Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Energia e Ambiente : Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "fracking"?
Inviato da Redazione il 30/5/2012 0:30:00 (23739 letture)

Un gruppo di studio coordinato dal prof. Franco Ortolani, Ordinario di Geologia all'Università di Napoli, ha pubblicato una ricerca per valutare eventuali correlazioni fra i recenti eventi sismici in Emilia Romagna e le attività petrolifere in corso da vari anni in quella zona. Come mostra la cartina pubblicata nella ricerca, diventa molto difficile non vedere una correlazione fra le due cose.



A commento di questa immagine si legge: "Come si vede nella figura 5 nelle aree interessate da faglie attive nel sottosuolo esistono numerosi pozzi profondi finora eseguiti per ricerca di idrocarburi. Come è noto sono in corso alcuni interventi di riimmissione di metano nelle rocce serbatoio di giacimenti ormai esauriti. Tali interventi sono attuati in varie parti del mondo; talvolta sono vietati in quanto l’iniezione di fluidi in pressione nel sottosuolo, come testimonia una ricca bibliografia scientifica internazionale, a luoghi può innescare un’attività sismica di non elevata magnitudo."

Questa "iniezioni di fluidi in pressione" si chiama comunemente "fracking". E' una tecnica di estrazione del petrolio e del gas naturale entrata in uso una ventina di anni fa, che ultimamente viene adottata sempre più spesso dalle compagnie petrolifere in tutto il mondo.

Non sempre infatti petrolio e gas escono volentieri dal sottosuolo, ...

... una volta trovato il giacimento. A volte la pressione interna non è sufficiente per farlo salire in superficie in quantità "economicamente soddisfacenti". Allora bisogna dargli un aiutino, pompando dei fluidi ad alta pressione al suo interno, che vengono introdotti nel giacimento con trivellazioni collaterali. Di solito si tratta di una miscela di acqua e sabbia, ma vengono anche usati gas ad alta pressione, miscelati con diversi composti gelatinosi.

Vi sono poi i casi in cui il giacimento si trova in uno strato di roccia poco permeabile, per cui il gas fatica molto a muoversi al suo interno. In quel caso il fracking crea delle vere e proprie fratture all'interno della roccia, creando così delle sacche più ampie nelle quali il gas possa confluire prima di essere pompato in superficie.

Naturalmente, non ci vuole un genio per comprendere come questo tipo di lavorazione possa portare facilmente a conseguenze indesiderate, che non riguardano soltanto l'accresciuto rischio sismico, ma anche l'inquinamento di tutte le falde acquifere che si trovano fra il pozzo e la superficie.

Una volta pompato il fluido ad alta pressione in profondità, infatti, non puoi controllare con precisione in quale direzione andrà a finire il metano. Per cui rischi che invece di salire lungo il tubo del tuo pozzo se ne vada in giro per conto suo, aprendosi vie inaspettate fra le rocce, e poi te lo ritrovi nell'acqua del rubinetto. Il video che segue offre un esempio "lampante" di ciò di cui parliamo.



Un'altra tecnica di trivellazione che ha preso uso negli ultimi anni, insieme al fracking, è la cosiddetta "trivellazione orizzontale". All'inseguimento disperato di gas e petrolio, ormai si scava anche sotto interi quartieri cittadini, incuranti del fatto che sopra possano esserci scuole, stazioni, ospedali o aeroporti.

Un caso classico è quello di Forth Worth, nel Texas, dove mezza città ha recentemente scoperto di vivere letteralmente sopra centinaia di pozzi di gas naturale scavati orizzontalmente a loro insaputa.

Non a caso da noi, dopo la seconda scossa violenta di ieri, i media stanno già indirizzando l'opinione pubblica verso la ricerca del capro espiatorio sbagliato, e cioè "chi ha costruito quel capannone?" "Chi ha dato l'autorizzazione a riprendere il lavoro?" "Era davvero costruito a norma antisismica?"

Il terremoto viene dato come "un fatto naturale", inevitabile ed imprevedibile, e noi dobbiamo solo preoccuparci di costruire meglio le nostre abitazioni e stare attenti ai mattoni che cadono.

Per capire che magari non è sempre necessariamente così dobbiamo aspettare le ricerche dell'Università di Napoli, che naturalmente non verranno mai pubblicizzate nè prese seriamente in considerazione dai media mainstream.

Massimo Mazzucco

Fonti:

Presentazione della ricerca dell'Università di Napoli. Il PDF originale.

Trivellazioni orizzontali

Voto: 9.00 (10 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
tmm360
Inviato: 30/5/2012 1:28  Aggiornato: 30/5/2012 1:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 44
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Scandaloso... Ma possibile che non ci sia stato qualcun altro che in questo periodo ha pensato di sollevare la questione?

Parlo ad esempio di tutti coloro che abitano in quelle zone (fortunatamente non è il mio caso), che sanno (immagino) cosa viene fatto nel sottosuolo... Che nessuno abbia pensato a fare 2+2? Serve davvero che arrivino da Napoli a dirvelo?
Se fossi esperto del settore mi verrebbe automatico di interrogarmi su quali possano essere le cause di queste scosse così frequenti! Speriamo la faccenda possa essere approfondita...

NeWorld
Inviato: 30/5/2012 2:41  Aggiornato: 30/5/2012 2:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Articolo del 1 febbraio 2011 sul FRACKING:

http://dorsogna.blogspot.it/2011/02/fracking-in-italia.html

Citazioni:

- parlando delle estrazioni di gas con il metodo del fracking:
...questo metodo produttivo puo' causare l'inquinamento delle acque sotterranee e anche provocare l'attivita' sismica. - Il CEO di Gazprom, Alexei Miller-

- Sorge allora la domanda - ma ci sono i depositi di gas adatti al trivellamento via fracking in Italia? Questo tipo di gas si chiama shale gas.
Secondo l'ente Europeo "Economic Research Policy Center" il potenziale per i depositi di shale gas sono molto elevati per il nord Italia, nella gia' martoriata pianura padana...-

-E cosi, nella pianura padana c'e' gia' un gruppo - la Po Valley che dice che trivella l'Italia per ragioni "geologiche, economiche e affettive"...-

(AFFETTIVE ??? )

Un altro particolare scovato nel web.. NOTARE BENE i luoghi dove sono state date Concessioni per attività di ricerca e sfruttamento, stoccaggio del gas:

MIRANDOLA "coltivazione" petrolio e gas

SABBIONCELLO stoccaggio (FE)

Pozzo geotermico a CASAGLIA(FE)

Qui gatta ci cova...

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
ivan
Inviato: 30/5/2012 5:12  Aggiornato: 30/5/2012 5:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
In Tv, da Vespa, c'e' stata una discussione sulla mappa del rischio sismico in Italia e gli esperti non spiegavano (o meglio, non si aspettavano) i terremoti in Emilia (che sulla mappa era una zona a bassissimo rischio) e ovviamente della storia dell'estrazioni nemmeno un accenno (almeno non nella trasmissione che ho visto).

Sulla mano dell'uomo che causa anche questo tipo di disastri ci sono diversi articoli in rete; uno dei piu' allucinati è la connessione terremoni - test nucleari sotterranei: link la guerra sismica.

Ovviamente, come al solito, c'è chi dice che non c'è alcun esso ( link ) ma in Emilia pare che i danni causati da attività estrattive siano storia vecchia: link fenomeni di subsidenza in Emilia.
Dicono : ... Estrazione del metano ....Nella fascia costiera emiliano-romagnola sono presenti anche consistenti giacimenti metaniferi. ...
Sugli effetti provocati da questa attività si discute da tempo, anche perché significativi riscontri non sono mai stati prodotti. Tuttavia si ritiene che l’estrazione del gas dal sottosuolo abbia provocato la compressione dei sedimenti degli strati sovrastanti e di quelli sottostanti la zona produttiva. Recenti ricerche hanno, infatti, rilevato significativi abbassamenti del terreno in corrispondenza dei pozzi metaniferi. Uno studio condotto in prossimità del giacimento di gas Angela-Angelina ha evidenziato che la coltivazione di tale attività ha prodotto in oltre 20 anni, sui fondali compresi tra i 4 e i 6 metri, abbassamenti presumibilmente superiori ai 200 cm. In prossimità del suddetto impianto, tra il 1984 e il 1993, si è registrato un abbassamento di 80-90 cm sui fondali compresi tra i 3 e i 6 metri.


O anche della valutazione d'impatto ambientale che prima non si faceva.

franzkafka
Inviato: 30/5/2012 7:18  Aggiornato: 30/5/2012 7:18
So tutto
Iscritto: 21/12/2011
Da:
Inviati: 9
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
http://www.nuvolenelcielo.net/36/post/2012/05/terremoto-in-emilia-e-stoccaggio-nel-sottosuolo-di-gas-naturale-coincidenze-gigantesche.html
Volevo brevemente segnalare questo documento.
E' una lettera del 2006, scritta dall'Unione Comuni Modenesi Area Nord al Ministro dell'Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare.
Strane coincidenze non mi sembra abbastanza, a me sembrano più coincidenze gigantesche:
le zone epicentro dei due terremoti in Emilia sono esattamente le stesse coinvolte in questo piano di stoccaggio nel sottosuolo di 3 miliardi di metri cubi di gas...
E nella lettera si manifestavano preoccupazioni riguardo alla sicurezza e alla sismicità del territorio...

(Ovviamente non prova niente, ma mi vengono in mente quei telefilm di serie B con il colpevole scoperto con l'arma del delitto nel portaoggetti della macchina, o con il sangue della vittima sulla camicia ancora da lavare...)

DjGiostra
Inviato: 30/5/2012 7:49  Aggiornato: 30/5/2012 7:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Ormai non mi meraviglio piu' di niente ma questa non me l'aspettavo !!!!
Avanti cosi che ce la faremo !!!!!
(non ce la faremo mai !!!!!)
Industrie del petrolio di M....A !!!!!!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
baciccio
Inviato: 30/5/2012 9:12  Aggiornato: 30/5/2012 9:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 536
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
I sindaci dei comuni interessati ai fenomeni tellurici e al contempo oggetto di attività di trivellazione con il metodo del fracking, potrebbero concordemente chiedere al governo ( che a quanto pare nel mese di aprile ha concluso accordi con ditte texane specialiste in trivellazioni col metodo fracking) una moratoria su tali attività e, nel contempo, avviare una inchiesta sulla possibilità di concause al disastro che giorno per giorno si consumando. Il fondo se Francia e Bulgaria hanno vietato tali attività estrattive sul loro territorio, i motivi non saranno campati in aria.

hi-speed
Inviato: 30/5/2012 9:14  Aggiornato: 30/5/2012 9:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Secondo me gli hanno presi con il sorcio in bocca!

Su forum di giornali si stanno attivando alcuni "forumisti" nel paventare querele e segnalazioni per procurato allarme (come per il caso Giuliani) a quelli che postano notizie su fracking o trivellazioni e su Facebook idem con qualcuno che ridicolizza, con modi che conosciamo, l'ipotesi.

Già il fatto che i media non ne facciano minimamente cenno dovrebbe farci sospettare alla grande!

Hi-speed
PS: cvd iniziano a collegare il fatto con l'119, luna, etc

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
frvaz
Inviato: 30/5/2012 9:57  Aggiornato: 30/5/2012 9:57
So tutto
Iscritto: 28/8/2005
Da: Brinza
Inviati: 13
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Chissà perché si tenta sempre di ridicolizzare ogni teoria
che nn sia aderente alla versione ufficiale ? Ok per quelli
che voi dite che lo fanno di lavoro, ma altri sono proprio
Insopportabilmente ottusi! E poi questa mania che hanno di
fare di tutt'al erba un fascio.. mi risulta veramente insopportabile
Nn so se avete mai letto la pagina di wikipedia di Massimo,
è semplicemente ridicola, accosta le informazioni più disparate,
e tendenziose;
per mettere in cattiva luce Luogocomune addirittura sostiene che il sito
appoggerebbe la teoria della"terra cava"
ed abitata al suo interno! Mha forse ci sarà pure stato qualche articolo
a riguardo, ma da li a pensare che il sito appoggia questa teoria e da li ad
accostare questa teoria con le scie chimiche ( nn capisco veramente come
si faccia ad avere ancora dei dubbi a riguardo, semmai i dubbi sono sul
Loro reale utilizzo, nn sulla loro esistenza!) ,con l 11/9 ( come si può pensare
che un gruppetto di Arabi con un taglierino abbia dirottato nn so quanti aerei
mi sfugge proprio! Se accoltellate qualcuno con un taglierino o si rompe la lama
O vi tagliate voi le mani!) .
Aniway nn so se questa teorie del fracking siano la causa di sti terremoti, so solo
che a nei miei passati 32 anni di vita nn avevo mai sentito un terremoto (abito vicino a Milano), mentre
nell ultimo anno se ne sono percepiti chiaramente almeno 5! Qualcosa di strano
starà pur succedendo, no? Tutto normale......staremo a vedere!

yarebon
Inviato: 30/5/2012 10:06  Aggiornato: 30/5/2012 10:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Credo sia necessario informarsi per essere certi, perchè girando in qualche forum sentivo dire che volevano avviare questi metodi di estrazione, ma non sono partiti per la protesta della cittadinanza (ne parlava qualcuno del posto), quindi il fracking non dovrebbe riguardare questi terremoti, semmai visto questi ultimi terremoti, bisognerebbe evitare questi metodi di estrazione in quella zona nel futuro.

Pyter
Inviato: 30/5/2012 10:16  Aggiornato: 30/5/2012 10:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
@Hi-speed

Dimentichi l'allineamento della Terra con Alpha Centauri, in azione sinergica con la radiazione di fondo residua del Big Bang, l'attività anormale dei Pulsar e l'aumentata luminosità dei Quasar.

Se poi si pensa che i terremoti stanno avvenendo proprio dove ha vinto Grillo!!!

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
hi-speed
Inviato: 30/5/2012 10:24  Aggiornato: 30/5/2012 10:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Comunque nell'area dell'epicentro sono in corso trivellazioni con pozzi profondi!
Sembra strano ma strano strano che proprio nella zona di estrazione vi siano stati fenomeni di liquefazione (vedi i link di Ivan per l'Adriatico).

Come vengono svolte le operazioni di trivella non lo so ma qualcuno potrebbe alzare il culo ed andare a controllare. Se lo lasciano fare.
MA se incominciano a sparare cazzate sulla questione di complotti e palle varie il sottoscritto si incazza alla grande.
Perchè in zona ci vivo.

Hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
Pyter
Inviato: 30/5/2012 10:28  Aggiornato: 30/5/2012 10:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Yarebon
Credo sia necessario informarsi per essere certi,


Mi pare che l'articolo stia facendo questo. Esiste quel diagramma là sopra che sostiene, presumo in base a studi effettuati, che ci siano delle perforazioni in atto oggi e così nel passato.

Abbinando la cosa con la notizia postata da Ivan, secondo la quale il 70% del suolo italiano e soprattutto l'appenninno siano a rischio sisma, non ci sarebbe bisogno di gridare al complotto o essere cospirazionisti per concludere che comunque chi trivella lo fa senza tener conto di cose che anche i sismologi mainstream stessi dicono.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
baciccio
Inviato: 30/5/2012 11:12  Aggiornato: 30/5/2012 11:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 536
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Il Corriere della Sera è certamente un autorevole quotidiano; ecco ciò che pubblica oggi in merito alle teorie complottiste dei terremoti che si susseguono in Emilia:


"fracking, haarp, i maya e l'allineamento dei pianeti
Il sisma? Tutta colpa del «complotto»
C'è chi non crede alle cause naturali del terremoto dell'Emilia e sul web rilancia ipotesi alternative e fantasiose


MILANO - Non siamo ancora al Mel Gibson di «Ipotesi di complotto» che credeva di essere al centro di una congiura ordita dal governo. Ma ci siamo vicini. Il fatto stesso che ci possa essere stato un terremoto che abbia origini naturali in una zona d'Italia che non ne vedeva di forti da tempo, solo perché fino a qualche anno fa non era stata inserita tra quelle a rischio sismico, ad alcuni non va proprio giù. Così anche sul tragico sisma che ha colpito in due distinti momenti l'Emilia, c'è chi in rete si sbizzarizza a prospettare scenari che di scientifico hanno proprio poco. Ma in compenso alimentano le ipotesi più fantasiose.

GRILLO - Il più moderato, in questa caccia alla causa nascosta del sisma, per una volta è Beppe Grillo che sul suo blog rilancia le tesi di Giampaolo Giuliani sulla possibile prevedibilità dei terremoti. Tesi che finora non hanno avuto riscontro nella comunità scientifica, ma che al di là del dibattito accademico fanno sorgere una domanda: se i terremoti sono prevedibili a chi giova non dare l'allarme? Che anche i sismi facciano parte della strategia della tensione?

FRACKING - Ma sul web c'è anche chi va oltre. E su YouTube annuncia: «Il terremoto in Emilia è stato provocato dalle prospezioni geologiche condotte nel sottosuolo dove vengono fatte brillare delle cariche alla ricerca di idrocarburi. Il governo di M. M. ha stipulato un accordo con multinazionali texane per queste prospezioni». Qui siamo al complotto delle multinazionali come negli anni '70. Solo con una spruzzata di ecologismo. Sotto accusa la tecnica del fracking o fratturazione. La fratturazione consiste nell'immissione di un fluido in uno strato roccioso per creare un varco all'interno. Lo si utilizza per aumentare l'estrazione e il tasso di recupero del petrolio e del gas naturale contenuti nel giacimento. Nella pianura padana ci sono centinaia di milioni di barili di petrolio e non ce ne siamo mai accorti? E il petrolio come verrebbe trasportato a destinazione in maniera che nessuno se ne accorga? Con un oleodotto segreto? Nelle forme di parmigiano rottamate?

HAARP - Se fino ad adesso eravamo ancora rimasti al movente economico c'è però chi ipotizza scenari degni di Clive Cussler con un pizzico (per chi se lo ricorda) dell'indimenticabile Peter Kolosimo. E così c'è chi attribuisce il sisma ad Haarp l'impianto segretissimo (ma se è così segreto perché tutti lo conoscono?) che gli Stati Uniti avrebbero in Alaska e che sarebbe in grado di influenzare la Terra attraverso onde elettromagnetiche, scatenando terremoti a comando. Prove scientifiche? Inesistenti. Ma soprattutto: perché colpire l'Emilia? Perché è una nota terra di comunisti?

INFLUENZE CELESTI - C'è, infine chi per spiegare il sisma lascia decisamente la terrà per avventurarsi nel più alto dei cieli. Così nell'ordine, c'è chi da la colpa agli allineamenti planetari, alla Superluna e infine, ai Maya. Che se non spiegavano la fine del mondo almeno, secondo i credenti, l'avevano prevista.

Marco Letizia30 maggio 2012 | 10:40

gelu
Inviato: 30/5/2012 11:32  Aggiornato: 30/5/2012 11:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/10/2008
Da:
Inviati: 191
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Il sito Stampa libera si occupa da qualche giorno di fracking (20 maggio: [url=http://www.stampalibera.com/?p=45768]qui, del fatto che il ministro Romani abbia autorizzato questo metodo bandito da Romania, Francia, Irlanda e Inghilterra. Come sappiamo, i media si fermano sempre alla superficie delle cose: i guai di Ponzellini restano al margine, di Corallo e Laboccetta parla nessuno, la scuola di Brindisi è dimenticata. Non so...

gelu
Inviato: 30/5/2012 11:34  Aggiornato: 30/5/2012 11:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/10/2008
Da:
Inviati: 191
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Chiedo scusa, ho fatto un po' di casino. Comunque gli articoli citati si trovano su stampalibera.

franco8
Inviato: 30/5/2012 11:36  Aggiornato: 30/5/2012 11:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/12/2005
Da:
Inviati: 1561
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:

Il terremoto viene dato come "un fatto naturale", inevitabile ed imprevedibile, e noi dobbiamo solo preoccuparci di costruire meglio le nostre abitazioni e stare attenti ai mattoni che cadono.

Per capire che magari non è sempre necessariamente così dobbiamo aspettare le ricerche dell'Università di Napoli, che naturalmente non verranno mai pubblicizzate nè prese seriamente in considerazione dai media mainstream.


boh... non saprei, sono d'accordo in linea di massima, ma secondo me bisogna andarci un po' cauti e precisare bene...
Il terremoto E' un fatto naturale, e sì, dobbiamo comunque preoccuparci di costruire meglio gli edifici ecc...

Presentato così qualcuno potrebbe superficialmente essere portato a pensare che il fracking in sè provochi terremoti, o possa provocare terremoti in qualsiasi parte venga fatto, mentre, al massimo, può essere ipotizzato come fattore scatenante di un evento che comunque è lì lì per accadere.
Questo è spiegato in questa frase dello studio:

Si deve inoltre fare chiarezza sull'incidenza che possono avere le "reiniezioni" di fluidi in pressione nelle rocce serbatoio ad alcuni chilometri di profondità in corrispondenza di faglie attive: equivale al ruolo che può avere una mosca che si appoggi su un edificio pericolante oppure all'impatto che può derivare da un elicottero che atterri sullo
stesso edificio pericolante?

(Forse la precisazione superflua: l' "edificio" deve essere pericolante...)

Sempre a pag 3 dello studio citato si dice infatti:

Come si vede la faglia sismogenetica è una parte di strutture attive tettonicamente come conseguenza dello
spostamento verso nord di circa 1mm/anno. Il sisma, pertanto, ha una chiara origine naturale tettonica.

: origine naturale tettonica...

Comunque, a parte questa precisazione e cautele da osservare, queste considerazioni sulle tecniche estrattive mi fanno venire in mente un altra considerazione.... che ho letto da qualche parte:
Il fatto che per l'estrazione del petrolio debbano adottare sempre nuove tecniche, tecniche sempre più "invasive" ed andare a cercare giacimenti ovunque (pensate alle trivellazioni in alto mare e ai vari disastri che ci sono stati come l'ultimo del golfo del messico)... sembra proprio un conferma del famoso picco del petrolio.
i giacimenti "facili" si vanno mana mano esaurendo... con conseguenza sui costi di estrazione, sugli incidenti e relativi danni ambientali e via discorrendo... alla luce dei fatti non sembra una considerazione campata in area (Alla faccia di chi sostiene che il picco del petrolio è una bufala ambientalista)
Altrimenti come si spiegherebbe? Quale sarebbe la spiegazione altrenativa ammettendo che non sia vero che i giacimenti si vanno esaurendo? solo l' "ingordigia" delle compagnie petrolifere di accaparrarsi comunque tutto il petrolio anche quello difficilmente estraibile?!

.... ....io non mi definisco affatto volentieri ateo, non più di quanto io sia a-MickeyMouse.
..
(detto, fatto)
Pyter
Inviato: 30/5/2012 11:40  Aggiornato: 30/5/2012 11:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Marco Disgrazia da Corriere della Sera:
...che ci possa essere stato un terremoto che abbia origini naturali in una zona d'Italia che non ne vedeva di forti da tempo, solo perché fino a qualche anno fa non era stata inserita tra quelle a rischio sismico,




PS
E secondo me l'EmiliaRomagna non doveva essere inserita nelle zone a rischio. Ma non per questioni di complottismo ...

... è che siamo superstiziosi!

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Akane
Inviato: 30/5/2012 11:56  Aggiornato: 30/5/2012 11:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/7/2011
Da: Austria
Inviati: 135
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
L'articolo del Corriere ironizza sui milioni di barili di petrolio nella Pianura Padana. Ma non dice che la tecnica del Fracking viene comunemente impiegata in quella zona...anche solo per il poco petrolio che vi si trova....

hi-speed
Inviato: 30/5/2012 12:04  Aggiornato: 30/5/2012 12:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:
Il sisma, pertanto, ha una chiara origine naturale tettonica.


Beh anche un avvelenamento da cianuro provoca un infarto di origine naturale. Se non si sa che si tratta di omicidio o si fa finta di non sapere.

Il fracking o le trivellazioni ( che non si sa come vengono efettuate) possono provocare o ritardare terremoti, che poi chiaramente risultano naturali tettonici.

hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
Notturno
Inviato: 30/5/2012 12:15  Aggiornato: 30/5/2012 12:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Mizzica..... guardate questo prof. Ortolani che cacchio di scudo che fa contro le soc. Petrolifere!!!

Guardate che ha scritto contro Texaco & Co per attività petrolifere in Lucania: http://www.ecostiera.it/index.php?option=com_content&view=article&id=4330

E' un grande!!!!

E' prof ordinario all'uni di Napoli ed è pure uno spauracchio per i porcelloni delle discariche!

Leggete qui: Pericolo Ortolani

Ahahaha, quest'uomo è veramente un grande!!!

Pensate che questa relazione postata da Massimo è stata realizzata in una settimana!!!

Orpo, che roba.....

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
gen
Inviato: 30/5/2012 12:15  Aggiornato: 30/5/2012 12:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2006
Da:
Inviati: 142
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Secondo me la confusione regna sovrana. Ho postato parecchi commenti per cerca di portare un po' di conoscenza geologica ove non ce n'è. In questo forum per la precisione.
Ripeto io ero coinvolto nel progetto della realizzazione di un sito di stoccaggio gas a Rivara. L'indagine conoscitiva alla quale avrei partecipato (non la realizzazione del progetto) è stata bloccata dalla regione pur avendo avuto il permesso del Ministero. Quindi e trovate i documenti del Ministero sappiate che questi non sono bastati.
Lo stoccaggio non equivale al Fracking. Il fracking si fa per estrarre da rocce che intrappolato gas o petrolio, non sono sovrapressione o non ha la porosità adatta, e quindi si pratica per forzare gli idrocarburi a separarsi dalla roccia e rialire lungo il pozzo.
Lo stoccaggio sfrutta rocce già sfruttate o ex acquiferi profondi (comunque rocce serbatoio) per immagazzinare gas metano.
Ora credo che alla base dei vostri sospetti vi sia un grosso fraintendimento. Voi collegate i terremoti alle trivellazioni. Possiamo portare milioni di esempi dove ad una sfruttamento del sottosuolo non è seguito un terremoto, ovviamente questo accade in aree non sismiche. Però il fatto è che il petrolio non si trova ovunque. Neanche il gas, anche se è di più facile formazione. In genere serve un roccia sorgente, dalla quale l'idrocarburo si genera ed è (o è stata) in genere profonda, perché sono necessari temperature e pressioni elevate; poi serve una roccia serbatoio che può essere lontana o vicina alla roccia sorgente, ma comunque comunicante. Una roccia serbatoio deve essere porosa (bucherellata o fratturata), per contenere idrocarburi e sigillata verso l'alto (da argilla o sale) da una roccia impermeabile per non lasciare sfuggire l'idrocarburo verso l'alto - in superficie (altrimenti non troveremmo niente...). Si dà il caso che le deformazioni occorse nei milioni di anni nell'Appennino abbiano formato delle vere e proprie trappole per gli idrocarburi (sono strutture a forma di scodella rovesciata) che molto spesso funzionano da rocce serbatoio. Però, le forze che hanno formato queste strutture continuano ad agire (tettonica) e causano terremoti. Quindi, non è la trivella che muove il terreno, ma la trivella va (in questo caso) dove il terreno si muove perché il suo movimento ha creato zone appetibili.
E' da valutare l'impatto, per questo si studiano e si fanno pstudi di fattibilità... ma non è stato dato il permesso.
Mi fermo e resto disponibile per chiariementi.

hi-speed
Inviato: 30/5/2012 12:28  Aggiornato: 30/5/2012 12:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:
Voi collegate i terremoti alle trivellazioni. Possiamo portare milioni di esempi dove ad una sfruttamento del sottosuolo non è seguito un terremoto,
etc etc

Detto in termini scientifici e per non saper nè leggere nè scrivere, si fermano le trivelle per un anno (random) e si studia l'effetto che fa.
Così scientificamente si taglia la testa al toro.

hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
gen
Inviato: 30/5/2012 12:51  Aggiornato: 30/5/2012 12:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2006
Da:
Inviati: 142
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
secondo me siamo fuori strada. vedete un po' se a L'Aquila erano in corso trivellazioni... Insomma le forze in gioco sono immensamente diverse. E' molto probaile che questi movimenti nella fascia esterna e sepolta dell'Appennino siano stati innescati da terremoti di qualche tempo fa (parma-reggio a febbraio, abbastanza forte, mi hanno detto) il cui movimento dall'interno della catena si è trasferito vers ol'esterno.

hi-speed
Inviato: 30/5/2012 13:27  Aggiornato: 30/5/2012 13:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:
secondo me siamo fuori strada. vedete un po' se a L'Aquila erano in corso trivellazioni... Insomma le forze in gioco sono immensamente diverse. E' molto probaile che questi movimenti nella fascia esterna e sepolta dell'Appennino siano stati innescati da terremoti di qualche tempo fa (parma-reggio a febbraio, abbastanza forte, mi hanno detto) il cui movimento dall'interno della catena si è trasferito vers ol'esterno.


Come no

"L’Abruzzo ha oggi quasi la metà (49,11%) del proprio territorio interessato da attività legate alla ricerca, l’estrazione e lo stoccaggio di idrocarburi e circa i tre quarti dei Comuni abruzzesi (221), per un totale di quasi l’80% della popolazione regionale interessata (1.045.488 abitanti), ne sono ormai coinvolti.
Tutte le province sono colpite: si va dal 77,7% del territorio della provincia di Chieti, al 71% di quello della provincia di Pescara, al 67,5% di quello della provincia di Teramo fino al 21,9% di quello della provincia di L’Aquila.

Nelle tre province costiere (Teramo, Pescara e Chieti) la percentuale di abitanti che vivono nel territorio interessato da attività legate agli idrocarburi supera sempre il 90%.
E se sulla terraferma la situazione è allarmante, a mare la situazione non migliora: 5.639,60 chilometri quadrati del mare antistante la costa abruzzese sono interessati da permessi di ricerca, concessioni ed estrazione di idrocarburi."

Link febbraio 2009

Tra l'altro il terremoto in Abruzzo presenta analogie con quello emiliano per la serie infinita di piccole scosse.

Hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
baciccio
Inviato: 30/5/2012 13:29  Aggiornato: 30/5/2012 13:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 536
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...

franco8
Inviato: 30/5/2012 13:50  Aggiornato: 30/5/2012 13:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/12/2005
Da:
Inviati: 1561
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:

Citazione:
Il sisma, pertanto, ha una chiara origine naturale tettonica.

Beh anche un avvelenamento da cianuro provoca un infarto di origine naturale. Se non si sa che si tratta di omicidio o si fa finta di non sapere.

Il fracking o le trivellazioni ( che non si sa come vengono efettuate) possono provocare o ritardare terremoti, che poi chiaramente risultano naturali tettonici.

hi-speed


Boh... la frase non l'ho scritta io, è nello studio di Ortolani e vuol dire proprio quello.
(le cose bisogna leggersele tutte, non solo i particolari che più ci piacciono/colpiscono )

Il parallelo che fai a me pare del tutto azzardato... semplicemente perchè l'avvelenamento da cianuro provoca sempre e comunque lo stesso effetto o quasi (e non è che ci sia bisogno di uno studio per appurarlo) ... invece che il fracking possa anticipare o ritardare terremoti è solo una ipotesi...
Guarda... io penso che è proprio per evitare le "ridicolizzazioni" (vedi anche post di frvaz ) che bisogna essere più precisi...
(come mi sembra sia preciso lo studio di Ortolani... anche se io non sono un geologo )

Ancora: L'ipotesi è che il fracking possa causare terremoti è appunto una "ipotesi" (ipotesi che vale comunque per le "zone sismiche"). Anche ammesso che sia vero... ciò non toglie che nelle zone sismiche gli edifici devono essere costruiti secondo certi criteri...
Percio' dire:
Citazione:

Non a caso da noi, dopo la seconda scossa violenta di ieri, i media stanno già indirizzando l'opinione pubblica verso la ricerca del capro espiatorio sbagliato, e cioè "chi ha costruito quel capannone?" "Chi ha dato l'autorizzazione a riprendere il lavoro?" "Era davvero costruito a norma antisismica?"

Non lo trovo corretto.
Per me non si può dire che sono "capri espiatori sbagliati"... non sono neanche "capri espiatori" forse...
A limite potremmo dire che non sono gli unici "colpevoli" ... ma c'è differenza.
Ripropongo comunque la domanda a tutti:
Cosa spinge secondo voi le compagnie petrolifere ad adottere queste nuove tecniche sempre più "invasive" ... si tratta solo di puro spirito "distruttivo" ?!

.... ....io non mi definisco affatto volentieri ateo, non più di quanto io sia a-MickeyMouse.
..
(detto, fatto)
albi1098
Inviato: 30/5/2012 13:56  Aggiornato: 30/5/2012 13:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/10/2011
Da:
Inviati: 52
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Abito in zona terremoto e stamattina prendendo un caffè il barista mi ha detto che da stamattina presto ha visto un sacco di persone che se ne andavano dalle zone terremotate da parenti o amici e chi in albergo. Letteralmente fuggono dalle loro case ( se sono rimasta intere) e dal loro lavoro.

Ho una bella crepa nel solaio e l'animo incazzato ( e mi ritengo fortunato)

Ci sono sempre stati terremoti anche quando non si estraeva il petrolio ma....

Se si scioglie un iceberg il mare aumenta di livello.
Se immetto inquinanti nell'aria questa si satura di questi composti.
Se accendo una candela in un vaso chiuso ne scompare l'ossigeno.
Se desertifico una regione il suo microclima cambia.
Se dò uno schiaffo ad un dirigente EXXON il suo cervello subisce un'accelerazione proporzionale all'energia del mio manrovescio.

Quindi se trivello, succhio, pompo,spingo, estraggo, scavo, sposto MILIARDI DI TONNELLATE di petrolio, metano, carbone,minerali, acqua,sabbia eccetera eccetera per decenni senza il minimo scupolo....
..... la Terra non è che ti manda una raccomandata scrivendoti " Scusa caro, sono anni che violenti tutti i miei orifizi, non è il caso che cominci ad usare la vaselina?"

Vedi i principi della dinamica e del gran cetriolo d'oriente.

E che CA**O!!!

"Se non hai una mente critica per natura è inutile che tu rimanga qui." G.I.Gurdjieff
Spiderman
Inviato: 30/5/2012 13:59  Aggiornato: 30/5/2012 13:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:
Quindi se trivello, succhio, pompo,spingo, estraggo, scavo, sposto MILIARDI DI TONNELLATE di petrolio, metano, carbone,minerali, acqua,sabbia eccetera eccetera per decenni senza il minimo scupolo.... ..... la Terra non è che ti manda una raccomandata scrivendoti " Scusa caro, sono anni che violenti tutti i miei orifizi, non è il caso che cominci ad usare la vaselina?"


Esattamente! E, quando ci si accorge che abbiamo esagerato, è sempre troppo tardi.

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
Pyter
Inviato: 30/5/2012 14:04  Aggiornato: 30/5/2012 14:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Lo Stato sarà vicino ai terremotati e prenderà misure per aiutare tutti quelli che ne hanno bisogno. A questo proposito ci siamo già riuniti per stabilire gliinterventi di cui necessita la situazione contingente. Ma poichè lo Stato siamo tutti noi e le istituzioni non sono altro che l'espressione e lo specchio di quello che è il popolo, decidiamo subito che:

1) venga stabilita l'accisa di 2 centesimi sulla benzina.

2) l'attivazione di un numero per chi vuole donare due euro tramite sms.

3) che si faccia in modo che il presidente della commissione Europea venga subito in Italia nelle zone interessate per monitorare l'estrazione dei ga ... ehm ... dei corpi, al fine di stabilire l'entità dell'aiuto e il finanziamento per la ricostruzione dei siti di stocc ... ehm ... delle case danneggiate.

4) varie ed eventuali.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
VIPER
Inviato: 30/5/2012 14:05  Aggiornato: 30/5/2012 14:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/6/2009
Da:
Inviati: 557
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Gen ha detto:
Citazione:
...il cui movimento dall'interno della catena si è trasferito verso l'esterno...


Insomma, sempre colpa degli extracomunitari... Bisognerebbe limitare le trasferte.

black
Inviato: 30/5/2012 14:12  Aggiornato: 30/5/2012 14:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2009
Da:
Inviati: 844
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
OT:io son di rimini se qualcuno ha bisogno di un posto letto me lo faccia sapere via pm o qui

FedeV
Inviato: 30/5/2012 14:12  Aggiornato: 30/5/2012 14:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/10/2006
Da:
Inviati: 445
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Autore: albi1098 Inviato: 30/5/2012 13:56:15

Quindi se trivello, succhio, pompo,spingo, estraggo, scavo, sposto MILIARDI DI TONNELLATE di petrolio, metano, carbone,minerali, acqua,sabbia eccetera eccetera per decenni senza il minimo scupolo....
..... la Terra non è che ti manda una raccomandata scrivendoti " Scusa caro, sono anni che violenti tutti i miei orifizi, non è il caso che cominci ad usare la vaselina?"
________________________________________________________

Quoto. A me sembra LA sintesi dell'intera questione

Calvero
Inviato: 30/5/2012 14:16  Aggiornato: 30/5/2012 14:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
_____________________
_________________

Una madre paziente che non ne può più, ma tiene duro, resiste e ogni tanto cede. La Terra che tutti ci ospita e chiedeva solo di essere coltivata. Lo chiedo seriamente, ma è possibile considerarci le specie più intelligente?

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
gen
Inviato: 30/5/2012 14:29  Aggiornato: 30/5/2012 14:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2006
Da:
Inviati: 142
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:
Se si scioglie un iceberg il mare aumenta di livello.


no

Purtroppo le cose non sono così semplici, bisogna dimostrare. Anche casa di mia nonna ha subito lesioni per il terremoto e anche a me fa paura. Ma io credo che il terremoto sia di origine naturale e non mi incazzo oltremodo pensando di aver subito un sopruso.

gen
Inviato: 30/5/2012 14:33  Aggiornato: 30/5/2012 14:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2006
Da:
Inviati: 142
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:
Quindi se trivello, succhio, pompo,spingo, estraggo, scavo, sposto MILIARDI DI TONNELLATE di petrolio, metano, carbone,minerali, acqua,sabbia eccetera eccetera per decenni senza il minimo scupolo.... ..... la Terra non è che ti manda una raccomandata scrivendoti " Scusa caro, sono anni che violenti tutti i miei orifizi, non è il caso che cominci ad usare la vaselina?" ________________________________________________________ Quoto. A me sembra LA sintesi dell'intera questione


la relazione è spuria secondo me, potete continuare a scrivere frasi ad effetto ma non mi convincete.
Se mi dite che le attività umane contribuiscono per l'1% magarai posso anche pensarlo, ma comuque sarebbe un niente in confronto alle altre cause.

Quindi la conclusione è sempre la stessa. Invece di stabilisre zone sismiche per risparmiare si deve tener presente che il rischio sismico è alto in tutta italia e quindi intervenire in tal senso sugli edifici già costruiti in regime di risparmio edilizio.

Pyter
Inviato: 30/5/2012 14:34  Aggiornato: 30/5/2012 14:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
FedeV
..... la Terra non è che ti manda una raccomandata scrivendoti " Scusa caro, sono anni che violenti tutti i miei orifizi, non è il caso che cominci ad usare la vaselina?"

Tu sei sarcastico, ma nella realtà è proprio così.

La tecnica è questa: l'uomo ha mandato un telegramma di andata e ritorno alla natura dicendogli:
"Guarda che quest'anno abbiamo messo l' Emilia nella lista dei territori a rischio terremoti. Non fare scherzi, eh!"
E la natura risponde educatamente.

Sono dinamiche che avvengono spesso negli ultimi secoli, quello delle ripicche tra Uomo e Natura.

Direi che questo può essere una dimostrazione scientifica del processo di adattamento della Natura alla Mente dell'uomo.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
incredulo
Inviato: 30/5/2012 14:38  Aggiornato: 30/5/2012 14:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
@gen

Citazione:
Ma io credo che il terremoto sia di origine naturale e non mi incazzo oltremodo pensando di aver subito un sopruso.


Il terremoto è sicuramente di origine naturale.

Nello stesso modo in cui quando ci piantano una lama nel cuore è naturale che moriamo.

Se pensi di non avere subito un sopruso, hai ragione ancora una volta.

Il nostro modello di vita prevede che la Terra debba venire ipersfruttata per potere vivere come stiamo facendo.

Se sei d'accordo con questo, il terremoto è solo uno spiacevole effetto collaterale, nessun sopruso.

Basta solo costruire edifici antisismici e continuare a sfruttare il sottosuolo, noi uomini pensiamo a tutto.

Is only the civilization baby...

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
hi-speed
Inviato: 30/5/2012 14:44  Aggiornato: 30/5/2012 14:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:
L'ipotesi è che il fracking possa causare terremoti è appunto una "ipotesi"


Franco e Gen

date un'occhiata a questo sito

LINK

Poi ognuno si faccia l'idea che vuole.

Hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
Pyter
Inviato: 30/5/2012 14:53  Aggiornato: 30/5/2012 14:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Is only the civilization baby...

that is:

We don't understand anything, but if, we have the technology to fix it.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
gen
Inviato: 30/5/2012 15:38  Aggiornato: 30/5/2012 15:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2006
Da:
Inviati: 142
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Guarda hi-speed, io ti rispondo, ma poi basta. Poi andate a rileggervi quanto già scritto.
Fracking=estrazione.
Stoccaggio=immissione di gas nel sottosuolo.
Sono uno l'opposto dell'atro.
ERG non ha avuto il permesso neanche di iniziare il sondaggiop esplorativo.
Nessuno fa esplodere cariche nel sottosuolo per fare un pozzo, si tratta di trivelle.
E' normale che la fratturazione del suolo provochi la fuoriuscita di fanghi e sabbie, C'è anche una pagina wiki dedicata ai vulcani di fango.
In tutta la pianura padana si estrae gas, ma l'attività sismica c'era prima durante e ci sarà anche dopo.
Il sito che posti fa un ammasso di supposizioni e allusioni senza portare nessuna spiegazione.

Poi chi è quell'altro che filososfeggia sulla morte naturale... E' inutile che si facia dell'ironia. Nelle aree sismiche gli edifici vanno adeguati al rischio massimo, non al rischio su base statistica degli ultimi 100 anni. Ma se vi va bene così che è colpa degli americani e non dei nostri soliti amministratori e scienziati ignoranti che non ci dicono che il rischio è più alto perché senò i prezzi delle costruzioni aumentano, va bene. E' colpa degli americani e quindi non si fa nulla. Contenti voi.

Juggler
Inviato: 30/5/2012 15:57  Aggiornato: 30/5/2012 16:00
So tutto
Iscritto: 18/4/2008
Da:
Inviati: 29
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Lo Stato sarà vicino ai terremotati e prenderà misure per aiutare tutti quelli che ne hanno bisogno. A questo proposito ci siamo già riuniti per stabilire gliinterventi di cui necessita la situazione contingente. Ma poichè lo Stato siamo tutti noi e le istituzioni non sono altro che l'espressione e lo specchio di quello che è il popolo, decidiamo subito che:
1) venga stabilita l'accisa di 2 centesimi sulla benzina.
2) l'attivazione di un numero per chi vuole donare due euro tramite sms.
3) che si faccia in modo che il presidente della commissione Europea venga subito in Italia nelle zone interessate per monitorare l'estrazione dei ga ... ehm ... dei corpi, al fine di stabilire l'entità dell'aiuto e il finanziamento per la ricostruzione dei siti di stocc ... ehm ... delle case danneggiate.
4) varie ed eventuali.



Hai scordato:

5) dedicare la parata del 2 giugno alle vittime del terremoto

Grazie a tutti
Sertes
Inviato: 30/5/2012 15:57  Aggiornato: 30/5/2012 15:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
@gen
io ti avrei dato ragione se tu avessi scritto solo la seconda parte del tuo intervento, cioè che dar la colpa agli americani in assenza di prove certe è sbagliato.
E cento punti per aver detto che gli edifici vanno adeguati al rischio massimo e non a quello statistico.

Però hai anche scritto:

Citazione:
Fracking=estrazione.
Stoccaggio=immissione di gas nel sottosuolo.
Sono uno l'opposto dell'atro.


Scusa, ma che cazzo dici? La definizione stessa del fracking è di pompare materiale inutile (acqua e sabbia) per forzare l'uscita di quello che vuoi estrarre.
Sono uno l'opposto dell'altro un par de palle.
Ma l'articolo iniziale l'hai letto?

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
franco8
Inviato: 30/5/2012 16:12  Aggiornato: 30/5/2012 16:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/12/2005
Da:
Inviati: 1561
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:

Poi ognuno si faccia l'idea che vuole.

Ma... questo è il punto....
Sicuramente sono utili informazioni ma non basta dire "ognuno si facca l'idea che vuole"...
Sarebbe richiesto qualcosa di più... ,
il metodo scientifico è altro che"farsi l'idea"
ma piuttosto "farsi un idea con (appunto) certi metodi" ...

La eccessiva semplificazione, il ridurre tutto ad un quadro bianco/nero (senza sfumature), le ridicolizzazioni da una parte e dall'altra, non aiutano a capire la realtà.

Tanto per essere chiaro: le ridicolizzazioni di cui parla frvaz (o un Mario Tozzi che dà per scontate certe cose e da' del deficiente al primo venuto) sono esattamente sullo stesso piano delle vostre battute qui...
Non so se è chiaro: non c'è differenza. (sono "battute" fondate su convizioni che ormai sono diventate "convizioni profonde" , ideologia)

Per dirla ancora più chiaramente: con questo atteggiamento vi state facendo del male.

Per esempio il post di incredulo lo trovo del tutto assurdo (magari lo avrà colpito l'immagine poetica.. ma che c'entra?!).
Ad uno che dice semplicente "credo che il terremoto sia naturale" non si può rispondere:
Citazione:

Il nostro modello di vita prevede che la Terra debba venire ipersfruttata per potere vivere come stiamo facendo.
Se sei d'accordo con questo, il terremoto è solo uno spiacevole effetto collaterale, nessun sopruso.


Ma che c'entra?! Uno perchè crede che il terremoto sia naturale ALLORA vuol dire che accetta un "modello di vita" ,,...!!?
E' una incredibile e desoltante semplificazione, è un arroccarsi, è un rifiuto al dialogo....
Dialogare con uno come gen che (a quanto ho capito) di geologia ne capisce dovrebbe invece essere molto utile, non perchè lui vi "riveli" qualche "Verità" di fede, ma proprio per capire meglio certe cose... e per evitare appunte certe "ridicolizzazioni" di cui sopra...

.... ....io non mi definisco affatto volentieri ateo, non più di quanto io sia a-MickeyMouse.
..
(detto, fatto)
Giano
Inviato: 30/5/2012 16:20  Aggiornato: 30/5/2012 16:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Copio e incollo dalla pagina di wikipedia:
L'equipaggiamento standard per la fratturazione che si usa nei campi petroliferi comprende un miscelatore dinamico, una o più pompe ad alta pressione e alto flusso (di solito pompe triple o quintuple) e una unità di monitoraggio sismico.
http://it.wikipedia.org/wiki/Fracking

Se fosse semplicemente la sostituzione di un liquido con un altro liquido(o liquido con gas o comunque di una sostanza con un’ altra) non dovrebbe esistere il rischio smottamenti, ma evidentemente non è così visto che l’unità di monitoraggio sismico fa parte dell’equipaggiamento standard per la fratturazione. Ora, bisognerebbe che le aziende che operano in questo settore fossero dirette da uomini per bene con il massimo rispetto per la natura e le persone, ma basta guardare un metro al di la del proprio naso per vedere quanti disastri sono stati compiuti in giro per il mondo dalle compagnie di estrazione. Quindi se mi viene detto che il monitoraggio sismico viene effettuato perché al primo segnale preoccupante viene fermato tutto, bè, non è che mi fidi proprio ciecamente… Sarebbe comunque sufficiente il rischio di contaminazione delle falde acquifere per escludere qualsiasi tipo di operazione del genere in zone così popolate. O almeno così dovrebbe consigliare il buonsenso

gen
Inviato: 30/5/2012 16:27  Aggiornato: 30/5/2012 16:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2006
Da:
Inviati: 142
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Ci sono Sertes.
Il fracking serve per estrarre, si pompa un fluido in pressione per fratturare una roccia non porosa per permettere al gas di fuoriuscire attraverso le fratture.
Se vuoi ti traduco da wiki (english). Esistono due tipi di fracking, uno quello che ti ho appena descritto che si pratica quasi dagli albori delle estrazioni petrollifere. Uno più potente e serve a far rilasciare il gas dalle rocce che lo contengono. Questo secondo tipo è sottoaccusa per causare terremoti medi, mentre il per il primo sono provate scosse indotte molto lievi.
Lo Stoccaggio prevede invece che ci sia già una roccia serbatoio (porosa o fratturata) e che i pori (sabbie) o le fratture (calcari in genere) vengano sfruttati come serbatoio per il gas.
E' vero, il fracking può essere utilizzato per creare una roccia serbatoio làddove non vi sia già, ma il malinteso fra di noi e le mie "cazzate" derivano dal fatto che a Rivara le rocce che si vogliono usare come sito di stoccaggio sono già fratturate e quindi non si richiede fracking. E inoltre il fracking dannoso davo per scontato fosse quello usato per imporre il rilascio di gas dalle shale, etc.
Va meglio?

Sertes
Inviato: 30/5/2012 16:52  Aggiornato: 30/5/2012 16:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Sì, ottimo, grazie per le precisazioni.

E scusa per il tono un po' troppo colloquiale che ho usato.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
sdebunko
Inviato: 30/5/2012 16:58  Aggiornato: 30/5/2012 16:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/2/2011
Da:
Inviati: 70
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Questo xxxxx di articolo di Marco Letizia sul Corriere è davvero scandaloso!!!!!

I Maya, il "fracking" e la super-luna Il sisma infiamma le tesi complottiste

Allora anche Socrate , Platone, Einstein, Jung, Copernico, Bruno ecc erano tutti complottisti per la stessa ragione, e lui per coerenza l'articolo oggi lo avrebbe dovuto scrivere su una tavola di pietra con lo scalpello!

Non so da quale potere si senta investita certa gente per dire che tutto quello che non è voce ufficiale è "complottismo"???
Mi domando chi sia il vero complottista a questo punto?? ai posteri l'ardua sentenza...

incredulo
Inviato: 30/5/2012 17:23  Aggiornato: 30/5/2012 17:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
franco8

Citazione:
Uno perchè crede che il terremoto sia naturale ALLORA vuol dire che accetta un "modello di vita" ,,...!!? E' una incredibile e desoltante semplificazione, è un arroccarsi, è un rifiuto al dialogo.... Dialogare con uno come gen che (a quanto ho capito) di geologia ne capisce dovrebbe invece essere molto utile, non perchè lui vi "riveli" qualche "Verità" di fede, ma proprio per capire meglio certe cose... e per evitare appunte certe "ridicolizzazioni" di cui sopra...


Penso che tu conosca l'ironia franco8.

Quando uno STUDIO, come scritto nell'articolo di CUI STIAMO DIBATTENDO, trova possibili correlazioni tra la pratica di fracking e la serie di scosse CONTINUE in Emilia-Romagna, la conclusione che si tratti SICURAMENTE di un terremoto naturale mi sembra fideistica.

E non significa una sega se colui che pensa questo sia esperto in geologia, visto che questo studio, QUELLO DELL'ARTICOLO, non è stato condotto da capitan ventosa ma da Un gruppo di studio coordinato dal prof. Franco Ortolani, Ordinario di Geologia all'Università di Napoli

Il mio intervento vuole sottolineare proprio che l'uomo moderno si AUTOASSOLVE per i disastri che crea, convinto che comunque siano effetti collaterali, convinto comunque di riuscire a porvi rimedio.

Stammi bene

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
spettatore
Inviato: 30/5/2012 17:34  Aggiornato: 30/5/2012 17:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Un pò di "fracking" ed "haarping" per complottisti dal palato fine :


http://scienzamarcia.blogspot.it/2012/05/da-cosa-e-stato-causato-il-terremoto-in.html


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
Calvero
Inviato: 30/5/2012 18:05  Aggiornato: 30/5/2012 18:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
_________________
____________

Si dice che due indizi fanno una prova. Non ci credo, nemmeno io, sarebbe surreale. E no, non mi sto riferendo alle convergenze e agli studi che indicano come le cause naturali non possano - al momento - dichiararsi certe...

.. mi sto riferendo alle divergenze pilotate (e gli indizi sono molteplici e non più i classici due) imposte furbamente dai media mainstream per svicolare e depistare; questo ogni maledetta santissima volta che la ricerca della verità potrebbe prendere una strada degna di tale nome.

Cioè, per usare un francesismo, questi stronzi non ce la fanno proprio ad avere non solo un minimo di indipendenza intellettuale, perché questi si venderebbero pure i figli (loro lo sono già) piuttosto di amare e praticare seriamente quel mestiere che funge da anello di congiunzione tra il Popolo e il Potere, ma neanche mettersi minimamente in gioco per un giornalismo maturo.

Quindi tornando al discorso, siamo arrivati al punto di avere fondatissime giustificazioni, se non una necessità, a invertire il senso e la logica che comunemente si richiederebbe in questi eventi ... cioè, sempre più, potremmo scoprire come stanno realmente le cose in base al comportamento dei "giornalisti" e non in base ai fatti.

Concludendo:

A) ci sono soltanto 1+1=2 indizi comprovati da studi che ci dicono che sospettare è più che lecito. Ma non ci danno la prova.

B) ci sono molteplici indizi di quei media che influenzano la società di massa, attraverso TRE strade:

B-1) non parlarne;

B-2) parlarne male, agitando lo spauracchio del complottismo;

B-3) distrazione, trattando morbosamente un effetto parallelo della tragedia.

Per il momento, sommando questi indizi, posso dire che sarebbe un nostro dovere sospettare che non siano cause naturali?

Io non rispondo, in compenso la Terra le sue risposte le sta dando.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
zoen82
Inviato: 30/5/2012 18:11  Aggiornato: 30/5/2012 18:11
So tutto
Iscritto: 20/9/2007
Da:
Inviati: 1
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Massimo, ti segnalo un'anomalia.
Nel condividere l'articolo su Facebook, noto che il titolo cambia.
Da _Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "fracking"?_ diventa _Terremoti e petrolio: ci sta di mezzo il "fracking"_ .
Quel punto interrogativo che viene a mancare, secondo me, cambia di molto la prospettiva con cui si affronta il problema. Mi sembra abbastanza chiara la differenza.
Non so se è un problema che potrai risolvere, ma mi è sembrato opportuno fartelo presente. Saluti.

dardo
Inviato: 30/5/2012 18:12  Aggiornato: 30/5/2012 18:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/7/2007
Da:
Inviati: 44
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...

franco8
Inviato: 30/5/2012 18:23  Aggiornato: 30/5/2012 18:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/12/2005
Da:
Inviati: 1561
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:
Penso che tu conosca l'ironia franco8.

Quando uno STUDIO, come scritto nell'articolo di CUI STIAMO DIBATTENDO, trova possibili correlazioni tra la pratica di fracking e la serie di scosse CONTINUE in Emilia-Romagna, la conclusione che si tratti SICURAMENTE di un terremoto naturale mi sembra fideistica.

E non significa una sega se colui che pensa questo sia esperto in geologia, visto che questo studio, QUELLO DELL'ARTICOLO, non è stato condotto da capitan ventosa ma da Un gruppo di studio coordinato dal prof. Franco Ortolani, Ordinario di Geologia all'Università di Napoli


Ma l'ironia può anche essere fuori luogo... Può capitare, no?

Siamo d'accordo che importa una sega ecc. ecc. Ma torno a dire... E' QUELLO DELL'ARTICOLO (il prof Franco Ortolani ecc. .ecc.) a dire:
"Come si vede la faglia sismogenetica è una parte di strutture attive tettonicamente come conseguenza dello spostamento verso nord di circa 1mm/anno. Il sisma, pertanto, ha una chiara origine naturale tettonica. "
Io, ripeto, esortavo a non cadere proprio in conclusioni fideistiche "opposte" e a leggervelo TUTTO lo studio, non solo quello che ci piace...
Poi, al solito, le convinzioni "fideistiche" son sempre quelle degli altri.... quelle nostre, mai...

(Dove stia per te la fede nel ritenere che quella del terremoto sia effettivamente ZONA SISMICA... poi... stento a capirlo, ma non è un mio problema)

Ti faccio un altro esempio per spiegarmi: Prendiamo il post di sdebunko.
Ha perfettamente ragione a prendersela col Corriere... ( " I Maya, il fraching e la super-luna....).
Ma.. che ci dovrebbe fregare a noi di quel che scrive il Corriere?1
Troppo bello sarebbe se otenessimo la verità "invertendo" le menzogne...
Non ci serve prendere a rifermento la stampa; non ci serve fare da "contraltare". Quel che ci serve è un informazione di qualità superiore...
non so se mi spiego...

Citazione:

Il mio intervento vuole sottolineare proprio che l'uomo moderno si AUTOASSOLVE per i disastri che crea, convinto che comunque siano effetti collaterali, convinto comunque di riuscire a porvi rimedio.

e siamo d'accordo...
ma i danni ci sono... a prescindere.
Sia che trivellazioni causino terremoti ( e stiamo parlando di terremoti di queste dimensioni , beninteso, cosa non tanto semplice da provare ) o non li causino, i danni ci sono. Ci sono comunque.
Non serve credere che le trivellazioni possano aver causato il terremoto in emilia per essere d'accordo con te su questo punto.. Non trovi?!

.... ....io non mi definisco affatto volentieri ateo, non più di quanto io sia a-MickeyMouse.
..
(detto, fatto)
IoCogito
Inviato: 30/5/2012 18:49  Aggiornato: 30/5/2012 18:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/5/2012
Da:
Inviati: 81
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Secondo me non è neanche una questione di potere. E' proprio una questione di educazione.

Se sei cresciuto dentro questo sistema e il sistema alla fine ti ha premiato (alla sua maniera ovviamente) per te sarà difficile, se non impossibile, porre dei dubbi su quel sistema che ti permette di vivere la vita viziosa che stai conducendo.

Certamente Socrate and co erano complottisti e venivano pure definiti tali, magari con aggettivi diversi ma il succo non cambia.

Un grande uomo mi ha insegnato che "il più grande insegnamento della storia è che l'uomo non impara mai da essa".

Il giochino è sempre stato lo stesso, anche se fatto su piani diversi, ad ora non è cambiato nulla la situazione è peggiorata perché ovviamente siamo in 7 miliardi e gli erranti sono aumentati.

La libertà, come tutti sappiamo, non fiorisce in un paese che sta sempre sul piede di guerra, o che si prepara a combattere. Una crisi permanente giustifica il controllo su tutto e su tutti, da parte del governo centrale.
A. Huxley
incredulo
Inviato: 30/5/2012 18:50  Aggiornato: 30/5/2012 18:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
franco8

Ok franco8, capisco la tua ricerca di qualità superiore dell'informazione e l'appello nel non cadere in facili conclusioni, direi che è condivisibile.

Eppure, le prove che queste scosse siano state causate da un intervento dell'uomo, difficilmente si troveranno.

Quello che è certo è che:

"Come si vede nella figura 5 nelle aree interessate da faglie attive nel sottosuolo esistono numerosi pozzi profondi finora eseguiti per ricerca di idrocarburi. Come è noto sono in corso alcuni interventi di riimmissione di metano nelle rocce serbatoio di giacimenti ormai esauriti. Tali interventi sono attuati in varie parti del mondo; talvolta sono vietati in quanto l’iniezione di fluidi in pressione nel sottosuolo, come testimonia una ricca bibliografia scientifica internazionale, a luoghi può innescare un’attività sismica di non elevata magnitudo."

Ho vissuto tanti anni in Emilia-Romagna, so che è zona sismica anche se, francamente, era considerata un rischio lontano.

Citazione:
Sia che trivellazioni causino terremoti ( e stiamo parlando di terremoti di queste dimensioni , beninteso, cosa non tanto semplice da provare ) o non li causino, i danni ci sono. Ci sono comunque.
Non serve credere che le trivellazioni possano aver causato il terremoto in emilia per essere d'accordo con te su questo punto.. Non trovi?!


Mi sembra che MOLTI non siano affatto d'accordo con me su questo punto e, se i terremoti fossero stati provocati o resi più devastanti grazie alle attività umane, sarebbe un ottimo spunto per prendere coscienza della problematica.

Se questo a te non garba non so che dirti.

Un saluto

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
Edea161090
Inviato: 30/5/2012 19:04  Aggiornato: 30/5/2012 19:04
So tutto
Iscritto: 10/11/2011
Da: Friuli-Veneto
Inviati: 28
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
ieri sera un tizio a matrix ha provato ad "insinuare" che il terremoto era stato causato dalle trivellazioni che vengono fatte per estrarre i gas naturali del sottosuolo... questo ha detto che non sa se avvengono secondo qualche normativa, ecc. ecc. ...e ovviamente lo hanno interrotto non facendolo più parlare... unico momento in cui ho sentito parlare di trivellazioni collegate al terremoto in tv...

noalgregge
Inviato: 30/5/2012 19:08  Aggiornato: 30/5/2012 19:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2010
Da:
Inviati: 307
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito
Calvero
Inviato: 30/5/2012 19:22  Aggiornato: 30/5/2012 19:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:
Troppo bello sarebbe se otenessimo la verità "invertendo" le menzogne...
Non ci serve prendere a rifermento la stampa; non ci serve fare da "contraltare".


Permetti franco, troppo bello o meno è una realtà che non abbiamo creato noi; è una falla inevitabile del Sistema stesso. Questa falla è quello che si dice in gergo - porgere il fianco - .. e in questo caso sono i media ufficiali a porgerlo e fosse un caso raro pure pure, ma è ciclico. Soltanto che il Sistema non si preoccupa venga individuata questa falla, poiché chi se ne accorge non ha la forza di preoccupare sufficientemente la rete mainstream e quando "qualcuno o qualcosa" ci riesce, si ritrova addosso il solito giochetto di cui i punti sopra da me elencati.

Non ci serve prendere a riferimento la stampa, tu asserisci. Di grazia, perché? per quale fantomatica deontologia o etica? è palese come in tutti questi anni il giornalismo sia sempre più controllato, come è palese i danni immani che ha arrecato e arreca e tu dici di non mettere sulla scacchiera le loro mosse? stai scherzando? .. trovo più fideistico nonché ingenuo un ragionamento del genere invece.

Tu dici, non ci serve da contraltare. E perché non ci servirebbe?? quando invece per ogni vicenda ed evento che può incrinare lo Status Quo, loro agiscono in maniera speculare ... perché mai si dovrebbe rinunciare a questo approccio mi risulta un mistero, se con ciò avessimo a cuore non solo i fatti ma anche capire come e perché viene pilotata l'informazione. Permetti, ma è ingenuo quel che dici.

Citazione:
Quel che ci serve è un informazione di qualità superiore...
non so se mi spiego...


.. secondo me no. Cioè confondi il problema o lo ribalti. Ovvio che serve un informazione di qualità superiore, chi dice niente ... ma non vedo come mettere la testa sotto la sabbia in merito all'operosità in malafede dei media mainstream possa portarci a qualcosa di buono.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
NiHiLaNtH
Inviato: 30/5/2012 19:30  Aggiornato: 30/5/2012 19:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:
Dimentichi l'allineamento della Terra con Alpha Centauri, in azione sinergica con la radiazione di fondo residua del Big Bang, l'attività anormale dei Pulsar e l'aumentata luminosità dei Quasar. Se poi si pensa che i terremoti stanno avvenendo proprio dove ha vinto Grillo!!!


Pyter non c'era bisogno di ridicolizzare l'argomento come puoi vedere ci ha già pensato il corriere della sera

Citazione:
per complottisti dal palato fine


per i complottisti a cui piace essere presi per il culo vorrai dire ( mi riferisco ad haarp )

IoCogito
Inviato: 30/5/2012 19:38  Aggiornato: 30/5/2012 19:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/5/2012
Da:
Inviati: 81
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Ma chi sostiene che il fracking è illegale sbaglia?

La libertà, come tutti sappiamo, non fiorisce in un paese che sta sempre sul piede di guerra, o che si prepara a combattere. Una crisi permanente giustifica il controllo su tutto e su tutti, da parte del governo centrale.
A. Huxley
franco8
Inviato: 30/5/2012 19:58  Aggiornato: 30/5/2012 20:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/12/2005
Da:
Inviati: 1561
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:
Non ci serve prendere a riferimento la stampa, tu asserisci. Di grazia, perché? per quale fantomatica deontologia o etica? è palese come in tutti questi anni il giornalismo sia sempre più controllato, come è palese i danni immani che ha arrecato e arreca e tu dici di non mettere sulla scacchiera le loro mosse? stai scherzando? .. trovo più fideistico nonché ingenuo un ragionamento del genere invece.

Tu dici, non ci serve da contraltare. E perché non ci servirebbe?? quando invece per ogni vicenda ed evento che può incrinare lo Status Quo, loro agiscono in maniera speculare ... perché mai si dovrebbe rinunciare a questo approccio mi risulta un mistero, se con ciò avessimo a cuore non solo i fatti ma anche capire come e perché viene pilotata l'informazione. Permetti, ma è ingenuo quel che dici.

No Calvero... non ci capiamo. Sicuramente è colpa mi che mi spiego male.


Io intendevo dire che li dobbiamo m in un certo senso "ignorare", o forse meglio "ridimensionarli", nel senso che non dobbiamo "imitare" la stampa... che non dobbiamo applicare gli stessi schemi...

Li dobbiamo "smontare" i trucchi, scoprirli, se vuoi, ma non cadere nelle stesse trappole ed utilizzare le stesse "retoriche" rovesciate ....

Se "loro" danno per scontato certe cose (alcune in buona fede, altre in mala fede o per interesse) non possiamo/dobbiamo cadere nell'errore di spacciare altre cose per "verità" iiindubitabili, pena l'esposizione al pubblico ludibrio o l'accusa di voler giustificare le compagnie petrolifere o quant'altri... (per dare l'idea) ...

Non ci serve un contraltare perchè... sarebbe, in certo senso, sullo stesso piano... Mentre una "qualità" superiore sarebbe, se vuoi, su un "altro piano" ... Almeno questa è la mia idea..

Non so... più che "confodere il problema" io pensavo più che altro ad un altro problema che mi sembrava evidente, distinto ma collegato agli altri...

Citazione:

ma non vedo come mettere la testa sotto la sabbia in merito all'operosità in malafede dei media mainstream possa portarci a qualcosa di buono

Ma no, affatto... Per me era il contrario. E' proprio perchè la malfede dei media è ormai troppo evidente.. tanto evidente che ormai non ci dice più nulla... è diventata una ovvietà...

.... ....io non mi definisco affatto volentieri ateo, non più di quanto io sia a-MickeyMouse.
..
(detto, fatto)
Calvero
Inviato: 30/5/2012 20:05  Aggiornato: 30/5/2012 20:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
_____________________
_______________


Ok Franco .. ci siamo trovati grazie della spiegazione

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
franco8
Inviato: 30/5/2012 20:09  Aggiornato: 30/5/2012 20:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/12/2005
Da:
Inviati: 1561
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:

Se questo a te non garba non so che dirti.

Va benissimo, incredulo.
Io quello che non mi garbava ho provato a spiegarlo...
Mi auguro che capiti l'occasione di spiegarlo meglio.

.... ....io non mi definisco affatto volentieri ateo, non più di quanto io sia a-MickeyMouse.
..
(detto, fatto)
Redazione
Inviato: 30/5/2012 21:04  Aggiornato: 30/5/2012 21:04
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
FRANCO8: "Li dobbiamo "smontare" i trucchi, scoprirli, se vuoi, ma non cadere nelle stesse trappole ed utilizzare le stesse "retoriche" rovesciate ...."

Sacrosanto.

(Piacere di risentirti, vecchia volpe!)

zufus
Inviato: 30/5/2012 21:17  Aggiornato: 30/5/2012 21:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/6/2006
Da: Roma
Inviati: 43
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Stasera al TG7 Mentana ha parlato abbastanza diffusamente del problema delle trivellazioni e dell'ipotesi che possano essere una delle cause del terremoto.

Non penso positivo, penso diverso.
(I. Sibaldi)
ivan
Inviato: 30/5/2012 21:35  Aggiornato: 30/5/2012 21:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:

Questo xxxxx di articolo di Marco Letizia sul Corriere è davvero scandaloso!!!!!

I Maya, il "fracking" e la super-luna Il sisma infiamma le tesi complottiste


Quell'articolo lì è il segno che si è toccato un nervo scoperto.

Ve ne sono altri in giro sui media dello steso tono, anche questo segno di nervi scoperti che sono, o stanno per essere, toccati.

Questa è la mappa del rischio sismico: link img

Si vede benissimo che la zona dell'Emilia non è come ad esempio la Sila in Calabria.

Eppure questa è oggi l'opinione degli esperti: link "Gli esperti: «Possibili altre forti scosse»...Il presidente dell'Ingv: «La sequenza delle repliche sarà lunga e non si esclude che possano avvenire altri forti terremoti»

Quindi qualcosa c'è che non torna rispetto alla "norma".

Ma alla fine il punto non è nemmeno questo.

Il punto che deve far riflettere è in che mani mai siamo.

Mi spiego meglio.

La figura di cui sopra mostra chiaramente che questo è un paese a forte rischio sismico e le cronache storiche non fanno che confermarlo. Asd esempio in Calabria ci sono città il cui nome finisce per "nova" (esempio Delianova, Cittanova, Taurianova, etc) ; questo perchè le città furono costruite di nuovo dopo essere state completamente rase al suolo da terribili eventi sismici.

Son cose che tutti sanno, sono verità assodate.

E allora com'è che la politica propone cose da brivido rispetto a questo scenario, come ad esempio il mega ponte sullo stretto, il mega deposito di gas, la mega perforazione delle montagne, le mega centrali nucleari, le trivellazioni e gli asporti dal sottosuolo e così via ?

Si dirà si ma il Giappone allora? Anche lì con i terremoti ci convivono da sempre eppure ... ovvio.

Il punto è che non siamo il Giappone, semplice, siamo il paese dove ancor'oggi gli edifici, anche quelli nuovi, vengono giu' troppo facilemente.

Redazione
Inviato: 30/5/2012 22:03  Aggiornato: 30/5/2012 22:03
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
IVAN: "Delianova, Cittanova, Taurianova..."

E' vero, non ci avevo mai pensato.

***

(Ma allora New York, New Delhi, New Orleans...? )

ivan
Inviato: 30/5/2012 22:09  Aggiornato: 30/5/2012 22:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
New York: la nuova York, città dell'Olanda (mi pare)

Idem New Orleans.

New Delhi .. non lo so ..

Saluti

f_z
Inviato: 30/5/2012 22:09  Aggiornato: 30/5/2012 22:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:
Per il momento, sommando questi indizi, posso dire che sarebbe un nostro dovere sospettare che non siano cause naturali? Io non rispondo, in compenso la Terra le sue risposte le sta dando.


Esatto. Comunque vada, dimostrare che il terremoto sia stato naturale, aggravato dall'attivita' umana o addirittura creato ex novo con qualche tecnologia credo sara' impossibile.

Ma credere che oltre 40 anni di trivellazioni selvagge non abbiano causato danni al territorio credo sia difficile da sostenere. E che le trivellazioni siano state fatte proprio sotto i comuni piu' colpiti e' per lo meno molto sospetto.

Quindi se quelli che queste cose le sanno lavorano per occultare queste informazioni, ridicolizzarle ecc. significa che c'e' qualcuno sopra di loro che ha deciso cosi' e a questo punto si tratta semplicemente di complicita' criminale.

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
ivan
Inviato: 30/5/2012 22:12  Aggiornato: 30/5/2012 22:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:
Non so da quale potere si senta investita certa gente per dire che tutto quello che non è voce ufficiale è "complottismo"???
Mi domando chi sia il vero complottista a questo punto?? ai posteri l'ardua sentenza...


"Anche nelle forze più socializzanti, troverete sempre qualche moto sotterraneo che tende a conquistare ed a mantenere il potere attraverso l'uso delle parole." (Frank Herbert, Dune).

Ovvio perchè ricorrono anche a certi mezzi quando vengono toccati certi argomenti (o anche ""Ogni credenza può essere manipolata. Soltanto il sapere è pericoloso Frank Herbert, Dune").

Citazione:

Quindi se trivello, succhio, pompo,spingo, estraggo, scavo, sposto MILIARDI DI TONNELLATE di petrolio, metano, carbone,minerali, acqua,sabbia eccetera eccetera per decenni senza il minimo scupolo....
..... la Terra non è che ti manda una raccomandata scrivendoti " Scusa caro, sono anni che violenti tutti i miei orifizi, non è il caso che cominci ad usare la vaselina?



"Non c'è nessuna cosa che si possa ottenere senza il suo opposto" (Frank Herbert, Dune).

Il guaio è che l'opposto (i costi) volta e gira li girano noi (link articolo corriere ).

baciccio
Inviato: 30/5/2012 22:55  Aggiornato: 30/5/2012 22:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 536
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
E vai di" Fiducia". Quando gli occhi sono ancora tutti sui ripetuti terremoti dell'Emilia, l'Elsa ed il governo golpista si muovono a colpi di fiducia.Saranno sommovimenti naturali o indotti? Domani si replica.
----------------------------------------------------------------------------------------------
Riforma del lavoro: sì del Senato. Fiducia ok sul nuovo articolo 18

La votazione è stata interrotta per alcuni minuti dal lancio di volantini da parte di ex parlamentari di Rifondazione e Comunisti Italiani. Il governo ha chiesto il "voto blindato" su 4 maxi-emendamenti: via libera anche per gli ammortizzatori sociali. Il ministro Fornero: "Non è una bacchetta magica, ma il Paese ne ha bisogno"


Il Senato ha approvato la fiducia a due dei quattro maxi-emendamenti del governo alla riforma del lavoro. Nel primo “pacchetto” si trovava anche il nuovo articolo 18 (247 voti a favore, 33 contrari, un astenuto). Nel secondo maxi-emendamento è contenuta invece la normativa sugli ammortizzatori sociali, tra cui l’Aspi. In questo caso i voti favorevoli sono stati 246, i contrari 34.

Il governo ha posto quattro questioni di fiducia a Palazzo Madama su altrettanti maxemendamenti al ddl per la riforma del lavoro. La richiesta di fiducia è stata fatta in aula dal ministro per i rapporti con il Parlamento, Piero Giarda. Il provvedimento risulta pertanto diviso in quattro parti che corrispondono ai capitoli della flessibilità in entrata, flessibilità in uscita, ammortizzatori sociali e formazione.

La prima votazione è stata interrotta per qualche minuto dal lancio di volantini da parte di ex parlamentari di Rifondazione Comunista e del Pdci che dalle tribune del pubblico hanno protestato contro la riforma del’articolo 18. Sui volantini lasciati cadere nell’emiciclo si legge: “Giù le mani dall’articolo 18″, “No alla controriforma del governo e della Bce”, “Non votate la controriforma del lavoro”. Tra gli ex parlamentari protagonisti del blitz, Giovanni Russo Spena, ex capogruppo di Rifondazione e Manuela Palermi, già capogruppo del Pdci. Il presidente di turno, Vannino Chiti, ha chiesto l’allontanamento dei responsabili della protesta dalle tribune.

“La riforma del mercato del lavoro“non è una bacchetta magica” ma serve a recuperare “occupazione, produttività e reddito”, aveva detto il ministro Elsa Fornero, aggiungendo che “il Paese ha un grande bisogno diquesta riforma”, che dunque è stata fatta per “riprendere un percorso di crescita e non perchè lo chiedono i mercati finanziari”.

La prima reazione al voto di fiducia sull’articolo 18 è di Antonio Di Pietro, dopo che l’Italia dei Valori è stato l’unico partito a opporsi alla riforma del mercato del lavoro: “L’approvazione della prima fiducia al Senato sulla modifica dell’articolo 18 è la prima coltellata inferta dal governo ai diritti dei lavoratori. La crisi non si risana facendola pagare alle fasce sociali più deboli e agli onesti cittadini”.

La seduta si è conclusa e riprenderà domani con la votazione per le altre due fiducie e alle 12 le dichiarazioni di voto da parte dei gruppi parlamentari. Alle 13 è previsto il voto sul provvedimento.
"Il Fatto Quotidiano" 30 maggio 2012

peonia
Inviato: 30/5/2012 23:13  Aggiornato: 30/5/2012 23:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
SCUSATE L'INTERRUZIONE. AVREI URGENZA DI SAPERE, PERCHE' AL MOMENTO HO UN VUOTO, COME TROVO L'INTERVISTA A CLARKE CHE DICE CHE GIA DAL 2001 GLI AVEVANO DETTO CHE AVREBBERO FATTO LA GUERRA INFINITA A TUTTE LE NAZIONI CHE POI IN EFFETTI HANNO INVASO, LIBIA E SIRIA COMPRESE...MI POTETE AIUTARE? GRAZIE

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
PikeBishop
Inviato: 30/5/2012 23:21  Aggiornato: 30/5/2012 23:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
peonia
Inviato: 30/5/2012 23:26  Aggiornato: 30/5/2012 23:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
GRAZIE MILLE PIKE!!!!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
PikeBishop
Inviato: 30/5/2012 23:29  Aggiornato: 30/5/2012 23:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:
New York: la nuova York, città dell'Olanda


Per andare in Olanda da York: prendere l'A1079 quindi deviare sulla A1033 a Beverly dirigendosi a Kingston upon Hull (detta in breve Hull). Salire sul traghetto e dopo aver dormito tutta la notte, ecco, come d'incanto, l'Olanda.

Citazione:
Idem New Orleans.

La Pulzella di Orleans con gli zoccoli in mezzo ai campi di tulipani e mulini a vento....

Citazione:
New Delhi .. non lo so ..

Azzo! Una falla nella sua conoscenza storico/geografica.

Rimediamo subito:


Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
ayarbor
Inviato: 30/5/2012 23:29  Aggiornato: 30/5/2012 23:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2010
Da:
Inviati: 227
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
La Basilicata è tra gli esempi storici di come le trivelle stiano penetrando il nostro Paese. Ritrovandosi a galleggiare su di un giacimento petrolifero stimato essere il più grande di tutta l'Europa continentale, la regione interessata iniziò ad essre oggetto di perforazioni sin dagli anni '20 e tra gli anni '60 e '80 vi fù una inesificazione delle attività in sottosuolo con l'uso anche di fanghi di perforazione.
Attualmente è in atto nella zona della Val d'Agri uno sfruttamento estremo dei giacimenti con un impatto riassunto in 58 pozzi e 38 piattaforme.

Il professor Leonardo Seeber, uno dei più noti sismologi mondiali, docente al Lamont-Doherty Earth Observatory della Columbia University, ha confermato in una intervista alla Gazzetta del Mezzogiorno del 25/6/2011 di come «le attività ingegneristiche possono alterare lo stato meccanico della crosta terrestre in maniera sufficiente da triggerare terremoti» e in particolare «l’attività estrattiva di idrocarburi è ben conosciuta come un agente che può alterare lo stato meccanico crostale in maniera sufficiente da triggerare terremoti» e precisando che «l’incremento sostanziale è prolungato dalla pressione del fluido interstiziale è una delle maniere più efficienti per diminuire la resistenza della roccia e portare a una sua rottura sotto lo sforzo naturale, generando in terremoto».

Molti dei pozzi in Basilicata, compresi quelli di reiniezione di liquidi ad alta pressione come Monte Alpi 9 (Grumento Nova) e Costa Molina 2 (Montemurro), si trovano sulle faglie sismiche della Val d’Agri, area estrattiva che è interamente inserita nell’area epicentrale del disastroso terremoto del 1857, segnalata dallo stesso studio di Ortolani come faglia sismogenetica in grado di originare eventi di elevata magnitudo.
Potrebbero ricrearsi in questo modo le premesse per l'evolversi du un altro disastro questa volta nella zona del Potentino.

In un'altra intervista dell' 8/6/2011 al professor Seeber sul Corriere della Sera.it, il sismologo pone un richiamo anche sull'intensificazione del rischio in concomitanza della situazione al confine con la vicina Calabria: «In questi giorni, nell’area del Pollino, abbiamo fatto alcune scoperte interessanti. Qui, il processo di collisione, compressione e innalzamento, che dà vita agli Appennini, è in piena azione. [...] A nord del Pollino, dove l’Appennino si è già formato, si conoscono varie faglie responsabili di terremoti disastrosi. Nella zona del Pollino, invece, non ci sono stati terremoti conosciuti nella storia. Questo, secondo noi, però non significa che il sisma non avverrà mai. Anzi. Il tipo di processo in atto causa terremoti rari ma molto intensi». Ed in fine aggiunge, ponendo l'accento sui rischi delle estrazioni: «Abbiamo una misura geodetica che dice chiaramente che Crotone sta andando giù rispetto al resto della Calabria e quindi è possibile, nonostante ci possano essere altre cause, che questo sia dovuto allo sfruttamento del petrolio. Non sono contrario tout court, ma il rischio va valutato con attenzione».

Il 28 Maggio veniva titolata la notizia "-Trema il Pollino: nuove scosse di terremoto tra Calabria e Basilicata- Non si ferma lo sciame sismico in Emilia ma il terremoto in questi ultimi giorni si è spostato anche al sud: la terra ha tremato questa notte tra le province di Cosenza e Potenza, si tratta dell’ottava scossa nella zona negli ultimi due giorni, la più forte quella di magnitudo 4.3 alle 3:06."

Dovremo aspettarci altre evoluzioni sismiche anche nel Potentino in un prossimo futuro?

PikeBishop
Inviato: 30/5/2012 23:48  Aggiornato: 30/5/2012 23:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
U.S. Government Confirms Link Between Earthquakes and Hydraulic Fracturing, su Oil Price. com, un website specializzato in notizie sull'industria petrolifera.

Che si possa provare un nesso di casualita' diretta tra un avvenimento che scaturisce da una miriade di condizioni come un particolare terremoto e le trivelle e' totalmente impossibile.
Che pero' si possa tranquillamente dire che oltre ad inquinare le falde, l'atmosfera e l'ambiente nei pressi dei pozzi, l'estrazione petrolifera aumenti la possibilita' di terremoti, e' talmente pacifico che perfino l'US Army non si cura di nasconderlo.

Ma che volete, ora che l'Italia e' passata al terzo mondo, arrivano gli effetti collaterali. E poi dicevano che l'Italia era un paese senza risorse...

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
NeWorld
Inviato: 31/5/2012 0:44  Aggiornato: 31/5/2012 0:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Alcuni minuti fa a Porta a Porta hanno parlato dei depositi di Gas della zona!

Purtroppo non l'ho seguito bene,ma forse qualcosa sta trapelando.

Nei prossimi giorni sul sito Rai dovrebbero rimettere la puntata.

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
superava
Inviato: 31/5/2012 2:35  Aggiornato: 31/5/2012 2:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2008
Da: Riolo Terme
Inviati: 416
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Il "fracking" è la causa principale, ma credo che un aiutino glielo abbia dato anche HAARP, è stata fatta una foto da un ragazzo dopo la prima scossa dove si vedeva quel finto arcobaleno in cielo (fotografato e/o ripreso sia in Cile che in Cina per le catastrofi) che sembra correlata a quella tecnologia, inoltre ieri (io abito a una 80ina di km dai luoghi del disastro) dei miei conoscenti del paese su Fb discutevano perchè in alcuni hanno notato sciami di api perdere la bussola, infilarsi nelle tettoie, sbattere nelle tapparelle e alcune morire

Redazione
Inviato: 31/5/2012 4:31  Aggiornato: 31/5/2012 4:31
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
PEONIA: "SCUSATE L'INTERRUZIONE. AVREI URGENZA DI SAPERE, PERCHE' AL MOMENTO HO UN VUOTO, COME TROVO L'INTERVISTA A CLARKE CHE DICE CHE GIA DAL 2001 GLI AVEVANO DETTO CHE AVREBBERO FATTO LA GUERRA INFINITA A TUTTE LE NAZIONI CHE POI IN EFFETTI HANNO INVASO, LIBIA E SIRIA COMPRESE...MI POTETE AIUTARE?"

Ad esempio, cercando "Wesley Clark" su luogocomune:

http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=3797

Mit Untertitel, natürlich.

ivan
Inviato: 31/5/2012 4:43  Aggiornato: 31/5/2012 4:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:


Citazione:
New York: la nuova York, città dell'Olanda


Per andare in Olanda da York: prendere l'A1079 quindi deviare sulla A1033 a Beverly dirigendosi a Kingston upon Hull (detta in breve Hull). Salire sul traghetto e dopo aver dormito tutta la notte, ecco, come d'incanto, l'Olanda.





Per espiare il peccato farò una settimana di meditazione in Tibet perchè bastava wikipedia "l primo insediamento europeo sorse nel 1613,[12] quando i colonizzatori olandesi fondarono un insediamento per il commercio delle pellicce nella zona meridionale dell'isola di Manhattan che, nel 1625, venne battezzato Nieuw Amsterdam (Nuova Amsterdam). Il piccolo centro crebbe nei decenni successivi, sotto il dominio olandese, attraverso la costruzione di un forte (Fort Amsterdam) e una serie di lotte con i nativi (chiamate guerra di Kieft, dal nome del direttore generale della colonia Willem Kieft) per il predominio sul territorio circostante.

La città di Nieuw Amsterdam passò nel 1664 sotto il dominio inglese e venne ribattezzata con l'attuale nome di New York in onore di Giacomo II, Duca di York e Albany
.



Citazione:


Azzo! Una falla nella sua conoscenza storico/geografica.



"Esigere il sapere assoluto è qualcosa di mostruoso. Il sapere è un'avventura senza fine ai confini dell'incertezza" (Frank Herbert, Dune)

peonia
Inviato: 31/5/2012 8:45  Aggiornato: 31/5/2012 18:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
autorimosso

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
peonia
Inviato: 31/5/2012 9:11  Aggiornato: 31/5/2012 9:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
@ Mazzucco
grazie, mi intorto sempre nella ricerca qui....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
NiHiLaNtH
Inviato: 31/5/2012 9:46  Aggiornato: 31/5/2012 9:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:
Il "fracking" è la causa principale, ma credo che un aiutino glielo abbia dato anche HAARP, è stata fatta una foto da un ragazzo dopo la prima scossa dove si vedeva quel finto arcobaleno in cielo (fotografato e/o ripreso sia in Cile che in Cina per le catastrofi) che sembra correlata a quella tecnologia, inoltre ieri (io abito a una 80ina di km dai luoghi del disastro) dei miei conoscenti del paese su Fb discutevano perchè in alcuni hanno notato sciami di api perdere la bussola, infilarsi nelle tettoie, sbattere nelle tapparelle e alcune morire


informiamoci bene sui precursori sismici prima di spararle grosse
ti consiglio di iniziare dal terremoto dell'Aquila e dagli studi di Giampaolo Giuliani

spettatore
Inviato: 31/5/2012 10:05  Aggiornato: 31/5/2012 10:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
@ superava:

occhio che in questo periodo le api sono solite "sciamare".
Succede quando nella famiglia si sviluppa una nuova regina e, dopo una breve tenzone, una delle due si allontana dall'arnia col suo seguito, in cerca di una nuova sistemazione.
Si possono posare su rami, tettoie, grondaie, balconi, reti di recinzione ed altro, attirando subito l'attenzione di ignari ed atterriti cittadini che, non conoscendo il fenomeno, si attaccano al 115.
Nel frattempo le api esploratrici fanno il loro lavoro ed appena riportano di aver trovato un luogo più idoneo allo sviluppo dello sciame, tutto il malloppone di api si mette in volo per raggiungere la "terra promessa".
Le api che muoiono, e sono tante, sono le esploratrici stremate da voli di alcuni chilometri, spesso in condizioni di caldo e senza il loro cibo preferito: il miele.
Detto questo, nulla toglie che, essendo le api uno dei massimi indicatori biologici ambientali, possano risentire in primis di ogni nefandezza che l'essere umano può mettere in atto.


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
gen
Inviato: 31/5/2012 10:09  Aggiornato: 31/5/2012 10:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2006
Da:
Inviati: 142
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
@ ivan
Citazione:
Il punto è che non siamo il Giappone, semplice, siamo il paese dove ancor'oggi gli edifici, anche quelli nuovi, vengono giu' troppo facilemente.

allora vedi che il problema è l'attenzione nella costruzione degli edifici, la spesa in ricerca e prevenzione, l'organizzazione della protezione civile. Invece qua le priorità si danno ad altre cose.

peonia
Inviato: 31/5/2012 10:35  Aggiornato: 31/5/2012 10:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
@ Gen

mi rispondi ai mie link poco sopra?

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
infosauro
Inviato: 31/5/2012 11:31  Aggiornato: 31/5/2012 11:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2375
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
La cosa che a me sembra strana è che ci siano così tanti terremoti così spesso e così forti, non penso sia mai successo:
http://cnt.rm.ingv.it/

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
Calvero
Inviato: 31/5/2012 11:54  Aggiornato: 31/5/2012 11:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
_____________________________
___________________


Forse Ivan era posseduto da un eccesso di Bontà (verso l'Italia) e voleva in realtà dire «non siamo giapponesi» ... ben altra storia

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 31/5/2012 12:03  Aggiornato: 31/5/2012 12:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:
Ma che volete, ora che l'Italia e' passata al terzo mondo, arrivano gli effetti collaterali. E poi dicevano che l'Italia era un paese senza risorse...


Solo negli anni "80, spesso andavo con mio padre con il camion a fare consegne per portare materiali di trivellazione in giro per le regioni d'Italia e ci dicevamo: - azzo, eppure qua ce n'è di roba da tirare fuori e dappertutto !! ma com'è sta cosa ??

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
svamp
Inviato: 31/5/2012 13:14  Aggiornato: 31/5/2012 13:14
So tutto
Iscritto: 6/4/2009
Da:
Inviati: 3
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
messaggio che gira su facebook:

Citazione:
TELEFONATE DI FALSI ADDETTI DELLA PROTEZIONE CIVILE INVITANO A LASCIARE CASE E PALAZZI PER IMMINENTE SISMA. E' FALSO!!! Allarme questa mattina in città con persone che si sono precipitosamente riversate per strada in base a telefonate ricevute da sedicenti addetti dlela protezione civile che invitano a scendere in piazza per l'imminente avviso di scossa. Non è vero!!! E' impossibile prevedere i terremoti. Gli episodi si sono verificati a Modena e a Carpi. Ci sarebbe anche un auto tra Carpi e Soliera che gira lanciando analoghi allarmi. A Modena si tratta di due persone con tuta arancione fluorescente che si spacciano per addetti della protezione civile e invitano ad uscire da uffici e case. Evidentemente l'intento è di compire furti. Se li vedete segnalateli al 113 o 112. STA GENTE IGNOBILE!!!!

IoCogito
Inviato: 31/5/2012 13:52  Aggiornato: 31/5/2012 13:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/5/2012
Da:
Inviati: 81
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Ho già chiesto sopra ma non ho trovato risposte.
Il fracking in Italia non è illegale?

La libertà, come tutti sappiamo, non fiorisce in un paese che sta sempre sul piede di guerra, o che si prepara a combattere. Una crisi permanente giustifica il controllo su tutto e su tutti, da parte del governo centrale.
A. Huxley
Spiderman
Inviato: 31/5/2012 14:07  Aggiornato: 31/5/2012 14:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
Porcozio
Inviato: 31/5/2012 14:26  Aggiornato: 31/5/2012 14:26
So tutto
Iscritto: 6/9/2010
Da:
Inviati: 27
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...

gen
Inviato: 31/5/2012 16:53  Aggiornato: 31/5/2012 16:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2006
Da:
Inviati: 142
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
@peonia
scusa, ma non ho capito bene a cosa devo rispondere, forse perché il primo link non mi porta da nessuna parte.
Se ti riferisci all'area marrone nella mappa delle concessioni, immagino sia quella data ad ERG- ERS o quello che è. Ma ti ripeto che la Regione non ha mai dato il permesso neanche alle indagini preliminari e ripeto che la relazione è nel senso inverso. Una struttura come quella da cui si stanno scaturendo i terremoti è di per sé un potenziale serbatoio, di acqua in questo caso, ma spesso anche di petrolio.

MA se formuli meglio la domanda provo ad essere più preciso.

hi-speed
Inviato: 31/5/2012 17:02  Aggiornato: 31/5/2012 17:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Scosse anche in Basilicata, dove stanno trivellando.

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
franco8
Inviato: 31/5/2012 17:34  Aggiornato: 31/5/2012 17:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/12/2005
Da:
Inviati: 1561
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
gen
Citazione:

@ ivan
Citazione:
Il punto è che non siamo il Giappone, semplice, siamo il paese dove ancor'oggi gli edifici, anche quelli nuovi, vengono giu' troppo facilemente.

allora vedi che il problema è l'attenzione nella costruzione degli edifici, la spesa in ricerca e prevenzione, l'organizzazione della protezione civile. Invece qua le priorità si danno ad altre cose.


Beh... mi prendo io la libertà di risponderti io, perchè ormai il senso del discorso complessivo mi sembra abbastanza chiaro...

Allora.. Primo punto:
Credo che nessuno (e neanche ivan ) voglia seriamente sostenere che non bisogna fare quelle cose lì (in buona sostanza: prevenzione).
Il punto è un altro e mi pare che si sia ben chiarito:
L'argomento non è tanto il terremoto in sè, quanto il cosidetto "fracking" e le tecniche estrattive e il collegamenti tra questi.
Cose di cui (nei cosiddetti canali "main-stream" ) non si parla: non si parla in relazione al terremoto, nè se ne parla come argomento a sè...
Quindi ancora: il punto non è che non bisogna parlare o non sia giusto parlare di costruzioni antisismiche ecc ecc. ma il punto è che si parla SOLO di quello e non è giusto che si parli SOLO di quello....
Di "fracking" e terremoto, a quanto pare, si è accennato qui e là ma per "ridicolizzare"... ma... appunto, se anche lo studio del prof. Ortolani ipotizza un collegamento... vorrà forse dire che tanto ridicoli 'sti collegamenti non sono, o non meritano comunque di esser trattati come sono trattati nei vari giornali (tipo Corriere e compagnia bella)....

( Questo credo fosse anche il senso dell'articolo di Massimo... )

Quindi riassumendo ancora: sotto accusa qui è il solito sistema di "dis-informazione"....

Punto secondo:
Che in mezzo al "mare magnum" ( e ci metto anche nel link "stampa libera" che ha postato Spiderman) delle notizie ed illazioni ci siano delle affermazioni al limite del ridicolo (o comunque davvero molto discutibili - insomma... delle "strunzate" - ) è pure vero.
(Per dirne una: mi pare abbastanza "arduo" sostenere che una qualsiasi tecnica estrattiva faccia diventare sismica una regione o una zona che sismica non era...)
In generale, alle volte mi vien da pensare che certe "sciocchezze" siano "infilate apposta" ... Anche quella è "disinformazione" che ha il suo "perchè" e la sua efficacia... (*)
Ed è per questo motivo (o anche per questo motivo) che volevo "mettervi in guardia" e invitavo tutti ad esser precisi e non lasciarsi "prendere la mano".
(D'altra parte affermazioni come "il fracking può scatenare terremoti" è una affermazione tanto generica da non essere nè dimostrbile nè confutabile...
Di che stiamo parlando? Di quale ordine di grandezza parlaimo? Abbiamo una qualche idea delle grandezze in gioco? Abbiamo idea di cosa è stato fatto in pratica in tutti queste trivellazioni? Di che terremoti stiamo parlando?... )

(*) Anzi direi che questa è ormai una "tecnica" ben collaudata... con diverse varianti tra le quali il "buttare tutto in caciara"..

Sotto-punto collegato al primo.
Sarebbe anche azzardato, (secondo il mio modo di vedere), interpretare il "silenzio" o la "disinformazione" sul fracking come indizio che confermi più o meno indirettamente il fatto che sia esso stesso la causa del terremoto.
Per come la vedo io... per dirla in parole povere: il "mandato" dei mezzi di informazione possiamo immaginare che sia "non parlate del fracking" ... ma coloro (**)che danno questo "mandato" non sanno (nè gli frega alcunchè) se il fracking sia o non sia o possa essere causa di terremoti...
Immaginare una situazione del tipo "sanno che il fracking provoca/ha provocato il terremoto e vogliono nasconderlo" presuppone, secondo me, una "intelligenza" nell'organizzazione che in realtà non c'è .

(**) Vedendoli dall'esterno siamo portati a pensare a certe organizzazioni come "blocchi monolitici".. ma non lo sono.


Redazione
Citazione:

(Piacere di risentirti, vecchia volpe!)

Beh.. la "volpitudine" è forse una delle cose più lontane dal mio essere...
(e ogni tanto me ne dolgo ) ma apprezzo...
Il piacere è tutto mio.

.... ....io non mi definisco affatto volentieri ateo, non più di quanto io sia a-MickeyMouse.
..
(detto, fatto)
peonia
Inviato: 31/5/2012 18:27  Aggiornato: 31/5/2012 18:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Gen, i link postati non erano corretti, ma non riesco a trovarli, li ho rimossi.
grazie

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
IoCogito
Inviato: 31/5/2012 18:32  Aggiornato: 31/5/2012 18:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/5/2012
Da:
Inviati: 81
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Ho capito cosa vuoi dire Franco ma il problema che Calvero voleva far capire è che i giornalisti non sono liberi.
E non essendo liberi non hanno la possibilità di compiere il loro lavoro come si deve. Qualcuno qui sopra ha linkato alcune testate (come il Corriere) in cui si parla di fracking ma se ne parla semplicemente per prendere in giro i creduloni paranoici del web.

E come lo fanno?

Con una delle tecniche più comuni del dubunking: affiancare fatti distanti che c'entrano poco o niente con l'argomento centrale ma che servono solo a creare confusione nella mente del lettore.

Questo non significa assolutamente che i giornalisti siano in malafede anzi... significa semplicemente (secondo me) che l'ignoranza (un grande investimento chiamato educazione) ha preso piede nelle loro menti.

L'intelligenza di cui tu parli è proprio questa. Non è che i capoccia dicono ai giornalisti "non parlate assolutamente di fracking o vi facciamo fuori". Questo non accade, semplicemente i capoccia quelli veri ci hanno cresciuti tutti in un mondo fatto di menzogna e ignoranza e purtroppo l'unico modo per rendersene conto è uscire da tale mondo.

Ma questo è un privilegio raro. (cit.)

Questo ovviamente non è un discorso relativo esclusivamente al fracking, si può estendere a qualsiasi campo. POI, ci si aggiunge anche la componente di chi è in malafede veramente e tanto per cambiare è la stessa gente plasmata ad hoc dal sistema.

La libertà, come tutti sappiamo, non fiorisce in un paese che sta sempre sul piede di guerra, o che si prepara a combattere. Una crisi permanente giustifica il controllo su tutto e su tutti, da parte del governo centrale.
A. Huxley
Aironeblu
Inviato: 31/5/2012 19:12  Aggiornato: 31/5/2012 19:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
@ DJGiostra: Industrie del petrolio di M....A !!!!!! : D'accordo con te, ma per favore, quando dici questo, scendi dalla Ferrari eCambia il tuo avatar!

Aironeblu
Inviato: 31/5/2012 19:13  Aggiornato: 31/5/2012 19:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
@Albi1098: D'accordo con il tuo post, ma ti faccio una piccola precisazione: Se si scioglie un iceberg il mare aumenta di livello.: sbagliato! La parte che emerge dell'iceberg è la parte corrispondente di aria presente nel ghiaccio, che quando l'iceberg si scioglie viene semplicemente liberata senza influire sul livello del mare. Se riempi un bicchiere con del ghiaccio dentro esattamente fino all'orlo e aspetti che il ghiaccio si sciolga, miracolosamente non vedrai traboccare l'acqua! Se pertanto dovesse sciogliersi l'intero ghiaccio del Polo Nord (che è interamente galleggiante), i mari non si muoverebbero di una virgola. cosa ben diversa per l'Antartide e i ghiacciai delle montagne, dove il ghiaccio posa sulla terra ferma.

Aironeblu
Inviato: 31/5/2012 19:14  Aggiornato: 31/5/2012 19:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
@GEN: Nelle aree sismiche gli edifici vanno adeguati al rischio massimo, non al rischio su base statistica degli ultimi 100 anni. Va bene, e chi paga? Mario Monti? La normativa antisismica sugli edifici è passata proprio dal metodo del rischio massimo al metodo semi-probabilistico agli stati limite, in cui il dimensionamento delle strutture è effettuato in base alla probabilità che si verifichi l'evento. O pretendi di adeguare tutti gli edifici italiani per resistere a sismi di grado 8 per 10 minuti?

Aironeblu
Inviato: 31/5/2012 19:15  Aggiornato: 31/5/2012 19:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
@Ivan: Il punto è che non siamo il Giappone, semplice, siamo il paese dove ancor'oggi gli edifici, anche quelli nuovi, vengono giu' troppo facilemente. Parli del Giappone degli standard di sicurezza stile Fukushima, che al prossimo terremoto rischia di produrre una ecatombe nucleare sull'intero pianeta? P.S. Il prefisso "new" o il suffisso "nova" adottato per moltissime città nel mondo nella storia dell'urbanistica si riferisce quasi sempre alla fondazione ex-novo di centri urbani, generalmente effettuata da forti autorità come la chiesa o  gli imperi coloniali. Pensa a quante villa-nova riesci a trovare sull'atlante italiano....

Aironeblu
Inviato: 31/5/2012 19:17  Aggiornato: 31/5/2012 19:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
@Superava, anche a me l'ipotesi HAARP sembra da prendere molto in considerazione

NeWorld
Inviato: 1/6/2012 1:23  Aggiornato: 1/6/2012 1:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Riguardo alla puntata di ieri di Porta a porta notate cosa dice un cittadino intervistato:

Dal minuto 58 circa...

MOOOLTO INTERESSANTE!

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
peonia
Inviato: 1/6/2012 8:25  Aggiornato: 1/6/2012 8:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Nel 2009 un caso in Svizzera.....di cui parlo La Stampa, ora smemorata di sicuro!


http://solleviamoci.wordpress.com/2009/12/16/geologo-svizzero-finisce-sotto-processo-ha-provocato-una-serie-di-terremoti/

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
peonia
Inviato: 1/6/2012 8:29  Aggiornato: 1/6/2012 8:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Te prego NeWorld non ce la faccio a sentirmi Porta a Porta per arrivare al 58'! ho provato a spostare il cursore per cercarlo ma non mi segnala l'avanzamento....che dice in sostanza? grazie

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
franco8
Inviato: 1/6/2012 10:23  Aggiornato: 1/6/2012 10:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/12/2005
Da:
Inviati: 1561
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
IoCogito
Citazione:

Questo non significa assolutamente che i giornalisti siano in malafede anzi... significa semplicemente (secondo me) che l'ignoranza (un grande investimento chiamato educazione) ha preso piede nelle loro menti.

Ma certo... sono d'accordo con te (e con Calvero)... non sono affatto in malafede (almeno la maggior parte di loro) è che proprio... fanno un "altro mestiere"...

Citazione:

L'intelligenza di cui tu parli è proprio questa. Non è che i capoccia dicono ai giornalisti "non parlate assolutamente di fracking o vi facciamo fuori". Questo non accade, semplicemente i capoccia quelli veri ci hanno cresciuti tutti in un mondo fatto di menzogna e ignoranza e purtroppo l'unico modo per rendersene conto è uscire da tale mondo.

sì e no...
Su questo sono più "cauto"... (ma la mia è un'opinione come un'altra) nel senso che... mi chiedo:
- la responsabilità di un mondo così fatto è soltanto dei fantomatici "capoccia"?
- e poi "uscire da tale mondo"... ? ma in che senso?
E' ovvio che di certi meccanismi, quando ci sei dentro, non te ne rendi conto facilmente (o comunque non li metti in discussione, li accetti come "naturali")... Ma se esci da un "mondo"... non entri alla fin fine in un "altro mondo" ?
Il riconoscere come "falsi" certi valori, non deve portarti a riconoscere altri come "veri", ma più che altro ti dovrebbe aprire gli occhi e farti capire "dove ti trovi"... (*)
Più che uscire da un certo mondo, a mio modo di vedere, la via principale è il socratico "sapere di non sapere".

(*) Anche perchè... se dovessimo aspettare che tutti "escano dal proprio mondo" ... non credo che avremmo molte speranza! Invece, un pizzico di "apertura mentale" in più per tutti, la vedo più a portata di mano...

.... ....io non mi definisco affatto volentieri ateo, non più di quanto io sia a-MickeyMouse.
..
(detto, fatto)
infosauro
Inviato: 1/6/2012 10:55  Aggiornato: 1/6/2012 10:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2375
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Peonia, in sostanza parla del progetto per lo stoccaggio del gas naturale a Rivara, a cui provincia e regione hanno detto no, ma si potrebbe fare lo stesso, se ci sarà il parere permesso del ministero, perché il loro parere non è vincolante e la ditta vuole andare avanti.

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
baciccio
Inviato: 1/6/2012 11:12  Aggiornato: 1/6/2012 11:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 536
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Ora che hanno parlato i geologi più accreditati, sono più tranquillo e convinto: il fracking in Italia è proibito da sempre, perciò chi tira in causa la tecnica del fracking è un disinformato oppure un complottista. Ecco gli argomenti solidi su cui poggia la scienza dell geologia, tratti da un articolo pubblicato ieri dalla Gazzetta di Modena.


I geologi spazzano via le “balle” sismiche
Scienze della Terra di Modena: “Impossibile che l’uomo possa causare terremoti del genere. Il fracking? In Italia non si fa. Da noi non esistono caverne sotterranee”
di Carlo Gregori

MODENA. Nessuna attività umana può creare o indurre terremoti di intensità uguale a quelli modenesi. Il fracking, una tecnica di trivellazione per gas naturali in zone argillose, non si pratica in Italia. Non esistono nel nostro sottosuolo caverne, serbatoi o voragini. Il Dipartimento di Scienze della terra, forte della sua autorevolezza nazionale e internazionale negli studi geologici universitari, spazza via leggende e misteri da “Kazzenger” sulle cause delle forti scosse nella Bassa. In una nota pubblicata sul suo sito, l’istituto di via Sant’Eufemia nega che ci sia una qualche correlazione con queste tre cause citate in quanto non esistono, non si praticano o non sono possibili. Voci e dicerie sono così ricondotte dai nostri scienziati nel limite della ragione scientifica - fino a prova contraria - dopo giorni e giorni in cui venivano confermate e propagate sui social network senza alcuna verifica empirica.
di Carlo Gregori

Commento: credevo che il fracking si utilizasse per frantumare le rocce porose, creando così microterremoti, invece nell'articolo si assicura che il fracking viene al meglio in " zone argillose" come pure in presenza di "caverne, serbatoi o voragini". Condizioni che, ci assicurano quelli del " Dipartimento di scienze " non esistono nella Bassa. Parola di veri esperti, quindi scientificamente a posto e credibile. Lo ha detto nientemeno che( nessun nome viene citato) il " Dipartimento di Scienze della terra" il quale ha una riconosciuta " autorevolezza nazionale ed internazionale negli studi geologici universitari". - Ma un qualche sopralluogo alle otto aziende estrattive che operano o hanno operato nella limitata zona devastata dai sismi, per accertarne la tecnica di trivellazione usata ai fini esplorativi o di estrazione, l'avranno effettuato? Sicuramente sì! Come dubitarne, visto che escludono tassativamente che la tecnica del fracking venga utilizzata?

brucocci
Inviato: 1/6/2012 13:20  Aggiornato: 1/6/2012 13:20
So tutto
Iscritto: 30/6/2011
Da:
Inviati: 4
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Ho visto oggi al telegiornale che da una crepa del terreno nel modenese esce una quantità considerevole di sabbia. Nell'articolo leggo che il "fracking" viene praticato iniettando nel terreno acqua e sabbia.
Ci potrebbe essere una correlazione tra il presunto "fracking" e la sabbia che esce dalle crepe del terreno ?

gen
Inviato: 1/6/2012 13:27  Aggiornato: 1/6/2012 13:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2006
Da:
Inviati: 142
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Ragazzi, rileggete i commenti e troverete le spiegazioni.

Non so come andrà avanti il progetto della ERG. Qualsiasi attività prevede prima uno studio che prenderà almeno un paio di anni... Comunque io non mi preoccuperei di quello, ma di avere strutture in grado di reggere i sismi.

Se qualcuno sa dell'utilizzo del fracking o lo sospetto lo denunci e si prenda le responsabilità...

incredulo
Inviato: 1/6/2012 18:27  Aggiornato: 1/6/2012 18:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:
Comunque io non mi preoccuperei di quello, ma di avere strutture in grado di reggere i sismi.
Se qualcuno sa dell'utilizzo del fracking o lo sospetto lo denunci e si prenda le responsabilità...


Bel discorso, razionale e preciso.



Questa foto è stata scattata a S.Carlo di Ferrara.

Saluti

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
IoCogito
Inviato: 1/6/2012 18:44  Aggiornato: 1/6/2012 18:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/5/2012
Da:
Inviati: 81
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:
Su questo sono più "cauto"... (ma la mia è un'opinione come un'altra) nel senso che... mi chiedo:
- la responsabilità di un mondo così fatto è soltanto dei fantomatici "capoccia"?
- e poi "uscire da tale mondo"... ? ma in che senso?

1- La parola "soltanto" è ovviamente errata. La responsabilità in questi casi non è mai di un solo soggetto o di un gruppo sociale. Viviamo in un sistema in cui tutti siamo responsabili. Questo però non significa che non ci siano soggetti più responsabili di altri ed è proprio quello il motivo del mio intervento.
La volontarietà dell'atto anche dal punto di vista penale è uno di quegli indicatori che tende a spostare le decisioni del giudice.
Per me qui è lo stesso, proprio per questo motivo su questa piazza si sente spesso parlare di "presa di coscienza generale". Purtroppo il popolo è ignorante (perché voluto tale) e l'ignoranza è la benzina che alimenta il suddetto sistema.

2- Uscire da tale mondo significa, per me, uscire dall'ignoranza.
Tutti noi siamo stati messi precocemente in un istituto dedito all'educazione di massa chiamato scuola.
La scuola è l'esempio lampante di come la rivoluzione industriale abbia voluto macinare cervelli freschi per servirsi di essi. Viviamo in un mondo in cui la matematica conta di più dell'arte, in cui la medicina conta di più della musica ecc.. ecc... ma non significa assolutamente che nella realtà dei fatti sia così.
La matematica appunto è una tra le materie più importanti proprio perché il sistema economico si basa su essa.

Citazione:
E' ovvio che di certi meccanismi, quando ci sei dentro, non te ne rendi conto facilmente (o comunque non li metti in discussione, li accetti come "naturali")... Ma se esci da un "mondo"... non entri alla fin fine in un "altro mondo" ?


Logicamente quando esci da un mondo necessariamente ne entri in uno nuovo.

Ed è questo il punto cardine. Uscire da un mondo falso fondato sull'ignoranza presupporrebbe dunque (a rigor di logica) entrare in un mondo vero dov'è la verità a regnare.
E' un concetto che il film Matrix ha espresso discretamente (pillola blu, pillola rossa).


Citazione:
Più che uscire da un certo mondo, a mio modo di vedere, la via principale è il socratico "sapere di non sapere".


Il socratico "sapere di non sapere" è esattamente il primo passo che è richiesto per accedere alla verità.
Sapere di non sapere significa porre il dubbio. Questo è quello che ha sempre insegnato Socrate.
Porre il dubbio è necessario per scardinare quei principi che accetti "naturalmente".

Questa è sicuramente la chiave per svegliare l'umanità. Purtroppo mettere in dubbio significa in senso lato mettere in dubbio una parte di noi stessi.
Per questo motivo è difficile accettare un modo di vedere le cose che entra in contrasto con tutto quello che abbiamo sempre studiato, ascoltato e letto.


Citazione:
Anche perchè... se dovessimo aspettare che tutti "escano dal proprio mondo" ... non credo che avremmo molte speranza! Invece, un pizzico di "apertura mentale" in più per tutti, la vedo più a portata di mano...


In realtà è la stessa cosa.
L'apertura mentale come la chiami tu è la capacità di mettere in dubbio un principio che per te è vero.
Uscire dal "mondo" (tenendo buona l'accezione data di sistema) è riconoscere che la realtà che crediamo di conoscere è falsa in ogni caso.
Falsa perché siamo esseri umani e in quanto tali condizioneremo sempre a nostro piacere la realtà che ci circonda creando l'impedimento necessario a falsarla.

io ritengo che quella che tu chiami "apertura mentale" sia un passo successivo.
E soprattutto ritengo che "un pizzico di apertura mentale" non sia possibile da ottenere.

Se sei riuscito a capire che tutto quello che vivi è falso allora la tua mente sarà aperta. Se tu continui a credere che quello che vedi sia vero MA...Potrebbe anche... ecc... ecc... crei un danno ancora più grosso perché non c'è cosa peggiore al mondo che credere di avere la mente aperta quando invece ce l'abbiamo bella chiusa.

Sapere di non sapere è un dubbio aprioristico che se venisse posto ad ogni livello permetterebbe già di per se l'uscita da questo mondo.

Spero di averti chiarito qualche dubbio.

La libertà, come tutti sappiamo, non fiorisce in un paese che sta sempre sul piede di guerra, o che si prepara a combattere. Una crisi permanente giustifica il controllo su tutto e su tutti, da parte del governo centrale.
A. Huxley
peonia
Inviato: 1/6/2012 20:18  Aggiornato: 1/6/2012 20:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Grazie INFOSAURO!

QUI C'E' UNA RACCOLTA MOLTO INTERESSANTE DI ARTICOLI E VIDEO....

http://www.liberamenteservo.it/modules.php?%20name=News&file=article&sid=4748


DA LEGGERE.....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
IoCogito
Inviato: 1/6/2012 20:30  Aggiornato: 1/6/2012 20:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/5/2012
Da:
Inviati: 81
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:
Commento: credevo che il fracking si utilizasse per frantumare le rocce porose, creando così microterremoti, invece nell'articolo si assicura che il fracking viene al meglio in " zone argillose" come pure in presenza di "caverne, serbatoi o voragini". Condizioni che, ci assicurano quelli del " Dipartimento di scienze " non esistono nella Bassa. Parola di veri esperti, quindi scientificamente a posto e credibile. Lo ha detto nientemeno che( nessun nome viene citato) il " Dipartimento di Scienze della terra" il quale ha una riconosciuta " autorevolezza nazionale ed internazionale negli studi geologici universitari". - Ma un qualche sopralluogo alle otto aziende estrattive che operano o hanno operato nella limitata zona devastata dai sismi, per accertarne la tecnica di trivellazione usata ai fini esplorativi o di estrazione, l'avranno effettuato? Sicuramente sì! Come dubitarne, visto che escludono tassativamente che la tecnica del fracking venga utilizzata?


In Italia il fracking non si pratica (a quanto pare) però questo non significa che le operazioni di stoccaggio e di trivellazione siano sicure.

In Emilia comunque sia ci sono circa 500 pozzi scavati. Lo studio linkato nell'articolo soprastante pone dei dubbi rilevantissimi sull'impatto ambientale che possono avere queste trivelle.

Il Fracking crea dei "microsismi" come hai detto tu ma lo stoccaggio ad esempio, o le trivellazioni possono creare terremoti del settimo grado della scala richter.
Questa non è una notizia inventata, è uno studio scientifico fatto in seguito al terremoto (2011) che ha colpito l'Uzbekistan e il Kyrgykistan.

Come dimostra la mappa qua sopra il collegamento tra trivellazioni e terremoto sembra esserci (o forse sarà un puro caso..).

Non dobbiamo commettere l'errore di fossilizzarci solo sul fracking. Anche io sono sempre stato dubbioso a riguardo...
Ma comunque sia la storia insegna che nella famosa piramide del potere i petrolieri stanno almeno un paio di gradini sopra la comunità medico-scientifica che, guarda a caso, si ciba preferibilmente di pilloline sintetiche derivate proprio dal petrolio stesso.

Questo non è complottismo, è semplice e pura diffidenza. Diffidenza dovuta a secoli di balle colossali proprio da parte della comunità scientifica.

La libertà, come tutti sappiamo, non fiorisce in un paese che sta sempre sul piede di guerra, o che si prepara a combattere. Una crisi permanente giustifica il controllo su tutto e su tutti, da parte del governo centrale.
A. Huxley
baciccio
Inviato: 2/6/2012 0:23  Aggiornato: 2/6/2012 0:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 536
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Una notizia dalla "Gazzetta di Modena" rivelatice di quanto fosse avanti il progetto di incamerare otre tre miliardi e mezzo di metri cubi di metano nell sottosuolo martoriato della Bassa, anche a terremoto ancora caldo. Evidentemente qualcuno non può restituire quanto ricevuto come acconto. Tipi tosti, in ogni caso.

GIOVANARDI: NO AL DEPOSITO DI GAS? SCELTA SBAGLIATA E PER TRE RAGIONI.La decisione del ministro Passera sul gas di Rivara e' sbagliata per tre ragioni: la prima perche lo Stato non puo accettare il diktat di una regione, e contraddicendo se stesso gettare in un cestino anni di lavoro degli organi statuali preposti alla valutazione ambientale, accettando il principio che ogni regione e' esclusiva proprietaria del suo sottosuolo anche per quanto riguarda la ricerca scientifica. La seconda e' perché si rinuncia in prospettiva ad un investimento privato da 360 milioni di euro, che avrebbe abbattuto il costo del gas attualmente proibitivo per le nostre aziende, rimettendo in discussione ovunque gli stoccaggi di gas, in un paese che ha gia rinunciato al nucleare. La terza ragione e perche il dibattito attuale non era sul fare o non fare il deposito ma semplicemente se autorizzare una spesa di 20 milioni di euro prescritta dal VIA, totalmente a carico della azienda , proprio per approfondire la situazione geologica di quella zona della bassa modenese.

franco8
Inviato: 2/6/2012 8:59  Aggiornato: 2/6/2012 9:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/12/2005
Da:
Inviati: 1561
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
IoCogito
Citazione:

Logicamente quando esci da un mondo necessariamente ne entri in uno nuovo.

Ed è questo il punto cardine. Uscire da un mondo falso fondato sull'ignoranza presupporrebbe dunque (a rigor di logica) entrare in un mondo vero dov'è la verità a regnare.
E' un concetto che il film Matrix ha espresso discretamente (pillola blu, pillola rossa).


Vedi... anche la logica ha i suoi limiti, soprattutto quando si presenta in questa veste "dicotomica" (biano/nero, vero/falso.... blu/rosso)
Per carità... sono in gran parte d'accordo con i punti di partenza dei tuoi ragionamenti, non credo di esser per nulla d'accordo con "i punti di arrivo" (ammesso che li abbia ben capiti), ma veniamo al dettaglio.
Dunque... qua siamo nel campo della speculazione filosofica.. (in tema col tuo nick). per cui ... è ovvio quel che scrivo io non vuole per forza valere più di quel che dici tu...
Comunque non ho spiegato bene quello che intendevo, perchè non è arrivato il mio concetto: quel che indevo dire con "esci da un mondo ed entri in un altro" è che hai ben pochi motivi per credere che quel che valeva nel mondo da cui sei uscito non valga pure nel nuovo mondo in cui entri... è che non hai modo di dstinguere il mondo in cui entri da quello da cui esci... Non basta dire "dalla menzogna vai alla verità" ( a parte che non si tratta esattamente di "menzogna"... ma se vogliamo di "verità alterata manipolata" ma ci capiamo lo stesso) perchè se hai lasciato delle "false verità"(o delle "parziali verità") per abbracciare delle "nuove verità" (o delle "verità più piene") , non hai motivo di essere certo che per le "nuove verità" non valga la stessa cosa, ovvero che siano anche esse delle "verità parziali"... Mi segui?
(Ancora, se vuoi, non c'è motivo di "abbassare la guardia" , rilassarsi e pensare che quelle faticosamente raggiunte siano "verità" assolute e necessariamente inaffondabili...)
Perciò diffido sempre di chi cerca o spaccia la Verità assoluta...
E perciò è vero che il tuo ragionamento segue la logica... ma spesso le cose non sono così semplici come vorremmo che fossero... Più cerchi le basi e le fondamenta del tuo (del nostro) pensiero e delle nostre credenze più ti accrogi dei limiti ...
Citazione:
Se sei riuscito a capire che tutto quello che vivi è falso allora la tua mente sarà aperta. Se tu continui a credere che quello che vedi sia vero MA...Potrebbe anche... ecc... ecc... crei un danno ancora più grosso perché non c'è cosa peggiore al mondo che credere di avere la mente aperta quando invece ce l'abbiamo bella chiusa.

Gaurda...ripeto...hai scritto "Se sei riuscito a capire che tutto quello che vivi è falso allora la tua mente sarà aperta. ".... Eeee! Magari fosse cosi semplice! Per me vale quanto dicevo: non devi abbassare la guardia, non hai "aperto la mente", hai solo scoperto che la tua mente è ingannabile e continuerà ad esserlo..
(anzi spesso, psicologicamnete, succede proprio l'effetto contrario: quando qualcuno riceve una grossa delusione scorendo che una sua credenza non è o non è più affidabile, si "afferra incondizionatamente" ad altre fedi spesso peggiori delle prima) .
Quanto al "credere di avere la mente aperta quando invece ecc ecc."... Secondo te... Perchè mai ho scritto "un pizzico di apertura mentale" ?!

Mi dispiace che tu pensi queste cose della matematica... * ( credo che tu lo pensi perchè non le conosci... ma non preoccupiamoci della scuola... Stanno già provvedendo a distruggerla ben bene...

Comunque siamo un po' OT... O no? (in fondo la matematica serve molto in questo caso per capire l'ordine di grandezza dell'energia del terremoto... )

.... ....io non mi definisco affatto volentieri ateo, non più di quanto io sia a-MickeyMouse.
..
(detto, fatto)
peonia
Inviato: 2/6/2012 10:04  Aggiornato: 2/6/2012 10:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
LETTERA DA UN TERREMOTATO EMILIANO

Al Presidente del Consiglio dei Ministri e Ministri competenti, con preghiera di girare agli interessati. Mi presento, sono Cristian Casoni e abito a San Felice sul Panaro (MO), come riportano le cronache da domenica 20/05/2012 la zona in cui vivo è stata bersagliata da scariche di terremoto che continuano tuttora. La popolazione è stremata e non vede una fine, siamo costretti a dormire in macchina per la paura di crolli. Certo questo non è il motivo per cui Vi scrivo, come certamente sapete illustri Ministri (anche perché avete dato il via Voi alle sperimentazioni), la nostra zona geografica è interessata a sperimentazioni per stoccaggio di gas nel sottosuolo, da quando è partita la sperimentazione, e badate bene che smentire non serve a nulla, sono precipitati gli eventi.(vedi allegato) Tutti abbiamo visto le trivelle in azione e i tubi con cui è stato pompato azoto liquido. Questo pompaggio ha fatto si, poco prima della grande scossa di terremoto, che l’acqua, dalla pressione sottostante, uscisse copiosamente dai pozzi, senza contare sfiati infuocati dalla terra che apparivano qua e là nelle nostre campagne. Si può negare tutto a questo mondo, ma non l’evidenza. Se poi vogliamo dirla tutta, a questo si somma l’attività di fracking, dove le rocce nel sottosuolo vengono distrutte per estrarre anche l’ultima goccia di petrolio, sul portale dell’azienda di perforazione Aleanna, spiega come vengono eseguiti i sondaggi. Inoltre sul sito sono presenti le mappe emiliane di intervento. Per non parlare dell’attività H.A.A.R.P. Vi consiglio di leggere questo articolo (Il governo usa e’ responsabile del terremoto in Emilia Romagna) del giornalista Gianni Lannes: Cito: “Secondo Michael Chossudovsky, docente all’Università di Ottawa, «Il sistema H.A.A.R.P. è un potente mezzo per la modificazione delle condizioni atmosferiche e del clima». La letteratura scientifica parla chiaro: “Le antenne di H.A.A.R.P. bombardano e riscaldano la ionosfera, generando frequenze elettromagnetiche che rimbalzano sulla terra, penetrando ogni essere vivente ed ogni oggetto inorganico”. E ancora: “H.A.A.R.P. genera forti impulsi nella banda Ulf ed Elf”. Dodici anni fa, alcuni ricercatori indipendenti (tra cui Robert Fitrakis) verificarono che “le trasmissioni a 14 hertz, rilevando che quando i segnali erano emessi ad elevata potenza, la velocità del vento raggiungeva le 70 miglia orarie, spostando i fronti temporaleschi”. In particolare le frequenze H.A.A.R.P. irradiate su specifici bersagli possono causare terremoti catastrofici…” Signori, rappresentare e governare un popolo, una nazione, è prendersi cura, agevolare ed aiutare la popolazione, a me sembra invece che state vendendo il pianeta per due lenticchie, e per favore evitate mail di risposta dove date incarico ad un funzionario di smentire o di minacciare, non fate prima di tutto paura a nessuno, tanto al massimo si muore, ma voglio che sappiate che prima o poi la verità verrà a galla. Se foste tutti persone senza interessi personali, uomini, dareste la vita per il vostro paese, per la vostra terra, ma vedo che non è cosi. Io invece, insieme a migliaia di persone di buona volontà, siamo pronti a dare la vita affinché la verità venga alla luce, e lo dico con il cuore, lo dico per i miei figli, per i nostri figli, perché si meritano una terra con fondamenta ben radicate nell’Amore, nell’innocuità, nel bene comune e nella fratellanza. Per questo alla fine vinceremo, l’Amore e l’onestà prima o poi spazzano via la corruzione e l’odio… Voi da che parte state? In fede Cordiali Saluti Cristian Casoni_

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
IoCogito
Inviato: 2/6/2012 16:48  Aggiornato: 2/6/2012 16:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/5/2012
Da:
Inviati: 81
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:
Comunque non ho spiegato bene quello che intendevo, perchè non è arrivato il mio concetto: quel che indevo dire con "esci da un mondo ed entri in un altro" è che hai ben pochi motivi per credere che quel che valeva nel mondo da cui sei uscito non valga pure nel nuovo mondo in cui entri... è che non hai modo di dstinguere il mondo in cui entri da quello da cui esci... Non basta dire "dalla menzogna vai alla verità" ( a parte che non si tratta esattamente di "menzogna"... ma se vogliamo di "verità alterata manipolata" ma ci capiamo lo stesso) perchè se hai lasciato delle "false verità"(o delle "parziali verità") per abbracciare delle "nuove verità" (o delle "verità più piene") , non hai motivo di essere certo che per le "nuove verità" non valga la stessa cosa, ovvero che siano anche esse delle "verità parziali"... Mi segui?
(Ancora, se vuoi, non c'è motivo di "abbassare la guardia" , rilassarsi e pensare che quelle faticosamente raggiunte siano "verità" assolute e necessariamente inaffondabili...)
Perciò diffido sempre di chi cerca o spaccia la Verità assoluta...


Hai detto una cosa sacrosanta: Diffidare sempre di chi spaccia una verità assoluta. Proprio per questo motivo i Mazzucco e soci vengono definiti "sostenitori delle teorie complottiste" quando semplicemente pongono dei dubbi riguardo ad una versione ufficiale.
E' proprio questo il giochetto che sta alla base. Una persona che pone dei dubbi è inattaccabile semplicemente perché porre dubbi è la massima espressione dell'acume umano. Una persona che sostiene "teorie" invece è molto più attaccabile anche a priori.

E qui nasce la mia speculazione. Oggigiorno quelli che ti spacciano una verità assoluta sono in gran parte gli scienziati o comunque gli uomini di scienza che grazie al metodo scientifico possono permettersi di sbandierare la verità assoluta (cosa per altro non vera). Quindi stando al tuo ragionamento dovresti diffidare ogni giorno del tuo medico.

Il livello di realtà a cui io facevo riferimento è un livello molto basso. Di certo non mi metterei in una piazza come questa a parlare di realtà interiori o di coscienza delle anime.
La realtà che ho preso in considerazione è quella decantata da TV e giornali (e simili). Quella è una realtà fatta interamente di menzogne. Il perché l'abbiamo visto qui sopra, i giornalisti non possono condurre come si deve il loro lavoro perché figli dello stesso sistema che li ha fatti diventare tali e quindi figli dell'ignoranza.

Questo è un discorso che però vale a tutti i livelli della società che conosciamo, ed è proprio qui che è nato il mio (primo) risveglio.
Dal giornalista al medico, dall'insegnante al benzinaio tutte le persone che abbiamo attorno a noi hanno subito un pesantissimo condizionamento dal sistema e visto che lo stesso sistema è quello che gli fornisce ogni giorno il pane sopra la tavola la fatica da fare per metterlo in dubbio è doppia.


Forse non ci siamo capiti...

Citazione:
E perciò è vero che il tuo ragionamento segue la logica... ma spesso le cose non sono così semplici come vorremmo che fossero... Più cerchi le basi e le fondamenta del tuo (del nostro) pensiero e delle nostre credenze più ti accrogi dei limiti ...


Quello che non è emerso dal mio ragionamento è che uscire dalla realtà (e per realtà intendo il livello più basso conoscibile a tutti ovvero la realtà del sistema) presuppone necessariamente porsi dei dubbi.

Una volta che l'individuo inizierà a dubitare di tutto e tutti (parenti compresi ) inizierà la sua scalata verso la libertà e se vogliamo verso la verità (che son quasi sinonimi). Non vorrei sbagliarmi ma credo che tu abbia inteso questo discorso in questo modo:
- una volta usciti dalla realtà falsa si entra automaticamente nella realtà vera

Se il messaggio che ho passato è questo chiedo scusa ma ci siamo fraintesi.

Quello che volevo dire è che una volta capito che la realtà che tutti viviamo è falsa abbiamo la possibilità di continuare a porre dubbi su tutto (specialmente sul nostro essere) e quindi di non dare niente per vero.
Questa per me è la strada che conduce ed ha sempre condotto alla verità.

Citazione:
Gaurda...ripeto...hai scritto "Se sei riuscito a capire che tutto quello che vivi è falso allora la tua mente sarà aperta. ".... Eeee! Magari fosse cosi semplice! Per me vale quanto dicevo: non devi abbassare la guardia, non hai "aperto la mente", hai solo scoperto che la tua mente è ingannabile e continuerà ad esserlo..


No Franco... non è assolutamente così semplice come dici tu. Riconoscere che tutto quello che vedi, senti e percepisci è falso non è per niente facile anzi... resta lo scoglio più duro anche per menti brillantissime.
E ribadisco, una volta uscito dalla realtà puoi permetterti di vedere la stessa realtà che tu vivevi dall'esterno.
E' tutto quello che i grandi maestri della filosofia hanno sempre insegnato purtroppo la gente crede troppo al giochino in prima persona e cade vittima di esso tant'è che la maggior parte delle persone sul globo sono interessate esclusivamente a quello che succede all'interno delle propria mure di casa. Capisci che in tal caso è difficile parlare di realtà e di uscita dalla realtà quando la loro consapevolezza di essere a questo mondo è limitata.


Citazione:
Mi dispiace che tu pensi queste cose della matematica... * ( credo che tu lo pensi perchè non le conosci... ma non preoccupiamoci della scuola... Stanno già provvedendo a distruggerla ben bene...

Comunque siamo un po' OT... O no? (in fondo la matematica serve molto in questo caso per capire l'ordine di grandezza dell'energia del terremoto... )

Guarda a scuola ero il migliore della classe in matematica. E' una materia che mi ha sempre fatto impazzire ma non per questo sostengo che sia la materia principale e non per questo dev'essere la più importante.
La matematica come tutte le altre materie è UNA strada verso la verità.

E' una e non dev'essere la più importante visto che le strade verso la "verità" sono infinite. Ognuno deve trovare la sua, io in classe ho avuto compagni molto più bravi di me in altre materie che venivano puntualmente bocciati per il debito in matematica.

Ma questo non significava che loro fossero meno intelligenti di me anzi...

Io non ce l'ho con la matematica stai tranquillo, ce l'ho con questo sistema fondato su di essa.
Un sistema fondato sulla musica sarebbe molto più piacevole e vivibile secondo me

La libertà, come tutti sappiamo, non fiorisce in un paese che sta sempre sul piede di guerra, o che si prepara a combattere. Una crisi permanente giustifica il controllo su tutto e su tutti, da parte del governo centrale.
A. Huxley
ivan
Inviato: 2/6/2012 17:01  Aggiornato: 2/6/2012 19:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
@Aironeblu

Citazione:


@Ivan: Il punto è che non siamo il Giappone, semplice, siamo il paese dove ancor'oggi gli edifici, anche quelli nuovi, vengono giu' troppo facilemente. Parli del Giappone degli standard di sicurezza stile Fukushima, che al prossimo terremoto rischia di produrre una ecatombe nucleare sull'intero pianeta?



Il disastro della centrale di Fukushima, già.

La prova che .

O anche della generalizzazione affrettata: ogni cosa in Giappone è fatta a misura di terremoto: case, ponti, infrastrtutture, comportamenti sociali sono "calibrati" al rischiosismico di quel luogo e questo ha impedito che i medesimi producessero disatri ben piu' gravi; le scosse che in altre parti del mondo cancellano città in Giappone non creano nememno panico.

Citazione:


P.S. Il prefisso "new" o il suffisso "nova" adottato per moltissime città nel mondo nella storia dell'urbanistica si riferisce quasi sempre alla fondazione ex-novo di centri urbani, generalmente effettuata da forti autorità come la chiesa o gli imperi coloniali. Pensa a quante villa-nova riesci a trovare sull'atlante italiano....


Non mi sono spiegato bene.

Mi rispiego:

1. Questo è un paese a rischio sismico. Rischio che è molto serio così come è provato dal fatto che intere città sono state spazzate via dal sisma nei secoli passati (appunto le città che ho citato che hanno la desinaza "vova perchè sono state riscostruite dopo un sisma, non per motivi estetici et similia).

2. In questo scenario noto a tutti cosa notiamo: notiamo un'azione di governo del territorio che ha dell'incredibile: si propongono opere faraoniche come il ponte sullo stretto o i megadepositi di gas, in zone a forte e serio rischio sismico; notiamo edifici che vengono giu' come fuscelli, edifici nuovi, di recente costruzione, non i centri storici milllenari; notiamo una speculazione edilizia che ha dell'incredibile perchè, vedi la zona del Vesuvio.

E in tutto questo la politica cosa fa ? Propone la deregulation completa nel campo delle costruzioni; su questo sito ci fun 3ad in home in cui si applaudiva alla libertà data di aumentare a proprio piacimento la cubature degli edifici (disse un politico: "ho bisogno anch'io di una stanza in piu'") senza passare per la noiosa prassi burocratica di verificare da apposita commissione che la statica dell'edificio sia compatibile con i rischi della zona link.

E' appena il caso di ricordare che l'idea di rifare le centrali nucleari, anche a costo dell'uso dell'esercito i (parole di un politico http://youtu.be/4ZRsrWQdtmo) è stata accantonata in questo paese solo dopo il disastro di Fukushima che ha palesato al mondo i rischi irreversibili del nucleare.

In sintesi, quello che volevo dire è quello ceh è detto anche qui:
link IL TERREMOTO IN EMILIA


'Italia è fragile - tutta - da nord a sud, e faremmo molto meglio a proteggere questo paese evitando di trivellare alla cieca, fracking o non fracking, o di fare stoccaggi sotterranei per il beneficio di Aleanna, Padania Energia, ENI, Northern Petroleum, Petroceltic, Po Valley, Shell, Rivara Erg Storage, o chi per loro, in cambio di dubbi vantaggi alla collettività e molti rischi.

Proteggere il territorio vale non solo per il petrolio, ma per la cementificazione selvaggia, i capannoni di Modena e le università dell'Aquila crollate perché costruite alla leggera, evitare di trasformare i letti di fiumi e le coste marine in colate di cemento e cosi via.

Quando si prendono le scorciatoie, prima o poi se ne pagano le conseguenze, perché chi comanda non e' lo speculatore di turno, ma la natura, con i suoi ritmi e le sue logiche. E anche se oggi ti pare di averla fatta franca, di avere risparmiato o speculato, alla fine lei ti presenta il conto senza guardare in faccia a nessuno


Ma ovviamente la storia pare non avere insegnato niente.

peonia
Inviato: 3/6/2012 0:40  Aggiornato: 3/6/2012 0:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
http://www.stampalibera.com/?p=46535

514 pozzi perforati......
basterranno?

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
NiHiLaNtH
Inviato: 3/6/2012 12:38  Aggiornato: 3/6/2012 12:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:
Ho visto oggi al telegiornale che da una crepa del terreno nel modenese esce una quantità considerevole di sabbia. Nell'articolo leggo che il "fracking" viene praticato iniettando nel terreno acqua e sabbia. Ci potrebbe essere una correlazione tra il presunto "fracking" e la sabbia che esce dalle crepe del terreno ?


no perchè il fenomeno delle fuoriuscite di sabbia e fango si è verificato anche durante il terremoto del 6 aprile 2009 a L'Aquila

http://www.rete5.tv/index.php?option=com_content&task=view&id=15090&Itemid=104

http://ilcentro.gelocal.it/pescara/multimedia/2009/04/30/fotogalleria/vulcanetti-ecco-gli-strani-crateri-figli-del-grande-sisma-5740735/4

qui in Emilia

http://www.6aprile.it/featured/2012/05/31/terremoto-emilia-cosa-sono-i-fenomeni-di-liquefazione.html

http://www.meteoweb.eu/2012/05/terremoto-i-vulcanetti-sand-blows-dellemilia-romagna-su-meteoweb-ne-parlavamo-gia-sei-mesi-fa/136718/

DjGiostra
Inviato: 3/6/2012 21:53  Aggiornato: 3/6/2012 21:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Altra scossa di terremoto in Emilia Romagna !!!!!!
Ma hanno intenzione di farla sprofondare ????

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
gato
Inviato: 3/6/2012 23:35  Aggiornato: 3/6/2012 23:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/1/2006
Da: camposanto + +
Inviati: 175
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
@ivan
L'articolo su ComeDonChiscotte che hai linkato (mi permetto mettere il link anch'io)
articolo su possibili collegamenti tra perforazioni e terremoti e molto chiaro.
Se l'utente Gen è ancora su questo articolo gradirei un suo parere, visto che è un geologo.

davlak
Inviato: 5/6/2012 12:25  Aggiornato: 5/6/2012 12:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/6/2006
Da:
Inviati: 678
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
riapro la discussione per via di sviluppi inquietanti che stanno emergendo:
guardate qui:


http://imageshack.us/f/404/epicentro.jpg/

ho fatto questo screenshot da google earth.
le coordinate dell'epicentro le ho prese da questo INTERESSANTISSIMO video:

http://www.youtube.com/watch?v=P7KNN8qYjDA

(che peraltro se qualcuno si offrisse di tradurre, anche qui, in formato testo, magari....sarei moooolto grato, poi ci penserei io a mettere i sottotitoli italiani).

nota: nella descrizione del video avevo seguito un link alla pagina dell'USGS (in pratica se non erro l'equivalente statunitense alla nostra INGV) dedicata al sisma del 20-05. lì avevo trovato le coordinate dell'epicentro."stranamente" la pagina non esiste più sul sito USGS.
il link era questo:
http://earthquake.usgs.gov/earthquakes/recenteqsww/Quakes/usb000a1mn.php

torniamo allo screenshot:
l'epicentro dista poche decine di metri da questo:


http://imageshack.us/f/594/appunti02h.jpg/

si tratta di due siti sospetti di fracking o quanto meno di trivellazioni. tenete presente che però google earth fornisce immagini risalenti al 21 aprile 2011.

riguardo a questi siti, sono in contatto sul blog di Grillo con una ragazza che vive in zona, e che scrive:


Ieri abbiamo effettuato un sopralluogo in zona Camposanto, vicino a medolla.
Il cantiere che ha postato Davide (nota: davide sono io) e' questo:
http://img535.imageshack.us/img535/9471/frackingmedolla.jpg
L'abbiamo identificato. Le persone che abitano in zona sono confuse, confermano che il cantiere è in attività ma non si capisce se si tratta di stoccaggio gas o discarica.
Appena mi è possibile, eventualmente posto il video.
Non essendo tecnici, non siamo riusciti a capire se effettivamente si tratta di fraking.
Al di là di quello che vedete nella foto, c'è dell'altro ma non è stato possibile andare oltre, poichè è sorvegliato.
Siamo in attesa di alcune informazioni, se davvero saranno rilevanti lo comunicheremo qui e contatteremo anche Favia.
Ieri sera da Vespa, hanno dichiarato che a minerbio e in altre zone, l'attività è già stata effettuata....



ora fate caso a quei due bacini indicati dalle frecce rosse nell'ultimo screenshot e confrontateli con quelli visibili nel seguente video dal minuto 0:30 ....

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=bD0ZBm-7Ukc

a questo video sono arrivato seguendo un link su un articolo di Rosario Marcianò, il quale scrive a commento:


"questo è un video della ALEANNA RESOURCES azienda di ricerca ed estrazione gas e petrolio, che ha ricevuto dal governo italiano le concessioni di perforazione sul territorio emiliano (e non solo), era presente un filmato (con descrizione in inglese), in cui si descrivono le metodologie di trivellazione adoperate. Tra queste, oltre all'uso di cariche esplosive, anche il famigerato fracking (non menzionato nella versione in italiano), tecnica bandita in diversi paesi nel mondo poiché causa di forti sismi (leggi qui l'articolo). La versione in lingua originale cita testualmente il fracking come metodo di perforazione. Non a caso AleannaResouces ha disabilitato l'accesso al contenuto, subito dopo che noi di tanker enemy lo avevamo segnalato come pistola fumante. Il video è, però, disponibile ugualmente, previa archiviazione su un nostro server. Infatti prevedevamo che il filmato sarebbe stato rimosso, in quanto prova regina dell'uso del fracking in Emilia. Attualmente anche gli altri contenuti della AleannaResources, in precedenza ospitati sul relativo canale You-Tube, sono stati resi accessibili solo se se ne conosce il link diretto. In pratica, in questo modo, non sono disponibili sui motori di ricerca."

infatti se andate su youtube nel canale della ALEANNARESOURCES non trovate alcun video, a questo ci arrivate solo una volta conosciuto il link.

«Proclamare il diritto all'uguaglianza in una società che ha bisogno di una massa di schiavi salariati vuol dire aver perso la testa» (F. Nietzsche)
DjGiostra
Inviato: 5/6/2012 21:49  Aggiornato: 5/6/2012 21:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Anche Beppe Grillo sul suo sito ha parlato
di questo fenomeno..
Io l'articolo non ho avuto tempo di leggerlo ma mi pare di capire
che lo denunci..

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
GRUNDAR
Inviato: 6/6/2012 11:10  Aggiornato: 6/6/2012 11:12
So tutto
Iscritto: 28/11/2006
Da: Bazzano (BO)
Inviati: 4
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Non ho trovato la foto riportata dal post di incredulo del 01/06, né sul sito INGV nè su quello del Dipartimento di Scienze della Terra di Modena che riportano le foto più significative delle fessurazioni e sprofondamenti dovuti alla liquefazione delle sabbie; in compenso TinEye mi segnala come origine un post del 2008 che parla di subsidenza a Tivoli http://www.furnitto.com/2008/09/07/le-subsidenze-di-tivoli-cosa-sono/

florizel
Inviato: 6/6/2012 11:47  Aggiornato: 6/6/2012 11:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Terremoto e fracking: la procura di Modena apre un fascicolo.

Procura Modena: verifiche sulle trivellazioni in aree terremotate.

Esclusivo: Il terremoto è dovuto alle trivellazioni petrolifere?

Da non confondersi fracking e trivellazioni.
L'unico rischio, e GROSSO, è che una volta appurata l'inesistenza di FRACKING (qualora NON fosse praticato) è che vengano poi ASSOLTE le altrettanto pericolose pratiche di estrazione di idrocarburi.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
GRUNDAR
Inviato: 6/6/2012 12:00  Aggiornato: 6/6/2012 12:00
So tutto
Iscritto: 28/11/2006
Da: Bazzano (BO)
Inviati: 4
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:
Ieri abbiamo effettuato un sopralluogo in zona Camposanto, vicino a medolla. Il cantiere che ha postato Davide (nota: davide sono io) e' questo: http://img535.imageshack.us/img535/9471/frackingmedolla.jpg L'abbiamo identificato. Le persone che abitano in zona sono confuse, confermano che il cantiere è in attività ma non si capisce se si tratta di stoccaggio gas o discarica.


Scusate ma quest'area non è né una discarica, né uno stoccaggio di gas, è semplicemente la sede della ditta Fratelli Baraldi che si occupa di movimento terra e di demolizioni e recupera i materiali provenienti dalle stesse per farne aggregati per la realizzazione di rilevati stradali.

GRUNDAR
Inviato: 6/6/2012 12:20  Aggiornato: 6/6/2012 12:20
So tutto
Iscritto: 28/11/2006
Da: Bazzano (BO)
Inviati: 4
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:
torniamo allo screenshot: l'epicentro dista poche decine di metri da questo: http://imageshack.us/f/594/appunti02h.jpg/ si tratta di due siti sospetti di fracking o quanto meno di trivellazioni. tenete presente che però google earth fornisce immagini risalenti al 21 aprile 2011.



Questa indicata dalle linee rosse, mi risulta sia invece la discarica di Medolla (via Campana, 16)

hi-speed
Inviato: 6/6/2012 12:22  Aggiornato: 6/6/2012 12:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:
Terremoto e fracking: la procura di Modena apre un fascicolo.

Procura Modena: verifiche sulle trivellazioni in aree terremotate


se ci mandano 4 appuntati con magari al seguito Tozzi siamo tranquilli.

Hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
florizel
Inviato: 6/6/2012 12:34  Aggiornato: 6/6/2012 12:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
hi-speed

Citazione:
se ci mandano 4 appuntati con magari al seguito Tozzi siamo tranquilli.


Si, questo è il primo rischio: cioè, che arrivino delle "rassicurazioni" ufficiali circa il "divieto" di praticare il fracking. Ma come dichiara, e giustamente, Rosario Marcianò "i terremoti sono collegati alle attività estrattive, con tutti gli annessi ed i connessi."

Anche le "semplici" trivellazioni comportano l'uso di cariche esplosive, con conseguente frantumazione dello strato roccioso.
Come intuibile, l'ambiguità viene giocata sui termini, metre i FATTI restano fatti.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
hi-speed
Inviato: 6/6/2012 13:07  Aggiornato: 6/6/2012 13:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Ma dai, allora siamo proprio tonti

vedere il commento di Petrus

hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
doktorenko
Inviato: 6/6/2012 13:08  Aggiornato: 6/6/2012 13:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/8/2009
Da:
Inviati: 2332
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
Citazione:
nota: nella descrizione del video avevo seguito un link alla pagina dell'USGS (in pratica se non erro l'equivalente statunitense alla nostra INGV) dedicata al sisma del 20-05. lì avevo trovato le coordinate dell'epicentro."stranamente" la pagina non esiste più sul sito USGS.


Devi usare la nuova applicazione dell USGS:

M5.8 - 3km SSE of Medolla, Italy 2012-05-29 07:00:03 UTC

Comunque l`INGV mi pare calcoli l`epicentro nella citta` di Cavezzo, dove effettivamente ci sono stati maggiori danni.

Io in quella zona ci passo spesso (c`e` una pista ciclabile che da Modena va a Mirandola), anche dopo il terremoto del 29, le case e i casolari e i capannoni in quel punto hanno retto, non credo sia l`epicentro, segnalo invece che la strada (via Roncaglio) nelle vicinanze ha ceduto.

davlak
Inviato: 6/6/2012 13:10  Aggiornato: 6/6/2012 13:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/6/2006
Da:
Inviati: 678
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
GRUNDAR

Citazione:

Scusate ma quest'area non è né una discarica, né uno stoccaggio di gas, è semplicemente la sede della ditta Fratelli Baraldi che si occupa di movimento terra e di demolizioni e recupera i materiali provenienti dalle stesse per farne aggregati per la realizzazione di rilevati stradali.

Si, è vero, mi hanno appena informato e confermo.
sul secondo sito invece non risulta essere una discarica e fino a sabato c'era l'esercito a presidiarlo.
tieni presente però che io sto a Roma e molte notizie mi vengono riportate da residenti.
tuttavia, leggevo il post di Florizel, la magistratura si sta muovendo...qualcosa che non va la devono avere individuata pure loro, e se non è in quei siti è in altri.
ho perciò in programma di andarci di persona in moto nel fine settimana.

«Proclamare il diritto all'uguaglianza in una società che ha bisogno di una massa di schiavi salariati vuol dire aver perso la testa» (F. Nietzsche)
incredulo
Inviato: 6/6/2012 13:38  Aggiornato: 6/6/2012 13:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
franco8

Citazione:
Ma che c'entra?! Uno perchè crede che il terremoto sia naturale ALLORA vuol dire che accetta un "modello di vita" ,,...!!? E' una incredibile e desoltante semplificazione, è un arroccarsi, è un rifiuto al dialogo.... Dialogare con uno come gen che (a quanto ho capito) di geologia ne capisce dovrebbe invece essere molto utile, non perchè lui vi "riveli" qualche "Verità" di fede, ma proprio per capire meglio certe cose... e per evitare appunte certe "ridicolizzazioni" di cui sopra...


Vedi caro franco8, alla lunga avevo visto giusto.

Il terremoto è "naturale", è una CONSEGUENZA del nostro stile di vita.

Questo è il commento di gen nei commenti liberi:

Citazione:
Penso che neesuno possa mettere in discussione i danni ambientali prodotti dall'estrazione petrolifera, in italia comenel resto del mondo. Eppure si fanno perchè il petrolio è ancora il motore dell'economia. In generale molte attività umane hanno conseguenze sulla natura. In generale ogni cosa ha conseguenze su altre. In generale l'uomo accetta e cerca di minimizzare il danno. Non sempre, molti provano a fordare le leggi. In ogni campo. Dai rifiuti al petrolio. Lo stato e i cittadini vigilano. Se il fracking non è permesso e qualcuno lo usa è compito dei cittadini e delle procure segnalare, così come per qualsiasi infrazione. Mi sembra che abbiano già risposto sulla natura delle installazioni del modenese (una discarica e la ditta fratelli Baraldi). Si fa presto a prendere lucciole per lanterne. Le cose illegali non sono quasi mai alla luce del sole. Io non sostengo che non sia usato i fracking, non è ho le prove, sostengo, come altri che essendo proibito non mi aspetto venga usato e non saprei riconoscere una trivella con fracking da una senza. In generale sui danni arrecati dall'industria petrolifera dico che implicitamente ne abbiamo sempre accettati i rischi, usando i suoi derivati come consumatori Ci sono cose che si possono scegliere e altre scelte sono più obbligate. Chi ha schifo della macellazione animale può essere vegetariano, chi vede i danni ambientali del petrolio difficilmente riuscirà a bandire il petrolio dalla propria vita però ognuno di noi è libero di promuovere una vita senza petrolio. E non è che mandandoli via dall'italia si risolve il problema che è complesso perché il mondo è complesso. Ok, la vita stessa è una contraddizione...


Quello che ti appariva inspiegabile forse ora è più "spiegabile".

E sono tanti a pensarla in questo modo giustificandosi ed autoassolvendosi.

Un saluto

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
GRUNDAR
Inviato: 6/6/2012 14:47  Aggiornato: 6/6/2012 14:47
So tutto
Iscritto: 28/11/2006
Da: Bazzano (BO)
Inviati: 4
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
davlak,
il primo sito lo conosco perchè ci sono stato più volte per lavoro, il secondo non l'ho mai visto direttamente: mi risultava una discarica perchè sul sito dell'AIMAG ho trovato l'indicazione di un centro raccolta rifiuti c/o discarica in Via Campana 16 come da questa tabella

Ne approfitto anche per esporre la mia opinione per quanto riguarda la correlazione dell'attività sismica con l'attività di prospezione/estrazione. Nella discussione occorre a mio avviso partire da alcuni presupposti che sono oggettivi (che mi paiono confermati anche nel documento del prof. Franco Ortolani):

- l'attività sismica registrata in queste settimane nell'area è coerente con le condizioni geologico-strutturali e le sorgenti sismogenetiche della pianura padana

- l'attività di estrazione degli idrocarburi è concentrata in corrispondenza di essa proprio perchè le condizioni geologiche che generano i terremoti hanno portato anche alla formazione dei giacimenti

- il fenomeno di liquefazione delle sabbie (la melma grigiastra fuoriuscita abbondante dai pozzi e dalle fessure createsi nei campi) è un fenomeno ben conosciuto e compatibile con l'energia delle scosse principali

L'effetto invece che possano avere le attività di perforazione/prospezione se ubicate esattamente in una zona di faglia, non lo so immaginare: le esplosioni all'interno di perforazioni, usate per le indagini geofisiche, hanno talora causato lesioni alle abitazioni nelle vicinanze e potrebbero forse, se ubicate in un punto critico, liberare una energia non proporzionata a quella dell'esplosione, energia che però presto o tardi si sarebbe liberata comunque perchè accumulata a causa della dinamica crostale. Tenete presente che stiamo parlando di tensioni accumulate per opera dello spostamento di porzioni della crosta terrestre che portano ad accorciare l'Italia di qualche mm all'anno e potete quindi immaginare l'energia coinvolta nel processo.

davlak
Inviato: 6/6/2012 15:15  Aggiornato: 6/6/2012 15:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/6/2006
Da:
Inviati: 678
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
GRUNDAR

Citazione:

- l'attività di estrazione degli idrocarburi è concentrata in corrispondenza di essa proprio perchè le condizioni geologiche che generano i terremoti hanno portato anche alla formazione dei giacimenti


questo non lo sapevo, lo prendo per buono perchè mi par di capire che tu abbia nozioni.
ma domando contestualmente: quando si tratta di aree ad alta densità abitativa (qui parliamo di PIANURA PADANA e non di deserto del GOBI) è o non è una FOLLIA?
perchè un buona sostanza, di questo si tratta: valutare se certe attività giovino o danneggino la collettività, in pratica se il gioco valga la candela.
ovviamente per i padroni del vapore la vale sempre, a patto che non si tratti delle loro case e delle loro vite...

«Proclamare il diritto all'uguaglianza in una società che ha bisogno di una massa di schiavi salariati vuol dire aver perso la testa» (F. Nietzsche)
florizel
Inviato: 6/6/2012 17:14  Aggiornato: 6/6/2012 17:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
GRUNDAR

Citazione:
il fenomeno di liquefazione delle sabbie (la melma grigiastra fuoriuscita abbondante dai pozzi e dalle fessure createsi nei campi) è un fenomeno ben conosciuto e compatibile con l'energia delle scosse principali



"Terremoto, procura apre indagine su possibili trivellazioni abusive"

"Tuttavia alcuni studi hanno evidenziato una relazione tra sisma a bassa magnitudo e trivellazioni con la tecnica della frantumazione, dall’inglese fracking o hydrofracking. Si tratta dello sfruttamento della pressione di fluidi di tipologia chimica iniettati in uno strato roccioso per creare una frattura nei giacimenti di petrolio e di gas.Le fratture sono tenute aperte introducendo materiali come sabbia e ghiaia per impedire alle rocce di richiudersi con l’abbassamento di pressione.Tra i possibili effetti dei cedimenti del terreno ci sarebbero anche le oscillazioni sussultorie e ondulatorie denominate ‘scosse’ di assestamento."

Che la liquefazione delle sabbie sia un fenomeno "compatibile", è chiaro. Non è chiaro il fatto che non si spieghi che sia compatibile CON cosa, o DOPO cosa, dato che tale fenomeno avverrebbe in presenza di sismi di grado superiore a quelli registrati in Emilia.

Terremoti e attività petrolifere.

Il terremoto in Emilia causato dalle trivelle?

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
franco8
Inviato: 6/6/2012 18:08  Aggiornato: 6/6/2012 18:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/12/2005
Da:
Inviati: 1561
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
incredulo
Citazione:

Vedi caro franco8, alla lunga avevo visto giusto.
Il terremoto è "naturale", è una CONSEGUENZA del nostro stile di vita.

Ecchime!
Non ho capito... volevi dire che
- il terremoto è "naturale";
- il terremoto non è naturale; o è
- naturale conseguenza del nostro stile di vita ;
... o tutte e tre le cose?

Citazione:

Quello che ti appariva inspiegabile forse ora è più "spiegabile".
E sono tanti a pensarla in questo modo giustificandosi ed autoassolvendosi.

Va bene, incredulo... non vorrei esser frainteso anch'io credo di... continuare ad aver ragione, e torno a dire che tocca esser cauti con le "certezze".
Soprattutto (e mi sembra d'averlo detto): non occorre necessariamente credere che il terremoto (e queso ultimo in particolare) sia stato direttamente causato dall'attività umana per essere d'accordo su questo punto... (cioè che strafacciamo e ci autoassolviamo)

Comunque non so se lo avete visto, ma anche Off the Report di Rai 3 ha detto delle cose interessanti:

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=Wbl_n_nDCPE

forse l'avrete già visto.

Se vogliamo esser ancora più chiari, ma credo che ci stiamo capendo, il punto su cui riflettere credo sia quello che che dice davlak nell'ultimo post...
(ovvero: se l'attività di estrazione degli idrocarburi è concentrata in corrispondenza di essa [attività sismica] e allora, quando si tratta di aree ad alta densità abitativa... questa estrazione (o un certo tipo di attività estrattiva) è o non è una follia? (.... o giù di lì?) )

Questo sì.. penso che abbia molto senso chiederselo.

E se vuoi, si collega anche a quello che dicevo io all'inizio:
franco8
Citazione:

Il fatto che per l'estrazione del petrolio debbano adottare sempre nuove tecniche, tecniche sempre più "invasive" ed andare a cercare giacimenti ovunque (pensate alle trivellazioni in alto mare e ai vari disastri che ci sono stati come l'ultimo del golfo del messico)... sembra proprio un conferma del famoso picco del petrolio.
i giacimenti "facili" si vanno man mano esaurendo... con conseguenza sui costi di estrazione, sugli incidenti e relativi danni ambientali e via discorrendo... alla luce dei fatti non sembra una considerazione campata in area (Alla faccia di chi sostiene che il picco del petrolio è una bufala ambientalista)
Altrimenti come si spiegherebbe? Quale sarebbe la spiegazione altrenativa ammettendo che non sia vero che i giacimenti si vanno esaurendo? solo l' "ingordigia" delle compagnie petrolifere di accaparrarsi comunque tutto il petrolio anche quello difficilmente estraibile?!


Quindi: tecniche sempre più invasiva e ricerca in luoghi sempre più "pericolosi": zone sismiche e densamente abitate...

P.S. Dovrei ancora una risposta al caro IoCogito...

.... ....io non mi definisco affatto volentieri ateo, non più di quanto io sia a-MickeyMouse.
..
(detto, fatto)
hi-speed
Inviato: 8/6/2012 10:18  Aggiornato: 8/6/2012 10:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
baciccio
Inviato: 8/6/2012 12:56  Aggiornato: 8/6/2012 13:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 536
 Re: Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "frac...
A quanto risulta il fracking in Italia è formalmente mai autorizzato e, tuttavia , è praticato eccome: nascostamente e da alcuni anni. Qualcuno adesso dovrà dare spiegazioni e qualcun altro pagare per gli abusi illegali. Un interessante articolo della Billi,- il terzo sulla questione: in un primo tempo aveva ipotizzato la responsabilità del fracking poi, vista la totale mancanza di riscontri alle autorizzazioni e al rilascio di licenze per questa tecnologia fortemente invasiva, aveva preso le distanze dal primo suo articolo Ora torna sulla prima posizione motivandola.
DI DEBORA BILLI
petrolio.blogosfere.it

La discussione sul fracking e il collegamento con i terremoti, specialmente con quello in Emilia, continua. Per fortuna direi: perché questi sono argomenti da "addetti ai lavori" ed è una cosa ottima che anche i cittadini se ne interessino.
Sappiamo già che sia il fracking che le altre attività di esplorazione e trivellazione possono causare sismi; ma io stessa ho smentito il collegamento tra terremoto in Emilia e fracking perchè, dati e leggi alla mano, il fracking in Italia non si può fare.

Ebbene: Maria Rita D'Orsogna, la superesperta di attività petrolifere in Italia ormai nota anche al grande pubblico, ha dimostrato oggi con una lunga e articolata ricerca -con dati, fonti e pezze d'appoggio- che ciò non è vero.

Che in Italia il fracking si fa eccome, fin dal 2009. Senza farlo sapere.

E si tratta di fracking ancora peggiore di quello sul petrolio e sul gas, perché coinvolge il carbone. Ecco un estratto mozzafiato dal post di Maria Rita:

A un certo punto, mi imbatto in questo altro articolo della Independent Resources, e le sue altre concessioni in Italia.

Al momento, il cuore delle attivita' di svilupppo della Indepedendent Resources includono un importante centro di stoccaggio sotterraneo di gas, una nuova sorgente di gas non-convenzionale in terraferma in Italia, e una nuova sorgente di petrolio convenzionale in Tunisia.

Rabbrividisco: "unconventional gas" vuole dire una cosa soltanto: fracking.

Non posso crederci.

Rileggo la frase tre volte.

Clicco su un altro link.

Non mi importa di essere stata smentita dalla prof. D'Orsogna, persona di eccezionale spessore umano e competenza scientifica; mi dispiace molto, invece, il dover constatare ancora una volta che non esiste legge, non esiste prassi, non esiste certezza che non venga infranta dai nostri prenditori senza scrupoli.

Non mi ci abituerò mai.

Debora Billi
Fonte: http://petrolio.blogosfere.it
Link: http://petrolio.blogosfere.it/2012/06/fracking-in-italia-clamoroso-si-fa-di-nascosto-ed-ecco-le-prove.html
7.06.2012


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA