Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


palestina : Israele attaccherà l'Iran?
Inviato da Redazione il 3/12/2011 5:30:00 (8321 letture)

Un recente articolo su Yedioth Ahronot (uno dei tre più importanti quotidiani israeliani, insieme a Haaretz e Maariv) ha scatenato il putiferio in Israele, poichè rivelava che Netaniahu e BaraK stessero segretamente programmando di attaccare militarmente l’Iran senza preavvisare nessuno, nemmeno il proprio parlamento.[1] (Attualmente Netaniahu è primo ministro, Ehud Barak è il ministro della difesa).

Come è noto, la ”voglia di guerra” contro l’Iran risale ad oltre dieci anni fa, e fa parte del piano complessivo di “stabilizzazione” del Medio Oriente sognato dalla nuova alleanza fra sionisti e neocons, nata con la presidenza Bush e “lanciata” ufficialmente nel mondo grazie all’11 settembre.

Attualmente l’ipotesi di un attacco unilaterale, da parte di Israele, sembra molto azzardata, e ci sono molti analisti di calibro internazionale che sostengono che la cosa sia semplicemente impossibile.

Michel Chossudosky, titolare di Global Research, ha detto che "la struttura militare della NATO prevede che Israele debba necessariamente ottenere l’autorizzazione ...

... da parte degli Stati Uniti, prima di lanciare un attacco militare verso l’Iran".

Della stessa opinione è Uri Avneri, lo scrittore pacifista isaeliano, nemico storico del sionismo fin dai tempi di Ben Gurion: “I sionisti fanno tanto rumore, ma Israele sa bene di non poter agire militarmente senza l’approvazione degli Stati Uniti e delle altre nazioni occidentali. Inoltre, se Israele attaccasse un qualunque paese islamico, riuscirebbe a riunire di colpo sciiti e sunniti di tutti i paesi arabi, e rischierebbe seriamente di venire distrutto in poco tempo.”

Paradossalmente, persino l’ex-direttore dell’intelligence dell’esercito israeliano, Shlomo Gazit [2], ha detto che “un attacco ai reattori nucleari iraniani porterebbe alla distruzione di Israele. Lo scopo che vorremmo ottenere con quell’attacco, e cioè la neutralizzazione del programma nucleare iraniano, darebbe proprio il risultato opposto”.

Ma c’è anche un rovescio della medaglia, che rende la situazione tutt’altro che tranquillizzante.

Come molti ricorderanno, di recente Wesley Clark ha raccontato che fin dal 2003 esisteva un progetto segreto del Pentagono per “fare fuori 7 paesi in 5 anni: Iraq, Siria, Libano, Libia, Somalia, Sudan e Iran”. Iraq e Libia sono già caduti, e come tutti sappiamo la Siria è attualmente sull’orlo del precipizio. Ma, come spiega Webster Tarpley, "se l’alleanza occidentale riuscisse a rovesciare il governo di Assad si verrebbe a creare una situazione estremamente pericolosa, perchè l’Iran si troverebbe di colpo isolato e accerchiato da forze potenzialmente ostili. La Siria inoltre fa da collegamento territoriale fra l’Iran e gli Hezbollah in Libano, e questi si troverebbero a loro volta isolati, e probabilmente costretti a scatenare una offensiva militare contro Tel Aviv pur di sopravvivere. A sua volta Hamas non perderebbe l’occasione per lanciare i propri razzi in territorio israeliano, mettendo in gravi difficoltà il governo di Netaniahu".

Ecco perchè i falchi israeliani potrebbero preferire la classica “azione a sorpresa” contro l’Iran, che aggirasse questa sequenza quasi obbligatoria di eventi, e mettesse il mondo di fronte al fatto compiuto.

Fra l’altro, sappiamo bene che gli Stati Uniti non possono appoggiare apertamente un attacco militare all’Iran, ma non sarebbero certo dispiaciuti di vederlo avvenire “contro la propria volontà”. Come ha detto Seymour Hersh, Obama sta praticamente seguendo la stessa linea imperialista dell’amministrazione Bush, e sembra particolarmente debole di fronte allo strapotere di Netaniahu.

Di fatto, Obama avrebbe potuto fare una dichiarazione ufficiale contro un eventuale attacco israeliano all’Iran, ma la cosa non è mai avvenuta.

Gli unici che potrebbero salvare la situazione sono gli stessi cittadini israeliani, che dovrebbero prendere il coraggio a due mani e liberarsi una volta per tutte dei sionisti che ormai da troppi anni mettono a repentaglio la loro sicurezza. Ma questo non è facile da capire, quando sei costantemente bersagliato da una propaganda a senso unico, che fa leva proprio sulla paura atavica del popolo ebraico per impedire che si liberi dalle catene che lo stesso sionismo gli ha imposto.

Massimo Mazzucco

Voto: 9.00 (4 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Pispax
Inviato: 3/12/2011 6:30  Aggiornato: 3/12/2011 6:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Citazione:
Della stessa opinione è Uri Avneri, lo scrittore pacifista isaeliano, nemico storico del sionismo fin dai tempi di Ben Gurion: “I sionisti fanno tanto rumore, ma Israele sa bene di non poter agire militarmente senza l’approvazione degli Stati Uniti e delle altre nazioni occidentali. Inoltre, se Israele attaccasse un qualunque paese islamico, riuscirebbe a riunire di colpo sciiti e sunniti di tutti i paesi arabi, e rischierebbe seriamente di venire distrutto in poco tempo.”

Paradossalmente, persino l’ex-direttore dell’intelligence dell’esercito israeliano, Shlomo Gazit [2], ha detto che “un attacco ai reattori nucleari iraniani porterebbe alla distruzione di Israele. Lo scopo che vorremmo ottenere con quell’attacco, e cioè la neutralizzazione del programma nucleare iraniano, darebbe proprio il risultato opposto”.


Queste sono considerazioni troppo intelligenti per Netanyahu.
Dubito che le terrà in considerazione.







Citazione:
Come molti ricorderanno, di recente Wesley Clark ha raccontato che fin dal 2003 esisteva un progetto segreto del Pentagono per “fare fuori 7 paesi in 5 anni: Iraq, Siria, Libano, Libia, Somalia, Sudan e Iran”. Iraq e Libia sono già caduti, e come tutti sappiamo la Siria è attualmente sull’orlo del precipizio. Ma, come spiega Webster Tarpley, "se l’alleanza occidentale riuscisse a rovesciare il governo di Assad si verrebbe a creare una situazione estremamente pericolosa, perchè l’Iran si troverebbe di colpo isolato e accerchiato da forze potenzialmente ostili. La Siria inoltre fa da collegamento territoriale fra l’Iran e gli Hezbollah in Libano, e questi si troverebbero a loro volta isolati, e probabilmente costretti a scatenare una offensiva militare contro Tel Aviv pur di sopravvivere. A sua volta Hamas non perderebbe l’occasione per lanciare i propri razzi in territorio israeliano, mettendo in gravi difficoltà il governo di Netaniahu".


Non è la Siria a essere sull'orlo del precipizio.
E' Assad.
E a quanto pare a spingercelo sono gli ex-amichetti della Lega Araba, Sauditi in testa, visto che questa volta l'ONU non ha accolto le loro pressioni per un intervento più deciso.
Di conseguenza hanno dovuto iniziare a sporcarsi le manine.
(Anche perché il LIbano, che rappresenta la Lega all'interno del Consiglio di Sicurezza, ha con la Siria un legame molto peculiare).

Queste considerazioni danno per scontato che un eventuale dopo-Assad ribalti la situazione esistente. Che è probabile, ma non necessariamente nella direzione prevista da Tarpley.
Per il momento tutte le dittature rovesciate dalle "primavere arabe" stanno dando luogo a panorami politici MOLTO più islamisti di quanto non lo fossero prima.
In un modo o nell'altro è abbastanza evidente che la molla politica principale che veniva tenuta compressa sia in Egitto che in Libia che in Tunisia, con l'Algeria che sta arrancando parecchio per continuare a farlo, è proprio la molla islamica.

E' interessante notare come le considerazioni di Tarpley in qualche modo implichino che i "nemici" che accerchiano l'Iran siano proprio i vicini arabi.
Le considerazioni che fa sulle possibili reazioni degli Hebzollah e di Hamas infatti sono piuttosto inapplicabili al contesto, visto che in caso di attacco all'Iran queste reazioni ci sarebbero lo stesso, e probabilmente ancora più in grande.

Inoltre se la sua analisi è condivisa allora sarebbe interesse preciso di Israele quello di appoggiare Assad, non quello di favorire la sua deposizione.
Oltretutto è da una vita che Assad non sta muovendo attivamente contro Israele, limitando la sua ostilità a una lieve frizione diplomatica, quindi per gli israeliani tutto sommato si sta rivelando un vicino affidabile.





Citazione:
Ecco perchè i falchi israeliani potrebbero preferire la classica “azione a sorpresa” contro l’Iran, che aggirasse questa sequenza quasi obbligatoria di eventi, e mettesse il mondo di fronte al fatto compiuto.


La "sequenza quasi obbligatoria" riguarda solo l'approvazione degli USA. Toccherebbe capire come Netanyahu pensa di poter far fronte alla reazione del mondo arabo - che ci sarebbe, e sarebbe inevitabilmente violenta - senza l'appoggio degli USA.





Citazione:
Fra l’altro, sappiamo bene che gli Stati Uniti non possono appoggiare apertamente un attacco militare all’Iran, ma non sarebbero certo dispiaciuti di vederlo avvenire “contro la propria volontà”. Come ha detto Seymour Hersh, Obama sta praticamente seguendo la stessa linea imperialista dell’amministrazione Bush, e sembra particolarmente debole di fronte allo strapotere di Netaniahu.

Di fatto, Obama avrebbe potuto fare una dichiarazione ufficiale contro un eventuale attacco israeliano all’Iran, ma la cosa non è mai avvenuta.


Con buona pace pace di Seymour Hersh, a me sembra del tutto diversa.
Con Bush si parlava insistentemente di ULTERIORI attacchi ai "paesi canaglia", fra cui l'Iran. Con Obama si sta parlando addirittura di ritiro delle forze. Bush appoggiò decisamente Piombo Fuso, operazione che non a caso è terminata istantaneamente non appena Bush ha lasciato la Casa Bianca, visto che Obama aveva aggrottato un sopracciglio.

Forse Hersh sperava che Obama portasse a una palingenesi istantanea della politica estera americana, ed è rimasto deluso che questo non sia successo.
Ma se considera paragonabili le due politiche, forse farebbe bene a ricercare su internet il sito dei Neocons, e a rileggerselo.
(Esercizio che ultimamente sto consigliando a molte persone. Dev'essere una roba legata agli oroscopi)






Citazione:
Gli unici che potrebbero salvare la situazione sono gli stessi cittadini israeliani, che dovrebbero prendere il coraggio a due mani e liberarsi una volta per tutte dei sionisti che ormai da troppi anni mettono a repentaglio la loro sicurezza. Ma questo non è facile da capire, quando sei costantemente bersagliato da una propaganda a senso unico, che fa leva proprio sulla paura atavica del popolo ebraico per impedire che si liberi dalle catene che lo stesso sionismo gli ha imposto.


Con l'entusiastica e energica partecipazione dei vicini arabi, direi.
Complicato sostenere che il sionismo abbia fatto tutto da solo.

Orwell84
Inviato: 3/12/2011 11:02  Aggiornato: 3/12/2011 11:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/3/2006
Da: Ground Zero
Inviati: 1114
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Nel frattempo i due *commerciano anche i cavolfiori tra di loro.

Nuit
Inviato: 3/12/2011 11:06  Aggiornato: 3/12/2011 11:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/9/2010
Da: Messina
Inviati: 346
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Di fatto, Obama avrebbe potuto fare una dichiarazione ufficiale contro un eventuale attacco israeliano all’Iran, ma la cosa non è mai avvenuta.

Il presidente Obama è sostenuto nelle elezioni dalle lobby di Israele che premono per un attacco all'Iran, non potrebbe mai andare contro di loro!

Durante il summit del G-20 a Cannes si è sentito, fuorionda, Nicolas Sarkozy dire a Obama: "Non sopporto Netanyahu, è un mentitore." E la risposta di Obama, "tu ne hai le scatole piene, ma io devo avere a che fare con lui ogni giorno."

Alla fine la politica internazionale è la riproduzione su larga scala delle realtà politiche provinciali, i politici non faranno mai gli interessi del popolo perchè

IL SISTEMA PORTA TUTTI AD ESSERE RICATTATI E RICATTABILI!!!

...ed è questo quello che più mi inquieta perchè per quanto si possa essere consapevoli della manipolazione del nostro destino, noi siamo e saremo sempre una piccola goccia nel mare infinito del sistema...mi si potrà dire ma tante piccole gocce formeranno un oceano...

NiHiLaNtH
Inviato: 3/12/2011 11:23  Aggiornato: 3/12/2011 11:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Citazione:
Con Obama si sta parlando addirittura di ritiro delle forze.


invece Obama da quando è entrato alla casa bianca si preoccupa solo di provocare la Cina con gli attacchi al Pakistan

redna
Inviato: 3/12/2011 12:02  Aggiornato: 3/12/2011 12:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Citazione:
Di fatto, Obama avrebbe potuto fare una dichiarazione ufficiale contro un eventuale attacco israeliano all’Iran, ma la cosa non è mai avvenuta.


in realtà in Iran prima ci sono andati i britannici con la BP a fare un pò di casino.....poi è arrivato lo zio sam, che ne ha fatto anche di più.
Probabilmente Obama aspetta che i sudditi di sua maestà agiscano in qualche maniera.
Gli iraniani sono un pò incavolati sia con l'uno che con l'altro.

Per il momento si limitano a festeggiare gli ambasciatori espulsi dalla Granbretagna, con tanto di festa:


TEHERAN - Tre giorni di digiuno per festeggiare la quasi rottura dei rapporti diplomatici con il Regno Unito. E' l'iniziativa degli studenti dell'Ufficio per il consolidamento dell'unita', la primcipale organizzazione studentesca iraniana. "Per commemorare e festeggiare l'inasprirsi dei rapporti con l'Inghilterra, gli studenti di tutto l'Iran digiuneranno per tre giorni", si annuncia in un comunicato dell'organizzazione, trasmesso dall'agenzia ISNA.


articolo

in occidente ci sarebbe stata una abbuffata, da loro invece il digiuno.
In regno dei parti sarà stato fatale ai romani anche per questo?

Israele attaccherà l'Iran? evidentemente non lo può fare.

-------edit-------
come se non bastasse anche Panetta se la prende con Israele.

08:01 03 DIC 2011 (AGI) Washington - Il segretario alla Difesa Usa, Leon Panetta, ha lanciato un monito a Israele affinche' si impegni per superare il crescente "isolamento" regionale e si metta a un "maledetto" tavolo della pace. In un discorso a Washington, il capo del Pentagono ha auspicato una ricucitura dello Stato ebraico con Egitto e Turchia. "Purtroppo", ha osservato Panetta, "nell'ultimo anno abbiamo assistito a un crescente isolamento di Israele dai suoi tradizionali partner regionali" .

articolo

......... ......i tradizionali partner regioni coincidono stranamente con i partner regionali dello zio sam e pare che ad entrambi abbiano voltato le spalle sto maledetto tavolo di pace lo vorranno l'Egitto e la Turchia dopo tutti questi anni in cui la regione è a soqquadro per opera di Usraele?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Bellaciao
Inviato: 3/12/2011 12:17  Aggiornato: 3/12/2011 12:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 72
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
In questo articolo si parla come se il mondo dipendesse da Israele e dagli americani e come se la Russia e la Cina non esistessero.
Le economie israeliane e americane sono allo sfascio e i popoli israeliano e americano sono in rivolta contro i loro governanti, mentre Russia, Cina e i loro alleati della SCO sono armati fino ai denti e vivono un periodo di prosperità economica.
Se Israele distruggesse Siria e Iran, i Paesi della SCO si ritroverebbero sotto casa i missili americani e sarebbero distrutti a loro volta. Li ritenete così stupidi da accettare questo sato di cose?
I due terzi degli armamenti e dello spionaggio israeliano sono stati distrutti da Hezbollah. Israele non quindi in grado di attaccare più nessuno.
In Egitto hanno stravinto gli islamisti e l'esercito egiziano, una volta che avranno cacciato via i militari venduti all'America, sarà in grado da solo di fare a pezzi quello israeliano.
Prima di dire cose campate in aria, informatevi sulla potenza navale e aerea della Cina e sulla quella missilistica della Russia. Informatevi sui missili Iskander e Bulava, sull'ingresso dell'Afghanistan e del Pakistan nella SCO e sulle ritorsioni che Pakistan e Russia hanno minacciato di fare contro l'America.
Prima di lanciare l'allarme bisogna informarsi. Ma voi questa regola non volete proprio seguirla.

Bellaciao
Inviato: 3/12/2011 12:27  Aggiornato: 3/12/2011 12:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 72
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Non lo può fare, Redna, anche perché, se Erdogan non la smetterà di promettere aiuti ai "ribelli siriani", il prossimo terremoto in Turchia farà più danni dello tsunami in Giappone.
I pagliacci occidentali dovrebbero smetterla di agitarsi.

baciccio
Inviato: 3/12/2011 12:51  Aggiornato: 3/12/2011 12:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 536
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Segnalo un preoccupante articolo tradotto da EFFEDIEFFE.

Seconda esplosione nella città iraniana di Isfahan

EFFEDIEFFE.com 03 Dicembre 2011
Stampa
E-mail
Text size
Questa storia non è stata ripresa da nessuno dei principali circuiti dell’informazione, ma Sheera Frankel, corrispondente del The Australian’s Jerusalem, riferisce qualcosa di decisamente preroccupante:

«Dopo la seconda esplosione in Iran, tutti gli occhi sono puntati su Israele. NUVOLE di fumo si levano sopra la città di Isfahan e sono la prova che l’ultimo attacco contro il supposto impianto per armi nucleari ha colpito il suo bersaglio».


Diffonderemo di più di questa storia se sarà confermata da una seconda agenzia di stampa in quanto, se vera, significa che le cose decise dietro quinte non stanno più accadendo nell’ombra.

Quale conferma, lunedì: Le immagini satellitari confermano che la base missilistica iraniana è stata distrutta

L’insolita notizia di oggi inviata dall’agenzia stampa semi-ufficiale iraniana Fars e prontamente messa a tacere solo per essere nuovamente pubblicata dal quotidiano israeliano Haaretz – notizia di una grande esplosione vicino alla città di Isfahan – ha lasciato molte persone perplesse.

Come riferito da Haaretz:

«Parlando con l’agenzia stampa Fars, il vice sindaco di Isfahan ha confermato la notizia ed affermato che le autorità stanno indagando sull’accaduto. Ad ogni modo, dopo che dell’incidente è stata data notizia in Israele, è scomparsa dal sito web di Fars».

Il che ha portato molti a chiedersi: è un fatto realmente accaduto o solo una provocazione progettata per far credere agli iraniani di essere stati attaccati?

A complicare ulteriormente la cosa c’è la notizia appena diffusa dal Washington Post che mostra delle immagini satellitari subito dopo l’altra esplosione in Iran, questa volta l’esplosione di due settimane fa in una base missilistica iraniana.

L’immagine dell’area recintata, vicino alla città di Lalard, non fornisce nessuno spunto su cosa abbia causato l’esplosione del 12 novembre, che le autorità iraniane descrivono come «un incidente» verificatosi durante il trasporto di munizioni.

Le immagini comunque chiariscono che la struttura è stata effettivamente distrutta. Paul Brannan, un quotato analista dell’Institute for Science and International Security, specializzato nello studio dei programmi sviluppo armi nucleari, ha detto che dall’immagine è impossibile dire se l’esplosione è stata causata da sabotaggio, come si è ipotizzato per questa ed altre esplosioni in impianti per il trasporto, raffinerie e basi militari in Iran.

Brannan ha detto che l’ISIS (Institute for Science and International Security) ha appreso di recente da «fonti qualificate» che l’esplosione si è verificata proprio nel momento nel quale l’Iran aveva raggiunto una pietra miliare nello sviluppo di un nuovo missile e poteva avere in corso «una sperimentazione, a rischio di esplosione, con un motore missilistico».

Dunque la domanda rimane: l’Iran viene sistematicamente attaccato e tiene nascosta la notizia per paura di non essere in grado di vendicarsi e quindi sembrare debole; oppure è sabotato settimanalmente, oppure è tutta una sola grande campagna di disinformazione dei media con lo scopo di spingere l’Iran a colpire a destra e manca? Probabilmente lo sapremo molto presto.




Traduzione per EFFEDIEFFE.com a cura di Massimo Frulla

Autore > Zero Hedge

Fonte > Infowars.com | 2 dicembre 2011

Giano
Inviato: 3/12/2011 13:01  Aggiornato: 3/12/2011 13:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Palestina: l’Israele attaccherà l’Iran?

Dall’articolo:
…Israele debba necessariamente ottenere l’autorizzazione ...

... da parte degli Stati Uniti…


Ultimamente gli USA e l’Israele non sembrano andare tanto
d’amore e d’accordo.


Israele/ Governo ritira campagna: "Non sposate ebrei americani"
Dopo veementi proteste di Federazione ebrei d'America

http://www.tmnews.it/web/sezioni/esteri/PN_20111203_00026.shtml

yarebon
Inviato: 3/12/2011 13:54  Aggiornato: 3/12/2011 13:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Ottimo il primo intervento di Pispax, anche per questo mi sembra superficiale vedere le rivoluzioni arabe sullo stile delle "colorate" avvenute nei paesi dell'est e tra i circoli di informazione alternativa come "solite rivoluzioni occidentali", la realtà è più complessa:
se per la Libia è chiara la mano occidentale e quindi dell'nwo, negli altri stati la situazione è più complicata perchè stanno agendo altre pedine, per questo prima di tentare le solite analisi che portano a dire "ci sono i cattivoni americani dietro", farei un'analisi più profonda, ad esempio dal 2010 in Egitto forze destabilizzanti (probabilmente anche lo stesso filo-occidentale Mubarak) hanno tentato in tutti i modi di scatenare una guerra religiosa-civile tra copti e musulmani, con vari attentati iniziati nel gennaio 2010 che facevano presagire il peggio, tra cui anche nel fondamentale mese di gennaio 2011, settimane prima della "rivoluzione egizia". Tra i vertici era improbabile che non sapessero il casino che stava montando in Egitto, la popolazione era sempre più incazzata per i prezzi degli alimentari e serpeggiava il malcontento, per questo la nuova tattica della guerra invisibile terroristica probabilmente prevedeva (per preservare il potere nel paese) uno scontro tra copti e musulmani, anche per questo ho appoggiato fortemente piazza tahrir (spero di averlo scritto bene), perchè era una forte risposta a quei poteri li, visto che musulmani e copti hanno manifestato insieme evitando uno scontro religioso ed instaurando in Egitto un governo tutt'altro che favorevole alla popolazione (come ogni governo), ma che almeno ha evitato gli scontri religiosi e la politica filo-occidentale di Mubarak.
Mi dovete anche spiegare a che serve destabilizzare l'Arabia Saudita, l'unica roccaforte araba pura che è 100% filo occidentale, perchè anche lì cominciano a montare (nel silenzio dei media) delle proteste, fin'ora tenute a bada con diversi contentini a loro modo storici (entrata delle donne in politica e patente per le stesse donne)
Quello che vedo io è una forte destabilizzazione, un effetto domino che l'nwo si affanna a manipolare da dietro le quinte, ciò gli ha portato dei forti benefici (cacciata di Gheddafi), ma anche diversi pericoli (un Egitto non più filo-occidentale e il rischio della caduta di regimi amici come quello giordano e dell'Arabia Saudita). Non siamo di fronte a "rivoluzioni" fake, ma davanti qualcosa di più profondo che sta un pò sfuggendo di mano.
Se avevano il controllo di tutto, la guerra in Iran sarebbe scoppiata già da diverso tempo (è dal 2001 che se ne parla e viene sempre evitata, certo se non avviene in questo momento storico, penso sarà sempre più difficile in futuro attaccare l'Iran, proprio perchè in questo 2011 stanno avvenendo purtroppo condizioni favorevoli al perchè l'attacco avvenga davvero)

redna
Inviato: 3/12/2011 14:23  Aggiornato: 3/12/2011 14:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Citazione:
Quello che vedo io è una forte destabilizzazione, un effetto domino che l'nwo si affanna a manipolare da dietro le quinte, ciò gli ha portato dei forti benefici (cacciata di Gheddafi), ma anche diversi pericoli (un Egitto non più filo-occidentale e il rischio della caduta di regimi amici come quello giordano e dell'Arabia Saudita). Non siamo di fronte a "rivoluzioni" fake, ma davanti qualcosa di più profondo che sta un pò sfuggendo di mano.


che qualcosa stia sfuggendo di mano è evidente se si considera che ora c'è bisogno dei giornalisti per far cadere i governanti....


In una intervista del 31 ottobre 2011 a Radio Canada, il tenente-generale Charles Bouchard, che ha guidato l’Operazione Unified Protector in Libia, rivela che una cellula di analisi era stata installata presso il quartier generale della NATO a Napoli. La sua missione era studiare e comprendere ciò che stava accadendo sul terreno, vale a dire, sia i movimenti dell’esercito libico che quelli dei "ribelli". Per alimentare questa rete di informazione numerose cellule erano state create. "Le informazioni provenivano da molte fonti, compresi i media che erano sul posto e che ci hanno dato molte informazioni sulle intenzioni e dove fossero le forze di terrestri." Questa è la prima volta che un ufficiale della NATO ammette che i giornalisti stranieri in Libia erano degli agenti dell’Alleanza Atlantica. Poco prima della caduta di Tripoli, Thierry Meyssan aveva provocato uno scandalo dicendo che la maggior parte dei giornalisti occidentali, che soggiornavano presso l’hotel Rixos, erano agenti della NATO. In particolare, aveva indicato le troupe di AP, BBC, CNN e Fox.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
lanzo
Inviato: 3/12/2011 14:50  Aggiornato: 3/12/2011 14:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Spero che Massimo ed altri Luogocomunisti abbiano letto IMPERIAL AMERICA di Gore Vidal.
Ci sono fra le tante cose : "In realta' negli USA c'e' solo UN partito con due ali destre". Un po' come in Italia da qualche annetto...
Ma quello che inquieta e' la convinzione su ARMAGEDDON, molto diffusa tra gli ignoranti fondamentalisti cristiani, ma che sono un solido blocco di voti e dal libro si scopre che Reagan, che giustamente Gore Vidal classifica come un burattino decerebrato - mai avuto nessun interesse politico - comprato per fare prima il governatore della California e poi il Presidente in quanto da ex attore riusciva a leggere bene i copioni che gli sottomettevano ed apparire "presidenziale". E da li inizio' la fase discendente dell'economia - per le classi medio basse - naturalmente, Massimo ricordera' la "trickle dawn", sicuramente suggerita da qualche think tank, perche' una zucca vuota come Reagan, non ci avrebbe mai pensato (per giustificare la diminuzione delle tasse ai ricconi, politica che e' poi proseguita inesorabilmente.
Poi, salto' fuori che Reagan era un fanatico religioso che credeva in Armageddon e Rapture, dove - in un olocausto finale - tutti i cattivi sarebbero morti e i "buoni" sarebbero sopravvissuti.
E da li i vari imperi del male, star wars, i paesi canaglia, lo stato di guerra permanente, il buco nero del pentagono che succhia il 70% del prodotto lordo americano, la repressione poliziesca all'interno, il proliferare di "servizi" non investigabili neanche dal Congresso, le votazioni elettroniche non investigabili da NESSUNO ma solo dal personale della Diebold che le produce...

Witt83
Inviato: 3/12/2011 15:27  Aggiornato: 3/12/2011 15:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/1/2010
Da:
Inviati: 419
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Piccolo OT:
Rinnovato di tre mesi il mandato ONU in Libia (fino al 16 Marzo 2012)

http://www.blitzquotidiano.it/politica-mondiale/libia-rinnovato-di-tre-mesi-mandato-onu-1039893/

La terra possiede risorse sufficienti per provvedere ai bisogni di tutti, ma non all'avidità di alcuni. Gandhi
ohmygod
Inviato: 3/12/2011 15:44  Aggiornato: 3/12/2011 15:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Thread
Palestina:Israele attaccherà l'Iran?

Come se la Repubblica Israeliana
fosse interrata in un altro Stato:Palestina.Appunto.Promemoria.

irgo
Inviato: 3/12/2011 15:51  Aggiornato: 3/12/2011 15:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/11/2011
Da:
Inviati: 61
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Bisogna creare un movimento di dissenso qua in Europa che prema per una politica volta ad un distacco dagli Stati Uniti.Credete che sia una follia volersi staccare dagli USA?La follia è rimanere ancora paesi sudditi quando loro si apprestano a quella che sarà l'ultima loro guerra:è un impero in caduta quasi libera e noi siamo così stupidi a voler stare con loro?Stacchiamoci dall'Impero se siamo ancora in tempo!!!

Pispax
Inviato: 3/12/2011 15:52  Aggiornato: 3/12/2011 16:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
NiHiLaNtH

Citazione:
invece Obama da quando è entrato alla casa bianca si preoccupa solo di provocare la Cina con gli attacchi al Pakistan


Vedo che non è solo Hersh ad avere esigenze di palingenesi.

Ripeto, vai a ricercare il sito dei Neocons e dagli una bella ripassata. Poi fai una veloce ricerca sulle dichiarazioni di Bush rispetto al Pakistan (e magari anche quelle sull'Iran, sulla Sira, sul LIbano).
Poi fai un veloce confronto con le politiche che sta portando avanti l'attuale amministrazione.
E poi, se ne hai voglia, torna a dire che sono simili.

Certo, se le aspettative che TU avevi riposto in Obama erano quelle del cambiamento radicale e totale di linea, è evidente che le tue aspettative sono andate deluse.
Però basta rifletterci un attimo per capire che aspettative di questo tipo erano piuttosto sciocche anche in partenza.

Tieni presente che in politica non esiste l'Eroe. Non esiste l'Uomo che Risolve.
Il Mago Zurlì è un leader politico immaginario.
Quello che esiste sono Situazioni e Condizioni.
Quello che cambia fra una linea politica e un'altra è solo la prospettiva con cui vengono affrontate.
Fermo restando che Situazioni e Condizioni restano in essere qualunque sia la prospettiva. E tocca COMUNQUE farci i conti.


La linea politica di Bush era che i piccoli vanno stroncati fino a quando sono ancora piccoli.
(http://www.nytimes.com/2008/12/10/washington/10prexy.html)
E questo vale per TUTTI i piccoli che in un futuro possono, o potranno, o forse potrebbero, costituire un pericolo per gli USA.
La soluzione di Bush ai problemi era che per risolvere un conflitto fosse necessario esportare UN ALTRO conflitto.

La linea politica di Obama, al di là del teatrino politico, è evidentemente diversa.





------------------------


Se posso scivolare un attimo nell'aneddotico, questa roba che dicevi mi ha fatto tornare in mente un vecchio articolo proprio di Tarpley, che lessi quando ancora leggevo CDC.
E' di circa due anni fa.

Come sempre Tarpley non argomenta, non spiega, non trae passaggi logici. Anzi, spesso i suoi passaggi sono del tutto illogici.
Si limita a fare una serie di enunciati, a volte addirittura incoerenti fra loro, e sulle basi di questi enunciati tira fuori delle previsioni.

Com'è o come non è, chissà perché sono sempre previsioni CATASTROFICHE.
Ha una considerevole natura da fuffaro, il Webster G.


Sono andato a ricercarlo.
E' stato divertente constatare come tutte le catastroficissime "previsioni" di Tarpley, misurate con lo svolgersi degli eventi, si siano rivelate incredibilmente SBAGLIATE.

Per chi vuol concedersi un paio di sorrisi, l'articolo è questo:
http://comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6633

(Se poi invece volete vedere dove Tarpley scopiazza le sue robe per guadagnare una certa credibilità, basta digitare "Pakistan Paradox" su google. E ci si accorge facilmente che le parti più interessanti del suo articolo sono riprese pari pari da un dibattito aperto tre anni prima. Ecco un esempio)

Bellaciao
Inviato: 3/12/2011 16:05  Aggiornato: 3/12/2011 16:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 72
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
E' una campagna di disinformazione, che non può avere successo, perché l'Iran non colpirà a destra e a manca, ma diritto verso l'obiettivo e solo quando sarà attaccato.
Vi sembra possibile che gli iraniani non siano in grado di impedire a delle spie israeliane di entrare nel loro Paese e far esplodere i loro impianti? E chiaro che sono delle notizie messe in giro da Israele per non far capire al mondo la debolezza della sua posizione.

Bellaciao
Inviato: 3/12/2011 16:12  Aggiornato: 3/12/2011 16:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 72
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Bravo, Irgo. Tu sei uno di quelli che ha capito tutto e si fa capire dagli altri con poche parole.
L'America è un ex Impero in caduta libera. Ma non occorre creare un movimemto di opinione. Toglierà il disturbo tra pochi mesi.
Se siamo ancora attaccati a questa nazione di criminali, lo dobbiamo all'incapacità dei dinosauri di razza del PD di interpretare la realtà.

redna
Inviato: 3/12/2011 16:59  Aggiornato: 3/12/2011 16:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Citazione:
E' una campagna di disinformazione, che non può avere successo, perché l'Iran non colpirà a destra e a manca, ma diritto verso l'obiettivo e solo quando sarà attaccato.


e ce lo dice lo stesso Iran......


Iran, un solo missile da parte di Israele scatenerebbe una nostra risposta


TEHERAN - "Se Israele spara un solo missile verso i siti nucleari o militari dell'Iran deve sapere che ogni centimetro di Israele, compresi i suoi impianti atomici, saranno obiettivi da colpire per i missili iraniani, e oggi siamo in grado di farlo". L'ha dichiarato il generale Yadollah Javani, Capo dell'Ufficio politico delle Guardie della Rivoluzione Islamica. "Oggi, i nostri nemici sono finiti in un vicolo cieco e non sanno proprio come uscirne ed e' per questo che diffondono dichiarazioni contraddittorie senza rendersene conto", ha aggiunto Javani, citato dall'agenzia ISNA. "Gli Usa e Israele minacciano di attaccare l'Iran pero' sanno che non sono capaci di farlo".Gli Stati Uniti e Israele continuano a minacciare Teheran con un'azione militare per fermare cio' che definiscono il programma nucleare militare iraniano. Lo scorso 6 novembre, il capo dell'entita' sionista, Shimon Peres, ha detto che l'ipotesi di un attacco contro la Repubblica Islamica e' "sempre piu' probabile". Inoltre secondo i media israeliani il primo ministro Benjamin Netanyahu e il ministro della Guerra Ehud Barak stanno esercitando pressioni sul parlamento di Tel Aviv per l'approvazione di un intervento militare in Iran. Le autorita' di Teheran, da parte loro, hanno promesso una risposta schiacciante a qualsiasi attacco contro l'Iran. All'inizio di novembre il Consigliere militare della Guida suprema Yahya Rahim Safavi, gia' comandante dei Pasdaran, ha detto che se Israele attacca i siti nucleari iraniani, Teheran ed i suoi alleati militari, inclusi Hezbollah e Hamas, colpiranno le sua citta' con razzi e missili. "Gli israeliani sanno bene che se iniziano una guerra si troveranno contro oltre che l'Iran, il Libano e Hamas", ha detto alla tv di stato in lingua araba Al Alam. E ha concluso ''Abbiamo ottenuto informazioni di intelligence su tutte le manovre del regime sionista compresi le esercitazioni congiunte con la Nato nel Mediterraneo e quella con l'Italia, centrata sui voli su lunghe distanze''.

e come al solito l'Italia si trova in mezzo a queste dispute come il solito utile idiota. E questa parte la sta facendo essendo pienamente conscio.E'questo il guaio.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
NiHiLaNtH
Inviato: 3/12/2011 17:59  Aggiornato: 3/12/2011 18:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Citazione:
Ripeto, vai a ricercare il sito dei Neocons e dagli una bella ripassata. Poi fai una veloce ricerca sulle dichiarazioni di Bush rispetto al Pakistan


mmmhhh

"i documenti sono su iinternet e sono disponibili a tutti andateli a leggere"



Citazione:
è chiara la mano occidentale e quindi dell'nwo


ah si perchè il nuovo ordine mondiale è una cosa solo occidentale?

Citazione:
la popolazione era sempre più incazzata per i prezzi degli alimentari


aumento dei prezzi causato da cosa?

Floh
Inviato: 3/12/2011 21:33  Aggiornato: 3/12/2011 21:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 1056
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Segnalo questo documentario sull'Iran

http://www.youtube.com/watch?v=sMctvgrqw14&feature=relmfu

al minuto 21 e 38 secondi vengono riportati gli avvenimenti che dal '53 in poi hanno cambiato il paese.

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia (William Shakespeare, da Amleto)
Pispax
Inviato: 4/12/2011 1:30  Aggiornato: 4/12/2011 2:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
NiHiLaNtH

Citazione:
mmmhhh

"i documenti sono su iinternet e sono disponibili a tutti andateli a leggere"




Vedi, lo stronzo non sei te.
Lo STRONZO sono io, che ci ho perso anche del tempo a cercare di risponderti con cura.

Ma vaffanculo.

NiHiLaNtH
Inviato: 4/12/2011 10:09  Aggiornato: 4/12/2011 10:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
ma dai su stavo scherzando

comunque la politica USA non è mai cambiata. volevano provocare l'Iran costringendolo a sparare per primo con l'intervento umanitario in Siria ma per ora gli è andata male.

ma cosa faranno i ribelli siriani se riusciranno a cacciare Assad e a prendere il potere? continueranno a mentenere buoni rapporti con Iran, Hezbollah e Hamas?

ohmygod
Inviato: 4/12/2011 10:33  Aggiornato: 4/12/2011 10:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
psipax
Queste sono considerazioni troppo intelligenti per Netanyahu.
Dubito che le terrà in considerazione.


Sono daccordo con te.
I capi di governo non debbono disporre di una propria vissuta intelligenza,di una propria libertà di pensiero.
Quei pochi che hanno queste qualità vengono suicidati o assassinati.
E' inammissibile il volere dimostrarle in quanto non sono richieste.
Comunque spero che Netan prenda almeno in considerazione ciò che gli verrà imposto.
Anche se non si sa quanto possa essere "intelligente" l'imposizione.


psipax
Non è la Siria a essere sull'orlo del precipizio.
E' Assad.
E a quanto pare a spingercelo sono gli ex-amichetti della Lega Araba, Sauditi in testa, visto che questa volta l'ONU non ha accolto le loro pressioni per un intervento più deciso.


Perchè affermi che l'ONU non ha accolto le loro proposte?
Assad non è stato finora catalogato come un dittatore quindi non si capisce il perchè all'improvviso...lo si pone sull'orlo del precipizio.

Prima di dare un accenno agli ex-amichetti sarebbe utile osservare anche il "logorio della vita attuale" a cui ci sta portando l'ipocrita amico degli idioti amichetti.

Il puritano e il Potere Cia-Militare-Mediatico.
Con il Potere Cia...se si interroga,e non solo, l'America Latina...
Con il Potere Militare...non sempre si trova a portata di mano un olocausto... 3000 vittime da sacrificare al dio della guerra.
Con il Potere Mediatico...molto più semplice servirsi di idioti straricchi amichetti.

Molto più semplice raccontare balle televisive per abbindolare la massa.
Così "fotomontate" immagini televisive e menzogne cartacee vengono incanalate nel circuito mainstream globale.

Che cattivone è questo Assad si chiede la trascinata ONU.
L'ONU ringrazia gli ex idioti in quanto le hanno aperto gli occhi e decide di accoglierele loro proposte.
Stavolta però Cina e Russia si oppongono e con il veto bloccano le sanzioni.

psipax
Queste considerazioni danno per scontato che un eventuale dopo-Assad ribalti la situazione esistente. Che è probabile, ma non necessariamente nella direzione prevista da Tarpley.
E' interessante notare come le considerazioni di Tarpley in qualche modo implichino che i "nemici" che accerchiano l'Iran siano proprio i vicini arabi.


Non so a quali considerazioni fai riferimento.
Non conosco quale sia la direzione prevista da Tarpley.
Realisticamente immagino che a nessuno, nè all'ipocrita nè agli idioti amichetti, interessa la futura situazione del popolo.

La situazione,come al solito,indossa una maschera umanitaria ma dietro la maschera appare,come una ammaliante sirena,il volto dell'ipocrita.
Lei ha bisogno di mettere su casa nelle acque di Tartus.
Poi vorrebbe dividere gli uni dagli altri.

Tarpley fa notare che i nemici che accerchiano l'Iran siano proprio i vicini arabi:se per vicini arabi intende gli idioti ex amichetti...non è che abbia tutti i torti.

psipax
Forse Hersh sperava che Obama portasse a una palingenesi istantanea della politica estera americana, ed è rimasto deluso che questo non sia successo.
Ma se considera paragonabili le due politiche, forse farebbe bene a ricercare su internet il sito dei Neocons, e a rileggerselo.


Obama e Iran.
Però alla fine sono daccordo la politica di Obama è meno sanguigna della bushiana.
Cosa si può dire di questo santo uomo?
L'uomo annunciato si è dimostrato l'uomo degli annunci.

Anche in Iran l'ipocrita ha tentato una rivoluzione colorata.
Fallita.
IL Potere Mediatico fra le altre cose si è inventato un "complotto iraniano" che alla fine, data l'assenza di prove si è rivelato essere un "complotto holliwoodiano"

L'amministrazione Obama inventa o recupera false accuse per inasprire,caso mai se ne sentisse la mancanza,il tono nei confronti dell'Iran.
Data l'incognita la sua politica è di "contenimento" non di guerra.

Tutto ciò a riprova che gli USA,senza l'aiuto di idioti amichetti,non hanno la capacità di "baloccarsi" con l'Iran.
Potere Economico.
Preferiscono strigliare i loro "partner" affinchè rinuncino a qualsiasi rapporto commerciale con l'Iran.
http://www.mglobale.it/Analisi/Analisi/Medio_Oriente/Misure_Restrittive_Nei_Confronti_Di_Iran_E_Siria.kl

Che rottura di palle ha urlato un iraniano che nel silenzio mi è passato a fianco.

Psipax
Complicato sostenere che il sionismo abbia fatto tutto da solo.


No.
C'è sempre qualcuno che gli da una mano o un sommergibile.

Secondo quanto riportato dall'edizione online del quotidiano sionista Yedioth Aharonoth la Germania di Merkel, incapace di stilare una politica coerente di difesa dell'area Euro dagli attacchi degli speculatori finanziari internazionali...
...ha pensato bene di incrementare il potenziale offensivo non convenzionale di Tel Aviv, acconsentendo a cedere, a chi non ne ha bisogno, un nuovo sommergibile.

In grado di montare e lanciare armamenti nucleari, che lo Stato ebraico possiede in gran quantità al di fuori di ogni monitoraggio e controllo della comunità internazionale.

redna
Inviato: 4/12/2011 10:51  Aggiornato: 4/12/2011 10:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Citazione:
ma cosa faranno i ribelli siriani se riusciranno a cacciare Assad e a prendere il potere? continueranno a mentenere buoni rapporti con Iran, Hezbollah e Hamas?


strano comunque che i 'ribelli' siriani non abbiano ancora preso il potere
In realtà più che i buoni rapporti con Iran Hezbollah e Hamas il vero contendere della Siria è con Israele con le alture di Golan prese e mai restituite alla Siria, fonte ancora di morti e di continua guerriglia.

Lo stato di Palestina tarda ad arrivare anche per questo. Se i territori occupati illegalmente da Israele vengono restituiti, alla stessa maniera anche le alture di Golan devono essere restituite alla Siria.
Se Panetta ieri strigliava Israele perchè trattasse con i vicini è evidente che non possono in eterno tenere al potere Assad e la miccia del Golan è sempre più corta.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
ohmygod
Inviato: 4/12/2011 10:57  Aggiornato: 4/12/2011 11:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
ma cosa faranno i ribelli siriani se riusciranno a cacciare Assad e a prendere il potere? continueranno a mentenere buoni rapporti con Iran, Hezbollah e Hamas?

Un eventuale governo siriano post-Assad guidato dal principale gruppo di opposizione, il Consiglio nazionale siriano (Cns), taglierebbe i legami militari tra Damasco e Iran e interromperebbe le forniture di armi a gruppi radicali come Hezbollah e Hamas.
A sostenerlo è il presidente del Cns, Burhan Ghalioun, in un'intervista al Wall Street Journal. Ghalioun ha spiegato questi provvedimenti come parte di una più ampia operazione di riorientamento della Siria nelle alleanze con le principali potenze della regione.

Rispetto alla situazione sul terreno, il presidente del Cns ha sottolineato che l'obiettivo è "trovare il modo di proteggere i civili e fermare la macchina di morte". A questo proposito Ghalioun ha lanciato quindi un appello alla comunità internazionale perchè prenda tutti i provvedimenti necessari, anche i più risoluti, per fermare il regime: "È imperativo usare misure tali da forzare il regime a rispettare i diritti umani".

Probabile che il Golan stia più a cuore a Assad che al Cns.

NiHiLaNtH
Inviato: 4/12/2011 11:12  Aggiornato: 4/12/2011 11:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Citazione:
Un eventuale governo siriano post-Assad guidato dal principale gruppo di opposizione, il Consiglio nazionale siriano (Cns), taglierebbe i legami militari tra Damasco e Iran e interromperebbe le forniture di armi a gruppi radicali come Hezbollah e Hamas.


quindi per gli USA sarebbe comunque una vittoria

Bellaciao
Inviato: 4/12/2011 11:15  Aggiornato: 4/12/2011 11:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 72
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
L'attacco alla Siria è la reazione dell'impero agonizzante alla sconfitta delle sue truppe in Iraq e al sicuro trionfo degli estremisti islamici in Egitto il prossimo gennaio.
Questi eventi permetteranno all'Iran di attaccare Israele anche dall'Iraq e dal Libano e all'Egitto di partecipare in un modo o nell'altro alla festa.
La sconfitta definitiva dell'America si avrà con l'ostruzione delle stretto di Hormuz, in conseguenza della quale israeliani, americani e inglesi non saranno più in grado di far volare i loro aerei.
A quel punto l'Iran sarà imbattibile e la Russia e la Cina domineranno il mondo.
Ecco perché hanno tanta fretta di attaccare. Ma oramai è troppo tardi, anche perché i loro compagni di merenda europei in difficoltà economiche non potranno aiutarli.

redna
Inviato: 4/12/2011 11:29  Aggiornato: 4/12/2011 11:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Citazione:
Probabile che il Golan stia più a cuore a Assad che al Cns.


alla luce dei fatto Assad non ha fatto nulla per riavere il Golan anche dopo i morti al confine di poco tempo fa.
Assad rimane al potere perchè qualcuno è certo che dopo di lui qualcosa potrebbe cambiare e non sanno come. Certamente non sarà un'altra Libia.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
ohmygod
Inviato: 4/12/2011 11:38  Aggiornato: 4/12/2011 11:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
NiHiLaNtH
quindi per gli USA sarebbe comunque una vittoria


Perchè sei convinto che una eventuale guerra la si faccia per aiutare i siriani?
SIRIA: L’orwelliana “Responsabilità a proteggere” (R2P) utilizzata per giustificare il “cambio di regime” e la guerra totale

http://aurorasito.wordpress.com/2011/11/30/siria-lorwelliana-responsabilita-a-proteggere-r2p-utilizzata-per-giustificare-il-cambio-di-regime-e-la-guerra-totale/

ps R2P sta per
The RESPONSIBILITY TO PROTECT ("RtoP" or "R2P") is a new international security and human rights norm to address the international community’s failure to prevent and stop genocides, war crimes, ethnic cleansing and crimes against humanity.

ohmygod
Inviato: 4/12/2011 11:49  Aggiornato: 4/12/2011 11:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Redna
alla luce dei fatto Assad non ha fatto nulla per riavere il Golan anche dopo i morti al confine di poco tempo fa.

Una persona come te,capo di governo,saresti una pura guerrafondaia.
Te lo cederei subito il Golan.
Ma solo se fossi più armata di me!!
Ciao.

redna
Inviato: 4/12/2011 12:12  Aggiornato: 4/12/2011 12:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Citazione:
Una persona come te,capo di governo,saresti una pura guerrafondaia. Te lo cederei subito il Golan. Ma solo se fossi più armata di me!!


in tutto questo non ti viene in mente che l'occupazione del Golan è ancora materia di discussione internazionale? E'di questo che si tratta.

Il fatto che tu vada a parare sui guerrafondai non esclude che tu ti sbagli ad additare guerrafondai chi proprio cerca la legalità e non il sotterfugio.

Tu non puoi cedere nulla come non puoi dire ad altri che sono guerrafondai.

E la discussione non è il caso di portarla sul piano personale solo per non volerla portar avanti affatto.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
edo
Inviato: 4/12/2011 12:30  Aggiornato: 4/12/2011 12:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
L'attacco ai siti nucleari iraniani ci sarà, ma probabilmente con armi a noi ignote e delle quali nemmeno l'Iran avrà il piacere di parlare.

Paolo69
Inviato: 4/12/2011 14:08  Aggiornato: 4/12/2011 14:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/7/2004
Da:
Inviati: 1173
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Credo che bisogna guardare all egitto per capire dove si andra a finire.
Dopo le finte rivoluzioni democratiche che hanno buttato giu i regimi alleati con l occidente da molti anni , ora si affaccia una nuova classe dirigente , quella degli islamici pseudo moderati.
In realta la forte componente ortodossa del nuovo governo egiziano che verra , come la forte presenza dei fratelli musulmani , ci potrebbe far capire che le politiche pro occidente sono finite , aprendo il mondo ad una nuova era di contrapposizione piu marcate.
Se partiamo dal presupposto che lo scopo dell ordine mondiale e' scatenare un grande conflitto mondiale permanente , attraverso cui poter imporre la propria "politica" , allora ci apossiamo accorgere che il loro fine ultimo si sta pian piano avvicinando.

Bellaciao
Inviato: 4/12/2011 14:36  Aggiornato: 4/12/2011 14:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 72
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Abbiamo voglia, io e pochi altri commentatori, di portare all'attenzione della maggioranza elementi nuovi utili alla comprensione di quello che sta succedendo in Medio Oriente. Questi mandano nuovi commenti senza tener conto di quello che diciamo ed è probabile che lo facciano perché la loro disinformazione è mostruosa o perché non vogliono ammettere una realtà che a loro non piace.
Le armi nuove non le possiedono Israrele o gli Stati Uniti, ma la Russia e la Cina. Non ci sarà nessun attacco alla Siria, nè all'Iran. Assad continuerà a dormire su quattro cuscini e Israele smetterà di invocare questo attacco quando si accorgerà che nessuno accoglie il suo invito. I pazzi criminali che sognano di distruggere il mondo saranno messi a tacere il giorno in cui l'Iran ostruirà lo Stretto di Hormuz facendo affondare una vecchia carretta di mare, ovvero con una spesa minima.
Ho già fornito a questi fanatici delle indicazioni precise per capire chiaramente la situazione. Adesso gliene fornisco un'altra, ma sarà l'ultima, perché sono sempre più convinto che non c'è sordo peggiore di chi non vuol sentire.
Cercate su Google "Stretto di Hormuz" e rendetevi conto della sua situazione geografica e dell sua funzione.
Per capire poi che in America c'è la miseria e la guerra civile, per cui Obama ha presentato un progetto di legge secondo il quale il governo può catturare, imprigionare, torturare e magari condannare a morte qualsiasi cittadino americano senza sottoporlo a processo, accedete a "Occupywallst.org".
L'America non è più in gradi di fare guerre. Anzi le truppe sconfitte in Iraq torneranno a casa entro Natale e quelle fatte a pezzi in Afghanistan saranno cacciate via a calci nel sedere entro il prossimo marzo perché non riceveranno più cibo, armi e pezzi di ricambio.

redna
Inviato: 4/12/2011 14:50  Aggiornato: 4/12/2011 14:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Citazione:
Abbiamo voglia, io e pochi altri commentatori, di portare all'attenzione della maggioranza elementi nuovi utili alla comprensione di quello che sta succedendo in Medio Oriente. Questi mandano nuovi commenti senza tener conto di quello che diciamo ed è probabile che lo facciano perché la loro disinformazione è mostruosa o perché non vogliono ammettere una realtà che a loro non piace.


Bellaciao, è un classico!!! Si potrebbe dire che molti lo fanno apposta, questo non è un motivo per desistere da far capire la realtà che, da quello che si legge, a molti non solo non piace ma non la ritengono nemmeno vera.

Citazione:
Le armi nuove non le possiedono Israrele o gli Stati Uniti, ma la Russia e la Cina.


......e ovviamente anche l'Iran e qui si capisce che l'Iran non mente nel dire che Israele e l'occidente non possono attaccare l'Iran, malgrado le continue minacce.
Ma gli occidentali hanno paura di questo.Ovvio.


Citazione:
L'America non è più in gradi di fare guerre. Anzi le truppe sconfitte in Iraq torneranno a casa entro Natale e quelle fatte a pezzi in Afghanistan saranno cacciate via a calci nel sedere entro il prossimo marzo perché non riceveranno più cibo, armi e pezzi di ricambio.


e l'Iraq chiarisce che non ci sta ai diktat degli USA.....

BAGHDAD - Il primo ministro iracheno Nouri al-Maliki ha ribadito che il suo governo non permettera' a nessuno di utilizzare il suolo iracheno per attaccare l'Iran. "E' ovvio che noi non siamo nemici dell'Iran, percio’ non permettiamo a coloro che hanno problemi con l'Iran di utilizzino l’Iraq come il loro campo di battaglia", ha detto durante una conferenza stampa svoltasi ieri a Baghdad rispondendo in maniera implicita alle ultime osservazioni del vice presidente americano Joe Biden secondo cui dopo il ritiro delle truppe Usa dall’Iraq (entro la fine dell’anno), gli Stati Uniti dovrebbero concentrare i loro sforzi per sconfiggere la Repubblica islamica nella "battaglia" per l'influenza sull'Iraq. Le autorita’ di Washington hanno ripetutamente espresso la preoccupazione per il fatto che il loro ritiro dall’Iraq darebbe all’Iran piu’ spazio per aumentare la propria influenza in tutto il Medio Oriente.

articolo

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
LOTTT
Inviato: 4/12/2011 15:40  Aggiornato: 4/12/2011 15:40
So tutto
Iscritto: 18/4/2010
Da: milano, italia
Inviati: 6
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Tutte ipotesi interessanti in effetti..
solo qualche domanda: di che armi nuove parli?
in quale modo si potrebbe ostruire lo stretto di Ormutz?
Per quale motivo cio' impedirebbe agli americani di volare?

yarebon
Inviato: 4/12/2011 16:47  Aggiornato: 4/12/2011 16:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
notizia di oggi:

Iran, drone Usa abbattuto nell'est


Il drone stava sorvolando la provincia di Qom dove si trova un impianto di arricchimento dell'uranio


Iran, centrale nucleare
Teheran, 04-12-2011
Forze militari iraniane hanno abbattuto un 'drone spia' americano mentre sorvolava la provincia di Qom nell'est del Paese dove e' presente un impianto di arricchimento dell'uranio. Lo riferisce la tv iraniana Press Tv, spiegando che l'aereo senza pilota Usa e' stato "sequestrato". Secondo l'agenzia Fars, inoltre le autorita' iraniane hanno sostenuto che la risposta alla violazione dello spazio aereo da parte dei velivoli statunitensi verra' condotta anche al di fuori dei confini nazionali. Intanto dal regime iraniano arrivano prese di distanza dall'assalto all'ambascata briannica di martedi' scorso. Dopo l'ayatollah Ahmad Khatami, vicino alla Guida suprema Ali Khamenei, e' stato il Grande ayatollah Naser Makarem Shirazi a criticare il raid degli studenti, avvertendo che Teheran "potrebbe pagare un alto prezzo". Shirazi non ha escluso che tra i manifestanti vi possano esser stati degli "infiltrati" che puntavano a danneggiare la repubblica islamica. Durante la preghiera del venerdi', l'ayatollah Khatami aveva attaccato la Gran Bretagna ma poi si era detto "contrario" agli attacchi e alle occupazioni di ambasciate: "E'come invadere un Paese, e' illegale". Sia Khatami che Shirazi hanno lasciato intendere che i manifestanti non avevano ricevuto alcun via libera dalle autorita', a differenza di quanto si ritiene a Londra e nell'Unione europea. La loro presa di posizione critica contrasta con quella dei falchi del regime come il presidente del Parlamento iraniano, Ali Larijani, che aveva affermato di comprendere le ragioni dell'assalto all'ambasciata.

fonte: rainews24

redna
Inviato: 4/12/2011 16:48  Aggiornato: 4/12/2011 16:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Citazione:
comunque la politica USA non è mai cambiata. volevano provocare l'Iran costringendolo a sparare per primo con l'intervento umanitario in Siria ma per ora gli è andata male.


gli USA stanno provando con i droni, ma pare che gli iraniani li abbiano sgamati. Non si sa mai.....Intanto l'Iran dice che darà una risposta........al di fuori dei confini nazionali.

----edit-----
.........
Forze militari iraniane hanno abbattuto il 4 dicembre un drone mentre sorvolava la provincia di Qom nell'Est del Paese dove è presente un impianto di arricchimento dell'uranio. Lo ha riferito la tivù di Teheran Press Tv. E il regime degli ayatollah, tramite l'agenzia Fars, ha annunciato che risponderà alla violazione del proprio spazio aereo al di fuori dei suoi confini nazionali.
..........

fonte

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Bellaciao
Inviato: 4/12/2011 17:41  Aggiornato: 4/12/2011 17:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 72
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
@ redna

La notizia dell'abbatimento del drone americano da parte dell'esercito iraniano e della minaccia, fatta anche dai pachistani, di abbattere senza indugio tutti i droni e gli aerei che dovessero solo provare ad avvicinarsi al loro spazio aereo è riportata in numerosi commenti, uno più preoccupato dell'altro, su Occupywallst.org, su cui ho letto pure che negli USA la rivolta si è trasformata in una vera e propria guerra civile.
Il nostro compito di informare quelli che non hanno voglia di farlo (basta conoscere un pò di inglese e impiegare mezz'ora al giorno del propio tempo) continuerà fino a quando gli italiani prenderanno coscienza che sapere è potere.

Bellaciao
Inviato: 4/12/2011 18:15  Aggiornato: 4/12/2011 18:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 72
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Le tue domande, Lottt, mi fanno un piacere immenso, perché mi consentono di dire quello che ho appurato su questo argomento senza assumere un'aria professionale.
Le armi che possiedono i russi gli americani non sono neppure in grado di concepirle.
Ho già fatto, mi pare, un accenno ai missili ISKANDER e BULAVA, ma ne parlerò ancora, affinché anche i ciechi e i sordi che abbondano su questo bel sito (ovviamente non mi riferisco a te) possano aprire gli occhi e le orecchie.
Il primo è un missile che, grazie a un nuovo tipo di propellente, può volare per diversi giorni alla velocità di ca. 10.000 Km l'ora, a un'altezza di 70 metri dal suolo o dagli edifici e inseguire e distruggere tutti gli oggetti ostili che trova lungo il suo percorso. Non è rilevabile dai radar e non può essere fermato in nessun modo.
Il secondo è un missile che si lancia dai sommerbili contro le navi nemiche. E' dotato di dieci ogive capaci di attraversare l'acciaio, per cui ad ogni colpo ne fa colare a picco una decina.
La Cina si è alleata con la Russia perché le loro forze sono complementari. Possiede centinaia di navi di titanio dotate di cannoni nucleari e migliaia di caccia bombardieri armati fino ai denti che volano a velocità inconcepibili.
Sulle altre armi ancora più spaventose te ne parlerò un'altra volta, per evitare di scrivere un trattato. Ti basti sapere che Medvedev ha fatto sapere alla Nato che è in grado di disintegrarla in pochi secondi (sic) e all'Italia che, su usa i suoi cacciabombardieri contro la Russia, li abbatterà tutti in un sol colpo.
Ostruire lo Stretto di Hormuz è la cosa più semplice del mondo. L'Iran ha già sistemato al suo centro tre vecchie navi e le affonderà come prima risposta a qualsiasi atto ostile degli USA.
Nello Stretto di Hormuz passano quasi tutte le navi che portano il petrolio in Occidente. Una volta ostruito lo Stretto il prezzo del petrolio salirà a mille o duemila dollari al barile e ovviamente agli USA, UK e Israele non sarà venduta neppure una goccia del prezioso liquido.
Poiché le piattaforme petrolifere americane sono state sabotate dai russi nel Golfo del Messico, non vedremo mai più volare aerei, nè navigare navi di questi Paesi.
Leggo queste notizie su decine di siti oin line informati da almeno un decennio. E' impossibili quindi che siano spacconate.
Alla prossima.

Floh
Inviato: 4/12/2011 18:48  Aggiornato: 4/12/2011 19:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 1056
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
@ Lottt

solo qualche domanda: di che armi nuove parli?

Il piano d'attacco segreto d'Israele: Guerra elettronica

16 Novembre 2011 - Durante buona parte di questi ultimi anni, mentre l'Iran costruiva metodicamente il suo programma nucleare, Isarele ha messo insieme un arsenale multimiliardario di armi hi-tech che gli consentirebbe di intasare e rendere irrecettive le difese di Theran nel caso di un attacco aereo preventivo.
Un rapporto della CIA di quest'estate, descritto al The Daily Beast da ufficiali dell'intelligence americana, ha concluso che un attacco Israeliano alle installazioni nucleari iraniane non si limiterebbe a bombardamenti da parte di aererei F-15 e F-16 ma includrebbe quasi certamente l'attuazione di una guerra elettronica contro la rete elettrica, la rete intenet, la rete dei telefoni cellulari, e le frequenze d'emergenza di Vigili del fuoco e polizia.
Ad esempio Israele ha sviluppato un'arma capace di riprodurre un costante segnale che obblighi la rete telefonica a "dormire" fermando di fatto le trasmissioni.
Gli Israeliani dispongono anche di emettitori elettromagnetici (jammers) capaci di creare un interferenza tra le frequenze d'emergenza per i primi soccorritori.
Nell'attacco del 2007 a un sospetto sito nucleare ad al-Kibar, l'esercito Syriano ha potuto assaggiare questa tecnologia quando gli areei israeliani ha ingannato i radar della difesa contraerei facendogli crede in un primo momento che non ci fossero velivoli e un secondo dopo facendo credere ai radar che in cielo vi fossero centinaia di aerei.
Israele sfrutterebbe quasi sicuramente i punti vulnerabili individuati dua anni fa dagli agenti americani nelle reti elettriche delle citta', che non sono isolate, sono connesse ad Internet e sono quindi vulnerabili a un cyberattacco condotto con un virus simile a Stunxnet.
Un laboratorio di ricerca altamante segreto legato all'amministrazione USA e ai suoi comandi militari, conosciuto come Joint Warfer Analysis Center (JWAC), ha scoperto la debolezza della rete elettrica iraniana nel 2009, confida un ex agente dell'intelligence americana ormai in pensione. La fonte ha anche dichiarato che Israele ha la capacita' attuare un attacco denial of service (DDoS attack) contro la rete del comando iraniano e di controllare il sistema che si affida alla rete internet.
Tony Decarbo, amministratore delegato del JWAC, si e' rifiutato di rilasciare dichiarazioni su quanto appena spieagato.
L'attacco verrebbe attuato attraverso un drone delle dimensioni di un aereo passeggeri di linea. Una precedente versione del velivolo e' stato chiamata Heron, l'ultima versione e' conosciuta come Eitan. Stando alle rivelazioni della stampa israeliana, Eitan puo' volare per 20 ore consecutive e portare un carico utile di una tonnellata. Un'altra versione del drone puo invece volare per piu' di 45 ore senza doversi fermare, dichiarano ufficiali israeliani e USA.
I velivoli senza equipaggio (droni) sono stati impiegati nella guerra in Iraq, in Afghanistan e Pakistan, per raccogliere informazioni e sparare missili sulla resistenza.
La flotta e' stata invece equipaggiata in particolar modo per la guerra elettronica, dichiarano fonti governative.
Gli Eitan e gli Herons sarebbero anche impiegati assieme all'unita' speciale israeliana conosciuta come Sky Crows specializzata appunto nella guerra elettronica.
Un articolo del 2010 pubblicato sul Jerusalem Post ha citato il comandante dell'unita' di guerra elettronica che dichiarava: "Il nostro obbiettivo e' attivare i nostri sitemi disattivando e neutralizzando quelli del nemico".
Fred Fleitz, che ha lasciato il suo posto quest'anno come anziano membro del partito Repubblicano nella House Permanent Select Committe dove si occupava del fronte Iraniano, ha affermato in un incontro coi membri della Difesa israeliana e del Mossad, che (con l'Iran n.d.t.) hanno sempre detto che ogni opzione era sul tavolo.
"Penso che Israele abbia le capacita', con l'aviazione e i rifornimenti di carburante a mezzaria, di conquistare i siti" ha affermato Fleiz che ora e' capo editorialista di lignet.com.
"Dovrebbero disabilitare i radar e la contraerei. Potrebbero anche attaccare coi missili e la loro flotta di droni".
Qualunque cosa Israele decida ultimamente di fare col programma iraniano una missione per ora e' sicura.
Un anziano (senior) ufficiale Israeliano ha detto al The Daily Beast questo mese che un importante obbiettivo della strategia politica d'Israele e' di convincere l'establishment Iraniano del fatto che un attacco contro le loro infrastutture sia molto probabile.
"L'unico modo che si conosce per fermare un programma nucleare e' quello di imporre sanzioni accompagnate da una credibile minaccia militare. La Libia e' il migliore esempio di questa strategia" dichiara l'ufficiale.
Ad ogni modo se il passato ci puo insegnare qualcosa, gli israeliani non colpirebbero probabilmente nello stesso periodo in cui le autorita' discutono con la stampa.
In altre parole, se Israele sta apertamente discutendo un attacco militare, e' probabile che non sia imminente.

L'articolo originale:
http://www.thedailybeast.com/articles/2011/11/16/israel-s-secret-iran-attack-plan-electronic-warfare.html

(Tradotto da Floh per Luogocomune.net)

Il drone occidentale abbattuto ieri in Iran vi ricorda qualcosa?

Per quanto rigurada lo stretto di Hourmuz dai uno sguardo alla mappa

Stretto di Hourmuz



La carta mostra tutte le opportunità economiche di cui può usufruire l’Iran grazie ai suoi gasdotti (quelli che partono dal Paese o che lo attraversano) e giacimenti strategici. E’ inoltre evidenziata la produzione degli altri Paesi della regione e il commercio marittimo attraverso lo stretto di Hormuz. Carta tratta dal volume di Limes 5/2005 L’Iran tra maschera e volto.

Attriti sullo Stretto di Hormuz: tre isole dividono Iran e EAU

Lo Stretto di Hormuz è attualmente uno dei luoghi strategicamente più importanti della Terra. Si tratta dello stretto che descrivendo una specie di gomito separa la Penisola arabica dalle coste dell’Iran e attraverso il quale transita circa il 40% di tutto il petrolio prodotto nel mondo. Il fatto che questo passaggio marittimo separi le coste dell’Iran da quelle degli Emirati Arabi Uniti (EAU) aumenta considerevolmente la sua importanza.

I percorsi delle navi che lo attraversano, stabiliti a seguito di accordi internazionali e regolamentati severamente al fine di evitare collisioni, fanno sì che le petroliere che passano lo stretto si trovino di fronte, una volta entrate nel Golfo Persico (o Arabico), all’arcipelago composto dalle isole di Abu Musa, Grande Tunb, Piccola Tunb, Bani Furur, Furur, Sirri. Le prime tre sono oggetto di un contenzioso tra Iran ed EAU che risale agli anni ’70 e che continua ancora oggi, dopo quasi 40 anni.

http://www.eurasia-rivista.org/attriti-sullo-stretto-di-hormuz-tre-isole-dividono-iran-e-eau/3991/

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia (William Shakespeare, da Amleto)
redna
Inviato: 4/12/2011 18:56  Aggiornato: 4/12/2011 18:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Citazione:
Nello Stretto di Hormuz passano quasi tutte le navi che portano il petrolio in Occidente. Una volta ostruito lo Stretto il prezzo del petrolio salirà a mille o duemila dollari al barile e ovviamente agli USA, UK e Israele non sarà venduta neppure una goccia del prezioso liquido.


intanto per tutti, causa sanzioni, il petrolio gli iraniani lo alzano a più di 250 dollari al barile.....
con conseguenze devastatrici per una economia già fragile.

ce lo dice LeFigaro.fr

******

l'agenzia iraniana Irib conferma l'abbattimento del drone americano:

TEHERAN - Forze militari iraniane hanno abbattuto un velivolo spia senza pilota (drone) statunitense che sorvolava l'est del Paese vicino Pakistan e Afghanistan. Lo riferisce la Press Tv. Il drone, un RQ-170 americano secondo quanto precisato dalla tv, ha riportato scarsi danni e le forze iraniane ne hanno preso possesso.

fonte

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
trotzkij
Inviato: 4/12/2011 20:02  Aggiornato: 4/12/2011 21:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 3704
 Re: Israele attaccherà l'Iran?

I complotti non esistono, ... tranne quando ci sono
Redazione
Inviato: 4/12/2011 21:27  Aggiornato: 4/12/2011 21:27
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Grazie Alex. Stavo giusto preparando un articolo sulla questione missilistica, quando ho visto il tuo link, per cui ho pubblicato direttamente il tuo articolo in home.

Grazie per la traduzione, lavori del genere sono una vera faticaccia.

M.M.

Paulo
Inviato: 4/12/2011 23:25  Aggiornato: 4/12/2011 23:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/12/2005
Da:
Inviati: 507
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Come mai Israele non ha ancora attaccato l'Iran?
Se non si conosce questo dato del passato è inutile astrologare sul futuro.

Bellaciao
Inviato: 5/12/2011 9:10  Aggiornato: 5/12/2011 9:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 72
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Israele non ha ancora attaccato l'Iran perché non ha le armi né gli appoggi per farlo. Ecco perché minaccia continuamente di distruggere tutto e tutti. E' terrorizzata.
Senza stare a ripetere sempre le stesse cose, basti considerare che America e Israele fanno solo chiacchiere, ma poi prendono solo mazzate, e che i Paesi arabi dichiatamente antioccidentali crescono come i funghi.
Nonostante questo, sono ancora tanti che affermano che Israele possiede quantità mostruose di armi terrificanti, lasciando capire che tutte le altre nazioni ne siano sprovviste.
Qualcuno parla di armi elettroniche. Si vede che gli è sfuggita la notizia, o se n'è dimenticato, che nel corso delle guerre in Iraq e Afghanistan ci sono stati numerosi scontri a fuoco tra americani e altri Paesi NATO, il cosiddetto fuoco amico.
Questo prova che le armi elettroniche le possiedono i nemici di Israele e dell'America, e non Israele, o al massimo che le possiede anche Israele.

Paulo
Inviato: 5/12/2011 9:51  Aggiornato: 5/12/2011 9:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/12/2005
Da:
Inviati: 507
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
xBellaciao
Se questa è la risposta (e non ho motivi per dubitare che sia corretta) allora sappiamo che Israele non attaccherà l'Iran.
Non credo che le armi necessarie se le sia fabbricate o procurate e credo che ce ne vorrà ancora un bel po'.

Bellaciao
Inviato: 5/12/2011 13:29  Aggiornato: 5/12/2011 13:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 72
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
@ Paulo

Israele non attaccherà l'Iran anche perché non ha più una flotta, perché negli ultimi mesi i suoi aerei si sono ridotti da 240 a 170, perché i morti israeliani sarebbero non meno del 70% della popolazione e perché non ha le armi atomiche che si vanta di possedere.
Nessuno gliele ha fornite, perché, se le utilizzasse, il fall out ricadrebbe sugli stessi israeliani e sulle popolazioni arabe che la circondano, non solo su quelle che gli sono ostili.
L'Unione EuroAsiatica, che ha preso il posto dell'Unione Sovietica, è inattaccabile. Gli americani si stanno agitando come pazzi, perché sentono la loro fine ancora più vicina, dopo l'errore strategico di attaccare la Libia senza la certezza, come era già successo in Iraq, di trovare le armi chimiche e nucleari che cercavano.
Le armi irachene si trovano in Siria e quelle libiche in Iran. Ecco perché vogliono distruggere questi Paesi ad ogni costo. Ma si tratta dell'ultima spiaggia e perciò "saranno fermati sul bagnasciuga".

redna
Inviato: 5/12/2011 13:45  Aggiornato: 5/12/2011 13:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Citazione:
Israele non attaccherà l'Iran anche perché non ha più una flotta, perché negli ultimi mesi i suoi aerei si sono ridotti da 240 a 170, perché i morti israeliani sarebbero non meno del 70% della popolazione e perché non ha le armi atomiche che si vanta di possedere.


intanto Israele cerca di attirare l'attenzione verso di se con il solito spauracchio del terrorismo con cui ha fatto successi (in abbinamento all'antisemitismo ...)

13:39 05 DIC 2011 (AGI) Gerusalemme - Le truppe israeliane sono in stato di massima allerta lungo il confine con l'Egitto per il timore che terroristi si siano infiltrati attraversando la frontiera. L'iniziativa e' stata assunta sulla base di "informazioni di intelligence su una cellula terroristica che starebbe progettando un attacchi" su una strada che corre vicino al confine nel deserto del Negev. .

news
così Israele rassicura Panetta che gli egiziani sono talmente cattivoni che in quel 'maledetto' tavolo di pace, loro, non ci vogliono proprio andare!!!

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
LOTTT
Inviato: 5/12/2011 22:16  Aggiornato: 5/12/2011 22:16
So tutto
Iscritto: 18/4/2010
Da: milano, italia
Inviati: 6
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
scenari incredibili eppure decisamente realistici, grazie per le risposte super precise e alla prossima

l1171
Inviato: 6/12/2011 0:28  Aggiornato: 6/12/2011 0:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/8/2011
Da:
Inviati: 31
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
una domanda per lo stimatissimo massimo(la prendo un po' alla lontana se non ti dispiace).
molto recentemente(circa 4 mesi fa') ho aperto gli occhi sulla situazione reale della politica internazionale grazie al tuo bellissimo inganno globale(per non parlare di nuovo secolo americano).
in precedenza sono sempre stato quasi dogmaticamente schierato con gli interessi diciamo occidentali in genere e le rivelazioni prima tue poi di altri mi hanno fatto cambiare completamente opinione(sono passato armi e bagagli forse un po' tardi alla critica piu' feroce delle posizioni che sostenevo fino a poco tempo prima spero si possa scrivere viva il mullah omar).
spaziando sul web alla ricerca della verita'(qualcuno mi ha detto che chi cerca la verita' cerca dio boh non lo so) mi imbatto fra le altre nella storia del carteggio mazzini pyke; la domanda infine era questa ritieni questa corrispondenza pura mitologia o che la stessa esista e quindi spieghi veramente la dinamica delle prime due guerre mondiali ed anticipi la terza?(per cui l'attacco di israele dovra' prima o poi avvenire)

ps hai in progetto qualcosa sul rev.jones ed i supposti suicidi nella jungla?

ciao grazie per la pazienza

"vorrei essere un tuffatore per rinascere ogni giorno dall'acqua all'aria" ascoltate Flavio Giurato grande cantautore romano
ohmygod
Inviato: 6/12/2011 23:09  Aggiornato: 6/12/2011 23:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
GIRO GIRO TONDO...

La Guardia rivoluzionaria iraniana ha innalzato il suo stato di allerta per il timore di un attacco militare da parte di Stati Uniti o Israele. Stando a quanto riferito al Telegraph da fonti dell'intelligence occidentale, Teheran avrebbe infatti iniziato a posizionare missili a lungo raggio, esplosivi, artiglieria e unità di guardia in punti strategici per la difesa del Paese.

Il comandante della Guardia rivoluzionaria, Mohammed Ali Jaafari, ha dato infatti l'ordine di prepararsi a possibili raid e attacchi sotto copertura a causa delle crescenti pressioni internazionali sul programma nucleare iraniano. Teheran teme che il Paese possa essere obiettivo di un attacco dell'intelligence occidentale, volto a distruggere siti cruciali della sua infrastruttura nucleare, anche se il capo del Pentagono, Leon Panetta, ha dichiarato di recente che un raid contro Teheran rischierebbe di innescare "un'escalation che potrebbe trascinare il Medio Oriente in un conflitto di cui poi potremmo pentirci".

Dichiarazioni che non rassicurano la leadership iraniana, "che teme molto di essere presa di mira da una attacco militare a sorpresa, sia da parte israeliana che americana", ha detto al Telegraph una fonte di intelligence. "Per questo motivo, stanno prendendo tutte le misure necessarie per difendersi in modo appropriato in caso di attacco".

Sarebbe stata la stessa guida suprema iraniana, l'ayatollah Ali Khamenei, a inviare una direttiva ai comandanti di esercito, intelligence e sicurezza per ordinare l'adozione di tutte le misure necessarie per proteggere il regime.

Il comandante della Guardia repubblicana ha quindi risposto ordinando anche lo spostamento in siti segreti dei missili a lungo raggio Shabab, per evitare che siano colpiti e per poterli usare in caso di attacco; da parte sua, la forza aerea ha dato vita a diverse "unità di risposta rapida", pronte a intervenire in caso di attacco aereo.
http://www.wallstreetitalia.com/article/1274881/geopolitica/iran-si-prepara-alla-guerra-innalzato-stato-di-allerta.aspx

QUANTO E' BELLO IL MONDO

Parlando con il Presidente cinese Hu Jintao e con il Primo Ministro Wen Jiabaoa Beijin, il Primo ministro russo Vladimir Putin ha accusato gli Stati Uniti di vivere oltre i suoi mezzi “come un parassita” sull’economia globale e ha detto che la dominanza del dollaro è una minaccia per i mercati finanziari.

“Sono a vivere oltre i loro mezzi e spostano una parte del peso dei loro problemi nell’economia mondiale, stanno vivendo come parassiti fuori dell’economia globale e il loro monopolio del dollaro ed ha esortato il mondo a scaricare definitivamente il dollaro come valuta di riserva. Questo debito colossale, 14 trilioni di dollari o più, significa che il paese ha vissuto a credito, che è davvero un male per le economie del mondo. In una certa misura, essi sono come una spugna sull’economia mondiale e sulla loro posizione monopolistica del dollaro. Altre valute di riserva dovrebbero comparire nel mondo.”
http://madmikesamerica.com/2011/08/vladimir-putin-we-should-dump-u-s-dollar/
http://www.eutimes.net/2011/10/putin-slams-the-us-dollar-at-chinese-trade-talks/

CASCA LA TERRA

Il Major General Zhang Zhaozhong delle forze armate cinesi, ha detto che non esiterà a difendere l'Iran, anche a costo di una 3za guerra mondiale:

A military General from the Chinese National Defense University says that China should not hesitate to protect Iran, even if it means launching world war three, as more US warships are dispatched to the region amidst heightening tensions. According to NDTV, a Chinese news station based outside the country, in regard to recent speculation that Iran would be the target of a US-Israeli military assault, Major General Zhang Zhaozhong commented that, “China will not hesitate to protect Iran even with a third world war,” remarks described as “puzzling to some”.....
http://www.eutimes.net/2011/12/chinese-general-threatens-us-with-world-war-3-over-iran/

TUTTI GIU' PER TERRA

Bellaciao
Inviato: 7/12/2011 12:52  Aggiornato: 7/12/2011 12:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 72
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Aggiungo alle notizie date dall'informatissimo Ohmygod quanto segue.
1. La Russia si sta preparando a difendersi con tutte le armi in suo possesso dalle minacce missilistiche americane.
2. Il Tribunale per i crimini di guerra e Amnesty International hanno chiesto un altro mandato di cattura per Bush e i suoi compagni di merende.
3. Iran e Germania hanno raggiunto un'intesa per sviluppare i rapporti bilaterali tra i loro Paesi.
4: La Russia ha risposto per le rime alla Clinton che aveva criticato il modo in cui si sono svolte le elezioni di domenica scorsa.
E' chiaro che America e Israele si sono buttate avanti per intimidire i loro nemici, ma hanno giocato male le loro carte. Non si aspettavano risposte così aggressive e adesso saranno costrette a fare marcia indietro, perdendo la faccia e facendosi ridere dietro dal resto del mondo.
Sarebbe bene che questi Paesi guerrafondai la smettessero con la loro tattica fallimentare della provocazione e dell'innalzamento della tensione internazionale.

redna
Inviato: 7/12/2011 13:04  Aggiornato: 7/12/2011 13:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Più che altro è la dipendenza dal petrolio iraniano che spinge la UE a non fare nulla contro l'Iran (come lo stesso Iran dice....)


Anche l'Opec è dello stesso avviso e avverte :

DOHA - Il segretario generale dell'Opec Abdallah El-Badri ha auspicato che non entri in vigore un embargo dell'Unione Europea sul petrolio iraniano, sottolineando che sarebbe ''molto difficile'' sostituirlo con altre fonti. ''Mi auguro che non ci sia un embargo dell'Ue'', ha dichiarato El-Badri durante una conferenza stampa a Doha, dove e' in corso il Congresso mondiale sul petrolio. ''E' davvero molto difficile rimpiazzare le centinaia di migliaia di barili di petrolio che l'Europa importa ogni giorno dall'Iran'', ha aggiunto.

notizia

più che molte analisi geopolitiche quello che nessuno si auspica è trovarsi di colpo senza petrolio. In questa maniera lo stato che ha il petrolio detta le regole come e quando vuole.
Agli altri non resta che abbaiare, è risaputo che chi abbaia non morde.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Bellaciao
Inviato: 7/12/2011 19:21  Aggiornato: 7/12/2011 19:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 72
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
A conforto di quanto ci dice Redna, c'è l'ultima notizia che i Paesi europei si sono rifiutati, vedendone l'inutilità, di applicare altre sanzioni all'Iran.
Mi sembra strano che gli unici a non aver capito che la guerra è perduta sono gli Stati Uniti e Israele.
Si vede che sono oppressi da un invincibile complesso di superiorità.

Edea161090
Inviato: 9/12/2011 18:52  Aggiornato: 9/12/2011 18:52
So tutto
Iscritto: 10/11/2011
Da: Friuli-Veneto
Inviati: 28
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
"Se Israele attaccasse un qualunque paese islamico, riuscirebbe a riunire di colpo sciiti e sunniti di tutti i paesi arabi, e rischierebbe seriamente di venire distrutto in poco tempo”

"Un attacco ai reattori nucleari iraniani porterebbe alla distruzione di Israele. Lo scopo che vorremmo ottenere con quell’attacco, e cioè la neutralizzazione del programma nucleare iraniano, darebbe proprio il risultato opposto”

Beh cacchio, allora speriamo che attacchino sul serio

Bellaciao
Inviato: 10/12/2011 10:58  Aggiornato: 10/12/2011 10:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2011
Da:
Inviati: 72
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
Se leggi i miei commenti passati, Edea, ti renderai conto che l'Unione euroasiatica (il nuovo nome dell'Unione Sovietica) è assai più forte dell'Occidente, sotto l'aspetto militare, organizzativo ed economico.
Consapevoli della loro superiorità, i nemici dell'Occidente stanno provocando la NATO in tutti i modi, ma questa, per bocca della Clinton, si limita a ripetere come un pappagallo drogato che "non è esclusa nessuna opzione".
L'Occidente ha già perduto la guerra economica. Se farà la stupidaggine di attaccare l'Iran o la Siria, perderà anche quella nucleare.
Perciò sono convinto che non attaccheranno mai.
Bellaciao

redna
Inviato: 12/12/2011 17:48  Aggiornato: 12/12/2011 17:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Israele attaccherà l'Iran?
saranno pure voci.........intanto gli iraniani ci stanno pensando....


Voci su manovra chiusura stretto Hormuz
Lo dice deputato Iran. E' canale cruciale per passaggio petrolio
12 dicembre, 16:25


(ANSA) - TEHERAN, 12 GEN - Un'esercitazione navale nello stretto di Hormuz per verificare la capacita' iraniana di chiudere un canale di comunicazione cruciale per il trasporto del petrolio e' stata annunciata oggi da un deputato iraniano, ma non ha trovato conferme ufficiali. ''Presto faremo una manovra militare su come chiudere le stretto" ha detto Parviz Savari all'Isna. Un portavoce delle forze armate iraniane non ha voluto commentare.

articolo

giusto per capire come è messa la regione mediorientale ora:

Turchia in ansia, la Siria arma i missili chimici

Ansia turca: secondo un giornale del Paese, il regime siriano ha dotato i propri missili a medio raggio di testate chimiche. L'informazione, rilanciata l'11 dicembre dall'edizione domenicale del quotidiano Sabah, vicino al governo di Ankara, non ha ricevuto conferme o smentite, ma continua a essere riproposta su internet destando inquietudine in Turchia.
MISSILI CON UNA GITTATA A 1.300 CHILOMETRI. Il giornale precisa che Damasco ha innescato 600 testate chimiche da una tonnellata, da usare nel caso di un intervento militare armato straniero. Il presidente siriano Bashar Al Assad avrebbe inoltre ordinato il dislocamento di 21 lanciamissili lungo i confini con la Turchia. I missili a medio raggio in questione hanno una gittata fino a 1.300 chilometri e quindi possono colpire le province meridionali e centrali del territorio turco.
Secondo Sabah, i militari siriani nascondono i depositi di testate chimiche in strutture segrete dentro e intorno alla capitale, Damasco. A metà novembre Bashar ha tenuto una riunione speciale con i comandanti delle Forze armate per decidere come rispondere a un possibile attacco della comunità internazionale.
LA RUSSIA INVIA A DAMASCO MASCHERE ANTI-GAS. La Russia, che sostiene Damasco, ha inviato alla Siria tre milioni di maschere anti-gas, la maggior parte delle quali è pronta a essere distribuita a persone fedeli al regime e a famiglie di soldati con un'operazione che dev'essere completata a fine mese.
Lunedì, 12 Dicembre 2011

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA