Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Economia : Money, Banking and the Federal Reserve
Inviato da Redazione il 4/1/2015 21:30:00 (6296 letture)

Un video di grande importanza per comprendere come è nato, e come funziona, il moderno sistema bancario.


Voto: 8.00 (2 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
infosauro
Inviato: 4/1/2015 22:15  Aggiornato: 4/1/2015 22:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2375
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
numeronove
Inviato: 4/1/2015 23:07  Aggiornato: 4/1/2015 23:07
So tutto
Iscritto: 17/2/2010
Da:
Inviati: 14
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Perchè mai gli USA nell'ultimo mezzo secolo avrebbero dovuto precludersi la possibilità di esercitare il proprio signoraggio globale (attraverso il petro-dollaro) vincolandosi con un gold standard? Con la loro carta e il controllo del mercato valutario hanno potuto comperarsi le risorse di (quasi) tutto il mondo ed occuparlo con un'infinita' di basi militari.
Vero è che ultimamente questo sistema scricchiola e una revisione del governo del denaro negli USA sarebbe una vallida alternativa alla terza guerra mondiale. E come tale non sarà presa in considerazione.

Davide71
Inviato: 5/1/2015 1:12  Aggiornato: 5/1/2015 1:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Ciao a tutti:

Citazione:
Perchè mai gli USA nell'ultimo mezzo secolo avrebbero dovuto precludersi la possibilità di esercitare il proprio signoraggio globale (attraverso il petro-dollaro) vincolandosi con un gold standard? Con la loro carta e il controllo del mercato valutario hanno potuto comperarsi le risorse di (quasi) tutto il mondo ed occuparlo con un'infinita' di basi militari.


Straquoto!

Ho visto i primi 20 minuti del documentario e vorrei far notare che l'attività bancaria è INFLAZIONISTICA per sua stessa natura e non è possibile vincolarla ad un Gold Standard quale che sia. In realtà il periodo che va dalla fine della Guerra Civile alla nascita della Fed fu caratterizzato dalla SENSAZIONE che la moneta fosse onesta, quando in realtà le banche facevano quello che volevano. Il Sistema funzionò perché allora la gente aveva la cultura del lavoro e c'era un intero continente da dissodare, disboscare, trivellare, etc.
Quando poi capirono che non sarebbe più stato possibile tornare ad un Gold Standard interno perché non c'era abbastanza oro per sostenerlo (e d'altronde non è l'oro a sostenere la moneta ma l'economia) crearono la Fed.
Era il 23 dicembre 1913 e il Titanic era affondato solo un anno prima. Da allora gli Americani NON SI SONO MAI ARRICCHITI TANTO! (Soprattutto durant la IIWW...) Il problema è che, se loro riescono a creare un sistema che porti il resto del mondo a "voler essere Americani", allora il Resto del Mondo lavora per comprare i dollari, che sono soltanto dei "buoni per la giostra virtuale" stampabili all'infinito. Gli Americani, invece, stampano dollari. Vuoi mettere la differenza come carico di lavoro e tasso di arricchimento?
La mia sensazione è che, quando un Americano propugna il ritorno al gold standard, in realtà vorrebbe che l'America "facesse credere" di essere tornata al Gold Standard, e che il Resto del Mondo, però, ci tornasse VERAMENTE. Questo permetterebbe agli USA di continuare a mantenere il vantaggio sulle altre economie.
Non importa essere andati sulla Luna. Importa che gli altri ci credano!

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Aironeblu
Inviato: 5/1/2015 3:41  Aggiornato: 5/1/2015 3:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Un altro video da consigliare a tutti i Barnardisti-Mosleriani che ripetono come un rosario il mantra secondo cui "la soluzione è stampare più banconote e spendere di più, come keynes comanda". La parte più interessante di questo video mi sembra infatti proprio la critica alle politiche inflazionistiche del New Deal: Gli USA sono usciti dalla Grande Depressione NON grazie all'immissione di moneta nel mercato promossa da Roosvelt&FED, ma grazie all'entrata nella II GM, in cui hanno giocato più che altro il ruolo degli sciacalli lasciando fare tutto il lavoro all'Armata Rossa per poi entrare nel conflitto a giochi fatti, quando l'esercito di Hitler era ormai a pezzi, per infierire con qualche ignobile bombardamento a tappeto sulle città tedesche e giapponesi ormai arrese, e due ordigni nucleari da mostrare come biglietto da visita nelle trattative di spartizione dei territori sottomessi (tra cui il nostro).
La strategia di conquista vecchia come il Mondo di cui l'impero USA è diventato il maggiore e unico "garante" dal dopoguerra, strategia a cui sembra intenda ricorrere ancora una volta oggi, per uscire dall'enorme crisi sistemica causata (anche) dal distorto sistema monetario in mano alla FED.
Altro che New Deal e stampanti magiche di banconote.

HostFat
Inviato: 5/1/2015 11:50  Aggiornato: 5/1/2015 12:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/8/2007
Da:
Inviati: 139
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Stesso argomento, consiglio anche la visione di questo video-animazione:



Si possono attivare i sottotitoli in italiano dall'interfaccia di youtube.

Davide71
Inviato: 5/1/2015 12:10  Aggiornato: 5/1/2015 12:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Ciao a tutti:

ho visto anche la seconda parte del video. Vale tutto quello che ho già affermato nel primo post. Oggi ritornare al Gold Standard non servirebbe a niente, se non a provocare disastri. Soprattutto bisogna ricordare che un sistema libero di inflazionare (purché la gente non sappia che lo fa) è un sistema molto più potente di un sistema che non lo è. Il rischio è che gli USA impongano agli altri Paesi il Gold Standard con la scusa che lo "adottano anche loro", rendendo gli altri Paesi niente più che colonie di schiavi.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Dusty
Inviato: 5/1/2015 12:15  Aggiornato: 5/1/2015 12:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Per completezza, il link sul tubo:


"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
Dusty
Inviato: 5/1/2015 12:20  Aggiornato: 5/1/2015 12:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Citazione:
Oggi ritornare al Gold Standard non servirebbe a niente, se non a provocare disastri

Questa, se permetti, è solo la tua opinione, tra l'altro presentata senza nessun ragionamento a riguardo.

Siccome sembra che ognuno abbia la propria ricetta per "risolvere la crisi", e siano quasi tutti dell'idea di imporla con la forza agli altri, bisognerebbe forse capire che l'unico modo per verificare quale è quella che funziona meglio sia quello di lasciare la possibilità di sperimentarli tutti.

I signoraggisti credono che stampando pezzi di carta a manetta si risolvano tutti i problemi?
Che se li stampino e che comincino ad usarli tra loro.

Ma contemporaneamente che lascino agli altri la possibilità di sperimentare altre proposte di soluzione: facciamo passare un po' di anni e vediamo cosa funziona meglio.

La domanda da fare è : se davvero uno è così sicuro che la propria soluzione sia la migliore, perchè vuole imporre il suo uso agli altri, e perchè non vuole permettere a questi altri di sperimentare proposte alternative?

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
Davide71
Inviato: 5/1/2015 12:39  Aggiornato: 5/1/2015 12:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Ciao Dusty,

purtroppo la scelta del regime monetario ci coinvolge tutti, per cui deve essere ben ponderata. Il problema che io ho prospettato è l'ipotesi che gli Americani impongano il Gold Standard ma lo facciano rispettare solo agli altri Paesi sfruttando le loro prerogative di nazione egemone.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Maxwell38
Inviato: 5/1/2015 12:48  Aggiornato: 5/1/2015 12:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/8/2012
Da:
Inviati: 70
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve

Ste_79
Inviato: 5/1/2015 13:27  Aggiornato: 5/1/2015 13:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2011
Da: Reggio Emilia
Inviati: 766
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Citazione:
Dusty: Siccome sembra che ognuno abbia la propria ricetta per "risolvere la crisi", e siano quasi tutti dell'idea di imporla con la forza agli altri, bisognerebbe forse capire che l'unico modo per verificare quale è quella che funziona meglio sia quello di lasciare la possibilità di sperimentarli tutti.


Perfettamente d'accordo con te Dustyi su questo punto.
Perchè non sperimentare l'emissione di una moneta complementare per esempio al sud?
Poi vediamo cosa succede al sud Italia rispetto al nord Italia.



Citazione:
I signoraggisti credono che stampando pezzi di carta a manetta si risolvano tutti i problemi? Che se li stampino e che comincino ad usarli tra loro.


Questo è un grossolano errore invece. Per l'ennesima volta sottolineo che questa è la ricetta della mmet, non quella dei signoraggisti, almeno di quelli che conosco io.

Se vuoi una moneta onesta la devi calibrare sulla base della produzione di ricchezza reale prodotta dalla nazione in cui quella moneta è usata come strumento.
Ti riformulo la tua domanda. Tu accetteresti mai una moneta garantita da me? Perché ?

L'agganciamento all'oro comporta almeno due problemi:

1 - Non assicura che il prezzo dell'oro rimanga stabile dato che il controllo del prezzo è semopre in mano a quelli della federal reserve.
2 - Ammesso che si riesca a controllare onestamente il prezzo dell'oro, si va a legare la propria economia al possesso o meno di questo materiale. Ciò significa che se lo possiedi hai possibilità di crescita. Se non lo hai ti tolgli qualsiasi possibilità di crescita perchè non puoi più aumentare la quantità di denaro in circolazione e quindi riduci la quantità di denaro in cirolazione in relazione alla domanda.

Una regione ricca di terreni coltivabili ma povera di oro, è costretta a non coltivare i propri terreni non per mancanza di ricchezza potenziale ma per mancanza del mezzo di scambio della ricchezza reale.
Di fatto questo non succederebbe mai, perchè una qualsiasi comunità con un po di senso pratico, inizierebbe a lavorare i propri terreni e ad usare una moneta fiduciaria, come per altro è detto all'inizio del video quando si parla delle monete storiche.
Quando una comunità x usa y per moneta non la usa perchè a garantire c'è un bene di valore, la usa perchè si ha fiducia che quella moneta venga scambiata da tutti gli agenti ecoomici.

Nel video non c'è purtroppo alcun riferimento al debito pubblico che è strettamente correlato all'emissione monetaria. E' un peccato perchè avrei voluto saperne di più.
Quindi non si descrive cosa comporta l'indebitamento con la federal reserve, che un altro problema che si aggiunge all'inflazione sottolineata dal video in questione.

JohnTitor
Inviato: 5/1/2015 14:14  Aggiornato: 5/1/2015 14:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2010
Da: Tampa
Inviati: 602
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Chissà perché, me lo aspettavo:

Secret US files reveal Washington’s interest in Scottish referendum – report

http://rt.com/news/219827-scottish-referendum-us-interest/

barore1
Inviato: 5/1/2015 14:30  Aggiornato: 5/1/2015 14:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/12/2011
Da: NURAGHE MANNU
Inviati: 39
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
scusate la mia ignoranza ma potrebbe essere molto più semplice di quanto si creda,il problema è che lo anno reso complicatissimo scrivendo trattati di economia studi vari banche, università,di modo chè quasi nessuno ne capisca un emerito piffero,come spiegava con semplicità povero dottor Nando Ioppolo è sufficiente che una nazione abbia la sovranità ed emetta moneta in base al p.i.l. controllando differenze di valori su import export e potremmo vivere in prosperità e richezza CONDIVISA,oggi che la tecnologia ci permette di produrre di più di ciò che ci serve,come mai invece non produciamo un cappero ed una regione come la mia SARDEGNA potrebbe produrre cereali ortaggi frutta con milioni di ettari di campi fertili ma incolti ci fanno mangiare ai supermercati tutta mer... che viene da casinoQUALCUNO SA QUANDO FINIRA' L'ERA DELLO STROZZINAGGIO GLOBALE?SALUTI

verrà un giorno che uccidere un animale per cibarsene sarà condannato come uccidere un umano.
Davide71
Inviato: 5/1/2015 15:05  Aggiornato: 5/1/2015 15:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Ciao a tutti:

anch'io sono convinto che un vincolo razionale alla produzione di moneta sia necessario, ma ora come ora bisogna considerare le cose da una prospettiva molto più ampia:

1) ripensare il ruolo degli Stati totalitari moderni. Io capisco il diritto all'istruzione, alla Sanità e alle Pensioni: ma se l'istruzione non ti fa trovare lavoro, la Sanità ha un costo esorbitante e le pensioni non bastano a vivere si potrebbe cominciare un cammino di critica costruttiva a tali istituti che ne determini una RADICALE RISTRUTTURAZIONE?

2) riconsiderare il ruolo di debitori e creditori, individuare quelli che si sono arricchiti senza ragione e CANCELLARE IL LORO CREDITO;

3) ripensare giustamente il ruolo delle Istituzioni finanziarire in modo, di nuovo, da ottenere una RADICALE RISTRUTTURAZIONE; in tale contesto è logico pensare ad un vincolo anche alla creazione-espansione monetaria;

4) comprendere che l'economia si fonda sull'onestà di chi la fa vivere e sul senso della giustizia di chi la controlla e che non esistono sistemi che permettono di far girare l'economia a prescindere da questi due fattori;

5) il colonialismo deve finire;

Purtroppo noi abbiamo che la Nazione egemone ha speso 664 miliardi di dollari (miliardi!) per "la Difesa" (fonte) e ha fatto uscire a NAtale un film celebrativo delle gesta del suo migliore cecchino. Questo per far capire che, per risolvere i problemi economici, forse bisogna prima cambiare la testa...

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Redazione
Inviato: 5/1/2015 15:32  Aggiornato: 5/1/2015 15:32
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Scusa Dusty, non ricordavo che l'avessi messo online anche tu.

Ho messo la tua versione in home.

sfruc
Inviato: 5/1/2015 15:51  Aggiornato: 5/1/2015 15:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/8/2012
Da:
Inviati: 96
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Uscendo dalla visuale strettamente americana, in cui il problema della tipologia di emissione monetaria (del dollaro) s'intreccia con la politica imperialistica del petro-dollaro et similia, si possono fare le seguenti considerazioni generali:
- la moneta FIAT (senza ancoraggio a un bene reale come l'oro) e la riserva frazionaria sono strumenti di redistribuzione della ricchezza (furto) a sfavore dei comuni lavoratori e della classi basse ma in favore di chi detiene le leve del sistema monetario stesso (le élite finanziarie, nel sistema attuale);
- poiché l'emissione di moneta FIAT e il sistema bancario commerciale sono nelle mani di queste élite, vale la (compiaciuta) ammissione di Warren Buffet secondo cui la lotta di classe esiste eccome, e la stanno vincendo loro (le suddette élite finanziarie);
- ogni tentativo di uscire da questo sistema o di smascherarlo e superarlo viene duramente represso, con i mezzi della guerra finanziaria, della guerra materiale portata dai servi politici (Gheddafi, ad esempio, intendeva istituire una moneta africana a base aurea…) nonché con la disinformazione sistematica operata dai servi della comunicazione mainstream;
- non so quanto sia praticabile tornare al gold standard, un sistema comunque puntualmente eluso alla bisogna nella storia, e già la riserva frazionaria ne è un'elusione spudorata; in ogni caso, il nocciolo del problema è altrove: se le leve del potere di emissione finanziaria FIAT e del sistema bancario sono in mani pubbliche - e i rappresentanti del pubblico potere sono sottoposti a un vero controllo democratico - allora i benefici del sistema ricadono sul popolo invece che sulle élite finanziarie;
- ciò significa dunque: riappropriarsi della SOVRANITA' MONETARIA, che deve essere in capo al popolo, nonché riappropriarsi di un sistema bancario pubblico, al più come capofila di un eventuale sistema secondario privato; si pone ovviamente il problema del controllo democratico e della corretta informazione, ma questo vale PER TUTTO, per qualunque riforma/rivoluzione del sistema;
- infine: uscire dall'Euro è utile, perché è una moneta FIAT straniera, emessa e gestita da un'entità privata e sottratta a ogni controllo democratico che, AGGIUNTIVAMENTE, obbliga i paesi periferici a usare una moneta troppo forte (come il peso argentino legato al dollaro al tempo di Ricardo Cavallo) e li ammazza in favore dei paesi centrali forti. Tuttavia, uscire dall'Euro senza recuperare la sovranità monetaria, ossia affidandosi a un altro sistema in cui la moneta FIAT sia sempre emessa e gestita da entità private e senza controllo democratico, significherebbe risolvere solo un pezzettino quasi insignificante del problema;
- per capirci: bisognerebbe ritornare quantomeno alla situazione anteriore al golpe Ciampi-Andreatta del 1981, in cui la Banca d'Italia era di proprietà di banche pubbliche (di proprietà del Tesoro) - poi regalate via da Amato nel 1992 - ed era obbligata a comprare i titoli di debito pubblico rimasti invenduti; in questo modo, il tasso d'interesse era stabilito dal Tesoro - e poteva essere pure eventualmente negativo - e non dal "mercato" (ossia da quelle élite). Era un modo contorto di esercitare una parziale sovranità monetaria. Il MINIMO!!!! Appena il minimo!!!
PS: Ciampi e Andreatta andrebbero fucilati in effige a Forte Braschi (sede del Tribunale Militare) per alto tradimento; per Amato, Prodi etc. che hanno perfezionato l'opera di spoliazione e ci hanno legato all'Euro e ai suoi vincoli - fiscal compact e fratelli - nonché alle bizze (interessate) del c.d. "mercato", questo non si può fare perché costoro sono ancora vivi e bisognerebbe fucilarli davvero, ma io sono contrario a qualunque pena corporale...

osva
Inviato: 5/1/2015 16:12  Aggiornato: 5/1/2015 16:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2009
Da: Milano
Inviati: 251
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Basta petrodollari, basta flat money, basta gold standard: lanciamo il "frumento standard", una moneta legata a qualcosa di reale!!

Slobbysta
Inviato: 5/1/2015 16:37  Aggiornato: 5/1/2015 16:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
...il problema è che una volta il dollaro era garantito dallo Stato...oggi da Dio...

VALLO A DENUCIARE...

Slobbysta

Davide71
Inviato: 5/1/2015 17:16  Aggiornato: 5/1/2015 17:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Ciao sfruc,

più o meno ti do ragione. Tuttavia oggi una VERA sovranità monetaria implica una non indifferente potenza industriale e militare, che l'Italia da sola non avrebbe. Perciò se uscissimo dall'euro adesso l'elite finanziaria ridacchierebbe mentre ci distrugge.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Blade1960
Inviato: 5/1/2015 17:50  Aggiornato: 5/1/2015 17:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/11/2006
Da:
Inviati: 264
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Ho trovato questo articolo per gli scettici dell'uscire dall'euro,ognuno si faccia la propria idea comunque.
http://economiapericittadini.it/approfondimenti/politica-economica-italiana/46-ecco-perche-uscire-dall-euro-non-e-un-dramma

ELFLACO
Inviato: 5/1/2015 22:55  Aggiornato: 5/1/2015 22:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Citazione:
La domanda da fare è : se davvero uno è così sicuro che la propria soluzione sia la migliore, perchè vuole imporre il suo uso agli altri, e perchè non vuole permettere a questi altri di sperimentare proposte alternative?


Che domande!!!!???

Perchè, se ho ragione. ...perchè devo perdere tempo ed aspettare che anche tu lo capisca???? Si fa come dico io ed è fatta !!!

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
Golem
Inviato: 6/1/2015 4:12  Aggiornato: 6/1/2015 4:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/6/2012
Da:
Inviati: 57
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Il problema vero, naturalmente, sta nel sistema economico capitalista nel suo complesso: questo video crede che la soluzione sia dare un'improfumata alla carogna, ma è tutto inutile: la carogna puzza per natura!

Poi una domanda per Massimo e per chiunque sia interessato a rispondere: cosa c'impedisce di fare una moneta saldamente in mano al governo democratico che NON SIA LEGATA AD ALCUN BENE MATERIALE, e dunque stampabile all'occorrenza senza alcuna restrizione?

Redazione
Inviato: 6/1/2015 9:25  Aggiornato: 6/1/2015 9:25
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
GOLEM: "cosa c'impedisce di fare una moneta saldamente in mano al governo democratico..."

La mancanza di un "governo democratico", ad esempio.

Se quella che c'è oggi per te è "democrazia" siamo messi male, direi.

Aironeblu
Inviato: 6/1/2015 10:12  Aggiornato: 6/1/2015 10:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
@Sfruc

D'accordo in tutto e per tutto con le tue osservazioni, la radice dela questione Monetaria è tutta nella sua sovranità, che va assolutamente riconquistata, così come la sovranità istituzionale, sociale ed economica in genere... Una lunga strada in salita...

Salva81
Inviato: 6/1/2015 12:40  Aggiornato: 6/1/2015 12:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/9/2011
Da: Torino
Inviati: 344
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Sarebbe utile un ulteriore video o documento, che spieghi in che modo il gold standard sia in grado di creare nuovi posti di lavoro, prosperità, nuove opportunità finanziarie, stabilità, fiducia, mai più recessioni e depressioni.

Ok un video che spieghi in modo chiaro il perché le banche centrali private sia dannose e siano il problema e non la soluzione, ma è anche vero e difficile accettare gli ultimi 5 minuti del video senza ulteriori dettagli.

Se qualcuno può spiegarmelo lo ringrazio.


Parto dall'assunto che l'oro è un bene materiale che ha una fine, e che la sua estrazione ha un costo, che inevitabilmente incide sul valore della moneta di scambio ad esso associato.

Per questo motivo, l'oro per sua natura di bene non creabile da zero, non è al riparo dalle speculazioni, ovvero chi più oro possiede più lo tiene al sicuro e fuori dalla circolazione, diminuendo quindi il bene, facendone aumentare la richiesta e quindi andando ad inflazionarne il valore, al contrario, può immettere grandi quantità di oro nel mercato, facendone crollare il prezzo.

A quel punto chi ha grandi disponibilità economiche potrà accedere ad ulteriori grandi quantità di oro a un prezzo più conveniente e rientrare in possesso di una maggior quantità di materiale, e nuovamente ricominciare col ciclo inflazionistico a proprio piacimento.

Quindi nulla (a quanto posso arrivare a comprendere) pare impedire un gioco inflazionistico di chi detiene molta ricchezza rispetto a chi ne detiene poca, gioco
che sul lungo termine raggiunge lo stesso obiettivo, ovvero movimentare tutta la ricchezza (e quindi al potere intrinseco che ne deriva) nelle mani di pochi.

L'unico modo che il soggetto "in svantaggio" ha per cambiare la situzione è migliorare le tecnologie estrattive, abbassandone i costi e quindi creandosi la possibilità di entrare in possesso di ulteriore materiale, creando quindi a sua volta un inflazione sul valore del bene.

Non se ne esce.

Le mie personali conclusioni, sono mie opinioni, e ve le butto li per un confronto costruttivo e di crescita individuale:

Soluzioni non ne esistono, il baratto e lo scambio di prestazioni funzionano su piccole comunità che riescono a rendersi indipendenti, difficilmente attuabile tra 7 miliardi di individui.

Ricchezza per tutti, benessere per tutti, tutto per tutti è una follia che porta solo alla distruzione.

E' sano ed è giusta la disparità sociale, ma deve essere frutto di una crescita individuale non di una decrescita attuata dal forte sul debole. Io devo avere più di te non perché privo di te di qualcosa, ma perché io mi sbatto ad avere di più, per ambizione, per natura, per carattere o necessità.

Se questo non è possibile perché se io per avere devo togliere a te allora qualcosa non sta funzionando, perché il sistema deve essere studiato e implementato per impedire (tecnicamente, fisicamente, eticamente etc ciascuno ci metta il suo ) che ciò avvenga.

Perché laddove l'etica individuale non è così forte da tutelare il prossimo, deve essere il sistema a sopperire per noi, tutelandoci a nostra volta.
Questa è per me la vera democrazia.

A quel punto la vera ricchezza diventiamo noi come individui e non i beni materiali.
La vera ricchezza è dentro di noi, è ciò che possiamo dare al resto del mondo, in termini di qualità e quantità di "benessere generato" verso l'esterno,
alla comunità, al prossimo.

Davide71
Inviato: 6/1/2015 12:54  Aggiornato: 6/1/2015 12:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Ciao Golem:

in realtà se il Gold Standard fosse applicato integralmente il capitalismo verrebbe distrutto. Per questo non succederà mai!

Citazione:
cosa c'impedisce di fare una moneta saldamente in mano al governo democratico che NON SIA LEGATA AD ALCUN BENE MATERIALE, e dunque stampabile all'occorrenza senza alcuna restrizione?


Nulla. E infatti è quello che abbiamo liberamente fatto tutti dal Dopoguerra in avanti. Prima anche, ma di nascosto. Tuttavia succede quello che ti segnala il video:

1) la moneta è una tassa occulta che subdolamente colpisce la popolazione, a partire dalle fasce più deboli; tal processo non avviene se l'economia è in crescita;
2) chi ha il potere di spesa sulla moneta stampata la spende secondo la sua intelligenza, e scegliendo personalmente i beneficiari. In genere egli non è in grado di fare bene nè l'una nè l'altra cosa.
3) l'afflusso di nuova moneta (o la riduzione dei tassi d'interesse, che può essere visto come causa o conseguenza a seconda dei casi) genera l'illusione di un'economia in crescita, spingendo gli imprenditori a investire troppo oppure in settori sbagliati .
4) la moneta stampata serve normalmente a finanziare l'industria degli armamenti e le guerre. Questo perché chi ha il potere con questo sistema lo aumenta. Se invece finanziasse l'economia il suo potere si ridurrebbe a favore degli operatori dell'economia reale. In più il capitalismo vive di colonialismo.
Se t'interessa ho fatto un PDF che copre un po' tutte le tematiche dell'economia austriaca; ovviamente vale la pena di non limitarsi a quello nelle tue ricerche.
Che cos'è l'economia

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
sfruc
Inviato: 6/1/2015 14:46  Aggiornato: 6/1/2015 14:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/8/2012
Da:
Inviati: 96
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Caro Davide71
il problema è la moneta-debito, che pone lo Stato e il popolo nelle mani del "creditore" ossia di colui che emette e controlla la moneta stessa. E se costui non è lo Stato o il popolo stesso, bensì la élite finanziaria spalleggiata dai suoi servi politici e giornalistici, allora il gioco è fatto.
Se la sovranità monetaria - come anche le altre forme di sovranità - appartenesse al popolo, non sarebbe necessario strangolarsi nel nodo scorsoio-usuraio della moneta-debito, in cui il debito è sempre - per mere questioni matematiche - non ripagabile bensì destinato ad autoalimentarsi nel tempo.

Massimo: comprendo che la difficoltà è la rappresentanza politica del popolo - il controllo democratico che questa ne faccia gli interessi invece di venderla. Ma questo è il problema - il nodo cruciale - di SEMPRE e concernente qualunque aspetto del vivere civile nonché qualsivoglia progetto di modificarne le regole.
Non c'è dubbio che occorre ripensare la rappresentanza politica ma, intanto, è cruciale l'informazione (non a caso saldamente controllata dalle élite tramite i suoi servi): se il popolo sapesse la verità, farebbe spontaneamente pesare l'effetto delle masse (come si favoleggia abbia detto il primo Rothschild…). La spontanea forza d'urto delle masse è l'unica cosa di cui i regnanti, dell'ancient régime e di quello attuale, hanno davvero paura. Perciò le distolgono-distraggono, le dividono, le disinformano.

E' cruciale perciò il lavoro tuo e di quelli come te. Che è bene si rivolga a questi problemi DI FONDO, dopo aver finora accuratamente disvelato le menzogne attinenti a singoli epifenomeni.
Bisogna andare alla radice. Non avere paura di essere troppo radicali

Davide71
Inviato: 6/1/2015 15:02  Aggiornato: 6/1/2015 15:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Ciao sfruc:

Citazione:
il problema è la moneta-debito, che pone lo Stato e il popolo nelle mani del "creditore" ossia di colui che emette e controlla la moneta stessa.


Hai perfettamente ragione. Il debito è uno strumento di controllo della popolazione. Da parte dello Stato, con la complicità dell'elite finanziaria. Perché, ricorda, è lo Stato che controlla la popolazione! Tuttavia, ripeto, la creazione di moneta genera un golem che si ribella al suo padrone, distruggendolo. A meno che qualcuno non riesca a cambiare la famosa lettera finale sulla sua fronte...

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
anakyn
Inviato: 6/1/2015 22:55  Aggiornato: 6/1/2015 22:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 1428
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Citazione:
Ammesso che si riesca a controllare onestamente il prezzo dell'oro, si va a legare la propria economia al possesso o meno di questo materiale. Ciò significa che se lo possiedi hai possibilità di crescita. Se non lo hai ti tolgli qualsiasi possibilità di crescita perchè non puoi più aumentare la quantità di denaro in circolazione e quindi riduci la quantità di denaro in cirolazione in relazione alla domanda.


Esattamente.

Il che è inaccettabile da un punto di vista pratico almeno dalla seconda rivoluzione industriale in poi, cioè da quando le capacità produttive dell'umanità hanno superato di gran lunga quelle concesse da un'economia legata rigidamente al possesso o meno di oro.

Era un sistema che faceva parecchio schifo anche prima perchè alimentava disparità crescenti fra Paesi forti e Paesi deboli, oltre che essere una formidabile leva per il colonialismo, però diciamo che chi lo sosteneva (per proprio vantaggio) poteva prendere tutti in giro quantomeno sulla base di alcuni principi teorici (farlocchi)... ma da quando le capacità produttive sono esplose è diventato sempre più difficile tenersi una simile palla fra i piedi.


Questa considerazione, da sola ed in primis, a mio avviso basta e avanza per ritenere il gold standard un sistema obsoleto da cui stare alla larga.

Golem
Inviato: 7/1/2015 3:52  Aggiornato: 7/1/2015 3:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/6/2012
Da:
Inviati: 57
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
MASSIMO scrive: "La mancanza di un "governo democratico", ad esempio.

Se quella che c'è oggi per te è "democrazia" siamo messi male, direi."

Eheheh, la mia era solo una domanda provocatoria: davvero reputi i tuoi utenti così imbecilli??

Golem
Inviato: 7/1/2015 3:53  Aggiornato: 7/1/2015 3:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/6/2012
Da:
Inviati: 57
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
DAVIDE71: ti ringrazio per il link molto interessante che leggerò con calma in quando sarò un po' più libero.
Il problema, però, è che tu ragioni sempre in termini capitalistici. Per questo pensi che poni così tante obbiezioni alla possibilità di una moneta slegata da qualsiasi criterio che non sia la pura necessità di uno Stato.
Non capisci che una moneta di tal fatta non avrebbe bisogno di tasse?
Comunque ho fatto questa domanda per sapere se, in una prospettiva del genere, esistano delle controindicazioni, non necessariamente di ordine economico, a cui non avevo pensato.

"Tuttavia, ripeto, la creazione di moneta genera un golem che si ribella al suo padrone, distruggendolo. A meno che qualcuno non riesca a cambiare la famosa lettera finale sulla sua fronte..."

Puoi spiegarti meglio? Cos'è che temi?

Redazione
Inviato: 7/1/2015 10:14  Aggiornato: 7/1/2015 10:14
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
GOLEM: "Eheheh, la mia era solo una domanda provocatoria: davvero reputi i tuoi utenti così imbecilli?? "

Sorry, peto veniam.

wendellgee
Inviato: 7/1/2015 10:59  Aggiornato: 7/1/2015 10:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/1/2013
Da:
Inviati: 700
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Innanzitutto, concordo sul fatto che la democrazia sia il primo problema.
Dubito fortemente che ci sia un sistema monetario che, da solo, possa garantirla.

Riguardo al gold standard e all'inflazione come male assoluto ne abbiamo già discusso altre volte. Alla fine, bisogna ammettere che un sistema dove la quantità di denaro è fissa non permette di erogare abbastanza moneta per finanziare le nuove attività, e quindi fare crescere l'economia.

Relativamente all'inflazione, probabilmente per questi signori la situazione che abbiamo oggi in Italia sarebbe quella ottimale, infatti l'inflazione è praticamente a zero, e il governo non può battere moneta. Che meraviglia, no?

Il mio blog:
lumiebarlumi.blogspot.com
Davide71
Inviato: 7/1/2015 14:05  Aggiornato: 7/1/2015 14:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Ciao golem:

non ho proprio notato il tuo Nick; ho citato il mito del golem senza alcun riferimento a te.
Io non ragiono in termini capitalistici. Il capitalismo è nato quando la moneta ha cessato di essere una moneta d'oro o d'argento. Inizialmente si è sviluppato tramite le banche, grazie al meccanismo della riserva frazionaria. Dopo di ché si è ulteriormente evoluto con la nascita delle banche centrali e adesso siamo al suo culmine, con il completo slegame non solo con l'oro, ma con la realtà dell'economia in generale!
Io ragiono in termini di critica al capitalismo. Quello che temo io sta già avvenendo. Te l'ho già detto. L'inflazione è una tassa occulta e iniqua che grava sulle fasce più deboli della popolazione. Si tratta di truffa, come minimo, e furto a pensarci bene.
Purtroppo anche tu, come tutti coloro che sono rimasti incantati dall'economia moderna, non riesci a capire che se una cosa è INIQUA, dal punto di vista economico diventa rovinosa. Cmq. ho scritto il PDF, basandomi sui principi della Scuola Austriaca, appunto per dimostrare che alla base dell'economia c'é la giustizia. Non per nulla gli Austriaci parlano di moneta SANA e ONESTA. Il fatto che al presente stato di cose non si possa porre rimedio non significa che non ci si debba sforzare di capire le cause dei suoi problemi. Anch'io, attualmente, non posso pensare di ritornare al metallo fisico, ma posso almeno far capire cosa comporta il fatto di esserne usciti.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Gargamella
Inviato: 7/1/2015 18:17  Aggiornato: 7/1/2015 18:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/5/2010
Da:
Inviati: 53
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Avere un potere importante come quello di creare moneta in mano a un "pseudo governo democratico e giusto" non è come sostenere che il potere giuridico (che dovrebbe essere indipendente) debba essere in mano a un "pseudo governo democratico e giusto"?

Io non credo in dei, ma mi costruisco ideali. E nessuno di questi conquisterà un posto fisso!
Ste_79
Inviato: 7/1/2015 21:53  Aggiornato: 7/1/2015 21:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2011
Da: Reggio Emilia
Inviati: 766
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Citazione:
Autore: Gargamella Inviato: 7/1/2015 18:17:50 Avere un potere importante come quello di creare moneta in mano a un "pseudo governo democratico e giusto" non è come sostenere che il potere giuridico (che dovrebbe essere indipendente) debba essere in mano a un "pseudo governo democratico e giusto"?


Dovresti forse mischiare un po le carte e avrai un risultato migliore, aggiungendoci l'asso che tu ancora non vedi o non hai considerato in questa risposta.

IL sistema bancario ha il potere importante come quello di creare moneta, che gli consente di avere in mano sia il potere politico democratico che quello giuridico.

Di indipendente non c'è proprio nulla a questo mondo, almeno nel senso che credo tu voglia dare al termine indipendente.

Golem
Inviato: 8/1/2015 10:54  Aggiornato: 8/1/2015 10:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/6/2012
Da:
Inviati: 57
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
"Sorry, peto veniam"

No, non ce n'è bisogno, caro MASSIMO.

DAVIDE71: "non ho proprio notato il tuo Nick; ho citato il mito del golem senza alcun riferimento a te.
Io non ragiono in termini capitalistici. Il capitalismo è nato quando la moneta ha cessato di essere una moneta d'oro o d'argento. Inizialmente si è sviluppato tramite le banche, grazie al meccanismo della riserva frazionaria. Dopo di ché si è ulteriormente evoluto con la nascita delle banche centrali e adesso siamo al suo culmine, con il completo slegame non solo con l'oro, ma con la realtà dell'economia in generale!
Io ragiono in termini di critica al capitalismo. Quello che temo io sta già avvenendo. Te l'ho già detto. L'inflazione è una tassa occulta e iniqua che grava sulle fasce più deboli della popolazione. Si tratta di truffa, come minimo, e furto a pensarci bene.
Purtroppo anche tu, come tutti coloro che sono rimasti incantati dall'economia moderna, non riesci a capire che se una cosa è INIQUA, dal punto di vista economico diventa rovinosa. Cmq. ho scritto il PDF, basandomi sui principi della Scuola Austriaca, appunto per dimostrare che alla base dell'economia c'é la giustizia. Non per nulla gli Austriaci parlano di moneta SANA e ONESTA. Il fatto che al presente stato di cose non si possa porre rimedio non significa che non ci si debba sforzare di capire le cause dei suoi problemi. Anch'io, attualmente, non posso pensare di ritornare al metallo fisico, ma posso almeno far capire cosa comporta il fatto di esserne usciti."

A parte la questone del Golem, che sì, in effetti avevo pensato ci potesse essere una qualche non ben identificata allusione a me, magari solo un gioco di parole (chissà, forse il tuo inconscio ha registrato il mio nick e poi ti ha suggerito la parola più tardi, al momento opportuno!), sono d'accordo fino a un certo punto con la tua definizione di capitalismo: perchè per me, la questione importante per definire questo sistema economico, non sta tanto nel mezzo con il qualche si manifesta (benché sia certo che il mezzo lo possa rendere più o meno efficace e sicuramente, nella sua disumanità, l'intero sistema che tu hai appena descritto lo rende efficacissimo!), quanto appunto nel concetto stesso di accumulo di capitali nelle mani di una sola persona, o di un gruppo finanziario.
Perchè è proprio in ciò che consiste poi, secondo me, il nocciolo duro del problema di questo perverso sistema, a sua volta all'origine della necessità di sottostare a tutta una serie di regole finanziarie che impongono agli Stati di non poter stampare moneta all'infinito e, di conseguenza, di tassare i citadini, di attuare politiche inflazionistiche, il debito pubblico, la sperequazione economica e sociale, ecc., ecc., ecc.: o, più semplicemente, impediscono agli Stati di attuare realmente la domocrazia!
Tutti queste assurde storture socio-economiche, insomma, non sono altro che il semplice effetto collaterale dell'avidità e dello smodato desiderio di affermazione dell'uomo!

Jo1983
Inviato: 11/1/2015 18:50  Aggiornato: 11/1/2015 18:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/6/2014
Da: Maremma!!
Inviati: 146
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Ciao ragazzi, scusate la mia ignoranza ma perché all'inizio dice che la Fed non ha un bilancio??
Eccolo quà..

http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2013-06-14/bilancio-triplicato-rispetto-livelli-192814.shtml?uuid=AbCYC74H

Ditemi se ho preso una cantonata per favore..

Come sopra, così sotto. Come dentro, così fuori.
Nomit
Inviato: 13/1/2015 19:30  Aggiornato: 13/1/2015 19:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/1/2011
Da:
Inviati: 1549
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Citazione:
I signoraggisti credono che stampando pezzi di carta a manetta si risolvano tutti i problemi? Che se li stampino e che comincino ad usarli tra loro

Questo è un grossolano errore invece. Per l'ennesima volta sottolineo che questa è la ricetta della mmet, non quella dei signoraggisti, almeno di quelli che conosco io
Falso, nessuno ha mai sostenuto una cosa del genere e non c'è niente negli articoli dei sostenitori della mmt che lo faccia pensare.

Davide71
Inviato: 14/1/2015 0:19  Aggiornato: 14/1/2015 0:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Money, Banking and the Federal Reserve
Ciao Golem:

combattere l'avidità degli uomini? Auguri...

Ciao Nomit:

in effetti la Fed un bilancio ce l'avrebbe anche: Bilancio trimestrale Fed"

Il problema, a quanto mi pare di aver capito, è che i dati sono forniti da lei stessa e non esista nessun organo indipendente che li convalidi. Inoltre è assai incompleto.
Ammetto che il problema del bilancio della Fed m'interessa in modo assai relativo; tanto più che anche i bilanci della Lehman Brothers erano certificati e il rating dei suoi titoli era AAA il giorno in cui è fallita! La Lehman Brothers è tra le aziende coinvolte nella crisi del 2008 e guarda caso gran parte dei suoi asset tossici erano finiti casualmente in mano a risparmiatori europei quando è fallita. Toh! Che caso...

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA