Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


palestina : Israele e la voglia di atomica
Inviato da Redazione il 19/3/2015 17:40:00 (7291 letture)

L'attentato di Tunisi ha fatto passare sotto silenzio un'altra notizia, forse ancora più importante: il risultato elettorale in Israele.

La vittoria del Likud infatti non rappresenta soltanto la quarta volta in cui Netanyahu diventa primo ministro, ma introduce una linea di demarcazione molto netta dalla quale sarà molto difficile ormai tornare indietro. In difficoltà nei sondaggi, infatti, Netanyahu ha dovuto dichiarare apertamente che, se avesse vinto lui, "non ci sarebbe mai stato uno Stato palestinese". Netanyahu ha inoltre promesso, in caso di vittoria, "nuovi insediamenti per i coloni israeliani nei territori occupati".

Grazie a queste dichiarazioni fatte in extremis, Netanyahu è riuscito a spostare a proprio favore quella manciata di voti dell'estrema destra che gli ha permesso di vincere le elezioni, ma ha anche dovuto gettare definitivamente la maschera su quali siano le sue vere intenzioni nei rapporti con i palestinesi.

Da oggi quindi, non possiamo che aspettarci una nuova escalation di violenza, che ci porterà prima o poi a nuovi massacri come quelli di Ramallah e di Gaza.

Ma il problema non si limita a questo: ieri il "Times of Israel" ha riportato le dichiarazioni di un rappresentante dell'estrema destra, Ben-Eliyahu, il quale ha affermato che "solo con una distruzione nucleare dell'Iran e della Germania, con 20 o 30 bombe nucleari a testa, gli israeliani possono evitare la distruzione del proprio Stato." [...]

Ben-Eliyahu ha poi aggiunto: “Se Israele non procede lungo la strada indicata dal Dio della Bibbia, riceverà la pesante punizione di una quasi totale distruzione e sventura, e solo alcuni saranno salvati”.

Noi abbiamo sempre scritto che gli unici a poter risolvere la questione palestinese sono gli israeliani stessi. Ebbene, oggi gli israeliani hanno fatto la loro scelta, e da oggi il problema in medio oriente non è certo rappresentato dall'Isis, dalla Siria, o dall'Iran, ma è rappresentato soprattutto da Israele stesso, e dalla sua malcelata voglia di distruggere tutto ciò che possa anche solo lontanamente minacciare la sua esistenza.

A questo punto, dovrebbe essere il compito della comunità internazionale di far tornare immediatamente Israele a più miti consigli. Ma purtroppo, come sappiamo, la "comunità internazionale" non esiste. Esistono soltanto le singole nazioni, nelle quali i singoli politicanti pensano soprattutto a fare il proprio interesse e a proteggere il proprio fondoschiena. E fra le loro priorità non c'è certo quella di mettersi contro Israele.

Fasten your seatbelts, my friends.

Massimo Mazzucco

Voto: 9.00 (3 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
DarthLagan
Inviato: 19/3/2015 17:59  Aggiornato: 19/3/2015 17:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/7/2012
Da: Torino
Inviati: 190
 Re: Israele e la voglia di atomica
La Germania? Posso "capire" l'Iran, ma che c'entrano i tedeschi. Certo che gli Israeliani più estremisti soffrono di una grave forma di senso di inferiorità.

Merio
Inviato: 19/3/2015 18:02  Aggiornato: 19/3/2015 18:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/4/2011
Da:
Inviati: 3677
 Re: Israele e la voglia di atomica
Scommetto che domani le varie testate nazionali faranno un bel servizio sulle affermazioni psicopatologiche di questo signore qua.

Vespa starà già preparando il plastico dell'eventuale fallout sull'Italia.

La libertà di parola senza la libertà di diffusione è come un pesce rosso in una vasca sferica...
Ezra Pound
abbidubbi
Inviato: 19/3/2015 18:36  Aggiornato: 19/3/2015 18:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/8/2005
Da: roma
Inviati: 671
 Re: Israele e la voglia di atomica
"Dio mi ha detto che mi devi la tua parte."

Io sto mentendo. (Eubulide, V secolo a.C.)
Red_Max
Inviato: 19/3/2015 18:53  Aggiornato: 19/3/2015 18:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Israele e la voglia di atomica
E questi sarebbero i "buoni"...
i terroristi sono sempre gli altri...
aridatece Binladen!!!

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
W.Snake8
Inviato: 19/3/2015 18:53  Aggiornato: 19/3/2015 19:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/7/2014
Da: Napoli
Inviati: 107
 Re: Israele e la voglia di atomica
Ieri sera a Matrix, Magdi Cristiano Allam ha detto che l'islam moderato non esiste. A sostegno della sua tesi ha citato vari versetti del corano. Versetti in cui si dice di uccidere gli infedeli ecc ecc. Purtroppo in studio non c'erano persone capaci di zittire quel propagandista da due soldi.

Bastava fargli capire (anche se penso lo sappia bene) che non esiste religione immune da estremismo. Non esiste religione immune da strumentalizzazioni. Non esiste religione che non fondi le sue radici in un testo che parla di massacri.

Bastava citare a caso un paio di versetti dell'antico testamento.

Senza contare poi che si parlava dell'isis partendo sempre dallo stesso presupposto: c'è l'isis. Aiuto, aiuto.

Secondo me ha ragione Max, bisogna allacciare ben strette le cinture. C'è folle a capo di Israele, un'anatra zoppa con i coglioni legati dalla CIA e i neocons negli USA, uno "stato islamico" manovrato a dovere, una comunità internazionale passiva e inconcludente e da noi in Italia abbiamo un pericoloso pupazzo che ha eletto un cristiano-sionista alla presidenza della Repubblica.

Anzi, altro che cinture... costruiamoci un bunker!

Moni Ovadia un paio di anni fa:
https://www.youtube.com/watch?v=Dso4BK0d_JY

Al2012
Inviato: 19/3/2015 19:24  Aggiornato: 19/3/2015 19:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Israele e la voglia di atomica
Più che auto-etichettarci come “Homo sapiens sapiens”, sarebbe più giusto auto-etichettarci come “Homo Avidus Avidus”

“Capire … significa trasformare quello che è"
Calipro
Inviato: 19/3/2015 19:42  Aggiornato: 19/3/2015 19:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/1/2015
Da:
Inviati: 115
 Re: Israele e la voglia di atomica
Forse la Germania centra per la faccenda dei dolphins

http://www.jpost.com/Israel-News/Israel-to-receive-fourth-Dolphin-class-submarine-from-Germany-within-days-374293

--

Io piuttosto non vorrei che ci fosse stata la solita "manina magica" a spostare i voti all'ultimo momento. Ormai sta diventando una prassi

Calvero
Inviato: 19/3/2015 19:49  Aggiornato: 19/3/2015 19:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Israele e la voglia di atomica
___________
_________

In nome della democrazia ogni abuso è lecito, ormai l'abbiamo tristemente appurato.

Così come in nome di Dio, ogni vendetta è sempre stata santa e legittima.

Il mondo si sfascia e non gliene frega un cazzo a nessuno. Persone e innocenti vengono e verranno uccise e non gliene frega un cazzo a nessuno. Bambini verranno dilaniati e non gliene frega un cazzo a nessuno.

Basta si ripeta un mantra in TV, come in una terribile eco, senza che nessuna reale indagine giornalistica si metta in moto, e tutti ingurgitano il loro pastone quotidiano; come oche inchiodate con i piedi a una tavola, siamo all'ingrasso di bugie su bugie su bugie su bugie e siamo lì a vantare le nostre penne lucide ...

... tutto in nome della sovranità popolare che, come DIO nelle guerre sante, c'entra un beato cazzo.

I popoli sono stati ridotti a esprimere la loro opinione con la stessa valenza che ha quella di esprimere un minuto di silenzio allo stadio, un sacrificio mica da poco, scherziamo? ... poi si dà il fischio d'inizio, e ognuno si è sistemato la coscienza. Che vinca il migliore! (sempre facendo finta di non sapere che ogni campionato è venduto).

Sono profondamente triste e un senso d'impotenza pervade ogni mia cellula. Non abbiamo rispetto di nulla. Di nulla.

Facciamo talmente schifo, che l'unica distanza che avevamo con il mondo animale, almeno quella, abbiamo deciso di annullarla anche quella, e ci mangiamo pure loro.

Ci mangiamo la vita ovunque voltiamo le nostre fauci incontentabili. Ci mangiamo tutto. Bambini, innocenti, civiltà, innocenza.

Ora ho capito perché Dio è morto. Ce lo siamo mangiato.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
irubble
Inviato: 19/3/2015 19:53  Aggiornato: 19/3/2015 19:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/3/2015
Da: None
Inviati: 60
 Re: Israele e la voglia di atomica
Quale condizione si deve andare a creare per accettare l'uso dell'atomica da parte di una nazione contro un'altra innanzi al mondo? Le possibili risposte fan rabbrividire.

Resta la possibilità di non far sapere di averla usata.

Anno Ford 632: "Comunità, Identità, Stabilità".
Rickard
Inviato: 19/3/2015 20:01  Aggiornato: 19/3/2015 20:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Israele e la voglia di atomica
Fiamma Nirenstein Sarà venuta nelle mutande

Vedremo quel che accadrà.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
Merio
Inviato: 19/3/2015 20:34  Aggiornato: 19/3/2015 20:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/4/2011
Da:
Inviati: 3677
 Re: Israele e la voglia di atomica
Fiamma Nirenstein.

Ce la vedrei bene al fronte.

La libertà di parola senza la libertà di diffusione è come un pesce rosso in una vasca sferica...
Ezra Pound
Pyter
Inviato: 19/3/2015 21:16  Aggiornato: 19/3/2015 21:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Israele e la voglia di atomica
C'è una frase che mi è venuta in mente e che secondo me nel significato accomuna quello che avviene in Italia e in Israele, con Netamiau e Renzi.


Quello che limita il vero non è il falso, ma l' insignificante. (René F. Thom)

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
peonia
Inviato: 19/3/2015 21:51  Aggiornato: 19/3/2015 21:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Israele e la voglia di atomica
non ho parole..... chi è poi che suscita l'odio verso il loro popolo, se non loro stessi?
quel che ha detto Ben.......è da denuncia penale! in galera!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Maksi
Inviato: 19/3/2015 22:10  Aggiornato: 19/3/2015 22:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/10/2011
Da:
Inviati: 1219
 Re: Israele e la voglia di atomica
Non sara' certo Netanyahu a decidere sull'uso della Bomba-H e nemmeno qualche partito politico. Queste cose si decidono altrove e molto piu' lontano... nei circoli dove e' "la parola di (del loro) Dio" a farla da padrone. Nei loro proposti non c'e' l'intenzione di proteggere uno statarello regionale rompicoglioni (usato solo come forza di occupazione), ma consacrare Gerusalemme come capitale mondiale con un Tempio eretto per l'occasione (gia' me lo vedo: lo chiameranno il Tempio della Pace). I cristiano-sionisti americani sono gasati a mille per la realizzazione di tale profezia. Questa "profezia" cozza con un'altra profezia molto in voga nei circoli tradizionali: la Terza Roma... la Russia. Gerusalemme e Roma - intesi come centri spirituali - sono nemici giurati da millenni e sono espressioni di due civilta': aria e semitica. Per questo gli "eletti" piu' acerrimi non sopportano ogni manifestazione di tale civilta' - consacrata nel sangue - come Iran, Russia e persino l'ormai perduta Germania (ma l'Europa in generale). Le vogliono cancellare dalla faccia dalla Terra una volta per tutte, senno' il loro dio non potra' dominare.

Intanto usano i Daesh (denominati Isisi in maniera blasfema) per destabilizzare il medioriente e mediterraneo con l'intento di fermare l'influenza dell'Iran e Russia nella regione. Stanno fallendo e probabilmente inizieranno col piano "biblico".

PS: la bomba atomica porta il loro marchio fin dall'inizio... da Einstein in giu'.

bernuga
Inviato: 19/3/2015 22:48  Aggiornato: 19/3/2015 22:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 26/11/2011
Da:
Inviati: 1007
 Re: Israele e la voglia di atomica
Merdanyhau alla vigilia partiva sfavorito ed ha vinto con una rimonta nel finale, in Israele c'erano manifestazioni contro il governo.
Abbiamo gia' parlato di come sia possibile falsare le elezioni ed io, a sensazione, penso sia successo qualcosa anche a questo giro.

peonia
Inviato: 19/3/2015 23:56  Aggiornato: 19/3/2015 23:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Israele e la voglia di atomica
Merdanyhau alla vigilia partiva sfavorito ed ha vinto con una rimonta nel finale, in Israele c'erano manifestazioni contro il governo. Abbiamo gia' parlato di come sia possibile falsare le elezioni ed io, a sensazione, penso sia successo qualcosa anche a questo giro.

ho pensato immediatemente la stessa identica cosa, è sicuro al 98% che siano state falsate....
il dramma è che allora cmq non abbiamo scampo se finisce sempre come vogliono loro

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
lysmata
Inviato: 20/3/2015 0:19  Aggiornato: 20/3/2015 0:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/3/2011
Da:
Inviati: 286
 Re: Israele e la voglia di atomica
Nessuna novità,imho. Quel che mi ha sorpreso.invece è.la.freddezza nelle relazioni di abbronzatissimo Obama con Israele. Sta a vedere che sotto sotto repubblicani e democratici sono meno simili di quanto ci immaginiamo...

Lavorare deve essere veramente uno schifo, se per convincerti a farlo ti devono pagare.
Rickard
Inviato: 20/3/2015 6:34  Aggiornato: 20/3/2015 6:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Israele e la voglia di atomica
Peonia
Citazione:
Merdanyhau alla vigilia partiva sfavorito ed ha vinto con una rimonta nel finale, in Israele c'erano manifestazioni contro il governo. Abbiamo gia' parlato di come sia possibile falsare le elezioni ed io, a sensazione, penso sia successo qualcosa anche a questo giro.

ho pensato immediatemente la stessa identica cosa, è sicuro al 98% che siano state falsate....
il dramma è che allora cmq non abbiamo scampo se finisce sempre come vogliono loro

Invece io ho un pensiero che mi tormenta, cioè che (aldilà delle fisiologiche quote di falsificazione) queste elezioni siano state pe rla maggior parte pulite.

Detto in altre parole, sono proprio gli israeliani ad essere così per la maggior parte.

Sì, certo... Un Israel Shamir di qua, un altro raro ebreo antisionista di là... Ma nel complesso, quando questa gente si sente dire Mai uno stato palestinese, Israele meglio di tutti gli altri e popolo eletto di Dio, rivelano la loro vera natura, quella che, nei momenti di tensione e pericolo, ognuno di noi tira fuori (la "pasta di cui siamo fatti).

Ebbene, loro sono davvero fatti "di quella pasta".

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
Jurij
Inviato: 20/3/2015 7:59  Aggiornato: 20/3/2015 8:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Israele e la voglia di atomica
Ricordiamoci che il loro famoso dio ha dato il comandamento di non uccidere, ma poi ha eliminato tutti i primogeniti egizi in una notte, con una dimostrazione di coerenza da vero " uregiatt nero come il carbone", che tradotto è il più grigio dei dc.

Adesso da gente che segue le sue gesta (di questo dio) ci vogliamo aspettare amore e comprensione?

Non è mai stato un caso che dove si fermano gli ebrei vi sono sempre problemi con i "vicini".

Non c'entra che siano tedeschi, o arabi, anche a Zurigo vi sono problemi.

Viene tutto coperto con il " politicamente corretto" che fa gli stessi danni del razzismo.

Questo "politicamente corretto" viene alimentato ancora oggi dopo 70 ANNI dagli atti dei tedeschi, i quali tornano sempre in voga.
A proposito, ma c'è una data di scadenza per queste cose, o i nostri pro pro pro nipoti dovranno sorbirsi ancora fra 200 anni queste storie ?
Diventeranno come la Bibbia ?

Si può proprio affermare che sono " persone speciali".

Per la conclusione lascio ad ognuno la propria "somma".

P.S.

Lasciate perdere i dubbi sulle elezioni, basta che vi ascoltate un po' d'interviste fatte alla gente prima del voto, altro che rizzare i capelli, bibi è un moderato a confronto.

Un ultima cosa, basta confondere gli uomini come tutto un solo insieme, io con questa ... non ho nulla a che fare, come anche molti altri, diamo ad ognuno i suoi demeriti che lo riguardano.
Non lo so se questo può portare qualcosa di meglio, ma di sicuro inizia a portare un po' di sana realtà.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Maxwell38
Inviato: 20/3/2015 8:47  Aggiornato: 20/3/2015 8:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/8/2012
Da:
Inviati: 70
 Re: Israele e la voglia di atomica
@ Jurij
Errore 1 ..... E' stato l'angelo a sterminare i primogeniti mentre loro si facevano la Pasqua con gli azzimi.
Errore 2...... Il Decalogo è stato dato decine di anni dopo l'uscita dalla'Egitto

Mrexani
Inviato: 20/3/2015 9:37  Aggiornato: 20/3/2015 9:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/6/2014
Da:
Inviati: 432
 Re: Israele e la voglia di atomica
[Il Signore disse: "Ho osservato la miseria del mio popolo in Germania e ho udito il suo grido a causa dei suoi sorveglianti; conosco infatti le sue sofferenze. Sono sceso per liberarlo dalla mano della Germania e per farlo uscire da questo paese verso un paese bello e spazioso, verso un paese dove scorre latte e miele".]

I famosi versi da ''Il Libro dell'Esodo''...



Ben-Eliyahu, il quale ha affermato che "solo con una distruzione nucleare dell'Iran e della Germania, con 20 o 30 bombe nucleari a testa, gli israeliani possono evitare la distruzione del proprio Stato." [...]
Ben-Eliyahu ha poi aggiunto: “Se Israele non procede lungo la strada indicata dal Dio della Bibbia, riceverà la pesante punizione di una quasi totale distruzione e sventura, e solo alcuni saranno salvati”.


I famosi versi de ''La Teoria del Pazzo''...

Sertes
Inviato: 20/3/2015 9:48  Aggiornato: 20/3/2015 9:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Israele e la voglia di atomica
Ma la NATO non ha risposto a questa provocazione? C'è pure la lista delle città da distruggere:

Citazione:
When the Messiah comes, Ben-Eliyahu wrote, Israel will reverse the Final Solution. “Twenty, thirty atomic bombs on Berlin, Munich, Hamburg, Nuremberg, Cologne, Frankfurt, Stuttgart, Dresden, Dortmund and so on to assure the job gets done. And the land will be quiet for a thousand years,” he wrote.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Supernova
Inviato: 20/3/2015 9:53  Aggiornato: 20/3/2015 9:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/1/2006
Da:
Inviati: 156
 Re: Israele e la voglia di atomica
Citazione:
Errore 1 ..... E' stato l'angelo a sterminare i primogeniti mentre loro si facevano la Pasqua con gli azzimi.


Irrilevante, un angelo(Malak in ebraico) per definizione è un emissario di Dio. Inoltre Secondo la bibbia è "dio" stesso che influenza il volere del faraone per avere l'occasione di mostrare il proprio potere. Insomma una "false flag" biblica.

Citazione:
Il Decalogo è stato dato decine di anni dopo l'uscita dalla'Egitto


la follia omicida di Jahweh non si limita ai primogeniti egizi ma continua per tutta la bibbia, a danno spesso degli stessi israeliti (numeri 16) o altre popolazioni ebraiche come i Madianiti (Numeri 31).

"Votammo allo sterminio ogni città, uomini, donne, bambini. 7 Ma il bestiame e le spoglie delle città asportammo per noi come preda." (Deuteronomio 3)

E' questa la via indicata dal "dio" biblico

Insomma, piantiamola di criticare il corano quando non conosciamo neanche i NOSTRI testi "sacri".

Non vi è differenza fra illusione e realtà per chi la sta vivendo.
LoneWolf58
Inviato: 20/3/2015 11:03  Aggiornato: 20/3/2015 11:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Israele e la voglia di atomica
Io mi chiedo... l'avese fatta un altro tale dichiarazione?
Magari un iraniano... siriano... russo... chissà se avrebbe avuto lo stesso risalto "mediatico"

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
f_z
Inviato: 20/3/2015 11:30  Aggiornato: 20/3/2015 11:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Israele e la voglia di atomica
A me sembra chiaro che questo nuovo regime nazista cerchera' di attaccare pian piano tutti i paesi ai suoi attuali confini cercando di espandersi e cacciare gli arabi dalla regione...
Oggi Palestina, domani Libano, dopodomani Siria, poi Egitto...

Questi sono la peggior minaccia alla pace e sicurezza dell'umanita' mai vista nella storia.

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
Jurij
Inviato: 20/3/2015 11:36  Aggiornato: 20/3/2015 11:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Israele e la voglia di atomica
Maxwell38
Per l'errore uno : il "capo" è sempre lo stesso.
Per l'errore due : sapevo che le due cose non erano in giusta frequenza, ma questo non cambia comunque la mancanza di coerenza del personaggio in questione.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Calvero
Inviato: 20/3/2015 11:47  Aggiornato: 20/3/2015 11:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Israele e la voglia di atomica
Citazione:
Invece io ho un pensiero che mi tormenta, cioè che (aldilà delle fisiologiche quote di falsificazione) queste elezioni siano state pe rla maggior parte pulite.

Detto in altre parole, sono proprio gli israeliani ad essere così per la maggior parte.

Sì, certo... Un Israel Shamir di qua, un altro raro ebreo antisionista di là... Ma nel complesso, quando questa gente si sente dire Mai uno stato palestinese, Israele meglio di tutti gli altri e popolo eletto di Dio, rivelano la loro vera natura, quella che, nei momenti di tensione e pericolo, ognuno di noi tira fuori (la "pasta di cui siamo fatti).

Ebbene, loro sono davvero fatti "di quella pasta".


Uno che non era certo l'ultimo pirla e scrisse nero su bianco:

Vivere nell'ombra dell'olocausto ed aspettarsi di essere perdonati di ogni cosa che fanno, a motivo della loro sofferenza passata, mi sembra un eccesso di pretese. Evidentemente non hanno imparato molto dalla sofferenza dei loro genitori e dei loro nonni »

« Quello che sta accadendo in Palestina è un crimine che possiamo paragonare agli orrori di Auschwitz »

(José Saramago)


----> "Sostenne inoltre che Israele non poteva affermare di rappresentare legittimamente il giudaismo a livello mondiale e che stava usando le accuse di anti-semitismo per sminuire qualsiasi critica riguardante azioni ingiustificabili"


... infatti si prese subito l'accusa di anti-semita e gli scatenarono addosso la Lega Anti-diffamazione

______________

Ecco a cosa siamo arrivati ... ed ecco a cosa arriveremo e anche grazie a coloro che "strategicamente" tirano il culo indietro, quando avrebbero il dovere di far rispettare la sacralità del pensiero libero.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
bernuga
Inviato: 20/3/2015 12:11  Aggiornato: 20/3/2015 12:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 26/11/2011
Da:
Inviati: 1007
 Re: Israele e la voglia di atomica
Qualche tempo fa fu postato qua su LC il video si un signore che parla col microfono ad una platea in una specie di anfiteatro al chiuso, in poche parole comincia a dire che Israele e' pericoloso, poi la gente (ebrea) nella sala comincia ad insorgere, una ragazza si mette a piangere dicendo che offende i morti e cagate del genere e lui risponde che non si fara' piu' mettere in difficolta' da queste accuse e che loro dovrebbero imparare a non dare agli altri le stesse sofferenze loro avevano subito.
Qualcuno se lo ricorda e lo puo' ripostare?Grazie

Giano
Inviato: 20/3/2015 12:14  Aggiornato: 20/3/2015 12:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Israele e la voglia di atomica

toussaint
Inviato: 20/3/2015 12:26  Aggiornato: 20/3/2015 12:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Israele e la voglia di atomica
"The Zionists use the Holocaust issue to their benefit. We, Jews who perished in the Holocaust, do not use it to advance our interests. We stress that there are hundreds of thousands Jews around the world who identify with our opposition to the Zionist ideology and who feel that Zionism is not Jewish, but a political agenda... What we want is not a withdrawal to the ‘67 borders, but to everything included in it, so the country can go back to the Palestinians and we could live with them..."

"I Sionisti utilizzano l'argomento dell'Olocausto per i loro interessi. Noi, Ebrei che perirono in quell'Olocausto, non vogliamo usarlo per perseguire vantaggi. Noi sottolineiamo che ci sono centinaia di migliaia di Ebrei in tutto il mondo che si riconoscono nella nostra opposizione all'ideologia Sionista e che sentono che il Sionismo non è Ebraismo, ma solo un'agenda politica...
Quello che noi vogliamo non è un ritorno ai confini del '67, ma che l'intero paese torni ai Palestinesi e che noi possiamo vivere con loro in pace..."
Comunicato stampa dei Neturei Karta del 19 luglio 2006.

Non facciamoci trascinare anche noi in un'altra guerra di religione, il Sionismo non c'entra nulla con la religione, il Sionismo fa parte della cospirazione degli Eletti, ossia delle elites, che guidano il mondo.
E tra questi Eletti la stragrande maggioranza non dice di professare la religione ebraica, vedi le teste coronate d'Europa, o una certa famiglia che fa il bello e il cattivo tempo qui in Italia e che, certo, recentemente si è imparentata con un ramo ebraico ma la cui origine risale ad altri ceppi aristocratico-iniziatici.
Che poi la maggioranza degli Ebrei si siano fatti invasare da questa ideologia, il Sionismo, e dunque hanno colpe gravissime, su questo non ci piove...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
toussaint
Inviato: 20/3/2015 12:38  Aggiornato: 20/3/2015 12:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Israele e la voglia di atomica
La visione e la lettura che fanno delle Sacre Scritture ebraiche i Neturei Karta si distingue nettamente da quella degli altri Ebrei, Sionisti ma anche altre fazioni ortodosse, per un punto fodnamentale e che spiega tutto.
Per i Neturei Karta, la salvezza annunciata dal Messia che verrà è stata sì rivelata agli Ebrei e da questi negata (da cui le punizioni inflitte agli Ebrei che per i Neturei Karta sono MERITATE) ma riguarderà tutta l'umanità e non solo gli Ebrei.
Dunque, per loro, gli Ebrei non devono mai governarlo il mondo, né in passato, né ora, né mai, in quanto il loro ruolo è quello semplicemente di testimonianza del messaggio divino, per cui quando la salvezza arriverà tutti i popoli del mondo vivranno insieme in pace e armonia.
Appare chiaro come tra loro e il Sionismo, ma anche tra loro e altre letture della parola di Dio (anche cristiane e musulmane) ci passa l'Oceano...

Catherine Shakdam, corrispondente L’Indro, ha parlato degli sviluppi di Gaza con il rabbino Meir Hirsch, capo di Neturei Karta, gruppo di ebrei ortodossi e antisionisti, con sede a Gerusalemme. Pubblichiamo l’intervista in esclusiva su concessione dell’autrice.



Rabbino Hirsch, lei ha recentemente scritto una lettera aperta per denunciare l'attacco israeliano a Gaza. Ha scritto: "Noi sopravvissuti all'Olocausto ebraico imploriamo i leader mondiali illuminati di fermare immediatamente il genocidio del popolo palestinese. I malvagi sionisti bombardano giorno e notte palazzi pieni di uomini innocenti, donne e bambini, e li bruciano vivi". Potrebbe approfondire il termine “sionista”.

Vorrei parlare anzitutto degli obiettivi di Neturei Karta. Noi vogliamo vedere la fine della tragedia sionista e il ripristino della pace in Medio Oriente. Per questo molte menti e molti modelli dovranno cambiare. Preghiamo l'Onnipotente che possa portare allo smantellamento rapido e pacifico dello stato sionista, e, infine, portare il mondo alla redenzione finale, quando tutta l'umanità si unirà per servirlo in pace, Amen.

È molto importante fare una chiara distinzione tra ebraismo e sionismo. Anche se i due termini sono stati utilizzati in modo intercambiabile, e in tempi moderni vengono usati come sinonimi, ebraismo e sionismo sono estranei l'uno all'altro come il giorno e la notte. Come disse una volta il rabbino Yisroel Dovid Weiss, «La storia è sempre scritta da coloro che emergono vittoriosi dalle sue lotte». I sionisti hanno avuto successo nel 1948 e così la storia -non solo della Palestina, ma degli Ebrei e dell'Ebraismo- è stata riscritta e stravolta.

Se la fazione sionista ha avuto successo nel mentire al mondo, manipolando i politici e le nazioni attraverso metodi violenti e coercitivi, il loro castello di carte si regge su una menzogna che un giorno cadrà. Neturei Karta International è sempre stata una delle voci in prima linea tra quelle che si sono sollevate contro il sionismo.

Per capire il sionismo vorrei innanzi tutto definire l'ebraismo. L'ebraismo è la fede del popolo ebraico. È radicata nella rivelazione del Sinai, dove D-o ha dato la Torah all'uomo [NdT: gli ebrei ortodossi non pronunciano e non scrivono integralmente il nome di Dio, in segno di rispetto]. Le dottrine e le leggi là rivelate al popolo ebraico sono eterne e vincolanti. Nel corso dei secoli, studiosi ebrei e santi hanno spiegato la Legge agli uomini. Tali spiegazioni sono anche parte della nostra tradizione. Questa definizione dell’ebraismo era universalmente accettata dal popolo ebraico fino all'alba dell’Illuminismo in Europa. Poi c’è stato un abbandono di massa di D-o, e molti Ebrei, così come molti cristiani e musulmani di tutto il mondo, hanno respinto le loro fedi.

Era nello spirito del tempo, creare una religione fatta dagli uomini, che sono nati movimenti come la Riforma, l’Ebraismo conservatore, e il Ricostruzionismo. Questi movimenti erano accomunati dall’aver respinto alcuni, molti o tutti i principi fondamentali della fede nella Torah.

Uno dei principi centrali della Torah è che il Creatore ricompensa e punisce l'umanità. Ed è qui, nelle profezie dell'Antico Testamento, che inizia il conflitto tra ebraismo e sionismo. Alla fine gli orrori annunciati dai profeti si sono verificati tutti. L’ebraismo è stato lungamente esiliato dalla Terra. Il primo esilio, conosciuto anche come cattività babilonese, è durato solo 70 anni. Con una serie di eventi miracolosi, il popolo è tornato alla Terra. Questo secondo ingresso nella Terra ha portato alla ricostruzione del Tempio. Il Secondo Tempio è rimasto in piedi da circa 2500 anni fa fino a circa 1900 anni fa, poi è stato distrutto. La causa, ancora una volta, fu il traviamento del popolo che non è riuscito a mantenere un comportamento adeguato al livello Divino, molto esigente.

Ma le profezie di sventura si sono accompagnate a promesse di consolazione. L'esilio non sarebbe stato per sempre. Ci sarebbero stati anni di dispersione, molti dei quali sarebbero trascorsi sotto la persecuzione. Eppure c'era la promessa che il popolo sarebbe tornato di nuovo alla Terra. Ma questo ritorno non doveva avvenire per iniziativa né sotto il controllo umano. Sarebbe stato annunciato con l'avvento del Profeta Elia e accompagnato da molti miracoli. E, questa volta, la redenzione sarebbe stata non solo per il popolo ebraico, bensì per tutti gli uomini. Tutte le nazioni avrebbero cessato di praticare la guerra. Tutti avrebbero gioito insieme sotto la cura del Creatore. Non ci sarebbe più stato bisogno o privazione fisica. Sarebbe stato un momento di fratellanza spirituale, tutti gli uomini uniti nel servizio divino.

Così, con l’incendio del Secondo Tempio, gli Ebrei partirono per un esilio che dura ancora oggi. Per duemila anni gli Ebrei hanno pregato perché il loro esilio finisse, e, contemporaneamente, arrivasse la redenzione per tutto il mondo.

I profeti e i saggi dei secoli seguenti hanno insegnato al popolo ebraico che il loro esilio era per l’espiazione dei loro peccati. Ciò significava che l'unica strada ragionevole e lecita per porre fine all'esilio risiede nel pentimento e nella preghiera.

Suggerire l’impiego di mezzi militari o politici per sfuggire al disegno del Creatore sarebbe stata considerata un’eresia, la negazione della supremazia divina sul peccato e sul perdono. E, così, mentre i secoli procedevano, il popolo ebraico pregava e attendeva gli eventi miracolosi della redenzione. Nel corso di questi lunghi anni nessun Ebreo ha mai pensato -e ricordiamo che si tratta di un popolo che ha studiato costantemente i suoi testi sacri, scrivendone copiosamente- che l'esilio potesse essere concluso con mezzi umani.

Theodore Herzl e pochi altri, tutti scarsi conoscitori o non osservanti della Torah, sono stati i primi a suggerire che gli uomini avrebbero dovuto fare ciò che Dio ha scelto e comandato di non fare. A questi primi sionisti si sono immediatamente opposti i capi rabbini di quell'epoca, basandosi su quattro presupposti:

1) Il concetto di sionismo era una confutazione della tradizionale credenza definita dalla Torah di esilio come punizione e redenzione, dipendente dalla penitenza e dall’intervento Divino.

2) I sionisti erano prevalentemente irreligiosi. La loro pretesa di rappresentare il popolo ebraico dinanzi al mondo è assurda. Come possono coloro che rifiutano l'ebraismo essere capi degli Ebrei? Il loro istinto naturale era sradicare la Torah e il rispetto che le è dovuto.

3) Il sionismo è stato tristemente disattento non solo verso gli Ebrei in generale e il popolo palestinese, che viveva già nel paese. La sua politica, di mano pesante, ha causato tanto dolore e sofferenza, trascinando l’ebraismo mondiale in un conflitto inutile con le nazioni del mondo.

4) Il sionismo avrebbe condotto gli ebrei ad essere meno fedeli ai governi sotto la cui egida vivevano in esilio. Questo ha indebolito il patriottismo ebraico e esacerbato i conflitti tra ebrei e gentili.

Naturalmente, nella visione della Torah, si vieta qualunque nozione di sovranità ebraica sopra la Terra Santa. Anche chi desiderava che gli ebrei avessero un certo grado di risarcimento, applicando un po’ di decenza non avrebbe potuto non rilevare la necessità di ottenere prima l'approvazione del nativo popolo palestinese.



Neturei Karta, significa "guardiano della città", se non sbaglio; può spiegare ai nostri lettori il vostro movimento e quali sono gli obiettivi che cercate di raggiungere?

Neturei Karta si oppose e continua ad opporsi alla creazione e all’esistenza del cosiddetto "Stato di Israele"! Il nome di Neturei Karta-proviene da un episodio, nel quale il Rabbino Yehudah Ha-Nassi (Ha-Nassi significa Giuda il Principe) aveva inviato Rabbino Hiyya e il Rabbino Ashi in un giro pastorale di ispezione. In una città, chiedendo di vedere i "guardiani della città" (NdT: è il significato del nome Neturei Karta), e sono stati portati a vedere le guardie armate. Hanno risposto che questi non erano i guardiani della città, ma i suoi distruttori, e i cittadini hanno chiesto, quindi, chi dovessero essere considerati i guardiani. I rabbini risposero: "Gli scribi e gli studiosi," facendo riferimento alle Tehillim (Salmi) cap. 127. (Talmud di Gerusalemme, Tractate Hagiga. 76c).

Questo nome è stato assunto da un gruppo di ebrei ortodossi che hanno rifiutato (e ancora rifiutano) di riconoscere l'esistenza o l'autorità del cosiddetto "Stato di Israele" e che hanno fatto (e tuttora fanno) un punto d’onore nel voler esprimere pubblicamente la loro posizione, la posizione della Torah e di un ebraismo autentico e puro.

Il gruppo è stato fondato a Gerusalemme, in Palestina, nel 1938, come scissione dall’Agudas Yisroel. Agudas Yisroel era stata fondata nel 1912 allo scopo di combattere il sionismo. A poco a poco, attirati dal denaro e dall'onore, si sono venduti al "vitello d’oro" (vedi Esodo, XXXII) del sionismo. Coloro che volevano mantenere la loro fede e continuare la lotta contro il sionismo, si sono dissociati dall’Agudas Yisroel e dai suoi partiti correlati.

Nel corso degli anni, un certo numero di attivisti del Neturei Karta con i loro seguaci si sono stabiliti al di fuori della Palestina. Alcune delle ragioni per cui costoro hanno abbandonato il paese in cui con le loro famiglie avevano vissuto per molte generazioni (da molti anni prima della costituzione del cosiddetto "Stato di Israele"): il rifiuto ideologico di vivere sotto il regime illegittimo ed eretico "israeliano", l’essere stati esiliati dal governo sionista per la loro insistenza nel voler rimanere indipendenti dal regime eretico e illegittimo o il non essere in grado di vivere una vita familiare normale perché continuamente disturbati, spesso incarcerati e molte volte anche fisicamente torturati dalla polizia e dagli agenti sionisti. Questa dispersione ha portato alla nascita di diverse sedi di Neturei Karta in molte parti del mondo. Queste sedi sono nelle sinagoghe, in istituzioni educative, case editrici e organizzazioni. A New York ci sono sedi in tre sinagoghe a Brooklyn (Boro Park e Williamsburg), e nel nord dello stato.

Neturei Karta non è -come spesso si legge- una piccola setta o un gruppo estremista di ebrei "ultra-ortodossi". Il Neturei Karta non ha aggiunto né tolto nulla dalla legge scritta e orale della Torah, come espressa nell’Halachà e nello Shulchan Aruch. I Neturei Karta combattono le incursioni effettuate dal sionismo politico nel corso degli ultimi cento anni contraddittori. Guidati dai rabbini del nostro tempo e sotto la guida ispiratrice del defunto Rabbino Amram Blau, il Neturei Karta rifiuta di riconoscere il diritto di chiunque di stabilire uno stato "ebraico" durante l'attuale periodo di esilio.

Si è spesso cercato di sminuire l'Neturei Karta e le sue credenze nella Torah, affermando che si tratta di un gruppo minoritario e che -rispetto ad altri gruppi ebraici- conta pochi membri. In realtà il numero di ebrei ortodossi che credono nell’ideologia anti-sionista del Neturei Karta è di diverse centinaia di migliaia di persone.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Rickard
Inviato: 20/3/2015 12:39  Aggiornato: 20/3/2015 12:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Israele e la voglia di atomica
[b]Calvero[/v]
Citazione:
Uno che non era certo l'ultimo pirla e scrisse nero su bianco:

Vivere nell'ombra dell'olocausto ed aspettarsi di essere perdonati di ogni cosa che fanno, a motivo della loro sofferenza passata, mi sembra un eccesso di pretese. Evidentemente non hanno imparato molto dalla sofferenza dei loro genitori e dei loro nonni »

« Quello che sta accadendo in Palestina è un crimine che possiamo paragonare agli orrori di Auschwitz »

(José Saramago)

----> "Sostenne inoltre che Israele non poteva affermare di rappresentare legittimamente il giudaismo a livello mondiale e che stava usando le accuse di anti-semitismo per sminuire qualsiasi critica riguardante azioni ingiustificabili"


... infatti si prese subito l'accusa di anti-semita e gli scatenarono addosso la Lega Anti-diffamazione

Quando da bambino entrai per la prima volta a contatto con la storia dell'Olocausto, e ovviamente prendevo per buone tutte le corbellerie possibili, dissi una cosa del tipo:

Ma perché trattano così male i palestinesi, proprio loro che hanno sofferto così tanto nella guerra?.

Mi fu risposto che discorsi come questo non si possono fare.

è una faccenda di un'ovvietà tragica. Ci sono voluti decenni di propaganda per travestirla da qualcos'altro.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
toussaint
Inviato: 20/3/2015 12:52  Aggiornato: 20/3/2015 12:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Israele e la voglia di atomica
Si stima che il 10% degli Ebrei nel mondo si riconoscano nelle posizioni dei Neturei Karta e per capire ancora meglio di cosa stiamo parlando, ecco come loro si rivolgono ai loro fratelli palestinesi, in un messaggio di qualche anno fa:

DICHIARAZIONE DI SOLIDARIETÀ DEGLI EBREI
DI NETUREI KARTA
CON IL POPOLO PALESTINESE
IN OCCASIONE DELLA COMMEMORAZIONE DELLA NAKBA

Che la benedizione del Creatore sia su di Voi, nostri cari fratelli, popolo palestinese che soffre da lungo tempo.

Noi, Di Neturei Karta Internazionale, Vi salutiamo da Gerusalemme, New York, Londra e da tutto il mondo. Come molti di Voi sapranno già, il movimento sionista è stato contrastato da ebrei ortodossi osservanti sin dall’inizio. Gli ebrei ortodossi hanno sempre creduto che per Decreto Divino il popolo ebreo sia tenuto a rimanere in esilio e vivere come cittadini leali nelle nazioni che li ospitano fino a che l’Onnipotente non avrà deciso la redenzione dell’umanità intera.

Nell’anno 1948 il nostro Rabbino Capo Yossef Tzvi aveva inviato un telegramma alla Lega delle Nazioni a Lake Success, chiedendo loro di non incorporare le 60 000 famiglie ebree residenti a Gerusalemme nello stato di “Israele”, la cui proclamazione costituisce un sacrilegio. Così, i residenti ebrei sarebbero stati lasciati senza un potere sovrano che si occupasse delle faccende di Neturei Karta. In realtà, fummo trasformati in profughi perchè non c’è differenza tra un popolo cacciato via dalla sua terra ed un popolo cui la terra è stata rimossa da sotto i piedi. Ci siamo appellati alle Nazioni Unite per ottenere un passaporto per rifugiati ed a tutt’oggi siamo in attesa di una risposta.

Oggi, decine di migliaia di Neturai Karta, guardiani di Gerusalemme nel significato di “guardiani della fede”, risiedono a Meah Shearim e nelle sue vicinanze, su terreni comprati da proprietari arabi, non confiscati contro la volontà dei proprietari. Il nostro Rabbino Capo defunto, Joel Teitelbaum, aveva proibito agli ebrei di stabilirsi in Terra Santa, considerando che ciò avrebbe messo in pericolo sia il corpo che l’anima.
Naturei Karta aveva dato il benvenuto all’Autorità Palestinese, guidata da Yassir Arafat ritornato in Palestina ed il Rabbino Moshe Hirsh fu proclamato “Ministro per gli Affari Ebrei” dell’Autorità Palestinese – un gesto volto a dimostrare al mondo che la lotta in Terra Santa non è tra ebrei ed arabi, bensì tra sionisti ed arabi.

Noi vediamo l’oppressione e l’umiliazione del popolo palestinese, innanzitutto ciò che gli viene inflitto oggi, dalle politiche criminali del “Ministro del Crimine” Sharon.
E’ inammissibile che il popolo ebreo compaia quale oppressore, persecutore, ladro. Dappertutto nel mondo si trovano numerosi ebrei credenti che si dichiarano inorriditi dal comportamento criminale e razzista verso i palestinesi da parte dei sionisti. Per questi ebrei il Giorno dell’Indipendenza di Israele segna la più grande tragedia nella storia degli ebrei e nella storia dell’umanità. Quel giorno, molti ebrei lo passano digiuni ed in preghiera.

Noi vogliamo che tutta la terra palestinese, naturalmente comprendente il complesso di Al Aqsa, sia restituita ad un governo palestinese.

Noi vogliamo il ritorno di tutti i profughi umiliati, anziani e giovani, alla loro legittima patria.

Noi vogliamo vivere nella terra della Palestina come ebrei anti-sionisti, risiedere qui come cittadini palestinesi leali e pacifici, così come i nostri avi che avevano vissuto in Palestina per secoli prima della tragica usurpazione di questo paese.

Invochiamo il Creatore che l’odierna commemorazione della Nakba possa essere l’ultima e che conceda che l’attuale stato di occupazione volga verso una rapida fine, ancora nei nostri giorni, sicchè ebrei e palestinesi possano vivere felici ed in armonia e pace in una Terra Santa tutta sotto sovranità palestinese.

Vi saluto.

Rabbi David Weiss
Presidente di Neturei Karta International, New York

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
bernuga
Inviato: 20/3/2015 13:07  Aggiornato: 20/3/2015 13:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 26/11/2011
Da:
Inviati: 1007
 Re: Israele e la voglia di atomica
@Giano

Preciso, grazie.

Marsi
Inviato: 20/3/2015 13:19  Aggiornato: 20/3/2015 13:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 190
 Re: Israele e la voglia di atomica
Del loro Dio non gli rimane che l'ira. L'ira di Dio grava su giudei e l'unico modo per liberarsene è battezzarsi nel nome della Trinità e accettare Cristo come Messia. Come fanno a non accorgersi che dopo 2000 anni non è arrivato nessuno e con molta probabilità il Messia era quello là che misero sulla croce. Hanno creduto persino che Chaim Weizmann fosse il messia e addirittura un generale di cui al momento non ricordo il nome. Non si accorgono nemmeno che stranamente vengono scacciati, perseguitati, uccisi e odiati da tutti i popoli con cui vengono a contatto, non ci pensano che magari è proprio quello lì l'effetto dell'ira divina. Poi se parliamo del dio autofabbricatosi del talmud allora sì, di quello lì hanno tutto l'appoggio.

Maksi
Inviato: 20/3/2015 13:22  Aggiornato: 20/3/2015 13:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/10/2011
Da:
Inviati: 1219
 Re: Israele e la voglia di atomica
Ma non sono mica gli ebrei di Israele il problema maggiore... il problema sono proprio gli ebrei di tutto il mondo di New York, Londra, Roma, Parigi.... Sono loro il vero potere sionista internazionale, non uno statarello desertico delle dimensioni della Croazia.

Citazione:
Gli ebrei ortodossi hanno sempre creduto che per Decreto Divino il popolo ebreo sia tenuto a rimanere in esilio e vivere come cittadini leali nelle nazioni che li ospitano fino a che l’Onnipotente non avrà deciso la redenzione dell’umanità intera.

Leali?
Lerner, Ferrara, Nirenstein, Pacifici, De Benedetti, Mentana, Mimun, Mieli etc ti sembrano cittadini leali verso la nazione ospitante, oppure perseguono sempre gli interessi dell'internazionale giudaica?

Magari avessero una nazione propria e non parassitassero (media, economia, politica...) altre nazioni con loro messianesimo ortodosso o laico comunistoide.

Per dire i neo-con giudei USA arrivano dall'ala trotzkysta con lo scopo della rivoluzione mondiale. Hanno solo integrato tale pensiero nel modello USA.

Se cerchiamo spiragli nei ranghi giudei (ortodossi o quant'altro) siamo perduti. Si deve spodestare il loro potere religioso, non la politica di uno stato, senno' rimaniamo sempre li'.

invisibile
Inviato: 20/3/2015 13:45  Aggiornato: 20/3/2015 13:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Israele e la voglia di atomica
Fino a quando si crederà alla narrazione che esistono gli ebrei, gli arabi, gli ariani e i sardi ...

.... nulla potrà cambiare, perché è dalla divisione artificiale operata nelle menti, ma soprattutto nei cuori, che si genera il conflitto.

Se prima non esiste l'Uomo, il conflitto è garantito, perché queste divisioni non esistono se non dopo, molto dopo.

Il potere fa proprio questo, mette prima quello che è dopo, e tutti ci cascano.

Citazione:
Si deve spodestare il loro potere religioso, non la politica di uno stato, senno' rimaniamo sempre li'.

Non si deve spodestare proprio niente, si deve girare le spalle al potere, qualsiasi potere..

E' semplicissimo ma provoca terrore, perché quando viene fatto, la delega delle proprie responsabilità non è più possibile, e questa condizione è solo per le persone adulte, veramente adulte.

Invece si propongono soluzioni già provate e che hanno TUTTE più volte fallito, sempre.

Quante fette di polenta... ?

Dove sta scritto che l'uomo, essere in grado di autocontrollo volontario e per scelta consapevole, deve essere governato da qualcun altro?

Da nessuna parte se non dove lo hanno scritto chi vuole governare e chi vuole essere governato.

Che dite ragazzi, usciamo dal manicomio?

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
peonia
Inviato: 20/3/2015 14:12  Aggiornato: 20/3/2015 14:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Israele e la voglia di atomica
@ BERNUGA

me lo ricordo di certo, lo amo Finkelstein!!!
https://www.youtube.com/watch?v=bIuHwyc7chw

eccolo, davvero mi piace da morire, anche come uomo....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
redribbon
Inviato: 20/3/2015 14:27  Aggiornato: 20/3/2015 14:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: Israele e la voglia di atomica
Citazione:
ma ha anche dovuto gettare definitivamente la maschera su quali siano le sue vere intenzioni nei rapporti con i palestinesi.


In realtà credo si sapesse chiaramante anche prima quali erano e sono le intenzioni dei governanti di Israele, più o meno di tutti,
e del resto da chi, all'indomani della criminale aggressione e dell'attentato terroristico alla nave turca di aiuti per Gaza va a stringere la mano ai soldati-terroristi rimasti feriti nell'attentato (questo è il termine adatto) ,
non c'è da aspettarsi niente di buono, e non limiterei il discorso alla disputa coi palestinesi, ma quel gesto di stringere la mano ai compatrioti terroristi, a mio modo di vedere, qualifica da un punto di vista umano Netanyahu, i suoi complici, e tutti quelli che si dimostrano acquiescenti o concilianti con questi "poveri" terroristi israeliani,
un crimine come quello non si scorda mai, è bene non scordarlo mai.


Citazione:
ieri il "Times of Israel" ha riportato le dichiarazioni di un rappresentante dell'estrema destra, Ben-Eliyahu, il quale ha affermato che "solo con una distruzione nucleare dell'Iran e della Germania, con 20 o 30 bombe nucleari a testa, gli israeliani possono evitare la distruzione del proprio Stato."


E perchè non lo fanno? Cosa aspettano a nuclearizzare Iran e Germania?
Non avranno mica paura di morire per le conseguenze di venti e piogge radioattive che impediranno l'agricoltura e inquineranno le falde acquifere?

Citazione:
Ben-Eliyahu ha poi aggiunto: “Se Israele non procede lungo la strada indicata dal Dio della Bibbia, riceverà la pesante punizione di una quasi totale distruzione e sventura, e solo alcuni saranno salvati”.


Mi sa che Ben-Eliyahu ha sbagliato nazione: Israele è laico, come tutte le democrazie,
se Ben-Eliyahu vuole una nazione a guida spirituale (e forse non sarebbe male averla anche da queste parti, vista la decadenza delle democrazie occidentali) deve andare in Iran ad ascoltare gli insegnamenti degli ayatollah.

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
peonia
Inviato: 20/3/2015 14:28  Aggiornato: 20/3/2015 14:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Israele e la voglia di atomica
Grazie Touissant per le info che non conoscevo relative alla Neturei Karta...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
redribbon
Inviato: 20/3/2015 14:37  Aggiornato: 20/3/2015 14:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: Israele e la voglia di atomica
Citazione:
La Germania? Posso "capire" l'Iran, ma che c'entrano i tedeschi.


Forse una volta Ben-Eliyahu ha visto un documentario sull'olocausto e pensa che i tedeschi di oggi siano delle steese idee di Hitler,
probabilmente gli mancano gli ultimi 70 anni di storia ,
c'è solo da augurarsi che gli israelieani in generale non siano dello stesso livello culturale...

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
toussaint
Inviato: 20/3/2015 14:54  Aggiornato: 20/3/2015 15:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Israele e la voglia di atomica
Maksi, forse non hai capito.
Per Lerner, Ferrara, Nirenstein, Pacifici, De Benedetti, Mentana, Mimun, Mieli quelli di Neturei Karta sono come Hamas e Hezbollah, anzi peggio.
Li vorrebbero ammazzare tutti, come del resto in Israele già fanno.


edit: e c'è un'altra cosa, e questa a me turba abbastanza, ma è coerente col loro discorso teologico.
I Neturei Karta sono grati a Hitler e ai nazisti perché li considerano come Giuda per alcuni gruppi di Cristiani.
Ossia il mezzo usato da Dio per eseguire il proprio disegno divino.
Adirittura alcuni membri dei Neturei Karta sono stati arrestati, mi sembra a Parigi, proprio per aver scritto sui muri frasi di ringraziamento a Hitler.
E non stupisce che il Sionismo li consideri nemici mortali, perché lo scopo primo del Sionismo è sempre stato proprio quello di cancellare un'intera tipologia di Ebreo, quella che del resto era stata l'unica esistente dai giorni della diaspora all'avvento appunto del Sionismo.
Ossia l'Ebreo che assume in sè, e se ne fa carico, tutte le colpe del mondo.
Con l'Olocausto, anzi con l'uso strumentale di questo, il Sionismo comincia a creare l'Ebreo nuovo, paradossalmente prendendo proprio spunto dalle idee hitleriane, l'Ebreo guerriero e conquistatore.
Oh, attenzione, il Sionismo è, non a caso, come la Massoneria, questa si data a metà del 1700, quello nel 1800, ma in realtà entrambe queste ideologie (e forse sono una cosa sola) sono molto, ma molto più antiche.
Lo scopo di tutta la mia tirata è che bisogna sempre vedere le cose non in bianco e nero, altrimenti ti sfuggono i dettagli che sono la cosa più importante.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Maksi
Inviato: 20/3/2015 17:26  Aggiornato: 20/3/2015 17:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/10/2011
Da:
Inviati: 1219
 Re: Israele e la voglia di atomica
@toussaint

Mah... li vedo un po' confusi.

Diciamo che hanno "solo" un concetto diverso del destino degli eletti, che poi e' il mantra delle giornate della Memoria (scassaminchia): l'ebreo come riferimento del sacrificio cristologico.
Forse in Israele questo non e' bene accetto, ma dalle altre parti e' l'unica immagine dell'ebreo che viene diffusa. Il loro potere l'hanno costruito proprio cosi': col senso di colpa imposto della vittima perenne che redime l'intera' umanita'.
Hitler li ha capiti benissimo, pure col loro travestimento del buon ebreo e proponendogli pure di diventare quello che sono: ebrei e non "cittadini del mondo" (questa e' una copertura). Nella Germania hitleriana gli ebrei stessi erano fieri di portare la Stella di David (che poi e' un simbolo aquisito, ma tant'e'...), perche' si sentivano parte di una nazione propria. Paradossalmente quelli contro queste tendenze furono proprio gli ebrei apolidi miliardari della City e Wall Street, perche' cosi' perdevano il controllo della Germania... e l'hanno perso.

Questi del Neturei Karta vedono gli ebrei come l'uomo universale, prescelto da dio per redimere l'umanita'. Secondo me questi sono ancora peggio, peche' il concetto religioso che passa e' inquietante. Mi sembra una setta cripto-sionista come i Testimoni di Geova o Mormoni o Scientology...

invisibile
Inviato: 20/3/2015 18:27  Aggiornato: 20/3/2015 18:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Israele e la voglia di atomica
Citazione:
Questi del Neturei Karta vedono gli ebrei come l'uomo universale, prescelto da dio per redimere l'umanita'. Secondo me questi sono ancora peggio, peche' il concetto religioso che passa e' inquietante. Mi sembra una setta cripto-sionista come i Testimoni di Geova o Mormoni o Scientology...

...o .... I NAZISTI

Questa l'hai servita su un piatto d'argento

Anche i nazisti, mio caro Maksi, credevano di dover "redimere" l'umanità. Possibile che fare 2+2 sia così difficile?

Sempre a ragionare NEL manicomio.

Ragazzi, nel manicomio è tutto molto ragionevole eh... e il cetriolo affonda...

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Maksi
Inviato: 20/3/2015 18:48  Aggiornato: 20/3/2015 18:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/10/2011
Da:
Inviati: 1219
 Re: Israele e la voglia di atomica
I nazzzisti non esistono... sono solo una figura hollywoodiana.

Per il resto (come al solito) non hai capito una mazza della filosofia nazionalsocialista. La' c'e' il Sonnenmensch (e non c'entra niente la redenzione, nessun peccato da espiare), mentre l'altro e' piu' vicino al Uomo Nuovo comunista, ma e' inutile che continui...

invisibile
Inviato: 20/3/2015 19:56  Aggiornato: 20/3/2015 21:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Israele e la voglia di atomica
Citazione:
Maksi

I nazzzisti non esistono... sono solo una figura hollywoodiana.

Il nome non ha importanza, sai benissimo a chi mi riferisco.
A quegli scemi che adoravano e adorano i ladri ed assassini, che è un FATTO che lo siano, vestiti con le tutine tenebrose per darsi un tono.

Citazione:
Per il resto (come al solito) non hai capito una mazza della filosofia nazionalsocialista.

Parole.

Io guardo ai fatti e i fatti dicono che i tuoi paladini erano volgari ladri ed assassini.

Citazione:
La' c'e' il Sonnenmensch...

La tua solita ignoranza. Roba antica di millenni rispolverata da quei pazzi nazisti e sempre per il solito motivo: il potere, il potere che adori è che è causa di tutti i mali.

Citazione:
(e non c'entra niente la redenzione, nessun peccato da espiare)

Ho usato le virgolette apposta.
Il senso è sempre quello, tutti credono di avere ragione, di essere nel giusto, di avere la soluzione per tutti e molti arrivano a voler imporre agli altri la loro idea, dimostrando solo profonda idiozia ed arroganza visto che è un FATTO che NIENTE MAI ha funzionato, e non da ieri, da svariati millenni.

Quante fette di polenta... ?

Citazione:
ma e' inutile che continui...


Certo che è inutile, nel manicomio avrai sempre ragione.

Io sono fuori e vedo che nessuno ha mai avuto ragione.

In base a quali presunzioni tu credi di avere la soluzione mai trovata in millenni di tentativi che hanno solo portato stragi ed infinito dolore?

Sei più dritto di tutti gli uomini che ti hanno preceduto?

E la soluzione nessuno vuole nemmeno prendere in considerazione, quella semplice e di buonsenso.
Nell'equazione nessuno considera di CHI sta parlando, come se le caratteristiche peculiari ed uniche dell'Uomo non esistessero, dando per scontato che l'Uomo va governato.

E tutto solo perché si ha una fifa boia.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
etrnlchild
Inviato: 21/3/2015 13:01  Aggiornato: 21/3/2015 13:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Israele e la voglia di atomica
Citazione:
Ora ho capito perché Dio è morto. Ce lo siamo mangiato.

Se è per questo continuano a mangiarselo, e a bere il suo sangue, ad ogni messa...

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
etrnlchild
Inviato: 21/3/2015 15:08  Aggiornato: 21/3/2015 15:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Israele e la voglia di atomica
La voglia di atomica di Israele magari sarà soddisfatta dal prossimo presidente (repubblicano tipo Jeb Bush) USA. Un bell'evento tipo 11/9 prima delle elezioni presidenziali toglierà ogni indugio al popolo votante.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
Pepitoz
Inviato: 22/3/2015 23:11  Aggiornato: 22/3/2015 23:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/3/2015
Da:
Inviati: 84
 Re: Israele e la voglia di atomica
Intanto è stata aggredita verbalmente all'aeroporto mentre tornava in Israele la cantante Noa per essersi permessa di avere una posizione pacifista... http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2015/03/22/attacco-a-noa-nemica-di-israele_a73c541e-c5cb-4a91-adf3-f4089bcc1095.html

toussaint
Inviato: 23/3/2015 13:04  Aggiornato: 23/3/2015 13:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Israele e la voglia di atomica
Citazione:
Questi del Neturei Karta vedono gli ebrei come l'uomo universale, prescelto da dio per redimere l'umanita'.


Sì, Maksi, ma ne deriva una responsabilità e un fardello da portare, non vantaggi e privilegi.
Non so se conosci la funzione dello sciamano, più o meno è la stessa.
Si sentono gli sciamani dell'umanità, i Neturei Karta, e questo implica necessariamente un'empatia con il resto dell'umanità che i sionisti e gli altri ebrei ortodossi non sanno neanche cosa sia.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
pixies
Inviato: 23/3/2015 15:20  Aggiornato: 23/3/2015 15:20
So tutto
Iscritto: 24/7/2010
Da: Stasera è un altro giorno
Inviati: 20
 Re: Israele e la voglia di atomica
Di nucleare ha parlato un esponente di estrema destra non tutta Israele....questo non muta le reali intenzioni di Israele che ormai sono evidenti..., scusate il disturbo.

toussaint
Inviato: 23/3/2015 15:24  Aggiornato: 23/3/2015 15:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Israele e la voglia di atomica
Ok, pixies, adesso sò più tranquillo...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
PinoRossi
Inviato: 24/3/2015 2:35  Aggiornato: 24/3/2015 2:35
So tutto
Iscritto: 24/7/2013
Da:
Inviati: 25
 Re: Israele e la voglia di atomica
Stavo per comprare "L'industria dell'olocausto" e "L'errante chi" online, poi mi sono detto... mhhh fammeli prendere in libreria in contanti va' che non si sa mai...

toussaint
Inviato: 24/3/2015 10:18  Aggiornato: 24/3/2015 10:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Israele e la voglia di atomica
Finche' e' possibile pagare in contanti...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA