Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
 DVD-SHOP

ACQUISTA I FILM
DI LUOGOCOMUNE
 Amazon
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 --





 Menu principale
 Utenti Online
Iscritti: 13008 + 3481
54 utente(i) online (32 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 5
Utenti anonimi: 49

Decalagon, Red_Max, Ste_79, Oscar Jager, doktorenko, Altro...
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata
 Commenti recenti
Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Red_Max 20/9/2014 13:52
Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
pursuitoftruth 20/9/2014 13:44
Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Calvero 20/9/2014 13:43
Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Nomit 20/9/2014 13:42
Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Red_Max 20/9/2014 13:35
Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Calvero 20/9/2014 12:49
Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Red_Max 20/9/2014 12:48
Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Nomit 20/9/2014 12:32
Re: La Russia cerca di avvisare l'Europa sui rischi ...
Slobbysta 20/9/2014 12:21
Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Red_Max 20/9/2014 12:21
Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Nomit 20/9/2014 12:15
Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Red_Max 20/9/2014 11:53
Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Nomit 20/9/2014 11:52
Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Nomit 20/9/2014 11:37
Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
invisibile 20/9/2014 11:37
Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
invisibile 20/9/2014 11:33
Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Red_Max 20/9/2014 11:32
Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Davide71 20/9/2014 11:29
Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
invisibile 20/9/2014 11:27
Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Davide71 20/9/2014 11:12
 Recent Topics
Musica dal vivo
Tumori : torna la Cura Di Bella
Chi siamo veramente, cosa siamo veramente?
La teoria di Judy Wood: fantascienza o realtà?
Conoscere l'Islam
Oggi è la data ufficiale di morte della "scienza"
Cosa state ascoltando?
Cos'è l'ISIS?
Altre campane - raccolta
il viaggio inconsapevole
L'angolo delle cose preoccupanti...
Cronaca di un inciucio annunciato
I governi mondiali
Propaganda dello spot rai sull'europa
Atlantide.
L'angolo dei video
Scie chimiche- dibattito- Ma scusate...
Scheda riassuntiva scie chimiche
L' angolo delle cose che non si sa se ridere o piangere
Cosa è l'ACIDO ASCORBICO (vitamina C)?
L'angolo delle immagini
Chi e', cosa e' Dio ?
Il Terzo Segreto di Fatima riguarda l'Apostasia finale e l'Apocalisse
l'angolo della salute
Film da vedere asolutamente?
Mai più senza .....
Piccola Bretagna vs Unione Europea
Ucraina: Europa vs Russia, chi vince?
prove tecniche di buon senso (lavorare meno, lavorare tutti)
OLOCAUSTO PALESTINESE

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


politica italiana : Il vero compito di Monti
Inviato da Redazione il 31/3/2012 21:30:00 (7622 letture)

di Stefano Serafini

Leggo l’articolo di Giulietto Chiesa intitolato “Il ricattatore”,[1] nel quale il presidente di Alternativa denuncia la raggelante ipocrisia di Mario Monti, quando parla di manovre “giuste e solidali”. Chiesa ha ragione, l’esecutivo sta predisponendo lo sfacelo sociale dell’Italia.

Il quadro che egli tratteggia tuttavia manca secondo me di un elemento fondamentale, senza il quale è impossibile anche solo tentare di realizzare l’augurio con il quale chiude l’articolo, cioè quello di far cadere questo governo non eletto prima che sia troppo tardi. Esso cioè non si domanda quale sia il vero compito di Monti.

Innanzitutto constato con piacere che, nonostante la teatralità molto ben scelta del ministro Fornero, babau dei lavoratori italiani, Chiesa si tiene moderatamente a distanza dal dibattito che infuria sui media a proposito dell’articolo 18. Ovviamente la modifica della legislazione del lavoro è fonte di preoccupazione, ma stiamo ai fatti. Cosa conta l’articolo 18 nel contesto attuale di distruzioni finanziarie di intere nazioni, a partire dalla nostra? Più o meno quanto la caccia agli evasori, cioè pochissimo.

Chiediamolo a un sindacalista vero, di quelli lontani dalle telecamere, o a un piccolo industriale, ...


... quante volte vi hanno avuto a che fare in vita loro. Ma soprattutto rendiamoci conto che su di esso – a differenza di quanto vogliono far credere le parti in causa – non si decide un solo posto di lavoro in più o in meno. Accettare come autentico l’apparente braccio di ferro su tale argomento fra il cosiddetto governo del Paese, e i cosiddetti sindacati dei lavoratori, equivale ad accettare di litigare su quale musica debba suonare la famosa orchestra del famoso Titanic che affonda.

I posti di lavoro, il gettito fiscale, la produttività, lo stato sociale, sono tutte barchette di carta nel gorgo possente della finanza internazionale che detiene le leve del debito e del sistema che lo alimenta, e con un semplice click può ingoiare in poche ore dieci anni di politica presunta rigorista.

Quindi, ancora una volta, si tratta di un polverone che ci stanno rifilando i soliti politicanti (dell’uno e dell’altro lato del tavolo) insieme ai soliti cosiddetti giornalisti.

Ma a cosa serve questo polverone? Escludendo ovviamente che Monti sia interessato a riformare quel poco di socialismo che ancora caratterizza la legislazione italiana del lavoro per furia ideologica liberista (se non altro perché il liberismo è l’opposto mortifero di qualunque passione ideologica), sorge un legittimo sospetto appena si alzano gli occhi dai giornali e li si punta sulla vera economia del Paese.

Naturalmente bisogna avere memoria per vedere. Ricordarsi ad es. dei tentativi degli ultimi anni, andati di pari passo con le minacce internazionali al governo Berlusconi culminate nell’orrore della guerra libica, di scalare il gruppo ENI, vera spina dorsale della nostra ricchezza e della nostra forza geopolitica. E ancor prima, rammentarsi la storia del ladrocinio – definito eufemisticamente “privatizzazione” – ai danni delle società a partecipazione statale italiane, iniziato in concomitanza al crollo dell’Unione Sovietica: una serie di spolpamenti che fece crollare il nostro Paese dalla 7ma alla 30ma posizione fra i Paesi più sviluppati del mondo. [2]

I gruppi finanziari mangiano la carne cruda dei lavoratori solo quando hanno finito la ciccia vera, ed è la fine di quella ciccia a preparare l’ecatombe. Allora, cosa c’è ancora di veramente divorabile in Italia? Cosa fa del nostro Paese ancora una realtà capace di forza economica e soprattutto geopolitica, lasciandogli ancora alcune carte da giocare sullo scacchiere globale dove si decidono le sorti di interi popoli? Leggiamo:

ll Consiglio di Amministrazione di Snam, riunitosi ieri sotto la presidenza di Salvatore Sardo, ha approvato il bilancio consolidato e il progetto di bilancio di esercizio di Snam per il 2011, che chiudono rispettivamente con l’utile netto di 790 e 693 milioni di euro, confermando i risultati preliminari di preconsuntivo e l’utile netto consolidato adjusted di 978 milioni di euro annunciati il 14 febbraio 2012.[3]

E ancora prima, dallo stesso sito:

Martedì 13 marzo alle ore 15 presso gli headquarters di Snam, a San Donato Milanese, l'Amministratore Delegato Carlo Malacarne presenta il piano strategico 2012-2015 della Società.

La presentazione costituisce l’occasione per comunicare agli stakeholder gli investimenti e gli obiettivi di Snam per i prossimi quattro anni, finalizzati allo sviluppo del sistema italiano delle infrastrutture del gas e all’espansione all’estero, con l’obiettivo di contribuire a fare dell'Italia un hub del gas per il Sud Europa.

Nei prossimi anni per il mercato del gas si prevede una crescita progressiva della domanda, accompagnata dalla necessità di avere maggiori garanzie per la sicurezza degli approvvigionamenti e la flessibilità del sistema.

Snam è oggi nelle condizioni di cogliere le opportunità connesse all'attuazione del Terzo Pacchetto Energia Ue e realizzare le condizioni per la creazione di un “gas-hub” per il sud Europa che permetta di trasformare l'Italia da Paese consumatore a sistema di transito del gas, data la sua strategica posizione geografica che la vede un crocevia naturale dei principali flussi di gas dai Paesi produttori ai Paesi consumatori.[4]


L’annuncio sta parlando del South Stream, il gasdotto russo a grande partecipazione italiana che libererebbe l’Europa da buona parte della dipendenza statunitense, mediata da stati satellite come l’Ucraina e la Polonia (ricordate le “guerre del gas” che si accendono ogni inverno, minacciando di lasciare a secco le industrie europee?), e contro il quale sono state mosse tutte le operazioni geopolitiche e militari di area degli ultimi dieci anni.

Ho il sospetto che l’ultima grande privatizzazione contro il cuore del sistema Italia, la privatizzazione di SNAM, sia il vero obiettivo di Monti e dei suoi padroni, nel quadro della definitiva sudditanza del Paese al sistema finanziario internazionale che ha il suo principale braccio armato in ciò che resta degli Stati Uniti d’America. Un crimine al cui confronto il resto è solo teatro da cavallette.

Vorrei aggiungere a questa breve nota un invito. Se tutto ciò ha un senso, c’è qualcuno che può aggiungere all’articolo di Chiesa un’ipotesi concreta su come far cadere il governo? E su come far sì che la sua caduta non sia solo un altro pezzo di teatro delle cavallette, ma sia capace almeno di graffiare l’intero sistema corrotto che ci sta spolpando vivi?

Stefano Serafini
Membro del Comitato scientifico di Alternativa

[1] http://www.megachip.info/tematiche/democrazia-nella-comunicazione/7987-il-ricattatore.html

[2] Si leggano Massimo Pini, I giorni dell’IRI. Storie e misfatti da Beneduce a Prodi, Milano, Mondadori, 2004, e l’ormai quasi introvabile Antonio Venier, Il disastro di una nazione. Saccheggio dell'Italia e globalizzazione, presentazione di Bettino Craxi, Padova, Edizioni di Ar, 1999, di cui si trova una mia recensione, apparsa su Diorama Letterario 249 (gennaio 2002), pp. 25-27, qui: http://digilander.libero.it/culturaviva/venier.htm.

[3] http://www.snam.it/it/media/comunicati-stampa/2012/bilancio_consolidato_progetto_bilancio_esercizio_2011.html

[4] http://www.snam.it/it/investor-relations/snam-strategy-and-targets-2012-2015.html

FONTE: Megachip

Voto: 7.00 (5 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
18/9/2014 18:50:00 - Lettera di un ragazzo omosessuale
17/9/2014 18:07:45 - Commenti liberi
16/9/2014 16:30:00 - Intervista di ReOpen a Massimo Mazzucco
15/9/2014 16:09:40 - La Russia cerca di avvisare l'Europa sui rischi di una guerra mondiale
14/9/2014 8:00:01 - HRN live: Scenari internazionali
11/9/2014 16:50:00 - Le esercitazioni dell’Undici Settembre
10/9/2014 19:07:38 - Il vero bin Laden è morto nel 2001
8/9/2014 12:20:11 - Commenti liberi
7/9/2014 19:10:00 - Miracolo a Ground Zero
6/9/2014 14:20:00 - News varie 9/11
5/9/2014 16:20:00 - "Hangout" sulla questione Ucraina
2/9/2014 18:45:49 - Salvini alternativa a Beppe Grillo?
1/9/2014 19:00:00 - Tre nuove testimonianze sul metodo Simoncini
31/8/2014 21:25:15 - A Minsk una svolta?
30/8/2014 8:40:00 - Il "digital divide"

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Pyter
Inviato: 31/3/2012 22:07  Aggiornato: 31/3/2012 22:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 5321
 Re: Il vero compito di Monti
Se tutto ciò ha un senso, c’è qualcuno che può aggiungere all’articolo di Chiesa un’ipotesi concreta su come far cadere il governo?


Bisogna prima capire dove, in Italia, passino le condutture del gas.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
valetudo
Inviato: 31/3/2012 22:18  Aggiornato: 31/3/2012 22:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 132
 Re: Il vero compito di Monti
mi sembra chiaro che l'obbiettivo finale sia spolpare tutto lo spolpabile

piccolo OT:

volevo fare i complimenti per l'ottimo lavoro che hanno fatto oggi nei cieli del nordest veramente certosino,si sono applicati bene veramente complimenti;boh,forse erano solo scie di condensa...

hendrix
Inviato: 31/3/2012 22:35  Aggiornato: 31/3/2012 22:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1031
 Re: Il vero compito di Monti
Citazione:
I posti di lavoro, il gettito fiscale, la produttività, lo stato sociale, sono tutte barchette di carta nel gorgo possente della finanza internazionale che detiene le leve del debito e del sistema che lo alimenta, e con un semplice click può ingoiare in poche ore dieci anni di politica presunta rigorista.




Chiedo scusa per la vignetta, forse anche banale, ma sono stancooo ... di chiacchiere e distinguo...
Quando passiamo all'azione?

valetudo
Inviato: 31/3/2012 22:44  Aggiornato: 31/3/2012 22:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 132
 Re: Il vero compito di Monti
Quando passiamo all'azione?

@hendrix

come? se non ti metti in mezzo ai binari il treno non si ferma...

hendrix
Inviato: 31/3/2012 22:55  Aggiornato: 31/3/2012 22:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1031
 Re: Il vero compito di Monti
E hai ragione anche tu, ma col cazzo mi metto da solo a fermare un treno... fossi un capostazione quasi quasi...

edo
Inviato: 31/3/2012 23:14  Aggiornato: 31/3/2012 23:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4403
 Re: Il vero compito di Monti
No, l'obiettivo finale non è "spolpare tutto lo spolpabile" ma elevare sempre più il nostro livello di stress in modo da disconnetterci totalmente da noi stessi... impoverirci è uno degli strumenti per arrivare a questo risultato.
Tra gli altri mezzi c'è anche quello di costringerci a lavorare sempre di più; cosa è andato a dire ai cinesi il criminale Monti? "Cari cinesi, non siete voi che dovete occidentalizzarvi, ma sono gli occidentali che devono cinesizzarsi... faremo lavorare la gente dell'europa ai vostri ritmi e con gli stessi diritti dei vostri schiavi, ma nonostante questo non potranno mai farvi concorrenza perchè aumenteremo ogni forma di tassazione possibile".

peonia
Inviato: 31/3/2012 23:35  Aggiornato: 31/3/2012 23:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 4795
 Re: Il vero compito di Monti
Non sono in grado di apportare nulla a questo trhead, però mi sembra che questa sia una notizia, poco conosciuta, molto interessante....
Qualcuno si sta organizzando:
http://www.youtube.com/watch?v=-L1pt2D1A-A&feature=share

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie fino a quando la libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
SENTIERO
Inviato: 31/3/2012 23:46  Aggiornato: 31/3/2012 23:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 24/4/2006
Da: ROMA
Inviati: 1105
 Re: Il vero compito di Monti
Penso che il vero obbiettivo di chi sta dietro Monti sia la perdita di sovranità nazionale. Una volta realizzato questo obbiettivo, il resto sarà ininfluente.



ps. io un idea su cosa fare per contrapporsi ce l'avrei....

roberto

La mente intuitiva è un dono sacro e la mente razionale è un fedele
servo. Noi abbiamo creato una società che onora il servo e ha
dimenticato il dono

A.Einstein
LoneWolf58
Inviato: 31/3/2012 23:57  Aggiornato: 31/3/2012 23:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4598
 Re: Il vero compito di Monti
Citazione:
Penso che il vero obbiettivo di chi sta dietro Monti sia la perdita di sovranità nazionale.

Non ho capito... quale sovranità? c'è mai stata una "sovranità"... nazionale?!

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
SENTIERO
Inviato: 1/4/2012 0:03  Aggiornato: 1/4/2012 0:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 24/4/2006
Da: ROMA
Inviati: 1105
 Re: Il vero compito di Monti
hai scritto una frase qualunquista e pessimista...che vuoi che ti scriva la storia d'italia dal 45 a oggi ...

La mente intuitiva è un dono sacro e la mente razionale è un fedele
servo. Noi abbiamo creato una società che onora il servo e ha
dimenticato il dono

A.Einstein
matteog
Inviato: 1/4/2012 0:49  Aggiornato: 1/4/2012 0:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2009
Da: Roma
Inviati: 926
 Re: Il vero compito di Monti
Secondo me l'obiettivo di Monti e di tutti gli altri finanzieri messi a capo di governi europei è trasformare l'Italia come le altre nazioni in piccole Cina, cioè poste in cui non ci sono diritti, o c'è solo la parvenza, in cui ogni lavoratore debba pregare per avere un lavoro ed accettare qualsiasi tipo di merda di lavoro altrimenti fa la fame, in cui ogni lavoratore deve lavorare così tanto che non ha più modo di pensare.
Questa situazione gioverebbe a tanti: finanzieri, banchieri, politici, militari, chiesa ecc.
Non preoccupiamoci tanto il popolo bue glielo farà fare, come d'altronde succede in Cina.
Soluzione?
In un sistema democratico non c'è.

Matteo

"Cercare il complotto è sano, trovarlo dappertutto è follia." M. Galante
matteog
Inviato: 1/4/2012 0:50  Aggiornato: 1/4/2012 0:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2009
Da: Roma
Inviati: 926
 Re: Il vero compito di Monti
Scusa edo non avevo letto il tuo post, il mio è simile.

"Cercare il complotto è sano, trovarlo dappertutto è follia." M. Galante
PikeBishop
Inviato: 1/4/2012 8:16  Aggiornato: 1/4/2012 8:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6255
 Re: Il vero compito di Monti
Citazione:
c’è qualcuno che può aggiungere all’articolo di Chiesa un’ipotesi concreta su come far cadere il governo?

Facile, basta mangiare banane fuori da Palazzo Chigi e casualmente, con finta incuria, abbandonare sul selciato le buccie.

Ma e' troppo tardi.

Il danno e' stata gia' fatto e, di fatto, l'Italia ha perso la pochissima autonomia che aveva quando si il PCI propose Cossiga nel Luglio 1979 e quel vecchio chiaccherone del Presidente lo invito' a presentarsi con un governo.
Al tempo la gente non era ancora cosi' ammaestrata e non tutti erano contenti. Da allora comincio' di fatto la svendita delle industrie italiane e la migrazione del lavoro dall'Italia all'estero.
I traditori Comunisti (che in un paese appena normale avrebbero dovuti essere confinati) collaborarono e si arricchirono con le Coop Rosse a cui fu affidata l'opera di smantellamento dell'impianto industriale del paese. Le assunzioni furono bloccate alla FIAT per "terrorismo" e le Coop funsero da ammortizzatore, per aiutare le consegne in un periodo in cui serviva ancora mano d'opera, ma non si voleva assumere, sapendo che iniziava lo smantellamento.

La gente non capiva e tutte le istanze furono indirizzate dai sindacati Komunisti verso la prima versione dell'opera di distrazione verso questioni di lana caprina (come oggi fanno con l'articolo 18) mentre la terra veniva tolta sotto i piedi della classe operaia.

Nel 1981 le Officine Morando chiusero. L'automazione industriale, in cui l'Italia era la primissima nel mondo (anche se sui giornali ammaestrati naturalmente ci vendevano come all'avanguardia quella giapponese) venne trasferita altrove. In Germania, saggiamente, si rifiutarono: loro non avevano traditori Comunisti ad appoggiare le sirene degli Economic Hitmen.

L'ultimo atto fu la cacciata di un tale che era stato lo zerbino del progetto USA per gli Stati Uniti d'Europa, il quale non aveva capito che gli Americani non volevano apppoggiare dei Raja locali, volevano proprio prendere tutto loro, tramite la politica degli stracci bagnati del posto piu' corrotto e marcio del mondo dai tempi di Joseph Conrad, Bruxelles.
Il 30 aprile 1993 alcuni delinquenti traditori bersagliarono questo illuso con monetine. A quel punto fu chiaro pure a lui che era meglio togliersi dai piedi e fuggire in Tunisia.
A niente era servito l'ultimo tentativo dell'ultimo (e unico) vero uomo politico italiano nel formare un governo solo l'anno prima per salvare capra e cavoli: Andreotti, l'uomo che era riuscito con le buone a tenere a bada Washington non aveva potuto mediare, questa volta.

Da allora in poi tutto fu in discesa per i Liquidatori. Talmente in discesa che gli Italioti erano contenti come delle pasque all'introduzione della Moneta Unica Europea.

Ancora ricordo che in un mio viaggio in Italia pochi giorni dopo l'introduzione dell'Euro nel 2002, fui quasi linciato dai numerosi avventori nel Bar della Stazione di Pescara, per il reato di lesa maesta' nei confronti della moneta dell'Impero per i sottoposti europei.
Me ne andai (fortunatamente il mio treno arrivo' prima che mi linciassero) prevedendo lacrime amare per i poveri stolti italioti cosi' tronfi e orgogliosi di avere venduto la loro nazione a Bruxelles. Li salutai lanciando loro una monetina con l'effige della mia Regina, Defensor Fides, come loro avevano salutato il loro ultimo primo ministro non nominato da Bruxelles, il tragico Bettino, che la tenessero come ricordo della loro perduta autonomia limitata.

Ora, prendersela con Monti, dopo avere votato per anni il teatrino piu' meritevole di essere gattato, e' come prendersela con i becchini perche' non resuscitano il cadavere.
Siete morti da vent'anni e ancora pensate di essere vivi. Vista da fuori la decomposizione del paese e' stata cosi' evidente che l'unica scusante che avete e' quella tipica di chi vive in una fogna e non sente piu' l'odore.

Niente risorse, niente know-how, infrastrutture ormai fatiscenti, situazione sociale medievale. E' solo naturale che i topi spolpino quel che rimane della carcassa di un paese che usava essere la Settima economia del Mondo, ma che non riusci' mai ad avere un Charles De Gaulle: solo un Pietro Badoglio.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
incredulo
Inviato: 1/4/2012 8:37  Aggiornato: 1/4/2012 8:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 3134
 Re: Il vero compito di Monti
@ PikeBishop

Ora, prendersela con Monti, dopo avere votato per anni il teatrino piu' meritevole di essere gattato, e' come prendersela con i becchini perche' non resuscitano il cadavere. Siete morti da vent'anni e ancora pensate di essere vivi.. Vista da fuori la decomposizione del paese e' stata cosi' evidente che l'unica scusante che avete e' quella tipica di chi vive in una fogna e non sente piu' l'odore. Niente risorse, niente know-how, infrastrutture ormai fatiscenti, situazione sociale medievale. E' solo naturale che i topi spolpino quel che rimane della carcassa di un paese che usava essere la Settima economia del Mondo, ma che non riusci' mai ad avere un Charles De Gaulle: solo un Pietro Badoglio.

Standing ovation Pike, quanta verita' in queste frasi.

Mi si torcono le budella quando leggo articoli come quello di Giulietto Chiesa oppure questo di Serafini.

Sembrano SORPRESI, sembrano rendersi conto solo ora improvvisamente di come stiamo, quanta IPOCRISIA.

Uno come Chiesa poi NON PUO' CADERE DAL PERO su questo, non e' uno stupido o un disinformato.

Puo' essere solo IPOCRISIA o DEPISTAGGIO.

Saluti

So di non sapere
mangog
Inviato: 1/4/2012 8:46  Aggiornato: 1/4/2012 8:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2862
 Re: Il vero compito di Monti
Citazione:

Ho il sospetto che l’ultima grande privatizzazione contro il cuore del sistema Italia, la privatizzazione di SNAM, sia il vero obiettivo di Monti e dei suoi padroni, nel quadro della definitiva sudditanza del Paese al sistema finanziario internazionale che ha il suo principale braccio armato in ciò che resta degli Stati Uniti d’America. Un crimine al cui confronto il resto è solo teatro da cavallette.


E' una falso problema quello di privatizzare la SNAM ( se la collocano in borsa non svendendola ai boiardi di stato )... tanto come per l'AGIP-ENI, completamente pubblica prima di diventare SPA, non cambierebbe di una virgola nulla. L'AGIP pubblica al 100% si è sempre comportata come una qualsiasi multinazionale PRIMA E DOPO. E piuttosto di lasciare gli utili di una azienda di stato al 100% in mano ai boiardi parassiti vincitori di concorsi pubblici.. preferisco che vengano erogati i dividendi.
Intanto in Italia un tizio di nome Antonio Mastrapasqua si porta a casa 1.200.000 euro all'anno.
Non sapete chi è questo tizio? Ma è il presidente dell'INPS.
Ma ben venga lo smantellamento statale..... sperando non ci resti solo l'INPS e l'agenzia delle Entrate..

LoneWolf58
Inviato: 1/4/2012 10:07  Aggiornato: 1/4/2012 10:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4598
 Re: Il vero compito di Monti
Citazione:
Autore: SENTIERO Inviato: 1/4/2012 0:03:56

hai scritto una frase qualunquista e pessimista...che vuoi che ti scriva la storia d'italia dal 45 a oggi ...
Fai pure dal 1860... (tanto per non essere troppo ottimisti) ;)

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
ivan
Inviato: 1/4/2012 10:28  Aggiornato: 1/4/2012 10:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11117
 Re: Il vero compito di Monti
Il vero volto è sotto gli occhi di tutti, ecco perchè in definitiva nessuno lo vede per quello che è, ossia un rinnovarsi del "sistema "nella sua tradizione.

In sostanza non è cambiato nulla rispetto al passato.

"Monti è forte, ma con i deboli ... Ha fatto regali alle banche. Ha promesso un'equità che non si è vista. Ha colpito solo le lobby minori. E non ha toccato i conflitti d'interessi né dei suoi ministri né di Berlusconi. Analisi dei primi 100 giorni dell'esecutivo " => link articolo

Per il resto, c'è solo da finire l'opera: privatizzeranno quel poco che è rimasto da privatizzare, stringeranno ancora un pò di piu' la vite per spremere tutto quel che è possibile spremere.

Quel che si nota in giro è la desolazione che prende sempre piu' forma, con facce sempre piu' tristi, bar vuoti, strade sempre piu' deserte *.

La differenza rispetto al passato è la rassegnazione: nessuno fiata, ognuno si chiede su se stesso (e non potrebbe essere diversamente visto che ogni segno di dissenso viene represso).

Altra differenza rispetto al passato è la beffardagine dei certi politici e dei loro media.

* link 11.615 piccole e medie imprese sono fallite nel 2011

The undeserving maintain power by promoting hysteria F. Herbert

You don't need to take drugs to hallucinate; improper language can fill your world with phantoms and spooks of many kinds R. A. Wilson

La verità raramente è pura e non è mai semplice
Jurij
Inviato: 1/4/2012 11:20  Aggiornato: 1/4/2012 11:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2080
 Re: Il vero compito di Monti
edo
Citazione:
"Cari cinesi, non siete voi che dovete occidentalizzarvi, ma sono gli occidentali che devono cinesizzarsi... faremo lavorare la gente dell'europa ai vostri ritmi e con gli stessi diritti dei vostri schiavi, ma nonostante questo non potranno mai farvi concorrenza perchè aumenteremo ogni forma di tassazione possibile".

La penso proprio come te, è da molto che dico che la globalizzazione è fatta per metterci noi al livello dei cinesi e non il contrario.

Bisogna/va elevare subito un protezionismo con tanto di dazi per difenderci.

Questi dazi indispensabili sono quelle difese che, i dirigenti mondiali, ci hanno raccontato essere un freno alla crescita, ma alla crescita di cosa?

Non di certo del nostro benessere in Europa visto che si sta abbassando !

La Svizzera deve resistere fino a che l'unione europea (4° reich) crollerà.
.. e dissero a quel popolo " ok, basta, andate lì, così romperete i coglioni a nessuno" ... i palestinesi sono nessuno.
Jurij
Inviato: 1/4/2012 11:42  Aggiornato: 1/4/2012 11:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2080
 Re: Il vero compito di Monti
PikeBishop
Citazione:
Siete morti da vent'anni e ancora pensate di essere vivi. Vista da fuori la decomposizione del paese e' stata cosi' evidente che l'unica scusante che avete e' quella tipica di chi vive in una fogna e non sente piu' l'odore.

È vero, sono forse più di 20 anni, ma l’Italia non è morta, sta dormendo.

Ci sono grandi “teste” che aspettano di tornare a casa, o che vivono in Italia e vogliono mostrare le loro capacità al proprio paese.

Basterebbe che, da un anno con l’altro, si dimezzassero le spese militari di netto e il risparmio lo si investisse tutto nella ricerca.

L’inventiva italiana, secondo il mio modesto parere da non italiano, è la più forte al mondo e lo ha dimostrato anche negli sport, nel cercare sempre quel qualcosina di tecnico in più …. chiamiamola come si vuole, anche con del negativo, ma rimane sempre li.

La vera sfida/difficoltà è quella di riuscire a incanalare tutta questa energia-inventiva in qualcosa di positivo e che non sia disturbata dal fattore “100 teste, 100 idee”, che in Italia frena sempre.

Ripeto, il potenziale è li, ma dormiente.

La Svizzera deve resistere fino a che l'unione europea (4° reich) crollerà.
.. e dissero a quel popolo " ok, basta, andate lì, così romperete i coglioni a nessuno" ... i palestinesi sono nessuno.
ivan
Inviato: 1/4/2012 12:01  Aggiornato: 1/4/2012 12:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11117
 Re: Il vero compito di Monti
rimosso

The undeserving maintain power by promoting hysteria F. Herbert

You don't need to take drugs to hallucinate; improper language can fill your world with phantoms and spooks of many kinds R. A. Wilson

La verità raramente è pura e non è mai semplice
Teba
Inviato: 1/4/2012 12:27  Aggiornato: 1/4/2012 12:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: Il vero compito di Monti
Video, a mio avviso molto chiaro, di Claudio Messora: QUI.

benitoche
Inviato: 1/4/2012 12:57  Aggiornato: 1/4/2012 12:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1785
 Re: Il vero compito di Monti
L’annuncio sta parlando del South Stream, il gasdotto russo a grande partecipazione italiana che libererebbe l’Europa da buona parte della dipendenza statunitense, mediata da stati satellite come l’Ucraina e la Polonia (ricordate le “guerre del gas” che si accendono ogni inverno, minacciando di lasciare a secco le industrie europee?), e contro il quale sono state mosse tutte le operazioni geopolitiche e militari di area degli ultimi dieci anni.

Dell'ultimo secolo PLEASE

Ho il sospetto che l’ultima grande privatizzazione contro il cuore del sistema Italia, la privatizzazione di SNAM, sia il vero obiettivo di Monti e dei suoi padroni, nel quadro della definitiva sudditanza del Paese al sistema finanziario internazionale che ha il suo principale braccio armato in ciò che resta degli Stati Uniti d’America. Un crimine al cui confronto il resto è solo teatro da cavallette.

Di tutto pur di evitare il ricongiungimento dell'attuale Europa a quello che è il suo sviluppo geografico "normale" La Russia,una grande Europa da Lisbona a Vladivostok,è ora che gli utenti di luogocomune abbiano le idee chiare e che cazz ancora con le puttanate siamo ....possibile che è così difficile da comprendere? lo stesso articolo lo sottolinea ma tutti a vedere altro? ma che succede esistono utenti pensanti o no?l'obiettivo finale?..non permettere questi ricongiungimento,in quanto tutto ciò favorirebbe,come giustamente sottolinea l'articolo,un' indipendenza europea grazie alle immense risorse Russe,fanculo quindi ai finanzieri Americani (far denaro dal denaro,niente di più demoniaco)da una parte e fanculo ai prodotti obsolescenti Cinesi dall'altra,tutto ciò per far rinascere una nuova industria Europea votata a creare prodotti di lunghissima durata
POSSIBILE CHE NON CAPITE?TUTTA LA STORIA DEGLI ULTIMI 100 ANNI E' STATA SCRITTA SEMPRE PER LO STESSO MOTIVO E CIOE' IL TENTATIVO DI EVITARE TALE RICONGIUNGIMENTO

L’uomo è libero di fare il Bene quanto il Male. Se farà il Bene lo farà per tutti (lui compreso);se compirà il Male lo farà solo a danno di se stesso.E sarà proprio un “peccato”, in tutti i sensi.

[url=http://www.youtube.com/watch?v=p8dEJarcKsw&feat...
yarebon
Inviato: 1/4/2012 13:18  Aggiornato: 1/4/2012 13:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2171
 Re: Il vero compito di Monti
Jurij ha scritto:
Citazione:
L’inventiva italiana, secondo il mio modesto parere da non italiano, è la più forte al mondo e lo ha dimostrato anche negli sport, nel cercare sempre quel qualcosina di tecnico in più …. chiamiamola come si vuole, anche con del negativo, ma rimane sempre li.


Tristemente vero, dico tristemente, perchè questo nostro talento essendo l'Italia paese di frontiera e potenza di secondo ordine, crocevia di poteri forti, ha fatto si che negli ultimi secoli, soprattutto il XX secolo, la nostra nazione sia stata usata come laboratorio per sperimentare nuove forme di controllo.
Il Nazismo si è ispirato al fascismo italiano che ne è stato il prologo, Berlusconi rimane tutt'oggi un'anomalia e uno spauracchio, una profezia avverata usata nel passato da molti scrittori di fantapolitica su cosa dovesse succedere se un magnate dei media andava al potere, per non parlare della mafia. Ci sono anche i lati positivi stesso nella politica, l'esperienza del movimento a cinque stelle per quanto possa risultare discutibile rimane qualcosa di unico nel panorama delle democrazie occidentali, un prologo a qualcosa di positivo per il futuro, ovvero un cittadino più attivo nelle questioni politiche, che non usa intermediari (se non la rete) per prendere decisioni o la proposta patetica del pd di far scegliere ai cittadini i propri candidati.

incredulo
Inviato: 1/4/2012 13:24  Aggiornato: 1/4/2012 13:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 3134
 Re: Il vero compito di Monti
@Benitoche

POSSIBILE CHE NON CAPITE?TUTTA LA STORIA DEGLI ULTIMI 100 ANNI E' STATA SCRITTA SEMPRE PER LO STESSO MOTIVO E CIOE' IL TENTATIVO DI EVITARE TALE RICONGIUNGIMENTO

Abbiamo capito come lo ha capito Serafini.

Secondo te è possibile che questo possa avvenire?

I Russi li vediamo con simpatia?

L'Europa è libera ed indipendente dalla "finanza internazionale"?

Accorgersi ADESSO che tutto questo sta avvenendo e scrivere articoli che scrivono che il VERO obiettivo è la privatizzazione di Snam è DEMENZIALE.

La privatizzazione di Snam è la NATURALE CONSEGUENZA di quel progetto.

Denunciarlo adesso dopo l'accelerazione degli avvenimenti successi dopo la "caduta" del muro di Berlino è, come dice Pike, cercare di resuscitare un MORTO.

Di più, finire l'articolo con questo appello:

Vorrei aggiungere a questa breve nota un invito. Se tutto ciò ha un senso, c’è qualcuno che può aggiungere all’articolo di Chiesa un’ipotesi concreta su come far cadere il governo? E su come far sì che la sua caduta non sia solo un altro pezzo di teatro delle cavallette, ma sia capace almeno di graffiare l’intero sistema corrotto che ci sta spolpando vivi?

rivela che ancora NON SI E'CAPITO UN CAZZO, caro Benitoche.

Far CADERE IL GOVERNO?

Per metterci CHI?

Mi sembra un appello che più o meno suona così:

C'E' ANCORA QUALCUNO IN VITA IN QUESTO PAESE?

Ciao

So di non sapere
Jurij
Inviato: 1/4/2012 16:05  Aggiornato: 1/4/2012 16:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2080
 Re: Il vero compito di Monti
yarebon
Citazione:
Ci sono anche i lati positivi stesso nella politica, l'esperienza del movimento a cinque stelle per quanto possa risultare discutibile rimane qualcosa di unico nel panorama delle democrazie occidentali, un prologo a qualcosa di positivo per il futuro, ovvero un cittadino più attivo nelle questioni politiche, che non usa intermediari

Vedo che siamo sulla stessa onda, concordo soprattutto con quanto hai scritto sopra, cioè il mantenere una speranza in un futuro migliore, è questo che rende ancora un valore a questa vita.

Ricordo cosa mi raccontava mia zia, la quale per un periodo della sua vita viaggio per il Brasile con un ONG per aiutare le persone povere.

In particolare fornivano mezzi di trasporto acquistati in Europa.

Una volta mi disse “sai che gente strana questi italiani, si fregano uno con l’altro, ma poi sono coloro che mandano più soldi in aiuto”.

Infatti a detta sua era dall’Italia che provenivano i maggiori aiuti.

La Svizzera deve resistere fino a che l'unione europea (4° reich) crollerà.
.. e dissero a quel popolo " ok, basta, andate lì, così romperete i coglioni a nessuno" ... i palestinesi sono nessuno.
Mande
Inviato: 1/4/2012 20:50  Aggiornato: 1/4/2012 20:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1230
 Re: Il vero compito di Monti
Citazione:

Il vero compito di Monti

di Stefano Serafini

Oh my god!
Eccone un'altro che ci spiega finalmente il vero problema (Tm).
Citazione:

Esso cioè non si domanda quale sia il vero compito di Monti.
................
Cosa conta l’articolo 18 nel contesto attuale di distruzioni finanziarie di intere nazioni, a partire dalla nostra? Più o meno quanto la caccia agli evasori, cioè pochissimo.
................
Quindi, ancora una volta, si tratta di un polverone che ci stanno rifilando i soliti politicanti (dell’uno e dell’altro lato del tavolo) insieme ai soliti cosiddetti giornalisti.

Ma a cosa serve questo polverone?
...............
Ho il sospetto che l’ultima grande privatizzazione contro il cuore del sistema Italia, la privatizzazione di SNAM, sia il vero obiettivo di Monti

L'articolo 18 ovviamente un "falso problema". Solo Serafini ci può indicare il vero problema (Tm).

Non discuto sul fatto che privatizzare SNAM potrebbe essere un problema ma:

- Nessuno ne ha mai parlato. Non è certo saggio suggerire a Monti cosa potrebbe fare meglio di quanto ha fatto finora. Magari neppure ci aveva mai pensato. Grazie Serafini.

- Privatizzare non è più così conveniente essendo in una unione monetaria. Cosa facciamo? Svalutiamo tutto l'euro come è stata svalutata la lira al tempo delle prime grandi privatizzazioni per facilitare compratori extra-ue? Non sembra credibile.

- Più che essere strategica per l'Italia SNAM lo è il south stream. Siccome SNAM è ancora pubblica e risponde a logiche politiche è più semplice che Monti imponga la fine dei finanziamenti al gasdotto piuttosto che la vendita di SNAM.

Articolo pessimo e che sembra frutto del solito gatekeeper che indica il VERO PROBLEMA per intorbidire le acque.

Mande
Inviato: 1/4/2012 21:04  Aggiornato: 1/4/2012 21:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1230
 Re: Il vero compito di Monti
Visto che comunque si parla del nostro caro premier Monti vale la pena di ricordarci qualcosa...

Beppe Grillo ci ricorda di chi stiamo parlando:
http://www.beppegrillo.it/2012/04/di_chi_stiamo_p/index.html
Citazione:

Di chi stiamo parlando? "Il mio principale collaboratore fra il 1989 e il 1992, quando ero ministro del Bilancio del governo di Giulio Andreotti", parole di Cirino Pomicino. Mister X era presente nelle commissioni del debito pubblico, della spesa pubblica e nel comitato scientifico della programmazione economica. Nel 1989 il debito pubblico, prima di Pomicino e Mister X, era di circa 553 miliardi di euro attualizzati ad oggi. Nel 1992 era di 799 miliardi. Un incremento di 246 miliardi. Una crescita del 44,53%.

Dati forniti per primo da libero:
Altro che risanatore

La "versione ufficiale" vede Monti come risanatore dei conti dello stato chiamato in estremis. Si sarà riscattato dal suo passato di spendaccione?

NO. Come al solito la vulgata ufficiale non è credibile.
Debito pubblico record
A dicembre 2011 quota 1.897,946 miliardi
A gennaio 2012 raggiunge i 1.935
Ad aprile 2012?
http://www.brunoleoni.it/
Il contatore in tempo reale lo da a 1960.

Sotto il governo Monti debito pubblico record
Citazione:

Dal 1996 in poi, sottolineano ancora Adusbef e Federconsumatori, gli incrementi del debito pubblico sono andati crescendo di volume: il primo governo di centro sinistra (1996-2001) ha proceduto a colpi di 2,7 miliardi di euro al mese. Col successivo governo Berlusconi (2001-2006) siamo arrivati ad oltre 3,8 miliardi al mese. Il nuovo governo Prodi (2006-2008) ha ritoccato le emissioni portandole a 3,9 miliardi al mese. Con l’ultimo governo Berlusconi (2008-2011) l’incremento si impenna fino a superare i 6 miliardi al mese. Ma sotto il governo Monti la cifra è addirittura raddoppiata arrivando a quasi 15,5 miliardi di euro al mese e “raggiungendo un record difficilmente superabile”.


Prima che qualcuno osi dire (spero nessuno) che conta il rapporto debito/PIL conviene prevenire.

Il PIL è previsto diminuire ed il rapporto debito PIL è già al 120% a gennaio. Non potrà far altro che peggiorare.

Tirando le somme...
Monti risanatore? Niente di più falso ma semmai Monti spendaccione che nonostante l'imposizione di enormi sacrifici ai "soliti noti" fa volare l'indebitamento.

Calvero
Inviato: 1/4/2012 23:22  Aggiornato: 1/4/2012 23:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11689
 Re: Il vero compito di Monti
__________________
__________

Citazione:
- nessuno fiata, ognuno si chiede su se stesso (e non potrebbe essere diversamente visto che ogni segno di dissenso viene represso)



«Chi guarda i bacini frastagliati in cui un tempo si formavano i ghiacciai, ritiene quasi impossibile che verrà un giorno in cui allo stesso posto si stenderà una valle di prati e di boschi, attraversata da ruscelli. Così è anche nella storia dell'umanità; le forze più selvagge aprono la strada, dapprima distruggendo, ma la loro attività tuttavia è necessaria perché in seguito prendano lì dimora dei costumi più miti. Le terrificanti energie - quelle che son chiamate il male - sono i ciclopi architetti e pionieri dell'umanità»

«L'ingegnosità con cui il prigioniero cerca i mezzi per liberarsi, il modo in cui sfrutta, con la massima pazienza e sangue freddo, ogni minimo vantaggio, può insegnare di quali strumenti si serva di volta in volta la natura per creare un genio - parola, questa, che prego intendere senza alcun riferimento mitologico o religioso: essa lo rinserra in carcere ed eccita all'estremo la sua brama di libertà. O, con un altra immagine: - chi in un bosco sia completamente smarrito e cerchi con straordinaria energia una direzione qualsiasi per uscirne fuori, può talvolta trovare un sentiero nuovo, che nessuno conosce: così nascono i geni di cui si celebra l'originalità. Abbiamo già detto che una mutilazione, una storpiatura, un grave difetto di un organo spesso dan modo a un altro organo di svilupparsi straordinariamente bene, dovendo esso adempiere la sua funzione e un'altra ancora. Di qui spesso si spiega l'origine di alcuni brillanti ingegni. Si applichino questi cenni generali sulla nascita del genio al caso particolare della nascita di uno spirito completamente libero.»

1876 - 1879

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
NeWorld
Inviato: 1/4/2012 23:29  Aggiornato: 1/4/2012 23:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 558
 Re: Il vero compito di Monti
l’esecutivo sta predisponendo lo sfacelo sociale dell’Italia.

Come previsto decenni fa da Pasolini.

Vorrei segnalare questa intervista di stasera a "che tempo che fa" a Emanuele Trevi,che parla tra l'altro di Pasolini e di complotti.

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-bc7cc926-e433-45c8-86e9-6126dd30106e.html

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
complo
Inviato: 2/4/2012 11:01  Aggiornato: 2/4/2012 11:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Il vero compito di Monti
Citazione:
Vorrei aggiungere a questa breve nota un invito. Se tutto ciò ha un senso, c’è qualcuno che può aggiungere all’articolo di Chiesa un’ipotesi concreta su come far cadere il governo?


Facendogli mancare la maggioranza in parlamento.
E stava per capitare proprio su quello che l'articolo dice: "conta pochissimo come la lotta all' evasione".
Sorpresa, forse per l'articolista conta pochissimo, per i milioni di elettori di quel partito conta TANTISSIMO e quel partito si è mosso immediatamente.
Sorpresa, non sono "tutti uguali"..........

mangog
Inviato: 2/4/2012 12:04  Aggiornato: 2/4/2012 12:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2862
 Re: Il vero compito di Monti
Citazione:


Autore: Mande Inviato: 1/4/2012 20:50:32

- Più che essere strategica per l'Italia SNAM lo è il south stream. Siccome SNAM è ancora pubblica e risponde a logiche politiche è più semplice che Monti imponga la fine dei finanziamenti al gasdotto piuttosto che la vendita di SNAM.



Ho fatto un grosso sbaglio qualche anno fa.. ho investito nell' ETC del gas naturale, anche quello in doppia leva altamente speculativo... il prezzo è AI MINIMI STORICI DA 10 ANNI e non salirà mai e poi mai perchè ogni 2 settimane scoprono giacimenti giganteschi in giro per il mondo. Ahimè...
Il gas naturale è quasi più abbondante dell'acqua naturale stessa ormai... il prezzo è pari al costo d'estrazione in USA ( è quello il prezzo di riferimento dell ETC...).

Dunque il "controllo" del gas.. a differenza di altre materie prime ( come i metalli rari oltre all'oro e platino..) non è per niente strategico.

BaBaJaN
Inviato: 2/4/2012 12:39  Aggiornato: 2/4/2012 12:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/8/2008
Da: Terra?
Inviati: 138
 Re: Il vero compito di Monti
guarda tra ieri e l'altro ieri hanno veramente esagerato... che queste scie servano a ridurre veramente l'azione del sole? ieri hanno proprio esagerato coprendo tutto il cielo... ora il clima è completamente cambiato su milano abbiamo 10 gradi in meno.

boh.. son stufo ormai siamo destinati a vivere come criceti nella ruota.

Sertes
Inviato: 2/4/2012 13:23  Aggiornato: 2/4/2012 13:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 7439
 Re: Il vero compito di Monti
Citazione:
Vorrei aggiungere a questa breve nota un invito. Se tutto ciò ha un senso, c’è qualcuno che può aggiungere all’articolo di Chiesa un’ipotesi concreta su come far cadere il governo?


Citazione:
complo ha scritto:
Facendogli mancare la maggioranza in parlamento.


Che ricordiamo è garantita dalla coalizione di governo:
- Partito Democratico
- Unione dei Democratici Cristiani e di Centro
- Popolo della Libertà

Se a qualcuno, per qualsiasi motivo, non piace quello che il governo PD+UDC+PDL fa o intende fare, e non vuole ritrovarselo anche fra tre anni, non deve più votare questi partiti.
Non mi sembra una cosa complicata.

Pensa complo che per fottere ancor meglio i teledipendenti l'altra settimana questi tre partiti hanno proposto l'abolizione del vincolo di coalizione, ovviamente perchè PD e PDL non possono presentarsi uniti alle elezioni, ma subito dopo il voto siano legalmente liberi di rifare la stessa coalizione di adesso.

Fiscal Compact: ce lo chiede l'Europa. Chiedere è lecito, rispondere è eutanasia.
complo
Inviato: 2/4/2012 13:48  Aggiornato: 2/4/2012 13:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Il vero compito di Monti
Citazione:
Se a qualcuno, per qualsiasi motivo, non piace quello che il governo PD+UDC+PDL fa o intende fare, e non vuole ritrovarselo anche fra tre anni, non deve più votare questi partiti. Non mi sembra una cosa complicata.


Esattamente quello che intendevo.
Perchè credi che Bersani è salito al Quirinale due settimane fà?
Secondo te che ha detto a Napolitano?
Posso mettere il virgolettato senza saperlo: "Se Monti mette la fiducia sull' articolo 18 NON LO VOTIAMO E CADE".
Pensi che il Pd sarebbe sopravvissuto se avesse votato quel provvedimento?
Se lo pensi vuol dire che forse sei TU ad avere qualche problema di comprensione della realtà.........


Citazione:
Pensa complo che per fottere ancor meglio i teledipendenti l'altra settimana questi tre partiti hanno proposto l'abolizione del vincolo di coalizione, ovviamente perchè PD e PDL non possono presentarsi uniti alle elezioni, ma subito dopo il voto siano legalmente liberi di rifare la stessa coalizione di adesso.


Ricostruzione COMICA.
La distanza tra Pd e PDL è ABISSALE, mai stata così ABISSALE come in questo momento.
Il perchè è OVVIO proprio per il CONTRARIO di quello che credi tu.
Gli elettori del PD (giusti o sbagliati che siano, non ne faccio una questione di merito) hanno dei valori IRRINUNCIABILI.
Se il PD "inciuciasse" per l'articolo 18, SPARIREBBE IL SECONDO DOPO.
Ma proprio ZERO ELETTORI.
La tivvì vuol convincere del mitologico "tutti uguali" (e vuol convincere proprio chi si picca di non guardarla e che siano gli altri ad essere teledipendenti), MA COL CAZZO SIAMO TUTTI UGUALI.
GRANDE rispetto per quanto Monti ha fatto, ma la riforma del lavoro così come è NON PASSERA' MAI e LUI CADREBBE IL MINUTO DOPO aver chiesto la fiducia.
Chi non ha capito questo capisce ben poco di politica.....


N.B. scrivo questo nel momento in cui la assoluta illogicità ed irresponsabilità di Monti nel rifiutare che ci sia il licenziamento singolo per motivi economici ma che tale motivazione sia certificata da una terza parte, mi fa venire il dubbio che su Monti ABBIATE RAGIONE VOI.

Sertes
Inviato: 2/4/2012 14:39  Aggiornato: 2/4/2012 14:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 7439
 Re: Il vero compito di Monti
Citazione:
complo ha scritto:
La distanza tra Pd e PDL è ABISSALE, mai stata così ABISSALE come in questo momento.


Repubblica, ore 14.37:

Art. 18, Alfano apre a Bersani
"Sì a una riforma insieme"
Ma la Cgil non può fare diktat
Su Repubblica l'appello del leader Pd per una soluzione condivisa entro un mese. Il segretario del Pdl: "La nostra preoccupazione è che l'agenda alla fine la faccia il sindacato e non il governo". Casini: Su una cosa sono d'accordo con Bersani: quando dice votiamo prima di maggio. Sul reintegro decide invece il governo"

...vè che abisso che c'è tra i tre partiti di governo.

Fiscal Compact: ce lo chiede l'Europa. Chiedere è lecito, rispondere è eutanasia.
complo
Inviato: 2/4/2012 14:47  Aggiornato: 2/4/2012 14:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 2555
 Re: Il vero compito di Monti
Citazione:
...vè che abisso che c'è tra i tre partiti di governo.


Si, ABISSO.
Bersani, come un elettore, come chiunque, non può impedire che VERMI RIBUTTANTI come Casini e Alfano compiano la loro centomilionesima piroetta dicendo l'ASSOLUTO CONTRARIO di quanto avevano detto il minuto prima.
Bersani, come il suo elettore, possono solo tenere barra e schiena DRITTA continuando a dire e fare quello che hanno sempre fatto.
Valuti Monti se andare dietro ai vermi ributtanti o alle persone serie.
Valutino i cittadini la stessa cosa.
PUNTO.

Pyter
Inviato: 2/4/2012 16:02  Aggiornato: 2/4/2012 16:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 5321
 Re: Il vero compito di Monti
.........................Il vero compito di Monti.........................


Un'altra pierinata di Wikileaks. In mezzo a miliardi di documenti recentemente caduta in mano ai vecchi marpioni degli scandali anti-casta non poteva mancare quello relativo ad un esponente della nuova politica traghettatrice italiana. Dopo il bunga bunga e il miao miao, ecco a voi un documento inedito e per certi versi rivelatore di un certo modo di concepire la vita. un compito in classe delle superiori di un noto esponente tecnico della politica di salvataggio dell'Italia e il test per la patente di guida del Traghetto.



.................................. TEMA DI CLASSE............................

Verifica, in rapporto al tuo grado di conoscenza e di intuito, se vi sia rapporto costruttivo tra l'aumento delle tasse e lo sviluppo economico. Esponi, in base al tuo grado di giudizio, eventuali elementi non pertinenti.
Analizza, in base al tuo percepire, se ci sia rapporto costruttivo o architettonico tra l'impalcatura delle Agenzie delle Entrate e quelle delle uscite, determina il loro rapporto armonico e dicci perchè le Entrate costituiscano due colonne portanti del sistema attuale.
Sviscera, in maniera concreta e mai banale, il rapporto esistente, espressi in equazioni di terzo grado senza incognite, tra la lotta all'evasione e la quantità di servizi erogabile quando questa (l'evasione) tenda sempre di più allo zero assoluto.
Sottolinea, se proprio non te ne intendi, i motivi per i quali la politica non debba essere fatta di nascosto alle spalle dei cittadini, ma alla luce del Sole (sottolinea le cose positive con matita blu, le altre con matita rossa in modo che tutti possano capire)*.
Spiegaci, con parole tue, perchè sempre più gente arrestata perchè trovata a fare due o tre lavori (dei quali uno o due in nero), alle domande degli organi preposti all'indagine rispondano sempre più spesso: " Facevo tre lavori perchè a farne uno mi annoiavo."
Esponi, riportando esempi ed idee anche non tuoi o altri più concreti presi dalla strada, per quale motivo il papa è infallibile e il primo ministro no.
Vaglia l'utilità pratica di abolire le auto blu, per farle bordeaux.
Se ti resta tempo, due parole sull'articolo 18.


.......................... svolgimento ...........................

Si, subito.

...

Ho solo pochi secondi, dico due parole sull'articolo 18:

Articolo diciotto.


* Ho dovuto usare la matita nera per sottolineare perchè c'è stato un taglio alle spese della scuola e non ce ne sono e non posso fare domanda perchè supero i 10 euro di mancetta al mese.


PS

A causa di alcuni inconvenienti, tra i quali la rottura della fotocopiatrice e il rifiuto di uno scanner di fare la copia a causa di un sistema anti-copia presente nel documento, metterò il test per la qualifica di traghettatore
non appena dal sito degli archivi dei servizi segreti scolastici mi daranno l'ok per la decriptazione.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Pyter
Inviato: 2/4/2012 16:14  Aggiornato: 2/4/2012 16:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 5321
 Re: Il vero compito di Monti
TEST per la patente H per rimorchi o traghetti.


Un'altra pierinata di Wikileaks. In mezzo a miliardi di documenti recentemente caduta in mano ai vecchi marpioni degli scandali anti-casta non poteva mancare quello relativo ad un esponente della nuova politica traghettatrice italiana. Dopo il bunga bunga e il miao miao, ecco a voi un documento inedito e per certi versi rivelatore di un certo modo di concepire la vita: il test per la patente di guida del Traghetto.


Saresti in grado, dovendo guidare un Traghetto, di condurre tutto il contenuto a buon fine, sapendo che:

I freni funzionano.
Il motore ha solo la retromarcia.
Gli sportelli si aprono a casaccio nelle curve.
I pendolari protestano ma i tuoi aiutanti non hanno caramelline.
Il controllore non fa scontrini.
Le donne si siedono dietro l'autista facendo lo spread nello specchietto per dare una scossa al mercato.

----------------------------------------
Sottolinea con matita blu la voce su cui sei d'accordo e con quella rossa il contrario.
---------------------------------------



A) Si, al 100%, e senza interesse, anche se avrei preferito guidare un Draghetto che vola più alto e so cosa è.

B) Si, ma con l'aiuto di tutti.

C) Posto il punto b, si potrebbe alleggerire il carico.

D) Può darsi, non faccio miracoli.

E) Probabile, dipende se riesco a far impressione al mercato.

F) Non so. Non so cosa sia un traghetto, e se lo vedessi non saprei riconoscerlo. Ma me lo avete chiesto voi di dare l'esame, io mica ci volevo venire.



*Non ho trovato matite rosse nè blu nella busta del test.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Calvero
Inviato: 2/4/2012 18:14  Aggiornato: 2/4/2012 18:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 11689
 Re: Il vero compito di Monti
Citazione:
Sottolinea, se proprio non te ne intendi, i motivi per i quali la politica non debba essere fatta di nascosto alle spalle dei cittadini, ma alla luce del Sole


Perché alla luce del Sole i Vampiri potranno finalmente bruciare per autocombustione e senza nemmeno che vi siano moventi ideologici per la benedetta dipartita.

Misti mi morr V - 283 - Il lavoro disabilita l'uomo.
peonia
Inviato: 2/4/2012 18:47  Aggiornato: 2/4/2012 18:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 4795
 Re: Il vero compito di Monti
HAHAHAHAHAHAHAHAAHA RITORNATO IL VECCHIO SMALTO DI PYTER

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie fino a quando la libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
fluido
Inviato: 3/4/2012 5:04  Aggiornato: 3/4/2012 5:04
So tutto
Iscritto: 31/3/2012
Da: l'Aia
Inviati: 17
 Re: Il vero compito di Monti
Primo commento a questo consesso di anime che, pare miracoloso, riescono a parlare, discutere, avere opinioni differenti, senza scadere troppo nell'urlato e nel dogmatico.

Volevo sapere:

- avendo comprovato in piu' di mezzo secolo di esistenza che i centri di potere attraggono irresistibilmente individui di bassa lega etica, i quali pero' sanno sgomitare assai bene e quindi ci si incistano,

- avendo appreso da storia e cronaca che, dopo ogni rivoluzione, i posti di potere lasciati liberi dai deposti e dai defunti vengono presto riempiti da personaggi di analogo spessore,

- avendo osservato che la politica costa, che i soldi li stampano i banchieri, e che quindi non puo' esistere un politico realmente indipendente dai banchieri,

come puo' sussistere, mantenendo lo stesso stampino per produrre l'umanita', una qualunque speranza in una qualunque forma di riscatto planetario?

Purtroppo, ho letto 1984...

Eppure, sono ottimista. Solo a livello di individuo singolo, pero'. Questo ambaradan di universo deve per forza essere un gran teatro, nel quale ci troviamo per esercitare la volonta', e per tentar di capire qualcosa. E' facile che lo abbiamo pure voluto, in altra dimensione e con motivazioni che probabilmente non siamo in grado di capire.

Probabilmente, per ottenere quel che siam qui per ottenere basta non essere pigri...

Elius
Inviato: 3/4/2012 20:57  Aggiornato: 3/4/2012 20:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/5/2011
Da:
Inviati: 121
 Re: Il vero compito di Monti
ciao fluido benvenuto,

io sono sostanzialmente d'accordo con te in tutti i punti, la speranza a livello di singolo c'è, ma per quanto riguarda una visione più generale la vedo proprio lontana..

fluido
Inviato: 4/4/2012 8:18  Aggiornato: 4/4/2012 8:18
So tutto
Iscritto: 31/3/2012
Da: l'Aia
Inviati: 17
 Re: Il vero compito di Monti
Grazie del benvenuto.

Io pero' non scrivevo di speranza. Intendevo che, a livello individuale, c'e' la certezza, almeno teoricamente, cosa da comprovare nel corso della vita, che se io faccio, volontariamente e con il sorriso sulle labbra, quel che so di dover fare, non andro' incontro ad ulteriori sofferenze.

Questo, naturalmente, se nessuna sofferenza, diretta od indiretta, viene causata dalle mie azioni. Se voglio la serenita', devo analizzare quello che faccio ogni giorno - devo tentare di comprenderne le conseguenze. Obbedire formalmente alle leggi vigenti, o magari anche fare come fanno gli altri, e' una via di uscita facile, ma presto insufficiente nonche' spesso controproducente. Capire, si deve. Ed evitare di causare dolore.

Il fatto che io ora decido di voler crescere non puo' dipendere dall'esistenza di una massa critica di altri individui che gia' lo fanno. E' gia' difficile per me tentare di intravvedere cosa sia giusto che io faccia. Puo' ben darsi che altri siano qui perche' vogliono, od hanno altrimenti bisogno di soffrire. O che, sotto le spoglie di essere umano, esistano altre forme di vita alle quali spetta un ruolo diverso: diciamo, il ruolo del cattivo.

Tutto sara' chiaro ad un certo punto. Nel frattempo, e' meglio che mi occupi del gradino che mi sta davanti. Senza giudicare troppo, e, se possibile, senza essere immobilizzato dalla paura.


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA