Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


media : I media americani, liberi e indipendenti
Inviato da Redazione il 7/7/2014 10:00:00 (8969 letture)

Molte persone credono che il numero enorme di testate giornalistiche e televisive presenti negli Stati Uniti sia una garanzia di indipendenza e di libertà di stampa.



[Grazie a Dusty per la segnalazione]

Voto: 9.00 (2 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Nichiren
Inviato: 7/7/2014 10:14  Aggiornato: 7/7/2014 10:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 26/3/2014
Da: Toscana
Inviati: 1061
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
What a coincidence !!

La verità è nel silenzio
Rickard
Inviato: 7/7/2014 11:01  Aggiornato: 7/7/2014 11:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
In realtà, aldilà del piccolo episodio comico qui proposto, tutto va "come deve andare".

Tanto i comici mezzibusti che ripetono tutti la stessa frase quanto il manichino "comico" che ci ride sopra, fa tutto "parte del piano".

Bisogna capire che, a prescindere dalla quantità dei media disponibili, un contenuto di informazione libero e indipendente è per definizione un'aberrazione, una mutazione mediamente rara e distrutta non appena scoperta.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
polaris
Inviato: 7/7/2014 11:16  Aggiornato: 7/7/2014 11:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
Qui su LC questo video equivale alla scoperta dell'acqua calda; dovrebbero vederlo gli americani.

Preoccupante e divertente allo stesso tempo.

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
rygel
Inviato: 7/7/2014 11:25  Aggiornato: 7/7/2014 11:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/8/2011
Da: Svizzera
Inviati: 70
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
Cambia la forma ma la sostanza rimane sempre (purtroppo) la stessa.

"Eh amico, il mondo è tutto un cesso, ma quello che cerchi tu è da quella parte."
leorubino
Inviato: 7/7/2014 12:35  Aggiornato: 7/7/2014 12:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/8/2013
Da: Torino
Inviati: 37
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
LEORUBINO: Ho spostato il tuo post nei commenti liberi.

M.M.

Slobbysta
Inviato: 7/7/2014 12:42  Aggiornato: 7/7/2014 12:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
Caschiamo sempre più in basso...ma che commenti si dovrebbero fare su questa americanata...stile Dr. Oz.. La curvatura delle argomentazioni è pressoché morta...perfortuna ci son le risate in sottofondo che coprono il mio metaforico piangere....

Redazione
Inviato: 7/7/2014 12:49  Aggiornato: 7/7/2014 12:50
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
POLARIS: "Qui su LC questo video equivale alla scoperta dell'acqua calda"

A parte che farsi una doccia ogni tanto non fa mai male, ma LC non è soltanto un luogo di ritrovo per gente sgamata che "a me non mi inculi nemmeno dipinto". Può anche servire da ponte di partenza per far girare i materiali altrove, no?

(Oppure al mondo ci siamo solo noi furbi "che abbiamo capito tutto", e degli altri non ce ne frega un cazzo?)

Zingaro
Inviato: 7/7/2014 13:22  Aggiornato: 7/7/2014 13:22
So tutto
Iscritto: 14/5/2011
Da:
Inviati: 24
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
Nonostante il mio inglese non sia fluido né per studio né tantomeno per pratica, mi sono accorto solo alla seconda visione che mancavano i sottotitoli per metà video Si comprende tutto lo stesso

sonsokh
Inviato: 7/7/2014 13:37  Aggiornato: 7/7/2014 13:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/11/2010
Da: Lecco
Inviati: 238
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
l'appiattimento dei media non è solo perchè dicono le stesse cose,
ma ancor di più perché, tacciono all'unisono sulle stesse cose.

juyjhj
Inviato: 7/7/2014 13:45  Aggiornato: 7/7/2014 13:46
So tutto
Iscritto: 1/7/2014
Da:
Inviati: 1
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
Oramai non so più cosa possa shockarmi davvero!
L'America, il sogno immortale...Ma secondo me non è poi tutta questa meraviglia.

Calvero
Inviato: 7/7/2014 15:25  Aggiornato: 7/7/2014 15:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I media americani, liberi e indipendenti

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
silverado
Inviato: 7/7/2014 15:54  Aggiornato: 7/7/2014 15:54
So tutto
Iscritto: 21/10/2011
Da:
Inviati: 30
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
sembra di sentire i telegiornali di V per Vendetta .
a proposito di giornalismo , ecco come Giulietto Chiesa ci racconta il silenzio totale dei media occidentali sulla situazione Ucraina .

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=RdwuODJo2MM

JohnTitor
Inviato: 7/7/2014 15:56  Aggiornato: 7/7/2014 15:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2010
Da: Tampa
Inviati: 602
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
A proposito di notizie inventate:

In Siria per sposare i jihadisti, aumentano le donne che partono dall'Europa

http://www.adnkronos.com/fatti/esteri/2014/07/07/siria-per-sposare-jihadisti-aumentano-donne-che-partono-dall-europa_aPHRY8x65Si76MVg6zwaaI.html

Così si giustifica la creazione di milioni di profughi verso l'Europa. Le armi chimiche di Gioia Tauro sono già sparite come l'aereo di Shanksville in un trasbordo di container che sembra una location in esterni di un film di Hollywood..

Sertes
Inviato: 7/7/2014 16:42  Aggiornato: 7/7/2014 16:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
Basta guardare le prime pagine di adesso: oggi doveva esserci l'incontro sulle riforme tra Renzi e i senatori M5S. Il PD stamattina aveva chiesto delle risposte scritte al M5S, e dopo poco ha annullato l'incontro.

Repubblica:
Riforme, Grillo chiude al PD
"Una dittatura di sbruffoni"
Renzi: "M5S non è stato chiaro"
(sotto, più in piccolo: svolta dopo incontro cancellato dai dem)

Unità:
Riforme, salta l'incontro tra Pd e M5S
Grillo: "dittatura di sbruffoni"
(qui l'incontro non è stato annullato dal PD, ma è "saltato")

Corriere:
Pd-M5S, salta tutto sulle riforme
Grillo: "dittatura di sbruffoni"
(anche qui l'incontro non è stato annullato dal PD, ma è "saltato")

La Stampa:
Salta il tavolo Pd-M5S, ira Grillo: "Sbruffoni"
Renzi: "Beppe, poche chiacchere"

Bon, attendiamo che Repubblica corregga e si allinei alla frasetta scelta dagli spin-doctors


---

Edit: il Messaggero è stato saggio, è riuscito sia a rispettare la forma imposta del "saltare il tavolo" sia a dar la colpa a Grillo. Chapeù!

il Messaggero:
Riforme, Grillo fa saltare tavolo col Pd
«E' una dittatura, dialogo impossibile»
Renzi: M5S oscuro, #pochechiacchiere

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Slobbysta
Inviato: 7/7/2014 17:01  Aggiornato: 7/7/2014 17:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
SERTES non ho capito cosa c'entra coi media americani...non siam più hai tempi di radio Londra..che SERTES ci passa le nuove MALGRADO il tuo fuoritema...e che noia questa non notizia ALLA "POTATA" DI TUTTI...che noia che noia che noia...

Le news americane sono costituite dal 50% di opinioni più che da fatti....

Slobbysta

Sertes
Inviato: 7/7/2014 17:07  Aggiornato: 7/7/2014 17:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
Non hai nemmeno capito che la frase sul petrolio è stata scelta da un apposito spin doctor ed imposta a tutti i media esattamente come oggi la frase "salta il tavolo" è stata scelta e imposta a tutti i nostri quotidiani.

La prima risposta è sempre dovuta. Da lì in poi... don't feed the troll

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Slobbysta
Inviato: 7/7/2014 17:15  Aggiornato: 7/7/2014 17:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
Arrampicati sui vetri...sei fuori tema...

D'ont cosa? ....SERTES , AH... ti è RI-caduta un'ETICHETTA per terra...se vuoi te la RI-raccolgo io...? Certo che qui gli cade tutto e devo pensarci io...Gingko Biloba per la circolazione delle mani (non mischiarlo con altri fluidificanti!)

Slobbysta


PS petrolio? Ma se parli del tuo movimento! Che cazzo stai a dì...

gamete
Inviato: 7/7/2014 17:50  Aggiornato: 7/7/2014 17:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/8/2009
Da:
Inviati: 172
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
Da Renzi all'omicidio Moro passando per Carrai, Ledeen, Kissinger e... Napolitano? http://stefanoali.blogspot.com/2014/07/da-renzi-allomicidio-moro-passando-per.html?spref=tw

polaris
Inviato: 7/7/2014 17:51  Aggiornato: 7/7/2014 17:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
Citazione:
Può anche servire da ponte di partenza per far girare i materiali altrove, no?
Lo sto già facendo. Ogni volta che c'è un video lo faccio circolare tra le persone che conosco.

Citazione:
(Oppure al mondo ci siamo solo noi furbi "che abbiamo capito tutto", e degli altri non ce ne frega un cazzo?)
Non è che "degli altri non ce ne frega un cazzo", è che "gli altri" se ne sbattono altamente di noi, non vogliono sentire nulla.

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
Redazione
Inviato: 7/7/2014 21:09  Aggiornato: 7/7/2014 21:10
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
POLARIS: "Non è che "degli altri non ce ne frega un cazzo", è che "gli altri" se ne sbattono altamente di noi, non vogliono sentire nulla."

Su questo non hai tutti i torti.

Scusa per il mio tono un pò aggressivo, forse me la sono presa con la persona sbagliata.

Grazie per quello che fai.

9000aleap
Inviato: 7/7/2014 23:12  Aggiornato: 7/7/2014 23:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/2/2013
Da: Marche
Inviati: 47
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
Le mia faccia durante il video

Inizio
Primi 2 TG
4 TG
Ultimi TG

"Fidarci di voi? Mai. Non gradite ne pace ne guerra. La guerra vi terrorizza, la pace vi rende insolenti. Chi si fida di voi invece di trovarvi leoni vi trova lepri. Invece di volpi, oche. Chi merita onore, ha il vostro odio." [Caio Marzio Coriolano]
polaris
Inviato: 7/7/2014 23:40  Aggiornato: 7/7/2014 23:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
@ Redazione

Quali scuse? Ma figurati...

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
giusavvo
Inviato: 8/7/2014 15:28  Aggiornato: 8/7/2014 15:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/2/2011
Da:
Inviati: 449
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
Tempo fa su Renzi ho detto:
“Non ritengo Renzi uno stratega né uno statista, ancor meno il “nuovo”. Penso che il personaggio sia il nuovo bambolotto di cui i "le forze retrostanti" si avvarranno per il compimento di quell'ultimo atto finale, per esautorare il popolo delle ultime residue tracce di sovranità che ancora, almeno formalmente, conserva. Renzi, il rampollo di buona famiglia, è stato istruito a dovere e in un certo qual senso, nell'immaginario collettivo, gode di una certa legittimazione popolare che le passate primarie artatamente gli hanno conferito, anche grazie al poderoso appoggio della compiacente stampa (…)”.
Ho detto poi:
“(…) Renzi salirà al Quirinale, avrà la nomina per la formazione del nuovo Governo, che troverà l'appoggio anche di quelle poche forze ultimamente dissenzienti (ma facenti parte del vecchio: F.I., e altri) (…)”.
E ancora:
“(…) Agli occhi del popolo, il nuovo Governo così formato godrà del gradimento popolare sul falso presupposto che Egli, comunque, in un certo qual modo è stato voluto dalla maggioranza. Da questa legittimazione fasulla, scaturirà un insieme di provvedimenti finalizzati a fare una nuova legge elettorale, tale da continuare a legittimare queste forze politiche, in guisa da assicurare loro un futuro, verranno fuori, infine, altre vergognose riforme istituzionali tendenti ad asservire l'Italia definitivamente all'Europa (…)”.
Orbene, tutto quello che ho detto finora mi sembra che trovi sempre più conferma, se tengo conto delle mediocri capacità dialettiche di Renzi, del suo lanacaprinismo ciarliero e di come i titoli di alcune testate giornaliste hanno commentato il mancato incontro con il M5S.
Se a ciò si aggiungono soggetti di quelli del tipo:
“(…) "gli altri" se ne sbattono altamente di noi, non vogliono sentire nulla”, oppure del tipo (che sono peggio): “ma tanto noi che ci possiamo fare”, oppure (facendo spallucce): “ e vabbè, è sempre stato così”, allora ritengo che questo paese meriti a pieno titolo di sprofondare nell'abisso del nulla.
Anzi, più vedo e sento questa gente, più credo abbiano ragione quei pochi che pensano:
“al mondo ci siamo solo noi furbi "che abbiamo capito tutto", e degli altri non ce ne frega un cazzo”.

"L'uomo è misura di tutte le cose"
(Protagora)
wendellgee
Inviato: 8/7/2014 17:28  Aggiornato: 8/7/2014 17:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/1/2013
Da:
Inviati: 700
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
@sertes
Citazione:
Non hai nemmeno capito che la frase sul petrolio è stata scelta da un apposito spin doctor ed imposta a tutti i media esattamente come oggi la frase "salta il tavolo" è stata scelta e imposta a tutti i nostri quotidiani.


Infatti! Basta vedere i titoli del Tg1 e del Tg5 di ieri sera. Parola d'ordine: "salta l'incontro"

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-07707f3d-70be-4094-a2ea-9c6c93ca94f4.html

http://www.video.mediaset.it/video/tg5/full/471840/edizione-ore-20-00-del-7-luglio.html

Il mio blog:
lumiebarlumi.blogspot.com
sagitta
Inviato: 8/7/2014 19:29  Aggiornato: 8/7/2014 19:29
So tutto
Iscritto: 21/1/2010
Da:
Inviati: 19
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
I MEDIA AMERICANI, LIBERI ED INDIPENDENTI....


http://www.oggitreviso.it/media-americani-liberi-indipendenti-91808


liberta
Inviato: 8/7/2014 20:44  Aggiornato: 8/7/2014 21:03
So tutto
Iscritto: 23/8/2007
Da:
Inviati: 28
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
mi pare che questo video sia ancora peggiore, dal Canada all'australia stessi discorsi parola per parola

https://www.youtube.com/watch?v=qtd7o9x5uN0#t=64

polaris
Inviato: 8/7/2014 22:15  Aggiornato: 8/7/2014 22:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
Citazione:
Se a ciò si aggiungono soggetti di quelli del tipo:
“(…) "gli altri" se ne sbattono altamente di noi, non vogliono sentire nulla”,
Ho detto chiaramente: «Non è che "degli altri non ce ne frega un cazzo", è che "gli altri" se ne sbattono altamente di noi, non vogliono sentire nulla».

Mi importa del prossimo perché se riuscissi a schiarigli le idee sono sicuro che starei meglio anch'io visto che assieme potremmo costruire un nuovo mondo. Il problema è che spesso il prossimo manifesta un bispensiero e una dissonanza cognitiva tale da trasformare ogni timido tentativo di fargli fare un passo avanti in un'impresa titanica (nel senso alfieriano del termine).

Ti sfido: prova ad iscriverti al sito del Corriere o del Fatto e spiegare l'argomento che preferisci, dal 9/11 alle scie chimiche, passando per l'omicidio dei fratelli Kennedy (con tanto di mind-control) fino a giungere all'analisi della propaganda.

Troverai un muro insormontabile: un muro i cui mattoni sono i pregiundizi culturali e politici e la cui malta è la stupidità.

Si - giusavvo - noi furbi, indiscutibilmente, inequivocabilmente, irrevocabilmente furbi abbiamo capito tutto, ma la verità ha come prezzo la solitudine accompagnata dalla visione del cadavere dell'Occidente mentre si decompone.

«Conoscerete la verità, e la verità vi renderà folli» (A. Huxley)

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
Calvero
Inviato: 8/7/2014 22:38  Aggiornato: 8/7/2014 22:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
__________
_____

Giusavvo

Oltre la precisa risposta di Polaris e riconoscendo l'ottima analisi del problema così come l'hai sintetizzata, il tuo dissentire (sacrosanto) di fondo, posa su di una questione seria che più seria non si può.

Chi merita cosa.

Rispondi a questa.

Mi preme ricordare che non c'è nessun tono provocatorio.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Skafloc
Inviato: 8/7/2014 23:07  Aggiornato: 8/7/2014 23:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/3/2006
Da: ROMA
Inviati: 188
 Re: I media americani, liberi e indipendenti

Le cose urgenti vanno fatte con calma
Giano
Inviato: 8/7/2014 23:24  Aggiornato: 8/7/2014 23:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
@Polaris
Ciao, permettimi di suggerirti la rilettura del post di Giusavvo.
L' equivoco è accovacciato alla tua porta.

giusavvo
Inviato: 9/7/2014 9:07  Aggiornato: 9/7/2014 9:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/2/2011
Da:
Inviati: 449
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
Polaris

Ha già risposto Giano.
Per ulteriore precisazione sottolineo che mi riferivo proprio a
"quegli altri" che se ne sbattono di noi.
Polaris diciamo la stessa cosa...

Calvero

Citazione:
Chi merita cosa.


Considero la domanda strettamente connessa al contenuto del mio precedente commento, altrimenti risulterebbe anfibologica e sarebbe arduo rispondervi.
Ciò premesso, per quanto riguarda il "chi": tutti coloro che sono abituati a delegare ad altri il proprio pensare e agire; tutti coloro che sperano che sia sempre "qualche altro" a prendersi la briga di risolvere un problema; tutti coloro che non hanno il coraggio di esprimere il proprio giudizio per un politically correct del cazzo, espressione solo di ipocrisia pavidità e pavida compiacenza, etc, etc.
Per quanto riguarda il "cosa", beh basta guardarsi attorno e del "cosa" in questo sito se ne parla parecchio (a parte troll e saltuari imbecilli di turno).

"L'uomo è misura di tutte le cose"
(Protagora)
Calvero
Inviato: 9/7/2014 11:28  Aggiornato: 9/7/2014 11:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
Citazione:
Considero la domanda strettamente connessa al contenuto del mio precedente commento, altrimenti risulterebbe anfibologica e sarebbe arduo rispondervi.


Assolutamente.

Citazione:
Ciò premesso, per quanto riguarda il "chi": tutti coloro che sono abituati a delegare ad altri il proprio pensare e agire; tutti coloro che sperano che sia sempre "qualche altro" a prendersi la briga di risolvere un problema; tutti coloro che non hanno il coraggio di esprimere il proprio giudizio per un politically correct del cazzo, espressione solo di ipocrisia pavidità e pavida compiacenza, etc, etc.
Per quanto riguarda il "cosa", beh basta guardarsi attorno e del "cosa" in questo sito se ne parla parecchio (a parte troll e saltuari imbecilli di turno).


Perfetto.

Quindi. No.

Riprovo.

Tu osservi - o meglio, fai una fotografia. Da queste fotografia desumiamo che l'impegno e l'essere propositivi, possiamo considerarlo stupido. Domanda: - quale motivo o movente deve farci propendere a considerare cosa sana e intelligente il rendersi propositivi in una simile realtà?

Nella tua stessa considerazione, se diamo per buona l'idea che i "CHI" meritano aiuto, ecco che "tu" stesso stai incentivando quella forma mentis ad amplificarsi ancora meglio, quella forma mentis che appartiene al concetto di delega. Pensaci, noi in realtà aiutiamo veramente solo chi già ci stava cercando.

Aiutare chi non ti cerca, è cosa stupida.

Non sto dicendo che bisogna smettere di lottare, ma seriamente che, parimenti, è ora di attaccare con la stessa forza la gente comune che tutti vogliamo difendere .... da cosa? ... Sinceramente non ho capito perché si continui a dare per scontato darsi per la verità, senza mai aver cominciato a costruire un programma serio di indagine contro la gente comune.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
P.K.89
Inviato: 9/7/2014 11:35  Aggiornato: 9/7/2014 11:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/7/2013
Da:
Inviati: 601
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
@polaris
Citazione:
Ho detto chiaramente: «Non è che "degli altri non ce ne frega un cazzo", è che "gli altri" se ne sbattono altamente di noi, non vogliono sentire nulla».

Mi importa del prossimo perché se riuscissi a schiarigli le idee sono sicuro che starei meglio anch'io visto che assieme potremmo costruire un nuovo mondo. Il problema è che spesso il prossimo manifesta un bispensiero e una dissonanza cognitiva tale da trasformare ogni timido tentativo di fargli fare un passo avanti in un'impresa titanica (nel senso alfieriano del termine).

Ti sfido: prova ad iscriverti al sito del Corriere o del Fatto e spiegare l'argomento che preferisci, dal 9/11 alle scie chimiche, passando per l'omicidio dei fratelli Kennedy (con tanto di mind-control) fino a giungere all'analisi della propaganda.

Troverai un muro insormontabile: un muro i cui mattoni sono i pregiundizi culturali e politici e la cui malta è la stupidità.

Si - giusavvo - noi furbi, indiscutibilmente, inequivocabilmente, irrevocabilmente furbi abbiamo capito tutto, ma la verità ha come prezzo la solitudine accompagnata dalla visione del cadavere dell'Occidente mentre si decompone.

«Conoscerete la verità, e la verità vi renderà folli» (A. Huxley)



e aggiungiamoci anche che la reticenza ad affrontare qualsiasi tematica sotto un altro punto di vista è anche figlia di, paura e pigrizia.
Dover dubitare, significa per forza di cose, mettersi in discussione, mettere in discussione tutte le credenze acquisite in anni e anni di Citazione:
pregiundizi culturali e politici
.
Ho provato personalmente ad affrontare certi temi, e quando pare si è fatto un piccolo passo in avanti, al giorno seguente siamo punto e a capo.
Il lavoro piuttosto va fatto sulle "giovani" menti, certi cambiamenti sono impossibili nel breve periodo, è un cambiamento culturale che occorre.

edit.

e per agganciarmi anche al discorso di chi merita cosa. Chi non vuole non merita niente, questo non significa dire i vecchi al macero. Ma significa che chi non vuole intraprendere la strada della responsabilità, non può, non ha senso e va contro il principio di libertà costringerli a cambiare visione.

Va accettato che c'è qualcuno a cui piace farsi guidare, come c'è gente a cui piace prendere i cetrioli, invece di assaporare il profumo della Femmina.
L'inghippo nasce quando proprio la fazione degli amanti dei cetrioli, voglio assoggettare anche gli altri, ed è quì che occorre una difesa dura del proprio spazio.

giusavvo
Inviato: 9/7/2014 12:30  Aggiornato: 9/7/2014 12:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/2/2011
Da:
Inviati: 449
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
Citazione:
Tu osservi - o meglio, fai una fotografia. Da queste fotografia desumiamo che l'impegno e l'essere propositivi, possiamo considerarlo stupido. Domanda: - quale motivo o movente deve farci propendere a considerare cosa sana e intelligente il rendersi propositivi in una simile realtà?


L’immagine che descrivo non vuole suggerire l’idea che essere propositivi sia stupido, semplicemente ho solo inteso dire (e sostengo) che se la situazione è quella che è, se i mass media continuano ad avere seguito, se le cialtronerie dei politici continuano ad essere tollerate e, peggio, giustificate, ed altro ancora, ciò in massima parte è dovuto a quel tipo di persone (e mentalità) che ho elencato nel mio originario commento (da taluno equivocato). Niente di più, niente di meno.
Da qui l’amara considerazione (ipotetica, atteso il “credo abbiano ragione”) che forse non hanno tutti i torti quelli che, ritenendosi intelligenti perché hanno capito tutto, se ne fottono degli altri (come ha detto Mazzucco, sebbene criticamente).

Per il motivo o movente, personalmente sono convinto che lo scopo debba essere quello del bene comune e della libertà.
Quando dico libertà, intendo libertà “da” (bisogno, miseria, fame, malattie, condizionamenti, padroni etc.) e non libertà “di” (fare quello che cazzo voglio a discapito del prossimo), anche se qui il problema è che pochi sono in grado di gestire la libertà “da” (e ritorno "agli altri" del primo commento).
Sul punto, riporto un passo di Fromm, tratto dal suo saggio “Fuga dalla libertà” che qui, in parte, si attaglia benissimo:
“La solitudine, la paura e lo sgomento rimangono; le persone non le possono sopportare indefinitamente. Non possono continuare a portare il peso della «libertà da»; debbono cercare di fuggire del tutto dalla libertà, (…) Nel nostro tempo le principali vie sociali di fuga sono la sottomissione a un capo, come è accaduto nei paesi fascisti, e il conformismo ossessivo, che prevale nella nostra democrazia.” .

"L'uomo è misura di tutte le cose"
(Protagora)
polaris
Inviato: 9/7/2014 12:36  Aggiornato: 9/7/2014 12:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
Citazione:
L'inghippo nasce quando proprio la fazione degli amanti dei cetrioli, voglio assoggettare anche gli altri, ed è quì che occorre una difesa dura del proprio spazio.
Per testare l'assoluta veridicità di questa frase andate a leggere i commenti di questo articolo sui vaccini.

Ci sono persone ignoranti e illuse che obbligherebbero (leggere per credere) tutti gli altri a vaccinarsi in nome della propria stupidità.

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
ohmygod
Inviato: 10/7/2014 0:29  Aggiornato: 10/7/2014 0:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
si può rinsavire nel modo errato?
occorrerebbe prima aggettivare l'errato per poi unire aggettivo e nominativo e infine correlare il prodotto al rinsavito.
Pigrizia si è rifiutata di cooperare adducendo una sua orgiastica occupazione: è una spia di Hollywood.

Margie: dato Atomo non è semplice avere rapporti con Elettrone. il problema è che il mentale gradiente a volte è protonico a volte è neutronico ... ti lascio immaginare il resto. Conclusione: Margie è un "miracolo" e i miracoli cooperano in modo Atomo. non è semplice avere rapporti con Elettrone e d'altronde non è semplice essere Atomo.

Pablo mi ha dato una mano, ne ha ricavato un quadro fatto di linee, di curve, di semitoni e di geometrie scomposte da ricomporre. da geometrie scomposte il Nick del quadro: "Giostra di giostre".
nel consegnarmelo mi sega: non appenderlo se prima non ricomponi la geometria insita nell'anatomia di Nick.


Azz, quanto mi rompe creare "Quest" inutili data la "famigerata" sentenza
emessa dalla "Santa Inquisizione".

Ahmbar
Si parla e si scrive per comunicare le proprie idee, non capisco perche' tu continui a farlo in un linguaggio che quasi nessuno comprende.
E perche' lo fai, oltretutto, in maniera cosi' compulsiva?

si potrebbe definire "maniera compulsiva" il modo di vivere dell'uomo ?
si potrebbe definire "maniera compulsiva" il modo "utenza" di "vivere", di "girare" su LC ?

E' cosi' soddisfacente non ricevere mai risposte?

la soddisfazione non è ricevere risposte, molto più sensato non riceverle piuttosto che leggere l'insensatezza dell'ingegno altrui ... leggi VIPER o chi per lui. Vipera si è di nuovo insinuata nello Stivale.

Rickard
Bisogna capire che, a prescindere dalla quantità dei media disponibili, un contenuto di informazione libero e indipendente è per definizione un'aberrazione, una mutazione mediamente rara e distrutta non appena scoperta.

comprendo cosa intendi, data Vipera mi resta solo da comprendere dove piazzare la tua follia.

Giussavo
non è chiara l'analisi su chi sono: "gli altri"?

ciò che invece è evidente è il "rammarico" rapportato sia a Renzi sia ai soggetti del tipo: "gli altri".
il "rammarico": ritengo che questo paese meriti a pieno titolo di sprofondare nell'abisso del nulla.

"gli altri": sono esclusi coloro che votano M5S ?
nel caso affermativo si restringe la rosa degli "altri".

Best Regard

Calvero
Inviato: 10/7/2014 18:46  Aggiornato: 10/7/2014 18:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
Citazione:
L’immagine che descrivo non vuole suggerire l’idea che essere propositivi sia stupido


edit - correzioni h 18,51

Non vuole e infatti non sono mossi processi alle intenzioni. Ma l'immagine ci dice che nella volontà della maggioranza vi è colpa e non causa. L'essere stupidi non sottintende l'essere fessi, poiché ognuno si muove secondo coscienza e per questo non è possibile muovere accuse in tal senso ...

... ma sottintende la consapevolezza che, per sintetizzare, dice quello che la metafora millenaria spiega senza mezzi termini: "non dare le perle ai porci". Questo è quanto risulta e mi prendo la responsabilità di non dire "mi risulta", bensì: ---> risulta (oggettivo, non soggettivo). Spietata, cinica o trova anche tu come meglio identificarla, ma l'essere propositivi non è un processo da mettersi in moto con filosofie d'azione o di pensiero che ragionano su di una realtà a scatola chiusa. La scatola è aperta, e non si può far finta di non saperlo. La responsabilità consiste proprio in questo ...

... si aiuta veramente solo chi dimostra di volerti mettere in discussione e vuole mettersi in discussione. Detto questo, la mia provocazione rimane, credo, più che fondata:

- chi merita cosa (?) ci aggiungo il punto di domanda.

Quando noi parliamo di responsabilità, per andare più sullo spicciolo, ecco che, ad esempio, in seno al ragionamento appena fatto, appuriamo che anche se (per magia) un politica migliore tornasse a garantire un modello di vita economico migliore, la maggioranza non lo meriterebbe. Quindi sostengo e rivendico che parteggiare a che il popolo venga trattato meglio: - è da stupidi.

Il resto, credo, discende da ciò.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
giusavvo
Inviato: 12/7/2014 9:43  Aggiornato: 12/7/2014 9:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/2/2011
Da:
Inviati: 449
 Re: I media americani, liberi e indipendenti
Citazione:
“(…,) l'immagine ci dice che nella volontà della maggioranza vi è colpa e non causa.”


Per quel che mi riguarda, vi è anche “concausa efficiente”.

Citazione:
L'essere stupidi non sottintende l'essere fessi, poiché ognuno si muove secondo coscienza (…)”


Non sempre, talvolta l’essere stupidi è diretta conseguenza dell’essere fessi.

Citazione:
“... si aiuta veramente solo chi dimostra di volerti mettere in discussione e vuole mettersi in discussione.”


Citazione:
“(…) se (per magia) un politica migliore tornasse a garantire un modello di vita economico migliore, la maggioranza non lo meriterebbe. Quindi sostengo e rivendico che parteggiare a che il popolo venga trattato meglio: - è da stupidi.”


Se ho compreso bene la tua posizione quindi non tutti “meritano”, bensì soltanto quelli che fanno quantomeno uno sforzo per migliorare e migliorarsi.
Se così è, ritengo quanto dici comprensibile e giustificabile, non nascondo che, sovente, anch’io provo una certa avversione idiosincratica verso questo genere di “altruità”.
Tuttavia, le mie convinzioni mi portano a non condividere la posizione, non solo perché così argomentando si restringerebbe “il noi” solo a quelli che la pensano alla nostra maniera, ma anche perché sono del tutto convinto che la qualità delle relazioni sociali con gli altri, svolge un ruolo di primaria importanza per il benessere collettivo e per la sopravvivenza di tutti.
Sono dell’opinione che in un sistema economico tendente all'uguaglianza si stia “tutti” meglio.
In buona sostanza, lo stare meglio anche del popolo che “non merita” è comunque lo stare meglio pure per il popolo che “merita”, ciò per la ragione che, come diceva qualcuno: “nessun uomo è un’isola intera per se stesso; ogni uomo è un pezzo del continente, parte della terra intera”.
Dal che ne discende l’intuibilità, quanto meno per me, della risposta “sul chi merita cosa”, anche alla luce dei miei precedenti commenti.

"L'uomo è misura di tutte le cose"
(Protagora)

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA