'infinità di documenti. Cerca i dati del processo Moussaoui. e' una cosa che qui non si fa'
Se sei in grado di sostenere le tue affermazioni dimostralo, non si "manda a leggere"



Citazione:

Diventa comunque decisamente insolito che un inesperto abbia compiuto una manovra che piloti con migliaia di ore di volo alle spalle hanno definito "impossibile anche per loro, decisamente ridicolo sostenere che l'abbia fatta un neofita inesperto"

Questione già affrontata varie volte. Non è vero, semplicemente. E velocizzate pure i filmati per provarlo.

Ancora con il "voi"...

col jeff Latas
The things that really got my attention were the amount of descent rate that you had to have at the end of the flight, of Flight 77, that would have made it practically impossible

com Ted Muga
I just can't imagine an amateur even being able to come close to performing a maneuver of that nature.

com Ralph Konstadt (top gun)
..i have experience flying low altitude, high speed aircraft. I could not have done what these beginners did.

cap Russ Wittemberg
[i] "I couldn't do it and I'm absolutely positive they couldn't do it."


cap Daniel Davis
is nearly impossible for even a small slow single engine airplane and no way for a 757.

Queste sono alcune delle tante testimonianze che confermano non la difficolta', ma l'impossibilita' fisica e professionale anche per loro di fare cio' che e' stato fatto
Senza che "noi" velocizziamo niente

Temo che tu abbia "bevuto" la vaccata del prode ex dj o di uno dei suoi accoliti, quando e' stato fatto vedere il filmato velocizzato perche' la parte che interessava era quella dell'altitudine finale (risultata poi troppo elevata, infatti)

Comunque, come gia' dimostrato anche qui per il pentagono post 296, nemmeno Asce, Wilson e Purdue sono riusciti a riprodurre l'evento nelle simulazioni utilizzando i dati ufficiali uniti all'altimetria della zona

Ognuna ha dovuto "barare" in qualche punto, finendo per smentirsi una con l'altra

Ed una cosa non riproducibile nemmeno utilizzando i mezzi piu' all'avanguardia sarebbe stata fatta nella realta' da un neofita al suo primo volo su un 757?



le foto comparative di Shanksville sono sparite (che palle!)
le ripropongo


Un normale schianto aereo



Altro schianto aereo


Aereo di Shanksville


Una bomba

A quale somiglia cio' che dovrebbe essere UA93?

Per chi desidera informarsi sulla piu' grande menzogna dell'era moderna
FAQ 11 settembre 2001
elepink
Inviato: 27/1/2010 1:13  Aggiornato: 27/1/2010 1:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/1/2010
Da:
Inviati: 93
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
@ Redazione

Citazione:
ELEPINK: Al prossimo commento ad personam sarai espulso.


Ma non avevi detto di preservarmi? Comunque, visto che tu hai detto

Citazione:
In altre parole, invitandoli al confronto diretto crei una situazione win-win: o si presentano, e allora li massacri, oppure non si presentano, e allora li sputtani.

E il fatto che preferiscano essere sputtanati, piuttosto che presentarsi ad un confronto, la dice lunga sulla verità dei fatti.


Mi stai dicendo che non posso contestare questa affermazione? Ok, va bene.

Citazione:
Cosa vuol dire umiltà? Perchè invece Mazzucco è umilissimo, vero? Come si vede nell'illuminata risposta a wewee.


Ok, su questa ti dò ragione, sono stato un pò pesante e mi scuso. Però lasciami dire che non credo, visti i toni che si usano spesso qui nei miei confronti e nei confronti di altri (e anche nei confronti di esponenti della comunità scientifica contrari alle vostrei idee) le persone qui presenti non mi sembrano le più idonee a volermi insegnare l'umiltà. Detto questo, riprendo la diatriba, come ha detto ahmbar:

Citazione:
..nearby Indian Lake. The resort community two miles from the crash also became part of the official search area after small pieces of crash debris were recovered from the 750-acre lake.


small pieces of crash debris = pezzi piccoli e leggeri.

Citazione:
It just looked like confetti raining down all over the air above the lake,


Infatti: Pezzi piccoli e leggeri.

Citazione:
Fleegle said there was something that looked like a rib bone amid pieces of seats, small chunks of melted plastic and checks.


Pezzi piccoli e leggeri.

Citazione:
A sector of one engine weighing one ton was found 2,000 yards away.


Tutto da verificare.

Citazione:
But the few pieces of surviving fuselage, local coroner Wallace Miller told us, were "no bigger than a carrier bag". -Daily Mirror


Infatti la fusoliera si è distrutta.

Citazione:
Se pensi di essere in grado di documentare questa tua affermazione (un jet di passaggio confermato dalla FAA), attendo di leggere


Non c'è problema:

http://www.post-gazette.com/headlines/20010916otherjetnat5p5.asp

Citazione:
No, ma questo che c'entra con il fatto che la foto in dettaglio della buca scattata a poche ore di distanza dall'evento non mostra ne' corpi (riconoscibili o meno) ne' nulla che assomigli ad un aereo?


Dipende come, dove, quando e perchè è stata scattata quella foto.

Citazione:
Esattamente come nel caso dei pezzi degli aerei, dove non e' riportato nemmeno un singolo pezzo che ne permetta la sicura identificazione attraverso i numeri di serie, per nessuno dei 4, anche qui non esiste un solo fotogramma con stampigliato sopra data e ora che identifichi quando uno qualunque dei terroristi sia passato agli imbarchi


E le liste d'imbarco? e i biglietti? ecc ecc ecc Ma scusa, visto che hanno fatto tutto 'sto casino falsificare un paio di video no, secondo la tua teoria?

Citazione:
La risposta
Ci sono un'infinità di documenti. Cerca i dati del processo Moussaoui. e' una cosa che qui non si fa'
Se sei in grado di sostenere le tue affermazioni dimostralo, non si "manda a leggere"


Tu mi hai chiesto: "Tralasciando l'identificazione quantomeno dubbia di Hani Hanjour, e' possibile vedere un documento che porti sovraimpressa la prova che i 19 si siano imbarcati proprio sui voli incriminati?"

E io ti ho risposto: sì, sono lì. Perchè "qui non si fa?"

Citazione:
Queste sono alcune delle tante testimonianze che confermano non la difficolta', ma l'impossibilita' fisica e professionale anche per loro di fare cio' che e' stato fatto


Forse perchè gli sono stati forniti dati sbagliati?

Citazione:
Senza che "noi" velocizziamo niente


Ok, "lui". Contento? E allora perchè ha velocizzato?

Citazione:
Comunque, come gia' dimostrato anche qui per il pentagono post 296, nemmeno Asce, Wilson e Purdue sono riusciti a riprodurre l'evento nelle simulazioni utilizzando i dati ufficiali uniti all'altimetria della zona

Ognuna ha dovuto "barare" in qualche punto, finendo per smentirsi una con l'altra

Ed una cosa non riproducibile nemmeno utilizzando i mezzi piu' all'avanguardia sarebbe stata fatta nella realta' da un neofita al suo primo volo su un 757?


Ehm... non riproducibile?

http://www.youtube.com/watch?v=jZbUCoVEVsU

Minuto 5:30.

Citazione:
A quale somiglia cio' che dovrebbe essere UA93?


Ehm... ti hanno già risposto varie volte, comunque

http://bp3.blogger.com/_ebKDfm0h1oI/R1j3c9TWJGI/AAAAAAAABO8/uL46Z_XtWK0/s1600-h/Immagine+1.jpg

Ah, dimenticavo:

Citazione:
Elepink, sei una mosca bianca che ammette se e quando sbaglia, tanto di cappello (e non sto scherzando, davvero)


Non ho problemi a farlo. Mica sono infallibile. Thanks.

shm
Inviato: 27/1/2010 1:31  Aggiornato: 27/1/2010 1:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1800
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Elepink:

Mah, non credo che silverstein usi "proprio quelli". Non giocare con le parole. Anch'io se spendo 10.000 € e me ne ridanno mille, quei mille li riuso, ma non li ho "guadagnati".
Shm:
…e invece li usa proprio per fare altri investimenti personali! Ti scoccia?!

elepink:

Sì, scusa. Non è falso, è incorretto: il contratto prevede un affitto del WTC per 99 anni. E' falso invece che "pagò solo 14 milioni": sì, lui di tasca sua, ma come è noto si avvalse di altri investitori. Non essere così semplicistico.
Shm:
Hai detto tu la cazzata che pagò 3,2 miliardi di dollari… Non è falso che pagò 14 milioni perché quelli erano effettivamente i suoi, i personali, quelli di saccoccia: “His 99-year lease, for which Silverstein put up only $14 million of his own money, closed on July 24.”
http://www.law.com/jsp/article.jsp?id=1030343783307

elepink:

E questo cosa dimostrerebbe?
Shm:
Dimostra che per uno speculatore immobiliare il WTC non riscuoteva nessun interesse! Faresti un affare identico a quello in cui uno per 25 anni è andato in perdita di 10 mln di dollari all’anno e oltre a quella perdita devi pagare anche 120 milioni di dollari circa all’anno di affitto? Scommetto che tu si lo faresti!

elepink:

???? ma se ha fatto anni di processi?
Shm:
dovette vendere le polizze ad un gruppo di assicuratori che garantissero il pagamento del premio, perciò concordò un contratto con dei banchieri svizzeri!

elepink:

Che non era SUA ma della port authority....
shm:
…di cui ne deteneva il controllo cambiandoci anche il servizio di sicurezza nel giro di un mesetto!

elepink:

Non è proprio così.
Shm:
…è proprio così, la cordata composta da lui, Westfield America e altri istituti, versò 125 milioni dopo i crolli, s se li fecero restituire. Rimanendo nell’affare:
Under a sweeping agreement between the developer and the Port Authority of New York and New Jersey, Mr. Silverstein and his partners, who include the investors Lloyd Goldman and Joseph Cayre, will get back $98 million, or almost 80 percent of the $125 million in equity that they invested in a 2001 deal that gave them control of the World Trade Center for the next 99 years. The Port Authority, which built and owned the trade center, valued the original deal at $3.2 billion.
http://www.nytimes.com/2003/11/22/nyregion/silverstein-will-get-most-of-his-cash-back-in-trade-center-deal.html


elepink:
Se il contratto, come dici tu, diceva che in caso di abbattimento delle torri Silverstein non aveva obblighi di pagamento e addirittura (secondo te) ricevette indietro i soldi, perchè ha fatto tutta quella menata delle assicurazioni? Non poteva rescindere il tutto e ciao ciao? Infatti Silverstein DEVE pagare ancora l'affitto, come dice il tuo famoso articolo:

"Mr. Silverstein has continued to pay rent at the trade center and has vowed to rebuild the 10-million-square-foot complex".
Shm:
…deve pagare l’affitto per mantenere in essere il contratto, SE VUOLE MANTENERLO! Fa tutta questa menata perché la logica economica del profitto gli permette di poterlo fare visto i guadagni da capogiro!

elepink:
Praticamente, Silverstein che fa? affitta le torri (per 99 anni) SAPENDO secondo voi che sarebbero state abbattute; le torri vengono abbattute; riprende indietro i soldi e vuole anche il risarcimento, non si sa a tal punto per cosa visto che danni lui secondo voi non li ha avuti; e poi si mette a ricostruire?
Shm:
…non è “secondo noi” che non ha avuto danni, sono i fatti che dimostrano che sta solo incassando e chiedendo risarcimenti con un pezzo di carta in mano!

elepink:
Non è più sensato dire: Silverstein ignaro conclude il contratto, con l'idea di guadagnare dagli affitti del WTC; Le torri vengono distrutte; S. deve comunque pagare l'affitto, per via del contratto, ma tratta con la Port Authority perchè ci sono dei debitori:

shm:

…no non è sensato perché silverstein non è scemo, al contrario di qualcun altro, e sa che non è un affare il WTC a meno che non sia raso a terra per “atto terroristico”!

elepink:

"Mr. Silverstein's windfall is a byproduct of an agreement by both sides to use insurance proceeds to pay off his lender in the trade center deal, the GMAC Commercial Mortgage Corporation, at a cost of $563 million. In effect, Mr. Silverstein is getting back some of the collateral for the loan used to make a down payment to the Port Authority; the Port Authority got its money upfront, when the original deal was struck .
Shm:
Non ci hai capito una mazza. La GMAC era la banca che aveva un mutuo istituito su WTC7. L’Industry Risk era la compagnia assicurativa che copriva WTC7 dalla quale Silverstein incamerò 860 milioni di dollari. A parte poi ottenne 400(+75) milioni di dollari in Liberty Bonds che impiegò per saldare via-transazione a saldo e stralcio il debito di 563 milioni con la GMAC. Quindi: nel caso di WTC7, ha utilizzato 700 milioni per edificare il nuovo Seven (dagli 861 dell’Industry Risk) e con i liberty Bond ha stralciato il vecchio mutuo pagandogli 400 milioni. A conti fatti gli son rimasti 160 milioni di dollari per pagare la Port authority e le sigarette… Tutto questo prima di andare ad intaccare i soldi dei risarcimenti del WTC, i conseguenti Liberty Bond per questo e tutta la serie di risarcimenti a compagnie aeree ecc.!

elepink:

(Praticamente dicono che con i ricavati del'assicurazione, e con la collaborazione della Port Authority, pagheranno gli investitori di Silverstein - infatti all'inizio il times parla di "windfall", "gran culo", perchè riuscirà a tirarsi su dalle perdite del WTC. E comunque, dovendo pagare per 99 anni l'affitto, giura di ricostruire il WTC, con un aiuto da parte della città di New York. Sono maneggi economici (tipo la nostra Fiat per intenderci...) ma non è che Silverstein ha detto come tu semplicisticamente affermi "ridatemi i miei soldi, sono crollate le torri!". Anzi.

Shm:

…caspita che culo! Hai voglia di cazzeggiare, và…

elepink:


Boh, comunque la metti per voi ci guadagna sempre.. adesso guadagna anche dal fatto che NON ha dovuto riammodernare il WTC? ma poi cosa c'entrano gli anni 80?

Shm:

i casi sono 2 soltanto: o hai ragione tu o sennò io! Se hai ragione tu e il WTC integro fosse stato un affare puoi dimostrarlo, sennò… Purtroppo i dati dicono che a WTC integro Silverstein avrebbe fatto un bagno di sangue… Non è difficile fare un piano economico: da una parte metti le spese dall’altra i guadagni e poi vedi se ci sono dei ricavi. Se semplicisticamente dici ma per me non è così… vabbè… evidentemente non sei qui per discuterne ma solo per cazzeggiare.

elepink:

E allora perchè non lo fa?

Shm:

per semplice convenienza economica

elepink:

Ad oggi, SE le Twin Towers fossero ancora in piedi, starebbe fumando un sigaro contando gli introiti derivati dalle torri da lui affittate. Senza processi con assicurazioni e senza dover ricostruire.

Shm:

le torri erano già affittate quando lui ne prese il controllo e perdevano già 10 mln di dollari all’anno. A questa perdita si sarebbe dovuto sommare l’esborso per un affitto pari a 120 milioni di dollari annui circa e tu dici: “starebbe fumando un sigaro contando gli introiti derivati dalle torri da lui affittate”… Ah ahahahaahahahah

o ci fai o ci sei

elepink:

Hai mai pensato di fare una ricerca SERIA?

Shm:

…hai mai pensato di farti considerare una persona seria nella tua vita?!

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Redazione
Inviato: 27/1/2010 1:42  Aggiornato: 27/1/2010 1:43
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17659
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
SHM: "…hai mai pensato di farti considerare una persona seria nella tua vita?!"

L'avviso per ELEPINK vale per tutti. BASTA commenti ad personam. A tutto c'è un limite, e qui da un pezzo lo abbiamo superato.

Se avete voglia di andare dietro a Elepink DOVETE saperlo fare secondo le regole.

divert
Inviato: 27/1/2010 1:56  Aggiornato: 27/1/2010 1:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/5/2009
Da:
Inviati: 71
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Caro Massimo,
avevi proprio ragione. Non gli ho dato i dettagli perché non servivano, è come guardare un giornale a 20 metri di distanza, se è in francese in italiano o in koreano non fa nessuna differenza perché non si riesce a leggerlo, ma lo si riconosce ugualmente come giornale. Mi ha fatto ricordare di quando traducendo le versioni di latino iniziavo a tradurla senza averla letta tutta fino in fondo ma la attaccavo subito dalla prima frase, commettevo errori di comprensione e traduzione che mi sarei facilmente risparmiato se l'avessi scorsa tutta anche solo rapidamente. E' il problema della estrema specializzazione di cui parla il matematico Lucio Russo (vedi: La Rivoluzione dimenticata - La cultura componibile, dalla frammentazione alla disgregazione del sapere) dove un'alta specializzazione e divisione in campi di conoscenza conduce ad una profonda ignoranza del resto e quindi difesa gelosa e violenta da parte degli specialisti del proprio territorio di studio ma conduce solitamente alla totale mancanza di una visione globale ed articolata. E' sufficiente l'indice di cui sto scrutando la mia pellicina favorita per nascondere l'autotreno che arriva allegro.
Buona notte

Non discutere mai con un idiota, la gente potrebbe non notare la differenza.
(Arthur Bloch)
elepink
Inviato: 27/1/2010 3:12  Aggiornato: 27/1/2010 3:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/1/2010
Da:
Inviati: 93
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
…e invece li usa proprio per fare altri investimenti personali! Ti scoccia?!


E tu che ne sai? Sei il suo segretario?

Citazione:
Hai detto tu la cazzata che pagò 3,2 miliardi di dollari… Non è falso che pagò 14 milioni perché quelli erano effettivamente i suoi, i personali, quelli di saccoccia:


Ti riporto il mio post completo che come al solito hai ignorato:

Citazione:
sì, lui di tasca sua, ma come è noto si avvalse di altri investitori. Non essere così semplicistico.


Citazione:
Dimostra che per uno speculatore immobiliare il WTC non riscuoteva nessun interesse! Faresti un affare identico a quello in cui uno per 25 anni è andato in perdita di 10 mln di dollari all’anno e oltre a quella perdita devi pagare anche 120 milioni di dollari circa all’anno di affitto? Scommetto che tu si lo faresti!


Come al soltio, con le fonti ci giochi. La frase del NYT è questa:

"The Port Authority had the bad luck to hold the dedication ceremony for the towers in April 1973, just before the OPEC oil crisis sent the global economy, and international trade, into one of its worst slumps in modern times. The trade center started life as a giant money loser, running annual deficits of $10 million to $15 million."

Dice che ha avuto sfiga perchè il WTC è nato nell'aprile 1973, un anno di crisi, ed HA INIZIATO come un "giant money loser", perdendo 10-15 milioni all'anno, NON dice che il WTC PERDE 10-15 milioni all'anno. Anche la Apple negli anni '90 prima che tornasse Steve Jobs rischiava il fallimento.

Citazione:
dovette vendere le polizze ad un gruppo di assicuratori che garantissero il pagamento del premio, perciò concordò un contratto con dei banchieri svizzeri!


Tu hai detto

Citazione:
e riesce a vendere le polizze il giorno prima...


A parte che dovresti riportare qualche fonte per questo dato, ma non vedo come questo abbia giovato a Larry.

Citazione:
…deve pagare l’affitto per mantenere in essere il contratto, SE VUOLE MANTENERLO! Fa tutta questa menata perché la logica economica del profitto gli permette di poterlo fare visto i guadagni da capogiro!


Non si capisce dove vuoi andare a parare. Prima dici che il WTC era una inculata perchè perdeva, poi che vuole mantenere il contratto per i gudagni da capogiro.... e che non sia proprio una genialata lo dice anche il NYT:

"Mr. Silverstein has continued to pay rent at the trade center and has vowed to rebuild the 10-million-square-foot complex, although some real estate executives question the wisdom of building so much speculative office space when vacancy rates are so high downtown."

Citazione:
…non è “secondo noi” che non ha avuto danni, sono i fatti che dimostrano che sta solo incassando e chiedendo risarcimenti con un pezzo di carta in mano!


Quali fatti?

Citazione:
…no non è sensato perché silverstein non è scemo, al contrario di qualcun altro, e sa che non è un affare il WTC a meno che non sia raso a terra per “atto terroristico”!


Ah, ok. Quindi la logica è: acquisto il WTC, tanto lo abbattono, faccio anni di processi per ricevere i soldi dalle assicurazioni, non guadagno una ceppa da Ground Zero e ricostruisco, nel frattempo mi arrivano 4,5 miliardi (se come dici te, al di là che abbia DOVUTO o no, ha mantenuto il contratto, si suppone abbia pagato o stia pagando i famosi 3,2 milioni alla Port Authority, quindi sottrai questi), intanto vado avanti a costruire un complesso che sarà finito se tutto va bene nel 2011?

Citazione:
Non ci hai capito una mazza. La GMAC era la banca che aveva un mutuo istituito su WTC7. L’Industry Risk era la compagnia assicurativa che copriva WTC7 dalla quale Silverstein incamerò 860 milioni di dollari. A parte poi ottenne 400(+75) milioni di dollari in Liberty Bonds che impiegò per saldare via-transazione a saldo e stralcio il debito di 563 milioni con la GMAC. Quindi: nel caso di WTC7, ha utilizzato 700 milioni per edificare il nuovo Seven (dagli 861 dell’Industry Risk) e con i liberty Bond ha stralciato il vecchio mutuo pagandogli 400 milioni. A conti fatti gli son rimasti 160 milioni di dollari per pagare la Port authority e le sigarette… Tutto questo prima di andare ad intaccare i soldi dei risarcimenti del WTC, i conseguenti Liberty Bond per questo e tutta la serie di risarcimenti a compagnie aeree ecc.!


E quindi? NON ha ricevuto indietro i soldi come dicevi tu. Sostanzialmente è come ho detto io: c'erano dei creditori (scusa, prima avevo sbagliato) e doveva pagarli.

Citazione:
i casi sono 2 soltanto: o hai ragione tu o sennò io! Se hai ragione tu e il WTC integro fosse stato un affare puoi dimostrarlo, sennò… Purtroppo i dati dicono che a WTC integro Silverstein avrebbe fatto un bagno di sangue… Non è difficile fare un piano economico: da una parte metti le spese dall’altra i guadagni e poi vedi se ci sono dei ricavi. Se semplicisticamente dici ma per me non è così… vabbè… evidentemente non sei qui per discuterne ma solo per cazzeggiare.


Sì, infatti. Guarda, ti dirò una cosa: questa discussione economica lascia il tempo che trova, e mi sto veramente stufando. Non so che minchia volesse fare Silverstein, visto che non sono lui, ma il discorso si riduce a "sapeva dell'attentato e ha fatto una speculazione finanziaria?". Secondo ME, visto che non mi sembra stia propriamente guadagnando, NO; se TU dici SI', allora prima dovresti dimostrare le tue tesi riguardo all'autoattentato e POI dire ecco, ci ha pure guadagnato Silverstein. Allora anche gli Stati Uniti ci hanno guadagnato con la guerra, ma le teorie "autoattentato" finora mi sembra non siano state supportate da nessuna prova concreta.

Redazione
Inviato: 27/1/2010 3:22  Aggiornato: 27/1/2010 3:32
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17659
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
ELEPINK: Visto che sostieni che le risposte alle famose 12 domande sono state date, perchè non le riporti gentilmente sotto ciascuna di esse?

Ci faresti un grande favore, perchè noi non siamo mai riusciti a trovarle. (Dicci anche chi le ha pubblicate, già che ci sei).

Grazie.

***********

Domanda n. 1 : Perchè non è stato incriminato nessuno fra i responsabili del progetto e della costruzione delle Torri Gemelle, nè è mai stata nemmeno suggerita una responsabilità penale da parte loro?

RISPOSTA:

Domanda n. 2 : Che cosa ha causato le pozze di acciaio e metallo fuso, piegato le colonne senza incrinarle, continuando a bruciare per settimane sottoterra?

RISPOSTA:

Domanda n. 3: Sapete spiegare come sia accaduto che le leggi della fisica, che prevedono che un corpo in caduta segua la linea di minore resistenza, siano state aggirate in ciascuno dei tre casi?

RISPOSTA:

Domanda n. 4 : Visto che quel giorno non c'era vento forte, e siccome nessuno ha sparato all'aereo in volo, come è stato possibile ritrovare dei resti dell'aereo a 14 Km. dal luogo di impatto?

RISPOSTA:

Domanda n. 5 : Visto che l'aereo sembra essere scomparso in questa buca, come è stato possibile ritrovare e identificare tramite il DNA i resti di ogni singolo passeggero? E anche il 95% dell'aereo, fra le altre cose?

RISPOSTA:

Domanda n. 6 : Se l'aereo bianco era davvero un aereo privato, perchè Popular Mechanics ha usato prove falsificate per sostentare la propria affermazione?

RISPOSTA:

Domanda n. 7 : Come può una persona che non abbia mai guidato un jet nella sua vita, sedersi ai comandi di un aereo da 100 tonnellate, e fare manovre ad alta velocità considerate praticamente impossibili da piloti con 30 anni di esperienza?

RISPOSTA:

Domanda n. 8 : Poichè volava raso-erba, potete spiegare come ha fatto l'imponente 757 a raggiungere la zona di impatto senza colpire gli ostacoli lungo il percorso? E perchè questi rulli di cavo elettrico non sono stati nemmeno fatti cadere dalla turbolenza generata sotto l'aereo a 900 Km./h.?

RISPOSTA:

Domanda n. 9-A : Perchè le ali dovrebbero essersi staccate in parte prima dell'impatto, e dove sono finite?

RISPOSTA:

Domanda n. 9-B : Dove è finita la coda, che si alza di 4 metri oltre la fusoliera, e perchè non ha lasciato segni sulla parete, nè ha rotto le finestre sopra il foro d'entrata?

RISPOSTA:

Domanda n. 9-C : Dove sono finiti i motori, che sembrano semplicemente scomparire nell'animazione della Purdue? Se sono entrati nell'edificio, puoi indicare i fori di entrata?

RISPOSTA:

Domanda n. 9-D :Puoi spiegare come fa un aereo senza ali e senza motori a volare in una foresta di colonne di cemento armato, quando un aereo con le ali e con i motori non riesce a farlo nemmeno in una foresta di alberi?

RISPOSTA:

Domanda n. 9-E : Se l'aereo è diventato "quasi come un liquido", diventando "una palla di fuoco", al punto da scomparire nel nulla, puoi spiegare come sia stato possibile ritrovare i resti di tutti i passeggeri, e identificarli uno per uno con l'analisi del DNA?

RISPOSTA:

Domanda #10: Puoi spiegare come il cedimento di una sola colonna possa causare il crollo simmetrico dell'intero edificio, per il quale è necessario il cedimento di tutte le colonne nell'arco di poche frazioni di secondo una dall'altra?

RISPOSTA:

Domanda n. 11: Se il crollo di una struttura in acciaio a causa del fuoco non si era mai verificato prima, come hanno fatto così tante persone a prevederlo, con ore di anticipo?

RISPOSTA:

Domanda n. 12: Perchè pompieri e polizia dovrebbero usare termini come "saltare in aria", o "tirare giù", se stessero solo aspettando un crollo spontaneo?

RISPOSTA:


*********

Te lo ripeto, per chiarezza: non volevo conoscere le TUE eventuali risposte, ma quelle che hai detto che esistono, e che già sono state date. (Cit: "Massimo, non ti viene in mente che forse sono un pò stufi di rispondere alle stesse domande che fate da anni?").

Così almeno annunciamo al mondo che la versione ufficiale non è una bugia, ci scusiamo con tutti per averlo sostenuto, chiudiamo il sito e non se ne parla più.

Sertes
Inviato: 27/1/2010 8:05  Aggiornato: 27/1/2010 8:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 6869
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
@Redazione
Varie volte, in questi quattro mesi di silenzio assordante, ho provato a discutere delle 12 domande su altri forum, compresi quelli come facebook che non hanno un facile supporto video nelle discussioni.

Ho notato che bisogna sempre citare le 12 domande come corredo al video in tre parti che hai realizzato, altrimenti chi vuole sfuggire alle domande ha sempre la scusa per chiedere "detriti sparsi? Ma questo chi lo dice?" oppure si "dimentica" di elementi mostrati nel video ma non specificati nel testo delle domande come il meteorite, o le colonne piegate a U, o la testimonianza del pilota.

Il video in tre parti:

http://www.youtube.com/watch?v=4HUCxlqi6Y8

http://www.youtube.com/watch?v=ghN17eEA4S0

http://www.youtube.com/watch?v=mQQxrQmrhfw

Progetto Sintesi: la controinformazione in schede. Cercalo nei forum, e poi dimmi cosa ne pensi!
Redazione
Inviato: 27/1/2010 8:49  Aggiornato: 27/1/2010 8:49
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17659
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Giusto Sertes, grazie.

In effetti nell' articolo lo avevo anche scritto: "Le domande vanno considerate in riferimento ai materiali video che le accompagnano, e non a sè stanti."

Ma è sempre meglio ricordarlo.

(Il vero problema è che non si assiste mai comunque a risposte sulle domande, ma a tentativi di ogni tipo per evitare di rispondere).

shm
Inviato: 27/1/2010 10:18  Aggiornato: 27/1/2010 10:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1800
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
redaziome: e avete voglia di andare dietro a Elepink DOVETE saperlo fare secondo le regole.

shm: ho perso già abbastanza tempo dietro a lui, non ne ho più voglia...

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
studente
Inviato: 27/1/2010 10:40  Aggiornato: 27/1/2010 10:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/1/2010
Da:
Inviati: 69
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Cari complottisti,
come diceva il buon George W. Bush siete solo dei terroristi:
"Non dobbiamo mai tollerare oltraggiose teorie del complotto sugli attentati dell'11 settembre, bugie maliziose che tentano di allontanare la responsabilità dai stessi terroristi, lontano dai colpevoli."
("Let us never tolerate outrageous conspiracy theories concerning the attacks of September the 11th, malicious lies that attempt to shift the blame away from the terrorists themselves, away from the guilty.")

Discorso all'Assemblea Generale dell'ONU, 10 novembre 2001
http://www.youtube.com/watch?v=6K5M0xtxQVQ&feature=player_embedded


"Il terrorismo con cui oggi ci confrontiamo nasce da:
[...]Sottoculture di cospirazione e disinformazione. I terroristi reclutano più efficacemente in popolazioni la cui informazione sul mondo è contaminata dalla falsità e corrotta dalle teorie cospirazioniste. [...]
("The terrorism we confront today springs from: [...] Subcultures of conspiracy and misinformation. Terrorists recruit more effectively from populations whose information about the world is contaminated by falsehoods and corrupted by conspiracy theories. [...])

"National strategy for combatting terrorism", settembre 2006
http://georgewbush-whitehouse.archives.gov/nsc/nsct/2006/nsct2006.pdf

Meno male che esiste l'elvetico prode con i suoi troll incorporati a difesa della democrazia e della verità !

Skafloc
Inviato: 27/1/2010 19:56  Aggiornato: 27/1/2010 19:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/3/2006
Da: ROMA
Inviati: 184
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
vi segnalo un video con Travaglio, dove per rispondere ad una domanda sul signoraggio fa una tirata sui complottisti.
Ci mette dentro pure le scie chimiche.

http://www.youtube.com/watch?v=Nfkf5qPM2uE

Per me questo non toglie nulla al valore delle inchieste giornalistiche di Travaglio, ma devo constatare come le persone in vista su certi argomenti caldi che non conoscono si schierano e basta.

Le cose urgenti vanno fatte con calma
trotzkij
Inviato: 27/1/2010 21:03  Aggiornato: 27/1/2010 21:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 3228
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Stato dell unione: il presidente smentisce se stesso


Il più scandalizzato è Huffington Post, il giornale on line che più lo aveva appoggiato durante la campagna presidenziale. Ieri ha aperto il sito con un titolo da quotidiano d’opposizione: «Barack Obama. Un perfetto esempio di fondamentale mancanza di serietà». I giornali conservatori, invece, assistono con distacco all’ennesimo dramma tra i democratici.
Un dramma che vivrà la sua scena madre questa notte, ora italiana, quando il presidente, pronunciando il tradizionale discorso sullo Stato dell’Unione, annuncerà il congelamento di tutte le spese pubbliche per tre anni, con l’eccezione di quella per la Sanità e, soprattutto, per la Sicurezza e le missioni all’estero. Perché l’America «deve difendersi dal terrorismo» e si appresta nei prossimi mesi «a condurre una politica estera aggressiva»; dunque dovrà investire ancor di più nella Difesa.
Parole che hanno provocato una crisi di identità tra i suoi sostenitori. Perché sembravano pronunciate da George Bush, non da Barack Obama e di fatto sanciscono la rinuncia alle riforme promesse in campagna elettorale.
Obama voleva un’America più verde, un sistema scolastico più efficiente, più fondi alla ricerca, più giustizia sociale. Ora si alza e dice: «Non si può fare». Per ragioni validissime, peraltro. L’America deve assolutamente ridimensionare il debito pubblico provocato dalla crisi finanziaria e che supererà il 100% del Pil, raggiungendo un livello simile a quello italiano.
Uno studio dell’Ufficio del bilancio, appena pubblicato, dimostra che uno squilibrio finanziario di queste dimensioni è insostenibile nel lungo periodo. O l’America lo riduce o finisce in bancarotta. Per ridurlo Obama aveva di fronte a sé due possibilità: aumentare le tasse oppure contenere le spese. Ha scelto la seconda via con un risparmio stimato in 10-15 miliardi di dollari nel 2011 e di 250 miliardi nel prossimo decennio.
Peccato che il congelamento delle spese per un triennio fosse stato proposto dal repubblicano John McCain in campagna elettorale e che allora lo stesso Obama avesse bocciato con forza la proposta, ritenendola esagerata e allarmista. Un’incongruenza che il popolo di internet ha subito colto, ripescando su YouTube il filmato del dibattito.
Ma a sconcertare l’elettorato di sinistra è soprattutto l’uso arbitrario delle forbici. Perché Obama ha deciso di non ridurre le spese per la Difesa? Per il terrorismo, d’accordo. E perché i costi delle missioni all’estero sono destinati ad aumentare? C’è l’Afghanistan, ma l’impegno in Irak verrà ridotto. I conti non tornano. Il sospetto, alimentato dalle confidenze dei suoi collaboratori, è che il Nobel per la Pace intenda perseguire una politica estera molto più attiva ed energica, secondo modalità e con obiettivi ancora sconosciuti, ma in contraddizione con il credo pacifista professato finora.
E questo non piace al popolo degli obamiani che avrebbe preferito meno cannoni e più centrali eoliche, meno basi all’estero e più scuole pubbliche. E si sente tradito.

http://blog.ilgiornale.it/foa

I complotti non esistono, ... tranne quando ci sono
minkiaprof
Inviato: 28/1/2010 14:21  Aggiornato: 28/1/2010 14:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/12/2006
Da:
Inviati: 116
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
scusate l'intromissione apparentemente OT.
qualche giorno fa il mio allievo di quinta davide d.g. mi piomba in classe tutto orgoglioso "indovini chi mi ha telefonato, prof!!!", "e io che ne so?", "max mazzucco in persona", "MINKIA!".
spiegazione: davide, dopo la mia descrizione di LC fatta in classe, aveva ordinato il cofanetto di DVD e il dr. mazzucco lo chiamava DI PERSONA per dare qualche spiegazione del ritardo nella spedizione. RI-MINKIA! questo dicesi lavorare seriamente invece di fare tanta aria fritta per niente.
sull'onda dell'entusiasmo (che, devo confessare, ha preso un pochino anche me) ho prenotato l'aula video per lunedi' mattina, per cominciare ci porto la classe a vedere Inganno Globale.
alla prossima con i commenti e le reazioni dei gggggggiovani...
ciao

E quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo, tu potrai rispondere loro: Ricordiamo. (Ray Bradbury, Fahrenheit 451)
elepink
Inviato: 28/1/2010 17:45  Aggiornato: 28/1/2010 17:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/1/2010
Da:
Inviati: 93
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
SO che Massimo Mazzucco mi espellerà per questo, ma non riesco proprio a trattenermi.

Citazione:
Per me questo non toglie nulla al valore delle inchieste giornalistiche di Travaglio, ma devo constatare come le persone in vista su certi argomenti caldi che non conoscono si schierano e basta.


E invece pensare che HA RAGIONE? Questa è la dimostrazione di come la pensate voi complottisti. Fate una domanda a uno come Travaglio, che tutto si può dire tranne che si faccia manipolare da chicchessia, visto che ha subito diversi processi per diffamazione, ne ha vinti alcuni e persi altri, ma non si è mai piegato e, comunque lo si consideri, non si può dire che abbia timore di portare avanti le proprie idee, e quando vi dice esplicitamente che siete DANNOSI al pensare comune, dite "vedi? non conosce le cose come noi, e quindi si schiera". Non pensate neanche per un attimo "mah, forse uno come lui non è proprio il primo arrivato, magari ha pure ragione". No! vi aspettate (come dice lui stesso) che dica "sì, avete ragione, io mi batto anche per questo, per questa gente che controlla tutto, i padroni del mondo (MM docet)".... e quando vi manda a cagare... "visto? non sa un cazzo ed è pure schierato!". E skafloc lo porta qui anche additandolo ad esempio!

Citazione:
sull'onda dell'entusiasmo (che, devo confessare, ha preso un pochino anche me) ho prenotato l'aula video per lunedi' mattina, per cominciare ci porto la classe a vedere Inganno Globale.


Poi ci si chiede perchè la scuola italiana va a catafascio...

Ma minchia, uno può portare gli studenti a vedere, non lo so, "Gandhi", "l'albero degli zoccoli", "schinder's list", "tempi moderni", "jonah che visse nella balena" di Faenza che è un film bellissimo e toccante che pochi conoscono, "Gran Torino", "Arrivederci ragazzi", "Fantasia", "l'uomo della pioggia di Coppola", "Mission", "Platoon", "Arancia Meccanica", MIGLIAIA di film educativi e culturali che magari visto che moltissimi sono di un'epoca di prima che nascessero molti ragazzi non li hanno MAI visti....................

E minkiaprof li porta a vedere INGANNO GLOBALE!?!?!

Ma la scuola non dovrebbe fornire basi per poi prendere decisioni in autonomia? no, evidentemente "minkiaprof" preferisce inculcare nella mente dei gggggiovani nozioni tipo "ci mentono" e "l'America è cattiva". Un professore di una scuola.

So che mi avevi proibito commenti ad personam, massimo, ma questi 2 post erano veramente assurdi. E comunque Travaglio ha ragione. I veri "complotti" non sono certo nella superpotenza che distrugge le torri gemelle per attaccare il medio oriente, nell'intervento americano ad Haiti, o nelle fantomatiche scie chimiche. Sono 2 travestiti che muoiono un mese dopo che un governatore del Lazio è stato scoperto a frequentarli e che altri rischiavano di essere scoperti. Sono la Parmalat che fallisce e incula migliaia di risparmiatori. Sono quelli che uccidono giornalisti come Anna Politkovskaja.

E di sicuro, tagliare le testimonianze ad arte, accelerare video, nascondere referti di operazioni chirurgiche e vendere DVD non è quel che si dice "giornalismo attivista".

Vorrei chiedere a minkiaprof, prima che inevitabilmente Mazzucco mi banni:

Credi, come prof, sia più importante dotare gli studenti delle nozioni, della cultura e dell'apertura mentale necessaria a discernere da sè ciò che è vero da ciò che è falso, ciò che è bene da ciò che è male, a capire PERCHE' succedono queste cose? A capire la storia, le invasioni romane e greche, i casus belli nei millenni, a raffrontarli alla nostra storia? Oppure facendogli vedere "Inganno Globale" e riempendoli di convinzioni FINITE?

Ciao a todos.

LoneWolf58
Inviato: 28/1/2010 18:11  Aggiornato: 28/1/2010 18:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4518
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
E invece pensare che HA RAGIONE?
E invece pensare che ha torto?...
Citazione:
Credi, come prof, sia più importante dotare gli studenti delle nozioni, della cultura e dell'apertura mentale necessaria a discernere da sè ciò che è vero da ciò che è falso, ciò che è bene da ciò che è male, a capire PERCHE' succedono queste cose? A capire la storia, le invasioni romane e greche, i casus belli nei millenni, a raffrontarli alla nostra storia? Oppure facendogli vedere "Inganno Globale" e riempendoli di convinzioni FINITE?
Mi indichi un libro di testo scolastico (od anche universitario) dove non si riempie lo studente di nozioni/convinzioni finite?
Se non erro secondo i libri di storia l'Italia avrebbe vinto la II guerra mondiale...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Spiderman
Inviato: 28/1/2010 18:58  Aggiornato: 28/1/2010 18:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2713
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
sull'onda dell'entusiasmo (che, devo confessare, ha preso un pochino anche me) ho prenotato l'aula video per lunedi' mattina, per cominciare ci porto la classe a vedere Inganno Globale.


Tanto di cappello, iniziativa lodevole, se può farti piacere hai la mia ammirazione.

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
ildieffe
Inviato: 28/1/2010 19:13  Aggiornato: 28/1/2010 19:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/12/2009
Da:
Inviati: 65
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione di Elepink:
"Ma la scuola non dovrebbe fornire basi per poi prendere decisioni in autonomia? no, evidentemente "minkiaprof" preferisce inculcare nella mente dei gggggiovani nozioni tipo "ci mentono" e "l'America è cattiva". Un professore di una scuola."

La prima frase è condivisibile, il problema è che viviamo in una nazione ed in un mondo in cui l'informazione molto spesso è omessa o nella migliore delle ipotesi distorta.
Non è colpa di Minkiaprof se la maggior parte dei telespettatori italiani non sa che è crollata una terza torre senza che sia stata colpita, semplicemente perchè i principali media non lo dicono.

Purtroppo è vero: "ci mentono".

Non tutta l'america è cattiva, ma l'amministrazione Bush si è rivelata una manica di farabutti: hanno ucciso più di un milione di persone senza un motivo (o meglio i motivi li sappiamo tutti): questo non lo pò negare nessuno.

Floh
Inviato: 28/1/2010 19:20  Aggiornato: 28/1/2010 19:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 920
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
elepink dice:

Ma minchia, uno può portare gli studenti a vedere, non lo so, "Gandhi", "l'albero degli zoccoli", "schinder's list", "tempi moderni", "jonah che visse nella balena" di Faenza che è un film bellissimo e toccante che pochi conoscono, "Gran Torino", "Arrivederci ragazzi", "Fantasia", "l'uomo della pioggia di Coppola", "Mission", "Platoon", "Arancia Meccanica", MIGLIAIA di film educativi e culturali che magari visto che moltissimi sono di un'epoca di prima che nascessero molti ragazzi non li hanno MAI visti....................

Oh mamma, ma lo sentite?
e questi sarebbero film educativi?
Ne prendo solo alcuni ad esempio.

Schinder's list:
Un film stucchevole, porta acqua al mulino degli ebrei sionisti dimenticandosi inesorabilmente altri massacri compiuti dai nazionalsocialisti da sempre taciuti (vedi Jasenovac di cui abbiamo parlato in qualche thread fà, zingari, comunisti e omosessuali, protestanti, mussulmani...)
Un film che alimenta la disinformazione sul numero di ebrei morti, ingigantendo a dismisura le cifre.
In mancanza di flim davvero critici e obbiettiv sui massacri nazisti, perchè non guardare quialcosa che si rifà alla storia più recente ? ma che almeno è obbiettivo?
"In viaggio con Bashir"
Parla del massacro (compiuti nell'arco di 3 giorni) di 2.000 cilvi musulmani da parte dei falangisti cristiani, sotto gli occhi delle truppe ONU.
Ha tanto di immagini amatoriali alla fine, per far davvero intendere cosa voglia dire "massacro".

Gran Torino:

Un bel film, per carità, ma non ha nulla di propedeutico, al massimo è propagandistico.
Il razzismo è visto come al solito come qualcosa che è relegato agli ambienti più poveri delle città, in questo caso una guerra tra ragazzi neri e orientali.
Quando tutti sappiamo che i veri razzisti sono sempre stati i bianchi, che in questo film passano per i salvatori (Clint Eastwood).

Platoon:

L'ennesimo film che riporta la sofferenza degli americani in Vietnam e non si cura di quella enorme a cui sono stati sottoposti i vietnamiti.
Se gli americani sono andati a condurre la loro guerra imperialista il minimo che gli possa succedere è avere delle perdite umane, e si lamentano pure..!

Arancia Meccanica:

Ecco: siamo arivati all'esaltazione della violenza di per sè (slegata da un qualunque contesto in cui essa è necessaria o si rivela utile), un film indegno.
Non merita commenti.

Massimo l'ha detto, non ti banna perchè se ti lascia scrivere, cosicchè chi ha un po di sale in zucca e ti legge possa vedere la tua pochezza morale e culturale .

elepink dice:
Ma la scuola non dovrebbe fornire basi per poi prendere decisioni in autonomia? no, evidentemente "minkiaprof" preferisce inculcare nella mente dei gggggiovani nozioni tipo "ci mentono" e "l'America è cattiva".

Il film porta fatti, non prese di posizione senza quest'ultimi.
Che l'america menta è ovvio ammetterlo per chi ha la tesa che funziona e non è in malafede.


elepink dice:
Un professore di una scuola.

Esatto, con la P maiuscola.

«Lo IOR deve essere integralmente riformato. La Chiesa non deve avere potere, né possedere ricchezze. Il mondo deve sapere le finalità dello IOR, come vengono raccolti i denari e come vengono spesi. Si deve arrivare alla trasparenza...»
Papa Luciani
Freeman
Inviato: 28/1/2010 20:15  Aggiornato: 28/1/2010 20:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Dal momento che la storia la scrivono i vincitori, i libri di storia sono pieni di cagate già così, non credo che una visione di Inganno Globale possa fare più danni di tanto, male che vada aggiunge qualche sano dubbio.

Citazione:
E invece pensare che HA RAGIONE? Questa è la dimostrazione di come la pensate voi complottisti.

We are the Borg.
Lower your shields and surrender your ships.
We will add your biological and technological distinctiveness to our own.
Your culture will adapt to service us.
Resistance is futile.

Tanti individui, una sola mente. NOI COMPLOTTISTI.

Su Travaglio, stendiamo un velo pietoso: su alcuni argomenti scompare come nebbia al sole, o diventa ottusamente aggressivo e di parte (vedi la mia firma). Purtroppo anche i grandi giornalisti possono essere afflitti da cecità selettiva quando si toccano i nervi scoperti della political acceptance.
E pensare che ha scritto "La scomparsa dei fatti" (che tra l'altro ho letto)... chissà cosa ne penserebbe di altri fatti scomparsi, anche recenti.
Mi piacerebbe chiedergli ad esempio cosa ne pensa dell'attacco portato in massa dai media americani alla Grecia dopo l'incendio alla sinagoga di Creta. Poi la polizia greca ha arrestato due militari americani e due britannici come autori dell'attentato (prontamente sottratti alla giustizia greca per le vie brevi), ma di questo, ovviamente, i "grandi e liberi" media statunitensi hanno preferito non parlare.
Meglio e più utile buttarla sul crescente antisemitismo della Grecia (così quando a breve farà default le banche saranno giustificate per non aver aiutato quegli sporchi antisemiti...).

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Skafloc
Inviato: 29/1/2010 1:19  Aggiornato: 29/1/2010 1:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/3/2006
Da: ROMA
Inviati: 184
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Elepink,

la questione è proprio quella. Travaglio potrebbe aver ragione sul signoraggio, e cioè che fondamentalmente non sia un problema, ma si sputtana quando ci butta dentro il complottismo (che ricordiamo è un concetto inventato da chi i complotti li difende), arriva addirittura alle scie chimiche.
Ovvero si comporta come il più rozzo dei debunker, mettendo tutto nel calderone in modo da far apparire ridicola anche una tesi potenzialmente seria.
Gli è stata fatta una domanda sul signoraggio, deve rispondere a quella senza tirare dentro cose che non c'entrano

Le cose urgenti vanno fatte con calma
elepink
Inviato: 29/1/2010 1:52  Aggiornato: 29/1/2010 1:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/1/2010
Da:
Inviati: 93
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Già che MM non mi ha ancora espulso, rispondo alle vostre affermazioni e rincarerò la dose. E' assurdo pensare che gente che crede che il proprio pensiero sia COSI' indipendente non si renda conto di amalgamarsi ad un unica corrente oltre i quali confini PROPRIO non riescono ad uscire.

Citazione:
Mi indichi un libro di testo scolastico (od anche universitario) dove non si riempie lo studente di nozioni/convinzioni finite?


Io ho fatto il liceo classico. Non con grandi risultati per carità, perchè avevo altri interessi che poi sono sfociati nella mia professione attuale. Non so che studi abbia fatto tu, Lonewolf, ma ti assicuro che le mie domande di adolescente del tipo "ma perchè minchia devo studiare il greco?" oppure "ma perchè cazzo devo fare le versioni di latino che è gente morta da secoli" oppure "ma tutte queste analisi logiche, serviranno?" hanno avuto risposta quando iniziando a lavorare ho notato che nonosante stessi lavorando in campi del tutto estranei ai miei studi spesso le soluzioni ai problemi mi apparivano quasi da sole in base ai ragionamenti che mi sono stati inculcati al liceo. Capire che una proposizione di terzo grado in greco o in latino o comprendere il senso di una frase che dura tutto il paragrafo ti assicuro che, nonostante spesso sfugga il senso immediato, dona allo studente una formazione insostituibile. Tu forse non capirai, visto che considero i libri di testo "nozioni/convinzioni finite", ma per me i libri di latino, greco, grammatica, matematica e chimica contengono nozioni infinite. Nozioni che impari e che saranno la base per capire, per quanto evidentemente tu non arrivi a capirlo, anche questioni come l'11 settembre. Leggere di Giulio Cesare, in storia, che conquista la Gallia, o di Alessandro, leggere Erodoto che ne narra le imprese, leggere la licenziosità di Ovidio o la severità di Catone, o leggere (e non guardare la fiction) i Promessi Sposi, Fontamara, Dante Alighieri, Ungaretti, leggere come consideravano la storia nel 700 (era dell'illuminismo) o nell'800 (era del romanticismo), "l'un contro l'altro armati" (mi sai dire senza ricorre a google di chi è questo passo?), leggere l'avvento del futurismo, le riviste, vedere l'arte che già ci stupiva nel 1400, osservare la maestria di un uomo che dal nulla crea la Cappella Sistina, capire come Ungaretti in 2 frasi condensi più dei vostri documentari lo stato d'animo della guerra.....

Per te quindi i libri di testo scolastico danno informazioni "finite"? povero ignorante. La tua mente è "finita" (nel senso latino del termine, se non lo sai vallo a cercare) ai post di mazzucco.

Citazione:
Non è colpa di Minkiaprof se la maggior parte dei telespettatori italiani non sa che è crollata una terza torre senza che sia stata colpita, semplicemente perchè i principali media non lo dicono.


Ah, ok. E quindi al posto di formare gli studenti con una cultura e una mentalità autonoma, gli diciamo che "la terza torre è crollata" e "i media mentono". Ma bravi.

Citazione:
e questi sarebbero film educativi?
Ne prendo solo alcuni ad esempio.


Vediamo...

Citazione:
Schinder's list:
Un film stucchevole, porta acqua al mulino degli ebrei sionisti dimenticandosi inesorabilmente altri massacri compiuti dai nazionalsocialisti da sempre taciuti (vedi Jasenovac di cui abbiamo parlato in qualche thread fà, zingari, comunisti e omosessuali, protestanti, mussulmani...)
Un film che alimenta la disinformazione sul numero di ebrei morti, ingigantendo a dismisura le cifre.
In mancanza di flim davvero critici e obbiettiv sui massacri nazisti, perchè non guardare quialcosa che si rifà alla storia più recente ? ma che almeno è obbiettivo?


Infatti quel film ha vinto 2 Oscar (miglior film e miglior regia), presumibilmente conferiti da persone più intelligenti di te. Massacri sempre taciuti? ma taciuti nella tua testa, poverino. 6 milioni di Ebrei morti in una delle epoche di nere dell'umanità; 2-3 milioni di comunisti, quasi 500.00 rom....

In mancanza di film davvero critici e obiettivi sui massacri nazisti? qualcosa che è obiettivo? ma tu sei fuori, veramente. Vaglielo a dire a Primo Levi o Anna Frank "qualcosa di più obiettivo" (se fossero vivi, naturalmente). Vaglielo dire a jonah Oberski (che a quanto mi risulta, è vivo ed è un fisico) "qualcosa di più obiettivo".

Citazione:
Un bel film, per carità, ma non ha nulla di propedeutico, al massimo è propagandistico.
Il razzismo è visto come al solito come qualcosa che è relegato agli ambienti più poveri delle città, in questo caso una guerra tra ragazzi neri e orientali.
Quando tutti sappiamo che i veri razzisti sono sempre stati i bianchi, che in
questo film passano per i salvatori (Clint Eastwood).


"in questo caso una guerra tra ragazzi neri e orientali"?!?!?!?!?!?!?!

Questo mi fa capire che oltre a non aver comunque capito un cazzo, il film non l'hai neanche visto perchè tratta della storia di una famiglia hmong. Collega il cervello prima di parlare.

Citazione:
L'ennesimo film che riporta la sofferenza degli americani in Vietnam e non si cura di quella enorme a cui sono stati sottoposti i vietnamiti.
Se gli americani sono andati a condurre la loro guerra imperialista il minimo che gli possa succedere è avere delle perdite umane, e si lamentano pure..!


Peccato che per capire l'insensatezza della guerra abbiano le testimonianze dei LORO soldati e non di quelli vietnamiti. Scusa tanto se magari si può capire meglio l'assurdità della guerra in Vietnam sentendo le parole e le descrizioni di chi l'ha vissuta e non basandosi su "quanti vietnamiti sono morti?". Questo dimostra che hai la sensibilità di un ramarro.

Citazione:
Ecco: siamo arivati all'esaltazione della violenza di per sè (slegata da un qualunque contesto in cui essa è necessaria o si rivela utile), un film indegno.
Non merita commenti.


Sei veramente stupido se pensi che "arancia meccanica" esalti la violenza fine a sè stessa. E' un film sul libero arbitrio. Riguardalo fino alla fine, grazie.

Citazione:
Massimo l'ha detto, non ti banna perchè se ti lascia scrivere, cosicchè chi ha un po di sale in zucca e ti legge possa vedere la tua pochezza morale e culturale .


Senti chi parla. Uno che commenta film che non ha nè visto nè capito. E che è a digiuno di grammatica da un pezzo, vista la composizione della frase.

Citazione:
Il film porta fatti, non prese di posizione senza quest'ultimi.


Ah sì? tralasciando le sottile allusioni, i dubbi instillati e i fatti e le testimonianze distorti?

Citazione:
Che l'america menta è ovvio ammetterlo per chi ha la tesa che funziona e non è in malafede.


sì ma a parte che la tua asserzione è sintomo di un certo modo di pensare, un conto è dire a uno studente "l'america mente" un conto è insegnargli a capire da solo QUANDO.

Citazione:
Esatto, con la P maiuscola.


Ti direi cosa sei tu con la I maiuscola, ma mi trattengo.

Citazione:
Dal momento che la storia la scrivono i vincitori, i libri di storia sono pieni di cagate già così, non credo che una visione di Inganno Globale possa fare più danni di tanto, male che vada aggiunge qualche sano dubbio.


Ah no? cioè, al posto di cercare di insegnare ai giovani un modo di pensare autonomo e obiettivo gli si fa vedere un film che di obiettivo ha solo quello delle camere con cui è fatto? (ah no scusate, niente camere, sono solo spezzoni di altri filmati).

Citazione:
Su Travaglio, stendiamo un velo pietoso: su alcuni argomenti scompare come nebbia al sole, o diventa ottusamente aggressivo e di parte (vedi la mia firma). Purtroppo anche i grandi giornalisti possono essere afflitti da cecità selettiva quando si toccano i nervi scoperti della political acceptance.


Marco Travaglio non mi sembra abbia problemi a toccare "i nervi scoperti della "political acceptance". Confrontiamo le apparizioni in tribunale di Travaglio (che abbia vinto o perso) dal suo profilo in wikipedia:

Pronunciamenti sfavorevoli [modifica]
Nel 2000 è stato condannato in sede civile,[31][32] dopo essere stato citato in giudizio da Cesare Previti a causa di un articolo sull'Indipendente, al risarcimento del danno quantificato in 79 milioni di lire.[33][34]
Il 4 giugno 2004 è stato condannato dal Tribunale di Roma in sede civile a un totale di 85.000 euro (più 31.000 euro di spese processuali) per un errore di omonimia contenuto nel libro «La Repubblica delle banane» scritto assieme a Peter Gomez e pubblicato nel 2001. In esso, a pagina 537, si descriveva «Fallica Giuseppe detto Pippo, neo deputato Forza Italia in Sicilia», «Commerciante palermitano, braccio destro di Gianfranco Miccicché... condannato dal Tribunale di Milano a 15 mesi per false fatture di Publitalia. E subito promosso deputato nel collegio di Palermo Settecannoli». L'errore era poi stato trasposto anche su L'Espresso, il Venerdì di Repubblica e La Rinascita della Sinistra, per cui la condanna in solido, oltreché la Editori Riuniti, è stata estesa anche al gruppo Editoriale L’Espresso. [35]
Il 5 aprile 2005 è stato condannato dal Tribunale di Roma in sede civile, assieme all'allora direttore dell'Unità Furio Colombo, al pagamento di 12.000 euro più 4.000 di spese processuali a Fedele Confalonieri (Mediaset) dopo averne associato il nome ad alcune indagini per ricettazione e riciclaggio, reati per i quali, invece, non era risultato inquisito. [36]
Il 20 febbraio 2008 il Tribunale di Torino in sede civile lo ha condannato a risarcire Fedele Confalonieri e Mediaset con 26.000 euro, a causa dell'articolo "Piazzale Loreto? Magari"[37] pubblicato nella rubrica Uliwood Party su l'Unità il 16 luglio 2006.[38] La sentenza è di primo grado e Travaglio ha dichiarato di stare preparando l'appello.[39]
Nel giugno 2008 è stato condannato dal Tribunale di Roma in sede civile, assieme al direttore dell'Unità Antonio Padellaro e a Nuova Iniziativa Editoriale, al pagamento di 12.000 euro più 6.000 di spese processuali per aver descritto la giornalista del TG1 Susanna Petruni come personaggio servile verso il potere e parziale nei suoi resoconti politici: «La pubblicazione», si leggeva nella sentenza, «difetta del requisito della continenza espressiva e pertanto ha contenuto diffamatorio». [40]
Nel gennaio 2010 la Corte d'Appello penale di Roma lo ha condannato a 1000 euro di multa per il reato di diffamazione aggravato dall'uso del mezzo della stampa, ai danni di Cesare Previti[41]. Il reato, secondo il giudice monocratico, sarebbe stato commesso mediante l'articolo Patto scellerato tra mafia e Forza Italia pubblicato sull'Espresso il 3 ottobre 2002.[42] La sentenza d'appello riforma la condanna dell'ottobre 2009 in primo grado inflitta al giornalista ad 8 mesi di reclusione e 100 euro di multa[43]. In sede civile, a causa del predetto reato, Travaglio era stato condannato in primo grado, in solido con l'allora direttore della rivista Daniela Hamaui, al pagamento di 20.000 euro a titolo di risarcimento del danno in favore della vittima del reato, Cesare Previti[44].
Il 28 aprile 2009 è stato condannato in primo grado dal Tribunale penale di Roma per il reato di diffamazione ai danni dell'allora direttore di Raiuno, Fabrizio Del Noce, perpetrato mediante un articolo pubblicato su L'Unità dell'11 maggio 2007.[45][46]
Il 21 ottobre 2009 è stato condannato in Cassazione (Terza sezione civile, sentenza 22190) al risarcimento di 5.000 euro nei confronti del giudice Filippo Verde che era stato definito "più volte inquisito e condannato" nel libro Il manuale del perfetto inquisito, affermazioni giudicate diffamatorie dalla Corte in quanto riferite "in maniera incompleta e sostanzialmente alterata" visto il "mancato riferimento alla sentenza di prescrizione o, comunque, la mancata puntualizzazione del carattere non definitivo della sentenza di condanna, suscitando nel lettore l'idea che la condanna fosse definitiva (se non addirittura l'idea di una pluralità di condanne)".[47]
Procedimenti estinti per remissione della querela [modifica]
Dal 2004 è stato oggetto di un procedimento penale per il reato di diffamazione aggravata dal mezzo della stampa, a seguito degli articoli M'illumino d'incenso e Zitti e Vespa, pubblicati sul quotidiano l'Unità nei giorni 12 marzo e 6 maggio di quello stesso anno. Il procedimento ai danni del giornalista si è concluso nel 2008 dopo che la persona offesa, il giornalista Antonio Socci, ha deciso di rimettere la querela[48] a seguito delle scuse pubbliche di Travaglio.[49]
Sentenze favorevoli [modifica]
Dopo aver scritto assieme a Elio Veltri il libro L'odore dei soldi era stato citato in giudizio da Silvio Berlusconi per diffamazione; il tribunale civile ha stabilito che il libro non è diffamatorio ed ha condannato Berlusconi a pagare le spese processuali.[50]
In seguito all'intervista nel programma Satyricon del comico Daniele Luttazzi è stata avviata un'azione civile da parte di Mediaset contro Travaglio, la RAI e i direttori Carlo Freccero e Bibi Ballandi per diffamazione. Nel 2005 la causa è stata vinta da Travaglio mentre Mediaset è stata condannata a pagare le spese processuali.[51]
Nel 2005 Cesare Previti ha citato in giudizio Travaglio per una presunta diffamazione nei suoi confronti e nei confronti di Silvio Berlusconi nell'articolo comparso nella rubrica Bananas de l'Unità il 19 aprile 2005. Nel 2007 il tribunale civile di Roma ha rigettato la domanda di Previti e lo ha condannato a rifondere le spese processuali.[52]
Il 6 febbraio 2009 Travaglio, Lucio Caracciolo e Paolo Flores D'Arcais ottengono dal Tribunale di Roma, il risarcimento dei danni per la causa per diffamazione intentagli dall'onorevole Cesare De Piccoli, per via di un intervento di Marco Travaglio al convegno Proposte per un arcobaleno di pulizia morale, tenutosi a Roma il 14 gennaio 2006 e anche per l'articolo I sommersi ed i salvati, pubblicato su Micromega del marzo 2006, in cui si rivelava che De Piccoli sarebbe stato in possesso di conti in Svizzera, sui quali gli sarebbe stata accreditata una somma di duecento milioni di lire da parte della FIAT. [53]
Nel maggio 2009 la Cassazione conferma un proscioglimento sancito l'11 dicembre 2008 dal GIP di Roma, relativo ad un'indagine per presunta diffamazione ai danni di Fabrizio Del Noce, attraverso la pubblicazione di un articolo su l'Unità del 6 marzo 2007,[54][55] condannando il querelante al pagamento delle spese processuali e a 1500 euro di ammenda.[56]
Il 9 dicembre 2009 il gip di Roma ha disposto l’archiviazione della causa per diffamazione a mezzo stampa intentata da Cesare Geronzi contro Marco Travaglio,[57] accusato di aver «fornito un’immagine del querelante come persona responsabile di molteplici reati» travalicando «ogni limite nella corretta informazione» e ponendo in essere un pesante attacco «mediante la prospettazione di notizie in parte false e in parte maliziosamente rappresentative», nel suo intervento alla trasmissione AnnoZero del 1 novembre 2007, nella puntata Arrivano i mostri.[58]
Il 10 dicembre 2009 il tribunale civile di Torino ha condannato Vittorio Sgarbi a pagare un risarcimento di 30.000 euro per ingiurie nei confronti di Marco Travaglio nella puntata di 'AnnoZero' del 1 maggio del 2008. Il giudice ha anche stabilito la pubblicazione della sentenza su 'Repubblica' e 'La Stampa'[59].

E ora confrontiamo le apparizioni in tribunale di Massimo Mazzucco:

(...)

Chi vi sembra sia LEGGERMENTE più uso a toccare "i nervi scoperti della political acceptance"?
Senza contare naturalmente che uno è laureato in storia contemporanea e uno ha iniziato come "successful fashion photographer".

Citazione:
Ovvero si comporta come il più rozzo dei debunker, mettendo tutto nel calderone in modo da far apparire ridicola anche una tesi potenzialmente seria.
Gli è stata fatta una domanda sul signoraggio, deve rispondere a quella senza tirare dentro cose che non c'entrano


Ehm.... veramente dire "ma devo constatare come le persone in vista su certi argomenti caldi che non conoscono si schierano e basta" non è proprio dire "bè, ma scusa, gli ha chiesto del signoraggio.. perchè si mette a parlare anche di altre cose?"

Visto che ormai Mazzucco non so quanto tempo ci metterà a bannarmi, nonostante io abbia ancora molto da dire, la dico tutta.

Io veramente non riesco a capire come ci possa essere gente che dice "wow, mi ha chiamato Massimo Mazzucco in persona!" "Minkia!!!". Ma ragazzi, ma non vedete che vi tira per il culo? Ma credete veramente che se Mazzucco avesse avuto un minimo di successo come "fashion photographer" o come regista (ah, gran carriera ha fatto!) sarebbe qui a fare DVD con voci del computer (scusa Massimo, ma questa proprio mi è rimasta) sull'11 settembre, sulle scie chimiche, su JFK, sl progetto H.A.A.R.P., sulla Luna, e soprattutto sul cancro? ma vi rendete conto che se Simoncini avesse avuto un minimo (minimo!) successo come medico, di sicuro non si sarebbe inventato la storia del bicarbonato? Non vi viene in mente che se non ci fosse stato Massimo Mazzucco, Simoncini sarebbe ancora un imbroglione da Striscia la notizia? Non vi viene neanche per un attimo il sospetto che FORSE, il fatto che nelle rispettive antecendenti professioni sia MM che TS non avessero combinato nada de nada si può ricollegare al loro attuale lavoro senza tirare in ballo velleità liberatarie? e secondo voi Mazzucco un bel giorno si è svegliato e ha detto "dirò la verità al mondo"? E nessuno dice niente? e nessuno lo cita? nessuno neanche gli risponde, come fa Piero Angela? Cioè, Marco Travaglio, che parla male di Berlusconi in TV, viene citato almeno 15 volte e Mazzucco che dice tutto di tutti se ne sta bello tranquillo a vendere i DVD? Forse perchè le sue ipotesi sono così inconsistenti che una causa sarebbe inutile. Forse perchè Travaglio TOCCA il "nervo scoperto" e Mazzucco no. E non venitemi a dire che "non denunciano Mazzucco per quelli come te, così le cose che dice sembrano assurdità e loro fanno i propri comodi", perchè allora vi rispondo che Travaglio porta fatti e Mazzucco illazioni. E uno che si è difeso così tante volte in giudizio, a differenza di chi si vanta di aver fatto un documentario "helping to make Italy the only country to date to have thoroughly discussed 9/11 in the mainstream media.", direi che accusarlo di "cecità selettiva" è dire in parole povere "aaaah, è un grand'uomo su certe cose, ma se non vede certe cose come noi, allora è cieco".

@ redazione (precedendo l'ineluttabile ban):

figurati.
Skafloc
Inviato: 29/1/2010 1:58  Aggiornato: 29/1/2010 1:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/3/2006
Da: ROMA
Inviati: 184
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Elepink,

tanto per chiarire il mio pensiero, gli "argomenti caldi" erano appunto tutti gli altri escluso l'oggetto della domanda

Le cose urgenti vanno fatte con calma
Redazione
Inviato: 29/1/2010 2:30  Aggiornato: 29/1/2010 2:36
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17659
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
ELEPINK: Dopo aver letto tutto quello che hai scritto mi hai semplicemente dato un motivo in più per tenerti sul sito: non solo sei un caso interessante per chi si occupa di 11 settembre, ma a questo punto diventi interessante anche per gli psichiatri.

A parte le battute, l'avviso di evitare i commenti ad personam era per mettere fine ai battibecchi fra te ed altri utenti. Come ho già detto, gli "attacchi" a mazzucco rappresentano un caso a parte (infatti ti becchi ogni volta la relativa controsberla, per cui vedi tu fino a che punto la cosa ti può fare piacere).

Ora invece parliamo seriamente. Ti faccio una domanda, prima di procedere: tu davvero vuoi discutere delle cose che hai detto su di me, oppure vuoi solo scriverle, perchè pensi che altri leggendole ti credano?

Rispondi sinceramente, perchè io sono disposto a discutere di tutto con te, ma chiedo prima un tuo impegno a seguire la discussione fino in fondo, senza scappare e senza giocare a nascondino.

(Poi, alla fine di tutto, se proprio ci tieni ti banno lo stesso ).

Let mi nou.

Redazione
Inviato: 29/1/2010 3:32  Aggiornato: 29/1/2010 4:52
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17659
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Nel caso tu risponda positivamente, inizio a portarmi avanti. (Altrimenti ignora quanto ho scritto - l'ho fatto comunque volentieri).

PUNTO 1: Citazione:
"Gandhi", "l'albero degli zoccoli", "schinder's list", "tempi moderni", "jonah che visse nella balena" di Faenza che è un film bellissimo e toccante che pochi conoscono, "Gran Torino", "Arrivederci ragazzi", "Fantasia", "l'uomo della pioggia di Coppola", "Mission", "Platoon", "Arancia Meccanica". MIGLIAIA di film educativi e culturali che magari visto che moltissimi sono di un'epoca di prima che nascessero molti ragazzi non li hanno MAI visti.................... E minkiaprof li porta a vedere INGANNO GLOBALE!?!?!
Concordo in pieno con te, e se dovessi scegliere sinceramente consiglierei di far vedere ai ragazzi TUTTI i film che hai citato al posto del mio. Li conosco tutti (eccetto “Gran Torino”), e li metterei anch’io quasi tutti nella categoria dei grandi film della storia. Magari non quello di Truffaut, grande leccata di culo agli ebrei, ma gli altri si. (Immagino per “L’uomo della pioggia” tu ti riferisca a “The rain people”, con Jimmy Caan, il film in super-16 girato con 20 lire che pochissimi conoscono). "L'albero degli zoccoli" l'ho visto almeno tre volte in bergamasco. "Schindler's List" lo cito spesso e volentieri, anche se mi becco automaticamente del sionista (curioso come io possa passare da "gesuita" a "sionista" in pochi istanti, a seconda della necessità). Aggiungi "8 e 1/2", "Citizen Kane", "Il Settimo Sigillo" e "Tristana", tanto per citare alcuni dei grandi, e il menù è quasi completo.

Tutto ciò mi dice, fra l'altro, che tu sei più o meno della mia generazione (1954).

Tutto quanto sopra però non ha niente a che vedere con Inganno Globale, che è un documentario e non un film di fiction. Se vuoi giudicarlo, devi prima di tutto trattarlo come un documentario, in secondo luogo come oggetto a sè stante. Già i paragoni nel cinema sono impossibili per definizione, figuriamoci quelli fra due generi diversi. (Qui dicono “mixing apples and oranges”.)

Su questo sei d’accordo?

*****************

PUNTO 2: Anche il paragone con Travaglio è assolutamente inutile, oltre che improponibile. Per quanto apparentemente svolgiamo attività simili, lui agisce a livello di media mainstream, io “purtroppo” no. (Non a caso la nostra si chiama informazione alternativa). Ci sono quindi criteri di “target” diverso da considerare, che determinano sia la scelta degli argomenti da trattare che il modo per farlo (tutto questo ammesso e non concesso che ciascuno lavori in totale buona fede).

In ogni caso, a me interessa difendere il mio lavoro dalle critiche come le tue, senza inquinare i ragionamenti con paragoni personali inutili e fuorvianti.

Su questo sei d’accordo?

*****************

PUNTO 3: Citazione:
Io ho fatto il liceo classico. Non con grandi risultati per carità, perchè avevo altri interessi che poi sono sfociati nella mia professione attuale. Non so che studi abbia fatto tu, Lonewolf, ma ti assicuro che le mie domande di adolescente del tipo "ma perchè minchia devo studiare il greco?" oppure "ma perchè cazzo devo fare le versioni di latino che è gente morta da secoli" oppure "ma tutte queste analisi logiche, serviranno?" hanno avuto risposta quando iniziando a lavorare ho notato che nonosante stessi lavorando in campi del tutto estranei ai miei studi spesso le soluzioni ai problemi mi apparivano quasi da sole in base ai ragionamenti che mi sono stati inculcati al liceo.
Sono pienamente d’accordo con te. Anch’io ho fatto il liceo classico (Parini, 1969, caso “La Zanzara”), anch’io ai tempi mi ponevo quelle domande, e anch’io ho capito solo in seguito quale sia la vera utilità di quel genere di studi: come disse Bertrand Russell, “l’educazione è quello che ti rimane dopo che hai dimenticato tutto quello che ti hanno insegnato a scuola”. Ovvero, la forma mentis. La struttura, non il contenuto.

Resta però da dimostrare che io la applichi in maniera scorretta. Non a caso io riesco a trattare argomenti completamente diversi (dagli UFO all’11 settembre, dal cancro al caso Kennedy) con relativa coerenza e con sostanziale correttezza.

Ti ricordo infatti che, nonostante le orde di nemici che vivono ormai con la pistola puntata su di me, non è mai stato smentito UN SOLO dato fra le centinaia che vengono presentati in ciascuno dei miei film (a parte proprio Inganno Globale, in un paio di occasioni, di cui parleremo in seguito).

Se ci fosse un solo punto debole, ad esempio in un film come quello sugli UFO, avremmo assistito ad un vero e proprio Carnevale di Rio. Invece, siamo stati sommersi dal silenzio più assoluto.

Esiste quindi un metodo di approccio, che ti possa piacere o meno, che io attribuisco proprio alla forma mentis di tipo analitico, e che deriva a mio parere dagli studi classici. (Non è un vanto, ma una semplice constatazione. Sono infatti debole sul lato opposto, quello tecnico-scientifico, come da manuale).

PUNTO 4: Citazione:
leggere l'avvento del futurismo, le riviste, vedere l'arte che già ci stupiva nel 1400, osservare la maestria di un uomo che dal nulla crea la Cappella Sistina, capire come Ungaretti in 2 frasi condensi più dei vostri documentari lo stato d'animo della guerra.....
Nuovamente, condivido l’amore ed il rispetto per l’arte (ho la collezione completa di TUTTI i quadri del Rinascimento, da Cimabue in poi, e passo le ore a guardarmeli, non appena posso farlo. Nella Cappella Sistina poi continuo a scoprire particolari interessanti ogni volta che la guardo (hai mai notato le curiose "ghiande" che compaiono nel dipinto, chiarissimo "testa di cazzo" indirizzato a Clemente VII? *). Spesso anch'io, leggendo certi poeti, mi "illumino di immenso". Non comprendo però il paragone con “i vostri documentari” (immagino tu ti riferisca ai miei, e comunque su quelli io ti rispondo), che hanno scopi e usano linguaggi completamente diversi dalla pittura o dalla letteratura.

Siamo di nuovo al confronto fra mele ed arance.

(Un documentario può anche essere elevato ad "arte", ma solo in casi molto rari).

*********************

Augurandomi di aver spazzato il campo da possibili ostacoli e inutili distrazioni, resto in attesa di entrare nel vivo della discussione. Ovviamente, mi auguro che tu concordi anche sul fatto che tutti i presupposti su cui si basano le tue critiche debbano prima essere validati.

* Segnalo in proposito "La Chiappella Sistina", mio umilissimo contributo alla "querelle" sull'omosessualità di Michelangelo.

PS.: Vorrei anche farti notare che quando scrivi seriamente sono perfettamente in grado di risponderti a tono. Peccato che tu ti stessi rivolgendo ad altri, mentre quando parli con me non riesci ad evitare di infarcire il tutto con basse insinuazioni e attacchi offensivi, che finiscono ovviamente per provocare risposte dello stresso tipo.

The ball is in your court my friend.

LoneWolf58
Inviato: 29/1/2010 5:28  Aggiornato: 29/1/2010 5:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4518
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
Autore: elepink Inviato: 29/1/2010 1:52:31
...
Non so che studi abbia fatto tu, Lonewolf,...
Mi spieghi cosa c'entra con la risposta alla domanda...
Citazione:
Mi indichi un libro di testo scolastico (od anche universitario) dove non si riempie lo studente di nozioni/convinzioni finite?

Considerando che era una tua critica a minkiaprof?

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Ghilgamesh
Inviato: 29/1/2010 9:39  Aggiornato: 29/1/2010 9:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 2066
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Autore: elepink Inviato: 29/1/2010 1:52:31

Infatti quel film ha vinto 2 Oscar (miglior film e miglior regia), presumibilmente conferiti da persone più intelligenti di te. Massacri sempre taciuti? ma taciuti nella tua testa, poverino. 6 milioni di Ebrei morti in una delle epoche di nere dell'umanità; 2-3 milioni di comunisti, quasi 500.00 rom....



Anche Obama ha vinto un nobel per la pace dato da gente sicuramente più intelligenti di te ... ma non è detto se lo meritasse ...


p.s. OT su Travaglio, finchè parla male (giustamente) della politica italiana, al limite rischia una multa ... se parla male (giustamente) di altre cose, rischia la vita.
Lo sa e tace.

p.p.s. Per ritornare IT ... Quindi il pofessore sbaglierebbe a far vedere agli studenti Inganno Globale. Magari sbaglia anche la Germania a far pubblicare un articolo con su scritto: NON VI CREDIAMO! ? Che ne pensi del parlamentare Giapponese che ha proposto un'inchiesta interna per sapere cosa successe veramente? Lo ricoveriamo?
Il sospetto che a furia di parlarne, proprio grazie all'INFORMAZIONE, si stiano convincendo sempre più persone delle menzogne sull'11 settembre non ha mai sfiorato TE?

shm
Inviato: 29/1/2010 9:55  Aggiornato: 29/1/2010 9:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1800
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
...l'ultima frontiera del "debunking" è stata raggiunta! Un'interpretazione superficiale alle obiezioni espresse da parte dell'interlocutore e l'acritica replica sostanzialmente basata su assunti notoriamente di parte.

Come ha detto redazione: "sperando che qualcuno creda loro".

La miglior risposta a questo atteggiamento offensivo e irrispettoso rimane comunque l'indifferenza...

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Freeman
Inviato: 29/1/2010 10:05  Aggiornato: 29/1/2010 11:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
Marco Travaglio non mi sembra abbia problemi a toccare "i nervi scoperti della "political acceptance". Confrontiamo le apparizioni in tribunale di Travaglio

Che *bliip!* c'entra la "Political acceptance" di certi argomenti scomodi che evita come la peste con le volte in cui è stato trascinato in tribunale? Forse lui SA che in occidente chi tocca certi argomenti muore (a volte solo dal punto di vista della carriera, altre volte letteralmente). Del resto, la lezione data a Barnard deve aver sortito una certa efficacia educativa per i "giornalisti" indipendenti in maniera troppo disinvolta...
Vedo che hai evitato accuratamente il riferimento PRECISO alla cecità selettiva su alcuni argomenti. E poi, che sia laureato in quel cazzo che gli pare, i titoli non mi impressionano, perché se poi scrive una mostruosità come quella da cui è estratta la mia firma dimostra un'ignoranza e/o mancanza di obiettività storica da paura.
Proviamo a chiedere a Travaglio cosa ne pensa del recente attentato false-flag alla sinagoga ebraica di Creta, alla luce del suo amore sviscerato e incondizionato per la "libera stampa" americana, a cui fa riferimento ogni 3x2?
Dai, andiamo su Chiarelettere a postare, vediamo quanto dura il post (prima della rimozione avverrà il consueto linciaggio a base di "antisemitismo" e "complottismo", ovviamente). L'epoca del trionfo degli "ismi"... e io che ingenuamente pensavo che con la fine del "comunismo" ce ne fossimo liberati.

Citazione:
“i vostri documentari”

Niente da fare, la sindrome dei BORG persiste.
Puoi scrivere (come hai scritto) anche cose degne di nota e di considerazione, ma nel momento in cui metti tutti i tuoi interlocutori in un gruppo omogeneo, dimostri una visione miope (a voler essere buoni) delle cose. Che si concilia così male con l'intelligenza che hai dimostrato da far pensare inevitabilmente alla malafede.
Non è che forse semplicemente discutere non ti interessa seriamente, ti diverte solo prendere per il culo "i BORG" (come i commenti stupidamente gongolanti che hai lasciato su Medbunker lascerebbero supporre...)?

Citazione:
Infatti quel film ha vinto 2 Oscar (miglior film e miglior regia), presumibilmente conferiti da persone più intelligenti di te. Massacri sempre taciuti? ma taciuti nella tua testa, poverino. 6 milioni di Ebrei morti in una delle epoche di nere dell'umanità; 2-3 milioni di comunisti, quasi 500.00 rom....

In mancanza di film davvero critici e obiettivi sui massacri nazisti? qualcosa che è obiettivo? ma tu sei fuori, veramente. Vaglielo a dire a Primo Levi o Anna Frank "qualcosa di più obiettivo" (se fossero vivi, naturalmente). Vaglielo dire a jonah Oberski (che a quanto mi risulta, è vivo ed è un fisico) "qualcosa di più obiettivo".

60 anni di propaganda devono essere serviti a qualcosa.
Potrei suggerire la lettura del libro "L'industria dell'Olocausto" dell'ebreo Finkelstein, figlio di sopravvissuti VERI ai lager (purtroppo quelli falsi si sono moltiplicati negli anni, col danno aggiuntivo di aver scritto false memorie che però hanno contribuito ad alimentare la costruzione mitica affastellatasi sui fatti storici fino a farli scomparire).
Ho però la sensazione che l'invito non sarebbe ben accolto...

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
ildieffe
Inviato: 29/1/2010 10:42  Aggiornato: 29/1/2010 10:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/12/2009
Da:
Inviati: 65
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
"Ah, ok. E quindi al posto di formare gli studenti con una cultura e una mentalità autonoma, gli diciamo che "la terza torre è crollata" e "i media mentono". Ma bravi."

Facciamo capir loro che non tutto ciò che ti dicono i TG è da prendere per olo colato, i media talvolta mentono ma soprattutto omettono.
Quello che dici a proposito del''arte, la cultura, la filmografia è ovviamente (e se mi consenti banalmente) condivisibile; sai meglio di me però che per una giovane mente il mezzo persuasivo maggiore è la televisione.
Io stesso sono cresciuto credendo che i cattivi fossero gli indiani d'America, nonostante il fatto che nella mia famiglia la cultura non sia mai mancata e che i miei professori fossero bravi.

Per i bambini di questi anni i nuovi indiani d'America sono i mussulmani cattivissimi e tagliatori di teste: questo si evince dall'informazione mainstream e dalla filmografia attuale.

Poi scopri il link qui di seguito e ti vengono i dubbi:

http://www.arabcomint.com/ci_sono_ormai_prove_evidenti_sec.htm


Che poi ci sia del marcio ovunque è un dato di fatto, ma quando si parla di "Crociate" in mondovisione abbiamo il dovere di indignarci

Decalagon
Inviato: 29/1/2010 11:44  Aggiornato: 29/1/2010 11:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 5622
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
Redazione ha scritto:
Tutto quanto sopra però non ha niente a che vedere con Inganno Globale, che è un documentario


Scusa Massimo, ma non eri proprio tu a dire che il termine "documentario" non era corretto per definire "Inganno Globale"? Scusa l'OT ma era per capire

«Sapete cos'è la storia? Non è la verità, è la storia di qualcuno. Non ha niente a che fare con la verità»

Lloyde England
Redazione
Inviato: 29/1/2010 12:33  Aggiornato: 29/1/2010 12:33
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17659
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Sarò pazzo, ma dopo aver letto il post di Elepink mi sono convinto che sia in buona dì fede (nel senso che è convinto di ciò che dice al 100%).

Per questo motivo ho fatto lo sforzo di scrivere un post ragionato e senza attacchi, nè espliciti nè impliciti, per cercare di capire dov'è la "frattura" fra noi.

Spero che mi risponda sulla stessa lunghezza d'onda.

elepink
Inviato: 29/1/2010 12:53  Aggiornato: 29/1/2010 12:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/1/2010
Da:
Inviati: 93
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
infatti ti becchi ogni volta la relativa controsberla, per cui vedi tu fino a che punto la cosa ti può fare piacere


Chissà perchè ogni volta che rispondi in qualunque modo ti convinci sempre di aver spiazzato l'interlocutore. Mah.

Citazione:
tu davvero vuoi discutere delle cose che hai detto su di me, oppure vuoi solo scriverle, perchè pensi che altri leggendole ti credano?

Rispondi sinceramente, perchè io sono disposto a discutere di tutto con te, ma chiedo prima un tuo impegno a seguire la discussione fino in fondo, senza scappare e senza giocare a nascondino.

(Poi, alla fine di tutto, se proprio ci tieni ti banno lo stesso ).


Va bene. Non c'è problema, mi sono infervorato per dei motivi precisi che ora ti espongo.

Citazione:
Concordo in pieno con te, e se dovessi scegliere sinceramente consiglierei di far vedere ai ragazzi TUTTI i film che hai citato al posto del mio. Li conosco tutti (eccetto “Gran Torino”), e li metterei anch’io quasi tutti nella categoria dei grandi film della storia. Magari non quello di Truffaut, grande leccata di culo agli ebrei, ma gli altri si. (Immagino per “L’uomo della pioggia” tu ti riferisca a “The rain people”, con Jimmy Caan, il film in super-16 girato con 20 lire che pochissimi conoscono). "L'albero degli zoccoli" l'ho visto almeno tre volte in bergamasco. "Schindler's List" lo cito spesso e volentieri, anche se mi becco automaticamente del sionista (curioso come io possa passare da "gesuita" a "sionista" in pochi istanti, a seconda della necessità). Aggiungi "8 e 1/2", "Citizen Kane", "Il Settimo Sigillo" e "Tristana", tanto per citare alcuni dei grandi, e il menù è quasi completo.

Tutto ciò mi dice, fra l'altro, che tu sei più o meno della mia generazione (1954).

Tutto quanto sopra però non ha niente a che vedere con Inganno Globale, che è un documentario e non un film di fiction. Se vuoi giudicarlo, devi prima di tutto trattarlo come un documentario, in secondo luogo come oggetto a sè stante. Già i paragoni nel cinema sono impossibili per definizione, figuriamoci quelli fra due generi diversi. (Qui dicono “mixing apples and oranges”.)

Su questo sei d’accordo?


Certo. Ma io infatti ho citato quei film non tanto per fare un paragone ma per indicare appunto un sacco di film molto belli da far vedere PIUTTOSTO che Inganno Globale.

Il senso della mia domanda era: "come può un professore far vedere ai suoi studenti un documentario platealmente di parte che dal titolo stesso parte con l'idea che l'11 settembre sia stato un inganno?". Cioè, al posto, in una scuola, di formare una mente aperta e dare una base culturalmente solida con i vari film che ho citato e nel modo in cui ho descritto rispondendo alla domanda sulle nozioni "finite", gli si fa vedere un documentario di denuncia partendo dal presupposto che sia tutto vero? Perchè dubito che minkiaprof abbia detto ai suoi studenti "comunque ci sono detrattori delle tesi di Mazzucco, dovreste valutare anche cosa dicono loro". Allora a tal punto facciamogli vedere anche i vari documentari stle "debunking 9/11 myths", visto che alle scuole si studiano studiosi di vari punti di vista diversi. Inoltre, la mia risposta non è stata dettata dal fatto che minkiaprof abbia fatto vedere nello specifico "inganno globale". Mi sarei indignato anche se avessi letto su Attivissimo.blogspot che qualcuno avrebbe fatto vedere "debunking 9/11" a scuola. Per come la vedo io, ai gggiovani vanno dati gli strumenti per prendere le proprie posizioni e non spinti verso una o l'altra.

Sono contento che anche tu condividi il mio pensiero riguardo a questi film. L'uomo della pioggia però che ho citato io è quello di Coppola, che penso tu abbia sicuramente visto ed è molto bello (da parte mia, io sinceramente non ho visto quello con Jimmy Caan). Riguardo a Truffaut, forse ti sei confuso ma il film da me indicato è di Louis Malle. Se non hai visto "Gran torino" guardalo perchè è molto bello, così come "Jonah che visse nella balena" che è per me un esempio di quanto possa essere alto il cinema italiano, se non l'hai visto (ma penso di sì) guardalo.

Citazione:
Resta però da dimostrare che io la applichi in maniera scorretta.


Io l'ho citato in risposta alla domanda "nozioni finite".

Citazione:
Non a caso io riesco a trattare argomenti completamente diversi (dagli UFO all’11 settembre, dal cancro al caso Kennedy) con relativa coerenza e con sostanziale correttezza.


Anche questo è da dimostrare.

Citazione:
Se ci fosse un solo punto debole, ad esempio in un film come quello sugli UFO, avremmo assistito ad un vero e proprio Carnevale di Rio. Invece, siamo stati sommersi dal silenzio più assoluto.


Non parlerei di "silenzio più assoluto". Se proprio, di "dibattito fra debunkers e complottisti" in blog e siti web. Ti dirò, come vedi non ho commentato null'altro in questo sito se non l'articolo su Simoncini e questo sull'11 settembre, proprio perchè il resto (sempre secondo me) rimane confinato a discussioni abbastanza sterili. Non che queste siano risolutive, chiariamo, ma mi sembra che parlare di argomenti come cancro e 11 settembre offra più argomenti (da parte di tutte e due le parti) piuttosto di una discussione sugli UFO. Piuttosto ti chiedo: se tutto quello che dici è vero, allora perchè nessuno dei "padroni della terra" è mai intervenuto?

Citazione:
Esiste quindi un metodo di approccio, che ti possa piacere o meno, che io attribuisco proprio alla forma mentis di tipo analitico, e che deriva a mio parere dagli studi classici.


Assolutamente d'accordo.

Citazione:
Siamo di nuovo al confronto fra mele ed arance.

(Un documentario può anche essere elevato ad "arte", ma solo in casi molto rari).


Non volevo confrontare i tuoi documentari con l'arte. Ho fatto tutta questa tirata per far capire a lonewolf che i libri di testo non hanno nozioni "finite". Il paragone fra ungaretti e "i vostri documentari" mi è scappato, scusa.

Citazione:
PS.: Vorrei anche farti notare che quando scrivi seriamente sono perfettamente in grado di risponderti a tono. Peccato che tu ti stessi rivolgendo ad altri, mentre quando parli con me non riesci ad evitare di infarcire il tutto con basse insinuazioni e attacchi offensivi, che finiscono ovviamente per provocare risposte dello stresso tipo.


Non mi ero accorto di cambiare tono parlando con te. Però se vuoi, d'ora in poi limiterò i miei post a rispondere a te, così sarò sicuro di non correre il rischio di modificare il mio modo di discutere. Non me ne vogliano gli altri.

Citazione:
The ball is in your court my friend.


And I'm gonna play.

Citazione:
Ovviamente, mi auguro che tu concordi anche sul fatto che tutti i presupposti su cui si basano le tue critiche debbano prima essere validati.


Ciò vale anche per te, chiaramente.

Citazione:
Spero che mi risponda sulla stessa lunghezza d'onda.


Certamente.

Redazione
Inviato: 29/1/2010 13:05  Aggiornato: 29/1/2010 13:06
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17659
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
ELEPINK: OK. Allora perfavore ri-elenca qui le varie accuse che ho visto sparse un pò dappertutto (mazzucco taglia le interviste, accelera i filmati, ecc.), in modo da poterti rispondere una volta sola, senza lasciare fuori niente.

Floh
Inviato: 29/1/2010 15:27  Aggiornato: 29/1/2010 15:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 920
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
@ Elepink

Infatti quel film ha vinto 2 Oscar (miglior film e miglior regia

S'è per questo anche Titanic ha vinto una caterba di premi, ma non per questo diventa un film propedeutico.

6 milioni di Ebrei morti in una delle epoche di nere dell'umanità

Sono prorpio queste cifre ingrossate a dismisura che rendono il film da te citato un pessimo prodotto.
Secondo le stime con i piedi per terra le vittime ebree sono state c.ca 500mila

qualcosa che è obiettivo? ma tu sei fuori, veramente. Vaglielo a dire a Primo Levi o Anna Frank "qualcosa di più obiettivo"

la tua cara Anna Frank, è stata totalmente rivalutata di recente, molto probabilmente il diario è una bufala.
(La notizia ha trovato anche spazio sul mainstream se la cosa può acquistare più prestigio per i tui canoni di giudizio)

Questo mi fa capire che oltre a non aver comunque capito un cazzo, il film non l'hai neanche visto perchè tratta della storia di una famiglia hmong. Collega il cervello prima di parlare.

E gli Hmong non sono orientali?
Ma perpiacere, collegalo tu il cervello (anche quando stai zitto).


Peccato che per capire l'insensatezza della guerra abbiano le testimonianze dei LORO soldati e non di quelli vietnamiti. Scusa tanto se magari si può capire meglio l'assurdità della guerra in Vietnam sentendo le parole e le descrizioni di chi l'ha vissuta e non basandosi su "quanti vietnamiti sono morti?". Questo dimostra che hai la sensibilità di un ramarro.

Le testimonianze dei civili vietnamiti che hanno visto massacrare i loro cari sono sparite nel nulla secondo te? o più semplicemente non fanno comodo all'America?
Ma che ti dice il cervello?
E io avrei la sensibilità di un ramarro?

Sei veramente stupido se pensi che "arancia meccanica" esalti la violenza fine a sè stessa. E' un film sul libero arbitrio. Riguardalo fino alla fine, grazie.

Il libero arbitrio...e c'è bisogno di vedere un film per capirne le potenzialità??
A parte il fatto che quello che rimane nella testa degli adolescenti sono i pestaggi dei barboni, i sacheggi nelle case e il latte+.

Senti chi parla. Uno che commenta film che non ha nè visto nè capito. E che è a digiuno di grammatica da un pezzo, vista la composizione della frase.

Caro mio, i film che ho criticato li ho capiti molto più di te.
Per quanto riguarda la sintassi, il tuo è un commento volto solo a criticare, poichè è chiaro che ho cambiato la frase mentre la scrivevo e non ho riletto il post.

«Lo IOR deve essere integralmente riformato. La Chiesa non deve avere potere, né possedere ricchezze. Il mondo deve sapere le finalità dello IOR, come vengono raccolti i denari e come vengono spesi. Si deve arrivare alla trasparenza...»
Papa Luciani
elepink
Inviato: 29/1/2010 16:14  Aggiornato: 29/1/2010 16:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/1/2010
Da:
Inviati: 93
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Ok. Solo un attimo scusa, mi ero dimenticato dal tuo post precedente:

Citazione:
PUNTO 2: Anche il paragone con Travaglio è assolutamente inutile, oltre che improponibile. Per quanto apparentemente svolgiamo attività simili, lui agisce a livello di media mainstream, io “purtroppo” no. (Non a caso la nostra si chiama informazione alternativa). Ci sono quindi criteri di “target” diverso da considerare, che determinano sia la scelta degli argomenti da trattare che il modo per farlo (tutto questo ammesso e non concesso che ciascuno lavori in totale buona fede).


Il paragone è stato fatto quando si è detto: "Per me questo non toglie nulla al valore delle inchieste giornalistiche di Travaglio, ma devo constatare come le persone in vista su certi argomenti caldi che non conoscono si schierano e basta."

Per come la vedo io, anche dopo aver visto il video su youtube da cui a mio parere si evince chiaramente il pensiero di Travaglio, questa asserzione presuppone una "forma mentis" secondo la quale nel momento in cui un esponente dell'attivismo giornalistico esprime un parere negativo riguardo all'atteggiamento di chi invece i "temi caldi" li critica e anche sulle metodologie di coloro che ne trattano, e fa un'analisi ragionata dell'effetto che ha sugli spettatori, viene bollato come "schierato", con evidente scarsa autocritica.

Lui agisce a livello di media "mainstream", dici? e tu no? nonostante tu nella tua biografia abbia scritto "Mazzucco’s “Inganno Globale” (Global Deceit - 2005), is a documentary exposing the major faults in the 9/11 official story. It was broadcast on Italian TV (Berlusconi’s Canale 5) in the Summer of 2006, and served as a platform for a full-fledged national debate – helping to make Italy the only country to date to have thoroughly discussed 9/11 in the mainstream media."

Tu l'hai detto, non io.

In ogni caso, che si tratti di mainstream o informazione alternativa, visto che alcuni tuoi utenti sostengono che "Forse lui SA che in occidente chi tocca certi argomenti muore (a volte solo dal punto di vista della carriera, altre volte letteralmente)", io ho semplicemente asserito che non vedo che senso abbia dire "Travaglio non parla di questo perchè ha paura" quando finora mi pare che lui abbia avuto molte più ritorsioni di te. Puoi cominciare da qui, se vuoi.

Poi:

1) Come dimostrato chiaramente nel video di Attivissimo, alcune testimonianze nel video "Inganno GLobale" e come ho fatto già notare qui sono palesemente tagliate. Puoi spiegare il motivo per cui alcune frasi sono state tagliate dalla testimonianza originale?

2) Come spieghi che le "guarigioni" di Simoncini presentate omettono in ogni modo di citare gli interventi chirurgici subiti e anzi insistono che è stata applicata solo la terapia a base di bicarbonato?

3) Come spieghi: che vari giornali olandesi abbiano riportato la notizia dell'omicidio di una donna da parte di Simoncini, e che lui neghi nonostante i testimoni della clinica confermino il suo coinvolgimento; che Simoncini e suo fratello furono accusati di truffa e omicidio nel 2003, ben prima del tuo impegno nei suoi confronti; che aysha, una ragazza che ha avuto a che fare con lui personalmente, abbia raccontato la sua esperienza in un noto forum di terapie alternative e ne sia stata bannata; e come spieghi che la terapia di Simoncini venga indicata come unica terapia per tutti i tumori quando la loro diversità e varietà è enorme?

4) come spieghi la falsificazione della cronologia degli eventi di Simoncini nel tuo film, che io ho descritto così prima che tu chiudessi il thread:

Citazione:
Da notare che il film presente una palese inesattezza: la voce narrante subito dopo il servizio di striscia dice: "in seguito Simoncini si ritrovò condannato accusato per la morte di alcuni pazienti che avevano seguito la sua terapia, venendo condannato in un caso a tre anni per omicidio colposo". questo è scorretto: l'articolo ritratto nel film risale al 2006, d'accordo, ma si parla di CONDANNA: Simoncini fu in effetti ACCUSATO nel 2003, cioè 2 anni prima del servizio di Striscia. Montato così, il video lascia passare l'idea che Simoncini PRIMA sia stato screditato e POI condannato, dando la sensazione che la condanna fosse conseguente alla "persecuzione" cui era sottoposto. La realtà è diversa: Simoncini PRIMA è stato accusato di omicidio colposo e radiato (ma non per i motivi proposti da Mazzucco: ne parlo più avanti) e POI intervistato da striscia. Infatti in questi 3 articoli si parla di lui (e di suo fratello) come di due truffatori qualsiasi:

http://tinyurl.com/b35zve
http://tinyurl.com/d2mtgx
http://tinyurl.com/dkvy5c

Da notare, cosa MOLTO importante, che l'accusa di omicidio e di truffa NON E' PARTITA DA MULTINAZIONALI O DAI MEDIA, ma da PARENTI dei loro pazienti morti - "La cura, anche se non riconosciuta dalla medicina ufficiale, veniva propagandata in alternativa alla chemioterapia. L' inchiesta è partita dopo la morte di due pazienti e la denuncia presentata dai loro familiari. ".

Inoltre, la voce dice che Simoncini "si ritrova accusato": come a dire che un bel giorno, cascando dalle nuvole, senza che avesse fatto niente gli viene presentata l'accusa.

Inoltre, poco prima la voce narrante nel film dice che Simoncini presentò richiesta per sperimentazione al ministero della sanità, e cit. "non solo non ricevette risposta, ma fu radiato dall'ordine dei medici per aver somministrato ai pazienti bicarbonato di sodio - diceva la motivazione - pratica sprovvista di fondamento scientifico, e non praticata in Italia" (con sotto musichetta inquietante). Motivazione abbastanza futile, penserete voi.

Infatti ciò non corrisponde a verità. Simoncini fu radiato in seguito alla condanna ad omicidio colposo e le motivazioni prescindevano dal "bicarbonato di sodio". Questo è il link al VERO documento di radiazione di Simoncini:
http://www.ariplex.com/nmwiki/index.php?title=Image:Simoncini2.jpg

(chiedo scusa per la bassa risoluzione, è l'unico che ho trovato per ora), in cui si legge che "E' da considerare che le somministrazioni di bicarbonato di sodio sono state praticate dietro compensi e nei riguardi di soggetti affetti da neoplasia i quali erano disposti a sottoporsi a qualsiasi "pratica".".

Simoncini non è stato radiato semplicemente perchè somministrava ai pazienti bicarbonato, ma perchè lo somministrava a pazienti psicologicamente debilitati spacciandolo per cura e facendosi pagare non poco.

Riassumendo: secondo la cronologia dei fatti presentata nel film (e comunque con varie omissioni), Simoncini:

1. Ottiene i primi successi con la sua terapia;
2. Chiede che sia validata dal ministero ma viene radiato;
3. Viene fatto oggetto di discredito da parte dei media e presentato come un ciarlatano;
4. Viene accusato di omicidio colposo (no scusate, SI RITROVA accusato di omicidio colposo).

Detta così, è quasi automatico pensare a una "persecuzione" da parte di corporazioni o lobby.

La VERA cronologia dei fatti è:

1. 07-02-03: Simoncini e suo fratello vengono accusati di omicidio partendo da accuse di parenti di pazienti dececuti; viene radiato dall'ordine dei medici.
2. il servizio di Striscia è del 07.04.2005. Evidentemente Simoncini, a processo in corso, continua ad operare.
3. 20 maggio 2006, Simoncini viene condannato a tre anni per omicidio colposo e 16 mesi per truffa.

Ora ve lo spiego io perché si è comportato così: nel 2005 era GIA' stato accusato di omicidio (07-02-03). Il fatto che NEL 2005 (cioè PRIMA della condanna, il che vuol dire a processo in corso) fosse stato beccato a fare LE STESSE COSE per cui era in attesa di giudizio, non si può escludere fosse un'aggravante che avrebbe inciso non poco sul processo (che poi abbia inciso o no non è dato saperlo, bisognerebbe risalire agli atti). Semplicemente, ha fatto l'unica cosa che poteva fare: ha negato. E adesso non dite per favore che ha fatto bene perché altrimenti sarebbe andato in prigione e avrebbe potuto guarire tanta altra gente. E tralascio le segnalazioni e le testimonianze contenute negli articoli dei parenti dei pazienti morti, solo per non incorrere nell'errore della facile citazione di testimoni a effetto senza nome.

Riporto tra l'altro che Simoncini ha provocato la morte di una donna olandese di 50 anni, NON distogliendola dalle cure ma per "alcalosi metabolica", causata dalle infiltrazioni del bicarbonato. A seguito di questo, l'Olanda ha espressamente VIETATO le cure con il bicarbonato di sodio. Come al solito, Simoncini ha negato di aver mai curato la donna: http://anaximperator.wordpress.com/2008/11/12/sylvia-dies/

Voi direte: sì, ma è un sito di debunking: non vale come prova. Quindi questo è un giornale nazionale OLANDESE:

http://www.volkskrant.nl/binnenland/article501208.ece/Alternatief_doodbehandeld_reconstructie_van_de_dood_van_Sylvia

Io ammetto di non avere la preparazione medica per disquisire di validità o meno della terapia , e come vedete non ho espresso pareri in proposito. Ma la successione dei fatti "riordinata" da Massimo Mazzucco, e i precedenti non proprio edificanti di Simoncini, come dite voi, mi fanno venire qualche dubbio.


Per proseguire, ti posto qualche frase dal mio post "incriminato" in questo thread ponendola come domanda:

Citazione:
Ma ragazzi, ma non vedete che vi tira per il culo? Ma credete veramente che se Mazzucco avesse avuto un minimo di successo come "fashion photographer" o come regista (ah, gran carriera ha fatto!) sarebbe qui a fare DVD con voci del computer (scusa Massimo, ma questa proprio mi è rimasta) sull'11 settembre, sulle scie chimiche, su JFK, sl progetto H.A.A.R.P., sulla Luna, e soprattutto sul cancro? ma vi rendete conto che se Simoncini avesse avuto un minimo (minimo!) successo come medico, di sicuro non si sarebbe inventato la storia del bicarbonato? Non vi viene in mente che se non ci fosse stato Massimo Mazzucco, Simoncini sarebbe ancora un imbroglione da Striscia la notizia? Non vi viene neanche per un attimo il sospetto che FORSE, il fatto che nelle rispettive antecendenti professioni sia MM che TS non avessero combinato nada de nada si può ricollegare al loro attuale lavoro senza tirare in ballo velleità liberatarie? e secondo voi Mazzucco un bel giorno si è svegliato e ha detto "dirò la verità al mondo"? E nessuno dice niente? e nessuno lo cita? nessuno neanche gli risponde, come fa Piero Angela? Cioè, Marco Travaglio, che parla male di Berlusconi in TV, viene citato almeno 15 volte e Mazzucco che dice tutto di tutti se ne sta bello tranquillo a vendere i DVD?


La pongo in maniera meno pesante e ti motivo il perchè di queste affermazioni senza dubbio offensive nei tuoi confronti, che cercherò di rendere più circonstanziate e meno becere di come le ho esposte sopra.

La mia domanda è: Mazzucco è in buona fede (cioè scrive quello che scrive perchè è convinto di quello che dice) oppure lo fa come un lavoro, partendo dal fatto che da quel che mi risulta dai dati sulla sua carriera non abbia avuto successo nel campo della regia e della fotografia, successo che probabilmente se avesse avuto lo avrebbe portato verso altri lidi lontani dall'informazione alternativa?
La risposta che io mi dò, partendo dal fatto che:

1. il suo giornalismo non si può certo considerare "attivista" in quanto molto generalista e non supportato da una valida ricerca sul campo (tipo Anna Politkovskaja, per intenderci) e in quanto praticamente non considerato da nessun governo e nessun "bersaglio" (visto che a quanto ne so, e sono in attesa di una smentita, nessuno ha mai accusato Massimo Mazzuco di niente, nonostante lui consideri "scomodi" i suoi articoli);

2. Molti dati e fatti nei suoi documentari siano palesemente distorti e/o omessi; ad esempio porto quello che ho chiesto nella domanda n°1, si può discutere anche di altri, ma credo sia più proficuo discutere di uno e vedere larisposta di Massimo

è che, a mio modo di pensare, gli articoli, le inchieste e i video di Massimo Mazzucco siano parte di un giornalismo più scandalistico che d'inchiesta e che abbiano come principale obiettivo il sostentamento dell'autore; a riprova ne è anche il fatto che, nonostante la sicurezza nelle sue affermazioni, Massimo Mazzucco non ha mai mostrato l'intenzione di porre seriamente in discussione in luoghi competenti le situazioni da lui portate all'attenzione dei lettori, come ad esempio una sperimentazione rigorosa e alla luce del sole del metodo Simoncini (con una metodologia controllata e documentata, in ambienti pubblici e sotto la supervisione di medici e professori) oppure la richiesta esplicita di una revisione sui fatti dell'11 settembre, come a suo tempo fece (con scarsi risultati, invero) Thierry Meyssan.

Lo stesso pensiero si applica a Tullio Simoncini, in quanto il suo comportamento nel dal 2003 al 2006 mal si confà all'immagine di "perseguitato" che Mazzucco vorrebbe attribuirgli. Senza spendere troppe parole dato che i concetti espressi riguardo a Mazzucco possono essere applicati anche all'ex medico, pongo solo la domanda: è in buona o malafede? La mia personale risposta, vista e considerata la reticenza a dimostrare in pubblico le sue scoperte e soprattutto il fatto che come da me scritto sopra siano stati i PARENTI dei pazienti di Simoncini a denunciarlo, è che Simoncini sia uno dei tanti ciarlatani imbroglioni elevato a eroe da Massimo Mazzucco.

elepink
Inviato: 29/1/2010 17:02  Aggiornato: 29/1/2010 17:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/1/2010
Da:
Inviati: 93
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Ehm.. Scusa Massimo ma non posso proprio fare a meno di rispondere a floh:

Citazione:
S'è per questo anche Titanic ha vinto una caterba di premi, ma non per questo diventa un film propedeutico.


Tu avevi scritto:

Citazione:
Un film stucchevole, porta acqua al mulino degli ebrei sionisti ecc ecc....


definizione di "stucchevole", secondo il dizionario hoepli:

Di cibo e sim., che dà disgusto, nausea:

secondo dizionario-italiano.it:

che infastidisce, disgusta

ecc. ecc.

Quindi dire che un film è "disgustoso" quando ha preso 2 degli oscar più importanti da parte tua è una opinione assolutamente personale, però ti devi arrendere: altri più competenti hanno giudicato il film meritevole di premio.

Citazione:
Sono prorpio queste cifre ingrossate a dismisura che rendono il film da te citato un pessimo prodotto.
Secondo le stime con i piedi per terra le vittime ebree sono state c.ca 500mila


Vaglielo a dire a Jonah Oberski. Vai ad Amsterdam, fumi un pò e glielo dici in faccia. Sarà anche vecchio ma secondo me un cazzotto te lo molla.

Citazione:
la tua cara Anna Frank, è stata totalmente rivalutata di recente, molto probabilmente il diario è una bufala.
(La notizia ha trovato anche spazio sul mainstream se la cosa può acquistare più prestigio per i tui canoni di giudizio)


e anche se fosse? credi che altre come lei non abbiano provato le stesse cose REALMENTE? comunque ripeto, queste cose valle a dire a Jonah Oberski. O a qualunque sopravvissuto all'olocausto. Non scriverle qui.

Citazione:
E gli Hmong non sono orientali?
Ma perpiacere, collegalo tu il cervello (anche quando stai zitto).


Sì ma dove hai visto "una guerra fra ragazzi neri e orientali"? si tratta della storia di una famiglia hmong perbene e una gang di criminali comunque hmong. C'è una scena con dei neri ma è a sè stante e non implica il razzismo ma la sopraffazione delle donne. Ripeto: collega il cervello.

Citazione:
Le testimonianze dei civili vietnamiti che hanno visto massacrare i loro cari sono sparite nel nulla secondo te? o più semplicemente non fanno comodo all'America?
Ma che ti dice il cervello?
E io avrei la sensibilità di un ramarro?


Se un americano vuole fare un film sull'insensatezza della guerra, è più facile che si basi sulle testimonianze dei soldati del proprio paese, che sono più facili da comprendere per il pubblico in quanto l'universo culturale è lo stesso e si tratta di persone che potrebbero essere i figli di chi guarda. Se un vietnamita vuole fare un film sull'insensatezza della guerra, si basa sulle testimonianze dei vietnamiti. Il senso di fare questo non è dimostrare chi è buono o chi è cattivo, ma la bruttezza della guerra in sè. E ti ho detto che hai la sensibilità di un ramarro perchè hai scritto

Citazione:
Se gli americani sono andati a condurre la loro guerra imperialista il minimo che gli possa succedere è avere delle perdite umane, e si lamentano pure..!


sputando in faccia alle famiglie i cui figli sono morti in Vietnam. Pensi che i soldati fossero CONTENTI di andare a farsi ammazzare? se vuoi fare complottismo almeno discerni fra "politica estera americana" e "americani".

Allora a Norimberga avrebbero dovuto processare tutti i tedeschi, secondo la tua ottica bacata, no?

Citazione:
Il libero arbitrio...e c'è bisogno di vedere un film per capirne le potenzialità??
A parte il fatto che quello che rimane nella testa degli adolescenti sono i pestaggi dei barboni, i sacheggi nelle case e il latte+.


Quello che rimane nella TUA testa. Nella MIA testa rimane l'immagine di Alex che ha la nausea quando tenta di compiere qualunque violenza. La domanda che si fa Kubrick è:

"è giusto COSTRINGERE un uomo a non fare determinate cose già in partenza (con la terapia a cui viene sottoposto Alex) oppure è giusto lasciare alle persone il libero arbitrio e la possibilità di sbagliare?"

come vedi, non hai capito una ceppa del film e tu per primo vedi solo la violenza e il latte+.

Citazione:
Caro mio, i film che ho criticato li ho capiti molto più di te.


Eh si vede.

superava
Inviato: 29/1/2010 18:44  Aggiornato: 29/1/2010 18:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2008
Da: Riolo Terme
Inviati: 399
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
http://www.mito11settembre.it/Intervista_a_Niels_Harrit.html

Ho trovato questo articolo interessante sull'11 settembre

ildieffe
Inviato: 29/1/2010 20:19  Aggiornato: 29/1/2010 20:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/12/2009
Da:
Inviati: 65
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
ti consiglio di leggere tutto il libro: Quaglia per me è stata una piacevolissima scoperta. Tra l'altro si trovano diversi riferimenti a Luogocomune

minkiaprof
Inviato: 29/1/2010 20:41  Aggiornato: 29/1/2010 20:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/12/2006
Da:
Inviati: 116
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
boia faus che casino! e io che volevo solo complimentarmi con MM per la sua serieta'!
ho portato a scuola Inganno Globale semplicemente perche' e' un lavoro che difficilmente farebbe qualche altro collega. senza offesa, si vede che non siete pratici di scuole professionali di frontiera... altro che film difficili: la generazione con cui mi confronto ogni giorno e' completamente fuori dal mondo, non si tratta di dire loro "l'america e' cattiva", qui siamo ancora alla fase di far sapere loro che l'america non e' un oggetto astratto, ma che la' succedono anche cose che al TG4 non dicono. il fatto stesso che le impiegate presso le quali ho prenotato l'aula video abbiano detto "ah si, l'avevo sentita anch'io questa storia che se le sono buttate giu' da soli, ma figuriamoci" dimostra la superficialita' con cui da anni siamo dis-educati. basta inondare la TV di canali insulsi che trasmettono solo opinioni insulse su argomenti insulsi (oppure che invitano direttori di giornale a fare supercazzole giganti a contenuto zero, che e' poi lo stesso), per confondere e nascondere le poche idee buone in un oceano di cazzate.
quindi mi butto nella mischia, i miei polli li conosco bene, all'inizio dicono "grande, ci perdiamo due ore di matematica", ma alla fine, quando sentono finalmente gli occhi aprirsi, esclamano: MINKIAPROF!!!

E quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo, tu potrai rispondere loro: Ricordiamo. (Ray Bradbury, Fahrenheit 451)
minkiaprof
Inviato: 29/1/2010 20:58  Aggiornato: 29/1/2010 20:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/12/2006
Da:
Inviati: 116
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Perchè dubito che minkiaprof abbia detto ai suoi studenti "comunque ci sono detrattori delle tesi di Mazzucco, dovreste valutare anche cosa dicono loro".

in genere come avrete notato non do' MAI seguito a contraddittori che mi riguardano. nel caso in questione pero' mi corre l'obbligo di precisare che la classe e' stata avvertita molto chiaramente PRIMA della visione del film, che avverra' lunedi prossimo, dell'esistenza di una pluralita' di versioni ed opinioni discordanti sui fatti dell'11 settembre. mi sembrava ovvio, e percio' non avevo sottolineato, che offrire agli studenti un quadro imparziale degli argomenti trattati sia una parte essenziale, fondante ed ineludibile del mio mestiere.

a davide, che mi pare un pochino piu' desideroso degli altri di farsi un'idea PROPRIA, ho anche indicato le numerose pagine di Wikipedia allegate alla biografia di MM, in cui se ne critica punto per punto l'operato. ciao

E quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo, tu potrai rispondere loro: Ricordiamo. (Ray Bradbury, Fahrenheit 451)
Redazione
Inviato: 29/1/2010 23:48  Aggiornato: 3/2/2010 15:38
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17659
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
ELEPINK: "La mia domanda è: Mazzucco è in buona fede (cioè scrive quello che scrive perchè è convinto di quello che dice) oppure lo fa come un lavoro, partendo dal fatto che da quel che mi risulta dai dati sulla sua carriera non abbia avuto successo nel campo della regia e della fotografia, successo che probabilmente se avesse avuto lo avrebbe portato verso altri lidi lontani dall'informazione alternativa?"

Parti da un "fatto" completamente sbagliato, il mio percorso è stato esattamente l'inverso. Come fotografo di moda ero arrivato ad essere fra i 50 più richiesti al mondo (il cosiddetto “A circuit”). Lavoravo in Germania per riviste come Burda Petra e Brigitte, in USA per Mademoiselle Glamour e Seventeen, in Italia per Grazia Amica Uomo Vogue ecc. Quando facevo i cataloghi tedeschi (Neckermann, Otto Versand) saltavo dalle Maldive alle Bahamas, guadagnavo 40.000 dollari a settimana (negli anni ‘90), e non ero certo circondato dai Freaks di Tod Browning. Se questo è non avere successo, viva la sfiga perenne.

.

Anzi, fu proprio il successo che mi diede da pensare, e arrivai a domandarmi “ma che cazzo sto facendo, che cosa significa questa roba?”

Cominciai a capire che mi pagavano così tanto proprio per mentire, cioè per inventare una realtà che non esiste.

Ho abbandonato le foto di moda da un giorno all’altro, di colpo, piantando una intera troupe di fotomodelle, redattrici e parrucchieri nel bel mezzo dell’altipiano messicano. (La penultima immagine in basso a destra, nel composit, è l'ultima foto di moda che scattai, davanti alla cattedrale di S. Cristobàl. Li vedi i 3 peones sullo sfondo? Un attimo dopo quello scatto, la redattrice di moda disse al mio assistente: "Vai a dire a quei tre stronzi di togliersi di mezzo. Non c'entrano niente, e rovinano la foto". A me venne da rispondere: "Lo sai che c'è? Quelli che non c'entrano niente siamo noi, loro stanno a casa loro", e me ne andai).

Per quel che riguarda il cinema è sempre stata la mia passione, e lo rimane a tutt'oggi. Ho vinto diversi premi a Venezia e nei festival di mezzo mondo, anche se con film a basso costo e poco commerciali. Poi sono venuto a Los Angeles, proprio per fare il “cinema vero”, ma qui ho capito certe cose – un pò lunghe da spiegare adesso – e mi sono reso conto che era un percorso chiuso. O giocavo alle regole che stabiliscono loro, oppure film di un certo peso non li farai mai. (Nuovamente, i film importanti li fai solo se falsifichi la realtà).

Poi venne l’11 settembre, mi ha "preso male", e da allora mi sono messo in internet.

In questi anni ho progressivamente consumato tutti i risparmi che avevo, pur di potermi dedicare full time al sito e alle ricerche, e ora vivo pieno di debiti fino al collo. Con i DVD che vendo mi pago a malapena la spesa al supermercato. Ma rischio ogni mese di perdere la casa (hai presente, "mortgage crunch"?).

Questa E’ la mia biografia (non quella di Wikipedia). Chiunque mi conosce te lo può confermare.

***

Per quel che riguarda le manipolazioni di Inganno Globale ho già risposto ampiamente ai tempi, mostrando che si tratta in realtà di “manipolazioni” di Attivissimo sulle mie intenzioni. Ma tu non sei obbligato a saperlo, per cui ti riassumo qui la faccenda.

Riguardo alla scena “tagliata” del Pentagono, l’ho semplicemente messa in un altro punto perchè mi serviva in quel punto, dove si parlava di quell’argomento.

Per valutare la buona fede ti chiedo: se avessi voluto “nasconderla” al pubblico, secondo te, avrei rischiato che qualcuno riconoscesse lo stesso testimone, piazzato a pochi minuti di distanza? Ci sono almeno 20 spezzoni equivalenti, che avrei potuto usare al suo posto. E' vero che nella prima intervista ha la faccia in ombra - come hai scritto tu da qualche parte - ma ha la stessa maglietta color merda-limone che si nota anche se non vuoi vederla. Ti sembra davvero che il gioco valga la candela?

Ma poi, perchè mai lo avrei ri-messo, dopo averlo tolto, se non per cercare di essere corretto, e mostrare ANCHE chi ha creduto di vedere un American Airlines? Mica potevo sapere in anticipo che Attivissimo si sarebbe attaccato proprio a quello, per farmi la menata.

In realtà quando feci Inganno Globale non immaginavo ancora il tipo di letame che i debunkers si sarebbero inventati, per cui l'ho fatto con una certa leggerezza - che poi ho corretto, nei film successivi - ma non certo con l'intento di ingannare nessuno.

Idem per il “filmato accelerato” di Hanjour: quando l’ho accelerato, non mi è nemmeno passato per la mente di “dare l’impressione di una manovra spericolata”, l’ho fatto semplicemente perchè in tempo reale la virata completa dura qualcosa come TRE MINUTI. Tu che di cinema te ne intendi, sai benissimo che solo Tarkovsky riesce a fare inquadrature di tre minuti in cui non succede praticamente niente, senza che la gente si addormenti.

Anche qui, per valutare la buona fede ti chiedo: se avessi voluto “ingannare il pubblico”, avrei lasciato in bella vista il CRONOMETRO, che gira in maniera vorticosa, mostrando chiaramente a tutti che il filmato è accelerato? (Non ci vuole un cazzo a coprire quel cronometro, nel caso non lo sapessi).



Come ho già detto, è Attivissimo che DISTORCE le mie intenzioni, pur di suggerire una malafede che in realtà anima lui soltanto. Spero che tu mi creda, ma ho riempito INTERE PAGINE in cui dimostro che fa questo SISTEMATICAMENTE.

QUI ne trovi una, in cui rispondevo proprio ai primi attacchi di Attivissimo su Inganno Globale.

Per quanto obsoleta, ti pregherei di leggerla con la stessa attenzione con cui hai “pettinato” tutti i miei materiali. Dopodichè mi saprai dire se e dove, secondo te, esiste malafede.

Qui invece trovi le risposte in video, punto per punto.





Anche qui, mi piacerebbe sapere quante affermazione false di Attivissimo hai riconosciuto. (Certo, se parti dal presupposto che Attivissimo ha "ampiamente dimostrato" le mie distorsioni, allora lascia perdere. Rispetto la tua opinione, ma evitiamo di perdere tempo per cercare di capirci).

Lascio a te di replicare, se vuoi, prima di passare a Simoncini. (In realtà ci sono altre cose su Inganno Globale che vorrei dire, ma facciamo un passo alla volta).

°°°

IL POST E' STATO EDITATO PIU' VOLTE. ORA E' DEFINITIVO.

Decalagon
Inviato: 29/1/2010 23:52  Aggiornato: 29/1/2010 23:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 5622
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
guadagnavo 40.000 dollari a settimana


*__*

Minchia..

EDIT: tutti quei soldi e vai in TV con una giacca marron cacca? Vergogna

«Sapete cos'è la storia? Non è la verità, è la storia di qualcuno. Non ha niente a che fare con la verità»

Lloyde England
Freeman
Inviato: 30/1/2010 9:04  Aggiornato: 30/1/2010 13:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
[OT] doveroso

Citazione:
Sono prorpio queste cifre ingrossate a dismisura che rendono il film da te citato un pessimo prodotto.
Secondo le stime con i piedi per terra le vittime ebree sono state c.ca 500milaCitazione:

Vaglielo a dire a Jonah Oberski. Vai ad Amsterdam, fumi un pò e glielo dici in faccia. Sarà anche vecchio ma secondo me un cazzotto te lo molla.

Fallacia: vuoi forse dire che questo Oberski ha contato e conosciuto uno a uno sei milioni di ebrei? Che c'entra con quanto affermato?
Ti potrebbe fare piacere sapere che la lapide con i "6 milioni di morti" ha fatto la sua apparizione una quindicina di anni dopo la fine delle inchieste di Norimberga. Prima si parlava di cifre generiche di centinaia di migliaia di morti.
Anticipo la tua obiezione "e se anche fosse? 100.000 o 6 milioni cosa cambia?".
Cambia molto, altrimenti perché gli interessati avrebbero avuto interesse a gonfiare in maniera così abnorme il numero dei morti?
A costo di essere ripetitivo, invito chiunque voglia sparare a zero sui "revisionisti" a leggersi non dico Mattogno ma almeno Finkelstein: nel suo libro spiega ed evidenzia in maniera semplice e lineare come esistano DUE olocausti, quello storico, realmente accaduto, e quello "mitologico", un mito-dogma costruito con raffinata perseveranza negli anni, soprattutto con lo scopo di portare soldi e beneficii assortiti ad alcune "organizzazioni".
Nel medesimo libro troverai anche le testimonianze di alcuni sopravvissuti che non hanno mai visto un soldo di "risarcimento", perché i soldi se li sono intascati le predette organizzazioni. Ed un punto di vista inedito ed interessante sulla "religio holocaustica", la religione laica che questi signori hanno imposto alla coscienza del mondo nei decenni trascorsi.

Citazione:
la tua cara Anna Frank, è stata totalmente rivalutata di recente, molto probabilmente il diario è una bufala.
(La notizia ha trovato anche spazio sul mainstream se la cosa può acquistare più prestigio per i tui canoni di giudizio)Citazione:

e anche se fosse?

Se anche fosse, ci si dovrebbe interrogare sul CHI e sul PERCHE' abbia costruito un "piccolo mito" che oggi viene considerato documento storiografico, nonché come una delle prove inoppugnabili di quanto accaduto nei lager. Non un "romanzo" (anche "storico", se vogliamo), quale probabilmente è.
Rimando a quanto scritto sopra: la mitologia dell'olocausto è piena di falsi e di forzature, frammiste a testimonianze reali.
Ad esempio, è stato ormai appurato che quella del "sapone fatto con i cadaveri" era una bufala bell'e buona. Ci sono voluti 60 anni e parecchi "negazionisti" in galera, ma alla fine la verità si è fatta strada.
Sembra che neanche Elie Wiesel sia Elie Wiesel (il principale portabandiera della religio holocaustica):

[...] c’è il fondato dubbio che Elie Wiesel non sia Elie Wiesel, ma qualcun altro che ne ha preso il posto.

A rivelare la storia ad un giornale ungherese è stato un vero sopravvissuto: Miklos Gruner, che nel maggio 1944, a 15 anni, fu internato con genitori e fratelli ad Auschwitz-Birkenau. Il giovane Gruner lavorò alla fabbrica di benzina sintetica della IG Farben, mentre i suoi parenti morivano l’uno dopo l’altro. Rimasto solo, il ragazzino fece amicizia con altri due internati, più anziani, come lui ungheresi: i fratelli Lazar e Abraham Wiesel.

Lazar Wiesel aveva allora, nel 1944, 31 anni. Gruner non dimenticò il numero con cui il suo amico era stato tatuato dai nazisti: A 7713. Nel gennaio ‘45 i detenuti furono trasferiti a Buchenwald perchè i sovietici si stavano avvicinando al campo; molti morirono nel trasferimento, avvenuto in parte a piedi: morì anche Abraham Wiesel.

L’8 aprile del ‘45 gli americani liberarono Buchenwald, e trasferirono Miklos Gruner, che aveva contratto la tubercolosi, in un sanatorio svizzero. Più tardi, Miklos Gruner si stabilì in Australia. Ma tornò spesso in Europa, e precisamente in Svezia, dove s’era stabilito un suo fratello, altro sopravvissuto. La sua storia era nota ai giornali svedesi, che l’avevano spesso intervistato.

Sicchè nel 1986 (l’anno in cui Elie Wiesel ricevette il Nobel) Miklos Gruner fu contattato dal giornale Sydsvenska Dagbladet a Malmoe, che lo invitò ad incontrare «il suo vecchio amico Elie Wiesel» onde trarne un articolo commovente. «Mai conosciuto uno con questo nome», rispose Gruner interdetto. Gli fu spiegato che «Elie Wiesel» era l’internato che lui aveva conosciuto nel lager come Lazar Wiesel. Allora Gruner accettò lietamente l’invito.

L’incontro avvenne il 14 dicembre 1986 nel Savoj Hotel di Stoccolma. «Quando mi trovai di fronte al cosiddetto Eli Wiesel», ha ricordato Gruner, «con mio grande stupore ho visto un uomo che non conoscevo affatto, che non parlava nemmeno ungherese nè yiddish, ma l’inglese con un forte accento francese. Sicchè il nostro incontro terminò dopo dieci minuti. Quell’uomo mi diede in regalo un suo libro, intitolato «Night» (Notte) di cui diceva di essere l’autore. Accettai il libro, ma dissi a tutti i presenti che quell’uomo non era la persona che diceva di essere».

Quell’uomo rifiutò di mostrare a Gruner il numero tatuato sul suo braccio. Divenuto sospettoso, Gruner spulciò tutti gli elenchi degli internati di quegli anni: un Elie Wiesel non compariva da nessuna parte. Per di più. Gruner scoprì che il libro che «Wiesel» gli aveva donato e di cui si diceva autore, era una traduzione inglese di un libro scritto in ungherese nel 1955 da Lazar Wiesel – il suo vero e vecchio amico di Gruner – e pubblicato anche in tedesco con titolo «Und di Velt hot Gesvigen».


Ah, però...
Come vediamo, i tanti "e se anche fosse" alla fine fanno una bella differenza... specie economica, se consideriamo che Wiesel gira il mondo prendendo un modesto cachet di 25.000 dollari per 45 minuti di conferenza (altro che MM).

Citazione:
Allora a Norimberga avrebbero dovuto processare tutti i tedeschi, secondo la tua ottica bacata, no?

In pratica è quello che è accaduto: infatti da Norimberga è venuto fuori implicitamente un giudizio di "complicità morale" per l'intero popolo tedesco.
E poi processare la Germania in toto non era utile economicamente: meglio segnare il popolo tedesco col marchio dell'infamia e addossargli un senso di colpa eterno che ancora oggi, a distanza di 3 generazioni da quei tristi giorni, fa spendere ai tedeschi miliardi di euro ogni anno per regalare sottomarini e prebende ai "rappresentanti" dei sopravvissuti e dei morti... per non parlare della libertà di pensiero castrata da norme liberticide che impongono l'autocensura su certi temi.

Inoltre, forse ti sfugge la punizione collettiva che fu imposta al popolo tedesco nel dopoguerra grazie al mostruoso piano Morgenthau (che fortunatamente non arrivò a pieno compimento): a centinaia di migliaia furono fatti morire letteralmente di fame e di stenti dai "liberatori", che deindustrializzarono il paese, facendo man bassa di brevetti, industrie e cervelli (soprattutto nella Germania Ovest, eh...).

FINE OT (me ne scuso ma era necessario)

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Sertes
Inviato: 30/1/2010 12:28  Aggiornato: 30/1/2010 12:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 6869
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Segnalo questo interessante video in cui Kevin Ryan fa il punto delle investigazioni scientifiche indipendenti sul 9/11.

http://www.youtube.com/watch?v=yj_NNwjkY5w
9 min 07 sec

Progetto Sintesi: la controinformazione in schede. Cercalo nei forum, e poi dimmi cosa ne pensi!
Skafloc
Inviato: 30/1/2010 12:51  Aggiornato: 30/1/2010 12:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/3/2006
Da: ROMA
Inviati: 184
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
l paragone è stato fatto quando si è detto: "Per me questo non toglie nulla al valore delle inchieste giornalistiche di Travaglio, ma devo constatare come le persone in vista su certi argomenti caldi che non conoscono si schierano e basta." Per come la vedo io, anche dopo aver visto il video su youtube da cui a mio parere si evince chiaramente il pensiero di Travaglio, questa asserzione presuppone una "forma mentis" secondo la quale nel momento in cui un esponente dell'attivismo giornalistico esprime un parere negativo riguardo all'atteggiamento di chi invece i "temi caldi" li critica e anche sulle metodologie di coloro che ne trattano, e fa un'analisi ragionata dell'effetto che ha sugli spettatori, viene bollato come "schierato", con evidente scarsa autocritica.


E' esattamente il contrario.
A Travaglio è stata fatta una domanda sul signoraggio (del quale io conosco a malapena la definizione, se vuoi saperlo).
Lui ha risposto, pur ammettendone l'esistenza, che non è un problema perchè... e qui ha iniziato la filippica sui complottisti che credono al complotto mondiale e anche ad altre cose, tipo le scie chimiche. Che c'entra? E' lui, semmai, che ha dimostrato una forma mentis, che è quella normalmente condivisa dai giornalisti e/o da chi comunque parla in televisione: per screditare una tesi (che bisogno c'è? confutala e basta, se puoi, no?) tira dentro tanti altri argomenti (apparentemente) ridicoli in maniera da rendere ridicola la tesi stessa. E' uno dei metodi preferiti dai debunker, anche quelli involontari. C'è un articolo sul sito al riguardo.
Io ho scritto "argomenti caldi che non conoscono".
Caldi si riferisce al fatto che non sono esauribili in poche battute ma che ogni affermazione o ipotesi al riguardo scatena una ridda di polemiche a non finire. E non parlavo del signoraggio.
Poi mi domando quanto Travaglio ne sappia, per esempio, sulle scie chimiche, ammesso che sia tutto vero, d'accordo. Però ne deve parlare come un argomento ridicolo, e perché?
Perché probabilmente sui complotti ha questa forma mentis che gli fa ritenere qualunque ipotesi di complotto una fantasia da paranoici.
Riguardo al signoraggio, ma unicamente come punto di partenza, non escludo che essendo dichiaratamente filo-israeliano Travaglio veda come il fumo negli occhi qualunque riferimento ad una possibile lobby ebraica di qualunque tipo. Qui però mi fermo perché entrerei troppo nel merito e non me ne repuito all'altezza e anche perché un atteggiamento di questo tipo dimostrerebbe una malafede che però è da dimostrare.
Più di questo non so che dire

Le cose urgenti vanno fatte con calma
schottolo
Inviato: 2/2/2010 11:10  Aggiornato: 2/2/2010 11:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/7/2007
Da:
Inviati: 767
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Redazione:

Citazione:
In questi anni ho progressivamente consumato tutti i risparmi che avevo, pur di potermi dedicare full time al sito e alle ricerche, e ora vivo pieno di debiti fino al collo. Con i DVD che vendo mi pago a malapena la spesa al supermercato. Ma rischio ogni mese di perdere la casa (hai presente, "mortgage crunch"?).


Spero solo che un giorno uno di questi problemi non ti porti a chiudere il sito, o a non poter più scrivere articoli. Sarebbe un danno irreparabile per l'informazione libera, (essenedo questo uno dei siti più frequentati e che tratta e commenta un pò tutti gli argomenti "spinosi"). Che si fa!?

Redazione
Inviato: 2/2/2010 11:50  Aggiornato: 2/2/2010 11:52
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17659
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Grazie SCHOTTOLO, le tue parole mi fanno moltlo piacere.

************

Scusate, ma che è successo a Elepink?

Dopo avergli postato una lunga risposta è scomparso nel nulla.

Fuoco
Inviato: 2/2/2010 15:37  Aggiornato: 2/2/2010 15:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2005
Da: Gaia
Inviati: 43
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Ciao a tutti,
mi sono appena imbattuto in questo video sull' 11 settembre
in cui si inquadra il percorso del secondo aereo che colpisce le torri:

http://www.youtube.com/watch?v=DfoP_V9bY-E&feature=rec-fresh+div-f-1-HM

a quanto pare non si capisce da dove possa provenire,
visto che nell'inquadratura panoramica di pochi istanti prima
non è presente NESSUN veivolo ...

Qualcuno conosceva già questa "obiezione" alla VU ?
Perché io non ricordo di averla mai trovata....

Cosa ne pensate?

"Sono le azioni che contano. I nostri pensieri, per quanto buoni possano essere, sono perle false fintanto che non vengono trasformati in azioni. Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo" (M. Gandhi)
DrHouse
Inviato: 2/2/2010 16:43  Aggiornato: 2/2/2010 16:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2033
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Fuoco, non vorrei sbagliarmi, ma credo sia lo stesso video che Sertes ha già debunkato più volte su questo sito. Ora non ho il tempo di verificare, ma se è quello che penso io, lascia perdere, è solo robaccia.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
branzac
Inviato: 2/2/2010 17:16  Aggiornato: 2/2/2010 17:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/8/2009
Da:
Inviati: 319
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
DrHouse, puoi fornirmi il link alla discussione che hai citato?
Tramite la ricerca non sono riuscito a trovarlo.
Ho guardato il video: non mi sembra che abbia fatto un'analisi sbagliata, per quello che ci capisco io, il ragionamento mi sembra corretto.

Una volta è caso, due è coincidenza ma tre è voluto.
brio
Inviato: 2/2/2010 19:06  Aggiornato: 2/2/2010 19:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/6/2009
Da:
Inviati: 189
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Fuoco: Qualcuno conosceva già questa "obiezione" alla VU ?
Perché io non ricordo di averla mai trovata....

Ciao, quel video fa parte della teoria "no plane" che sostiene che gli aerei non si sono mai schiantati contro le torri gemelle (e al pentagono) e i video che abbiamo visto, in realtà, sono manipolati.
Cerca NO PLANE o SEPTEMBER CLUES o 911 TABOO e di materiale ce n'è parecchio.
Io ci credo
Brio

Fabyan
Inviato: 2/2/2010 20:24  Aggiornato: 2/2/2010 20:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/7/2008
Da: "no where/now here"
Inviati: 612
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Mmmm... Elepink potrebbe essere Ferrara al soldo dei soliti ignoti per una nuova e fenomenale avventura mmmm.....

E ricorda... Devi cercare il Signore, devi trovare il Signore... Trova il Signore prima che lui trovi te! (C.G.)
Sertes
Inviato: 3/2/2010 0:20  Aggiornato: 3/2/2010 0:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 6869
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
brio ha scritto:
Ciao, quel video fa parte della teoria "no plane" che sostiene che gli aerei non si sono mai schiantati contro le torri gemelle (e al pentagono) e i video che abbiamo visto, in realtà, sono manipolati.
Cerca NO PLANE o SEPTEMBER CLUES o 911 TABOO e di materiale ce n'è parecchio.
Io ci credo


Io no. Anzi credo che si tratti di Black Propaganda. Abbiamo infatti Cass Sunestein, che è l'Amministratore dell'ufficio della Casa Bianca per gli affari dell'Informazione e dei Regolamenti (tradotto alla buona) che suggerisce, già dal 2008, di infiltrare i gruppi come il 9/11 truth movement con agenti governativi che spargano menzogne fingendosi attivisti, oppure esperti indipendenti stipendiati dal governo che supportino le tesi del governo.

Comunque se lo ritrovo ti posto il link di dove analizzai quel particolare video.

La posizione di Mazzucco invece è spiegata qui:
'No planes' - una teoria insostenibile

Da cui la domanda: se è vero che non c'erano gli aerei al WTC, perchè non esiste alcuna testimonianza nè esiste alcuna ripresa fatta a sud della torre sud, al momento dell'impatto, che riporti solo l'esplosione ma senza l'aereo?

Progetto Sintesi: la controinformazione in schede. Cercalo nei forum, e poi dimmi cosa ne pensi!
brio
Inviato: 3/2/2010 0:47  Aggiornato: 3/2/2010 14:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/6/2009
Da:
Inviati: 189
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Sertes:
Io no. Anzi credo che si tratti di Black Propaganda. Abbiamo infatti Cass Sunestein, che è l'Amministratore dell'ufficio della Casa Bianca per gli affari dell'Informazione e dei Regolamenti (tradotto alla buona) che suggerisce, già dal 2008, di infiltrare i gruppi come il 9/11 truth movement con agenti governativi che spargano menzogne fingendosi attivisti, oppure esperti indipendenti stipendiati dal governo che supportino le tesi del governo.

Giuro di non essere uno di loro.

Sertes:
Da cui la domanda: se è vero che non c'erano gli aerei al WTC, perchè non esiste alcuna testimonianza nè esiste alcuna ripresa fatta a sud della torre sud, al momento dell'impatto, che riporti solo l'esplosione ma senza l'aereo?

http://video.google.it/videoplay?docid=5759262633104700190&ei=2rVoS9npKKes2ALyn8i8CA&q=11+settembre&hl=it#

Dal minuto 0:20 al 0:45 ...tu vedi un'aereo?

Le testimonianze le trovi in 911 taboo

Sertes
Inviato: 3/2/2010 7:34  Aggiornato: 3/2/2010 7:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 6869
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
brio ha scritto:
Giuro di non essere uno di loro.


Sì, ok, mi riferivo ai realizzatori dei video-patacca 911TABOO 911OCTOPUS e SEPTEMBER CLUES

Citazione:
http://video.google.it/videoplay?docid=5759262633104700190&ei=2rVoS9npKKes2ALyn8i8CA&q=11+settembre&hl=it#

Dal minuto 0:20 al 0:45 ...tu vedi un'aereo?


Il video che hai linkato, dal minuto 0:20 al 0:45 mostra l'esplosione ma non l'aereo perchè la ripresa è stata fatta da nord, e l'aereo arriva da sud, quindi è coperto dalle due torri e dal fumo.

Ripeto: se è vero che non c'erano gli aerei al WTC, perchè non esiste alcuna testimonianza nè esiste alcuna ripresa fatta a sud della torre sud, al momento dell'impatto, che riporti solo l'esplosione ma senza l'aereo?

Ricorda che la torre sud è stata colpita per seconda, e abbiamo decine di migliaia di persone che guardavano verso le torri e facevano riprese indipendenti, e tutte quelle a sud della torre sud di sicuro avevano la visuale sgombra.

Progetto Sintesi: la controinformazione in schede. Cercalo nei forum, e poi dimmi cosa ne pensi!
Redazione
Inviato: 3/2/2010 8:22  Aggiornato: 3/2/2010 8:22
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17659
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
BRIO: Se vuoi discutere SERIAMENTRE di No Planes, abbi la pazienza di leggere l'articolo che ti ha linkato Sertes.

La domanda che pongo io è spiegata molto bene, e senza una risposta a quella non se ne esce.

Redazione
Inviato: 3/2/2010 8:23  Aggiornato: 3/2/2010 8:23
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17659
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Sono sempre più stupefatto dalla scomparsa di Elepink.

Fabrizio70
Inviato: 3/2/2010 8:57  Aggiornato: 3/2/2010 8:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3141
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:

Ripeto: se è vero che non c'erano gli aerei al WTC, perchè non esiste alcuna testimonianza nè esiste alcuna ripresa fatta a sud della torre sud, al momento dell'impatto, che riporti solo l'esplosione ma senza l'aereo?


Per lo stesso motivo per cui Nessie si è trasferita a Tokio dalla fredda Scozia...

http://www.youtube.com/watch?v=YHDT8cfY6jA

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Spiderman
Inviato: 3/2/2010 9:12  Aggiornato: 3/2/2010 9:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2713
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
Sono sempre più stupefatto dalla scomparsa di Elepink.


Forse era un ologramma...

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
Teba
Inviato: 3/2/2010 9:40  Aggiornato: 3/2/2010 9:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
Sono sempre più stupefatto dalla scomparsa di Elepink.


...e di mimik/buckaroo, che voleva cominciare una discussione sul principio di conservazione dell'energia...

shm
Inviato: 3/2/2010 9:47  Aggiornato: 3/2/2010 9:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1800
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
sertes:

uggerisce, già dal 2008, di infiltrare i gruppi come il 9/11 truth movement con agenti governativi che spargano menzogne fingendosi attivisti, oppure esperti indipendenti stipendiati dal governo che supportino le tesi del governo.

shm:

...e chi dice che già non siano operativi??!! Indirettamente i "debunker" già traggono origini dai programmi di controllo mentale, sicchè...

Attivissimo> CICAP> CSI(ex-CSICOP)> FMSF> CIA

Randi> CSI> FMSF> CIA


“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
brio
Inviato: 3/2/2010 11:22  Aggiornato: 3/2/2010 11:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/6/2009
Da:
Inviati: 189
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Redazione: BRIO: Se vuoi discutere SERIAMENTRE di No Planes, abbi la pazienza di leggere l'articolo che ti ha linkato Sertes.

OK, faccio il serio.
L'articolo l'avevo già letto.

La tesi è : Torre sud. Non ci sono immagini senza l'aereo e testimonianze di gente che ha visto l'esplosione senza vedere l'aereo.
Il video che ho linkato fa vedere l'esplosione senza l'aereo e non perchè, come sostiene sertes, l'aereo sia nascosto ma perchè non c'è. Infatti è stato successivamente trasmesso con l'aereo. Se si va oltre il minuto 0:45 l'aereo si vede e l'inquadratura è la stessa! Lo stesso video cerca di far notare anche la presenza di un missile ma, onestamente, quello non lo vedo.
In 911 Taboo, poi, ci sono le testimonianza dei testimoni che vedono l'esplosione senza vedere l'aereo.

Torre nord: difficoltà a girare il piano sequenza con tutte le comparse sincronizzate.
Lo stesso discorso vale anche se, al posto del rumore di un aereo, ci metto quello di un missile.

Sertes: Sì, ok, mi riferivo ai realizzatori dei video-patacca 911TABOO 911OCTOPUS e SEPTEMBER CLUES

Dove non ti convincono?
E com'è che porterebbero acqua al mulino della tesi ufficiale?

Ma davvero credete che un aereo possa così impunemente trafiggere un reticolo di travi e pilastri in acciaio? Vabbè i motori, il primo pezzo della carlinga.... ma le ali!! Senza subire deformazioni, senza decellerare?
Secondo voi se prendo un cubo formato da travi in acciaio con tanto di controventature formate da solai e lo lancio contro il muso di un aereo a 400, 500 km/h l'aereo gli si infila dentro??! L'aereo si disintegra! Fuori.

Brio

Fuoco
Inviato: 3/2/2010 12:21  Aggiornato: 3/2/2010 12:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2005
Da: Gaia
Inviati: 43
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Grazie a tutti coloro che hanno replicato alle mie domande sul link che ho postato

Mi sono andato a vedere l'articolo indicato da Massimo,
in cui si affronta (e, a parer mio, si smonta) la teoria No-Planes:
la conoscevo già, e personalmente non mi ha mai convinto:
mi sembra che sollevi polverone e problemi basati su pochi
o addirittura nessun fatto ....

Banalmente, la stessa "scia sonora" del secondo aereo
che si abbatte sulla torre sud (che fosse un drone,
un aereo di linea radiocomandato a distanza, o un aereo
militare camuffato) sarebbe stato pressocché impensabile o
estremamente complesso e "anti-economico" da ricostruire
tramite un sistema di diffusione audio disseminato per
manhattan...per poi doverlo smontare e trasportare via
in tutta fretta... anche qui...nessuno avrebbe viso niente?

tra l'altro nella discussione che ne è seguita, non ricordo più
chi, ha postato anche questi due link, in cui si può vedere l'ingresso
del secondo veivolo da altre angolazioni (le posterò in risposta
sul video di youtube che ho trovato, per arricchire l'analisi):

http://dailymotion.virgilio.it/video/x2bcgc_eyewitness-elliott-walker_news
( da 1:25 se ne vede l'avvicinamento)
e
http://dailymotion.virgilio.it/video/x2b081_wtc-crash-eyewitness-teresa-second_news
( in 1:12 angolo d'entrata )

Comunque...in attesa dell'articolo di approfondimento di sertes a riguardo,
puntualizzo che ciò che ha attirato la mia attenzione è stata per l'appunto
la domanda "DA DOVE arriva quest'aereo" (questione della rotta/percorso
...che infatti non mi è venuto da associarla alla teoria "No-Planes")
e NON il concetto "guardate qui: non c'è nessun aereo che colpisce la torre..."

"Sono le azioni che contano. I nostri pensieri, per quanto buoni possano essere, sono perle false fintanto che non vengono trasformati in azioni. Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo" (M. Gandhi)
brio
Inviato: 3/2/2010 14:25  Aggiornato: 3/2/2010 14:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/6/2009
Da:
Inviati: 189
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Fuoco: Banalmente, la stessa "scia sonora" del secondo aereo
che si abbatte sulla torre sud (che fosse un drone,
un aereo di linea radiocomandato a distanza, o un aereo
militare camuffato) sarebbe stato pressocché impensabile o
estremamente complesso e "anti-economico" da ricostruire
tramite un sistema di diffusione audio disseminato per
manhattan...per poi doverlo smontare e trasportare via
in tutta fretta... anche qui...nessuno avrebbe viso niente?

Credo si possa manipolare anche l'audio.

Citazione: http://dailymotion.virgilio.it/video/x2bcgc_eyewitness-elliott-walker_news
( da 1:25 se ne vede l'avvicinamento)

Il video dall'inizio fino al minuto 0:55 è alterato: niente sfondo e elicottero completamente immobile. Poi cambia l'inquadratura e si vede qualcosa che si avvicina ma più si avvicina e meno si vede. Allora meglio questo dove non si vede assolutamente niente (con la stessa inquadratura).
http://video.google.it/videoplay?docid=5759262633104700190&ei=2rVoS9npKKes2ALyn8i8CA&q=11+settembre&hl=it#

Fuoco: Comunque...in attesa dell'articolo di approfondimento di sertes a riguardo,
puntualizzo che ciò che ha attirato la mia attenzione è stata per l'appunto
la domanda "DA DOVE arriva quest'aereo" (questione della rotta/percorso
...che infatti non mi è venuto da associarla alla teoria "No-Planes")
e NON il concetto "guardate qui: non c'è nessun aereo che colpisce la torre..."

Invece la questione è proprio questa....se l'aereo non c'è in quell'inquadratura, ma poi ce lo ritroviamo nell'inquadratura stretta...da dove è passato? Se c'era deve pur essere passato da qualche parte.

Brio

Redazione
Inviato: 3/2/2010 14:51  Aggiornato: 3/2/2010 14:51
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17659
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
BRIO: Hai letto l'articolo, ma non hai risposto alla domanda che pone.

Mandare a vedere un video non significa rispondere a quella domanda.

Se quindi vuoi insistere con la tua argomentazione, fallo nei forum che trattano l'argomento no-planes, e non qui.

Grazie.

Fuoco
Inviato: 3/2/2010 15:08  Aggiornato: 3/2/2010 15:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2005
Da: Gaia
Inviati: 43
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
@ brio
cit. "Credo si possa manipolare anche l'audio"

ah...questo è indubbio...
infatti non mi riferivo all'audio dei VIDEO...

ma ai suoni percepiti DAL VIVO dai testimoni...
(un po' più difficili da manipolare...dovendo rendere
l'intera Manhattan un gigantesco "cinema 3D"
- che piace tanto a Massimo - con tanto di
"city teather" per il sonoro ...)

Detto ciò, avendo anche letto nei commenti
dell'articolo linkato da Massimo diversi gradi
di disappunto (fino all'abbandono del sito)
di molti sostenitori della teoria "No-Plane",
non vorrei che si arrivasse ad uno sproporzionato
sbilanciamento sulla discussione di quale DITO
indica la luna....

Di fronte ad un delitto, alcune EVIDENZE sono PALESI
(ad esempio che esiste una vittima, e che è stata uccisa
da qualcun altro), mentre altri elementi sono molto più
sfumati, incerti e interpretabili...perdere troppo tempo e
troppe energie su questi, quando abbiamo ben altre
PROVE sostanziali che la VU è chiaramente contraffatta,
mi sembra perlomeno assurdo...

Poi si può cercare di approfondire e chiarire
anche gli altri aspetti quanto si vuole, per carità...
Resta il fatto che le famose (almeno per noi...)
12 domande sono scomode e "difficili"
proprio perché si basano su FATTI incontrovertibili....

La velocità di caduta delle torri, la linea di minor resistenza...violata,
TRE palazzi del WTC abbattuti da DUE aerei, e così via...


...a questo riguardo, ho apprezzato moltissimo la citazione di fondo di un utente di LC:

"Magari fosse così facile scoprire la verità quanto dimostrare il falso" (Cicerone)

"Sono le azioni che contano. I nostri pensieri, per quanto buoni possano essere, sono perle false fintanto che non vengono trasformati in azioni. Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo" (M. Gandhi)
Fuoco
Inviato: 3/2/2010 15:11  Aggiornato: 3/2/2010 15:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2005
Da: Gaia
Inviati: 43
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
...per inciso.... Elepink latita da 5 giorni ormai....

"Sono le azioni che contano. I nostri pensieri, per quanto buoni possano essere, sono perle false fintanto che non vengono trasformati in azioni. Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo" (M. Gandhi)
brio
Inviato: 3/2/2010 15:32  Aggiornato: 3/2/2010 15:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/6/2009
Da:
Inviati: 189
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Fuoco:
Di fronte ad un delitto, alcune EVIDENZE sono PALESI
(ad esempio che esiste una vittima, e che è stata uccisa
da qualcun altro), mentre altri elementi sono molto più
sfumati, incerti e interpretabili...perdere troppo tempo e
troppe energie su questi, quando abbiamo ben altre
PROVE sostanziali che la VU è chiaramente contraffatta,
mi sembra perlomeno assurdo...

Daccordissimo

In fondo la differenza tra noi , se ci pensi, è veramente minima. Che sia stato un boing-drone, un drone militare o un missile tipo quello in fondo a questo articolo la sostanza cambia poco. LINK

Anche Mazzucco è della teoria no-plane...limitatamente al pentagono e shanksville )

Redazione
Inviato: 3/2/2010 15:37  Aggiornato: 3/2/2010 15:37
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17659
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
BRIO: Non hai letto il mio post?

FOCUS: L'avviso di evitare l'argomento vale anche per gli altri, ovviamente.

Abbiamo già diversi forum sulla teoria no-planes, usate quelli.

Grazie.

Fuoco
Inviato: 3/2/2010 16:49  Aggiornato: 3/2/2010 16:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2005
Da: Gaia
Inviati: 43
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
con "FOCUS", immagino intendevi FUOCO...cioè riferirti a me...

la mia prima domanda relativamente alla direzione
di provenienza del secondo aereo, forse poteva,
un po' alla lontana, essere collegata al tema centrale
(l'articolo "Non vi crediamo" e il relativo video a supporto....)

ma con la comparsa della teoria "No-Plane"
siamo andati in effetti un po' OT...sorry

"Sono le azioni che contano. I nostri pensieri, per quanto buoni possano essere, sono perle false fintanto che non vengono trasformati in azioni. Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo" (M. Gandhi)
brio
Inviato: 3/2/2010 17:15  Aggiornato: 3/2/2010 17:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/6/2009
Da:
Inviati: 189
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Redazione:
BRIO: Non hai letto il mio post?

Ah, in effetti non avevo visto il tuo penultimo post, chiedo scusa.
Dove ti devo rispondere?

Se però l'argomento non interessa o intralcia io lascio perdere.

Brio

il_ras
Inviato: 3/2/2010 17:53  Aggiornato: 3/2/2010 17:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 361
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
scusate se prolungo l'OT, vorrei solo capire da Massimo a quale domanda si riferisce. A quella sul piano sequenza con il primo aereo?

un messaggio nascosto?

rafterry
Inviato: 3/2/2010 18:50  Aggiornato: 3/2/2010 18:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/11/2009
Da:
Inviati: 184
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
In questi anni ho progressivamente consumato tutti i risparmi che avevo, pur di potermi dedicare full time al sito e alle ricerche, e ora vivo pieno di debiti fino al collo. Con i DVD che vendo mi pago a malapena la spesa al supermercato. Ma rischio ogni mese di perdere la casa (hai presente, "mortgage crunch"?).


Citazione:
Spero solo che un giorno uno di questi problemi non ti porti a chiudere il sito, o a non poter più scrivere articoli. Sarebbe un danno irreparabile per l'informazione libera, (essenedo questo uno dei siti più frequentati e che tratta e commenta un pò tutti gli argomenti "spinosi"). Che si fa!?


@il_ras: non avere timore, uno come Massimo non si ferma neanche dalle favelas di Rio deJaneiro: al primo ravvisaglio di una situazione del genere, troverebbe una soluzione. se non la trova lui la troviamo noi. Scherziamo?? Minchia stimola troppo i neuroni per lasciare che una scelta fuori dalla sua volontà lo imponga a posare penna e videocamera. sto leggendo più libri di medicina da quando lo conosco che quando stavo con un medico.

@Massimo: non conoscevo la tua biografia, l'ho letta 5 minuti fa. ti stimo. te lo dice uno che prende la misera paga da un'azienda per pagare affitto e supermercato di una terra "straniera" (che casualmente è la stessa dove siamo nati entrambi) solo per avere l'opportunità di cercare la verità nel campo dell'energia..

le persone che fanno le cose con cuore e coscienza non hanno paura di come arrivare a domani, sanno che ci riusciranno benissimo senza chiedere l'aiuto di nessuno: non perchè non lo ricevano, ma perchè non hanno bisogno di chiederlo..

terranovas
Inviato: 3/2/2010 23:20  Aggiornato: 3/2/2010 23:20
So tutto
Iscritto: 31/1/2010
Da: Tuscany, near the sea
Inviati: 7
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Salve a tutti,
mi sono registrato da poco anche se seguivo il sito già da un po'.
Avrei una domanda in merito all' 11 Settembre e visto che ho visto in giro persone preparate e informate sui fatti avvenuti mi rivolgo a loro e se possibile sarei interessato ad una risposta.
Premesso che non ho certezza su quanto è avvenuto, sono da parecchio tempo scettico sulla versione ufficiale e tante cose mi fanno pensare che le cose non siano andate affatto come ce le hanno raccontate.
Perdonate comunque se la domanda potrà sembrare da profano ( come in effetti sono ).

Riprendo una delle 12 domande alle quali non si è data risposta e in paricolare questa:

Domanda n. 7 : Come può una persona che non abbia mai guidato un jet nella sua vita, sedersi ai comandi di un aereo da 100 tonnellate, e fare manovre ad alta velocità considerate praticamente impossibili da piloti con 30 anni di esperienza?

La mia risposta personale è che non può.
Ma assodato ciò poi non riesco a darmi valide alternative.
In pratica la domanda mi si ritorce contro....
Come è effettivamente possibile che un aereo possa essere pilotato a quella maniera ?
Come è stato possibile far impattare un aereo di quelle dimensioni, anzi due, a quella velocità in modo così preciso sulle torri ?

Sinceramente non sono riuscito a trovare molte altre ipotesi...
La teoria del No Plane mi sembra verosimile solo nello scenario dell'attacco al Pentagono mentre nel WWC mi sembra verosimile che siano stati effettivamente due aerei a impattarsi nelle torri. Poi il crollo delle stesse non credo che si possa imputare a quell'impatto ed altro si cela dietro la versione del crollo strutturale.
Ma il fatto che quei due aerei siano stati pilotati con quella precisione contro di esse mi appare come un fatto davvero incredibile e di difficile spiegazione.
Che vi siano stati due Top Gun così dediti alla causa a stelle e strisce da immolarsi per essa mi sembra alquanto improbabile.
Chiedo quindi gentilmente, ai tanti esperti che frequentano il sito,
di poter formulare una valida ipotesi in merito o riportarne una già assodata.

Ringrazio in anticipo e mi scuso se in altre parti del sito vi fosse già risposta a questa domanda ( in tal caso mi sarebbe sfuggita in modo imperdonabile ).

elepink
Inviato: 4/2/2010 1:02  Aggiornato: 4/2/2010 1:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/1/2010
Da:
Inviati: 93
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Eccomi.

Riguardo alla storia della tua vita, ok, ammettiamo che hai avuto successo. Potrei anche dire che non c'è traccia di te come fotografo in tutta la rete nonostante tu sia stato per vent'anni nel 50 più richiesti al mondo e che sia veramente andata così, però mi rendo conto che forse il fatto che io non farei mai quello che hai fatto tu offusca la mia capacità di giudizio e mi rende scettico. Quindi, diciamo che ti credo.

(E te lo dice uno che la realtà la falsifica tutti i giorni in mille modi diversi).

Però sta di fatto che in "inganno globale", le tue risposte ad Attivissimo sono arrampicate sugli specchi:

Citazione:
Riguardo alla scena “tagliata” del Pentagono, l’ho semplicemente messa in un altro punto perchè mi serviva in quel punto, dove si parlava di quell’argomento.

Per valutare la buona fede ti chiedo: se avessi voluto “nasconderla” al pubblico, secondo te, avrei rischiato che qualcuno riconoscesse lo stesso testimone, piazzato a pochi minuti di distanza? Ci sono almeno 20 spezzoni equivalenti, che avrei potuto usare al suo posto. E' vero che nella prima intervista ha la faccia in ombra - come hai scritto tu da qualche parte - ma ha la stessa maglietta color merda-limone che si nota anche se non vuoi vederla. Ti sembra davvero che il gioco valga la candela?

Ma poi, perchè mai lo avrei ri-messo, dopo averlo tolto, se non per cercare di essere corretto, e mostrare ANCHE chi ha creduto di vedere un American Airlines? Mica potevo sapere in anticipo che Attivissimo si sarebbe attaccato proprio a quello, per farmi la menata.

In realtà quando feci Inganno Globale non immaginavo ancora il tipo di letame che i debunkers si sarebbero inventati, per cui l'ho fatto con una certa leggerezza - che poi ho corretto, nei film successivi - ma non certo con l'intento di ingannare nessuno.


Mazzucco, io ne so un pò di montaggio. Se dici "tutti hanno visto un aereo dell'american airlines, ma non concordano sulle dimensioni" e poi piazzi un testimone (che, checchè ne dica te, è irriconoscibile rispetto ad un altro) che dice "it was an american airlines" strumentalizzi la sua testimonianza facendole fare da codino a quello che dici tu. Se, come dopo, dici "ma cosa ha colpito il Pentagono?" e mostri una testimonianza TAGLIATA (e ripeto, TAGLIATA) in cui uno dice "era come un missile cruise", e la evidenzi scrivendola a chiusura del capitolo, la sensazione del pubblico sarà che potrebbe essere stato un missile cruise. Se invece pubblichi tutta la testimonianza, lo spettatore penserà che era un boeing dell'american airlines. Nel caso di McIntyre, hai infatti tagliato giusto la giornalista in studio che parlava chiaramente di un 757. Con le parole da te usate di McIntyre, il senso poteva essere o che non ci fosse un aereo o che fosse piccolo e assimilabile a un missile. Secondo me stai arrampicandoti sui vetri, vedi tu. Fortuna che ti faceva schifo falsificare la realtà.

Per il filmato accelerato, parto rispondendo a questo:

Citazione:
nche qui, per valutare la buona fede ti chiedo: se avessi voluto “ingannare il pubblico”, avrei lasciato in bella vista il CRONOMETRO, che gira in maniera vorticosa, mostrando chiaramente a tutti che il filmato è accelerato? (Non ci vuole un cazzo a coprire quel cronometro, nel caso non lo sapessi).


Perchè tu pensi che lo spettatore medio abbia fatto caso al cronometro? che, peraltro rivedendolo, poteva a prima vista sembrare tranquillamente minuti, secondi e frame (a prima vista)? lo so che è veramente una CAGATA modificarlo (si fa addirittura banalmente con un qualsiasi programma di montaggio, neanche di SFX) ma allora perchè non hanno tolto l'orologio a Charton Heston?

Citazione:
Idem per il “filmato accelerato” di Hanjour: quando l’ho accelerato, non mi è nemmeno passato per la mente di “dare l’impressione di una manovra spericolata”, l’ho fatto semplicemente perchè in tempo reale la virata completa dura qualcosa come TRE MINUTI. Tu che di cinema te ne intendi, sai benissimo che solo Tarkovsky riesce a fare inquadrature di tre minuti in cui non succede praticamente niente, senza che la gente si addormenti.


Ah, ok: quindi tu sostieni che in un montaggio, per eliminare il problema di una scena che dura troppo, la si velocizza? ma che è, stanlio e ollio? Non potevi semplicemente tagliarla in testa e andare subito allo schianto? o fare jump cut? Allora, se devo far vedere la scena di una ragazza che entra in casa e si toglie i vestiti per andare in doccia, per non "annoiare lo spettatore" la velocizzo? o faccio vedere lei che entra, lei che si toglie i vestiti, lei in accappatoio (o nuda, a piacere) e poi lei in doccia?

O forse la velocità da te adottata si adattava meglio al concetto di "manovre degne delle migliori pattuglie acrobatiche"? piuttosto che la lenta manovra del vero filmato?

ma come si può giustificarsi dicendo "non volevo annoiare lo spettatore"?

Ma pensi che la beva?

Redazione
Inviato: 4/2/2010 4:25  Aggiornato: 4/2/2010 7:33
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17659
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
ELEPINKCitazione:
Riguardo alla storia della tua vita, ok, ammettiamo che hai avuto successo.
Se lo riconosci, viene a cadere tutto il tuo discorso. (Ma tu manco te ne accorgi).

Citazione:
Nel caso di McIntyre, hai infatti tagliato giusto la giornalista in studio che parlava chiaramente di un 757
Non hai nemmeno guardato i video di risposta.

Citazione:
Perchè tu pensi che lo spettatore medio abbia fatto caso al cronometro?
Lo spettatore medio no, ma uno come Attivissimo se ne sarebbe accorto subito.

Citazione:
Non potevi semplicemente tagliarla in testa e andare subito allo schianto?
Non se vuoi mostrare l’intera manovra.

Citazione:
Ma pensi che la beva?
Non ce n’è bisogno. Sei stato espulso.

Vedasi Elefantino Rosa cercasi per chiarimenti.

Redazione
Inviato: 4/2/2010 4:48  Aggiornato: 4/2/2010 4:48
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17659
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
TERRANOVAS: "La mia risposta personale è che non può. Ma assodato ciò poi non riesco a darmi valide alternative. In pratica la domanda mi si ritorce contro.... Come è effettivamente possibile che un aereo possa essere pilotato a quella maniera ? Come è stato possibile far impattare un aereo di quelle dimensioni, anzi due, a quella velocità in modo così preciso sulle torri ?"

Ciao, e benvenuto.

Se parti dal presupposto che non ci hanno fatto vedere nessuna fotografia dei "dirottatori" agli imbarchi, capisci che su quegli aerei non ci sono mai saliti. Se poi scavi un pò più a fondo, scopri che in realtà i voli reali non sono mai partiti.

A quel punto nel cielo di Manhattan ci puoi mettere quello che vuoi, ma è evidente che fosse telecomandato. Con le tecnologie che avranno a disposizione lì c'è solo da divertirsi a scegliere.

(La precisione nell'impatto si può ottenere piazzando dei "richiami" nelle torri, tipo ILS).

brio
Inviato: 4/2/2010 10:36  Aggiornato: 4/2/2010 10:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/6/2009
Da:
Inviati: 189
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
terranovas :
Domanda n. 7 : Come può una persona che non abbia mai guidato un jet nella sua vita, sedersi ai comandi di un aereo da 100 tonnellate, e fare manovre ad alta velocità considerate praticamente impossibili da piloti con 30 anni di esperienza?

La mia risposta personale è che non può.
Ma assodato ciò poi non riesco a darmi valide alternative.
In pratica la domanda mi si ritorce contro....
Come è effettivamente possibile che un aereo possa essere pilotato a quella maniera ?
Come è stato possibile far impattare un aereo di quelle dimensioni, anzi due, a quella velocità in modo così preciso sulle torri ?

In effetti la domanda è interessante!
Mi chiedo, in linea teorica. Qualche pilota con 30 e più anni d'esperienza (se esiste) avrebbe potuto farle quelle manovre?
Brio

Sertes
Inviato: 4/2/2010 12:37  Aggiornato: 4/2/2010 12:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 6869
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Citazione:
brio ha scritto:
Mi chiedo, in linea teorica. Qualche pilota con 30 e più anni d'esperienza (se esiste) avrebbe potuto farle quelle manovre?
Brio


Nel video da cui sono tratte le "12 domande ai sostenitori della Versione Ufficiale" trovi l'intervista a Russ Wittenburg, il pilota professionista che ha pilotato due degli aerei poi coinvolti nell'undici settembre, e lui dice di no, non è possibile. E della stessa opinione sono tutti gli altri piloti di pilots for 9/11 truth

Ecco qui: http://www.youtube.com/watch?v=ghN17eEA4S0

L'alternativa, come ha spiegato Massimo, è piuttosto semplice: i sistemi di volo automatizzato esistono già dagli anni 60, ce n'è menzione pure in Operation Northwoods!

Progetto Sintesi: la controinformazione in schede. Cercalo nei forum, e poi dimmi cosa ne pensi!
il_ras
Inviato: 4/2/2010 13:01  Aggiornato: 4/2/2010 13:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 361
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
ho postato nella discussione giusta ( no planes ) il mio pensiero circa la domanda che Massimo si pone in merito al piano sequenza. mi date il vostro parere?

un messaggio nascosto?

terranovas
Inviato: 4/2/2010 19:19  Aggiornato: 4/2/2010 19:19
So tutto
Iscritto: 31/1/2010
Da: Tuscany, near the sea
Inviati: 7
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Ringrazio la Redazione e Sertes
per la risposta e credo proprio che, come suggerito, scaverò un po' più a fondo
cercando le plausibili risposte a questa domanda.
Il fatto che gli aerei potessero essere radiocomandati mi sembra di averlo già sentito,
.... lo rammento adesso che mi è stato suggerito.
Mentre invece l'ipotesi che gli aerei non fossero affatto realmente partiti dagli aereoporti
è per me una vera e propria novità che merita un mio approfondimento.

shm
Inviato: 19/2/2010 10:16  Aggiornato: 19/2/2010 10:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1800
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
shm
Inviato: 22/2/2010 19:58  Aggiornato: 22/2/2010 19:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1800
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale
Dal Washington Times:

"In order to bring down this kind of mass in such a short period of time, the material must have been artificially, exploded outwards," says Richard Gage, a San Francisco architect and founder of the nonprofit Architects & Engineers for 9/11 Truth.

http://washingtontimes.com/news/2010/feb/22/inside-the-beltway-70128635/

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
wireless
Inviato: 13/3/2010 12:20  Aggiornato: 13/3/2010 12:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/8/2007
Da:
Inviati: 216
 Re: “Non vi crediamo!” – L’articolo originale


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA