Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


storia & cultura : Testimonianza da Hiroshima
Inviato da Redazione il 6/8/2014 11:52:16 (7002 letture)

Ricorre oggi l’anniversario della bomba atomica sganciata su Hiroshima.

Voto: 10.00 (2 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Slobbysta
Inviato: 6/8/2014 12:00  Aggiornato: 6/8/2014 12:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Evitiamo Fukushima che è più subdola...

..perlomeno quelle due (o tre) ATOMICHE..furono firmate Gay...cognome che non è certo per FORZA una sodomizzazione...

Slobbysta

Mrexani
Inviato: 6/8/2014 14:02  Aggiornato: 6/8/2014 14:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/6/2014
Da:
Inviati: 432
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Se vi fosse qualcuno che non rispettando neanche il più elementare e civilissimo ''occhio per occhio dente per dente'', chiedesse e ottenesse, per un capello strappato, la testa del nemico. Sorgerebbe il problema di come punire un tipo di tal fatta, essendo ''occhio per occhio'' qualcosa d'insufficiente allo scopo.....
Forse questi criminali, non sono ancora passati alla storia perché non è stato ancora risolto questo quesito logico: di quale pena condannarli?

Escape2013
Inviato: 6/8/2014 15:14  Aggiornato: 6/8/2014 15:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/5/2013
Da:
Inviati: 358
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Per riscattare almeno un po' l'Umanità, che può essere offesa e violentata da quegli oscuri e vili traditori che s'annidano sempre e ovunque ma che ha nella sua stessa ragion d'essere la capacità di non essere mai annientata del tutto, invito a prendere coscienza della vicenda di Eatherly, l'unico fra coloro che furono attivamente coinvolti a pentirsi immediatamente e che morì in pace solo dopo aver ricevuto il perdono di Hiroshima, che lo ritenne "pure lui vittima dell'atomica".

grodek
Inviato: 6/8/2014 16:11  Aggiornato: 6/8/2014 16:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/8/2006
Da:
Inviati: 57
 Re: Testimonianza da Hiroshima
E da quel 1945 non ci si è più fermati... queste magnifiche sorti e progressive...

https://www.youtube.com/watch?v=6irSw3f9okw

niente
Inviato: 6/8/2014 19:46  Aggiornato: 6/8/2014 20:06
So tutto
Iscritto: 19/7/2014
Da:
Inviati: 10
 Re: Testimonianza da Hiroshima
.. sin da allora, il cane bastonato si e´ mostrato ubbidiente al padrone... (vedi per esempio le recenti sanzioni contro l´orso)

Maksi
Inviato: 6/8/2014 20:01  Aggiornato: 6/8/2014 20:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/10/2011
Da:
Inviati: 1219
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Il vero volto della Demo(n)crazia.

Hanno massacrato e distrutto i due popoli piu' degni del pianeta Terra: i Tedeschi e i Giapponesi.

invisibile
Inviato: 6/8/2014 20:27  Aggiornato: 6/8/2014 20:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Citazione:
Hanno massacrato e distrutto i due popoli piu' degni del pianeta Terra: i Tedeschi e i Giapponesi.

Ne dimentichi moltissimi altri, che in quanto a dignità non erano secondi a nessuno.
E non è solo la democrazia che commette stragi, lo fa "solo" in maniera più ipocrita, ma il risultato è lo stesso, la legittimazione della più grande perversione dell'uomo: il desiderio di potere.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
niente
Inviato: 6/8/2014 21:27  Aggiornato: 6/8/2014 21:27
So tutto
Iscritto: 19/7/2014
Da:
Inviati: 10
 Re: Testimonianza da Hiroshima
citazione:

Hanno massacrato e distrutto i due popoli piu' degni del pianeta Terra: i Tedeschi e i Giapponesi.

....non vorrei essere polemico, ne´sminuire gli indescrivibili delitti della "gang dominante"... ma vorrei prendere per esempio la presa di Nanchino da parte dei Giapponesi:
gli ufficiali giapponesi facevano a gara a chi tagliava piu´teste tra i prigionieri ...
.. io non so quale metro di giudizio possa essere preso per valutare quali debbano essere i popoli piu´degni della terra....

Teoclasto
Inviato: 6/8/2014 21:42  Aggiornato: 6/8/2014 21:55
So tutto
Iscritto: 15/7/2014
Da:
Inviati: 16
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Non mi sono certo simpatici gli yankees, ma ricordando quello che hanno combinato i giapponesi in Manciuria, e che loro era la famosa "Unità 731" (in confronto alla quale Mengele era un benefattore dell'umanità, e che si distinse per esperimenti raccapriccianti operati su poveri cinesi inermi), che MAI il governo nipponico ha condannato i crimini del proprio esercito, ma che, al contrario, i responsabili militari vengono ancora ricordati come "eroi" e tali sono nell'immaginario di un paese storicamente monocolo, non riesco ad unirmi al coro delle doglianze stereotipate...

sorry

Teoclasto
Inviato: 6/8/2014 21:45  Aggiornato: 6/8/2014 21:52
So tutto
Iscritto: 15/7/2014
Da:
Inviati: 16
 Re: Testimonianza da Hiroshima
perfettamente d'accordo con il commento di "niente".

Maksi
Inviato: 6/8/2014 22:10  Aggiornato: 6/8/2014 22:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/10/2011
Da:
Inviati: 1219
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Citazione:
gli ufficiali giapponesi facevano a gara a chi tagliava piu´teste tra i prigionieri ...

Non ho una conoscenza particolare sul fronte asiatico paragonabile a quella della religione olocaustica a "casa nostra"; ma quella "gara a chi tagliava piu' teste" mi sa tanto di storie tipo "sapone dal grasso degli ebrei"
Ovvio che dovevano giustificare ogni intervento per il bene di tutti, cosi' da inventarsi storie persino di cannibalismo sui prigionieri di guerra od esperimenti da film di serie B. Cosi', anche con la bomba atomica, resteranno sempre quelli buoni.

La dignita' dei Giapponesi (e Tedeschi) e quella di aver affrontato il Destino fino alla fine, facendosi carico anche delle conseguenze. La punizione dei dominatori fu quella di farli diventare l'incontrario di quello che erano e sono. Ormai la Germania e Giappone sono l'espressione piu' sviluppata di quel sistema che si regge sul mercantilismo.... hanno estirpato la loro identita'. E' vero, l'hanno fatto e lo stanno facendo con altri... anzi tutti (tranne per quel piccolo stato canaglia in medioriente)!
Un altro punto a favore loro fu quello di aver fatto cadere le maschere e le menzogne che si reggevano sul dualismo moderno capitalismo vs comunismo, che durante quel conflitto divennero quello che realmente sono: due facce (brutte) della stessa medaglia giudaca.

Insomma quello che noi condanniamo virtualmente, loro lo combattevano...

PS: sulle teste tagliate penso che nessuno possa battere i Francesi

ohmygod
Inviato: 6/8/2014 23:03  Aggiornato: 6/8/2014 23:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Testimonianza da Hiroshima
"sono una 'essenza' cattiva, molto cattiva". animalescamente accattivante
secondo il principio del .
questa epoca, più delle altre, è ammalata, "scoordinatis mentalis" è il nome della malattia.
se il tempo è un avvicendarsi di "temporali" se ne dovrebbe dedurre che
in epoca sopravvive un mix di generazioni: sembra che nessuno di loro sia afflitto da questa malattia benchè il tempo ne lasci tracce evidenti.
a cosa serve catalogare le tracce è evidente.
mente è incorruttibile, corrotta a sè. epoca è incorruttibile, corrotta a sè.
tempo è incorruttibile, corrotto a sè.
sulla scacchiera siete solo delle pedine chi mai avrebbe tempo anche per te se non per farti lo stesso male che si fa a Re e Regina.
pedina non implicarmi nel tuo costrutto mentale se esso deriva da quella malattia che affligge la realtà dell'epoca in cui vivi.
uno squallore quella miseria umana nel mentre appronta le vitali passerelle sulle quali far sfilare le vittime della storia_su due distinte passerelle ?!? che classe, su due distinte politiche ?!? che sfacciataggine, su due distinte vite ?!? che coraggio.
almeno LC è comune.

Kiklia: dilagante è la miseria umana, essa è una antropofagia talmente naturale_a volte mi viene il sosptetto che molti di voi vivono fra cannibali.

Castalia
Best Regard

e Kiklia diventò ancor più fredda o ancor più calda di Pigrizia.

niente
Inviato: 6/8/2014 23:04  Aggiornato: 6/8/2014 23:04
So tutto
Iscritto: 19/7/2014
Da:
Inviati: 10
 Re: Testimonianza da Hiroshima
.. si potrebbe anche tirare in ballo la frase "se non hanno pane, mangino brioches" ..
.. non oso avventurarmi in discussioni del tipo "i tuoi cattivi hanno ucciso piu´ dei miei", tanto piu´ che il "massacro di Nanchino" e´ ancora fonte di disputa tra Cina e Giappone... potremmo essere come in "1984", dove riscrivono la storia a piacimento...
.. in teoria, tutto potrebbe essere messo in discussione.. beh´ anzi, "quasi tutto"

m4x
Inviato: 7/8/2014 0:50  Aggiornato: 7/8/2014 0:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/6/2007
Da:
Inviati: 746
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Sull'uso dell'atomica basta dire una cosa: nel settembre di quello stesso anno perfino Curtis Lemay disse che l'uso della bomba fu una violenza inutile.

Forse se il successore di Roosvelt fosse stato Wallace il mondo sarebbe un posto migliore.

Ps - E' anche vero però che (parafrasando il grande vecchio) i giapponesi "se l'andavano a cercare"

fefochip
Inviato: 7/8/2014 1:43  Aggiornato: 7/8/2014 1:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Testimonianza da Hiroshima
scusate io vorrei mettere un momento in evidenza un aspetto forse un po "dimenticato" del tema nucleare.

le due armi atomiche fatte detonare su una popolazione fu senza ombra di dubbio un crimine (di guerra o meno ha poca importanza).

ma c'è un altro crimine perpetrato da questi pazzi scienziati e politici di merda contro il pianeta intero e i suoi abitanti.

Citazione:
Secondo Greenpeace, sono stati circa 2 044 i test condotti fino all'aprile 1996, 711 dei quali nell'atmosfera o in aree marine, per una potenza complessiva di 438 megatoni, ossia l'equivalente di circa 35 000 bombe di Hiroshima, queste esplosioni hanno portato alla dispersione nell'ambiente di circa 3 800 chilogrammi di plutonio e di circa 4 200 chilogrammi di uranio


ragazzi 2044 test nucleari dio prete!!!!

parliamo della potenza di 35000 bombe di hiroshima!

e poi ci chiediamo perche i tumori aumentano ?

questo è un crimine immenso verso il pianeta e tutta la vita che lo abita altro che hiroshima ...siamo dei pazzi scatenati.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Red_Max
Inviato: 7/8/2014 2:19  Aggiornato: 7/8/2014 2:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Di fronte a questi fatti c'è solo da vergognarsi di appartenere al genere umano.

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
invisibile
Inviato: 7/8/2014 9:33  Aggiornato: 7/8/2014 9:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Maksi

Citazione:
La dignita' dei Giapponesi (e Tedeschi) e quella di aver affrontato il Destino fino alla fine, facendosi carico anche delle conseguenze.

Ah, ora capisco cosa tu intendi per "dignità"...
Sarebbe pazzia allo stato puro, distillata per così dire. Quel tipo di pazzia che ignora completamente il diritto e la dignità altrui, quando questi vanno a limitare il tuo sogno, la tua idea di come le cose dovrebbero essere.
Se le conseguenze sono quelle di occupare stati stranieri, commettere crimini, rubare, imporre e quant'altro, è legittimo perché lo dico io.
Toh! Esattamente quello che fanno ANCHE gli attuali padroni del mondo che tu giustamente critichi.
Infatti sono la stessa IDENTICA cosa.

Citazione:
Insomma quello che noi condanniamo virtualmente, loro lo combattevano...

Ma qund'è che ti dai una svegliata?
Quanto ti ci vuole ancora a capire che i tuoi idoli non sono altro che un altra faccia della stessa medaglia?
Ma veramente uno intelligente come te non riesce a vedere che si è ficcato in una trappola per polli?
Ma veramente le PAROLE hanno una tale influenza su di te?
Loro lo combattevano, a parole, poi agivano esattamente come gli altri.
Quello che proprio non arrivi a vedere è IL punto, che è sempre stato lo stesso da almeno 10.0000 anni.
Capisco che a te piacciano di più le bionde (diciamo che è una vera e propria fissa ma i gusti...), ma questo (e qui ti svelo un grande segreto) non ha nulla a che fare con il desiderio di potere che ha fatto impazzire il mondo.

Guardati un discorso del tuo idolo, uno di quelli in cui si esalta, ma non ascoltare quello che dice, guarda lui, guarda l'uomo.
Cosa vedi?
Ieri l'ho fatto, dopo i tuoi interventi, e ci ho messo 15 secondi a capire che tipo era.
Se non lo vedi hai un serio problema di percezione della realtà (quella cosa che le PAROLE non bastano a descrivere esaustivamente).

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
f_z
Inviato: 7/8/2014 10:17  Aggiornato: 7/8/2014 10:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Hiroshima e Nagasaki furono probabilmente i piu' gravi atti di terrorismo mai commessi al mondo, non atti di "guerra".

Sui giapponesi ricordo certa propaganda "occidentale" che sosteneva che durante la guerra i piloti di caccia e/o bombardieri giapponesi si gettavano a kamikaze contro le navi nemiche senza essere colpiti.
Come se il loro governo potesse permettersi di buttare via aerei e piloti come se fossero "gratis"...

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
Truth79
Inviato: 7/8/2014 11:51  Aggiornato: 7/8/2014 11:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/8/2009
Da:
Inviati: 244
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Quindi la storia dei piloti giapponesi kamikaze sarebbe un falso?Ma si son viste in tv le immagini molte volte mi pare,o mi sbaglio?Se sicuro di questa cosa?Per quel che riguarda il discorso di chi sarebbe degno di vivere su questo pianeta più di altri,io lascerei perdere perché penso che non basterebbe questa vita per discuterne.Sicuramente c'è da ribadire che la prepotenza USA non ha mai avuto limiti e mai ne avrà,io spero sinceramente che qualcuno faccia qualcosa prima o poi........qualsiasi cosa....

Di tutte le cose sicure,la piú certa è il dubbio.
f_z
Inviato: 7/8/2014 12:11  Aggiornato: 7/8/2014 12:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Citazione:
Autore: Truth79 Inviato: 7/8/2014 11:51:04

Quindi la storia dei piloti giapponesi kamikaze sarebbe un falso?


No, io dico solo di usare il cervello, ragionarci sopra e poi tirare le tue conclusioni.

Se ha senso che il pilota di un aereo colpito e senza speranza di fuggire tenti di far precipitare il suo aereo su una nave nemica non ha nessun senso nel caso in cui l'aereo sia perfettamente funzionante.

Per quello che ricordo le storie che ci raccontavano parlavano di piloti kamikaze che mandavano aerei imbottiti di bombe in picchiata contro le navi, non di aerei colpiti dalla contraerea.

Altrimenti dopo un po' di battaglie i giapponesi avrebbero finito gli aerei.

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
uriele
Inviato: 7/8/2014 14:10  Aggiornato: 7/8/2014 14:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/5/2006
Da:
Inviati: 46
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Tra gli atti di terrorismo ci sarebbe da citare anche il bombardamento della città di Dresda, il 13 febbraio 1945.


« Dopo un massacro tutto dovrebbe tacere, e infatti tutto tace, sempre, tranne gli uccelli. E gli uccelli cosa dicono? Tutto quello che c'è da dire su un massacro, cose come puu-tii-uiit? »

(Kurt Vonnegut, Mattatoio n. 5)

In Mattatoio n. 5, Vonnegut ricorda in questo modo il momento in cui, uscendo dal rifugio sotterraneo che gli aveva salvato la vita, scoprì con sgomento che la città, rasa al suolo, sembrava «la superficie della Luna».

Merio
Inviato: 7/8/2014 14:15  Aggiornato: 7/8/2014 14:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/4/2011
Da:
Inviati: 3677
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Fa bene a ricordare Dresda l'utente Uriele...

Un altro bombardamento a tappeto che si sarebbe potuto benissimo evitare...

Ma la Germania era cattiiiiiiva e andava distrutta...

edit

Segnalo questo articolo di CDC già di per se interessante, reso ancora più interessante dai commenti dell'ex utente di CDC che ogni tanto cito: Mincuo.

Ricordando il bombardamento...

La libertà di parola senza la libertà di diffusione è come un pesce rosso in una vasca sferica...
Ezra Pound
m4x
Inviato: 7/8/2014 14:21  Aggiornato: 7/8/2014 14:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/6/2007
Da:
Inviati: 746
 Re: Testimonianza da Hiroshima
La Germania era buooooona

f_z
Inviato: 7/8/2014 14:27  Aggiornato: 7/8/2014 14:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Forse allora meglio ricordare anche il bombardamento di Tokyo? Avvenne prima di Hiroshima e pare ci furono un milione e mezzo di morti se non erro.

Pero' le due bombe atomiche furono molto piu' devastanti a livello ambientale.

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
m4x
Inviato: 7/8/2014 14:27  Aggiornato: 7/8/2014 14:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/6/2007
Da:
Inviati: 746
 Re: Testimonianza da Hiroshima

m4x
Inviato: 7/8/2014 14:44  Aggiornato: 7/8/2014 14:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/6/2007
Da:
Inviati: 746
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Sui bombardamenti a tappeto in giappone > https://www.youtube.com/watch?v=nwXF6UdkeI4 (da 32 e 58 in poi).

ohmygod
Inviato: 7/8/2014 14:54  Aggiornato: 7/8/2014 14:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Testimonianza da Hiroshima
tutto è buono tranne i buoni cos'ì come tutto è cattivo tranne i cattivi poi vi sono il neutro che è buono fra i buoni e cattivo fra i cattivi. di norma nel neutro il più è bandito.

Best regard

Piero68
Inviato: 7/8/2014 15:53  Aggiornato: 7/8/2014 15:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/9/2012
Da:
Inviati: 134
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Voglio soltanto riportare integralmente, questa fantastica (in tutti i sensi) intervista fatta da Odifreddi ad Hitler!!

Sessant'anni dopo, mentre nel mondo si sta organizzando un Quarto Reich che va dagli Stati Uniti al Mediterraneo, abbiamo parlato del Terzo col sanguinario vegetariano che l'ha comandato per dodici anni.
Fürer, dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale il suo nome è diventato sinonimo del male. Cosa ne pensa?
La storia è sempre stata scritta dai vincitori, e il bene è ciò che sta dalla loro parte. Se avessimo vinto noi, sinonimo del male sarebbe diventati i nomi di Churchill o di Roosevelt.
Non crede che ci siano motivazioni oggettive, oltre alla sconfitta? Stalin la guerra l'ha vinta, eppure anche il suo nome è diventato sinonimo del male.
Milioni di persone non l'hanno pensata così, su Stalin, prima e dopo la guerra: quanti russi hanno pianto, quando è morto? Temo che lei non sappia molto nè dello stalinismo, nè del nazismo, a parte ciò che le ammanniscono i Ministeri della Propaganda, del suo paese e di quello che lo comanda.
Ministeri della Propaganda? E quali sarebbero i nostri Goebbels?
Per parlarle in termini che lei può capire, se il nostro era il totalitarismo inumano del 1984 di Orwell, il vostro è oggi il totalitarismo dal volto umano del Mondo nuovo di Huxley. I suoi Ministeri della Propaganda sono dunque il cinema e la televisione: se vuole trovare i nuovi Goebbels, li cerchi fra gli Spielberg e gli Zeffirelli, o fra i Murdoch e i Berlusconi.
Cosa voleva insinuare, fra l'altro, con quel "paese che ci comanda''? Che l'Italia sarebbe una colonia degli Stati Uniti?
E non lo è, forse? Da quando siete stati occupati, nel 1944, non vi siete più liberati. A tutt'oggi ci sono 125 basi e 35.000 truppe statunitensi in Italia: è indipendenza questa? In Germania, poi, stiamo ancora peggio. Quella che voi chiamate liberazione, fu soltanto la sostituzione di un'occupazione militare a un'altra, meno esibita ma non meno effettiva.
Non vorrà negare, però, che il nazismo si è macchiato di crimini contro l'umanità mai visti prima.
Ah, sì? E quali?
Anzitutto, lo sterminio di sei milioni di ebrei.
Non dica cretinate. Il mio modello per la soluzione del problema ebraico è stato il modo in cui gli Stati Uniti avevano risolto l'analogo problema indiano: un genocidio sistematico e scientifico dei diciotto milioni di nativi che vivevano nell'America del Nord. Quanti indiani rimangono negli Stati Uniti, oggi? Qualche centinaio, mantenuti in riserve come i bisonti. E quanti ebrei rimangono invece, al mondo? Milioni, e hanno addirittura uno stato tutto per loro: il quale, tra l'altro, sta mostrando di aver imparato la nostra lezione sul come trattare le minoranze etniche.
Lei è proprio un senza Dio!
Senza il Dio degli ebrei, magari. Ma avevamo il vostro: non è forse stato Elie Wiesel, premio Nobel per la pace nel 1986, a dire che "tutti gli assassini dell'Olocausto erano cristiani, e il sistema nazista non comparve dal nulla, ma ebbe profonde radici in una tradizione inseparabile dal passato dell'Europa cristiana''? Non senza motivo le mie SS portavano scritto Gott mit uns sulla fibbia della cintura.
La Chiesa non la pensa certo così!
Ma se, da quando Rolf Hochhuth ha rotto l'incantesimo con Il vicario nel 1963, non si fa che parlare del silenzio di Pio XII nei confronti di quello che voi chiamate Olocausto! E poi, lei non ha certo letto il mio Mein Kampf, che immagino non sia facile da trovare nelle vostre librerie: se l'avesse fatto, ricorderebbe però che il progetto per il trionfo del nazismo era modellato sulla tenace adesione ai dogmi e sulla fanatica intolleranza che hanno caratterizzato il passato della Chiesa cattolica.
In ogni caso, basterebbe a condannarvi il disprezzo per la vita umana di civili innocenti che avete dimostrato durante la guerra.
Questa la vada a raccontare agli abitanti di Amburgo e di Dresda, sui quali avete riversato le "tempeste di fuoco'' che ne hanno ucciso un milione. O a quelli di Hiroshima e Nagasaki, trecentomila dei quali sono stati inceneriti da due bombe atomiche: nessuna propaganda può cancellare il fatto che i "cattivi'' nazisti non hanno costruito queste armi di distruzione di massa, mentre i "buoni'' Stati Uniti le hanno non solo costruite, ma usate!
Almeno, non vorrà negare la sua aberrante politica eugenetica.
Perchè mai dovrei negarla? Era un mezzo per ottenere la purezza della razza. Ma non capisco cosa ci trovi di aberrante: la mia legge del 1933, per la prevenzione dei difetti ereditari, era esplicitamente basata sul modello statunitense di Harry Laughlin, al quale noi demmo per questo motivo una laurea ad honoremnel 1936 a Heidelberg. Lo sa, lei, che la prima legge per la sterilizzazione di "criminali, idioti, stupratori e imbecilli'' fu promulgata nel 1907 dall'Indiana? Che fu poi imitata da una trentina di stati americani, e dichiarata costituzionale nel 1927 dalla Corta Suprema? Che negli anni '30 furono sterilizzati 60.000 individui negli Stati Uniti, metà dei quali nella sola California? E che negli anni '50, dopo la guerra, furono castrati 50.000 omosessuali?
Non vorrà dire che gli Stati Uniti, il melting pot, sono un paese razzista!
Lei è proprio un ingenuo! Secondo lei, contro cosa manifestava Martin Luther King, ancora negli anni '60? E chi scrisse Il passaggio della Grande Razza nel 1916?
Chi?
Madison Grant, amico di Theodore Roosevelt. Quando il libro fu tradotto in tedesco, gli mandai una lettera entusiasta, di cui lui fu molto compiaciuto. E a proposito di Roosevelt, non dimentichi che Pierre van der Berghe, studioso della razza, l'ha messo insieme a me e a Hendrik Verwoerd, l'artefice dell'apartheidsudafricano, nella Trinità del Razzismo del Novecento.
Di questo passo, arriverà a dire che gli Stati Uniti furono anche un paese nazista!
Gli Stati Uniti non possono aver seguito il nazismo, perchè l'hanno preceduto e ispirato. In fondo, volevamo entrambi una cosa sola: come cantavano le mie SS, Morgen die ganze Welt. Purtroppo il mondo era quasi tutto nelle mani delle potenze coloniali, e bisognava toglierglielo con la forza. Il "male'' di cui ci hanno accusati era tutto qui: voler fare a loro ciò che essi avevano fatto ad altri. Noi abbiamo fallito, ma gli Stati Uniti stanno portando a termine quello che era il nostro vero progetto: il dominio globale (militare, politico ed economico) del pianeta.
E' questa, dunque, l'eredità del nazismo?
L'ha già dichiarato Otto Dietrich zur Linde, il giorno prima della sua esecuzione, nell'intervista rilasciata all'argentino Borges, poi pubblicata col titolo Deutsches Requiem: il nazismo era un'ideologia così ben congegnata, che l'unico modo per sconfiggerla era di abbracciarla. Noi volevamo che la violenza dominasse il mondo, e il nostro scopo è stato pienamente raggiunto. Non abbiamo vissuto e non siamo morti invano.

invisibile
Inviato: 7/8/2014 16:30  Aggiornato: 7/8/2014 16:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Per riassumere:

"Lei è pazzo!"

"Non è vero, non lo vede che tutti fanno le stesse cose?"

Quando sei un pazzo e stai in manicomio tutto sembra normale.

Basta avere molta cura di non guardare fuori.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
perspicace
Inviato: 7/8/2014 16:30  Aggiornato: 7/8/2014 16:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Testimonianza da Hiroshima
La nobiltà della sconfitta – Yamaguchi Tsutomu


Yamaguchi Tsutomu, giovane ingegnere della Mistubishi residente a Nagasaki, è in viaggio di lavoro a Hiroshima insieme a due colleghi. È il 6 agosto 1945.
Sono le 8.15 di mattina. Sceso dal tram, Yamaguchi sente il motore di un aereo che passa sopra la città

eppure si muove a fatica, perché porta il peso immenso, la responsabilità oscena di migliaia di morti in potenza: ci si stupisce di come Enola Gay sia riuscito a volare. Uomini, donne, bambini ancora camminano, mancano pochi secondi, loro non sanno, le lancette degli ultimi secondi non fanno mai rumore. Yamaguchi San intuisce qualcosa

ma non ha il tempo di pensare. Una luce troppo bianca lo acceca per alcune ore, un suono impossibile da udire gli distrugge il timpano sinistro. Non ha ancora capito

che Little Boy è esploso 580 metri sopra la città. Che ha spazzato via migliaia di persone, ma non lui – lui deve vivere, ma per ora è solo chiaro

che ha il petto pieno di sangue. Quel petto dovrà tenerlo fasciato per 12 anni, a causa delle ustioni terribili che lo hanno segnato.
Hiroshima non esiste più. Yamaguchi San viene ricoverato in un rifugio antiaereo. Vede spegnersi le vite di tanti. Vuole solo tornare a casa.
La mattina del 7 agosto lui e i due colleghi della Mitsubishi si fanno strada tra i corpi bruciati e torturati dalla bomba. Alcuni chiamano ancora aiuto. Gli ingegneri non si fermano, vogliono solo prendere un treno e tornare dalle loro famiglie, a Nagasaki.

Le ustioni non impediscono a Yamaguchi San di tornare al lavoro. La mattina del 9 agosto 1945

The Great Artiste, poco prima delle 11, porta un carico perfino peggiore di quello di Little Boy. Ma Little Boy ha distrutto un orecchio all’ingegnere, che quindi, stavolta, non sente. Se avesse potuto, stavolta avrebbe certamente presagito. Ignaro,

il giovane sta raccontando al suo capo dell’orrore vissuto tre giorni prima, quando l’orologio scocca le 11.02.
Yamaguchi rivede la stessa incredibile luce bianca: “Pensavo che il fungo atomico mi avesse seguito da Hiroshima…”, ricorda, 65 anni dopo, mentre sta morendo a 93 anni di cancro allo stomaco.
Fat Man è molto più potente di Little Boy, ma il terreno collinoso di Nagasaki ripara e salva tante vite. Tra questi, anche Yamaguchi San, sua moglie e suo figlio.

Anni dopo, l’ormai anziano ingegnere vedrà quel bambino lasciarlo per sempre: ha 59 anni. È cancro. La prossima ad abbandonarlo sarà sua moglie. Anche lei muore di cancro.
Il 10 agosto 1945 “non si sentiva neppure il suono degli insetti”. In quel silenzio irreale, Yamaguchi San si rende conto di essere un “nijuuhibakusha”, Due bombe atomiche l’hanno cercato. Due bombe atomiche non sono riuscite a prenderselo. È un sopravvissuto due volte, fortuna e sfortuna, destino e caso allo stesso tempo. Non ci sarà una terza atomica, almeno non per Yamaguchi San.

65 anni dopo, poco prima di morire, ci dice: “Dio mi ha dato un compito: era mio destino subirle due volte, e sopravvivere per raccontarlo a tutti voi”. Ha vissuto una vita da normale ingegnere, con un felice periodo da insegnante, rifiutando l’esposizione mediatica perché “mi sentivo così in salute che sarebbe stato un insulto ai sopravvissuti che stavano male per davvero”.

Yamaguchi San si è spento il 4 gennaio 2010, dopo una vita dedicata al lavoro e alla cura dei suoi familiari ammalati. È simbolo della tenacia di un popolo e della sua ferma volontà di rinascere.

Quando gli venne chiesto, nella sua ultima intervista, perché fosse stato così fortunato in quell’agosto, rise con gli occhietti chiusi, e non disse niente.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
Merio
Inviato: 7/8/2014 16:43  Aggiornato: 7/8/2014 16:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/4/2011
Da:
Inviati: 3677
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Ha ragione pure Fefo...

La libertà di parola senza la libertà di diffusione è come un pesce rosso in una vasca sferica...
Ezra Pound
Nichiren
Inviato: 7/8/2014 17:52  Aggiornato: 7/8/2014 17:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 26/3/2014
Da: Toscana
Inviati: 1061
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Orrore imperdonabile.
Arriverà il giorno in cui renderemo questo mondo inabitabile per chiunque.

il miracolo dell'uomo

La verità è nel silenzio
crunch
Inviato: 7/8/2014 18:39  Aggiornato: 7/8/2014 18:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/5/2012
Da:
Inviati: 560
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Citazione:
Hanno massacrato e distrutto i due popoli piu' degni del pianeta Terra: i Tedeschi e i Giapponesi.


mah...i tedeschi paiono nutrire uno strano perverso amore per le disavventure, negli anni 30 la rinascita con hitler poi l'abbraccio (segreto ma non piu di tanto) mortale con gli USA che diedero l'ordine di razziare le immense quantita' d'oro degli ebrei (dopo il 29 gli ebrei di germania e non solo furono gli unici a rifiutarsi di cedere il prezioso metallo alle banche USA),

naturalmente come ben sappiamo, scaricati come letame a missione compiuta come accade a tutti i vassalli USA di tutte le epoche (eccetto naturalmente per le tecnologie e gli ingegneri tipo von braun ecc..nei quali avevano investito fior di dollaroni...naturalmente),

poi negli anni 90 il padrone concede la riunificazione, enormi sacrifici e ora che si stavano preparando a trattare da vera potenza industriale direttamente con cina e russia eccoti servita una guerra NEONAZISTA (mi disgusta solo il termine seppur tanto in voga oggi ma tant'e') ai confini con la russia che dimostra chi comanda veramente in europa...non solo... il tutto condito da un bel sentimento diffuso antitedesco abilmente sparso qua e la che non si sa mai.... a mali rstremi estremi rimedi...

ora i casi sono due, o da dopo la WW2 sono, come ho sempre pensato, semplice espressione manifatturiera del sionismo in europa oppure la loro incredibile forza di volonta' e' quantomeno pari al loro masochismo

edo
Inviato: 7/8/2014 19:43  Aggiornato: 7/8/2014 20:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Ricordo una recente trasmissione dove le temibili sorelle Angela (padre e... Neri Marcorè) peroravano la giusta causa delle bombe atomiche sul Giappone. Una pena logico-dialettica degna del peggior cicap.

ecco la puntata

Red_Max
Inviato: 7/8/2014 20:06  Aggiornato: 7/8/2014 20:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Tempo fa parlando di 0locaust0 facevo notare che però, d'altra parte gli americani hanno sganciato 2 bombe atomiche...
la risposta fu più o meno "sì ma gli ebre! furono uccisi con cattiveria"
due pesi e due misure...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
Verità
Inviato: 8/8/2014 2:37  Aggiornato: 8/8/2014 2:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/6/2013
Da: Genova
Inviati: 57
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Non mi pare che avessero detto che era giusto lo sgancio delle bombe

Slobbysta
Inviato: 8/8/2014 16:43  Aggiornato: 8/8/2014 16:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: Testimonianza da Hiroshima
...interessante che nessuno caghi Fukushima...decisamente più subdola!...e....intanto il 90% delle stelle marine nel pacifico son morte...per non dir altro...mangiate PESCE DEL PACIFICO fa bene al cervello!

Slobbando...

marco62
Inviato: 8/8/2014 20:39  Aggiornato: 8/8/2014 20:39
So tutto
Iscritto: 6/3/2010
Da:
Inviati: 15
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Il bombardamento di Dresda fù più orribile e inutile

m4x
Inviato: 8/8/2014 20:45  Aggiornato: 8/8/2014 20:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/6/2007
Da:
Inviati: 746
 Re: Testimonianza da Hiroshima
I bombardamenti a tappeto sull'Inghilterra furono più miti e pacati

Merio
Inviato: 8/8/2014 21:16  Aggiornato: 8/8/2014 21:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/4/2011
Da:
Inviati: 3677
 Re: Testimonianza da Hiroshima
M4x ha ragione...

Pure gli attacchi di Londra sono stati senza dubbio criminali:

The Blitz...

Citazione:
Starting on 7 September 1940, London was bombed by the Luftwaffe for 57 consecutive nights.[7] More than one million London houses were destroyed or damaged, and more than 40,000 civilians were killed, almost half of them in London.[4] Ports and industrial centres outside London were also heavily attacked. The major Atlantic sea port of Liverpool was also heavily bombed, causing nearly 4,000 deaths within the Merseyside area during the war.[8][9] The North Sea port of Hull, a convenient and easily found primary and secondary target for bombers unable to locate their primary targets, was subjected to 86 raids[10] within the city boundaries during the war, with a conservative estimate of 1200 civilians killed and 95% of its housing stock destroyed or damaged.[11][12] Other ports including Bristol, Cardiff, Portsmouth, Plymouth, Southampton, and Swansea were also targeted, as were the industrial cities of Birmingham, Belfast, Coventry, Glasgow, Manchester and Sheffield. Birmingham and Coventry were heavily targeted because of the Spitfire and tank factories in Birmingham and the many munitions factories in Coventry; the city centre of Coventry was almost completely destroyed.


Sembrerebbe che quest'altro inutile massacro sia stato mitigato dal fatto che la Luftwaffe non possedesse bombardieri adatti per missioni a lungo raggio...

Altrimenti la carneficina sarebbe stata peggiore (se avessero scelto l'opzione del terrore), oppure se si fossero concentrati sulle strutture militari inglesi tipo aeroporti militari, industrie etc, avrebbero potuto infliggere i danni che hanno invece fatto i bombardieri alleati e oggi staremmo ricordando ben altri eventi...

La libertà di parola senza la libertà di diffusione è come un pesce rosso in una vasca sferica...
Ezra Pound
Red_Max
Inviato: 8/8/2014 21:18  Aggiornato: 8/8/2014 21:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Contro i bombardamenti tradizionali si poteva andare nei rifugi, e potevi salvarti.
Con una bomba atomica distruggi tutto e provochi malattie mortali anche dopo il bombardamento, per questo motivo sono armi che non andrebbero mai nemmeno costruite.

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
Maksi
Inviato: 8/8/2014 21:56  Aggiornato: 8/8/2014 21:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/10/2011
Da:
Inviati: 1219
 Re: Testimonianza da Hiroshima
@crunch

Ho affrontato in lungo ed in largo tutte - o quasi - le questioni inerenti al Terzo Reich ed alle sue politiche, che siano economiche o meno. Quello che si piu' affermare con certezza quasi assoluta (confessate anche dai proganosti dall'altra parte) e' che la Germania nazional-socialista doveva essere fermata per un chiaro motivo: la sua economia si stava sganciando dal sistema monetar-mercantilistico anglo-giudaico. Come? Sbarazzandosi dell'oro (ebraico o meno). L'oro confiscato, poi mandato in Svizzera, serviva come garanzia politica per renderlo innocuo (l'oro). Fu anche venduto a non si sa bene chi, probabilmente per concordare qualche atto politico a breve termine. Anche ebrei furono coinvolti, perche' c'era sempre una costante trattaiva tra le parti. Insomma, si stava consolidanndo una potenza che rigettava il controllo monetario ormai lungo secoli. Era una questione di controllo, di politica strategica.

Come detto la Germania doveva essere fermata. Ma perche' distruggerla completamente eliminando tutti i suoi simboli (Svastika) che, in fin dei conti, alla politica c'entravano relativamente?
Perche' il punto cruciale della Seconda Guerra Mondiale e' la battaglia religiosa che si e' combattuta sul suolo europeo per il potere spirituale temporale. La vera battaglia non fu territoriale ma visionaria sulla natura dell'uomo stesso. Per questo fu cosi' distruttiva e la sconfitta concepita come estinzione totale. Non solo una o piu' nazioni (120 penso) si sollevarono contro il Terzo Reich ed i suoi alleati, ma tutto il mondo moderno: dalle nazioni liberal-capitalistiche fino a quelle comuniste e bolsceviche. Quella guerra io la considero evolutiva, perche da li' in poi rapresenta un paradigma per la natura umana: l'uomo ha scelto una sua "evoluzione" verso un uomo/mondo nuovo, rigettando la sua natura originale.

L'arianesimo hitlerista, che rigetta ogni forma spirituale messianico-semita, consolidatasi nei rispettivi secoli e millenni, fu la causa dell'annientamento e la condanna agli inferi del nazional-socialismo in tutte le sue forme. Potrebbe sembrare un po' esoterico... e lo e'. Se fin da bambino mi inculcano l'idea della Svatsika (simbolo religiosa tutt'oggi) come male assoluto, allora vogliono che io rigetti una possibile parentela con tale simbolo e tutti i suoi significati. Ci sono riusciti per un po' di tempo (sti maledetti!), ma poi, dopo un travaglio esistenziale, spirituale ed intellettuale ho ri-trovato la mia religiosita' (che non vuol dire aderire ad una religione o setta) e li mando calorosamente a fare in culo con il LORO dio del caxxo. Li combattero' sempre come meglio potro', con armi, parole e quant'altro. Le loro schifose menzogne, la loro inguaribile ipocrisia e vigliaccaggine mi ripugnano come una pantegana schiacciata. Il loro oro possono ficcarselo su per il deretano... a me non mi avranno mai... tie'

PS: con Odifreddi siamo alle solite: perche' il mondo e' cattivo? Perche' ci sono sempre i soliti nazzzisti al potere. Lui la fa solo un po' piu' relativista. Ah, gli uomini moderni

PPS: comunque, guardate che i bombardamenti sono stati iniziati dall'Inghilterra sulla Germania gia' nel '40. I bombardamenti tedeschi furono in risposta, proprio a quell'Inghilterra che dichiaro' la guerra alla Germania nel '39. La Germania non voleva nessuna guerra con gli Inglesi, anzi...

Merio
Inviato: 8/8/2014 22:48  Aggiornato: 8/8/2014 22:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/4/2011
Da:
Inviati: 3677
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Citazione:
PPS: comunque, guardate che i bombardamenti sono stati iniziati dall'Inghilterra sulla Germania gia' nel '40. I bombardamenti tedeschi furono in risposta, proprio a quell'Inghilterra che dichiaro' la guerra alla Germania nel '39. La Germania non voleva nessuna guerra con gli Inglesi, anzi...


Ma io ero rimasto che sin dall'inizio la Luftwaffe doveva bombardare l'Inghilterra per Leone Marino, poi non mi ricordo perché, ma si sono messi a bombardare tipo Londra e via discorrendo...

Puoi linkarmi qualcosa sui bombardamenti inglesi prima del '40 ?

Giusto per avere un quadro più ampio della cosa...

Sui rapporti Germania-Inghilterra, mi ricordo che hai scritto qualcosa e ci stava scappando pure l'alleanza...

La libertà di parola senza la libertà di diffusione è come un pesce rosso in una vasca sferica...
Ezra Pound
invisibile
Inviato: 8/8/2014 23:25  Aggiornato: 8/8/2014 23:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Maksi
E' confermato. Ti se bevuto la storiella (credendo di essere nel giusto, aspetta dove è che l'ho già sentita questa cosa...? Ah si, sempre e ovunque.)

Citazione:
Quella guerra io la considero evolutiva, perche da li' in poi rapresenta un paradigma per la natura umana: l'uomo ha scelto una sua "evoluzione" verso un uomo/mondo nuovo, rigettando la sua natura originale.

E tu come sai quale è la natura originale dell'uomo?
Non mi dire che consideri la cosiddetta razza ariana l'origine dell'uomo, perché a quanto pare ha solo 7.000 anni, mentre l'uomo, secondo certi ritrovamenti, pare abbia almeno 700.000 anni, il che significa che la "natura originale" dell'uomo è una totale incognita. Magari 500.000 anni fa eravamo verdi e con le antenne...
Ti sei solo innamorato di una certa propaganda, creata da una delle bande che detengono il potere da 10.000 anni, e credi di aver trovato la verità.
Ti hanno fregato, ma da quell'orecchio non ci vuoi sentire, sei troppo infatuato.

Citazione:
L'arianesimo hitlerista, che rigetta ogni forma spirituale messianico-semita, consolidatasi nei rispettivi secoli e millenni, fu la causa dell'annientamento e la condanna agli inferi del nazional-socialismo in tutte le sue forme.

Cazzate. Esattamente quella propaganda che ti sei bevuto.
Vedi Maksi, la propaganda creata dal potere, DEVE coprire tutte le possibili tendenze umane, perché l'uomo è per natura creativo, è molto variegato, in molti sensi.
Per cui, per assicurarsi il controllo, il potere deve creare miti per tutti i gusti, per chi è suscettibile all'immagine democratica e chi a quella totalitaria, per chi sta in fissa con le bionde (tipo te ) e chi per le brune. Per chi si sente realizzato indossando una divisa e chi lavorando nei campi "eroicamente" per il popolo tutto avanti alla riscossa.... eccetera, eccetera, eccetera.
Poi ci sono quelli che si credono svegli e "nel giusto" a prescindere, poi quelli che credono di aver scoperto l'inganno (i più difficili da manipolare, tipo te), mentre in realtà sono stati programmati con molta cura per neutralizzare il sentimento di ribellione che la consapevolezza della mancata libertà e del furto di massa (assolutamente reali) fa sorgere.
Per quelli come te, il potere ha creato fiction come il nazional-socialismo, perfette sceneggiature in cui sentirsi nel giusto e contro questi ladri fottuti che ti fanno ribollire il sangue.
Salvo poi, nel caso che questi alzino un po' troppo la cresta, tipo hitler che era convinto di essere più dritto degli altri e di poter addirittura fregarli al loro stesso "gioco" (completamente impazzito), ed essere eliminati come una sceneggiatura che non funziona più.
I produttori di film non ci pensano un attimo ad eliminare sceneggiature che non funzionano più: business is busines.
Missione compiuta: sei totalmente alla loro mercé e quella libertà che giustamente cerchi te la levano con un abile gioco di prestigio e alle brutte ti fanno fuori.
Ma tu sei troppo innamorato, di una cosa che non esiste, vista la reale età dell'uomo, per riuscire a sentirci da quell'orecchio.
Guarda che puoi anche rimanere in fissa con le bionde se proprio ci tieni, ma berti la sceneggiatura in toto è proprio da polli.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Maksi
Inviato: 9/8/2014 12:37  Aggiornato: 9/8/2014 12:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/10/2011
Da:
Inviati: 1219
 Re: Testimonianza da Hiroshima

Calvero
Inviato: 9/8/2014 13:36  Aggiornato: 9/8/2014 13:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Citazione:
Yamaguchi Tsutomu, giovane ingegnere della Mistubishi residente a Nagasaki, è in viaggio di lavoro a Hiroshima insieme a due colleghi. È il 6 agosto 1945.
Sono le 8.15 di mattina. Sceso dal tram, Yamaguchi sente il motore di un aereo che passa sopra la città

eppure si muove a fatica, perché porta il peso immenso, la responsabilità oscena di migliaia di morti in potenza: ci si stupisce di come Enola Gay sia riuscito a volare. Uomini, donne, bambini ancora camminano, mancano pochi secondi, loro non sanno, le lancette degli ultimi secondi non fanno mai rumore. Yamaguchi San intuisce qualcosa

ma non ha il tempo di pensare. Una luce troppo bianca lo acceca per alcune ore, un suono impossibile da udire gli distrugge il timpano sinistro. Non ha ancora capito

che Little Boy è esploso 580 metri sopra la città. Che ha spazzato via migliaia di persone, ma non lui – lui deve vivere, ma per ora è solo chiaro

che ha il petto pieno di sangue. Quel petto dovrà tenerlo fasciato per 12 anni, a causa delle ustioni terribili che lo hanno segnato.
Hiroshima non esiste più. Yamaguchi San viene ricoverato in un rifugio antiaereo. Vede spegnersi le vite di tanti. Vuole solo tornare a casa.
La mattina del 7 agosto lui e i due colleghi della Mitsubishi si fanno strada tra i corpi bruciati e torturati dalla bomba. Alcuni chiamano ancora aiuto. Gli ingegneri non si fermano, vogliono solo prendere un treno e tornare dalle loro famiglie, a Nagasaki.

Le ustioni non impediscono a Yamaguchi San di tornare al lavoro. La mattina del 9 agosto 1945

The Great Artiste, poco prima delle 11, porta un carico perfino peggiore di quello di Little Boy. Ma Little Boy ha distrutto un orecchio all’ingegnere, che quindi, stavolta, non sente. Se avesse potuto, stavolta avrebbe certamente presagito. Ignaro,

il giovane sta raccontando al suo capo dell’orrore vissuto tre giorni prima, quando l’orologio scocca le 11.02.
Yamaguchi rivede la stessa incredibile luce bianca: “Pensavo che il fungo atomico mi avesse seguito da Hiroshima…”, ricorda, 65 anni dopo, mentre sta morendo a 93 anni di cancro allo stomaco.
Fat Man è molto più potente di Little Boy, ma il terreno collinoso di Nagasaki ripara e salva tante vite. Tra questi, anche Yamaguchi San, sua moglie e suo figlio.

Anni dopo, l’ormai anziano ingegnere vedrà quel bambino lasciarlo per sempre: ha 59 anni. È cancro. La prossima ad abbandonarlo sarà sua moglie. Anche lei muore di cancro.
Il 10 agosto 1945 “non si sentiva neppure il suono degli insetti”. In quel silenzio irreale, Yamaguchi San si rende conto di essere un “nijuuhibakusha”, Due bombe atomiche l’hanno cercato. Due bombe atomiche non sono riuscite a prenderselo. È un sopravvissuto due volte, fortuna e sfortuna, destino e caso allo stesso tempo. Non ci sarà una terza atomica, almeno non per Yamaguchi San.

65 anni dopo, poco prima di morire, ci dice: “Dio mi ha dato un compito: era mio destino subirle due volte, e sopravvivere per raccontarlo a tutti voi”. Ha vissuto una vita da normale ingegnere, con un felice periodo da insegnante, rifiutando l’esposizione mediatica perché “mi sentivo così in salute che sarebbe stato un insulto ai sopravvissuti che stavano male per davvero”.

Yamaguchi San si è spento il 4 gennaio 2010, dopo una vita dedicata al lavoro e alla cura dei suoi familiari ammalati. È simbolo della tenacia di un popolo e della sua ferma volontà di rinascere.

Quando gli venne chiesto, nella sua ultima intervista, perché fosse stato così fortunato in quell’agosto, rise con gli occhietti chiusi, e non disse niente.


Mi sono persino ricresciuti i capelli, solo per drizzarmisi sulla testa

.. onore a quest'uomo.

Citazione:
Ricordo una recente trasmissione dove le temibili sorelle Angela (padre e... Neri Marcorè) peroravano la giusta causa delle bombe atomiche sul Giappone. Una pena logico-dialettica degna del peggior cicap.

ecco la puntata


Non potendo consumare il traffico della chiavetta, direi che mi sono risparmiato abbastanza nervosi, meglio così va' ... e nel frattempo spero che i giusti anatemi facciano il loro sporco lavoro.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
lanzo
Inviato: 9/8/2014 16:29  Aggiornato: 9/8/2014 16:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: Testimonianza da Hiroshima
State sicuri che gli ufficiali giapponesi le teste con la katana le tagliavano realmente. I soldati si limitavano a stuprare ed ammazzare (ci sono tonnellate di documentazioni fotografiche, (prese dagli stessi giapponesi come trofeo, eh) quando ancora non si conosceva il photoshopping. riguardo a Nanchino e Manciuria. Per non parlare degli esperimenti alla Mengele ma peggio su cinesi ma anche su prigionieri di guerra americani. fortuna per loro nessun ebreo ci rimise le penne. Tutti zitti come lper il caso della "Liberty"... Chi sa sa, chi non sa si puo' informare.
Un campo di prigionia giapponese, ve lo racomando, so solo che tanti italiani in campi di prigionia militari, bene o male hanno mangiato, non rischiavano di essere decapitai da qualche pazzoide e tanti hanno pure avuto il visto per stabilirsi in USA, Canada e Australia !
I nazisti erano la famiglia del mulino bianco a confronto dei giapponesi ai quali devo riconoscere di non aver mai voluto "entrare nel giro" ma vi furono costretti dagli americani, Perry, si chiamava l'ammiraglio, se non sbaglio, che minazziava di cannoneggiare i porti se non avessero voluto ballare il fox trot.
Gli americani avrebbero dovuto impiccare l'imbelle imperatore, ma - vedendoci lungo - temevano di perdere un mercato. Ma
Poi non so quanto questa lungimiranza sia valida, sia in Viet Nam che Laos e Cambogia i prodotti americani vanno alla grande. per chi puo' permetterseli - tutti sanno di pol pot, che avra' ammazzato 200 mila persone ma nessuno parla dei 2 milioni di persone massacrate dai bombardamenti americani.
Dopo la scoppola del bombardamento di Tokio, Naga e Hiroshima, i giapponesi sono diventati agnellini, ma il lupo perde il pelo ma non il vizio. Adesso che si sono ripresi stanno a rompere i coglioni alla Cina per un pretestuoso contenzioso su certe isole di merda, naturalmente aizzati dagli ex "bombardatori" cosi' come stanno seminando zizzania contro la Cina circa il possesso di certe "isole" che non sono neanche isole e stanno coagulando (Filippine, VietNam ed altri contro i cattivi cinesi, sperando in un qualche incidente). Chi non semina non raccoglie...

lanzo
Inviato: 9/8/2014 16:38  Aggiornato: 9/8/2014 16:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: Testimonianza da Hiroshima
State sicuri che gli ufficiali giapponesi le teste con la katana le tagliavano realmente. I soldati si limitavano a stuprare ed ammazzare (ci sono tonnellate di documentazioni fotografiche, (prese dagli stessi giapponesi come trofeo, eh) quando ancora non si conosceva il photoshopping. riguardo a Nanchino e Manciuria. Per non parlare degli esperimenti alla Mengele ma peggio su cinesi ma anche su prigionieri di guerra americani. fortuna per loro nessun ebreo ci rimise le penne. Tutti zitti come lper il caso della "Liberty"... Chi sa sa, chi non sa si puo' informare.
Un campo di prigionia giapponese, ve lo racomando, so solo che tanti italiani in campi di prigionia militari, bene o male hanno mangiato, non rischiavano di essere decapitai da qualche pazzoide e tanti hanno pure avuto il visto per stabilirsi in USA, Canada e Australia !
I nazisti erano la famiglia del mulino bianco a confronto dei giapponesi ai quali devo riconoscere di non aver mai voluto "entrare nel giro" ma vi furono costretti dagli americani, Perry, si chiamava l'ammiraglio, se non sbaglio, che minazziava di cannoneggiare i porti se non avessero voluto ballare il fox trot.
Gli americani avrebbero dovuto impiccare l'imbelle imperatore, ma - vedendoci lungo - temevano di perdere un mercato. Ma
Poi non so quanto questa lungimiranza sia valida, sia in Viet Nam che Laos e Cambogia i prodotti americani vanno alla grande. per chi puo' permetterseli - tutti sanno di pol pot, che avra' ammazzato 200 mila persone ma nessuno parla dei 2 milioni di persone massacrate dai bombardamenti americani.
Dopo la scoppola del bombardamento di Tokio, Naga e Hiroshima, i giapponesi sono diventati agnellini, ma il lupo perde il pelo ma non il vizio. Adesso che si sono ripresi stanno a rompere i coglioni alla Cina per un pretestuoso contenzioso su certe isole di merda, naturalmente aizzati dagli ex "bombardatori" cosi' come stanno seminando zizzania contro la Cina circa il possesso di certe "isole" che non sono neanche isole e stanno coagulando (Filippine, VietNam ed altri contro i cattivi cinesi, sperando in un qualche incidente). Chi non semina non raccoglie...

lanzo
Inviato: 9/8/2014 16:44  Aggiornato: 9/8/2014 16:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Volevo precisare che la katana e' un attrezzo abbastanza costoso, bisognava saperla usare ma sopratutto confermava il "rango" di chi la portava.
Cosi' come la pistola, negli eserciti europei, la potevano portare solo gli ufficiali. Ora nin zo.
Passo e chiudo.

crunch
Inviato: 9/8/2014 22:49  Aggiornato: 9/8/2014 22:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/5/2012
Da:
Inviati: 560
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Citazione:
La Germania non voleva nessuna guerra con gli Inglesi, anzi...


si certo...son d'accordo, erano gli USA che volevano spodestare l'inghilterra da ruolo di player primario nella finanza e nei mercati internazionali

non voglio dire che hitler e il popolo tedesco sapessero consciamente quello che facevano ma che comunque tutto combaciava agli interessi USA ....

se tu dici i tedeschi l'unico popolo degno del pianeta terra ti rispondo che gli italiani e il ventennio fascista hanno rappresentato ben di piu l'ingegno e l'intelletto umano creando e portando risultati di cui beneficiamo ancora oggi e che hanno permesso all'italia degli anni 60 e 70 di diventare una delle prime potenze al mondo in TUTTI i campi, ci e' voluto un secolo per distruggere tutto, non senza resistenze ma ci sono riusciti, ci sono riusciti dall'esterno corrompendo e cospirando ma dall'esterno

per non parlare dei romani che hanno insegnato a 'certi zoticoni' di mezzo mondo a mangiare con le posate ed a pulirsi il c*lo

personalmente stimo maggiormente i popoli asiatici incluso quello russo, popoli come la cina che nel corso di migliaia di anni in questa umanita' hanno dimostrato una naturale predisposizione all'impero senza doverlo creare a tavolino con delle ideologie, popoli fieri e combattivi mai sottomessi, la cina come anche il vietnam, la thailandia ecc..popoli con grande senso di unita' e dignita'

la germania oggi come 70 anni fa dimostra di non appartenere a se stessa, oggi come allora mostra di volersi sganciare di ambire a conquistare spazi...ma che poi questi spazi si rivelano troppo grandi e forse e' proprio il popolo tedesco che di natura nordica in fondo non saprebbe nemmeno che farsene di questi spazi e finisce per lasciarli ad altri...gli USA avevano capito benissimo che in europa il cavallo su cui puntare dopo averlo domato era l'inghilterra e che la germania l'avrebbero potuta rigirarsela come volevano.... chissa forse hitler lo aveva sopravvalutato questo popolo...

per finire..l'oro confiscato da hitler dalla svizzera finiva in USA e buona parte di quello prelevato agli ebrei era contropartita per la futura terra promessa, gli accordi portati avanti dai rotschild e che videro moltissimi oppositori (soprattutto dagli ebrei rientrati in europa dagli USA dopo il 29) risalgono al 39 anno in cui curiosamente iniziano a circolare le prime voci relative a 6 mln di futuri disgraziati.....

Supernova
Inviato: 11/8/2014 9:10  Aggiornato: 11/8/2014 9:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/1/2006
Da:
Inviati: 156
 Re: Testimonianza da Hiroshima
Sono state davvero le prime bombe atomiche usate in guerra su civili?

EPOPEA di Nergal (da tavolette Sumere)

Si dice che “nelle lotte che si facevavano tra di loro Nergal simulò Ninurta seguendo la strada dei re volò fino alla valle verdeggiante delle cinque città. nella valle verdeggiante dove Nabu stava corvertendo (nel senso di alleanza) la gente Nergal progettava di schiacciarlo come un uccello in gabbia,sulle 5 città, l’una dopo l’altra, inviò dai cieli un’arma del terrore, distrusse le 5 città della valle, che si tramutarono in desolazione e tutto ciò che in essa vi era vita si trasformò in vapore”.(4000 anni fa) tavoletta k 5001- (Penisola del Sinai) - “Ninurta partì alla volta del monte Mashu,Nergal lo seguiva d’appresso,Ninurta controllava dai cieli il monte e la pianura poste al centro della quarta regione, dai cieli allora Ninurta liberò la prima arma del terrore, recise con un lampo la cima del monte Mashu,in un solo istante fuse le viscere del monte,liberò la seconda arma sopra il luogo dei carri celesti, con la brillantezza di sette soli, le rocce della pianura vennero tramutate in una ferita stillante,la terra tremò,andò in frantumi,i cieli dopo la brillantezza si oscurarono, di pietre bruciate era ricoperta la pianura dei carri di tutte le foreste solo i fusti degli alberi erano rimasti in piedi”

ps
Vedi anche Harappa e Moen Jodaro

Non vi è differenza fra illusione e realtà per chi la sta vivendo.

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA