Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Energia e Ambiente : Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Inviato da Redazione il 16/8/2013 3:20:00 (8570 letture)

Ti piacerebbe venire sparato a 1200 chilometri all'ora dentro un tubo d'acciaio, seduto nella tua capsula piena di comfort, con tanto di televisore e di aria condizionata? Se la risposta è sì, Elon Musk è l'uomo che fa per te.

Il noto miliardario sudafricano, già fondatore di Paypal e inventore dell'auto elettrica "Tesla", ha presentato un progetto di trasporto rivoluzionario, che permetterà di viaggiare da Los Angeles a S. Francisco in poco più di 30 minuti, per la modica cifra di 20 $ a persona. Si chiama Hyperloop, e prevede un vero e proprio tubo d'acciaio a doppia corsia - andata e ritorno - lungo circa 800 Km, dentro il quale viaggeranno singole "capsule" capaci di trasportare una trentina di persone ciascuna.

Queste capsule partiranno a distanza di due minuti l'una dall'altra, ma - dice la presentazione del progetto - "nelle ore di punta le partenze potranno anche avvenire a 30 secondi una dall'altra". (Come sia possibile far sedere 30 persone con bagaglio in un siluro del genere ogni 30 secondi, non viene spiegato. A Disneyland ci vuole almeno un quarto d'ora per far sedere 30 turisti nella "Barca della Jungla", che è molto più comoda e spaziosa, e questo senza calcolare il nonno che inciampa e la zia che ha perso il nipotino).

Ma vediamo da vicino come il nostro Musk risolve i vari problemi legati a questo progetto. [...]

Prima di tutto, ovvia mente, c'è il problema della velocità: secondo la presentazione, nella prima e ultima parte del percorso la velocità sarà "relativamente bassa" - ca. 500 Kmh - poichè bisogna districarsi nella periferia urbana delle due metropoli, dove non è possibile costruire un tubo completamente dritto. Nel tratto intermedio invece, che viaggerà nel deserto, le capsule potranno tranquillamente raggiungere i 1.200 km all'ora, senza nessun disturbo per il viaggiatore.

Naturalmente, non ci sarà il classico "motore" d'automobile a spingere quelle capsule. Le alte velocità verranno ottenute grazie ad un sistema di accelerazione lineare elettromagnetica, molto simile a quello degli acceleratori di particelle.

Ma il vero problema legato alla velocità è quello dell'aerodinamica: come si fa a raggiungere una velocità vicina a quella del suono, viaggiando al livello del mare? Come è noto, gli aerei devono salire fino a 10.000 m. di quota, per incontrare un'aria abbastanza rarefatta da poter volare a 800 km. all'ora. Ma appena scendono di quota devono rallentare vistosamente, poichè la resistenza dell'aria aumenta man mano che ci si abbassa verso il mare. (Come ci hanno insegnato a catechismo, la resistenza dell'aria aumenta con il quadrato della velocità). Una volta raggiunte le quote più basse, 400 Km all'ora sono il massimo consentito per un aereo passeggeri, perchè la resistenza aerodinamica non gli permette di andare oltre.

Ma allora, come fanno le capsule di Hyperloop a raggiungere tre volte quella velocità, pur viaggiando a livello del mare?

Ecco la prima genialata: il tubo d'acciaio in cui corrono le capsule non è pieno d'aria, ma è vuoto. O meglio, è quasi vuoto, perchè il vuoto assoluto non è facile da raggiungere. Ma il "quasi vuoto" sembra di sì. Basta tenerlo sotto costante pressione negativa, e il gioco è fatto.



Ma quanta pressione ci sarà esattamente, dentro a quel tubo? Il nostro Musk non fa misteri, e ce lo dice chiaramente: "ci sarà circa un sesto della pressione che c'è su Marte."

Quindi, chi è abituato a fare passeggiate su Marte può farsi da solo un'idea della pressione che ci sarà dentro quel tubo. Per tutti gli altri, Musk ci dice che la pressione nel tubo sarà di circa 100 Pascals. (Aldo Giovanni e Giacomo: "E 100 Pascals quanto sono?" "Sono quasi 30 foot, ignorante!")

Naturalmente, togliendo l'aria dal tubo Musk ha risolto alla radice il problema della resistenza aerodinamica. Però, come dicevano, un pò d'aria nel tubo resta comunque, e viaggiando a quelle velocità si fa in fretta ad accumulare un bel cuscino d'aria davanti al muso della capsula.

Ecco quindi la seconda genialata: invece di "schiacciare" in avanti l'aria che incontra, la capsula la "risucchia" al suo interno, grazie ad un ventilatore piazzato frontalmente, e la comprime in un apposito serbatoio. Dopochè una parte di quell'aria viene utilizzata per far "levitare" la capsula sui suoi pattini ad aria compressa, mentre il resto dell'aria viene espulso alle spalle della capsula, generando una spinta supplementare per il veicolo.

Bravo, direte voi, ma dove la prende il ventilatore tutta l'energia che gli serve per far girare le pale e per comprimere tutta l'aria catturata?

Terza genialata: dalle batterie di bordo. Ogni capsula si porta a bordo una bella batteria da una tonnellata e mezzo (più o meno il peso di un'automobile), capace di fornirle l'energia necessaria per 45 minuti di viaggio. Ce n'è quindi abbastanza per completare il tragitto da Los Angeles a S. Francisco, o viceversa.



E poi, una volta arrivati, che cosa succede? Bisogna ricaricare la batteria? E quanto tempo ci vuole, per ricaricarla?

Quarta genialata: alla fine di ogni viaggio la batteria scarica viene rimossa da una squadra speciale, che la sostituisce con una batteria completamente carica, pronta per il viaggio di ritorno. Quella rimossa viene subito messa sotto carica.

Visto che le batterie pesano più di una tonnellata ciascuna, è stata messa insieme una squadra speciale di cambiatori, capitanata dal campione giapponese di sumo Tatako-La-Korente. Lui ne solleva due per volta, con una mano sola. Gli altri cambiatori di batterie provengono tutti dalla squadra olimpionica di sollevamento pesi della Bulgaria.

D'accordo, ma quanto ci costerà l'energia necessaria a ricaricare tutte queste batterie?

Tranquilli, nessun problema: l'energia di Hyperloop è gratis, ce la regala il sole. Come sapete, in California il sole non manca mai, per cui basterà ricoprire il tubo di pannelli solari da Los Angeles a S.Francisco, e il problema è risolto.

Tanto, cosa vuoi che siano 800 chilometri di pannelli solari uno attaccato all'altro? All'Ipermercato te li tirano dietro, e se compri anche una lavatrice ti regalano un secondo pannello solare in omaggio (insieme al famoso "set di pentole" di Berlusconi).

Quindi, tutti i problemi sono risolti? No, non ancora, manca un piccolo particolare: il tubo bisogna piazzarlo da qualche parte, fra Los Angeles e S. Francisco. Non è che puoi usare le tubature dell'acqua.

Ma è proprio qui che il genio di Musk raggiunge vette inaspettate: invece di dover acquistare centinaia di terreni, o di dover pagare i diritti di passaggio per ogni terreno attraversato, il doppio tubo verrà costruito lungo l'autostrada che collega S.Francisco e Los Angeles attraverso il deserto. Anzi, per essere più precisi, i piloni di supporto del tubo verranno impiantati nella corsia intermedia che separa le due carreggiate dell'autostrada (dove il terreno, direbbe Pozzetto, "esso non mi incide").



Naturalmente, a nessuno è venuto in mente cosa potrebbe succedere la prima volta che un TIR perde il controllo, scavalca il guard-rail di protezione e magari trancia in pieno un pilone di supporto dell'Hyperloop: il tubo d'acciaio viene spezzato in due, e tutte le capsule in arrivo vengono sparate nel deserto a velocità impensabile, andando a spiaccicarsi sulla montagna come misere cacche di piccione. Tutte le capsule che invece stanno davanti al tubo tranciato vengono investite alle spalle dalla improvvisa pressione dell'aria, e vanno a spiaccicarsi come una gran marmellata alla stazione di S. Francisco.

In realtà, basta un messicano ubriaco armato di cacciavite, per praticare un foro in un punto qualunque del tuo lunghissimo tubo a tenuta stagna, e di colpo quel tubo si riempie d'aria, trasformando il vuoto pneumatico in una vera e propria parete di cemento, contro la quale si appiattirebbero in pochi secondi tutte le capsule che stanno viaggiando a 1000 kmh.

Oppure, basta che si rompa il ventilatore della tua capsula, e di colpo questa rallenta fino quasi a fermarsi a metà del percorso. Tu non fai in tempo a dire "ma che cazz..." che ti entrano nel culo settecento passeggeri lanciati a 1000 kmh, al ritmo di 30 per volta.

Però, volete mettere il risparmio, con un progetto del genere? Pensate: oggi in aereo da S.Francisco a Los Angeles si spendono 90 $, e ci vuole circa un'ora per arrivare. Con Hyperloop si risparmiano ben 70 $ a botta, e si arriva con 25 minuti di anticipo. A parte l'ammortamento iniziale di 6 miliardi di dollari, io dico che vale la pena di investire in un progetto del genere.

Massimo Mazzucco

Voto: 8.00 (5 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
baalbek
Inviato: 16/8/2013 7:41  Aggiornato: 16/8/2013 7:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/6/2006
Da:
Inviati: 103
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Certo che ne vale la pena, e vale anche la pena di investire il tizio che ha progettato sta cazzata....

ho paura di non farcela..
moga
Inviato: 16/8/2013 9:31  Aggiornato: 16/8/2013 9:31
So tutto
Iscritto: 6/2/2013
Da:
Inviati: 8
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Ha copiato un progetto svizzero del 1992... bocciato dall'allora ministro dei trasporti:
http://it.wikipedia.org/wiki/Swissmetro

spettatore
Inviato: 16/8/2013 9:54  Aggiornato: 16/8/2013 9:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Ehm....se ricordo bene la California è una regione "leggermente" sismica.
Carambolare dentro un tubo a 1200 km/h, durante una scossetta, non dev'essere piacevole.


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
gio911
Inviato: 16/8/2013 9:59  Aggiornato: 16/8/2013 9:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/5/2006
Da: Gela
Inviati: 131
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
a parole non ci vuole niente a fare un progetto del genere...

Aironeblu
Inviato: 16/8/2013 10:14  Aggiornato: 16/8/2013 10:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Ci si potranno infilare tutte le stupidaggini come questa invenzione per spararle il più lontano possibile?

Decalagon
Inviato: 16/8/2013 10:35  Aggiornato: 16/8/2013 10:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Stupendo, vogliono costruire il tubo da viaggio di futurama! Però mi ricordo che era un problema viaggiare pure con quelli

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
polaris
Inviato: 16/8/2013 10:54  Aggiornato: 16/8/2013 10:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Mi sa proprio che dovremo ridurci ad aspettare le auto volanti di Keshe

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
peonia
Inviato: 16/8/2013 11:00  Aggiornato: 16/8/2013 11:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
anche se fosse possibile farlo, io non ci andrei nemmeno pagata a peso d'oro...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Salva81
Inviato: 16/8/2013 11:06  Aggiornato: 16/8/2013 11:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/9/2011
Da: Torino
Inviati: 344
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Personalmente lo trovo affascinante,
da come racconta Massimo, viene presentato con leggerezza, come se si stesse parlando di qualcosa di banale, "ma cosa vuoi che sia!" probabilmente perché spinto da un entusiasmo fanciullesco che rende concepibile nella mente di chi la concepisce appunto, ogni fantasia, senza minimamente curarsi dei dettagli importanti.

Mi viene in mente l'ascensore per la luna, su tutto, ma devo dire che il trasporto in capsule, è qualcosa che ha già fatto la sua comparsa in molti racconti, cartoni, videogiochi e altre trasposizioni fantastiche.

Con molta probabilità se questa cosa attecchisce, ne verrà fuori ridimensionata, una sorta di Maglev (il record attuale è di oltre 600km/h)
che di sicuro è qualcosa che è decisamente oltre lo stadio di pre-pre-progettazione e di sicuro più fattibile.

Viene in mente anche la posta pneumatica, concetto che ha più di 150 anni.

Insomma, questa sparata va presa per ciò che é : un tentativo di imbastire un idea per una forma di trasporto futura, aldilà delle evidenti problematiche che non dico siano facilmente risolvibili, ma non mi sembrano così insormontabili, se si ridimensiona ciò che è l'aspettativa in termini di velocità da raggiungere e frequenza del viaggio, non mi stupirei di vedere in azione questo sistema di trasporto prima di passare a miglior vita.

Certo è che occorre analizzare il tutto sempre con una certa elasticità mentale, è banale e scontato fare riferimento a tutti i pionieri del trasporto, immaginate se qualcuno avesse proposto agli inizi del '900 in Giappone un treno superveloce avrebbe portato passeggeri da Tokyo a Hiroshima in sole 4 ore tutti gli avrebbero riso in faccia. E quando negli anni'30 lo proposero sul serio non tutti si misero a ridere.

Oggi a distanza di 80 anni dalle prime "sparate" sono perfettamente in grado di fare persino di più di quanto immaginato, permettendo ai passeggeri di raggiungere i centri città in modo più rapido rispetto agli aerei, che portano via tempo durante le operazioni di check in e imbarco.

Ecco perché ripeto, non mi stupirei di vedere in azione questo sistema di trasporto o qualcosa di analogo o altrettanto efficiente, voglio rischiare e lanciarmi nel pronostico :D diciamo fra 2038 e il 2040.

Slevin88
Inviato: 16/8/2013 11:43  Aggiornato: 16/8/2013 11:43
So tutto
Iscritto: 18/12/2010
Da:
Inviati: 9
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Ahahahaha massimo mi hai fatto ridere a lacrime!!

Pyter
Inviato: 16/8/2013 12:20  Aggiornato: 16/8/2013 12:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Salva81
Personalmente lo trovo affascinante,

Non per contraddire, ma il progetto di portare 10 persone su Marte, con biglietto di sola andata, mi sembra di qualche spanna più fascinoso, intrigante e fattibile.

Centomila persone si sono già offerte volontarie per solo 10 posti disponibili.
10 infatti è il numero minimo di persone necessarie per avviare una civiltà su un pianeta senza vita.
Nove uomini e una donna, per essere sicuri che tutto vada bene come sulla Terra.


Il progetto di Elon Musk ha i suoi lati positivi. La velocità di 1200 km orari produrrà una grossa pressione gravitazionale, impedendo i movimenti , così che se tra i 30 passeggeri ci sarà un musulmano, l'esplosivo nelle mutande sarà scaraventato verso il basso.
Se l'esplosivo fosse invisibile, impregnato nei vestiti, basterà tenere un finestrino aperto e a quella velocità il vestito si asciugherà in un amen.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
vuotorosso
Inviato: 16/8/2013 12:22  Aggiornato: 16/8/2013 12:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Detesto Musk, mi ha rubato l'idea. Fortuna ne ho altre

Applicare la posta pneumatica su vasta scala ha indubbi vantaggi.

Il fatto di dover risolvere problematiche relative alle situazioni di emergenza non mi pare che sia estraneo alla fase di progettazione, e cosí per stare nell'esempio del camion contro il pilastro si puó ipotizzare che vengano implementate nuovi livelli, se non tipio, di protezioni laterali della strada in modo che il camion nemmeno raggiunga il pilastro perché mantenuto in carreeggiata da, per dire, un doppio guardrail: giá che mettono pilastri tubo e pannelli non credo sia un problema mettere anche una protezione aggiuntiva per i pilastri. Una spesa si, un problema no.

Fra l'altro Massimo nell'articolo proponi le diverse implementazioni come soluzioni giá vagliate presentandole coem genialate e a mio avviso lo sono davvero. E infatti alla fine i problemi tecnici vengono tutti riportati a quello dell'energia necessaria che Musk, secondo me, puó affrontare tranquillamente.

E' un investimento faronico, ma Musk faraone lo é e si puó permetere di comprare tutti i pannelli che vuole e risolvere, tecnicamente, il problema energetico.

Insomma, non sono d'accordo con le obiezioni di questo articolo, lúnica quella sui tempi di partenza di 2 minuti che, in alcuni casi, potrebbero essere raggiunti a seconda dell'afflusso. Basta considerare che mentre la partenza dev'essere seriale come i barconi di disneyland, la preparazione delle capsule puó avvnire in parallalelo. Niente di diverso da stazione termini, dove piú treni partono a pochi minuti di differenza l'uno dall'altro, percorrono la deviazione del binario a cui si trovano fino a raggiungere la linea principale.

Niente di particolarmente nuovo

Pyter
Inviato: 16/8/2013 12:28  Aggiornato: 16/8/2013 12:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
E' un investimento faronico, ma Musk faraone lo é e si puó permetere di comprare tutti i pannelli che vuole e risolvere, tecnicamente, il problema energetico.

Un investimento faraonico.
Sembra di essere tornati ai tempi di Cheope.

Tra seimila anni quando gli archeologi scopriranno l'opera faraonica piena di Muskio (da Musk), diranno:"Ma guarda tu che megalomane, costruire questa roba per portare il suo sarcofago da Los Angeles a San Francisco.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
masuc
Inviato: 16/8/2013 12:36  Aggiornato: 16/8/2013 12:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/11/2010
Da: Ulthar
Inviati: 51
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
cit. La velocità di 1200 km orari produrrà una grossa pressione gravitazionale,
per quale motivo? spiega meglio

Se ti opporrai a tutte le sensazioni, non avrai più nemmeno criteri cui riferirti e perciò neanche modo di giudicare quelle che tu dici essere errate.
vuotorosso
Inviato: 16/8/2013 12:37  Aggiornato: 16/8/2013 12:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Secondo l'articolo é una serie di sarcofaghi, ma io dissento.
Ci saranno problemi tecnici da risolvere? si.
Saranno insormontabili? Puó essere, ma ne dubito.

cavillo
Inviato: 16/8/2013 12:40  Aggiornato: 16/8/2013 12:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/11/2010
Da:
Inviati: 158
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Grasse sane risate... Fantastico...

Skafloc
Inviato: 16/8/2013 12:41  Aggiornato: 16/8/2013 12:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/3/2006
Da: ROMA
Inviati: 188
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Tempo fa vidi una trasmissione in tv dove illustravano gli ipotetici progetti per costruire una galleria lungo l'Atlantico, per unire Europa ed USA.
Galleria aperta al traffico veicolare e/o ferroviario. Mi ricordo galleria sul fondo del mare ancorata al fondale e un'altra sotterranea sotto il fondale.
C'è da dire che erano poco più che esercizi intellettuali, non avevano velleità di realizzo.
Non trovo sbagliato che si "pensi" a soluzioni futuristiche, quanto a realizzarle... nella mia città aspettiamo ancora i marciapiedi!

Le cose urgenti vanno fatte con calma
Calvero
Inviato: 16/8/2013 13:05  Aggiornato: 16/8/2013 13:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
_____________________
______________

Non ho mai capito perché si debba pensare di dover arrivare prima invece di andare piano.

Il problema è inconscio:

- L'uomo crede di essere ancora uno spermatozoo, questo è TUTTO; aerodinamico, scodinzolante nelle migliori dinamiche e più velocemente che può, se possibile; pensa che dovrà incontrare anche nella Vita un ovulo gigante, morbido, che lo accolga. Invece trova solo la maniera di rovinarsi la vita e, per soprammercato, di rompere i coglioni al prossimo.

Al mondo manca l'intelligenza di capire - o meglio, il mondo è avulso della cretineria di non comprendersi; che se avevamo bisogno di arrivare prima ci rimaneva la coda e saremmo stati più aerodinamici ... con gambe disposte a camminare meglio di profilo, per diminuire l'impatto con l'aria.

Di aerodinamico, invece, abbiamo conservato solo un costrutto simbolico, SEMPRE IN AUGE: la nostra testa (proverbiale) di cazzo; sempre più veloce, sempre più appuntita e sempre a eiaculare spropositi e a ingravidare idiozie.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
vuotorosso
Inviato: 16/8/2013 13:20  Aggiornato: 16/8/2013 13:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Calvero non sono d'accordo: andare veloce, piú veloce, é ampliare le proprie possibilitá, non abbandonare quelle giá conquistate.

Se voglio farmi una passeggiata o un viaggio per godermi il passaggio posso giá farlo.

Se invece voglio spostarmi su grandi distanze e mi interessa perdere il minor tempo possibile (perché voglio rientrare a casa velocemente da un viaggio di lavoro, perché voglio sfruttare il tempo che ho per vedere posti lontani e non perderlo in terminal aeroportuali alla Tom Hanks) allora queste soluzioni sono perfette.


Nessuno ti obbliga ad andare piú velocemente, le due cose non sono esclusive.

Calvero
Inviato: 16/8/2013 13:47  Aggiornato: 16/8/2013 13:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Vuotorosso, non sono d'accordo. Se devi arrivare prima è perché devi. IL discorso si chiuderebbe qui e direbbe già tutto sul marasma di stronzaggini in cui la modernità te la mette in culo e ti fa credere che sei pure un progredito

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
vuotorosso
Inviato: 16/8/2013 14:05  Aggiornato: 16/8/2013 14:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
guarda, ho pensato agli aspetti non lavorativi degli spostamenti e per ma ha senso.

Il tempo non é dato solo dal fattore ferie, per intenderci.

Una persona potrebbe avere genitori malati e quindi non potersi permettere di potersi allontanare abbastanza per vedere un posto a cui tiene

O un medico particolarmente in gamba potrebbe spostarsi rapidamente dove é piú necessaria la sua presenza.

Si potrebbe piú facilmente raggiungere destinazioni alle quali purtroppo, proprio per i tempi di viaggio tocca rinunciare.

Potremmo tutti vedere piú mondo di quanto non si possa oggi per tempi e costi.

Che la societá ce lo voglia mettere nel culo 'eun conto. Che tutto quello che viene fatto serva a quello é un altro discorso.


Considera poi l'eventuale discorso merci

baciccio
Inviato: 16/8/2013 15:24  Aggiornato: 16/8/2013 15:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 536
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Girato all-insu, il tubo, potrebbe trasportare passeggeri direttamente sulla luna Inoltre , una volta superata l-atmosfera, non ci sarebbe il probleam della-aria che frena la navicella...

minkiaprof
Inviato: 16/8/2013 15:48  Aggiornato: 16/8/2013 15:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/12/2006
Da:
Inviati: 129
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
in un libro di fisica 1 c'era un esercizio interessante.
immaginiamo di scavare una galleria (ideale) rettilinea che unisce due punti della superficie terrestre. ad esempio, una galleria del genere lunga 100 Km scenderebbe fino ad una profondita' massima di circa 200 metri. poiche' la superficie e' curva, chi percorre la galleria avrebbe l'impressione (reale) che il suo ingresso fosse in discesa, e l'uscita in salita. questo consentirebbe ad un veicolo in partenza di essere ACCELERATO dalla forza di gravita' che lo trascinerebbe verso il basso fino al punto medio della galleria, in cui raggiungerebbe la massima velocita', dopodiche' verrebbe RALLENTATO dalla stessa forza di gravita' fino ad arrivare all'uscita con velocita' zero. l'esercizio chiedeva di calcolare il tempo di percorrenza del veicolo (la risposta se non ricordo male era sui 42 minuti, indipendentemente dalla lunghezza, risultato ottenuto utilizzando le formule del moto di un pendolo). la cosa interessante era che in questo esperimento ideale non era necessario alcun tipo di propellente, ne' alla partenza ne' all'arrivo. ricordo che a suo tempo rimasi affascinato dall'idea di costruire un mezzo di trasporto, seppur ideale, a costo zero.

il progetto Hyperloop cosi' come e' stato presentato mi pare una cagata costosissima, irrealizzabile in quei termini e piena di inconvenienti e di pericoli. pero' verra' il giorno in cui l'uomo si trovera' di fronte alla NECESSITA' di inventare qualcosa di alternativo e nuovo. e allora le idee cretine torneranno in auge e magari ne faranno nascere di buone.

E quando ci domanderanno che cosa stiamo facendo, tu potrai rispondere loro: Ricordiamo. (Ray Bradbury, Fahrenheit 451)
ohmygod
Inviato: 16/8/2013 15:53  Aggiornato: 16/8/2013 16:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Skafloc
nella mia città aspettiamo ancora i marciapiedi!

nella mia città ai marciapiedi, per timore che espatriassero, le istituzioni eliminarono i piedi. Ora i più sono *sporchi e marci e quei pochi marcia sono alle dipendenze delle istituzioni.

*marciapiede

Dato che mi trovo in tema (cretinerie)
A volte sono così pigro che mi immagino marciapiedi adattati per spostarsi in città.
Simili a tecnologici tapis-roulants. Terrore per i genitori spiegare ai figli che la città non è un parco giochi.

vuotorosso
Inviato: 16/8/2013 16:43  Aggiornato: 16/8/2013 16:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Citazione:
A volte sono così pigro che mi immagino marciapiedi adattati per spostarsi in città. Simili a tecnologici tapis-roulants. Terrore per i genitori spiegare ai figli che la città non è un parco giochi.


anch'io li immagino.
penso a che manna dal cielo possano rappresentare per molti anziani

penso a quanto potrebbero ridurre l'uso di auto e i pericoli che ne derivano in ambiente urbano

e penso che se la città diventasse un parco giochi non solo i bimbi ne sarebbero felici,ma come dici tu, così com'è, non lo è.

captcha
Inviato: 16/8/2013 19:48  Aggiornato: 16/8/2013 19:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/3/2010
Da:
Inviati: 832
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Citazione:
Calvero ha scritto:

Vuotorosso, non sono d'accordo. Se devi arrivare prima è perché devi. IL discorso si chiuderebbe qui e direbbe già tutto sul marasma di stronzaggini in cui la modernità te la mette in culo e ti fa credere che sei pure un progredito

Da cui la peculiare forma della capsula.


ELFLACO
Inviato: 16/8/2013 20:17  Aggiornato: 16/8/2013 20:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh


E questo è per aiutare l'aerodinamica!!!!

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
mm33
Inviato: 16/8/2013 20:44  Aggiornato: 16/8/2013 20:57
So tutto
Iscritto: 18/11/2007
Da: Friuli
Inviati: 4
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
lo scopo della proposta di Musk, che è considerata ad uno stadio alfa, quindi un'idea su cui discutere, e non un esecutivo, è di proporre un punto di vista diverso, più economico e ad impatto ambientale minore rispetto al progetto della california high speed rail, una linea ferroviaria veloce (non a levitazione, con velocità intorno ai 200km/h ) che prevede costi di circa 68miliardi di dollari.
le obiezioni sollevate da Massimo sono logiche, ma ritengo che dovendo spendere 68mld di dollari, sia meglio spenderli innovando ...

LoneWolf58
Inviato: 16/8/2013 22:37  Aggiornato: 16/8/2013 22:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Che bello... ma a che serve?
Abbiamo già un sistema di trasporto più veloce... internet.
Dovremmo averlo capito ormai che è inutile ma invece vogliamo andare sempre più distanti e sempre più veloci e non sappiamo neanche cosa abbiamo vicino casa.
Lo ha capito perfino Grillo

A me me pare... 'na @@@

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
cocis
Inviato: 17/8/2013 1:27  Aggiornato: 17/8/2013 1:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
peggio della monorotaia di srpinfield ..

http://www.youtube.com/watch?v=2dLhfb8ufdA

freehurt
Inviato: 17/8/2013 10:25  Aggiornato: 17/8/2013 10:25
So tutto
Iscritto: 27/12/2011
Da:
Inviati: 2
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Spero solo che questo tipo di "idee"non giungano all'orecchio del nostro ministro dei trasporti se no so' piselli da evacuare ?!?! Ahahah🚀🚇

Calvero
Inviato: 17/8/2013 20:50  Aggiornato: 17/8/2013 20:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Citazione:
guarda, ho pensato agli aspetti non lavorativi degli spostamenti e per ma ha senso.


Per me no, Vuotorosso; oggi tutti arrivano e nessuno viaggia.

Citazione:
Il tempo non é dato solo dal fattore ferie, per intenderci.


Per cosa sia dato o meno, la modernità ha un determinato risultato. Come per la politica. Se questo risultato è 10 ... allora che sia 3 + 7 oppure 9 + 1 tutti devono correre.

Siamo arrivati ad un processo selettivo, contro-naturalmente: di non ritorno. Non lo vogliamo vedere e siamo pronti a fornirci tutti gli alibi per esimerci la coscienza dal contributo (e gli oboli) che versiamo a questa FARSA.

Citazione:
Una persona potrebbe avere genitori malati e quindi non potersi permettere di potersi allontanare abbastanza per vedere un posto a cui tiene

O un medico particolarmente in gamba potrebbe spostarsi rapidamente dove é piú necessaria la sua presenza.

Si potrebbe piú facilmente raggiungere destinazioni alle quali purtroppo, proprio per i tempi di viaggio tocca rinunciare.


.. e grazie al cazzo, amico ... tutto quello che "non potrebbe" è il meccanismo che abbiamo creato per diventare spermatozoi. Come dire di finire di là di un burrone con un'automobile e poi per tornare di qua serve una rincorsa che solo quell'automobile può garantirci. Stavi a farti i cazzi tuoi e nessuno si faceva male per correre come i ghepardi, che loro hanno un motivo per farlo.

Sottotitolo del libro modernità:

Tutti vengono e nessuno scopa

Citazione:
Potremmo tutti vedere piú mondo di quanto non si possa oggi per tempi e costi.


Ma anche no. Siamo in profonda divergenza. Cazzo è ? un Fastfood ?? ma vaffanculo Vuotorosso (e non ci rendiamo conto del processo distruttivo innescatosi).

Basti pensare solo al pensiero di uomini che hanno saputo lasciare il segno, la cultura che oggi è subcultura; anche perché secondo te? .. nessuno rumina più ...

... nessuno RUMINA più.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
vuotorosso
Inviato: 18/8/2013 1:10  Aggiornato: 18/8/2013 1:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Calvero,
credo che la nostra divergenza si trovi in questo passaggio:

Citazione:
Siamo arrivati ad un processo selettivo, contro-naturalmente: di non ritorno. Non lo vogliamo vedere e siamo pronti a fornirci tutti gli alibi per esimerci la coscienza dal contributo (e gli oboli) che versiamo a questa FARSA.


Sono d' accordo con te sul contenuto della frase in generale, ma nel caso specifico non si può imputare ad una invenzione un aspetto positivo piuttosto che uno negativo, visto che dipende sempre e solo dall'utilizzo che se ne fa, dai tepi del fuoco che potevi usarlo per scaldarti e difenderti o per gli usi più bellici per cui si è reso utile in seguito.

Il fatto che tutti arrivino e nessuno viaggi per me banalmente non è vero.
Non serve che ti fidi, sono sicuro che sai che oltre le strade anche i sentieri sono molto battuti, alle persone piace spostarsi anche lentamente, dedicando il tempo che serve a godersi un paesaggio, una luce, un ambiente: il thread sulle immagini spesso è lì a raccontare proprio quello.

Lo stesso utilizzo di internet che facciamo serve ad una cosa principalmente: accorciare le distanze, ossia i tempi di percorrenza della tratta "meno onteressante" del viaggio: poi una volta a destinazione si continua comunque a viaggiare, esplorare, ma a velocità ridotta.

Tornando ad hyperloop ti ripeto che non posso vederlo come cosa negativa, anche perchè io stesso l'avevo fantasticato da tantissimo tempo: forse questo punto di vista non mi perette di condividere il tuo, oltre ovviamente a quanto scritto poco sopra.

Citazione:
Ma anche no. Siamo in profonda divergenza. Cazzo è ? un Fastfood ??

No non è un fastfood, ma facendo rapidi calcoli su longevità e posti da voler vedere perchè unici al mondo francamente la possibilità di poter percorrere tali distanze in simili tempi e a simili costi mi piace: anzi, a questo punto mi piacerebbe sapere, secondo te, qual'è la velocità a cui si dovrebbe viaggiare e cosa si spera di vedere, conoscere, sperimentare andando a quella velocità, ovviamente sapendo, perchè lo sappiamo e non possiamo ignorarlo, quanto sia vasto e vario il pianeta e quindi quello che riusciremmo a godere alle due diverse velocità.

Un amichevole vaffa anche a te (spiegami per favore il processo distruttivo di cui parli)

PS per gli uomini di cultura di cui parli, anzi del motivo per cui la cultura è diventata subcultura forse si deve anche alla mancanza di tempo che dedichiamo alla cultura stessa, per conoscerla coltivarla e approfondirla.
Tempo che dedichiamo ad altre cose rispetto a quegli uomini. :pint

PikeBishop
Inviato: 18/8/2013 9:15  Aggiornato: 18/8/2013 9:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Citazione:
facendo rapidi calcoli su longevità e posti da voler vedere perchè unici al mondo

Gli Stati Uniti d’America sono la piu’ potente nazione dell’Occidente e sono un grande esempio di tutto cio’. Gli americani credono di essere, anche se se ne vergognano un po’ ed il resto del mondo lo crede di loro, dei grandi materialisti ma questa reputazione non e’ assolutamente meritata.

Un materialista, secondo me, dovrebbe essere una persona che adora la materia e percio’ la riverisce, la rispetta e ne trae piacere. Gli americani non sono cosi’. Sono gente che odia la materia e sono devoti, come gli altri occidentali, ad abolirne le sue intrinseche limitazioni. Vogliono abolire i limiti di tempo e di spazio, percio’ vogliono sbarazzarsi dello spazio. La chiamano La Conquista dello Spazio. Vogliono poter viaggiare da San Francisco a New York in un niente virgola zero. E ci stanno per riuscire. Non si pensa a cosa sara’ il risultato: San Francisco e New York diventeranno lo stesso posto e percio’ non varra’ la pena di andare da uno all’altro.

Quando vai in un altro posto per le vacanze tu pensi che sara’ diverso e cosi’ proviamo le Hawaii, dove pensi di trovare ragazze che danzano l’hula-hula sotto il sole sulle spiagge dorate vestite unicamente di un gonnellino di foglie, il bellissimo oceano blu, le barriere coralline e tutto il contorno. Ma i turisti sempre piu’ chiedono se posti cosi’ “non sono stati ancora rovinati”, che significa “ E’ Honolulu esattamente simile a Dallas?”. La risposta e’ “Si”. Piu’ velocemente puoi andare da Dallas a Honolulu e piu’ Honolulu e’ lo stesso che Dallas, cosi’ che non vale la pena di viaggiare. Tokyo sta diventando lo stesso che Los Angeles e, siccome puoi andare sempre piu’ velocemente da posto a posto, tutti i posti si somigliano sempre di piu’. Questo e’ il risultato dell’abolizione delle limitazioni di tempo e spazio.


Alan Watts circa 1969 a Sausalito. Traduzione di Pike Bishop.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
vuotorosso
Inviato: 18/8/2013 11:09  Aggiornato: 18/8/2013 11:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Honolulu uguale a Dallas e Tokyo uguale a New York? Può essere, finchè si parla di come la specie arreda il suo "nido" e come nel tempo tenda ad uniformarsi, mi sta bene.
Ma i luoghi e le culture restano diversi.
Tutti gli ambienti appena fuori dalle metropoli presentano caratteristiche differenti, indipendentemente da quanto le varie aggregazioni umane tendano all'omogeneizzazione; e anche per loro c'è comunque vantaggio nel potersi spostare velocemente, anzi, più velocemente.

Se escludiamo i centri commerciali ed i McDonald ( e più in generale i vari tipi di fotocopie, dettate da un modello di marketing piuttosto che dallo spazio/tempo), troviamo somiglianze in tutte le città, dove esistono certi tipi di negozi, attività, etc, che, per quanto mostrino una struttura simile, denotano tratti distintivi unici. Ampliando il discorso di Watts, sarebbe come dire che conosciuta una persona le si sono conosciute tutte, per cui tanto vale non sbattersi. Ma non è così, e lo sappiamo.

Però Pike mi chiedo se sei davvero d'accordo con quello che hai tradotto.
Il dubbio nasce dal fatto che tu sei emigrato da un posto per andare in un altro (uguale?)a 2/3 d'ore di viaggio da Milano; e se fosse a 30 minuti di hyperloop? Saresti emigrato lo stesso o saresti stato un pendolare? La domanda non va intesa sul piano personale tuo, ma in riferimento all'analisi di Watts che, andando a scavarla un po', non mi sembra così solida.

PikeBishop
Inviato: 18/8/2013 12:36  Aggiornato: 18/8/2013 12:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Citazione:
Però Pike mi chiedo se sei davvero d'accordo con quello che hai tradotto.

Assolutamente si.

Citazione:
tu sei emigrato da un posto per andare in un altro (uguale?)a 2/3 d'ore di viaggio da Milano

Al momento non e' uguale solo per cose che contano se ci vivi. Le persone non sono uguali e la burocrazia non e' uguale. Vi sono piccole differenze anche se sono moltissime. Tutte queste differenze NON POSSONO ESSERE COLTE immediatamente da un viaggiatore turistico o lavorativo. Inoltre l'Inghilterra e' il posto piu' diverso che possa esserci cosi' vicino a Milano. Ma non coglierai queste differenze che andando, come dici tu, fuori e lontanissimo (in termini di tempo, non di km, visto che ci si mette di piu' ad uscire da Londra con i mezzi pubblici che andare in Iraq da Londra), non nel centro di Londra. Quando al resto ora, come e' stato detto, lo puoi sperimentare senza muoverti da casa tua, almeno per qualche anno, prima che tutto quello collegato ai media diventi la stessa cacchetta moscia. Gia' ora le "celebrita'" sono condivise, tanto che in Italia si parla della famiglia reale inglese come se ne si sapesse qualcosa e, tranne le "notizie" dovute alla farsa parlamentare, tutte le altre sono omologate dalle agenzie, piu' omologate nella periferia dell'impero - che segue il centro - per cui tutti in Italia sanno tutto sulla nuova pettinatura dei divi inglesi ed americani, mentre gli italiani non se li caga quasi nessuno (per fortuna, visto anche il livello da periferia).

Naturalmente se vai in un villaggio sulle Alpi e in uno sulle Ebridi, ci sono differenze notevoli (ma stanno riducendosi), ma bisogna considerare che sono a giornate di distanza con i mezzi piu' veloci comunemente disponibili, non ore. Invece sia a Milano che a Manchester, per non parlare di Londra, trovi la Nutella prodotta in Francia, la Mozzarella di Plastica prodotta in Danimarca, i bomboloni tedeschi (!!!) e le baguettes marca Cuisine de France riscaldati sul posto, il vero Pub plasticoso irlandese, i biscotti scozzesi cotti in Francia e tutti i prodotti tipici Italiani o Inglesi Made in India, ma soprattutto, sempre fucking Starbuck anche se magari sotto mentite spoglie.

Io mi sono spostato perche' ho scoperto un posto che e' ancora inglese, ma tutti i posti con un aereoporto di grandi dimensioni sono ormai americani nel senso deteriore del termine, piu' americani che in America. Ecco, se non volete essere veramente in America, probabilmente il posto migliore e' l'America stessa dove le distanze (in percorrenza) sono vastissime. Capisco Mazzucco: per fa' l'ammericano a Roma, tanto vale andare direttamente a Los Angeles.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
vuotorosso
Inviato: 18/8/2013 15:45  Aggiornato: 18/8/2013 15:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Non mi sembra che le nostre osservazioni siano cosí diverse, piuttosto che riguardino aspetti diversi e isolati.

io la intendo cosi
Watts dice che honolulu e dallas sono molto simili e lo saranno sempre di piu: in che senso?
io l'ho capito nei termini della globablizzazione, ai tempi di chi scriveva 'villaggio globale', ossia il ritrovare in cittá diverse la stessa struttura, le stesse attivitá, gli stessi riferimenti.

io poi differenzio queste cose, ad esclusione delle "fotocopie" tipo McD dove ogni punto vendita è uguale a tutti gli altri in qualunque punto ddel mondo, cosi come tu porti starbucks sulla stessa falsalinea.

quello che dico io é che per quanto in centro troverai sempre il mcdonald difficilmente uscendone troverai le stesse cose e lo stesso ambiente; ti troverai in piazza del Duomo, piuttosto che a San Marco, piuttosto che a Piccadilly o davanti al pantheon.
L'uguaglianza di Watts c'è ma non è assoluta come la vuole intendere, e questo in un modo immediato anche per il turista.

Poi ci sono le differenze "tecniche" che hai evidanziato tu, quelle di genere burocratico, piccole, ma in quantità sufficiente a determinare sostanziali differenze tra il vivere (o esercitare una professione) in un posto piuttosto che in un altro.

Quindi le uguaglianze indicate da Watts non mi convincono affatto. Sembra che sia arrivato a questa conclusione dopo un viaggio in aereo notturno, quando ti affacci all'oblò e vedi solo anonimi gruppi di luci: se ti prendi la briga di scendere però ti accorgi che non ce ne é uno uguale all'altro.

tornando invece piú nel discorso del viaggio e del goderselo prendo in prestito dal tuo post le localitá che per essere rraggiunte necessitano di qualche giorno. Ecco,per me quella parte del viaggio, che ti sprofonda in paesaggi e realtá fuori dal comune e in molti casi uniche, sono la parte del viaggio da gustarsi a velocitá ridotta: gli svariati km di atlantico, per esempio, invece li attraverserei volentieri nel minor tempo possibile. A meno che non mi interessi sperimentare, vivere l'oceano, nel qual caso mi imbarcherei. Solo non è detto che a tutti, sempre, interessi fare e ripetere quell'esperienza quando ce ne ssono altre, molte altre, che per ragioni anche di tempo non si riusciranno a fare in una sola vita. E se si riesce aa risparmiare del tempo per poterne fare una di piú di queste "gite", ben venga hyperloop oggi stesso.


Nota: scusate maiuscole e minuscole ad segugi membrus, non sto usnado un pc e ho qualche limitazione tecnica.

Calvero
Inviato: 18/8/2013 18:26  Aggiornato: 18/8/2013 18:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Citazione:
(spiegami per favore il processo distruttivo di cui parli)


Il mondo occidentale (e sempre più occidentale) che hai sotto al naso, di chi è figlio? ... dei TETESKI CATTIFEN ? ..

... o forse pensi che non c'è coerenza nel nostro pensiero e rispettive posizioni. Ci conosciamo. Infatti, conoscendoci, possiamo ad esempio prendere un piccolo esempio reale. Te voti "Grillo". Io non voto "Grillo". Pensi che la questione sia politica? .. vista poi la nostra sintonia su molto altro ancora...

... no, non è politica, affatto. Qui il punto. Te vedi un affaccendamento laborioso di un Sistema che prova a rendersi la Vita migliore, mentre io colgo il dramma di esseri umani fuori baricentro (si ringrazi la propaganda) che continuano a voler essere spermatozoi. Stiamo connessi, eliminiamo i libri: pesano, sono ingombranti, non ci lasciano correre.

Mica per il piffero ho sempre sostenuto che NOI siamo il problema, quindi la risposta la trovi in tutte quelle centinaia di Post in cui ho e abbiamo dibattuto sul ruolo contro natura e de-responsabilizzato di un mostro senza testa: IL POPOLO: Nulla per cui valga la pena lottare;

- nulla in BATTERIA ha diritto si tuteli e nulla che viva secondo BATTERIA potrà non pagare il Fio di non rendere alla Vita i suoi tempi, la sua pace, la sua sacralità, la stracazzo di CALMA che abbiamo abiurato.

Ti sto dicendo che se andassimo piano o meglio, se smettessimo di credere che arrivare prima avesse senso: il Cetriolo, dall'ortolano finirebbe in culo ai padroni una volta per tutte. Invece non viviamo. Siamo sempre in dirittura di qualche arrivo, di qualche miglioria. BULLSHIT

Il Rinascimento è stato l'ultimo stadio in cui l'uomo diciamo occidentale era cosciente di sé ... poi: il declino. La modernità (non parliamo dell'illuminismo).

L'Arte perché oggi è soltanto un surrogato? può denunciare in maniera sublime quando vi riesce, questione di nicchia e di "alzate di testa" di passaggio. Cos'è? una volta erano più intelligenti? ... no, una volta ruminavano, digerivano, masticavano.

Cosa significa salire su di un mezzo e arrivare in mezzora invece che in dieci giorni? .. di cosa mi dovrei stupire?? .. di quanto siamo velocemente stronzi?

La Vita è anima, poesia, immaginazione e abbandono. Cose più o meno bistrattate nel tempo, certo; mai come oggi - PERO' - in perfetta DIVERGENZA. Un processo distruttivo. Le generazioni non assaporano, non guardano: ottengono informazioni. Non conoscono; raggiungono solo Status più velocemente.

Tutti ottengono in poco tempo qualsiasi cosa possa essere ottenibile, sia essa un'astrazione, sia essa un oggetto, sia essa un'idea. Tanto di qualsiasi cosa si tratti è semplicemente ottimizzata per uomini in batteria. Il mondo che verrà sarà un mondo tra i più blasfemi che esseri senzienti potevano svendere e sputtanare. Il progresso: PUAH

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
vuotorosso
Inviato: 18/8/2013 23:46  Aggiornato: 18/8/2013 23:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Citazione:
Tutti ottengono in poco tempo qualsiasi cosa possa essere ottenibile, sia essa un'astrazione, sia essa un oggetto, sia essa un'idea. Tanto di qualsiasi cosa si tratti è semplicemente ottimizzata per uomini in batteria. Il mondo che verrà sarà un mondo tra i più blasfemi che esseri senzienti potevano svendere e sputtanare. Il progresso: PUAH


Quoto questo che è il punto di arrivo dei ragionamenti sopra; proprio perchè ci conosciamo personalmente e anche bene un rispondere ad ogni punto precedente la conclusione sarebbe uno spreco di tempo, quindi passo alla conclusione.

Evidentemente abbiamo idee diverse di progresso: per me il M5S ad esempio è un progresso, in ambito politico, e non è una cosa da poco.

Hyperloop, l'idea di arrivare prima alla propria destinazione, è progresso, di quello buono.

Non ogni spostamento coincide con un viaggio.
Non ogni viaggio si fa per dovere o per gli schemi sociali dominanti.
Voler vedere il più possibile, per andare in più posti possibili (di quelli voluti, non di quelli esistenti) non è un fastfood: è un'opportunità per noi stessi.

invisibile
Inviato: 19/8/2013 13:57  Aggiornato: 19/8/2013 14:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Abbiamo bisogno di andare più lenti, non più veloci.
Abbiamo bisogno di fare meno cose ma ben fatte.
Abbiamo bisogno di vedere meno posti e di vederli.
Se corri non vedi. Se fai tante cose non puoi farle bene.

Abbiamo dei limiti e stiamo già vivendo ben oltre quei limiti.

Il jet lag é rivelatore. In poche ore vai dall'altra parte del mondo. Non é vero, perché quando arrivi mica sei tu. Tra il rimbambimento e la difficoltà a recuperare ci vogliono almeno 3 giorni (io dico una settimana, minimo), e questo perché parti di noi arrivano dopo. In pratica se vai una settimana in vacanza in Brasile e come se non ci fossi andato. Si, hai le tue belle foto nella mente ma non ci sei stato veramente. Dentro ti rimane ben poco.
Se non lo avete mai fatto, provate a fare una vacanza tutta a piedi o in bicicletta, facendo attenzione ad andare piano. Indimenticabile.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
vuotorosso
Inviato: 19/8/2013 14:27  Aggiornato: 19/8/2013 15:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Io non capisco la vostra ostinazione a voler vedere come mutualmente esclusive le due cose.

Invisibile, prova a fare una vacanza in bici in Cina, partendo da qua piuttosto che da Beijing. O prova ad andare fino alla sinocapitale in macchina e poi partire di li, e ne riparliamo ancora.

Penso a tutti gli escursionisti che raggiungono i percorsi di un bel giro in montagna con la macchina fino ad un certo punto e poi partono a piedi: ma perché non partire da casa, a piedi, e via a sto punto?

Io ve lo ripeto, non sono mutualmente esclusivi. Se poi lo volete continuare ad ignorare ... fate come volete.

invisibile
Inviato: 19/8/2013 17:18  Aggiornato: 19/8/2013 17:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
VR

Non ho bisogno di andare a Pechino.
Ho bisogno di andare vicino.
Ho bisogno di andare piano.
Perché sono un essere umano.

(mi é venuta in rima )

Il punto non é essere o meno sparati.
Il punto é chi viene sparato a 1.200 kmh.
Fare di più, più veloce non é meglio, per l'essere umano é peggio.
Siamo fatti così. Viviamo meglio, facciamo le cose migliori ad una certo ritmo, ad una certa velocità. Abbiamo un limite nella capacità di assorbire le novità, le nozioni e le informazioni. Abbiamo un limite nella velocità e quantità che possiamo "gestire". In tutti i sensi, mentalmente e fisicamente.
Ha detto bene Calvero: ruminare, masticare, digerire.
Il riferimento all'arte di Calvero é illuminante: cosa diceva Michelangelo al papa che gli metteva prescia? Di andare a cagare. Aveva ragione Michelangelo.

Accelerare tutto porta solo a dover scartare di più, a fare le cose male, siamo già oltre, molto oltre.
Continuare ad accelerare é follia, non siamo fatti per quello.

Citazione:
Invisibile, prova a fare una vacanza in bici in Cina, partendo da qua piuttosto che da Beijing.

Avendo tre o quattro anni a disposizione si può fare. La vacanza non é arrivare a Pechino, é il viaggio.

Citazione:
O prova ad andare fino alla sinocapitale in macchina e poi partire di li, e ne riparliamo ancora.

Un anno e mezzo...

Non é questione che "siano mutualmente esclusivi" o meno. E' questione che accelerando non vivi di più, vivi di meno.

Se i nostri escursionisti, una volta arrivati ai piedi della montagna, si fermassero a mangiare, magari all'aperto sotto un albero, pisolino, foto risate relax.
E poi, avendo a disposizione solo un giorno, se ne tornassero a casa, avrebbero vissuto una giornata migliore.
Perché il punto non é fare la maledetta escursione, il punto é ri-imparare a vivere bene.
Vuoi fare l'escursione? Bene, prenditi 3 gorni. Per una piccola intendo... Allora si che la puoi fare come si deve.
La vita moderna sembra sport: se non corri sei una sega.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
vuotorosso
Inviato: 19/8/2013 18:11  Aggiornato: 19/8/2013 18:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
scusa Invisibile, ma non sono d'accordo.
senbra che piú lentamente si faccia una cosa meglio sia, una regola assoluta, non importa di cosa si stia parlando, se un percorso, un affresco, un qualunque lavoro: é cosí e basta. beh, non per me. a me le generalizzazioni sembrano molto sciocche, soprattutto quelle che hanno l ardire di passare attraverso spazio, disciplina e i secoli.

e concludo: la velocitá limite é soggettiva. sei libero di andare a quella che vuoi, io pure.

ciao

incredulo
Inviato: 19/8/2013 19:04  Aggiornato: 19/8/2013 19:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
@vuotorosso

Citazione:
e concludo: la velocitá limite é soggettiva. sei libero di andare a quella che vuoi, io pure.


Raggiungerai il paradiso, allora, quando avrai raggiunto la velocità perfetta.
Il che non significa mille miglia all'ora, né un milione di miglia, e neanche vuol dire volare alla velocità della luce.
Perché qualsiasi numero, vedi, è un limite, mentre la perfezione non ha limiti.
Velocità perfetta, figlio mio, vuol dire solo esserci, esser là.


Il gabbiano Jonathan Livingston

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
invisibile
Inviato: 19/8/2013 20:03  Aggiornato: 19/8/2013 20:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
vuotorosso

Evidentemente non mi sono spiegato.

Citazione:
senbra che piú lentamente si faccia una cosa meglio sia, una regola assoluta...


Non intendevo questo, infatti ho scritto:

Citazione:
Siamo fatti così. Viviamo meglio, facciamo le cose migliori ad una certo ritmo, ad una certa velocità.

Ognuno ha il suo, di ritmo "ideale" che inoltre cambia a causa di molti fattori.
Per fare gli spaghetti magari a te vengono meglio se ti muovi più veloce, a me magari no.
Quello che volevo indicare é che il mondo moderno ha accelerato tutto, troppo. Siamo oltre i limiti di un bel po' ma non a causa di una qualche idea, semplicemente perché non siamo fatti per fare tutto veloce e sempre veloce, soprattutto così veloce.
Quello che me lo conferma e che la gente sta male anche a causa della eccessiva velocità (e quantità).
Se poi scopri che il tuo ritmo ideale, per fare le cose bene e senza farti del male, é velocissimo, per me mica é un problema. E' così e basta.
Ma in generale l'essere umano non é fatto per la velocità e per l'accumulo di quantità, é fatto per la qualità.
Fare poco e bene (con bene intendo anche al tuo ritmo) da molta gratificazione.
Fare molto e male crea molta frustrazione.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
vuotorosso
Inviato: 19/8/2013 21:07  Aggiornato: 19/8/2013 21:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Invisibile, cosí ricalchi i concetti di Calvero, reinserisci le tue considerazioni sui ritmi elevati della societá in cui siamo sprofondati quasi fosse un girone di cui non é stato scritto secoli fa, e non mi trovi non d'accordo.

Cerchiamo di fare le distinzioni di cui ogni somiglianza necessita.

Io non vado sempre di corsa sebbene il mio corpo mi possa permettere entro certi limiti di farlo. A me piace gustare l'ozio nel tempo che anche a lui va dedicato, come gradisco una tranquilla passeggiata dopo la cena in una giornata laorativa, mi serve proprio a rallentare. E cosí parliamo di ritmi, e sono d'accordo con te, Pike, Calvero e l'inarrivabile gabbiano.

Hyperloop in tutto questo non c'entra nulla.
Hyperloop, e il suo successore, MI permetteranno di fare la passeggiata invece ceh sotto casa mia magari in piazza dei miracoli, piuttosto che per il circondariato lucchese; il treno e la macchina, no.
Se TU non vorrai farla, va benissimo; ma io voglio.

Faró la mia passeggiata, ma la POTRO' fare con delle opzioni che oggi non ho.

Va bene la lentezza, ma non é sempre necessaria, a volte anzi é limitante.

Se volete parlare dei ritmi frenetici del mondo va bene, se volete parlare dei limiti di velocitá dei mezzi di trasporto anche. Ma cerchiamo di tenere ogni argomento nel contesto che gli compete.

Per me questi sono aspetti assolutamente differenti, se per voi sono strettamente correlati, sempre, allora direi che questo confronto non ci porterá da nessuna parte a causa delle premesse non condivise.

Ciao

sono_io
Inviato: 19/8/2013 21:21  Aggiornato: 19/8/2013 21:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/11/2008
Da:
Inviati: 73
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
L'idea ha già qualche decennio.
Inizialmente venne accantonata per i costi richiesti dalla tecnologia del tempo.

invisibile
Inviato: 20/8/2013 10:16  Aggiornato: 20/8/2013 10:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
vuotorosso

Citazione:
Va bene la lentezza, ma non é sempre necessaria, a volte anzi é limitante.

Infatti ho specificato "ritmo" e che se a te gli spaghetti vengono meglio se li fai veloce ben venga la velocità.

Citazione:
Per me questi sono aspetti assolutamente differenti, se per voi sono strettamente correlati, sempre, allora direi che questo confronto non ci porterá da nessuna parte a causa delle premesse non condivise.

Si, per me sono correlati. Io considero inaccettabile il disastro che stiamo compiendo per avere dei vantaggi. Considero inaccettabile anche solo correre il rischio di una Fukushima per avere elettricità. Lo considero stupido e infantile. Questo in linea generale.

Poi c'è sempre da considerare chi viene sparato a 1.200 kmh: io, tu, noi.
Questa é secondo me la mancanza di buon senso. Capisco che tu possa desiderare di farti la passeggiata serale a 1.000 km di distanza ma a che prezzo? Il nostro corpo non é fatto per viaggiare a 1.200 kmh, gli fa male. Gli fa male andare in automobile, figurarsi in aereo o nel tubo. Non é fatto per spostarsi velocemente a grandi distanze e subire grandi e veloci variazioni di temperatura, pressione e umidità.
Pensa alla cautela che devono avere chi va in profondità sott'acqua o sulle montagne alte: rischiano la vita.
Ai nostri corpi fa male farsi 60 km in auto e poi fare una escursione in montagna, non sono fatti per quello, sono troppo delicati. Hanno bisogno di una bella notte di sonno e il giorno dopo si parte per l'escursione. Non sto scherzando minimamente, é delicatissimo.
Pensa alla nostra pelle quanto é delicata, carta velina. Il fatto é che viviamo in una civiltà che ci insegna che siamo macchine (e questo per un preciso scopo come ben sai), invece siamo delicatissimi.
Basta un sassolino nella scarpa del forzuto GI Joe supertecnologico ed é fottuto. Perché anche il nostro forzuto ha una pelle delicatissima.
Le vibrazioni che si subiscono per fare 100 km in moto, la costante pressione dell'aria, riducono una persona in stato semi-catatonico (Calvero puoi confermare?). Hai mai osservato i Bikers che si rilassano ad un bar? Se li guardi bene non sono mai veramente contenti e sono come un po' "sovrappensiero", un po' "rallentati". Questo perché, tra le vibrazioni, i colpi e l'aria, il loro corpo é un po' sotto shock e hanno bisogno di recuperare. In genere tutto ciò é inconsapevole.
Io trovo assurdo pagare quel prezzo per farsi una gita. Capisco la passione per le moto o quello che é, ognuno ha le sue e vivaiddio (io sono appassionato di libri thriller e infatti leggo troppo, i miei occhi ne stanno pagando il prezzo... perché sono delicatissimi anche loro), ma bisogna anche valutare il prezzo da pagare per soddisfare i propri desideri e danneggiare il proprio corpo per una passeggiata non mi sembra una cosa ragionevole.

Inventa il teletrasporto Scotty, magari quello non ci fa male.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
vuotorosso
Inviato: 20/8/2013 11:01  Aggiornato: 20/8/2013 11:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Boh, a me sembra che si stiano mescolando un po' troppe cose.
La pelle è sicuramente delicata e il corpo fragile: forse è per quello che non vieni lanciato nel vuoto a 1200/1600 km/h nudo ma si usano le capsule. Ne vieni sparato tipo donna cannone e atterri su una rete a 600 km di distanza.
Se vogliamo parlare dei limiti del corpo umano mi va benissimo, ma dimmi tu cosa c'entrano con hyperloop. E allora i giapponesi che scendono dai loro treni ultraveloci? sono ridotti meglio o peggio dei bikers? E perchè?

Anche un decollo in aereo sarebbe MORTALE per il nostro fragile corpicino, specie per respirazione e circolazione ma, pressurizzando la cabina, il problema si risolve e sparisce. Ovvio che se invece del passeggero ti metti a fare la polena la questione cambia.
Analizzare tutti i difetti dei vari mezzi di trasporto esistenti non mi sta convincendo: per contro ti di chiedo se quelli che tornano da una camminata di 4 ore, magari in montagna, ti sembrano rilassati o sfiniti: pesa alle ginocchia dopo la discesa per un pendio. Poi passiamo a quelli che ne camminano 8, magari in estate e sotto il sole, e ne valutiamo l'aspetto e l'eventuale stanchezza.

Una cuiosità: dopo una vacanza in bici come vanno le chiappe? La schiena? le gambe? E sugli sterrati?

Per il teletrasporto non ne vedo la realizzabilità, ma per l'aumento della velocità c'è di che sbizzarrirsi

Calvero
Inviato: 20/8/2013 11:36  Aggiornato: 20/8/2013 11:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
______________

Infatti anche gli aerei sono una stronzata.


Citazione:
Una cuiosità: dopo una vacanza in bici come vanno le chiappe? La schiena? le gambe? E sugli sterrati?


Non c'è una precisa tabella cui riferirsi, vuotorosso, non dirmi che bisogna spiegare il buonsenso coi numeri e gli affaticamenti del corpo e in quali misure reputarli idonei oppure no?

Quando la velocità, come ti ho spiegato, e al di là dell'essere d'accordo, infatti non hai capito, acquisisce lo status di sovrastruttura ecco che la prendi nel culo e la velocità sì intesa è blasfema, contro-natura e distruttiva. Quelli di cui parli, di cui prima avevo parlato io, sono alibi.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
invisibile
Inviato: 20/8/2013 12:05  Aggiornato: 20/8/2013 12:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Citazione:
Se vogliamo parlare dei limiti del corpo umano mi va benissimo, ma dimmi tu cosa c'entrano con hyperloop. E allora i giapponesi che scendono dai loro treni ultraveloci? sono ridotti meglio o peggio dei bikers? E perchè?

L'anno scorso ho preso il frecciarossa per la prima e, spero, ultima volta. Ci ho messo un giorno per riprendermi. Una amica ha avuto pure la nausea (non é incinta ). Adesso cerco sempre i treni più lenti (nei limiti del ragionevole, mi sposto per lavoro).
Il problema é che ci hanno convinto che é normale, manco per niente.
(secondo te i giapponesi stanno bene? a me mi sembra un popolo impazzito, più impazzito di altri intendo...)

Citazione:
Anche un decollo in aereo sarebbe MORTALE per il nostro fragile corpicino, specie per respirazione e circolazione ma, pressurizzando la cabina, il problema si risolve e sparisce.

Non sei morto, ma questo non vuol dire che il problema sparisce. Capisci l'inganno? Se non muori (o giù di li) é tutto ok.

Citazione:
per contro ti di chiedo se quelli che tornano da una camminata di 4 ore, magari in montagna, ti sembrano rilassati o sfiniti: pesa alle ginocchia dopo la discesa per un pendio. Poi passiamo a quelli che ne camminano 8, magari in estate e sotto il sole, e ne valutiamo l'aspetto e l'eventuale stanchezza.

Non sono le 4 o 8 ore, é come cammini che determina il tuo stato.
Il punto é che tu devi camminare 8 ore e fare tot distanza, altrimenti sei una pippa... per esempio, o non hai visto tutte le mille maledette vette più alte del mondo in un giorno solo...
Chi sa veramente camminare in montagna, tipo gli sherpa, si stanca pochissimo, per quello li usano perché sanno camminare.. Saper camminare significa saper non fare del male a se stessi, non riuscire a fare tot km, riuscire a farli bene. Se sai camminare bene puoi anche fare tot km al giorno senza distruggerti, ma é un ARTE.
Quando facevo sci alpinismo le guide erano sempre quelle che andavano più lente del gruppo e quelle che non parlavano mai se non era necessario... ed erano quelle che arrivavano sempre per primi al rifugio.
Poi ho capito e ho rallentato. Loro arrivavano sempre prima ma alla fino non così tanto prima.
Fare 8 ore di escursione sotto i sole senza essere obbligati, in montagna per di più, é stupido, perché ti fai male.

Citazione:
Una cuiosità: dopo una vacanza in bici come vanno le chiappe? La schiena? le gambe?

Ottime. Perché metto sempre me stesso prima di un qualsiasi traguardo..
Non ce la faccio a fare XY senza farmi del male? Non lo faccio. Punto.
La salita é troppo dura? Scendo dalla bici e cammino, passeggio é più giusto per capire e porto la bici a mano.
Mi ricordo una volta che altri ciclisti, in vacanza come me, mi superavano con espressioni ironiche... Dopo qualche giorno ne ho riincontrati alcuni che facevano come me
Mica é una gara, é la vita
Anzi, in quel caso é addirittura una vacanza!

Citazione:
E sugli sterrati?

Nessun problema. Basta andare piano.
E' chiaro che se ti metti a correre sugli sterrati ti distruggi. E se diventano veramente difficili c'è sempre la soluzione universale: scendi e cammini.
E' sempre la solita storia, cercare il risultato invece dell'esperienza, invece di vivere.
Correre di più non ti fa vivere di più, ti fa vivere di meno.

Il problema é che questa civiltà moderna, considera enormemente più importante il risultato rispetto a ME.
Io considero più importante ME. NOI.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
vuotorosso
Inviato: 20/8/2013 12:29  Aggiornato: 20/8/2013 12:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Citazione:
Non c'è una precisa tabella cui riferirsi, vuotorosso, non dirmi che bisogna spiegare il buonsenso coi numeri e gli affaticamenti del corpo e in quali misure reputarli idonei oppure no?


ah non esiste la tabella? e allora spiegami l'affaticamento dopo un volo, magari di 3 ore che te ne risparmi uhm ... vado a braccio .. 16000 a piedi?
Sono tutto orecchi

vuotorosso
Inviato: 20/8/2013 12:36  Aggiornato: 20/8/2013 12:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Citazione:
secondo te i giapponesi stanno bene? a me mi sembra un popolo impazzito, più impazzito di altri intendo...
E la colpa è senz'altro dei treni: mi hai convinto.

Ma Invisibile, perchè scambi velocità e ritmo sociale di proposito?

Citazione:
Correre di più non ti fa vivere di più, ti fa vivere di meno.

Guarda, ancora mischi ritmo e velocità, si vede che non te ne accorgi.

Quando parli di rischi consideri solo quelli della velocità.
E quando parli di qualcuno che va più veloce degli altri dici che è un arte, perchè fanno quello che fanno tutti gli altri ma lo fanno bene, meglio e IN MODO PIU' VELOCE degli altri.

Site ancorati ad un concetto di

Piano è bello, sempre

di cui non condivido il "sempre". Siete estremisti della tartarugaggine. Ma non è che ve lo contesti, vi contesto il fatto che non voelte che gli altri vadano più veloce, perchè più veloce per voi significa sempre, comunque, in goni caso fare male, se non il peggio in assoluto.
Tranne gli sherpa.


E chi vi capisce è bravo.

Calvero
Inviato: 20/8/2013 12:57  Aggiornato: 20/8/2013 13:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
____________________
_________________

Vedo che non capisci.

La tabella per il buonsenso.

Citazione:
E la colpa è senz'altro dei treni: mi hai convinto.


Che fai, parcellizzi? .. ripeto che non essere d'accordo è costruttivo, perché magari si capisce cosa smussare ognuno delle proprie posizioni, ma sostenere altro degli altrui concetti non ci sta.

Ok, proviamo così, sì, è colpa anche dei treni. Poiché sono processi che sublimano la natura umana in processi contro-natura. Infatti ho parlato di processi. Cos'è un processo, vuotorosso?

Una cosa in sé, può essere neutrale, quando applicata alla psicologia di massa e inserita in un Sistema esistenziale piuttosto che in un altro, ecco che può perdere quella neutralità, non solo, oltre perderla, può essere quel virus in apparenza innocuo e che dopo farà marcire un intero albero, se non una coltura intera.

Quella parte di mondo che non ti piace e il Sistema Orwelliano a cui tutti si dovranno piegare e come la prenderanno in culo, sarà dovuto alla democrazia e alla sua "neutralità", al progresso e alla sa "neutralità", alla modernità e alla sua "neutralità" .. a quel piccolo TRENO che ... che cosa faceva di male ai giapponesi?

... i tuoi figli e ancor di più i tuoi nipoti, saranno i disgraziati ed è grazie all'inganno che Te stesso stai nascondendo dietro un dito, che si farà sì che la prendereanno in culo. Grazie a "te". L'hai sotto il naso questa "civiltà" di merda, è un fatto. Ma non la vedi. Il Potere la vede e la nasconde. Te te la bevi. Prova ad andare più piano, magari te ne accorgi pure tu

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
vuotorosso
Inviato: 20/8/2013 13:44  Aggiornato: 20/8/2013 13:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Citazione:
Che fai, parcellizzi? .. ripeto che non essere d'accordo è costruttivo, perché magari si capisce cosa smussare ognuno delle proprie posizioni, ma sostenere altro degli altrui concetti non ci sta.


stai scherzando spero, vero?

ho detto:
Per me questi sono aspetti assolutamente differenti, se per voi sono strettamente correlati, sempre, allora direi che questo confronto non ci porterá da nessuna parte a causa delle premesse non condivise.

E invisbile ha risposto così:
Si, per me sono correlati.

dici che parcellizzo? Non mi pare proprio.
Non metto tutta la risposta di Invisibile perchè è la psiegazione del suo essere d'accordo, prima che mi accusi anche di fare taglia e cuci.


Citazione:
Ok, proviamo così, sì, è colpa anche dei treni. Poiché sono processi che sublimano la natura umana in processi contro-natura. Infatti ho parlato di processi. Cos'è un processo, vuotorosso?


E io sto parlando di velocità, della loro relatività al contesto:
una automobile come quelle che consociamo sulle strade che conosciamo a 1000 km/h è FOLLIA ALLO STATO PURO.
Una posta pneumatica gigante, no. Non sotto il profilo della velocità di sicuro.

Io non vedrò quelle cose che dici tu, ma voi con i vostri esempi non fate altro che dimostrare che la velocità massima non è un obbligo, come invece vorreste dimostrare. E insisti con il dire che è una cosa peggiorativa a prescindere, io invece sostengo che le cose sono sbagliate nell'uso che se ne fa, non intrinsecamente.

Sono contrario alla TAV in val di susa, in quanto LESIVA ed inutile, ma non sono contrario al concetto di TAV: uff, vediamo se così si capisce.

Pyter
Inviato: 20/8/2013 14:26  Aggiornato: 20/8/2013 14:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Io per questa volta mi schiero dalla parte del governo.
Non è importante essere veloci o lenti: l'importante è fare.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
invisibile
Inviato: 20/8/2013 14:36  Aggiornato: 20/8/2013 14:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
vuotorosso

Citazione:
Ma Invisibile, perchè scambi velocità e ritmo sociale di proposito?

Non lo faccio e che tu non capisci una cosa che é al centro di quello che dico: per chi?
Se tu sei in grado di correre per millemilamiglia senza fermarti e non farti del male, per me non c'è nessun problema.
Perché non é la velocità in sé, é per chi.
Se il tubo mi porta senza danneggiarmi non c'è problema. Ma io ci credo poco visto che finora tutti i mezzi velocizzanti arrecano danno in un modo o in un altro.

Citazione:
Guarda, ancora mischi ritmo e velocità, si vede che non te ne accorgi.

Quando parli di rischi consideri solo quelli della velocità.
E quando parli di qualcuno che va più veloce degli altri dici che è un arte, perchè fanno quello che fanno tutti gli altri ma lo fanno bene, meglio e IN MODO PIU' VELOCE degli altri.

None. Più lento degli altri ma il risultato é più veloce. Strano eh?
Perché fare le cose veloci é una illusione.
Si possono fare le cose veloci e bene ma per un tempo molto limitato, siamo fatti così.
Io sono un professionista e lo sono diventato anche grazie al fatto che un bel giorno ho capito che dovevo rallentare, avere cura seriamente di tutto quello che facevo e che oltre una certa velocità non potevo farlo. I risultati erano peggiori. Ci sono aspetti o fasi del lavoro che posso fare velocissimo, infatti le faccio così. Se devo scrivere una mail mica che mi metto a fare la tartaruga "perché é bello", sto lavorando. Ma ci sono aspetti in cui DEVO fare la tartaruga.
Ho osservato altri professionisti, di qualsiasi campo, e ho visto che facevano lo stesso. Poi ho capito che é normale, é umano. Oltre una certa velocità, per una data cosa, funzioniamo male e per cui il risultato di quello che facciamo ne risente.
Anche troppo lento diventa dannoso (come vedi non é "lento é bello"), dipende. Per ogni cosa e per ognuno e per ogni tempo c'è il ritmo e la velocità ideale. Questa é arte, arte del fare e di vivere.
Ieri ho pulito i fornelli (infatti oggi piove). Lo devo fare assai veloce di solito. Mi viene meglio e mi rompo meno le palle. Io, ieri, di solito... La prossima volta (tra un anno o due ) chissà. Di solito e così.

Il problema, la follia collettiva, é che é diventato TUTTO VELOCE, troppo veloce per degli esseri umani, non per un essere ipotetico, per noi.


Magari gli abitanti del pianeta XVTS23,35 sono adatti a vivere velocissimi. Noi no.

Citazione:
vi contesto il fatto che non voelte che gli altri vadano più veloce, perchè più veloce per voi significa sempre, comunque, in goni caso fare male, se non il peggio in assoluto.

No. Te l'ho detto, se tu fai meglio gli spaghetti veloce allora falli veloce, specialmente se mi inviti a cena.
Fare meglio non vuol dire solo che vengono più buoni. Vuol dire che vengono più buoni, che tu sei contento di averli fatti e che non ti sei fatto del male, in nessun senso.
Gli sherpa vanno più lenti del famoso alpinista ma arrivano prima.
Vanno più lenti significa che camminano più lenti ma regolari, non sforzano, respirano nel modo giusto, rimangono calmi, non si distraggono, distribuiscono il peso in modo ideale e sempre, hanno sempre il baricentro a posto , l'asse verticale perfetta, e così facendo arrivano prima. Perché ad un certo punto trovano il famoso alpinista seduto su una roccia obbligato a recuperare. L'alpinista famoso si illude di andare più veloce, invece va più lento perché andando veloce si danneggia ed é obbligato ad un certo punto a fermarsi. Aggiungendo il tempo di recupero il totale supera il tempo che serve alla sherpa per fare il tragitto.
Gli alpinisti veramente bravi sai come fanno? Come gli sherpa.
Perché abbiamo dei limiti naturali e se li superi ne paghi il prezzo.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
incredulo
Inviato: 20/8/2013 15:13  Aggiornato: 20/8/2013 15:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
@invisibile

Citazione:
Si possono fare le cose veloci e bene ma per un tempo molto limitato, siamo fatti così.


Non c'è problema, abbiamo la soluzione per questa sciocchezzuola, caro invisibile...sei rimasto indietro.










Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
vuotorosso
Inviato: 20/8/2013 15:23  Aggiornato: 20/8/2013 15:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
No guarda Invisibile, non ti capisco.

Se tu mi fai ancora l'esempio degli sherpa dicendomi che arrivano prima, cioè impiegano meno tempo nel percorrere lo stesso tragitto degli altri ma lo fanno con costanza, metodo, sapienza, ovvero usano il ritmo corretto mentre gli altri affannano, accelerano TROPPO per poi pagarne lo scotto, hanno ritmo irregolare etc, allora stai ancora parlando di ritmo.

Certo la loro velocità appare inferiore eppure IN QUEL CONTESTO alla fine è mediamente maggiore o arriverebbero dopo, non è che ci siano tante altre soluzioni. Senz'altro viaggiano meglio perchè il contesto gli rende favore, ma stiamo parlando di un contesto e di una identità.

A me l'aereo, ad esempio, non da nessun fastidio mentre per altre persone è un incubo: vogliamo metterla così? Ok, allora chi ne soffre viaggerà si malissimo, ma ne deve soffrire. Io non ne soffro anzi, mi faccio pure dei bei pisolini a dirla tutta.

Sono i limiti naturali di cui parli tu alla fine e non ti dico che non siano corretti anzi, mi pare che alla fine anche tu riconosca la relatività della velocità quando dici :

Citazione:
Si possono fare le cose veloci e bene ma per un tempo molto limitato, siamo fatti così.

Citazione:
Anche troppo lento diventa dannoso (come vedi non é "lento é bello"), dipende. Per ogni cosa e per ognuno e per ogni tempo c'è il ritmo e la velocità ideale. Questa é arte, arte del fare e di vivere.


Qui il discorso è legato al percorrere grandi distanze, non al metodo di vita. Qui la questione non è che dico che a pranzo ci si deve ingozzare per avere 2 minuti in piu di penichella, magari devastata dal mal di pancia.
La faccenda è: se posso impiegare metà del tempo per andare da A a B, perchè non dovrei farlo visto che a me quel modo di viaggiare non fa stare male? magari ad altri sì, ma a me no.

I limiti di tempo per fare bene le cose anche se velocemente sono relativi a quello che si fa, bon. Non si può farlo valere sempre, e fino al tuo post precedente stavi facendo proprio questo. Solo ora hai avuto un'apertura in questo senso.

I miei limiti naturali, su un sistema di trasporto studiato per tutelarli (vedi pressurizzazione degli aerei), non sono messi in discussione proprio perchè vengono risolti dal trasporto stesso.

Diverso sarebbe se dovessi stare in apnea perchè il tubo finziona così, sai per resistere la resistenza dell'aria ti devi mettere un paio di bombole o trattenere il fiato; ecco allora quella velocità non mi interessa. Ma a condizioni diverse come quelle descritte alora sì, mi interessa.

Citazione:
Perché abbiamo dei limiti naturali e se li superi ne paghi il prezzo.

E sono d' accordo: infatti chi non regge l'auto cerca di evitarla e fa benissimo. Chi ha banalmente paura della moto non ci va. Chi teme il vuoto non sale in aereo. Ma a chi non da alcun effetto collaterale perchè dovrebbe evitarla pure lui?

vuotorosso
Inviato: 20/8/2013 15:27  Aggiornato: 20/8/2013 15:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Ecco, quella di incredulo è una forzatura.

Se uno non vuole andare in aereo,/auto/moto non ci va.

Se uno decide di andarci lo stesso nonostante i suoilimiti e per farlo assume pure farmaci, beota lui, e capirai, fosse il primo e l'unico.
Ma non venite a dirmi che gli aeroporti sono farmacie per favore, mi pare che sia un'esagerazione bella e buona. Anzi, una forzatura.

Pyter
Inviato: 20/8/2013 16:13  Aggiornato: 20/8/2013 16:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
invisibile
Perché fare le cose veloci é una illusione.

E' quello che io dico sempre alle donne... ma loro, che siano sempre sante e benedette, sembrano avere dei buoni motivi per odiare la velocità.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
incredulo
Inviato: 20/8/2013 16:23  Aggiornato: 20/8/2013 16:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
@vuotorosso

Citazione:
Ecco, quella di incredulo è una forzatura.

Se uno non vuole andare in aereo,/auto/moto non ci va.


Non è una forzatura.

Per potere superare i nostri limiti ci droghiamo.

Per andare in aereo c'è gente che si riempie di medicine, prima, durante e dopo, per eliminare i problemi da Jet-lag.

La velocità è un valore nel nostro mondo.

Più si va veloce, più si è fighi.

Record del mondo di velocità sono osannati dovunque, si parli di auto e moto oppure uomini.

Nel lavoro la velocità e l'efficienza caratterizzano il migliore.

Ogni mattino in Africa si sveglia un leone e sa che dovrà correre se vuole mangiare una gazzella, così come la gazzella dovrà correre se vuole salvarsi dal leone. L'importante non è che tu sia leone oppure gazzella l'importante è correre.

Questa storiella è un discorso motivazionale per fare correre i collaboratori.

Se non stai al passo sei out, perchè il mondo corre.

Fottilo, vai più lento, che tanto sempre lì dobbiamo andare, TUTTI...

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
vuotorosso
Inviato: 20/8/2013 16:47  Aggiornato: 20/8/2013 16:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Incredulo, tu parli di gente disposta a fare di tutto, io parlo della velocità di un mezzo, lo stesso mezzo dove alcuni arrivano al punto di drogarsi per prenderlo altri no.

Che chi si imbottisce di farmaci, avvelenandosi, per arrivare prima non sia granchè saggio non è nemmeno questione da dibattere: io non lo farei, mai.

Che chi invece regge senza problemi non lo possa fare sbagli lo stesso ... boh, mi sembra una forzatura.

Ognuno dovrebbe valutare se una cosa riesce a farla o meno, se lo fa star bene o male e decidere di conseguenza: se poi ci sono persone che preferiscono fare una cosa a tutti i costi ... beh non saranno certo loro a rendere peggiore la cosa stessa.

Che il meccanismo sociale sia perverso sono concorde.

Che sfrutti i ritmi forsennati sono d'accordo.

Che per questo andare più veloci in uno spostamento, con le sicurezze del caso, risparmiando tempo sia una cosa negativa no, non sono d' accordo.

Continuate a tirare in ballo implicazioni sociali di controllo delle masse in una questione che francamente è estranea.

Se mi spiegate quali differenze tra un aereo e hyperloop si dovrebbero venire a creare relativamente ad una maggior penetrazione del cetriolo mi fareste un favore.

Facciamo un'ipotesi: da domani tutti i voli di linea andranno 2 volte più veloci e costeranno 30 euro ogni 600 km: implicazioni cetriolesche?
Vi ascolto.

Sennò va bene lo stesso

mc
Inviato: 20/8/2013 17:14  Aggiornato: 20/8/2013 17:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
VR

Devi prendere in considerazione il fatto che stai parlando con individui che conoscono nel profondo la Natura Umana e ne comprendono e governano i limiti.


Io mi limito a parlare della mia percezione della notizia postata da MM e condivido il tuo interesse per la cosa, dal punto di vista scientifico e dei risultati. Ma il fatto e' che non sono troppo convinto del funzionamento pratico di questo prototipo, e sinceramente farmi sparare in un tubo sottovuoto come una pallozza di carta dentro l'astuccio della Bic a 1000km non e' tra le prime dieci cose a cui ambisco nel futuro prossimo.
Una cosa e' certa:
non c'e' nessuna perplessita' sociofilosofica dietro, pero', questo e' garantito.

Non c'e' bisogno di voli pindarici e salti tripli per dichiarare il proprio dissenso.

p.s.:
Lascio il blog che si millanta la conoscenza dell'universo, e lo ritrovo che si millanta la conoscenza della Natura Umana (che non prevederebbe evoluzioni, secondo alcuni, cioe' non prevederebbe una modulazione sulla propria crescita evolutiva). Si migliora... . (diciamo cosi'... )

mc

invisibile
Inviato: 20/8/2013 17:22  Aggiornato: 20/8/2013 17:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Citazione:
E' quello che io dico sempre alle donne... ma loro, che siano sempre sante e benedette, sembrano avere dei buoni motivi per odiare la velocità.


L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
invisibile
Inviato: 20/8/2013 18:07  Aggiornato: 20/8/2013 18:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
vuotorosso

Citazione:
No guarda Invisibile, non ti capisco.

Lo vedo. E' perché non metti nel'equazione una persona: te (noi).

Citazione:
Se tu mi fai ancora l'esempio degli sherpa dicendomi che arrivano prima, cioè impiegano meno tempo nel percorrere lo stesso tragitto degli altri ma lo fanno con costanza, metodo, sapienza, ovvero usano il ritmo corretto mentre gli altri affannano, accelerano TROPPO per poi pagarne lo scotto, hanno ritmo irregolare etc, allora stai ancora parlando di ritmo.

E anche di velocità.

Citazione:
Certo la loro velocità appare inferiore eppure IN QUEL CONTESTO alla fine è mediamente maggiore o arriverebbero dopo, non è che ci siano tante altre soluzioni. Senz'altro viaggiano meglio perchè il contesto gli rende favore, ma stiamo parlando di un contesto e di una identità.

Non appare, lo é. Loro camminano più lenti, la loro velocità di spostamento é più lenta ma diventa più veloce SOLO perché l'alpinista si deve fermare. E' l'alpinista che sbaglia, é lui che va più lento dello sherpa non lo sherpa che va più veloce, perché se gli chiedi di andare più veloce lui non lo fa. Mica é scemo. L'alpinista sbaglia perché sei TE e cioè un essere umano che non sta tenendo conto né del fatto che é un essere umano, né del contesto, contesto che esiste sempre e in tutte le situazioni.

Citazione:

A me l'aereo, ad esempio, non da nessun fastidio mentre per altre persone è un incubo: vogliamo metterla così?

No, non possiamo metterla così perché non é vero. Tu non ti accorgi del danno e per cui non percepisci fastidio, ma non é possibile per un essere umano non subire danno in un viaggio in aereo. Magari sei più resistente, fisicamente e/o psicologicamente, ma il tuo corpo il danno lo subisce per forza. Cambiare in pochi minuti pressione dal livello del mare a 2.000 metri danneggia il corpo, é inevitabile. Stessa cosa per i cambi repentini di l'umidità, composizione dell'aria... Non dico che muori, dico che il corpo é sotto stress, che subisce un danno. Il danno é piccolo ma il problema é che lo consideriamo normale. Questa é la follia. Non é normale per niente e considerarlo normale significa che "posso aggiungerne altri di "piccoli danni", tanto regge, che vuoi che sia...

Citazione:
La faccenda è: se posso impiegare metà del tempo per andare da A a B, perchè non dovrei farlo visto che a me quel modo di viaggiare non fa stare male? magari ad altri sì, ma a me no.

No, La faccenda é " se posso impiegare metà del tempo per andare da A a B senza che mi faccia del male, perchè non dovrei farlo visto che a me quel modo di viaggiare non mi danneggia?"
In questo caso la risposta é che hai ragione. Ma tu levi te stesso dalla questione, non puoi non considerare che sei un essere umano e non una pallottola e, ad oggi, non esiste un mezzo veloce che non crei un qualche tipo di danno PER TE.

Citazione:
I miei limiti naturali, su un sistema di trasporto studiato per tutelarli (vedi pressurizzazione degli aerei), non sono messi in discussione proprio perchè vengono risolti dal trasporto stesso.

Questa é la nostra discordanza. Per me non é vero. Non muori ma bene non ti fa.
Questa é la mia contestazione, piccoli danni, piccoli avvelenamenti, piccoli rimbambimenti si accumulano e diventano grandi danni.
Non é un caso che da quando esiste questo modo di vivere sono apparse molte nuove malattie. I danni, anche se piccoli, indeboliscono alla lunga.

Quello che voglio evidenziare é che respirare il veleno delle città é considerato normale. A scuola ai bambini non gli dicono che non lo é per niente, che é una follia collettiva.
Considerare normale dover respirare veleno per potersi muovere più velocemente (che poi a Roma é tutta da vedere...) e riscaldarsi in modo meno faticoso (o anche per arricchire i petrolieri...) é una follia collettiva. Non ti pare?

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
vuotorosso
Inviato: 20/8/2013 18:34  Aggiornato: 20/8/2013 18:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Invisibile guarda, mi spiace che ci ripetiamo le stese cose, mi sembra che stiamo a perdere tempo entrambi.

Dunque sarò sintetico:
1) quali sono i danni che una persona subisce da un volo tipo Roma Milano, e parlo dei danni al fisico che possono venirsi a creare tra il decollo e l'atterraggio; la tratta scelta è della durata di circa un'ora;

2) se gli aerei andassero 2 volte piu veloci, sempre tra decollo e atterraggio, e costassero un quarto dell'attuale, quali implicazioni cetrioliche avrebbero?

Vorrei sapere queste due cose qui.
Vorrei sapere relativamente alle persone "comuni", ossia che non hanno bisogno di sonniferi, ansiolitici o altro per fare il volo.


Ciao


EDIT
scusa avevo dimenticato questo:
Citazione:
Considerare normale dover respirare veleno per potersi muovere più velocemente (che poi a Roma é tutta da vedere...) e riscaldarsi in modo meno faticoso (o anche per arricchire i petrolieri...) é una follia collettiva. Non ti pare?

Sì, sono d'accordo.
Infatti mi piace il sistema solare per usare HL, e spero ovviamente nelle LENR ein nuove forme di produzione di energia miglioridelle attuali, pmigliori in termini d'inquinamento e di resa energetica.

Ma sono discorsi sull'energia generali, di nuovo fuori dal contesto della velocità.

Ri ciao

incredulo
Inviato: 20/8/2013 19:12  Aggiornato: 20/8/2013 19:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
@mc

Citazione:
Lascio il blog che si millanta la conoscenza dell'universo, e lo ritrovo che si millanta la conoscenza della Natura Umana (che non prevederebbe evoluzioni, secondo alcuni, cioe' non prevederebbe una modulazione sulla propria crescita evolutiva). Si migliora... . (diciamo cosi'... )


Un altro cetriolo, l'evoluzione.

Non ci rendiamo conto che stiamo vivendo un sogno, l'Essere umano è legato alla Terra, ha senso sulla Terra.

Stiamo facendo un volo di fantasia, con viaggi interstellari che non abbiamo mai fatto, con limiti che non possono essere superati perchè sarebbero contronatura.

Questo tubo non è altro che una estremizzazione di questo sogno fasullo.

Quella conclusione: "si migliora, diciamo così " ne è la dimostrazione più lampante.

Il sogno di una evoluzione sempre orientata verso il meglio, è uno dei dogmi scientifici moderni.

In realtà dobbiamo finire con quel:" diciamo così ", per convincerci.

Ciao

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
invisibile
Inviato: 20/8/2013 19:52  Aggiornato: 20/8/2013 19:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Citazione:
1) quali sono i danni che una persona subisce da un volo tipo Roma Milano, e parlo dei danni al fisico che possono venirsi a creare tra il decollo e l'atterraggio; la tratta scelta è della durata di circa un'ora;

Stress e per cui qualche tipo di danno é inevitabile. Non sono medico o biologo ma qualsiasi stress, al corpo o alla mente, fa male.
Qualsiasi organismo sottoposto a stress, e cioè che si trova in condizioni non adatte a lui, subisce un danno.
Salire da 0 a 2.000 e ridiscendere a 0 in un ora causa stress al corpo umano.
Non é fatto per quello. A un aquila gli fa un baffo (non so quanto sopporta, é l'idea), é fatta per quello, noi no.
Il punto é che non siamo fatti per andare veloce, ci fa male. COSI' VELOCE.

Citazione:
2) se gli aerei andassero 2 volte piu veloci, sempre tra decollo e atterraggio, e costassero un quarto dell'attuale, quali implicazioni cetrioliche avrebbero?

Che il danno sarebbe maggiore perché tra lo stress del decollo e quello dell'atterraggio il corpo avrebbe meno tempo per recuperare. Più stress in meno tempo. Se andassero molto più lenti sarebbe meno dannoso. E infatti lo sherpa...
Ma anche che il tuo capo avrebbe più tempo per sfruttarti. Non avresti nemmeno il tempo per il tuo pisolino in aereo...

Il cetriolo, o meglio parte di esso, consiste anche nella curiosa facoltà che le innovazioni hanno sempre: finiscono per avvantaggiare molto di più chi il cetriolo lo spinge piuttosto che chi lo riceve.

La meraviglia dell'automobile privata. Il 99% del tempo che passiamo in automobile é un incubo. In fila nel traffico, nervosi e incazzati a respirare veleno. E costa pure una cifra.
E i soliti noti si arricchiscono. Impossibile incontrarne uno in mezzo al traffico all'ora di punta...
Poi non nego che avere l'automobile per andare a fare una gita con gli amici e la mororsa non sia una bella cosa, ma di fatto l'auto é un cetriolo. Un cetriolo salato
Ciao.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
vuotorosso
Inviato: 20/8/2013 20:23  Aggiornato: 20/8/2013 20:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
vabbé dai, é chiaro che non ci capiamo:

paragoni un'ascesa in aereo a una situazione nature, senza il filtro della cabina pressurizzata;

paragoni l'automobile al traffico;

metti implicazioni fisse ed immutabili come la stella del Nord, salvo poi fare la gita con morosa e amici, guarda un po'perché ti permette grazie alla sua velocitá di raggiungere posti altrimenti, se non impossibili, almeno parecchio stressanti.

Ciao

ohmygod
Inviato: 20/8/2013 21:15  Aggiornato: 20/8/2013 21:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Discorsi del tubo a volte preferisco quelli del cazzo almeno si arriva.
Invece di 1 minuto di raccoglimento ce ne vorrebberro 666.
Dove cazzo sta andando questo mondo.
Invece di riunirsi e capire dove cazzo ci hanno condotto questi già pensano a dove cazzo ci condurranno.
Data la realtà, l'intrinseca realtà, questa non è evoluzione piuttosto è involuzione.
E io amo il futuro con i suoi marciapiedi roulants, con le sue ali ai piedi invece di questo insulso presente rovinato sui suoi stessi anni.

invisibile
Inviato: 21/8/2013 9:20  Aggiornato: 21/8/2013 9:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
vuotorosso

Citazione:
vabbé dai, é chiaro che non ci capiamo:

Pare proprio di no...

Ciao

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
mc
Inviato: 21/8/2013 10:23  Aggiornato: 21/8/2013 11:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
Hai frainteso Incre', (corretto)
"Si migliora" era indirizzato ai millantatori che avrebbero plausibilmente abbassato la mira illudendosi di potere definire - controllare - conoscere a fondo la Natura Umana, accantonando, almeno per questa volta, la ridicola pretesa di capire l'Universo.

Quella conclusione non era minimamente riferita al soggetto, ne' tanto meno all'Evoluzione che, nel mio ragionamento, peraltro, non e' da considerarsi scontatamente migliorativa. Potrebbe tranquillamente essere Involuzione, come accenna ohmygod (nell'unica parte che ho capito di cio' che scrive).
Usavo evoluzione per cercare di definire un "cambiamento", e per sottolineare come io intenda la Natura Umana : una esistenza in divenire, cioe' che si ri-modula sui suoi cambiamenti (migliorativi o peggiorativi che siano).


_______
Calvero:
Pardon
_______

mc

Calvero
Inviato: 21/8/2013 10:34  Aggiornato: 21/8/2013 10:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Hyperloop: proiettili umani a 1000 kmh
_____________________
__________________


Non ero io, MC ...

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA