Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


politica italiana : Migranti: esiste una soluzione?
Inviato da Redazione il 20/4/2015 19:17:15 (10098 letture)

Il problema dei migranti - che muoiono ormai ogni giorno a centinaia, nel mediterraneo - sta ponendo l'Italia ed il mondo di fronte ad una questione che sembra irrisolvibile: come fare a fermare questa carneficina?

I leghisti, come sempre, la fanno cruda e semplice: "fermiamoli a casa loro", dicono. Poi però nessuno di loro sa spiegare come si possa effettivamente andare ad arrestare questo flusso impazzito all'origine, visto che la Libia in questo momento non è esattamente un paese con cui avere "relazioni diplomatiche".

Renzi ed i piddini, che cominciano solo ora a rendersi conto delle dimensioni del problema, dicono che "bisogna andare in Europa a discuterne, perchè questo è un problema che riguarda tutti gli europei". Ma è soltanto un modo elegante per scaricarsi di dosso il problema, visto che l'Europa se ne fotte allegramente della questione migranti. A loro interessa solo riscuotere in tempo i saldi del debito greco: [...]


su quello sì, sono davvero inflessibili, ma dei migranti che sbarcano in Sicilia non gliene può fottere di meno.

Poi c'è Alfano, talmente assente dal piano della realtà che già sarà fortunato se si renderà conto, alla fine del suo mandato, di essere stato ministro degli interni.

Gli unici che hanno saputo dire qualcosa di intelligente sono i 5 Stelle, che hanno individuato nel mercato internazionale delle armi la radice di tutti i problemi: blocchiamo le vendite di armi, dice Di Maio, e toglieremo di mezzo il motivo stesso per cui questa gente fugge terrorizzata dal proprio paese, in Africa come in Medio Oriente. Certo, come si fa a dargli torto? Ma è un pò come dire "cambiamo la natura dell'uomo, e tutto andrà per il meglio".

Insomma, fra chi la prende sottogamba e chi la prende troppo da lontano, nessuno sembra avere una proposta valida da fare, che risolva la questione in tempi ragionevoli. Ma davvero non esiste nessuna possibile soluzione a questo problema?

Massimo Mazzucco

Voto: 3.00 (1 voto) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
qilicado
Inviato: 20/4/2015 19:44  Aggiornato: 20/4/2015 19:44
So tutto
Iscritto: 11/4/2015
Da:
Inviati: 29
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Ma questo problema è la soluzione ad altri problemi.

Cinqui
Inviato: 20/4/2015 19:54  Aggiornato: 20/4/2015 19:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/3/2006
Da:
Inviati: 227
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
C'è qualcuno, qualche società, che riceve soldi per la gestione dei migranti (accoglimento, gestione dei centri di permanenza, ecc...)?

"Una bella donna non è colei di cui si lodano le gambe o le braccia, ma quella la cui bellezza complessiva è tale da togliere la possibilità di ammirare le singole parti..." - Seneca - .
Mr2up74
Inviato: 20/4/2015 19:58  Aggiornato: 20/4/2015 19:58
So tutto
Iscritto: 28/5/2013
Da:
Inviati: 30
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
È facile, basta donare 2 euro ad un numero verde che fra poco ci faranno sapere in tv!

Pyter
Inviato: 20/4/2015 20:01  Aggiornato: 20/4/2015 20:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Visto che questi pagano millecinquecento euro per poi magari morire, si potrebbe risolvere il problema facilmente, portando addirittura innegabili vantaggi, poltici ed economici.

Politici:.
Renzi avrebbe meno rogne e grattacapi; ogni extracomunitario morto in meno sono voti in più alle primarie; la Boldrini smetterebbe di piangere e di rovinarsi il trucco.

Economici:
Perché si potrebbero mandare navi della costa crociera a prendere direttamente i fuggiaschi in Libia.
Vantaggi per il passeggero libico:
viaggio comodo, stesso prezzo rispetto allo scafista, arrivano vivi, guardano la televisione durante il viaggio e magari guardando i TG vengono a sapere che il motivo per cui stanno fuggendo, regimi violenti e totalitari, non esiste, poiché Gheddafi è morto già da due anni. Prima di arrivare in Italia visitano altri paesi, tipo la Grecia, così si rendono anche conto di cosa si troveranno davanti in futuro.
Vantaggi per il PIL italiano:
si fanno affari perché di gente che viaggia laggiù ce n'è a volontà, si risparmia sulle bare e sulle spese sociali a carico del contribuente; gli scafisti si perfezionano nella guida con appositi corsi speciali tesi a eliminare il fastidioso rovesciamento dei barconi quando sono in vista delle coste italiane per lo strano vizio dell'inchino.
Certo così facendo si rischia di entrare in contrasto col sindacato degli scafisti, che oltreoceano e nei paesi petroliferi è forte, ma se si tiene duro e con la prospettiva del rilancio del made in Italy, rilancio del lavoro e della riconversione e riconsiderazione del mestiere vituperato dello scafista (che non dimentichiamoci, è uno che sta sulla stessa barca) c'è da essere ottimisti.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
afabbri73
Inviato: 20/4/2015 20:27  Aggiornato: 20/4/2015 20:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/5/2011
Da:
Inviati: 302
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Una volta i lager erano aree circoscritte, ora sono intere nazioni... I piddini lo sanno bene, visto che loro sono coloro che hanno contribuito a trasformare la nazione in un lager.
Poi è vero, i 5 stelle hanno subito individuato il problema, fermiamo il commercio di armi... Ma chi e come non lo dicono mai. Il movimento trova sempre il male, ma mai la cura e quando glielo fai notare rispondono: mica siamo noi i dottori.
Gli eserciti sono governativi, le armi che impugnano sono prodotte da privati. I governi che formano gli eserciti sono finanziati da privati, i principali finanziatori sono i mercanti di armi, ergo gli eserciti sono privati, come i governi che li formano. Chi combatte gli eserciti le armi le comprano, anche se mercato nero, da privati, gli stessi che forniscono e finanziano i governi, che hanno bisogno di svuotare e rinnovare il magazzino.
Come si fermano i flussi migratori? Ridimensionando il concetto Europa a semplice concetto Italia, difendendo i confini, ma poi si uscirebbe dallo scacchiere e noi diventeremmo come la Libia. La soluzione l'hai grossolanamente data tu, ma è praticamente impossibile, soprattutto perché dovremmo entrare nel paradosso e fuori la politica di confine, uscire dal diritto positivo ed entrare nel diritto naturale, una sorta di nuovo ordine mondiale non imperialista, non dittatoriale; ma stiamo parlando di animali intellettuali erroneamente chiamati uomini, substrati di aggregati psichici che dipendono solo ed esclusivamente da fattori esterni gratificati dall'autocelebrazione. Continuare a parlarne fa bene, lasciare le cose come vanno e continuare a parlarne finché tutti avranno da spendere 30€ al mese in connessioni a internet per andare sbraitare su facebook o a leggere i commenti di luogocomune.
Ps. La politica è oltre la teoria dei giochi, prima di lasciarla in mano a statisti, economisti o guru della comunicazione sarebbe opportuno lasciarla in mano a gnostici.

peonia
Inviato: 20/4/2015 20:31  Aggiornato: 20/4/2015 20:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Massimo la vedo difficile una soluzione quando siamo governati da Massoni, sudditi di ben altri Massoni del 33mo grado, che hanno pianificato la dominazione, per non dire schiavitù, del genere umano, a breve,medio e lungo termine.....
In questo specifico frangente l'agenda da seguire è il Piano Kalergi per l'Europa, poi chissà che orrendo scenario futuro hanno in mente!

Occore qualcosa di dirompente, inatteso e imprevedibile che rompa i loro piani!!
Sembrerò patetica.....ma io lo riesco a ipotizzare solo se viene dall'Esterno.... molto esterno, direi Extra....

qui lo conosciamo già tutti, immagino, però per chi non lo avesse letto..
http://frontediliberazionedaibanchieri.it/article-il-piano-kalergi-il-genocidio-dei-popoli-europei-117650465.html

e poi ovviamente c'è la solita sbufalata un tanto al chilo... chissà chi ci starà dietro?
http://www.butac.it/il-piano-kalergi-per-lo-sterminio-degli-europei/

SE NON FOSSE, OLTRETUTTO, CHE CI GUADAGNANO SOPRA A QUEI POVERACCI!!! E CHE L'IPOCRISIA DEL PD IN QUANTO A UMANITARISMO FA DAVVERO SCHIFO!
900 MORTI IN UN GIORNO....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
manofmonk
Inviato: 20/4/2015 20:32  Aggiornato: 20/4/2015 20:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/2/2015
Da: LUNA
Inviati: 153
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Secondo me l'unica soluzione sarebbe quella di salvarli e accoglierli, ovviamente, ma dopo qualche giorno rimetterli su una nave e riportarli da dove sono venuti.
Sia ben chiaro, io non sono ne nazista ne fascista ne comunista ecc. A me la politica (i politici) di oggi fanno solo ridere.
Io non ho assolutamente nulla contro i neri, i gialli, i rossi, i verdi e i blù; se fosse per me oggi ci sarebbero i bambini tricolore e vivremmo tutti d'amore e d'accordo.
Il problema è che non ci sono soluzioni, visto che la nostra GRANDE UNIONE EUROPEA se ne sbatte totalmente i cosiddetti e fanno solo finta di prendere seriamente il caso e nel frattempo passano gli anni e andiamo sempre più verso la distruzione totale dell'umanità.
quindi, gli italiani cosa dovrebbero fare?
Visto che la disoccupazione è ormai alle stelle, sempre più persone si suicidano, gli stipendi fanno ridere, sempre più gente costretta a vivere "sotto i ponti" e "loro" se ne fregano e ci prendono pure per il culo?
Cosa dovrebbero fare gli immigrati in italia, visto che non c'è più lavoro per nessun italiano?

Quando non ci sarà più posto all'inferno, i morti cammineranno sulla terra.
infosauro
Inviato: 20/4/2015 20:33  Aggiornato: 20/4/2015 20:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2375
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citazione:
[...]I leghisti, come sempre, la fanno cruda e semplice: "fermiamoli a casa loro", dicono.

E sembra che riescano addirittura a crescere nei sondaggi.
Citazione:
Renzi ed i piddini,

E non solo loro...
Citazione:
che cominciano solo ora a rendersi conto delle dimensioni del problema, dicono che "bisogna andare in Europa a discuterne, perchè questo è un problema che riguarda tutti gli europei". Ma è soltanto un modo elegante per scaricarsi di dosso il problema,[...]

Scusate, ma se i politici scaricano parte dei loro doveri all'Europa, perché lo stipendio dobbiamo pagarglielo tutto?

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
Parsifal79
Inviato: 20/4/2015 20:40  Aggiornato: 20/4/2015 20:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2015
Da: Ἀρκαδία
Inviati: 1000
 Re: Migranti: esiste una soluzione?

peonia
Inviato: 20/4/2015 20:41  Aggiornato: 20/4/2015 20:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
DA ALESSANDRO DI BATTISTA


"Appena finito il convegno su mafia e corruzione con i magistrati Giuseppe Lombardo e Antonino Di Matteo. Noi continuiamo a combattere la corruzione perché è un fenomeno che riguarda tutto, anche il dramma dell'immigrazione sulla quale politici e cooperative mangiano. Stasera Luigi Di Maio alla trasmissione Quinta Colonna parlerà anche di questo.
E' l'occasione di mostrare a qualche scettico il M5S e le battaglie che sta combattendo. A riveder le stelle!"

guardatelo!!!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Parsifal79
Inviato: 20/4/2015 20:50  Aggiornato: 20/4/2015 20:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2015
Da: Ἀρκαδία
Inviati: 1000
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citazione:
afabbri73 : Il movimento trova sempre il male, ma mai la cura e quando glielo fai notare rispondono: mica siamo noi i dottori.


metti pure dei link che dimostrano il "mica siamo noi i dottori", così possiamo verificare tutti.

Manolohd
Inviato: 20/4/2015 20:53  Aggiornato: 20/4/2015 20:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/4/2015
Da:
Inviati: 50
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
La penso come l'autore di questo video, se vogliamo indicare un colpevole per quei problemi che affliggono l'umanità e che poi si concludono in delle carneficine, come quelle del mediterraneo, queste possiamo attribuirle, andando alla foce, all'istituzione e alla sovvenzione da parte di noi stessi degli "STATI".
Tenendo però conto che un UOMO macchiatosi di aver commesso degli omicidi non ha lo stesso trattamento morale e penale della sua evoluzione sociale, lo "STATO" che pur essendo autore di svariati genocidi , può finire col diventare punto di riferimento globale di giustizia e "democrazia "(es. stati uniti e: lo sterminio dei nativi americani, gli interventi di "pace" in iraq, 9/11 o le atomiche di Hiroshima e Nagasaki ).

https://youtu.be/EriT_krwjfM

MANOLO

« Le labbra della saggezza sono solo aperte alle orecchie della comprensione ».
«IL KYBALION».
pragmatico
Inviato: 20/4/2015 20:53  Aggiornato: 20/4/2015 20:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/3/2015
Da:
Inviati: 190
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
@ afabbri73

"Poi è vero, i 5 stelle hanno subito individuato il problema, fermiamo il commercio di armi... Ma chi e come non lo dicono mai."

Forse è lei che non li ascolta? Non accusiamo altri per le nostre mancanze.

https://www.youtube.com/watch?v=T2Lp7uI4vHk

https://www.youtube.com/watch?v=W0Ec5st9UNM

https://www.youtube.com/watch?v=YeQTQQ_gZKA
Da minuto 2,30

https://www.youtube.com/watch?v=8aNfc5tdYT0

hendrix
Inviato: 20/4/2015 21:00  Aggiornato: 20/4/2015 21:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Se non ricordo male Paolo De Gregorio è utente di questo sito.
Ieri ha postato questo su CdC, poche parole ma la sua analisi, almeno per me, è ineccepibile.

... " I barconi che arrivano sulle nostre coste pieni di disperati sono il frutto avvelenato di due fattori principali: è gente in fuga da guerre innescate, fatte o pilotate dagli USA e dai suoi alleati, è gente in fuga da paesi ricchi di materie prime, le cui classi dirigenti si sono fatte comprare dalle multinazionali, senza contare il peso dei debiti contratti con il FMI e la Banca Mondiale e che i Fondi sovrani di vari stati hanno acquistato terreni fertili in Africa, di fatto sottraendoli agli agricoltori locali. Questa situazione genera un eterno sottosviluppo che si chiama neocolonialismo. "

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=82944

Jurij
Inviato: 20/4/2015 21:09  Aggiornato: 20/4/2015 21:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Serve ancora qualche annetto di caricamento della molla, poi quando la gente si sentirà ben raggirata comparirà la forza del momento, quella per l'azione che raggrupperà gli incazzati e allora partirà una nuova agenda di pulizia che non voglio neanche pensare a dove porterà.... Io spero di non esserci più perché i "già visto" non mi interessano.
Comunque è già tutto incanalato con il disastro libico che ha dato il via al grande esodo.
Chiedono asilo, non li puoi rimandare indietro perchè il suolo libico non è sicuro, ecc.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Jurij
Inviato: 20/4/2015 21:21  Aggiornato: 20/4/2015 21:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Grazie pragmatico per i link !

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
afabbri73
Inviato: 20/4/2015 21:23  Aggiornato: 20/4/2015 21:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/5/2011
Da:
Inviati: 302
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Io non devo dimostrare proprio nulla, sono spettatore di 3 governi non eletti e dove "l'unica vera forza contrapposta" oltre lo sbraitare no va, una forza così dirompente al punto di aver dato vita ad un Salvini.

afabbri73
Inviato: 20/4/2015 21:24  Aggiornato: 20/4/2015 21:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/5/2011
Da:
Inviati: 302
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Penso di aver già risposto sopra.

Giustur
Inviato: 20/4/2015 21:24  Aggiornato: 20/4/2015 21:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/4/2012
Da: Clacton, Essex, UK
Inviati: 80
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Purtroppo, ho l'impressione che questi migranti facciano comodo a tanti. Rappresentano mano d'opera a basso costo e presto faranno lavori che gli italiani (o europei vari) non vorranno fare piu' perche' la paga sara' sempre piu' bassa (jobs act e compagnia bella servono proprio a questo). Non mi stupirei se fra 10 anni queste persone arriveranno a fare perfino gli insegnanti. Un preside con un budget limitato che deve decidere chi assumere, fra un italiano a 1400 euro e un libico disposto a lavorare a 600, chi vuoi che scelga? Qui in Inghilterra sta gia' iniziando a succedere.

Nomit
Inviato: 20/4/2015 21:29  Aggiornato: 20/4/2015 21:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/1/2011
Da:
Inviati: 1549
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Secondo me non esiste una soluzione separata e indipendente per il problema dell'immigrazione, come per molti altri problemi. Migliorando lo stato e la società, miglioreranno le cose anche con l'immigrazione; esempio classico, il sistema giudiziario.

Credo che per scoraggiare l'immigrazione bisognerebbe prima rendere vantaggiose le assunzioni in regola. Non so come, ma bisognerebbe fare in modo che sia l'imprenditore ad avere interesse ad assumere in regola, senza perseguire il lavoro in nero. Magari individuando dei servizi che lo stato fornisce o potrebbe fornire alle imprese per poi legarne l'erogazione al numero di dipendenti in regola.

A questo punto si potrebbe annunciare che a partire da una certa data non verrebbe più riconosciuta l'assunzione di dipendenti extracomunitari, cioè se le aziende li vogliono li prendono in nero.

Altra cosa, i giovani italiani dovrebbero ricevere una formazione che serve loro davvero e serve alle imprese, anche a costo di abbattere la scolarizzazione, se no gli imprenditori scelgono gli immigrati, perché l'imprenditore per assumere non guarda quanto conosci della poetica del fanciullino, ma guarda essenzialmente
1) formazione (patente C, uso muletto, conoscenza lingue, tornio eccetera)
2) esperienza

(io non sono contro gli immigrati, ma contro l'immigrazione)

maurixio
Inviato: 20/4/2015 21:43  Aggiornato: 20/4/2015 21:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/4/2007
Da:
Inviati: 333
 Re: Migranti: esiste una soluzione?

Parsifal79
Inviato: 20/4/2015 21:47  Aggiornato: 20/4/2015 22:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2015
Da: Ἀρκαδία
Inviati: 1000
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citazione:
afabbri73: Io non devo dimostrare proprio nulla


Hai affermato una cosa ben precisa:

Citazione:
Il movimento trova sempre il male, ma mai la cura e quando glielo fai notare rispondono: mica siamo noi i dottori.


Ti ho chiesto solo di mettere dei link (video, virgolettati) che dimostrano che non ti sei inventato di sana pianta la risposta che, secondo te, darebbero i 5stelle.
Non ne sei capace?
Pretendi un atto di fede verso le tue affermazioni?

Citazione:
"l'unica vera forza contrapposta" oltre lo sbraitare no va, una forza così dirompente al punto di aver dato vita ad un Salvini.


ammesso e non concesso che la tua opinione corrisponda al vero, spiega tu come si fa l'opposizione. A criticare siamo bravi tutti, proponi pure!

Golem
Inviato: 20/4/2015 22:01  Aggiornato: 20/4/2015 22:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/6/2012
Da:
Inviati: 57
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Caro Massimo, grazie per la domanda.

Secondo me una strada percorribile c'è.

E' ovvio che il problema dell'immigrazione non si possa risolvere né impedendo gli sbarchi (o gli imbarchi), né tanto meno permettendo a questa gente di venire in Europa a getto continuo (perchè già qui è un caos totale, ci mancano solo loro!). La soluzione, dunque, dev'essere necessariamente un'altra.

Che fare?
(questa l'ho già sentita)

Bisognerebbe progettare, secondo me, un piano internazionale per fondare in diverse aree scelte del Nordafrica una serie di comunità indipendenti e gestite nel modo più trasparente possibile in cui i profughi siano non solo accolti, ma inseriti in veri e propri percorsi di integazione sociale al fine di renderli nel più breve tempo possibile mebri a tutti gli effetti della comunità stessa.

Tutti dovrebbero contribuire con il proprio lavoro al buon funzionamento della comunità, ognuno secondo le proprie capacità e dando in cambio ad ognuno secondo le proprie necessità (pure questo mi ricorda qualcosa... ).

Ovviamente, tutto ciò sarebbe possibile solo a 3 condizioni:

1) L'organizzazione che gestisce il progetto dovrebbe essere composta da personale dalla specchiata moralità, costantemente in grado di operare fuori da qualsiasi logica egoistica ed utilitaristica.

2) La comunità internazionale dovrebbe provvedere alla raccolta dei fondi necessari alla realizzazione del progetto.

3) L'ONU dovrebbe approntare delle postazioni difensive permanenti per proteggere le comunità in caso di attacco da parte di qualche gruppo islamico.

Ok, lo so, è un piano un tantino utopistico, non tanto perchè troppo diffiicle da realizzare in sé, quanto per il fatto che in realtà, se non c'è nulla da guadagnare, al dunque, a nessuno gliene frega un bel niente... ci viene la pigrizia... Meglio fare gli Expò, le TAV, i Muos, le cordate finanziarie... Il resto è noia e perdita di tempo... Salvo versare poi qualche immancabile lacrimuccia all'angolo dell'occhio per salvare le solite apparenze...

stecos
Inviato: 20/4/2015 22:07  Aggiornato: 20/4/2015 22:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/10/2009
Da: Madrid
Inviati: 111
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Credo che dovremmo decidere se abbiamo la capacitá o no di fare fronte alle spese di questo tipo di immigrazione. Se la risposta e si (non credo...) ci limitiamo a finanziare le ONG che si incaricano di fare quello che possono nel vuoto legale in cui si incontrano (in teoría perfino un militare che aiuta un clandestino a sbarcare dovrebbe essere incriminato per favoreggiamento della clandestinitá).
Se decidiamo che non possiamo fare fronte dovremmo firmare un convegno con Algeria o Tunisia e redirigere i barconi fino alla costa africana, sistemáticamente.

Chiaramente lo Stato dovrebbe pagare per questo servizio, credo profumatamente, ma il traffico migratorio (almeno marittimo) svanirebbe in pochi mesi.

É cinismo?

E razionalitá?

Sul fatto dell' immigrazione cosí legata alle guerre ho i miei dubbi. Certo influisce, soprattutto adesso ma quando ho potuto vivere da vicino l'immigrazione africana, il numero di coloro che fuggiva dalla guerra era realmente ridotto.

Purtroppo molte donne facevano parte di traffici legati alla prostituzione, la maggior parte degli uomini venivano dal Senegal, dal Camerún e dalla Somalia e (almeno per quello che raccontavano) non scappavano dalla guerra.
Qui In Spagna ma credo anche in Italia, il flusso di Marocchini é íntimamente legato allo spaccio

La differenza tra avere un' idea e ideare é che il primo sta fantasticando e il secondo sta creando
bushfamilyguy
Inviato: 20/4/2015 22:10  Aggiornato: 20/4/2015 22:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/1/2015
Da:
Inviati: 55
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Premesso che fossi un abitante del continente africano mi comporterei esattemente come loro andando a cercare il benessere che non ho, voglio far notare 2 cose:

la prima e' che se si volesse, si potrebbe fermarli li, perche se ci riescono gli australiani che sono il popolo piu stolto al mondo, non vedo perche non dovremmo riuscirci noi, che comunque in quanto europei abbiamo giusto giusto qualche millennio in piu di esperienza.

la seconda e' che nessun potere forte ha intenzione di farlo perche esattamente come succede in Usa con i messicani (Massimo come il sottoscritto conosce Los Angeles e sa bene che ormai la lingu ufficiale li e' lo spagnolo), l'uomo bianco sta stretto al massone che ci comanda in quanto ormai ha troppa consapevolezza dei propri diritti e rischia di mandare a puttane il suo impero.

in ogni caso non e' vcerto quello dei barconi il problema principale. la stragrande maggioranza dei clandestini arriva con visto turistico comodamente in aereo o via frontiere greche che sono dei colabrodo.

e parlarne per via ideologica come fanno i 2 schieramenti e' stupido: siamo il paese piu sovrappopolato d europa con un territorio prevalentemente montuoso: dove vogliamo mettere altra gente che notoriamente si riproduce 5/6 volte piu di noi?

stecos
Inviato: 20/4/2015 22:27  Aggiornato: 20/4/2015 22:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/10/2009
Da: Madrid
Inviati: 111
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citazione:
la prima e' che se si volesse, si potrebbe fermarli li, perche se ci riescono gli australiani che sono il popolo piu stolto al mondo, non vedo perche non dovremmo riuscirci noi, che comunque in quanto europei abbiamo giusto giusto qualche millennio in piu di esperienza.


Non mi sono sembrati cosí stolti gli australiani... comunque noi avremo mille anni di esperienza in piú ma loro hanno mille miglia in piú di mare aperto.

Che io sappia hanno avuto un tentativo di approdo clandestino negli ultimi vent' anni. Una nave militare gli ha sbarrato il passo in acqua internazionale e se non andava a riprenderli un' altra nave affondavano lí...

Qui nel Mediterraneo credo che non si potrebbe fare la stessa cosa per evidenti motivi, non credi?

La differenza tra avere un' idea e ideare é che il primo sta fantasticando e il secondo sta creando
JohnTitor
Inviato: 20/4/2015 22:27  Aggiornato: 20/4/2015 22:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2010
Da: Tampa
Inviati: 602
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Purtroppo, ho l'impressione che questi migranti facciano comodo a tanti. Rappresentano mano d'opera a basso costo e presto faranno lavori che gli italiani (o europei vari) non vorranno fare piu' perche' la paga sara' sempre piu' bassa (jobs act e compagnia bella servono proprio a questo). Non mi stupirei se fra 10 anni queste persone arriveranno a fare perfino gli insegnanti. Un preside con un budget limitato che deve decidere chi assumere, fra un italiano a 1400 euro e un libico disposto a lavorare a 600, chi vuoi che scelga? Qui in Inghilterra sta gia' iniziando a succedere.

Temo che questa sia la chiave di lettura corretta.
Renzi, Boldrini, Alfano non battono ciglio di fronte a migliaia di morti.

Red_Max
Inviato: 20/4/2015 22:36  Aggiornato: 20/4/2015 22:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
La soluzione è che non ci dovrebbero essere paesi da cui fuggire.
Semplice no?
Io sono dell'idea che bisogna soccorrere tutti e mandarli indietro tutti sani e salvi.
Ci sono le condizioni per dire che lo facciamo per motivi di sicurezza.
Altrimenti le morti continueranno.
Oppure ci mettiamo tutti le cuffiette per non sentire che nella nostra città la gente non parla la nostra lingua.
Ma probabilmente finirà che ogni 500 euro di IMU ti daranno in omaggio un profugo da tenerti in casa...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
Parsifal79
Inviato: 20/4/2015 22:39  Aggiornato: 20/4/2015 22:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2015
Da: Ἀρκαδία
Inviati: 1000
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citazione:
afabbri73 : Il movimento trova sempre il male, ma mai la cura e quando glielo fai notare rispondono: mica siamo noi i dottori.


http://www.beppegrillo.it/movimento/parlamento/esteri/2014/10/immigrati-le-7-proposte-del-m5s-per-fermare-lemergenza.html

Immigrati: le 7 proposte del M5S per fermare l'emergenza

Anche oggi il ministro Alfano ha raccontato una balla delle sue. Tema immigrazione: mentre svolgeva la sua informativa ed assicurava la chiusura della missione Mare Nostrum, il direttore esecutivo di Frontex, Gil Arias Fernandez, lo smentiva chiarendo che l'operazione Ue Triton non sarà affatto sostitutiva, ma complementare. Prima bugia.

Poi ce n'è una seconda, perché Alfano ha anche annunciato il contributo di ben 19 Stati membri al pattugliamento del canale di Sicilia. Peccato che lo stesso Arias Fernandez, però, proprio ieri abbia invece espresso preoccupazioni circa lo scarso numero di partecipanti alla missione. Solo 8 secondo Frontex, e non 19 come falsamente sbandierato da Angelino.

Appurato ciò, passiamo alle proposte del MoVimento 5 Stelle per fermare gli sbarchi illegali, ma soprattutto per salvare tutti: gli italiani, troppo spesso dimenticati, e i rifugiati, costretti a fuggire dalle loro terre di origine per arrivare in un Paese oramai allo stremo, soffocato da una classe politica impegnata a perseguire solo i propri interessi e incapace di offrire un futuro anche ai suoi concittadini. Mai più tragedie nel Mediterraneo, mai più tensioni sociali. Ecco le nostre proposte:

1. Superamento della cosiddetta Convenzione di Dublino: un accordo che sfavorisce tutti, l'Italia poiché primo Paese d'approdo, e i migranti che non hanno alcuna intenzione di trattenersi nel nostro Paese. E' risaputo, infatti, che i migranti si rechino nei paesi più ricchi come Germania e Svezia e frequentissimi sono gli episodi di autolesionismo pur di non farsi identificare; esseri umani disposti a bruciarsi le mani pur di non farsi identificare, questo avete creato;

2. Iniziative nei confronti dei Paesi di origine e di transito per contrastare le organizzazioni criminali che lucrano sul traffico di esseri umani; Il fenomeno degli scafisti è una causa del problema e le cronache recenti ci raccontano di tassisti del nord intenti a trafficare clandestini in Germania; Una misura efficace è la stipula di accordi bilaterali per il controllo delle tratte.

3. Istituzione di quote massime di migranti per Paese, definite sulla base degli indici demografici ed economici, così da ottenere un'equa distribuzione tra gli stessi e favorire le logiche di ricongiungimento familiare, etnico, religioso e linguistico, fondamentali per una reale integrazione sociale;

4. Istituzione di punti di richiesta d'asilo, finanziati dall'Unione Europea, anche al di fuori del territorio europeo e in collaborazione con le Nazioni Unite, per permettere, a chi ne ha diritto, di raggiungere i Paesi di accoglienza in modo sicuro e a noi di gestire le domande di protezione internazionale e di contenere il numero dei flussi migratori indistinti;

5. Revisione di tutti i bandi interministeriali destinati alla prima accoglienza e alla gestione dei servizi connessi, con particolare riguardo ai criteri di spesa; Razionalizzate o bloccate i finanziamenti finché non avrete le idee chiare e magari, a che ci siete, toglieteli dal controllo delle cooperative rosse come il consorzio Sisifo già al centro di scandali come quello di Lampedusa dove i migranti venivano denudati e lavati con l'idrante;

6. Trasferimento, a Lampedusa degli uffici dell'Agenzia Frontex e dell'Ufficio europeo di sostegno per l'asilo, al fine di coordinare meglio le operazioni di salvataggio e assistenza ai migranti;

7. Concessione di beni e servizi per le famiglie italiane in difficoltà per evitare tensioni tra italiani e migranti. Un Paese in crisi economica è meno tollerante e ricettivo, occorre garantire agli italiani le condizioni di benessere necessarie affinché vivano meglio le relazioni con i migranti.

Citazione:
afabbri73: Io non devo dimostrare proprio nulla

pragmatico
Inviato: 20/4/2015 22:45  Aggiornato: 20/4/2015 22:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/3/2015
Da:
Inviati: 190
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
@afabbri73

Lei ha fatto delle affermazioni, invece di rispondere in maniera superba, li ha guardati i link postati? Li ha ascoltati? Li ha interiorizzati? Erano una risposta alle sue affermazioni , che noto, continua a reiterare.

Salvini è stato creato da un sistema mediatico che dovendo salvare il sistema politico, ha portato il profeta leghista innalzandolo a statista in televisione ,ed in ogni trasmissione , per 6 mesi consecutivi , stendendogli il tappeto rosso , facendo in maniera che una fetta di elettorato ( quello che crede e pensa ciò che gli viene detto di pensare e credere) invece di spostarsi sul M5S venisse raccolto in quel bacino elettorale che è legato e funzionale al sistema stesso.Il perche è ovvio , con una informazione corretta quelli sarebbero già percentuali in piu per M5S e il sistema già bello e che finito.
Puntualizzo perchè voler fare gli ingenui passi , ma esagerare è diabolico.

afabbri73
Inviato: 20/4/2015 22:47  Aggiornato: 20/4/2015 22:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/5/2011
Da:
Inviati: 302
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Letti i punti, le risposte del movimento, prendo il mio tempo per risponderti uno ad uno

Parsifal79
Inviato: 20/4/2015 23:30  Aggiornato: 20/4/2015 23:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2015
Da: Ἀρκαδία
Inviati: 1000
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citazione:
afabbri73 : Letti i punti, le risposte del movimento, prendo il mio tempo per risponderti uno ad uno


Ma tu puoi anche pensare che i 7 punti siano delle stronzate, é un tuo sacrosanto diritto di opinione.
Non è la validità o meno delle risposte del M5S il nocciolo della nostra discussione, ma il fatto che, PER TE, tali risposte non esisterebbero nemmeno, perchè:

Citazione:
Il movimento trova sempre il male, ma mai la cura e quando glielo fai notare rispondono: mica siamo noi i dottori.


Citazione:
oltre lo sbraitare no va

afabbri73
Inviato: 20/4/2015 23:44  Aggiornato: 21/4/2015 3:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/5/2011
Da:
Inviati: 302
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
1. Superamento della cosiddetta Convenzione di Dublino: un accordo che sfavorisce tutti, l'Italia poiché primo Paese d'approdo, e i migranti che non hanno alcuna intenzione di trattenersi nel nostro Paese. E' risaputo, infatti, che i migranti si rechino nei paesi più ricchi come Germania e Svezia e frequentissimi sono gli episodi di autolesionismo pur di non farsi identificare; esseri umani disposti a bruciarsi le mani pur di non farsi identificare, questo avete creato;»

La cooperazione nell'ambito di Dublino rappresenta a livello europeo uno strumento per il coordinamento della politica d'asilo e per impedire gli abusi in questo settore mediante più domande. Secondo il sistema di Dublino, all'interno dello "spazio di Dublino", un richiedente l'asilo può presentare una sola domanda d'asilo.

Obiettivo di Dublino è che soltanto un unico Stato sia competente per l'esame di una domanda d'asilo (Nel nostro caso l'Italia). Nella misura in cui non sia considerato competente uno Stato terzo "sicuro", il sistema di Dublino offre quindi a ogni richiedente l'asilo la certezza che la sua domanda sarà esaminata da almeno uno Stato membro di Dublino. In questo modo si impedisce che richiedenti l'asilo vadano "alla deriva", ossia che vengano inviati da uno Stato all'altro senza che uno Stato si dichiari competente. Nel contempo si evita che un richiedente l'asilo presenti contemporaneamente o consecutivamente una domanda d'asilo in più Stati.

Detto questo la richiesta del movimento non è una soluzione ma l'eliminazione di un problema a pro della creazione di un altro problema. Non è una risposta ma una farneticazione.

2. Iniziative nei confronti dei Paesi di origine e di transito per contrastare le organizzazioni criminali che lucrano sul traffico di esseri umani; Il fenomeno degli scafisti è una causa del problema e le cronache recenti ci raccontano di tassisti del nord intenti a trafficare clandestini in Germania; Una misura efficace è la stipula di accordi bilaterali per il controllo delle tratte.

Il controllo delle tratte, il contrasto degli scafisti, è difesa di confine, non è una risposta del movimento ma è stato di fatto, lasciare fare alla marina il proprio lavoro. I tassisti, trafficanti di esseri umani, sono perseguibili penalmente, non occorrono iniziative ma occorre far rispettare la legge:
http://www.coe.int/t/dghl/monitoring/trafficking/Source/PDF_Conv_197_Trafficking_Italian.pdf
Anche questa non è una risposta.

3. Istituzione di quote massime di migranti per Paese, definite sulla base degli indici demografici ed economici, così da ottenere un'equa distribuzione tra gli stessi e favorire le logiche di ricongiungimento familiare, etnico, religioso e linguistico, fondamentali per una reale integrazione sociale;

Esiste già per motivi di lavoro e per garantire sostenibilità. In Italia il tasso di disoccupazione è alle stelle. Quella che chiede il movimento sarebbe l'istituzione di una altra legge che consenta ad un flusso determinato di "x" fancazzisti di raggiungere un paese come l'Italia non è risolvere un problema ma legittimarne un altro.

4. Istituzione di punti di richiesta d'asilo, finanziati dall'Unione Europea,anche al di fuori del territorio europeo e in collaborazione con le Nazioni Unite, per permettere, a chi ne ha diritto, di raggiungere i Paesi di accoglienza in modo sicuro e a noi di gestire le domande di protezione internazionale e di contenere il numero dei flussi migratori indistinti;

Di fatto sarebbe chiedere all'Europa di "invadere un altro paese" non appartenente all'Unione europea. Non è una risposta, è un atto d'incoscienza. Tanto vale invadere nuovamente la Libia e farla diventare nuovamente "colonia italiana", anzi, colonia europea. Anche questa non è una risposta.

5. Revisione di tutti i bandi interministeriali destinati alla prima accoglienza e alla gestione dei servizi connessi, con particolare riguardo ai criteri di spesa; Razionalizzate o bloccate i finanziamenti finché non avrete le idee chiare e magari, a che ci siete, toglieteli dal controllo delle cooperative rosse come il consorzio Sisifo già al centro di scandali come quello di Lampedusa dove i migranti venivano denudati e lavati con l'idrante;

Vale il discorso delle armi scritto nel mio primo commento, significa non avere coscienza della realtà dei fatti. Non è una risposta ma una farneticazione.


6. Trasferimento, a Lampedusa degli uffici dell'Agenzia Frontex e dell'Ufficio europeo di sostegno per l'asilo, al fine di coordinare meglio le operazioni di salvataggio e assistenza ai migranti;

Significa scaricare sulle spalle di una piccola isoletta tutto il peso del flusso. Tanto vale
lasciare le cose come stanno sotto il controllo delle mafie (o meglio delle coop) senza correre il rischio di trasformare Lampedusa in un avamposto nord africano.

7. Concessione di beni e servizi per le famiglie italiane in difficoltà per evitare tensioni tra italiani e migranti. Un Paese in crisi economica è meno tollerante e ricettivo, occorre garantire agli italiani le condizioni di benessere necessarie affinché vivano meglio le relazioni con i migranti.

22 milioni di famiglie italiane, con 5000 euro in un anno e con una flat tax di 2500 euro annue si entrerebbe in possesso di Enel, Trenitalia, Finmeccanica, Autostrate, Acquedotti, Gasdotti.... Si smetterebbe di pagare luce, acqua, gas, trasporti per tutta la vita. Reintroduzione della possibilità dell'auto sostentamento, e ridistribuzione della popolazione e vivremmo tutti felici e contenti. Anche l'ultima non è una risposta ma una farneticazione.

Scusami se ho risposto frettolosamente. Ma alla fine conosco il gioco di luogocomune, che è quello di ripartire lo sforzo sul lungo periodo.

manofmonk
Inviato: 20/4/2015 23:51  Aggiornato: 20/4/2015 23:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/2/2015
Da: LUNA
Inviati: 153
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
PERÓ!!!
Ma quante soluzioni geniali in vista delle elezioni!

Quante belle persone a discutere sul da fare oggi, fare domani, fare dopodomani a dire: "io faccio - io mi riduco lo stipendio dello 0,0017% - io risolverò TUTTI i problemi del paese - io mi occupo dei poveri, io dei ricchi, io delle scimmie, io degli ammutinati del bounty...io io io io io io io............"

Ma quanto sono brave e intelligenti queste persone!
L'unico piccolo particolare è che non gliene frega un cazzo a nessuno.

Su rete4 c'è quello straordinario programma di "quinta colonna"
con tanto di presentatore preparato e addestrato e con tutti i suoi seguaci alle spalle pagati per recitare un BELLISSIMO copione che nessuno si accorge che è FINTO.
Perchè non andate a discutere direttamente lá?

Forse silvio vi nota e vi assume nella sua villa di Arcore.

Quando non ci sarà più posto all'inferno, i morti cammineranno sulla terra.
afabbri73
Inviato: 20/4/2015 23:53  Aggiornato: 21/4/2015 3:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/5/2011
Da:
Inviati: 302
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Occhio che legge, respira. Non giudica ne cesella.
Oltre soffermarti su una frase come un picchio, cerca di capirne il concetto.
La sintesi del movimento, anche se mi scuso per il modo gretto per come l'ho proposto, alla fine è quello.
Fa di tutto per prendere posizione, ma alla fine non saprebbe che fare. Non è una offesa, ma è prendere atto di un disegno preciso, chiaro ormai da tempo. Il movimento è demagogia, è spettacolo per un volgo che si definisce popolo. Essere pecore nere rende diversi solo nel colore, ma non ti fa smettere di essere pecora.
Una squadra di serie B (non per sminuire) vive di sogni di A. Raggiunge la A con entusiasmo e tanti giovani, fa un bellissimo campionato e raggiunge perfino le zona UEFA. Dall'anno successivo per riuscire a mantenersi a quel livello deve sottostare agli accordi sottobanco e alle leggi ufficiose della Lega e della UEFA (vedi caso Parma, -7 punti per colpa di una dirigenza, e i giocatori sono obbligati a far fronte ad un campionato senza stipendio da inizio stagione e con l'infamia di sentirsi la causa di un campionato falsato): o ha le capacità o affronta la realtà, vende i migliori giocatori al massimo che ne può ricavare, e fa il suo degno campionato sforzandosi di raggiungere i suoi 40 punti e non retrocedere. Il movimento, con tutto il rispetto non ha le qualità per giocare in Europa, e pretende di voler giocare in Champions League; e ammesso che avesse queste qualità, fidati, non sarebbe più il movimento tanto amato.

desbouvet
Inviato: 21/4/2015 2:05  Aggiornato: 21/4/2015 2:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da:
Inviati: 541
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Non si può impedire a un essere umano di portare le sue gambe dove vuole. Si può invece capire cosa lui crede di conoscere del posto dove vuole recarsi, o è influenzato da altri a recarsi. Si può cercare di capire se ha le informazioni corrette, e magari fornirgliele. Fermo restando che se vuole lui le sue gambe le porta comunque dove vuole, forse il disagio di tanti africani, asiatici, melanesiani, latino-americani, ma anche di tanti europei giovani e ignoranti, sapendo due cose in più di cosa vanno a trovare là dove pensano di andare, sarebbe minore. Lo so che sembra fantascienza ma noi che abbiamo più "mezzi" dovremmo in qualche modo raggiungere gli africani (in questo caso) e spiegargli come stanno le cose qua. Se poi il motivo della traversata è davvero uno scenario di guerra da cui fuggire (o una carestia sarebbe la stessa cosa, insomma, si fugge per non morire), allora le cose sono un attimino diverse MA DI FONDO, senza la conoscenza, un essere umano è fregato. E' fregato ANCHE dalle sue proprie gambe. Come le vacche che odorano un ciuffo giovane da pascolo e precipitano inavvertitamente in un dirupo.
Mi ricordo che MM ci raccontò quella volta di quel ragazzo che spingeva un carrello nella notte losangelina mentre lui era a spasso col cane e quello parlava un americano da italiano, spagheTTi, mi sembra addirittura di ricordare il nome (Marco?). Ecco, è difficile che quel ragazzo sapesse veramente a cosa andava incontro, in relazione ai mezzi che aveva. (Chiaro no? Un miliardario anche se non sa un cazzo non finisce mai sotto i ponti e neanche in mezzo a un campo di battaglia). Il problema non sono i mezzi che uno ha, ma quante cose sa. Uno può anche essere estremamente povero, ma se sapesse da dove viene la sua povertà, non solo probabilmente non si recherebbe in altri luoghi della Terra, ma riuscirebbe forse anche a modificare, insieme ai suoi simili, le condizioni dell'angolo di Terra dove è nato e cresciuto. Questo vale per l'africano come anche per il napoletano, ovviamente.

EDIT: non so quelli dell'ultimo o del penultimo barcone, ma moltissimi africani che vengono qua non scappano dalla guerra, no, perchè oggi sembra che tutti scappino dalle guerre ma non è affatto così, esse sono estremamente locali, e in un continente enorme come l'africa sono poco più che focolai infernali in un grande mare di disorientamento. L'africano che mi aspetta tutti i giorni sull'uscio dove lavoro, non è scappato da una guerra e, parlandoci, neanche dalla fame vera e propria. Semplicemente è venuto qua, non certo con un volo di linea..., perchè pensava di stare meglio qua. Invece sta tutto il giorno al freddo (o al caldo), accanto a un lampione, chiedendo ai passanti un euro per pietà. E' chiaro che nessuno gli aveva spiegato a cosa andasse incontro. Che, se per botta di culo o abilità innata, non fosse riuscito a ottenere un lavoro per mano privata o statuale, finiva a rompere i coglioni alla gente sui marciapiedi. Stupendosi ogni momento di centomila cose che laggiù in ghana non poteva neanche immaginare, a meno che qualcuno gliele spiegasse prima.

Det.Conan
Inviato: 21/4/2015 2:42  Aggiornato: 21/4/2015 2:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/6/2006
Da:
Inviati: 1754
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Intanto anche Saviano si schiera :

"Ma il M5S rimpiange Gheddafi perché i migranti morti non dovevamo cercarli noi in mare? Morivano in Libia in lager: qual era la differenza?"



Per chi non lo sapesse,Saviano non nomina MAI il M5S.
Nemmeno quando ci sono tutti gli scandali che NON lo coinvolgono o quando incontrano Nino Di Matteo come oggi alla Camera.

Che ridere,a poco a poco si stanno smascherando tutti i finti oppositori in Italia al Sistema e il loro rapporto col M5S sta diventando sempre di più la perfetta pietra di paragone per capirlo.

Comunque alfabbri,anche io sono convinto che non bastino certo quei 7 punti per risolvere la situazione.
Ma il punto è che nessuno sa come risolverla.
L'unico modo concreto è prendere accordi coi paesi di partenza e con quelli di imbarco ma questo vuol dire anche dare il permesso di usare la forza contro chi organizza i traffici di esseri umani.
E in Libia non esiste nessuno Stato.

Ps : ma l'Isis non stava alle porte di Roma?
Nelle ultime due settimane si è un po ammosciato.
Chissà cosa staranno progettando gli sceneggiatori di Hollyw..ehm volevo dire gli jihadisti tecnologici che sanno usare twitter.

afabbri73
Inviato: 21/4/2015 3:02  Aggiornato: 22/4/2015 3:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/5/2011
Da:
Inviati: 302
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
L'unica cosa che posso dire per esperienza, avendo viaggiato assai, è che "è l'ambiente che educa".
Massimo potrebbe aver raccontato l'aneddoto del ragazzo col carrello, ma volevo dirti che anche io ho vissuto a Los Angeles per un discreto tempo, e gran parte da randagio e lui può testimoniarti perché ci siamo conosciuti là. Come altresì può testimoniarti che l'ambiente americano non ti permette di far quel che vuoi, non ti permette di sgarrare e se lo fai, poi, non puoi lamentartene. Chiunque varchi la soglia del paese a stelle e strisce sa a cosa va incontro, ma la cosa più interessante è che ti da quel quid in più, ossia, quando qualcuno ti viene a trovare, la prima cosa che gli consigli, prima dei posti dove andare a mangiare, è di attraversare la strada sulle strisce aspettando il verde, insomma, di non comportarsi come se si fosse in Italia. Scatta il riflesso, l'automatismo del passaparola. La stessa cosa succede in Italia, solo che al contrario: chiunque varchi la soglia del nostro paese, arriva con la consapevolezza di arrivare in un Paese semplice e molto tollerante sotto il profilo dell'illegalità. Chi arriva nel nostro paese, proviene da territori di differente educazione, differente morfologia, differente qualità della vita. Per uno abituato a vivere in una stalla, passare in una bettola equivale entrare nel futuro. Il primo scoglio che ho dovuto superare rientrando in Italia, è stato il più difficile: anziché trovarmi a fare un percorso inverso, mi sono ritrovato a fare un viaggio indietro nel tempo, soprattutto sotto il profilo di mentalità e dinamica sociale, oltre che tecnologico. L'archetipo psichico non è solo substrato intellettuale riconducibile all'uomo ma anche un fattore psicologico ambientale: prendi un contadino di Canicattì e fallo svegliare in Piazza 5 giornate a Milano oppure nei pressi di Roma Termini e poi guarda che succede. Se vuoi creare un qualcosa di valido per fronteggiare gli sbarchi o qualsiasi altra interferenza esterna, devi cambiare il profilo educativo intero della Nazione. L'Italia è un paese che vive di troppe individualità, di pensieri frazionati come frazionato è il suo intero territorio. Io sono di Rimini, già ci sono differenze di comportamento andando a Riccione, se faccio 25 chilometri e vado a Cesena già mi trovo in un altro mondo. L'Italia vive di derby, di Roma Lazio, Milan Inter, di Nord contro Sud, di isole contro penisole. È inutile che ci giriamo intorno, il problema principale in Italia è sotto il profilo psicologico ed educativo. Il problema principale dell'Italia è la sua proverbiale e "dotta" ignoranza. Noi siamo storia (ma anche no), e siamo rimasti nella storia, con il solo problema che ognuno è rimasta nella sua. Noi non abbiamo assolutamente le qualità per fronteggiare questo disagio proprio per cultura, e te lo dice il figlio di un Paese che ha fatto dell'accoglienza la sua matrice, Rimini per quasi un secolo è stato un porto di mare. I vecchietti della costa parlano ancora italiano, dialetto, tedesco e francese, i figli italiano, i nipoti non rasentano i 160 caratteri di un sms. Io sono classe '73, 42 anni finiti, a 13 anni davo nel lei agli adulti e del voi agli anziani. Oggi oltre dimostrare una grande ignoranza abbiamo perduto anche il rispetto dei nostri predecessori. In Italia c'è solo un problema e non è quello economico, ma quello mentale.

benitoche
Inviato: 21/4/2015 3:24  Aggiornato: 21/4/2015 3:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1941
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
errore

la religione è indispensabile
soltanto a un’umanità rescissa dal mondo divino-spirituale.
Parsifal79
Inviato: 21/4/2015 3:47  Aggiornato: 21/4/2015 3:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2015
Da: Ἀρκαδία
Inviati: 1000
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citazione:
afabbri73: Occhio che legge, respira. Non giudica


Io non ti ho mai giudicato, ti ho solo chiesto di portare prove di ciò che hai affermato, cosa che ti sei rifiutato di fare.

Citazione:
Oltre soffermarti sulla frase, cerca di capirne il concetto.


Qualsiasi concetto tu volessi esprimere, ti ho solo chiesto di portare prove di ciò che hai affermato, cosa che ti sei rifiutato di fare.

Citazione:
La sintesi del movimento, anche se mi scuso per il modo gretto per come l'ho proposto, alla fine è quello.


Ti rendi conto che questa frase smentisce la tua precedente sul "concetto da capire"???

Citazione:
Fa di tutto per prendere posizione, ma alla fine non saprebbe che fare.

Ancora con questa stupidagine?
Le proposte, che ti piacciano o meno, le hanno fatte.

Citazione:
Non è una offesa, ma è prendere atto di un disegno preciso chiaro ormai da tempo.


Non è un'offesa, è solo una tua discutibile opinione personale spacciata per "disegno chiaro ormi da tempo".

Citazione:
Una squadra di serie B (non per sminuire) vive di sogni di A. Raggiunge la A per entusiasmo, fa un bellissimo campionato e raggiunge perfino le zona UEFA. Dall'anno successivo per riuscire a mantenersi a quel livello deve sottostare agli accordi sottobanco e alle leggi ufficiose della UEFA


Sono in serie A (parlamento) da + di due anni, quindi ne avrai a bizzeffe di prove di accordi sottobanco del M5S e del loro sottostare a leggi ufficiose. Postale cosi possiamo verificare che è vero ciò che affermi.

evitamina
Inviato: 21/4/2015 3:57  Aggiornato: 21/4/2015 3:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/2/2014
Da:
Inviati: 56
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Le possibili soluzioni passano attraverso storie come queste http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=4668
(Bisogna tener presente che la storia narrata segue il punto di vista del narratore).
La domanda vera è, quello che sta accadendo, fa parte di un disegno?

evitamina
Inviato: 21/4/2015 4:15  Aggiornato: 21/4/2015 4:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/2/2014
Da:
Inviati: 56
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citazione:
"Ma il M5S rimpiange Gheddafi perché i migranti morti non dovevamo cercarli noi in mare? Morivano in Libia in lager: qual era la differenza?"

La morte nel suo dramma è uguale dal polo nord al polo sud, ma se si parla dell'importanza che ne danno gli uomini con la cultura del momento, non si può negare che 1000 morti in Africa hanno un impatto sull'informazione in generale meno forte di 1000 morti in Europa o USA.
Con questo non voglio dire che va bene così.
A gennaio 2015 strage a Parigi 11 morti dopo due giorni strage Boko Haram i morti moltiplicati per 10 o per 100 non si sa, sappiamo che l'impatto è stato diverso.

M&P
Inviato: 21/4/2015 7:04  Aggiornato: 21/4/2015 7:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/5/2014
Da:
Inviati: 49
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
La soluzione sarebbe acculturarli. Invece di mandare medicine e cibo come aiuti umanitari si comincino a mandare libri. Raggiunta la massa critica potrebbero ribellarsi e cercare di rendere migliore il loro paese.
Auspico che ciò avvenga anche per l'Italia.

Teocerri89
Inviato: 21/4/2015 7:33  Aggiornato: 21/4/2015 7:33
So tutto
Iscritto: 24/2/2015
Da: Malesco
Inviati: 28
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Se il movimento 5 stelle (o qualsiasi partito serio) fosse stato al governo 20 anni fa, il problema lo si prendeva da lontano si, ma oggi non si arrivava sicuramente a questi punti.... come insegna Massimo queste situazioni (come l'IS) hanno una storia e decisioni sbagliate alle spalle, ed ora è sicuramente tardi per poterlo risolvere in 2 settimane.

Matteo Cerrina

Maiori forsan cum timore sententiam in me fertis quam ego accipiam.
fefochip
Inviato: 21/4/2015 7:59  Aggiornato: 21/4/2015 8:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Migranti: esiste una soluzione?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
DIABOLIK
Inviato: 21/4/2015 8:06  Aggiornato: 21/4/2015 8:06
So tutto
Iscritto: 10/2/2010
Da:
Inviati: 4
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
"bisogna andare in Europa a discuterne, perchè questo è un problema che riguarda tutti gli europei"

Né, sé, *ché (poiché, perché, ecc.), testé, mercé, viceré ed i composti di tre vogliono l'accento acuto.
Poi, se l'Europa vuole la majuscola, gli Europei la meritano anch'essi.


L'ira ("non gliene può fottere") è pessima consigliera della grammatica e pertiene agli dei. Noi, prima di parlare d'immigrazione, dovremmo occuparci di una lingua parlata e scritta correttamente, dove non è consentita alcuna invasione di forestierismi, volgarità, solecismi, altrimenti si predica di grandi sistemi e categorie noumenali dimenticando le basi elementari.

Teocerri89
Inviato: 21/4/2015 8:18  Aggiornato: 21/4/2015 8:18
So tutto
Iscritto: 24/2/2015
Da: Malesco
Inviati: 28
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
In Parlamento hanno trovato la soluzione, giornata della memoria, continuate a votare questa gente e vedrete che il problema si risolve......a se non volete più votarli non andate a votare cosi vinceranno quelli che dello status quo ci vivono.

https://www.youtube.com/watch?v=8aNfc5tdYT0

Matteo Cerrina

Maiori forsan cum timore sententiam in me fertis quam ego accipiam.
bushfamilyguy
Inviato: 21/4/2015 9:17  Aggiornato: 21/4/2015 9:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/1/2015
Da:
Inviati: 55
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Stecos

per quello che riguarda gli australiani, parlo per esperienza personale, avendo abitato diversi anni da quelle parti. Sono un popolo giovane formato esclusivamente da discendenti di galeotti britannici che come i loro amici americani hanno pensato bene di sterminare i nativi del posto.
Di certo non affondano le loro radici nella cultura come un continente secolarizzato come il nostro.
C'e' da dire pero che rispetto a noi fanno meno giochini di potere e pensano piu pragmaticamente alla loro sopravvivenza sapendo bene che 3 miliardi di persone tra cinesi indiani e indonesiani li disintegrerebbero se emigrassero.
Loro agiscono alla fonte, perche malgrado il migliaio di miglia in piu, come dici te, i barconi sono sempre pronti a salpare. Ma loro pagano fior fior di quattrini il governo indonesiano per affondarli appena provano a muoversi. E in australia non entra uno spillo.

wendellgee
Inviato: 21/4/2015 9:28  Aggiornato: 21/4/2015 9:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/1/2013
Da:
Inviati: 700
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Il problema principale di ogni questione è capirne l'origine.

Per troppo tempo il dibattito si è concentrato sul sintomo dell'immigrazione, ovvero le masse di disperati che scappano dal loro paese. Ma un'analisi precisa e documentata sull'origine del problema io non l'ho mai sentita da nessuno. E' per questo che oggi non sono in grado di discutere di questa questione in modo concreto.

A sensazione, direi che se vuoi esportare armi, devi accettare di importare immigrati, che sono il risultato delle guerre che provochi. Ma certo, il problema non si limita a questo. Oltre alle guerre ci sono, per esempio, i disastri ambientali provocati dall'economia, e un mercato, quello dei criminali scafisti, sempre più organizzato.

Insomma, prima di tutto occorre informarsi. Quindi chiudo qui.

PS: accetto suggerimenti sui percorsi informativi.

EDIT: comunque a me è sempre sembrato strano un mondo dove una lavatrice può attraversare mari e continenti, mentre una persona è costretta alla clandestinità se decide di passare un confine. Se mi sbaglio correggetemi...

Il mio blog:
lumiebarlumi.blogspot.com
peonia
Inviato: 21/4/2015 9:33  Aggiornato: 21/4/2015 9:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
La domanda vera è, quello che sta accadendo, fa parte di un disegno?

sì, anche se può sembrare troppo poco o troppo sintetico, credo che, come ho detto, il disegno sia il Piano Kalergi http://www.informarexresistere.fr/2014/05/07/il-piano-kalergi/

e basta vedere quali sono i siti che dicono sia una bufala...per capire che non lo è! un po' come per i Protocolli......

quindi, secondo me, potete elaborare le più splendide e precise soluzioni ma...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Antdbnkrs
Inviato: 21/4/2015 9:40  Aggiornato: 21/4/2015 9:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 20/6/2013
Da:
Inviati: 1331
 Re: Migranti: esiste una soluzione?

giusavvo
Inviato: 21/4/2015 9:49  Aggiornato: 21/4/2015 9:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/2/2011
Da:
Inviati: 449
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Dire se c’è una soluzione all'odierno fenomeno immigratorio è come dire se c’è una soluzione alla fame nel mondo.
Non c’è soluzione, a meno che non si cambi la rotta in una delle direzioni talvolta avanzate anche in questo sito.
L’immigrazione è un epifenomeno.
Il problema, in parte, l’ha colto Giulietto Chiesa.
In parte perché non condivido il luogo comune secondo il quale la “colpa è nostra”.
Nostra un beato cazzo, non mi sento per niente in colpa dal momento che, a parole e in azioni, nel mio piccolo, mi sono sempre dissociato dalla belante corrente della logica consumistica.
In parte, poi, perché Giulietto non ha detto una benemerita minchia, allorquando accenna al rispetto delle regole, laddove manca un’autorità costituita nei territori ove prendono il largo le imbarcazioni.
Intanto, anche in questi territori, una “autorità” c’è sempre, non riconosciuta internazionalmente, ma comunque c’è.
In ogni caso, pur accedendo alla tesi chiesiana, in mancanza di autorità non ci sono regole che si possono rispettare, se non agire manu militari.
Infatti, voglio vedere come fai ad impedire le partenze dal luogo privo di autorità, se non con l’uso della forza.
Per quanto riguarda l’italia, un fatto certo è che non possiamo più permettere un accesso indiscriminato di immigrati ne va della nostra stessa sopravvivenza (ma anche degli immigrati).
Tuttavia, siccome il fenomeno immigratorio è legato ad una logica di profitto a largo raggio (anche illecito), ed è quindi voluto dai potenti, che sono quelli che comandano, noi non abbiamo speranze se non pagarne lo scotto.

"L'uomo è misura di tutte le cose"
(Protagora)
Parsifal79
Inviato: 21/4/2015 10:12  Aggiornato: 21/4/2015 10:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2015
Da: Ἀρκαδία
Inviati: 1000
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
@afabbri73 ti rispondo un'ultima volta, dato che stai portando il discorso O.T.
Se vuoi continuare, puoi farlo nell'aposito forum.

Non ti sembra scorretto aggiungere altre frasi, con molto ritardo, ad un tuo commento?
Così fai sembrare che tralascio per covenienza delle parti del tuo commento.
Scrivi un nuovo commento o aggiungi "EDIT".

Citazione:
(vedi caso Parma, -7 punti per colpa di una dirigenza, e i giocatori sono obbligati a far fronte ad un campionato senza stipendio da inizio stagione e con l'infamia di sentirsi la causa di un campionato falsato)


non so a cosa ti riferisci; ti costa tanto scrivere in modo chiaro e mettere quelle cose chiamate LINK a sostegno delle tue affermazioni?

Citazione:
Il movimento è demagogia, è spettacolo per un volgo che si definisce popolo. Essere pecore nere rende diversi solo nel colore, ma non ti fa smettere di essere pecora.


Meno male che ci sono quelli come te che, al contrario di noi pecore, hanno capito tutto.
Tu, come hai già abbondantemente e vergognosamente dimostrato, non sai niente del M5S, sia del loro lavoro e sia delle loro proposte di legge. La tua avversione per il M5S è solo frutto di un tuo personale pregiudizio, a prescindere dal loro operato.
Se cosi non fosse, ti chiedo per L'ULTIMA VOLTA di portare delle prove, nel relativo forum, a sostegno delle tue affermazioni.
Per te che non fai parte delle "pecore" e sai riconoscere la demagogia.... dovrebbe essere molto facile!

Citazione:
ammesso che avesse queste qualità, fidati, non sarebbe più il movimento tanto amato.


Io atti di fede non ne faccio, soprattutto verso coloro che, come te, spacciano opinioni personali per verità assolute.
Quando ti sarà passata questa strana malattia che ti impedisce di postare link a sostegno delle tue affermazioni.... fammelo sapere!

Hai scritto che il M5S non fa nessuna proposta e sa solo sbraitare. Non c'è nessun concetto profondo da capire in ciò che hai scritto.



bee... siete tutti uguali... bee
bee... siete solo populisti... bee
bee... siete solo demagogia... bee
bee... non fate mai proposte... bee
bee... sapete solo sbraitare.... bee
bee... siete solo delle "pecore"... bee

aleste85
Inviato: 21/4/2015 10:32  Aggiornato: 21/4/2015 10:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/5/2010
Da:
Inviati: 204
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
accogliere senza sosta queste persone è la soluzione dell'uomo medio che si vuole pulire la coscienza .
a lungo termine l'occidente deve smettere di sfruttare interi continenti per soldi e deve smettere di destabilizzare intere aree geografiche come successo per l'appunto in Libia.
solo in questo modo fermeremo l'afflusso di disperati .
per l'immediato occorre fermare questi barconi prima che raggiungano il mare aperto... a forza di fermarli subito desisteranno dal cercare di arrivare per mare. E' certamente dispendioso economicamente ma non vedo altre soluzioni per salvare vite ed evitare che queste persone giunte da noi diventino servi della malavita organizzata

Slobbysta
Inviato: 21/4/2015 10:44  Aggiornato: 21/4/2015 10:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citazione:
sì, anche se può sembrare troppo poco o troppo sintetico, credo che, come ho detto, il disegno sia il Piano Kalergi http://www.informarexresistere.fr/2014/05/07/il-piano-kalergi/


A parte che informarexresistere ...boh...insomma...col suo ex StefanoFait...conati...
Piano Kalergi per imbastardire? Migranti con questo scopo? Mah...si complicano la vita, con tutti quei porci che vanno nel terzo mondo a farsi la ragazzina...
Sicuro che è per distruggere le identità locali ed abituare uno svedese di veder circolare in casa propria, uno che in quel luogo non si sarebbe certo sviluppato geneticamente così!


Citazione:
e basta vedere quali sono i siti che dicono sia una bufala...per capire che non lo è! un po' come per i Protocolli......



I protocolli sono una fregatura ben congegnata ...ha anticipato internet e le sue "verità"! I protocolli sono certamente un falso, un pasticcio di situazioni vere misto bugie, un ottimo strumento per etichettare! E depistare!



Migranti? O gioco al ribasso?

Nessuno è razzista quando c'è una sana e moderata curiosità! Guardiamo i documentari senza dire negro di M, anzi apprezziamo l'africano, la sua musica, la sua "ingenuità"! Scaricare tutta questa povera gente...a gente già tartassata è come dire che 1+1=2, questo è il gioco! Creare l'insensibilità nei nostri cuori....

Ti piace la maionese? Bene, te la mettiamo tanta in tasca, affinchè la odierai... ...e non capirlo è da tonti, la maionese va messa moderatamente su d'un asparago ad esempio...così la si può apprezzare...

Slobbando chi si pone la questione...è li davanti agli occhi...ma la cecità incombe, e queste elementari questioni diventano simbolo del declino di conoscere se stessi...ritorniamo a squola, potrei prendere 10eLode o esser sospeso dalle lezioni...finendo in un corridoio tra i recinti mentali.. Slobbysta

aleste85
Inviato: 21/4/2015 10:47  Aggiornato: 21/4/2015 10:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/5/2010
Da:
Inviati: 204
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
@peonia
è un tantinello razzista credere a questa cosa. perché mai dei meticci debbano farsi soggiogare dal potere e farsi più facilmente governare rispetto a dei bianchi non mi è chiaro

wendellgee
Inviato: 21/4/2015 10:47  Aggiornato: 21/4/2015 10:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/1/2013
Da:
Inviati: 700
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
@peonia
è la prima volta che leggo di questo piano Kalergi e non mi permetto di dire che è una bufala.

Il problema, come sempre, è la strumentalizzazione di un evento per ottenere uno scopo che in questo caso sarebbe, secondo l'autore dell'articolo, la dominazione delle masse.

Peccato che io non credo che i popoli che vengono dall'Asia, o dall'Africa, siano più "fessi" di noi, e che si faranno dominare docilmente da un'etnia di bianchi nazisti. Perché se ho capito bene questo è lo scopo. Ecco, in questo ci vedo un po' di razzismo, sia da parte degli ideatori del piano Kalergi, ma questo è ovvio, sia da parte dell'autore dell'articolo.

Ma certo occorre mettersi in guardia, cercando di diffondere la cultura della libertà, dell'informazione, e della democrazia, ai nuovi arrivati. E magari, come dicevo nel commento precedente, capire sempre meglio le origini del problema per risolverlo.

A me fa piacere che le persone abbiano la facoltà di spostarsi, ma non che sia costrette a farlo, a causa di un complotto o di un sistema più complesso ma ugualmente perverso.

Il mio blog:
lumiebarlumi.blogspot.com
spettatore
Inviato: 21/4/2015 10:57  Aggiornato: 21/4/2015 10:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Migranti: esiste una soluzione?

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
afabbri73
Inviato: 21/4/2015 11:05  Aggiornato: 21/4/2015 11:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/5/2011
Da:
Inviati: 302
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Evidentemente non sono in grado di arrivare al tuo così alto grado di sapienza.
Io non ho bisogno di portare prove, tu sei la prova.

Parsifal79
Inviato: 21/4/2015 11:35  Aggiornato: 21/4/2015 11:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2015
Da: Ἀρκαδία
Inviati: 1000
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citazione:
afabbri73: Evidentemente non sono in grado di arrivare al tuo così alto grado di sapienza.


più che altro non sei in grado di portare prove a sostegno di quanto affermi, e quindi metti in atto la S.P.F. (strategia della piccola fiammiferaia).

Citazione:
Io non ho bisogno di portare prove, tu sei la prova.


Il portare delle prove a sostegno delle proprie affermazioni è un tuo DOVERE, che tu ne senta o no il bisogno non fa alcuna differenza.

peonia
Inviato: 21/4/2015 11:35  Aggiornato: 21/4/2015 11:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
afabbri, sei sfuggente come un'anguilla....
-----------------------------------------------------------------------------------------------

aleste, non è questione di essere razzista, è questione di voler togliere una identità... un po' come abolire i dialetti... con tutto ciò che c'è dietro...
che poi ci si possa "mischiare" per amore è diverso da una forzatura violenta per secondi fini, mica prediligo la razza bianca! ma io ho i miei antenati e la mia cultura diversa dalle altre...e l'Europa era una culla di cultura...na volta!

Resta il fatto che ognuno dovrebbe poter star bene a casa sua, con la propria cultura e fare scambi arrichenti con le altre, possibilmente senza confiini artificialmente delineati... ma questa è UTOPIA....forse...
--------------------------------------------------------------------------------------------------

slobbysta, informare per resistere è uno dei tanti che lo riporta....non se ne è uscito da solo...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
DaemonZC
Inviato: 21/4/2015 11:42  Aggiornato: 21/4/2015 11:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/5/2012
Da:
Inviati: 428
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citazione:
Gli unici che hanno saputo dire qualcosa di intelligente sono i 5 Stelle, che hanno individuato nel mercato internazionale delle armi la radice di tutti i problemi: blocchiamo le vendite di armi, dice Di Maio, e toglieremo di mezzo il motivo stesso per cui questa gente fugge terrorizzata dal proprio paese, in Africa come in Medio Oriente. Certo, come si fa a dargli torto? Ma è un pò come dire "cambiamo la natura dell'uomo, e tutto andrà per il meglio".


E chi l'ha detto che la natura dell'uomo impone la vendita di armi ai paesi del terzo mondo. Sarebbe più corretto dire che vendita di armi, guerre o falsi attentati siano il frutto della natura di questa società. Quindi....cambiamo società se vogliamo davvero un cambio di rotta. Cambiare la società è sicuramente più facile che cambiare la natura dell'uomo, che a mio parere è di base altruista ed empatico, caratteristiche senza le quali ci saremmo estinti molto tempo fa. Ai bambini si insegna l'arrivismo, l'invidia, la brama di potere, la superiorità personale, e la concorrenza senza ideali. Quelle sono spugne, e assorbono.

In questo momento si dovrebbe far vedere a tutti il documentario postato tempo fa qui su LC, quello su Thomas Sankara. Secondo me la soluzione lui non solo l'ha suggerita, ma l'ha applicata e dimostrata. L'Africa può autosostenersi, può divenire forte e indipendente, ma sono le sue risorse a rendere conveniente un instabilità sociale, la fame e l'ignoranza fanno comodo a chi estrae diamanti e petrolio. Gli aiuti umanitari rammolliscono il popolo rendendolo schiavo della mano altrui. Addomesticandolo in sostanza.


Per chi se lo fosse perso: https://www.youtube.com/watch?v=GPCNq-T7yDY

Golem
Inviato: 21/4/2015 11:51  Aggiornato: 21/4/2015 11:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/6/2012
Da:
Inviati: 57
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
RAGAZZI, INVECE DI AZZUFFARCI TRA NOI (anche questo comportamento, a mio avviso, è parte del problema e, di conseguenza, del motivo per cui si dice che "è anche colpa nostra"), ANALIZZIAMO LA QUESTIONE CON ORDINE E CALMA:

Per esempio, io ho avanzato una proposta concreta (vedi mio commento precedente), e mi pare che finora essa sia stata l'unica: quindi iniziamo da lì, se volete. So che è un progetto difficile da essere attuato ma, d'altronde, io non vedo altre soluzioni. Vi invito a dire la vostra in merito: magari potremmo scoprire che, almeno sulla carta, la cosa è meno irrealizzabile di quanto possa apparire in un primo momento, oppure, al contrario, che vi siano motivi inconfutabili per ritenerla realmente impossibile...

Dal canto mio, mi rendo conto che la difficoltà starebbe in primo luogo nel riuscire a convincere della bontà e fattibilità del progetto chi ha il potere per metterne in moto il processo di realizzazione e, in secondo luogo, nel riuscire poi a tenere lontano qualsiasi ingerenza e interesse privato... Ma con l'aiuto e l'appoggio di una serie di organizzazioni umanitarie SELEZIONATE, forse entrambe le difficoltà potrebbero essere superate...

Namastè

afabbri73
Inviato: 21/4/2015 11:52  Aggiornato: 21/4/2015 11:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/5/2011
Da:
Inviati: 302
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Darei retta ad un picchio solo in caso conoscesse l'alfabeto morse.
Confermo tutto quel che ho detto in precedenza e ribadisco il concetto, non ho bisogno di portare prove, tu sei la prova.
Poi non c'è dubbio che parliamo due linguaggi diversi e che abbiamo punti di vista differenti e palesemente discordanti: sei tu del movimento, ovviamente tu lo conosci meglio di me e sarebbe stupido pensare di sminuire i tuoi sforzi nel difendere un qualcosa in cui credi.
Io sono solo un misero spettatore di quel che non siete capaci fare, quello che a quanto pare riesce bene ad altri da tanto tempo. Goditi il tuo premio.

Golem
Inviato: 21/4/2015 11:54  Aggiornato: 21/4/2015 11:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/6/2012
Da:
Inviati: 57
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Appunto, dicevo...

Calipro
Inviato: 21/4/2015 12:17  Aggiornato: 21/4/2015 12:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/1/2015
Da:
Inviati: 115
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Secondo me andrebbe creata una zona franca sotto l'egida dall'ONU nelle zone costiere del Nord Africa.

-Ai disperati conviene perché risparmiano il viaggio in mare
-A noi europei conviene perché non ce li ritroviamo qui

Si tengono lì in attesa che si ristabilizzino gli Stati da cui provengono, in un modo o nell'altro, nell'ottica di farli tornare da dove sono scappati.

In pratica i rifugiati politici sarebbero rifugiati ONU, in territorio africano, prima che arrivino qui a diventare rifugiati europei in territorio europeo.

wendellgee
Inviato: 21/4/2015 12:45  Aggiornato: 21/4/2015 12:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/1/2013
Da:
Inviati: 700
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
@calipro


Citazione:
Secondo me andrebbe creata una zona franca sotto l'egida dall'ONU nelle zone costiere del Nord Africa.

-Ai disperati conviene perché risparmiano il viaggio in mare
-A noi europei conviene perché non ce li ritroviamo qui

Si tengono lì in attesa che si ristabilizzino gli Stati da cui provengono, in un modo o nell'altro, nell'ottica di farli tornare da dove sono scappati.

In pratica i rifugiati politici sarebbero rifugiati ONU, in territorio africano, prima che arrivino qui a diventare rifugiati europei in territorio europeo.


Non sono un esperto in materia ma non credo che tutti gli immigrati in attesa d'imbarcarsi abbiano le caratteristiche per essere classificati come rifugiati, ne sotto l'egida ONU, ne secondo le leggi di qualsiasi paese europeo. I rifugiati sono una minoranza.

Credo che per tutti gli altri non ci sia verso di farli rimanere in nord Africa sotto l'egida ONU, o qualche altra bandiera, a meno di non garantirgli le stesse condizioni di vita che sperano (sottolineo sperano) di trovare qui.

A quel punto il problema, oltre che di carattere organizzativo, diventa d'ordine economico. Chi paga? Certo non si può chiedere alla Libia o altri altri paesi del nord Africa, che sono più poveri di noi, di elargire l'accoglienza. Ne a noi di pagare per tutti coloro i quali desiderano trasferirsi in nord Africa, nella speranza di ottenere un sussidio. E nemmeno all'ONU che credo risponderebbe che sono tecnicamente cazzi nostri (come del resto fa pure la UE).

Il mio blog:
lumiebarlumi.blogspot.com
Golem
Inviato: 21/4/2015 12:49  Aggiornato: 21/4/2015 12:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/6/2012
Da:
Inviati: 57
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Grazie Calipro, è più o meno quel che sto proponendo io, con la specifica, però, di non creare il solito campo profughi, ma una vera e propria comunità attraverso la costruzione di abitazioni permanenti, santuari di ogni religione presente, e l'attivazione di tutte le attività umane che rendono un gruppo disarticolato di uomini una vera e propria società umana...

Ci si guadagnerebbe tutti, in quanto comunità del genere sarebbero poi fonte di ricchezza (sia materiale che culturale) per lo stesso Stato che li ospita... Noi ci libereremmo del problema... E inoltre, salveremmo sicuramente molte preziose vite umane...

Per altri dettagli, potete tornare a leggere i mie due commenti precedenti...

Golem
Inviato: 21/4/2015 12:55  Aggiornato: 21/4/2015 13:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/6/2012
Da:
Inviati: 57
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
@ wendellgee

Scrivi:

"Non sono un esperto in materia ma non credo che tutti gli immigrati in attesa d'imbarcarsi abbiano le caratteristiche per essere classificati come rifugiati, ne sotto l'egida ONU, ne secondo le leggi di qualsiasi paese europeo. I rifugiati sono una minoranza."

Questo cosa cambierebbe? Secondo me assolutamente nulla. E' solo un problema burocratico, mi pare...

Scrivi:

"Credo che per tutti gli altri non ci sia verso di farli rimanere in nord Africa sotto l'egida ONU, o qualche altra bandiera, a meno di non garantirgli le stesse condizioni di vita che sperano (sottolineo sperano) di trovare qui."

No, bisognerà garantirgli una vita assai migliore di quella che potrebbero avere in Europa!

Scrivi:

"Chi paga?"

Ovviamente la comunità internazionale: i soldi non mancano, li buttiamo per ogni sporco traffico o, quando va bene, per cose assolutamente inutili, possiamo buttarli anche così (e sicuramente sarebbe uno dei pochi casi in cui non sarebbero buttati).
No, non è una questione di denaro, ma solo e unicamente di volontà.

EDIT: inoltre, stai sicuro che spenderemo molto meno (in termini di denaro ma anche di caos sociale) con l'attuazione di un progetto del genere che continuando così come stiamo facendo. Da non sottovalutare neppure il fatto che, ad un certo punto, tali comunità, una volta partite e rese abbastanza efficienti, potrebbero iniziare addirittura a diventare economicamente autonome sotto molti punti di vista...

wendellgee
Inviato: 21/4/2015 13:08  Aggiornato: 21/4/2015 13:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/1/2013
Da:
Inviati: 700
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
@Golem
Citazione:
No, non è una questione di denaro, ma solo e unicamente di volontà.


Ogni questione di denaro è in realtà una questione di volontà. Il problema è proprio quello di conciliare desideri, necessità e paure di diversi individui e popolazioni. Non ci riusciamo a casa nostra, perché dovremmo riuscirci in nord Africa?

Ricordiamoci che da noi, che (ancora) non stiamo così male rispetto agli africani ci sono mille polemiche sugli alloggi concessi agli immigrati, sulle cooperative che se ne occupano, sulle aziende che li fanno lavorare in nero permettendogli di avere i benefici di cui sopra, anche a scapito di qualche famiglia italiana meno fortunata, etc. etc.

Sarebbe impossibile elencare tutti i problemi pratici, ma poi dovremmo iniziare con quelli culturali e religiosi. E credo che noi (eccezioni a parte) siamo molto "open mind" delle società dei paesi africani.

Quindi, perché in Africa e non qui?

EDIT: e la domanda sorge spontanea: e perché non a casa loro? Ma io non ho la risposta.

Il mio blog:
lumiebarlumi.blogspot.com
Golem
Inviato: 21/4/2015 13:14  Aggiornato: 21/4/2015 13:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/6/2012
Da:
Inviati: 57
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
@ wendellgee:

Domandi:

"Quindi, perché in Africa e non qui?"

Infatti non necessariamente, secondo me, si dovrebbe fare in Nordafrica. Solo che lì c'è tantissimo spazio, molto più che in qualsiasi altro luogo d'Europa... Tutto qui... In ogni caso, non escluderei la possibilità di realizzare alcune di queste comunità anche in Europa...

Teocerri89
Inviato: 21/4/2015 13:16  Aggiornato: 21/4/2015 13:16
So tutto
Iscritto: 24/2/2015
Da: Malesco
Inviati: 28
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Possiamo pensare a qualsiasi soluzione ma sarà tutto inutile fin che chi davvero comanda non ha l'interesse di cambiare le cose.

Tutti i governi che ci sono attualmente in europa e oltre hanno come interesse al 99.9 % di prendere voti per rimanere nella posizione in cui sono, a loro non interessa niente di risolvere questa e tante altre questioni anzi, in modo indiretto ne traggono vantaggio perché sono cose che tirano voti, questo succede sopratutto perché chi sale al potere lo fa per rimanerci, se invece al potere salisse qualcuno che sa benissimo che dopo una o due legislature se ne va a casa a rifare quello che stava facendo prima senza nessun vantaggio l'unico motivo per andarci sarebbe quello di risolvere i problemi della collettività e non quelli suoi,della sua famiglia, gruppo, lobbie, azienda.

Quindi mi sembra abbastanza inutile sforzarci a pensare delle soluzioni se in primis chi abbiamo eletto non ha interesse nemmeno a pensarci a queste soluzioni, bisogna cambiare chi ci governa questo è il primo e più grande problema.

Saluti.

Matteo Cerrina

Maiori forsan cum timore sententiam in me fertis quam ego accipiam.
Golem
Inviato: 21/4/2015 13:19  Aggiornato: 21/4/2015 13:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/6/2012
Da:
Inviati: 57
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
@ wendellgee:

Per quanto riguarda la montagna di problemi che un progetto del genere comporterebbe (come giustamente tu rilevi), con una buona gestione formata da una rete di organizzazioni umanitarie (ripeto: ben selezionate), forse potremmo avere una sperenza di riuscita...

Golem
Inviato: 21/4/2015 13:25  Aggiornato: 21/4/2015 13:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/6/2012
Da:
Inviati: 57
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
@ Teocerri89

Se la pensi davvero così, allora non c'è speranza: tanto vale suicidarsi. Inoltre, possiamo chiudere il sito, non solo questo, ma qualsiasi sito volto alla ricerca di una verità politica, economica e sociale, e aspettare con pazienza la morte...

La verità è che ci sono anche molte forze pulite che però o pensano come te, oppure comunque si sentono impotenti perchè prive di coordinamento e organizzazione di alcun tipo...

Ma la verità è che si può fare ancora tanto per questo mondo, ancora tanti sono gli uomini che, benchè tutti imperfetti, ancora credono nei valori umani, nei valori della verità e della giustizia... Lo so, è dura, è dura per tutti, e tutto concorre a farci perdere le speranze. Ma noi dobbiamo essere forti, e imparare a fissare lo sguardo oltre l'ostacolo, verso l'ideale. Se poi moriremo, lo avremo fatto comunque in nome di una causa giusta.

Namastè

wendellgee
Inviato: 21/4/2015 13:34  Aggiornato: 21/4/2015 13:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/1/2013
Da:
Inviati: 700
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
@golem
Io non sono contrario alla tua idea di comunità, ne al fatto che si faccia in Africa, in Europa, o dovunque nel mondo. Anzi, di fatto sta già avvenendo, pur tra mille drammi e difficoltà.

Il punto però è che se ad una popolazione si chiede di accoglierne, o ospitarne temporaneamente un'altra, come minimo si deve dare conto ai cittadini accoglienti di quale sia il problema nei paesi di partenza di questi disperati.

Non vorrei accorgermi del fatto che alla base dei conflitti, o comunque delle condizioni invivibili dei luoghi di partenza, ci sia la mano nostra o dei nostri governi. Quando dico che il problema di denaro è un problema di volontà mi riferisco, ad esempio, allo sfruttamento delle popolazioni più povere da parte di quelle ricche.

Che senso avrebbe spostare delle persone da una parte all'altra del globo per trattarle allo stesso modo? E se vogliamo cambiare i nostri rapporti economici e culturali verso coloro i quali ci forniscono le materie prime, perché non farlo da subito? Permettendo a questa gente di restare a casa loro?

Tutte le soluzioni umane per risolvere l'emergenza mi trovano disponibile. Ma non si può dimenticare che esiste un problema di fondo quando c'è un esodo di dimensioni bibliche dal sud verso il nord del mondo.

EDIT: forse, la soluzione contro l'immigrazione non sarebbe quella di "occupare" delle zone dell'Africa sotto una qualsivoglia bandiera (ONU compresa) ma quella di lasciare le popolazioni africane finalmente libere, negoziando alla pari con loro.

Il mio blog:
lumiebarlumi.blogspot.com
Teocerri89
Inviato: 21/4/2015 14:15  Aggiornato: 21/4/2015 14:15
So tutto
Iscritto: 24/2/2015
Da: Malesco
Inviati: 28
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
@Golem

Grazie per la risposta poetica

Comunque ovvio che non tutte le forze politiche sono uguali ma quelle che la pensano (come noi) sono una minoranza, quale paese puoi dire in questo momento sia governato da una forza politica che vuole realmente il bene della collettività? non penso molti.

Volevo solo rimarcare il fatto che spesso le soluzioni ai problemi sono molteplici e più facili di quanto si pensa, ma il primo presupposto da cui bisogna partire secondo me è avere una classe politica che davvero fa gli interessi del suo popolo (e comunque non a discapito di qualcun' altro).

Tu dici che dobbiamo essere forti, hai ragione ma sopratutto dobbiamo essere in tanti è questo il difficile, quindi bisogna focalizzarsi su un obbiettivo alla volta e che sia semplice e di facile condivisione e sicuramente il primo è quello di mandare tutti questi fantocci a casa alle prossime elezioni visto che è l'unico strumento che abbiamo per farci sentire.

Abbiamo la fortuna in italia ad avere una forza politica che sebbene con i suoi difetti da voce alla collettività e ai cittadini senza estremismi, quindi non ci resta che votare correttamente la prossima volta.

Grazie a presto.

Matteo Cerrina

Maiori forsan cum timore sententiam in me fertis quam ego accipiam.
Nomit
Inviato: 21/4/2015 14:15  Aggiornato: 21/4/2015 14:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/1/2011
Da:
Inviati: 1549
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Apprendo da un articolo di Paolo Barnard che l'ex ministro degli esteri del governo Berlusconi Franco Frattini dettò al Financial Times il 17 febbraio 2011 queste parole:

“Il caos Libico, e il ritorno del radicalismo islamico ci porteranno ondate di rifugiati senza precedenti, disperazione che alimenterà altro terrorismo e radicalismo, coi criminali che ne traggono vantaggio”

“Possiamo arginare questo disastro con tre pilastri: Vera assistenza economica a quei Paesi, fratellanza politica e inclusione sociale.”

“In pratica che significa? Soprattutto un piano di aiuti per creare OCCUPAZIONE in quei Paesi. Inutile dire che chiedo che la UE aumenti il suo budget per le risorse necessarie a questo piano per i posti di lavoro in loco.”

“La nostra partnership coi Paesi nordafricani deve includere: progetti di sviluppo marittimo per loro, di sviluppo stradale, piani energetici di energia rinnovabile, aiuti allo sviluppo della loro piccola-media impresa, e la creazione di un grande progetto di Istruzione superiore Euro-Mediterranea.”

“Ma dovremmo andare anche molto oltre: parlo di un vero Piano Marshall sponsorizzato dalla UE, dal Fondo Monetario Internazionale, dalla Banca Mondiale, e dalle maggiori potenze economiche. Questo piano Marshall oltre all’occupazione, dovrebbe portare una forte stabilità a quei Paesi, e deve essere nell’ordine di miliardi di euro, non meno. Qui la cooperazione degli USA è vitale, anche perché dobbiamo abolire le barriere doganali che sbarrano la strada allo sviluppo del Mediterraneo del Sud.”

“Tutto ciò porterebbe vera sostanza al principio di partenariato alla pari fra UE e Nord Africa. Anche le politiche di sicurezza devono essere sviluppate assieme, così che le nazioni nord africane divengano produttori di stabilità.”

“Torno a sottolineare l’importanza estrema degli aiuti all’istruzione superiore dei giovani Africani. Non solo ciò aiuterebbe a impedirne la radicalizzazione politica e religiosa causata dalla povertà, ma devono essere portati avanti da un gigantesco Programma Erasmus Euro-Mediterraneo che offra una speranza ai giovani svantaggiati del Nord Africa. Gli sarà offerta l’opportunità di studiare e di formarsi in UE.”

“Di certo questa mia proposta non dimentica che si chiederà alle Nazioni sopraccitate di migliorare la loro governance, di attenersi alla legalità internazionale dei Diritti, rispettare i diritti delle donne, degli individui e delle minoranze…”

scrapolla
Inviato: 21/4/2015 14:28  Aggiornato: 21/4/2015 14:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/12/2005
Da: puglia, molto puglia
Inviati: 66
 Re: Migranti: esiste una soluzione?

«Nelle assemblee parlamentari dobbiamo guardarci dalla crescita di influenza, sia palese che occulta, del complesso militare-industriale. Il rischio che un potere gestito da persone sbagliate cresca disastrosamente esiste, ed esisterà anche in futuro. Non dobbiamo mai permettere che il peso di questa commistione di poteri metta in pericolo le nostre libertà o i processi democratici. E non dobbiamo dare niente per scontato: soltanto cittadini vigili e ben informati, infatti, possono imporre un adeguato bilanciamento tra l’enorme macchina militare-industriale e i nostri metodi e obiettivi pacifici, affinché la sicurezza e la libertà possano prosperare insieme».

È il 17 gennaio 1961 quando Dwigth David Eisenhower, 34° presidente degli Stati Uniti, ormai alla fine del suo mandato, pronuncia questo discorso. È la prima volta che viene utilizzata l’espressione “complesso-militare-industriale”, a indicare un aggregato di interessi in grado di influenzare la politica interna e internazionale degli Stati Uniti d’America.

Il potere delle armi - 17 gen 1961 Dwigth David Eisenhower, 34° pres. USA - il "complesso-militare-industriale"

Citazione:
Ultimo avvertimento...
Teocerri89
Inviato: 21/4/2015 14:33  Aggiornato: 21/4/2015 14:33
So tutto
Iscritto: 24/2/2015
Da: Malesco
Inviati: 28
 Re: Migranti: esiste una soluzione?

Matteo Cerrina

Maiori forsan cum timore sententiam in me fertis quam ego accipiam.
wendellgee
Inviato: 21/4/2015 14:59  Aggiornato: 21/4/2015 14:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/1/2013
Da:
Inviati: 700
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
@Nomit
Non conosco le intenzioni dell'ex ministro Frattini, e non posso quindi giudicare la sua buona fede. Ma questo:

Citazione:
Qui la cooperazione degli USA è vitale, anche perché dobbiamo abolire le barriere doganali che sbarrano la strada allo sviluppo del Mediterraneo del Sud


è esattamente il contrario di ciò che si fa quando si cerca di creare occupazione nei paesi meno sviluppati.

Il mio blog:
lumiebarlumi.blogspot.com
nico73
Inviato: 21/4/2015 15:00  Aggiornato: 21/4/2015 15:00
So tutto
Iscritto: 14/9/2006
Da:
Inviati: 11
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Le soluzioni corrette nascono da un'analisi corretta...
Ora, mentre la TV ci fa intendere che tutti sti immigrati irregolari vengono col barcone, i dati dicono che solo il 15% (al massimo) viene via mare, mentre il resto viene via terra o aria... perché nessuno ne parla? Perché tutti sanno dov'è Lampedusa e nessuno conosce i nomi dei valichi tra Trieste e Gorizia e Tarvisio da dove passa circa 80% dell'immigrazione irregolare? Perché il film "Cose di questo mondo" non è uscito nelle sale italiane? Eppure l'ha fatto nientemeno che la BBC!
Massimo, visto che hai lanciato il sasso, perché non ci fai un bel post con le figure corrette? ...così magari iniziamo a parlare con un minimo di cognizione di causa...

toussaint
Inviato: 21/4/2015 15:01  Aggiornato: 21/4/2015 15:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Renzi e le sue lacrime di coccodrillo...
I barconi che arrivano ultimamente sono pieni di somali, eritri, iracheni e siriani, provenienti tutti da luoghi in cui l'Italia ha o responsabilità storiche o responsabilità recenti per aver appoggiato le guerre predatorie degli USA.
In più, i migranti sono serviti pure per far approvare il Jobs Act, dunque...
La soluzione ai problemi dell'Africa è stata stroncata 30 anni fa con l'eliminazione sistematica di tutte le migliori menti di quel continente, ad opera di Europa e USA.
Ora è un pò troppo tardi per fare il mea culpa, probabilmente come dice Bifo, il futuro porterà un nuovo nazionalismo identitario, molto simile al fascismo e l'unica forza che può moderare tale tendenza in senso più umanitario è proprio la Russia di Putin, alla quale ovviamente stiamo facendo la guerra.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
DarthLagan
Inviato: 21/4/2015 15:26  Aggiornato: 21/4/2015 15:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/7/2012
Da: Torino
Inviati: 190
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Nel nostro piccolo potremmo iniziare con il boicottare (cosa che faccio da anni) tutte le schifose multinazionali che fanno profitti immensi con lo sfruttamento delle aree povere del pianeta, tralaltro lessi qualche tempo fa che, molto probabilmente, alcune di queste società fanno affari d'oro anche con i flussi migratori verso l'Europa.
La prima azione da eseguire, a mio parere, sarebbe quella di andare là e dar modo a quelle popolazioni di potersi rendere autosufficienti dal punto di vista alimentare, dando loro i mezzi necessari per coltivare terre poco produttive. Le tecnologie le abbiamo (no OGM però). Allo stesso tempo dare a queste popolazioni un'istruzione adeguata che gli permetta di conoscere i loro diritti e per contenere il sovrappopolamento (il Brasile aumentando il tasso di istruzione femminile ha abbattuto il tasso di fertilità).
Di sicuro finchè il sistema capitalistico non verrà abbattuto esisterà sempre una maggioranza di poveracci sfruttati dalla minoranza.

DarthLagan
Inviato: 21/4/2015 15:38  Aggiornato: 21/4/2015 15:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/7/2012
Da: Torino
Inviati: 190
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citazione:

A sti stronzi privilegiati toglierei la cittadinanza italiana a favore delle genti che si fanno migliaia di km a piedi in cerca di una vita migliore. Non sanno che la causa di questi flussi son proprio loro, occidentali con il culo al caldo e l'iPhone in mano.

lanzo
Inviato: 21/4/2015 15:46  Aggiornato: 21/4/2015 15:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Nico73 conosce le cose, la maggior parte dei migranti entra alla spicciolata - a piedi - nella zona Trieste et cetera - nei cantieri navali sono quasi tutti bangla o Pak.
Voglio fare il finto tonto: Com'e' che i barconi non si fanno vedere al largo delle coste della santa Israele e degli Emirati ?
Datevi una risposta ed avrete la soluzione.
Adesso c'e' pure il Giubileo, quindi altre diverse migliaia di persone sponsorizzate dal Vaticano - che ha accordi precisi con il Ministero degli esteri - e che arriveranno tranquillamente in aereo (dopo aver pagato) con regolare visto.
P.S. Pleaaase, NON si dice ministero degli interni, ma dell'INTERNO !
Pace e bene.

Piramis
Inviato: 21/4/2015 15:59  Aggiornato: 21/4/2015 15:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/3/2013
Da: abito questo involucro
Inviati: 223
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
La gente normale, in tutto il mondo, vuole poche cose: campare dignitosamente, crearsi una famiglia, magari avere qualche svago, un lavoro decente.

Se gli vengono tolte queste possibilità, gli vengono imposti nuovi credi, gli vengono tolti i diritti naturali, gli viene usata violenza e gli si toglie la speranza in un futuro, è normale che cerchino di sopravvivere sottraendosi a questo stato di cose.

Quindi la soluzione sarebbe semplice: basterebbe non andare a rompergli le palle a casa loro e lasciare che vivano la loro vita come meglio credono!

Invece cosa facciamo? gli mandiamo colonizzatori spirituali a cercare di imporre i nostri dei, finanziamo rivolte interne in modo da destabilizzare i governi e assumerne il controllo, saccheggiamo le loro risorse economiche e culturali.

Poi, quando il malcontento interno è alle stelle, gli si appioppa un'oppressione dall'alto, giustificata dal "obbligo del mantenimento della pace nell'area" e invadendo militarmente il paese, con il beneplacito compiaciuto dei benpensanti.

Basterebbe lasciarli in pace.

Invece cosa facciamo noi, Italia compresa? appoggiamo supinamente e subordinatamente il lavoro dei veri, unici, terroristi, accaparratori, massacratori, ipocriti, fomentatori delle guerre nel mondo, quelli che devono vendere le armi che fabbricano, che vogliono la supremazia mondiale, lo schiavismo globale controllato da una razza eletta.

Forse non tutti hanno seguito la diretta della conferenza stampa del nostro miserevole primo ministro con l'abbronzato, ma secondo me è una cosa da vedere, c'è in rete Conferenza stampa Obama Renzi e dal minuto 55 c'è una domanda - evidentemente pilotata - di una giornalista che chiede a Renzi una soluzione al problema emigranti e libico, ascoltate la risposta.

E per chi mastica l'inglese, consiglio di ascoltarla tutta, è un'ora spesa bene per capire una volta di più, se ce ne fosse bisogno, in che pessime mani siamo.

Hakuna Matata
Teocerri89
Inviato: 21/4/2015 16:05  Aggiornato: 21/4/2015 16:05
So tutto
Iscritto: 24/2/2015
Da: Malesco
Inviati: 28
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
@Piramis

D'accordo con tutto quello che dici, grandeee

Matteo Cerrina

Maiori forsan cum timore sententiam in me fertis quam ego accipiam.
utrevolver
Inviato: 21/4/2015 16:34  Aggiornato: 21/4/2015 16:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da: Sandalia
Inviati: 411
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
I cosiddetti paesi del terzo mondo possono essere gestiti solo come colonie. Siccome le colonie non sono politicamente corrette, allora da questa situazione non usciremo mai.

etrnlchild
Inviato: 21/4/2015 16:38  Aggiornato: 21/4/2015 16:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Per poter risolvere un problema bisogna innazitutto volerlo risolvere.

Chi ha i mezzi e il potere di risolverlo non ha alcuna intenzione di farlo, al contrario sta godendo di brutto.

Perchè il problema parte da lontano: dalla non intenzione di lasciare che quelle terre si emancipino autonomamente.
Sono terre da saccheggiare e basta. Nelle risorse e negli uomini.

La soluzione è nel problema stesso.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
DarthLagan
Inviato: 21/4/2015 16:43  Aggiornato: 21/4/2015 16:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/7/2012
Da: Torino
Inviati: 190
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citazione:
I cosiddetti paesi del terzo mondo possono essere gestiti solo come colonie. Siccome le colonie non sono politicamente corrette, allora da questa situazione non usciremo mai.


Si è visto cosa è successo durante il periodo coloniale, da li è iniziato il disastro di intere popolazioni.

DarthLagan
Inviato: 21/4/2015 16:47  Aggiornato: 21/4/2015 16:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/7/2012
Da: Torino
Inviati: 190
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citazione:
Per poter risolvere un problema bisogna innazitutto volerlo risolvere. Chi ha i mezzi e il potere di risolverlo non ha alcuna intenzione di farlo, al contrario sta godendo di brutto. Perchè il problema parte da lontano: dalla non intenzione di lasciare che quelle terre si emancipino autonomamente. Sono terre da saccheggiare e basta. Nelle risorse e negli uomini. La soluzione è nel problema stesso.


Non lo si risolverà finchè la maggioranza dei beoti occidentali continua a pensare che gli immigrati vengano qui per invaderli, a rubar loro il lavoro (quale lavoro poi?), a delinquere ecc. Finchè non ci sarà una presa di coscienza generale non ne usciremo e non lo vedo fattibile a breve, il popolino non è capace di difendere i propri diritti, figurati quelli di altri lontani geograficamente e culturalmente.

CiEmme
Inviato: 21/4/2015 17:06  Aggiornato: 21/4/2015 17:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/2/2008
Da: Roma
Inviati: 446
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Non si puo' ragionare sui flussi migratori attuali con logica occidentale.

L'africano e l'arabo sono in gran parte popolazioni tribali che si comportano e ragionano con leggi tribali.

Un esempio di cultura tribale e' la famiglia dell'ex Ministro Kyenge. Il padre, come Capo tribu, aveva diritto a tante mogli quante ne potesse mantenere e di conseguenza, tanti figli quanti ne poteva mantenere - ha avuto 4 mogli e 39 figli.

Come pensate che un capo tribu del Katanga Congolese possa mantenere diversi figli pagando loro la retta in una universita' europea? Dove prendeva il denaro necessario in un paese a redddito pro-capite minimo?

Ecco, il problema della fuga nasce ANCHE da questo, dal desiderio di una vita migliore a qualsiasi prezzo.

ANCHE ...ok?

E' la natura umana.

Una bussola non dispensa dal remare.
Sornione
Inviato: 21/4/2015 17:21  Aggiornato: 21/4/2015 17:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/2/2015
Da:
Inviati: 52
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
L'immigrazione, con tutte le tragedie di viaggio e di permanenza, non è altro che una delle facce della realtà in cui viviamo. Politica, economia, etica, cultura, guerre, mass media, consumismo, ambiente, tecnologia, religioni, terrorismo, satanismo, extraterrestri, poteri occulti, etc. (metteteci quello che volete) hanno portato, tra l'altro, a questo. Perciò allo stato attuale, per me, non ci sono soluzioni. Chi per sopravvivere, chi per sogni di benessere, tutti qua vogliono venire...
Solo con un'inversione di tendenza a tutto campo si potrebbe rendere virtuoso il circolo vizioso in cui tutti noi ci sentiamo intrappolati e da cui ci sentiamo sopraffatti (e almeno noi mangiamo e navighiamo in internet, quei poveracci non hanno neanche un barlume di luce nelle loro vite). Attualmente cambia poco seguire la linea di Tizio o di Caio, del partito X o Y, finché ci muoviamo all'interno di questo frame: ci saranno comunque le guerre, le persecuzioni, la fame e tutto il resto.
E' quello che si definisce "utopia", lo fa notare anche Massimo a proposito dei 5 stelle, d'accordo, ma vorrei far presente a tutti che definiamo queste cose "utopistiche" perché ragioniamo tutti all'interno di frame come "siamo sopraffatti" / "loro sono troppo forti" / "è impossibile". Mentre non è realmente così, siamo noi che lo crediamo. In realtà avremmo il potere di fare di tutto per cambiare il mondo e rivoltarlo come un calzino.

A proposito, avete sentito parlare di Oscar Citro ? L'ho scoperto da pochi giorni: oltre a dire - e fare - un sacco di cose interessanti sulla guarigione, è un "utopista" che sta organizzando un evento per il 10 ottobre p.v. allo scopo di cambiare il mondo. Vorrei sapere innanzitutto cosa ne pensate, e poi mi piacerebbe vedere un coinvolgimento di tutti, Massimo in testa ["Branca Branca Branca, Leon Leon Leon" hahahha].
A questo link si può scaricare il libro sull'evento (io l'ho letto ancora solo in parte):

http://www.liberamenteservo.it/modules.php?name=Downloads&d_op=getit&lid=830

Mi chiedo sempre cosa possiamo fare oltre a masturbarci mentalmente al pc, sentendoci poi tutti soddisfatti per il solo fatto di saperne di più, per esserci indignati o per aver detto qualcosa ... che poi rimane tra noi (io sono il primo, sia ben chiaro). Lui ci sta provando. Purtroppo non mi sembra un mostro nella comunicazione, ma lo si potrebbe aiutare moltissimo.

Naturalmente, se pensiamo che sia una cazzata inutile lo sarà di sicuro.

"Ah, glielo dico io di cosa sto blaterando. Ho avuto delle informazioni, amico, merda che è venuta a galla. Cazzo, amico! Si è rapita da sola, ecco."
DarthLagan
Inviato: 21/4/2015 17:24  Aggiornato: 21/4/2015 17:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/7/2012
Da: Torino
Inviati: 190
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Utopia = scusa per non far niente per cambiare lo status quo.

bernuga
Inviato: 21/4/2015 17:42  Aggiornato: 21/4/2015 17:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 26/11/2011
Da:
Inviati: 1007
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Dovremmo accoglierli, scusarci per aver raso al suolo il loro paese, sterilizzato le loro donne, vaccinato i loro bambini, sterminato i loro cari con guerre "democratiche", rubato il loro oro, i loro diamanti ed il loro petrolio tramite governi fantoccio al soldo di noi occidentali.
Dopo esserci scusati, andrebbero rivestiti, rifocillati a dovere, poi messi in delle case con giardino dove poter vivere tranquilli, con la promessa che ci impegneremo a ricostruire il prima possibile cio' che abbiamo distrutto nel loro paese e di restituire loro oltre la dignita', anche una minima parte di quello che gli spetta e che invece da decenni viene saccheggiato.
Questo se fossimo in un mondo normale, invece bisogna sentir parlare di queste persone come fossero un problema, una rottura di coglioni.
Prima li massacriamo, sfruttiamo e derubiamo, poi, quando si affacciano per chiedere aiuto, andiamo nel panico e pretendiamo che restino a casa loro, come se una casa ce l'avessero ancora.
Se venissero qua a sterminarci tutti, avrebbero tutte le ragioni del mondo; ma non lo faranno comunque perche' sono molto piu' civili di noi.

halastor
Inviato: 21/4/2015 18:38  Aggiornato: 21/4/2015 18:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/2/2015
Da:
Inviati: 172
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Gli uomini intelligenti e di buona volontà sanno che i problemi non si risolvono con le parole ma con i fatti.
Se un politico va in televisione a declamare soluzioni e a cercare responsabilità assurde vuol dire che non ha soluzioni o quelle che ci sono non vuole o non può attuarle...questo come regola principale per tutti...M5S compreso.

Una persona con un livello di sinapsi medio (fra i quali, quindi, solo alcuni dei nostri politici...gli altri hanno solo tre sinapsi) capisce senza interpellare chissà quale Premio Nobel che la soluzione a questo ormai biblico problema non è una sola. Le soluzioni si basano sempre sull'analisi logica dei problemi e se il problema può essere scomposto in sottosistemi, allora le soluzioni sono molteplici (una per ogni sistema) e sono anche più semplici...ovviamente non è detto che tutti i sistemi si possano normalizzare (risolvere); alcuni resteranno aperti (soprattutto quelli in cui è preponderante il "fattore umano"), comunque questa è la via.

Come si traduce questo nei fatti?

Sappiamo che gli immigrati non sono tutti uguali. Principalmente distinguibili in tre grandi gruppi:
1) quelli che vengono da paesi con governi veri (anche se poco democratici) ma che sono molto poveri e non hanno modo di vivere dignitosamente a casa loro.
2) quelli che nonostante possano vivere dignitosamente nel loro paese, si rompono i maroni di fare i cani in giro, e vengono da noi a cercare fortuna (gli illusi).
3) quelli che scappano letteralmente da guerra e persecuzione...ovvero quelli che avrebbero diritto al famoso status da rifugiati.

Ora c'è da fare un'altra distinzione...

POCHI ALL'ANNO
Finché queste persone sono poche centinaia o qualche migliaia (non più di 2 o 3 mila) all'anno, la soluzione è semplice per tutti e tre i gruppi...ovvero si accolgono. Poi si mettono in moto meccanismi da valutare e provare per inserirli nella società il tempo necessario affinché possano rendersi parte del nostro sistema (dopo andranno da soli)...i rifugiati, magari si rimandano a casa a fine guerra. Tutto questo ovviamente se si sono risolti i nostri problemi interni (ripresa econom., lavoro, re-industrializzazione ecc.)...è chiaro che non puoi aiutare gli altri se prima non aiuti te stesso...
Se questo non è possibile si chiudono le frontiere...non siamo mica Mandrake.
(per i più pignoli: chiudere le frontiere significa che appena arrivano.. li aiuti, li curi, li rifocilli e li rispedisci da dove sono partiti...come fa l'Australia da decenni e senza neanche farli arrivare a terra).

MOLTI ALL'ANNO
Questo è il caso più vicino a noi. C'è chi parla di cifre a sei zeri.
A questo punto facciamo i dovuti distinguo....sempre premesso, come al punto precedente, che si siano risolti i nostri problemi interni prima di ogni cosa altrimenti vale sempre la chiusura delle frontiere.

Gruppi 1 e 2: Visto che possono permettersi di sborsare anche 5000 dollari (dipende da dove arrivano) per venire clandestinamente in Italia, la soluzione è semplice... gli vendi il permesso di soggiorno senza nessuna restrizione fatta eccezione per la classificazione del permesso fra vacanza, studio e lavoro (sembra razzista in confronto a quelli che arrivano dai paesi "amici" ma lo scopo è quello di fargli preferire la via ufficiale di ingresso a quella illegale e più rischiosa ovviamente). E' chiaro che il costo debba essere molto inferiore...diciamo 1000 euro o meno. A questo punto ci ritroveremo ad accoglierli in aeroporto: dovranno avere un passaporto valido, dimostrare di avere un alloggio e i soldi necessari per mantenersi senza lavoro per un massimo di sei mesi (se non sono in vacanza)...se non hanno queste garanzie il giorno dopo li rimandi a casa col primo volo. Siccome li hai registrati e sai chi sono puoi anche cercarli più facilmente e scaduti i sei mesi, se non hanno un lavoro regolare, li rimandi a casa.
Questa è solo una bozza e sono aperto, ovviamente, ad ogni contributo.

Gruppo 3: Rifugiati.
Secondo alcuni, questi, sarebbero il numero minore...non ci credo...anzi non è proprio vero...considerando che ormai scappano tutti dalla guerra è più vero il contrario.
Comunque sia, in questo caso, siamo proprio sfortunati. Essendo l'Italia la porta d'Europa e avendo siglato accordi internazionali, ce li dobbiamo tenere....oramai è chiaro che in questa finta UE i problemi seri sono di chi ce l'ha. Questo non vuol dire che non si possa contenere efficacemente il problema.
I rifugiati sono solo rifugiati. Non possono fare altro che restare a vegetare da noi. Bene. che sia così. Avranno un costo che poi cercherai di addebitare allo stato da cui provengono a fine guerra; e naturalmente, a fine guerra, li rimandi a casa senza appello...non esiste che vogliano restare da noi a vivere...ci sarà da ridere...poi vediamo quanti di questi richiederanno lo status...l'importante che lo sappiano.
A casa tua non c'è più niente da cui tornare? Affari tuoi...ricostruisci anche col mio aiuto (per il quale mi pagherai) e mi riprendo i soldi che ho speso per mantenerti in vita, in salute e fuori dalla guerra.
Resto sempre aperto ad ogni contributo di critica o miglioramento.

E adesso la soluzione che mi piace di più:
Sotto l'egida congiunta di NATO e ONU: creazione di una zona franca in Libia in cui far convergere tutta questa gente (non ha importanza se rifugiati veri o meno..saranno tutti rifugiati)
Creazione di un corridoio militare sia aereo che navale per rifornimenti e sicurezza, nonché per il pattugliamento delle zone costiere.
La gente la si ferma lì...ci costa sempre meno e salviamo la faccia in riferimento alle migliaia di morti che ci sono stati e che ci saranno.

Vi sembra drastico e irrealizzabile? Vi ricordo che prima ancora di essere un esodo, questa, è una guerra...Ci stanno invadendo, ci attaccano senza sparare nemmeno un colpo. Vi ricordo anche che ospitare decine di migliaia di persone (o centinaia di migliaia) di cui non sai praticamente nulla, non è solo pericoloso ma anche stupido. Quando i centri di accoglienza diventeranno Bidonville e la gente vorrà di più, rivoltandosi, come faremo a fermarli? Quando invece saranno i cittadini a rivoltarsi contro lo stato perché gli immigrati mangiano tutti i giorni e gli italiani muoiono di fame ci troveremo di fronte ad un dilemma: spariamo agli immigrati o spariamo agli italiani?

Beh, io non ci voglio arrivare a questo...preferisco fermarli in Libia...scusate ma è così che la penso e comunque, nel mio piccolo, ho almeno provato a dare delle soluzioni.

Halastor

[...]L'occhio al moto deluso il falso crede;
E 'l terrore a que' mostri accresce fede[...]
"Torquato Tasso - La Gerusalemme Liberata - Canto XX"
spettatore
Inviato: 21/4/2015 19:15  Aggiornato: 21/4/2015 19:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Alberto Sordi ci aiuta a capire già dal 1975. Più attuale che mai.


https://www.youtube.com/watch?v=To92ty_Kx5A


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
Redazione
Inviato: 21/4/2015 19:45  Aggiornato: 21/4/2015 19:45
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Sono senza internet fino a domani sera. Spero che non ci sia niente di urgente...

lanzo
Inviato: 21/4/2015 20:02  Aggiornato: 21/4/2015 20:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
In Sud Africa, ;a popolazione autoctona negra da' la caccia agli immigrati negri. Parecchi morti.
Immagino che la cosa non sia apparsa sui TG Italioti o forse si.
Quindi la storia dela fratellanza negra e' una grande cazzata.
Pensate solo se fossero stati sud africani BIANCHI a bastonare immigrati neri, sarebbe su tutte le news globali, con esperti, condanne. Crristianni Amanpour CNN a ragliare contro il razzismo. Mi fermo qui.

lanzo
Inviato: 21/4/2015 20:08  Aggiornato: 21/4/2015 20:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Ministero dell'Interno e NON degli Interni. Il fatto che ci sia un ministero degli esteri (logico, si parla di parecchi paesi esteri) non significa che il minisstero dell'Interno vada pluralizzato.
Poi basta consultare un elenco telefonico... o google !

benitoche
Inviato: 21/4/2015 20:21  Aggiornato: 21/4/2015 20:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1941
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
è assai probabile che i bacini della povertà, in Africa piú che altrove, vengano cronicizzati per tenere in piedi il meccanismo della solidarietà e foraggiare cosí la pletora di associazioni umanitarie che vengono in tal modo giustificate dalle autorità internazionali, e anche sovvenzionate.

La FAO, che avrebbe dovuto eliminare la fame nel mondo, è un esempio lampante del flop alimentare. In realtà, non si vuole affatto risolvere il problema africano. Lo prova il continuo esodo di gente, soprattutto giovani, dal continente nero verso l’Europa. Il viaggio dalle regioni dell’interno fino alle rive del Mediterraneo e da qui verso la Spagna, la Francia, l’Italia e la Grecia, è costoso. Si parla di migliaia di dollari a passaggio.

Chi fornisce ai diseredati neri tanto denaro? E per ottenere quali risultati? Non certo il loro bene, perché la maggior parte di loro, specie i giovani, finiscono col rimpinguare l’ormai vastissimo contingente di clandestini, dediti a ogni tipo di attività, lecita e illecita, ma soprattutto impegnati – forse essi stessi vittime inconsapevoli di un disegno occulto – a creare nei Paesi che li recuperano dal mare, dai cassoni dei camion o dalle stive degli aerei, quel disagio di cui si parlava prima, e senza arrecare quei vantaggi econo- mici, quella ‘ricchezza’ millantata dalle varie associazioni private e governative, religiose e laiche, che attingono dalla sempre piú vasta torma di sbandati la propria giustificazione a esistere e operare. Magari lucrando fervori devozionali e suffragi elettorali.


Ma forse è in atto da anni, anzi da secoli, dall’infausta vittoria di Lepanto, una congiura, allora in- conscia, casuale, ma poi definitasi nel tempo, per rovinare il Mediterraneo, per spostare gli interessi economici e politici verso l’area atlantica prima e in seguito verso l’Oriente. Ogni volta che si è tentato di costituire un asse Africa-Europa, avente la cerniera vitale dei traffici nel Mediterraneo, sono intervenute forze avverse per nullificare il proposito.
La presunta “Primavera araba” è l’ultima operazione delle potenze talassocratiche per impedire che il Mediterraneo ritorni a essere quel crogiolo di convivenze e scambi, avente a Sud le risorse africane e a Nord il corredo tecnologico e finanziario dei Paesi europei per sfruttarle in maniera equa e proficua, non solo per l’Europa ma per il mondo intero, che non può fare a meno sia delle risorse africane sia del patri- monio culturale e scientifico europeo. Forse, se tutto andrà bene e gli uomini e le donne del mondo rinsavi- ranno, ci potrà essere un solo mondo, un blocco di tutta l’umanità. Ogni divisione in aree di interesse e influenza porta solo incomprensione e conflitti. Ci riesce ancora arduo riconoscerlo e accettarlo. Soprat- tutto metterlo in pratica. Ci blocca la paura di essere i primi a cedere alla bontà, alla fraternità. Timore che l’altro, il nemico, ne approfitti. Pure, se vogliamo salvarci dobbiamo rischiare, avere il coraggio di toglierci di dosso il catafratto di millenari pregiudizi e diffidenze.
Soltanto offrendoci al mondo disarmati di orgoglio e forza egoica, potremo adempiere il dettato evangelico di amare il nostro prossimo come noi stessi. Cristo non suggerisce altro all’uomo perché si realizzi pienamente.
Se lo faremo, tutto diverrà armonioso in noi, nelle persone, nelle cose che ci circondano.

Leonida I. Elliot

la religione è indispensabile
soltanto a un’umanità rescissa dal mondo divino-spirituale.
CiEmme
Inviato: 21/4/2015 21:12  Aggiornato: 21/4/2015 21:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/2/2008
Da: Roma
Inviati: 446
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Diciamo che se li fai entrare, qualcosa ci devi fare.
Perché un'istruzione ai bambini gliela devi dare....
Perché se stanno male li devi curare....
Perché se devono dormire un tetto lo devono avere...
Perché se mangiano devono avere un reddito.
Quindi li dobbiamo far entrare se la scuola funziona, gli ospedali anche, le case sono a disposizione ed il lavoro non manca.
Siccome tutto questo non c'é l'immigrazione a questi ritmi è insostenibile e si tramuterà in guerra civile per la mancanza di risorse.

Se poi pensiamo che si va verso un futuro dove serviranno sempre meno persone per produrre quanto necessario alla vita di tutti, o si trova un modo nuovo di redistribuire a tutti la ricchezza prodotta da pochi, o si va alla guerra fino a ristabilire un'equilibrio perduto.
Solo una faccenda di numeri.
Chi inneggia alla solidarietà col culo degli altri sta fottendo tutti a piene mani.

Una bussola non dispensa dal remare.
Nihander
Inviato: 21/4/2015 21:17  Aggiornato: 21/4/2015 21:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/2/2012
Da:
Inviati: 266
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Non concordo con l'opinione di molti, ma, speravo, che in quanto a consapevolezza questo sito avesse una comunità un pò più "avanti".

Devono portare l'umanità a 1 miliardo di esseri umani entro 20 anni, stanno preparando uno sterminio nucleare, manipolazione metereologica, guerra batteriologica e vi preoccupate di 800 migranti? Date troppo valore alla vita umana. Evidentemente il nazismo, il sionismo e, la Bibbia, non sono state di insegnamento.

DjGiostra
Inviato: 21/4/2015 21:23  Aggiornato: 21/4/2015 21:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Redazione:
Citazione:
Sono senza internet fino a domani sera.

Beato te.. Io e' 10 anni che ho internet che si fa i suddetti suoi !!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
furion2012
Inviato: 21/4/2015 21:45  Aggiornato: 21/4/2015 21:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/8/2009
Da:
Inviati: 174
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Su focus oggi alle 21:30 stanno dando il documentario sull 11 settembre, stanno dando la colpa all alluminio che è rimasto dopo lo schianto dell aereo, secondo loro a certe temperature l alluminio esplode per colpa dell acqua .

mi chiedo nei piani sottostanti dove non si è schiantato l’aereo come abbia fatto ad esplodere maaaaaaaaaaa........

peonia
Inviato: 21/4/2015 21:50  Aggiornato: 21/4/2015 21:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
OTTISSIMO!!! (approfitto che Massimo non c'è fino a domani sera... )

l'ho messo anche in Commenti Liberi ma lo ripeto qui....perchè per me è una novità non so per voi.... ne avete mai sentito parlare del gasdotto che da Kipoi approderà sulla costa incontaminata di San Foca????????????

"Dice un vecchio detto: a pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca. E’ tutto molto strano quello che accade in Salento di questi tempi. Prima la Tap, sto maledetto gasdotto che da Kipoi approderà sulla costa incontaminata di San Foca a quattro passi dalla più famosa Melendugno (Le), poi il “fenomeno” della Xyllela che sta uccidendo i nostri secolari ulivi e che il “potere” italiano e internazionale (sic !) intende estirpare a man bassa

In ambedue i casi si tratta di distruzione di una territorio famoso per le sue bellezze naturali e poi bla bla bla, cose che tutti conosciamo."

http://www.ondadelsud.it/?p=12387

MORAMMAZZATI!!!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
m4x
Inviato: 21/4/2015 22:02  Aggiornato: 21/4/2015 22:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/6/2007
Da:
Inviati: 746
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Ragionare di questi temi senza avere alcun tipo di sovranità è un po' come essere senza gambe e scervellarsi di come battere Bolt alle finali dei 100.

Nihander
Inviato: 21/4/2015 22:13  Aggiornato: 21/4/2015 22:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/2/2012
Da:
Inviati: 266
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
La cosa positiva è che tra 10-15 anni non ci sarà più un posto dove scappare. Almeno per chi non sarà ben fornito di grana.

Ciaula
Inviato: 21/4/2015 22:34  Aggiornato: 21/4/2015 22:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/5/2011
Da:
Inviati: 40
 Re: Migranti: esiste una soluzione?

Nichiren
Inviato: 21/4/2015 22:57  Aggiornato: 21/4/2015 22:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 26/3/2014
Da: Toscana
Inviati: 1061
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Purtroppo il problema è a monte.

Ma a nessuno importa un cazzo.
Mad World.

La verità è nel silenzio
redribbon
Inviato: 21/4/2015 23:19  Aggiornato: 21/4/2015 23:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citazione:
Gli unici che hanno saputo dire qualcosa di intelligente sono i 5 Stelle, che hanno individuato nel mercato internazionale delle armi la radice di tutti i problemi:


A volte mi chiedo se questi 5stelle ci fanno o lo sono:
i migranti vengono perchè non stanno bene, e non è per colpa delle armi, o comunque non solo,
è un malessere anzitutto economico, e poi sociale.
Vogliamo aiutarli a casa loro?
Allora bisognerebbe creare nelle loro nazioni condizioni di vivibilità pari a quelle del mondo occidentale, che, tradotto, significa dargli tranquillità economica, di pari passo allo sviluppo dell'intero paese,
con sicurezza alimentare, lavoro per tutti, assistenza sanitaria per tutti, sviluppo culturale, scientifico, tecnico, e così via.
Il problema è che queste belle cose di cui parlo non ci sono del tutto neanche in Italia,
e non perchè non possano esserci, ma perchè in un mondo dominato dalle multinazionali, dall'avidità di pochi, e quindi dal gretto egoismo,
una qualsivoglia visone della società che non sia in accordo alle spietate leggi che permettano il continuo svluppo delle multinazionali e della finanza è destinata a restare semplice "opinione culturale",
per cui vedremo e stiamo già vedendo ridursi il nostro benessere (non solo economico), non a caso il "Bomba" (soprannome di Renzi quando era a scuola) continua coi tagli alla sanità ed agli enti locali, ed a spremerci come limoni.

Mi sembra quindi chiaro che se non siamo in grado di prosperare noi stessi nel mondo occidentale,
visto che la prosperità viene accaparrata solo da una parte dei cittadini (dalla borghesia) ,
a maggiore ragione non potremo mai e poi mai creare nei loro paesi le condizioni di vivibilità a cui accennavo.

Penso che le uniche soluzioni sarebbero, o un mondo con un economia basata sulle risorse e senza più denaro, come la chiama Jacque Fresco, che, però, al momento mi sembra utopia,
oppure un altra soluzione che possa portare tutta la popolazione a prosperità,
Paolo Barnard ne ha proposta (o riportata) un altra,
il problema è che la popolazione messa in buone condizioni di prosperità, presto o tardi, finirebbe per opporsi ai disegni egemonici di multinazionali e finanza,
ecco quindi che queste ultime stanno modellando gli stati, dopo averli rimpiccioliti drasticamente, in modo tale che la maggiore parte della polazione non possa (perchè impegnata a cercare di che vivere) "mettere loro i bastoni tra le ruote",
di modo che continui la marcia trionfale delle multinazionali che dominano il mondo.

In definitiva, al momento non c'è soluzione al problema dei migranti se non viene cambiato tutto il sistema (o le persone?).

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
Red_Max
Inviato: 21/4/2015 23:47  Aggiornato: 21/4/2015 23:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Anche se c'entra solo indirettamente vorrei ribadire la mia opinione sul concetto di razzismo:
Siamo tutti razzisti, fa parte dell'istinto di sopravvivenza per quanto ci sforziamo di non esserlo.
Alcune "frasi choc" si spiegano con il fatto che la gente si sente minacciata...
Ripeto, nella mia città non parlano più la mia lingua...
Nonostante ciò si trova sempre qualche genialoide che non vede il problema sicurezza finché non ha il coltello puntato alla gola...
Giustissimo il discorso guerre-povertà-neocolonialismo...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
peonia
Inviato: 21/4/2015 23:53  Aggiornato: 21/4/2015 23:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Ribadendo la mia idea, sempre più convinta, ecco cosa dice Fulvio Grimaldi

http://www.imolaoggi.it/2015/04/21/fulvio-grimaldi-invasione-di-migranti-strategia-usa-per-indebolire-leuropa/

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Calipro
Inviato: 22/4/2015 0:19  Aggiornato: 22/4/2015 0:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/1/2015
Da:
Inviati: 115
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Aggiungo che con un milione di disperati in arrivo le probabilità che arrivino epidemie anche di malattie misconosciute è enorme.

La paura per questo tipo di situazione in piena Europa potrebbe essere la chiave per convincere gli altri Stati a muoversi verso un intervento militare congiunto.


Tra l'altro la zona costiera la si potrebbe far coltivare ai profughi così che si auto-sfamino il più possibile. Essendo vicina al mare non è impossibile avere l'acqua per irrigare.

afabbri73
Inviato: 22/4/2015 0:22  Aggiornato: 22/4/2015 0:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/5/2011
Da:
Inviati: 302
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
http://www.ilgiornale.it/news/politica/ho-casa-13-milioni-frasi-degli-scafisti-nababbi-1118807.html

Da notare i Paesi dove fanno circolare i soldi: Svizzera, Dubai, Stati Uniti, Inghilterra, Germania, Norvegia, Israele. Perché farsi sentire e chiedere aiuto all'Europa è importante....

"Ho una casa da 13 milioni" Le frasi degli scafisti-nababbi:

La logica è quella di incrementare il profitto aumentando il più possibile il numero dei migranti a bordo delle carrette del mare. E senza pensieri per il loro destino. L'unica preoccupazione dei trafficanti è per i soldi che devono incassare, denaro con il quale si sono arricchiti, come dimostrano le intercettazioni dell'inchiesta Glauco II.

Uno dei capi dell'organizzazione, l'eritreo Redae Medhane Yehdego, racconta che in Eritrea si sta comprando una casa da 13 milioni. Sempre lui si informa su come gestire i soldi guadagnati e se è possibile metterli in una banca di Dubai. Del resto gli affari vanno bene, visto che solo quest'anno ha fatto partire circa 8mila persone. Parlando del boss dei mercanti di uomini, l'etiope Ghermay Ermias, una donna racconta che i soldi che guadagna li mette in Svizzera e in Israele e che ne ha così tanti da poterci vivere benissimo per 20 anni.

«C'È MOLTO MOVIMENTO»
Asghedom (soprannominato Amice) parla con Ermias. Gli comunica che adesso c'è molto movimento e le cose stanno andando bene. Ermias chiede ad Amice come stanno andando le cose lì da lui e se stanno arrivando le barche, Amice risponde che ne sono già arrivate due di Abdurazak e mille persone di Medane quattro giorni fa, mentre oggi ne è arrivata una di mille persone ma che ancora non sa di chi è. Ermies gli chiede se sono tutti paesani (etiopi ed eritrei, ndr ) e Amice conferma, poi domanda che ruolo lui abbia in questa cosa e Amice gli spiega che lui va con le macchine a prendere dal Centro le persone: «Poi le portiamo a Catania e organizziamo i viaggi per Roma. Ci facciamo pagare 1500 euro, di questi io guadagno 500 euro a persona».

IL TRASPORTO
Asghedom parla con un donna di nome Sara in tigrino. Si scusa con lei perché è sempre impegnato al campo, lui lavora con le persone che gli mandano Jabir, Ermias e Abdelrazak e tutta la giornata è impegnato a trasportare persone con tre, quattro, macchine in città, e che ha una casa a disposizione dove mettere le persone. Confida alla ragazza inoltre che tutti e tre, Jabir, Ermias e Abdelrazak, hanno i suoi numeri di telefono.

LA CASA DA 13 MILIONI
Medhane chiede se può avere problemi visto che ha del denaro, Abdu risponde che l'importante è utilizzarli con attenzione senza dare nell'occhio. Medhane si informa come può gestire i soldi guadagnati, Abdu lo informa che il governo della Svezia controlla tutti i passaggi bancari e fa molte domande su tutto, Medhane chiede se è possibile, una volta ottenuti i documenti, andare a Dubai, mettere i soldi in banca e rientrare in Europa. Abdu risponde che non ci sono problemi perché basta mettere i soldi in una banca internazionale e che comunque è consigliabile farsi aiutare da una persona che ormai vive da tanto tempo lì ed è in regola per cui non dà sospetti. Prima di concludere Medhane informa Abdu che in Eritrea sta comprando una casa del valore di 13 milioni.


2.300 DOLLARI A VIAGGIO
Ermias parla con Gerensea. Quest'ultimo dice che sta chiamando dall'America per chiedere di un ragazzo che si chiama Efram Melake che si dovrebbe trovare con loro in Libia, e per cui Gerensea ha inviato per Ermias in Sudan la somma di 2300 dollari, 1800 per la traversata del mare e 500 per l'alloggio, non riuscendo a trovare Yemane (responsabile per Ermias) i soldi li ha inviati a Kidane ed aggiunge che ha avuto un contatto con Efram il quale gli diceva che mancano ancora 200 dollari e dice ad Ermias che lui ha mandato la cifra concordata. Ermias dice che i soldi in più può essere che li ha trattenuti in Sudan chi li ha ricevuti come compenso per la spedizione. Gerensea specifica che oltre la cifra di 2300 dollari ha pagato anche 250 dollari come compenso per la spedizione abusiva. Asghedom, invece, parlando con una donna, dice che sono arrivate mille persone tramite Ermias e questo ha guadagnato 100mila dollari.

80MILA DOLLARI A NAVE
Una donna chiede ad Asghedom se ha chiamato Ermias. Asghedom risponde che Ermias ha il telefono spento, perchè oggi è arrivata una sua nave e quando lui fa partire una nave ha sempre il cellulare spento. La donna riferendosi ad Ermias dice ad Asghedom che per lui è molto meglio se va via dalla Libia. Asghedom le risponde che per Ermias è molto difficile uscire dalla Libia perchè ormai è ricercato da tutti e rischia fino a 5 o 10 anni di carcere. Per lui sarebbe meglio tornare a Addis Abeba, perché ormai ha guadagnato tanti soldi da vivere benissimo per 20 anni, poiché ogni nave che manda guadagna 80mila dollari.


I SOLDI IN SVIZZERA
Asghedom continua parlando di Ermias, dicendo che quelli che lavorano con lui sono chiamati i colonelli, che lui i soldi dei ricavi li mette in Svizzera e in Israele e che ora lui gli deve inviare le sue fotografie per fargli fare la patente di guida libica. Poi parla di un uomo di fiducia di Ermias che abita a Kartoom, tale Mulugata Abay, che raccoglie dei soldi, 30mila-40mila dollari per conto di Ermias e poi glieli invia.

«SIAMO LADRI»
Ermias parla con un certo Tesfit. Quest'ultimo riferisce che ha attualmente 164.265 (presumibilmente dollari), Ermias dice a Tesfit di prendersi la sua parte come ricompensa e di aggiungere 4mila per le commissioni. Domanda inoltre se ha i codici giornalieri e Tesfit risponde che ancora non sono arrivati. Tesfit lo informa che una delle due persone continua a chiamare ed è preoccuppata e chiede se sono andati da lui. Ermias dice che non sono andati con la sua organizzazione e aggiunge di aver parlato con un libico per le 37 persone che arriveranno dopo due giorni. Deve spiegargli di non chiamare troppo altrimenti rischiano di venire intercettati. Ermias afferma che loro fanno il lavoro di ladri e non sono il governo che può aiutare e ascoltare tutti.


BARCONI STRAPIENI
Medhane dice ad un uomo eritreo che sta accogliendo 33 migranti e gli chiede di cercare un ragazzo, tra i migranti, di nome Hawet. Di seguito discutono di migranti che devono arrivare o partire. Medhane dice all'uomo che lui non ha nessun problema, l'unico è che ha troppi migranti, quindi spera solo che possano arrivare a destinazione sani e salvi. I due in toni ironici scherzano su quello che viene detto di Medhane e di un altro trafficante, per via web, cioè che il trafficante mette 500 migranti in un barcone (capienza giusta), mentre Medhane ne imbarca più di quanto il barcone possa accogliere, quindi ne aggiunge altri ai 500 migranti previsti.


«COSÌ SI RISCHIA LA VITA»
Un tal Iseyas parla con una ragazza di nome Haben Aben, che gli dice di essere arrivata ora e di essere da poco uscita dal carcere. L'uomo chiede alla donna se una ragazza di nome Semar sia già partita, l'interlocutrice risponde di sì e che già una barca è partita e che loro non sanno quando partiranno. La ragazza dice di aver saputo che nella spiaggia dove devono essere portate ci sono già circa mille persone e che lei vuole andare in quella spiaggia perché vi sono le sue connazionali. L'uomo cerca di farla riflettere perché con un numero così elevato di persone si rischia la vita. La ragazza risponde che ci penserà e chiede a Iseyas di mettersi d'accordo per il pagamento del viaggio.


I PARENTI CHE TELEFONANO
Asghedom parla con una donna in amarico, le dice che sono preoccupati in quanto non si hanno più notizie di un'imbarcazione. La donna chiede quando sia partita questa imbarcazione e quante persone vi erano a bordo, Asghedom dice che ce n'erano 260 e che la nave era partita da 11 giorni. Spiega pure che riceve tante telefonate dei parenti che si trovano in Etiopia ed in Eritrea e lui non sa cosa dirgli.


IN 117 NASCOSTI IN CASA
Asghedom parla degli eritrei che volevano fuggire da Favara. «Li ho portati in auto poco alla volta per non destare sospetti». Continua dicendo che tornerà a Favara in quanto sono tantissime le persone che vogliono fuggire. La donna chiede se abbia spazio a sufficienza per poterle ospitare tutte, Asghedom dice che le fa dormire anche in piedi e che in questo momento nella casa di Catania ha 117 persone. Aggiunge che appena arrivano i soldi le fa partire subito.


I SOLDI ALL'ESTERO
Medhane parla con un eritreo. L'uomo gli dice che lui può mandare i soldi in varie località: America, Inghilterra, Germania, Norvegia e Israele. Medhane risponde che lui ha già contatti per Israele e Italia e chiede al suo interlocutore di dargli il nominativo del soggetto che si trova in Inghilterra.

NE HO FATTI PARTIRE 8MILA
Selie parla con Medhane. Quest'ultimo gli dice che i suoi migranti sono arrivati e che solo quest'anno ha lavorato molto bene e che ha fatto partire circa 7mila-8mila persone. Poi, ad un altro uomo riferisce che stanno organizzando per consentire la partenza di tutte le persone, aggiungendo che qualche giorno fa hanno organizzato un viaggio di altre persone ma che non sanno che fine hanno fatto dicendo che probabilmente sono morte. Medhane dice poi di avere nascosto circa 600 persone e che ieri notte le ha fatte partire. In un'altra intercettazione l'interlocutore gli dice che di quei 400 migranti partiti, ne sono sopravvissuti solo 4.

maurixio
Inviato: 22/4/2015 0:40  Aggiornato: 22/4/2015 0:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/4/2007
Da:
Inviati: 333
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Ragionare di questi temi senza avere alcun tipo di sovranità è un po' come essere senza gambe e scervellarsi di come battere Bolt alle finali dei 100.

Raginare si deve! altrimenti..
http://www.ilgiornale.it/news/politica/libia-ricetta-prodi-non-spariamo-agli-scafisti-sfamiamo-1118896.html

si rischia di finire così.

manofmonk
Inviato: 22/4/2015 2:46  Aggiornato: 22/4/2015 2:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/2/2015
Da: LUNA
Inviati: 153
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
afabbri73
Ma dopo tutta quella pappardella, lei ha una soluzione al caso? Ha qualche soluzione che riesca a far capire al mondo intero che quello che dice possa risolvere qualcosa?
Riesce a spiegarlo ai GRANDI POTENTI del mondo che stanno lì a girarsi i pollici dalla mattina alla sera?
Qualcuno è disposto ad ascoltarla?
Riesce a far capire le sue opinioni al parlamento nazionale, europeo e mondiale?
Crede veramente ma veramente che la stanno ascoltando?
Crede veramente che tutto quello che diciamo gli importi qualcosa?
Crede veramente che ai "governanti" gli importi un fico secco di tutte le puttanate che diciamo?
Crede veramente che gli italiani siano stupidi?
Crede che la gente non si sia rotta i coglioni con tutte queste stupidaggini senza senso?
Perchè domani mattina non va nella sua piazza con un BEL cartello con su scritto:
FACCIAMO SCHIFO noi politici di merda che pensiamo solo
a noi stessi?
Quindi, o ci da una risposta seria al problema, oppure qui
continuiamo a sparare cazzate da oggi a tutta l'eternità come sanno fare anche i bambini e andiamo sempre più verso la catastrofe totale.

Quando non ci sarà più posto all'inferno, i morti cammineranno sulla terra.
afabbri73
Inviato: 22/4/2015 3:02  Aggiornato: 22/4/2015 3:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/5/2011
Da:
Inviati: 302
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Ho risposto ad un commento sotto poco fa... Se vuoi te lo ripropongo

Sono bombardato di Minias quindi ho fatto copia incolla.
Era riferita ad un altro commento:

L'unica cosa che posso dire per esperienza, avendo viaggiato assai, è che "è l'ambiente che educa".
Massimo potrebbe aver raccontato l'aneddoto del ragazzo col carrello, ma volevo dirti che anche io ho vissuto a Los Angeles per un discreto tempo, e gran parte da randagio e lui può testimoniarti perché ci siamo conosciuti là. Come altresì può testimoniarti che l'ambiente americano non ti permette di far quel che vuoi, non ti permette di sgarrare e se lo fai, poi, non puoi lamentartene. Chiunque varchi la soglia del paese a stelle e strisce sa a cosa va incontro, ma la cosa più interessante è che ti da quel quid in più, ossia, quando qualcuno ti viene a trovare, la prima cosa che gli consigli, prima dei posti dove andare a mangiare, è di attraversare la strada sulle strisce aspettando il verde, insomma, di non comportarsi come se si fosse in Italia. Scatta il riflesso, l'automatismo del passaparola. La stessa cosa succede in Italia, solo che al contrario: chiunque varchi la soglia del nostro paese, arriva con la consapevolezza di arrivare in un Paese semplice e molto tollerante sotto il profilo dell'illegalità. Chi arriva nel nostro paese, proviene da territori di differente educazione, differente morfologia, differente qualità della vita. Per uno abituato a vivere in una stalla, passare in una bettola equivale entrare nel futuro. Il primo scoglio che ho dovuto superare rientrando in Italia, è stato il più difficile: anziché trovarmi a fare un percorso inverso, mi sono ritrovato a fare un viaggio indietro nel tempo, soprattutto sotto il profilo di mentalità e dinamica sociale, oltre che tecnologico. L'archetipo psichico non è solo substrato intellettuale riconducibile all'uomo ma anche un fattore psicologico ambientale: prendi un contadino di Canicattì e fallo svegliare in Piazza 5 giornate a Milano oppure nei pressi di Roma Termini e poi guarda che succede. Se vuoi creare un qualcosa di valido per fronteggiare gli sbarchi o qualsiasi altra interferenza esterna, devi cambiare il profilo educativo intero della Nazione. L'Italia è un paese che vive di troppe individualità, di pensieri frazionati come frazionato è il suo intero territorio. Io sono di Rimini, già ci sono differenze di comportamento andando a Riccione, se faccio 25 chilometri e vado a Cesena già mi trovo in un altro mondo. L'Italia vive di derby, di Roma Lazio, Milan Inter, di Nord contro Sud, di isole contro penisole. È inutile che ci giriamo intorno, il problema principale in Italia è sotto il profilo psicologico ed educativo. Il problema principale dell'Italia è la sua proverbiale e "dotta" ignoranza. Noi siamo storia (ma anche no), e siamo rimasti nella storia, con il solo problema che ognuno è rimasta nella sua. Noi non abbiamo assolutamente le qualità per fronteggiare questo disagio proprio per cultura, e te lo dice il figlio di un Paese che ha fatto dell'accoglienza la sua matrice, Rimini per quasi un secolo è stato un porto di mare. I vecchietti della costa parlano ancora italiano, dialetto, tedesco e francese, i figli italiano, i nipoti non rasentano i 160 caratteri di un sms. Io sono classe '73, 42 anni finiti, a 13 anni davo nel lei agli adulti e del voi agli anziani. Oggi oltre dimostrare una grande ignoranza abbiamo perduto anche il rispetto dei nostri predecessori. In Italia c'è solo un problema e non è quello economico, ma quello mentale.
Dobbiamo arrivare alla vera unità d'Italia.

Poi ci sono altre soluzioni politicamente molto più drastiche che citerei volentieri se non fossi assuefatto di Minias

afabbri73
Inviato: 22/4/2015 3:15  Aggiornato: 22/4/2015 3:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/5/2011
Da:
Inviati: 302
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Domani giuro che mi impegno, buonanotte

manofmonk
Inviato: 22/4/2015 3:28  Aggiornato: 22/4/2015 3:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/2/2015
Da: LUNA
Inviati: 153
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Adesso siamo arrivati all'ignoranza del sud...HAHAHAAAAAHAAAAAHAAAAAAHAAAAA!!!!!
Non sanno più cosa inventarsi!!! Hahahaaaa!!!
Troppo forte!!!
Perchè i discorsi che fa berlusconi e co. sono ragionamenti seri hahahaaaaahaaahaaaaa!!!!!!
Questo mondo è meraviglioso!!!
Haaaaahaaaaahaaahaahaaa!!!!!!!!

Quando non ci sarà più posto all'inferno, i morti cammineranno sulla terra.
igork58
Inviato: 22/4/2015 4:18  Aggiornato: 22/4/2015 4:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/2/2007
Da: yantai-china
Inviati: 117
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Basta far una legge con obbligo di lavoro per gli immigrati. Loro lavorano e gli italiani campano da mantenuti col reddito di cittadinanza dei grillini.

Vitriolum
Inviato: 22/4/2015 10:20  Aggiornato: 22/4/2015 10:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 202
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citazione:
I leghisti, come sempre, la fanno cruda e semplice: "fermiamoli a casa loro", dicono. Poi però nessuno di loro sa spiegare come si possa effettivamente andare ad arrestare questo flusso impazzito all'origine, visto che la Libia in questo momento non è esattamente un paese con cui avere "relazioni diplomatiche".


Ma cosa ci impedisce tecnicamente di farlo?

voglio dire...andare la e bombardare ok...andare la e fermare i barconi in partenza no?

REMEMBER YOURSELF, ALWAYS AND EVERYWHERE
Sertes
Inviato: 22/4/2015 10:55  Aggiornato: 22/4/2015 10:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citazione:
Vitriolum ha scritto:
voglio dire...andare la e bombardare ok...andare la e fermare i barconi in partenza no?


Che domanda innocente. Siamo andati a bombardare i terroristi, non lo sapevi?
Sostenere che tutti quelli che scappano dalla guerra siano terroristi è un po' grossa da mandar giù pure per i telespettatori italiani.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
alsecret7
Inviato: 22/4/2015 11:33  Aggiornato: 22/4/2015 11:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
io credo che tutto questo sia voluto! ce un giro di denaro enorme! giocando sulla pelle della povera gente! poi o sentito dire da qualche politico che questa gente sara il futuro del'italia saranno quelli che pagheranno le nostre pensioni! e saranno quelli che prenderanno il posto nelle fabbriche! perche accetteranno uno stipendio da fame senza fiatare! ecco il perche di tutto questo! date tempo al tempo! problema reazione soluzione il solito gichino! dove litaliano ci casca sempre!

Vitriolum
Inviato: 22/4/2015 11:38  Aggiornato: 22/4/2015 11:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 202
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
caro Sertes,

premessa: Massimo ha lasciato intendere che la proposta leghista "fermiamoli a casa loro" non sia fattibile

riformulo quindi la domanda: se è stato possibile fare il macello che abbiamo fatto, cosa ci impedisce di schierare navi della marina vicino alle coste libiche?

ergo..abbiamo fatto 30, e mi si dice che non si può fare 31?

è una domanda di tipo tecnico (non sto trattando il tema umano)

REMEMBER YOURSELF, ALWAYS AND EVERYWHERE
Sertes
Inviato: 22/4/2015 11:45  Aggiornato: 22/4/2015 11:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Vitriolum, noi non abbiamo fatto 30, noi abbiamo fatto 3: concedere le basi aeree agli americani, stracciare il patto con Gheddafi, e stare in silenzio mentre i francesi bombardavano a loro volta.

Noi abbiamo fatto veramente pochi macelli, perchè se è vero che qualche missione di bombardamento italiana in realtà l'abbiamo fatta, siamo stati soprattutto semplici spettatori di quello scempio.

Perchè mai dovremmo prendere un iniziativa, quando lo sport italiano da 20 anni è l'immobilismo e la lamentela?

Tu sapresti dire una situazione che sia una che negli ultimi 20 anni si sia risolta per merito di una azione italiana?

Allora continueremo come finora, perchè tecnicamente fare qualcosa costa, in termini monetari, politici, e d'immagine. Se stai fermo invece per poco che fai sembra che hai una reazione ad eventi altrui, e per poco che fai sembra già tanto.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Vitriolum
Inviato: 22/4/2015 11:49  Aggiornato: 22/4/2015 11:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/11/2011
Da:
Inviati: 202
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Uffa Sertes

mi interessa sapere perchè non potremmo farlo, non perchè non dovremmo

mi sembra di essere stato abbastanza chiaro

c'è un limite obiettivo (impossibilità attuativa) dell'opzione "fermiamoli a casa loro" di Salvini?

mi par di capire che secondo Massimo ci sia, chiedo a chi ne ha voglia di approfondire

Grazie

REMEMBER YOURSELF, ALWAYS AND EVERYWHERE
toussaint
Inviato: 22/4/2015 11:54  Aggiornato: 22/4/2015 11:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Allora:
Bombardare i barconi (tutti specificano, vuoti, e ci mancherebbe altro) è una minchiata.
Perché?
Perché gli scafisti mica sò scemi che tengono le barche a prendere il sole, è chiaro che sono ricoverate in hangar e poi escono sulla riva al momento di imbarcare i migranti ed è praticamente impossibile riuscire a colpirli in quei pochi secondi in cui restano vuoti.
Secondo, il blocco navale, ma che vuol dire? Il blocco navale è per definizione un atto di guerra proprio perché le navi assedianti possono fare ciò che vogliono, nel momento in cui tenti di forzare il blocco, e dunque anche affondarti.
In questo caso, non si può fare (e ribadisco sempre, meno male), non solo la prima nave che incrocia i barconi deve tirarli su e portarli nel proprio paese, accordo di Dublino che il Renzi non ha voluto cambiare.


edit: sorry, ho sbagliato un pò di punteggiatura e non si capiva più una minchia, corretto.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
afabbri73
Inviato: 22/4/2015 12:07  Aggiornato: 22/4/2015 12:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/5/2011
Da:
Inviati: 302
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Manofmonk, dove hai letto l'ignoranza del sud? È uso comune di voi utenti leggere cose che non esistono facendone proprie e imputandole ad altri?
Indicami dove io ho parlato di "ignoranza del sud" e se è vero che l'ho scritto ti chiederò scusa.

toussaint
Inviato: 22/4/2015 12:13  Aggiornato: 22/4/2015 12:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
per afabbri73, lascia perdere il minias, ti ammazza.
e lo dico per esperienza diretta...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Semmai
Inviato: 22/4/2015 12:21  Aggiornato: 22/4/2015 12:21
So tutto
Iscritto: 17/1/2012
Da:
Inviati: 5
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Qualcuno mi spieghi perché io con il mio passaporto italiano posso andare praticamente in tutto il mondo e un africano no. Poi possiamo iniziare a parlare di soluzioni...

Pasquino
Inviato: 22/4/2015 12:21  Aggiornato: 22/4/2015 12:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/7/2005
Da:
Inviati: 234
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
A me sembra che tutto sia montato per fare dell'Italia una Nazione di approdo, peccato che poi il resto d'Europa poi non accolga coloro che tanto scalpita approdino nelle Nazioni Europee.

Quantifichiamo intanto in una immagine quali siano, nell'ennesimo caso di naufragio le reali COLPE italiche, una eloquente immagine parla più di mille parole, se si considera che il punto di rottura del barcone é avvenuto a 60 miglia nautiche dalla Libia e ben 250 miglia dalle coste italiane.



E' forse colpa nostra o il vero responsabile gioca a nascondino?

Lo Stato al cittadino pignora, all'industriale elargisce, al banchiere regala.
Sertes
Inviato: 22/4/2015 12:24  Aggiornato: 22/4/2015 12:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citazione:
Vitriolum ha scritto:
mi interessa sapere perchè non potremmo farlo, non perchè non dovremmo

mi sembra di essere stato abbastanza chiaro

c'è un limite obiettivo (impossibilità attuativa) dell'opzione "fermiamoli a casa loro" di Salvini?


La risposta alla tua domanda è sì: possiamo aprire il fuoco su gente disarmata che sta scappando dalla guerra. Uccidere i fuggiaschi. Oppure più elegantemente speronare i loro barconi, e farli affogare. Tecnicamente nessuno ce lo impedisce, i meno stronzi siamo noi, se scendiamo al livello delle altre nazioni (come Salvini chiede) tutte le altre nazioni non possono che esserne sollevate.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
milestone
Inviato: 22/4/2015 12:24  Aggiornato: 22/4/2015 12:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/4/2005
Da:
Inviati: 64
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Solita storia: ci danno un secchiello, ci mettono davanti al mare, ci dicono di svuotarlo....e tutti li a discutere se il secchiello è troppo piccolo o il mare è troppo grande!!
I migranti sono il prodotto di un modello di società, se non si cambia il modello non si cambia il prodotto.
Una soluzione a breve termine, semplicemente, non esiste.
Rassegniamoci alle carneficine, oggi dei migranti domani degli ospiti.....

Precisazione: non sono disfattista, qualunquista, nichilista......tutti-gli-altri-ista, ma penso che i problemi vadano affrontati e risolti al giusto livello. Problemi di organizzazione della società su scala mondiale, non possono essere affrontati a livello di Renzi, dei 5 stelle o (tanto meno) di Salvini.

Argo1
Inviato: 22/4/2015 12:30  Aggiornato: 22/4/2015 12:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/3/2015
Da:
Inviati: 88
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
L'America minimizza. Parole di Obama:
"Il problema dei rifugiati dalla Libia - dice in un'intervista a Msnbc - è il risultato dei conflitti tribali e delle differenze religiose in Libia che stanno creando il caos"
(Colpe anche loro? Ma quando? Dove?)
ed infine:
"Ci vorrà del tempo, ma vi ricordo che in realtà probabilmente adesso ci sono meno guerre e meno violenze di quanto non ce ne fossero 30 o 40 anni fa".
Se lo dice lui.
fonte: http://www.ilgiornale.it/news/mondo/obama-caos-libia-causa-instabilit-e-sbarchi-1119280.html

MARCO M5S
Inviato: 22/4/2015 12:42  Aggiornato: 22/4/2015 12:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/11/2013
Da:
Inviati: 153
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Poche ore fa: Di Battista risponde in faccia a Renzi dopo la comunicazione del pres. del consiglio in parlamento sulla strage dei migranti.

https://www.facebook.com/dibattista.alessandro/videos/693371580774909/

Marsi
Inviato: 22/4/2015 13:10  Aggiornato: 22/4/2015 13:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 190
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
L'argine lo si può mettere benissimo. Si fa un blocco navale giusto in prossimità delle coste libiche.
Non possiamo accogliere più nessuno, facciano qualcosa gli altri, Russia, Cina , Sudamerica e Africa stessa.
Stanno sempre a puntare il dito contro di noi dicendo cattivi dimostrino di essere migliori.

igork58
Inviato: 22/4/2015 13:32  Aggiornato: 22/4/2015 13:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/2/2007
Da: yantai-china
Inviati: 117
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citazione:
Qualcuno mi spieghi perché io con il mio passaporto italiano posso andare praticamente in tutto il mondo e un africano no. Poi possiamo iniziare a parlare di soluzioni...


Col passaporto africano fai il visto e vai dove vuoi.

infosauro
Inviato: 22/4/2015 14:02  Aggiornato: 22/4/2015 16:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2375
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citazione:
Nel nostro piccolo potremmo iniziare con il boicottare (cosa che faccio da anni) tutte le schifose multinazionali che fanno profitti immensi con lo sfruttamento delle aree povere del pianeta, tralaltro lessi qualche tempo fa che, molto probabilmente, alcune di queste società fanno affari d'oro anche con i flussi migratori verso l'Europa.[...]

DarthLagan, io tempo fa avevo aperto una discussione sul boicottaggio. La puoi trovare a questo link:
http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?viewmode=flat&topic_id=4879&forum=6
Ti spiace elencare tutte le multinazionali che, certamente, sono invischiate in loschi affari?

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
DarthLagan
Inviato: 22/4/2015 14:15  Aggiornato: 22/4/2015 14:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/7/2012
Da: Torino
Inviati: 190
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citazione:
Dart, io tempo fa avevo aperto una discussione sul boicottaggio. La puoi trovare a questo link: http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=4879&forum=6&post_id=134823#forumpost134823 Ti spiace elencare tutte le multinazionali che, certamente, sono invischiate in loschi affari?


Ok, appena riesco posto un elenco nella discussione. Ora non riesco e a casa ho un librettino in cui inserisco le aziende che io e la mia compagna boicottiamo per i più svariati motivi.
Comunque se hai uno smartphone (Samsung tralaltro è entrata nella mia lista dopo che ho comprato il cellulare, pensavo che fosse un po' onesta e invece...) con Android ti consiglio l'applicazione Buycott, in cui sono inserite tutte le campagne di boicottaggio attive, inoltre ha l'opzione di lettura del codice a barre che ti dice tutti i riferimenti di ogni prodotto, compresa l'azienda madre e se vi sono campagne di boicottaggio attive.

Pyter
Inviato: 22/4/2015 14:44  Aggiornato: 22/4/2015 14:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Migranti: esiste una soluzione?

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Stampede
Inviato: 22/4/2015 14:49  Aggiornato: 22/4/2015 14:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/11/2006
Da:
Inviati: 53
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Io ho trovato la riflessione di Silvano Agosti sul problema migranti estremamente interessante, la potete trovare qui:

http://www.silvanoagosti.com/2015/04/22/le-citta-aperte/1484

perspicace
Inviato: 22/4/2015 15:27  Aggiornato: 22/4/2015 15:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
@ DarthLagan

Citazione:
Ok, appena riesco posto un elenco nella discussione. Ora non riesco e a casa ho un librettino in cui inserisco le aziende che io e la mia compagna boicottiamo per i più svariati motivi.
Comunque se hai uno smartphone (Samsung tralaltro è entrata nella mia lista dopo che ho comprato il cellulare, pensavo che fosse un po' onesta e invece...) con Android ti consiglio l'applicazione Buycott, in cui sono inserite tutte le campagne di boicottaggio attive, inoltre ha l'opzione di lettura del codice a barre che ti dice tutti i riferimenti di ogni prodotto, compresa l'azienda madre e se vi sono campagne di boicottaggio attive.


Allora dovresti boicottare anche Google e i prodotti Google come Android visto che Google è ufficialmente anche un azienda di armamenti dopo aver battuto la DARPA ed essersi accaparrata la produzione di Robot da combattimento e sistemi per la guerra elettronica e lo spionaggio.


Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
toussaint
Inviato: 22/4/2015 15:37  Aggiornato: 22/4/2015 15:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
E su molti prodotti, dietro ci trovi la stella di Davide:

Farmaci generici: l'israeliana Teva si compra la rivale Mylan



edit: si badi bene, Mylan ha 30 miliardi di dollari di ricavi all'anno (9 miliardi di margine operativo lordo) e la Teva fa un'offerta di 40 miliardi contro un valore di mercato di Mylan di 33!!!
Capito quanto rendono i farmaci?
Questi si comprano un'intero Stato europeo quando e come vogliono.
E la gente muore in mare...


edit2: e i farmaci generici sono una truffa in sé, uno quando sente "farmaco generico" pensa ovviamente a farmaci prodotti da piccole aziende, magari locali.
E invece no, sempre di una multinazionale si tratta, anzi in regime massimo di duopolio, solo che uno non conosce il brand e pensa che Mylan sia solo un identificativo del farmaco generico.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Parsifal79
Inviato: 22/4/2015 15:43  Aggiornato: 22/4/2015 15:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2015
Da: Ἀρκαδία
Inviati: 1000
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/04/22/immigrazione-napolitano-i-governi-abbiano-coraggio-dire-verita/1613746/

“I governi devono avere il coraggio di dire la verità. Mi auguro che voglia farlo anche il governo italiano davanti agli italiani”. L’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano è intervenuto in Parlamento dopo l’informativa del presidente del Consiglio Matteo Renzi e ha invocato la necessità di riflettere su un nuovo assetto globale. “Siamo arrivati al dunque, ad un momento che mai si era vissuto dal 1989: occorre riflettere sull’assoluta esigenza su cosa possa essere un nuovo, più giusto e sostenibile ordine mondiale”.

La reazione più dura contro l’ex Capo dello Stato è arrivata dal capogruppo M5S Bruno Marton: “Si vergogni, ma quale nuovo ordine mondiale. Non basta quello che è stato fatto contro quei popoli. Una nuova colonizzazione, sono disgustato dalle sue frasi e dalla sua idea. E voi in Aula avete pure applaudito”

toussaint
Inviato: 22/4/2015 15:45  Aggiornato: 22/4/2015 15:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Ora che non è più PDR, si può dire che Napolitano è un noto massone, e di tradizione familiare pure?

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Parsifal79
Inviato: 22/4/2015 16:04  Aggiornato: 22/4/2015 16:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2015
Da: Ἀρκαδία
Inviati: 1000
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citazione:
toussaint: e di tradizione familiare pure?


Parrebbe di si

http://temi.repubblica.it/micromega-online/i-segreti-di-napolitano/

«Già il padre di Giorgio Napolitano è stato un importante massone, una delle figure più in vista della massoneria partenopea»

manneron
Inviato: 22/4/2015 17:33  Aggiornato: 22/4/2015 17:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/2/2006
Da:
Inviati: 951
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
la soluzione, cmq, è semplice. si fa come ha sempre fatto un paese serio: si prendono accordi col governo locale. non esiste il governo locale? peggio per loro. si procede unilateralmente, perchè la libia sta di fatto attaccando l'italia con flotte di immigrati allo scopo di danneggiarci, quindi è pienamente nel nostro diritto intervenire. lo considerano un atto di guerra? si va in guerra. ci prendiamo tutti i pozzi petroliferi e sterminiamo tutti quelli che ci vengono contro fino a che non la finiscono. un paese non in grado di governarsi, merita questo e basta.
In fondo, abbiamo comprato gli f35 o qualunque altro nome abbiano, allora usiamoli o cosa li abbiamo comprati a fare? bisogna essere ipocriti per comprare armi del genere per poi non usarle contro un chiaro attacco da un'altra nazione. non è possibile che un territorio da 60 milioni di abitanti abbia paura di uno da 5 milioni sparsi sul quadruplo del territorio. si usano come poligono di tiro, fino a che non vengono a miti consigli o si sterminano, poi si mette su un dittatore di nostro gradimento e gli si pagano ogni tanto i danni di guerra in cambio di petrolio scontato. fra 1000 anni quando i libici si saranno evoluti allora si faranno la loro democrazia.

wendellgee
Inviato: 22/4/2015 17:49  Aggiornato: 22/4/2015 17:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/1/2013
Da:
Inviati: 700
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
@manneron
Citazione:
si usano come poligono di tiro, fino a che non vengono a miti consigli o si sterminano, poi si mette su un dittatore di nostro gradimento e gli si pagano ogni tanto i danni di guerra in cambio di petrolio scontato


Questo è quello che Europa e USA continuano a fare con l'Africa.
Purtroppo, sono le guerre d'invasione producono la migrazione delle popolazioni e non il contrario.

Posso chiederti quanti anni hai?

Il mio blog:
lumiebarlumi.blogspot.com
Democrazy.ch
Inviato: 22/4/2015 17:49  Aggiornato: 22/4/2015 17:49
So tutto
Iscritto: 3/4/2015
Da:
Inviati: 13
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
questione difficile e complicata.
Provo a dire la mia:
partiamo dal fatto che gli imigrati fanno comodo a quasi tutti:
la Lega in primis per sfruttare il malcontento e l'odio per il diverso che il partito stesso per natura ha nel suo dna... che sia contro il sud,contro chi "non" lavora,contro chi emigra,insomma sempre contro,oggi anche contro l'euro,il tutto MAI seguito dai fatti e dico MAI..infatti ad esempio loro insieme al PD e a Forza Italia hanno avuto la brillante idea di inserire il pagamento del debito in costituzione...(ad es) ma per restare in tema la FINI/GIOVANARDI è opera loro.
I profughi,come ampiamente dimostrato sono un businnes per le coperaztive rosse da anni così come i campi ROM lo sono per molti comuni leghisti e non.
senza pensare alla marea di "aiuti" che arrivano dall'europa sotto forma di "euro finanziamenti" per l'arrivo degli extracomunitari che finiscono immancabilmente nelle casse dei partiti e delle varie "onlus" che gestiscono sul territorio la questione degli sbarchi.
Insomma tutti ne traggono benefici.
A mio avviso il movimento 5 stelle ha centrato il problema,anche se chiaramente l'idea di di Maio è solo un voler porre l'attenzione all'origine del problema per far ragionare la gente che se i profughi esistono è perchè se ne devono obbligatoriamente andare dai loro paesi natii.
Detta con un esempio:
"un mio carissimo amico Afghano(collega di lavoro in ristorante) ha dovuto,insieme alla familia abbandonare l'Afghanistan appena iniziarono i bombardamenti degli stati uniti più di dieci anni orsono"
Come lui Iraq,Libia,Siria,Palestina coi loro profughi si possono attribuire agli stessi "colpevoli" vanno aggiunti chi scappa da paesi con guere interne(anche queste spesso fomentate e nutrite dalle stesse organizzazioni paramilitari piu o meno ufficialmente).
Quidni se si volesse risalire ai colpevoli al 99% delle volte si finisce col guardasi allo "specchio"..essendo l'Italia un paese NATO,seguendo politiche energetiche filo americane...producendo armi(italia quarto posto al mondo come produttore).
Per dirla in parole povere gli stati da dove scappano questi poveracci sono gli stessi che bombardiamo e a cui derubiamo materie prime come Carbone(centrali libiche che producono energia proprio per l'italia),GAS(riscaldamento),Petrolio(automobili e energia),e molto ma molto altro,dai diamanti all'oro,pietre preziose,ma anche Uranio(Afghanistan) e Eroina... nella migliore delle ipotesi li ripaghiamo con cifre irrisorie di petrol dollari o petrol euro(che finiscono ai governanti corrotti dei vari paesi)nella peggiore li ripaghiamo in armi(spesso obsolete per noi e/o fuori produzione) oppure in droga/farmaci(scaduti) che finiscono nelle amni peggiore,cioè ai vari eserciti ribelli e non.
Insomma se ci guardiamo indietro e seguiamo i "soldi" i colpevoli sono facili da trovare la soluzione unica sarebbe dire basta a questo businnes selvaggio e deregolamentato,ma per farlo serve una classe politica che sia estranea a questi guadagni e a questi interessi.
quidni ai giorni nostri è praticamente impossibile.
chi ci ha provato come il m5s è stato messo all'angolo,attaccato in coro dalla stampa e infangato giornalmente da tutti quelli che si sono sentiti minacciati i loro interessi che da anni erano stati assicurati proprio da politici consenzienti e partecipi.
così come la stampa non appoggierà mai il m5s che per statuto vuole abolire i finanziamenti all'editoria,la Lega non appoggerà mai politiche volte a risolvere definitivamente il problema dell'immigrazione che gli fornisce un bacino enorme di elettori,e il PD neanche farà qualcosa contro il guadagno delle Coop che sono la base stessa del partito....
è come chiedere ad un benzinaio di promuovere la vendita di vetture elettriche...

Democrazy.ch
Inviato: 22/4/2015 17:56  Aggiornato: 22/4/2015 17:56
So tutto
Iscritto: 3/4/2015
Da:
Inviati: 13
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
col pass africano fai il visto e vai dove vuoi per una settimana in ferie...forse...
dentro la comunità europea NON puoi stare neanche se sei Russo,figurati Africano.
o ti sposi se non te ne torni a csa anche se hai il lavoro in molti stati.
e se chiedi asilo politico e come stare ai domiciliari.
informati prima di dire fesserie

igork58
Inviato: 22/4/2015 18:50  Aggiornato: 22/4/2015 18:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/2/2007
Da: yantai-china
Inviati: 117
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citazione:
col pass africano fai il visto e vai dove vuoi per una settimana in ferie...forse...
dentro la comunità europea NON puoi stare neanche se sei Russo,figurati Africano.
o ti sposi se non te ne torni a csa anche se hai il lavoro in molti stati.
e se chiedi asilo politico e come stare ai domiciliari.
informati prima di dire fesserie


Hey amico democratico, informati te prima di sparar minchiate.
E cmq mondo non e' solo Europa.

perspicace
Inviato: 22/4/2015 19:07  Aggiornato: 22/4/2015 19:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
La soluzione?

Blocco navale delle coste libiche, motivazione? Il 90% dei clandestini arriva da li.

Poiché non si parla di 1000 persone ma di 1 milione che negli ultimi anni sono sbarcati in Italia a 100'000 l'anno la questione va trattata come un invasione del territorio italiano

Dopo aver attuato il blocco navale delle coste libiche TUTTI profughi-clandestini intercettati in mare andranno portati in un campo profughi permanente costruito in territorio libico che verrà considerato Territorio ONU e non in territorio Europeo quindi in Italia.

Il campo profughi: Si confiscando temporaneamente fino alla fine degli esodi 200 o 300 ettari di territorio libico e si realizza un campo profughi permanente completo, quindi con ospedali, scuole, negozi e tutto ciò che una città dovrebbe avere.

VA fatta una distinzione fra i "rifugiati" in fuga dalla guerra e dai regimi, e i migranti che si imbarcano seguendo il "sogno europeo".

I profughi in fuga resteranno al sicuro nel campo profughi, campo che verrà protetto da truppe Europee e ONU per garantire la sicurezza delle persone al suo interno, minacciata da ISIS e altri gruppi violenti.


Mentre i "migranti" che inseguono il "sogno europeo" verranno portati e tenuti nel campo profughi sino a che l'Europa non gli avrà concesso un visto per entrare nei territori europei, solo dopo che avranno completato tutti gli incartamenti e i controlli potranno venire in territorio europeo. Quelli che riceveranno il visto d'ingresso verranno portati in UE con aerei e con Imbarcazioni regolari e negli standard nautici e aeronautici.



1° si risolve il problema delle carrette del mare e dei morti nel mediterraneo.

2° Si risolve il problema della destinazione dei migranti e dei loro controlli che non avverranno più in Europa all'arrivo ma fuori dai territori Europei alla partenza.

3° Si distrugge il business dei trafficanti e dei terroristi.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
melisva1
Inviato: 22/4/2015 19:08  Aggiornato: 22/4/2015 19:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/10/2009
Da:
Inviati: 60
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
No, non esiste una soluzione, il finale è gia' scritto. Un esodo di persone cosi' elevato provenienti da molte zone e continenti diversi, dirette
quasi esclusivamente verso l'Europa non può essere frutto del caso.......... E' qualcosa di pianificato e perfettamente organizzato.
Per essere sicuri della riuscita si adoperano addirittura le navi della Marina Militare Italiana e della Turchia.
Chi cerca di fuggire da una guerra con il territorio devastato, se non viene adeguatamente soccorso fa poca strada, come si sfama e disseta?
riesce a percorrere solo "pochi" km. Dalle guerre fuggono tutti, giovani, vecchi, bambini; perché non si vedono vecchi sbarcare?
evidentemente i vecchi non sono più utili al fine ultimo......
Ci sono poi i paesi a sud del Sahara; per poter attraversare in massa quel deserto ci vuole una logistica attentamente coordinata con mezzi
di trasporto adeguati, punti di rifornimento, etc.. Le distanze sono enormi, non penso viaggino a dorso di dromedario..............
Esiste, quindi, una organizzazione sovranazionale che coordina, finanzia, e approvvigiona tutto l'apparato che consente il trasferimento in massa
di queste popolazioni, perché questo è ciò che i veri "poteri" vogliono realizzare. Non si vogliono aiutare i vari popoli nei loro paesi; non ci
sarebbero più migrazioni.............Il fine ultimo? nella mente di questi "poteri" vi è la convinzione che sia molto più facile controllare, dominare
e sfruttare una popolazione composta dalle più svariate etnie e religioni. Una popolazione cosi composta difficilmente riuscirebbe a trovare
un'intesa e una soluzione comune per potersi ribellare...........

lanzo
Inviato: 22/4/2015 19:18  Aggiornato: 22/4/2015 19:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
2 semmai ed altri ingenuinotti.

Col passaporto italiano NON entri dove ti pare - Australia. ? Gli USA, sdicono che non hai bisogno del visto, ma se l'addetto allo sportello della Immigration a NY si e' svegliato male, ti rimanda indietro e ti attacchi al tram, , idem per il Canada.
S, si i prova ad andare in Pakistan o Bangladesh senza visto... Ma manco ti fanno entrare in aereo quando fai il check in !

wendellgee
Inviato: 22/4/2015 19:25  Aggiornato: 22/4/2015 19:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/1/2013
Da:
Inviati: 700
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
@Perspicace
Un'invasione, con l'apostrofo. È un termine che puoi usare anche per quello che vuoi fare in territorio libico.

Il mio blog:
lumiebarlumi.blogspot.com
igork58
Inviato: 22/4/2015 19:51  Aggiornato: 22/4/2015 19:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/2/2007
Da: yantai-china
Inviati: 117
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Poi Lanzo si potrebbe continuare con Cina, India, Russia....Quasi tutta l'Asia.

lanzo
Inviato: 22/4/2015 19:54  Aggiornato: 22/4/2015 19:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
D'accordo con PERSPICACE, ma... a parte politici, mafiette, Vaticano e Mafia che si arricchiscono a spese nostre - temo che il fenomeno sia organizzato a livelli alti, altissimi. Non voglio fare la Peonia, ma nessun ha commentato quando ho scritto " e se la santa Israele o Emirati, tanto amati (personalmente amo Dubai) si trovassero alle prese con "barconi" che farebbero ? Probabilmente ;i affonderebbero a cannonate e vito che la triade AlJazeera, CNN, BBC - cono pappa e ciccia , nessuno ne saprebbe niente. Oppure Singapore o Corea o Giappone, paesi ricchi , perche' si focalizzano sull'Australia che ha pure problemi di disoccupazione ?
Distruggere l'Europa, poi arrivera' il TTIP o come cazzo si chiama e saremo fottuti per l'eternita' - Fra mezzo secolo, l'Italia in particolare sara' un paese popolato da gente provenienete da paesi scassati, Per fortuna i miei figli sono riusciti ad emigrare in Australia - Comunque, anche l'Australia ha firmato accordi sull'accoglimento dei profughi, giri in una citta australiana e vedi un sacco di negri - si puo' dire ? - che campano con le sovvenzioni australiane per i profughi, molti sono criminali, ma non li puoi rimpatriare perche' sono profughi, poverini. Ci sono regie occulte.

lanzo
Inviato: 22/4/2015 20:14  Aggiornato: 22/4/2015 20:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
@ IGORK
Esattamente ! Mi sono limitato a pochi esempi per non sovraccaricare le cervici di quelli che gli immigrati sono risorse.
Vabbe' , in Thailandia ti fanno un visto per 30 gg - nelle Filippine idem, pero' se non rinnovi il visto rischi la galera, che non e' piacevole in quei posti.
In Bangladesh, sembra che siano scemi, ma sanno dove ti trovi e controllano sempre il tuo "status" invece in Itaglia e' tutto tarallucci e vino !
Volemose bene !

lanzo
Inviato: 22/4/2015 20:20  Aggiornato: 22/4/2015 20:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Fra l'altro,ma mi potrei sbagliare, mi pare che i poliziotti al controllo passaporti neanche mettono il timbro con data di entrata. In Australia te lo mettono anche se hai il passaporto australiano.
La cosa fa pensare...

DarthLagan
Inviato: 22/4/2015 21:06  Aggiornato: 22/4/2015 21:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/7/2012
Da: Torino
Inviati: 190
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citazione:
Allora dovresti boicottare anche Google e i prodotti Google come Android visto che Google è ufficialmente anche un azienda di armamenti dopo aver battuto la DARPA ed essersi accaparrata la produzione di Robot da combattimento e sistemi per la guerra elettronica e lo spionaggio.


Eh lo so, ma l'alternativa in campo della telefonia mobile sono gli schiavisti e mafiosi della Apple e la Microsoft di Gates. Non so chi sia peggio. Infatti cerco di usare il meno possibile di prodotti Google, anche se so che non cambia nulla.

Democrazy.ch
Inviato: 22/4/2015 21:26  Aggiornato: 22/4/2015 21:26
So tutto
Iscritto: 3/4/2015
Da:
Inviati: 13
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
e quali minchiate avrei detto...
sei tu quello che con un visto un africano va dove vuole???
se in italia gente senza documenti fa ciò che vuole è perchè il governo italiano è alla frutta..
l'imigrazione sembra IL PROBLEMA dell'italia,mentre è solo specchio per allodole
e un bacino di voti per la lega...
700morti in un giorno sembrano non toccare la sensibilità dei razzisti che si nascondono tra gli elettori italiani....
la causa di tutto ciò è in gran parte colpa di scelte politche inadeguate e della guerra fatta anche dall'italia in africa e medio oriente...
solo uno stupido non capisce questo...
e se si pensa di risolvere tutto con altra guerra e altra violenza sarà sempre peggio.

Parsifal79
Inviato: 22/4/2015 22:10  Aggiornato: 22/4/2015 22:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2015
Da: Ἀρκαδία
Inviati: 1000
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
spin doctor in azione:

http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/15_aprile_22/expo-turni-scomodi-lavorare-all-expo-otto-10-ci-ripensano-45dbd36c-e8b6-11e4-88e2-ee599686c70e.shtml

Turni scomodi per lavorare all’Expo
Otto su dieci ci ripensano
Seicento i reclutati. Lo stipendio: oltre 1.300 euro netti al mese, compresi i sabati e le domeniche

redribbon
Inviato: 22/4/2015 22:47  Aggiornato: 22/4/2015 22:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citazione:

è gente rimasta con uno sviluppo mentale simile ad un bambino capriccioso, andrebbero educati intellettualmente,
proprio come quelle frange delle forze dell'ordine che definiscono "zecche" i no global ed i frequentatori dei centri sociali,
ma il potere ha tutto l'interesse a lasciare la gente nella più becera ignoranza, e questi sono solo due esempi della vittoria del potere.

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
redribbon
Inviato: 22/4/2015 22:53  Aggiornato: 22/4/2015 22:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citazione:
Ti spiace elencare tutte le multinazionali che, certamente, sono invischiate in loschi affari?


In attesa dell'elenco di Dart perchè non bersi una coca-cola al gusto di Isidro Segundo?

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
CiEmme
Inviato: 22/4/2015 23:42  Aggiornato: 22/4/2015 23:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/2/2008
Da: Roma
Inviati: 446
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citaz;

Il fine ultimo? nella mente di questi "poteri" vi è la convinzione che sia molto più facile controllare, dominare
e sfruttare una popolazione composta dalle più svariate etnie e religioni. Una popolazione cosi composta difficilmente riuscirebbe a trovare
un'intesa e una soluzione comune per potersi ribellare...........


Molto più semplicemente, il fine ultimo è scatenare una guerra tra poveri nel più classico dei divide et impera.

Lo scopo di destinare ingenti risorse per i profughi serve solo a creare le condizioni per cui nascano conflitti sociali gravi tra profughi e chi ritiene di avere ridotti servizi a lui destinati per via della cittadinanza. Se il nemico diventa l'immigrato, non si guarda più a quello che fa il governo.

Quindi la guerra in Africa non la faranno mai e poi mai.

Una bussola non dispensa dal remare.
igork58
Inviato: 23/4/2015 2:38  Aggiornato: 23/4/2015 2:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/2/2007
Da: yantai-china
Inviati: 117
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citazione:
e quali minchiate avrei detto...
sei tu quello che con un visto un africano va dove vuole???
se in italia gente senza documenti fa ciò che vuole è perchè il governo italiano è alla frutta..
l'imigrazione sembra IL PROBLEMA dell'italia,mentre è solo specchio per allodole
e un bacino di voti per la lega...
700morti in un giorno sembrano non toccare la sensibilità dei razzisti che si nascondono tra gli elettori italiani....
la causa di tutto ciò è in gran parte colpa di scelte politche inadeguate e della guerra fatta anche dall'italia in africa e medio oriente...
solo uno stupido non capisce questo...
e se si pensa di risolvere tutto con altra guerra e altra violenza sarà sempre peggio.


Hai detto che gli africani non possono risiedere in Europa. Questa e' una minchiata. (mezzo milione di marocchini solo in Italia)
Tanti entrano x lavoro, altri per ricongiungimento familiare, studio ..
Col passaporto italiano ti muovi piu' facilmente ma solo come turista. Vai, spendi e torni. Punto. In nessun posto vai la' cerchi lavoro e ci abiti. Forse qualche paese in sud america.

igork58
Inviato: 23/4/2015 5:55  Aggiornato: 23/4/2015 5:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/2/2007
Da: yantai-china
Inviati: 117
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Circa il 73% dei clandestini entra in Italia con un normale visto turistico, ma poi rimane anche
dopo che il visto è scaduto. Solo il 12% entra via mare con i barconi dall’Africa.
Questo significa che i respingimenti di massa della scorsa estate hanno un alto impatto politico e
mediatico, ma servono a poco per contrastare l’ingresso di clandestini. Inoltre la maggior parte
degli immigrati che arrivano con i barconi provengono da paesi in guerra ed in base alle
convenzioni internazionali avrebbero diritto di asilo


Per la cronaca.

Tianos
Inviato: 23/4/2015 9:53  Aggiornato: 23/4/2015 9:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/8/2009
Da:
Inviati: 374
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
quello che a me fa male e che io non riesco a pagare una festicciole (200 euro) ) per mia figlia pagando un rifresco per 20 persone ssenza dover rinunciare a.
fumare(mai fumato in vita mia)
bere ( mai bevuto in vita mia)
mangiare...ecco quello con morigerazione mi è sempre piaciuto farlo...non dico tanto almeno due volte al giorno, mentre chi mi viene a fare l'elemosina pur non lavorando è decisamente sovrappeso, con la permanente magari, e neppure vestito tanto male(mentre io uso un unico paio di stivali e di sandali da più di 7 anni)
si devono salvare loro e vero, non certo noi...ma cosa si ci vuole fare mai che si ci faccia la domanda...chiha permesso tutto questo? chi ci sta dicendo quel'è la soluzione?

InFlames
Inviato: 23/4/2015 11:17  Aggiornato: 23/4/2015 11:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/3/2008
Da:
Inviati: 300
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
È solo una scusa per muovere l'esercito e invadere la Libia come dicevano di voler fare il mese scorso. Dopo aver visto che la minaccia di possibili attentati non ha funzionato usano la scusa umanitaria. Avrebbero dovuto fare qualche attentato, ma hanno lasciato perdere. Nel paese delle stragi di stato non è più un metodo funzionante, ci siamo fatti furbi Dopo gli anni 70 80.

Tutto sarà rivelato
Piero68
Inviato: 23/4/2015 11:18  Aggiornato: 23/4/2015 11:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/9/2012
Da:
Inviati: 134
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
@milestone


sono assolutamente d'accordo con te. Hai proprio colto il punto.
Questo strazio dei migranti è semplicemente (per chi ci governa) un danno collaterale non previsto a questo modello di società che ormai viene imposto in ogni parte del globo. Dove ci sono ancore di salvezza, seppur minime come qui da noi, si tira a campare. Ma dove non c'è nemmeno la possibilità, non dico nemmeno di un futuro ma anche soltanto della promessa di un futuro, questo è il risultato.

smettiamo di vendere le armi agli stati del terzo mondo?? E come??
Quello che non si acquista sotto la luce del sole si può sempre acquistare in nero. La povera Alpi ne sapeva qualcosa.

Siamo davvero ad uno snodo della Storia. O i popoli si riprendono la loro sovranità e la loro fetta di vita dignitosa, dappertutto e con tutti i mezzi possibili o siamo alla frutta. E andrà sempre peggio!!!

Ricordatevi che alla fine siamo oltre 6 miliardi (forse quasi sette) contro pochi milioni di persone

drone
Inviato: 23/4/2015 11:29  Aggiornato: 23/4/2015 11:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/5/2006
Da: SBT
Inviati: 56
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
solo volevo che commentaste questo si e'dichiarato

https://www.facebook.com/tzetze.politica/videos/vb.172736606092592/975944309105147/?type=2&theatere'

Massimo come piu' volte avevi previsto.............

non ricodate l'immagine del secondo aereo appena prima dell'impatto, nella quale si vede come una luce rossastra che anticipa l'impatto ?? non centra niente col sistema di atterraggio automatico citato?? .
sul primo aero magari e' stato ...
lanzo
Inviato: 23/4/2015 17:07  Aggiornato: 23/4/2015 17:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Ultimo commento, ormai siamo agli sgoccioli.
Aspettate - sicuro arrivera' - la cittadinanza jus soli.
Che succedera' ? Ve lo spiego io, quello che succede in Gran Bretagna, dove c'e' la piu' grossa comunita' bangladesha rispetto a qualsiasi altro paese europeo. I Bangla, che non sono stupidi e non sono fanatici musulmani, che fanno ? Mandano il passaporto britannico ad un parente in Bangladesh che poi lo usa per entrare in Europa, e' chiaro che lo mandano - dietro compensazione economica - a parenti che hanno una certa somiglianza... Succede tutti i giorni, poi se sono minori (magari non lo sono per niente, ma come lo provi ? essendo minori NON possono essere rimpatriati, quindi pappa, vitto e alloggio, vita natural durante, a spese del supertassato cittadino coglione. Idem per i RIFUGIATI, perche' questa libidine a chiedere lo stato di "rifugiato" e magari molti sono criminali, ve la speogo io, il "rifugiato" anche se e' scappato perche' e' un omicida o un brutto pesce, e' chiaro che scappa, nel paese di provenienza si troverebbe a dover pagarla cara, il rifugiato NON puo' essere rimpatriato. In Svezia (Malmo) ci sono quartieri che la polizia ha paura di andarci, in Australia che ha accolto tanti rifugiati africani, si ritrova con strrpatori, ladri et cetera e - non solo se li deve tenere - ma anche mantenere con assegni sociali anche se non lavorano. Mentre ad un australiano DOC che ha pagato tasse e con genitori e nonni spolpati dalle tasse del governo , se non si trova un lavoro entro pochi mesi, gli tagliano i sussidi. Il bello delle sinistre al governo !

DarthLagan
Inviato: 23/4/2015 21:21  Aggiornato: 23/4/2015 21:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/7/2012
Da: Torino
Inviati: 190
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Citazione:
DarthLagan, io tempo fa avevo aperto una discussione sul boicottaggio. La puoi trovare a questo link: http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?viewmode=flat&topic_id=4879&forum=6 Ti spiace elencare tutte le multinazionali che, certamente, sono invischiate in loschi affari?


Ho scritto un breve elenco delle multinazionali che boicotto anche per i loro traffici in Africa nella discussione del link. Appena ho un po' di tempo in più allungherò l'elenco.

PinoRossi
Inviato: 24/4/2015 10:51  Aggiornato: 24/4/2015 10:51
So tutto
Iscritto: 24/7/2013
Da:
Inviati: 25
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Ciao a tutti!
Volevo segnalarvi che nel 2014 in UK, il nome più dato ai nuovi nati è: Mohammed!

http://www.independent.co.uk/news/uk/home-news/muhammed-really-is-most-popular-baby-name-in-the-uk--as-is-mohammed-muhammad-9895605.html

PinoRossi
Inviato: 24/4/2015 10:56  Aggiornato: 24/4/2015 10:56
So tutto
Iscritto: 24/7/2013
Da:
Inviati: 25
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Io vivo a Londra, in un quartiere che si chiama Poplar. Verrebbe da pensare di essere nella capitale più cool e hipster d'Europa per via di tutti i barboni fluenti che girano. Invece no, sono musulmani. Il 95% delle donne è velata, oppure ha il velo totale solo con gli occhi per guardare. Gli uomini sopra i pantaloni pesanti (fa freddo) indossano la palandrana.
Poveri diavoli che pensano a sbarcare il lunario nella città più cara d'Europa, ma fa impressione, io caucasico cristiano sono uno straniero. E' un quartiere molto grande. Praticamente gran parte Londra est è così. Con i bengalesi. Le altre parti sono caraibici, africani, indiani, turchi, libanesi, ogni etnia ha il suo quartiere.

Argo1
Inviato: 28/4/2015 13:40  Aggiornato: 28/4/2015 13:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/3/2015
Da:
Inviati: 88
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
Molti di voi lo avranno già letto, ma lo linko comunque:
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=14985

Democrazy.ch
Inviato: 14/7/2015 12:29  Aggiornato: 14/7/2015 12:29
So tutto
Iscritto: 3/4/2015
Da:
Inviati: 13
 Re: Migranti: esiste una soluzione?
cazzate le tue...
passaporto italiano in europa lavori dove vuoi senza problemi..
io ho lavorato in spagna per diversi anni e ora lavoro in svizzera,che non è neanche europa

le minchiate le puoi dire al bar dello sport dove il livello culturale è uguale al tuo!
la rete è altra cosa

per te meglio tacere


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA