Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


media : "Ingannati" (recensione)
Inviato da Redazione il 31/8/2011 21:50:00 (10644 letture)

”Ingannati” è un libro scritto da Alberto Medici, un ingegnere che ha seguito da vicino, per diversi anni, siti di libera informazione come Effedieffe di Maurizio Blondet, Disinformazione di Marcello Pamio, il blog di Paolo Franceschetti e Solange Manfredi, Infowars di Alex Jones, e lo stesso luogocomune (Medici è anche un nostro iscritto). Il libro è particolarmente interessante per una serie di motivi diversi.

Prima di tutto rappresenta un tentativo, a mio parere ben riuscito, di fare una sintesi “trasversale” di tutti i maggiori temi trattati negli scorsi anni dai siti sopracitati. E questo è tutt’altro che poco. Per ottenere questo risultato Medici ha usato il filo conduttore della Grande Menzogna – l’archetipo, si potrebbe dire – unificando così la chiave di lettura di argomenti solo apparentemente diversi come le scie chimiche, il sistema monetario, l’11 settembre, l’assassinio Kennedy, i viaggi lunari, Big Pharma, il Global Warming, le “False Flags” o l’AIDS.

Il secondo aspetto interessante del libro è il continuo inserimento di riferimenti culturali di alto livello, ...

... all’interno dell’analisi dei temi trattati. Questo è uno dei tanti esempi, tratto dalla prefazione del libro: “Il mondo oggi sembra diviso in due: da una parte chi ancora si fida dell’informazione ufficiale come ci viene raccontata da televisione, giornali, fonti ufficiali; dall’altra chi ha cominciato a mettere in dubbio ciò che viene raccontato, e cerca le informazioni per conto proprio. Questo spartiacque mi ricorda il mito della caverna di Platone, dove chi vede solo le ombre non crede a chi, slegatosi e uscito all’aria aperta, riesce a vedere le cose come stanno e non come sembrano”.

In particolare, è molto efficace l’analisi fatta dall'autore del mondo dell’informazione, e dei meccanismi mentali che permettono a chi detiene il potere di continuare a mentire alle masse in ogni parte del mondo. Risulta evidente, pagina dopo pagina, che soltanto avendo chiari quei meccanismi ci si potrà liberare definitivamente dalla Menzogna.

Ed è qui che scatta il terzo aspetto, e forse il più interessante di tutti, del libro: il famoso “La verità vi renderà liberi”, ovvero lo sforzo sincero, da parte dell’autore, di leggere la problematica dell’inganno in chiave cristiana. Ogni volta che questo avviene, riemerge con forza la profonda differenza fra il vero messaggio cristico originale, e la deformazione di tale messaggio che ha preso, nel corso dei secoli, il nome di “cristianesimo”.

Il lettore potrà non concordare con tutte le opinioni espresse dell’autore, ma il libro rimane una fonte immensamente ricca di spunti per ragionare, confrontarsi, e cercare in ogni caso di procedere nel nostro cammino di conoscenza e di presa di coscienza della nostra realtà individuale.

“Fatti non foste per viver come bruti …”

Massimo Mazzucco

Ingannati, sito e libro.

Voto: 9.00 (3 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
dr_julius
Inviato: 31/8/2011 22:44  Aggiornato: 31/8/2011 22:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: "Ingannati" (recensione)
bello il sito di Medici. Lo aggiungo al mio feed RSS...

Citazione:

da una parte chi ancora si fida dell’informazione ufficiale come ci viene raccontata da televisione, giornali, fonti ufficiali; dall’altra chi ha cominciato a mettere in dubbio ciò che viene raccontato, e cerca le informazioni per conto proprio.


e forse è sempre successo. I moderni, per darsi un tono di superiorità, chiamano "mitologia" e "agiografia" l'informazione ufficiale di quelli che non sono più al potere...

PS: in questi giorni in Italia, giusto per riempire alcune pagine "culturali" dei giornali, stà viaggiando una discussione pseudo-filosofica e (citando anche il mito della caverna di Platone) si dibatte intorno alla frase "non esistono fatti, ma solo interpretazione dei fatti"...

Andrebbe aggiornato: "non esistono notizie, ma solo interpretazioni dei non-fatti"

-

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
Redazione
Inviato: 31/8/2011 23:22  Aggiornato: 31/8/2011 23:22
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "Ingannati" (recensione)
Dimenticavo: il libro riporta molte citazioni di Anthony De Mello, uno dei miei teologi preferiti.

Non a caso il buon Ratzinger lo fece mettere all'indice, dall'alto della sua "Congrega per la dottrina della fede" (ex- tribunale dell'Inquisizione), quando i suoi scritti divennero conosciuti in tutto il mondo.

medicialbe
Inviato: 31/8/2011 23:47  Aggiornato: 31/8/2011 23:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/2/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: "Ingannati" (recensione)
Ringrazio Massimo dell'inaspettata (e immeritata) recensione.

Per chi è di Padova o dintorni, nella grande moltitudine di lettori di LC,
lunedì 12 settembre alle ore 21.00 a palazzo Moroni (a fianco al Pedrocchi) ci sarà la presentazione del libro.

peonia
Inviato: 31/8/2011 23:49  Aggiornato: 31/8/2011 23:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: "Ingannati" (recensione)
Insomma un libro da comprare e regalare per il prossimo Natale,
il libro che avremmo tutti voluto scrivere...

in effetti da tempo, prima di leggerla altrove, dicevo che questa è l'epoca della Grande Menzogna, chi segue il proprio intuito lo avverte per primo, prima di averne e prove..

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Calvero
Inviato: 1/9/2011 0:18  Aggiornato: 1/9/2011 0:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Ingannati" (recensione)
Veramente una notizia interessante...

Citazione:
Per chi è di Padova o dintorni, nella grande moltitudine di lettori di LC,
lunedì 12 settembre alle ore 21.00 a palazzo Moroni (a fianco al Pedrocchi) ci sarà la presentazione del libro.


.. e se riesco (sarà dura però) vengo a trovarti

Come funziona, ingresso libero eccetera eccetera ... ?

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Decalagon
Inviato: 1/9/2011 0:26  Aggiornato: 1/9/2011 0:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Come funziona, ingresso libero eccetera eccetera ... ?


12 incontri 600 euro

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
Calvero
Inviato: 1/9/2011 0:47  Aggiornato: 1/9/2011 0:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
12 incontri 600 euro


.. oops, ehm, mi sono ricordato ...or ora.. che ho un appuntamento dal dentista proprio quel giorno

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
medicialbe
Inviato: 1/9/2011 7:50  Aggiornato: 1/9/2011 7:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/2/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: "Ingannati" (recensione)
Come funziona, ingresso libero eccetera eccetera ... ?



Ovvio che sì! Anzi, cercherò di essere breve (entro i 40 minuti) per dare spazio a domande e dibattito!

http://www.ingannati.it/2011/08/01/comune-di-padova/

music-band
Inviato: 1/9/2011 9:08  Aggiornato: 1/9/2011 9:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Ingannati" (recensione)
Devo dire una cosa bella e una brutta.

Prima di tutto la bella notizia:

il libro, anche se andrebbe fatta una revisione sulla forma di scrittura, mi sembra un ottimo manuale for dummies. Ha il pregio di scremare la complessità dei vari argomenti trattati indicando quei pochi elementi chiave in grado di far scattare un dubbio e la voglia di saperne di più. Alcuni accostamenti sono particolarmente riusciti e i vari capitoli riescono a evidenziare il sottile filo che collega tutti gli eventi.

E ora... La pessima notizia:

non me ne voglia l'autore, ma la sua ideologia cattolica gli fa dire delle bestialità paragonabili soltanto a quelle che denuncia nel suo libro.

Dovrebbe quindi denunciare anche se stesso e la propaganda che gli ha manipolato il cervello quando scrive cose come questa:

...Per totalitarian tiptoe (in punta di piedi, un po’ alla volta) si intende la tecnica che prevede l’introduzione del cambiamento un po’ alla volta,
promuovendo correnti di pensiero, trend, mode, che influenzano l’opinione
pubblica. In punta di piedi si insinuano un po’ alla volta i concetti più aberranti e anti-umani: siamo o non siamo arrivati a considerare l’omosessualità una cosa normale, rispettabile, addirittura tipica di persone di cultura superiore?...


Non si può esporre una tecnica manipolatoria effettivamente esistente associandola a un concetto che è frutto della più becera propaganda cattolica.

Si finisce inevitabilmente con il compromettere tutto quello che viene dopo.

L'omosessualità che è un orientamento sessuale presente in natura tra molteplici specie animali, nella società umana cambia in termini di concetti legali e morali a seconda dei tempi, dei luoghi, e delle ideologie religiose.

Magari una ripassatina storico/psicologica non guasta e per questo può andar bene anche l'amata/odiata wikipedia: Omosessualità

Spero sinceramente che l'autore, che ne sono certo è in buona fede, sappia guardare oltre la fede o l'ideologia e sappia rivolgere anche contro se stesso le analisi e le critiche che rivolge all'esterno, per modificare certi scivoloni che non gli rendono giustizia.

Tianos
Inviato: 1/9/2011 9:53  Aggiornato: 1/9/2011 9:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/8/2009
Da:
Inviati: 374
 Re: "Ingannati" (recensione)
mhh non verrei che fossi finito all'interno della stessa propaganda che tu stesso combatti...hai preso l'argomento in modo emotivo mentre il signor medici non ha citato il suo credo cristiano ma solo che l'omossessualità sia stata forzatamente propagandata.
direi che è indubbio (e credo sarai concorde) che nella generazione prima (probabilmente questo si per credo cristiano ma anche mussulmano ecc) ci fosse un atteggiamento ostile nei confronti dell'argomento ,ma che appunto questo sia stato mutato dall'alto per propagandare l'omossesualita.
in definitiva il'inibizione sessuale è sempre stato uno degli ultimi passaggi nella decadenza delle antiche e gloriose societa passate dai romani ai greci (questo per il desiderio,credo , degli stessi potenti di potersi concedere certi lussi alla luce del sole)...e lo si potrà constatare con l'introduzione e la propaganda anche della pedofilia...cosa che è gia in atto ora (scuole che spingono i genitori ad insegnare ai figli la masturbazione O_O).
indi credo che l'argomento sia stato citato come tanti altri solo per la sua valenza di prova al giochino dei piccoli passi .

vorrei anche ricordare propio per fugare tali dubbi , che la chiesa ha propagandato la totale assenza di rapporti sessuali se non per generare (ricordo anche lo scandalo che pose la questione che le coppie sterili dovevano astenersi dal fare sesso) ...propaganda che dall'età dei tempi ben difficilmente ha attecchito .

Polonio
Inviato: 1/9/2011 10:11  Aggiornato: 1/9/2011 10:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: "Ingannati" (recensione)
tianos, dici che l'omosessualita è stata presa come esempio della strategia dei piccoli passi, però dici anche che solo la generazione precedente le cose erano molto diverse... non mi pare si possa definire una "strategia dei piccoli passi".
e comunque l'autore del libro ne parla come di una condizione ABERRANTE e ANTI_UMANA.
non saprei, ma a me pare sottintesa l'accezione negativa di aggettivi simili.
se poi sommi questa constatazione all'orientamento religioso che l'autore (a buon diritto) non nasconde, mi pare che l'origine della frase risulti abbastanza evidente.

"scuole che spingono i genitori ad insegnare ai figli la masturbazione" ?!?
insegnare la masturbazione?! dici sul serio?
è solo un'ipotesi, ma non è che si parla di semplice e SANA educazione sessuale?

Gargamella
Inviato: 1/9/2011 10:19  Aggiornato: 1/9/2011 10:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/5/2010
Da:
Inviati: 53
 Re: "Ingannati" (recensione)
@Tianos Forse non ho ben compreso il tuo intervento. Dici che l'omosessualità è un elemento utilizzato dall'elit per farsi strada? Per scopi ben precisi? In altre parole sei contro la "Libertà omosessuale"? (il semplice esserlo, possibilità delle coppie di fatto, ecc)?

Io non credo in dei, ma mi costruisco ideali. E nessuno di questi conquisterà un posto fisso!
music-band
Inviato: 1/9/2011 10:47  Aggiornato: 1/9/2011 10:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
mhh non verrei che fossi finito all'interno della stessa propaganda che tu stesso combatti...

verifichiamo subito... Nel frattempo, solo per chiarire, io comunque non combatto la propaganda, mi limito a considerarla un argomento di studio

Citazione:
.hai preso l'argomento in modo emotivo mentre il signor medici non ha citato il suo credo cristiano ma solo che l'omossessualità sia stata forzatamente propagandata

Non c'è nulla di emotivo nella mia critica e dato che la lingua italiana ha delle regole e una sua grammatica, posso affermare che l'autore non si è limitato a dire che l'omosessualità è stata forzatamente propagandata ma ha espresso un giudizio che è perfettamente in linea con il credo cattolico e cioè: che si tratta di una pratica aberrante e anti-umana.

Citazione:
...direi che è indubbio (e credo sarai concorde) che nella generazione prima...

Forse non leggi con sufficiente attenzione, ma ho detto chiaramente che:
L'omosessualità che è un orientamento sessuale presente in natura tra molteplici specie animali, nella società umana cambia in termini di concetti legali e morali a seconda dei tempi, dei luoghi, e delle ideologie religiose.

Questo significa che la legalità così come alcuni concetti legati alla moralità si dimostrano molto elastici quando non in completa contrapposizione a seconda dei tempi e dei luoghi in cui vengono applicati.

Cio che oggi è legale e morale, domani diventa illegale e immorale e per lo stesso motivo, in un ulteriore successivo step, può tornare ad essere nuovamente morale e legale.

Il problema è che un cronista che analizza determinate questioni sforzandosi di mostrare obiettività, dovrebbe astenersi dal porre pesanti giudizi che sono chiaramente derivati da preconcetti di natura ideologica (purtroppo avanti nel libro se ne presentano altri che non ho citato).

Citazione:
in definitiva il'inibizione sessuale è sempre stato uno degli ultimi passaggi nella decadenza delle antiche e gloriose societa passate dai romani ai greci (questo per il desiderio,credo , degli stessi potenti di potersi concedere certi lussi alla luce del sole)...e lo si potrà constatare con l'introduzione e la propaganda anche della pedofilia...cosa che è gia in atto ora (scuole che spingono i genitori ad insegnare ai figli la masturbazione O_O)

Vorrei capire cosa c'entra la pedofilia e la masturbazione, o il fatto che la insegnino nelle scuole (se è vero), o il fatto che i potenti si sentano liberi di fare quello che vogliono, con il discorso che ho fatto io.

Hai buttato li una serie di argomenti a casaccio facendo tra le altre cose un mix incomprensibile che nulla c'entra con quanto ho detto.

Idem per la tua conclusione.

Quindi ti pregherei di leggere con attenzione quanto ho scritto, di rispondere in modo coerente e argomentato a quanto ho detto (e non a ciò che manco mi è passato per l'anticamera del cervello) e soltanto successivamente potrebbe aver senso, in base anche alle mie risposte, una tua accusa di emotività o propaganda diretta da queste parti.

Tianos
Inviato: 1/9/2011 10:52  Aggiornato: 1/9/2011 10:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/8/2009
Da:
Inviati: 374
 Re: "Ingannati" (recensione)
non sono contro l'iomoesessualita sono contro l'esternazione della sessualità.
preciso finche la sessualità rimane dentro la sua sfera privata e una questione di ogni singolo essere umano come affrontarla, quando viene esternata diventa un mezzo per la corruzzione.
la sessualità (parer mio , per le esperienze personali e di tutto cio che ho visto che mi circonda) e una china in discesa, se non si ci pone delle regole si finisce prima a correre ,poi a franare.
per esempio e stata citata l'insegnamento alla masturbazione come una SANA educazione sessuale...e mi ritrovo ad osservare gare di sesso orale di tredicenni nei bagni delle discoteche , di scandali di minorenni che stuprano compagna in classe , di prostituzione di immagini e di atti da entrambi i sessi .

ora saro preso anche per cristiano (p.s vorrei sottolineare che metto in dubbio tutto) ma...e per i frutti che li riconoscerete.

per i piccoli passi vorrei sottolineare che sono bastati 10 anni per far accettare due guerre (afg e iraq)

tornando OT credo il mio discorso sia stato un poco fuorviato dal suo contesto : nel caso del signor medici se nel libro ha scritto quello che è stato citato ...si li è possibile di critica visto che confonde l'inchiesta con sua opinione personale...ma rimane il fatto che l'omosessualita sia stata fortemente propagandata.

peonia
Inviato: 1/9/2011 11:02  Aggiornato: 1/9/2011 11:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: "Ingannati" (recensione)
L'argomento sessuale è sempre spinoso, l'omosessualità ancor di più.
Accettare che ci sia una eccezione alla regola, ovvero nel senso che dalla più "naturale" eterosessualità attraverso cui la Natura e la Vita si perpetua è una cosa, far passare per normalissimo e arrivare alle lobbies gay che hanno tanto potere e addirittura partecipare festosi ai Gay Pride, secondo me, ce ne passa!!! Per essere una che ha lottato con il Fuori e che ha amici e parenti gay, dico che spesso mi stanno sul culo certe manifestazioni...
Mia madre a 50 anni non sapeva nemmeno che significasse " invertito"....oggi è un dilagare, chiediamoci perchè!
io non ho nulla contro i gay, ma l'ostentazione la trovo fastidiosa, allora dovremmo instaurare anche un Etero Pride?! Il problema è che la Sinistra con la scusa di essere libertaria ha avallato molte cose che non condivido, riguardanti la sessualità, la fecondazione e la genitorialità...non a caso

forse questo spiega qualcosa...
http://www.youtube.com/watch?v=QB1Bl_FGdgM

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
desbouvet
Inviato: 1/9/2011 12:33  Aggiornato: 1/9/2011 12:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da:
Inviati: 541
 Re: "Ingannati" (recensione)
music-band.........

Citazione:
L'omosessualità che è un orientamento sessuale presente in natura tra molteplici specie animali,


Ma chi si "orienta"? Ma chi? Ma dove?

Music-band, ma come parli? Ti hanno leggermente inculcato, passo passetto, delle sane stronzate nella testa. Secondo me, eh, secondo me.

desbouvet
Inviato: 1/9/2011 12:43  Aggiornato: 1/9/2011 12:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da:
Inviati: 541
 Re: "Ingannati" (recensione)
Anche dire, come quasi tutti fanno (fate) "non sono contro l'omoesessualita", è una stronzata. Chi ve l'ha insegnata questa parola orrenda, che vi incute questo sacro timore reverenziale, al punto da mettere subito le mani avanti, proferendo queste stupide parole, come una formula idiota, prima di esprimere compiutamente il vostro pensiero e il vostro sentire?

Dovreste dire piuttosto, se aveste ancora un cervello vostro, che non siete contro (ossia contrari) all'amore...

Redazione
Inviato: 1/9/2011 14:49  Aggiornato: 1/9/2011 14:56
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "Ingannati" (recensione)
Come ho scritto nell'articolo, "Il lettore potrà non concordare con tutte le opinioni espresse dell’autore, ma il libro rimane una fonte immensamente ricca di spunti per ragionare, confrontarsi," eccetera.

Ma confrontarsi, caro Musicband, non significa accusare altri di "dire bestialità". Partire dal presupposto di avere ragione a priori, mancando intrinsecamente di rispetto per le opinioni altrui, è quello che noi critichiamo continuamente negli altri. Ma temo che questa volta ci sia cascato anche tu.

***

Proprio ieri sera sulla CNN Piers Morgan ha intervistato Rick Santorum, il candidato repubblicano che sostiene che l'omosessualità è da considerare un peccato "perchè lo dice la Bibbia". Invece di invitarlo al ragionamento, Morgan non ha resistito alla tentazione di dare del "bigotto" a Santorum, facendo lui la figura del dogmatico al contrario.

kickass
Inviato: 1/9/2011 15:05  Aggiornato: 1/9/2011 15:05
So tutto
Iscritto: 21/8/2011
Da:
Inviati: 13
 Re: "Ingannati" (recensione)
forse la frase
"In punta di piedi si insinuano un po’ alla volta i concetti più aberranti e anti-umani: siamo o non siamo arrivati a considerare l’omosessualità una cosa normale, rispettabile, addirittura tipica di persone di cultura superiore?"
non e' una bestialita', ma di certo essa stessa contiene quella mancanza intrinseca "di rispetto per le opinioni altrui" definendo opinioni diverse dalle sue aberranti e anti-umani.
Quindi direi che c'e' un pareggio! Con la differenza che music-band non attacca un intera categoria di persone con un bigottismo di altri tempi.
Mio (libero) pensiero.

music-band
Inviato: 1/9/2011 15:23  Aggiornato: 1/9/2011 15:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Ingannati" (recensione)
Peonia:

Citazione:
L'argomento sessuale è sempre spinoso, l'omosessualità ancor di più.

Io non ho introdotto nessun argomento sulla sessualità, nè tanto meno sull'omosessualità; mi sono limitato a criticare un approccio ideologico che stride ed è in netto contrasto con quello che l'autore cerca di comunicare.

Nello specifico, la frase:

...In punta di piedi si insinuano un po’ alla volta i concetti più aberranti e anti-umani: siamo o non siamo arrivati a considerare l’omosessualità una cosa normale, rispettabile, addirittura tipica di persone di cultura superiore?...

Considerare come primo esempio di concetto abberrante e antiumano l'omosessualità, non è soltanto una contraddizione in termini ma anche una posizione ideologica promulgata da chi è cattolico dato che la chiesa mette al bando l'omosessualità (anche se poi ovviamente la pratica). E tutto questo stride profondamente con un autore che sta cercando di dire al suo pubblico: vi hanno ingannati.

desbouvet:

Citazione:
Music-band, ma come parli? Ti hanno leggermente inculcato, passo passetto, delle sane stronzate nella testa

Uno straccio di argomentazione per sostenere quello che mi stai dicendo? No eh? Un accenno di risposta a quanto ho argomentato nemmeno? Sarei io quello che reagisce emotivamente?

Mazzucco:

Citazione:
...Ma confrontarsi, caro Musicband, non significa accusare altri di "dire bestialità". Partire dal presupposto di avere ragione a priori, mancando intrinsecamente di rispetto per le opinioni altrui...

Sono piuttosto colpito da questo tuo intervento Massimo, mi accusi di non avere rispetto per il prossimo? E perchè mai? Perchè ho pensato di mettere i puntini sulle I?

Eppure se ben ricordo tu fosti in prima linea nel dire che ognuno poteva avere le sue opinioni e la sua fede a patto però di non dire bestialità; e facesti il diavolo a quattro quando pubblicasti il tuo dossier sulla chiesa e il nazismo allo scopo di mettere i puntini sulle I.

Io non sto assolutamente contestando nè la fede nè tantomeno le opinioni dell'autore ma, lo ripeto per l'ennesima volta, contesto una frase che si, è una bestialità; perchè non c'è nulla di anormale, abberrante, anti-umano nell'omosessualità; sostenere una cosa del genere è una mancanza di rispetto verso delle minoranze che hanno fatto le loro libere scelte e una profonda inesattezza anche riguardo la ricerca scientifica. Mescolare poi omosessualità con pedofilia e ogni genere di perversione è un pò come dire che un complottista è anche antisemita, antiamericano, ciarlatano, truffatore e mafioso.

Ma questo per fortuna l'autore non mi sembra averlo fatto, ci hanno pensato alcuni utenti.

Polonio
Inviato: 1/9/2011 15:30  Aggiornato: 1/9/2011 15:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: "Ingannati" (recensione)
tianos, rispondo solo a questo, perché non vorrei davvero che anche altri possano interpretare male come hai fatto tu; poi mi ritiro dalla discussione, dato che l'argomento è abbastanza off-topic.
Citazione:
per esempio e stata citata l'insegnamento alla masturbazione come una SANA educazione sessuale


io non mi riferivo all'insegnamento della masturbazione come ad una sana educazione sessuale.
semmai mettevo in dubbio che tu avessi capito bene quello a cui ti riferisci.
ho infatti il sospetto che tu (o chi per te) abbia letto di insegnanti che esortano i genitori a prendersi giustamente cura dell'educazione sessuale dei figli e abbia tradotto "educazione sessuale" con "masturbazione".
se invece ritieni di aver usato correttamente i termini che hai usato, puoi indicare in quali scuole si insegnano certe cose?

bariona
Inviato: 1/9/2011 15:52  Aggiornato: 1/9/2011 15:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/8/2009
Da:
Inviati: 106
 Re: "Ingannati" (recensione)
cit music-band

"mi sono limitato a criticare un approccio ideologico che stride ed è in netto contrasto con quello che l'autore cerca di comunicare."

quoto in toto

"siamo pronti a mettere fine all'età della spensieratezza?" Jim Garrison
medicialbe
Inviato: 1/9/2011 16:04  Aggiornato: 1/9/2011 16:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/2/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: "Ingannati" (recensione)
Un po' mi dispiace che l'argomento omosessualità sia così catalizzante, quando secondo me è assolutamente secondario rispetto ad altri; un po' come quando PDL e PD "fingono" di essere contrapposti scannandosi sui PACS, mentre invece su

- signoraggio
- 11 settembre a false flags
- guerre di aggressione
- presenza della NATO in Italia
- scie chimiche
- global warming
- libertà di scelta terapeutica, vaccini
- TAV
- G8 di Genova
- Ampliamento aeroporto Dal Molin di Vicenza
- allontanamento di magistrati che fanno inchieste scomode
- conflitto di interessi
- legge elettorale
- eliminazione di spese inutili, es. province
- rete 4 sul satellite
- ecc. ecc.

tanto per citarne alcune, sono assolutamente allineate.

Sono d'accordo che la frase citata Music Box è un po' forte, e provo a chiarire: credo che non si possa negare che l'omosessualità è contro natura; e non dico contro Dio, contro la religione, sia essa cattolica o musulmana, contro la morale: dico semplicemente "contro natura".

Mettiamola così: qui su LC su tutti gli altri argomenti citati siamo tutti d'accordo, quindi era inevitabile che si finisse a scontrarsi solo su questo....

desbouvet
Inviato: 1/9/2011 16:19  Aggiornato: 1/9/2011 16:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da:
Inviati: 541
 Re: "Ingannati" (recensione)
A music-band non rispondo perchè ho già detto TUTTO in quella mia stoccata nei suoi confronti, solo che "er propaganda", così lo chiamerò d'ora in avanti, è talmente imbevuto di propaganda che non capisce le cose più semplici e in evdenza. Pace. E bene.

All'autore Medici, qua sopra, voglio dire che non è affatto secondario quell'argomento. Non lo è soprattutto da quando un ex-ministro di questo disgraziato paese, una lucertolona novantenne in ottima forma, ha sentenziato che il rapporto omosessuale " è s u p e r i o r e ", è superiore... ai rapporti di coppia tra uomo e donna perchè " non si pone lo scopo della riproduzione umana ".

Oh no.... dietro il ministro, nascosti nell'ombra, non ci stavano scimmie, pavoni, formiche, vacche, ragni, coleotteri, ad applaudire le parole della mummia stupratrice, come vorrebbe pensare il geniaccio di music-band, che alza in gloria le "ricerche scientifiche" sull' "orientamento sessuale presente in natura". Nell'ombra ci stava il demonio, che avrà pensato "ma guarda 'sto vecchietto bastardo che inno mi fa".

Giano
Inviato: 1/9/2011 16:26  Aggiornato: 1/9/2011 16:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: "Ingannati" (recensione)
Cit. Medicialbe:
“Un po' mi dispiace che l'argomento omosessualità sia così catalizzante, quando secondo me è assolutamente secondario rispetto ad altri”

Ognuno ha le sue priorità, credo che i gay che vivono male siano,ad esempio,
molti di più di chi soffre per rete4 sul satellite.
Ma credo che Music-band(BAND) lo abbia preso solo come esempio per dire
che anche tu sei vittima(come me, come quasi tutti) della stessa propaganda
e degli stessi inganni che, col tuo lavoro e col tuo libro, vorresti aiutare a
svelare. Magari ha usato toni troppo forti, ma non credo che ti sia offeso…

Cit. Medicialbe:
“Sono d'accordo che la frase citata Music Box è un po' forte, e provo a chiarire: credo che non si possa negare che l'omosessualità è contro natura; e non dico contro Dio, contro la religione, sia essa cattolica o musulmana, contro la morale: dico semplicemente "contro natura".”

Se posso umilmente darti un consiglio, mi pare che ti stia dando delle martellate sulle palle.
Comunque, complimenti e auguri per il libro.

peonia
Inviato: 1/9/2011 16:29  Aggiornato: 1/9/2011 16:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: "Ingannati" (recensione)
Vedi Musicband, io ho molta stima di te e mi piace molto il tuo modo di pensare, in genere.
Quello che vorrei sottolineare è che la Vita ha creato un Uomo e una Donna affinchè si accoppino e continuino la Specie, che la loro prole abbia un archetipo maschile ed uno femminile a cui rifarsi per formarsi un carattere equilibrato, questo lo trovo naturale, normale, ciò che devia dal Naturale, posso anche accettarlo perchè esiste e darle una sua dignità, rispettandolo, ma non per questo osannare o dire che è Normale..
a me lo dico con forza che, faccioun esempio banale, che Gianna Nannini abbia voluto fare un figlio, da lesbica, a quella età per giunta, lo trovo di cattivo gusto, un atto schifosamente egoistico...poteva adottarne uno, al limite....
>per non parlare dell'altra cosa veramente contro natura, l'utero in affitto......eppure se uno dice che solo l'idea fa schifo, è retrograda e reazionaria!
Questo penso fosse il problema....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
abbidubbi
Inviato: 1/9/2011 16:32  Aggiornato: 1/9/2011 16:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/8/2005
Da: roma
Inviati: 671
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Mazzucco

Ma confrontarsi, caro Musicband, non significa accusare altri di "dire bestialità". Partire dal presupposto di avere ragione a priori, mancando intrinsecamente di rispetto per le opinioni altrui, è quello che noi critichiamo continuamente negli altri. Ma temo che questa volta ci sia cascato anche tu.


scusa Massimo, ma che palle 'sta storia del rispetto delle opinioni! un'opinione di merda non rende automaticamente di merda la persona che la sostiene. bisogna rispettare le persone, non le opinioni.

come fai a rispettare le opinioni quando esse sono platealmente fallaci? quando un debunchero qualsiasi asserisce che il wtc7 è venuto giù in pianta per il cedimento di una sola colonna portante non gli dici "sei un povero coglione" ma smonterai la sua opinione contrapponendo prove, calcoli, dimostrazioni e quant'altro la ragione e il buon senso dettano. ovvero fai a pezzi l'opinione, possibilmente pezzi piccolissimi. altro che rispetto.

oh, questa è una mia opinione, suscettibilissima di essere sbriciolata senza che ciò intacchi minimamente la mia persona

Io sto mentendo. (Eubulide, V secolo a.C.)
Calvero
Inviato: 1/9/2011 16:44  Aggiornato: 1/9/2011 16:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Ingannati" (recensione)
...........
.....
.

Il rapporto omosessuale non è contro-natura, visto che naturalmente lo si può praticare.

Contro-natura sarebbe la pretesa che un omosessuale volesse il dono della gravidanza. Per capirci.

Contro-natura è staccarsi l'uccello e farci un buco, per avere una figa.

Contro-natura è tapparsi la figa e attaccarci un po di carne, per avere un uccello.

Poi c'è il discorso di Peonia, che sostengo. E cioè quello della manifestazione/ostentazione della sessualità. Ad esempio un Vendola, lo attaccherei volentieri per le palle a testa in giù da qualche parte ... così, giusto per ricordargli che anche lui dovrebbe usarle (e in onore proprio della par condicio).

Per il resto non ho ancora compreso come il Gusto di un uomo a cui piace un altro uomo, possa essere condannato se non da qualcuno che semplicemente ha lasciato la Libertà e La logica chiusa in una cassaforte a forma di Campanile, con una serratura a forma di Crocifisso e la password «dogma» da digitare sul tastierino per ottenere l'ingresso.

Detto ciò, sensatamente è opinabile soltanto, ed è ancora plausibilmente sul tavolo della discussione, come un bambino potrebbe essere adottato da una coppia Gay o Lesbica, in quanto il bambino è frutto - naturalmente - di un rapporto eterosessuale ... qui, allora, il dibattito sarebbe sensato e un anche po più intelligente.

Ma se proprio si vuole parlare di qualcosa che è contro-natura, nulla di più lampante del Matrimonio; questo sì! sarebbe un discorso di una civiltà che vorrebbe definirsi tale.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
music-band
Inviato: 1/9/2011 16:46  Aggiornato: 1/9/2011 16:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Ingannati" (recensione)
medicialbe:

Citazione:
credo che non si possa negare che l'omosessualità è contro natura

Dovresti magari definire cosa intendi quando affermi quanto sopra. Ad esempio l'organizzazione mondiale della sanità ha una concezione diversa e considera l'omosessualità come una variante naturale del comportamento umano.

Ma anche lasciando perdere queste posizioni o gli studi scientifici, sociologici e psicologici in tal senso che sono sterminati, continuo a domandarmi cosa significa: contro natura.

Perchè se per caso è riferito al fatto che la sessualità eterosessuale è finalizzata alla riproduzione, allora mi chiedo se i rapporti anali, orali etc. anche tra eterosessuali si possono considerare: contro natura.

Mi viene da chiedermi se la ricerca del piacere, che ovviamente non è inteso esclusivamente alla sfera sessuale; condizione assolutamente naturale dell'essere umano è da considerarsi: contro natura

Citazione:
A music-band non rispondo perchè ho già detto TUTTO in quella mia stoccata nei suoi confronti, solo che "er propaganda", così lo chiamerò d'ora in avanti, è talmente imbevuto di propaganda che non capisce le cose più semplici e in evdenza. Pace. E bene.

Quale sarebbe la stoccata? Quel tentativo di insulto gratuito e senza argomentazioni? Mi pare un pò pochino da uno che frequenta un sito in cui si chiedono sempre opinioni argomentate e non insulti gratuiti. I nomignoli poi a che ti servono? A placare la tua frustrazione? dimostramelo che ho la testa piena di propaganda invece di limitarti a dire: non rispondo e ad insultare. O credi di apparire intelligente in questo modo? Pace e bene a te.

bariona
Inviato: 1/9/2011 16:47  Aggiornato: 1/9/2011 16:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/8/2009
Da:
Inviati: 106
 Re: "Ingannati" (recensione)
Cit. desbouvet

"è s u p e r i o r e ", è superiore... ai rapporti di coppia tra uomo e donna perchè " non si pone lo scopo della riproduzione umana ". "

se tu ci ragionassi un attimo forse, dico forse, non troveresti così assurda questa affermazione.
in linea di principio è un amore + puro in quanto senza scopo, senza un secondo fine....è così scellerata la frase?

"siamo pronti a mettere fine all'età della spensieratezza?" Jim Garrison
Al2012
Inviato: 1/9/2011 16:58  Aggiornato: 1/9/2011 16:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: "Ingannati" (recensione)
Anche essere sterile può essere considerato contro natura, o imporsi di non avere rapporti sessuali.

In questi due casi non c’è indignazione, ma vengono accettati: come dato di fatto il primo, come libera scelta il secondo.

Questo prechè la cultura li accetta e non mette etichette particolari.

Essere omosessuale, forse non in tutti i casi, è un dato di fatto, non è una scelta, e tantomeno una colpa, ma la conseguenza del proprio essere … fisico e psichico.

Ovviamente c’è anche un fattore culturale che porta alla degenerazione del essere omosessuale, con manifestazioni esagerate, che in parte sono reazione ad una cultura troppo rigida d’altra parte.

Ho conosciuto omosessuali che si comportavano in modo normale, almeno per quello che posso aver visto, non si travestivano e svolgevano in loro lavoro come chiunque altro, probabilmente credevano anche in Dio o altro …

Poi come in tutte le cose ci sono manifestazione esagerate che non condivido come tali, ma non hanno nulla a che fare con il loro essere omosessuale, ma con il come questo viene manifestato, che è tale anche a causa di fattori culturali.

“Capire … significa trasformare quello che è"
Polonio
Inviato: 1/9/2011 17:00  Aggiornato: 1/9/2011 17:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
credo che non si possa negare che l'omosessualità è contro natura


scatenerò un putiferio, o come minimo mi attirerò addosso l'odio di molti.
io spero solo di offrire uno spunto di riflessione, non lo dico con intenti offensivi, ma non riesco davvero a tacere di fronte a discorsi del genere:
non esiste NULLA in natura che sia contro natura. al massimo si può dire che l'omosessualità sia statisticamente meno rilevante dell'eterosessualità. ed è naturale che sia così, per ovvie ragioni di sopravvivenza della specie (se così non fosse non staremmo qui a discutere).
se si continua a puntare sulla "naturalezza" allora è evidente che l'UNICA aberrazione della natura sia dio, essere innaturale per eccellenza.

abbidubbi
Inviato: 1/9/2011 17:01  Aggiornato: 1/9/2011 17:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/8/2005
Da: roma
Inviati: 671
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Ma anche lasciando perdere queste posizioni o gli studi scientifici, sociologici e psicologici in tal senso che sono sterminati, continuo a domandarmi cosa significa: contro natura.


contro-natura significa "contro le mie regole"

applicabile ad ogni latitudine e in ogni epoca

imho

Io sto mentendo. (Eubulide, V secolo a.C.)
music-band
Inviato: 1/9/2011 17:02  Aggiornato: 1/9/2011 17:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Ingannati" (recensione)
Peonia:

Citazione:
a me lo dico con forza che, faccioun esempio banale, che Gianna Nannini abbia voluto fare un figlio, da lesbica, a quella età per giunta, lo trovo di cattivo gusto, un atto schifosamente egoistico


Come ha già sottolineato Calvero, ci sarebbero molte discussioni interessanti che si potrebbero aprire sull'argomento sessualità/omosessualità. Ma questo, come ripeto ancora una volta, non era il mio intento.

Non mi interessa buttarmi in queste discussioni se non per un puro piacere intellettuale se il livello della discussione come auspica sempre Calvero è elevato e non da osteria viaggiando per i più beceri luoghi comuni.

Se vuoi la mia opinione anche a me danno fastidio le ostentazioni o la propaganda che circola attorno a questi argomenti e non solo la propaganda religiosa ovviamente, ma anche quella politica e sociale. Ma non è questo il punto.

Io ho semplicemente mosso una critica mirata e argomentata su una parte scritta dall'autore del libro che mette in contraddizione il suo stesso impianto perchè denota una forma ideologica che in quella disanima dovrebbe essere assente o perlomeno sottotraccia o specificatamente tolta dal contesto per essere asserita come opinione e non come verità: "Ci hanno ingannati"... Altrimenti distruggi il bel lavoro che hai fatto fino a quel momento trasformandoti tu stesso nel propagandista di un inganno ideologico.

Ho citato questa tua frase in particolare del tuo post, per farti notare come effettivamente, invece di soffermarsi su quanto ho detto, anche tu hai la tendenza ad andare oltre inserendo questioni che non hanno a che fare con ciò che sto sostenendo io; ma sono questioni che si sollevano quando una persona si sente colpita emotivamente e quindi non ragiona più sull'argomento ma mette sul tavolo tutto ciò che le suggerisce la pancia (emotività).

Quindi vado un attimo OT e ti dico: Parli di atto schifosamente egoistico della Nannini... può essere non lo nego, ma quante coppie eterosessuali fanno figli per egoismo? L'egoismo è omosessuale o è umano?

Tianos
Inviato: 1/9/2011 17:27  Aggiornato: 1/9/2011 17:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/8/2009
Da:
Inviati: 374
 Re: "Ingannati" (recensione)
Ot
ho cercato se riuscivo a risalire all'articolo cui facevo riferimento ...pultroppo senza risultati al momento .
comunque con le parole sesso scuola genitori , si possono trovare un bel po di articoli simili, comprensivi di un bel po di polemiche da entrambe le parti
fine ot

desbouvet
Inviato: 1/9/2011 17:35  Aggiornato: 1/9/2011 17:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da:
Inviati: 541
 Re: "Ingannati" (recensione)
Polonio & abbidubbi

dite cose allucinanti, quasi allucinogene, e aggiungo: minchia

Calvero
Inviato: 1/9/2011 17:44  Aggiornato: 1/9/2011 17:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Ingannati" (recensione)
Credo che non ci si possa esulare dal constatare che precise riflessioni, giudizi e posizioni, siano espressione di quello che è generalmente la forma mentis che le gestisce a monte, o no?

Ergo: l'obiezione sollevata all'autore da Music Band, se pur nello specifico tocca la tematica Gay, nella sua visione di insieme, comunque, vuole fare luce su quale approccio e da quali prospettive qualcuno osserva e critica il mondo che ci circonda. Nulla di male, credo.

Provo a fare un esempio, che poi cade sempre lì .. chissà perché.

Io sono tra i primi a tessere le lodi di Blondet, quando Lui con un giornalismo (degno di questo nome) fa le pulci alla società contemporanea e contribuisce intelligentemente allo svelamento delle Bugie del Potere ....

.. poi però quando si trattò di toccare la tematica, che all'epoca era al suo apice, della pedofilia nelle sfere cattoliche, come per magia, la sua sagacia e la sua onestà intellettuale andarono a farsi una passeggiata ai giardinetti vaticani.

Allora, signori, domandiamoci come il potenziale di un percorso intellettuale e giornalistico possa adempiere fermamente al suo compito, se poi per strada viene banalizzata la forza che aveva all'inizio.. ma soprattutto, si dà meno efficacia a una "semina". La gente è rincoglionita, ma non è stupida (sembra la stessa cosa ma non lo è). Logicamente, così, può divenire plausibile dubitare della buona fede ....

.. quindi: - va bene saper cogliere il buono in ogni cosa (non è poco), ma senza annebbiare il nostro senso critico che dovrebbe essere sempre rivolto a 360°. Anche verso noi stessi. Che poi è la cosa più difficile

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
desbouvet
Inviato: 1/9/2011 17:51  Aggiornato: 1/9/2011 17:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da:
Inviati: 541
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
se tu ci ragionassi un attimo forse, dico forse, non troveresti così assurda questa affermazione. in linea di principio è un amore + puro in quanto senza scopo, senza un secondo fine....è così scellerata la frase?


è scelleratissima, è una sentenza contro-natura, di un ominide bastardo che ha deciso di andare contro-natura e te cadi in ginocchio davanti a un pezzo di m come costui

non ti accorgi che la vita, la creazione, è diventato un "secondo fine", da scartare, come un'offesa, un insulto alle mummie immortali

no, non ci siamo proprio, "er propaganda" poi, che sta dietro all'organizzazione mondiale della sanità, è il più grandioso di tutti

secondo me eh secondo me

kickass
Inviato: 1/9/2011 18:04  Aggiornato: 1/9/2011 18:04
So tutto
Iscritto: 21/8/2011
Da:
Inviati: 13
 Re: "Ingannati" (recensione)
Stellina, ma quanta rabbia in queste parole rivolte ad un altro essere umano

ominide bastardo
pezzo di m
mummie immortali

la tua omossessualita' latente e' commovente. Ah, comunque, per me non c'e' niente di male.
Peace and love.

desbouvet
Inviato: 1/9/2011 18:26  Aggiornato: 1/9/2011 18:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da:
Inviati: 541
 Re: "Ingannati" (recensione)
kickass

quello non è un essere umano

INGANNATO/A che non sei altro

ovviamente lo stronzo sono io, il "latente" sono io, non le merde che inzuppano il cervello degli esseri umani con ogni genere di menzogne e perfidie, lo stronzo sono io perchè non ho peli sulla llingua e dico le cose esattamente come le penso

Pyter
Inviato: 1/9/2011 18:30  Aggiornato: 1/9/2011 18:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: "Ingannati" (recensione)
Penso che al giorno d'oggi, cercare di capire che significato abbia la parola natura, capire che cosa è naturale e che cosa sia contro-natura, richiede uno sforzo che ora non siamo in grado di fare e, con il tipo di vita che facciamo, di dare una risposta minimamente sensata.

La distanza che ci separa oggi dalla natura è probabilmente assai incolmabile.

Penso che bisognerebbe ripartire piano piano dalle cose più facili e andare a ritroso. L'unico modo, penso, per poter progredire in qualcosa.

Altro che andare sulla luna.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Marcellino
Inviato: 1/9/2011 18:49  Aggiornato: 1/9/2011 18:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/4/2006
Da: Milano
Inviati: 62
 Re: "Ingannati" (recensione)
Visto che si è parlato di "natura" non riesco a evitare alcune riflessioni:

"natura" è una parola del senso comune e usata pacificamente in certi contesti tradisce obiettivamente grande ingenuità.
Se si argomenta in maniera profonda bisogna sempre mettersi d'accordo sulle parole.
Cosa vuol dire "natura" o "naturale" o "contro natura" ?

Cosa c'è di più "contro natura" dell'umanità ?
Il linguaggio è naturale ? Il pensiero ? L'arte ? Vestirsi ? Etc...

Qualcuno ha detto che "non esiste NULLA in natura che sia contro natura", una riflessione su questa premessa aprirebbe scenari molto interessanti.
Perché, ad esempio, la diga di un castoro, il miele della api, l'ossigeno delle piante sono naturali e la bomba atomica no ?

I maestri aprono la porta, ma devi entrare da solo !
TAD
Inviato: 1/9/2011 18:57  Aggiornato: 1/9/2011 18:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: "Ingannati" (recensione)
@medicialbe

Citazione:
credo che non si possa negare che l'omosessualità è contro natura; e non dico contro Dio, contro la religione, sia essa cattolica o musulmana, contro la morale: dico semplicemente "contro natura".


Vorrei darti del "tu" in quanto collega utente di LC.

Hai mai sentito parlare di una specie di ominidi chiamata Bonobo?

Sono certo che tale particolare specie, non sia a conoscenza di alcun Dio, alcuna religione e soprattutto di alcuna morale.

Se volessi approfondire l'argomento Bonobo troveresti interessanti informazioni inerenti le abitudini sessuali di queste creature che, peraltro, sono state definite le [più vicine all' Homo Sapiens nell' albero avolutivo.

Ti anticipo che è stato osservato ed accertato dagli etologi che tali creature praticano abitualmente rapporti omossesuali e che...non sono affatto l' unica specie presente sul pianeta.

Omossessualità negli animali

Non ho ancora letto il tuo libro e dunque non mi permetto di esprimere alcun giudizio ma ritengo che l' affermazione: dico semplicemente "contro natura" denoti una certa arroganza, molta presunzione e...se mi permetti anche molta ignoranza.

~WÃSÐ Lifestyle~
incredulo
Inviato: 1/9/2011 18:58  Aggiornato: 1/9/2011 18:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:

siamo o non siamo arrivati a considerare l’omosessualità una cosa normale, rispettabile, addirittura tipica di persone di cultura superiore?...

La domanda è pertinente, infatti gli interventi su questo tema lo dimostrano.

Siamo arrivati a considerare, tramite studi scientifici, report delle varie associazioni mondiali assortite (tutte facenti parte dello stesso POTERE) a considerarlo come una scelta di LIBERTA' INDIVIDUALE, una delle INFINITE possibilità del nostro essere, un diritto alla felicità.

La propaganda nascosta dall'autore del libro è di origine religiosa, quella di alcuni utenti di L.C. è di origine laica ma sempre di questo si tratta.

Per non parlare poi di AMORE.

Chi ama veramente non fa DIFFERENZA fra uomini e donne.

Ma l'amore non è SINONIMO di SESSO.

Ma la propaganda ha lavorato forte anche su questa associazione, un altro modo per allontanarci dal nostro CENTRO

Spezzo una lancia per desbouvet, che evidentemente parla in quel modo per la FRUSTRAZIONE di non potere spiegare il suo SENTIRE.

Un saluto

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
Pyter
Inviato: 1/9/2011 19:09  Aggiornato: 1/9/2011 19:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: "Ingannati" (recensione)
TAD
Ti anticipo che è stato osservato ed accertato dagli etologi che tali creature praticano abitualmente rapporti omossesuali

Cioè hanno dovuto fare lunghi studi per capire quale fosse il buco occupato?
Non potevano fare solo un video di cinque minuti?

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Polonio
Inviato: 1/9/2011 19:09  Aggiornato: 1/9/2011 19:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Cosa c'è di più "contro natura" dell'umanità ?
Il linguaggio è naturale ? Il pensiero ? L'arte ? Vestirsi ? Etc...

Qualcuno ha detto che "non esiste NULLA in natura che sia contro natura", una riflessione su questa premessa aprirebbe scenari molto interessanti.
Perché, ad esempio, la diga di un castoro, il miele della api, l'ossigeno delle piante sono naturali e la bomba atomica no ?


ma infatti anche la bomba atomica rientra nella totalaità di enti che la natura comprende.
il problema è che si fa una confusione pazzesca fra ciò che è la natura e ciò che invece l'uomo chiama "morale" o "sistema di valori". in poche parole si usano le parole ad cazzum, pretendendo anche di non venire fraintesi.

e morale e sistema di valori sono variabili che dipendono dalla società.
sono quelle stesse variabili sulle quali l'INGANNO DELLA PROPAGANDA trova terreno di coltura più fertile (tanto per cercare di rientrare un po' nel tema dell'articolo).

-edit-
ovviamente, fra i proferitori di parole ad cazzum mi ci metto anche io.

Calvero
Inviato: 1/9/2011 19:13  Aggiornato: 1/9/2011 19:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
La propaganda nascosta dall'autore del libro è di origine religiosa, quella di alcuni utenti di L.C. è di origine laica ma sempre di questo si tratta.


Incredulo, una più grossa non potevi spararla.

"sempre di questo si tratta" .. cosa!?? ma stai scherzando?

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
TAD
Inviato: 1/9/2011 19:17  Aggiornato: 1/9/2011 19:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Calvero:

Contro-natura sarebbe la pretesa che un omosessuale volesse il dono della gravidanza. Per capirci.

Contro-natura è staccarsi l'uccello e farci un buco, per avere una figa.

Contro-natura è tapparsi la figa e attaccarci un po di carne, per avere un uccello.


Sono schifosamente d'accordo...

...schifosamente perchè oltre allo schifo del solo pensare a tali pratiche chirurgiche si sggiunge lo schifo per tutto il marketing pubblicitario a cui si assiste (io non ho la TV) alla TV per esaltare e, in definitiva, generare una popolazione di creature del dott. Frankenstein.

@Calvero

~WÃSÐ Lifestyle~
Pyter
Inviato: 1/9/2011 19:18  Aggiornato: 1/9/2011 19:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: "Ingannati" (recensione)
in poche parole si usano le parole ad cazzum,


Quando si parla di omosessualità è normalissimo fare delle uscite ad cazzum.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
desbouvet
Inviato: 1/9/2011 19:19  Aggiornato: 1/9/2011 19:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da:
Inviati: 541
 Re: "Ingannati" (recensione)
Indottrinamento, Calvero. Indottrinamento senza la consapevolezza di subirlo. Sfruttare la debolezza degli uomini, il buon cuore degli esseri umani, per scopi nascosti. Ingannare. Nell'un senso o nell'altro, di questo si tratta.

TAD
Inviato: 1/9/2011 19:20  Aggiornato: 1/9/2011 19:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:

Pyter

Cioè hanno dovuto fare lunghi studi per capire quale fosse il buco occupato? Non potevano fare solo un video di cinque minuti?


...per accertare che si trattasse di una pratica abituale e non solo di un errore di valutazione

~WÃSÐ Lifestyle~
Pyter
Inviato: 1/9/2011 19:20  Aggiornato: 1/9/2011 19:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: "Ingannati" (recensione)
La colpa di Music band è stata solo quella di non aver ribaltato una regola fondamentale della propaganda:

prima si da la notizia cattiva, poi quella buona.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
incredulo
Inviato: 1/9/2011 19:22  Aggiornato: 1/9/2011 19:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: "Ingannati" (recensione)
Autore: Calvero

"sempre di questo si tratta" .. cosa!?? ma stai scherzando?

NO

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
InFlames
Inviato: 1/9/2011 19:22  Aggiornato: 1/9/2011 19:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/3/2008
Da:
Inviati: 300
 Re: "Ingannati" (recensione)
Niente è contro natura, se dalla natura arriva e da lì noi arriviamo.
Torniamo ad argomenti un pò più urgenti, tipo il fatto di far capire alla gente in che direzione va il mondo

Tutto sarà rivelato
Pyter
Inviato: 1/9/2011 19:26  Aggiornato: 1/9/2011 19:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: "Ingannati" (recensione)
Indottrinamento, Calvero. Indottrinamento senza la consapevolezza di subirlo. Sfruttare la debolezza degli uomini, il buon cuore degli esseri umani, per scopi nascosti. Ingannare. Nell'un senso o nell'altro, di questo si tratta.

Esatto Desbouvet. E questo le elite lo fanno dalla notte dei tempi. Strumentalizzando l'omosessualità , trasformandola in tabù, ma di fatto incoraggiandola.

Il potere ama far discutere poi le sue vittime di omosessualità si o no, perchè mentre ti incula gode il doppio.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Pispax
Inviato: 1/9/2011 19:28  Aggiornato: 1/9/2011 19:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: "Ingannati" (recensione)
medicialbe


Citazione:
credo che non si possa negare che l'omosessualità è contro natura; e non dico contro Dio, contro la religione, sia essa cattolica o musulmana, contro la morale: dico semplicemente "contro natura".


A quanto pare la Natura non è per niente d'accordo con te.
http://it.wikipedia.org/wiki/Omosessualit%C3%A0_negli_animali

E' buffa questa roba che le cose "contro natura" tendono a diventare sempre e solo quelle che non corrispondono al nostro codice morale.


So che sto toccando un terreno spinoso e spero di non venir frainteso, ma se ci si riflette un po' un comportamente REALMENTE "contro natura" è quello di considerare come reato il fatto che maschioni di qualunque età facciano sesso con bimbe di 12 anni, se solo quelle bimbe hanno già avuto il menarca, cioè se sono già in età fertile.
Se la Natura dice che sono pronte a procreare, allora non è dato capire dove stia il problema.


Questo tanto per dire come metterisi a trafficare con le robe "secondo natura" o "contro natura" rende solo la discussione parecchio bizzarra.
In particolare, come nel caso dell'omosessualità, se vengono utilizzate a sproposito.


(E a mio avviso sarebbero utilizzate a sproposito anche le affermazioni che ho fatto io, sia chiaro)

incredulo
Inviato: 1/9/2011 19:29  Aggiornato: 1/9/2011 19:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: "Ingannati" (recensione)
La copertina del libro è fantastica......

Anche il disegno rende l'idea.

Noi siamo Nati in GAN

GAN (Global Area Network) -Si tratta di una rete che collega computers collegati in vari continenti e il tutto avviene via satellite;

Un saluto

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
TAD
Inviato: 1/9/2011 19:30  Aggiornato: 1/9/2011 19:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: "Ingannati" (recensione)
@Pispax

Citazione:
A quanto pare la Natura non è per niente d'accordo con te.


up! Pispax! up! ...c'ero prima io!

~WÃSÐ Lifestyle~
Calvero
Inviato: 1/9/2011 19:31  Aggiornato: 1/9/2011 19:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
NO


Ok, ma questa è la risposta alla seconda domanda (retorica oltretutto). E passi la tua fermezza in grassetto extra-large, sta bene.

Alla prima invece, per avere una risposta sensata, cosa bisognerebbe fare? (un po meno retorica questa)

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
desbouvet
Inviato: 1/9/2011 19:32  Aggiornato: 1/9/2011 20:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da:
Inviati: 541
 Re: "Ingannati" (recensione)
Torno un attimo in cima alla discussione... Tutto questo enorme inganno e desolazione, che andiamo giustamente a rilevare in cento e mille grandi opere globali mondiali massmediali e tutto il resto, non ha mai giustizia.

Perchè il gioco è proprio quello, indurci nella consapevolezza della nostra gabbia, o recinto, troppo vasto e costruito bene, per poter muovere un dito. Come dissi tempo fa su questo sito, basta un dito piantato bene nell'occhio di una persona, per ucciderla.

Allora mi dovete dire perchè nessuno è andato a prendere il ministro degli esteri Frattaglie (sì, music-band, appiccicare nomignoli è quasi motivo di orgasmo per me), perchè nessuno lo ha preso per il collo e l'ha gettato in fondo a un tombino, quando si è fatto intervistare in televisione, per deprecare la mattanza dei delfini in giappone...

Lui, il massacratore del mediterraneo. Di esseri umani. Se la Libia fosse un popolo di DELFINI, cosa avrebbe detto Frattaglie ieri? Deprechiamo il giappone perchè fa la mattanza degli uomini?

Lo capite a quale livello di completa maciullazione del significato siamo indotti. Quanto ci prendono in giro, senza tanti giri di parole?

E di fronte a queste immonde manifestazioni della Cattiveria, noi dovremmo passare la nostra vita a misurare il recinto ?

O non dovrebbe forse, il primo VERO UOMO che si trova a passare sotto casa di FRATTAGLIE, attenderlo nel buco dell'ascensore e

RIMOSSO. M.M.

Pispax
Inviato: 1/9/2011 19:35  Aggiornato: 1/9/2011 19:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: "Ingannati" (recensione)
Scusami TAD, hai ragione.
Ho postato in fretta e non avevo letto i commenti.
Devo delle scuse anche a music-band.

Facciamo che mi scuso fin da ora anche con tutti gli altri che lo avevano già scritto ma che ancora non sono arrivato a leggere.

Redazione
Inviato: 1/9/2011 19:42  Aggiornato: 1/9/2011 20:25
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "Ingannati" (recensione)
MUSICBAND: Citazione:
"Sono piuttosto colpito da questo tuo intervento Massimo, mi accusi di non avere rispetto per il prossimo? E perchè mai? Perchè ho pensato di mettere i puntini sulle I?"
Non sapevo che accusare un autore di "dire bestialità" fosse "mettere i puntini sulle i". Ora lo so.

La prossima volta che capiterà a te, quando scrivi un articolo, lo terrò presente ed eviterò di difenderti.

Citazione:
Eppure se ben ricordo tu fosti in prima linea nel dire che ognuno poteva avere le sue opinioni e la sua fede a patto però di non dire bestialità;"
Davvero io ho detto una cosa del genere? Postami la frase perfavore, perchè proprio non la ricordo.

Grazie.

Pyter
Inviato: 1/9/2011 20:28  Aggiornato: 1/9/2011 20:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: "Ingannati" (recensione)
A proposito di propaganda e di omosessualità, pare che sia morto Fidel Castro.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
incredulo
Inviato: 1/9/2011 20:40  Aggiornato: 1/9/2011 20:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: "Ingannati" (recensione)
Autore: Calvero

Alla prima invece, per avere una risposta sensata, cosa bisognerebbe fare?

Basta leggere quello che ho scritto Calvero.

Se non trovi il nesso con la mia affermazione ti quoto una frase che lo spiega egregiamente:

Pensate di essere liberi, ma probabilmente non c'è un gesto, un pensiero, un'emozione, un atteggiamento, una convinzione in voi che non venga da qualcun altro.

Anthony De Mello

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
Redazione
Inviato: 1/9/2011 20:51  Aggiornato: 1/9/2011 20:53
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "Ingannati" (recensione)
ABBIDUBBI: "scusa Massimo, ma che palle 'sta storia del rispetto delle opinioni! un'opinione di merda non rende automaticamente di merda la persona che la sostiene."

Peccato che “opinione di merda” sia una tua opinione, ma non debba necessariamente esserlo per qualcun altro.

Come ho detto già prima, è sbagliato partire dal presupposto di avere ragione per forza. E’ questa la radice del dogmatismo, e siamo tutti bravissimi ad identificarla negli altri, ma molto meno bravi a riconoscerla in noi stessi.

Ti cito dalla nostra pagina introduttiva: "Luogocomune è aperto a tutti, e qui tutte le idee godono dello stesso diritto di asilo, indipendentemente dalla posizione politica o da pregiudizi altrui. Lo spazio di espressione è garantito a tutti: sta poi all'utente difendere e far valere di volta in volta le proprie idee, all'interno delle noste regole e nel pieno rispetto delle idee altrui."

http://www.luogocomune.net/site/modules/sections/index.php?op=viewarticle&artid=57

Calvero
Inviato: 1/9/2011 21:00  Aggiornato: 1/9/2011 21:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Pensate di essere liberi, ma probabilmente non c'è un gesto, un pensiero, un'emozione, un atteggiamento, una convinzione in voi che non venga da qualcun altro.


Non fare il relativista senza senso. E cerchiamo di non fare metafisica della realtà.
Stai svicolando e questa cosa è fastidiosa.

«La parola laicità, in senso politico e sociale, denota la rivendicazione, da parte di un individuo o di una entità collettiva, dell'autonomia decisionale rispetto a ogni condizionamento ideologico, morale o religioso altrui.

Non c'è nessun rovescio della medaglia, poiché di medaglia NON si tratta. Un altro dato di fatto, di cui ultimamente stai mercanteggiandone il senso.

Tu hai scritto, quanto riporto ancora una volta:

Citazione:
La propaganda nascosta dall'autore del libro è di origine religiosa, quella di alcuni utenti di L.C. è di origine laica ma sempre di questo si tratta.



.. e te lo richiedo ancora una volta:

"ma sempre di questo si tratta" .. cosa!??

.. la propaganda è insita in una determinata serie di fattori. Quindi sei pregato di spiegare a quale mulino vuoi portare l'acqua, visto che la tua affermazione è ambigua ad andare bene, se non faziosa. E in questo senso quello che riporti di De Mello, è un sofisma. Non solo. Hai deciso tu, erroneamente, come e perché (ma anche tutto da dimostrare) una deriva Laica possa avere (se mai l'avrebbe) quell'accezione relativistica che senza una logica gli imputi.

Quindi, di cosa "si tratterebbe sempre" ... è la spiegazione che serve al tuo ragionamento.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
music-band
Inviato: 1/9/2011 21:00  Aggiornato: 1/9/2011 21:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Non sapevo che accusare un autore di "dire bestialità" fosse "mettere i puntini sulle i". Ora lo so.

Caro Massimo, ti prego di avere un pò di onestà intellettuale; è facile buttare giù una battutina così, ma io in tutti i post qui sopra ho argomentato più volte la mia critica e non credo ti sarà difficile notare che nessuno ha risposto a quanto ho scritto preferendo buttarla in caciara su ogni argomento riguardante la sessualità o l'omosessualità.

Citazione:
La prossima volta che capiterà a te, quando scrivi un articolo, lo terrò presente ed eviterò di difenderti.

forse non ti sei accorto che molte volte sono stato accusato nei miei articoli o nei miei interventi delle cose più disparate: superbia, arroganza, cretinaggine e quant'altro, compresi i miei interventi qui, ma ho sempre cercato di argomentare le mie risposte e di non insultare mai nessuno.

Mi piacerebbe però che qualcuno, seriamente, provasse a rispondermi argomentando il perchè, la frase da me citata nel libro, non rappresenta una bestialità ideologica slegata dalla realtà. Ho chiesto e argomentato in tutti i modi, ho ricevuto in cambio solo insulti o risposte completamente slegate che prendevano di mezzo pedofilia e tutte cose che non c'entravano niente con quanto da me esposto.

Citazione:
Davvero io ho detto una cosa del genere? Postami la frase perfavore, perchè proprio non la ricordo.

No, ovviamente non hai mai asserito letteralmente la frase col termine bestialità; ho soltanto cercato di dare il senso della violenta diatriba che hai avuto in quell'occasione; purtroppo molti commenti li hai eliminati e non sono più disponibili ma ricordo bene come ci tenevi a sottolineare due cose: il tuo rispetto per la fede di chiunque, ma la tua fermezza a ribadire il risultato della tua ricerca che non ammettevi fosse tacciato di tutti gli epiteti che hanno affibiato a te e al tuo lavoro.

posso citare un tuo commento da quella discussione:

Spero almeno che questo episodio faccia passare la voglia a certa gente di gettare merda sul messaggero quando non gli piace il messaggio.

Io l'ho ribadito più volte, non ho nulla contro l'autore, ho elogiato il suo lavoro, rispetto la sua fede, ho criticato un "messaggio" ed ho argomentato la mia critica; questo non è piaciuto, ma in cambio ho ricevuto dei veri insulti.

fefochip
Inviato: 1/9/2011 21:10  Aggiornato: 1/9/2011 21:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: "Ingannati" (recensione)
questa storia dell'essere naturali mi sta ossessionando .

mi chiedo qunato sia naturale stare qui a scrivervi stando davanti a questo monitor senza sapere dove voi siate ne che aspetto avete ne null'altro.

sono tornato da poco dalle ferie in automobile e durante il tragitto mi chiedevo quanto era naturale trovarmi inbottigliato nel traffico ...ora mi chiedo se sia naturale spostare 1500kg a 150 km/h per spostarsi ...

pensavo al viaggio che ho fatto di nozze ....aereo ...nave ...saranno naturali?

quasi quasi mi vado a fare un frullato di frutta ...ma sarà naturale usare il frullatore?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Redazione
Inviato: 1/9/2011 21:16  Aggiornato: 1/9/2011 21:16
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "Ingannati" (recensione)
MUSICBAND: Citazione:
[Mazzucco]: "Spero almeno che questo episodio faccia passare la voglia a certa gente di gettare merda sul messaggero quando non gli piace il messaggio."
La frase che hai risportato non niente a che vedere con il problema in corso. Quello che io criticavo in quel caso si chiama "attacco ad personam", ed è una cosa completamente diversa da quello che hai fatto tu.

Prendo atto del fatto che per te "dire bestialità" non sia un insulto per un autore. Per me lo rimane.

Dopodichè invito tutti a considerare che il libro di Medici parla di ben altre cose, oltre all'omosessualità. Cerchiamo di non sprecare un'ennesima discussione, potenzialmente interessante, nel solito "straw man argument" da 4 soldi.

music-band
Inviato: 1/9/2011 21:29  Aggiornato: 1/9/2011 21:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Prendo atto del fatto che per te "dire bestialità" non sia un insulto per un autore. Per me lo rimane.


Io non ho accusato genericamente l'autore di dire bestialità.

Ma ho davvero scritto in turco fino ad ora? E' così difficile andare almeno a rileggere?

Cioè ho sprecato fiumi di parole per sentirmi dire che ho accusato l'autore di dire bestialità?

vabbè, facciamo così, se l'autore si è sentito offeso per quello che ho scritto gli faccio le mie scuse più sincere

Nel frattempo mi metto il cuore in pace e rinuncio ad avere una risposta argomentata alla mia critica

Ovviamente c'è chi può uscirsene con frasi piene di odio tipo: ominide bastardo, pezzo di M etc. riferito a una minoranza che va tutto bene, quelle sono sbavature, non insulti.

Ringrazio, chiedo scusa e mi ritiro

abbidubbi
Inviato: 1/9/2011 21:29  Aggiornato: 1/9/2011 21:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/8/2005
Da: roma
Inviati: 671
 Re: "Ingannati" (recensione)
@massimo


quando attivissimo sostiene che l'aereo è scuro perché in controluce, sta esprimendo la sua opinione. tu sai che la sua opinione è fallace e spieghi per filo e per segno PERCHE' è fallace, basandoti non su tue opinioni ma su fatti incontrovertibili (ottica, fisica, ecc). smascherandone l'inconsistenza, minandone la credibilità, in pratica azzerandone il valore la stai rispettando o la stai demolendo?

magari sono io che do un'accezione diversa al termine "rispetto", ma davvero non capisco perché dovrei rispettare una bestialità

Io sto mentendo. (Eubulide, V secolo a.C.)
Polonio
Inviato: 1/9/2011 21:59  Aggiornato: 1/9/2011 22:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: "Ingannati" (recensione)
edit:
auto-rimosso.
facevo una domanda, ma credo di aver già trovato la risposta leggendo qualche anteprima ai capitoli.
certe volte esistono i compromessi.

trotzkij
Inviato: 1/9/2011 22:09  Aggiornato: 1/9/2011 22:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 3704
 Re: "Ingannati" (recensione)

I complotti non esistono, ... tranne quando ci sono
incredulo
Inviato: 1/9/2011 22:37  Aggiornato: 1/9/2011 22:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: "Ingannati" (recensione)
Autore: Calvero

. la propaganda è insita in una determinata serie di fattori. Quindi sei pregato di spiegare a quale mulino vuoi portare l'acqua, visto che la tua affermazione è ambigua ad andare bene, se non faziosa.
E in questo senso quello che riporti di De Mello, è un sofisma. Non solo.
Hai deciso tu, erroneamente, come e perché (ma anche tutto da dimostrare) una deriva Laica possa avere (se mai l'avrebbe) quell'accezione relativistica che senza una logica gli imputi.


Sei pesante Calvero, come un macigno.

Non ho capito cosa non hai capito.

Desbouvet ha capito benissimo, quotato da Pyter ma tu no.

Ci ho provato ma continui a chiedere spiegazioni che ho già dato.

Il libro di Medici parla di INGANNI che subiamo TUTTI, sia religiosi sia laici.

Musicband trova in una affermazione dell'autore, una affermazione in cui è EVIDENTE la matrice religiosa da cui deriva, un chiaro indizio di OPINIONE condizionata dalla propaganda religiosa.

Musicband, a supporto della propria convinzione, cita l'Organizzazione Mondiale della Sanità che fa parte di quelle organizzazioni che operano con precisi scopi di condizionamento e testi "scientifici" assortiti.

SIAMO TUTTI INGANNATI ma nella nostra testa sono sempre e solo GLI ALTRI a esserlo e anche una persona preparata e che stimo come Musicband, ha dichiarato che si STUPISCE di quanti pensieri NON SUOI si ritrova e NON sono pensieri religiosi.

Ma tu no Calvero, tu sei uno che è immune perchè tu DECIDI tu sei padrone della tua vita e le tue opinioni sono SANE, GENUINE, UMANE e mai CONDIZIONATE perchè tu, a differenza degli altri NON TI FAI SICURAMENTE FREGARE.

E continui a fare il "poliziotto" del forum, hai quella mentalità renditene conto.

Se non comprendi quanto è profondo il livello di CONDIZIONAMENTO a cui siamo sottoposti TUTTI, anche i "furbi".

Tu continui ad intravedere negli interventi altrui ambiguità, faziosità, svicolamenti vari, presunzione e altro ancora.

Prova alla Marzullo a darti una risposta del PERCHE'.

O forse volevi una risposta tecnica, sulla definizione di "laicità".

Perchè il laico giustamente, secondo la definizione, ha autonomia decisionale rispetto a ogni condizionamento ideologico, morale o religioso altrui.

Bisogna vedere se ce l'ha anche nei confronti di SE' STESSO.

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
music-band
Inviato: 1/9/2011 22:52  Aggiornato: 1/9/2011 22:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Musicband, a supporto della propria convinzione, cita l'Organizzazione Mondiale della Sanità che fa parte di quelle organizzazioni che operano con precisi scopi di condizionamento.


Certo che siete dei campioni ad estrapolare frasi dal contesto per poi costruire tutto il vostro impianto su quelle; se lo fa attivissimo è disonesto però.

Io ho citato l'oms a titolo di esempio sull'attuale situazione legale dato che l'omosessualità non è più considerata una malattia e quindi non si ritiene più necessario "provare a convertire" i soggetti. Non ho certo basato le mie argomentazioni su quella citazione (ma leggere e comprendere quello che si legge proprio non è contemplato?)

So benissimo cos'è l'oms e ne ho parlato nei miei numerosi interventi e articoli sui vaccini ma evidentemente questo è un optional.

Comunque la chiudo qui sul serio.

incredulo
Inviato: 1/9/2011 23:15  Aggiornato: 1/9/2011 23:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: "Ingannati" (recensione)
Chiedo scusa a music-band ma ho editato la frase che ha quotato MENTRE stava rispondendo.

Non vorrei che si creassero altri attriti vista l'aria che tira....

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
peonia
Inviato: 1/9/2011 23:51  Aggiornato: 1/9/2011 23:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: "Ingannati" (recensione)
Ho citato questa tua frase in particolare del tuo post, per farti notare come effettivamente, invece di soffermarsi su quanto ho detto, anche tu hai la tendenza ad andare oltre inserendo questioni che non hanno a che fare con ciò che sto sostenendo io; ma sono questioni che si sollevano quando una persona si sente colpita emotivamente e quindi non ragiona più sull'argomento ma mette sul tavolo tutto ciò che le suggerisce la pancia (emotività). Quindi vado un attimo OT e ti dico: Parli di atto schifosamente egoistico della Nannini... può essere non lo nego, ma quante coppie eterosessuali fanno figli per egoismo? L'egoismo è omosessuale o è umano?


e' vero Musicband sono andata oltre le tue parole, scusami, era infatti la mia pancia a parlare....
per quanto riguarda l'egoismo certamente molte fanno figli per se stessi senza pensare a loro, ma è proprio per questo che secondo me i presunti genitori gay sono più egoisti degli altri in quanto non si pongono il problema psicologico profondo che andranno a creare quando da grande il figlio gli chiederà chi è l'altro genitore.....per me questo è un grande grandissimo problema!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Pispax
Inviato: 2/9/2011 1:46  Aggiornato: 2/9/2011 2:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: "Ingannati" (recensione)
Redazione


Citazione:
Dopodichè invito tutti a considerare che il libro di Medici parla di ben altre cose, oltre all'omosessualità. Cerchiamo di non sprecare un'ennesima discussione, potenzialmente interessante, nel solito "straw man argument" da 4 soldi.


Sotto questo aspetto sono d'accordo con te solo fino a un certo punto.
Si, il libro appare interessante, anche se personalmente alcuni di quei temi non li condivido (e sugli altri mi riservo un'opinione dopo che avrò visto come vengono trattati).


Però a mio avviso music-band ha ragione a sollevare quel tipo di problema. Che è un problema di metodo oltre che di merito.
Mentre sul merito ognuno può avere la sua opinione, e ci mancherebbe, sul metodo invece credo sia più difficile avere opinioni discordanti.
Anche perché in libri come questo è proprio il metodo che determina il merito, e non viceversa.


Quando MediciAlbe dice una cosa come questa:

...Per totalitarian tiptoe (in punta di piedi, un po’ alla volta) si intende la tecnica che prevede l’introduzione del cambiamento un po’ alla volta,
promuovendo correnti di pensiero, trend, mode, che influenzano l’opinione
pubblica. In punta di piedi si insinuano un po’ alla volta i concetti più aberranti e anti-umani: siamo o non siamo arrivati a considerare l’omosessualità una cosa normale, rispettabile, addirittura tipica di persone di cultura superiore?...


...in realtà si rende "colpevole" dello stesso reato che sta denunciando.
Nel senso che PRIMA accusa un Sistema di praticare il "totalitarian tiptoe", cioè di promuovere un cambiamento (lento) che renda accettabili dei valori morali "arbitrari", come può essere quello del rispetto dell'omosessualità(*).

Però subito dopo fa esattamente lo stesso quando pretende di "ripristinare" i vecchi valori, che evidentemente ritiene più sani, senza minimamente soffermarsi sul fatto che anche i "vecchi valori" sono arbitrari esattamente nello stesso modo dei "nuovi valori".

Peggio: mentre è ancora tutto da dimostrare che l'introduzione "in punta dei piedi" di roba come il rispetto dell'omosessualità risponda a una logica "occulta" di potere, direi che è abbondantemente dimostrato come da un punto di vista storico molti valori cristiani siano stati piegati proprio per assecondare le dinamiche di potere temporale della Chiesa.
Non sarebbe neppure corretto da parte mia parlare di un "salto dalla padella nella brace" rispetto a questi temi.
Ancora non si sa nemmeno se dentro la padella ci sia l'olio bollente. Questa tesi, ripeto, non solo è da dimostrare, ma è anche da formulare.
Quello che è certo che al di fuori la brace scotta, e parecchio.



Quando te dici che nel libro è presente "lo sforzo sincero, da parte dell’autore, di leggere la problematica dell’inganno in chiave cristiana" fai un'affermazione assolutamente corretta. Però questo avvertimento può essere facilmente frainteso: la "chiave cristiana" ha moltissime sfaccettature.




Da quello che è emerso fino a questo punto mi sembra che MediciAlbe abbia scelto di seguire quella peggiore, cioè quella puramente dottrinale.


Spero che questa sia stata solo una caduta di stile, e che il resto del libro non sia così.
Mi chiedo altrimenti a che servirebbe un libro sui "complotti" che - sempre a giudicare da queste poche righe, sia chiaro - utilizza il tema dei "complotti" un po' come veicolo per fare il suo personalissimo "totalitarian tiptoe" sui temi del catechismo.


E questa considerazione non nasce da una mia vaga avversione nei confronti della Chiesa cattolica, sia chiaro(**). E' proprio una riflessione sul senso che può avere uno studio che per sua natura dovrebbe essere il più possibile oggettivo ed equilibrato, mentre in realtà sembra partire proprio con un filtro estremamente peculiare.






(*) non è retorica di bassa lega. Ho usato il termine "rispetto dell'omosessualità" proprio perché l'Autore deprecava il fatto che fosse diventata una cosa "rispettabile".


(**) Tanto per chiarirsi: io non ce l'ho per niente con la Chiesa cattolica. E tutto sommato non ce l'ho neppure con il Vaticano.
Ho solo un ENORME disappunto per il fatto che il Vaticano sia in Italia, con tutti i condizionamenti per la nostra società che questo semplice fatto comporta.
Al momento che il Papa si stabilirà in Cile secondo me vivremo tutti molto meglio, io personalmente rispetterò il Vaticano MOLTO di più.
(Vivremo molto meglio almeno in Italia. In Cile, non so).

Polonio
Inviato: 2/9/2011 2:08  Aggiornato: 2/9/2011 2:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: "Ingannati" (recensione)
mi spiace pispax, ma sono d'accordo con te. :)

solo che su un punto mi sento di spezzare una lancia in favore dell'obbiettività:
dici "Da quello che è emerso fino a questo punto mi sembra che MediciAlbe abbia scelto di seguire quella peggiore".
è vero, secondo me. ma fino a questo punto abbiamo discusso, se non proprio di uno straw man, quanto meno soltanto di un singolo, alquanto limitato aspetto del libro.
io ancora non l'ho letto. lo acquisterò e, già sapendo che dovrò sforzarmi di sorvolare su questioni che mi stanno a cuore, cercherò di trarre quanto di buono potrò trovarci.
mi fido della capacità di critica di redazzucco.

il mio discorso di fondo (che probabilmente non sono riuscito a rendere bene) è che, se per ottenere di "risvegliare" qualche coscienza in più devo stringere i denti e ingoiare un rospo, lo faccio.
la mia battaglia contro "l'oppio dei popoli" la combatterò in un'altra sede.

Calvero
Inviato: 2/9/2011 3:54  Aggiornato: 2/9/2011 4:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Ingannati" (recensione)
@ Incredulo

A me, come a tutti spero, non deve interessare quanto gli atri possano aver compreso cosa tu dici quando poi, oltretutto, non sono entrati nel merito di quello che tu lasci intendere. La tua frase, che ri-quoto per la terza volta, continua a rimanere faziosa e, purtroppo, spiegazioni non ne hai trovate...

Citazione:
La propaganda nascosta dall'autore del libro è di origine religiosa, quella di alcuni utenti di L.C. è di origine laica ma sempre di questo si tratta.


Questa sopra, ancora la tua frase iniziale.

Poi, in una invettiva disordinata, aggiungi quanto segue: -

Citazione:
SIAMO TUTTI INGANNATI ma nella nostra testa sono sempre e solo GLI ALTRI a esserlo e anche una persona preparata e che stimo come Musicband, ha dichiarato che si STUPISCE di quanti pensieri NON SUOI si ritrova e NON sono pensieri religiosi.


Quindi? Siamo nel relativismo del mondo dei Puffi se usi questa affermazione per legittimare quello che ho quotato all'inizio, non te ne rendi conto, vero? (domanda retorica).

Invece, per tornare al tuo concetto iniziale, bisogna aggiungere il NON: - non di quello si tratta, poiché un principio Laico può avere opinioni più o meno valide, ma fermo rimane (ed è il dato di fatto che ti brucia considerare) è certo indirizzato verso una matura e più naturale esperienza del nostro passaggio umano. Magari dovrei riportarti la definizione un altra volta? ... se il "Laico" è asservito comunque a certi dettami, 1) non è Laico e 2) al limite, si finge tale. Quindi il tuo «ma sempre di questo si tratta» è una bugia, un errore, e a questo punto: una tua convinzione di comodo. Sul perché lo sia, di comodo, non posso saperlo. Lo sai tu. Posso solo avere dei sospetti - logici -.

Citazione:
Ma tu no Calvero, tu sei uno che è immune perchè tu DECIDI tu sei padrone della tua vita e le tue opinioni sono SANE, GENUINE, UMANE e mai CONDIZIONATE perchè tu, a differenza degli altri NON TI FAI SICURAMENTE FREGARE.


Un affermazione del genere non ha né capo, né coda. E' indice soltanto di essere all'angolo. Siamo tutti condizionati, quindi ti consiglio di smetterla con l'ennesimo sofisma. Sì è vero, ripeto, siamo tutti condizionati. Ri-quindi? allora cosa significherebbe? che non esistono delle differenze fondamentali, che non si possono riconoscere? la gente (come ho detto prima) non è così stupida ... domanda: non si potrebbe individuare chi ha il collare delle Morali religiose e ideologiche e quanto queste siano deleterie per sé e la collettività in maniera così esponenziale?... a voglia se si può. Eccome. Si può, tanto quanto la cosa infastidisce. C'è la differenza .. ed è anche ora di puntare il dito contro questi costrutti e contro chi ne è asservito.

Citazione:
E continui a fare il "poliziotto" del forum, hai quella mentalità renditene conto.


Il "poliziotto", perché starei dietro ai temi che ho a cuore? allora sì, "lo sono". Tanto quanto te. Né più, né meno. Quindi ti esorto a non rompere il cazzo se sei preso dalle acidità di stomaco, e anche, come sembra, se ti brucia il culetto. Pensa a rispondere alle mie argomentazioni oppure a evitarle. Come meglio preferisci. Rispetterò la tua scelta. Per le altre osservazioni ci sono i PM appositi alla Redazione.

Citazione:

Se non comprendi quanto è profondo il livello di CONDIZIONAMENTO a cui siamo sottoposti TUTTI, anche i "furbi".


WOW ma và ? veramente?? quindi che parliamo a fare? ogni cosa è condizionata. A cosa servono le disamine, e a capire dove invece proprio uno spirito che vuole migliorarsi può impegnarsi a farlo? forse nella NENIA stantia di quanto non sapremmo quanto è profondo il condizionamento? naaaaaaaaaa .. solita solfa e tentativo di distrazione. Ritenta, le prove ci sono. Music Band ha fatto un osservazione pertinente e in un altro POST ho spiegato il perché, facendo un analogia con Maurizio Blondet. Confuta il ragionamento se lo ritieni errato, altrimenti .. non arzigogolare calci d'angolo che qui, secondo me, la questione è proprio cruciale. E cioè che oltre a saper cogliere il buono nelle cose, bisogna anche comprendere bene da quali prospettive si indagano i fatti. Io dò ragione a Music Band.

Citazione:
Perchè il laico giustamente, secondo la definizione, ha autonomia decisionale rispetto a ogni condizionamento ideologico, morale o religioso altrui.


Sì e NO... non è detto che ce l'abbia, nel senso che potrebbe non riuscire facilmente e qualche volta bisogna sudarsi la pagnotta. Ma la cosa importante è un altra. La cosa certa è che NON potrà mai riuscirci colui che si affida ai dogmi, alle morali, al sentimento religioso, alle ideologie ... e questo dice due cose semplici: che sono DUE posizioni che NON stanno sulla stessa medaglia... poiché non sono in antitesi oppure opposte: sono in totale divergenza, da una parte c'è un uomo, dall'altra una pecora. Il fatto di rimanere fregati, come dici tu, è un relativismo che è pari alla mediocrità di chi dice - siamo tutti ingannati - ... sì come no, nel mondo dei Mini Pony. Mamma mia che nausea di fronte a tanta voglia di innaturale e inesistente uguaglianza

Citazione:
Bisogna vedere se ce l'ha anche nei confronti di SE' STESSO.


Ecco, a proposito di Marzullo.
MA fammi il piacere.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
namaste10
Inviato: 2/9/2011 4:29  Aggiornato: 2/9/2011 4:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/2/2011
Da:
Inviati: 100
 Re: "Ingannati" (recensione)
@calvero
Guarda che decalogon scherzava riguardo ai 600 euro .
Un saluto.

fefochip
Inviato: 2/9/2011 8:37  Aggiornato: 2/9/2011 8:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: "Ingannati" (recensione)
@ medicialbe


Citazione:
Un po' mi dispiace che l'argomento omosessualità sia così catalizzante, quando secondo me è assolutamente secondario rispetto ad altri


vero.
secondario .... però se ci pensi l'argomento sesso per l'Uomo è del tutto primario .
a essere onesti fino in fondo istintivamente si preferisce di gran lunga una bella e soddisfacente scopata a qualunque discorso sui temi da te esposti.
DOPO tale sana e soddisfacente scopata si passa sul piano razionale e si affrontano tutti gli argomenti da te citati (che ovviamente io personalmente come molti altri qui abbiamo piu o meno approfonditamente trattato) .
quindi come vedi da un certo punto di vista l'argomento ritorna PRIMARIO.

Citazione:
credo che non si possa negare che l'omosessualità è contro natura; e non dico contro Dio, contro la religione, sia essa cattolica o musulmana, contro la morale: dico semplicemente "contro natura".


scusa ma che vuol dire "contro natura"?
l'uomo ne fa parecchie di cose "contro natura";
la sua vita ultimamente è parecchio diversa da una scimmia.
non trovi questa tua affermazione molto pericolosa?insomma non trovi che è molto pericoloso dire a qualcuno "tu fai questo che è "contro natura"?
con il tuo ragionamento "naturale" c'è chi giustamente ha fatto notare che "contro natura"sono le leggi che ti ingabbiano se scopi con una minorenne che ha avuto la sua prima mestruazione.

insomma mi chiedo come fai a giudicare e se non è un giudizio mi chiedo come razionalmente incaselli il "contro natura".

Citazione:
Mettiamola così: qui su LC su tutti gli altri argomenti citati siamo tutti d'accordo, quindi era inevitabile che si finisse a scontrarsi solo su questo....


magari non saremo "tutti" d'accordo ma certamente una buona parte degli utenti di LC ha preso la "pillola rossa" di matrix.
però se convieni con questo allora l'argomento a maggior ragione non diventa nemmeno tanto "secondario".

detto in altri termini parliamo di questo o ci diamo tante pacche sulle spalle?

poi vorrei sollevare un altro argomento e te lo dico senza mezzi termini ,onestamente e senza peli sulla lingua.

Citazione:
Ed è qui che scatta il terzo aspetto, e forse il più interessante di tutti, del libro: il famoso “La verità vi renderà liberi”, ovvero lo sforzo sincero, da parte dell’autore, di leggere la problematica dell’inganno in chiave cristiana.


come fai a non capire che uno dei piu grandi inganni nella storia è stato proprio il cristianesimo?
come si sono serviti della figura del cristo ,come ci hanno costruito sopra un impero ,come propagandano "valori" contraddittori e "innaturali" (vedi come è insidioso parlare di "naturale"?) come non scopare per i preti e le suore o farlo per gli altri solo a scopo riproduttivo e non per piacere?

insomma dal cuore e onestamente io mi sento molto diffidente da chi "vestito in abiti talari" mi dice che "sono stato ingannato"

ciao
e grazie

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
medicialbe
Inviato: 2/9/2011 9:04  Aggiornato: 2/9/2011 9:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/2/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: "Ingannati" (recensione)
Molte cose giuste e condivisibili sono state scritte, qui intervengo solo per puntualizzare un paio di concetti.

1. sul fatto che il sesso sia una componente essenziale della nostra vita non ci piove; ma secondo me riguarda un ambito diverso da quello del forum, l'agorà dove si discute come migliorare la nostra convivenza civile, impedire (o almeno cercare di impedire) che chi ci governa ci porti ad ammazzare altri uomini con le più svariate scuse, ci derubi con tasse ingiuste, ci imbrogli con informazione falsa, ecc. ecc.; Insomma, non mi aspetto che il legislatore debba venire a mettere il naso sotto le lenzuola; I diritti umani sono sacri e inviolabili ma non dipendenti dalle inclinazioni di ciascuno: altrimenti si dovrebbe legiferare ad hoc per "n" gruppi diversi, a seconda delle caratteristiche di ogni gruppo;

2. sul fatto che ci siano moltissime cose che facciamo oggigiorno che sono contro natura, anche lì non ci piove (andare a bombardare uno stato che non ci ha fatto nulla, per esempio; ma anche stare ore in una scatola di latta e plastica, come ha ben scritto qualcuno, o mangiare cibo impoverito da processi industriali che con la Natura non hanno niente a che vedere); però non è vero che tutto quello che è fisicamente fattibile è anche secondo natura; ad esempio uccidere si può, ma secondo me è contro natura;
Però questo è forse il punto più controverso, andrebbe approfondito a parte;

3. Se l'impressione di qualcuno è che io abbia scritto con intento dottrinale prendo nota (e le impressioni non sono discutibili: sono, e basta); per quello che può valere, non era assolutamente il mio intento, se poi sono venute fuori citazioni del Vangelo, è un qualcosa che non avevo messo in cantiere ma mi ha fatto piacere, col senno di poi. So che questo rischia di precludere una buona fetta di lettori, ma che ci posso fare? L'unico consiglio che -umilmente- mi permetto di dare è di non confondere e di fare di ogni erba un fascio: Cristo e cristianesimo sono due cose diverse; Fede e religione pure; per non parlare di antico e nuovo testamento. Già riconoscere questo è un buon punto di partenza per ritrovarsi a discutere su un terreno comune.

music-band
Inviato: 2/9/2011 9:33  Aggiornato: 2/9/2011 9:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Ingannati" (recensione)
Avevo deciso di non intervenire più...

Però, medicialbe, non posso tacere davanti a questo tuo commento da coda di paglia:

Citazione:
3. Se l'impressione di qualcuno è che io abbia scritto con intento dottrinale prendo nota (e le impressioni non sono discutibili: sono, e basta); per quello che può valere, non era assolutamente il mio intento, se poi sono venute fuori citazioni del Vangelo, è un qualcosa che non avevo messo in cantiere ma mi ha fatto piacere, col senno di poi. So che questo rischia di precludere una buona fetta di lettori, ma che ci posso fare? L'unico consiglio che -umilmente- mi permetto di dare è di non confondere e di fare di ogni erba un fascio: Cristo e cristianesimo sono due cose diverse; Fede e religione pure; per non parlare di antico e nuovo testamento. Già riconoscere questo è un buon punto di partenza per ritrovarsi a discutere su un terreno comune.


Impressioni e opinioni sono discutibili, certo, ma il centro del problema che fortunatamente chi non si è fatto prendere da un'incontrollata rabbia emotiva ha capito non rientra nelle opinioni, ma nei dati di fatto...

...E te lo ha speigato molto bene pispax, probabilmente molto meglio di me:

Citazione:
Però a mio avviso music-band ha ragione a sollevare quel tipo di problema. Che è un problema di metodo oltre che di merito. Mentre sul merito ognuno può avere la sua opinione, e ci mancherebbe, sul metodo invece credo sia più difficile avere opinioni discordanti. Anche perché in libri come questo è proprio il metodo che determina il merito, e non viceversa.

Quando MediciAlbe dice una cosa come questa:

...Per totalitarian tiptoe (in punta di piedi, un po’ alla volta) si intende la tecnica che prevede l’introduzione del cambiamento un po’ alla volta, promuovendo correnti di pensiero, trend, mode, che influenzano l’opinione pubblica. In punta di piedi si insinuano un po’ alla volta i concetti più aberranti e anti-umani: siamo o non siamo arrivati a considerare l’omosessualità una cosa normale, rispettabile, addirittura tipica di persone di cultura superiore?...

...in realtà si rende "colpevole" dello stesso reato che sta denunciando.

Nel senso che PRIMA accusa un Sistema di praticare il "totalitarian tiptoe", cioè di promuovere un cambiamento (lento) che renda accettabili dei valori morali "arbitrari", come può essere quello del rispetto dell'omosessualità(*). Però subito dopo fa esattamente lo stesso quando pretende di "ripristinare" i vecchi valori, che evidentemente ritiene più sani, senza minimamente soffermarsi sul fatto che anche i "vecchi valori" sono arbitrari esattamente nello stesso modo dei "nuovi valori".

Peggio: mentre è ancora tutto da dimostrare che l'introduzione "in punta dei piedi" di roba come il rispetto dell'omosessualità risponda a una logica "occulta" di potere, direi che è abbondantemente dimostrato come da un punto di vista storico molti valori cristiani siano stati piegati proprio per assecondare le dinamiche di potere temporale della Chiesa. Non sarebbe neppure corretto da parte mia parlare di un "salto dalla padella nella brace" rispetto a questi temi. Ancora non si sa nemmeno se dentro la padella ci sia l'olio bollente. Questa tesi, ripeto, non solo è da dimostrare, ma è anche da formulare. Quello che è certo che al di fuori la brace scotta, e parecchio.


Quindi, medicialbe, qui non si tratta di fare di tutta l'erba un fascio, e come ripeto: apprezzo il tuo lavoro e rispetto le tue opinioni e le tue idee anche se certe cose che hai scritto non le condivido.

Ma nel caso che ho sollevato tu hai fatto un errore di metodo. E se pensi che io o altri siamo in torto affermando questo. Il minimo che mi aspetto è che tu contesti il problema che è stato sollevato in modo specifico e argomentato, lasciando fuori tutte le cose che sono state dette e che nulla c'entrano con questo

In sincera cordialità e in tutta onestà

Federico

Tianos
Inviato: 2/9/2011 9:33  Aggiornato: 2/9/2011 9:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/8/2009
Da:
Inviati: 374
 Re: "Ingannati" (recensione)
Ot
faccio un po di polemica contro il darwinismo ...visto che a molti da come si capisce dai messaggi piace essere ANIMALI^^.
allora ...per natura potrei essere un leone...
e quindi andare a casa di qualcuno di voi che abbia una moglie piacente, abbattere il marito , strangolarne la prole per potermi riprodurre con la femmina sopracitata in modo che essa dia vita oslo ai miei geni...poi trasformarmi in tricheco e far divenire le possibili sorelle della moglie e le figlie parte del mio arem...mentre atutti le altre femmine propagando la sessualita della mantide ...cosi che voi dopo esservi fatta una ciulata, fi ritroviate decollati ghghghghg.

questo per ricordare che noi non siamo bonobo, o altri animali ....fatti non fummo per esser come bestie...ma per ricercar virtute e conoscenze.
siamo uomini.

fefochip
Inviato: 2/9/2011 9:47  Aggiornato: 2/9/2011 9:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: "Ingannati" (recensione)
@ medicialbe

1
Citazione:
secondo me riguarda un ambito diverso da quello del forum

come sopra ho cercato di dirti è in parte cosi in parte no.
non puoi negare che l'ottusità e il pregiudizio in ambito sessuale ha portato a tante tragedie e sofferenze .
scusa dove se ne deve parlare? in un forum non va bene quando viene fatto notare che la propaganda(qui in particolare quella cattolica ) ha avuto un ruolo determinante non solo ora ma nella storia dell'uomo?

proprio per puntualizzare e arrivare al dunque non mi pare cosi secondario l'argomento omosessualità perche non solo è un argomento importante in se (mi riferisco alle sofferenze delle persone indotte da questo argomento) ma fa anche da "termometro" della apertura mentale e rispetto reciproco che si ha fra Uomini che pensano e sentono in maniera differente.

2
Citazione:
però non è vero che tutto quello che è fisicamente fattibile è anche secondo natura; ad esempio uccidere si può, ma secondo me è contro natura; Però questo è forse il punto più controverso, andrebbe approfondito a parte;


basta poco per "approfondirlo" ...è semplicemente percorribile l'idea è ora di piantarla con l'idea che se è "naturale" è bello ,buono ,sano ,giusto ,ecc
cosi si sega alla base ogni tentativo di inutile diatriba su cosa sia naturale o cosa no.
preoccupiamoci invece di cosa porta sofferenza e cosa felicità e percorriamo insieme quella strada lasciando la "naturalezza" ai figli dei fiori.

uccidere è "naturalissimo" ...dipende dalla propria di "natura" ma questo non vuol dire che sia "giusto" o condivisibile e sicuramente se applichi il concetto di felicità/sofferenza hai subito la soluzione al problema mentre se ti impantani nel concetto di "naturale" stai fresco ....

3
Citazione:
L'unico consiglio che -umilmente- mi permetto di dare è di non confondere e di fare di ogni erba un fascio: Cristo e cristianesimo sono due cose diverse; Fede e religione pure; per non parlare di antico e nuovo testamento. Già riconoscere questo è un buon punto di partenza per ritrovarsi a discutere su un terreno comune.

mi spiace di non avere questo terreno comune .
perche sinceramente sopra la figura di cristo ci hanno ricamato un impero e la giustificazione in suo nome dei piu efferati crimini .
non è un problema di "fare di tutta l'erba un fascio" ma di riconoscere tali pesanti e incontrovertibili relazioni

"dove finisce la ragione inizia la rivelazione "...scriveva un romanzo ,e continuava con la risposta dell'interlocutore "dove finisce la ragione inizia la stupidità" .
la religione senza la fede è niente, ed è la fede nelle cose sbagliate a portare i piu grossi danni all'umanità ... quindi che facciamo diciamo che è "buona" a prescindere?
non direi

Citazione:
antico e nuovo testamento

dal mio punto di vista sono testi tradotti piu e piu volte, adattati alle esigenze del tempo che nulla hanno oggi di interesse se non quello per studiosi di filologia romanza

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 2/9/2011 9:58  Aggiornato: 2/9/2011 10:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: "Ingannati" (recensione)
lancio una "ciambella di salvataggio"

trovo insopportabile la strisciante propaganda che si è fatta (tanto per citare un esempio diversi programmi televisivi riguardo alla moda legata all'omosessualità) che ci ha inculcato l'idea che un frocio (perchè è diventata una parolaccia ? quando ? è piu politically correct usare "gay" o "omosessuale"? e come mai "lesbica" non ha questa connotazione negativa che ha oggi ? boh) è "piu sensibile" perche sa "piangere" ad esempio (altro luogocomune di merda che gli uomini se sono tali non lo fanno) o si veste meglio perche in quanto gay ha piu "gusto".

questo si è diventato "normale" o forse dovrei dire "comunemente accettato" ?

edit

mi viene in mente solo adesso che la famosa "versione comunemente accettata" altro non è che la "versione propagandata"

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
incredulo
Inviato: 2/9/2011 11:09  Aggiornato: 2/9/2011 11:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: "Ingannati" (recensione)
@Calvero

Pensa a rispondere alle mie argomentazioni oppure a evitarle.

A rispondere alle tue argomentazioni ci ho provato diverse volte ma, visto il risultato, credo che la scelta migliore sia la seconda che hai detto.

Ciao

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
Calvero
Inviato: 2/9/2011 12:01  Aggiornato: 2/9/2011 12:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Ingannati" (recensione)
...............
......
.

Incredulo:

Citazione:
A rispondere alle tue argomentazioni ci ho provato diverse volte ma, visto il risultato, credo che la scelta migliore sia la seconda che hai detto.


Concordo.

Medicialbe:
Citazione:
Cristo e cristianesimo sono due cose diverse; Fede e religione pure; per non parlare di antico e nuovo testamento.


Oh che bel trittico.

1) Cristo e Cristianesimo sono due cose diverse, ma diciamola tutta, Gesù è un altra cosa ancora.

2) Fede e Religione sono due cose diverse. Ah beh, nel dizionario senza ombra di dubbio.

3) "per non parlare di Antico e Nuovo Testamento" ..ecco appunto, evitiamo. Visto che sempre di propaganda, letteratura surreale e visioni si sta parlando.

Detto ciò, non certo per entrare nello specifico, ma per constatare che comunque si entri in queste considerazioni legittimandone in qualsiasi modo il significato, automaticamente si perde la possibilità di fare un discorso serio a 360°.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Polonio
Inviato: 2/9/2011 13:54  Aggiornato: 2/9/2011 14:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: "Ingannati" (recensione)
oh be', visto che si è definitivamente data la stura a questo filone argomentativo, ripropongo la domanda che ho fatto precedentemente, e che poi ho auto-censurato.

a quanto leggo, il libro prende spunto dai vari argomenti "open-source" che si trovano in giro per la rete.
quello della religione come veicolo di inganno è una questione ampiamente trattata e dibattuta in internet.
com'è che nell'indice del libro non vedo niente che richiami l'argomento "propaganda fide"?
avrebbe potuto benissimo costituire una sorta di introduzione dato che, a quanto pare, la parola stessa "propaganda" nasce appunto in ambito religioso (cattolico).


c'è una ragione particolare che giustifichi questa omissione? o l'argomento è stato comunque trattato nel libro?

medicialbe
Inviato: 2/9/2011 14:47  Aggiornato: 2/9/2011 14:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/2/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: "Ingannati" (recensione)
Polonio: interessante la tua domanda; penso che meriterebbe una risposta ben più lunga di quella che il tempo e lo spazio in questa pagina mi consentono.

L'Ingannatore è infiltrato dappertutto, specialmente nella chiesa, da dove gode di una posizione di privilegio per confondere gli uomini e specialmente i credenti. Basti pensare al povero Albino Luciani, il cui progetto di eliminazione della massoneria dai vertici del Vaticano non potè andare in porto per la brevità del suo pontificato (33 giorni).

Mi rendo conto che per molti lettori di LC tali affermazioni potranno sembrare l'effetto di allucinogeni potenti... forse per questo meglio fermarsi qui!

TAD
Inviato: 2/9/2011 15:16  Aggiornato: 2/9/2011 15:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:

Tianos:

faccio un po di polemica contro il darwinismo ...visto che a molti da come si capisce dai messaggi piace essere ANIMALI^^. [...]

questo per ricordare che noi non siamo bonobo, o altri animali ....fatti non fummo per esser come bestie...ma per ricercar virtute e conoscenze.
siamo uomini.


Avresti potuto risparmiarti sia l' OT che la polemica che le citazioni. Normalmente ti consiglierei di rileggere il thread seguendo i processi logici secondo i quali si costruisce una discussione ma, data la semplicità della fattispecie...credo proprio che il tuo sia un banale tentativo di flames.

Anzi, considerando quanto fosse delicato l'argomento e il tuo inutile tentativo di travisarne il senso...andresti segnalato e sospeso.

Abbi almento il coraggio di flammare con stile: cita Nome e Cognome di chi ha scritto che gli piace essere ANIMALI. E soprattutto cita le frasi in cui ciò si evince.

~WÃSÐ Lifestyle~
mangog
Inviato: 2/9/2011 15:29  Aggiornato: 2/9/2011 15:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:

Autore: medicialbe Inviato: 2/9/2011 14:47:22

Polonio: interessante la tua domanda; penso che meriterebbe una risposta ben più lunga di quella che il tempo e lo spazio in questa pagina mi consentono.

L'Ingannatore è infiltrato dappertutto, specialmente nella chiesa, da dove gode di una posizione di privilegio per confondere gli uomini e specialmente i credenti. Basti pensare al povero Albino Luciani, il cui progetto di eliminazione della massoneria dai vertici del Vaticano non potè andare in porto per la brevità del suo pontificato (33 giorni).

Mi rendo conto che per molti lettori di LC tali affermazioni potranno sembrare l'effetto di allucinogeni potenti... forse per questo meglio fermarsi qui!


Ad ogni modo l'ingannatore ( non serve spiegare chi sia ) nella Chiesa trova anche pane per i suoi denti.

Pispax
Inviato: 2/9/2011 15:40  Aggiornato: 2/9/2011 15:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: "Ingannati" (recensione)
medicialbe


Citazione:
però non è vero che tutto quello che è fisicamente fattibile è anche secondo natura; ad esempio uccidere si può, ma secondo me è contro natura;


Se c'è una cosa che odio è citarmi.
Lo odio perché ha dietro quel maledetto sottinteso, "io lo avevo detto".

Però questa volta lo faccio: mi cito. E mi cito proprio perché - accidenti a me - lo avevo detto.

E' buffa questa roba che le cose "contro natura" tendono a diventare sempre e solo quelle che non corrispondono al nostro codice morale.


E' bene che sia chiaro che uccidere è la cosa più naturale del mondo.
Se io non voglio mangiare "cibo impoverito da processi industriali che con la Natura non hanno niente a che vedere" allora l'unica alternativa che ho per sopravvivere è UCCIDERE.

Hai presente il concetto di catena alimentare?
Gli erbivori uccidono le piante - e se le mangiano.
I carnivori uccidono gli animali erbivori - e se li mangiano.
Poi ci sono anche carnivori che uccidono altri carnivori - e se li mangiano.

(http://it.wikipedia.org/wiki/Catena_alimentare#I_consumatori)

L'intero concetto NATURALE di sopravvivenza è basato sulla morte di altri esseri viventi.
Nella maggior parte dei casi si parla proprio di morte violenta.

E in effetti non c'è cosa più naturale di questa: anche la riproduzione come ordine d'importanza viene dopo la sopravvivenza.



Scusa se te lo faccio notare, ma qui c'è qualcosa che non mi suona bene.
Non ritengo davvero possibile che tu possa non conoscere il significato delle parole che usi. Non c'è neppure la possibile scusante dell'ignoranza: hai appena finito di scrivere un libro, cazzo.

Eppure continui imperterrito a sventolare questa enorme ambiguità del "contro natura", come se la Natura fosse solo quella che ubbidisce ai tuoi criteri morali, e non altro.

Potrei sapere perché?

Calvero
Inviato: 2/9/2011 15:44  Aggiornato: 2/9/2011 15:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Ad ogni modo l'ingannatore ( non serve spiegare chi sia ) nella Chiesa trova anche pane per i suoi denti.


e tte' pareva, eccallà - CVD

.. avevo scritto:

.. che comunque si entri in queste considerazioni legittimandone in qualsiasi modo il significato, automaticamente si perde la possibilità di fare un discorso serio a 360°

.. se alla base vi è un costrutto morale/ideologico possiamo scordarci di sondare le radici dei problemi, ma anche di rivelarle nella reale forma che li alimenta. Si possono trovare validissime ragioni nello specifico ma così, a lungo andare, i percorsi inquinati non porteranno, mai, acqua pulita.

Dopo la disinformazione e le bugie, al secondo posto giunge errante la mortificazione degli intenti migliori. Sta bene, rimandiamo sempre gli esami per la razza umana.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
VIPER
Inviato: 2/9/2011 15:45  Aggiornato: 2/9/2011 15:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/6/2009
Da:
Inviati: 557
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Ad ogni modo l'ingannatore ( non serve spiegare chi sia ) nella Chiesa trova anche pane per i suoi denti.


Ecco, ci mancava solo la "squadra" dei nuovi crociati fondamentalisti cattolici.

Appena le "bestie di satana" trovano l'undicesimo giocatore facciamo la partita...

Telecronaca di Sandro Ciotti dall'alto dei cieli.

In palio un "contro natura" da bruciare sul rogo

Giano
Inviato: 2/9/2011 15:58  Aggiornato: 2/9/2011 15:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: "Ingannati" (recensione)
Fatto un giretto sul sito Ingannati.it ho avuto una idea più chiara di come Medicialbe si pone rispetto alle cose della vita e mi sono accorto che, colpa,
non ho dato il peso giusto alla parte dell’articolo della Redazione che dice:

“Ed è qui che scatta il terzo aspetto, e forse il più interessante di tutti, del libro: il famoso “La verità vi renderà liberi”, ovvero lo sforzo sincero, da parte dell’autore, di leggere la problematica dell’inganno in chiave cristiana.”

L’approccio che ho avuto sarebbe stato diverso e avrei dato per scontate idee che nel mio intimo reputo assurde ma che ritengo normali se pronunciate da un religioso(un esempio).
Ora, Medicialbe, se hai tempo di rispondere, vorrei fare una domanda.
Ben venga la ricerca della verità, un aprire gli occhi davanti agli inganni,
anche se in modo parziale(non inteso come “di parte”), sarei
lieto di sapere che ci sono rappresentanti della chiesa che oltre alle omelie si dedicano anche ad una ricerca della verità condividendola con il proprio “gregge”.
La domanda(le domande): dalla tua esperienza, penso che ne abbia, come vengono visti
dagli uomini di chiesa gli argomenti trattati dal tuo libro? C’è qualche ecclesiastico impegnato? Qualcuno con cui, anche se fuori da una chiesa, hai intavolato una discussione su uno dei temi da te proposti in “Inganni” e condivide quanto scritto nel libro?
Se si, cosa fa (dovrebbe essere quasi un obbligo, visto il ruolo) per far aprire gli occhi ai suoi conoscenti e ai fedeli?
Grazie in anticipo e complimenti per la calma con cui hai affrontato l’intervista sull’emittente italia7, l’avevo vista tempo fa e non sapevo che quel signore fosse Medicialbe.

Polonio
Inviato: 2/9/2011 16:08  Aggiornato: 2/9/2011 16:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Polonio: interessante la tua domanda; penso che meriterebbe una risposta ben più lunga di quella che il tempo e lo spazio in questa pagina mi consentono.

L'Ingannatore è infiltrato dappertutto, specialmente nella chiesa, da dove gode di una posizione di privilegio per confondere gli uomini e specialmente i credenti. Basti pensare al povero Albino Luciani, il cui progetto di eliminazione della massoneria dai vertici del Vaticano non potè andare in porto per la brevità del suo pontificato (33 giorni).

Mi rendo conto che per molti lettori di LC tali affermazioni potranno sembrare l'effetto di allucinogeni potenti... forse per questo meglio fermarsi qui!


innanzi tutto, grazie per la risposta.
LC a me personalmente piace proprio perché è un posto nel quale non ci si scandalizza tanto per le affermazioni che uno fa, quanto per le spiegazioni che da alle affermazioni.
l'ingannatore è infiltrato dappertutto, specialmente nella chisa? e se invece fosse la chiesa stessa l'ingannatore?

la storia di papa luciani "defenestrato" per la sua lotta alla massoneria non la conoscevo, e sarebbe un buon argomento da approfondire, ma io per propaganda fide mi riferivo più a qualcosa del genere:
http://www.youtube.com/watch?v=SeyvTup3xjU

o ad affermazioni del tipo ''in nome di dio portiamo pace e democrazia'' seguita da una lista tipo questa:

paesi bombardati dagli americani nel nome della democrazia sponsorizzata da dio:
Japan ( Hiroshima & Nagasaki) * China 1945-46 * Korea 1950-53 * China 1950-53 * Guatemala 1954 * Indonesia 1958 * Cuba 1959-60 * Guatemala 1960 * Belgian Congo 1964 * Guatemala 1964 * Dominican Republic 1965-66. Peru 1965 * Laos 1964-73 * Vietnam 1961-73 * Cambodia 1969-70 * Guatemala 1967-69 * Lebanon 1982-84 * Grenada 1983-84 *
Libya 1986 * El Salvador 1981-92 * Nicaragua 1981-90 * Libya 1986 * Iran 1987-88 * Libya 1989 * Panama 1989-90 * Iraq 1991-2002 * Kuwait 1991 * Somalia 1992-94 * yougoslavia 1999 * Afganistan 2001 * Libya 2011.

(questa lista è solo uno starnuto in uno tsunami. le guerre nel corso della storia combattute in tutto il mondo al grido di "gott mit uns" non si contano)


pensavo a questo tipo argomenti, per il libro.
ci sarebbe stato bene almeno un accenno, credo, per dare un senso di completezza all'opera di denuncia dell'INGANNO.
e l'argomento religione sarebbe stato perfetto anche perché si sarebbe agganciato al sottotitolo del libro, dato che la religione viene insegnata sin dalle scuole elementari.

mangog
Inviato: 2/9/2011 16:26  Aggiornato: 2/9/2011 16:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:


Autore: Pispax Inviato: 2/9/2011 15:40:25


Eppure continui imperterrito a sventolare questa enorme ambiguità del "contro natura", come se la Natura fosse solo quella che ubbidisce ai tuoi criteri morali, e non altro.



Ma caro Pispax l'uomo nel contesto della natura occupa il piano più alto ed il suo libero arbitrio lo rende consapevole di distinguere il bene dal male.
Non so come qualcuno possa affermare che uccidere sia contro natura.

Ps. non sono per niente vegetariano dunque giustifico l'uccisione degli animali per poter mangiare una bella costata.

Polonio
Inviato: 2/9/2011 16:33  Aggiornato: 2/9/2011 16:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
l'uomo nel contesto della natura occupa il piano più alto


solo nella catena alimentare, e solo se debitamente armato.
http://www.youtube.com/watch?v=S30OUoNMthQ

medicialbe
Inviato: 2/9/2011 16:34  Aggiornato: 2/9/2011 16:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/2/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: "Ingannati" (recensione)
Giano, hai colto nel segno. La tua è la domanda più dolorosa di tutte.

Io mi consolo (ne ho parecchio bisogno) pensando che ci sono molti preti "di frontiera" che vedono bene, sono ispirati, e la gente, quando li trova, li segue perchè sente che sono "veri". A volte sono ostacolati proprio dalla loro stessa gerarchia.... mi fermo qui.

Polonio: argomento interessante ma probabilmente al disopra delle mie capacità.

Chiedo scusa a Pispax che pure ho stimato in altri 3d se non continuo sul discorso del contro natura, ma faccio fatica a trovare terreno comune.

Fetochip e Calvero (e altri): non vedere le distinzioni che ho fatto (Cristo e Chiesa, fede e religione, ecc.) va bene per la polemica ma non contribuisce a progredire.

kickass
Inviato: 2/9/2011 16:45  Aggiornato: 2/9/2011 16:45
So tutto
Iscritto: 21/8/2011
Da:
Inviati: 13
 Re: "Ingannati" (recensione)
Se io dicessi
omossessualita' = male
mi accuserebbero di essere omofobo. Beh vorrei proprio capire perche' non dovrebbero!
Allora invece dico
omossessualita' = contro natura
che appare ragionevole e giustificabile con esempi di botanica miste a storie della bibbia! ;)
Poi un po' piu' in la', senza troppi veli, dico
natura = bene
QUINDI
contro natura = male
(attenzione ragazzi le parole "contro natura" sono le stesse ma qui il significato ora e' diverso).
Ecco che per la relazione transitiva
omossessualita' = male
e dunque
omossessuale = diavolo
Pero' nessuno l'ha mai detto esplicitamente EH!!! Bella la matematica omofoba!!

Pyter
Inviato: 2/9/2011 16:55  Aggiornato: 2/9/2011 16:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: "Ingannati" (recensione)
Mah kickass l'ha detto...

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
NumberSix
Inviato: 2/9/2011 17:16  Aggiornato: 2/9/2011 17:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/1/2008
Da: Babylon
Inviati: 175
 Re: "Ingannati" (recensione)
E' veramente interessante (e raccapricciante) vedere come tutti i discorsi di apertura mentale/discorsi logici/rispeto di persone che di solito disinvoltamente discutono di alieni, spiritualita, crop circles, complotti, haarp, scie chimiche....crollino davanti a l'argomento "culattoni". Questo fa capire quanto anche chi si atteggia al paladino della "informazione alternativa" spesso non e' altro che un comune appartenente alla classe dei tifosi/hobbisti.

"Be the change that you want to see in the world." - Mohandas Gandhi
desbouvet
Inviato: 2/9/2011 19:43  Aggiornato: 2/9/2011 19:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da:
Inviati: 541
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Se io dicessi omossessualita' = male mi accuserebbero di essere omofobo. Beh vorrei proprio capire perche' non dovrebbero! Allora invece dico omossessualita' = contro natura che appare ragionevole e giustificabile con esempi di botanica miste a storie della bibbia! ;) Poi un po' piu' in la', senza troppi veli, dico natura = bene QUINDI contro natura = male (attenzione ragazzi le parole "contro natura" sono le stesse ma qui il significato ora e' diverso). Ecco che per la relazione transitiva omossessualita' = male e dunque omossessuale = diavolo Pero' nessuno l'ha mai detto esplicitamente EH!!! Bella la matematica omofoba!!


E' molto più sottile, non voglio dire complesso, ma molto più profondo, ecco, questo diverbio. Non si tratta di bene male con un uguale davanti. Queste sono proprio banalità. Sull'umanità grava da sempre, come una scelta che si rinnova istante dopo istante, il dubbio fra la certezza dell'esistere e la libertà dell'essere.

Ma non sono cose che si possono raccontare QUA. Ci vuole la vita, ci vuole che ci vediamo in faccia, per capirci. Ci vuole dvvero che una volta beviamo insieme un bicchierone di vino, come qui si può fare SOLO FINTA, con queste faccine che inseriamo nel testo come fossimo scimmie bonobo in un test di linguistica strutturale. Ci vuole la vita. Conoscersi. Ciao ciao.

Clorofilla
Inviato: 2/9/2011 22:26  Aggiornato: 2/9/2011 22:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/7/2006
Da:
Inviati: 859
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
l'uomo nel contesto della natura occupa il piano più alto ed il suo libero arbitrio lo rende consapevole di distinguere il bene dal male.


Si, se t'inventi la biologia Mangog.

Wol
Inviato: 2/9/2011 23:23  Aggiornato: 2/9/2011 23:25
So tutto
Iscritto: 30/8/2011
Da:
Inviati: 7
 Re: "Ingannati" (recensione)
Condivido pienamente quanto hai scritto NumberSix.

Aggiungo solo per gli aspiranti "rockefeller corporation", che è veramente sconfortante vedere come persone che si prefiggono di salvare il mondo, dimostrino gli stessi bisogni di supremazia di ciò che demonizzano.

Avere ragione a tutti i costi

Dimostrare di essere superiori

Schiacciare, insultare, deridere

Dominare su tutto o tutti (anche solo con la propria ragione)


Benvenuti nel nuovo mondo

Chi cerca rassicurazione non troverà mai la verità
Jurij
Inviato: 2/9/2011 23:34  Aggiornato: 2/9/2011 23:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
la religione senza la fede è niente, ed è la fede nelle cose sbagliate a portare i piu grossi danni all'umanità ...

Proprio così e se poi si aggiunge che la “religione/indicazione perfetta” adatta ad ogni situazione, probabilmente non è mai stata scritta e mai lo sarà, ci si può immaginare il “potere” della fede a cosa porti.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Jurij
Inviato: 2/9/2011 23:54  Aggiornato: 2/9/2011 23:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
… la storia di papa luciani "defenestrato" per la sua lotta alla massoneria non la conoscevo, e sarebbe un buon argomento da approfondire…

A proposito dei grandi misteri e delle grandi “balle vaticane”, anche questa sarebbe stato bello scoprirla:

http://www.repubblica.it/online/fatti/vatkill/inchiesta/inchiesta.html

Mi ricordo un’intervista alla madre del presunto assassino che parlava di diverse cose non chiare.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Calvero
Inviato: 3/9/2011 0:22  Aggiornato: 3/9/2011 0:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Fetochip e Calvero (e altri): non vedere le distinzioni che ho fatto (Cristo e Chiesa, fede e religione, ecc.) va bene per la polemica ma non contribuisce a progredire.


.. ah beh, se vogliamo fare salotto, va bene questo e altro.

Io qua vedo delle considerazioni valide che, caso più unico che raro, cercano un comune denominatore per dare così una prospettiva sincera, ma anche onesta, alla questione - inganno - .. e sta bene. Poi si parla di progredire e se si vuole progredire ci sono due grandi regole universali.

La prima è scesa dall'Olimpo e dice (testualmente) "fatti i cazzi tuoi".. tant'è vero che «se ognuno combattesse per le proprie idee, non ci sarebbero guerre» ;

La seconda invece si evince con semplice processo deduttivo e recita così: "liberati di quello che fa soltanto danni". Personalmente, e molto di cuore, già scrivere qui, significa perdere abbastanza tempo (intanto) ma se proprio, per un motivo o per un altro, ci si trova a farlo, allora non mi faccio raccontare le favole e mi sforzo di non raccontarle agli altri..

.. e perirà questo Inganno - questo è certo, e insieme ad esso perirà la razza dei religiosi e delle morali. Come è naturale che sia, visto che (per toccare un argomento qui caro) non c'è nulla di così contro-natura come la fede, la morale e la devozione. Abbiamo sotto il naso dove ha portato l'epoca [secolare] delle pecore. Il loro tempo è scaduto.

Qualsiasi cosa miri a progredire, qualsiasi cosa progredisce, non ha zavorre. Quindi tornando all'obiezione di Music Band, credo che lui abbia identificato le zavorre che, ancora una volta, dopo un primo tentativo di sollevarsi in aria ... faranno ritornare nel fango ogni buona intenzione. Prova è (e come detto, la gente non è stupida) che anche qui si sente odor di bruciato..

... e anche questo è un segno dei tempi:

- rantola Attivissimo;

- rantola la New Age;

- rantolano le teologie fai da te;

- la Fede sta tirando le cuoia,

- in Spagna hanno manganellato i "diversi" perché qualcuno vestito di bianco non dovesse inorridire alla loro vista...

---==)*(==---

E in molti si stanno accalcando verso chi lotta sinceramente per smascherare le bugie, per piantare una bandierina sulle fatiche altrui. Una bandierina che millanta neutralità, ma in realtà mira a non voler far crollare gli ultimi castelli di sabbia ideologici rimasti in piedi dietro il paravento delle Religioni ufficiali.

Ma gli equilibri stanno cantando la loro vittoria e anche questo Sito mostra in piccolo, attraverso i suoi utenti, che sempre in meno si stanno facendo fregare, almeno quando si è disposti a discuterne. Lo spettacolo è finito per ogni morale, è solo il pallido riflesso che rimane nelle paure del gregge a cantare una Fede che, MAI, ha dato nulla di buono all'umanità.

Anche il mondo rantola, è vero, e grazie a Dio, almeno, preferisco sapere che in molti diranno "Ti amo grande fratello" piuttosto di vedere questi innesti artificiali nel cuore degli uomini .. tutti i bla bla bla di Cristo è così, Gesù è colì, il cristianesimo è cosà perché non sarebbe stato colì ... e bla bla bla ... chiacchere chiacchere e ancora chiacchere al loro traguardo... nella polvere.

... e ancora parole vestite di bianco si nascondono e stanno facendo a spallate per non perdere la poltrona nel teatrino della morale.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Polonio
Inviato: 3/9/2011 0:34  Aggiornato: 3/9/2011 0:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Polonio: argomento interessante ma probabilmente al disopra delle mie capacità.


e vabbé, mi farò bastare quelli del libro... per ora :)

fefochip
Inviato: 3/9/2011 8:20  Aggiornato: 3/9/2011 8:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: "Ingannati" (recensione)
@ calvero
Citazione:
«se ognuno combattesse per le proprie idee, non ci sarebbero guerre»


questa frase la incornicerei nel "la voce del sito"

e poi a chiusura dell'articolo trattato da music-band sulla propaganda

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Calvero
Inviato: 3/9/2011 10:57  Aggiornato: 3/9/2011 10:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
questa frase la incornicerei nel "la voce del sito"

e poi a chiusura dell'articolo trattato da music-band sulla propaganda


Assolutamente sì, e lo dico perché non ho meriti infatti la frase l'ho paragrafata perché non è mia. Ora non ricordo chi la pronunciò, ma certo in quel momento formulò un Comandamento che, a mio personalissimo parere, esautora (ed esautorerà finalmente) «ama il prossimo tuo come te stesso» ... poiché la nuova Era a venire rispetterà il prossimo NON in nome di un "amore" condizionato, ma di un Amore per sé stessi incondizionato.

Ciò renderà ogni confronto onesto; ogni conquista meritata, ogni giustizia vivificata.

E anche la diabolica visione "dell'agnello che pascerà col Leone", tornerà alla sabbia. Poiché non può esistere una Vita senza la spietatezza della natura e di tutte le battaglie che vanno combattute. La differenza è che le battaglie devono e saranno soltanto le nostre. Non a caso la Tragedia Greca ricordava agli uomini il valore di cosa significasse vivere in un epoca realmente pacifica, cioè armoniosa, cioè incondizionata.

Poiché la Pace non è un esperienza passiva, Naif e smielatamente bucolica. La pace è amore per la libertà di essere sé stessi, ovunque esso conduca.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
perspicace
Inviato: 3/9/2011 11:08  Aggiornato: 3/9/2011 11:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: "Ingannati" (recensione)
salve a tutti questo è il mio primo post qui anche se è un annetto che visito il sito ma sino ad ora mi era bastato leggere i commenti senza inserirmi nel dibattito, cmq per prima cosa trovo giusta l'affermazione di Music-band cioè che bisogna esprimersi con una grammatica comprensibile e in maniera coerente e che quindi Music a fatto bene a criticare l'autore del libro che dice: "nessuno può negare che l'omosessualità sia contro-natura" vedi Medico tu non sei Dio e a meno che tu non abbia 105 lauree in tutte le materie e che quindi tu non abbia raggiunto l'onniscenza come puoi dire cosa è natura e cosa no??? secondo me ciò che tu volevi intendere ma non sei riuscito a esprimerti e questo e fidati che come lo esprimo io si che è innegabile :" dato che lo scopo di ogni specie vivente è la proliferazione, l'accoppiamento omosessuale danneggia la specie." vedi detta cosi è un fatto ed è innegabile, ma se ti metti nei panni di Dio decidendo cosa è natura e cosa no cadi in fallo poiché tutto è natura.

Detto questo auguri per il libro che trovo interessante ed utile.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
desbouvet
Inviato: 3/9/2011 11:43  Aggiornato: 3/9/2011 11:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da:
Inviati: 541
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
cioè che bisogna esprimersi con una grammatica comprensibile e in maniera coerente e che quindi Music a fatto bene


(grassetti miei)

Comincia a mettere le 'h' dove vanno.

fefochip
Inviato: 3/9/2011 15:18  Aggiornato: 3/9/2011 15:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: "Ingannati" (recensione)
@ perspicace
Citazione:
secondo me ciò che tu volevi intendere ma non sei riuscito a esprimerti e questo e fidati che come lo esprimo io si che è innegabile :" dato che lo scopo di ogni specie vivente è la proliferazione, l'accoppiamento omosessuale danneggia la specie." vedi detta cosi è un fatto ed è innegabile,


cioè tu mi vorresti dire che la "proliferazione" è un "valore positivo" a prescindere per una specie?

la natura e i fatti ti smentiscono perche sia per la razza umana in diverse zone del mondo sia per diverse altre specie in altre la proliferazione eccessiva mette a rischio la specie stessa.

vuoi vedere che l'omosessualità potrebbe in qualche modo essere vista come un naturale autocontrollo delle nascite della specie?siamo troppi ?diventiamo un po gay.

come vedi il tuo "fatto"non è poi cosi "innegabile" (la proliferazione può essere dannosa per una razza).

benvenuto su luogocomune

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
settemele
Inviato: 3/9/2011 19:15  Aggiornato: 3/9/2011 19:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/5/2010
Da:
Inviati: 101
 Re: "Ingannati" (recensione)
ingresso libero
la sala è situata al piano terra del municipio
zona centralissima e pedonale
parcheggiare fuori le mura

ci sarò, perchè vivo nel veneto e .... non sono eremita ..

IGNORAMI CON CONVINZIONE
MA
NON CONVINCERMI CON LA TUA IGNORANZA

gobbo
Inviato: 3/9/2011 22:30  Aggiornato: 3/9/2011 22:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2005
Da: Neverland
Inviati: 1347
 Re: "Ingannati" (recensione)
Ciao Fefo. Come vedi io ci sono anche se scrivo molto meno che prima. Ma seguo con molto interesse tutto ciò che passa su luogocomune.

Fefochip ha scritto:
Citazione:

vuoi vedere che l'omosessualità potrebbe in qualche modo essere vista come un naturale autocontrollo delle nascite della specie?siamo troppi ?diventiamo un po gay.


Mi è piaciuto particolarmente questa tua frase, chiedo a Massimo di metterla sul "Voce del sito".
Alla tua Fefo

il gobbo

I LINK.VOGLIO VEDERE I LINK,PLEASE.
vuotorosso
Inviato: 4/9/2011 1:42  Aggiornato: 4/9/2011 1:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: "Ingannati" (recensione)
Per quanto la frase di Fefochip citata da Il Gobbo sia interessante nella sua accezione di autoregolamentazione naturale, trovo che ne abbia scritta una molto piu' interessante.

Citazione:
preoccupiamoci invece di cosa porta sofferenza e cosa felicità e percorriamo insieme quella strada lasciando la "naturalezza" ai figli dei fiori.


Ecco, questo farebbe dell'uomo l'Uomo e non un "comune" animale che esiste in natura.

Buona domenica a tutti

VR

Santaruina
Inviato: 4/9/2011 5:34  Aggiornato: 4/9/2011 5:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 13/10/2004
Da: Sud Europa
Inviati: 5123
 Re: "Ingannati" (recensione)
Fefo
come vedi il tuo "fatto"non è poi cosi "innegabile" (la proliferazione può essere dannosa per una razza).

Quello della eccessiva "proliferazione" della razza umana è sicuramente il mito che più ha fatto breccia nel cuore delle persone più ingenuamente preoccupate per la sorte dell'umanità.

Esistono infatti diversi gradi di propaganda, a partire da quella più grossolana destinata ad una vasta porzione della popolazione fino ad arrivare a quello più sottile studiato per i più smaliziati.
Quello del "siamo in troppi" appartiene sicuramente al secondo tipo, ed è interessante vedere come soppravviva ancora oggi e venga ripetuto anche da coloro che sicuramente studiano i fatti attuali con una maggiore attenzione.

Mi sorprende ad esempio che in questa discussione non sia stato citato Malthus (sempre che non abbia perso io qualche intervento), colui che sta all'origine di questa convinzione.

In realtà la terra ha la possibilità di nutrire ancora molte persone (basti pensare a quanto cibo l'occidente spreca e getta via).

In ogni caso, comunque sia, non devono essere certo gli uomini a decidere quanti abitanti debba avere la terra, e soprattutto non devono assumersi questo compito sedicenti elite illuminate neo-mondialiste sulla scia degli psicopatici del club di roma.
(tra parentesi, la convinzione diffusa del sovra-popolamento del pianeta è un chiaro esempio di pensiero psicopatico diffuso tra le masse, ovvero un'altra prova della capacità di queste persone di influenzare e direzionare il sentire comune)

La discussione sulla omossesualità rientra in parte nel discorso, dal momento che la sua proposizione sotto una nuova luce si inserisce in una operazione più vasta, portata avanti da circa un secolo, mirante ad indebolire la struttura della famiglia, ovvero il maggior ostacolo che da sempre le strutture di potere si trovano dinnanzi nel momento di esercitare il controllo nei confronti della popolazione.

E non si parla qui di scelte personali, ma di un discorso più ampio.
Quella che a tutti gli effetti dovrebbe essere una questione riguardante la vita privata di una persona, appartenente all'ambito delle sue scelte personali, viene elevata di grado e propagandata nella sua accezione "simbolica", dove l'idea della relazione omossesuale viene presentata quale modello "vincente" perchè libera dagli oneri della procreazione, della famiglia e dei suoi vincoli.

Gli stilisti contemporanei, per fare un altro esempio, che nella maggioranza dei casi non fanno mistero della propria omossessualità, sono riusciti nel giro di cinquanta anni ad imporre un nuovo modello per il corpo femminile, cancellando tutte le sue caratteristiche che denotavano un carattere materno, sensuale e salutare a vantaggio di una figura diafana fragile e malata, inferma, una sorta di manichino scheletrico assessuato che persone che amano le donne nella loro interezza non avrebbero mai potuto concepire.

Ancora una volta, non è questione, evidentemente, di come passano il loro tempo libero questi stilisti, e con chi si accompagnano (fatti loro, ovviamente) ma delle "tendenze" che diffondono.

Ad un livello più sottile le forze in campo sono ancora più grandi: si tratta della sempreterna lotta tra creazione e dissoluzione.
L'elite attuale spinge verso la dissoluzione, ed è naturale che avversi la creazione in tutte le sue forme, a partire da quella più profonda ed elevata, ovvero la nascita di un essere umano.

Io personalmente parteggio per la creazione, ma ognuno fa le sue scelte.

Detto questo, il libro di Alberto Medici tratta di temi centrali, almeno per coloro che hanno interesse di comprendere le origini remote degli avvenimenti attuali, ed è un po' un peccato che la discussione invece si sia da subito incentrata e poi arenata su uno solo degli argomenti, tra l'altro marginale.

A presto

-o- Ama e fa' ciò che vuoi -o-
Red_Knight
Inviato: 4/9/2011 6:32  Aggiornato: 4/9/2011 6:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: "Ingannati" (recensione)
@Santaruina

Citazione:
Il discorso sulla omossesualità rientra in parte nel discorso, dal momento che la sua proposizione sotto una nuova luce si inserisce in una operazione più vasta, portata avanti da circa un secolo, mirante ad indebolire la struttura della famiglia, ovvero il maggior ostacolo che da sempre le strutture di potere si trovano dinnanzi nel momento di esercitare il controllo nei confronti della popolazione.


Io ammiro la tua capacità di analisi e la coerenza nella battaglia che porti avanti contro "i cattivi", ma qui l'unica nuova luce è che abbiamo smesso di ammazzarli (e ancora non del tutto), 'sti poveri omosessuali. Anche dire che questo o quello "fa il gioco di Satana" (scusa se semplifico così brutalmente) è propaganda vecchia come il mondo. La famiglia tradizionalmente intesa si è disintegrata da sola non appena è stato materialmente possibile (e per fortuna, per quel che mi riguarda) e se qualche club di incappucciati si illude di essere l'artefice di questo mutamento solo perché asseconda i suoi progetti non significa che ciò sia automaticamente vero.

L'omosessualità sarebbe un tema marginale se non testimoniasse un vizio di metodo. Per esempio qualcuno (i.e. Pispax, solitamente) potrebbe facilmente obiettare che si sta semplicemente preferendo una propaganda a un'altra, e in tal caso l'intera "teoria del tutto" formulata risulterebbe inevitabilmente compromessa nelle fondamenta (un fenomeno non raro in ambiente controinformativo).

Citazione:
dato che lo scopo di ogni specie vivente è la proliferazione, l'accoppiamento omosessuale danneggia la specie." vedi detta cosi è un fatto ed è innegabile,


Per fare un esempio facile quest'idea è pura propaganda. In una news su un libro riguardante l'inganno vedere come un concetto del genere riesca a passare inalterato mi sembra decisamente in topic.

fefochip
Inviato: 4/9/2011 9:42  Aggiornato: 4/9/2011 9:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: "Ingannati" (recensione)
@ santaruina
Citazione:
Quello della eccessiva "proliferazione" della razza umana è sicuramente il mito che più ha fatto breccia nel cuore delle persone più ingenuamente preoccupate per la sorte dell'umanità. Esistono infatti diversi gradi di propaganda, a partire da quella più grossolana destinata ad una vasta porzione della popolazione fino ad arrivare a quello più sottile studiato per i più smaliziati. Quello del "siamo in troppi" appartiene sicuramente al secondo tipo, ed è interessante vedere come soppravviva ancora oggi e venga ripetuto anche da coloro che sicuramente studiano i fatti attuali con una maggiore attenzione.


lo sapevo che prima o poi succedeva.

so perfettamente della propaganda di certi psicopatici che dicono che siamo troppi e so anche che probabilmente certe politiche sono volte piu o meno cruentemente e criminalmente alla riduzione dell'umanità.

non è detto però che se enuncio un fatto apparentemente coerente con un certo tipo di propaganda allora bisogna per forza che abbia ricevuto il lavaggio del cervello tanto da non riuscire a fare una considerazione banale.

non voglio appellarmi all'argomento che potresti tu essere vittima di tale propaganda al contrario e quindi ti esorto a ragionare come me.

cominciamo con il concetto di ecosistema.
in un ecosistema diverse razze sono in una certa relazione tra di loro in un certo equilibrio in modo tale che NESSUNA si riproduce il senza controllo (i cui controlli sono meccanismi della natura)delle altre.
detto in modo diverso c'è un equilibrio tra leoni e gazzelle (per banalizzare) e l'una fa da equilibrio all'altra.
se proliferasse sono una molto facilmente le risorse (che ricordiamoci sono una cosa LIMITATA sempre e comunque )finirebbero molto prima .
la sparizione di una specie limiterebbe l'altra come una sua crescita abnorme.

il concetto di risorsa poi ti dovrebbe dare un altra idea quella che può finire o esaurirsi .
anche le risorse "rinnovabili" si esauriscono .
facciamo un esempio banale per semplificare le cose
c'è una cittadina in riva a un fiume .
molti giustamente capiscono che se cagano dove bevono non può andare troppo bene per la loro salute.
il problema è che la cittadina cresce sempre di piu e a un certo punto arriverà il limite del fiume a assorbire merda (BOD).
cosa potrebbe succedere? facilmente il fiume "muore" e con lui le attività di pescaggio dal fiume e quindi parte del cibo per la nostra cittadina.
altri animali (topi) potrebbero uscire fuori da fiume e infettare con molta piu facilità gli abitanti della cittadina che si troverebbero magari con malattie come colera o peste.
ecco che "naturalmente" le nascite della popolazione della cittadina verrebbero "controllate" dalle malattie in una autoregolazione naturale del numero degli abitanti della cittadina.

poi sinceramente l'idea che in una sfera sospesa nel vuoto (la terra)possa svilupparsi una QUALUNQUE razza in maniera illimitata mi pare una fesseria.

dunque innescare una crescita senza controllo su un pianeta con delle risorse limitate porterebbe a degli squilibri tali da mettere a repentaglio la sopravvivenza della razza stessa.

ora da qui a pensare che artificialmente siamo in grado sia intellettualmente che moralmente (soprattutto) di operare tale controllo questo è un altro discorso; io mi voglio solo limitare a dimostrare il mio ragionamento che non è certo frutto della propaganda che credi che mi ha influenzato ma frutto di un mio ragionamento, di mie idee.... (certo che palle cosi però non credi? dover "dimostrare" che quello che pensi è farina del tuo sacco e non idee che ti hanno ficcato in testa)

che poi come dici tu
Citazione:
In realtà la terra ha la possibilità di nutrire ancora molte persone (basti pensare a quanto cibo l'occidente spreca e getta via).


io la penso come te ma questo non cambia la mia affermazione da cui siamo partiti:
la procreazione non è un valore a prescindere per una razza (io contestavo solo questo a un nuovo utente) e mi pare sinceramente che tu sei andato ben oltre nel valutare le mie parole.

il nuovo entrato diceva
Citazione:
secondo me ciò che tu volevi intendere ma non sei riuscito a esprimerti e questo e fidati che come lo esprimo io si che è innegabile :" dato che lo scopo di ogni specie vivente è la proliferazione, l'accoppiamento omosessuale danneggia la specie." vedi detta cosi è un fatto ed è innegabile,

quindi come ho cercato ampiamente di argomentare a mio avviso dire che "l'accoppiamento omesessuale danneggia la specie" è una minchiata perche a meno di diventare tutti froci ci saranno altri che prolificano .la proliferazione NON è un valore a prescindere per la razza umana in cui di valori ce ne sarebbero tanti da coltivare.

quindi nessu FATTO ma solo opinioni personali ...tutto qui.

poi vorrei chiarire un aspetto:
Citazione:
Detto questo, il libro di Alberto Medici tratta di temi centrali, almeno per coloro che hanno interesse di comprendere le origini remote degli avvenimenti attuali, ed è un po' un peccato che la discussione invece si sia da subito incentrata e poi arenata su uno solo degli argomenti, tra l'altro marginale.


il libro parla di tante cose il che rende già impossibile parlarne di tutte.

e poi che facciamo ?parliamo di scie chimiche?di 911? di falso allunaggio?

ci sono talmente tanti argomenti che praticamente è come se fosse un tread " commenti liberi"
è molto piu semplice con la scusa di una precisazione seguire un "argomento secondario" che parlare di tutti gli argomenti del libro


detto tutto ciò trovo interessante questa tua

Citazione:
Gli stilisti contemporanei, per fare un altro esempio, che nella maggioranza dei casi non fanno mistero della propria omossessualità, sono riusciti nel giro di cinquanta anni ad imporre un nuovo modello per il corpo femminile, cancellando tutte le sue caratteristiche che denotavano un carattere materno, sensuale e salutare a vantaggio di una figura diafana fragile e malata, inferma, una sorta di manichino scheletrico assessuato che persone che amano le donne nella loro interezza non avrebbero mai potuto concepire.


e poi con

Citazione:
Ancora una volta, non è questione, evidentemente, di come passano il loro tempo libero questi stilisti, e con chi si accompagnano (fatti loro, ovviamente) ma delle "tendenze" che diffondono.


che vuoi dire esattamente?


ciao
fefo

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Jurij
Inviato: 4/9/2011 10:47  Aggiornato: 4/9/2011 10:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: "Ingannati" (recensione)
Calvero
Citazione:
Poiché la Pace non è un esperienza passiva, Naif e smielatamente bucolica. La pace è amore per la libertà di essere sé stessi, ovunque esso conduca.

È proprio vero, per la giustizia, che porti e mantenga la pace e la libertà, bisogna sempre combattere, non è mai finita.
Ma chi viene combattuto?
Sempre colui che aspira al potere che usurpa la libertà e la giustizia degli altri.
Se non ci fosse questo desiderio in alcuni, faremmo un salto interstellare nell'evoluzione della nostra civiltà.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Jurij
Inviato: 4/9/2011 11:11  Aggiornato: 4/9/2011 11:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: "Ingannati" (recensione)
Santaruina
Citazione:
Gli stilisti contemporanei, per fare un altro esempio, che nella maggioranza dei casi non fanno mistero della propria omossessualità, sono riusciti nel giro di cinquanta anni ad imporre un nuovo modello per il corpo femminile, cancellando tutte le sue caratteristiche che denotavano un carattere materno, sensuale e salutare a vantaggio di una figura diafana fragile e malata, inferma, una sorta di manichino scheletrico assessuato che persone che amano le donne nella loro interezza non avrebbero mai potuto concepire.

Vero, in effetti in questo snaturare le cose si è arrivati ad uno “sdoppiamento” di due figure di “bellezza” di donna, quella “bella” esteticamente (da vendere in copertina) e quella “bella” sessualmente che non è “in”, ma che ha quel qualcosa che veramente accende.

p.s. “Bella” sempre fra virgolette perché solo l’uomo che ha avuto una relazione con una determinata donna può sapere se questa donna è “bella” oppure no. Vale lo stesso al contrario.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
incredulo
Inviato: 4/9/2011 11:25  Aggiornato: 4/9/2011 11:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione: Santaruina

Ad un livello più sottile le forze in campo sono ancora più grandi:si tratta della sempreterna lotta tra creazione e dissoluzione. L'elite attuale spinge verso la dissoluzione, ed è naturale che avversi la creazione in tutte le sue forme, a partire da quella più profonda ed elevata, ovvero la nascita di un essere umano.

Applausi.

A livello individuale abbiamo, come a livello collettivo, le STESSE FORZE che convivono, dobbiamo solo chiederci se SPINGIAMO verso la creazione o verso la dissoluzione, la risposta ci dara' la misura del nostro condizionamento.

Un saluto

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
SecondLife
Inviato: 4/9/2011 11:39  Aggiornato: 4/9/2011 11:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/3/2010
Da:
Inviati: 109
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
p.s. “Bella” sempre fra virgolette perché solo l’uomo che ha avuto una relazione con una determinata donna può sapere se questa donna è “bella” oppure no. Vale lo stesso al contrario.

Giusto! Perché il bello è soggettivo e chi lo decide che una cosa è bella e l’altra no e quello che piace a me può non piacere a te e non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace e ognuno deve essere libero di esprimere sé stesso e nessuno deve imporre niente a nessun altro e il mondo è bello perché è vario.

Clorofilla
Inviato: 4/9/2011 12:18  Aggiornato: 4/9/2011 12:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/7/2006
Da:
Inviati: 859
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Quello della eccessiva "proliferazione" della razza umana è sicuramente il mito che più ha fatto breccia nel cuore delle persone più ingenuamente preoccupate per la sorte dell'umanità.


Non è un mito. Ci preoccupiamo di quando aumentano i cinghiali e danneggiano gli agricoltori e non ci mettiamo anche noi nel mucchio che facciamo più danni della grandine?
Io direi di si. Come già hanno accennato il problema non è solo legato al cibo. C'è la competizione per il territorio, con altri animali e piante, ci sono le malattie, gli impatti sull'ambiente in generale.
E poi siamo dei grandi inquinatori.

SecondLife
Inviato: 4/9/2011 12:30  Aggiornato: 4/9/2011 12:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/3/2010
Da:
Inviati: 109
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Non è un mito. Ci preoccupiamo di quando aumentano i cinghiali e danneggiano gli agricoltori e non ci mettiamo anche noi nel mucchio che facciamo più danni della grandine?
Io direi di si. Come già hanno accennato il problema non è solo legato al cibo. C'è la competizione per il territorio, con altri animali e piante, ci sono le malattie, gli impatti sull'ambiente in generale.
E poi siamo dei grandi inquinatori.

Ah, che meravigliosa imparzialità!

Calvero
Inviato: 4/9/2011 12:48  Aggiornato: 4/9/2011 13:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Ingannati" (recensione)
Io parteggio per quelli che non dicono le bugie, per quelli che hanno sputtanato che molte di queste bugie sono vestite di bianco, per quelli che hanno compreso che parteggiare per una verità che scende dall'alto significa essere dei venduti; delle pecore. Tutto il resto non serve. Sono seghe mentali. Creazione non Creazione. Dissoluzione non Dissoluzione. Roba in decomposizione.

Non parteggio per coloro che constatano delle verità, e che alle stesse vorrebbero imporre una volontà teologica come spiegazione e, peggio, come movente.

Parteggiare per la creazione?

.. azzarola Santa, che parolone. Fosse anche una sintesi, ci sarebbe da credere che chi non la pensa come te è un dissoluto.

Citazione:
Gli stilisti contemporanei, per fare un altro esempio, che nella maggioranza dei casi non fanno mistero della propria omossessualità, sono riusciti nel giro di cinquanta anni ad imporre un nuovo modello per il corpo femminile, cancellando tutte le sue caratteristiche che denotavano un carattere materno, sensuale e salutare a vantaggio di una figura diafana fragile e malata, inferma, una sorta di manichino scheletrico assessuato che persone che amano le donne nella loro interezza non avrebbero mai potuto concepire.


Questo è vero. E' un ottima riflessione. Ma è soltanto un tassello. Avrebbe tutta quella carica dissoluta che gli dai, se si sarebbe omosessuali perché si ha l'indole di fare gli stilisti. Poco c'entra che abbassi loro la "Pena" poiché li accusi solo nel modello che impongono. Ma è un sofisma. Poiché anche loro stessi sono asserviti quanto è asservito un uomo il cui scopo ultimo e arrivare alla pensione col massimo dei contributi e sente di aver realizzato la Vita poiché ha lasciato una Casa ai figli.

Poiché - «che la femmina risulti così alienata dalla sua realtà» è un discorso principalmente comodo al Marketing. E' il solito segreto di pulcinella. Se a qualcuno fai comprendere e dici di mostrarsi come mamma natura ti ha fatto, la cosmesi, le creme, o ogni cazzo di prodotto "anti questo" e "anti quello", chi li comprerebbe? l'intero Cartello Farmaceutico subirebbe un collasso; una branca dell'editoria di serie Z da edicola (che è la maggior parte) si troverebbe gambe all'aria; i salotti televisivi non potrebbero fare più gare per le dispute intellettualoidi e le sfilate della "bellezza"; una serie di "puttanazze-modello-veline" si troverebbero spaesate e, con esse, la moda del-sono-più-bella-della-mia-compagna-di-scuola si incrinerebbe e ciao "puttanazze", ciao Televisione, ciao audience; un intera parte della medicina dei farmaci anti-depressivi andrebbe a casa .. eccetera eccetera eccetera. Ma la vanità ha una sua accezione positivissima e chi si sente di mostrare la sua bellezza è SANTO che lo faccia, e l'omosessuale che vuole essere bello per quelli che vorrebbe conquistare è SANTO che lo faccia. In ragione di un semplice principio, DIVINO: a ognuno il suo.

La famiglia è ora che venga distrutta nel suo essere "cosa tradizionale", così l'etica del Lavoro, così i "figli" e tutta la bugia che li investe del loro valore intoccabile. La famiglia tradizionale è un Virus da debellare, in essa covano coercizioni e paure elevate a modello; morbosità santificate e amore possessivo. Un mondo che finalmente si approprierà della libertà non avrà famiglie, saranno finalmente viste, comprese come qualcosa, allora sì, di dissoluto. Guardate K-PAX e si capisce cosa si intende.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 4/9/2011 13:16  Aggiornato: 4/9/2011 13:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Sempre colui che aspira al potere che usurpa la libertà e la giustizia degli altri.
Se non ci fosse questo desiderio in alcuni, faremmo un salto interstellare nell'evoluzione della nostra civiltà.


... è qui che ti sbagli, se pur l'hai detto in buona fede e con amore verso la libertà. Non hai compreso pienamente cosa si intende. Sei incastrato in un retaggio e in una prospettiva di cui "devi" liberarti.

Il problema NON è colui che ha ambizioni di Potere. Ci sarà sempre colui che le avrà. E ti dirò di più, quell'uomo ci potrà essere anche in un mondo migliore e libero senza che nulla di male possa avvenire. Il problema dell'uomo è che si possa credere che qualcuno possa sapere cosa è giusto e cosa no, cosa ci serve e cosa no. Quando ogni uomo saprà (come Natura ha creato) che nessuno può sapere cosa è giusto e cosa è sbagliato, non ci sarà uomo che brama il Potere che riuscirà a fare un passo più lungo della sua gamba e a costruire qualcosa che sia più grande di lui.

Quando ognuno combatterà per le proprie idee, qualsiasi esito di qualsiasi battaglia, non potrà essere più grande di un passo della gamba di chi l'ha combattuta.


E' anzi da auspicare che vi siano uomini che ambiscono al Potere in un mondo realmente libero, poiché la loro ciclica sconfitta metterà in gioco nuove soluzioni a misura d'uomo. Vi fosse anche un uomo che dicesse: - suvvia costruiamo un Tempio! tutti gli direbbero: costruiscitelo da solo se ci tieni tanto. E vedrai che quell'uomo si metterà nell'angolo della sua camera e pregherà il suo Dio senza rompere il cazzo a nessuno.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Jurij
Inviato: 4/9/2011 14:32  Aggiornato: 4/9/2011 14:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Quando ogni uomo saprà (come Natura ha creato) che nessuno può sapere cosa è giusto e cosa è sbagliato, non ci sarà uomo che brama il Potere che riuscirà a fare un passo più lungo della sua gamba e a costruire qualcosa che sia più grande di lui.

Scusa Calvero ma non riesco a seguirti, perché il fatto di comprendere che “nessuno può sapere cosa è giusto e cosa è sbagliato” come dici tu, fermerebbe la ricerca di potere tipo “piramidale”?

Prendiamo ad esempio un gruppo massonico che esprime bene il discorso “sete di potere”.
Ognuno è spinto a raggiungere un grado più alto ed in questa rincorsa obbedisce agli ordini superiori.

Ora ammettiamo che tutti nella massoneria abbiano bene in testa “nessuno può sapere cosa è giusto e cosa è sbagliato”, perché il fatto di comprendere questo li dovrebbe frenare nella rincorsa al potere?

Vuoi dire che tutti gli ordini di “scuderia” passerebbero sotto la voce “cosa è giusto” e perderebbero il loro valore, è questo che intendi?

p.s. Questo “nessuno può sapere cosa è giusto e cosa è sbagliato” non impedirebbe il passaggio delle esperienze/conoscenze da generazione in generazione?

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Calvero
Inviato: 4/9/2011 15:07  Aggiornato: 4/9/2011 15:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
perché il fatto di comprendere che “nessuno può sapere cosa è giusto e cosa è sbagliato” come dici tu, fermerebbe la ricerca di potere tipo “piramidale”?


-edit- dei due paragrafi
Il Potere dannoso alla libertà, è solo quello Piramidale. Non ne esistono altri. Il Potere di un uomo è il Potere di un uomo e basta - e il suo raggio d'azione verrà approvato o disapprovato in un raggio d'azione che non può estendersi oltre, dall'uomo libero.

Magari non sarà facile spiegarlo, ma prova a riflettere bene sulla Massima che ho riportato/Citato e che Fefochip metterebbe (giustamente) volentieri ne - La Voce del Sito. Cerca TU, da solo, il significato e cosa la "costruisce" e arriveranno altre risposte.

Comunque. Tornando alla tua domanda. Il "Nessuno può sapere cosa è giusto è sbagliato" era, ed è, in relazione a cosa può essere giusto e sbagliato per gli altri, partendo da una "Legge", fosse anche una morale. Quando cioè "questo giusto o sbagliato" diviene costrutto e sovrastruttura.

Citazione:
Prendiamo ad esempio un gruppo massonico che esprime bene il discorso “sete di potere”.
Ognuno è spinto a raggiungere un grado più alto ed in questa rincorsa obbedisce agli ordini superiori.


Permettimi, hai scelto un esempio complicato in cui è quasi impossibile trarre una corretta analogia e spiegazione. Poiché si danno per scontati determinati stereotipi sulla Massoneria eccetera eccetera..

... comunque, appunto. Vi sono degli ordini. Gli ordini sono già frutto di un retaggio e di un costrutto che esiste a monte e non è - "cosa propria".

Citazione:
Ora ammettiamo che tutti nella massoneria abbiano bene in testa “nessuno può sapere cosa è giusto e cosa è sbagliato”, perché il fatto di comprendere questo li dovrebbe frenare nella rincorsa al potere?


Vedi che sei incastrato nei retaggi? In più è anche una contraddizione in termini il tuo stesso esempio. Se sapessero che "nessuno può sapere cosa è giusto e cosa è sbagliato" (inteso come sopra ti ho spiegato), non sarebbero mai appartenuti ad una Massoneria, tantomeno a una Chiesa, tanto meno a una fede politica.

Citazione:
Vuoi dire che tutti gli ordini di “scuderia” passerebbero sotto la voce “cosa è giusto” e perderebbero il loro valore, è questo che intendi?


Bravo Sei tornato in TE. Va ancora approfondito però. Hai usato dei bellissimi termini, e siamo così all'epidermide del Nuovo Rinascimento.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Pispax
Inviato: 4/9/2011 16:49  Aggiornato: 4/9/2011 16:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: "Ingannati" (recensione)
Red_Knight


Citazione:
L'omosessualità sarebbe un tema marginale se non testimoniasse un vizio di metodo. Per esempio qualcuno (i.e. Pispax, solitamente) potrebbe facilmente obiettare che si sta semplicemente preferendo una propaganda a un'altra, e in tal caso l'intera "teoria del tutto" formulata risulterebbe inevitabilmente compromessa nelle fondamenta (un fenomeno non raro in ambiente controinformativo).


Oh yeah.
Questo è esattamente quello che obietto.

Grazie per averlo fatto notare.


Io sono fra quelli che pensano che lo sforzo per combattere la propaganda sia quello di ELIMINARE la propaganda dalle nostre vite.
Altri invece - e MediciAlbe apparentemente rientra in questo novero - ritengono che per combattere la propaganda si debba utilizzare a nostra volta ancora altra propaganda, ma che vada nella direzione opposta.

A mio avviso questa seconda idea è paragonabile a quella che sostiene che per combattere i residui traumatici degli stupri, le ragazze andrebbero stuprate una seconda volta.

Però questa volta a violentarle sarebbero dei terapeuti.
Certo, come no.

Clorofilla
Inviato: 4/9/2011 18:07  Aggiornato: 4/9/2011 18:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/7/2006
Da:
Inviati: 859
 Re: "Ingannati" (recensione)
Ho guardato il sito del libro. Scusate, ma se avessi le palle mi sarebbero un pò cascate.
Non mi spiego il perchè di certe cose. Ma perchè un ingegnere, quindi una persona che ha studiato, ha studiato fisica e matematica, scienza insomma, se ne debba uscire con un libro che analizza certi fenomeni schiaffandoci "la chiave cristiana", delle credenze?
Qual'è l'intento? Raccontare fatti veri, fare un'analisi, si spera obiettiva il più possibile di quello che succede nel mondo, o rigirare la frittata secondo le proprie credenze, secondo quello che si vorrebbe fossero i fenomeni, fisici, biologici e culturali, che accadono?
Per l'ennesima volta, e mi riferisco alla citazione di quel medico tedesco, Hamer, sul sito del libro, vedo che vengono sballate, ignorate le ormai consolidate nozioni di biologia, medicina.
Ma possibile che ancora oggi si debba propinare, inculcare, che le malattie sono derivate dal male, peccato... e tutte le pippe annesse e connesse?
Ma gli animali e le piante che si ammalano sono stronzi o turbati anche loro quando si beccano un virus o un parassita?
E la biologia, ecologia, il ciclo vitale di batteri, virus, protozoi, parassiti, la vogliamo prendere in considerazione o facciamo finta di stare nel paradiso terrestre?

Sono un pò schifata. Che vergogna. Mi chiedo anche se chi scrive lo fa pensando di trovare gente sempre impreparata che si beve tutto.

Mi spiace, ma se questo è il contenuto, l'inganno è anche nel libro e l'ingannatore è anche chi lo ha scritto.

Pyter
Inviato: 4/9/2011 18:34  Aggiornato: 4/9/2011 18:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: "Ingannati" (recensione)
calvero:
La famiglia è ora che venga distrutta nel suo essere "cosa tradizionale", così l'etica del Lavoro, così i "figli" e tutta la bugia che li investe del loro valore intoccabile. La famiglia tradizionale è un Virus da debellare, in essa covano coercizioni e paure elevate a modello; morbosità santificate e amore possessivo. Un mondo che finalmente si approprierà della libertà non avrà famiglie, saranno finalmente viste, comprese come qualcosa, allora sì, di dissoluto.

Fammi capire: ma per "famiglia", tu intendi Cosa Nostra?

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Calvero
Inviato: 4/9/2011 19:27  Aggiornato: 4/9/2011 19:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Fammi capire: ma per "famiglia", tu intendi Cosa Nostra?


No.

.. è anche scritto. Nel suo essere "cosa tradizionale".

.. e ho detto che anche i "figli" devono essere distrutti.

Vedi tu (tanto per tornare a termini così cari ultimamente) quale "valore" maligno si vorrebbe appiccicare al discorso, che di maligno nulla HA .. aiò

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Jurij
Inviato: 4/9/2011 20:59  Aggiornato: 4/9/2011 20:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
p.s. Questo “nessuno può sapere cosa è giusto e cosa è sbagliato” non impedirebbe il passaggio delle esperienze/conoscenze da generazione in generazione?

Calvero, hai dimenticato questa domanda.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Sertes
Inviato: 4/9/2011 22:59  Aggiornato: 4/9/2011 22:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: "Ingannati" (recensione)
Un libro che dimostra per l'ennesima volta, quasi ce ne fosse bisogno, che anche chi conosce la propaganda ne cade vittima - figuriamoci gli altri!

Comunque ce ne fossero di libri che dicono 10 cose giusta e 1 sbagliata...


Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
vuotorosso
Inviato: 5/9/2011 11:14  Aggiornato: 5/9/2011 11:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: "Ingannati" (recensione)
Relativamente al discorso degli omosessuali e al catalogarli nell'insieme contronatura con la specifica causale di non proliferazione: i bisessuali, sono contro natura?

Clorofilla
Inviato: 5/9/2011 11:31  Aggiornato: 5/9/2011 11:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/7/2006
Da:
Inviati: 859
 Re: "Ingannati" (recensione)
Contro natura sarebbero anche "pretonzoli, cardinalonzoli, paponzoli e suoronzole" che non fanno sesso, nè si riproducono per imposizione di una filosofia di vita, dunque.

Ma che significa poi "contro-natura"? Un handicappato è contro-natura?

La questione, per come l'ha posta pure l'autore del libro, mi pare parecchio superficiale e anche grezzotta.
Viaaaaaa, o che si parla cosi poi!!! Ancora con stà menata del contro-natura stile Nome della Rosa?

Enormi dubbi affiorano relativamente alla conoscenza\competenza sulla natura di scrittori e forumisti.

settemele
Inviato: 5/9/2011 12:18  Aggiornato: 5/9/2011 12:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/5/2010
Da:
Inviati: 101
 Re: "Ingannati" (recensione)
ah !
bei tempi quando le cose e le persone si chiamavano con il loro nome: ora ci sono i nick obbligatori per legge ... dei fessacchiotti, e i "culattoni" devono essere chiamati diversamenti uomini ... pena la querela;

Ribelle
Inviato: 5/9/2011 14:06  Aggiornato: 5/9/2011 14:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 216
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Quando ogni uomo saprà (come Natura ha creato) che nessuno può sapere cosa è giusto e cosa è sbagliato...

Semplicemente non esisterà più nessuna cultura né alcuna forma di socialità umana significativa (precisamente quello che sempre di più si vede accadere nelle società occidentali).

nockisrock
Inviato: 5/9/2011 15:28  Aggiornato: 5/9/2011 15:28
So tutto
Iscritto: 22/1/2010
Da:
Inviati: 28
 Re: "Ingannati" (recensione)

Calvero
Inviato: 5/9/2011 16:09  Aggiornato: 5/9/2011 16:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
p.s. Questo “nessuno può sapere cosa è giusto e cosa è sbagliato” non impedirebbe il passaggio delle esperienze/conoscenze da generazione in generazione?

Calvero, hai dimenticato questa domanda.


Scusa. Avevo saltato la tua domanda.

Impedirebbe il passaggio del Potere, poiché si rivelerebbe nel suo significato, cioè un illusione. Così come il passato, così come il futuro. Illusioni. Il mondo la società umana è preda delle illusioni, tanto quelle dispotiche, tanto quelle perbeniste.
Pensare in modo non-storico significa vivere il presente.
La conoscenza, l'ingegno, la sagacia, la Filosofia (intesa come "biografia" del tuo pensiero), non è "morale", non è sovrastruttura. Il passaggio non verrebbe strozzato.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 5/9/2011 16:13  Aggiornato: 5/9/2011 16:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Semplicemente non esisterà più nessuna cultura né alcuna forma di socialità umana significativa (precisamente quello che sempre di più si vede accadere nelle società occidentali).


Se, come Juirij, contesti dando prova di ascoltare e seguire il filo dei ragionamenti altrui e della visione di insieme che ne nasce, allora sarebbe un dovere rispondere. Non ho intenzione di perdermi nei fastidi altrui.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
vuotorosso
Inviato: 5/9/2011 16:44  Aggiornato: 5/9/2011 16:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Contro natura sarebbero anche "pretonzoli, cardinalonzoli, paponzoli e suoronzole" che non fanno sesso, nè si riproducono per imposizione di una filosofia di vita, dunque.



Secondo il metro "ti accoppi ma non ti riproduci -> sei contronatura" direi proprio di si.
Ma mi chiedo come vengano considerate le PERSONE che sono anche in parte eterosessuali da quel punto di vista secondo chi ha l'abitudine di accendere roghi ...

Ribelle
Inviato: 5/9/2011 17:42  Aggiornato: 5/9/2011 17:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 216
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Se, come Juirij, contesti dando prova di ascoltare e seguire il filo dei ragionamenti altrui e della visione di insieme che ne nasce, allora sarebbe un dovere rispondere. Non ho intenzione di perdermi nei fastidi altrui.

Ma non era una domanda, Calvero. Meno che mai una domanda a te, perché, per quanto mi riguarda, quello che scrivi normalmente su qualunque questione è quanto di più lontano possibile da una risposta minimamente sensata. La mia era una semplice osservazione sulle implicazioni della (senza offesa) fesseria delirante che hai scritto. Tutto qui.

Calvero
Inviato: 5/9/2011 17:54  Aggiornato: 5/9/2011 17:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Ingannati" (recensione)
@ Ribelle

... ma nessuna offesa caro e, al di là del discorso, ti ricordo che in un Topic gli interventi hanno implicitamente la volontà di essere discussi. Quindi, ti avessi risposto, non avrei commesso una cosa incoerente, ci sei? e a questo, ribadisco, che non ti rispondo. Infatti il tuo giudizio di - fesseria delirante - è in perfetta sintonia con quest'altro tuo intervento. Tutto liscio. Come l'olio.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
vuotorosso
Inviato: 5/9/2011 18:07  Aggiornato: 5/9/2011 18:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: "Ingannati" (recensione)
@Calvero
Ciao, scusa ma rispetto alla tua frase "distruggere la famiglia tradizionale" sono rimasto un po' shockato.
Soprattutto ricordando il tuo intervento di qualche tempo fa, " .. e tu Giulietto? Sei stato promosso? ..."

Come fai a dire che va distrutta la famiglia ed essere la stessa persona che ha scritto quel pezzo?
Se tu mi dici che ci sono cose da cambiare, posso anche dirti in completa analiticita' che, secondo me, non puo' esistere nessun sistema perfetto, ma si possono creare sistemi migliori dei precedenti - o peggiori, non e' detto che un cambiamento dia risultati positivi.

Cosa intendi con quel distruzione che io interpreto come stravolgimento, ma dove alcune variabili devono rimanare perche' secondo me insostibuili (vedi l'amore incondizionato - ed e' l'unico ad essere cosi - di un genitore)? E cosa proponi come cambiamento?

Grazie
Ciao

VR

Calvero
Inviato: 5/9/2011 18:54  Aggiornato: 5/9/2011 18:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Ciao, scusa ma rispetto alla tua frase "distruggere la famiglia tradizionale" sono rimasto un po' shockato.
Soprattutto ricordando il tuo intervento di qualche tempo fa, " .. e tu Giulietto? Sei stato promosso? ..."


Come ti invidio amico, è una "vita" che non rimango shockato.

Magari se partiamo con una serie di breve riflessioni, si può giungere a una valida chiave di lettura.

Io sono fermamente contro la Pena di morte, ma non sono contro l'eliminazione di una altra persona se lo reputo necessario, e non solo per una eventuale questione di legittima difesa, magari anche per una personale vendetta. Sacrosanto aggiungo. Dov'è quindi il confine perché un determinato principio possa attuarsi in un determinato valore se pur nell'equazione si possono ottenere, alla fine, due risultati diversi?

Oppure, può un uomo essere tale e, in primis, mostrarsi dedito a un amore incondizionato se pur vittima esso stesso di un retaggio secolare? .. io dico di sì. Mio padre fu uomo, non un padre, ai miei occhi di bimbo .. percepii forza e onore. La famiglia è un arrogante struttura che sembra sia essa la fautrice di comportamenti paterni. Ma non lo è. Qui l'inganno.

Secolarmente i figli sono il frutto di coercizioni e di amori condizionati. Una famiglia potrebbe essere "distrutta" quando i figli, per dirne una, potrebbero essere di una intera collettività. Perché devono essere miei? ... i figli sono sottoprodotti di speranze e morbosità. C'è il mondo a raccontarlo e a mostrarlo quanto funzioni. Sì come no. Se al mondo manca la libertà, non è per i soliti Cattivi (come credono Medicialbe & Co.) .. ma perché sin dall'infanzia (tra altri fattori ovviamente) ci hanno venduto all'Ideale. La famiglia è una spocchia elitaria; una ghettizzazione santificata, un ideale e l'Ideale come il Potere è sempre un illusione... cui prodest? in primis al sentimento religioso (che non è la spiritualità) ergo si dà su di un piatto d'argento la combinazione segreta e psicologica, inconsciamente, ai vari Poteri (si legga illusioni) che inquinano il mondo. Le pecore sono gli unici animali a meritarsi il titolo di gregge, poiché essere gregge è una funzione pragmatica della sopravvivenza...

... mentre lo spirito della famiglia è una funziona illusoria di spersonalizzazione che, a lungo termine e nelle linee generali, crea volontà di asservimento e genuflessioni verso gli Idoli che si formeranno man mano nel corse dell'esistenza. La famiglia è il primo lavaggio del cervello. Non a caso (come Natura si sforza di chiamare all'ordine) l'adolescenza è la battaglia poiché ci si incomincia a rendere conto che la famiglia è una violenza e un abuso .. ma poi ... piano piano, ci si assesta, ci si adatta e si cercano le migliori soluzioni. Il fatto stesso di dover dare per scontato che una famiglia sia un Valore è una bugia. L'Amore incondizionato non ha fautori, è un energia vivificante senza padroni. Ovvio che se avessi un figlio non lo butterei in una piazza, ovvio che ogni discussione mira a trovare le zavorre da eliminare...

... non a caso esiste il modo di dire - i tempi non sono maturi -, ma il fatto che non lo siano non indicano che un principio possa essere sbagliato. E' come auspicare un mondo che vive in Pace.... nnaaaaaaaaa .. i tempi non sono maturi. Idem per le famiglie, che piano, verranno distrutte e rimandate nel fango da cui si sono plasmate insieme alle TRE Bugie più grandi e invalidanti al vero spirito santo della Vita: Dio, Compassione, Uguaglianza.

Nulla che possa farmi smettere di essere romantico, in ragione del fatto che apprezzo e sono orgoglioso della mia illusione. Del mio "dipingere" la mia esistenza. Questioni di gusti. Tutto qui. E nulla che possa ostacolare un gesto d'amore (come quello che raccontai) anche se imprigionato in un retaggio bugiardo e disonesto.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Polonio
Inviato: 5/9/2011 19:09  Aggiornato: 5/9/2011 19:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Citazione:

Contro natura sarebbero anche "pretonzoli, cardinalonzoli, paponzoli e suoronzole" che non fanno sesso, nè si riproducono per imposizione di una filosofia di vita, dunque.




Secondo il metro "ti accoppi ma non ti riproduci -> sei contronatura" direi proprio di si.



è sempre bello imparare nuove cose e condividerle.
devo subito avvertire tutte le mie amiche che hanno superato la menopausa e si ostinano a far sesso.
anzi non le chiamo proprio, non voglio avere niente a che fare con inumane aberrazioni della natura.

però che culo noi ometti, eh? possiamo continuare a far parte della natura fino a che morte non ci separi.

vuotorosso
Inviato: 5/9/2011 19:15  Aggiornato: 5/9/2011 19:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: "Ingannati" (recensione)
Grazie della spiegazione
Il mio essere shockato era proprio non aver colto (impossibile per me, non essendo te) quella differnza che hai messo tra uomo e padre in quel determinato momento.

Su un'altra cosa sono quasi d'accordo: i filgi sono i figli di tutti, il "quasi" e' perche' i figli sono figli di nessuno, giusto per eliminare il retaggio invece che distribuirlo. Ma sia credo sia solo una questione di espressione e che intendessi questo, ma specificando che tutti si devono occupare del futuro dei piccoli.
Correggimi se ti ho interpretato male

Citazione:
Se al mondo manca la libertà, non è per i soliti Cattivi (come credono Medicialbe & Co.) .. ma perché sin dall'infanzia (tra altri fattori ovviamente) ci hanno venduto all'Ideale.

Come persona tendente all'ateo (dura staccarsi dall'imprinting in certi momenti di difficolta') credo che medicialbe sia riuscito a vedere gli inganni laddove non hanno attecchito al tessuto, magari in conseguenza del fatto che di tante cose non ne ha avuto esperienza in eta' infantile come per quel che riguarda la Chiesa. Se poi aggiungiamo il fatto, direi innegabile, che siamo creature abitudinarie, capisco la maggior difficolta' a rendersi conto di questo specifico inganno religioso.

grazie per la botta di "amico"

ciao
VR

vuotorosso
Inviato: 5/9/2011 19:17  Aggiornato: 5/9/2011 19:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
è sempre bello imparare nuove cose e condividerle. devo subito avvertire tutte le mie amiche che hanno superato la menopausa e si ostinano a far sesso. anzi non le chiamo proprio, non voglio avere niente a che fare con inumane aberrazioni della natura. però che culo noi ometti, eh? possiamo continuare a far parte della natura fino a che morte non ci separi.


NON ripeto NON identifica il MIO pensiero ma, ahime', identifica di fatto un pensiero che esiste o altrimenti certi accostamenti di vocaboli non verrebbero fatti ...
ciao

Jurij
Inviato: 5/9/2011 19:43  Aggiornato: 5/9/2011 19:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: "Ingannati" (recensione)
Calvero
Citazione:
La conoscenza, l'ingegno, la sagacia, la Filosofia (intesa come "biografia" del tuo pensiero), non è "morale", non è sovrastruttura. Il passaggio non verrebbe strozzato.

Ok Calvero, adesso mi è molto più chiaro il “disegno” che intendi.
Come diceva il buon vecchio Clint in “Per qualche dollaro in più”, “non mi tornavano i conti” ;o)

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Calvero
Inviato: 5/9/2011 20:16  Aggiornato: 5/9/2011 20:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
i filgi sono i figli di tutti, il "quasi" e' perche' i figli sono figli di nessuno, giusto per eliminare il retaggio invece che distribuirlo. Ma sia credo sia solo una questione di espressione e che intendessi questo, ma specificando che tutti si devono occupare del futuro dei piccoli.


Concordo, dici bene. Questo è un ulteriore accredito. Dove non c'è possesso, c'è comprensione. Dove c'è possesso, c'è convinzione. Ma non è solo questione di espressione, sostengo realmente che la famiglia è un inganno.

Prova a pensare al Matrimonio, altra farsa. Credo nella relazione tra un uomo e una donna e nel loro essere santificati nella loro volontà. Il resto è bugia. Credo nell'amore, cioè nella sua energia, e non in altro che presuntuosamente si vorrebe far discendere da esso.

Citazione:
grazie ...


.. a te

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Jurij
Inviato: 5/9/2011 20:29  Aggiornato: 5/9/2011 20:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: "Ingannati" (recensione)
Calvero
Citazione:
... non a caso esiste il modo di dire - i tempi non sono maturi -, ma il fatto che non lo siano non indicano che un principio possa essere sbagliato. E' come auspicare un mondo che vive in Pace.... nnaaaaaaaaa .. i tempi non sono maturi. Idem per le famiglie, che piano, verranno distrutte e rimandate nel fango da cui si sono plasmate insieme alle TRE Bugie più grandi e invalidanti al vero spirito santo della Vita: Dio, Compassione, Uguaglianza.

Sulle famiglie non mi sbilancio, malgrado mi ritenga abbastanza soddisfatto della mia infanzia, molte cose non mi tornano e soprattutto non ho la possibilità di avere la controprova, perché dovrei rinascere un’altra volta in un’altra situazione, mantenendomi il mio io attuale o perlomeno memorizzandolo stile “atto di forza”.

Quel che è sicuro è che il mio io sarebbe stato diverso a seconda solo del tipo di famiglia che avrei avuto, inutile negarlo, l’influenza ce l’hai dentro e ogni tanto esce fuori.

Ma sulle tre bugie: per Dio (dottrina) e uguaglianza (teoria), ok ci sono, ma la compassione viene dal cuore, ce l’hai o non ce l’hai.
“Non ce l’hai” perché forse uno è stato “bruciato”, ma altrimenti … non capisco.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Jurij
Inviato: 5/9/2011 20:43  Aggiornato: 5/9/2011 20:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: "Ingannati" (recensione)
Calvero
Citazione:
Prova a pensare al Matrimonio, altra farsa.

Fosse solo una farsa….magari.

Prova a pensare a quanti “ragazzi padre” sono in circolazione, uomini a cui hanno imposto con l’inganno dei figli.

Incarichi di responsabilità ottenuti con l’imbroglio che con gli anni si trasformano in rancore, come un boomerang, poi iniziano le tragedie.

Quando penso per esempio al caso Boris Becker, mi chiedo come abbia potuto una persona arrivare a tanta vigliaccheria.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
music-band
Inviato: 5/9/2011 20:45  Aggiornato: 5/9/2011 20:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: "Ingannati" (recensione)
Avevo concepito questo intervento come articolo ma ovviamente non avrebbe senso pubblicarlo in home; ve lo propongo qui:

Siamo liberi... O prigionieri di noi stessi?

“...Sai è strano il mondo... Se fossi un nazista qualcuno difenderebbe il mio diritto costituzionale di odiare gli ebrei. Se fossi del Ku Klux Klan qualcuno difenderebbe il mio diritto di odiare i neri. E' strano il mondo. L'odio ha dei diritti. L'amore no.”
(Torey L. Hayden "Come in una gabbia" p 250)

La recensione di Massimo Mazzucco al libro “Ingannati” di Alberto medici ha visto esplodere una polemica scaturita da un mio commento critico rivolto all'autore.

Ho accusato Medici di aver detto una bestialità quando, in un passaggio del capitolo dedicato alle “False Flag”, ha utilizzato un'ideologia di chiara matrice propagandistica per giustificare e condannare un'altra ideologia scaturita dalla propaganda.

Sono stato immediatamente equivocato e accusato da più parti e dallo stesso Massimo Mazzucco di aver insultato l'autore e di non aver rispettato le sue opinioni; a niente sono valsi i molteplici post in cui ho tentato di spiegare al meglio la mia contestazione.

Nonostante utenti come Pispax, Calvero, Abbidubbi e altri abbiamo compreso il centro del problema e tentato a loro volta di chiarire la situazione, la discussione ormai era degenerata in una disputa sugli omosessuali che ha di fatto sviato l'attenzione dal vero problema.

Di mia iniziativa ho contattato privatamente Alberto Medici che con cortesia e disponibilità ha avuto con me uno scambio di mail in cui entrambi abbiamo cercato di esporre al meglio la nostra posizione per vedere se ci riusciva di chiarire il punto centrale della mia critica.

Alberto Medici ha acconsentito al fatto che riportassi qui la sua risposta finale che vorrei utilizzare per evidenziare il problema che può sorgere quando una onesta ricerca della verità entra in conflitto con un'ideologia.

Il tutto nasce, come dicevo, da una parte del capitolo dedicato alle false flag (operazioni sotto falsa bandiera), in cui l'autore parla di una tecnica di propaganda denominata Totalitarian tiptoe (in punta di piedi un pò alla volta). Medici scrive che questa tecnica è utilizzata per introdurre dei cambiamenti poco per volta attraverso la promozione di mode, trend e correnti di pensiero che influenzano l'opinione pubblica.

Come esempio per sostenere la validità e l'esistenza di tale tecnica scrive questa frase:

“...In punta di piedi si insinuano un po’ alla volta i concetti più aberranti e anti-umani: siamo o non siamo arrivati a considerare l’omosessualità una cosa normale, rispettabile, addirittura tipica di persone di cultura superiore?...”

Provando ad analizzare questa frase:
si può rilevare subito che tra i molteplici esempi che potevano essere argomentati a sostegno dell'esistenza e dell'efficacia di tale tecnica propagandistica, Medici ne prende uno assai arduo da dimostrare; che l'omosessualità sia infatti considerata cosa normale, rispettabile o addirittura tipica di persone di cultura superiore è una contraddizione in termini pari soltanto all'affermare che l'America è il paese libero per eccellenza da qualsiasi forma di razzismo.

Nella nostra cultura infatti, il rifiuto del diverso è un concetto radicato in profondità e tutt'ora molto presente: le barzellette di scherno sugli omosessuali abbondano e rallegrano pranzi e cene di un popolo buontempone; molte donne che si trovano dinnanzi al rifiuto di una proposta sessuale, ricorrono ancora ad un insulto teso a ferire e colpire nell'orgoglio il maschio con la frase tipo: “Ma sei frocio?” (in cui si utilizza anche una terminologia che esprime disprezzo come nelle barzellette del resto); Le prove di forza e coraggio al fine di dimostrare di non essere una “checca” imperversano in ogni ambiente di carattere maschile come le squadre sportive, gli ambienti militari o anche il circolo bocciofilo piuttosto che l'osteria sotto casa; nelle stesse “famiglie” la cultura del “maschio” è tutt'ora talmente radicata che se ci si trova con un figlio che mostra tendenze omosessuali scoppiano delle vere e proprie tragedie. Gli esempi poi di soprusi, pestaggi, abbandoni, prevaricazioni e ogni sorta di distinzione e rifiuto abbondano.

Si tratta di una mentalità dura a morire; in questo stesso sito, nei commenti all'articolo sul libro in questione, vari utenti hanno espresso con violenza la loro idea sull'omosessualità; l'utente “desbouvet” ad esempio, si è rivolto agli omosessuali in questi termini: “...è una sentenza contro-natura, di un ominide bastardo che ha deciso di andare contro-natura e te cadi in ginocchio davanti a un pezzo di m come costui.”
Resta quindi da dimostrare che quanto asserisce Medici sia realmente avvenuto.

Ammettiamo per un momento comunque, che sia in atto un preciso disegno propagandistico con gli scopi indicati dall'autore; al fine di dimostrarlo, come abbiamo detto, bisogna portare delle solide argomentazioni individuando le tecniche di propaganda e rendendole manifeste.

Cosa fa invece Alberto Medici? Per sostenere la sua tesi su questa ideologia a cui vorrebbero sottomettere le nostre opinioni, ce ne contrappone un'altra che è appunto quella tutt'ora in vigore del rifiuto del diverso. Cioè dice: dato che è aberrante e anti-umano essere omosessuali, risulta ovvio che qualsiasi manifestazione in favore dell'omosessualità riguarda un disegno propagandistico atto a cambiare una verità acquisita.

L'ideologia per cui l'omosessualità sarebbe contro-natura, anti-umana e aberrante non è solo di matrice cattolica ma è indubbio che la maggiore religione occidentale è stata determinante nel propagandare questa mentalità. Il grave errore dell'autore sta proprio nel non considerarla a sua volta come un'ideologia che ha le sue radici e una sua origine, ma nell'asserire che si tratta di una verità incontestabile e di conseguenza eleggerla al ruolo di prova che ogni manifestazione contraria alla suddetta mentalità debba essere necessariamente un'operazione di propaganda.

Ho tentato quindi di esporre lo stesso ragionamento logico e scevro da ogni polemica omosessualità si/no, all'autore per invitarlo a comprendere la contraddizione e l'errore di metodo commesso nell'esporre la sua tesi ma dopo alcuni scambi (sempre pacati, ci tengo a sottolinearlo) mi ha risposto in questi termini:

Allora, provo a spiegarmi. 
1. Per me la natura (per non dire Dio, che per qualcuno non esiste, mentre sulla natura siamo tutti d'accordo) prevede che maschio e femmina siano le due parti di un unico, e, in quanto tali, complementari. Tanto è vero questo che non solo fisicamente, ma anche spiritualmente, mentalmente, caratterialmente, il maschio e la femmina sono diversi e si completano a vicenda. Tanto è vero che LA SPECIE NON CONTINUA SE SI INTERROMPONO I RAPPORTI ETEROSESSUALI; il rapporto omosessuale è sterile. Fin qua, credo che non ci sia nulla da discutere.
2. Nel percepire comune questa devianza è abbastanza sentita: infatti le barzellette, le scenette che prendono in giro gli omosessuali fanno parte -nel bene e nel male- della nostra cultura. Da qualche decina d'anni a questa parte una attenta regia ha cambiato questo stato d'animo, questo modo di sentire, fino a rendere addirittura reato l'omofobia: se ti esprimi contro gli omosessuali sei tacciato di razzista, delinquente, passibile di pena.
3. Io ho usato questo esempio di trasformazione del sentire comune per spiegare cosa si intende per totalitarian tiptoe: una cosa che dall'oggi al domani non sarebbe potuta avvenire, grazie al martellamento di film, attori e personaggi famosi che hanno fatto "outing" e cose del genere, è potuta avvenire, quasi senza che ce ne accorgessimo. Avrei potuto usare altri esempi: il prezzo della benzina, che è raddoppiato senza che ce ne accorgessimo; l'aborto, che un po' alla volta è diventato quasi una forma di contraccezione; la percezione della donna, che se sta in casa è una povera sfigata, il concetto di autorità (tutte le figure di riferimento, a partire dai padri, sono rappresentati come mezzi scemi, il figlio è sempre moooolto più intelligente del padre); l'inutilità o addirittura stupidità della fedeltà coniugale, che da valore è passato quasi a debvolezza (se non ti concedi qualche scappatella...) e via dicendo. Invece no: ho usato l'atteggiamento verso l'omosessualità.
4. A questo punto la tua critica: avrei detto della bestialità che rendono tutto il libro e il resto del lavoro non credibile. Allora andiamo a vedere quali sono queste bestialità. Sono due parole: ABERRANTE E ANTI-UMANO. Ab-errante: che esce dal solco tracciato, dalla norma, dalla consuetudine. dalla norma, dalla media: confermo: l'omosessualità è aberrante. Anti-umano: contrario alla natura umana, tanto è vero che il rapporto omosessuale è sterile, e una società di soli omosessuali non arriverebbe alla seconda generazione. E allora? Cosa avrei detto di così bestiale?

Se poi, imbevuto della propaganda del NWO, che, anche per ridurre la popolazione mondiale, per incrinare la famiglia, per distruggere il cattolicesimo (vero nemico giurato di massoneria & C.), ci ha inculcato il mito del gay come essere superiore, tu hai letto nelle mie parole astio e condanna verso gli omosessuali, mi dispiace; ma io non posso che confermare quanto scritto: aberrante e anti-umano.

Tanto ti dovevo


Da notare come al punto 2, Medici attribuisce al “percepire comune” il rifiuto del diverso nominando proprio le barzellette di scherno nei confronti degli omosessuali.

Quindi per lui il percepire comune è la verità ma sappiamo che ciò che percepisce la comunità, cambia e si rivoluziona di continuo nel corso della storia. Soltanto per fare un esempio banale: lo stesso concetto di bellezza femminile si è rivoluzionato dal 700 in cui le donne giunoniche e più che giunoniche erano considerate delle autentiche perle ritratte nei capolavori d'arte, a oggi in cui un modello di donna simile farebbe storcere il naso a tutti gli uomini e alle stesse donzelle che ricercano un fisico tra l'atletico e l'anoressico. E inoltre, se adesso il “percepire comune” diventasse l'accettazione del diverso e si incolpasse di questo la propaganda; per quale motivo allora il “percepire comune” precedente dovrebbe essere automaticamente la verità e non, a sua volta, frutto di propaganda?

Alla fine della sua risposta poi, Alberto Medici rimanda al mittente, cioè a me l'accusa di essere schiavo di un'ideologia.

Per concludere dirò che per scrivere questo articolo mi sono posto una domanda: “Quanto sono certo io e quanto può esserlo Alberto Medici di non essere schiavo di un'ideologia o dei propri pregiudizi?”

Partendo da questa premessa mi sono sforzato di elaborare un ragionamento razionale che ho qui esposto; ora lo chiedo a voi: “Siete liberi o prigionieri?”

Calvero
Inviato: 5/9/2011 20:46  Aggiornato: 5/9/2011 20:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Ma sulle tre bugie: per Dio (dottrina) e uguaglianza (teoria), ok ci sono, ma la compassione viene dal cuore, ce l’hai o non ce l’hai.
“Non ce l’hai” perché forse uno è stato “bruciato”, ma altrimenti … non capisco.


Serve un Topic a parte.
E ho ascoltato bene cio che hai detto.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Redazione
Inviato: 5/9/2011 20:53  Aggiornato: 5/9/2011 20:53
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "Ingannati" (recensione)
Siamo tutti prigionieri di quello che crediamo di sapere.

Clorofilla
Inviato: 5/9/2011 21:20  Aggiornato: 5/9/2011 21:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/7/2006
Da:
Inviati: 859
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Per concludere dirò che per scrivere questo articolo mi sono posto una domanda: “Quanto sono certo io e quanto può esserlo Alberto Medici di non essere schiavo di un'ideologia o dei propri pregiudizi?”


E' un paradosso infatti, cioè l'informatore disinformato che vuol fare informazione e non c'è la peggio poi che avere l'ingannatore proprio in casa.

Cosa c'è di più indimostrato delle religioni?

E ripeto quello che ho detto, se sono conto natura gli omosessuali lo sono anche tutti quei mangia pane a tradimento che ci poppano i soldi con l'8 per mille e non trombano perchè la religione lo impone. Oh, non si riproducono i primi, ma nemmeno i secondi.
Sono aberranti anche pretonzoli e suoronzole? Allora si se il parametro è la sessualità e la riproduzione! E pure peggio perchè almeno l'omosessuale fa sesso, i secondi son pure repressi!!
Quanto è naturale la castità (forzata)?

Notare poi come si spendano parole sull'omossuale e mai mezza parola contro pretonzoli & C e la castità.

Ma vi piacerebbe essere bollati contro natura, come esseri aberranti? Da un certo punto di vista è peggio che sentirsi dare di scemo. Almeno lo scemo è umano, con tutti i suoi difetti, ma mica contro natura!! Fra un pò nemmeno ad un handicappato, salvo rari stronzi, si arriva a tanto.

Insomma è la solita vecchia pallosa, squallida storia ideologica religiosa e non di chi ha sempre un posto riservato sul podio e chi è sempre un paria.

E poi senza andare tanto a scomodare paroloni come massoneria, la religione cattolica sta sui coglioni a diversi e intendo la gente normale.
Altro che complotti.

Pyter
Inviato: 5/9/2011 22:46  Aggiornato: 5/9/2011 22:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: "Ingannati" (recensione)
clorofilla
la religione cattolica sta sui coglioni a diversi e intendo la gente normale.

Musicband
Quindi per clorofilla il percepire comune è la verità ma sappiamo che ciò che percepisce la comunità, cambia e si rivoluziona di continuo nel corso della storia.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Pyter
Inviato: 5/9/2011 22:54  Aggiornato: 5/9/2011 22:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: "Ingannati" (recensione)
ora lo chiedo a voi: “Siete liberi o prigionieri?”

Barabba.



Ma cosa è l'omosessualità?
Fa parte della natura dell'uomo?
L'uomo è nato omosessuale?
O lo è diventato a causa dell'ambiente?
Era già scritto nel disegno di Dio oppure nel brodo primordiale?
Tutto fa brodo?
Ma se è il prodotto della natura brodoliana, perchè, essendo un freno alla continuazione della specie, l'evoluzione non è stato in grado di eliminarla?

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Clorofilla
Inviato: 5/9/2011 23:00  Aggiornato: 5/9/2011 23:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/7/2006
Da:
Inviati: 859
 Re: "Ingannati" (recensione)
E non dire bischerate Pyter. Qua si scomodano complotti come funghi, ma senza andare tanto lontano c'è insofferenza verso la religione e la chiesa nelle persone. Tutto qui.

Che poi il tuo discorso si può sposare bene con l'atteggiemento e la mentalità dei credenti, dei detrattori di qualcosa. E non fa una grinza. Le proprie antipatie, le proprie credenze diventano il terreno da coltivare per dimostrare e screditare + l'ignoranza. Si perchè più il detrattore è accanito e meno sa di ciò che critica, quasi un rapporto inversamente proporzionale.

Dirò di più, proprio la religione ed i credenti fanno della loro fede, della loro cosiddetta testimonianza, del sentire interiore, dei sentimenti, una prova o una dimostrazione dell'esistenza di dio, o che vi è l'anima, che c'è l'istinto religioso.
Quindi non è a me che ti devi rivolgere, che so bene che c'è del relativismo nell'uomo e nella cultura (anche nella religione e nella stessa bibbia) ma a chi sciorina le proprie credenze in tal senso.

kickass
Inviato: 5/9/2011 23:09  Aggiornato: 5/9/2011 23:09
So tutto
Iscritto: 21/8/2011
Da:
Inviati: 13
 Re: "Ingannati" (recensione)
@music band
molto interessante! Il paradosso che evindenzi e' chiaro ora, e va ben aldila' del merito (omossessualita' si o no).

Riguardo alla tua domanda: secondo me sono gli assolutismi, di qualunque genere, ad essere la prigione. Quando riesci a rimanere elastico, a riconoscere il grigio che sta' tra la tua opinione e quella dell'altro, hai il diritto di sentirti libero.

Io, per esempio, per quanto mi sforzi, faccio fatica ad accettare l'odio per il diverso che si nasconde (neanche troppo bene) dietro quelle famose parole dell'autore che ci hanno portato fin qui. Di conseguenza la mia razionalita' diventa prigioniera della mia sensibilita'.

Potrei riuscire ad accettare la sua visione (senza necessariamente condividerla) se per esempio non intendeva urtare la sensibilita' di nessuno con quelle parole "anti-umano" e "aberrante". Parole che per quanto l'autore si possa sforzare a giustificare nel loro significato, sono parole inutilmente pesanti (che creano muri e quindi prigioni) che potevano essere espresse in mille maniere, senza per questo togliere niente al significato della frase ne alla sua lecita ricerca della verita'. Quelle parole sono appunto PROPAGANDA perche hanno un forte impatto ma non si spiegano da sole, hanno bisogno che l'autore dica: "ma io volevo dire che..".

Se posso permettermi, peccato che non ti sei spiegato cosi' fin dall'inizio, comunque, evitando quella cavolo di parola ("bestialita'") che ha contribuito a creare arroccamenti. A suo modo era anch'essa propaganda. Sei d'accordo?

vuotorosso
Inviato: 5/9/2011 23:21  Aggiornato: 5/9/2011 23:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: "Ingannati" (recensione)
Voglio rispondere alla domanda di musicband, domanda che per altro mi sorprende che si sia fatto solo ora: conoscendolo attraverso i suoi post mi sembra molto strano questo "ritardo".

Credo di si, che siamo prigionieri, se non tutti la maggior parte di noi.
Siamo il frutto delle nostre esperienze e degli insegnamenti che riceviamo, volenti o nolenti, diretti e indiretti, sia in ambito sociale (famiglia, scuola, gruppi schematizzati come società sportive) , che in ambito ambientale (c'è differenza tra chi vive sulla costa e chi in montagna, differenza tra chi vive al polo e all'equatore, e cosi via).

La nostra parte originale rimane il nostro pensiero e il modo in cui ci poniamo di fronte alle decisioni che nella vita si prendono: peccato che a nessuno interessino le esperienze degli altri.

E peccato che per la maggior parte si riducano ad un insieme di pochi elementi, varianti nel tempo a seconda delle tecnologie disponibili. Il genio è colui che trova una risposta nuova ad una domanda antica, diversa da tutte le altre.

Polonio
Inviato: 6/9/2011 0:15  Aggiornato: 6/9/2011 0:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: "Ingannati" (recensione)

Pispax
Inviato: 6/9/2011 2:35  Aggiornato: 6/9/2011 3:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: "Ingannati" (recensione)
Grazie per la riflessione, music-band.
E' parecchio interessante.


Per quanto mi riguarda, sto facendo lo sforzo di cambiare il mio status da "prigioniero" a "ostaggio".
Sto faticosamente raccogliendo la "somma" per pagare il riscatto. Sono ancora parecchio lontano.

Però va bene anche così. E' una fatica sana.







Visto che questo thread parla del libro di Alberto Medici, vorrei sottolineare un paio di passaggi del testo che hai riportato (con il suo consenso) che trovo indicativi di un modo di pensare.
E che purtroppo non mi lasciano ben sperare sulle potenzialità di quel testo, almeno sotto al versante dell'emancipazione di se stessi dalla propaganda.
Buffo: eppure sembrava essere il suo scopo principale.

3. Io ho usato questo esempio di trasformazione del sentire comune per spiegare cosa si intende per totalitarian tiptoe: una cosa che dall'oggi al domani non sarebbe potuta avvenire, grazie al martellamento di film, attori e personaggi famosi che hanno fatto "outing" e cose del genere, è potuta avvenire, quasi senza che ce ne accorgessimo. Avrei potuto usare altri esempi: il prezzo della benzina, che è raddoppiato senza che ce ne accorgessimo; l'aborto, che un po' alla volta è diventato quasi una forma di contraccezione; la percezione della donna, che se sta in casa è una povera sfigata, il concetto di autorità (tutte le figure di riferimento, a partire dai padri, sono rappresentati come mezzi scemi, il figlio è sempre moooolto più intelligente del padre); l'inutilità o addirittura stupidità della fedeltà coniugale, che da valore è passato quasi a debvolezza (se non ti concedi qualche scappatella...) e via dicendo.

Tralasciamo pure il prezzo della benzina. Credo che tutti noi del fatto che sia raddoppiata ce ne siamo accorti anche troppo, e in ogni caso non è certo aumentata grazie a un "totalitarian tiptoe": è aumentata di prepotenza.




Mi ha molto colpito invece la prima frase: "una cosa che dall'oggi al domani non sarebbe potuta avvenire, grazie al martellamento di film, attori e personaggi famosi che hanno fatto "outing" e cose del genere, è potuta avvenire, quasi senza che ce ne accorgessimo."

Tecnicamente ha assolutamente ragione.
E' andata proprio così.
Intellettualmente invece fa un discorso abominevole.


Io potrei capire se Medici denunciasse una campagna propagandistica volta a sponsorizzare l'omosessualità. Una roba martellante, infida, subdola, perniciosa o quello che preferite, volta a aumentare il numero degli omosessuali esistenti.
Quello che non capisco invece è il perché stia denunciando il semplice fatto che alcune persone facciano "outing", cioè che parlino di come sono, e di quale è il loro orientamento sessuale, senza che per questo vengano criminalizzati.


In definitiva quindi non sta denunciando il fatto che venga imposta una propaganda, ma si lamenta proprio del suo contrario: cioè del fatto che una propaganda esistente venga indebolita.




Gli omosessuali esistevano anche prima degli "outing".
Solo che non potevano dirlo, proprio perché c'era una propaganda feroce che li condannava senza appello. ("Nel percepire comune questa devianza è abbastanza sentita: infatti le barzellette, le scenette che prendono in giro gli omosessuali fanno parte -nel bene e nel male- della nostra cultura.")

Quella però per Medici evidentemente era una propaganda "buona".
Ora sta venendo meno, e questo gli crea delle... ehm... "perplessità. (" Da qualche decina d'anni a questa parte una attenta regia ha cambiato questo stato d'animo, questo modo di sentire, fino a rendere addirittura reato l'omofobia: se ti esprimi contro gli omosessuali sei tacciato di razzista, delinquente, passibile di pena.)



Solo che questa "attenta regia" in definitiva ha fatto una sola cosa: invece di mettersi a lodare l'omosessualità, ha semplicemente smesso di criminalizzarla o di deriderla.
Gli omosessuali vengono presentati come persone "normali".

C'è da gridare allo scandalo per questo?
Non lo so.
Io ho parecchi amici e amiche omosessuali. Sono tutte persone assolutamente normali. Vivono una vita normale, fanno un lavoro normale, ridono o s'incazzano normalmente.
Quando vedo che in un film si parla degli omosessuali come di persone normali, la cosa non mi sconvolge: la trovo una semplice descrizione della realtà.


Di conseguenza trovo abominevole un'idea di fondo che dice che non si può parlare della realtà.
Che la realtà, se porta avanti argomenti "discutibili", allora deve essere nascosta.

La troverei abominevole ovunque; ma la trovo particolarmente abominevole in un testo che si propone proprio di denunciare quelli che impediscono di parlarne, della realtà.




Anche gli altri esempi che porta a ben guardare sono semplici tentativi di nascondere la realtà.
L'aborto è SEMPRE stato un'attività anticoncezionale. Anzi, se ci mettiamo a fare sofismi sul termine, si può dire che è l'attività "anticoncezionale" più estrema. Solo che prima andava fatto di nascosto, senza poterne parlare. Era una realtà, ma una realtà che andava tenuta nascosta.
L'unica differenza rispetto a prima è che gli aborti si fanno comunque, ma ora se ne può parlare.
E' una realtà come lo era prima, ma ora viene alla luce.

La donna ha SEMPRE avuto il desiderio di poter condurre anche una vita propria. Solo che non poteva dirlo, perché questo andava contro alla propaganda "buona", quella dei "Fermi Valori Morali". Che prevedeva che la donna fosse solo "l'angelo del focolare", e se si azzardava a essere qualcosa di diverso volavano gli sganassoni.
Era una realtà che andava nascosta.
Ora può dirlo.
Orrore: può persino farlo.

I padri come figura di riferimento per la propaganda dei "Fermi Valori Morali" sono sempre stati un articolo di dogma. In quanto tali non potevano MAI essere messi in discussione. Neppure quando abusavano delle figlie. Neppure quando picchiavano la mamma.
C'erano anche delle realtà "discutibili", ma andavano SEMPRE nascoste in nome del "decoro".
Queste realtà ci sono anche oggi, ma se ne può parlare. Non occorre tenerle obbligatoriamente nascoste.
(per inciso, mi chiedo che libri legga Alberto Medici. O che film guardi. Io quella roba che "il figlio è sempre moooolto più intelligente del padre" l'ho trovata solo in qualche commedia americana di serie B)

Per pura bontà d'animo non mi metto a parlare di quella roba sulla "lnutilità o addirittura stupidità della fedeltà coniugale, che da valore è passato quasi a debvolezza (se non ti concedi qualche scappatella...).
Ho l'impressione che la cultura di riferimento per questi discorsi siano i film di Alvaro Vitali.



Insomma, io questa roba del "totalitarian tiptoe" sto iniziando a rivalutarla parecchio.
Almeno per come viene declinata da Alberto Medici.
E' una roba che smette di nascondere la realtà, e invece inizia a presentarla per quello che è.

In definitiva è stato grazie a questo tipo di "totalitarian tiptoe" che abbiamo smesso di pensare che i negri siano animali semiumani. Hanno smesso di presentarli come animali semiumani e hanno iniziato a presentarli come persone normalissime, esattamente come sono. E come sono tutti gli altri.
Ora questa consapevolezza è diffusa: ma è la consapevolezza di una realtà, non di una propaganda.
Anzi, è proprio il contrario: è la consapevolezza che nasce dal fatto che una propaganda, quella del "negro animale semiumano", finalmente è terminata.



Mi chiedo invece per quale motivo questa roba del mostrare la realtà non piaccia a lui, che pure ha appena finito un libro dove intende dire la Verità, tutta la Verità, nient'altro che la Verità.
Partendo da questa basi, viene da chiedersi quale Verità viene descritta.





(Ma non ditemelo: ho come l'impressione che la risposta potrebbe non piacermi. Che anch'io sia "imbevuto della propaganda del NWO?")

Pispax
Inviato: 6/9/2011 2:49  Aggiornato: 6/9/2011 3:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: "Ingannati" (recensione)
Clorofilla


Citazione:
E ripeto quello che ho detto, se sono conto natura gli omosessuali lo sono anche tutti quei mangia pane a tradimento che ci poppano i soldi con l'8 per mille e non trombano perchè la religione lo impone. Oh, non si riproducono i primi, ma nemmeno i secondi.
Sono aberranti anche pretonzoli e suoronzole? Allora si se il parametro è la sessualità e la riproduzione! E pure peggio perchè almeno l'omosessuale fa sesso, i secondi son pure repressi!!
Quanto è naturale la castità (forzata)?

Notare poi come si spendano parole sull'omossuale e mai mezza parola contro pretonzoli & C e la castità.


Eppure in un certo senso ha risposto anche Alberto Medici:

4. A questo punto la tua critica: avrei detto della bestialità che rendono tutto il libro e il resto del lavoro non credibile. Allora andiamo a vedere quali sono queste bestialità. Sono due parole: ABERRANTE E ANTI-UMANO. Ab-errante: che esce dal solco tracciato, dalla norma, dalla consuetudine. dalla norma, dalla media: confermo: l'omosessualità è aberrante. Anti-umano: contrario alla natura umana, tanto è vero che il rapporto omosessuale è sterile, e una società di soli omosessuali non arriverebbe alla seconda generazione. E allora? Cosa avrei detto di così bestiale?

Sulla base degli stessi principi, il sacerdozio cattolico è ABERRANTE E ANTI-UMANO.

Ab-errante: indiscutibilmente il sacerdozio cattolico "esce dal solco tracciato, dalla norma, dalla consuetudine". Confermo: il sacerdozio cattolico è aberrante.
Anti-umano: contrario alla natura umana. Altrettanto indiscutibilmente il sacerdozio cattolico è sterile, e una società di soli sacerdoti cattolici (e ovviamente anche di suore) non arriverebbe mai alla seconda generazione.




Meno male che quei principi IO non li condivido, altrimenti mi avrebbero detto per l'ennesima volta che ero poco oggettivo in quanto "anticlericale".

Invece... SORPRESA: questa volta l'anticlericale non sono io.

vuotorosso
Inviato: 6/9/2011 2:58  Aggiornato: 6/9/2011 2:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: "Ingannati" (recensione)
Diciamo che non sei stato il primo

clorofilla ha allungato un mio aggancio che però è andato a parare in questa categoria specifica.
Io indicavo le persone bisessuali in quanto, almeno in parte, secondo la logica adottata del contro natura, sono PRO natura, e questo non lo si può negare, per cui ... anche queste persone sono aberranti, pur risultando di fatto partecipi e attivi nella procreazione, ma non solo ?
era questa la domanda a cui volevo risposta, vediamo se arriva: potrebbe aiutare a capire meglio la posizione di molti sull'argomento
ciao

Pispax
Inviato: 6/9/2011 3:03  Aggiornato: 6/9/2011 3:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: "Ingannati" (recensione)
vuotorosso

Citazione:
vediamo se arriva: potrebbe aiutare a capire meglio la posizione di molti sull'argomento


Ehm...
Visto l'argomento, io fossi in te riformulerei questa frase.
Magari usando termini meno equivocabili.

Jurij
Inviato: 6/9/2011 6:51  Aggiornato: 6/9/2011 6:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Quanto è naturale la castità (forzata)?

La castità è un buon nascondiglio per gli andicappati sessuali.

Una persona (uomo) una volta mi ha detto che, per ogni gay, c’erano due potenziali donne libere in più e quindi non aveva assolutamente niente contro queste “tendenze”, in compenso odiava lesbiche e suore…

Sento parlare di contro natura, ma una persona non sceglie di essere gay, è un’alterazione mentale da quello che è per la maggiore lo stimolo che ha una persona.

È un discorso molto complicato e personale, come ad esempio se uno è gay dalla nascita oppure viene influenzato dai primi anni di vita…., ma comunque è una sua scelta e un suo diritto di godere la vita.

In un rapporto (sessuale) la base di tutto credo sia essere consenzienti, poi il resto è cosa personale.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Red_Knight
Inviato: 6/9/2011 11:08  Aggiornato: 6/9/2011 11:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: "Ingannati" (recensione)
Mi è parso di notare una cosa.

Solitamente la propaganda d'odio si basa sulla menzogna, ma conserva un senso apparente. Gli ebrei sono inferiori perché geneticamente malvagi, avidi e cospiratori, gli zingari perché rubano tutti, i negri perché sono sporchi e puzzano, e così via. Si tratta ovviamente di generalizzazioni calunniose ma, se fossero vere, avrebbe senso temere o provare fastidio per ebrei, zingari, neri et cetera.

Gli omosessuali invece fanno schifo perché sono omosessuali. Non c'è un motivo per il quale dovremmo sentirci offesi dalla loro esistenza e la propaganda non si preoccupa nemmeno di trovarcelo: non sono accusati, per generare paura o fastidio, di essere contagiosi, o di essere stupratori, o di essere più inclini a scippare vecchiette. Si dice che siano viziosi e dissoluti, ma in realtà è una tautologia: sono viziosi perché hanno rapporti omosessuali, e sono dissoluti perché lo fanno con disinvoltura (cioè, ancora, gli omosessuali fanno schifo perché sono omosessuali).

La stupidità di quest'idea dovrebbe essere incredibilmente più facile da constatare rispetto alle altre idee razziste (io questa cosa l'ho capita in 10 secondi a 6 anni, lo ricordo ancora), eppure fa più breccia.

Perché? Qualcuno ha qualche idea?

vuotorosso
Inviato: 6/9/2011 11:39  Aggiornato: 6/9/2011 11:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Perché? Qualcuno ha qualche idea?

Secondo me e' perche' gli zingari, i neri e gli ebrei sono riconoscibili, fisicamente: l'omosessaulita' no, e quindi immagino faccia paura perche', chi soffre di razzismo, non riesce ad identificarla.

Si teme cio' che e' forte, anzi, piu' forte, come diceva herman hesse in Demian relativamente al Marchio di Caino (buona lettura fatta in eta' adolescenziale, che comunque consiglio a tutti)
In questo caso il razzista non sa quale sia la "forza" di quello che teme, per questo preferisce ... ridurlo diciamo.

Calvero
Inviato: 6/9/2011 12:24  Aggiornato: 6/9/2011 12:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Perché? Qualcuno ha qualche idea?


Non è una stupidata quest'idea.

Una risposta valida è quella di Vuotorosso, ma in seconda battuta.. è una conseguenza di un altro fattore.

Dunque.

Un altra è quella di un fattore psicologico semplicissimo: il protocollo inconscio della difesa della specie. Ma non ne sto parlando a livello ideologico, politico eccetera eccetera... ma a livello ancestrale. Ergo: è la disapprovazione.

Mi spiego.
Se la Natura della procreazione è quella che porta avanti la specie, questa natura non può che affermarsi attraverso un rapporto tra uomo e donna. Punto. Incontrovertibile. Questo uomo e questa donna, a loro volta, sono permeati da protocolli di sopravvivenza. Per la Donna tutto è fondamentalmente accentuato nel cosiddetto "amore materno", ove anche il suo compagno diviene elemento di utilizzo per la custodia del nido. La donna cerca le "spalle larghe" per avere un uomo all'altezza del compito. Poco importa se queste "spalle larghe" divengano una questione di soldi, di potere, di intelligenza, di posizione, di estro artistico ... comunque la donna si realizza quando il suo compagno è in possesso di questa forza: la donna esige, a livello inconscio, la "Potenza"....

... l'uomo respira di rimando, ancestralmente, questa equazione delle "spalle larghe" nella cosiddetta - virilità - che è sempre questione di "potenza" (intesa come capacità di volontà). Ogni uomo eterosessuale, quindi, vede nell'omosessuale uno sgarro alla virilità e non a sé stesso. L'eterosessuale si sente offeso inconsciamente ma non perché lui sarebbe stato offeso personalmente, ma perché è stata offesa la "santità" della Cupola, della "Legge" (ma anche copula) che ha permesso che lui sia stato messo al mondo. Ergo, l'omosessuale, diviene giustamente un nemico.. poiché dissacra la formula della virilità che è il "VERBO" che tutela la sopravvivenza della specie.

A ciò si aggiungono altri fattori personali. Essendo ogni uomo consapevole del proprio tipo di virilità, avendo coscienza che l'omosessuale la deride fisicamente, questo scatena risentimento, poiché il fatto che un altro uomo possa chinarsi gattoni e ricevere "dolorosamente" nel posto deputato alle eiezioni, il Pene deputato alla procreazione: è un altro insulto alla virilità. Poco conta che poi un omosessuale possa mai praticarlo in vita sua , o essere anche, come si suol dire, "l'attivo" della situazione. Quel che conta è che essendo tali, legittimano questa - dominazione inversa -.

La questione che rende il razzismo verso l'omosessualità - cosa ingiusta - è nel fatto stesso che la Natura concede Libero Arbitrio. Ed è sempre la morale a generare conflitti errati, perché i conflitti non sono il cosiddetto NEMICO. Ma vien dura, a tutti, comprenderla questa differenza (ce la si farà mai?). Il fatto stesso che determinate culture possano aver percepito l'omosessualità in maniera diversa, non è legato a motivi morali, ma al fatto che una collettività più matura percepisce precisamente che l'essere liberi è il raggiungimento di uno stadio che porta a un altro stadio evolutivo. Finché non si impara a distruggere i valori (famiglia compresa, tanto per ricordarlo ancora una volta), non si potrà permettere una reale libertà. Poiché comunque la Natura seguirà sempre il suo corso ed è impossibile che essa si autodistrugga, e se lo farà allora avrà ragione di farlo. In ultima considerazione, l'essere razzisti (nell'accezione negativa) verso gli omosessuali è cosa sbagliata, poiché tutto al mondo deve rispondere a una domanda - chi sono io per condannare? - ..

.. risposta: nessuno.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 6/9/2011 12:45  Aggiornato: 6/9/2011 12:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
come diceva herman hesse in Demian


.. gran libro letture che viaggiano ad altri livelli, quelle.

"dovevi"!! metterlo nell'angolo dei libri

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
vuotorosso
Inviato: 6/9/2011 13:06  Aggiornato: 6/9/2011 13:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
"dovevi"!! metterlo nell'angolo dei libri


Sara' fatto Capo!

kickass
Inviato: 6/9/2011 13:34  Aggiornato: 6/9/2011 13:34
So tutto
Iscritto: 21/8/2011
Da:
Inviati: 13
 Re: "Ingannati" (recensione)
@Red_Knight
"Non c'è un motivo per il quale dovremmo sentirci offesi dalla loro esistenza"

In realta', spesse volte, viene lasciata intendere una certa correlazione tra omossessualita' e pedofilia. Ti piacciono gli uomini quindi ti piacciono i bambini, quindi sei una minaccia per i nostri figli. Ecco che l'odio e' giustificato.

Ribelle
Inviato: 6/9/2011 13:37  Aggiornato: 6/9/2011 13:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 216
 Re: "Ingannati" (recensione)
Di ceffoni da mio padre ne ho presi parecchi, e dolorosi perché aveva la mano pesante. E anche da mia madre. Eppure i miei non erano dei bruti da poco usciti dalle caverne, erano degli intellettuali. Al mio fraterno amico G. toccavano invece delle cinghiate perché suo padre, durante la guerra era stato ufficiale di marina, abituato a metodi rudi. Né io né G. siamo usciti choccati da quelle esperienze. Allora erano normali. Non c’era, forse perché erano molti di più, la concentrazione ossessiva che c’è oggi sui bambini.
Negli anni ’50 noi ragazzini milanesi, proletari o borghesi che fossimo, vivevamo sulla strada e nei terrain vague. Praticamente ogni giorno ci prendevamo a botte. Chi si sottraeva era considerato un vigliacco. Era la nostra "educazione sentimentale". Ma non è detto che fosse necessariamente negativa. Imparavamo codici di comportamento, di lealtà e onore. Se l’avversario cadeva a terra era "arimo", non si poteva infierire su di lui. Mi ricordo una volta che ci disputavamo un pallone (preda ambitissima) con dei coetanei di un altro quartiere. Prima che iniziasse l’inevitabile zuffa uno dei nostri si accorse che noi eravamo in otto e loro in sei. Allora passò dall’altra parte, per far pari. Ho frequentato quasi tutti i licei di Milano (Parini, Berchet, Carducci), perché ero un ragazzo irrequieto e ribelle e non o mai visto quegli episodi di "nonnismo" oggi tanto diffusi. Al contrario. Se uno si fosse azzardato a infastidire un handicappato avrebbe preso lui sì, un fracco di botte, sacrosante, perchè non ci provasse più. Difendere il più debole era per noi un punto d’onore. Lo stadio non era, dietro le porte, quella bolgia di teppisti armati di tutto. Il calcio era ancora una grande festa nazional popolare. Tuttavia accadeva qualche volta che due si prendessero a cazzotti. Non ci si scandalizzava. Anzi ci si divertiva. Un "quantum" di violenza, a mani nude, era considerato legittimo o quantomeno accettabile.
Il magistrato di Stoccolma che ha sbattuto in galera, per due notti, Giovanni Colasante, un distinto manager pugliese, perché due testimoni libici lo avevano visto mollare due schiaffi al figlioletto davanti ad un ristorante, potrebbe essere considerato uno zelota senza senso della misura se la legge svedese non considerasse schiaffi e scapaccioni, anche isolati, ai figli un reato grave, equiparato ai maltrattamenti, se un anno fa l’Unione Europea non avesse invitato tutti gli Stati membri a seguire l’esempio svedese e se dal 2006 l’Onu non avesse poso come obiettivo universale il divieto, per legge, di qualsiasi punizione corporale. L’educazione dei figli è una cosa molto delicata. Solo un genitore (parlo di gente normale, naturalmente) può sapere qual è il giusto mixage nel meccanismo dei premi e delle punizioni, della severità e della dolcezza, del dialogo e del ricorso alle maniere forti, il cui dosaggio, ovviamente, cambia col mutar dell’età. Lo stato borghese di derivazione illuminista, ha invece una smania codificatrice che tende a intromettersi nei fatti più intimi e privati del cittadino e della famiglia. Indicazione che in questi ultimi anni è andata assumendo forme sempre più repressiva e inquietanti. Per cui oggi un padre non può più nemmeno dare un paio di sacrosanti ceffoni al figlio disubbidiente, pena la galera. "Robe de matt" diciamo noi a Milano che, per fortuna, non è Stoccolma. Almeno per ora.

Red_Knight
Inviato: 6/9/2011 13:54  Aggiornato: 6/9/2011 13:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: "Ingannati" (recensione)
@Calvero

Ammesso che sia come dici tu (ho qualche difficoltà a credere che la gente si faccia tutte quelle pazzesche seghe mentali, per quanto inconscie; qualcuno sicuramente, ma non credo la maggioranza), questo spiegherebbe solo il razzismo dei maschi verso gli omosessuali maschi. Ma il fenomeno riguarda tanto gli uomini quanto le donne, ed è diretto contro i gay quanto contro le lesbiche.

Inoltre, io sono maschietto e quel genere di pensieri sulla virilità mia e altrui non mi ha mai attraversato la testa nemmeno per un istante.

Quindi, a mio parere, è puramente una faccenda propagandistica. Ma continuo a ignorare il perché sia così efficace.

@kickass

È davvero diffuso questo pensiero? Ok che stiamo parlando di faccende irrazionali, ma "ti piacciono gli uomini quindi ti piacciono i bambini" suona come "sei genovese quindi stasera piove". Inoltre, anche in questo caso, ciò spiegherebbe solo l'avversione per i gay.

Calvero
Inviato: 6/9/2011 14:15  Aggiornato: 6/9/2011 15:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
(ho qualche difficoltà a credere che la gente si faccia tutte quelle pazzesche seghe mentali, per quanto inconscie; qualcuno sicuramente, ma non credo la maggioranza)


.. SE sono inconsce, non sono più seghe mentali. Detto niente. E sicuramente sono la stragrande maggioranza di questo razzismo.

Citazione:

questo spiegherebbe solo il razzismo dei maschi verso gli omosessuali maschi.


..appunto, sticazzi. Primigenio il concetto.

Citazione:
Ma il fenomeno riguarda tanto gli uomini quanto le donne, ed è diretto contro i gay quanto contro le lesbiche.


Errore e anche grossolano. Quello che soprattutto ora è diretto verso le lesbiche è il fastidio della pomposità dei vari PRIDE che hanno trasceso la sostanza alla forma.

Citazione:

Inoltre, io sono maschietto e quel genere di pensieri sulla virilità mia e altrui non mi ha mai attraversato la testa nemmeno per un istante.


Ma tu non sei la massa, caro Red. Se al mondo fossero anche per metà, come sei tu, si vivrebbe certo meglio. Non solo, l'ho anche specificato. L'essere Liberi non è cercare la libertà. E' un "dono" quello che hai, insieme a pochi altri. Molto pochi.

Citazione:

Quindi, a mio parere, è puramente una faccenda propagandistica.


Non c'è propaganda che non possa che posarsi su istinti ancestrali. Il tuo parere è, di fatto, un errore.

Citazione:

Ma continuo a ignorare il perché sia così efficace.


Ti ho già risposto.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 6/9/2011 14:17  Aggiornato: 6/9/2011 14:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: "Ingannati" (recensione)
Intanto - Ribelle - è partito per la tangente dell'equazione "schiaffoni" (per sintetizzare) che nulla c'entra col valore che verrà distrutto della famiglia. Lui stesso è nella propaganda. Al solito ... la morale si è scandalizzata

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
kickass
Inviato: 6/9/2011 15:22  Aggiornato: 6/9/2011 15:22
So tutto
Iscritto: 21/8/2011
Da:
Inviati: 13
 Re: "Ingannati" (recensione)
kickass
suona come "sei genovese quindi stasera piove"

che a sua volta suona come
"Gli ebrei sono inferiori perché geneticamente malvagi, avidi e cospiratori, gli zingari perché rubano tutti, i negri perché sono sporchi e puzzano"
sono tutte correlazioni assurde, e in certi casi di comodo!!
Per me, come ho gia detto anche
"omossessuale = contro-natura"
e' assurdo, tendenzioso e cerca di mettere in cattiva luce una categoria con l'equazione
natura = bene
quindi
contro-natura = male
quindi poiche
omossessuale = contro-natura
allora
omossessuale = male.
COme vedi una scusa per odiare si trova sempre ;)

fefochip
Inviato: 6/9/2011 19:11  Aggiornato: 6/9/2011 19:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: "Ingannati" (recensione)
ue ragazzi l'argomento propaganda è interesantissimo però è ora di finirla con le accuse perche cosi mi sto rompendo il cazzo .

non è possibile continuare con quest'andazzo : uno dice una cosa e l'altro lo taccia di pensare questo perche lo pensa un altro ... e no è .
estremizzando questo ragionamento si dovrebbe parlare tra tre o quattro su questo pianeta .

eppoi music abbi pazienza
Citazione:
Nonostante utenti come Pispax, Calvero, Abbidubbi e altri abbiamo compreso il centro del problema e tentato a loro volta di chiarire la situazione, la discussione ormai era degenerata in una disputa sugli omosessuali che ha di fatto sviato l'attenzione dal vero problema.


questa storia del "vero problema" ha un po rotto le scatole.
sospetto che ognuno ha un' idea di quale sia il "vero problema" ma pretendere che questa "verità" valga pure per l'altro comincio a trovarla un po irritante come pretesa.


come ho già detto : di cosa si dovrebbe parlare?
il libro tocca un insieme di argomenti già da soli enormemente vasti .

tu hai sapientemente colto un particolare stonato e lo hai giustamente fatto notare e non vedo tutto questo "sviare" e questa discussione "degenerata".

anzi

noto una serie di commenti e spunti molto interessanti partiti dalla tua riflessione compresi quelli piu "estremi" che la dicono lunga su un aspetto della vita umana tutt'altro che di "secondaria importanza" perche racconta di un umanità molto di piu che un 11 settembre .

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 6/9/2011 19:14  Aggiornato: 6/9/2011 19:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: "Ingannati" (recensione)
@ pispax

trovo il tuo commento molto interessante ma a questo punto però mi viene in mente che si stanno parlando di due cose.

un conto è la propaganda descritta da music-band ovvero quella creata ad arte da "spin doctor" o comunque esperti del settore che hanno come fine quello di manipolare l'opinione pubblica (o il "comune sentire" che è parente)

un conto è il comune sentire nato da un sentimento di odio del il diverso che è vecchio come il mondo

insomma io li chiamerei preconcetti e non propaganda non trovi?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Jurij
Inviato: 6/9/2011 20:29  Aggiornato: 6/9/2011 20:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: "Ingannati" (recensione)
Citazione:
Gli omosessuali invece fanno schifo perché sono omosessuali. Non c'è un motivo per il quale dovremmo sentirci offesi dalla loro esistenza e la propaganda non si preoccupa nemmeno di trovarcelo: non sono accusati, per generare paura o fastidio, di essere contagiosi, o di essere stupratori, o di essere più inclini a scippare vecchiette

Non è proprio così, se torniamo indietro di qualche anno, cioè alla seconda metà degli 80’, ci fu la famosa forte campagna anti AIDS che indicava come più possibili portatori del virus i drogati e i gay.

Dirò di più, quando qualcuno risultava malato del virus l’equazione malato-AIDS = gay era gettonatissima.

Immaginarsi poi i casi di Rock Hudson e di Fredde Mercury come avevano gettato benzina sul fuoco.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Sertes
Inviato: 9/12/2011 13:46  Aggiornato: 9/12/2011 13:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: "Ingannati" (recensione)
Mercoledì sera sono stato alla presentazione del libro qui a Budrio, devo dire che è stato interessante e ha offerto diversi spunti di riflessione.

Il parallelo molto interessante che Alberto Medici fa su ogni argomento "complottista" è come lo vede un adulto (addestrato a vedere e pensare entro determinati binari) e come lo vede un bambino (che spesso è libero di dire "il re è nudo").

Abbiamo parlato di come l'ordine massonico è piramidale: ecco, io credo che anche l'accesso informazione sia piramidale, e non si limiti a e questo dualismo adulto-bambino, cioè questo dualismo fotografa solo lo stadio intermedio dell'informazione: quello delle persone che iniziano a mettere in dubbio un po tutte le cose che dice la tv e la stampa, ma che ancora non ha ricollegato tutto assieme.
Sotto ci sono tutti quelli che le domande non se le fanno nemmeno.
Sopra ci sono quelli che riescono a vedere meglio le connessioni tra i vari argomenti, e infatti è azzeccatissima la scelta di mettere in copertina il simbolo del dollaro al centro e una serie di frecce che connettono tutti gli altri argomenti... è un percorso che ciascuno fa con i propri mezzi e i propri tempi.

E vedere il parallelo tra le case farmaceutiche, che ti vogliono non sano, ma nemmeno morto, e il potere che ti vuole non tranquillo ma nemmeno ribelle, è stato illuminante.


Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
perspicace
Inviato: 9/12/2011 13:58  Aggiornato: 9/12/2011 13:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: "Ingannati" (recensione)
E vedere il parallelo tra le case farmaceutiche, che ti vogliono non sano, ma nemmeno morto, e il potere che ti vuole non tranquillo ma nemmeno ribelle, è stato illuminante.

In effetti è un parallelo che mi faccio da più di 10anni.

Malattia=business big pharma

Guerra-terrorismo=business Multinazionali armi

disagio sociale=business politico

Malattia-Guerra-disagio sociale =business Media informazione

business=massoneria

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
TWNP
Inviato: 9/12/2011 14:06  Aggiornato: 9/12/2011 14:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 642
 Re: "Ingannati" (recensione)
L'omosessualità contro natura?
Che grandissima stronzata!
Come se la natura fosse un progetto preciso e coerente.
In natura esiste tutto ciò che è potenzialmente generabile,
esistono specie assolutamente incomprensibili, a volte dei
veri mostri genetici.
Perchè tutto ciò che in un determinato momento si può
generare e conservare forma stabile, si genera.
Dunque, perchè non può esistere l'omosessualità umana?
E vorrei ricordare che i cani si inculano fra di loro, da sempre...
Ma basta cò 'sti reazionari ignoranti cattolici...


P.S.: tianos, la masturbazione è la cosa più naturale del mondo.
Te lo dice uno che da adolescente si è ammazzato di seghe...
E la morale comune allora diceva addirittura che potevi diventare
cieco, quindi non c'era nessuna indulgenza o propaganda a farlo.
E io me ne fregavo e pippe a go go.
E neanche sono diventato cieco.

TWNP
Inviato: 9/12/2011 14:16  Aggiornato: 9/12/2011 14:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 642
 Re: "Ingannati" (recensione)
Peonia, ma che differenza c'è tra un figlio naturale e uno
adottivo?
Che per caso il figlio adottivo è di serie B?
E quanti bambini crescono con un solo genitore?
A nessuno viene in mente di togliere quel bambino a quell'unico
genitore per assegnarlo a una famiglia "archetipica" come dici tu.
E a proposito, non parlare di archetipi quando non ne sai nulla.
Per dire, io sono molto più femminile di mia moglie.
Non è il cromosoma X o Y che definisce la sessualità, stabiliscono
solo se uno debba essere concavo o convesso nel procreare.
Ma ciò non ha alcun rapporto con l'aspetto psichico.
Del resto, tutti i testicoli fino ad un certo grado dello sviluppo fetale
erano ovaie...

perspicace
Inviato: 9/12/2011 14:55  Aggiornato: 9/12/2011 14:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: "Ingannati" (recensione)
la mia prima discussione uff quant'è cambiato il mio pensiero qui su LC

Autore: TWNP

Peonia, ma che differenza c'è tra un figlio naturale e uno adottivo? Che per caso il figlio adottivo è di serie B? E quanti bambini crescono con un solo genitore?


con calma quello della sessualità è un argomento che va trattato coi guanti, allora figli di serie B non esistono persino quelli degli altri sono di serie A.

I bambini che crescono con un solo genitore non li puoi mica staccare da un genitore con cui hanno avuto l'Imprinting eppoi nessuno dice che un solo mentore non sia sufficiente. Solo che affidare bambini la cui sessualità non è ancora formata a persone la cui sessualità già gli crea disagi sociali perché non ancora riconosciuta a pieno titolo ovunque significa esporli ad un rischio e quindi è da considerare come una mancanza di tutela nei confronti del minore.

Non è il cromosoma X o Y che definisce la sessualità, stabiliscono solo se uno debba essere concavo o convesso nel procreare. Ma ciò non ha alcun rapporto con l'aspetto psichico. Del resto, tutti i testicoli fino ad un certo grado dello sviluppo fetale erano ovaie...

Cromosoma Y determina la produzione di testosterone che poi genera la mutazione in uomo, chiaro che poi anche l'ambiente in cui si vive influisce in maniera evidente la produzione di ormoni e quindi anche la corretta crescita dell'individuo.

Se un bambino riceve continui stimoli a produrre testosterone non solo sarà più mascolino poiché le sue ghiandole saranno più abituate a mettere in circolazione testosterone con tutte le conseguenze sul suo carattere da aver in circolo un ormone cosi potente, cosi come un bambino che riceve continui stimoli a produrre estrogeni tende ad essere più effeminato.

Il cervello è una macchina molto complessa progettata per adattarsi agli stimoli esterni per questo è essenziale tutelare i bambini in fase di sviluppo. Questo è uno dei motivi per cui ritengo che i bambini non dovrebbero mai essere esposti a modelli sociali scorretti.

Esempio: la TV mostra: Assassini CSI cosa sbagliata, i TG mostrano assassini cosa sbagliata, tette culi addominali corpo mostrato come merce cosa sbagliata, gente che urla per comunicare o che arriva alle mani cosa sbagliata, ecc. ecc. ecc.

Il punto è evitare il più possibile che i bambini vengano in contatto con esempi che potrebbero e dico "potrebbero" portare ad una deviazione nella formazione del carattere.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
TWNP
Inviato: 9/12/2011 14:56  Aggiornato: 9/12/2011 14:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 642
 Re: "Ingannati" (recensione)
Ho letto anche il commento di santaruina e rispetto agli altri
diciamo "allergici" all'omosessualità, si pone decisamente ad un
livello superiore.
Affronta un tema importante, ossia la differenza tra omosessualità
e mercantilizzaizone dell'omosessualità.
Il fenomeno gay appartiene alla seconda categoria.
Leonardo era omosessuale ma non si sarebbe mai sognato di
propagandare pubblicamente che la vita sia solo bei vestiti, lusso, gioielli
e via dicendo, ossia l'immaginario che lo stilismo gay effettivamente
contrabbanda sui media, come dice giustamente santaruina.
Ma questo fa il paio con la mercificazione del sesso tout court, che
riguarda anche l'aspetto etero, che va avanti con drastica accelerazione
dagli anni '80. almeno in Italia, ricordiamoci i Drive-In e i Colpo Grosso.
Quindi, è quello il problema. la mercificazione non il sesso.
E' lì che opera l'elite, nell'imporre valori quelli sì perversi, ossia la pura
esteriorità.
Ma questo con l'omosessualità come inclinazione sessuale non c'entra
veramemte nulla.


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA