Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
 DVD-SHOP

ACQUISTA I FILM
DI LUOGOCOMUNE
 Amazon
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 --





 Menu principale
 Utenti Online
Iscritti: 13055 + 3481
44 utente(i) online (21 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 1
Utenti anonimi: 43

Pispax, Altro...
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata
 Commenti recenti
Re: Putin: “Vogliono metterci in ginocchio”
Pispax 22/12/2014 3:41
Re: Annuncio + Commenti liberi
Antdbnkrs 21/12/2014 22:30
Re: Annuncio + Commenti liberi
peonia 21/12/2014 22:24
Re: Putin: “Vogliono metterci in ginocchio”
peonia 21/12/2014 22:23
Re: Una decisione giusta per motivi sbagliati
peonia 21/12/2014 22:23
Re: Putin: “Vogliono metterci in ginocchio”
DaemonZC 21/12/2014 18:59
Re: Una decisione giusta per motivi sbagliati
Antdbnkrs 21/12/2014 17:59
Re: Una decisione giusta per motivi sbagliati
-ZR- 21/12/2014 16:35
Re: Putin: “Vogliono metterci in ginocchio”
Pispax 21/12/2014 15:04
Re: Una decisione giusta per motivi sbagliati
barore1 21/12/2014 14:39
Re: Giulietto Chiesa arrestato in Estonia
lanzo 21/12/2014 14:17
Re: Una decisione giusta per motivi sbagliati
peonia 21/12/2014 14:13
Re: Giulietto Chiesa arrestato in Estonia
totalrec 21/12/2014 12:47
Re: Annuncio + Commenti liberi
perspicace 21/12/2014 11:40
Re: Putin: “Vogliono metterci in ginocchio”
Ste_79 21/12/2014 11:36
Re: Annuncio + Commenti liberi
perspicace 21/12/2014 11:29
Re: Putin: “Vogliono metterci in ginocchio”
Pispax 21/12/2014 5:28
Re: Putin: “Vogliono metterci in ginocchio”
Pispax 21/12/2014 4:37
Re: Putin: “Vogliono metterci in ginocchio”
anakyn 21/12/2014 2:51
Re: Putin: “Vogliono metterci in ginocchio”
peonia 21/12/2014 0:05
 Recent Topics
Referendum per l'uscita dall'euro: Grillo ci sta prendendo in giro?
Fumetti e la "nona arte": parliamone insieme
Chi siamo veramente, cosa siamo veramente?
Stato islamico - effetto emulazione
I governi mondiali
Musica dal vivo
il viaggio inconsapevole
Libri da leggere assolutamente?
Cosa state ascoltando?
Wikipedia si , Wikipedia no..
L' angolo delle cose che non si sa se ridere o piangere
L'angolo delle immagini
L'angolo delle cose preoccupanti...
L'angolo della letteratura
Cinema: Trailers - anticipazioni
... le sequenze perfette
Lucy e Lucy - Psiche e Miracoli
Film da vedere asolutamente?
Archeologia alternativa
ci hanno rubato anche la speranza
l'angolo della salute
Cosa è l'ACIDO ASCORBICO (vitamina C)?
Durante le missioni apollo furono documentati incontri con vite aliene!
l'evoluzione dei rompicoglioni
In musica che giudizio ne date ?
Il Male Indotto Dai Mass Media.
L'angolo dei video
Oggi è la data ufficiale di morte della "scienza"
Ruhollah Khomeini, un agente degli americani alla guida dell'Iran
Divulgazione di cultura

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


opinione : I simpatici consiglieri di Obama
Inviato da Redazione il 15/11/2010 8:20:00 (10847 letture)

Chi l’avrebbe mai detto che un personaggio come Barack Obama – il “liberal” per eccellenza del partito democratico, il teorico del “movimento dal basso”, l’amico di presunti “rivoluzionari”, il propugnatore della trasparenza governativa – una volta eletto presidente avrebbe scelto fra i suoi più stretti collaboratori un professore di legge che suggerisce apertamente di infiltrare i vari gruppi di “complottisti” esistenti al mondo (in rete e non), con l’intento di indebolire le loro tesi dall’interno, e di togliere loro credibilità di fronte al resto dei cittadini, che rischiamo altrimenti di perdere fiducia nelle istituzioni?

Ebbena la cosa è avvenuta, esattamente come l’abbiamo descritta, negli ultimi due anni. Il personaggio in questione si chiama Cass Sunstein, ed il documento a cui ci riferiamo si intitola “Conspiracy Theories” (“Le teorie del complotto”), la cui prima stesura risale all’agosto del 2008.

La data è perlomeno curiosa, visto che corrisponde proprio al momento in cui apparve chiaro che Obama avrebbe vinto le elezioni, scatenando intorno a sè la classica “corsa” per saltare sul carro del vincitore, ovvero la frenetica kermesse, fra i personaggi più disparati, per guadagnarsi la simpatia del futuro presidente, e quindi un posto al sole nella nuova amministrazione.

Sarà sempre soltanto un caso, ma l’ex-professore di Harward è diventato oggi uno dei consiglieri più fidati di Obama, e dirige il potente ufficio dell’OIRA (“Office of Information and Regulatory Affairs”), che si occupa di valutare i potenziali effetti delle nuove legislazioni sul futuro della nazione. Sembra un semplice esercizio per intellettuali, ma in realtà l’OIRA è diventato un passaggio obbligato per vedere qualunque disegno di legge diventare realtà. Se per caso una nuova legge non piace a Sunstein, il presidente rischia di non firmarla.

Vale quindi la pena di studiare più a fondo il documento di Sunstein sul “complottismo”, ...


... per capire meglio quale tipo di mentalità gli abbia permesso di guadagnarsi i preziosi favori del presidente Obama.

Traduciamo alcuni segmenti del documento, iniziando dall'abstract, ovvero la sintesi che compare sulla prima pagina dell'originale.

Molti milioni di persone sostengono le teorie del complotto. Esse credono che certi personaggi potenti si siano accordati per nascondere la verità su qualche importante attività o su qualche evento tragico. Un esempio recente è la credenza molto diffusa in alcune parti del mondo, che gli attentati dell’11 settembre non siano stati perpetrati da Al-Queda, ma da Israele o dagli Stati Uniti. Coloro che supportano queste teorie del complotto possono creare dei seri rischi, incluso il rischio di violenza, e l’esistenza di queste teorie crea un problema significativo per la politica e per la legge.

La prima difficoltà sta nel comprendere il meccanismo attraverso il quale le teorie del complotto si diffondono. La seconda sta nel cercare di capire come queste teorie possano essere rese innocue. Queste teorie normalmente si diffondono come risultato di una errata conoscenza, unitamente ad influenze di tipo informativo o basate sull’autorevolezza.

Un aspetto caratteristico delle teorie del complotto è la loro auto-referenzialità. Non è facile convincere un complottista a rinnegare le sue teorie, mentre egli potrebbe addirittura interpretare il tuo tentativo come una prova ulteriore del complotto stesso. Poiché i sostenitori delle teorie del complotto sono normalmente affetti da una epistemologia distorta, secondo la quale è ragionevole sostenere tali teorie, la migliore risposta consiste nella infiltrazione cognitiva
[“cognitive infiltration”] dei gruppi estremisti. Diverse scelte operative, come ad esempio domandarsi se sia meglio per un governo controbattere alle teorie del complotto piuttosto che ignorarle, vengono analizzate sotto questa luce.

Più avanti nel documento leggiamo:

Noi sosteniamo che normalmente le teorie del complotto non nascono da forme di irrazionalità nè da disturbi mentali di alcun tipo, ma derivano da una epistemologia distorta, rappresentata da un numero altamente limitato di fonti di informazione di una certa rilevanza. Coloro che sostengono le teorie del complotto lo fanno in seguito a ciò che sentono e leggono. In questo senso l’accettazione di queste teorie non è irrazionale dal punto di vista di coloro che vi aderiscono.

[...]

Le teorie del complotto risultano particolarmente difficili da essere smontate o rimosse. Hanno una particolare qualità di auto-referenzialità che le rende altamente immuni alla confutazione. Suggeriamo quindi diversi approcci operativi che possano indebolire il flusso delle teorie del complotto, in parte introducendo diverse possibili angolazioni e diverse premesse fattuali nel cuore dei gruppi che elaborano queste teorie. In questo lavoro sosteniamo soprattutto il grande potenziale dell’infiltrazione cognitiva dei gruppi estremisti, intesa ad introdurre una diversità di informazione in questi gruppi, e di dimostrare l’insostenibilità delle teorie del complotto.

[...]

Per quanto non esista una precisa definizione di teoria del complotto, possiamo attenerci alla seguente descrizione: il tentativo di spiegare qualche evento o pratica mettendoli in relazione a macchinazioni di gente potente, che nel frattempo riesce anche a nascondere il proprio ruolo.

[...]

Consideriamo ad esempio l’idea che la CIA sia stata responsabile dell’assassinio del presidente Kennedy; che i medici abbiano intenzionalmente prodotto il virus dell’AIDS; che il disastro del volo TWA 800 del 1996 sia stato causato da un missile militare americano; che la teoria del riscaldamento globale sia intenzionalmente falsa; che la Commissione Trilaterale sia responsabile di importanti movimenti nell’economia internazionale; che Martin Luther King sia stato ucciso da uomini dell’FBI; che l’incidente aereo nel quale è morto il senatore democratico Wellstone sia stato pianificato dai politici repubblicani; che i viaggi sulla Luna siano stati una messinscena e non siano mai avvenuti.

[...]

Ovviamente alcune teorie del complotto, secondo la nostra definizione, si sono rivelate vere. La stanza dell’Hotel Watergate usata dal Comitato Nazionale Democratico era stata effettivamente messa sotto sorveglianza dei leader repubblicani, per conto della Casa Bianca. E’ vero che negli anni ’50 la CIA ha somministrato LSD e droghe simili, nell’ambito del progetto MK-Ultra, nel tentativo di investigare le possibilità di “controllo mentale”. L’ “Operazione Northwoods”, un progetto del Pentagono per simulare azioni di terrorismo e poi dare la colpa a Cuba, è stato effettivamente proposto ai più alti livelli di comando (per quanto il piano non sia poi mai stato realizzato). Nel 1947 alieni dallo spazio sono di fatto atterrati a Roswell, New Mexico, ed il governo ha poi insabbiato tutto. (O forse no.)

[...]

La nostra intenzione è di focalizzarci sulle false teorie del complotto, non su quelle vere. Lo scopo ultimo è quello di capire come dei pubblici ufficiali possano smontare queste teorie, mentre come regola generale quelle vere non debbono essere smontate.

[...]

Fra le false teorie del complotto, ci limitiamo a nostra volta ad analizzare quelle potenzialmente pericolose. Non tutte le false teorie del complotto sono pericolose: consideriamo ad esempio la falsa teoria del complotto a cui credono molti giovani membri della nostra società, secondo la quale un gruppo segreto di elfi, che lavora in una località remota, sotto la guida di un misterioso “Babbo Natale”, produca e distribuisca regali la sera di Natale. Questa teoria è falsa, ma viene diffusa attraverso il complotto dei potenti genitori, i quali a loro volta nascondono il loro vero ruolo nella faccenda.

[...]

Karl Popper ha notoriamente sostenuto che le teorie del complotto sottovalutano le conseguenze non intenzionali delle azioni politiche e sociali, e presumono invece che tutte le conseguenze debbano essere state volute da qualcuno. L’idea di fondo è che molte conseguenze di tipo sociale, compresi i grandi movimenti dell’economia, avvengano come risultato di azioni ed omissioni da parte di molte persone, nessuna delle quali intendeva causare tali conseguenze. La grande depressione degli anni 30 non è stata concepita intenzionalmente da nessuno: aumenti nel tasso di disoccupazione o nel tasso di inflazione, come il prezzo della benzina, possono riflettere la pressione del mercato piuttosto che azioni intenzionali. Nonostante questo, vi è una diffusa tendenza tra gli esseri umani a pensare che gli effetti siano causati da atti intenzionali, in particolar modo da coloro che ne traggono un beneficio (il famoso “cui prodest?”). Per questo motivo le teorie del complotto risultano particolarmente attraenti, anche se ingiustificate.

[...]

Popper identifica un aspetto molto importante di alcune teorie del complotto, che sarebbero attraenti poiché attribuiscono ad una azione intenzionale eventi altrimenti inspiegabili, uniti all’incapacità di accettare che sostanziali conseguenze avverse possano derivare da un meccanismo invisibile, come ad esempio le forze del mercato o le spinte del progresso.

[...]

Ricordiamo che una caratteristica ricorrente delle teorie del complotto è che attribuiscono poteri immensi agli agenti del complotto. Questo attributo è normalmente implausibile, e rende inoltre la teoria particolarmente vulnerabile. Pensate allo sforzo che deve essere fatto per nascondere e coprire il ruolo del governo nel mettere in atto un attacco terroristico sul proprio territorio, oppure organizzare l’omicidio di un nemico politico. In una società controllata, certi segreti non sono difficili da mantenere, e la sfiducia nelle versioni ufficiali è ampiamente giustificata in queste società. Quando invece c’è una libera stampa e quando il sistema di controlli incrociati funziona, il governo non può mantenere a lungo nascoste le proprie cospirazioni. Questo significa che sia logicamente impossibile nelle società libere che gruppi di potenti possano mantenere segreti nascosti per un lungo periodo, soprattutto se questi segreti riguardano eventi importanti con sostanziali conseguenze sociali.


Il documento prosegue per diverse pagine, ma ormai ne abbiamo letto a sufficienza da capire di cosa si tratti, e su quale tipo di “logica” sia basato.

Sembra infatti di leggere il prontuario del debunker da seconda serata - tipo Jas Gawronsky, tanto per capirci - il quale va in TV e si domanda: “come sarebbe possibile organizzare un complotto del genere, che richiede la partecipazione di migliaia di persone, senza pensare che prima o poi qualcuno parli?” (A parte che resta ancora da capire perchè mai uno debba partecipare ad un complotto di quel genere e poi rivelarlo pubblicamente. Cos’è, la nuova sindrome da “desiderio di sedia elettrica”?).

Perchè invece dell'argomentazione sulla "libera stampa" vogliamo davvero parlare?

Anche la spiegazione del “trovare una motivazione causa-effetto” ad eventi che sarebbero invece “meccanismi naturali”, per quanto nobilitata dalla citazione di Popper, resta decisamente patetica. Soprattutto in bocca a Popper, se davvero è stata espressa in quei termini. Pensate: secondo Sunstein, la crisi del ’29 non sarebbe stata causata intenzionalmente, ma sarebbe risultata da “pressioni del mercato” (il quale naturalmente agisce e pensa per conto suo, e non è il risultato di scelte intenzionali di chi vi opera)!

Ma c’è soprattutto qualcosa di metafisico, che aleggia per lungo tempo fra le pagine di Sunstein prima di lasciarsi identificare, ed è la assoluta certezza con cui l’autore presume di poter distinguere a priori fra una “falsa” teoria del complotto ed una vera. Naturalmente – non trattandosi di un imbecille - si deduce che lui parli dal punto di vista del governo, il quale saprebbe già in partenza se un complotto c’è stato oppure no. Ma è proprio qui che la trappola logica di Sunstein si richiude su sè stessa: se ad esempio il governo americano sapesse che davvero il 9/11 è stato perpetrato dai servizi occidentali, che cosa deve fare? Lasciar prosperare la teoria, poichè “vera”, e dedicarsi invece a smontare quella di Babbo Natale?

Tornando a parlare seriamente, se davvero si volesse difendere e rafforzare nel cittadino la credibilità delle istituzioni di fronte alle cosiddette “teorie del complotto”, un modo ci sarebbe. Basterebbe:

a) Svolgere dei veri processi a porte aperte, sotto gli occhi di tutti, invece di istituire fantomatiche commissioni telecomandate che operano dietro le quinte.

b) Che in questi processi si tenga conto di tutte le istanze e le obiezioni dei cittadini, e non solo di alcune, trascurandone e dimenticandone palesemente altre.

c) Che i giudici non abbiano nessun timore di incriminare eventuali colpevoli all’interno delle istituzioni stesse, invece di coprirne sistematicamente le azioni criminali con le loro “distrazioni”.

Questo sì che rafforzerebbe le istituzioni, aumenterebbe la loro credibilità di fronte alla popolazione, e cementerebbe in modo indistruttibile la fiducia del cittadino nei loro confronti.

Ad una soluzione del genere però non pensa mai nessuno. Chissà perchè?

Massimo Mazzucco


Il documento originale di Sunstein: “Conspiracy Theories”

L’articolo di Salon che ha scoperto e denunciato il documento di Sunstein, nel gennaio 2010.

Il sito dell’ OIRA

Voto: 10.00 (3 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
19/12/2014 11:40:00 - Una decisione giusta per motivi sbagliati
18/12/2014 18:20:00 - Putin: “Vogliono metterci in ginocchio”
17/12/2014 19:20:00 - Annuncio + Commenti liberi
17/12/2014 15:30:00 - Corruzione: la soluzione è semplice
16/12/2014 11:10:00 - Giulietto Chiesa arrestato in Estonia
15/12/2014 13:59:22 - Metodo Simoncini: melanoma curato con tintura di iodio
12/12/2014 21:03:49 - 12 dicembre 1969: cosa c'entrano le banche?
11/12/2014 20:44:29 - Il complottismo non esiste
10/12/2014 9:13:34 - Commenti liberi
9/12/2014 9:10:00 - Spegnete la televisione: stanno schiavizzando l’umanità con una nuova tecnologia bellica made in USA
7/12/2014 18:49:15 - Il Rock, tra l'illusione della libertà e le ombre del sistema
6/12/2014 9:10:00 - La vaccinazione antinfluenzale: facciamo chiarezza
4/12/2014 18:12:49 - Chi si rivede! Massimo Carminati
2/12/2014 19:20:00 - "Podemos": un curioso deja-vu
30/11/2014 19:50:00 - Ohibò: il sale cura il cancro

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
METAL4EVER
Inviato: 15/11/2010 9:36  Aggiornato: 15/11/2010 9:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/1/2009
Da:
Inviati: 507
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Ovviamente alcune teorie del complotto, secondo la nostra definizione, si sono rivelate vere.[...]Nel 1947 alieni dallo spazio sono di fatto atterrati a Roswell, New Mexico, ed il governo ha poi insabbiato tutto. (O forse no.)

Cazzo... questo si che sa come manipolare le masse!!

è un gioco da ragazzi...se sei il consigliere di obama...Ammetti pure che gli alieni esistono quanto il cover-up governativo... e che il 9/11 non è stato un inside-job... vedrai come anche i complottisti più accaniti verranno attratti dal dito che indica per dimenticarsi della luna.(anche se il dito è il medio...e testimonia un invito poco cortese..)

spettatore
Inviato: 15/11/2010 10:14  Aggiornato: 15/11/2010 10:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 821
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Massimo,
il 17 gennaio 2010, Blondet ha pubblicato su Effedieffe un articolo riguardante
Sunstein. Essendo, l'articolo, riservato ai soli abbonati, fattelo "prestare" cosicchè i lettori di LC possono, se forti di stomaco, conoscere meglio l'ometto in questione.


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
peppe75
Inviato: 15/11/2010 10:33  Aggiornato: 15/11/2010 10:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 359
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
potrei permettermi di suggerire anche io un paio di strategie al nostro amico della casa bianca (chi sa che faccia consigliere anche me).

1. Rilasciare i video delle CCTV del''11/9/01 intorno al pentagono, cosi quanto meno ci liberiamo di questa stupida ossessione di pensare che nessuno aereo lo ha colpito.

2. Catturare Bin Laden, cosi' la smettiamo di pensare come degli stronzi che sia gia' morto anni fa

3. Piu' generalmente, far costituire una commissione indipendente che abbia accesso a tutte le prove e ai documenti.


E poi vediamo se non li facciamo mettere a piangere questi stupidi complottisti del cazzo.

stg44
Inviato: 15/11/2010 10:43  Aggiornato: 15/11/2010 12:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/3/2008
Da:
Inviati: 79
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
COMMENTO RIMOSSO

M.M.

Skafloc
Inviato: 15/11/2010 11:05  Aggiornato: 15/11/2010 11:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/3/2006
Da: ROMA
Inviati: 185
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Insomma c'è un complotto contro i complottisti...

Le cose urgenti vanno fatte con calma
Sertes
Inviato: 15/11/2010 11:13  Aggiornato: 15/11/2010 11:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 7812
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Massimo ha dato risalto alla "logica generale" dei ragionamenti, o piuttosto allo stravolgimento della logica.
Ciò a cui si è dato poco risalto in questo articolo è il fatto che Cass Sunstein suggerisce di infiltrare agenti federali nei gruppi di "complottisti" per proporre tesi complottiste fasulle e facilmente smontabili, proprio per smentire i vari movimenti "complottisti" dall'interno

Questa pratica ha un preciso nome: Black Propaganda

In quest'ottica si possono trovare attinenze tra il documento di Sunstein e quello che è diventato il progetto wikileaks, cioè la creazione dal nulla e la spinta alla referenzialità per un paladino della controinformazione come Julian Assange.

I punti di similitudine sono numerosi, in particolare l'arbitraria divisione tra "cospirazioni reali" e "cospirazioni inventate" che fanno sia Sunstein (visto sopra) che Assange (intervista rilasciata al Belfast Telegraph il 19 luglio 2010):

Citazione:
His obsession with secrecy, both in others and maintaining his own, lends him the air of a conspiracy theorist. Is he one? “I believe in facts about conspiracies,” he says, choosing his words slowly. “Any time people with power plan in secret, they are conducting a conspiracy. So there are conspiracies everywhere. There are also crazed conspiracy theories. It’s important not to confuse these two. Generally, when there’s enough facts about a conspiracy we simply call this news.” What about 9/11? “I’m constantly annoyed that people are distracted by false conspiracies such as 9/11, when all around we provide evidence of real conspiracies, for war or mass financial fraud.”


Traduzione: Sono costantemente scocciato che le persone vengano distratte da false cospirazioni come il 9/11, quando noi di continuo forniamo prove di cospirazioni vere, fatte per la guerra o per frodi finanziarie di massa.

temponauta
Inviato: 15/11/2010 11:21  Aggiornato: 15/11/2010 11:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/4/2010
Da:
Inviati: 2040
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Cass Sunstein è un ebreo (sangue di madre ebrea).
Non c'è bisogno di aggiungere altro.

Sertes
Inviato: 15/11/2010 11:26  Aggiornato: 15/11/2010 11:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 7812
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
So' bene che la regola su LC impone di ignorare i troll, perchè distolgono l'attenzione dall'articolo e dai commenti normali. Però vorrei pubblicamente dissociarmi da interventi razzisti ed ignobili come questo:

Citazione:
temponauta ha scritto:
Cass Sunstein è un ebreo (sangue di madre ebrea).
Non c'è bisogno di aggiungere altro.


Spero che almeno questa volta vengano presi provvedimenti.

Freeanimal
Inviato: 15/11/2010 11:38  Aggiornato: 15/11/2010 11:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/5/2009
Da: Codroipo (UD)
Inviati: 705
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Citazione:
“cercare di capire come queste teorie possano essere rese innocue”

Basterebbe che i governi dicessero la verità!


Citazione:
“le teorie del complotto non nascono da forme di irrazionalità nè da disturbi mentali di alcun tipo”


Bontà sua! Di solito, i debunkers, la prima cosa a cui fanno riferimento è la sanità mentale del complottista medio, come si può leggere in questo stralcio, ricavato da http://medbunker.blogspot.com/:

“Studiare il complottismo è un utile esercizio psicologico e proprio secondo alcuni psicologi la personalità complottista è legata a disturbi di personalità ben precisi”


Citazione:
“un gruppo segreto di elfi, sotto la guida di un misterioso “Babbo Natale”


Ma Cass Sunstein ha voglia di scherzare?
Cerca, per caso, come fanno spesso i debunkers, di gettare discredito sulle questioni serie?


Citazione:
“influenze di tipo informativo o basate sull’autorevolezza”

Prima dice che i complottisti cercano di basare le proprie teorie su personalità autorevoli, e poi è lui stesso a citare Karl Popper.


Citazione:
“Quando invece c’è una libera stampa”


Qui si può stendere un velo pietoso, poiché è notorio che i giornalisti NON sono liberi di scrivere ciò che vogliono. Almeno, in Italia, questo assunto è di dominio pubblico. Lo sanno tutti.
O forse gli americani sono convinti del contrario?


A Stg44:
Certo che non ti manca il dono della sintesi!

a_mensa
Inviato: 15/11/2010 11:41  Aggiornato: 15/11/2010 11:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3178
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
hee... hee... e quella sarebbe la più grande "democrazia" del pianeta ??
ma vogliamo cominciare a definire una volta per tutte, cosa vuol dire questa parola ?
appunto, come dici bene nei tre punti finali, quella sarebbe una vera prova di democrazia, ma sei un illuso se pensi che vengano accettati.


non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
Calvero
Inviato: 15/11/2010 11:45  Aggiornato: 15/11/2010 11:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 12154
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Ciao a_mensa

Il più bel libro sulla democrazia l'ha scritto Massimo Fini. Lo consiglio.

Misti mi morr V - 283 - Prima il piacere, poi il dovere.
Redazione
Inviato: 15/11/2010 12:46  Aggiornato: 15/11/2010 12:47
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18280
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Dire "Cass Sunstein è un ebreo (sangue di madre ebrea). Non c'è bisogno di aggiungere altro" non è un commento offensivo. Al massimo denota una triste grettezza mentale nella persona che l'ha postato, ma l'utente in questione ha tutto il diritto di fare quella affermazione.

Il commento di STG invece era offensivo, volgare e gratuito, per cui è stato rimosso. Se la cosa si ripeterà l'utente verrà espulso.

Ricordate che verrà sempre rimosso qualunque commento che possa essere usato contro gli interessi di luogocomune (parlo di salvaguardare la sua sopravvivenza, non certo di interessi economici).

a_mensa
Inviato: 15/11/2010 13:04  Aggiornato: 15/11/2010 13:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3178
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
@ calvero
grazie del suggerimento

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
Davide71
Inviato: 15/11/2010 13:30  Aggiornato: 15/11/2010 13:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 1817
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Ciao a tutti:
mica STG é un agente di Sunstein?
Cmq. sarebbe ora di rendersi conto che la religione é fatta di misteri (e messaggi subliminali) e la politica di segreti e "operazioni sotterranee".
Perciò, caro Massimo, ogni tanto fai attenzione non solo ai "nemici".

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Calvero
Inviato: 15/11/2010 13:58  Aggiornato: 15/11/2010 13:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 12154
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Citazione:
@ calvero
grazie del suggerimento

hai un pm

Misti mi morr V - 283 - Prima il piacere, poi il dovere.
temponauta
Inviato: 15/11/2010 14:11  Aggiornato: 15/11/2010 14:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/4/2010
Da:
Inviati: 2040
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Autore: Sertes Inviato: 15/11/2010 11:26:48

Citazione:

So' bene che la regola su LC impone di ignorare i troll, perchè distolgono l'attenzione dall'articolo e dai commenti normali. Però vorrei pubblicamente dissociarmi da interventi razzisti ed ignobili come questo:

Citazione:
temponauta ha scritto:
Cass Sunstein è un ebreo (sangue di madre ebrea).
Non c'è bisogno di aggiungere altro.


Spero che almeno questa volta vengano presi provvedimenti.




Perchè non ti vai a lamentare direttamente in sinagoga?
Ai goym delatori danno tutta l'attenzione che desiderano.

METAL4EVER
Inviato: 15/11/2010 14:19  Aggiornato: 15/11/2010 14:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/1/2009
Da:
Inviati: 507
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Sertes scrive:


Questa pratica ha un preciso nome: Black Propaganda

In quest'ottica si possono trovare attinenze tra il documento di Sunstein e quello che è diventato il progetto wikileaks, cioè la creazione dal nulla e la spinta alla referenzialità per un paladino della controinformazione come Julian Assange.

I punti di similitudine sono numerosi, in particolare l'arbitraria divisione tra "cospirazioni reali" e "cospirazioni inventate" che fanno sia Sunstein (visto sopra) che Assange (intervista rilasciata al Belfast Telegraph il 19 luglio 2010):

Sono costantemente scocciato che le persone vengano distratte da false cospirazioni come il 9/11, quando noi di continuo forniamo prove di cospirazioni vere, fatte per la guerra o per frodi finanziarie di massa.
___________________________________________________

quindi Assange,Chomsky,Barnard e Sunstein farebbero tutti parte della steessa combriccola di disinformatori è?...

ma andiamo su... il problema qui non è chi crede o chi non crede al 9/11...il problema è chi vuole imporre di Non credere ad una teoria...

chomsky,barnard (e assange,anche se viene ritenuto da molti un gatekeeper) non credono a quella del 9/11 ---ma di sicuro non fronteggiano questa teoria con l'infiltrazione di debunker nei siti di complottisti...non la considerano e basta...dicono"il 9/11 c'è stato,basta andiamo avanti"...e si vanno a guardare i documenti,i fatti,le cospirazioni, che loro reputano importanti.

utrevolver
Inviato: 15/11/2010 14:28  Aggiornato: 15/11/2010 14:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da: Sandalia
Inviati: 364
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Mi sembra che sia ebreo...

utrevolver
Inviato: 15/11/2010 14:34  Aggiornato: 15/11/2010 14:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da: Sandalia
Inviati: 364
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Sono d'accordo con Temponauta, a meno che non mi dimostriate che questo "Stein" in realtà non sia un cristiano, hehehe. Probatio diabolica!

Scusate, fine fuori tema.

Calvero
Inviato: 15/11/2010 15:01  Aggiornato: 15/11/2010 15:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 12154
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Non c'è bisogno di inasprire il dibattito per cose che abbiamo ormai sotto al naso.

Mi pare, e sappiamo tutti, quanto il Sionismo ho detto Sionismo, sia LA componente fondante di un gioco talmente sporco e ipocrita... che non serve diplomazia per definirlo.... così come sappiamo a cosa è servita la causa "ebraica" e le evidenti correlazioni legate a doppia mandata con Israele (oggi come allora) e, come sempre, per continuare a giostrare - attraverso élite e giochi pseudo/politici - i principali giochetti internazionali.

Sarei curioso invece di leggere l'articolo di Blondet cui - Spettatore - ha fatto riferimento. Anche se non so quanto l'obiettività di Blondet sia a tutt'oggi così scontata: la "rabbia" che ha in seno quell'uomo per il mondo ebraico è allucinata più che allucinante, essendo non una rabbia vera e propria la sua, ma un "odio dogmatico".

Misti mi morr V - 283 - Prima il piacere, poi il dovere.
Sertes
Inviato: 15/11/2010 15:05  Aggiornato: 15/11/2010 15:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 7812
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Citazione:
METAL4EVER ha scritto:
quindi Assange,Chomsky,Barnard e Sunstein farebbero tutti parte della steessa combriccola di disinformatori è?...


No, forse hai ragione, ammazzano 3000 dei loro civili e poi lasciano tutto al caso...

Comunque non hai ben chiara la differenza di ruoli delle quattro persone che hai citato.
- Sunstein è lo studioso che ha proposto di infiltrare agenti federali nei gruppi di "complottisti" perchè spargano volontariamente false informazioni o spingano a seguire piste volutamente facili da smontare
- Chomsky è un gatekeeper (probabilmente involontario, vedi sotto)
- Barnard e Assange sono gatekeeper dichiarati, perchè dichiarano che chi segue la cospirazione sul 9/11 danneggia la causa di chi vuole smascherare le VERE cospirazioni. Le parole che ho riportato sopra sono di Assange, non mie. Sorry.

Citazione:
ma andiamo su... il problema qui non è chi crede o chi non crede al 9/11...il problema è chi vuole imporre di Non credere ad una teoria...


APPUNTO. Un gatekeeper è un sedicente esperto del settore che ti dice: "non credere a quello, credi a me". Come Barnard e Assange. O Grillo, sull'ecologia. Si propongono come esperti del settore, ti danno notizie scomode di livello medio/basso e poi curiosamente crollano come pere cotte sulle questioni grosse.

Citazione:
chomsky,barnard (e assange,anche se viene ritenuto da molti un gatekeeper) non credono a quella del 9/11 ---ma di sicuro non fronteggiano questa teoria con l'infiltrazione di debunker nei siti di complottisti...non la considerano e basta...dicono"il 9/11 c'è stato,basta andiamo avanti"...e si vanno a guardare i documenti,i fatti,le cospirazioni, che loro reputano importanti.


No, non ti ripeterò per l'ennesima volta le parole di Barnard, che dicono una cosa ben diversa. Questa parte Metal la vedrai quando deciderai di mollare le persone e cercare i fatti. Perchè Barnard l'ha detto chiaro e tondo, e qualsiasi tua rielaborazione lascia il tempo che trova.

E Chomsky per tua informazione HA CAMBIATO IDEA, a suo modo certo, ma ha fatto recentemente un articolo che si intitola "non ci sono prove che al-quaeda abbia eseguito il 9/11" il 5 novembre 2010

Noam Chomsky: No evidence al qaeda carried out 911 attacks

matteog
Inviato: 15/11/2010 15:29  Aggiornato: 15/11/2010 15:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2009
Da: Roma
Inviati: 947
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Salve,

scusate forse l'OT ma questa citazione:
Citazione:
Nel 1947 alieni dallo spazio sono di fatto atterrati a Roswell, New Mexico, ed il governo ha poi insabbiato tutto. (O forse no.)


è CLAMOROSA! a mio parere.
Forse arrivo tardi ma che io sappia nessun membro del governo aveva mai affermato una cosa del genere. Correggetemi se sbaglio.

Comunque da un Paese nel quale la CIA fa questo:
Cia aiutava nazisti

mi aspetto di tutto.
Ma sto Sunstein lo dice in che modo potrebbero essere pericolose le cospirazioni? Perché sono il solito trattato di propaganda.
Certo si può definire democrazia un Paese in cui se la penso diversamente la mia teoria dev'essere smontata dall'interno?

Matteo

"Cercare il complotto è sano, trovarlo dappertutto è follia." M. Galante
a_mensa
Inviato: 15/11/2010 15:48  Aggiornato: 15/11/2010 15:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3178
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
@ calvero
Citazione:
hai un pm


anche tu

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
AlbaKan
Inviato: 15/11/2010 16:09  Aggiornato: 15/11/2010 16:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/3/2009
Da:
Inviati: 117
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
@peppe75
Citazione:
2. Catturare Bin Laden, cosi' la smettiamo di pensare come degli stronzi che sia gia' morto anni fa


Pover'uomo! Se è ancora vivo, facciamogli fare una vecchiaia tranquilla!
Bin Laden è l'unico perseguitato politico di questo pianeta che non può chiedere asilo in nessun continente!

...A parte gli scherzi...

Questo articolo è molto interessante.
Non è l'uovo di Colombo, perchè sappiamo che IL "sistema" ha sempre lottato nel proprio interesse, cercando di tenere nascoste certe operazioni che il grande pubblico non deve assolutamente conoscere, infatti qualsiasi informazione pericolosa viene catalogata immediatamente come “teoria del complotto”. Adesso però, questo articolo, lo dimostra, quando una determinata informazione si diffonde "troppo", cioè a troppe persone, diciamo milioni in tutto il mondo (e stiamo parlando di informazione supportata da prove), non basta più relegare la cosa nell'ambito della “teoria cospirativa”, perchè se si vuole far passare per pazza un pò di gente, diventa molto più complicato quando si tratta di milioni e milioni.
Bisogna passare ad un livello successivo, ed è questo quello che l'articolo illustra molto bene...
"Non possiamo dire che i complotti sono tutti fasulli? Ok, allora ammettiamone alcuni, così non dimostriamo di essere in lotta con i "complottisti" e in questo modo possiamo dirigere l'attenzione verso una cosa e deviarla da un'altra"
Il ragionamento fatto da "loro" non fa una piega e forse è anche l'unico plausibile a questo punto.
Quindi la cosa più importante è stare molto attenti a cosa si legge, e soprattutto (forse) a chi lo scrive...

Come ha scritto anche Manuel Freytas:
Da un aspetto politico, quell' informazione non è orientata alla ricerca dell’”obiettività” ma a guidare la condotta sociale, sia per il consumismo economico, per il beneficio elettorale, che per creare consenso in massa verso quei processi che favoriscono le corporazioni economiche e i governi del sistema capitalista.

Io ad esempio nutro qualche diffidenza nei confronti di Wikileaks...
C'è stato tanto clamore per la pubblicazione delle famose 92000 pagine questa estate.
A me sembra l'ennesima operazione mediatica studiata a tavolino.
Non a caso Obama ha bloccato ogni tipo d’investigazione interna mirata ad individuare la fonte delle fughe di notizie e questo dimostra che lui conosce la fonte, che non desidera affrontarla e che... l' approva.

Alla fine che cosa è stato rivelato con queste 92.000 pagine?
Gli appunti dell’intelligence afgana sui quali si basano le operazioni dell’esercito dell’alleanza in Afghanistan riportano solo pettegolezzi così stupidi che uno non può che chiedersi come è possibile che questi informatori siano stati assunti e pagati!

Allora cosa abbiamo saputo in più?
Niente!
Dopo queste "rivelazioni sappiamo ciò che era evidente anche prima:
La guerra in Afghanistan è illegale. Indipendentemente dal fatto che ci risultino simpatici o meno, gli insorti esercitano il loro diritto fondamentale e legittimo di difendere il loro paese contro l’occupazione straniera. Quando si parla di crimini non si tratta solo degli eccessi commessi da questa o quell’altra unità militare ma di tutte le operazioni che si stanno sviluppando in questo paese e della presenza stessa dell’esercito straniero.

"Ai liberali che non sono tutti usurai, chiedo: come mai gli usurai sono tutti liberali"? Ezra Pound
peonia
Inviato: 15/11/2010 16:53  Aggiornato: 15/11/2010 16:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 4981
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
ACCONTENTATI..

I consigli di Sunstein

Maurizio Blondet 17 Gennaio 2010

L’America deve legalizzare l’espianto di organi senza consenso della vittima: lo consiglia Cass Sunstein al presidente Obama. Ma anzitutto, chi è Cass Sunstein?

E’ un giurista di primo piano, esperto di diritto costituzionale e amministrativo, per anni docente alla University of Chicago Law School (una delle massime facoltà di diritto) ed oggi «Felix Frankfurter professor alla Harvard Law School». Ma è in aspettativa, perchè il presidente Obama ha nominato Cass Sunstein capo dell’«Office of Information and Regulatory Affairs», in sigla OIRA.

E che cos’è mai l’OIRA? Un importantissimo ufficio annesso all’Office for Management and Budget, il centro di preparazione del bilancio federale. Lo scopo dell’OIRA è – sulla carta – quello di suggerire come semplificare la burocrazia pubblica, riformare le normative federali, e «supervisionare le direttive riguardanti la privacy, la qualità dell’informazione e i programmi statistici».

Cass Sunstein il giurista s’è messo al lavoro con entusiasmo, perchè la sua mente vulcanica ha già diversi progetti pronti di semplificazione legale. Sunstein si è chinato anzitutto sui problemi dei trapianti. Questione spinosa, come si sa: i donatori d’organi volontari sono sempre pochi, meno di quanti ne servirebbero. In certi Paesi, ciò provoca situazioni incresciose: recentemente a New York è stato arrestato un rabbino Rosenbaum, che trafficava in organi estratti da viventi stranieri, attratti da Paesi poverissimi con la promessa di un lavoro in USA.

Il grande giurista costituzionale ha trovato la soluzione legale più geniale. Eccola: quando una persona muore senza aver dato un esplicito consenso all’espianto dei suoi organi, oggi per legge si «presume» che il consenso manchi. Basta rovesciare la presunzione: presumere che chiunque sia espiantabile, a meno che non abbia esplicitamente indicato di non voler donare gli organi.

Cass Sunstein ha esposto questa utile innovazione in un dotto saggio, scritto insieme ad un altro giurista, Richard H. Thaler. Il titolo suona letteralmente: «Una spintarella: migliorare le decisioni su salute, benessere, felicità». («Nudge: Improving Decisions About Health, Wealth, and Happiness»).

La «spintarella» (nudge) consiste in questo: farci diventare tutti donatori d’organi fino a prova contraria: «Il maggior ostacolo ad un aumento delle donazioni è la necessità di ottenere il consenso dei familiari sopravvissuti», scrivono i due giuristi.

Normalmente infatti, quando uno muore senza aver espresso la sua volontà in proposito (volontà che in USA viene riportata sui documenti d’identità, come la patente di guida) «i familiari di solito eccedono in cautela, e rifiutano di donare gli organi del loro amato defunto». Basta stabilire per legge che il silenzio significa consenso del defunto, e il gioco è fatto. Si potrebbe obbligare il cittadino, al momento del rinnovo della patente, ad esprimere le sue volontà: niente volontà, niente patente. (Obama Regulation Czar Advocated Removing People’s Organs Without Explicit Consent)

Si intuisce quanto sarebbe utile una simile legge in Israele. Là, la popolazione palestinese accusa da anni i soldati israeliani di portar via i corpi agonizzanti dei loro cari, specie giovani e sani maschi ammazzati come terroristi, e di restituirli (quando li restituisce) privi di organi interni, o delle cornee. Non ci sono prove di questo trattamento; le autorità isareliane negano con sdegno questa «leggenda nera». L’agosto scorso, ha accusato di «antisemitismo» il giornale svedese Aftonbladet, che ha condotto un’inchiesta su queste sinistre dicerie, dando un certo credito al sospetto. (Swedish daily: IDF killed Palestinians for organs)

Ma poi è avvenuto l’arresto del rabbino Rosenbaum di New York, che procacciava organi per malati ebrei: l’operazione costava al paziente 160 mila dollari, compresa la «mediazione»; un costo apparentemente rifuso dal sistema sanitario israeliano. Si è capito infatti che i cittadini israeliani sono i meno inclini a donare i loro organi (per motivi religiosi: temono di risorgere con corpi mutilati), sicchè la Sanità israeliana deve finanziare le operazioni di trapianto dei loro cittadini in Paesi esteri, dove si chiude un occhio o due sulle «donazioni» da parte di poveri disperati.

Ancor più recentemente, Israele ha dovuto ammettere che il più importante medico legale del Paese, il dottor Yehuda Hiss, negli anni ‘90 ha espiantato organi da cadaveri palestinesi ed ebrei che arrivavano nel suo obitorio, naturalmente senza il consenso dei parenti. L’ha dovuto ammettere perchè lo stesso dottor Yehuda Hiss l’ha confessato in una intervista, mandata in onda da CNN. (Israel harvested organs without permission, officials say)

Insomma, la «leggenda antisemita» della rapina di organi rischia da un giorno all’altro di diventare un’accusa precisa sostenuta da prove. Un incubo per la sola democrazia del Medio Oriente. Di qui la geniale utilità della innovazione giuridica promossa da Sunstein. Se l’America l’adottasse, e la novità giuridica facesse scuola nel mondo, tutta una serie di reati connessi al traffico d’organi sarebbero depenalizzati. Quelli che oggi sono crimini contro l’umanità (espiantare organi di nemici feriti, causandone la morte) diverrebbero perfettamente legali: si presumerebbe il consenso delle vittime, e non ci sarebbe bisogno del consenso dei parenti.

Ma non è la sola idea che Sunstein porterà nel suo nuovo ufficio di alto funzionario di Stato. Il giurista ne ha proposto un’altra, altrettanto utile. L’ha esposta in un articolo apparso sul Journal of Political Philosophy nel 2008. Titolo: «Conspiracy Theories: Causes and Cures». Ossia: «Teorie del complotto, cause e cure».

Prendiamo per esempio la teoria complottista secondo cui l’attentato dell’11 settembre 2001 è stato un «false flag» fatto dal governo americano, dice Sunstein: «Simili teorie non nascono da irrazionalità o da malattia mentale», concede bontà sua il giurista, «ma da una epistemologia storpia». Che cos’è l’epistemologia storpia (crippled epistemology)? Il fatto che i complottisti si informano presso un numero molto limitato di fonti. Basta dunque ampliare le «fonti d’informazione», per disorientare e contrastare i complottisti.

Sunstein dà consigli precisi: il governo deve «arruolare esperti non-governativi capaci di smentire queste teorie». Esperti che devono «infiltrare chat room, network sociali su internet, ed anche gruppi reali (non virtuali) che dovranno smantellare le teorie del complotto sollevando dubbi sulle premesse fattuali, la loro logica causale o le loro implicazioni politiche» (1).

Però attenzione, consiglia Sunstein: «Non deve apparire che tali esperti indipendenti siano controllati dal governo». Funzionari del governo non devono mai essere mandati in TV e nei talk show a smentire pubblicamente queste teorie, perchè ciò non fa che aumentare i sospetti dei complottisti.

Insomma il giurista propone ad Obama un vasto programma clandestino di disinformazione e di influenza occulta dell’opinione pubblica; specificamente, di quella parte di opinione pubblica che non crede alle tesi ufficiali. (Obama staffer wants ‘cognitive infiltration’ of 9/11 conspiracy groups)

Sunstein lamenta di essere lui stesso vittima di teorie del complotto: l’hanno accusato di voler cambiare la costituzione, per certe sue geniali proposte: ha proposto infatti di elevare i «diritti degli animali» al livello dei diritti umani («Agli animali deve essere permesso di sporgere querela, attraverso loro rappresentanti umani»), e allo stesso tempo di ridurre quelli di informazione: «Un sistema di scelte individuali senza limiti nelle comunicazioni non è nell’interesse della cittadinanza e dell’autogoverno».

Di conseguenza, i blog e i web services devono essere chiamati a rendere conto dei commenti contenuti nei siti web, e bisogna indurire le leggi sulla diffamazione in modo da rendere più facile querelare per la diffusione di voci. Insomma la censura online. Tutto per il nostro orwelliano «benessere e felicità».

Non è senza ragione se si è formato un comitato per impedire che Obama nomini Sunstein all’alta carica di manipolatore (pardon, riformatore) del sistema giuridico.

http://stopsunstein.com/



1) Sunstein consiglia apertamente lo Stato di infiltrare gruppi che hanno idee non approvate: «Government should engage in cognitive infiltration of the groups that produce conspiracy theories (...). «Government agents (and their allies) might enter chat rooms, online social networks, or even real-space groups and attempt to undermine percolating conspiracy theories by raising doubts about their factual premises, causal logic or implications for political action». Sunstein propone una punizione finanziaria, un qualche tipo di tassa, su chi diffonde idee vietate: «… Government might impose some kind of tax, financial or otherwise, on those who disseminate such theories». Un giurista costituzionale con precise idee sulla libertà d’opinione.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie fino a quando la libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
incredulo
Inviato: 15/11/2010 17:13  Aggiornato: 15/11/2010 17:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 3397
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Immagino gia' i commenti dei debunkerini..........

10000 a 1 quello piu' probabile:

"Seee e questi sarebbero tanto stupidi da dirlo a tutti....."

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
nibbio
Inviato: 15/11/2010 17:53  Aggiornato: 15/11/2010 17:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/1/2009
Da: vicino a Venezia
Inviati: 53
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Sembra infatti di leggere il prontuario del debunker da seconda serata - tipo Jas Gawronsky, tanto per capirci - il quale va in TV e si domanda: “come sarebbe possibile organizzare un complotto del genere, che richiede la partecipazione di migliaia di persone, senza pensare che prima o poi qualcuno parli?” (A parte che resta ancora da capire perchè mai uno debba partecipare ad un complotto di quel genere e poi rivelarlo pubblicamente. Cos’è, la nuova sindrome da “desiderio di sedia elettrica”?).
Il fatto è che questi signori pensano ai complottisti come a dementi (anche se non lo dice chiaramente) da riportare sulla "retta via" con le buone o con le cattive. E' lo stesso ragionamento che fanno i pubblicitari, anche se per altri fini, per ingannare la gente, e cioè propongono i loro prodotti alle TV come se parlassero a bambini di 10 12 anni, e purtroppo ci riescono, e anche bene.
Ottimo articolo, come sempre.

peppe75
Inviato: 15/11/2010 17:54  Aggiornato: 15/11/2010 17:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 359
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
OT

a proposito di complottisti dementi.

C'e' un grattacielo in acciaio che sta bruciando a Shangai??

Number3
Inviato: 15/11/2010 18:27  Aggiornato: 15/11/2010 18:30
So tutto
Iscritto: 15/11/2010
Da:
Inviati: 3
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Salve a tutti. Anche se questo è il mio primo post, seguo da tempo con interesse il sito. Ho voluto cominciare a postare avendo letto l'articolo in oggetto e le varie repliche. Ma anche perché proprio la scorsa settimana ho terminato di leggere l'ultimo libro di David Ray Griffin, Cognitive Infiltration: An Obama Appointee's Plan to Undermine the 9/11 Conspiracy Theory, dedicato interamente al caso qui in oggetto. Siccome mi è parso un buon libro, ma qui (e se mi sbaglio porgo le mie scuse) mi sembra non venire menzionato, vorrei chiedervi gentilmente di dirmi se è perché non lo ritenete ben fatto, oppure in generale cosa ne pensate. Grazie a tutti, soprattutto a Mazzucco del quale apprezzo sempre il tono attraverso cui discute con tutti, e complimenti per il sito.

Redazione
Inviato: 15/11/2010 18:42  Aggiornato: 15/11/2010 18:42
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18280
 Re: I simpatici consiglieri di Obama

Willo
Inviato: 15/11/2010 18:48  Aggiornato: 15/11/2010 18:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/5/2007
Da: Olanda
Inviati: 62
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Infatti, volevo proprio segnalarlo. Il grattacielo che divampa ma non crolla!!! Che bellezza!!! ;))))

Redazione
Inviato: 15/11/2010 18:50  Aggiornato: 15/11/2010 18:50
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18280
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
L'utente TEMPONAUTA è stato espulso. Potrà rientrare più avanti, se ne farà richiesta.

pensatore
Inviato: 15/11/2010 18:57  Aggiornato: 15/11/2010 18:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/6/2006
Da:
Inviati: 146
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Aggiungo due parole su alcune frasi che non sono state ancora commentate.

"derivano da una epistemologia distorta, rappresentata da un numero altamente limitato di fonti di informazione di una certa rilevanza"
- E' proprio il contrario, la pluralità di fonti non omologate fà capire le cose a noi "complottisti".

"potenziale dell’infiltrazione cognitiva dei gruppi estremisti, intesa ad introdurre una diversità di informazione in questi gruppi, e di dimostrare l’insostenibilità delle teorie del complotto."
- Ben venga una ulteriore informazione, noi siamo alla ricerca della verità, forse quel tipo non ha ben capito.

"Ovviamente alcune teorie del complotto, secondo la nostra definizione, si sono rivelate vere."
- Quando un lupo si confessa grigio vuol dire che è nero (antico proverbio).

"Nel 1947 alieni dallo spazio sono di fatto atterrati a Roswell, New Mexico, ed il governo ha poi insabbiato tutto. (O forse no.)"
- E' stato già evidenziato ma lo ribadisco perchè sono meravigliato: dobbiamo aspettarci qualche bel ologramma che ci faccia spaventare molto molto, oppure ci mostreranno E.T. o invece quel tipo cerca semplicemente di accreditarsi presso qualche complottista sprovveduto?

Saluti.

LoneWolf58
Inviato: 15/11/2010 19:00  Aggiornato: 15/11/2010 19:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4613
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Citazione:
Autore: Willo Inviato: 15/11/2010 18:48:52

Infatti, volevo proprio segnalarlo. Il grattacielo che divampa ma non crolla!!! Che bellezza!!! ;))))
A parte il numero di vittime (magari c'è poco da ridere)... ma prima di raffrontarlo alle T.T. sarebbe meglio conoscerne la struttura.
Diversamente riceveremo la solita risposta.

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
METAL4EVER
Inviato: 15/11/2010 19:09  Aggiornato: 15/11/2010 19:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/1/2009
Da:
Inviati: 507
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Sertes:

Comunque non hai ben chiara la differenza di ruoli delle quattro persone che hai citato.
- Sunstein è lo studioso che ha proposto di infiltrare agenti federali nei gruppi di "complottisti" perchè spargano volontariamente false informazioni o spingano a seguire piste volutamente facili da smontare
- Chomsky è un gatekeeper (probabilmente involontario, vedi sotto)
- Barnard e Assange sono gatekeeper dichiarati, perchè dichiarano che chi segue la cospirazione sul 9/11 danneggia la causa di chi vuole smascherare le VERE cospirazioni. Le parole che ho riportato sopra sono di Assange, non mie. Sorry.

...........

Ah si...capisco...quindi chomsky,barnard,assange sono dei gatekeeper perché non rispettano la tua opinione...guarda, non fa una piega...è la smoking gun del secolo

e cmq non ho confuso i ruoli... sei tu che vedi il collegamento tra queste persone-che io assolutamente non vedo...

............................................................
ti invito cmq a rileggere questa frase tre volte perchè non credo tu abbia ben afferrato il concetto:

il problema qui non è chi crede o chi non crede al complotto 9/11(chomsky,barnard,assange-benchè gli ultimi due ritengano il can can sull'argomento un elemento di distrazione )...il problema è chi vuole imporre di Non credere al complotto(quindi sustein-)...
......................................................
a mio avviso la crescente sfiducia nella politica da parte degli outsider rompicoglioni-le persone comuni-, e il fatto che queste teorie(false o vere che siano) portano le persone ad interrogarsi su chi ci governa la vita...sta spaventando non poco il sistema

METAL4EVER
Inviato: 15/11/2010 19:11  Aggiornato: 15/11/2010 19:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/1/2009
Da:
Inviati: 507
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
o invece quel tipo cerca semplicemente di accreditarsi presso qualche complottista sprovveduto?

come dicevo prima...propendo + per questa tesi

Freeanimal
Inviato: 15/11/2010 19:35  Aggiornato: 15/11/2010 19:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/5/2009
Da: Codroipo (UD)
Inviati: 705
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Riferimento: articolo di Blondet riportato da Peonia:


“Sunstein lamenta di essere lui stesso vittima di teorie del complotto: l’hanno accusato di voler cambiare la costituzione, per certe sue geniali proposte: ha proposto infatti di elevare i «diritti degli animali» al livello dei diritti umani («Agli animali deve essere permesso di sporgere querela, attraverso loro rappresentanti umani»)”


Non ci sto a capì più niente!
O meglio, capisco che potrebbe essere una strategia simile a quella casareccia adottata dal nostro Umberto Veronesi, che mentre, da vegetariano convinto, si batte contro la caccia a fianco della Michela Brambilla, è al contempo favorevole alla vivisezione e si fa eleggere presidente dell’agenzia atomica.
Così, Sunstein propone il silenzio assenso sul prelievo degli organi (che se non sbaglio in Italia già esiste e almeno su una cosa – negativa - siamo noi a insegnare agli americani), ma propone anche un avanzamento dei diritti civili degli animali.
In questo modo, si guadagna le simpatie degli animalisti americani, distogliendoli dalle teorie del complotto, ovvero dalla ricerca della verità tenuta nascosta accuratamente dai governi.
E’ un gioco dagli equilibri sottili, quello fatto da Sunstein, che lascia spazio a ulteriori congetture, ovvero che ci rende, nostro malgrado, ipercomplottisti.

peppe75
Inviato: 15/11/2010 19:43  Aggiornato: 15/11/2010 19:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 359
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
@LoneWolf
hai perfettamente ragione, ho rischiato l'OT solamente per via di questo:

http://www.huffingtonpost.com/social/Jesse_Cargill/shanghai-fire-kills-8-in-_n_783446_67491618.html

Pyter
Inviato: 15/11/2010 20:07  Aggiornato: 15/11/2010 20:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 5508
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Teatro dell'assurdo è la denominazione di un particolare tipo di opere scritte da alcuni drammaturghi,
soprattutto europei, sul finire degli anni '40, '50 e '60. Con lo stesso termine si identifica anche
tutto lo stile teatrale nato dall'evoluzione dei loro lavori.

Il termine è stato coniato dal critico Martin Esslin, che ne fece il titolo di una sua pubblicazione
del 1961: "The Theatre of the Absurd".

Le caratteristiche peculiari del teatro dell'assurdo sono il deliberato
abbandono di un costrutto drammaturgico razionale e il rifiuto del linguaggio logico-consequenziale.

La struttura tradizionale (trama di eventi, concatenazione, scioglimento) viene rigettata e sostituita
da un'alogica successione di eventi, legati fra loro da una labile ed effimera traccia (uno stato d'animo
o un'emozione), apparentemente senza alcun significato.

Il teatro dell'assurdo si caratterizza per monologhi senza senso, ripetitivi e serrati, capaci di
suscitare a volte il sorriso nonostante il senso tragico del dramma che stanno vivendo i personaggi.

Tra i maggiori esponenti del teatro dell'assurdo (che potrebbe avere come "padre" letterario Alfred Jarry)
vanno ricordati Samuel Beckett, Jean Tardieu, Jan Gavronsky, Eugène Ionesco, Arthur Adamov, Georges Schehadé.

Una seconda generazione ha avuto come protagonisti Harold Pinter, Robert Pinget, Boris Vian.
Anche Jean Genet autore di Le serve era stato inizialmente inserito nel gruppo originario.
Nel nuovo millennio si segnalano GianFranco Fini, Julian Assange, Paolo Attivissimo e Cass Sunstein.

Fonte: Wikipedia

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
axoun
Inviato: 15/11/2010 21:25  Aggiornato: 15/11/2010 21:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/8/2008
Da:
Inviati: 47
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Grande Peonia!!!
cosa sei andata a pescare!

Truth79
Inviato: 15/11/2010 21:33  Aggiornato: 15/11/2010 21:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/8/2009
Da:
Inviati: 214
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Il palazzo a Shangai non è crollato perchè non è stato colpito prima da due aerei è ovvio... ...L'Attivissimo è sicuramente sul libro paga di questo Sunstein o chi per lui.

Di tutte le cose sicure,la piú certa è il dubbio.
Jurij
Inviato: 15/11/2010 23:25  Aggiornato: 15/11/2010 23:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2135
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
...I punti di similitudine sono numerosi, in particolare l'arbitraria divisione tra "cospirazioni reali" e "cospirazioni inventate" che fanno sia Sunstein (visto sopra) che Assange (intervista rilasciata al Belfast Telegraph il 19 luglio 2010):...

Quel burattino "del menga" di Assange ha avuto pure la faccia tosta di ipotizzare un'eventuale sua richiesta d'asilo alla Svizzera.
Certo che con tutti i rischi che quell'eroe si sta prendendo....
Eh sì, perchè qui in Svizzera non abbiamo ancora abbastanza massoni secondo lui .. ma vahh.... g.p.d.m.

MASSONERIA = NUOVO ORDINE MONDIALE

Mai tradire la propria fonte, altrimenti la "prosciughi".

Sono i "cani da guardia" il vero problema della storia, per questo i padroni li proteggono con tanto impegno (vedi casi Pantaleo, o Wilson).
HapCollins
Inviato: 16/11/2010 0:05  Aggiornato: 16/11/2010 15:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/8/2009
Da: Torino
Inviati: 110
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
RIMOSSO

"Grandezza e progresso morale di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali."
Il Mahatma Gandhi

"Vedere ciò che ci sta sotto il naso richiede uno sforzo costante."
George Orwell
Dr-Jackal
Inviato: 16/11/2010 0:29  Aggiornato: 16/11/2010 0:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2006
Da:
Inviati: 1025
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Citazione:
L'utente TEMPONAUTA è stato espulso.

NOOOOOOOOOOOOO!!! Vi prego, fate rientrare il mio maestro! Il mio addestramento Jedi per combattere gli Insettoidi è ancora a metà!

Riguardo il grattacielo in fiamme a Shanghai: ma non è ovvio perché non crolla? Guardatelo meglio:



Lo spigolo a sud-ovest non è danneggiato!
E si sa che è quello che regge tutto l'ambaradam (il fatto che bruci da cima a fondo come un rogo di streghe medievale non conta: lo spigolo è ancora intatto, quindi il paragone è fuorviante e siete tutti matti complottisti).


Riguardo invece Sunstein, l'ignobile individuo di cui avevo già letto l'articolo in cui suggeriva di infiltrare i "movimenti complottisti" con agenti pagati per confondere la situazione, rinnovo il mio disgusto.

Qualcuno dovrebbe chiedergli: se le teorie "complottiste" sono tutte assurde e frutto di pochi individui malati di mente, perché spendete tutto questo tempo e questa fatica a pianificare piani da guerriglia per combatterle?
Non basta spiegare perché sono sbagliate, in modo che il grande pubblico (che non è matto) possa capire che sono tutte sciocchezze?

E che accidenti intende con "pericolose"?
Sarebbero teorie pericolose per cosa, esattamente? Per la sicurezza dei cittadini (di cosa ha paura, di una rivolta?), o per quella dei maiali al comando (che rischiano di venire platealmente sputtanati)?
Bisogna essere precisi.

Comunque il fatto che impieghino tanta fatica per cercare di screditarci è solo l'ennesima conferma del fatto che le cose che abbiamo scoperto sono tutt'altro che innocue.
Le teorie veramente assurde e prive di fondamento infatti si limitano a ignorarle (non credo ci sia gente al lavoro per trovare un modo di screditare le teorie di Temponauta, per esempio).

Manfred
Inviato: 16/11/2010 0:32  Aggiornato: 16/11/2010 0:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2107
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Sul motivo del ritornello di Pablo di De Gregori

Hanno bannato Temponauta, Temponauta scrive.

blu23
Inviato: 16/11/2010 1:03  Aggiornato: 16/11/2010 1:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da:
Inviati: 585
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Figli e figliocci del bosco boemo rimangono tali anche se hanno la pelle nera un fare progressista ed innovatore.

Lo scritto un sacco di volte e altre mille l'ho detto per la strada per me Obama rimane un Manchurian candidate

Ribellatevi al mondo corrotto di Babilonia, emancipate la vostra razza, riconquistate la vostra terra. (Bob Marley)
nygandy
Inviato: 16/11/2010 1:31  Aggiornato: 16/11/2010 1:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/10/2009
Da:
Inviati: 455
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Ciao Sertes sono sempre Nygandy.
Riguardo a questo:
Traduzione: Sono costantemente scocciato che le persone vengano distratte da false cospirazioni come il 9/11, quando noi di continuo forniamo prove di cospirazioni vere, fatte per la guerra o per frodi finanziarie di massa
approfitto per porre nuovamente la questione.
Siamo sicuri che Assange non intenda dire: "la gente si fa ingannare da una falsa cospirazione (l'inside job americano) (e cioè abbocca a credere alla fandonia fatta circolare dagli americani sui dei musulmani sporchi e cattivi), quando invece noi (di quei bastardi americani) forniamo prova di vere cospirazioni (cioè le loro sporche guerre)?
Hai provato a rileggere così?

SENTIERO
Inviato: 16/11/2010 3:26  Aggiornato: 16/11/2010 3:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 24/4/2006
Da: ROMA
Inviati: 1107
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
aridatece Temponauta!

Sinceramente pensavo di leggere commenti di critica su Mazzucco. in fondo in fondo un tantinello di speranza su Obama ce l'aveva, invece l'abbronzato ha fatto peggio della sinistra italiana quando è passata dall'opposizione al governo.

La mente intuitiva è un dono sacro e la mente razionale è un fedele
servo. Noi abbiamo creato una società che onora il servo e ha
dimenticato il dono

A.Einstein
Calvero
Inviato: 16/11/2010 4:51  Aggiornato: 16/11/2010 4:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 12154
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Citazione:
aridatece Temponauta!


.... le hai sentite eh dai Tempo ... io t'aspetto fai il bravo

Citazione:
Sinceramente pensavo di leggere commenti di critica su Mazzucco. in fondo in fondo un tantinello di speranza su Obama ce l'aveva, invece l'abbronzato ha fatto peggio della sinistra italiana quando è passata dall'opposizione al governo.


Quali altre badilate sulle gengive deve sentire la gente per comprendere quale teatrino di pulcinella hanno davanti agli occhi?

Misti mi morr V - 283 - Prima il piacere, poi il dovere.
incredulo
Inviato: 16/11/2010 5:37  Aggiornato: 16/11/2010 5:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 3397
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Citazione:

Sinceramente pensavo di leggere commenti di critica su Mazzucco. in fondo in fondo un tantinello di speranza su Obama ce l'aveva, invece l'abbronzato ha fatto peggio della sinistra italiana quando è passata dall'opposizione al governo.


Quoto in pieno......

Pensare che Obama sia "diverso" da altri significa non avere compreso bene chi detenga il VERO potere.
Repubblicani e democratici di diverso hanno solo la facciata che serve ai nostri padroni per ipnotizzarci facendoci scegliere fra DUE opzioni, solo apparentemente diverse.

In Italia nel programma della P2, esisteva, fra gli altri, l'obbiettivo di portare la politica italiana, da sempre frammentata in una miriade di partiti e partitini, a due grandi blocchi contrapposti, obbiettivo egregiamente attuato dal Berlusca.

Con la scusa della semplificazione, parola magica adatta a tutto, si sono semplificate anche le menti delle persone che oggi non sono piu' obbligate a ragionare su TANTE idee diverse ma SOLO tra le "idee" di centrodestra e centrosinistra.

Il perche' mi sembra facilmente intuibile..........

Un saluto

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
Santro
Inviato: 16/11/2010 6:03  Aggiornato: 16/11/2010 6:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2005
Da:
Inviati: 748
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Citazione:
L'utente TEMPONAUTA è stato espulso. Potrà rientrare più avanti, se ne farà richiesta.


Mi dispiace.... trovo che Temponauta dica cose molto interessanti.





Aò... ho detto **interessanti** non **verità**!!

ETERNAL SALVATION
(or triple your money back)
incredulo
Inviato: 16/11/2010 6:46  Aggiornato: 16/11/2010 6:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 3397
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
@ Pyter

Sei veramente geniale......
troppo avanti

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
Sertes
Inviato: 16/11/2010 8:17  Aggiornato: 16/11/2010 8:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 7812
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Citazione:
nygandy ha scritto:
Ciao Sertes sono sempre Nygandy.
Riguardo a questo:
Traduzione: Sono costantemente scocciato che le persone vengano distratte da false cospirazioni come il 9/11, quando noi di continuo forniamo prove di cospirazioni vere, fatte per la guerra o per frodi finanziarie di massa
approfitto per porre nuovamente la questione.
Siamo sicuri che Assange non intenda dire: "la gente si fa ingannare da una falsa cospirazione (l'inside job americano) (e cioè abbocca a credere alla fandonia fatta circolare dagli americani sui dei musulmani sporchi e cattivi), quando invece noi (di quei bastardi americani) forniamo prova di vere cospirazioni (cioè le loro sporche guerre)?
Hai provato a rileggere così?


No, non è affatto come dici tu. Lo so che è dura, quando uno investe anche solo un briciolo delle proprie speranze in una persona e poi questa si rivela un ciarlatano o peggio un truffatore, è dura.
Bisognerebbe seguire i fatti e cercare la verità (scusate l'uso di questi paroloni) e non una persona.

Comunque l'intervista iniziava così:

Citazione:
His obsession with secrecy, both in others and maintaining his own, lends him the air of a conspiracy theorist. Is he one? “I believe in facts about conspiracies,” he says, choosing his words slowly. “Any time people with power plan in secret, they are conducting a conspiracy. So there are conspiracies everywhere. There are also crazed conspiracy theories. It’s important not to confuse these two. Generally, when there’s enough facts about a conspiracy we simply call this news.” What about 9/11? “I’m constantly annoyed that people are distracted by false conspiracies such as 9/11, when all around we provide evidence of real conspiracies, for war or mass financial fraud.”


Traduzione:
La sua ossessione per la segretezza, sia negli altri che nel mantenere la propria, lo ha portato ad avere l'aria di un teorico della cospirazione. E' uno di loro? "Io credo in fatti a proposito delle cospirazioni," egli dice, scegliendo le proprie parole con cura. "Ogni volta che le persone al potere pianificano in segreto, stanno conducendo una cospirazione. Quindi ci sono cospirazioni ovunque. Ci sono anche pazze teorie della cospirazione. E' importante non confondere i due (tipi). Generalmente, quando ci sono abbastanza fatti a proposito di una cospirazione noi semplicemente le chiamiamo notizie." E a proposito del 9/11? "Sono costantemente scocciato che le persone vengano distratte da false cospirazioni come il 9/11, quando noi di continuo forniamo prove di cospirazioni vere, fatte per la guerra o per frodi finanziarie di massa."


Praticamente è come leggere Sunstein.

Pyter
Inviato: 16/11/2010 9:38  Aggiornato: 16/11/2010 9:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 5508
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Il palazzo di Shangai non è crollato perchè costruito con criteri diversi dal WTC7.
Quando sono arrivati alla colonna 78 l'hanno saltata e hanno fatto direttamente la numero 80.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Freeanimal
Inviato: 16/11/2010 9:48  Aggiornato: 16/11/2010 9:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/5/2009
Da: Codroipo (UD)
Inviati: 705
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Blu23 (citazione):
“Obama rimane un Manchurian candidate”


L’hanno dato in tivù, venerdì scorso, su RAI 3. Molto interessante, ma è fantascienza o i militari sono già arrivati a quei livelli di condizionamento?
Il germe del complottismo nasce proprio dal non sapere come stanno le cose e se militari e uomini di governo attuassero la “glasnost”, la trasparenza, noi non avremmo ragione di esistere e Sunstein non proporrebbe di infiltrare agenti federali tra gli avversari. Finché ci saranno segreti, ci saranno complottisti: siamo legati allo stesso destino di chi ci mente.

Ieri ho visto in tivù la pubblicità elettorale della Sarh Palin, che si presenta come candidato ecologista nella sua Alaska e non ha pudore a farsi vedere mentre pesca con la canna e con le reti. Si è vista anche l’immagine fugace della decapitazione di un grosso salmone (non era lei a farlo, comunque).
E dire che di animalisti e vegetariani, negli USA, ce ne sono molte centinaia di migliaia!
I nostri politici sono più furbi, credo, e non si farebbero mai riprendere in situazioni in cui si violano i diritti degli animali. A parte D’Alema, anni fa, nel mercato del pesce di Napoli.

peonia
Inviato: 16/11/2010 10:14  Aggiornato: 16/11/2010 10:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 4981
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Anche a me dispiace che sia stato espulso Temponauta, primo perchè non ne ho capito, il motivo grave, secondo perchè era una voce fuori dal coro.......
Ci siamo dovuti sorbire ben peggio....

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie fino a quando la libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Freeanimal
Inviato: 16/11/2010 10:22  Aggiornato: 16/11/2010 10:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/5/2009
Da: Codroipo (UD)
Inviati: 705
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
A Peonia:
Il motivo per cui è stato espulso è che ha cercato di innescare una rissa.
Le sue idee sono interessanti ma prive di fondamento scientifico.
Anche se lui è convinto che lo siano.
Ciao

peonia
Inviato: 16/11/2010 10:41  Aggiornato: 16/11/2010 10:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 4981
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Sul cercare la rissa forse, sul fatto che non hanno fondamento scientifico le sue idee....non me lo sarei aspettato, visto che sono reali più cose che non sembrano di quelle che ne spacciano per tali!
a me la parola "scientifico" mi fa rizzare i peli!!!

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie fino a quando la libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Timor
Inviato: 16/11/2010 11:00  Aggiornato: 16/11/2010 11:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/11/2005
Da:
Inviati: 636
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Non credo proprio Freeanimal che Temponauta creda che le sue idee abbiano fondamento scientifico. Per esserlo dovrebbero essere replicabili all'interno di laboratori dove poter analizzare tutte le variabili in gioco. Possibilità questa esclusa dai limiti strumentali della tecnologia attuale ma soprattutto dai limiti concettuali e dalla povertà intellettiva dell' attualle intellighenzia scientifica riconosciuta che a sua volta con un meccanismo a feedback negativo inibisce lo sviluppo di strumentazioni atte alle indagini.

Detto questo IMHO Temponauta se l'è cercata e Massimo ha fatto benissimo. Speriamo rientri presto temperato sulle sue idiosincrasie razziste.

Un saluto a temponauta

"Il vero Big Bang è la nascita di una coscienza"

"Visita Interiora Terrae Rectificando Invenies Occultum Lapidem"
Truth79
Inviato: 16/11/2010 11:08  Aggiornato: 16/11/2010 11:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/8/2009
Da:
Inviati: 214
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
L'utente Temponauta fà abbondante uso di qualcune delle innumerevoli sostanze stupefacenti presenti su questo pianeta...Per quello che riguarda la storia di Obama e del film Manciurian candidate,vale il detto vecchio come il mondo che dice che LA REALTA' SUPERA LA FANTASIA...quindi c'è da preoccuparsi...

Di tutte le cose sicure,la piú certa è il dubbio.
Timor
Inviato: 16/11/2010 11:20  Aggiornato: 16/11/2010 11:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/11/2005
Da:
Inviati: 636
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Citazione:
L'utente Temponauta fà abbondante uso di qualcune delle innumerevoli sostanze stupefacenti presenti su questo pianeta


E con questo cosa vorresti insinuare, razza di serpente?

Se il commento voleva significare che l'uso adeguato in contesto ritualistico e protetto di piante sacre ad azione psicotropa permette il potenziamento delle proprie capacità percettive e la connessione con altri piani di coscienza per scopi evolutivi e per tale motivo sei consapevole del notevole livello evolutivo raggiunto da temponauta ....ti chiedo scusa per il serpente ma ti invito a una maggior chiarezza

"Il vero Big Bang è la nascita di una coscienza"

"Visita Interiora Terrae Rectificando Invenies Occultum Lapidem"
Freeman
Inviato: 16/11/2010 11:37  Aggiornato: 16/11/2010 11:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Citazione:
La nostra intenzione è di focalizzarci sulle false teorie del complotto, non su quelle vere.


Questa perla di logica mi sa che me la metto in firma.
Difficile mettere un tale intrico di fallacie e corti circuiti logici in una frase così corta, questo tizio è un artista.

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
stg44
Inviato: 16/11/2010 11:44  Aggiornato: 16/11/2010 11:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/3/2008
Da:
Inviati: 79
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
X Davide 71:
Se fossi un agente (di chiunque) non posteri commenti nei blogs, preferirei lavorare sul campo, con in braccio un cazzo di M16 e contribuendo allo sfoltimento dell'umanità (mai troppo rapido).

Freeman
Inviato: 16/11/2010 11:50  Aggiornato: 16/11/2010 11:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: I simpatici consiglieri di Obama

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
blu23
Inviato: 16/11/2010 13:15  Aggiornato: 16/11/2010 13:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da:
Inviati: 585
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
L’hanno dato in tivù, venerdì scorso, su RAI 3. Molto interessante, ma è fantascienza o i militari sono già arrivati a quei livelli di condizionamento?

Giapponesi (durante la WWII) cinesi e coreami ci arrivarono tempo fa, gli americani hanno solo fatto loro le tecniche, sull'affinamento di tali tecniche possiamo solo fantasticare.

Comunque senza dover citare a tutti i costi Cathy O'Brien basta dare un occhiata a quanto scritto sul progetto MKultra il Monarch oppure analizzare le dichiarazioni di Shiran Shiran sotto ipnosi... Per questo consiglio proprio il docu-film di Massimo sull'omicidio di RFK "L'altra Dallas"

Ribellatevi al mondo corrotto di Babilonia, emancipate la vostra razza, riconquistate la vostra terra. (Bob Marley)
Truth79
Inviato: 16/11/2010 14:03  Aggiornato: 16/11/2010 14:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/8/2009
Da:
Inviati: 214
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
X Timor: Ma certo,intendevo assolutamente quello che hai detto tu riguardo Temponauta...

Di tutte le cose sicure,la piú certa è il dubbio.
azul
Inviato: 16/11/2010 14:47  Aggiornato: 16/11/2010 14:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/1/2010
Da:
Inviati: 39
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Citazione:

Incredulo:
Sinceramente pensavo di leggere commenti di critica su Mazzucco. in fondo in fondo un tantinello di speranza su Obama ce l'aveva, invece l'abbronzato ha fatto peggio della sinistra italiana quando è passata dall'opposizione al governo.

Quoto in pieno......

Pensare che Obama sia "diverso" da altri significa non avere compreso bene chi detenga il VERO potere.

Ariquoto in pieno...

Non credo nemmeno che a nominare Sunstein sia stato Obama, che per me si è limitato a firmare l'indicazione che veniva dall'alto.

Nella scala del potere USA troviamo (scusate lo schematismo semplificato):
in cima i poteri economici delle potenti famiglie americane (Rockfeller, Rothschild, etc), i grandi banchieri e finanzieri che controllano la Fed e Wall Street, le grandi industrie delle armi.

Al secondo gradino gli esecutori, i quali cambiano di volta in volta con il cambiamento delle strategie definite da chi sta in cima: i Neocons (linea militare diretta) ieri, oggi Zbigniew Brzezinski e la linea morbida della potenza soffice e delle rivoluzioni controllate dalla CIA e la sua ossessione anti Russia e anti Cina (non sarà che la prossima eliminazione di Berlusconi, alleato e amico di Putin, nella provincia italiana dell'impero non rientra in questa nuova strategia?).

Al terzo gradino in basso il Presidente-fantoccio di turno, specchietto per le allodole e mero public relations del potere.

Massimo, già una volta mi hai risposto che non condividevi questa analisi di Webster Tarpley, puoi spiegarmi i motivi?

Redazione
Inviato: 16/11/2010 14:58  Aggiornato: 16/11/2010 14:58
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18280
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Non siamo qui per discutere le personalità degli utenti. Specialmente quando non sono in grado di replicare.

Grazie.


***

HAPCOLLINS: OK.

Redazione
Inviato: 16/11/2010 15:10  Aggiornato: 16/11/2010 15:27
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18280
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
AZUL: Citazione:
Sinceramente pensavo di leggere commenti di critica su Mazzucco. in fondo in fondo un tantinello di speranza su Obama ce l'aveva, invece l'abbronzato ha fatto peggio della sinistra italiana quando è passata dall'opposizione al governo.

Quoto in pieno......

Pensare che Obama sia "diverso" da altri significa non avere compreso bene chi detenga il VERO potere.

Ariquoto in pieno...
Con questa storia mi avete sinceramente S–F–I–N–I–T–O.

Trovatemi perfavore un solo articolo in cui io abbia scritto cose del genere, e vi risponderò. Ma veder tramandare questa “leggenda” solo perchè non sapete leggere quello che scrivo è veramente fastidioso.

Forza, non sto scherzando: trovate questi articoli. Se avete la forza di continuare a sfrangere i coglioni su questo argomento, avrete certamente anche quella di trovare gli articoli.

Citazione:
Massimo, già una volta mi hai risposto che non condividevi questa analisi di Webster Tarpley, puoi spiegarmi i motivi?
Quando mi passa l’incazzatura ti rispondo.

incredulo
Inviato: 16/11/2010 15:41  Aggiornato: 16/11/2010 15:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 3397
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Citazione:

Chi l’avrebbe mai detto che un personaggio come Barack Obama – il “liberal” per eccellenza del partito democratico, il teorico del “movimento dal basso”, l’amico di presunti “rivoluzionari”, il propugnatore della trasparenza governativa – una volta eletto presidente avrebbe scelto fra i suoi più stretti collaboratori un professore di legge che suggerisce apertamente di infiltrare i vari gruppi di “complottisti” esistenti al mondo (in rete e non), con l’intento di indebolire le loro tesi dall’interno, e di togliere loro credibilità di fronte al resto dei cittadini, che rischiamo altrimenti di perdere fiducia nelle istituzioni?

Dai non ti incazzare......
probabilmente l' equivoco e' nato da questo.......
Non si e' colto il TONO ironico del ragionamento, nessuno di noi pensa che tu sia uno sprovveduto...

Un saluto

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
Jurij
Inviato: 16/11/2010 16:24  Aggiornato: 16/11/2010 16:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2135
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
azul:
...Nella scala del potere USA troviamo (scusate lo schematismo semplificato): in cima i poteri economici delle potenti famiglie americane (Rockfeller, Rothschild, etc), i grandi banchieri e finanzieri che controllano la Fed e Wall Street, le grandi industrie delle armi....

Chiamali pure i grandi massoni.

Mai tradire la propria fonte, altrimenti la "prosciughi".

Sono i "cani da guardia" il vero problema della storia, per questo i padroni li proteggono con tanto impegno (vedi casi Pantaleo, o Wilson).
audisio
Inviato: 16/11/2010 16:29  Aggiornato: 16/11/2010 16:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Come, come, come?
A Roswell sono atterrati gli alieni e il governo USA ha insabbiato
tutto (il furbo Susstein alla fine sembra negare l'ultimo punto, ma se
ammetti il crash l'insabbiamento viene da sè)?
Bene, ragazzi, 7 e mezzo e sto.
Un bacio in fronte a Susstein e via così.
Primo:
perchè di fronte al caso Roswell, il 911 è un gialletto da Cluedo
(per le ripercussioni sull'intero sistema di pensiero e di vita dell'umanità).
Secondo:
perchè se hai cospirato ai danni del popolo una volta, lo puoi fare
anche 1000 volte e quindi anche il 911 viene da sè, considerando
tutti gli indizi a supporto.
Per come argomenta e gli autogol logici, potrei dedurre che Susstein
sia in realtà un insider dei "complottisti".
Dai, Massimo, dì la verità.
Sta sul tuo libro-paga, vero?

azul
Inviato: 16/11/2010 16:31  Aggiornato: 16/11/2010 16:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/1/2010
Da:
Inviati: 39
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Scusa Massimo, probabilmente ho interpretato male un tuo argomento di qualche tempo fa relativo alla futura sconfitta elettorale di Obama, nel quale scrivevi: "...come abbiamo detto già in passato, vi sono dei binari ben precisi entro i quali un presidente ha comunque la possibilità di modificare, almeno in misura limitata, il percorso storico della nazione più potente del mondo."

Io semplicemente sono più pessimista di te e credo che per transitare su questi binari ci sia sempre comunque bisogno dell'autorizzazione del Capo Stazione (sognare l'avvento di un nuovo Kennedy è pura illusione, per me.)

"E così Barack Obama, che si illudeva di poter creare una “nuova America” centrista e moderata, con cui rimpiazzare gli anni bui dei neocons, ha finito per deludere tutti".

Personalmente credo che Obama non si sia illuso di nulla, rimane un burattino che si muove unicamente attraverso i fili di chi lo comanda, senza alcuna autonomia.
Evidenzio di nuovo che questa è solo la mia umile opinione e riconosco che alla fine potresti avere ragione tu (e me lo auguro!), che vivendo negli USA e avendo studiato approfonditamente questi temi da molti anni, hai certamente più competenze di me, che vivo in Brasile e mi occupo di cose differenti.

Detto questo, credo che la vera intenzione di questa "provocazione" di alcuni utenti era testare i limiti della tua ormai proverbiale pazienza e calma, limiti che sembravano infiniti e divini dopo il video su Attivissimo, e che ora invece si rivelano più umani. In attesa della tua opinione su Tarpley...um grande abraço.

EL_GUERCIO
Inviato: 16/11/2010 16:55  Aggiornato: 16/11/2010 16:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/11/2006
Da:
Inviati: 177
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
OT parziale:

che opinione avete di Paolo Franceschetti e del suo blog?

"Non si dicono mai tante bugie quante se ne dicono prima delle elezioni, durante una guerra e dopo la caccia". Otto von Bismarck
audisio
Inviato: 16/11/2010 17:04  Aggiornato: 16/11/2010 17:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Intanto ti rispondo io.
Mi ci sono avvicinato, come al solito, saltabeccando da mistero
a mistero e dopo una prima reazione (classica anche nei complottisti
incalliti come il sottoscritto) di incredulità mi sono comunque letto
tutto il blog e i relativi forum senza mai partecipare.
Ti posso dire che alcuni "casi" e racconti sono paranoici (vedi l'accusa
allucinante nei confronti di Fabrizio De Andrè) e anche un
pò ambigui (vedi Mostro di Firenze e rapporto con la Carlizzi).
Però i riferimenti numerologici e le ricorrenze rituali dei vari omicidi
sospetti sono sconcertanti.
Giudizio finale?
Nin so...
Potrebbe rientrare proprio nell'argomento di questo topic, ossia
far passare un pò di verità (anche tanta) in mezzo a stramberie
varie, in modo che un domani si possa ribattere:
"Sì sì, 'sta stronzata l'ho letta pure sul blog di quel matto..."

peonia
Inviato: 16/11/2010 17:18  Aggiornato: 16/11/2010 17:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 4981
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Caro Massimo non ti arrabbiare....ma se ti rileggi i tuoi articoli puoi ben vedere che una certa tendenza a credere che Obama fosse il Cambiamento c'era, o almeno noi ci siamo fatti quell'idea...
http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=2978
http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=3010
http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=2903
http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=2891

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie fino a quando la libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Gisar
Inviato: 16/11/2010 17:53  Aggiornato: 16/11/2010 17:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/1/2010
Da: Umania
Inviati: 269
 Re: I simpatici consiglieri di Obama

Vivo sono un partigiano, perciò odio chi non parteggia, odio gl'indifferenti. Antonio Gramsci

In occidente é in atto l'idiotizzazione dei popoli. Fidel Castro Ruz
Redazione
Inviato: 16/11/2010 18:21  Aggiornato: 16/11/2010 18:32
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18280
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
PEONIA"Caro Massimo non ti arrabbiare....ma se ti rileggi i tuoi articoli puoi ben vedere che una certa tendenza a credere che Obama fosse il Cambiamento c'era, o almeno noi ci siamo fatti quell'idea..."

E invece mi arrabbio. Questa storia va avanti da troppo tempo.

Invece di mettere i link agli articoli, riportami le frasi perfavore.

Redazione
Inviato: 16/11/2010 18:35  Aggiornato: 16/11/2010 18:36
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18280
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
AZUL: "Scusa Massimo, probabilmente ho interpretato male un tuo argomento di qualche tempo fa relativo alla futura sconfitta elettorale di Obama, nel quale scrivevi: "...come abbiamo detto già in passato, vi sono dei binari ben precisi entro i quali un presidente ha comunque la possibilità di modificare, almeno in misura limitata, il percorso storico della nazione più potente del mondo."

Peccato che la frase seguente sia “Purtroppo Obama non ha fatto nemmeno quello.”

Dove sarebbe, questa mia “illusione”?

Redazione
Inviato: 16/11/2010 18:59  Aggiornato: 16/11/2010 19:02
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18280
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
SENTIERO: La mia domanda vale anche per te. Sei stato tu a lanciare il sasso, se non sbaglio.

Idem per INCREDULO, che ti ha "quotato in pieno".

Grazie.

lo-chef
Inviato: 16/11/2010 19:10  Aggiornato: 16/11/2010 19:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/1/2010
Da:
Inviati: 34
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
e pensate agli americani che si sono talmente eccitati da questo cambio di presidente e adesso ritornano a dormire dopo l ubriachezza flash di quei giorni

Questa pietra al sole mi sta proprio sul Cass

Jurij
Inviato: 16/11/2010 19:19  Aggiornato: 16/11/2010 19:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2135
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Concordo con audisio, sopratutto riguardo alla differenza d'impatto fra 9.11 e Roswell.

La prima (9.11) molto difficile da mandare giù per il popolino, ma con qualche vacca grassa sacrificata si può riuscire comunque a superare l'evento.

Nel secondo caso invece (Roswell), temo che l'impatto psicologico non sarebbe gestibile da nessuna manovra di contenimento.
Sarebbe uno tsunami che spazzerebbe via l'attuale cultura lasciando ai posteri una specie di società del tipo "postbellica versione anni 80".

Rimango comunque propenso, anche nel rischio peggiore del secondo caso, per la trasparenza assoluta.

P.S. Ma è possibile che sempre dove c'è della "M" c'è sempre anche la CIA?

Mai tradire la propria fonte, altrimenti la "prosciughi".

Sono i "cani da guardia" il vero problema della storia, per questo i padroni li proteggono con tanto impegno (vedi casi Pantaleo, o Wilson).
Pyter
Inviato: 16/11/2010 20:47  Aggiornato: 16/11/2010 20:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 5508
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
audisio:
Però i riferimenti numerologici e le ricorrenze rituali dei vari omicidi sospetti sono sconcertanti.

Molti si chiedono perchè i 19 musulmani abbiano usato aerei 757 per i loro attentati l'11 settembre. Semplice:
la somma di 7-5-7 fa 19.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
peonia
Inviato: 16/11/2010 21:15  Aggiornato: 16/11/2010 21:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 4981
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Max non c'è una frase specifica, è l'insieme che lo faceva pensare che tu vedessi, come altri milioni, favorevolmente Obama, anche noi di L.C. in generale lo vedevamo così, tranne qualcuno che continuava a dire "attenti attenti...."
tant'è che dopo l'intervista di Tarpley,io ho postato una frase tipo: grazie Massimo per questa intervista, ma allora forse dobbiamo dare ragione ai complottisti?!......
più o meno....
Oh, non è una accusa nè tantomeno una vergogna che ci avessimo creduto in così tanti...

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie fino a quando la libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
baciccio
Inviato: 16/11/2010 21:27  Aggiornato: 16/11/2010 21:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 529
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
citaz. Temponauta:
”Cass Sunstein è un ebreo (sangue di madre ebrea).
Non c'è bisogno di aggiungere altro”.
citaz.Sertes:
” Vorrei pubblicamente dissociarmi da interventi razzisti ed ignobili come questo. Spero che almeno questa volta vengano presi provvedimenti”.
citaz.Redazione:
” Dire "Cass Sunstein è un ebreo (sangue di madre ebrea). Non c'è bisogno di aggiungere altro" non è un commento offensivo. Al massimo denota una triste grettezza mentale nella persona che l'ha postato, ma l'utente in questione ha tutto il diritto di fare quella affermazione”.


Alla lettura dell’articolo, la mia prima impressione è stata: Ecco un altro esponente della minoranza etnica più influente d’America, così capillarmente presente attorno ai presidenti americani che si succedono come nessun’altra al mondo. Il cognome è tutto un programma.” Ma non ho esternato, come invece ha fatto Temponauta, ho tenuto per me la prima impressione un po’ vigliaccamente. Probabilmente, sono anch’io definibile come “ignobile”, “gretto d’animo” e “razzista”.

peonia
Inviato: 16/11/2010 22:17  Aggiornato: 16/11/2010 22:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 4981
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Anche io ho pensato come te, baciccio, ma credo che la frase con la quale abbia esagerato sia stato col dire di "andare a fare il delatore in sinagoga."..
Credo che, in fondo in fondo, molti qui siano dell'idea che gli israeliani, di religione ebraica o meno, abbiano in mano i destini del mondo....
mi sembra anche abbastanza evidente e sotto gli occhi di tutti coloro che hanno occhi per vedere...
a volte si tratta solo di come si dicono le stesse cose!

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie fino a quando la libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Redazione
Inviato: 16/11/2010 22:21  Aggiornato: 16/11/2010 23:07
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18280
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
PEONIA: "Max non c'è una frase specifica, è l'insieme che lo faceva pensare che tu vedessi, come altri milioni, favorevolmente Obama, anche noi di L.C. in generale lo vedevamo così, tranne qualcuno che continuava a dire "attenti attenti...."

"Vedere favorevolmente" non significa nulla. Certo che preferisco che abbia vinto lui piuttosto che McCain - qualche cosa di positivo Obama lo ha fatto - ma siamo anni luce dal sostenere che "Obama sia il Cambiamento".

Io questo non mi sono mai sognato di dirlo, nè mai l'ho pensato.

Ma ormai questa è diventata una leggenda, che gira sul sito da più di un anno, e la cosa mi rompe profondamente i coglioni. Poi infatti si scopre che tutti quelli che vi aderiscono non sanno tirar fuori mezzo paragrafo in cui io sostenga una cosa del genere (o proponga anche soltanto il concetto).

Io ho sempre detto che nella presidenza esistono dei margini minimi di manovra, ma che fuori da certi binari non puoi uscire comunque. Dallas insegna.

In tutto questo Tarpley non c'entra niente. Tarpley entra nel discorso solo quando inizi a domandarti se Obama sia un traditore consapevole, o se sia solo un illuso che confonde la teoria con la vita reale.

Io propendo per la seconda ipotesi, e ho anche argomentato questa mia posizione in abbondanza. Ma in ogni caso non cambia il fatto che io non ho mai detto che con Obama sarebbe arrivato il "Cambiamento".

A sentirmi dare del cretino mi offenderei di meno.

LoneWolf58
Inviato: 16/11/2010 22:28  Aggiornato: 16/11/2010 22:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4613
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Citazione:
molti qui siano dell'idea che gli israeliani, di religione ebraica o meno, abbiano in mano i destini del mondo....
Non ti pare di generalizzare un po troppo? Neanche Blondet arriva a fare una tale affermazione.
Poi ci lamentiamo se dicono che gli italiani sono mafiosi.

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Redazione
Inviato: 16/11/2010 22:29  Aggiornato: 16/11/2010 22:34
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18280
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
BACICCIO: "Ma non ho esternato, come invece ha fatto Temponauta, ho tenuto per me la prima impressione un po’ vigliaccamente. Probabilmente, sono anch’io definibile come “ignobile”, “gretto d’animo” e “razzista”."

Se per te "ebreo" equivale automaticamente a "persona negativa", non posso che confermarti la mia opinione (riguardo alla grettezza mentale - e non "d'animo" - ma non riguardo agli altri due attributi, che io non ho mai espresso).

Se al mondo le cose fossero tutte o bianche o nere, questo sito non avrebbe nemmeno motivo di esistere.

In ogni caso, ho confermato a Temponauta che aveva tutto il diritto di esprimere quella opinione, come lo confermo a te. (Temponauta non è stato espulso per quella frase, ma per aver cercato la rissa con un altro utente).

HapCollins
Inviato: 16/11/2010 23:09  Aggiornato: 16/11/2010 23:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/8/2009
Da: Torino
Inviati: 110
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Grazie Massimo
Ciao!

"Grandezza e progresso morale di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali."
Il Mahatma Gandhi

"Vedere ciò che ci sta sotto il naso richiede uno sforzo costante."
George Orwell
peonia
Inviato: 16/11/2010 23:23  Aggiornato: 16/11/2010 23:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 4981
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Lone in che senso generalizzo? nel dire qui in molti o dire gli israeliani?
Perchè a me è sembrato nel tempo che si abbia una visione del sionismo in un certo modo, ma magari mi sono sbagliata....

Io non ho nulla contro nessuno e contro alcuna religione, diciamo che secondo me sono solo partiti politici, ma personalmente me ne frego, facessero quel che vogliono, ma dal punto di vista politico e militare certi sono peggiori di altri...
Ad esempio, quando parlo male dell'America, ovviamente generalizzo ma certo non intendo tutti gli americani, se parlo male di Israele certo generalizzo e non includo tutti, perchè so che ci sono molti ebrei che dissentono sulla loro politica interna, come dappertutto, certo non è che se sono italiana mi identifico in Berlusconi....insomma dovresti confutare la mia affermazione prima di dire che sono peggio di Blondet....
grazie

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie fino a quando la libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
peonia
Inviato: 16/11/2010 23:26  Aggiornato: 16/11/2010 23:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 4981
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Mi spiace Massimo, devo aver superficialmente frainteso.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie fino a quando la libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
LoneWolf58
Inviato: 16/11/2010 23:37  Aggiornato: 16/11/2010 23:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4613
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Citazione:
Lone in che senso generalizzo? nel dire qui in molti o dire gli israeliani?


Citazione:
Ad esempio, quando parlo male dell'America, ovviamente generalizzo ma certo non intendo tutti gli americani,


Citazione:
se parlo male di Israele certo generalizzo e non includo tutti,


Ti sei risposta da sola... il problema è che quando "generalizzi" di fatto "includi tutti"...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
SENTIERO
Inviato: 17/11/2010 0:20  Aggiornato: 17/11/2010 0:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 24/4/2006
Da: ROMA
Inviati: 1107
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Redazione SENTIERO: La mia domanda vale anche per te. Sei stato tu a lanciare il sasso, se non sbaglio.

Ricordo una lunga discussione che si fece a proposito della elezione di Obama e tu in modo molto chiaro e diretti dicesti che..........era per il popolo americano una piccola rivoluzione aver eletto un abbronzato, non tanto per le qualità della persona, ma per il fatto stesso di aver eletto un non bianco.

Mi sto esercitando a fare il debunker ahahah

Però ammetto che un tantinello pure io pensavo che qualcosa in piu' la facesse, tu no?

Aridatece Temponauta

La mente intuitiva è un dono sacro e la mente razionale è un fedele
servo. Noi abbiamo creato una società che onora il servo e ha
dimenticato il dono

A.Einstein
m4x
Inviato: 17/11/2010 1:39  Aggiornato: 17/11/2010 1:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/6/2007
Da:
Inviati: 695
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
" Noi sosteniamo che normalmente le teorie del complotto non nascono da forme di irrazionalità nè da disturbi mentali di alcun tipo, ma derivano da una epistemologia distorta, rappresentata da un numero altamente limitato di fonti di informazione di una certa rilevanza. Coloro che sostengono le teorie del complotto lo fanno in seguito a ciò che sentono e leggono. In questo senso l’accettazione di queste teorie non è irrazionale dal punto di vista di coloro che vi aderiscono. "

Ricapitolando: non siamo soggetti a turbe psicologiche ma anzi, a differenza della maggiorparte della gente che popola questo pianeta prima di votare Berlusconi o dire che il Fantasma Formaggino con l'assistenza di Paperoga ha pianificato in un'edicola Afghana l'attacco alle Torri Gemelle crediamo che sia meglio verificare l'attendibilità dei fatti.

" Le teorie del complotto risultano particolarmente difficili da essere smontate o rimosse [...] "

Chissà come mai

" Per quanto non esista una precisa definizione di teoria del complotto, possiamo attenerci alla seguente descrizione: il tentativo di spiegare qualche evento o pratica mettendoli in relazione a macchinazioni di gente potente, che nel frattempo riesce anche a nascondere il proprio ruolo. "

Nascondere ?

" For more than a century, ideological extremists at either end of the political spectrum have seized upon well-publicized incidents such as my encounter with Castro to attack the Rockefeller family for the inordinate influence they claim we wield over American political and economic institutions. Some even believe we are part of a secret cabal working against the best interests of the United States, characterizing my family and me as 'internationalists' and of conspiring with others around the world to build a more integrated global political and economic structure — one world, if you will. If that is the charge, I stand guilty, and I am proud of it. "

David Rockefeller - Page 405 of Rockefeller's autobiography, "Memoirs", ISBN-13: 978-0812969733

" [...] consideriamo ad esempio la falsa teoria del complotto a cui credono molti giovani membri della nostra società, secondo la quale un gruppo segreto di elfi, che lavora in una località remota, sotto la guida di un misterioso “Babbo Natale”, produca e distribuisca regali la sera di Natale. Questa teoria è falsa, ma viene diffusa attraverso il complotto dei potenti genitori, i quali a loro volta nascondono il loro vero ruolo nella faccenda. "

Hahaha non so perchè ma la storia degli elfi e di questo Babbo Natale ricorda tantissimo quella di un gruppo di fondamentalisti islamici molto popolare negli ultimi anni...

" Consideriamo ad esempio l’idea che la CIA sia stata responsabile dell’assassinio del presidente Kennedy [...] che il disastro del volo TWA 800 del 1996 sia stato causato da un missile militare americano [...] che la Commissione Trilaterale sia responsabile di importanti movimenti nell’economia internazionale [...] che Martin Luther King sia stato ucciso da uomini dell’FBI; che l’incidente aereo nel quale è morto il senatore democratico Wellstone sia stato pianificato dai politici repubblicani [...] "

Consideriamo l'idea che se ti tuffi in mare ti bagni...

" Ovviamente alcune teorie del complotto, secondo la nostra definizione, si sono rivelate vere [...] "

Fossi Babbo Natale m'incazzerei, e non poco.

" Questo significa che sia logicamente impossibile nelle società libere che gruppi di potenti possano mantenere segreti nascosti per un lungo periodo [...] "

Ops ! Hai appena testimoniato - se ne sentiva proprio il bisogno - che non viviamo in una società libera.

" [...] soprattutto se questi segreti riguardano eventi importanti con sostanziali conseguenze sociali. "

Gladio: un segreto custodito per quasi 40 anni in un paese come l'Italia

Il Progetto Manhattan: Truman ne venne a conoscenza solo quando divenne Presidente.

La stessa Northwoods che ami citare venne fuori nel 1997 (a 35 anni dai fatti).

Bravo questo Sunstein


Sertes
Inviato: 17/11/2010 9:40  Aggiornato: 17/11/2010 9:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 7812
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Citazione:
Sentiero ha scritto:
Ricordo una lunga discussione che si fece a proposito della elezione di Obama e tu in modo molto chiaro e diretti dicesti che..........era per il popolo americano una piccola rivoluzione aver eletto un abbronzato, non tanto per le qualità della persona, ma per il fatto stesso di aver eletto un non bianco.

Mi sto esercitando a fare il debunker ahahah


Forse l'equivoco nasce proprio da questo: la frase che hai citato esprime un giudizio sul popolo che ha votato Obama, non su Obama stesso.

Se si vuole portare una critica, la frase bisogna leggerla con cura.

peonia
Inviato: 17/11/2010 10:07  Aggiornato: 17/11/2010 10:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 4981
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Ok, allora quando parlerete del coinvolgimento dell'America in questo o quello e anche di Israele in quello e quell'altro, voglio i nomi e i cognomi!!!!
Insomma, vabbè che non sono benvista qui, ma mi sembra che si facciano due pesi e due misure....

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie fino a quando la libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Redazione
Inviato: 17/11/2010 10:18  Aggiornato: 17/11/2010 10:20
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18280
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
SENTIERO: Citazione:
"Ricordo una lunga discussione che si fece a proposito della elezione di Obama e tu in modo molto chiaro e diretti dicesti che..........era per il popolo americano una piccola rivoluzione aver eletto un abbronzato, non tanto per le qualità della persona, ma per il fatto stesso di aver eletto un non bianco. Mi sto esercitando a fare il debunker ahahah"
Lo hai detto tu stesso: "non tanto per le qualità della persona".

Infatti ero contento per il significato che aveva, in America, l'elezione di un nero alla presidenza, ma questo non ha nulla a che vedere con l'idea che Obama avrebbe portato il "Cambiamento".

(Come debunker stai andando benissimo: ti sei fottuto con le tue mani, e hai già preso la tua bella legnata sui denti! ).

incredulo
Inviato: 17/11/2010 10:37  Aggiornato: 17/11/2010 10:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 3397
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Citazione: Redazione

SENTIERO: La mia domanda vale anche per te. Sei stato tu a lanciare il sasso, se non sbaglio. Idem per INCREDULO, che ti ha "quotato in pieno". Grazie.

Penso di averti gia' risposto subito sotto al tuo primo post di "incazzatura" e comunque lo ribadisco:
non penso assolutamente che tu sia cosi' sprovveduto.

Il tuo lavoro di tutti questi anni parla da solo.

Un saluto

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
fefochip
Inviato: 17/11/2010 11:27  Aggiornato: 17/11/2010 14:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 6009
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
@massimo
se vogliamo dipanare i "dubbi" riguardo a questa vicenda credo dobbiamo tornare indietro di 2 anni.
oggi scrivi
Citazione:
Infatti ero contento per il significato che aveva, in America, l'elezione di un nero alla presidenza, ma questo non ha nulla a che vedere con l'idea che Obama avrebbe portato il "Cambiamento".


affinche non ci siano fraintendimenti tra le parti:
quale significato "aveva" l'elezione di obama in america ?
ovvero di cosa eri "contento"?

da un tuo articolo di circa 2 anni fa tu scrivi :
Citazione:
Sull’altro fronte invece c’è un fatto assolutamente solido e inconfutabile: un’intera nazione come gli Stati Uniti ha votato per Barack Obama, e per quello che lui rappresenta “per loro”.

e fin qui ci siamo. ora visto che non possiamo andare casa per casa a chiedere perche lo hanno votato tocca dare una interpretazione personale di cosa significa per la maggior parte di chi ha votato obama ....obama stesso .
cosa rappresentava per "loro" ?
il tuo articolo prosegue con
Citazione:
In altre parole, indipendentemente da quello che farà Obama, l’elezione appena conclusa ci ha dimostrato che per la prima volta in otto anni gli americani hanno visto la speranza prevalere sulla paura, e hanno visto la loro parte costruttiva prevalere su quella distruttiva.

detto in altre parole l'atto di votare obama invece di mcCain rappresenta quindi "speranza" e "costruttività" giusto?
ma mi chiedo questa è una tua opinione o un fatto ?

molti sul forum commentando l'articolo dicevano che obama non rappresentava questo "cambiamento" e sostanzialmente dicevano (in estrema sintesi) non era la pelle nera di obama il lasciapassare per un vero cambiamento .

tanto per citare un utente a caso
Citazione:
non riesco a condividere tutto questo giubilo aimè. chi come massimo sostiene che la vittoria di un nero sia, al dilà delle sue capacità e idee , un fatto positivo a mio parere si illude. a mio parere invece obama incarna quello che da tempo la società americana ha prodotto ...neri molto ricchi vicino ai soliti bianchi molto ricchi .... il sogno americano prosegue illudendo come dice appunto obama :"niente in queso paese è impossibile"(riferendosi alla propria elezione da nero) e io dalle rovine di un impero decaduto (roma) dico ce ne eravamo accorti dall'11 settembre 2001 che in america tutto è possibile. questo sogno americano lo vedo come il superenalotto ovvero l'illusione che si da ancora una volta alle persone che (in questo caso) chiunque può diventare presidente degli stati uniti...per uno che ci riesce milioni stanno nelle patrie galare solo per il fatto di avere la pelle piu scura di altri,milioni versano in condizioni di estrema poverta e sono scansati da la maggior parte dei bianchi per lo stesso motivo.non basta purtroppo l'elezione di un presidente nero per cancellare un oceano di ingiustizie e sopraffazione in termini di tempo e numeri. si potrebbe affermare comodamente che da qualche parte si deve pur iniziare ma questo anche se vero può allegramente virare verso lo scenario di un episodio isolato per accontentare l'idea del sogno americano:" vedi non è vero che in america c'è il razzismo hanno perfino (che concessione cazzo) eletto un uomo di colore (uomo di colore che espressione ipocrita del cazzo)" si il sogno americano come il superenalotto è un gioco dove vince solo il governo ...il banco vince sempre .


analisi purtroppo che continuo a sostenere.

tu replicavi con le parole di carotenuto che esprimevano il tuo pensiero :
Citazione:
"Barak Obama è presidente degli Stati Uniti. E’ ottimista chi si aspetta da lui una discontinuità politica reale che vada oltre il superamento pragmatico dei mille fallimenti di George Bush, ma sbaglia chi nega che si sia di fronte ad una discontinuità culturale reale e fortissima per almeno tre motivi. L’elezione del figlio di un migrante alla presidenza degli Stati Uniti, un migrante dalla pelle nera, ci testimonia che i muri, i confini, i pregiudizi possono e debbono essere abbattuti, che la cultura della discriminazione, della gerarchia, delle élite e del razzismo possono essere spezzate, che i soffitti di cristallo sulla testa dei migranti, delle donne, degli sfruttati, non sono eterni e possono cadere in mille pezzi." E i grandi cambiamenti, a quel che ne so, sono prima di tutto culturali.


purtroppo ieri come oggi l'elezione di un "negro" non testimonia affatto che i pregiudizi "possono e devono essere abbattuti" come sostenuto da carotenuto e quotato da te.
rimane un opinione.

a mio parere visti i "cambiamenti" avvenuti in america (che appunto non ci sono stati a livello culturale ma ovviamente è comunque presto per dirlo) si può pessimisticamente poter affermare che:
la "discontinuità culturale" non è mai avvenuta e l'elezione di obama dimostra invece solo la forza e l'efficacia della propaganda arrivata al punto di far eleggere un negro in un paese di razzisti.
la stessa propaganda che ha avuto la forza di convincere un popolo che 3 grattacieli sono crollati verticalmente per degli eventi caotici e la stessa propaganda che ha convinto gli americani che saddam era tanto cattivo con armi di distruzione di massa (come se gli americani non ce le avessero ) e che bisognava partire in guerra cotro di lui per portare la democrazia.
l'intera vicenda infatti potrebbe essere ribaltata e letta in modo che solo se si ha il peso dietro di wall strett (connessione fatta da tarpley),dei ricchi bianchi banchieri e quant'altro riesci ad arrivare dove un negro non arriverebbe mai .
insomma mi pare un pò poco l'elezione di un nero sponsorizzato sinceramente per dare un significato storico di chissà cosa in particolare di "speranza" e "costruttività" come hai detto tu o come di "cambiamento" come si leggeva nei giornali del tempo.
speranza di cosa? costruttività per il popolo o per i soliti potenti?cambiamento in che?

sempre due anni fa nei commenti scrivi
Citazione:
"Solo chi non conosce bene la storia americana può non apprezzare fino in fondo il significato storico della vittoria di Barack Obama."


ecco forse tutto il busillis è qui :
l'apprezzamento ....

cosa si dovrebbe apprezzare ?
dipende ovviamente dal "significato storico" .....
a me pare presto oggi figuriamoci 2 anni fa per riscontrare "significati" che vadano oltre la propaganda e quindi per poterli apprezzare .

ma forse sono o troppo pessimista e presuntuoso pensando di capire tutto dalla mia poltrona (ma è pur sempre un opinione) e/o troppo ignorante (anche perche vivendo a roma non ne so tantissimo di vita e cultura in america)

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Freeanimal
Inviato: 17/11/2010 12:00  Aggiornato: 17/11/2010 12:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/5/2009
Da: Codroipo (UD)
Inviati: 705
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Peonia (citazione):
"vabbè che non sono benvista qui"


Io trovo i tuoi interventi simpatici, saggi e interessanti, quindi non includermi tra coloro per i quali, eventualmente, non sei benvista.
Sulle generalizzazioni, mi sembra sia un peccato veniale, usarle. Anzi, per comodità di linguaggio se ne fa spesso abbondante uso, senza che per questo ci sia bisogno di tirar fuori il detto di.... tutta l'erba un fascio.
E' ovvio che non è corretto mettere tutti nello stesso calderone, quando si fa un'affermazione precisa, ma spetta a chi legge essere elastico e interpretare il corretto pensiero.
Un saluto

Calvero
Inviato: 17/11/2010 14:35  Aggiornato: 17/11/2010 14:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 12154
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Citazione:
Autore: Freeanimal Inviato: 16/11/2010 10:22:55

A Peonia:
Il motivo per cui è stato espulso è che ha cercato di innescare una rissa.
Le sue idee sono interessanti ma prive di fondamento scientifico.
Anche se lui è convinto che lo siano.
Ciao


Invitato, indirettamente, da Freeanimal a prendermi le mie responsabilità....
... metto qui il LINK di una diatriba che non ho voluto innescare in Home Page e avevo postato nel suo luogo di "origine" nella

"rivelazione aliena"

Misti mi morr V - 283 - Prima il piacere, poi il dovere.
azul
Inviato: 17/11/2010 15:06  Aggiornato: 17/11/2010 15:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/1/2010
Da:
Inviati: 39
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Credo che non ci sia nessuno in questo forum, me compreso, che non abbia sperato nell'elezione di Obama e che non lo preferisse a McCain, (l'equivoco con Massimo è nato qui probabilmente), anche perchè non si credeva che ce la potesse fare. Non credo che nessuno possa essere tacciato di ingenuità per aver visto con simpatia Obama all'inizio. Una volta eletto però era giusto cominciare a porsi delle domande e guardare con attenzione a chi come Tarpley dubitava di lui fin dall'inizio.

Se ho interpretato bene le parole di Massimo (correggimi se sbaglio, senza incazzarti), lui crede, a differenza di Tarpley, che Obama (più in generale la figura del Presidente degli USA) abbia ancora qualche ristretto margine di autonomia e indipendenza decisionale rispetto a chi lo comanda. Resta da capire quali siano esattamente questi limiti. Potrebbe per esempio decidere di ritirarsi effettivamente dall'Iraq, contro il parere dei consiglieri che lo indirizzano e controllano? Potrebbe autorizzare l'istituzione di una commissione di inchiesta indipendente sull'11/9? Oppure per autonomia fai riferimento alla riforma sanitaria (che molti hanno comunque giudicato di facciata)?

Ci sono diversi economisti che da tempo allertano su una imminente catastrofe economica che travolgerà USA e EU, con una caduta del Euro e del Dollaro, i prodromi sono già sotto i nostri occhi. Seguiranno gravi disordini sociali ed è qui secondo me che casca l'asino, o meglio Obama.
Obama non è stato eletto MALGRADO fosse negro e immigrante, ma è stato fatto eleggere PERCHE' è negro. Ve lo immaginate il faccione candido e bianco di McCain a chiedere sacrifici, austerity, tagli dei servizi sociali, riduzione dei salari alle classi povere e impoverite di negri e immigrati? Se voi foste un regista non preferireste la faccia scarna e negra di Obama per recitare questo ingrato ruolo? Non sarebbe più credibile?

fefochip
Inviato: 17/11/2010 17:37  Aggiornato: 17/11/2010 17:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 6009
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
@azul
Citazione:
Se ho interpretato bene le parole di Massimo (correggimi se sbaglio, senza incazzarti), lui crede, a differenza di Tarpley, che Obama (più in generale la figura del Presidente degli USA) abbia ancora qualche ristretto margine di autonomia e indipendenza decisionale rispetto a chi lo comanda. Resta da capire quali siano esattamente questi limiti. Potrebbe per esempio decidere di ritirarsi effettivamente dall'Iraq, contro il parere dei consiglieri che lo indirizzano e controllano? Potrebbe autorizzare l'istituzione di una commissione di inchiesta indipendente sull'11/9? Oppure per autonomia fai riferimento alla riforma sanitaria (che molti hanno comunque giudicato di facciata)?


bella domanda

certo è che se si entra nell'ottica che l' omicidio jfk sia stato un complotto questo "margine" si può immaginare molto esiguo se non assente del tutto.

è questo l'eventuale messaggio devastante una volta appurato il complotto ai danni di jfk ...neanche il presidente dello stato piu potente del mondo può nulla se i poteri occulti decidono altrimenti

per adesso il messaggio che è passato è solo che siamo in un mondo in cui un pazzo può sfidare e vincere contro il piu potente uomo del mondo ...una sorta di sogno americano ...violento ma con lo stesso filo conduttore.

p.s. mi pare luttazzi fece una battuta riguardo a questa vicenda dicendo piu o meno cosi : appena eletto il presidente lo si fa entrare in una stanza dove viene proiettato un filmato dell'omicidio jfk da un angolatura completamente sconosciuta .....

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Sertes
Inviato: 17/11/2010 18:04  Aggiornato: 17/11/2010 18:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 7812
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Citazione:
fefochip ha scritto:
p.s. mi pare luttazzi fece una battuta riguardo a questa vicenda dicendo piu o meno cosi : appena eletto il presidente lo si fa entrare in una stanza dove viene proiettato un filmato dell'omicidio jfk da un angolatura completamente sconosciuta .....


Come tutte le battute di Luttazzi era rubata. Questa da Bill Hicks, un vero genio:
http://www.youtube.com/watch?v=7MRykTpw1RQ

Qui un pezzo di 6 minuti sottotitolato in italiano su jfk
http://www.youtube.com/watch?v=ZyZ1LducGv0

fefochip
Inviato: 17/11/2010 20:52  Aggiornato: 17/11/2010 20:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 6009
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Citazione:
Come tutte le battute di Luttazzi era rubata. Questa da Bill Hicks, un vero genio:


mi appecorono a cotatanta cultura

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
santjago
Inviato: 18/11/2010 16:32  Aggiornato: 18/11/2010 16:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/7/2005
Da: Roma
Inviati: 67
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
OT, ma neanche tanto... parentesi artistica...

il mio mash up videomusicale sulla paranoia e il complottismo (da vedere/sentire fino in fondo)...

http://www.youtube.com/watch?v=Bu8dLWFLZKE

autoproduzione audio/3d/video by bz akira santjago,
music : basso elettrico + FL9
video : VSE Blender
3d animations : Blender

sostanze psicotrope, disturbo paranoide della personalità, teorie del complotto, debunker sbugiardati (partecipazione audio) e dialettica hegeliana tra discordianesimo caotico, piramidi illuminate, numeri immaginari e intellettualismi pasoliniani... la mia 23esima cipolla elettronica...

le altre mie cipolle videomusicali qui :

www.youtube.com/santjago

bella,
bz

La presunzione che ciò che esiste debba
necessariamente esistere,
è l'acido corrosivo
di ogni pensiero immaginativo.

Snowcrash Project
fender207
Inviato: 20/11/2010 9:27  Aggiornato: 20/11/2010 9:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/10/2008
Da: Babilonia
Inviati: 169
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Nel 1947 alieni dallo spazio sono di fatto atterrati a Roswell, New Mexico, ed il governo ha poi insabbiato tutto. (O forse no.)

per quanto mi riguarda, da scettico totale rispetto agli alieni, la spiegazione è molto semplice: hanno ribaltato tutto, le cospirazioni vere sono quelle che dicono essere false e viceversa.
ma non avete sentito metà del governo giapponese e la famiglia reale, ultimamente? non parlano d'altro che della realtà degli alieni!
soliti complotti gesuito-vaticani per mantenere il controllo spirituale (da cui deriva quello militare, dal quale a sua volta deriva quello economico ed in seguito quello politico-istituzionale) nell'era della ragione che li spaventa, sempre dal mio punto di vista, ovviamente.

«Quando guardo la storia sono pessimista, ma quando guardo la preistoria sono ottimista.»
Pensoso
Inviato: 20/11/2010 12:34  Aggiornato: 20/11/2010 12:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/8/2009
Da:
Inviati: 414
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Come al solito chi vuole attaccare le teorie che vanno contro le verisoni ufficiali utilizza spiegazioni logiche accademicamente corrette e perfino condivisibili da praticamente chiunque. Un po' come accade quando trattando il crollo degli edifici si vuol far passare questo ragionamento:
" - il crollo riguarda leggi fisiche,
- ti elenco le leggi fisiche,
- non ti spiego completamente come queste leggi fisiche dimostrerebbero l'accaduto in modo inconfutabilmente congruo rispetto alla versione ufficiale (ove questa spiegasse davvero tutto...)
- però ho dimostrato formalmente in modo impeccabile che conosco le leggi fisiche...
- rappresento quindi un esperto in materia, al quale non puoi nemmeno rivolgere la parola se non sei un esperto altrettanto qualificato
- non mi puoi parlare nemmeno se sei un esperto equipollente o anche più qualificato di me, ma non condividi la versione ufficiale."

Perfino senza arrivare a cercare statisticamente probabili convenienze ad appoggiare le versioni governative o istituzionali, perfino per chi non ne fa parte direttamente e nemmeno indirettamente...
è chiaro che questa logica equivale, di fatto a questa sintesi:
" La versione ufficiale è vera perchè è vera, e perchè è ufficiale"


Anche le citazioni degli studiosi sociologi o filosofi o psicologi sono in sè altrettanto condivisibili.
Come non essere d'accordo con Popper (che fa tanto "chic" citare) sulla concatenazione imprevedibile cause-effetto?
Ma si potrebbero citare sociologi e filosofi come Foucault e Merton che parlano di "strategia senza stratega" o di "coordinazione senza coordinatore", e molti altri, magari l'atteggiamento nei confronti della storia spiegato da Tolstoj in "Guerra e pace" come concatenazione di eventi e scelte di attori numerosi non per forza programmate nella loro sequenza e nei loro effetti finali, oppure perfino il materialismo storico e dialettico di Marx, o magari l'evoluzionismo di Darwin riportato in ambito di sviluppo storico.
Tutti approcci sociali su cui io sono perfettamente d'accordo, e che però sono lungi, nella stessa idea di chi li ha ideati, dal voler escludere a priori l'esistenza di "complotti", o dell'esistenza altresì di effetti ottenuti invece proprio tramite scelte dirette e individuabili, pianificazione e al limite di "complotti" o "cospirazioni".

Piccolo particolare, questi studiosi non si sarebbero mai sognati di spiegare con le loro teorie fatti concreti e circostanziati come:
- la traiettoria di un proiettile
- il crollo di un edificio


Insomma, questa logica può al limite tentare di contrastare la mentalità di chi vede complotti ovunque, anche dove tutto fosse effettivamente spiegato anche nei fatti concreti e circostanziati, in cui le teorie sullo sviluppo storico o sociale, o i meccanismi mentali dell'essere umano, sono del tutto non attinenti.

E' una logica (quella poi sviluppata dallo scrittore di quel libro) che non ci dice nulla invece su come individuare le false teorie (solo come contrastarle, a meno che non ritenute innocue come Babbo Natale, o strumentali come Rosewell, per cui dice che è vera oppure no...).

Insomme l'ennesima manifestazione di come la struttura sociale della scienza (con i suoi esperti accreditati, e le sue istituzioni riconosciute) faccia spesso da guardia del corpo del potere governativo e economico che sia.
Tutto questo non per una macchinazione nascosta, ma proprio per i meccanismi sociali che il libro stesso elenca.

Insomma, alla fin fine il libro serve a spigare i motivi sociali per cui un libro come esso stesso viene scritto, da autori come il suo autore.

(uso non improprio di firma)
Polonio
Inviato: 20/11/2010 16:46  Aggiornato: 20/11/2010 17:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
"Insomma c'è un complotto contro i complottisti..."

riassunto così mi fa una cattiva impressione.
leggendola mi viene l'idea che suggerisca una TEORIA di complotto contro i complottisti. una delle solite teorie complottiste, ma che addirittura si ripiega su sé stessa e si chiude in loop. l'apoteosi delle teorie complottiste.
invece, quarda caso, questa non solo non è una teoria, ma non si avvicina nemmeno ad essere un semplice parere.
questo è un fatto.
un documento che descrive il tentativo di screditare ogni idea (chi decide quali idee sono favole di babbo natale? i consiglieri di obama?) che possa portare l'attenzione della gente sui nostri beneamati "governanti" e sul loro reale operato.
eh, sì. questo è non è neppure un complotto. è semplicemente un fatto.

... e ha anche un nome che conosciamo già: è il caro, vecchio "debunking".
con uno strumento in più, altrettanto vecchio e conosciuto, sullo scaffale: l'infiltrazione.

in fin dei conti niente di fondamentalmente nuovo.
anzi, leggendo certi commenti, anche su questo sito, l'idea mi era già passata per la testa più volte.
ma, sai com'è, se lo dici a voce alta passi per paranoico. :)

Jurij
Inviato: 20/11/2010 22:47  Aggiornato: 20/11/2010 22:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2135
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
...la stessa propaganda che ha avuto la forza di convincere un popolo che 3 grattacieli sono crollati verticalmente per degli eventi caotici e la stessa propaganda che ha convinto gli americani che saddam era tanto cattivo con armi di distruzione di massa (come se gli americani non ce le avessero ) e che bisognava partire in guerra cotro di lui per portare la democrazia...

Quoto in pieno questo discorso il quale comprova che la media del livello culturale negli usa (e getta) è arrivato ad un punto così basso da permettere a chi sta sopra di svolgere qualsiasi porcata decida di portare avanti, tanto nessuno creerà dei problemi.

Interessante se una cosa come le torri gemelle accadesse in una Germania, o una Francia, come si comporterebbe l'opinione pubblica?

Mai tradire la propria fonte, altrimenti la "prosciughi".

Sono i "cani da guardia" il vero problema della storia, per questo i padroni li proteggono con tanto impegno (vedi casi Pantaleo, o Wilson).
mentalist
Inviato: 21/11/2010 9:53  Aggiornato: 21/11/2010 9:53
So tutto
Iscritto: 17/11/2010
Da:
Inviati: 2
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
O.T.

Sono Temponauta.
Ho chiesto a MM di essere riammesso, ma evidentemente non è nei suoi propositi.
Ovviamente è lui il padrone di casa e un ospite deve essere gradito per essere ammesso.
Se l’ ospite però è anche una persona intelligente, lo capisce da solo e se ne va lui direttamente.
Così, se se mi sono riaffacciato un attimo con questo nick a perdere, è solo per salutare, come si conviene tra gente civile, e non perché devo rimanere avvinghiato allo scoglio come una cozza.
Se sono stato qui è perché MM è una persona estremamente valida e che ha tutta la mia stima per quello che dice e per quello che fa, ma gli ricordo anche che se uno vuole veramente ergersi su tutti gli altri deve scendere una volta per tutte dal quel piedistallo che ciascuno inevitabilmente tende a costruirsi nella vita.
A persone come Sertes, Freeanimal e qualcun altro dico che, di tutti i limiti dell’uomo (quello vero, non quello giudeizzato), la viltà è quello più mortificante in assoluto: verso i vili non c’è nemmeno compassione, ma solo oblio.
Dell’amico Calvero posso dire che la sua generosità d’animo è un bene prezioso, ma oggi, di fronte a tanta ignavia e indolenza generalizzata, è quasi uno spreco di cui chiedersi se ne vale la pena.
Ringrazio quelli che mi hanno mostrato simpatia: sono contento di averli potuti conoscere perché il seme delle nuove idee sta germogliando potente e loro avranno un compito importante nel nuovo tempo che verrà dopo il grande travaglio.
Per chi ha interesse, preciso che il mio scopo in questo sito non è mai stato rivelare verità “assolute” (non mi compete) ma aiutare a cambiare la visione delle cose, per comprendere forse l’unica verità di cui posso essere certo (per esperienza diretta): la mente, cioè la sorgente del pensiero, non ha nessun limite imposto dal corpo fisico.
Non esiste un pensiero unico e scolpito nel marmo, e neppure il punto d’arrivo è il cosiddetto pensiero “laterale”: il cambio di paradigma si avrà imparando a gestire il pensiero in 3D e, ancora di più, in prospettiva multidimensionale.
Insomma per gestire al meglio il proprio pensiero, si deve imparare ad osservarlo dall’esterno: le idee, una volta nate ed espresse con l’energia mentale, vivono di vita propria.
In ultimo, mi preme evidenziare quale è il vero pericolo di questo tempo: la distruzione della “Identità”, individuale e collettiva, perpetrata da chi (giudei e complici goym) invece tiene estremamente da conto alla propria identità.
La distruzione delle identità, perpetrata attraverso la continua creazione di epidermici modelli materiali, porta ad una melassa umana indifferenziata e inerte, facilmente soggiogabile da chi ha il potere materiale (denaro) e psichico (mediastreams).
Purtroppo, il limite di siti come LC (e FDF, che ho frequentato per un po’) è che l’agorà digitale non riesce a (o non vuole) trasformarsi in una “fabbrica d’identità”, ritenendo, a ragione (utopia) e a torto (il mondo dell’oppressione “democratica”) che la liberta d’espressione sia il vero bene supremo.
Ma oggi serve una bandiera, non un un’utopia.
Serve fabbricare un’identità valida e vincente, non un pensiero informe e politically correct adatto solo alla melassa umana.
Per questo ho fatto tante volte riferimento al nazionalsocialismo: non con interesse alle sue idee, ma al suo modello vincente di creare un’identità e farla funzionare velocemente.
Questa non è politica: è capacità di cambiare il futuro.
Non mi dilungo oltre.
Un saluto a tutti.

P.S.
Non siamo soli: anzi, siamo anche troppo accompagnati.

FINE O.T.

Jurij
Inviato: 21/11/2010 12:31  Aggiornato: 21/11/2010 12:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2135
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Ciao temponauta,

ho letto qualcuno dei tuoi post e ti posso dire che mi spiace che sei stato messo "fuori", non tanto perchè condivido tutto quello che dici, ma per la pluralita delle idee.

Come già scritto una volta, abbiamo sicuramente in comune una certa idea del mondo ebraico.
Per quanto mi riguarda posso parlare per esperienze personali.
In ogni caso anche le notizie che si sentono sui notiziari dimostrano la natura di quel popolo.

Se mi posso permettere un paio di osservazioni però, vorrei dirti che si può pensare male del mondo ebraico, senza comunque superare quel limite che porta alla xenofobia e che ti mette nella posizione di sembrare il "cattivo" di turno.

La seconda è che avrei voluto che nei tuoi interventi chiarivi più nei dettagli alcune tue riflessioni interessanti sulle realtà extra.

Spero che rientri, perchè LC senza TN non è più lo stesso.

Mai tradire la propria fonte, altrimenti la "prosciughi".

Sono i "cani da guardia" il vero problema della storia, per questo i padroni li proteggono con tanto impegno (vedi casi Pantaleo, o Wilson).
SENTIERO
Inviato: 21/11/2010 17:49  Aggiornato: 21/11/2010 17:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 24/4/2006
Da: ROMA
Inviati: 1107
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Spero che Temponauta sia riammesso presto, non trovo motivi visto che Mazzucco stesso ha detto che se lo avesse richiesto non ci sarebbero stati leggittimi impedimenti. Non credo che Massimo abbia fatto una legge ad personam per eliminare una voce fuori dal coro, visto che il sito è bello per la pluralità di punti di vista. Comunque spero troviate una soluzione, consiglio un processo breve risolutorio.

Saluti, Roberto.

La mente intuitiva è un dono sacro e la mente razionale è un fedele
servo. Noi abbiamo creato una società che onora il servo e ha
dimenticato il dono

A.Einstein
Pensoso
Inviato: 21/11/2010 18:11  Aggiornato: 21/11/2010 18:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/8/2009
Da:
Inviati: 414
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
ciao Temponauta, in bocca al lupo, comunque vada.
per quanto ne so io il concetto di Politica comprende anche la capacità di cambiare il futuro. Ma probabolmente ogniuno da delle accezioni diverse ai termini linguistici.

Nel tuo stesso post qui presente è chiaro che termini come nazionalsocialismo o ebraismo ecc... hanno accezioni diverse, spero, da quelle che gli assegnerei io, o che gli assegnerebbe qualcun'altro, o che gli assegna il sentire comune, se ne esiste uno.
Tu stesso sottolinei il nazionalsocialismo per il suo aspetto dell'efficienza, evidenziando di non farlo per altri aspetti (giustamente per i meno umanitari).

Tu e molti altri evidenzi certe peculiarità estreme del mondo ebraico, ma io noto come dalle stesse peculiarità di quel mondo sono seguite e dipendono le esatte caratteristiche del mondo occidentale moderno, anche la stessa efficienza da te tanto ammirata nei nazionalsocialisti.

Dopodichè, pienamente d'accordo nel criticare le nefandezze di qualsiasi comunità nazionale e/o religiosa, noto che le comunità non-ebraiche e/o non-israeliane non si sono storicamente altrettato pregiate di comportamenti particolarmente edificanti (anche senza scomodare il nazionalsocialismo, che per qualcuno è stato solo un bruttissimo episidio, ma come tanti altri verificatisi nella storia).


Per finire, ci si aspetta troppo dalle comunità internaute; se possono fare qualcosa per cambiare il futuro, lo possono fare al massimo quanto la Politica, di cui, in questo modo, farebbero comunque parte (dove si intende Politica in senso lato, e non la sola iscrizione ad un partito).

(uso non improprio di firma)
Redazione
Inviato: 21/11/2010 23:14  Aggiornato: 21/11/2010 23:15
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 18280
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
TEMPONAUTA: "Ho chiesto a MM di essere riammesso, ma evidentemente non è nei suoi propositi."

A sparar cazzate sei sempre il primo della fila. Vittimismo e mancanza di intelligenza si fanno spesso compagnia. Secondo te prima ti dico che puoi rientrare e poi non ti faccio rientrare?

Sappi infatti che io non ho ricevuto NESSUNA e-mail di richiesta da parte tua.

Comunque, sarai riammesso come temponauta, fra qualche giorno. Ti manderò la nuova password.

Nel frattempo cancello il tuo nuovo nick, e ti invito a non fare altre iscrizioni.

Manfred
Inviato: 21/11/2010 23:30  Aggiornato: 22/11/2010 0:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2107
 Re: I simpatici consiglieri di Obama
Certamente sono cambiate le linee temporali la e-mail per Mazzucco è finita nel Medioevo.


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA