Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


news internazionali : Oslo: tutto quello che già sapete
Inviato da Redazione il 23/7/2011 1:40:00 (24539 letture)

Tutto quello che avreste voluto sapere sugli attentati in Norvegia, ma avete evitato di chiedere, un po’ perché ci arrivavate anche da soli, un po’ perché è sempre la solita solfa.

Di Gianluca Freda

Sui motivi del doppio attentato terroristico in Norvegia, il cui tragico bilancio è finora di un centinaio di morti, l’unica cosa che bisogna tenere presente è che – come sempre – tali motivi vanno ricercati in direzione diversa, se non del tutto opposta, a quelli insinuati dai giornali e dalle TV di regime dell’occidente. A chiarire la situazione, forse sono utili alcune notizie uscite in sordina nei giorni e negli anni scorsi. Fare due più due non è difficile.

Q: - Quali interessi ci sono dietro l’attentato?

A: Norvegia e Russia hanno raggiunto nel corso degli ultimi anni accordi di cooperazione sempre più stretti tanto per lo sfruttamento dei giacimenti di gas e petrolio dell’Artico, quanto per la partnership commerciale nello sfruttamento di giacimenti mediorientali (in Iraq in particolare). Quest’asse energetico privilegiato tra Russia ed Europa mette a rischio gli interessi strategici americani e il controllo USA sul continente europeo. Era inevitabile che arrivassero, prima o dopo, gli opportuni “avvertimenti”:

1) Dal sito “La voce della Russia”, 07-07-2011:

Entra in vigore l’accordo Russia-Norvegia: nuovi orizzonti nell’Artico

Oggi entra in vigore l’accordo fra la Russia e la Norvegia sulla delimitazione delle zone di competenza nell’Artide e sulla cooperazione nel Mar di Barents e nel Mar Glaciale Artico. Con questo documento, firmato il 15 settembre del 2010,  si sono conclusi 40 anni di controversie. L’accordo apre nuove possibilita’ per il libero sfruttamento dei ricchissimi  giacimenti di gas e petrolio nell’area di 175 mila chilometri quadrati e regola la collaborazione nel settore ittico. Secondo il ministro degli esteri russo Lavrov, si tratta di un’intesa opportuna e reciprocamente vantaggiosa.

2) Da “Sky – TG24” del 12-12-2009:

Iraq, russi e norvegesi si accaparrano il petrolio

Nel corso dell'asta per l'assegnazione di appalti ventennali sui pozzi iracheni, che si è svolta a Baghdad, ...




... la compagnia russa Lukoil e la norvegese Statoil hanno ottenuto la concessione per uno dei maggiori giacimenti petroliferi, nel Sud dell'Iraq. Lo ha annunciato il ministro del petrolio iracheno. Si tratta di uno dei giacimenti più grandi finora mai sfruttati, con delle riserve di quasi 13 miliardi di barili. La coppia Lukoil-Statoil ha strappato il contratto grazie a un'offerta che prevede di accrescere la produzione di 1,8 milioni di barili al giorno.

3) Dal “Corriere della Sera” del 26-10-2007:

Gazprom si allea con la Norvegia E il petrolio tocca nuovi record

MILANO - Gazprom ha scelto la norvegese StatoilHydro come secondo partner nel maxi-giacimento di gas a Shtokman. Il colosso russo guidato da Alexej Miller aveva già selezionato la francese Total come primo partner per sviluppare la fase iniziale del progetto, la cui stima ammonta a 15-20 miliardi di dollari. Le riserve di questo giacimento ammontano a 3.700 miliardi di metri cubi di gas e oltre 31 milioni di tonnellate di gas condensato. [...]

Q: - Perché l’attentatore doveva essere “di estrema destra”?

A: Fin dal termine della Seconda Guerra Mondiale, gli USA hanno ristrutturato la politica europea su basi anti-russe, favorendo in particolare i movimenti socialdemocratici filoamericani e isolando la destra europea anti-statunitense. La destra è tradizionalmente portatrice di ideologie nazionaliste, avverse tanto al dominio americano sul continente quanto agli strumenti politici (“democrazia”) ed economici (moneta unica) attraverso i quali tale dominio viene garantito. Solo in Francia, all’epoca di De Gaulle, la creazione di questo ostracismo verso la destra europea era temporaneamente fallita. Il partito filo-russo in Europa è ovviamente trasversale agli schieramenti politici, ma nel linguaggio della propaganda si tende a definire “populismo di destra” ogni posizione politica che non si uniformi ad una visione filoamericana dell’europeismo e che prenda anche solo ipoteticamente in considerazione la creazione di rapporti più stretti con la Russia. Tali forze politiche sono quelle che maggiormente preoccupano gli Stati Uniti, essendo poco malleabili, scarsamente controllate, avverse all’unione economica europea (attraverso la quale gli USA mantengono l’Europa nella morsa del debito, dunque sotto controllo), in crescita di consensi e – soprattutto – animate da una prospettiva “eurasiatica” che guarda alla Russia come ideale partner politico ed economico con cui rimpiazzare nel futuro la superpotenza americana in declino. Occorre dunque, ogni volta che sia possibile, demonizzarle (magari definendole “xenofobe” e “antisemite” a intervalli regolari) e screditarle, attribuendo ad esse la paternità di azioni ignominiose. Anche qui riporto qualche articolo:

1) Dal sito di economia “Risk and Forecast”, 12-03-2009:

Gli amici di estrema destra della Russia

Recenti notizie di stampa affermano che i partiti di estrema destra in Europa sarebbero finanziati – almeno in parte – dalla Russia. Sebbene tali affermazioni necessitino di essere provate, è un dato di fatto che diversi partiti di estrema destra dell’est europeo sono diventati accaniti sostenitori degli interessi russi e ammiratori del modello politico-economico della Russia. Diversi gruppi di estrema destra, nei paesi post-comunisti, guardano all’infrastruttura politica autoritaria di Vladimir Putin come ad un modello e premono allo stesso tempo per una maggiore apertura verso la Russia e per la rottura della comunità Euro-Atlantica. In Europa orientale, il sostegno verso l’estrema destra ha evidenziato negli ultimi anni un trend in ascesa. Dal punto di vista russo, un partenariato con gli ultranazionalisti potrebbe facilitare i suoi tentativi di influenzare la politica interna di questi paesi, almeno finché Mosca non riuscirà a trovare un alleato ancor più influente nell’ambito dello spettro politico. [...]

2) Da “L’interprete internazionale” del 15-04-2011:

Marine Le Pen: No alla NATO, sì alla Russia

“Marine Le Pen promette l’uscita dalla Nato e un partenariato con la Russia”, titola l’agenzia. In un discorso tenuto ai corrispondenti esteri a Nanterre, la Le Pen avrebbe detto che, in caso di una sua vittoria alle presidenziali, la Francia farebbe della Russia un partner privilegiato e lascerebbe la Nato. “Penso che la Francia abbia tutto l’interesse a volgersi verso l’Europa, ma alla grande Europa. E in particolare a lavorare ad un partenariato con la Russia”, avrebbe detto, invocando “ragioni evidenti, di civiltà e geostrategiche”. E sull’Alleanza atlantica: “le scelte fatte dal presidente della Repubblica (ovvero Sarkozy, ndr), che appaiono come scelte di sistematico allineamento (sugli Usa, ndr), non mi paiono positive”.

3) Dal sito dell’emittente iraniana IRIB, 11-05-2010:

Ucraina: proteste contro la politica pro-Russia del presidente Yanukovych

KIEV - Migliaia di manifestanti sono scesi per le strade della capitale ucraina per protestare contro la decisione del presidente Viktor Yanukovych a stabilire legami più stretti con la Russia. Le proteste di oggi contro il governo del presidente Yanukovych hanno avuto luogo quasi un mese dopo la firma di un accordo tra Mosca e Kiev, definita dai dimostranti arrabbiati un atto “contro la sovranità dell'Ucraina”. Il nuovo accordo tra i due paesi vicini consentirebbe a Mosca un ampio uso di porti navali dell'Ucraina nel Mar Nero, in cambio dell’esportazione di una piccola quantità del gas naturale dalla Russia verso l’ex repubblica sovietica. [...]

Q: - Di quali altre colpe si è macchiata la Norvegia verso i dominatori Usraeliani per meritarsi una punizione così sanguinosa?

A. Vediamo un po’:

1) Da “Views and News from Norway” del 14-02-2011:

La Norvegia tra coloro che vogliono spaccare la NATO

Nuove indiscrezioni di Wikileaks hanno rivelato quanto siano profonde le divisioni all’interno della NATO su questioni chiave della sicurezza europea. Il governo norvegese è accusato di essere parte di una presunta “banda dei cinque” filorussa, insieme a Francia, Germania, Olanda e Spagna. [...] In una riunione d’emergenza del Consiglio della NATO tenutasi il 12 agosto [2008] in occasione del conflitto tra Russia e Georgia, gli alleati non riuscirono a trovare una posizione comune sulla guerra. La “banda dei cinque”, come la definiscono gli americani, avrebbe affermato che l’annuncio dell’ingresso di Georgia e Ucraina nella NATO avrebbe avuto il solo scopo di provocare i russi, mentre la parte opposta considerava la decisione di non garantire a questi paesi una piena partecipazione come una sorta di “luce verde” data ai russi per fare ciò che volevano. Solo il 19 agosto si riuscì ad arrivare ad una dichiarazione comune sulla crisi. [...]

2) Dal sito “Workers World”, 21-07-2011:

Escalation dei bombardamenti NATO contro la Libia

[...] Anche la Norvegia [insieme all’Olanda] sta ritirando la propria partecipazione [alla guerra in Libia]. A partire dal 1° agosto, le sue forze aeree non saranno più coinvolte negli attacchi. Questa crescente riluttanza da parte di diversi paesi membri della NATO ha portato il ministro della difesa britannico, Liam Fox, ad accusare questi governi, il 13 luglio scorso, di non fornire sufficienti forze aeree per la campagna in corso. [...]

3) Da “Tundra Tabloids” del 27-03-2011 (ovvove supvemo!)

Norvegia: il partito socialista proporrà una mozione in cui si chiede di bombardare Israele in caso di azioni contro Hamas a Gaza.

Siamo arrivati a questo. Il Sosialistisk Venstreparti (Partito Socialista di Sinistra) di Kristin Halvorsen, facente parte della coalizione di governo norvegese, conta di far votare una mozione in cui si richiede un’azione militare contro Israele nel caso che questi dovesse decidere di agire contro Hamas a Gaza! [...]

4) Da “Rohama.org” del 15-01-2011:

La Norvegia sarà la prima nazione europea a riconoscere la Palestina

Jonas Gahr Stoere, Ministro degli Esteri norvegese, ha detto ad una conferenza stampa svoltasi a Ramallah, insieme al Primo Ministro palestinese Salam Fayyad, che il suo paese sarà uno dei primi a riconoscere il futuro stato palestinese una volta che le sue istituzioni saranno approntate secondo gli schemi e i progetti previsti dall’Autorità Nazionale Palestinese. [...]

5) Dal sito norvegese “Politisk.tv2.no” del 21-07-2011: (ovvove degli ovvovi!)

Jonas Gahr Støre [Ministro degli Esteri norvegese]: l’occupazione deve finire, il muro deve essere demolito e bisogna farlo subito!

utoya

Il ministro degli esteri è stato accolto con richieste di riconoscimento dello Stato Palestinese quando, giovedì, si è recato in visita ad un campo estivo della gioventù laburista a Utoya.

N.B.: guarda caso, il campo di Utoya che il ministro Store aveva visitato il 21 luglio (qui sopra vedete una foto della visita) è stato proprio il teatro della strage compiuta il giorno successivo dal folle “estremista di destra”. Con tutta la buona volontà, non riesco proprio a immaginare un avvertimento dal significato più eloquente di questo.

Q: Quali metodi hanno utilizzato i servizi segreti per il doppio attentato?

A: Qui si possono fare solo delle ipotesi, ma poiché il modus operandi è stato osservato in molti attacchi precedenti dello stesso tipo l’immaginazione non dovrà essere sottoposta a sforzi eccessivi.

Il primo sistema, piuttosto ben rodato, è quello di organizzare,  contemporaneamente o a ridosso degli attentati, delle “esercitazioni militari” che seguiranno – guarda un po’ la coincidenza – la stessa falsariga di ciò che avverrà durante gli attentati “veri”. Il sistema è stato messo a punto dai servizi segreti israeliani ed ha lo scopo di far circolare liberamente – col pretesto dell’”esercitazione” - gli uomini, i mezzi e i materiali che dovranno servire a portare a termine l’attacco. Questo sistema è stato utilizzato, com’è noto, per gli attacchi dell’11 settembre negli Stati Uniti, quando il NORAD e il Consiglio di Stato Maggiore americano avevano in corso “esercitazioni” riguardanti il dirottamento di un aereo governativo e lo schianto di un velivolo contro un palazzo. Stesso discorso per gli attentati a Londra del 7 luglio 2005, avvenuti “incidentalmente” proprio nel momento in cui governo e polizia stavano conducendo una “simulazione” di attentato nella metropolitana londinese.

 drill

Qualcosa di simile è avvenuto per l’attacco “con autobomba” nel centro di Oslo, che non ha colpito solo la sede del giornale Verdens Gang, come alcune fonti di stampa hanno riportato, bensì vari edifici governativi, affinché il messaggio arrivasse forte e chiaro. Da notare che, in molti casi, gli attacchi attribuiti ad “autobombe” sono realizzati in realtà con esplosivi piazzati preliminarmente in punti sensibili degli obiettivi da colpire. L’attacco era stato anticipato, mercoledì scorso, da una tipica “esercitazione” della polizia antiterrorismo proprio nel centro di Oslo, a 200 metri di distanza dalla Operahuset. La polizia – dice l’articolo – ha fatto esplodere delle cariche esplosive a scopo di “simulazione”, ma si è “dimenticata” di comunicare ai residenti di avere delle esercitazioni in corso, suscitando così spavento e allarme nella popolazione. Il capo dell’ufficio stampa della polizia di Oslo, Unni Grondal, aveva dichiarato all’Afterpost: “E’ qualcosa di cui non eravamo stati avvisati. Non succederà più”. Invece è successo di nuovo poche ore dopo.

Per ciò che riguarda l’attacco all’isola di Utoya, è rilevante notare l’assurdità delle versioni pubblicate dalla stampa mainstream, secondo le quali il biondo “estremista di destra”, Anders Behring Breivik, avrebbe fatto tutto da solo: avrebbe piazzato l’autobomba nella capitale e poi se ne sarebbe andato tranquillamente a Utoya a massacrare un centinaio di persone. Non credo ci sia bisogno di spiegare, a chi vive nel mondo concreto e non in un film di Chuck Norris, perché quest’affermazione sia ridicola. E’ chiaro che le operazioni sono state eseguite da persone diverse. Ed è certo come l’oro che la stessa strage di Utoya è stata compiuta da un commando composto da diverse persone, visto che quasi tutti i testimoni sopravvissuti parlano di più persone coinvolte nell’attacco, né si capisce come un unico individuo, per quanto ben armato, possa aver compiuto una strage di simili proporzioni senza incontrare resistenza.

E’ da notare che il Mossad israeliano recluta spesso informatori e operativi tra i rifugiati, in particolare palestinesi, ma non solo, che richiedono asilo politico in Norvegia. Il Mossad opera in Norvegia in cooperazione con i servizi segreti locali, sotto la copertura del cosiddetto “Kilowatt Group”, una rete d’intelligence che vede la partecipazione, oltre che di Israele e Norvegia, anche di altri paesi quali Svizzera, Svezia e Sudafrica e che si maschera – manco a dirlo – sotto la finalità di facciata della “lotta al terrorismo”.

Infine, non va dimenticato che la creazione di “psicopatici e assassini seriali” attraverso il lavaggio del cervello è sempre stato una specialità delle pratiche di controllo mentale dell’MK-Ultra, il quale possiede anche un suo braccio norvegese. Questo articolo del sito Forward America, riferendo degli esperimenti compiuti in Norvegia, riporta tra l’altro:

“Il numero del Norway Post del 4 settembre 2000, ha rivelato che anche il governo norvegese, tra gli anni ’50 e i ’60, iniettò LSD a bambini, pazienti in cura psichiatrica e ad altre persone. Dieci dei soggetti morirono. Uno dei motivi che rendevano urgenti gli esperimenti di controllo mentale era il fatto che il mondo intero aveva visto cosa fossero stati capaci di fare i comunisti cinesi alle menti dei prigionieri americani. Era anche risaputo che l’URSS aveva catturato molti scienziati tedeschi che avevano compiuto esperimenti sul controllo mentale”.

Se si necessita di uno o più psicopatici pronti a compiere una strage in qualunque paese del mondo, le organizzazioni d’intelligence, grazie ad un’esperienza ormai cinquantennale nel campo, possono fornirne a volontà. Penseranno poi i giornali a dipingerli come “fanatici di estrema destra”, con la svastica tatuata sul cranio e il ritratto del Fu"hrer sul comodino. Il pubblico non esiterà un attimo a bersi storielle di questo tipo. L’importante è che le autorità politiche delle nazioni colpite, avendo orecchie per intendere, intendano il messaggio e ne facciano tesoro. Chissà se dopo questa “folle” strage, compiuta da un “pazzo isolato” sul suolo nazionale norvegese, il primo ministro Jens Stoltenberg – i cui figli, guarda la coincidenza, si trovavano al meeting laburista di Utoya e si sono salvati per miracolo – e il Ministro degli Esteri Jonas Gahr Stoere – che era stato a Utoya poco prima e ha rischiato di rimanere coinvolto nella sparatoria – avranno capito l’antifona e imparato a essere più ubbidienti?

Gianluca Freda

FONTE



Voto: 3.00 (3 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Redazione
Inviato: 23/7/2011 1:41  Aggiornato: 23/7/2011 1:43
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Gli attentati di Oslo
Segnalo su questo argomento un primo commento di Folliero:

http://attiliofolliero.blogspot.com/2011/07/attentato-ad-oslo-le-riflessioni-del.html

NiHiLaNtH
Inviato: 23/7/2011 1:50  Aggiornato: 23/7/2011 1:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Gli attentati di Oslo

Redazione
Inviato: 23/7/2011 2:08  Aggiornato: 23/7/2011 2:08
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Gli attentati di Oslo
(Dal link di NiHiLaNtH)

"Obama offers U.S. help with investigation and says it's a 'reminder that entire international community has stake in preventing this kind of terror'"

"Obama offre aiuti nelle indagini e dice che questo ci deve ricordare che tutta la comunità internazionale ha interesse nell'evitare questo tipo di terrorismo."

Maddài, diggiùro....

Gisar
Inviato: 23/7/2011 8:04  Aggiornato: 23/7/2011 8:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/1/2010
Da: Umania
Inviati: 270
 Re: Gli attentati di Oslo

Instauratio ab imis fundamentis
edo
Inviato: 23/7/2011 8:33  Aggiornato: 23/7/2011 8:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Gli attentati di Oslo
esperienze pre-morte interessantissimo

LoneWolf58
Inviato: 23/7/2011 8:34  Aggiornato: 23/7/2011 8:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Gli attentati di Oslo
Citazione:
Autore: Redazione Inviato: 23/7/2011 2:08:29
...
Maddài, diggiùro....
Maddài... dimmi che non hai letto tra le righe??
Citazione:
preventing this kind of terror

e non "preventing all kind of terror", mica scemo il ragazzo, non per nulla gli hanno dato l'oscar... oops... il nobel

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
hendrix
Inviato: 23/7/2011 10:05  Aggiornato: 23/7/2011 10:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Gli attentati di Oslo
Ieri, a caldo, il solito Guido Olimpio del corriere della sera, titolava:

l'analisi
Norvegia da tempo nel mirino qaedista

I paesi scandinavi ancora obiettivo di primo piano
 dopo la vicenda delle vignette sataniche danesi

MILANO - La Norvegia, insieme a Danimarca e Svezia, è da tempo nel mirino del terrorismo qaedista. Proprio un anno fa, la polizia, in collaborazione con l'Fbi, ha arrestato una micro cellula - composta da tre elementi - che stava preparando un attacco a Oslo. A guidarlo un appartenente alla minoranza musulmana cinese degli uiguri che rispondeva agli ordini di due operativi di Al Qaeda nascosti nell'area tribale pachistana. Uno di loro è stato poi eliminato da un raid dei droni americani. Il modus operandi della cellula rispondeva alla nuova tattica dei seguaci di Osama: nucleo misto, formato da persone che vivono da tempo in Europa e «radiocomandato» dall'esterno. Quanto all'esplosivo i terroristi avrebbero dovuto ricorrere alla «madre di Satana», una miscela che può essere realizzata in casa utilizzando ingredienti facilmente reperibili.

MINACCE DI MORTE - Per gli investigatori il piano era legato alla vicenda delle vignette sataniche, pubblicate per la prima volta da un quotidiano danese, e dall'odio verso qualsiasi paese collabori con gli Usa. E' dunque possibile che un nuovo gruppo abbia deciso di replicare l'operazione. Un altro elemento tenuto in considerazione dagli investigatori è il caso del mullah Krekar. Residente da tempo nel paese, fondatore di un gruppo curdo islamista, è stato colpito da un ordine di espulsione che potrebbe essere eseguito nelle prossime settimane. Pochi giorni fa Krekar è stato incriminato per aver lanciato minacce di morte contro il governo norvegese. I gruppi qaedisti, spesso, sono pronti a sfruttare «cause locali» per poi lanciare attacchi che si inseriscono in un disegno più ampio. E l'azione di Oslo potrebbe solo essere l'ultimo esempio.

Guido Olimpio 22 luglio 2100 17:43

Strano che stamattina abbia ritrovato l'articolo, pensavo fosse sparito dalla rete.

SoulTrance
Inviato: 23/7/2011 10:17  Aggiornato: 23/7/2011 10:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/6/2006
Da: somewhere
Inviati: 93
 Re: Gli attentati di Oslo
Come per l'11 Settembre, Londra Etc... anche qui strani addestramenti anti terrorismo a pochi giorni dal vero attentanto....

La virtualizzazione della realtà continua, piu forte che mai, a quasi 1 decennio dalla mamma di tutte le bugie...

di Pino Cabras – Megachip.

Perfino a Oslo, ancora una volta, un evento terroristico di grande portata si è dispiegato a ridosso di un’esercitazione di sicurezza che aveva ad oggetto proprio un grande attentato: la polizia di Oslo appena 48 ore prima delle stragi stava conducendo un massiccio wargame ubicato nei pressi della Operahuset, il Teatro dell’Opera della capitale norvegese. Le stragi di Oslo si mostrano subito con uno scenario pieno di piste contrastanti. A caldo, così come è accaduto per lo stragismo italiano e per le stragi del decennio post 11 settembre, si creano e si cancellano rivendicazioni e ipotesi che si rincorrono: dal presunto comunicato islamista fino all’ipotesi investigativa sulla pista interna. Rimane questo fatto – l’esercitazione - che in sé non basta ancora a dimostrare nulla, ma che sarebbe sbagliato ignorare, dati i precedenti.
Come riferisce il quotidiano norvegese Aftenposten, nuclei della «polizia antiterrorismo hanno fatto esplodere delle cariche esplosive in un’esercitazione al centro di Oslo, a duecento metri dall’Opera, ma si sono dimenticati di avvisare il pubblico».

L’esercitazione, svoltasi mercoledì 20 luglio, ruotava intorno all’azione di unità anti-terrorismo che attaccavano un edificio in disuso ai margini del molo Bjørvika con bombe e armi da fuoco.

«Gli uomini si sono calati dal tetto e sono entrati dalla finestra appena esplosa, intanto che sparavano». L’efficacia scenica era tale che – riferisce Aftenposten - si udivano "scoppi violenti", sotto lo sguardo attonito degli spettatori del vicino Teatro dell’Opera.

Il video dell’esercitazione dà un’idea del grado di realismo della simulazione.

In casi precedenti, riferibili ad analoghe esercitazioni, abbiamo visto numerosissimi punti di contatto con gli eventi in corso, fino al punto di sovrapporsi con essi. È possibile ripercorrere molti di questi casi, che mostrano sbalorditive coincidenze con la tortuosa scena del delitto, regolarmente accompagnata dai giochi di ruolo messi in campo da interi apparati coperti legalmente.

Durante gli attentati di Londra del 7 luglio 2005, ad esempio, un'agenzia di sicurezza che si curava della metropolitana stava conducendo un’esercitazione con eventi terroristici simulati che dovevano svolgersi nei medesimi orari ed esattamente negli stessi luoghi in cui accaddero per davvero. Una sfida impossibile alla statistica, su cui né Scotland Yard né il giornalismo britannico – istituzioni regolarmente sopravvalutate - hanno provato a fare obiezioni di sorta.

Dobbiamo intanto chiederci a chi giovi il massacro nella tranquilla città scandinava. La Norvegia, sebbene abbia un peso demografico molto modesto (poco più degli abitanti del Piemonte distribuiti su un territorio più vasto dell’Italia), e sebbene appaia a uno sguardo superficiale come un Paese periferico, ha in realtà una fortissima proiezione geopolitica, presentandosi come un paese chiave della NATO in vista dell’imminente corsa all’Artico, un’area che si libera sempre più dei ghiacci e “scopre” immense risorse su cui stanno puntando le grandi potenze.

È inoltre un paese petrolifero di prima grandezza, che ha nei suoi forzieri sovrani un cumulo di risorse gestite finora con oculatezza e con un’attenzione costante alla coesione sociale legata al modello scandinavo, qualcosa che non piace agli avvoltoi della finanza internazionale. È infine un comitato di emanazione parlamentare norvegese ad assegnare il Nobel per la Pace: il fatto riflette una secolare vocazione delle classi dirigenti della Norvegia a partecipare attivamente nello scenario internazionale, come ad esempio con gli “accordi di Oslo” fra israeliani e palestinesi negli anni novanta del XX secolo, e ultimamente con qualche ripensamento rispetto all’impegno militare in Libia nonché con il possibile riconoscimento dell’indipendenza palestinese.

Mettendoci nei panni dei politici norvegesi, il messaggio degli attentati che ci arriva è chiaro: in quest’epoca di caos finanziario, di intensificazione delle guerre, di lotta più aspra per le risorse energetiche e minerali, non esistono porti franchi per la nostra tranquillità, né per le nostre casseforti piene, né per i nostri pozzi petroliferi non ancora esausti come quelli britannici, e saremo anche noi chiamati a schierarci dolorosamente, perché siamo lungo le linee di frattura dei poteri imperiali in lotta per sopravvivere. Non è stata fatta una strage in un giorno di punta, ma in un momento in cui i palazzi erano semivuoti. Furia omicida, sì, ma a suo modo molto contenuta, come se si dovesse economizzare e ottimizzare il messaggio, sufficientemente spietato, ma militarmente contenuto. Non c’è più nemmeno l’icona di Bin Laden a fare da schermo. Si potrà capire meglio il messaggio.

-------------

La Norvegia è tra i paesi che ha riconosciuto lo stato palestinese ed ha annunciato che nella prevista votazione all’ONU a settembre si schiererà a favore della creazione di uno stato palestinese;

La Norvegia ha annunciato il suo ritiro dalla guerra di Libia;

La Norvegia, secondo fonte di Haaretz, lo scorso anno ha escluso, per ragioni etiche, due imprese isaeliane dalla partecipazione allo sfruttamento dei pozzi petroliferi del mar del nord;

Circa due anni fa, il senatore statunitense-ebreo Lieberman aveva accusato la Norvegia di promuovere l’antisemitismo.

Io Qualche Pensiero me lo faccio... Baff Baff... a poco meno di 1 mese dal primo decenio di virtualizzazione della realta mondiale, il teatrino continua.

Vaffanculo!

avatar21
Inviato: 23/7/2011 10:33  Aggiornato: 23/7/2011 10:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/5/2010
Da: Terrritorio Libero di Trieste
Inviati: 73
 Re: Gli attentati di Oslo
Vorrei segnalare alcuni strani fatti al riguardo di questo atto terroristico .

1) Come e' stato già' segnalato in questo thread il terrorista e' Norvegese e Massone come si può' vedere dalla foto

http://beforeitsnews.com/story/851/761/Pictured:_The_Blond_Norwegian,_32,_Arrested_Over_Holiday_Island_Massacre_And_Linked_To_Oslo_Car_Bomb_Blasts.html

2) La polizia di Oslo fece un esercizio di bombardamento solo pochi giorni prima dell'attentato ………

Oslo Police Conducted Bombing Exercise Days Before Terrorist Blast . Caso simile all'atto terroristico di Londra 7/7/2005 = 7/7/7

http://www.infowars.com/oslo-police-conducted-bombing-exercise-days-before-terrorist-blast/

3) Emerge un tentativo narrativo di dipingere un presunto caso di Al Qaeda BIANCA

White al-Qaeda Narrative Emerging in Norway Terror Attack

Kurt Nimmo

http://www.infowars.com/white-al-qaeda-narrative-emerging-in-norway-terror-attack/

Conclusioni :

Questo massone terrorista può' essere un prodotto locale dell'operazione MK ULTRA

E' indispensabile ricordare la minaccia alla societa' civile rappresenatata da societa' segrete specialmente Massoniche che lavorano con gruppi criminali come Mossad , CIA e servizi segreti locali .

Cui Bono ? A chi giova questo attentato ? La data e' anche significativa 22 = 2 volte 11 .

SoulTrance
Inviato: 23/7/2011 10:36  Aggiornato: 23/7/2011 10:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/6/2006
Da: somewhere
Inviati: 93
 Re: Gli attentati di Oslo
OSLO - Con il passare delle ore si sta meglio delineando il terribile scenario del duplice massacro che ha scosso ieri pomeriggio la Norvegia. Dopo l'autobomba che ha causato 7 vittime e il danneggiamento di vari palazzi nel cuore istituzionale di Oslo, è venuto alla luce nelle ultime ore, in tutta la sua tragicità, il massacro dell'isola di Utoya: 84 giovani, che prendevano parte ad un campus laburista, sono stati massacrati a colpi di pistola e mitragliatrice.

Un bilancio agghiacciante: 91 morti fino a questo momento. Nell'isola risultano, indica la Polizia, esserci ancora ordigni non esplosi. In un primo momento aveva preso piede l'ipotesi di un attacco jihaidista, ma questa pista nelle ultime ore ha perso importanza. Il responsabile dell'autobomba, anche se gli inquirenti sono molto cauti, potrebbe essere la stessa persona fermata per la strage di Utoya: un maschio scandinavo di 32 anni di nome Anders Behring Breivik, che si è infiltrato nel raduno laburista vestito da poliziotto, prima di aprire il fuoco sugli adolescenti presenti.

Si segue la matrice dell'estremismo di destra come spiegazione del duplice attacco. L'autobomba, secondo analisti indipendenti, potrebbe essere stata piazzata dal 32enne, che si sarebbe poi allontanato dal centro di Oslo e avrebbe potuto raggiungere Utoya in barca, con tempi compatibili con quelli effettivi. Non si esclude nemmeno l'intervento di complici. Qual è stato il vero scopo dell'esplosione? Creare un effetto destabilizzante sulle istituzioni, in linea con i principi del terrorismo nero, oppure è stato un semplice, anche se devastante, diversivo per attirare l'attenzione dell'opinione pubblica e delle forze di sicurezza sulla città, e permettere al killer di portare a termine indisturbato la strage?

La grande maggioranza delle vittime, lo ricordiamo, aveva tra i 12 e i 14 anni, e prendeva parte ad un campo estivo del partito laburista. Anche per questo motivo la Polizia segue la pista dell'eversione interna, e non del terrorismo internazionale. Breivik, lo si apprende da fonti di Polizia, è indagato sia per l'autobomba che per la strage di Utoya.

"Tragedia nazionale" - Il primo ministro norvegese Jens Stoltenberg ha definito oggi "una tragedia nazionale" il doppio attacco che ha provocato almeno 87 morti ieri nella capitale."Mai dalla seconda guerra mondiale il nostro paese è stato colpito da un crimine di questa portata", ha detto il premier.

"È un incubo" ha aggiunto il premier evocando il "sangue e la morte" che si sono trovati di fronte i giovani partecipanti alla riunione laburista sull'isola alla periferia della capitale.

Ats

cocis
Inviato: 23/7/2011 11:09  Aggiornato: 23/7/2011 11:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Gli attentati di Oslo
CHE COINCIDENZA:..

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=8663&mode=thread&order=0&thold=0

Perfino a Oslo, ancora una volta, un evento terroristico di grande portata si è dispiegato a ridosso di un’esercitazione di sicurezza che aveva ad oggetto proprio un grande attentato: la polizia di Oslo appena 48 ore prima delle stragi stava conducendo un massiccio wargame ubicato nei pressi della Operahuset, il Teatro dell’Opera della capitale norvegese.



video simulzione attacco terroristico

http://www.aftenposten.no/embed/?art_id=3569367


cocis
Inviato: 23/7/2011 11:14  Aggiornato: 23/7/2011 11:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Gli attentati di Oslo

jkb
Inviato: 23/7/2011 11:17  Aggiornato: 23/7/2011 11:17
So tutto
Iscritto: 17/7/2011
Da:
Inviati: 18
 Re: Gli attentati di Oslo
e figurarsi se qualcuno non se ne usciva(in gran stile sciacallo,ben noto)colle storielle varie:e' un massone,uno del progetto mk ukltra(nientepopodimenoche)o vviamente sono stati gli ebrei...mancano gli ovni(quaklcuno prima delle due p.m. dira' che han registrato in video un ovni sopra il palazzo "poco prima dell'esplosione",poi vediamo...a gia',scommettisamo che prima delle tre p.m.(cioe' dopo l'ovni)arrivera' qualcuno con qualche "link"(quello di megachip detta legge per ridicolo)rimandando al fatto che potrebbe essere stato un rettiliano...
ma la realta' e' cosi' schifida biosogna inventarsi ste robe OGNI volta?

francesco7
Inviato: 23/7/2011 11:23  Aggiornato: 23/7/2011 11:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Tarentum
Inviati: 886
 Re: Gli attentati di Oslo

La mente non è un vaso da riempire ma un legno da far ardere perché s'infuochi il gusto della ricerca e l'amore della verità. (Plutarco)
jkb
Inviato: 23/7/2011 11:32  Aggiornato: 23/7/2011 11:32
So tutto
Iscritto: 17/7/2011
Da:
Inviati: 18
 Re: Gli attentati di Oslo
Successivamente, il senatore Lieberman ha accusato la Norvegia di promuovere l’antisemitismo

Successivamente, il senatore ebreo Lieberman ha accusato la Norvegia di promuovere l’antisemitismo

mmh..vediamo,secondo voi ebreo e' un insulto?sembra di si.

Pensoso
Inviato: 23/7/2011 11:39  Aggiornato: 23/7/2011 11:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/8/2009
Da:
Inviati: 436
 Re: Gli attentati di Oslo
che strano, tutti subito a dire che è un caso di terrorismo islamico...
adesso che sappiamo che non è così, sembra quasi quasi un po' meno terrorismo... meno grave...

(uso non improprio di firma)
alexg
Inviato: 23/7/2011 11:52  Aggiornato: 23/7/2011 11:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/5/2006
Da: Sybar
Inviati: 179
 Re: Gli attentati di Oslo

Ci sono due errori che si possono fare lungo la via verso la verità...non andare fino in fondo, e non iniziare.

"Democrazia" è due lupi e una pecora che decidono ai voti cosa mangiare.
"Libertà" è la pecora ben armata che contesta il voto.
rekit
Inviato: 23/7/2011 11:55  Aggiornato: 23/7/2011 11:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Gli attentati di Oslo
Jkb.....non cominciamo con i vittimismi per piacere...e lascia stare i rettiliani che hai tirato in ballo solo tu.
analiziamo le informazioni e cerchiamo di capirci qualche cosa.
fino a 12 ore fa era stata Al-quaida....ora e' solo un pazzoide....la foto con il grembiulino da massone se l'e' fatta lui....o no?!?!
quindi prima di cominciare a frignare, prendi un respiro profondo e cerca di seguire l'evolversi delle informazioni senza vittimismi o code di paglia.

Homero
Inviato: 23/7/2011 11:59  Aggiornato: 23/7/2011 11:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/4/2007
Da:
Inviati: 466
 Re: Gli attentati di Oslo
L'articolo di Pino Cabras coglie il punto: "il messaggio degli attentati che ci arriva è chiaro: in quest’epoca di caos finanziario, di intensificazione delle guerre, di lotta più aspra per le risorse energetiche e minerali, non esistono porti franchi per la nostra tranquillità, né per le nostre casseforti piene, né per i nostri pozzi petroliferi non ancora esausti come quelli britannici, e saremo anche noi chiamati a schierarci dolorosamente, perché siamo lungo le linee di frattura dei poteri imperiali in lotta per sopravvivere."

Questo attentato non è "contro l'Occidente", ma è un messaggio pesante, quasi un ultimatum, diretto all'attuale governo norvegese (altrimenti che senso avrebbe il contemporaneo massacro sull'isola di Utoya?)...

la Norvegia, poi, non è un Paese qualunque, come ha giustamente sottolineato Cabras...io ci aggiungerei che è anche la nazione che ospita la Svalbard Global Seed Vault, cioè la banca genetica dei semi...

Homero
Inviato: 23/7/2011 12:08  Aggiornato: 23/7/2011 12:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/4/2007
Da:
Inviati: 466
 Re: Gli attentati di Oslo
Vado o.t. rispetto agli attentati di Oslo, ma mi sembra doveroso sottolineare che nel frattempo, nella nostra amata "democrazia", continua una lotta tra Davide e Golia: http://www.corriere.it/cronache/11_luglio_23/tav-scontri-chiomonte_c90dd686-b4fd-11e0-9870-5546c4221366.shtml

Pispax
Inviato: 23/7/2011 12:24  Aggiornato: 23/7/2011 12:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Gli attentati di Oslo
A una prima lettura dei fatti sono d'accordo con jkb.
Sia per quanto riguarda la ridicolezza dell'articolo di Cabras che per quando riguarda la ridicolezza dell'ipotesi massonica.


Cito dall'articolo:

Mettendoci nei panni dei politici norvegesi, il messaggio degli attentati che ci arriva è chiaro: in quest’epoca di caos finanziario, di intensificazione delle guerre, di lotta più aspra per le risorse energetiche e minerali, non esistono porti franchi per la nostra tranquillità, né per le nostre casseforti piene, né per i nostri pozzi petroliferi non ancora esausti come quelli britannici, e saremo anche noi chiamati a schierarci dolorosamente, perché siamo lungo le linee di frattura dei poteri imperiali in lotta per sopravvivere. Non è stata fatta una strage in un giorno di punta, ma in un momento in cui i palazzi erano semivuoti. Furia omicida, sì, ma a suo modo molto contenuta, come se si dovesse economizzare e ottimizzare il messaggio, sufficientemente spietato, ma militarmente contenuto. Non c’è più nemmeno l’icona di Bin Laden a fare da schermo. Si potrà capire meglio il messaggio.

Tutto bello, se non fosse per il fatto che l'obiettivo degli attentati era mirato politicamente.
Un raduno di giovani laburisti, la sede di un giornale, l'ufficio del premier.

Questo in effetti è un po' in controtendenza con il terrorismo di estrema destra, che di solito tende a essere estremamente sanguinoso. In ogni caso tutto ciò da solo non basta a fare una valutazione come quella di Cabras.

Ma l'attentatore era un fondamentalista cristiano: e i cristiani, si sa, la vita la rispettano.




Anche l'idea del "massone" la trovo sciocca.
Non si può contemporaneamente sostenere la tesi della Massoneria come principe fra i Poteri OCCULTI, e la tesi dei massoni che compiono direttamente un attentato così clamoroso.
Se l'attentatore davvero apparteneva a un fruppo massonico di quelli "seri", cioè di quelli che esercitano realmente un potere,probabilmente i suoi confratelli vorrebbero averlo fra le grinfie per potergli strappare la pelle dal corpo.
Strisciolina dopo strisciolina.

Una riflessione. Guardando la foto del massone forse ho capito perché la Massoneria esercita il suo potere in modo nascosto: ma si può andare in giro vestiti così ridicoli?

Jurij
Inviato: 23/7/2011 12:25  Aggiornato: 23/7/2011 12:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Gli attentati di Oslo

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Jurij
Inviato: 23/7/2011 12:32  Aggiornato: 23/7/2011 12:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Gli attentati di Oslo
Gli usa stanno attaccando la seconda banca svizzera per importanza, il Credit Suisse.

http://www.cdt.ch/confederazione/economia/47862/altri-4-bancari-indagati-negli-usa.html

In CH siamo pronti per un attaccato finto islamico, magari con la scusa della votazione sui minareti...

http://www.cdt.ch/confederazione/cronaca/47921/pacco-sospetto-in-centro-friborgo.html

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
nygandy
Inviato: 23/7/2011 13:19  Aggiornato: 23/7/2011 13:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/10/2009
Da:
Inviati: 483
 Re: Gli attentati di Oslo
La butto lì:
Hanno provato a fare un attentato finto islamico per spargere terrore e avvalorare la barzelletta su Jihad, cellule più o meno dormienti... in sostanza, per non farci dimenticare che - ogni giorno - dobbiamo temere il fratello musulmano e cagarci addosso....

Gli è andata male, perchè il nostro amico (white, anglosaxon e masonic) si è fatto beccare e la tesi del beduino è finita gambe all'aria...

Era già uscita (dal SITE?) la rivendicazione islamica.... troppa fretta...

Inenascio
Inviato: 23/7/2011 13:20  Aggiornato: 23/7/2011 13:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/9/2010
Da: Provincia di Napoli
Inviati: 166
 Re: Gli attentati di Oslo
Grazie a Redazione con questo link:

http://attiliofolliero.blogspot.com/2011/07/attentato-ad-oslo-le-riflessioni-del.html,

ho conosciuto per la prima volta il blogger Attilio Folliero.
Ho letto l'articolo e il suo profilo.
Immediatamente ho postato il seguente commento:
Citazione:
Carissimo connazionale Attilio Folliero, grazie a LUOGO COMUNE.net, oggi ho letto il tuo profilo e ne ho dedotto che sei un ateo cristiano perfetto, come lo fu l’indimenticabile Oriana Fallaci. Leggi il mio profilo e ritienimi un ateo cristiano perfettissimo, perché al disopra del mio capo non ho alcun dio, IO SONO dio! Perseguo, tra tanti colleghi falsi e bugiardi, il benessere autentico degli Italiani e dell’intera umanità.
Felicissimo di averti conosciuto. Un affettuoso fraterno saluto.

Il tuo commento sarà visibile dopo l'approvazione.

Il mio cordoglio al Popolo Norvegese.
Sereno dibattito

Unico IMBECILLE al mondo, per avere la Fede in Cristo senza il dubbio
LUSSU
Inviato: 23/7/2011 14:25  Aggiornato: 23/7/2011 14:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/6/2011
Da: Sardegna
Inviati: 32
 Re: Gli attentati di Oslo
Leggete questo articolo, spiega i perchè, questo popolo dia fastidio a Bruxelles

Norvegia unico paese in Europa Ecosostenibile - Guarda caso non è controllata dall'euro

jkb
Inviato: 23/7/2011 14:37  Aggiornato: 23/7/2011 14:37
So tutto
Iscritto: 17/7/2011
Da:
Inviati: 18
 Re: Gli attentati di Oslo
orribile l'articolo del folliero.
un altro antisemita che vede complotti dappertutto,con la scusa della palestina.

Circa due anni fa, il senatore statunitense-ebreo Lieberman aveva accusato la Norvegia di promuovere l’antisemitismo

Circa due anni fa, il senatore statunitense Lieberman aveva accusato la Norvegia di promuovere l’antisemitismo
ridicolo,dipende da chi scrive o avete paura di mostrarvi per quello che siete?cioe' sarebbe piu' onesto mettere un bel loghino tipo divieto sulla stella di davide,mettere un bel link ad olotruffa(sapete bene vero che "sito" sia..) magari qualcosa su quella merda di carlo mattogno e siete a posto.
continuare a strisciare(lo so e' consono ai nazi) con la scusa della "palestian libera" mi sembra una cazzata.siete antisemiti,bene,parliamone
per voi l'olocausto e' una cagata,bene,parliamone
molti qui hanno simpatie palesemente neo naziste,che schifo,ma,bene,parliamone
questa sarebbe correttezza....

giusto per darvi un esempio,esiste un sito di ggiovani punk,bene,costoro sono contro la guerra,punk e tutto il resto.hanno un link a come donchisciotte.ho scritto loro,dicendo di dare un occhio meglio al sito in questione,visto che,non proprio fra le righe dimostra di essere sede per merdate antisemite.
come altri siti sui generis,e' ben(!?)mascherato da sito "antagonista":no tav,contro lo stato,anticapitalismo...insomma le solite robe ammuffite.

Unforgiven
Inviato: 23/7/2011 14:40  Aggiornato: 23/7/2011 14:40
So tutto
Iscritto: 8/9/2007
Da: Italia
Inviati: 17
 Re: Gli attentati di Oslo
Ma solo io trovo strano che tutte le foto dell'attentatore siano posate, con luce perfetta e con sfondo neutro?

Da un grande Potere, grandi Responsabilità.
jkb
Inviato: 23/7/2011 14:43  Aggiornato: 23/7/2011 17:42
So tutto
Iscritto: 17/7/2011
Da:
Inviati: 18
 Re: Gli attentati di Oslo
e' un massone legato alla cia e al mossad,

EDIT. BY FEFOCHIP

SU QUESTO SITO SONO VIETATE ESPRESSIONI RAZZISTE E MINACCIOSE E CHIARAMENTE CON INTENTI PROVOCATORI

cocis
Inviato: 23/7/2011 14:55  Aggiornato: 23/7/2011 14:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Gli attentati di Oslo
Citazione:
Autore: Unforgiven Inviato: 23/7/2011 14:40:22

Ma solo io trovo strano che tutte le foto dell'attentatore siano posate, con luce perfetta e con sfondo neutro?


x il quadro c'è tempo ..


LUSSU
Inviato: 23/7/2011 14:56  Aggiornato: 23/7/2011 14:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/6/2011
Da: Sardegna
Inviati: 32
 Re: Gli attentati di Oslo
Ecco i perchè degli attentati:

Moneta Unica Mondiale per EXPO 2015

E' stata presentata al G8, e dovrebbe essere a regime nel 2015. Ma di questo la gente non ne sa niente.

Homero
Inviato: 23/7/2011 15:00  Aggiornato: 23/7/2011 15:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/4/2007
Da:
Inviati: 466
 Re: Gli attentati di Oslo
Autore: Unforgiven Inviato: 23/7/2011 14:40:22

Ma solo io trovo strano che tutte le foto dell'attentatore siano posate, con luce perfetta e con sfondo neutro?

Tranquillo Unforgiven, non sei solo

rekit
Inviato: 23/7/2011 15:18  Aggiornato: 23/7/2011 18:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Gli attentati di Oslo
cit:
un altro antisemita che vede complotti dappertutto,con la scusa della palestina.

Circa due anni fa, il senatore statunitense-ebreo Lieberman aveva accusato la Norvegia di promuovere l’antisemitismo

Circa due anni fa, il senatore statunitense Lieberman aveva accusato la Norvegia di promuovere l’antisemitismo
ridicolo,dipende da chi scrive o avete paura di mostrarvi per quello che siete?cioe' sarebbe piu' onesto mettere un bel loghino tipo divieto sulla stella di davide,mettere un bel link ad olotruffa(sapete bene vero che "sito" sia..) magari qualcosa su quella merda di carlo mattogno e siete a posto.
continuare a strisciare(lo so e' consono ai nazi) con la scusa della "palestian libera" mi sembra una cazzata.siete antisemiti,bene,parliamone
per voi l'olocausto e' una cagata,bene,parliamone
molti qui hanno simpatie palesemente neo naziste,che schifo,ma,bene,parliamone
questa sarebbe correttezza....

giusto per darvi un esempio,esiste un sito di ggiovani punk,bene,costoro sono contro la guerra,punk e tutto il resto.hanno un link a come donchisciotte.ho scritto loro,dicendo di dare un occhio meglio al sito in questione,visto che,non proprio fra le righe dimostra di essere sede per merdate antisemite.
come altri siti sui generis,e' ben(!?)mascherato da sito "antagonista":no tav,contro lo stato,anticapitalismo...insomma le solite robe ammuffite.
..........................

Massimo, ci puoi liberare da questo
EDIT. BY FEFOCHIP

SEGNALATO A MASSIMO NON CI INSULTIAMO PERSONALMENTE ACCENDENDO INUTILI FLAME
GRAZIE


grazie

Malcico
Inviato: 23/7/2011 16:16  Aggiornato: 23/7/2011 16:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/1/2011
Da:
Inviati: 217
 Re: Gli attentati di Oslo
@ jkb

Citazione:
un altro antisemita che vede complotti dappertutto,con la scusa della palestina.




Già parliamo di antisemitismo.
Forse non sai che anche il popolo palestinese è un popolo semita.. Come usi tu il termine non significa proprio nulla.

Io sono a favore dei pieni diritti per il palestinesi a vivere sulla propria terra, con la propria gente e le proprie tradizioni e cultura, senza l'esercito israeliano che gli punta i fucili contro, gli ruba la terra e gli distrugge le case e non permette loro di andare al lavoro sui campi o ai bambini di andare a scuola.

Sono di parte, è vero dalla parte di chi subisce l'ingiustizia. Questo per te vuol dire essere nazista? Forse non hai chiaro che cosa sia un nazista... il comportamento dei sionisti è da nazisti.

“Lo strumento fondamentale per la manipolazione della realtà è la manipolazione delle parole. Se puoi controllare il significato delle parole, puoi controllare le persone che devono usare le parole.” Philip K. Dick
SENTIERO
Inviato: 23/7/2011 16:37  Aggiornato: 23/7/2011 16:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 24/4/2006
Da: ROMA
Inviati: 1110
 Re: Gli attentati di Oslo
Quando ho sentito la notizia degli attentati in Norvegia addirittura rivendicati dal terrorismo arabo, in automatico mi sono chiesto cosa avesse fatto la Norvegia per meritare tanta attenzione!
Sono passati 10 anni dall'11 settembre 2001 e ormai in molti fanno lo stessi tipo di osservazione che ho fatto io. Da questo deduco che i signori che organizzano questi giochetti hanno molta molta fretta di raggiungere il loro scopo.
Il movente e quindi la colpa della Norvegia potrebbe essere quella di intralciare il dominio dello Stato d'israele, ma se fosse vero dovremmo chiederci come mai sia così importante per loro questa faccenda. Loro, non sono gli Israeliani o i sionisti, non mi si venga a raccontare che hanno il potere di controllare tutta l'informazione mondiale, senza la quale non si riuscirebbe a nascondere la realtà. Sicuramente esiste una organizzazione che usa (presente del verbo usare) i sionisti ma che è transnazionale e sicuramente connessa alle massonerie e all'occulto.

La mente intuitiva è un dono sacro e la mente razionale è un fedele
servo. Noi abbiamo creato una società che onora il servo e ha
dimenticato il dono

A.Einstein
Jurij
Inviato: 23/7/2011 16:58  Aggiornato: 23/7/2011 16:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Gli attentati di Oslo
Citazione:
…con la scusa della "palestian libera" mi sembra una cazzata.siete antisemiti,bene,parliamone
per voi l'olocausto e' una cagata,bene,parliamone
molti qui hanno simpatie palesemente neo naziste,che schifo,ma,bene,parliamone…

Si, l’olocausto c’è stato e nessuno lo nega.

Adesso proprio per dimostrare che i morti dell’olocausto sono serviti a qualcosa nella storia e non sono morti per nulla, sarebbe forse, magari, quasi ora che il governo israeliano accetti lo stato palestinese accanto e soprattutto divida le risorse (come ad esempio l’acqua) con la popolazione palestinese.

Questa si che sarebbe buona volontà da parte degli “ebrei”, “sionisti”, chiamateli come vi pare chi ha in mano le redini di quello stato, ma questo non lo vedrete mai.

L’Europa del dopo guerra ha solo spostato il problema ebraico da un’altra parte, scaricandolo sulle spalle degli arabi.

Chi ha avuto a che fare direttamente sa benissimo quali problemi caratteriali si trascina questo popolo ed è inutile negarlo con il “politicamente corretto”, tanto uno crescendo presto o tardi ci arriva da solo a “scontrarsi” con il problema (ipocrisia? no grazie).

Il colmo è che nemmeno una grossa fetta di popolazione ebrea sopporta la parte estremista, li chiamano i “pinguins”, che è tutto dire.

Sono convinto che anche se dovessero restare soli su questa terra imploderebbero ugualmente facendosi la guerra uno con l’altro fino a livello di famiglia…

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
fefochip
Inviato: 23/7/2011 17:12  Aggiornato: 23/7/2011 17:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Gli attentati di Oslo
scusate io avrei una domanda

non sono riuscito a trovare le modalità dell'arresto del killer

tutte le testimoniaze dei giovani che ho sentito nessuna ha riportato ...."e alla fine è arrivata la polizia" o qualcosa del genere

ne ho letto di come sia stato fermato grazie a un identikit o altro

insomma come lo hanno catturato ?sul fatto ?
come lo hanno fermato in seguito? grazie a un identikit o andava in giro ancora armato di fucile d'assalto a dire come era stato rilassante ammazzare un po di laburisti in erba?

non mi sembra un particolare insignificante

insomma sull'arresto:

i testimoni non ne parlano
i giornalisti non chiedono ma l'arresto denunciato è con tanto di foto
la polizia e il governo tace

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
avatar21
Inviato: 23/7/2011 17:56  Aggiornato: 23/7/2011 17:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/5/2010
Da: Terrritorio Libero di Trieste
Inviati: 73
 Re: Gli attentati di Oslo
A me mi fa ridere quando persone parlano di "antisemitismo" .
I very semiti sono i Palestinesi , i Siriani , i Giordani ecc. ecc. Gli Israeliani sono per la maggior parte KAZARI e percio' non sono semitici . I Semiti in Israele sono solo nella popolazione Araba o Palestinese . Punto e a capo .
Riguardo all'olocausto vi posso dire che io non credo ai libri di storia perche' so che i vincitori riscrivono la storia con le loro favole preferite . Nessuno mi puo' obbligare a credere in cio' che non ho visto o e' scritto nei libri di favole per adulti altrimenti chiamati " storia " . Secondo un rapporto della Croce Rossa Internazionale del 1948 non c'e cenno di olocausto . E osservate i numeri delle vittime come scendono vertiginosamnte ( terzo link ). Ma di questo dogma imposto dai vincitori non si puo' parlare in Italia ? E' possibile che certe farse possono essere perpetuate per sempre ?
Tutti perfettamente lavati nel cervello ? Non importa quanta verita' sia disponibile sull'internet , perche' la si ignora , anche persone intelligenti preferiscono andare con le Palle Ufficiali ......
La verita' fa male . Constatare che la popolazione italiana e' stata presa per i fondelli da piu' di 60 anni e' una sensazione amara . Non si puo' dire quindi che Mossad era coinvolta con l'undici settembre anche questo e' anti Kazaro ? Chi dichiaro' guerra alla Germania nel 1933 ? ( Pinco Pallino probabilmente ! )

http://www.thetruthseeker.co.uk/?p=25843

http://web.archive.org/web/20070607135103/http://www.halturnershow.com/RedCrossRecordsProveHolocaustWasFraud.html

http://groups.google.com/group/total_truth_sciences/browse_thread/thread/76e00c561fbef00c

InFlames
Inviato: 23/7/2011 17:59  Aggiornato: 23/7/2011 17:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/3/2008
Da:
Inviati: 300
 Re: Gli attentati di Oslo
Un bel massone il tipo e ti buttano pure la foto su tutti i giornali! Che ignobili figli di ..... e la gente non vede niente. Che rabbia!

Tutto sarà rivelato
LoneWolf58
Inviato: 23/7/2011 18:32  Aggiornato: 23/7/2011 18:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Gli attentati di Oslo
Citazione:
e la gente non vede niente.
La gente si fida troppo degli "esperti" e vede quello che gli vogliono far vedere... la situazione è talmente apparecchiata che...

Accidenti... ha anche il secondo nome...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Redazione
Inviato: 23/7/2011 18:34  Aggiornato: 23/7/2011 18:34
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Gli attentati di Oslo
L'utente JKB è stato espulso.

rekit
Inviato: 23/7/2011 18:42  Aggiornato: 23/7/2011 18:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Gli attentati di Oslo
grazie Massimo...era qui solo per deviare la discussione e provocare!

Lonewolf,
la situazione è talmente apparecchiata che...
...............

ora dopo ora anche a me comincia a sembrare tutto troppo "perfetto" e apparecchiato...

NiHiLaNtH
Inviato: 23/7/2011 18:59  Aggiornato: 23/7/2011 18:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Gli attentati di Oslo
io ho solo detto che è un massone non che c'entri qualcosa la massoneria
pispax non fare il paranoico al contrario

dr_julius
Inviato: 23/7/2011 19:24  Aggiornato: 23/7/2011 19:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Gli attentati di Oslo
Citazione:

Autore: fefochip Inviato: 23/7/2011 17:12:21

scusate io avrei una domanda non sono riuscito a trovare le modalità dell'arresto del killer



i particolari escono, come comprensibile un po' con il contagocce. Ci sono indagini in corso, anche se ormai sembrerebbe definita la versione ufficiale.

QUI il corsera fà capire che l'allarme è partito via telefoni, sms, twitter... però c'erano dei guardiani della struttura che dovrebbero anche loro aver lanciato l'allerta. O no?!?

Curioso come venga riportato che "l'elicottero della polizia non atterra perchè la sparatoria continua" ???

Citazione:

La polizia è stata avvertita della sparatoria alle 5 e 27 locali, secondo il sito, e chiude l'accesso ad un'area dell'isola; ma, alle 18.20, i paramedici vengono bloccati e gli elicotteri della polizia cercano di recuperare i ragazzi fuggiti sui gommoni ma non atterrano ancora perché la sparatoria continua.

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
dr_julius
Inviato: 23/7/2011 19:34  Aggiornato: 23/7/2011 19:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Gli attentati di Oslo
ovviamente essendo or ora morta Amy Winehouse, gli approfondimenti verranno inghiottiti dalle "altre notizie"... come sempre... (purtroppo mi spingo a ritenere fortemente sospetta una eventuale evidente persistenza di notizie su Utoya nei prossimi giorni)

Esempio: io non ricordo più come è che all'improvviso non si sia più parlato dell' E. Coli mortale della Germania...

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
Merio
Inviato: 23/7/2011 19:36  Aggiornato: 23/7/2011 19:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/4/2011
Da:
Inviati: 3677
 Re: Gli attentati di Oslo
Veramente una brutta faccenda, ma mi ha molto stupito il fatto che siano riusciti a prendere vivo l'attentatore... cioè doveva essere armato fino ai denti per aver fatto tutti quei morti... e avere un addestramento di tipo militare, perché non basta avere un'arma automatica per uccidere tutte quelle persone... certo che se è stato solamente lui a fare tutto questo, anche se mi sembra improbabile, ha progettato tutto come un vero esperto di tecniche militari... per ora da solo(per quanto ne sappiamo) ha ucciso circa un centinaio di persone... e ci sono molti altri feriti gravi... ma non c'erano dei controlli all'ingresso dell'Isola di Utoya?? Gli è bastato vestirsi da poliziotto per passare inosservato, cioè non gli hanno chiesto un tesserino identificativo, o giù di lì?? Il fatto delle esercitazioni della polizia due giorni prima dell'attentato è un brutto segno (anche se 11/9 e a Londra erano il giorno stesso, la cosa è comunque sospetta)... staremo a vedere gli sviluppi... davvero una brutta faccenda... pace alle vittime di questo attentato e alla Norvegia intera...
Pace ai vostri sensi

La libertà di parola senza la libertà di diffusione è come un pesce rosso in una vasca sferica...
Ezra Pound
benitoche
Inviato: 23/7/2011 20:03  Aggiornato: 23/7/2011 20:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1941
 Re: Gli attentati di Oslo
fefochip

insomma come lo hanno catturato

Era seduto su una panchina leggendo il libro "Il giovane Holden"

Permettimi fefo,è assurdo che un uomo da solo possa uccidere 80 giovani che fuggono disperatamente su un isola,di certo è stato un commando di almeno 4 o 5 persone.

Fra tutte le motivazioni possibili ed immaginabili,credo che quello di un
riavvicinamento alla Russia sia il Leitmotiv scatenante
Europa e Russia non devono collaborare,questa fusione sono certo avverrà in futuro,ma i passi che la precederanno saranno molto sanguinosi,da sempre l'impero ha cercato di impedire la creazione della Grande Europa dal Portogallo agli Urali,unica vera soluzione per un mondo più giusto

Quì un articolo di G.Freda come sempre lucido e puntuale

la religione è indispensabile
soltanto a un’umanità rescissa dal mondo divino-spirituale.
NeWorld
Inviato: 23/7/2011 20:17  Aggiornato: 23/7/2011 20:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Gli attentati di Oslo
Non escluderei neanche l'ipotesi di un azione personale di uno squilibrato.
Anche se pare piuttosto remota,sopratutto a noi che siamo frequentatori di LC.
In effetti ancora gli elementi per prendere in considerazione un attentato organizzato da chicchessia sono un po pochini.

L'unica cosa che mi lascia perplesso è che per l'ennesima volta il fatto è stato preceduto da esercitazioni.

Riguardo alla Massoneria non penso sia coinvolta direttamente in quanto il personaggio risulta essere conosciuto come Massone...sarebbe una grossa ingenuità...

Aspettiamo e vediamo. Il tempo forse ci rivelerà altri particolari importanti.

Inanzitutto poniamoci domande e forse avremo risposte:

Per quale motivo sono stati scelti i noti 2 obiettivi?
Che connessione c'è tra loro?
Quale poteva essere il movente dell'attentatore?
Perchè è stata scelta questa data?
Cui prodest?

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
alexg
Inviato: 23/7/2011 20:38  Aggiornato: 23/7/2011 20:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/5/2006
Da: Sybar
Inviati: 179
 Re: Gli attentati di Oslo
http://italian.ruvr.ru/2011/07/23/53634746.html

Secondo alcuni testimoni oculari della carneficina in Norvegia, sull’Isola di Utoya i terroristi sarebbero stati almeno due. Lo afferma il canale televisivo NRK che in alcune agghiaccianti testimonianze afferma che i due criminali nonostante la fretta si fermavano a dare il colpo di grazia ai feriti. Finora si riteneva che il norvegese fermato fosse l’unico responsabile dei due attentati che ieri hanno sconvolto il paese. Secondo gli ultimi dati diffusi dalle autorita’ i morti sarebbero gia’ 98.

Ci sono due errori che si possono fare lungo la via verso la verità...non andare fino in fondo, e non iniziare.

"Democrazia" è due lupi e una pecora che decidono ai voti cosa mangiare.
"Libertà" è la pecora ben armata che contesta il voto.
InFlames
Inviato: 23/7/2011 20:40  Aggiornato: 23/7/2011 20:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/3/2008
Da:
Inviati: 300
 Re: Gli attentati di Oslo
quale uomo si farebbe fare una foto col grembiule? solo se sopra c'è scritto "hail to the chef"

stanno già dicendo che sono scene da 9/11...

Tutto sarà rivelato
robottino
Inviato: 23/7/2011 21:36  Aggiornato: 23/7/2011 21:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/1/2010
Da:
Inviati: 38
 Re: Gli attentati di Oslo
Ciao a tutti.
Volevo lasciare quì il mio piccolo contributo alla discussione.
I punti che non mi tornano sono:
- La foto: un fotomontaggio secondo me. La testa è troppo grossa rispetto al resto del corpo, considerando che han detto che è un tizio alto 1,90, questo signore non avrebbe mai potuto andare in moto. E dove lo trovava un casco della sua taglia? TUTTLE dove sei?????? Aiutaci tu!
- E' ruscito a piazzare un'auto bomba, poi menare le tolle in mezzo al caos (han detto loro che era nei paraggi prima dell'esplosione) per poi andare a fare una carneficia, riuscendone a uccidere una novantina di innocenti. Tutto da solo..... A confronto gli attentatori del 9/11 erano dei pivelli....
- Già belle e pronte foto col grembiulino massonico (commento citato anche tutt'ora nella home page del corriere.it), profilo di FB già analizzato, insomma una bella confezione di cose quasi scontate (almeno per noi).
Ma..... mi sorge un dubbio..... E' la prima volta da quando mi sono aperto a queste tematiche (complottismo etc.) in cui viene coinvolto apertamente sui mass media, un cosiddetto massone, in flagrante!!!! (altro che il passaporto di Mohammed Atta).
Ma vuoi vedere che questo è una contro-FALSE-FLAG, organizzata da qualcuno per toglierli dalle scatole? del tipo "arriva il settimo cavalleggeri"...
MAH...... Se sto delirando ditemelo pure.....

Ora tralascio un attimo la spiritosaggine, e mestamente rivolgo un pensiero alle povere INNOCENTI vittime, e alle loro famiglie.

Che Dio li accolga.

Saluti.

Robottino

pippovinci
Inviato: 23/7/2011 21:47  Aggiornato: 23/7/2011 21:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/9/2006
Da: palermo
Inviati: 102
 Re: Gli attentati di Oslo
Obama ha detto (più o meno) che la strage norvegese dimostra che bisogna continuare a tenere alta la guardia conro il terrosrismo.

... e visto che l'omicida di Oslo è un cristiano antiislamico , ora , per coerenza Barack dovrebbe bombardare Città del Vaticano .. o Westminster!

Rickard
Inviato: 23/7/2011 21:55  Aggiornato: 23/7/2011 21:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Gli attentati di Oslo
Come sempre, per chi ormai ha analizzato le cospirazioni made in USrael non è difficile fiutare da lontano il puzzo di marcio quando eventi provvidenziali come questo si verificano. Siccome lorsignori hanno anche meno fantasia di quel che si direbbe, tali eventi finiscono con l'essere sostanzialmente tutti uguali.

Basta guardare nei soliti punti e tutto salta fuori. Petrolio. Accordi Norvegia-Russia. Distaccamento dall'egemonia statunitense. E come sempre la giostra deve continuare a girare.

Il buon Freda ha già elencato i fattori più importanti, che bastano per avere un quadro della situazione. Ormai, dopo anni di "attentati", non è necesario mettersi a contare i peli del culo degli "attentatori", soprattutto di fronte a tanta sfacciataggine nell'esecuzioni di false flag che più false non si può.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
Paxtibi
Inviato: 23/7/2011 22:08  Aggiornato: 23/7/2011 22:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Gli attentati di Oslo
Il cristiano fondamentalista... massone.

Ok.

rekit
Inviato: 23/7/2011 22:26  Aggiornato: 23/7/2011 22:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Gli attentati di Oslo
cit:
Il cristiano fondamentalista... massone.

Ok.
.........................
si, in effetti.......

a_mensa
Inviato: 23/7/2011 22:36  Aggiornato: 23/7/2011 22:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: Gli attentati di Oslo

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
NeWorld
Inviato: 23/7/2011 22:55  Aggiornato: 23/7/2011 22:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Gli attentati di Oslo
Serie di articoli da cui si puo trarre qualche particolare:
http://www.fanpage.it/la-strage-dei-giovani-eroi-di-utoya/ (guardate il video)

http://www.fanpage.it/norvegia-la-strage-di-utoya-nel-racconto-dei-sopravvissuti/

Questo mi lascia senza parole...
http://lapulcedivoltaire.blogosfere.it/2011/07/terrorismo-in-norvegia-17-morti.html

Ma le parole le ha trovate qualcuno nei commenti!

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
fiodenamig
Inviato: 23/7/2011 23:10  Aggiornato: 24/7/2011 3:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/5/2011
Da:
Inviati: 332
 Re: Gli attentati di Oslo
Commento en passant:

non escludo che l'attentatore sia una copia.
Occhio che la maggior parte dei kamikaze, killer pazzi (tipo quello di Robert Kennedy) & ammazzatorisuiciditerrorroristi vari sono COPIE.

Il militare ha la tecnologia (di derivazione aliena) per copiare un essere umano.

La copia ha la caratteristica di avere il medesimo genotipo della persona da cui la copia deriva, ma di avere un fenotipo alquanto ridotto rispetto all'originale.

In altre parole, essa non dispone di tutti i ricordi dell'originale in quanto i ricordi vengono impiantati nella copia, da parte dei militari, in maniera selettiva.


Qualche volta mi capita di leggere qualche resoconto di attentato, strage, etc... E dopo un po' che leggo penso: "quello che ha fatto questa cosa è una copia".

ESEMPIO: avete presente il nigeriano che ha cercato di fare esplodere l'aereo Amsterdam-New York il 26 Dicembre 2009 e fortunatamente alla fine si è solo bruciato i genitali? Ecco: dal suo comportamento direi che quello lì è una copia, oltretutto seguita passo dopo passo dai servizi segreti:

BOMBA NELLE MUTANDE

Questo è clamoroso ma a parte una breve intervista su FOX news nessuno lo riporta. C'è ora il processo a NY per l'attentato (fallito) "della bomba nelle mutande" del Natale 2009 sul volo Amsterdam-New York di un nigeriano, Umar Farouk Abdulmutallab, studente a Londra, che aveva cercato di far esplodere qualcosa nascosto sotto i vestiti.

Dopo questo "attentato fallito di AlQaeda" sono stati introdotti negli aereporti internazionali altri controlli con gli scanner a raggi X e in America il palpeggiamento per chi non vuole i raggi X appunto anche delle mutande.

Questo studente nigeriano aveva armeggiato con qualcosa nascosto nelle mutande, acceso una specie di miccia e qualcosa aveva bruciato nei suoi vestiti, ma poi gli erano saltati addosso i passeggeri.

I passeggeri lo descrivevano come in stato confusionale, sotto l'effetto di qualche droga o sedativo o ipnotizzato.

Quelli che lo avevano bloccato hanno testimoniato che sembrava un automa prima e dopo il tentativo di innescare la bomba, "senza espressione... come ipnotizzato".

L'attentatore era figlio di un ministro in Nigeria e il padre aveva chiesto ufficialmente al governo USA di vietargli di imbarcarsi in aereo, di metterlo nella lista "no flight" per cui vieni lasciato automaticamente a terra se cerchi di imbarcarti, perchè temeva dei gesti inconsulti dal figlio che sembrava aver cambiato personalità e pericoloso.

Sul volo c'era una coppia di avvocati Kurt Haskell e sua moglie che da subito hanno denunciato che sono stati testimoni del fatto che questo nigeriano era assieme ad un uomo vestito elegante forse indiano di origine che aveva chiesto di farlo imbarcare sull'aereo SENZA PASSAPORTO.

Parlando con un accento americano era intervenuto dicendo "viene dal Sudan, li facciamo salire così tante volte...." convincendo i piloti a farlo imbarcare.

Questa coppia di avvocati e altri sono quindi testimoni che questo studente nigeriano è salito sull'aereo grazie all'intervento di qualcuno in posizione di autorità all'aeroporto e sull'aereo era in stato ipnotico.

In più una volta arrivati l'FBI con i cani ha fatto fiutare tutti i bagagli a mano e quando questi hanno segnalato una borsa appartenente ad un uomo con una tuta arancione lo hanno portato via in manette.

Tuttavia nessuno ha più sentito nominare questo passeggero e le autorità hanno negato che un altro passeggero sia stato arrestato arrivando a fornire cinque versioni diverse dei fatti ai passeggeri che le hanno interpellate chiedendo che fine ha fatto "l'uomo in arancione" arrestato.

La famiglia Haskell ha chiesto molte volte di essere sentita e si presenta ora alle sedute del processo e finalmente dopo mesi è successo che un canale TV per qualche secondo li abbia intervistati e citati, ma il resto dei media ha semplicemente ignorato le testimonianze dei passeggeri.




Il famoso attentato "della bomba nelle mutante" è stato il pretesto per adottare in tutti gli aereoporti ora scanner per vedere sotto i vestiti.




Solo che il "terrorista di AlQaeda" era uno studente nigeriano a Londra di buona famiglia il cui padre aveva chiesto all'FBI di inserire il suo nome nella lista dei potenzialmente pericolosi, in apparenza ipnotizzato o drogato, che si muoveva come un automa ed era salito senza passaporto in aereo, grazie ad un personaggio in borghese sconosciuto (per evitare che il suo nome apparisse in qualche lista di sospetti).

Poi all'arrivo nella borsa di un altro tizio, in tuta arancione, i cani avevano fiutato esplosivi ed era stato arrestato a detta dei passeggeri, ma non se ne è più sentito niente.


Questi fatti sono tutti verificabili (vedi sotto), dopodichè resta solo da capire perché i media parlino di Al Qaeda.

http://www.corriere.it/esteri/09_dicembre_29/mutanda-olimpio_359efc96-f450-11de-a1b2-00144f02aabe.shtml

http://www.youtube.com/watch?v=gu5l7a7dgP4

http://theuniversalseduction.com/articles/the-underwear-bomber-haskell-family-fbi-has-changed-accounts-4-times-our-story-is-the-same-since-day-one

Il processo dovrebbe iniziare il 4 Ottobre 2011, tenetevi sintonizzati perché potremmo vederne delle belle:

http://haskellfamily.blogspot.com/2011/07/underwear-bomber-hearing-7-7-11.html

Blog della famiglia Haskell:

http://haskellfamily.blogspot.com/






ps

Oggi importante convegno sulla fusione fredda a Viareggio:

http://22passi.blogspot.com/2011/07/diretta-convegno-da-viareggio.html

RIASSUNTO DELL'INTERVENTO DI FRANCESCO CELANI (INFN di Frascati) :

17.32 - Celani spiega come i principi della fusione fredda, ben noti e conosciuti in ambiti militari, siano utilizzati nella realizzazione di micro-bombe nucleari tattiche.

17.34 - Un punto di forza delle LENR (Low-Energy Nuclear Reactions) è che producono radiazioni a bassa energia (non pericolose); un punto debole è che esistano centinaia di ipotesi di teorie per tentare di spiegarle, ma a tutt'oggi nessuno si è dimostrato risolutivo.

17.37 - Storicamente i filoni di ricerca principali nella fusione fredda sono due:
Palladio-Deuterio (Flieschmann e Pons);
Nichel-Idrogeno (Piantelli, Focardi, Habel).

17.40 - Ricorda che Fleischmann era il presidente della Società Internazionale degli Elettrochimici, non certo uno sprovveduto; pochi sanno che Pons è di origine italiana. L'annuncio che fecero nel 1989 non poteva essere gestita peggio.

17.43 - In realtà il vero padre della fusione fredda è Arata che cominciò a lavorarci sin dal 1958 con il deuterio in fase gassosa.

17.47 - Il primo insabbiamento clamoroso della fusione fredda risale già al 1989, ad opera della NASA. Solo nel 2003 si è scoperto che un report positivo di G. Fralick era rimasto "in un cassetto".

17.50 - Altre prove della fusione fredda insabbiate si trovano ad esempio nelle ricerche di Giuliano Preparata all'ENEA. La collega De Ninno non ha potuto continuare quelle promettenti ricerche per totale taglio dei fondi. (Vedi RAPPORTO 41: http://www.youtube.com/watch?v=oDytXq4mQdg notare l'intervento del comitato per l'energia atomica di Francia ovverosia servizi segreti francesi)

17.53 - Arata è stato il primo, lavorando con polveri di Palladio, a capire che le reazioni di fusioni fredda aumentavano al ridursi della dimensioni delle particelle, ma fino a un certo punto: il range ideale è 5-15 nanometri. Misure più piccole diventano controproducenti,

17.56 - Celani illustra la ricerca che sta portando avanti con un gruppo di lavoro interdisciplinare, utilizzando depositi di nanoparticelle su fili lunghi e sottili di Pd in atmosfera gassosa di Deuterio ottenendo 400/W/g a 500°C con buona riproducibilità. Ha lavorato anche con fili di Ni in atmosfera di Idrogeno ottenendo un rendimento altissimo pari a 1800W/g a 900°C, ma ancora con difficoltà di replica.

18.01 - Anche Arata dal 2005 ha iniziato a utilizzare insieme a Pd e Zr anche il Ni. Queste ricerche sono state riprese negli USA da Brian Ahern che ha ottenuto 8W attorno a 500°C.

18.08 - Celani prende atto che i migliori ricercatori del settore finiscono col lavorare in laboratori militari (Los Alamos, Naval Research). Le campagne di denigrazione contro la fusione fredda da una parte, e gli investimenti militari sulla ricerca dall'altra sono probabilmente due lati della stessa medaglia.

18.12 - L'interesse militare sembra giustificato soprattutto dalla possibilità di produrre trizio a costi molto bassi tramite la fusione (il trizio viene utilizzato per mantenere operative le testate termonucleari).

Akane
Inviato: 23/7/2011 23:11  Aggiornato: 23/7/2011 23:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/7/2011
Da: Austria
Inviati: 135
 Re: Gli attentati di Oslo
l'ultimo è effettivamente...curioso

Malcico
Inviato: 23/7/2011 23:41  Aggiornato: 23/7/2011 23:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/1/2011
Da:
Inviati: 217
 Re: Gli attentati di Oslo
Citazione:
I very semiti sono i Palestinesi , i Siriani , i Giordani ecc. ecc. Gli Israeliani sono per la maggior parte KAZARI e percio' non sono semitici . I Semiti in Israele sono solo nella popolazione Araba o Palestinese . Punto e a capo .


In teoria anche gli israeliani sono un popolo semita in quanto parlano l'ebraico. Però sono per la maggior parte Kazari e Ashkenaziti e provengono dalla Russia e dall'Europa dell'ESt.

Citazione:
Riguardo all'olocausto vi posso dire che io non credo ai libri di storia perche' so che i vincitori riscrivono la storia con le loro favole preferite . Nessuno mi puo' obbligare a credere in cio' che non ho visto o e' scritto nei libri di favole per adulti altrimenti chiamati " storia " . Secondo un rapporto della Croce Rossa Internazionale del 1948 non c'e cenno di olocausto


Ci sono le testimonianze dei sopravvissuti della Shoah o dei loro parenti, come Norman G. Finkelstein, Stephane Hessel, Hedy Epstein.

“Lo strumento fondamentale per la manipolazione della realtà è la manipolazione delle parole. Se puoi controllare il significato delle parole, puoi controllare le persone che devono usare le parole.” Philip K. Dick
Redazione
Inviato: 24/7/2011 0:31  Aggiornato: 24/7/2011 0:31
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Gli attentati di Oslo
Ho pubblicato l'articolo di Freda, perchè mi sembrava molto difficile farne uno migliore. Grazie a chi l'ha segnalato.

edo
Inviato: 24/7/2011 1:50  Aggiornato: 24/7/2011 1:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Gli attentati di Oslo
Durante uno speciale del tg ho sentito un """esperto""" parlare di ""arabi bianchi"". Capito in che modo ti porto ndò voglio? Arabi=cattivi... che ti piaccia o no

Inenascio
Inviato: 24/7/2011 2:20  Aggiornato: 24/7/2011 2:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/9/2010
Da: Provincia di Napoli
Inviati: 166
 Re: Gli attentati di Oslo
@ LUSSU, in particolare, @gli utenti di LC, in generale.

A proposito della Moneta Unica Mondiale per EXPO 2015,
dopo la visione del video su YT, ho postato questo commento:
Citazione:
Una moneta unica mondiale sarebbe auspicabile ma alla sola condizione che non fosse più proprietà di entità plutocratiche sovrastatali, o anche statali come la Cina et al., le quali, non dovrebbero+ prestarla ai popoli ma accreditarla nella misura della quantità di PIL raggiunto da ogni popolo. I governanti dovrebbero poi distribuirne una parte agli amministrati come REDDITO di CITTADINANZA, nella misura minima da garantire, a ogni proprio cittadino, il Livello Essenziale di Esistenza (LEE).

Inenascio 33 minuti fa

Dopo questo commento, sono andato pure a leggermi l'articolo segnalato in altro post dall'interessante utente LUSSU:
Citazione:

GIOVEDÌ 18 NOVEMBRE 2010

Cos'ha la Norvegia che l'Italia non ha? N. Forcheri

Grazie a LUSSU prima, e alla collega, ottima blogger Nicoletta Forcheri poi, di avermi dato la possibilità di conoscere il nobilissimo Popolo di Norvegia, capace di stare a schiena diritta fuori dalla CE e dall'euro, con la sua gloriosa corona.
Da qui sorgono fondatissimi sospetti che la Norvegia stia sulle palle ai tecnocrati della moneta di Bruxelles.
Ho appreso da SKY/Tg24, che l'autore reo-confesso dell'atroce strage, è un cittadino norvegese fondamentalista "cristiano" appartenente ad ambienti massonici di c/dx, peraltro ostile ai fondamentalisti islamici (e meno male!). Quindi, nessun terrorismo di Al-Qaeda o altre cavolate inventate a pretesto subdolo, di giustificare guerre infinite per difendere ed esportare la"democrazia" del ca...volo!

Pertanto, la strage porterà la Norvegia a dolersi del suo male e sarà costretta a piangere se stessa.
Così però si palesa una intimidazione dei poteri massonici alla Norvegia che ha centrato il bersaglio!
Come si dovrà difendere da futuri attacchi la debole Norvegia? Entrando nella "felice" CE con l'euro? Penso di sì, ma potrei anche sbagliarmi, sarà la speranza diabolica di Bruxelles!?
Termino qui la mia povera analisi di Diagnosi, da persona che in Economia conta e vale letteralmente meno di ZERO. Chiedo vènia.

Ma riguardo alla Terapia, da indicare per concretizzare quanto da me auspicato nelle 500 battute del commento al video sopra linkato e quotato, sono l'unica persona al mondo da poterla praticare, in quanto ferratissimo in DIRITTO naturale delle GENTI, e mi si dovrà scoprire un GIUSNATURALISTA PERFETTO, attraverso il quale, effettivamente, per l'EXPO 2015 ci potrà essere una "Moneta credito", in sostituzione della letale "Moneta debito", una più congeniale unica moneta mondiale, nei precisi termini da me indicati nel commento. Beninteso, alla sola condizione che si approfondisca seriamente la mia conoscenza di persona impegnata da oltre 15 anni, con immensa ingenuità e ignoranza, per guadagnare sapientemente tanti e tanti soldi da AZZERARE il "Debito pubblico" dello Stato Italiano, per la condivisione della mia già raggiunta felicità, con tutti gli amati connazionali, prossimo mio, che amo come me stesso.

Non si può pretendere che, in un semplice post, io lo possa dimostrare e convincere, quando poi, anche facendolo in estrema sintesi, sono ritenuto quello che risulto attualmente: un pazzo delirante rinchiuso in "Manicomio familiare" sulla base di QUESTA DIAGNOSI e di QUESTA TERAPIA del 02/03/1994, da me legalmente contestata e praticamente rifiutata, dal 1994 a tutto il 1999 (in tutte le sedi possibili), comportandomi il proibitivo costo di perdere, innanzitutto la mia VITA, poi l'affetto dell'amatissima moglie e dilette 3 figlie: 4 donne stupende, rispettivamente di anni 58, 26, 24 e 22 nel 1994, tutte adulte e vaccinate, dalle quali dovetti obbligatoriamente "divorziare", dopo 25 anni di doppio-lavoro a 16 ore/die ad esse dedicate, per AMORE, quello illimitato e incondizionato, a senso unico, "purtroppo e per fortuna"(!), incomprensibile.

Tale mia Divina FOLLIA, per l'attaccamento congenito al raggiungimento della VERITÀ, con desiderio insopprimibile e forte come la morte, scaturente dal profondo dell'Anima mia, ha consentito che tutta la pienezza dello Spirito Divino inabitasse nella mia mente, per addivenire alla PACE MONDIALE, con la fine di tutte le guerre, atrocità e sciagure umane di ogni genere.

PQM, vale davvero la pena perdere tempo per conoscere, approfonditamente, la mia vicenda umana, troppo umana! Dopo di ché occorrerà semplicemente divulgare, ognuno, nel suo piccolo, per quanto può e per quello che sa nella beata informatica su Internet, con passa parola nella vita reale.
Serena Domenica

Unico IMBECILLE al mondo, per avere la Fede in Cristo senza il dubbio
pierob4
Inviato: 24/7/2011 3:08  Aggiornato: 24/7/2011 3:08
So tutto
Iscritto: 19/7/2011
Da:
Inviati: 5
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Salve, mi stavo chiedendo come un uomo possa uccidere più di 100 persone da solo. Da quello che i media hanno riportato, il terrorista avrebbe fatto espolodere l'ordigno e poi si sarebbe precipitato nell'isola di Utoya per finire il lavoro..... incredibile. Ma come si può dare una notizia del genere senza essere preso per deficente, eppure gran parte della stampa mondiale ha riportato queste cose, da questo si può capire quanto i media siano controllati dai soliti ignobili. Per quel che riguarda l'attentatore, che sia massone o di estrema destra poco importa, anzi, credo sia solo fumo negli occhi, quello che salta agli occhi è proprio questi tentativi di fare confusione.... tanto i tordi si bevono qualsiasi cosa, basta che sia la televisione a riportarlo. MK-ultra docet!
Saluti a tutti
"Oggi i giornali stanno all'informazione quanto lo spazzolino da denti sta al buco del culo"

gronda85
Inviato: 24/7/2011 5:06  Aggiornato: 24/7/2011 5:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 2/12/2008
Da:
Inviati: 1957
 Re: Gli attentati di Oslo
---Norvegia unico paese in Europa Ecosostenibile - Guarda caso non è controllata dall'euro---


non puoi vincere
non puoi pareggiare
non puoi nemmeno ritirarti
benitoche
Inviato: 24/7/2011 6:53  Aggiornato: 24/7/2011 7:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1941
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Norvegia: il partito socialista proporrà una mozione in cui si chiede di bombardare Israele in caso di azioni contro Hamas a Gaza.

Come non notare
Mi viene da dire che se si riesce a migliorare il mondo poi non ci si può comportare come i guerrafondai oggi esistenti

PS
Propio pochi giorni fà guardavo un film,di quelli scadentissimi ma con un messaggio importante dentro,Bombardare Gerusalemme nel caso in cui non accetti il trattato di paceCountdown: Jerusalem cliccando quì potete vederlo direttamente su youtube versione inglese,su megavideo c'è la versione doppiata
In una settimana due messaggi uguali,bombardare Gerusalemme,incredibile chi lo avrebbe mai detto?
Trama:
Il Presidente della Banca centrale europea è l'artefice dell'accordo di pace in Medioriente,le inondazioni in Georgia hanno dato l'opportunità di avviare un dialogo con la Russia,il nuovo ordine mondiale che avanza,Gerusalemme viene bombardata perchè rifiuta l'accordo,Guerra nucleare
Illuminante

la religione è indispensabile
soltanto a un’umanità rescissa dal mondo divino-spirituale.
mangog
Inviato: 24/7/2011 8:40  Aggiornato: 25/7/2011 7:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Gli attentati di Oslo
Citazione:

Autore: francesco7 Inviato: 23/7/2011 11:23:01

E’ stato l’Islam, anzi no, Il Giornale va in edicola con due copertine diverse – Ecco le foto
Questa volta Sallusti si è davvero superato


Ma se lo hanno pescato in vacanza a Saint Tropez con il figlio di Carlo De Benedetti" Marco" e gentildonne a seguito (e va bè... la Santanché è solo una donna.. )..... e dopo si dovrebbero prendere per seri i loro giornali ?


PS... Gli anglosassoni satanici...( le scimmie con il pelo giallo per i cinesi di 4000 anni fa )... maledetta quella volta che i romani si sono intestarditi di volerli conquistare e civilizzare.

Per non sbagliare dalla torre con sopra gli anglosassoni ed i successori di David... butterei giù la torre con la dinamite ( qausi emulando il norvegese satanico)

baciccio
Inviato: 24/7/2011 9:31  Aggiornato: 24/7/2011 9:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 536
 Re: Gli attentati di Oslo
Citazione:
Autore: avatar21 Inviato: 23/7/2011 17:56:03 A me mi fa ridere quando persone parlano di "antisemitismo" . I very semiti sono i Palestinesi , i Siriani , i Giordani ecc. ecc. Gli Israeliani sono per la maggior parte KAZARI e percio' non sono semitici . I Semiti in Israele sono solo nella popolazione Araba o Palestinese . Punto e a capo . Riguardo all'olocausto vi posso dire che io non credo ai libri di storia perche' so che i vincitori riscrivono la storia con le loro favole preferite . Nessuno mi puo' obbligare a credere in cio' che non ho visto o e' scritto nei libri di favole per adulti altrimenti chiamati " storia " . Secondo un rapporto della Croce Rossa Internazionale del 1948 non c'e cenno di olocausto . E osservate i numeri delle vittime come scendono vertiginosamnte ( terzo link ). Ma di questo dogma imposto dai vincitori non si puo' parlare in Italia ? E' possibile che certe farse possono essere perpetuate per sempre ? Tutti perfettamente lavati nel cervello ? Non importa quanta verita' sia disponibile sull'internet , perche' la si ignora , anche persone intelligenti preferiscono andare con le Palle Ufficiali ...... La verita' fa male . Constatare che la popolazione italiana e' stata presa per i fondelli da piu' di 60 anni e' una sensazione amara . Non si puo' dire quindi che Mossad era coinvolta con l'undici settembre anche questo e' anti Kazaro ? Chi dichiaro' guerra alla Germania nel 1933 ? ( Pinco Pallino probabilmente ! )


Quoto in toto quanto hai scritto, avatar21.
A distanza di sessant'anni abbiamo il diritto di indagare l'olocausto.

dr_julius
Inviato: 24/7/2011 9:32  Aggiornato: 24/7/2011 9:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Gli attentati di Oslo
vedremo nei prossimi giorni quanto si riesce ad insabbiare in Norvegia e quanto no. (tanto i giornali norvegesi sono ben pochi a saperli leggere, no?)
(Nessuno si ricorda più di Olof Palme?)


emergono alcuni dettagli sull'arresto:
Citazione:

Il killer, secondo quanto si apprende da ambienti investigativi, sarebbe stato fermato da una unità antiterrorismo della polizia. Gli agenti si sono diretti in elicottero verso l’isola appena è stato lanciato l’allarme e hanno stordito l’uomo spruzzando gas lacrimogeni dall’alto.


i testimoni, sopravissuti al tiro a segno sull'isola, dicono che NON ha fatto tutto da solo:
Citazione:

Alexandre Standval, un giovane di 23 anni che si trovava sul’isola insieme ad alcuni amici si è detto sicuro che a sparare “sono state due persone”, mentre Marius Roset, che ha raccontato di essersi tuffato in acqua per evitare i colpi d’arma da fuoco, ha detto che “c’era più di un tiratore”



(fonte: ilfattoquotidiano.it)

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
SuperFed
Inviato: 24/7/2011 9:34  Aggiornato: 24/7/2011 9:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/6/2011
Da: Città stressante nord Italia
Inviati: 168
 Re: Gli attentati di Oslo
Non è male la tecnica iniziale usata per inquadrare la questione e tentare di venire al dunque. Agili citazioni da siti d'informazione in successione e titolate con chiarezza, il sistema in sè fila.

Mi rimane sempre l'impressione che parallelamente alle motivazioni specifiche, rimanga fondamentale per alcuni lo scatenarsi di eventi clamorosi e luttuosi che si piantino ben al centro dell'attenzione ordinaria, come dell'inconscio, del "pubblico globale". Se si ha un programma cadenzato di queste tragedie mediatiche per sciogliere progressivamente la psiche collettiva è poi un gioco da ragazzi trovare lo scenario e le cause specifiche per passare all'azione, lo "scacchiere strategico globale" è sempre e di per sè una naturale matassa di dinamiche che vanno in tutte le direzioni.

Ciao Inenascio, dei tuoi post(s) apprezzo il vocabolario, che è molto ricco di termini a rischio estinzione in questa nostra sciagurata modernità che sopprime sempre più parole, quindi sempre più IDEE che con queste potrebbero esprimersi.

Onore a te Takuro Nakai genio incompreso dei manga[img align=right]
dr_julius
Inviato: 24/7/2011 9:51  Aggiornato: 24/7/2011 9:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Gli attentati di Oslo
immagine dello stragista in piedi in mezzo alle vittime e ai feriti.



(da Lastampa.it che cita una pagina di Facebook )



mi stupisce che siano ancora del tutto assenti nelle notizie il tipo di armi utilizzate, mentre si parla con certezza di come abbia costruito i "materiali esplosivi" usando fertilizzanti agricoli (che comunque non è una operazione banale, cioè non è che uno si mette a ricava esplosivo dai fertilizzanti: occorrono competenze ed attrezzature idonee).

Quel tizio da solo sarebbe giunto, senza dare nell'occhio, sull'isola di Utoya vestito da poliziotto (ma sbarcato da una barchetta "civile"???) e armato con centinaia di proiettili: "ehi, salve ragazzi. Sono qui per ragioni di sicurezza. C'è stata una bomba ad Oslo e vengo a controllare. Ora sedetevi tutti là che ne parliamo meglio"... e nessuno che si sia insospettito?!?

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
SuperFed
Inviato: 24/7/2011 10:35  Aggiornato: 24/7/2011 10:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/6/2011
Da: Città stressante nord Italia
Inviati: 168
 Re: Gli attentati di Oslo
Domenica 24 ore 10:30

Sul sito del Corriere:

1° notizia l'omicida norvegese aveva pubblicato un memoriale. Appare in tenuta antibattereologica con una croce templare sul petto. Lo sfondo non c'è, c'è il bianco uguale alla precedente foto in muta da sub e fucile uguale al bianco neutro dell'ancora precedente da "iniziato".

2° notizia rogo alla stazione Termini

3° notizia la morte della Winehouse.

Ma cosa mi sta a significare la tuta antibattereologica? E perchè queste sequele di camuffamenti su sfondo bianco?

Onore a te Takuro Nakai genio incompreso dei manga[img align=right]
Jurij
Inviato: 24/7/2011 10:52  Aggiornato: 24/7/2011 10:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/1016470/strage-norvegia-erano-in-due.shtml

Visto che erano in 2 a sparare, per definizione si tratta di complotto.
A meno che si elimina il testimone, allora è una strage pianificata da un "folle"...

Alexandre Standval e Marius Roset arriveranno al processo...?

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
alexg
Inviato: 24/7/2011 11:34  Aggiornato: 24/7/2011 11:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/5/2006
Da: Sybar
Inviati: 179
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
cito da dr_julius:

...mentre si parla con certezza di come abbia costruito i "materiali esplosivi" usando fertilizzanti agricoli...

Anche questa stronzata delle bombe fatte di merda è un clichè ridicolo.

Mi chiedo perchè non le usino i militari le bombe alla merda, visto che hanno un così alto potenziale esplosivo.

Meno male che ci hanno risparmiato la bomba al "perossido di idrogeno"... come quelle che AlQuaeda prepara sugli aerei. (Ma andassero affanc..o)

Ci sono due errori che si possono fare lungo la via verso la verità...non andare fino in fondo, e non iniziare.

"Democrazia" è due lupi e una pecora che decidono ai voti cosa mangiare.
"Libertà" è la pecora ben armata che contesta il voto.
rekit
Inviato: 24/7/2011 11:56  Aggiornato: 24/7/2011 11:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
cit:
Alexandre Standval e Marius Roset arriveranno al processo...?
........................
scusa ma mi sembra una ridicolaggine.
uno, o due, o tre o trenta vanno su un'isoletta grossa come due campi da calcio dove ci sono 600 ragazzini per sterminarne qualche decina e poi i mandanti occulti si dovrebbero preoccupare di non lasciare testimoni del fatto che i "cecchini" fossero piu' di uno?!?!?!?
suvvia...per quale ragione?

Credo anche io che ci sia un'organizzazione piu' amplia dietro a questo tragico evento, tuttavia non trovo incredibile pensare, se mi trovassi armato fino ai denti su un' isoletta stracolma di persone disarmate, di poterne uccidere un centinaio...basterebbe sparare all'impazzata a 360 gradi.....
piuttosto a destare molti interrogativi e' la storia della bomba al fertilizzante....visti i danni, quanto fertilizzante sarebbe servito per ottenere quei risultati? Combinandolo con quali altre sostanze?come sarebbe stato trasportato in loco....etc...etc....cose delle quali pochi stanno parlando nei media......tutti impegnati a scavare nel profilo FB del killer...

PikeBishop
Inviato: 24/7/2011 12:09  Aggiornato: 24/7/2011 12:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Citazione:
si dovrebbero preoccupare di non lasciare testimoni del fatto che i "cecchini" fossero piu' di uno?!?!?!?

No, hanno gia' il patsy, pronto con fotomontaggi per l'occasione. Chi ci ricorda?

Citazione:
non trovo incredibile pensare, se mi trovassi armato fino ai denti su un' isoletta stracolma di persone disarmate, di poterne uccidere un centinaio...basterebbe sparare all'impazzata a 360 gradi.....

Almeno la meta' li becchi alle prime raffiche. Non c'e' neanche bisogno di ricaricare (tanto) se ti porti una borsata di armi stile "Falling Down".

Citazione:
quanto fertilizzante sarebbe servito per ottenere quei risultati?

Neanche troppissimo: quanto riesci a caricare riempendo un furgone di media grandezza, tipo Ford Transit, per intenderci. Il fertilizzante, al contrario di quanto credono i profani, funziona. IRA docet. E soprattutto non lascia tracce riconducibili a militari vari.
Non viene usato dai militari per ovvie ragioni di compattezza, maneggiabilita', sicurezza e velocita' (ovvero la mancanza di).

Piuttosto vorrei far notare che a quanto pare (se qualcuno ne sa di piu' e' pregato di intervenire) le frontiere norvegesi non sono piu' aperte, ma controllate pesantemente. Segno che in governo crede nell'ipotesi estera.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
edo
Inviato: 24/7/2011 12:10  Aggiornato: 24/7/2011 12:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Citazione:
piuttosto a destare molti interrogativi e' la storia della bomba al fertilizzante....visti i danni

Oklahoma docet!

Sul famoso mazzo di carte degli illuminati esiste qualche riferimento a questo fatto?

InFlames
Inviato: 24/7/2011 12:27  Aggiornato: 24/7/2011 12:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/3/2008
Da:
Inviati: 300
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete

Tutto sarà rivelato
Tuttle
Inviato: 24/7/2011 12:33  Aggiornato: 24/7/2011 12:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Premessa; mi ero ripromesso di non mettere bocca su questa vicenda, prima di aver avuto più elementi per farmi un idea. Ma stamattina mi ritrovo la notizia dell'esistenza di un memoriale (deja vu)....e me lo vado a scaricare: "2083 A European Declaration Of Independence".

E' scritto tutto; da come costruire la bomba coi fertilizzanti, a dove trovarli, a dove procurarsi armi, divise, medagliette, alla massoneria, ai templari, la razza ariana, storia catalogazione e millimetrica cronistoria dell'attività jihadista degli ultimi 10 anni...etc.etc.. Il tutto redatto dall'Anders Behring.

Ho notato una cosa interessante;

in apertura al documento si linkano due video "dimostrativi".

Il primo è stato levato. Il secondo è ancora presente ma risulta caricato IERI.

I giornali TUTTI affermano che il documento sia stato pubblicato nel 2009, non si fornisce fonte di tale affermazione.

Il documento riferisce anche del 2010, quindi la notizia è una balla.

Il documento è redatto nel 2011. Sta scritto nelle prime pagine. Leggessero prima di scrivere cagate. Maremma maiala!

Il documento ha dei link a dei video pubblicati IERI.

Cosa devo dedurne???


dr_julius
Inviato: 24/7/2011 13:15  Aggiornato: 24/7/2011 13:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Citazione:
cito da dr_julius: ...mentre si parla con certezza di come abbia costruito i "materiali esplosivi" usando fertilizzanti agricoli...

Anche questa stronzata delle bombe fatte di merda è un clichè ridicolo.
Mi chiedo perchè non le usino i militari le bombe alla merda, visto che hanno un così alto potenziale esplosivo.


I fertilizzanti agricoli contengono sostanze azotate (sali di ammonio, urea) che opportunamente trattati possono creare reazioni esplosive. In alcuni Paesi il loro acquisto è regimentato (per esempio: non può comprarli chiunque, c'è un registro delle vendite, c'è un limite quantitativo. Un po' come alcuni veleni (es. topicidi) per via di possibile uso criminogeno)

(PS: prima di parlare, e catalogare certe informazioni come "stronzate", è bene informarsi!)



@Tuttle: confermo quel che dici. Basta andare a vedere.
Il NY Times afferma chiaramente: "The manifesto ends with a chilling signoff: “I believe this will be my last entry. It is now Fri July 22nd, 12.51.” (*)
Il documento "testamentale" sembra quello semplicemente di un folle, ma poi quando viene seminata dalla stampa tutta una serie di menzogne su quel documento, inizi a sentire l'obbligo di sospettare che vogliano nasconderti qualcosa.
(Il video di IERI, forse è stato ricaricato dopo una operazione di polizia, magari censurato? e hanno preferito lasciare qualcosa piuttosto che il link vuoto?)
A sentire alcuni testimoni sopravvissuti, comunque, la sparatoria ha avuto più tiratori in azione.

(*) edit: fonte NYtimes

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
baciccio
Inviato: 24/7/2011 13:26  Aggiornato: 24/7/2011 13:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 536
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Anche secondo lo studioso Claudio Moffa, l'attentato di Oslo ha una matrice israelo-sionista. Ecco il suo articolo di ieri:
"23 luglio 2011
Ci risiamo, un attentato pauroso, che ricorda a molti l'11 settembre, e come nel 2001 il giornalismo “professionale” mostra la corda della propria superficialità, e del proprio opportunismo. Non ho letto tutti i commenti di oggi, ma le testate principali recitano il copione di sempre: o Al Qaeda – evidentemente l'unica pista internazionale possibile – oppure il nemico interno (La Stampa di Torino), con predilezione per il solito neonazista squilibrato e soprattutto isolato. Bello e fatto: norvegesi sfogatevi, libero Occidente stai allerta e continua e continua le guerre in Afghanistan in Libia e ovunque si annidi il pericolo naziislamico, per dirla con il maitre-à-inventer Jannuzzi de Il Tempo di Roma. Faranno coro a queste verità ridicole dell'opinionismo più o meno vip, il solito codazzo di cretini “troskisti”, “comunisti” né né, e a destra i “fascisti” così fascisti da adorare il sionismo oltranzista come espressione di  nobile e fiera identità nazionale, tanto fiero da razzisticamente considerare il fascismo italiano come espressione di una comunità di subumani. Nel caso specifico, assolutamente vero. Quattro dati di fatto invece, pesanti come montagne, ci dicono non certo una verità opposta – perché probabilmente tra dieci anni non avremo ancora i risultati di alcuna inchiesta seria sulla strage di Oslo – ma una ipotesi opposta, assolutamente seria e credibile. Primo, Russia oggi riferiva alla vigilia dell'attentato che la Norvegia si starebbe per ritirare dalla Libia. Notizia ritornante durante tutta la guerra della NATO contro Gheddafi, ma che oltre ad essere ben più credibile a fronte dei successi di Tripoli contro gli aggressori, è confortata da altre tre scelte proarabe e “eversive” del governo di Oslo: l'annuncio, mercoledì scorso, che la Norvegia sarebbe stata il primo paese europeo a riconoscere lo Stato palestinese; il meeting propalestinese svoltosi sempre mercoledì scorso proprio sull'isola della strage; e inoltre, quanto segnalatoci su questa pagina, che il sistema bancario vigente a Oslo è ancora indipendente dall'euro e dotato di una Banca centrale statale.
Non bastano queste quattro notizie per ipotizzare che l'attentato di Oslo – fatte salve eventuali puntuali contrastanti indagini, che cito solo per correttezza professionale – ha una matrice esattamente opposta – israelo-sionista, retroterra finanziario compreso - a quella sostenuta dai soliti mass media, e che con l'Islam non c'entra proprio nulla? Certo che sì: questa strage, nel cuore di un paese tra i più pacifici e tranquilli del mondo, assomiglia molto allo tsunami preannunciato da Nethanyau all'Occidente tutto (nello specifico a Obama) nel caso avesse appoggiato nel Consiglio di Sicurezza il riconoscimento dello Stato Palestinese. Certo, Noam Chomsky ha interpretato in modo diverso la minaccia di tsunami, quasi fosse qualcosa destinata a spaventare e vittimizzare anche Israele. Ma Chomsky è Chomsky, e i fatti sono fatti: quello di Oslo è – e fatte salve smentite puntuali e serie - lo tsunami minacciato da Tel Aviv, è il remake dei missili atomici israeliani puntati sull'Europa un anno o più fa. La Norvegia arretrerà di fronte a tanta violenza?
E' sempre la stessa storia: è assolutamente sconfortante che dopo il benefico scandalo Murdock – l'editore spia e facitore della politica interna ed estera della Gran Bretagna degli ultimi 30 anni - uno, cento, mille Murdock affiorino come funghi velenosi nella rete mediatica mondiale alla prima occasione: per disorientare, ordire disinformazione, seminare odio contro i musulmani e proteggere l'impunità di Israele, lo Stato membro delle Nazioni Unite che ha violato sempre, in nome del diritto biblico, il diritto internazionale e i diritti umani seminando morte e terrore in tutte o quasi le guerre postbipolari. ( Claudio Moffa)

alexg
Inviato: 24/7/2011 13:44  Aggiornato: 24/7/2011 13:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/5/2006
Da: Sybar
Inviati: 179
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
da dr_julius

I fertilizzanti agricoli contengono sostanze azotate (sali di ammonio, urea) che opportunamente trattati possono creare reazioni esplosive. In alcuni Paesi il loro acquisto è regimentato (per esempio: non può comprarli chiunque, c'è un registro delle vendite, c'è un limite quantitativo. Un po' come alcuni veleni (es. topicidi) per via di possibile uso criminogeno) (PS: prima di parlare, e catalogare certe informazioni come "stronzate", è bene informarsi!)

Io lo so per certo che sono stronzate, mi meraviglio che tu, invece, sia persuaso della spiegazione main-stream.

La potenza sprigionata nell'esplosione di Oslo, tale da fare danni ingenti a centinaia di metri di distanza dalla presunta autobomba, non è compatibile con la potenza esplosiva dei fertilizzanti, neanche se ce ne fosse stata una tonnellata.

Io credo, invece, che l'esplosivo utilizzato sia di tipo militare, compatto e ad alto potenziale, e sia stato piazzato in loco nel giorno dell'esercitazione anti-terrorismo.

Negli aereoporti è regimentato anche il trasporto di sostanze liquide nei bagagli a mano.
Ma c'e' una giustificazione?
NO

O meglio la giustificazione è la presunta bomba al perossido di idrogeno (acqua ossigenata) a Londra nel 2006, se non ricordo male.

Ovvero una stronzata.

Ci sono due errori che si possono fare lungo la via verso la verità...non andare fino in fondo, e non iniziare.

"Democrazia" è due lupi e una pecora che decidono ai voti cosa mangiare.
"Libertà" è la pecora ben armata che contesta il voto.
Jurij
Inviato: 24/7/2011 13:49  Aggiornato: 24/7/2011 13:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
"Arriveranno" può essere inteso anche come "presenteranno".
Non necessariamente devono essere eliminati i testimoni, basta fargli "ritrattare" un po' le testimonianze...

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
ipnotista
Inviato: 24/7/2011 13:51  Aggiornato: 24/7/2011 13:51
So tutto
Iscritto: 14/12/2009
Da:
Inviati: 9
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Ciao a tutti

oggi avrei voluto fare anch'io qualche considerazione sul recente attacco avvenuto in Norvegia l'altro ieri. Probabilmente lo farà, stasera o al più tardi domani mattina. Vorrei invece adesso fare qualche riflessione su un articolo comparso oggi sul sito sionista e filo israeliano italiano: "informazione corretta". L'articolo l'ho riportato per intero, così da evitare che qualcuno possa dire: "hai estrapolato le affermazioni dal loro contesto". Successivamente farò alcune considerazioni personali, che essendo solo opinioni possono essere discusse.
Ecco l'articolo
"La rivendicazione islamista delle stragi norvegesi ha indirizzato i commenti dei quotidiani di ieri verso l'unica pista possibile. Credibile, per altro, come hanno confermato tutti i commenti. Anche IC si è comportata nello stesso modo.
Ma, dopo i TG dell'una, a differenza dei giornali, avremmo potuto fare marcia indietro, ne abbiamo discusso, per decidere dopo una attenta disamina, che era più corretto, sì corretto, lasciare le cose come stavano.
Abbiamo aggiunto un breve commento, titolandolo 'ultim'ora'.
E abbiamo fatto bene, perchè, come spiega molto bene Ugo Volli nella cartolina di oggi,

la dinamica di quell'attentato è simile a tutti gli altri, di matrice islamica, che hanno insanguinato il pianeta per realizzare il folle progetto del dominio islamico del mondo.
La strage, compiuta da Anders Behring Breivik, è diretta conseguenza della politica seguita da gran parte degli stati occidentali, di rinunciare alla difesa della civiltà giudaico-cristiana di fronte all'avanzata di quella musulmana. Che si propone, affermandolo chiaramente, quale prossimo potere sostitutivo.
La Norvegia, fra gli stati europei, è in prima linea in questa sottomissione, che non è soltanto politica, ma sociale e culturale.
Ci chiediamo infatti, come la strage dell'isola sia potuta avvenire ad opera di un solo uomo, armato, certo, ma che aveva di fronte a sè centinaia di giovani, la cui reazione è stata di chiedere pietà. Centinaia di giovani, non bambini, ma nel pieno vigore della forza fisica, che avrebbero potuto benissimo impedire che avvenisse una strage di quelle proporzioni. Non uno fra loro che abbia reagito, eppure erano centinaia. Come è potuto avvenire ?
Tutti hanno detto che la Norvegia era un piccolo paradiso, pacifico, benessere diffuso, porte aperte per chiunque volesse entrare, massima tolleranza verso l'islam che però non ne aveva alcuna verso la società norvegese.
A ciò si aggiunga una cultura pacifista, che ha non solo segnato la politica estera dello stato, ma invaso ideologicamente anche il sistema educativo nazionale, ottenendo un risultato opposto alle intenzioni.
Invece della pace, la guerra, invece della capacità di reagire contro il terrore, la resa più umiliante.
Niente di nuovo, così come si era sottovalutato nel secolo passato il nazismo, e aggiungiamo pure il comunismo, così adesso un atto criminale contribuirà a sottoestimare il pericolo islamista.
E' questa la linea dei commenti su gran parte dei quotidiani oggi, 24/07/2011. Con l'eccezione di GIORNALE e LIBERO, che riprendiamo. Di carattere generale, ovviamente condivisibile, quello di Pigi Battista sul CORRIERE della SERA, forse un po' troppo ecumenico per aiutare a capire quel che ci attende.
Per finire, non possiamo non condannare l'accostamento del killer, e delle motivazioni che l'hanno spinto a quel folle gesto, con Geert Wilders, il politico liberale olandese, che andrebbe visto, al contrario di come viene descritto, quale portatore dell'unica politica possibile nei confronti del terrorismo islamico,e, di conseguenza, verso qualunque altra forma di criminalità."
l'articolo sopra citato è il classico prodotto della cultura sionista, ma come tutte le opinioni è giusto che venga espressa. Ciò che invece troppo offensivo prima di tutto verso le vittime, il punto in cui ci si domanda come mai le vittime non abbiano fatto nulla per reagire, e si incolpa di ciò l'educazione troppo "pacifista" che verrebbe impartita nelle scuole norvegesi. Questo non lo posso accettare. Mi piacerebbe molto che l'autore del soprastante articolo si trovasse con un fucile mitragliatore puntato davanti, per vedere come riuscirebbe brillantemente a disarmare l'aggressore. Chiunque si sia trovato con un'arma da fuoco puntato davanti (tenendo presente che quelli erano ragazzi giovani ma non certo addestrati al combattimento, e anche se lo fossero stati posso dire che l'esperienza personale che non sarebbe cambiato molto) sa bene come molte volte non si abbia neppure la forza di respirare. Quest'articolo sionista è ancora più offensivo perché mostra come dietro all'apparente "condanna" si voglia dare la colpa alle vittime della sciagura che è successa. Anche se probabilmente (e io lo spero vivamente) i genitori delle vittime non leggeranno mai la schifezza comparsa sul sito "informazione corretta", con quest'articolo è proprio il caso di dirlo sia voluto uccidere due volte le vittime. Beninteso non è che mi aspettassi qualcosa di molto diverso, visto i rapporti che intercorrono fra Israele e Norvegia. Ma dato che lo Stato sionista dichiara di essere l'unico stato civile del medio oriente, mi sarei quanto meno aspettato che i suoi impegni rappresentati sul territorio italiano, dessero una prova della loro sbandierata civiltà e avessero rispetto per uno splendido popolo come quello norvegese ma soprattutto per le giovani innocenti vittime di questa tragedia.
Ecco come i sionisti locali interpretano una tragedia che esce dai loro schemi da scontro di civiltà, non cercano neppure di indagare o approfondire, ma danno direttamente la colpa alle vittime. Un po' come se con i fatti dell'11 settembre si volesse dare la colpa ai passeggeri degli aerei, o chi lavorava in quel momento dentro agli uffici.
Probabilmente nei miei prossimi post proverò anche io a dare qualche interpretazione della caduta, ma ora mi premeva di scrivere questo, perché anche se sò che questo mio post non potrà controbilanciare le cattiverie che sono state scritte, almeno però proverò a fare un po' di giustizia. Esprimo qui il mio cordoglio per tutte le vittime.

Scusate per lo sfogo

PikeBishop
Inviato: 24/7/2011 13:59  Aggiornato: 24/7/2011 13:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Citazione:
Io lo so per certo che sono stronzate


An IRA bomb containing one ton of fertilizer explosives goes off at the NatWest Tower in London. One is killed and 30 are injured. Damages amount to $1 billion.

Non so come fai a sapere che siano stronzate, ma io so per certo, perche' mi hanno mostrato l'esplosione di una bomba fatta con 25kg di fertilizzante durante un corso a cui ho partecipato, che non sono stronzate.

Da li' a dire che effettivamente si sia sicuri di cosa ci dicono ci passa, ma se si dovesse anche fare un attentato false flag, il fertilizzante e' una delle scelte piu' naturali.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Jurij
Inviato: 24/7/2011 14:07  Aggiornato: 24/7/2011 14:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Ipnotista, confermo il tuo pensiero, inoltre l'articolo che hai trovato è di una tristezza... sembra "telefonato".

Conferma così bene lo stereotipo della mentalità ebrea, che quasi metto in dubbio che lo abbia scritto uno di loro.....

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
alexg
Inviato: 24/7/2011 14:11  Aggiornato: 24/7/2011 14:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/5/2006
Da: Sybar
Inviati: 179
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
PikeBishop lo so per certo per esperienze fatte durante il servizio militare alla fine degli anni 80.

Il fertilizzante puo' essere trasformato in esplosivo, ma ha un basso potenziale in grado di fare danni nell'area immediatamente circostante l'esplosione.

La velocita' e l'intensità di propagazione dell'onda d'urto non riescono a fare danni ingenti a 100 metri.

Rimango convinto che a Oslo abbiano fatto esplodere materiale militare ad altissimo potenziale.

Ci sono due errori che si possono fare lungo la via verso la verità...non andare fino in fondo, e non iniziare.

"Democrazia" è due lupi e una pecora che decidono ai voti cosa mangiare.
"Libertà" è la pecora ben armata che contesta il voto.
Santro
Inviato: 24/7/2011 14:21  Aggiornato: 24/7/2011 14:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2005
Da:
Inviati: 748
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Grazie ipnotista per la rabbia e conseguente mal di stomaco che mi hai provocato....
"civiltà giudeo-cristiana" Hanno pure il coraggio di definirsi CIVILI!!

Poi che ne sanno loro che quei poveri ragazzi non abbiano tentato di difendersi pur senza successo?

Accidenti che arroganza 'sti qua!

Per quanto riguarda l'attentatore(i?), secondo me si tratta del solito "addestrato" automa radio controllato. MK Ultra, per intenderci.
In certi luoghi sono conosciuti come "kamikaze" o "suicide bombers".

ETERNAL SALVATION
(or triple your money back)
alexg
Inviato: 24/7/2011 14:31  Aggiornato: 24/7/2011 14:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/5/2006
Da: Sybar
Inviati: 179
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
E' solo da qualche anno che sento ripetere questo ossimoro della civiltà "giudeo-cristiana", civiltà che, naturalmente, in europa non esiste.

Le nostre fondamenta sono nel Diritto Romano, ammettendo che ancora ci sia un Diritto.

Ci sono due errori che si possono fare lungo la via verso la verità...non andare fino in fondo, e non iniziare.

"Democrazia" è due lupi e una pecora che decidono ai voti cosa mangiare.
"Libertà" è la pecora ben armata che contesta il voto.
PikeBishop
Inviato: 24/7/2011 14:35  Aggiornato: 24/7/2011 14:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Citazione:
La velocita' e l'intensità di propagazione dell'onda d'urto non riescono a fare danni ingenti a 100 metri.

La velocita' e' pressoche' la stessa per gli esplosivi a basso potenziale, cioe' pressapoco la velocita' del suono (343metri/secondo). L'intensita' e' dovuta alla quantita' ed all'astuccio (macchina, furgone etc).

Con una o due tonnellate, ripeto, l'IRA ha saputo fare danni analoghi a quelli che abbiamo visto in Norvegia. Di sicuro bisogna azzeccare la miscela e molto dipende anche dal detonatore. I 25kg di fertilizzante che ho visto io hanno danneggiato il muro di un vecchio hangar della WWII ad una quindicina di metri e fatto scattare gli antifurto delle auto nelle vicinanze (un centinaio di metri). Non oso immaginare che botta avremmo avuto con una tonnellata.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
SuperFed
Inviato: 24/7/2011 14:45  Aggiornato: 24/7/2011 14:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/6/2011
Da: Città stressante nord Italia
Inviati: 168
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Chiedo venia se insisto su un punto e vi aggiungo anche qualche considerazione forse scontata:

non sono ancora riuscito a trovare in rete una foto dell'attentatore (in nessuna delle sue pose o camuffamenti) a cui non sia stato tolto lo sfondo....

...senza sfondo cioè senza background, certo se ti fanno il lavaggio del cervello fanno tabula rasa del tuo background, cioè di tutto il tuo vissuto precedente. Estremizzando al massimoci si potrebbe anche chiedere se questo attentaore è poi una persona reale o si tratta di un Caplan tipo "Intrigo Internazionale"
E se più in generale ancora tutto il costante bombardamento mediatico a cui siamo sottoposti, la dipendenza dai nuovi media e networks, facesse presto di tutti noi degli uomini (o dei profili) senza background?

Onore a te Takuro Nakai genio incompreso dei manga[img align=right]
dr_julius
Inviato: 24/7/2011 14:56  Aggiornato: 25/7/2011 17:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
alex g ha detto Citazione:

PikeBishop lo so per certo per esperienze fatte durante il servizio militare alla fine degli anni 80.
Il fertilizzante puo' essere trasformato in esplosivo, ma ha un basso potenziale in grado di fare danni nell'area immediatamente circostante l'esplosione.


Ora considera:
1. che non necessariamente al servizio militare ti devono insegnare PROPRIO TUTTO; (*)
2. dopo che sono passati circa 30 anni, sia i fertilizzanti che le tecniche "terroristiche" di manipolazione degli stessi, possono avere subito delle evoluzioni;

Se, come tu sei convinto, hanno usato materiale militare ad altissimo potenziale, dobbiamo trarne alcune conseguenze:
- gli organizzatori devono essere sicuri di restare "coperti" dalle indagini poliziesche.
- gli organizzatori erano in grado di controllare perfettamente le esercitazioni militari (ed evitare eventuali ficcanaso)
- la matrice dell'attentato è interna in posizioni chiave dell'apparato militare e di security norvegese.

Quindi devono avere dei basisti molto ben introdotti e ad alto livello. Ovvero lo rifanno (quasi) quando vogliono.

Ma perchè hanno scelto un tale capro espiatorio? un folle, uno che potrebbe benissimo essere arrestato e tutti diranno: ora non c'è più pericolo. Così creano orrore ma non terrore. La paura finisce in poche settimane, se non creano una seconda puntata...



(*) EDIT, ad integrazione di quanto affermavo:
"Secondo il quotidiano norvegese Dagbladet, il polacco sotto indagine avrebbe venduto a Breivik sostanze chimiche che avrebbero reso molto più potente la bomba realizzata con fertilizzanti."
[ fonte: corriere.it del 25 luglio ]

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
dr_julius
Inviato: 24/7/2011 15:08  Aggiornato: 24/7/2011 15:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Mentre interroga l'unico sospettato, che stà pure collaborando e afferma di aver agito da solo, la polizia ieri ferma altre sei persone, forse coinvolte nella parte degli attentati di Oslo.(*)

emergono alcuni dettagli:
Citazione:

La polizia ha reso noto anche che la bomba di Oslo è stata azionata a distanza e che sull’isola non era presente esplosivo, al contrario di quanto era emerso inizialmente.




(*) la sparatoria è durata un'ora e mezza. E' tecnicamente possibile uccidere da soli 85 persone in 90 minuti usando armi da fuoco, di natura ancora non specificata, e dovendole anche inseguire sulla costa e/o mentre nuotano?

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
alexg
Inviato: 24/7/2011 15:28  Aggiornato: 24/7/2011 15:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/5/2006
Da: Sybar
Inviati: 179
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
dr_julius

Ora considera:
1. che non necessariamente al servizio militare ti devono insegnare PROPRIO TUTTO;


beh, guarda, gli effetti delle esplosioni erano spettacolari, di cose ne hanno insegnate a sufficienza sull'argomento.



2. dopo che sono passati circa 30 anni, sia i fertilizzanti che le tecniche "terroristiche" di manipolazione degli stessi, possono avere subito delle evoluzioni;

Il nitrato d'ammonio non ha segreti e puo' essere utilizzato come esplosivo, MA NON nelle percentuali presenti nei fertilizzanti, deve essere purificato moltissimo.
Da quello che so non ci sono state scoperte significative sull'argomento.



Se, come tu sei convinto, hanno usato materiale militare ad altissimo potenziale, dobbiamo trarne alcune conseguenze:
- gli organizzatori devono essere sicuri di restare "coperti" dalle indagini poliziesche.
- gli organizzatori erano in grado di controllare perfettamente le esercitazioni militari (ed evitare eventuali ficcanaso)
- la matrice dell'attentato è interna in posizioni chiave dell'apparato militare e di security norvegese.

Quindi devono avere dei basisti molto ben introdotti e ad alto livello. Ovvero lo rifanno (quasi) quando vogliono.


Purtroppo le indagini della polizia si possono sviare o addirittura insabbiare.
Molti poliziotti sono anche appartenenti all'Intelligence.
La zona durante l'esercitazione era presidiata dalla polizia, se "qualcuno" è passato almeno un poliziotto ne è a conoscenza.
La matrice dell'attentato è interna o in collegamento con elementi interni dell'Intelligence. Io credo nella seconda ipotesi.

Che sia opera dell'intelligence credo sia evidente dalle modalità generali.
Hanno fatto uso di almeno un utile idiota, hanno pubblicato un suo profilo immediatamente dopo la tragedia e stanno facendo girare delle foto curiose sul personaggio.
Insomma stanno triangolando l'attenzione.


Ma perchè hanno scelto un tale capro espiatorio? un folle, uno che potrebbe benissimo essere arrestato e tutti diranno: ora non c'è più pericolo. Così creano orrore ma non terrore. La paura finisce in poche settimane, se non creano una seconda puntata...

Il personaggio viene indicato come massone, islamofobo e nazionalista.
Tre firme della longa manus finanziaria.
Non dobbiamo sottovalutare l'influenza della massoneria Norvegese se il paese si è tenuto fuori dall'Euro mantenendo una Banca pubblica.

Il nazionalismo è il nemico che l'Europa dei banchieri ci indica di continuo, come l'anti-islamismo (in Europa, perchè in Palestina essere anti-islamisti paga bene).

Quindi un segnale al Paese Norvegia "Entrate in Europa, vi conviene, vi proteggeremo e smettetela di fare accordi petroliferi con la Russia";
un segnale alla massoneria Norvegese "Allineatevi agli atlantisti o pagherete caro il conto";
un segnale a tutta Europa, "Accettare gli islamici è segno di civiltà" (anche se dimenticano come li trattano, ma tutto sommato servono ad alimentare la guerra fra poveri in Europa).

Ci sono due errori che si possono fare lungo la via verso la verità...non andare fino in fondo, e non iniziare.

"Democrazia" è due lupi e una pecora che decidono ai voti cosa mangiare.
"Libertà" è la pecora ben armata che contesta il voto.
benitoche
Inviato: 24/7/2011 15:35  Aggiornato: 24/7/2011 15:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1941
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
(*) la sparatoria è durata un'ora e mezza. E' tecnicamente possibile uccidere da soli 85 persone in 90 minuti usando armi da fuoco, di natura ancora non specificata, e dovendole anche inseguire sulla costa e/o mentre nuotano?

Chiedo fin d'ora scusa per il mio comportamento cinico
Una al minuto,ed in più anche il tempo di freddare i feriti con il colpo di grazia?

la religione è indispensabile
soltanto a un’umanità rescissa dal mondo divino-spirituale.
Jurij
Inviato: 24/7/2011 15:44  Aggiornato: 24/7/2011 15:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Uccidere da solo 85 persone è possibile a seconda del luogo e del fattore sorpresa.

Se sorprendi persone che ti vedono all'ultimo secondo e che sono radunate per motivi di una festa o qualcosa d'altro, si può anche fare.

Inoltre potrebbe darsi che il luogo iniziale del delitto fosse recintato e che desse un vantaggio all'assalitore.

È tutto difficile da mettere a fuoco senza ulteriori dettagli sull'accaduto.

In ogni caso, tenendo conto che dopo le prime raffiche, le persone non sono rimaste di certo ad aspettare, ma hanno preso la prima via di fuga in direzioni forse diverse (dipende sempre dal luogo)... sarebbe stato comunque difficile da eseguire per una persona sola.

Poi c'è la storia delle testimonianze di più di una persona che ha sparato quindi, la teoria del folle solitario è praticamente ...

Attendiamo chiarimenti.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Buckaroo
Inviato: 24/7/2011 16:07  Aggiornato: 24/7/2011 16:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/12/2009
Da:
Inviati: 712
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
L'articolo che Freda ha linkato che indica che casualmente il "mercoledì" precedente c'erano state simulazioni a 200 metri dal luogo dell'attentato, è vecchio di un anno e mezzo.

Strano che Freda non se ne sia accorto...

http://www.aftenposten.no/nyheter/oslo/article3569108.ece

18 marzo 2010.

schatten
Inviato: 24/7/2011 16:17  Aggiornato: 24/7/2011 16:17
So tutto
Iscritto: 14/1/2008
Da:
Inviati: 21
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Per curiosita' vi copioincollo una dichiarazione tratta dal sito del Grande Oriente d'Italia Democratico, una fonte interessante per capire il pensiero della parte "eretica" della massoneria italiana:

23-24 luglio 2011. Innanzitutto esprimiamo le nostre condoglianze e la più completa partecipazione affettiva e solidarietà di Grande Oriente Democratico al popolo norvegese tutto, con speciale riguardo alle famiglie delle vittime dei tragici attentati di ieri, 22 luglio 2011. Inoltre, esprimiamo la più ferma condanna e diffida di tutti quei gruppi oligarchici, elitari e anti-democratici a carattere sovranazionale che, con l'espediente della follia terroristica, da decenni, giocano la propria sanguinosa partita a scacchi per il potere, costruendo o distruggendo determinati scenari geopolitici, intimidendo, minacciando o eliminando avversari con metodi spregevoli e inumani, sopra le teste delle popolazioni ignare e manipolate.

dr_julius
Inviato: 24/7/2011 16:32  Aggiornato: 24/7/2011 16:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Buckaroo ha detto Citazione:

Strano che Freda non se ne sia accorto...


Mah! guarda, il link porta ad una pagina dove sotto ci sono vari articoli su Anders Behring Breivik, diventa per me un po' difficile ricostruire la cronologia certa su una pagina in norvegese. Comunque, ammesso e non concesso, se esercitazioni ci son state il 18.03.2010 è poco interessante, sarebbe meglio sapere se ci sian state o meno esercitazioni nel luglio 2011.

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
Calvero
Inviato: 24/7/2011 16:48  Aggiornato: 24/7/2011 17:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Da questa ENNESIMA lezione, cosa stiamo imparando (?)

Uno volta che, e ipotizziamo, anche semplici meccanismi deduttivi e di contro-informazione *, come l'ottimo articolo di Freda mette in mostra, si individua per l'ENNESIMA volta, che dei Sovra (o sotto, o in mezzo: cazzo cambia tanto oramai?), dicevamo dei Sovra-poteri possono precludere, influenzare, manipolare consensi, uccidere, insinuarsi nelle istituzioni militari e non, indurre a legiferare così piuttosto che colì, cospirare, complottare, manovrare, anche a livello di MK-Ultra (per intenderci) e, per l'ennesima volta, sempre intorno ai soliti punti cruciali dello scacchiere internazionale ...

.. cosa stiamo imparando?

Ce ne viene cosa a essere novelli Sherlock Holmes?

Qual'è la differenza nel guardare un film credendo sia un documentario, e guardarlo sapendo che è una finzione che vuole spacciarlo per documentario?
.. quale la differenza nell'osservare un film che ci mostra delle verità e - quali, guardandolo, prendendolo come un intrattenimento?

Quale! la differenza tra mia nonna che si è bevuta "gli arabi Bianchi" al telegiornale e - io - che ne discuto qui su LC?

Io sarei grato a quel Dio (che Dio lo maledica), che non esiste, se appurassi un crescendo che mi farebbe anche solo vedere che la gente comprendesse l'inutilità di quelle che io chiamo preoccupazioni "Travaglio-System"; quelle preoccupazioni che (alla gente) la fanno ANCORA parteggiare per le funzioni politiche, come se mai sia esistita o mai esisterà un'entità politica che abbia mai influenzato le scelte cruciali che le volontà del Nuovo Ordine e le sue Oligarchie impongono. Anche quando vi saranno "bastoni tra le ruote" (si legga Norvegia), l'equazione verrà riportata sui suoi binari.

Finché saremo spettatori e dare credito alla democrazia, alla sua stessa idea; finché non volteremo realmente le spalle alle nostre De-responsabilità; finché non boicotteremo il nostro "pane quotidiano"...

i vostri (i miei) discorsi, gli appunti e le intelligenti e rivelatrici deduzioni di Freda, e tutti i minkia di ragionamenti tesi a sbugiardare i Media asserviti, varranno...

..quanto le considerazioni di mia nonna. Né più, né meno.

Siamo ancora spettatori.
Buon film a tutti noi.


* - che poi sarebbe la vera e semplice informazione, poiché, se ne dovrebbe prendere atto, il termine "contro-informazione" è una maniera per dare una certa aura di legittimità ai canali ufficiali. Forse - qui - dovremmo cominciare a parlare di contro-propaganda, magari è meglio

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Buckaroo
Inviato: 24/7/2011 16:52  Aggiornato: 24/7/2011 16:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/12/2009
Da:
Inviati: 712
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Non si tratta di cronologia certa.
Quell'articolo ha data marzo 2010.

E' vero.
E' poco interessante se nel marzo 2010 ci siano state esercitazioni o no.
Sicuramente al momento non ci sono prove che il mercoledì precedente all'attentato ci siano state esercitazioni.

Quindi l'articolo, in quella parte, è sbagliato.

Giusto per precisione.

PikeBishop
Inviato: 24/7/2011 17:01  Aggiornato: 24/7/2011 17:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Citazione:
il termine "contro-informazione" è una maniera per dare una certa aura di legittimità ai canali ufficiali. Forse - qui - dovremmo cominciare a parlare di contro-propaganda

Cavero Santo Subito e la sua frase (Massimo, ci sei?) alla Voce del Sito!

Certo che siamo spettatori, stiamo ancora rimunginando sul quel film di dieci anni fa e facciamo pure favori ad un esperto in Aria alla Cacciatora dandogli materiale per il suo blog...

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
-ZR-
Inviato: 24/7/2011 17:03  Aggiornato: 24/7/2011 17:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/9/2008
Da:
Inviati: 436
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Scusate, dopo un filmato come questo mi potete spiegare cosa è successo a Oslo? e come è possibile che ci siano tuti questi palazzi distrutti?!!?

Io non ci ho capito niente.

-ZR-

" I grandi spiriti hanno sempre incontrato violente opposizioni da menti mediocri."
Albert Einstein
ipnotista
Inviato: 24/7/2011 17:12  Aggiornato: 24/7/2011 17:12
So tutto
Iscritto: 14/12/2009
Da:
Inviati: 9
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
@ Santro
scusa Santro non era mia intenzione farti venire il mal di stomaco. La mia voleva soltanto essere una considerazione di tipo etico, prima ancora di analizzare i fatti. Penso che con questo articolo i sionisti italiani abbiano toccato il fondo; giacché accusare dei ragazzi indifesi, per giunta sotto minaccia armata, di inattività e di essere essi stessi la causa del proprio male penso sia la forma più bieca di scempio della memoria. Vorrei proprio vedere se domani mattina accusassi i morti della soha di essere stati tali perché "inattivi" sicuramente questo stesso sito (quello dove apparso quest'articolo schifoso) direbbe che sono l'ennesimo antisemita, oltre naturalmente a tutti gli altri mezzi di comunicazione di massa.

Stò cercando di documentarmi sul tipo di esplosivo usato, ritengo si possa trattare di ANFO un composto derivato dalla miscelazione del nitrato d'ammonio e del gasolio. Teoricamente è abbastanza facile produrne una versione "rudimentale e casareccia" usando composti concimanti ma il problema è che quest'ultima non avrebbe avuto la potenza di fare il casino che ha fatto. Secondariamente vorrei fare una domanda : realizzare l'esplosivo miscelando composti chimici è difficile se non si hanno specifiche conoscenze di chimica dei materiali ma non impossibile, ma è possibile realizzare un detonatore radiocomandato per qualcuno che non specifiche conoscenze di elettronica? non dimentichiamoci che l'attentatore di professione faceva l'agricoltore/allevatore?" qualcuno che ne sa più di me potrebbe rispondere

PikeBishop
Inviato: 24/7/2011 17:20  Aggiornato: 24/7/2011 17:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Citazione:
mi potete spiegare cosa è successo a Oslo?

Qualcosa del tipo di quanto accaduto a Manchester, solo che non hanno avvertito per fare evacuare la zona.

Potenza del fertilizzante con detonatore plastico:
Forensic experts later estimated that the truck contained a 3,300-pound (1,500 kg) mixture of Semtex, a military-grade plastic explosive, and ammonium nitrate fertiliser, a cheap and easily obtainable explosive used extensively by the IRA

Una vocina dal cervelletto continua a dirmi che potrebbero addirittura essere le stesse persone o la stessa organizzazione, ma e' un effetto secondario di tutto il Genepy bevuto in gioventu', di sicuro.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
totalrec
Inviato: 24/7/2011 17:25  Aggiornato: 24/7/2011 17:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Cit.:
Citazione:
L'articolo che Freda ha linkato che indica che casualmente il "mercoledì" precedente c'erano state simulazioni a 200 metri dal luogo dell'attentato, è vecchio di un anno e mezzo. Strano che Freda non se ne sia accorto... http://www.aftenposten.no/nyheter/oslo/article3569108.ece 18 marzo 2010.



Uhm... vero è che sono tutt'altro che infallibile, ma la data mi sembrava proprio di averla controllata. Ed era quella di ieri.
La si può ancora vedere su questa versione dell'articolo:
http://mobil.aftenposten.no/article.htm?articleId=3569108

nonché sulla
copia cache.

Non riesco proprio a capire da dove sia saltata fuori la data del 18 marzo 2010.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
aotearoa
Inviato: 24/7/2011 18:42  Aggiornato: 24/7/2011 18:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/12/2007
Da: ogni dove
Inviati: 118
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Tratto dal blog bu beppe grillo:

A Oslo il bersaglio era il ministero del Petrolio e dell’Energia. La Norvegia è ricca di petrolio. La sua economia si fonda sulla sua estrazione dal Mare del Nord. Sarà un caso che i norvegesi non vogliano aumentare la produzione nonostante forti spinte internazionali e sarà un altro caso che gli attentati siano stati attribuiti subito a Al Qaeda. Al posto dei pericolosi islamici hanno invece arrestato un vichingo con gli occhi azzurri alto un metro e novanta. Cristiano fondamentalista di estrema destra. L’attentato non può essere solo l’opera di un pazzo isolato. Il messaggio è arrivato nella terra dei fiordi, ma la domanda è “Chi lo ha mandato questo messaggio?”

http://www.beppegrillo.it/magazine/archivio/lasettimana2011-07-17.pdf

"Nessuno è così schiavo come chi crede falsamente di essere libero".
Johann Wolfgang v. Goethe
NeWorld
Inviato: 24/7/2011 18:49  Aggiornato: 24/7/2011 18:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
ipnotista: "...la dinamica di quell'attentato è simile a tutti gli altri, di matrice islamica, che hanno insanguinato il pianeta per realizzare il folle progetto del dominio islamico del mondo"

Il bue che dice cornuto all'asino!

Tutto l'articolo citato è una forzatura mastodontica.

schatten: ...esprimiamo la più ferma condanna e diffida di tutti quei gruppi oligarchici, elitari e anti-democratici a carattere sovranazionale che, con l'espediente della follia terroristica, da decenni, giocano la propria sanguinosa partita a scacchi per il potere, costruendo o distruggendo determinati scenari geopolitici, intimidendo, minacciando o eliminando avversari con metodi spregevoli e inumani, sopra le teste delle popolazioni ignare e manipolate.

Molto interessante! Se non altro dimostra che loro sanno cosa si nasconde dietro.

totalrec: Non riesco proprio a capire da dove sia saltata fuori la data del 18 marzo 2010 :

Non è difficile modificare una data...e cancellare un indizio.

aotearoa: A Oslo il bersaglio era il ministero del Petrolio e dell’Energia. La Norvegia è ricca di petrolio.

Forse il ragazzo voleva carburante per i suoi trattori,gratis...

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
LUSSU
Inviato: 24/7/2011 19:38  Aggiornato: 24/7/2011 19:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/6/2011
Da: Sardegna
Inviati: 32
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Nella prefazione del memorandum "2083-Declaration-Independence" Anders Behring Breivik "scrive" (tra virgolette perchè dubito lo abbia scritto lui):

...Most people are still terrified of nationalistic political doctrines thinking that if we ever embrace these principles again, new “Hitler’s” will suddenly pop up and initiate global Armageddon...

Strano!!!

...perchè in questi giorni ci stà rompendo le palle con questo Armageddon proprio il presidente degli Stati Uniti Obama:

"Accordo sul debito per evitare l'Armageddon"

Il giorno della strage l'ha ripetuto più volte...

E' da considerarsi strettamente correlato alle vicende della crisi americana il grave fatto di sangue in Norvegia?? Io credo di SI. Certe affermazioni fatte da certe personalità, in certi contesti temporali non possono non avere una stessa valenza simbolica...forse anche esoterica vista la presenza di immagini sui templari e della croce rossa nella documentazione del killer filo estremista

totalrec
Inviato: 24/7/2011 19:59  Aggiornato: 24/7/2011 19:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Citazione:
Nella prefazione del memorandum "2083-Declaration-Independence" Anders Behring Breivik "scrive" (tra virgolette perchè dubito lo abbia scritto lui): ...Most people are still terrified of nationalistic political doctrines thinking that if we ever embrace these principles again, new “Hitler’s” will suddenly pop up and initiate global Armageddon... Strano!!! ...perchè in questi giorni ci stà rompendo le palle con questo Armageddon proprio il presidente degli Stati Uniti Obama: "Accordo sul debito per evitare l'Armageddon"



Sto leggendo il memorandum dello pseudo-Andrew Berwick proprio in questo momento. Da quel che ho letto fin qui, si tratta, a tutti gli effetti, di un'operazione di subdola ingegneria ideologica. Qualche think tank ha preso tutto ciò che di buono vi è nei movimenti nazionalisti e nell'avversione all'ideologia multiculturalista e politically correct e ha tentato di renderlo impraticabile, presentandolo come il parto di una mente folle e criminale.

Non mancano, ovviamente, i riferimenti alla Russia, di cui nel testo si vagheggia un più diretto rapporto con i paesi europei. Nè mancano i riferimenti all'imperialismo statunitense, presentato (giustamente) come la più grave minaccia alla sovranità europea mai esistita. Il tutto mescolato con deliri da crociato che servono a screditare le (molte) parti sensate del discorso.

Della serie: se Berwick lo stragista dice che gli USA sono cattivi e i russi sono buoni, allora deve essere il contrario. Immagino sia questa la riflessione alla quale chi ha ideato l'operazione vuole far giungere l'uomo della strada. Roba da studiare con estrema attenzione.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Redazione
Inviato: 24/7/2011 20:55  Aggiornato: 24/7/2011 20:55
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Solo per chiarezza: forse non tutti sanno che TOTALREC è Gianluca Freda.

°°°°°°°°

ALEXG: "Anche questa stronzata delle bombe fatte di merda è un clichè ridicolo. Mi chiedo perchè non le usino i militari le bombe alla merda, visto che hanno un così alto potenziale esplosivo."

Non dimentichiamo che con qualche barile di merda Timothy McVeigh ha tirato giù il Murray Building di Oklahoma City.

E' curioso, ma quando si vuole far cadere la colpa su un civile qualunque, bisogna sempre scegliere un materiale esplosivo "facilmente accessibile". Così diventa più credibile.

PikeBishop
Inviato: 24/7/2011 21:15  Aggiornato: 24/7/2011 21:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Citazione:
Non dimentichiamo che con qualche barile di merda Timothy McVeigh ha tirato giù il Murray Building di Oklahoma City.

Non esattamente: qualche barile di merda e cariche ben piazzate nell'edificio: il fatto fu un precursore del 11 settembre.

Invece l'IRA ci ha confermato che esplosioni come quelle di Oslo sono fattibili con una tonnellata di merda.

Citazione:
E' curioso, ma quando si vuole far cadere la colpa su un civile qualunque, bisogna sempre scegliere un materiale esplosivo "facilmente accessibile". Così diventa più credibile.

E' per questo che sostengo che la bomba di Manchester e' genuinamente al fertilizzante: non avevano motivo di incolpare civili qualunque. Da quella si puo' pero' avere un'idea dell'efficacia di un esplosivo a basso potenziale per operazioni di questo tipo dove incolpare un civile qualunque puo' fare molto comodo. Se avete visto gli effetti dell'attacco di Manchester avrete potuto notare come siano praticamente sovrapponibili a quelli di Oslo.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
alexg
Inviato: 24/7/2011 21:33  Aggiornato: 24/7/2011 21:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/5/2006
Da: Sybar
Inviati: 179
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
fonte Grande Oriente d'Italia

http://www.grandeoriente.it/index.php?option=com_content&view=article&id=2069&catid=25:comunicati&Itemid=13


"Profondo dolore per le giovani vittime della strage di Utoya e ferma condanna per il killer che ha scatenato l'inferno in Norvegia: Anders Behring Breivik è uno squilibrato esibizionista criminale, un integralista che dovrà rispondere delle sue violenze e dei suoi crimini. Le sue ossessioni non inneschino perciò strumentalizzazioni e luoghi comuni, dando il pulpito a improvvisati inquisitori: l'esplosione della follia di uno stragista cristiano fondamentalista non può criminalizzare o identificare il cristianesimo, né gettare fango sulla Massoneria per una foto con il grembiule postata e ostentata su Facebook". E' quanto afferma Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia, esprimendo la condanna di Palazzo Giustiniani per l'attentato che ha colpito al cuore la Norvegia.

"In momenti come questi – rimarca il Gran Maestro del GOI – occorre stringersi ai familiari delle vittime, esprimendo una condanna senza appello perché fatti del genere non si ripetano. Non servono capri espiatori e qualunquismi che allontanino la ricerca della verità. E' tempo invece – conclude Raffi – di rilanciare un impegno forte perché in tutta Europa venga bandita ogni forma di xenofobia, razzismo e spirito di crociata".


Roma, Villa il Vascello, 24 luglio 2011





Ecco, ora aspettiamoci leggi draconiane addirittura anti xenofobe (come se la paura dell'altro del diverso etnicamente fosse un crimine), da psico-polizia.

Ci sono due errori che si possono fare lungo la via verso la verità...non andare fino in fondo, e non iniziare.

"Democrazia" è due lupi e una pecora che decidono ai voti cosa mangiare.
"Libertà" è la pecora ben armata che contesta il voto.
LUSSU
Inviato: 24/7/2011 21:44  Aggiornato: 24/7/2011 21:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/6/2011
Da: Sardegna
Inviati: 32
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Partendo dal presupposto che ancora non si è scoperto che tipo di esplosivo è stato usato (non credo lo diranno).

Ha perfettamente ragione WebMaster, se avessero usato esplosivo di tipo militare (per esempio), avrebbero dovuto giustificare la provenienza in dotazione alle forze armate, e quindi ai servizi segreti. Non certo aquistabile da un cittadino qualunque. Quindi avrebbe indirizzato automaticamente ad apparati deviati dello Stato.

Un errore tipico compiuto dal SISDE in cui le stragi di Via D'Amelio, attentato Carlo Palermo, Rapido 904 e vari altri, furono compiuti tutti con lo stesso esplosivo in dotazione alle forze armate (proveniente da Brescia se non ricordo male). Ricordo anche che durante questo arco temporale di eventi a capo del SISDE e della polizia di stato vi fu un personaggio ambiguo come Vincenzo Parisi (per gli amici dracula) grande amico è lacchè di Oscar Eugenio Scalfaro, il quale morì in circostanze misteriose (come capita spesso).

alexg
Inviato: 24/7/2011 22:00  Aggiornato: 24/7/2011 22:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/5/2006
Da: Sybar
Inviati: 179
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
@LUSSU

Intendi Oscar Luigi Scalfaro (ex-Presidente della Repubblica) o Eugenio Scalfari (Giornalista) ?

Quanto agli apparati deviati dello Stato essi non esistono.
I servizi di Intelligence esistono apposta per agire fuori dalle leggi.

Potrebbero interessarti i seguenti testi:

"Come funzionano i servizi segreti" di Aldo Giannuli
"I servizi segreti in Italia" Giuseppe De Lutiis
"Abecedario" Francesco Cossiga

Ci sono due errori che si possono fare lungo la via verso la verità...non andare fino in fondo, e non iniziare.

"Democrazia" è due lupi e una pecora che decidono ai voti cosa mangiare.
"Libertà" è la pecora ben armata che contesta il voto.
Jurij
Inviato: 24/7/2011 22:22  Aggiornato: 24/7/2011 22:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Citazione:
Ecco, ora aspettiamoci leggi draconiane addirittura anti xenofobe (come se la paura dell'altro del diverso etnicamente fosse un crimine), da psico-polizia.

Non credo alexg che i norvegesi cambieranno il sistema generale di scurezza.
10 anni fa, 2 settimane circa dopo il famoso attentato del 11.09, ci fu una strage nel parlamento cantonale di Zugo (stato confederato in CH) ad opera di un “pazzo”, forse “caricato” dal fresco attentato negli usa.

http://archiviostorico.corriere.it/2001/settembre/28/Svizzera_strage_nel_Parlamento_cantonale_co_0_01092811067.shtml

Malgrado questo accaduto e la possibilità non remota di un attentato “made in CH”, ancora oggi il capo dei servizi segreti CH ha detto che il palazzo federale (sede del governo svizzero) rimarrà sempre aperto ai visitatori senza controlli particolari di sicurezza.
Ha poi aggiunto che per evitare un attentato le misure generali di sicurezza servono poco perché ogni obiettivo è impossibile da proteggere, servono invece misure d’intelligence che possono anticipare questi eventi.

Sono mentalità così e credo che sia giusto continuare in questo modo proprio per mostrare a chi usa il terrore che tutto questo non serve a nulla per cambiare le cose.
Se un domani in Norvegia, sotto il profilo della sicurezza, le cose dovessero cambiare sensibilmente e perennemente, nel senso di un restringimento delle libertà generali, significa che questo atto a ottenuto ciò che tutti coloro che vogliono migliorare questo mondo contrastano da sempre, cioè un nuovo peggioramento della vita.

PS. Ricordo ancora quando te ne potevi salire sull’aereo con nello zainetto una bibita, un dentifricio, lo sciampo che avevi tolto magari all’ultimo momento dalla valigia perché superava il massimo del peso… ecco oggi tutte queste "liberta" non ci sono più e perché ?

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
PikeBishop
Inviato: 24/7/2011 22:31  Aggiornato: 24/7/2011 22:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Citazione:
Malgrado questo accaduto e la possibilità non remota di un attentato “made in CH”, ancora oggi il capo dei servizi segreti CH ha detto che il palazzo federale (sede del governo svizzero) rimarrà sempre aperto ai visitatori senza controlli particolari di sicurezza.

Avete della gente intelligente ed aperta anche tra i supersbirri, li' in Svizzera.

La realta' e' che la sicurezza non esiste, non e' mai esistita e mai esistera'. L'unica cosa che fa la differenza sono le informazioni e la capacita' di adattarsi alle situazioni partendo da procedure seguite in maniera intelligente e proattiva. Qui abbiamo un nome per questo: DYNAMIC SECURITY, che e' un modo per dire quel che ho detto prima in termini franchi usando la neolingua.

PS
Le dichiarazioni dei massimi esponenti politici norvegesi confermano, almeno in teoria, la posizione ipotizzata da Jurij.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Buckaroo
Inviato: 24/7/2011 22:42  Aggiornato: 24/7/2011 22:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/12/2009
Da:
Inviati: 712
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Allora..

Se vai su http://mobil.aftenposten.no/article.htm?articleId=3569108 la data che viene riportata è quella attuale con orario attuale.
Se fai il refresh ora e data si aggiornano con quella attuale.

La data che c'è invece nella pagina cache è invece appunto la data che c'era al momento di registrazione della cache.
Che comunque non è la data reale dell'articolo.

Jurij
Inviato: 24/7/2011 23:00  Aggiornato: 24/7/2011 23:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Citazione:
OSLO - In base alla legge norvegese, uno dei pochi Paesi ad avere eliminato anche l'ergastolo, oltre alla pena di morte, Anders Behring Breivik potrebbe essere condannato a un massimo di 21 anni di carcere …Il diritto norvegese, in realtà, permette di tenere una persona in carcere anche per periodi più lunghi di 21 anni, con tranche aggiuntive quinquennali, nel caso il detenuto sia considerato ancora pericoloso…Il sistema penale della Norvegia, con le sue prigioni moderne e confortevoli, suscita spesso lo stupore di Paesi più repressivi, eppure registra tassi di recidività e di criminalità inferiori alla media europea. I morti degli attacchi di venerdì corrispondono a tre volte la media annuale di omicidi nel Paese scandinavo…

Fonte:
http://www.tio.ch/aa_pagine_comuni/articolo_interna.asp?idarticolo=642717&idsezione=9&idsito=1&idtipo=2

Ecco, tutto questo la dice lunga su come è organizzata la società in Norvegia.

È chiaro che se un paese si può permettere di gestire la società in questo modo significa che è presente un certo livello di civiltà (un sogno per il Medio Oriente una società di questo genere…).

Tutto questo per sottolineare quanto vigliacca sia stata questa azione.

P.S. Tanto per chiarire le idee agli articolisti di "informazione corretta".

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Gisar
Inviato: 24/7/2011 23:21  Aggiornato: 24/7/2011 23:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/1/2010
Da: Umania
Inviati: 270
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Malgrado penso che alla luce dei fatti e di quanto emerso sino ad ora sia prematuro tirare delle conclusioni, pensando a quanto successo mi sorgono alcune questioni:

1) L'attentato ha l'aria di essere mirato al governo in generale e ai laburisti in particolare perché? Un pazzo che ha esplicitamente detto che col suo gesto voleva aprire gl'occhi alla gente inalzare le coscenze perché ha scelto i laburisti? Non avrebbe fatto prima ad entrare in un supermarket e aprire il fuoco?

2) Perché notizie riportate da giornali tipo "informazione corretta" ( nel senso di informazione corretta in modo da essere rappresentativa dell'organo d'informazione che la da) attaccano il sistema sociale e d'istruzione norvegese uno dei più avanzati al mondo? Me lo chiedo anche perché durante il radiogiornale di Rete Uno CH uno psichiatra Paolo Crepè in collegamento telefonico ha parlato di paranoia e di un personaggio complicato con delirio di onnipotenza poi mette sotto la lente la società Norvegese in modo secondo il mio parere generalista e superficiale qui

3) A che scopo la Norvegia avrebbe rimesso sotto controllo le frontiere e sospeso gl'accordi di Schengen?

4)Che peso hanno in questo attentato gl'accordi tra Russia e Norvegia, il ritiro dalla Libia, il riconoscimento dello stato Palestinese, l'invito esplicito dei giovani laburisti a boicottare Israele?

Secondo il mio modesto punto di vista gl'attentati hanno il solo scopo di destabilizzare la Norvegia per obbligarla ad allinearsi ai vari diktat dei padroni del vapore, il messaggio mi sembra chiaro o fate come vi diciamo o i folli prolificheranno nel vostro seno.... (Bologna, Piazza Fontana, Piazza della Loggia, l'uccisione di Aldo Moro, pur con metodi diversi,sono i cugini latini dell' attentato di Oslo).

Vivamente spero che le palle nordiche siano fatte di un materiale più duro di quelle latine, non piegandosi ai diktat e mi auguro inoltre che altre nazioni prendano la Norvegia come esempio di dignità, correttezza, lungimiranza e umanità.....

Alle famiglie delle vittime e a tutti i norvegesi vada il mio sentito cordoglio....




Instauratio ab imis fundamentis
SuperFed
Inviato: 24/7/2011 23:27  Aggiornato: 24/7/2011 23:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/6/2011
Da: Città stressante nord Italia
Inviati: 168
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
24 Luglio 23:00

Stavolta è su La Stampa on line che leggo che l'attentatore rischia al massimo 21 anni di carcere. Eh? Vabene esere un paese nordico supercivilizzato però qui mi sa che qualcosa non quadra...

E poi delle presunte e inspiegabili minacce di questo tizio all'Italia e al papa vogliamo parlarne? Altro msg da decifrare?

Onore a te Takuro Nakai genio incompreso dei manga[img align=right]
dr_julius
Inviato: 24/7/2011 23:57  Aggiornato: 24/7/2011 23:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Gisar ha detto:

Citazione:

1) L'attentato ha l'aria di essere mirato al governo in generale e ai laburisti in particolare perché? Un pazzo che ha esplicitamente detto che col suo gesto voleva aprire gl'occhi alla gente inalzare le coscenze perché ha scelto i laburisti? Non avrebbe fatto prima ad entrare in un supermarket e aprire il fuoco?


Io non sono certo di sapere notizie giuste, in ossequio all'esperienza sul sito, ma il bersaglio mi pare essere invece proprio direttamente e platealmente il premier Jens Stoltenberg, il cui ufficio era a pochi passi dal luogo dell'attentato. Il premier tuttavia non era lì, anzi il leader (capo del governo ma anche capo carismatico del movimento laburista) avrebbe dovuto raggiungere l'isola di Utoya, dove ci sarebbero stati anche due suoi figli (che risultano illesi).

Più un chiaro avvertimento personale, piuttosto che una azione di terrorismo generalizzato.

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
LUSSU
Inviato: 25/7/2011 0:01  Aggiornato: 25/7/2011 0:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/6/2011
Da: Sardegna
Inviati: 32
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
intendevo Oscar Luigi Scalfaro

Redazione
Inviato: 25/7/2011 0:12  Aggiornato: 25/7/2011 0:12
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
PIKEBISHOP: "Non esattamente: qualche barile di merda e cariche ben piazzate nell'edificio: il fatto fu un precursore del 11 settembre."

Ovvio. Il mio era sarcasmo.

benitoche
Inviato: 25/7/2011 1:23  Aggiornato: 25/7/2011 1:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1941
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
@totalrec
Della serie: se Berwick lo stragista dice che gli USA sono cattivi e i russi sono buoni, allora deve essere il contrario. Immagino sia questa la riflessione alla quale chi ha ideato l'operazione vuole far giungere l'uomo della strada. Roba da studiare con estrema attenzione.

Tutta la storia del Novecento và letta in questo senso: nell’opposizione forsennata che gli anglofoni attuano per evitare questa prospettiva di avvicinamento fra Europa e Russia.

Washington teme piú d’ogni altra cosa l’incontro fra Russi ed Europei. Tutta la politica imperialista dello Stato Guida mira a questo: evitare l’avvicinamento fra Ovest ed Est.
Il problema di fondo per le nefaste entità che reggono la corte dell’Impero d’Occidente riguarda il rapporto dell’Europa con la Russia, ovvero la cristianità di ieri e la cristianità di domani.

Tutto il Novecento va letto in questa direzione. Si mediti su alcuni di questi lontani fatti passati,apparentemente non correlati,assolutamente rivelatori delle mene imperiali, e si cerchi di comprendere il legame profondo che li accomuna:

a) la rivoluzione Russa di Lenin fu alimentata economicamente da Occidente e da banchieri dell’Aristocrazia degli eletti;

b) l’affermarsi del materialismo storico e la persecuzione di generazioni di cristiani nei paesi comunisti fu una importante conseguenza della rivoluzione bolscevica;

c) osserviamo poi il prevalere della componente piú arcaica, pagana e reazionaria del nazionalsocialismo. Anche questa componente oscura fu finanziata economicamente dall’aristocrazia degli eletti e dai banchieri;

d) il piano di avvicinamento fra Inghilterra e Germania, voluto da Rudolf Hess con il volo in Inghilterra,fallí.
La componente oscura del nazionalsocialismo portò alla campagnamilitare denominata Barbarossa;

e) l’odio che la campagna militare di Hitler produsse in Russia e le atroci vendette e violenze dei russi nell’Alemagna sconfitta, divisero ulteriormente gli europei dagli slavi;

f) il comportamento politico di Inglesi e Americani, alimentò anche l’odio fra Slavi e Italiani sul confine orientale in Istria e Dalmazia;

g) i disastri prodotti dal comunismo sovietico, la divisione fra comunisti e democratici nelle opinioni pubbliche europee del dopoguerra si accompagnò ad una mitizzazione del sovietismo contro lo Stato Guida. Cadendo il sovietismo, le masse si persuasero d’aver riposto malamente la propria fiducia “in quegli straccioni dei Russi”;

h) la guerra della NATO contro la Serbia ed il Kossovo del 1989 dipinse gli slavi cristiani come assassini e gli albanesi mussulmani come eroi. Non andò cosí;

i) la presa di potere della nuova classe dirigente in Ucraina del 2005 mostrò,in tutte le scatole ipnotiche,dei pan-slavisti poveri, antidemocratici, avvelenatori con la diossina e primitivi e dei filoamericani belli, d’arancio vestiti, con una leader elegantissima dalle trecce bionde raccolte alla maniera Ucraina.

Potremmo continuare a lungo.
Evidentemente queste vicende erano inestricabilmente legate a scongiurare il paventato possibile avvicinamento, una salda relazione tra Europa e Russia: lo scenario peggiore per le mire dello Stato Guida. Al fine di scongiurare questa possibilità sono ancora oggi messe in atto terribili trame e guerre sanguinarie.

La corte dell’Impero d’Occidente comprende che il dominio del mondo è impossibile se nasce un’area politica omogenea dall’Atlantico a Valdivostok.

Solo il superamento della dicotomia Destra-Sinistra, congiunto ad una visione spirituale nuova di un’Europa Cristiana,rasserenerà gli animi,toglierà il senso di precarietà e si giungerà al superamento di queste ferite all’interno dei popoli. Sarà proprio il superamento dell’odio fra slavi ed europei la chiave di volta, l’alimento geopolitico,della Tripartizione

la religione è indispensabile
soltanto a un’umanità rescissa dal mondo divino-spirituale.
o_dotor
Inviato: 25/7/2011 2:18  Aggiornato: 25/7/2011 2:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/11/2006
Da:
Inviati: 82
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Chi sarebbero i “cristiani fondamentalisti”? E anche ammesso che esistessero “cristiani” che vogliono difendere il cristianesimo eliminando fisicamente gli infedeli ( ma non credo si intenda quello per fondamentalismo cristiano…), perché dovrebbero farlo eliminando giovani laburisti norvegesi?

Non ho letto memoriali e pongo la banale domanda solo in base alle continue ripetizioni di questa etichetta, non meglio specificata, nei titoli dei giornali.

@Calvero: Non mi risulta che Travaglio parteggi apertamente per una parte politica, non conosco le sue idee, (e per quel poco che so non collimano del tutto con le mie). In generale la sua è una critica all’etica (mancante) della politica e dell’informazione, e in questo senso sarebbe abbastanza vicino allo spirito di LC. L’unico appunto che si può fare al Travaglio system, come lo chiami tu, è che rimane un giochino fine a se stesso, o meglio, finalizzato, comprensibilmente, a fargli vendere più libri e più spettacoli. Ma non è lui fra gli artefici della distrazione delle coscienze verso le presunte funzioni della democrazia e dell’ alternanza politica. Se prende di mira soprattutto una parte, è perché da quella gli vengono offerti davvero tanti spunti...

Calvero
Inviato: 25/7/2011 2:44  Aggiornato: 25/7/2011 3:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
...............
........
...
.

Ottima inquadratura, Benitoche

Poi, l'ipotetico indirizzo per una sospirata soluzione:

Citazione:
Solo il superamento della dicotomia Destra-Sinistra, congiunto ad una visione spirituale nuova di un’Europa Cristiana,rasserenerà gli animi,toglierà il senso di precarietà e si giungerà al superamento di queste ferite all’interno dei popoli. Sarà proprio il superamento dell’odio fra slavi ed europei la chiave di volta, l’alimento geopolitico,della Tripartizione


... mmhhh .. Sì e No, qui ti seguo meno. E non certo, ci mancherebbe, per il superamento della dicotomia Destra-Sinistra: tra 1000 anni (se qualcosa di senziente esisterà ancora tra mille anni), una futura civiltà guarderà la Destra e la Sinistra come oggi si pensa ai cavernicoli.

Poi.

Sì - a una visione spirituale degna di questo nome. Ci siamo. Ma non vi può essere qualcosa di cristiano, senza che nel contempo si possa mirare a voler rasserenare gli animi. Se si vuole mirare all'auto-determinazione dei popoli; dare loro forza, ergo la serenità, e a responsabilizzarli, i popoli - allora, prima ancora, devono mirare all'auto-determinazione degli uomini. Ogni sentimento spirituale che abbisognerà ancora di un "nome" per essere rappresentato, creerà il terreno venturo per la dicotomia conseguentemente già pronta all'uso sulla griglia di partenza.

Tornando a percezioni più terrene:
- ogni lotta sociale dovrebbe mirare a smettere di equiparare qualcosa sempre a qualcosa'altro; sia economicamente; sia strutturalmente, sia socialmente. Quando il proverbio «il mondo è bello perché è vario» sarà soltanto una ECO confusa, allora sarà troppo tardi. Definitivamente. Questo il fine ultimo del Potere: rendere obsoleto quel "proverbio".

Al centro del nostro Sistema è il profitto, non l'uomo. Ergo, solo i profittatori detteranno (dettano) Legge. E' semplicemente logico. Sempre più urticante dover notare che l'uomo buono si stupisca di essere sopraffatto mentre esige di risanare questo Sistema, pretendendo che esso sia quel centro che lo governi.

Soltanto l'uomo può essere IL centro: il resto sarà - sempre - preistoria.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
benitoche
Inviato: 25/7/2011 4:03  Aggiornato: 25/7/2011 4:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1941
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Al centro del nostro Sistema è il profitto, non l'uomo. Ergo, solo i profittatori detteranno (dettano) Legge

Fintantochè avranno la possibilità di approfittare
Bisogna portare alla conoscenza dell'uomo che il denaro deve avere un termine,deve poter invecchiare e morire (come tutto nel mondo),dovrebbero esistere tre tipi di denaro: il denaro di acquisto, il denaro di prestito e il denaro di dono. Questi tipi diversi di denaro trapassavano l’uno nell’altro. Il “giovane” denaro di acquisto diviene denaro di prestito e alla fine della sua vita diventa denaro di dono(Reddito di cittadinanza)questa è l'unica opzione possibile,negando la possibilità di accumulare denaro l'uomo riacquista il baricentro

Perdonate OT

la religione è indispensabile
soltanto a un’umanità rescissa dal mondo divino-spirituale.
Paxtibi
Inviato: 25/7/2011 8:37  Aggiornato: 25/7/2011 8:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Questa è bella:

Norway suspect borrowed from Unabomber's manifesto

The passages copied by Anders Behring Breivik appear in the first few pages of Kaczynski's manifesto. Breivik changed a Kaczynski screed on leftism and what he considered to be leftists' "feelings of inferiority" - mainly by substituting the words "multiculturalism" or "cultural Marxism" for "leftism."

For instance, Kaczynski wrote: "One of the most widespread manifestations of the craziness of our world is leftism, so a discussion of the psychology of leftism can serve as an introduction to the discussion of the problems of modern society in general."

Breivik's manifesto reads: "One of the most widespread manifestations of the craziness of our world is multiculturalism, so a discussion of the psychology of multiculturalists can serve as an introduction to the discussion of the problems of Western Europe in general."

Breivik did not cite Kaczynski, though he did for many other people whose writings he used in his 1,500-page manifesto.

He used at least one portion verbatim: "Feminists are desperately anxious to prove that women are as strong and capable as men. Clearly they are nagged by a fear that women may NOT be as strong and as capable as men."


Ma esisterà davvero questo Breivik?

alinos
Inviato: 25/7/2011 8:50  Aggiornato: 25/7/2011 8:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/3/2006
Da: Livorno
Inviati: 118
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
MA scusate, ora, magari dietro c'e' il complotto, la cia, i sionisti, al queida e chissa cosa e chi, ma non potrebbere invece essere un gesto di un pazzo?
Se ci pensi per bene e pianifichi la cosa per mesi, avendo il materiale a disposizione, non è che ha fatto un gesto tipo pilotare un aereo di linea come fosse un caccia. Ha preso un furgone pieno di esplosivo e lo ha piazzato dove doveva, dopo ha preso una barca e è arrivato sull'isola, ha radunato tutti i ragazzi e ha cominciato a smitragliare all'impazzata. Ne ha ammazzati 90? Diciamo che 30 gli ha uccisi subito, poi con 90 minuti a disposizione e 600 persone che corrono in preda al panico, ai voglia a ammazzarli. Poveracci.
Mi piacerebbe però mi dicessero dove ha imparato a fare le bombe dalla merda, come ha comprato le armi ecc ecc. Allora forse potrei anche crederci...

Jurij
Inviato: 25/7/2011 9:05  Aggiornato: 25/7/2011 9:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Citazione:
Stavolta è su La Stampa on line che leggo che l'attentatore rischia al massimo 21 anni di carcere. Eh? Va bene essere un paese nordico supercivilizzato però qui mi sa che qualcosa non quadra...

Una volta ho visto un documentario dove intervistavano una famiglia canadese residente vicino al confine con gli usa.
Dicevano che la grossa differenza fra le due nazioni è che dalla loro parte si permettevano di non chiudere a chiave la porta di casa, mentre dalla parte degli usa vi erano chiavistelli, allarmi e una fila di delitti, perché il tipo di società in cui vivi fa la musica della tua vita.

Avrei molti altri esempi da portare, compreso qui nella mia zona. Sembra che con il “saltare” delle dogane, un certo “stile di vita” vada ad “inquinare” quelle isole di pace che ancora restano con i classici adattamenti delle società che involvono a causa di questi atti.

Quindi tornando alla citazione è normale che una nazione, come quella in questione, non abbia un apparato previsto per questi casi, ma è giusto doverlo cambiare?

Mi tornano in mente persone come M. L. King o Ghandi, che del messaggio di positività e bontà hanno fatto la loro forza e guarda caso sono stati fermati tutti e due con la violenza.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Jurij
Inviato: 25/7/2011 9:15  Aggiornato: 25/7/2011 9:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Citazione:
MA scusate, ora, magari dietro c'e' il complotto, la cia, i sionisti, al queida e chissa cosa e chi, ma non potrebbere invece essere un gesto di un pazzo?

No, perché c’è già più di una testimonianza che parla di 2 assalitori.

Citazione:
… Ne ha ammazzati 90? Diciamo che 30 gli ha uccisi subito, poi con 90 minuti a disposizione e 600 persone che corrono in preda al panico, ai voglia a ammazzarli...

Si è possibile da solo, ma in particolari circostanze (luogo, fattore sorpresa…). Quindi va analizzata la scena del delitto per poterlo stabilire. È comunque più difficile di quello che si pensi.

Citazione:
…Mi piacerebbe però mi dicessero dove ha imparato a fare le bombe dalla merda, come ha comprato le armi ecc ecc. Allora forse potrei anche crederci...

Come ha detto ieri il capo dei servizi segreti CH, basta andare su un sito internet e scaricare la “ricetta”. Poi per le armi presumo che le norme in Norvegia siano abbastanza “ larghe di maniche” e ti permettano in modi diversi di allestire un proprio “mini arsenale”.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Jurij
Inviato: 25/7/2011 9:22  Aggiornato: 25/7/2011 9:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Citazione:
Ma esisterà davvero questo Breivik?

Bella domanda. Chi lo ha visto in faccia non lo potrà mai più raccontare e chi si è salvato, di sicuro non lo ha visto da distanza utile per poterlo riconoscere….Immaginarsi il panico e la fuga… L’ultima cosa che vorresti è girarti indietro e poterlo vedere bene in faccia l’assassino/i.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
SuperFed
Inviato: 25/7/2011 9:40  Aggiornato: 25/7/2011 9:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/6/2011
Da: Città stressante nord Italia
Inviati: 168
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Ciao Jurij naturalmente capisco il tuo discorso e lo condivido, purtroppo rimane il fatto, e anche a me spiace parecchio, che il sistema generale va sempre più nella direzione della "contaminazione" tramite assimilazione di tutte le isole felici, quelle poche rimaste!, su questo confuso pianeta.

Poi il senso degli attentati in grande stile è proprio quello di infrangere in primis le certezze della comunità o popolo che viene colpito, vengono quindi demoliti o il senso di sicurezza e protezione, o il mito dell'efficienza, o l'idea di pacifica convivenza, ecc. Ad ognuno il suo, verrebbe da dire tristemente.
...

(Tra l'altro mi viene una gran rabbia ogni volta che dichiarano di aver scoperto una nuova tribù nella foresta pluviale e subito dichiarano di volerla preservare. Col cavolo, l'unica possibilità di salvezza consiste nel NON venire a conoscenza del mondo "civilizzato", ma una volta che sanno che ci sei anche tu sei pressochè spacciato...)

Onore a te Takuro Nakai genio incompreso dei manga[img align=right]
peonia
Inviato: 25/7/2011 9:43  Aggiornato: 25/7/2011 9:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Gli attentati di Oslo
Non ho letto molto su questa storia, ma se i sospetti che dite, come penso, sono giusti, questo ragazzo è un pupazzo in mano ad altri, sotto controllo mentale, o cosa?
Mah! che storia orrenda poveracci....
Sentendo la notizia, di probabile matrice islamica(!) ho pensato subito ad un sorta di "false flag", dannati......

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
alexg
Inviato: 25/7/2011 10:12  Aggiornato: 25/7/2011 10:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/5/2006
Da: Sybar
Inviati: 179
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Sto leggendo il memorandum di Anders Behring Breivik "2083 A European Declaration of Independen" e mi viene in mente il romanzo 1984 di Orwell.

Questo Breivik mi sembra Emmanuel Goldstein che ha scritto il libro "Teoria e prassi del collettivismo oligarchico" nel quale espone le sue idee contro il sistema.


Le foto in coda al suo memorandum sembrano tutte finte, le prime sembrano fatte tutte le stesso giorno con costumi diversi.
Mi sembra proprio abbiano creato a tavolino una nuova icona.

Mi chiedo anche io se esista veramente questo Breivik...

@Jurij
Forse la Norvegia non si farà manipolare, ma temo che lo farà il resto d'Europa.

Ci sono due errori che si possono fare lungo la via verso la verità...non andare fino in fondo, e non iniziare.

"Democrazia" è due lupi e una pecora che decidono ai voti cosa mangiare.
"Libertà" è la pecora ben armata che contesta il voto.
Homero
Inviato: 25/7/2011 10:57  Aggiornato: 25/7/2011 10:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/4/2007
Da:
Inviati: 466
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
A proposito del personaggio Breivik: forse in pochi hanno notato questa notizia, che invece, a mio parere, è molto importante, perchè sottolinea la "stranezza" del personaggio e della vicenda...

"Secondo il suo profilo Facebook, Anders Behring Breivik era direttore di Breivik Geofarm, un'azienda agricola biologica che probabilmente gli ha dato accesso alle sostanze chimiche fertilizzanti con cui poi ha fabbricato gli ordigni esplosivi. Le sue dichiarazioni dei redditi, che in Norvegia si possono consultare liberamente, mostrano che non aveva avuto reddito per l'anno 2009 e che, anche negli anni precedenti, aveva denunciato importi estremamente bassi."

Fonte: http://affaritaliani.libero.it/cronache/norvegia_identikit_killer230711.html

dr_julius
Inviato: 25/7/2011 11:08  Aggiornato: 25/7/2011 11:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
alla traccia di Homero aggiungo un ulteriore link dove sospettano che l'identità sia perlomeno manipolata: dubbi motivati sul profilo Facebook

http://www.solidprinciples.com/blog/anders-behring-breivik-facebook-profile-a-fake/

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
rekit
Inviato: 25/7/2011 11:40  Aggiornato: 25/7/2011 11:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
questo e'quello che ha da dirci quel fine intelletuale di Feltri:
"Norvegia, colpa di quei giovani sull’isola incapaci ed egoisti: come è possibile che i giovani presenti sull’isola di Utoya non siano riusciti a fermare la carneficina? Potevano lanciarsi sull’attentatore cosicché alcuni di sicuro sarebbero stati abbattuti ma non tutti. Il problema è che ciascuno ha pensato a salvare se stesso illudendosi di spuntarla"

androdiano
Inviato: 25/7/2011 12:12  Aggiornato: 25/7/2011 12:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/1/2011
Da:
Inviati: 147
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
mi sembrava strano che non fosse ancora spuntata fuori un po' di fuffa complottista

mi aspetto, nell'ordine, le seguenti congetture:

- Breivik era un israeliano camuffato
- i video e le foto di Breivik che spara sono palesemente taroccati
- in realtà a Utoya c'è stato un suicidio di massa
- Breivik non era solo, ma in realtà c'era una squadra speciale del Mossad

ridicoli


rekit
Inviato: 25/7/2011 12:16  Aggiornato: 25/7/2011 12:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
cit:
mi sembrava strano che non fosse ancora spuntata fuori un po' di fuffa complottista

mi aspetto, nell'ordine, le seguenti congetture:

- Breivik era un israeliano camuffato
- i video e le foto di Breivik che spara sono palesemente taroccati
- in realtà a Utoya c'è stato un suicidio di massa
- Breivik non era solo, ma in realtà c'era una squadra speciale del Mossad

ridicoli
...........................................

oh cazzo! hanno oscurato youporn?

Homero
Inviato: 25/7/2011 12:28  Aggiornato: 25/7/2011 12:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/4/2007
Da:
Inviati: 466
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
@ androdiano

- i video e le foto di Breivik che spara sono palesemente taroccati

quali video e foto?

- Breivik non era solo, ma in realtà c'era una squadra speciale del Mossad

una squadra speciale del Mossad magari no, ma sul fatto che Breivik non fosse solo su quell'isola ci sono varie testimonianze dei sopravvissuti

"Ho fatto tutto da solo", ha detto agli agenti. Il capo della polizia Sveinung Sponheim ha fatto sapere che intende comunque verificare tutte le sue affermazioni, aggiungendo che "alcune dichiarazioni di testimoni non hanno detto certezza se vi fosse uno o piu' sparatori". La polizia non sta ricercando al momento altre persone, ma non esclude che il sospetto abbia ricevuto aiuto.

Fonte: http://www.adnkronos.com/IGN/News/Esteri/Breivik-Ho-fatto-tutto-da-solo_312277558113.html

peonia
Inviato: 25/7/2011 12:56  Aggiornato: 25/7/2011 12:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Androdiano sinceramente se c'è qualcuno ridicolo sei tu che vedi (apparentemente) la realtà da mente semplice e beota, ops beata!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Jurij
Inviato: 25/7/2011 12:58  Aggiornato: 25/7/2011 12:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Se si mette in dubbio la figura di Breivik, bisogna di conseguenza mettere in dubbio le dichiarazione della polizia norvegese, visto che allora avrebbe montato tutta la storia...speriamo che non sia così...

Intanto aspetto a vedere come la risolvono la cosa del secondo sparatore...

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Jurij
Inviato: 25/7/2011 13:16  Aggiornato: 25/7/2011 13:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Questi bastardi hanno usato pallottole dum dum per essere più certi di massacrare più persone:

...Anders Behring Breivik avrebbe usato munizioni vietate dal codice di guerra e utilizzate per la caccia agli elefanti per compiere il massacro sull'isola di Utoya. Secondo il capochirurgo dell'ospedale Ringerike, Colin Poole, citato dall'edizione online del quotidiano norvegese VG, l'autore degli attentati di venerdì scorso ha utilizzato pallottole dum-dum. Il medico ha curato almeno 16 feriti nel massacro di Utoya, riporta il giornale. Tale tipo di munizioni ha la caratteristica di espandersi dopo il contatto con l'obiettivo provocando ferite che possono essere mortali anche quando non raggiungono parti vitali del corpo...

http://ticinonews.ch/articolo.aspx?id=233659&rubrica=15

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
PikeBishop
Inviato: 25/7/2011 13:42  Aggiornato: 25/7/2011 13:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Citazione:
munizioni vietate dal codice di guerra e utilizzate per la caccia agli elefanti[...]Tale tipo di munizioni ha la caratteristica di espandersi dopo il contatto con l'obiettivo

Non so chi e' che ha scritto l'articolo, ma e' un idiota: se usi dum dum (qualsiasi cosa siano) per dare la caccia agli elefanti ti ritrovi con la zanna di un elefante incazzato su per il culo. Per gli elefanti si usano proiettili di calibro grosso (tipo quelli da mitragliatrice, molto usati dopo WWII da tutti i White Hunters perche' meno costosi di calibri per marajah) e perforanti, per via dela pelle dell'elefante (o del rinoceronte, bufalo e cosi' via).

E facile che abbia usato proiettili soft nose da caccia, che sono piu' facili da trovarsi che quelli full metal jacket e anche piu' efficaci, ma, per assurdo, meno letali se attingono certe parti del corpo. Anche quelle da tiro, in piombo senza camiciatura, provocano effetti dirompenti.

Ma gli elefanti... perche' mai e' necessario essere idioti per essere giornalisti???? Io un'idea ce l'avrei...

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Inenascio
Inviato: 25/7/2011 14:00  Aggiornato: 29/8/2011 2:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/9/2010
Da: Provincia di Napoli
Inviati: 166
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Dalla Norvegia e dall'Italia, notizie che non sapete

Sulle NOTIZIE de' IlSole 24ORE, poco fa ho postato i seguenti 2 commenti:
Citazione:
# 1.- Il cristiano folle (irragionevole) norvegese Anders Behring Breivik, indotto da Satana, ha commesso una strage atroce, scrivendo: «Sarò ricordato come il più grande mostro». Ne è informato il mondo intero.

Il cristiano folle (irragionevole) italiano Inenascio Padidio, indotto da DIO, è riuscito, dal 1994 al 1999, ad emulare il sacrificio del “Figlio dell’Uomo” Cristo, per addivenire, con la forza del nostro primario “Stato di diritto”, a risolvere ogni crisi economica, ambientale e di civiltà in Italia e, conseguentemente, in Europa e nelle Nazioni di tutti i Continenti.
Informo che è dal 01/01/2001 che non riesco a rendere di pubblico dominio tale incommensurabilmente bella notizia che, peraltro, prelude alla scoppio della Pace Mondiale.

Eppure, la notizia dalla Norvegia tratta il male relativo; la notizia dall’Italia tratta il bene assoluto. Proprio tutti matti?
Invito la Redazione di questo autorevole quotidiano a verificare. Cordialmente saluto e ringrazio.

Il tuo commento è in attesa di moderazione

# 2. - Ho ascoltato da SKY-Tg24 che il terrorista Anders Behring Breivik rischia la condanna a 21 anni max di carcere, perché in Norvegia, come da noi, la pena è finalizzata al recupero della persona, nella fattispecie palesemente “incapace d’intendere e volere”.
Anche il mio status è lo stesso, definitivamente accertato. Cfr. i 4 documenti seguenti:

http://tinyurl.com/3gk2ffz - http://tinyurl.com/3cnc4fk - http://tinyurl.com/3soa25h - http://tinyurl.com/3voe7xa .

Siamo entrambi privi della comune ragione e, ovviamente, da assimilare ai bambini; il norvegese: al colmo dell’Odio mortale, relativo; l’italiano: al colmo dell’Amore vitale, assoluto.
Attenzione a mettersi contro Dio! Cosa potrà accadere? Di certo capiterà quanto descritto nel celeberrimo romanzo di Lev N. Tolstoj: “La morte di Ivan Il’ìč”. “Uomo avvisato è mezzo salvato”, ammonisco io. “Il timore di Dio è l’inizio della sapienza”, è scritto nel Libro dei libri.
Al mio cospetto, evidente bambino di Dio, risultano tutti bambini da 1 a 10 anni. E questo è Dio!

Il tuo commento è in attesa di moderazione

Agli amici, nemici o avversari (per me solo Amici), utenti di LC: Attenti a non CENSURARE il bambino di Dio! Evidente nella mia persona

Unico IMBECILLE al mondo, per avere la Fede in Cristo senza il dubbio
alsecret7
Inviato: 25/7/2011 14:02  Aggiornato: 25/7/2011 14:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
ciao massimo.domanda sciocca ma non troppo forse? perche se a fare tutto questo sono dei servizi segreti deviati,e politici deviiati,perche( la parte sana) fra virgolette dei servizi e politici non fa nulla per impedire tutto questo? se come dice qualcuno sono una minoranza basterebbe poco no? forse ce qualcosa che a me non torna e!!!domanda sempliece ma importante. ciao

redna
Inviato: 25/7/2011 15:12  Aggiornato: 25/7/2011 15:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
.....qualcuno ha messo qualche link che ha allargato la pagina? sto 3d è diventato una lenzuolata....



Webster Tarpley dice la sua....


Da Lee Oswald a Lee Oslo via " Gladio?"
*************************************

Erano più di uno a far fuoco sull'isola. Un’esercitazione sull’esplosione di bombe appena conclusa a Oslo. Forse una vendetta della NATO per la decisione della Norvegia di non bombardare più la Libia?

di Webster G. Tarpley.

I tragici attentati terroristici in Norvegia presentano un certo numero di segni rivelatori di una provocazione false flag (sotto falsa bandiera, NdT) . È stato riferito che - sebbene i media mondiali stiano cercando di focalizzare l’attenzione su Anders Behring Breivik in veste di assassino solitario nella tradizione di Lee Harvey Oswald - molti testimoni oculari concordano sul fatto che un secondo tiratore era all’opera nel massacro presso il campo estivo giovanile di Utøya, fuori Oslo .

È anche emerso che una unità speciale di polizia aveva condotto una simulazione o esercitazione, nel centro di Oslo, che includeva la detonazione di bombe: esattamente ciò che ha causato il massacro a poche centinaia di metri di distanza poco più di 48 ore più tardi. Ulteriori ricerche rivelano che le agenzie di intelligence degli Stati Uniti stavano conducendo un vasto programma di reclutamento di ufficiali in pensione della polizia norvegese con lo scopo presunto di disporre atti di sorveglianza all'interno del paese. Questo programma, noto come Unità di sorveglianza e rilevamento SIMAS, ha fornito un tramite perfetto per la penetrazione e la sovversione della polizia norvegese da parte della NATO.


È inoltre presente un movente per l'attacco: come parte del suo tentativo di far crescere una politica estera indipendente, compreso l’imminente riconoscimento diplomatico di uno stato palestinese inserito in un riavvicinamento generale con il mondo arabo, la Norvegia stava guidando gli stati più piccoli della NATO che intendevano tirarsi fuori dalla coalizione di aggressori imperialisti che sta attualmente bombardando la Libia. La Norvegia aveva programmato di mettere fine a tutti i bombardamenti e agli altri assalti contro le forze di Gheddafi non più tardi del 1° agosto.

Infine, l’operazione CIA consistente in rivelazioni parziali controllate (limited hangout, nell’orig., NdT), nota come Wikileaks, ha già fornito un caso prefabbricato e pubblicamente disponibile per incompetenza e illeciti contro l'attuale governo norvegese, che sta facendo tutte queste cose, sotto forma di una serie di dispacci reali o manipolati che documentano la presunta negligenza di questo governo nell’affrontare la minaccia terroristica, il tutto secondo la visuale dei funzionari del Dipartimento di Stato USA.



Il giornale VG di Oslo: "Diversi" testimoni oculari affermano che c’erano due tiratori sull'Isola

Come si è visto, la stampa mondiale e i media della scuola anglo-americana si sono immediatamente fissati su Breivik come un caso esemplare di assassino solitario dello stesso stampo di Lee Harvey Oswald, Sirhan Sirhan, e tanti altri. Il problema per i mitografi del terrore è che, nella maggior parte di questi casi, vi sono credibili se non schiaccianti prove che queste figure non avrebbero potuto agire da sole. Tra i più recenti assassini solitari, Breivik potrebbe essere paragonato al maggiore Nidal Hasan di Fort Hood, in Texas, la cui sparatoria con carneficina risale al novembre 2009. Hasan è accusato di aver ucciso sette persone. A quel tempo, si ritenne degno di nota che Hasan era riuscito a uccidere così tanti soldati armati nella base militare. Ma i primi rapporti suggerivano che c'era un altro se non altri due sparatori oltre a Hasan. Come accade di solito, questi tiratori supplementari furono presto cancellati dalla versione dominante nei media. [1]

Nel caso norvegese, la prova che Breivik non era da solo a rivendicare il suo tributo spaventoso di vittime è chiara e convincente. Ecco alcuni estratti da un articolo pubblicato dal quotidiano di Oslo VG:

«Molti dei giovani che erano presenti al dramma della sparatoria di Utøya, hanno riferito a VG di essere convinti che ci debba essere stato più di un esecutore. Marius Helander Roset la pensa così: - “Sono sicuro che si sparava da due diversi punti dell'isola, contemporaneamente”, ha dichiarato.



Testimoni: - C’erano due persone

La polizia ritiene che Anders Behring Breivik (32 anni) sia l'esecutore vestito da poliziotto, e lo hanno incriminato per due attacchi terroristici. I giovani intervistati da VG descrivono un esecutore aggiuntivo, che non indossava l'uniforme della polizia. La persona che li seguiva era alta circa 180 centimetri, aveva folti capelli scuri e un aspetto nordico. Aveva una pistola nella mano destra e un fucile sulla schiena. – “Io credo che ci fossero due persone che stavano sparando”, sostiene Alexander Stavdal (23 anni) ....

Alla conferenza stampa di sabato mattina la polizia ha affermato che ci sarebbero potuti essere diversi esecutori e ha sottolineato che c'è un'indagine in corso»[2]

La presenza di un secondo tiratore è ovviamente più scomoda per la teoria dell’assassino solitario, in quanto rappresenta la prova incontrovertibile di una associazione cospirativa criminale, l'elemento essenziale che la copertura mediatica è generalmente ansiosa di evitare. Nel caso norvegese, i riferimenti a un secondo sparatore sembravano essere sufficientemente persistenti anche 36 ore dopo l'evento principale, tanto da poter far resistere qualche speranza che la versione ufficiale possa essere interamente abbattuta sulla base di questo particolare.



La polizia aveva svolto esercitazioni facendo brillare delle bombe nella stessa area pochi giorni prima

Un altro segno rivelatore critico di un'operazione false flag proviene dallo svolgimento di simulazioni o esercitazioni, ufficialmente per fini di controterrorismo - da parte della polizia o dei militari contemporaneamente all'attacco terroristico, o poco prima che l'attacco terroristico vero e proprio iniziasse. A volte, le esercitazioni o simulazioni in ordine ad atti terroristici sono programmate in modo da iniziare poco dopo il momento in cui l'attacco terroristico effettivo avviene. In questi casi si scopre spesso che la sedicente esercitazione o simulazione anti-terrorismo contiene un'azione simulata o un evento che ricorda fortemente l’attacco terroristico nel mondo reale, quello che uccide davvero la gente. I media poi faranno riferimento a un’incredibile coincidenza o a una concomitanza strana, ma la realtà è che l’esercitazione terroristica è stata presa o rivoltata in diretta nella forma di uccisioni reali. Il segreto sta nel fatto che l’esercitazione con copertura legale è stata utilizzata per condurre o ricalcare il massacro reale attraverso un apparato governativo le cui risorse sono necessarie per eseguire l’atto terroristico, ma in cui ci sono molti funzionari ai quali non si consente di sapere cosa stia succedendo.

Gli eventi in Norvegia forniscono un esempio molto chiaro di questo principio. A Oslo, una potente bomba è esplosa dentro o vicino all'edificio che ospita l'ufficio del Primo Ministro. Esattamente come ci aspetteremmo, unità speciali anti-terrorismo della polizia si esercitavano con l’esplosione di bombe in una zona vicina della capitale norvegese poco più di 48 ore prima. Il pubblico non era stato informato in anticipo, ma ha scoperto quello che stava accadendo quando ha iniziato a sentire le bombe martedì e mercoledì, mentre la bomba principale è esplosa venerdì. Ecco cosa riferisce il giornale Aftenposten:

«Poliziotti armati sono stati visti nella zona intorno al Teatro dell'Opera di Oslo, e violente esplosioni si potevano udire su gran parte della città. Nessuno sapeva che era tutta una questione di esercitazioni. La Sezione Informazione della polizia di Oslo si rammarica profondamente che il pubblico non fosse a conoscenza dell'esercitazione così apparentemente drammatica .... Si trattava della squadra di emergenza, l'unità speciale della polizia nazionale contro il terrorismo, che stava conducendo una simulazione nella zona delimitata presso il molo di Bjørvika. Secondo un comunicato stampa emanato dalla polizia, quasi un giorno dopo l'esercitazione, la simulazione consisteva in una formazione sul campo nel trattare la detonazione controllata di cariche esplosive .... L'esercitazione continuerà per il resto del Mercoledì sera e si prevedono un paio di ulteriori esplosioni.... L’esercitazione ha seguito un modello che risulta familiare a tutte le forze anti-terrorismo di tutto il mondo: gli uomini si calavano dal tetto e si introducevano dalla finestra che era stata appena fatta esplodere, intanto che sparavano».[3]

Peter Power della Visor Consultants disse alla BBC Radio Five sulla scia degli attentati alla metropolitana di Londra del 7 luglio 2005 che la sua impresa aveva condotto un esercitazione basata su esplosioni che dovevano avvenire sostanzialmente nelle stesse stazioni della metropolitana londinese e alla stessa ora in cui le vere esplosioni sono effettivamente accadute. Gli eventi norvegesi presentano lo stesso tipo di strana coincidenza.



Un movente: la Norvegia ha deciso di mettere fine ai bombardamenti della Libia entro il 1° agosto

Gli obiettivi degli attacchi terroristici norvegesi sono tutti espressamente politici, compresi gli uffici governativi e un campo estivo dei giovani del Partito Laburista oggi al governo, e quindi vanno in direzione della politica. Il governo della Norvegia è attualmente una coalizione composta dal Partito Laburista, il Partito Socialista di Sinistra, e il Partito di Centro. La Norvegia ha sempre cercato di coltivare una politica estera filo-araba, come si evidenzia nella sua sponsorizzazione degli accordi di pace di Oslo tra il primo ministro israeliano Rabin e il leader palestinese Yasser Arafat a metà degli anni novanta. L'attuale governo ha annunciato la sua intenzione di concedere il riconoscimento diplomatico di uno stato palestinese nel prossimo futuro. Quando lo scorso febbraio è iniziata la destabilizzazione della Libia, il ministro degli Esteri norvegese Jonas Gahr Støre del partito laburista ha messo in guardia i partner della Norvegia nella NATO dal farsi coinvolgere.

Ma subito dopo, la Norvegia ha ceduto alle pressioni degli Stati Uniti e ha accettato di partecipare al bombardamento NATO della Libia per un periodo iniziale di tre mesi, inviando sei aerei che hanno effettuato circa il 10% di tutti i bombardamenti annoverati dall'Alleanza atlantica. Tuttavia, allo scoccare finale dei suoi tre mesi di impegno, la Norvegia aveva ridotto il suo contingente a quattro aerei per il mese di luglio, e il 10 giugno ha comunicato l'intenzione di ritirarsi del tutto entro il primo agosto dalla coalizione dei bombardamenti NATO.

La decisione norvegese di abbandonare la coalizione di attacco della NATO si è associata con una mossa simile dei Paesi Bassi, che è stata annunciata nella stessa data del 10 giugno. Gli olandesi hanno deciso di mantenere il loro contingente di sei aerei, ma non prenderanno più parte a bombardamenti su obiettivi a terra. D'ora in poi, gli olandesi sono disposti solo ad aiutare a far rispettare la no-fly zone attraverso l’interdizione aerea. C'era quindi la possibilità che l'esempio della Norvegia avesse potuto innescare una tendenza generale da parte degli stati più piccoli della NATO ad uscire dalla coalizione di bombardamento, in cui la loro presenza collettiva è altamente significativa.

Esponenti di spicco del governo norvegese sono stati tra i primi a minimizzare la presunta logica che sottostava al bombardamento della NATO, intanto che sollecitavano trattative: «Le soluzioni ai problemi in Libia sono politiche, non possono essere risolte con mezzi militari», ha dichiarato il Primo Ministro norvegese Stoltenberg ai giornalisti riuniti per una conferenza a Oslo il 13 maggio. «Stiamo sostenendo vigorosamente tutti gli sforzi intesi a trovare una soluzione politica alle sfide cui ci troviamo di fronte in Libia», ha aggiunto. Il governo norvegese ... ha promesso di ridimensionare il suo ruolo negli attacchi aerei alla Libia orchestrati dalla NATO dopo che il suo attuale impegno di tre mesi termina il 24 giugno.[4]

Questa era la politica dell'intero governo norvegese: «La Norvegia ridimensionerà il suo contributo con i caccia in Libia da sei a quattro aerei e si ritirerà completamente dalla operazione a guida NATO entro il 1° agosto», ha dichiarato venerdì il governo.... Il ministro della Difesa Grete Faremo ha detto che si aspetta la comprensione da parte degli alleati NATO perché la Norvegia ha una piccola forza aerea e non può "mantenere un grande contributo con i caccia durante un lungo periodo." La forza aerea della Norvegia sostiene intanto che i suoi jet F-16 hanno effettuato circa il 10 per cento dei bombardamenti aerei della Nato in Libia a partire dal 31 marzo. I partiti della coalizione di governo di centro-sinistra della Norvegia, erano stati in disaccordo sulla possibilità di estendere la partecipazione del paese, che avrebbe dovuto scadere il 24 giugno. La fazione più di sinistra nel governo, il Partito Socialista di Sinistra, si è opposta a una proroga, ma un compromesso è stato raggiunto affinché si rimanesse in funzione fino al 1° agosto con un minor numero di aerei. «È saggio porre fine al contributo dei caccia norvegesi. Ora la Norvegia dovrebbe impiegare i suoi sforzi per trovare una soluzione pacifica in Libia», ha dichiarato il deputato Baard Vegar Solhjell del Partito Socialista di Sinistra. [5]



Il Dipartimento di Stato si è lamentato della “mancanza di impegno” della Norvegia per l’avventura libica

La decisione norvegese di smettere di combattere la guerra contro la Libia, la prima di questo tipo da parte di qualsiasi membro dell'alleanza atlantica, ha attirato l'attenzione degli osservatori diplomatici, uno dei quali ha commentato che l'attuale governo di Oslo ha auspicato «un approccio nettamente più pacifico alle politiche globali da parte del governo norvegese .... [nonostante] le recenti pressioni da parte degli Stati Uniti in Norvegia affinché contribuisse maggiormente alla campagna militare in Libia. La Norvegia ha opposto resistenza a queste pressioni e ha spinto per un approccio più tranquillo agli attacchi della NATO sulla Libia guidati dagli USA, e ha rifiutato di fornire armi alla NATO, annunciando infine il mese scorso che la Norvegia avrebbe lasciato il suo ruolo militare in Libia dal 1° agosto. Nel mese di marzo, quando gli Stati Uniti stavano mettendo assieme il sostegno unilaterale volto a invadere la Libia, la Norvegia del ministro degli esteri Jonas Gahr Støre è stata una delle poche nazioni a mettere in guardia gli Stati Uniti contro l'intervento armato in Libia. La Norvegia inizialmente ha fornito sei aerei da combattimento per le operazioni di Libia e ha realizzato circa il 10% degli attacchi a partire dal 19 marzo. Tuttavia, i funzionari degli Stati Uniti hanno segnalato Norvegia e Danimarca per la loro 'mancanza di impegno' nella missione determinata a mandar via Gheddafi ... Altri legami Norvegia-Libia includono grandi interessi della Norvegia in Libia in materia di petrolio e fertilizzanti: la compagnia norvegese Statoil, posseduta dallo stato, ha circa 30 dipendenti presso i suoi uffici a Tripoli .... Aziende [norvegesi] hanno condotto importanti operazioni di business in Libia, in collaborazione con il regime di Gheddafi. »[6]

Allo stato attuale delle indagini, la migliore valutazione circa il motivo degli attentati norvegesi è quella di punire il paese per la sua politica estera indipendente e filo-araba in generale, e per il suo ripudio della coalizione dei bombardamenti NATO schierata contro la Libia in particolare.



Le Unità di sorveglianza e rilevamento SIMAS sono la nuova Gladio per la Norvegia?

Gli operatori dell’intelligence di USA e NATO hanno dimostrato di possedere capacità straordinarie all'interno della Norvegia, molti dei quali possono essere operativi al di fuori del controllo del governo norvegese. Ai primi di novembre 2010, il canale televisivo TV2 Oslo ha messo in luce l'esistenza di una vasta rete di risorse e di informatori segreti a libro paga dell’intelligence USA reclutati tra le fila dei poliziotti in pensione e altri funzionari. L'obiettivo apparente di questo programma era la sorveglianza dei norvegesi che stavano prendendo parte a manifestazioni e altre attività critiche nei confronti degli Stati Uniti e delle loro politiche. Uno dei norvegesi reclutati era l'ex capo della sezione anti-terrorismo della polizia di Oslo.[7]

Sebbene l'obiettivo consistesse ufficialmente solo nella sorveglianza, è possibile immaginare altre attività assai più sinistre che potrebbero essere svolte da una simile rete di poliziotti in pensione, compresa l'individuazione e la sovversione di mele marce presso le forze di polizia in servizio attivo. Alcune delle funzionalità di una rete di questo tipo non sarebbero del tutto estranee al genere di eventi che si sono appena verificati in Norvegia.

Il nome ufficiale per il tipo di cellula di spionaggio che gli Stati Uniti stavano creando in Norvegia è Surveillance Detection Unit (SDU, ossia Unità di sorveglianza e rilevamento, NdT). Le SDU a loro volta, operano nel quadro del Security Incident Management Analysis System (SIMAS, sistema di analisi nella gestione degli incidenti di sicurezza, NdT). Il SIMAS è noto per essere stato utilizzato per spionaggio e sorveglianza da parte delle ambasciate degli Stati Uniti non solo nel blocco nordico di Norvegia, Danimarca e Svezia, ma in tutto il mondo. Gli eventi terroristici inoltre sollevano la questione se il SIMAS abbia una dimensione operativa. Potrebbe questo apparato rappresentare una versione moderna delle reti Stay Behind della Guerra Fredda istituite in tutti i paesi della NATO e più conosciute sotto il nome della branca italiana, Gladio?

Al governo norvegese occorrerà scoprirlo. Finora i ministri norvegesi hanno affermato che non hanno mai approvato la rete di SDU della SIMAS. «Non abbiamo mai saputo nulla su di essa,» hanno affermato il ministro della Giustizia norvegese Knut Storberget e il ministro degli Esteri Jonas Gahr Støre in coro. Hillary Clinton ha dichiarato invece che i norvegesi erano stati informati.



L’operazione di rilascio controllato di notizie Wikileaks di matrice CIA ha ragion d’essere nel tentativo di far cadere il governo norvegese.

Grazie alle discariche documentali rilasciate della sussidiaria CIA che cura le rivelazioni parziali controllate (limited hangout, nell’orig., NdT), generalmente conosciuta come Wikileaks, è già stato fornito un chiaro percorso per l'utilizzo degli attacchi terroristici norvegesi come base adatta a rovesciare l'attuale governo. Dispacci del Dipartimento di Stato veri o manipolati e cortesemente messi a disposizione da Wikileaks ritraggono il governo norvegese, che la NATO odia, come una manica di pasticcioni e mentecatti, incapaci di prendere misure efficaci per salvaguardare la sicurezza nazionale del paese.

Alcune di queste carte sono state pubblicate sulla scia degli attacchi terroristici di Londra dal Daily Telegraph, un giornale notoriamente vicino agli ambienti di intelligence della NATO. Secondo questo articolo, mentre «si parla del tentativo da parte del servizio di polizia di sicurezza (PST) di rintracciare una particolare sospetta cellula terroristica di Al-Qa’ida, un dispaccio scritto dall'ambasciatore USA in Norvegia, Barry White, descrive [il modo in cui le autorità norvegesi] ... hanno rifiutato l'aiuto delle autorità del Regno Unito inteso a mettere sotto sorveglianza un potenziale sospetto e aggiunge: "Non solo non hanno indirizzato le proprie risorse su di lui ... ma hanno anche appena rifiutato l’offerta da parte del servizio d’intelligence del Regno Unito di due squadre di sorveglianza di dodici persone ciascuna". Il dispaccio continua affermando che i servizi di intelligence di Gran Bretagna e Stati Uniti hanno analizzato delle conversazioni in codice tra sospetti terroristi e hanno deciso di garantire la sorveglianza. Ma, dice il dispaccio, "Il PST ha invece trovato il modo di interpretare la stessa conversazione in codice tradotta sotto una luce più rosea e meno minacciosa, un’interpretazione che ha poco senso per gli USA o la Gran Bretagna."» Un catalogo anche dei più recenti fallimenti e fiaschi dell’FBI e della CIA nella cosiddetta Guerra Globale al Terrore potrebbe contribuire a mettere questi giudizi ipocriti nella giusta prospettiva, ma sarebbe anche cosa troppo voluminosa per poter essere aggiunta qui.

Un altro particolare negativo sembra fatto su misura per un tentativo di incolpare i presunti pasticci del governo norvegese per l'attentato di Oslo: «Il memorandum rivela anche come, nonostante in apparenza ci fosse sorveglianza sul sospetto, il PST ha perso le tracce di un’attrezzatura adatta a fabbricare bombe che veniva conservata in un appartamento, dopo che è stata visibilmente rimossa senza che gli investigatori» se ne accorgessero. Il PST quindi non è riuscito a stare sulle tracce di un sospetto per 14 giorni perché l’investigatore a lui assegnato fu chiamato a svolgere un altro lavoro. Il memorandum conclude: «Il PST non è all’altezza ... semplicemente non può tenere il passo.»

Un altro promemoria del Dipartimento di Stato propinato da Wikileaks, presumibilmente scritto nel 2007 ... aggiunge: « la valutazione ufficiale delle minacce della polizia (PST)... afferma che le organizzazioni terroristiche internazionali non sono una minaccia diretta contro la Norvegia.» Un promemoria scritto nel 2008, mostra come gli Stati Uniti ritenessero che la Norvegia non fosse consapevole della possibilità di un potenziale attacco terroristico. Nel dispaccio si legge: «Noi premiamo ripetutamente sulle autorità norvegesi affinché prendano sul serio il terrorismo. Cercheremo di basarci su questo slancio per combattere l'ancora diffusa sensazione che il terrorismo accada altrove, non nella tranquilla Norvegia» E un dispaccio scritto solo lo scorso anno aggiunge: «Il PST ha visto di nuovo la Danimarca come un obiettivo più che la Norvegia, per ragioni molto specificamente legate alla controversia sulle vignette.» [8].

Il governo della Norvegia ha bisogno di passare all'offensiva e stabilire tutta la verità su ciò che è appena accaduto. In caso contrario, è probabile che il governo soccomberà alla campagna orchestrata internazionalmente che i documenti Wikileaks così chiaramente presagivano.



Questo post è apparso sul blog di Webster Trapley.

Traduzione per Megachip a cura di Pino Cabras.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Calvero
Inviato: 25/7/2011 15:19  Aggiornato: 25/7/2011 15:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Citazione:
.....qualcuno ha messo qualche link che ha allargato la pagina? sto 3d è diventato una lenzuolata....


Mi associo alla lamentela

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
rekit
Inviato: 25/7/2011 15:59  Aggiornato: 25/7/2011 16:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Breivik: "Non ho agito da solo"

Confessa il coinvolgimento di "2 altre cellule" nell'organizzazione dell'attentato

TECNICAMENTE UN COMPLOTTO

NeWorld
Inviato: 25/7/2011 16:24  Aggiornato: 25/7/2011 16:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Azzardo un ipotesi:

Alcuni parlano di Mk Ultra (cito Wikipedia per evidenziare che,non è una fantasia complottista,ma un vero e proprio Progetto), e in effetti ci sono tutti i presupposti.

In particolare desta molti sospetti questa dichiarazione:

UN COMPAGNO DI CLASSE: «ERA UN NERD» - L'autore della strage di Utoya da adolescente, «era un tipo timido e introverso, un nerd come si dice tra noi studenti». Lo racconta un compagno di scuola dell'autore della strage di Oslo. Poi, a 19 anni, dopo un viaggio negli Stati Uniti dove viveva la sorella, la svolta. Si sarebbe addirittura sottoposto a una plastica facciale: «Voleva naso e fronte più virili», spiega. «Nessuno lo aveva mai visto con una fidanzata, ma lui si vantava di mille avventure», prosegue quello che per nove anni è stato suo compagno di classe in un «liceo della buona borghesia di Oslo» che annoverava «tra gli studenti anche il principe ereditario». L'ultimo incontro, casuale, con il fondamentalista di destra risale a due anni fa: «Sono un uomo ricco - gli disse Breivik - ho avuto successo, per qualunque cosa rivolgiti a me».

Ora se pensiamo a : svolta negli Usa,plastica facciale (necessita di ricovero...),richezza improvvisa (ricordate che si tratta di un agricoltore)...

Io sento tanta puzza...

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
lanzo
Inviato: 25/7/2011 16:31  Aggiornato: 25/7/2011 16:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Assolutamente d'accordo con Pike, per la caccia agli elefanti hai bisogno di una bestia tipo Holland & Holland o simili, con rinculi da paura, che non ti permettono certo di far fuori tutta quella gente. Munizioni hollow point 30.0.6, (che ad un elefante farebbero il solletico) se colpiscono un umano anche su una parte non vitale, producono una tale pressione idrodinamica che magari gli esplode qualche organo interno.

Mi sembra pero' quasi impossibile colpire (a parte i primi 10 o 20) gente che scappa da tutte le parti, a meno di non avere una mitraglitrice tipo quella del Wild Bunch di indeminticabile memoria. Anche a Columbine, i due schizzati, quanti ne hanno ammazzati ? la cosa fu possibile perche' la scuola era politicamente corretta "gun free" cioe' anche la security era disarmata ! Possibile che con un'aggregazione di giovani cosi' cospiqua non vi fosse polizia armata, che facevano dormivano ? Le foto con lo sfondo bianco sono inquietanti e sembrano photoshoppate.

La cosa mi ricorda il Port Arthur massacre (Australia) dove un patsy fu accusato di avere ammazzato 20 persone (ossia tutte morte, neanche un ferito) il processo non fu mai fatto in quanto il presunto colpevole fu ritenuto infermo di mente, l'infermo di mente (o chi per lui) aveva anche provveduto a distruggere l'arma, testimoni che avevano asserito di aver visto altre persone eseguire la sparatoria, poi non dissero piu' niente. Conseguenza: gli australiani furono disarmati a furor di popolo.

crisalide
Inviato: 25/7/2011 16:41  Aggiornato: 25/7/2011 16:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2010
Da: Padova
Inviati: 98
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Il premier norvegese ha dichiarato ieri:
"Reagiremo al terrore con più democrazia"
Cosa avrà voluto dire?
Forse ha voluto far capire a chi gli ha confezionato questo "pacco dono" di aver recepito il messaggio?
Se la "democrazia" è quella intesa dall'elite mondiale, prevedo che per i norvegesi i guai sono appena iniziati.

"Non hai bisogno di un meteorologo per sapere da che parte soffia il vento"
(Bob Dylan)
lanzo
Inviato: 25/7/2011 16:44  Aggiornato: 25/7/2011 16:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Vero che la pena massima in Norvegia e' 21 anni (in Italia il cosidetto "ergastolo" al massimo e' 25... Pero' lo possono rinchiudere vita in un manicomio, dove con opportune terapie lo faranno diventare un vegetale.

maxcady
Inviato: 25/7/2011 17:09  Aggiornato: 25/7/2011 17:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/7/2011
Da:
Inviati: 57
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
anche io ho letto qualche pagina del delirio in questione e,scusa tanto paragonarlo a 1984 mi pare una boiata.quello pseudo scritto sembra piu' un'accozzaglia di paranoie e deliri.non ci ho letto altro.
di nuovo,scusa ma sembra da quanto scrivi che quello che ha scritto possa essere persino condivisibile.spero di sbagliarmi.

RustyN4il
Inviato: 25/7/2011 17:44  Aggiornato: 25/7/2011 17:44
So tutto
Iscritto: 24/12/2010
Da: Brescia
Inviati: 7
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Dal diario del presunto attentatore...

Pistol training November, December and January
Pistol training was initiated in order to fulfill the government requirement for purchase.
15 training sessions in November, December and January was completed and documented.
The application for a Glock 17 was sent in mid January. Documentation and activity
requirement was met. I joined my local pistol club back in 2005 for the first time but have
only sporadically attended training until November 2010. The fact that I joined the club as
early as 2005 was a planned move to increase my chances for obtaining a Glock, legally.

Rifle training December and January
3 rifle training sessions was completed during this period. The intention was to acquire a
minimum of experience with, Gungnir, my semi automatic Ruger Mini 14, .223 caliber and
to calibrate my Eotech sights properly at 100 meter distance.

quindi nessuna arma automatica (anzi 2, sbandierate dai giornalisti) ma semi-automatica.
Diventa molto difficile uccidere tutte quelle persone con quell'arma e in quel "breve" lasso di tempo.

Inoltre da quello che ho letto non aveva mai sparato prima del corso per il maneggio armi...

la storia mi puzza sempre di più

Karmajoga... fare al meglio anche ciò che appare impossibile...
Redazione
Inviato: 25/7/2011 17:57  Aggiornato: 25/7/2011 17:58
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
REKIT: “oh cazzo! hanno oscurato youporn?”

Ah ah ah ah ah!!!!! Splendida!

**********

ALSECRET: “perche se a fare tutto questo sono dei servizi segreti deviati,e politici deviiati,perche( la parte sana) fra virgolette dei servizi e politici non fa nulla per impedire tutto questo? se come dice qualcuno sono una minoranza basterebbe poco no? forse ce qualcosa che a me non torna e!!!domanda sempliece ma importante”

Il problema è che i “deviati” occupano sempre le posizioni più alte del potere. Sono i re, le regine, e le torri della partita. La parte sana – ovvero i coglioni – sono la stragrande maggioranza di pedoni, cavalli ed alfieri che non contano quasi nulla. E se per caso una torre o una regina provano ad opporsi ai giochi sporchi fanno la fine di John O’Neil. (Vicedirettore dell’FBI che ha provato a sollevare dubbi sugli attentati imminenti, ed è stato mandato a morire nelle Twin Towers).

Purtroppo i conti tornano.

cocis
Inviato: 25/7/2011 18:02  Aggiornato: 25/7/2011 18:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
ho letto un articolo di giornale l'altro giorno .. di un'intervista di un militare italiano esperto di esplosivi .. secondo lui dubita molto anche del tipo di bomba ... dopo che ha esaminato le foto .. ha detto che un'auto piena di esposivo di solito lascai un cratere nel punto dello scoppio .. mentre a olso non c'è .. e poi che gli edifici sono danneggiati + ai piani superiori che al piano terra. .. poi ha detto anche che è si facile recuperare il fertilizzante x fare la bomba .. ma non l'innesco adatto ... e non si può nemmeno fabbricare in casa ( l'innesco per il fertilizzante deve essere molto potente .. ha detto ) ..

dr_julius
Inviato: 25/7/2011 18:12  Aggiornato: 25/7/2011 18:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
dal post.it

La polizia norvegese ha rivisto le stime
sui morti degli attacchi: 68 a Utøya e 8 a Oslo


...

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
LeCoqNoir
Inviato: 25/7/2011 18:37  Aggiornato: 25/7/2011 18:37
So tutto
Iscritto: 8/5/2011
Da: Marseille
Inviati: 17
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Come al solito....

Sono stati gli Alieni!

http://mysterium.blogosfere.it/

Che poi hanno ucciso amy winehouse
Per soffocare la notizia dell'attentato.

è chiaro.

Nuit
Inviato: 25/7/2011 18:51  Aggiornato: 25/7/2011 18:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/9/2010
Da: Messina
Inviati: 346
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
@ Cocis
ho letto un articolo di giornale l'altro giorno .. di un'intervista di un militare italiano esperto di esplosivi .. secondo lui dubita molto anche del tipo di bomba ... dopo che ha esaminato le foto .. ha detto che un'auto piena di esposivo di solito lascai un cratere nel punto dello scoppio .. mentre a olso non c'è

..in effetti ho controllato le foto disponibili in rete, ma di cratere nemmeno l 'ombra!

Perchè c'è sempre un tassello mancante o non combaciante?

..mi chiedo quanto di tutto questo sia lasciato al caso!!!

lanzo
Inviato: 25/7/2011 19:31  Aggiornato: 25/7/2011 19:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Per piacere, non trasciniamo la povera Winehouse (nome omen) in questa storia - era gia' un cadavere ambulante da anni.

lanzo
Inviato: 25/7/2011 19:44  Aggiornato: 25/7/2011 19:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Assolutamente d'accordo con RUSTY - Anche io (quando vivevo per lavoro negli US of A) ho frequentato poligoni di tiro, ma li' l'addestramento era limitato al bersaglio fisso, altra cosa e' sparare a "bersagli" in movimento... Non e' come sparare all'anitra che vola (cioe' si muove) ma il movimento e' prevedibile. si mira e si spara NON al corpo dell'anitra ma su un immaginario punto, un po' prima della testa. Per fare certe cose ci vuole addestramento militare e solo i migliori possono farcela a stendere tuta quella gente.

suboost
Inviato: 25/7/2011 21:46  Aggiornato: 25/7/2011 21:46
So tutto
Iscritto: 17/6/2006
Da:
Inviati: 2
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
ciao a tutti
ho seguito un pò le discussioni, alcuni spunti sono interessanti altri sfiorano secondo me il ridicolo.

ovviamente è plausibile pensare che abbia avuto dei complici, se nn altro per procurarsi il fucile automatico con le munizioni, nn riesco a credere invece che si possa affermare cose tipo copia aliena, mkultra e lavaggi cervello. mancano giusto i rettiliani poi facciamo un pout pourri di science fiction di serie c

la pista israeliana mi sembra anche veramente tirata per i capelli come del resto quella degli avvertimenti usa e israele contro alleanza russa x petrolio. nn se ne capisce il fine ultimo, nn c'è motivo per cui terrorizzando con un presunto pazzo i norvegesi si possano cambiare accordi economici o posizioni politiche, anzi semmai si rafforzeranno le posizioni laburiste.

sempre ammesso che il memoriale di 1500 pagine nn sia un falso leggendolo si capisce come l'esplosivo sia stato potenziato col gasolio e etilene (verso la fine dice di aver subito un'intossicazione dai vapori di gasolio) vengono indicate anche le qtà e il noleggio furgone.

sul fronte ideologico il movente sembra lineare, il bersaglio era l'ex premier laburista donna, il premier stesso e una caterva di possibili futuri dirigenti progressisti.

certo forse potrà sembrare tutto troppo perfetto, ma mentre x 11 settembre le motivazioni economiche e politiche erano fin troppo evidenti qua per adesso sembrano essere solo congetture plausibili tanto quanto qualsiasi altra ipotesi

è cmq fondamentale continuare a discutere ed eventualmente trovare punti di vista diversi x nn farsi omologare dal main stream.

a presto

sonsokh
Inviato: 25/7/2011 22:02  Aggiornato: 25/7/2011 22:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/11/2010
Da: Lecco
Inviati: 238
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
@suboost
"la pista isrealiana mi sembra anche tirata per i capelli"

non mi pare proprio direi,
quì l'articolo di Maurizio Blondet

http://www.effedieffe.com/index.php?option=com_content&task=view&id=52925&Itemid=133

di solito l'articolo è accessibile per intero ai soli abbonati, ma in questo momento e disponibile a tutti.

ps chiedo scusa se qualcuno l'ha già segnalato ma non mi pare..

fiodenamig
Inviato: 25/7/2011 22:13  Aggiornato: 25/7/2011 22:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/5/2011
Da:
Inviati: 332
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
THE JERUSALEM POST: BREIVIK ISLAMOFOBO E SIONISTA DI ESTREMA DESTRA

http://www.jpost.com/International/Article.aspx?ID=230762&R=R1


'Norway attack suspect had anti-Muslim, pro-Israel views'
By BEN HARTMAN
07/24/2011 18:37

1,500 page manifesto credited to Breivik, accused of killing spree, lays out worldview including extreme screed of Islamophobia, far-right Zionism.

Talkbacks (1)
Anders Behring Breivik, the Norwegian who killed nearly 100 people in a combined terror attack Friday that included car bombings in Oslo and a shooting rampage at an island summer camp, held fiercely anti-Islamic and pro-Israel views, according to a 1,500 page manifesto he uploaded before his killing spree Friday.

In the 1,500-page tome, which mentions Israel 359 times and “Jews” 324 times, Breivik lays out his worldview, which includes an extreme, bizarre and rambling screed of Islamophobia, far-right Zionism and venomous attacks on Marxism and multi-culturalism.

In one passage, he lashes out at the Western media, which he accuses of unfairly focusing on the wrongdoing of Jews.

“Western Journalists again and again systematically ignore serious Muslim attacks and rather focus on the Jews,” he wrote.

Breivik also took a jab at leftwing Jews.

“Jews that support multi-culturalism today are as much of a threat to Israel and Zionism as they are to us,” he continued.

“So let us fight together with Israel, with our Zionist brothers against all anti-Zionists, against all cultural Marxists/multiculturalists.”

He also stated that Israel is the homeland for Jews largely due to the persecution suffered by Jews at the hands of Muslims, saying “if one acknowledges that Islam has always oppressed the Jews, one accepts that Israel was a necessary refuge for the Jews fleeing not only the European, but also the Islamic variety of anti- Judaism.”

The manifesto also serves as a call-to-arms, of sorts, in which Breivik lays out his reasons for launching the attack, focusing on what he described as the importance of nationalism and the growing scourge of Islam in Europe.

Entitled “2083 - A European Declaration of Independence,” the document states: “as we all know, the root of Europe’s problems is the lack of cultural self-confidence [nationalism] ...

this irrational fear of nationalistic doctrines is preventing us from stopping our own national/ cultural suicide as the Islamic colonization is increasing annually ...You cannot defeat Islamization or halt/reverse the Islamic colonization of Western Europe without first removing the political doctrines manifested through multiculturalism/ cultural Marxism.”

Breivik did, however, note that he doesn’t hate Muslims in any fashion and that “I have had several Muslim friends over the years, some of which I still respect.”

He also expressed his sympathy for the people of Serbia, and blasted Norway’s support of the 1999 NATO-bombing campaign on Serbia that stopped the expulsion of Kosovar Albanians by Serbian forces.

In addition, he expressed his disgust at his government’s awarding of “the Nobel peace prize to an Islamic terrorist [Arafat] and appeasers of Islam.”

Breivik sneers at those who would spare the lives of women, and in an especially chilling instruction writes, “once you decide to strike, it is better to kill too many than not enough, or you risk reducing the desired ideological impact of the strike. Explain what you have done [in an announcement distributed prior to operation] and make certain that everyone understands that we, the free peoples of Europe, are going to strike again and again.”

alexg
Inviato: 25/7/2011 22:23  Aggiornato: 25/7/2011 22:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/5/2006
Da: Sybar
Inviati: 179
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
@suboost

quella degli avvertimenti usa e israele contro alleanza russa x petrolio. nn se ne capisce il fine ultimo, nn c'è motivo per cui terrorizzando con un presunto pazzo i norvegesi si possano cambiare accordi economici o posizioni politiche, anzi semmai si rafforzeranno le posizioni laburiste.

Beh, il fine ultimo è fin troppo chiaro dal punto di vista strategico-energetico.
Questo è un atto di guerra bello e buono contro la Norvegia e i politici norvegesi lo sanno bene (i militari e i servizi di intelligence erano sicuramente al corrente della festa che si preparava).

La Norvegia DEVE cedere la sovranità, energetica e bancaria, come hanno fatto gli altri paesi europei. Questo è l'obiettivo primario.
Questa è "road map" dei poteri bancari e finanziari internazionali.

Sicuramente, come suggerisci, i laburisti si rafforzeranno numericamente, ma non le loro posizioni.
Vedrai che triste cambiamento di rotta ci sarà in Norvegia.

Gheddafi, invece, è stato coerente ed è stato premiato dalla NATO (addirittura, che caxxo c'entrava la NATO poi?) ovvero dal braccio armato delle Mega-Corporation, della Finanza e delle Banche.

E' imperativo stroncare esperienze che dimostrino che un modello economico-finanziario alternativo è possibile, anzi di successo.

Non vi devono essere precedenti.

Ci sono due errori che si possono fare lungo la via verso la verità...non andare fino in fondo, e non iniziare.

"Democrazia" è due lupi e una pecora che decidono ai voti cosa mangiare.
"Libertà" è la pecora ben armata che contesta il voto.
NeWorld
Inviato: 25/7/2011 22:46  Aggiornato: 25/7/2011 22:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
soboost: nn riesco a credere invece che si possa affermare cose tipo copia aliena, mkultra e lavaggi cervello.

Mettere una procedura come Mk Ultra sullo stesso piano di copia aliena,non mi sembra una scelta felice.
Ti riporto ancora cio che dice Wikipedia,e non qualche fantasioso visionario. Questo è un estratto:
"A partire dal 1977 oltre 20.000 documenti sono stati ufficialmente declassificati grazie al Freedom of Information Act."

Non sono ricette di cucina...

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
Jurij
Inviato: 25/7/2011 23:06  Aggiornato: 25/7/2011 23:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Se del progetto MK-ULTRA ne parla Wikipedia, enciclopedia abituata a insabbiare qualsiasi cosa che esca dalla linea del comando, significa che ci sono prove pesanti sulla sua esistenza.

Daltronde come si fa a spiegare azioni alla Sirhan Sirhan se non proprio mediante un metodo del genere?
Non c'è altro modo di spiegare questi avvenimenti...

Piuttosto quando sento queste cose mi chiedo, chi ha la responsabilità di aver firmato la delibera per questi esperimenti (MK-ULTRA)?
Un superiore che ha deciso ci deve pur essere e sono proprio questi personaggi che bisogna tirare fuori e mettere alla "gogna", dei veri e propri bastardi nel vero senso della parola.

Tornando al discorso dei 2 o più sparatori, cederanno prima i testimoni, oppure la prima versione?
La seconda versione, sicuramente già prevista, cosa ci riserva?

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
alsecret7
Inviato: 25/7/2011 23:18  Aggiornato: 25/7/2011 23:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
ok massimo. ora o capito che siamo nella cacca sino al collo.

benitoche
Inviato: 25/7/2011 23:42  Aggiornato: 25/7/2011 23:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1941
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
A partire dal 1977 oltre 20.000 documenti sono stati ufficialmente declassificati grazie al Freedom of Information Act

Non dimentichiamo che il Presidente degli Stati Uniti Clinton mentre era in carica ha chiesto pubblicamente scusa alle famiglie vittime dell' MK Ultra

Il video:

President Clinton makes a public apology for the MK Ultra mind control program.

la religione è indispensabile
soltanto a un’umanità rescissa dal mondo divino-spirituale.
androdiano
Inviato: 26/7/2011 10:23  Aggiornato: 26/7/2011 10:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/1/2011
Da:
Inviati: 147
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
cmq...

mi sembra di sentirlo il vostro sospiro di sollievo generale, del resto la situazione era preoccupante:

- Simoncini è sputtanato globalmente
- Hamer fra un po' lo carcerano
- Wakefield l'hanno radiato pure dal circolo degli scacchi
- Degli sbarchi lunari meglio non parlarne: ormai prendete sberle pure dall'agenzia spaziale giapponese
- Sul complottismo 11settembrino non vi filava ormai più nessuno, in America pure ne sono rimasti a parlare solo 4 sfigati


adesso invece avete materiale per altri 10 anni, olè!

Daje Massimo con i DVD!

suboost
Inviato: 26/7/2011 15:01  Aggiornato: 26/7/2011 15:02
So tutto
Iscritto: 17/6/2006
Da:
Inviati: 2
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
secondo me
se l'attentatore avesse semplicmente messo delle autobombe in punti strategici o se si fosse limitato all'attentato contro ministero petrolio, l'avvertimento sarebbe stato chiaro a riguardo accordo energia. nessun colpevole, mille ipotesi, avvertimento ricevuto, ambiguità...

il fatto che abbia deciso di sterminare tutta quella gente lo fa scendere di un gradino, sposta secondo me il messaggio da politico-economico a politico-sociale. sembra più che voglia risvegliare timori da multiculturalismo dicendo ehi guardate, sono impazzito perché credo che la Norvegia sia troppo progressista e multiculturale quindi stermino un pò di laburisti in fasce. tesi infatti subito pompata da giornali di destra e sionisti come IC.

può essere che ci si a dietro un disegno+ grande di lui anche se x ora sembrano nn credere alla versione secondo cui avrebbe agito con altre cellule ma il messaggio con la strage di utoya è molto più di pancia a mio avviso e potrebbe sortire il suo effetto dando fiato a queste anime meschine che si credono paladini di una civiltà (giudaico-cristiana?!?) che nn esiste se nn nelle loro menti bacate.

Inenascio
Inviato: 26/7/2011 18:08  Aggiornato: 26/7/2011 18:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/9/2010
Da: Provincia di Napoli
Inviati: 166
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Citazione:
Calvero
.....qualcuno ha messo qualche link che ha allargato la pagina? sto 3d è diventato una lenzuolata....

Mi associo alla lamentela

Anch’io mi associo, e vivamente alla lamentela. Una brutta lenzuolata!
Confesso però che il “qualcuno” sarei proprio io, che essendo grande asino di “linguaggi informatici” (come camminare da cieco), presumo sia stato il mio link al “IlSole 24ORE”.
Ma qui non è come per il FORUM dove l’utente può intervenire a correggere eventuali errori. Mannaggia a me!
Embè!?… se dà alquanto fastidio a leggere, domando cortesemente a Redazione: non può togliere il link al citato quotidiano dei padroni della merda? Ma perché l’ho messo? L’ho messo per verificare (non solo io) la pubblicazione dei miei 2 commenti qui riportati. Col cazzo che l’hanno pubblicati!
I servi leccaculo dei padroni hanno subdorato che io opero tenacemente per annientare (sostenuto da Dio) la ricchezza di chiunque se ne serve, anziché come si dovrebbe, per il BENE COMUNE, se ne serve alla Soros, Rothschild, Rockefeller, etc., per distruggere addirittura i Popoli (Argentina, Grecia... docet), facendo il bello e cattivo tempo sull’intera umanità. Ringrazio in anticipo Redazione per la cancellazione del link indicato. Se così sarà, mi auto-punirò gioiosamente con una piccola offerta a LC, a puro titolo di gratificazione. Tanto me lo posso permettere perché l’INPS ancora non mi ha revocata la Indennità di comunicazione a motivo del mio rifiuto assoluto di sottopormi a visita psichiatrica per non ricevere a tradimento una dose mortale di HALDOL (già rifiutata in famiglia in data 03/03/1994, rifiutando Lit. 50 milioni da un fratello). Indennità riconosciutami con sentenza emessa dal Giudice del Lavoro al Tribunale di Napoli, decorrenza 01/06/2007.

Infine, qualcuno mi istruisca! Gradirei imparare qualcosa. Come mai questo 3d, iniziato con Redazione – Inviato: 23/7/2011 1:41 compare:
Re: Gli attentati di Oslo
poi, successivamente, si alterna con:
Re: Oslo: tutto quello che già sapete ???
Da qualche parte ho pure letto dell'impossibilità di cambiare i titoli. Perché poi qui è cambiato il titolo alternativamente?
OT giustificato(?). Grazie!

Unico IMBECILLE al mondo, per avere la Fede in Cristo senza il dubbio
Freeman
Inviato: 26/7/2011 20:33  Aggiornato: 26/7/2011 20:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Ma la zecca imbecille dobbiamo sopportarla ancora per molto?

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
rekit
Inviato: 26/7/2011 20:42  Aggiornato: 26/7/2011 20:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
regalategli un coupon valido per un'analisi grammaticale gratuita.
e uno per una visita psichiatrica tanto che ci siete

Inenascio
Inviato: 27/7/2011 4:07  Aggiornato: 27/7/2011 4:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/9/2010
Da: Provincia di Napoli
Inviati: 166
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Mi scuso vivamente per postare OT, in risposta a chi ha postato OT, non ripreso come avrebbe dovuto essere, io mi sento obbligato a rispondere pubblicamente, per spirito di autentico insegnamento cristiano, come da padre a figlio.
Citazione:

Freeman ha scritto:

Ma la zecca imbecille dobbiamo sopportarla ancora per molto?

Grazie di avermi onorato di una risposta, per sola ironia, positiva o negativa che sia, sin da 18 anni fa, quando interagisco con i miei simili, mi ritrovo sempre, ineffabilmente, di bene in meglio, per virtù arcana.
Ho riconosciuto di essere unico IMBECILLE da un libro del simpatico filosofo ingegnere Luciano De Crescenzo, letto una ventina d'anni fa. Per logica, è vero e giusto che sia così. Se però mi riconosco tale, tutti coloro che hanno dubbi certi sulla Fede mi risultano altrettanti IMBECILLI. Pertanto, ti rispedisco parafrasando la domanda:

Ma la zecca degli imbecilli debbo sopportarla ancora per molto?

Carissimo LUCA, la tua professione è quella di contestatore, quando poi hai per firma questo stupendo aforisma:Citazione:
"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".

Di certo l’Autore si rivolterà nella tomba a causa tua! Come si usa dire in casi simili.

La Verità ha trovato me! Decorrenza 25/10/1993.

La Verità è nella coscienza di ogni uomo/donna. Non tutti però ne hanno consapevolezza, e per questo il mondo va a puttane! Malridotto, che più squilibrato e sottosopra non si può. Un caos! Urge che la Verità esca fuori!
La Verità s'impone in forza di Se stessa, mio tramite, io non c'entro un cavolo! Stai certo che i primi a filare ed auto-emendarsi obbligatoriamente, saranno i nostri governanti, fino ad oggi tutt'altro che onorevoli deputati e senatori.
Peraltro, l'Italia avrà la possibilità di dimostrare alle altre Nazioni quanto vale.

Mi devi considerare un ATTORE interprete della Verità, la quale è DIO, che si è servito di me per manifestarsi qui a te e agli utenti della bella Comunità di LC.

Tu mi contesti!? Ma con quale motivazione? Semplicemente ARIA FRITTA, ovvero niente di niente! Ti consiglio di cominciare a “mettere la casa in ordine per conoscere l'ospite, come magistralmente insegna il tuo Autore, piacevolmente da me quotato. Ciao!

Unico IMBECILLE al mondo, per avere la Fede in Cristo senza il dubbio
Inenascio
Inviato: 27/7/2011 5:15  Aggiornato: 27/7/2011 5:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/9/2010
Da: Provincia di Napoli
Inviati: 166
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Come per il precedente commento, idem, mi scuso per rispondere OT.Citazione:
rekit ha scritto:

regalategli un coupon valido per un'analisi grammaticale gratuita.
e uno per una visita psichiatrica tanto che ci siete

Anche a te, grazie di avermi onorato, comunque, di una risposta.

Al mondo siamo tutti ignoranti, è un dato di fatto innegabile!

Di grazia, mi vuoi fornire la motivazione per cui dovrebbero fare i 2 regali a me, che mi riconosco immenso ignorante e unico imbecille al mondo, per essere a vivere con la Fede in Cristo senza il dubbio?

Intanto, ti riconfermo che sei troppo leggero per scendere in basso, troppo pesante per salire in Alto… e resti un pezzo di merda come me!.. Ma con quale oggettiva differenza? La risposta è delle più semplici: il tuo essere "pezzo di merda" è quella puzzolente, che esce dal culo; mentre, il mio ESSERE un "atomo di merda" è quella profumata di soave odore, che scende dal Cielo!
A qual fine agisco? Per guarire anche te (purtroppo e per fortuna: prossimo mio) dalla triste condizione di ”handicappato psichico” di cui sei naturalmente affetto (niente di personale). "Mal comune è mezzo gaudio".

Pertanto, non solo gli psichiatri dell’intera Società Italiana di Psichiatria, bensì tutti gli psichiatri del mondo hanno bisogno di essere da me guariti dall’handicap psichico che essi, hanno in primis.

In attesa di ricevere risposta argomentata, che mai potrai avere per la mia domanda, ti ringrazio in anticipo e saluto molto cordialmente

Unico IMBECILLE al mondo, per avere la Fede in Cristo senza il dubbio
Freeman
Inviato: 27/7/2011 9:52  Aggiornato: 27/7/2011 9:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Inenascio, mi spiace che tu abbia profuso tutta quell'energia e perso un sacco di tempo per rispondere ad un messaggio che NON ERA DIRETTO A TE né ti riguardava (certo che hai una coda di paglia mica male...)

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
rekit
Inviato: 27/7/2011 10:07  Aggiornato: 27/7/2011 10:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
http://www.repubblica.it/esteri/2011/07/27/news/oslo_stazione-19670688/?ref=HREA-1

e' chiaro che qualcuno sta' giocando piu' sporco dello sporco....

gli "indizi" palesi che prima additano usraele e massoneria e che ora parlano apertamente di kippah in testa a possibili folli attentatori mi fanno pensare che usraele alla fine non centri una kippah....


da notare anche il fatto che l'esplosivo "ritrovato"nella fattoria di Breivik sia stato fatto sparire...eehhhmmmm volevo dire brillare in loco.....

Rickard
Inviato: 28/8/2011 22:21  Aggiornato: 28/8/2011 22:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Oslo: tutto quello che già sapete
Faccio giusto una puntata veloce (il lavoro mi sta uccidendo in questo periodo):

La strage di Oslo e l'esercitazione di troppo

Sembrano essere confermate le solite provvidenziali esercitazioni nel giorno stesso della strage (vi ricorda qualcosa?).

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
Inenascio
Inviato: 29/8/2011 4:34  Aggiornato: 29/8/2011 4:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/9/2010
Da: Provincia di Napoli
Inviati: 166
 Re: Gli attentati di Oslo
Autore: Redazione Inviato: 23/7/2011 1:41:52

Segnalo su questo argomento un primo commento di Folliero:

http://attiliofolliero.blogspot.com/2011/07/attentato-ad-oslo-le-riflessioni-del.html

Sono ritornato su questo argomento per 2 motivi:

1) Per riparare alla "brutta lenzuolata" in cui ho involontariamente ridotto questo 3d, quindi per procedere alla disattivazione di un mio link: IlSole24ore, postato in un commento, avendo appreso che come esiste l'edit per FORUM, parimenti, esiste per NOTIZIE.

2) Per informare del mio notevole sconcerto e perplessità, per il fatto che il blog di ATTILIO FOLLIERO, da me felicemente conosciuto dal link segnalato sopra da Redazione, cliccandoci sopra risulta la scritta:

Citazione:
Spiacenti, il blog all'indirizzo attiliofolliero.blogspot.com è stato rimosso. L'indirizzo non è disponibile per nuovi blog.
Qualcuno sa spiegarmi perché? Grazie!
Un caro saluto

Unico IMBECILLE al mondo, per avere la Fede in Cristo senza il dubbio

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA