Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
 DVD-SHOP

ACQUISTA I FILM
DI LUOGOCOMUNE
 Amazon
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 --





 Menu principale
 Utenti Online
Iscritti: 13031 + 3481
34 utente(i) online (17 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 2
Utenti anonimi: 32

ahmbar, Vee, Altro...
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata
 Commenti recenti
Re: Debito interno vs. Debito estero: Una breve spiegazione
ELFLACO 22/10/2014 1:23
Re: Debito interno vs. Debito estero: Una breve spiegazione
Pispax 22/10/2014 1:01
Re: HIV: Ecco i veri terroristi
Zingaro 22/10/2014 0:22
Re: Intervista ad Alessio Villarosa - M5S
Sertes 22/10/2014 0:08
Re: Debito interno vs. Debito estero: Una breve spiegazione
Pispax 22/10/2014 0:07
Re: Intervista ad Alessio Villarosa - M5S
Tizio.8020 21/10/2014 23:53
Re: Debito interno vs. Debito estero: Una breve spiegazione
funky1 21/10/2014 23:51
Re: Debito interno vs. Debito estero: Una breve spiegazione
Sertes 21/10/2014 23:48
Re: Debito interno vs. Debito estero: Una breve spiegazione
funky1 21/10/2014 23:34
Re: Debito interno vs. Debito estero: Una breve spiegazione
Pispax 21/10/2014 23:22
Re: Debito interno vs. Debito estero: Una breve spiegazione
Mrexani 21/10/2014 23:12
Re: Debito interno vs. Debito estero: Una breve spiegazione
Pispax 21/10/2014 23:01
Re: Debito interno vs. Debito estero: Una breve spiegazione
Lezik85 21/10/2014 22:43
Re: HIV: Ecco i veri terroristi
f_z 21/10/2014 22:18
Re: HIV: Ecco i veri terroristi
oniram 21/10/2014 22:06
Re: Debito interno vs. Debito estero: Una breve spiegazione
perspicace 21/10/2014 21:59
Re: Debito interno vs. Debito estero: Una breve spiegazione
FranZeta 21/10/2014 21:35
Re: HIV: Ecco i veri terroristi
LoneWolf58 21/10/2014 21:34
Re: Debito interno vs. Debito estero: Una breve spiegazione
Ste_79 21/10/2014 21:24
Re: Debito interno vs. Debito estero: Una breve spiegazione
perspicace 21/10/2014 21:15
 Recent Topics
Ti piacciono i nuovi forum?
L'angolo delle immagini
l'angolo della salute
Chi siamo veramente, cosa siamo veramente?
Scie chimiche- dibattito- Ma scusate...
Film da vedere asolutamente?
Cosa è l'ACIDO ASCORBICO (vitamina C)?
I governi mondiali
simoncini ancora attaccato ...la resa dei conti?
In musica che giudizio ne date ?
Le scie chimiche sono una bufala.. !!!
Oggi è la data ufficiale di morte della "scienza"
Musica dal vivo
Il danno invisibile di un caffè
Lucy e Lucy - Psiche e Miracoli
L'angolo della letteratura
Marte.. Questo sconosciuto !!!!
Ebola Virus
l'angolo dei video-giochi
la fuga di Travaglio
L'angolo delle cose preoccupanti...
il viaggio inconsapevole
Cosa state ascoltando?
Mai più senza .....
dove stiamo andando e cosa sta succedendo?...
Chi e', cosa e' Dio ?
L'angolo dei video
l'angolo delle cose dolci
metallo fuso ...altra prova da 16 tons?
Il Terzo Segreto di Fatima riguarda l'Apostasia finale e l'Apocalisse

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


storia & cultura : La storia dei due "George"
Inviato da Redazione il 12/3/2012 6:40:00 (4914 letture)

di Gianni Elvezia

Era nato da una famiglia benestante ma metà della la sua ascendenza era originaria di una paese straniero.

Fu il primo monarca ad esprimersi correttamente in un dialetto propriamente del suo paese e non in un idioma piuttosto straniero.

Fu nominato Re del suo paese con molte difficoltà, dato che non fu da subito riconosciuto come titolare del Trono: passò infatti anni in cui non poteva avere accesso al governo del paese, mentre al potere erano i tutori (o usurpatori, secondo alcuni) dell’eredità della famiglia.

Camaleontico nei rapporti con la politica, anche dopo essere stato incoronato il paese fu strumentale ad un primo ministro dissoluto e spendaccione che fece entrare il paese in una guerra durata parecchi anni ed al posto del quale infine riuscì a piazzare un amministratore di sua fiducia che promise di rimettere a posto i conti del paese con una politica “lacrime e sangue”.

Ad un certo punto i cittadini di una parte remota del Regno si coalizzarono contro le decisioni del governo centrale ...

... ed elessero rappresentanti locali. I loro rappresentanti chiesero udienza che fu loro sprezzantemente rifiutata, nonostante la parte più lungimirante del paese ben capisse le ragioni dei cittadini di quelle remote lande. I cittadini si organizzarono e cominciarono a protestare e mercenari furono mandati a reprimere le pacifiche e civili proteste dei cittadini. Per via di una protesta particolarmente simbolica che provocò qualche danno materiale le proteste furono criminalizzate e i caporioni perseguiti per legge.

Nonostante quei cittadini, che nel frattempo si stavano procurando simpatie da parte di intellettuali e attivisti di altri paesi europei, si appellassero proprio a lui, il Re, chiedendo proprio a lui di esaminare le loro lamentele contro gli atti del Governo e del Parlamento, il Re insisteva nel riconoscere solo il Parlamento come rappresentante del popolo, come bene e chiaramente aveva espresso nel suo discorso in occasione della sua incoronazione.

Ben presto i problemi si radicalizzarono, i cittadini dell’angolo remoto del Regno si organizzarono in milizie popolari affermando la propria indipendenza in difetto di rappresentatività negli affari del Regno ed eventualmente moti si sparsero per tutta Europa, cambiandone definitivamente l’assetto politico....

Secondo voi chi è il personaggio in questione: Giorgio III di Hanover, il sovrano inglese che grazie alla sua politica scatenò la Rivoluzione Americana iniziando suo malgrado la più grande stagione rivoluzionaria che l’Europa ed il mondo avessero mai visto nella loro storia, o di qualcun altro più vicino a noi e più attuale?

Gianni Elvezia (Pike Bishop)

Fonte: Il Portico Dipinto.

Voto: 6.00 (13 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
21/10/2014 18:20:00 - HIV: Ecco i veri terroristi
19/10/2014 19:00:00 - Debito interno vs. Debito estero: Una breve spiegazione
18/10/2014 18:31:12 - La malafede del CICAP
16/10/2014 8:10:00 - Matrix: caso Ebola
16/10/2014 8:00:00 - Cancro, la guerra alternativa
14/10/2014 23:40:00 - Intervista ad Alessio Villarosa - M5S
13/10/2014 18:45:46 - Commenti liberi
11/10/2014 19:20:00 - Genova: la Protezione Incivile
10/10/2014 18:20:00 - Stato di polizia europea
9/10/2014 17:46:15 - Rashomon - di Akira Kurosawa
8/10/2014 16:10:00 - NWO: voglia di Ebola?
6/10/2014 18:41:40 - Gary North: revisionismo bellico
6/10/2014 11:20:00 - Lettera di Andrea Avveduto
4/10/2014 21:13:03 - Commenti liberi
3/10/2014 20:25:11 - Cameron attacca il 9/11 Truth Movement

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
LoneWolf58
Inviato: 12/3/2012 9:05  Aggiornato: 12/3/2012 9:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4602
 Re: La storia dei due "George"
Citazione:
il sovrano inglese che grazie alla sua politica scatenò la Rivoluzione Americana iniziando suo malgrado la più grande stagione rivoluzionaria che l’Europa ed il mondo avessero mai visto nella loro storia
Qualsiasi rivoluzione si faccia... gli stronzi tornano sempre a galla.
A conti fatti hanno sostituito un George (di Hannover) con un altro George (Bush...) non so quale sia peggio

Citazione:
qualcun altro più vicino a noi e più attuale?
"Napolitaner"... ho indovinato??

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
VIMS
Inviato: 12/3/2012 9:07  Aggiornato: 12/3/2012 9:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/11/2011
Da: Ai piedi del monte
Inviati: 329
 Re: La storia dei due "George"
Curioso parallelo. Con Monti? Con Napolitano? In realtà più che con le persone nello specifico mi viene più naturale fare il parallelo con la figura che questi personaggi rivestono.

Chiunque andrebbe lì farebbe le stesse cose, proprio perchè quella posizione, essendo centro nevralgico di grossi interessi, ti obbliga a fare determinate scelte.

La cosa triste è che questo paradigma della storia (sovrano autoritario -> nascita di rivoluzioni) sembra ripetersi molto frequentemente. E mai che si impari un minimo.

Mistero.

VIMS

La Virtù sta nel mezzo
Maxeed
Inviato: 12/3/2012 12:14  Aggiornato: 12/3/2012 12:14
So tutto
Iscritto: 12/3/2012
Da:
Inviati: 1
 Re: La storia dei due "George"
Io Punto su George Washington.
Altrimenti su Berlusconi.

noalgregge
Inviato: 12/3/2012 12:29  Aggiornato: 12/3/2012 13:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2010
Da:
Inviati: 301
 Re: La storia dei due "George"
EDIT

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito
Pyter
Inviato: 12/3/2012 13:10  Aggiornato: 12/3/2012 13:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 5367
 Re: La storia dei due "George"
Ad un certo punto i cittadini di una parte remota del Regno si coalizzarono contro le decisioni del governo centrale ...


La Repubblica Sarda!

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Pyter
Inviato: 12/3/2012 13:50  Aggiornato: 12/3/2012 13:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 5367
 Re: La storia dei due "George"
Durante i moti rivoluzionari, il Re George III soleva ordinare dei Blitz per liberare gli ostaggi in mano ai rivoltosi, senza avvertire l'altro George, perchè l' Italia non esisteva!

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
baciccio
Inviato: 12/3/2012 15:19  Aggiornato: 12/3/2012 15:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 524
 Re: La storia dei due "George"
E' il paradigma di quel malefico personaggio auto nominatesi Re d'Italia, al secolo Monti Mario.
Persino la sua ascendenza straniera, a partire dal nonno paterno che cambiò cognome, collima.
Non ci sono tuttavia i comitati di cittadini che chiedono udienza al sovrano, non ci sono i movimenti di resistenza alla distruzione operata scientificamente dal re a danno della nazione Italia.
Gli italiani sono vittime di una malia che sconfina nell'ignavia.

Zingaro
Inviato: 12/3/2012 16:08  Aggiornato: 12/3/2012 16:08
So tutto
Iscritto: 14/5/2011
Da:
Inviati: 18
 Re: La storia dei due "George"
A me, sembrava che si parlasse di Giorgio Napolitano.

stecos
Inviato: 12/3/2012 22:38  Aggiornato: 12/3/2012 22:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/10/2009
Da: Madrid
Inviati: 75
 Re: La storia dei due "George"
@ baciccio

Beh, i comitati ci sono... sono i NO TAV, e l'udienza l'hanno chiesta a Napolitano Giorgio, aveva parenti stranieri quest'ultimo..?

Cassandra
Inviato: 12/3/2012 23:14  Aggiornato: 12/3/2012 23:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1480
 Re: La storia dei due "George"
Citazione:
non fu da subito riconosciuto come titolare del Trono



(In un certo senso ha parenti mezzi francesi...)

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
Elius
Inviato: 12/3/2012 23:38  Aggiornato: 12/3/2012 23:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/5/2011
Da:
Inviati: 121
 Re: La storia dei due "George"
pardon l'OT ma ho cercato in forum e commenti delle ultime notizie e non ho trovato nulla.... qualche parolina su Kony 2012 (Fony 2012 pero' mi piace di più) la
spendiamo?

mi ha fatto calare ancora di più il livello di speranza nell'uomo inteso come massa occidentale

per chi non sa nulla:
http://www.kony2012.com/

è una viral campaign, filmetto di 30 minuti che già dal primo si ha la nausea da una propaganda rara da vedere (ma che purtroppo sembra funzionare......) di sensibilizzazione contro un certo Joseph Kony dell'Uganda che è diventato il criminale numero 1 al mondo per i crimini contro l'umanità "commessi".
praticamente è il capo di una banda di un'armata in uganda la LRA che è accusato di arruolare bambini nel suo esercito e a commettere malefazie varie (l'unico che lo fa nel mondo, penserete voi....) e d'un tratto è diventato: (citazione dall'homepage del sito)
"Who is Joseph Kony?

Joseph Kony is the world’s worst war criminal. In 1987 he took over leadership of an existing rebel group and renamed it the Lord’s Resistance Army (LRA)."

praticamente hanno già deciso che è la peggio feccia del MONDO, badate bene manco dell'africa, del mondo.
fatto sta che fior di star e politici si son subito schierati a favore della ONG (sì, il video è pure di un'associazione non governativa) e dei poveri bambini che sono costretti a combattere.... e il video su youtube ha avuto tipo 35 o 50 milioni di visite in 2 giorni ed ora è arrivato a 75 MILIONI (dal 6 marzo)....

l'articolo di alex jones a riguardo:
http://youtu.be/Cv4UwyGFKks
in soldoni tutto un modo per ottenere il supporto delle masse ad un nuovo intervento militare, in centro africa questa volta.

e intanto le donazioni impazzano (5 milioni di dollari raccolti in 1-2 giorni) e le condivisioni su facebook in nome dei poveri bambini pure. e a noi la tristezza.

Giano
Inviato: 13/3/2012 11:27  Aggiornato: 13/3/2012 11:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1101
 Re: La storia dei due "George"
Monti fa la parte di William Pitt the younger?

Vitriolum
Inviato: 13/3/2012 16:14  Aggiornato: 13/3/2012 16:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 129
 Re: La storia dei due "George"
decisamente il post peggiore mai letto, per di più scritto da uno degli autori che seguo più volentieri...

mmm

...ho il vago sospetto che mi sia sfuggito qualcosa

REMEMBER YOURSELF, ALWAYS AND EVERYWHERE
PikeBishop
Inviato: 13/3/2012 17:01  Aggiornato: 13/3/2012 17:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6255
 Re: La storia dei due "George"
Citazione:
Monti fa la parte di William Pitt the younger?

No, fa la parte di Lord North

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
PikeBishop
Inviato: 13/3/2012 17:07  Aggiornato: 13/3/2012 17:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6255
 Re: La storia dei due "George"
Citazione:
decisamente il post peggiore mai letto

Concordo.

Ma la parte principale del post e' la parte che non ho scritto, ma che sottointendo, come in QUESTO ALTRO PRECEDENTE...

Spiacente di aver deluso, ma questo e' quello che si puo' passare in un regime dittatoriale.
Altri sono stati piu' bravi di me, comunque, me ne rendo benissimo conto.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
PikeBishop
Inviato: 13/3/2012 17:10  Aggiornato: 13/3/2012 17:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6255
 Re: La storia dei due "George"
Citazione:
In un certo senso ha parenti mezzi francesi...

Colpito e affondato.

Pensavo pero' che certi pettegolezzi, che erano molto diffusi negli anni '70, lo fossero ancora anche se mi rendo conto ora che forse non lo sono.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
PikeBishop
Inviato: 13/3/2012 17:12  Aggiornato: 13/3/2012 17:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6255
 Re: La storia dei due "George"
Citazione:
Qualsiasi rivoluzione si faccia... gli stronzi tornano sempre a galla.

Verissimo, ma quanno ce vvo' ce vvo'.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
LoneWolf58
Inviato: 13/3/2012 18:09  Aggiornato: 13/3/2012 18:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4602
 Re: La storia dei due "George"
Citazione:
Autore: PikeBishop Inviato: 13/3/2012 17:07:36

Citazione:
decisamente il post peggiore mai letto

Concordo.
Mi dispiace deluderti ma sei lontano "anni luce" da thread quali quelli sulla gravità o sulla luna...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Giano
Inviato: 13/3/2012 20:06  Aggiornato: 13/3/2012 20:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1101
 Re: La storia dei due "George"
Pike Citazione:
No, fa la parte di Lord North



Peccato, seguendo la stessa sorte si perderà il sottinteso del tuo post
e l’amore che ne scaturirà.

redribbon
Inviato: 15/3/2012 13:51  Aggiornato: 15/3/2012 13:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 415
 Re: La storia dei due "George"
Citazione:
Secondo voi chi è il personaggio in questione: Giorgio III di Hanover, il sovrano inglese che grazie alla sua politica scatenò la Rivoluzione Americana iniziando suo malgrado la più grande stagione rivoluzionaria che l’Europa ed il mondo avessero mai visto nella loro storia, o di qualcun altro più vicino a noi e più attuale?



Non lo so, è troppo difficile.
Dai non fare il bastardo , ti prego dimmi chi è
Mi scoppia la testa!!

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
redribbon
Inviato: 15/3/2012 14:03  Aggiornato: 15/3/2012 14:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 415
 Re: La storia dei due "George"
Casualmente,
il personaggio che descrivi assomiglia ad un tizio che lo scorso dicembre ha detto dell'Italia
"i sacrifici non saranno inutili: l'Italia può e deve farcela..."

come ho sentito queste affermazioni mi è venuto immediatamente alla mente Benito Mussolini, infatti, per un attimo, ho pensato che stessero trasmettendo una sua registrazione,
di quando cioè Mussolini diceva agli italiani:
-"il popolo italiani merita e avrà la vittoria! I sacrifici e le privazioni [...] non saranno inutili..."

non vorrei portare male, ma mi sa che faremo la stessa fine!

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
baciccio
Inviato: 18/3/2012 19:58  Aggiornato: 18/3/2012 19:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 524
 Re: La storia dei due "George"
Citazione:
come ho sentito queste affermazioni mi è venuto immediatamente alla mente Benito Mussolini, infatti, per un attimo, ho pensato che stessero trasmettendo una sua registrazione, di quando cioè Mussolini diceva agli italiani: -"il popolo italiani merita e avrà la vittoria! I sacrifici e le privazioni [...] non saranno inutili..."

Il fascismo non è il male assoluto che sessanta anni di lavaggio di cervello hanno fatto credere ai giovani. Mussolini nel 1939 abbassò l'età pensionabile delle donne a cinquantacinque anni e quella degli uomini a sessanta dopo aver portato la settimana di lavoro a quaranta ore.
Mario Monti con il suo entourage giudeocentrico porterà l'età pensionabile a settanta anni, - di fatto esclude lo statuto della pensione per i più.-e toglierà quel che rimane del diritto ai lavoratori.
Chi è più canaglia? Mussolini o Monti?

redribbon
Inviato: 15/4/2012 8:16  Aggiornato: 15/4/2012 8:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 415
 Re: La storia dei due "George"
Citazione:
Autore: baciccio Inviato: 18/3/2012 19:58:48
Chi è più canaglia? Mussolini o Monti?



Sono due facce della stessa medaglia,
no, meglio, della stessa piramide dalle molte facce,
nella quale la faccia non è altro che la manifestazione del comando sulla società da parte dei ricchi.
Entrambi sono andati al potere perchè così volevano i ricchi,
Mussolini nel 1922, nel e dopo il biennio rosso, fu, coi fascisti, finanziato dagli agrari e dagli industriali perchè rompesse il tessuto sociale socialista, e questo avvenne con la violenza delle squadracce fasciste, zeppe di gente idiota che non sapeva bene che cazzo fare nel tempo libero, ed andavano a picchiare i social-comunisti, a dar fuoco alle sedi sindacali, dei giornali social-comunisti, con le forze dell'ordine che chiudevano un occhio,
illudendosi di avere così un credo politico od essere qualcosa di più di piccoli borghesi ignoranti che aspiravano ad essere dei borghesi più importanti.
Responsabilità fondamentale nell'avvento del fascismo fu di quella mezza cartuccia (come lo chiamava Mussolini) del Savoia, che, si rifiutò di firmare lo stato d'assedio proposto dal governo Facta,
sarebbero infatti bastati pochi soldati a stendere le poche centinaia di fascisti della marcia su Roma,
ed, anzi, diede proprio a Mussolini l'incarico di formare il nuovo governo.
Questo perchè lo stesso Savoia era interessato a mantenere le sue posizioni di potere che in un governo, in una società socialisteggiante sarebbero state in pericolo.
Mussolini prometteva di essere l'uomo forte di cui avevano bisogno la corona, gli industriali e gli agrari, più in generale,i capitalisti, per bloccare l'avanzata socialista,
poco importava se questo avveniva anche con la violenza.


Monti è molto simile, non usa il manganello o l'olio di ricino perchè,
intanto è un banchiere, e quindi pensa di essere un Signore,
e poi non ne ha bisogno perchè, come ci insegnano gli Stati Uniti,
per far fare alla gente quello che vogliono i ricchi,
non importa instaurare una dittatura sul piano politico, si può benissimo darle la democrazia di mercato,
il potere, e la dittatura strisciante, verrà esercitato a mezzo dell'economia.

A volte ci sono delle eccezioni a questo scenario, può infatti capitare che,
nonostante la democrazia, con tutto quello che comporta,
come il controllo dei media (e quindi dell'opinione pubblica) da parte dei più ricchi,
come tutti i diversivi esistenti nella realtà di una democrazia per impedire alla gente di pensare correttamente, ed anche ai giovani di interessarsi dei temi sociali,
i social-comunisti possano riscuotere molto consenso tra la gente, specie nelle fasce più popolari,
addirittura è capitato che si formasse un governo socialista per mezzo della democrazia,
come in Cile negli anni '70,
ecco che non ci sono alternative e bisogna intervenire pesantemente per proteggere le multinazionali americane,
in questi casi fa comodo avere i militari amici e caricati di sentimenti anti-comunisti perchè diventa più semplice indurli a fare un colpetto di Stato nell'interesse dei ricchi, cioè,
i militari penseranno di avere agito per la patria, come pensava quel cretino di Pinochet, in realtà saranno stati solo dei burattini che hanno svenduto l'indipendenza della patria agli interessi del capitale internazionale.

Una cosa simile stava per accadere in Italia sempre negli anni '70, la presenza del forte partito comunista era fonte di preoccupazione per l'entourage americano, non a caso Kissinger non esitava a paragonare l'Italia al Cile e, nel caso che i comunisti fossero potuti andare da soli al potere democraticamente,
di sicuro ci sarebbe stato un colpo di Stato immediato in Italia,
con la complicità della CIA, per mezzo di gladio, p2, mafia, ed anche il Vaticano, a cui i socialisti non sono mai andati a genio.


Tornando alla domanda se Mussolini era canaglia,
quando arrivò "l'ora delle decisioni irrevocabili", Mussolini volle attaccare la Francia, già prostrata dalla guerra con la Germania e sull'orlo di chiedere l'armistizio,
perchè come disse il Duce "i tedeschi si stanno gratttando tutto ... non c'è più tempo .... ho bisogno di un migliaio di morti (soldati, nota mia) per sedermi al tavolo delle trattative.

Insomma, come un avvoltoio, con gesto vile attaccava la Francia già sconfitta per grattare qualche compenso territoriale,
sacrificando un migliaio di vite dei soldati italiani.
Gesti come questi qualificano l'uomo per il vigliacco che era.


Racconta poi Ciano nel suo diario (dal libro di Arrigo Petacco "l'Armata scomparsa" sulla vicenda dell'A.R.M.I.R. in Russia) :

"Il Duce dice di ammirare quel generale, non ricorda il nome, che in Albania ha detto ai suoi soldati:
"A casa sarete bravi ragazzi e ottimi padri di famiglia, ma qui non sarete
mai sufficientemente figli di puttana, saccheggiatori e
stupratori...".
Senza odio non si combatte ha aggiunto"

riporto anche il commento seguente giusto per completezza

Giovanni Messe non è certamente quel generale evocato da Mussolini e i suoi soldati sono tutt'altro che dei saccheggiatori o degli stupratori.
Persino i fascisti della Tagliamento, comandati da ardenti squadristi come il console Nicchiarelli e i seniori Zuliani e Patroncini, che combattevano in camicia nera e portavano sul petto i distintivi littori, hanno preso da tempo le dovute distanze dai camerati germanici e dai loro metodi. E ora ne disapprovano apertamente le sanguinose rappresaglie, le deportazioni, le gratuite crudeltà.
Gli italiani, infatti, non hanno tardato a fraternizzare coi civili. Distribuiti singolarmente o a piccoli gruppi nelle isbe, convivono pacificamente con le famiglie che li ospitano. Un pacchetto di milit, una scatoletta o qualche galletta, ripagano ampiamente il disturbo. Nelle isbe, i soldati trovano soltanto donne, vecchi e bambini: gli uomini sono lontani, su altri fronti o fra ipartigiani. E le donne giovani e sole non negano agli ospiti qualcosa in più.


Quando poi gli hanno fucilato il genero nel processo di Verona, che cosa ha fatto?
Vuoi dirmi che aveva le mani legate? Che non è stata colpa sua ma di quei dementi esaltati come Pavolini? Che lo hanno costretto i tedeschi?

E dell'omicidio di Matteotti che mi dici?


Comunque, ti concedo che aveva qualcosa di buono,
il fascismo non è proprio la spazzatura che è il nazismo, qualcosa di buono ci si può trovare,
per esempio, nonostante le leggi razziali fatte per amicarsi la Germania,
e dopo che in un primo tempo lo stesso Mussolini aveva deriso le teorie razziali tedesche,
col discorso del "sovrano disprezzo" ,
(noi possiamo guardare con sovrano disprezzo talune dottrine d'oltralpe,
di gente
che ignorava la scrittura colla quale tramandare il ducumento della propria vita,
al tempo in cui Roma aveva Cesare, Virgilio ed Augusto;
così diceva Mussolini nel 1934 a Bari)
nonostante l'apparenza, Mussolini non ha infierito più di tanto sugli ebrei, ha lasciato che la burocrazia ostacolasse la consegna degli ebrei ai tedeschi,
questo finchè non c'è stato l'8 settembre, dopo le cose sono andate a rotoli,
per essere più precisi, secondo un documentario di Nicola Caracciolo, erano molto più diligenti nella consegna degli ebrei i collaborazionisti di Vichy che non l'Italia e le autorità italiane che eludevano in ogni modo la richiesta dei tedeschi di consegnargli gli ebrei, al punto che Eichmann (o himmler? ora non ricordo) disse che con gli italiani non si può collaborare perchè mancano dell'onestà necessaria.
Questo ostruzionismo sulla questione ebraica,
che come capirai può essere attuato solo se ci sono direttive dall'alto,
fa essere ai miei occhi il Duce non quel mostro che si potrebbe sospettare in un primo tempo,
ma piuttosto un politico raccattato, dai metodi capestri, che cercava di ottenere qualcosa per l'Italia col minimo sforzo.

Siccome sono (penso di esserlo) indipendente nei giudizi,
ti concedo anche che quelli di ora sono peggio di Mussolini,
lui aveva pure qualcosa di positivo che gli derivava dall'essere stato un socialista,
il Duce non avrebbe mai permesso che degli italiani continuassero a suicidarsi o iniziassero a prostituirsi per mancanza di lavoro o debiti, su questo non ho il minimo dubbio,
se la metti su questo piano, 10, 100, volte meglio il Duce dei finanzieri,
sebbene, per me, meglio ancora sarebbe un Salvador Allende od un Ernesto Guevara.

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA