Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


opinione : La Terra Promessa
Inviato da Redazione il 9/5/2015 21:50:00 (6727 letture)

di Piero Cammerinesi

Ieri suona il campanello di casa un giovane messicano - qui in Texas quella che era la minoranza ispanica è diventata maggioranza - per una riparazione domestica.

Il giovane è sveglio e brillante. Si capisce che ha voglia di parlare, sa che sono italiano, parliamo prima in inglese ma ogni tanto scivoliamo verso lo spagnolo.

Si avventura pericolosamente in qualche frase in italiano.

Mi racconta del suo paese di origine, della miseria, della disperazione, della decisione di partire, di cercar fortuna. Della sua entrata illegale negli USA, attraverso il deserto, giorni e giorni sotto un sole implacabile, senza cibo e pochissima acqua. In agguato serpenti velenosi, scorpioni e i killer razzisti che si divertono a sparare sugli immigranti clandestini.

Poi nel sottofondo di un truck appena passato il confine. Infine, esausto di stanchezza, cade in un sonno catalettico, ma è risvegliato dalla guardia di frontiera che trova tutti i disgraziati ammonticchiati nel veicolo e li rimanda indietro.

Gli interrogatori, la detenzione, il duro viaggio di ritorno.

Ma lui non si scoraggia. Vuole venire in quello che crede essere il Paese di Bengodi e fa una richiesta formale di immigrazione. [...]

Nonostante quello che è successo, la sua richiesta viene accolta. Il pragmatismo americano è emblematico - prima ci hai provato illegalmente e ti è andata male ma ora hai imparato la lezione e lo chiedi per via ufficiale, dunque sei un potenziale cittadino modello e noi ti ammettiamo nel Paese.

Così il nostro Abiel - questo il suo nome - entra finalmente nella Terra Promessa e, dopo pochi anni, è cittadino americano.

Il mito americano per lui non è minimamente scalfito dagli avvenimenti mondiali, dalla politica dissennata di questo Paese, dall’aggressività globale del sistema politico-militare-industriale a stelle e strisce.

Abiel è una foglio di carta bianco, su cui i tasti di una macchina da scrivere battono il decalogo della Terra Promessa.

Sembra di vedere un italiano dell’immediato dopoguerra, tutto sigarette Lucky Strike e Rock ’n’ Roll.

Quelli che ancora parlano della Liberazione.

Parliamo di politica, del 9/11 e di quello che è seguito. Capisce che le cose non stanno come le raccontano in TV, ma non riesce a credere che sia stato un atto intenzionale, un inside job. Gli consiglio di vedere il documentario di Massimo Mazzucco sull’11 settembre.

No, no, non ci credo a queste storie complottiste. Ma ti pare, se fossero vere si sarebbe saputo no? Sono passati 14 anni.

A un certo punto mi dice, guardandomi fisso negli occhi con aria di sfida - sa che sono un giornalista e ha capito la mia opinione sulla situazione generale della politica USA - che lui è republican.

Che? Republican? Un immigrato fresco fresco di cittadinanza, capelli nero corvino e pelle olivastra? Sei uno di quelli che mettono la bandierina a stelle e strisce davanti casa e sulla macchina? Che corre a vedere i fuochi d’artificio il 4 di Luglio cantando a squarciagola con la destra sul cuore? Non ci posso credere…ma come? Stai dalla parte di quelli che ti sparavano addosso nel deserto e che lo fanno ancora contro quelli che - come te - cercano di venire qui?

Certo, perché le leggi vanno rispettate. Io sono entrato illegalmente e mi hanno rimandato indietro. Solo dopo sono entrato legalmente. Ora ho capito come funziona. Anche questi devono rispettare le leggi e chiedere l’autorizzazione all’immigrazione, allora sì. Poi...questo Paese è tutto ciò che io ho sempre sognato e ti dico…io amo i ricchi, danno lavoro…

Ok, ma scusa, ti sembra giusto che l’1% della popolazione possieda tanta ricchezza quanto il restante 99%?

Sì certo, perché se la sono conquistata quella ricchezza.

A parte che non sempre è vero, ma poi queste persone immensamente ricche, che vivono nello sfarzo esteriore, spesso hanno una incredibile povertà interiore, lo sai questo?


Gli dico che, per lavoro, ho avuto modo di conoscere molte persone straordinariamente ricche, come, ad esempio, alcune celebrities di Hollywood. Che spesso sono persone vuote e tristi pur sguazzando nell’oro. Non mi crede, gli faccio vedere le foto in cui sono in compagnia di alcuni personaggi dello spettacolo. Per un attimo tace ma poi riparte con slancio.

No non ci credo, ma tu sei comunista? Sei come Fidel Castro?

No non sono comunista, ma credo che il capitalismo sia un sistema imperfetto; penso che dovremmo trovare un sistema che fonda le cose positive di socialismo e capitalismo separando, magari, i tre ambiti della vita sociale, culturale, giuridico ed economico.

Eh già, ma tu sei un filosofo, queste cose sono lontane dalla realtà, dimmi dove sono applicate queste tue teorie? In quale Paese del mondo?

Non lo sono ancora, ma se nessuno avesse suggerito di usare le automobili, andremmo ancora in calesse…l’idea è ciò che crea il futuro. Anche per l’imprenditore è così; prima ha l’idea e poi la realizza, no?


Per un attimo vacilla, si rende conto che anche questo sistema sociale ha delle ombre.

Beh, forse voi in Europa per certe cose siete più avanzati, per esempio la sanità…

Ecco, infatti, ti sembra giusto che chi non ha i soldi per pagarsi l’assicurazione non possa curarsi quando ha delle malattie serie?

Sì, su questo forse…

E il lavoro? Dover far due o tre lavori per vivere? Vivere per lavorare?

Beh, io lavoro dieci ore al giorno, è la cosa più importante…

Già, il sogno americano, lavorare per arricchirsi, per comprare sempre più cose, case, auto, proprietà…e poi? Non avere neppure il tempo di fermarsi a pensare. A chiedersi il senso della vita, delle scelte fatte e di quelle da fare…ti sembra giusto?


Non risponde, qualcosa lo ha colpito di questo discorso.

Continua a lavorare sulle luci del garage e io lo guardo in silenzio.

Penso alla sua storia ed a quella di milioni di esseri umani del sud del mondo, uomini coraggiosi e tenaci come lui. Questa è una terra di immigrati, di persone che, dopo averla sognata per anni, farebbero qualsiasi cosa per poterci venire.

Qualsiasi cosa.

Talmente abbacinati dalle luci di questa civiltà da non riuscire ad intravederne le ombre.

Come quegli animali che, di notte, attraversando la strada, rimangono abbagliati dai fari delle macchine e, invece di scappare, ne vengono rovinosamente travolti.

Finisce il lavoro, mi guarda, mi stringe la mano.

Come si chiamava il documentario che mi hai detto prima?

Piero Cammerinesi (corrispondente dagli USA di Coscienzeinrete Magazine, Altrogiornale e Altrainformazione) Fonte

Voto: 9.00 (7 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Redazione
Inviato: 9/5/2015 21:53  Aggiornato: 9/5/2015 21:54
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La Terra Promessa
In USA ne ho conosciuti tantissimi come lui. Immigrati dalla Russia, dalla Polonia, dall'Iran, gente senza una lira con le pezze al culo, che votava repubblicano per gli stessi motivi: "i ricchi i soldi se li sono meritati", dicevano.

polaris
Inviato: 9/5/2015 22:05  Aggiornato: 9/5/2015 22:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: La Terra Promessa
Citazione:
Talmente abbacinati dalle luci di questa civiltà da non riuscire ad intravederne le ombre.
Allora Blondet aveva ragione quando parlando degli immigrati scriveva

Citazione:
nessun giornale s’è preso la briga di fare un’inchiesta sui Paesi da cui provengono, sugli ambienti in cui sono cresciuti, sulle illusioni che bevono guardando alla tv la nostra società di lustrini e spettacolo...
Un bell'articolo, con un raggio di speranza alla fine

Citazione:
Come si chiamava il documentario che mi hai detto prima?
Già, come si chiamava?

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
clausneghe
Inviato: 9/5/2015 22:25  Aggiornato: 9/5/2015 22:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: La Terra Promessa
Detto fra noi mi dispiace che i killer razzisti non siano riusciti a beccarlo, questo stupido messicano.
Ma sono così anche i nostri extracomunitari, per non parlare dei Rumeni,Albanesi o degli Ucraini o degli Indiani e Pakistani che vengono qui a gonfiarsi di wiskej e alcolici vari..
Una volta mi commuovevo quasi per questi, ora sarei disposto a spararli, chiamatemi pure razzista, me ne frego.
Se ho perso il lavoro e il reddito è anche colpa di questa gentaglia ruffiana e leccaculo dei padroni, sono venuti e hanno, con la complicità dei buonisti interessati della sinistra e dei sindacati, tirato alle ortiche le nostre conquiste ottenute a prezzo di tante lotte fatte di sudore e sangue. Non li tollero più.

manofmonk
Inviato: 9/5/2015 23:55  Aggiornato: 9/5/2015 23:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/2/2015
Da: LUNA
Inviati: 153
 Re: La Terra Promessa
Eh già, la guerra dei poveri continua incessante e anzi, prende sempre più piede(nel vero senso della parola).
Purtroppo, questa triste storia che ci racconta questo bravo giornalista, peraltro spiegata molto bene e con brevi e segnanti punti principali, fa capire il livello di propaganda che c'è nel mondo intero in cui viviamo oggi.
Grazie a questi geniali e onesti politici che pur di negare una evidenza ormai eclatante, ovvero...fine del mondo, continuano a sparare le loro cretinate inutili e senza senso, senza considerare (o meglio, fanno finta di non sapere) che non c'è più speranza per l'umanità se non si decidono LORO STESSI a cambiare.
Possono inventarsi tutte le soluzioni che vogliono possibili e immaginabili, ma se non si rendono conto che il CANCRO sono LORO per questo mondo non c'è speranza.

Ah dimenticavo, anche stavolta, mi raccomando votate Renzi Berlusconi, Salvini, Alfano, Pdl, PdsenzaL, Lega nord, sud, ovest,est, Verdi, gialli, Neri, Blù, Andreotti e Piero Angela...
Perchè il futuro è tutto nelle loro mani...
Continuiamo così e vedrete che il medioevo è vicino...VAI!

Quando non ci sarà più posto all'inferno, i morti cammineranno sulla terra.
polaris
Inviato: 9/5/2015 23:59  Aggiornato: 9/5/2015 23:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: La Terra Promessa
manofmonk
Citazione:
Possono inventarsi tutte le soluzioni che vogliono possibili e immaginabili, ma se non si rendono conto che il CANCRO sono LORO per questo mondo non c'è speranza.
Secondo te il parassita si fa domande sulla salute dell'ospite?

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
Cassandra
Inviato: 10/5/2015 1:02  Aggiornato: 10/5/2015 1:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: La Terra Promessa
Saró marxista, ma la guerra tra poveri non esiste. Esiste la guerra del servo contro il consapevole, ed è colpa del primo se entrambi perdono. Il povero disposto a farsi zerbino distrugge le conquiste del povero che se le è lottate duramente.
Il mio nemico sono i poveri disposti a asservirsi. Gli idioti che pensano di "farsi il curriculum" con uno stage gratis a fare fotocopie, quelli che vanno a pulire cessi a Londra sentendosi "cervelli in fuga", quelli che "meglio che niente" accettano lavori a 400 euro al mese, quelli che ai greci gli sta bene perché "erano spreconi", quelli che votano per chi li frega, quelli che invece di votare vanno al mare lasciando che gli altri votino Renzi il quale poi governerá anche ME.

Non me ne frega se è povero o ricco, bianco o nero. Chi è servo è mio nemico e sta attivamente collaborando a distruggere tutto quello che avevamo.

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
m4x
Inviato: 10/5/2015 1:37  Aggiornato: 10/5/2015 1:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/6/2007
Da:
Inviati: 746
 Re: La Terra Promessa
Come diceva un vecchio saggio: "El pueblo unido se scaccola col dito"

Edit: D'accordissimo con Cassandra.

Jo1983
Inviato: 10/5/2015 3:02  Aggiornato: 10/5/2015 3:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/6/2014
Da: Maremma!!
Inviati: 146
 Re: La Terra Promessa
Come si chiama il documentario di prima?? Chissà magari c'ė speranza...

Come sopra, così sotto. Come dentro, così fuori.
igork58
Inviato: 10/5/2015 5:00  Aggiornato: 10/5/2015 5:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/2/2007
Da: yantai-china
Inviati: 117
 Re: La Terra Promessa
Citazione:
Beh, forse voi in Europa per certe cose siete più avanzati, per esempio la sanità…

Ecco, infatti, ti sembra giusto che chi non ha i soldi per pagarsi l’assicurazione non possa curarsi quando ha delle malattie serie?


Chemio gratis??

qilicado
Inviato: 10/5/2015 7:23  Aggiornato: 10/5/2015 7:23
So tutto
Iscritto: 11/4/2015
Da:
Inviati: 29
 Re: La Terra Promessa
Ma dai, ammettiamolo!
Guardimoci intorno e scopriamo una colossale ed endemica incularella generale!

Tutti contro tutti.

polaris
Inviato: 10/5/2015 7:45  Aggiornato: 10/5/2015 7:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: La Terra Promessa
igork58
Citazione:
Chemio gratis??
Gratis per il ricevente ma a spese del contribuente. Così avveleniamo il paziente e spilliamo soldi ai poveracci che credono addirittura che quella sia "scienza".

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
giu42su
Inviato: 10/5/2015 9:54  Aggiornato: 10/5/2015 9:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/12/2006
Da:
Inviati: 50
 Re: La Terra Promessa
Niente di nuovo: è sempre la stessa solfa che si ripete da millenni. Altrimenti non saremmo nello stato in cui siamo. E domani quell'immigrato sarà il kapò da cui bisognerà difendersi.

Shavo
Inviato: 10/5/2015 9:56  Aggiornato: 10/5/2015 9:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/5/2008
Da:
Inviati: 334
 Re: La Terra Promessa
L'impoverimento culturale va in onda tutti i giorni, la perdita d'identità è venduta al nuovo centro commerciale e il futuro è sulle labbra dei saggi al governo.
Questi servi modello abbiamo già iniziato a tirarli su a casa nostra. Altro che immigrati.

bushfamilyguy
Inviato: 10/5/2015 10:35  Aggiornato: 10/5/2015 10:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/1/2015
Da:
Inviati: 55
 Re: La Terra Promessa
Per quei (pochi) scettici che in questo blog non hanno ancora capito il motivo per cui il governo organizza la navetta-taxi per andare a prendere i disperati nel mare libico, e' piu chiaro ora?

Logico che un singolo individuo non sia un campione significativo, ma non venitemi a dire che la vostra esperienza con immigrati da paesi poveri sia poi cosi diversa.

A me sembra una cosa cosi logica che gente di un certo livello di coscienza come i frequentatori di un blog come questo mi sembra impossible che non la capiscano

edo
Inviato: 10/5/2015 10:53  Aggiornato: 10/5/2015 10:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: La Terra Promessa
Mi ha ricordato "superciuk" chi se lo ricorda... bene; chi non lo conosce... cerchi Rubava ai poveri per dare ai ricchi, perché i ricchi non buttano la spazzatura per strada, e i loro quartieri sono puliti; e lui (superciuk) fa lo spazzino...!

Alcune persone anche molto istruite, hanno "la nuova pearl Harbor" ancora incellofanato; vivono un timore reverenziale e sacro riguardo a ciò che hanno costruito, e chiamano "io" per affrontare la possibilità di minarne le basi.
Per ora mi accontento che sappiano di avere paura, poi si vedrà .

infosauro
Inviato: 10/5/2015 11:22  Aggiornato: 10/5/2015 11:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2375
 Re: La Terra Promessa
Citazione:
[...]Una volta mi commuovevo quasi per questi, ora sarei disposto a spararli, chiamatemi pure razzista, me ne frego.[...]

Quindi voteresti repubblicano anche tu?

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
Pyter
Inviato: 10/5/2015 11:37  Aggiornato: 10/5/2015 11:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: La Terra Promessa

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Tragicomico
Inviato: 10/5/2015 11:43  Aggiornato: 10/5/2015 22:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/10/2013
Da:
Inviati: 60
 Re: La Terra Promessa
Il Dio denaro, è sempre lui che "governa" le menti e gli spiriti di questi individui ipnotizzati, addormentati, che appunto "sognano" qualcosa che semplicemente non c'è, non esiste, un miraggio, come nel deserto, quando il riflesso del cielo sul terreno sabbioso crea quell'illusione ottica che pensi, erroneamente, di scorgere un lago in lontananza.

Pepitoz
Inviato: 10/5/2015 11:43  Aggiornato: 10/5/2015 11:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/3/2015
Da:
Inviati: 84
 Re: La Terra Promessa
"Quindi voteresti repubblicano anche tu?"

Si infatti... è un discorso molto leghista, siccome questi vengono e si prendono tutto il lavoro a pochi spiccioli e senza diritti, perché già nel loro paese non ne avevano e quindi ci sono abituati, me la prendo con loro anziché con chi fa le regole nei paesi occidentali... capisco che ci può essere rabbia verso questa gente che viene ad abbassare il livello di diritti e di salario ma cerchiamo di capire chi vuole questo sistema e perché.

Slobbysta
Inviato: 10/5/2015 12:31  Aggiornato: 10/5/2015 12:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: La Terra Promessa
Sembra un dialogo inverosimile...quasi immaginario, o per lo meno edulcolarato...faccio fatica a pensare questo tipo di scambio. Slobbysta

Parsifal79
Inviato: 10/5/2015 12:41  Aggiornato: 10/5/2015 12:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2015
Da: Ἀρκαδία
Inviati: 1000
 Re: La Terra Promessa
Citazione:
Ok, ma scusa, ti sembra giusto che l’1% della popolazione possieda tanta ricchezza quanto il restante 99%?
Sì certo, perché se la sono conquistata quella ricchezza.


Il mondo è mio


Nihander
Inviato: 10/5/2015 13:34  Aggiornato: 10/5/2015 13:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/2/2012
Da:
Inviati: 266
 Re: La Terra Promessa
L'essere umano non è di questo pianeta. La prova è sotto gli occhi di tutti e nessuno vede.

La spiegazione di tutto quello di cui parlate è semplicemente questa: non siamo di questo mondo, ma di un altro.

clausneghe
Inviato: 10/5/2015 13:51  Aggiornato: 10/5/2015 13:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: La Terra Promessa
Infosauro, no che non voterei repubblicano, non voterei proprio, sono anarchico o anarcoide, come preferite
Ma a volte voto e qui ho votato 5 stelle. Contento?
Poi, Pepitoz, no, non sono leghista, mi sono simpatici come le scheggie nelle unghie, per capirci
Io me la prendo con i Capi e so benissimo chi sono, posso assicurartelo, però me la prendo anche con gli schiavi sciocchi e pure con i mediocri, se è per questo
Come già detto, io ho 59 anni, sono blogger e nella mia vita finora avrò letto tremila libri da Topolino a Nietzche, passando per Marx , Castaneda,Nostradamus, e finendo a Icke, per capirci, modestia a parte.
E fatto migliaia di lavori con le mani,caro.
Ti scuso solo se sei ggiovane

poveraccio
Inviato: 10/5/2015 14:01  Aggiornato: 10/5/2015 14:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2010
Da: Terra
Inviati: 82
 Re: La Terra Promessa
Non mi pare che ci sia da stupirsi. La gente si sposta principalmente non perché muore di fame ma perché vuole soldi e beni materiali.
Gli Stati Uniti sono un paese formato da persone così che provengono da tutto il mondo. La feccia dei popoli. Una bella scrematura del peggio di ogni nazione. Cosa ti puoi aspettare da costoro?

NeWorld
Inviato: 10/5/2015 14:25  Aggiornato: 10/5/2015 14:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: La Terra Promessa
"i ricchi i soldi se li sono meritati", dicevano.

Meritati? mhh...

Sicuramente QUESTO signore se li è meritati.

Oramai gli onesti sono una rarità... e tra i ricchi sono ancora meno...

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
igork58
Inviato: 10/5/2015 14:50  Aggiornato: 10/5/2015 14:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/2/2007
Da: yantai-china
Inviati: 117
 Re: La Terra Promessa
Citazione:
Non mi pare che ci sia da stupirsi. La gente si sposta principalmente non perché muore di fame ma perché vuole soldi e beni materiali.
Gli Stati Uniti sono un paese formato da persone così che provengono da tutto il mondo. La feccia dei popoli.


Anche Mazzucco metti dentro in questa tua acuta analisi??

tupacamaru
Inviato: 10/5/2015 15:03  Aggiornato: 10/5/2015 15:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2015
Da:
Inviati: 307
 Re: La Terra Promessa
Quando noi utilizziamo i prodotti delle multinazionali a stelle e strisce, non contribuiamo forse al colonialismo economico americano?

Aironeblu
Inviato: 10/5/2015 15:27  Aggiornato: 10/5/2015 15:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: La Terra Promessa
@Cassandra

Citazione:
quelli che vanno a pulire cessi a Londra sentendosi "cervelli in fuga"


Ognuno ha i suoi "sbocchi"...

Aironeblu
Inviato: 10/5/2015 15:43  Aggiornato: 10/5/2015 15:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: La Terra Promessa
@Claus

Citazione:
Se ho perso il lavoro e il reddito è anche colpa di questa gentaglia ruffiana e leccaculo dei padroni, sono venuti e hanno, con la complicità dei buonisti interessati della sinistra e dei sindacati, tirato alle ortiche le nostre conquiste ottenute a prezzo di tante lotte fatte di sudore e sangue. Non li tollero più.


Pensa te che io invece per trovare lavoro sono dovuto saltare tra Colombia e Vietnam, facendomi il culo come un negro con i diritti di un cinese: ma ho ancora il passaporto italiano, abbassa pure il fucile se mi vedi passare...

Aironeblu
Inviato: 10/5/2015 16:17  Aggiornato: 10/5/2015 16:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: La Terra Promessa
Confermo comunque anch'io la diffusione virale di questa fede americanista un po' ovunque dal Tropico del Cancro in giu', come anche in molte parti dell'Europa occupata: del resto la produzione hollywoodiana copre ormai da decenni l'intero globo, di cosa ci si deve meravigliare?

La sola cosa da fare e' concedersi un po' di tempo in una chiaccherata come ha fatto Piero Cammerinesi con il suo elettricista Abiel (che credo si chiamasse Abel) cercando di seminare qua e la' qualche legittimo dubbio sulla reale essenza dell'American dream, o magari spingendosi fino ad accennare al ruolo svolto dagli USA nella creazione della condizione attuale in Messico (che tra parentesi non e' certo quella "miseria" e "disperazione" descritta a inizio articolo) e in decine e decine di altri paesi.

Il problema e' che per un emigrato, che rinnega la sua Terra e la abbandona convinto di andare incontro alla sua "Terra Promessa", scoprire di essere giunto con i suoi stessi piedi a fare il servo per degli schiavisti stranieri, significherebbe dover ammmettere il fallimento piu' grande di tutta la sua vita. E pur di non affrontare l'argomento si ostinano a riverire i padroni nell'illusione di sentirsi dalla loro parte.
Per fortuna la stupidita' di Abel non e' rappresentativa del resto dei Messicani, che preferisce restare in Messico.

horselover
Inviato: 10/5/2015 16:27  Aggiornato: 10/5/2015 16:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/9/2012
Da:
Inviati: 1898
 Re: La Terra Promessa
sono i frutti avvelenati della propaganda, tanti anni fa un anarchico di siracusa, a. failla, andò in urss perchè credeva fosse la terra promessa dei lavoratori e finì in siberia

pragmatico
Inviato: 10/5/2015 17:18  Aggiornato: 10/5/2015 17:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/3/2015
Da:
Inviati: 190
 Re: La Terra Promessa
La globalizzazione della Sindrome di Stoccolma , voglio pensare che la parte piu importante dell'editoriale sia la frase finale , ad evidenziare la possibilità che da questo Brainwash si può
uscire , purtroppo la realtà è che per ogni goccia tolta in questo oceano 500 nuove vi entrano.

La famosa evoluzione intellettuale delle umane genti spiegata in 3 minuti a partire dal minuto 8,40.

https://www.youtube.com/watch?v=8qj4EEx6fbM

redribbon
Inviato: 10/5/2015 17:53  Aggiornato: 10/5/2015 17:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: La Terra Promessa
Citazione:
Ok, ma scusa, ti sembra giusto che l’1% della popolazione possieda tanta ricchezza quanto il restante 99%?

Sì certo, perché se la sono conquistata quella ricchezza.


Alla faccia tua e per colpa dei fessi come te se la sono conquistata:
Carlos Slim il secondo più ricco del mondo (a volte il primo, duella con Billo Gates) tra le altre attività deve la sua ricchezza al fatto che possiede varie società telefoniche (quindi privatizzate) in sudamerica, è diventato ricco anche con la bolletta pagata da te (Abiel) se avevi il telefono,
e che c'è di male?
Il piccolo particolare che paghi per un servizio che al popolo si potrebbe dare, non dico proprio gratis, ma quasi.
Quindi la bolletta che paghi non è altro che un furto legalizzato con leggi create all'uopo dalla borghesia,
e se invece degli sprovveduti come te fossimo tutti coscienti di ciò, la borghesia non esisterebbe nemmeno, e neanche i ricchi o i poveri.


Citazione:
Beh, io lavoro dieci ore al giorno, è la cosa più importante…


E finchè la pensi così resterai povero e impegnato 10 ore al giorno per sopravvivere.

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
poveraccio
Inviato: 10/5/2015 21:56  Aggiornato: 10/5/2015 21:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2010
Da: Terra
Inviati: 82
 Re: La Terra Promessa
igork58

Anche Mazzucco metti dentro in questa tua acuta analisi??


non lo conosco abbastanza per pronunciarmi in tal senso.
Pensavo fosse ovvio che ci sono le eccezioni che confermano la regola.

matteog
Inviato: 10/5/2015 21:57  Aggiornato: 10/5/2015 21:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2009
Da: Roma
Inviati: 966
 Re: La Terra Promessa
Quotone di Cassandra

"Cercare il complotto è sano, trovarlo dappertutto è follia." M. Galante
igork58
Inviato: 11/5/2015 4:51  Aggiornato: 11/5/2015 4:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/2/2007
Da: yantai-china
Inviati: 117
 Re: La Terra Promessa
Citazione:
Ieri suona il campanello di casa un giovane messicano - qui in Texas quella che era la minoranza ispanica è diventata maggioranza - per una riparazione domestica.


Ieri suona al campanello un giovane rumeno....per una riparazione domestica.
E' artigiano, idraulico.

.... bla bla bla.....

10 ore al giorno....

bla bla bla...

Quant'e'??60 euro

bla bla bla...

Il tipo dell'articolo s'e' dimenticato di dire quanto porta a casa il tipo a fine mese.

igork58
Inviato: 11/5/2015 5:12  Aggiornato: 11/5/2015 5:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/2/2007
Da: yantai-china
Inviati: 117
 Re: La Terra Promessa
E visto che il tipo vive in Texas, provate a chieder quanto prende un ispanico nell'oil&gas.
E non parlo per sentito dire. C'ho lavorato con loro.

Redazione
Inviato: 11/5/2015 9:14  Aggiornato: 11/5/2015 9:14
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La Terra Promessa
IGORK58: "E visto che il tipo vive in Texas, provate a chieder quanto prende un ispanico nell'oil&gas."

Il tipo che vive in Texas si chiama Piero Cammerinesi. Il suo articolo è firmato. Le domande puoi fargliele direttamente tu: legge i nostri commenti, e sono certo che vorrà risponderti.

igork58
Inviato: 11/5/2015 10:11  Aggiornato: 11/5/2015 10:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/2/2007
Da: yantai-china
Inviati: 117
 Re: La Terra Promessa
Citazione:
Il tipo che vive in Texas si chiama Piero Cammerinesi. Il suo articolo è firmato. Le domande puoi fargliele direttamente tu: legge i nostri commenti, e sono certo che vorrà risponderti.


Il tipo che vive in Texas era riferito al messicano. E' la continuazione del post precedente. Non era una domanda rivolta all'autore.
Cmq se il Sig. Cammerinesi, visto che legge, vorra' risponder, ringrazio.

Redazione
Inviato: 11/5/2015 10:35  Aggiornato: 11/5/2015 10:35
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La Terra Promessa
IGORK58: Ti chiedo scusa, avevo capito male.

hvsky
Inviato: 12/5/2015 0:50  Aggiornato: 12/5/2015 1:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/6/2011
Da:
Inviati: 161
 Re: La Terra Promessa
Citazione:
CLAUSNEGHE citazione....
Detto fra noi mi dispiace che i killer razzisti non siano riusciti a beccarlo, questo stupido messicano.
Ma sono così anche i nostri extracomunitari, per non parlare dei Rumeni,Albanesi o degli Ucraini o degli Indiani e Pakistani che vengono qui a gonfiarsi di wiskej e alcolici vari..
Una volta mi commuovevo quasi per questi, ora sarei disposto a spararli, chiamatemi pure razzista, me ne frego.
Se ho perso il lavoro e il reddito è anche colpa di questa gentaglia ruffiana e leccaculo dei padroni, sono venuti e hanno, con la complicità dei buonisti interessati della sinistra e dei sindacati, tirato alle ortiche le nostre conquiste ottenute a prezzo di tante lotte fatte di sudore e sangue. Non li tollero più.



RAZZISTA................. fai il gioco che ti dicono di giocare e la danza che ti ordinano di ballare...........
una connotazione geografica davvero può rappresentare una diversità????

non mi permetto mai di attaccare qualcuno ma tu 6 proprio scemo..... quanto ti piace essere in una "comunità" e chiamare gli "altri" extracomunitari ????
mi pari un pappagallo da TG..... VERGOGNA!!!

te la stai prendendo con dei poveracci perchè non hai le palle per prendertela con chi è + "grande" di te e ti schiaccerebbe come uno sterco di mucca????

rifletti invece di ripetere qualche cantilena sentita da chissà quale """""fonte""""

tu parli di wiskey e alcolici ma ti sei mai domandato queste persone da cosa scappano????? hanno passato la loro infanzia e adolescenza tra le macerie delle loro case orfani affamati o nella migliore delle ipotesi come figli di genitori violenti e alcolizzati a loro volta figli di nonni violenti, maschilisti e alcolizzati..... mentre tu che facevi? ti masturbavi sotto le lenzuola che la mammina il giorno dopo ti lavava????

ricorda che i condizionamenti possono essere culturali e non geografici e se te la vuoi prendere con questi condizionamenti culturali non serve arrivare così lontano basta andare in qualche paesino del entroterra siciliano, calabrese, sardo o valtellinese per trovare le stesse situazioni di degrado..... ma loro non sono albanesi, ucraini ecc ecc ma sono ITALIANI...... quelli però non vorresti fossero saprati da killer razzisti vero?????

non ti dice niente la frase dividi et impera????? bè tu ne sei il più mediocre risultato.... e come appare evidente FUNZIONA!!!!

poi mi spieghi di che conquiste parli???? e di come puoi dare la colpa di questa situazione nella quale anche io, come tanti, mi trovo agli extracomunitari..... davvero 6 così scemo che pensi che il periodo mi merda che stiamo vivendo sia colpa degli immigrati?????? hai mai sentito parlare di "sistema" che tutto decide???
o pensi di esserti iscritto ad un forum di taglio e cucito made in italy??????

ma fai bene dai retta ai telegiornali che ti dicono che la crisi è colpa di chi non batte lo scontrino per una pizza o un caffè o degli extracomunitari che rubano il lavoro a noi italiani..... vai lontano e il tuo prossimo post sarà ma guarda questi scemi che pensano che le torri gemelle sono un inside job ..... a me vespa mi aveva detto che la colpa era di una manciata di beduini extracomunitari..... CHE COMPLOTTARI!!!


MI STUPISCO COME ANCHE IN QUESTO LUOGO VIRTUALE NESSUNO SI SIA SCANDALIZZATO DI SIFFATTE AFFERMAZIONI....... o il tuo delirio è stato ignorato in segno di compassione o anche qui dentro c'è veramente qualcosa che non va.....

:::::::: X LA REDAZIONE::::::::

caro M.M. spero vivamente ti sia sfuggito questo concetto direi aberrante altrimenti
mi auguro che avresti provveduto alla cancellazione immediata di questo """""""utente di LC""""""

con stima
hvsky

Questa è la danza del pensiero... puoi anche non crederci ma è tutto vero!
hvsky
Inviato: 12/5/2015 1:47  Aggiornato: 12/5/2015 1:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/6/2011
Da:
Inviati: 161
 Re: La Terra Promessa
Citazione:
ome già detto, io ho 59 anni, sono blogger e nella mia vita finora avrò letto tremila libri da Topolino a Nietzche, passando per Marx , Castaneda,Nostradamus, e finendo a Icke, per capirci, modestia a parte.
E fatto migliaia di lavori con le mani,caro.
Ti scuso solo se sei ggiovane


ora ho capito tutto:

1) era meglio se ti fermavi a topolino visto che i rimanenti 2999 libri non sono serviti un gran che..... lo si evince chiaramente dalle tue dichiarazioni razziste

2) hai 60 anni quindi pensi di essere "migliore" dei giovani mentre sei di quella generazione che ci ha portato dove siamo ora..... quindi invece di prendertela con te stesso e con i tuoi ottusi coetanei te la prendi con gli immigrati..... è loro la colpa è loro...... NON MIA che mi sono fatto infinocchiare ben bene dal sistema e ricorda se stai percependo una pensione...... TE LA STO' PAGANDO IO ....... ma io che sono giovane e stupidino non penso di prendermela con te che te la 6 guadagnata ma preferisco prendermela con chi si è magnato tutti i soldini che hai versato e che ti spettano...... chiaro il concetto ???????
ma tu esperto volpone 60enne con chi ti rimane + facile prendertela?????

con te stesso e la tua generazione che ha permesso e diciamo avallato l'attuale situazione
o con qualche disgraziato che ti ha levato il reddito?????

spunto di riflessione e scontro generazionale SVEGLIA il mondo è dei giovani e se non evolve è perchè voi "veterani" inculcate fin da subito a quei bellissimi libri ancora bianchi che sono i bambini quello che voi pensate sia il modo giusto di vivere tarpandogli le ali insegnando cose che già sono SUPERATE in una concezione della vita anche essa superata........ metaforicamente è come se io insegnassi a mio figlio a giocare con il commodore 64 convinto di dargli qualche buona "dritta" per la sua laurea in ingegneria informatica.....

chiudo citando Einstein : Non si può risolvere un problema con la stessa mentalità che l'ha generato......


P.S.

chissà se un giorno incontrassi Ike o quel extracomunitario di Castaneda e gli dicessi che vorresti sparare a questi immigrati ruba lavoro cosa ti risponderebbero?????
RI-DI-CO-LO

Questa è la danza del pensiero... puoi anche non crederci ma è tutto vero!
igork58
Inviato: 12/5/2015 7:18  Aggiornato: 12/5/2015 7:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/2/2007
Da: yantai-china
Inviati: 117
 Re: La Terra Promessa
Citazione:
tu parli di wiskey e alcolici ma ti sei mai domandato queste persone da cosa scappano????? hanno passato la loro infanzia e adolescenza tra le macerie delle loro case orfani affamati o nella migliore delle ipotesi come figli di genitori violenti e alcolizzati a loro volta figli di nonni violenti, maschilisti e alcolizzati..... mentre tu che facevi? ti masturbavi sotto le lenzuola che la mammina il giorno dopo ti lavava????




Ci mancavano i sensi di colpa...
E non dimenticarsi del nonno maschilista.

Redazione
Inviato: 12/5/2015 8:32  Aggiornato: 12/5/2015 8:32
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La Terra Promessa
HVSKY: "caro M.M. spero vivamente ti sia sfuggito questo concetto direi aberrante altrimenti mi auguro che avresti provveduto alla cancellazione immediata di questo """""""utente di LC""""""" "

Posso capire la tua indignazione, ma ti ricordo che:

Luogocomune è aperto a tutti, e qui tutte le idee godono dello stesso diritto di asilo, indipendentemente dalla posizione politica o da pregiudizi altrui. Lo spazio di espressione è garantito a tutti: sta poi all'utente difendere e far valere di volta in volta le proprie idee, all'interno delle noste regole e nel pieno rispetto delle idee altrui. Il principio su cui si basa luogocomune è "qui si discutono le idee e non le persone".

Se vuoi, quindi, puoi mettere in discussione le "idee razziste" di Clausneghe. Ma non puoi dargli dello "scemo", come hai fatto tu.

Antdbnkrs
Inviato: 12/5/2015 9:14  Aggiornato: 12/5/2015 9:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 20/6/2013
Da:
Inviati: 1331
 Re: La Terra Promessa
X TUTTI I RAZZISTI

Noi "uomini bianchi" siamo i piu' grandi pezzi di m. della storia dell'umanita (almeno per quella ufficiale).

Ritenendoci superiori abbiamo CONQUISTATO E DEVESTATO tutte le terre del mondo
Abbiamo sterminato milioni di indiani in america, abbiamo sterminato e schiavizzato milioni di "negri" africani , abbiamo sterminato le popolazioni del sud america e dell'australia e adesso ci lamentiano perche' vengono a casa nostra! Per tutti i danni che abbiamo creato loro sarebbe giusto che ogni "nazione bianca" si facesse carico di questa povera gente oppure investisse nelle loro terre SENZA GUADAGNARCI NIENTE per creare sviluppo ed evitare loro di rischiare la vita per VIVERE.

clausneghe
Inviato: 12/5/2015 10:05  Aggiornato: 12/5/2015 10:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: La Terra Promessa
Oh, Hvsky, ma che hai, ti prende un attacco epilettico?
Cosa c'è che ti ha fatto inbufalire, su dai, dillo allo zietto Claus che vediamo se si può rimediare...Ciao, e rilassati, che mica ti accoppo, eh

clausneghe
Inviato: 12/5/2015 10:11  Aggiornato: 12/5/2015 10:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: La Terra Promessa
Grazie Gran Maestro Massimo Augusto Mazzucco nome di battaglia Redazzucco per la difesa d'ufficio a mio favore contro questo giovvane così appassionato...
Sempre professionale come sempre. (Tu, mica il Tosetto)
Su, Uskino, fai un giretto fuori, che è estate..
Ah, cretinetto, dimenticavo: Non mi paghi nessuna pensione, caro, perchè sono disoccupato e senza alcun reddito elargitomi dallo Stato.
Prima di parlare informati, cretinetto.

Sertes
Inviato: 12/5/2015 10:29  Aggiornato: 12/5/2015 10:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: La Terra Promessa
Citazione:
clausneghe ha scritto:
Detto fra noi mi dispiace che i killer razzisti non siano riusciti a beccarlo, questo stupido messicano.
Ma sono così anche i nostri extracomunitari, per non parlare dei Rumeni,Albanesi o degli Ucraini o degli Indiani e Pakistani che vengono qui a gonfiarsi di wiskej e alcolici vari..
Una volta mi commuovevo quasi per questi, ora sarei disposto a spararli, chiamatemi pure razzista, me ne frego.
Se ho perso il lavoro e il reddito è anche colpa di questa gentaglia ruffiana e leccaculo dei padroni, sono venuti e hanno, con la complicità dei buonisti interessati della sinistra e dei sindacati, tirato alle ortiche le nostre conquiste ottenute a prezzo di tante lotte fatte di sudore e sangue. Non li tollero più.



Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Redazione
Inviato: 12/5/2015 10:39  Aggiornato: 12/5/2015 10:39
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La Terra Promessa
CLAUSNEGHE: La difesa d'ufficio non prevede che tu a tua volta ti metta ad insultare. Altrimenti passi dalla parte del torto, insieme a lui.

Ora comunque finitela tutti e due, perchè mi avete stufato.

clausneghe
Inviato: 12/5/2015 11:30  Aggiornato: 12/5/2015 11:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: La Terra Promessa
Ohhh, come la prendiamo a male
Cmq hai ragione e per quanto mi riguarda la cosa finisce qui con coso lì, il canide Uisky, che io nemmeno mi sono offeso, anzi rido
Va ben, ora scappo, devo fare dei filtri..
Ah, NON sono razzista, così come nessun delinquente si dichiara colpevole..

toussaint
Inviato: 12/5/2015 12:02  Aggiornato: 12/5/2015 12:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: La Terra Promessa
Ok, ricordiamoci però anche dei fratelli e connazionali di quel ragazzo che invece non ci stanno, come i 43 ragazzi messicani recentemente ammazzati dalla polizia locale di uno stato messicano in combutta con i narcos, narcos che fanno grassi affari con la CIA della "terra promessa" al di là del confine.
Ne avevano anche fatto sparire i corpi, ma l'indignazione popolare ha scatenato una sommossa che ha costretto le istituzioni federali messicane a smantellare la polizia corrotta e a far sì che i cadaveri venissero ritrovati.
Per non parlare dei 400 ammazzati il giorno prima dell'inaugurazione delle Olimpiadi del 1968, in un corteo di protesta contro quell'inutile e costosa esibizione propagandistica.
Del resto, gli schiavi contenti sono sempre esistiti, personalmente trovo più interessante chi si ribella.


edit: anch'io sono del partito di Cassandra...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
toussaint
Inviato: 12/5/2015 12:17  Aggiornato: 12/5/2015 12:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: La Terra Promessa
bè, conoscendo clausneghe per tutti i post che ha qui scritto, non credo proprio che sia razzista.
Penso di aver capito la sua rabbia per un'eccessiva tendenza degli immigrati a farsi carne da macello e a non lottare per difendere i propri diritti.
Anche i nostri padri e nonni qui in Italia erano trattati da schiavi, ma hanno lottato conquistando quei diritti che noi, in pochi anni, ci siamo fatti strappare senza dire A.
Ma occorre anche dire, caro clausneghe, che quella lotta e quell'impegno furono frutto di una crescita culturale collettiva che potè realizzarsi proprio nella militanza politica, cosa di cui gli immigrati, tranne rare eccezioni, non dispongono.
Vengono qui, isolati, senza riferimenti, con la sola stella polare dell'istinto di sopravvivenza, direi che il paragone più calzante è con i nostri emigrati in Germania, USA, Canada, Francia, Svizzera, Belgio, Olanda.
E anche loro non erano certo un modello da imitare, i più intraprendenti hanno inondato di mafia i paesi che li hanno ospitati...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
manofmonk
Inviato: 12/5/2015 13:40  Aggiornato: 12/5/2015 13:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/2/2015
Da: LUNA
Inviati: 153
 Re: La Terra Promessa
Vedete come ci stiamo cascando anche noi alla famosa guerra dei poveri?
Anche le menti più brillanti di qui LC stanno andando proprio nella direzione voluta e "studiata" dai Badroni.
È proprio vero, non c'è bisogno di innestare chip sotto pelle, rapire persone e chiuderle in una stanza e farle scannare a vicenda, attaccargli elettrodi diretti nel cervello ecc.
Basta solo un po di...propaganda al posto giusto e al momento giusto...

Quando non ci sarà più posto all'inferno, i morti cammineranno sulla terra.
Maksi
Inviato: 12/5/2015 14:16  Aggiornato: 12/5/2015 14:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/10/2011
Da:
Inviati: 1219
 Re: La Terra Promessa
Citazione:
X TUTTI I RAZZISTI

Noi "uomini bianchi" siamo i piu' grandi pezzi di m. della storia dell'umanita (almeno per quella ufficiale).

Ritenendoci superiori abbiamo CONQUISTATO E DEVESTATO tutte le terre del mondo
Abbiamo sterminato milioni di indiani in america, abbiamo sterminato e schiavizzato milioni di "negri" africani , abbiamo sterminato le popolazioni del sud america e dell'australia e adesso ci lamentiano perche' vengono a casa nostra! Per tutti i danni che abbiamo creato loro sarebbe giusto che ogni "nazione bianca" si facesse carico di questa povera gente oppure investisse nelle loro terre SENZA GUADAGNARCI NIENTE per creare sviluppo ed evitare loro di rischiare la vita per VIVERE.

Voi "anti-razzisti" avete una logica strana. Invocate le razze quando c'e' da incolpare la "razza bianca" (tutta e senza distinzioni... ovvio... cosi' un Polacco ha la stessa colpa di un Inglese... ma poi Rothschild sara' mica Inglese?).
Questa cosa della colpa riguardo la colonizzazione e' pura follia. E' come se noi accusassimo i Mongoli o Turchi per averci invaso e razziato. E'una stronzata inculcata nella cultura dominante. E poi la colonizzazione e' stata si uno sfruttamento (io stesso sono anti-colonialista), pero' adesso mica i post-colonizzati rinnegano tutte le infrastrutture da essa avute, pure le lingue colonizzanti sono rimaste. Il problema qui non e' culturale, ma antropologico, dato che se parliamo dell'Africa e della razza negra, non ha espresso mai ingenio o una capacita' intellettuale che sfociasse in un'idea filosofica che miri ad un costrutto sociale progredito. Vivono per inerzia... E dato che qui gli promettono vitto e alloggio praticamente gratis (poi si sorprendono quando vedono la realta'), rischiano il tutto e per tutto. Queste per me, sono persone miserabili, perche' rinnegano le proprie radici ed identita' per meri fini materiali (ho chiuso il rapporto con un mio amico, quando e' andato a fare il "barista" a Londra, per dire). Che attenzione! non si tratta di quelli che muoiono per fame veramente (quelli non c'hanno certo i mezzi per pagarsi il viaggio), ma fuggono sopreatutto per disposizione delle loro famiglie, che poi voglino ricevere i "contributi". E' pura logica capitalista globalizzata, che la sinistra piu' demenziale della storia appoggia in maniera messianica... proprio quelli che vogliono gli Stati Uniti d'Europa: un'unione di stati non-nazionali sotto un apparato sovranazionale che determina tutti i parametri a loro disegnati.

L'immigrazione e' una guerra programmata, quella piu' distruttiva, che elimina ogni cosa. Quando non ci rimarra' piu' niente, sara' troppo tardi e malediremo quel buonismo cosi' patologico che ci ha portati in questa situazione. Questo e' un problema sopratutto per l'Europa occidentale (propaganda americanoide e catto-comunista), l'est e' ancora considerevolmente "razzista".
Diverso e' il discorso per i rifugiati, come i Siriani o le genti indo-arie come i Yazidi, massacrati dal Daesh. Loro sono nostri fratelli, che devono essere aiutati.




I pellerossa si sono battuti per la propria terra ed identita'... magari possiamo imparare proprio da loro.

toussaint
Inviato: 12/5/2015 14:32  Aggiornato: 12/5/2015 14:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: La Terra Promessa
Maksi, guarda che prima delle rispettive colonizzazioni i "negri" e i pellerossa vivevano allo stesso modo, in contatto con la natura e senza particolari "costrutti filosofici".
Quindi, non capisco la differenza che fai nei due casi.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Shavo
Inviato: 12/5/2015 14:53  Aggiornato: 12/5/2015 14:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/5/2008
Da:
Inviati: 334
 Re: La Terra Promessa
Citazione:
Queste per me, sono persone miserabili, perche' rinnegano le proprie radici ed identita' per meri fini materiali (ho chiuso il rapporto con un mio amico, quando e' andato a fare il "barista" a Londra, per dire).

Cosa intendevi dire? Che tutti dovrebbero starsene a casa propria?
Non vedo nulla di male nell'aspirare a un'esperienza in una città all'estero.. (evito di postare foto di baristi con gli occhioni dolci)

Maksi
Inviato: 12/5/2015 17:14  Aggiornato: 12/5/2015 17:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/10/2011
Da:
Inviati: 1219
 Re: La Terra Promessa
Citazione:
toussaint:

Maksi, guarda che prima delle rispettive colonizzazioni i "negri" e i pellerossa vivevano allo stesso modo, in contatto con la natura e senza particolari "costrutti filosofici".
Quindi, non capisco la differenza che fai nei due casi.

Apparte che i pellerossa e i negri sono popoli anzi razze completamente diverse, ma vabbe'... Qui non mi sembra che ci arrivino flotte di pellerossa. Qui il problema e che non vogliono piu' ritornare in "contatto con la natura", ma vogliono proprio occidentalizzarsi (che non e' europeizzarsi... anche perche' e totalmente incompatibile con la loro natura), oppure solo essere sfruttati per interessi materiali. Insomma, si tratta della filosofia a stelle e strisce, dove non ci sono popoli, nazioni e razze, ma solo mezzi umani di produzione... e piu' sono sfruttabili piu' sono utili. Non c'e' piu' un'idea del sangue, ma solo dell'oro. Stanno creando il proletariato globale attraverso il meticciamento. Il vero ostacolo a questo piano e' proprio il concetto del sangue come richezza primaria di ogni popolo, ed e' per questo che gli Europei in generale, con il loro ideale graaelico, diventano un nemico da abbatere... anche e sopratutto fisicamente.

Se poi le popolazioni negre d'Africa riuscissero a ritrovare la loro vocazione razziale delle radici, allora serebbe una lotta sacrosanta... ma servirebbe un nazionalsocialismo africano . Che anzi ci furono proprio degli appartenenti negri alla causa nazionalsocialista, ma dove li trovi oggi uomini cosi' (che e' lo stesso problema anche da noi)? Per la maggior parte l'ideale sono quei rapettari ignobili che sembrano scimmioni ammaestrati. I negri occidentalizzati amano a dismisura l'oro, e' un feticcio... hanno sempre almeno una collanina intorno al collo in effetti.

Citazione:
Shavo:

Cosa intendevi dire? Che tutti dovrebbero starsene a casa propria?
Non vedo nulla di male nell'aspirare a un'esperienza in una città all'estero.. (evito di postare foto di baristi con gli occhioni dolci)

Stare tutti con la propria gente. Londra poi non e' nemmeno piu' Europa e me ne tengo il piu' lontano possibile... altro che esperienza. Ad Edinburgo invece ci andrei, che e' gia' qualcosa di diverso; ma non ci andrei per fini materiali, ma spirituali. Anche se mi basta quello che ho...



(La bambina e' stupenda... gli Yazidi sono un popolo antichissimo, che vive in Irak. Gente arianissima, minacciata dai tagliagole Daesh. Le donne e le bambine vengono schiavizzate e stuprate, come la dottrina talmudica - ancora piu' che coranica - impone)

Shavo
Inviato: 12/5/2015 17:38  Aggiornato: 12/5/2015 17:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/5/2008
Da:
Inviati: 334
 Re: La Terra Promessa
Maksi, ti consiglio vivamente di farti un giro nell'amata Edimburgo. Non ce n'è come girare il mondo per scoprire che la bellezza si trova ovunque... anche nelle differenze culturali!
Un razzista come te dovrebbe essere a maggior ragione spronato a viaggiare e ammirare le differenze culturali! Un razzista come te che coglie tutte le sottigliezze e particolarità di un popolo son sicuro che imparerebbe tanto dal prossimo! Cosa vuoi imparare dal tuo vicino di casa??? Cosa?! Dimmelo!

Quella bambina è bellissima!! ma qui il superlativo è usato in modo corretto... arianissima, questo no. Questo superlativo è una CAZZATA. La cosa più ignorante che hai scritto, tu razzista ignorante. E non è un'offesa, è una constatazione.

Parti subito, fallo per te! Non perdere tempo!!

Decalagon
Inviato: 12/5/2015 18:05  Aggiornato: 12/5/2015 18:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: La Terra Promessa
Citazione:
Detto fra noi mi dispiace che i killer razzisti non siano riusciti a beccarlo, questo stupido messicano.
Ma sono così anche i nostri extracomunitari, per non parlare dei Rumeni,Albanesi o degli Ucraini o degli Indiani e Pakistani che vengono qui a gonfiarsi di wiskej e alcolici vari..
Una volta mi commuovevo quasi per questi, ora sarei disposto a spararli, chiamatemi pure razzista, me ne frego.
Se ho perso il lavoro e il reddito è anche colpa di questa gentaglia ruffiana e leccaculo dei padroni, sono venuti e hanno, con la complicità dei buonisti interessati della sinistra e dei sindacati, tirato alle ortiche le nostre conquiste ottenute a prezzo di tante lotte fatte di sudore e sangue. Non li tollero più.


Tu hai dei problemi. Lo dico seriamente, non è una provocazione.

E mi chiedo come faccia Massimo a permettere a utenti come te di scrivere cose del genere.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
Maksi
Inviato: 12/5/2015 18:34  Aggiornato: 12/5/2015 18:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/10/2011
Da:
Inviati: 1219
 Re: La Terra Promessa
Citazione:
Shavo:

Maksi, ti consiglio vivamente di farti un giro nell'amata Edimburgo. Non ce n'è come girare il mondo per scoprire che la bellezza si trova ovunque... anche nelle differenze culturali!
Un razzista come te dovrebbe essere a maggior ragione spronato a viaggiare e ammirare le differenze culturali! Un razzista come te che coglie tutte le sottigliezze e particolarità di un popolo son sicuro che imparerebbe tanto dal prossimo! Cosa vuoi imparare dal tuo vicino di casa??? Cosa?! Dimmelo!

Quella bambina è bellissima!! ma qui il superlativo è usato in modo corretto... arianissima, questo no. Questo superlativo è una CAZZATA. La cosa più ignorante che hai scritto, tu razzista ignorante. E non è un'offesa, è una constatazione.

Parti subito, fallo per te! Non perdere tempo!!

Adesso pero' non dramatizzare.
Comunque, le citta' come Londra o New York (non solo) non sono certo l'ideale per apprendere sulle culture differenti. Quelle citta' sono come circhi o zoo, immedesimate nella loro frenetica perversione di annichilire tutto e tutti per formare l'individuo globalizzato (individualista, vizioso, materialista, sentimentalista...). Non saprei che farmene di codesta "cultura" e infatti la ripudio, ma nemmeno per principio... proprio non riesco a concepire di vivere li'.

Per me il viaggio non e' indispensabile (che anzi molti poi diventano cosi' "mentalmente aperti" che poi chiudono alla sola identita' che conta... la loro), ma deve esserci un fine che si conciglia con me stesso. Viaggiare per essere chic non mi interessa, anzi e' un altro sintomo del narcisismo personale (se guardate i profili di faccialibro, vedrete quanto le persone vogliano promuoversi attraverso le "esperienze" all'estero), di quell'egoico desiderio di essere speciali.

Comunque, non c'e' solo Edinburgo, eh... Ci sono molte altre mete, ma la mia meta piu' ambita e' l'Antartide

Scusa, eh, ma la bambina e' si arianissima... Pensi che l'Iran sia un nome a caso?

Ciao... vado in bici su quel monte nella foto

invisibile
Inviato: 12/5/2015 19:42  Aggiornato: 12/5/2015 19:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: La Terra Promessa
Maksi

Citazione:
Questa cosa della colpa riguardo la colonizzazione e' pura follia. E' come se noi accusassimo i Mongoli o Turchi per averci invaso e razziato.

No guarda che qui nessuno "accusa" nessuno di nessuna colpa.

E' successo veramente eh...

Quindi trattasi di colpa, se nelle propria etica il furto e l'omicidio in terre altrui è contemplata come tale, se invece uno crede che il furto e l'omicidio (e gli stupri e il ridurre in schiavitù eccetera in terra altrui) siano azioni accettabili, allora la cosa non riveste il carattere di colpa.

Confondi le cose.

Citazione:
E'una stronzata inculcata nella cultura dominante.

Correggimi se sbaglio, ma da questo sembra che per te il furto e l'omicidio in terre altrui siano comportamenti accettabili e quindi se si compiono non rivestono il caratteri di colpa, corretto?

Citazione:
Il problema qui non e' culturale, ma antropologico, dato che se parliamo dell'Africa e della razza negra, non ha espresso mai ingenio o una capacita' intellettuale che sfociasse in un'idea filosofica che miri ad un costrutto sociale progredito. Vivono per inerzia..

E questo "costrutto sociale progredito", quale sarebbe di grazia?

Si, è una domanda retorica visto che so come la pensi, è solo per farti notare che la tua idea di "costrutto sociale progredito", era fatto da persone che hanno anch'essi compiuto furti ed omicidi in terre altrui, nella convinzione di "essere nel giusto", o almeno questa era la narrazione che cercavano di vendere al mondo mentre rubavano e uccidevano.

Eh si, per la mia etica il furto e l'omicidio sono crimini anche se compiuti in terre altrui e pensa che cosa incredibile... anche se compiuti su popolazioni che vivono... come hai detto? Ah si, per inerzia (poi ce la spieghi questa cosa dell'inerzia...).

La cosa paradossale, è che tutti e sempre sono straconvinti che la loro idea di "costrutto sociale progredito" sia quella giusta, quando l'evidenza di millenni indica, o almeno dovrebbe fare sospettare, che l'uomo ha SEMPRE fallito miseramente in questo tentativo, quando si trattava di gestire popoli da un certo numero in su, numero che sappiamo essere molto piccolo.

Ma da quell'orecchio sono pochi quelli che si sentono... ma non sarà proprio per questo che....

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
horselover
Inviato: 12/5/2015 20:14  Aggiornato: 12/5/2015 20:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/9/2012
Da:
Inviati: 1898
 Re: La Terra Promessa
luis armstrong

Shavo
Inviato: 12/5/2015 21:34  Aggiornato: 12/5/2015 21:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/5/2008
Da:
Inviati: 334
 Re: La Terra Promessa
@Maksi
Drammatizzare? Ti è andata bene che non ho postato foto suggestive!

Se credi che gli Yazidi siano tuoi fratelli e un africano no sei prigioniero di un meschino inganno. Fa tristezza che uno che scrive come te non si renda conto di questa cosa. Il tuo Purismo è miserabile quanto gli zoo di cui parli.

Mandarti in Antartide suonerebbe troppo volgare, meglio Edimburgo.
Ti invidio, potessi vedere io un panorama del genere.

hvsky
Inviato: 13/5/2015 1:31  Aggiornato: 13/5/2015 1:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/6/2011
Da:
Inviati: 161
 Re: La Terra Promessa
Citazione:
redazione citazione

Posso capire la tua indignazione, ma ti ricordo che:

Luogocomune è aperto a tutti, e qui tutte le idee godono dello stesso diritto di asilo, indipendentemente dalla posizione politica o da pregiudizi altrui. Lo spazio di espressione è garantito a tutti: sta poi all'utente difendere e far valere di volta in volta le proprie idee, all'interno delle noste regole e nel pieno rispetto delle idee altrui. Il principio su cui si basa luogocomune è "qui si discutono le idee e non le persone".

Se vuoi, quindi, puoi mettere in discussione le "idee razziste" di Clausneghe. Ma non puoi dargli dello "scemo", come hai fatto tu.


caro M.M. non ti conosco personalmente ma ti ho sempre ammirato e tramite i tuoi lavori che penso siano l'estensione artistica della tua persona ho imparato a conoscerti virtualmente....

quindi chiedo scusa a te e a tutti gli utenti di LC se ho "distorto" il civile discorrere delle opinioni

detto ciò non estendo le mie scuse al personaggio razzista e qualunquista con il quale non solo non condivido il pensiero ( e fin qui non ci sarebbe nulla di anomalo anzi non condividere e confrontare il proprio con l'altrui pensiero è sempre stimolante) ma l'intero spettro visibile e invisibile della sua essenza, anima e corpo.

mi limiterò a non curarmi di lui e delle sue elucubrazioni mentali....

con stima
hvsky

Questa è la danza del pensiero... puoi anche non crederci ma è tutto vero!
onemanband
Inviato: 13/5/2015 14:49  Aggiornato: 13/5/2015 14:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/10/2013
Da: Praga
Inviati: 89
 Re: La Terra Promessa
Non mi stupisco che una discussione sull´immigrazione possa facilmente trascendere sul razzismo.

Intanto pero´non e´ una situazione paragonabile a quella dell´America di inizio del secolo scorso: un paese con necessita´ di braccia e a cui l´immigrazione e´ servita per poter mettere in modo il processo industriale.

Qui siamo in Europa, dove i problemi sono diversi e dove nessuno vuole farsi carico di una transumanza a cui semplicemente non puo fare fronte.

Oggi leggevo la dichiarazione di Rep Ceca e Slovacchia che hanno detto che non accetteranno mai una direttiva a livello Europeo che li obblighi ad accogliere rifugiati. L´Ungheria fara´ lo stesso, e gli altri paesi europei anche se non lo dicono ufficialmente non hanno alcuna intenzione di farlo.

Accoglierli tutti in Europa e´ una pura e semplice utopia di politici completamente senza idee oppure, paradossalmente, con le idee fin troppo chiare sul fatto che questa e´ la reazione ad eventi scatenati ad arte ed a cui non si sa come fare fronte

clausneghe
Inviato: 13/5/2015 14:50  Aggiornato: 13/5/2015 14:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: La Terra Promessa
Le tue parole mi hanno colpito molto, cagnetto, e penso che ora andrò ad impiccarmi o mi butterò nel pozzo, devo veder quale mi conviene di più e quale mi costa di meno. Sai, sono disoccupato indigente e devo far i conti su tutto...La corda già è un problema, per me, devo usarla usata che nuova non posso permettermela..Capisci ammè
Ciao!

Dipende
Inviato: 13/5/2015 15:43  Aggiornato: 13/5/2015 15:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 101
 Re: La Terra Promessa
Citazione:
te la stai prendendo con dei poveracci perchè non hai le palle per prendertela con chi è + "grande" di te e ti schiaccerebbe come uno sterco di mucca????


In effetti questo è lo stesso atteggiamento che hanno gli extracomunitari.

L’extracomunitario chi è?
Esiste un Paese X dove abitano un certo numero di cittadini Xiani. Questo Paese nei secoli è stato invaso, tartassato, e commissariato da una civiltà straniera. Cosa fanno gli Xiani? Praticamente un cazzo di niente se non soccombere, o approfittare della situazione quando si può.
Alcuni, molto pochi, cercano di fare resistenza. Moti di loro soccombono fisicamente perché non sostenuti dalla massa di piccoli pavidi indegni poveri di spirito ed iniziativa, incapaci di organizzarsi e che pensano di essere schiacciati come sterco di mucca. (cit)
E’ un po’ come se ti obbligassero ad abbandonare la tavola di casa tua e tu invece di riprendertela, vai ad infiltrarti spesso in maniera illegale ad altri tavoli e a volte anche in maniera prepotente.
Solo pochi rimangono nel Paese di origine tentando così di riappropriarsi del maltolto, la maggioranza di pavidi vermi, deleritti , sborsa 5000 euro per una traversata in canotto.
Nella testa dell’immigrato scatta un pensiero tipicamente umano terrestre: “la tua razza si è appropriata della mia tavola, ora mi prendo la tua”.

Sicuro c’è qualcuno che pensa: “è facile parlare così…voglio vedere te, se fossi nato in Africa…” Molto probabilmente sarei già morto, comunque sarei rimasto lì a sabotare.
Ora, l’extracomunitario, non è poi tanto differente dalla massa di piccoli pezzi di merda che compongono mediamente l’umanità terrestre, l’unica differenza è che all’extracomunitario gli hanno fottuto il Paese

Il mondo non è un’unica Terra, è stato diviso in continenti, poi nazioni, non si può essere d’accordo solo quando ti conviene.

Comunque gli Xiani oramai geneticamente schiavi, anche quando vanno negli altri Paesi rimangono tali, cioè sono comunque disposti a lavorare 16 ore al giorno per pochi spiccioli…e casomai capita che in Paesi come l’Italia dove dare pochi spiccioli per 16 ore di lavoro è il sogno di ogni datore di lavoro, tu, ipotetico combattente per i diritti del lavoratore lo prendi profondamente nel culo.

In definitiva, voi poveri tartassati schiavizzati di tutti i Paesi poveri del mondo, o venite qui e ci fate il culo mettendo a ferro e fuoco le potenze occidentali, pareggiando così millenni di soprusi, o ve ne state a casa vostra….il resto è solo il gioco “raccogli le briciole” che è il gioco più in voga sulla Terra.

Però lo so è spinoso come discorso e la si può guardare da vari punti di vista….un po’ come quando fuori ad una chiesa trovi un giovanotto che chiede l’elemosina. Che fare? Gli dai un euro, o t’incazzi e gli chiedi: “scusa ma che cazzo ci fai qui fuori? Possibile che non sei capace di fare nient’altro che chiedere l’elemosina?”

clausneghe
Inviato: 13/5/2015 20:50  Aggiornato: 13/5/2015 20:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: La Terra Promessa
Dipende, potrei quotarti
E ti quoto. Ciao

hvsky
Inviato: 14/5/2015 2:24  Aggiornato: 14/5/2015 2:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/6/2011
Da:
Inviati: 161
 Re: La Terra Promessa
Citazione:
dipende citazione
Comunque gli Xiani oramai geneticamente schiavi, anche quando vanno negli altri Paesi rimangono tali, cioè sono comunque disposti a lavorare 16 ore al giorno per pochi spiccioli…e casomai capita che in Paesi come l’Italia dove dare pochi spiccioli per 16 ore di lavoro è il sogno di ogni datore di lavoro, tu, ipotetico combattente per i diritti del lavoratore lo prendi profondamente nel culo.


non condivido ma rispetto..... mi viene da porti una domanda:

secondo te (leviamo gli extracomunitari) cosa ci stanno facendo a noi italiani qui a casa nostra?
non pensi che questa crisi (unita al terrore del finto terrorismo e a tantissime altre paure che ci inculcano provenienti da ogni direzione) sia studiata ad hoc per far si che a breve anche noi saremo disposti a lavorare 16 ore al giorno per pochi spiccioli?
la frase è il sogno di ogni datore di lavoro non ti dice proprio nulla? chi sono oggi nel mondo i "nuovi" datori di lavoro globali? la favoletta della globalizzazione come scambio e unione tra i popoli a chi sta giovando? foerse forse a quella manciata di multinazionali che ormai possiedono TUTTO (petrolio,armi,cibo,acqua,sementi,farmaci,il mattone ecc ecc ecc)....... ti auguro di cuore fortuna e prosperità ma io la vedo molto buia per il futuro di tutti e in questo caso anche dei "combattenti dei diritti dei lavoratori"
come si può parlare oggi di diritti dei lavoratori poi mi piacerebbe che me lo spiegassi .... non vedi che lo scopo di tutto ciò è ridurci schiavi ma ,bada bene, non come un tempo domani (molto presto) saremo noi a chiedere, anzi a supplicare di diventare "schiavi"...... non pensi che sia quello il loro scopo?
mutuo, affitto, bollette , assicurazioni, cibo, tempo """"libero""""" ben presto per avere tutto ciò dovremo lavorare 16 ore al giorno per pochi spiccioli..... ti torna?
e come ho avuto modo di dire in passato dopo anni di sacrifici per estinguere un mutuo che assomiglia sempre + ad una via crucis (io personalmente ho rinunciato anche a sperare di poter permettermi una casa di proprietà) dai a "loro" (non so come chiamarli o identificarli precisamente) la possibilità di ricattarti..... se non paghi questo quello e quell'altro arriva l'ipoteca..... ti torna?
da qui la domanda provocatoria c'è davvero bisogno di immedesimarti in un ipotetico africano dicendo io probabilmente sarei morto ma sarei rimasto a sabotare?
penso che a breve DOVRAI COMINCIARE QUI A SABOTARE perchè faremo la fine di quel africano X...... certo in altre forme e modalità ma la sostanza sarà esattamente la stessa.... e anche se non ti conosco sarei pronto a scommettere che per te e la tua famiglia anche tu sarai costretto ad abbassarti e spaccarti la schiena per i famosi pochi spiccioli..... anzi lo chiederai tu stesso e ringrazierai il cielo di quelle briciole che ti getteranno sulla tua tavola.....
come la metti ora? fra 5 o 6 annetti leggerò sul giornale di un sabotatore ucciso in una carica di cellerini soprannominato "Dipende"
se davvero sarà così mi permetto di darti un consiglio :
comincia a preparati perche i tempi sono maturi e i buoi sono già fuori dal recinto
ci stanno fottendo bene bene ma noi invece di notare un fallo enorme nel di dietro pensiamo agli "altri" gente che invece di riprendersi la propria tavola la va a rubare ad altri..... pensando che sia quello il problema..... tutto ciò con un fallo nel sedere già in penetrazione stantuffante.... questo proprio non riesco a spiegarmelo!!!
quando qualcuno ci indica la luna non guardiamo il dito x D.
se con una bacchetta magica potessimmo far sparire tutti i "ruba tavola" del mondo pensi che staremo meglio? o forse anche questo è un giochino del sistema che ci tiene impegnati su FALSI problemi mentre intanto ci stantuffa?
chiaro che il nostro cervello è portato a inquadrare problemi + piccoli e in lina teorica facilmente risolvibili piuttosto che porsi domande "a monte" è umano penso che lo facciamo tutti.... per questo è bello farsi domande "universali" tipo da dove nasce questa crisi? chi l'ha voluta e perchè? dove vogliono arrivare?
chiaro che le risposte sono moooolto sfocate e imprecise e le soluzioni quasi inesistenti.... x questo è facile prendersela con qualcosa di + vicino, tangibile ma sono capri espiatori (a guarda sto rumeno che mi ruba il lavoro....)
non so a voi ma a me sembra piuttosto evidente....
chiudo dicendoti che la divisione del mondo in stati e nazioni è solo una "convenzione" decisa da qualcuno tanti secoli fà per tenerci separati perchè uniti nelle differenze saremo davvero potenti e nessuno avrebbe bisogno di rubare la tavola di nessuno..... nel mondo le risorse ci sono per tutti ma a noi poveri mortali questa realtà è sempre stata negata e distorta per un unico scopo: accentrare potere e ricchezza nelle mani di pochi che dall'alto sghignazzano guardandoci scannare tra noi e sorridendo penseranno come sono scemi questi qui sotto a cui basta raccontare 4 cazzate per distoglierli dalla + grande truffa della storia.
con la attuale tecnologia noi potremmo lavorare poche ore al giorno x soddisfare tutte le nostre esigenze invece più passa il tempo e + ci ritroviamo a lavorare dalla mattina alla sera per sopravvivere........ rimarrai stupito ma io sono un "datore di lavoro" che lavora 10/12 ore al giorno per pochi spiccioli e a fine mese sto sempre con il culo stretto come un acino d'uva...... sono rumeno? africano? albanese? no sono un essere umano sfruttato dal sitema come altri miliardi come me e probabilmente come te
un saluto
hvsky

Questa è la danza del pensiero... puoi anche non crederci ma è tutto vero!
hvsky
Inviato: 14/5/2015 2:49  Aggiornato: 14/5/2015 2:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/6/2011
Da:
Inviati: 161
 Re: La Terra Promessa
PER CAPIRE MEGLIO CIO' CHE VOGLIO DIRE:

Abbiamo cinque scimmie che sanno che salendo la scala saranno bagnate da acqua gelata, e che per questo non salgono la scala nonostante in cima ci siano ancora le banane. Supponiamo a questo punto di togliere una delle scimmie, e di metterne nella stanza una che non sa niente di quanto successo finora. Da questo momento, inoltre, gli spruzzi d’acqua non verranno più attivati. La nuova scimmia, che non è stata condizionata pavlovianamente, vede le banane e sale le scale per prenderne una. Le altre quattro, però, sanno che, se quella sale le scale, saranno punite tutte quante – e quindi, ciò che è importante, anche loro che non salgono. Allora intervengono: aggrediscono la nuova arrivata per impedirle di salire. La nuova scimmia ci proverà ancora una volta o due, ma alla fine smetterà di cercare di salire.

Apparentemente niente di nuovo: è vero che l’associazione pavloviana non è più «salgo le scale quindi vengo bagnato», ma «salgo le scale quindi vengo aggredito», ma di fatto anche la nuova scimmia è stata educata pavlovianamente: se viola una regola (non si salgono le scale) viene punita. Ciò che è interessante notare, tuttavia, è che questa volta l’educazione, o meglio l’esecuzione della punizione, non arriva dall’esterno, ma dall’interno stesso. Il gruppo di scimmie, educato, tende a far rispettare l’educazione che ha ricevuto.

Ma andiamo oltre. Sostituiamo un’altra scimmia. La nuova arrivata cercherà di prendere le banane, ma le altre quattro (tre «originali» e una «nuova») la aggrediranno per impedirglielo. Prima o poi imparerà anche questa, e allora si introdurrà un’altra scimmia, e poi un’altra e un’altra ancora, fino ad arrivare ad una popolazione composta interamente da scimmie che non sono mai state spruzzate con l’acqua gelata. Nessuna delle scimmie, a questo punto, è stata educata dall’educatore esterno. Tuttavia, le quattro scimmie educate con l’aggressione continueranno questa usanza: appena la nuova scimmia salirà le scale la aggrediranno. A questo punto si può andare avanti all’infinito, sostituendo gradualmente le scimmie e osservando nuove «generazioni» che riceveranno l’educazione di quelle precedenti.

Nello specifico, il caso di scimmie anziane che impongono le loro regole (le regole a cui sono state educate) alle nuove arrivate potrebbe prendere il nome popolare di «nonnismo». Se però ampliamo l’orizzonte temporale, possiamo pensare che le scimmie si riproducano, dando vita a delle vere generazioni, ma il risultato rimarrà invariato: i figli saranno educati dai genitori a rispettare le loro regole.

Sociologicamente, esistono tre attori. Incominciamo dal primo, cioè il gruppo di scimmie. Esse costituiscono una società: sono un insieme di individui che interagiscono tra di loro secondo regole concordate. Non si saranno sedute intorno ad un tavolo e non avranno firmato una costituzione con penne d’oca, ma le hanno concordate lo stesso. Il secondo attore è l’educatore: un elemento esterno o interno alla società (in questo caso esterno) che intende imporre una propria regola al resto della società. L’educatore può agire secondo etica, convincendo razionalmente gli individui a seguire le sue indicazioni, oppure prevaricare il loro libero arbitrio e promettere premi e/o punizioni a chi segue o viola i suoi dettami.

Come si può dedurre, la relazione tra società ed educatore è alquanto complicata (per questo non è facile fare l’educatore…). Come abbiamo visto, però, se una certa regola viene accettata dalla società sarà la società stessa a mantenerla in vita, anche senza l’intervento dell’educatore. La società, quindi, si configura come un elemento solido, coriaceo, conservatore. Ma allora, cosa introduce cambiamento e dinamicità?

L’elemento di dinamicità è dato dalla scimmia nuova, e da una sua caratteristica in particolare: l’ingenuità. La scimmia nuova è il terzo attore sociologico, quello che consente alla società di cambiare, per il solo motivo che è appena entrata nella società e quindi non è ancora conformata alle sue regole. Non è al corrente dei premi e delle punizioni, non è condizionata da un’istruzione pavloviana, essa è in un certo senso asociale, perché non risponde alle regole societarie.

Concludo con un’osservazione: l’esperimento funziona (cioè la società continua a tramandare l’educazione ricevuta) fino a quando gli individui educati riescono a sopraffare quelli ingenui che cercano di sovvertire l’ordine delle cose. Se nella stanza togliessimo non una, ma quattro scimmie per sostituirle con altri individui, nel momento in cui le nuove arrivate cercassero di prendere le banane l’unica scimmia educata non avrebbe il potere necessario a fermarle, e dovrebbe suo malgrado lasciar fare loro quello che vogliono. L’interessante risvolto è che, se gli spruzzi d’acqua sono stati disattivati (cioè se l’educatore iniziale non interviene più), le scimmie saliranno le scale, non ci sarà nessuna punizione, e si godranno le banane – dopodiché, probabilmente, la scimmia educata le seguirebbe. La vogliamo chiamare… rivoluzione?

PER NOI E' ESATTAMENTE LA STESSA COSA

ce la prendiamo con chi ci hanno detto di prendercela..... fino a quando.........

Questa è la danza del pensiero... puoi anche non crederci ma è tutto vero!
Dipende
Inviato: 14/5/2015 8:49  Aggiornato: 14/5/2015 8:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 101
 Re: La Terra Promessa
Bazzico questo sito da un bel po' di tempo e in tutti questi anni di razzisti qui ne ho visti davvero pochi.
Infatti questa non è assolutamente una questione razzista, a meno che tu non intenda coloro che hanno poca dignità, poco rispetto e fiducia in se stessi e tanta paura, una razza a parte, allora si.

Citazione:
secondo te (leviamo gli extracomunitari) cosa ci stanno facendo a noi italiani qui a casa nostra?


Hai perfettamente ragione infatti io ho scritto che gli extracomunitari non è che poi siano tanto diversi da noi, cioè se una potenza straniera ci rubasse palesemente il Paese, noi italiani la prima cosa che faremmo sarebbe quella di emigrare in altri luoghi e molto probabilmente scenderemo a bassi compromessi pur di sopravvivere, lo facciamo addirittura adesso.
E’ l’umano tutto che pecca di poca dignità ( e spesso anche poca onestà) gli extracomunitari sono solo la parte più evidente di noi, quella che tendiamo a camuffare quando le cose sembrano andare “bene”.

In questi ultimi anni, bazzicando fra complotti e macchinazioni, fra segreti e meccanismi, che si parli della bibbia, dell'11 settembre, degli extraterrestri, degli “illuminati” della proibizione della canapa, l'unica cosa che viene sempre fuori è questo lurido ed arrendevole meccanismo di sudditanza che l'umano terrestre medio adotta ogni qualvolta si trova in difficoltà.
Facciamo conto che, a grandi linee, Biglino abbia ragione, cito Biglino essendo cronologicamente l'ultimo di una lunga serie di ricercatori liberi, ma avrei potuto fare mille nomi, comunque facciamo conto sia vera la storia che vede un nugolo di Entità extraplanetarie scendere quaggiù e dettare regole.
Io riesco ad immaginarmi la scena, una decina di uomini in tutina blu capaci di telecinesi, telepatia, ma soprattutto in possesso di armi al plasma riescono a far inginocchiare un' intera popolazione di centinaia di migliaia di nativi.
E' molto probabile che il DNA umano venga modificato dalle emozioni generate, immaginate 45.000, 50.000 anni di paura che tipi di filamenti possono aver creato nei nostri geni.
Ma non c'è bisogno manco di scomodare Biglino e la bibbia.
Faraoni, Re, Regnanti, Governatori, Dittatori, Papi (tutti rigorosamente in maiuscolo) spesso folli come la capretta felice, liberi di dettare le regole più assurde a milioni di altri individui, non sono eccezioni della nostra Storia.
Se nel 1300 ci fosse stato qualcuno con un minimo di dignità e onestà, su di questo Pianeta la bolla papale ““UNAM SANCTAM ECCLESIAM” sarebbe diventata un cilindro di carta e sarebbe finita sul per il culo del bonifacio di turno. Invece no. Tutto sommato noi umani tutti, siamo gli extracomunitari dei meccanismi di questa élite del cazzo. Ne siamo complici involontari e lo siamo da millenni...e lo saremo fino alla prossima catastrofe stanne pur certo!

Io sono dell'idea che questo articolo potrebbe benissimo diramarsi da quello di qualche giorno prima che trattava dello scritto del filosofo olandese “DISCORSO SULLA SERVITU' VOLONTARIA.”

Questo Pianeta va avanti per meccanismi. A pensarci mo' sembra impossibile che solo 80 anni fa milioni di persone alzano tutti il braccio all'unisono inneggiando un bizzarro tipetto corto e moro, nato in Austria, con la faccia da cazzo come pochi che ciancica in maniera aggressiva di una razza alta, bionda e tedesca unica degna di popolare il Pianeta.
Quanto bisogna essere stupidi? Tanto.
E invece impossibile un paio di palle! E non parlo dei vari esperimenti universitari degli anni 70 e 80 che hanno riproposto lo scenario. L'umano è costantemente, ogni minuto della sua esistenza, a rischio sudditanza, a rischio resa. E' un meccanismo che ha impresso nel DNA.

Io parlo di “extracomunitario” come meccanismo e...non c'è bisogno manco di andare in Africa. Venite a Napoli.
In questa città esiste, ancora oggi, una forma di coercizione violenta che si chiama racket. Tutti conosciamo la parola racket e cosa significa, ma se uno si ferma a riflettere sul meccanismo c'è da andare fuori di testa.
Nel mio negozio, (ufficio, fabbrica, azienda) entra un mio concittadino, che parla lo stesso mio idioma dialettale e casomai è nato e abita a due isolati da casa mia che mi costringe a pagargli una somma di danaro solo per il fatto che se io lo faccio, lui e i suoi compari mi lasceranno in pace. Cioè non attenteranno alla mia vita, a quella dei miei familiari, e non mi faranno esplodere il locale. E pagano tutti quelli che vengono contattati.
Lasciate stare per un attimo l'istituzione camorra e il sistema di controllo che ha instaurato, rimaniamo solo sul meccanismo. Cosa sta a significare questo? Che i napoletani sono meno coraggiosi dei fiorentini? Che sono più arrendevoli? Più vili? No, si tratta di un meccanismo allucinate che viene alimentato soprattutto dall'incapacità che ha in questo caso il napoletano di associarsi, di far fronte comune, di collaborare in maniera leale con i propri simili per giungere ad un risultato positivo davanti ad una “sventura”....e allora basta un manipolo di briganti per tenere in scacco un'intera città/civiltà, nel 10.000 A.C, nel 1300 e anche adesso nel 2015.

Queste grosse “ingerenze” possono avere seguito solo quando proposte ad un branco di impauriti pecoroni, ma soprattutto fanno breccia solo su di un Pianeta (Nazione, Città, Tribù) fondamentalmente poco efficiente, poco collaborativo e poco onesto....per cui perennemente (geneticamente) bisognoso di aiuto.
Un Dio unico giudice e padrone diventa così un'ottima carta da giocare su di un Pianeta così fatto.
Cioè in poche parole, il terreno lurido e fangoso dove i potenti continuano a pescare da millenni lo creiamo noi, con le nostre paure, con i nostri sensi di colpa e anche con il nostro improduttivo parlare di come è giusto trattare un extracomunitario.


Nell'antico Giappone, un tempo vi era un samurai, un maestro di arti marziali di nome Cheng.
Egli era nobile e virtuoso e c'era un altro maestro di nome Cheng che era volgare e ciarliero.
Cheng attaccò il nobile e virtuoso, gli andò incontro agitando la scimitarra in modo volgare e ciarliero. Il maestro Cheng, nobile e virtuoso, colto da un attimo di disgusto estrasse la spada e zac...si decapitò.
Chi vinse?

lanzo
Inviato: 14/5/2015 16:43  Aggiornato: 14/5/2015 16:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: La Terra Promessa
Sara' stata anche un intervista farlocca, ma e' credibile.
Non dimentichiamo che il PRIMO caduto in Iraq, fu proprio un ragazzo messicano (il padre e' ancora incazzato nero) entrato clandestinamente e reclutato nell'esercito con promesse di residenza e cittadinanza dai vari reclutatori belli e con parlantina sciolata dislocati un po' dapertutto, shopping centers frequentati da poveracci.
Certo non li vedi da Saks o nella quinta strada a nueva yorke....

invisibile
Inviato: 14/5/2015 17:12  Aggiornato: 14/5/2015 17:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: La Terra Promessa
Citazione:
Questo Pianeta va avanti per meccanismi. A pensarci mo' sembra impossibile che solo 80 anni fa milioni di persone alzano tutti il braccio all'unisono inneggiando un bizzarro tipetto corto e moro, nato in Austria, con la faccia da cazzo come pochi che ciancica in maniera aggressiva di una razza alta, bionda e tedesca unica degna di popolare il Pianeta.
Quanto bisogna essere stupidi? Tanto.


L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
hvsky
Inviato: 15/5/2015 1:21  Aggiornato: 15/5/2015 1:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/6/2011
Da:
Inviati: 161
 Re: La Terra Promessa
Citazione:
dipende citazione
E' molto probabile che il DNA umano venga modificato dalle emozioni generate, immaginate 45.000, 50.000 anni di paura che tipi di filamenti possono aver creato nei nostri geni.



assolutamente d'accordo con te.........

Citazione:
L'umano è costantemente, ogni minuto della sua esistenza, a rischio sudditanza, a rischio resa. E' un meccanismo che ha impresso nel DNA.



assolutamente d'accordo con te.......


Citazione:
Un Dio unico giudice e padrone diventa così un'ottima carta da giocare su di un Pianeta così fatto.
Cioè in poche parole, il terreno lurido e fangoso dove i potenti continuano a pescare da millenni lo creiamo noi, con le nostre paure, con i nostri sensi di colpa e anche con il nostro improduttivo parlare di come è giusto trattare un extracomunitario.


..... e ancora assolutamente d'accordo con te....


da qui un unica domanda:

come si fa ad opporsi ad un dictat imposto da milleni e ormai interlacciato al nostro tessuto cognitivo?

non è rivolta a te in particolare ma a tutti noi......

in questo video è racchiuso tutto (e tranne la parte finale di "speranza" condivido ogni virgola...........)

https://www.youtube.com/watch?v=ipe6CMvW0Dg

io penso che il segreto..... che segreto poi non è consista nel fare ciò che ci sembra + lontano dalle ns possibilità..... ossia mettere da parte le differenze per schiacciare chi sta al vertice........ lo so è pura utopia oggi come oggi ma penso che in un remoto futuro sarà questa la chiave....

a noi non resta che riflettere, leggere tra le righe e preparare la via per le future generazioni.......

purtroppo avremo la umana frustrazione di non poter vedere e toccare il risultato dei nostri sforzi ma penso che i nostri pro pro pro nipoti ci ringrazieranno....
se le cose andranno come devono.......
un saluto e un abbraccio

la condivisione e lo scambio di idee fa si che da 2 posizioni apparentemente differenti ne nasca una + corretta, potente e penetrante.... forse è proprio da queste piccole cose che dovremmo cominciare

Questa è la danza del pensiero... puoi anche non crederci ma è tutto vero!
Dipende
Inviato: 15/5/2015 9:54  Aggiornato: 15/5/2015 9:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 101
 Re: La Terra Promessa
Citazione:
come si fa ad opporsi ad un dictat imposto da milleni e ormai interlacciato al nostro tessuto cognitivo?


Non si può.

Comunque dipende, se intenti come si fa ad opporsi a livello planetario, cioè se stai parlando dell’umanità come civiltà, allora non si può. Non c’è modo.

Se invece intendi ogni singolo individuo, allora diciamo che si potrebbe, ma non è una vera e propria libertà, è più un surrogato di libertà.
Per non essere un extracomunitario devi soprattutto avere il meno possibile bisogno di “loro”

Ecco… “loro” sai quante volte ho letto la parola “loro”. Io credo di aver intuito chi sono i “loro” ma sarebbe troppo complicato esporre la mia idea, ma soprattutto si arriverebbe ad un punto dove si perdono i riferimenti a cui siamo abituati e potrei rendermi ridicolo. Comunque questi “loro” fanno parte di più livelli ed usano le grosse multinazionali (finanziare, alimentari, mediche) per indirizzare gli umani verso un determinato comportamento.
Dal punto di vista pratico, a livello individuale non vedo altra mossa che abbandonare l’auto, la Tv, le spese superflue. Cominciare a auto prodursi almeno qualcosa, e capire come auto medicarsi. Non bisogna fare il “talebano” della situazione, ma basterebbe cercare di scendere a meno compromessi possibili. Questa semilibertà è logicamente più facilmente raggiungibile se non hai figli, o grosse responsabilità che ti legano ad altra gente.
In questo stato di cose poi, votare diventa inutile e non solo perché imbarazzati dalla sola possibilità di scegliere fra un pagliaccio idiota e un ladro puttaniere.

Ma da dove arriva la stupidità umana?
Tecnicamente bisogna sapere che ognuno di noi (tranne rarissime eccezioni genetiche) abbiamo un cervello che lavora secondo schemi. Per mantenere in piedi questi schemi c’è bisogno di un fottio di interazioni chimiche e di interconnessioni sinaptiche, anche per comportamenti che noi riteniamo scontati.
I metodi di pensiero e azione che i nostri avi hanno utilizzato nei millenni hanno costruito un intricato schema di comportamento da cui è impossibile venirvi fuori, o meglio è difficilissimo., anche perché questo meccanismo viene continuamente riproposto dalle tradizioni.

Quando si prova a studiare il cervello umano e le sue funzioni, la cosa che subito balza all'occhio è una certa “stupidità” di ragionamento. Come organo, il cervello umano ha potenzialità pressoché infinite, come del resto tutto il “creato”, ma se lo si analizza per i“meccanismi di lavoro” che utilizziamo quaggiù, ci si rende conto che è come guidare una Ferrari usando soltanto la prima marcia.
Per continuare su di questo esempio, sembrerebbe come se il concessionario Ferrari abbia venduto queste auto agli umani dichiarando che non è possibile inserire altre marce che la prima.
In realtà le marce sono molte di più, ma l'umano si è bevuto da subito questo stato di cose e si è adagiato su di esso.
Com'è bello camminare in prima vero?
Però dopo un po' la macchina comincia a soffrire, il motore a battere in testa e si sente pure cattivo odore di bruciato.
Solo pochi su di questo Pianeta sono riusciti ad inserire la seconda, la terza e anche le marce successive. Molti di loro hanno fatto una fine orrenda.
Non tanto per il fatto che portare una Ferrari fino in sesta è pericoloso, il pericolo viene da tutte le altre Ferrari che non sono mai riuscite a mettere che la prima marcia. Oltre all'imbarazzo di guidare un'auto veloce fra un mare di “tartarughe” che ingolfano il percorso, presto ci si renderà conto che sono proprio i percorsi qui ad essere stati concepiti per viaggiare esclusivamente utilizzando la prima marcia.
E allora l'educazione, va in prima marcia, la religione in prima marcia (quasi in folle) Stesso discorso per la medicina e la scienza e il sapere in genere. Tutti a tirare ‘ste Ferrari utilizzando solo la prima marcia.

Il cervello umano continua ad andare prevalentemente in prima non perché questo doveva fare, ma nei millenni si sono susseguiti scienziati che hanno, chi per un motivo nobile, poi travisato, chi invece proprio perché c’ha le corna, lavorato per capire come indurlo ad un determinato schema di pensiero.
Le tecniche sono numerose, dallo studio dei colori, allo studio del comportamento dei cani…e come i cani, noi ogni giorno siamo chiamati a decidere fra un cerchio ed un' ellisse che si assomigliano sempre di più.
Ma forse sto andando troppo fuori tema

Logicamente questa è solo la mia percezione delle cose


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA