Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Medicina : Vaccini: chi è davvero disinformato?
Inviato da Redazione il 8/7/2013 6:40:00 (9814 letture)

di Elia Dallabrida

Un quotidiano del Trentino ha pubblicato la lettera di una mamma, che rispondeva al dott. Dino Pedrotti, primario di neonatologia presso l`Ospedale S. Chiara di Trento. La signora replicava ad un articolo di Pedrotti, il quale ha accusato di essere "deboli e disinformati" i genitori che non vogliono sottoporre i bambini a vaccinazione. Secondo Pedrotti, su internet si trovano notizie false e fraudolente, che non rispecchiano la realtà dei fatti.

La signora ha replicato dicendo: "È grazie a internet se abbiamo potuto accedere anche alle informazioni distribuite dal Ministero della Salute e ad altri siti sponsorizzati dalla Federazione Italiana Medici e Pediatri". La signora ha poi spiegato che ha anche avuto modo di confrontarsi con altri medici, responsabili di uffici di igene pubblica e ASL, ha letto libri, ha seguito convegni e si è anche procurata i bugiardini dei vaccini. Le persone disinformate invece - sostiene la signora - sembrano essere quelle che fanno vaccinare i loro figli senza nemmeno sapere per che cosa lo stanno vaccinando, perché tanto "sono obbligatori e vanno fatti". [...]


Scrive la signora nella sua lettera di risposta: "Racconto una cosa che mi capita molto spesso al parco , parlando con altre mamme che mi dicono di aver fatto «solo i vaccini obbligatori», io chiedo spesso quali hanno fatto... purtroppo queste mamme spesso non lo sanno e mi ripetono «solo quelli obbligatori...» e io chiedo «sì ma per quali malattie?» a cui molte rispondono le «tre obbligatorie» senza sapere neanche che le obbligatorie sono quattro e che nell'esavalente che hanno fatto ai loro bambini erano contenuti non solo gli obbligatori polio, difterite-tetano ed epatite b ma anche due facoltativi: pertosse e hib. È questo allora un genitore informato e responsabile? È questo il risultato della corretta informazione che fa fare le scelte ragionate di cui lei parla?"

Nel suo articolo inoltre Pedrotti aveva scritto: "Si continuano a ripetere falsità: il rapporto autismo-vaccini è stato escluso definitivamente pochi anni fa, quando un illustre ricercatore ha ammesso di aver inserito dati errati in un articolo comparso dieci anni prima su una prestigiosa rivista scientifica (a richiesta posso documentare)".

Non risulta affatto che il dott. Andrew Wakefield (è evidente che si riferisca a lui e alla sua ricerca pubblicata sul British Medical Journal) abbia ammesso di aver inserito dati errati nella sua ricerca, anzi: fu lui stesso a difendersi dalle infondate accuse di frode che gli erano state rivolte.

Inoltre Pedrotti non sembra essere a conoscenza delle sentenze di tribunale che hanno costretto la sanità pubblica a risarcire le famiglie che erano riuscite a dimostrare il nesso fra vaccini e autismo.

Proprio in Italia, più precisamente a Rimini, c'è stato un caso molto importante, di cui ha parlato Il Fatto Quotidiano : "Il vaccino per il morbillo sarebbe la causa della Sindrome di Kanner, meglio nota come: autismo. Questa la sentenza emessa un mese fa dal Tribunale di Rimini che ha condannato il ministero della Salute a risarcire la famiglia del piccolo B.V., riconoscendo un nesso di causalità tra il classico vaccino trivalente (contro morbillo, parotite e rosolia) a cui venne sottoposto nel 2004 e l’autismo insorto successivamente. Ed è immediato lo scontro fra giustizia e medicina."

Lo scontro è stato talmente immediato che sono perfino ricorsi in appello, nella speranza che il tutto si risolvesse a favore del Ministero della Salute. Ma purtroppo per loro l'appello è stato respinto.

Se il dott. Pedrotti usasse internet anche per cercare queste informazioni che sono alla portata di tutti, come del resto fanno tutti i genitori "deboli e disinformati", eviterebbe di pubblicare inesattezze di questo tenore su un quotidiano regionale.

Ma soprattutto, andando in rete potrebbe scoprire che esiste il “Memo di Simpsonwood” , un rapporto redatto nel 2000 durante un convegno medico negli Stati Uniti, indetto dal CDC (Center for Disease Control), dal quale risulta che sia gli immunologi sia le case farmaceutiche fossero perfettamente a conoscenza, già da allora, del legame fra vaccini contenenti mercurio e autismo.

A tal proposito la signora ha commentato: "A mio avviso, quando il dottore dice «il mercurio era contenuto anni fa nei flaconi multidose» non fa altro che confermare che è stato utilizzato e inoculato. Il quando, se 5 o 10 anni fa, non ha importanza perchè per il medesimo ragionamento allora neanche i riferimenti dei morti di poliomelite di quarant'anni fa ci dovrebbero più terrorizzare giusto? Non che senza Mercurio questi Vaccini siano acqua fresca..."

Non si capisce tutto questo accanimento nei confronti di genitori che, posti di fronte a questi fatti, si sono semplicemente preoccupati per la salute dei loro figli e hanno fatto delle scelte indirizzate unicamente a questo scopo. E chi altri deve preoccuarsi per la salute dei nostri figli, se non noi genitori? Saremmo degli irresponsabili solo perché non accettiamo di lasciare le loro vite nelle mani di un sistema sanitario che spesso si è rivelato corrotto e totalmente disinteressato al nostro benessere in cambio di un portafogli bello gonfio?

La signora ha concluso la sua replica dicendo: "La cosa importante secondo me Dottor Pedrotti non sono i nostri punti di vista ma è rispettare la libertà di scelta senza giudizio perchè nessun genitore agisce per il male dei propri bambini. Chi decide di andare contro corrente su questo tema, sulla salute dei propri figli è tutt'altro che debole o irresponsabile mi creda...".

Elia Dallabrida (Decalagon)


*********************************************************

Anche Giorgio Tremante (*) ha pubblicato su Facebook una replica all'articolo di Pedrotti:

"Carissimo dr. Pedrotti,

Certo che “sarebbe bello andare avanti in modo costruttivo e non offensivo, con la massima obiettività, senza utilizzare a senso unico i seri dubbi della ricerca scientifica”. Sono pienamente d’accordo con lei su questo possibile modo di agire, do atto anche dell’onestà insita in questa sua frase quando finalmente ammette: “i seri dubbi della ricerca scientifica” . Bisognerebbe però che si potesse instaurare un dialogo aperto e sincero, e prima di tutto sarebbe necessario che si provasse a “sdogmatizzare” quel “MITO” che è stato attribuito alle vaccinazioni, onde poter discutere, pari pari, su questo così delicato argomento. Sarebbe poi ancora necessario, se ciò fosse ancora possibile, tentare di togliere di mezzo quegli enormi interessi economici che ruotano attorno alle campagne di vaccinazione di massa e che fruttano enormi compensi a chi produce e commercializza tali prodotti.

Senza pensare poi anche ad altri interessi più o meno economici che ruotano attorno a queste pratiche che, talvolta se non spesso, producono ulteriori handicap e che costringono milioni di famiglie a sborsare cifre esorbitanti per tentare di curare i loro congiunti rimasti, proprio a causa delle vaccinazioni ricevute, in stato vegetativo, e che nonostante ciò rimangono aggrappati a all’illusione di poter ricevere ancora una, evidentemente falsa, speranza di guarigione. A proposito poi di “obiettività”, come lei cita, per conoscere la verità degli eventi accaduti in quest’ambito, si dovrebbe tornare all’origine della storia delle campagne di vaccinazione di massa che risale all’ormai lontano “1750”.

Credo caro dr. Pedrotti che lei conosca bene questa storia ma, solo per la gente comune come me, mi fa piacere ancora ricordare. Vi erano allora, in Francia, dove per la prima volta si era considerato utile usare le vaccinazioni di massa, due correnti di pensiero, sostanzialmente diverse l’una dall’altra da poterle definire in antitesi. L’allora maestro di scienza medica Beschamp si dovette raffrontare con un suo allievo, Pasteur, il quale sosteneva l’utilità delle campagne di vaccinazione di massa. Beschamp fu sempre contrario all’uso indiscriminato di questa prassi vaccinatoria ma, fu costretto a perdere la sua battaglia essendo intervenuto a favore di Pasteur, l’autorevole opinione dell’allora imperatore francese Napoleone III, il quale aveva ben capito quanto avrebbe fruttato (come ritorno economico) alle casse francesi l’uso di questa nuova metodica. Per cui, già allora, la diatriba tra Beschamp e Pasteur fu liquidata e vinta da quest’ultimo, solo ed esclusivamente “sulla base di un interesse economico”.

Riguardo all’enorme incremento delle malattie degenerative dopo l’evento delle vaccinazioni da me citato nella precedente lettera, lei ribadisce che: “si ripete un’altra litania vecchia vecchia” . A questo punto sono costretto ad accorgermi che la sua informazione è talmente a senso unico che la fa reagire come viene detto in un vecchio proverbio popolare, “non c’e peggior cieco di chi non vuol vedere e peggior sordo di chi non vuol sentire”. Le statistiche mondiali ammettono questa realtà ma lei no, perché????

Vede, carissimo dr. Pedrotti, la Storia ci ha sempre insegnato a pensare con la nostra testa e a decidere su cosa fare per proteggere noi e i nostri figli. Le sue teorie che spaziano nel vasto campo medico ci creano solo confusione mentale perché invece di “PROPORCI” tendono solo ad “IMPORCI” un modo di pensare ormai dogmatizzato e mai sufficientemente, per noi, dimostrato.

Ed ancora, a proposito di “Indottrinamento”, le rammento che i “DOGMI” possono esistere solo ed esclusivamente nel campo della fede e non certamente in quello medico!!!! Non le sembra che dovrebbe essere così se si vuole arrivare ad un dialogo costruttivo?
Le vorrei ricordare alcuni eventi storici importanti della scienza medica di cui la Storia è piena.
Ad esempio le vorrei citare l’atto costitutivo della “Costituzione americana” nella quale un certo Dr Benjamin Rush (firmatario della dichiarazione di indipendenza) così asserisce: “A meno di inserire il principio di libertà medica nella Costituzione, verrà un tempo dove la medicina finirà per organizzarsi in dittatura segreta....restringere l’arte di guarire ad una sola classe di individui e rifiutare gli stessi privilegi ad altri costituirà la Bastiglia della scienza medica. Tali leggi sono anti-americane e despote; non hanno nessun posto nella repubblica.... La costituzione di questa repubblica deve accordare gli stessi privilegi sia per la libertà medica che per la libertà religiosa.” Le vorrei citare anche un’altra storica dichiarazione, come quella di: Erich Fromm da “Fuggire dalla libertà”.

“Ciò che è ingannevole rispetto allo stato d’animo dei differenti membri della società è la “convalida consensuale” dei loro concetti. Si suppone ingenuamente che, il fatto che la maggioranza delle persone condivida certe idee o sentimenti, questa sia la prova della validità di queste idee o sentimenti. Niente può essere più lontano dalla verità. La “convalida consensuale” non ha nessun rapporto con la ragione o la salute mentale. Come esattamente si può parlare di una “follia di due” si può parlare anche di una “follia di milioni”.

Il fatto che milioni di persone siano danneggiate dagli stessi vizi non le rende per questo virtuose. Il fatto che accettino quantità di errori non trasformano gli errori in verità, ed il fatto che milioni di persone siano raggiunte dalle stesse forme di patologie mentali non le rende per questo sane di mente.”

E ancora quelle del Dr. Norman D.Livergood: “In ogni cultura, i sensi delle cose, le idee e le competenze trasmesse mediante il sistema educativo (scuole accademie, monasteri e università) e per mezzo dei media (giornali, riviste, radio, televisione internet) sono sempre state decise da una piccola élite (politici, finanzieri, preti, multinazionali)”.

Per ultimo mi fa piacere citarle un frase di Pierre Gilbert che dice: “E’ sempre nel nome della sicurezza, della salute e del welfar che i tiranni moderni hanno afferrato il potere assoluto”.

Sempre a sua disposizione, la saluto cordialmente

Giorgio Tremante

* Giorgio Tremante è noto per la tragedia che ha colpito la sua famiglia circa 30 anni fa, quando due dei suoi tre figli sono morti in seguito all'inoculazione del vaccino anti-polio di Sabin, mentre il terzo ha subìto gravi danni neurologici, che lo hanno costretto su una sedia a rotelle. Per anni Tremante ha combattuto con la giustizia italiana, ottenendo il riconoscimento dallo Stato per le gravi reazioni avverse da vaccino che hanno subìto i suoi figli, e ancora oggi si impegna per diffondere campagne di informazione in tal senso.

Voto: 8.00 (7 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Kenshiro
Inviato: 8/7/2013 7:14  Aggiornato: 8/7/2013 7:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/5/2010
Da: Croce del Sud
Inviati: 318
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
Wow! Una bella stangata ai medici ottusi,che non riescono a guardare oltre il proprio naso.

Significativa la lettera della signora,ed in particolare mi piace questo:

...io chiedo spesso quali hanno fatto... purtroppo queste mamme spesso non lo sanno... È questo allora un genitore informato e responsabile? È questo il risultato della corretta informazione che fa fare le scelte ragionate di cui lei parla?"

Ha ragione da vendere...

dott. Dino Pedrotti...prendi e porta a casa...

P.S. un dubbio: ma il mercurio nei vaccini attuali è stato tolto o no? (qualcuno ha avanzato l'ipotesi che sia solo stato cambiato il nome al composto che lo conteneva,il Thimerosal)

Mondo marcio!!!
Notturno
Inviato: 8/7/2013 7:42  Aggiornato: 8/7/2013 7:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
La disinformazione in questo campo e' responsabile di mille orrori grandi e piccoli.

Nel mondo del lavoro, per alcune categorie a rischio tetano (carpentieri, operai edili, ecc...) e' stato previsto il requisito della vaccinazione anti-tetanica per poter mantenere la qualifica.

Chi non si vaccina deve fare altri lavori e cambiare mansioni (per es da operai a impiegati d'ufficio).

Per evitare questo risultato, moltissime ditte dicono ai lavoratori che la vaccinazione "e' obbligatoria".

E sono migliaia quelli che si vaccinano senza capir nula, nemmeno i rischi che corrono.

E non ho mai MAI incontrato un sindacalista o un rappr dei lavoratori che abbia spiegato questo ai dipendenti.

Gli unici a rompere questa omerta' sono i testimoni di geova, che sono quasi altrettanto disinformati, purtroppo.

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
DjGiostra
Inviato: 8/7/2013 7:47  Aggiornato: 8/7/2013 7:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
E' spettacolare vedere finalmente gente comune che mette in discussione l'autorita' medica
cosi apertamente.
Sospetto che il dotto dottore non se l'aspettava una replica del genere.

Bell'articolo....

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Luxio
Inviato: 8/7/2013 8:45  Aggiornato: 8/7/2013 10:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2010
Da: Ostrava
Inviati: 240
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
Riposto una cosa che avevo messo nel forum "Sfatando il Dogma del Vaccino".

http://biologija.com.hr/modules/tinycontent/index.php?id=60

Purtroppo l'originale è in croato ma forse con il traduttore google non esce proprio una schifezza.
In poche parole questa scienziata studia i meccanismi mediante i quali i vaccini e gli additivi provocano malattie neurologiche ed autoimmuni.
All'inizio dell'intervista, tra le altre cose, dice che ha lavorato in Australia ma che ha dato le dimissioni dopo che il suo capo le aveva detto di falsare i risultati di uno studio sui medicinali per abbassare il colesterolo.

Traduco l'ultima domanda dell'intervista:

Considera tutti i vaccini come inutili e dannosi? Fa vaccinare i propri figli?

Non ho figli. Ma se li avessi non li farei vaccinare. I vaccini sono inutili perché la maggior parte delle malattie infettive è stata debellata grazie ad un miglioramento delle condizioni d'igiene e ad un miglioramento dell'alimentazione molto prima che i vaccini venissero usati su larga scala. Dall'altra parte, un eccessivo utilizzo dei vaccini è uno dei motivi principali per i quali abbiamo oggi un allarmante aumento della diffusione delle malattie e dei disturbi neurologici. C'è parecchia letteratura scientifica che testimonia ciò ma putroppo pochi trovano il tempo di studiarla. Le migliori difese delle malattie consistono in un'alimentazione sana, nell'igiene e nel dormire 7-8 ore al giorno, ma l'industria farmaceutica non può guadagnare da un approccio come questo. Ad essere sinceri, se analizziamo i metodi utilizzati dalla medicina moderna, quello dei vaccini fa parte di quelli con le fondamenta scientifiche meno solide.

Non possiamo separare i nostri pregi dai nostri difetti, essi sono collegati come la forza e la materia. Se li separiamo, l'uomo sparisce.
Nikola Tesla
peonia
Inviato: 8/7/2013 10:28  Aggiornato: 8/7/2013 10:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Kolza
Inviato: 8/7/2013 10:48  Aggiornato: 8/7/2013 10:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
Se anche ci fosse una semplice correlazione statistica e non un vero e proprio nesso di causalità, non capisco come mai si continuino a vaccinare i bambini. Eugenetica?

vuotorosso
Inviato: 8/7/2013 10:59  Aggiornato: 8/7/2013 10:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
"sono deboli e disinformati"
Dott. D. Pedrotti, 2013.

"L'ignoranza é forza.
O. Wells, 1949.

f_z
Inviato: 8/7/2013 11:00  Aggiornato: 8/7/2013 11:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
Citazione:
Autore: Kolza Inviato: 8/7/2013 10:48:21

Se anche ci fosse una semplice correlazione statistica e non un vero e proprio nesso di causalità, non capisco come mai si continuino a vaccinare i bambini. Eugenetica?


Questa e' una domanda interessante.

Visto che ormai sappiamo per certo che le ditte farmaceutiche sono delle organizzazioni criminali e tutto cio' che producono sono semplici veleni piu' o meno mortali, non ha nessun senso discutere sulla presunta utilita' dei vaccini o di tutti gli altri loro prodotti.

Ha invece senso cercare di capire cosa c'e' dietro questo tentativo di avvelenamento di massa: io sospetto che dietro ci siano i soliti progetti per la riduzione / controllo della popolazione.

Quindi sterilizzazione di massa e avvelenamenti di massa e/o predisposizione di massa a nuove epidemie diffuse ad hoc, che colpiranno solo i "vaccinati", oppure predisposizione di massa al "controllo remoto" e cose simili.
Credo che non ci sia limite alla malvagita' di questi criminali.

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
costa66
Inviato: 8/7/2013 11:03  Aggiornato: 8/7/2013 11:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/3/2010
Da:
Inviati: 125
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
Vi è un'instancabile servo di Big Pharma che risponde al nome di Salvo di Grazia che oltre a curare un blog contro la medicina naturale scrive sul fatto quotidiano. Gli utenti più datati di LC lo conoscono bene, era stato banato da MM perché sosteneva idiozie che non poteva provare. Settembre scorso il buontempone ha scritto un'articolo dal titolo:

La leggenda dell’autismo causato dai vaccini
http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/09/18/leggenda-dellautismo-causato-dai-vaccini/355655/

Quasi 1500 commenti che continuano ancora oggi, molti dei quali commenti di genitori o amici e parenti che hanno subito danni da vaccini. Il 90% dei commenti sono comunque contro l'articolo molto più vergognoso di questo post. Invito a leggerlo è veramente schifoso..
Ci sono servi del sistema a pagamento e servi che lo fanno gratuitamente. Salvo di Grazia è proprio scemo e lo fa gratis ! E' a senso unico non sente e non vede nulla, per provare le sue tesi cerca il pelo nell'uovo e se c'è qualche errorino da parte di qualche medico che si è dissociato dalla medicina ufficiale lo fa letteralmente a pezzi. Di Di Bella dice che è un cialtrone, di Simoncini che è un truffaldino, Montagnier il premio nobel per lui un signor nessuno e cosi via discorrendo...

Decalagon
Inviato: 8/7/2013 11:20  Aggiornato: 8/7/2013 11:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
Citazione:
non capisco come mai si continuino a vaccinare i bambini. Eugenetica?


Credo che il problema principale derivi dal fatto che la nostra salute è quotata in borsa: se non lo fosse, probabilmente a nessuno importerebbe nulla di bacchettarci per dirci quello che dovremmo fare per stare meglio.
Imho.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
peonia
Inviato: 8/7/2013 12:24  Aggiornato: 8/7/2013 12:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
a me fa specie sentir ancora dire, qui, si tratta forse di eugenetica?

ma una volta tanto li volete unire sti puntini?!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
uhura
Inviato: 8/7/2013 12:43  Aggiornato: 8/7/2013 12:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/5/2008
Da:
Inviati: 133
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
Posso semplicemente confermare quanto postato attraverso un'esperienza personale. Mia sorella ha fatto vaccinare la sua bambina piccolissima con un bombone (consigliato dal pediatra) contenente non solo i vaccini obbligatori ma altri due o tre vaccini contro rosolia e non so cos'altro perchè così sarebbe stata "più sicura". Il bombone potrebbe aver danneggiato i villi intestinali di mia nipote che adesso è celiaca (anche qui ci sarebbe da scrivere un articolo a parte) ma questo mia sorella non lo riconoscerà mai. Quando le ho chiesto delucidazioni a proposito dei vaccini somministrati alla piccola e del perchè avesse scelto di effettuare vaccinazioni "aggiuntive" mi sono trovata di fronte ad un'ignoranza imbarazzante che mascherava malamente anche un intento di "deresponsabilizzazione". Il punto era "proteggerla da tutto" e via. Senza badare troppo a sottigliezze. Senza chiedersi cosa contenesse quella mistura di medicinali e metalli che veniva iniettata alla bambina all'epoca piccolissima. Poi iniziò anche a parlare (per il futuro) di vaccinarla contro il papilloma ed anche lì con una documentazione scarsa o nulla. Per fortuna sto leggendo su vari articoli scientifici che si sta acclarando ( e la cosa dovrebbe diventare ufficiale) che il suddetto vaccino non serve a un emerito cacchio e non protegge da nulla.

Non è facile prendere certe decisioni - convengo - ma sottoporre un bambino a vaccino obbligatorio e pergiunta non obbligatorio senza informarsi adeguatamente ed esaustivamente consultando non solo il proprio pediatra (oste è bbono il vinoo????) ma confrontandosi con altre realtà è da scriteriati.

Ma vuoi mettere l'illusione della sicurezza della salute e la liberazione dalla "rogna" delle "malattie infettive " che ti costringe a stare a casa a seguire il piccolo e rinunciare così a palestra e vita sociale?

L'ingegno di un uomo si giudica meglio dalle sue domande che dalle sue risposte.

Duca di Lévis
fefochip
Inviato: 8/7/2013 13:08  Aggiornato: 8/7/2013 13:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
Citazione:
Vi è un'instancabile servo di Big Pharma che risponde al nome di Salvo di Grazia che oltre a curare un blog contro la medicina naturale scrive sul fatto quotidiano. Gli utenti più datati di LC lo conoscono bene, era stato banato da MM perché sosteneva idiozie che non poteva provare. Settembre scorso il buontempone ha scritto un'articolo dal titolo:


qui approdato con il nick wewee
lo conosciamo bene il ginecologo tutto fare, ha anche un blog tutto suo dove si è scagliato a piu riprese contro simoncini attaccandosi al fumo della pippa.

l'idiozia che va dicendo è talmente grande che non è nemmeno il caso di filarselo piu di tanto

dio mi scampi e liberi da medici(e persone) come lui

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
krom2012
Inviato: 8/7/2013 13:50  Aggiornato: 8/7/2013 13:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
Appena ho letto vaccino mi è venuta in mente la scena finale del film World War Z, in cui viene lanciato un messaggio chiaro e forte: VACCINATEVI se volete campare! (scusate lo spoiler!)

E' ancora valida la regola che i bambini si devono sporcare così accrescono il loro sistema immunitario invece che cominciare da piccoli ad essere imbottiti di schifezze? Poi i genitori si lamentano se hanno dei figli drogati, è anche colpa loro che gli hanno già abituati dall'infanzia a farsi le pere!

In un mondo dove domina lo sterco del dio denaro, che interesse può avere la salute, se non quella di mantenerla in stato "zombie apparente" di costante malessere, non troppo grave sia chiaro, perchè se schiatta subito che guadagno c'è? Le scie chimiche non hanno anche questo fine?

Il motto maggiorenne e vaccinato è ormai da cambiare!

Benvenga la medicina naturale

...il cielo è sempre più bianco...
Piero68
Inviato: 8/7/2013 15:54  Aggiornato: 8/7/2013 15:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/9/2012
Da:
Inviati: 134
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
Voglio raccontarvi la mia personalissima esperienza con i vaccini. Anche se riguarda il più semplice anti-influenzale e non riguarda bambini ma persone anziane.
Mio padre ha oggi 80 anni, all'epoca dei fatti (accaduti circa 8 anni fa) ne aveva ovviamente poco più di 70.
Ebbene, mio padre non ha mai avuto problemi influenzali e, il massimo della febbre che ha avuto in tutta la sua vita riguarda episodi di temperature al massimo di 38°. Questo fino all'epoca dei fatti quando si lasciò convincere dal medico di base a fare il famoso vaccino anti-influenzale. A un mese e mezzo dal vaccino mio padre ebbe un episodio febbrile violentissimo con temperature che superarono i 40° e misero in serio pericolo la su vita. Fortunatamente si ristabilì ma dopo un mese ebbe una ricaduta altrettanto terrificante. Anche se la febbre non arrivò a 40° ebbe episodi di vomito e diarrea per oltre una settimana che lo portarono non solo perdere oltre 5 chili ma a rischiare fortemente la morte per disidratazione. L'anno successivo, anche per paura dell'anno precedente, volle rifarsi il vaccino anti-influenzale (sebbene contro il mio parere) e, manco a dirlo riebbe episodi febbrili con temperature intorno ai 40°.
A quel punto ho deciso di informarmi e di andare a fondo della faccenda. Ho interpellato così una mia cugina che è biologa ed un medico onesto i quali, innocentemente mi hanno confessato non solo l'inutilità del vaccino anti-influenzale ma anche la pericolosità per le categorie più deboli come anziani e bambini. La motivazione che entrambi mi hanno dato è questa.
Nel mondo esistono decine di ceppi di virus influenzali talmente differenti tra loro che ogni ceppo dovrebbe avere un suo vaccino. Ma siccome è ovviamente impossibile fare decine di vaccini ad una persona, il vaccino che viene usato nei nostri paesi è contro il ceppo per così dire autoctono. Cioè quello meno pericoloso in assoluto in quanto, essendo delle nostre zone, è quello per cui abbiamo già abbondantemente sviluppato gli anticorpi negli anni. E fin qui non ci sarebbe nessun problema. La questione nasce in quanto sottoponendosi a vaccino, il nostro fisico smette di creare anticorpi influenzali per cui, quando veniamo a contatto con i virus più pericolosi, quelli cioè che vengono da paesi dell'Africa e/o dell'Asia, siamo quasi totalmente privi di difese. Senza contare poi che le stesse sostanze contenute nei vaccini possono essere nocive per l'individuo stesso. Ma ovviamente le case farmaceutiche se ne fregano e pagano fior di mazzette per far passare come buoni e utili questi vaccini.
A questo punto è superfluo dire che mio padre non ha mai più fatto il vaccino anti-influenzale e che da quando non lo ha più fatto (sono ormai passati 6 anni) non ha mai più avuto episodi febbrili. Nemmeno piccole influenze con 37 di temperatura.

peonia
Inviato: 8/7/2013 16:38  Aggiornato: 8/7/2013 16:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
Per fortuna sto leggendo su vari articoli scientifici che si sta acclarando ( e la cosa dovrebbe diventare ufficiale) che il suddetto vaccino non serve a un emerito cacchio e non protegge da nulla.

Magari fosse solo inutile.....più che altro è dannoso, e visto che si parla di eugenetica, secondo me è un modo per sterilizzare le donne, così niente procreazione.....
e un altro tassello per la DEPOPOLAZIONE è aggiunto....
edit:

altro tassellino la vicenda raccontata da Piero, inoltre aggiungo (mi pare di averlo già detto) anche che già nel 1995 un giornalista francese aveva denunciato, primi di scomparire, una serie di nefandezze di Big Pharma, tra cui il fatto che nei vaccini fossero immesse sostanze a rilascio ritardato, cosicchè negli anni sviluppassero malattie, senza poterle mai riferire al vaccino stesso...
poi aggiungete le guerre, l'avvelenamento di acqua aria e terra e .....se non è chiaro il quadro....

aggiungo infine, anche se sembra non entrarci, il grande dispiego di tam tam cultural/ideologico su quanto è bella l'omosessualità...sul tentativo di annullare i generi...che noia! sto maschile e femminile...VIVA IL NEUTRO!
e il mondo degli orrori è completo! con buona pace di tutti i LIBERTARI

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Kenshiro
Inviato: 8/7/2013 17:14  Aggiornato: 8/7/2013 17:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/5/2010
Da: Croce del Sud
Inviati: 318
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
Notturno:
Nel mondo del lavoro, per alcune categorie a rischio tetano (carpentieri, operai edili, ecc...) e' stato previsto il requisito della vaccinazione anti-tetanica per poter mantenere la qualifica.


Io ho una cattiva esperienza in merito. Premetto che non faccio un lavoro per cui vige "l'obbligo" di vaccinazione.
Anni fa (non ero ancora informato),alcuni mesi dopo un richiamo di antitetanica ho avuto una paralisi facciale..
Ora,non ho prove evidenti a collegare le due cose,ma un medico omeopata da cui ero in cura mi disse che era dovuto ad un forte abbassamento delle mie difese immunitarie,che aveva dato l'occasione ad un virus "dormiente" di riattivarsi e aggredire in quel modo. Cosa aveva causato un crollo delle mie difese??

E non ho mai MAI incontrato un sindacalista o un rappr dei lavoratori che abbia spiegato questo ai dipendenti. Gli unici a rompere questa omerta' sono i testimoni di geova, che sono quasi altrettanto disinformati, purtroppo.

Se sono disinformati,in che senso rompono l'omertà?

Comunque se non erro nel libro di Roberto Gava l'Antitetanica è l'unica vaccinazione su cui il medico apre a qualche utilità...

P.S. nessuno ha risposto alla mia domanda sul mercurio nei vaccini... C'è ancora o è stato tolto in Italia?

Mondo marcio!!!
Merio
Inviato: 8/7/2013 18:22  Aggiornato: 8/7/2013 18:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/4/2011
Da:
Inviati: 3677
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
Io ero rimasto che lo avevano tolto il thimerosal, però non c'era l'obbligo di ritirare quelli in commercio... quindi dovrebbe essere ancora in giro... poi se avevo guardato negli USA c'era ancora... c'è pure la pagina sul CDC... però l'avevo letto tempo fa... potrei sbagliarmi...

La libertà di parola senza la libertà di diffusione è come un pesce rosso in una vasca sferica...
Ezra Pound
Decalagon
Inviato: 8/7/2013 18:30  Aggiornato: 8/7/2013 18:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
Sul vaccino per il tetano le case farmaceutiche sono gentili perché scrivono pure sulla confezione che nel farmaco si trova circa un "0,002%" di formaldeide come residuo di lavorazione l'unico problema è che i pazienti a cui vengono iniettati non vengono informati dagli operatori sanitari, come se ciucciarsi queste schifezze fosse una cosa normale e dovuta.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
horselover
Inviato: 8/7/2013 18:32  Aggiornato: 8/7/2013 18:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/9/2012
Da:
Inviati: 1898
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
vogliono vaccinare via un po' di gente perchè pensano che siamo in troppi. guardate le statistiche: dove ci sono state le campagne di vaccinazione dell' oms l'aids (immuno deficenza) ha preso piede, i paesi che hanno rifiutato l'aiuto non hanno problemi. (parlo di africa)

Calvero
Inviato: 8/7/2013 18:47  Aggiornato: 8/7/2013 18:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
Citazione:
Credo che il problema principale derivi dal fatto che la nostra salute è quotata in borsa: se non lo fosse, probabilmente a nessuno importerebbe nulla di bacchettarci per dirci quello che dovremmo fare per stare meglio.
Imho.


Ottima informazione, Deca, encomiabile.

Puoi anche levarlo il tuo "Imho". Bisogna aggiungere altri fattori. Il problema principale viaggia di pari passo con altri problemi. Se ci pensi, Te che hai studiato l'undici settembre, lo sai ugualmente. Molte posizioni divengono ottuse non perché qualcuno sia congenitamente ottuso, ma perché piegarsi nell'ottusità crea scorciatoie e alibi per non incrinare il proprio sistema di credenze.

La cosa realmente paradossale è quanto sia obiettivamente vissuto come un sistema di credenze quello della medicina ufficiale, che non quello di porsi nei confronti della Vita con veri e propri atti di fede come la preghiera (per dirne una su tante). Nella preghiera ad esempio, in realtà non c'è un sistema di credenze a cui ci si assoggetta, ma un abbandono intellettualmente onesto al proprio Dio interiore (vale anche per quelli che sono convinti di pregare quel tipo invisibile con la barba bianca seduto sulle nuvole).

L'umanità subisce semplicissimamente un lavaggio del cervello in merito e per conto del SOC (Santo Ordine Costituito), inizia dai retaggi scolastici e sempre più, verso l'infinito e oltre.

Le scorciatoie creano alibi e de-responsabilizzano, questo è il perché quelle donne non sapevano neanche cosa/quali fossero le vaccinazioni obbligatorie. Non è solo una questione di disinformazione e di ignoranza. Per questo la battaglia continua ad essere infinita, perché è il paradigma emozionale dell'ordine costituito che guida la dignità del gregge, non l'informazione. Ma a questo non ci si vuole arrivare ancora.

Le nostre menti se guidate solo dalla razionalità, saranno sempre comandate solo dalla paura. Il più forte vince, è una Legge universale. Il più debole non può vincere sul più forte, mai. Quello che difende il Dottor Pedrotti, quello che veramente fa sì che lui sia ostinatamente un nostro nemico, è la sua paura; la paura che gli vieta di considerare il nostro paradigma da nuove prospettive. Per "lui" è inaccettabile, perché quel "lui" è un retaggio educativo cui è stato plasmato e piegato: - è orgoglio, non cinismo.

Se non cambiamo le regole del combattimento, non vinceremo. Le eccezioni non fanno testo, non fanno storia e vengono/verranno ciclicamente riassorbite.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
horselover
Inviato: 8/7/2013 19:02  Aggiornato: 8/7/2013 19:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/9/2012
Da:
Inviati: 1898
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
penso che chi è davvero disinformato sono i medici. medicazione=decimazione

phobos
Inviato: 8/7/2013 19:04  Aggiornato: 8/7/2013 19:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/9/2006
Da:
Inviati: 224
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
Parlando più in generale di vaccinazioni anche per adulti, ogni giorno, poco prima delle ore 12, su RadioRAI va in onda una trasmissione di medicina dove uno specialista risponde alle domande degli ascoltatori.
Qualche mese fa è stata la volta del primario del reparto di malattie infettive al Policlinico Gemelli (quindi, non un Pinco Pallino qualunque); alla domanda: "come mai i medici non si vaccinano?", la risposta è stata: "perché noi medici crediamo di essere invincibili".

Questa risposta non è del tutto sincera, ma almeno, a differenza del dr. Pedrotti, questo primario ha ammesso che i medici evitano accuratamente di vaccinarsi.

Calvero
Inviato: 8/7/2013 19:22  Aggiornato: 8/7/2013 19:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
Citazione:
penso che chi è davvero disinformato sono i medici. medicazione=decimazione


Certo, sono dei credenti.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Luxio
Inviato: 8/7/2013 22:38  Aggiornato: 8/7/2013 22:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2010
Da: Ostrava
Inviati: 240
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
Citazione:
...questo primario ha ammesso che i medici evitano accuratamente di vaccinarsi.


Infatti anche la ricercatrice di cui ho postato un sunto di un'intervista lo ha detto con altre parole (anche se lei non è propriamente un medico).
È più o meno come chiedere ad un medico se si farebbe la chemio...ma non voglio deviare il discorso.

Non possiamo separare i nostri pregi dai nostri difetti, essi sono collegati come la forza e la materia. Se li separiamo, l'uomo sparisce.
Nikola Tesla
alroc
Inviato: 9/7/2013 10:27  Aggiornato: 9/7/2013 10:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/12/2011
Da:
Inviati: 664
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
Pradossalmente si potrebbe pensare che l'aumento della popolazione mondiale sia una reazione biologica ai tentativi di eugenetica perpetrati negli ultimi decenni.

Quindi in sostanza non starebbero risolvendo il sovrappopolamento, ma al contrario lo strebbero stimolando con questi continui attacchi "sanitari"...

Timor
Inviato: 9/7/2013 16:28  Aggiornato: 9/7/2013 16:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/11/2005
Da:
Inviati: 639
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
Citazione:
in sostanza non starebbero risolvendo il sovrappopolamento, ma al contrario lo strebbero stimolando con questi continui attacchi "sanitari"


Si chiama selezione adattativa e sta avvenendo proprio come affermi...maggior pressione significa anche maggior adattabilità.
LA domanda è se è lecito e umano questo tipo di selezione artificiale indotta da degli essere umani (?) contro dei loro stessi simili
Ma sono poi davvero degli esseri umani o qualcos'altro si nasconde dietro le loro volontà?

A proposito del tema in esame non posso che commentare che come medico e papà di una bambina di 2 anni e mezzo che non è mai stata vaccinata e che non ha ancora visto un ml di tachipirina ( oltre ad essere presa ad esempio di salute dalle sue maestre di asilo nido) non posso che essere fin qui contento delle scelte fatte

Massaggi cinesi, alcuni trucchetti orientali, fitoterapici leggeri e tanta presenza affettiva e desiderio di ascolto reciproco sono stati fin'ora sufficienti a tamponare tutti i piccoli malanni che gli adulti, vittime a loro volta di antichi schemi familiari e culturali, provocano seppure inconsapevolemente ai più piccolini

"Il vero Big Bang è la nascita di una coscienza"

"Visita Interiora Terrae Rectificando Invenies Occultum Lapidem"
brio
Inviato: 9/7/2013 18:44  Aggiornato: 9/7/2013 19:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/6/2009
Da:
Inviati: 189
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
OT
Venerdì 5 luglio su "il fatto quotidiano" è stato pubblicato un articolo dal titolo "La leggenda dei santi guaritori" di Marco Filoni. L'articolo parte attaccando il metodo stamina per poi passare direttamente a quelli che, in campo oncologico, definisce pseudoscienziati,; tra questi Gerson, Simoncini, Renè Caisse, Di Bella e Bonifacio.

part_time
Inviato: 10/7/2013 10:15  Aggiornato: 10/7/2013 10:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/9/2008
Da:
Inviati: 227
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
...colpa di quel vaccino....

VICENZA. Un vaccino trivalente, quello che si usa contro il morbillo, la rosolia, la parotite, gli avrebbe procurato una forma irreversibile di autismo. Prima della vaccinazione, fatta nell'ambulatorio dell'Ulss di contrà Santi Apostoli, Federico, che all'epoca aveva poco più di 1 anno, era un bambino sano e normale per la sua età. Oggi, a 7 anni, è affetto da un nugolo di patologie senza ritorno: spettro autistico, psicosi atipica, disturbo generalizzato dello sviluppo, disturbo pragmatico semantico, sindrome di Asperger. Sotto accusa un vaccino distribuito da una nota multinazionale del farmaco, che, poi, per due lotti, lo ha ritirato dal commercio, in quanto causerebbe crisi convulsive e problemi cerebrali. DETTAGLI. Per questo i genitori, residenti in città, hanno presentato un dettagliato esposto alla Procura. Ad assisterli due avvocati di Udine, Gianluca Rubinato e Maddalena Bosio. Una storia drammatica, fra ansie, timori, peregrinazioni da un ospedale all'altro, ma anche piena d'amore per questo bambino che i genitori ritengono vittima di danno da vaccino, uno dei tanti casi registrati dal Comilva, il Coordinamento del movimento italiano contro le vaccinazioni, al quale ogni anno si rivolge un migliaio di famiglie per trovare un sostegno nella scelta di esercitare l'obiezione di coscienza. Il vaccino trivalente, secondo studi scientifici, provocherebbe un pesante attacco a al sistema immunitario del bambino predisposto geneticamente. La sostanza-killer sarebbe il mercurio contenuto nel siero vaccinale. Lo scorso anno, con una sentenza storica, il Tribunale di Rimini ha riconosciuto per un minore il nesso di causalità fra vaccinazione e autismo, e, quindi, l'indennizzo previsto dalla legge 210 del 1992. È la mamma, che adora il suo Federico, a raccontare una vicenda che ripropone il dilemma sulla pericolosità dei vaccini, su un sistema di sorveglianza che manca. «La gravidanza andò bene. Così pure il parto al San Bortolo. Nessuna difficoltà nello svezzamento. A 1 anno Federico correva, diceva le prime parole. Nessun tipo di problema fino a quel 16 luglio del 2007 quando a mio figlio venne iniettato il vaccino trivalente. Il bambino cominciò ad avere notti insonni. Si isolava, come vivesse in un mondo suo». Lei è una donna forte, ma non è semplice tenere a freno la commozione. «Il calvario iniziò il 19 settembre. Federico dormiva accanto a me. All'improvviso si irrigidì, aveva le labbra nere, la bava alla bocca, conati di vomito. Una crisi epilettica.

Mammona dormiva. E la Bestia risorta si diffuse sulla terra e i suoi seguaci divennero legione. E annunciarono i tempi e sacrificarono il raccolto nel fuoco, con l’astuzia delle volpi. Ed edificarono un nuovo mondo a propria immagine come promesso dall...
_gaia_
Inviato: 10/7/2013 12:45  Aggiornato: 10/7/2013 12:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/2/2006
Da:
Inviati: 1460
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
.

"Il ragionevole dubbio" (TRAILER)
Trailer del primo documentario italiano sui vaccini pediatrici.

furion2012
Inviato: 20/7/2013 3:19  Aggiornato: 20/7/2013 3:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/8/2009
Da:
Inviati: 174
 Re: Vaccini: chi è davvero disinformato?
informazione è tutto .

se un bimbo sviluppa il sistema immunitario a 2 anni .

a cosa serve il vaccini ?

ma lo scopo del vaccino non è istruire il sistema immunitario ?

e allora a cosa serve introdurre un virus o batterio inattivo ad un bambino senza un sistema sviluppato ?

non serve a nulla...

vaccinate vostri figli il mondo è pieno di persone siamo 8 miliardi.


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA