Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


chiesa e religione : Anche il Papa si è "indignado"
Inviato da Redazione il 25/10/2011 1:50:00 (6658 letture)

Se io venissi eletto papa, il mio primo problema sarebbe quello di portare avanti l’agenda del Vaticano, da sempre elitaria e restauratrice, cercando nel contempo di apparire come un difensore delle masse oppresse e sfruttate in tutto il mondo.

Quale migliore occasione, quindi, per una “cavalcatina” fuori porta, quando là fuori da cavalcare c’è addirittura un movimento mondiale, che protesta per le ingiustizie subite a causa di un sistema finanziario che ha allargato ormai la forbice del benessere oltre ogni limite di sopportazione?

Se poi fossi particolarmente astuto, non introdurrei concetti nuovi – sempre rischiosi in ogni caso - ma mi adagerei comodamente su frasi e citazioni altrui, in modo da allontanare da me ogni possibile sospetto di manipolazione del messaggio. A quel punto ci infilo dentro le conclusioni a cui voglio arrivare, e il gioco è fatto.

Tanto la gente al meccanismo problema-reazione-soluzione ormai è abituata, per cui nessuno si accorgerà che mancano i passaggi logici fondamentali fra la premessa e le conclusioni.

Sarà un caso, ma sembra proprio questa la strategia adottata da Joseph Ratzinger per introdursi nel dibattito mondiale sulla finanza attualmente in corso.

Il documento pubblicato ieri dal Vaticano si intitola “Per una riforma del sistema finanziario e monetario internazionale nella prospettiva di un’autorità pubblica a competenza universale”, ...


... ed è formato dal “Pontificio consiglio della giustizia e della pace”. (Perchè ovviamente è nel nome della giustizia e della pace che ci vengono dati questi “consigli”, non dimentichiamolo).

Sulla “premessa” del documento, ovviamente, c’è poco da dire: il disastro globale è sotto gli occhi di tutti, lo scontento popolare dilaga in ogni paese, e non ci vuole certo un coraggio da leone per riconoscere apertamente la rabbia della gente.

Basterà citare “una tendenza negativa della produzione e del commercio internazionale, con gravi riflessi sull’occupazione, e con effetti che ancora non hanno probabilmente esaurito tutta la loro portata,“ poi ci aggiungi che nei “Paesi ed aree dove mancano ancora i beni più elementari della salute, del cibo, del riparo dalle intemperie, oltre un miliardo di persone sono costrette a sopravvivere con un reddito medio di poco più di un dollaro al giorno,” e a quel punto il tuo ruolo di difensore dell’umanità è stato sdoganato.

E nemmeno sull’analisi delle cause che ci hanno portato alla situazione odierna è necessario sbilanciarsi più di tanto. Basta dire che “alcuni sottolineano anzitutto gli errori insiti nelle politiche economiche e finanziarie; altri insistono sulle debolezze strutturali delle istituzioni politiche, economiche e finanziarie; altri ancora le attribuiscono a cedimenti di natura etica intervenuti a tutti i livelli, nel quadro di un’economia mondiale sempre più dominata dall’utilitarismo e dal materialismo” e sei a posto. E se proprio ci tieni ad apparire “informato”, specifichi che “negli ultimi decenni sono state le banche ad estendere il credito, il quale ha generato moneta, che a sua volta ha sollecitato un’ulteriore espansione del credito. Il sistema economico è stato in tale maniera spinto verso una spirale inflazionistica che inevitabilmente ha trovato un limite nel rischio sostenibile per gli istituti di credito, sottoposti ad un pericolo ulteriore di fallimento, con conseguenze negative per l’intero sistema economico e finanziario.“

Sono cose che ormai trovi anche sul Corrierino dei Piccoli, ma dette dal Papa fanno sempre un certo effetto.

Bene, ora che hai presentato problema e reazione, è giunto il momento di introdurre la soluzione. Ma attenzione - come dicevamo prima - non dirlo subito in prima persona, fallo prima dire dagli altri che è meglio:

"Nella profetica Lettera enciclica Pacem in terris del 1963, [Giovanni XXIII] avvertiva che il mondo si stava avviando verso una sempre maggiore unificazione. Prendeva quindi atto del fatto che, nella comunità umana, era venuta meno la rispondenza fra l’organizzazione politica « su piano mondiale e le esigenze obiettive del bene comune universale ». Per conseguenza auspicava la creazione, un giorno, di «un’Autorità pubblica mondiale »."

Avete notato la finezza? “Per conseguenza”, ci dice Ratzinger, come se già allora quella fosse l’unica soluzione possibile.

E se per caso la citazione di Roncalli apparisse troppo obsoleta, c’è sempre qualcosa di più recente a cui ricorrere: “La crisi, insegna Benedetto XVI, « ci obbliga a riprogettare il nostro cammino, a darci nuove regole e a trovare nuove forme di impegno, a puntare sulle esperienze positive e a rigettare quelle negative. La crisi diventa così occasione di discernimento e di nuova progettualità. In questa chiave, fiduciosa piuttosto che rassegnata, conviene affrontare le difficoltà del momento presente ». Gli stessi leader del G20, nella Dichiarazione finale di Pittsburgh del 2009, affermano del resto come « la crisi economica dimostra l'importanza di avviare una nuova era dell'economia globale fondata sulla responsabilità ».

Se lo dicono “gli stessi leader del G20” possiamo sicuramente fidarci. Cioè, gli stessi burattini dei banchieri che ci hanno portato alla rovina ora dovrebbero fornirci la soluzione.

Ma Ratzinger non si preoccupa di queste piccole contraddizioni. Dopo aver spianato la strada alla “ovvietà” della soluzione, vola dritto verso il suo obiettivo: “Un'attenzione specifica andrebbe riservata alla riforma del sistema monetario internazionale e, in particolare, all'impegno per dar vita a qualche forma di controllo monetario globale, peraltro già implicita negli Statuti del Fondo Monetario Internazionale. […] Sullo sfondo si delinea, in prospettiva, l'esigenza di un organismo che svolga le funzioni di una sorta di « Banca centrale mondiale » che regoli il flusso e il sistema degli scambi monetari, alla stregua delle Banche centrali nazionali.”

Poi magari ti accorgi di aver esagerato, e cerchi di metterci una pezza, dicendo che questa “Autorità, posta al servizio del bene di tutti e di ciascuno, sarà necessariamente super partes, ossia al di sopra di ogni visione parziale e di ogni bene particolare, in vista della realizzazione del bene comune. Le sue decisioni non dovranno essere il risultato del pre-potere dei Paesi più sviluppati sui Paesi più deboli. Dovranno, invece, essere assunte nell’interesse di tutti, non solo a vantaggio di alcuni gruppi, siano essi formati da lobby private o da Governi nazionali.”

Naturalmente Ratzinger non si preoccupa minimamente di spiegarci come sarebbe possibile imporre un organismo di controllo veramente “super partes” a coloro che di fatto controllano il mondo da 80 anni a questa parte. A questo punto fai prima a chiedere ai banchieri di regalare tutto quello che hanno in beneficienza, e magari qualche probabilità di successo ti rimane.

Ma, come dicevamo, i passaggi logici ormai non servono più, il meccanismo problema-reazione-soluzione è ben collaudato, e non saranno certo i giornalisti del Corriere della Sera a farti notare qualche piccola incongruenza.

Resta la soddisfazione, per quei pochi che hanno voglia di approfondire, di accorgersi come anche la migliore propaganda, travestita da umanesimo dozzinale, ti porti comunque a compiere errori minimi, ma significativi: in fondo, l’uomo che si spaccia per grande difensore delle masse, non riesce a resistere alla tentazione di dire che comunque nella “transizione” verso questa autorità mondiale il fardello della fregatura dobbiamo portarlo noi:

“Non va, però, dimenticato che questo passaggio, data la natura ferita degli uomini, non avviene senza angosce e senza sofferenze”.

Caro Ratzinger, la mia natura sta benissimo, e non è affatto ferita. Non ho quindi bisogno nè di angosce nè di sofferenze, ma di soluzioni reali, che di certo non potranno venire dall’Alto, come si augura lei.

Si tolga piuttosto le sue scarpine di Prada, metta delle comode scarpe da ginnastica, e vada a farsi una bella passeggiata dalle parti di Wall Street, se davvero vuole capire che cosa desidera la gente in questo momento.

Massimo Mazzucco

Voto: 8.00 (8 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
fiodenamig
Inviato: 25/10/2011 3:09  Aggiornato: 25/10/2011 14:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/5/2011
Da:
Inviati: 332
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Alla fine il Vaticano ha gettato la maschera e mostrato il suo vero volto.

La Chiesa Cattolica, partendo dal messaggio cristiano, lo ha totalmente stravolto e ora è asservita a banchieri e cambiavalute fino a essere diventata essa stessa il fulcro di un sistema economico-finanziario da cui passa il marcio del marcio che più marcio non si può (= leggasi "IOR").

Ed è quasi scioccante come sia proprio il motivo per cui Gesù (o chi per lui) si dice sia stato crocifisso.

Non è molto chiaro se Gesù in realtà sia effettivamente esistito.

Se però egli è esisto allora tutte le cose soprannaturali che gli vengono attribuite sono fandonie.

Tuttavia IL MOTIVO PER CUI IO AMMIRO L'UOMO (NON IL SEMIDIO MA L'UOMO, in qualità di figura diacronicamente antropocentrica) E' CHE EGLI NON SI LIMITAVA A PREDICARE IL RISPETTO TRA UOMO E UOMO (cosa senza alcun dubbio pregevole comunque).

Se Cristo si fosse limitato a predicare rispetto, povertà e compassione allora sarebbe morto tranquillo nel suo letto.

Invece c'è anche l'altra metà del messaggio, quella critica, di opposizione, contro il sistema, le leggi e a tratti anche violenta, in particolare contro il "mercato" dei cambiavalute e mercanti.

Questa è la ragione per cui egli ci rimise la pelle.
In tre Vangeli su quattro l'ultimo episodio della vita di Cristo prima dell'arresto è la cacciata con la forza di cambiavalute e mercanti dal Tempio, solo nel vangelo di Giovanni (che è l'ultimo come data di composizione) questo episodio è all'inizio. Negli altri è l'ultimo evento prima dell'arresto di Cristo, caccia i mercanti e nel capitolo successivo lo fanno fuori.

Almeno un Vangelo dice esplicitamente che "...dopo questo episodio i capi dei sacerdoti e farisei decisero di farlo morire..."

Non ci sono altri episodi di violenza e aggressione nel Vangelo, salvo questo rivolto contro mercanti,usurai e cambiavalute, i banchieri del tempo diciamo, che operavano nel Tempio stesso, il centro della vita culturale, religiosa e civile dei giudei.

E non è vero che Cristo perdona sempre tutti, nei loro confronti e delle autorità religiose lancia anatemi e maledizioni.


Nella Costituzione Europea / Trattato di Lisbona (tanto è la stessa cosa) ci sono tanti paragrafi sulla stabilità e solidità finanziaria, moneta unica, finanze e bilanci comunitari.

Hanno eliminato invece anche un solo singolo riferimento di una riga a Gesù Cristo e soci. Questo per fare in modo che non ci si ricordi che Cristo, il giorno prima di esser arrestato nell'Orto di Getsemani, aveva attaccato con la violenza nel Tempio i "cambiavalute" che lo occupavano (banchieri, traders...dell'epoca avevano occupato il Tempio di Gerusalemme).


Subito dopo che Cristo butta fuori i banchieri dal tempio (due pagine dopo !...se leggi i vangeli), egli è arrestato, processato, flagellato e inchiodato...Poi ci si domanda quale sia il messaggio cristiano... che nella nostra epoca ormai non ha più attualità...

------
Vangelo secondo Marco (composto nel 70 circa), capitolo 11 (si confronti con Luca 19,45-48 e Matteo 21,12-16):

15. Vennero a Gerusalemme e Gesù, entrato nel tempio, si mise a scacciare coloro che vendevano e compravano nel tempio; rovesciò le tavole dei cambiavalute e le sedie dei venditori di colombi; 16 e non permetteva a nessuno di portare oggetti attraverso il tempio. 17 E insegnava, dicendo loro: «Non è scritto: "La mia casa sarà chiamata casa di preghiera per tutte le genti"? Ma voi ne avete fatto un covo di ladroni».
18 I capi dei sacerdoti e gli scribi udirono queste cose e cercavano il modo di farlo morire. Infatti avevano paura di lui, perché tutta la folla era piena d'ammirazione per il suo insegnamento.


_______

E' curioso che pur essendo i Vangeli testi semplici e di poche pagine ci si dimentichi di spiegar bene perché Cristo è stato ammazzato, si sta sulle generali e in modo vago si parla del fatto che "...è morto per prender su di sé tutti i peccati del mondo.. etc".

Ma i testi evangelici non sono così generici, indicano specifici motivi "socio-economici".

Fino a quando Gesù predicava carità e compassione e anche di essere Messia non dava fastidio più di tanto, quando attacca il mercato nel Tempio vien fatto fuori.

Sarebbe come uno che oggi attacchi, anche con la violenza, Goldman Sachs, Barclay's, JP Morgan...?

http://pienoevangelo.wordpress.com/tag/gesu-scaccia-i-mercanti-dal-tempio/

Redazione
Inviato: 25/10/2011 4:05  Aggiornato: 25/10/2011 4:05
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
RIVOLGO UN INVITO A TUTTI:

Cerchiamo di evitare che questa diventi l'ennesima discussione "sulle colpe della Chiesa cattolica" nella storia, oppure sulle differenze fra "chiesa" e Vaticano, come è successo già in passato.

Cerchiamo di limitarci all'analisi del testo pubblicato ieri, che riguarda esclusivamente la "possibile soluzione" al problema finanziario proposta dal "Pontificio consiglio della giustizia e della pace".

Grazie.

simone707
Inviato: 25/10/2011 4:12  Aggiornato: 25/10/2011 4:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Citazione:
CITAZIONE: Autorità, posta al servizio del bene di tutti e di ciascuno, sarà necessariamente super partes, ossia al di sopra di ogni visione parziale e di ogni bene particolare, in vista della realizzazione del bene comune.


... Non sarà che questa Autorità la si voglia creare proprio all'interno del Vaticano??

Floh
Inviato: 25/10/2011 4:28  Aggiornato: 25/10/2011 4:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 1056
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
@ simone707

"... Non sarà che questa Autorità la si voglia creare proprio all'interno del Vaticano??"

Secondo me non ci sarebbe abbastanza consenso popolare per una cosa del genere, ormai la Chiesa e' fuori moda, oltretutto i leader della finanza non permetterebbro mai di accentrare un tale potere nelle mani del Vaticano.
Molto piu' probabile che l'organizzazione mondiale auspicata venga creata sulla falsariga dell'FMI.
Il documento della Santa sede e' un ovvio mezzo per raccogliere l'importante consenso del mondo cattolico in favore di quest'iniziativa.
Il Vaticano in questo caso gioca sia come burattino che come manovratore possedendo lo IOR.

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia (William Shakespeare, da Amleto)
afabbri73
Inviato: 25/10/2011 5:26  Aggiornato: 25/10/2011 6:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/5/2011
Da:
Inviati: 302
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Non vorrei dire bagianate, anzi, vi invito a contraddirmi e fanculizzarmi se pensate sia andato fuori tema ma a dispetto di coloro i quali ancora percepiscono la chiesa come un qualcosa di, passatemi il termine, "spirituale", ancora tanti si dimenticano ed/od ignorano che Citta' del Vaticano e' una monarchia assoluta non ereditaria ed il Papa (il suo Re) ne e' il suo piu alto esponente e riferimento politico. Pur assurda possa sembrare la pubblicazione di questo documento, ci sta che una "nazione" possa esprimere le proprie opinioni politiche e riformiste come quelle esplicate, soprattutto da una nazione come appunto il Vaticano che nei secoli e secoli ha proliferato in tutto il mondo mantenendo ancora oggi una presenza massiccia in tutte le nazioni che lo compongono non trascurando il fatto che e' proprio la chiesa l'origine di quello che oggi viene chiamato "nuovo ordine mondiale". Mi sarei stupito molto di piu se quel documento fosse stato redatto da una nazione di ordinamento, cultura e tradizioni diversi da essa. La chiesa ha sempre avuto un ruolo politico fondamentale in ogni governo, appoggiando i governi compiacenti promuovendone le iniziative in prima persona come soluzione divina, e non vedo perche' dovrebbe smettere proprio ora di promuovere le loro iniziative politiche durante i periodi grigi visto e considerato che e' sempre stata la loro primcipale attivita portare soluzione e salvezza al destino infame dell'uomo tramite il solito cardinale richelieu di turno.

PS
Cmq leggendo attentamente "tra le righe" il documento si puo capire la frustrazione di un sistema in declino e che vede in un sistema globale la sua soppravvivenza visto che secondo loro "gli Stati ritiengono di poter conseguire in maniera autarchica il bene dei loro cittadini"

Vi invito anche a leggere il contenuto reperibile tramite il presente link:
http://connessionecosciente.splinder.com/post/25403899/il-nuovo-ordine-mondiale-nwo-la-vera-struttura-degli-illuminati

Jurij
Inviato: 25/10/2011 6:42  Aggiornato: 25/10/2011 6:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Massimo
Citazione:
Caro Ratzinger, la mia natura sta benissimo, e non è affatto ferita. Non ho quindi bisogno nè di angosce nè di sofferenze, ma di soluzioni reali, che di certo non potranno venire dall’Alto, come si augura lei.

Si tolga piuttosto le sue scarpine di Prada, metta delle comode scarpe da ginnastica, e vada a farsi una bella passeggiata dalle parti di Wall Street, se davvero vuole capire che cosa desidera la gente in questo momento.

Caro Ratzinger, qui finisce la lezione, perché lei come tutti gli altri papi non ha proprio niente di positivo da insegnare a nessuno.

ps. Dedicato a lei e ai suoi celebrolesi "papaboys" :o)

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
krom2012
Inviato: 25/10/2011 7:28  Aggiornato: 25/10/2011 7:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Qualche soluzione ci sarebbe anche, intanto Chiesa e Vaticano dovrebbero usufruire di tutte le loro ricchezze per aiutare i più deboli e sfortunati che abbiamo nel mondo, fatto questo poi possono anche parlare. Specialmente il Papa che vive come un pascià, invece dovrebbe essere il primo ad andare in prima linea a verificare di persona come è la situazione. Stesso discorso anche per i politici guerrafondai che organizzano guerre, dovrebbero essere loro in prima linea a portare avanti i loro eserciti del cazzo.
Tante parole, bla bla bla, se proprio vogliono fare qualcosa di utile per il bene comune, che la facciano subito o che stiano zitti che è meglio!

...il cielo è sempre più bianco...
mangog
Inviato: 25/10/2011 7:52  Aggiornato: 25/10/2011 8:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Citazione:

Si tolga piuttosto le sue scarpine di Prada, metta delle comode scarpe da ginnastica, e vada a farsi una bella passeggiata dalle parti di Wall Street, se davvero vuole capire che cosa desidera la gente in questo momento.


Ecco gli effetti della propaganda ( ovvio che ognuno ha il libero arbitrio di seguire la propaganga che più gli si addice.... ) del giornale la Repubblica.
Le scarpe rosse del Papa sono un regalo dei calzolaio Adriano Stefanelli di Novara. Quando la propaganda, anche falsa, è funzionale per supportare le proprie convinzioni, l'obiettività diventa un dettaglio. Forse magari la Redazione non lo sa ancora è prende per oro colato le notizie false del giornale la Repubblica che meschinamente non riporta la correzione dovuta.
Ha 85 anni e dovrebbe mettersi a fare le corsette davanti a wall street per capire come vanno le cose nel mondo ? ( agli "altri" bastano il pc e la lettura del giornale la Repubblica ) Cosa può fare il Papa, vicario di Cristo, contro lo strapotere finanziario del mondo ben saldo nelle mani di coloro che si credono il popolo eletto ? ....Ah se la Chiesa Cristiana non avesse perso autorità con il passare degli anni...
Capisco che per dare tono all'articolo qualche commento piccante possa sempre servire, quello che non capisco è il riportare tale e quale la notiza falsa di un giornale main stream come la Repubblica ( per carità ognuno ha la Bibbia che si merita ...c'è chi crede che il mondo sia ancora piatto e c'è che crede che le scarpe rosse siano di "Prada" )

ByB
Inviato: 25/10/2011 9:18  Aggiornato: 25/10/2011 9:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/5/2011
Da:
Inviati: 382
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
il nostro papa quando era cardinale...:

http://www.miredizioni.it/cat/libro.php?id=217

ciao By B.

Farvatus
Inviato: 25/10/2011 9:36  Aggiornato: 25/10/2011 9:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/4/2005
Da: Torino
Inviati: 220
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Citazione:
Cosa può fare il Papa, vicario di Cristo, contro lo strapotere finanziario del mondo ben saldo nelle mani di coloro che si credono il popolo eletto ? ....Ah se la Chiesa Cristiana non avesse perso autorità con il passare degli anni...


Sicuramente poco, visto che il Vaticano è una banca templare votata al culto del Dio Denaro signore dei mercati. C'è un certo conflitto di interessi che blocca a prori la messa in moto di una vera critica di un sistema di cui la chiesa è essa stessa parte, anzi è proprio attraverso questi finti proclami che il papa difende e mantiene lo status quo. Questo papa somiglia nelle movenze ad un vampiro dei tempi andati, una figura miserabile che cerca di mantener vivo il proprio potere, succhiando il sangue ai suoi poveri fedeli, metafora di un'aristocrazia sacerdotale non-morta che attende che la storia gli pianti definitivamente un paletto nel cuore o meglio la esponga alla luce solare di quella Verità di cui il nosferatu Ratzinger pretende di essere vicario. La chiesa ha perso il suo potere perchè si sta decomponendo, sta semplicemente diventando polvere, questo è il suo destino, questo è lo spirito stesso del Cristianesimo, che si rivela consumandosi.

"In un certo senso tutto il nostro universo è tempo, è irreversibilità. Però il tempo emerge da una realtà eterna che è il vuoto." Ilya Prigogine
haldir
Inviato: 25/10/2011 10:06  Aggiornato: 25/10/2011 10:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/5/2006
Da:
Inviati: 51
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
secondo voi, esistono solo svantaggi in una soluzione come questa prospettata dal vaticano?

medicialbe
Inviato: 25/10/2011 10:49  Aggiornato: 25/10/2011 10:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/2/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
@ fiodenamig: ottimo!!!!

Mi aspetto anche un ottimo commento di Santaruina, che aveva pubblicato un po' di tempo fa su "tra cielo e terra" un'ottima analisi sull'episodio del tempio, che avevo riportato diverse volte: http://www.ingannati.it/2011/04/29/la-cacciata-dei-mercanti-dal-tempio-santaruina/

Non ho tempo di leggere adesso il documento, lo farò prestissimo, ma una cosa mi è subito saltata agli occhi (magari sbaglio):

"La Bibbia, con il racconto della Torre di Babele (Genesi 11,1-9) avverte come la « diversità » dei popoli possa trasformarsi in veicolo di egoismo e strumento di divisione. Nell’umanità è ben presente il rischio che i popoli finiscano per non capirsi più e che le diversità culturali siano motivo di contrapposizioni insanabili. "

Ma come? L'episodio della Torre di Babele dovrebbe essere preso a "modello" dai no global, e in questo documento il vaticano ce lo sta facendo vedere al contrario, come invece un'esortazione per promuovere un governo mondiale? Mi sembra prendere la parola di Dio e usarla, capovolgendola, ai propri fini... mah!

Per tornare ai problemi puramente finanziari, sono un grande ammiratore, oltre che di Dusty, anche di Bill Still (The money masters, The secret of oz), e in un video (http://www.ingannati.it/2011/08/24/giulio-tremonti-nota-sul-libretto/) lui dà questa ricetta semplicissima, fatta di due soli principi:

1. Nessun governo deve poter prendere soldi a prestito; o li produce, o spende quelli che ha ; ma non può fare debiti;
2. nessuna leva finanziaria (o riserva frazionaria): le banche devono coprire al 100% i loro impieghi con le fonti.

Alla faccia di chi dice che le soluzioni sono tropo complicate....

DjGiostra
Inviato: 25/10/2011 11:00  Aggiornato: 25/10/2011 11:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
@Haldir:
Citazione:
secondo voi, esistono solo svantaggi in una soluzione come questa prospettata dal vaticano?

Secondo me si.. quando concentri piu' potere in poche persone e' ovvio
che queste persone se ne approfittano..
Sara' un caso che,ad esempio, con l'avvento dell'euro le cose sono
precipitate...

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
incredulo
Inviato: 25/10/2011 11:02  Aggiornato: 25/10/2011 11:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Citazione: Haldir

secondo voi, esistono solo svantaggi in una soluzione come questa prospettata dal vaticano?

Assolutamente no, i vantaggi sono eccezionali.

Una unica entita' che CI DIRIGE tutti.

Sara' bellissimo.

Ci diranno cosa mangiare, come comportarci, come vivere, vedremo gli stessi film, ci divertiremo allo stesso modo, avremo tutti le stesse idee, saremo grati ai nostri governanti materiali e spirituali, tutto sara' sotto controllo, i cattivi verranno individuati immediatamente e riportati sulla RETTA VIA.

Un magnifico mondo ci aspetta, saremo noi a volerlo, stanchi della fatica di ESISTERE.

Speriamo che tutto questo avvenga in fretta, non se ne puo' proprio piu' di tutto questo casino.

Ciao

Edit: sono ironico, meglio specificare.

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
medicialbe
Inviato: 25/10/2011 11:06  Aggiornato: 25/10/2011 11:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/2/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
cit:

Citazione:
secondo voi, esistono solo svantaggi in una soluzione come questa prospettata dal vaticano?


Fino a qualche giorno fa ti avrei detto: solo svantaggi! Per me la soluzione sta nel ritorno al potere in periferia: sono per l'autonomia fiscale, scolastica, normativa... cosa ne sa la comunità europea dei pescatori di cozze di Choggia (tanto per fare un esempio concreto). In ogni centralizzazione c'è una tentazione fortissima di impadronirsi del potere e di schiacciare le persone che stanno a migliaia di km di distanza... cosa che succede con maggiore difficoltà se il tuo amministratore è il tuo vicino di casa; questo vale anche per l'adulterazione del cibo, lo sfruttamento della manodopera, ecc.; insomma: piccolo è bello.

Perchè fino a qualche giorno fa? Perchè ho sentito un intervento di Gustavo Rol (medium italiano scomparso credo nel 1990) che invocava la creazione degli stati uniti mondiali (come garanzia per la pace). Mah...

Polipol
Inviato: 25/10/2011 11:14  Aggiornato: 25/10/2011 11:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/5/2011
Da:
Inviati: 158
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Sto leggendo il documento integrale per evitare di fare commenti superficiali e mossi dall'emotività.
Intanto mi sento di dire solo due cose: il documento non è stato scritto da Ratzinger ma dal "pontificio consiglio della giustizia e della pace". Se per qualcuno questa distinzione è un sofismo, per me non lo è.
E un'altra cosa, che emerge dalla lettura che per ora è ferma a metà circa (sono solo 12 pagg): nessun riferimento all'USURA come causa della crisi e disuguaglianza (condannata dalla chiesa fino al medioevo, è ora che si ritorni su questi punti saldi...), ma tanti riferimenti alle altre cause, seppur legittime e fatto in modo dovuto.

JohnTitor
Inviato: 25/10/2011 11:34  Aggiornato: 25/10/2011 11:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2010
Da: Tampa
Inviati: 602
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Il vaticano è pieno di satanisti.
Loro lo hanno sempre detto che lo scopo è di sosotituirsi alla chiesa facendo credere di portare a cristo invece portano a quell'altro.
d'altronde lo scopo del diavolo è portare nell'abisso con delle beffe senza farsi accorgerene come il pifferaio magico.

noalgregge
Inviato: 25/10/2011 11:39  Aggiornato: 25/10/2011 11:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2010
Da:
Inviati: 307
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Scusate apro una piccola parentesi con una piccola domanda:

Se tutti i popoli del pianeta sono indebitati, il creditore chi è??

Riusciamo a rispondere? Rotschild, Rockefeller e poi chi altro?

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito
Spiderman
Inviato: 25/10/2011 11:40  Aggiornato: 25/10/2011 11:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Citazione:
Se io venissi eletto papa


Se tu venissi eletto papa, attivissimo direbbe che dio non esiste e, ti porterebbe anche le prove!

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
Sertes
Inviato: 25/10/2011 12:03  Aggiornato: 25/10/2011 12:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Citazione:
noalgregge ha scritto:
Scusate apro una piccola parentesi con una piccola domanda:

Se tutti i popoli del pianeta sono indebitati, il creditore chi è??

Riusciamo a rispondere? Rotschild, Rockefeller e poi chi altro?


Le future generazioni.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Spiderman
Inviato: 25/10/2011 12:52  Aggiornato: 25/10/2011 12:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Citazione:
“Per una riforma del sistema finanziario e monetario internazionale nella prospettiva di un’autorità pubblica a competenza universale”, ...


Hanno ampi orizzonti i ragazzotti qua. Non si limitano al pianeta terra, vogliono espandere la loro autorità in tutto l'universo!

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
cherubino
Inviato: 25/10/2011 12:52  Aggiornato: 25/10/2011 12:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
"Con il documento odierno Benedetto XVI non c'entra. «Non porta la firma del Papa, che è sollevato dalla responsabilità di questo testo», ha assicurato in conferenza stampa mons. Mario Toso, segretario del Pontificio consiglio Giustizia e pace che ha stilato il documento. Lo stesso Ratzinger, però, aveva proposto la creazione di una più generica autorità sovranazionale nella recente enciclica Caritas in veritate. Prima di lui, Giovanni XXIII aveva chiesto la nascita di una «autorità pubblica mondiale» nella lettera Pacem in terris e addirittura Pio XII aveva caldeggiato la nascita di un «organo per il mantenimento della pace» nel radiomessaggio Benignitas et humanitas nel lontano Natale del 1994. La proposta odierna del Vaticano, però, è diversa."

http://www.diariodelweb.it/Articolo/Vaticano/?d=20111024&id=221841

Sertes
Inviato: 25/10/2011 13:06  Aggiornato: 25/10/2011 13:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Citazione:
Le sue decisioni non dovranno essere il risultato del pre-potere dei Paesi più sviluppati sui Paesi più deboli. Dovranno, invece, essere assunte nell’interesse di tutti, non solo a vantaggio di alcuni gruppi, siano essi formati da lobby private o da Governi nazionali.


Logico come lo Zeitgeist Movement: prima i ricchi rinunciano alle loro ricchezze, poi prendiamo tutte le risorse che ci sono e le ridistribuiamo fra tutti i popoli. Ah, grazie, così son buono anch'io.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
perspicace
Inviato: 25/10/2011 13:14  Aggiornato: 25/10/2011 13:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Quanti di voi sanno che Giovanni Battista era un annunaki?

Ebbene si la leggenda dice che quando trovarono il corpo del santo chi lo trovò non pote portarselo dietro perché questi era enorme e riusci a portarsi dietro solo una mano e una testa giganti.

Dico questo per far capire che la chiesa sono secoli che indaga e raccoglie prove sul passaggio di alieni sulla Terra.

Che la chiesa abbia lo scopo di preparare l'umanità al ritorno di un Dio è cosa nota, ma bisogna tener conto anche del fatto che gli alieni secondo Sitchin vivono con forti differenze sociali, cioè divisi in caste ed addirittura ogni persona a un suo grado come per noi i massoni.

Che l'uomo abbia copiato la monarchia dagli annunaki è per me una certezza meno certo sono del loro ritorno ma certissimo sono del fatto che per la MONARCHIA VATICANA noi siamo semplici schiavi.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
sonsokh
Inviato: 25/10/2011 13:29  Aggiornato: 25/10/2011 13:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/11/2010
Da: Lecco
Inviati: 238
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
"Le sue decisioni non dovranno essere il risultato del pre-potere dei Paesi più sviluppati sui Paesi più deboli. Dovranno, invece, essere assunte nell’interesse di tutti, non solo a vantaggio di alcuni gruppi, siano essi formati da lobby private o da Governi nazionali.”

Ah! c'è questo rischio ?....

alarma
Inviato: 25/10/2011 14:18  Aggiornato: 25/10/2011 14:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/2/2010
Da:
Inviati: 50
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Concordo pienamente con Masimo Mazzucco.
E'voglio far notare che é praticamente IMPOSSIBILE non leggere le affermazioni di Ratzinger senza collegarle a queste:
" uomo moderno... lasciati prendere per mano dal bambino di Betlemme, non temere, fidati di lui, la forza vivificante della sua luce ti incoraggia ad impegnarti nell' EDIFICAZIONE di un NUOVO ORDINE MONDIALE...".
Ora, indipendentemente dalla FEDE o meno... CHIUNQUE può facilmente capire che DI SICURO non é il "bambino di Betlemme" a volere che andiamo verso un "NUOVO ORDINE MONDIALE".
Ratzinger non fà nulla di DIVERSO da quanto ha fatto il suo predecessore,
ovvero spingere verso il sincretismo, l'unione delle religioni e dei sistemi economici.
Io invito i CREDENTI a difendere le PAROLE DEL VANGELO... non il "papa".
Si difenda chi il Vangelo DIFENDE, non chi lo DISTRUGGE.
Se si deve proprio "difendere" qualcuno si parli
di Albino Luciani che parlava di una
chiesa povera, umile, che potesse TORNARE ai valori del Vangelo.
Un uomo che sognava di togliere la massoneria dal Vaticano.
Un uomo che morì 33 giorni dopo la sua elezione.
Mazzucco riporta solo UN ALTRA NOTIZIA, un' altra CONFERMA, l'ennessima, disgustosa conferma,
di qualcosa che abbiamo "intuito" tutti.
" andremo insieme verso questo NUOVO ORDINE MONDIALE e NESSUNO...
RIBADISCO... NESSUNO... POTRA' OPPORSI"
Nicholas Sarkozy.
Chi SI ILLUDE che questo fantasmagorico "governo mondiale" potrà RISOLVERE DAVVERO i problemi e lo farà PER IL NOSTRO BENE...
non ha MAI aperto un libro di storia. Sveglia...
Quando diranno "pace e sicurezza"...

furion2012
Inviato: 25/10/2011 14:44  Aggiornato: 25/10/2011 14:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/8/2009
Da:
Inviati: 174
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
salve a tutti

Ma come si può commentare un articolo del genere su quello che dice la chiesa !

quando la stessa religione cristiana si basa su una presa per i fondelli all intero pianeta.

niente da dire a chi ha scritto l articolo.

io direi che sarebbe ora di sapere la verità che c' è dietro .

guardate questi video :

http://www.youtube.com/watch?v=ibUn6PCk6Vs&feature=player_embedded

di Mauro Biglino un decifratore o traduttore di lingue antiche , ha lavorato per il vaticano.

stg44
Inviato: 25/10/2011 14:56  Aggiornato: 25/10/2011 14:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/3/2008
Da:
Inviati: 79
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Non voglio discutere le colpe della chiesa, ma come cazzo si fa a credere a uno che va in giro vestito in quel modo?

Pyter
Inviato: 25/10/2011 14:58  Aggiornato: 25/10/2011 14:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Collettivo, globale, universale, internazionale, mondiale, sistema, comune ...

Ma il termine "individuo" a questa gente sta proprio sulle palle, eh!

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Infettato
Inviato: 25/10/2011 15:45  Aggiornato: 25/10/2011 15:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Sul corriere c'è un riassunto del testo.
Domandatevi che cosa ci guadagna il vaticano?

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
peppe75
Inviato: 25/10/2011 16:13  Aggiornato: 25/10/2011 16:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 399
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Magari sono cominciate le trattative per i nuovi Patti Lateranensi globali...Il vaticano prende atto della sconfitta e si inginocchia al dominus in carica, cosi' come hanno sempre fatto, allo scopo di perpetuare la propria esistenza.

SuperFed
Inviato: 25/10/2011 16:15  Aggiornato: 25/10/2011 16:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/6/2011
Da: Città stressante nord Italia
Inviati: 168
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Primo, mi auguravo come dicevo di vedere presto un articolo su questo tema in home ed eccolo puntuale, GRAZIE.

Poi dico ancora che secondo me la sorpresa è giustificata. Va bene che i meglio informati avevano già chiaro tutti i precedenti, ma ripeto che qui siamo alla PRESENTAZIONE UFFICIALE E CIRCOSTANZIATA del progetto. Prima avevamo solo accenni e riferimenti, per me ieri dunque è una data spartiacque.

Infine una cosa importante: per tutti quelli che si augurano magari che CINA, RUSSIA, i paesi bric in generale possano dire la loro e magari agire in contrasto, io sono scettico e vi dico il perchè molto banale: sulle istituzioni che regolano la globalizzazione, tanto in quelle esistenti quanto in quelle che verranno magari create ad hoc, si partecipa per quote. Quote attribuite in base al peso economico. Ebbene, per esempio la CINA, più cresce il suo peso economico più quote di rappresentatività si aggiudica. Allora i "vincenti" di turno avrebbero comunque interesse a partecipare piuttosto che a mettersi contro, col rischio di testare sulla propria pelle, che so io, le armi ad energia diretta (faccio per dire eh !).....

Onore a te Takuro Nakai genio incompreso dei manga[img align=right]
noalgregge
Inviato: 25/10/2011 16:26  Aggiornato: 25/10/2011 18:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2010
Da:
Inviati: 307
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Citazione:
Le future generazioni.


Andando per logica le future generazioni non potranno mai essere creditrici, ma possono solamente rimanere debitrici così come lo è stato mio nonno. Il debito pubblico per sua natura non è estinguibile. Mettici pure che ora venederemo i beni immobili statali, dopo aver venduto qualche manciata di quelli mobili con conseguente indebolimento della posizione economica dl paese e la frittata è servita.

Voglio sapere chi cazzo è il creditore ora!

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito
medicialbe
Inviato: 25/10/2011 16:30  Aggiornato: 25/10/2011 16:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/2/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Citazione:
Collettivo, globale, universale, internazionale, mondiale, sistema, comune ... Ma il termine "individuo" a questa gente sta proprio sulle palle, eh!


Ottima osservazione... invece Gesù metteva tutta la sua attenzione sul "prossimo".... che sia vero, come dice l'esorcista Don Amorth, che il Vaticano è pieno di satanisti?

a_mensa
Inviato: 25/10/2011 16:34  Aggiornato: 25/10/2011 16:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
e io sono indignato dell'indignazione del Papa



mi sono preso la briga di leggere , oltre all'articolo di Massimo, anche tutto il documento pontificio.
e mi si son drizzati i peli.
pensate al solo processo storico che ha visto l'italia.
tante regioni sotto dominazioni, governi e potentati diversi, come hanno dovuto confrontarsi con stati nazionali, si sono uniti, e, per chi sa leggere la storia oltre quella dei libri, sa anche come e a costo di quanti massacri, prevaricazioni, imposizioni.
poi le nazioni si son combattute, ma sono emersi stati continentali, e allora il processo è stato quello di unire diverse nazioni, prima con la moneta, pensando che l'unione politica sarebbe seguita come conseguenza.
stiamo vedendo i risultati.
chiaro però l'obiettivo, se si pensa ad esempio al progetto satellitare libero da quello USA , o l'industria aereonautica militare, indipendente anch'essa dalle grandi fornitrici USA.
chiaro il progetto in prospettiva di una unione a livello continentale in grado di reggere il confronto con le altre simili potenze.
e all'interno ?
in ogni stato vediamo esaltato il concetto di democrazia, peccato che nessuno abbia pensato di spiegare ed educare la popolazione a tale concetto.
di nuovo si fa ricorso all'esigenza di eroi e santi per gestire un potere che viene concentrato in un vertice, senza un reale controllo della base.
il potere c'è, ma il controllo effettivo no !
e questo non fa che allontanare le scelte importanti dalla popolazione stessa.
chi ha voluto le ultime guerre ? il popolo americano è stato rincoglionito con le fandonie sull'11/9, sulle armi di distruzione di massa, sui dittatori cattivi, ecc.... con continue menzogne, scaravoltamento della realtà, e quant'altro teso tutto però a liberare i gestori apparenti del potere, burattini nelle mani di chi il potere lo detiene effettivamente, da ogni controllo popolare.
nella gestione economica, ci ritroviamo tutti con sulle spalle un debito pubblico enorme, e ripartito soprattutto un tanto a testa, ma avete ricordo di un ministro del tesoro o delle finanze che chiedesse alla popolazione se era d'accordo che venisse fatto un bilancio statale in deficit, con ovvia richiesta di coprire la differenza a debito ? no vero ? nessuno l'ha mai fatto, e nemmeno ha spiegato PERCHE' avrebbe fatto un bilancio in deficit aumentando il carico del debito sulle spalle dei futuri cittadini.
ecco il deficit di democrazia, e con tale spaventoso deficit vorremmo una autorità più alta, ancora più eterea, più distante dal popolo, il cui potere fosse enorme, ma sempre meno controllato da chi lo subisce.
non basta una polizia buona solo per contrastare manifestazioni pacifiche ma incapace di evitare infiltrazioni violente ( e probabilmente volute proprio dal potere) per giustificare la repressione del dissenso ? non basta vedere come il potere se ne infischi della volontà popolare ( vedi notav), o manifestazioni contro le guerre ? tutte le guerre ? non basta vedere come il potere se ne infischi di regole, di trattati, di convenzioni ? basta mettere in dubbio re dollaro e subito scatta la reazione.
democrazia ? quale democrazia quando ai rappresentanti è permesso di comportarsi come vacche al mercato, circolando con il cartellino del loro prezzo sulla schiena!
e chi dovrebbe poi ricoprire queste alte cariche mondiali ? la chiesa si propone, ma ha mai detto o fatto qualcosa contro dittatori sanguinari come Pinochet, Vidala, o altri solo per menzionare quelli sotto l'ombrello "occidentale" ? avete mai visto la chiesa prendere iniziative contro le loro mele marce pedofile ? no vero ? e da questa istituzione dovrebbe scatrurire quell'eroe o quel santo che eserciti il potere in nome e a vantaggio del popolo ? ma a chi la vuole raccontare ?
scusatemi lo sfogo, ma sono veramente inorridito dalla faccia tosta di un Papa che osi anche solo ancora parlare di etica e di morale, quando proprio in casa sua c'è tanto marciume.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
akul67
Inviato: 25/10/2011 16:46  Aggiornato: 25/10/2011 16:54
So tutto
Iscritto: 18/10/2011
Da: roma
Inviati: 29
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
"autorita' pubblica mondiale......"
mah, si sono ispirati al "nuovo mondo" di Huxley?

"...avviare una nuova era dell'economia globale fondata sulla responsabilita'"
di chi? al solito, la Chiesa nel rimanere nel vago e' maestra!!!!

"....non va dimenticato che questo passaggio, data la natura ferita degli uomini, non avverra' senza angoscia e senza sofferenza"
ma dai?

saro' qualunquista, ma leggendo questa sorta di "enciclica", a me non viene altro da pensare che la Chiesa, vista la difficle situazione socio/economica mondiale, che evidentemente non la riguarda, nel senso stretto del termine, abbia "dovuto" dire qualcosa, seppur correndo il rischio di cadere nel banale e, come ho scritto prima, nel vago, cosa che, dal mio punto di vista, gli e' riuscita benissimo.
se ci si mette anche la perdita' di credibilita' degli ultimi anni, e meno male, dico io, ecco che mi spiego queste elucubrazioni, date dal "doversi" far sentire, senza, secondo me, dare risposte concrete e reali...............cosa che, sempre secondo me, fanno da parecchio tempo, circa da 2000 anni........

il colore della pelle, non cambia il senso di quello che una persona dice o pensa.........
a_mensa
Inviato: 25/10/2011 17:09  Aggiornato: 25/10/2011 17:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
.... e se poi vogliamo parlare di crisi economica allora separiamo per intanto il problema dei debiti pubblici dalla gestione monetaria.
che il mondo bancario fornisca i mezzi per coprire i debiti è vero, ma che l'espressione monetaria del debito sottintende una carenza di creazione di ricchezza reale, è altrettanto vero.
ma chi ha capito cosa è il denaro ? pochi vero?
e si confondono la carte con l'inefficenza democratica degli stati, che invece di spendere ricchezza reale ottenuta tassando adeguatamente la popolazione, e soprattutto quella più ricca, preferiscono rifugiarsi nella comoda culla del debito monetario, senza ovviamente spiegarne la dinamica, e soprattutto le conseguenze, e pertanto senza chiederne il consenso.
questo è il vero delitto contro l'umanità.
la soluzione non sta nell'autorità che poi nessuno controllerebbe, ma in una maggiore educazione delle popolazioni che DOVREBBERO controllare i loro governanti.
tassare i ricchi, col dupliuce obiettivo di impedire la formazione di capitali e disponibilità enormi, ed impedire la formazione di altrettanto enormi debiti pubblici.
questa la semplice e ovvia soluzione.
si dimentica troppo spesso che se c'è un debito vi sono anche dei creditori, e se il debito è stato formato abusando dell'ignoranza della credulità della buona fede di chi ha preferito delegare anzicchè interessarsi di persona ANCHE del denaro pubblico, che paghino una volta tanto coloro che di tale potere hanno approfittato, a scapito del resto della popolazione.
chiaro , signor Pontefice ?

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
Polidoro
Inviato: 25/10/2011 17:28  Aggiornato: 28/10/2011 9:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/4/2005
Da:
Inviati: 488
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Aveva già detto tutto Cecco:

S’i’ fosse foco, arderei ’l mondo;
s’ i’ fosse vento, lo tempestarei;
s’i’ fosse acqua, i’ l’annegherei;
s’i’ fosse Dio, mandereil’en profondo;
s’i’ fosse papa, serei allor giocondo,
ché tutti cristïani imbrigarei;


Cioè : sarei allegro perché metterei nei guai (imbrigarei) tutti i cristiani

"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuovi orizzonti ma nell'avere nuovi occhi." Marcel Proust
brooklyn
Inviato: 25/10/2011 17:39  Aggiornato: 25/10/2011 17:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/6/2006
Da:
Inviati: 42
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
attenzione però il "Pontificio consiglio della giustizia e della pace" non è Ratzinger anche se, a dire il vero, Ratzinger ha già parlato con la SUA voce di Nuovo Ordine Mondiale
http://www.youtube.com/watch?v=a2jv5mkvUzY

Giano
Inviato: 25/10/2011 17:43  Aggiornato: 25/10/2011 17:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
“Se io venissi eletto papa..”

Ci ritroveremmo a leggere su CL invece che su LC?

Chiedo scusa ma perdo quel briciolo di serietà che mi è rimasta quando
vedo la chiesa impegnarsi a risolvere i problemi del mondo.

P.S.
La natura ferita degli uomini che cavolo è?

Jurij
Inviato: 25/10/2011 19:20  Aggiornato: 25/10/2011 19:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
DjGiostra
Citazione:
Sara' un caso che,ad esempio, con l'avvento dell'euro le cose sono
precipitate...

Non è un caso DjGiostra.

Se la Grecia NON faceva parte dell’EU, a quest’ora la loro “barca” andava sicuramente molto meglio di oggi, senza dubbi.

Ma l’EU è stata messa in piedi appunto per rendere “dipendenti” di un certo modo di fare, tutti i popoli assoggettati.

È stato, ed è ancora, lo scopo del 4° Reich e non si fermerà fino a quando tutto cadrà di nuovo come nel 45’, così poi di potrà apportare quelle misure d’intervento tanto care alla “centralizzazione madre”.

Avanti così signori del sistema, ma vi aspettiamo per vedere come riuscirete a toglierci la democrazia diretta in CH, sono proprio curioso di vedere l’espediente che verrà utilizzato in questo caso…

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
twenty8
Inviato: 25/10/2011 19:22  Aggiornato: 25/10/2011 19:30
So tutto
Iscritto: 25/10/2009
Da:
Inviati: 4
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Citazione:
Voglio sapere chi cazzo è il creditore ora!

Magari questa favola può dare qualche spunto...
http://nwo-truthresearch.blogspot.com/2011/10/giacinto-auriti-un-fantoccio-servo-del.html

Jurij
Inviato: 25/10/2011 19:30  Aggiornato: 25/10/2011 19:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
mangog
Citazione:
Ha 85 anni e dovrebbe mettersi a fare le corsette davanti a wall street per capire come vanno le cose nel mondo ? ( agli "altri" bastano il pc e la lettura del giornale la Repubblica )

Se non conosce la materia ed non è in grado d’informarsi, è meglio che stia zitto il “nemico del preservativo”.

Citazione:
Cosa può fare il Papa, vicario di Cristo, contro lo strapotere finanziario del mondo ben saldo nelle mani di coloro che si credono il popolo eletto ?

Ehh certo, perché la chiesa non ce la fa più, ridotta al lastrico così com’è adesso…. che tristezza.
Prima di guardare in casa dell’”ebreo”, è meglio che la santa sede si ponga delle domande chiare sul suo senso di esistere ancora !

Citazione:
....Ah se la Chiesa Cristiana non avesse perso autorità con il passare degli anni...

Ringraziamo il cielo (nel senso di universo e non di dei) per l’epoca che stiamo vivendo senza certe autorità … Strano però, con l’avvento dell’istruzione è calata anche la figura della chiesa … che sia solo una coincidenza?

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Jurij
Inviato: 25/10/2011 19:36  Aggiornato: 25/10/2011 19:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Spiderman
Citazione:
Hanno ampi orizzonti i ragazzotti qua. Non si limitano al pianeta terra, vogliono espandere la loro autorità in tutto l'universo!

Spiderman, questo si chiama mettere i piedi in avanti….

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
LUSSU
Inviato: 25/10/2011 19:43  Aggiornato: 25/10/2011 19:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/6/2011
Da: Sardegna
Inviati: 32
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Se avete letto "Vaticano S.P.A." di Gian Luigi Nuzzi, potrete notare che la fissa per una finanza della chiesa globalizzata esiste da parecchi anni. Dai tempi di Marcinkus, Sodano, Debonis, Giovanni Paolo II, Dwisitz (non mi ricordo esattamente se si scrive così il fedelissimo polacco di Karol Wojtyła. Nel libro oltre alle tante nefandezze portate avanti da questa chiesa, esisteva il progetto di una banca mondiale a livello ecclesiale che doveva coincidere con un sistema politico nazionale governato dal "Grande Centro" la fotocopia della Democrazia Cristiana. Sembrerebbe che il Grande Centro sia già costituito anche se non formalmente...il cui scopo è quello di continuare a gestiire gli immensi capitali nascosti nei vari paradisi fiscali fino ad ora gestiti dallo IOR e frutto anche di tangenti, riciclaggio di denaro sporco...sin dai tempi di Paolo VI. Grazie a Bertinotti e Fini, entrambi fautori demolitori della sinistra e destra radicale, questo progetto è ormai vicino.

Un Grande Centro capace di gestire i grossi capitali, e tale da posizionarsi come interfaccia verso il NWO (BCE, FED, COMM-TRILAT, FMI), in modo che anche tutti i patrimoni religiosi convergano ad un'unico padrone mondiale.

Complimenti per l'architettura che è stata realizzata.

Ma, ora bisogna attendere e capire se il progetto verrà rispettato in pieno oppure subentrerà qualche variabile impazzita ed incontrollata che modifichi tale macchina infernale.

A tal proposito il papa come disse Napolitano è daccordo ad un nuovo ordine mondiale (ne è la prova la suddetta excelsium bancorum mondialum), anche se il tedesco coi crautii, manifesta una certa preoccupazione dai fantomatici indignados e black-block, non curanti questi ultimi, dalle benedette norme dei "Patti Lateranensi", delle vere e proprie leggi ad-personam verso tutti i peggiori crimini commessi dai porporati.

Avrà forse timore di prendere un bel calcio nel sedere? Un messaggio molto insolito è stato Domenica il rumeno che ha dato fuoco alla bibbia dal colonnato di San Pietro. Coincidenze?

Un'altra clamorosa protesta credo che a breve la porteranno le ragazze ucraine (solitamente nude) contro il turismo sessuale nel loro paese. Come da intervista tramite le iene hanno dichiarato che faranno una clamorosa incursione in Vaticano contro PapaRazzi!

Jurij
Inviato: 25/10/2011 19:45  Aggiornato: 25/10/2011 19:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
a_mensa
Citazione:
si dimentica troppo spesso che se c'è un debito vi sono anche dei creditori, e se il debito è stato formato abusando dell'ignoranza della credulità della buona fede di chi ha preferito delegare anzicchè interessarsi di persona ANCHE del denaro pubblico, che paghino una volta tanto coloro che di tale potere hanno approfittato, a scapito del resto della popolazione.
chiaro , signor Pontefice ?

Completamente d’accordo, se si ha i nomi dei creditori, si sa anche chi tassare.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Fang
Inviato: 25/10/2011 19:56  Aggiornato: 25/10/2011 19:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/11/2007
Da:
Inviati: 80
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Francamente il proporre una autorità mondiale preposta a fare qualcosa non la considero di per sè una cosa negativa.
Faccio un esempio anche se un po' banale.
Se per quanto riguarda la caccia alle balene ognuno decidesse per gli affari suoi il Giappone estinguerebbe la specie (come infatti ahimè rischia di andare a finire), ma se dovesse fare i conti con una autorità mondiale formata dai rappresentanti di più paesi teoricamente questo potrebbe frenare il pericolo.
Chiaro che come ogni strumento che in sè è neutro deve essere usato in maniera appropriata.
E nell'esempio sopracitato fare in modo che nell'autorità mondiale per la protezione della balena non ne faccia parte solo il capitano Achab in evidente conflitto di interessi.

Spiderman
Inviato: 25/10/2011 20:04  Aggiornato: 25/10/2011 20:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Citazione:
Spiderman, questo si chiama mettere i piedi in avanti….


Io sono più propenso a chiamarla, megalomania.

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
Calvero
Inviato: 25/10/2011 20:32  Aggiornato: 25/10/2011 20:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Citazione:
Ha 85 anni e dovrebbe mettersi a fare le corsette davanti a wall street per capire come vanno le cose nel mondo ? ( agli "altri" bastano il pc e la lettura del giornale la Repubblica )


Eh sì eh.... come non comprendere questi limiti ..

... perché ovviamente era letterale che il Papa dovesse andare a farsi una corsetta a Wall Street o che, scoperto come le sue umili scarpette non sono di Prada, il resto della GARGANTUESCA ipocrisia e dispotica associazione a delinquere che rappresenta svanirebbe in una nuvoletta di fumo benedetta da zio Mangog e papà Blondet, giusto?

Ma dico io: perché non apriamo anche - l'angolo delle cose che non stanno né in cielo né in Terra - visto che anche il Vaticano non trova più il suo posticino; almeno gliene offriamo uno noi.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
perspicace
Inviato: 25/10/2011 20:32  Aggiornato: 25/10/2011 20:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Questo è il colmo scusate l'O.T. ma la cosa mi fa ridere un po

premetto io entro tutti i giorni in LC con tranquillità non ho mai subito attacchi

oggi clicco tra i preferiti sul mio browser luogocomune e mi apre la pagina ROSSA con attenzione e una scritta che dice che su questo sito sono condivisi video di Arcoiris.tv noto sito che secondo loro diffonderebbe malware.



naturalmente ho cliccato continua lo stesso

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
Jurij
Inviato: 25/10/2011 20:46  Aggiornato: 25/10/2011 20:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Calvero
Citazione:
Ma dico io: perché non apriamo anche - l'angolo delle cose che non stanno né in cielo né in Terra - visto che anche il Vaticano non trova più il suo posticino; almeno gliene offriamo uno noi.

Eventualmente per il suo capo: non lontano da casa mia c’è una casa per anziani, credo che lui se la possa permettere…naturalmente prima di entrarci deve firmare una dichiarazione dove prometta di lasciare in pace tutti gli altri anziani su qualsiasi argomento religioso…

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Ressa
Inviato: 25/10/2011 20:56  Aggiornato: 25/10/2011 20:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/1/2010
Da: San Benedetto Val Sambro BO
Inviati: 60
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
AVVISO IMPORTANTE

Connettendomi a questo sito con Chrome, il software mi avvisa che sono presenti contenuti di Arcoiris (il sito dove Massimo carica alcuni dei suoi video) e che tale sito E' NOTO CONTENGA MALWARE E VIRUS.
Ora non vorrei che fosse tutto una specie di censura per indurre persone che non conoscono il sito a bollarlo come contente virus.
Scrivo questo anche per avvisare Massimo della situazione che si ha provando ad accedere al sito.

Spero risolviate presto

Ressa

a_mensa
Inviato: 25/10/2011 20:57  Aggiornato: 25/10/2011 20:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
@jurij
Citazione:
Completamente d’accordo, se si ha i nomi dei creditori, si sa anche chi tassare.

non servono i nomi, basta lasciare andare in default e si troveranno automaticamente tassati !!

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
a_mensa
Inviato: 25/10/2011 21:05  Aggiornato: 25/10/2011 21:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Caro Massimo
Capisco benissimo il tuo invito a non divagare sull’argomento, ma non puoi prescindere dall’analizzare il documento pontificio senza la comprensione della natura stessa della chiesa.
Di questa non voglio qui fare un trattato, ma almeno sottolineare alcuni aspetti essenziali alla comprensione soprattutto dello scopo del documento stesso.
a) La chiesa si pone come “gestore” della sofferenza dell’umanità, per la qual missione occorre che la sofferenza venga perpetuata. Quella sofferenza che scaturisce dalla natura umana stessa, mai sottolineata e mai combattuta pubblicamente che è la “sete del potere, per il potere stesso”, stimolo esistente nell’uomo ma in nessun altro animale. Il potere, in natura lo vedrai esercitato nel mondo animale, sempre in funzione della sopravvivenza del gruppo, e mai per la soddisfazione del singolo. Questa è la tara umana che la chiesa sfrutta per avere sempre disponibile una pletora di sofferenti , sottomessi, sfruttati, e che mai si sognerà di combattere.
b) Per “gestire” la sofferenza umana, sfrutta la speranza, anzi la convinzione di una giustizia divina, che stranamente assomiglia molto a quella umana, in quanto struttura gerarchica, e come tale necessita di un vertice caratterizzato sicuramente da ogni virtù possibile, anche se tali virtù entrano in palese contraddizione tra loro, almeno nella logica umana. Amore, perdono e giustizia, tanto per fare un esempio, occorre fare le capriole con triplo salto carpiato per farle convivere. Il tutto utilizzato per far accettare serenamente i sacrifici, con la promessa di un futuro premio, sicuramente non verificabile a priori, ovviamente in favore di coloro che il potere lo esercitano già qui, su questa terra.
c) Ma offre anche una soluzione ai sensi di colpa che, occasionalmente possano nascere, come sprazzi di umanità, in chi tale potere lo esercita, e questa è la confessione, la cui conclusione mai si identifica con il “rimediare” alle colpe commesse, cosa che insegnerebbe almeno a non commetterle più in modo serio e responsabile, ma si accontenta del pentimento, sentimento molto più volatile e occasionale, ed in fatti, fuori dal confessionale, i “pentiti” reiterano immediatamente le loro colpe.
d) Ecco quindi la ragione per cui la chiesa è sopravvissuta nei secoli. È stata sempre propedeutica all’esercizio del potere, offrendo ai sottomessi, sfruttati, sofferenti, una speranza e una convinzione di potersi affrancare nell’al di la, visto che nell’al di qua devono “guadagnarsi” il futuro glorioso e gioioso accettando serenamente la propria condizione. Chiaro che se le persone smettessero di credere in un premio futuro, comincerebbero a ribellarsi ed a chiedere una condizione più paritetica con chi il potere lo ha e lo esercita.
Ecco che sotto questa visione, il documento vaticano, che fa finta di capire e comprendere i mali del nostro tempo, offre una soluzione che non risolve ovviamente nulla, ma si allinea perfettamente con i criteri portanti dell’azione della chiesa.
Che in questo momento di forte tensione, operi la strategia da te indicata, mi pare ovvio, come mi pare ovvio che non si sogni nemmeno lontanamente di indicare la vera causa e quindi l’unica vera soluzione possibile al superamento di questa crisi.
Un mondo dove un “sistema” ha potuto sopravvivere coinvolgendo sempre più “sfruttati” a beneficio della parte più “civile” ed “evoluta” sta terminando le popolazioni da coinvolgere, mostrando così i limiti di tale sistema, dove il benessere di una parte minoritaria, viene ottenuto dallo sfruttamento di un multiplo di tali popolazioni.
È il sistema della crescita infinita attuata tramite il libero esplicarsi delle spinte anarchico-liberiste, libere di convincere intere popolazioni della necessità di cose inutili, dopo aver creato tutte quelle utili possibili.
Se , e ripeto se, la mia analisi è corretta, la ragione ultima di questa crisi è l’aver permesso l’accumulo di risorse enormi nelle mani di pochi, che, non potendo più investirle in crescita utile e condivisa, le investono in qualsiasi cosa, finanza distruttiva compresa, possa dare dei ritorni immediati, anche se compromettono pesantemente il futuro dell’intera umanità.
Non so dirti se questo sia un disegno premeditato o il semplice risultato di una concentrazione indecente delle risorse della terra nelle mani di pochi, ma l’unica vera soluzione di questa crisi che da economica, poi finanziaria, poi antropologica, consisterebbe in una pesante redistribuzione delle risorse stesse.
Questo, la chiesa, non lo sosterrà mai, auspicandolo inutilmente solo su base volontaria, benché anche ciò accada parzialmente proprio a partire dagli USA nel quale Bill Gates, ed altri, hanno compreso come la concentrazione delle loro ricchezze stia minando il sistema stesso che ne ha permesso la formazione, proponendo la donazione di parte di esse ad un ente che le usi per alleviare la povertà estrema.

andrea

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
NeWorld
Inviato: 25/10/2011 21:12  Aggiornato: 25/10/2011 21:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Il Vaticano e la Chiesa Cattolica hanno definitivamente dimostrato di riporre la propria fiducia (e di conseguenza influenzare quella dei loro fedeli) non nel Regno di Dio che tanto stava a cuore a Cristo Gesù,ma in quelli che hanno come obiettivo un "Nuovo Ordine Mondiale".

E' inutile dire che questi due tipi di governi sono in antitesi e mentre uno, come disse Cristo ,ha origine Divina...l'altro è di chiara origine Satanica.

Ma presto,secondo le profezie Bibliche succederà qualcosa di inaspettato:
coloro che tanto cercano di portare il NWO si rivolteranno contro la religione,e in particolare il Vaticano.
Lo faranno tramite l' ONU che in precedenza avrà assunto maggiore potere.
Il Vaticano e le chiese hanno i giorni contati.
Quello che avverrà dopo sarà anche più sconvolgente per molti.

Un giorno vedrete queste cose e vi ricorderete di queste parole,che non hanno origine da un utente di LC,ma dalle Sacre Scritture.

Saluti

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
peonia
Inviato: 26/10/2011 0:37  Aggiornato: 26/10/2011 0:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Anche il Papa si è "indignado"

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Infettato
Inviato: 26/10/2011 9:11  Aggiornato: 26/10/2011 9:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
@jurij
Citazione:
Completamente d’accordo, se si ha i nomi dei creditori, si sa anche chi tassare.

a_mensa
non servono i nomi, basta lasciare andare in default e si troveranno automaticamente tassati !!

E' risaputo che su alcune cose economiche la pensiamo diversamente, ma non voglio discutere di questo, ti linko questo scritto del buon Marco nel quale si evincono le possibili sistuazioni del default, in sostanza chi ci rimette, ma anche in un modo di pensare che sinceramente condivido totalmente.

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
eco3
Inviato: 26/10/2011 10:57  Aggiornato: 26/10/2011 10:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/10/2006
Da:
Inviati: 229
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Be', questo su ticinonews.ch mi sembra un buon sunto.

Il Vaticano centra il bersaglio

motus in fine velocior
polaris_40
Inviato: 26/10/2011 11:05  Aggiornato: 26/10/2011 13:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/10/2006
Da:
Inviati: 242
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Vorrei sapere quante volte questo uomo che viene considerato Dio in terra (e già qui sarebbe tutto dire) si sia mosso per un confronto con i potenti del mondo almeno su queste guerre portate avanti in Afghanistan ed in Iraq.Diciamo al contrario che quando ha fatto una capatina negli "states", ha elogiato pubblicamente questo grande esempio di democrazia e libertà con parole molto esplicite e chiare.
Parliamo degli Stati Uniti che si muvono sul territorio globale prendendo persone sospette trasportandole in basi militari in altri stati dove le leggi gli consentono di fare ciò che vogliono ossia torturare affinchè ottengano le notizie di cui necessitano.
Parliamo della potenza militare più grande del mondo che come prima cosa dopo l'11 Settembre ha foraggiato il complesso militare industriale con il patriot act.
La potenza che giustizia con la pena di morte in diversi suoi stati federali.
La potenza che favorirà il propagarsi della religione cattolica visto come si demonizza l'islamismo insieme a tutti gli estremisti.
Quindi che se ne sia uscito con questa frase cristallina e sibillina stupisce almeno secondo me per aver chiarito esplicitamente il suo pensiero, ma diciamo che allo stesso tempo con il suo assordante silenzio in questi 10 anni nei confronti di due conflitti tenuti in vita anche dal Nobel per la pace (da comiche questo) diciamo che aveva già resa sufficientemente chiara la sua linea di pensiero.
Unico dominio politico/economico/religioso evvai ormai hanno anche la sfrontatezza di dirlo apertamente facendolo quasi auspicare alla gente stessa. Questo è il fallimento della società tutta se con indifferenza accetta tutto ciò sta accadendo. Non esistono entità o istituzioni morali che ci garantiscano o garantiscano il bene dei + deboli ce lo dobbiamo mettere in testa. Io tuttora stento a farmene una ragione mi rendo conto che ancora ci spero e penso sia questa la debolezza del singolo.

mangog
Inviato: 26/10/2011 11:49  Aggiornato: 26/10/2011 11:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Citazione:

Autore: polaris_40 Inviato: 26/10/2011 11:05:11

Vorrei sapere quante volte questo uomo che viene considerato Dio in terra (e già qui sarebbe tutto dire)



Te lo ha detto tuo cugino che il Papa viene considerato Dio in terra ?
Mi sono fermato a questa riga nel leggere il tuo post.. e penso di avere proprio perso niente.

medicialbe
Inviato: 26/10/2011 12:15  Aggiornato: 26/10/2011 12:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/2/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Approfitto dello spazio LC che Massimo mette a disposizione. Premetto che amo la chiesa. articolo pubblicato su http://www.ingannati.it/2011/10/26/vaticano-e-new-world-order/


Il documento emesso dal pontificio consiglio della giustizia e della pace dal titolo: “Per una riforma del sistema finanziario e monetario internazionale nella prospettiva di un’autorità pubblica a competenza universale“ lascia molto l’amaro in bocca. Apparentemente è mosso da nobili principi, e cioè quelli riassunti nella prefazione: “la Chiesa, lungi dal pretendere minimamente d’intromettersi nella politica degli Stati, “non ha di mira che un unico scopo: continuare, sotto l’impulso dello Spirito consolatore, la stessa opera del Cristo, venuto nel mondo per rendere testimonianza alla verità, per salvare, non per condannare, per servire, non per essere servito” »

Peccato che poi, sia nel titolo, che nel contenuto, il documento sia una esortazione ad un governo mondiale come soluzione dei problemi derivanti dalla crisi economico-finanziaria mondiale. Già sarebbe stato da criticare se fosse stato di provenienza laica, cioè se un qualunque partito o movimento politico lo avesse proposto (e spiego dopo perchè sono contrario alla globalizzazione (*)): ma che venga dalla Chiesa di Cristo, questo no, proprio non lo riesco a mandar giù.

Ad esempio:

vengono citati tutti gli ultimi papi e le loro encicliche: da Giovanni XIII, a Paolo VI, Giovanni Paolo I (sì, anche lui sono riusciti a metterci dentro, il papa che voleva eliminare la massoneria dalla chiesa, con mandato “terminato” a soli 33 giorni dall’elezione), Giovanni Paolo II, Benedetto XVI; ma non c’è una citazione di Gesù! Forse che è già diventato obsoleto?
Il cardinal Caffarra, nell’omelia della messa per il V anniversario dell’elezione al soglio pontificio di Benedetto XVI aveva detto: “È intrinseco alla testimonianza cristiana lo scontro coi poteri di questo mondo. ” Bello. Condivisibile. Molto “cristano” (da chi infatti è stato messo a morte Gesù?) E questi? Tutta una sviolinata al potere, una invocazione di una autorità mondiale per la risoluzione dei problemi del mondo. Ma sulla Bibbia non c’è scritto “Maledetto l’uomo che confida nell’uomo?” (Ger, 17, 5-6)
In 12 pagine di analisi e soluzioni proposte, non una, dico una volta, viene accennato al tema della creazione del denaro da parte di enti privati (signoraggio primario) o alla creazione di inflazione col meccanismo della riserva frazionaria (signoraggio secondario). Eppure non credo che a tali menti illuminate anche dalla luce dello Spirito manchino gli elementi per comprendere tali meccanismi perversi. Solo un accenno a pag.3: “Ma in materia monetaria e finanziaria le dinamiche sono diverse. Negli ultimi decenni sono state le banche ad estendere il credito, il quale ha generato moneta, che a sua volta ha sollecitato un’ulteriore espansione del credito. Il sistema economico è stato in tale maniera spinto verso una spirale inflazionistica che inevitabilmente ha trovato un limite nel rischio sostenibile per gli istituti di credito, sottoposti ad un pericolo ulteriore di fallimento, con conseguenze negative per l’intero sistema economico e finanziario.” Capito? loro sanno bene che la creazione incontrollata di denaro è la causa del problema, ma la soluzione prospettata rimane quella dell’unico governo mondiale.
In 12 pagine di parole non trovate una volta la parola USURA. Ma non era quella la causa dei mali, tanto che in antichità era vietata (guadagnare denaro dal denaro), tanto che gli unici che si erano arrogati questa attività erano gli ebrei? E adesso? Se era un male allora, oggi, con internet, i computer, e l’informatizzazione che permette di creare e muovere capitali al semplice clic di un mouse le cose non sono molto peggio?
E poi, sarà una mia impressione, ma Gesù mi sembra sia stato molto più attento al prossimo, al cuore dell’uomo, che alla dottrina sociale, alle politiche, alle riforme. Oltre al famoso episodio della moneta, quando disse “Date a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che di Dio“, non dimentichiamo che ad un certo punto i suoi discepoli, anche appoggiati da potenti del tempo, volevano prenderlo per farlo re, ma lui sfuggì loro. Non era questo il suo Regno, come disse in seguito a Pilato. Qui invece mi sembra che la religione diventi proprio un instrumentum regni, stampella di supporto a quel potere che vuole controllare e dominare l’intera umanità e che, come confermato dal Tentatore a Gesù (“Tutti i regni di questo mondo mi appartengono“) è ispirato e votato all’inquilino del piano di sotto. D’altra parte lo stesso Gesù ha definito Lucifero “il principe di questo mondo“.
Ecco i motivi della mia delusione.

_______________________________________________________________

(*) sono contrario alla globalizzazione perchè ritengo che la distanza fra governo dei cittadini e cittadini stessi debba essere la minore possibile. I problemi sono affrontati meglio da chi li conosce direttamente: come può la comunità europea legiferare correttamente sulla misura delle reti da pesca dei pescatori di Chioggia? In generale l’aumento delle distanze aumenta le possibilità di inserimento di truffe, imbrogli, alterazioni. Pensate al contadino che produce il latte per la sua comunità. Se chi beve il suo latte sono i vicini, si permetterà di darglielo adulterato? No, nella piccola comunità la faccia, la reputazione sono tutto. Ma se vendo il mio latte dall’altra parte del mondo, protetto da una facciata di un brand, che magari in caso di scandalo o disastro cambierà il nome e l’amministratore delegato e tutto continuerà come prima (da Bhopal al Talidomide è sempre andata così). La distanza permette il prosperare di una economia guidata solo dalla logica del profitto, e si apre la porta ai peggiori comportamenti.

E questo (piccolo, locale è bello) è un modello che può essere replicato e applicato nei vari settori: politico, fiscale (deve essere locale), sanità, scuola, ricerca, energia (produzione locale e autonomia, non grandi centrali e grandi reti di distribuzione).Ingannati

polaris_40
Inviato: 26/10/2011 13:08  Aggiornato: 26/10/2011 13:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/10/2006
Da:
Inviati: 242
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
mangog,
ti ringrazio per la puntualizzazione.Che tu ti senta di bocciare il mio intervento dalle prime righe a me sta benissimo.
Ma ti faccio notare che l'intoccabilità di tale personaggio, rende chiarissima la tua posizione. Il non considerarlo criticabile permette a lui ed alla Chiesa tutta di compiere e di affermare dabbenaggini pari se non superiori a quella che mi attribuisci.
Se vuoi ricordati ciò che venne detto in una sua visita in Africa quando affermò che risulta peccato usare il preservativo.
Detta così può suonare anche bene, ma se si pensa alla percentuale di malati di AIDS in quei paesi e alla facilità con cui si contagiano, vedi tu se non risulta una condanna a morte. Non uccidere me lo insegnavano anche come comandamento al catechismo, ma ad ognuno le proprie deduzioni di parte.
Anche io cmq ero delle tue stesse posizioni, poi se devo essere sincero sono cresciuto, passando per un esperienza di fede (ti sembrerà incredibile) e personalmente non ho potuto che declassare l'istituzione della Chiesa al livello delle più squallide associazioni e affiliazioni di potere. Spero con questo di non aver urtato la suscettibilità tua e di tutti coloro che credono nella Chiesa.
Io credo in Dio ma non certo nella Chiesa, quindi non cominciamo con allora se.. etc etc
Per favore poi non attribuiamo il termine estremista solo a chi si fa saltare in aria, se poi ci si trova di fronte a chi sbarra gli occhi o addirittura sostiene che non risulta contraddittorio o reputa "quasi" blasfemo chi osa commentare le uscite di Santa Romana Chiesa Mi è capitato spesso di vedere queste reazioni in persone che si ritengono aperte, anche solo quando si sostiene con tutta l'educazione di una conversazione condotta con il rispetto che gli attribuiscono, che ciò che afferma il Papa molto spesso contraddice ciò che propugna da millenni la religione che egli stesso rappresenta.

a_mensa
Inviato: 26/10/2011 14:09  Aggiornato: 26/10/2011 14:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
@ infettato

siamo alle solite, di chi non conosce il mondo bancario, ed allora la cosa più semplice è accusare quanto si ignora.
partiamo dal debito pubblico.
tralasciamo gli ultimi anni, dei quali parleremo dopo, in cui sono avvenuti i famosi "salvataggi", ma il debito è maturato ben prima di essi ed è quasi costantemente cresciuto.
allora le banche erano "buone"? certo, perchè buona parte dei loro guadagni, ottenuti prestando denaro (leggi "corso legale", ma senza che venga versato adeguato compenso allo strato per tale possibilità) anzicchè distribuirli come dividendi, li hanno investiti ne i titoli di stato.
quanto accadeva e accade tutt'ora, è che grossi guadagni derivanti dal monopolio della gestione del denaro è stato investito nei titoli di stato, accrescendo l'abominio di una rendita di posizione ( monopolio della gestione del denaro) che anzichè venire tassata adeguatamente, viene lasciata ai proprietari i quali comperano con essi i titoli, lucrando così anche gli interessi.
uno stato che si comportasse correttamente, anzichè farseli imprestare (contro i titoli) semplicemente li reclamerebbe come tasse.
ma si sa che lo stato è dominato dai banchieri, pertanto i governi non faranno mai il loro dovere nei confronti del popolo, e questa è la beffa della "democrazia".
perchè lo stato si è sempre indebitato ?
perchè è retto da persone che devono farsi eleggere, e quindi tendono a dare più di quanto incassano, soprattutto dai più ricchi e potenti, e la differenza, che è il rosso di bilancio, lo coprono facendoseli imprestare, e ponendo così la differenza, aumentata dagli interessi, a carico delle future generazioni.
e ad imprestarglieli sono, oltre le sciure maria, e i pensionati che ci mettono le liquidazioni, anche le banche, con i mezzi loro, quelli guadagnati con gli interessi.
e guarda caso, è permesso alle banche anche tenere il "capitale di garanzia" ,quello che serve a coprire le variazioni statistiche tra prelievi e depositi, anche sotto forma di titoli di stato, essendo questi molto liquidi.
il problema, come quello attuale, vien fuori quando quei titoli non possono esser più venduti al loro valore di libro, ma a causa di un aumento degli interessi richiesti sui titoli di nuova emissione, si svalutano.
così,una banca che aveva un tot come capitale di garanzia, si trova, dovesse vendere tali titoli, con molto meno, accusando così una forte perdita che porterebbe in breve ad una caduta di fiducia nella clientela con ulteriore corsa ai prelievi e quindi al fallimento della banca stessa.
ecco allora che lo stato interviene, imprestando se può denaro liquido alla banca stessa, oppure offrendo la sua garanzia sui debiti che a questo punto la banca stessa accende verso altre banche o presso la banca centrale.
l'altra soluzione è la nazionalizzazione, valutando la banca 1 dollaro ed immettendo nel capitale di garanzia capitali dello stato stesso, questi si, ad ulteriore aumento del debito pubblico. aumento però compensato dal possesso della banca stessa.
l'altra possibilità, e questo è quanto è stato fatto, aumentando il debito pubblico, è che lo stato si ricomperi a valore nominale anzicchè di mercato, i titoli posseduti dalla banca e vendibili solo con forti perdite.
la banca così torna a disporre di capitale di garanzia, ma la perdita di valore dei titoli se li accolla lo stato.
chiaro ?
per parlare di queste cose, però, bisogna sapere come funziona il sistema bancario, altrimenti si dicono fregnacce.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
a_mensa
Inviato: 26/10/2011 14:22  Aggiornato: 26/10/2011 14:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
@ polaris_40
hai detto parole sante..... ma io , che sono ormai sulla lista nera per contraddire tutte le cazzate economiche che vanno per la maggiore, ne aggiungo un'altra.
il mio sospetto circa la ragione della sopravvivenza della chiesa a 2000 anni di storia, cosa attribuita al miracolo della sua appartenenza divina, io la attribuirei molto piu prosaicamente all'attitudine della chiesa di leccare il c...o ai potendi, ad eccezione dei momenti in cui i potenti hanno voluto mettersi contro di essa, o approfittare del suo potere, o delle sua ricchezze.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
Infettato
Inviato: 26/10/2011 19:11  Aggiornato: 26/10/2011 19:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Citazione:
siamo alle solite, di chi non conosce il mondo bancario, ed allora la cosa più semplice è accusare quanto si ignora


Veramente io ho linkato solo l'articolo di Ashoka per rispondere alla domanda "chi ci rimette con il default", quindi oltre ai grassi banchieri da te nominati, anche molti comuni mortali italiani, magari anche indirettamente...(le vie della finanza sono infinite)
E' inutile che mi fai tutta la lunga pappardella che oltretutto in parte è anche condivisa. Se magari mi scrivevi, no le cifre non sono quelle andava bene.

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
EL_GUERCIO
Inviato: 26/10/2011 20:21  Aggiornato: 26/10/2011 20:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/11/2006
Da:
Inviati: 177
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Ma a voi non vi fa venire i brividi questo giocare così platealmente a carte scoperte del Vaticano? Lo so che gia Giovanni Paolo II si espresse a suo tempo con "blande" parole sull'unità mondiale, ma qui mi pare che Ratzinger stia spiattellando senza se e senza ma le linee guida del NWO. Alla faccia di chi considera certi temi i deliri dei gombloddisti.
C'è una stretta sui tempi di attuazione secondo voi?

"Non si dicono mai tante bugie quante se ne dicono prima delle elezioni, durante una guerra e dopo la caccia". Otto von Bismarck
a_mensa
Inviato: 26/10/2011 20:47  Aggiornato: 26/10/2011 21:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
@ infettato
se il tuo pensiero riflette quello che Marco esprime nell'articolo, il mio commento è più che appropriato.
quando mi chiedi dei numeri, dimentichi un particolare, cioè che bisogna esser d'accordo su cosa i numeri rappresentano. dire che un tavolo è lungo 1 o 10 o 100, se non metti l'unità di misura, di per se non rappresentano nulla.
per questo cerco di appurare se siamo d'accordo su cosa i numeri attuali rappresentano.
non so poi cosa vorresti sapere, cosa rappresenta e a quanto ammonta un tier 1 al 9% per le varie banche ? o a quanto ammonta il debito pubblico ? o come si è formato negli anni ?
purtroppo è sulle definizioni che non ci siamo, i numeri sono ancora il meno.
tu credi davvero di esserti indebitato per 1/60.000.000 dei 1900 miliardi di euro ? la tua parte di tasse l'hai sempre pagata ? e un'aliquota del 44% marginale, la ritieni equa per chi porta a casa 10.000€ al mese ? sei d'accordo che il sistema bancario possa accumulare risorse a scapito del paese reale ? guarda che se lo stato ha un debito, ci sono anche i creditori per lo stesso ammontare !!
queste sono le cose sulle quali bisogna discutere in primis.... il resto è conseguenza

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
Pyter
Inviato: 26/10/2011 20:54  Aggiornato: 26/10/2011 20:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
medicialbe:
(*) sono contrario alla globalizzazione perchè ritengo che la distanza fra governo dei cittadini e cittadini stessi debba essere la minore possibile.

Io sono contrario alla globalizzazione perchè ritengo che la distanza dei cittadini dal governo debba essere la maggiore possibile.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
a_mensa
Inviato: 26/10/2011 20:57  Aggiornato: 26/10/2011 21:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
@ EL_GUERCIO

Citazione:
C'è una stretta sui tempi di attuazione secondo voi?


si c'è ed è evidente e credo causata dalla perdita relativa di potere e leadership degli USA e della cricca che ne domina il governo.
la crisi, le guerre, le rivolte sociali interne, stanno minando il potere verso il vertice dell'amministrazione USA in modo plateale ed evidente, per cui, fintantochè hanno ancora un po' di tale potere, cercano di accelerare la soluzione finale.

INOLTRE INTERNET STA FACENDO UN BUON LAVORO......

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
a_mensa
Inviato: 26/10/2011 21:00  Aggiornato: 26/10/2011 21:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
ciao Pyter ... sempre spiritoso , vero ?

Citazione:
Io sono contrario alla globalizzazione perchè ritengo che la distanza dei cittadini dal governo debba essere la maggiore possibile.


magari se diventasse infinita, spedendo i governanti, tutti, maggioranza becera e opposizione imbelle, su un altro pianeta........

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
Spiderman
Inviato: 26/10/2011 21:03  Aggiornato: 26/10/2011 21:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Citazione:
magari se diventasse infinita, spedendo i governanti, tutti, maggioranza becera e opposizione imbelle, su un altro pianeta........


Ssssssse!! Te li rispediscono qui senza manco aprire il pacco...

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
Pyter
Inviato: 26/10/2011 21:34  Aggiornato: 26/10/2011 21:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
ciao Pyter ... sempre spiritoso , vero ?

Ciao, a_mensa,
sto cercando di smettere, ma mi remano contro.


magari se diventasse infinita, spedendo i governanti, tutti, maggioranza becera e opposizione imbelle, su un altro pianeta........

Invece pare che su un altro pianeta non ci siano loro, ma noi.

Altrimenti non potremmo mai pensare che la globalizzazione sia arrivata qui per caso mandata dalla provvidenza e non invece il frutto di decisioni politiche ben programmate. Magari pure casuali nel risultato, ma sempre frutto di decisioni politiche.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
a_mensa
Inviato: 26/10/2011 21:45  Aggiornato: 26/10/2011 21:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
che ti succede pyter ? stai anche diventando saggio ?
non ti riconosco più!

Citazione:
Invece pare che su un altro pianeta non ci siano loro, ma noi.


hai ragione, la maggior parte di noi pensava di essere nel paese di Alice.....

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
Pyter
Inviato: 26/10/2011 22:22  Aggiornato: 26/10/2011 22:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Si, è vero, certe volte anche a me capita di prendere sul serio le persone.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Calvero
Inviato: 26/10/2011 22:46  Aggiornato: 26/10/2011 22:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
la Comicità (C - maiuscola) è saggezza

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
polaris_40
Inviato: 27/10/2011 4:48  Aggiornato: 27/10/2011 4:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/10/2006
Da:
Inviati: 242
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Sui tempi che stanno cercando di accelerare sarebbe per me interessante approfondire il discorso. Perchè questa fretta nell'impadronirsi di risorse non proprie come gli States in Afghanistan e Iraq o come Noi e altri in Libia? Questa spinta verso una veloce realizzazione di un nuovo ordine mondiale è solo perchè si è in ritardo rispetto a quanto preventivato o ci sono motivi differenti ?

Pyter
Inviato: 27/10/2011 13:41  Aggiornato: 27/10/2011 13:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
la Comicità (C - maiuscola) è saggezza

Giusto, Calvero.

Io però parlerei meglio di Ironia; lo stesso Victor Hugo diceva che non si può aspirare alla libertà se non si ha Ironia.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Calvero
Inviato: 27/10/2011 13:52  Aggiornato: 27/10/2011 13:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Fidati, che in quella - C maiuscola - c'è molto di quello che hai detto c'è molto di un mondo ( di quella C ) perduto. Non approfondisco non per non andare OT, ma perché certe cose vanno solo sfiorate e lasciate ai loro ritmi

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Jurij
Inviato: 27/10/2011 18:31  Aggiornato: 27/10/2011 18:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Pyter
Citazione:
Io sono contrario alla globalizzazione perchè ritengo che la distanza dei cittadini dal governo debba essere la maggiore possibile.

??? !!!
Io sono contrario che venga a piovere perché ritengo che l’aria è troppo secca…

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Maksi
Inviato: 31/10/2011 12:09  Aggiornato: 31/10/2011 12:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/10/2011
Da:
Inviati: 1219
 Re: Anche il Papa si è "indignado"
Eccellente articolo di Santa: Il Vaticano e il Nuovo Disordine Mondiale


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA