Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


11 settembre : Intervista a Massimo Mazzucco
Inviato da Redazione il 11/9/2011 4:10:00 (12783 letture)

(ASI) Dieci anni fa avvenivano, oltreoceano, gli attentati alle Torri Gemelle e al Pentagono. Agenzia Stampa Italia ha contattato Massimo Mazzucco, regista e scrittore, gestore del sito luogocomune.net, portale che sviscera argomenti di enorme rilevanza politica e sociale, facendolo in maniera competente ed alternativa.

Mazzucco è autore di approfondite ricerche sugli attentati dell’11 settembre, le quali lo hanno portato a sviluppare una versione su quell’evento diversa rispetto a quanto impostoci dalle autorità e dai media di massa. Ha raccolto il suo lavoro nel documentario dall’eloquente titolo “11 settembre 2001, inganno globale”. A dieci anni dagli attentati che scossero l’opinione pubblica mondiale e scatenarono nuove, interminabili guerre atte a modificare gli assetti geopolitici, il tema sta ricorrendo su carta stampata e tv. Noi di Agenzia Stampa Italia abbiamo scelto di discuterne con Mazzucco, al fine di comprendere le argomentazioni di coloro i quali vengono, sprezzantemente, definiti “cospirazionisti” o “complottisti”, dunque relegati ai margini dell’informazione cosiddetta “mainstream”.

Mazzucco, la storia dell’uomo è costellata di eventi importanti che, nel corso del tempo, sono stati revisionati dagli storici che ne hanno dipanato le ombre scure delle verità ufficiali, partigiane e imprecise. Tuttavia, questo processo di revisione solitamente impiega periodi di tempo molto lunghi; nel caso dell’11 settembre, ritiene che siano bastati questi dieci anni – durante i quali sono spuntati documenti, sono usciti una decina di libri e vari documentari che inchioderebbero l’amministrazione americana quale complice dell’accaduto – per rendere presso l’opinione pubblica inattendibile la versione ufficiale?

In realtà il processo di revisione non arriva mai fino in fondo. Se prendiamo ad esempio il caso Kennedy, nel corso degli ultimi quarant’anni centinaia di ricercatori, …

… con libri e documentari, hanno dimostrato oltre ad ogni ragionevole dubbio l’implausibilità della versione ufficiale. Nonostante questo, nei libri di storia leggiamo ancora che sia stato Oswald, e lui soltanto, ad uccidere il presidente Kennedy.

Oggi, grazie ad Internet, i tempi di questa “revisione” sono di molto accelerati. Ma è anche aumentata la capacità di risposta dei media mainstream a livello globale, per cui stiamo assistendo ad un equivalente del dibattito sul caso Kennedy, in tempi molto più accelerati. Ma anche in questo caso ritengo che la revisione si fermerà ad un passo dal riconoscere ufficialmente che quella dell’11 settembre fu una grande menzogna. Nessun governo può permettersi di riconoscere ufficialmente una cosa del genere, e meno di tutti quello americano.

Molte persone, seppur messe al cospetto di spiegazioni scientifiche da parte di ricercatori di verità alternative come lei, faticano a credere che gli attentati dell’11 settembre possano rappresentare – per mutuare un termine del giornalista Maurizio Blondet – un “colpo di Stato”. Questa ritrosia deriva presumibilmente dal mito della “potenza buona” che gli Usa hanno saputo dipingersi addosso negli anni. Tuttavia, in pochi sanno che l’11 settembre si collocherebbe sulla scia di quanto già avvenuto nel corso della storia degli Usa; non è vero?

Io ritengo soprattutto che si tratti di un problema psicologico. Per molte persone è estremamente difficile accettare che un qualunque governo occidentale abbia il coraggio di assassinare i propri cittadini per ottenerne un vantaggio politico a livello internazionale. Per molte persone accettare questo significa perdere la propria fiducia nelle istituzioni, mentre in realtà costoro dovrebbero comprendere che è proprio grazie a un processo di giustizia completo e trasparente, contro gli eventuali mandanti interni dell’11 settembre, che tali istituzioni verrebbero rafforzate.

Nel 1898 gli americani si auto-affondarono la nave da guerra Maine, ancorata di fronte al porto di Cuba, uccidendo 250 dei propri marinai. Di questo attentato furono immediatamente incolpati gli spagnoli, e ciò servì a giustificare l’entrata in guerra degli Stati Uniti contro la Spagna, che portò alla conquista di Cuba da parte degli americani.

Nel 1941 gli Stati Uniti provocarono l’incidente di Pearl Harbor, e poi non fecero nulla per avvisare il comandante del porto dell’imminente attacco giapponese. La morte di 3000 marinai americani servì a Roosevelt per presentarsi in parlamento e chiedere i pieni poteri per entrare in guerra contro Germania e Giappone.

L’incidente del Golfo del Tonchino, che servì agli Stati Uniti per dare inizio alla guerra del Vietnam, fu totalmente inventato. Lo ammise lo stesso Robert McNamara, che al tempo era ministro della difesa americano, pochi anni prima di morire, nel 2005.
Questi sono solo i casi più evidenti. Nel film “Il nuovo secolo americano” ho anche descritto nel dettaglio i casi più recenti che permisero agli Stati Uniti di lanciare la prima invasione dell’Iraq, durante la prima guerra del golfo.

Molto sinteticamente, può elencarci quali sono le ragioni per cui sarebbe da ritenersi falsificata volontariamente la versione ufficiale sull’11 settembre?

Purtroppo non è più possibile elencarle modo sintetico, perché nel frattempo sono emerse tutte le contro-risposte da parte di coloro che difendono la versione ufficiale. Per cui a questo punto è necessaria una indagine che presenti non solo i nostri capi di accusa, ma anche gli argomenti sollevati dai difensori della versione ufficiale, e le nostre repliche a quegli argomenti. E’ quello che sto facendo nel nuovo documentario sull’11 settembre che sto preparando.

Lei afferma che le Torri Gemelle fossero state minate preventivamente. Dunque, le rivolgo una domanda che i paladini della versione ufficiale usano per respingere le argomentazioni alternative: come è potuta avvenire un’operazione così sofisticata senza che nessuno dei tanti frequentatori quotidiani delle Torri si accorgesse di nulla?

Molto probabilmente, l’operazione fu fatta alla luce del giorno, sotto gli occhi di tutti. Qualche mese prima ci fu la completa “ristrutturazione“ degli ascensori delle torri gemelle. Questa ristrutturazione permise agli “operai“ di accedere direttamente alle colonne portanti di tutto l’edificio, piano per piano. Inoltre, durante il weekend dell’8/9 settembre si registrò un completo distacco della corrente elettrica nella torre sud, che fece azzerare tutti i sistemi di sicurezza, proprio mentre veniva attuato un “ammodernamento” del sistema elettrico in tutta la torre.

È davvero possibile che per dieci anni le tantissime persone coinvolte in questa “cospirazione” così grave abbiano mantenuto un tenace silenzio tale da non consentirle una degna risonanza mediatica?

In realtà io devo ancora capire perché mai qualcuno di coloro che hanno partecipato al complotto dovrebbe offrirsi come volontario per la sedia elettrica. È un ragionamento che non ho mai compreso, e che viene proposto continuamente da chi difende la versione ufficiale. A mio parere questo ragionamento non offende nemmeno l’intelligenza di chi lo ascolta, offende direttamente l’intelligenza di chi lo propone.

Come giudica i risultati della Commissione ufficiale d’inchiesta sull’11 settembre?

I risultati della commissione ufficiale d’inchiesta sull’11 settembre sono esattamente il motivo per cui oggi l’intero Movimento per la verità chiede una nuova investigazione. Si tratta, a mio parere, dell’equivalente storico del famigerato Rapporto Warren, quello che incolpò Oswald coprendo i veri responsabili dell’assassinio del presidente Kennedy.

In termini strettamente geopolitici, quale interesse avrebbero avuto gli Usa a provocare quelle stragi l’11 settembre di dieci anni fa?

Le motivazioni ormai sono sotto gli occhi di tutti. Il rafforzamento del controllo militare americano su zone ricche di fonti energetiche come il Caspio, il cui gas naturale transita proprio in Afghanistan, e ovviamente le riserve petrolifere dell’Iraq. Questa ovviamente è solo una analisi superficiale.

Alla luce dell’attuale assetto geopolitico internazionale, del ruolo sempre meno egemonico degli Usa, esistono, a suo avviso, motivi validi per temere un altro attentato terroristico in stile 11 settembre?

Questo dipenderà, a mio parere, dalla scelta o meno di attaccare l’Iran da parte delle potenze occidentali. Se prevarranno i falchi, sicuramente avranno bisogno di creare un nuovo incidente per giustificare la nuova aggressione. Questo non significa che il nuovo incidente debba per forza avvenire sul territorio americano. Proprio l’altra sera, alla CNN, la direttrice della Homeland Security, Janet Napolitano, ha detto che “oggi il nostro sistema di difesa non dovrebbe più permettere una nuova cospirazione, come quella dell’11 settembre.” Ha letteralmente usato il termine “cospirazione”. Curioso, vero?

Fonte: Agenzia Stampa Italia.

Voto: 8.00 (7 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
simone707
Inviato: 11/9/2011 8:39  Aggiornato: 11/9/2011 8:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Questo dipenderà, a mio parere, dalla scelta o meno di attaccare l’Iran da parte delle potenze occidentali. Se prevarranno i falchi, sicuramente avranno bisogno di creare un nuovo incidente per giustificare la nuova aggressione. Questo non significa che il nuovo incidente debba per forza avvenire sul territorio americano.


Mi chiedevo a questo proposito se l'assalto operato della popolazione del Cairo nei confronti dell'ambasciata israeliana non sia stato "pilotato". Forse si sperava in una reazione violenta da parte di Israele, reazione che avrebbe provocato e giustificato a sua volta un intervento militare da parte dell'Iran e della Siria (e forse anche della Turchia).

A quel punto la Nato avrebbe avuto il consenso per un intervento in Iran e Siria, in difesa di Israele (e, in realtà, non solo per quello).

dr_julius
Inviato: 11/9/2011 8:53  Aggiornato: 11/9/2011 8:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
In termini strettamente geopolitici, quale interesse avrebbero avuto gli Usa a provocare quelle stragi l’11 settembre di dieci anni fa?


ecco chi si fà questa domanda e non sa darsi una risposta è completamente dipendente da tutte le "veline" e le "versioni ufficiali"...

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
VIPER
Inviato: 11/9/2011 8:54  Aggiornato: 11/9/2011 8:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/6/2009
Da:
Inviati: 557
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Peccato che l'intervistatore sia chiaramente di parte, i suoi toni da tifoseria stonano con le belle risposte di Mazzucco e fanno sembrare le domande un'optional della serie: sappiamo già tutto ma facciamo la parte dell'intervistatore per salvare la faccia.

Ma perchè finire da gente di estrema destra poi? C'è davvero bisogno?

fefochip
Inviato: 11/9/2011 9:15  Aggiornato: 11/9/2011 9:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
È davvero possibile che per dieci anni le tantissime persone coinvolte in questa “cospirazione” così grave abbiano mantenuto un tenace silenzio tale da non consentirle una degna risonanza mediatica?


Citazione:
In realtà io devo ancora capire perché mai qualcuno di coloro che hanno partecipato al complotto dovrebbe offrirsi come volontario per la sedia elettrica. È un ragionamento che non ho mai compreso, e che viene proposto continuamente da chi difende la versione ufficiale. A mio parere questo ragionamento non offende nemmeno l’intelligenza di chi lo ascolta, offende direttamente l’intelligenza di chi lo propone.


anche per me è un ragionamento che non ho mai compreso, d'ora in poi userò questa risposta.

in realtà però ci sono modi trasversali e "occulti" di far saltare fuori la verità.
questa idea e la domanda precendente trova una miglior formulazione in una che ho sentito che recita piu o meno cosi:

Citazione:
la storia del complotto non convince per l'assenza di una "gola profonda"


ovvero di una fonte che anonimamente faccia nomi , circostanze e particolari che faccia ben capire l'andamento dell'attentato.

io credo che la risposta a questo quesito si trovi nell'interesse che ognuno ha avuto nel portare a termine l'11 settembre e ha tutt'ora ha nel tacere

nel momento che non ci sarà piu tale interesse nel tacere ("passivo" o "attivo" ) salteranno fuori dei particolari se non addirittura testimonianze come quella di una dei veri killer di kennedy .

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Halo1367
Inviato: 11/9/2011 9:39  Aggiornato: 11/9/2011 9:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/6/2006
Da: Bengodi
Inviati: 174
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Una metà del mio cervello continua orgogliosamente a ricordare all'altra metà che "sono di sinistra", che "giammai mischierò le mie idee con quelle di portatori di fascismo..."

Io ho provato a fargli capire che "destra e sinistra" sono facce della stessa moneta che offusca mente e conoscenza. Ma niente, questo stupido riflesso condizionato rimane e ogni tanto torna a ...galleggiare orgogliosamente nelle mie considerazioni istintive.

Cerco di fare differenza tra leaders e base popolare.

Poi penso alla mobilitazione di tanto popolo di sinistra per contestare il giro ciclistico della padania, allo sciopero generale dell'altro giorno contro un governo ridicolo, patetico incapace e morente ed in appoggio ad un nuovo governo che farà sin da subito una finanziaria da 200 miliardi, al nulla (o peggio) che fa la sinistra mondiale per mobilitarsi contro VU risibili, scie chimiche che fanno paura, signoraggi bancari nascosti od ignorati, ordini della BCE accettati come indiscutibili e salvifici e mi vergogno che una parte di me stesso mi riconosca come appartenente al "popolo di sinistra".

E decido di NON voler fare l'errore che purtroppo fece Giulietto Chiesa, giornalista e politico che ancora oggi ammiro spessissimo, con Maurizio Blondet.

Se si ritengono certe questioni (quelle citate ad esempio qui sopra) vitali per conoscenza e costruzione del nostro futuro(?) è più sano guardare alla "forma" dei compagni di viaggio o è meglio continuare a guardare al "contenuto"?

Poi la -sottintesa- valutazione che noi di "sinistra" evidentemente abbiamo una cervello ed una cultura manipolata molto più di quello che la nostra "ragione" avrebbe voglia di ammettere...beh, purtroppo costituisce un problema in se e pregiudica la comprensione e la (possibile) risoluzione di tutte le questioni che abbiamo davanti.

Il mio vero compagno di viaggio ho deciso che può essere solo quello che si irrita contro chiunque, nel decennale del 11.9.2001, affermi o scriva delle "due torri crollate" quel giorno.

"Voi lasciatemi battere e controllare la moneta di una nazione e a me non interesserà chi ne faccia le leggi".
Nathan Rothschild, 1791
mimmoge
Inviato: 11/9/2011 9:58  Aggiornato: 11/9/2011 9:58
So tutto
Iscritto: 5/9/2011
Da: Genova
Inviati: 20
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Siete i soliti cattivoni. Leggete http://www.repubblica.it/esteri/2011/09/10/news/eravamo_pronti_a_schiantarci_con_il_nostro_caccia_sull_aereo_dirottato-21489068/ e vi renderete conto che c’è chi parla. E che caspita!
Ora, finita la parte scema del mio post , volevo solo riprendere un discorso che si era discusso qualche giorno fà. Forse è vero che passati un pò di anni si poteva parlare del 11\9 in modo più chiaro, ma io vedo che su quasi tutti i giornali (escluso il Manifesto) ci sono articoli vergognosi che ripropongono le stesse tesi, senza far trasparire un minimo di senso critico. Al massimo dicono che ci sono alcuni “complottisti” che sostengono tesi alternative, ma in genere vengono liquidati velocemente.

@ Halo1367
Anch’io sono di sinistra (anzi molto di sinistra) e sono fiero di esserlo e di aver avuto un’educazione ed una storia personale che mi ha accompagnato fino ad oggi.
Molte cose che dici sono vere.
Io credo, che quando si trattano argomenti come 11\9, sia importante stare con chi cerca di usare il proprio cervello e discernendo le varie ipotesi. (ad esempio il no plane non si può sentire).

Mimmo

“Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti".

Antonio Gramsci
peonia
Inviato: 11/9/2011 10:15  Aggiornato: 11/9/2011 10:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Dieci anni fa avvenivano, oltreoceano, gli attentati alle Torri Gemelle e al Pentagono. Agenzia Stampa Italia ha contattato Massimo Mazzucco, regista e scrittore, gestore del sito luogocomune.net, portale che sviscera argomenti di enorme rilevanza politica e sociale, facendolo in maniera competente ed alternativa. Mazzucco è autore di approfondite ricerche sugli attentati dell’11 settembre, le quali lo hanno portato a sviluppare una versione su quell’evento diversa rispetto a quanto impostoci dalle autorità e dai media di massa. Ha raccolto il suo lavoro nel documentario dall’eloquente titolo “11 settembre 2001, inganno globale”. A dieci anni dagli attentati che scossero l’opinione pubblica mondiale e scatenarono nuove, interminabili guerre atte a modificare gli assetti geopolitici, il tema sta ricorrendo su carta stampata e tv. Noi di Agenzia Stampa Italia abbiamo scelto di discuterne con Mazzucco, al fine di comprendere le argomentazioni di coloro i quali vengono, sprezzantemente, definiti “cospirazionisti” o “complottisti”, dunque relegati ai margini dell’informazione cosiddetta “mainstream”.



La mia impressione è stata che mi son detta: toh! meno male che questa ASI ha pensato di intervistare Massimo Mazzucco, in fondo sono stati citati, altrove, tutti, tranne proprio Massimo che l'argomento l'ha davvero sviscerato....
e non mi sembra che la loro argomentazione suddetta sia ironica....quindi non capisco il "fascista"...........
d'altro canto, mi è sembrato che le risposte di Massimo siano state un po' "annacquate", specie l'ultima riguardo allo scopo ...tant'è la che definisce lui stesso "superficiale". Io avrei approfittato dell'occasione, invece, per dirla tutta e avrei anche consigliato di vedere video dell'intervista a Wesley Clark in cui dice che già nel 2001 si sapeva che avrebbero attaccato tutti, persino Libia e Siria, per finire con l'Iran!!!!!

Perchè ti sei lasciato scappare l'occasione!?
edit: forse hai voluto dare l'impressione di essere equilibrato, moderato?


(a proposito dell'essere di sinistra.....anche io lo ero, ma non significa più molto, consiglierei di risentire "Qualcuno era comunista" di Gaber....)

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
mimmoge
Inviato: 11/9/2011 10:33  Aggiornato: 11/9/2011 10:33
So tutto
Iscritto: 5/9/2011
Da: Genova
Inviati: 20
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
@peonia
citazione
(a proposito dell'essere di sinistra.....anche io lo ero, ma non significa più molto, consiglierei di risentire "Qualcuno era comunista" di Gaber....)

Scusa, ma detto, anzi cantato, da uno che come moglie aveva Ombretta Colli (pdl) mi fà capire molte cose.

Comunque, facciamo un patto! Siccome parlare di destra-centro-sinistra in questo contesto è OT, onde evitare le ire di M.M., cerchiamo di autogestirci.
Penso che avremo modo di confrontarci su questo tema.

“Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti".

Antonio Gramsci
Nomit
Inviato: 11/9/2011 10:39  Aggiornato: 11/9/2011 10:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/1/2011
Da:
Inviati: 1549
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:

È davvero possibile che per dieci anni le tantissime persone coinvolte in questa “cospirazione” così grave abbiano mantenuto un tenace silenzio tale da non consentirle una degna risonanza mediatica?

In realtà io devo ancora capire perché mai qualcuno di coloro che hanno partecipato al complotto dovrebbe offrirsi come volontario per la sedia elettrica


Io invece non ho mai capito come si fa a dire che nessuno abbia parlato o che a nessuno sia sfuggito qualcosa. Può benissimo essere successo, che ne sappiamo noi?

mimmoge
Inviato: 11/9/2011 10:45  Aggiornato: 11/9/2011 10:46
So tutto
Iscritto: 5/9/2011
Da: Genova
Inviati: 20
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
@Nomit
Se leggi l'articolo da me linkato vedrai che qualcuno parla.
Che poi dica cose patetiche, condite da considerazioni altrettanto patetiche del giornalista (si fà per dire) è un altro discorso.

“Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti".

Antonio Gramsci
Nomit
Inviato: 11/9/2011 10:51  Aggiornato: 11/9/2011 10:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/1/2011
Da:
Inviati: 1549
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
ma anche un cospiratore vero e proprio può aver parlato con qualcuno senza finire sui giornali o potrà parlare in futuro

CCP
Inviato: 11/9/2011 10:56  Aggiornato: 11/9/2011 10:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/9/2011
Da:
Inviati: 107
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Nel 1941 gli Stati Uniti provocarono l’incidente di Pearl Harbor, e poi non fecero nulla per avvisare il comandante del porto dell’imminente attacco giapponese. La morte di 3000 marinai americani servì a Roosevelt per presentarsi in parlamento e chiedere i pieni poteri per entrare in guerra contro Germania e Giappone.


Mi risulta che furono Giappone e Germania a dichiarare guerra agli USA, non viceversa.

mimmoge
Inviato: 11/9/2011 11:01  Aggiornato: 11/9/2011 11:01
So tutto
Iscritto: 5/9/2011
Da: Genova
Inviati: 20
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
ma anche un cospiratore vero e proprio può aver parlato con qualcuno senza finire sui giornali o potrà parlare in futuro


Però la cosa finora non è successa.
Poi il fatto che abbia parlato con qualcuno senza finire sui giornali, dal punto di vista "legale" non ha alcun significato.
Parlare dovrebbe significare farlo in modo esplicito (giornali o giudici) e assumersi le proprie responsabilità. E qui la tesi di M.M. sulla sedia elettrica è molto calzante.

“Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti".

Antonio Gramsci
Freeman
Inviato: 11/9/2011 11:03  Aggiornato: 11/9/2011 11:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Mazzucco è autore di approfondite ricerche sugli attentati dell’11 settembre, le quali lo hanno portato a sviluppare una versione su quell’evento diversa rispetto a quanto impostoci dalle autorità e dai media di massa.

uhm, cominciamo malino...

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Freeman
Inviato: 11/9/2011 11:07  Aggiornato: 11/9/2011 11:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Mi risulta che furono Giappone e Germania a dichiarare guerra agli USA, non viceversa.

Non a caso si chiama "pretesto", tipo "vedete? noi non volevamo fare la guerra, ma sono LORO che ci hanno attaccati per primi dichiarandoci guerra".
La finiamo con gli equilibrismi?

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
CCP
Inviato: 11/9/2011 11:10  Aggiornato: 11/9/2011 11:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/9/2011
Da:
Inviati: 107
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Non a caso si chiama "pretesto", tipo "vedete? noi non volevamo fare la guerra, ma sono LORO che ci hanno attaccati per primi dichiarandoci guerra". La finiamo con gli equilibrismi?


Quali equilibrismi? Chi ha attaccato e dichiarato guerra prima, il Giappone o gli USA?

isa666
Inviato: 11/9/2011 11:40  Aggiornato: 11/9/2011 11:42
So tutto
Iscritto: 20/4/2011
Da:
Inviati: 9
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
scusatemi per l'o.t. ma è una cosa che mi ha fatto indignare parecchio:

il 9 settembre è uscito in tutto il mondo Contagion, film su un possibile virus simile all'influenza che in poco tempo sterminerà gran parte della popolazione.
Segue Spoiler ( non sia mai qualcuno volesse vedere sta buffonata ):




beh pare un film commissionato dall'OMS e con un bel messaggio sul non fidarsi dei metodi naturali e su quello che viene detto su internet contro i vaccini!
Nel film viene studiato il solito vaccino che alla fine del film salverà la popolazione , c'è un blogger seguitissimo in america che invita a non vaccinarsi ( a un certo punto fa anche un discorso sui vaccini pericolosi, che causano autismo, parla dei vaccini che hanno causato problemi in passato ). Insomma, il film pare prendere una bella linea.
E poi si scopre guardacaso che il blogger era un impostore che propagandava l'uso di un rimedio alternativo per farne schizzare le vendite .
Quindi si veicola il messaggio che le cure alternative sono imbrogli, che la gente su internet dice fesserie e che anzi lo fa per cinismo e voglia di soldi, che gli unici eroi e depositari della verità sono i creatori dei vaccini. Che infatti salveranno la popolazione.
Sono uscita dal cinema sapendo di aver visto un film di propaganda, che nervi.

Teba
Inviato: 11/9/2011 11:57  Aggiornato: 11/9/2011 11:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Però la cosa finora non è successa. Poi il fatto che abbia parlato con qualcuno senza finire sui giornali, dal punto di vista "legale" non ha alcun significato. Parlare dovrebbe significare farlo in modo esplicito (giornali o giudici) e assumersi le proprie responsabilità. E qui la tesi di M.M. sulla sedia elettrica è molto calzante.


Quando hai dei crolli che violano le leggi della fisica e la V.U. si contrasta da sola credo si possa fare a meno di una "gola profonda".
In ogni caso, se qualcuno fosse interessato esiste una certa Sibel Edmonds.

mimmoge
Inviato: 11/9/2011 11:59  Aggiornato: 11/9/2011 11:59
So tutto
Iscritto: 5/9/2011
Da: Genova
Inviati: 20
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Scusa isa666, posso contattarti in PM, perchè come dici tu siamo veramente OT, ma vorrei dirti come la penso senza distogliere l'attenzione su tema dell'articolo.

Domenico Parisi

“Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti".

Antonio Gramsci
mimmoge
Inviato: 11/9/2011 12:15  Aggiornato: 11/9/2011 12:27
So tutto
Iscritto: 5/9/2011
Da: Genova
Inviati: 20
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
@Teba
Scusa Teba, ma secondo me bisogna fare un passo avanti.
Cerco di spiegarmi.
Come dice M.M. "Se prendiamo ad esempio il caso Kennedy, nel corso degli ultimi quarant’anni centinaia di ricercatori, con libri e documentari, hanno dimostrato oltre ad ogni ragionevole dubbio l’implausibilità della versione ufficiale. Nonostante questo, nei libri di storia leggiamo ancora che sia stato Oswald, e lui soltanto, ad uccidere il presidente Kennedy".
Noi vogliamo che i nostri figli, o nel mio caso i nostri nipoti studino che l'11\9 è stato eseguito da n beduini?
Il problema è che "nel corso degli ultimi dieci anni centinaia di ricercatori, con libri e documentari, hanno dimostrato oltre ad ogni ragionevole dubbio l’implausibilità della versione ufficiale. Nonostante questo, nei libri di storia leggeremo che i responsabili sono stati n beduini, e loro soltanto, ad uccidere 3000 persone".
Quindi io posso spiegare ai miei nipoti che "Quando hai dei crolli che violano le leggi della fisica e la V.U. si contrasta da sola credo si possa fare a meno di una "gola profonda"".
Ma ti assicuro che qualche gola profonda aiuterebbe.

Mimmo

“Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti".

Antonio Gramsci
Freeman
Inviato: 11/9/2011 12:29  Aggiornato: 11/9/2011 12:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Chi ha attaccato e dichiarato guerra prima, il Giappone o gli USA?

Appunto, forse Mazzucco (oppure io, successivamente) ha scritto che abbiano attaccato gli USA per primi? Solo che il Giappone è stato "trascinato" a farlo, fornendo quindi il pretesto per fare una guerra che Roosevelt all'inizio del suo mandato aveva giurato e spergiurato di non voler fare. Non vedo contraddizioni.
(a parte che anche su questo ci sarebbe da disquisire, visto che gli USA erano in guerra "economica" con il Giappone già da anni)

Sul caso de quo: The Bombing of Pearl Harbor

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Previ3
Inviato: 11/9/2011 12:41  Aggiornato: 11/9/2011 12:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/8/2008
Da:
Inviati: 39
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Ciao, io non scrivo mai, ma oggi ne sentivo il bisogno.

Perchè per un giorno non si può semplicemente lasciare da parte le cospirazioni/accuse e ricordare semplicemente le vittime, il sacrificio dei soccorritori?

Che bello che sarebbe stato un articolo senza parole, ma solo con un'immagine simbolo come quella del link qui sotto. Perchè non possono esserci parole per certi disastri.

http://law2.umkc.edu/faculty/projects/ftrials/moussaoui/victims911.jpg

Ricordatelo così l'undici settembre!

gelu
Inviato: 11/9/2011 12:43  Aggiornato: 11/9/2011 12:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/10/2008
Da:
Inviati: 191
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Ieri sera ho visto September cleuse....vi chiedo: è attendibile? i media tutti d'accordo per lanciare un disegnino telematico di un aereo (nero) da incoillare sullo schermo?

Teba
Inviato: 11/9/2011 12:46  Aggiornato: 11/9/2011 12:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Gelu:
Citazione:
Ieri sera ho visto September cleuse....vi chiedo: è attendibile? i media tutti d'accordo per lanciare un disegnino telematico di un aereo (nero) da incoillare sullo schermo?


Lascia perdere quella roba è disinformazione e se cerchi nel forum qui su LC troverai le spiegazioni alle cose sostenute in quei video.

mimmoge
Inviato: 11/9/2011 12:47  Aggiornato: 11/9/2011 12:47
So tutto
Iscritto: 5/9/2011
Da: Genova
Inviati: 20
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
@Freeman
Tu che sei un uomo libero (lo deduco dal nick), mi sai dire in modo semplice come è iniziata la 2° guerra mondiale.
Se sei convincente sono pronto a rivedere le mie “certezze storiche”
Sia chiaro che io non ho nessuna verità assoluta. Ma un minimo di storia la conosco.
Comunque distruggimi pure le mie certezze, ma ti prego di essere convincente.

Mimmo

“Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti".

Antonio Gramsci
Decalagon
Inviato: 11/9/2011 12:54  Aggiornato: 11/9/2011 12:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Ieri sera ho visto September cleuse....vi chiedo: è attendibile? i media tutti d'accordo per lanciare un disegnino telematico di un aereo (nero) da incoillare sullo schermo?


Solo qui su luogocomune ci sono svariate discussioni dove spiegano come/dove/perché september clues è una cialtronata. Ma di materiale in rete che sbugiarda quello pseudo documentario ce n'è una vagonata.. ad esempio questo:

http://www.truthaction.org/debunkingseptemberclues.pdf

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
mimmoge
Inviato: 11/9/2011 12:57  Aggiornato: 11/9/2011 12:59
So tutto
Iscritto: 5/9/2011
Da: Genova
Inviati: 20
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
@Previ
Onore ai morti, ma qui si sta cercando di capire chi li ha fatti fuori.
Lo sò, commento crudo e oserei dire "bastardo".
Ma la domanda è sempre la stessa: "chi li ha fatti fuori?".
Non metto nessuna "faccetta" per rispetto.

Mimmo

“Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti".

Antonio Gramsci
Freeman
Inviato: 11/9/2011 12:57  Aggiornato: 11/9/2011 13:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Io non sono il tutor di nessuno, né ho lo scopo di "distruggere" le certezze di alcuno.

Distruggitele da solo le tue "certezze", se ci tieni: di materiale là fuori ce n'è quanto ne vuoi (un link tanto per cominciare l'ho postato nel mio precedente intervento), leggi, consulta, studia, fai correlazioni, quello che vuoi, ma non pretendere che lo faccia qualcun altro al posto tuo.

Oltre a non averne né la voglia né l'autorità, non ne avrei comunque il tempo materiale.

Al massimo, posso lasciarti qualche indizio sul percorso (in continuo divenire) che io cerco di affrontare:

"Il libero pensatore definisce col suo libero pensiero tre punti fermi, a) gnoseologico, b) interpretativo, c) espressivo. Egli ritiene infatti che a) la conoscenza non debba essere determinata dall'autorità, dalla tradizione o, in generale, da qualsiasi altra visione dogmatica ma deve essere una libera ricerca. La libertà di ricerca si coniuga con b) la libertà interpretativa rispetto a canoni precedentemente fissati. Infine c) egli rivendica la possibilità di esprimersi liberamente e di manifestare la propria opinione senza essere impedito o censurato da qualche autorità.

Il libero pensatore ritiene che gli individui non debbano accettare acriticamente come vere le idee o le teorie proposte, ma queste debbano passare al vaglio della conoscenza e della ragione. Infatti i liberi pensatori tendono a costituire le loro certezze e le loro idee sulla base dell'osservazione della realtà e sui principi logici. In questo modo essi sono indipendenti dalle eventuali logiche fallaci o errate proposte dall'autorità, dalla cultura popolare, dai pregiudizi, tradizioni, leggende metropolitane e, in generale, qualsiasi visione dogmatica della realtà.

Nel XIX secolo William Kingdon Clifford descrisse molto bene il principio cardine di questa filosofia: "è sempre sbagliato per chiunque e ovunque credere in qualsiasi cosa avendo prove insufficienti".

Libero pensatore <> scettico."


EDIT:
Citazione:
Ma un minimo di storia la conosco.

Ecco, comincia a chiederti: quale storia "conosci", come l'hai "conosciuta" e se magari non ci sia spazio per una storia "diversa".

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
ax
Inviato: 11/9/2011 12:58  Aggiornato: 11/9/2011 12:58
So tutto
Iscritto: 15/1/2005
Da:
Inviati: 4
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
http://undicisettembre.blogspot.com/

segnalo questo interrogativo apparentemente innocuo ma emotivamente efficace:

Dove sono oggi , nel decennale dell 11/9, cartelli e magliette con la scritta “9/11 was an inside job”? Che fine hanno fatto i “truthers”? Possibile che nessuno abbia appeso un gagliardetto a una finestra, spruzzato uno slogan su qualche muro, attaccato un adesivo sul cofano di un taxi o alla parete di un vagone della metro, appuntato una spilletta sulla camicia?

Niente.

L'osservazione non è banale, perché a New York City si trova davvero di tutto e chiunque può fare e dire qualsiasi cosa gli salti in mente, purché non infranga la legge.
È evidente che i complottisti dell'11 settembre sono davvero pochi, proprio nella città che ha pagato il maggior tributo nella tragedia, e quei pochi devono vergognarsi non poco a sostenere pubblicamente le proprie teorie.

Certo che se fossero vere le cifre di certi sondaggi che i complottisti amano sbandierare, la situazione avrebbe dovuto essere ben diversa.

Massimo altro che confrontarsi con Coppe, la domanda è quanti siamo a dubitare, che i numeri decretano la bontà di una scelta non lo sai?
Se a ground zero ci puoi andare persino con un gonnellino fatto di caramelle e la polizia non ti ferma com'è che i thruters non ci sono?
Li avrebbero fatti passare di certo...


Beata ingenuità.

Teba
Inviato: 11/9/2011 12:59  Aggiornato: 11/9/2011 12:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
@ mimmoge:

Guarda sono perfettamente d'accordo con ciò che dici.

Mi pare di capire che:
-se parliamo di cambiare ciò che viene scritto sui libri di storia sull'11/9 allora sì, servirebbe una gola profonda con tanto di nome e cognome che, a sua volta, possa finire anch'essa sui libri di storia.
Ma, secondo me, sarebbe elemento "necessario ma non sufficiente".
Credo si possa affermare che sia quasi impossbile che il mondo venga a sapere cosa dice questa gola profonda ed è ancor meno probabile che non venga ridicolizzata/emarginata/altro, nelle migliori delle ipotesi. Da lì a cambiare il libro di storia, ce ne passa...

-se invece parliamo di una necessità che vi sia una gola profonda per sostenere la falsità della Versione Ufficiale/comunemente accettata allora, come ti ho detto nel post precedente, non serve. Gli elementi per dubitarne ve ne sono in già abbondanza.

ciao

music-band
Inviato: 11/9/2011 13:02  Aggiornato: 11/9/2011 13:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Sia chiaro che io non ho nessuna verità assoluta. Ma un minimo di storia la conosco. Comunque distruggimi pure le mie certezze, ma ti prego di essere convincente.


mimmoge, hai bisogno di qualcuno che distrugga le tue certezze? Non lo troverai mai; quando sarai pronto sarai tu stesso a distruggere le tue certezze e quello è l'unico modo per cominciare a cambiare o per comprendere qualcosa.

Inizia magari a chiederti che ragionamento hai messo in moto se ti basta sapere che uno è sposato con Ombretta Colli per dire che hai già capito tutto.

Forse conoscere le idee e le azioni, cioè ciò che ha fatto Gaber come uomo prima di parlare sarebbe utile.

E non Gaber perchè è Gaber, ma troppo spesso si giudica e si sputano sentenze in modo superficiale su chiunque ci capiti a tiro.

Freeman
Inviato: 11/9/2011 13:03  Aggiornato: 11/9/2011 13:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Dove sono oggi , nel decennale dell 11/9, cartelli e magliette con la scritta “9/11 was an inside job”?

Magari perché non servono neanche più...

Citazione:
Beata ingenuità.

Beati account "in sonno" usati per trollare dai soliti noti.

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Teba
Inviato: 11/9/2011 13:03  Aggiornato: 11/9/2011 13:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
@ ax:

Se hai voglia, chiedi ad Atty perchè non è andato ai Toronto Hearings a spiegare l'11/9 ai presenti e debunkare tutto con Coppe.

Jurij
Inviato: 11/9/2011 13:05  Aggiornato: 11/9/2011 13:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
In realtà io devo ancora capire perché mai qualcuno di coloro che hanno partecipato al complotto dovrebbe offrirsi come volontario per la sedia elettrica. È un ragionamento che non ho mai compreso, e che viene proposto continuamente da chi difende la versione ufficiale. A mio parere questo ragionamento non offende nemmeno l’intelligenza di chi lo ascolta, offende direttamente l’intelligenza di chi lo propone.


Grandissimo Massimo !!!

È esattamente la realtà delle cose, ma qualcuno pensa ancora che sono segreti che si potrebbero svelare tranquillamente??!!

È chiaro che sono tutti “gole profonde”, ci mancherebbe, li ti capita subito un incidente stradale già solo se dimostri che i tuoi nervi sono un attimo in crisi.

È proprio il giorno dell’IGNORANZA oggi….

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Jurij
Inviato: 11/9/2011 13:10  Aggiornato: 11/9/2011 13:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Freeman
Citazione:
Io non sono il tutor di nessuno, né ho lo scopo di "distruggere" le certezze di alcuno.
Distruggitele da solo le tue "certezze", se ci tieni: di materiale là fuori ce n'è quanto ne vuoi... , leggi, consulta, studia, fai correlazioni, quello che vuoi, ma non pretendere che lo faccia qualcun altro al posto tuo.


Freeman, grande saggezza, mi ricordi i capi tribù pellerossa.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
perspicace
Inviato: 11/9/2011 13:13  Aggiornato: 11/9/2011 13:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
La mia certezza storica è che un solo popolo al mondo ha usato la bomba atomica su una popolazione reale (persone comuni) il popolo americano dunque esiste un solo popolo che potrebbe commettere un atrocità e trarne profitto (dato che e il Giappone a pagare cacciando soldi al america poiché sconfitto con Resa totale e genuflessione governativa non so se mi spiego?) e quello stesso popolo oggi si domanda perché tanto odio tanta sofferenza, forse perché i sovrani sono lo specchio di una nazione e non bisogna allora stupirsi se le nazioni sono avide e meschine l'un l'altra visto che questo atteggiamento parte dal basso.

Riposate in pace vittime del 11 settembre il mio cuore è con voi.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
Previ3
Inviato: 11/9/2011 13:14  Aggiornato: 11/9/2011 13:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/8/2008
Da:
Inviati: 39
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Sono d'accordo sulla ricerca della verità, ma oggi si potevano e si dovevano ammainare le bandiere.

Anni e anni fa tra una battaglia e l'altra due eserciti si fermavano per raccogliere i propri caduti ed onorarli. E' questo a cui io mi riferisco!

Basta prendetevi una giornata di pausa! Invece di usare il tempo per scrivere opinioni su trasmissioni o su versioni ufficiale per oggi spendete quel tempo per onorare davvero le vittime.

Vi giustificate/li giustifichi dicendo che il miglior modo per onorarli è cercare la verità, ma in realtà non vi accorgete che piano piano state diventando dei "fanatici" e l'unica cosa a cui tenete davvero è dimostrare di avere ragione o dimostrare che l'altro a torto.

Ripeto, per un giorno prendete una pausa!

mimmoge
Inviato: 11/9/2011 13:18  Aggiornato: 11/9/2011 13:18
So tutto
Iscritto: 5/9/2011
Da: Genova
Inviati: 20
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
@Freeman
Scusa ma forse non hai capito. Io non cerco un tutor e non ti esaltare, uno che vive a NiggahCity e come riferimenti mette solo "contestatore", non lo ritengo abilitato alla vita sulla terra. Comunque con le tue parole, se vuoi, dovresti esprimerti e rispondermi.

Ti voglio tanto bene .

Mimmo

“Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti".

Antonio Gramsci
Dr-Jackal
Inviato: 11/9/2011 13:19  Aggiornato: 11/9/2011 13:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2006
Da:
Inviati: 1028
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Dove sono oggi , nel decennale dell 11/9, cartelli e magliette con la scritta “9/11 was an inside job”? Che fine hanno fatto i “truthers”? Possibile che nessuno abbia appeso un gagliardetto a una finestra, spruzzato uno slogan su qualche muro, attaccato un adesivo sul cofano di un taxi o alla parete di un vagone della metro, appuntato una spilletta sulla camicia?

Mah... Forse hanno pensato che seminari, conferenze (Toronto Hearings) proiezioni di documentari che smontano la versione ufficiale, l'uscita di nuovi documentari che la demoliscono pezzo per pezzo in modo ancora più approfondito (Experts Speak Out) e la messa in onda degli spot pubblicitari sul WTC-7 sulla tv nazionale (RememberBuilding7.org) fossero strumenti più efficaci che andare a Ground Zero con un gonnellino di caramelle o spruzzare uno slogan su un muro...

(Mi fanno male le orecchie da quanto stridono queste arrampicate sugli specchi con cui si cerca di dimostrare che quasi nessuno dubita della v.u...)

Jurij
Inviato: 11/9/2011 13:23  Aggiornato: 11/9/2011 13:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
La mia certezza storica è che un solo popolo al mondo ha usato la bomba atomica su una popolazione reale (persone comuni) il popolo americano dunque esiste un solo popolo che potrebbe commettere un atrocità e trarne profitto

Popolo?
Li il popolo ignora tutto (o è ignorante) , lavora e basta, chi decide è un élite che ha sempre in mano la situazione e che piazza sempre i suoi uomini nelle posizioni strategiche.

Queste democrazie sono peggio delle dittature, perchè almeno nelle dittature è chiaro chi è il nemico del popolo.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Calvero
Inviato: 11/9/2011 13:23  Aggiornato: 11/9/2011 13:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
...........
.....
.


Probabilmente al mondo, di manicheo, esistono solo le convinzioni.
Soprattutto nell'Era contemporanea, dove rimane inconfutabile che ogni scelta politica di Guerra ha nei suoi moventi le volontà delle élite finanziarie, già questo dovrebbe bastare a comprendere che non c'è dichiarazione scritta che non sia la punta di un Iceberg di sommovimenti economici "segreti", a delinquere, di altissimo livello. E proprio lì: - Patria, Libertà, Liberazione e Democrazia sono a tutti gli effetti spauracchi di demagogia, retorica e altri infantilismi tanto cari alla razza umana.

Detto ciò:
- pensare soltanto che una dichiarazione di Guerra possa essere stata cronologicamente (ma anche concettualmente) l'inizio di un qualcosa che determini delle responsabilità, e una dichiarazione di Pace la fine di qualcos'altro, allora significa che stiamo ancora vivendo nel mondo dei Mini Pony o abbiamo voglia di NON comprendere realmente che la Storia del mondo ha ben poco a che spartire con i "segnalibri storici".

Avere una forma mentis che si mette nella prospettiva di volere una certa assicurazione "storica" attraverso quelle che in questo mondo vengono chiamate "dichiarazioni di Guerra" e "dichiarazioni di Pace", sarebbe come entrare in un Aula di tribunale e convincersi che tutto funzioni al meglio poiché sulla parete è stata appiccicato il disegnino di una bilancia con una scritta sotto che recita - la Legge è uguale per tutti.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
ax
Inviato: 11/9/2011 13:24  Aggiornato: 11/9/2011 13:26
So tutto
Iscritto: 15/1/2005
Da:
Inviati: 4
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
scusate ma forse sono stato frainteso:
beata ingenuità era riferito all'autore del pezzo che linkavo.

mazzucco ha ragione quando sottolinea che l'emotività, e spingere unicamente su questo, vanifica ogni ragionamento.
Che dopo 10 anni non ci siano parenti delle vittime e/o americani che dubitino della versione ufficiale, significa sedimentare definitivamente quella farsa.
La domanda che pone l'articolo è subdola.
Ma come, c'è un fesso mezzo nudo vestito con una gonnellina di caramelle e manco una t-shirt di protesta nei confronti dell'inchiesta fuffa sull'11/9?

Quando se non oggi avrebbero dovuto materializzarsi ile migliaia di contestatori?
Come mai non si sono palesati?

La domanda sarebbe un'altra certo: dove, come li hanno esclusi?

Jurij
Inviato: 11/9/2011 13:36  Aggiornato: 11/9/2011 13:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Basta prendetevi una giornata di pausa! Invece di usare il tempo per scrivere opinioni su trasmissioni o su versioni ufficiale per oggi spendete quel tempo per onorare davvero le vittime.

Per ironia siamo proprio noi qui oggi a dare un piccolo tributo contro l’ignoranza che circola e a dare un po’ di giustizia ai 3000 sacrificati per scavalcare la costituzione usa e fare man bassa sull’oro nero.

p.s. non era una risposta a te, perché non servirebbe a niente, è solo una pacca sulla spalla a tutti coloro che dedicano il loro tempo per la ricerca della verità, che è forse alla fine, l’unica vera ricchezza che un uomo può trovare sul cammino della propria vita.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
CCP
Inviato: 11/9/2011 13:42  Aggiornato: 11/9/2011 13:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/9/2011
Da:
Inviati: 107
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Chi ha attaccato e dichiarato guerra prima, il Giappone o gli USA?

Appunto, forse Mazzucco (oppure io, successivamente) ha scritto che abbiano attaccato gli USA per primi? Solo che il Giappone è stato "trascinato" a farlo, fornendo quindi il pretesto per fare una guerra che Roosevelt all'inizio del suo mandato aveva giurato e spergiurato di non voler fare. Non vedo contraddizioni. (a parte che anche su questo ci sarebbe da disquisire, visto che gli USA erano in guerra "economica" con il Giappone già da anni)


Freeman, il sig. Mazzucco ha scritto

Citazione:
Nel 1941 gli Stati Uniti provocarono l’incidente di Pearl Harbor, e poi non fecero nulla per avvisare il comandante del porto dell’imminente attacco giapponese. La morte di 3000 marinai americani servì a Roosevelt per presentarsi in parlamento e chiedere i pieni poteri per entrare in guerra contro Germania e Giappone.


Allora: Roosevelt chiese "i pieni poteri per entrare in guerra contro Germania e Giappone" dopo che il Giappone e in seguito la Germania dichiararono guerra agli USA?

Altro che "non vedo contraddizioni".

Doru
Inviato: 11/9/2011 13:48  Aggiornato: 11/9/2011 13:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 133
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
fa sorridere l'ingenuità del ultima domanda, quando ci sono stati almeno altri due "attentati" dopo l'11 settembre.

mimmoge
Inviato: 11/9/2011 14:00  Aggiornato: 11/9/2011 14:00
So tutto
Iscritto: 5/9/2011
Da: Genova
Inviati: 20
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
@ Jurij
Forse perchè il tuo nick è quasi uguale a quello di un mio nipote Juri.

A parte questo sono d'accordo con te. Il popolo, cioè chi dovrebbe veramente comandare, nelle nostre così dette democrazie conta 0 (e sono ottimista).

Mimmo

“Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti".

Antonio Gramsci
Teba
Inviato: 11/9/2011 14:15  Aggiornato: 11/9/2011 14:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
@Previ3:

Potrei anche condividere il tuo messaggio.
Certo fa pensare che da 3 anni a questa parte non partecipi attivamente al forum e nella tua "ricomparsa" improvvisa di oggi 11 settembre 2011 suggerisci di "prenderci una pausa"... se fosse per te, non si discuterebbe praticamente mai!

costa66
Inviato: 11/9/2011 14:43  Aggiornato: 11/9/2011 14:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/3/2010
Da:
Inviati: 125
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Ho trovato in rete un video molto interessante di un esperto demolitore che sostiene che per buttare giù ( tale Tom Sullivan ) grattacieli in acciaio bisogna indebolirli in vari modi prima di passare alla fase definitiva, come ad esempio minare il 3° piano inferiore.
Infatti Felippe David era proprio al 3° piano inferiore quando è stato investito da un'esplosione almeno 2 minuti prima dell'impatto del 1° aereo.
E' stato poi soccorso dal custode delle torri gemelle che si è trovato davanti a una scena raccapricciante.
Il video dell'intervista di Tom Sullivan:
http://www.youtube.com/watch?v=6DvlFUihE9U&feature=related

Zenit
Inviato: 11/9/2011 15:07  Aggiornato: 11/9/2011 15:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/8/2009
Da:
Inviati: 263
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
L'indegna Radio Popolare stamattina smentiva ogni teoria alternativa più o meno con questo argomento: tutti i dubbi nascono dall'aereo della Pensylvania che non si trova, ma tutti sanno che un aereo che impatta in quel modo si fonde e si dissolve.

Senza parole.

peonia
Inviato: 11/9/2011 15:14  Aggiornato: 11/9/2011 15:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Come ogni anno, la cerimonia a Ground Zero prevede la lettura dei nomi di tutte le oltre 3.000 vittime degli attacchi alle Twin Towers.


Massimo sarebbe possibile avere la registrazione o trascizione di quei nomi? Io ricordo che la maggoranza non era americana...vorrei verificare, grazie!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Cassandra
Inviato: 11/9/2011 15:27  Aggiornato: 11/9/2011 15:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
A me non mi caga mai nessuno, ma ho già scritto cosa penso di questa questione:

- La manovalanza dell'11 settembre, quelli che hanno minato le Torri eccetera, NON è stata scelta tra bravi padri di famiglia statunitensi. Era con ogni probabilità gente appartenente a servizi segreti di altri Stati stranieri. I miei sospetti ricadono sull'ISI pakistana.
Non era assolutamente difficile assoldare, con la complicità di Musharraf, qualche decina di agenti pakistani e infilarli nelle Twin Tower a fare il lavoro sporco. Nessuno avrebbe fatto caso alle loro fattezze "extracomunitarie" né alla loro lingua, in fin dei conti si trattava di "operai".
Dopo di che, sono stati rimessi su una aereo e rispediti a Islamabad.
Credete a questo punto che ad agenti pakistani freghi qualcosa di andare a raccontare alla stampa cosa hanno fatto? Sono gente del mestiere, ammazzano persone tutti i giorni, non stanno certo lì a tormentarsi col rimorso. E soprattutto, chi gli crederebbe?

Ve lo dico io quando usciranno i testimoni: quando qualcuno pagherà profumatamente questi assassini di professione per parlare. Ma la domanda arriva ovvia: chi mai al mondo avrà l'interesse di pagare per avere queste testimonianze e diffonderle? Quale Stato? Quale potenza? Nessuna, questa è la mia risposta. E nessuno parlerà mai... sempre che siano ancora vivi.

- Quanto alle "migliaia di persone" complici, per quanto riguarda tutto il trasporto aereo civile e anche militare è stata sufficiente l'esercitazione Vigilant Guardian in corso per paralizzare tutti, senza bisogno che sapessero nulla. Ne bastava UNO o poco più, per fare da filtro e bloccare tutti gli interventi aerei militari e aeroportuali. Gli altri si sono bloccati da soli, non capendo più nulla di quello che appariva sui radar.

Per me, queste due obiezioni qui sopra sono obiezioni da ingenuotti, che non conoscono come funziona l'intelligence internazionale né come è semplice bloccare un sistema "a cascata" senza che quasi nessuno nella "filiera" ne debba sapere nulla.



"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
branzac
Inviato: 11/9/2011 15:38  Aggiornato: 11/9/2011 15:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/8/2009
Da:
Inviati: 416
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
A puro titolo di cronaca (e anche un po' OT), ieri sera mi sono fatto del male guardando lo speciale di Vespa.......WTC7 praticamente inesistente.
Non solo, anche oggi nel TG2 hanno fatto l'intera cronologia degli eventi (ora degli impatti, dei crolli, ecc...) senza citarlo.......

Ecco, direi che lo "sforzo" di Minoli è praticamente inutile.......

Una volta è caso, due è coincidenza ma tre è voluto.
cgueye
Inviato: 11/9/2011 15:48  Aggiornato: 11/9/2011 15:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2010
Da:
Inviati: 306
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Il Fatto Quotidiano, articolo di David Usborne:
"...i teorici del complotto che a dieci anni di distanza continuano a sostenere....che le torri gemelle furono abbatute da esplosioni controllate....etc... Pensate sia utile che da domani intervenga una sorta di prescrizione almeno per i sani di mente?"

........................

(il padre di una vittima)"... Voglio sapere perché è morto mio figlio". Chissà se suo figlio avrebbe condiviso questa crociata complottista!
( ultimo commento, sempre di Usborne).

Sic.

Andrea17
Inviato: 11/9/2011 16:38  Aggiornato: 11/9/2011 16:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/4/2011
Da:
Inviati: 250
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Ma avete sentiti che stanno dicendo al TG1? Ci hanno accusato di essere antisemitici e anti americani ! ! ! Vorrei tanto sapere se hanno delle prove per dirlo.

Pero sono contento che finalmente viene mostrato in WTC7

Non dubitate mai che un piccolo gruppo di persone possa cambiare il mondo.
In fondo è così che è sempre stato! (Victoria Grant)
illupodeicieli
Inviato: 11/9/2011 16:52  Aggiornato: 11/9/2011 16:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/1/2005
Da:
Inviati: 323
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Mia figlia, ora diciassettenne, ha sentito che Massimo Teodori ,ieri mattina in una trasmissione tv su Rai 1 definiva "sempliciotti" coloro che mettevano in dubbio la versione ufficiale sull'11 settembre. Mi ha infatti detto: allora tu e io siamo dei sempliciotti? Le ho risposto che secondo quel tale sì, è vero, siamo dei sempliciotti che però si pongono delle domande e gradiscono trovare le risposte. E le ho evidenziato,cosa di cui lei stessa si era comunque accorta, che nel programma non c'erano state domande o risposte,ma solo affermazioni. A le comunque, forse perchè giovane, dava fastidio il verbo dovere: quando sentiva dire "non si deve" oppure al contrario "si deve" , storceva il naso. Venendo invece a quanto detto da Massimo ammetto che mi risulta difficile accettare che siano tante le persone coinvolte in questo crimine: ma per ottenere alcuni risultati si "lavora per compartimenti stagni", un po' come quando per realizzare qualcosa si incaricano ditte diverse. Tu fai il tuo lavoro e ti togli dai piedi.Certo io l'ho fatta breve ma potrebbe essere andata ,in parte, così: staccano la corrente e altri arrivano e compiono un dato lavoro e in velocità e segreto. Poi dicono che tutto è ok e invitano "gli altri" a riprendere il lavoro.

Fabyan
Inviato: 11/9/2011 17:44  Aggiornato: 11/9/2011 17:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/7/2008
Da: nowhere
Inviati: 671
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Estratti da One - Inchiesta su Al Qaeda

Steve Pieczenik un consulente CIA per 30 anni, uomo chiave in diverse amministrazioni, pochi giorni dopo la morte di Bin Laden vuota il sacco sugli eventi.
Nel filmato Steve dice di avere la lista di tutti i nomi delle persone coinvolte negli attentati di dieci anni fa.

http://www.youtube.com/watch?v=d9ZX-SBxrJw

Il giornalista è colui che distingue il vero dal falso... E pubblica il falso. (Mark Twain)
CCP
Inviato: 11/9/2011 17:57  Aggiornato: 11/9/2011 17:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/9/2011
Da:
Inviati: 107
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Il sig. Mazzucco dice

Citazione:
In realtà il processo di revisione non arriva mai fino in fondo. Se prendiamo ad esempio il caso Kennedy, nel corso degli ultimi quarant’anni centinaia di ricercatori, … … con libri e documentari, hanno dimostrato oltre ad ogni ragionevole dubbio l’implausibilità della versione ufficiale. Nonostante questo, nei libri di storia leggiamo ancora che sia stato Oswald, e lui soltanto, ad uccidere il presidente Kennedy. Oggi, grazie ad Internet, i tempi di questa “revisione” sono di molto accelerati. Ma è anche aumentata la capacità di risposta dei media mainstream a livello globale, per cui stiamo assistendo ad un equivalente del dibattito sul caso Kennedy, in tempi molto più accelerati. Ma anche in questo caso ritengo che la revisione si fermerà ad un passo dal riconoscere ufficialmente che quella dell’11 settembre fu una grande menzogna. Nessun governo può permettersi di riconoscere ufficialmente una cosa del genere, e meno di tutti quello americano.


Come si concilia quanto sopra (riguardo all'omicidio di Kennedy) con quanto scritto qui http://www.johnkennedy.it/archives/388 e nei commenti relativi?

Riporto, in attesa di risposta sulla dichiarazione di guerra Giappone/Germania/USA:

Citazione:
Ancora una volta, con i suoi attacchi sgangherati e disinformati a chi non sposa le sue teorie, Mazzucco dimostra palese impreparazione e totale inaffidabilità. Questo suo intervento assomma un’accozzaglia di luoghi comuni ormai vetusti, trovate del tutto prive di alcun fondamento, falsità, travisamenti, omissioni e ingenuità. Un’altra occasione persa. O forse no: chi legge saprà, ancora una volta, capire la differenza tra le notizie e le bufale.

NiHiLaNtH
Inviato: 11/9/2011 18:00  Aggiornato: 11/9/2011 18:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
ma lo sapevate che parte dell'acciaio delle torri è stato utilizzato per costruire una nave da guerra??

http://www.youtube.com/watch?v=Xdl9ZioQVBM&feature=related

io l'ho scoperto solo ieri

la nave si chiama USS New York



ma c'è davvero ancora gente che crede alla versione ufficiale degli omicidi dei fratelli Kennedy?

cgueye
Inviato: 11/9/2011 18:03  Aggiornato: 11/9/2011 18:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2010
Da:
Inviati: 306
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Non dimentichiamo poi che la torre sud è crollata sul Marriott che si è aperto in un punto, ma è rimasto in piedi. E ancora qualcuno pensa che WTC 7 sia crollato per qualche schizzo di esplosione? Cosa ancora bisogna vedere per inizare almeno a riflettere?

CCP
Inviato: 11/9/2011 18:18  Aggiornato: 11/9/2011 18:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/9/2011
Da:
Inviati: 107
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Tra l'altro:
Citazione:
I risultati della commissione ufficiale d’inchiesta sull’11 settembre sono esattamente il motivo per cui oggi l’intero Movimento per la verità chiede una nuova investigazione. Si tratta, a mio parere, dell’equivalente storico del famigerato Rapporto Warren, quello che incolpò Oswald coprendo i veri responsabili dell’assassinio del presidente Kennedy.


Chi sono "i veri responsabili dell’assassinio del presidente Kennedy"?

costa66
Inviato: 11/9/2011 18:26  Aggiornato: 11/9/2011 18:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/3/2010
Da:
Inviati: 125
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Grazie per averlo postato, era molto interessante.

hendrix
Inviato: 11/9/2011 18:38  Aggiornato: 11/9/2011 18:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco


Esiste anche un altro 11 settembre...

Al2012
Inviato: 11/9/2011 18:42  Aggiornato: 11/9/2011 19:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
ESO Trailer - Italian
http://www.youtube.com/watch?v=IPpxZPYqPYg&feature=relmfu

°°°
Edit:

Questo video è la migliore risposta che si può dare ai soliti che ritornano a farci visita…

AE911Truth Experts Speak Out (inglese)
http://www.youtube.com/watch?v=YW6mJOqRDI4

“Capire … significa trasformare quello che è"
Freeman
Inviato: 11/9/2011 19:09  Aggiornato: 11/9/2011 19:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Allora: Roosevelt chiese "i pieni poteri per entrare in guerra contro Germania e Giappone" dopo che il Giappone e in seguito la Germania dichiararono guerra agli USA?

Appunto, PRIMA non avrebbe avuto appigli per farlo. Che ci vuole a capirlo?

Citazione:
Altro che "non vedo contraddizioni".

OMG...

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
hendrix
Inviato: 11/9/2011 19:14  Aggiornato: 11/9/2011 19:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Massimo,
come è andata la conferenza organizzata da NEXUS ?

mimmoge
Inviato: 11/9/2011 19:23  Aggiornato: 11/9/2011 19:23
So tutto
Iscritto: 5/9/2011
Da: Genova
Inviati: 20
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
@cassandra
Ciao Cassandra. Importanti le tue deduzioni, se poi fossero supportate da vere prove sarebbe magnifico.
Stupendo il passo: "I miei sospetti ricadono sull'ISI pakistana"; in confronto Sherlock Holmes è un bambino piccolo.
Comunque non ti abbattere, come vedi c'è chi si occupa di te!

@branzac
No. Vespa no! Comunque ti capisco figliolo. Ma ha fatto anche qualche plastico?
Comunque se lo eviti vedrai che starai meglio.

“Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti".

Antonio Gramsci
cgueye
Inviato: 11/9/2011 19:25  Aggiornato: 11/9/2011 19:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2010
Da:
Inviati: 306
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Sto guardando gli ultimi servizi sfornati da History Channel. In pratica del UA 93, la Cia l'avrebbe saputo dalla moglie di un passeggero che sarebbe passata dal centralino della polizia...e la madre di Mark Bingham confida della telefonata, senza scendere in particolari sul fatto che il figlio si presentò con nome e cognome...

Jurij
Inviato: 11/9/2011 19:29  Aggiornato: 11/9/2011 19:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
la nave si chiama USS New York


Si, ma chiamatela pure la nave dell’ignoranza (sempre nel senso non spregiativo di ignorare)

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Polidoro
Inviato: 11/9/2011 19:43  Aggiornato: 12/9/2011 0:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/4/2005
Da:
Inviati: 488
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
@ Freeman & Mimmoge, scusate:

come suggerimento di libro da leggere su Pearl Harbor, più facile perché in Italiano, di Stinnet Robert, Il giorno dell'inganno (sottotitolo: Pearl Harbor: un disastro da non evitare).

Stinnet era nella Marina ed è stato più volte decorato, non quindi un complottista ma un protagonista.
Ha lavorato 17 anni al libro, nella prefazione dice:

"Come reduce della guerra del Pacifico, mi sono sentito offeso mentre scoprivo segreti che erano stati nascosti agli americani per più di cinquant'anni.
Tuttavia ho capito il terribile dilemma affrontato dal presidente Roosevelt .......

..... Per diciassette anni ho effettuato ricerche negli archivi, ho personalmente intervistato crittografi della Marina statunitense, e ho scoperto che la risposta al dilemma di Roosevelt si trova in uno straordinario numero di documenti ai quali ho potuto accedere grazie al Freedom of Information Act. Questi documenti sottolineano i passi deliberati, programmati e messi in atto per produrre l'attacco diretto che ha catapultato l'America in guerra e ha devastato le forze militari a Pearl Harbor e in altre basi nel Pacifico.
Furono programmate otto fasi per provocare l'attacco giapponese. ......
.......Sappiamo da molto tempo che i cablogrammi diplomatici giapponesi -- che indicavano l'inizio delle ostilità - furono intercettati e decodificati.
Ciò che ho scoperto, tuttavia, è che sapevamo molto di più ...... sapevamo che l'attacco era imminente ......
Le decisioni di Roosevelt, per quanto possano essere state dolorose, furono prese in modo strategico allo scopo di ottenere la vittoria definitiva delle forze alleate sulle nazioni dell'Asse che minacciavano la libertà cui tutti teniamo ............



Spero sia utile ...

"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuovi orizzonti ma nell'avere nuovi occhi." Marcel Proust
Redazione
Inviato: 11/9/2011 19:53  Aggiornato: 11/9/2011 19:54
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Questa sera su Mistero dovrebbe passare una sintesi di 10 minuti di "Inganno Globale"

CCP
Inviato: 11/9/2011 20:00  Aggiornato: 11/9/2011 20:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/9/2011
Da:
Inviati: 107
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Citazione: Allora: Roosevelt chiese "i pieni poteri per entrare in guerra contro Germania e Giappone" dopo che il Giappone e in seguito la Germania dichiararono guerra agli USA?

Appunto, PRIMA non avrebbe avuto appigli per farlo. Che ci vuole a capirlo?

Citazione: Altro che "non vedo contraddizioni".

OMG...


Freeman, non so se giochi a prendere in giro le persone e/o la loro intelligenza.

Vediamo se ho capito:

1) il Giappone attacca gli USA e contemporaneamente o quasi dichiara guerra
2) Roosevelt chiede "i pieni poteri" per entrare in guerra contro il Giappone.

Che cosa c'entrano gli "appigli"? Voglio dire: X attacca Y, Y risponde. Il capo di stato di Y ha bisogno di "chiedere i pieni poteri"? X ha appena dichiarato guerra.

CCP
Inviato: 11/9/2011 20:04  Aggiornato: 11/9/2011 20:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/9/2011
Da:
Inviati: 107
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Questa sera su Mistero dovrebbe passare una sintesi di 10 minuti di "Inganno Globale"


Grazie per l'informazione. A che ora l'evento?

CCP
Inviato: 11/9/2011 20:16  Aggiornato: 11/9/2011 20:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/9/2011
Da:
Inviati: 107
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
"Come reduce della guerra del Pacifico, mi sono sentito offeso mentre scoprivo segreti che erano stati nascosti agli americani per più di cinquant'anni. Tuttavia ho capito il terribile dilemma affrontato dal presidente Roosevelt ....... ..... Per diciassette anni ho effettuato ricerche negli archivi, ho personalmente intervistato crittografi della Marina statunitense, e ho scoperto che la risposta al dilemma di Roosevelt si trova in uno straordinario numero di documenti ai quali ho potuto accedere grazie al Freedom of Information Act. Questi documenti sottolineano i passi deliberati, programmati e messi in atto per produrre l'attacco diretto che ha catapultato l'America in guerra e ha devastato le forze militari a Pearl Harbor e in altre basi nel Pacifico. Furono programmate otto fasi per provocare l'attacco giapponese. ...... .......Sappiamo da molto tempo che i cablogrammi diplomatici giapponesi -- che indicavano l'inizio delle ostilità - furono intercettati e decodificati. Ciò che ho scoperto, tuttavia, è che sapevamo molto di più ...... sapevamo che l'attacco era imminente ...... Le decisioni di Roosevelt, per quanto possano essere state dollorose, furono prese in modo strategico allo scopo di ottenere la vittoria definitiva delle forze alleate sulle nazioni dell'Asse che minacciavano la libertà cui tutti teniamo ............


Interessante. Il sig. Stinnet avrebbe lavorato 17 anni a un libro nel quale (dice la prefazione) racconta che sarebbero stati posti in essere "otto passi deliberati" per causare l'attacco giapponese, e che le decisioni di Roosevelt, seppur "dollorose" (cit.) furono prese per vincere la guerra contro l'Asse.

Queste ultime quando, nel 1941?

Redazione
Inviato: 11/9/2011 20:17  Aggiornato: 11/9/2011 20:20
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
VIPER: “Ma perchè finire da gente di estrema destra poi? C'è davvero bisogno?”

Ieri ho fatto un’intervista a una radio di fondamentalisti cristiani del Bible Belt. Non mi sono nemmeno domandato se “ce ne fosse bisogno”. Ho detto quello che dovevo dire e basta.

Non è importante "a chi parli", l'importante è quello che dici.

***

PEONIA: "Perchè ti sei lasciato scappare l'occasione!?"

In realtà ho dovuto rispondere molto di fretta. Due giorni fa stavo lavorando contemporaneamente al montaggio del pezzo di Mineta e alla sintesi di Inganno Globale, che va in onda questa sera su Mistero, per cui ho risposto senza poter approfondire.

Sembra che si siano accorti tutti tre giorni fa dell’arrivo dell’anniversario.

***

CASSANDRA: “Per me, queste due obiezioni qui sopra sono obiezioni da ingenuotti, che non conoscono come funziona l'intelligence internazionale né come è semplice bloccare un sistema "a cascata" senza che quasi nessuno nella "filiera" ne debba sapere nulla.”

Concordo in pieno (lo vedi che alla fine qualcuno ti caga? )

***

PREVI: “Che bello che sarebbe stato un articolo senza parole, ma solo con un'immagine simbolo come quella del link qui sotto. Perchè non possono esserci parole per certi disastri.”

Hai ragione. In quel caso però bisognerebbe pubblicare anche le foto di oltre un milione di civili iracheni uccisi in seguito all’11 di settembre. Quelle “vittime”, curiosamente, non le conta mai nessuno.

***

CCP: “Mi risulta che furono Giappone e Germania a dichiarare guerra agli USA, non viceversa.”

Ti risulta bene. Io infatti ho scritto “entrare in guerra”, per gli Stati Uniti, e non “dichiarare guerra”. Non vi insegnano a leggere, sul forum di JFK?

"Chi sono "i veri responsabili dell’assassinio del presidente Kennedy"?"

Ad uccidere Kennedy furono tre persone. Uno si chiamava Lee, l’altro Harvey, il terzo Oswald. Fu quindi una cospirazione, ma si potè sostenere che l’assassino abbia agito da solo.

Stammi bene, e salutami Ferrero.

***

HENDRIX: “Massimo, come è andata la conferenza organizzata da NEXUS ?”

Non lo so. Io ho mandato un pezzo regstrato, perchè in diretta non potevo.

Freeman
Inviato: 11/9/2011 20:20  Aggiornato: 11/9/2011 20:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Veramente credevo che fossi tu a prendermi in giro.

Invece adesso ne sono quasi quasi certo. Oppure hai problemi con l'italiano e l'analisi logica, fa' un po' tu.

Citazione:
Che cosa c'entrano gli "appigli"? Voglio dire: X attacca Y, Y risponde. Il capo di stato di Y ha bisogno di "chiedere i pieni poteri"? X ha appena dichiarato guerra.


Appunto (ancora una volta), è un passaggio formale necessario onde poter procedere alla "risposta" armata. Senza l'attacco e la contestuale dichiarazione di guerra, Roosevelt non aveva né il potere morale né quello formale per poter rispondere (non poteva dichiarare guerra, né poteva entrare in guerra). Non poteva compiere la prima mossa, quindi, ma una volta lasciata la prima mossa al nemico, come da Costituzione ha invocato i pieni poteri ed ha potuto "entrare in guerra" (come ha scritto MM). E allora?

Continuo a non capire perché stiamo girando da ore intorno a questa cazzata.
O forse un pochetto comincio a capirlo...

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Redazione
Inviato: 11/9/2011 20:22  Aggiornato: 11/9/2011 20:22
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
FREEMAN: "Continuo a non capire perché stiamo girando da ore intorno a questa cazzata."

Perchè avete abboccato al solito "pescatore" di turno.

Freeman
Inviato: 11/9/2011 20:26  Aggiornato: 11/9/2011 20:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Perchè avete abboccato al solito "pescatore" di turno.

Mannaccialapupazzaciairaggione :D

Rimedio subito e mi metto in /ignore mode.

E' che a volte sembrano così "veri" :D

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
gioffi
Inviato: 11/9/2011 20:31  Aggiornato: 11/9/2011 20:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/8/2006
Da:
Inviati: 35
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Ma avete visto che ca**o di servizio ha mandato stasera il tg di La7? Solite associazioni complottisti-antisemiti, ma si può?
Sinceramente, non me lo aspettavo da Mentana?
Massimo, non è che riesci a contattarlo a riguardo?

CCP
Inviato: 11/9/2011 20:31  Aggiornato: 11/9/2011 22:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/9/2011
Da:
Inviati: 107
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Autore: Redazione Inviato: 11/9/2011 20:17:57

CCP: “Mi risulta che furono Giappone e Germania a dichiarare guerra agli USA, non viceversa.”

Ti risulta bene. Io infatti ho scritto “entrare in guerra”, per gli Stati Uniti, e non “dichiarare guerra”. Non vi insegnano a leggere, sul forum di JFK?


Infatti. Si entra in guerra dichiarandola. Tu hai pure scritto

Citazione:
Nel 1941 gli Stati Uniti provocarono l’incidente di Pearl Harbor, e poi non fecero nulla per avvisare il comandante del porto dell’imminente attacco giapponese. La morte di 3000 marinai americani servì a Roosevelt per presentarsi in parlamento e chiedere i pieni poteri per entrare in guerra contro Germania e Giappone.


Carta canta.

Citazione:
"Chi sono "i veri responsabili dell’assassinio del presidente Kennedy"?"

Ad uccidere Kennedy furono tre persone. Uno si chiamava Lee, l’altro Harvey, il terzo Oswald. Fu quindi una cospirazione, ma si potè sostenere che l’assassino abbia agito da solo.


Bene. Fu una persona sola (con due nomi e un cognome, lo dici tu) a uccidere Kennedy. Se vuoi, scrivici pure un articolo e mettilo in home, tanto per tranquillizzare chi crede che fu un complotto, che ci furono almeno due persone che spararono ecc.

Citazione:
Stammi bene, e salutami Ferrero.


Sto benissimo, grazie. E ricambio. Ferrero non lo conosco e non posso salutartelo.

[edit: ho corretto solo l'ortografia, inserendo una T maiuscola]

rekit
Inviato: 11/9/2011 20:32  Aggiornato: 11/9/2011 20:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
OT! OT! OT!
appena visto un servizio semplicemente OFFENSIVO di un certo Antonio Monda da new york sul tg di la7...Massimo appena esce il video del servizio lo posto.
Credimi, necessita di una risposta "ufficiale"...

Qualcuno lo ha visto?

edit: il servizio credo fosse di questo tipetto qui:

http://en.wikipedia.org/wiki/Antonio_Monda

CCP
Inviato: 11/9/2011 20:38  Aggiornato: 11/9/2011 20:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/9/2011
Da:
Inviati: 107
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Autore: Freeman Inviato: 11/9/2011 20:20:34

Veramente credevo che fossi tu a prendermi in giro. Invece adesso ne sono quasi quasi certo. Oppure hai problemi con l'italiano e l'analisi logica, fa' un po' tu. Citazione: Che cosa c'entrano gli "appigli"? Voglio dire: X attacca Y, Y risponde. Il capo di stato di Y ha bisogno di "chiedere i pieni poteri"? X ha appena dichiarato guerra. Appunto (ancora una volta), è un passaggio formale necessario onde poter procedere alla "risposta" armata. Senza l'attacco e la contestuale dichiarazione di guerra, Roosevelt non aveva né il potere morale né quello formale per poter rispondere (non poteva dichiarare guerra, né poteva entrare in guerra). Non poteva compiere la prima mossa, quindi, ma una volta lasciata la prima mossa al nemico, come da Costituzione ha invocato i pieni poteri ed ha potuto "entrare in guerra" (come ha scritto MM). E allora? Continuo a non capire perché stiamo girando da ore intorno a questa cazzata. O forse un pochetto comincio a capirlo...


Ah, un attacco armato è diventato ora "un passaggio formale necessario onde poter procedere alla "risposta" armata"?

Dalle mie parti se uno stato vuol dichiarare guerra a un altro stato (ovviamente se è uno stato democratico) chiede al proprio parlamento lo stato di guerra. Se allo stato in questione la guerra vien dichiarata, risponde.

Non mi pare una cazzata.

cgueye
Inviato: 11/9/2011 20:41  Aggiornato: 11/9/2011 20:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2010
Da:
Inviati: 306
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Da Mentana mi aspetto di tutto, infatti non lo guardo.

gioffi
Inviato: 11/9/2011 20:41  Aggiornato: 11/9/2011 20:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/8/2006
Da:
Inviati: 35
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
visto. Non ho parole

bubu7
Inviato: 11/9/2011 20:44  Aggiornato: 11/9/2011 20:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2007
Da: Tomania
Inviati: 528
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Il commento finale dell'inviato di LA7 è il peggiore che ho sentito.
Comunque questa è l'onda...

Lui che offrì la faccia al vento la gola al vino e mai un pensiero non al denaro, non all'amore né al cielo.

Fabrizio De Andrè
gioffi
Inviato: 11/9/2011 20:52  Aggiornato: 11/9/2011 20:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/8/2006
Da:
Inviati: 35
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Ho come l'impressione che anche Telese su In Onda sempre di La7 tirerà fuori l'argomento complottisti. Vediamo un pò cosa ne uscirà fuori...

rekit
Inviato: 11/9/2011 21:21  Aggiornato: 11/9/2011 21:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
ok, va bene tutto, ma io stasera mi sento seriamente offeso da la7...trasmissione di Telese con ospiti vergognosi e insulti a raffica...argomenti zero...proprio nemmeno affrontati...

costa66
Inviato: 11/9/2011 21:27  Aggiornato: 11/9/2011 21:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/3/2010
Da:
Inviati: 125
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Tutto il giorno guardo programmi vari sull'Undici Settembre, non sto qui ad elencarli, ma sono veramente schifato. Non tanto per l'umiliazione che subiscono le persone che hanno dubbi sulla versione ufficiale, screditati e presi in giro ecc.., ma per il fatto che costoro non hanno argomentazioni, sputano sentenze senza rispondere ai quesiti, se rispondo lo fanno con arrogante sufficienza liquidando il tutto come paranoie psicologiche.

Nomit
Inviato: 11/9/2011 21:29  Aggiornato: 11/9/2011 21:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/1/2011
Da:
Inviati: 1549
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
A blob hanno fatto un accostamento strano. Prima uno dei crolli, poi un samurai che abbatte un ciliegio con la spada. Che volessero mostrare la differenza tra i 2 crolli?

bubu7
Inviato: 11/9/2011 21:33  Aggiornato: 11/9/2011 21:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2007
Da: Tomania
Inviati: 528
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Su Italia 1 c'è il film di massimo!!

Lui che offrì la faccia al vento la gola al vino e mai un pensiero non al denaro, non all'amore né al cielo.

Fabrizio De Andrè
andmaz
Inviato: 11/9/2011 21:34  Aggiornato: 11/9/2011 21:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/8/2006
Da:
Inviati: 42
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Ragazzi su italia 1 ce inganno globale....

NiHiLaNtH
Inviato: 11/9/2011 21:41  Aggiornato: 11/9/2011 21:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Hai ragione. In quel caso però bisognerebbe pubblicare anche le foto di oltre un milione di civili iracheni uccisi in seguito all’11 di settembre. Quelle “vittime”, curiosamente, non le conta mai nessuno.


più quelli della guerra precedente all'epoca di bush padre

le sofferenze del popolo irachenoe di quello afghano non possono essere neanche lontanamene paragonate a quelle degli americani

purtroppo i loro vengono considerati morti di seconda classe anche da chi normalmente si riempie la bocca di parole come razzismo e xenofobia

Citazione:
appena visto un servizio semplicemente OFFENSIVO di un certo Antonio Monda da new york sul tg di la7...Massimo appena esce il video del servizio lo posto.


chiissà se questi schifosi avrebbero il coraggio di ripetere le loro offese ai familiari delle vittime e ai soccorritori che non credono alla versione ufficiale

F.Capretta
Inviato: 11/9/2011 21:43  Aggiornato: 11/9/2011 21:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/1/2005
Da: Le Felici Fattorie
Inviati: 855
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
8 Marzo e 11 settembre le due date più importanti di Luogocomune.

Come mancare di passare per un saluto ai vecchi amici?

Complimenti a tutti e soprattutto a Massimo per l'infinito ed eccellente lavoro svolto in tutti questi anni.

Saluti felici :- )

Felice Capretta

Freeman
Inviato: 11/9/2011 21:44  Aggiornato: 11/9/2011 21:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
E poi qualcuno ha ancora il coraggio di chiedere "ma se fosse un complotto qualcuno avrebbe parlato".
Beh, qualcuno HA parlato. Poi però è morto o si è "suicidato".

http://www.youtube.com/watch?v=bvay28lZiHU

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
gioffi
Inviato: 11/9/2011 21:44  Aggiornato: 11/9/2011 21:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/8/2006
Da:
Inviati: 35
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Io continuo a sostenere di chiedere un chiarimento a Mentana su quel servizio orrendo.

DjGiostra
Inviato: 11/9/2011 21:51  Aggiornato: 11/9/2011 21:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
@Redazione:
Citazione:
Questa sera su Mistero dovrebbe passare una sintesi di 10 minuti di "Inganno Globale"

E' passata !!!!!!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Cassandra
Inviato: 11/9/2011 21:53  Aggiornato: 11/9/2011 21:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
mimmoge,

Ciao Cassandra. Importanti le tue deduzioni, se poi fossero supportate da vere prove sarebbe magnifico. Stupendo il passo: "I miei sospetti ricadono sull'ISI pakistana"; in confronto Sherlock Holmes è un bambino piccolo.

Si, è la stessa sensazione che ho io quando mi raccontano dei pecorari col taglierino. Se ci fosse qualche prova sarebbe magnifico.
Sai, per me "lo dicono le persone importanti del governo quindi ci credo per forza" non costituisce prova. E probabilmente, neanche per Sherlock Holmes.

Per il resto, non rispondo più ad un tizio che si registra il 5 settembre per fare il saccente.

Praticamente, ti qualifichi da solo.


"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
Doru
Inviato: 11/9/2011 22:12  Aggiornato: 11/9/2011 22:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 133
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
@Viper

Citazione:
Ma perchè finire da gente di estrema destra poi? C'è davvero bisogno?


quello me lo domandavo anche io, ma ragionando un momento penso che importante e far passare l'informazione che uno sostiene, e se qualcuno e disposto ad ascoltare tanto meglio, anche se fanno parte da un gruppo o corrente di pensiero che io personalmente odio.

Comunque Massimo non ha parlato con loro di argomenti di estrema destra ma del informazione che questo sito promuove.

Su lo stesso tema uno potrebbe chiedere che ci fanno i film di Massimo su le reti di Berlusconi? Potremmo discutere su i motivi di Berlusconi, ma alla fine, se anche uno dei zombie che guardano ancora la tv si risveglia, allora ne valle la pena.

Jurij
Inviato: 11/9/2011 22:35  Aggiornato: 11/9/2011 22:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Freeman, impressionante il video che hai postato, mi ricorda il dopo Kennedy, quando al procuratore J. Garrison sfuggivano di mano tutti i testimoni per strani morti causate da incidenti vari.

p.s. non hanno perso il vizietto gli amici della cia...

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Jurij
Inviato: 11/9/2011 22:48  Aggiornato: 11/9/2011 22:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:

Ho letto, un F16 che si mette in volo senza armamento …. praticamente come un taxista che va a lavorare senza macchina…
Comunque si vede che negli usa gli F16 li usano per filmare documentari

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
NeWorld
Inviato: 12/9/2011 0:38  Aggiornato: 12/9/2011 0:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Dopo l'articolo di qualche giorno fa,dove Massimo lasciava trasparire una piccola speranza che i media (ora mi riferisco a quelli italiani,all'estero non so) si fossero risvegliati circa le domande irrisolte del 9/11,mi aspettavo oggi un pò di movimento...

Ma oltre a qualche minuto di Inganno Globale e Adam Kadmon su Mistero, e Fahrenheit 911 su la7 a mezzanotte (prima no,eh?) non ho visto altro. Delusione.
(P.S. se qualcuno di voi ha visto altro,fatemi sapere)

Ora mi rendo conto che il buon Gianni Minoli ha avuto un bel coraggio (e per questo lo stimo) a fare qualcosa che quasi nessun altro a 10 anni dal tragico evento,ha avuto coraggio di fare.

I media sono ancora saldamente sotto il controllo del potere occulto.

Saluti

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
Dr-Jackal
Inviato: 12/9/2011 0:43  Aggiornato: 12/9/2011 0:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2006
Da:
Inviati: 1028
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Jurij, è disponibile una traduzione italiana di quel video con parecchie vittime in più, se ti interessa.

Redazione
Inviato: 12/9/2011 0:58  Aggiornato: 12/9/2011 1:03
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
NEWORLD: "I media sono ancora saldamente sotto il controllo del potere occulto."

E dàgliela con questo "controllo". Scusami Neworld, ma non posso lasciartela passare. Se i media sono saldamente sotto il controllo, come ha fatto Minoli a fare la sua puntata? E come ha fatto Mistero a mandare "Inganno Globale"?

Hanno trasmesso di nascosto, da casa propria?

Per corretteza non ti posso dire il nome, ma chi mi ha chiesto Inganno Globale non è stato il produttore di Mistero, è stata una persona molto più in alto di lui, nella gerarchia di Mediaset.

Quindi, che facciamo?

phobos
Inviato: 12/9/2011 1:04  Aggiornato: 12/9/2011 1:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/9/2006
Da:
Inviati: 224
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Recentemente, sui siti dei vari "movimenti per la verità" si è acceso un dibattito sul fatto che sarebbero sempre più evidenti le prove di un impatto di un Boeing 757 sul Pentagono; in particolare, si è scatenata una polemica in proposito tra Scientists for 9/11 Truth e Pilots for 9/11 Truth.

Per giustificare la "vaporizzazione" del Boeing 757, quelli di Scientists for 9/11 Truth citano sempre il celebre esperimento del 1988 al Sandia National Lab dove un Phantom F-4 viene fatto schiantare su un muro di cemento armato:

http://www.youtube.com/watch?v=TVz5vhNvskk

Se si guarda bene il video però, si notano un paio di gravi contraddizioni.

1) Se l'aereo si disintegra al primo impatto, come è possibile che il Boeng 757 abbia trapassato diversi anelli del Pentagono?

2) Per giustificare l'assenza di danno prodotto sul Pentagono dalle ali del Boeing 757, quelli di Scientists for 9/11 Truth affermano che le ali stesse hanno una consistenza minore rispetto al resto della fusoliera e quindi si disintegrano prima di tagliare i pilastri; come si può notare però nel precedente video (dal minuto 0:40 in poi), le ali del Phantom F-4 tagliano di netto il cemento armato!
Ciò è possibile grazie alla velocità e al profilo affilato delle ali.

Mi sembra quindi che, a volte, anche il movimento per la verità si dia ingenuamente la zappa sui piedi.

Decalagon
Inviato: 12/9/2011 1:21  Aggiornato: 12/9/2011 1:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Per corretteza non ti posso dire il nome, ma chi mi ha chiesto Inganno Globale non è stato il produttore di Mistero, è stata una persona molto più in alto di lui, nella gerarchia di Mediaset.

Quindi, che facciamo?


Un amico infiltrato di Simon Shack

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
alsecret7
Inviato: 12/9/2011 1:34  Aggiornato: 12/9/2011 1:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
una domanda massimo.siamo piu intelligenti noi che non abbiamo abboccato alla versione ufficiale e non abbiamo abboccato a un bombardamento mediatico? oppure glialtri che credono alla versione ufficiale e credono ai media perche sono piu limitati e piu facili da lobotomizzare? oppure e piu comodo perche il potere al il potere e quindi fa piu paura e in vece noi paura al popolo non lo facciamo. non so se mi sono fatto capire pero ci o provato che dici?

NeWorld
Inviato: 12/9/2011 1:42  Aggiornato: 12/9/2011 1:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Per corretteza non ti posso dire il nome, ma chi mi ha chiesto Inganno Globale non è stato il produttore di Mistero, è stata una persona molto più in alto di lui, nella gerarchia di Mediaset.

Ops! Questo non lo sapevo. Beh,mi sembra una cosa buona.
Ma converrai con me che Mistero è considerato dai più un programma che sconfina nella fantascienza (quindi poco serio)... ben altra cosa sarebbe stato sentire le famose domande senza risposta in un TG...

Comunque hai ragione,forse ho esagerato... non tutti i media e non nella stessa misura,ma qualcosa c'è...

parlare di queste cose è così impopolare da non meritare una menzione (seria e non ridicolizzante) di 30 secondi in un TG o programma di approfondimento il giorno del 10° anniversario dell' evento più importante del XXI secolo???

Possibile che non faccia audience ???

Ma come,ci continuano a dire che le notizie più scandalose attirano di più l'attenzione del pubblico e poi non sfruttano bene il grande scandalo delle domande senza risposta dopo 10 anni,il giorno in cui l'attenzione della gente è proprio puntata lì?

Boh? Forse io non capisco niente delle loro logiche di comunicazione...

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
Redazione
Inviato: 12/9/2011 1:50  Aggiornato: 12/9/2011 1:50
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
PHOBOS: “Mi sembra quindi che, a volte, anche il movimento per la verità si dia ingenuamente la zappa sui piedi.”

Se togli “ingenuamente”, secondo me hai la risposta al problema.

+++

Scusami alsecret, ma non ho capito la tua domanda. Try again, please.

+++

NEWORLD: “Forse io non capisco niente delle loro logiche di comunicazione...”

Se ti fidi, io ho provato a spiegarle: equilibrio fra rischio di sgarrare e incremento dell’audience. E’ tutto lì.

TAD
Inviato: 12/9/2011 2:05  Aggiornato: 12/9/2011 2:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
lmaorofllol ...retry!

~WÃSÐ Lifestyle~
NeWorld
Inviato: 12/9/2011 2:07  Aggiornato: 12/9/2011 2:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Se ti fidi, io ho provato a spiegarle: equilibrio fra rischio di sgarrare e incremento dell’audience. E’ tutto lì.

Ok,ma allora qui hanno (quasi) tutti paura di sbagliare?

E quando trattano fino alla nausea argomenti di cronaca nera,andando a contare le volte che l'indagato è andato al gabinetto o se ha alzato un sopraciglio ...

in queste occasioni... non hanno paura di sbagliare?

e quando mi parlano del colore delle feci del gatto di Madonna (intendo di cose senza alcuna importanza o addirittura fastidiose) non hanno paura di sbagliare?

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
Redazione
Inviato: 12/9/2011 2:35  Aggiornato: 12/9/2011 2:38
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Hanno COSTANTEMENTE paura di sbagliare, ci hai preso in pieno.

Vivono nel dramma costante, oscillando perennemente fra la tentazione di osare e la paura di prendere legnate.

Ma per "legnate" intendo calo dell'audience, che solo DOPO comporta la lavata di testa da parte del direttore.

Se invece imbrocchi, e l'audience sale, lo stesso identico direttore si affretta a farti i complimenti.

DrHouse
Inviato: 12/9/2011 4:11  Aggiornato: 12/9/2011 4:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Freeman:
E poi qualcuno ha ancora il coraggio di chiedere "ma se fosse un complotto qualcuno avrebbe parlato".
Beh, qualcuno HA parlato. Poi però è morto o si è "suicidato".

http://www.youtube.com/watch?v=bvay28lZiHU

Video arcinoto che però, a mio avviso, va preso decisamente con le molle. Si mettono insieme, in un unico calderone, morti decisamente sospette, sia per il valore oggettivo del testimone (ad esempio nell'ottica di un eventuale processo futuro), sia per le modalità stesse del decesso, con morti assai meno sospette che potrebbero essere state anche puramente casuali. Ad esempio, mi pare che il valore della testimonianza di Barry Jennings e Kenneth Johannemann non possa essere messo sullo stesso piano di quello di Beverly Eckert, la quale era diventata un'attivista dopo la morte del marito, ma, almeno a quanto ci è dato sapere, non era a conoscenza di particolari che la rendessero così "pericolosa". Fra l'altro, l'incidente aereo in cui ha perso la vita nel 2009 nei pressi di Buffalo ha avuto modalità molto simili a quelle del volo Air France 447 precipitato nell'Oceano Atlantico mentre volava tra Rio e Parigi lo stesso anno (con evidente errore del pilota). Ovviamente, in casi come questi il sospetto viene sempre, ma bisogna anche stare attenti a non trarre conclusioni affrettate. Stesso discorso per David Wherley. A parte il fatto che Whirley dopo l'11 settembre era stato promosso a Generale Maggiore e non aveva mai dato la minima indicazione di essere un whistleblower, la dinamica dell'incidente in cui ha perso la vita (un violento scontro tra due treni pendolari della Washington Metro) francamente non mi fa pensare a una morte provocata. In quell'incidente morirono 9 persone e almeno 70 rimasero ferite su centinaia di passeggeri. Insomma, se proprio si vuol far fuori un testimone, esistono metodi con margini di incertezza assai più bassi. Fra l'altro la Washington Metro ha uno storico di incidenti e deragliamenti tutt'altro che rassicurante. Ho dubbi, infine, anche sulla morte di Bertha Champagne, di cui si parla tantissimo in rete. Sebbene la dinamica dell'incidente abbia qualcosa di grottesco, anche in questo caso bisogna chiedersi se non esistesse un metodo meno sospetto per eliminarla che farla trovare morta dentro un'auto proprio davanti a casa Bush. Al di là di questo, non è dato sapere se effettivamente fosse a conoscenza di particolari compomettenti oppure no. La sua costante frequentazione della casa di Marvin Bush in qualità di babysetter può effettivamente averla resa inconsapevolmente testimone di dettagli scomodi, ma è solo una supposizione. È anche possibile che la sua morte sia stata solo una tragica fatalità.
Assai diversi, invece, sia per le modalità della morte che per il peso della testimonianza, i casi di Deborah Palfrey, Christopher Landis e David Graham, le cui deposizioni in un eventuale processo o nuova commissione avrebbero potuto avere un impatto devastante, alla pari di quelle di Jennings e Johannemann.

Dico tutto questo non per cercare il pelo nell'uovo, ma perché non c'è miglior regalo che si possa fare ai debunker che mettere insieme casi non sempre e non necessariamente assimilabili. Bisogna stare attenti, insomma, a separare l'inattaccabile dall'attacabile se non si vuole correre il rischio di perdere, per sciatteria o superficialità, anche elementi probanti potenzialmente forti.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Jurij
Inviato: 12/9/2011 6:15  Aggiornato: 12/9/2011 6:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Grazie Dr-Jackal, stasera me lo guardo con calma.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Jurij
Inviato: 12/9/2011 6:44  Aggiornato: 12/9/2011 6:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
DrHouse
Citazione:
Dico tutto questo non per cercare il pelo nell'uovo, ma perché non c'è miglior regalo che si possa fare ai debunker che mettere insieme casi non sempre e non necessariamente assimilabili. Bisogna stare attenti, insomma, a separare l'inattaccabile dall'attacabile se non si vuole correre il rischio di perdere, per sciatteria o superficialità, anche elementi probanti potenzialmente forti.


Sono pienamente concorde, purtroppo è la VU a potersi permettere tutte le castronerie spaziali, mentre chi ricerca la verità deve sempre” tastare con la punta del piede per vedere se il pavimento tiene”.

Credo però che bastino 2 o 3 casi, come quelli che elenchi tu, dove l’evidente “mano del destino artificiale” non può essere messa in dubbio, per fare capire quanto sporco si cela sotto le “macerie psicologiche” del WTC.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
bluorange
Inviato: 12/9/2011 7:49  Aggiornato: 12/9/2011 7:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/12/2009
Da: Bologna
Inviati: 65
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Ciao a tutti! Mi sono iscritto nel lontano 2009, ma in realtà ho scritto solo una volta. Spero d'ora in poi di farlo più spesso. Riguardo all'articolo e alla discussione volevo solo dire che rispetto a quando ho iniziato a informarmi io sull'11 di settembre, ovvero nel 2008, ho visto tante persone vicino a me iniziare ad avere dei seri dubbi riguardo alla V.U(persino mio Padre, che è sempre stato scettico)...Quindi, sono molto speranzoso per il futuro. Anche se poi mi girano le balle quando personaggi di spicco e giornalisti altrettanto di spicco come, senza fare nomi, Santoro, dicono che sono tutte stupidagini quelle dei complottisti. Ma cosa ci possiamo fare? Ho tolto dai segnalibri sul mio browser quasi tutti i giornali online che quasi sempre leggevo(ho lasciato solo il sito dell'ANSA), mi è rimasto solo LUOGOCOMUNE...Forza e coraggio Ragazzi, Massimo, non siete soli...;)

Akane
Inviato: 12/9/2011 8:08  Aggiornato: 12/9/2011 8:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/7/2011
Da: Austria
Inviati: 135
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Lentamente la verita´ inizia a farsi strada...continuate cosi´!

gelu
Inviato: 12/9/2011 8:09  Aggiornato: 12/9/2011 8:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/10/2008
Da:
Inviati: 191
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco

peonia
Inviato: 12/9/2011 8:49  Aggiornato: 12/9/2011 8:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Massimo mi spiace tanto ma non sono affatto concorde sul fatto del "CONTROLLO", per me esiste eccome, lo vediamo quotidianamente e se qualcuno ogni tanto fa finta di essere "libero" non significa che il controllo non viene esercitato!!!
E' esattamente come per le SCIE CHIMICHE, le fa l'Areonautica con l'avallo del Governo, sono tutti implicati politici, metereologi e militari! come funziona lì, funziona dappertutto!!
forse siete troppo ingenui voi....


P.S.: In USA sono in aumento casi di ischemia cerebrale fra i giovani....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
peonia
Inviato: 12/9/2011 8:56  Aggiornato: 12/9/2011 8:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Hanno COSTANTEMENTE paura di sbagliare, ci hai preso in pieno. Vivono nel dramma costante, oscillando perennemente fra la tentazione di osare e la paura di prendere legnate. Ma per "legnate" intendo calo dell'audience, che solo DOPO comporta la lavata di testa da parte del direttore. Se invece imbrocchi, e l'audience sale, lo stesso identico direttore si affretta a farti i complimenti. Invia un commento

Massimo, ben due volte da due persone diverse che fanno i giornalisti, mi son sentita dire che su fatti imnportanti, come la Libia ad esempio, sono stati chiamati dal Direttore che gli diceva quale era la linea da tenere sul giornale.....sono CERTA che il Direttore abbia avuto una telefonata sulla linea da tenere....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Luco
Inviato: 12/9/2011 9:58  Aggiornato: 12/9/2011 9:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2008
Da:
Inviati: 286
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:

E dàgliela con questo "controllo". Scusami Neworld, ma non posso lasciartela passare. Se i media sono saldamente sotto il controllo, come ha fatto Minoli a fare la sua puntata? E come ha fatto Mistero a mandare "Inganno Globale"?
Per corretteza non ti posso dire il nome, ma chi mi ha chiesto Inganno Globale non è stato il produttore di Mistero, è stata una persona molto più in alto di lui, nella gerarchia di Mediaset.


Mettertelo in Mistero equivale a mettertelo in Ridicolo.
Quindi può essere benissimo "controllo".

yagoo40
Inviato: 12/9/2011 10:01  Aggiornato: 12/9/2011 10:01
So tutto
Iscritto: 11/7/2010
Da:
Inviati: 3
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Complimenti a M.M. per il lavoro che svolge con costanza, ma un ringraziamento anche a tutti noi che continuiamo a lottare giornalmente per instillare dubbi e far crollare certezze a chi ci sta intorno.

Anche per noi son passati (i primi) dieci anni di studio "matto e disperatissimo" sulla vicenda 9/11.

fefochip
Inviato: 12/9/2011 10:05  Aggiornato: 12/9/2011 10:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
pensare che i media sono "controllati" esclusivamente dalla "paura di sgarrare" dei giornalisti che non pubblicherebbero certe notizie solo per l'eventuale "lavata di capo" che seguirebbe di fronte a un calo dell"audience da parte del direttore o di chi per lui vuol dire una serie di cose:

la prima significa che chi pensa questo dovrebbe anche pensare che esiste il "libero mercato" nel mondo dell'informazione il quale appunto è regolato solo dalla legge della domanda e dell'offerta .
l'idea del "libero mercato" tuttavia nel mondo si è capito da parecchio che è una truffa colossale perche in OGNI posto dove è stato applicato si è visto il sorgere di cartelli , corporazioni che lo pilotavano ,influenze della politica sul mercato e distorsioni di quella "mano invisibile" regolatrice che nemmeno i piu accaniti sostenitori del liberismo ancora credono che sia veramente libera da influenze.

detto in altre parole appare veramente "strano" in un mondo di "libero mercato" (che libero sappiamo non essere affatto) il sopravvivere invece di una stampa invece legata ESCLUSIVAMENTE a quelle logiche e priva delle storture e influenze di cui invece soffre ogni tipo di mercato


l'altra conseguenza di pensare che i media obbediscono solo a logiche di mercato è che allora bisogna moltiplicare per 100 la diffidenza verso la categoria dei giornalisti.
nell'ottica che sono vittima anche loro di interferenze politiche e dei cosi detti "piani alti" si leva loro della responsabilità dell'attuale merda in cui gallegiamo ma levando questa idea si ripropone la figura di un giornalista codardo e pezzo di merda che per portare a casa la pagnotta racconta un sacco di cazzate alle persone e non fa il proprio dovere deontologico di informare e fare cronaca ma semplicemente pensa a come fare piu soldi o a non perdere il posto.


questa visione della realtà ha un altro problema : quello con la propaganda.

la propaganda (come efficacemente trattata da federico -music-band-) ha bisogno di una voce ,di una tramite , di un veicolo .
o pensiamo che chi vuole plasmare il "sentire comune" tramite la propaganda lo faccia con il pensiero o accettiamo lo faccia con i media o se non altro anche con essi.
se lo fa con anche con i media viene allora da chiedersi come faccia la propaganda a passare contenuti che veicolino il messaggio voluto e siano anche positivi per l'audience.

la logica direbbe che se la propaganda ha un certo fine se ne può sbatte altamente dell'audience perche l'audience misurerebbe solamente la diffusione della propaganda ma NON sarebbe il suo fine che è invece quello di plasmare l'opinione pubblica.
si possono dire quindi cose non "popolari" semplicemente perche si ha un fine diverso da quello appunto dell'audience pura e semplice ...un po come una "pubblicità progresso" al contrario

c'è un punto tuttavia che non si capisce comunque :perche adesso "inganno globale" viene addirittura chiesto da un dirigente mediaset?

a mio avviso sia la visione "controllata" sia la visione "libera" della stampa non spiegano affatto da sole questa cosa.

fa audience ? lo avrebbe fatto pure prima e tutte le pippe sul "ma poi sarebbe calata l'audience" è solo un idea , un ipotesi .
perche adesso non hanno piu paura che cala "poi" l'audience?

io sto ancora aspettando una risposta soddisfacente e logica a questa cosa .
"adesso" si può dire mentre "prima" no, non è un argomento logico a mio avviso
dire che prima sarebbe "calata l'audience" è solo spostare il problema con un altro problema .
perche sarebbe calata l'audience? .....perche la gente "ora" è pronta?

e mi chiedo ma come mai "ora" la gente sarebbe pronta?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Teba
Inviato: 12/9/2011 10:07  Aggiornato: 12/9/2011 10:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Sulla tv Francese ieri è passato QUESTO servizio.

peonia
Inviato: 12/9/2011 10:39  Aggiornato: 12/9/2011 10:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
'è un punto tuttavia che non si capisce comunque :perche adesso "inganno globale" viene addirittura chiesto da un dirigente mediaset? a mio avviso sia la visione "controllata" sia la visione "libera" della stampa non spiegano affatto da sole questa cos

perchè qualcuno si sta ribellando a qualcun altro......perchè non so se si è capito che ci sono lotte fra governi...
Noi vogliamo comprendere cose molto complicate.....è pressocchè impossibile!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
hendrix
Inviato: 12/9/2011 10:41  Aggiornato: 12/9/2011 10:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Gli ultimi fotogrammi del servizio postato da Teba




Ci sono poche possibilità di un'indagine indipendente sotto Barack Obama




che ha concesso l'immunità ai suoi predecessori




non permetterà domande sull'11 settembre.


E' CHIARO COME STANNO LE COSE ?

NeWorld
Inviato: 12/9/2011 10:51  Aggiornato: 12/9/2011 10:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Bravi Teba e Hendrix!

Qualcuno è in grado di sottotitolare in italiano e mettere su youtube il video?

P.S. io ho l'impressione che il punto di vista di Mazzucco sul controllo dei media,abbia anche un peso "diplomatico"...

...se è così... fai bene.

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
Sertes
Inviato: 12/9/2011 10:51  Aggiornato: 12/9/2011 10:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Ci sono poche possibilità di un'indagine indipendente sotto Barack Obama
che ha concesso l'immunità ai suoi predecessori
non permetterà domande sull'11 settembre.


Tranquillo, la farà il prossimo presidente, Ron Paul: uno che si è già smarcato dalle posizioni del 9/11 Truth e ha votato contro i rimborsi ai first responders ammalati.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
hendrix
Inviato: 12/9/2011 11:23  Aggiornato: 12/9/2011 11:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Grazie neWorld

Citazione:
Tranquillo, la farà il prossimo presidente, Ron Paul: uno che si è già smarcato dalle posizioni del 9/11 Truth e ha votato contro i rimborsi ai first responders ammalati.

Sertes,
dimmi che è solo ironia...

- - - - -
Piuttosto nessuno ha riportato l'affermazione di Giulietto Chiesa, secondo cui:

Due terroristi in casa di un agente, Cia ed FBI sapevano.

. . . Ma bisogna anche considerare che i due presunti piloti del volo American Airlines AA77 (al-Anjour e al-Mihdhar) che avrebbe colpito il Pentagono hanno vissuto per quasi un anno a San Diego in California a casa di un agente della FBI, mai interrogato, come è stato documentato da giornalisti come Philip Shenon del New York Times che pur non crede alla teoria del complotto.
Inoltre i due sono stati finanziati da un altro doppio agente dell’FBI e dell’Arabia Saudita, Omar Al Bayoumi, che trasmetteva loro denaro proveniente dalla moglie dell’ambasciatore saudita.
Questi documenti si trovano negli archivi dell’FBI e dimostrano che questa organizzazione sapeva da mesi quanto stava per accadere.
I due terroristi erano stati seguiti passo per passo, si sapeva che un anno prima avevano partecipato a Kuala Lampur a una riunione nella quale si stava progettando l’attentato e la Cia aveva ricevuto precise segnalazioni dalla NSA (National Security Agency), la più importante agenzia di sicurezza Usa. La riunione era stata registrata e i due seguiti fin negli aeroporti mentre i loro passaporti, fotocopiati, evidenziavano un visto multiplo di ingresso negli Usa dato loro dalla Cia”. . .

alsecret7
Inviato: 12/9/2011 11:48  Aggiornato: 12/9/2011 11:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
CIAO MASSIMO RIPETO LA DOMANDA. SIAMO PIU INTELLIGENTI NOI COSIDETTI (COSPIRAZIONISTI)CHE NON ABBIAMO CREDUTO ALLA VERSIONE UFFICIALE E AL BOMBARDAMENTO MEDIATICO? OPPURE CHI CREDE CIECAMENTE ALLA VERSIONE UFFICIALE E A QUELLO CHE DICONO I MEDIA DI REGIME? FORSE PERCHE NOI NON FACCIAMO PAURA MENTRE I GOVERNI SI E PERCHE TI POSSONO MINACCIARE? SPERO DI ESSERMI SPIEGATO STA VOOLTA.

Sertes
Inviato: 12/9/2011 12:01  Aggiornato: 12/9/2011 12:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
hendrix ha scritto:
Sertes,
dimmi che è solo ironia...


Ahem... preferisci una confortante bugia o la triste realtà?

Ron Paul on 9/11 Truthers

Ron Paul and 159 Congress People Vote Against Healthcare for Sick 9/11 Heroes

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
music-band
Inviato: 12/9/2011 12:05  Aggiornato: 12/9/2011 12:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Massimo Mazzucco

Citazione:
E dàgliela con questo "controllo". Scusami Neworld, ma non posso lasciartela passare.

Scusami Massimo, ma nemmeno io posso lasciartela passare...

Citazione:
Se i media sono saldamente sotto il controllo, come ha fatto Minoli a fare la sua puntata? E come ha fatto Mistero a mandare "Inganno Globale"?

Se i media non sono sotto controllo, come ha fatto il film “Videocracy” ad essere censurato su tutte le reti pubbliche e private a cominciare dal suo trailer cinematografico? E Noam Chomsky (tra gli altri) si è sempre inventato tutto? E da quando inoltre, dire una parte della verità non fa parte delle tecniche di disinformazione?

Te lo devo insegnare io che se una trasmissione espone una tesi e altri tre programmi, una completamente diversa si da l'impressione che esista una vera informazione e par condicio ma che in realtà si possono applicare tutta una serie di strategie perchè quello che resti nella mente del pubblico sia il messaggio voluto dalla maggioranza dell'informazione? Permettere che si dicano alcune cose non fa appunto parte delle strategie di disinformazione?

Puoi smentirmi con delle argomentazioni valide le seguenti affermazioni?

1. I media sono assoggettati alle multinazionali

2. Il panorama dei media italiani che sono sostenuti da "Grosse" sovvenzioni statali

3. I media utilizzano sistematicamente tecniche di propaganda e disinformazione

4. Esiste un ufficio di collegamento tra il pentagono e hollywood fin dagli anni 50 che si occupa di vagliare le sceneggiature, suggerire orientamenti delle storie e modifiche e supportare anche economicamente i film se in linea con le direttive di propaganda.


Su richiesta posso fornirti tutta la corposa documentazione a sostegno delle affermazioni qui sopra, ma facendolo, onestamente mi sembrerebbe di insultare te e la tua intelligenza.

Io mi ricordo che hai bene evidenziato il ruolo fondamentale della propaganda mediatica che di fatto ha manovrato la pubblica opinione, in film come “Il nuovo secolo americano” e “La vera storia della Marijuana”

Edward Bernays non ha forse dimostrato in molteplici occasioni (tanto bene da diventare il guru dei moderni spin-doctor che collaborano a stretto contatto con i giornalisti) che si possono indottrinare le masse? Anzi che non solo si può, ma che è necessario, come riporta pure Chomsky nelle sua analisi? Inoltre mi permetto di ricordarti la dichiarazione rilasciata da John Swinton, redattore capo dell'autorevole New York Times durante il suo storico discorso di congedo all'American Press Association nel 1880:

“In America, in questo periodo della storia del mondo, una stampa indipendente non esiste. Lo sapete voi e lo so pure io. Non c'è nessuno di voi che oserebbe scrivere le proprie vere opinioni, e già sapete anticipatamente che se lo faceste esse non verrebbero mai pubblicate. Io sono pagato un tanto alla settimana per tenere le mie opinioni oneste fuori dal giornale con il quale ho rapporti. Altri di voi sono pagati in modo simile per cose simili, e chi di voi fosse così pazzo da scrivere opinioni oneste, si ritroverebbe subito per strada a cercarsi un lavoro. Se io permettessi alle mie vere opinioni di apparire su un numero del mio giornale, prima di ventiquattr'ore la mia occupazione sarebbe liquidata. Il lavoro del giornalista è quello di distruggere la verità, di mentire spudoratamente, di corrompere, di diffamare, di scodinzolare ai piedi della ricchezza e di vendere il proprio Paese e la sua gente per il proprio pane quotidiano. Lo sapete voi e lo so pure io. E allora, che pazzia è mai questa di brindare a una stampa indipendente? Noi siamo dei burattini, loro tirano i fili e noi balliamo. I nostri talenti, le nostre possibilità, le nostre vite, sono tutto proprietà di altri. Noi siamo delle prostitute intellettuali.”

Quindi, in tutta onestà mi sembra che la tua dichiarazione:

Citazione:
Hanno COSTANTEMENTE paura di sbagliare, ci hai preso in pieno. Vivono nel dramma costante, oscillando perennemente fra la tentazione di osare e la paura di prendere legnate. Ma per "legnate" intendo calo dell'audience, che solo DOPO comporta la lavata di testa da parte del direttore.


Sia semplicistica come l'articolo che ci hai costruito sopra e non comprendo (mi piacerebbe sinceramente che me lo spiegassi) come possa uscire da una persona come te che certe dinamiche le conosce benissimo tanto da denunciarle persino nei suoi film.

Per concludere alcune citazioni:

"i giornalisti sanno distinguere benissimo il vero dal falso, e pubblicano il falso"
-- Mark Twain

Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda. -- – – -- Horacio Verbitsky

Freeman
Inviato: 12/9/2011 12:12  Aggiornato: 12/9/2011 12:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Jurij, è disponibile una traduzione italiana di quel video con parecchie vittime in più, se ti interessa.


azz, pure peggio.

Mi sa proprio che, come dice Jurij, qua l'impronta dei "servizi" è chiarissima.
Essere un testimone dell'11 settembre sembra un ottimo modo per abbreviare la propria aspettativa di vita...

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
trotzkij
Inviato: 12/9/2011 12:22  Aggiornato: 12/9/2011 12:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 3704
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco

I complotti non esistono, ... tranne quando ci sono
Nomit
Inviato: 12/9/2011 12:35  Aggiornato: 12/9/2011 12:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/1/2011
Da:
Inviati: 1549
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:

Per corretteza non ti posso dire il nome, ma chi mi ha chiesto Inganno Globale non è stato il produttore di Mistero, è stata una persona molto più in alto di lui, nella gerarchia di Mediaset


Bisogna vedere se nel 2003 sarebbe stato possibile

manuel
Inviato: 12/9/2011 12:37  Aggiornato: 12/9/2011 12:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/5/2006
Da:
Inviati: 103
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Ci ho provato:

http://img51.imageshack.us/img51/953/83699901.png

A proposito della discussione in corso, ritengo molto valide le argomentazioni di music-band (e ci tenevo a dirlo).

Edit:

l'editoriale è stato pubblicato dal quotidiano l'Adige (di Trento) il 10 settembre 2011.

Freeman
Inviato: 12/9/2011 12:47  Aggiornato: 12/9/2011 12:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
@DrHouse

Citazione:
Dico tutto questo non per cercare il pelo nell'uovo, ma perché non c'è miglior regalo che si possa fare ai debunker che mettere insieme casi non sempre e non necessariamente assimilabili. Bisogna stare attenti, insomma, a separare l'inattaccabile dall'attacabile se non si vuole correre il rischio di perdere, per sciatteria o superficialità, anche elementi probanti potenzialmente forti.


Non si può non concordare, avevo notato anch'io delle evidenti forzature nell'elenco delle morti sospette, purtroppo non ci sono (che io sappia) altri video più "rigorosi".

Al solito, tocca scremare, stando sempre attenti a non prendere per oro colato i materiali trovati in giro: anzi, mi sembra che tu abbia fatto un ottimo lavoro di "discernimento", da questo punto di vista.

Però alla fine tra quei morti ce ne sono almeno 3 o 4 davvero "pesanti", sia per importanza della testimonianza che per "sospetto" nella morte, o sbaglio?

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Sertes
Inviato: 12/9/2011 13:11  Aggiornato: 12/9/2011 13:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
manuel ha scritto:
l'editoriale è stato pubblicato dal quotidiano l'Adige (di Trento) il 10 settembre 2011.


Grande Manuel!

Il tizio fa quel che può... però non mi pare molto informato:

"ci fosse stata una strumentalizzazione dei Servizi sarebbero stati gli uomini di Al Quaeda a denunciarla per primi. Anche se Bin Laden fosse stato un agente della CIA (non dimentichiamo che i Talebani sono un prodotto dei servizi segreti Usa) avrebbe chiamato il gioco per salvarsi"

Cosa che ha prontamente fatto nel suo primo (ed unico) videomessaggio, quello in cui negava di avere a che fare con gli attacchi.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Sertes
Inviato: 12/9/2011 13:15  Aggiornato: 12/9/2011 13:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Un altra cosa che merita rilievo è che ieri era il decimo anniversario degli attacchi e quindi l'undicesimo anniversario del Project for the New American Century (lanciato casualmente un anno prima degli attacchi).

Un passaggio chiave del loro documento Rebuilding American Defenses: "Inoltre, il processo di trasformazione [delle forze armate], anche se porterà cambiamenti rivoluzionari, probabilmente sarà di lunga durata, a meno che non avvenga un evento catastrofico e catalizzante - come una nuova Pearl Harbor"

Firmatario, tra gli altri, Dick Cheney.

www.newamericancentury.org (copia cache di google)

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Freeman
Inviato: 12/9/2011 13:20  Aggiornato: 12/9/2011 13:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Un po' all'unisono e in maniera trasversale, c'è questo messaggio sull'11 settembre, passato sui media in questi giorni: "tu cosa facevi quel giorno?".

Siamo già alla giornata della memoria (ricorda qualcosa), al dogma, al seppellimento di ogni altra attività perché ormai c'è spazio solo per il ricordo e per le emozioni, i fatti meglio lasciarli da parte, tanto ormai è tutto spiegato (un po' il messaggio passato pure da Attivissimo: ma dai, sono passati 10 anni, è tempo di lasciarsi questa storia alle spalle).

Lo dice con altre parole anche Meyssan:

___________

Nicolas Sarkozy: “Sono passati dieci anni che non hanno cancellato il ricordo di quei destini spezzati, e tutti i francesi ricordano quello che facevano quell’11 settembre, tanto erano sconvolti da ciò che vi è successo. E la sera dell’11 settembre, in fondo, noi francesi ci siamo sentiti americani come mai prima. (…) La migliore risposta a questi omicidi di massa e a questi assassinii, è la liberazione dei popoli arabi, intorno ai valori che hanno sempre incarnato l’America e la Francia, la democrazia.“
© Elysée


E’ strano osservare come la stampa occidentale stia celebrando il decimo anniversario degli attacchi dell’11 settembre: Mentre il tema potrebbe essere affrontato da diverse angolazioni, s’è imposto o è stato imposto uno slogan. I media fanno a gara in fatto di testimonianze sul tema: “Che stavi facendo in quel giorno, in quel momento?“. Questo approccio dimostra la volontà collettiva di non studiare, non analizzare l’evento e le sue conseguenze, limitandosi al solo registro dell’emozione del momento, buono non per fare giornalismo, ma un grande spettacolo.
Questa commemorazione è accompagnata da ingiunzioni orwelliane: “Come osate dubitare della versione ufficiale di fronte al dolore delle famiglie delle vittime?” O “coloro che mettono in dubbio la versione ufficiale sono dei negazionisti nemici della democrazia!“. Ora, precisamente, il rispetto per le vittime, non solo quelle che morirono quel giorno negli Stati Uniti, ma anche coloro che sono morte per le conseguenze in Afghanistan, Iraq, Libia e altrove, esige che si cerchi la verità invece di accontentarsi di assurde bugie. E come possiamo vivere la democrazia se non ci poniamo domande sulle verità ufficiali, peggio ancora se sostituiamo il dibattito argomentato con l’insulto?

[fonte]
______________

Certo, qualche media ha finto "indipendenza" nel passare qua e là qualche brandello di "dubbio" (subito sotterrato dalle corazzate della disinformazione), forse proprio perché in rete se ne parla troppo per ignorare il "dibattito". Ma si tratta, come chiarisce MusicBand, di pura finzione, funzionale alla propaganda.

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Sertes
Inviato: 12/9/2011 13:29  Aggiornato: 12/9/2011 13:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
“Che stavi facendo in quel giorno, in quel momento?“.


Io ad un giornale ho scritto: piuttosto che chiedere a NOI dov'eravamo l'undici settembre 2001, perchè non ci dite dove siete stati VOI giornalisti in questi dieci anni?

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
manuel
Inviato: 12/9/2011 14:00  Aggiornato: 12/9/2011 14:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/5/2006
Da:
Inviati: 103
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
piuttosto che chiedere a NOI dov'eravamo l'undici settembre 2001, perchè non ci dite dove siete stati VOI giornalisti in questi dieci anni?


Standing ovation!

NeWorld
Inviato: 12/9/2011 14:18  Aggiornato: 12/9/2011 14:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
“Che stavi facendo in quel giorno, in quel momento?“.


Alex Jones per esempio quel giorno,stava aspettando di dire:

"Ecco! Lo avevo detto 2 mesi prima! Ascoltarmi no,eh?"

link

P.S. Ho trovato anche queste dichiarazioni di Ron Paul,ma non mi sono chiare,necessiterebbero di traduzione...
link

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
phobos
Inviato: 12/9/2011 14:36  Aggiornato: 12/9/2011 14:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/9/2006
Da:
Inviati: 224
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Ieri Attivissimo ha pubblicato un articolo per dire che: "neppure in occasione del decennale dell'11/9, Mazzucco, Blondet & C. hanno avuto il pudore di tacere".
E giù con la solita squallida retorica del fango tirato addosso alle vittime dell'11/9.

Attivissimo purtroppo ha seri problemi con la logica e la coerenza, altrimenti avrebbe capito che, scrivendo quell'articolo, proprio lui ha sciacallato sulle vittime dell'11/9 approfittando del decennale per attaccare Mazzucco e gli altri.

Ormai, lo squallore di questo personaggio non conosce più limiti!

fefochip
Inviato: 12/9/2011 15:19  Aggiornato: 12/9/2011 15:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Io ad un giornale ho scritto: piuttosto che chiedere a NOI dov'eravamo l'undici settembre 2001, perchè non ci dite dove siete stati VOI giornalisti in questi dieci anni?


a dare per buona la posizione di massimo stavano aspettando che si potessero raccontare i dubbi e le domande che sono sopraggiunte immediatamente quel giorno senza far calare l'audience.

tipo :
ma come è possibile che tutta la difesa aerea non è riuscita a muovere un dito ?

dove sono finiti i soldi guadagnati dalle vendite allo scoperto delle azioni delle compagnie aeree?

come è possibile che non si sapeva nulla a livello di inteligence?



queste domande erano li dal primo giorno pronte ma evidentemente avrebbero far calato gli ascolti o le tirature

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
audisio
Inviato: 12/9/2011 15:23  Aggiornato: 12/9/2011 15:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
@ Previ3:

è il tuo razzismo innato che ti fa perdere di vista un concetto
molto semplice?
Ossia che i 3000 morti (in realtà sono molti di meno, una buona
parte sono personalità digitali costruite a tavolino perchè servivano
più morti per la propaganda) delle Torri sono serviti per uccidere
centinaia di migliaia di persone in Iraq e Afghanistan?
Per cui onorare i morti delle Torri alla tua maniera, col silenzio, significa
oggettivamente e automaticamente offendere il paio di milioni di morti
fatti in seguito dagli Yankee.
Quindi, sono io a dirti
VERGOGNATI

Dusty
Inviato: 12/9/2011 16:13  Aggiornato: 12/9/2011 16:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Citazione:
“Che stavi facendo in quel giorno, in quel momento?“.

Io ad un giornale ho scritto: piuttosto che chiedere a NOI dov'eravamo l'undici settembre 2001, perchè non ci dite dove siete stati VOI giornalisti in questi dieci anni?

@Sertes:
Clap clap!

Ne approfitto per dare spazio ad alcuni aforismi famosi:

"I giornalisti sanno distinguere benissimo il vero dal falso, e pubblicano il falso."
-- Mark Twain

"Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda."
-- Horacio Verbitsky

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
azul
Inviato: 12/9/2011 16:50  Aggiornato: 12/9/2011 16:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/1/2010
Da:
Inviati: 39
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco

Calvero
Inviato: 12/9/2011 17:13  Aggiornato: 12/9/2011 17:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
..........
.....
.


Quando si usa la frase «mi vedo costretto a ..», di solito la si usa con toni provocatori o magari ironici, insomma con una certa compiacenza ma anche con un aria di stoicità...

.. invece mi piacerebbe si comprendesse che la userò adesso in un senso NOBILE, cioè in relazione a un sentimento di coerenza ma anche, permettetemelo, con qualcosa che il buon Edgar Cayce lo relazionerebbe al Karma.

Quindi sento di poter esternare questo:
- mi spiace ma - mi vedo costretto a ...prendere le distanze da LC e salutarci con profondo rispetto, almeno da parte mia.

Ovviamente se qui lo scrivo è perché - è qui, in relazione a questo Topic in Homepage, che mi ha colto questo sentimento. Ci sono sempre stati diversi aspetti e anche concetti che non condivido con varie linee generali presenti su LUOGOCOMUNE (e credo valga più o meno per tutti), e anche importanti. Ma di tutto questo nulla fin'ora mi aveva dato il senso che qualcosa di deleterio potesse innescarsi e farmi supporre che altri dibattiti e mille tavole rotonde in cui discutere (ma anche scornarsi ) non potrebbero avere più la stessa forza...

.. poi ci sono ovviamente anche mille aspetti che amo condividere con la cosmogonia di LC. E chi mi hanno aiutato a crescere.

MA queste ultime posizioni di Massimo, persona a cui devo molto e che tuttora rispetto con affetto profondo, mi hanno però messo nella condizione di sentire incrinarsi aspetti che vanno fuori da quelle che io ritengo IL "seminato" e che, secondo il mio personale parere, non sono più in linea con quello che può contribuire a una forte presa di coscienza e corroborare quell'intima ricerca verso i meccanismi di una liberazione (in primis personale) e focalizzare quali bersagli rivelare nella loro soggiogata e ipocrita assoggettazione al Potere...

.. e vedrei anche - cosa effimera - innescare un diverbio che ormai palesemente si mostra ben radicato nelle diverse posizioni. Non avrebbe senso "litigare". Certi meccanismi del Potere li ho vissuti, certi li ho studiati, e tutto mi porta a divergere crucialmente dalle posizioni di Massimo in merito alla "questione MEDIA, Controllo e Potere".

Inutile che io come utente contribuisca con i miei pareri e le mie riflessioni quando, in cuor mio, so che Massimo ha acquisito una consapevolezza che è in un territorio che non mi appartiene. Anche perché essendo cruciale questa posizione di Mazzucco, mi troverei direttamente e non, a "ostacolare" il suo Lavoro. E l'ultima cosa che voglio fare è essere di intralcio. Questa comunque non è casa mia... o, purtroppo, la sento meno "mia" di prima.

Non metto la mano sul fuoco su niente, e chissà che altri accadimenti e/o "visioni" portino a re-incontrarci e a dibattere in un modo che ri-troverei ancora corroborante per me e per tutti gli altri utenti.

Ovviamente, prima di uscire da questo fantastico e magico "posto" chiamato LC ... devo ancora chiudere qualche riflessione rimasta in sospeso con i mie fighissimi AMICI sul Forum ...

... buon lavoro di Cuore e grazie di cuore a TUTTI (a proposito: bella lì Sertes, la tua riflessione )

.. Buon Lavoro Massimo e ti auguro soddisfazioni almeno almeno pari al tuo super impegno, ma anche qualcosina di più

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
JohnTitor
Inviato: 12/9/2011 17:20  Aggiornato: 12/9/2011 17:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2010
Da: Tampa
Inviati: 602
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
OT ma è sempre informazione


Morta in gioco erotico, domiciliari a Mulé L'ingegnere: "E' stata solo una fatalità"
Roma - (Adnkronos/Ign) - Il gip ha derubricato l'ipotesi di reato da omicidio preterintenzionale a omicidio colposo. Più di tre ore di interrogatorio a Regina Coeli. L'uomo coinvolto nella tragedia del garage: "Sono distrutto per la morte di Paola Caputo, voglio sapere come sta Federica...". Lutto cittadino per la giovane deceduta, dibattito in rete

Notate come i giornali la notizia continuano a farla girare. Alle prossime elezioni l'ingegnere ce lo ritroviamo in parlamento, garantito!

ma x questi che fanno, il lutto galattico?

Arpino, esplode fabbrica di fuochi: almeno sei morti tra le fiamme

cgueye
Inviato: 12/9/2011 17:41  Aggiornato: 12/9/2011 17:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2010
Da:
Inviati: 306
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Guardo e leggo sull'11/9 almeno dal 2005. E' incredibile, si fa per dire, come certuni riescano a dire tutto e il contrario di tutto. Deprecabile articolo di Zucconi su Repubblica di oggi. Oppure non ci arrivo io. Forse per affermare bisogna negare, diversamente è troppo pericoloso?

InFlames
Inviato: 12/9/2011 17:59  Aggiornato: 12/9/2011 17:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/3/2008
Da:
Inviati: 300
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Alquanto confuso. dopo una giornata intera di fatti vicende momenti lacrime ed eroi del 9/11, dopo che studioaperto live (volevo farmi due risate) ha palesemente falsificato la percentuale degli americani che credono al false flag e dopo che ha concluso il programma relegando le teorie alternative a "siti internet deliranti" sono rimasto commosso nel vedere il primo servizio di mistero, dieci minuti dopo studioaperto live, in cui mostravano Inganno globale e citavano il WTC7 cosa che non avano fatto per tutto il giorno su qualunque canale. Inoltre c'era pure Adam Kadmon sull'argomento ma a differenza di altri suoi servizi ha fatto una cosa in Mazzucco style, "ecco i fatti giudicate voi".

Qualcuno lavora dietro

Tutto sarà rivelato
NiHiLaNtH
Inviato: 12/9/2011 18:21  Aggiornato: 12/9/2011 18:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
ancora mi tocca leggere le cazzate sulla "gola profonda"

a debunkare la teoria secondo cui un'operazione segreta che coinvolge tante persone non potrebbe rimanere tale per molto tempo perchè prima o poi spunterebbe un insider che rivelerebbe tutto ci pensa Daniel Ellsberg il famoso whistleblower che pubblicò i Pentagon papers documenti segreti del pentagono sulla guerra del Vietnam

"It is a commonplace that "you can't keep secrets in Washington" or "in a democracy, no matter how sensitive the secret, you're likely to read it the next day in the New York Times." These truisms are flatly false. They are in fact cover stories, ways of flattering and misleading journalists and their readers, part of the process of keeping secrets well. Of course eventually many secrets do get out that wouldn't in a fully totalitarian society. But the fact is that the overwhelming majority of secrets do not leak to the American public. This is true even when the information withheld is well known to an enemy and when it is clearly essential to the functioning of the congressional war power and to any democratic control of foreign policy. The reality unknown to the public and to most members of Congress and the press is that secrets that would be of the greatest import to many of them can be kept from them reliably for decades by the executive branch, even though they are known to thousands of insiders."

PS
i Pentagon Papers sono stati ufficialmente declassificati solo a giugno di quest'anno ben 42 anni dopo la loro realizzazione

TAD
Inviato: 12/9/2011 18:26  Aggiornato: 12/9/2011 18:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
@Calvero:

Io non ho capito e, forse, non ne ho il diritto.
Ma, nel caso in cui non si tratti di uno scherzo, mi dispiacerebbe immensamente.

~WÃSÐ Lifestyle~
cgueye
Inviato: 12/9/2011 19:10  Aggiornato: 12/9/2011 19:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2010
Da:
Inviati: 306
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Intervista ad Aaron Russo, scomparso nel 2007, regista americano, spiega come ha conosciuto Rockefeller (Rockefeller racconta a Russo tante cose interessanti, anticipa l'attacco alle torri gemelle Twin Towers 9/11, la guerra in IRAQ, e un possibile attacco in IRAN e in Venezuela. Spiega anche del "loro" obbiettivo finale, quello degli impianti RFID (Radio Frequency Identification) da impiantare a tutta la popolazione mondiale per manipolarla definitivamente.

ELFLACO
Inviato: 12/9/2011 19:21  Aggiornato: 12/9/2011 19:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
X Redazione

Citazione:
Per corretteza non ti posso dire il nome, ma chi mi ha chiesto Inganno Globale non è stato il produttore di Mistero, è stata una persona molto più in alto di lui, nella gerarchia di Mediaset.

Quindi, che facciamo?


A volte sembri così ingenuo!! (ma solo a volte!!)

A quella"persona molto più in alto" Non credo(anzi ne sono sicuro) li verrebbe mai in mente di passare su un canale Mediaset una spezzone di 10 minuti sul caso Mills ,o la trascrizione della chiamate che fecce Berlusconi alla prefettura di Milano per fare rilasciare Ruby. Così come altre tante "chicche "giornalistiche .

Secondo me ti ha chiesto 10 minti di Inganno Globale per un programma come mistero proprio per far capire dove va "passato "un tema come quello "dei complotti sull 9/11" .Cio'è in un programma con 4 stronzi che parlano di cazzate per 4 coglioni.

Non necesariamente perchè io abbia questa idea su quel programma ma perchè è questa l'idea che si ha di quel programma fra tutte le persone che guardano la tv. Fra tutti quelli che si informano solo tramite la tv.

In pratica ti hanno chiesto 10 minuti da passare perchè quei 10 minuti rapresentano quella cosina strana,quel dettaglio bizarro che insaporisce il piatto di merda che stanno apparecchiando.

Non è quello il posto che si merita IG e neanche te.

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
NeWorld
Inviato: 12/9/2011 19:21  Aggiornato: 12/9/2011 19:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Cavero:
Certi meccanismi del Potere li ho vissuti, certi li ho studiati, e tutto mi porta a divergere crucialmente dalle posizioni di Massimo in merito alla "questione MEDIA, Controllo e Potere"...
Anche perché essendo cruciale questa posizione di Mazzucco, mi troverei direttamente e non, a "ostacolare" il suo Lavoro. E l'ultima cosa che voglio fare è essere di intralcio.


Calvero,ricorda che Massimo potrebbe avere dei buoni motivi per mantenere questa posizione,sopratutto di tipo "diplomatico". (a buon intenditore,poche parole).
E non penso che i tuoi ragionamenti possano ostacolare il suo lavoro.

Dopotutto LC nasce proprio per dare spazio a diverse opinioni e punti di vista in vari campi della libera informazione ed è questa una peculiarità comune a pochi siti,del quale il contributo di tutti (anche il tuo) è molto utile.

Anche se a volte ci siamo trovati in disaccordo (ma anche no) spero di continuare a leggere i tuoi contributi sul sito.


"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
Redazione
Inviato: 12/9/2011 19:24  Aggiornato: 12/9/2011 19:52
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
ALSECRET: CIAO MASSIMO RIPETO LA DOMANDA. SIAMO PIU INTELLIGENTI NOI COSIDETTI (COSPIRAZIONISTI)CHE NON ABBIAMO CREDUTO ALLA VERSIONE UFFICIALE E AL BOMBARDAMENTO MEDIATICO? OPPURE CHI CREDE CIECAMENTE ALLA VERSIONE UFFICIALE E A QUELLO CHE DICONO I MEDIA DI REGIME?

Siamo più intelligenti noi.

Il resto della domanda continuo a non capirlo.

***

MUSICBAND: “Se i media non sono sotto controllo, come ha fatto il film “Videocracy” ad essere censurato su tutte le reti pubbliche e private a cominciare dal suo trailer cinematografico?”

DIO CHE PALLE!!!!!!

Io non ho MAI detto che NON sono sotto controllo. Ho detto che esiste un sistema di AUTOCONTROLLO, che è una cosa MOLTO diversa (e che esclude, appunto, la necessità del "grande vecchio").

Perchè CONTINUI A IGNORARE QUELLO CHE HO SCRITTO, mettendomi in bocca quello che non ho detto?

LEGGI DAVVERO i miei articoli, se vuoi ragionare SERIAMENTE su queste cose.

Ma tu DAVVERO pensi che io sia così IDIOTA da credere che NON ESISTA NESSUN controllo sui media? (E per fortuna hai anche scritto che non vuoi offendere la mia intelligenza!)

Questa sta diventando come la faccenda di Obama: qualcuno si mette in testa che io abbia detto una certa cosa - che NON HO MAI DETTO - e da quel giorno non c'è più un cazzo da fare. TUTTI partono da quel presupposto, e io devo passare ore dopo ore a ripetere che ho detto cose molto diverse.

***
Per il resto, confermo tranquillamente tutte le tue “affermazioni”. Sono l’ABC della comunicazione, e non capisco perchè tu le abbia riportate, in neretto pergiunta. Ma nulla di quello che hai detto smentisce minimamente la mia tesi, che evidentemente non sei ancora riuscito ad afferrare.

Quando ho scritto che si tratta di un meccanismo “molto semplice”, non significa per questo che sia FACILE da capire.

Invece tutti giù con l'accetta, o è bianco o è nero. O il controllo "c'è", oppure "non c'è" e basta. E intanto le mille sfumature del grigio vi corrono sotto gli occhi, e manco le vedete.

NiHiLaNtH
Inviato: 12/9/2011 19:31  Aggiornato: 12/9/2011 19:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
ho scoperto che anche il giudice Ferdinando Imposimato ha partecipato ai Toronto Hearings sull'11/9

Redazione
Inviato: 12/9/2011 19:34  Aggiornato: 12/9/2011 19:34
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
NIHILANTH: "ho scoperto che anche il giudice Ferdinando Imposimato ha partecipato ai Toronto Hearings sull'11/9"

Domani pubblico una sua intervista, molto interessante.

TonyMerda
Inviato: 12/9/2011 19:40  Aggiornato: 12/9/2011 19:40
So tutto
Iscritto: 30/8/2011
Da:
Inviati: 22
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
cari amici di lc
fin'ora mi sono limitato a lurkarvi, ma dopo 2 commenti sul blog di attivissimo ho deciso, nel mio piccolo, di iscrivermi.

volevo segnalare che durante la puntata odierna dello zoo di 105 il conduttore marco mazzoli ha annunciato che avrebbe intenzione di parlare in diretta delle teorie alternative alla v.u.
mi rivolgo a lei maestro. potrebbe contattare la redazione del programma e concordare un'ospitata via skype o telefono.
essendo lo zoo il programma radiofonico di un network commerciale più seguito d'italia sarebbe un'ottima cassa di risonanza.

ELFLACO
Inviato: 12/9/2011 19:45  Aggiornato: 12/9/2011 19:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Pe quel che mi riguarda posso dire che 10 minuti di un DOC così ben fatto a un prgramma come Mistero non ce li avrei mandato mai!!

Poi per quanto riguarda il controllo dei media c'è e ci sarà: In maniera molto occulta ma c'è ,sopratutto su certi temi a seconda di quale editore e quali temi .

Tanto per chiarirci :

Editore parla al suo capo redattore :

"quà a MediaMerd si possono parlare solo di 10 temi diversi. Per i temi dal 1 al 8 hai libertà di scelta .Ma per i temi 9 e 10 non così tanta...!!"

Ci penserà dopo il capo redattore a stare attento su che cazzo dire sui temi 9 e 10 o a chiedere il permesso prima di dire qualcosa su questi temi.

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
Redazione
Inviato: 12/9/2011 19:49  Aggiornato: 12/9/2011 21:12
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
MUSICBAND: Nell'ipotesi che tu ti sia SOLTANTO espresso male, rispondo comunque alla tua domanda:

Citazione:
come ha fatto il film “Videocracy” ad essere censurato su tutte le reti pubbliche e private a cominciare dal suo trailer cinematografico?
Perchè "Videocracy" non è Inganno Globale, ovviamente. Videocracy critica l'intero sistema mediatico della propaganda, e di certo non esiste un pubblico pronto ad accettare un concetto così crudo e devastante. Magari fra 10 anni quel concetto sarà stato digerito a sufficienza, e Videocracy diventerà un piccolo classico nel suo genere. Mentre Inganno Globale trasmette un concetto GIA' sdoganato ormai, per cui oggi lo si può mettere in onda tranquillamente.

Come vedi, alla fine i conti tornano sempre.

NeWorld
Inviato: 12/9/2011 20:16  Aggiornato: 12/9/2011 20:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Mi sembra che su una cosa siamo tutti d'accordo: una forma di controllo (più propriamente definito Autocontrollo) dei Media c'è..

Ora a quel che mi pare di capire,il fulcro sta nello stabilire in base a quali parametri venga esercitato.
Nulla mi vieta di pensare che sia un mix tra la logica dell'audience e le influenze "esterne" di natura politico-economica (e forse altri fattori che ora mi sfuggono).

Ora,stabilire quale sia il peso dell'una e dell'altra (in ciascun singolo caso) è molto complesso sopratutto per chi non sia "addentrato" in quel mondo.

Ci vorrebbe un analisi argomento x argomento e canale x canale.

Generalizzando, ho l'impressione che nei Telegiornali sia maggiore il peso di influenze "esterne",mentre nei programmi di inchiesta-intrattenimento conti di più l'audience.

Ma è solo un impressione e come tale lascia il tempo che trova...

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
Redazione
Inviato: 12/9/2011 20:24  Aggiornato: 12/9/2011 20:55
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
NEWORLD: "Per esempio ho l'impressione che nei Telegiornali sia maggiore il peso di influenze "esterne",mentre nei programmi di inchiesta-intrattenimento conti di più l'audience."

Sì e no. Calcola che nei TG c'è l'elemento "pressure", cioè la fretta di decidere. Nell'arco di pochi minuti devi decidere se passare una notizia "bollente" oppure se saltarla, rischiando magari che la passi prima la concorrenza, e faccia il botto.

Un caso famoso è quello del "falso" certificato militare di Bush, che ha fatto perdere il posto a Dan Rather della CBS. Preso dalla fretta di dare la notizia bomba non ha verificato le fonti, e se l'è presa inderkulen.

Ma è sempre nell'ottica dell'audience che lavorano, solo che lo fanno in tempi più ristretti.

Redazione
Inviato: 12/9/2011 20:32  Aggiornato: 12/9/2011 20:36
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Mi rendo conto che non sia facilissimo capire il mio discorso, per chi non è del mestiere. Forse aiuterebbe capire meglio che (massima) “audience” e “pensiero mainstream” sono sostanzialmente la stessa cosa.

Nel momento in cui “miri all’audience” – e cioè SEMPRE – AUTOMATICAMENTE ti domandi come verrà percepita la notizia dalla MAGGIORANZA della gente (tenendo anche conto del tuo target specifico, ovviamente).

E' un meccanismo perverso, perchè è SPECULARE: i media mainstream e il pubblico sono come due malati che si passino continuamente la stessa infezione. Solo man mano che "migliora" uno, lentamente, inizia a "migliorare" anche l'altro.

E' quello a cui abbiamo assistito ultimamente sul 9/11. Un lento ma graduale "miglioramento" verso l'accettazione delle tesi alternative. Dovuto al fatto che nel frattempo Internet ha fatto la sua parte. Ha quindi "modificato" lo stato di malattia del grande pubblico, e i media hanno riflesso questo miglioramento.

fefochip
Inviato: 12/9/2011 20:45  Aggiornato: 12/9/2011 20:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
@ massimo
Citazione:
Io non ho MAI detto che NON sono sotto controllo. Ho detto che esiste un sistema di AUTOCONTROLLO, che è una cosa MOLTO diversa (e che esclude, appunto, la necessità del "grande vecchio").


solo per capirci

cosa è l'autocontrollo a tuo avviso ?
io lo "riassumo" nelle leggi del mercato che per i media vuol dire appunto audience .
quindi o fai audience (o tirature nel caso dei giornali) e se per qualunque motivo i tuoi ascolti calano allora ti si vengono a inchiappettare .

ora un conto è sostenere che esistono queste logiche un conto è dire che solo a queste obbediscono i media .

io dico che a mio avviso le logiche dell'audience sono di minore importanza rispetto a logiche di potere che (a mio avviso) hanno la priorità rispetto alle prime.

tu d'altronde hai scritto nel tuo articolo:
Citazione:
Ecco che di colpo il teorema ci appare capovolto: non è la posizione politica di chi “controlla” la televisione a venire imposta al grande pubblico, ma la posizione politica del grande pubblico, recepita dalle “antenne “ particolarmente raffinate dei vari direttori, ad imporre le scelte editoriali delle varie redazioni.


sbaglierò per carità , ma a mio parere non è capovolto proprio nulla.

chiaramente per l'audience si possono "sacrificare" (sputtanando)personalità di poco rilievo in nome del profitto (nel caso dei media il profitto è in pratica l'audience o le tirature che a loro volta portano soldi di pubblicità) ma quando abbiamo a che fare con "gente intoccabile" o lobbie intoccabili allora non c'è profitto che paghi .

tu scrivi nell'altro tread


Citazione:
Appunto, lo hai detto tu stesso, SALVO le regole di mercato - che però esistono. La stampa TEORICAMENTE è libera: se vuole, domani mattina Bruno Vespa può tranquillamente sostenere, ad esempio, che Ratzinger è un pedofilo [è una pura ipotesi, sia chiaro]. Nessuno, tecnicamente, glielo impedisce. Peccato che poi Vespa venga fatto fuori in 5 minuti, per aver sollevato un’ondata di indignazione popolare, e per aver perso di colpo 10 inserzionisti pubblicitari.


da questo io capisco (magari sbagliando) che a tuo parere la stampa è libera dalla politica ma assoggettata unicamente a regole di mercato .
è l'indignazione popolare "l'ago della bilancia" null'altro .

ho capito male?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Redazione
Inviato: 12/9/2011 20:49  Aggiornato: 12/9/2011 20:55
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
FEFOCHIP: Citazione:
cosa è l'autocontrollo a tuo avviso ?"
Scusa, ma il mio articolo non lo hai letto?

Citazione:
"da questo io capisco (magari sbagliando) che a tuo parere la stampa è libera dalla politica ma assoggettata unicamente a regole di mercato. è l'indignazione popolare "l'ago della bilancia" null'altro. ho capito male?"
Non solo hai capito male, ma evidentemente non hai letto nemmeno il mio ultimo post.

davlak
Inviato: 12/9/2011 21:10  Aggiornato: 12/9/2011 21:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/6/2006
Da:
Inviati: 678
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
segnalo un video (e in gran parte l'intero canale) molto interessante.

http://www.youtube.com/watch?v=0FlQ14fZfIY

non fate caso all'accento e alla gestualità, c'è molta sostanza.

«Proclamare il diritto all'uguaglianza in una società che ha bisogno di una massa di schiavi salariati vuol dire aver perso la testa» (F. Nietzsche)
TAD
Inviato: 12/9/2011 21:10  Aggiornato: 12/9/2011 21:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
NeWorld:

Mi sembra che su una cosa siamo tutti d'accordo:


Si, che andare in onda su "Mistero" è stata la cazzata dell' anno...

...e forse anche del decennio.

~WÃSÐ Lifestyle~
fefochip
Inviato: 12/9/2011 21:12  Aggiornato: 12/9/2011 21:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Non solo hai capito male, ma evidentemente non hai letto nemmeno il mio ultimo post.


lo so non capisco un vero cazzo ma nell'ultimo post tu scrivi

Citazione:
Nel momento in cui “miri all’audience” – e cioè SEMPRE – AUTOMATICAMENTE ti domandi come verrà percepita la notizia dalla MAGGIORANZA della gente (tenendo anche conto del tuo target specifico, ovviamente).


SEMPRE “miri all’audience”

ti domandi "come verrà percepita la notizia dalla MAGGIORANZA della gente"

ecco io dico che non è vero perche prima della percezione della maggioranza della gente il giornalista non deve pestare i piedi agli "intoccabili" (vaticano, lobbie varie ,politici influenti e via via a seconda dei gradi ) e soltanto poi eventualmente ha un problema di audience.

nel caso di fare propaganda con i media poi si possono anche sostenere cose "impopolari" tanto non ha importanza l'audience ...c'è un fine politico dietro o comunque di diversa natura di quello di avere audience per vendere bene gli spazi pubblicitari

invece come hai detto TU
Citazione:
Ecco che di colpo il teorema ci appare capovolto: non è la posizione politica di chi “controlla” la televisione a venire imposta al grande pubblico, ma la posizione politica del grande pubblico, recepita dalle “antenne “ particolarmente raffinate dei vari direttori, ad imporre le scelte editoriali delle varie redazioni.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 12/9/2011 21:24  Aggiornato: 12/9/2011 21:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
@ calvero

secondo me stai facendo un errore

Citazione:
e vedrei anche - cosa effimera - innescare un diverbio che ormai palesemente si mostra ben radicato nelle diverse posizioni. Non avrebbe senso "litigare". Certi meccanismi del Potere li ho vissuti, certi li ho studiati, e tutto mi porta a divergere crucialmente dalle posizioni di Massimo in merito alla "questione MEDIA, Controllo e Potere".


non ci sono "diverbi" ma diversità di vedute, e da parte mia non ho ancora capito la vera posizione di massimo ,quella "radicata".

o i media sono controllati (almeno in parte preponderante) da un "grande vecchio" oppure no e massimo non è di questo avviso perche sostiene che questo "grande vecchio"non c'è proprio e il vero attore dei meccanismi dei media è "l'autocontrollo" quello che sostanzialmente io riassumo in "legge di mercato".

comunque

Citazione:
Inutile che io come utente contribuisca con i miei pareri e le mie riflessioni quando, in cuor mio, so che Massimo ha acquisito una consapevolezza che è in un territorio che non mi appartiene. Anche perché essendo cruciale questa posizione di Mazzucco, mi troverei direttamente e non, a "ostacolare" il suo Lavoro. E l'ultima cosa che voglio fare è essere di intralcio.


si dice quello che si pensa il resto non conta e non credo che massimo stesso vuole che gli si dia ragione a priori

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
DjGiostra
Inviato: 12/9/2011 21:45  Aggiornato: 12/9/2011 21:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
@Massimo:
Vediamo se ho capito bene il tuo pensiero:
I mainstream si autocontrollano seguendo la tendenza del suo pubblico:
Se capisce che il pubblico e' pronto per una notizia la da !!!
MA nello stesso tempo su notizie tipo quelle che vengono dalla libia i giornalisti
non fanno piu' il loro lavoro ma pubblicano di sana pianta quello che gli
viene fornito dai "pubblicitari" che sono li a creare la notizia.
Sospetto che questi pubblicitari sono al soldo del governo..
Ho capito bene ?
Ciao.
Damiano.
PS:
Se e' cosi allora condivido in toto !!!!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
music-band
Inviato: 12/9/2011 21:57  Aggiornato: 12/9/2011 21:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Massimo,

non capisco perchè te la prendi, non mi è passato nemmeno per l'anticamera del cervello di darti dell'idiota. Ti ho chiesto spiegazioni appunto perchè ciò che ho capito del tuo discorso e delle tue affermazioni mi è sembrato stranamente superficiale detto da uno come te.

Però scusami, se più o meno tutti hanno capito la stessa cosa non è che ti sei spiegato male tu?

Jurij
Inviato: 12/9/2011 22:03  Aggiornato: 12/9/2011 22:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
fefochip
Citazione:
e mi chiedo ma come mai "ora" la gente sarebbe pronta?

Provo a buttarla la così.
Indipendentemente dal fatto di propendere per una o l’altra teoria, in ogni caso quando voi portare l’interesse verso qualcosa di completamente “fuori” dal mondo di coloro da cui ti vuoi fare seguire (a cui vuoi propagandare un’idea), cerchi di partire da un piccolo imput e salire piano piano dando la possibilità a chi ti segue, di fare crescere il suo interesse assieme alla comprensione.

La comprensione genera altro interesse, ma se non ha il tempo di crescere e svilupparsi, rischia di “bruciare" l’interesse, o addirittura di creare una reazione contraria di chiusura… e addio seguito.

Non lo so se si riesce a "sgomitolare" il mio ragionamento.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Redazione
Inviato: 12/9/2011 22:08  Aggiornato: 12/9/2011 22:09
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
DJGIOSTRA: L'ho già detto nella discussione precedente. La notizia INIZIALE è una cosa diversa dall'opinione pubblica in generale.

La prima ovviamente è una bugia. I media la ripetono, senza osare contestarla, e da quel momento l'opinione pubblica la fa propria.

Poi interviene l'informazione alternativa, tramite Internet, e lentamente cerca di correggere quella bugia.

Man mano che la correzione avviene, i media la riflettono e ne parlano pubblicamente.

°°°

FEFO: E' appena una notizia molto interessante, che riguarda proprio quello che stiamo dicendo noi. Il tempo di tradurla e te la posto.

Jurij
Inviato: 12/9/2011 22:16  Aggiornato: 12/9/2011 22:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
fefochip
Citazione:
chiaramente per l'audience si possono "sacrificare" (sputtanando)personalità di poco rilievo in nome del profitto (nel caso dei media il profitto è in pratica l'audience o le tirature che a loro volta portano soldi di pubblicità) ma quando abbiamo a che fare con "gente intoccabile" o lobbie intoccabili allora non c'è profitto che paghi .


La vedo anch’io così, ci sono 2 livelli.
Quello che però confonde è che i due livelli di persone (o 2 gruppi) non sono fissi, ma qualcuno può salire sopra e qualcun altro scendere… così che potrebbe sembrare che non vi sia poi una vera e propria “direzione d’orchestra”.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Redazione
Inviato: 12/9/2011 22:18  Aggiornato: 12/9/2011 22:30
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
http://www.huffingtonpost.com/2011/09/12/paul-krugman-911-blog-pos_n_958137.html?ncid=wsc-huffpost-cards-headline

Paul Krugman (uno dei più importanti editorialisti del NYT) ha scritto sul suo blog che “quello che è accaduto dopo il 9/11 è stato profondamente vergognoso”, e che “Giuliani e Bush sono falsi eroi che hanno approfittato degli attentati per trarre vantaggi di tipo personale e politico”.

Questo naturalmente ha scatenato l’ira dei conservatori, che lo hanno coperto di insulti.

Krugman ha risposto che “Michael Moore e le Dixie Chicks [gruppo rock che ha cantato contro l’invasione dell’Iraq nel 2003] avevano tanta ragione allora quanta ne abbiano oggi. Solo che oggi i tabù e quelli che cercano di imporli sono diventati molto più deboli."

Oggi si può.

SuperFed
Inviato: 12/9/2011 22:19  Aggiornato: 12/9/2011 22:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/6/2011
Da: Città stressante nord Italia
Inviati: 168
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
A proposito della spaccatura generatasi da questo articolo:

Esiste riproposto e riutilizzato da tantissimi su internet il bellissimo video dell'intervista in studio a Pasolini fatta da Biagi. Nonostante l'intervistatore insistesse sul fatto che l'intervistato fosse libero di dire quello che voleva e che quindi parlasse pure (senza menarsela...) Pasolini rispose chiaro e tondo (da maestro) che il problema era il mezzo televisivo in sè, qualsiasi bella cosa avesse potuto dire, il pubblico l'avrebbe recepita come detta dalla TV e quindi nella forma sbagliata, perchè in modo distorto.

40 ANNI DOPO non importa se dopo un tot di tempo la TV parla anche delle versioni alternative, perchè come dice redazione la TV mira sempre al mainstream e quindi ora abbiamo il bel risultato che la TV ha fagocitato TUTTO (o quasi) sia la versione ufficiale sia i dubbi (spiegati e dimostrati) sulla sua autenticità. Così abbiamo due mainstream, due correnti parallele, ma se queste nascono dalla tv sono semplicemente due modi diversi di essere mainstream e quindi, in definitiva ottusi. Occhio, non mi riferisco a chi matura delle opinioni da una pluralità di fonti, ma solo da chi si basa unicamente sulla tv.

Detto questo è ovvio che la Redazione qui, non mira ad assecondare la corrente mainstream in nessuna forma. Se no avrebbe a modo suo esercitato una forma di autocontrollo, si sarebbe espresso in maniera accondiscendente e adulatoria verso quella che poteva pensare essere il suo target di lettori e la spaccatura o il malinteso con molti lettori non ci sarebbe stato.

Onore a te Takuro Nakai genio incompreso dei manga[img align=right]
Redazione
Inviato: 12/9/2011 22:24  Aggiornato: 12/9/2011 22:28
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
SUPERFED: Certamente, Pasolini aveva capito molto bene che il problema stesse nel mezzo televisivo stesso (insieme a Mc Luhan - "The medium IS the message").

Resta il fatto che la Grande Bugia è stata diffusa tramite la TV, ed è solo tramite lo stesso mezzo che sarà possibile risalire la corrente.

In ogni caso, credo che la spaccatura di cui parli sia più apparente che reale. Il controllo OVVIAMENTE esiste, si tratta solo di definirne meglio le dinamiche.

I ritengo l'idea del "grande vecchio" un pò grezza e semplicistica, e cerco di offrire una lettura del problema decisamente più complessa e sottile, ma anche - a mio parere - più rispondente alla realtà.

(Infatti non ho assolutamente capito l'intervento di Calvero, ma ritengo che sia dovuto probabilmente al fatto che sta al 28° giorno del ciclo ).

Jurij
Inviato: 12/9/2011 22:25  Aggiornato: 12/9/2011 22:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Ogni lobby, massoneria, loggia, ecc. ha la sua “vacca malata” da dare in pasto ai piranha in caso di necessità.
Dominique Strauss-Kahn ne è un classico esempio di chi da sopra è andato sotto.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
SuperFed
Inviato: 12/9/2011 22:33  Aggiornato: 12/9/2011 22:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/6/2011
Da: Città stressante nord Italia
Inviati: 168
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Cara Redazione allora adesso dissento subito!

Bugia nata in tv e poi smascherata alla tv stessa:....

Ma è già successo con le armi di distruzione di massa in Irak! Di conseguenza TUTTI AL MONDO SANNO che per esempio Colin Powell ha mentito all'ONU adducendo FALSE PROVE sulle armi chimiche di Saddam ecc. ecc.

Ma purtroppo non è cambiato niente, tranne che per l'immagine pubblica di Powell, quello sì, che non rivedremo più sotto i riflettori.

Ma il grande pubblico ottuso era e ottuso è rimasto.

Onore a te Takuro Nakai genio incompreso dei manga[img align=right]
Jurij
Inviato: 12/9/2011 22:33  Aggiornato: 12/9/2011 22:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Resta il fatto che la Grande Bugia è stata diffusa tramite la TV, ed è solo tramite lo stesso mezzo che sarà possibile risalire la corrente.

Penso che fra qualche anno la tv non servirà più per questo.
Sempre più gente stacca gli occhi dalla tv e li porta su internet, questo avviene con il cambio generazionale.
Internet è il Far West, la nuova frontiera.
Come faranno poi i poteri forti a dominare nella terra di nessuno?

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
vuotorosso
Inviato: 12/9/2011 22:41  Aggiornato: 12/9/2011 22:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Come faranno poi i poteri forti a dominare nella terra di nessuno?


Mmmm davvero credi che i poteri forti non si siano gia fatti questa e che non abbiano gia pronta una soluzione?

Non so, saro pessimista, non credo sia questo il caso però.
Intendo, sei quel potere che non guarda in faccia a nessuno, sparge guerra in ogni angolo della terra, priva della liberta altrove, e ti preoccupi di Internet?
E se internet fosse la matrix per la verità?
Tantpo qui parliamo, parliamo, parliamo, ma di fatti? Per ora non è una minaccia per niente.
gli indignados si sono organizzati con internet. Ehmbè? due manganellate qui, due auto ai 100 all ora per i viali e vedi come li facciamo sgombrare. cosi tornano su internet a sfogarsi e noi si va avanti

il giorno che cominciano a comunicare troppo, iniziamo a filtrare a mo di cina.
E poi altre soluzioni che io, non essendo un genio del male, ignoro bellamente.

Di fatto internet ci fa credere di poter cambiare qualcosa, ma non credo che sappiamo ancora usarla per farlo; forse, chissa domani, o fra 10 anni. o mai. Per ora, non vedo cambiamenti di massa rilevanti. Spero di sbagliarmi, ma mi sembra sia cosi.

ciao
VR

SuperFed
Inviato: 12/9/2011 22:43  Aggiornato: 12/9/2011 22:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/6/2011
Da: Città stressante nord Italia
Inviati: 168
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Ciao Jurij, dissento subito anche da te!

O meglio, quello che dici è vero, ma ritengo che introdurranno una nuova forma di distorsione per internet. Cioè non potranno censurare od oscurare quel video o quel file in TUTTA la rete TUTTE le volte. Andranno pero' alla base del fenomeno della diffusione. Cioè in che forma ti arriverà agli occhi la luce dei video? In che forma ti arriverà agli orecchi il sonoro?

E non aggiungo altro che ho pure scritto troppo.

Onore a te Takuro Nakai genio incompreso dei manga[img align=right]
phobos
Inviato: 12/9/2011 22:54  Aggiornato: 12/9/2011 22:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/9/2006
Da:
Inviati: 224
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Intanto, sentenza storica del Tribunale Civile di Palermo sulla strage di Ustica:
Citazione:
Il Tribunale, ricostruendo i fatti accaduti la sera del 27 giugno 1980, ha ritenuto responsabili i ministeri per non avere garantito la sicurezza del volo civile della compagnia aerea Itavia, ma anche per l'occultamento della verita' con depistaggi e distruzione di atti.


http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2011/09/12/visualizza_new.html_724194639.html

Praticamente, sono state confermate le tesi a suo tempo bollate come "deliri complottisti"!

Adesso assisteremo ad una esilarante rassegna di salti mortali e piroette da parte di giornalisti, politici, debunkers e "disc jockey" vari ...

Jurij
Inviato: 12/9/2011 22:55  Aggiornato: 12/9/2011 22:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Come faranno poi i poteri forti a dominare nella terra di nessuno?


Scusate, la mia era una domanda aperta che mi pongo io stesso, non voleva significare che i “poteri” non abbiamo già pronta la “contromossa”.

Come dice vuotorosso internet potrebbe diventare una valvola di sfogo per fare credere di avere in mano la situazione, quella virtuale però…oppure dare l’impressione come la “primavera araba” che sia stata aiutata da internet, mentre invece è comunque pilotata ancora…mah ???

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Redazione
Inviato: 12/9/2011 22:55  Aggiornato: 12/9/2011 22:55
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
SUPERFED: "Bugia nata in tv e poi smascherata alla tv stessa:...."

Non cominciare anche tu a mettermi in bocca cose che non ho detto, perfavore: io ho parlato di LENTA CORREZIONE, non di smascheramento.

Ma avete preso tutti la stessa malattia?

SuperFed
Inviato: 12/9/2011 22:59  Aggiornato: 12/9/2011 22:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/6/2011
Da: Città stressante nord Italia
Inviati: 168
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
No Redazione!

Ho sentito benissimo Lei ha detto "Luridi esseri umani!..." e non "luridi esseri disumani!"

Sospetto simpatizzante pro-scimmie.

Onore a te Takuro Nakai genio incompreso dei manga[img align=right]
Redazione
Inviato: 12/9/2011 23:21  Aggiornato: 12/9/2011 23:22
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Scusami Superfed, credevo di avere a che fare con un adulto.

Redazione
Inviato: 12/9/2011 23:30  Aggiornato: 12/9/2011 23:56
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
MUSIC: "Però scusami, se più o meno tutti hanno capito la stessa cosa non è che ti sei spiegato male tu?"

Anche nel caso di Obama "tutti" hanno capito la stessa cosa, ma io non l'ho mai detta.

Evidentemente questi "tutti" - che fortunatamente sono molto meno di "tutti" - hanno un filtro che gli impedisce di vedere le sfumature di grigio, e che gli mostra il mondo soltanto in bianco e nero.

(Oppure hanno nel loro cervello delle premesse irremovibili, di tipo dogmatico, che gli impediscono di accettare a priori quello che dico).

Io so soltanto una cosa: l'italiano lo parlo abbastanza bene, e quello che ho scritto è lì da vedere.

Quando qualcuno mi mette in bocca quello che NON HO SCRITTO, e poi ci costruisce sopra un comizio di mezz'ora, è chiaro che mi girano i maroni. A te non succederebbe?

°°°

Se vuoi discutere seriamente di questo argomento, prendi i passaggi del mio ragionamento che non ti quadrano - senza interpretarli a modo tuo - e ripartiamo da lì.

peonia
Inviato: 12/9/2011 23:36  Aggiornato: 12/9/2011 23:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
(Infatti non ho assolutamente capito l'intervento di Calvero, ma ritengo che sia dovuto probabilmente al fatto che sta al 28° giorno del ciclo


veramente spesso sembrate molto più "isterici" voi....comunque se leggi fra le righe di quel che ha detto Calvero forse capisci meglio, visto che lui ha detto che con il Potere ci ha lavorato......

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Redazione
Inviato: 12/9/2011 23:38  Aggiornato: 12/9/2011 23:38
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
PEONIA: La parte di Calvero che non ho capito è la sua "dissociazione", non i suoi argomenti. Quelli ci stanno tutti, come nella migliore tradizione di LC.

andmaz
Inviato: 12/9/2011 23:57  Aggiornato: 12/9/2011 23:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/8/2006
Da:
Inviati: 42
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Ma su via signori vi siete dimenticati??
"LA VERITA' ATTRAVERSA SEMPRE 3 FASI. DAPPRIMA VIENE RIDICOLIZZATA. POI VIOLENTEMENTE CONTRASTATA. INFINE ACCETTATA COME UNA COSA OVVIA"
è quello che succederà tranquilli.

Redazione
Inviato: 13/9/2011 0:02  Aggiornato: 13/9/2011 0:03
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
ANDMAZ: "Ma su via signori vi siete dimenticati?? "LA VERITA' ATTRAVERSA SEMPRE 3 FASI. DAPPRIMA VIENE RIDICOLIZZATA. POI VIOLENTEMENTE CONTRASTATA. INFINE ACCETTATA COME UNA COSA OVVIA"

Io no. Anzi, pensa che volevo intitolare l'articolo originale (quello sui media) "Sta iniziando la terza fase?"

Poi ho preferito evitare di "suggerire" la risposta, e ho scelto un titolo più neutrale. (Mal me ne incolse, evidentemente ).

Al2012
Inviato: 13/9/2011 0:07  Aggiornato: 13/9/2011 0:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Notizie da “Toronto Hearings” ??

“Capire … significa trasformare quello che è"
Mande
Inviato: 13/9/2011 0:38  Aggiornato: 13/9/2011 0:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1301
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Le contestazioni Massimo nascono dal fatto che molti nei tuoi interventi (io compreso) hanno colto una sfumatura troppo assolutistica.

Nella foga di ribadire il concetto che secondo te non esiste il "grande vecchio" hai fatto passare il messaggio che a tuo parere le notizie vengono date o meno solo ed esclusivamente in base all'audience.

Prendo atto che sei stato frainteso ma tu dovrai prendere atto che in Italia oramai sappiamo benissimo che gli ascolti c'entrano veramente poco nella scelta sulle notizie che possono passare o meno nei media.

A parte l'ovvia contestazione iniziale che ti hanno mosso in molti ovvero che il bilancio di molto "mainstream" non deriva dai clienti o dalla pubblicità ma direttamente da finanziamenti pubblici c'è molto di più.

Non ci siamo dimenticati qui in Italia dell'"editto bulgaro".
http://it.wikipedia.org/wiki/Editto_bulgaro

Cosa successe in quel momento?
Berlusconi fu il "grande vecchio" del quale neghi l'esistenza?
Oppure i direttori si "autoregolarono" concordando con l'editto di Berlusconi?

A mio parere Berlusconi in quel momento ha agito in ogni caso da "grande vecchio" o direttamente od almeno influenzando gli eventi per farli accadere.

E qui sta il nodo principale della questione proprio perché Biagi, Santoro e Luttazzi facevano ascolti record. Secondo la tua teoria avrebbero potuto dire qualsiasi cosa senza temere nulla.

Invece per "quattro battute" sono stati liquidati nel giro di pochi giorni.
Cosa avevano poi detto di così grave non si sa...

Ma la vicenda non finisce certo qui.

Santoro va in tribunale ed ottiene dai giudici di essere riammesso in RAI.
Torna a fare televisione in prima serata con Anno Zero e nuovi record di ascolti. Santoro stesso fa notare più e più volte durante le sue trasmissioni quanto "mamma RAI" incassi dalle pubblicità all'interno della sua trasmissione.

Baciato dagli ascolti sempre record la conflittualità non diminuisce e proprio quest'anno (non occorre andare indietro nel tempo) decide di licenziarsi prima che la RAI riesca a far revocare l'azione del giudice che lo reintegra per poter lavorare per La7.

La storia sembra a lieto fine ma sul più bello che si è licenziato La7 non lo assume più. Perché?

Perché Santoro voleva avere la libertà da La7 (cosa che la RAI non concedeva) di scegliere in piena autonomia (senza censure) i temi da trattare e gli ospiti da invitare. Guarda caso proprio sulla libertà di stampa si è arenato l'accordo.

Ora venire a dire a degli Italiani che nella stampa conta solamente o anche solo prevalentemente l'audience è un parlare "alieno". Magari le cose funzionano così negli USA ma da noi è stato provato al di là di ogni ragionevole dubbio che gli ascolti non vengono presi mai in considerazione prima di scegliere la linea editoriale. Eccezion fatta ovviamente solo per i piccoli media marginali che vivono solo di vendita e pubblicità ma che appunto sono poco seguiti e non certo "mainstream".

Redazione
Inviato: 13/9/2011 1:13  Aggiornato: 13/9/2011 1:20
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Mi dispiace Mande, ma nemmeno tu hai tenuto conto di quello che ho scritto nell'articolo, e hai distorto le cose a tuo uso e consumo.

Citazione:
dovrai prendere atto che in Italia oramai sappiamo benissimo che gli ascolti c'entrano veramente poco nella scelta sulle notizie che possono passare o meno nei media
Questo lo dici tu, caro Mande. Prova ad andare a raccontarlo a un direttore di TG, e poi vedi che faccia fa.

Quando poi scrivi una frase del genere: Citazione:
E qui sta il nodo principale della questione proprio perché Biagi, Santoro e Luttazzi facevano ascolti record. Secondo la tua teoria avrebbero potuto dire qualsiasi cosa senza temere nulla.
vuol dire che non hai capito assolutamente nulla di quello che ho detto.

In futuro mi sforzerò di essere più chiaro, ma nel frattempo perdonatemi se non vi vengo più dietro, perchè proprio non ce la faccio a ricominciare ogni volta da zero.

azul
Inviato: 13/9/2011 1:19  Aggiornato: 13/9/2011 1:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/1/2010
Da:
Inviati: 39
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Mi è capitato solo questa settimana di assistere all'episodio pilota di "The Lone Gunmen". So che l'argomento è vecchio, ma non ho trovato nessuna analisi approfondita su LC nè su altri siti.

L'episodio, come molti sanno, andato in onda il 4 marzo 2001, narra di una cospirazione di una fazione del governo USA per far schiantare sul WTC un aereo civile con 110 passeggeri, pilotato sul bersaglio con un controllo a lunga distanza che blocca i comandi dei piloti.
La motivazione dell'autoattentato secondo uno dei personaggi: "La guerra fredda è finita, ma senza nemici dichiarati che giustifichino il commercio delle armi, il mercato rimane stagnato. Allora fai cadere un 727 carico di combustibile su New York e potrai scoprire una dozzina di dittatori in tutto il mondo pronti a rivendicare l'attentato e supplicare per essere attaccati..."

Quello che si sa è che la serie tv venne cancellata dopo i primi 12 episodi e mai andata in onda fuori dagli USA. Uno degli attori, intervistato da Alex Jones, dichiarò che Criss Carter, l'ideatore della serie, era solito conversare con agenti del governo per avere dritte da poter usare nelle sceneggiature dei telefilm.

Quello che vorrei chiedere a Max e a tutti gli utenti è un'interpretazione che non si riduca alla semplice e ovvia considerazione che l'911 era non solo prevedibile, ma anche previsto, alla faccia delle espressioni inebetite della Condoliza Rice e di Bush sulla inimaginabilità stessa dell'attentato.

Forse una possibile risposta la fornisce lo stesso personaggio del telefilm, che alla domanda "Perchè non riveli la notizia alla stampa?", risponde: "E chi pubblicherebbe una notizia del genere?"
Forse un agente fuori controllo aveva voluto usare una serie tv per mettere in guardia qualcuno e forse per evitare lo stesso attentato?
Oppure?

DrHouse
Inviato: 13/9/2011 1:49  Aggiornato: 13/9/2011 1:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Mande ha scritto:
E qui sta il nodo principale della questione proprio perché Biagi, Santoro e Luttazzi facevano ascolti record. Secondo la tua teoria avrebbero potuto dire qualsiasi cosa senza temere nulla.

Sei fuori bersaglio di qualche decina di metri.

1) Prima di tutto l'esempio non è affatto calzante, perché stai parlando di una TV di stato, la quale non campa solo di pubblicità, ma anche di finanziamenti statali. Non è superfluo ricordarti che una cosa è un network privato come Mediaset, dove, se perdi ascolti, perdi anche soldi. Altra cosa è una TV di stato, dove, se perdi ascolti e perdi soldi, "chi se ne frega, mica sono soldi miei".

2) Nel caso specifico, Berlusconi li avrebbe fatti fuori sicuramente anche se, per ipotesi, avessero lavorato a Mediaset. È ovvio che in alcuni casi ci sono priorità che fanno passare in secondo piano anche l'audience e gli ascolti. Ma questo lo abbiamo detto fin dall'inizio. Dov'è la grande novità? Fino ad oggi nessun target avrebbe mai giustificato una trasmissione come quella di Minoli. C'erano priorità da rispettare, lo abbiamo detto e ripetuto, priorità che non necessitano di un grande vecchio che distribuisce veline, ma che nelle redazioni si captano, si percepiscono a naso, si respirano. Si capiscono al volo.

Oggi il clima è cambiato e "si può".

Cosa c'è di tanto difficile da capire?

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Casual
Inviato: 13/9/2011 2:39  Aggiornato: 13/9/2011 2:39
So tutto
Iscritto: 18/8/2009
Da:
Inviati: 4
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Complimenti per il sito,alcune persone mi hanno detto che lo speciale di popularmechanics (http://www.popularmechanics.com/technology/engineering/architecture/911-myths)su l'11 settembre sia un ducumento valido per smontare le principali tesi revisioniste sull'argomento.Siccome il mio pensiero sul11 Settembre è più o meno simile a quello di questo di sito,volevo sapere se questo report sia mai stato visionato e magari sia anche stato smontato pezzo per pezzo!

matteog
Inviato: 13/9/2011 3:00  Aggiornato: 13/9/2011 3:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2009
Da: Roma
Inviati: 966
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Salve,

io non sarei così positivo sul cambiamento delle persone, vi racconto a tal proposito un aneddoto che spero susciti qualche riflessione (anch'io come Cassandra molte volte non vengo calcolato ):

l'altra mattina andavo al mare con il trenino che mi porta da Roma al Lido di Ostia e avevo accanto tre ragazze, di età sui 25 anni e amiche, che di punto in bianco, dopo aver parlato di uomini iniziano a parlare di 11/9. Incominciano a dire tante castronerie intervallate da qualche riflessione che sembrava intelligente ("io non credo che dei tizi con il taglierino possano dirottare una aereo pieno") subito smontata da cavolate del tipo "allora si saranno portate di sicuro armi a bordo". La cosa triste non era il numero di castronerie sciorinato ma il finale. La ragazza che parlava di più conclude: "ci stiamo facendo delle pippe mentali su sta cosa quando sono passati 10 anni" seguita da una grossa comunitaria risata delle tre.

Se il livello di disinteresse, disumanità e profonda ignoranza riguardo l'11/9 (ma anche su altre cose) è questo, non c'è da stare proprio contenti.
Quello che sta dilagando ora è il disinteresse (quasi a tutti i miei amici non gliene frega molto dell'11/9).
E' il disinteresse l'altro nemico da combattere, secondo me anche più forte della VU. L'unico modo per combatterlo è l'informazione ma mainstream, ma il mainstream è dalla parte VU.
E ripetendo e ripetendo una cosa falsa questa diventa vera e fa perdere ogni interesse.

Oggi ho guardato "Experts speak out" e mi accorgo di come la voce dei giornalisti in quest'epoca è diventata più importante degli esperti, quelli veri non quelli alla Coppe ("la legge di forza e reazione non sempre vale" ). Che tristezza.

P.S.: riuscirà il caro Attivissimo a screditare tutti gli esperti che parlano su "Experts speak out"?

Matteo

"Cercare il complotto è sano, trovarlo dappertutto è follia." M. Galante
Redazione
Inviato: 13/9/2011 5:21  Aggiornato: 13/9/2011 5:21
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Voglio davvero vedere chi è il primo che abbocca.

Jurij
Inviato: 13/9/2011 6:48  Aggiornato: 13/9/2011 6:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Inutile che io come utente contribuisca con i miei pareri e le mie riflessioni quando, in cuor mio, so che Massimo ha acquisito una consapevolezza che è in un territorio che non mi appartiene. Anche perché essendo cruciale questa posizione di Mazzucco, mi troverei direttamente e non, a "ostacolare" il suo Lavoro. E l'ultima cosa che voglio fare è essere di intralcio. Questa comunque non è casa mia... o, purtroppo, la sento meno "mia" di prima.


Credo che il pensiero di Massimo non sia scritto sulla roccia e che proprio grazie alle idee che vengono portate qui su LC si possa modificare in una o nell’altra direzione, come per tutti noi.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
lucred
Inviato: 13/9/2011 7:38  Aggiornato: 13/9/2011 7:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/9/2010
Da: Milano
Inviati: 260
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Praticamente, sono state confermate le tesi a suo tempo bollate come "deliri complottisti"! Adesso assisteremo ad una esilarante rassegna di salti mortali e piroette da parte di giornalisti, politici, debunkers e "disc jockey" vari ...


No.Nessuno ha mai parlato di Ustica come un "delirio complottista".
E poi arrivi tardi,ti riporto stralcio della sentenza del giudice Priore data
(bada bene) 1999.

"L'1 agosto 1999 con il deposito della sentenza-ordinanza il giudice Priore accoglie le richieste dei P.M. in ordine alla posizione degli indiziati disponendo il rinvio a giudizio.

Non concorda invece sulle cause della caduta del DC9 che secondo la sua ipotesi , sarebbe precipitato per "quasi collisione" con un velivolo militare , escludendo quindi sia l'ipotesi bomba che quella missile ."


Inoltre per l' ipotizzata ed estesa opera di occultamento e depistaggio ,compiuta dall'Aeronautica Militare si chiede il rinvio a giudizio dei generali : Bartolucci Ferri Melillo e Tascio .. per i più gravi reati e inoltre di Fiorito De Falco , Alloro , Masci , Notarnicola , e Bomprezzi per reati meno gravi. Propone inoltre che non venga promossa l'azione penale, per motivi che vanno dal non aver commesso il fatto alla prescrizione, nei confronti delle altre decine di militari indagati durante le indagini."

Quella sera il DC9 si trovò per sua sfortuna nel bel mezzo di un'autentica
battaglia aerea ingaggiata dalla NATO con velivoli francesi e americani che
cercavano di abbattere aerei libici che presumibilmente trasportavano e scortavano il colonnello Gheddafi.I nostri servizi avvisarono il colonnello che scampò all'agguato e cominciarono occultamenti e depistaggi.

Se impiegassimo le nostre energie per investigare sui misteri veri che ci
riguardano molto più da vicino(da Portella delle Ginestre a Piazza Fontana,dalla stazione di Bologna alle bombe mafiose del 1992)piuttosto che su quelli inventati(11 settembre)sarebbe meglio per tutti.

cgueye
Inviato: 13/9/2011 7:59  Aggiornato: 13/9/2011 7:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2010
Da:
Inviati: 306
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Ho piacere che per le vittime di Ustica arrivi il risarcimento, così i parenti la smettono di cercare altre verità...tanto a pagare non saranno i responsabili, ma noi. Cioè, in cambio di una verità che non è stata ammessa ( qui si riconoscono solo generiche negligenze) NOI cittadini italiani oggi pagheremo il risarcimento.

Freeman
Inviato: 13/9/2011 9:16  Aggiornato: 13/9/2011 12:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Nessuno ha mai parlato di Ustica come un "delirio complottista".

Nessuno? Le solite, infondate certezze assolute.


THE USTICA CRASH AND CONSPIRACY THEORIES ABOUT A POSSIBLE USG ROLE ARE PERENNIAL FAVORITES OF THE ITALIAN MEDIA. WHILE THE 1992 WIRE-TAP STORY HAS ONLY LASTED THROUGH ONE NEWS CYCLE, WE CAN CONFIDENTLY PREDICT USTICA WILL BE BACK IN THE NEWS IN SOME FORM IN THE FUTURE.

IN THE INTEREST OF BEING PREPARED TO RESPOND TO AND LIMIT THE SPIN CONSPIRACY-THEORISTS ATTACH TO NEW "REVELATIONS" ABOUT THE ACCIDENT, POST REQUESTS A COPY OF THE DECLASSIFIED 1992 TELEPHONE INTERCEPT. GRAPHICS FOR THE LA REPUBBLICA ARTICLE SHOWED A BLURRED AND INDECIPHERABLE PHOTO OF WHAT LOOKS LIKE A STATE DEPARTMENT CABLE. ANOTHER ARTICLE REFERS TO A RESTRICTED CABLE SENT IN 1992 FROM AMBASSADOR SECCHIA TO THEN DEFENSE SECRETARY CHENEY. IT IS NOT CLEAR WHERE THE MESSAGE ORIGINATED OR WHETHER IT WAS SENT NODIS OR EXDIS. END COMMENT AND ACTION REQUEST.


Altro cablogramma USA:

GIVEN THE VOLATILE CONSPIRACY THEORY TENDANCIES THAT STUBBORNLY SURROUND THE USTICA INCIDENT, WE WOULD PREFER NOT TO HAVE TO ASK THE VICTIMS' FAMILIES FOR COPIES OF INTERNAL STATE DEPARTMENT DOCUMENTS.

Siamo sempre là: chi fa domande scomode o, sulla base di dati di fatto, propone interpretazioni inquietanti di accadimenti gravi, è un "teorico della cospirazione".
L'unico modo che conosce la finta democrazia USA di trattare i "dissidenti" (beh, non proprio "l'unico", in realtà, diciamo quello più spiccio, il "primo livello", la diffamazione).

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
negue72
Inviato: 13/9/2011 11:12  Aggiornato: 13/9/2011 11:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2010
Da:
Inviati: 63
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Oltre questi aggiungerei anche Madonna che ebbe il coraggio di fare questo video:
http://www.youtube.com/watch?v=yV62jihn10A

ecco la versione non censurata
http://www.youtube.com/watch?v=X1a35Fg_kBM

giocandosi il successo di un album bellissimo.
Il video venne censurato e mandato per soli 3 giorni e Madonna andò via dall'America....era il 2003 e la guerra era iniziata da poco.
La guerra come spettacolo...e una frase lapidaria: I 'M JUST LIVING OUT THE AMERICAM DREAM BECAUSE I'VE JUSTE REALIZED THAT NOTHING IS WHAT IT SEEMS.

costa66
Inviato: 13/9/2011 11:49  Aggiornato: 13/9/2011 11:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/3/2010
Da:
Inviati: 125
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Ieri ho visto l'intervento di Vittorio Zucconi, il titolo era: ''Beato chi ha un occhio (e lo usa)''.
Nel post si lamentava di quanto Vespa e Minzolin fossero inconsistenti riguardo all'Undici Settembre. Ho replicato ( costa_06 ) che neanche lui se la passasse tanto bene. Devo ringraziare Music - band per aver postato l'intervento di ieri riguardo all'intervento del redattore capo del New York Times, glielo girato pari pari. Alla fine mi ha risposto, cito testualmente:

''Nessuno è libero di dire cose nelle quali non crede o che considera patentemente false. vz''

Ho provato a controreplicare, ma non mi è stato possibile ( non voglio pensare male, ma quando ho tentato di postare la replica, appariva la scritta: ''Utente inesistente'')
Avrei voluto replicare che lui non sapesse neanche cosa fosse l'onesta intellettuale, sarebbe stato quello che si meritava visto che ha risposto ''Aria fritta'', tipico modo di fare quando non hanno argomenti.

http://zucconi.blogautore.repubblica.it/2011/09/12/beato-chi-ha-un-occhio-e-lo-usa/#comments

vuotorosso
Inviato: 13/9/2011 12:01  Aggiornato: 13/9/2011 12:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Se impiegassimo le nostre energie per investigare sui misteri veri che ci riguardano molto più da vicino(da Portella delle Ginestre a Piazza Fontana,dalla stazione di Bologna alle bombe mafiose del 1992)piuttosto che su quelli inventati(11 settembre)sarebbe meglio per tutti.


Per fortuna su LC si possono aprire forum liberamente sugli argomenti che si ritengono piu' interessanti

Interessante QUESTO ARTICOLO

Poi se una persona vuole sviluppare un thread particolare perche' lo ritiene piu' interessante di altri, ben venga, magari si impara qualcosa.
Personalmente a me interessa di piu' l'11 settembre, forse perche' a differenza degli altri esempi citati questo l'ho vissuto.
Comunque, come diceva Bruce Lee: non basta volere, bisogna fare!

VR

Freeman
Inviato: 13/9/2011 12:16  Aggiornato: 13/9/2011 12:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Sertes
Inviato: 13/9/2011 12:43  Aggiornato: 13/9/2011 12:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
lucred ha scritto:
Se impiegassimo le nostre energie per investigare sui misteri veri che ci
riguardano molto più da vicino(da Portella delle Ginestre a Piazza Fontana,dalla stazione di Bologna alle bombe mafiose del 1992)piuttosto che su quelli inventati(11 settembre)sarebbe meglio per tutti.


Al limite le nostre energie, perchè le tue di certo non le hai impiegate per investigare dei misteri.

E comunque è veramente patetico strumentalizzare le stragi d'Italia solo per venire a fare il negazionista sull'undici settembre. Una volta anche i debunker più incalliti avevano un minimo di senso della vergogna, ora che stanno tutti con l'acqua alla gola ci tocca di leggere anche frasi miserrime come queste.

E se son messi così al decimo anniversario del 9/11 voglio vedere con che faccia si presenteranno al decimo anniversario dell'inizio della guerra di Afghanistan.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Calvero
Inviato: 13/9/2011 12:50  Aggiornato: 13/9/2011 13:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
.................
.......
.

Non si è compreso quali segnali il sismografo sta disegnando. La mia "denuncia" è a ciò connessa. Se Massimo "lamenta" di non essere stato ben ascoltato quando riceve delle critiche, io ravviso invece ancora più profondamente quale mentalità del compromesso lui ha iniziato a imprimere al suo lavoro .. e questo manderà in rotta le sue mirabili fatiche...

.. a chi ha criticato la mia scelta ("criticato" in tono amorevole e severo .. e ci sta, accetto la critica) è doveroso veramente ri-sottolineare che di fattori cruciali ho discusso. E quando i meccanismi portano a ingranare determinate marce, a un certo punto nulla conta quali strade si vorrebbero seguire: la marcia è comunque sbagliata. E qualsiasi contributo/post sarà impresso con l'Invio, verrà comunque in qualche modo sempre rapportato in un retaggio e in una linea generale che LC sta prendendo. E ora, personalmente, ravviso nel potenziale di LC questa "volata" troppo troppo troppo distratta. Quindi non si tratta di mettere sul tavolo della discussione le proprie opinioni diverse e accettare di scornarsi (che è sacrosanto), ma di far sì che le stesse non vengano incluse in un retaggio che sfasa gli intenti.

Il Video di Emmanuel Kelly in Homepage ci dice altro. Trasforma la rabbia e la dignità altrui, in una Tragedia Greca (e solo se la si intende antropologicamente, si può comprendere cosa voglio dire con Tragedia Greca). E proprio il taglio infuso dalla regia in quella trasmissione, dice dove ci vogliono portare. Music Band è stato anche troppo buono nell'individuare i giochi maligni inseriti subdolamente in quel palinsesto travestito da agnello che, alla lunga, in quei meccanismi socio/psicologici, porteranno la compassione a sostituire le prese di posizione attive.

Il gioco Orwelliano è ampio psicologicamente, proprio per stringere il cappio materialmente sulla comunità umana e, a dimostrarlo, ci sono anche individui come Lucred che quando alludono ai misteri "veri" che ci - «riguarderebbero più da vicino e non (come dice lui) come il "lontano" 9/11» - ... mostrano quale sia per loro il senso della distanza e ci fa comprendere quali orecchie piccole possiedano, tali da poter ascoltare solo loro stessi e quali "occhi" così vicini possiedano, tali da far convergere gli sguardi in auto-giustificazioni-circolari per inventarsi di pietra i loro castelli di sabbia. Consiglio a Lucred di cagarsi in mano e prendersi a schiaffi (finché è in tempo) in modo che possa comprendere, ora, qual'è il suo raggio d'azione; gli sarebbe utile prima che arrivi alla fase in cui dovrà pure mangiarsela.

Le risposte di Massimo mi hanno in qualche modo ferito, e ciò è cosa sana e giusta anche perché non ho risentimenti. E comunque, come ho argomentato in altri Topic, questa chiamiamola "apertura mentale" mediatica è pilotata proprio indirettamente da quei "grandi vecchi" che Massimo individua in una distorsione e in vari fuori misura, quindi che fondamentalmente lui considera non esserci o comunque che stanno perdendo la loro influenza. E in questo sono crucialmente divergente. Il nemico sta "prestando una bicicletta" ai cercatori della verità, e stanno instaurando un nuovo gioco di "distrazione".. ora parrà di andare più veloci, ma ci si allontanerà proprio dalle radici del maligno che il 9/11 aveva mostrato.

Se rispondo ancora è proprio perché il mio pensiero è saldo e perché è giusto contribuire in questi ultimi passaggi per cercare almeno di essere un po più esaustivo. Io stesso ho specificato che non metto le mani sul fuoco su niente e che importanti accadimenti o altre "visioni" in futuro potranno magari farmi comprendere altro. MA è proprio perché ci credo nel potenziale di LC che prendo le distanze ora, poiché sento le mie antennine vibrare e dirmi che il terreno per la semina, qui si sta indurendo ...e se più di così non sono capace di fare, significa che ora non è il "mio" posto. Al limite sbaglio nel "denunciare" così le mie intenzioni, poiché io non sono nessuno che ha dei meriti per cui potrebbe meritarsi di suonare le trombe perché se ne va, ma è proprio intrinseco alla Critica che ho mosso a Massimo e a LC che devo mostrare una coerente presa di posizione. E poi è dal 2007 che con tutte le arroganze e stupidaggini che ho scritto (di cui ancora mi scuso) che interagisco con tanti amici e colleghi (mica poco eh) e comunque, sempre, ci ho messo il cuore. Ed è con il dispiacere nel cuore che mi allontano.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Virtus
Inviato: 13/9/2011 12:50  Aggiornato: 13/9/2011 12:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/5/2011
Da: Lecce
Inviati: 93
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Segnalo uno spezzone della festa del Fatto Quotidiano in cui Michele Santoro lega gli avvenimenti dell' 9/11 alle manipolazioni del giornalismo talevisivo italiano ed internazionale. Non scende nei particolari della vicenda ma la versione ufficiale sarebbe quella più plausibile per lui.

http://youtu.be/pxddWYA-HHA

desbouvet
Inviato: 13/9/2011 13:27  Aggiornato: 13/9/2011 13:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da:
Inviati: 541
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Visto il passaggio segnalato da Virtus. Non avevo dubbi.

Non si può neanche dire "questo farà Carriera". Infatti è un Agitatore, ma non dal basso, dall'alto. Uno che tiene a galla la merda. Affogherà nei suoi soldi, nei suoi milioni di euro. Che equivalgono esattamente al suo estremo narcisismo, purtroppo solo intellettuale, nient'altro che quello, si tratta pur sempre di un UOMO BRUTTO.

PikeBishop
Inviato: 13/9/2011 13:35  Aggiornato: 13/9/2011 13:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Affogherà nei suoi soldi, nei suoi milioni di euro

E' un burino cosi' burino che non riuscira' neanche a fare quello. E' anche lo specchio di certa "sinistra": se basta un burino con problemi di dizione e di logica che tutte le volte che apre la bocca ne esce un peto, a eccitarli, pensa che razza di schiera essi possano essere. Burini almeno quanto lui.

Certe volte mi sento solidale col Principe Filippo, quel nazista ripulito.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Virgil
Inviato: 13/9/2011 13:42  Aggiornato: 13/9/2011 13:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/8/2010
Da:
Inviati: 384
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:

Autore: Redazione Inviato: 12/9/2011 0:58:24

NEWORLD: "I media sono ancora saldamente sotto il controllo del potere occulto."

E dàgliela con questo "controllo". Scusami Neworld, ma non posso lasciartela passare. Se i media sono saldamente sotto il controllo, come ha fatto Minoli a fare la sua puntata? E come ha fatto Mistero a mandare "Inganno Globale"?

Hanno trasmesso di nascosto, da casa propria?

Per corretteza non ti posso dire il nome, ma chi mi ha chiesto Inganno Globale non è stato il produttore di Mistero, è stata una persona molto più in alto di lui, nella gerarchia di Mediaset.

Quindi, che facciamo?



se vuoi ti do io una risposta....siccome Mistero è super sputtanata come trasmissione facendo volutamente vedere cose assurde (anche per chi crede) come primo servizio e poi proponendo altra robetta, anche interessante, in secondissima serata (leggi quando sta per terminare) il tuo documentario potevano passarlo ache in loop tanto tantissimi lo avrebbero associato all'ennesima bufala.

discorso minoli, secondo me il fatto di far uscire le teorie alternative come prima puntata ad agosto (dove in pochi vedono la tv) e poi il resto entro massimo settembre e non nel periodo invernale dimostra solo che hanno voluto proporlo per poi poter dire che loro analizzano tutto...ma non credo ci credano anche loro.

Cmq se ti interessa c'è un articolo, o meglio un commento gigante , di odifreddi su repubblica relativo all'11 sett.

http://odifreddi.blogautore.repubblica.it/2011/09/12/la-retorica-dell11-settembre/comment-page-1/

cgueye
Inviato: 13/9/2011 13:49  Aggiornato: 13/9/2011 13:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2010
Da:
Inviati: 306
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Se Santoro si mette a parlare di verità sull'11/9 finisce di lavorare del tutto. Non è questo il momento per lui. Che per quanto criticato, sarà sempre meglio di tutti gli altri. E se la qualità media del giornalisno qui è scarsa, è perché gli italiani si accontentano.

PikeBishop
Inviato: 13/9/2011 13:55  Aggiornato: 13/9/2011 13:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
sarà sempre meglio di tutti gli altri.

Ecco un altro italiota che si accontenta.

Citazione:
Se Santoro si mette a parlare di verità sull'11/9 finisce di lavorare del tutto

Da quando quella merda servile e' un "lavoratore"? Se avesse un minimo di decenza smetterebbe subito per godersi i suoi milioni, ma siccome e' una merda neanche sa cosa farsene, dei soldi. E gli altri a morire in fonderia.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Sertes
Inviato: 13/9/2011 14:05  Aggiornato: 13/9/2011 14:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
@Pike: non è questione di accontentarsi, è che in Italia un giornalista mediocre come Santoro o Travaglio o la Gabanelli, per il solo fatto che talvolta dicono delle verità spiccano sugli altri, anche se poi tacciono o mentono come gli altri sulle questioni importanti.

Cioè il gatekeeper medio è sempre meglio dello zerbino medio.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Virgil
Inviato: 13/9/2011 14:05  Aggiornato: 13/9/2011 14:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/8/2010
Da:
Inviati: 384
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
@redazione

sei sempre nel suo cuore

http://attivissimo.blogspot.com/2011/09/complottisti-senza-pudore.html#Commenti


"Dalle nostre parti, invece, non è stato zitto chi poteva cogliere l'occasione per tacere almeno per un giorno e rispettare il dramma di chi ha perso i propri cari negli attentati. A Vigevano, oggi, Tom Bosco, Massimo Mazzucco, Maurizio Blondet, Pino Cabras, Giorgio Iacuzzo e Flavio Oreglio chiedono ben 15 euro a testa per sentirli infangare per l'ennesima volta la memoria dei vigili del fuoco di New York.

"

un piccolo estratto...

Virgil
Inviato: 13/9/2011 14:07  Aggiornato: 13/9/2011 14:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/8/2010
Da:
Inviati: 384
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:

Autore: Sertes Inviato: 13/9/2011 14:05:11

@Pike: non è questione di accontentarsi, è che in Italia un giornalista mediocre come Santoro o Travaglio o la Gabanelli, per il solo fatto che talvolta dicono delle verità spiccano sugli altri, anche se poi tacciono o mentono come gli altri sulle questioni importanti.

Cioè il gatekeeper medio è sempre meglio dello zerbino medio.



certo che definire la gabanelli mediocre dimostra quanto tu sia intelligente e competente.

Sertes
Inviato: 13/9/2011 14:15  Aggiornato: 13/9/2011 14:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Virgil ha scritto:
certo che definire la gabanelli mediocre dimostra quanto tu sia intelligente e competente.


Ho toccato un punto dolente? Hai magari pensato che io abbia delle argomentazioni per sostenere quanto ho detto? Lo so che una fase che si attraversa è quella di farsi degli eroi, poi però si cresce e si scopre che la maggior parte di essi sono dei venduti del cazzo, e che il restante è solo un imboscato mediocre, forte con i deboli e debole con i forti.

Comunque approfondisci come ha trattato la Gabanelli la questione scie chimiche e come ha trattato la questione Tav, poi torni, ok?

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
vuotorosso
Inviato: 13/9/2011 14:17  Aggiornato: 13/9/2011 14:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
da quel sito la' ...
Citazione:
Per chi si meraviglia del patrocinio dato dal comune di Vigevano a questa pantomima, c'è un primo chiarimento da parte di uno degli assessori, che se ne chiama fuori.

Mi viene in mente la norma salvafininvest, non scritta da nessuno, eppur presente nei documenti ... Se si potesse far luce anche su quello sareiissimo gratissimo.
Lo fara'?
No.
Caso molto simile d'altronde, succede un fatto ma la parte politica dice di non averci niente a che fare.
Sarebbe un ottima indagine per il detectivissimo delll occultissimo ... o insabbiatissimo ?

audisio
Inviato: 13/9/2011 14:17  Aggiornato: 13/9/2011 14:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Incredibile l'articolo di Odifreddi!!!
Certo, alla fine tutte quelle argomentazioni spingono a
credere che la matrice degli attentati fosse autentica,
ma estrapolando l'evento 911, non ho mai visto scritte
in un solo articolo su una fonte mainstream tante verità
sul ruolo storico degli USA nel mondo.
Sinceramente, non capisco come gliel'abbiano fatto
scrivere quell'articolo.
Che siano veramente alla frutta nel difendere la V.U. che
per farlo preferiscono addirittura spiattellare pubblicamente
le immonde infamità perpetrate dagli USA nel mondo?
Addirittura Odifreddi attacca ferocemente Israele e questo
sul giornale più filosionista del panorama editoriale italiano!!!
Sono basito...

Virgil
Inviato: 13/9/2011 14:26  Aggiornato: 13/9/2011 14:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/8/2010
Da:
Inviati: 384
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:

Ho toccato un punto dolente? Hai magari pensato che io abbia delle argomentazioni per sostenere quanto ho detto? Lo so che una fase che si attraversa è quella di farsi degli eroi, poi però si cresce e si scopre che la maggior parte di essi sono dei venduti del cazzo, e che il restante è solo un imboscato mediocre, forte con i deboli e debole con i forti.

Comunque approfondisci come ha trattato la Gabanelli la questione scie chimiche e come ha trattato la questione Tav, poi torni, ok?

si e tu comincia ad andare dove ben sai.

io ho pensato che siccome hai scritto una cazzata senza specificare altro sei un povero incompetente.

il resto del discorso da classico frustrato che considera tutti infantili e stupidi e solo lui intelligente, manco lo considero...porta dati per dire che è incompetente oppure levati dai coglioni.

Sertes
Inviato: 13/9/2011 14:42  Aggiornato: 13/9/2011 14:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Virgil ha scritto:
si e tu comincia ad andare dove ben sai.

io ho pensato che siccome hai scritto una cazzata senza specificare altro sei un povero incompetente.

il resto del discorso da classico frustrato che considera tutti infantili e stupidi e solo lui intelligente, manco lo considero...porta dati per dire che è incompetente oppure levati dai coglioni.


No, no, non c'è bisogno di un mio giudizio, lo stai dimostrando tu a tutti il tuo grado di maturità, infatti appena ti toccano l'immagine della Gabanelli guarda come ti incazzi e come insulti. E poi chiedi di nuovo i dati quando nel mio messaggio precedente ti avevo già spiegato dove sta il problema.
Se vuoi approfondire, sai dove cercare, però io di tempo da impiegare con una persona così amabile onestamente non ne ho.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
andmaz
Inviato: 13/9/2011 14:49  Aggiornato: 13/9/2011 14:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/8/2006
Da:
Inviati: 42
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Scusate l OT ma volevo sapere una curiosita,il "sig" Attivissimo da dove prende i soldi per vivere secondo voi?
Dal Cicap?
E il cicap cosa è e a cosa serve? si sa...
1+1=2
in pratica pagato per taroccare e NASCONDERE la verità.
Massimo Mazzucco non mi risulta sia pagato da nessun ente per la ricerca della verità anche perchè cè gia il cicap...
Per cui modestamente secondo me solo chi viene pagato per dire stronzate può permettersi di mentire,altrimenti è un vero cretino.

PikeBishop
Inviato: 13/9/2011 14:49  Aggiornato: 13/9/2011 14:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Cioè il gatekeeper medio è sempre meglio dello zerbino medio.

Non esiste il meno peggio, solo il peggio.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Virgil
Inviato: 13/9/2011 14:49  Aggiornato: 13/9/2011 14:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/8/2010
Da:
Inviati: 384
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:

No, no, non c'è bisogno di un mio giudizio, lo stai dimostrando tu a tutti il tuo grado di maturità, infatti appena ti toccano l'immagine della Gabanelli guarda come ti incazzi e come insulti. E poi chiedi di nuovo i dati quando nel mio messaggio precedente ti avevo già spiegato dove sta il problema.
Se vuoi approfondire, sai dove cercare, però io di tempo da impiegare con una persona così amabile onestamente non ne ho.


Io mi incazzo a sentire pontificare da parte di un signor nessuno come te su una giornalista (ma anche su travaglio che pur non essendo perfetto, a me non piace per esempio, cmq non mi pare male come giornalista...ma immagino che il suo essere filo israeliano ti dia fastidio e lo metti tra quelli che non valgono granchè )che finora ha sempre fatto il suo lavoro mettendola a livello di altri elementi, quelli si davvero patetici lecchini della classe politica, solo perchè non ha parlato bene delle scii chimiche e di chi ci crede o perchè nella tua frustrazione consideri tutti asserviti, quindi piantala di sparare cazzate.

Virgil
Inviato: 13/9/2011 14:52  Aggiornato: 13/9/2011 14:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/8/2010
Da:
Inviati: 384
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:

Scusate l OT ma volevo sapere una curiosita,il "sig" Attivissimo da dove prende i soldi per vivere secondo voi?
Dal Cicap?
E il cicap cosa è e a cosa serve? si sa...
1+1=2
in pratica pagato per taroccare e NASCONDERE la verità.
Massimo Mazzucco non mi risulta sia pagato da nessun ente per la ricerca della verità anche perchè cè gia il cicap...
Per cui modestamente secondo me solo chi viene pagato per dire stronzate può permettersi di mentire,altrimenti è un vero cretino.
ti risponderebbe così:

"Non sprecare tempo a tentare di convincerlo ragionando. Se uno si mette in testa un'idea senza ragionarci, non c'è ragionamento che gliela possa levare. "

preso da una sua risposta tra i commenti.

vuotorosso
Inviato: 13/9/2011 14:55  Aggiornato: 13/9/2011 14:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Per cui modestamente secondo me solo chi viene pagato per dire stronzate può permettersi di mentire,altrimenti è un vero cretino.


Io spero vivamente che tu NON possa dimostrare l'esclusivita' dei due fenomeni nella frase che hai detto, cosi lasciando aperta la possibilita' che esistano "veri cretini pagati per dire stronzate"

andmaz
Inviato: 13/9/2011 15:25  Aggiornato: 13/9/2011 15:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/8/2006
Da:
Inviati: 42
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
No di certo quelle due credo siano le più ovvie, però le vie del signore sono infinite..
Cmq opinione personale sono sicuro che è in malafede,in fondo sta solo sostenendo un lavoro che gli è stato commissionato.Non ammetterà mai la verità anche se gli stati uniti dovessero un giorno dichiarare che è stato un complotto.(ovviamente non succederà mai).

TAD
Inviato: 13/9/2011 16:24  Aggiornato: 13/9/2011 16:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
@Sertes:

Leggendo i tuoi interventi e soprattutto la cronologia in cui si collocano all' interno del thread, sorge spontaneo il desiderio di chiederti:

Dal tuo punto di vista andare in onda su "Mistero" assume la stessa connotazione giornalistica dell 'andare in onda su "Report" o "Annozero"?

~WÃSÐ Lifestyle~
cocis
Inviato: 13/9/2011 16:43  Aggiornato: 13/9/2011 16:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco

Sertes
Inviato: 13/9/2011 17:03  Aggiornato: 13/9/2011 17:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Virgil ha scritto:
Io mi incazzo a sentire pontificare da parte di un signor nessuno come te su una giornalista (ma anche su travaglio che pur non essendo perfetto, a me non piace per esempio, cmq non mi pare male come giornalista...ma immagino che il suo essere filo israeliano ti dia fastidio e lo metti tra quelli che non valgono granchè )che finora ha sempre fatto il suo lavoro mettendola a livello di altri elementi, quelli si davvero patetici lecchini della classe politica, solo perchè non ha parlato bene delle scii chimiche e di chi ci crede o perchè nella tua frustrazione consideri tutti asserviti, quindi piantala di sparare cazzate.


Guarda Virgil, io sono una persona, e in quanto tale valgo 1 esattamente come tutti gli altri, nè più nè meno, Travaglio e Gabanelli inclusi. E in quanto tale io posso discutere liberamente anche delle capacità lavorative di altri, dato che questi lavorano nella comunicazione che è un settore dove ho delle competenze tali da poter esprimere un giudizio e MOTIVARLO.
Poi io me ne sbatto il cazzo che Travaglio sia filoisraeliano, ognuno ha diritto ad una propria opinione su tutto, mi disturba invece se va in televisione e usa la sua reputazione per dire che la reazione dell'esercito israeliano sul popolo palestinese è misurata. Se di un argomento non sai nulla, ti stai zitto.
Idem la Gabanelli, se di alcuni argomenti non avesse parlato, se non avesse preso posizione, non avrei alcun problema. Ma se mente sapendo di mentire, allora m'incazzo.

Secondariamente, io di frustrazioni ne ho, grazie mille, ma pare che ne abbia meno di te: lo si capisce dal fatto che io scrivo con calma e ragionando e tu invece hai bisogno di arricchire il tutto con insulti.

Poi, per concludere, hai pure sbagliato due volte:
Citazione:
finora ha sempre fatto il suo lavoro mettendola a livello di altri elementi, quelli si davvero patetici lecchini della classe politica, solo perchè non ha parlato bene delle scii chimiche e di chi ci crede o perchè nella tua frustrazione consideri tutti asserviti, quindi piantala di sparare cazzate.

1) Non l'ho messa allo stesso piano degli altri, ho detto che siccome dice talvolta la verità è comunque una spanna sopra gli altri
2) Casualmente menzioni un solo caso di reticenza (scie chimiche) come se fosse un episodio isolato, quando ti ho dato almeno un altro caso (Tav) in cui la Gabanelli ha chinato la testa al potente di turno

Cazzo Virgil, fai distinzione tra il messaggio e il messaggero, non ti incazzare con me se scopro gli altarini.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
vuotorosso
Inviato: 13/9/2011 17:08  Aggiornato: 13/9/2011 17:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
mai sentita questa qua! urge approfondire.

cgueye
Inviato: 13/9/2011 17:17  Aggiornato: 13/9/2011 17:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2010
Da:
Inviati: 306
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
@PikeBishop, italidiota sarà lei. Io Santoro in vita mia l'ho guardato ben poco. Come molti, confonde i fatti con l'opinione personale. I fatti dicono questo, che la media fa schifo e uno appena meglio spicca. La prego di evitare insulti , diversamente mi rivolgerò alla redazione.

DrHouse
Inviato: 13/9/2011 17:22  Aggiornato: 13/9/2011 17:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:

Nuova?

La teoria di Khalezov non è solo una patacca, è un preciso tentativo di disinformazione.
Buttare, prego.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Casual
Inviato: 13/9/2011 17:31  Aggiornato: 13/9/2011 17:34
So tutto
Iscritto: 18/8/2009
Da:
Inviati: 4
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
"Voglio davvero vedere chi è il primo che abbocca."


Se è riferito a me,penso che si stia sbagliando, il mio intervento non era assolutamente provocatorio,anzi.(era solo per controbbattere ad alcuni miei amici che avevano tirato in ballo questo documento!)

vuotorosso
Inviato: 13/9/2011 17:36  Aggiornato: 13/9/2011 17:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
@DRHouse
ciao, scusa ma nel link di cocis si parla, nel testo (il filmato non l ho potuto ancora vedere) di esplosivo piazzato sotto le torri in fase di costruzione. Per quanto assurdo mi sembri non ne so niente a riguardo, per cui mi riservo di approfondire (cmq ripeto, a me sembra IMPOSSIBILE che mettano esplosivo sotto un edificio, ma preferisco smentire dopo aver fatto qualche ricerca).

Detto questo linki a un articolo di LC che (l'ho scorso, non letto) parla di no plane, e non capisco il nesso.

Mi sfugge qualcosa?

ciao
VR

@casual
prova a vedere se trovi le risposte alle tue domande cercando nel forum, dovresti ottenere qualche risultato, ciao.

DrHouse
Inviato: 13/9/2011 17:42  Aggiornato: 13/9/2011 17:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Detto questo linki a un articolo di LC che (l'ho scorso, non letto) parla di no plane, e non capisco il nesso.

La terza verità si riferisce alla teoria dei mini-nuke piazzati sotto le torri avanzata da Dimitri Khalezov. Chi aprì quel thread non si è più fatto vivo su LC, il che già la dice lunga sulle sue intenzioni.

Ad ogni modo, è vero che in quel thread si finì per parlare alla fine di no planes, ma solo perché il topic originario non trovò molta attenzione e deragliò. Comunque il topic era quello, la teoria Khalezov, di cui si è parlato saltuariamente anche altrove.
Comunque, grazie a Dio qui nessuno qui dentro l'ha mai presa sul serio.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
vuotorosso
Inviato: 13/9/2011 17:44  Aggiornato: 13/9/2011 17:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
grazie, mi hai fatto risparmiare tempo prezioso
ciao

Kenshiro
Inviato: 13/9/2011 17:55  Aggiornato: 13/9/2011 17:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/5/2010
Da: Croce del Sud
Inviati: 318
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Questa teoria mi sembra un esagerazione,ma se volete ne parlano qui
http://www.vocidallastrada.com/2011/01/11-settembre-la-terza-verita.html

E poi evidenze ce ne sono veramente pochine

Mondo marcio!!!
Freeman
Inviato: 13/9/2011 18:54  Aggiornato: 13/9/2011 18:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
= autorimosso, non ne vale davvero la pena =

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Sertes
Inviato: 13/9/2011 19:02  Aggiornato: 13/9/2011 19:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
TAD ha scritto:
Leggendo i tuoi interventi e soprattutto la cronologia in cui si collocano all' interno del thread, sorge spontaneo il desiderio di chiederti:

Dal tuo punto di vista andare in onda su "Mistero" assume la stessa connotazione giornalistica dell 'andare in onda su "Report" o "Annozero"?


No, assolutamente: secondo me Mistero viene vista come una trasmissione di intrattenimento e ridicola (complice l'Adam Kadmon che per dirti i terribili segreti della strage di Oslo deve vestirsi da Sub Zero), mentre Report e Annozero a torto o a ragione vengono viste come le uniche salvaguardie del giornalismo in Italia.

E' chiaro che però su Mistero, se ho capito bene, è potuto passare un video di 10 minuti esattamente così come l'aveva mandato Massimo, cosa che ad esempio anche a Matrix non è sempre stata garantita, quindi probabilmente c'è un dare e un avere come in tutte le cose.


EDIT: uno deve mascherarsi per poter dire queste cose qui? http://www.youtube.com/watch?v=0h6pIZKM9Gk

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
frez_truth
Inviato: 13/9/2011 19:23  Aggiornato: 13/9/2011 19:23
So tutto
Iscritto: 8/3/2010
Da:
Inviati: 4
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Lei afferma che le Torri Gemelle fossero state minate preventivamente. Dunque....

Non sarebbe possibile, caro Mazzucco, risalire alla ditta appaltatrice dei lavori di ristrutturazione? sicuramente con tutte le carte che ci sono da depositare per fare una lavoro simile emergerà qualche incongruenza.
anche per vedere a quali altre aziende è collegata.

mi sembra un punto cruciale, capire se veramente abbiano fatto di giorno questo lavoro. e soprattutto da dove hanno fatto arrivare tonnellate di esplosivo.

sono rimasto colpito dal fatto che la fox poco tempo la demolizione controllata delle torri gemelle ha messo in onda un programma che faceva vedere appunto quanto fosse ingegneristico e preciso il lavoro di demolizione stile WT7, e quanto innegabilmente identici gli effetti.

grazie per la tua battaglia per la VERILIBERTA'!!

ciao!

Ettore
Inviato: 13/9/2011 20:33  Aggiornato: 13/9/2011 20:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/9/2004
Da:
Inviati: 649
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Mi associo !!

Jurij
Inviato: 13/9/2011 20:47  Aggiornato: 13/9/2011 20:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
lucred
Citazione:
Se impiegassimo le nostre energie per investigare sui misteri veri che ci
riguardano molto più da vicino(da Portella delle Ginestre a Piazza Fontana,dalla stazione di Bologna alle bombe mafiose del 1992)piuttosto che su quelli inventati(11 settembre)sarebbe meglio per tutti.


Hai ragione lucred, l’11.09 non è più un mistero, ormai si sa che è un lavoro interno usa, però dove sbagli è quando pensi che non ti riguardi.
L’Italia è da molti anni agli ordini degli usa e quindi è strategico sapere dove stanno andando i “generali”.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Jurij
Inviato: 13/9/2011 20:56  Aggiornato: 13/9/2011 20:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Non sarebbe possibile, caro Mazzucco, risalire alla ditta appaltatrice dei lavori di ristrutturazione? sicuramente con tutte le carte che ci sono da depositare per fare una lavoro simile emergerà qualche incongruenza.
anche per vedere a quali altre aziende è collegata.

mi sembra un punto cruciale, capire se veramente abbiano fatto di giorno questo lavoro. e soprattutto da dove hanno fatto arrivare tonnellate di esplosivo.


Mi associo in pieno a frez_truth.
Sono convinto che il punto debole dell’11.09 sono proprio le 2 torri.
A differenza degli aerei militari modificati, della famosa buca preparata e del Pentagono silurato, i quali potevano essere “ritoccati” di nascosto, per le due torri sono stati costretti ad operare piuttosto alla luce del sole ed è molto possibile che per un grosso lavoro del genere qualche prova in più che un po’ di nano termite nella polvere sia rimasta in giro.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
HomSapiens
Inviato: 13/9/2011 22:58  Aggiornato: 13/9/2011 22:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/1/2010
Da:
Inviati: 123
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
senza calvero i commenti perderanno molto del loro senso!!!!

Redazione
Inviato: 13/9/2011 23:06  Aggiornato: 13/9/2011 23:06
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
CALVERO: Innanzitutto voglio scusarmi con te per la battutaccia di ieri. E' stata veramente infelice e fuori luogo.

Ora finisco di leggere questi commenti, poi rispondo alle tue critiche.

ELFLACO
Inviato: 13/9/2011 23:18  Aggiornato: 13/9/2011 23:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Voglio davvero vedere chi è il primo che abbocca.


Mi sa che ci sono due di ami!!

Propongo uno anch'ìio :

Poi,L'università di Purdue ha dimostrato con una ricostruzione grafica ,fatta da signori professoroni ,cosa è veramente successo al volo 77.!!

Mica bau bau michio michio!!

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
Calvero
Inviato: 14/9/2011 3:39  Aggiornato: 14/9/2011 3:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Innanzitutto voglio scusarmi con te per la battutaccia di ieri. E' stata veramente infelice e fuori luogo.


Capita anche ai migliori, e visto che sei nella categoria...

... battutaccia dimenticata .. nessun risentimento, Massimo

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Redazione
Inviato: 14/9/2011 5:32  Aggiornato: 14/9/2011 6:11
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
CALVERO: Grazie per aver accettato le mie scuse. Purtroppo quello che era al “28 giorno” ero io.

Veniamo al punto. Direi che questa tue frasi sintetizzino al meglio le tue critiche:

Citazione:
Io ravviso invece ancora più profondamente quale mentalità del compromesso lui ha iniziato a imprimere al suo lavoro .. e questo manderà in rotta le sue mirabili fatiche.../// E comunque, come ho argomentato in altri Topic, questa chiamiamola "apertura mentale" mediatica è pilotata proprio indirettamente da quei "grandi vecchi" che Massimo individua in una distorsione e in vari fuori misura, quindi che fondamentalmente lui considera non esserci o comunque che stanno perdendo la loro influenza. /// Ma è proprio perché ci credo nel potenziale di LC che prendo le distanze ora, poiché sento le mie antennine vibrare e dirmi che il terreno per la semina, qui si sta indurendo.
Devo dire che faccio un pò di fatica a risponderti, perchè io non credo di aver cambiato nulla nelle mie posizioni, nè nella linea editoriale di LC. Questa mia “teoria” del sistema che funziona da solo fa parte del mio pensiero da moltissimo tempo. Già nel 2003, sull'assassinio Kennedy, scrivevo: “Un’ipotesi affascinante è quella di una mostruosa macchina senza testa, il “progetto” stesso, che una volta messo in moto diventa in un certo senso “autocosciente”, e vede ogni parte del proprio corpo agire autonomamente, senza più bisogno di ordini centralizzati.”

Nel 2009, riguardo all’11 settembre, ho scritto: “Non esistono “loro”, secondo me. Esistono tanti “io”, che dal 12 settembre in poi non si ricordano nemmeno più di tutti gli altri. Ognuno ha fatto la sua parte, nessuno conosce il “grande tutto”. A mio parere, autopoiesi è la parola giusta per spiegare (il meccanismo di) questo tipo di attentati.”

Nel 2008 ho scritto: “E’ il sistema stesso – la piramide economico-sociale in cui viviamo - che è concepito in modo da produrre risultati comunque vantaggiosi per loro [i potenti], senza che debba per forza esistere un “grande vecchio” che ogni mattina dice a tutti quello che devono fare.”

Questi sono solo alcuni esempi che ho trovato al volo, ma ho sempre applicato la stessa identica logica a tutte le discussioni sul NWO, su Big Brother, sul “controllo” di Obama, eccetera eccetera.

Potrò sbagliarmi, ovviamente, ma è una convinzione che mi porto dietro ormai da molti anni, e non è affatto una “novità” che rappresenti una virata di alcun tipo rispetto al sito. Anzi, ogni volta che ripropongo questa teoria prendo regolarmente legnate da tutti, ma non per questo ho mai rinunciato a proporla. Quindi, al massimo potrai accusarmi di testardaggine, ma non certo di cambiare bandiera.

Anche rispetto a Emmanuel Kelly, quello che ho scritto nell’articolo di ieri sono le stesse identiche cose di cui sono convinto da oltre vent’anni (in questa trasmissione di Ferrara si parlava di una esecuzione sulla sedia elettrica che un altro giornalista – non ricordo più chi – aveva mandato in onda sulla RAI):



(Perfavore, siate gentili con le battutine sull’età, già le sento arrivare).

In conclusione, non voglio convincerti di nulla, voglio solo dirti che io ho sempre cercato di rimanere coerente con me stesso, costi quel che costi. E a questo punto della mia vita credo che difficilmente qualcuno riuscirà a farmi cambiare direzione, e tantomeno riuscirà a farla cambiare a luogocomune.

Forse è solo una questione di capirci meglio fra di noi.

Spero di cuore che tu rimanga fra noi, anche se non dovessimo mai trovarci d’accordo su nessun argomento da qui all’eternità.

music-band
Inviato: 14/9/2011 6:53  Aggiornato: 14/9/2011 6:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Anche se questa risposta è diretta a Calvero, posso permettermi una piccola riflessione? (Tanto a me, scusa per come mi liquidi con due battutine non me la chiedi mai, ma ci sono abituato )

Citazione:
Potrò sbagliarmi, ovviamente, ma è una convinzione che mi porto dietro ormai da molti anni

Giorni fa discutevo con Filippo Ongaro e anche lui ha la tua stessa convinzione che si è fatto dall'osservazione degli eventi.

In realtà tenderei pure io a pensarla così, ma ci sono alcune cose che in effetti suggeriscono il contrario; e non si tratta di "mania di cospirazioni".

Quando si analizzano certi fatti ci si rende conto che una specie di agenda con dei passi programmati viene seguita; e questo autorizza a pensare che ci sia quindi una sorta di controllo a livelli più alti.

Di una cosa comunque sono abbastanza sicuro: una "volontà" di controllo esiste; e organizzazioni come il club bildberg lo dimostrano.

Che poi sia efficace, che poi esistano varie elite in conflitto tra loro, o una elite al di sopra di tante elite, sono tutte cose che rimangono da dimostrare però non posso non pormi delle domande:

Se non ci fosse alcuna forma di controllo, a mio avviso certi fatti verrebbero fuori, se non altro per portare vantaggi strategici economici e altro a nazioni rivali.

Invece mi sembra innegabile che grosse lobby di banchieri e multinazionali abbiano il potere di fare pressioni sui governi e sulla corruzione per indirizzare gli eventi a loro vantaggio, anche questa è una forma di controllo no?

Citazione:
E a questo punto della mia vita credo che difficilmente qualcuno riuscirà a farmi cambiare direzione

è una frase che sento dappertutto ed è vera: "non fai cambiare opinione a una persona, a quell'età poi, è impossibile" -non sai quante volte la sento e la verifico.

Ma allora, che ci stiamo a fare qui? Non dovrebbe essere auspicabile una crescita per tutti?

baciccio
Inviato: 14/9/2011 7:19  Aggiornato: 14/9/2011 7:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 536
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Spero di cuore che tu rimanga fra noi, anche se non dovessimo mai trovarci d’accordo su nessun argomento da qui all’eternità.

Beh, Calvero, la frase che ho quotato mi sembra che non lasci adito a dubbi. Sei invitato a restare pur con i tuoi funambolici e poetici post. Anch'io non mi sono trovato qualche volta d'accorto col tuo sentire, ma più spesso sì.

Fang
Inviato: 14/9/2011 12:02  Aggiornato: 14/9/2011 12:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/11/2007
Da:
Inviati: 80
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Complimenti Massimo !

Dopo così tanti anni la voce non è cambiata per niente.....la voce

florizel
Inviato: 14/9/2011 12:54  Aggiornato: 14/9/2011 12:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
music-band

Citazione:
Se non ci fosse alcuna forma di controllo, a mio avviso certi fatti verrebbero fuori, se non altro per portare vantaggi strategici economici e altro a nazioni rivali.


Se non ci fosse alcuna forma di controllo, per altro, non si spiega perchè ciò che oggi appare come chiaramente assurdo anche a fonti "allineate", anni fa risultava inaccettabile da considerare.
Eppure, i fatti erano tutti lì, nella loro NUDA incronguenza.

Butto lì un pensiero, che traduco in domanda per chi volesse raccoglierla, che mi perseguita da qualche anno, proprio in relazione all'11/9: abbiamo mai considerato che la PALESE incongruità di TUTTI gli aspetti di quell'evento non fosse un "caso"? Voglio dire: perchè un sistema in grado di controllare masse enormi di individui avrebbe dovuto fare le cose in modo da lasciarsi poi "sgamare" su alcune vistosissime "falle, oggi ritenute molto più facili di 10 anni fa da individuare?
E per di più, senza che ciò comporti alcuna sollevazione di coscienze.

Non rientra anche questo nella preparazione di una "nuova fase" della creazione del consenso?

Chiedo scusa per la confusa formulazione del pensiero, ma cerco ancora mettere a fuoco, io stessa, gli interrogativi che mi pongo.

Lascio qui qualche link forse utili a comprendere alcuni meccanismi di cui si è vittime inconsapevoli:

Mass Media e Controllo Mentale.

Le 10 strategie della manipolazione mediatica.

Creare problemi e poi offrire le soluzioni.

Noam Chomsky, Atti di aggressione e di controllo.

Il potere dei Media.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
vuotorosso
Inviato: 14/9/2011 13:18  Aggiornato: 14/9/2011 13:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
@Florizel
Non le conosco, ma so che Audisio ha delle idee sul perche' i fatti si siano svolti come dici tu, ossia con visibili incongruenze, e il dubbio che siano state fatte volontariamente.
Prova a rivolgerti a lui, magari ti aiuta in questa ricerca.

Ciao
VR

VIPER
Inviato: 14/9/2011 13:42  Aggiornato: 14/9/2011 13:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/6/2009
Da:
Inviati: 557
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Cacchio Mazzucco, sei il fratello di Barbareschi!

Mande
Inviato: 14/9/2011 14:08  Aggiornato: 14/9/2011 14:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1301
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
florizel
Citazione:

Butto lì un pensiero, che traduco in domanda per chi volesse raccoglierla, che mi perseguita da qualche anno, proprio in relazione all'11/9: abbiamo mai considerato che la PALESE incongruità di TUTTI gli aspetti di quell'evento non fosse un "caso"? Voglio dire: perchè un sistema in grado di controllare masse enormi di individui avrebbe dovuto fare le cose in modo da lasciarsi poi "sgamare" su alcune vistosissime "falle, oggi ritenute molto più facili di 10 anni fa da individuare?


L'opinione che mi sono fatto in questi anni è che l'omicidio perfetto, o strage in questo caso, non esiste. Molti scrittori di gialli si sono cimentati nella stesura di questo filone principalmente descrivendo omicidi che vengono fatti passare per qualcos'altro tipo suicidi od incidenti.
Qualche indizio se pur labile rimane sempre e se trovato da un investigatore capace permette di risolvere il mistero.

Questo è il principale motivo per cui la verità ufficiale non è mai stata veramente credibile e molti ipotizzano un coinvolgimento diretto dell'amministrazione americana o sue parti.

Troppo velocemente gli investigatori hanno indirizzato le loro attenzioni verso la pista unica quaedista. Hanno velocemente "distrutto" le scene del crimine in particolar modo pentagono e Shanksville.

Tutto questo mi fa pensare che l'attentatore prima di commettere il suo crimine avesse sufficiente certezza di poter insabbiare e dirigere le indagini a suo uso e consumo.

Partendo dal presupposto che commettere l'omicidio perfetto è praticamente impossibile si sono preoccupati di lasciare in giro il numero minore di indizi possibili confidando poi che potevano in qualche maniera far si che gli investigatori preposti li ignorassero.

Tutto questo si è puntualmente verificato tranne per la considerazione che molti privati cittadini si sono improvvisati investigatori (truthers) ed hanno cominciato ad analizzare i pochi indizi che i primi sopralluoghi non sono riusciti a cancellare.

Ecco dunque che a dieci anni di distanza c'è sufficiente materiale per riaprire le indagini ma rimane ancora il problema che non esiste alcun organo ufficiale preposto alla giustizia disposto a prenderli in considerazione per agire secondo la normativa.

Finché l'"attentatore" avrà le mani salde sul controllo di chi è ufficialmente preposto alle indagini non conta quante prove possano portare in una direzione diversa da quella finora divulgata perché nessuno le prenderà mai in considerazione.

Citazione:

E per di più, senza che ciò comporti alcuna sollevazione di coscienze.

La sollevazione di coscienze dovrebbe servire a cambiare la "regia" della società e questo potrebbe far effettivamente emergere nuove indagini.
Questa sollevazione però, c'è stata ma non ha prodotto frutti poiché catturata da un demagogo sotto la bandiera del "change".

Le coscienze di chi ha votato Obama erano già "sollevate" e giustamente volevano un cambio di regia per cacciare i criminali. Cambio che però non è arrivato ed allora?

O si resta in attesa del prossimo messia oppure serve una rivoluzione totale. Ma tra persone che stanno ancora troppo bene (America come Italia) chi si assume il rischio di sfasciare tutto? Dunque aspettiamo altri cinque anni ed il prossimo messia sperando che non ci infinocchi un'altra volta anche se in realtà bisognerebbe cambiare nel profondo il sistema di rappresentanza attualmente in vigore che abbiamo visto benissimo non funzionare.

Mande
Inviato: 14/9/2011 14:22  Aggiornato: 14/9/2011 14:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1301
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Redazione
Citazione:

Forse è solo una questione di capirci meglio fra di noi.

Sicuramente e capiterà ancora di riparlarne.

Ti lascio comunque un'ultima considerazione in merito.

"Grande vecchio" potresti attribuirlo strettamente ad una persona vivente ma non è detto che sia sempre così.

Adam Smith quando scrisse la "ricchezza delle nazioni" tracciò un solco ed il suo pensiero trascinò gli eventi con conseguenze che viviamo ancora oggi.
A differenza dei suoi contemporanei oggi sappiamo che molto di ciò che diceva Smith è "sbagliato" ma ciò nonostante l'evoluzione del suo pensiero spadroneggia indisturbata nel mondo influenzando le scelte di molti di noi.

In questo senso Adam Smith è un "grande vecchio" nonostante sia così vecchio da essere pure sepolto. Persino dall'aldilà influenza ancora le vite di miliardi di esseri umani. Oggi tutti riconoscono che le sue ideologie portate avanti dal FMI sono deleterie per i popoli che le subiscono ciononostante l'FMI esiste ancora.

Quello che è un male per molti è di riflesso un beneficio per una ristrettissima elite che obbedendo ancora oggi agli "ordini" del "grande vecchio" riesce ad estrarre valore dalla moltitudine per appropriarsene.

In questo senso esistono dei "grandi vecchi" che non vengono certo a dirti che oggi devi indossare la camicia nera o i calzini viola ma che creano una traccia. Delle istruzioni più o meno dettagliate che se seguite portano nella direzione voluta.

lucred
Inviato: 14/9/2011 14:30  Aggiornato: 14/9/2011 14:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/9/2010
Da: Milano
Inviati: 260
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
perchè un sistema in grado di controllare masse enormi di individui
avrebbe dovuto fare le cose in modo da lasciarsi poi "sgamare" su alcune vistosissime "falle, oggi ritenute molto più facili di 10 anni fa da individuare?


Perchè così vi terremo occupati altri dieci anni a cercare le "vistosissime falle".
Versione Ufficiale e Teorie Alternative sono la stessa cosa,entrambe false.L'importante è che crediate ad una delle due,non importa quale.
Posso raccontarvi una balla colossale e vedere se ci credete e se non ci credete la piazzo in mezzo a molte verità,una marea di verità.
L'importante è che vi scanniate tra di voi,sostenitori dell'una o dell'altra verità.
Che continuate a spararvi,cristiani e musulmani,milanisti e interisti,guardie e ladri.Dovete avere paura.Dovete vivere in uno stato di perenne tensione,di terrore,di ansia.E io,controllando le vostre paure,controllo voi.

noalgregge
Inviato: 14/9/2011 15:02  Aggiornato: 14/9/2011 15:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2010
Da:
Inviati: 307
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
EDIT errore

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito
NeWorld
Inviato: 14/9/2011 18:48  Aggiornato: 14/9/2011 18:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Sertes:
secondo me Mistero viene vista come una trasmissione di intrattenimento e ridicola (complice l'Adam Kadmon che per dirti i terribili segreti della strage di Oslo deve vestirsi da Sub Zero)


Sub Zero! Ha,ha,ha!!!
Non ci avevo pensato! E' vero,è lui!
Ha,ha,ha!!!

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
Ettore
Inviato: 14/9/2011 19:06  Aggiornato: 15/9/2011 12:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/9/2004
Da:
Inviati: 649
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:

perchè un sistema in grado di controllare masse enormi di individui
avrebbe dovuto fare le cose in modo da lasciarsi poi "sgamare" su alcune vistosissime "falle, oggi ritenute molto più facili di 10 anni fa da individuare?



Perchè così vi terremo occupati altri dieci anni a cercare le "vistosissime falle".
Versione Ufficiale e Teorie Alternative sono la stessa cosa,entrambe false.L'importante è che crediate ad una delle due,non importa quale.
Posso raccontarvi una balla colossale e vedere se ci credete e se non ci credete la piazzo in mezzo a molte verità,una marea di verità.
L'importante è che vi scanniate tra di voi,sostenitori dell'una o dell'altra verità.
Che continuate a spararvi,cristiani e musulmani,milanisti e interisti,guardie e ladri.Dovete avere paura.Dovete vivere in uno stato di perenne tensione,di terrore,di ansia.E io,controllando le vostre paure,controllo voi.

........................................................................................................

BELLISSIMA......!!!!

CIAO e stammi doppiamente bene !!


OPPSSS...!!!

COMUNQUE SAPPIATE che ad insistere imperterriti nel raccontar balle si rischia solo di rimanere vituperati come Paolo Attivissimo !

http://www.facebook.com/group.php?gid=40332951636

P.S.
Non si può continuare a turlupinare la gente in eterno ! - Fino a prova contraria non è completamente stupida !!

Redazione
Inviato: 14/9/2011 19:35  Aggiornato: 14/9/2011 19:36
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
MUSICBAND: Citazione:
“E a questo punto della mia vita credo che difficilmente qualcuno riuscirà a farmi cambiare direzione” è una frase che sento dappertutto ed è vera: "non fai cambiare opinione a una persona, a quell'età poi, è impossibile" -non sai quante volte la sento e la verifico.
Io ho scritto cambiare DIREZIONE, non OPINIONE. La mia opinione la cambio ogni volta che ritengo sia giusto cambiarla, la mia DIREZIONE è quella della coerenza con me stesso, rispetto a certi principi morali che ritengo irrinunciabili.

Citazione:
Quando si analizzano certi fatti ci si rende conto che una specie di agenda con dei passi programmati viene seguita; e questo autorizza a pensare che ci sia quindi una sorta di controllo a livelli più alti.
Se osservi un qualunque essere vivente, ti rendi conto che esiste una specie di agenda con dei passi programmati, che lo fa crescere, svilupparsi e diventare adulto. Questo vuole dire che ci sia un controllo a livelli più alti? No. Il suo codice di crescita sta in ogni cellula del suo DNA. Idem per la società: ciascuno degli individui che hanno una qualunque posizione di potere esercitano quel potere secondo una “agenda interiore”, di tipo culturale, che li porta a prendere certe decisioni e non altre.

Il famoso “controllo” che andiamo cercando sta scritto già nelle regole culturali della nostra società.


***

FANG: “Dopo così tanti anni la voce non è cambiata per niente.....la voce”

… gulo!

***

VIPER: “Cacchio Mazzucco, sei il fratello di Barbareschi!”

Ero, il fratello di Barbareschi. Dopo lui ha deciso di saltare la staccionata, io no.

***

FLORIZEL: “Butto lì un pensiero, che traduco in domanda per chi volesse raccoglierla, che mi perseguita da qualche anno, proprio in relazione all'11/9: abbiamo mai considerato che la PALESE incongruità di TUTTI gli aspetti di quell'evento non fosse un "caso"? Voglio dire: perchè un sistema in grado di controllare masse enormi di individui avrebbe dovuto fare le cose in modo da lasciarsi poi "sgamare" su alcune vistosissime "falle, oggi ritenute molto più facili di 10 anni fa da individuare?”

Cioè, ciascuno dei quattro terroristi ha deciso per caso di dirottare un aereo americano nello stesso giorno, senza che gli altri lo sapessero?

(Adesso incazzati pure, l’ho fatto apposta )

***

MANDE: Dunque aspettiamo altri cinque anni ed il prossimo messia sperando che non ci infinocchi un'altra volta”

Il prossimo messia probabilmente si chiamerà Rick Perry, un nazista del Texas che si vanta di aver messo a morte più di 200 condannati e che vuole abolire le pensioni perchè sono “anticostituzionali”.

cagliostro
Inviato: 14/9/2011 20:45  Aggiornato: 14/9/2011 20:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Molto lucide le considerazioni rilasciate da Massimo Mazzucco nella sua intervista, senza cedimenti ai fumi dell'irrazionalismo che vorrebbero scaricare le responsabilità sempre e solo sui rettiliani senza guardare per un attimo al marcio che abita in ognuno di noi, io in prima fila. Ottimo articolo che ho condiviso su facebook, articolo che infonde speranza nell'anima degli uomini, senza condannarla ad un destino ineluttabile di predazione eterna al male assoluto in cui non esistono scelte nè responsabilità, in cui tutto appare mostruosamente predestinato dall'onnipotenza malefica. Complimenti per l'articolo, complimenti ad un ricercatore che con difficoltà chiamerei complottista, al contrario, lucido indagatore dei fatti ed in grado di proporli sotto una luce spirituale anzichè l'ombra, che pervade altri elementi nel panorama del complottismo a tutti i costi. Grazie a Massimo Mazzuco. Un cordiale saluto a tutti.

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
florizel
Inviato: 14/9/2011 22:10  Aggiornato: 14/9/2011 22:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Mande

Citazione:
Le coscienze di chi ha votato Obama erano già "sollevate" e giustamente volevano un cambio di regia per cacciare i criminali. Cambio che però non è arrivato ed allora?


Ed allora l'esigenza del cambio è stata veicolata,, come appunto dici, prima che una reazione più consistente si verificasse, e questo con la "chiamata" ad eleggere il nuovo...

lucred

Citazione:
Perchè così vi terremo occupati altri dieci anni a cercare le "vistosissime falle".


E questa potrebbe essere una delle cose.
Le altre le intuisco come molto peggiori.
E' quasi un messaggio volto a convincere su chi sia il "più forte"...
Forse desbouvet potrebbe cogliere ciò che a me riesce difficile verbalizzare, in questo momento.


In effetti, anche in merito alle sollevazioni in medioriente esistono teorie che le danno come interamente pilotate: se questo può avere un suo fondamento, è pur vero che in quei paesi si sono mossi numeri impressionanti di individui; ed è altrettanto vero che l'introduzione di tali teorie comporta la perdita di fiducia che gli individui POSSANO davvero riscattarsi.


Grazie ad entrambi per le risposte.
Spero che anche audisio voglia esprimere la sua opinione.

Ciao.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Rickard
Inviato: 14/9/2011 22:47  Aggiornato: 14/9/2011 22:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Ciao Flo

Citazione:
Butto lì un pensiero, che traduco in domanda per chi volesse raccoglierla, che mi perseguita da qualche anno, proprio in relazione all'11/9: abbiamo mai considerato che la PALESE incongruità di TUTTI gli aspetti di quell'evento non fosse un "caso"? Voglio dire: perchè un sistema in grado di controllare masse enormi di individui avrebbe dovuto fare le cose in modo da lasciarsi poi "sgamare" su alcune vistosissime "falle, oggi ritenute molto più facili di 10 anni fa da individuare?
E per di più, senza che ciò comporti alcuna sollevazione di coscienze.

È una domanda sensata ed è anche giusto porsela, ma onestamente credo che i motivi di tanta “palesità” siano da ricercare non in un unico motivo ma in una confluenza di fattori.

1) Non gliene frega un cazzo. Davvero. Letteralmente. Per chi vuole vedere appena oltre la superficie è ovvio che la VU è falsa come i soldi del Monopoli. E allora? Tanto che fanno? Ci fanno causa? Chiedono “nuove investigazioni”? E a chi le chiedono? A noi? Sai che paura. La conoscenza senza armi, supporti e in generale senza un potere in grado di ostacolare effettivamente il potere vigente non fa paura a nessuno. Nei meccanismi del mondo sapere e basta non è potere.
2) Tanto c’è il bispensiero. Come Orwell insegna, la capacità di accettare una cosa e al tempo stesso il suo contrario convincendosi di rimanere nella logica e nell’ortodossia è un tratto fondamentale per la riuscita di queste cose. Un tratto coltivato e perfezionato da secoli di propaganda. In molti “sanno” o “sentono” che qualcosa non và, ma al tempo stesso sono convinti che le cose nel complesso funzionino. Un esempio calzante è la morte di JFK, ormai considerata dalla maggior parte degli americani stessi un inside job. Eppure la gente vota, segue la politica e i vari meccanismi di governo, facendo coesistere in se stessi la comune idea di democrazia con quella di uno stato che elimina anche il suo presidente in nome di oscuri poteri sovranazionali. Il bispensiero dunque è la toppa che rimedia a molte delle fregnacce delle varie Versioni Ufficiali.
3) Le coscienze si creano e si disfano. La “gente” (intesa come “massa”, come “moltitudine”) non ha alcuna coscienza in sé. La coscienza è dei singoli che ce l’hanno solo se sono informati e abbastanza liberi dalla propaganda da averne una. La “gente” è un branco, e dove c’è un branco c’è necessariamente un capobranco, che impone la direzione, e i membri del branco non stanno a farsi domande sul perché questa direzione e non quella, semplicemente è così perché lo dice il capobranco. Esattamente come è così perché lo dice la TV/governo. Con la propaganda e il bispensiero si può convincere la gente di tutto e il contrario di tutto (anche allo stesso tempo), quindi sollevazione rimane impossibile, perché chi è in coma non si solleva (e nemmeno si muove, a dire il vero).

Il 9/11 è stato un punto di svolta nelle geopolitiche mondiali, un punto di non ritorno che ha determinato tanto e determinerà ancora di più negli anni a venire. Questi giochi non vengono fatti tenendo conto delle persone perché in questi giochi le persone non sono altro che invisibili granelli di polvere, insignificante e inutili se non quando c’è da inscenare una qualche recita come le rivoluzioni colorate, anch’esse mirate a modificare l’attuale assetto geopolitico in funzione di strategie statunitensi.

A tal proposito, segnalo un articolo estremamente lungimirante di John Klevees riportato dal sito di Gianluca Freda.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
baciccio
Inviato: 14/9/2011 23:17  Aggiornato: 14/9/2011 23:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 536
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Da quando mi sono interessato ai fatti dell'11 settembre, ovvero da quando ho letto i primi articoli di Luogocomune, mi sono fatta la convinzione che dietro questi attentati vi siano i sionisti.
Questa convinzione è del tutto personale e non sata avalla ta da Mazzucco e dalla sua linea editoriale.
L'americano è un popolo che ha forte il senso del patriottimo come quant'altri mai. Gli ideatori del gigantesco piano terroristico evidentemente erano svincolati dal patriottiismo comunemente inteso.
Ho trovato molto interessante un articolo di un esperto della questione isrelo-palestinese: Alan Hart. Prendo questo articolo da "Civium Libertas" di Antonio Caracciolo.
* * *

Analisi sul probabile coinvolgimento del Mossad
negli attacchi dell’11 settembre 2001

di Alan Hart

Qualunque discussione seria e onesta sugli attacchi dell’11 settembre 2001 deve iniziare con l’interrogativo: «le Torri Gemelle di New York sono crollate a causa dell’impatto degli aerei e del calore generato dal carburante?» Se la risposta è «Sì», non sarà necessario esplorare le cosiddette teorie del “complotto”. Ma se la risposta è «No», la domanda speculativa deve essere: «Chi, Come e Perché?»


La mia risposta personale all’interrogativo è «No». A mio giudizio esiste evidenza sufficiente – visiva, tecnica e scientifica, oltre alle testimonianze pertinenti incluse quelle dei vigili del fuoco – per arrivare alla conclusione che nelle Torri Gemelle e nell’Edificio Sette, erano state piazzate cariche esplosive per fare collassare le Torri mediante la tecnica denominata “demolizione controllata”.

Per prima cosa vorrei attirare l’attenzione sull’evidente e massiccia complicità da parte dei media di massa nel sopprimere domande e discussioni aperte sugli attacchi dell’11 settembre. Ma il nocciolo della questione è il fatto che negli ultimi 63 anni – dalla creazione dello stato sionista (e non ebraico!) di Israele per mezzo di terrorismo e pulizia etnica fino ad oggi – i media mainstream si sono resi complici dei sionisti nella soppressione della verità su come si è venuto a creare e continua ancora oggi il cosiddetto conflitto in Palestina divenuta Israele. In altre parole, i media si sono prestati a diffondere ed appoggiare le menzogne della propaganda sionista.

Le due menzogne maggiori possono riassumersi brevemente come segue.

La prima falsità è che la «povera piccola Israele» sia vissuta in costante pericolo di annientamento – che Israele ama definire «la cacciata degli ebrei in mare». La verità, come documentata in dettaglio nei tre volumi della mia opera sulla storia del sionismo, è che l’esistenza di Israele non è mai stata messa in pericolo, in nessun momento, e da parte di nessuna potenza araba singola o congiunta. L’affermazione del contrario, da parte dei sionisti, è l’espediente che ha permesso a Israele di farla franca negli ambienti che più contano, e cioè nel mondo occidentale e in America in particolare, presentando la sua aggressione come auto-difesa e sé stessa come vittima mentre in realtà è sempre stata l’aguzzino.

La seconda falsità è che «Israele non ha mai avuto interlocutori Arabi per la pace». Questa è pura propaganda senza senso. Ecco due tra i tanti esempi a prova di quanto affermo.

Primo esempio. Fin dal momento in cui arrivò al potere nel 1951, il presidente egiziano Nasser ha cercato un accordo con Israele. Infatti ha intrattenuto colloqui segreti con il ministro degli esteri israeliano Moshé Sharret, che a mio avviso è stato l’unico politico israeliano razionale del suo tempo. Per avere perseguito progetti di pace con gli Arabi, Sharett venne distrutto dal fondatore e primo premier di Israele, David Ben-Gurion.

Secondo esempio. Alla fine del 1979, il pragmatico Yasser Arafat, leader della Resistenza Palestinese e Presidente del l’OLP (Organizzazione per la Liberazione della Palestina), aveva preparato il terreno, dalla sua parte, per un accordo di pace con Israele sulla base di una soluzione realmente praticabile per due stati separati – una pace basata su termini che ogni razionale governo e popolo israeliano avrebbe accettato con sollievo. Ma a quel tempo – come ancora oggi – i leader di Israele e la maggioranze dei suoi cittadini ebrei non erano razionali.

Prima degli attacchi dell’11 settembre, l’esempio più significativo per denunciare la complicità dei media nell’insabbiamento della verità sul conflitto in Medio Oriente è l’attacco di Israele alla nave americana USS Liberty, avvenuto l’8 giugno 1967, il quarto giorno della Guerra dei Sei Giorni.


Ho assistito personalmente a quanto è successo quel giorno. Sono stato il primo corrispondente di guerra occidentale ad arrivare sulle sponde del Canale di Suez perché mi trovavo insieme alle forze israeliane in avanzamento nel deserto del Sinai. L’attacco alla nave Liberty ha ucciso 37 militari della Marina americana e ferito gravemente altri 90.

Se le cose si fossero svolte secondo i piani dell’uomo che ha ordinato l’attacco, il ministro israeliano alla Difesa Moshé Dayan [il terribile signore della guerra con la benda nera sull’occhio] la Liberty sarebbe stata affondata con tutti a bordo, non lasciando alcun testimone per raccontare cosa realmente accadde.

Ora, se si fosse trattato di un attacco Arabo/Musulmano ad una nave americana, è ragionevole speculare che gli americani avrebbero risposto con ritorsioni militari, se non addirittura con una dichiarazione di guerra alla nazione ritenuta responsabile. Ma non si trattava di un attacco Arabo [bensì di un attacco israeliano, che i sionisti hanno giustificato dicendo agli americani che si fosse trattato di errore]. E cosa fece allora il presidente americano Johnson? Per timore di offendere la Lobby sionista e i suoi tirapiedi nel parlamento americano, ha ordinato l’insabbiamento che rimane in vigore ad oggi. E i media compiacenti si sono prestati al gioco replicando la menzogna, come fanno tutt’ora.

Ora fornisco in sintesi la mia analisi sul possibile e probabile coinvolgimento del Mossad negli attacchi dell’11 settembre. Due sono i possibili scenari - A e B.

Nello scenario A non è da escludere che il piano sia stato inizialmente congetturato da parte di un gruppo Arabo/Musulmano. Ma se anche questo fosse vero, il Mossad avrebbe avuto una pista interna quasi immediatamente. Fin dalla nascita dello stato sionista, il Mossad ha messo in atto strategie a tappeto per l’infiltrazione di agenti segreti all’interno di ogni regime Arabo, comprese le istituzioni militari e i servizi di sicurezza, e all’interno di ogni Movimento di Liberazione degli Arabi/Musulmani e di ogni gruppo terroristico. Molti degli agenti più validi erano ebrei del Nord Africa e del Marocco in particolare, perché potevano tranquillamente passare per Arabi – infatti tra un attimo vi racconterò in sintesi la storia su come il Mossad abbia infiltrato l’organizzazione terrorista di Abu Nidal.

Sempre rimanendo nello scenario A – che prevede che il Mossad abbia scoperto il piano per l’attacco dell’11 settembre ideato da un gruppo islamista. La domanda è: il Mossad lo avrà poi raccontato a qualcuno? La mia ipotesi è che ne abbia messo al corrente i propri alleati nelle sfere di potere neo-con/sioniste americane – ebrei e non-ebrei – tra cui il vice-presidente Dick Cheney (che personalmente chiamo «il vero dottor Stranamore») e altre figure come Paul Wolfowitz e Richard Perle, oltre a informare gli appositi contatti nella CIA. In questo scenario il Mossad avrebbe posto la domanda: «che ne facciamo di questo piano?» - a cui sarebbe seguita un risposta del tipo: «lo useremo come il pretesto che cercavamo, simile a quello di Pearl Harbour».

Secondo questo scenario, gli attacchi dell’11 settembre – seppure inizialmente un’idea Arabo-Musulmana – fu il risultato di una congiura tra i servizi segreti israeliani e le sfere di potere neo-con americane.

Il Mossad e il terrorismo di Abu Nidal

Prima di passare allo scenario B racconterò in breve la storia su come il Mossad penetrò le fila del gruppo terroristico di Abu Nidal. Per la cronaca, Abu Nidal era un membro di Fatah ai tempi di Arafat, ma se ne separò quando divenne evidente che Arafat era venuto a patti con la realtà dell’esistenza di Israele e stava in effetti preparando il terreno – dalla parte Palestinese - per un compromesso con Israele. Il gruppo di Abu Nidal stabilì le sue basi in prevalenza in Iraq e fu responsabile delle uccisioni, soprattutto su suolo europeo, di oltre 20 degli emissari di Arafat, allora in missione all’estero per colloqui segreti con i governi occidentali aventi lo scopo di informare circa le intenzioni serie della PLO e del gruppo dirigente di Fatah, in merito al compromesso con Israele.

Da una successiva indagine effettuata da parte di Arafat e Abu Iyad, capo del contro-spionaggio di Fatah, emerse che Abu Nidal da tempo si era dato all’alcool – era arrivato a consumare anche due bottiglie di whisky al giorno ed era quasi costantemente ubriaco. In effetti era il suo braccio destro – il numero due dell’organizzazione - a occuparsi degli affari del gruppo. Era lui a decidere chi doveva essere assassinato ed era lui a dirigere le operazioni. Il braccio destro di Abu Nidal era un agente del Mossad.

[E ora la storia prende una piega decisamente macabra e contorta, nella migliore tradizione del Mossad]. Furono in effetti due studenti palestinesi di Londra a ricevere dal gruppo di Abu Nidal l’incarico di assassinare l’ambasciatore israeliano Argov. E fu appunto quel tentato di assassinio, nel 1982, a fornire al premier israeliano Begin e al ministro alla difesa Ariel Sharon Sharon [il macellaio di Sabra e Shatila] il pretesto che cercavano per lanciare l’invasione del Libano, arrivando fino a Beirut, con l’obiettivo di sterminare l’intera leadership della PLO [appunto rifugiata in Libano] e distruggere la sua infrastruttura … Ma l’ambasciatore Argov sopravvisse e mangiò la foglia: molto tempo dopo l’attentato dichiarò di sospettare la responsabilità di Israele nel tentativo di assassinarlo.

Nello scenario B va considerato che alcuni dei presunti attentatori Arabi/Musulmani dell’11 settembre erano sorvegliati da parte di vari servizi segreti occidentali negli anni che precedettero gli attacchi. I servizi segreti che li monitoravano, ritenendoli possibili o probabili terroristi, erano tra l’altro quelli delle Germania, dell’America e di Israele.

In questo scenario non è da escludere che l’idea per gli attentati dell’11 settembre fosse suggerita a possibili/probabili terroristi Arabi/Musulmani da parte di agenti del Mossad.

Secondo questa ipotesi, sarebbe stato il Mossad a essere in effetti l’architetto del piano, con figure chiave nelle sfere neo-con sioniste americane a prendersi cura delle modalità che avrebbero garantito il risultato sperato, e cioè che gli attacchi avrebbero colpito gli obiettivi programmati. Considerando tutti gli aspetti di quanto accadde quel giorno, sono dell’avviso che il presidente Bush non fosse coinvolto nei preparativi per l’11 settembre. Penso fosse Cheney ad essere in controllo delle operazioni dalla parte americana, in quella che essenzialmente è stata un’operazione del Mossad eseguita sotto falsa bandiera (false flag operation).

Domanda: in che modo l’11 settembre ha servito gli interessi della psicopatica destra israeliana e dei suoi associati neo-con in America?

Nel loro modo di vedere le cose, Saddam Hussein [ex leader dell’Iraq] rappresentava l’unico ostacolo prevedibile al progetto della Grande Israele per il permanente dominio militare del modo Arabo. Accusando falsamente l’Iraq di coinvolgimento negli attentati dell’11 settembre, i sionisti e i loro associati neo-con americani hanno creato il pretesto che serviva per convincere Bush a entrare in guerra.

Come sappiamo, non era certo un segreto l’intenzione dei sionisti di disfarsi di Saddam Hussein. Nel 1996, sotto la direzione di Richard Pearl – che negli ambienti informati viene chiamato «il Principe delle Tenebre» - le sfere sioniste americane presentarono una proposta di legge [per Israele] mediante un documento dal titolo «Un taglio netto: una nuova strategia per salvaguardare il Regno». [Alan Hart sottolinea spesso nei suoi articoli che i politici sionisti americani e altre figure chiave sioniste negli ambienti di potere americani non operano per occuparsi degli interessi americani ma esclusivamente di quelli di Israele – un paese straniero! Ma lo stesso succede nei maggiori paesi europei, pur essendo la cosa meno nota al pubblico].

Il documento sollecitava il nuovo premier Netanyahu ad agire con decisione nel dare un taglio netto alle politiche del suo predecessore Yzak Rabin, inclini alle trattative di pace con l’OLP al costo di ‘concessioni’ di terre. Secondo il documento, la rivendicazione di Israele dell’intero territorio occupato era «legittimo e nobile». Diceva il testo: «Solo il riconoscimento incondizionato dei nostri diritti da parte degli Arabi costituisce una base solida per il futuro [il nostro del testo tradisce la totale identificazione dei politici e funzionari sionisti americani con Israele, non con gli USA, n.d.t.]. Solo dopo il taglio netto Israele sarebbe «libera di configurare la propria struttura strategica». E cosa avrebbe comportato ciò? Tra l’altro a «ristabilire il principio dell’attacco preventivo, … perseguire l’obiettivo di rimuovere Saddam Hussein dal potere in Iraq … contenere e indebolire la Siria, l’Iran e Hezbollah nel Libano».

In effetti, i «risolutori» del sionismo in USA e i loro associati neo-conservatori avevano da tempo un progetto in cantiere per disfarsi di Saddam Hussein. Erano furiosi quando Bush padre si era rifiutato di completare l’opera iniziata diversi anni addietro quando metteva insieme una coalizione per cacciare l’Iraq dal Kuwait [in quanto minaccia all’egemonia israeliana e al flusso di petrolio per gli USA]. Di conseguenza i «risolutori» americani a servizio del sionismo e i loro soci neo-con avevano bisogno di due cose: un presidente abbastanza stupido da credere ai loro deliri – e lo trovarono in “W” Bush; e poi un evento alla stregua di Pearl Harbour come pretesto per entrare in azione – che venne fornito con l’11 settembre.

Ma l’11 settembre era molto più di questo. In effetti dal punto di vista dei sionisti rappresentava una soluzione vincente in tutti i sensi.

Come era facile prevedere, dopo l’11 settembre un’ondata di crescente islamo-fobia attraversò l’intero mondo occidentale e in particolare gli Stati Uniti d’America. Nelle menti del pubblico americano disinformato e ignaro – e quindi della maggioranza degli americani – fu rinforzato il falso credo propagato dal sionismo che Israele rappresentasse per l’America l’unico vero alleato affidabile nell’intera regione Araba e Islamica.

NiHiLaNtH
Inviato: 14/9/2011 23:25  Aggiornato: 14/9/2011 23:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
In effetti, anche in merito alle sollevazioni in medioriente esistono teorie che le danno come interamente pilotate


http://www.nytimes.com/2011/04/15/world/15aid.html?pagewanted=all

florizel
Inviato: 14/9/2011 23:34  Aggiornato: 14/9/2011 23:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Rickard

Citazione:
Ciao Flo


Ciao, caro.

Citazione:
È una domanda sensata ed è anche giusto porsela


Grazie anche a te per averla accolta.

Citazione:
Non gliene frega un cazzo. Davvero. Letteralmente. Per chi vuole vedere appena oltre la superficie è ovvio che la VU è falsa come i soldi del Monopoli. E allora? Tanto che fanno?


Sono d'accordo con te, ma tu stai parlando delle conseguenze della "scoperta" che quello che hanno raccontato è falso.
Io mi interrogo sui motivi per cui i "falsi" siano stati tanto grossolani da permettere il loro svelamento.
E qui torniamo all'EFFETTO emozionale: è stato solo suscitando esso che sono passate come inosservate le incongruenze che OGGI voci anche attendibili, e fino a ieri insospettabili di tanta "audacia", rivelano (per modo di dire...) ai quattro venti.


Citazione:
Le coscienze si creano e si disfano. La “gente” (intesa come “massa”, come “moltitudine”) non ha alcuna coscienza in sé. La coscienza è dei singoli che ce l’hanno solo se sono informati e abbastanza liberi dalla propaganda da averne una.


E qui, invece, torniamo al discorso delle "masse" e della "creazione del consenso". E perfino del "dissenso", oserei dire.

Sembra quasi che questi 10 anni abbiano seguito un copione prestabilito, e che siano serviti a preparare il terreno a qualcosa di cui intuiamo a stento la gravità.
Se l'11 settembre, come dici, ha sortito degli effetti, questi saranno pienamente riconoscibili proprio in questi tempi... c'è una sorta di linea di continuità nel "passaggio" dall'amministrazione Bush ad Obama che sarebbe il caso di mettere a fuoco più dettagliatamente.

Ti abbraccio.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Calvero
Inviato: 14/9/2011 23:44  Aggiornato: 15/9/2011 1:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
........
....
.

Mi ha fatto piacere vedere quel video che hai postato in cui parli di Toscani (anche se è solo un pretesto per parlare di un concetto), poiché già quella volta, mi giravano le balle davanti alle sue foto "anticonformiste" che le ho sempre ritenute l'inizio delle suggestioni di un nuovo marketing a venire, oltre che alla questione principale e sociologica di "valvola di sfogo di varie pressioni" moderne di cui tu parlasti.

La domanda, poiché il gioco e il giogo è sempre in movimento e si evolve e mai si involve (poiché, o tracolla o funziona sempre meglio), è:
- come comprendere quali potrebbero essere i nuovi meccanismi che generano gli "sfiati" delle pressioni? In questo decennio quel "Toscani" è anacronistico, e l'attenzione è da rivolgere proprio a noi stessi a stare attenti a non battere il ferro sbagliato. Ferro sbagliato=distrazione - distrazione=uscire dal seminato.

Hai riportato parte dei tuoi interventi che non posso certo obiettare, e qui ora, stiamo elevando un tema che viaggia sul tipo di controllo che i Media hanno/avrebbero e avevo scritto in questi giorni:

Per dirne una. Se certi automatismi possono innescarsi a livello mediatico/giornalistico, è anche perché si è ben consci di quali siano i Dicktat a monte.

E' vero, OK, diciamo che ora se ne può parlare. Infatti abbiamo avuto il consenso di fare salotto ad altri livelli. Sarebbe una conquista? ... Questa la realtà. Il Ferro lo si batte quando è caldo. Ora non stiamo battendo niente. Questo, per me, il punto. Il fatto stesso che un "Minoli" abbia "parlato" (ma anche fino a un certo punto) è indice che la cosa non l'ha elucubrata in pochi mesi ... e prima "dormiva" perché osservava una volontà che comunque scendeva dall'alto. Invece, a mio parere, ora è univocamente plausibile che siamo nella fase del "lasciamoli sfogare".

Il punto è, appunto, un altro. A questo punto, AL Potere (fermo rimanendo che io credo nell'esistenza del NWO), risulterebbe vano fare - Trincea. Si è passato quello stadio. Ergo, si stanno muovendo strategicamente nel decennale e, mi ci taglio i tenerini: - questa cosa era già programmata per questo periodo; l'apertura di certi cancelli era in Agenda.

"Cancelli" che sono fondamentalmente un fattore psicologico. La massa, quando ci riesce, ha sempre sfondato i muri nel momento in cui aveva coscienza che gli stessi esistevano e li ostacolavano. Indi e per cui, fino al momento in cui l'ignoranza regnava sovrana in linea generale nella collettività (-edit- 7/8 anni dal 2001) questi MURI non venivano percepiti... ... e ora che, inevitabilmente e grazie ai cosiddetti movimenti per la verità, vengono a rivelarsi come per magia: ecco che i muri li si fanno apparire, ma soltanto, per "distruggerli". La domanda da farsi (e questa non è più un opinione personale, ma vale per ogni posizione) è la seguente: - qual'è quella forza che dà l'imprinting al cambiamento?

Questo è quello che trovo semplice. E lo vedo scivolare come l'olio nei meccanismi mediatici, accademici, intellettuali... ... sarebbe questa quindi un energia per il cambiamento? secondo me, no. E dopo l'11 Settembre 2011, si vedrà, si capirà a cosa vorranno ancora giocare. Intanto la massa viene così [psicologicamente, intesa come collettività e forma mentis] spiazzata, sbussolata. In un certo senso si lascia credere che un nemico abbia perso forza. Si è levata quella precisa forza che serviva ad abbattere lo Status Quo... ... se minimo minimo, di proporzione, quello "di cui ora si può parlare" (dopo 10 anni, non scordiamolo cosa significa) avrebbe un accezione così positiva, allora soltanto la "terminazione" di Osama Bin Laden, avrebbe scatenato nuove forze nella coscienza collettiva. Ma ciò io non l'ho visto. Ho visto soltanto crescere la consapevolezza degli "addetti ai lavori" e la disfatta dei Venduti alla "Attivissimo".

I primi segnali di un cambiamento, saranno quelli di una volontà di boicottaggio severa e pragmatica che parte dal basso. Una volontà comune e percepibile per cui la gente, a prescindere, inizia a comprendere che i Governi sono di fatto Illegittimi e non risanabili.


In un lavoro di sintesi veloce e alla buona, da una ricerca/articolo di M.Pamio, cito e parafraso:


- soltanto l’Ansa “offre” ogni giorno circa edit 2000 notizie si attualità, politica, economia e cultura. Le notizie ANSA raggiungono un target immenso già ai navigatori del WEB. Una singola Agenzia. Su scala mondiale, l’Associated Press, fornisce notizie a 3500 radio, 800 Televisioni, 1500 giornali in più di 120 Paesi.

La Reuters prepara 2000 giornalisti per 23 lingue in 151 Paesi.

La City di Londra (la potremo chiamare una piccola Vaticano?) è uno dei più piccoli migli quadrati più ricchi del mondo. Le istituzioni economiche più ricche e potenti che vi hanno sede come Banca di inghilterra, Lloyds, Barclays ecc.. che quest’ultima è una delle maggiori azioniste della Reuters..

Pochissime agenzie di stampa forniscono piramidalmente “sentenze” “giudizi” “notizie” (quando decidono di fornirle) in ogni angolo del mondo. Un monopolio che riesce ad auto-mascherarsi mirabilmente in pseudo particellizzazioni.

Era un bell’esempio l’azienda francese VIVENDI UNIVERSAL, nato come compagnia per la fornitura dell’acqua a Lione. Si è “trasformata” in un’azienda che controlla centinaia di televisioni, radio, giornali, riviste, mezzi di telecomunicazione, case discografiche e cinematografiche. Non ricordo bene se ora è entrata anche nell’industria Videoludica, poi portali Internet (universal studios, Polygram, MCA, Sci-fi channel, Ex-press, Wodafone, Monaco Telecom ....

...Pare non se la passavano bene, ma dietro le quinte ci era Lyberty media corporation, che gestisce Discovery, USA Network, Telemundo oltre cento case e riviste, otto canali digitali e ben 19 milioni di persone cablate ..

Quindi la Liberty (e daje co sti’ nomi) ha dietro sempre i soliti “noti”, ancora BARKLAYS, la rancese AXA assicurazioni LA FMR Fondiaria di Boston ... sempre corporazioni finanziarie a comandare, quelle che poi tirano le fila al teatrino della politica.

Il Lavoro di MURDOCK, sì anche lui, è in connessione con la LIBERTY. Anche l’Impero della AOL/TIMA WARNER che controlla le azioni di 64 riviste, incluso Time, e case cinematogtafiche come la Columbia, WARNER, ... e dietro c’è ancora la AXA, BARCKLAYS, JP MORGAN & CO ..e poche altre sorele...

... gli stessi cartelli più o meno stanno dietro alla VIVENDI, VIACOM, LIBERTY, AOL Walt Disney.. si potrebbe dire che ha un bell’occhio questo Big Brother, ma anche una grande bocca, si potrebbe aggiungere...

ma anche il caro Opus Dei influenza 179 università, 630 quotidiani e riviste e 52 catene televisive ..


Citazione:
In conclusione, non voglio convincerti di nulla, voglio solo dirti che io ho sempre cercato di rimanere coerente con me stesso, costi quel che costi. E a questo punto della mia vita credo che difficilmente qualcuno riuscirà a farmi cambiare direzione, e tantomeno riuscirà a farla cambiare a luogocomune.


Ecco, l'ultima parte (quella che ho messo in neretto) spero che tu l'abbia detta diciamo per "deontologia" e orgoglio (nella sua nobile accezione), poiché proprio il fatto di aver detto di prendere le distanze, era in ossequio a questo Principio che implicitamente ero già conscio di aver compreso e di rispettare. Non avrei sollevato queste critiche se pensavo che il Fine delle mie discussioni doveva essere quello far cambiare direzione ...

... si collabora, si litiga, si discute, con l'idea, parlo per me, che si abbia un affinità e una Meta che sia cardine comune di uno stesso sentire, percepire, respirare, ruminare ...

... ecco, in questo ho sentito una distanza che è cresciuta anche quando abbiamo discusso sulle tue apparizioni in TV.

Rimango dell'idea che viviamo momenti in cui lo spirito la dirà lunga, e la dirà lunga in faccia alle morali religiose, intellettuali e ideologiche. Utilizzare il Sistema per combatterlo non è la stessa cosa di dire, di usare le logiche del Sistema per combatterlo.

Credo che entrambi le nostre posizioni, abbiano un lungo percorso di studi, e vaste ruminazioni, ma anche contatti reali nel mondo che ci circonda.. e perciò sarebbe futile, come già ho scritto, spulciare e dibattere di NWO e GRANDE FRATELLO .. non se ne verrebbe fuori. In questo caso, è veramente una cosa valida discutere attraverso le punte dell'ICEBERG dei nostri Vissuti (e non parlo solo di Calvero e Mazzucco). Questo lo dico con la coscienza e l'umiltà che i meriti di una grande costruzione mediatica di LC non è certo merito mio e di qualcun'altro, ma di Massimo ... ergo, veramente, il mio credito che sento di avere è solo quello di contribuire finché lo ritengo opportuno e MAI di prevaricare le tue fatiche. Giuste o Sbagliate che siano, sono fatiche che ti appartengono.

Citazione:
Spero di cuore che tu rimanga fra noi, anche se non dovessimo mai trovarci d’accordo su nessun argomento da qui all’eternità.


Ho scritto di getto e forse non mi sono spiegato bene, ma non credo che potrei o si potrebbe andare oltre in questo diverbio specifico, e sarebbe anche una palla.. farlo.

Chi non accetta, si dice, non merita. Non so se è sempre valida questa massima, ma ora so di poterla ritenere tale. Rimango col cuore un po stretto (è l'unica metafora che dice cosa provo ora, spero me la si passi e che tu comprenda cosa significa).. ma rimango.

Non ho controllato l'ortografia poiché altrimenti potrei incespicare in rimandi e far divenire la cosa più fredda. LA lascio così, di getto

Citazione:
Forse è solo una questione di capirci meglio fra di noi.


Di cuore, spero veramente di sì

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
TAD
Inviato: 15/9/2011 0:28  Aggiornato: 15/9/2011 0:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Sarebbe possibile trascorrere giornate intere, sulla rete, respirando l'atmosfera tesa e permeante degli scambi tra Massimo Mazzucco e il resto degli internauti.

Sono online decine di blog aventi come target&mission ...il founder di questa board.

Ma l'aspetto più interessante del... Fenomeno Mazzucco è il FATTO che tutti gli scontri più interessanti... siano avvenuti quì... su Luogocomune.

Ingaggiati dagli utenti storici di Luogocomune.

Sarà che quando scrive Calvero divento ...inguaribilmente romantico ma...

Citazione:
Giuste o Sbagliate che siano, sono fatiche che ti appartengono.


...su questo non c'è alcun dubbio per cui... quoto, boldo e ...colgo l'occasione per ringraziare il founder.

~WÃSÐ Lifestyle~
cagliostro
Inviato: 15/9/2011 9:38  Aggiornato: 15/9/2011 9:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Peonia scrive

Citazione:

Massimo mi spiace tanto ma non sono affatto concorde sul fatto del "CONTROLLO", per me esiste eccome, lo vediamo quotidianamente e se qualcuno ogni tanto fa finta di essere "libero" non significa che il controllo non viene esercitato!!!
E' esattamente come per le SCIE CHIMICHE, le fa l'Areonautica con l'avallo del Governo, sono tutti implicati politici, metereologi e militari! come funziona lì, funziona dappertutto!!
forse siete troppo ingenui voi....


P.S.: In USA sono in aumento casi di ischemia cerebrale fra i giovani....


Perdonami Peonia, deformazione professionale, ti riferivi a questo articolo, in cui si dice:

Hypertension, diabetes, obesity, lipid disorders, and tobacco use were among the most common coexisting conditions, and their prevalence increased from 1995 to 2008 among adolescents and young adults (aged 15–44 years) hospitalized with acute ischemic stroke.

Increases in the prevalence of ischemic stroke hospitalizations and coexisting traditional stroke risk factors and health risk behaviors were identified among acute ischemic stroke hospitalizations in young adults. Our results from national surveillance data accentuate the need for public health initiatives to reduce risk factors for stroke among adolescents and young adults.

Si parla di ipertensione, diabete, obesità, dislipidemie e tabagismo che corrono parallelamente all'incremento dell'ischemia cerebrale ...senza alcuna polemica, ma se un paziente si deve preoccupare, cominci a farlo in riferimento ad elementi riconosciuti, piuttosto che ad elementi ipotetici, un saluto cordiale, ciao !

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
Ettore
Inviato: 15/9/2011 12:12  Aggiornato: 15/9/2011 12:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/9/2004
Da:
Inviati: 649
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
EH ! EH ! EH ! EH !

HO CORRETTO il mio post sopra....!


Ettore

un sorso ogni tanto fa bene !!

P.S.
NON LO SAPEVATEEEEE......???

baciccio
Inviato: 15/9/2011 14:55  Aggiornato: 15/9/2011 14:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 536
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Cassandra:Citazione:
- La manovalanza dell'11 settembre, quelli che hanno minato le Torri eccetera, NON è stata scelta tra bravi padri di famiglia statunitensi. Era con ogni probabilità gente appartenente a servizi segreti di altri Stati stranieri. I miei sospetti ricadono sull'ISI pakistana. Non era assolutamente difficile assoldare, con la complicità di Musharraf, qualche decina di agenti pakistani e infilarli nelle Twin Tower a fare il lavoro sporco. Nessuno avrebbe fatto caso alle loro fattezze "extracomunitarie" né alla loro lingua, in fin dei conti si trattava di "operai".


Quali sono i fatti, o le notizie di cronaca in particolare, che ti fanno propendere per la pista pachistana?
Forse i cinque " pachistani danzanti" che vennero arrestati e liberati dopo circa due mesi da un influente correligionario dell'amministrazione americana, nonostante che, due di essi, come venne appurato, fossero agenti del servizio segreto pachistano?
Oppure ti insospettiscono le centinaia di " studenti d'arte"pachistani che vennero riconosciuti come spie da parte delle autorità americane e rilasciati in massa?
E dei gioccatolai pachistani hai menzione?
Infine hai in sospetto la influente lobby pachistana nonchè la presenza insolitamente affollata di pachistani con doppio passaporto presenti nei gangli decisionali della polica americana?

audisio
Inviato: 19/9/2011 17:53  Aggiornato: 19/9/2011 17:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Mi scuso per l'OT ma devo rivolgere una domanda urgente
a massiimo, non uso i PM, e questo thread è virato spesso
sulla gestione del sito.
Vorrei da massimo una spiegazione ufficiale sul ruolo degli
utenti Sertes e Decalagon.
Vanno considerati tuoi alter ego?
Se la risposta è affermativa, allora lascio immediatamente e per
sempre LC perchè non tollero da nessuno certi atteggiamenti da
divetta.
Se così non è, come io credo, allora gradirei che tu lo ricordassi ai
suddetti perchè agiscono come se lo fossero.
Addirittura Sertes pretende che io non lo citi nei miei post.
Ho detto semplicemente menzionare, a qualunque titolo.
Ora, se tutti mettessero queste barriere addio sito e addio forum.
Se vuoi che non si parli di ciò che argomenti non postare.
Mi sembra semplice...
Aspetto una risposta e mi scuso ancora per l'OT, ma mi sembra un
chiarimento utile per tutti.
Grazie...

Sertes
Inviato: 19/9/2011 18:07  Aggiornato: 19/9/2011 18:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Vedi Audisio, la tua libertà finisce dove comincia la mia.
Se per ripetute volte scrivi "Sertes dice che..." e poi scrivi una menzogna, io ti posso indicare di non farlo.
Siccome persisti, e la cosa va avanti da due anni, io ti diffido dall'associare il MIO nome alle TUE affermazioni, in generale.

La cosa finisce qui.

La tua libertà finisce dove comincia la mia.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
audisio
Inviato: 19/9/2011 18:12  Aggiornato: 19/9/2011 18:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
L'ultimo commento di Sertes chiarisce definitivamente quanto
sia fuori completamente.
Ribadisco la mia domanda a massimo:
condividi questi atteggiamenti dittatoriali?
Rappresentano il sito?
Chiedo una pronuncia ufficiale.
E ripeto:
se la risposta è sì, me ne vado definiyivamente, so che la cosa farà
piacere a sertes ma pazienza, quanno ce vò ce vò...
In caso contrario, ed è ciò in cui credo fermamente, chiederei a
massimo di consigliare a sertes atteggiamenti meno aggressivi e
intolleranti del pensiero altrui.
Grazie...


P.S.: se non fosse chiaro, quanto afferma sertes è pazzesco, in quanto
è lui a giudicare se uno è pertinente o meno?
Perchè forse non ho chiarito che sertes ha minacciato di rivolgersi a
massimo per far rimuovere tutti i miei post in cui lui è semplicemente
citato.
Questo è fascismo allo stato puro...

Decalagon
Inviato: 19/9/2011 18:14  Aggiornato: 19/9/2011 18:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Citazione:
Vorrei da massimo una spiegazione ufficiale sul ruolo degli utenti Sertes e Decalagon.


LOL! Mi paga troppo poco per fare quello che faccio, audisio Ad ogni modo metti anche qualche indicazione, tipo questo thread:

http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=6537&forum=7

Così si capisce anche a cosa ti stai riferendo.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
Sertes
Inviato: 19/9/2011 18:16  Aggiornato: 19/9/2011 18:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Tu devi restare, perchè ti fa solo bene parlare e confrontarti con gli altri.
Se viceversa pensi che questo di dia la libertà di infangare il mio nome, ti sbagli.
Parla di quello che vuoi, con chi vuoi.
Solo, non associare il MIO nome alle TUE teorie.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
audisio
Inviato: 19/9/2011 18:22  Aggiornato: 19/9/2011 18:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Sertes, quand'è che ti avrei associato alle mie teorie?
Ossia, avrei scritto che tu supporti la teoria ologrammi?
Porta il link e ti pago mille euro.
Altirmenti smettila tu con le menzogne...

Sertes
Inviato: 19/9/2011 18:39  Aggiornato: 19/9/2011 18:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Sono due anni che lo fai, mi perdonerai se riporto solo l'ultima volta, quella di oggi:

Citazione:
Audisio ha scritto:
Sertes ci tiene a ribadire che per lui erano 767 resi droni e non
droni tradizionali, perchè il ragazzo è intelligente e sa che
a quel punto sorgerebbero altri problemi


Citazione:
Sertes ha scritto:
io non credo alla teoria dei droni, ti ho solo spiegato che risolvere la questione con dei droni è non impossibile.
La teoria ologrammi invece è impossibile
Per me la critica alla V.U. è sulla mancata difesa aerea, sui crolli, sul pentagono. La natura degli aerei che hanno colpito le twin towers non è significativa nel dimostrare falsa la V.U.


Citazione:
Audisio ha scritto:
La questione fra me e Sertes è questa, il 767 avrebbe volato ad una velocità superiore a quella massima del 767 a quella quota e di molto
anche, a memoria mi sembra un differenziale intorno ai 150 km/h.


Citazione:
Sertes ha scritto:
No Audisio, non abbiamo questioni aperte io e te che riguardino il 767.

Te l'ho già detto in tutte le salse, quindi con quest'ultima frase con me hai chiuso.

Ti diffido da menzionarmi ancora nelle tue discussioni, soprattutto ti diffido dallo scrivere che io affermo questo o quello.

Qualsiasi ulteriore menzogna che scrivi a mio nome verrà segnalata alla redazione per la rimozione.


I mille euro puoi tenerli, non sto nemmeno a fare battute, m'hai fatto scendere la catena su tutto.

Non menzionare il MIO nome a fianco di TUE teorie.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
audisio
Inviato: 19/9/2011 19:01  Aggiornato: 19/9/2011 19:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
Sertes, tu dici di aver dimostrato che la teoria ologrammi è impossibile
mentre la droni è possibile.
Io invece sì che ti ho dimostrato con gli strumenti della logica che se
le motivazioni dell'impossibilità della ologrammi sono quelle che dai tu,
allora anche la droni è impossibile, perchè un aereo non può volare molto
oltre la velocità massima, colpire un obiettivo difficilissimo e senza la
minima vibrazione, anche col controllo remoto.
Ma il problema non è questo, il problema è che tu indichi al pubblico
ludibrio gli utenti le cui idee non ti piacciono e minacci di chiedere la
rimozione dei post a massimo se contengono il tuo nome.
Ma chi sei, er duce?


P.S.: quando in quei post dico "Sertes dice che..." è ovvio che mi
riferisco ai motivi per cui ritieni la teoria droni possibile.
Non fare il finto tonto, qui nessuno sarebbe così stupido da sostenere
una qualsiasi teoria appunto scommettendoci sopra.
Si parla sempre di convincimenti, di opzioni.
Se qualcuno oggi mi chiedesse "credi fermamente alla teoria ologrammi"?
risponderei no.
Ma se mi chiedessero:
"la ritieni possibile?"
risponderei sì.
Per cui non fare il furbo...

Redazione
Inviato: 19/9/2011 19:23  Aggiornato: 19/9/2011 19:23
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
AUDISIO: Ho letto la tua richiesta di chiarimenti, ma non capisco bene cosa tu desideri sapere.

Sertes e Decalagon sono normalissimi utenti, che non hanno nessun diritto più degli altri. Oltre a questo, ti prego di essere più specifico, perchè non ho nessuna voglia di tornare a leggere da cima a fondo le discussioni sugli ologrammi.

Grazie.

HostFat
Inviato: 19/9/2011 19:52  Aggiornato: 19/9/2011 19:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/8/2007
Da:
Inviati: 139
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
@massimo
A proposito di quanto dici in quel piccolo spezzone da Ferrarara, ti consiglio di leggerli un libricino:
http://www.libreriauniversitaria.it/psicologia-inerzia-solidarieta-spettatore-fronte/libro/9788806157340

:)

Redazione
Inviato: 19/9/2011 20:03  Aggiornato: 19/9/2011 20:03
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
HOSTFAT: bello il concetto: "Inerzia e solidarietà sono le due facce di un'unica medaglia che spesso mette a dura prova la capacità di comprensione degli eventi."

Grazie.

audisio
Inviato: 20/9/2011 12:08  Aggiornato: 20/9/2011 12:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Intervista a Massimo Mazzucco
@ massimo:
non avevo alcuna intenzione di coinvolgerti nella discussione
tra me, sertes e decalagon.
Volevo soltanto che mi ribadissi in maniera ufficiale quello che
già sapevo:
ossia che sertes e decalagon sono due normalissimi utenti.
Dunque, sertes non può chiedere che non lo si citi in alcun
modo in un qualsiasi post, mnacciando in caso contrario, ritorsioni
che non ha il potere di mettere in atto.
Il fatto poi che la citazione sia o meno appropriata è una questione
da considerare caso per caso e la cui valutazione, in ogni caso, non
spetta a lui ma appunto alla redazione del sito cioè a te.
Grazie, massimo, per la chiarezza...


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA