Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Medicina : Il terrorismo di Big Pharma
Inviato da Redazione il 17/5/2013 7:00:00 (9972 letture)

Guardate perfavore questi tre estratti dal film "Cancro le cure proibite":



Ora sommate questi estratti, ed avrete come risultato una situazione paradossale, che è stata di recente sulle prime pagine di tutti i giornali: l'attrice Angelina Jolie si è fatta asportare ambedue i seni, e si appresta a rimuovere anche le ovaie, per ridurre il rischio di venire colpita dal cancro.

Questo episodio contiene talmente tante "follie" che è necessario andare con ordine per non perdere la bussola.

Prima di tutto, vediamo la "versione ufficiale" dei fatti. Secondo l'oncologia moderna la presenza di un gene mutato, chiamato BRCA1, aumenterebbe enormemente le probabilità di cancro al seno e alle ovaie, nelle donne prima della menopausa. Mentre il 12% delle donne in generale viene colpito dal cancro al seno nel corso della sua vita - dicono le statistiche - la percentuale salirebbe al 60% per le donne che hanno il gene BRCA1 mutato, o "difettoso".

Angelina Jolie ha spiegato la sua scelta in prima persona, ...

... in un lungo articolo sul New York Times intitolato "Le mie scelte mediche". Siccome sua madre era morta per un cancro al seno - ha raccontato la Jolie - quando lei ha saputo di avere il gene mutato ha deciso di ricorrere alla mastectomia totale, come forma di prevenzione. Le avevano detto infatti che in quel modo le sue probabilità di venire colpita dal cancro al seno, che per lei erano addirittura dell'87%, si sarebbero ridotte al 5%. [Come possa venire il cancro al seno ad una donna che non ha più il seno è una cosa che rimane da chiarire, ma andiamo avanti]. A sua volta la Jolie aveva - secondo i dottori - il 50% di probabilità di avere un cancro alle ovaie, per cui si è decisa a togliere anche quelle.

Fin qui i fatti principali. Ora facciamo due riflessioni.

Come avete visto dal segmento n. 2, quello di arrivare ad una cura personalizzata, basata sulle caratteristiche genetiche di ciascun individuo, è un sogno che Big Pharma accarezza già da molti anni. E' quindi comprensibile come possano "spingere" magari oltre il lecito una tesi come quella del gene BRCA1 "difettoso", perchè rientra nella più ampia partita della "cura genetica per il cancro".

Ma, come loro stessi ammettono, "le ragioni che portano una cellula a riprodursi indiscriminatamente non sono ancora state comprese".

Quindi, "sanno" che il gene difettoso causa il cancro, ma non sanno che cosa faccia venire il cancro.

Ma come avrebbero fatto a stabilire il nesso fra gene difettoso e cancro al seno? Lo hanno fatto con le statistiche. Hanno analizzato un certo numero di donne col cancro al seno, nella cui famiglia ci fosse stata una forte incidenza di tumori, e hanno stabilito una certa percentuale in cui il gene mutato era presente anche nelle generazioni precedenti (era cioè di natura ereditaria).

Viene in mente la recente teoria secondo cui il vino fa venire il cancro. In quel caso avevano analizzato un numero x di malati di cancro, incrociandolo con un database di persone che consumano alcohol, e avena scoperto che "il consumo di 20 grammi of alcohol al giorno sarebbe responsabile di una percentuale fra il 26% e il 35% di decessi causati dal cancro".

Quello che forse i dottori si sono dimenticati di dire ad Angelina Jolie è quello che scrive lo stesso National Cancer Institute nella pagina dedicata al gene BRCA1: "Non tutte le donne della famiglia [esaminata] sono portatrici della mutazione, e non tutti i cancri in quella famiglia sono dovuti al gene mutato".

Inoltre, "siccome i membri della stessa famiglia condividono non solo una parte dei geni, ma anche spesso l'ambiente, è possibile che un grande numero di cancri all'interno di queste famiglie sia stato dovuto ad altri fattori genetici, oppure a fattori ambientali."

In altre parole, se hanno esaminato una famiglia che abitava vicino di Chernobyl, stai tranquillo che il cancro lo trovano anche al pappagallo di famiglia, che il gene BRCA1 non sa nemmeno cosa sia.

Il National Cancer Insititute conclude così la sua pagina informativa: "Di conseguenza, le stime di rischio basate su famiglie con tante persone colpite dal cancro non possono riflettere accuratamente i livelli di rischio per i portatori del gene difettoso nella popolazione generale. Inoltre, non vi sono dati disponibili di studi a lungo termine sulla popolazione generale che confrontino il rischio di cancro in donne che hanno il gene mutato con quello di donne che non hanno questa mutazione. Quindi le percentuali indicate più sopra sono stime che potranno cambiare man mano che altri dati diverranno disponibili."

Ecco quindi che la grande "certezza" con cui i dottori attribuivano ad Angelina Jolie un 87% di rischio si scioglie come neve al sole. Il tutto è basato sul nulla più assoluto, o al massimo su calcoli statistici molto approssimativi, e tutt'altro che dimostrabili.

Ma evidentemente, questo è stato sufficiente a terrorizzare l'attrice, la quale a sua volta, grazie alle pagine del New York Times, avrà scatenato il terrore in migliaia di altre donne, che ora temono di avere anche loro il gene mutato. Ma per queste donne la soluzione è già pronta: un bel test da $ 3000, che ti potrà dire se tu hai il BRCA1 difettoso oppure no. E poi naturalmente - nel caso risultasse difettoso - c'è già pronta una bella mastectomia totale da 50.000 $ a botta, nel caso tu voglia toglierti per sempre le tue preoccupazioni.

Problem, reaction, solution.

Per concludere, verrebbe da fare un ragionamento molto semplice: visto che le statistiche dicono (segmento video n. 1) che una persona su 20 veniva colpita dal cancro un secolo fa, una su 10 negli anni 70, ed una su tre al giorno d'oggi, questo significa che oggi le probabilità che ciascuno di noi ha di venire colpito dal cancro sono di circa il 33%.

A questo punto cosa facciamo? Cominciamo a tagliarci le balle per non rischiare che ci venga un cancro ai testicoli, a farci rimuovere i polmoni per evitare un fastidioso cancro al polmone, e poi già che ci siamo via anche il fegato, l'intestino, e magari anche il cervello, che tanto ormai non ci serve più?

In fondo, basterà che teniamo le braccia per lavorare, e le gambe per andare a tornare da casa, e potremmo vivere tutti contenti e felici, senza più avere la preoccupazione di venire colpiti un giorno dal cancro.

Massimo Mazzucco

Voto: 8.00 (10 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
marco62
Inviato: 17/5/2013 7:27  Aggiornato: 17/5/2013 7:27
So tutto
Iscritto: 6/3/2010
Da:
Inviati: 15
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Mia madre è morta di cancro ai polmoni 11 anni fà,oggi vado a prenotarmi per farmeli asportare

music-band
Inviato: 17/5/2013 7:34  Aggiornato: 17/5/2013 7:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Pensando a questa storia non posso non pensare alla propaganda;

ne parlai in uno dei miei articoli e questo sembra proprio un caso simile; un'operazione di "Top Leader" propaganda per colpire un bersaglio popolare o influente sulle masse (artisti, politici, medici, etc.), in questo caso Angelina Jolie.

Colpita lei dal messaggio, le sue azioni o le sue dichiarazioni future provvederanno a farlo diventare un messaggio di "Greengrass propaganda" cioè di propaganda diretta alle masse.

Come giustamente notato dall'articolo adesso ci saranno migliaia di donne spaventate o colpite dal gesto e dalle dichiarazioni della Jolie.

ChezFilipp
Inviato: 17/5/2013 7:51  Aggiornato: 17/5/2013 7:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/11/2009
Da:
Inviati: 49
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Immagino che soluzioni del genere saranno un ottima soluzione per le donne di fascia sociale medio alta del futuro.

Dopo i 40 anni quando il seno avrà perso un po' di tono si prenderanno due piccioni con una fava facendoseli asportare per ridurre quasi a zero il rischio di sviluppare un tumore (vorrei vedere, anche io se mi tagliassi una mano ridurrei a zero la possibilità di sviluppare un artrite in vecchiaia no?) e ,contemporaneamente, ri-ottenere un seno "rigoglioso" da far invidia alle amiche.

Capisco la scelta della Jolie a livello umano visto che ha visto morire la madre per lo stesso tipo di tumore ma di certo questo fatto è una dimostrazione ,se ancora ce ne fosse bisogno, che il denaro non da coscienza o consapevolezza.

Per quanto mi riguarda spero che le persone possano prendere sempre più coscienza delle scoperte fatte dal Dott. Hamer in questo campo per poter fare scelte sempre più mirate e consapevoli in ambito medico.

ps. Massimo, mi piacerebbe potessi riconsiderare il tuo giudizio sulle scoperte del dott. Hamer... spero succederà presto.

JohnTitor
Inviato: 17/5/2013 8:45  Aggiornato: 17/5/2013 8:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2010
Da: Tampa
Inviati: 602
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
O.T.

AVVISO: Incontro Mazzucco-Franceschetti questa sera alle 0.05 su "Border Nights" (complottismo, 9/11, delitti italiani, Grillo e massoneria).

Ecco la registrazione:

http://www.youtube.com/watch?v=4yQHGW72OmM

invisibile
Inviato: 17/5/2013 9:40  Aggiornato: 17/5/2013 9:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Massimo

Citazione:
Cominciamo a tagliarci le balle per non rischiare che ci venga un cancro ai testicoli...

Quando si dice la scincronicità...

Quando nel thread sul tuo nuovo film dicevi, a chi ti chiedeva la copia autografa del dvd, che ti sentivi in imbarazzo, che non eri mica un divo di Hollywood, io ho pensato: ragazzo fortunato Mazzucco, se era un divo di Hollywood adesso gli toccava tagliarsi le palle...

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
etrnlchild
Inviato: 17/5/2013 9:57  Aggiornato: 17/5/2013 10:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Questo non fa che avvalorare il mio dubbio sulla scelta della Jolie.

Perchè anche se sei un personaggio famoso e visibile, questi sono affari personali e privati. Tieniteli per te.

Questa spettacolarizzazione dell'evento è incomprensibile a meno che non ci siano altri motivi dietro.

Secondo me la Jolie ha colto la palla al balzo per rifarsi il seno (il tempo passa per tutti) e gli serviva un pretesto vendibile così da dare una rinfrescata oltre che al decolté - che verrà visto da tutti in maniera compassionevole come scelta "responabile e necessaria - anche all'attività cinematografica.

All'asportazione delle ovaie ci sta "pensando"...


Già lo vedo il prossimo film che farà cassetta per vedere se è stato fatto un buon lavoro...

Un bell'esempio di win-win dei soliti noti: Jolie, Holliwood, Big Pharma.




Ps. piccolo refuso nel testo "avena scoperto"

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
f_z
Inviato: 17/5/2013 10:09  Aggiornato: 17/5/2013 10:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
Autore: etrnlchild Inviato: 17/5/2013 9:57:25

Perchè anche se sei un personaggio famoso e visibile, questi sono affari personali e privati. Tieniteli per te.

Questa spettacolarizzazione dell'evento è incomprensibile a meno che non ci siano altri motivi dietro.


Esatto!
Secondo me questa sottospecie di "donna" e' una criminale della peggior specie al servizio della propaganda del regime.

Secondo me lei NON si e' fatta togliere nulla, si e' fatta impiantare un po' di silicone ed e' stata pagata milioni di dollari per questa campagna mediatica per spingere milioni di donne deficienti ad imitarla.

Tanto nessun uomo della strada e' in grado di andare a controllare se le mammelle le ha ancora o no, quindi nessuno sapra' nulla.

Se invece se le e' fatte togliere davvero, allora e' una criminale completamente deficiente, che rimane colpevole di avere venduto i fatti suoi alla propaganda.

Stendiamo poi un velo pietoso sulla "ricerca scientifica" e la "genetica" e la "scienza medica" che e' ormai chiaro sono il piu' alto cumulo di merda mai accumulato dall'uomo.

Ah, e' pare che ci sia anche una bella campagna pubblicitaria della clinica dove sarebbe avvenuto il "fattaccio", vedere QUI

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
incredulo
Inviato: 17/5/2013 10:14  Aggiornato: 17/5/2013 10:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
La scelta di Angelina è talmente assurda e priva di buon senso che non si può assolutamente pensare che sia stata fatta.

E, secondo me non lo è.

NESSUNO si toglierebbe il seno e le ovaie solo per un puro rischio probabilistico, al limite lo farebbe DOPO ma non prima.

Del resto la coppia Angelina-Brad è il prodotto più falso e costruito del Potere fra quelli in esposizione nella centrifuga mediatica.

Lo scopo è stato ben descritto da music-band, ma quello che mi preme sottolineare è che tutto questo serve soprattutto ad alimentare il carburante emotivo che contribuisce al mantenimento dello status-quo: la Paura.

Vivere senza paura, è una condizione di vita per gli IMMORTALI, per gli eroi, per i Santi, per tutti gli altri una vita impossibile.

Ed è proprio per quella parolina, impossibile che le cose non cambiano e si autoalimentano nei secoli dei secoli.

Vivere senza paura, si può.

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
Red_Max
Inviato: 17/5/2013 10:53  Aggiornato: 17/5/2013 10:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Concordo pienamente sulle conclusioni a cui arriva l'articolo.
Sono anni che sostengo che qualcuno abbia già deciso che la nuova cura per il cancro sarà genetica (e costerà/renderà un mucchio di soldi)
Purtroppo la gente continua a pensare su base statistica, perchè ogni giorno viene bombardata da studi sempre più demenziali...
Negli input che ci arrivano dalla propaganda si inizia già a vedere che la chemio non è più tanto di moda...
Ci vorrebbe una ricerca veramente indipendente, altro che...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
perspicace
Inviato: 17/5/2013 11:03  Aggiornato: 17/5/2013 11:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Persino Cancronesi gli ha detto male.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
fefochip
Inviato: 17/5/2013 11:24  Aggiornato: 17/5/2013 11:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
grazie massimo per aver trattato questa vicenda è da quando che l'ho letta che mi escono i fumi dal naso.

l'aspetto propagandistico della vicenda è talmente evidente che non c'è certo bisogno di spiegarlo ulteriormente nonostate molti ci cadranno come fichi secchi, perche comunque il testimonial è da sempre efficace.(povera umanità bambina che segue piu che il proprio cervello il comportamento di altri)

comunque oltre la giustissima analisi di massimo riguardo la piu che dubbiosa correlazione statistica che hanno fatto tra il gene e il cancro che segue logiche piu da bias di conferma che veramente da ricerca, ci sono anche altri aspetti da sottolineare in questa vicenda.

il primo è l'aspetto mediatico che è vergognoso.
sia a livello personale (dell'attrice in questione) sia a livello giornalistico (ma questi direttori di giornale hanno tutti le pigne in testa?) si a livello medico ,questa sarebbe stata una notizia da non dare in nessun caso.

talmente è enorme quello che hanno detto che anche la comunità medica si è espressa negativamente in merito alla questione.

se mai ci fosse bisogno di un ulteriore conferma l'informazione oggi è priva di qualunque moralità (con buona pace di chi pensa che la cronaca è priva di aspetti morali)

l'altro aspetto che volevo sottilineare è una contraddizione medica che questa vicenda mette in evidenza in questa maniera parossistica.
hanno sempre battuto sulla prevenzione . "se lo prendi in tempo".... ci hanno sempre detto .
oggi non vale piu ?
oggi passa il messaggio che la prevenzione non basta piu ma quello che viene da pensare è che se qualcuno viene consigliato di fare una cosa del genere vuol dire che il medico che lo ha consigliato non ritiene che un programma di prevenzione si sufficente perche una volta che viene il cancro non c'è modo di fermarlo.

insomma questa vicenda sottolinea l'incorenza di fondo del mondo della medicina(su questa malattia) che da una parte sostiene che la cosa migliore è controllarsi con frequenza per "prendere in tempo" dall'altra sa benissimo che non c'è niente da fare con il cancro (altrimenti non avrebbe senso un intervento cosi radicale)anche "se preso in tempo".

infatti io credo che è stato proprio questo il motivo dell'intervento di cacronesi che continuava a caldeggiare la prevenzione piuttosto che un intervento del genere.

a ben riflettere quindi questa vicenda contraddice gli attuali protocolli che vorrebbero continui controlli perche in ultima analisi lancia il messaggio (o almeno dovrebbe lanciarlo alle persone che ragionano) "meglio levare tutto perche noi non possiamo fare niente nonostante sia un tumore in fase precoce".

ovviamente questa contraddizione non è piu tale quando si considera che la medicina e il business ormai sono una cosa sola e si può tranquillamente arrivare a contraddirsi in nome di maggiori guadagni

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
invisibile
Inviato: 17/5/2013 11:31  Aggiornato: 17/5/2013 11:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
incredulo

Citazione:
NESSUNO si toglierebbe il seno e le ovaie solo per un puro rischio probabilistico, al limite lo farebbe DOPO ma non prima.

Non ci giurerei. Tu dici così perché sei sano di capoccia.
Lei é una nevrotica patologica.
Una vittima perfetta.

Comunque sono convinto anche io, vero o falso che sia, che é tutto orchestrato. Proprio per quello che dici: la paura. Lo strumento principe per il controllo sull'altro.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
ChezFilipp
Inviato: 17/5/2013 11:32  Aggiornato: 17/5/2013 12:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/11/2009
Da:
Inviati: 49
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
AUTORIMOSSO.

chiedo scusa a tutti non avevo visto che il link allo stesso articolo l'aveva già messo f_z

RiccardoG
Inviato: 17/5/2013 11:57  Aggiornato: 17/5/2013 11:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/1/2010
Da:
Inviati: 88
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
Le avevano detto infatti che in quel modo le sue probabilità di venire colpita dal cancro al seno, che per lei erano addirittura dell'87%, si sarebbero ridotte al 5%

"Mi ha detto mio cugino che lui è andato sulla Luna e le ha girato la faccia"

La Jolie doveva pretendere di sapere se chi le ha fornito questi dati avesse un cancro al cervello, ovvero all'ano.
Ma bisogna avere un cervello sano per arrivare a pretendere certe cose: non se ne esce.

Soprattutto sarebbe interessante pretendere una documentazione su come i dirigenti farmaceutici, una volta ammalati, decidano di curarsi.
Qualcuno ha notizie in merito?

Non mi sorprenderei se scoprissi che sono i primi a rifiutare quello che vendono, specie dopo quel famoso test anonimo tra oncologi statunitensi in cui quasi il 90% ammise che nel malaugurato caso della malattia non si sarebbe mai sottoposto alle cure che erano/sono soliti imporre consigliare ai propri criceti pazienti.

Magari sanno pure che evitare il sale da cucina (completamente) e gli zuccheri composti (quindi anche vino) aiuta non poco ad allontanare il cancro.

f_z
Inviato: 17/5/2013 11:57  Aggiornato: 17/5/2013 11:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
Autore: ChezFilipp Inviato: 17/5/2013 11:32:14


A parte che lo stesso articolo l'ho linkato io nel mio post precedente, ma usare i link invece di riempire di interi articoli esterni fa male alla salute?

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
InFlames
Inviato: 17/5/2013 11:59  Aggiornato: 17/5/2013 11:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/3/2008
Da:
Inviati: 300
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Grazie big pharam di esistere! ci fosse stata nel medioevo dove il 60% delle donne moriva di questa terrribile malattia, Ah quante morti evitate!
Grazie BP! grazie!!!!

Tutto sarà rivelato
etrnlchild
Inviato: 17/5/2013 12:26  Aggiornato: 17/5/2013 12:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
A proposito della strategia del terrore e della paura, sembrerebbe di tendenza che gli attacchi provengano ormai sia da fuori di noi, che da dentro il nostro stesso corpo.

Exoterrorismo e endoterrorismo.

Cacchio, siamo circondati!

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
ChezFilipp
Inviato: 17/5/2013 12:39  Aggiornato: 17/5/2013 12:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/11/2009
Da:
Inviati: 49
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
"l'altro aspetto che volevo sottilineare è una contraddizione medica che questa vicenda mette in evidenza in questa maniera parossistica.
hanno sempre battuto sulla prevenzione . "se lo prendi in tempo".... ci hanno sempre detto .
oggi non vale piu ?
oggi passa il messaggio che la prevenzione non basta piu ma quello che viene da pensare è che se qualcuno viene consigliato di fare una cosa del genere vuol dire che il medico che lo ha consigliato non ritiene che un programma di prevenzione si sufficente perche una volta che viene il cancro non c'è modo di fermarlo."

Ciao Fefo,
secondo me in realtà quello che il Sistema farà passare è proprio quello che interventi di questo genere sono la VERA prevenzione.
Dal punto di vista che propagandano infatti se tutto dipende da un gene "portatore" di cancro quale miglior prevenzione che togliere la parte del corpo in cui questo gene si attiverebbe? Tanto, dopo una certa età, quando non si dovrà più allattare, perchè rischiare di far "insorgere" un tumore che può farci morire(con grandi probabilità secondo le statistiche,sempre propagandate dal sistema naturalmente) quando con le nuove scoperte sulla genetica possiamo già sapere ed agire prima ancora che la malattia si manifesti?

Chi lo sa, immagino che ci saranno cliniche ,in futuro, che offriranno pacchetti "all inclusive" per le donne sopra i 40 "Diagnosi genetica, Doppia mastectomia, doppia protesi ultimo modello e manutenzione decennale al modico prezzo di....."

Spero naturalmente che non si arrivi mai a cose del genere.

Del resto quello che ora si chiama "prevenzione" sarebbe più opportuno chiamarla "diagnosi precoce" ed a quel punto ci si rende conto (mettendosi nell'ottica propagandata da Sistema naturalmente) che l'unica prevenzione possibile sarebbe quella di togliere le parti a rischio.

Certo mi piacerebbe capire su che basi una che si è fatta asportare entrambi i seni mantiene un 5% di possibilità di sviluppare un Tumore, vorrei capire le basi su cui fanno questa statistica e su quale tessuto dovrebbe svilupparsi, sulla protesi al silicone? mah...

alsecret7
Inviato: 17/5/2013 13:43  Aggiornato: 17/5/2013 13:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
io dico solo una cosa! che sono tutti dei pazzi!!!

vuotorosso
Inviato: 17/5/2013 14:02  Aggiornato: 17/5/2013 14:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Resta da augurarsi che la cara Angelina non decida di guadagnarsi l'immortalita' suicidandosi preventivamente

Spiderman
Inviato: 17/5/2013 14:18  Aggiornato: 17/5/2013 14:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Pazzesco!!! Avevo già sentito qualche anno fa di una tizia che aveva fatto il medesimo intervento della Jolie, si trattava però di una "comune mortale", la Jolie, invece, è "ottima" per diffondere la propaganda di big pharma.

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
peonia
Inviato: 17/5/2013 14:31  Aggiornato: 17/5/2013 14:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Sono d'accordo con alsecret, al di là di tutte le cause, giustificazioni, propagande la vera verità è che SI SONO BEVUTI IL CERVELLO!
saranno le droghe? sarà quel che sarà.....gli americani per primi sono fottuti, spero che il virus della stronzaggine non dilaghi anche in Europa!

Io che sono 15 anni (faccio un esempio) che mi hanno diagnosticato il gozzo multinodulare tossico, con tutti i consigli medici del caso dalla medicina (a breve termine per effetti collaterali sul fegato) allo iodio radioattivo, all'asportazione totale o parziale della tiroide.....NON HO FATTO NULLA, malgrado il terrorismo psicologico del medico di base che ho cambiato sedutastante dopo le minacce, come i devo considerare INCOSCIENTE o INTELLIGENTE? o forse c'è una via di mezzo....ma la Jolie o finge,pagata per, o se davvero è come dice, è na pora scema! Povero Brad.....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
peonia
Inviato: 17/5/2013 14:37  Aggiornato: 17/5/2013 14:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Del resto quello che ora si chiama "prevenzione" sarebbe più opportuno chiamarla "diagnosi precoce" ed a quel punto ci si rende conto (mettendosi nell'ottica propagandata da Sistema naturalmente) che l'unica prevenzione possibile sarebbe quella di togliere le parti a rischio.

quello che è certo è che la "prevenzione" fa grandi incassi.....prò ho sentito dire che raramente è veramente efficace......

Io tra i miei vari lavori, ho lavorato anche come assistente di un ginecologo.
Le povero donne che venivano per fare una volta al mese la visita in gravidanza (decisamente esagerato) erano invitate dallo stesso a fare anche l'ecografia (pure questa oltre che inutile anche dannosa così frequente) ma il risultato era che lui incassava una cifra...e la paziente, svenata, riteneva che "quanto è bravo e scrupoloso"!!!!!
come ci facciamo prendere per il culo....
Ma in fondo ognuno ha quel che si merita!

aggiungo: in tutto il discorso poi la CONSAPEVOLEZZA, la visione di cosa sia una malattia, ecc. manco in sogno!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Merio
Inviato: 17/5/2013 14:37  Aggiornato: 17/5/2013 14:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/4/2011
Da:
Inviati: 3677
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Il cancro è una malattia di carattere personale e pertanto va trattata come tale...

Per me vale il discorso di Music Band... qua c'è puzza di propaganda...

Senza contare che visto il trend di incidenza di tumori, risulta chiaro che più che i geni bisogna andare a vedere i fattori ambientali...

Tanto per la cronaca(ma direi che su LC lo sappiano in molti...) la nutrizione umana sembra essere la via migliore per prevenire e probabilmente anche sconfiggere questa anomalia detta cancro...

Senza citare la terapia Gerson, ecco un caso recente:

fragole vs cancro all'esofago...

Da cui si deduce che:

Citazione:
And now we know at least one plant that may even reverse the course of disease if caught early enough.


Ovviamente vogliono isolare i composti chiave che permettono di combattere il cancro, ma a parer mio magnarsi la frutta tal quale è sempre la cosa migliore...

La libertà di parola senza la libertà di diffusione è come un pesce rosso in una vasca sferica...
Ezra Pound
simone707
Inviato: 17/5/2013 14:52  Aggiornato: 17/5/2013 14:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
@ Peonia

Citazione:
ma la Jolie o finge,pagata per, o se davvero è come dice, è na pora scema! Povero Brad.....


Peoniaaaaaaa .... Mi stupisce questo tuo atteggiamento nei confronti della Jolie ....

Angelina Jolie NON ha bisogno di 'lavorare' per Big Farma!! Con tutti i soldi che ha -ricordiamo che è una delle attrici più pagate di Hollywood- e con tutti quelli che ha Brad Pitt ... figuriamoci se lei ha bisogno di prestarsi a delle pubblicità per Big Farma ...

Inoltre cosa importantissima: LEI NON E' IL TIPO DI DONNA (o persona) CHE POSSA STARE DALLA PARTE DI BIG FARMA, PERCHE' ... SE UN PO' LA CONOSCETE, CAPIRETE CHE LEI LOTTA E HA SEMPRE LOTTATO CONTRO LE IPOCRISIE DEL POTERE FORTE. Da sempre lotta per i diritti umani! Fa pure parte della commissione ONU per queste cose. Ha adottato molti bambini provenienti da paesi e situazioni disagiate.

Quindi lei probabilmente, anche per il fatto che ha visto sua madre morire, ha accettato IN BUONA FEDE di sottoporsi a questo intervento. Lei è il tipo "decisionista" , "interventista", "impulsiva", ecco, questi forse sono da considerarsi dei difetti se vogliamo, ma possono anche essere considerati "avere palle" per affrontare un problema serio... anche se in maniera sbagliata.


Rickard
Inviato: 17/5/2013 15:12  Aggiornato: 17/5/2013 15:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Non capisco di cosa vi stupiate riguardo alla vicenda di Angelina Jolie.

è una storia perfetta: la malattia, il tormento della sofferenza, l'occasione di riavvicinamento coi propri cari, il trionfo finale sul "male".

La tipica storia americana, reinventata in salsa 2013: oggi il punto non è diventare multimilionari, ma sconfiggere una malattia che viene comunemente apostrofata come "un male".

Sempre qui siamo: Il bene (Big Pharma che ti cura e ti accudisce) che sconfigge il male (il cancro cattivo che lo fa apposta di venirti proprio a te).

Tra improbabili teorie genetiche e ancor più improbabili cure, la vicenda Joilie è, paradossalmente, la cosa meno insensata sull'argomento cancro.

Citazione:
Inoltre cosa importantissima: LEI NON E' IL TIPO DI DONNA (o persona) CHE POSSA STARE DALLA PARTE DI BIG FARMA, PERCHE' ... SE UN PO' LA CONOSCETE, CAPIRETE CHE LEI LOTTA E HA SEMPRE LOTTATO CONTRO LE IPOCRISIE DEL POTERE FORTE. Da sempre lotta per i diritti umani! Fa pure parte della commissione ONU per queste cose. Ha adottato molti bambini provenienti da paesi e situazioni disagiate.

Mi sono quasi scompisciato leggendo questo.

portinaia: Sa, signora mia, se l'ha fatto l'Angelina che è tanto perbene, che ha sempre aiutato i poveri e che ha anche adottato dei bambini, dev'essere vero

dirimpettaia: A chi lo dice, signora... Mi sa che farei bene anch'io a farmi dare una controllata... Ora non ho niente, ma chi lo sa mai... meglio prevenire che curare

portinaia: Dice bene, signora mia...

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
peonia
Inviato: 17/5/2013 15:25  Aggiornato: 17/5/2013 15:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Simone, "lei" è solo una povera psicolabile se vuoi...
non è che se uno ha avuto un parente malato e morto di cancro deve ripetere l'esperienza...
casomai interrogarsi, sul perchè, su come, sul significato della malattia, e prevenire nel senso che cambi abutidini, stili di vita, insomma cresci...non che ti mutili!!!!!!
come la giri la giri....malgrado i tantissimi soldi, è na pora disgraziata....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Youkai
Inviato: 17/5/2013 15:29  Aggiornato: 17/5/2013 15:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/8/2011
Da:
Inviati: 124
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Ah beh, se citi l'onu come valore aggiunto della Jolie stiamo tutti apposto. ONU, hai detto tutto.


Ma ragazzi pensate ancora che a questi gli interessino i soldi? I soldi? Ma lei ha solo obbedito a chi gli fa comodo, figuriamoci la sua "scelta" verrà vista come riconferma dell'eggregore comune che da all'esportazione preventiva l'idea di cura giusta. Cazzo un hassist migliore di questo per gli idioti del quartiere che volete di più? Più chiaro di così?

Cioè quì le cose in gioco non sono i soldi(dico per il caso della jolie), che sono un mezzo di controllo; sono il mezzo non il fine; il fine è un altro, ben più sottile. La jolie si è solo prestata al gioco di chi ha interessi mica indifferenti se una del suo non-calibro fa queste cose.

Pyter
Inviato: 17/5/2013 15:44  Aggiornato: 17/5/2013 15:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
ci fosse stata nel medioevo dove il 60% delle donne moriva di questa terrribile malattia, Ah quante morti evitate!


Purtroppo nei tempi antichi regnava l'ignoranza e la superstizione e in casi di questo tipo non si poteva fare altro che rimettersi nelle mani della provvidenza, perchè lontani erano i tempi in cui sarebbero arrivati i lumi e con essa la scoperta del calcolo delle probabilità.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
simone707
Inviato: 17/5/2013 15:48  Aggiornato: 17/5/2013 15:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
Mi sono quasi scompisciato leggendo questo. portinaia: Sa, signora mia, se l'ha fatto l'Angelina che è tanto perbene, che ha sempre aiutato i poveri e che ha anche adottato dei bambini, dev'essere vero dirimpettaia: A chi lo dice, signora... Mi sa che farei bene anch'io a farmi dare una controllata... Ora non ho niente, ma chi lo sa mai... meglio prevenire che curare portinaia: Dice bene, signora mia...


Mi fa PIACERE che ti sia scompisciato dal ridere. Fa bene alla salute (vedi Jacopo Fo).

Questo non impedisce che la tua 'ironia' sia pertinente. Il dialogo tra la Portinaia e la Dirimpettaia descrive un tuo preconcetto: ... che la Jolie sia come tutti gli altri, e cioè che (forse per denaro o altro che non saprei) appoggi il Potere Forte quando ne ha l'opportunità.

E' anche vero -per carità- che mi sono espresso con un linguaggio ingenuo:Citazione:
LEI NON E' IL TIPO DI DONNA (o persona) CHE POSSA STARE DALLA PARTE DI BIG FARMA, PERCHE' ... SE UN PO' LA CONOSCETE, CAPIRETE CHE LEI LOTTA E HA SEMPRE LOTTATO CONTRO LE IPOCRISIE DEL POTERE FORTE. Da sempre lotta per i diritti umani! Fa pure parte della commissione ONU per queste cose. Ha adottato molti bambini provenienti da paesi e situazioni disagiate.

non lo nego, ma la fretta di obiettare alle parole di Peonia mi ha fatto sbottare ed esprimermi con toni forse ingenui.

Ma allora tu non sei in grado di separare il contenuto di una frase dalla sua connotazione stilistica (ti consiglio questa lettura: "Exercices de style, scritti dal francese Raymond Queneau, constano di una stessa trama raccontata in novantanove modi diversi, ognuno - appunto - in un diverso stile di narrazione).

Invece essere ironici, cinici, e con la puzza sotto il naso, scettici e maliziosi è PIU' FIGO.

Sarà, ma non me ne frega proprio niente di essere apparso come la Portinaia o come la Dirimpettaia. NON me ne frega proprio nulla.

Quindi ..... R I D I ... caro, ... SCOMPISCIATI PURE......

etrnlchild
Inviato: 17/5/2013 15:49  Aggiornato: 17/5/2013 15:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
Quindi lei probabilmente, anche per il fatto che ha visto sua madre morire, ha accettato IN BUONA FEDE


Benissimo. Perche' allora farlo sapere a tutto il mondo? Visto che è una decisione strettamente personale?

A me, in buona fede, non verrebbe mai in mente, anche se -soprattutto direi- fossi un personaggio con alta visibilità.



Citazione:
SE UN PO' LA CONOSCETE,

Questa cosa poi di "conoscere" le persone "raccontate" e' interessante.

Io ricevo sorprese continue da persone che credevo di conoscere (direttamente) e che frequento da una vita... (me stesso in primis)...

Per quanto riguarda i soldi, che non avrebbe bisogno, etc...etc... queste sono false proiezioni da parte di chi crede che gli standard siano uguali per tutti o li rapporta ai propri. Potrebbe benissimo non essere così.

Pure Micheal Jackson era uno che nell'immaginario collettivo non poteva avere problemi di soldi, quando invece non era cosi'. Alla sua dipartita aveva oltre 400 milioni di $ di debiti (li sta ripagando da morto).

Dipende sempre dal tuo livello e tenore di vita.
Direi anzi che più ne hai e più ne vuoi...

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
temponauta
Inviato: 17/5/2013 15:53  Aggiornato: 17/5/2013 15:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/4/2010
Da:
Inviati: 2040
 Re: Il terrorismo di Big Pharma

simone707
Inviato: 17/5/2013 16:00  Aggiornato: 17/5/2013 16:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
Citazione: Quindi lei probabilmente, anche per il fatto che ha visto sua madre morire, ha accettato IN BUONA FEDE Benissimo. Perche' allora farlo sapere a tutto il mondo? Visto che è una decisione strettamente personale? A me, in buona fede, non verrebbe mai in mente, anche se -soprattutto direi- fossi un personaggio con alta visibilità.


Non è vero. E' stata la stampa, i giornalisti pennaioli dei Gossip che hanno spifferato tutto, non appena hanno avuto sentore di ciò che stava accadendo.

Comunque essere con il pelo sullo stomaco come fanno alcuni di voi, che "sorridono" o si "scompisciano" per le 'ingenuità' dei giudizi di chi scrive, rende il dibattito irritante, e fa perdere tempo al lettore.

Non è perché una cosa sembra ovvia o ingenua venga impedito a questa di essere anche vera.

SI, io non conosco personalmente Angelina Jolie. Però leggo molto.
Forse voi la conoscete personalmente??

Comunque sia ..... "A morte Big Farma" !!!!

Rickard
Inviato: 17/5/2013 16:09  Aggiornato: 17/5/2013 17:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Simone707
Citazione:
Questo non impedisce che la tua 'ironia' sia pertinente. Il dialogo tra la Portinaia e la Dirimpettaia descrive un tuo preconcetto: ... che la Jolie sia come tutti gli altri, e cioè che (forse per denaro o altro che non saprei) appoggi il Potere Forte quando ne ha l'opportunità.

Il semplice fatto che sia all'apice (non "parte di", all'apice) dell'organizzazione Hollywoodiana la pone come ingranaggio assolutamente integrato nel meccanismo del potere costituito e mainstream.

Il ritratto della Jolie come una "contro il sistema" può solo essere accolto con una risata o con insulti, io ho preferito la risata.

Citazione:
non lo nego, ma la fretta di obiettare alle parole di Peonia mi ha fatto sbottare ed esprimermi con toni forse ingenui.

Ma allora tu non sei in grado di separare il contenuto di una frase dalla sua connotazione stilistica (ti consiglio questa lettura: "Exercices de style, scritti dal francese Raymond Queneau, constano di una stessa trama raccontata in novantanove modi diversi, ognuno - appunto - in un diverso stile di narrazione).

Invece essere ironici, cinici, e con la puzza sotto il naso, scettici e maliziosi è PIU' FIGO.

Sarà, ma non me ne frega proprio niente di essere apparso come la Portinaia o come la Dirimpettaia. NON me ne frega proprio nulla.

Quindi ..... R I D I ... caro, ... SCOMPISCIATI PURE......

Guarda, visto che siamo in vena di consigli, ricambio consigliandoti di leggere Divi di stato di John Kleeves, che descrive nel dettaglio e con precisione i meccanismi della macchina Hollywoodiana.

Riguardo alla concessione di potermi scompisciare, te ne ringrazio, e ne approfitto subito per scompisciarmi di questo atteggiamento da pseudo-martire.

Ce l'avete tutti con l'Angelina perché siete cattivi, cinici, con la puzza sotto il naso e pieni d'invidia

Citazione:
Non è vero. E' stata la stampa, i giornalisti pennaioli dei Gossip che hanno spifferato tutto, non appena hanno avuto sentore di ciò che stava accadendo.

Comunque essere con il pelo sullo stomaco come fanno alcuni di voi, che "sorridono" o si "scompisciano" per le 'ingenuità' dei giudizi di chi scrive, rende il dibattito irritante, e fa perdere tempo al lettore.

Non è perché una cosa sembra ovvia o ingenua venga impedito a questa di essere anche vera.

SI, io non conosco personalmente Angelina Jolie. Però leggo molto.
Forse voi la conoscete personalmente??

Capito? Sono stati i giornalisti cattivi che si intromettono nella "praivasi" della Angelina, che raccontano i suoi segreti.

Io non solo non la conosco, ma non ci tengono minimamente e, se per assurdo me ne capitasse l'occasione, vi rinuncerei senza indugio.

Curioso come "non si possa" criticare la scelta della Jolie senza una approfondita conoscenza personale, e purtuttavia "si possa" difenderla a spada tratta basandosi su una conoscenza meramente cinematografica e televisiva.

L'ho vista talmente tanto in tivvù che è come se la conoscessi davvero

Potenza della propaganda.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
f_z
Inviato: 17/5/2013 16:12  Aggiornato: 17/5/2013 16:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
Autore: simone707 Inviato: 17/5/2013 14:52:57

Angelina Jolie NON ha bisogno di 'lavorare' per Big Farma!! Con tutti i soldi che ha


Per favore questo e' un sito serio: smettetela di postare barzellette!

Per fortuna la maggior parte degli utenti di questo sito sa che questi psicopatici venderebbero la loro mamma a fettine per raggranellare qualche dollaro in piu': sono di una avidita' inimmaginabile.

Ma tutti non ne hanno bisogno, vero? Attori, calciatori, Soros, Bernanke, Rothshild...

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
etrnlchild
Inviato: 17/5/2013 16:15  Aggiornato: 17/5/2013 16:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
Non è vero. E' stata la stampa, i giornalisti pennaioli dei Gossip che hanno spifferato tutto,

Non sembrerebbe. E' stata la Jolie a fare la dichiarazione al New York Times

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
simone707
Inviato: 17/5/2013 16:22  Aggiornato: 17/5/2013 16:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
Ce l'avete tutti con l'Angelina perché siete cattivi, cinici, con la puzza sotto il naso e pieni d'invidia


La tua replica non ha effetto su di me.
Con quest'ultima tua replica, intendo, ti sbugiardi da solo. Ovvero?
Ovvero .... sei uno di quelli che intervengono per offendere.

simone707
Inviato: 17/5/2013 16:31  Aggiornato: 17/5/2013 16:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
Per favore questo e' un sito serio: smettetela di postare barzellette! Per fortuna la maggior parte degli utenti di questo sito sa che questi psicopatici venderebbero la loro mamma a fettine per raggranellare qualche dollaro in piu': sono di una avidita' inimmaginabile. Ma tutti non ne hanno bisogno, vero? Attori, calciatori, Soros, Bernanke, Rothshild...


Allora ... io NON sto difendendo 'a spada tratta' Angelina Jolie.
Solo considero il fatto che in questa discussione nessuno abbia avuto 'voglia' di vedere ANCHE dei lati diversi da quelli di un'accusa "certa" di collaborazione con Big Farma.

Poi, naturalmente, tutto è possibile, questo lo so da un pezzo. Se ne sono viste di tutti i colori. Sono del '57 e vado verso i 56 anni (purtroppo) ...

peonia
Inviato: 17/5/2013 16:54  Aggiornato: 17/5/2013 16:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Scusa Simone, io sarò stata troppo sbrigativa ma la mia reazione è stata immediatamente quella di pensare che siamo alla FOLLIA totale....e mi fa specie che ci si possa ragionare pure tanto attorno alle sue motivazioni.....

Se non sono lavaggi del cervello quelli, dimmi tu quali sono...
ammesso che la povera Angiolina sia in buona fede, perchè vedi a me pare talmente assurdo che penso non sia come la racconta...
Ma fra poco se ci diranno che mangiare merda farà benissimo come antinvecchiamento....tutti a mangiarla!
Ma il pensiero, il ragionamento, la logica, il raziocinio, il buon senso....scomparsi? tutto è mediatico....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
DjGiostra
Inviato: 17/5/2013 16:57  Aggiornato: 17/5/2013 16:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Piccolo OT:
Massimoooooooooooooooooooooooooooooooooo Ma mi vai nel giardino a fare ciao ciao con la manina
al satellite ????????????????????
Mi sono spanciato dal ridere !!!!

Fine OT.

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
invisibile
Inviato: 17/5/2013 16:59  Aggiornato: 17/5/2013 16:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Temponauta

La vignetta é geniale.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Kenshiro
Inviato: 17/5/2013 17:06  Aggiornato: 17/5/2013 17:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/5/2010
Da: Croce del Sud
Inviati: 318
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Per niente OT:

Scandalo sperimentazione farmaci in Germania : anche gli italiani tuttora si offrono volontari
LINK

Esattamente terrorismo e Big pharma...

Mondo marcio!!!
Tianos
Inviato: 17/5/2013 17:07  Aggiornato: 17/5/2013 17:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/8/2009
Da:
Inviati: 374
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
mi aggiungo a peonia.
e difficile oltretutto pensare che gente all'interno di un meccanism come quello holliwoodiano e discografico , possa aver fatto le cose non in modo pianificato...basta andare a vedere cosa successe a Mel Gibson quando ubriaco diede la colpa agli ebrei di certe scelte del cinema.
certe uscite sono orchestrate , sia come pubblicità che come propaganda.
anche l'associazzione di brad pit a scientology e tutto cio che ne derivò sa tanto di pubblicità per l'attore (non è importante che parlino bene o male di me, l'importante e che parlino di me) e propaganda verso una certa idea.
Il resto lo fanno i grandi numeri...quando hai un bacino di utenza di 7 miliardi di persone, e qualcosa di cosi discutibile arriva sulla bocca di tutti , ci fosse anche solo un 1% di quelli che ascoltano di prendere strade similari ti puoi immaginare quale giro di affari hai smosso con tali baggianate.
Il problema non è infinocchiare uno stupido, il problema e andare a cercarlo...per questo si vuole sempre di più conoscere le abitudini della gente e distruggere la sua privacy, una volta che nel "mercato" sanno che tu sei dominato da certe paure o da certe ossessioni sapranno farti arrivare i giusti messaggi per fare leva su di essi.

fefochip
Inviato: 17/5/2013 17:09  Aggiornato: 17/5/2013 17:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
Angelina Jolie NON ha bisogno di 'lavorare' per Big Farma!! Con tutti i soldi che ha -ricordiamo che è una delle attrici più pagate di Hollywood- e con tutti quelli che ha Brad Pitt ... figuriamoci se lei ha bisogno di prestarsi a delle pubblicità per Big Farma ...


ragionamento curioso.

alla tv vediamo "grandi" divi che fanno pubblicità di tutti i generi.
loro devono pagare le bollette e gli altri no?

comunque è lo stesso argomento usato per berlusconi .
con tutti i soldi che ha figuriamoci se ha bisogno di rubarli....

COMUNQUE cosa proverebbe questo ragionamento?
un eventuale buona fede? e allora?

anche i deliri mistici sono in buona fede ma ti scureggia il cervello ugualmente

Citazione:
Inoltre cosa importantissima: LEI NON E' IL TIPO DI DONNA (o persona) CHE POSSA STARE DALLA PARTE DI BIG FARMA, PERCHE' ... SE UN PO' LA CONOSCETE, CAPIRETE CHE LEI LOTTA E HA SEMPRE LOTTATO CONTRO LE IPOCRISIE DEL POTERE FORTE. Da sempre lotta per i diritti umani! Fa pure parte della commissione ONU per queste cose. Ha adottato molti bambini provenienti da paesi e situazioni disagiate.


lotterà pure con i poteri forti ma a questo giro sta fuori come un elicottero

Citazione:
Quindi lei probabilmente, anche per il fatto che ha visto sua madre morire, ha accettato IN BUONA FEDE di sottoporsi a questo intervento. Lei è il tipo "decisionista" , "interventista", "impulsiva", ecco, questi forse sono da considerarsi dei difetti se vogliamo, ma possono anche essere considerati "avere palle" per affrontare un problema serio... anche se in maniera sbagliata.


in maniera sbagliata? ti piacciono gli eufemismi.

certo ci vuole "coraggio" a buttarsi sotto a un treno ma che vuol dire questo?
solo che hai qualche rotella fuori posto ,mentre mutilarsi cosi ...il cervello sta scureggiando alla grande.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
simone707
Inviato: 17/5/2013 18:19  Aggiornato: 17/5/2013 18:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
@ Fefochip

............ e va bene!

Allora, ricapitolando: 'Big Farma' ha coinvolto Angeline Jolie e l'ha coinvinta (o costretta) a sottoporsi a una doppia mastectomia integrale (però con un contestuale impianto di mammella sintetica, per salvaguardare l'estetica) e a una ovaiectomia radicale.
L'operazione Big Farma prevedeva anche una conferenza stampa in cui la Jolie annunciava la scelta adottata e si dichiarava soddisfatta.
Brad Pitt è sicuramente coinvolto in questa operazione congiunta Cia - Big Farma. Anche perché lui è di Scientology (ma quello non era Tom Cruise?).
Quindi ora .... la popolazione femminile dell'intero pianeta (escluse le poche donne che hanno capito l'inghippo) seguirà l'esempio della nota attrice per paura di doversi trovare (una volta accertata la presenza del gene 'nocivo') un cancro al seno e/o alle ovaie. Ma forse si sottoporranno all'operazione anche quelle che non hanno il gene 'nocivo' (non si sa mai).
Big Farma aumenterà il suo potere economico, di prestigio e ... massonico e consono al NWO.

Può darsi che questa sia la tragica verità.

Va meglio ora?

Rickard
Inviato: 17/5/2013 18:53  Aggiornato: 17/5/2013 18:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
simone707
Citazione:
Allora, ricapitolando: 'Big Farma' ha coinvolto Angeline Jolie e l'ha coinvinta (o costretta) a sottoporsi a una doppia mastectomia integrale (però con un contestuale impianto di mammella sintetica, per salvaguardare l'estetica) e a una ovaiectomia radicale.
L'operazione Big Farma prevedeva anche una conferenza stampa in cui la Jolie annunciava la scelta adottata e si dichiarava soddisfatta.
Brad Pitt è sicuramente coinvolto in questa operazione congiunta Cia - Big Farma. Anche perché lui è di Scientology (ma quello non era Tom Cruise?).
Quindi ora .... la popolazione femminile dell'intero pianeta (escluse le poche donne che hanno capito l'inghippo) seguirà l'esempio della nota attrice per paura di doversi trovare (una volta accertata la presenza del gene 'nocivo') un cancro al seno e/o alle ovaie. Ma forse si sottoporranno all'operazione anche quelle che non hanno il gene 'nocivo' (non si sa mai).
Big Farma aumenterà il suo potere economico, di prestigio e ... massonico e consono al NWO.

Può darsi che questa sia la tragica verità.

Va meglio ora?

Evita di fare discorsi volutamente banalizzanti e ridicolizzanti.

La cosa in sé è abbastanza semplice: Angelina Jolie, star mondiale, considerata una delle attrici più potenti e influenti del mondo, con un seguito infinito, ha preso una decisione estremamente privata e personale circa la sua salute, optando per un devastante doppio intervento di prevenzione per un ipotetico rischio di cancro e, cosa più importante, ha sbandierato pubblicamente la propria decisione, raccontandola al pubblico e avvalorandola, raccontando i tormenti di una madre morta di cancro e la paura di un simile destino.

I risultati sono principalmente due:

1) Molta pubblicità per Angelina Jolie, che sfrutta un episodio strettamente personale per raccogliere consenso, ammirazione e l'allargamento della propria influenza.

2): Big Pharma fa un'eccellente figura, avendo "salvato" una delle star più amate del mondo da una orribile malattia. In aggiunta, questo tipo di comunicazione emozionale, basata sull'empatia suscitata dalla Jolie e dalla paura per il gene difettoso che causa il cancro, spingerà molte donne che mai avrebbero considerato simili radicali interventi preventivi a vederli sotto un'altra luce, un qualcosa da non escludere a priori

La nuova fase del business del cancro: non aspettare neanche che alla gente venga effettivamente, ma curarla per il cancro prima ancora che il cancro arrivi.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
fefochip
Inviato: 17/5/2013 19:25  Aggiornato: 17/5/2013 19:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
Può darsi che questa sia la tragica verità.


la tragica verità sembra una cosa un po diversa.

la tragica verità è che (come già detto qui) un attrice che probabilmente vede sfiorire la sua bellezza e prosperità costretta confrontarsi con questo mondo fatto di soli vincenti, giovani e belli per rimanere sulla "cresta dell'onda" si deve cominciare a rifare qualcosa.
visto che sicuramente ha anche un sacco di seghe mentali complice la sua triste esperienza con la madre ha deciso di salvare capra e cavoli ribaltando un eventuale giudizio del pubblico (aò la giolì s'è rifatta) negativo che vuole le attrici belle , giovani e pure naturali.

la triste verità è che ha trovato dei medici complici di questo scellerato piano che avevano tutto da guadagnare per assecondare queste pazzie.

poi big pharma ha approfittato della situazione stimolando i media a pubblicizzare tale iniziativa strettamente personale su scala globale.(non vorremmo fare i beccaccioni che non credono che big pharma in qualche modo possa ver oliato certi meccanismi ? per favore dai su)

la tragica realtà è che molte persone invece di cogliere l'assurdità di una scelta del genere e l'intrinseco paradosso all'interno della medicina ufficiale (che senso ha fare una cosa cosi radicale quando ci hanno strimpellato l'efficacia delle cure se "preso in tempo")seguiranno l'esempio della loro eroina perche piu di tanti discorsi vale l'esempio come per i bambini (e l'umanità è in larga maggioranza fatta di persone poco mature).

poi se vuoi banalizzare tutto fai pure

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
tonipos
Inviato: 17/5/2013 19:46  Aggiornato: 17/5/2013 19:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/6/2006
Da: Treviso
Inviati: 119
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Siccome la Natura è fallace, e sbaglia senza possibilità di autocorrezione, ci vogliono le multinazionali della chimica per sistemare i suoi errori.
Mi spiace per la Jolie, sono stato innamorato di questo gran pezzo di gn...., ma ultimamente sta rivelando uno stato di completo delirio, sembra quasi plagiata MK-Ultra...

Alla fine ti accorgi sempre che nulla è come sembra
Giano
Inviato: 17/5/2013 20:00  Aggiornato: 17/5/2013 20:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Incredulo Citazione:
La scelta di Angelina è talmente assurda e priva di buon senso che non si può assolutamente pensare che sia stata fatta.


Quoto.
Quello che mi ha stupito è che non ho provato nessun disagio per i miei pensieri.
Non sono sarcastico Incredulo, dico sul serio. E la cosa mi preoccupa.

InFlames
Inviato: 17/5/2013 20:07  Aggiornato: 17/5/2013 20:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/3/2008
Da:
Inviati: 300
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
http://www.lastampa.it/2013/05/17/esteri/jolie-l-ex-ministro-boutin-fa-scandalo-operata-per-assomigliare-agli-uomini-BRZ58kOZmGjYkDn7pGY5gJ/pagina.html

Capito? la medicina deve essere per tutti, tutti quanti. E meno male che qualcuno si è posto due domande.
PS: la teoria propaganda è altamente probabile, son tre giorni che l'articolo è in prima pagina su repubblica (non questo ma l'altro)

Tutto sarà rivelato
incredulo
Inviato: 17/5/2013 21:17  Aggiornato: 17/5/2013 21:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
@Giano

Citazione:
Quello che mi ha stupito è che non ho provato nessun disagio per i miei pensieri. Non sono sarcastico Incredulo, dico sul serio. E la cosa mi preoccupa.


Don't worry, be happy.

Comprendo ciò che provi.

Dopo avere metabolizzato le notizie più assurde e manipolate, siamo abituati a non stupirci più di nulla e trovare tutto normale, in un mondo dove qualsiasi assurdità venga sparata al mondo da quel sistema criminale che è palesemente diventata l'informazione oggi, passa senza destare disagio.

Ma non lo trovo preoccupante, solo una ulteriore conferma della manipolazione della percezione che ha innalzato il senso del pericolo e del ridicolo.

Coloro che non si accontentano delle facili soluzioni diventano più consapevoli guardando in più direzioni.

Più diventano consapevoli e meno sono a disagio.

Non è il momento di preoccuparsi questo, ma quello di restare svegli.

Ciao


Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
dr_julius
Inviato: 17/5/2013 21:41  Aggiornato: 17/5/2013 21:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Tre spezzoni della Jolie, dal citato articolo del NYT:

I wanted to write this to tell other women that the decision to have a mastectomy was not easy. But it is one I am very happy that I made.

On a personal note, I do not feel any less of a woman. I feel empowered that I made a strong choice that in no way diminishes my femininity.

I hope that this will be helpful to other women.

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
dr_julius
Inviato: 17/5/2013 22:02  Aggiornato: 17/5/2013 22:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Un medico chirurgo, che attua mastectomie, ne ha attuato anche qualcuna bilaterale preventiva (nel senso: la donna malata ad un seno che decide di asportarli entrambi).
Argomentava fondamentalmente del rispetto delle scelte del singolo individuo, ma alle sue pazienti anche in presenza di alta familiarità e in assenza di malattia conclamata, lei non consiglia di eseguire la mastectomia preventiva, ma piuttosto controlli frequenti.
Mi ha colpito questa frase: "il primo vero problema in questi casi è la gestione della paura".

La sua valutazione è: "Nel caso della Jolie mi sono chiesta cosa l'avesse spinta a prendere una decisione così impegnativa in assenza di malattia evidente ma solo probabile. Paura della malattia, della morte? Non so".


Nel 2004 la scrittrice Masha Gessen prese una decisione analoga, senza suscitare tanto scalpore. Ora commenta la decisione di Jolie così:
"Sarà che una scelta come quella che ho fatto è un dato irreversibile, ma è un fatto che non sono più afflitta da paure e preoccupazioni."

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
Timor
Inviato: 17/5/2013 22:25  Aggiornato: 17/5/2013 22:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/11/2005
Da:
Inviati: 639
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Per chi volesse approfondire e fare qualche riflessione su alcuni livelli di quel processo multidimensionale chiamato Malattia

http://www.macrolibrarsi.it/data/cop/zoom/l/le-origini-della-malattia_33433-1.jpg

https://www.youtube.com/watch?v=ZMgglFAs22w

Un saluto a Incredulo e Temponauta

"Il vero Big Bang è la nascita di una coscienza"

"Visita Interiora Terrae Rectificando Invenies Occultum Lapidem"
Giano
Inviato: 17/5/2013 22:59  Aggiornato: 17/5/2013 22:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
@Incredulo
La mia prima reazione alla notizia è stata "ma che fesseria, non ci credo".
Normalmente, in situazioni come questa in cui un altro essere umano soffre,
l' empatia e compassione dovrebbero essere le prime reazioni, spontanee.
Invece no, il dubbio e la perplessità di fronte alla assurdità della notizia hanno sostituito e anticipato qualsiasi altra emozione o pensiero.
Più che a una maggiore consapevolezza mi sembra di approdare ad un inutile cinismo.
Grazie per le tue parole.

Scusate l' OT.

dr_julius
Inviato: 17/5/2013 23:14  Aggiornato: 17/5/2013 23:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Per chi volesse comprendere, in termini semplici, cosa pensino gli esperti senologi della suscettibilità genetica al carcinoma mammario, che è l'argomento all'origine del thread, consiglio questo link:

http://www.senology.it/review/suscettibilita.php#top


Massimo Mazzucco si chiedeva come fosse possibile il residuale 5% di rischio, dopo la asportazione del seno.
Secondo questo sito, considerato tra i più autorevoli in Italia: "I casi di insuccesso sono legati al manifestarsi di neoplasie a carico di formazioni ghiandolari mammarie residue".

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
peonia
Inviato: 18/5/2013 0:14  Aggiornato: 18/5/2013 0:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
I risultati sono principalmente due: 1) Molta pubblicità per Angelina Jolie, che sfrutta un episodio strettamente personale per raccogliere consenso, ammirazione e l'allargamento della propria influenza. 2): Big Pharma fa un'eccellente figura, avendo "salvato" una delle star più amate del mondo da una orribile malattia. In aggiunta, questo tipo di comunicazione emozionale, basata sull'empatia suscitata dalla Jolie e dalla paura per il gene difettoso che causa il cancro, spingerà molte donne che mai avrebbero considerato simili radicali interventi preventivi a vederli sotto un'altra luce, un qualcosa da non escludere a priori La nuova fase del business del cancro: non aspettare neanche che alla gente venga effettivamente, ma curarla per il cancro prima ancora che il cancro arrivi.

esattamente ciò che penso

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
peonia
Inviato: 18/5/2013 0:17  Aggiornato: 18/5/2013 0:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Nel 2004 la scrittrice Masha Gessen prese una decisione analoga, senza suscitare tanto scalpore. Ora commenta la decisione di Jolie così: "Sarà che una scelta come quella che ho fatto è un dato irreversibile, ma è un fatto che non sono più afflitta da paure e preoccupazioni."

io sinceramente mi chiedo che abbiano nel cervello queste.....perchè se ti asportano un organo...un cancro non te po' venì da n'anrta parte?!
boh!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Calvero
Inviato: 18/5/2013 0:20  Aggiornato: 18/5/2013 0:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:

Angelina Jolie NON ha bisogno di 'lavorare' per Big Farma!! Con tutti i soldi che ha -ricordiamo che è una delle attrici più pagate di Hollywood- e con tutti quelli che ha Brad Pitt ... figuriamoci se lei ha bisogno di prestarsi a delle pubblicità per Big Farma ...


Certo, come tutti i soldi che ha Tom Cruise, o come tutti i soldi che ha Spielberg, peccato che tutti quei soldi valgono una beata fava, così come tutti i soldi che può gestire un Boss della Malavita, con Ville, ricchezze e Potere ... però ...

.. però non devono, anche loro, cagare fuori dal vasino e che si ricordino sempre a quale GIRO sono debitori ---> a prescindere. E i debiti si pagano. E quei personaggi hanno tutti quei soldi perché se c'è l'esigenza devono tornare il favore.

Siamo ancora qui, andiamo bene, con l'idea dei ricchi delle telenovele

POI ... Incredulo dice che:

Citazione:
NESSUNO si toglierebbe il seno e le ovaie solo per un puro rischio probabilistico, al limite lo farebbe DOPO ma non prima.


.. e invece lo farebbe, eccome anche. Questi sono personaggi votati a un "Dio", e non vivono sulle frequenze dei comuni mortali. La parte rettile fa miracoli.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
samseed
Inviato: 18/5/2013 1:22  Aggiornato: 18/5/2013 1:22
So tutto
Iscritto: 16/8/2010
Da:
Inviati: 11
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
dispiace anche a me che nel bel documentario: le cure proibite, M. Mazzucco abbia (quasi) sorvolato sulle sue scoperte. Le uniche che spiegherebbero anche tutte le altre cure, cosiddette alternative.

Hamer è l'unico che abbia compreso il Perché, di questa riproduzione cellulare "incontrollata".
una riproduzione invece altamente sensata a livello biologico. La quale risponderebbe puntualmente ad un preciso bisogno biologico.


posso caldamente consigliare due libri scritti dal dott. Trupiano, in merito alla "nuova medicina germanica" del dott. hamer, intitolati:

grazie dott. hamer

e

grazie ancora dott. hamer.

krom2012
Inviato: 18/5/2013 2:34  Aggiornato: 18/5/2013 2:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
io sinceramente mi chiedo che abbiano nel cervello queste


i vermi
http://www.youtube.com/watch?v=5ZG7DhXKkCQ

...il cielo è sempre più bianco...
Redazione
Inviato: 18/5/2013 2:44  Aggiornato: 18/5/2013 2:52
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
DR_JULIUS: "Massimo Mazzucco si chiedeva come fosse possibile il residuale 5% di rischio, dopo la asportazione del seno. Secondo questo sito, considerato tra i più autorevoli in Italia: "I casi di insuccesso sono legati al manifestarsi di neoplasie a carico di formazioni ghiandolari mammarie residue".
Cioè manco sono capaci a togliertelo bene, il seno?

****

Citazione:
SAMSEED: "dispiace anche a me che nel bel documentario: le cure proibite, M. Mazzucco abbia (quasi) sorvolato sulle sue scoperte. Le uniche che spiegherebbero anche tutte le altre cure, cosiddette alternative."
A parte che per spiegare bene Hamer ci vorrebbe un documentario a sè stante (sfido chiunque a scrivere un capitolo di 10 minuti su questo personaggio), ma il criterio che io ho usato per selezionare le cure da presentare era quello della dimostrabilità della loro validità.

La Caisse aveva 50.000 firme di pazienti guariti da lei a suo favore, la validità della cura Hoxsey è stata stabilita da un tribunale americano, la validità della Gerson idem, l'azione antiangiogenica della cartilagine di squalo è riconosciuta addirittura dalle stesse ricerche scientifiche, per Simoncini ci sono 50 pazienti terminali che hanno testimoniato in prima persona (e ora ci sono anche le ricerche scientifiche).

Su Hamer non ho trovato nulla di "solido" da presentare.

Se voi siete al corrente di materiale di questo genere (statistiche documentate, testimonianze in prima persona, dichiarazioni di altri medici, ecc.) fatemelo sapere.

(Un altro che ho dovuto lasciar fuori per lo stesso motivo è Di Bella).

edo
Inviato: 18/5/2013 4:44  Aggiornato: 18/5/2013 4:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
Mia madre è morta di cancro ai polmoni 11 anni fà,oggi vado a prenotarmi per farmeli asportare


E' da scrivere su Spinoza.
Lo so che è vero, ma anche le realtà più dolorose possono esprimere quel fine umorismo che pervade tutta la vita. Saperlo riconoscere, come hai fatto tu, non è (purtroppo) da tutti.

Angelina è il testimonial del messaggio che DEVE passare, per essere efficace deve sembrare il prodotto pur non essendolo: "fate come me, perchè io sono l'incarnazione del successo e il successo è l'espressione dell'intelligenza".
Per chi ha bisogno di credere alla propaganda questa: "è cosa buona e giusta".
Certo, gli adoratori degli "spot" non dovrebbero mai soffrire di cancro al cervello! Ma haimè, non credo che sarà così... forse perchè le asportazioni virtuali non valgono?

Akane
Inviato: 18/5/2013 8:21  Aggiornato: 18/5/2013 8:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/7/2011
Da: Austria
Inviati: 135
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
Mia madre è morta di cancro ai polmoni 11 anni fà,oggi vado a prenotarmi per farmeli asportare


vorrei ridere ma non ci riesco...

temponauta
Inviato: 18/5/2013 8:41  Aggiornato: 18/5/2013 8:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/4/2010
Da:
Inviati: 2040
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Ciao Timor.
Un saluto a te.
Hai fatto bene a rammentare l'origine psico-energetica delle malattie di tipo degenerativo, tra cui il cancro.
Io ho sempre sostenuto che il cancro sia una attivazione incontrollata di una funzione rigeneratrice/riparatrice del corpo contenuta nel nostro Dna (nella parte chiamata in modo sprezzante spazzatura) che è simile a quella per cui se stacchi la coda a una lucertola o una zampa a una salamandra queste ricrescono come prima.
Qualcuno è più predisposto a questa attivazione, altri meno, ma l'innesco è un comando mentale non consapevole che parte quando il corpo è "sotto attacco", ovvero indebolito a livello psico-energetico.
Le cellule cancerose non sarebbero altro che cellule staminali non finalizzate, e quindi a loro volta degenerate, che erano prodotte per supportare/sostituire l'organo colpito da sofferenza e in rapido deterioramento funzionale.
Per questo il sistema immunitario non considera le cellule cancerose come agenti estranei da combattere.

dr_julius
Inviato: 18/5/2013 8:57  Aggiornato: 18/5/2013 8:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:

DR_JULIUS: "Massimo Mazzucco si chiedeva come fosse possibile il residuale 5% di rischio, dopo la asportazione del seno. Secondo questo sito, considerato tra i più autorevoli in Italia: "I casi di insuccesso sono legati al manifestarsi di neoplasie a carico di formazioni ghiandolari mammarie residue".

REDAZIONE: Cioè manco sono capaci a togliertelo bene, il seno?


Come vedi in biologia nulla è Matematico, e in Medicina idem. Evidentemente la demolizione non è perfettamente controllata.

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
incredulo
Inviato: 18/5/2013 9:38  Aggiornato: 18/5/2013 9:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
@Timor

Spettacolo!!!!

Un vecchio amico virtuale che riappare più agguerrito che mai, grande...

La copertina del libro che hai postato dice già tutto.

Ciao

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
ChezFilipp
Inviato: 18/5/2013 10:54  Aggiornato: 18/5/2013 10:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/11/2009
Da:
Inviati: 49
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
"Citazione:
SAMSEED: "dispiace anche a me che nel bel documentario: le cure proibite, M. Mazzucco abbia (quasi) sorvolato sulle sue scoperte. Le uniche che spiegherebbero anche tutte le altre cure, cosiddette alternative."
A parte che per spiegare bene Hamer ci vorrebbe un documentario a sè stante (sfido chiunque a scrivere un capitolo di 10 minuti su questo personaggio), ma il criterio che io ho usato per selezionare le cure da presentare era quello della dimostrabilità della loro validità.

La Caisse aveva 50.000 firme di pazienti guariti da lei a suo favore, la validità della cura Hoxsey è stata stabilita da un tribunale americano, la validità della Gerson idem, l'azione antiangiogenica della cartilagine di squalo è riconosciuta addirittura dalle stesse ricerche scientifiche, per Simoncini ci sono 50 pazienti terminali che hanno testimoniato in prima persona (e ora ci sono anche le ricerche scientifiche).

Su Hamer non ho trovato nulla di "solido" da presentare.

Se voi siete al corrente di materiale di questo genere (statistiche documentate, testimonianze in prima persona, dichiarazioni di altri medici, ecc.) fatemelo sapere.

(Un altro che ho dovuto lasciar fuori per lo stesso motivo è Di Bella)."


Ciao Samseed,
capisco quello che dici ma Massimo ha ragione in quanto è estremamente complesso spiegare in poco spazio (minuti-righe) ciò che il Dott. Hamer ha scoperto.

Il fatto è che le Leggi Biologiche (LB d'ora in poi)non sono una "cura" ne ,tanto meno, un "metodo" a cui potersi affidare.

Infatti la difficoltà principale nel parlare di LB sta proprio nel cambio di paradigma che le sue scoperte comportano.

Non più l'idea di una proliferazione cellulare incontrollata o cellula impazzita (tumore) quindi da "curare" in qualunque modo (ed è di questo che il bel documentario di Massimo parlava, le "Cure Proibite" cioè non riconosciute dalla cosi detta scienza "ufficiale" ma che potevano dimostrare migliaia di casi di guarigione documentate Caisse,Simoncini,Gerson,Hoxey ecc.) ma crescita cellulare controllata da un programma SBS (Sensato,Biologico,Speciale) che la natura ha messo a punto in milioni di anni di evoluzione per la nostra sopravvivenza (e già qui la maggior parte delle persone rimane interdetta...ma come il tumore ci viene per farci sopravvivere??? appunto non è facile da spiegare).

Quindi, diciamo che le LB sarebbero una mappa accurata del territorio che,una volta ben comprese e conosciute, ci farebbero sapere in anticipo e con la massima precisione perché il nostro organismo si sta comportando in quel certo modo, in che fase della malattia (ma a quel punto non si userebbe più quel termine ma verrebbe sostituito con la parola Programma SBS) si è: CA-PCLA-PCLB- CE ecc.

Questo non è per spiegare le LB ma solo per dimostrare un minimo la complessità dell'argomento e quindi della correttezza della risposta di Massimo.

Ora, a parte consigliare a chiunque fosse interessato all'argomento i libri di Claudio Trupiano, cosa si potrebbe fare per Ri-portare (in quanto Massimo si è occupato dell'argomento già nel Ottobre 2005 http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=816&keywords=hamer ) all'attenzione di Luogocomune il discorso Hamer?

Secondo me ci vuole una persona altamente qualificata in questo campo (Trupiano,Aiese,Pfister e pochi altri in Italia) che si prendessero l'impegno di scrivere un articolo da sottoporre all'attenzione di Massimo e,soprattutto, di intervenire attivamente e rispondere con cognizione di causa ed in maniera esaustiva alle (giuste e sacrosante) obiezioni,richieste di chiarimento e delucidazioni che un argomento del genere susciterebbe una volta pubblicato.

Il mio impegno è in tal senso, sto cercando di contattare le persone sopracitate per proporre questo impegno (in quanto io non sarei all'altezza e l'argomento è troppo importante per farlo "sputtanare" da chi non è davvero competente in materia), spero che qualcuno accetti.

Fino a quel momento non si può certo chiedere a Massimo di fare più di quello che fa per la divulgazione e l'approfondimento di tematiche così importanti e "scomode".

So che riesaminerebbe la questione Hamer se ce ne fossero le condizioni.

Quindi, per il momento, posso solo dire grazie Massimo di tutto e.. incrociamo le dita!

Filippo

ps. da poco,dalle ceneri di A.L.B.A. è nata l'associazione SALUTE ATTIVA ONLUS che porta avanti le scoperte fatte dal Dott. Hamer qui in Italia, chi fosse interessato questo è il link http://www.saluteattivaonlus.it/

Calvero
Inviato: 18/5/2013 11:25  Aggiornato: 18/5/2013 11:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
_______________________
________________

Ottimo intervento Chez, quoto ogni parola.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
fefochip
Inviato: 18/5/2013 11:28  Aggiornato: 18/5/2013 11:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
Hamer è l'unico che abbia compreso il Perché, di questa riproduzione cellulare "incontrollata". una riproduzione invece altamente sensata a livello biologico. La quale risponderebbe puntualmente ad un preciso bisogno biologico.


scusa se te lo dico senza tanti giri di parole ma sono un po "gonfio" di queste affermazioni senza uno straccio di prova.

nel momento che non si arriva concretamente da qualche parte è tutta aria fritta, tutte belle e suggestive ipotesi non corroborate da fatti.

quando ho chiesto le prove a qualcuno "esperto" in hamer mi sono sempre state citate le famose 200000 cartelle cliniche di pazienti.
in realtà queste cartelle cliniche non sono guarigioni ma interpretazioni delle malattie delle persone che tornerebbero con la TEORIA di hamer .

quando chiedi la terapia di hamer a qualche hameriano (di onesto) non sa cosa dirti oltre che che il buon medico hameriano ti porta a capire il perche della tua malattia.

non posso escludere apriori che sia una bufala tuttavia francamente è troppo poco per una terapia.

che ci sia una correlazione tra la nostra psiche(anima , cervello ,quello che ve pare) e il nostro soma (e viceversa) è una cosa fin troppo chiara che non ha inventato certo hamer.
che ci possiamo ammalare e guarire "da soli" anche non è una novità .
la novità consisterebbe nella teoria di hamer che descriverebbe i meccanismi di tali risultati (ammalarsi e guarirsi) ma se si descrive qualcosa senza la possibilità di provare nulla tutto rimane nel campo delle ipotesi .

in sintesi mi pare un attività come quella di dare un nome alle forme delle nuvole che vediamo.

ultima cosa:
Citazione:
Hamer è l'unico che abbia compreso il Perché, di questa riproduzione cellulare "incontrollata"


NON E' VERO

l'ipotesi fungina di simoncini è una spiegazione molto precisa della crescita cellulare che spesso nel caso di tumori in situ (come dicono anche i testi) non è affatto "incontrollata" ma anzi a crescita zero.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Calvero
Inviato: 18/5/2013 11:33  Aggiornato: 18/5/2013 11:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
nel momento che non si arriva concretamente da qualche parte è tutta aria fritta


Aria fritta stocazzo. Non allargarti. Il concetto è semplice, non è che un comprova scientifica sia cosa che preclude una ricerca. Le tue parole servono a ghettizzare un percorso umano che è ancora ben lungi dall'essere incasellabile.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
fefochip
Inviato: 18/5/2013 11:37  Aggiornato: 18/5/2013 11:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
Secondo me ci vuole una persona altamente qualificata in questo campo (Trupiano,Aiese,Pfister e pochi altri in Italia) che si prendessero l'impegno di scrivere un articolo da sottoporre all'attenzione di Massimo e,soprattutto, di intervenire attivamente e rispondere con cognizione di causa ed in maniera esaustiva alle (giuste e sacrosante) obiezioni,richieste di chiarimento e delucidazioni che un argomento del genere susciterebbe una volta pubblicato.


sarebbe bello perche io come penso altri non sono scettico su hamer per partito preso ma proprio per aver approfondito un pò l'argomento.

poi è chiaro che se ti chiedono di leggere(come spesso fanno molto hameriani) i 3 TOMI di hamer con la mossa che spesso fa attivissimo "andate e cercate che troverete tutto" ti passa definitivamente la fantasia di spapparsi volumi e volumi di roba basata su aria fritta (almeno è quello che penso al momento).

il confronto con una persona preparata che dia risposte sincere, concrete e soprattutto che diano un senso a tutto spiegando sarebbe molto bello ma fin ora non ho trovato (e cercato ormai poco onestamente proprio perche come ho detto in altre sedi non è che uno può interessarsi di tutto soprattutto di quello che gli appare una perdita di tempo)

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Calvero
Inviato: 18/5/2013 11:42  Aggiornato: 18/5/2013 11:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
è chiaro che se ti chiedono di leggere(come spesso fanno molto hameriani) i 3 TOMI di hamer con la mossa che spesso fa attivissimo "andate e cercate che troverete tutto"


Certo, è la stessa cosa. Come no. Ma falla finita. Attivissimo e Hamer, la stessa cosa.

Citazione:

il confronto con una persona preparata che dia risposte sincere, concrete e soprattutto che diano un senso a tutto spiegando sarebbe molto bello ma fin ora non ho trovato (e cercato ormai poco onestamente proprio perche come ho detto in altre sedi non è che uno può interessarsi di tutto soprattutto di quello che gli appare una perdita di tempo)


Il senso c'è eccome. Che tu non l'hai trovato hai detto bene. Non lo trova Fefo; non ha senso per tutti gli altri. Questo sì che Attivissimiano

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
fefochip
Inviato: 18/5/2013 11:44  Aggiornato: 20/5/2013 12:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
autorimosso

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 18/5/2013 11:51  Aggiornato: 20/5/2013 12:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
autorimosso

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Calvero
Inviato: 18/5/2013 12:08  Aggiornato: 18/5/2013 12:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
calvero datti una bella calmata e non allargarti te, aggiungendo altra aria fritta.


Faccio quello che voglio, che verrà deciso di impedirmelo da chi può; fino ad allora fai silenzio, che il tuo "aria fritta" ha molto più di provocatorio e agitato di un sano stocazzo.

Citazione:
detto in altre parole se uno non ha uno straccio di prova scientifica non è un motivo sufficente per far perdere tempo e soldi a qualcun altro per una ricerca ....
ma per favore.


Ah ah ... lo straccio di prove scientifiche non ci sono neanche per millenni di cultura orientale, che si mangiano Simoncini e Hamer in un sol boccone. Sei te che non ci arrivi a cosa si sta dicendo. Tantomeno che una cosa possa escluderne un'altra.

Citazione:
e perche sarebbe "bel lungi"? comincia a spiegare perche non dovrei "ghettizzare" QUESTO "percorso umano" poi ne parliamo .
io le spiegazioni le ho date del mio comportamento tu aggiungi solo parole vuote(aria fritta)




Le forche logiche usale con qualche figlio scemo del Tenente Colombo. Vedi che ti fai male con me. Non dovresti ghettizzarlo perché Te non sai un cazzo. Semplice. Ti basta? .. Se hai deciso che Simoncini è l'unicum .. sono solo cazzi tuoi. Inutile che imponi indirettamente dicotomie che non esistono. I nervi scoperti non li ha solo Mazzucco sul Cancro, so di cosa parlo e anche io mi sono studiato 7 anni fa Hamer ... per benino ..

.. e il discorso non posa esclusivamente su le sue ragioni e conclusioni, ma abbraccia un percorso di livello, appunto umano. Che fai parcellizzi ? .. io ho avuto conferme nette con mia Madre

Citazione:
ritornado all'esempio delle nuvole siccome uno legge nelle nuvole il disegno di dio ma non ha prove per sostenerlo dire che non si ha tempo da perdere appresso a sta fregnaccia significa "ghettizzarlo" ...ma fammi il piacere calvero


Corri appresso Te a cosa ti pare, le nuvole usale come metafora nel mondo dei Miny Poni, io nella mia vita la salute ce l'ho nelle vene e non in cielo.

Citazione:
qui su LC non si rimanda a studiare chissà dove si ma si spiegano i motivi delle proprie parole e ragionamenti è molto semplice da capire il parallelismo calvero .



Ah AH Ah .. ma davvero? cos'è? metti le mani avanti? e secondo Te io sostengo che Massimo deve parlarne o forse prima che Te intervenissi non ho quotato l'intervento di Chez che sostiene ora e così non è possibile farme un articolo?

Citazione:
mi rispondi vatti a leggere i TOMI di hamer e poi capirai da solo ? vai pure affanculo

se non capisci cosi ......


Letti. E adesso vai Te a fare in culo


Citazione:
benissimo NON QUI (perche non è un tread su hamer) comincia a spiegare che troverai gente interessata.

nel frattempo cerca di dare risposte sensate e non scatti di nervosismo poco eleganti e senza senso .



Cassssspita, siamo OT!!!

... che io sia poco elegante, questo è sicuro. Che te fai finta di non sapere quanto sei urticante quando ti ci metti, è un'altra cosa sicura.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
fefochip
Inviato: 18/5/2013 12:21  Aggiornato: 20/5/2013 12:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
autorimosso

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 18/5/2013 13:07  Aggiornato: 18/5/2013 13:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
tornado a on topic

Cinque venete come Angelina Jolie
svuotati i seni per evitare il cancro

Le donne che però hanno optato per farsi rimuovere l’interno delle mammelle, cioè le ghiandole, mentre pelle esterna, capezzoli e areole restano al loro posto, non si sono mai pentite. Anzi, sono psicologicamente rinate


la cosa che non si dice che la lenta morte psicologica è causata dalla medicina ufficiale che terrorizza e sfianca psicologicamente

siamo alle solite:
crei un problema (un esigenza----- in pubblicità ) e poi la soluzione ( il prodotto)

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 18/5/2013 13:17  Aggiornato: 18/5/2013 13:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
un aspetto ancora non evidenziato bene è l'inquadramento del "quanto"

in questo articolo in inglese che si intitola "quello Che Angelina Jolie ha dimenticato di dire"

Citazione:
This story is not relevant to more than 99% of American women.
Why? Because more than 99% of women do not have BRCA1 -- or BRCA2, for that matter.


trad.
Questa storia non è rilevante per più del 99% delle donne americane.
Perché? Poiché oltre il 99% delle donne non hanno il BRCA1 - o BRCA2


che rimane in concreto di tutto questo clamore mediatico?

rimane l'1% a essere "ottimisti" e per quel 1% rimangono i discorsi fatti fin ora

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
perspicace
Inviato: 18/5/2013 13:27  Aggiornato: 18/5/2013 13:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
concordia parvae res crescunt, discordia maximae dilabuntur

In punto di morte Micipsa, re della Numidia e alleato dei romani, decise di affidare il suo regno ai figli Aderbale e Iempsale, affiancando loro il nipote Giugurta, distintosi precedentemente nella guerra contro Numanzia combattuta a fianco di Roma.

Nel discorso che Micipsa fa ai tre giovani viene esaltata l'amicizia come unica fonte per conservare intatto e prospero il regno:

(LT) « Non exercitus neque thesauri praesidia regni sunt, verum amici, quos neque armis cogere neque auro parare queas: officio et fide pariuntur. [...] Equidem ego vobis regnum trado firmum, si boni eritis, sin mali, inbecillum. Nam concordia parvae res crescunt, discordia maximae dilabuntur. »

(IT) « Né gli eserciti né i tesori costituiscono una valida difesa del regno, ma gli amici, che non si possono costringere con le armi né comprare con l'oro, ma si acquistano con il rispetto e la lealtà. [...] Vi lascio un regno solido, se sarete onesti, ma vacillante, se sarete scorretti. Nell'armonia infatti anche le piccole cose crescono, mentre nel contrasto anche le più grandi si dilapideranno »

La frase viene citata ogni qualvolta necessiti un richiamo ad una forte unità, ad un forte spirito di concordia.

In maniera prettamente pedagogica sottintende come, per sviluppare e raggiungere un obiettivo comune, occorra agire nella massima concordia e come, in senso opposto - cioè in aperta discordia -, ogni pur meritevole e ambito scopo è destinato a fallire miseramente.

link

Vi dico ciò che la massoneria ha detto al governo in modo diverso.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
fefochip
Inviato: 18/5/2013 13:54  Aggiornato: 18/5/2013 13:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
concordia parvae res crescunt, discordia maximae dilabuntur


difficile condividere l'armonia lasciandosi andare all' insulto personale vuoto di contenuti se non quelli dell'insulto stesso .

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
peonia
Inviato: 18/5/2013 14:37  Aggiornato: 18/5/2013 15:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
QUALCOSA DI MENO LUNGO DA LEGGERE SULLA TERAPIA DI HAMER:

http://www.laleva.cc/cura/Kankropoli/K18.htm

IL CHE RIPORTA TUTTO, COME MOLTI CREDONO E SANNO, AD UN CONFLITTO PSICO-EMOTIVO...
SE NON SI RISOLVE QUELLO, LA DIS-FUNZIONE SI RIPRESENTERA' IN QUALCHE ALTRO MODO....


edit: aggiungo, ma tempo fa qualcuno (abilitato) non aveva detto che la storia della genetica era una stronzata? appena ho tempo la cerco....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Paracelso
Inviato: 18/5/2013 15:00  Aggiornato: 18/5/2013 15:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/8/2012
Da:
Inviati: 79
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Dagli ultimi post che leggo, l'aria mi sembra puzzolente. Il cancro incombe tra noi... La depressione e la paura la fanno da padrone. Mi taglio i coglioni, non mangio e non scopo, non rispondo a nessuno e non esco più di casa per paura degli eventuali infausti eventi. L'ipocinetica è la soluzione alle sventure. La stasi: la verità. Evviva la prevenzione! Ma per piacere!! Che cazzo di questione... E che si viva; porca puttana! O si muoia; per piacere! Fancu all'extraterrestre Angiolì e ai ladri delle multi!

Paracelso
Inviato: 18/5/2013 15:19  Aggiornato: 18/5/2013 15:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/8/2012
Da:
Inviati: 79
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Aggiungo: sembra che tal Hamer abbia scoperto l'acqua calda...! Detto ciò...?! A ogniduno il suo viatico. E: "che sarà...sarà". Pace all'animaccia nostra!

ChezFilipp
Inviato: 18/5/2013 15:47  Aggiornato: 18/5/2013 15:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/11/2009
Da:
Inviati: 49
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
"Autore: peonia Inviato: 18/5/2013 14:37:36

QUALCOSA DI MENO LUNGO DA LEGGERE SULLA TERAPIA DI HAMER:

http://www.laleva.cc/cura/Kankropoli/K18.htm

IL CHE RIPORTA TUTTO, COME MOLTI CREDONO E SANNO, AD UN CONFLITTO PSICO-EMOTIVO...
SE NON SI RISOLVE QUELLO, LA DIS-FUNZIONE SI RIPRESENTERA' IN QUALCHE ALTRO MODO...."


Ciao a tutti,
parto dal link che ha da poco messo Peonia poco sopra per confermare ciò che avevo scritto in risposta a SAMSEED questa mattina e cioè che l'argomento è molto complesso e di non facile trattazione.

Il fatto è, per le mie conoscenze, che l'articolo del link in questione contiene una serie di inesattezze ed errori grossolani ad esempio quando dice:

"... la cui proliferazione anarchica era dovuta ad un errore di codificazione del cervello (considerato come emittente di ordini), cessano dall'essere stimolate da codici erronei ed il cancro viene arrestato."

infatti se si parla di proliferazione "ANARCHICA" e di "ERRORE" di codificazione si esce completamente dal concetto di PROGRAMMA SBS e quindi da un processo sensato biologico e speciale che viene messo in atto in circostanze particolari dal nostro corpo ma che è appunto un "programma sensato e naturale".

Ora, come ha detto giustamente FEFO questo non è un thread su Hamer (e so bene quanto Massimo si incazzi ,giustamente, quando ci si allontana dall'argomento centrale che ha proposto) ma ho portato solo un piccolo esempio di come, pur in totale buona fede( come lo è Peonia), vista la complessità dell'argomento e del cambio di paradigma che questo comporta (una volta compreso), si possano scrivere "cose" come quelle dell'articolo del link (sicuramente un articolo datato in quanto le scoperte di Hamer grazie all' Ass. A.L.B.A. in Italia nel frattempo hanno avuto decisamente una comprensione ed un perfezionamento enorme) e che porterebbero anche me (se non avessi approfondito precedentemente la questione) alle stesse conclusioni a cui è giunto Fefo e cioè, "aria fritta."

Da notare che porta fuori strada anche Peonia che parla di "TERAPIA" di Hamer (non c'è nessuna terapia hamer) e di conflitto PSICO-EMOTIVO invece di conflitto BIOLOGICO che è un altra cosa.


Quindi, il mio intento era solo provare a spiegare a SAMSEED del perchè Massimo nel suo film aveva appena accennato ad Hamer (in realtà era già tanto la breve citazione visto il criterio di inclusione usato per gli altri) ed auspicavo in futuro una nuova discussione sull'argomento ma fatta da un autore in grado di "reggere" la discussione successiva ad alto livello che ci sarebbe stata (questo è praticamente l'unico sito in cui,secondo me, valga la pena di leggere gli interventi successivi oltre che l'articolo visto il livello medio degli Utenti).

Se un giorno questo avverrà sono certo che Massimo,Fefo (e magari anche altri)vista la loro onestà intellettuale e Qualità (per come la intendeva Robert Pirsig) ,se comprenderanno oltre ogni ragionevole dubbio ,con dati e prove certe, quello che (mi sembra) di averci capito, saranno i primi ad esserne felici e a portare poi avanti l'argomento.

Quello sarà un gran giorno perché considero questo sito un "portatore di conoscenza"

Al momento è un sogno, spero diventi realtà.

Nel frattempo quoto l'intervento di perspicace in pieno :

" nell'armonia anche le piccole cose crescono, nel contrasto anche le più grandi svaniscono"


per il resto spero di non essere andato oltremodo OT ne di aver offeso alcuno.

Filippo

rafterry
Inviato: 18/5/2013 15:56  Aggiornato: 18/5/2013 15:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/11/2009
Da:
Inviati: 199
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Basta che ci lasciano il culo di Jennifer Lopez...


f_z
Inviato: 18/5/2013 16:52  Aggiornato: 18/5/2013 16:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
Autore: Kenshiro Inviato: 17/5/2013 17:06:50

Scandalo sperimentazione farmaci in Germania : anche gli italiani tuttora si offrono volontari


Molto giusto.
Da aggiungere che la triste realta' e' che big pharma usa tutti i suoi pazienti (clienti) come cavie.
Almeno quelli citati nell'articolo si facevano pagare, ma pensa a tutti gli altri che invece addirittura devono pagare di tasca loro per fare i porcellini d'india!

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
fefochip
Inviato: 18/5/2013 17:07  Aggiornato: 18/5/2013 17:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
Da notare che porta fuori strada anche Peonia che parla di "TERAPIA" di Hamer (non c'è nessuna terapia hamer) e di conflitto PSICO-EMOTIVO invece di conflitto BIOLOGICO che è un altra cosa.


purtroppo è proprio questa la china oltre la quale non je la fò proprio ad andare.
uno che ha un problema di cancro non fa nessuna terapia ma si limita a capire per quale motivo (sempre secondo hamer) gli è venuto .

se anche molto interessante capire e risalire al trauma emotivo (vissuto in solitudine e bla bla bla) poi che faccio? assolutamente niente perche i funghi, batteri e virus sarebbero "amici" che ci "aiutano" nel percorso che stiamo facendo.

è una visione che proprio non mi sento di condividere in particolare perche non ho prove di nessun tipo, anzi solo prove del contrario.

tra l'altro questo continua precisazione e differenziazione ,da parte degli hameriani, tra conflitto biologico e psico-emotivo a me sinceramente appare sempre piu una speculazione senza appigli alla realtà perche non si capisce la differenza fino in fondo .

Citazione:
.....auspicavo in futuro una nuova discussione sull'argomento ma fatta da un autore in grado di "reggere" la discussione successiva ad alto livello che ci sarebbe stata

non so quanto "alto" ma io vorrei solo capire alcune cose che nessuno è mai riuscito a spiegarmi e in particolare i riscontri pratici che da quello che ho capito nemmeno massimo è riuscito a trovare.

Citazione:
Se un giorno questo avverrà sono certo che Massimo,Fefo (e magari anche altri)vista la loro onestà intellettuale e Qualità (per come la intendeva Robert Pirsig) ,se comprenderanno oltre ogni ragionevole dubbio ,con dati e prove certe, quello che (mi sembra) di averci capito, saranno i primi ad esserne felici e a portare poi avanti l'argomento.


grazie per la stima e ti dico che a me basta molto meno di "oltre ogni ragionevole dubbio" per informarmi di qualcosa (e altri onesti intellettualmente non dovrebbero fare fatica a crederci) è che qui io non vedo proprio niente .

ciao
e grazie
fefochip

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Timor
Inviato: 18/5/2013 18:24  Aggiornato: 18/5/2013 18:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/11/2005
Da:
Inviati: 639
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
La malattia è un processo multidimensionale che coinvolge numerosi livelli: spirituale, karmico, familiare, psichico, emotivo, biologico, genetico, ambientale
Tutti questi livelli sono interconnessi e ciberneticamente retroattivi uno sull'altro secondo la modalità non lineare dei sistemi complessi
L'individuo è il nodo di una matrice multidimensionale dove intervengono numerosi fattori stratificati a determinarne il benessere come il malessere

Curare realmente un processo patologico che si manifesta a livello biologico significa pertanto anche determinare un cambiamento di prospettiva psichica e ambientale. Cambiare una prospettiva psichica e ambientale cura un processo biologico alterato. Questo permette all'individuo si superare intatto le fasi iniziatiche di transizione che spesso si manifestano sotto l'etichetta di malattia

Mente-Corpo-Ambiente sono un'Unità Indivisibile
Pertanto in una dimensione ecologica della realtà l'individuo può affermare:
"Io sono la relazione con la mia Famiglia, sono le persone che scelgo di frequentare, sono il lavoro che coscientemente o incoscientemente ho scelto di svolgere nel mondo, sono i siti e le letture che scelgo per determinare la mia cultura, sono i pensieri che permetto di esistere nella mia mente, sono le emozioni che vivo e sperimento, sono gli alimenti che mangio"

Tutto Questo INCIDE e SCOLPISCE come un Laser la Natura Olografica e Plastica dell'Identità Biologica determinando tanto la la salute come la malattia

Testa affermò: " se vuoi conoscere i segreti dell'universo ragiona in termini di Energia, Frequenza e Vibrazione" ma per ottenere la vera conoscenza si devono integrare i termini di Campo, Rete e Ologramma come già tanti autori hanno affermato e osservato

La salute passa attraverso questa comprensione multidimensionale che coinvolge la relazione fra complessità dell'individuo e la complessità dell'ambiente in cui è immerso e che continuamente lo spinge alla trasformazione e al cambiamento

Qualcuno ha giustamente chiamato in causa la natura dei microorganismi come elementi causa di malattia
Secondo il modello energetico di matrice, le infezioni da microorganismi sono tutti fenomeni opportunistici che infestano zone energetiche del corpo (ma anche di comunità ) che sono state indebolite per varie cause (per lo più psico-emotive-etico-comportamentali di cui un sottogruppo è quello alimentare) ed hanno pertanto permesso la colonizzazione di aree corporee da parte di elementi generalmente innocui che però in condizioni di squilibrio energetico possono occupare "nicchie corporee" indebolite aggravando l'alterazione iniziale

IN definitiva il microorganismo è solo un opportunista, un codice frequenziale tatticamente attirato e spinto a riprodursi da una matrice biologica alterata.
La causa primaria della patologia è pertanto nell'individuo e non nel microrganismo seppure la colonizzazione batterica o virale sia un'inevitabile conseguenza di un'energia indebolita che si espone a un ambiente psichico o fisico non ottimale
Non tutti quelli che si espongono al freddo prendono il raffreddore
ma solo quelli che lo fanno in condizioni di debolezza energetica.
In una società senza problemi di risorse alimentari le cause delle debolezze energetiche sono generalmente psichiche o comportamentali (dipendenze) o etico-morali, ed è sue quelle etiche e morali che gli avi incidono di più ma come abbiamo detto in premessa stiamo parlando di un unico Continuum multidimensionale fatto di numerosi sistemi di retroazione cibernetica

Nel Canone di medicina dell’Imperatore Giallo (il fondatore della Medicina Cinese 500 a.C.), si legge: "Vuoti, in quiete, senza bramosia né ambizioni, l’autentica energa li riempiva, spirito ed essenza custoditi all’interno: da dove mai sarebbe potuta venire la malattia?". 

Un caro saluto anche a Calvero ;)

"Il vero Big Bang è la nascita di una coscienza"

"Visita Interiora Terrae Rectificando Invenies Occultum Lapidem"
peonia
Inviato: 18/5/2013 18:52  Aggiornato: 18/5/2013 18:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
@chezfilipp

io non porto fuori strada un bel niente! se avessi letto l'articolo che ho indicato, avresti letto questo:

Allo stesso modo, il superamento del conflitto coinvolgerà contemporaneamente la triade psiche, cervello, organo. Risolto il conflitto, il focolaio di Hamer si rigenera, con la formazione di un edema perifocale, mentre le cellule cancerose, la cui proliferazione anarchica era dovuta ad un errore di codificazione del cervello (considerato come emittente di ordini), cessano dall'essere stimolate da codici erronei ed il cancro viene arrestato. Un grande spazio è riservato alla terapia che consiste, essenzialmente, nell'aiutare l'ammalato a risolvere il suo conflitto, che è all'origine di questo "cortocircuito" nel cervello.

non è una terapia farmacologica ma un percorso psico-spirituale!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
fefochip
Inviato: 18/5/2013 19:08  Aggiornato: 18/5/2013 19:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
@ peonia

se rileggi un attimo con calma forse capisci che chezfilipp sta cercando di dirti che li non c'è scritto quello che intenderebbe hamer in realtà.
quello che tu riporti sostanziamente dice che è un "errore di codificazione del cervello" mentre invece (da quello che ho capito) hamer direbbe che non c'è nessun errore ma un programma biologico ben preciso con una strategia ben precisa ...nessun errore.

probabilmente proprio da qui nasce l'incomprensione di capire che non c'è nessuna relazione con simoncini che al pari di hamer dice che non c'è nessun errore nelle cellule ma sono una reazione ben precisa (l'unica possibile nei confronti di un avversario cosi grande) all'infezione fungina .

la differenza con hamer e simoncini è netta qui : nel primo caso(sempre da quello che ho capito) i funghi batteri e virus sono gli "spazzini" dell'organismo e come tali ricoprono un importanza vitale nell'ecosistema uomo mentre nella visione di simoncini sono degli invasori che si insediano su debolezze di tessuto causate da i piu disparati motivi (radiazioni , agenti chimici , ambiente ,alimentazione e perche no psicologico/emotivo)

l'unica relazione che ci può essere tra le due teorie è che hamer potrebbe (e dico potrebbe) aver intuito la strada per una correlazione piu precisa, meccanicistica e scientifica tra disturbi somatici e traumi psico-emotivi.
insomma è un pò una scoperta dell'acqua calda che se passi un sacco di guai ti può venire una malattia (guarda enzo tortora)tuttavia hamer ha tentato di codificare questa cosa in maniera molto preciso .

il piu grande limite ,a mio avviso , di questa visione (che è quello poi comune all'attuale psicoterapia )che cerca di trovare la causa da cui si è scaturito tutto ... e poi? poi secondo hamer guarisci ma è tutta una bella storia e la vita mi ha insegnato che un conto è conoscere il motivo di una propria debolezza e/o trauma un conto è risolverlo.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 18/5/2013 19:17  Aggiornato: 18/5/2013 19:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
La malattia è un processo multidimensionale che coinvolge numerosi livelli: spirituale, karmico, familiare, psichico, emotivo, biologico, genetico, ambientale Tutti questi livelli sono interconnessi e ciberneticamente retroattivi uno sull'altro secondo la modalità non lineare dei sistemi complessi L'individuo è il nodo di una matrice multidimensionale dove intervengono numerosi fattori stratificati a determinarne il benessere come il malessere



una maniera molto complicata per dire una banalità che piu o meno tutti sanno.

e infatti:
Citazione:
Qualcuno ha giustamente chiamato in causa la natura dei microorganismi come elementi causa di malattia Secondo il modello energetico di matrice, le infezioni da microorganismi sono tutti fenomeni opportunistici che infestano zone energetiche del corpo (ma anche di comunità ) che sono state indebolite per varie cause (per lo più psico-emotive-etico-comportamentali di cui un sottogruppo è quello alimentare) ed hanno pertanto permesso la colonizzazione di aree corporee da parte di elementi generalmente innocui che però in condizioni di squilibrio energetico possono occupare "nicchie corporee" indebolite aggravando l'alterazione iniziale


wow, non tutti quelli che prendono freddo si prendono il raffreddore
ma non era meglio parlare cosi invece di matrici multidimensionali ?

Citazione:
In una società senza problemi di risorse alimentari le cause delle debolezze energetiche sono generalmente psichiche o comportamentali (dipendenze) o etico-morali, ed è sue quelle etiche e morali che gli avi incidono di più ma come abbiamo detto in premessa stiamo parlando di un unico Continuum multidimensionale fatto di numerosi sistemi di retroazione cibernetica


non era piu facile dire che se hai da mangiare , coprirti e stare in un ambiente sano ti puoi lo stesso ammalare per motivi psichici ?

comunque per la cronca hamer la pensa molto diversamente dalle tue descrizioni che spogliate dall'altisonanza dei termini sono concetti piuttosto classici e tutto sommato condivisibili.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Timor
Inviato: 18/5/2013 20:53  Aggiornato: 18/5/2013 20:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/11/2005
Da:
Inviati: 639
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
non era piu facile dire che se hai da mangiare , coprirti e stare in un ambiente sano ti puoi lo stesso ammalare per motivi psichici ?


Si volevo dire esattamente questo ,
aggiungendo che potresti non avere da mangiare e coprirti e un ambiente sano per cause psichiche o karmiche

Insomma e spero di non offendere se mi ripeto è un sistema in cui ogni livello agisce retroattivamente sull'altro...questo fra parentesi è il pensiero olistico orientale e sciamanico da millenni

Citazione:
comunque per la cronca hamer la pensa molto diversamente dalle tue descrizioni che spogliate dall'altisonanza dei termini sono concetti piuttosto classici e tutto sommato condivisibili.


Ho studiato Hamer ma lo condivido solo in minima parte, ha comunque il merito di aver riportato alle cronache il dibattito sul conflitto psicobiologico come causa di patologia.

Citazione:
una maniera molto complicata per dire una banalità che piu o meno tutti sanno.


La semplicità è il massimo della sofisticazione (Leonardo da Vinci)

Il modo migliore per nascondere le cose è metterle sotto gli occhi di tutti ( Edgar Allan Poe)

Ps: mi ha molto colpito aver letto che donne che si sono sottoposte a mastectomia preventiva hanno sentito di essersi rinnovate in positivo dopo l'intervento, un pò come accade a color che sopravvivono a patologie potenzialmente mortali quali infarti, ictus e tumori

Chi può sapere ( e in questo riprendo momentaneamente Hamer) quali vissuti dolorosi delle loro esperienze biografiche o di quelle dei loro avi (sindrome antenati) o delle loro connessioni karmiche (vite precedenti) fosse legato ai seni? O forse come tutte queste cause insieme che si sono legate a concrete alterazioni genetiche ed eventuali colonizzazioni di microorganismi opportunisti

E come dice Jung se i vissuti psichici inconsci dolorosi non possono essere elaborati consciamenti dalla psiche (magari per troppo dolore connesso agli stessi), gli stessi sono costretti a concretizzarsi e ad essere vissuti come esperienze corporee, malattie, incidenti

"Il vero Big Bang è la nascita di una coscienza"

"Visita Interiora Terrae Rectificando Invenies Occultum Lapidem"
samseed
Inviato: 18/5/2013 22:55  Aggiornato: 18/5/2013 22:57
So tutto
Iscritto: 16/8/2010
Da:
Inviati: 11
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
un riferimento a dati ufficiali lo si trova nel libro : "testamento per una nuova medicina germanica" del dott. Hamer. pag. 63

vi è la fotografia dell' attestato dell'Università di Trnava (Bratislavia, Slovacchia occidentale) datato 11.09.1998.

(posso allegare foto del documento originale)

ecco il testo:

Nei giorni 8 e 9 settembre presso l'istituto oncologico S. Elisabetta a Bratislava e dipartimento oncologico dell'ospedale di Trnava sono stati esaminati sette casi di pazienti per un totale di oltre 20 singole malattie alla presenza del prorettore dell'università di Trnava, del decano della facoltà di metodologie curative e sociali dell'università di Trnava e di complessivamente 10 docenti e professori (i verbali medici di questi casi clinici, redatti dal dott. Hamer, si trovano in allegato). Si doveva stabilire se in base alle regole naturali della prova di riproducibilità si potesse definire la verifica del suo sistema.
Così è stato.
In realtà, non è stato possibile esaminare, per mancanza di reperti d'esame completi, tutti i 100 fatti circa che in ogni singola malattia si possono esaminare secondo le leggi della Nuova Medicina Germanica, ma quelli effettivamente accertati hanno dimostrato che tutte le leggi biologiche della Nuova Medicina Germanica venivano confermate.
I sottoscritti ritengono pertanto confermato in modo molto probabile che il dott. Hamer, con la sua presentazione in due conferenze di verifica, abbia provato il suo sistema con massima probabilità.. Abbiamo grandissima stima nei confronti dell'impegno umano, etico e indulgente del dott. Hamer e del suo nuovo approccio complessivo al paziente. Considerando tutti questi fattori, abbiamo ricavato l'impressione che la questione dell'applicazione quanto più rapida possibile della "Nuova Medicina Germanica" debba essere urgentemente proseguita.

Trnava, il 11.09.1998

Professore in psichiatria, presidente della commissione scientifica: prof. dott. J. Pogàdy
Professore in oncologia, decano della facoltà di metodologie curative: prof. dott. V. Kroméry
Docente di matematica, prorettore della facoltà di ricerca: dott. J. Miklosko



fine documento.



Hamer aggiunge :

In occasione della perquisizione da parte delle autorità austriache del Centro della Nuova Medicina Germanica di Burgau, furono confiscati 6500 indirizzi di pazienti (di cui la maggior parte affetti da cancro in stadio avanzato o già abbandonati dalla medicina ufficiale). Il ministero pubblico di Weiner Neustadt dovette ammettere che si è dovuto constatare, tramite inchiesta vidimata dalle autorità notarili austriache, che oltre 6000 erano ancora in vita dopo quattro o cinque anni (più del 90%!)


ChezFilipp
Inviato: 19/5/2013 2:50  Aggiornato: 19/5/2013 2:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/11/2009
Da:
Inviati: 49
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
PEONIA:"io non porto fuori strada un bel niente! se avessi letto l'articolo che ho indicato, avresti letto questo:

Allo stesso modo, il superamento del conflitto coinvolgerà contemporaneamente la triade psiche, cervello, organo. Risolto il conflitto, il focolaio di Hamer si rigenera, con la formazione di un edema perifocale, mentre le cellule cancerose, la cui proliferazione anarchica era dovuta ad un errore di codificazione del cervello (considerato come emittente di ordini), cessano dall'essere stimolate da codici erronei ed il cancro viene arrestato. Un grande spazio è riservato alla terapia che consiste, essenzialmente, nell'aiutare l'ammalato a risolvere il suo conflitto, che è all'origine di questo "cortocircuito" nel cervello.

non è una terapia farmacologica ma un percorso psico-spirituale!


Ciao Peonia,
ti assicuro che l'ho letto il link che hai messo ed apposta ho scelto di partire da quello e proprio da una parte della frase che hai riportato una seconda volta.

Fefo ha capito quello che intendevo dire ma sicuramente mi sono espresso male io.
Non volevo certo dire che Tu porti fuori strada qualcuno ma che eri portata fuori strada in quanto quell'articolo (che hai linkato in totale buona fede) è davvero pieno di inesattezze sulle scoperte fatte da Hamer.

Certo, non conosco quale percorso di approfondimento hai fatto sull'argomento ma sei hai fatto i corsi con i relatori dell' A.L.B.A. o letto i libri del Dott. Trupiano di certo converrai che ciò che viene divulgato è completamente differente da ciò che è scritto nell'articolo da te proposto.

Lungi da me alcun intento offensivo o svalutante nei tuoi confronti, se fosse passato ciò ti chiedo scusa e ti assicuro che non era nelle mie intenzioni.

Un abbraccio anche se non ci conosciamo.
Filippo

ChezFilipp
Inviato: 19/5/2013 3:03  Aggiornato: 19/5/2013 3:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/11/2009
Da:
Inviati: 49
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
X Timor

Senza ripetere tutto il tuo intervento.

Non so, quello che dici andrebbe certamente oltre ciò che Hamer ha scoperto.

Le LB parlano "solo" del piano fisico, non di tutti gli altri piani più sottili che tu citi.

Di certo, le LB, se fossero verificate e confermate nel 100% dei casi sarebbe già un bel passo avanti rispetto alla concezione attuale delle conoscenze dei processi definiti "malattia".

Già è difficile accettare la "semplice" spiegazione del funzionamento della "Macchina Biologica", integrare in un tutt'uno anche i vari campi energetici karmici, psicologici ecc. che nomini sarebbe impresa ardua,secondo me, in questo momento... ma forse,come lasci intendere, già migliaia di anni fa qualche civiltà passata aveva già intuito queste cose... Forse dobbiamo "solo" Ri-scoprire il tutto.

Chi sa che non succeda prima o poi...

ChezFilipp
Inviato: 19/5/2013 4:06  Aggiornato: 19/5/2013 4:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/11/2009
Da:
Inviati: 49
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
x Fefo

Ciao Fefo,
come ti scrissi in passato, le questioni da te poste richiedono una serie di spiegazioni importanti ed approfondite che pongano le basi per comprendere la portata e l'importanza delle scoperte fatte dal Dott. Hamer.

Senza queste (che poi è la spiegazione delle 5 Leggi Biologiche) sarei (come ero fino a qualche anno fa) nelle tue stesse condizioni di pensiero e farei le tue stesse obiezioni quindi, paradossalmente, Ti capisco.

Il fatto è (sintetizzando)che esiste una logica (paradigma) che vede la "malattia" (tumore,ecc.) come un malfunzionamento del corpo dovuto a svariate cause uniche o concomitanti (alimentazione,inquinamento, stress, dna,karma,indebolimento del sistema immunitario,ecc.) e che, nell'arco del tempo, ha portato alla messa a punto di svariate cure (riconosciute o meno dal sistema come efficaci) ognuna diretta conseguenza della causa collegata alla malattia (nell'ordine: dieta opportuna come digiuno,terapia Gerson, Macrobiotica ecc. riduzione fattori inquinanti e pulizia o ripristino degli organi "inquinati" quando possibile, terapie o azioni che possano ridurre lo stato di stress, terapie geniche personalizzate magari in un prossimo futuro, regressione ipnotica a vite precedenti, rinforzo del sistema immunitario ecc.) e tantissime altre che sarebbe lunghissimo citare. Comunque appunto tutte rientrano in quest'ottica e tutte possono vantare successi ed insuccessi in maggiore o minor misura a seconda di chi le ha sperimentate.

Ora, secondo ciò che ha scoperto il Dott. Hamer, esiste una seconda "stanza" o paradigma in cui la causa della cosiddetta malattia non è nessuna di quelle sopracitate in quanto non è un difetto o carenza ereditaria od acquisita ma è una risposta sensata e biologica (cioè che è parte della logica della vita) che il nostro corpo mette in atto in condizioni particolari ma verificabile nel 100% dei casi in ogni condizione e per chiunque come qualunque altra legge della natura (come ad esempio la forza di gravità) e che sono il frutto di strategie messe in atto dalla natura in milioni di anni di evoluzione ed adattamento alle più disparate condizioni di vita sul pianeta per la nostra sopravvivenza.

Questa seconda (ipotetica) stanza varrebbe la pena visitarla? porterebbe vantaggi o svantaggi nella nostra esistenza o lascerebbe tutto immutato?

Per la mia esperienza personale, (come per quella di Calvero mi sembra di aver capito e certamente di molti altri che ho conosciuto personalmente) il cambiamento c'è eccome e vale la pena di essere esplorato ma, come per ogni altra questione od argomento, non è detto che tutti vogliano o possano (per le più sacrosante motivazioni) verificare cosa comporta entrare in questa nuova stanza.

Quello di cui sono certo e che per dare a tutti le migliori possibilità di vedere se può valere o meno la pena di visitare questa nuova stanza il tema deve essere affrontato nel migliore dei modi e da persone che padroneggiano in maniera profonda questa materia, ed a costo di sembrare un furbo o cazzaro o coglione preferisco non dare risposte parziali od inesatte che possono bruciare la comprensione da parte di chi,in totale buona fede, vorrebbe capire di che si sta parlando. Forse sbaglio a pensarla così ma è ciò che credo.

Non sono io quella persona, sono certo che esista chi può farlo, la difficoltà sta nel "portarla" qui.
Ne varrebbe davvero la pena secondo me.

Fino a quel momento il consigliare di leggere il libro di Claudio Trupiano non equivale certo a leggersi i "tre tomi" a cui Ti riferivi Fefo.


Spero di non aver detto inesattezze importanti, ho scritto al meglio delle mie conoscenze e capacità.
Mi scuso della prolissità.
Filippo

ps.La Jolie se avesse conosciuto le LB di certo non avrebbe mai e poi mai fatto la scelta che ha fatto...

ChezFilipp
Inviato: 19/5/2013 4:13  Aggiornato: 19/5/2013 4:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/11/2009
Da:
Inviati: 49
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
x SAMSEED

Grazie del documento che hai postato.

Può essere importante... per una futura discussione...

Noto solo ora che è stato redatto l'11 di settembre del '98...
che coincidenza particolare...


X Calvero

Grazie per aver condiviso ciò che ho detto nel mio primo intervento.




Ora vado a letto...
Buona domenica a tutti!

Calvero
Inviato: 19/5/2013 11:13  Aggiornato: 19/5/2013 11:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
fai silenzio lo dici a tua nonna .



Datti una calmata, a tua zia

Citazione:
il mio era un "tu" latino in una situazione ipotetica (eppure era facile capirlo)
il tuo vaffanculo non mi pare proprio nè latino nè ipotetico



Il mio non era ipotetico, perché - parimenti - facile da capire ---> è quel che si scrive tra le righe. Sono solo più onesto.

Citazione:
certo , estendo il tuo concetto come tutti noi umani


Questa invece era ancora più facile da capirla, nulla di personale. Te hai parlato di "Aria Fritta" con supponenza e presunzione, che dovresti ben sapere che la "calmata" dovevi dartela Te, ragazzo. Hai fatto lo spocchioso, quindi cosa vuoi? Uno che dice "aria fritta" in quel modo si può prendere tranquillamente un "non capisci un cazzo" .. non hai ma sentito - chi semina vento (?)


Citazione:
non riesco a capire perche stai scendendo sempre piu sul personale .
io parlo di concetti e tu continui con insulti personali
luogocomune non è casa tua dove io sinceramente non metterei mai piede.
dì quello che vuoi senza insultare nessuno ,nemmeno il sottoscritto anche perche non ne vedo proprio il motivo visto che manco mi sono rivolto a te .

quando hai finito di sbraitare insultando gratuitamente mi fai un fischio o devi aspettare che intervenga massimo?


Fai l'uomo e non rompermi le palle, ok?

.. e "sbraitare", sempre per conoscenza, dillo a tua nonna

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
peonia
Inviato: 19/5/2013 11:28  Aggiornato: 19/5/2013 11:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
@ fefo

il piu grande limite ,a mio avviso , di questa visione (che è quello poi comune all'attuale psicoterapia )che cerca di trovare la causa da cui si è scaturito tutto ... e poi? poi secondo hamer guarisci ma è tutta una bella storia e la vita mi ha insegnato che un conto è conoscere il motivo di una propria debolezza e/o trauma un conto è risolverlo.

certamente, ma è il primo passo essenziale per tentare di risolvere, se nemmeno te ne rendi conto mai puoi iniziare un processo di guarigione...

@chezfilipp

non mi sono offesa. Non ho letto approfonditamente nè confrontato ciò che asseriva la Leva con Hamer, più che altro volevo dire che la "terapia" (non ricordo più chi la chiedeva nel caso di hamer) consisteva in una sorta di psicoterapia...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
peonia
Inviato: 19/5/2013 11:48  Aggiornato: 19/5/2013 15:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Questa bellissima testimonianza è la spiegazione a tutto ciò che è stato detto finora e potrebbe insegnare molto a persone come la Jolie....
evidentemente senza una visione spirituale della Vita!

http://www.thelivingspirits.net/php/articolo.php?lingua=ita&id_articolo=657&id_categoria=11&id_sottocategoria=7

edit: per chi non apre i link..
ammalata di linfoma da 4 anni, con degenerazioni ormai ritenute letali (linfomi in tutto il corpo grandi come limoni, dice), ora è guarita da anni, dopo un coma che l'ha portata a sperimentare altri stati di coscienza.

L'intervistatrice le chiede se avesse visto il "il paradiso" e lei risponde si, ma che non ama definirlo tale con molta enfasi, perchè si è accorta che ognuno ha su di esso una aspettativa. Parla infatti non di un "luogo" ma di uno stato di cosienza... infinita, dove contemporaneamente poteva muoversi avanti e indietro, sotto e sopra. Nessun attaccamento al corpo...poichè questo stato di infinita coscienza, non è legato al corpo.

"Ero consapevole di altre mie vite passate, tutto era cosi chiaro e anche la mia decisione del perchè mi torvavo in quello stato, di come ogni decisione che avevo preso in questa vita, mi avesse portato a questo punto [di malattia terminale]. Persino compresi perchè avevo il cancro. E per me particolarmente era perchè avevo vissuto una vita di paure tremende: paura di essere me stessa, di essere autentica, del giudizio degli altri; avevo sempre bisogno di compiacere gli altri, avevo completamente perso la mia identità. Avevo paura di non corrispondere alle aspettative degli altri e di non soddisfarle. Per tutta la vita avevo soppresso "chi sono io.

Gli esseri in quel regno non sono fisici. Dio è Amore ed energia. E' coscienza universale. In questa esperienza mi sono fusa con cio' che credo sia Dio .

Nell'altro regno che incontriamo quando trapassiamo, tutto è diverso. Dio non ha bisogno di essere biologico, con una bocca etc. Non assomiglia affatto a come lo immaginiamo in questa realtà fisica. Anche noi quando trapassiamo... siamo pura essenza.

Ho incontrato l'essenza di mio padre che era morto 10 anni prima e quel che ho trovato è che si fondesse con l'essenza di Dio. Ho potuto sentire questo Amore incondizionato. Per la prima volta nella mia vita non dovevo fare qualcosa per dimostrare che potevo essere amata.

Il tempo non esiste come lo comprendiamo qui. Quando sono "tornata" in vita, mi sorpresi di sapere che ero stata "assente" per 30 ore, che mi erano sembrate un tempo molto piu' lungo, perchè mentro ero "là" moltissime cose sono accadute.

Penso che quando è chiaro che il corpo è tenuto in vita solo artificialmente con le macchine, forse è il caso di smettere che questo accada. Penso è importante che comunichiamo sempre con chi è in coma e che diciamo che è "ok che vada" se questo è quel che deve accadere, senza trattenerlo. E che è assolutamente meraviglioso da "quella parte".

Non c'è niente da temere con la morte, assolutamente niente. I vostri cari sono amati, sono in pace là. Sono felici e vogliono che lo siate anche voi. A volte le persone si sentono in colpa se [una volta che la persona cara ha lasciato il corpo] ritrovano la loro felicità,

I vostri cari, tuttavia, non vogliono che voi sprechiate la vostra vita solo perchè se ne sono andati.

Quando incontrai l'essenza di mio padre la nostra comunicazione non era con le parole ma telepatica; mi disse che non era ancora il mio tempo per andarmene e che dovevo ritornare . Ed io non volevo, facevo resistenza, perchè il mio corpo qui era malato, qui soffrivo e la mia famiglia soffriva altrettanto nel prendersi cura di me Ma poi ebbi questa enorme chiarezza che mi fece comprendere perchè avevo questo cancro e che io ero molto molto piu' grande del mio corpo fisico e che non avevo ancora finito il mio scopo di vita qui.

Ma ora che sapevo chi ero e che avevo compreso cosa aveva causato la mia malattia, sapevo che se tornavo indietro beh sarei veramente guarita. E questo è piu' che fede, perchè poniamo la fede in qualcosa di cui non abbiamo esperienza di prima mano, ma in questo caso "sapevo", comprendevo che in verità ero già guarita e che il mio corpo avrebbe seguito questa guarigione.

Quando "tornai" cominciai a risvegliarmi dal coma e la mia famiglia fu molto sorpresa . Io non ero nemmeno consapevole che ero stata da un'altra parte e che mi stavo lentamente risvegliando .Parlavo con la mia famiglia ma dicevo tante cose "strane" che li confondevano.

Stupii anche il medico che venne nella mia stanza, poichè lo chiamai per nome e mi chiese come facessi a saperlo: perchè il giorno prima- gli dissi- mi aveva fatto dei trattamenti... "ma lei era in coma, non aveva nememno gli occhi aperti" ...

Mi ci vollero 4 giorni poi per stare suduta nel letto . Mi tolsero poi l'ossigeno, le sonde per il cibo: volevo cominciare a mangiare cibo normale; non potevo camminare, ma i tumori se ne andarono per il 70% in 4 giorni. Si sciolsero. Inimmaginabile...

Voglio che le persone sappiano che è POSSIBILE. Voglio veramente che lo sappiano. Voglio dire alle persone: non abbiate paura di essere quel che siete e trovare a vostra gioia.

Uno dei nostri problemi di vita è che abbiamo perso la gioia. Abbiamo dimenticato chi siamo e non abbiamo piu' passione per la nostra vita. Abbiamo tutti paura di esprimere noi stessi. Vivete la vita con gioia e abbandono.

Viviamo ogni giorno con paura.Ogni cosa che facciamo muove da questa paura: se mangiare o meno un cibo nella paura che venga o meno il cancro, se lasciare questo o quel lavoro nella paura e cosi via...Siamo diventati una cultura patologica: piena di paure per tutto. E non solo qui nelle Filippine, ma in tutto il mondo.

Le persone non si amano. Amano gli altri ma non se stesse. Ci trattiamo spesso senza rispetto, come zerbini. Quindi ci indeboliamo, il nostro sitema immunitario ne subisce le conseguenze e cominciamo ad avere malattie e disturbi .

Prima di manifestarsi nel corpo la nostra malattia è nelle nostre emozioni a lungo. Il corpo è l'ultimo luogo dove la malattia si manifesta. Guardate quindi come vivete la vostra vita emozionalmente. Imparate ad amare voi stessi. Dopo 6 anni e mezzo di grave malattia ora io sono completamente guarita.

Non avete bisogno di aver paura della morte. Quando perdete questa paura, perdete anche la paura della vita. La vita è un dono. Vivetela pienamente. Amatela, senza paura. Amate voi stessi. Quando amate voi stessi, amate la vita. Quando amate la vita amate tutto il resto e gli altri.

Quando non amate voi stessi la vita diventa una tragedia. E voi diventate tali e questo è quel che condividete poi con tutti gli altri".

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
presty80
Inviato: 19/5/2013 14:28  Aggiornato: 19/5/2013 14:28
So tutto
Iscritto: 20/3/2006
Da:
Inviati: 14
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Ciao,

questo sarà il 3° commento della mia carriera di utente di forum. Normalmente ascolto, leggo e basta,
ma qui dato che mi si tocca ciò che a me è tanto caro provero' a fornire un qualche commento costruttivo se puo essere utile al dibattito.

Sinteticamente, è vero, purtroppo il lavoro di Hamer non è spiegabile in 2 parole e le persone comuni non hanno la pazienza di studiare x anni x capire come funzionano le 5 leggi biologiche. Ho amici che leggono 5 o max 10 minuti una paginetta e non capendo molto cercano un riassunto che li aiuti e, se non lo trovano, etichettano tutto come panzane per partito preso.
Non sono qui x convincere nessuno, ma è da quasi 10 anni che ormai verifico sulla mia pelle e quella dei miei cari le 5 leggi biologiche, e mi ci sono avvicinato soltanto quando ne avevo piu bisogno, ossia quando mi è spuntata l'artrite a 14 anni di età. E' molto difficile imparare a nuotare quando stai x affogare ma spesso questo ti da l'impeto, se sei curioso, scettico e desideroso di capire che ti succede, di andare a cercare le risposte al di fuori della zona comfort. Uscire fuori dagli schemi percorrendo altre strade senza preconcetti.
Dunque cercare di convincere qualcun'altro nella veridicità delle 5LB è impossibile e inutile. Ci ho provato un sacco di volte, ma alla fine ho capito che il processo conoscitivo passa attraverso la singola esperienza di ognuno di noi, se ha voglia di farla. E se è abbastanza aperto di mente, puo arrivare a capirle e scoprire di cosa sto parlando. Persone che cercano verifiche nelle prove scientifiche purtroppo non ne troveranno, e se le troveranno le targhetteranno come povere, false, manipolate o non disponibili se non per cieca fede.

Per conto mio, gli ultimi anni li ho passati dentro e fuori da ospedali x recuperare la leucemia di mio padre.
Posso raccontarvi che ogni anno rientravamo, evidenziavano il quadro clinico leucemico, io circoscrivevo il terrorismo medico soltanto alla mia persona, cercando di levare a mio padre tutte le comuniucazioni scioccanti, e dopo 2 o 3 settimane di ospedalizzazione e qualche sacca di sangue tutto rientrava alla normalità tra lo stupore dei medici.
Che terapia ha intrapreso ? Nessuna....o meglio una l'ho messa in atto.
La domanda principale da farsi secondo me è: che differenza c'è tra gli altri pazienti malati di leucemia e mio padre, per rendere la degenza piu breve e con quadro clinico diverso da tutti gli altri ?
risposta: Il semplice controllo del panico.
In fase di panico (ossia chiunque entri d'urgenza in ospedale con un quadro clinico cosi) chiunque tende a degenerare nel decorso che i medici conoscono bene.
Mio padre, con un costante mio lavaggio del cervello, in cui in modalità giocosa lo rassicuravo ripetendogli niente panico almeno 10 volte al gg, a volte anche con telefonate a sorpresa... lo hanno mantenuto, per chi conosce il decorso della malattia secondo Hamer, in fase di riparazione, nella fase CALDA (fase B) (quella opposta a quella ansiosa, o preoccupata, in gergo quella ATTIVA (fase A)) permettendo al programma SBS di portarsi nelle 3 settimane di degenza alla conclusione, notando giorno per giorno valori ematici in normalizzazione.

Quindi a chi dice che la terapia non esiste è un po' un discorso riassuntivo sterile. Bisogna approfondire anche lo stato di benessere psico/emozionale del paziente oltre ad avere l'idea del preconcetto della pastiglietta da dare per risolvere la malattia. Non esiste nessuna pastiglietta, solo buon senso.

Ma ritrornando alle "prove", con questa storiella nessuno si convincerà della veridicità di quello scoperto da Hamer. Deve uscire dallo schema del metodo scientifico, e osservare in altri modi. Come se il metodo scientifico non esistesse, e si dovesse capire qualcosa soltanto osservando il vissuto del paziente poco prima della comparsa della malattia. Cos'è successo ? quando ? dov'eri ? Come ti sei sentito ?...etc. etc.

Senza calarsi in questo tipo di osservazione nessuno arriverà mai a verificare o meno quello che Hamer cerca di trasmetterci.

PS
Hamer non mi ha convinto leggendo i suoi scritti, mi sono convinto io durante un lungo percorso conoscitivo di me stesso e degli eventi scioccanti della mia vita.

peonia
Inviato: 19/5/2013 15:58  Aggiornato: 19/5/2013 15:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Grazie Presty80 per la tua bella condivisione, che mi fa pensare a quanto male facciano quei presuntuosi di medici quando danno "qualche mese di vita"....
Ho sempre pensato infatti che sdrammatizzare fosse la cosa migliore, non mentire, perchè è giusto che uno sappia cosa ha, anche per tirar fuori le proprie risorse, ma non cadere nella trappola del dramma...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
presty80
Inviato: 19/5/2013 16:55  Aggiornato: 19/5/2013 16:55
So tutto
Iscritto: 20/3/2006
Da:
Inviati: 14
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Già, le parole, quelle dei medici soprattutto, hanno un grosso carico di terrore.
Sdrammatizzare magari non è la parola piu esatta, ma si avvicina.
Rendere partecipe il paziente di tutto il processo.
Nel mio esempio, processo svalutativo = cancro osseo (che brutta parola....e gliela riassumi in ... l'osso diventa piu sottile), successiva soluzione in cui la guaina dell'osso si allarga e si riempie di globuli bianchi...che ricalcificandosi alla fine del processo risistemeranno l'osso sottile in osso piu robusto. Questa seconda fase si chiama leucemia. E' un processo sensato e sano. Non c'è nulla di cui aver paura. Loro purtroppo non lo sanno...e tendono a terrorizzarti. Non ascoltarli, stai rilassato e vedrai che tra 3 settimane sarai di nuovo a casa.
Detto fatto, poi...capitato una volta, dalla seconda in poi era facile riprendere il precedente x rafforzare la tesi e rassicurare ancora di piu. Questa per me è terapia.

fefochip
Inviato: 19/5/2013 17:54  Aggiornato: 19/5/2013 17:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
Non c'è nulla di cui aver paura. Loro purtroppo non lo sanno...e tendono a terrorizzarti. Non ascoltarli, stai rilassato e vedrai che tra 3 settimane sarai di nuovo a casa. Detto fatto, poi...capitato una volta, dalla seconda in poi era facile riprendere il precedente x rafforzare la tesi e rassicurare ancora di piu. Questa per me è terapia.


scusa fammi capire.

l'estrema sintesi di quello che proponi alla fine è una rivisitazione di quello che trovi nella bibbia scritto innumerevoli volte ovvero :"non temete" ?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
presty80
Inviato: 19/5/2013 18:09  Aggiornato: 19/5/2013 18:09
So tutto
Iscritto: 20/3/2006
Da:
Inviati: 14
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
la conoscenza del processo che adesso causa paura permette di tramutare l'esito della malattia verso un'altro risultato (piu proficuo).

Se vogliamo chiamare in causa la bibbia per rispondere ad un'argomentazione che non ha a che fare con la fede, rispondo si forse...si avvicina, ma non è completo.

Infondo quello su cui ci si affida è ai processi naturali che sono da molto piu tempo di noi in esecuzione sulla terra e dunque dentro di noi.
Mi fido piu di madre natura, che di persone in camice bianco

fefochip
Inviato: 19/5/2013 18:39  Aggiornato: 19/5/2013 18:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
Mi fido piu di madre natura, che di persone in camice bianco


beh converrai che non c'è bisogno di ahamer per essere d'accordo in toto su un affermazione come questa

premettendo che per me la chiesa cattolica può tranquillamente bruciare dalle fondamenta non so se hai colto la sintesi che cercavo di fare.

quel "non temete" ha un valore universale ,karmico ...vuol dire anche abbiate fiducia ,e questo "aver fiducia" non si limita la fiducia in un dio ma nelle proprie forze , nel mondo , nell'amore , che la natura appunto (che poi non è altro che parte di noi) sappia cosa fare .

comunque non fa niente era solo per capire, io dico solo quello che penso ,come al solito sinceramente .

a me il discorso che "bisogna studiare per anni prima di capire" non mi ha mai convinto.
la vita mi ha insegnato sempre che piu una persona padroneggia bene un argomento e piu gli sarà facile spiegare in poco a qualcun'altro qualunque cosa.

tutti questi anni di studio prima di capire a me sembra piu un percorso di fede che un percorso di conoscienza (senza ASSOLUTAMENTE levare nulla alla fede) .

forse come dici il vero problema è convincersi che una cosa funziona ma FIN ORA la scienza funziona a prescindere dalle nostre convinzioni.
probabilmente è un limite ,anzi sicuramente lo è, ma per ora per fare scienza non vuol dire dover credere in qualcosa perche funzioni.

io lo ho sempre sostenuto ma contemporaneamente riconoscendo che ci vogliono anche degli appigli materiali altrimenti rimane tutto "aria fritta" (con buona pace di chi tanto gli fa rodere il culo questa figura).

se non fosse cosi allora dovremmo andare appresso a tutti i keshe del mondo prendendocela con noi se il generatore (di keshe) non funziona perche non lo abbiamo pregato bene o prendedocela con noi stessi perche non abbiamo capito come guarire dalla malattia.

è un percorso molto difficile perche se da una parte può essere vero che alla fine dei giochi i nostri malesseri sono sempre responsabilità nostra dall'altra in questo modo si deresponsabilizza in toto la figura del medico che ti potrà dire sempre che non hai fatto bene i compiti.
è ESATTAMENTE il contrario della moderna psicologia che finalmente ha cominciato a capire che deve imporre tempi e risultati ben precisi alle terapie (senza di questo le persone venivano legate vita natural durante al terapista passando la vita in terapia).

insomma se da una parte credo di capire quello che dici (che è quello che dice hamer da quello che ho capito) dall'altra lo trovo un percorso cosi personale da essere praticamente irripetibile mentre invece uno dei capisaldi di fare scienza (e quindi anche medicina) è proprio la ripetibilità.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 19/5/2013 18:49  Aggiornato: 19/5/2013 18:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
ma è il primo passo essenziale per tentare di risolvere, se nemmeno te ne rendi conto mai puoi iniziare un processo di guarigione


in realtà peonia per molte cose non è affatto così.

spesso sapere l'inizio di una tua nevrosi(o qualunque disfunzione psicologica) non ti è di minimo aiuto per uscirne .
servono degli strumenti, coraggio e tanto lavoro per uscirne .

tra l'altro se comincio a capire qualcosa in piu di hamer secondo le sue idee non devi minimamente andare a risolvere nulla ma far lasciare lavorare la natura che attraverso le varie crisi ti riporterebbe in salute.

...

non so a me sembra un discorso molto "arioso" ...ma è solo la mia opinione

comunque sempre se ho capito basterebbe non vivere in solitudine qualunque dramma della tua vita per non ammalarti

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
presty80
Inviato: 19/5/2013 18:52  Aggiornato: 19/5/2013 18:52
So tutto
Iscritto: 20/3/2006
Da:
Inviati: 14
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
a me il discorso che "bisogna studiare per anni prima di capire" non mi ha mai convinto.
la vita mi ha insegnato sempre che piu una persona padroneggia bene un argomento e piu gli sarà facile spiegare in poco a qualcun'altro qualunque cosa.


Beh diciamo che studiare e soprattutto verificare giorno per giorno permette di acquisire una sicurezza nella vita, evitando i vari ... ma sono sicuro di quel che sto facendo ? e se non fosse cosi ? e se mi sbagliassi ?
Il dubbio viene levato sperimentando giorno per giorno su se stessi a partire dal piu banale starnuto...o tosse, o raffreddore, o influenza, o altro tipo di dolore che sia.

Poi una volta letto fino alla nausea certi concetti con a volte terminologia medica un po' complessa, si apprende il nocciolo della questione. Si capisce il messaggio che deve arrivare.
Da li in poi puoi benissimo sintetizzare al prossimo quello che vuol significare. Purtroppo pero' sintetizzando riduci in ridicolo tutti gli eventuali studi e anni di ricerche. Perche non puo essere tutto cosi semplice.
Dipende a che livello di conoscenza vuoi arrivare. Vuoi capire solo il tuo problema e la causa ? O vuoi capire come funziona il processo in generale e poi cercare di applicarlo ad ogni eventuale patologia e capire il problema da solo una volta che hai il metodo ? O andando oltre, vuoi capire il metodo, e sintetizzarlo ai tuoi cari che hanno la 5° elementare e non capirebbero eventuali spiegazioni un po' piu elaborate.

Citazione:
insomma se da una parte credo di capire quello che dici (che è quello che dice hamer da quello che ho capito) dall'altra lo trovo un percorso cosi personale da essere praticamente irripetibile mentre invece uno dei capisaldi di fare scienza (e quindi anche medicina) è proprio la ripetibilità.


la ripetibilità dell'esperimento c'è, purtroppo pero' non è catalogabile tra le statistiche attualmente esistenti, in quanto si basa su dei nuovi parametri (il vissuto) che attualmente viene totalmente escluso dalle possibili cause della malattia stessa.

ChezFilipp
Inviato: 19/5/2013 18:57  Aggiornato: 19/5/2013 18:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/11/2009
Da:
Inviati: 49
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Ciao Presty80,

usare la parola "terapia" nel contesto che hai descritto , a mio parere, continua a rimanere improprio. Ma devi metterti ,dato che hai scritto più sopra di aver parlato tante volte in passato con l'intento di spiegare le basi delle LB, nei panni di chi non ha quelle basi.
Ed infatti hai notato la domanda successiva che ti ha rivolto Fefo?
Non ti ha chiesto "Scusa, come mai proprio 21 giorni", no, ti ha chiesto:

"l'estrema sintesi di quello che proponi alla fine è una rivisitazione di quello che trovi nella bibbia scritto innumerevoli volte ovvero :"non temete" ?"

E ,non sapendo, che esistono tempi molto precisi (come ogni cosa in natura del resto) la sua attenzione è rimasta focalizzata, giustamente, sulla "terapia" da Te applicata.

Il fatto è che tu SAI che il tempo massimo della fase chiamata PCLA (Post Conflitto Lisi A) è di massimo 21 giorni e che quindi, essendo la Leucemia la risoluzione di un conflitto di svalutazione, per puro buon senso (che andrebbe usato in ogni caso naturalmente ma che qui diventa d'obbligo) e per non fare entrare il paziente in un binario recidivante si applica la "strategia" (secondo me più appropriato come termine ma è pura questione semantica) che Tu hai usato.

Ma se una persona queste informazioni non le sa?
Come "leggerà" il tuo racconto?
Per quello che ho evitato di entrare nello specifico prima.

Perchè a quel punto la tua scelta sembra (vista dal di fuori ripeto) un azzardo basato sulla "fede"mentre Tu sai benissimo di non aver fatto nulla per fede ne per azzardo ma hai semplicemente sfruttato le informazioni che sapevi, tutto qui.

Se invece uno non conosce bene le LB (che cosa è esattamente un conflitto Biologico (non psico emozionale) la Curva bifasica della malattia ,fase di conflitto attivo/risoluzione ecc. ecc.)?

In quel caso ha molto più senso affidarsi ad una lettura molto più classica e comprensibile (in quanto rientra comunque nella logica culturale in cui siamo cresciuti e cioè quella del concetto Malattia/Cura) del processo chiamato malattia.

Quindi posso affidarmi alla lettura data da Simoncini (Causa Fungo/soluzione Bicarbonato) o ortodossa (Causa impazzimento cellulare/soluzione estirpazione chirurgica del tessuto ed "avvelenamento successivo tramite chemio per cercare di uccidere la cellula impazzita ecc. ecc. ma tutti rientranti nella stessa logica) perchè ognuna di queste terapie può vantare, giustamente, una casistica di percentuale di successi comprovati.

Capisci Rusty? Tu parli da un altra "stanza" ma chi ti ascolta è ancora nella vecchia "stanza" e ragiona,giustamente, con quella logica.

Se non c'è prima una "Stele di Rosetta" che dia le basi per capire in che lingua stiamo parlando uscirà solo una Babele.

Capisco il tuo intento ma spero noterai anche Tu questa cosa...

Del resto, potrei tranquillamente domandarti (stando nella tua stessa stanza) :
ma se tuo padre non avesse "scoperto" di avere la Leucemia e quindi Tu non avessi potuto applicare la tua "terapia" tuo padre sarebbe morto?

La risposta sarebbe NO, in quanto la fase PCLA dura comunque 21 giorni sia che la si riconosca oppure no. Hai dovuto mettere in atto la tua strategia perchè , in quel contesto in cui ti sei trovato, dovevi evitare di Ri-entrare nel binario conflittuale che avrebbe portato ad una nuova recidiva con le conseguenze che sappiamo.

Giusto?

Ora, secondo Te Presty, di ciò che ho scritto, uno che non conosce LB che capisce?

Io personalmente la vedrei come una supercazzola con l'aggiunta di termini astrusi per dare un tono al tutto.

Ripeto, capisco il Tuo intento Presty ma purtroppo,secondo la mia esperienza, porta solo a della confusione. (Magari sbaglio naturalmente.)

Filippo

ps. Di certo non occorrono anni di studi per capire.
Un semplice libro come Grazie Dott. Hamer che si legge in un pomeriggio può dare un idea chiara e concreta di che cosa si sta parlando.

Filippo

Calvero
Inviato: 19/5/2013 18:57  Aggiornato: 19/5/2013 18:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Fefo:


Citazione:
beh converrai che non c'è bisogno di ahamer per essere d'accordo in toto su un affermazione come questa


Nella stessa maniera in cui non c'è bisogno di Mazzucco per capire che l'undici settembre è una bufala ...

... eppure

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
fefochip
Inviato: 19/5/2013 18:57  Aggiornato: 19/5/2013 18:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
O andando oltre, vuoi capire il metodo, e sintetizzarlo ai tuoi cari che hanno la 5° elementare e non capirebbero eventuali spiegazioni un po' piu elaborate.


e allora fai finta che ho la prima elementare e spiegami in cosa consiste la terapia di hamer .

non avere paura e contemporaneamente avere fiducia nei processi riparativi del proprio organismo?


Citazione:
la ripetibilità dell'esperimento c'è, purtroppo pero' non è catalogabile tra le statistiche attualmente esistenti, in quanto si basa su dei nuovi parametri (il vissuto) che attualmente viene totalmente escluso dalle possibili cause della malattia stessa.


io non ho capito .
non è che ti puoi spiegare meglio?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 19/5/2013 19:09  Aggiornato: 19/5/2013 19:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
Il fatto è che tu SAI che il tempo massimo della fase chiamata PCLA (Post Conflitto Lisi A) è di massimo 21 giorni e che quindi, essendo la Leucemia la risoluzione di un conflitto di svalutazione, per puro buon senso (che andrebbe usato in ogni caso naturalmente ma che qui diventa d'obbligo) e per non fare entrare il paziente in un binario recidivante si applica la "strategia" (secondo me più appropriato come termine ma è pura questione semantica) che Tu hai usato.


si, scusate ma mi pare che tuttavia il padre di Presty80 dai suoi racconti è proprio entrato in un "binario recidivante" . o no?

Citazione:
E ,non sapendo, che esistono tempi molto precisi (come ogni cosa in natura del resto) la sua attenzione è rimasta focalizzata, giustamente, sulla "terapia" da Te applicata.

scusa ma una volta che sò che ci vogliono 21 giorni che mi cambia se dopo 21 giorni sto come prima?

Citazione:
La risposta sarebbe NO, in quanto la fase PCLA dura comunque 21 giorni sia che la si riconosca oppure no. Hai dovuto mettere in atto la tua strategia perchè , in quel contesto in cui ti sei trovato, dovevi evitare di Ri-entrare nel binario conflittuale che avrebbe portato ad una nuova recidiva con le conseguenze che sappiamo.


scusate ma portando questo ragionamento al limite non si muore mai basta non andare in ospedale a farsi terrorizzare.(premettendo che è notorio che piu stiamo lontano dai medici di questa epoca e meglio si sta)
cosi suona un po strano o no?

Citazione:
ps. Di certo non occorrono anni di studi per capire. Un semplice libro come Grazie Dott. Hamer che si legge in un pomeriggio può dare un idea chiara e concreta di che cosa si sta parlando.


meno male

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
hendrix
Inviato: 19/5/2013 19:25  Aggiornato: 19/5/2013 19:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
LONDRA
Uomo d'affari si fa asportare la prostata 
per non rischiare il tumore

Come Angelina Jolie, che si è sottoposta alla mastectomia, 
il paziente era portatore del gene della malattia.

So' matti, so' tutti matti.

fefochip
Inviato: 19/5/2013 19:27  Aggiornato: 19/5/2013 19:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:
Uomo d'affari si fa asportare la prostata 
per non rischiare il tumore Come Angelina Jolie, che si è sottoposta alla mastectomia, 
il paziente era portatore del gene della malattia.


tra l'altro la pazzia ancora piu nera è che togliendo la prostata ci sono buone possibilità di rimanere impotenti e di cominciare pisciarsi addosso



sono tutti pazzi , ma la cosa che fa piu rodere leggendo queste cose che in ultima analisi il motivo vero per cui si opera questa gente è perche vuole uscire dalla paura indotta dalla "ricerca scientifica"

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
ChezFilipp
Inviato: 19/5/2013 19:28  Aggiornato: 19/5/2013 19:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/11/2009
Da:
Inviati: 49
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Fefo ha scritto:

scusate ma portando questo ragionamento al limite non si muore mai basta non andare in ospedale a farsi terrorizzare.(premettendo che è notorio che piu stiamo lontano dai medici di questa epoca e meglio si sta)
cosi suona un po strano o no?


Ciao Fefo,
naturalmente non è così, ma io mi riferivo al caso specifico raccontato da Presty (infatti rispondevo a lui) non è generalizzabile in quanto ogni processo bifasico pur rimanendo nell'ambito di caratterstiche ben precise e verificabili avrà delle "unicità" che dipendono da vari fattori che bisogna studiare caso per caso (quanta massa conflittuale, per quanto tempo si è stati in fase di CA, si è in recidiva? ecc. ecc.) che a dirlo così sembra difficile ma ti assicuro che una volta che si hanno le basi risulta comprensibile e verificabile.

Forse a Te,giustamente, sfuggirà la logica della questione rientrando nell'ottica della mancanza di "riproducibilità" ma qui torniamo alla Babele a cui accennavo sopra.


Io so Fefo che ,visto l'impatto che hai avuto con la NMG hai il sacrosanto diritto di vederla come la vedi anche io la vedrei come Te.

Come ti ho già detto, non metto assolutamente in discussione le tue legittime scelte... Se ti va di approfondire un pochino questo argomento un libro base te l'ho consigliato, ti assicuro che si legge in poco tempo.

Per il resto mi spiace aver spostato l'attenzione dal thread.

Come hai scritto più sopra Fefo c'è un thread apposta per l'argomento Hamer.

Filippo

Redazione
Inviato: 19/5/2013 20:51  Aggiornato: 19/5/2013 20:51
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
CALVERO, FEFOCHIP:

Non ho parole. Mi vergogno per voi.

Se queste sono le persone che hanno capito quanto sia importante per luogocomune mantenere un certo livello nelle discussioni, chissà gli altri.

peonia
Inviato: 19/5/2013 21:35  Aggiornato: 19/5/2013 21:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Scusa Chezfilipp ma se Hamer parla di riparazione di un trauma, perchè non si può dire psico-emozionale ma conflitto biologico?

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
ChezFilipp
Inviato: 20/5/2013 0:06  Aggiornato: 20/5/2013 0:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/11/2009
Da:
Inviati: 49
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Ciao Peonia,
Oltre alla tua domanda ci sarebbero altre
precisazioni anzi vere e proprie spiegazioni
ex novo di concetti che dovrebbero essere fatte per rispondere
ai dubbi e alle obiezioni emerse e
da queste nascerebbero ancora dubbi e quindi
precisazioni.

Questo è il vicolo cieco nel quale
senza un vocabolario comune e puntuale
le obiezioni non finiranno mai.

Questo semplice link dell'A.L.B.A. può fornire le basi per un vocabolario comune ed una riflessione per chi è interessato:

http://www.albanm.com/le-5-leggi-biologiche


ps. Cmq proverò a risponderti in pm alla tua domanda

pps. grazie V

ElenaM
Inviato: 20/5/2013 9:14  Aggiornato: 20/5/2013 9:16
So tutto
Iscritto: 17/5/2011
Da:
Inviati: 28
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
http://www.disinformazione.it/CANCRO_SENO.htm

Con buona pace delle mutazioni del DNA.



Stretto da morire. Di Cancro.
La relazione tra reggiseno e cancro al seno
di William Thomas
Link alla pagina originale Traduzione a cura di Stefano Pravato per www.disinformazione.it

Se non lo avete già bruciato negli anni ‘60, potreste volervelo togliere ora. "Il reggiseno causa il cancro al seno. E’ lampante," afferma il ricercatore medico Syd Singer.
I coniugi Singer si sono dedicati all’investigazione sul cancro al seno nel 1991. Il giorno in cui la moglie, Soma, scoprì un nodulo al proprio seno, il team di ricerca del marito stava esaminando gli effetti della medicina Occidentale fui Figiani. Sotto la doccia, Syd aveva notato che le spalle e i seni di Soma erano segnati da scanalature rosso scuro. A Syd ricordò la domanda posta alla moglie da una Figiana perplessa a proposito del suo reggiseno: "Non si sente stretta?"
"Devi farci l’abitudine," aveva risposto Soma.
Forse il reggiseno comprimeva il tessuto del seno, si chiese Syd, impedendo il drenaggio linfatico e provocando degenerazione?

Soma decise di smettere di indossare il suo reggiseno. Ma quando Syd cercò nella letteratura medica non trovò nessuna causa nota per il cancro al seno, condizione che nelle donne appare raramente prima dei 35 anni, più frequentemente dopo i 40. I tassi di mortalità più elevati sono in Nord America ed Europa settentrionale, col resto del mondo che si sta adeguando velocemente.
La World Health Organization (Organizzazione Mondiale della Sanità) invoca le tossine chimiche quale causa primaria di cancro. Ma i veleni che si accumulano nei tessuti del seno sono normalmente spazzati dal chiaro fluido linfatico verso i grandi gruppi di linfonodi posti nelle ascelle e nella parte alta del torace. I Singer scoprirono che "essendo i dotti linfatici molto sottili, essi sono estremamente sensibili alla pressione e si possono comprimere con facilità." Una minima pressione cronica sui seni può provocare la chiusura delle valvole e dei dotti linfatici..

"Poco ossigeno e meno nutrienti sono trasportati alle cellule, mentre i prodotti di rifiuto non sono spazzati via," notarono i Singer. Dopo 15 o 20 anni di drenaggio linfatico ostacolato dal reggiseno, può apparire il cancro.
Considerando altri paesi, Soma e Syd rimasero colpiti dalla bassa incidenza di cancro al seno nelle nazioni più povere, pur inondate dai pesticidi ivi scaricati dalle altre nazioni. Non trovarono contadine che indossassero reggiseni push-up. Scoprirono invece che tra i Maori della Nuova Zelanda integrati nella cultura bianca vi è la stessa incidenza di cancro al seno, mentre gli aborigeni australiani non integrati non hanno praticamente cancro al seno. Lo stesso trend si applica ai giapponesi occidentalizzati, ai Figiani e ad altre colture convertite al reggiseno.

Nel loro libro Dressed To Kill: The Link Between Breast Cancer and Bras, (Vestite Da Morire: La Relazione Tra Cancro Al Seno e Reggiseno) i due ricercatori hanno anche osservato che proprio prima che una donna inizi il suo ciclo, gli estrogeni si innalzano, provocando un rigonfiamento del seno. Se la donna continua a indossare un reggiseno della stessa misura, i vasi linfatici salva vita saranno compressi in maniera ancor maggiore. Hanno forse scoperto qual è il vero collegamento tra cancro al seno ed estrogeni?
Le donne senza figli non sviluppano mai del tutto il proprio sistema linfatico pulisci-seno. E nemmeno donne che non abbiano mai allattato. Le donne che lavorano, che indossano il reggiseno quotidianamente e rimandano la gravidanza potrebbero essere quelle più a rischio, avvertono i Singer.

Ancora peggio, il divenire donna per una giovane è spesso "marcato" dal suo primo reggiseno. Come l’anziana pratica cinese del bendaggio dei piedi, il "bendaggio del seno " puberale può in ultima istanza condurre a severe complicazioni mediche.
Che il reggiseno sia l’ "anello mancante " che spiega la crescente epidemia di cancro al seno? A cominciare dal maggio del 1991, Soma e Syd Singer hanno condotto uno studio di 30 mesi, Bra and Breast Cancer (Reggiseno e Cancro al Seno) intervistando circa 4.000 donne di cinque grandi città degli Stai Uniti. Erano tutte di tipo caucasico per lo più di "reddito medio" in età compresa tra i 30 e i 79 anni. Metà di loro erano state diagnosticate di cancro al seno.

Quasi tutte le donne intervistate erano scontente della dimensione o della forma del proprio seno. Le donne che avevano scelto un reggiseno per l’aspetto, ignorando indolenzimenti e gonfiori, avevano il doppio di incidenza di cancro al seno di quelle che non l’avevano scelto per questo.
Ma la statistica più sorprendente riguardava le donne che indossavano il reggiseno anche per dormire e che avevano sviluppato il cancro. Così come una donna su sette costretta in un reggiseno per più di 12 ore al giorno. Le donne senza reggiseno hanno solo una probabilità su 168 di subire una diagnosi di cancro al seno, dicono i Singer. La stessa di un uomo senza reggiseno.

"Non dormite col reggiseno!" implora Syd Singer. "Le donne che intendono evitare il cancro al seno dovrebbero indossare un reggiseno per il periodo di tempo più limitato possibile – di sicuro per meno di 12 ore al giorno."
Syd inoltre spiega che quasi l’80% di chi indossa il reggiseno e soffre di noduli, cisti e indolenzimento vede quei sintomi svanire, "entro un mese dopo essersi liberate del reggiseno."
Non tutte sono pronte a liberarsi dal proprio capestro. Come una donna ha rivelato al team, "Le tette mi arriverebbero all’ombelico senza un reggiseno." Ma il chirurgo Christine Haycock del College of Medicine del New Jersey dice che sono le caratteristiche genetiche – non i legamenti o la dimensione del seno – la ragione per cui alcuni seni cedono alla gravità. Un petto che saltella aiuta a tener pulito il sistema linfatico.

Ben consci che i loro risultati erano "esplosivi," i Singer hanno inviato i risultati della loro ricerca ai capi delle più prestigiose organizzazioni e istituti anti-cancro americani. Nessuna risposta. Alla pari del business del cancro, il giro d’affari dei reggiseno è enorme. Moltiplicate il numero delle donne che, in tutto il mondo, comprano qualche reggiseno da 25$ ogni anno e otterrete una cifra vicina ai 6 miliardi di dollari all’anno.
Syd Singer afferma che la censura dell’establishment sulla relazione tra cancro al seno e reggiseno sta uccidendo le donne. Indicando la condizione maggiormente condivisa tra le pazienti di cancro al seno, egli enfatizza che si tratta di un sistema linfatico strizzato dal reggiseno.

Andando sempre senza reggiseno, Soma iniziò a indossare vestiti che non enfatizzassero i seni. Cominciò anche a massaggiare i seni con regolarità e ad andare in bicicletta, a prendere integratori vitaminici ed erboristici e a bere solo acqua pura.
Due mesi dopo, il suo nodulo era scomparso
Un grintoso Syd Singer dice che, al primo spaventevole segnale di un nodulo, “le donne dovrebbero togliersi il reggiseno prima di togliersi i seni." Cosa aspettare, se potete liberare il vostro sistema linfatico adesso?

RICORDATE: Una combinazione spettacolarmente controindicata è indossare un reggiseno e usare un telefono cellulare.

SE DOVETE INDOSSARE UN REGGISENO
Reggiseno push-up e quelli da sport sono da evitarsi. Scegliete reggiseno di cotone, non stretti. Assicuratevi di poter passare con due dita sotto le spalline e ai fianchi delle coppe. Quanto più sono alte le coppe, tanto più severa la compressione dei maggiori linfonodi. Non indossate assolutamente mai questo disastroso dispositivo per dormire. A casa toglietevelo. Massaggiate i vostri seni ogni volta che vi togliete il reggiseno.
Riportate in salute il vostro sistema linfatico, o almeno respirate a fondo liberamente.

vuotorosso
Inviato: 20/5/2013 9:21  Aggiornato: 20/5/2013 9:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Elenam,
dovresti girare questo articolo alla Boldrini a proposito di femminicidio ...

Tuanis
Inviato: 20/5/2013 9:24  Aggiornato: 20/5/2013 9:24
So tutto
Iscritto: 24/12/2012
Da:
Inviati: 17
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
come da programma la propaganda continua....

Jolie: 2 ospedali Tokyo pronti per mastectomia preventiva
08:51 20 MAG 2013

(AGI) - Tokyo, 20 mag. - 'Effetto Angelina' in Giappone: due ospedali di Tokyo si sono attrezzati per cominciare a realizzare le mastectomie preventive sulle paziente portatrici dei geni mutati che implicano un alto rischio di cancro al seno. Lo riferisce un prestigioso quotidiano locale, l'Asahi. I due nosocomi, l'Istituto di Cancro di Tokyo e l'Ospedale di San Luca, saranno i primi in Giappone a realizzare il procedimento, che si e' guadagnato le prime pagine dei giornali di mezzo mondo dopo l'annuncio-shock di Angelina Jolie. Le donne che potranno scegliere questo tipo di intervento chirurgico sono quelle che, come la star americana, hanno accertata una mutazione nei geni Brca1 e Brca2, che implicano un'alta percentuale di rischio di cancro al seno e ovarico .

http://www.agi.it/ultime/notizie/articoli/201305200851-est-rom0011-jolie_2_ospedali_tokyo_pronti_per_mastectomia_preventiva

Dusty
Inviato: 20/5/2013 10:06  Aggiornato: 20/5/2013 10:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Ed intanto, per par condicio, alcuni uomini cominciano a farsi rimuovere la prostata perchè potrebbe essere obiettivo di un tumore...

http://www.ibtimes.co.uk/articles/468834/20130519/cancer-prostate-first-man-angelina-jolie.htm

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
perspicace
Inviato: 20/5/2013 10:21  Aggiornato: 20/5/2013 10:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Chi si leva le ovaie, chi si leva la prostata, tutti tifano per una diminuzione delle capacità riproduttive della nostra specie.

C'è qualcosa di strano nell'aria.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
cheddyved
Inviato: 20/5/2013 14:06  Aggiornato: 20/5/2013 14:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/2/2007
Da:
Inviati: 109
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Cit. Chi si leva le ovaie, chi si leva la prostata, tutti tifano per una diminuzione delle capacità riproduttive della nostra specie.


Il che non sarebbe di per sè una disgrazia...magari usando metodi meno idioti forse...è tutto veramente agghiacciante e non voglio aggiungere altro

perspicace
Inviato: 20/5/2013 14:12  Aggiornato: 20/5/2013 14:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Darwin Awards suicidi accidentali per menti poco evolute.

Se uno è deficiente e giusto che si condanni con le sue mani.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
InFlames
Inviato: 20/5/2013 17:05  Aggiornato: 20/5/2013 17:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/3/2008
Da:
Inviati: 300
 Re: Il terrorismo di Big Pharma

Tutto sarà rivelato
presty80
Inviato: 20/5/2013 18:16  Aggiornato: 20/5/2013 18:16
So tutto
Iscritto: 20/3/2006
Da:
Inviati: 14
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Citazione:

si, scusate ma mi pare che tuttavia il padre di Presty80 dai suoi racconti è proprio entrato in un "binario recidivante" . o no?


In realtà entrava in recidiva una volta all'anno, causa per cui poi lo facevamo ricoverare.
Poi in ospedale stavo bene attento a evitare che avesse nuove recidive allontanando il panico da diagnosi.

Citazione:
scusate ma portando questo ragionamento al limite non si muore mai basta non andare in ospedale a farsi terrorizzare.(premettendo che è notorio che piu stiamo lontano dai medici di questa epoca e meglio si sta)
cosi suona un po strano o no?


In malattia sei psichicamente fragile e facilmente manovrabile. E anche se sei a casa sarai comunque terrorizzato quindi speri, andando in ospedale, di trovare qualcuno a cui affidare la tua salute. Se ti va bene e non ti danno sentenze sconvolgenti, ti riprendi; se ti va male...e non adotti contromosse adeguate, rischi di rimanerci in ospedale, e dunque di non levarti quel terrore che avevi anche a casa, per cui ti hanno ospedalizzato.
Per esperienza personale in un altro ricovero in un altro ospedale italiano per un'altro tipo di patologia mi sono ritrovato di fronte a medici che sembrava avessero piu a cuore che l'iter nefasto della malattia proseguisse come loro speravano, piuttosto che prendesse una piega diversa dal solito, e inspiegabilmente passasse tutto senza loro interventi medici sul paziente.
Mi sono ritrovato la caposala di un reparto che avvicinatasi ai piedi del letto disse: signor... XXX... non capiamo cosa stia succedendo al suo fegato,... quindi ci dobbiamo preoccupare, facendo NO con cenni della testa e chiudendo gli occhi....PAUSA di silenzio, per ammirare la risposta emotiva del paziente...e sperare di ribaltare la situazione in suo favore facendo leva sul panico (magari involontariamente? Non lo so.).

Come dice bene Filippo, dipende molto anche dall'intensità della DHS, dalla durata, e quindi dalla massa conflittuale creatasi, ci sono molti fattori da tenere sotto controllo.
Comunque dato che non è il forum di Hamer mi scuso anche io per la deviazione. Sono disponibile in PVT per chiunque voglia approfondire.

Rickard
Inviato: 26/5/2013 14:33  Aggiornato: 26/5/2013 14:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Il terrorismo di Big Pharma

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
Elius
Inviato: 26/5/2013 17:12  Aggiornato: 26/5/2013 17:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/5/2011
Da:
Inviati: 136
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
presty80 altro che deviazione dall'argomento !! grazie della testimonianza tua e di ChezFilipp.

sempre su Angelina faccio notare un articolo in inglese che fa notare un elemento che non era ancora uscito nei commenti:

Angelina Jolie part of a clever corporate scheme to protect billions in BRCA gene patents, influence Supreme Court decision
http://www.naturalnews.com/040365_Angelina_Jolie_gene_patents_Supreme_Court_decision.html

in pratica quest'estate la corte suprema deciderà se mantenere il brevetto sui geni UMANI BRCA1 e 2 appartenenti alla Myriad Genetics dopo una battaglia legale iniziata nel 2009 dalla ACLU (American civil liberties union)..
inoltre nell'articolo si dice anche che i costi per i test di questi geni saranno a carico dei contribuenti.

Angelina Jolie's announcement of undergoing a double mastectomy (surgically removing both breasts) even though she had no breast cancer is not the innocent, spontaneous, "heroic choice" that has been portrayed in the mainstream media. Natural News has learned it all coincides with a well-timed for-profit corporate P.R. campaign that has been planned for months and just happens to coincide with the upcoming U.S. Supreme Court decision on the viability of the BRCA1 patent. Learn more: http://www.naturalnews.com/040365_Angelina_Jolie_gene_patents_Supreme_Court_decision.html#ixzz2UPb8FV2o[/i]

Spiderman
Inviato: 27/5/2013 8:32  Aggiornato: 27/5/2013 8:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Il terrorismo di Big Pharma

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
Youkai
Inviato: 28/5/2013 14:59  Aggiornato: 28/5/2013 15:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/8/2011
Da:
Inviati: 124
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Effetto Jolie, boom di richieste di test genetici Roma, +80% di domande per cercare gene 'difettoso' -

Non sorprende per niente, anche se ho come il leggero dubbio che pompino un po' i dati per dare l'impressione che sia realmente così e che "se lo fanno gli altri, perché io no?". E chi glielo spiega a questi che la nostra anima ha la possibilità di modificare quei "geni difettosi"?

incredulo
Inviato: 3/6/2013 10:22  Aggiornato: 3/6/2013 10:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Il terrorismo di Big Pharma
Siamo all'epilogo.

Una meraviglia, ora sta che è una meraviglia.

Dopo che la "poveretta e sfortunata miliardaria" ha avuto le palle di mutilarsi per un evento non ancora avvenuto ma solo probabilistico, riappare ora bella e sorridente con le sue nuove tette e il suo principe azzurro bello ancorato a lei e al suo coraggio.

Qualcuno penserà che nonostante tutto, il destino si è accanito contro di lei, poverina ha dovuto mutilarsi, qualcuno applaudirà al suo coraggio, molti andranno a vedere l' ultimo capolavoro di film del marito e in quasi tutti non rimarrà coscienza dell'assurdità di questa notizia.

Un bel film, la guerra degli zombie, il nostro futuro prossimo, molto prossimo.

I love you big brother...

Signori e signori ecco la meraviglia...

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA