Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
 DVD-SHOP

ACQUISTA I FILM
DI LUOGOCOMUNE
 Amazon
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 --





 Menu principale
 Utenti Online
Iscritti: 12958 + 3481
50 utente(i) online (28 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 1
Utenti anonimi: 49

scrapolla, Altro...
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata
 Commenti recenti
Re: Lettera di un 14enne sulla scuola
scrapolla 31/7/2014 0:58
Re: Commenti liberi
peonia 31/7/2014 0:45
Re: Commenti liberi
Merio 31/7/2014 0:36
Re: Lettera di un 14enne sulla scuola
m4x 31/7/2014 0:35
Re: Commenti liberi
cavu77 30/7/2014 23:56
Re: Commenti liberi
horselover 30/7/2014 23:45
Re: Lettera di un 14enne sulla scuola
invisibile 30/7/2014 23:34
Re: Lettera di un 14enne sulla scuola
RiccardoG 30/7/2014 23:23
Re: Lettera di un 14enne sulla scuola
MrStewie 30/7/2014 22:58
Re: Ralph Renè: cos'è l'EBS
totalrec 30/7/2014 22:57
Re: Lettera di un 14enne sulla scuola
invisibile 30/7/2014 22:41
Re: Lettera di un 14enne sulla scuola
Dar56 30/7/2014 22:36
Re: Lettera di un 14enne sulla scuola
horselover 30/7/2014 22:35
Re: Lettera di un 14enne sulla scuola
BaBaJaN 30/7/2014 22:26
Re: Lettera di un 14enne sulla scuola
Mrexani 30/7/2014 22:17
Re: Lettera di un 14enne sulla scuola
Triac 30/7/2014 22:06
Re: Lettera di un 14enne sulla scuola
Vmagic 30/7/2014 21:54
Re: Lettera di un 14enne sulla scuola
Marsi 30/7/2014 21:40
Re: Lettera di un 14enne sulla scuola
Mrexani 30/7/2014 21:16
Re: Lettera di un 14enne sulla scuola
Bauzz 30/7/2014 21:13
 Recent Topics
La Nuova Cronologia di Anatolij Fomenko
MH 17 (nuovo thread)
OLOCAUSTO PALESTINESE
Questioni Tecniche - tutto quello che vorresti sapere su LC e mai lo verrai a sapere
Chi siamo veramente, cosa siamo veramente?
I governi mondiali
Cosa state ascoltando?
Gustavo Adolfo Rol
l'angolo della salute
AIUTI URGENTI PER GAZA
Il Senato dei Raccomandati
canneto di caronia
Scie chimiche- dibattito- Ma scusate...
Reddito di cittadinanza Europeo
I pacifisti italiani sono stati uccisi a Genova
L'angolo dei video
Urgente: "inganno globale"
Vannoni presenta il suo Metodo Stamina
il viaggio inconsapevole
L'angolo delle immagini
ENNESSIMA PORCATA ITALIANA NASCOSTA AL POPOLO BUE
Cosa è l'ACIDO ASCORBICO (vitamina C)?
Musica dal vivo
Civiltà Ebraica
Vergognamoci per loro
Messaggi da un Maestro taoista
Arkadij Petrov e Gregari Grabovoj – bio-informazione
Abbattimento MH17
Altre campane - raccolta
Cronaca di un inciucio annunciato

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


politica italiana : I DUE ANNEGATI: PICCOLA STORIA DEI BISAGLIA
Inviato da Kolza il 23/10/2004 5:10:00 (9521 letture)

I DUE ANNEGATI: PICCOLA STORIA DEI BISAGLIA

di Simone Colzani (Kolza)

Quando penso alla vicenda dei due Bisaglia, Antonio detto Toni, politico, e Mario, sacerdote, non posso fare a meno di notare delle sinistre analogie tra le loro premature dipartite e quelle dei due, più famosi, fratelli Kennedy. Entrambe le coppie sono morte in circostanze analoghe: negli States JFK e RFK sono stati vittime di due attentatori solitari, mentre i due Bisaglia sono più prosaicamente annegati. Tuttavia, al di qua come al di là dell'oceano, i dubbi sulle effettive dinamiche delle morti non sono mai stati sopiti, neppure davanti a pronunce giudiziali.

Io, come molti altri (una maggioranza più o meno silenziosa), non ho mai creduto più di tanto alle evangeliche versioni ufficiali. Quindi, potete capire quanto sia stato felice quando, nella nostra Italietta, ho appreso della decisione di un tenace magistrato di riaprire le indagini sulla morte di Don Mario Bisaglia.

Premetto che la conoscenza di questa vicenda mi deriva da un ottimo libro investigativo, Gli Annegati, opera di Daniele Vimercati (prematuramente scomparso) e Carlo Brambilla. La vicenda che coinvolge direttamente il parroco rodigino iniziò il 14 agosto 1992: in questa data, infatti …

…il sacerdote fu ritrovato cadavere nel lago di Centro Cadore, nel Bellunese. L'autopsia condotta 12 anni fa non riscontrò particolari anomalie che non facessero pensare ad un suicidio. Indizi contrari, come una telefonata anonima che aveva riferito di una macchina dalla quale venne scaricato nel lago un corpo, non vennero computati, mentre vi furono diversi richiami interessati ad un presunto tentativo di suicidio di qualche tempo prima, mediante assunzione di psicofarmaci (in realtà la cartella clinica parla di gastrite acuta).

In realtà, il combattivo prete non aveva motivo alcuno di porre fine ai suoi giorni: da poco tempo, infatti, aveva capito chi e come aveva potuto eliminare il fratello Toni e molto probabilmente si stava recando nel Cadore per chiedere consiglio ad un personaggio molto speciale che lì stava trascorrendo le sue vacanze, il Papa. Sorpresi, vero?

Facciamo un passo indietro: quando morì, nell'estate 1984, il senatore democristiano Antonio Bisaglia era il numero 5 all'interno del suo partito e, dopo diversi incarichi politici (fra cui anche qualche ministero), aveva raggiunto sicuramente un certo peso (e correlativamente, una certa "scomodità" per suoi avversari). Nel mare antistante a Portofino, quel 26 giugno, Toni stava godendosi il sole a bordo del suo yacht Rosalù, insieme alla moglie Romilda Bollati di Saint Pierre, quando, per motivi ignoti finì a mare: quando fu ripescato, le speranze di rianimarlo risultarono scarse. Tuttavia, la dinamica dei fatti non fu assolutamente accertata, tanto che gli imbarcati di quel giorno fornirono versioni concordanti tra di loro.

Non vi fu autopsia, perchè, come fu accertato da alcuni scrupolosi giornalisti, Francesco Cossiga, arrivato in loco a tempo di record, riuscì a sottrarre il corpo agli esami che andavano fatti a norma di legge, cosicchè la salma di Toni fu caricata in fretta e furia su un C130 dell'Aeronautica Militare con destinazione Roma, per le esequie di Stato.

Così ebbe fine l'esistenza di Antonio Bisaglia, passato dalla piccola provincia veneta ai fasti della vita romana, alla guida della potente corrente dorotea della DC, con la non comune esperienza che gli consentì di transitare quasi indenne dalla stagione dei grandi scandali (Lockheed, Pecorelli, Petroli, P2).

La fine di Toni Bisaglia lasciò il gruppo dei dorotei senza una guida: nel giro di poco tempo sparì dalla circolazione pure uno dei suoi amici più fidati, quell'Ugo Niutta grand commis posto a capo della Farmitalia (ora Carlo Erba) proprio dal politico rodigino; sapete dove e come morì Niutta? A Londra, come poco prima Calvi, legato a doppio filo alla vicenda P2. Ed anche lui, amico degli amici piduisti di Bisaglia, si suicidò, almeno ufficialmente.

E forse il manager napoletano, nipote di uno dei pioneri dell'aviazione italiana (che diede il nome all'aeroporto di Capodichino), del trittico funebre dei Bisaglia, ha avuto la morte più inquietante. Collaboratore dell'OSS durante la 2a Guerra Mondiale, con il nome in codice di Antelope Cobbler (che ricorrerà poi in vari scandali italiani) ed amico del colonnello dei carabinieri Varisco (freddato a Roma dalle Brigate Rosse), Niutta ingerì una quantità spropositata di Tavor, riuscendo a porre fine ai suoi giorni. Certo, era malato di Parkinson, ma le terapie "conservative" avevano fatto passi da gigante, consentendogli di condurre un'esistenza normale. Il fatto di aver scelto Londra come città-scenario per il suo suicidio suona invece molto strano: Calvi e Niutta molto probabilmente si conoscevano, grazie alle comuni frequentazioni (è stato dimostrato che Bisaglia e co. conoscevano molti papaveri appartenenti alla loggia di Licio Gelli) e la morte del secondo rientrava nella più ampia strategia di liquidazione del potere dei dorotei, che solo pochi anni prima aveva sofferto la perdita di Moro (indicativa in merito la frase "Il mio sangue ricadrà su di voi", indirizzata a Cossiga ed Andreotti).

Ancora più inquietante rimangono comunque le circostanze sulla morte di Don Mario Bisaglia: in quei luoghi ove trovò la morte, oltre a Karol Woytila, si trovavano in vacanza Cossiga, Gelli ed Andreotti. Una domanda, al di là delle congetture, delle teorie e delle ipotesi, rimbalza nelle menti di quanti si sono interessati alla vicenda: perchè suicidarsi a centinaia di km da casa, quando nella provincia di Rovigo ci sono due fiumi come l'Adige e il Po?
Probabilmente perchè il sacerdote non aveva nessuna intenzione di uccidersi: pochi giorni prima aveva conosciuto particolari essenziali sulla morte del fratello, ma le sue informazioni provenivano dal confessionale; allora, dopo aver chiesto invano al vescovo di Rovigo la dispensa dal segreto, è plausibile ipotizzare che si volesse recare in Cadore proprio per chiedere tale dispensa all'unica persona che potesse concedergliela, e cioè, al Papa.

Ed è significativo che, ad onta della versione ufficiale, la Chiesa abbia optato per ricordare Don Mario con un funerale solenne in Duomo: strano per un sacerdote suicida?

Ora, un magistrato "di provincia", con un semplice esame (la presenza o meno di alcuni organismi monocellulari) rischia di riaprire una vicenda che, come quella, notevolmente più grande, dei due Kennedy quarant'anni fa, destò parecchio scalpore. Un vero e proprio pugno nello stomaco di chi architettò la morte di un vecchio sacerdote. Troppo combattivo per svelare al mondo la verità sulla morte del fratello.

Simone Colzani (Kolza)

Voto: 9.00 (2 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
30/7/2014 18:50:00 - Lettera di un 14enne sulla scuola
29/7/2014 10:58:34 - Ralph Renè: cos'è l'EBS
27/7/2014 21:20:00 - Commenti liberi
25/7/2014 20:00:53 - Quelli che il debito pubblico c'è perché abbiamo vissuto al di sopra delle nostre possibilità
24/7/2014 22:20:00 - Renzi come Obama: stessi errori, stessa presunzione
22/7/2014 18:20:00 - La "diretta TV" dalla Luna
21/7/2014 10:30:00 - Commenti liberi
18/7/2014 20:40:00 - Aereo malese abbattutto
17/7/2014 13:50:00 - "L'F-35 è un bidone", parola di esperto
14/7/2014 19:24:35 - Sul debito argentino è il vero scontro di civiltà
13/7/2014 20:20:00 - La striscia di Sorrento
12/7/2014 19:38:06 - La scienza 'boccia' le cure alternative
10/7/2014 19:40:00 - I "ribelli" dell'ISIS continuano a far regali agli americani
8/7/2014 21:01:32 - Commenti liberi
7/7/2014 10:00:00 - I media americani, liberi e indipendenti

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
DIVA
Inviato: 23/10/2004 10:59  Aggiornato: 23/10/2004 10:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2004
Da:
Inviati: 530
 Re: I DUE ANNEGATI: PICCOLA STORIA DEI BISAGLIA
Ci sono dei fatti inquietanti che precedono la morte di Bisaglia (l'onorevole) Si era nel bel mezzo dello scandalo dei petroli, ed era il periodo in cui un certo Pecorelli teneva sotto scacco un po' di politici. Bisaglia fu accusato di aver finanziato la rivista OP di Pecorelli e costretto a dimettersi. Pecorelli viene ucciso, sappiamo come (4 colpi in bocca...bel messaggio eh?). Vengono ritrovati dei documenti interessanti nello studio di Pecorelli..e lo scandalo petroli dilaga. Intanto Bisaglia riesce a defenestrare in veneto il suo padrino Rumor, sottraendogli il controllo sia di numerosi istituti religiosi, sia la monopolizzazione della stampa cattolica. Bisaglia , capogruppo al Senato, della corrente dorotea, morira' in uno strano "incidente" in mare mentre il fratello che voleva fare luce sulla quella strana morte ...si "suicidera'" un po' di tempo dopo. Insomma ..pare che tutto giri ancora attorno alla P2 , al caso Moro, a Pecorelli e naturalmente a grandi enormi quantita' di denaro, che allora come ora , potevano "dirottare" la politica nell'ottica o nel disegno voluto. diva

Redazione
Inviato: 23/10/2004 18:36  Aggiornato: 23/10/2004 18:36
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 17899
 Re: I DUE ANNEGATI: PICCOLA STORIA DEI BISAGLIA
Chissà se un giorno "qualcuno" di noi avrà voglia di ricostruire tutto quel nobile tratto della nostra storia?

SirPaint
Inviato: 4/10/2007 14:58  Aggiornato: 4/10/2007 14:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/5/2005
Da: Laputa
Inviati: 355
 Re: I DUE ANNEGATI: PICCOLA STORIA DEI BISAGLIA
Il Ten.Col. Antonio Varisco stava per abbandonare il suo ufficio in Piazza delle 5 Lune per andare a lavorare con Ugo Niutta della Farmitalia (ex-Carlo Erba).

Semplici coincidenze.

No Plane!
i7sigilli
Inviato: 16/9/2012 19:52  Aggiornato: 16/9/2012 19:52
So tutto
Iscritto: 26/1/2010
Da:
Inviati: 3
 Re: I DUE ANNEGATI: PICCOLA STORIA DEI BISAGLIA


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA