Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Scienza e Tecnologia : Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Inviato da Redazione il 3/4/2014 22:17:36 (14094 letture)

Voto: 9.00 (4 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
crunch
Inviato: 3/4/2014 22:30  Aggiornato: 3/4/2014 22:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/5/2012
Da:
Inviati: 560
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
comunque nel filmato dei cinesi e' sfacciatamente palese che si tratti di bolle d'aria.... per quanto riguarda gli americani boh...tutto sembrano tranne bolle, effettivamente sarei curioso di sentire una qualche spiegazione per questi 'pezzetti'

DjGiostra
Inviato: 3/4/2014 22:51  Aggiornato: 3/4/2014 22:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
L'Apollo faceva le bolle di palle di pollo ??????

Scherzi a parte questo e' un bel macigno sul filmato ...

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
DaemonZC
Inviato: 3/4/2014 23:04  Aggiornato: 3/4/2014 23:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/5/2012
Da:
Inviati: 428
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Non riesco a capire il motivo per cui nello spazio degli oggetti possano comportarsi in questo modo. Gli oggetti nello spazio si muovono sotto una spinta, che sia dovuta a un campo gravitazionale, magnetico o una spinta propulsiva.
Escludiamo il campo gravitazionale terrestre, a quell'altezza non ha effetto visibile sui corpi, quindi ci rimangono gli altri 2.
Escluderei il campo magnetico perchè non mi viene in mente nulla che possa generarlo facendo stare anche tranquilli gli astronauti.
Quindi ci rimane la possibilità che gli oggettini fossero propulsi da qualcosa...piccoli razzi o telecinesi....

Al momento penso proprio che l'unica spiegazione plausibile sia la cara vecchia piscina...

Red_Knight
Inviato: 3/4/2014 23:06  Aggiornato: 3/4/2014 23:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Secondo me sono semplicemente goccioline di liquido espulse dal PLSS degli astronauti durante il normale funzionamento.
Controllo se sul sito NASA ci sono dati ufficiali interessanti sullo stato dei PLSS durante l'EVA cislunare.

lysmata
Inviato: 3/4/2014 23:52  Aggiornato: 3/4/2014 23:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/3/2011
Da:
Inviati: 286
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Qui il problema non risiede su cosa fossero, se frammenti o bolle. Redknight, che spiegazione dai al fatto che avessero sempre la stessa direzione? Poi discutiamo se fosse aria o che.

Lavorare deve essere veramente uno schifo, se per convincerti a farlo ti devono pagare.
HostFat
Inviato: 4/4/2014 0:48  Aggiornato: 4/4/2014 0:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/8/2007
Da:
Inviati: 139
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Magari, visto che solo con l'acqua l'astronauta tendenzialmente continuerebbe a cadere verso una certa direzione, per la forza gravitazionale, allora vengono messi degli emettitori d'acqua per facilitare e rendere più credibile la sua fluttuazione.
A causa di questo però, oggetti con una piccola massa vengono letteralmente sparati via.

Red_Knight
Inviato: 4/4/2014 0:55  Aggiornato: 4/4/2014 0:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Essendo l'inquadratura fissa non c'è modo di sapere se non ci sono altre particelle che vanno in altre direzioni, visto che non le vedremmo comunque. In ogni caso, non so perché vadano in quella direzione ma che sia sempre la stessa non è così strano: qualsiasi forza stia agendo in quella direzione, semplicemente continua a farlo.
Io credo che sia ghiaccio proveniente dal sistema di refrigerazione del PLSS (l'astronauta dal quale sembrano provenire "le bolle" sta sostanzialmente fermo), ma potrebbe essere qualsiasi altra cosa: pezzettini di vernice, piccole perdite di altri sottosistemi della navetta, sporcizia proveniente dall'interno della cabina, etc.
Invece non sembra proprio che possano essere bolle d'aria in ambiente acquatico: una bollicina tende a muoversi di moto browniano, non in linea retta. Anche i movimenti dei due astronauti non sono compatibili con l'ipotesi della piscina. Dovrebbero essere limitati dalla resistenza dell'acqua, invece presentano la classica "goffaggine" da galleggiamento nel vuoto di tutti i video spaziali.

m4x
Inviato: 4/4/2014 3:17  Aggiornato: 4/4/2014 3:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/6/2007
Da:
Inviati: 746
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Premetto che non sono un "nerd" dell'argomento e mi sono limitato a guardare un paio di documentari (uno di Minoli e un altro in inglese di cui non ricordo nemmeno il nome dove parlava in maniera piuttosto estesa il "solito" Bill Kaysing) e l'idea che mi sono fatto sulle missioni Apollo è che questi tizi siano effettivamente andati sulla Luna ma per motivi tecnici o meramente propagandistici alcune foto, riprese ecc. siano state fatte qui sulla Terra. Non è uno scenario più credibile rispetto alla tesi secondo cui Armstrong e soci non avrebbero mai messo piedi sul "nostro" satellite ?

Mr2up74
Inviato: 4/4/2014 8:31  Aggiornato: 4/4/2014 8:31
So tutto
Iscritto: 28/5/2013
Da:
Inviati: 30
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
A me è piaciuto molto anche questo video. ...non so se ne avete già discusso! http://m.youtube.com/watch?v=tuQWKi2Mgds

Redazione
Inviato: 4/4/2014 9:09  Aggiornato: 4/4/2014 9:09
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Red_Knight: Non c'è nessun PLSS in funzione durante l'EVA di queste riprese. Gli astronauti hanno il cordone ombelicale, per ricevere l'ossigeno.

giusavvo
Inviato: 4/4/2014 9:13  Aggiornato: 4/4/2014 9:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/2/2011
Da:
Inviati: 449
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Non so se gli americani siano o no andati sul satellite, ma qualche dubbio ce l'ho.
Due sono le domande che mi pongo:
1) Se sono andati sulla Luna, come hanno fatto a passare la fascia di Van Allen?
2) Se sono andati, perché mai del satellite non hanno più parlato, non ci sono immagini del suo lato oscuro e non hanno pensato di fare altre missioni?
A tale ultimo proposito, se si tratta solo di arida e desolata roccia, non credo che non vi siano altri modi di sfruttare il satellite.
A me pare di percepire un disinteresse verso il satellite, del tutto ingiustificato.

"L'uomo è misura di tutte le cose"
(Protagora)
leostone2
Inviato: 4/4/2014 9:37  Aggiornato: 4/4/2014 9:37
So tutto
Iscritto: 1/4/2014
Da:
Inviati: 3
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Ma nell'acqua l'illuminazione artificiale non dovrebbe subire qualche fenomeno di rifrazione e comunque l'acqua dovrebbe essere libera da qualsiasi impurità che alla luce si evidenzierebbe (pulviscolo)?
Anche i movimenti degli astronauti non mi sembrano compatibili con il mezzo acquatico.
Resto anch'io comunque convinto che in alcuni filmati ci siano palesi incongruenze.

Redazione
Inviato: 4/4/2014 9:52  Aggiornato: 4/4/2014 9:52
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
LEOSTONE2: Citazione:
Ma nell'acqua l'illuminazione artificiale non dovrebbe subire qualche fenomeno di rifrazione
Solo se la sorgente luminosa sta fuori dall'acqua. Se la fonte luminosa è sott'acqua, non si vede nessun fenomeno.

Citazione:
e comunque l'acqua dovrebbe essere libera da qualsiasi impurità che alla luce si evidenzierebbe (pulviscolo)?
Si evidenzierebbe solo in controluce. Ma non è il caso delle riprese che abbiamo visto.

Citazione:
Anche i movimenti degli astronauti non mi sembrano compatibili con il mezzo acquatico.
E' anzi il contrario. Se guardi i movimenti degli astronauti durante gli addestramenti in piscina sono identici a quelli del filmato che ho postato.

Sguerguenz
Inviato: 4/4/2014 11:30  Aggiornato: 4/4/2014 11:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/7/2011
Da:
Inviati: 129
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Il filmato é sorprendentemente eloquente, gli scettici sono pregati di attendere l'imminente passaggio in acqua di una trota salmonata.

Chi non conosce la verità è uno stolto, ma chi, conoscendola, la chiama menzogna è un delinquente. Bertolt Brecht
udire
Inviato: 4/4/2014 11:31  Aggiornato: 4/4/2014 11:31
So tutto
Iscritto: 6/10/2012
Da:
Inviati: 23
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Ciao Massimo e grazie!

Avrei notato altre quattro bolle (?) sospette ai minuti:

1:57 in basso a destra
2:02 in basso a destra
2:06 il primo davanti al casco di Duke; il secondo sotto il numero 12

probabilmente ne hai già' vagliato l'aspetto...

Attendo con ansia il tuo lavoro sulle missioni lunari specialmente per vedere come affronterai alcune questioni complesse come la quantità' delle rocce riportate sulla Terra o il posizionamento di vari strumenti sul suolo lunare.

Per il resto che il tutto sia una montatura non fa una piega, basti solo pensare che tutte le missioni Apollo sono avvenute sotto l'amministrazione Nixon con tanto di Rumsfeld al governo, un nome una garanzia...

Buon lavoro

BaBaJaN
Inviato: 4/4/2014 11:53  Aggiornato: 4/4/2014 11:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/8/2008
Da: Terra?
Inviati: 179
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
scusate l'ignoranza, ma possibile che nessun astronauta venga fuori dicendo che è tutta una bufala questa storia delle missioni?

matrizoo
Inviato: 4/4/2014 11:57  Aggiornato: 4/4/2014 11:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/7/2005
Da:
Inviati: 94
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
e il senso di fare queste riprese quale sarebbe?
avanzavano degli spiccioli da investire?
che senso avrebbe avuto produrre più materiale del necessario?
immagino poi la comodità e semplicità nel realizzare un filmatino di una passeggiata nello spazio in una piscina.

onemanband
Inviato: 4/4/2014 12:16  Aggiornato: 4/4/2014 12:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/10/2013
Da: Praga
Inviati: 89
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Beh se metti in piedi la storia che sei capace di arrivare sulla luna quando vuoi, poi evidentemente la devi supportare con delle prove, altrimenti poi tutti si sarebbero cominciati a chiedere: "come mai non fanno vedere cosa fanno quando sono nelle missioni?"

Redazione
Inviato: 4/4/2014 13:00  Aggiornato: 4/4/2014 13:04
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
UDIRECitazione:
Avrei notato altre quattro bolle (?) sospette ai minuti...
Sì le ho viste, ma ho scelto di sottolineare solo le più evidenti. Direi che 14 nell'arco di pochi minuti sono più che sufficienti a presentare il problema.

Citazione:
Attendo con ansia il tuo lavoro sulle missioni lunari specialmente per vedere come affronterai alcune questioni complesse come la quantità' delle rocce riportate sulla Terra o il posizionamento di vari strumenti sul suolo lunare.
In realtà non sono quelle le questioni più difficili. Preferisco però non "svelare" in anticipo certe mie argomentazioni.

***

BABAJAN: Citazione:
scusate l'ignoranza, ma possibile che nessun astronauta venga fuori dicendo che è tutta una bufala questa storia delle missioni?
Hai mai visto "Capricorn One"? Guarda la scena in cui il direttore della NASA "convince" gli astronauti a stare zitti e a partecipare alla messinscena ("non vorrei che succedesse qualcosa a voi, o alle vostre famiglie...".)

Dopo averne bruciati vivi tre, stai tranquillo che gli altri hanno scelto tutti di stare zitti. Con la CIA non si scherza.

***

MATRIZOO: Citazione:
e il senso di fare queste riprese quale sarebbe?
Fingere di essere stati sulla Luna, ad esempio...

DjGiostra
Inviato: 4/4/2014 13:37  Aggiornato: 4/4/2014 13:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Matrizoo:
Citazione:
e il senso di fare queste riprese quale sarebbe?

Chiedilo a quelli della NASA.. Resta il fatto che l'Apollo ha fatto le bolle..

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Fabrizio70
Inviato: 4/4/2014 14:07  Aggiornato: 4/4/2014 14:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Non c'è nessun PLSS in funzione durante l'EVA di queste riprese. Gli astronauti hanno il cordone ombelicale, per ricevere l'ossigeno.


In realtà hanno la parte superiore del plss , che contiene i tank dell'ossigeno , per sicurezza.



In questo modo però devono scaricare l'eccesso di ossigeno tramite la purge valve in basso a destra altrimenti si gonfierebbero come palloncini.

Comunque già nel viaggio di andata avevano fatto cenno della cosa :

https://history.nasa.gov/ap16fj/04_Day1_Pt4.htm#003_49_12

Citazione:
003 49 12 Duke: Okay, Gordy. So when we pitched around, I'd like to tell you a little bit about something we saw on the LM. When we were coming around out about 30 or 40 feet [9 to 12 metres] out, we had a lot of white particles. Looked like it was coming out from around the Lunar Module. Quite a number of them. And, as we got closer, it looked like to me that the primary - most of the particles were coming bet - from between the ascent propellant tank over quad one and this omni antenna. And it looks like they was being jetted out from either some outgassing or something, and we assumed it's Mylar but are not convinced of that.

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Slobbysta
Inviato: 4/4/2014 14:20  Aggiornato: 4/4/2014 14:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
...Fingere di essere stati sulla Luna, ad esempio...

Nel bel documentario I PADRONI DEL MONDO si intuiscono molte cose che paradossalmente scavalcano questo specifico bisogno di "Fingere"...addirittura si potrebbe fare queste schifezze di filmati APPOSTA...per ELUDERE che sulla luna ci vanno "magari" con gli UFO! il famoso Bluff del Bluff del Bluff!

earlturner
Inviato: 4/4/2014 15:07  Aggiornato: 4/4/2014 15:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@Giusavvo

cit - Se sono andati sulla Luna, come hanno fatto a passare la fascia di Van Allen?


Ancora le terribbbili fasce di Van Allen? Peggio di Scilla e Cariddi...
Le fasce di Van Allen erano già state misurate in precedenza dall'Apollo 6 ("Determine and display, in real time, Van Allen Belt radiation dose rate and integrated dose date at MCC in Houston, Texas") e non erano state ritenute un problema.

Se fosse impossibile attraversare le fasce di Van Allen tutte le missioni Apollo con equipaggio a bordo che sono arrivate alla Luna (con o senza allunaggio) sarebbero false; quindi non solo l'Apollo 11 e le seguenti ma anche la 8 e la 10.

Ripeto: non è vero che sarebbe impossibile per un essere umano attraversare le Fasce di Van Allen. Oltretutto queste fascie non avvolgono uniformemente la Terra ma (come si vede nello stesso schemino pubblicato in Luogocomune)



Sono più dense e spesse all'equatore, più deboli sopra le zone temperate e quasi inesistenti ai poli. I lanci spaziali ovviamente tenevano conto di queste densità e pure di certi "buchi" in cui sono meno potenti.

Qui una trattazione tecnica con bibliografia scientifica in nota
http://www.madsci.org/posts/archives/may2000/959341359.As.r.html

Se vogliamo un articolo in italiano ecco l'opinione di Luca Boschini, ingegnere elettronico che lavora nel campo dei sistemi per satelliti e sonde spaziali:
http://www.vialattea.net/esperti/php/risposta.php?num=9242

Chiariamo, per quei lettori che non lo sapessero, che cosa sono le fasce di Van Allen : 
il campo magnetico della Terra, che si protende nello spazio per diverse decine di migliaia di Km, è in grado di deviare ogni particella carica che entra nel suo raggio d'influenza. La principale fonte di queste particelle è il cosiddetto "vento solare", formato per lo più da elettroni e protoni, ma anche i raggi cosmici rappresentano parte di questo flusso che "piove" di continuo sul nostro Pianeta. A causa della particolare configurazione del campo magnerico planetario, vi sono delle zone, sopra l'equatore, in cui le particelle cariche tendono a rimanere intrappolate, per cui al di sopra dell'equatore terrestre si trovano delle zone, vagamente toroidali, in cui la densità di particelle cariche è molto elevata. Esse sono denominate fasce di Van Allen.


La risposta alla domanda del lettore, in lingua inglese, si può trovare, a mio parere in maniera piuttosto completa e dettagliata, nel sito di divulgazione scientifica madsci.org.

Vediamo comunque di riassumere i punti principali della questione, rimandando il lettore al precedente link e alla bibliografia ad esso associata per una trattazione più completa.
La ragione per cui si può andare sulla Luna attarversando le fasce di Val Allen è che l'attraversamento dura poco tempo, e che comunque gran parte delle radiazioni sono schermate dalla navicella spaziale, per cui la dose totale che riceve un astronauta è relativamente bassa e pertanto il rischio accettabile, se paragonato con tutti gli altri rischi associati ad una missione così tecnologicamente complessa.


E' anche possibile fare due conti approssimati per dimostrare la precedente affermazione.
Le fasce di Van Allen sono in pratica due e distinte, una più larga, che sopra l'equatore si trova tra 6300 e 38000 Km e che intrappola elettroni e una più sottile, tra i 9500 e i 16000 Km, che intrappola protoni.
Gli elettroni, oltre a occupare un volume molto più esteso, hanno un flusso elevato (gli elettroni con energia maggiore di 1 MeV sono circa 106/cm2/s), ma è sufficiente uno spessore di un paio di cm di alluminio per schermarli completamente, dunque si può assumere che all'interno della capsula lunare non arrivasse praticamente alcun elettrone.
I protoni sono molto più penetranti e nelle fasce di Van Allen possiedono un'energia maggiore (superiore a 10 MeV), dunque sono potenzialmente pericolosi, ma d'altro canto nella fascia di protoni il flusso è più basso (circa 20000/cm2/s) ed inoltre essa è relativamente sottile, tanto che il modulo lunare impiegava solo pochi minuti per attraversarla.


Nel caso peggiore (e non reale) in cui la navicella non sia in grado di schermare alcun protone, mentre il corpo umano li assorba tutti, in 5 minuti di attraversamento della fascia di protoni il corpo dell'astronauta riceve dunque una dose di circa 50 mSv.
Questo valore va paragonato con i valori massimi di esposizione che le normative attuali reputano accettabili.

Per fare un'esempio, le normative attuali in vigore nella maggior parte dei paesi industrializzati fissano una soglia a qualche decina di mSv/anno per i lavoratori esposti a radiazioni, mentre si calcola che una dose acuta che provochi danni letali deve essere di qualche Sv.


Di conseguenza durante il viaggio verso la Luna gli astronauti hanno subito, al peggio, dosi paragonabili a quelle che riceve in qualche anno un lavoratore che ha a che fare con materiale radioattivo, per cui il rischio che hanno corso a causa di ciò si può ritenere, in base ai dati epidemiologici, trascurabile.
----------------------------------------

Boschini non è nessuno?

Ecco l'opinione di Mr. Van Allen in persona:

"- The radiation belts of the Earth do, indeed, pose important constraints on the safety of human space flight. - The very energetic (tens to hundreds of MeV) protons in the inner radiation belt are the most dangerous and most difficult to shield against.

Specifically, prolonged flights (i.e., ones of many months' duration) of humans or other animals in orbits about the Earth must be conducted at altitudes less than about 250 miles in order to avoid significant radiation exposure. - A person in the cabin of a space shuttle in a circular equatorial orbit in the most intense region of the inner radiation belt, at an altitude of about 1000 miles, would be subjected to a fatal dosage of radiation in about one week. - However, the outbound and inbound trajectories of the Apollo spacecraft cut through the outer portions of the inner belt and because of their high speed spent only about 15 minutes in traversing the region and less than 2 hours in traversing the much less penetrating radiation in the outer radiation belt.

The resulting radiation exposure for the round trip was less than 1% of a fatal dosage - a very minor risk among the far greater other risks of such flights. I made such estimates in the early 1960s and so informed NASA engineers who were planning the Apollo flights. These estimates are still reliable.

The recent Fox TV show, which I saw, is an ingenious and entertaining assemblage of nonsense. The claim that radiation exposure during the Apollo missions would have been fatal to the astronauts is only one example of such nonsense."


James A. Van Allen


Dunque Van Allen dice che per poter avere dei danni dall'esposizione a quelle radiazioni bisognerebbe passarci dentro una settimana. E aggiunge che già all'inizio degli anni '60 lui aveva stimato che il passaggio veloce di un veicolo spaziale (15 minuti per attraversare la zona più pericolosa, 2 ore per attraversare anche le zone più deboli) avrebbe provocato solo l'1% della dose fatale di radiazione sugli astronauti. Un rischio molto minore di qualunque altro legato a quel tipo di viaggio. Dice anche che quelle sue stime sono ancora attendibili.

Da qui

http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=5304&forum=13&post_id=147994#forumpost147994
==============================================

Un ringraziamento particolare a
Diego Cuoghi
del quale consiglio il sopra linkato blog sugli avvenuti sbarchi lunarti dal punto di vista di un professionista fotografo e grande appassionato dei viaggi lunari ; si tratta di un blog completo che sfata i miti ripetuti alla nausea come mantra dai sostenitori del moon hoax.
A questo punto aspetto il film documentario di Redazione, se mai lo vorra' fare, per fare il punto sulle teorie di cospirazione attorno alle missioni Apollo.
Questi video mozzati, come quello dei "cavi"a mio parere non e' che dimostrino o perlomeno non si capisce dove si voglia andare a parare. Pare al livello di 'il lem di scope e domopak' [ altro mito/mantra infondato ]

Buona Lettura

earlturner
Inviato: 4/4/2014 15:31  Aggiornato: 4/4/2014 15:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Siparietto comico - ma neanche tanto - dialogo - ma neanche tanto - tra "ufficialisti" [ sempre loro..quelli della "medicina ufficiale", locuzioni che fanno sanguinare il cervello*] e sostenitori del moon hoax

Dalla mitica collana, oramai roba per collezionisti incalliti, "Dialoghi con un lunacomplottista" - Edizioni Tuttle&Tuttle, seconda ristampa.

U - Ufficialista
L - Lunacomplottista

U- Nel 1969 siamo stati sulla luna!

L- Macché, non ci siamo mai stati. E' tutto finto!

U- Ma come! Ci sono un sacco di foto e video...insomma è evidente che ci siamo stati!

L- Macché, la Nasa ha falsificato tutto. E' tutto finto! E' come chiedere all'oste se il vino è buono!

U- Ma dai...come avrebbero fatto scusa?

L- Ci sono varie teorie da usare in base alla situazione. Non sappiamo ancora spiegare bene come...ma ne siamo sicuri! Nessuno può andare sulla luna! La Nasa ha falsificato tutto!

U - Ma la Nasa ha pubblicato un sacco di documenti, studi, report etc...

L - Certo! Ma è come chiedere all'oste se il vino è buono! Eh eh eh!

U- Ehm....ma se la missione l'han fatta loro...chi dovrebbe pubblicarli scusa.

L- Basterebbe un telescopio potente per vedere i resti di apollo. Nessuno li ha mai visti. Perché secondo te?

U- Ma no! Non esistono ottiche con un diametro tale da permettere una risoluzione talmente alta da poter vedere oggetti grandi qualche metro, sulla superficie lunare. E' una cosa patetica dai!

L- Non è vero, se riusciamo a vedere gli altri pianeti, distanti anni luce, non capisco come non sia possibile vedere una semplice bandiera...a soli 380.000 chilometri da noi.

U- Ma che dici!?? Comunque lasciamo perdere....Però hai visto che anche la sonda Kaguya ha ripreso alcuni siti di allunaggio? Si vedono proprio i resti e i segni del passaggio umano...esattamente come ci ha fatto vedere la Nasa..

L- Macché, è evidente che i giapponesi hanno parato il culo alla Nasa ed hanno falsificato tutto! E' come chiedere al pizzicagnolo se l'oste di fianco ha il vino buono!

U- Anche loro han falsificato? Oddio santo...e perché?

L- Perché non potevano mica sputtanare la più grande nazione del mondo! Si sa che il pizzicagnolo vende di più se l'oste fa il vino buono!

U- Bah...non capisco. Ma ora hai visto? Anche il LROC ha fotografato le zone di allunaggio! Con una risoluzione che non lascia dubbi...

L- Macché! Il LROC è della NASA. E' come chiedere all'oste se il vino è buono! Hanno falsificato tutto!

U- Ellamadonna! Pure il LROC? Ma tempo fa...pure Hubble ha mostrato i siti di allunaggio!

L- Si ma Hubble è della NASA! E' come chiedere all'oste se il vino è buono! Hanno falsificato tutto!

U- E Clement...

L- Falso! E' come chiedere all'oste se il vino è buono!

U- Mavaffanculo.

L- Ecco vedi? Voi ufficialisti quando avete finito gli argomenti insultate!

U- ...


Questo dialogo immaginario secondo me rappresenta bene una buona meta' del dibattito per come si e' svolto qui nel corso degli anni...

Da qui
http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=5150&forum=13&post_id=150625#forumpost150625

Quanta acqua e' passata sotto i ponti da allora? Eppure le domade sono sempre quelle ; scarsa attenzione o non si vogliono proprio accettare queste risposte?

edit
* ©Red_Knight

giusavvo
Inviato: 4/4/2014 15:45  Aggiornato: 4/4/2014 15:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/2/2011
Da:
Inviati: 449
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
earlturner

Prendo atto della sua dotta dissertazione sulle fasce di Val Allen, sulle quali non sono in grado di interloquire per carenza di strumenti idonei al riguardo.
Rimane la mia perplessità espressa al punto 2).
Se altri dubbi mi assaliranno, li esporrò per avere delucidazioni, ringraziando sin da adesso.

"L'uomo è misura di tutte le cose"
(Protagora)
Redazione
Inviato: 4/4/2014 16:10  Aggiornato: 4/4/2014 16:29
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
EARLTURNER: Citazione:
Ecco l'opinione di Mr. Van Allen in persona
Perchè non pubblichi anche la ritrattazione di Galileo sulla propria teoria? Così "dimostri" anche che la terra è piatta, già che ci sei.

Citazione:
Questo dialogo immaginario secondo me rappresenta bene una buona meta' del dibattito per come si e' svolto qui nel corso degli anni...
Bene, adesso prepariamoci per l'altra metà del dibattito. Quella seria. Di stupidaggini come quella che hai pubblicato tu ne abbiamo viste in abbondanza.

Citazione:
Questi video mozzati, come quello dei "cavi"a mio parere non e' che dimostrino o perlomeno non si capisce dove si voglia andare a parare.
Nel mio video di "mozzato" non c'è niente. Ho soltanto messo delle dissolvenze in nero fra un evento e l'altro, per abbreviare i tempi del montaggio, ma la sequenza è quella originale (i cut sono pure numerati). Se non ci credi comprati il video della NASA e verifica di persona.

Nel frattempo, CORREGGI IMMEDIATAMENTE LA TUA AFFERMAZIONE. Io di gente che insinua che "taglio" i video ne ho pieni i coglioni.

Redazione
Inviato: 4/4/2014 16:26  Aggiornato: 4/4/2014 16:27
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
FABRIZIO: Citazione:
Comunque già nel viaggio di andata avevano fatto cenno della cosa"
In realtà, si tratta di due cose diverse. Nel dialogo che tu hai riportato si parla del LEM, e di particelle che sembrano provenire dal suo ESTERNO. Qui invece stiamo parlando del modulo di comando, e di qualcosa che sembra uscire dal suo INTERNO.

Comunque grazie per il tuo post, molto interessante.

udire
Inviato: 4/4/2014 17:03  Aggiornato: 4/4/2014 17:03
So tutto
Iscritto: 6/10/2012
Da:
Inviati: 23
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Vorrei sapere se conoscete questo video e come lo giudicate, grazie

http://www.youtube.com/watch?v=GuwyY2DzO2I

Redazione
Inviato: 4/4/2014 17:43  Aggiornato: 4/4/2014 17:43
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
UDIRE: "Vorrei sapere se conoscete questo video e come lo giudicate, grazie"

Quello è il fake di un fake, ovvero un falso dichiarato.

Qualcuno si è divertito a fingere un incidente sul set, partendo dall'ipotesi del moonhoax.

udire
Inviato: 4/4/2014 17:51  Aggiornato: 4/4/2014 17:51
So tutto
Iscritto: 6/10/2012
Da:
Inviati: 23
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Ah bene! Mi sembrava troppo bello per essere vero...

grazie

Pyter
Inviato: 4/4/2014 20:38  Aggiornato: 4/4/2014 20:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Che le fasce di Van Allen possano rappresentare un problema risolvibile ci potrebbe stare. Dopotutto noi tutti sulla Terra, chi più chi meno, siamo protetti da un'atmosfera che è lì che arranca da milioni di anni e che ha permesso la vita, nonchè la protegge. Così deboluccia è l'atmosfera che qualche decennio fa alcuni buchi nell'ozono hanno rischiato di compromettere l'umana sana civiltà, ma fortunatamente si è riusciti a mettere alcune pezze, magari con colpi di fortuna visto che sono stati rattoppati dalle piastrelle termiche che perdevano ogni tanto gli shuttle. E se dopo vent'anni dal viaggio apollonide i rivestimenti termici già davano da pensare all'interno dell'atmosfera terrestre, qualche preoccupazione avrebbe dovuto darla in luoghi più lontani.
Ci si dimentica infatti che il problema non sono tanto le fasce quanto il tragitto terra-luna (che mi pare sia durato un bel pò di più che l'attraversamento di Allen), il pernottamento senza stelle su ristorante al termine dell'orbita satellitare, nonchè ripartenza e viaggio a ritroso, con biglietto pagato dai contribuenti, bersagliati da una radiazione solare (una bazzecola) che a questi prodi guerrieri ha fatto appena il solletico.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
leorubino
Inviato: 4/4/2014 23:24  Aggiornato: 4/4/2014 23:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/8/2013
Da: Torino
Inviati: 37
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"

leorubino
Inviato: 4/4/2014 23:29  Aggiornato: 4/4/2014 23:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/8/2013
Da: Torino
Inviati: 37
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"

leorubino
Inviato: 4/4/2014 23:35  Aggiornato: 4/4/2014 23:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/8/2013
Da: Torino
Inviati: 37
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Questo video non dimostra granchè, ma fatevi due risate:

http://www.youtube.com/watch?v=3VgljrAlxmU

(a Neil Armstrong viene semplicemente chiesto di giurare sulla Bibbia che ha realmente camminato sulla Luna, e 5.000 $ andranno immediatamente in beneficenza, ma lui non giura)

Ciao.

Leo.

leorubino
Inviato: 5/4/2014 0:37  Aggiornato: 5/4/2014 0:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/8/2013
Da: Torino
Inviati: 37
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Spero che i miei tre commenti qui sopra, sul gossip lunare, siano stati di gradimento.

In ogni caso, la scienza "ufficiale", oggi, va più proficuamente attaccata sugli scandali contemporanei, come lo scandalo dei neutrini più veloci della luce:

http://rinabrundu.com/2014/01/05/dal-cern-alla-fisica-consolidata-un-lungo-viaggio-una-lettera-aperta-e-provocatoria-di/

(che non è uno scandalo solo per chi non conosce l'elettromagnetismo, ossia per il 99,99% della gente, da cui la loro fortuna, in quanto il prendere in considerazione un oggetto più veloce della luce equivale a mettersi sotto i piedi tutto l'elettromagnetismo consolidato dell'ottocento, che è alla base del funzionamento del tuo PC !!! Se fosse vero che v>c, allora, per coerenza, il tuo PC dovrebbe spegnersi immediatamente ...e, infatti, sappiamo tutti come è poi finita.....ma alcuni sono stati prudenti e avevano detto: "Se la notizia verrà confermata"....E' come se mi dicessero che gli elefanti volano e io rispondessi: "OK, se la notizia verrà confermata.")


oppure la scienza ufficiale potrebbe spiegarci il perchè di questo:

http://vixra.org/pdf/1403.0824v1.pdf

invece di dare la caccia al 96% di Universo, a loro dire, invisibile, oppure a continuare ad ignorare le falle della legge dell'espansione di Hubble:

http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.7836

o di teorizzare particelle, poi crearle in laboratorio, e sostenere poi che le stesse siano alla base dell'Universo. Ma chi te l'ha detto a te? In linea col Rasoio di Occam, agli albori dell'Universo doveva esserci un principio unico, basilare, semplicie e fondamentale

http://rinabrundu.com/2012/05/26/fisica-universo-dal-nullama-ha-senso-parlare-di-nulla/

e non particelle che conferiscono massa ad altre particelle e su e giù e tric e trac, e accompagnate da lagrangiane di mezzo chilometro...Povero Occam...

CHIUDO CON UN PARERE PERSONALE, ISTINTIVO, SPASSIONATO E SLEGATO DA FORMULE MATEMATICHE OD ALTRO: "secondo me, andare sulla Luna, ossia un altro corpo celeste, distante ben 380.000 km, orbitarvi intorno, poi scenderci sopra, camminarci, ridecollare, riagganciarsi in orbita, ripartire e ritornare a casa (e il tutto nel 1969!!!) è una cosa molto molto molto molto molto molto molto molto molto.......difficile..."

Ciao.

Leo.

ProphetOne
Inviato: 5/4/2014 5:21  Aggiornato: 5/4/2014 5:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/6/2006
Da: Pianeta Nibiru
Inviati: 79
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Da fotografo subacqueo vi regalo alcune considerazioni.

1) I movimenti in acqua sono sicuramente diversi da quelli che si vedono nei video: troppo veloci. Ma per renderli plausibili potrebbero aver velocizzato il video.
Massimo, puoi provare a rallentarlo di una piccola percentuale per volta (tipo il 10%), per vedere se il movimento può diventare più simile a quello in acqua.

2) Anche il movimento delle particelle potrebbe risultare accelerato per lo stesso motivo. Ma probabilmente la bassa frequenza dei fotogrammi non permette di vedere se rallentando il filmato le particelle riprendono il normale comportamento delle bollicine.

3) E' vero che in acqua le particelle in sospensione si vedono bene solo in controluce, ma per vederne anche solo qualcuna sullo sfondo scuro basterebbe qualche riflesso sulla superficie bianca della navetta spaziale o delle tute. Escluderei che possano aver usato un'acqua talmente pura da non avere neanche una particellina piccina picciò.

4) Per rendere invisibile l'acqua bisogna fare in modo che non ci sia alcun calo di nitidezza con l'aumentare della distanza dell'oggetto inquadrato. Questo non è facile perché l'acqua, per quanto limpida, filtra sempre un po' di luce.
In realtà bisogna dire che ho visto foto scattate in acqua dolce particolarmente pura dove l'acqua sembrava non esistere. La vicinanza dei soggetti sicuramente aiuta a nascondere l'acqua.

Non mi sento di sbilanciarmi nel giudizio su questi filmati: qualcosa sembra confermare la teoria della piscina, qualcos'altro la esclude.
Sulle presunte foto lunari, invece, ho molti dubbi.

robcoppola
Inviato: 5/4/2014 10:19  Aggiornato: 5/4/2014 10:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/6/2011
Da:
Inviati: 198
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@leorubino
Molto interessante il materiale che stai postando.

L'ottimista proclama che viviamo nel migliore dei mondi possibili; il pessimista teme che possa essere vero.
(James Branch Cabell)
robcoppola
Inviato: 5/4/2014 10:40  Aggiornato: 5/4/2014 10:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/6/2011
Da:
Inviati: 198
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@leorubino
Sto leggendo la tua pubblicazione in pdf
http://bit.ly/PvdbYZ
e non posso che notare subito grande competenza in materia e capacità divulgative non comuni.
Questo lavoro dovrebbe essere divulgato il più possibile in rete.

L'ottimista proclama che viviamo nel migliore dei mondi possibili; il pessimista teme che possa essere vero.
(James Branch Cabell)
Redazione
Inviato: 5/4/2014 11:41  Aggiornato: 5/4/2014 11:41
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
LEORUBINO: Ottimo lavoro, fa piacere vedere i fotogrammi del mio film riportati altrove.

(Nella sezione delle foto lunari ho notato alcuni errori, se hai voglia di correggerli ti dico quali sono).

Redazione
Inviato: 5/4/2014 11:43  Aggiornato: 5/4/2014 11:43
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
PROPHET ONE: A parte la velocità, io ho notato che i movimenti degli astronauti in piscina (durante gli addestramenti) sono molto simili a quelli di Apollo 16.

In ogni caso il problema non è necessariamente "smentitre" la piscina, ma dare una risposta valida a quei pezzetti di materiali sparati tutti nella stessa direzione.

funky1
Inviato: 5/4/2014 12:30  Aggiornato: 5/4/2014 12:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2008
Da:
Inviati: 708
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Il fatto è che se fossero bolle d'aria nell'acqua non andrebbero più o meno nella stessa direzione come in questo filmato, ma andrebbero esattamente nella stessa identica direzione, vale a dire verso la superficie.

A prima vista sembrerebbero bolle di condensa, come in questo video.

It's better to regret something you did than something you didn't do.
peonia
Inviato: 5/4/2014 13:25  Aggiornato: 5/4/2014 13:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Scusate l'OT ma vorrei portare la vostra attenzione sull'articolo da me postato in commenti liberi, perchè è molto, molto importante...grazie

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
DjGiostra
Inviato: 5/4/2014 14:19  Aggiornato: 5/4/2014 14:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@Funky1:

Citazione:
Il fatto è che se fossero bolle d'aria nell'acqua non andrebbero più o meno nella stessa direzione come in questo filmato, ma andrebbero esattamente nella stessa identica direzione, vale a dire verso la superficie.


Inclini la telecamera e il gioco e' fatto.

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
funky1
Inviato: 5/4/2014 14:35  Aggiornato: 5/4/2014 14:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2008
Da:
Inviati: 708
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@DJ:
Citazione:
Inclini la telecamera e il gioco e' fatto.


Giusto... inclini la telecamera... ma è legata alla struttura. Che ci vuole? Inclini tutta la struttura... così a caso... perché? Semplice, per complicare un po' le cose, se no che gusto c'è?
Makes sense.

It's better to regret something you did than something you didn't do.
earlturner
Inviato: 5/4/2014 14:50  Aggiornato: 5/4/2014 14:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Redazione te ne avrai i coglioni pieni ma il video nel quale si insinua la presenza di cavi E' mozzato della testa e della coda, c'e' poco da imbruttirsi.
Non ho scritto che questo video sia stato mozzato, ma, nella casistica dei video/foto pubblicati, e' possibile notare come non si usino quasi mai le immagini originali della nasa ; se come leggo spesso la gente non si fida della nasa perche' gli "avrebbe gia' fregati in precedenza" [ anche se, ovviamente non si elabora mai, e poi si passa a scope e bastoni ed osterie del vino buono ] anche io ho i miei dubbi quando vedo "prove" in video da tre minuti.

Il dialogo a seguire e' secondo me una buona rappresentazione - per meta', come gia' scritto - di migliaia di pagine di tread lunari.

Il punto e' che le prove la nasa le ha fornite; quella che chiamo "altra meta'" dei dibattiti sono le pazienti spiegazioni ad infinitum che alcuni utenti preparati hanno portato, argomentando sempre anche di fronte all'ignoranza a tenuta stagna.
Spero tu abbia di meglio nella manica che 3:36 di speculazioni e bolle d'aria e rallentamenti e piscine cinesi ; per questo motivo aspetto, se mai lo farai, il documentario, perche' seriamente non abbiamo ancora capito su cosa si basa e come si sarebbe svolto l'hoax.

Per cui, possiamo iniziare col dire che quella delle fasce di Van Allen e' un falso dilemma? Passiamo oltre?

DjGiostra
Inviato: 5/4/2014 16:46  Aggiornato: 5/4/2014 16:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Funky1:
Sense or not la mia e' una spiegazione che regge..

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Fabrizio70
Inviato: 5/4/2014 19:16  Aggiornato: 5/4/2014 19:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Per cui, possiamo iniziare col dire che quella delle fasce di Van Allen e' un falso dilemma? Passiamo oltre?


Se passi oltre la situazione peggiora , le fascie di Van Allen ci fanno da scudo , oltre le fascie hai la minima idea di com'è la situazione ?

Evidentemente no.....

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
niky6900
Inviato: 5/4/2014 19:35  Aggiornato: 5/4/2014 20:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/9/2012
Da: Torino
Inviati: 45
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Questo fenomeno è oggetto di studio solo per l'astrofisica, ovvero tutti questi fenomeni secondo me c'entrano poco con lo spazio cosmico, quindi replicabile solo sulla terra.

Posto il problema mi sono informato e studiato il diagramma del modulo di comando e quello lunare, per verificare se ci fossero degli indizi come un gas di scarico dalle navicelle. Resta il fatto che potrebbe essere la pellicola stessa o la telecamera.

In alcuni casi spuntano compiti fuori dalle procedure:

Durante la missione EVA "Deep-Space": l'equipaggio a svolto vari compiti di pulizia e di manutenzione a bordo della navicella.

http://en.wikipedia.org/wiki/Apollo_16#cite_note-d10-69 (vedi paragrafo Return to Earth)

In una fase della missione Mattingly dice: "Ho questa visiera bloccata verso il basso e non può vedere di cosa si tratta . Ho un sacco di sporcizia su di esso".

http://history.nasa.gov/ap16fj/27_Day10_Pt2.htm#219_21_10 (vedi 219 22 08)

E' comunque difficile da provare, per il semplice fatto che il materiale piccolo o grande che sia deve comunque avere una spinta. Oltre a questo fatto c'è anche il problema che questo materiale segue una traiettoria quasi parallela: tutti in alto e a destra.

niky6900
Inviato: 5/4/2014 19:41  Aggiornato: 5/4/2014 19:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/9/2012
Da: Torino
Inviati: 45
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:

Non ho scritto che questo video sia stato mozzato, ma, nella casistica dei video/foto pubblicati, e' possibile notare come non si usino quasi mai le immagini originali della nasa

Per farti contento, questo è il video integrale ed originale alla massima risoluzione:

http://www.sciencephoto.com/media/239599/view

Redazione
Inviato: 5/4/2014 19:49  Aggiornato: 5/4/2014 19:49
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
EARLTURNER: "Non ho scritto che questo video sia stato mozzato"

Non lo hai scritto ma lo hai insinuato.

O rettifichi, e chiarisci che il mio non lo è, oppure sarai espulso.

Redazione
Inviato: 5/4/2014 19:53  Aggiornato: 5/4/2014 19:53
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
FUNKY: Citazione:
Il fatto è che se fossero bolle d'aria nell'acqua non andrebbero più o meno nella stessa direzione come in questo filmato, ma andrebbero esattamente nella stessa identica direzione, vale a dire verso la superficie.
Dipende. Bisogna vedere se nell'acqua ci sono correnti artificiali oppure no.

Citazione:
A prima vista sembrerebbero bolle di condensa, come in questo video.
La spiegazione sembra interessante. Restano però da chiarire sia l'accelerazione di certe particelle (che nel vuoto non dovrebbe avvenire), sia l'angolarità costante delle espulsioni.

AlexPayne
Inviato: 6/4/2014 11:56  Aggiornato: 6/4/2014 11:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/8/2012
Da:
Inviati: 88
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Grazie Massimo per il video, direi che è molto chiaro ed esplicativo, riflettevo su come i media riportano spesso le notizie, come per l'11 settembre per esempio, ci mostrano gli aerei migliaia di volte schiantarsi contro le torri, mostrano il dolore, fanno una cronaca esclusivamente emotiva, perché parlare dei possibili beneficiari di questi eventi manipolati potrebbe urtare la sensibilità delle vittime, ci spiegano, usando questa tecnica i media riescono a venderci qualsiasi cosa, poi passa del tempo e guardando a sangue freddo, in prospettiva gli eventi senza alcuna emotovità, si notano mille e mille incongruenze, usando la semplice logica e il buon senso, i tuoi contributi sono sempre scevri di emotività e ricchi di logica, grazie ciao.

earlturner
Inviato: 6/4/2014 13:23  Aggiornato: 6/4/2014 13:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Ma certamente Redazione quel video non e' mozzato, chi lo ha mai detto?

Quindi, la troiata delle fasce do van allen - che ne dica fabrizio70, senza entrare nel merito, sia mai - e' superata definitivamente. Perfetto.
Aspettiamo il docu con ansia e trepidazione

Decalagon
Inviato: 6/4/2014 13:24  Aggiornato: 6/4/2014 13:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Qual'è la troiata delle fasce di van allen? Mi son perso qualcosa?

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
earlturner
Inviato: 6/4/2014 13:39  Aggiornato: 6/4/2014 13:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
cit - mi sono perso qualcosa?

Forse, non lo so. E' dal 2009 che leggo sempre le stesse argomentazioni da parte di chi non crede alle missioni lunari.

Questa e' una di quelle : le teribbili - ao' -fasce de van allen ; terribili non sono, scorri la pagina e poco piu' sopra scoprirai il perche'.

E' tuttavia particolare il fatto che questa questione - come altre - sia stata spiegata per bene una infinita' di volte e ancora piu' strano e' che anche te eri presente a queste duscussioni.

Non piacciono proprio eh le risposte ?

Decalagon
Inviato: 6/4/2014 14:17  Aggiornato: 6/4/2014 14:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
le teribbili - ao' -fasce de van allen ; terribili non sono


Uno può anche credere che con la tecnologia degli anni '60 avessero potuto attraversarle senza alcun danno, chi te lo impedisce :D Anche perché poi le radiazioni ci sono pure al di fuori delle fasce di van allen, e sono molto intense anche quelle.
Per questo mi riservo il beneficio del dubbio ^^

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
ahmbar
Inviato: 6/4/2014 14:44  Aggiornato: 6/4/2014 14:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2007
Da: Milano
Inviati: 1785
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Xearlturner

Se scrivi a commento di un video qui postato
Questi video mozzati come quello dei "cavi"a mio parere non e' che dimostrino o perlomeno non si capisce dove si voglia andare a parare., non e' che puoi stupirti se l'autore (redazione, in questo caso) si incazza, perche' dal tuo commento anche io capisco che per te anche questo e' "mozzato"






Questa e' una di quelle : le teribbili - ao' -fasce de van allen ; terribili non sono, scorri la pagina e poco piu' sopra scoprirai il perche

Credo che qui su LC sulle fasce ormai ne sappiamo molto piu' anche di chi le ha attraversate (Aldrin se non erro non sapeva nemmeno di averlo fatto ), ma non credo che sia l'attraversamento il problema, ma la mancanza di protezione che queste danno dalle radiazioni cosmiche, in particolare quelle generate dalle eruzioni solari

Ricordo uno studio dove avevano messo in evidenza che in una delle missioni Apollo se ne verificarono 2/3 fra le piu' grandi mai registrate, con una quantita' di radiazioni da mandare quasi in sovrascala gli strumenti di rilevazione, eppure non sono a conoscenza di alcun astronauta che abbia presentato problemi di nessun genere (almeno ufficialmente) per questa sovraesposizione massiccia, continuata e ripetuta per giorni e giorni di radiazioni letali

Ancora oggi stanno studiando il modo per ridurre al massimo questo vero problema della permanenza nello spazio, ed ancora non hanno trovato una soluzione
Sara' necessario avere una "corsa da vincere "per rendere immuni i corpi degli astronauti? ( )

Scherzi a parte, a me restano due possibili soluzioni a questo enigma:
1- hanno sopravvalutato le conseguenze di una esposizione alle radiazioni cosmiche che subiscono gli astronauti.

2- nel caso gli studi sulla pericolosita' fossero invece confermati (come sembra, a giudicare dalle preoccupazioni che hanno attualmente per trovarne uno schermo efficace) qualcosa davvero non torna, perche' e necessario scomodare un'altra volta la fortuna per spiegare il sempre felice esito delle missioni Apollo, come nel caso degli allunaggi senza collaudo positivo ed altre singolarita'


Piu' si approfondisce e piu' crescono i dubbi, mentre dovrebbe essere il contrario in caso di "tutto vero"

Per chi desidera informarsi sulla piu' grande menzogna dell'era moderna
FAQ 11 settembre 2001
Fabrizio70
Inviato: 6/4/2014 16:58  Aggiornato: 6/4/2014 16:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
2- nel caso gli studi sulla pericolosita' fossero invece confermati (come sembra, a giudicare dalle preoccupazioni che hanno attualmente per trovarne uno schermo efficace) qualcosa davvero non torna, perche' e necessario scomodare un'altra volta la fortuna per spiegare il sempre felice esito delle missioni Apollo, come nel caso degli allunaggi senza collaudo positivo ed altre singolarita'


Gli studi sono confermati :

Post del 2008 :

Risposta alle pagine lunari

Citazione:
Qui non si perde tempo andando a leggere pareri di gente sconosciuta , si và direttamente alla fonte , in inglese , alla NASA :

http://msis.jsc.nasa.gov/default.htm

Citazione:


Man-Systems Integration Standards
Revision B, July 1995
Introduction

The NASA-STD-3000 was created to provide a single, comprehensive document defining all generic requirements for space facilities and related equipment which directly interface with crewmembers.



http://msis.jsc.nasa.gov/sections/section05.htm#5.7.2.2.4

Citazione:


5.7.2.2.4 Ionizing Radiation Personnel Protection Design Requirements

{A}

The following personnel protective equipment shall be provided, or be available, to assist and protect crewmembers during their mission:

a. EVA Radiation Protection - EVA shall not be scheduled during orbits passing through the South Atlantic Anomaly unless space suits and helmets incorporate radiation shielding.



Il passaggio nella SSA dura ancora meno del passaggio nelle FVA , eppure é vietato effettuare EVA con le tutte attuali , il pericolo radiazioni é molto insidioso , non esistono solo i danni deterministici , ma anche quelli stocastici , quindi serve comunque un buon schermo.

[omiss]

Inoltre ancora oggi vengono spacciati per "scientifici" studi basati sulla fortuna

http://www.madsci.org/posts/archives/may2000/959341359.As.r.html

Citazione:


Unfortunately I have not located quantitative information in the time available

Unfortunately calculating the average radiation dose received by an astronaut in the belts is quite intricate in practice, though not too hard in principle

The low-level exposure could possibly cause cancer in the long term. I do not know exactly what the odds on that would be, I believe on the order of 1 in 1000 per astronaut exposed, probably some years after the trip



Sfortuna , sfortuna , non sò , e questo sarebbe uno studio scientifico ?




Si lamentano che vengono riproposti sempre gli stessi argomenti , mica le leggono le risposte....

Ho trovato un ulteriore conferma , questo è uno studio di Cucinotta , un luminare nel campo delle radiazioni spaziali , potete trovare diverse pubblicazioni ma in questa

http://ntrs.nasa.gov/archive/nasa/casi.ntrs.nasa.gov/20070010704.pdf <------NASA

ho trovato questa simpatica tabella :



Questa è la dose media giornaliera assorbita dai vari equipaggi durante le varie missioni spaziali che si sono succedute negli anni , è facile individuare le missioni Apollo perchè sono i pallini verdi (deep space) , ebbene rientrano nella media delle missioni che non hanno abbandonato l'orbita terrestre , ergo...

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
niky6900
Inviato: 6/4/2014 17:15  Aggiornato: 6/4/2014 17:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/9/2012
Da: Torino
Inviati: 45
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Massimo, ho esposto il problema a Paolo Attivissimo.

Ecco la risposta:

"Grazie della segnalazione: ho colto l'occasione di parlare di questa straordinaria EVA e spiegare l'origine delle "bolle". Un'altra bella dimostrazione dell'incompetenza di Mazzucco, fra l'altro."

L'articolo è qui:
http://complottilunari.blogspot.ch/2014/04/le-bolle-di-apollo-16-le-balle-dei.html

polaris
Inviato: 6/4/2014 17:18  Aggiornato: 6/4/2014 17:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@ earlturner e tutti gli interessati

Gustati questa playlist di Jarrah White sulle radiazioni cosmiche e relativa schermatura.

http://www.youtube.com/playlist?list=PLD65E8BD23BD1C87E

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
lucred
Inviato: 6/4/2014 20:18  Aggiornato: 6/4/2014 20:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/9/2010
Da: Milano
Inviati: 260
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
"Grazie della segnalazione: ho colto l'occasione di parlare di questa straordinaria EVA e spiegare l'origine delle "bolle". Un'altra bella dimostrazione dell'incompetenza di Mazzucco, fra l'altro."



Acta est fabula.

black
Inviato: 6/4/2014 20:37  Aggiornato: 6/4/2014 20:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2009
Da:
Inviati: 844
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
è uno scherzo?

Merio
Inviato: 6/4/2014 20:48  Aggiornato: 6/4/2014 20:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/4/2011
Da:
Inviati: 3677
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
No affatto... basta andare sul blog di attivissimo...

@ polaris

Interessante quel canale... penso lo terrò da conto...

La libertà di parola senza la libertà di diffusione è come un pesce rosso in una vasca sferica...
Ezra Pound
polaris
Inviato: 6/4/2014 20:54  Aggiornato: 6/4/2014 20:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Interessante quel canale... penso lo terrò da conto...
Sì, Jarrah ha molta esperienza sul moonhoax e le sue ricerche sono le più approfondite che sono riuscito a trovare sul web.

Comunque l'argomento radiazioni cosmiche/fasce di Van Allen è OT qui e non vedo cosa c'entri con Apollo 16 che fa le bolle.

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
Merio
Inviato: 6/4/2014 21:52  Aggiornato: 6/4/2014 21:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/4/2011
Da:
Inviati: 3677
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Hai ragione... Non sono certo io ad averlo iniziato...

La libertà di parola senza la libertà di diffusione è come un pesce rosso in una vasca sferica...
Ezra Pound
black
Inviato: 6/4/2014 22:52  Aggiornato: 6/4/2014 22:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2009
Da:
Inviati: 844
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
C'è poi il classico atteggiamento del pensiero cospirazionista: l'autore del video ignora tutte le conferme tecniche (anche russe, cinesi e indiane) della realtà delle missioni lunari Apollo, ignora tutta la loro immensa documentazione scientifica (non solo mai contestata dagli esperti, ma addirittura usata come base per le missioni europee, russe e cinesi), e si concentra su un minuscolo aspetto (che pare strano solo a lui, perché non è esperto della materia) per elevarlo a prova di complotto.


la immensa documentazione scientifica,usata come base dai russi

allora non era uno scherzo

ciao paolo,non ti dimenticheremo facilmente

ivan
Inviato: 7/4/2014 6:39  Aggiornato: 7/4/2014 6:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
C'è poi il classico atteggiamento del pensiero cospirazionista: l'autore del video ignora tutte le conferme tecniche (anche russe, cinesi e indiane) della realtà delle missioni lunari Apollo, ignora tutta la loro immensa documentazione scientifica (non solo mai contestata dagli esperti, ma addirittura usata come base per le missioni europee, russe e cinesi), e si concentra su un minuscolo aspetto (che pare strano solo a lui, perché non è esperto della materia) per elevarlo a prova di complotto.



La quint'essenza di questo discorso è che c'è un'altra teiera di Russel in orbita.

giusavvo
Inviato: 7/4/2014 10:55  Aggiornato: 7/4/2014 10:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/2/2011
Da:
Inviati: 449
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
earlturner, citazione: “Per cui, possiamo iniziare col dire che quella delle fasce di Van Allen e' un falso dilemma? Passiamo oltre?”

Credo proprio di no, i miei dubbi persistono.
La dotta dissertazione di earlturner uguale a quella fornita da Luca Boschini, il quale oltre ad essere progettista elettronico è anche socio del CICAP, non appare convincente.
Ciò per una serie di considerazioni che, a mio umile avviso, sono poco conciliabili con la logica:
• negli anni in cui asseritamente si sono effettuate le missioni Apollo il fenomeno delle fasce non era abbastanza conosciuto in quanto appena scoperto, né altrettanto conosciute erano gli effetti delle radiazioni cosmiche e la loro letalità;
• meno che mai nota era la reale ampiezza di tale fasce;
• buona norma prudenziale vuole che prima di inviare una missione spaziale, o di qualunque altro genere che possa potenzialmente essere di nocumento per gli uomini, si effettui ogni studio possibile a salvaguardia dell’incolumità dell’equipaggio;
• lo stesso Alan LaVern Bean, presunto quarto uomo sulla Luna, la cui intervista riportata in questo sito, la si trova anche qui: http://www.youtube.com/watch?v=YCF5BWm9bak, per distrazione o per dabbenaggine o rincoglionitaggine, sembra che di dette fasce non ne sappia, o abbia saputo una beata minch.., ciò che, mi pare, alquanto sibilino per uno che fa l’astronauta;
• non è sta mai detto da nessuna parte (meno che mai al tempo delle missioni), che il tragitto dell’Apollo fosse stato studiato per attraversare le fasce nel punto ritenute più sottili o comunque ininfluenti.
Su tale ultimo punto appare decisiva la recente scoperta, proprio sulle fasce di Van Allen.
Tale scoperta dimostra che sulla consistenza di esse nulla si sapeva fino a qualche decennio addietro e, ancor meno, al tempo dei presunti allunaggi.
Tale scoperta è riportata qui: http://www.astronautica.us/astronauticaus_news_2013_1.html e anche qui: http://www.lescienze.it/news/2013/03/01/news/struttura_variabile_fasce_van_allen-1534536/.
Ecco, per me, alcuni significativi passi che suffragano le considerazioni che ho espresso:
1. “Gli scienziati hanno pubblicato questi risultati sulla rivista Science il 28 febbraio 2013. Incorporando questa nuova configurazione nei loro modelli delle fasce di radiazioni vengono offerti nuovi indizi su cosa possa causare i cambiamenti nelle forme delle fasce - una regione che a volte si gonfia drammaticamente in risposta all'energia proveniente dal Sole, impattando sui satelliti e veicoli spaziali e che pone una potenziale minaccia al volo spaziale umano”;
2. “Le fasce di radiazioni, o fasce di Van Allen, furono scoperte con i primi lanci di satelliti nel 1958 da James Van Allen. Le missioni successive hanno osservato parte delle fasce - compresa SAMPEX, che le ha osservate dal di sotto - ma che cosa causi la loro variazione dinamica è rimasto sempre un mistero. Infatti sembra che tempeste simili provenienti dal Sole a volte cambiano completamente le fasce mentre altre volte no”;
3. “Nonostante siano trascorsi 55 anni dalla prima scoperta delle fasce di Van Allen c'è ancora molto da studiare e comprendere ed in pochi giorni dal lancio le sonda Van Allen hanno mostrato che queste fasce sono ancora capaci di sorprese”.


N.B.: non ho letto siti in inglese perché sconosco la lingua.

"L'uomo è misura di tutte le cose"
(Protagora)
giusavvo
Inviato: 7/4/2014 11:31  Aggiornato: 7/4/2014 11:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/2/2011
Da:
Inviati: 449
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
citazione:La quint'essenza di questo discorso è che c'è un'altra teiera di Russel in orbita.

Concordo, anche se quello della "teiera in orbita" se non sbaglio, era Kant. Così come pure per i famosi cento talleri a proposito dell'esistenza di dio.
Diceva: "il fatto che io creda di avere cento talleri in tasca non significa che ce li abbia davvero".
Chi vuol intendere intenda...

"L'uomo è misura di tutte le cose"
(Protagora)
totalrec
Inviato: 7/4/2014 13:47  Aggiornato: 7/4/2014 21:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Passano gli anni, i capelli imbiancano, ma le argomentazioni di Attivissimo non perdono mai la verve cialtronesca che da sempre le contraddistingue:

Citazione:
- se fossero davvero bolle, avrebbe senso che la NASA sia stata così incompetente da lasciare che si vedessero ben diciotto volte (secondo quanto asserito nel video complottista), sbugiardando la messinscena? Visto che erano (secondo la tesi complottista) in una piscina su un set, perché non hanno semplicemente girato di nuovo la scena facendo in modo che non scappassero bolle?


Traduzione: se i filmati della NASA sono privi di magagne, allora vuol dire che le missioni sono vere. Se invece sono pieni di magagne, allora le missioni sono ancora più vere, perché non è possibile che gli autori dell'imbroglio siano così disaccorti. Come amo ripetere, se si applicasse la logica dei bevitori lunari anche al codice di procedura penale, i processi sarebbero più divertenti e le carceri meno affollate.

Citazione:
- negli oltre quarant'anni durante i quali questo filmato è stato disponibile, come mai nessun esperto ha mai sollevato dubbi sulle presunte bolle, e come mai gli unici dubbi in proposito provengono da persone non competenti come il complottista in questione (che non ha alcuna qualifica in astronautica o volo spaziale)?


Possibile risposta: perché lasciare all'oste il giudizio sulla qualità del vino non è mai una buona idea. Meglio che siano gli avventori ad esprimere una valutazione, anche se la maggior parte di loro non possiede un diploma in enologia (anzi, è proprio questo che rende il loro giudizio più attendibile: da osservatori obiettivi, non da somministratori specializzati).

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Red_Knight
Inviato: 7/4/2014 14:50  Aggiornato: 7/4/2014 14:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@totalrec

Citazione:
Meglio che siano gli avventori ad esprimere il giudizio, anche se la maggior parte di loro non possiede un diploma in enologia (anzi, è proprio questo che rende il loro giudizio più attendibile: da osservatori obiettivi, non da somministratori specializzati).


Ragionamento plausibile, ma ti assicuro che nella metafora quelli della tua specie non sono quelli senza diploma in enologia ma quelli nati anusmatici, il cui parere sul vino è, loro malgrado e qualsiasi altra considerazione si voglia fare, assolutamente privo di qualsivoglia rilevanza.

Escape2013
Inviato: 7/4/2014 14:59  Aggiornato: 7/4/2014 15:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/5/2013
Da:
Inviati: 358
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Sono amareggiato.
Pochi giorni fa auspicavo una tregua tra Massimo e Attivissimo in nome del bene comune che è la dignità di noi poveri mortali.
Non trovo nulla di male nell'aver posto una domanda di fronte ad un fenomeno forse plausibile nell'ambiente spazio ma inconscueto per la forma mentale comune.
Replicare definendo i complottisti (brutto termine, scettici mi pare più consono) dei poveri dementi, liquidandoli brutalmente senza sprecare tempo per dare risposte plausibili, è un triste autogol.

Mi vien da replicare con una domanda banale e quindi massacrabile: questo fenomeno è visibile in altre operazioni extra veicolari?

totalrec
Inviato: 7/4/2014 15:09  Aggiornato: 7/4/2014 15:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Ragionamento plausibile, ma ti assicuro che nella metafora quelli della tua specie non sono quelli senza diploma in enologia ma quelli nati anusmatici, il cui parere sul vino è, loro malgrado e qualsiasi altra considerazione si voglia fare, assolutamente privo di qualsivoglia rilevanza.


Red, ogni volta che intervieni in una discussione su questo argomento, inizi con battutine sapide come questa e finisci battendo i piedi, piagnucolando e implorando "qualcuno dica qualcosa!" all'utenza attonita. Vuoi dare di nuovo spettacolo come l'ultima volta?

P.S.: che razza di aggettivo è "anusmatico"? Non lo trovo su nessun dizionario e nemmeno su Google. E' una parola segreta di voi osti?

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
earlturner
Inviato: 7/4/2014 17:56  Aggiornato: 7/4/2014 17:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Red, ogni volta che intervieni in una discussione su questo argomento, inizi con battutine sapide come questa e finisci battendo i piedi, piagnucolando e implorando "qualcuno dica qualcosa!" all'utenza attonita. Vuoi dare di nuovo spettacolo come l'ultima volta?

Questa "lettura" e' falsa. Il 3d e' li da leggere, per fortuna, anzi :

utente irritabile [ quello che dopo che gli sputtani le robe ti insulta e scappa - stiamo ancora aspettando le traduzioni eh, ma prima ti provoca ben bene come ha fatto con Red per 10 pagine di 3d, mentre quest'ultimo gli rispondeva in tutta tranquillita'] citazione - E' un continuo spostare il paletto, non puoi convincere un fedele con i fatti, perchè lui ragiona in modo differente. Sei tu che "ti aggrappi" a quello che puoi dimostrare, non lui che "crede" a quello che gli hanno detto. [ cioe' LUI a Red, LOL ]

Al che Red scrive : Complimenti, un'altra replica esauriente e soprattutto onesta., che e' vero, e' una provocazione bella e buona e manco la prima, nonostante cio' Red mom ha MAI provocato od insultato : il fatto e; che le spiegazioni che vengono date non soddisfano MAI l'interlocutore, MAI - e TU total rec non sei da meno

Cosi', ad il ns affezzionatissimo utente irritabile non rimane altro che 1) starsene zitto e piantarla li 2) insultare Red
Indovina cosa ha scelto ?
Te lo dico io :
cit -E detto questo te ne vai affanculo definitivamente.

E non pago, aggiunge, tanto per ammorbare la situazione, dargli la possibilita' di scappare - come ha fatto - e passare da vittima :

cit -Chi insulta si merita solo insulti. La linea adesso è questa.

E' patetica la cosa.
Parecchio.

Per questo motivo Red ha chiesto spiegazioni, non lagnato come vuoi far credere te - sapendo che l'utenza MAI si andra' a leggere il 3d -

Infatti, allora Red si rivolge a chi sta leggendo :WTF?!? Chiamo a raccolta tutti quelli che hanno letto la discussione: ditemi, ho insultato Sertes da qualche parte? Per piacere, e per amore di verità, sottolineate qualsiasi riga inopportuna io abbia scritto rivolgendomi a lui. Viceversa, prego di notare tutti quanti che mi son beccato dal "fedele" dal suddetto (e ignoro volutamente i toni tutt'altro che educati che ha mantenuto in tutti i suoi altri interventi), che è l'insulto peggiore che si possa rivolgere a chi scrive col mio intento (e quei pochi che hanno avuto la sfortuna di leggermi qui dentro lo sanno), come unica risposta a una trentina di righe fitte assolutamente cortesi.

E' chiara la cosa?
Per scrivere una balla ci vogliono 5 minuti, impegnati la prossima volta, puoi far meglio.
Ne sono sicuro

totalrec
Inviato: 7/4/2014 18:12  Aggiornato: 7/4/2014 18:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Per questo motivo Red ha chiesto spiegazioni, non lagnato come vuoi far credere te


E ha anche imparato a presentarsi accompagnato dalla mamma, vedo.
Una scelta comprensibile.


EDIT: il mio amico Attilio, che è triestino, afferma che "anusmatico" sta per "astemio" o per essere più precisi "persona che non s'intende di vini" in slang friulano. Lo ringrazio, nell'improvvisa consapevolezza di quale enorme debito la mitologia dei viaggi lunari abbia nei confronti del Friuli.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Slobbysta
Inviato: 7/4/2014 18:15  Aggiornato: 7/4/2014 18:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
ATTIVISSIMO....Se il materiale proviene dall'interno della cabina, abbiamo anche per questo una spiegazione logica e coerente: nella cabina c'è il terzo astronauta, John Young, che si muove e con i suoi movimenti urta e sposta le particelle di vari materiali che sono presenti nell'abitacolo. In più ci sono i vari sistemi di bordo, che in seguito alla depressurizzazione sfiatano e sospingono condensazione e residui d'ogni genere. Le particelle urtate e sospinte in direzione del portello emergono e seguono le leggi della fisica, allontanandosi in linea retta.


Ho notato subito le 2 direzioni, anch'io, ma quasi tutte son costanti in diagonale...se come sbercia Attivissimo qui sopra..: troveremmo frammenti che vanno in TUTTE le direzioni!...quindi la sua risposta è debole, come il suo sforzo ad usare un linguaggio arrugginito dal ripetersi, col suo nauseabondo COSPIRAZIONISMO, piuttosto che il SANO curiosare....

MA RIPETO, SE MASSIMO CREDE AL SUO DOCUMENTARIO i padroni del mondo È ASSAI IMBROBABILE CHE SIANO ANDATI CON QUEI TUBI...più logico con gli UFO! ..e il loro depistaggio!

niky6900
Inviato: 7/4/2014 20:53  Aggiornato: 7/4/2014 20:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/9/2012
Da: Torino
Inviati: 45
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:

MA RIPETO, SE MASSIMO CREDE AL SUO DOCUMENTARIO i padroni del mondo È ASSAI IMBROBABILE CHE SIANO ANDATI CON QUEI TUBI...più logico con gli UFO! ..e il loro depistaggio!

Va bene porsi delle domande, ma non credi di buttare l'argomento sul morboso??

Pyter
Inviato: 7/4/2014 21:29  Aggiornato: 7/4/2014 21:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Slobbysta
nella cabina c'è il terzo astronauta, John Young, che si muove e con i suoi movimenti urta e sposta le particelle

E i fagioli, si sa, hanno nello spazio lo stesso effetto che sulla Terra.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
ilGranchio
Inviato: 7/4/2014 22:16  Aggiornato: 7/4/2014 22:16
So tutto
Iscritto: 12/1/2011
Da:
Inviati: 30
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Che tristezza, Massimo. Te lo scrivo con il magone. Ti seguo da sempre, apprezzo il lavoro sull'11 settembre, ma sulle missioni lunari stai facendo una figura poco degna. Anche io a 16 anni avevo qualche dubbio sulle missioni, poi ho studiato.

DjGiostra
Inviato: 7/4/2014 22:39  Aggiornato: 8/4/2014 11:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Non riesco piu' a inserire i commenti dal PC di casa....

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
totalrec
Inviato: 7/4/2014 22:46  Aggiornato: 7/4/2014 22:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Anche io a 16 anni avevo qualche dubbio sulle missioni, poi ho studiato.


Curioso davvero, a me è successo il contrario.
Fino a 40 anni non avevo nessun dubbio sulle missioni.
Poi ho studiato.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Slobbysta
Inviato: 7/4/2014 22:52  Aggiornato: 7/4/2014 22:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
...a PYTER...I fagioli contengono grandi quantità di raffinosio...È LA CAUSA!


...a niky6900....io personalmente il MORBOSO lo situo in altro loco...mi sembra che se tu collochi nella scala delle morbosità la questione UFO come reale mezzo per spostarsi nella galassia, piuttosto che un tubo con la fiamma dietro...cadi nella retorica... è parecchio strano che "innovazioni" di quasi 100 anni fa siano ancora segrete...se dovessero "ammetterlo", dovrebbero sganciare questa tecnologia al popolo!
...e da qui la messa in scena...che tra l'altro giustifica spese pubbliche....

gronda85
Inviato: 7/4/2014 23:00  Aggiornato: 7/4/2014 23:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 2/12/2008
Da:
Inviati: 1957
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
george kaplan diceva....
.....
ci vogliono prove
non indizi

non puoi vincere
non puoi pareggiare
non puoi nemmeno ritirarti
niky6900
Inviato: 8/4/2014 2:45  Aggiornato: 8/4/2014 2:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/9/2012
Da: Torino
Inviati: 45
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:

Che tristezza, Massimo. Te lo scrivo con il magone. Ti seguo da sempre, apprezzo il lavoro sull'11 settembre, ma sulle missioni lunari stai facendo una figura poco degna. Anche io a 16 anni avevo qualche dubbio sulle missioni, poi ho studiato.

Io invece a 16 anni fumavo erba con gli amici, poi dopo ho cominciato a studiare e apprendere che di tutte le cose sicure la più certa è il dubbio.

Citazione:

io personalmente il MORBOSO lo situo in altro loco...mi sembra che se tu collochi nella scala delle morbosità la questione UFO come reale mezzo per spostarsi nella galassia, piuttosto che un tubo con la fiamma dietro...cadi nella retorica... è parecchio strano che "innovazioni" di quasi 100 anni fa siano ancora segrete...se dovessero "ammetterlo", dovrebbero sganciare questa tecnologia al popolo! ...e da qui la messa in scena...che tra l'altro giustifica spese pubbliche.

Nella scala della morbosita l'argomento UFO in questo caso è al primo posto..

Qui non si tratta di spostarsi dalla terra alla galassia di andromeda con un tubo che fa la fiamma..
Sono stati spesi miliardi di dollari per un progetto al quanto fantascientifico per gli anni 60, ma non irrealizzabile.

Riguardo alle "innovazioni" di quasi 100 anni fa so benissimo dove vuoi andare a parare..

Chiederemo un intervista speciale a Buzz Haldrin per rivelarci con quale delle innovazioni gli omini verdi l'anno portato sulla luna..

Red_Knight
Inviato: 8/4/2014 4:15  Aggiornato: 8/4/2014 4:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
AnOsmatico, mi si perdoni il typo. Non ho mai avuto la fortuna di mettere piede in Friuli, purtroppo.

Fuori di metafora e per farla breve, chi non capisce una sega di tecnologia non dovrebbe prendersi il disturbo di informare gli altri dei risultati delle proprie meditazioni su argomenti tecnologici, a maggior ragione se, come nel caso del nostro Totalrec, si tratta di persone di acclarata disonestà*.

Le mie parole, si badi bene, non sono scritte per ostilità personale ma per attirare l'attenzione su un problema serio che funesta ogni discussione lunare da anni: il repentino manifestarsi di disinformatori più o meno in malafede che ripropongono sempre gli stessi memi accompagnati sempre dal medesimo rumore ben dosato per confondere le acque.
Nel caso in oggetto abbiamo il sarcasmo inopportuno unito alla riproposizione fuorviante della metafora dell'oste, onde indurre il lettore disattento ad identificare chi sostiene l'autenticità del programma Apollo con il povero gonzo filogovernativo che si informa col TG1.

La cosa vergognosa è che mentre il padrone di casa, pur convinto assertore della tesi Moon Hoax, si prende con assoluta onestà l'onere della prova, costoro usano vigliaccamente il suo bel sito e il suo potenziale mediatico per dar sfogo al proprio gretto ideologismo e trovare un pubblico per la propria ignoranza. E come un virus fraintendimento, disinformazione e rumore si propagano velocemente.
Nel loro piccolo questi personaggi sono i vettori del Peggio.

*Constatazione dimostrabile in qualsiasi momento e di cui mi prendo ogni responsabilità (per quelli che non capiscono la differenza fra insulto, critica, accusa: ecco, questa è un'accusa).

Fabrizio70
Inviato: 8/4/2014 6:39  Aggiornato: 8/4/2014 6:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Fuori di metafora e per farla breve, chi non capisce una sega di tecnologia non dovrebbe prendersi il disturbo di informare gli altri dei risultati delle proprie meditazioni su argomenti tecnologici,


Tipo il very active man ?

Hai letto bene la risposta che ha dato a questa discussione ?

Citazione:
La spiegazione delle “bolle”, insomma, diventa chiara e logica se si conosce la situazione e si ha familiarità con l'astronautica e con un po' di fisica di base: per questo nessun esperto ha mai considerato questo fenomeno come degno di nota.


Vediamo un pò la "spiegazione chiara e logica":

Citazione:
219 31 32 Young (onboard): I mean to tell you, there's a lot of cotton-picking water in this machine. Didn't you notice all them bubbles leaving? That was all water.


Oplà , ecco un bel salto carpiato triplo per dare giustificazioni a chi NON conosce la fisica E le missioni Apollo , noti niente di strano nelle affermazioni di Young considerando che stava parlando con lo sportello aperto?

Se non lo noti tu lo faccio io , Young stà parlando di ACQUA nello spazio !!!

Vediamo una particolare funzione del PLSS per capire dov'è il problema , lo smaltimento del calore corporeo:

http://tranquillitybase.wordpress.com/2011/10/16/il-plss-portable-life-support-system/

Citazione:
La Water Diverter Valve aveva la funzione di regolare il flusso d’acqua verso il sublimatore, che era l’elemento fondamentale del sistema di raffreddamento. L’acqua veniva spinta attraverso una placca di metallo forellata, ed esposta alle condizioni esterne dove passava dallo stato liquido a quello gassoso, disperdendosi nello spazio e portandosi dietro il calore.


Dunque vediamo di capire , se il PLSS espone acqua nello spazio viste le condizioni di pressione e temperatura l'acqua sublima , se lo fà il CM l'acqua condensa , ecco un altro caso di BI-fisica , ovvero legge fisica che si modifica a seconda di come fà più comodo....

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Red_Knight
Inviato: 8/4/2014 8:23  Aggiornato: 8/4/2014 8:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@Fabrizio70

Che lo dica Attivissimo o Satana in persona, credo che abbia sostanzialmente ragione nel definire il fenomeno non degno di nota. Come ho detto può essere una qualsiasi schifezza, liquida o solida, proveniente dall'interno della navetta, o qualcosa proveniente dal PLSS, se - e dico se, non ho trovato niente al riguardo - i PLSS erano in funzione.

Detto ciò, parlando d'acqua, è vero che come tu mi insegni nello spazio non può esistere allo stato liquido. Il problema è quanto ci mette a "sparire".
È un fenomeno imprevedibile: tendenzialmente ogni molecola tenderebbe ad allontanarsi dalle altre dando luogo a ebollizione istantanea, ma nel farlo si scontra con le altre che fuggono; inoltre mentre le molecole superficiali fuggono, quelle più interne rallentano (e quindi la goccia, diminuita in volume, si raffredda). Le microbolle dentro la goccia incontrano inoltre la resistenza della fase ancora liquida, etc. Insomma la gocciolina bolle, ma potrebbe perfino gelare subito dopo per poi bollire di nuovo. Nessun fisico cui abbia chiesto ha saputo dirmi quanto tempo ci voglia per una goccia affinché si vaporizzi del tutto ma è ragionevole che per quanto veloce non sia un fenomeno istantaneo.

Tale quesito è in effetti dibattuto qui fra fisici:
http://physics.stackexchange.com/questions/1102/a-water-drop-in-vacuum

Citazione:
Dunque vediamo di capire , se il PLSS espone acqua nello spazio viste le condizioni di pressione e temperatura l'acqua sublima , se lo fà il CM l'acqua condensa , ecco un altro caso di BI-fisica , ovvero legge fisica che si modifica a seconda di come fà più comodo....


Alt, attenzione: il fatto che possa essere condensa non significa mica che nel vuoto il vapore condensa in acqua! E ci mancherebbe pure. Si tratta di condensa che si trova lì da prima e che in virtù di quanto appena detto rimane liquida per qualche istante mentre galleggia nello spazio.
Nel transcript che tu stesso hai citato esattamente cinque battute sopra Young afferma che della condensa arriva dalla serpentina del glicole.

Nessuna bi-fisica Fabrì, e anche sul PLSS non ci son cazzi, il funzionamento è quello e non c'è nulla di strano (comunque anche se inizialmente ho proposto io la tesi PLSS è da vedere se c'entri in questo caso o meno).

Infine, al di là di tutte le considerazioni esposte finora, a giudicare dai fotogrammi relativi alla particella n° 5 del video di questa pagina, è evidente che si tratta di qualcosa di liquido: guardate ai secondi 1:34 e 1:35.

Slobbysta
Inviato: 8/4/2014 12:29  Aggiornato: 8/4/2014 12:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
niky6900... "Nella scala della morbosita l'argomento UFO in questo caso è al primo posto.. "

TU NON SAI COSA VUOL DIRE MORBOSO...e utilizzi una parola pesantuccia, voltaGabbando te stesso, affermando:

"poi dopo ho cominciato a studiare e apprendere che di tutte le cose sicure la più certa è il dubbio."

SEMBRA CHE VIVI DI CERTEZZE! invece...

CITI: "Sono stati spesi miliardi di dollari per un progetto al quanto fantascientifico per gli anni 60, ma non irrealizzabile"

INFATTI IO HO AFFERMATO CHE SERVE A MUNGERE SOLDI STATALI!


CITI: "Riguardo alle "innovazioni" di quasi 100 anni fa so benissimo dove vuoi andare a parare.. "

MA NON ELOGIAVI IL DUBBIO E LO STUDIO?...ADESSO INVECE SAI ANTICIPATAMENTE DOVE PARANO GLI ALTRI?...FANTASTICO..CHE UOMO PROFONDO!




CITI: Chiederemo un intervista speciale a Buzz Haldrin per rivelarci con quale delle innovazioni gli omini verdi l'anno portato sulla luna..

..a parte che si scrive L'HANNO (può sfuggire anche chi STUDIA)

CHIEDEREMO? Chiederò! caso mai! O le tue affermazioni hanno bisogno di COMPAGNIA, per esser plausibili? L'hai visto il DOC di Mazzucco i nuovi padroni del mondo? Perché escludere questa possibilità non tanto remota e che giustificherebbe filmati pieni di STRANEZZE ...il tuo SAGGIO DUBBIO è solo di facciata..perché omini verdi, è uno sfottò, che non lascia spazio a nessuna riflessione alternativa...costringendo a valutare l'evoluzione della V1 nazista, l'unica possibilità per muoversi dalla terra...LIMITATIVO!

Redazione
Inviato: 8/4/2014 14:01  Aggiornato: 8/4/2014 14:03
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
ILGRANCHIO: "Che tristezza, Massimo. Te lo scrivo con il magone."

Non piangere per me. Preoccupati piuttosto di trovare una valida spiegazione scientifica per quelle particelle. Altrimenti sarò io a piangere per te.

La storiella che Young è giù in cabina e balla il boogie-woogie, "staccando" particelle da tutte le parti, è semplicemente ridicola.

E fessi sono coloro che ci credono.

Pyter
Inviato: 8/4/2014 16:55  Aggiornato: 8/4/2014 16:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
La cosa più strana e di cui nessuno ancora ha detto niente, non è tanto l'origine delle bolle, quanto il fatto della direzione e soprattutto, della velocità che pare accelerata per essere nel vuoto cosmico. E siccome a Quark io le cose le ho viste sempre galleggiare nel vuoto, non me la sento questa volta di andare sempre contro Angela.
Non sono molto esperto di video, ma potrebbe esserci qualche roba tecnica che accelera le bolle e rallenta gli astronauti.
E qui mi rimetto nelle mani degli esperti.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Fabrizio70
Inviato: 8/4/2014 16:57  Aggiornato: 8/4/2014 16:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Nessun fisico cui abbia chiesto ha saputo dirmi quanto tempo ci voglia per una goccia affinché si vaporizzi del tutto ma è ragionevole che per quanto veloce non sia un fenomeno istantaneo.

Tale quesito è in effetti dibattuto qui fra fisici:


Red spero che stai scherzando , ti sei fermato per caso al primo link che hai trovato ?

http://scienceblogs.com/startswithabang/2009/06/29/water-in-space-what-happens/

Citazione:
It turns out that having a pressure vacuum will cause the water to boil almost instantly


Il discorso che hanno seguito i 4 "fisici" che hai scovato si chiama evaporazione e riguarda solo lo strato superficiale del liquido , l'ebollizione invece parte da tutta la massa , è un processo interno e per questo è praticamente istantaneo , l'effetto è uguale a questo simpatico esperimento:

http://youtu.be/wJ3CKgZEitw

Del resto ci sono prove più "empiriche":

Citazione:
We’ve observed this before. According to astronaut observations, where they’ve observed their urine get expelled from the ship:

When the astronauts take a leak while on a mission and expel the result into space, it boils violently. The vapor then passes immediately into the solid state (a process known as desublimation), and you end up with a cloud of very fine crystals of frozen urine.


Citazione:
Si tratta di condensa che si trova lì da prima e che in virtù di quanto appena detto rimane liquida per qualche istante mentre galleggia nello spazio.


Anche questa spiegazione è impossibile , e per un semplice motivo , PRIMA di uscire hanno depressurizzato l'ambiente , guarda cosa accade con un pompetta del vuoto scolastica :

http://youtu.be/9q5gEZGoBnk

Poi hanno aperto lo sportello , dopo è uscito un astronauta e dopo ancora si è affacciato il secondo , altro che momenti , giusto per la precisione :

http://history.nasa.gov/ap16fj/27_Day10_Pt2.htm#218_47_06

Citazione:
Public Affairs Officer: Standing by now for hatch opening at 243 hours 34 minutes, [218:47] Ground Elapsed Time.

[omiss]

219 31 32 Young (onboard): I mean to tell you, there's a lot of cotton-picking water in this machine. Didn't you notice all them bubbles leaving? That was all water.


Sono passati 45 minuti , altro che istante !!!

Citazione:
Nessuna bi-fisica Fabrì


Chiamala bi-fisica , chiamala fisica lunare per distinguerla da quella terrestre fatto stà che per il momento le spiegazioni sono prese da un romanzo sci-fi degli anni 50...

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
earlturner
Inviato: 8/4/2014 17:01  Aggiornato: 8/4/2014 17:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Ma scusa Redazione, la tua di spiegazione 'scientifica' e' che siano in una piscina?No, giusto per capire

La storiella che Young è giù in cabina e balla il boogie-woogie, "staccando" particelle da tutte le parti, è semplicemente ridicola.

Puoi spiegare il perche' [ fermo restando al video ovviamente ] ?

toussaint
Inviato: 8/4/2014 17:22  Aggiornato: 8/4/2014 17:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Sbaglio o RedKnight ha insultato Totalrec?
Mi sembra di aver letto "vigliaccamente" o no?
Non trovo nulla di assimilabile alla confutazione di idee nell'uso di questo avverbio...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
lucred
Inviato: 8/4/2014 18:40  Aggiornato: 8/4/2014 18:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/9/2010
Da: Milano
Inviati: 260
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
La storiella che Young è giù in cabina e balla il boogie-woogie, "staccando" particelle da tutte le parti, è semplicemente ridicola.


Citazione:
Dipende. Bisogna vedere se nell'acqua ci sono correnti artificiali oppure no.


Non so quale dei due tentativi di spiegazione è più ridicolo.

Redazione
Inviato: 8/4/2014 19:45  Aggiornato: 8/4/2014 20:06
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
EARLTURNER: Citazione:
Ma scusa Redazione, la tua di spiegazione 'scientifica' e' che siano in una piscina?No, giusto per capire
Come per l'11 settembre, non sono io che devo dare spiegazioni. Non le ho messe in giro io, quelle immagine di Apollo 16.

E' chi sostiene che le missioni sono avvenute davvero - come ad esempio la NASA, oppure Attivissimo - che deve spiegare cosa siano quelle particelle.

Il giochino di ribaltare l'onere della prova con me non funziona.

(La mia ipotesi della piscina può essere giusta o sbagliata, ma non cambia il fatto che fino ad ora una spiegazione valida non è stata data).

The ball is in your court, my friend.

Citazione:
Puoi spiegare il perche'
Io non ti spiego proprio niente. Se non vedi da solo l'imbecillità di una spiegazione del genere io posso farci poco.

totalrec
Inviato: 8/4/2014 22:11  Aggiornato: 8/4/2014 22:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Red Knight ha scritto:

Citazione:
Fuori di metafora e per farla breve, chi non capisce una sega di tecnologia non dovrebbe prendersi il disturbo di informare gli altri dei risultati delle proprie meditazioni su argomenti tecnologici


Premesso che ovviamente mi prendo il disturbo di quel che cazzo mi pare e che se puoi parlare tu di argomenti tecnologici (tipo le molecole che tendono "ad allontanarsi dalle altre dando luogo a ebollizione istantanea, ma nel farlo si scontrano con le altre che fuggono", dove tra la fisica delle particelle e lo slapstick alla Stanlio e Ollio si realizza una mirabile convergenza di talenti) allora qualunque venditore di olive all'ascolana può farlo, ti faccio semplicemente notare che nel post su cui tanto astio riversi non si faceva la minima menzione di questioni tecnologiche.

Ciò non era minimamente necessario, visti l'argomento e i toni della discussione.

Si intendeva solo stigmatizzare una certa logica dei believers (che è di Attivissimo, ma anche tua e più in generale dei tuoi correligionari) talmente sgangherata e sfacciatamente schierata sul piano ideologico da rendere superfluo proseguire nella lettura delle argomentazioni più "tecniche" (se così le si può definire), qualunque sia il loro contenuto.

In un'altra discussione mi chiedevi - e più in generale chiedevi al forum, con la boccuccia arrotondata a O in un'espressione di addolorata stupefazione - quali fossero i criteri di falsificazione dell'ipotesi Moon Hoax. Diedi all'epoca una risposta, non so se esauriente o condivisibile, ma certamente sincera. Ora rinvio al mittente la domanda: quali sono i criteri di falsificazione dell'ipotesi Apollo-sulla-Luna?
Nel suo intervento, Attivissimo sta sostenendo la non falsificabilità di tale ipotesi: se i filmati Apollo sono senza pecca, questo dimostra che sulla luna siamo stati davvero. Se invece sono pieni di pecche, anche questo dimostra la stessa cosa, perché nessun imbroglione potrebbe essere così stupido da commettere simili sviste.

Poi Attivissimo va perfino oltre: con la sua seconda argomentazione, giunge a sostenere che per poter dare del cialtrone ad un tale che viene a raccontarti, con la faccia seria seria, che i somari volano, ciascuno di noi deve essere almeno laureato in zoologia e ingegneria aeronautica, pena l'irrilevanza delle sue affermazioni. Una posizione che, a giudicare dai tuoi interventi, mi pare tu condivida.

Con premesse come queste, è evidente che uno alle molecole che fuggono e vanno a sbattere, nella ressa, l'una contro l'altra, non ci arriva nemmeno. E se per caso ci arriva, non desidera commentare, più per rispetto verso la scienza - e verso le sue fondamenta epistemologiche - che per sua scarsa frequentazione.

Per finire: risparmierò a tutti il consueto balletto della comare lesa nell'onore ("Minchia, disonesto mi dicisti? E mmò vediamo se mme lo sai demostrare!"), che mi pare più consono a te e ad altri piccoli amici del nido d'infanzia.
Resta però la curiosità di conoscere il motivo di tanto astio. Ho postato un banale intervento in cui si evidenziavano le colossali fallacie logiche che stanno alla base della religione lunare, un intervento che non ti riguardava e non ti tirava minimamente in causa; eppure ciò è bastato - come già accaduto in altre occasioni - per scatenare un tuo attacco col sangue agli occhi, peraltro contenente considerazioni che nulla avevano a che fare col contenuto del mio post.

Sei per caso mia suocera sotto pseudonimo?

Oppure ho ragione io quando vedo, dietro certe costanti evenemenziali dei dibattiti sul Moon Hoax, una strategia d'attacco sostenuta da qualcosa di più della semplice paura di veder crollare come un castello di carte la propria percezione del mondo?

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Pispax
Inviato: 9/4/2014 0:59  Aggiornato: 9/4/2014 0:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
totalrec

Citazione:
Oppure ho ragione io quando vedo, dietro certe costanti evenemenziali dei dibattiti sul Moon Hoax, una strategia d'attacco sostenuta da qualcosa di più della semplice paura di veder crollare come un castello di carte la propria percezione del mondo?

Personalmente ho sempre seguito, quelle poche volte che lo facevo, intendo, le discussioni sul Moon Hoax con grande disinteresse.
Ora le seguo un po' di piu', perche' mi sono accorto che presentano numerosi motivi di spasso.
Ci sono parecchie cose portate a sostegno delle tesi dell'"hoax" che sono talmente tanto ridicole che davvero riescono a strapparti una risata. E in questi momenti una risata e' sempre una cosa preziosa, eh.

Per dire, non molto tempo fa ho letto un intervento che diceva che siccome WIKIPEDIA riportava, in pagine diverse, diverse altezze del LEM, questa era sicura dimostrazione del fatto che gli aspetti "tecnici" delle missioni Apollo fossero avvolti da "grande nebbia".
Come se Wikipedia invece di essere un'enciclopedia scritta da volontari fosse la pagina ufficiale di chissa' cosa.

Ma non solo questo, eh. Anche la fantascienza ultimamente sta facendo il suo ingresso nelle varie "argomentazioni".
Credo che la definizione di eccessivo "rumore di fondo" sia pienamente calzante, in questi argomenti.
Nei fatti ancora non sono riuscito a leggere un'intera argomentazione che si limitasse a fatti incontrovertibili.
Di solito le argomentazioni dei "moonhoaxers" seguono una sorta di schema piramidale dove viene riportato UN fatto, seguito da circa tre argomentazioni "possibiliste" ("supponiamo che") e da almeno una decina di suggestioni. POI di nuovo un altro fatto, altre argomentazioni possibiliste e altre miriade di suggestioni.
E via cosi'.
A volte si prendono come "probanti" persino fatti in contraddizione fra loro.


La logica sembra essere scomparsa non si sa dove, la correttezza formale delle discussioni pare averla seguita.
Quello che succede e' che non ha il minimo senso affrontare argomentazioni possibiliste e suggestioni: ma ogni volta che vengono date spiegazioni ai fatti, chiunque lo faccia, se queste spiegazioni NON seguono la teoria del "complotto lunare" allora la costante e' che NON VENGONO MAI PRESE IN CONSIDERAZIONE.
Neppure come approccio possibilistico o ipotesi di lavoro. O vengono ignorate, o vengono ridicolizzate senza spiegazioni, o entrambe le cose.
Questo modo di affrontare le discussioni, da parte dei moon hoaxers, sembra essere sistematico.
Ogni discussione che leggo e' un deja vu di una qualche discussione precedente.


Quindi sono d'accordo con te nel fatto che in queste discussioni ci sia una parte che soffre QUANTOMENO "della semplice paura di veder crollare come un castello di carte la propria percezione del mondo".
Ma dal modo bislacco in cui affrontano le discussioni, questa parte cosi' timorosa di veder compromesse le proprie credenze a mio avviso sono proprio quelli che credono nel complotto lunare.

Pispax
Inviato: 9/4/2014 1:59  Aggiornato: 9/4/2014 2:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Redazione

Citazione:
La storiella che Young è giù in cabina e balla il boogie-woogie, "staccando" particelle da tutte le parti, è semplicemente ridicola.


Non credo ci sia bisogno di qualcuno che balla il boogie-woogie, sai.
Quello era un ambiente privo di gravita'. E con un attrito nullo.
Qualunque oggetto che non sia fissato conserva il proprio moto inerziale. Continua a muoversi fino a quando non incontra un ostacolo.
Oltretutto si parla di oggetti con una massa trascurabile (sia la navicella che tantopiu' le "gocce"), tale che persino il movimento degli astronauti che escono o che si muovono (anche se si muovono con cautela) e' in grado di cambiare un po' i vettori delle forze. Allo stesso modo in cui, per fare un esempio, se ti tuffi da una barca leggera sposti la barca nella direzione opposta.

Qualunque cosa siano quelle particelle bianche (condensa ghiacciata, o cotton fioc, o residui di acqua della "doccia", o quello che vuoi) sono semplicemente cose che stanno continuando a seguire la direzione del proprio moto.
Se vengono dall'interno della navicella (come parrebbe) ne vedi pochine rispetto a quelle che si sono effettivamente mosse. Vedi solo quelle che A) avevano uno spostamento che PRIMA O POI trovava il portello aperto nel loro percorso e B) quando uscivano avevano una traiettoria tale da poter essere riprese nell'inquadratura.

Tu stesso nel video dici che PIU' O MENO tutte quante si muovono nella stessa direzione.
Guardando il video si vedono anche notevoli eccezioni.
Problema: se la ripresa fosse stata fatta all'interno di una piscina, allora NESSUNA eccezione sarebbe stata possibile. Tutte quante le gocce avrebbero dovuto muoversi obbligatoriamente nella stessa direzione. Nessun "piu' o meno" e' ammissibile, come giustamente faceva notare prima di me funky1

Questo non accade.
Non accade nel video dell'Apollo, e non accade in maniera molto piu' netta nel video della missione cinese.
O qualcuno riesce a spiegare razionalmente il motivo per cui in una piscina le bolle debbano avere un comportamento cosi' bizzarro (e sottolineo "il motivo", non mi interessa "il modo") altrimenti per quanto mi riguarda questa e' solo un'altra delle tante suggestioni che non dimostrano quello che vorrebbero dimostrare.


EDIT: restando sull'ipotesi "goccia", ecco un suggestivo video di come si comportano i liquidi in assenza di gravita'. Non so se sia attinente, pero' e' bello.
http://www.focus.it/scienza/spazio/ecco-come-si-comporta-l-acqua-in-assenza-di-gravita_C7.aspx

ivan
Inviato: 9/4/2014 2:25  Aggiornato: 9/4/2014 2:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:

citazione:La quint'essenza di questo discorso è che c'è un'altra teiera di Russel in orbita.

Concordo, anche se quello della "teiera in orbita" se non sbaglio, era Kant. Così come pure per i famosi cento talleri a proposito dell'esistenza di dio.
Diceva: "il fatto che io creda di avere cento talleri in tasca non significa che ce li abbia davvero".
Chi vuol intendere intenda...


La storia della teira di Russel alla quale mi riferivo era la seguente:


Se io sostenessi che tra la Terra e Marte c'è una teiera di porcellana in rivoluzione attorno al Sole su un'orbita ellittica, nessuno potrebbe contraddire la mia ipotesi purché mi assicuri di aggiungere che la teiera è troppo piccola per essere rivelata persino dal più potente dei nostri telescopi. Ma se io dicessi che, posto che la mia asserzione non può essere confutata, dubitarne sarebbe un'intollerabile presunzione da parte della ragione umana, si penserebbe giustamente che sto dicendo fesserie. Se, invece, l'esistenza di una tale teiera venisse affermata in libri antichi, insegnata ogni domenica come la sacra verità e instillata nelle menti dei bambini a scuola, l'esitazione nel credere alla sua esistenza diverrebbe un segno di eccentricità e porterebbe il dubbioso all'attenzione dello psichiatra in un'età illuminata o dell'Inquisitore in un tempo antecedente.


Ora non so se Kant abbia o meno scritto qualcosa in merito, ma la quinta essenza del discorso della teiera di Russel è riportata da nonciclopedia ed è il seguente curioso assioma : <<Ciò che non si può negare, è vero>>.

Citazione:
Esempio. Io affermo che l'interno del planetoide Plutone è abitato interamente da grossi Pikachu rosa pastello, i quali si esprimono utilizzando una forma arcaica di provenzale antico e abitano in case a forma di biscotto bigusto friabile, da cui fuoriescono torrenti di marshmallow liquefatti a causa del calore emanato dalla stella invisibile a forma di crocifisso che circonda la superficie del pianetino. Potete provare l'inesistenza di questi angelici mostriciattoli, considerata la lunga distanza che ci separa da Plutone e l'impossibilità, almeno per ora, di esplorarne il centro? No? Dunque esistono. Esistono e ci osservano. E chi non crede in loro riceverà la dannazione sempiterna.


(da nonciclopedia)

Ora prendiamo il ciato esempio del buon Pispax:

Citazione:

EDIT: restando sull'ipotesi "goccia", ecco un suggestivo video di come si comportano i liquidi in assenza di gravita'. Non so se sia attinente, pero' e' bello.
http://www.focus.it/scienza/spazio/ecco-come-si-comporta-l-acqua-in-assenza-di-gravita_C7.aspx


Ora : come si puo confermare o meno l'esperimento del video ? Ossia come si fa riprodurre l'esperimento dell'acqua che fluttua nel vuoto e che ha quei comportamenti bizzari ? Il novello San Tommaso dovrebbe anadre nello spazio in assenza di gravità e provare se veramente l'acqua si comporta in quel modo lì oppure no.

Ora all'agenzia di viaggi qua dietro l'angolo ho provato chiedere ma mi hanno proposto una interessante gita a Malta ma per lo spazio non avevano nessua proposta e nè prevedevano di averne nell'immediato futuro.

Quindi la replica dell'esperimento in pratica non si puo' fare e ci dobbiamo fidare sulla parola e se non ci fidiamo passiamo per degli eretici.

Ossia ecco un'altra teieria di Rusell in orbita.

L'obiezione è ovvia: un'altro astronauta puo' replicare l'esperimento. Appunto, l'esperimento lo puo' replicare un altro che ha caretteristiche particolari (in questo il poter andare lassu'- attenzione, non nello spazio siderale lontano dall'attarzione fatale della gravità terrestre, ma in una situazione di equilibrio tra due forze-) , non uno di noi comuni mortali che si e no se riescono a permettersi una gita fuori porta una volta al mese.
Quindi anche queste altre teiere di Russel, dal comportamento dei liquidi in assenza di gravità passando per l'acqua che evapora in maniera diversa in base alle circostanze (nel raffreddare l'astroanuta si comporta in un mondo, quando sublima nel vano aperto nel vuoto in un altro e nel cratere lunare inn un altro modo ancora) erano e rimangono in orbita perchè in ultima analisi nessun comune mortale puo replicare l'esperimento .

black
Inviato: 9/4/2014 2:52  Aggiornato: 9/4/2014 3:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2009
Da:
Inviati: 844
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Per dire, non molto tempo fa ho letto un intervento che diceva che siccome WIKIPEDIA riportava, in pagine diverse, diverse altezze del LEM, questa era sicura dimostrazione del fatto che gli aspetti "tecnici" delle missioni Apollo fossero avvolti da "grande nebbia".
Come se Wikipedia invece di essere un'enciclopedia scritta da volontari fosse la pagina ufficiale di chissa' cosa.


pispax?
pispax chi?

sai perchè non ti ho mai risposto vero?

pero' visto che adesso hai detto delle calunnie,ti rispondo volentieri.
cosi' tutti vedono il falso-calunniatore che sei.


io ho detto che wikipedia dice un sacco di cazzate,il contrario di quello che hai capito tu.
qui il mio post.
Citazione:


se avessi letto i miei post è pieno di citazioni di wikipedia che ho denunciato come false.

guardate la pagina del lem in italiano
http://it.wikipedia.org/wiki/Modulo_Lunare_Apollo

c'è scritto che il lem è alto 7 metri, ed è alimento da perossido d'azoto/aerozina50

è falso.
guardate la pagine in inglese sempre del lem
http://en.wikipedia.org/wiki/Apollo_Lunar_Module

l'altezza giusta è 5 metri e mezzo

è anche l'alimentazione dei suoi motori è giusta:
rispettivamente RCS: UDMH/tetraossido di azoto
motori di discesa e di risalita:areozine50/tetraossido di azoto


poi non fidandomi appunto di wikipedia, sono voluto andare a vedere l'altezza del lem sull'enciclopedia astronautica e trovando un'altra discrepanza ho specificato ancora meglio.(prima pensavo fosse un semplice errore della wikipedia italiana come si capisce dalla frase "l'altezza giusta è 5,5 metri").

Citazione:
volevo raccontare una curiosita',
per far capire la nebbia che avvolge gran parte dei mezzi usati in apollo.

wikipedia italiana da altezza del lem 7metri
http://it.wikipedia.org/wiki/Modulo_Lunare_Apollo

wikipedia inglese come gia' detto 5.5metri
http://en.wikipedia.org/wiki/Apollo_Lunar_Module

l'enciclopedia astronautica 6.37metri
http://www.astronautix.com/craft/apollolm.htm

chi ha ragione?

ps:wikipedia in italiano sicuro sbaglia,secondo lei di persone nel lem addirittura ce ne stavano 3.
l'allievo che supera il maestro.


perchè hai tagliato questa parte?non ti piaceva?
perchè ho voluto specificare meglio?
perchè non si trattava piu' come pensavo di un errore di wikipedia(wikipedia tedesca da altezza del lem 6.40 come l'enciclopedia astronautica,paese che vai altezza che trovi),ma sicuramente di confusione nei vari dati fornita negli anni dalla nasa(o dalla grumman).


ovviamente quando invece ho detto "gran parte dei mezzi"era perchè prima erano stati fatti altri esempi.(ovviamente pispax ha tagliato anche questi,ora non sto qui a dilungarmi anche perchè qui si parla d'altro)
mi sembra un discorso abbastanza chiaro,elementare.
e sempre ovviamente alla domanda "chi ha ragione"? nessuno pur avendo a disposizione gli immensi archivi senza fondo della nasa,dei vari debunker ha voluto-saputo rispondere.
almeno per dirci all'anno 2014 qual'è l'altezza ufficiale del lem,giusto per sapere,senza nessun complotto,non mi sembra una cosa cosi' difficile.



ciao pispax


http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=7636&viewmode=flat&order=ASC&start=180
questo è il thread di riferimento ognuno cosi' come al solito puo' controllare le calunnie di pispax.

Pispax
Inviato: 9/4/2014 3:00  Aggiornato: 9/4/2014 3:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
ivan

Citazione:
Ora prendiamo il ciato esempio del buon Pispax:

Citazione:

EDIT: restando sull'ipotesi "goccia", ecco un suggestivo video di come si comportano i liquidi in assenza di gravita'. Non so se sia attinente, pero' e' bello.
http://www.focus.it/scienza/spazio/ecco-come-si-comporta-l-acqua-in-assenza-di-gravita_C7.aspx



Ora : come si puo confermare o meno l'esperimento del video ? Ossia coem si fa riprodurre l'esperimento dell'acqua che fluttua nel vuoto e che ha quei comportamenti bizzari ? Il novello San Tommaso dovrebbe anadre nello spazio, in assenza di gravità e provare se veramente l'acqua si comporta in quel modo lì oppure no.

Ora all'agenzia di viaggi qua dietro l'angolo ho provato chiedere ma mi hanno proposto una gita a Malta o in Tibet, ma per lo spazio non avevano nessua proposta e nè prevedevano di averne nell'immediato futuro.

Quindi la replica dell'esperimento nonsi puo' fare e ci dobbiamo fidare sulla parola e se non ci fidiamo passiamo egli eretici.

Ossia ecco un'altra teieria di Rusell in orbita.

L'obiezione è ovvia: un'altro astronauta puo' replicare l'esperimento. Appunto, l'esperimento lo puo' replicare un altro che ha caretteristiche particolari (in questo il poter andare lassu'- attenzione, non nello spazio siderale lontano dall'attarzione fatale della gravità terrestre, ma in una situazione di equilibrio tra due forze-) , non uno di noi comuni mortali che si e no se riescono a permettersi una gita fuori porta una volta al mese.


La prossima volta trovati un'agenzia di viaggi migliore.
Magari ha sentito parlare di questa roba qui:
http://lnx.incredibleadventures.it/it/volo-a-gravita-zero.html


Comunque grazie per il tuo intervento.
A me sono serviti circa 30 secondi per andare su Yahoo e trovare il risultato. Uno dei primi nella prima pagina.
Ce ne sono anche altri.

A te immagino ne siano serviti molti di piu' per scrivere la tua replica. Una replica che si limita a sottolineare una tua CREDENZA, senza che ti preoccupassi minimamente di appurare se questa credenza e' vera o falsa.
Bene: e' falsa. Il volo a zero G da tempo non e' piu' appannaggio della cricca degli astronauti. E' una cosa disponibile al semplice turismo. Costoso, certo. Ma se paga ci puo' andare CHIUNQUE.


Prima dicevo che l'atteggiamento mentale dei cd. "moon hoaxers" e' tale che proprio non gli riesce di considerare neppure plausibile, figuriamoci poi fondato, tutto quello che rischia di contraddire la loro visione del mondo.
Che le loro obiezioni si basano perlopiu' su suggestioni.


Mi aspettavo reazioni ostili a questa mia affermazione.
Ecco perche' ti ringraziavo: dopo il tuo intervento, che mostra in modo piuttosto chiaro quello che intendevo, adesso di reazioni ostili me ne aspetto di meno.

Pispax
Inviato: 9/4/2014 3:08  Aggiornato: 9/4/2014 3:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
black

Citazione:
sai perchè non ti ho mai risposto vero?


No, ma non importa: quando ho di queste botte di culo, mi limito a apprezzarle senza farmi troppe domande.

ivan
Inviato: 9/4/2014 3:30  Aggiornato: 9/4/2014 3:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:


La prossima volta trovati un'agenzia di viaggi migliore.
Magari ha sentito parlare di questa roba qui:
http://lnx.incredibleadventures.it/it/volo-a-gravita-zero.html



Quella non è una situazione di assenza di gravità, è una condizione di equilibrio tra due forze. Che puo ' essere riprodotta da un aereo o da una comune centrifuga. Quindi la bolla di liquido che fluttua e tutte le simulazioni che si trovano in giro per il web non dimostrano nulla.

Quanto all'egenzia di viaggi che comodità che nessuno possa andare nello spazio a vedere per davvero se l'acqua crea quelle particelle li' mostare nel filmato o le stelle non si vedon e/o non vengono in fotografia o se per davvero sulla luna si deve camminare come dei canguri .

Scriveva Rossin in una sua opera : "... all'idea di quel metallo portentoso onnipotente ...che invenzione, che invezione, ..., veda l'oro cosa fa ".


Citazione:

Comunque grazie per il tuo intervento.
A me sono serviti circa 30 secondi per andare su Yahoo e trovare il risultato. Uno dei primi nella prima pagina.
Ce ne sono anche altri.


L'ho postato di là in un 3ad sulle immagini questa situazione.

Lo schema è il seguente
Problema => browser => risoluzione problema.

Una volta si andava a Delphi e dintorni ad interrogare l'oracolo, oggi si intteroga il web ma il concetto è lo stesso: si interroga un oracolo e si da per scontato che egli dica sempre e comunque la verità.


Citazione:

A te immagino ne siano serviti molti di piu' per scrivere la tua replica. Una replica che si limita a sottolineare una tua CREDENZA, senza che ti preoccupassi minimamente di appurare se questa credenza e' vera o falsa.
Bene: e' falsa. Il volo a zero G da tempo non e' piu' appannaggio della cricca degli astronauti. E' una cosa disponibile al semplice turismo. Costoso, certo. Ma se paga ci puo' andare CHIUNQUE.



Non è un volo a garvità zero: è una condizione di equilibrio tra due forze, che è uno scenario completamente diverso.

La gravità zero degli spazi siderali è una cosa ben diversa che non potremo mai testare perche nulla puo' passare indenne nelle fasce di Van Allen e in ogni caso non tutti siamo baroni che possono fare a meno del terzo principio della dinamica.


Citazione:

Prima dicevo che l'atteggiamento mentale dei cd. "moon hoaxers" e' tale che proprio non gli riesce di considerare neppure plausibile, figuriamoci poi fondato, tutto quello che rischia di contraddire la loro visione del mondo.
Che le loro obiezioni si basano perlopiu' su suggestioni.


Questa è la nuova stategia adottata per questa sroria della moon hoax, leggevo qualcosa in merito di là su www.cracked.com

In pratica di letteratura sulle incogruenze delle storie spaziali ve ne è in abbondanza, quindi l'idea per controargomentare è semplice e a buon mercato: ricorrere all'hominem ed attaccare il portatore della tesi e non la tesi stessa.


Citazione:

Mi aspettavo reazioni ostili a questa mia affermazione.
Ecco perche' ti ringraziavo: dopo il tuo intervento, che mostra in modo piuttosto chiaro quello che intendevo, adesso di reazioni ostili me ne aspetto di meno.


Reazioni ostili,

Ci sarebbe da scrivere un trattato in merito.

Negli anni 70 si parlava di "maledizione della luna".

Ricordo che un utente in illo tempore sottolineava come spesso le reazioni siano spesso ostili e violente in queste storie (illuminante è la storia di Ettore, che richiederebbe un 3ad a parte per gli aspetti allucinanti che ha avuto) .

Ma non puo' essere diversamente pproprio per la sua natura: in quanto equivalente per sua natura alla teiera di Ruseel (nessuno puo' verificare emipricamente ma ci si poggia unicamenete sull'interrogazione di novelli oracoli) si poggia solo su assimomi non verificabili e come "Brancaleone alle crociate" ci insegna in questi ambiti anche la semplice diposizione delle parole in una frase puo' fare la differenza tra passare per eretico o meno .

Fabrizio70
Inviato: 9/4/2014 6:16  Aggiornato: 9/4/2014 6:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Ogni discussione che leggo e' un deja vu di una qualche discussione precedente.


Questo succede perchè leggi gli interventi di ivan , comunque ogni tanto qualche novità esce fuori , tipo la storia dei blueprint che la grumman ha deciso di gettare al macero , oggi è possibile visionare comodamente da casa documenti di oltre 2000 anni fà , se vuoi puoi costruirti nel giardino di casa la torre eiffel



ma di uno dei documenti storici of mankind di soli 40 anni fà non c'è traccia...

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
giusavvo
Inviato: 9/4/2014 9:12  Aggiornato: 9/4/2014 9:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/2/2011
Da:
Inviati: 449
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
"(...) Ora non so se Kant abbia o meno scritto qualcosa in merito (...)"

No, lui è solo quello dell'esempio dei "cento talleri".
L'esempio della teiera è di Russel.
Mi sbagliavo io.

"L'uomo è misura di tutte le cose"
(Protagora)
Pispax
Inviato: 9/4/2014 12:05  Aggiornato: 9/4/2014 12:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
ivan, credo sul serio (o almeno spero di tutto cuore) che tu non avresti scritto un intervento cosi' poco lucido in un qualunque altro momento della giornata. Il fatto che tu lo abbia scritto a tarda notte puo' essere che abbia avuto il suo peso.

Provo a indicarti alcune cose senza nessunissima traccia di sarcasmo, ironia o vis polemica.

Citazione:
Quella non è una situazione di assenza di gravità, è una condizione di equilibrio tra due forze. Che puo ' essere riprodotta da un aereo o da una comune centrifuga.
...
Non è un volo a garvità zero: è una condizione di equilibrio tra due forze, che è uno scenario completamente diverso.

Guarda che e' esattamente la cosa che avevi chiesto tu.
Tu sostenevi che l'esperimento non era replicabile se non da un altro astronauta proprio in condizione di equilibrio fra forze.
"Appunto, l'esperimento lo puo' replicare un altro che ha caretteristiche particolari (in questo il poter andare lassu'- attenzione, non nello spazio siderale lontano dall'attarzione fatale della gravità terrestre, ma in una situazione di equilibrio tra due forze-)

E' il dilemma della coperta corta: se la tiri su per coprire la testa, ti scopri i piedi.




Citazione:
Quindi la bolla di liquido che fluttua e tutte le simulazioni che si trovano in giro per il web non dimostrano nulla.

Non voleva neppure dimostrare nulla.
Ho fatto un ragionamento piuttosto articolato, anche se semplice. Poi alla fine ho messo quel filmato solo perche' lo trovo affascinante. Era una cosa che ho trovato nelle (poche) ricerche che ho fatto prima di rispondere.
Tu hai preferito ignorare il ragionamento e concentrarti sul contributo "estetico". Nessun problema su questo: ma non dargli nemmeno una rilevanza che non ha.



Citazione:
Lo schema è il seguente
Problema => browser => risoluzione problema.

Una volta si andava a Delphi e dintorni ad interrogare l'oracolo, oggi si intteroga il web ma il concetto è lo stesso: si interroga un oracolo e si da per scontato che egli dica sempre e comunque la verità.
...
In pratica di letteratura sulle incogruenze delle storie spaziali ve ne è in abbondanza...


A quanto pare, nel tuo modo di vedere le cose, "consultare l'Oracolo" (un sito, ma allora anche un libro, per dire) e' cosa buona fino a quando l'Oracolo risponde in un modo che ci piace, ma diventa immediatamente cosa non buona se il responso contraddice il nostro insieme di credenze.

Se sei davvero convinto della cosa che dici allora mi permetto una domanda: che ci fai tu QUI, nel mondo oracolare di internet?



Citazione:
La gravità zero degli spazi siderali è una cosa ben diversa che non potremo mai testare...

Per curiosita': e allora, visti i presupposti sugli oracoli, come fai TU a saperlo?
Sempre per curiosita' e tralasciando un attimo le considerazioni epistemologiche: in COSA sarebbe diversa? Come cambia, per dire, la cinematica nell'assenza di gravita' "vera" rispetto al semplice equilibrio delle forze?
Potresti portare una descrizione precisa, possibilmente, ma non obbligatoriamente, con tanto di (ops) fonti?




Citazione:
...perche nulla puo' passare indenne nelle fasce di Van Allen...

ANCORA????
Ma che sono: un muro di mattoni?
Puoi, per cortesia, dare una definizione di "indenne"?
Se uno passa le fasce di Van Allen con un graffio a un dito o un livido su un ginocchio sicuramente non e' "indenne", pero' le ha passate lo stesso, no?

Sempre tralasciando un attimo ogni considerazione a monte, potresti per favore dire a quanto ammonta, SECONDO TE, il livello di radiazioni che le due fasce ti costringono a subire?
Secondo la NASA adottando gli opportuni accorgimenti e' pari a circa tre/cinque radiografie al torace.
Secondo te invece? Potresti indicare un livello piu' preciso?
Su quali basi semmai si poggia questa tua convinzione?




Citazione:
e in ogni caso non tutti siamo baroni che possono fare a meno del terzo principio della dinamica.

Non e' la prima volta che ti sento fare questa affermazione.
Potresti spiegarla?
In che modo il terzo principio della dinamica contraddice i viaggi spaziali, qualunque sia la declinazione che tu voglia dare a questo termine?

A me sembra strano, visto che quei viaggi (in particolare il principio della propulsione a reazione) si basano proprio sul terzo principio, e vengono addirittura usati per fornire esperimenti su questa roba agli studenti delle scuole.
E' per questo che chiedo.




Citazione:
Questa è la nuova stategia adottata per questa sroria della moon hoax, leggevo qualcosa in merito di là su www.cracked.com

In pratica di letteratura sulle incogruenze delle storie spaziali ve ne è in abbondanza, quindi l'idea per controargomentare è semplice e a buon mercato: ricorrere all'hominem ed attaccare il portatore della tesi e non la tesi stessa.

Sempre per cortesia, potresti spiegare IN COSA consisterebbe in questo caso l'attacco ad hominem?

Io ho descritto una sorta di forma mentis, oltretutto facilmente verificabile (facilmente verificabile da chiunque non ne sia afflitto, intendo).
Tu hai fatto un intervento che rispecchiava in pieno la forma mentis che stavo descrivendo.
Dici che sbaglio?
Possibile, come no. Ma il tuo intervento comunque resta.
E anche in questo SECONDO intervento si sta verificando lo stesso fenomeno, persino peggio che nel primo.
Dunque?


Per capirci, e lo dico solo per portare un esempio, un attacco ad hominem ben preciso invece e' quando, che so, si sostiene che le obiezioni di un interlocutore facciano parte di una qualsiasi "nuova strategia" volta a delegittimare le tesi dei moon hoaxers.
Questo implica necessariamente il fatto che l'interlucutore appartenga a una "organizzazione" che agisce in modo coordinato, il cui scopo e' quello di diffondere disinformazione deliberata da contrapporre all'informazione "vera".
Insomma, per forza di cose qualunque riferimento a una "strategia", nuova o vecchia che sia, implica che il tuo interlocutore agisca in malafede.

Solo che con me, amico mio, con questi giochetti caschi piuttosto male.

Pispax
Inviato: 9/4/2014 12:18  Aggiornato: 9/4/2014 12:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Fabrizio70

Citazione:
comunque ogni tanto qualche novità esce fuori , tipo la storia dei blueprint che la grumman ha deciso di gettare al macero , oggi è possibile visionare comodamente da casa documenti di oltre 2000 anni fà , se vuoi puoi costruirti nel giardino di casa la torre eiffel

ma di uno dei documenti storici of mankind di soli 40 anni fà non c'è traccia...


Come dicevo non seguo la storia del moon hoax, quindi non avevo neppure idea di cosa fosse un blue print.
In ogni caso, partendo dalle mie basi di solida ignoranza, con meno di due minuti di ricerca ho trovato questo:
http://www.artifactoryreplicas.com/shop/nasa-lunar-excursion-module-lem-component-layout-blueprint/

Credo possano andar bene: ho seguito alcune false piste che portavano agli aerei da caccia e gli altri blueprint che ho visto mi parevano fatti allo stesso modo.


Se sono proprio quelli i blueprint che stai cercando, puoi accaparrarteli con appena 30$ (piu' le spese di spedizione, immagino).

Machu
Inviato: 9/4/2014 13:02  Aggiornato: 9/4/2014 13:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2014
Da:
Inviati: 67
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@Pispax,

"Se sono proprio quelli i blueprint che stai cercando..."
Da quello che ho capito seguendo il link, non lo sono.

La questione principale è se nel 1969 fosse possibile svolgere la missione con il LEM proposto. Quindi per "blueprints" non si intende semplicemente un disegno illustrativo, ma tutto ciò che sarebbe necessario ad un ingegnere per costruire il LEM. Non sono un esperto ma mi pare che quei disegni non bastano. Servirebbero anche i "cicli di lavoro", "WBS", circuiti, specifiche tecniche di tutti i materiali (tipo di acciaio, tipo di lega alluminio, tipo di lavorazione, ecc.).

Affermi che i "blueprint" disponibili su quel sito sono sufficienti per costruire un LEM?

Pispax
Inviato: 9/4/2014 13:54  Aggiornato: 9/4/2014 13:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Machu

Citazione:
Quindi per "blueprints" non si intende semplicemente un disegno illustrativo, ma tutto ciò che sarebbe necessario ad un ingegnere per costruire il LEM. Non sono un esperto ma mi pare che quei disegni non bastano. Servirebbero anche i "cicli di lavoro", "WBS", circuiti, specifiche tecniche di tutti i materiali (tipo di acciaio, tipo di lega alluminio, tipo di lavorazione, ecc.).

Affermi che i "blueprint" disponibili su quel sito sono sufficienti per costruire un LEM?


Guarda, non ho idea di cosa intenda TU per blueprint.
Onestamente non trovo motivo per cui "i "cicli di lavoro", "WBS", circuiti, specifiche tecniche di tutti i materiali (tipo di acciaio, tipo di lega alluminio, tipo di lavorazione, ecc.)" debbano essere stampati in cianografia (si, nel frattempo ho imparato che "blueprint" sta per cianografia) invece che essere scritti con una banale macchina per scrivere, quindi ho l'impressione che tu possa sbagliarti.
In ogni caso OGNI blueprint in cui mi sono imbattuto nella ricerca, che riguardava oggetti diversi, era fatto esattamente allo stesso modo.

Quello che so e' che ho sentito da piu' parti accorate lamentazioni sul fatto che i "blueprint" erano stati buttati al macero.
Dopo un po' di questa menata mi e' presa la curiosita', mi sono messo a vedere se era vero e ho ottenuto una risposta: era falso.
Con pochi dollari i blueprint scomparsi te li mandano tranquillamente a casa.
Per ottenere questo risultato mi ci sono voluti circa 120 secondi.

Ora capisco che per i sostenitori del moon hoax sia necessario rialzare l'asticella e dire che quando si diceva "blueprint" in realta' non si intendeva "blueprint" ma si voleva dire "l'intero ciclo di lavoro al completo comprensivo dei sottoprogetti, compresi quelli dati in appalto, dei processi di controllo di qualita', dei progetti dei sottocomponenti e di ogni altra cosa riguardasse la costruzione del LEM ivi comprese le specifiche dei materiali per ognuno di questi elementi, magari con un elenco dei fornitori per accertare se realmente fossero in grado di produrre il materiale alle condizioni date".

Nel senso che capisco questa esigenza... solo se si ha la necessita' di sostenere a oltranza un proprio insieme di credenze.
Ma onestamente me ne sbatto i coglioni.
Questa esigenza non e' la mia.

Personalmente non credo esista su internet un elenco cosi' completo di NESSUN artefatto spaziale, russo o americano che sia, ma anche questa considerazione ha poca importanza.
Molto semplicemente, non ho intenzione di stare a lavorare gratis per soddisfare le idiosincrasie di nessuno.
Se hai bisogno di avere in mano i progetti originali organizzati in modo tale che possano permetterti di costruirti il tuo LEM in giardino, allora cercateli.


Pero' non mi dimentico nemmeno che per sbugiardare un paio di false credenze sostenute a alta voce sul moon hoax dai suoi sostenitori mi ci sono voluti complessivamente appena 150 secondi.
Questo non da' il ritratto dei "moon hoaxers" come ricercatori particolarmente abili, quantomeno nelle cose che non sostengono le proprie credenze.
Quindi non meravigliarti neppure se la successiva, e inevitabile, affermazione "i progetti non esistono perche' non riesco a trovarli!", da me sara' accolta con una sonora pernacchia.




earlturner
Inviato: 9/4/2014 14:16  Aggiornato: 9/4/2014 14:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
cit -...perche nulla puo' passare indenne nelle fasce di Van Allen...



Ma, carissimo Ivan, non e' che ti andrebbe di elaborare su questo punto? No, cosi', per curiosita', sia mai tu possa entrare nel merito senza tirare in ballo Russell che, ti assicuro, lo citi davvero a sproposito - ti concedo dino al limite o Ettore; eh? Un tea con dino mi sembra piu' appropiato.


@Redazione
Ma scusa ma non dicevi che l'onere della prova spetta a te? boh

@Toussaint
Ritenta, sarai piu' fortunato

Red_Max
Inviato: 9/4/2014 14:26  Aggiornato: 9/4/2014 14:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Non si potrebbe ipotizzare un fenomeno di tipo elettrostatico?
Cioè tipo dei pezzi di rivestimento della navicella che caricati allo stesso potenziale nel momento in cui vengono a staccarsi dalla stessa finiscono per respingersi?

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
earlturner
Inviato: 9/4/2014 14:49  Aggiornato: 9/4/2014 14:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Proviamo cosi : per tutti, avete voglia di formulare rispetto alle seguenti domande - paiono legittime - del babau [ ripulite di frecciatine provocatorie ] ?

1)negli oltre quarant'anni durante i quali questo filmato è stato disponibile, come mai nessun esperto ha mai sollevato dubbi sulle presunte bolle, e come mai gli unici dubbi in proposito provengono da persone non competenti ?

2)se fossero davvero bolle, avrebbe senso che la NASA sia stata così incompetente da lasciare che si vedessero ben diciotto volte (secondo quanto asserito nel video), sbugiardando la messinscena? Visto che erano (secondo la tesi complottista) in una piscina su un set, perché non hanno semplicemente girato di nuovo la scena facendo in modo che non scappassero bolle?

Io speriamo che mi rispondono

toussaint
Inviato: 9/4/2014 15:00  Aggiornato: 9/4/2014 15:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Come dicevo non seguo la storia del moon hoax, quindi non avevo neppure idea di cosa fosse un blue print.


Se non segui il Moon Hoax come ti permetti di individuare qualsivoglia "forma mentis" in coloro che invece ne discutono?
Cosa ne sai tu?

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
toussaint
Inviato: 9/4/2014 15:04  Aggiornato: 9/4/2014 15:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
earlturner, ha già spiegato benissimo totalrec (e anche Fabrizio70, se non erro) i motivi per cui i tuoi due quesiti sono semplicemente ridicoli e non meritevoli di alcuna risposta.
ma se vuoi, continua pure, il tempo che sprechi è il tuo...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
branzac
Inviato: 9/4/2014 15:29  Aggiornato: 9/4/2014 15:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/8/2009
Da:
Inviati: 416
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Se il portellone fosse stato chiuso, avrebbero avuto una ventina di bolle d'acqua che giravano per la navetta?
Ma non è una cosa un po' rischiosa?
Se per caso finiva su circuiti elettrici che succedeva?

Una volta è caso, due è coincidenza ma tre è voluto.
matteog
Inviato: 9/4/2014 15:31  Aggiornato: 9/4/2014 15:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2009
Da: Roma
Inviati: 966
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@earlturner

ti dico alcune cose poi esco subito dalla discussione

Primo: l'onere della prova spetta non a chi fa notare un'anomalia o un qualcosa di strano ma a chi quel filmato lo ha prodotto.
Massimo ha evidenziato un qualcosa di strano o almeno curioso nel filmato dell'Apollo, ci sono o no quelle particelle? Si', beh ora tocca alla NASA spiegare cosa sono. E' normale vederle? Certo che NO, altrimenti dovresti prendere tutti i filmati di astronauti nello spazio e trovarmele sempre e comunque.

Cosa è che non capisci di questa semplice logica?
Massimo ha semplicemente mostrato un'anomalia

ora veniamo alle tue domande:

1) questa è una domanda inutile perché se qualcuno non si è mai accorto di questa cosa vuol dire che non esiste? Fino al '400 nessun europeo si era accorto dell'esistenza di un altro continente questo vuol dire che non esisteva l'America?

2) questo è sempre il solito stupido discorso. Quando ormai hai la fiducia del pubblico non hai più bisogno di raccontargli la verità o raccontargli una menzogna perfetta. E questo è un meccanismo psicologico risaputo. Tant'è che viene utilizzato tantissimo nel cinema. Un esempio clamoroso e vero, nel cinema, è la navicella aliena di Incontri Ravvicinati del 3° tipo che nel finale scompare dietro una montagna. Un giornalista chiese a Spielberg perché aveva fatto sparire la navicella che era più grande della montagna dietro la montagna stessa, Spielberg rispose che a quel punto del film ormai aveva la piena fiducia dello spettatore e qualunque cosa gli avrebbe fatto vedere ci avrebbe creduto anche se visivamente irreale.
Stessa cosa è avvenuta miliardi di volte nella Storia come per l'11 settembre con il WTC7. (Consiglio di vedere gli esperimenti di Ash per esempio)

Quindi permettimi di dire che queste domande sono inutili, a meno che la tua non sia una voluta provocazione.

Qui concludo il mio intervento nella discussione.

"Cercare il complotto è sano, trovarlo dappertutto è follia." M. Galante
Machu
Inviato: 9/4/2014 15:54  Aggiornato: 9/4/2014 15:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2014
Da:
Inviati: 67
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@Pispax,

Quindi riassumendo la tua lunghissima risposta completa di sonora pernacchia finale: No, quel sito non dispone di blueprints sufficienti per ricostruire il LEM.
Bene, questo volevo sapere.

Escape2013
Inviato: 9/4/2014 16:07  Aggiornato: 9/4/2014 16:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/5/2013
Da:
Inviati: 358
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Questo è un mio intervento con zero tecnologia, un pelo di ragionamento e molta "pancia".

A qualcuno risulta sia visibile lo stesso fenomeno in altre riprese di attività analoghe in circostanze paragonabili?

Posso andare anche in cerca da solo, ovvio, ma un'eventuale "dritta" aiuterebbe.
Mi sto rendendo conto che noi "complottisti" (preferisco definirmi "scettico", mi consenta) siamo portati al lavoro di squadra più di altri gruppi.

Ultima cosa: sbaglio o il programma spaziale in oggetto era gestito totalmente a livello militare?
So di essere strambo ma, sapete, tendo a fidarmi più di un delinquente che di un militare...almeno il delinquente uno straccio di etica ce l'ha.

Paracelso
Inviato: 9/4/2014 16:23  Aggiornato: 9/4/2014 16:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/8/2012
Da:
Inviati: 79
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@ earlturner

1) Una credenza/"verità" (assioma o dogma, come lo vuoi chiamare...) è dura da confutare perché va oltre lo scontato (o il comunemente accettato) e stravolge i ragionamenti consequenziali successivi. Questa è logica. Per questo (e a maggior ragione) è difficile che una persona competente rischi la carriera (e molte volte anche la vita...) remando contro corrente.
Che poi adesso si sia più scettici di cento, venti, trenta, quarant'anni fa (solo poco poco di più ma è già qualcosa...) che ci si beveva ogni minchiata che veniva proposta, lo trovo fantastico. Forse piano piano ci stiamo svegliando.

2) Questa domanda si collega alla mia prima risposta perché se dai per certa una certa cosa non tendi ad indagarla (quindi chi la propone non tende, perché non ne ha il bisogno, a far grossi sforzi per avvalorarla...), in più dal 1969 ad oggi la tecnologia foto/audio/visiva ha fatto dei passi da gigante e anche per questo alcuni eventuali errori di regia non passano più inosservati.

Fabrizio70
Inviato: 9/4/2014 16:59  Aggiornato: 9/4/2014 16:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Quello che so e' che ho sentito da piu' parti accorate lamentazioni sul fatto che i "blueprint" erano stati buttati al macero.
Dopo un po' di questa menata mi e' presa la curiosita', mi sono messo a vedere se era vero e ho ottenuto una risposta: era falso.
Con pochi dollari i blueprint scomparsi te li mandano tranquillamente a casa.
Per ottenere questo risultato mi ci sono voluti circa 120 secondi.


Chiedo scusa Pispax , credevo che avessi seguito il discorso sull'altro thread ed il problema ti fosse più chiaro.

Partiamo dall'inizio , per blueprint si intende il disegno tecnico di un manufatto e si usa in ingegneria ed architettura , dato che serve per realizzare un prodotto alla cui realizzazione lavorano diverse persone in diverse fasi ha delle precise norme a livello internazionale , qui puoi trovare diverse info :

http://it.wikipedia.org/wiki/Disegno_tecnico

Dato che dall'ideazione alla realizzazione non sempre le cose vanno tutte liscie in ingegneria si è soliti dividre il processo in quattro fasi :preliminare, definitivo, esecutivo e as-built.

Quello che conta realmente è l'as-built , ma in mancanza di meglio ci possiamo accontentare.

Ora tu dici di averlo trovato con 120 secondi di ricerca e se vuoi con 30 $ te lo spediscono a casa , analizziamolo con calma , cosa stai comprando ?

Per prima cosa stai parlando di un unico disegno che è disponibile ad altissima risoluzione anche qui :

http://en.wikipedia.org/wiki/Apollo_Lunar_Module

Le immagini che seguono le ho ritagliate da qui:

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/4/4f/Lunar_Module_Equipment_Locations_1_of_2.jpg

ben 10,497 × 2,985 pixels.

La prima cosa che un tecnico osserva è il cartiglio , ovvero le informazioni base per identificare un disegno , la sua "carta d'identità" :



Quello che salta subito all'occhio è la proprietaria del disegno , ovvero la NASA , solo che c'è un piccolo problema , il costruttore del veicolo è la Grumman Aereospace Corporation , quindi questo non è un disegno costruttivo , ovvero ha lo stesso valore se lo disegnasse mio nipote di 6 anni e mi risparmierei 30 $.

Altro problema è l'identificazione univoca del disegno , di solito rappresentata da un codice alfanumerico per facilitare riferimenti ricerche corrispondenze ecc.ecc.
Da quello che leggo la NASA per realizzare il LEM ha usato solo DUE disegni , non ti sembra un pò poco ?

In alto a sinistra troviamo un altro cartiglio :



E' l'unica data presente nel foglio ed è il 20/02/1970 , cioè prima li fanno decollare e poi li progettano ?

Se non bastasse questo c'è un altro particolare



Cos'è quel simbolo triangolare ?



Ah , una nota , controllare la configurazione del veicolo ?

Di bene in meglio , prima li spediscono sulla luna , poi disegnano il vettore e dopo controllano se è giusto !!!

Ora se per te quel disegno vale 30$ sono contento per te , personalmente da tecnico ti posso solo avvisare che quello non vale una lira ...

Citazione:
Personalmente non credo esista su internet un elenco cosi' completo di NESSUN artefatto spaziale, russo o americano che sia, ma anche questa considerazione ha poca importanza.


Giustissima considerazione , infatti non pretendo di costruirmi un Saturn V con annessi ed orpelli vari (non dimentichiamo pure la rampa di lancio) , mi sembra strano che in quest'epoca in cui è facile trovare informazioni NESSUN appassionato , ricercatore ,progettista abbia mai visto UN disegno tecnico ORIGINALE della Grumman su milioni disponibili , non dico un as-built ma neanche uno mi sembra eccessivo.

Citazione:
Pero' non mi dimentico nemmeno che per sbugiardare un paio di false credenze sostenute a alta voce sul moon hoax dai suoi sostenitori mi ci sono voluti complessivamente appena 150 secondi.
Questo non da' il ritratto dei "moon hoaxers" come ricercatori particolarmente abili, quantomeno nelle cose che non sostengono le proprie credenze.


Il problema è l'opposto , su queste considerazioni (giuste o sbagliate che siano ) la maggior parte della gente esprime un giudizio senza pensarci o senza avere le conoscienze necessarie , te l'ho appena dimostrato , tu almeno hai speso 150 secondi del tuo tempo per farti una ricerchina su Internet ma c'è gente che copia incolla castronerie tipo quelle del very active man , è la teoria della montagna di merda al contrario ed ecco perchè ti appare così nebbiosa la questione.

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Fabrizio70
Inviato: 9/4/2014 17:17  Aggiornato: 9/4/2014 17:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Cioè tipo dei pezzi di rivestimento della navicella che caricati allo stesso potenziale nel momento in cui vengono a staccarsi dalla stessa finiscono per respingersi?


Il command module non era verniciato :


Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Fabrizio70
Inviato: 9/4/2014 17:23  Aggiornato: 9/4/2014 17:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
A qualcuno risulta sia visibile lo stesso fenomeno in altre riprese di attività analoghe in circostanze paragonabili?


Funky1 ha postato un video di una missione STS , poi c'è quello della missione cinese , di esempi ce ne sono ma sono le spiegazioni che non reggono , in quello di Funky1 le particelle TORNANO INDIETRO !!!

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Red_Max
Inviato: 9/4/2014 20:23  Aggiornato: 9/4/2014 20:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Però, per quanto riguarda il filmato della missione cinese, lo sventolamento della bandierina è incompatibile con l'immersione in un liquido.

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
leorubino
Inviato: 9/4/2014 21:03  Aggiornato: 9/4/2014 21:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/8/2013
Da: Torino
Inviati: 37
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Tutti e cinque gli sbarchi lunari avvennero sotto la presidenza Nixon.
Poi lo stesso si dimise in seguito allo scandalo del Watergate.

Saluti.

Leo.

totalrec
Inviato: 9/4/2014 21:08  Aggiornato: 9/4/2014 21:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Proviamo cosi : per tutti, avete voglia di formulare rispetto alle seguenti domande - paiono legittime - del babau [ ripulite di frecciatine provocatorie ] ?

1)negli oltre quarant'anni durante i quali questo filmato è stato disponibile, come mai nessun esperto ha mai sollevato dubbi sulle presunte bolle, e come mai gli unici dubbi in proposito provengono da persone non competenti ?

2)se fossero davvero bolle, avrebbe senso che la NASA sia stata così incompetente da lasciare che si vedessero ben diciotto volte (secondo quanto asserito nel video), sbugiardando la messinscena? Visto che erano (secondo la tesi complottista) in una piscina su un set, perché non hanno semplicemente girato di nuovo la scena facendo in modo che non scappassero bolle?

Io speriamo che mi rispondono



Si tratta di domande così sgangherate ed indegne sul piano del ragionamento logico da non poter neppure essere considerate argomentazioni di un incompetente. Trattasi invece di strumenti conativi utilizzati da un competentissimo disinformatore professionista.

1) Negli oltre seicento anni in cui il testo della Donazione di Costantino è stato disponibile all'interno dei Decretali dello Pseudo-Isidoro, come mai nessun esperto ha sollevato dubbi sulla sua autenticità e gli unici dubbi in proposito provengono da un maestro di scuola del Quattrocento, certamente non competente in materia di donazioni territoriali del tardo impero?

2) Se la Donazione di Costantino fosse veramente un falso, avrebbe senso che la Chiesa sia stata così incompetente da lasciare - per ben seicento anni! - che il documento restasse infarcito di barbarismi e anacronismi terminologici, sbugiardando la messinscena? Visto che si trattava di un semplice testo scritto a mano, perché non l'hanno semplicemente sostituito con un altro, facendo in modo di correggere i termini incompatibili con il presunto periodo di stesura?

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Pispax
Inviato: 9/4/2014 21:17  Aggiornato: 9/4/2014 21:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Machu

Citazione:
Quindi riassumendo la tua lunghissima risposta completa di sonora pernacchia finale

"Lunghissima" QUELLA?
Si vede che sei nuovo.




Citazione:
No, quel sito non dispone di blueprints sufficienti per ricostruire il LEM.
Bene, questo volevo sapere.


Figurati.
Anche la prossima volta che non sei capace di capire da solo l'anteprima di un'immagine, i miei occhiali sono a tua disposizione.
Pero' credo che se considerassi seriamente l'idea di comprarne un paio tutto per te, la tua vita migliorerebbe di un bel po'. Ma tu fai come credi, eh.


ivan
Inviato: 9/4/2014 21:23  Aggiornato: 9/4/2014 21:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"

Pispax
Inviato: 9/4/2014 21:52  Aggiornato: 9/4/2014 21:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Fabrizio70

Citazione:
Chiedo scusa Pispax , credevo che avessi seguito il discorso sull'altro thread ed il problema ti fosse più chiaro.

Figurati. La colpa e' mia.



Citazione:
Quello che salta subito all'occhio è la proprietaria del disegno , ovvero la NASA , solo che c'è un piccolo problema , il costruttore del veicolo è la Grumman Aereospace Corporation , quindi questo non è un disegno costruttivo , ovvero ha lo stesso valore se lo disegnasse mio nipote di 6 anni e mi risparmierei 30 $.
...
Ah , una nota , controllare la configurazione del veicolo ?

Be', magari no. A meno che poi tu non voglia sostenere che il LEM assomigliava incredibilmente a Peppa Pig.
Possibile che quello sia un disegno di controllo?
Una cosa usata dai tecnici della NASA per verificare che il prodotto consegnato fosse conforme?



Citazione:
Giustissima considerazione , infatti non pretendo di costruirmi un Saturn V con annessi ed orpelli vari (non dimentichiamo pure la rampa di lancio)

Nel caso, visto che sei un tecnico, puoi eventualmente rassicurare sia me che machu sul fatto che di solito nelle cianografie non ci sono tutti quei dati che chiede lui?



Citazione:
mi sembra strano che in quest'epoca in cui è facile trovare informazioni NESSUN appassionato , ricercatore ,progettista abbia mai visto UN disegno tecnico ORIGINALE della Grumman su milioni disponibili , non dico un as-built ma neanche uno mi sembra eccessivo.

Io non ci trovo niente di strano.
E' irragionevole supporre che quei progetti non siano stati coperti da segreto per lungo tempo. Adesso che il segreto, forse, e' caduto, al piu' possono avere un modesto valore come memorabilia.
Immagino siano sempre sepolti in qualche sotterraneo blindato della NASA. O di quella societa' che si e' comprata la Grumman e di cui non ricordo mai il nome.



Citazione:
Il problema è l'opposto , su queste considerazioni (giuste o sbagliate che siano ) la maggior parte della gente esprime un giudizio senza pensarci o senza avere le conoscienze necessarie , te l'ho appena dimostrato , tu almeno hai speso 150 secondi del tuo tempo per farti una ricerchina su Internet ma c'è gente che copia incolla castronerie tipo quelle del very active man , è la teoria della montagna di merda al contrario ed ecco perchè ti appare così nebbiosa la questione.

Qui sono costretto a dissentire.
Ribadisco per l'ennesima volta che a me della questione del Moon Hoax non importa un fico secco. Questa posizione non mi crea nessuno svantaggio concreto (tranne l'ignoranza sull'argomento lunare affrontato sul dark side del complotto, chiaro. Questa cosa mi preoccupa come l'ignoranza in microbiologia abissale, altro tema di cui non m'importa una bella cippa) ma in compenso mi regala la possibilita' di esaminare i vari dibattiti con una discreta dose di obiettivita'.
Esattamente come un fanatico tifoso di calcio italiano potrebbe guardare una partita Brasile-Argentina sentendosi finalmente libero dal peso del "tifo" e capace di osservare e valutare spassionatamente le varie azioni.

Credimi se ti dico una cosa: il principale problema della teoria del Moon Hoax... sono proprio i moon hoaxers.
Gente che e' riuscita a trasformare un argomento di discussione accademica (si sta parlando di roba di mezzo secolo fa, dopotutto) in una vera e propria crociata.
Perche' della crociata ha il piglio, i toni e la farloccosita' delle argomentazioni, dove il principale impegno e' trasformare argomenti marginali in drammaticissime "rivelazioni".

Ma tant'e'.

ivan
Inviato: 9/4/2014 22:23  Aggiornato: 9/4/2014 22:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"


Ma pensa te ....

Machu
Inviato: 9/4/2014 22:32  Aggiornato: 9/4/2014 22:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2014
Da:
Inviati: 67
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@Pispax,

Senza lunghissimi giochi di parole su blueprints, cianografie, anteprime, ecc. la semplice questione è: Secondo te, esistono informazioni sufficienti per ricostruire il LEM? Sì o no?

invisibile
Inviato: 9/4/2014 22:49  Aggiornato: 9/4/2014 22:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Pispax

Gente che e' riuscita a trasformare un argomento di discussione accademica (si sta parlando di roba di mezzo secolo fa, dopotutto) in una vera e propria crociata.

Detto come se fosse un fatto oggettivo, non una tua opinione soggettiva.
Ti confondi sempre tra le due cose.

Qualcuno potrebbe vederla diversamente.
Per esempio, se viene fuori che era una messa in scena, i cittadini americani potrebbero esigere il rimborso da parte del governo e della NASA della montagna di soldi che hanno rubato loro per fare quella pagliacciata, con gli interessi... di mezzo secolo chiaramente.

Nel caso fosse dimostrata la pagliacciata, mi sembra evidente che non si tratterebbe di pura accademia ma di materia per i tribunali.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Pispax
Inviato: 9/4/2014 22:59  Aggiornato: 9/4/2014 22:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Machu

Citazione:
@Pispax,

Senza lunghissimi giochi di parole su blueprints, cianografie, anteprime, ecc. la semplice questione è: Secondo te, esistono informazioni sufficienti per ricostruire il LEM? Sì o no?


E che ne so?
L'unica cosa di cui sono sicuro e' che non ho intenzione di spendere neppure un secondo per cercarli.
Visto che non mi interessa ricostruire il LEM, non provo interesse per la questione.

ivan
Inviato: 9/4/2014 23:04  Aggiornato: 9/4/2014 23:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Altro aspetto, le scialuppe di salvataggio spaziali :

link 6 Terrifying Emergency Escape Pods (That Aren't Worth It)

Red_Max
Inviato: 9/4/2014 23:09  Aggiornato: 9/4/2014 23:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Sì, ma, la bandierina del cinese come faceva a non bagnarsi

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
Pispax
Inviato: 9/4/2014 23:17  Aggiornato: 9/4/2014 23:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
invisibile

Citazione:
Per esempio, se viene fuori che era una messa in scena, i cittadini americani potrebbero esigere il rimborso da parte del governo e della NASA della montagna di soldi che hanno rubato loro per fare quella pagliacciata, con gli interessi... di mezzo secolo chiaramente.

Nel caso fosse dimostrata la pagliacciata, mi sembra evidente che non si tratterebbe di pura accademia ma di materia per i tribunali.


Appunto.

"Tu" sei cittadino americano?
Sei erede di un contribuente americano che pagava le tasse negli anni '60 e primi anni '70?
Hai un qualche particolare e preciso interesse nel favorire gli interessi (scusa la ripetizione) degli ottantenni americani o dei loro eredi?

Se la risposta a almeno una di queste domande e' SI, allora fai bene a approfondire il tema del Moon Hoax.
Ma nel caso e' meglio che tu lo faccia SERIAMENTE, perche' di fronte alle domande possibiliste e alle suggestioni emotive i tribunali tendono a darti torto.
(Sempre ammesso e non concesso che un tribunale POSSA affrontare la questione, chiaro. Perche' nel caso, mi verrebbe da pensare, quelli in attesa della causa successiva sarebbero quelli che vogliono i danni per la guerra in Vietnam)


Se invece non rientri in nessuna delle tre categorie che elencavo, ma allo stesso tempo continui a occuparti del Moon Hoax per insondabili motivi tuoi, e continui a farlo cercando riscontri nelle suggestioni e nelle domande possibiliste piuttosto che nei fatti, con una modalita' di dibattito oltretutto particolarmente indegna, allora aiutami a cercare un termine migliore che ti definisca, perche' a me viene solo in mente il termine "crociata".


N.B.: sia chiaro che il "tu" e' impersonale. Non mi sto riferendo a TE personalmente, che oltretutto nei dibattiti su questo tema intervieni persino meno di me: "ti" ho solo preso come pretesto per dire questa cosa. Chiunque, se vuole, puo' affrontare questo percorso.

lucred
Inviato: 10/4/2014 6:08  Aggiornato: 10/4/2014 6:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/9/2010
Da: Milano
Inviati: 260
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
1) Negli oltre seicento anni in cui il testo della Donazione di Costantino è stato disponibile all'interno dei Decretali dello Pseudo-Isidoro, come mai nessun esperto ha sollevato dubbi sulla sua autenticità e gli unici dubbi in proposito provengono da un maestro di scuola del Quattrocento, certamente non competente in materia di donazioni territoriali del tardo impero?



Perché nessuno tra i pochissimi che sapevano leggere aveva il coraggio di fare affermazioni che si scontravano così duramente contro un dogma della Chiesa.Gli imperatori sapevano benissimo che il documento era un falso.
Lo sapevano Ottone,Barbarossa e Federico II.

Citazione:
2) Se la Donazione di Costantino fosse veramente un falso, avrebbe senso che la Chiesa sia stata così incompetente da lasciare - per ben seicento anni! - che il documento restasse infarcito di barbarismi e anacronismi terminologici, sbugiardando la messinscena? Visto che si trattava di un semplice testo scritto a mano, perché non l'hanno semplicemente sostituito con un altro, facendo in modo di correggere i termini incompatibili con il presunto periodo di stesura?


Nessuno all'epoca aveva strumenti per capire gli anacronismi e le contraddizioni del testo.Oggi li abbiamo.
Sarebbe veramente ridicolo se la NASA si comportasse come la Chiesa del medioevo."E' così perché lo dico io."
Oggi i falsi storici li sgamano subito vedi i Protocolli di Sion o i diari di Hitler.

Red_Knight
Inviato: 10/4/2014 6:30  Aggiornato: 10/4/2014 6:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@Redazione

Qualche giorno fa ti sei assunto l'onere della prova.
Ora dici che l'onere è ribaltato.
Questa cosa implica per forza che tu consideri il video delle bolle una prova.
Sto sbagliando? Lo chiedo per capire e tenere il filo.

Fabrizio70
Inviato: 10/4/2014 6:37  Aggiornato: 10/4/2014 6:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Possibile che quello sia un disegno di controllo?
Una cosa usata dai tecnici della NASA per verificare che il prodotto consegnato fosse conforme?


Su questo non posso risponderti con assoluta sicurezza , dipende che tipo di lavoro è stato affidato alla Grumman , di solito il committente dà delle semplici specifiche lasciando al costruttore il compito della realizzazione dal principio alla fine ,se così fosse la risposta è negativa ma in questo caso non sono certo senza ulteriori info , a quanto sembra è uscito nel 2001 il libro Moon Lander: How We Developed the Apollo Lunar Module dell'ing. Kelly della Grumman , forse lì si possono trovare chiarimenti.

Citazione:
Nel caso, visto che sei un tecnico, puoi eventualmente rassicurare sia me che machu sul fatto che di solito nelle cianografie non ci sono tutti quei dati che chiede lui?


Fidati che ha ragione lui , ma sul fatto che sia illogico pubblicare tutti i documenti per costruirsi un LEM hai ragione tu.

Citazione:
Immagino siano sempre sepolti in qualche sotterraneo blindato della NASA.
O di quella societa' che si e' comprata la Grumman e di cui non ricordo mai il nome.


Northrop , si chiama così , su questo punto non c'è alcuna dichiarazione ufficiale , ecco un punto che ti dà ragione sulla scarsa opera di ricerca , nessuno ha insisito per verificare la situazione , del resto quando hanno insistito per visionare i dati delle missioni Apollo la NASA è stata costretta ad ammettere che se li era persi

Citazione:
Credimi se ti dico una cosa: il principale problema della teoria del Moon Hoax... sono proprio i moon hoaxers.


No , non è questo il problema , come ti ho già detto è la stessa situazione dell'11/9 , solo che c'è una grande differenza , gli sbarchi lunari sono avvenuti quando la capacità di gestire le informazioni era limitata vista l'assenza di internet , ed alcuni argomenti trattati male all'inizio non sono stati corretti subito , tipo il problema delle fascie di Van Allen , di per se hanno ragione gli ufficialisti a dire che non è un grosso problema ma così rispondendo non affrontano il problema successivo , ovvero che all'esterno delle fascie c'è molta più radiazione cosmica rispetto all'orbita terrestre.
Oltretutto l'assenza di internet non ha permesso lo sviluppo di quella massa critica di persone dubbiose fin dall'inizio , personalmente del moon hoax ne ho sentito parlare per la prima volta nel 2005/6 e per caso cercando maggiori info sui fatti dell'11/9 , il film del 78 Capricorn One l'avevo visto ma per me era pura fantascienza , nell'immaginario collettivo è un argomento troppo radicato per poter modificarlo in maniera semplice.

Citazione:
Se invece non rientri in nessuna delle tre categorie che elencavo, ma allo stesso tempo continui a occuparti del Moon Hoax per insondabili motivi tuoi, e continui a farlo cercando riscontri nelle suggestioni e nelle domande possibiliste piuttosto che nei fatti, con una modalita' di dibattito oltretutto particolarmente indegna, allora aiutami a cercare un termine migliore che ti definisca, perche' a me viene solo in mente il termine "crociata".


Personalmente vorrei fare causa alla NASA per danni morali , mi hanno smontato un desiderio da bambino :

http://www.natura-e.com/customer/product.php?productid=3393&cat=148

Citazione:
PENNA ASTRONAUTA

La penna a sfera sviluppata appositamente per i viaggi spaziali e adottata ufficialmente dalla NASA per gli astronauti delle Missioni Apollo. La sfera è in carburo di tungsteno e l’inchiostro è conservato in un serbatoio pressurizzato, per cui la penna è in grado di scrivere in qualsiasi condizione: all’insù, sott’acqua e anche a temperature estreme.




Non puoi sapere quanto l'ho sognata

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Red_Knight
Inviato: 10/4/2014 7:29  Aggiornato: 10/4/2014 7:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@totalrec

Citazione:
ti faccio semplicemente notare che nel post su cui tanto astio riversi non si faceva la minima menzione di questioni tecnologiche.


L'argomento lunare è interamente tecnologico. Non c'è nessun altro tipo di discussione possibile al riguardo, se il tema è «sono o non sono andati?». Rigetto il tuo tentativo di introdurre nel discorso la solita dose di rumore random, tipica dei discorsi ideologici. Tolte le cazzate, l'unica cosa che si può portare a suffragio del Moon Hoax sono ragionamenti fisici. L'uso del ridicolo e le considerazioni politiche sono al massimo buon materiale narrativo per opere derivate (fermo restando che anche sul piano delle dietrologie tutto punta verso l'autenticità del programma Apollo, IMHO).

Citazione:
Si intendeva solo stigmatizzare una certa logica dei believers (che è di Attivissimo, ma anche tua e più in generale dei tuoi correligionari) talmente sgangherata e sfacciatamente schierata sul piano ideologico da rendere superfluo proseguire nella lettura delle argomentazioni più "tecniche" (se così le si può definire), qualunque sia il loro contenuto.


A conferma di quanto dico. Introduci arbitrariamente la figura dei believers, presenti come religione una legittima convinzione, per la quale per altro nessuno nutre interessi personali diretti al di là della mera curiosità o passione, e che nessuno in questa sede ha difeso mai con un impegno superiore a quello che ci si aspetterebbe da qualsiasi altro tema (è vero il contrario, però), introduci un'indebita associazione con Attivissimo (il che qui dentro assume un valore di cui sei ben consapevole) e cerchi di spostare dall'ambito tecnico quella che è, mi ripeto, una faccenda esclusivamente tecnica. È una semplice petizione di principio per cui l'interlocutore ha torto per il solo fatto di difendere la propria ipotesi. È il trucco più vecchio del mondo e anche uno dei meno intelligenti.

Citazione:
Diedi all'epoca una risposta, non so se esauriente o condivisibile, ma certamente sincera.


Non hai mai dato una risposta degna di questo nome, ma puoi sempre riemdiare qui in home page.

Citazione:
Ora rinvio al mittente la domanda: quali sono i criteri di falsificazione dell'ipotesi Apollo-sulla-Luna?


Una qualsiasi inconsistenza inspiegabile (e per inspiegabile si intende che non ci sia altra spiegazione possibile che l'artifizio) nei dati, nelle foto, nei video, nelle dichiarazioni NASA, oppure un'intercettazione telefonica di un alto dirigente NASA che commissiona un LEM finto, un qualsiasi documento riservato d'epoca probante in tal senso, o almeno la testimonianza credibile di qualcuno che avrebbe assistito alla messinscena, e tante altre che la fantasia suggerisce. Più o meno gli stessi criteri di falsificazione che un qualsiasi dato considerato 'di fatto' richiede per decadere dallo status di dato di fatto.
Mazzucco ritiene di aver individuato una possibile inconsistenza e nel frattempo si è (o quanto meno si era, gliel'ho appunto chiesto) assunto l'onere della prova, riconoscendo quindi, se le parole hanno un senso, che l'adesione di default all'opinione comunemente accettata sul programma Apollo rappresenta una posizione ragionevole.
Però chiunque nutra convinzioni opposte, strangely enough, è già etichettato come believer. Hai mica visto in anteprima il film di Mazzucco?

Citazione:
Nel suo intervento, Attivissimo sta sostenendo la non falsificabilità di tale ipotesi: se i filmati Apollo sono senza pecca, questo dimostra che sulla luna siamo stati davvero. Se invece sono pieni di pecche, anche questo dimostra la stessa cosa, perché nessun imbroglione potrebbe essere così stupido da commettere simili sviste.


Nient'affatto. Il ragionamento che fa Attivissimo, in questo caso con ragione, è che non è conveniente sul piano euristico - se siamo ancora nella fase delle ipotesi - cercare pecche di quel tipo. La qual cosa diventa un'argomentazione seria nel caso in oggetto in quanto il Moon Hoax più diffuso è basato su una somma di presunti indizi e sospetti e non su un'analisi che dimostra o suggerisce fortemente una qualche manomissione. Minare la motivazione del sospetto è in questo caso sensato.

Citazione:
con la sua seconda argomentazione, giunge a sostenere che per poter dare del cialtrone ad un tale che viene a raccontarti, con la faccia seria seria, che i somari volano, ciascuno di noi deve essere almeno laureato in zoologia e ingegneria aeronautica, pena l'irrilevanza delle sue affermazioni. Una posizione che, a giudicare dai tuoi interventi, mi pare tu condivida.


Ti pare male. Qui al massimo c'è uno che definisce somari che volano le cose che non capisce (posto che sia in buona fede, e ho esaurito tutte le possibilità di crederlo) per reclamare una pari dignità fra le sue cialtronate e il pensiero tecnico. L'irrilevanza di tali affermazioni è una profezia che si autodetermina.

Citazione:
Resta però la curiosità di conoscere il motivo di tanto astio. Ho postato un banale intervento in cui si evidenziavano le colossali fallacie logiche che stanno alla base della religione lunare, un intervento che non ti riguardava e non ti tirava minimamente in causa; eppure ciò è bastato - come già accaduto in altre occasioni - per scatenare un tuo attacco col sangue agli occhi, peraltro contenente considerazioni che nulla avevano a che fare col contenuto del mio post.


Hai uno strano concetto di "evidenziare le fallacie logiche".
Quello che chiami astio è semplicemente intolleranza nei confronti dei disonesti, che è dovuta non per motivi personali - mica ti conosco, e in ogni caso non ho 5 anni - ma per il rispetto che si deve alla corretta informazione. I propagatori di memi balordi, i difensori del "mi sembra quindi è" e i misquoters - e tu sei tutte e tre le cose, cosa provata da tempo - devono pur essere tamponati in qualche modo.

Red_Knight
Inviato: 10/4/2014 7:40  Aggiornato: 10/4/2014 7:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@Fabrizio70



Non è come dici tu sulla faccenda dell'ebollizione, ma tralasciamo un momento la Fisica per una cosa più spiccia: quello a me sembra un liquido.
Se Redazione ci conferma che non è un problema della pellicola, il discorso cambia.

Fabrizio70
Inviato: 10/4/2014 8:56  Aggiornato: 10/4/2014 8:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Non è come dici tu sulla faccenda dell'ebollizione,


Non è che lo dico io :

http://askville.amazon.com/water-evaporate-vacuum/AnswerViewer.do?requestId=2332927

Citazione:
In pressures below the triple point, such as in outer space where the pressure is low, liquid water cannot exist


http://www.askamathematician.com/2009/12/q-why-does-saliva-boil-in-the-vacuum-of-space/

Citazione:
In fact, you would have to cool water down to nearly zero before you can expose it to space without vaporizing it. Even then it would be ice, not liquid water. There are plenty of youtube videos of water boiling in vacuum chambers.


http://zidbits.com/2011/05/why-does-water-boil-in-the-vacuum-of-space/

Citazione:
n science fiction shows and movies, when someone or something is exposed to the vacuum of space, they’re often shown to instantly freeze. The vacuum of space is often depicted as a cold, barren place without atmosphere that can instantly kill without protection

[omiss]

This means that in the vacuum of space, a cup of water would boil into a vapor before it can freeze. It would eventually freeze, but it would – desublimate – or vaporize into a gas first, then turn directly into a solid.


http://newton.dep.anl.gov/askasci/chem99/chem99558.htm

Citazione:
Can water boil at room temperature? Mom says that you can do it if you put the container of water in a vacuum chamber.


Persino le mamme lo sanno....

P.S:Hai allargato la pagina con quelle foto , puoi sistemarle meglio ?

Grazie...

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
invisibile
Inviato: 10/4/2014 9:30  Aggiornato: 10/4/2014 9:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@ Pispax

Citazione:
Appunto.

"Tu" sei cittadino americano?
Sei erede di un contribuente americano che pagava le tasse negli anni '60 e primi anni '70?
Hai un qualche particolare e preciso interesse nel favorire gli interessi (scusa la ripetizione) degli ottantenni americani o dei loro eredi?

Se la risposta a almeno una di queste domande e' SI, allora fai bene a approfondire il tema del Moon Hoax.

Se leggo bene quello che hai scritto, significa che ricercare la verità su dei possibili crimini va fatto solo se si ha un interesse materiale personale.
Altrimenti sarebbe:

Citazione:
Se invece non rientri in nessuna delle tre categorie che elencavo, ma allo stesso tempo continui a occuparti del Moon Hoax per insondabili motivi tuoi...

... per isondabili motivi personali, e:

Citazione:
...allora aiutami a cercare un termine migliore che ti definisca, perche' a me viene solo in mente il termine "crociata".

... per te equivale a fare una "crociata".
A parte che "crociata", intesa in senso negativo come appare evidente da quello che scrivi, potrebbe essere una cosa positiva. Per esempio chi fa una crociata contro i politici corrotti (e contro chi in vario modo li difende e/o li giustifica), ha tutta la mia ammirazione.
Ma se ho capito bene, stai dicendo che se io ho il sospetto che un mio vicino di casa è un pedofilo assassino e cannibale di bambini, io, se non ho un eventuale vantaggio materiale nel provare tale crimine, non devo indagare, perché sarebbe una "crociata".
Ho capito bene il tuo pensiero?

Stiamo parlando di crimini terribili. Rubare trilioni di dollari ad una nazione equivale a commettere una strage. Spero che su questo siamo d'accordo, in fondo è semplice matematica.

@Tutti
Radiazioni nelle e oltre le fasce di Van Hallen.
Con la supermoderna tecnologia che abbiamo, possibile che ad oggi non si possa sapere se oltre le fasce le radiazioni sono schermabili con la supertecnologia attuale o meno?
Possibile che ci siano dubbi al riguardo con tuttte le sonde che hanno mandato in giro? Possibile che non abbiano raccolto dati attendibili?
Mi sembra impossibile...

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Fabrizio70
Inviato: 10/4/2014 10:34  Aggiornato: 10/4/2014 10:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Con la supermoderna tecnologia che abbiamo, possibile che ad oggi non si possa sapere se oltre le fasce le radiazioni sono schermabili con la supertecnologia attuale o meno?


Non è questione di supertecnologia , le schermature sono le cose più semplici da realizzare , il laboratorio del gran sasso è costruito sotto 1400 m di montagna appunto per schermare il più possibile gli strumenti da interferenze esterne , nonostante questo i raggi cosmici riescono a raggiungerlo lo stesso , quindi ci sono diverse considerazioni da fare:

La principale è che l'assorbimento delle radiazioni ha un effetto che si somma , prendiamo un valore di 4 Sv (Sievert , unità di misura moderna che tiene conto del danno biologico , una particella alpha crea un danno differente rispetto alla radiazione gamma e così via) che causa la morte nel 50% dei casi , quindi se devo interagire in un ambiente con 4 Sv devo usare uno schermo , poniamo che lo schermo riduca l'assorbimento ad un Sv al giorno , ciò non significa che sono al sicuro ma che in quell'ambiente posso lavorare al massimo 4 giorni.

Quindi in realtà se il tempo di permanenza è breve non ho bisogno di schermature pesanti , sempre sperando che nel frattempo non accada qualche evento che alzi i livelli di radiazione , il più comune nel sistema solare è un brillamento del sole , ci sono pagine apposite OGGI sul web che permettono di monitorare la situazione :

http://www.swpc.noaa.gov/SWN/

Alcuni studi che avevo letto dicevano che per un viaggio su marte (tempo lungo) era sufficiente uno schermo di 10 metri d'acqua mentre per una permanenza di una settimana si poteva usare la stessa regolite per coprire lo shelter , nulla di complicato ma portare peso nello spazio ha un costo.


Citazione:
Possibile che ci siano dubbi al riguardo con tuttte le sonde che hanno mandato in giro? Possibile che non abbiano raccolto dati attendibili?


I dati attendibili ci sono :



I pallini verdi sono le missioni Apollo , come puoi vedere hanno lo stesso valore di tutte le altre missioni , e se questo può valere per le prime missioni che sulla superficie della Luna ci sono stati pochissimo (la schermatura del LEM è ridicola) per le ultime tali valori non sono spiegabili se non ipotizzando che invece di essere fermi sulla superficie lunare esposti al bombardamento solare erano in orbita...

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
invisibile
Inviato: 10/4/2014 10:46  Aggiornato: 10/4/2014 10:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Fabrizio70

Grazie della buona volontà...

Ma, se ho capito quello che hai scritto, questo significa che con le schermature che avevano gli apollonauti sarebbero morti?

Poi, se la schermatura del LEM era ridicola, quella del modulo orbitante era sufficiente all'ambientino?

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Sertes
Inviato: 10/4/2014 11:35  Aggiornato: 10/4/2014 11:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
invisibile ha scritto:
Ma, se ho capito quello che hai scritto, questo significa che con le schermature che avevano gli apollonauti sarebbero morti?


Questa è un ipotesi molto verosimile ma inprovabile con i nostri mezzi. Perché? Perché gli schemi di costruzione del LEM non ci sono. (giusto per chiudere il cerchio sulla questione)

I dati certi (i puntini verdi) rappresentano un dispositivo che gli astronauti avevano addosso e che misura l'esposizione alle radiazioni, quindi possiamo dire per certo che i dati delle radiazioni assorbite sono incompatibili con un viaggio oltre le fasce di Van Allen, sulla luna, e rientro.

(un po' come dire che non so dirti dov'erano le bombe alle TT ma di certo i tempi di caduta sono incompatibili con dei crolli gravitazionali)

Ci sono così tanti buchi in questa favola che fa bene Massimo a fare un film per riepilogarli tutti, perché la fede attecchisce quando manca l'informazione.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
invisibile
Inviato: 10/4/2014 11:59  Aggiornato: 10/4/2014 11:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Sertes

Citazione:
I dati certi (i puntini verdi) rappresentano un dispositivo che gli astronauti avevano addosso e che misura l'esposizione alle radiazioni, quindi possiamo dire per certo che i dati delle radiazioni assorbite sono incompatibili con un viaggio oltre le fasce di Van Allen, sulla luna, e rientro.

Se ho capito bene, questo assorbimento è il totale registrato per l'andata, sgmbettata sulla Luna e ritorno?
Per questo non torna in ogni caso, a prescindere dal tipo di schermatura su modulo, LEM e tute? (considerando che le tute avevano quella più debole, immagino...).

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Pyter
Inviato: 10/4/2014 12:53  Aggiornato: 10/4/2014 12:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Pispax
"Tu" sei cittadino americano?
Sei erede di un contribuente americano che pagava le tasse negli anni '60 e primi anni '70?
Hai un qualche particolare e preciso interesse nel favorire gli interessi (scusa la ripetizione) degli ottantenni americani o dei loro eredi?



Secondo me un bravo avvocato, se si impegnasse, riuscirebbe a tirar fuori qualcosa non solo per il popolo statunitense. Potrebbe per esempio appellarsi alla famosa frase di Armstrong, il quale non parla di contribuente americano, ma di Umanità. Lui il passo lo ha fatto per tutti.
Se poi in tribunale fosse una vittoria morale, andrebbe benissimo lo stesso.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Rickard
Inviato: 10/4/2014 13:19  Aggiornato: 10/4/2014 13:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Abbi pazienza, Red_Knight, non è che per l’evidente antipatia/astio che hai per totalrec (e non negarlo perché è evidentissimo) non valgano più le normali regole argomentative. Non è importante chi dice qualcosa, ma cos’è quel qualcosa.

Nella fattispecie, la considerazione di totalrec sull’atteggiamento di Attivissimo, benché non molto approfondito, è assolutamente esatto, ed era questo:

Citazione:
Nel suo intervento, Attivissimo sta sostenendo la non falsificabilità di tale ipotesi: se i filmati Apollo sono senza pecca, questo dimostra che sulla luna siamo stati davvero. Se invece sono pieni di pecche, anche questo dimostra la stessa cosa, perché nessun imbroglione potrebbe essere così stupido da commettere simili sviste.

Poi Attivissimo va perfino oltre: con la sua seconda argomentazione, giunge a sostenere che per poter dare del cialtrone ad un tale che viene a raccontarti, con la faccia seria seria, che i somari volano, ciascuno di noi deve essere almeno laureato in zoologia e ingegneria aeronautica, pena l'irrilevanza delle sue affermazioni. Una posizione che, a giudicare dai tuoi interventi, mi pare tu condivida.

Con premesse come queste, è evidente che uno alle molecole che fuggono e vanno a sbattere, nella ressa, l'una contro l'altra, non ci arriva nemmeno. E se per caso ci arriva, non desidera commentare, più per rispetto verso la scienza - e verso le sue fondamenta epistemologiche - che per sua scarsa frequentazione.

Attivissimo ha adoperato questa forma mentis un’infinità di volte, tanto per la questione moon hoax quanto per il 9/11, dunque la “ritrosia” su questo punto è assolutamente fuori luogo.

Tu ai risposto:

Citazione:
Nient'affatto. Il ragionamento che fa Attivissimo, in questo caso con ragione, è che non è conveniente sul piano euristico - se siamo ancora nella fase delle ipotesi - cercare pecche di quel tipo. La qual cosa diventa un'argomentazione seria nel caso in oggetto in quanto il Moon Hoax più diffuso è basato su una somma di presunti indizi e sospetti e non su un'analisi che dimostra o suggerisce fortemente una qualche manomissione. Minare la motivazione del sospetto è in questo caso sensato.

Questa è semplicemente una supercazzola. Sul serio, non si sa da che parte prenderla. Non è “conveniente” cercare incongruenze nei filmati, e la massa di indizi non è un’analisi che suggerirebbe una qualche manomissione… E allora cosa sarebbe questa “analisi” che potrebbe suggerirla, la manomissione? Su cosa la fai, l’analisi, se non sul materiale disponibile e ufficiale? Sul 9/11 come credi che si sia proceduto?

Citazione:
Qui al massimo c'è uno che definisce somari che volano le cose che non capisce (posto che sia in buona fede, e ho esaurito tutte le possibilità di crederlo) per reclamare una pari dignità fra le sue cialtronate e il pensiero tecnico. L'irrilevanza di tali affermazioni è una profezia che si autodetermina.

Anche qui… Astio e antipatia verso il totalrec, ma non una risposta alla sua affermazione circa la forma mentis di Attivissimo. Affermazione semplice ma non semplicistica e, in aggiunta, completamente esatta. Quante volte Attivissimo ha detto lei non ha i titoli per parlarne, dove solo le sue lauree ingegneristiche e così via? E di fronte a qualsiasi bestialità delle varie Versioni Ufficiali, soprattutto sul 9/11, il mantra è sempre stato che “tu” (che ponevi l’obiezione), “non eri un esperto e quindi che ne parlavi a fare”.

Citazione:
Quello che chiami astio è semplicemente intolleranza nei confronti dei disonesti, che è dovuta non per motivi personali - mica ti conosco, e in ogni caso non ho 5 anni - ma per il rispetto che si deve alla corretta informazione. I propagatori di memi balordi, i difensori del "mi sembra quindi è" e i misquoters - e tu sei tutte e tre le cose, cosa provata da tempo – devono pur essere tamponati in qualche modo.

Occhio perché questa forma mentis, nella parte che ho evidenziato, è quella del missionario, cioè di colui che crede di avere una qualche missione da adempire, ed è quantomeno simile a quella di Attivissimo quando, in un’intervista, affermò che bisogna contrastare i complottisti che vogliono mettere in discussione tutto il potere costituito, perché sennò chissà che succede.

Le cose che “devono” essere fatte “in qualche modo” sono sempre e comunque nemiche della verità, dell'analisi puntale, del dialogo costruttivo, perché trasformano le persone in crociati, o quantomeno in tifosi, non più disposte ad ascoltare e argomentare, ma solo a dare addosso al “nemico”.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
Pispax
Inviato: 10/4/2014 13:31  Aggiornato: 10/4/2014 13:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
invisibile

Citazione:
Se leggo bene quello che hai scritto, significa che ricercare la verità su dei possibili crimini va fatto solo se si ha un interesse materiale personale.
...
... per isondabili motivi personali


Ovviamente no.
Sicuramente la colpa e' mia, che non sono stato in grado di esprimere bene il concetto.

L'idea che volevo esprimere e' che una spassionata e ideale ricerca della verita' ha come presupposto il fatto che tale ricerca venga fatta BENE.
Siccome non ci sono motivi particolari che ti spingono a "tifare" per un'esito della ricerca rispetto a un altro (e' una ricerca "accademica", dopotutto), teoricamente si dovrebbe essere in grado di esaminare le argomentazioni che spingono nelle varie direzioni con la stessa obiettivita'.

Se invece ci sono interessi particolari, economici o altro, allora diventa comprensibile il fatto che i tifosi "ricercatori" spingano sul risultato che gli fa piu' comodo. Quello che maggiormente avvantaggia i propri :interessi". La cosa e' MOLTO deprecabile, ma almeno sul piano umano e' comprensibile.

Quello che invece e' ASSOLUTAMENTE deprecabile e' che una "ricerca" condotta da tifosi venga spacciata per una ricerca spassionata di tipo accademico.


Tornando a noi, una spassionata ricerca sul tema dei viaggi lunari come quella che dici tu *ma questo vale per OGNI ricerca) si dovrebbe teoricamente muovere da un assunto del tipo " ho riscontrato delle incongruenze in questa storia. Vogliamo provare a verificarle e a isolare quelle che REALMENTE non hanno proprio nessuna spiegazione?"
E' un approccio sano, perche' chiunque si sia occupato minimamente di ricerca sa perfettamente che una percentuale altissima di apparenti "incongruenze" in realta' e' dovuta a ignoranza. Una volta che si sono approfondite le questioni queste apparenti incongruenze cessano di essere tali.
Per quella che e' la mia esperienza, sicuramente piccola, ogni tipo di ricerca inizia con l'eliminazione dell'inutile. Cioe' delle incongruenze apparenti.
Questo e' un lavoro prezioso perche' permette di concentrarci sulle incongruenze VERE.
Sempre ammesso che ne restino. Il piu' delle volte, ahime', non resta proprio nessuna.


L'approccio al problema tipico dei moon hoaxers invece e' differente. Lo si puo' desumere con molta facilita' leggendo le varie "discussioni".
Invece di dire "verifichiamo le varie incongruenze" loro di solito partono dal presupposto "Ehi! dimostriamo che i viaggi lunari sono falsi!"
Chiaro che se il presuposto e' quello, e non puo' essere diverso, allora trovano giustificazione TUTTE le distorsioni logiche che si incontrano nelle discussioni, tipo l'ignorare o deridere ogni argomentazione avversa, considerare importante il marginale (nel senso che di solito TUTTO viene considerato importante allo stesso livello), cercare di dare un valore probante alle suggestioni, eccetera, eccetera, eccetera.

Non sono in grado di dire se questo sia un comportamento universale. Puo' esserlo come non, e in ogni caso ha numerosi gradi di intensita'. Di sicuro comunque questo e' un comportamento MOLTO generalizzato.


Personalmente non riesco a trovare NESSUN altro motivo al fatto che una ricerca spassionata si trasformi in una "ricerca" fatta da tifosi se non l'interesse.
Chi sta conducendo quella ricerca, in un modo o nell'altro, ha in moltissimi casi un preciso interesse a far si' che il risultato sia quello predeterminato.

Tu parli di precisi interessi ECONOMICI, tipo chiedere il risarcimento dei soldi pubblici spesi per (l'eventuale) imbroglio.
Io NON credo che fra i moon hoaxers che scrivono qui ce ne siano molti in grado di avanzare richieste simili. Probabilmente nessuno, visto che si deve aver pagato le tasse negli USA in quel periodo per poter pensare di avanzare una richiesta di quel tipo.

Pero' appare comunque evidente che un preciso interesse ci sia comunque. Non necessariamente lo stesso per tutti quanti, eh.
Siccome mi pare estremamente scostumato mettersi a avanzare illazioni su QUALI potrebbero essere gli interessi delle singole persone o dei vari raggruppamenti, anche se credo sia evidente che io me ne immagini qualcuno di natura in qualch modo ideologica, li ho racchiusi tutti quanti dentro al termine "insondabili motivi personali".


Se hai un'ipotesi migliore che possa giustificare allo stesso modo l'assurdita' formale dei vari monologhi delle varie discussioni sul tema, avanti.

invisibile
Inviato: 10/4/2014 14:11  Aggiornato: 10/4/2014 14:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Pispax

Citazione:
Ovviamente no.
Sicuramente la colpa e' mia, che non sono stato in grado di esprimere bene il concetto.

L'idea che volevo esprimere e' che una spassionata e ideale ricerca della verita' ha come presupposto il fatto che tale ricerca venga fatta BENE.

Ma soprattutto in modo ONESTO.

Citazione:
Se invece ci sono interessi particolari, economici o altro, allora diventa comprensibile il fatto che i tifosi "ricercatori" spingano sul risultato che gli fa piu' comodo. Quello che maggiormente avvantaggia i propri :interessi". La cosa e' MOLTO deprecabile, ma almeno sul piano umano e' comprensibile.

Quello che invece e' ASSOLUTAMENTE deprecabile e' che una "ricerca" condotta da tifosi venga spacciata per una ricerca spassionata di tipo accademico.


Tornando a noi, una spassionata ricerca sul tema dei viaggi lunari come quella che dici tu *ma questo vale per OGNI ricerca) si dovrebbe teoricamente muovere da un assunto del tipo " ho riscontrato delle incongruenze in questa storia. Vogliamo provare a verificarle e a isolare quelle che REALMENTE non hanno proprio nessuna spiegazione?"
E' un approccio sano, perche' chiunque si sia occupato minimamente di ricerca sa perfettamente che una percentuale altissima di apparenti "incongruenze" in realta' e' dovuta a ignoranza. Una volta che si sono approfondite le questioni queste apparenti incongruenze cessano di essere tali.
Per quella che e' la mia esperienza, sicuramente piccola, ogni tipo di ricerca inizia con l'eliminazione dell'inutile. Cioe' delle incongruenze apparenti.
Questo e' un lavoro prezioso perche' permette di concentrarci sulle incongruenze VERE.
Sempre ammesso che ne restino. Il piu' delle volte, ahime', non resta proprio nessuna.


L'approccio al problema tipico dei moon hoaxers invece e' differente. Lo si puo' desumere con molta facilita' leggendo le varie "discussioni".
Invece di dire "verifichiamo le varie incongruenze" loro di solito partono dal presupposto "Ehi! dimostriamo che i viaggi lunari sono falsi!"
Chiaro che se il presuposto e' quello, e non puo' essere diverso, allora trovano giustificazione TUTTE le distorsioni logiche che si incontrano nelle discussioni, tipo l'ignorare o deridere ogni argomentazione avversa, considerare importante il marginale (nel senso che di solito TUTTO viene considerato importante allo stesso livello), cercare di dare un valore probante alle suggestioni, eccetera, eccetera, eccetera.

Ma come tu stesso dici:

Citazione:
Non sono in grado di dire se questo sia un comportamento universale. Puo' esserlo come non, e in ogni caso ha numerosi gradi di intensita'. Di sicuro comunque questo e' un comportamento MOLTO generalizzato.

A me non sembra. Non vedo più tifosi qui che su altre questioni.
Invece questi tuoi interventi suonano come un attacco alle persone che inoltre non chiarisce A CHI ti stai rivolgendo.
Per esempio, io sono quasi convinto che sulla luna non ci sono andati. Ma per vari motivi, anche di mancanza di preparazione su questioni tecniche, non ho mai approfondito la cosa. Di conseguenza intervengo prudentemente e faccio il parassita: lascio ad altri il compito di smazzarsi nella nebbia dei vari aspetti.
Sono un tifoso? No. So semplicemente che il governo americano è colpevole di crimini terribili (i vari governi nei decenni, almeno) e per cui se qualcosa lo sputtana agli occhi del mondo sono felicissimo. Perché il pedofilo assassino della porta accanto deve marcire in galera a vita, come minimo e in questo caso so per certo che LO E'.
Ma siccome amo la verità, non mi sbilancio su questa particolare questione.
E' essere tifoso? No, è essere realista e sperare che questi mascalzoni un giorno possano essere puniti.

Vedi, anche chi difende l'undici settembre ha un certo/i comportamento molto generalizzato, ma questo non significa nulla riguardo alla verità.
Quando Attivissimo afferma, come ricordava Rickard, che se veramente è stato un inside job, allora le cose si farebbero molto problematiche... lasciando capire che mettere sotto accusa il governo americano sia una cosa da evitare a prescindere, ha lo stesso comportamento del tifoso. In questo caso del tifoso di "potenziali" criminali.

Voglio dire che o entri nel merito delle singole questioni, oppure non vedo il senso di questo tuo attacco ai moon hoaxers in generale. E' una osa senza senso. Lo sappiamo tutti che ci sono i tifosi a prescindere. Se per questo ci sono anche i matti a prescindere, come ci sono i camerieri degli schiavisti a prescindere.
A me non sembra che su questo argomento il tifo sia maggiore che in altri. Credo che sia solo una tua impressione soggettiva.

Per dirne una, vedo molto più "tifo" nei no-planers, decisamente.

Comunque quando il film sarà pronto, potrebbe essere anche uno strumento per valutare se questa tua percezione è reale oppure no.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Fabrizio70
Inviato: 10/4/2014 14:18  Aggiornato: 10/4/2014 14:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Poi, se la schermatura del LEM era ridicola, quella del modulo orbitante era sufficiente all'ambientino?


Senza dubbio è migliore di quella del LEM , il modulo era costruito per rientrare , quindi aveva dgli ottimi scudi termici che possono fungere adeguatamente da schermo , il LEM non aveva bisogno di queste protezioni e come ti dicevo portare peso nello spazio costa.

Citazione:
Se ho capito bene, questo assorbimento è il totale registrato per l'andata, sgmbettata sulla Luna e ritorno?


No , quello è l'assorbimento medio giornaliero , i totali in questo confronto non hanno senso , le missioni Skylab Mir e ISS durano molto di più.

Citazione:
Per questo non torna in ogni caso, a prescindere dal tipo di schermatura su modulo, LEM e tute? (considerando che le tute avevano quella più debole, immagino...).


Non torna perchè hanno gli stessi valori (ed in alcuni casi inferiori) degli equipaggi in orbita residenti in moduli pesantemente schermati , quando sei in orbita parte del tempo lo passi coperto dalla Terra , senza contare che le fascie di Van Allen schermano parecchie particelle.

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
invisibile
Inviato: 10/4/2014 14:24  Aggiornato: 10/4/2014 14:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Grazie delle spiegazioni Fabrzio.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Calvero
Inviato: 10/4/2014 14:39  Aggiornato: 10/4/2014 14:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
L'approccio al problema tipico dei moon hoaxers invece e' differente. Lo si puo' desumere con molta facilita' leggendo le varie "discussioni".


Essendo l'America per antonomasia, ripeto ---> antonomasia, un modello imperialista e fascista tra le cui sondate tragedie c'è anche quella fondante che non ha nemmeno liberato un cazzo di nessuno dal nazismo o dai Tetesken (per dire la più carina) visto che lo fomentava tanto quanto hanno fomentato, per dire una tra le centinaia, tutti i dittatori che ha "combattuto" sino a ieri - oggi compreso - e domani (come stiamo appurando)...

... e che tutto il SUO modello politico, in primis internazionale, è basato in maniera metodica, collaudata e riproposta sotto diversi stilemi (maschere), sulla menzogna e la cospirazione assoluta e che, a differenza di altri imperialismi, proprio in ragione dell'epoca contemporanea imbevuta di informazione omni-presente ma nessuna cultura reale, ecco che la propaganda può essere (anche non lo volesse, dovrebbe esserlo) l'unica Arma principale (primordiale per loro, si potrebbe osare nel definirla); dicevamo, può essere l'unica arma necessaria a tenere in piedi l'Impero fascista che sta distruggendo (insieme ai suoi compagni di merende di Israele) semplicemente ---> TUTTO (prego nella madre russia e confido nel mondo arabo, detto di passaggio)...

... ecco, questo è profondamente alla base di tutto ciò che va tenuto accademicamente presente ed è più pregnante e ficcante del pisello di Rocco Siffredi che esplora il culetto di una qualche donzella in cerca di facili introiti.

L'America mente sistematicamente su TUTTO; la NASA mente sistematicamente su tutto in ogni questione che è connessa con la propaganda, non può essere altrimenti, questo è un fatto matematico e, per loro, ineludibile; è congenitamente il loro Verbo per la sopravvivenza.

Come per l'11 Settembre, non serve nessun documentario per comprendere che di Inside Job trattasi, basta essere liberi e onesti e usare il buon senso. Idem per la "questione Luna": - il tipo di propaganda messa in atto prima e dopo la missione è sufficiente a comprendere che hanno mentito.

Ma questo non preoccupa nessun imperialismo moderno, ben educato accademicamente attraverso tutte le stronzate più eclatanti "filosofiche" di questo secolo, tipo il Rasoio Gilette di Occam (sì non è di questo secolo, si fa per dire) o le boiate sui criteri di falsificabilità e altre amenità ... poiché hanno costruito - loro - il Manicomio, e loro le regole per decidere "cosa è prova e cosa non lo è".

Insomma, tutti dotti discorsi utili a incasellare il buon senso di un'umanità disumanizzata a suon di rigore e serietà; rigorosi e seri quanto la libertà rappresentata dalla famosa statua che accoglie i bisognosi nel nuovo mondo.

Citazione:
Tu parli di precisi interessi ECONOMICI, tipo chiedere il risarcimento dei soldi pubblici spesi per (l'eventuale) imbroglio.


Vero. Ma l'analogia col VIET-FOTTUTO-NAM, ad esempio, quando si parla di utopici risarcimenti, non è applicabile.

VEDI

Le guerre ci sono sempre state, si sa, e fanno parte del tessuto di ogni civiltà persa nei giochi di potere. Se domani il buon Obama facesse outing e annunciasse che una guerra è stata ordita per scopi che non erano quelli che ufficialmente avevano spiegato alla nazione, sulla coscienza collettiva non graverebbe nessun trauma così tragico e destabilizzante. Macché, un nuovo scandalo da aggiungersi tra gli altri e in qualche modo verrebbe ruminato e metabolizzato all'uopo;

- le guerre, alla fine (tutti lo sanno inconsciamente) ci sono sempre state, e sono sempre LE sporche guerre; servono a tenere il nostro sporco culo grasso o magro (a seconda se siamo tra i tosabili, ma sempre sporco è) s'una parte di mondo calpestato che deve garantirci il nostro schifoso modello esistenziale ...

... capirai che scoperta; ma se domani Obama facesse outing e dicesse che tutta la "questione LUNA" è stata una farsa, ecco che non è come per le guerre, che ci sono sempre state, ma sarebbe che sulla Luna nessuno ci è mai andato e ...

.. e che quindi l'uomo non ha fatto nessun reale passo oltre quello solito sul pianetucolo Terra: - cioè soltanto quello di prevalere sui suoi simili.

Quello che si fa finta di non capire è il reale peso sulla coscienza umana TUTTA; di cosa significhi sapere che "siamo stati" sulla Luna.

Quello che si fa finta di non capire è che ogni sporca guerra è relegata al fattore tempo e alla memoria storica e che, effettivamente, il Vietnam è "roba di cinquant'anni fa" ... certo è così, verissimo ...

.. e poi sarà di 100 anni fa, e così via. Capirai.

Mentre l'essere stati sulla luna è un concetto di là del tempo e se domani si scoprisse la verità, e cioè che non ci sono andati, sarebbe come se fosse accaduto precisamente IERI 9 Aprile 2014 ...

..ed è per questo "IERI" che si mobilitano personaggi ed eminenze grigie come gli Attivissimo di turno, che sono essenziali al mantenimento dello status quo...

..ed è per questo "IERI" che i rigorosi e logici discorsi tecnici e scientifici si sono arrogati un'autorità priva di ogni autorevolezza, ed è normale che vedano in coloro che considerano le missioni lunari una farsa, atteggiamenti superficiali...

.. mentre i realtà sono i più onesti e profondi, proprio perché sanno vedere oltre la coltre imposta dalla propaganda, attraverso il buon senso (che la scienza non contempla).

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Pispax
Inviato: 10/4/2014 14:56  Aggiornato: 10/4/2014 14:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Sertes

Citazione:
Citazione:
invisibile ha scritto: Ma, se ho capito quello che hai scritto, questo significa che con le schermature che avevano gli apollonauti sarebbero morti?

Questa è un ipotesi molto verosimile ma inprovabile con i nostri mezzi. Perché? Perché gli schemi di costruzione del LEM non ci sono. (giusto per chiudere il cerchio sulla questione)


E' rilevante tutto cio'?
La missione Apollo 11 e' durata circa 8 giorni.
I due astronauti sono stati fuori dalla navicella spaziale per meno di 28 ore.
Di queste 28 ore circa 26 le hanno passate dentro al LEM, con la protezione sia del LEM che delle tute spaziali, e circa 2 (ognuno) passeggiando per la Luna, con la sola protezione della tuta.

Va da se' che la Luna e' MOLTO oltre le fasce di Van Allen, quindi le persone sono soggette solo ed esclusivamente alla "normale"(*) radiazione cosmica.
Domanda: a che livello stimi, espresso in Sievert, il livello della normale radiazione cosmica?

Tieni presente che per avere una "sopravvivenza improbabile" occorre un assorbimento di 6Sv/g, mentre a 4 Sv c'e' la morte nel 50% dei casi: quindi si sta parlando di valori di radiazione molto elevati per poter considerare "molto verosimile" l'ipotesi della morte dei due "apollonauti".
Gia' questi sono valori elevati di per se', poi ci va aggiunto anche il fattore protezione sia del LEM (qualunque esso sia) sia delle tute (idem).


Domanda due: sulla base di COSA hai maturato la stima proprio di quel livello "corretto" di radiazione?





* "normale" nel senso che comunque qui siamo molto "vicini" al Sole, chiaro.




Citazione:
I dati certi (i puntini verdi) rappresentano un dispositivo che gli astronauti avevano addosso e che misura l'esposizione alle radiazioni, quindi possiamo dire per certo che i dati delle radiazioni assorbite sono incompatibili con un viaggio oltre le fasce di Van Allen, sulla luna, e rientro.
.

Questa e' la classica "argomentazione" di solito considerata "probante" dai moon hoaxers.
Nel senso che e' costruita con pura, purissima fuffa, PERO' quando si parla di questo argomento la fuffa diviene realistica.
Personalmente mi ritengo un uomo molto fortunato: ogni volta che faccio qualche affermazione che potrebbe far imbizzarrire qualcuno, sia in buona che in malafede, ecco che spunta qualche utente che scrive un intervento che mostra con grande evidenza che le cose che dico sono sensate.

Qui c'e' un DOPPIO livello di fuffa.

1) L'intera frase e' una contraddizione logica. Un paradosso.
Di questa cosa se ne puo' accorgere chiunque. Non occorrono particolari ricerche: bastano 10 secondi di riflessione.

Se e' vero che il livello delle radiazioni e' stato misurato da dispositivi indossati dagli astronauti, allora per forza di cose e' falso che i viaggi oltre le fasce di Van Allen siano "incompatibili" con un viaggio oltre quelle fasce. Perche' gli astronauti che avevano addosso le tute, quelle con su i dispositivi per le misurazioni, oltre quelle fasce ci sono andati, sono tornati e sono stati benone anche nei decenni successivi.

Se invece e' vero che "i dati delle radiazioni assorbite sono incompatibili con un viaggio oltre le fasce di Van Allen, sulla luna, e rientro", visto che COMUNQUE ci sono stati degli astronauti che sono decollati, sono stati un po' nello spazio e poi sono rientrati comunque in buona salute (molti sono ancora vivi e arzilli dopo 40 anni), questo significa che NON POSSONO aver oltrepassato le fasce di Van Allen. Di conseguenza per forza di cose e' falso sostenere che "i dati CERTI" sono quelli registrati dai dispositivi sulle tute degli astronauti. Quei dati non sarebbero neppure utilizzabili.


2) il secondo livello di fuffa richiede circa 5 minuti (300 secondi) di ricerche per essere rivelato.
Il Sievert e' un'unita' di misura delle radiazioni.
Rispetto alle altre, tipo il grey, che misurano il valore assoluto delle radiazioni, il Sievert misura gli effetti delle radiazioni sull'organismo.

Cito da quel link:
"Per quanto riguarda gli effetti sulla salute, una dose di 1 sievert può causare lievi alterazioni temporanee dell'emoglobina. 2 ~ 3 sievert causano nausea, perdita dei capelli, emorragie. 4 sievert possono portare alla morte nel 50% dei casi [senza fonte] se non si interviene terapeuticamente. Oltre 6 sievert, la sopravvivenza è altamente improbabile; la malattia correlata è anche detta avvelenamento da radiazione.".

Rimaniamo al primo punto: una dose di 1 Sv può causare lievi alterazioni temporanee dell'emoglobina.
Aggiungo per completezza che una dose di 1 Sv presenta una probabilita' stocastica del 5,5% di contrarre una QUALUNQUE forma di tumore, benigno o maligno che sia, dal neo sulla pelle a cose davvero serie.

Siccome il sievert e' un'unita' di misura poderosa, cioe' misura livelli di radiazione molto alti, per l'uso comune si usa un suo sottomultiplo, il millisievert (mSv).
Ed ecco la sorpresa: QUEL grafico a cui facciamo riferimento, quello dei puntini verdi, non e' espresso in sievert: e' espresso in MILLESIMI di sievert (mSv) di assorbimento al giorno.

Se facciamo riferimento a quel grafico ci accorgiamo che la dose di radiazione assorbita arriva, nei puntini verdi, a un livello pari a 5 mSv al giorno.
Questo significa che ci vogliono circa DUECENTO giorni nello spazio, a quei livelli di esposizione, per accumulare una dose di radiazione che possa portare... a un alteramento temporaneo dell'emoglobina (e a una probabilita' su venti, a livello stocastico, di contrarre una qualsiasi forma di cancro).
Se arrivasse a fine scala, cioe' a 10 mSv/g, la permanenza nell spazio a queli livelli di esposizione sarebbe ridotta a CENTO giorni.

Poi si puo' sostenere che quei dati sono falsi, certo. Toccherebbe portare anche qualche straccio di prova su questo, ma tant'e'.
Ma la cosa che DI SICURO non si puo' fare e' sostenere che quei dati sono veri e che leggendo QUEI dati si riesce a dimostrare "l'incompatibilita'" dei viaggi oltre le fasce di Van Allen.



Che dire: un errore ci sta sempre.
La cosa che non finisce mai di stupirmi, in ogni caso, e' l'altissima frequenza con cui questi errori appaiono in questo tipo di discussioni.
E anche il fatto, purtroppo, che praticamente nessuno spende del tempo a verificare le varie affermazioni.

Sertes
Inviato: 10/4/2014 15:14  Aggiornato: 10/4/2014 15:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Falsi o veri che siano, quelli sono i dati ufficiali, e i dati ufficiali delle radiazioni assorbite sono incompatibili con un viaggio oltre le fasce di Van Allen, sulla luna, e rientro

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Pispax
Inviato: 10/4/2014 15:20  Aggiornato: 10/4/2014 15:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
invisibile

Citazione:
Voglio dire che o entri nel merito delle singole questioni, oppure non vedo il senso di questo tuo attacco ai moon hoaxers in generale.

Non mi interessano le singole questioni.
Proprio perche' non mi interessa l'argomento.
Il MIO interesse (perche' anch'io ovviamente ne ho uno, sulla base del quale ho avviato la mia personale crociata) e' legato al fatto che preferisco l'informazione alla propaganda.
Come tutti denuncio la falsita' dell'informazione "ufficialista", se e quando l'informazione ufficialista, a mio avviso, e' menzognera.
Ma siccome questo lo stanno facendo in troppissimi, allora ho cambiato campo di interesse e mi sono messo a denunciare le falsita' propagandistiche della cd, "informazione alternativa".
Che prima credevo fossero meno, poi ho pensato fossero allo stesso livello e ultimamente sto iniziando a pensare che siano MOLTE di piu'.
Poi non me ne frega un cazzo del tema. Per quanto mi riguarda puoi sostenere la tesi che vuoi.
Bush e' figlio di una rettiliana e del mostro di Loch Ness e sta tramando per impossessarsi del Molise?
Ok, va benissimo. Basta che tu illustri la tua tesi in modo serio, portando il massimo possibile di prove o di fatti, rifuggendo come la peste le suggestioni emotive e SOPRATTUTTO illustrando ANCHE i dati che potrebbero far dubitare della tua teoria (cosa su cui crolla miseramente la stragrande parte della cd. "informazione alternativa") e per quanto mi riguarda la tua e' una tesi come un'altra.
Il mio attacco se ci fai caso e' sul metodo, non sul soggetto.




Citazione:
Comunque quando il film sarà pronto, potrebbe essere anche uno strumento per valutare se questa tua percezione è reale oppure no.

Quando il film sara' pronto l'unica cosa che potremo valutare grazie a quel film sara' vedere se anche Massimo Mazzucco (e ne caso, a quale livello di intensita') aderisce a un modello di interpretazione "partigiana" oppure se avra' indirizzato la sua regia verso modelli di interpretazione piu' obiettivi (e meno facilmente attaccabili).

Sara' anche interessante vedere in che modo il film in preparazione (che l'argomento sia difficile lo si capisce anche dal fatto che e' "in preparazione" da circa quattro anni) potra' influenzare il FUTURO dibattito su questi temi. Ma in nessun modo quel film puo' avere il minimo significato rispetto a quella che e' stata la discussione fino a ora.

Pispax
Inviato: 10/4/2014 15:23  Aggiornato: 10/4/2014 15:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Sertes

Citazione:
Falsi o veri che siano, quelli sono i dati ufficiali, e i dati ufficiali delle radiazioni assorbite sono incompatibili con un viaggio oltre le fasce di Van Allen, sulla luna, e rientro


Hai anche la voglia di spiegare il motivo per cui un assorbimento di 5 MILLIsievert al giorno rende questi viaggi "incompatibili", o come argomentazione ti accontenti del "gnegnegne"?


EDIT: per tua comodita' ti riporto l'immagine postata da Fabrizio70
Prova a dare un'occhiatina all'unita' di misura sull'asse delle ordinate.



totalrec
Inviato: 10/4/2014 15:44  Aggiornato: 10/4/2014 15:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Lucred ha scritto:

Citazione:
Citazione:
1) Negli oltre seicento anni in cui il testo della Donazione di Costantino è stato disponibile all'interno dei Decretali dello Pseudo-Isidoro, come mai nessun esperto ha sollevato dubbi sulla sua autenticità e gli unici dubbi in proposito provengono da un maestro di scuola del Quattrocento, certamente non competente in materia di donazioni territoriali del tardo impero?


Perché nessuno tra i pochissimi che sapevano leggere aveva il coraggio di fare affermazioni che si scontravano così duramente contro un dogma della Chiesa.Gli imperatori sapevano benissimo che il documento era un falso.
Lo sapevano Ottone,Barbarossa e Federico II.



Di norma questa affermazione andrebbe dimostrata, ma poiché mi pare altamente verosimile, ho deciso di dartela per buona anche senza dimostrazione.
Illazione verosimile per illazione verosimile, aggiungo però: ma tu credi davvero che gli apparati di potere internazionali degli anni '60/70 (e a maggior ragione quelli attuali) non si rendessero perfettamente conto che le missioni Apollo erano una pagliacciata ridicola?

Se lo so io, figuriamoci se non lo sanno loro.

Se davvero nel 1969 gli americani fossero riusciti a inviare sulla luna una spedizione umana con tanto di apparati tecnologici al seguito, ciò avrebbe rappresentato un vantaggio tattico/strategico/tecnologico inaccettabile per le altre potenze internazionali.
I russi sarebbero arrivati anch'essi sulla luna dieci minuti dopo l'Apollo 11, a costo di riconvertire in ricerca spaziale l'intera produzione industriale della loro dolce e gloriosa nazione (forse perfino dieci minuti prima, visto che, in fondo, erano partiti in anticipo nella corsa allo spazio).
I cinesi, che vanno piano ma vanno lontano, sarebbero arrivati, diciamo, un paio d'orette dopo.

Se invece nessuna delle due potenze ha mai neppure tentato di colmare questo presunto divario tattico/strategico/tecnologico rispetto agli USA, è probabilmente perché, a livello di centri di potere, si sapeva e si sa perfettamente che non c'è nessun divario da colmare.



Citazione:
2) Se la Donazione di Costantino fosse veramente un falso, avrebbe senso che la Chiesa sia stata così incompetente da lasciare - per ben seicento anni! - che il documento restasse infarcito di barbarismi e anacronismi terminologici, sbugiardando la messinscena? Visto che si trattava di un semplice testo scritto a mano, perché non l'hanno semplicemente sostituito con un altro, facendo in modo di correggere i termini incompatibili con il presunto periodo di stesura?


Nessuno all'epoca aveva strumenti per capire gli anacronismi e le contraddizioni del testo.Oggi li abbiamo.


Questa, invece, non posso proprio dartela per buona. Non fosse altro che per la contraddizione con le affermazioni precedenti. Prima dicevi che molti sapevano della falsità del documento, ora affermi che nel medioevo erano tutti cretini e incapaci di accorgersi dell'imbroglio?
Non ci voleva Google per capire che le basiliche di San Pietro e San Paolo non potevano essere citate in un documento dell'inizio del IV secolo, visto che ancora non esistevano; o che una città come Costantinopoli, non ancora fondata e neppure pensata, non poteva essere indicata come sede patriarcale.
Bastava e avanzava, per questa dimostrazione, un bravo maestro di scuola, quale Lorenzo Valla certamente era.
Eppure anche nei sei secoli precedenti c'erano senz'altro stati bravi maestri di scuola.
Ma il problema è che il disvelamento di una menzogna dipende solo in minuscola parte dalla validità delle argomentazioni e dal valore dei loro propugnatori.

Una menzogna crolla e viene accettata come menzogna solo quando crolla o si indebolisce notevolmente il potere politico che l'ha ideata e sostenuta.

Valla scrisse la sua dissertazione in un momento in cui la Chiesa, reduce da quasi 70 anni di cattività avignonese e poi lacerata dallo scisma d'occidente, non aveva più la forza di reazione contro l'eresia che aveva avuto in precedenza e che avrebbe in seguito recuperato (e comunque non era certo indifesa, visto che il testo di Valla potè essere pubblicato solo nel 1517, per poi scomparire nell'Indice dei Libri Proibiti durante la Controriforma).

E' il motivo per cui partecipo poco e malvolentieri a questi incredibili dibattiti su Babbo Natale: i viaggi lunari sono una totale scempiaggine, di visibilissima assurdità, il cui culto è tenuto vivo non certo dalla loro credibilità scientifica, ma dalla perdurante forza politico-culturale del sistema di potere che ne ha ideato la leggenda. La durata della loro vita nell'immaginario collettivo, breve o lunga che si riveli, ha più a che fare con l'andamento delle dinamiche politiche internazionali che con le argomentazioni sui forum, pregnanti o cialtronesche che siano.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
invisibile
Inviato: 10/4/2014 16:53  Aggiornato: 10/4/2014 16:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Pispax

Citazione:
Non mi interessano le singole questioni.
Proprio perche' non mi interessa l'argomento.

Se non le affronti non potrai mai dimostrare la tua tesi, a prescindere se l'argomento ti interessi o meno, ma solo esprimere le tue opinioni soggettive.
Infatti vedo che lo stai facendo, di discutere su dei punti precisi come con Fabrizio poco sopra.

Citazione:
Ma siccome questo lo stanno facendo in troppissimi, allora ho cambiato campo di interesse e mi sono messo a denunciare le falsita' propagandistiche della cd, "informazione alternativa".
Che prima credevo fossero meno, poi ho pensato fossero allo stesso livello e ultimamente sto iniziando a pensare che siano MOLTE di piu'.

A mio avviso è una tua fissa, ma è solo una mia impressione soggettiva

Pensa che si potrebbe parlare della "scoperta" dell'America, come una delle più grandi balle infilate nel nostro conscio e subconscio, per motivi veramente maligni. Oppure del voluto occultamento delle antiche conoscenze della Vita, come l'energia vitale, il Chi, conosciuto da millenni e su cui si sono basate due delle più grandi ed efficaci medicine dell'intera storia umana, quella cinese ed indiana che, se usate con sapienza, farebbero risparmiare fantastilioni di triultrabitristilioni di soldini a tutti noi (che chiaramente non andrebbero più nelle tasche di chi guadagna quei zetatristifantastilioni). Eccetera, eccetera, eccetera.
Insomma, la mia impressione soggettiva è che la tua crociata è contro un pugno di persone con problemi emotivi, che avrebbero bisogno più dell'aiuto di una persona intelligente come te piuttosto che del tuo attacco.
Poi, chiaramente, fai come vuoi.

Per concludere, noto che non metti nella tua valutazione episodi tipo come quando gli "alternativi" smontano pezzo dopo pezzo una teoria alternativa, con rigore ultra accademico, vedi come è andata ai tifosi del no-plane.
Mi sembra che non stai valutando obiettivamente la realtà e che quanto affermi sia distorto da qualche tua fisima. Ma è solo una mia idea e non vuole essere un attacco verso di te. Solo una parola di cautela.

Citazione:
Quando il film sara' pronto l'unica cosa che potremo valutare grazie a quel film sara' vedere se anche Massimo Mazzucco (e ne caso, a quale livello di intensita') aderisce a un modello di interpretazione "partigiana" oppure se avra' indirizzato la sua regia verso modelli di interpretazione piu' obiettivi (e meno facilmente attaccabili).

Sara' anche interessante vedere in che modo il film in preparazione (che l'argomento sia difficile lo si capisce anche dal fatto che e' "in preparazione" da circa quattro anni) potra' influenzare il FUTURO dibattito su questi temi. Ma in nessun modo quel film puo' avere il minimo significato rispetto a quella che e' stata la discussione fino a ora.

Per cui non c'è un unica cosa, ne hai dette almeno due.
Comunque, vedremo a cosa potrà servire. Se la qualità è simile all'ultimo sull' 11/9, direi che di effetti potrebbe averne parecchi.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Pispax
Inviato: 10/4/2014 17:22  Aggiornato: 10/4/2014 17:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
totalrec, ovvero, La Fiera delle Suggestioni.


Citazione:
Illazione verosimile per illazione verosimile, aggiungo però: ma tu credi davvero che gli apparati di potere internazionali degli anni '60/70 (e a maggior ragione quelli attuali) non si rendessero perfettamente conto che le missioni Apollo erano una pagliacciata ridicola?


Lo sforzo per dimostrare non solo la veridicita' o la verosimiglianza, ma anche solo la plausibilita' di questa affermazione al momento si sta rivelendo privo di successo.



Citazione:
Se davvero nel 1969 gli americani fossero riusciti a inviare sulla luna una spedizione umana con tanto di apparati tecnologici al seguito

Gli "apparati tecnologici" al momento consistono in un sismografo, una targhetta, un trapano, un martello, una carriola, una macchina fotografica, ecc.
Puoi portare un esempio di "apparato tecnologico" di pochi chilogrammi che una volta trasportato sulla Luna avrebbe potuto diventare temibile?

Per capirci, ti faccio uno schemino semplificato:
Capacita' di inviare satelliti=pericolo militare IMMEDIATO
Capacita' di andare sulla Luna=NESSUN pericolo militare.



Citazione:
ciò avrebbe rappresentato un vantaggio tattico/strategico/tecnologico inaccettabile per le altre potenze internazionali.

La Luna non porta proprio nessun tipo di vantaggio tattico o strategico. Non lo porta ai giorni nostri, figuriamoci agli inizi degli anni 70.
Tutto quello che si puo' fare dalla Luna, ai fini militari, ancora oggi puo' essere fatto meglio, piu' comodamente e con moltissima spesa in meno direttamente dalla Terra.

Per il resto il vantaggio tecnologico, se esiste, e' indipendente dai suoi successi.
Al massimo un viaggio sulla Luna puo' rendere EVIDENTE un cosa che gia' c'e', non crearla ex novo.
Per capirci meglio, se gli USA avevano una tecnologia tale da permettergli di andare sulla Luna e invece i sovietici non l'avevano, allora questo gap sarebbe esistito in modo del tutto indipendente dal fatto che sulla Luna ci andassero o no.

E comunque quando qualcosa e' "inaccettabile" per le altre superpotenze (fra le quali NON c'era la Cina, all'epoca), la via maestra e' comunque quella della guerra.
Che magari e' parsa a tutti uno sforzo eccessivo.



Citazione:
I russi sarebbero arrivati anch'essi sulla luna dieci minuti dopo l'Apollo 11, a costo di riconvertire in ricerca spaziale l'intera produzione industriale della loro dolce e gloriosa nazione (forse perfino dieci minuti prima, visto che, in fondo, erano partiti in anticipo nella corsa allo spazio).

Oh, non che non ci abbiano provato.
Solo che il loro razzo vettore N1, assemblato in fretta e furia, falli' quattro prove di lancio su quattro, provocando al secondo fallimento (esplose durante il lancio mentre era ancora nella base) anche uno dei piu' gravi incidenti nella storia aerospaziale.

Circola la voce che all'epoca Khrushchev cerco' di sminuire la portata della sconfitta smentendo il proprio interesse alla Space Race, affermando pubblicamente che "tanto la Luna era troppo acerba".
(Un articolo sulla questione: Il Vero Moon Hoax. Io ne ho letto solo una parte piccola, ma se qualcuno segue l'argomento anche analizzando le mosse dell'altro concorrente magari lo trova interessante)



Citazione:
I cinesi, che vanno piano ma vanno lontano, sarebbero arrivati, diciamo, un paio d'orette dopo.

I cinesi???

Mangiato pesante, oggi?
Coraggio, raccontami qualcosa di nuovo rispetto ai progressi tecnologici cinesi degli anni '60.
Qualcosa che non sia la bicicletta a motore, pero', perche' quella la so gia'.

Quello che so io e' che dopo il fallimento del "Grande Balzo in Avanti" della fine degli anni '50, che in effetti balzo' molto poco e costrinse il regime a tornare a un'economia principalmente agricola, proprio in quegli anni, dal 1966 al 1969, la Cina di Mao era impegnata nella Grande Rivoluzione Culturale, cioe' la gigantesca opera di riassetto interno che costo' molte centinaia di migliaia di vittime (oltre alla "rieducazione" fra i contadini di una larghissima parte - alcuni milioni - degli esponenti culturali di spicco, fra studenti e intellettuali).
DAVVERO sei convinto che la Cina sarebbe arrivara "un paio d'ore dopo", o lo dici solo perche' ci sta bene detto?



Citazione:
Se invece nessuna delle due potenze ha mai neppure tentato di colmare questo presunto divario tattico/strategico/tecnologico rispetto agli USA, è probabilmente perché, a livello di centri di potere, si sapeva e si sa perfettamente che non c'è nessun divario da colmare.

Oppure, molto piu' semplicemente, qualcuno ha pensato che invece di spendere quelle decine di MILIARDI di dollari (l'equivalente in rubli, intendo) necessari per colmare il gap tecnologico riportando in carreggiata, attraverso ricerche e una serie di prove e errori, un programma spaziale che nella parte "pesante" era abbondantemente fallito, si potesse spendere molto di meno, che so, potenziando la rete spionistica e inculando i risultati ottenuti dagli altri.
Oppure spendere piu' proficuamente quei soldi per colmare il gap in altri campi che non fossero quello dell'invio di una spedizione umana sulla Luna.

Del resto, visto che la Space Race era decisamente una corsa di tipo propagandistico dove i frutti mgliori li avrebbe raccolti il primo arrivato, viene da chiedersi il senso di spendere una quantita' cosi' enorme di denaro solo per la gioia di arrivare SECONDI.



--------------------------------------


Comunque ragazzi, grazie di cuore.
Ma non importa che vi affanniate in cosi' tanti solo per dimostrare che non dico cose sbagliate, eh.

Sertes
Inviato: 10/4/2014 17:54  Aggiornato: 10/4/2014 17:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Pispax ha scritto:
Hai anche la voglia di spiegare il motivo per cui un assorbimento di 5 MILLIsievert al giorno rende questi viaggi "incompatibili", o come argomentazione ti accontenti del "gnegnegne"?


No, aspetto che tu torni a trattare gli altri partecipanti a questa discussione con rispetto

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
giulio01
Inviato: 10/4/2014 17:56  Aggiornato: 10/4/2014 17:56
So tutto
Iscritto: 28/3/2014
Da:
Inviati: 22
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Aggiungo a quanto scritto da Pispax che la dose di radiazioni assorbita dagli astronauti risulta significativamente minore della media annuale stabilita come radiazione massima consentita ai lavoratori che usano materiali radioattivi.
"Radiation doses measured during Apollo were significantly lower than the yearly average of 5 rem*** set by the U.S. Atomic Energy Commission for workers who use radioactive materials in factories and institutions across the United States".

Qui, in RADIATION PROTECTION AND INSTRUMENTATION del volume
"Biomedical Results of Apollo" al capitolo 3
http://history.nasa.gov/SP-368/s2ch3.htm

Pispax
Inviato: 10/4/2014 18:19  Aggiornato: 10/4/2014 18:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
invisibile

Citazione:
A mio avviso è una tua fissa, ma è solo una mia impressione soggettiva
Pensa che si potrebbe parlare della "scoperta" dell'America, come una delle più grandi balle infilate nel nostro conscio e subconscio, per motivi veramente maligni. Oppure del voluto occultamento delle antiche conoscenze della Vita, come l'energia vitale, il Chi, conosciuto da millenni e su cui si sono basate due delle più grandi ed efficaci medicine dell'intera storia umana, quella cinese ed indiana che, se usate con sapienza, farebbero risparmiare fantastilioni di triultrabitristilioni di soldini a tutti noi (che chiaramente non andrebbero più nelle tasche di chi guadagna quei zetatristifantastilioni). Eccetera, eccetera, eccetera.

E magari molto altro ancora.
Personalmente credo che ci sia una differenza di fondo fra ESTIRPARE una balla, cioe' una credenza sbagliata, e SOSTITUIRE una credenza sbagliata con un'altra credenza sbagliata.
Nel primo caso c'e' un vantaggio oggettivo per tutti, a partire da chi se n'e' liberato; nel secondo c'e' solo una considerazione politica piuttosto bieca.




Citazione:

Insomma, la mia impressione soggettiva è che la tua crociata è contro un pugno di persone con problemi emotivi, che avrebbero bisogno più dell'aiuto di una persona intelligente come te piuttosto che del tuo attacco.
Poi, chiaramente, fai come vuoi.

Su questo ci sarebbe parecchio da dire.
Per esempio esiste una differenza profonda, anche in queste cose, fra chi abbocca e chi getta deliberatamente l'amo. Fra chi e' in buona fede e chi non lo e'.
Pero' tutto sommato anche questa cosa ha un'importanza secondaria.
La cosa di cui sono convinto e' che quando la "consapevolezza" (si sta comunque parlando di una consapevolezza errata, eh) si muove sul piano razionale allora basta una semplice discussione razionale per affrontare i problemi.
Quando invece viene assimilata (e sono parecchi quelli che si prestano volentieri a farlo, e anche a dispensarla) sul piano emotivo, spostandola a livello di credenza, allora per contrastarla occorre uno shock piu' violento della semplice discussione razionale.
Se immagini la tua conoscenza come un albero, la parte razionale e' rappresentata dalle foglie. La parte delle credenze sta da qualche parte fra la base del tronco e le radici. Per agire sulle credenze occorre realmente un'energia maggiore.

Quando frequentavo il sito con piu' assiduita', ed ero animato da un maggiore amore verso il Mondo, facevo attacchi piuttosto feroci nei confronti di alcuni interlocutori. Ma erano attacchi, in un certo senso, pro bono. Lo scopo era quello di permettere alle persone di affrontare la possibilita' di liberarsi dalle proprie credenze. Oppure di impedire a altri di abboccare agli ami a strascico che venivano gettati.
Ora il sito lo frequento di meno (a parte questa settimana, che sono a letto) e anche il mio amore verso il Mondo si e' sensibilmente ridotto.
Quindi sostanzialmente me ne frego.
Difficile ora che attacchi qualcuno. Perlopiu' mi limito a blande confutazioni razionali, come in questa discussione.

Tutto questo per dire che il mio mutato atteggiamento e' dovuto a una MINORE voglia di "aiutare" le persone.
La mia predisposizione verso gli altri utenti del sito tutto sommato e' peggiorata, non migliorata.
Immagino che in molti abbiano tirato un sospiro di sollievo, soprattutto fra gli "aiutati".



Citazione:
Per concludere, noto che non metti nella tua valutazione episodi tipo come quando gli "alternativi" smontano pezzo dopo pezzo una teoria alternativa, con rigore ultra accademico, vedi come è andata ai tifosi del no-plane.

Quello e' stato un bell'episodio.
Ce ne sono stati anche altri, anche se in misura minore.
Non sto dicendo che OGNI discussione di natura "alternativa" sia strutturata come questa qui.
Per fare una considerazione banale, il livello di ogni discussione e' dato dal livello dei suoi singoli partecipanti. Non necessariamente delle persone: dei partecipanti in senso generale.
Nel senso che ci sono argomenti che attirano PERSONE che proprio per loro natura impediscono a tutti quanti di affrontare razionalmente i temi.
Allo stesso modo, ci sono anche argomenti che trasformano persone normalmente razionali e intellettualmente oneste in persone molto meno capaci di esprimersi ai livelli abituali.
Probabilmente a causa di un qualsiasi elemento "terzo" (un approccio ideologico, un coinvolgimento emotivo, quello che vuoi) che gli impedisce di farlo.

Non ha molto senso mettersi a fare un elenco.
Tipicamente uno di questi temi e' la politica, e fin qui sfondiamo una porta aperta.
Piuttosto inaspettatamente, invece, mi sono accorto che un altro di questi temi pare essere il Moon Hoax.
Ogni tanto mi chiedo perche'.
Boh.




Citazione:
Mi sembra che non stai valutando obiettivamente la realtà e che quanto affermi sia distorto da qualche tua fisima. Ma è solo una mia idea e non vuole essere un attacco verso di te. Solo una parola di cautela.

Ma no, altro che parola di cautela.
Hai colto perfettamente il punto. Lo dico senza ironia.
Non a caso parlavo della mia "crociata". Mica voglio che qualcuno pensi che io mi ritengo migliore degli altri, eh.

Ma che vuoi farci: ognuno di noi deve fare i conti con le fisime che gli sono toccate in sorte.
Per fortuna a me ne e' toccata una poco impegnativa.

Pispax
Inviato: 10/4/2014 18:20  Aggiornato: 10/4/2014 18:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Sertes

Citazione:
No, aspetto che tu torni a trattare gli altri partecipanti a questa discussione con rispetto


Certo, certo...

invisibile
Inviato: 10/4/2014 18:37  Aggiornato: 10/4/2014 18:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Pispax

Per riassumere:

Citazione:
Per fortuna a me ne e' toccata una poco impegnativa.

Anche questo è soggettivo...

A me la tua mi sembra una battaglia contro i mulini a vento.
Un tifoso della Roma, uno vero, qualsiasi cosa succeda non cambia la squadra del cuore.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
black
Inviato: 10/4/2014 18:50  Aggiornato: 10/4/2014 19:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2009
Da:
Inviati: 844
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Comunque ragazzi, grazie di cuore.
Ma non importa che vi affanniate in cosi' tanti solo per dimostrare che non dico cose sbagliate, eh.


cancellato il messaggio.
per rispetto al corretto svolgimento della discussione.

toussaint
Inviato: 10/4/2014 18:55  Aggiornato: 10/4/2014 18:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Pispax parla di interessi "ideologici" dei moonhoaxers.
Ridicolo.
Quale sarebbe l'interesse "ideologico"?
Attaccare gli USA?
Capirai, e perchè mai uno dovrebbe ammazzarsi a guardare centinaia di fotografie, video ecc.?
Per dimostrare che gli USA sono l'impero del male bastano, come esempi, l'assassinio di Allende, le trame in Italia, il massacro in Indonesia, la strage dei maya in Guatemala, e potrei continuare per ore.
Allora quale altro potrebbe essere questo interesse "ideologico"?
Dimostrare che ci sono le cospirazioni?
Capirai, anche qui ne abbiamo a disposizione decine già dimostrate (compreso il 911 ma non solo) per doverci smazzare anche sul Moon Hoax.
Semplicemente, quando uno scopre una panzana non può che urlarlo al cielo.
Sempre che sia un uomo, ovviamente, e non un pagliaccio al servizio del Potere.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
black
Inviato: 10/4/2014 18:55  Aggiornato: 10/4/2014 20:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2009
Da:
Inviati: 844
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
piu' tardi spiego due cose .
manco sanno che razzi da 120tonnellate(in LEO) sono un potentissimo sistema di attacco(difesa).
probabilmente uno dei piu' potenti,ma loro pensano che servono solamente per mandare uomini sulla luna.



edit:modificato anche questo per il motivo citato nel post prima

toussaint
Inviato: 10/4/2014 18:57  Aggiornato: 10/4/2014 18:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Un tifoso della Roma, uno vero, qualsiasi cosa succeda non cambia la squadra del cuore.


Se esiste una sola verità a questo mondo è proprio questa che hai citato.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Fabrizio70
Inviato: 10/4/2014 19:01  Aggiornato: 10/4/2014 19:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Del resto, visto che la Space Race era decisamente una corsa di tipo propagandistico dove i frutti mgliori li avrebbe raccolti il primo arrivato, viene da chiedersi il senso di spendere una quantita' cosi' enorme di denaro solo per la gioia di arrivare SECONDI.


Propaganda in action :ALERT !!!


Wiki

Citazione:
Two days after the United States announced its intention to launch an artificial satellite, on July 31, 1956, the Soviet Union announced its intention to do the same. Sputnik 1 was launched on October 4, 1957, beating the United States and stunning people all over the world.

1957: First intercontinental ballistic missile, the R-7 Semyorka
1957: First satellite, Sputnik 1
1957: First animal to enter Earth orbit, the dog Laika on Sputnik 2
1959: First firing of a rocket in Earth orbit, first man-made object to escape Earth's orbit, Luna 1
1959: First data communications, or telemetry, to and from outer space, Luna 1.
1959: First man-made object to pass near the Moon, first artificial satellite in Solar orbit, Luna 1
1959: First probe to impact the Moon, Luna 2
1959: First images of the moon's far side, Luna 3
1960: First animals to safely return from Earth orbit, the dogs Belka and Strelka on Sputnik 5.
1960: First probe launched to Mars, Marsnik 1 (failed to reach target)
1961: First probe launched to Venus, Venera 1
1961: First person in space (International definition) and in Earth orbit, Yuri Gagarin on Vostok 1, Vostok programme
1961: First person to spend over a day in space Gherman Titov, Vostok 2 (also first person to sleep in space).
1962: First dual crewed spaceflight, Vostok 3 and Vostok 4
1963: First woman in space, Valentina Tereshkova, Vostok 6
1964: First multi-person crew (3), Voskhod 1
1965: First EVA, by Aleksei Leonov, Voskhod 2
1965: First probe to hit another planet (Venus), Venera 3
1966: First probe to make a soft landing on and transmit from the surface of the moon, Luna 9
1966: First probe in lunar orbit, Luna 10
1967: First automated, crewless rendezvous and docking, Cosmos 186/Cosmos 188. (Until 2006, this had remained the only major space achievement that the US had not duplicated.)
1969: First docking between two crewed crafts in Earth orbit and exchange of crews, Soyuz 4 and Soyuz 5


I russi secondi ?

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
black
Inviato: 10/4/2014 19:04  Aggiornato: 10/4/2014 19:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2009
Da:
Inviati: 844
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
fabrizio la colpa è anche tua che gli rispondi sempre,non vedi che non sanno neanche lontanamente quello di cui stanno parlano?


continua comunque farlo,tanto il livello che hanno raggiunto e' davanti a tutti.

uno che manco sapeva niente dell'allunaggio degli americani(per sua stessa ammissione) adesso viene a raccontarci la storia del programma spaziale sovietico.

è un altro scherzo dopo quello di attivissimo?

Fabrizio70
Inviato: 10/4/2014 19:07  Aggiornato: 10/4/2014 19:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
lasciatelo stare è un poveretto.
non sa neanche di quello che sta parlando


black evita di rovinare una discussione che si stà mantenendo su binari abbastanza civili ,non è che chi la pensa diversamente da te DEVE essere insultato , con questo atteggiamento oltretutto gli stai dando ragione sull'aspetto della crociata.

Grazie

Citazione:
fabrizio la colpa è anche tua che gli rispondi sempre,non vedi che non sanno neanche lontanamente quello di cui stanno parlano?


Se gli rispondo è per l'appunto per informarli , con gli insulti non si arriva lontano e non si risolve niente , Pispax non si è mai interessato del moon hoax e la sua è un ottima posizione per scremare gli aspetti inutili o dannosi del moon hoax , dovresti ringraziarlo per quello che fà e questo vale per tutti quelli che affrontano questo argomento in una maniera abbastanza tranquilla , gli scazzi ci possono pure stare stà a noi cercare di evitare di cascarci (e questo vale pure per me , non è che ne sono immune).

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
toussaint
Inviato: 10/4/2014 19:09  Aggiornato: 10/4/2014 19:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
black, se ci hai fatto caso, ultimamente LC si sta riempiendo di utenti a cui non frega un cazzo di niente di un argomento (per loro stessa ammissione), che non sa niente di quello stesso argomento (per loro stessa ammissione) ma che su quell'argomento sanzionano e pontificano.
bah...



edit: per non parlare della solita, insopportabile e soprattutto ingiustificata aria di supponenza che usa Pispax nei suoi interminabili post.
Se anche Pispax avesse ragione avrebbe comunque torto...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
black
Inviato: 10/4/2014 19:14  Aggiornato: 10/4/2014 19:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2009
Da:
Inviati: 844
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
quindi la crociata non la sta facendo chi difende a spada tratta un argomento,senza sapere neanche lontanamento di quello di cui sta parlando?

cancello il post comunque,cosi' la discussioni tornera' sicuramente su binari civili.
e ognuno si sentira' di nuovo libero di dire quello che vuole senza che nessuno lo possa smentire.
in maniera molto rispettosa.

Pispax
Inviato: 10/4/2014 19:17  Aggiornato: 10/4/2014 19:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Fabrizio70


Citazione:
Propaganda in action :ALERT !!!
...
I russi secondi ?


Ma no, ma che propaganda.
Quelle parole erano riferite solo ed esclusivamente allo sbarco sulla Luna.
Probabilmente se rileggi il contesto in cui sono state dette, cioe' l'obiezione ai concetti espressi da totalrec, che stavano parlando proprio di quello, forse la cosa ti sembrera' piu' evidente.

Per il resto e' del tutto indiscutibile che la scienza aerospaziale russa sia stata superiore a quella americana fin dalle primissime fasi dell'esplorazione. E che abbia poi mollato il colpo alla fine.
Ma non stiamo parlando di questo.


Di' la verita': ma DAVVERO tu credi esistano persone capaci di tifare per una corsa che si e' conclusa svariati decenni fa?

toussaint
Inviato: 10/4/2014 19:18  Aggiornato: 10/4/2014 19:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
E che abbia poi mollato il colpo alla fine.


Il solito colpo di scena finale hollywoodiano...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Fabrizio70
Inviato: 10/4/2014 19:25  Aggiornato: 10/4/2014 19:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
quindi la crociata non la sta facendo,chi difenda a spada tratta un argomento senza sapere neanche lontanamento di quello di cui sta parlando?


Appunto perchè si tratta di una crociata come pensi di combatterla ?

Facendo leva sulla fede hai perso in partenza , la VU è molto più forte e radicata in questa situazione , l'ultimo post di Calvero è molto chiaro su questo punto , quando si comincia ad attaccare l'interlocutore poi non c'è molta possibilità di penetrare gli scudi perchè questi si alzeranno di più , l'unico modo per provarci è cercare di farlo ragionare , in alcuni casi è possibile nella maggioranza no , ma non è una colpa dell'interlocutore se è intriso di propaganda , persone come rigel red tuttle hanno le loro idee e sono intelligenti e se riesci a mantenerti calmo con queste persone anche se non le smuovi chi legge i post si rende conto della situazione e sicuramente hai guadagnato punti.

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Red_Max
Inviato: 10/4/2014 19:28  Aggiornato: 10/4/2014 19:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Qualcuno che gentilmente mi spiega il movimento della bandierina tenuta in mano dall'astronauta cinese a inizio filmato?
Non si muove troppo facilmente per essere immersa in un liquido?
Il liquido dovrebbe frenare il movimento... adesso mi metto la tuta da astronauta e faccio una prova in vasca da bagno

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
totalrec
Inviato: 10/4/2014 19:34  Aggiornato: 10/4/2014 19:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Red Knight ha scritto:

Citazione:
L'argomento lunare è interamente tecnologico. Non c'è nessun altro tipo di discussione possibile al riguardo, se il tema è «sono o non sono andati?».


Sai benissimo di star dicendo l'ennesima, colossale sciocchezza.

Se la questione fosse puramente tecnologica, allora sarebbe già risolta. Infatti, non esiste oggi nessuna tecnologia osservabile in grado di portare esseri umani sulla luna, come si vede benissimo dal fatto che nessuno è in grado di compiere un viaggio simile, nonostante le cospicue somme che tutte le grandi potenze investono nella ricerca spaziale.

E no, non è questione che non è conveniente (altrimenti lo sarebbe stato ancor meno nel 1969). E' proprio che non esiste la tecnologia per fare una cosa simile. E se non esiste oggi, figuriamoci se poteva esistere nel 1969.

Come già detto in altre occasioni, il progresso tecnologico è l'unico tipo di progresso che nella storia umana si sia sviluppato sempre in linea retta. Le conquiste sociali o culturali possono dissolversi o regredire con il tempo, ma quelle tecnologiche non invertono il proprio sviluppo nemmeno con il disgregarsi di imperi millenari. Al massimo possono essere sostituite da tecnologie più efficaci in relazione alle finalità perseguite, ma mai essere dimenticate.
Se una tecnologia mostra di regredire in appena 40 anni fino al punto da rendere assimilabili a "un sogno" risultati che meno di mezzo secolo fa parevano ampiamente acquisiti (e oltretutto neppure in presenza di cataclismi naturali o geopolitici in grado di giustificare un tale arretramento scientifico), allora, per uno studioso delle dinamiche storiche, l'unica spiegazione plausibile è che quella tecnologia non sia mai esistita.

Il fatto che discussioni come questa esistano e proliferino, si deve solo al rifiuto dei believers di accettare questa ineluttabile legge dell'evoluzione tecnologica. Il loro tentativo - in verità piuttosto bislacco, per i motivi appena esposti - è cercare di dimostrare che questa tecnologia oggi non esiste più - o almeno non è più osservabile - però è esistita in passato.

Ma proprio in virtù di questa loro impostazione, il discorso non può vertere sul puro e semplice argomento tecnologico.

Esso deve toccare necessariamente la storiografia (analisi di documenti del passato che consentano di verificare l'effettiva esistenza di ciò che viene asserito), la logica (che è alla base di qualsiasi procedimento scientifico, compreso quello storiografico), le correnti culturali e le forme di organizzazione politica e sociale (che rappresentano l'addentellato imprescindibile di qualunque indagine storiografica), la gnoseologia (analisi dei meccanismi che ci spingono a conferire attendibilità a certe modalità di acquisizione della conoscenza, piuttosto che ad altre), l'epistemologia (discorso sui criteri da adottare nella ricerca scientifica), e così via.

Se, come tu pretendi, limitassimo la discussione al puro argomento tecnologico, allora si farebbe presto: constatazione diretta di un fenomeno empirico (inesistenza di viaggi sulla luna e dunque di tecnologia ad essi riferibile) vs. elucubrazioni teorico-manualistiche che lo negano (o techno-babble, come amo definirlo), 1 a 0.

Fischio arbitrale e fine della partita.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Pispax
Inviato: 10/4/2014 19:39  Aggiornato: 10/4/2014 19:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
toussaint

Citazione:
Il solito colpo di scena finale hollywoodiano...


Oppure, piu' semplicemente, la descrizione di quello che e' successo.
Magari se la si smette di seguire la discussione da tifosi e si prova a affrontarla in modo civile, ci sono alcune cose su cui / hai visto mai / magari e' persino possibile convenire.

Ma se serve per accarezzare l'anima da tifoso, per "mollato il colpo" io intendo proprio quello. Non sto parlando della "superiorita'" della "atleta americano", che con un poderoso colpo di reni ha altrepassato il nemico nella dirittura finale. Sto parlando degli investimenti dedicati a questa roba, che negli USA erano nettamente aumentati e in URSS, pur con tutte le difficolta' legate a una qualunque stima, visto il periodo, pur essendo stati storicamente inferiori a quelli americani all'epoca sembrano essere anche ulteriormente diminuiti.

Per il resto l'U.R.S.S. ha poi confermato la sua decisione di "mollare il colpo" non ritenendo opportuno investire nell'astronautica "pesante" neppure dopo.

horselover
Inviato: 10/4/2014 19:42  Aggiornato: 10/4/2014 19:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/9/2012
Da:
Inviati: 1898
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
il grafico sull'assorbimento di radiazioni da parte degli astronauti dimostra che non hanno superato le fasce di van allen perchè i valori avrebbero dovuto essere più alti, anche se non letali e invece sono uguali. riguardo ai russi, all'epoca era in atto la distensione e probabilmente non hanno voluto mandarla a puttane per una cazzata. infine voglio ricordare che un sondaggio mondiale qualche anno fa' rivelò che la maggioranza delle persone non credeva allo sbarco sulla luna

Fabrizio70
Inviato: 10/4/2014 19:45  Aggiornato: 10/4/2014 19:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Ma no, ma che propaganda.
Quelle parole erano riferite solo ed esclusivamente allo sbarco sulla Luna.


Peccato che per l'immaginario collettivo la corsa spaziale sia per l'appunto lo sbarco sulla luna , link a caso :

http://www.history.com/topics/space-race

Citazione:
Conclusion of the Space Race

By landing on the moon, the United States effectively “won” the space race that had begun with Sputnik’s launch in 1957.


http://wiki.answers.com/Q/Who_won_The_Space_Race

Citazione:
A common definition of the "space race" during the 1960s was making the first moon first landing.
The US is the only nation to have put a man on the moon, so it is commonly regarded that the US won the Space Race because they had Neil Armstrong as the first man on the moon.


https://answers.yahoo.com/question/index?qid=20111212073831AADMxZM

Citazione:
The USA claimed they won by chosing the winning condition of landing a human on the moon and returning (Apollo 11 in 1969), while the USSR never actually launched a manned lunar mission, publicly denied ever participating in such a competition


Citazione:
Di' la verita': ma DAVVERO tu credi esistano persone capaci di tifare per una corsa che si e' conclusa svariati decenni fa?


http://www.gazzetta.it/Calcio/Estero/Primo_Piano/2008/02_Febbraio/01/maratifosi.shtml

Citazione:
LONDRA (Inghilterra), 1 febbraio 2008 - Non sono piaciute per niente agli argentini le scuse che Diego Armando Maradona ha fatto agli inglesi, a mezzo intervista sul tabloid “Sun”, 22 anni dopo la famigerata “Mano de Dios”. E ora l’intera nazione sudamericana insorge contro il suo idolo, fra accuse di tradimento da parte della gente (che non può dimenticare la guerra delle isole Falkland, che in Argentina chiamano Malvinas) e sondaggi sui giornali, tutti largamente contrari a Maradona, mentre il popolo del web urla la propria rabbia nei blog e gli ex compagni di Dieguito cercano di minimizzare quanto detto e scritto. A completare il quadro, la reazione furibonda di Peter Shilton, portiere dell’Inghilterra nel 1986, che rispedisce al mittente le scuse, giudicandole “tardive”. Insomma, il solito putiferio in stile Maradona.


Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi,
navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione,
e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser.
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo
come lacrime nella pioggia.
È tempo di morire.


P.S:Riguardo ad una tua domanda precedente ho trovato questo :

http://www.space.com/18753-mars-radiation-manned-mission.html

Citazione:
The long deep-space journey to Mars is another matter. RAD was turned on for most of Curiosity's eight-month cruise to the Red Planet, and its data show that any potential Mars explorers would likely get around 1.9 millisieverts per day during the flight.


P.P.S:un altro argomento di cui si discute ancora oggi a Roma

http://en.wikipedia.org/wiki/Turone%27s_goal

Citazione:
32 years later, this legendary story is now enriched by a very dramatic ending: like the Italian sport newspaper La Gazzetta dello Sport reported, on 23 February 2013 in a radio show on Radiodue (Italian radio) the journalist Carlo Sassi declared that the slow motion photograms were falsified to twist the true against Juventus by the RAI TV-studios in Rome. According to the journalist, the goal was actually irregular and the decision of the referee was in fact correct. Carlo Sassi was at that time working for RAI television as sport commentator.

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
totalrec
Inviato: 10/4/2014 20:08  Aggiornato: 11/4/2014 0:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Pispax:

Citazione:
Gli "apparati tecnologici" al momento consistono in un sismografo, una targhetta, un trapano, un martello, una carriola, una macchina fotografica, ecc.


Senza dimenticare i lunar rover e - soprattutto - le bandiere.
Diciamo però che tutte le tecnologie - e particolarmente quelle riguardanti i trasporti - una volta attivate, tendono a evolvere in tempi assai brevi la propria frequenza operativa e le proprie performance.
Sempre che si tratti di tecnologie autentiche, ovviamente.


Citazione:
Coraggio, raccontami qualcosa di nuovo rispetto ai progressi tecnologici cinesi degli anni '60.
Qualcosa che non sia la bicicletta a motore, pero', perche' quella la so gia'.


La bicicletta a fissione.



Citazione:
La Luna non porta proprio nessun tipo di vantaggio tattico o strategico. Non lo porta ai giorni nostri, figuriamoci agli inizi degli anni 70.
Tutto quello che si puo' fare dalla Luna, ai fini militari, ancora oggi puo' essere fatto meglio, piu' comodamente e con moltissima spesa in meno direttamente dalla Terra.


Quindi i miliardi spesi per organizzare ben sette missioni servivano a...?
(Per cortesia, gentili utenti del forum, se costui tira ancora fuori la barzelletta della gara-propagandistica-e-ideologica-tra-superpotenze-rivali, dite a mia moglie che l'ho sempre amata).

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
black
Inviato: 10/4/2014 20:24  Aggiornato: 10/4/2014 20:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2009
Da:
Inviati: 844
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Se gli rispondo è per l'appunto per informarli , con gli insulti non si arriva lontano e non si risolve niente , Pispax non si è mai interessato del moon hoax e la sua è un ottima posizione per scremare gli aspetti inutili o dannosi del moon hoax , dovresti ringraziarlo per quello che fà e questo vale per tutti quelli che affrontano questo argomento in una maniera abbastanza tranquilla , gli scazzi ci possono pure stare stà a noi cercare di evitare di cascarci (e questo vale pure per me , non è che ne sono immune).


cioè fabrizio vuoi scremare gli aspetti inutile con una persona che non sa neanche la versione ufficiale della nasa?

e a cosa serve?
io ho gia' detto altre volte mi è capitato di leggere debunker seri che sapevano di quello che stavano parlando.
è devo dire la verita' ho imparato anche da loro,come vedete non c'è niente di personale con chi difende la versione nasa.(avevano tutti comunque una strana tendenza alla calunnia)
sono stati sicuramente utili,li ringrazio.
ma qui c'è il nulla,non si impara niente(per me almeno è cosi'),copiano e incollano senza neanche leggere una volta.
non raccontano mai qualche dettaglio interessante capace di far ragionare.qualche spunto insomma.
dimmi adesso in cosa ti ha aiutato pispax,in quale aspetto hai migliorato la tua posizione,o quale dubbio ti ha fatto "scremare".



se vuoi invece ti dico io quello che penso davvero sia un argomento inutile.

le fasce di van halen,quelle che tiri fuori spesso anche te.
un mantra in sto sito lo dissi anche a massimo.
secondo molti il punto centrale di tutta la questione,e come vedete gli ufficialisti sulla fasce hanno sempre da parlare.

vorrei che tutte le persone che pensano che le fasce di van halen non si possano superare rispondessero a questa domanda:

perchè nella missione zond 5 dei russi con a bordo tartarughe ed altri essere viventi (missione che ha completato il flyby lunare,quindi fasce superate)gli animali sono tornati tutti a terra vivi?
non c'era nessuna frittura di tartarughe come tanti vorrebbero farci credere.


Citazione:
Zond-5 became the first spacecraft to circle the Moon and return to land on Earth. On September 18, 1968, the spacecraft flew around the Moon. The closest distance was 1,950 km. High quality photographs of the Earth were taken at a distance of 90,000 km. A biological payload of two Russian tortoises , wine flies , meal worms , plants , seeds , bacteria , and other living matter was included in the flight.

September 22, 1968, the reentry capsule entered the Earth's atmosphere but could not perform a skip reentry due to failure of the guidance system. [ 1 ] [ 2 ] The capsule splashed down in the Indian Ocean and was successfully recovered by the USSR recovery vessels Borovichy and Vasiliy Golovin . [ 3 ] [ 4 ] The biological payload was intact, proving that it was possible to survive a lunar flyby and safely return to Earth. It was announced that the tortoises had lost about 10% of their body weight but remained active and showed no loss of appetite. This spacecraft was planned as a precursor to a manned lunar spacecraft. The Zond 5 return capsule is on display at the RKK Energiya museum , in Russia.


questo non vuol dire che quello schema che hai portato sulle radiazioni nelle varie missioni non sia interessante,ma da un altro punto di vista.


xtoussant

hai visto nel commento che ho postato l'altro giorno nel thread "lem di cartapesta" il generale nikolayev(uno dei comandanti del lancio di gagarin) dice che anche confrontando le prestazioni del saturnV,col razzo N-1 o l'ur700 appare subito chiaro che si tratta di un fake?

la stessa cosa che avevi detto tu(thread permanenza sulla luna) ,confrontando i vettori,ti ho pensato con il sorriso,avete sicuramente usato metodi diversi ma siete arrivati alle stesse conclusioni.

Rickard
Inviato: 10/4/2014 20:29  Aggiornato: 10/4/2014 20:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
totalrec
Citazione:
Quindi i miliardi spesi per organizzare ben sette missioni servivano a...?
(Per cortesia, gentili utenti del forum, se costui tira ancora fuori la barzelletta della gara-propagandistica-e-ideologica-tra-superpotenze-rivali, dite a mia moglie che l'ho sempre amata).

Eccerto, cosa ti aspettavi?

Gli USA hanno speso (o almeno dichiarato di aver speso) millemila miliardi di dollari per contarstare propagandisticamente l'URSS, senza dimenticare ovviamente che un'impresa simile unisce il poppolo tutto, facendo dimenticare l'odio a favore dell'amore.

Perché, vorresti forse tu dirmi che i comportamenti delle potenze sono determinati da qualcosa di diverso dell'odio, dell'amore e dell'ideologia?

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
Fabrizio70
Inviato: 10/4/2014 21:12  Aggiornato: 10/4/2014 21:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
cioè fabrizio vuoi scremare gli aspetti inutile con una persona che non sa neanche la versione ufficiale della nasa?

e a cosa serve?


Secondo te quante persone conoscono la VU-NASA?

Secondo me sono la minoranza , ed è lo zoccolo duro , molto più semplice cominciare da chi per l'appunto non è sufficientemente informato dando le giuste informazioni , quando si raggiunge una massa critica sufficiente anche lo zoccolo duro comincia a vacillare , gli hai levato un sostegno.

Citazione:
non raccontano mai qualche dettaglio interessante capace di far ragionare.qualche spunto insomma. dimmi adesso in cosa ti ha aiutato pispax,in quale aspetto hai migliorato la tua posizione,o quale dubbio ti ha fatto "scremare".


A parte il fatto che non sai mai quando può uscire l'argomento interessante , giusto grazie a questa discussione ho trovato il dato che andavo cercando da un bel pò di tempo , il grafico delle radiazioni.

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
black
Inviato: 11/4/2014 1:30  Aggiornato: 11/4/2014 1:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2009
Da:
Inviati: 844
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
ti ho risposto nell'altro thread fabrizio.
senno qui in home era troppo lunga la risposta.


nel post sopra scritto da me le fasce sono di van allen e non van halen,quello è il chitarrista.

Pispax
Inviato: 11/4/2014 2:25  Aggiornato: 11/4/2014 2:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Fabrizio70

Citazione:
P.S:Riguardo ad una tua domanda precedente ho trovato questo :

http://www.space.com/18753-mars-radiation-manned-mission.html

Citazione:

The long deep-space journey to Mars is another matter. RAD was turned on for most of Curiosity's eight-month cruise to the Red Planet, and its data show that any potential Mars explorers would likely get around 1.9 millisieverts per day during the flight.


Non so.
Questa cosa credo che al massimo sia utle per indicare l'ordine di grandezza, che e' coerente con quello dei primi rilievi. Se un essere umano fosse sottoposto a quei livelli di radiazione per tutto quel periodo raggiungerebbe un'esposizione finale complessiva di meno di mezzo Sv.
Ma nel grafico che hai postato tu quello e' il valore MINIMO registrato. Gli altri sono tutti piu' elevati.

L'impressione mia e' che abbiamo migliorato le schermature e che abbiano provveduto a schermare anche il vettore di Curiosity, visto che le radiazioni danneggiano anche l'elettronica.
Leggendo l'articolo s'impara anche che secondo la NASA un periodo di quasi mille giorni fra viaggio e soggiorno su Marte si risolverebbe con un'esposizione complessiva di 1.1 Sv.
E questo viene definito un valore su cui si puo' lavorare.

Pero' si sta parlando di una cosa che vale oggi.
Per la discussione sul 1969 invece io fossi in te terrei da conto quel grafico che hai messo tu, con valori oscillanti, a occhio, fra due e cinque mSv/giorno.

In ogni vaso, anche con i valori riportati del 1969, il livello di radiazioni assorbite e' del tutto trascurabile. Anche considerando il valore massimo di 5 mSv al giorno per una missione di otto giorni si ha un assorbimento complessivo di 0.04 Sv (40mSv).

Che, come dire, mi sembra un po' pochino per considerarlo "incompatibile".

---------------------------------------------

Va anche detto, pero', che questo tuo dato non risolve il problema.
Sertes si riferiva solo al periodo di esposizione dentro al LEM, considerandone - credo - la protezione dalle radiazioni praticamente nulla. Nel tuo grafico non sono riportate le condizioni in cui sono state misurate le radiazioni. Se si tratta di una misura presa all'interno dell'Apollo, per dire, tocca considerare che non si parla di radiazione cosmica "pura" ma comunque di una radiazione gia' filtrata dalla schermatura della navetta.
Dal suo ragionamento si capisce solo che lui s'immagina una radiazione cosmica "pura" di enorme livello, piu' o meno circa un migliaio di volte piu' intensa di quella effettivamente misurata.
(Sempre ammesso e non concesso, chiaro, che non si sia semplicemente sbagliato a leggere quel grafico. Ma dalla seconda risposta che ha dato, dove si e' limitato a ribadire il concetto, parrebbe di no)

Nel posto dove hai trovato quel grafico, ci sono anche notizie sulle condizioni di raccolta?
In alternativa, se proprio vogliamo levarci il dubbio, qualcuno ha informazioni sul fatto che le schermature delle missioni Apollo fosero in grado di abbassare le radiazioni di tre ordini di grandezza?

Red_Knight
Inviato: 11/4/2014 4:01  Aggiornato: 11/4/2014 5:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@totalrec

Citazione:
Se la questione fosse puramente tecnologica, allora sarebbe già risolta.


Oh, tu lo dici eh!

Citazione:
Infatti, non esiste oggi nessuna tecnologia osservabile in grado di portare esseri umani sulla luna, come si vede benissimo dal fatto che nessuno è in grado di compiere un viaggio simile, nonostante le cospicue somme che tutte le grandi potenze investono nella ricerca spaziale.


La tecnologia esiste, non c'è nessun misterioso principio fisico la cui conoscenza è andata perduta rispetto al 1969 e nessun'invenzione irripetibile. Se ti risulta il contrario, non hai che da elencare.
Mancano la logistica, le risorse e le motivazioni. Nessuno lamenta la mancanza del componente miracoloso per ricostruire la magica astronave perduta.
Il ragionamento in se stesso è paragonabile al fatto che siccome nessuno è in grado di sbarcare in Sudamerica con delle caravelle al giorno d'oggi allora Colombo finse di scoprire l'America.
Nessuno è stato in grado di ricostuire le balliste romane di Apollodoro senza che si rompessero al primo lancio. Significa che Traiano non ha conquistato la Dacia? E ci sono parecchi altri esempi.
In ogni caso non è che "oggi non si è in grado". Per dirlo ci vorrebbe qualcuno che ci tenta e non ci riesce.

Citazione:
E no, non è questione che non è conveniente (altrimenti lo sarebbe stato ancor meno nel 1969). E' proprio che non esiste la tecnologia per fare una cosa simile. E se non esiste oggi, figuriamoci se poteva esistere nel 1969.


Infatti esiste oggi come esisteva nel 1969. Non c'è nessuna diatriba su questo, puoi chiedere a qualsiasi addetto ai lavori. La "tecnologia mancante" è un'invenzione che a furia di essere ripetuta sta cominciando a essere creduta vera, ma rimane un'invenzione. Si tratta semplicemente di tecnologia dismessa.

Citazione:
Come già detto in altre occasioni, il progresso tecnologico è l'unico tipo di progresso che nella storia umana si sia sviluppato sempre in linea retta. Le conquiste sociali o culturali possono dissolversi o regredire con il tempo, ma quelle tecnologiche non invertono il proprio sviluppo nemmeno con il disgregarsi di imperi millenari. Al massimo possono essere sostituite da tecnologie più efficaci in relazione alle finalità perseguite, ma mai essere dimenticate.


Anche questo è falso e rivela una visione lineare e semplicistica, e quindi assolutamente inadeguata, del progresso tecnologico. Oltre a quelli di sopra e a quelli che possono venire in mente pensando alla civiltà greco-romana, ci sono diversi esempi contrari anche in epoca recente. L'intera Informatica sovietica degli anni '50 è sostanzialmente dimenticata.
Anche se questo è off-topic, rimane comunque il fatto che parti da premesse sbagliatissime.

Citazione:
Se una tecnologia mostra di regredire in appena 40 anni fino al punto da rendere assimilabili a "un sogno" risultati che meno di mezzo secolo fa parevano ampiamente acquisiti (e oltretutto neppure in presenza di cataclismi naturali o geopolitici in grado di giustificare un tale arretramento scientifico), allora, per uno studioso delle dinamiche storiche, l'unica spiegazione plausibile è che quella tecnologia non sia mai esistita.


Di nuovo, la regressione è un'invenzione. Molto semplicemente e come tutti sanno, tutta la tecnologia lunare è stata sviluppata in ambiti ristretti, per un periodo complessivamente breve e senza mai dare origine a un processo industriale. Tutti i manufatti lunari sono stati prodotti come prototipi, per altro spesso sottoposti a segreto, e mai riutilizzati in ambito civile. Vedo difficile anche solo immaginare "acquisito" dalla produzione industriale ad uso comune il LEM o altri mezzi monouso dal costo spropositato. Tutta tecnologia non supportata e, a causa dello stacco ultraquarantennale, inadeguata alle necessità moderne che imporrebbero condizioni meno pionieristiche.
Il motivo per cui, ad esempio, i cinesi che vorrebbero farlo (o almeno così dicono) non possono andare sulla Luna subito, è semplicemente che ci vogliono anni di preparazione per ricostruire da capo le infrastrutture e la logistica (costruire gli stabilimenti, predisporre i test, risviluppare da capo i mezzi in maniera adeguata all'elettronica moderna, sviluppare nuovi software, preparare il personale, preparare gli astronauti etc). Perché ovviamente se mai qualcuno tornasse sulla Luna non vorrebbbe farlo con un pacchetto di strumenti analogici e una macchina fotografica del vecchio tipo.
Probabilmente ci si dovrebbe per anni per fare il periplo dell'Africa con una barca a remi, ma vedo difficile sostenere che siamo tecnologicamente più indietro dei Fenici.
Quando (posto che ci tentino davvero) i cinesi ci riusciranno, sarà sempre con un razzo vettore che sfrutta gli stessi principi fisici dei Saturn (a meno che non vadano con un motore a ioni) e dentro moduli fatti di metallo, e sicuramente con strumenti di navigazione ben più avanzati (non c'è certo bisogno di riesumare l'Apollo Guidance Computer nel 2014).
Non c'è nessun mistero in questo, e lo sai benissimo.

Citazione:
Il fatto che discussioni come questa esistano e proliferino, si deve solo al rifiuto dei believers di accettare questa ineluttabile legge dell'evoluzione tecnologica. Il loro tentativo - in verità piuttosto bislacco, per i motivi appena esposti - è cercare di dimostrare che questa tecnologia oggi non esiste più - o almeno non è più osservabile - però è esistita in passato.


Ma neanche per idea. Lo ri-ripeto: esiste oggi come esisteva nel 1969. Trovami un solo particolare del LEM o di qualsiasi altro manufatto concepito per il programma Apollo che abbia qualcosa di misterioso. Se non ci riesci, stai parlando a vanvera.

Citazione:
Ma proprio in virtù di questa loro impostazione, il discorso non può vertere sul puro e semplice argomento tecnologico.

Esso deve toccare necessariamente la storiografia (analisi di documenti del passato che consentano di verificare l'effettiva esistenza di ciò che viene asserito),


È proprio questo il punto. I documenti del 1969 consentono questa verifica; se si dubita della loro autenticità, allora è una questione tecnologica. A chiunque è concesso di provare a dimostrare la propria ipotesi ma rimane una questione esclusivamente tecnologica (ottica, pellicole, trasmissioni, et cetera). Tutto il resto che dici dopo, con encomiabile proprietà di linguaggio, è esattamente ciò che ti dà torto.

L'intero tuo discorso è totalmente inconsistente in ogni sua parte.

Citazione:
Se, come tu pretendi, limitassimo la discussione al puro argomento tecnologico, allora si farebbe presto: constatazione diretta di un fenomeno empirico (inesistenza di viaggi sulla luna e dunque di tecnologia ad essi riferibile) vs. elucubrazioni teorico-manualistiche che lo negano (o techno-babble, come amo definirlo), 1 a 0.

Fischio arbitrale e fine della partita.


Hai giocato da solo tutto il tempo e al gioco sbagliato, ma contento tu...
Ammetto di invidiare la totale mancanza di pudore nel sostenere un'invenzione, se non altro.

Red_Knight
Inviato: 11/4/2014 4:03  Aggiornato: 11/4/2014 5:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Quindi i miliardi spesi per organizzare ben sette missioni servivano a...?


- Generare brevetti e know-how a uso e consumo del sistema militar- industriale (scopo raggiunto);
- ottenere la supremazia strategica aerospaziale e/o impedire ai russi di ottenerla prima loro (scopo raggiunto);
- tenere aperta la possibilità di sfruttare a scopo bellico lo spazio (obiettivo fallito);
- ingrassare con le commesse i colossi dell'hi-tech (scopo raggiunto).

Tra i motivi secondari quello ideologico-propagandistico e per ultime, già che c'erano, anche tutte quelle belle cose sull'uomo che supera i suoi limiti e incrementa la sua conoscenza a maggior gloria sua / del Signore, et cetera.

Appena si sono accorti che la capacità di mandare roba sulla Luna non facilitava affatto il piano di rovesciare su Mosca bombe atomiche senza rappresaglie hanno immediatamente tagliato i fondi al programma Apollo e poco dopo puntarono tutto sul programma Shuttle (che fu sviluppato seguendo espliciti requisiti militari).
I sovietici dal canto loro hanno preferito primeggiare nello sviluppo di stazioni spaziali, che era un obiettivo più abbordabile e probabilmente molto più utile.

Red_Knight
Inviato: 11/4/2014 4:20  Aggiornato: 11/4/2014 4:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@Rickard

Citazione:
Gli USA hanno speso (o almeno dichiarato di aver speso)


Se fai il conto degli stipendi pagati, dal progettista capo agli inservienti e agli uscieri, anche immaginando il LEM fatto "di scope e bastoni" non puoi che giustificare la vagonata di miliardi.
Probabilmente il costo dei materiali di cancelleria da solo arriva a toccare l'ordine di grandezza dei milioni di dollari. Se aggiungi i chilometri quadrati di strutture coinvolte, i materiali consumabili, i costi burocratici e legali, la logistica spiccia, la sicurezza, la vagonata di imprevisti, i brevetti, le idee scartate, i trasporti, lo spionaggio e il controspionaggio associato, le pubbliche relazioni e infine gli sprechi, le ruberie e la corruzione fisiologici di ogni progetto, credo che la cifra stimata di 20 miliardi di dollari d'allora per il programma Apollo sia assolutamente realistica, se non sottostimata.

L'idea dei soldi devoluti sottobanco ad altri progetti è semplicemente impossibile, anche nel caso della messinscena (anzi, si aggiungerebbero i costi della messinscena...). Se non ricordo male dalle scorse discussioni, è lì che volevi andare a parare, giusto?

mirco
Inviato: 11/4/2014 5:57  Aggiornato: 11/4/2014 6:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/1/2010
Da:
Inviati: 387
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
La corsa spaziale russa e americana si sarebbe svolta in maniera completamente diversa se, dopo la disfatta della Germania, i due vincitori non avessero accaparrato più o meno equamente quasi tutti i tecnici e scienziati tedeschi che avevano creato la tecnologia necessaria per far volare i razzi.
La tecnologia ( quella iniziale ) russa era tedesca e la tecnologia americana ( iniziale ) era tedesca.

Fabrizio70
Inviato: 11/4/2014 6:04  Aggiornato: 11/4/2014 6:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Nel tuo grafico non sono riportate le condizioni in cui sono state misurate le radiazioni. Se si tratta di una misura presa all'interno dell'Apollo, per dire, tocca considerare che non si parla di radiazione cosmica "pura" ma comunque di una radiazione gia' filtrata dalla schermatura della navetta.


Tutti gli astronauti hanno dei dosimetri personali , i dati vengono da quelli , per quello che riguarda la "poderosa" schermatura :

http://www.collectspace.com/ubb/Forum14/HTML/001072.html

Citazione:
In 2011, at Spacefest III, I had an opportunity to discuss my recollection with Apollo 12 LMP Alan Bean. I specifically asked him if the LM walls were really as thin in places as 3 sheets of aluminium foil as I recalled. Alan replied, "3 sheets ? ... more like 1 sheet thick!". He reminded me that the LM was only pressurised to 5 psi, as opposed to the standard earth sea-level atmospheric pressure of 14.7 psi. He also said that you just had to be careful of your movements inside the LM.

[omiss]

The single wall concept consisted of 1/8" aluminum or equivalent mass.



Citazione:
Dal suo ragionamento si capisce solo che lui s'immagina una radiazione cosmica "pura" di enorme livello, piu' o meno circa un migliaio di volte piu' intensa di quella effettivamente misurata.
(Sempre ammesso e non concesso, chiaro, che non si sia semplicemente sbagliato a leggere quel grafico. Ma dalla seconda risposta che ha dato, dove si e' limitato a ribadire il concetto, parrebbe


Secondo me qui non vi siete chiariti , Sertes precedentemente ha interpretato correttamente il grafico , ovvero che la dose assorbita dalle missioni Apollo è la stessa di quella assorbita dalle missioni in orbita , se è vero che le prime missioni sono simili in quanto la permanenza sulla Luna è minima dalla missione 15 in poi la sosta era di tre giorni , continuamente esposti alle radiazioni solari dentro un modulo non schermato , oltretutto se ci fai caso sempre nello stesso grafico i valori dei tre pallini dell'equipaggio sono praticamente uguali per ogni missione mentre in realtà sulla superficie lunare l'esposizione è maggiore:



Dunque se tutti e tre gli astronauti sono esposti alla stessa dose compatibile con le missioni in orbita è IMPOSSIBILE che la missione sia andata come ci hanno descritto.

Oltretutto riguardo ai valori c'è un'altra considerazione da fare , Curiosity ha effettuato le misurazioni durante un periodo di minima attività solare , mentre le missioni si sono svolte durante il periodo di massima attività solare:


Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
lucred
Inviato: 11/4/2014 7:19  Aggiornato: 11/4/2014 7:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/9/2010
Da: Milano
Inviati: 260
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
L'America mente sistematicamente su TUTTO; la NASA mente sistematicamente su tutto in ogni questione che è connessa con la propaganda, non può essere altrimenti, questo è un fatto matematico e, per loro, ineludibile; è congenitamente il loro Verbo per la sopravvivenza.


Citazione:
..ed è per questo "IERI" che i rigorosi e logici discorsi tecnici e scientifici si sono arrogati un'autorità priva di ogni autorevolezza, ed è normale che vedano in coloro che considerano le missioni lunari una farsa, atteggiamenti superficiali...


Io rispetto questa visione del mondo,davvero. Mi affascina il modo in cui si ricorda costantemente che non è possibile fermarsi alla conoscenza comune, che non ci si può accontentare di un'interpretazione tradizionale dei fatti sebbene queste interpretazioni siano il più delle volte giuste. Inoltre trovo questa patologia di ragionamento, o non ragionamento, irresistibile. L'America mente,la Nasa mente,è matematico.Le torri gemelle le hanno abbattute
Bush e Chaney (se fosse vero che due pasticcioni di quel tipo ne avessero avuto l'incarico le torri sarebbero ancora in piedi),Anche i russi mentono allora come hanno mentito Khruscev e Breznev,e Gagarin.Mentono i cinesi,mentono gli astrofisici che hanno le prove del finto allunaggio e non dicono nulla.Mentono o hanno mentito tutti i lavoratori nell'ambito NASA (perché
dietro all'acronimo ci sono persone)Tutta gente che sapeva e non ha mai detto nulla.
Più leggo quello che scrivi,Calvero,più mi sembra di avere a che fare con un'arroganza di spirito fuori dal comune conseguenza di una visione del mondo
cupa senza sorriso e senza speranza.Mi ricordi il Diavolo in persona e come il diavolo vivi nelle tenebre.Ma anche tu menti,è matematico.Non puoi ignorare la verità quando è talmente ovvia,limpida e cristallina.Quindi menti,come il Diavolo.L'America mente su tutto e su questo non c'è dubbio.Basta il "buon senso"per capire l'inside job.
Dici che uno come Attivissimo è "essenziale al mantenimento dello status quo"ma losei anche tu e in misura ancora maggiore
o peggiore.La tua arroganza intellettuale è sconcertante.Per fortuna il mondo non è come lo dipingi tu.Il presunto Interprete della Verità sta mentendo.Egli è solo un merlo goffo che crede di sapere solo perché il padrone gli ha insegnato a parlare.

invisibile
Inviato: 11/4/2014 8:34  Aggiornato: 11/4/2014 8:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Ancora radiazioni.
Mi manca una informazione: a parte i rilevamenti delle medie giornaliere fatti con i cosi sulle tute degli astronauti, non esistono studi sulla quantità di radiazioni assortite, fatti con sonde varie mandate negli anni in giro per lo spazio?
E se esistono, questi non potrebbero essere utili per capire la realtà dell'ambiente di cui si parla (e di conseguenza della possibilità degli apolli di fare quello che affermano avere fatto)?

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Pyter
Inviato: 11/4/2014 13:17  Aggiornato: 11/4/2014 13:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Probabilmente il costo dei materiali di cancelleria da solo arriva a toccare l'ordine di grandezza dei milioni di dollari.

Chissà le cifre per fatture solo per il nastro isolante e la carta da pacchi.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Calvero
Inviato: 11/4/2014 13:48  Aggiornato: 11/4/2014 13:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
L'America mente,la Nasa mente,è matematico ..


.. e sta bene aggiungerci - ineluttabile. Prima sarebbe stato un in più, adesso, col tuo assist, cade meglio.

Citazione:
Mi affascina il modo in cui si ricorda costantemente che non è possibile fermarsi alla conoscenza comune, che non ci si può accontentare di un'interpretazione tradizionale dei fatti sebbene queste interpretazioni siano il più delle volte giuste.


La cura è sempre dolorosa. Un'infezione si è propagata nel Sistema e ogni cura propinata dal Sistema stesso sarà incontrovertibilmente utile al Sistema. Logica, tutto qui.

Citazione:
Le torri gemelle le hanno abbattute
Bush e Chaney


Ma anche no:

- Bush, da solo, è sì e no buono ad allacciarsi le scarpe. Forse. Gente così, figurati, sarebbe come a dire che un Renzi abbia una qualche autonomia di pensiero o una qualche capacità al minimo sindacale di sapere la differenza di cosa è politica e cosa è fare carriera nel teatrino della politica; lasciato da solo tra l'eco dei suoi non_pensieri, sarebbe come quella mosca che si ostina a tentare di uscire dalla finestra continuando a sbattere sul vetro solo perché è trasparente; Bush, Renzi, Monti, Letta ... [eccetera] ... sono mosche che sanno, meglio di altre, trovare la merda migliore su cui posarsi, dotate di buon olfatto e ottime caratteristiche di adattamento.

Citazione:
Più leggo quello che scrivi,Calvero,più mi sembra di avere a che fare con un'arroganza di spirito fuori dal comune conseguenza di una visione del mondo
cupa senza sorriso e senza speranza.


Mi piace arroganza di spirito. Questa è una gratificazione, libera e incondizionata. Se ci aggiungessi anche un'immorale, mi lusingheresti non poco. Naturalmente non sto scherzando.

Questo mondo ----> è <---- senza speranza. Fatto da quelli che non la pensano come me e come molti ma molti altri. Solo non si vedono spesso, perché sono silenziosi e muovono il bene nel piccolo, perché - nel grande - c'è soltanto presunzione, quella di governare gli altri.

Il punto è che io SO che non c'è soltanto questo mondo, perché, se io non lo sapessi, allora sì avresti ragione a vedere nella non speranza, qualcosa di deleterio. La propaganda ha questa funzione, farti credere che questo è il mondo da sanare.

So anche che una semina fatta con passione e che non vuole accettare la bugia come cardine di un potere, è quella che porta i sorrisi dove devono andare, lì dove le persone non sono idolatre dello sterco del demonio, il denaro ... ed ecco che quando tu mi dici così:

Citazione:
Mi ricordi il Diavolo in persona e come il diavolo vivi nelle tenebre.


.. mi fai sorridere. Perché il Diavolo è proprio nei discorsi di coloro che credono nel progresso prima di aver scoperto cosa è dignità e cosa no.

Vedi, Lucred, hai una visione fanciullesca del "problema mondo", il mondo che accuso non sono le persone, ma il Sistema che le governa.

Citazione:
Per fortuna il mondo non è come lo dipingi tu.


Hai ragione, ho minimizzato. Notevolmente. Al punto che anche il termine eufemismo non è sufficiente a indicarne lo squallore.

Non mi interessa contribuire all'ammaestramento delle scimmie. Ne sto fuori e ne indico le ridicolaggini. Tecnologia, ideologia, religione, hanno la medesima radice nel cervelletto umano.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 11/4/2014 14:13  Aggiornato: 11/4/2014 14:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Probabilmente il costo dei materiali di cancelleria da solo arriva a toccare l'ordine di grandezza dei milioni di dollari.


E senza nessun probabilmente, solo con i costi dei materiali di cancelleria che vanno a toccare l'ordine di grandezza dei milioni di dollari, quanti esseri umani potrebbero essere aiutati a non morire di fame. Bastardi figli di puttana.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
totalrec
Inviato: 11/4/2014 15:07  Aggiornato: 11/4/2014 15:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Red:

Citazione:
Il ragionamento in se stesso è paragonabile al fatto che siccome nessuno è in grado di sbarcare in Sudamerica con delle caravelle al giorno d'oggi allora Colombo finse di scoprire l'America.
Nessuno è stato in grado di ricostuire le balliste romane di Apollodoro senza che si rompessero al primo lancio. Significa che Traiano non ha conquistato la Dacia? E ci sono parecchi altri esempi.



No, non ce n'è neppure mezzo, almeno non nel corso della storia umana.
Le caravelle sono state sostituite dai galeoni, poi dalle navi a vapore, poi dagli aerei intercontinentali. L'arcobalista di Apollodoro è stata sostituita dai cannoni e poi dai sistemi missilistici.
Le tecnologie adottate per raggiungere un determinato fine - come dicevo nell'altro post - si evolvono, ma non era mai capitato che venissero "dismesse" senza evolversi, fino a rendere quel fine non più praticabile.


Citazione:
Si tratta semplicemente di tecnologia dismessa.


Ribadisco il concetto: non è mai esistita, prima delle missioni Apollo, una tecnologia che venisse dismessa senza essere sostituita da una versione più evoluta preordinata agli stessi obiettivi.



Citazione:
Tutti i manufatti lunari sono stati prodotti come prototipi, per altro spesso sottoposti a segreto


Anche l'aereo dei fratelli Wright era un prototipo. Però funzionava (più o meno), così ha ben presto smesso di essere un prototipo.
Anche ARPANET all'inizio era sottoposta a segreto. Però funzionava, così ha ben presto smesso di essere un segreto.
Tutto ciò che rimane un prototipo o rimane un segreto, o non funziona o non esiste.


Citazione:
Il motivo per cui, ad esempio, i cinesi che vorrebbero farlo (o almeno così dicono) non possono andare sulla Luna subito, è semplicemente che ci vogliono anni di preparazione per ricostruire da capo le infrastrutture e la logistica (costruire gli stabilimenti, predisporre i test, risviluppare da capo i mezzi in maniera adeguata all'elettronica moderna, sviluppare nuovi software, preparare il personale, preparare gli astronauti etc).


I cinesi lavorano al proprio programma spaziale almeno dalla metà degli anni '60. Hanno messo in orbita il loro primo satellite artificiale (il glorioso Dong Fang Hong I) nel 1970.
Dici che in 50 anni sono riusciti a diventare una potenza economica e militare planetaria, ma NON a implementare una logistica adatta allo scopo?
E i russi? Pure loro senza logistica?
Eddai, Red! Uno non ti vuole rispondere male, ma...


Citazione:
Trovami un solo particolare del LEM o di qualsiasi altro manufatto concepito per il programma Apollo che abbia qualcosa di misterioso.


Intanto del LEM bisognerebbe scoprire dove sono i progetti, poi magari se ne parla...

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
totalrec
Inviato: 11/4/2014 15:33  Aggiornato: 11/4/2014 15:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Red:

Citazione:
Quindi i miliardi spesi per organizzare ben sette missioni servivano a...?


- Generare brevetti e know-how a uso e consumo del sistema militar- industriale (scopo raggiunto);



Interessante. Potresti spiegare esattamente quale tecnologia usata specificamente per raggiungere la luna è stata poi riutilizzata in campo militar-industriale?



Citazione:
- ottenere la supremazia strategica aerospaziale e/o impedire ai russi di ottenerla prima loro (scopo raggiunto);


Certo, ma era appunto questo lo scopo della corsa allo spazio: implementare i propri apparati militari tramite la tecnologia spaziale e satellitare. Non certo - come ancora credono certi poveretti - fare cavallerescamente a gara a chi raggiungeva la luna per primo, cosa che si capì presto non essere possibile e di cui, in fondo, non fregava una beata fava a nessuno.

Citazione:
- tenere aperta la possibilità di sfruttare a scopo bellico lo spazio (obiettivo fallito);

Fallito??
Magari...
Tutta la supremazia militare americana è oggi fondata sui sistemi di controllo e guida satellitare (oltre che sulla persuasione propagandistica, anch'essa implementata fino a livelli mai creduti possibili prima di allora grazie alle missioni "Pollo").

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Sertes
Inviato: 11/4/2014 15:39  Aggiornato: 11/4/2014 15:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
totalrec ha scritto:
Tutta la supremazia militare americana è oggi fondata sui sistemi di controllo e guida satellitare


Lo stesso MUOS siciliano di Niscemi è un immenso relay per le comunicazioni satellitari.

Citazione:
Along with transmitter stations in uninhabited areas in Virginia, Hawaii and Australia, the Acate MUOS (Mobile User Objective System) base will function as a relay station for instantaneous multimedia communication between U.S. armed forces personnel stationed around the world, and replacing the current system, which will soon expire.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Sertes
Inviato: 11/4/2014 16:05  Aggiornato: 11/4/2014 16:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
totalrec ha scritto:
Intanto del LEM bisognerebbe scoprire dove sono i progetti, poi magari se ne parla...


Ricordo la risposta trovata da Black: la Grumman ha buttato via gli schemi più famosi della storia perché non è un museo e non aveva lo spazio per mantenerli (i veri musei avrebbero fatto a gara per avere quei documenti originali, sapendolo) e quindi tutto quello che è rimasto rispetto ad una documentazione meticolosa di ogni singolo oggetto, documentato, ispezionato, controfirmato ad ogni fase vitale, è ridotto invece all'equivalente dello spazio di un garage per ogni nave spaziale. Sono stati salvati gli indici... e alcuni particolari schemi selezionati che sono stati raccolti dal pattume della Grumman da alcuni privati!!

Raccolti dal pattume!

Citazione:

In fact Grumman does have answers. Most people are surprised to learn that the design documentation for the lunar module amounts to a boxcar's worth for each individual spacecraft. Aerospace engineering is not like building a house, where a mere roll of blueprints and good carpentry skills suffice. Each individual part must be meticulously documented, inspected, and signed off at each stage of its lifetime: from initial conception to detailed design to manufacturing to installation. This represents an enormous amount of documents.

Grumman is an aerospace engineering firm, not a museum. It did not wish to house the hundred thousand cubic feet or so of design documentation at its expense. As an aircraft manufacturer, Grumman is already required by aviation regulations to store the documentation for each commercial aircraft it builds. If the government does not require the manufacturer to retain the documentation, there is little incentive to do so voluntarily.

Only cursory material was retained for historical reference, and a few detailed items were saved by private citizens who picked them off Grumman's trash heap. But it's no great surprise to anyone who works in aerospace that the detailed documentation was destroyed.


http://www.clavius.org/bibcollier.html

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Red_Knight
Inviato: 11/4/2014 16:16  Aggiornato: 11/4/2014 16:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@Totalrec

Citazione:
No, non ce n'è neppure mezzo, almeno non nel corso della storia umana.
Le caravelle sono state sostituite dai galeoni, poi dalle navi a vapore, poi dagli aerei intercontinentali. L'arcobalista di Apollodoro è stata sostituita dai cannoni e poi dai sistemi missilistici.


La caravelle sì. L'arcoballista scomparve dimenticata per la moria di ingegneri dell'alto medioevo e non figliò alcuna tecnologia, salvo forse suggerire la balestra come arma individuale secoli dopo. Il cannone, che fra l'altro non si avvicina minimamente né come concetto né come tipo di impiego, è un'invenzione originale - più rozza di diversi ordini di grandezza - dell'epoca medioevale. In ogni caso, nessuna troupe di ingegneri cimentatasi nel compito di ricostruire le balliste di Traiano è riuscita a riprodurre un'imitazione comparabile. Eppure siamo ben più evoluti dei greco-romani.
La tecnologia funziona così: se si perde il processo industriale (o artigianale) ad essa legato, o la ragion d'essere che ne motiva la produzione, scompare nel volgere di un tempo relativamente breve.
Altri esempi: il fuoco greco, l'intera meccanica e l'idraulica alessandrina, il Colossus britannico e i computer ternari sovietici, le tecniche di muratura romane, gli automi teatrali, et cetera.
Ad ogni modo non è il caso della tecnologia lunare.

Citazione:
Le tecnologie adottate per raggiungere un determinato fine - come dicevo nell'altro post - si evolvono, ma non era mai capitato che venissero "dismesse" senza evolversi, fino a rendere quel fine non più praticabile.


Certo, come ho detto fin tanto che rimane viva la necessità di impiegarle e la comunità degli addetti ai processi correlati. Non è mai esistita una fabbrica di LEM e non è mai esistito un modulo lunare familiare della FIAT per le gite transorbitali del fine settimana con moglie, figli e suocera. Tutte cose che ovviamente non ti devo certo spiegare io.

Citazione:
Anche l'aereo dei fratelli Wright era un prototipo. Però funzionava (più o meno), così ha ben presto smesso di essere un prototipo.
Anche ARPANET all'inizio era sottoposta a segreto. Però funzionava, così ha ben presto smesso di essere un segreto.
Tutto ciò che rimane un prototipo o rimane un segreto, o non funziona o non esiste.


Come sopra, devo spiegarti io perché il modulo lunare non è diventato un prodotto industriale o arrivi da solo a capire che produrre in serie veicoli da un miliardo di dollari l'uno per far andare letteralmente all'altro mondo le persone non è un investimento brillante per nessuna azienda?
Arpanet è un discorso a parte; non fu mai sottoposta a segreto ma sviluppata essenzialmente da enti pubblici in maniera relativamente trasparente. Certamente non si può dire che sia venuta meno la sua ragion d'essere, motivo per cui al momento della sua dismissione fu ereditata con gioia dal comparto civile (fu in vero regalata ad uso e consumo delle grandi compagnie di telecomunicazione, ma questa è un'altra storia).

Citazione:
I cinesi lavorano al proprio programma spaziale almeno dalla metà degli anni '60. Hanno messo in orbita il loro primo satellite artificiale (il glorioso Dong Fang Hong I) nel 1970.
Dici che in 50 anni sono riusciti a diventare una potenza economica e militare planetaria, ma NON a implementare una logistica adatta allo scopo?
E i russi? Pure loro senza logistica?


I cinesi non hanno mai pensato di andare sulla Luna se non in questi ultimi anni (posto che lo intendano sul serio). I russi che invece ci volevano andare la logistica ce l'avevano, anzi avevano tutto pronto, ma come ben sai non avevano un vettore. Come ho detto sopra, lasciarono perdere quando capirono che non c'era bisogno di inseguire gli americani che, anzi, si stavano ritirando dalla corsa lunare.

Citazione:
Intanto del LEM bisognerebbe scoprire dove sono i progetti, poi magari se ne parla


Alla Grumman, alla NASA e nei vari archivi nazionali, almeno in parte. Ma non ti preoccupare, non ti servono i progetti. C'è il manuale! A questo link trovi un elenco dettagliato (ufficiale) di tutti i sottosistemi del LEM, del modulo di comando e anche delle tute. Non sono cianografie naturalmente, ma è più che abbastanza per contare il numero di aggeggi e individuare quelli "misteriosi".
http://www.hq.nasa.gov/alsj/LM_%20NewsReference_%28267_pp%29.pdf

Buon lavoro.

Red_Knight
Inviato: 11/4/2014 16:32  Aggiornato: 11/4/2014 16:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@totalrec - PARTE II

Citazione:
Interessante. Potresti spiegare esattamente quale tecnologia usata specificamente per raggiungere la luna è stata poi riutilizzata in campo militar-industriale?


Principalmente gli ingegneri. Il programma Apollo fu nel complesso un allevamento di cervelli selezionati cui attingere per decenni dopo l'allunaggio. Poi, lo sviluppo del Saturn fu fondamentale per la missilistica ad uso bellico e l'Apollo Guidance Computer fornì le basi per l'elettronica avanzata degli aerei da guerra degli anni successivi. Solo per citare le derivazioni con utilità esplicitamente bellica (altrimenti la lista è ben più lunga). La selva di materiali scoperti o inventati e il know-how da soli basterebbero.

Citazione:
tenere aperta la possibilità di sfruttare a scopo bellico lo spazio (obiettivo fallito);

Fallito??


Fallito nel senso che la conquista lunare non fornì agli Stati Uniti il deterrente nucleare definitivo che molti fra i militari auspicavano (i.e. lanciare bombe non schivabili dall'alto dei cieli su chi cazzo ti pare). Sul resto mi stai dando ragione, come dici tu, la corsa allo spazio in generale fu la base della superiorità strategica americana, siamo d'accordo.

Red_Knight
Inviato: 11/4/2014 16:36  Aggiornato: 11/4/2014 16:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@Sertes

Citazione:
Ricordo la risposta trovata da Black: la Grumman ha buttato via tutto (gli schemi più famosi della storia) perché la Grumman non è un museo (i veri musei avrebbero fatto a gara per avere quei documenti originali) e quindi tutto quello che è rimasto rispetto ad una documentazione meticolosa di ogni singolo oggetto, documentato, ispezionato, controfirmato ad ogni fase vitale, è ridotto invece all'equivalente dello spazio di un garage per ogni nave spaziale. Sono stati salvati gli indici... e alcuni particolari schemi selezionati che sono stati recuperati dal pattume della Grumman da alcuni privati!!


La Grumman come tutti i colossi industriali non fa niente per niente e soprattutto non sbandiera dettagli sui propri processi produttivi ai quattro venti neanche se la paghi, figurati gratis.

Sertes
Inviato: 11/4/2014 16:38  Aggiornato: 11/4/2014 16:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Red_Knight ha scritto:
La Grumman come tutti i colossi industriali non fa niente per niente e soprattutto non sbandiera dettagli sui propri processi produttivi ai quattro venti neanche se la paghi, figurati gratis.


Il primo problema è psicologico, per chi sceglie di non vedere qualsiasi ammontare di prove non sarà mai sufficiente. (cit.)

Edit: voglio risponderti anche nel merito.

1) La Grumman non costruiva cose sue, costruiva su commessa governativa, quindi non aveva segreti da nascondere, sempre se quel passo è stato fatto "per tutta l'umanità"

2) La Grumman non costruiva cose sue, costruiva su commessa governativa, quindi non aveva guadagni da proteggere

3) La Grumman poteva donare il tutto a 10 musei diversi e guadagnarsi un incredibile pubblicità. La pubblicità si paga, e se ce l'hai gratis hai guadagnato

4) La Grumman poteva vendere i documenti a dei collezionisti, di nuovo guadagnandoci.

Invece guarda il caso hanno deciso di buttare via tutto!

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Red_Knight
Inviato: 11/4/2014 16:45  Aggiornato: 11/4/2014 16:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Il primo problema è psicologico, per chi sceglie di non vedere qualsiasi ammontare di prove non sarà mai sufficiente. (cit.)


Seccante.
Fammi capire, Sertes, ma molto esplicitamente.
Facciamo così, trattami proprio come un dannato idiota, e spiegami le cose come le spiegheresti a un bambino di tre anni. Rispondi a questa domanda:

è già stato provato che l'allunaggio fu una messinscena, e io sono l'unico pirla che non ne è al corrente (nel qual caso scusatemi), o stiamo tentando di discuterne?

Hai anche tu visto in anteprima il film di Mazzucco per caso?
Se la riposta è no, allora piantala con questa storia del miscredente cieco e irredento una buona volta.

EDIT (avevo risposto prima dell'edit): non sono il PR della Grumman, ma ho fatto una considerazione che hai ignorato: nessun colosso industriale svela segreti sui propri processi produttivi a nessuno, mai, piuttosto dà fuoco agli archivi con i dipendenti dentro.
Detto ciò, è pur vero che le motivazioni della Grumman effettivamente non le conosco (come non le conosci tu, per altro). Mi stai dicendo che la prova della messinscena sono le cianografie mancanti? Per capirci eh.

toussaint
Inviato: 11/4/2014 16:55  Aggiornato: 11/4/2014 16:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
xtoussant

hai visto nel commento che ho postato l'altro giorno nel thread "lem di cartapesta" il generale nikolayev(uno dei comandanti del lancio di gagarin) dice che anche confrontando le prestazioni del saturnV,col razzo N-1 o l'ur700 appare subito chiaro che si tratta di un fake?

la stessa cosa che avevi detto tu(thread permanenza sulla luna) ,confrontando i vettori,ti ho pensato con il sorriso,avete sicuramente usato metodi diversi ma siete arrivati alle stesse conclusioni.




certo, lui è un tecnico, io ho fatto semplicemente l'umile bibliotecario, ho letto e confrontato i macro dati, e basta per questo anche Wiki, ci mancherebbe che restino per anni su Wikipedia dati falsi così eclatanti su potenza dei vettori e massimo carico in orbita.
Caspita, Wiki un minimo di credibilità la deve mantenere se non altro per poter screditare meglio i complottisti su altre questioni, più esoteriche nel senso di nascoste.
comunque, black, per quanto riguarda le fasce e le radiazioni, nessuno pensa che si debba finire fritti, ma magari che gli astronauti muoiano di cancro a 50 anni, questo me lo aspetto eccome.
invece, come ho già fatto notare nel thread "permanenza sulla Luna" gli astronauti lunari hanno una vita media più lunga degli abitanti del Caucaso...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Sertes
Inviato: 11/4/2014 17:20  Aggiornato: 11/4/2014 17:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Red_Knight ha scritto:
Hai anche tu visto in anteprima il film di Mazzucco per caso?


Perché scusa, Mazzucco è l'unica autorità mondiale sul caso moon hoax? O magari c'è anche chi se ne occupa e se ne occupava parallelamente e ha fatto ricerca per i cazzi suoi?

Per capire eh, se per te una cosa diventa vera solo quando te la dice Mazzucco.

Citazione:
è già stato provato che l'allunaggio fu una messinscena, e io sono l'unico pirla che non ne è al corrente


Esatto, è già stato provato da una miriade di prove, Mazzucco le metterà tutte una di seguito all'altra giusto per non lasciare più alibi a chi non vuol vedere.

La stessa cosa che ha fatto per l'undici settembre. Mazzucco è il miglior regista del movimento ma non l'ha fatta lui l'analisi, lui ha vagliato tutte le migliori prove che poteva mettere in un film indirizzato ad un pubblico comune, mettendoci anche un paio di perle per gli addetti ai lavori, che magari non conoscevano, e ha fatto il suo splendido film. Lasciando fuori almeno 5 argomenti colossali, perché tanto ormai non servivano, se uno non vede dopo 50 punti cruciali, non sono altri 10 che ti cambiano la testa.

Qui abbiamo il vantaggio che Mazzucco è anche un esperto fotografo e farà l'analisi delle foto, ma sul resto riporterà analisi fatte da altri tecnici, e queste sono inequivocabili.

Gli schemi del lem mancano, i filmati originali mancano, le foto sono false, le radiazioni sono letali, le radiazioni avrebbero distrutto le foto, le radiazioni ufficialmente registrate sono incompatibili con un percorso esterno alle FVA, i motori erano impossibili da realizzare ed infatti non li hanno più utilizzati. Però abbiamo un mucchio di paccottaglia per far beare la gente comune!

Tu non stai discutendo, tu stai sistematicamente ignorando tutti i fatti che ti vengono presentati.
Mazzucco è diventato il tuo riferimento solo perché ha detto che si assume l'onere della prova, io e tanti altri non siamo affatto d'accordo, perché se mi dici che sei andato sulla luna con tecnologia degli anni 60 me lo devi dimostrare senza remore, non che butti via tutti i progetti, dai motori al lem alla macchinina con cui facevi le sgommate sulla luna, e piano piano sostituisci tutte le foto false che gli attivisti scoprono di volta in volta! Se dici che sei andato sulla luna mi devi togliere ogni dubbio, io al limite demolisco le prove fasulle che porti tu.

Tu poi al limite puoi contestare le teorie di complotto più strampalate, come fa Attivissimo col 9/11, ma la V.U. dell'allunaggio è comunque insostenibile.

(ecco, ti ho trattato proprio come un dannato idiota e ti ho spiegato le cose come le spiegherei ad un bambino di trent'anni... come da te espressamente richiesto. Contento?)

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Red_Knight
Inviato: 11/4/2014 18:01  Aggiornato: 11/4/2014 18:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@Sertes

Con tutto il rispetto e la stima per Mazzucco, il mio era un modo di dire. Aspetto il suo film perché sulla sua onestà non nutro dubbio alcuno, ma nutro fortissime perplessità sul fatto che possa riuscire a dimostrare la sua ipotesi. Io credevo fosse il primo, dico sul serio, a sostenere di avere una dimostrazione del genere. Non mi risulta nessun altro.
Vedi, c'è un fraintendimento di fondo che ha danneggiato la discussione fino a questo punto, ovvero:

Citazione:
i filmati originali mancano, le foto sono false, le radiazioni sono letali, le radiazioni avrebbero distrutto le foto, le radiazioni ufficialmente registrate sono incompatibili con un percorso esterno alle FVA, i motori erano impossibili da realizzare ed infatti non li hanno più utilizzati.


Io mica avevo idea di tutto questo. Ero sicuro che lo scambio di argomentazioni fosse ancora in fieri. Se le cose stanno così, abbandono seduta stante la discussione riformando la mia idea.

C'è solo un piccolo particolare. Prima di convincermene, col tuo permesso, mi piacerebbe sapere dove tutto questo è stato dimostrato. Hai qualche fonte? A me, perdonami, non risulta una sola delle cose che hai detto, anzi, ho una discreta mole di informazioni che dicono il contrario. Probabilmente non ci hai fatto caso, ma è ciò che sto cercando di dire da diverse pagine e, anzi, da diversi thread. A me non risulta che le foto siano false, non mi risulta che i motori fossero impossibili da realizzare, non mi risulta che i filmati originali manchino, non mi risulta che ci sia stata alcuna inoppugnabile demolizione della "versione ufficiale". Non mi pare che ci sia nulla del genere nemmeno su questo sito (o hai qualche link?).

E se tutto questo è una mia mancanza, beh, permettimi di essere risentito: e non me lo potevi dire prima? Quando viene qualcuno a tirare in ballo la teoria no-plane o a difendere perfino le parti più imbarazzanti della V.U. sull'11 settembre non sei mai avaro di link e argomentazioni, e dovresti averne fin sopra i capelli. Ora scopro che discutevo di cose già smentite senza che nessuno me lo dicesse! Capirai che è alquanto frustrante.

Seriamente Sertes, credo che stia materialmente facendo confusione con qualche altro argomento. Le dimostrazioni di cui parli esistono solo in questo tuo ultimo post. Non so proprio da dove tu abbia tirato fuori tutto quello che dici, ma ho il sospetto che tu ti riferisca ad alcuni post di black più o meno recenti. Spero con tutto il cuore di sbagliarmi.

Continuando a parlare seriamente, il paragone con l'11 settembre è assolutamente fuori luogo. A dir la verità nemmeno nel caso dell'11 settembre c'è tanta sicurezza su quale e quanta parte della V.U sarebbe non veritiera, e stiamo parlando dell'argomento principe del sito da quando è nato e di un argomento assai più dibattuto sul Web, sia da parte "complottista" che "ufficialista". Argomento per altro su cui c'è molto meno materiale ufficiale, tanto che anche c'è spazio per dubbi e perplessità perfino senza uscire dal recinto della ricostruzione comunemente accettata; argomento non esclusivamente tecnico che vede una varietà di posizioni piuttosto vasta e di cui si può giustificare la "tenuta della menzogna" col fatto che c'è una coltre di propaganda e che pochi hanno studiato la faccenda anche fra gli addetti ai lavori.
Sull'argomento lunare, che vede un'opinione di default molto più radicata, una mole di materiale senza pari e l'assoluta unanimità degli addetti - che in questo caso hanno tutti studiato l'argomento (mentre si può essere tranquillamente un ingegnere civile senza aver trattato il case study del crollo del WTC) - sull'autenticità dell'allunaggio, mi vieni a dire che non c'è più spazio per discutere, nemmeno un minuscolo spiraglio. Tutto debunkato, e io non ne sapevo niente! Stai scuotendo le fondamenta stesse della mia percezione di veglia, Sertes.

Devi essere dannatamente sicuro di quello che dici, ma fatico a comprenderti.
Ti chiedo un ultimo favore, portami un esempio a caso di una di queste confutazioni inequivocabili. Ti prometto che, indipendentemente da cosa ne penserò, una volta lette non le commenterò in alcun modo, giuro, anzi, non toccherò più l'argomento lunare su questo sito.

EDIT: correzioni ortografiche e piccole aggiunte qua e là.

black
Inviato: 11/4/2014 18:32  Aggiornato: 11/4/2014 18:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2009
Da:
Inviati: 844
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
. Poi, lo sviluppo del Saturn fu fondamentale per la missilistica ad uso bellico


red posso sapere di quale saturn stai parlando?(sai ce ne sono 3 molto differenti l'uno dall'altro)

puoi anche spiegare quale sviluppo fondamentale ha dato alla missilistica tradizionale?

è un argomento che mi interessa,per sapere

Redazione
Inviato: 11/4/2014 18:47  Aggiornato: 11/4/2014 18:47
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
RED_KNIGHT: Se proprio cerchi una prova inconfutabile, è la bandiera che si muove al passaggio dell'astronauta, nell'Apollo 15.

L'astronauta passa troppo lontano dalla bandiera per averla potuta toccare (con un gomito, ad esempio), e quindi inequivocabilmente il suo movimento è causato dallo spostamento d'aria.

Naturalmente, queste cose vanno affrontate in modo organico, e non singolaristico. Ma tu hai chiesto un esempio singolo, e io te l'ho dato.

earlturner
Inviato: 11/4/2014 18:54  Aggiornato: 11/4/2014 18:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
sostituisci tutte le foto false che gli attivisti scoprono di volta in volta!


Ma chi?
...sopratutto, ma quando mai - alla napoletana -
Ha ragione Red, sei avaro di spiegazioni in materia di moon hoax
Anzi, guarda, ti riporto pure un'altra domanda in sospeso, che puo' essere annoverata tra le "spiegazioni" [ oh, bada bene, tutta roba che con lo 'svelare il finto allunaggio' non c'entra un beneamato, pero'.. ]

Dall'altro 3d - il 550esimo sulla 'truffa dei viaggi lunari'

Sertes - Ero già arrivato alla conclusione di una connivenza USA-URSS nel moon-hoax partendo dal punto di vista delle società segrete, questo elemento fattuale che proviene dal lato opposto è l'ennesima conferma.


Pispax -Siccome io ho molte difficolta' a arrivarci, invece, puoi spiegare piu' nel dettaglio quale tipo di vantaggio ne avrebbero riportato i sovietici? Gia' che ci sei, secondo te TUTTA la Guerra Fredda era parte delle stessa (eventuale) pantomina oppure il programma lunare era un'eccezione? Hai argomenti a supporto dell'eventualita' scelta?



Bella domanda in effetti, metti al corrente pure noi credenti nel sacro dogma dell allunaggio?
Grazie

earlturner
Inviato: 11/4/2014 18:58  Aggiornato: 11/4/2014 18:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
la bandiera che si muove al passaggio dell'astronauta, nell'Apollo 15.


Hai il video da mettere cosi' lo vediamo anche noi? Oppure e' gia' stato postato?

Pyter
Inviato: 11/4/2014 19:05  Aggiornato: 11/4/2014 19:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Quindi, tirando le somme, dal punto di vista dei feticci storici da museo, cosa ci resta del XX secolo?
I filmati originali dell'allunaggio andati perduti, cancellati da un tecnico della Nasa che per sbaglio si era registrate le puntate di Dinasty, il progetto dei Lem della Grumman introvabili perché il nipote di Aldrin c'ha fatto sopra dei disegni coi pennarelli.
Praticamente ci restano le mutande di Marilyn Monroe e il reggiseno di Liz Taylor, che tra l'altro non sono offerti all'odorato del pubblico nei musei perché venduti all'asta a privati per cifre queste si considerevoli.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
horselover
Inviato: 11/4/2014 19:06  Aggiornato: 11/4/2014 19:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/9/2012
Da:
Inviati: 1898
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
siccome il programma lunare era una cazzata i sovietici non hanno vouto mettere a repentaglio la distensione che è durata fino all'avvento di r. reagan. i sovietici sono rimasti in vantaggio sui programmi spaziali fino al crollo dell'urss mentre gli usa non hanno avuto alcun vantaggio (se non propagandistico) dalle missioni lunari che ritengo fasulle in base al grafici delle radiazioni assorbite, anche senza friggersi almeno qualche millisievert in più avrebbero dovuto assorbirlo

Pispax
Inviato: 11/4/2014 19:16  Aggiornato: 11/4/2014 19:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Intanto chiedo scusa.
Il mio browser sta facendo parecchii capricci.


Con ordine, e sperando che i post arrivino:

totalrecCitazione:
Senza dimenticare i lunar rover e - soprattutto - le bandiere.

Stavo parlando dellàApollo 11.
Vero per le bandiere, ma se ricordo bene i Lunar Rover sono arrivati due o tre missioni più tardi




Citazione:
Diciamo però che tutte le tecnologie - e particolarmente quelle riguardanti i trasporti - una volta attivate, tendono a evolvere in tempi assai brevi la propria frequenza operativa e le proprie performance. Sempre che si tratti di tecnologie autentiche, ovviamente.

Vedo che questo argomento è già stato affrontato. Non ho molto da aggiungere.



Citazione:
La bicicletta a fissione.

Hai segnato il punto, e ben mi sta.

Una volta detto questo possiamo rilassarci tutti, visto che stiamo parlando di un elemento seondario nella discussione e del tutto ininfluente nel tema del moon hoax. Inoltre il punto è GIA' sicuramente il tuo, quindi non ci sono robe tipo arrampicata sugli specchi.
Per il resto la Cina degli anni sessanta aveva un'infrastruttura industriale ridicola. Il Balzo in Avanti, quello che avrebbe dovuto trasformarla in paese industriale, era fallito. Salvo produrre una gigantesca carestia nel 1960. Il programma spaziale cinese (*) era stato interrotto per via della Rivoluzione Culturale. Pur avendolo iniziato insieme ai russi, i cinesi riescono a inviare il loro primo satellite nello spazio solo 13 anni dopo. Eà comprensibile uno sforzo straordinario, come quello fatto per la bomba atomica (letto nel tuo link) per cose che implicano un pericolo militare immediato, come bomba atomica e satelliti e razzi intercontinentali. Diventa difficile immaginarlo per qualcosa che poi si è rivelata puramente accademica come l'atterraggio sulla Luna.
Oggi la Cina è una grande potenza industriale e scientifica. Le condizioni di partenza sono nettamente diverse rispetto a 50 anni fa.
Nel 2004 la Cina ha annunciato il proprio programma spaziale. Questo programma prevede (prevedeva, poi è slittato) che il primo astronauta cinese sbarchi sulla Luna nel DUEMILAVENTI.
Sei davvero sicuro che i cinesi sarebbero arrivati "due ore dopo"?

(*) Mi sono accorto che sul programma spaziale cinese ne sapevi più di me. C'era un gap. Quindi mi sono affrettato il più possibile a colmarlo, perché altrimenti le superpotenze non avrebbero potuto sopportarlo e magari fra 50 anni ci sarebbe stato un forum sul Totalrec Hoax.




Citazione:
Quindi i miliardi spesi per organizzare ben sette missioni servivano a...? (Per cortesia, gentili utenti del forum, se costui tira ancora fuori la barzelletta della gara-propagandistica-e-ideologica-tra-superpotenze-rivali, dite a mia moglie che l'ho sempre amata).

Non voglio essere ritenuto responsabile di nessun mutamento nei rapporti fra te e tua moglie, quindi butto là una risposta qualunque: per riuscire a sfuggire alle onnipresenti trasmissioni di Radio Maria?

Redazione
Inviato: 11/4/2014 19:18  Aggiornato: 11/4/2014 19:18
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
EARLTURNER: "Hai il video da mettere cosi' lo vediamo anche noi? Oppure e' gia' stato postato?"

E' già stato postato varie volte. Puoi vederlo qui (intorno a 2:35) http://www.youtube.com/watch?v=ymwE1sNm82Y

Red_Knight
Inviato: 11/4/2014 19:19  Aggiornato: 11/4/2014 19:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@Redazione

Ti ringrazio per la risposta.
Quello è sicuramente un elemento che, di per sé, "non torna". Tuttavia come ben sai sono state formulate eccome delle confutazioni plausibili (dallo sfiato del PLSS alle vibrazioni, ma più che altro la constatazione che se anche ci fosse dell'aria a quel punto la bandiera si comporterebbe in maniera molto diversa - ed è piuttosto questa considerazione fisica ad essere inoppugnabile)
Inoltre, come tu stesso hai più volte affermato a parti invertite sulla faccenda 11 settembre, quando si ha a che fare con una mole di dati del genere, il concetto stesso di singola prova inconfutabile cessa di avere validità ma è la visione d'insieme che conta. Tocca infatti ragionare probabilisticamente, e davanti a 100 prove anche il fenomeno più inspiegabile dovrebbe prima essere ricondotto a una possibile soluzione coerente tramite un postulato aggiuntivo piuttosto che essere considerato una falsificazione (a meno che non sia proprio impossibile e/o fino a nuove evidenze).

Ad ogni modo, mi starebbe benissimo considerare la bandiera in una possibile dimostrazione del Moon Hoax.
Qualche psot fa ti chiedevo se si doveva considerare una prova anche il video della presente pagina.
Vorrei capire però se per te una volta portate tali "prove inconfutabili" non si debba fare un altro giro di controargomentazioni per vedere se inconfutabili lo sono davvero o meno.

Non mi pare che su altri argomenti da te trattati si sia fatto così.
Sbaglio?

black
Inviato: 11/4/2014 19:34  Aggiornato: 11/4/2014 19:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2009
Da:
Inviati: 844
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
scusami,forse non hai visto il messaggio red.

Citazione:

red posso sapere di quale saturn stai parlando?(sai ce ne sono 3 molto differenti l'uno dall'altro)

puoi anche spiegare quale sviluppo fondamentale ha dato alla missilistica tradizionale?

è un argomento che mi interessa,per sapere

Redazione
Inviato: 11/4/2014 19:39  Aggiornato: 11/4/2014 19:45
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
RED_KNIGHT: Citazione:
... dallo sfiato del PLSS alle vibrazioni ...
Perchè non ci mettiamo anche i porcospini in calore, già che ci siamo?

Dài Red, quella bandiera viene mossa dall'aria, punto e basta.

Dopodichè, come dicevo, è necessario fare un discorso organico e articolato su TUTTE le (apparenti) prove disponibili.

Citazione:
Qualche post fa ti chiedevo se si doveva considerare una prova anche il video della presente pagina.
Assolutamente no. Io più che altro con questo video ho posto una domanda (a cosa è dovuto quel fenomeno?)

Ma è impensabile usarlo come "prova" in ogni caso (anche in assenza di una valida risposta, intendo dire). Le prove vere sono ben altre.

Red_Max
Inviato: 11/4/2014 19:40  Aggiornato: 11/4/2014 19:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Io nella mia ignoranza non escluderei a priori le forze elettrostatiche... ci saranno pure nello spazio le cariche elettriche o no?
Insisto sul movimento della bandierina del cinese ad inizio video:
Per me è chiaramente incompatibile con l'immersione in un liquido, cioè nel momento in cui muove l'asticella da avanti verso l'indietro se fosse in acqua la bandiera non andrebbe a quasi arrotolarsi sull'asta, ma dovrebbe restare spiegata nella scia del movimento effettuato.

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
Pyter
Inviato: 11/4/2014 20:27  Aggiornato: 11/4/2014 20:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Quando c'è di mezzo la fisica cosmica sarebbe saggio non escludere mai a priori nessun tipo di forza.
Semmai la logica porterebbe a porsi domande di una certa rilevanza etica:
se sulla Terra il movimento di uno sbattere d'ali di farfalla sullo stretto di Gibilterra provoca un terremoto in Giappone, il muoversi d'una bandiera sulla luna cosa mai avrà provocato su Marte, Giove o Saturno?

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Red_Max
Inviato: 11/4/2014 20:52  Aggiornato: 11/4/2014 20:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
La teoria del caos è una corazzata Potemkin!!!

NOVANTADUE MINUTI DI APPLAUSI!!!

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
Pispax
Inviato: 11/4/2014 22:39  Aggiornato: 11/4/2014 23:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Fabrizio70

Citazione:
n 2011, at Spacefest III, I had an opportunity to discuss my recollection with Apollo 12 LMP Alan Bean. I specifically asked him if the LM walls were really as thin in places as 3 sheets of aluminium foil as I recalled. Alan replied, "3 sheets ? ... more like 1 sheet thick!". He reminded me that the LM was only pressurised to 5 psi, as opposed to the standard earth sea-level atmospheric pressure of 14.7 psi. He also said that you just had to be careful of your movements inside the LM.

Ho letto MOLTO tempo fa che le pareti del LEM erano fatte da fogli di alluminio e da fogli di materiale tipo PET (una roba domestica, insomma) a strati sovrapposti. Nu oare sia una considerazione non importante.
Non ho dubbi che a vederli potessero sembrare un unico foglio di una certa fragilità.
Più o meno come mi è successo la prima volta che ho fatto una torta con la pasta sfoglia: ho infornato un singolo e unico piano compatto di pasta, e quando l'ho tagliata era fatto da tantissime sfoglioline.



Citazione:
The single wall concept consisted of 1/8" aluminum or equivalent mass.

Quanta radiazione cosmica può assorbire uno strato del genere?
C'è qualche dato?



Citazione:
Secondo me qui non vi siete chiariti , Sertes precedentemente ha interpretato correttamente il grafico , ovvero che la dose assorbita dalle missioni Apollo è la stessa di quella assorbita dalle missioni in orbita , se è vero che le prime missioni sono simili in quanto la permanenza sulla Luna è minima dalla missione 15 in poi la sosta era di tre giorni , continuamente esposti alle radiazioni solari dentro un modulo non schermato , oltretutto se ci fai caso sempre nello stesso grafico i valori dei tre pallini dell'equipaggio sono praticamente uguali per ogni missione mentre in realtà sulla superficie lunare l'esposizione è maggiore:

No, non sono in grado di capire da quell'immagine il motivo per cui sulla Luna l'esposizione sia maggiore.
Lo trovo anche controintuitivo , quindi se me lo spieghi mi fai un favore.
Per inciso, non sono neppure capace di distinguere le singole missioni (tantomeneno i singoli astronauti) in quel grafico a quadratini colorati.
Probabilmente nell'immagine originale c'era una legenda in più.




Citazione:
Dunque se tutti e tre gli astronauti sono esposti alla stessa dose compatibile con le missioni in orbita è IMPOSSIBILE che la missione sia andata come ci hanno descritto.

I dati forniti finora non mi sembrano sufficienti a affermare ciò. Probabilmente è colpa mia che non li ho capiti, eh.
In ogni caso noto un presupposto sbagliato: dal momento che non sei in grado in grado di stabilire quanta schermatura offrissero insieme LEM + Tute, la tua ipotesi mi sembra quantomeno azzardata.
E' il problema della coperta corta.

Per evitare di invischiarsi in un percorso circolare ("ma non possiamo saperlo perché non ci sono i blueprint, e questo dimostra il moonhoax") suggerisco l'ipotesi che il problema può essere affrontato anche dall'altro lato.
Non è insolubile.
Nel senso che si puo' partire dallo stato dell'arte, in fatto di protezione da radiazioni cosmiche che fosse disponibile in quel periodo, e controllare che almeno gli ordini di grandezza siano compatibili.
Se lo sono probabilmente è una falsa pista.
Chiaro che il problema lo puoi affrontare in due modi. Puoi prendere una lattina di piselli e dire che le cose erano incompatibili, se la cosa che ti interessa è di propagandare la tua visione della verità; oppure puoi fare una ricerca seria, se quello che ti preme è scoprire come sono andate le cose davvero.

Pispax
Inviato: 11/4/2014 23:21  Aggiornato: 11/4/2014 23:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Sertes

Citazione:
le radiazioni sono letali, le radiazioni avrebbero distrutto le foto, le radiazioni ufficialmente registrate sono incompatibili con un percorso esterno alle FVA, i motori erano impossibili da realizzare

Se il lavoro degli esperti ha portato questi *mirabolanti* risultati, alla NASA possono dormire sonni MOLTO tranquilli.

Mi giunge voce che per il Marte Hoax stiano pensando di tagliare i costi e di usare un albero di Natale come sostituto nei filmati del razzo vettore.
Tanto gli esperti saranno sempre lì a cercare di capire l'unità di misura dei grafici, quindi possono permetterselo.

Fabrizio70
Inviato: 12/4/2014 0:52  Aggiornato: 12/4/2014 0:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Quanta radiazione cosmica può assorbire uno strato del genere?
C'è qualche dato?


http://ntrs.nasa.gov/archive/nasa/casi.ntrs.nasa.gov/20050215115.pdf

Citazione:
Calculating the internal radiation environment, therefore, requires a model of the vehicle and a radiation transport code. The final requirement for evaluating radiation health risk to astronauts is a measure of how much is too much, i.e. exposure limits. In the past, these limits have been defined in terms of dose, dose equivalent, gray equivalent, and effective dose.


Per i calcoli precisi occorrono dati precisi , senza i progetti precisi possiamo fare solo calcoli semplicistici.

Giusto per capire il passaggio successivo normalmente gli scudi vengono calcolati in base alla densità , non al materiale , i dati normalmete si esprimono i g/cm2 , ovvero un cm2 deve avere il valore di x grammi per essere efficace , ovviamente più il materiale è denso minore sarà lo spessore , ma per questi calcoli il piombo ha la stessa efficacia della carta.

Citazione:
Sources of ionizing radiation exposure external to the vehicle or habitat for the subject missions arise from the galactic cosmic rays (GCR), geomagnetically trapped (Van Allen belt) protons, and protons and light ions from large solar proton events (SPEs). While some exposure from GCR ions and trapped protons will be unavoidable and while large SPE occurrence is rare, the SPE could be mission threatening,and therefore becomes the major designdriver for radiation protection. The lower-energy GCR component is markedly reduced with moderate shielding (~5g/cm2), but even thick shields are not effective against the omnipresent very high energy (but low flux) particles.


Dunque dei tre tipi di radiazione presenti quelli che sono stabilmente presenti in quantità sono i raggi galattici a bassa energia e servono ALMENO 5g ogni cm2.

Calcoliamo ora la densità delle pareti del LEM , 1/8 di pollice corrisponde a 3 mm circa, l'alluminio ha una densità di 2700 kg/m3 , quindi la densità è di circa 1g/cm2 , ovvero un quinto del minimo sindacale.

Tra parentesi :

Citazione:
In addition, charged ions and neutrons can collide with the atomic nuclei of the shielding material producing secondary particles. This secondary particle environment could be, depending on the shielding material, more dangerous to humans than the primary environment outside the vehicle.


Ovvero uno scudo insufficiente fà più danni...

Citazione:
No, non sono in grado di capire da quell'immagine il motivo per cui sulla Luna l'esposizione sia maggiore. Lo trovo anche controintuitivo , quindi se me lo spieghi mi fai un favore.


Semplice , oltre alle radiazioni provenienti dallo spazio ci sono radiazioni provenienti dalla luna , raggi X di riflesso , particelle alpha emesse dal radon , la radioattività naturale di elementi quale uranio , thorio ecc.
che bisogna sommare al valore della radioattività cosmica.

Citazione:
Per inciso, non sono neppure capace di distinguere le singole missioni (tantomeneno i singoli astronauti) in quel grafico a quadratini colorati.
Probabilmente nell'immagine originale c'era una legenda in più.


Nessuna legenda ma ho fatto questo , forse così è più chiaro:



Purtroppo i singoli astronauti non sono individuabili , ci saremmo fatti un sacco di risate

Citazione:
Nel senso che si puo' partire dallo stato dell'arte, in fatto di protezione da radiazioni cosmiche che fosse disponibile in quel periodo, e controllare che almeno gli ordini di grandezza siano compatibili.
Se lo sono probabilmente è una falsa pista.


Le conclusioni dello studio :

Citazione:
Analyses have been performed to provide preliminary estimates of auxiliary radiation shielding masses for lunar transit vehicles. These calculations show that this auxiliary shielding mass could be as large as 954 kg or as small as 8 kg depending on the number of crew members, the size of the astronauts, and the level of solar proton event shielding provided. These calculations emphasized the need for a consensus to be formed on a design basis SPE.


Questo è lo stato dell'arte OGGI per una missione di massimo 14 giorni , il problema principale che considerano è un Solar Proton Event , per quello minimo suggeriscono uno scudo AGGIUNTIVO di 8 kg (massa totale in questo caso) ,ebbene se le missioni Apollo sono riuscite è stato solo ed esclusivamente per una questione di CULO , visto che sono state realizzate nel periodo di massima attività solare e non ci sono stati SPE , hanno speso fantastiliardi di dollari per poi affidarsi al culo ?

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Sertes
Inviato: 12/4/2014 2:14  Aggiornato: 12/4/2014 2:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
earlturner ha scritto:
Bella domanda in effetti, metti al corrente pure noi credenti nel sacro dogma dell allunaggio?


No, non ho alcun interesse di perdere tempo con i provocatori.

Vi lascio (plurale) a schiumare di rabbia, come meritate, mentre continuo la discussione con chi è interessato alle informazioni e non allo scontro.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
polaris
Inviato: 12/4/2014 3:13  Aggiornato: 12/4/2014 3:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Per sfizio sono andato a controllare il costo del programma Apollo per paragonarlo a quello dello Shuttle.

Il dato emerso è interessante.

Gli ufficialisti sono soliti dire che non ci sono i soldi per mandare uomini sulla Luna al giorno d'oggi, ma è veramente così? Diamo un'occhiata al costo del programma Apollo.

Costo preventivo 7 miliardi di dollari, costo finale 24.5 miliardi (1973) e costo stimato dalla NASA al 2005 170 miliardi. Fonte

Prendiamo ora il programma Shuttle e vediamo quanto è costato.

Costo preventivo 7.5 miliardi di dollari, costo finale stimato al 2010 192 miliardi. Fonte

Il programma Shuttle non portava gli uomini oltre le fasce di Van Allen ma è costato complessivamente 22 miliardi di dollari in più del programma Apollo...

È provato che andare sulla Luna è molto più economico che girovagare attorno alla Terra. Perché non ci torniamo?

Il mio piccolo chiodo per la bara delle missioni lunari.


Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
Red_Knight
Inviato: 12/4/2014 5:29  Aggiornato: 12/4/2014 5:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@polaris

Il programma Shuttle è durato più del triplo de programma Apollo. E fra l'altro è stato chiuso proprio per il suo costo eccessivo rispetto alle aspettative (si parla di mezzo miliardo a lancio).

@black

Parlavo del programma Saturn, dello sviluppo nel suo insieme.

@Sertes

Citazione:
non ho alcun interesse di perdere tempo con i provocatori.

Vi lascio (plurale) a schiumare di rabbia, come meritate, mentre continuo la discussione con chi è interessato alle informazioni e non allo scontro.


Per capirci, ti stai riferendo anche a me?

Red_Knight
Inviato: 12/4/2014 5:42  Aggiornato: 12/4/2014 5:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@Redazione

Dai, i porcospini in calore non c'entrano proprio
Oggettivamente, se c'è una possibile spiegazione allora la si esamina. Dire "quella è aria e basta" è una presa di posizione illegittima, in questo caso. Fra l'altro, anche in assenza di spiegazioni, l'aria è scartabile a prescindere (le oscillazioni non sono compatibili).
Ad ogni modo, non hai risposto alla domanda più importante, e cioè "la discussione è finita?". Condividi insomma l'impostazione di Sertes? Sto solo cercando di recuperare il filo, confesso di essere parecchio confuso.

ivan
Inviato: 12/4/2014 8:27  Aggiornato: 12/4/2014 8:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"

udire
Inviato: 12/4/2014 9:26  Aggiornato: 12/4/2014 9:26
So tutto
Iscritto: 6/10/2012
Da:
Inviati: 23
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Vorrei tornare alla questione delle ‘bolle’.

Anche in altri filmati di attività esterne degli equipaggi dell’Apollo 16 e 17 si vedono esattamente le stesse bolle che fuoriescono, vanno sempre nella stessa direzione e ad una velocità apparentemente conforme

apollo 16
http://www.sciencephoto.com/media/239599/view

apollo 17
http://www.sciencephoto.com/media/239660/view


Inoltre bolle, o altri oggetti svolazzati a caso, non si vedono mai nei filmati girati dentro la navicella:

quando gli astronauti fanno varie attività
http://www.sciencephoto.com/media/239602/view
http://www.sciencephoto.com/media/239637/view

o quando cazzeggiano
http://www.sciencephoto.com/media/239610/view
http://www.sciencephoto.com/media/239654/view
http://www.sciencephoto.com/media/239635/view

o quando mangiano
http://www.sciencephoto.com/media/239614/view
http://www.sciencephoto.com/media/239603/view

il che non è coerente con quanto ipotizzato da Attivissimo, pessima spiegazione ridicola (coma ha detto Massimo) presuntuosa e umiliante soprattutto per chi l’ha pensata.



Ma quest’altro filmato mi sembra porre interessanti interrogativi (Apollo 17):
http://www.sciencephoto.com/media/239667/view

un oggetto solido - a più facce simile ad un prisma -, non una bolla, compare a 3:27, si sposta lentamente ruotando su se stesso, sembra galleggiare effettivamente nel vuoto e rimane visibile fino alla fine del filmato,

Però ad un certo punto, fuoriescono altre bolle che vanno nella solita direzione, come a 3:33, 3:55, 4:05, quando è sempre presente l’altro oggetto.

Tra l’altro dovrebbe essere anche quella lucina che si vede in http://www.sciencephoto.com/media/239661/view in presenza delle solite bolle. Come spiegarlo?



Un'altra cosa che non riesco a conciliare con l’ipotesi della messinscena generale (lo dico contro i miei desideri complottistici, ma voglio analizzare tutto quello che mi viene in mente per vederci chiaro, se possibile).
Quando il modulo lunare Falcon di Apollo 15 parte dalla superficie lunare

http://www.sciencephoto.com/media/239583/view

molti frammenti del LEM vengono proiettati nello spazio, ma un oggetto (da 0:20 a 0:32) vola ruotando su se stesso ad un’altezza costante per decine di metri. Ci sono almeno altri due oggetti più piccoli che si comportano in modo analogo per una distanza minore, almeno per quello che si può vedere con la definizione del filmato.

A me il volo di questo oggetto più grande mi sembra autentico e coerente con l’ipotesi che si trovi effettivamente sulla Luna, nel vuoto con una debole forza di gravità. Voglio dire che l’intero filmato non mi sembra essere stato girato su un set cinematografico perchè questo dovrebbe essere enorme. Oppure è stato realizzato con dei modellini? Ma in questo caso, si possono fare delle schegge piccolissime che si comportano in quel modo?

Qualcuno mi aiuta a chiarirmi le idee? Grazie!

giulio01
Inviato: 12/4/2014 9:33  Aggiornato: 12/4/2014 9:33
So tutto
Iscritto: 28/3/2014
Da:
Inviati: 22
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@ sertes
"i motori erano impossibili da realizzare ed infatti non li hanno più utilizzati".

Non e' chiaro. Quali motori? Se erano impossibili da realizzare allora non li hanno MAi utilizzati.

Fabrizio70
Inviato: 12/4/2014 10:41  Aggiornato: 12/4/2014 10:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Il programma Shuttle è durato più del triplo de programma Apollo. E fra l'altro è stato chiuso proprio per il suo costo eccessivo rispetto alle aspettative (si parla di mezzo miliardo a lancio).


Dai Red , possibile che ti sei bevuto la storiella del costo eccessivo ?

Il programma è chiuso perchè è arrivato il successore :



Boeing X-37B

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Escape2013
Inviato: 12/4/2014 11:16  Aggiornato: 12/4/2014 11:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/5/2013
Da:
Inviati: 358
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Per UDIRE

Un plauso per il tuo contributo, che oltretutto risponde ultraesaurientemente alla richiesta che ho formulato giorni fa.

Grazie

Red_Knight
Inviato: 12/4/2014 11:33  Aggiornato: 12/4/2014 12:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@Fabrizio70

Citazione:
Dai Red , possibile che ti sei bevuto la storiella del costo eccessivo ?
Il programma è chiuso perchè è arrivato il successore :


Le due cose in se stesse non sono neanche in contraddizione, ma quel coso non è certo il successore dello Space Shuttle. È minuscolo in confronto, tanto che l'uno starebbe agevolmente dentro l'altro. Ne potrebbe ereditare parte delle funzioni, forse.

In ogni caso non è una questione particolarmente rilevante. La mia risposta voleva solo far notare l'improprietà del paragone fra il costo del programma Apollo e quello del programma Shuttle, spalmato in un tempo molto maggiore.

---------------

Non riesco a vedere uno solo dei filmati linkati da udire. Sono solo io?

Paracelso
Inviato: 12/4/2014 11:59  Aggiornato: 12/4/2014 11:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/8/2012
Da:
Inviati: 79
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@ Red_Knight

Riguardo ai filmati:
Anche a me succede lo stesso con Chrome (mannaggia a loro...!).
Con Firefox si vedono.

Fabrizio70
Inviato: 12/4/2014 12:01  Aggiornato: 12/4/2014 12:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Non riesco a vedere uno solo dei filmati linkati da udire. Sono solo io?


Hai notato la risoluzione ?

Aspetto di accendere il pc grande per vederli...

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
black
Inviato: 12/4/2014 16:20  Aggiornato: 12/4/2014 16:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2009
Da:
Inviati: 844
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
@ sertes
"i motori erano impossibili da realizzare ed infatti non li hanno più utilizzati".

Non e' chiaro. Quali motori? Se erano impossibili da realizzare allora non li hanno MAi utilizzati.


rispondo per sertes perchè tanto sta facendo riferimento alla teoria dei russi.

sertes sta parlando dei motori F-1 il piu' potente motore ad una unica camera di combustione e a combuistibile liquido mai realizzato(il vero gioiello tecnologico della nasa,specialisti sovietici anche 20anni dopo non sono riusciti a ricrearlo).

la tua parola mai è sbagliata,una cosa oltre sul piano teorico scopri che non funziona provandola anche sul lato pratico.
a von braun la nasa ha permesso di provarli(motori F-1) una volta con apollo6,giusto per vedere,il risultato pessimo(la nasa dice che è stato un successo,ovviamente tutta propaganda,ma tutti possono controllare come ha lavorato quel missile) ha fatto si che tutto si concentrasse sulla messinscena.

voglio anche chiarire un finto saturnV era gia' stato provato con apollo4,praticamente apollo 6 è stata l'unica volta che il vero saturnV ha provato a "volare".
la nasa fino al 4 aprile 1968(apollo 6)ha lavorato in parallelo ai due progetti messinscena-vero allunaggio,dopo questa data col fallimento dal saturnV tutti gli sforzi si sono concetrati sulla messinscena.
questa cosa è facilmente notabile anche dal calo dei finanziamenti proprio in quell'anno(68),è la grande quantita di persone che lavoravano al progetto che sono state messe in stand-by(giusto per non licenziarle).
ora non sto qui a riportare tutti i dati,ma sono disponibili.


voglio spiegare un attimo cosa vuol dire la parola propaganda.

da wikipedia:
Citazione:
Un totale di 13 Saturn V furono lanciati tra il 1967 e il 1973 e tutti i lanci si conclusero con successo.


trasformare qualcosa che non ha mai volato con successo una volta,in 13 successi su 13 lanci.
spero di esser stato chiaro.




red
Citazione:
Parlavo del programma Saturn, dello sviluppo nel suo insieme.


risposta molto vaga ma la accetto.
la mia seconda domanda era questa.

Citazione:
puoi anche spiegare quale sviluppo fondamentale ha dato alla missilistica tradizionale?

earlturner
Inviato: 12/4/2014 20:19  Aggiornato: 12/4/2014 20:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Alcune considerazioni, anche alla luce del video che ha postaro redazione, che conoscevo; pensavo a qualche altra roba, invece si tratta dello stesso video visto e rivisto. Confidavo in quache sorta di rivelazione che avrebbe potuto mettere a tacere la basa per sempre. Sara' per la prossima volta.
Vedo come i lunacomplottisti fossilizzarsi fondamentalmente su questioni di poco conto, come i singoli frame di un video sgranato o questa o quest'altra ombra sospetta che rivelerebbe la macchinazione perpetrata dalla nasa. Ci si concentra sul macro quando i dati a disposizione sono tantissimi, ragione per la quale credo possa definirsi l'evento scientifico piu' documentato della storia. Mi chiedo quali siano le prove che i lunacomplottisti vanno cercando , mi chiedo da dove provenga quella sicurezza impenetrabile che fa loro liquidare la mole di comumenti nasa come una questione di poco conto - " E' tutto falso ".
Prendiamo in condsiderazione una cosa, molto piu' importante secondo me dei razzi e della fasce di Van Allen : conosciamo si o no la conformazione lunare alla perfezione? I cui dati sono stati presi dalle differenti missioni ed enti spaziali [ non solo la nasa ] nonche' telescopi, privati ecc ? Al momento e' possibile triangolare i dati di apollo 15 con kaguya e lro. Il risultato e' che tutto cio' che venne rilevato dalle missioni apollo e' perfettamente coerente con i dati riportati dalle successive missioni., nasa e non.
Cobaciano i sassi, i crateri, la morfologia....tutto
Esempio pratico :
Sito dell'allunaggio di Apollo 15.
L'Hadley crater è un'area visibile anche da telescopio, perché vastissima e ben esposta: Questa è un'immagine ottenuta da un normale telescopio Meade 10" LX200 Schmidt-Cassegrain, fotografato con una modesta Olympus Camedia:

http://www.astrosurf.com/cidadao/moon_hadley.jpg

Questa invece è un'altra immagine ottenuta dall'ente Spaziale Europeo (ESA), con la sonda SMART-1, in orbita lunare sino al 2006, quando è stata fatta precipitare sul suolo lunare:

http://digilander.libero.it/caffey/Immagini/Immagini%20Articoli/RimaHadley.jpg

Questa è ottenuta da un'altro privato, sempre con un telescopio (14-inch telescope; f/22; industrial video CCD camera.) :

http://epod.usra.edu/blog/2012/05/river-on-the-moon.html

Ancora un altro privato, con il suo telescopio:

www.astronomycameras.com/data/blog/20080621/assets/pettenpaul_rima_hadley.jpg" target="_blank">www.astronomycameras.com/data/blog/20080621/assets/pettenpaul_rima_hadley.jpg" target="_blank">http://s1.www.astronomycameras.com/data/blog/20080621/assets/pettenpaul_rima_hadley.jpg

Questa è un'immagine ottenuta dal Lunar Orbiter 4, nel 1967:

http://lpod.org/coppermine/albums/userpics/normal_Rimae-Fresnel_LO-IV-102H_LTVT.JPG

Questa è una mappa con curve di elevazione elaborata su dati della Pan Camera di Apollo 15, 1975:

http://www.hq.nasa.gov/alsj/a15/LTO41B4S2%2850%29sm.jpg

Un'altra mappa con più ampia, sempre dalla PAN di Apollo 15:

http://www.lpi.usra.edu/resources/mapcatalog/LTO/lto41b4_2/72dpi.jpg

Ancora una molto più modesta immagine presa al suolo con un modestissimo telescopio:

http://www.madpc.co.uk/~peterv/astroplover/Images/hadley.jpg

Questa è una DEM ottenuta da SELENE, stessa area:

http://www.nasa.gov/images/content/263240main_3dview_site_full.jpg

Questa è una DEM ottenuta da dati di Apollo 15, stessa area:

http://www.lpi.usra.edu/resources/mapcatalog/LTO/lto41b4_2/72dpi.jpg

Questa è una comparazione fra una inquadratura delle tante, effettutate nell'eva di Apollo 15, comparata con la DEM di SELENE.

http://www.nasa.gov/images/content/263246main_landing_split_655.jpg

Questa è la mappa di studio delle EVA per Apollo 15:

http://www.hq.nasa.gov/alsj/a15/a15LRVTrav1971.jpg

Una obliqua dal LROC, sempre RIMA HADLEY:

http://www.link2universe.net/wp-content/uploads/2011/11/hadley-rille.jpg

La sequenza dell'ascent di Apollo 15:

http://www.youtube.com/watch?v=BbOq-fRp5YI&feature=related

Un frame a caso della stessa sequenza dell'ascent:

http://i1163.photobucket.com/albums/q554/TuttleTuttle/7168520e.jpg

Un set di dati elaborato usando i Pan Camera (3D data) sempre di A15:

http://i1163.photobucket.com/albums/q554/TuttleTuttle/a50efbcf.jpg

Un'altro set di dati elaborato usando i raw di Kaguya:

http://i1163.photobucket.com/albums/q554/TuttleTuttle/071c8766.jpg

Qualche pan ottenuto unendo e rifiliando diverse immagini dalle EVA di A15:

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/9/95/Moon_Pan_-_Hadley_Delta_with_LM_and_LRV.jpg

http://poc.smartlogic.com/demo_data/NASA3/www.hq.nasa.gov/alsj/a15/a15dmh1231715.jpg

http://paranoid.dechengst.nl/apollo/Apollo%2015%20Mount%20Hadley.jpg

http://poc.smartlogic.com/demo_data/NASA3/www.hq.nasa.gov/alsj/a15/a15all1232051.jpg

Grazie TUTTLE !



Ipotizzare che sia tutto un pacco, anche queste rilevazioni?
La luna non e' in realta' come ce la immaginiamo ma e' il risultato dell'ennesima cospirazione che coinvolge - ora si, e' innegabile - tutte le agenzie spaziali del mondo? Mentono tutti sulla conformazione della luna [ e su TUTTO IL RESTO ] per fare un piacere alla nasa?
La nasa non deve portare prova di niente. A NESSUNO.
Tra parantesi e' tutto gia' disponibile : tonnellate di documentazioni di tutti i tipi. Ma sopratutto la nasa non deve neanche niente a chi continua ad insultare tutto e tutti ed etichetta come menzogna ogni singolo dato che viene fornito.
Anche volendo, la qualita' delle immagini attualmente disponibili e' la massima, il fatto e' che si continuano a chiedere prove alla nasa quando l'assunto di default e' che essa stia mentendo - la nasa e TUTTE le agenzie spaziali del mondo.
Questo inspiegabile/apparentemente insuperabile paradosso e' estendibile dalle foto hasselblad, che sono false, ai dati clementine, che sono falsi, alle immagini del Rover, che sono false, e tutti continuano a mentire perche'- "Ma te lo immagini i giapponesi che sputtanano la nasa?" - che argomentazione sarebbe?
E ancora, al giorno d' oggi, con la tecnologia attuale, il livello di realismo delle missioni Apollo e' innarivabile, non c'e' cazzi, neanche il buon Kubrick guidato da san gennaro si sarebbe mai potuto sognare di realizzare, con i mezzi del 1960, quello che alcuni ancora si ostinano a chiamare sceneggiato, truffa, menzogna e falsita'. E si dicono calunniati.
Purtroppo, ancora nessuno si e' dimostrato in grado di spiegare come avrebbero dovuto farlo questo hoax, appunto, con i mezzi del 1960.
Si ipotizzano i capannoni, esterni e aree desertiche? Bene, sono tutto orecchi, dettaglio per dettaglio vorrei sentire di come abbiano falsificato tutta la documentazione esistente; seguendo la logica sgangherata del moon hoax si sarebbero dovuti sbattere molto ma molto di piu' a dover fare tutto per finta, piuttosto che madarceli davvero nello spazio. In alternativa da qualche parte Redazione dovrebbe avere l'asso nella manica composto da professionisti che giurano la falsita' delle missioni.
E' questo il grande problema : non basta un video, una sensazione o quelle opinioni viziate da un antiamericanismo feroce, ne' il disprezzo per la scienza - il techno babble - ebbene, non bastano perche' non c'entrano un niente dal momente che i viaggi lunari sono l'evento scientifico piu' documentato di tutti i tempi.
Vorrei capire da dove esce quella sicurezza della quale alcuni utenti sono pieni, loro sanno gia' che e' tutto finto, foto false, video falsi, societa' segrete, ma non ti dicono MAI del perche' o percome siano arrivati a quella conclusione. Contenti loro, mi hanno vinto per stanchezza.

Potete dimostrare che tutto il materiale nasa e' stato falsificato?

Queste secondo me sono domande coerenti, non ci si puo' fermare al dettaglio, le bolle nella piscina, i cavi ecc
La situazione va presa nel suo complesso, quindi :
1) Costruzione di un paesaggio vasto, corrispondente il più possibile, ad una data area del suolo lunare - inquadrabile a 360°. Tecniche di progettazione.
2) Applicazione e distribuzione dei materiali (terriccio, rocce, eventuali fondali etc.)senza l'utilizzo di mezzi di movimento terra che comportino evidenti tracce del loro passaggio sul set.
3) Sedimentazione del terreno su tutta la superficie. Non deve presentarsi nessuna sospensione in aria durante tutto il tempo delle riprese. Tecniche.
4) Simulazione luce solare - Illuminazione costante sulla profondità. Come evitare il fall off sulla profondità.
5) Potenza di luce/area da illuminare. Tecniche da utilizzare.
6) Simulazione di gravità ridotta per oggetti e ricaduta del terriccio. Tecniche.
7) Simulazione di gravità ridotta per gli astronauti. Tecniche.

Manovre:

1) Realizzare un tecnica che permetta di simulare l'avvicinamento e la ripartenza del modulo senza stacchi di camera, anche per parecchi minuti di navigazione. L'eventuale modello o rotativa deve conservare la corrispondenza con il reale suolo lunare - su tutto il percorso della sequenza.
2) Simulazione dell'allunaggio e della ripartenza (ripresa dal modulo). Tecniche.
3) Simulazione della ripartenza, ripresa dal suolo lunare. Tecniche.


@Redazione
L'esperimento di Mythbusters a me basta ed avanza.
https://www.youtube.com/watch?v=yhab86KoVjU

Sertes
Inviato: 12/4/2014 20:29  Aggiornato: 12/4/2014 20:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Earlturner ha scritto:
La luna non e' in realta' come ce la immaginiamo ma e' il risultato dell'ennesima cospirazione che coinvolge - ora si, e' innegabile - tutte le agenzie spaziali del mondo?


Oddio, vorresti anche dirmi che la guerra al terrorismo è immotivata e c'è una cospirazione che coinvolge - ora si, è innegabile - tutti i mass media del mondo?

Che il cancro è guaribile ma c'è una cospirazione che coinvolge - ora si, è innegabile - tutte le aziende farmaceutiche del mondo?

Che produrre denaro a debito, con monopolio e caricandoci un interesse per nulla è una cospirazione che coinvolge - ora si, è innegabile - tutte le banche centrali del mondo?

Ma dove andremo a finire, signora mia.

Pensarlo sarebbe peccato.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
DjGiostra
Inviato: 12/4/2014 20:37  Aggiornato: 12/4/2014 20:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
L'esperimento dei mithbuster quando l'ho visto ho pensato subito a uno scherzo !!!
Ci sono rimasto molto male.
Effetti completamente diversi (Es: movimento della bandiera nella camera sottovuoto considerato
Identico al movimento della presunta bandiera lunare) considerati uguali ....
(Da quella puntata non li ho piu seguiti)
Patetici...

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Merio
Inviato: 12/4/2014 20:38  Aggiornato: 12/4/2014 20:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/4/2011
Da:
Inviati: 3677
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Pensarlo sarebbe peccato.


Esatto... e mortale per di più...

Dopotutto certi programmi si insinuano talmente profondamente in un individuo che difficilmente potrà notarli a meno di radere al suolo il suo edificio etico...

Membri di un governo che uccidono i loro stessi cittadini... follia pura...

La libertà di parola senza la libertà di diffusione è come un pesce rosso in una vasca sferica...
Ezra Pound
horselover
Inviato: 12/4/2014 20:54  Aggiornato: 12/4/2014 20:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/9/2012
Da:
Inviati: 1898
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
andare a piantare una bandierina sulla luna mi sembra una cosa talmente stupida che preferisco pensare a un inganno propagandistico

giulio01
Inviato: 12/4/2014 23:34  Aggiornato: 12/4/2014 23:35
So tutto
Iscritto: 28/3/2014
Da:
Inviati: 22
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione.
horselover
andare a piantare una bandierina sulla luna mi sembra una cosa talmente stupida che preferisco pensare a un inganno propagandistico.

Beh, non sono andati solo per piantare una bandierina.
La faccenda fu anche complessa per vari motivi.
Intanto non si sarebbe potuta piantare una bandiera come simbolo di presa di possesso perche', in base ad un trattato internazionale, non ci si poteva appropriare dello spazio esterno, compresa la Luna.
Inoltre alla NASA e nel Congresso (il parlamento americano) alcuni avrebbero preferito che si fossero messe bandiere di tutte le nazioni. Vi furono vari dibattiti.
La bandiera poi fui messa ma come simbolo di orgoglio, non di conquista, come quando si pianta una bandiera nazionale quando degli scalatori raggiungono per primi una vetta inviolata.
Venne suggerito di mettere anche una targa per indicare che gli astronauti erano venuti in pace per tutto il genere unmano.

Qui "Political and Technical Aspects of Placing a Flag on the Moon"
http://www.jsc.nasa.gov/history/flag/flag.htm

Red_Knight
Inviato: 13/4/2014 4:50  Aggiornato: 13/4/2014 4:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Ehy Sertes, non ti sei espresso.
Siamo in homepage, non nei forum, stavolta.

black
Inviato: 13/4/2014 6:06  Aggiornato: 13/4/2014 6:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2009
Da:
Inviati: 844
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Questa è un'immagine ottenuta dal Lunar Orbiter 4, nel 1967:

http://lpod.org/coppermine/albums/userpics/normal_Rimae-Fresnel_LO-IV-102H_LTVT.JPG


per quale motivo avrebbero dovuto sbagliare a riprodurre la superficie lunare che conoscevevano gia' dal 1967?

misteri della mente debunkata.

ps:qui siamo proprio all'abc

Sertes
Inviato: 13/4/2014 7:47  Aggiornato: 13/4/2014 7:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Red_Knight ha scritto:
Ehy Sertes, non ti sei espresso.


Ah no? A me sembrava proprio di sì:

Citazione:
Red_Knight ha scritto:
La Grumman come tutti i colossi industriali non fa niente per niente e soprattutto non sbandiera dettagli sui propri processi produttivi ai quattro venti neanche se la paghi, figurati gratis.


1) La Grumman non costruiva cose sue, costruiva su commessa governativa, quindi non aveva segreti da nascondere, sempre se quel passo è stato fatto "per tutta l'umanità"

2) La Grumman non costruiva cose sue, costruiva su commessa governativa, quindi non aveva guadagni da proteggere

3) La Grumman poteva donare il tutto a 10 musei diversi e guadagnarsi un incredibile pubblicità. La pubblicità si paga, e se ce l'hai gratis hai guadagnato

4) La Grumman poteva vendere i documenti a dei collezionisti, di nuovo guadagnandoci.

Invece guarda il caso hanno deciso di buttare via tutto!

Citazione:
Siamo in homepage, non nei forum, stavolta.


Infatti ho azzerato tutte le provocazioni e gli insulti che ho ricevuto anche da te sui forum prima dell'articolo di Mazzucco che diceva che non bisogna rispondere alle provocazioni, qualunque esse siano.
Altrimenti non ti avrei nemmeno considerato, e invece come vedi sono qui a spiegarti che il comportamento della Grumman non è limpido, non è logico, anzi è leggerissimamente sospetto.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Fabrizio70
Inviato: 13/4/2014 8:10  Aggiornato: 13/4/2014 8:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Esempio pratico : Sito dell'allunaggio di Apollo 15.


Citazione:
1) Costruzione di un paesaggio vasto, corrispondente il più possibile, ad una data area del suolo lunare - inquadrabile a 360°. Tecniche di progettazione.
2) Applicazione e distribuzione dei materiali (terriccio, rocce, eventuali fondali etc.)senza l'utilizzo di mezzi di movimento terra che comportino evidenti tracce del loro passaggio sul set.




Citazione:
3) Sedimentazione del terreno su tutta la superficie. Non deve presentarsi nessuna sospensione in aria durante tutto il tempo delle riprese. Tecniche.


Visto che sei bravo nel copia-incolla (troppo difficile usare il cervello ) cercati da solo la risposta a questa , l'ha data lo stesso Tuttle...


Citazione:
4) Simulazione luce solare - Illuminazione costante sulla profondità. Come evitare il fall off sulla profondità.
5) Potenza di luce/area da illuminare. Tecniche da utilizzare.
6) Simulazione di gravità ridotta per oggetti e ricaduta del terriccio. Tecniche.
7) Simulazione di gravità ridotta per gli astronauti. Tecniche.




Citazione:
Manovre:

1) Realizzare un tecnica che permetta di simulare l'avvicinamento e la ripartenza del modulo senza stacchi di camera, anche per parecchi minuti di navigazione. L'eventuale modello o rotativa deve conservare la corrispondenza con il reale suolo lunare - su tutto il percorso della sequenza.
2) Simulazione dell'allunaggio e della ripartenza (ripresa dal modulo). Tecniche.
3) Simulazione della ripartenza, ripresa dal suolo lunare. Tecniche.


http://spacetime.forumotion.com/t742-apollo-lunar-mission-simulators

Citazione:
These particular examples here are showing the simulated view of the lunar surface during LMS approach into the Apollo 15 LZ at Hadley Rille, starting at 5000 feet above the surface, then 3000 feet, 1000 feet, and 500 feet."










Ed ora le comiche :

Tutto questo apparato di simulazione era gestito da qui :



Il Langley Research Center in Hampton, costato la bellezza di 2 milioni di dollari dell'epoca , ma :

http://sservi.nasa.gov/articles/nasas-moon-simulator/

Citazione:
In theory the LOLA was brilliant, unfortunately though the device was not practical because after Apollo 11 in July 1969, NASA realized that there were no inherent problems in anticipating the lunar surface or landing.


Ovvero i simulatori non servono a nulla , che problemi ci sono nell'atterrare ?

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Fabrizio70
Inviato: 13/4/2014 8:16  Aggiornato: 13/4/2014 8:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
per quale motivo avrebbero dovuto sbagliare a riprodurre la superficie lunare che conoscevevano gia' dal 1967?




Si era spuntata la matita , complottista che non sei altro








Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
earlturner
Inviato: 13/4/2014 15:48  Aggiornato: 13/4/2014 15:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Non so se ve ne rendete conto ma di comico qui ci sono solo le vostre "risposte".

Sertes, sembra che tu non abbia idea di come si discuta su di un forum, mi hai vinto per stanchezza. Se e quando ritieni di aver risposto ai quesiti sopra non c'e' bisogno che tu lo faccia presente, sei gia' cosi' convinto che non me ne frega un cazzo di dialogare a questi livelli, dove continui imperterrito ad accusare gli altri di averti insultato o provocato ieri o ieri l'altro. Avresti anche rotto i coglioni con sta lagna - che non dimostri MAI -, ma ehi, hai vinto campione! Non sei contento?

Fabrizio, riporto le argomentaiozni di Tuttle perche' sono le piu' lucide around e sinceramente non saprei esporre meglio quelle questioni, e sopratutto non uso i quote altrui per rafforzare le mie tesi. Eh? Hai detto qualcosa?
E mi "rispondi" con le tre foto di repertorio che dovrebbero risolvere i quesiti postati. Cerrrto, basta che ne sei convinto tu.

Avete vinto, ci rinuncio.

Redazione
Inviato: 13/4/2014 16:02  Aggiornato: 13/4/2014 16:25
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
EARLTURNER: "£Alcune considerazioni, anche alla luce del video che ha postaro redazione, che conoscevo; pensavo a qualche altra roba, invece si tratta dello stesso video visto e rivisto."

Quindi, visto che "conoscevi quel video", quale sarebbe la spiegazione per quella bandiera che si muove?

Dài, diccelo, così almeno non dovrai più rivederlo per la milionesima volta.

Red_Knight
Inviato: 13/4/2014 16:04  Aggiornato: 13/4/2014 16:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@Fabrizio70

Fabrizio, le risposte che hai dato sono semplicistiche e fuorvianti.
Postare la foto di un set non spiega come simulare la gravità ridotta e il vuoto in maniera realistica in video, non prendiamoci in giro.
E il simulatore permetteva, appunto, di simulare la discesa con una sequenza di immagini statiche in maniera simile a quanto si faceva con i piloti di bombardieri per addestrarli a riconoscere i bersagli in territorio nemico. Non c'era verso di trarne un filmato realistico.
A dir la verità sarebbe difficile farlo perfino oggi con la CGI.

@Sertes

Citazione:
Ah no? A me sembrava proprio di sì:


Mi riferivo allo "schiumare rabbia", non alla Grumman. Volevo sapere se era rivolto anche a me.

Riguardo la Grumman invece, reiteri la faccenda dei guadagni. I segreti dei processi produttivi cui mi riferisco io non sono i dettagli di ciò che viene costruito ma quelli deducibili dai piani di costruzione sull'organizzazione interna e le pratiche ingegneristiche della Grumman. Cosa che, ripeto, nessuna grande azienda darebbe mai via.
Poi puoi essere d'accordo su questa cosa o meno, ma ripetere quei quattro punti non ha alcun senso.

Citazione:
Infatti ho azzerato tutte le provocazioni e gli insulti che ho ricevuto anche da te sui forum prima dell'articolo di Mazzucco che diceva che non bisogna rispondere alle provocazioni, qualunque esse siano.


Complimenti vivissimi di nuovo per l'onestà.
Veramente mi hai sfanculato più volte senza motivo e non hai mai risposto a nessuna mia richiesta di chiarimenti, al punto che quando ho suggerito a Mazzucco di scrivere quell'articolo, anche se non gliel'ho detto per irenismo, avevo in mente principalmente il tuo comportamento ricorrente, pensa un po'. Viceversa, ti sfido a trovare una mia provocazione o insulto al tuo indirizzo nel periodo che va dalla mia autosospensione di qualche mese fa a oggi.

Attendo ancora che tu mi spieghi esattamente quand'è che sarebbe diventato tutto debunkato. "Sertes dixit" non è ancora diventata un'argomentazione.
E se non rispondi avrai posto una pietra tombale definitiva sulla possibilità di lasciarti il beneficio del dubbio.

Redazione
Inviato: 13/4/2014 16:29  Aggiornato: 13/4/2014 16:29
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
RED_KNIGHT: "E il simulatore permetteva, appunto, di simulare la discesa con una sequenza di immagini statiche in maniera simile a quanto si faceva con i piloti di bombardieri per addestrarli a riconoscere i bersagli in territorio nemico. Non c'era verso di trarne un filmato realistico."

Permettimi di contraddirti, ma ho visto le immagini del simulatore in movimento (quelle da cui sono tratte le foto di Fabrizio) e sono IDENTICHE all'allunaggio ad Hadley Rille.

In altre parole, nel monitor del simulatore vedi l'allunaggio esattamente come lo si è visto dal finestrino del LEM.

Sertes
Inviato: 13/4/2014 17:40  Aggiornato: 13/4/2014 17:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Red_Knight ha scritto:
Riguardo la Grumman invece, reiteri la faccenda dei guadagni. I segreti dei processi produttivi cui mi riferisco io non sono i dettagli di ciò che viene costruito ma quelli deducibili dai piani di costruzione sull'organizzazione interna e le pratiche ingegneristiche della Grumman. Cosa che, ripeto, nessuna grande azienda darebbe mai via.
Poi puoi essere d'accordo su questa cosa o meno, ma ripetere quei quattro punti non ha alcun senso.


Esatto, non sono affatto d'accordo perché la Grumman lavorava su progetti governativi e non aveva (e non ha di certo adesso) alcun segreto da nascondere, dato che le missioni spaziali sono 30 anni che gli americani le fanno congiunte con il loro acerrimo nemico della guerra fredda, figurati un po'.

Inoltre, se proprio vogliamo anche ipotizzare che sia vero quello che dici tu, resterebbe comunque vero che il guadagno l'avrebbero avuto sia di visibilità che diretto nel vendere quegli schemi, anche a pezzi togliendo i riferimenti, ai vari musei

Invece hanno buttato via tutto, ed è tutto normale, uno costruisce il fottuto LEM e poi butta via la documentazione!! Non c'è nulla di strano in questo, hanno tenuto gli indici, cosa che può creare chiunque con un minimo dico minimo di competenza, e che non ci dicono nulla sul LEM in questione.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
polaris
Inviato: 13/4/2014 18:41  Aggiornato: 13/4/2014 18:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Un video del simulatore:

http://www.youtube.com/watch?v=RR05BG7IgRE

Interessante la "discesa" dal minuto 2:20 fino al 3:46.

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
Red_Knight
Inviato: 13/4/2014 18:45  Aggiornato: 13/4/2014 18:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@Redazione

Mi fido della tua parola e ritratto.
Valgono comunque tutte le altre considerazioni.

@Sertes

Può darsi che la Grumman non avesse nessun segreto governativo da nascondere ma aveva segreti suoi da nascondere, è la terza volta che lo ripeto.

In ogni caso, non conoscendo le vere motivazioni della Grumman ho solo dato una possibile spiegazione. Nulla vieta che se ne trovino altre, o che quelle reali siano completamente diverse. Quindi posso anche accettare che ci trovi qualcosa di strano: sarebbe dunque questa una prova del Moon Hoax?

Citazione:
Invece hanno buttato via tutto, ed è tutto normale, uno costruisce il fottuto LEM e poi butta via la documentazione!!


Eh no. I blueprints pare non siano disponibili, ma la documentazione del LEM c'è.
Questa è tutta quella che il sito ufficiale NASA espone riguardo al LEM per un totale di migliaia di pagine:
http://www.hq.nasa.gov/alsj/alsj-LMdocs.html

Fra i tanti ci sono ben due "Operations handbook" proprio della Grumman con tanto di dettagli sulle porte logiche e sull'interfacciamento dell'ACG al resto della strumentazione.
Anche se non sono piani di costruzione probabilmente ce n'è abbastanza da ricostruire il LEM tramite retroingegnerizzazione; in ogni caso basta e avanza per trovare qualsiasi eventuale magagna su tecnologie irreplicabili o roba del genere.
Come ho detto a Totalrec, buon lavoro.

Rimango in attesa dei link su tutto il resto delle dimostrazioni. Non dimenticartene.

Sertes
Inviato: 13/4/2014 19:05  Aggiornato: 13/4/2014 19:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Red_Knight ha scritto:
Fra i tanti ci sono ben due "Operations handbook" proprio della Grumman con tanto di dettagli sulle porte logiche e sull'interfacciamento dell'ACG al resto della strumentazione.
Anche se non sono piani di costruzione probabilmente ce n'è abbastanza da ricostruire il LEM tramite retroingegnerizzazione; in ogni caso basta e avanza per trovare qualsiasi eventuale magagna su tecnologie irreplicabili o roba del genere.


Beh, e che ci vuole? E' facile quanto ricostruire un auto perfettamente funzionante partendo dal manuale di guida!



Dover retroingegnerizzare il LEM perché i progetti originali li hanno buttati!


Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
black
Inviato: 13/4/2014 20:31  Aggiornato: 13/4/2014 20:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2009
Da:
Inviati: 844
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Fra i tanti ci sono ben due "Operations handbook" proprio della Grumman con tanto di dettagli sulle porte logiche e sull'interfacciamento dell'ACG al resto della strumentazione.
Anche se non sono piani di costruzione probabilmente ce n'è abbastanza da ricostruire il LEM tramite retroingegnerizzazione; in ogni caso basta e avanza per trovare qualsiasi eventuale magagna su tecnologie irreplicabili o roba del genere.


certo con l'interfacciamento dell'agc poi ci ricostruicono le componenti dei motori,per retroingegneria.


vabbè red è la quinta volta che ti faccio questa domanda che riguarda una tua affermazione.

red
Citazione:
Parlavo del programma Saturn, dello sviluppo nel suo insieme.


puoi anche spiegare quale sviluppo fondamentale ha dato alla missilistica tradizionale?(mi sembra una banalissima domanda)

Fabrizio70
Inviato: 13/4/2014 22:46  Aggiornato: 13/4/2014 22:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Postare la foto di un set non spiega come simulare la gravità ridotta e il vuoto in maniera realistica in video, non prendiamoci in giro.


Allora dato che non so spiegare questi

http://www.youtube.com/watch?v=RUr2lO1HTyY

http://www.youtube.com/watch?v=WAkDeou3OiI

bisogna dedurne che hanno inventato l'antigravità nel 1964 ?

Citazione:
E il simulatore permetteva, appunto, di simulare la discesa con una sequenza di immagini statiche


Statiche ?
Non sarebbe il caso di leggere i link che posto ?

http://www.youtube.com/watch?v=223qa2NA22I

http://www.youtube.com/watch?v=uJN9mGLsfFg

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Red_Knight
Inviato: 14/4/2014 0:07  Aggiornato: 14/4/2014 0:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@Sertes

Hai poco da ridere.
Ho forse suggerito l'idea che il LEM fosse ricostruibile da quei documenti? Ho forse detto che la Grumman li ha tenuti per poterci fare retroingegneria sopra?
No, ovviamente no (e siccome lo sai benissimo, perché non sei scemo, questa è un'altra delle tue scorrettezze da aggiungere al novero).
Ho fatto presente quanto accurata fosse quella documentazione per togliere ogni scusa sulla panzana della tecnologia irreplicabile.
Se lì ci sono schemi dettagliatissimi, al punto che forse sarebbe perfino possibile retroingegnerizzare il LEM, allora non puoi non trovare le magagne che dai per scontate.
Di nuovo, buon lavoro. Spulcia tutto per bene, mi raccomando.

In alternativa puoi portare i link di qualcuno che l'ha già fatto, non chiedo di meglio. Aspetto sempre i link sul resto eh, non credere che me ne scordi.

@Fabrizio70

Cioè, sul serio, mi stai facendo il paragone tra Mary Poppins e i video di una qualsiasi delle missioni Apollo? Seriously?

Sulla faccenda del simulatore ho "ritrattato".
Ripeto, valgono tutte le altre considerazioni.

@black

Abbi pazienza, non è che ho tempo infinito per scrivere i post, una cosa alla volta.
Cosa vuoi sapere di preciso? Il fatto stesso di aver sviluppato il Saturn ha generato know-how e infrastrutture, molto semplicemente (la domanda di totalrec chiedeva quale genere di tecnologie usate nel programma Apollo avesse avuto conseguenze preziose per il complesso militar-industirale). Per tutta la guerra fredda i militari USA non hanno fatto altro che cercare l'arma definitiva contro l'Unione Sovietica. Una delle scommesse più attraenti in questa logica era la missilistica; molti pensavano di poter utilizzare i risultati ottenuti col Saturn per faccende meno nobili, vedi ad esempio il programma Jarvis (che per fortuna fallì).

black
Inviato: 14/4/2014 0:14  Aggiornato: 14/4/2014 0:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2009
Da:
Inviati: 844
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
la verita' red è che hai fatto un affermazione su un campo che non conosci,e ovviamente non la sai difendere.

come ti è saltato in mente di tirare fuori la missilistica tradizionale?

ora capisco perchè la nasa non ha reso disponibili gli schemi del saturnV e del lem,vedendo tutti gli esperti in materia aereospaziale c'era davvero il rischio che qualcuno partisse per la luna dal giardino di casa sua.

totalrec
Inviato: 14/4/2014 3:23  Aggiornato: 14/4/2014 3:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Red:
Citazione:
Se lì ci sono schemi dettagliatissimi, al punto che forse sarebbe perfino possibile retroingegnerizzare il LEM, allora non puoi non trovare le magagne che dai per scontate.


Alcuni anni fa, Jim Collier si prese la briga di andare a vedere il LEM di persona, anziché fidarsi dei disegnini "dettagliatissimi" fatti a posteriori.
Così andò a prendere le misure della navicella esposta nello Smithsonian National Air and Space Museum di Washington.
I risultati furono sorprendenti (per lui, almeno): lo spazio all'interno del LEM era sì e no quello di un paio di cabine telefoniche. Gli astronauti, all'interno, non avrebbero potuto muoversi, né piegare le gambe, né infilarsi le tute senza prendersi a gomitate in faccia. Anche solo restando seduti con le tute, i PLSS sulla schiena degli astronauti sarebbero andati a sbattere contro il sistema di cavi retrostanti, rischiando di danneggiarli. I portelli erano così stretti che un astronauta non sarebbe mai riuscito a passarci attraverso indossando la tuta. Si aggiunga che con lo spessore minimo delle paratie esterne e con l'ambiente pressurizzato, al momento dell'allunaggio nel veicolo ci sarebbe stato un frastuono insopportabile (mentre invece, nelle registrazioni, si sentono gli astronauti parlare con calma e in sottofondo un rumore appena percettibile).

A tutto questo andrebbe aggiunta la storia delle prove di allunaggio e di agganciamento del LEM con il modulo di comando, che rasenta l'incredibile.
Il LEM non venne praticamente mai testato per l'allunaggio. Le prove si svolsero con un altro marchingegno, denominato LLRV, a decollo e atterraggio verticale, che però aveva tre motori, mentre il LEM utilizzato per le presunte missioni ne aveva uno soltanto. In una di queste esercitazioni, nel maggio 1968, il LLRV si schiantò al suolo e Armstrong, che cercava di manovrarlo, si salvò per miracolo lanciandosi fuori un attimo prima dello schianto.

La storia delle prove eseguite sul LEM è costellata di incidenti imbarazzanti.
Un finestrino del LM-1 esplose durante le prove di pressurizzazione.
Il LM-2 venne costruito, ma mai messo alla prova.
Il 1 settembre 1965, durante le prove presso l'Arnold Engineering Development Center, il motore del LM esplose.
Nell'aprile 1967, altra esplosione dei motori durante le prove presso la Bell Aerosystem di Wheatfield.
Le prove del LM eseguite in orbita a bordo dell'Apollo 5 non andarono bene: i motori del LEM si accesero per soli 4 secondi dei 39 previsti, poi si spensero per un errore del software. E siamo al gennaio 1968.
Le successive missioni Apollo 6, 7 e 8 non avevano neppure un LEM a bordo, quindi nessuno si preoccupò di testare l'agganciamento con il modulo di comando.
Nell'estate 1968 - appena un anno prima dell'Apollo 11 - a Cape Kennedy viene consegnato dalla Grumman il LM-1 in versione definitiva: un veicolo assurdo, ancora più instabile del LLRV, impossibilitato a volare a causa del baricentro troppo alto, con la cabina dell'equipaggio piazzata proprio sopra il motore.
Inutile dire che nessuno provò a fare dei test sulla Terra.

La prima prova di separazione e riagganciamento del LEM in orbita andata bene (almeno a fidarsi di ciò che dice la NASA) sarebbe stata compiuta dagli astronauti McDivitt e Schweickartdel nel marzo 1969, a bordo di Apollo 9, quattro mesi prima (!) del presunto allunaggio di Apollo 11.

Si fa presto a fare "schemi dettagliatissimi".


Citazione:
Cioè, sul serio, mi stai facendo il paragone tra Mary Poppins e i video di una qualsiasi delle missioni Apollo? Seriously?


Beh, la tecnologia dei cavi di nylon invisibili, sottilissimi e resistentissimi utilizzata per girare la scena del "tè sul soffitto" in Mary Poppins era del tutto nuova a metà degli anni '60 e piuttosto d'effetto per il grande pubblico, che si chiedeva sbigottito come fossero state realizzate certe riprese. A me sembra abbastanza verosimile che cavi dello stesso tipo siano stati utilizzati anche per le riprese degli astronauti saltellanti (non è forse un caso che i trucchi di "Mary Poppins" siano stati per anni uno dei segreti meglio custoditi di Hollywood).

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Red_Knight
Inviato: 14/4/2014 5:24  Aggiornato: 14/4/2014 5:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@totalrec

Quasi nulla di quanto dici (i.e. di quanto dice James Collier) è vero.

Citazione:
I risultati furono sorprendenti (per lui, almeno): lo spazio all'interno del LEM era sì e no quello di un paio di cabine telefoniche. Gli astronauti, all'interno, non avrebbero potuto muoversi, né piegare le gambe, né infilarsi le tute senza prendersi a gomitate in faccia. Anche solo restando seduti con le tute, i PLSS sulla schiena degli astronauti sarebbero andati a sbattere contro il sistema di cavi retrostanti, rischiando di danneggiarli.


Vero che lo spazio era simile a quello di due cabine telefoniche, ma gli astronauti non si infilavano le tute nel LEM. Le tenevano addosso da prima, al massimo senza elmetto e guanti. E non stavano seduti con i loro PLSS. Si indossavano subito prima di uscire dal modulo per mettere piede sulla Luna.

Citazione:
I portelli erano così stretti che un astronauta non sarebbe mai riuscito a passarci attraverso indossando la tuta.


Il portello superiore veniva percorso durante il travaso senza PLSS, quello per lo sbarco lunare vero e proprio era stretto ma evidentemente non troppo stretto, come si vede dalle varie foto.

Citazione:
Si aggiunga che con lo spessore minimo delle paratie esterne e con l'ambiente pressurizzato, al momento dell'allunaggio nel veicolo ci sarebbe stato un frastuono insopportabile (mentre invece, nelle registrazioni, si sentono gli astronauti parlare con calma e in sottofondo un rumore appena percettibile).


Il suono non si propaga nel vuoto e il propulsore del LEM è sostanzialmente privo di parti mobili, escluso ovviamente il getto di gas. L'unico rumore è prodotto dall'"urto" del gas espulso sulle pareti dell'ugello paraboloide, e arriva in cabina solo da sotto, per altro attenuato. Per quanto forte, senza una massa d'aria a veicolare le vibrazioni sulle pareti dall'esterno il frastuono non ha ragion d'essere.

Citazione:
Il LEM non venne praticamente mai testato per l'allunaggio.


Apollo 10. Il contatto vero e proprio non era materialmente testabile: molto semplicemente, un test di allunaggio è un allunaggio. In questo senso, Apollo 11 è stato un test per le missioni successive.

Citazione:
Le prove si svolsero con un altro marchingegno, denominato LLRV, a decollo e atterraggio verticale, che però aveva tre motori, mentre il LEM utilizzato per le presunte missioni ne aveva uno soltanto.


Questo sì che è sospetto! Ma perché non volavano col LEM vero? Ridicoli!
Dai, ma a cosa credi che servissero gli altri due motori? Uno era quello che simulava la spinta del vero LEM, gli altri due servivano a contrastare i 5/6 di g per simulare la discesa in gravità ridotta. Un marchingegno a un solo motore sarebbe stato un utile fermacarte, o peggio un festoso petardo volante

Citazione:
La storia delle prove eseguite sul LEM è costellata di incidenti imbarazzanti.
Un finestrino del LM-1 esplose durante le prove di pressurizzazione.
Il LM-2 venne costruito, ma mai messo alla prova.
Il 1 settembre 1965, durante le prove presso l'Arnold Engineering Development Center, il motore del LM esplose.
Nell'aprile 1967, altra esplosione dei motori durante le prove presso la Bell Aerosystem di Wheatfield.
Le prove del LM eseguite in orbita a bordo dell'Apollo 5 non andarono bene: i motori del LEM si accesero per soli 4 secondi dei 39 previsti, poi si spensero per un errore del software. E siamo al gennaio 1968.


La storia di qualsiasi prova è costellata di incidenti imbarazzanti. È il motivo per cui si fanno le prove. A livello meramente empirico, qualsiasi cosa fallisce clamorosamente durante i test. In ambito ingegneristico ci sono molte categorie di test fatti apposta per fallire (e trovare così i problemi). Tutto ciò ti sorprende solo perché sei digiuno della questione.

Citazione:
Nell'estate 1968 - appena un anno prima dell'Apollo 11 - a Cape Kennedy viene consegnato dalla Grumman il LM-1 in versione definitiva: un veicolo assurdo, ancora più instabile del LLRV, impossibilitato a volare a causa del baricentro troppo alto, con la cabina dell'equipaggio piazzata proprio sopra il motore.
Inutile dire che nessuno provò a fare dei test sulla Terra.


Grazie al cazzo, il LEM non può volare sulla Terra. Non è concepito per farlo, non è aerodinamico. Sul serio, tu volevi davvero che volassero col LEM a Terra. Questo la dice lunga sulla tua comprensione di queste faccende.

Citazione:
La prima prova di separazione e riagganciamento del LEM in orbita andata bene (almeno a fidarsi di ciò che dice la NASA) sarebbe stata compiuta dagli astronauti McDivitt e Schweickartdel nel marzo 1969, a bordo di Apollo 9, quattro mesi prima (!) del presunto allunaggio di Apollo 11.


È vero, secondo alcuni fu un azzardo. Questo è praticamente l'unico argomento a malapena passabile che hai portato. Come dire, un po' pochino.

Citazione:
Si fa presto a fare "schemi dettagliatissimi".


Eri tu che parlavi di misteriose tecnologie perdute. Beh, divertiti, è tutto materiale ufficiale.
Fammi sapere cosa trovi, e non tergiversare. Con Sertes siete già in due, il peso della ricerca è dimezzato se vi organizzate.
Di lì non si scappa.

Citazione:
A me sembra abbastanza verosimile che cavi dello stesso tipo siano stati utilizzati anche per le riprese degli astronauti saltellanti (non è forse un caso che i trucchi di "Mary Poppins" siano stati per anni uno dei segreti meglio custoditi di Hollywood).


Immagino che fosse del nylon speciale capace di una dilatazione elastica uniformemente accelerata tarata su g/6...
Immagino poi che anche la regolite fosse tirata su con cavi di nylon.
E naturalmente erano invisibili anche i tralicci a cui attaccare i cavi stessi.

Gesù, ma almeno una volta si tirava in ballo Kubrick... ora Mary Poppins.

ohmygod
Inviato: 14/4/2014 6:54  Aggiornato: 14/4/2014 6:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Red_Knight
Cioè, sul serio, mi stai facendo il paragone tra Mary Poppins e i video di una qualsiasi delle missioni Apollo? Seriously?

Red_Knight
Gesù, ma almeno una volta si tirava in ballo Kubrick... ora Mary Poppins.

A parte i geni vi è , oltre te, qualcun'altro che l'ha portata sulla scena?

Sertes
Inviato: 14/4/2014 8:39  Aggiornato: 14/4/2014 10:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Red_Knight
Ho fatto presente quanto accurata fosse quella documentazione per togliere ogni scusa sulla panzana della tecnologia irreplicabile.


Sono dettagliatissimi nell'essere manuali operativi, da quelli non si replica un cazzo.

Se io ti porto il manuale d'uso di un forno a microonde, tu con quello non ci costruisci un forno a microonde, al limite sai a quanti gradi e per quanto tempo devi cuocere il pollo.

Se io ti porto il manuale d'uso del teletrasporto di star trek, completo di indicazione su come usare i pulsanti che dicono se stai trasportando materiale organico o inorganico, la spiegazione di come puntare il bersaglio, di come funziona la manovella che permette di compensare le anomalie quantistiche, ti giuro: tu da quello non ci costruisci un teletrasporto di star trek.

E fidati, dei segreti di produzione della Grumman non gliene frega un cazzo a nessuno.

Abbiamo chiesto gli schemi di costruzione del LEM e non ci sono. Li hanno distrutti.

Io ho capito che tu hai solo quella carta lì da giocarti, ma sei sul gioco sbagliato perchè se uno ti chiede gli schemi di costruzione e tu gli rispondi con un manuale d'uso, non hai risposto alla domanda e non hai nemmeno riconosciuto l'anomalia di una azienda che costruisce l'oggetto tecnologico più unico della storia e poi butta via tutto, tenendo solo gli indici che sono falsificabili in qualsiasi momento.

Citazione:
Aspetto sempre i link sul resto eh, non credere che me ne scordi.


Vedo che fremi dalla voglia di passare oltre, ti piacerebbe eh.
Dai, quando giocherai tu entrambi i ruoli potrai farti delle discussioni bellissime in cui il moon hoaxer porta un elemento senza spingere troppo e il believer lo smonta, poi il moon hoaxer porta un altro elemento senza spingere troppo e il believer lo smonta, e così via
Grazie, non siamo pupazzetti che tu comandi a piacimento, finchè non riconosci che gli schemi di costruzione del LEM non ci sono restiamo fissi qui.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
totalrec
Inviato: 14/4/2014 10:02  Aggiornato: 14/4/2014 11:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Red:

Citazione:
Quasi nulla di quanto dici (i.e. di quanto dice James Collier) è vero.


Sarà, ma lui il LEM è andato a vederlo e misurarlo dal vivo, non si è limitato a rimirarlo sul manualetto operativo (en passant, il suo metodo ha molto a che fare con quella che era l'originaria idea di "metodo scientifico", oggi felicemente sostituito dal techno-babble manualistico).


Citazione:
Dai, ma a cosa credi che servissero gli altri due motori? Uno era quello che simulava la spinta del vero LEM, gli altri due servivano a contrastare i 5/6 di g per simulare la discesa in gravità ridotta.

Citazione:
Grazie al cazzo, il LEM non può volare sulla Terra.


Quindi confermi: il vero LEM non è mai stato testato. La NASA avrebbe spedito gli astronauti sulla luna con un trabiccolo inadatto al volo, avente alle spalle una lunga serie di test dall'esito catastrofico, mai utilizzato direttamente in una prova di atterraggio e testato per l'agganciamento al modulo di comando solo quattro mesi prima dell'Apollo 11. E' importante saperlo.


Citazione:
La storia di qualsiasi prova è costellata di incidenti imbarazzanti. È il motivo per cui si fanno le prove.


Sì, però diciamo che quando le prove hanno esito disastroso per sette anni di fila e tutto comincia a "funzionare perfettamente" appena quattro mesi prima dell'utilizzo dell'apparato in una missione reale, uno di norma si pone delle domande. O nel 1969 si sono finalmente decisi ad assoldare Harry Potter per risolvere la caterva di problemi che il LEM aveva manifestato negli anni precedenti oppure... beh, esistono altre ipotesi...

Citazione:
Gesù, ma almeno una volta si tirava in ballo Kubrick... ora Mary Poppins.


Non ho capito cos'hai contro Mary Poppins. Non ti è piaciuto il film? Neanche a me, ma qui sto parlando della tecnologia utilizzata per realizzarlo. Guarda caso, tutti i trucchi di ripresa che sarebbero stati utili ad un'eventuale falsificazione delle missioni lunari vennero introdotti nel cinema proprio negli stessi anni del programma Apollo...

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Redazione
Inviato: 14/4/2014 10:12  Aggiornato: 14/4/2014 10:12
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
EARLTURNER: Ti ho fatto una domanda. Rispondi perfavore.

ivan
Inviato: 14/4/2014 15:24  Aggiornato: 14/4/2014 15:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Il Corriere offre una panoramica sulle attuali esercitazioni di una nostra astronauta tuffo in piscina compreso:

link 50 foto

Peccato che non ci siano foto fatte sott'acqua.

giulio01
Inviato: 14/4/2014 15:39  Aggiornato: 14/4/2014 15:39
So tutto
Iscritto: 28/3/2014
Da:
Inviati: 22
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
"Peccato che non ci siano foto fatte sott'acqua".

Una volta nuotavo sott'acqua in una piscina quando una ragazza si e` tuffata accanto a me e per l'urto con l'acqua ha perso la parte superiore del costume.
Eh?
Domanda tecnica: ma le astronaute quando lavorano in assenza di gravita`, indossano il reggiseno?
Chi glielo chiede alla Samantha?

Pispax
Inviato: 14/4/2014 16:03  Aggiornato: 14/4/2014 16:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Continuo a notare come le suggestioni, in queste discussioni, stiano prendendo il posto dei fatti.
E questo la dice lunga risprtto al livello della discussione.

Nel mio modo semplice di vedere le cose, quando hai dei fatti che supportano la tua idea allora non hai bisogno di suggestioni. Se usi troppe suggestioni questo significa solo che hai troppi pochi fatti a supporto delle tesi che stai sostenendo, quindi ti arrangi con quello che hai (nel senso che devi sopperire a quello che NON hai, cioè i fatti. O almeno ne hai troppi pochi per ritenere tu stesso che bastino a portare un'argomentazione convincente).
Semplice, lineare, e funziona.


Evidenzio solo due casi.
Perdonate se nel primo mi dilungo un po', e mi perdonino gli autori se vengono presi a esempio.
In effetti ci sono anche esempi molto migliori (il problema è proprio questo) ma mi sta un po' fatica andare a ricercarli. Questi sono gli ultimi, quindi li prendo al volo.

Fabrizio70

Citazione:
Per i calcoli precisi occorrono dati precisi , senza i progetti precisi possiamo fare solo calcoli semplicistici. Giusto per capire il passaggio successivo normalmente gli scudi vengono calcolati in base alla densità , non al materiale , i dati normalmete si esprimono i g/cm2 , ovvero un cm2 deve avere il valore di x grammi per essere efficace , ovviamente più il materiale è denso minore sarà lo spessore , ma per questi calcoli il piombo ha la stessa efficacia della carta.

Citazione:
Sources of ionizing radiation exposure external to the vehicle or habitat for the subject missions arise from the galactic cosmic rays (GCR), geomagnetically trapped (Van Allen belt) protons, and protons and light ions from large solar proton events (SPEs). While some exposure from GCR ions and trapped protons will be unavoidable and while large SPE occurrence is rare, the SPE could be mission threatening,and therefore becomes the major designdriver for radiation protection. The lower-energy GCR component is markedly reduced with moderate shielding (~5g/cm2), but even thick shields are not effective against the omnipresent very high energy (but low flux) particles.


Dunque dei tre tipi di radiazione presenti quelli che sono stabilmente presenti in quantità sono i raggi galattici a bassa energia e servono ALMENO 5g ogni cm2. Calcoliamo ora la densità delle pareti del LEM , 1/8 di pollice corrisponde a 3 mm circa, l'alluminio ha una densità di 2700 kg/m3 , quindi la densità è di circa 1g/cm2 , ovvero un quinto del minimo sindacale.


Qui vado con i ricordi del liceo, fatto tre secoli fa e quindi sicuramente imperfetti: ma a me il problema pare espresso chiaramente da quel testo.
Ripeto: da QUEL testo.
Però di quel testo ne viene data una lettura abbastanza maliziosa.

Ci sono tre tipi di "radiazioni" ionizzanti: i raggi cosmici a alta energia, quelli a bassa energia e il cd. vento solare. Viene detto chiaramente che il problema principale è il vento solare.
Solo che il vento solare non è un "raggio".
"Raggi" veri e propri sono i raggi gamma o i raggi x. Le radiazioni neutroniche. Il vento solare è composto perlopiù di particelle cariche (solo negli imprevedibili periodi di attività intensa del sole ci sono i raggi gamma, per dire) ed è schermabile MOLTO più facilmente.

Per capire la differenza, o quantomeno che ESISTE una differenza, riporto da wiki:
Quanta più massa è concentrata in un dato spazio tanto più sarà probabile che abbia luogo l'assorbimento di una data particella vagante in quello spazio: questo è il motivo per cui in genere si usa un rivestimento di piombo, molto denso e assorbente, per schermare oggetti, contenitori e quant'altro dalla radioattività. Il piombo ha inoltre il vantaggio di essere l'elemento finale del decadimento dell'uranio e della sua famiglia, quindi nuclearmente molto stabile e poco soggetto a trasmutarsi, in tempi "umani", in altri elementi.

Fermare completamente emissioni di raggi alfa e beta è molto semplice e richiede pochi millimetri di un qualunque materiale solido o qualche decina di centimetri di aria; un efficace schermo contro i fotoni costituenti dei raggi X e gamma deve essere più spesso, e di materiale molto denso, come acciaio o piombo. Più complesso invece schermare una radiazione neutronica, poiché queste particelle penetrano e vanno molto in profondità: i neutroni, a seconda della loro energia e del materiale, possono reagire con i nuclei in diversi modi e per progettare uno schermo efficace si usano schermature multistrato; la parte interna è costruita con materiali pesanti (es. ferro), mentre la parte esterna con materiali leggeri.


Insomma: prima che gli gli studi spaziali diventassero sperimentali si credeva che affrontare i "raggi cosmici", anche per poco tempo, senza tonnellate di schermatura producesse questo effetto:




Poi dopo che si è fatta più ricerca "sul campo" gli scienziati sono arrivati alla conclusione che l'effetto atteso dei raggi cosmici per poco tempo produce sicuramente effetti indesiderabili, ma che al massimo possono portare a queste conseguenze qui.


Questo significa che la radiazione cosmica è prova di rischi?
Col piffero che lo è. Come tutte le radiazioni, ha effetti sull'organismo umano. Sono effetti cumulativi che dipendono da due fattori: l'intensità e il tipo della radiazione da una parte, la durata del tempo di esposizione dall'altra.
Stare esposti per molto tempo a radiazioni poco dannose può essere peggio che stare esposti per poco tempo a radiazioni molto dannose. Come sempre in questi casi, dipende tutto dai numeri.


Di numeri quel testo della NASA ne fornisce un bel po'.
Come primissima cosa mette subito in chiaro che i numeri che fornisce si referscono a soggiorni sulla Luna che vanno da un mese a 500 giorni. Lo fa proprio nella prima pagina.
Il primo case study che affronta parla di 96 ore di viaggio per andare e tornare, una permanenza di non oltre 14 giorni e l'attraversamento veloce delle fasce di Van Allen nella loro sezione più spessa (dichiarandolo, peraltro, assolutamente privo di rischi. Orbitare nelle fasce di Van Allen NO. Attraversare le fasce di Van Allen SI. Ma su questo ritorno dopo).
Complessivamente la missione dell'Apollo 11 è durata 8 giorni, comprese le orbite di lancio, e la missione lunare del LEM è durata 26 ore + 2 ore di EVA.

(P,S. @Fabrizio70: Nel tuo calcolo di "un quinto del minimo sindacale" probabilmente non tieni conto del fatto che la missione lunare è durata un quattordicesino del tempo previsto da quegli studi, e che alla protezione del LEM va sommata anche la protezione offerta dalle tute spaziali, che sono state indossate tutto il tempo. Se guardi la Tavola 9 del testo da cui hai preso i quote, vedi che con una densità di 10 g/cm2 un uomo di 30 anni può stare per NOVE GIORNI nello spazio senza correre nessun rischio intollerabile. Qui abbiamo una durata di circa un decimo del periodo, una densità di circa un decimo di quella prevista MA c'è anche la protezione aggiuntiva delle tute spaziali)


-------------------------------------------------------------------------



Ma torniamo a noi.

Quanta radiazione viene assorbita?
Le schermature antiradiazioni bastano o no?
C'è solo una cosa da fare per capirlo: misuriamole.



---------------------------------------------------------------------------



Per misurare l'effetto delle radiazioni sull'organismo si usa il Sievert (Sv). Siccome il Sievert è un'unità di misura ingombrante per misurare il livello di radiazione in questi casi si usa un suo sottomultiplo, il millSievert (mSv), che è pari a un millesimo del Sievert.
Per capire come funziona la cosa, se un uomo viene esposto per 24 ore a un livello di radiazione pari a 1 Sv, quindi un livello pericoloso ma piuttosto basso, le alterazioni negative al suo organismo (un temporaneo sballamento di alcuni valori del sangue) sono misurabili.
In alternativa la stessa persona può stare esposta per quasi TRE ANNI (all'incirca mille giorni) a un livello di radiazione pari a 1 mSv e avere lo stesso, identico effetto.
Stare esposti per 12 ore a 1 Sv di radiazione produce un assorbimento complessivo di 0.5 Sv. Lo stesso effetto si ha restando esposti per 500 giorni a un livello di 1 mSv, oppure per 250 giorni a un livello di 2 mSv.



Qui nasce il primo problema (ora amplio un po' il discorso. Non mi rifersco più solo a Fabrizio, che comunque sta ponendo questioni corrette).

La NASA dichiara che il livello di radiazione nello spazio "profondo" va da 2 mSv a 5 mSv al giorno.
Questo significa che una missione spaziale può durare, a quei valori, da 200 a 500 giorni prima di registrare i danni, temporanei, misurati a livello di 1 Sievert.
-> REPLICA DEI MOONHOAXERS: ma la NASA è quella che ha fatto la truffa, quindi non PUOI ritenere validi i dati forniti dalla NASA.
Il livello di radiazione nello spazio è INCOMPATIBILE (cit.) con le missioni spaziali, e SICURAMENTE non è proprio possibile attraversare le Fasce di Van Allen per via proprio delle radiazioni.
Perché? Perché lo dico io.




La trovo una considerazione oziosa, visto che gli stessi moonhoaxers accettano MOLTO volentieri i dati forniti dalla NASA, quando questi supportano la loro teoria. La misurazione effettuata dalla NASA delle radiazioni assorbite dagli astronauti, che dimostra l'efficacia degli scudi, è quindi inattendibile. Al contrario le informazioni sempre della NASA sulla quantità di radiazione presente nello spazio e sulla composizione degli scudi diviene attendibilissima.

Però ci sta che abbiano ragione, eh.
Allora facciamo che verifichiamo i dati della NASA con quelli misurati dai russi. Dai, ce ne sono fin dall'impero sovietico. Hai presente no? i nemici dell'America (e viceversa), la Guerra Fredda, lo scontro all'ultimo sangue fra modelli sociali, tutta quella roba lì. Dei russi potremo fidarci, no?
-> REPLICA DEI MOONHOAXERS: ma quanto sei ingenuo. I russi sono EVIDENTEMENTE d'accordo con gli USA nel falsificare i dati. La prova è che i dati forniti dai russi sono troppo simili a quelli americani.

Bah. A me pare che se due nazioni nemiche, con rapporti estremamente blandi - se non, in molti periodi, addirittura praticamente nulli - fra le rispettive classi accademiche, misurano la stessa cosa e ottengono risultati analoghi, magari queste misurazioni sono affidabili. E in ogni caso gli stessi moonhoaxers accolgono MOLTO volentieri i dati sia della Russia che dell'U.R.S.S., quando questi dati sostengono le loro teorie.
Ma tant'è.


Potremmo andare avanti e dire che questi dati sono stati confermati nel mezzo secolo successivo da tutti i dati raccolti anche dopo da tutte le nazioni che si sono impegnate nell'esplorazione dello Spazio. E che anche i modelli teorici ricavati dai fisici DI TUTTO IL MONDO sulla loro base sono coerenti.
Ma, come dire, m'immagino già le risposte.


E' per questo che trovo le discussioni sul Moon Hoax così noiose.
C'è questo evidente bias da parte dei moonhoaxers che a quanto pare gli fa ritenere affidabili le informazioni (e le fonti) solo se queste danno ragione alla loro teoria.
Se invece le informazioni sono contrarie alla loro teoria, allora improvvisamente sono informazioni manipolate. Ovviamente manipolate dalle stesse fonti che fino al secondo prima erano affidabili.

Credo che il commento migliore alla discussione sia stato fatto da invisibile: se uno è tifoso della Roma, non è che con i ragionamenti riesci a fargli cambiare squadra.
E il bello è che hanno il coraggio di definire gli altri "believers"



toussaint
Inviato: 14/4/2014 16:37  Aggiornato: 14/4/2014 16:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
non diciamo cazzate.
anche se i dati sui mSv forniti dalla NASA fossero corretti, vorrebbe dire che gli astronauti lunari avrebbero assorbito in otto giorni, l'equivalente di 20 anni di radiazione naturale presente sulla Terra, a cui il loro organismo si era adattato.
E questo senza avere alcun danno, neanche a lungo termine, dato che sono quasi tutti vivi e hanno più di 80 anni.
ridicolo...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Pispax
Inviato: 14/4/2014 17:24  Aggiornato: 14/4/2014 17:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Il secondo esempio.


Sertes



Citazione:
Citazione:
Red_Knight ha scritto:
La Grumman come tutti i colossi industriali non fa niente per niente e soprattutto non sbandiera dettagli sui propri processi produttivi ai quattro venti neanche se la paghi, figurati gratis.


1) La Grumman non costruiva cose sue, costruiva su commessa governativa, quindi non aveva segreti da nascondere, sempre se quel passo è stato fatto "per tutta l'umanità"

2) La Grumman non costruiva cose sue, costruiva su commessa governativa, quindi non aveva guadagni da proteggere

3) La Grumman poteva donare il tutto a 10 musei diversi e guadagnarsi un incredibile pubblicità. La pubblicità si paga, e se ce l'hai gratis hai guadagnato

4) La Grumman poteva vendere i documenti a dei collezionisti, di nuovo guadagnandoci.

Invece guarda il caso hanno deciso di buttare via tutto!


Esaminiamo le quattro obiezioni:

1) La Grumman non costruiva cose sue, costruiva su commessa governativa, quindi non aveva segreti da nascondere, sempre se quel passo è stato fatto "per tutta l'umanità"

2) La Grumman non costruiva cose sue, costruiva su commessa governativa, quindi non aveva guadagni da proteggere


Questa informazione è falsa.
La Grumman costruiva proprio roba sua. La NASA per il LEM bandì una gara d'appalto sul progetto, non sui costi. Così come successivamente accadde per per lo Shuttle, dove il progetto della Grumman invece non si aggiudicò l'appalto.
La NASA per il LEM dette una serie di specifiche tecniche da rispettare, e ognuno dei partecipanti fornì il PROPRIO progetto originale. Fra i partecipanti venne scelto il progetto della Grumman, ritenuto più aderente alle specifiche richieste, e solo successivamente si determinò il costo. Quindi la Grumman di segreti da nascondere ne aveva, eccome. La tecnologia e il know-how erano i suoi, oltretutto in un mercato molto competitivo, non erano forniti dalla NASA (a differenza di quanto accadde per le tute e per la parte elettronica)



3) La Grumman poteva donare il tutto a 10 musei diversi e guadagnarsi un incredibile pubblicità. La pubblicità si paga, e se ce l'hai gratis hai guadagnato

Questa informazione è fuorviante.
La Grumman aveva come cliente principale la Difesa americana. E poi la NASA, credo in quell'unica occasione. Ogni tanto qualcosina sull'aviazione civile, tipo il Gulfstream. Oppure bus per il trasporto urbano, o sommergibili, o furgoni postali.
Tranne una canoa di alluminio per la caccia alle anatre, peraltro già molto apprezzata e che la Grumman aveva già comunque smesso di produrre, tutti i clienti della Grumman erano clienti ISTITUZIONALI.
La Difesa e la Marina soprattutto, in piccola parte le Poste, UBS, alcune municipalità, eccetera.
Robe di questo tipo.
http://en.wikipedia.org/wiki/Grumman

Se hai clienti di questo tipo l'investimento in pubblicità è un investimento del tutto inutile.
Non è che devi convincere la massaia dall'Ohio a comprarsi un aereo da guerra per andare a bombardare la biancheria della vicina antipatica.
Insomma, anche parlando di cose più piccole non è che si vede la pubblicità di Ansaldo Breda sui giornali.
Se i tuoi clienti sono istituzionali, la pubblicità è comunque uno spreco inutile.



4) La Grumman poteva vendere i documenti a dei collezionisti, di nuovo guadagnandoci.
Guadagnandoci QUANTO?
Da una parte sicuramente c'era un piccolo mercato di appassionati. Gli appassionati ci sono per ogni cosa.
Magari si trva anche quello disposto a sganciare del denaro per il blueprint della singola zampa del LEM.
Dall'altra parte c'era anche il problema di costruire una catena di distribuzione, con i relativi costi di SELEZIONE (escludere dalla vendita quelli che NON potevano essere diffusi), catalogazione, imballo, pubblicizzazione e spedizione.
All'epoca non c'era eBay, eh.

Contando che in una società di tipo capitalistico nessuno scarta una possibile fonte di guadagno, e questo è vero, è vero anche per IL dollaro si possono fare molte cose, ma per UN dollaro se ne fanno molte di meno.
Questa obiezione può avere un peso, peraltro non molto grosso, solo se sei in grado di stimare una possibile quantificazione.
Senza parlare del fatto che magari anche la NASA ha avuto da dire la sua, in questo caso. Se qualcuno vuole andare anche lui sulla Luna, che magari ci perda del tempo a farseli da solo, i progetti, invece di scodellarglieli già pronti in libera vendita.


In ogni caso questa storia dei progetti scomparsi mi suonava come qualcosa di già sentito.
La stessa identica cosa è successa anche per i progetti del Satirn V, di cui qualche tempo fa si denuciava costernati la sparizione. "Lo vedi? Li hanno distrutti! Ecco la prova della truffa!".
Poi invece venne fuori che erano conservati in microfilm in un centro di ricerca spaziale. Non so se sia anche questo il caso, ma la coincidenza mi pare buffa.



Ma la parte più importante, quella per cui ritengo significativo questo post, a mio avviso è l'ultima:

Citazione:
Invece guarda il caso hanno deciso di buttare via tutto!


Ci sono alcune "prove" (cioè suggestioni, per chiamarle con il loro nome) portate avanti dai moonhoaxers che QUANTOMENO richiedono di fare una scelta.
Nel senso che ne porti avanti una OPPURE porti avanti l'altra. Non puoi portarle avanti insieme.

Per esempio, se si sostiene che il LEM era del tutto inadatto già in partenza al volo sulla Luna, allora chi se ne frega se i progetti non esistono più. Se invece il problema è che è impossibile ricostruire il LEM allora diventa difficile sostenere che fosse inadatto alla sua missione.

Oppure: la Grumman ha distrutto i progetti per non lasciare traccia della truffa. MI sta bene, ma non si può sostenere questo e CONTEMPORANEAMENTE scandalizzarsi perché sono stati gettati nella normalissima spazzatura, accessibili a chiunque.

Oppure: ci si può lamentare del fatto che i blueprint originali siano stati distrutti, rivendicando il fatto che è impossibile indagare sull'hoax (cosa che nessuno, qui, sarebbe in grado comunque di fare), ma non si può dire questo e CONTEMPORANEAMENTE dimenticarsi che una tale indagine è priva di significato se non è accompagnata anche da una verifica sui materiali realmente UTILIZZATI.
Un progetto teoricamente funzionante se nella sezione 5EF239 viene utilizzata una placca di Sempronio Arricchito resta teoricamente funzionante, ma magari fallisce nella pratica se si usa il legno di balsa.




-----------------------------------------------------------------



In realtà quello che probabilmente è successo è che a un certo punto ci si è accorti che il LEM era diventato obsoleto. Era diventato obsoleto sia nella progettazione, visto che era modellato intorno a un'elettronica molto primitiva, sia nel concetto.
All'epoca fu scelto il LEM per un motivo di peso. La soluzione migliore in assoluto era quella dell'unica navetta che partiva dalla Terra, atterrava sulla Luna e poi tornava a Terra. La soluzione dei fumetti di fantascienza, insomma.
Però pesava troppo per il pozzo gravitazionale terrestre, e quindi richiedeva una potenza nei razzi che non avevano. E' per questo che fu scelta la soluzione dell'Appuntamento Lunare, quella di due imbarcazioni spaziali che si dividevano e si ricongiungevano (e di cui solo una poteva tornare sulla Terra).


Oggi il problema proprio non si pone. A parte che un nuovo LEM sarebbe sostanzialmente diverso dal precedente, sia per l'esistenza di leghe più leggere che per un'elettronica incomparabilemnte più avanzata, il fatto che esistano stazioni spaziali orbitanti rende tutto più facile. Soprattutto permette la possibilità della navicella unica, quella che fu scartata per motivi pratici quando si progettavano le missioni Apollo.

Che è successo ai progetti originali del LEM?
A mio avviso (ma è solo un'opinione) sono stati microfilmati e conservati per un vago interesse storico, nel caso qualcuno sia interessato a integrare ULTERIORMENTE la massa enorme dei dati disponibili.
Poi i pezzi più interessanti sono stati regalati a qualche dirigente, più o meno come fa Pirelli con i suoi famosi calendari a tiratura limitatissima, e gli altri nel cesso.

Pispax
Inviato: 14/4/2014 17:41  Aggiornato: 14/4/2014 17:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Dimenticavo.

Giusto per toglierti ogni imbarazzo, Sertes, tipo quello di dover replicare a tutte queste provocazioni (in effetti capisco che dire che dicevi un assurdo paradosso quando in realtà quello che avevi scritto era EVIDENTEMENTE un assurdo paradosso... fosse una provocazione di un certo rilievo), ho pensato di risolverti il problema facendo l'ennesima considerazione personale nei tuoi confronti.

Eccola qua: spero che anche ieri tu abbia passato una bella giornata.



Ora siamo tutti più tranquilli, giusto?



------------------------------------------------------------------
EDIT

Dopo aver postato ho letto anche altri "preziosi" contributi sullo stile che citavo prima, fatti da più autori.
Davvero, gente, che noia.

Tornerò ogni tanto a vedere se qualcuno mi chiama direttamente in causa, ma sostanzialmente preferirei continuare a disinteressarmi della questione.
Considerato il livello a cui stiamo scendendo, direi che forse è meglio se trovo qualcosa di più interessante di cui occuparmi.
E tutti quei porno non è che si guardano da soli, eh.

earlturner
Inviato: 14/4/2014 17:52  Aggiornato: 14/4/2014 17:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@Redazione

Mi ero detto : allora, per iniziare, posso postare le specifiche della bandiera, spiego come era fatta - perche' non si tratta di certo di una bandiera comune - e passo alla zona del terreno, spiego anche li', etc
Poi pero' e' suonato un campanellino. Vuoi vedere che anche questa obiezione e' gia' stata dibattuta? Effettivamente si.

E siccome non ti ci vedo proprio fare un passo indietro, non vedo come la mia spiegazione possa in qualche modo anche solo smuoverti dalla la tua posizione di partenza ; i documenti che illustrano di quali materiali sia fatta la bandiera sono della NASA, come tutto quel che riguarda le missioni fin nel suo minimo particolare. E se parti dal presupposto che la Nasa mente, senza appello, come ho letto piu' volte su queste pagine, non saprei chi interpellare nel caso in cui dovessi trovarmi nella posizione di dover provare i viaggi lunari,e non lo sono.
Fino a dove si estende la cospirazione? Se tutta la NASA e' coinvolta - diciamo inoltre che questo assunto dato per certissimo sara' anche il caso di motivarlo, un giorno - a chi lo chiedo di spiegarmi di quali materiali e' fatta la bandiera? A chi definisce i rivestimenti del modulo "Scope&Domopak" ? Lo chiedo a black? Mah. O magari hai nella manica qualche Toscani alla bisogna...



Comunque; intanto si tratta di una sequenza, quella incrimanata, intera senza stacchi.
E subito si nota una cosa, ovvero che ai secondi 18-19 l'astronauta sbatte lo scarponcino per terra e il terreno si comporta esattamente come dovrebbe in un ambiente privo di atmosfera : la polvere non rimane in sospensione ma ricade immediatamente senza produrre sbuffi o nuvolette [ scusate i tecnicismi ] ; fenomeno che si ripete nuovamente a 1 :30 .

Poi, sinceramente, io questa bandiera la vedo oscillare, altro che muoversi, e ricadere dopo un paio di oscillazioni su se stessa per tornare immbile. Uh, forse sono sulla luna.

Dopodiche', mi viene da chiederti cosa ti aspetti quando ti sono state date risposte ben piu' dettagliatamente chiare della mia, e giu' di foto, grafici, rielaborazioni 3d e palate di argomenti validi, anche e sopratutto in giro per la rete.

Come nel video dei Mythbusters

https://www.youtube.com/watch?v=yhab86KoVjU

A me, pero', manca sempre la parte dove una spiegazione che non sia un dilemma irrisolvibile la dai tu.
L'ultima volta scrivevi che i video potevano essere rallentati, supporti ancora questa convinzione?

Ma poi, e' possibile davvero che alla domanda "Illustra come, secondo te, avrebbero ricreato la gravita' in studio, nel 1960", indi per cui l'argomento sono i video, quelli senza stacchi, quelli con orizzonti e panorami a perdita d'occhio...
...Si risponda postando un video di Mary Poppins ? E poi basta, finita' li ? Mary Poppins lo spiega perfettamente perche' "Lo hanno tenuto segreto per anni ad Hollywood". Estiquatsi !

Nessuno sembra avvertire il minimo bisogno di argomentare oltre, forse perche' il repertorio del lunacomplottista e' oramai consumato a quelle tre foto, come in questa stessa discussione, che prosegue esattamente nello stesso modo delle altre sul tema, le quali 'provano' la farsa riuscita in studio; qualche battuta, un paio di insulti random [ i piu' quotati sono la NASA, gli USA , seguono gli astronauti e gli scienziati ] e il moon hoax e' bell'e provato.
Si tratta in pratica di una teoria auto-evidente ; ma sopratutto, non si accettano i dati della NASA perche' sono falsi ma allo stesso tempo si usano i paper NASA quando fanno comodo. Quando non c'erano le immagini provenienti da altri enti della superficie della luna che mostravano il modulo lunare, questa era prova del complotto.
Quando le agenzie spaziali giapponesi ed indiane hanno rilasciato le immagini nel 2008-2009 era lo stesso prova del complotto, in quanto - "Ma ti immagini i giapponesi che sputtanano gli americani?Buahuahuah"- .
Quando non c'erano le immagini LRO, questa era prova del complotto perche' non c'erano le immagini delle attrezzature lasciate sulla luna, quando le hanno pubblicate e si puo' vede chiaramente il mylar riflettente [ nome in codice domopak ], sono false e prova del complotto perche' la risoluzione non era abbastanza "bella".

Comunque, dal sito del babau

Presso http://wms.lroc.asu.edu/lroc#damoon e http://target.lroc.asu.edu/da/qmap.html sono disponibili due mappe interattive della Luna, basate sulle immagini raccolte dalla sonda Lunar Reconnaissance Orbiter che sta orbitando intorno al nostro satellite dal 2009. È la stessa sonda che ci ha regalato l'immagine da 500 megabyte della faccia visibile della Luna.

Grazie al lavoro di ricerca di Danny Caes, membro di ProjectApollo, e del lettore Stephen McPuppa è possibile esplorare alcuni punti significativi di queste mappe

Apollo 15 -

DjGiostra
Inviato: 14/4/2014 18:06  Aggiornato: 14/4/2014 18:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Nel video dei Mithbusters la bandiera sulla presunta luna non si muove
assolutamente come quella dell'esperimento nella camera sotto vuoto !!
Tant'e' che gli stessi Mith non le hanno messe a confronto mettendo i
filmati fianco a fianco !!
I mithbusters con quella puntata si sono sputtanati alla velocita' dei
neutrini !!!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
earlturner
Inviato: 14/4/2014 18:09  Aggiornato: 14/4/2014 18:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Diciamo che, fondamentallmente, posso riassumere la posizione di molti con questo bell'esempio di pensiero indipendente :

Total_Rec cit- Meraviglioso. Un documentario realizzato dalla NASA, in una sede della NASA, sotto la supervisione del personale della NASA (a proposito, ma sono tutte così zoccole le ricercatrici NASA? Voglio entrarci anch'io!) in cui, tra frizzi e lazzi, si sostiene che la NASA non ha mai preso per il culo nessuno. Una prova indiscutibile, veramente...

Quel malcelato disprezzo e l'uso del ridicolo sembrano essere una costante del complottismo di serie b. Se non altro del lunacomplottismo.

Con questi presupposti, che sono poi la backbone delle argomentazioni portate a favore del moon hoax, non rimane molto altro se non chiudere ai soli 'credenti' le discussioni sulla luna, perche' alla lunga uno puo' anche sentirsi prendere in giro da questo atteggiamento ; che fa perfettamente il paio con quello da santone-illuminato che tutto sa ma nulla spiega.


Edit
@Dj Giostra

The Build Team placed a replica of the American flag planted on the moon into a vacuum chamber at the Marshall Space Flight Center. They first tested at normal pressure and manipulated the flag. The momentum moved the flag around but the motion quickly dissipated. In vacuum conditions, manipulating the flag caused it to flap vigorously as if it were being blown by a breeze. This demonstrated that a flag could appear to wave in a vacuum, as the Apollo flag did.

Questa e' la spiegazione ; ti piace? No?
Pace e bene.

E comunque, e prendila alla larga questa cosa che scrivo, perche' io credo agli sbarchi [ forse non si era capito ], anche se quella sequenza di tre minuti e rotti fosse falsa, ebbene non sarebbe comunque abbastanza per provare la messainscena. Non dimenticare pero' che esistono tonnelate di materiale, il quale, guarda caso, vuoi perche' paper tecnici o altro, non viene nemmeno avvicinato dai lunacomplottisti.
Tendono ad accanirsi sui frame, sui particolari, sulla leggenda e il sentito dire e, francamente, i toni usati in queste discussioni sono quelli del ridicolo e dell'approssimativo [ tecnicamente parlando ]; ti faccio anche notare come il moon hoax si basi esclusivamente su quattro-cinque postulati e da li non si smuove, nemmeno di fronte alla cristallina evidenza ; prendi il discorso 'radiazioni'. E questi argomenti si ripetono ad ogni discussione, ciclicamente. Gente che nel 2009 partecipava solo sporadicamente alle discussioni lunari oggi sfoggia una saccenza, un'arroganza fuori dal comune : eccolo, il risvegliato, che non da le perle ai porci ma conosce e scruta l'ignoto, senza tuttavia capirci un granche'. Boh, buona discussione eh


editato

totalrec
Inviato: 14/4/2014 18:37  Aggiornato: 14/4/2014 18:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Earlturner:

Citazione:
Come nel video dei Mythbusters


Meraviglioso. Un documentario realizzato dalla NASA, in una sede della NASA, sotto la supervisione del personale della NASA (a proposito, ma sono tutte così zoccole le ricercatrici NASA? Voglio entrarci anch'io!) in cui, tra frizzi e lazzi, si sostiene che la NASA non ha mai preso per il culo nessuno. Una prova indiscutibile, veramente.

N.B: ho riciclato il commento di qualche anno fa, che mi sembra ancora perfetto per il video in questione. Non avevo, in sincerità, alcun desiderio di sprecare un commento nuovo per una buffonata così.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
DjGiostra
Inviato: 14/4/2014 18:39  Aggiornato: 14/4/2014 18:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
I movimenti che dico essere completamente diversi sono quelli della bandiera
sulla presunta luna e quella nella camera senz'aria e non le due nella
camera.

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
DjGiostra
Inviato: 14/4/2014 18:50  Aggiornato: 14/4/2014 18:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Earl:
Tutto un bel discorso.. Resta il fatto che la bandiera si muove in maniera
molto irregolare a confronto dell'esperimento sottovuoto.
Resta pure l'astronauta che con balzellon balzelloni si rizza in piedi
in un secondo dopo che per qualche secondo e' sospeso come se fosse
attaccato a un filo.
Oppure l'atterraggio a mo' di LEM ubriaco.. Tanto per citarne alcuni.
E via discorrendo...

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
totalrec
Inviato: 14/4/2014 18:53  Aggiornato: 14/4/2014 18:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Ma poi, e' possibile davvero che alla domanda "Illustra come, secondo te, avrebbero ricreato la gravita' in studio, nel 1960", indi per cui l'argomento sono i video, quelli senza stacchi, quelli con orizzonti e panorami a perdita d'occhio...


Citazione:
..Si risponda postando un video di Mary Poppins ? E poi basta, finita' li ?


Intanto: ricreare la gravità e ricreare i "panorami a perdita d'occhio" sono due problemi diversi.
Per il primo problema ci sono i cavi in nylon, per il secondo i chroma key.
Si tratta in entrambi i casi di innovazioni introdotte nella cinematografia degli anni '60, guarda un po' la coincidenza.
Se vuoi informazioni più precise, rivolgiti agli artefici della messinscena. Io posso fornire solo indizi.

Non so che farci se si tratta di innovazioni usate anche in Mary Poppins. Si legge in rete, un po' dappertutto, che anche la Disney (oltre a Kubrick) avrebbe collaborato attivamente alla messinscena lunare. Chi lo sa, magari l'affermazione non è peregrina come mi era sembrato in un primo momento.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
DjGiostra
Inviato: 14/4/2014 19:10  Aggiornato: 14/4/2014 19:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Guarda che luna !!!!!

Sarebbe da spiegare un po' questo.
O si dice che e' tutto falso oppure qualche dubbio viene.

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Red_Knight
Inviato: 15/4/2014 3:37  Aggiornato: 15/4/2014 3:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@Sertes

Citazione:
Sono dettagliatissimi nell'essere manuali operativi, da quelli non si replica un cazzo.


E io dove ho mai detto che devi usarli per costruirti il tuo LEM in giardino? È dagli, è la seconda volta che tenti di insinuare questa cazzata.
Te li ho linkati affinché tu potessi divertirti, insieme a totalrec, nel trovare gli aggeggi misteriosi, cosa per cui i dettagliatissimi manuali operativi bastano e avanzano. Il fatto che tu ti rifiuti di farlo mi fa pensare che tu non sia in grado di suffragare le tue precedenti affermazioni. Faresti meglio a riconoscerlo.

Citazione:
Io ho capito che tu hai solo quella carta lì da giocarti, ma sei sul gioco sbagliato perchè se uno ti chiede gli schemi di costruzione e tu gli rispondi con un manuale d'uso, non hai risposto alla domanda e non hai nemmeno riconosciuto l'anomalia di una azienda che costruisce l'oggetto tecnologico più unico della storia e poi butta via tutto, tenendo solo gli indici che sono falsificabili in qualsiasi momento.


E tre: i manuali d'uso (che poi non sono "d'uso" e non sono nemmeno l'unica cosa presente nel link che ti ho passato, tra l'altro) non sono la risposta agli schemi di costruzione.
Detto ciò, io non ho nessuna carta da giocarmi, ragazzo mio. L'onere della prova spetta a te, tu hai fatto un'affermazione pesantissima, e cioè che la faccenda fosse già chiusa per sopraggiunta dimostrazione inconfutabile del Moon Hoax - per altro svicolando, misquotando e insultando l'interlocutore. Il solo fatto che ci sia questo scambio testimonia il contrario, ma tu ti guardi bene da portare i famosi link risolutivi. Tutto ciò ti qualifica molto negativamente.
All'anomalia ho dato una possibile spiegazione, tu sei libero di continuare a trovarla un'anomalia ma non di distorcere le mie parole.

Citazione:
Vedo che fremi dalla voglia di passare oltre, ti piacerebbe eh.


Bel tentativo, ormai ho perso il conto dei trucchetti che hai cercato di utilizzare solo in questa discussione. Sono io che ti sto accusando di passare oltre, ragazzo mio, e non riuscirai a far credere il contrario al resto dell'audience. Sfortunatamente per te le news non sono divise in pagine come i forum, e il giochino non funziona. Dovevi pensarci prima.

Citazione:
Grazie, non siamo pupazzetti che tu comandi a piacimento, finchè non riconosci che gli schemi di costruzione del LEM non ci sono restiamo fissi qui.


Io non ho mai detto il contrario, stai per l'ennesima volta confondendo le acque per poter far finta di stare da una posizione moralmente sopraelevata. Ma su una cosa hai ragione: restiamo fissi qui finché o non porti quegli stramaledetti link o non riconosci la tua scorrettezza in questo frangente e chiedi scusa a tutti.

Red_Knight
Inviato: 15/4/2014 3:57  Aggiornato: 15/4/2014 3:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@totalrec

Citazione:
Sarà, ma lui il LEM è andato a vederlo e misurarlo dal vivo, non si è limitato a rimirarlo sul manualetto operativo (en passant, il suo metodo ha molto a che fare con quella che era l'originaria idea di "metodo scientifico", oggi felicemente sostituito dal techno-babble manualistico).


Allora evidentemente è in mala fede, molto semplicemente. Il portellone era sì stretto ma non da impedire il passaggio degli astronauti. È anzi noto che costituì effettivamente un impedimento; sta di fatto che gli astronauti passarono. Se continui a insistere su questo diventa la parola di qualcuno contro la parola di tutto il resto del mondo, e francamente non mi sembra un bel giochino.

Citazione:
Quindi confermi: il vero LEM non è mai stato testato. La NASA avrebbe spedito gli astronauti sulla luna con un trabiccolo inadatto al volo, avente alle spalle una lunga serie di test dall'esito catastrofico, mai utilizzato direttamente in una prova di atterraggio e testato per l'agganciamento al modulo di comando solo quattro mesi prima dell'Apollo 11. E' importante saperlo.


Piano con i "quindi". Ti confermo che il LEM non era un velivolo, cosa che tu già sai benissimo e in cui non c'è niente di strano, quanto al resto furono fatti tutti i test possibili e immaginabili.
I test servono a trovare errori ingegneristici (il comportamento teorico di un corpo è invece ampiamente prevedibile), e gli ingegneri NASA avevano semplicemente escluso con una confidenza accettabile (la certezza non è di questo mondo) la possibilità che ne fossero rimasti. Ovviamente il fallimento era tristemente contemplato, tra l'altro.
Il fatto che alcuni ebbero "esito catastrofico" è esattamente ciò che ha permesso di raffinare il progetto fino a renderlo funzionale. Va da sé che ci fu una ben più lunga serie di test dall'esito felicissimo, altra cosa che sai bene. Può darsi che abbiano commesso qualche azzardo infatti, ma considera Apollo 11 come un test riuscito e lo stupore svanisce. Per definizione, qualsiasi cosa è non testata prima di esserlo

Citazione:
Sì, però diciamo che quando le prove hanno esito disastroso per sette anni di fila e tutto comincia a "funzionare perfettamente" appena quattro mesi prima dell'utilizzo dell'apparato in una missione reale, uno di norma si pone delle domande.


Chi l'ha detto che le cose hanno cominciato a funzionare perfettamente appena quattro mesi prima? E cosa significa? C'erano problemi insormontabili prima del test del rendez-vous? Cosa rende strano che abbiano proceduto dopo un test riuscito? Quattro mesi non sono affatto pochi, contando che tutto il resto era sostanzialmente già pronto e che ci lavoravano con risorse praticamente illimitate.
Pensa che da parte sovietica, per dire, mentre il razzo vettore continuava a esplodere il modulo lunare ce l'avevano pronto (non so fino a che punto fosse testato, ma ce l'avevano).

Citazione:
Non ho capito cos'hai contro Mary Poppins. Non ti è piaciuto il film? Neanche a me, ma qui sto parlando della tecnologia utilizzata per realizzarlo. Guarda caso, tutti i trucchi di ripresa che sarebbero stati utili ad un'eventuale falsificazione delle missioni lunari vennero introdotti nel cinema proprio negli stessi anni del programma Apollo...


I trucchi alla Mary Poppins non possono spiegare volute perfettamente paraboliche, moti uniformemente accelerati con la giusta costante g, le riprese col rover, etc. il tutto per ore e ore di video senza intoppi.
Ci arriva chiunque.

Ad ogni modo, non annoiamoci a vicenda con queste sciocchezzuole, ci sono le migliaia di pagine di documentazione che devi consultare per trovare le tecnologie perdute, ricordi?
Non vorrai dirmi che ritratti (sarebbe lodevole, e non ti prenderei certo in giro, anzi, ma non lo farai...)?

ivan
Inviato: 15/4/2014 4:52  Aggiornato: 15/4/2014 5:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:


Continuo a notare come le suggestioni, in queste discussioni, stiano prendendo il posto dei fatti.
E questo la dice lunga risprtto al livello della discussione.

Nel mio modo semplice di vedere le cose, quando hai dei fatti che supportano la tua idea allora non hai bisogno di suggestioni. Se usi troppe suggestioni questo significa solo che hai troppi pochi fatti a supporto delle tesi che stai sostenendo, quindi ti arrangi con quello che hai (nel senso che devi sopperire a quello che NON hai, cioè i fatti. O almeno ne hai troppi pochi per ritenere tu stesso che bastino a portare un'argomentazione convincente).
Semplice, lineare, e funziona.


Evidenzio solo due casi.
Perdonate se nel primo mi dilungo un po', e mi perdonino gli autori se vengono presi a esempio.
In effetti ci sono anche esempi molto migliori (il problema è proprio questo) ma mi sta un po' fatica andare a ricercarli. Questi sono gli ultimi, quindi li prendo al volo.

Fabrizio70

Citazione:
Per i calcoli precisi occorrono dati precisi , senza i progetti precisi possiamo fare solo calcoli semplicistici. Giusto per capire il passaggio successivo normalmente gli scudi vengono calcolati in base alla densità , non al materiale , i dati normalmete si esprimono i g/cm2 , ovvero un cm2 deve avere il valore di x grammi per essere efficace , ovviamente più il materiale è denso minore sarà lo spessore , ma per questi calcoli il piombo ha la stessa efficacia della carta.

Citazione:
Sources of ionizing radiation exposure external to the vehicle or habitat for the subject missions arise from the galactic cosmic rays (GCR), geomagnetically trapped (Van Allen belt) protons, and protons and light ions from large solar proton events (SPEs). While some exposure from GCR ions and trapped protons will be unavoidable and while large SPE occurrence is rare, the SPE could be mission threatening,and therefore becomes the major designdriver for radiation protection. The lower-energy GCR component is markedly reduced with moderate shielding (~5g/cm2), but even thick shields are not effective against the omnipresent very high energy (but low flux) particles.


Dunque dei tre tipi di radiazione presenti quelli che sono stabilmente presenti in quantità sono i raggi galattici a bassa energia e servono ALMENO 5g ogni cm2. Calcoliamo ora la densità delle pareti del LEM , 1/8 di pollice corrisponde a 3 mm circa, l'alluminio ha una densità di 2700 kg/m3 , quindi la densità è di circa 1g/cm2 , ovvero un quinto del minimo sindacale.


Qui vado con i ricordi del liceo, fatto tre secoli fa e quindi sicuramente imperfetti: ma a me il problema pare espresso chiaramente da quel testo.
Ripeto: da QUEL testo.
Però di quel testo ne viene data una lettura abbastanza maliziosa.

Ci sono tre tipi di "radiazioni" ionizzanti: i raggi cosmici a alta energia, quelli a bassa energia e il cd. vento solare. Viene detto chiaramente che il problema principale è il vento solare.
Solo che il vento solare non è un "raggio".
"Raggi" veri e propri sono i raggi gamma o i raggi x. Le radiazioni neutroniche. Il vento solare è composto perlopiù di particelle cariche (solo negli imprevedibili periodi di attività intensa del sole ci sono i raggi gamma, per dire) ed è schermabile MOLTO più facilmente.

Per capire la differenza, o quantomeno che ESISTE una differenza, riporto da wiki:
Quanta più massa è concentrata in un dato spazio tanto più sarà probabile che abbia luogo l'assorbimento di una data particella vagante in quello spazio: questo è il motivo per cui in genere si usa un rivestimento di piombo, molto denso e assorbente, per schermare oggetti, contenitori e quant'altro dalla radioattività. Il piombo ha inoltre il vantaggio di essere l'elemento finale del decadimento dell'uranio e della sua famiglia, quindi nuclearmente molto stabile e poco soggetto a trasmutarsi, in tempi "umani", in altri elementi.

Fermare completamente emissioni di raggi alfa e beta è molto semplice e richiede pochi millimetri di un qualunque materiale solido o qualche decina di centimetri di aria; un efficace schermo contro i fotoni costituenti dei raggi X e gamma deve essere più spesso, e di materiale molto denso, come acciaio o piombo. Più complesso invece schermare una radiazione neutronica, poiché queste particelle penetrano e vanno molto in profondità: i neutroni, a seconda della loro energia e del materiale, possono reagire con i nuclei in diversi modi e per progettare uno schermo efficace si usano schermature multistrato; la parte interna è costruita con materiali pesanti (es. ferro), mentre la parte esterna con materiali leggeri.

Insomma: prima che gli gli studi spaziali diventassero sperimentali si credeva che affrontare i "raggi cosmici", anche per poco tempo, senza tonnellate di schermatura producesse questo effetto:


Poi dopo che si è fatta più ricerca "sul campo" gli scienziati sono arrivati alla conclusione che l'effetto atteso dei raggi cosmici per poco tempo produce sicuramente effetti indesiderabili, ma che al massimo possono portare a queste conseguenze qui.


Questo significa che la radiazione cosmica è prova di rischi?
Col piffero che lo è. Come tutte le radiazioni, ha effetti sull'organismo umano. Sono effetti cumulativi che dipendono da due fattori: l'intensità e il tipo della radiazione da una parte, la durata del tempo di esposizione dall'altra.
Stare esposti per molto tempo a radiazioni poco dannose può essere peggio che stare esposti per poco tempo a radiazioni molto dannose. Come sempre in questi casi, dipende tutto dai numeri.


Di numeri quel testo della NASA ne fornisce un bel po'.
Come primissima cosa mette subito in chiaro che i numeri che fornisce si referscono a soggiorni sulla Luna che vanno da un mese a 500 giorni. Lo fa proprio nella prima pagina.
Il primo case study che affronta parla di 96 ore di viaggio per andare e tornare, una permanenza di non oltre 14 giorni e l'attraversamento veloce delle fasce di Van Allen nella loro sezione più spessa (dichiarandolo, peraltro, assolutamente privo di rischi. Orbitare nelle fasce di Van Allen NO. Attraversare le fasce di Van Allen SI. Ma su questo ritorno dopo).
Complessivamente la missione dell'Apollo 11 è durata 8 giorni, comprese le orbite di lancio, e la missione lunare del LEM è durata 26 ore + 2 ore di EVA.

(P,S. @Fabrizio70: Nel tuo calcolo di "un quinto del minimo sindacale" probabilmente non tieni conto del fatto che la missione lunare è durata un quattordicesino del tempo previsto da quegli studi, e che alla protezione del LEM va sommata anche la protezione offerta dalle tute spaziali, che sono state indossate tutto il tempo. Se guardi la Tavola 9 del testo da cui hai preso i quote, vedi che con una densità di 10 g/cm2 un uomo di 30 anni può stare per NOVE GIORNI nello spazio senza correre nessun rischio intollerabile. Qui abbiamo una durata di circa un decimo del periodo, una densità di circa un decimo di quella prevista MA c'è anche la protezione aggiuntiva delle tute spaziali)


-------------------------------------------------------------------------



Ma torniamo a noi.

Quanta radiazione viene assorbita?
Le schermature antiradiazioni bastano o no?
C'è solo una cosa da fare per capirlo: misuriamole.



---------------------------------------------------------------------------



Per misurare l'effetto delle radiazioni sull'organismo si usa il Sievert (Sv). Siccome il Sievert è un'unità di misura ingombrante per misurare il livello di radiazione in questi casi si usa un suo sottomultiplo, il millSievert (mSv), che è pari a un millesimo del Sievert.
Per capire come funziona la cosa, se un uomo viene esposto per 24 ore a un livello di radiazione pari a 1 Sv, quindi un livello pericoloso ma piuttosto basso, le alterazioni negative al suo organismo (un temporaneo sballamento di alcuni valori del sangue) sono misurabili.
In alternativa la stessa persona può stare esposta per quasi TRE ANNI (all'incirca mille giorni) a un livello di radiazione pari a 1 mSv e avere lo stesso, identico effetto.
Stare esposti per 12 ore a 1 Sv di radiazione produce un assorbimento complessivo di 0.5 Sv. Lo stesso effetto si ha restando esposti per 500 giorni a un livello di 1 mSv, oppure per 250 giorni a un livello di 2 mSv.



Qui nasce il primo problema (ora amplio un po' il discorso. Non mi rifersco più solo a Fabrizio, che comunque sta ponendo questioni corrette).

La NASA dichiara che il livello di radiazione nello spazio "profondo" va da 2 mSv a 5 mSv al giorno.
Questo significa che una missione spaziale può durare, a quei valori, da 200 a 500 giorni prima di registrare i danni, temporanei, misurati a livello di 1 Sievert.

-> REPLICA DEI MOONHOAXERS: ma la NASA è quella che ha fatto la truffa, quindi non PUOI ritenere validi i dati forniti dalla NASA.
Il livello di radiazione nello spazio è INCOMPATIBILE (cit.) con le missioni spaziali, e SICURAMENTE non è proprio possibile attraversare le Fasce di Van Allen per via proprio delle radiazioni.
Perché? Perché lo dico io.




La trovo una considerazione oziosa, visto che gli stessi moonhoaxers accettano MOLTO volentieri i dati forniti dalla NASA, quando questi supportano la loro teoria. La misurazione effettuata dalla NASA delle radiazioni assorbite dagli astronauti, che dimostra l'efficacia degli scudi, è quindi inattendibile. Al contrario le informazioni sempre della NASA sulla quantità di radiazione presente nello spazio e sulla composizione degli scudi diviene attendibilissima.

Però ci sta che abbiano ragione, eh.
Allora facciamo che verifichiamo i dati della NASA con quelli misurati dai russi. Dai, ce ne sono fin dall'impero sovietico. Hai presente no? i nemici dell'America (e viceversa), la Guerra Fredda, lo scontro all'ultimo sangue fra modelli sociali, tutta quella roba lì. Dei russi potremo fidarci, no?
-> REPLICA DEI MOONHOAXERS: ma quanto sei ingenuo. I russi sono EVIDENTEMENTE d'accordo con gli USA nel falsificare i dati. La prova è che i dati forniti dai russi sono troppo simili a quelli americani.

Bah. A me pare che se due nazioni nemiche, con rapporti estremamente blandi - se non, in molti periodi, addirittura praticamente nulli - fra le rispettive classi accademiche, misurano la stessa cosa e ottengono risultati analoghi, magari queste misurazioni sono affidabili. E in ogni caso gli stessi moonhoaxers accolgono MOLTO volentieri i dati sia della Russia che dell'U.R.S.S., quando questi dati sostengono le loro teorie.
Ma tant'è.


Potremmo andare avanti e dire che questi dati sono stati confermati nel mezzo secolo successivo da tutti i dati raccolti anche dopo da tutte le nazioni che si sono impegnate nell'esplorazione dello Spazio. E che anche i modelli teorici ricavati dai fisici DI TUTTO IL MONDO sulla loro base sono coerenti.
Ma, come dire, m'immagino già le risposte.


E' per questo che trovo le discussioni sul Moon Hoax così noiose.
C'è questo evidente bias da parte dei moonhoaxers che a quanto pare gli fa ritenere affidabili le informazioni (e le fonti) solo se queste danno ragione alla loro teoria.
Se invece le informazioni sono contrarie alla loro teoria, allora improvvisamente sono informazioni manipolate. Ovviamente manipolate dalle stesse fonti che fino al secondo prima erano affidabili.


Credo che il commento migliore alla discussione sia stato fatto da invisibile: se uno è tifoso della Roma, non è che con i ragionamenti riesci a fargli cambiare squadra.
E il bello è che hanno il coraggio di definire gli altri "believers"




Quint'essenza underscore: si costruisce un avversario fittizio dalle caratteristiche ovviamente deboli (mica il robot di Dune là su Caladan) e lo si batte facilmente.

Quint'essenza bold: ricorso all'autorità anonima (funziona sempre ed è strausato per tarpare le ali agli scettici nelle varie discussioni web sulle varie spinose questioni scientifiche odierne dalla relatività alle particelle subatomiche passando per le saghe spaziali ) .

Quint'essenza del discorso delle radiazioni: dal dentista per un'ortopanormaica ci si espone di piu' . Ora, a parte che l'operatore addetta alla macchinetta che fa i raggi non si espone ma si ripara dietro un'opportuna schermatura anche se l'operazione dura un'attimo, giusto il tempo di un click, , l'idea che alla fine sublima e fa presa su cio' che incontra come lo iodio su un foglio di cellulosa è che la radiazione cosmica che di qua alla luna e ritorno si puo' incontrare in termini qualitativi e quantitativi in definitiva cosi' puo' essere riassunta: trattasi di bazzecole.

Ora in questa storia delle radiazioni ci sono piu' problemi:
N. 1 : C' è innanziututto una questione di stile: nelle illustrazioni divulgate in illo tempore misteriosamente le fasce di Van Allen semplicemente non ci sono.
Esempi classici:

link img1

link img2


Le conseguenze di questo modo di fare divulgazione sono ovvie.


N. 2 : L'incontro con la particella spaziale sbagliata non è un evento poco probabile, è un evento frequente ed è il fattore di rischio molto serio.
Dice la letteratura:
Things Get Trippy Whenever You Close Your Eyes
Astronauts aboard the very first space flights were befuddled and spooked by mysterious flashes of light they noticed while up in orbit. Big whoop, you might think -- it's freaking space, there must be any amount of weird shit going on. Maybe it was sunlight reflecting off a satellite, or some glinting piece of debris, or just a curious alien spacecraft.

There was just one problem: Those weird lights never occurred when they were actually looking at stuff. Those brilliant flashes were only visible with closed eyes. Yes -- in space, you've got your very own private disco in your head, baby! Also, you will probably think you're going crazy.

This free light show is caused by highly charged particles, aka radiation, whizzing through space and then directly into -- and through -- the eye's retina. As it strikes your gushy eye matter at great speed, it tricks your brain into thinking you're seeing lights. Earth's benevolent magnetic shield protects us from the majority of the electric matter that the sun is constantly throwing at us. Therefore, we don't get to enjoy a psychedelic firework show every time we blink. In space, there's no appreciable level of magnetic protection, so your eyes will have to deal with the sun's full penetrative fury.

At first, these lights might seem only like an inconvenience. Then, around your first sleeping shift, reality dawns: How the hell are you going to catch a moment of sleep when the insides of your eyelids are holding a Daft Punk concert? And, of course, it doesn't end there. Space is a vindictive bastard that also wants to screw you in the long run. The constant radiation penetration actually causes structural damage to the delicate tissues in your eyes, which may well lead to permanently messed up eyesight should you stay up there for more than a month.

(www.cracked.com)

In pratica l'esporsi alla radiazione cosmica ha come primo effetto il danneggiamento dell'apparato visivo e scusatemi se è poco, poi si nota la tendenza a sviluppare una forma di diabete e poi chissà quant'altro ancora succede che non osiamo nemmeno immaginare altro che dosi innocue.

Ora la quint'essenza del discorso che si sente e che nel discorso di cui è stato ribadito è che mai c'è stato un incontro "fatale" con le particelle spaziali sbagliate e se caso mai c'è stato nulla di grave alla fine ne consegui'.

Ora se ci fate caso è la stessa scena che vediamo nella fiction usa e getta degli ultimi decenni: gli eroi del film sfuggono sempre indenni alle granaiole di colpi del nemico.

Ora se una cosa succede nei film dove i registi non sprecano la loro fantasia per costruire escene plausibili (non con le guardie non allenate al tiro e non addestrate a fare bersaglio), la medesima cosa non è detto che succeda nel reale: nel reale le guardie sono allenate al tiro e fanno bersaglio e replicare le scen dei film magari non è una buona idea.

Ora come si puo' passare indenni attraverso piu' fasce di particelle cariche elettricamente ed estremamente energetiche e di cui una costituita addirittura da antimateria saparate tra di loro da un dieletrico (il vuoto) come le facce di un condensatore ?

Semplice: adottando la stessa tecnica dei film, la tecnica "suspension of disbelief" (altro che schermature all'avanguardia, basta molto meno, basta una soluzione a costo zero).

Ma le cose nell'ambito del risparmio e dell'ottimizzazione in ambito spaziale sono davvero a costo zero ?
Dice la letteratura:
Citazione:

"Il maggiore ostacolo a missioni umane su Marte è considerato il rischio per gli astronauti di incorrere durante il viaggio in letali tempeste solari. Ora, come riferisce un articolo pubblicato a cura dello Institute of Physics, alcuni ricercatori sono riusciti a prospettare una soluzione: una magentosfera protatile.

Le particelle solari energetiche, che pure costituiscono solo una parte dello spettro della radiazione cosmica, sono fra quelle che più preoccupano perché più facilmente potrebbero determinare danni anche letali agli astronauti. Enormi quantitativi di queste particelle energetiche vengono proiettate a intermittenza nello spazio sotto forma di vere e proprie "tempeste", che arrivano senza molto preavviso. La vita sulla Terra è protetta dalla presenza del forte campo magnetico del pianeta, che devia e blocca questi flussi.

Gli astronauti delle missioni Apollo che hanno passeggiato sulla Luna sono i soli esseri umani che abbiano viaggiato completamente al di là dello scudo protettivo offerto dalla magnetosfera terrestre, rimanendovi per un periodo sufficientemente breve - in media otto giorni - da rendere improbabile incorrere in una di queste tempeste solari. Una missione su Marte richiederebbe però circa 18 mesi di viaggio, un tempo abbastanza lungo da avere quasi la certezza di incontrarne una.

Ora un gruppo di ricercatori del Rutherford Appleton Laboratory e delle Università di York, Strathclyde e IST di Lisbona ha sviluppato una serie di modelli per mostrare che è possibile proteggere gli astronauti all'interno di una navicella spaziale dotandola di una "magnetosfera tascabile" sufficiente a deviare le particelle ionizzate fortemente energetiche dei venti solari.

L'idea di dotare di una propria magnetosfera razzi e sonde spaziali risale agli anni sessanta, ma non è mai stata considerata un'opzione praticabile dato che si riteneva che solamente una "bolla magnetica" di almeno 100 chilometri di diametro sarebbe stata efficace.

Una serie di simulazioni al computer in cui sono stati messi a frutto i progressi nelle conoscenze sulla fusione nucleare degli ultimi 50 anni ha permesso invece di dimostrare che per proteggere una piccola astronave sarebbe sufficiente una bolla di poche centinaia di metri di diametro.

link magnetosfera portatile

Ossia ottimizzando un po' il tutto per schermare la radiazione cosmica bastanono solo poche centinaia di metri di un campo magnetico, ma non di uno qualuqnue , attenzione,ma del genere usato per confinare il plasma negli esperimenti sulla fusione. Ora ho provato a chiedere al negozio di elettronica qui dietro l'angolo se avevano un magetron o latro dispositivo capace di produrre una roba simile ma mi hanno detto di ripassare.

N. 3 Altra questione di fondo già evidenziata: in ultima analisi nessuno può replicare gli esperimenti di che trattasi in maniera indipendente, ossia nessuno può fare la verifica sperimentale e vedere se per davvero facendo quattro passi tra le fasce di van allen si ritorna con le sembianze dell'uomo torcia (visto che i campi elettricimagnetici sono restii a farsi attraversare) o della donna invisibile ( se caso mais i becca la fascia giusta di antiprotoni) o della "cosa" (con schermatura cablata dall'evoluzione nell'hardware che salta su alla bisogna come i calli alle mani) . Siamo cioè nello scenario riassunto nel termine "Fälschungsmöglichkeit" (inficiabilità): se nessuno puo' verificare sperimentalmente allora trattasi di metafisica.

Fabrizio70
Inviato: 15/4/2014 6:18  Aggiornato: 15/4/2014 6:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
@Fabrizio70: Nel tuo calcolo di "un quinto del minimo sindacale" probabilmente non tieni conto del fatto che la missione lunare è durata un quattordicesino del tempo previsto da quegli studi, e che alla protezione del LEM va sommata anche la protezione offerta dalle tute spaziali, che sono state indossate tutto il tempo. Se guardi la Tavola 9 del testo da cui hai preso i quote, vedi che con una densità di 10 g/cm2 un uomo di 30 anni può stare per NOVE GIORNI nello spazio senza correre nessun rischio intollerabile. Qui abbiamo una durata di circa un decimo del periodo, una densità di circa un decimo di quella prevista MA c'è anche la protezione aggiuntiva delle tute spaziali


Pispax l'avevo scritto più sopra che in effetti non c'erano problemi per Apollo 11 , ma le ultime missioni sono durate di più , ci devi aggiungere ben tre giorni di permanenza sulla Luna , ed a proposito della Tav. 9:

Citazione:
Table 9.
Allowable Days in Free Space at Solar Minimum Behind 10 g/cm2 of Aluminum Shielding


Le missioni si sono svolte durante il MASSIMO solare ed inoltre le tute delle missioni apollo pesano la metà di quelle attuali per consentire una maggiore mobilità sulla superficie lunare.

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Fabrizio70
Inviato: 15/4/2014 6:26  Aggiornato: 15/4/2014 6:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
I test servono a trovare errori ingegneristici (il comportamento teorico di un corpo è invece ampiamente prevedibile)




Vallo a dire agli ingegneri della Mercedes , sai le risate

Citazione:
I trucchi alla Mary Poppins non possono spiegare volute perfettamente paraboliche, moti uniformemente accelerati con la giusta costante g, le riprese col rover, etc. il tutto per ore e ore di video senza intoppi.
Ci arriva chiunque.


Red il discorso "senza intoppi" è un mito , non puoi usarlo come prova :


Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Sertes
Inviato: 15/4/2014 8:53  Aggiornato: 15/4/2014 10:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
Red_Knight ha scritto:
Citazione:
Sertes ha scritto:
Sono dettagliatissimi nell'essere manuali operativi, da quelli non si replica un cazzo.


E io dove ho mai detto che devi usarli per costruirti il tuo LEM in giardino? È dagli, è la seconda volta che tenti di insinuare questa cazzata.


Hai capito il campione della lotta contro il misquote, che adesso tira fuori il giardino!! Ma bravo, ma bravo.

Io so per certo cosa hai scritto, ecco qua:

Citazione:
Red_Knight ha scritto:
Ho fatto presente quanto accurata fosse quella documentazione per togliere ogni scusa sulla panzana della tecnologia irreplicabile.


Citazione:
Red_Knight ha scritto:
Anche se non sono piani di costruzione probabilmente ce n'è abbastanza da ricostruire il LEM tramite retroingegnerizzazione


E io ti rispondo per l'ennesima volta che no, un manuale operativo del LEM non permette di ricostruire il LEM

-----

Citazione:
Te li ho linkati affinché tu potessi divertirti, insieme a totalrec, nel trovare gli aggeggi misteriosi, cosa per cui i dettagliatissimi manuali operativi bastano e avanzano. Il fatto che tu ti rifiuti di farlo mi fa pensare che tu non sia in grado di suffragare le tue precedenti affermazioni. Faresti meglio a riconoscerlo.


Tu sopravvaluti il mio tempo libero e soprattutto sopravvaluti la tua dialettica:

Io ho già in mano una prova forte (l'assenza dei progetti del LEM) e secondo te dovrei perdere tempo per cercare una prova debole (eventuali incongruenze in un manuale operativo e negli schemi AGC)???

Allora io apro il NIST NCSTAR1, 10.000 pagine e vado a cercare la dinamica del crollo. Non c'è. Secondo te dovrei soprassedere su questa prova forte e prendermi il tempo di leggere le 10.000 pagine di fuffa su impatti, incendi ed innesco del crollo per vedere se c'è un incongruenza pure lì? O continuare a denunciare il fatto -eclatante- che negli studi del NIST la dinamica del crollo non c'è?

Se tu hai una passione per i computer storici studiati pure l'Apollo Guidance Computer fino alla nausea.
Io ho una passione per le menzogne e per i metodi che vengono usati per coprirle, e a chi mi racconta che è andato sulla luna continuerò a chiedere alla nausea gli schemi del LEM. Al 15/4/2014 non ci sono e la Grumman ha ammesso di averli buttati via. Questi sono i fatti, appurati i fatti ciascuno può avere la sua opinione, ma un manualetto che parla di altre cose (minori) non mi interessa.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Redazione
Inviato: 15/4/2014 9:34  Aggiornato: 15/4/2014 10:00
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
EARLTURNER: Hai detto che quello della bandiera di Apollo 15 è un vecchio video visto e rivisto, come se la cosa fossa già stata debunkata, ma poi non sei capace a darne una spiegazione valida.

Sei un buffone.

Pispax
Inviato: 15/4/2014 14:36  Aggiornato: 15/4/2014 15:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Fabrizio70

Citazione:
Pispax l'avevo scritto più sopra che in effetti non c'erano problemi per Apollo 11 , ma le ultime missioni sono durate di più , ci devi aggiungere ben tre giorni di permanenza sulla Luna , ed a proposito della Tav. 9:


Hai sicuramente ragione tu.
Per quanto mi riguarda il problema è che la teoria del Moon Hoax è ancora troppo nebulosa per poter avanzare obiezioni sistematiche. Nel senso che non è chiaro quali siano le obiezioni lecite.

Come avevo già chiesto in un forum, dati i tre possibili filoni della "truffa" succede che alcune teorie lunacomplottiste si contraddicono fra loro. Ma succede anche che alcune obiezioni (da parte di chi vuole debunkarla) cessano di essere lecite legittime.
[EDIT: nel senso che se, ipoteticamente, si scegliesse il punto n.2, allora tutte le teorie sul fatto che le FVA siano non oltrepassabili da equipaggi umani decadrebbero automaticamente. Ma anche continuare a avanzare obiezioni basate sul fatto che le FVA sono tranquillamente oltrepassabili genererebbe solo inutile rumore di fondo]



I tre possibili filoni sono questi:

1) TUTTA la storia dei viaggi spaziali con equipaggio umano oltre le fasce di Van Allen è falsa, almeno per quanto riguarda le missioni Apollo

2) I viaggi con equipaggio umano hanno oltrepassato le FVA ma TUTTA la storia degli allunaggi è una menzogna

3) La menzogna raccontata riguarda solo l'Apollo 11 ma successivamente alcuni allunaggi ci sono stati.


Avevo chiesto esplicitamente di definire a cosa ci si riferisce quando si parla di Moon Hoax. Ho trovato curioso che gli UNICI che hanno risposto sono stati quelli meno attivi in questo tipo di discussione.
Sia chiaro: capisco benissimo, sul piano dialettico, la necessità da parte dei lunacomplottisti di lasciare indeterminati i termini della questione. Questo gli permette di partire dal punto uno e avere, nel caso venga risolto, altre due linee di difesa per la loro teoria. Se si dimostra che i viaggi umani oltre le FVA sono tranquillamente possibili si arretra sulla posizione due; e se niente risultasse a danno delle successive missioni Apollo c'è sempre la posizione 3 da difendere.

(Incidentalmente accade anche che questo tipo di indeterminatezza indebolisca in modo molto evidente la posizione lunacomplottista, almeno per chi ha chiara l'economia di un dibattito. Una mente maliziosa potrebbe partire da questa considerazione per dedurre che tutto sommato il lunacomplottismo è una cosa che ha per destinatario gli sprovveduti. Per fortuna io sono assolutamente privo di malizia ).



Ma tant'è.
Siccome il denominatore comune alle tre possibili teorie è la possibile falsità dell'Apollo 11, personalmente ho deciso di parlare SOLO dell'Apollo 11.
Un po' lo faccio per pigrizia, un po' perché è una posizione che trovo ragionevole. Di sicuro quella è stata la missione più difficile, quella che non si poteva basare su NESSUNA esperienza precedente ma solo sugli studi teorici.
Una missione che doveva funzionare da collaudo tecnico e anche da collaudo tecnologico scientifico.

Per dire, se i dosimetri degli astronauti avevano (o, se preferisci, avessero) registrato durante la permanenza sulla Luna una dose di radiazione inferiore a quanto teoricamente previsto, ovvero una dose tale da permettere una sosta più lunga, ecco che il problema è risolto per le missioni successive.
L'unica missione che non aveva questi dati a disposizione era la prima.







Citazione:
Le missioni si sono svolte durante il MASSIMO solare ed inoltre le tute delle missioni apollo pesano la metà di quelle attuali per consentire una maggiore mobilità sulla superficie lunare.

Sempre leggendo lo studio postato da TE, a un certo punto si dice che la probabilità di incappare in un periodo di "massimo solare" è nell'ordine di 10^-6, ovvero di una su alcuni milioni.

POI se non sbaglio si fa riferimento ANCHE all'attività solare PREVEDIBILE, quella ciclica (non ricordo se il periodo è di 11 anni, di 7 anni o entrambi).

L'impressione che ne traggo è che il "massimo solare" a cui si riferiscono gli scienziati della NASA sia una cosa diversa da quello che dici tu.
In effetti il Sole ha ANCHE delle attività eccezionali di attività estremamente intensa, detta "Gran Massimo", a frequenza secolare (o plurisecolare, a seconda).
Ripeto, è un'impressione. Va presa per quello che vale.
Il tema delle esplorazione spaziali mi interessava molto, ma anche molto tempo fa, quindi non sono completamente digiuno. Anzi.
Ma oggi non ho troppo interesse a sbattermi ulteriormente per questa roba.

In ogni caso, se ti capita di voler verificare la veridicità della mia affermazione (quella della probabilità) magari avrai anche la curiosità di approfondire l'argomento.
Nel caso, e sempre se ti fa voglia di perdere tempo a scrivere un altro post, valuta se condividere le informazioni che ottieni.

earlturner
Inviato: 15/4/2014 14:54  Aggiornato: 15/4/2014 14:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
@Redazione


Argomenti di ferro eh?

earlturner
Inviato: 15/4/2014 15:05  Aggiornato: 15/4/2014 15:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Ivan, ivan ivan...poi date del buffone a me.
E vabbe'.
Era il lontano 2009, il nostro Ivan, sempre a corto di argomenti, tira fuori la stessa identica immagine che tra l'altro aveva postato il mitico Trystero, presa da Epoca.

Questa
http://img405.imageshack.us/img405/6046/apollo11orbitar.jpg

E questo quell'iimagine vuole spiegare, ovvero, il

Ripasso delle fasi del viaggio dell'Apollo 11:

Il primo motore/stadio del Saturn 5 si sgancia (cutoff) dopo 2 minuti dalla partenza. In quel momento la velocità (secondo quanto dichiarato dalla NASA e pubblicato nel libro "Apollo, the definitive sourcebook") era arrivata a circa 5,320.8 ft/sec, ovvero 1,6 km/sec
Poi si stacca anche il segmento intermedio e in quel momento la velocità è arrivata a 7,882 ft/sec, ovvero 2,4 km/sec
Chiaro che la velocità è aumentata perché ora il Saturn è più piccolo e leggero (circa la metà rispetto al gigante che è partito).
Il secondo motore/stadio del Saturn 5 si stacca dopo 9 minuti. In quel momento la velocità è di 21377 ft/sec, ovvero 6,51 km/sec
Il terzo motore/stadio si stacca dopo 2 ore e 50 min. La velocità è di 10,84 km/sec
E siamo ancora in orbita terrestre.
Dopo il distacco dell'ultimo stadio del Saturn 5, verso la Luna si avvia il solo Command Module dopo aver agganciato il LEM. Il Saturn a questo punto non c'entra più e non so cosa abbia potuto misurare Pokrovsky se dici che secondo lui il Saturn 5 arrivò in orbita lunare.


Manco a dirlo, per Ivan questa e' la prova del complotto. Perche'? Perche' non vengono mostrate le temibili Fasce di Van Allen. Ahhhhh ecco, mistero svelato.
Bello e' che l'ho scritto proprio sopra, i lunacomplottisti portano
sempre, solo ed esclusivamente le stesse tre quattro argomentazioni.
Ah, si, il vecchio 3d del 2009 e' questo, per favore, sganasciatevi anche voi

http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=5304&forum=13&post_id=147994#forumpost147994

Vai cosi'!

Edit

Pispax cit -

Per quanto mi riguarda il problema è che la teoria del Moon Hoax è ancora troppo nebulosa per poter avanzare obiezioni sistematiche. Nel senso che non è chiaro quali siano le obiezioni lecite.

Il fatto e' che non frega ad un cazzo di niente a nessuno a parte ai complottisti. Seriamente, te lo vedi un Chiesa o un Redazione che titolano "Ao' ce semo sbajati ce so' annati pe' davero su a luna", ma manco per il cazzo. Conta solo lc quanti sono i post bisognosi di rettifica, quelli con le petitio principi per titolo... Vai, dai un'occhiata al 'dossier lunare', qui, pubblicato su lc e dimmi se una, una sola misera rettifica sia mai stata fatta su quelle foto. Perche' no? Te lo dico in gran segreto, quelle foto sono 'maliziose' e se le confronti con gli originali il castello crolla e il dossier non si fa piu'
Non fabbricano piu' gli specchi di una volta

earlturner
Inviato: 15/4/2014 15:22  Aggiornato: 15/4/2014 15:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Quiz : trova gli originali







Ora, indovinate un pochini quali immagini erano e sono tutt'oggi nel "dossier luna" di luogocomune?

Non a caso uno dei 3d piu' gettonati di sempre

http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=4284&viewmode=flat&order=ASC&start=120

Pispax
Inviato: 15/4/2014 15:23  Aggiornato: 15/4/2014 15:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Mentre scrivevo è presa la curiosità anche a me.

Siccome il mio pessimo (e purtroppo al momento anche insostituibile) browser non mi permette un copiaincolla da pdf, la parte a cui mi riferisco è al capitolo II, sez. A del testo che hai linkato
(http://ntrs.nasa.gov/archive/nasa/casi.ntrs.nasa.gov/20050215115.pdf)

Come elementi di valutazione si fa riferimento a un SPE "ordinaria", registrata a "sept1989" e considerata trascurabile. Poi c'è una Large SPE più intensa (2X sep19t89) e una Large SPE ancora più intensa (4X sept1989).
Infine si fa riferimento a una sorta di "super" SPE, che occorre una o due volte per secolo, indicata come feb1956).

Alla fine del paragrafo si fanno alcune comparazioni, e se qualcuno ha voglia di mettersi a fare le equazioni si può ricavare un ordine di grandezza sia per SPE che per SPE feb.1956.




Per quanto riguarda le tute, al cap. III si fanno dei paragoni.
Si dice che nel caso (irrealistico) che le tute spaziali non offrissero NESSUNA protezione l'esposizione per gli astronati durante le EVA lunari sarebbe pari a 0.085 cSv al giorno, cioè pari a 0.425 Sv per uno scenario che preveda un'EVA continua della durata di 500 giorni. Questo a condizione che nessuna SPE si verifichi nel frattempo, cioè a un minimo assoluto di attività solare.

Per inciso quel testo dice il contrario di quello che sostieni tu rispetto alla radiazione lunare, che nel capitolo successivo, a quanto riesco a capirne, per via della protezione aggiuntiva della regolite viene dichiarata pari a poco più della metà di quella registrata nello spazio.

La conclusione di quel testo è che se si vogliono ridurre al minimo i rischi per gli astronauti se si crea un habitat di alluminio a densità 10/cm2 allora sono possibili permanenze sulla Luna di 90 giorni, anche se con poche EVA. Al contrario, un habitat simile è del tutto insufficiente per permanenze di 500 giorni.


Come vedi, gli ordini di grandezza trattati sono completamente diversi da quelli che usiamo noi per le missioni Apollo.

earlturner
Inviato: 15/4/2014 15:29  Aggiornato: 15/4/2014 15:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
L'ho notato solo ora.

Mio commento
Earlturner
Diciamo che, fondamentallmente, posso riassumere la posizione di molti con questo bell'esempio di pensiero indipendente : Total_Rec cit- Meraviglioso. Un documentario realizzato dalla NASA, in una sede della NASA, sotto la supervisione del personale della NASA (a proposito, ma sono tutte così zoccole le ricercatrici NASA? Voglio entrarci anch'io!) in cui, tra frizzi e lazzi, si sostiene che la NASA non ha mai preso per il culo nessuno. Una prova indiscutibile, veramente... Quel malcelato disprezzo e l'uso del ridicolo sembrano essere una costante del complottismo di serie b. Se non altro del lunacomplottismo.



Poco piu' sotto, Total_Rec risponde
Total_Rec
Meraviglioso. Un documentario realizzato dalla NASA, in una sede della NASA, sotto la supervisione del personale della NASA (a proposito, ma sono tutte così zoccole le ricercatrici NASA? Voglio entrarci anch'io!) in cui, tra frizzi e lazzi, si sostiene che la NASA non ha mai preso per il culo nessuno. Una prova indiscutibile, veramente. N.B: ho riciclato il commento di qualche anno fa, che mi sembra ancora perfetto per il video in questione. Non avevo, in sincerità, alcun desiderio di sprecare un commento nuovo per una buffonata così.


Posso riassumere cosi' :


Total_Rec, dai, lo hai fatto apposta?

Escape2013
Inviato: 15/4/2014 15:48  Aggiornato: 15/4/2014 15:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/5/2013
Da:
Inviati: 358
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Col mio 5 sparato e perpetuo in matematica non ho titolo per parlare con cognizione di causa.

E' evidente che sia gli scettici che i sostenitori della Versione Ufficiale sull'argomento "Luna" hanno validi argomenti e, stante anche la difficoltà di stabilire la verità a distanza di tanto tempo (JFK insegna....), senza contare che i riscontri stanno ad appena 300 e passa mila Km, per me la cosa più logica è finirla in patta e amen.

Tuttavia è un'offesa all'intelligenza comune liquidare la questione incentrandosi solo sugli aspetti tecnici se non si considera il periodo di allora, pervaso da una rivalità irrazionale e paranoica tra superpotenze e, soprattutto, di qual era la "gallina che cantava".

Una superpotenza che aveva ingoiato senza fare una piega un rospo abominevole come la Commissione Warren, impelagata in un intervento sporco quanto assurdo quale il Vietnam, col trofeo di Che Guevara in bella vista nel quartier generale della CIA e qualche golpetto giusto per mantenersi in allenamento in giro per il mondo (e qui mi fermo).

Se un geniale pluritruffatore dichiarasse a reti unificate di aver ottenuto petrolio dalla fermentazione delle melanzane e portasse a prova fiumi di dati, video e dichiarazioni giurate di eminenti scienziati ma, per motivi di sicurezza data la delicatezza della scoperta, senza far accedere pubblico e giornalisti alla fantomatica distilleria di melanzane, è lecito nutrire qualche dubbio?

Se il mio è un discorso da deficiente rincoglionito basta dirlo...

toussaint
Inviato: 15/4/2014 15:57  Aggiornato: 15/4/2014 15:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
qui c'è qualcosa che non quadra.
allora, stando a quanto scrive la NASA (citata da Pispax) un'esposizione degli astronauti senza alcuna protezione li esporrebbe a SOLI 0,85 millisievert al giorno.
ed è qui l'incredibile!
a me risulta che una TAC espone il paziente ad un'esposizione di 8 millisievert e una TAC dura al massimo mezz'ora.
dunque, con un semplice calcolino, con una TAC ci esporrebbero a un'intensità di radiazioni circa 480 volte superiore a una passeggiata nello spazio profondo?
MA STIAMO SCHERZANDO O COSA?


anche perchè si gioca sul fatto che le misurazioni siano riferite ad un arco temporale (ora, giorno, anno) il che serve solo per poter confrontare misurazioni diverse.
MA QUELLO CHE CONTA, AI FINI DEL RISCHIO DI INSORGENZA DI TUMORI, E' L'INTENSITA' DELLE RADIAZiONI, OSSIA QUANTE PARTICELLE E CON QUALE ENERGIA ATTRAVERSANO IL CORPO UMANO.
dunque, Pispax sta affermando (con il concorso di mamma NASA) che i medici ci stanno sterminando con le TAC.
bè, ciò conforta alquanto...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
horselover
Inviato: 15/4/2014 16:30  Aggiornato: 15/4/2014 16:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/9/2012
Da:
Inviati: 1898
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
per quanto bassissime e innocue dovevano pur sempre essere differenti le rilevazioni su chi era stato in orbita e chi sulla luna. il problema non è se siano dannose o no, ma il fatto che dentro e oltre le fasce di van allen si assorbe una quantità di radiazione cosmica uguale a quella di una normale orbita terrestre. strano

Pispax
Inviato: 15/4/2014 16:32  Aggiornato: 15/4/2014 16:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Escape2013

Citazione:
Una superpotenza che aveva ingoiato senza fare una piega un rospo abominevole come la Commissione Warren, impelagata in un intervento sporco quanto assurdo quale il Vietnam, col trofeo di Che Guevara in bella vista nel quartier generale della CIA e qualche golpetto giusto per mantenersi in allenamento in giro per il mondo (e qui mi fermo).

Se un geniale pluritruffatore dichiarasse a reti unificate di aver ottenuto petrolio dalla fermentazione delle melanzane e portasse a prova fiumi di dati, video e dichiarazioni giurate di eminenti scienziati ma, per motivi di sicurezza data la delicatezza della scoperta, senza far accedere pubblico e giornalisti alla fantomatica distilleria di melanzane, è lecito nutrire qualche dubbio?


"Nutrire qualche dubbio" non solo è lecito. Per quanto mi riguarda è diventato obbligatorio.
Anche a condizioni migliori di quelle che dici tu.

La cosa che io contesto è il Culto del Dubbio Perenne.
In particolare quando per alimentare il "dubbio" si continuano a portare, sistematicamente, elementi già abbondantemente risolti.



Nel senso che tu puoi bisticciare con tua moglie per motivi di gelosia.
Lei è uscita alle 14, è tornata alle 19 tutta scarmigliata e tu "lecitamente" puoi sospettare un tradimento.
La sua spiegazione "sono stata al centro commerciale, c'era molta gente, sono anche caduta malamente e al ritorno ho trovato tantissimo traffico" non ti convince per un cazzo.

Le ti porta i dati della Polizia stradale sul traffico, e effettivamente vedi che c'era moltissimo traffico. Ti porta le registrazioni video del centro commerciale, e effettivamente vedi che c'è stata. Ti porta il referto del Pronto Soccorso, e quindi anche il suo essere scarmigliata ha una spiegazione.


Questo chiaramente non ti mette al sicuro da un possibile tradimento. Magari ha fatto del gran sesso con un venditore di accendini nel parcheggio sotterraneo.
Se però OGNI VOLTA ricominci la discussione dicendo "non è chiaro come hai trascorso queste cinque ore", quello che invece è chiaro è che di capire se effettivamente c'è stato un tradimento in definitiva A TE non interessa una bella sega.
Stai solo cercando una scusa per divorziare, fregandotene del fatto che sia fondata o meno.


Questo è quello che succede nelle discussioni sul Moon Hoax.
Vengono portati elementi di dubbio. Alcuni di questi vengono risolti. Ci si aspetta che la volta successiva vengano portati ALTRI elementi di dubbio, quelli ancora da risolvere.
Invece quello che succede è che gli elementi di dubbio sono sempre gli stessi, infischiandosene del fatto che siano stati risolti o meno.
Ancora oggi siamo a parlare del fatto che sia IMPOSSIBILE attraversare le fasce di Van Allen, che le radiazioni nello spazio siano INCOMPATIBILI con le missioni spaziali, il mancato collaudo SULLA TERRA di un oggetto destinato a operare SULLA LUNA, a 1/6 di gravità e nel vuoto assoluto, e cose così.
Ogni obiezione a questi - letteralmente - "articoli di fede" viene sistematicamente e deliberatamente ignorata.
Chiaro che questo approccio non è universale. Però è generale. Le eccezioni sono davvero molte poche.


Questo significa che il problema del Moon Hoax (a cui io non credo) sia definitivamente risolto?
Certo che no.
Significa solo che la letteratura lunacomplottista non pare aver voglia di risolverlo.
A giudicare dal modo in cui vengono affrontate le discussioni, sembra che l'obiettivo principale più che risolvere il "dubbio" (che per i lunacomplottisti è una certezza) sia nei fatti quello di attirare proseliti alla "causa".


Quale sia questa "causa" non è dato sapere.
Ma che una "causa" ci sia parrebbe essere evidente. Spiegazioni diverse non riesco a darmene.

earlturner
Inviato: 15/4/2014 16:46  Aggiornato: 15/4/2014 17:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
-Avvertenza-
Commento lungo, lunghissimo, a tratti insostenibile


@Redazione

In pratica hai costruito il tuo castello accusatorio basandoti sulle foto [ quali?non si sa ] e il peggior esempio di ricerca lo hai fornito proprio tu. Lo ricordiamo anche ai lettori? Mi sembra giusto :

Era il lontano 2009 e il 3d era sempre quello, sempre, Risposte alle pagine lunari.
Cosa sta succedendo dunque? Si discute quali sarebbero le foto false, e si snocciolano quelle tre quattro applicazioni in uso all'epoca di Apollo riguardo la manipolazione fotografica...
Riporto la questione per intero :

==============================================

Redazione cit -TRYSTERO cit : "Ti posso dire che l'idea delle foto nel deserto poi scontornate per farle credere sulla Luna è demenziale."

Cosa vuoi che risponda, a una frase così? Che per me è la cosa più semplice e più evidente del mondo? Vuoi che mi metta a spiegarti cone si faceva, con una semplice mascherina di cartone? Io ho provato a proporti un ragionamento serio, ma visto che non l’hai nemmeno cagato ti lascio alle tue “sofisticate considerazioni tecniche”. Ti allego però questa foto. Guardatela bene. Guarda bene il bordo della collina, come è tutto annerito, da sinistra a destra, e poi vienimi a raccontare che quel cielo non è scontornato.




==============================================

Mistero misterioso!
Gran Mistero, oserei dire. Ma il mistero non sono tanto le "manipolazioni", il mistero vero e' da dove Redazione abbia tirato fuori quelle foto. Cosi' si l'utenza, quella preparata, si mette in moto.

Trystero chiede :

==============================================

Trystero cit - A parte il fatto che non metti mai i numeri di catalogo originali ed è poi difficilissimo andare a trovare le versioni ad alta definizione, ho trovato l'immagine. Deve essere una di queste, probabilmente la seconda:

http://www.hq.nasa.gov/alsj/a17/AS17-143-21935HR.jpg http://www.hq.nasa.gov/alsj/a17/AS17-143-21936HR.jpg http://www.hq.nasa.gov/alsj/a17/AS17-143-21937HR.jpg

Ma come mai queste immagini, che derivano da scansioni degli originali e reperibili qui nella sezione Full Hasselblad Magazines http://www.apolloarchive.com/apollo_gallery.html non mostrano né quel forte contrasto né quell'alone?

A mio parere quel particolare scelto da te, se non viene da qualche sito "strano", deve far parte di un fotomontaggio panoramico tipo questo http://apod.nasa.gov/apod/ap061210.html nel quale ovviamente è stato ritoccato il contorno per attaccare un fotogramma all'altro.

Dunque una elaborazione assolutamente normale e senza traccia di complotto. A questo punto però è necessario sapere una cosa importante: da dove arriva quel particolare? E come mai mostra un alone che le scansioni dagli originali non hanno?

==============================================


Il mistero misterioso non sembra arrestarsi, cosi' come al solito interviene Redazione, che pondera sempre le risposte :


==============================================

Redazione cit - Il fotomontaggio ce l'hai nel cervello, trystero. Credevo di aver trovato un interlocutore serio, ma mi sono sbagliato. Saluti a tutti. M.M.

Nota : era il 18 Aprile

==============================================


Tuttle cit - Massimo (ciao), perché ti arrabbi?
La considerazione di Trystero è corretta. Nella versione HR non è presente l'alone più scuro sui contorni dello sfondo. Sarebbe buona cosa ragionarci su.

http://www.hq.nasa.gov/alsj/a17/AS17-143-21936HR.jpg


==============================================


Trystero cit - Redazione ha scritto: Il fotomontaggio ce l'hai nel cervello, trystero. Credevo di aver trovato un interlocutore serio, ma mi sono sbagliato. Saluti a tutti. M.M.

Quindi non sarei serio se ti chiedo da dove hai preso quel particolare? L'alone infatti non compare nelle foto ad alta definizione che si trovano in questo enorme archivio di scansioni effettuate dalle pellicole originali: Apollo Hasselblad Magazines (full magazines only, scanned by JSC from original film rolls)
http://www.apolloarchive.com/apollo_gallery.html



==============================================


Redazione ci tiene a rimarcare che :


Redazione cit - Allora. Cercate di capire, perchè io scrivo in italiano. Non me ne frega niente della compressione JPG. OK? Non me ne frega niente dei cataloghi Apollo. OK? Non me ne frega niente di processi lossy, di artefatti e di sboronate varie. OK?

Mi interessa SOLO mostrare come il cielo della foto che ho presentato sia stato annerito apposta.

Nel 1970, per scurire una parte di una stampa BN, non si usavano tutti quegli ameniccoli che ha citato Trystero, ma si usavano solo le SANTE MANINE sotto l’ingranditore.

Al massimo, usavi un cartoncino per fare ombra alla parte da mantenere con la giusta esposizione, mentre sovraesponevi la parte da scurire. Fin qui ci siamo?

Ora, per evitare che rimanesse il contorno preciso della mano (o del cartoncino) ulla foto, MUOVEVI continuamente la mano lungo il limite della sovraesposizione, in modo che l’ombra che lasciavi (il contorno della parte mascherata) non fosse netta, ma diffusa.

Ci siamo sempre? Benissimo.
Nel caso di una collina come quella della foto, qualunque ritoccatore avrebbe fatto una mascherina di cartone, che ricalcasse il contorno della collina, in modo da proteggerla mentre scuriva (sovraesponeva) il cielo fini a farlo diventare nero. MA (maiuscolo), sempre per evitare che il contorno del mascherino “si vedesse”, l’operatore era obbligato a muoverlo continuamente, in senso verticale.

Ebbene: quella continua linea d’ombra che vedete alla sommità della collina (indicata CON PRECISIONE nella foto centrale) - che è assolutamente INNATURALE (da quando in qua la sommità di una collina si scurisce al sole?) - è il chiaro risultato della sfumatura dell’ombra fatta dall’operatore. In altre parole, quel cielo è CHIARAMENTE, INEQUIVOCABILMENTE, E IRREVERSIBILMENTE ANNERITO A MANO.

Ora, se uno non ha capito bene cosa dico, mi chiede chiarimenti. Altrimenti non venite a tirarmi in ballo roba che non c’entra niente. (Oppure non stupitevi che vi lascio giocare da soli).



==============================================



Tuttle cit - Anche gli altri scrivono in italiano Massimo. Però c'è bisogno che leggi e clicchi sui link.
La foto HR linkata prima NON mostra quel fenomeno che descrivi, che poi altro non è che uno scontorno con sfumatura di PS.
Ti posto un dettaglio che ho fatto adesso. Sopra la foto così com'è (la stessa di cui parli tu).
Sotto la stessa foto che ho bucato, sfumandola di 5px su un fondo nero.

Queste le immagini
http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=4284&viewmode=flat&order=ASC&start=120



==============================================


Ma Redazione non molla l'osso

Redazione cit - Io le foto le prendo dai siti NASA. Non so che altro dirti.



==============================================



Anzi, continua tenacemente a difendere il suo fallimentare metodo di ricerca, tanto che si sente di doverlo condividere anche con gli altri utenti


Redazione cit - [..]se avessi scaricato quelle foto l’altro ieri, i link li avrei sicuramente tutti a portata di mano.
Purtroppo il modo in cui feci la raccolta delle foto lunari, circa 3 anni fa, non fu dei più intelligenti.
Sbattevo tutto in un gran calderone (un folder unico, chiamato in-basket), e poi da li man mano prendevo quello che mi serviva.
A sua volta, il nome delle fotografie è quello che tu stesso puoi vedere dalle proprietà: a volte lo cambiavo, perchè mi veniva comodo farlo, altre lo lasciavo così com’era.

So però di aver preso il 95% del materiale dal sito dell’Apollo Journal, e il resto da siti direttamente collegati a quelli della NASA.

In altre parole, so di non avere mai preso foto di seconda mano, in quanto è evidente che il sospetto di un ritocco veniva per primo a me.

In ogni caso, per il film sto utilizzando foto di cui ovviamente prendo il link completo, ma le pagine lunari le feci tre anni fa, e non ebbi quell’accortezza.

Sono comunque tranquillo che nessuno potrà mai sostenere che io abbia taroccato una sola foto, in quanto è una cosa che semplicemente non faccio: in altre parole, sono certo che qualunque “originale” si possa trovare, di qualunque foto da me pubblicata, esibirà sempre gli stessi identici valori relativi al suo interno.

Tu infatti puoi abbaiare quanto vuoi, ma non troverai mai una foto che dimostri quanto tu dici.



==============================================


Oooook
Comunque, consiglio VIVAMENTE di leggere quella discussione; il tutto continua per diverse pagine, dove Trystero dimostra di saperne molto e bene, sia dei viaggi che di fotografia.
Ma il bello arriva ora, prima pero' faccio notare che Redazione fa capire di sapere dove sia situato lo studio all'aperto dove avrebbero fatto le foto lunari :


==============================================



Redazione cit - Con Google Earth ho trovato la location dove si replicavano le stesse condizioni geologiche delle foto "lunari".
Poi, con il nome della location in mano, ho dovuto mettermi a cercare sui mille "album turistici" che per fortuna abbondano in rete, per trovare le inquadrature di quelle colline. Fatte quindi da persone che non avevano la minima idrea di quello che stavano fotografando.

-Citazione: Quando esce il film?

Per ora potete dormire tranquilli. E' una cosa che voglio fare con calma, e che vorrei far uscire la prossima estate, in occasione del quarantennale (se no non c'è gusto, a rompere le uova nel paniere).

-Citazione: Io ho un'altra idea che però non dirò pubblicamente, vedremo se avrò azzeccato o meno.

Se vuoi provare a dire la lettera iniziale, oppure, che so, la terza lettera della location, io ti dico se ho pensato la stessa cosa. (In realtà è abbastanza facile. Il problema è stato trovare il punto ESATTO).

==============================================


Allora, questa location, puoi svelarla anche a noi poveri mortali o dobbiamo aspettare - a questo punto - l'ootantennale dei viaggi? O magari hai cambiato idea - Moon hoax - una teoria dinamica
Purtroppo, non lo dice.


==============================================



Finally, finalmente, il 23 Aprile - era il 18, ricordate? - Redazione ci rende partecipi ancora una volta del suo metodo di ricerca :
Sapremo finalmente da dove minchia arrivano quelle foto.
Panico belle grandi citta', diversi scienziati NASA si suicidano per l'evidente strizza che Redazione mette oltreoceano...l'establishment astro-fisico sul punto del collasso....
E invece...NO.
Neanche stavolta la NASA verra' condannata per i crimini atroci che tutti sappiamo [ ? ]


==============================================



Redazione cit - MEA CULPA: Sono riuscito a risalire al sito originale da cui ho preso una delle foto "incriminate":
http://shon.org/gallery/view_album.php?set_albumName=album03&page=6
la foto è la prima in alto a destra.

Come vedete, il sito "sembra" un sito ufficiale NASA, invece è solo il sito di un appassionato che ha messo su una serie di album lunari. Appena ho un attimo correggo le pagine lunari, mettendo le foto più morbide, ma questo originale dovrebbe dimostrare che io non ho ritoccato assolutamente nulla.



==============================================



Quest'uomo e' un mito. Prima ti insulta, poi insulta pesantemente gli astronauti [ sempre li', lo so, quel 3d e' una vera miniera ] e scrive che



=============================================




Redazione cit - Se l'astronauta è stato sulla Luna io sbaglio a dargli del buffone, altrimenti è lui un criminale figlio di puttana che per poche lire ha ingannato il mondo. E quello che si offende, se permettì, sono io. E finchè qualcuno non mi DIMOSTRA che ho torto sulle foto lunari, lui rimane un buffone, criminale e figlio di puttana.
E che...

Ritengo anche che a partire da Apollo 15, ovvero dalla presenza del Rover, sia stato creato uno studio apposta per le riprese video (con fondali neri al posto del cielo), per cui è contro quei fondali che sono stati fotografati i reticolati sottili che tu hai citato.

E che...

Premetto che queste sono domande dettate dal buon senso, ma non da una ricerca tecnica approfondita, che ancora non ho avuto il tempo di fare. Mi sembrano però, anche se poste in termini “profani”, più che legittime. Parliamo del fantascientifico PLS, uno zainetto miracoloso di fronte al quale le mutande di EtaBeta sono pura preistoria.


...e dai del buffone a me?

Il culo e' che non tutti hanno voglia di andarsi e leggere discussioni di 5 anni fa che durano decine di pagine...alcuni si pero'.

editato



@Pispax
sia nei fatti quello di attirare proseliti alla "causa".

Ma sinceramente, non pensi che sia lo stesso meccanismo adottato anche per altri argomenti?
Nella conferenza postata in home si parla di situazioni date per scontato come "le scie chimiche"...qui sul sito leggo che il trittico medicina/911/economia sia stato disvelato, leggo che "ci hanno mentito su tutto", il fatto e' che sta gente non si spreca a spiegarti DOVE cazzo e' scritto che hanno ammesso le scie chimiche ; perche' sai, Owning the Weather NON ne parla [ anzi siamo sempre qui ad aspettare le traduzioni che sconvolgeranno il mondo ], quell'altro documento usato di ripiego dopo che si sputtana Owning neanche parla mai di scie chimiche...
Lo dico chiaramente, spero solo qualcuno non si offenda : il complottismo ha avuto il suo periodo televisivo, ricordo nel 2008-2009 una trasmissione dal nome REBUS - oh, se me lo chiedi, inguardabile - o i piu' recenti Matrix sul 9/11 ecc. Ecco, sai quale e' forse il problema? E' che non tira piu', come la michia degli ultraottantenni : s'e' cronicizzato su se stesso e s'e' dimostrato per il fenomeno che e' : da lucrarci su quando e' il momento [ il complotto tira sempre, il mistero il fessoterico avranno sempre una fetta di audience piu' o meno pronta anche a spendere cifre di media entita' pur di sentirsi dire di essere stato rapito dai teletubbies, sentendosi cosi' importante e "diverso". Che poi secondo me e' in due righe un pochino l'essenza di tutte queste teorie di cospirazione : io conosco il segreto segretissimo, sono consapevole, sono risvegliato, mi mentono etc etc ; che se per alcuni paiono tratti vantaggiosi per alcuni altri sono tratti decisamente paranoici. E' poi vero che, nonostante per esempio lc abbia cercato di smarcarsi dalla logica del "credo in un complotto, credo in tutti gli altri", in realta' anzi ha fissato dei paletti ben piantati : ci mentono su tutto, medicina, economia, scie chimiche. Forse e' vero che il complottismo si autoalimenta ma nel caso sarebbe bene farlo presente a Rossi che questo ecat non sa proprio come farlo funzionare.

Pispax
Inviato: 15/4/2014 17:06  Aggiornato: 15/4/2014 17:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
horselover

Citazione:
per quanto bassissime e innocue dovevano pur sempre essere differenti le rilevazioni su chi era stato in orbita e chi sulla luna

Non bassissime e neppure innocue. Sicuramente MOLTO più basse e innocue di quanto viene raccontato da chi cerca di diffondere l'idea, al momento non supportata da prove, che la radiazione spaziale sia "incompatibile" con i viaggi extraterrestri.

Fatta questa precisazione, una domanda seria: puoi spiegare il perché?
Non dirmi, per favore, che "è evidente". Se te lo chiedo significa che per me non è evidente.
Se possibile vorrei una spiegazione suffragata da numeri e quantità, oltre alle cause della necessità di questa differenza.




Citazione:
il problema non è se siano dannose o no, ma il fatto che dentro e oltre le fasce di van allen si assorbe una quantità di radiazione cosmica uguale a quella di una normale orbita terrestre. strano

Invece fino a questo momento il problema pareva proprio essere quello che fossero TROPPO dannose.
In ogni caso una nuova precisazione: non ho letto da nessuna parte che le radiazioni all'interno delle fasce di Van Allen siano le stesse che ci sono prima o dopo. DENTRO quelle fasce ce ne sono molte di più.
Non così tante di più, stando ai dati registrati, da rendere impossibile l'attraversamento, ma abbastanza di più da rendere sconsigliabile (cit. dal paper di prima) orbitare al loro interno.

Per il resto vale la domanda di prima: puoi spiegare il perché?

Steru
Inviato: 15/4/2014 17:14  Aggiornato: 15/4/2014 17:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/9/2012
Da:
Inviati: 229
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Ci sarebbe anche da rettificare il filmato oggetto di questo thread, visto che mi sembra chiaro (e mi sembra che pure Redazione l'abbia ammesso) che quelle non possono essere bolle e che quella non possa essere una scena ripresa in una piscina, vista la difformità tra le traiettorie degli oggetti che si vedono nelle inquadrature.

A questo punto però mi chiedo: visto che nello stesso filmato è proprio Mazzucco a dire che gli oggetti "si dirigono tutti più o meno nella stessa direzione" (notare il "più o meno"), come fa a rimanere salva l'ipotesi stessa dell'immersione in acqua?

In altre parole: a me sembra che Mazzucco fosse consapevole che l'ipotesi della piscina (e quindi delle bolle) NON FOSSE supportata dalle immagini. E allora perché pubblicare il video, che invece nella sua sostanza (vedi parallelismo con la missione cinese e ribaltamento dell'inquadratura per mostrare la direzione delle superficie) tende ad indicare precisamente QUELLA come spiegazione delle preseunte anomalie?

In termini ancora più semplici: Mazzucco mente sapendo di mentire, o si sbaglia per semplice distrazione?

earlturner
Inviato: 15/4/2014 17:27  Aggiornato: 15/4/2014 17:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Perche' e' conscio del fatto che l'utenza media non si andra' MAI a cercare una risposta differente da quella che trova qui ; sinceramente non so quanti mettano minimamente in discussione quello scrive Redazione.

O quelli che vadano a controllarsi le fonti di quello che scrive. E siccome la maggior parte delle volte riporta roba di altri non sarebbe neache difficile, controllare le fonti.

Tanto e' vero che le boiate piu' di bassa lega tipo i porcospini dei cerchi nel grano si continuano a ripetere nell'ilarita' generale. Basta attaccare il CICAP, e, visato che non e' che puoi dire cicap cacca pupu ad ogni frase allora si introduce il discorso cerchi nel guano------>segue l'attacco ad Attivissimo e/o Piero Angela.
E' un classico.



per ora passo
a dopo

horselover
Inviato: 15/4/2014 17:31  Aggiornato: 15/4/2014 17:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/9/2012
Da:
Inviati: 1898
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
pispax, lo dice il grafico che è uguale e invece se attraversi le fasce di van allen devi per forza averne di più perchè hanno sempre detto che sono uno scudo contro i raggi cosmici. inoltre all'aumentare della quota aumenta anche il tempo di esposizione perchè rimpicciolisce il cono d'ombra della terra. quel grafico sembrerebbe dimostrare che sulla luna non sono andati

Pispax
Inviato: 15/4/2014 17:42  Aggiornato: 15/4/2014 17:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
toussaint

Citazione:
qui c'è qualcosa che non quadra.
allora, stando a quanto scrive la NASA (citata da Pispax) un'esposizione degli astronauti senza alcuna protezione li esporrebbe a SOLI 0,85 millisievert al giorno.
ed è qui l'incredibile!
a me risulta che una TAC espone il paziente ad un'esposizione di 8 millisievert e una TAC dura al massimo mezz'ora.
dunque, con un semplice calcolino, con una TAC ci esporrebbero a un'intensità di radiazioni circa 480 volte superiore a una passeggiata nello spazio profondo?
MA STIAMO SCHERZANDO O COSA?

anche perchè si gioca sul fatto che le misurazioni siano riferite ad un arco temporale (ora, giorno, anno) il che serve solo per poter confrontare misurazioni diverse.
MA QUELLO CHE CONTA, AI FINI DEL RISCHIO DI INSORGENZA DI TUMORI, E' L'INTENSITA' DELLE RADIAZiONI, OSSIA QUANTE PARTICELLE E CON QUALE ENERGIA ATTRAVERSANO IL CORPO UMANO.
dunque, Pispax sta affermando (con il concorso di mamma NASA) che i medici ci stanno sterminando con le TAC.
bè, ciò conforta alquanto...


Non stiamo scherzando.
Non è nemmeno l'esempio peggiore.
La radioterapia di un tumore alla gola comporta un'emissione complessiva di radiazioni pari a circa 60 SIEVERT, cioè molte migliaia di volte di più della radiazione spaziale e circa 12 volte la quantità letale.
Questa dose non ti uccide perché è molto localizzata.

Mezzora di TAC all'addome comporta 8 mSv.
Giusto per rendersi conto degli ordini di grandezza, questo significa che per avere un'assorbimento pari 1 Sv, che comporta solo la temporanea alterazione dell'emoglobina, dovresti stare in TAC all'addome per due giorni e mezzo. Dopo 5 giorni di seguito che ti fai la TAC all'addome inizi a avere un po' di nausea, e dopo 8 giorni inizi a perdere i capelli.
Servirebbero 13 giorni di TAC ininterrotta per causare la morte.

Se pensi che questi valori di radiazione (che non sono forniti né da me e neppure dalla NASA) implichino un'avvelenamento, per quanto mi riguarda va benissimo.
Fossi in te rifiuterei di farmi la TAC all'addome qualunque sia il motivo per cui ti viene prescritta.


Io la penso in modo differente e continuerò a farmele, se servono.

Pispax
Inviato: 15/4/2014 18:11  Aggiornato: 15/4/2014 18:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
horselover

Citazione:
pispax, lo dice il grafico che è uguale e invece se attraversi le fasce di van allen devi per forza averne di più perchè hanno sempre detto che sono uno scudo contro i raggi cosmici. inoltre all'aumentare della quota aumenta anche il tempo di esposizione perchè rimpicciolisce il cono d'ombra della terra. quel grafico sembrerebbe dimostrare che sulla luna non sono andati


La tua "spiegazione" non sta spiegando un bel niente.
Soprattutto non spiega in che modo dalla premessa tu sia saltato alla conclusione.

Intanto: le fasce di van Allen non sono una "protezione" dai raggi cosmici. Sono una "trappola" per i raggi cosmici, nel senso che al loro interno ce ne trovi di più. Fine.
La protezione per i raggi cosmici è l'ATMOSFERA. Fine.
Che significa "hanno sempre detto"?
CHI lo ha detto?
IN CHE CONTESTO lo ha detto?


Poi: in che senso "diminuisce il cono d'ombra"?
Di QUANTO aumenta progressivamente l'esposizione? Hai tenuto conto del fatto che i raggi cosmici vengono *dal cosmo* e che è solo il vento solare, semmai, a poter essere schermato dal cono d'ombra?
E che il vento solare è anche quello da cui, in condizioni normali, è anche più facile proteggersi?
Hai tenuto conto del fatto che in una normale orbita terrestre bassa, cioè a densità atmosferiche particolarmente ridicole, oltre la metà del tempo si è COMUNQUE esposti anche al vento solare, SEMPRE?
E che man mano si rialza la quota dell'orbita si rialza anche il tempo di esposizione totale?
Se il problema è quello, in che modo riesci a giustificare le lunghissime permanenze sull'ISS ma non riesci a giustificare una missione di otto giorni?


Io provo a darti una risposta semplice: in assenza di atmosfera non ci sono differenze significative, per quanto riguarda le radiazioni, fra l'orbitare intorno alla Terra o muoversi nello spazio interno all'orbita lunare.
Hai dei DATI che dicono cose diverse?


Se li hai li leggo volentieri, e ovviamente non ho problemi a riconsiderare le mie posizioni su questa cosa.
Se non li hai, senza dir niente a nessuno analizza con te stesso i motivi che ti hanno spinto a ritenere attendibile questa massa di roba indimostrata solo sulla base di un "lo hanno sempre detto"

Fabrizio70
Inviato: 15/4/2014 18:36  Aggiornato: 15/4/2014 18:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Anche l'Apollo "faceva le bolle"
Citazione:
L'impressione che ne traggo è che il "massimo solare" a cui si riferiscono gli scienziati della NASA sia una cosa diversa da quello che dici tu.


Per massimo solare si intende quello del ciclo di undici anni , esistono altri cicli ma non ci riguardano per il momento , le probabilità si riferiscono ad una tempesta solare grande.
Durante il massimo solare OLTRE ad aumentare le probabilità di incappare in una tempesta c'è l'aumento del vento solare

http://en.wikipedia.org/wiki/Solar_maximum

Citazione:
Solar maximum or solar max is a normal period of greatest solar activity in the 11 year solar cycle of the Sun. During solar maximum, large numbers of sunspots appear and the sun's irradiance output grows by about 0.07%


http://en.wikipedia.org/wiki/Solar_variation

Citazione:
An increase in solar activity (more sunspots) is accompanied by an increase in the "solar wind," which is an outflow of ionized particles, mostly protons and electrons, from the sun


http://en.wikipedia.org/wiki/Solar_wind

Citazione:
The Earth's Moon has no atmosphere or intrinsic magnetic field, and consequently its surface is bombarded with the full solar wind.


Citazione:
Come elementi di valutazione si fa riferimento a un SPE "ordinaria", registrata a "sept1989" e considerata trascurabile. Poi c'è una Large SPE più intensa (2X sep19t89) e una Large SPE ancora più intensa (4X sept1989).
Infine si fa riferimento a una sorta di "super" SPE, che occorre una o due volte per secolo, indicata come feb1956).

Alla fine del paragrafo si fanno alcune comparazioni, e se qualcuno ha voglia di mettersi a fare le equazioni si può ricavare un ordine di grandezza sia per SPE che per SPE feb.1956.


http://www.solarstorms.org/SRefStorms.html

Citazione:
February 24, 1956 : The Acheron Submarine Storm - The February 24, 1956 storm produced the most intense cosmic ray blast ever recorded, but was a nonevent so far as any apparent worldwide disruptions were concerned.

August 2, 1972 - The Space Age Storm - Solar astronomers reported that Active Region 331 had produced three powerful flares during a span of 15 hours. The intensity of these flares, classified as 'X2' were near the limits of the scale used to classify solar flare X-ray power.

March 13, 1989 - The Quebec Blackout Storm - Astronomers were busily tracking "Active Region 5395" on the Sun when suddenly it disgorged a massive cloud of superheated gas on March 10, 1989. Three days later, and seemingly unrelated to the solar paroxicism, people around the world saw a spectacular Northern Lights display.


La X indica il sistema di misura :

http://en.wikipedia.org/wiki/Solar_flare

Citazione:
Classification

Solar flares are classified as A, B, C, M or X according to the peak flux (in watts per square metre, W/m2) of 100 to 800 picometre X-rays near Earth, as measured on the GOES spacecraft.

<