Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


11 settembre : 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di indagine?
Inviato da Redazione il 24/8/2011 7:10:00 (5098 letture)

di Federico Povoleri

Tutti, in modo consapevole o meno, facciamo propaganda, siamo veicoli di propaganda, e viviamo circondati dalla propaganda. Quando sosteniamo una certa tesi al bar, facciamo propaganda. Quando un critico cinematografico scrive bene o male di un film fa propaganda. Quando Adriano Celentano canta “Chi non lavora non fa l’amore” fa propaganda.

Ovviamente il significato di questo termine è molto ampio, e bisogna distinguere fra messaggi veicolati in modo più o meno inconsapevole dagli individui, e quelli concepiti appositamente per modificare la percezione della masse rispetto a certi argomenti di primaria importanza.

La propaganda infatti è ormai diventata una scienza sofisticata che ha trovato la sua massiccia applicazione nelle società democratiche odierne, ed agisce in modo del tutto invisibile.

Ad esempio, il critico o il cantante di cui parlavamo prima, potrebbero essere stati bersaglio di un'operazione di propaganda tesa a influenzare le loro opinioni, ed essendo loro stessi degli Opinion Leader, si tramuteranno automaticamente in veicoli inconsapevoli del messaggio originale, che viene ora trasmesso ad un pubblico più vasto.

Questi aspetti della propaganda che rientrano nelle categorie della propaganda nera o grigia sono inquietanti …

… specialmente se pensiamo che vengono applicati nell'ambito di una democrazia per colpire in modo completamente inconsapevole gli individui. Manipolare in modo mirato e consapevole le opinioni della gente, costruire di fatto la percezione della realtà di ognuno di noi e farlo senza che la gente abbia modo di rendersene conto è uno strumento di potere immenso e pericoloso. E' diverso infatti subire la propaganda di un regime autoritario; un individuo può sospettare che per la natura stessa del regime ciò che gli viene propinato non corrisponda alla verità e che si tenti di alterare ai suoi occhi la realtà. Ma ben diverso è applicare delle tecniche manipolatorie invisibili per fare in modo che le decisioni e le opinioni della gente siano pilotate da altri, mentre si continua a reputarle frutto del proprio libero arbitrio e del proprio personalissimo e indipendente pensiero.

Nel passato abbiamo esempi in cui vennero perseguiti vari personaggi accusati di fare propaganda; ad esempio durante il maccartismo le accuse di propaganda comunista si sprecarono nei confronti di intellettuali, scrittori, registi etc. Nel 1948 venne istituita una legge piuttosto ipocrita: lo Smith-Mundt Act che incoraggiava la propaganda americana rivolta all'estero ma la metteva al bando se rivolta al popolo americano; con successive modifiche si potevano finanziare agenzie o anche mass media per propagandare l'immagine americana nel mondo, ma non si poteva influenzare il pubblico americano utilizzando la stessa propaganda in ambito interno.

Riflettendo su queste problematiche ci vengono spontanee due domande:

1 - E' possibile provare che un testo o un'azione facciano parte di un'operazione di propaganda?
2 - Se nei fatti dell'11 settembre 2001 si potesse dimostrare l'uso massiccio di operazioni di propaganda, si potrebbero perseguire penalmente i responsabili?

Alla prima domanda si può rispondere almeno in parte; infatti, la necessità di comprendere se un testo scritto contenga o meno della propaganda dissimulata al suo interno, portò alla creazione di alcuni “Dizionari” che sono di fatto dei veri e propri decriptatori che applicati con il loro metodo sono in grado di rivelare se il testo analizzato contenga o meno della propaganda al suo interno.

I più famosi sono:

Dizionario HARVARD IV
Questo dizionario (Harvard Psychosocial Dictionary) è particolarmente indirizzato all'analisi del linguaggio giornalistico. Una prima stesura nel 1975 contava 4000 termini che hanno superato i 10.000 nel 1998.

Dizionario LIWC
E’ un dizionario diviso in categorie, elaborato dallo psicologo James W. Pennebaker della Lawrence Erlbaum Associates. Questo dizionario è già stato utilizzato nella ricerca del falso nelle comunicazioni. Permette di filtrare un testo con 72 categorie analitiche che raccolgono 2059 lemmi cruciali, alcuni dei quali rappresentano dei veri e propri "Markers of Deception" (indicatori dell’inganno)

Dizionario RID
Il RID (Dizionario regressivo del linguaggio figurato) si compone di circa 3200 parole e radici di parole, assegnate a 29 categorie di cognizione primaria, a 7 categorie di cognizione secondaria ed a 7 categorie emozionali. Lo psicologo Colin Martindale che lo predispose tra il 1975 ed il 1990 lo pensò quale strumento per la separazione cognitiva tra il pensiero primordiale e il pensiero concettuale.

Dizionario POSNEG
E’un dizionario che comprende l'insieme delle attribuzioni positive e negative che possono essere utilizzate per evidenziare la carica empatica di un testo

Un altro metodo che prese il nome dal suo autore fu compilato da Harold Lasswell, che fu uno dei primi assieme a Lippman e Bernays a partorire l'ipotesi che il linguaggio costituisca un pilastro del potere e che venne incaricato, nel 1942, di analizzare gli scritti di alcune riviste per scoprire se contenessero propaganda nazista.

Per la seconda domanda la questione è certamente più complessa e ci vorrebbero degli esperti legali per rispondere.

Vorremmo però sottolineare questo aspetto dell'11 settembre 2001 che non viene preso molto in considerazione, o passa del tutto inosservato da parte dei ricercatori che da anni tentano di portare in luce la verità su quei fatti. Abbiamo cioè l'impressione che l'indagine sull'aspetto propagandistico dell'11 settembre e sui possibili risvolti legali che potrebbero svilupparsi non sia stata seguita adeguatamente.

Per fare un parallelo, se ricordate la storia di Al Capone, si tentò di tutto per collegarlo ai crimini di cui era accusato tra cui omicidi, estorsioni, corruzione etc. Ma egli, in modo molto abile era sempre riuscito a fabbricarsi alibi inattaccabili mascherando tutte le sue attività illecite.

Finchè, grazie all'intuizione di alcuni agenti del tesoro e al fortuito ritrovamento di un documento in cui compariva il suo nome, si intraprese un nuovo sentiero di indagine; se non si poteva incastrarlo per i suoi crimini più efferati ed eclatanti, si poteva perseguirlo per evasione fiscale, un crimine di gran lunga minore rispetto a tutto il resto ma fu per quello che Capone venne definitivamente fermato e condannato a 11 anni di carcere.

Perchè allora non guardare ai fatti dell'11 settembre in chiave di “operazioni di propaganda governativa”? Potrebbe rivelarsi un nuovo terreno di indagine? Potrebbe portare a delle incriminazioni realistiche? Non lo sappiamo ancora ma nel prossimo articolo proveremo a confrontare le tecniche di propaganda conosciute e già utilizzate in precedenza, con i fatti dell'11 settembre 2001; se non altro per aggiungere un contributo a questa ricerca internazionale arrivata ormai al suo decimo anno di attività.

Federico Povoleri (Musicband)

(Seguirà un articolo di approfondimento)

NOTE

1 – Dizionario Harvard IV. 2.

2 – Dizionario LIWC. 2.

3 – Dizionario RID

4 – Dizionario Lasswell

Voto: 10.00 (3 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
lucred
Inviato: 24/8/2011 9:05  Aggiornato: 24/8/2011 9:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/9/2010
Da: Milano
Inviati: 260
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
Traduzione:
visto che non riusciremo mai ad accusare gli americani di aver organizzato gli attentati dell'11 settembre perchè non abbiamo uno straccio di prova (e soprattutto perchè sono veri) vediamo se riusciamo ad accusarli di averli utilizzati a scopi propagandistici per giustificare le loro malefatte in giro per il mondo.
Un bel salto in avanti,non c'è che dire,anche se tutto ciò può essere definito efficacemente in termini molto poco giuridici e in estrema sintesi come un
"raschiare il fondo del barile."

rekit
Inviato: 24/8/2011 9:40  Aggiornato: 24/8/2011 9:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
qualcuno potrebbe gentilmente fare dei disegnini esplicativi per il povero caro Lucred, altrimenti non capisce....

Teba
Inviato: 24/8/2011 10:15  Aggiornato: 24/8/2011 10:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
Ringrazio Musicband per l'interessante articolo, attendo l'approfondimento!

Per chi parla di "salto in avanti" infatti ricordo questo piccolo evento: International Hearings on the events of 9/11, Toronto

Qui il programma provvisorio.


simone707
Inviato: 24/8/2011 10:22  Aggiornato: 24/8/2011 10:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
@ LUCRED

Citazione:
Traduzione: visto che non riusciremo mai ad accusare gli americani di aver organizzato gli attentati dell'11 settembre perchè non abbiamo uno straccio di prova (e soprattutto perchè sono veri) vediamo se riusciamo ad accusarli di averli utilizzati a scopi propagandistici per giustificare le loro malefatte in giro per il mondo. Un bel salto in avanti,non c'è che dire,anche se tutto ciò può essere definito efficacemente in termini molto poco giuridici e in estrema sintesi come un "raschiare il fondo del barile."



Il tuo essere prevenuto nei confronti di un argomento che evidentemente ti infastidisce, ti impedisce di comprendere ciò che è stato scritto nell'articolo.

Oppure sei in malafede...

Davide71
Inviato: 24/8/2011 10:31  Aggiornato: 24/8/2011 10:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
Ciao a tutti:

nella "propaganda" si è dimenticato di infilare tutto ciò che ci insegnano a scuola! Anche se uno non si capacita, ti insegnano propaganda fino all'università!
Si è dimenticato di dire che tutti coloro che dicono "le cose giuste" vanno in TV un giorno sì e l'altro pure, mentre gli altri no!
Aggiungo anche i giornalisti, giudici etc. morti ammazzati perché indagavano dove non dovevano; aggiungo che i giornalisti, al contrario degli operati, possono essere licenziati perché esprimono opinioni diverse dalla linea editoriale del loro giornale.
Gli scienziati ligi a certe ideologie (e soprattutto certi interessi) ricevono mucchi di finanziamenti; quelli contrari fanno la fame!
Non dimentichiamo infine che, mentre noi cerchiamo di scoprire la verità, "i fondamentalisti islamici" fanno saltare navi, aerei, treni, grattacieli e via discorrendo.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
peonia
Inviato: 24/8/2011 10:41  Aggiornato: 24/8/2011 10:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
Grazie Federico, molto interessante, attendo sviluppi.

Grazie Teba per il link, sento che la Verità è vicina.....alle porte....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Freeman
Inviato: 24/8/2011 10:47  Aggiornato: 24/8/2011 10:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
Ma ancora gli rispondete a 'sti 4 deficienti? Non capite che sono qua apposta per distruggere le discussioni sul nascere e sviarle dal vero argomento?

Ma poi non c'era il divieto di reiscriversi per i troll già bannati in precedenza?


En passant, una pacca sulla spalla a Federico, il troll qui è la migliore dimostrazione del potere della propaganda.

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
gunny5
Inviato: 24/8/2011 11:55  Aggiornato: 24/8/2011 11:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/6/2006
Da:
Inviati: 55
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
A proposito di troll:

un benvenuto agli utenti registrati nelle ultime 24 ore: loans_0t, loans_0s, ..., loans667, loans_0u, loans_0r,...

E ieri di nuovi utenti che iniziano per "loans" ne ho visti un'altra decina...

Redazione, si può fare qualcosa per arginare queste registrazioni inutili e dannose?

peonia
Inviato: 24/8/2011 12:35  Aggiornato: 24/8/2011 12:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
loans....ahhaha non ci avevo fatto caso!!!!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
tommasso
Inviato: 24/8/2011 12:48  Aggiornato: 24/8/2011 12:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/5/2006
Da: ZENA
Inviati: 722
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
Citazione:
nella "propaganda" si è dimenticato di infilare tutto ciò che ci insegnano a scuola!


Su questo, come sai, non sono assolutamente d'accordo. E ti ripeto, se è così importante dal punto di vista propagandistico, perchè la scuola pubblica viene tagliata sempre di più? Non ha senso, perchè dovrebbero perdere un così grande strumento?

salud!

"I nostri nemici sono creativi e pieni di risorse, e lo siamo anche noi. Loro non smettono mai di pensare a nuovi modi per danneggiare il nostro paese e la nostra gente, e nemmeno noi." 5 agosto 2004 G.W.Bush
Spiderman
Inviato: 24/8/2011 13:07  Aggiornato: 24/8/2011 13:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
Citazione:
nella "propaganda" si è dimenticato di infilare tutto ciò che ci insegnano a scuola! Anche se uno non si capacita, ti insegnano propaganda fino all'università!


Extraordinary!

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
black_ops
Inviato: 24/8/2011 15:14  Aggiornato: 24/8/2011 15:14
So tutto
Iscritto: 22/8/2011
Da:
Inviati: 21
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
Molto interessante l'articolo. L'approfondimento sarà ben gradito.

Sarebbe interessante fare una associazione anche con la PNL (Programmazione Neuro Liguistica) per quanto riguarda il controllo delle persone...chissà...

sniperwolf
Inviato: 24/8/2011 16:54  Aggiornato: 24/8/2011 16:54
So tutto
Iscritto: 28/3/2011
Da:
Inviati: 29
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
il fatto che risparmino sulle spese riguardanti la scuola, non vuol dire che quest'ultima non rimanga comunque un importantissimo strumento di propaganda, se non il piu' importante (dopo la tv ovviamente).

che sia in buonafede o in malafede non lo so, so solo che già nel 2002 sui libri di scuola di storia e geografia c'era una bella sezione riguardante "l'attentato alle torri gemelle, terrorismo islamico, bin laden"...

music-band
Inviato: 24/8/2011 17:47  Aggiornato: 24/8/2011 17:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
Volevo chiarire un paio di concetti:

come scrivo ad inizio articolo: chiunque è un veicolo di propaganda. Quindi è ovvio che anche la scuola possa essere un veicolo di un certo tipo di propaganda.

Il problema è capire bene cosa si intende con propaganda; perchè ridurla al ruolo pur importante che ha nei regimi totalitari, o identificarla esclusivamente come menzogna, o dire semplicemente la scuola fa propaganda, equivale a non aver capito la portata e tutte le sfacettature di questo mezzo.

Il problema di pensare che la scuola faccia propaganda, è che il semplice fatto che ad un alunno stia sulle balle un prof mentre per un altro è un feticcio da adorare, rende questo tipo di propaganda piuttosto limitata e molto settoriale. In più c'è da dire che i professori non sono certo degli spin doctor addestrati che conoscono e applicano tutte le regole della moderna propaganda.

La propaganda, quella che è stata sviluppata nelle sue leggi e nei suoi metodi da personaggi come Bernays, Lippman, Lasswell etc. E' qualcosa di molto più complesso che fa abbondante uso delle teorie psichiatriche e psicologiche. Che si serve di immagini e simbologia, ma che sopratutto raggiunge ogni tipo di persone, di qualsiasi estrazione sociale e culturale in modo del tutto invisibile al fine di manipolarne le opinioni senza che per il bersaglio ci sia alcun modo di rendersene conto

Gli Spin Doctor amano definirsi: "Costruttori di idee"

Non è certo un caso se sono scomparse tutta una serie di figure professionali quali: consiglieri aziendali, consiglieri governativi e pubblicitari, solo per fare un esempio, per essere rimpiazzate dalla stessa e unica figura: l'esperto in PR o Spin Doctor.

Ciò che mi sono chiesto poi e che mi ha spinto a scrivere questo articolo è molto semplice:

Conosciamo ormai per certo, perchè sono state svelate, alcune operazioni di propaganda di guerra che non hanno colpito solo l'opinione pubblica, ma anche politici e giornalisti.

Ad esempio, la storia completamente inventata dell'infermierina del Kuwait è stata determinante nell'influenzare il congresso degli stati uniti per il voto a favore dell'intervento armato.

Oppure l'eccidio di Timisoara, altra enorme bufala che provocherà (caso raro) le scuse di una testata giornalistica come Liberation che inoltre criticherà tutti i colleghi rei di amplificare le notizie senza controllarle.

Dato che questi fatti sono ormai svelati (se volete ho scritto un articolo qui: http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=3610&keywords=come+avvelenano) e dato che sono stati determinanti nell'influenzare pesanti decisioni politiche, è mai possibile che non siano perseguibili?

E qui mi fermo e lascio spazio a chi ne sa più di me. Il mio contributo, si limita a una ricerca in cui mostro le tecniche di propaganda utilizzate e quelle "possibili"

sniperwolf
Inviato: 24/8/2011 18:27  Aggiornato: 24/8/2011 18:27
So tutto
Iscritto: 28/3/2011
Da:
Inviati: 29
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
non so se è il caso di sottovalutare in questo modo la propaganda che viene fatta a scuola.

il fatto che a un alunno stia antipatico un professore non cambia nulla, perchè la propaganda non viene fatta dai professori (che probabilmente sono i primi ad accorgersi di alcune inclinazioni), ma viene fatta dai LIBRI.

è il ministero dell'istruzione che decide quali testi scolastici devono essere la cultura base della massa, probabilmente in modo da facilitare l'ingresso di alcuni concetti che altrimenti susciterebbero dubbi, come ad esempio quello delle torri gemelle.

finchè si parla di fatti di attualità il dubbio è lecito, se si parla di fatti storici il dubbio non è contemplato.

quello che prima era propaganda, pochi anni dopo diventa STORIA, e qualche decina di anni dopo non potrà più essere messo in discussione...
ed è a questo che si punta: farlo diventare storia il prima possibile e inculcarlo nelle teste come dato di fatto accertato senza che nessuno senta il bisogno di approfondire l'argomento.

l lavoro degli spin doctors è sicuramente più avanzato, ma tutto ciò che viene scritto sui testi secondo me è molto piu' importante.

Redazione
Inviato: 24/8/2011 18:58  Aggiornato: 24/8/2011 18:58
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
GUNNY5: "Redazione, si può fare qualcosa per arginare queste registrazioni inutili e dannose?"

Purtroppo no. Li cancelliamo, man mano che arrivano. (Nessuno di questi diventa veramente un iscritto a LC).

music-band
Inviato: 24/8/2011 19:06  Aggiornato: 24/8/2011 19:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
sniperwolf,

forse non mi sono spiegato: io non sottovaluto affatto la propaganda dei libri di testo.

Ho semplicemente detto, che la propaganda quotidiana e invisibile; quella che ad esempio puà averti fatto sviluppare l'idea che la scuola è la propaganda più importante, idea che consideri tua dicendo: "secondo me"... E' la più pericolosa proprio perchè non rilevabile con strumenti razionali nè dal popolino che guarda: "il grande fratello", nè dal cercatore più smaliziato che frequenta internet.

SuperFed
Inviato: 24/8/2011 19:16  Aggiornato: 24/8/2011 19:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/6/2011
Da: Città stressante nord Italia
Inviati: 168
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
Carissimo Music Band,

la categoria di persone che hai descritto agisce per sua natura come un "corpo franco".
il problema della non-perseguibilità se lo sono posto a monte, mica stupidi, quindi il problema che hai voluto inquadrare si presenta già molto scoraggiante.
E' la stessa cosa delle moderne compagnie di ventura, i contractors. Hanno in partenza lo status di impunibilità per cui, al contrario degli eserciti regolari, non potranno mai rispondere davanti ad una corte per crimini di guerra.

E non finisce qui. Viviamo in un paese ex sovrano, ora devoluto alla commissione europea, ed ospitante altri due stati al suo interno, dove, correggetemi se sbaglio, è stato abolito il reato di plagio e ridotto ad illecito amministrativo il reato di falso in bilancio. Un bel favore a tutte quelle organizzazioni, grandi o piccole e di diversa natura, che perseguono la loro predilezione e cioè: plagiare le persone e truffarle finanziariamente.

Che diamine music band, vuoi forse riportarci ai tempi del proibizionismo?

Vietato vietare....o no?

Onore a te Takuro Nakai genio incompreso dei manga[img align=right]
desbouvet
Inviato: 24/8/2011 19:30  Aggiornato: 24/8/2011 19:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da:
Inviati: 541
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
La stessa parola "propaganda" è propaganda, perchè il concetto sociale, morale che esprime può dirsi in mille altri modi, senza desumerli o implementarli (o incularseli) da chicchessia. Tantomeno e qui mi vien da ridere, da dizionari o tomi di psicologi o filosofi del linguaggio, che in quanto a propaganda, ne sono intrisi e ne sono veicolo fino al livello subatomico delle ossa. Più di me o più di musicband, di sicuro. (Ognuno fa quel che può ma quei tipi fanno tanto).

Sui noti fatti di un dieci or sono, in relazione a questo tema... mah, sono assolutamente stizzito. Spostando il fuoco sull'interesse "governativo" americano si devia completamente dal fatto. Dando per di più tutta questa centralità all'interesse americano, senza aver ancora compreso, dopo 10 anni, che quel fatto non è americano, o israeliano, o islamico, bah, è come incriminare finalmente il pacciani perchè non era di lampedusa ma di san casciano e quindi poteva trovarsi lì dietro al cespuglio a menarselo.

Che poi il guardone esecutore o l'esecutore guardone usasse i fatti per costruire un mondo di frottole a lui congeniale, e che poi il suo castello di pugnette sia finito male, e si sia deciso di elevarlo a capro della vicenda, questo non ci mette al sicuro neanche per un baffo da chi voleva quegli omicidi.

Quindi è TUTTO tempo perso. Ancora una volta.

sonsokh
Inviato: 24/8/2011 19:36  Aggiornato: 24/8/2011 20:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/11/2010
Da: Lecco
Inviati: 238
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
music band
se non ho capito male, lo Smith-Mundt Act non era male se metteva al bando la propaganda -almeno sul versante della propaganda interna..
mi chiedo se fosse stato definito un criterio o delle regole per stabilire se un messaggio fosse propagandistico o meno ? e inoltre, è ancora in vigore?

peonia
Inviato: 24/8/2011 20:48  Aggiornato: 24/8/2011 20:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
quello che prima era propaganda, pochi anni dopo diventa STORIA, e qualche decina di anni dopo non potrà più essere messo in discussione... ed è a questo che si punta: farlo diventare storia il prima possibile e inculcarlo nelle teste come dato di fatto accertato senza che nessuno senta il bisogno di approfondire l'argomento.

in effetti, stavo proprio pensando al fatto che quando andavo a scuola io, che sono nata nel 1946, a scuola, si studiava la storia che a malapena a fine anno arrivava a sfiorare il Fascismo....quindi roba di circa 20 anni prima. Leggo invece che già nel 2002 si sono affrettati ad inserire l'evento delle Torri Gemelle neui libri...
la Storia non deve avere, per essere considerata tale, un minimo di distacco temporale dagli eventi?...non si erano nemmeno definite bene le implicazioni.....ecchecazz

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Decalagon
Inviato: 24/8/2011 20:52  Aggiornato: 24/8/2011 20:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
Citazione:
la Storia non deve avere, per essere considerata tale, un minimo di distacco temporale dagli eventi?...non si erano nemmeno definite bene le implicazioni.....ecchecazz


Mi hai fatto venire in mente Madre Teresa di Calcutta e la fretta che ha avuto il Vaticano di beatificarla per mettere a tacere le polemiche attorno alle sue dubbie attività finanziarie. Il principio credo sia più o meno lo stesso

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
Jurij
Inviato: 24/8/2011 22:02  Aggiornato: 24/8/2011 22:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
Interessante l'articolo di music-band anche perchè mi da lo spunto per parlare della propaganda negli ambienti di lavoro.

Mi riferisco ai regolamenti di conti in molti ambienti lavorativi con un certo numero di dipendenti, oltre i 250, dove delle voci fatte circolare da più punti di partenza possono con il tempo "tagliare" le gambe a qualcuno.

La cosa non è così remota perchè nelle aziende moderne di una certa dimensione il direttore è si temuto dai sui diretti collaboratori, ma a sua volta teme anche il loro giudizio (diretti collaboratori) verso se stesso....

Ho visto più volte il verificarsi di questa dinamica.

Sarebbe interessante uno studio antropologico che spiegasse queste dinamiche "moderne" e ne rendesse comprensibile lo svolgimento.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
music-band
Inviato: 24/8/2011 22:06  Aggiornato: 24/8/2011 22:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
sonsokh,

Lo Smith Mundt Act ha subito varie revisioni ed è piuttosto complesso capire se può essere impugnato; ci vorrebbe il parere di esperti legali.

Puoi trovare qualcosa qui:

http://www.gwu.edu/~nsarchiv/NSAEBB/NSAEBB177/

http://hlpronline.com/2011/03/propaganda-on-the-battlefield/

https://litigation-essentials.lexisnexis.com/webcd/app?action=DocumentDisplay&crawlid=1&srctype=smi&srcid=3B15&doctype=cite&docid=11+Comm.+L.+%26+Pol%27y+1&key=d16c572b55f506791069fc24646ac295

http://publicdiplomacy.wikia.com/wiki/Smith-Mundt_Act

Di fatto esistono precedenti di condanne per propaganda in usa e per stabilire se dei messaggi fossero appunto propagandistici o meno vennero utilizzati i famosi dizionari di cui ho parlato.

Lo stesso Harold Lasswell (autore dell'omonimo dizionario) venne incaricato di analizzare parecchi testi per scoprire se contenevano propaganda e fu coinvolto anche nel caso del: The Galilean, un periodico che venne fermato e il suo autore condannato a 15 anni di carcere per propaganda sediziosa.

Si tratta di una questione certamente complessa.

sonsokh
Inviato: 24/8/2011 22:25  Aggiornato: 24/8/2011 22:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/11/2010
Da: Lecco
Inviati: 238
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
grazie. in effetti se "avvocati per la verità sul 9/11" non ci ha provato
(che io sappia) deve essere molto difficile ottenere risultati

incredulo
Inviato: 24/8/2011 22:27  Aggiornato: 24/8/2011 22:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
Citazione:

Ma ben diverso è applicare delle tecniche manipolatorie invisibili per fare in modo che le decisioni e le opinioni della gente siano pilotate da altri, mentre si continua a reputarle frutto del proprio libero arbitrio e del proprio personalissimo e indipendente pensiero.

Questa frase è rivelatrice.

Ognuno di noi è convinto di avere un pensiero indipendente ma in realtà NON è proprio così.

Il LIVELLO a cui può giungere la PROPAGANDA per modellare le nostre coscienze è inimmaginabile e risulta difficile da accettare per l'IO.

Questa resistenza che poniamo naturalmente all'idea di essere condizionati, rende difficile il rendersene conto.

Una pacchia per i professionisti dell'inganno.


infatti, la necessità di comprendere se un testo scritto contenga o meno della propaganda dissimulata al suo interno, portò alla creazione di alcuni “Dizionari” che sono di fatto dei veri e propri decriptatori che applicati con il loro metodo sono in grado di rivelare se il testo analizzato contenga o meno della propaganda al suo interno.

Guarda Musicband, con tutto il rispetto per la "veridicità" di questi strumenti e senza sminuire gli studi su questo argomento che sono sicuramente approfonditi, sono sospettoso anche su questi "decriptatori" che dovrebbero aiutarci a scoprire la propaganda più subdola.

Gli intellettualismi e le complicazioni sono come un loop, come un criceto convinto di camminare ma fermo sempre nello STESSO POSTO.

Uscire dal Matrix con gli strumenti del Matrix la vedo cosa molto dura.


Perchè allora non guardare ai fatti dell'11 settembre in chiave di “operazioni di propaganda governativa”? Potrebbe rivelarsi un nuovo terreno di indagine? Potrebbe portare a delle incriminazioni realistiche? Non lo sappiamo ancora ma nel prossimo articolo proveremo a confrontare le tecniche di propaganda conosciute e già utilizzate in precedenza, con i fatti dell'11 settembre 2001; se non altro per aggiungere un contributo a questa ricerca internazionale arrivata ormai al suo decimo anno di attività.

Guarda Musicband, anche senza applicare il metodo di ricerca per sapere se sono state fatte operazioni di propaganda a più livelli, già sappiamo che questo è pesantemente avvenuto.

E realisticamente credo, che il conoscerlo scientificamente non porterà a NESSUNA INCRIMINAZIONE di nessuno.

Il caso di Al Capone a rovescio non è purtroppo applicabile.

Un saluto

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
TAD
Inviato: 25/8/2011 0:48  Aggiornato: 25/8/2011 0:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
@music-band

Molto interessanti le informazioni inerenti i dizionari.

Attendo l'approfondimento, soprattutto se ti proponi di presentare esempi di applicazione dei dizionari citati a qualche servizio giornalistico, documento o dichiarazione governativa rilasciati di recente.

~WÃSÐ Lifestyle~
Davide71
Inviato: 25/8/2011 1:22  Aggiornato: 25/8/2011 1:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
Ciao a tutti:

Citazione:
The Galilean, un periodico che venne fermato e il suo autore condannato a 15 anni di carcere per propaganda sediziosa.


anche un certo Galileo (guarda caso) venne condannato per una cosa simile, ma erano altri tempi. O no?

In ogni caso la scuola trasforma i bambini in automi rincretiniti e imbelli, buoni soltanto per far fare soldi alle multinazionali.
In realtà più che uno strumento di propaganda la scuola è un vero e proprio strumento di controllo e di manipolazione mentale della popolazione! Uno degli strumenti utilizzati al suo interno è la propaganda, ma non è il solo...
In ogni caso è uno dei più potenti mezzi di controllo della popolazione, e vi sono destinate risorse immense! Se oggi viene ridimensionata è perché in parte ha ottenuto il suo risultato, cioé la completa distruzione della cultura familiare da parte dei giovani, che perciò sono costretti a dipendere dal "sistema" per ogni bisogno fisico e intellettuale.. e perciò "non serve più tanto"; peraltro lo Stato non è più in grado di offrire alcun futuro alle prossime generazioni, per cui che bisogno ha di indottrinarle?

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Pispax
Inviato: 25/8/2011 1:33  Aggiornato: 25/8/2011 1:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
Trovo che questi articoli di Musicband sulla propaganda siano fantastici.
Hanno un solo difetto: più o meno nessuno li prende in considerazione come meritano.

Su questo ci sarebbe molto da dire.
In particolare sulla discrasia che corre, nel caso di molti utenti, fra l'affermazione implicita del "Questi Ragionamenti Non mi Toccano Perché IO Sono Più Furbo Dei Propagandisti"..

..e la constatazione che proprio quegli stessi utenti abboccano alla grande anche anche alla propaganda argomentativa.
Che in confronto alla propaganda emotiva descritta da Federico Povoleri è come parlare di un fucile confrontato a un cannone.


Qui ci starebbe bene l'invito a un bagno di umiltà.
Però mi pare troppo poco: per molte persone su questo argomento ci vorrebbe proprio una serie di sedute di bagni termali.



Non è che basta definirsi come "thruthseeker" per ritrovarsi magicamente immuni alla propaganda.
Il percorso va nella direzione opposta: è l'etichetta che segue il ruolo. Mi dispiace deludervi, ma il viceversa non funziona.

Pispax
Inviato: 25/8/2011 1:43  Aggiornato: 25/8/2011 1:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
Davide71

Citazione:
In ogni caso la scuola trasforma i bambini in automi rincretiniti e imbelli, buoni soltanto per far fare soldi alle multinazionali. In realtà più che uno strumento di propaganda la scuola è un vero e proprio strumento di controllo e di manipolazione mentale della popolazione! Uno degli strumenti utilizzati al suo interno è la propaganda, ma non è il solo...


Non sono d'accordo con te.
Ma proprio per niente.

Se parliamo di controllo, lo strumento più efficace in assoluto resta sempre l'ignoranza.
Che poi basta un ceffone a farti "rigare dritto".


Le masse ignoranti NON SI RIBELLANO.
Nelle rare occasioni in cui lo fanno (curiosamente lo fanno sempre e solo per la fame) anche se vincono dopo della vittoria non sanno che farsene.


Vuoi una prova?
Se vuoi farti un serie di risate, leggiti gli scritti di Morelly sui principi etici della futura - e in quel momento abbondantemente ipotetica - Rivoluzione Francese e poi confrontali con le idee sempre di Morelly sulla sacrosantità della proprietà privata.
Se pensi che Morelly era un ricco borghese, e che solo per il fatto di essere uno dei pochi allì'epoca che sapeva leggere e scrivere è riuscito a convincere un paio di milioni di contafini analfabeti a seguire le sue idee almeno per un paio d'anni, lo spasso è assicurato.

sniperwolf
Inviato: 25/8/2011 3:12  Aggiornato: 25/8/2011 3:15
So tutto
Iscritto: 28/3/2011
Da:
Inviati: 29
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
la scuola forgia ignoranti che pensano di essere colti.
cos'è la cultura lo decide la scuola, se sai il latino e la storia sei colto, altrimenti sei ignorante.

è questo il bello, la massa ignorante che si crede colta, molto meglio di una massa ignorante che sa di non sapere.

parla con qualsiasi mezzo laureato in scienze politiche, è convinto di essere un esperto di politica perchè magari oltre a studiare segue pure le rubriche economiche dei tg, per poi ripetere pari pari quello che si sente ovunque in tv e nei bar.

detto questo, l'autorità che manipola il sapere è una, i canali possono essere tanti, testi scolastici, focus e anche la tv, l'importante è che sprigioni questa certificazione del sapere (come in un documentario ad esempio)

comunque non sono io quello che pensa di essere totalmente immune alla propaganda, ma penso che con l'avanzare degli anni inizio a sentire la puzza di propaganda o meglio, manipolazione prima che mi colpisca.
anche perchè non mi serve un dizionario per capire che uno sta usando appositamente alcuni termini per dare un inclinazione piuttosto che un altra, e per scrivere un vocabolario che cataloghi questi termini basta ascoltare per un po' le notizie dei tg che hanno SEMPRE un inclinazione verso qualche versione.

il problema della scuola è proprio questo, non hanno bisogno di usare chissà quali termini manipolatori perchè i giovani sono stati addestrati ad immagazzinare nel minor tempo possibile le informazioni che gli vengono date, senza il tempo ne le possibilità di confutarle.

music-band
Inviato: 25/8/2011 8:53  Aggiornato: 25/8/2011 8:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
incredulo

Citazione:
...con tutto il rispetto per la "veridicità" di questi strumenti e senza sminuire gli studi su questo argomento che sono sicuramente approfonditi, sono sospettoso anche su questi "decriptatori"...


Citazione:
...Guarda Musicband, anche senza applicare il metodo di ricerca per sapere se sono state fatte operazioni di propaganda a più livelli, già sappiamo che questo è pesantemente avvenuto...

Io non ho mai tessuto le lodi di questi dizionari; sono semplicemente degli strumenti. Trovo interessante che siano stati utilizzati in ambito processuale per sostenere e validare le tesi dell'accusa.

Ovviamente non c'è bisogno di questi metodi per comprendere se c'è stata o meno un'azione di propaganda, ma capirai anche tu che è diverso dire: "i discorsi di Bush sono pieni di propaganda" (Uno ti può rispondere: "Me lo dimostri per cortesia?" Se non sai come dimostrarglielo che fai?), dall'affermare: "I discorsi di Bush sono pieni di Propaganda, applicando un metodo con X dizionario si ottengono i seguenti grafici che lo dimostrano; facendo il confronto con il Metoto Y si può avere un'ulteriore verifica." A quel punto devi trovare qualcuno che sia in grado di smentire quel metodo che hai utilizzato e dimostrarti che non è valido... Ma a quel punto entrano in campo i precedenti; come quando quei metodi sono stati accettati come validi per far chiudere ad esempio una rivista accusata di fare propaganda comunista. (Harold Lasswell ebbe vari incarichi di analisi allo scopo di scoprire se i testi contenevano propaganda)

In poche parole, io trovo semplicemente interessante che esistano dei metodi ritenuti validi, tutto qui.

TAD

Citazione:
Attendo l'approfondimento, soprattutto se ti proponi di presentare esempi di applicazione dei dizionari citati a qualche servizio giornalistico, documento o dichiarazione governativa rilasciati di recente.

La ricerca che ho fatto non comprende l'applicazione dei dizionari dato che che non li so utilizzare, ho soltanto avuto modo di vedere la loro applicazione e alcuni dei risultati ottenuti ma non ho mai approfondito i metodi per applicarli.

Pispax

Citazione:
...più o meno nessuno li prende in considerazione come meritano...

Sembra l'ostacolo più difficile da far comprendere; l'ho ripetuto fino alla nausea: la propaganda agisce a livello emotivo, scavalca ogni forma di razionalità, si serve di simboli e immagini ed è per questo che rende uno scienzato identico al suo ciabattino (per parafrasare LeBon). Non è una questione culturale, non si è più furbi o più intelligenti o più smaliziati e quindi immuni.

Da quando ho iniziato a studiare questo affascinante argomento mi sono reso improvvisamente conto di quante forme mentali e opinioni mi sono state cucite addosso, e ogni giorno ne scopro di nuove; guardare a me stesso è il miglior modo di scoprire quanto efficace è la propaganda.

Esiste un unico filtro: studiarne appunto le regole e le modalità di utilizzo. In questo modo si può essere in grado di rivelarla, di accorgersi quando è in atto.

Io non finisco di stupirni di molte delle mie opinioni mentre continuo a scoprire che non sono mie.

Davide71
Inviato: 25/8/2011 10:30  Aggiornato: 25/8/2011 10:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
Ciao a tutti:

Citazione:
è questo il bello, la massa ignorante che si crede colta, molto meglio di una massa ignorante che sa di non sapere.
di sniperwolf

(così rispondo anche a Pispax)

e

Citazione:
Io non finisco di stupirni di molte delle mie opinioni mentre continuo a scoprire che non sono mie.
di music band

sono DA INCORNICIARE!

Il fatto che l'opinione non sia tua non significa che sia necessariamente cattiva. I padri inculcano tante regole ai figli, che comprenderanno poi solo da adulti.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
music-band
Inviato: 25/8/2011 11:38  Aggiornato: 25/8/2011 11:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
Citazione:
Il fatto che l'opinione non sia tua non significa che sia necessariamente cattiva. I padri inculcano tante regole ai figli, che comprenderanno poi solo da adulti.


Guarda che io non sto parlando in termini di buono o cattivo, mi riferisco semplicemente alle "immagini" di noi stessi che ci vengono costruite addosso.

A una conferenza con un esperto di propaganda venne chiesto: sapete per cortesia descrivermi un ebreo? Se vi chiedo di immaginare un ebreo, fisicamente, con i suoi abiti, sapreste descriverlo?

Vari mormorii si levarono; molti si chiedevano perchè erano stati chiamati in causa gli ebrei e se il relatore fosse un razzista.

Alla fine comunque tutti risposero: la maggior parte delle risposte corrispondeva a un tipo bianco, magro, con naso pronunciato, vestito da banchiere etc. una minima parte lo identificò sempre bianco ma con la barba, le treccine vestito di nero.

Nessuno si immaginò una persona di colore, con tratti somatici arabi, vestita col turbante.

Eppure, non certo una minoranza di ebrei corrisponde a quella descrizione.

Quindi alla fine chi operò una discriminazione razziale era stato proprio il pubblico che era pronto ad indignarsi per quella semplice domanda.

Ciò che aveva dimostrato il relatore, è che l'immagine che abbiamo dell'ebreo appartiene a quella descritta dalla platea, perchè quella è l'immagine che ci è stata venduta dal cinema, dalla tv e dai giornali.

L'esperto in propaganda immaginò poi un dialogo tra uno Spin Doctor e un grafico in cui inserì questo aneddoto e che pubblicai in un altro articolo.

Spiderman
Inviato: 25/8/2011 13:22  Aggiornato: 25/8/2011 13:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
Citazione:
la scuola forgia ignoranti che pensano di essere colti.
cos'è la cultura lo decide la scuola, se sai il latino e la storia sei colto, altrimenti sei ignorante.

è questo il bello, la massa ignorante che si crede colta, molto meglio di una massa ignorante che sa di non sapere.


Quotissimo! Una massa ignorante può sempre farsi una sua idea, una massa illusa di essere colta ha già l'idea del sapere e risulta quindi appagata.

Ovviamente non è la scuola in se che è sbagliata (così come tv, giornali, ecc...), ma come viene "usata".

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
dr_julius
Inviato: 25/8/2011 19:59  Aggiornato: 25/8/2011 19:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
ringrazio Musicband per questo nuovo articolo, interessantissimo per i temi che propone.

La propaganda è dappertutto, eppure non tutti la sanno definire e non sempre è facile riconoscerla.

In tempo di guerra e di campagna elettorale dovrebbe essere più semplice rendere evidente per chi lavori la propaganda. Ma non è sempre scontato.

Per esempio: in questo link si riporta un curioso dettaglio tratto dal saccheggio della "casa" di Gheddafi (il compound di Tripoli recentemente "espugnato"). Tra le varie stanze di lusso, giardino con tanto di giostra per bambini e zoo, auto 500 elettriche in edizione speciale, arredi e gioielli etc etc mi stupisce il ritrovamento di un album di foto di Condoleezza Rice. Proprio lei. La notizia è curiosa, ma la domanda in questo topic è: cosa vuole suggerire / insinuare una "non-notizia" del genere? perchè circola? è solo una curiosità?!?

E' propaganda oppure no?

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
Pyter
Inviato: 25/8/2011 20:30  Aggiornato: 25/8/2011 20:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
arredi e gioielli etc etc mi stupisce il ritrovamento di un album di foto di Condoleezza Rice.

Dico la prima cosa che mi è venuta in mente: hanno messo una notizia di gossip
appositamente per studio aperto.


Sono vittima della propaganda?

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
ayarbor
Inviato: 25/8/2011 23:33  Aggiornato: 25/8/2011 23:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2010
Da:
Inviati: 227
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
Citazione:
L'esperto in propaganda immaginò poi un dialogo tra uno Spin Doctor e un grafico in cui inserì questo aneddoto e che pubblicai in un altro articolo.

Ciao music-band,

il dialogo a cui ti riferisci dovrebbe essere questo, nella seconda parte dell'articolo "Propaganda: se la conosci la eviti".

Alla figura dello Spin Doctor ricordo che anche Giovanni Minoli ci dedicò una serie di tre puntate per la trasmissione "La Storia siamo noi" qualche annetto fà, fu in quell'occasione che ne sentii perlare per la prima volta.

o_dotor
Inviato: 26/8/2011 0:42  Aggiornato: 26/8/2011 0:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/11/2006
Da:
Inviati: 82
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
Clamoroso al Cibali!!!

Passando davanti ad un tv acceso su cui venivano fatti scorrere i canali, poco fa ho visto un pezzettino di "La storia siamo noi" su Rai2, dove mostravano un'intervista ad un fisico che aveva trovato la nanotermite nella polvere delle torri gemelle. All'intervista seguiva un repertorio di immagini del crollo in cui si facevano notare le i segni delle numerose esplosioni al di sotto della linea di crollo e addirittura immagini in cui si poteva notare del fumo dalla base di una torre prima ancora che iniziasse il crollo, con un commento che chiariva la somiglianza con la dinamica delle esplosioni controllate...

Un bel salto in avanti, no?

Felson
Inviato: 26/8/2011 0:53  Aggiornato: 26/8/2011 0:53
So tutto
Iscritto: 7/6/2006
Da:
Inviati: 25
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
GRANDE, grandissimo Giovanni Minoli!!! Qualche tempo fa lo avevo aspramente criticato (proprio perchè lo stimo molto) perchè aveva parlato dell'11 settembre appoggiando la versione ufficiale.
Ma stasera, ne "La storia siamo noi", ha ampiamente parlato di tutte le incongruenze della stessa V.U., mostrando chiaramente che tutti i suoi dubbi sono ormai certezze!

Felson
Inviato: 26/8/2011 1:02  Aggiornato: 26/8/2011 1:02
So tutto
Iscritto: 7/6/2006
Da:
Inviati: 25
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
Ancora non riesco a crederci! Sembrava che al posto di Minoli ci fosse Mazzucco! Ha condensato in un'ora praticamente tutte le argomentazioni che riguardano le incongruenze della V.U. sull'11/9, chiosando addirittura con il documento del PNAC, dove si parla dell'elemento catastrofico e catalizzatore (una nuova Pearl Harbour) che sarebbe stato necessario per accelerare il processo di espansione degli usa nel mondo, ecc.

Polonio
Inviato: 26/8/2011 1:12  Aggiornato: 26/8/2011 1:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
io, prima di gridare al miracolo, aspetto di vedere le altre due puntate.
non vorrei che questa prima fosse uno specchietto per le allodole.

Decalagon
Inviato: 26/8/2011 1:44  Aggiornato: 26/8/2011 1:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
Uhmmm interessante. Appena il programma sarà on-line potreste pubblicarlo? Son proprio curioso.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
bubu7
Inviato: 26/8/2011 2:01  Aggiornato: 26/8/2011 2:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2007
Da: Tomania
Inviati: 528
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
Prossimamente su Rai3: 11 settembre, 10 anni dopo.

Il programma di Minoli è online sul sito Rai

Lui che offrì la faccia al vento la gola al vino e mai un pensiero non al denaro, non all'amore né al cielo.

Fabrizio De Andrè
tommasso
Inviato: 26/8/2011 15:06  Aggiornato: 26/8/2011 15:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/5/2006
Da: ZENA
Inviati: 722
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
Citazione:
la Storia non deve avere, per essere considerata tale, un minimo di distacco temporale dagli eventi?...non si erano nemmeno definite bene le implicazioni.....ecchecazz


Infatti, i libri possono arrivare dove vogliono ma l'orario scolastico non lo permette. Nella mia classe l'ultimo argomento affrontato era il secondo dopoguerra. Altro che 11 settembre.

salud!

"I nostri nemici sono creativi e pieni di risorse, e lo siamo anche noi. Loro non smettono mai di pensare a nuovi modi per danneggiare il nostro paese e la nostra gente, e nemmeno noi." 5 agosto 2004 G.W.Bush
fefochip
Inviato: 28/8/2011 16:28  Aggiornato: 28/8/2011 16:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
arriverò per ultimo ma questa frase la voglio incorniciare:

Citazione:
Io non finisco di stupirni di molte delle mie opinioni mentre continuo a scoprire che non sono mie.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Freeman
Inviato: 28/8/2011 19:58  Aggiornato: 28/8/2011 20:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: 11 Settembre e propaganda, un possibile terreno di in...
Citazione:
In ogni caso la scuola trasforma i bambini in automi rincretiniti e imbelli, buoni soltanto per far fare soldi alle multinazionali. In realtà più che uno strumento di propaganda la scuola è un vero e proprio strumento di controllo e di manipolazione mentale della popolazione!Citazione:
Non sono d'accordo con te. Ma proprio per niente.

Se parliamo di controllo, lo strumento più efficace in assoluto resta sempre l'ignoranza. Che poi basta un ceffone a farti "rigare dritto".
Le masse ignoranti NON SI RIBELLANO.


Mi sa che potreste avere ragione entrambi, una cosa non esclude l'altra: il modo in cui l'istruzione di massa ha influito sulle "masse" è proprio questo, un estremo livellamento verso il basso, tanto che oggi ci ritroviamo con molti laureati semi-analfabeti che hanno persino difficoltà a compilare un modulo allo sportello.

Parlo con cognizione di causa, lavorando nella scuola e nel giornalismo web da oltre 11 anni (sempre come precario, ovviamente...) ed avendo una moglie che lavora presso la segreteria studenti di una nota università.

Tra i miei ed i suoi aneddoti, ne uscirebbe un quadro ben sconfortante, sul livello di "istruzione" dei nostri giovani.

Di certo la scuola non forma talenti, né li incoraggia o, perlomeno, non è "disegnata" per farlo: forma masse indistinte di semi-analfabeti, perfetti consumatori che imparano a farsi le (poche) domande giuste. Vengono altresì scoraggiati l'esercizio del senso critico e lo spirito di iniziativa.
Sto generalizzando di proposito, conoscendo io stesso alcune mirabili eccezioni, però purtroppo il quadro è grosso modo questo.

Vi lascio con un aneddoto che mi pare interessante: in seguito ad un incarico che mi ha portato a passare più tempo del solito con gli studenti di tutte le classi di un istituto superiore, ho notato un dettaglio apparentemente insignificante ma che ha rafforzato tutti i miei già ponderosi dubbi sull'efficacia dell'istruzione di massa e standardizzata: ho notato che tra gli alunni bocciati o "rimandati" (oggi si parla di "debiti" e giudizio sospeso, in realtà), c'era un'incidenza di ragazzi e ragazze mancini molto più alta rispetto a quella media (fino a 3 volte superiore, con un calcolo che feci a spanne).
Si tratta ovviamente di un esame estremamente empirico che andrebbe approfondito, ma già così ha rafforzato alcune mie convinzioni: molti ragazzi/e a scuola vanno male perché NON riescono ad adeguarsi ai ritmi da sottosviluppati imposti dai docenti per "venire incontro alle ridotte facoltà mentali" della massa. O, forse, essendo i mancini "diversamente intelligenti", avrebbero bisogno di metodi/percorsi di istruzione diversi. In ogni caso, quelli che potenzialmente sono più dotati, finiscono per essere "bocciati" proprio per non riuscire ad adeguarsi a standard insensati.
Bel prodigio, l'istruzione di massa.

Non a caso, i (purtroppo rari in Italia) casi di istruzione libertaria, libera e privata, danno invece risultati molto più soddisfacenti (ma non vorrei andare off-topic, per chi volesse approfondire: http://www.educazionelibertaria.org/).

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA