Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


news internazionali : Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Inviato da Redazione il 28/5/2015 20:30:00 (9152 letture)

Che cosa c'entra la FBI con la federazione mondiale del calcio? Ma soprattutto, che cosa c'entrano gli americani con il gioco stesso del calcio? Un gioco che non solo non conoscono, ma che disprezzano sistematicamente, quando dicono "non si capisce cosa ci sia di divertente a vedere 11 cretini in mutande che corrono dietro ad un pallone". (Detto da un popolo che si diverte a guardare 9 imbecilli in pigiama che prendono a bastonate una pallina, non è male).

Ma, a parte le facili battute, l'intera operazione dell'FBI che ha portato all'arresto dei dirigenti FIFA in Svizzera ha qualcosa di profondamente stonato. Non perché il calcio non sia marcio, ovviamente: lo sappiamo tutti che il calcio è marcio dalla testa ai piedi, ovvero dai massimi vertici della federazione mondiale fino alla lega dilettanti italiana. Ma questo lasciatelo dire a noi, non è certo degli americani che ci aspettiamo una lezione di moralità. Quando poi a scomodarsi sono addirittura i vertici dell'FBI e lo stesso ministro di giustizia americano, la cosa sembra davvero incomprensibile.

A meno che...

A meno che, come sostiene Putin, non si voglia far saltare la poltrona di Blatter per motivi geopolitici, che con il calcio non hanno nulla che fare. [...]

Putin infatti ha affermato che in passato sono state fatte delle pesanti pressioni su Blatter perché ritirasse l'assegnazione alla Russia dei mondiali del 2018. E siccome Blatter si è rifiutato di farlo - sostiene Putin - ora vogliono la sua testa. Ecco perchè lo scandalo è scoppiato proprio adesso, a tre giorni dalla rielezione di Blatter a presidente della FIFA.

Sicuramente, questa sembra una spiegazione molto più logica e ragionevole. E per essersi scomodato ad offrircela Putin in persona, vuole dire che sicuramente qualcosa di vero c'è.

Di certo, una cosa è curiosa: a fare la voce più grossa di tutti, chiedendo la testa di Blatter, è stato proprio David Cameron, ovvero il premier della nazione che si era candidata ai mondiali del 2018, ma che aveva perso contro la Russia.

Massimo Mazzucco

Voto: 8.00 (12 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
yarebon
Inviato: 28/5/2015 21:10  Aggiornato: 28/5/2015 21:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
La cosa che mi sono chiesto anche io "che c'entra l'fbi?", poi ho visto che i prossimi mondiali si svolgeranno in Russia e si è chiarito tutto, mi sembra un passaggio abbastanza logico, visto il clima da guerra fredda che dallo scorso anno si è restaurato nel mondo.
Tra attacco al rublo, colpo di stato in Ucraina, continui attacchi mediatici e un continuo dare addosso al cattivone russo, non dimenticando anche come si è cercato di rovinare le olimpiadi di Sochi prima con attentati avvenuti mesi prima, poi con qualche boicottaggio e poi con lo scoppio della guerra civile in Ucraina. Sembra di essere ritornati al 1980.
Oltretutto se vogliono fare un'indagine seria andassero indietro nel tempo anche fino al 1994 quando gli Stati Uniti organizzarono il mondiale, sicuramente anche lì usciranno magagne belle grosse.

danno2
Inviato: 28/5/2015 21:30  Aggiornato: 28/5/2015 21:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/5/2015
Da:
Inviati: 38
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Evento all'interno della nuova guerra fredda. Non mi sorprenderei se d'improvviso venissero pubblicate le prove di "forti irregolarità nel voto" per l'assegnazione del mondiale in Russia e lo si riassegnasse all'Inghilterra, unica nazione che riuscirebbe ad ospitare la competizione con così poco preavviso. E avranno pure la faccia tosta di non toglierlo al Qatar, quello sì uno vero scandalo!
Comunque, da questo commento, e da altri fatti nelle sue conferenze, devo dire che Massimo, dopo venti anni d'America, ha una gran stima degli americani.

Redazione
Inviato: 28/5/2015 21:53  Aggiornato: 28/5/2015 21:53
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
DANNO2: "Comunque, da questo commento, e da altri fatti nelle sue conferenze, devo dire che Massimo, dopo venti anni d'America, ha una gran stima degli americani."

Diciamo che vivendo lì ho imparato a conoscerli da vicino ...

Slobbysta
Inviato: 28/5/2015 22:08  Aggiornato: 28/5/2015 22:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Beh..la guerra è la guerra. E Putin per me, l'ha già persa...non è una novità d'altronde...
Blatter fa i "suoi" interessi...gli USA pure! Vediamo come si difenderà la Russia...

Se si gioca pesante nella vita, non puoi farlo onestamente...

Slobbysta

Tianos
Inviato: 28/5/2015 22:08  Aggiornato: 28/5/2015 22:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/8/2009
Da:
Inviati: 374
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
hohohohoho guardate cosa ho trovato qua...la notizia sembra alquanto plausibile...o poi si viene a dire che l'america non è il golem di israele.

tratto da traduzione di nexus edizioni




Gli Stati Uniti hanno ordinato alla polizia svizzera di arrestare, imprigionare ed estradare negli Stati Uniti sei funzionari della FIFA per presunta corruzione. Il raid, ovviamente con pre-allarme per avere i reporter del New York Times sulla scena, avviene poco prima della votazione nella FIFA per espellere Israele dall’associazione. L’associazione calcistica mondiale FIFA si riunisce a Ginevra, in Svizzera, per il 65° Congresso Mondiale. Una delle votazioni all’ordine del giorno (.pdf) era su “Sospensione od espulsione di un membro“, anche con un “aggiornamento sulla questione israelo-palestinese”. L’Associazione calcistica palestinese aveva chiesto la votazione per sospendere Israele dalla FIFA:

“Il gruppo palestinese si oppone alle squadre israeliane che giocano in Cisgiordania. Inoltre, affermano che Israele limita i movimenti dei giocatori palestinesi tra Cisgiordania e Gaza, nonché per le partite internazionali. Continua il suo bullismo, e credo che si senta in diritto di continuare ad esserlo nel quartiere“, ha detto il presidente dell’Associazione calcistica palestinese Jibril Rajoub. “Se gli israeliani usano la questione della sicurezza, posso dire che il loro problema della sicurezza è il mio. Sono pronto a decidere sui parametri della sicurezza, ma non deve essere usata… come strumento per perpetrare queste politiche da apartheid razzista“. Ha dichiarato che la situazione in Cisgiordania è di gran lunga peggiore dell’apartheid in Sudafrica, a causa degli estremisti e della destra israeliani che vogliono “cancellare la Palestina”. Negli anni ’60 la FIFA sospese il Sud Africa per decenni per non aver rispettato le politiche di non discriminazione dell’associazione. La nazione fu anche espulsa dalla FIFA un mese dopo la rivolta di Soweto del 1976. “Non chiedo la sospensione dell’associazione israeliana, chiedo di porre fine alle sofferenze dei calciatori palestinesi”, ha detto Rajub. “Chiedo di por fine a rimostranze e all’umiliazione che subiamo“.

La votazione richiede una maggioranza del 75% dei 209 membri della FIFA. C’era la probabilità che sarebbe passata. Ma ora, casualmente, il governo degli Stati Uniti ha ordinato alla polizia svizzera di fare irruzione nell’hotel dove i principali funzionari della FIFA risiedono ad arrestarne alcuni con l’accusa di corruzione risalenti ai primi anni ’90. Gli Stati Uniti ne vogliono l’estradizione per processarli in un tribunale statunitense. Inoltre, casualmente, giornalisti e fotografi del New York Times erano nell’hall dell’hotel svizzero, alle 6 del mattino, per riprendere l’incidente in diretta:

“Essendo a capo della FIFA, organo del governo globale del calcio, si erano riuniti per l’incontro annuale; più di una dozzina di agenti delle forze dell’ordine svizzere in borghese è arrivata senza preavviso presso l’hotel Baur au Lac, elegante struttura a cinque stelle con vista su Alpi e Lago di Zurigo. Sono andati alla reception per avere le chiavi e sono saliti alle camere… Le accuse riguardano la diffusa corruzione nella FIFA negli ultimi due decenni, rigaurdanti accordi sulla Coppa del Mondo oltre a marketing e trasmissioni, secondo tre agenti della polizia collegati al caso. Le accuse includono frode telematica, racket e riciclaggio di denaro, e secondo i funzionari hanno preso di mira i membri del potente comitato esecutivo della FIFA, che esercita un potere enorme e svolge attività in gran parte segrete”.

Se alcune delle persone incriminate sono cittadini degli Stati Uniti, ci si chiede con quali contorsioni il dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti rivendichi la giurisdizione su funzionari FIFA di altra nazionalità:

“La legge degli Stati Uniti dà ampia autorità al dipartimento di Giustizia d’indagare cittadini stranieri residenti all’estero, un’autorità che i pubblici ministeri hanno utilizzato più volte nei casi di terrorismo internazionale. Tali casi possono dipendere dall’esigua connessione negli Stati Uniti, come l’uso di provider internet o di banche statunitensi”.

È corruzione quando la FIFA decide di far svolgere il Campionato del Mondo in questo o quel Paese? Vi sono tangenti quando si vendono diritti mediatici? Ci sarebbe gioco d’azzardo nei casino?

“Rick: Come può farmi chiudere? Su che basi capitano? Renault: Sono scioccato, sorpreso di scoprire il gioco d’azzardo che avete qui! (Un croupier passa a Renault un mucchio di soldi) Croupier: Le vostre vincite, signor Capitano. Renault: Oh, vi ringrazio molto”.

Aggiungete che gli USA hanno ordinato l’incursione agli svizzeri che si sentono anche costretti ad aprire un procedimento penale sul voto della FIFA per la Coppa del Mondo 2018 e 2022. Gli Stati Uniti persero contro Russia e Qatar nella gara per i mondiali, e i falchi statunitensi insistono per una rivincita. E non è che pagare tangenti per farsi scegliere per i mondiali sia cosa ignota negli Stati Uniti, ma essendo stati respinti vogliono il cambio di regime al vertice dell’organizzazione. Negli Stati Uniti è legale corrompere politici finanziandone le campagne elettorali praticamente illimitatamente. Non un banchiere statunitense è stato incriminato per la massiccia frode di Wall Street che ha bloccato l’economia mondiale. Il mondo lo sa e non gradisce che gli Stati Uniti diano lezioni di moralità. La FIFA, certamente corrotta, è anche l’anima del calcio mondiale e l’organizzatrice dei più amati campionati del mondo. Se gli Stati Uniti ritengono di usare qualcosa di simile alle accuse di terrorismo contro la FIFA, si capirà nel mondo che c’è qualcosa di molto sbagliato. Tanto più che il motivo di tutto ciò è abbastanza evidente. Un giornalista israeliano già gongola:

“Anshel Pfeffer. Povero Jibril Rajoub. Non sembra che la sua trovata avrà molta attenzione in questo momento alla FIFA”.

Fatemi indovinare: Era l’obiettivo principale di questo raid?

Traduzione di Alessandro Lattanzio – SitoAurora

Fonte in lingua italiana: aurorasito.wordpress.com
Fonte in lingua originale: moonofalabama.org

bernuga
Inviato: 28/5/2015 22:43  Aggiornato: 28/5/2015 22:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 26/11/2011
Da:
Inviati: 1007
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Era meglio quando si boicottavano alle Olimpiadi; comunque gira voce che il KGB stia indagando sulla NBA.

danno2
Inviato: 28/5/2015 23:19  Aggiornato: 28/5/2015 23:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/5/2015
Da:
Inviati: 38
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Senza polemizzare... slobbysta perchè Putin ha già perso?

toussaint
Inviato: 28/5/2015 23:38  Aggiornato: 28/5/2015 23:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Ah, adesso ho capito il perché di questa commedia, ci sono loro dietro e che ti potevi sbagliare?
Se vedi uno strato di merda, spalala che sotto ci trovi la Stella di Davide.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Calvero
Inviato: 29/5/2015 0:16  Aggiornato: 29/5/2015 0:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Citazione:
Che cosa c'entra la FBI con la federazione mondiale del calcio?


Semplicemente si è ufficializzato che gli americani hanno FIFA della Russia.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Giano
Inviato: 29/5/2015 0:31  Aggiornato: 29/5/2015 1:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
L' indagine parte dall' interno della FIFA. Il responsabile è tale Michael Garcia, statunitense, dirigente della FIFA che si occupa dell' aspetto etico della federazione.

Nell' autunno 2013 Garcia si reca nei paesi candidati ad ospitare i mondiali 2018 per la consueta "ispezione etica".
La Russia è una delle candidate e come tale deve ricevere i dirigenti FIFA, ma a Garcia viene negato l' ingresso, fa parte di una blacklist di cittadini statunitensi a cui è vietato l' ingresso in territorio russo. Garcia fino al 2008 era stato procuratore federale a NY e aveva partecipato ad una indagine che nel 2012 portò alla condanna di un cittadino russo a 25 anni di carcere per un' accusa di traffico di armi. La Russia ritenne, e ritiene ingiusta la condanna e una delle reazioni fu quella di inserire anche Garcia nella citata blacklist.

Nel successivo rapporto di Garcia vengono mosse accuse soprattutto riguardo a presunti fatti di corruzione nell' assegnazione dei mondiali 2022 andati al Qatar, la sede sponsorizzata dai presunti corruttori.

Il presidente della commissione etica FIFA, il tedesco Eckart, ha in seguito presentato un rapporto basato sull' indagine di Garcia in cui ammetteva che le federazioni candidate hanno giocato sporco per vincere...ma non così sporco da dover reintervenire sull' assegnazione.
Eckart concludeva che il Qatar non aveva beneficiato in modo concreto della presunta corruzione, non tanto da modificare l' esito del voto.

Tra le candidate sconfitte per i mondiali 2018 assegnati alla Russia, l' Inghilterra veniva accusata di tentata corruzione di un dirigente, e accuse simili venivano fatte all' Australia per l' edizione 2022 andata al Qatar.
Alla Russia veniva rimproverato di non aver consegnato la copia di alcune mail scambiate col comitato organizzatore.
Garcia ha contestato ufficialmente le conclusioni di Eckart, senza esito.

Ora l' FBI ha allargato le indagini occupandosi di altri reati, molti altri reati, ma sembra una indagine che non ha a che fare direttamente con la scelta delle nazioni sedi dei prossimi mondiali.
Eppure la tempistica degli arresti e la parola Russia presente su tutti i titoli dei giornali sembrano mostrare che l' intento sia "anche" quello di mettere in discussione la sede dell' edizione 2018, Mosca.

Venerdì 29, oggi, dovrebbero eleggere il presidente FIFA; se è vero che questa elezione è decisiva per la conferma delle sedi dei prossimi mondiali, allora sarà un momento chiave, FBI o non FBI.

Ora sta alle federazioni e ai propri membri votanti far capire che collaboreranno con la giustizia statunitense, e con altrettanta fermezza fare capire alla stessa giustizia statunitense che le decisioni in ambito organizzativo non sono affar loro.

Invece vedremo per l' ennesima volta e con più forza che mai la politica prendere il sopravvento.
È incredibile che per mantenere un po' di indipendenza nel mondo del calcio ci si debba affidare proprio a Blatter. Assurdo.
Dall' altra parte della barricata fa la voce grossa il presidente dell' UEFA Michel Platini; in precedenza il francese non aveva potuto candidarsi alla presidenza della FIFA perchè anche lui accusato di corruzione. Ha dichiarato: "sono disgustato!" e ha chiesto ai membri UEFA di votare per il candidato opposto a Blatter, il principe Alì Bin al-Hussein di Giordania, dove nacque il fuorigioco insomma.

P.S.
L' Inghilterra era candidata ad ospitare l' edizione 2018 mentre gli USA quella del 2022. Ora complottismo vorrebbe che...no?

bushfamilyguy
Inviato: 29/5/2015 1:03  Aggiornato: 29/5/2015 1:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/1/2015
Da:
Inviati: 55
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
La cosa divertente e' che anche l inghilterra aveva corrotto questi galantuomini, permla precisione con 4,5 milioni. Poi pero' e' arrivato Putin che ha alzato la posta e gli inglesi si sono sentiti truffati (come se pagare una tangente per ottenere un evento non sia gia una truffa).

Ora tra l altro stanno cercando di mettere al posto di blatter un tizio degli emirati. Noti scendiletto degli anglo-giuda

Jo1983
Inviato: 29/5/2015 1:37  Aggiornato: 29/5/2015 1:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/6/2014
Da: Maremma!!
Inviati: 146
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Naturalmente i mondiali non sono in discussione ma questo darà il via a una gigantesca campagna mediatica contro la Russia. Tra l altro i fatti sono stati compiuti (pare)...ma visto che lo stesso modus operandi si perpetra da 20 anni il tempismo è logicamente sospetto. Mi domando se la procedura è illegale per quale motivo la svizzera la stia accettando...bah...

Come sopra, così sotto. Come dentro, così fuori.
edo
Inviato: 29/5/2015 7:49  Aggiornato: 29/5/2015 7:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Lo stesso Cameron che inizierà un tour per scongiurare l'uscita della Grecia dall'euro, ma che entro il 2017 si è impegnato per un referendum sull'uscita della gran Bretagna dalla ue.
e nessun giornalista l'ha notato.

bernuga
Inviato: 29/5/2015 8:05  Aggiornato: 29/5/2015 8:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 26/11/2011
Da:
Inviati: 1007
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Non so se sia possibile rimettere in discussione l'assegnazione dei mondiali alla Russia, ma secondo me ci proveranno, cominceranno a dire che non e' stata regolare, che la Russia ha corrotto tizio e caio e che si dovrebbe rifare tutto.

PS:Calvero, hai tradito la Johansson per la Portman, assolutamente d'accordo.

DarthLagan
Inviato: 29/5/2015 8:24  Aggiornato: 29/5/2015 8:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/7/2012
Da: Torino
Inviati: 190
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
La Russia ha già subito "attacchi" simili per eventi sportivi. Per le Olimpiadi Invernali a Sochi, in piena crisi ucraina, i giornalai occidentali tirarono fuori di tutto pur di sputtanare i russi, scongelarono perfino l'indipendentismo ceceno, con la conseguenza di rendere quell'edizione tra le meno seguite degli ultimi anni. Dimenticando tralaltro che le Olimpiadi Invernali di Salt Lake 2002 vennero criticate pesantemente causa corruzione in fase di assegnazione della sede. Quanto sono ipocriti gli statunitensi.

Che tristezza questa umanità, neanche eventi come mondiali e olimpiadi, che potrebbero essere un momento di unità tra i popoli, riescono a svolgersi in pace.

DarthLagan
Inviato: 29/5/2015 8:34  Aggiornato: 29/5/2015 8:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/7/2012
Da: Torino
Inviati: 190
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Citazione:
Non so se sia possibile rimettere in discussione l'assegnazione dei mondiali alla Russia, ma secondo me ci proveranno, cominceranno a dire che non e' stata regolare, che la Russia ha corrotto tizio e caio e che si dovrebbe rifare tutto.


Non credo gli convenga tirar fuori balle sulla Russia, se no cadrebbe anche l'assegnazione dell'edizione 2022 in Qatar (amiconi degli USA), visto che le aziende che stanno realizzando gli impianti sono accusate di varie cose, dalla riduzione in schiavitù, al sequestro di persona ecc., tutto con la complicità del governo qatariota (accusato esso stesso di corruzione in fase di assegnazione).

Antdbnkrs
Inviato: 29/5/2015 8:45  Aggiornato: 29/5/2015 8:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 20/6/2013
Da:
Inviati: 1331
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
@Calvero
Che cosa c'entra la FBI con la federazione mondiale del calcio?
Semplicemente si è ufficializzato che gli americani hanno FIFA della Russia.

Dieci minuti dietro la lavagna per aver rubato una battuta a Pyter

Piero68
Inviato: 29/5/2015 9:36  Aggiornato: 29/5/2015 9:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/9/2012
Da:
Inviati: 134
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Sono esterrefatto! E non per la schifezza nel calcio! Ma perchè per l'ennesima volta gli USA hanno dimostrato di essere i padroni del Mondo.
Intervengono quando vogliono, dove vogliono e con chi vogliono. A qualsiasi livello ed in qualsiasi circostanza. Questa cosa mi fa inorrdidire per il nostro futuro prossimo.

Ricordo uno striscione, appeso in provincia di Salerno durante la prima guerra del golfo: "Se Bush voleva mangiare mozzarella di bufala che faceva? Invadeva Battipaglia?!" (n.d.r. comune in provincia di Salerno famoso per la ricca presenza di aziende casearie).

Ecco, sono passati 25 anni e le cose non sono affatto cambiate. anzi.... peggiorano

JohnTitor
Inviato: 29/5/2015 10:08  Aggiornato: 29/5/2015 10:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2010
Da: Tampa
Inviati: 602
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Lo stesso Cameron che inizierà un tour per scongiurare l'uscita della Grecia dall'euro, ma che entro il 2017 si è impegnato per un referendum sull'uscita della gran Bretagna dalla ue.
e nessun giornalista l'ha notato.

La "strana coppia" Grillo - Farage cosa nasconde?

spettatore
Inviato: 29/5/2015 10:15  Aggiornato: 29/5/2015 10:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Meglio la guerra col pallone da calcio, che quello riportato nel link a seguire:

https://aurorasito.wordpress.com/2015/05/27/il-leader-inglese-supplica-putin-di-risparmiare-il-regno-unita-in-caso-di-guerra-nucleare/


Lo spettatore

P.S. @ bernuga: la Portman è fidanzata con un rampollo Rotschild ecco perchè ha successo. Di strafighe meglio di lei è pieno il mondo.

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
Redazione
Inviato: 29/5/2015 10:20  Aggiornato: 29/5/2015 10:20
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Ah ah ah ... cuccati col sorcio in bocca:

"Elezioni alla Fifa, Blatter non cede. Ma gli Usa voteranno Ali".

http://www.ansa.it/sito/notizie/sport/calcio/2015/05/28/bufera-fifa-putin-sta-con-blatter-e-attacca-gli-usa_e230c852-7136-48b5-8b37-48145ee78dd5.html

perspicace
Inviato: 29/5/2015 10:21  Aggiornato: 29/5/2015 10:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Fin ora le uniche prove certe di corruzione all'interno della FIFA riguardano SOLO lo statunitense che ha infamato i vertici FIFA.

Quindi se si deve parlare di corrotti essi sono gli statunitensi.

Tutto questo scandalo nasce DAL FATTO che hanno preso uno STATUNITENSE con le MANI NELLA MARMELLATA.

- - - - - - - - - - - - - -

Poi c'è un altro problema la giurisdizione americana NON DEVE ESTENDERSI GLOBALMENTE la devono smettere di considerasi gli sceriffi del mondo di sto caxxo.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
JohnTitor
Inviato: 29/5/2015 10:28  Aggiornato: 29/5/2015 10:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2010
Da: Tampa
Inviati: 602
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
pil torna a crescere
Italia fuori dalla recessione

Prima delle elezioni una sfilza di buone notizie. Penso che morirò prima di sera causa eccesso di notizie entusiasmanti.

Manolohd
Inviato: 29/5/2015 10:51  Aggiornato: 29/5/2015 10:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/4/2015
Da:
Inviati: 50
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Credo che siamo alle battute finali per il completo assorbimento dell'Europa da parte degli usa, per poi presentare imminentemente il conto alla Russia. Dopo l'assoggettamento economico e militare mancava solo quello dell'intrattenimento sportivo(forse in ritardo visto che da noi tira più della fica) con la duplice azione sta volta di colpire l'Impero russo anche dall'interno (dopo averlo stuzzicato nei mesi precedenti incendiandone politicamente i suoi confini). Solo per quest'ultimo motivo non si sono limitati a convertire i campi di calcio europei in campi da baseball, invece hanno commissariato il calcio con i man in black per colpire proprio la Russia destabilizzandone il popolo anch'esso molto sensibile alla questione calcio e quindi minando la leadership di Putin. Ora mi aspetto che putin come contromossa faccia un proposta irrinunciabile alla Grecia sollecitandola all'uscita dall'Europa e dalla Nato.
MANOLO

« Le labbra della saggezza sono solo aperte alle orecchie della comprensione ».
«IL KYBALION».
Antdbnkrs
Inviato: 29/5/2015 10:51  Aggiornato: 29/5/2015 10:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 20/6/2013
Da:
Inviati: 1331
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
@John Titor
Scusa se te lo dico.... ma quanto ti diverti con questi continui OT?

f_z
Inviato: 29/5/2015 10:54  Aggiornato: 29/5/2015 10:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Penso che il ragionamento fatto nell'articolo non fa una grinza.

Se poi e' vero che c'era la questione del voto contro gli israeliani all'ordine del giorno hanno semplicemente deciso di acchiappare due piccioni con una fava.

Il fatto che uno stato possa permettersi di far arrestare cittadini stranieri in un paese straniero poi la dice lunga sullo stato della dittatura criminale in cui viviamo, nota come "democrazia".

Aspettiamoci nuove campagne mediatiche contro la Russia: e' il minimo...

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
Slobbysta
Inviato: 29/5/2015 11:14  Aggiornato: 29/5/2015 11:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Citazione:
Senza polemizzare... slobbysta perchè Putin ha già perso?


Ti rispondo con il commento sarcastico di beruga...comunque gira voce che il KGB stia indagando sulla NBA. ...se cogli la differenza...

È dal Kursk che Putin finge di tuonare senza lampi, guarda la presenza Russa in Siria, fa pena...il suo mondiale di calcio lo farà...magari...chiamala vittoria...intanto se arriva la guerra in Ucraina rimane a rischio ...

Slobbysta

Pepitoz
Inviato: 29/5/2015 11:19  Aggiornato: 29/5/2015 11:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/3/2015
Da:
Inviati: 84
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Bella questa... A 3 giorni dall'elezione del nuovo presidente ecco che spunta il caso, per la gente tutto normale che se ne occupi addirittura l'fbi! I motivi sono senz'altro altri perché che Blatter non fosse uno stinco di santo lo sapevano anche i muri ma han deciso di farlo fuori adesso. Avrebbe di sicuro continuato con i suoi truschini Blatter se non si fosse sfacciatamente esposto in questo modo, non si doveva permettere

Calvero
Inviato: 29/5/2015 12:42  Aggiornato: 29/5/2015 12:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Citazione:
PS:Calvero, hai tradito la Johansson per la Portman, assolutamente d'accordo.


Una rappresenta la ragione animale e la passione primordiale; l'altra (la Natalie) un'acerba bellezza, una primavera sempre lì lì per sbocciare e senza farlo mai.

Comunque la Johansson mi ha telefonato e mi ha detto, testuali parole: "Basta che poi torni da me".

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Slobbysta
Inviato: 29/5/2015 13:07  Aggiornato: 29/5/2015 13:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
...quella barchetta era grottesca...

bernuga
Inviato: 29/5/2015 13:23  Aggiornato: 29/5/2015 13:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 26/11/2011
Da:
Inviati: 1007
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Breaking news: minaccia di bomba al congresso Fifa di Zurigo:

http://rt.com/news/263137-bomb-threat-fifa-congress/

toussaint
Inviato: 29/5/2015 14:14  Aggiornato: 29/5/2015 14:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Tra l'altro occorre ricordare lo scandalo dell'assegnazione delle Olimpiadi del 1996 ad Atlanta, quando tutti ritenevano che dovessero essere assegnate alla Grecia, in quanto erano le Olimpiadi del centenario e le prime si svolsero appunto nel 1896 ad Atene, proprio in omaggio alle Olimpiadi dell'antichità.
Come fece un'oscura e sconosciuta città come Atlanta a soffiare i Giochi ad Atene?
Secondo voi?

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
massimo73
Inviato: 29/5/2015 14:32  Aggiornato: 29/5/2015 14:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/7/2011
Da:
Inviati: 364
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Anche io quando ho sentito la notizia non ho potuto non pensare a quale tipo di autorità abbiano l'FBI e il ministro della giustizia americano sulle faccende della FIFA.
Mi sembra palese che ci sia sotto una lotta di potere per spostare gli equilibri di forza dentro la federazione calcistica mondiale.
Ovvio che il "sistema" corruttivo FIFA venga alla luce dopo l'assegnazione dei prossimi mondiali di calcio alla Russia e in un momento storico di tensione sempre con i russi......credere alla casualità in questo caso è come credere a Babbo Natale a 40 anni....

massimo73
Inviato: 29/5/2015 14:35  Aggiornato: 29/5/2015 14:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/7/2011
Da:
Inviati: 364
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Come fece un'oscura e sconosciuta città come Atlanta a soffiare i Giochi ad Atene?



Sottovaluti il potere di una lattina di Coca Cola caro toussaint.....

toussaint
Inviato: 29/5/2015 14:42  Aggiornato: 29/5/2015 14:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
@massimo73

appunto, appunto. Quella Coca Cola che ammazza sindacalisti in tutta l'America Latina.
Però, vuoi mettere Putin omofobo?

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
toussaint
Inviato: 29/5/2015 14:47  Aggiornato: 29/5/2015 14:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
L'elegia vomitevole del giornalaio Franceschini di Repubblica a favore del giordano Hussein Alì, candidato alla presidenza FIFA.
Notare la leccata di culo verso il di lui genitore, l'omonimo Hussein di Giordania definito "mitico padre".
Bé, mitico lo fu di certo per i palestinesi visto che ne ammazzò 10.000 nel terribile "Settembre Nero".
Ulteriori note di colore a corredo della descrizione del ricco rampollo, ha frequentato università americane (me cojoni), accademie britanniche (ari me cojoni), eccelleva nel wrestling per cui "non è una mammola" (addirittura?).
Ma la cosa più importante, "si oppose all'assegnazione dei mondiali alla Russia".
Non ne dubitavo.

Lecca lecca

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
lanzo
Inviato: 29/5/2015 15:33  Aggiornato: 29/5/2015 15:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Qualuno me lo dovra' spiegare ed illuminarmi, in quanto considero queste stronzate campionati li, olimpiadi la' uno spreco di soldi a carico del paese ospitante, vedasi olimpiadi in Grecia, dopodiche - sara' stata una coincidenza inizio' il tracollo, Olimpiadi invernali a Torino con strutture pagate con le tasse da NOI ora in rovina.
E' chiaro che ci sono gli amici degli amici che ci guadagnano alla grande, ma non certo il cittadidino contribuente che si e' fatto carico degli stadi, pister ora in rovina.
Tornando alla Fifa, il dirigente americano - basta vederlo - e diventi lombrosiano, si e' fregato soldi - e allora ? Ha fregato soldi ai contribuenti ? Ha preso i soldi dal Qatar che sono pappa e ciccia con Usisrael - perche' non vanno ad arrestare qualche arabone riccone in Qatar ?
Povera Svizzera.
Sono senza parole.

lanzo
Inviato: 29/5/2015 15:49  Aggiornato: 29/5/2015 15:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Sono rimasto parecchio basito dal commento di Toussaint:
"Come fece un'oscura e sconosciuta città come Atlanta a soffiare i Giochi ad Atene?"
Atene ? Equivale ad un centesimo di Atlanta sia come superficie che come realta' economica.
A parte che e' la sede della Coca Cola ma tanto altro - industrie nel sistema militar industriale, ha probabilmente un PIL piu' alto dell'intera Grecia, quindi considerarla "oscura e sconosciuta" me pare na'nticchia riduttivo.
E scommetto che le strutture costruite ad Atlanta sono tuttora funzionanti.
Volemose bene.

lanzo
Inviato: 29/5/2015 15:56  Aggiornato: 29/5/2015 15:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
La "gola profonda" sarebbe:http://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/pi-che-talpa-cinghialone-ex-dirigente-fifa-chuck-blazer-che-sue-101542.htm

Vabbe', Chuck Blazer - fatevi una googlata su images - poraccio mo' gli e' arrivata la tegola del tumore e chissa' forse vuole redimersi ?

warlord
Inviato: 29/5/2015 16:18  Aggiornato: 29/5/2015 16:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/1/2015
Da:
Inviati: 221
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
si sta tornando a grandi passi alla guerra fredda 2.0, due blocchi che si scornano e noi stritolati nel mezzo.
Tanti interessi in gioco e noi sdraiati a far da zerbino.

p.s.
@Calvero
buongustaio
@bernuga
calvero non le tradisce, le ama tutte

La libertà è un’illusione. Essere dominati da me non è così male per la razza umana quanto essere dominati da altri della vostra specie.
sfruc
Inviato: 29/5/2015 16:53  Aggiornato: 29/5/2015 16:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/8/2012
Da:
Inviati: 96
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?

sartandrea
Inviato: 29/5/2015 17:18  Aggiornato: 29/5/2015 17:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/10/2011
Da:
Inviati: 220
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
FBI indaga perché sembra che le mazzette siano transitate su banche Usa, quindi formalmente può farlo e, sempre formalmente, i funzionari FIFA sono stati arrestati da agenti svizzeri su richiesta Usa, quindi formalmente potrebbero chiedere alle autorità svizzere di non essere estradati dall'altra parte dell'oceano

ma dietro a sta storia c'è il confronto Usa-Russia, infatti Putin ha messo subito la sua faccia contro questa operazione

un Putin che giorno dopo giorno fa sempre più paura agli americani,
basta osservare com'era la Russia quando la prese in mano, ovvero non contava più niente sui grandi scenari, e com'è oggi

se nel 2003 ci fosse stata la Russia di oggi sono convinto che col piffero iniziava la Seconda Guerra del Golfo con quelle minchiate di pretesti presentati da Powell all'Onu



per me su certi aspetti hanno più paura oggi di Putin che dell'Urss ai tempi "d'oro" della guerra fredda,
perché oggi, a differenza di allora, gli Usa sono in piedi sopra uno sgabello di cristallo

...La vita umana nel suo insieme, non è che un gioco, il gioco della pazzia...
(Erasmo da Rotterdam)
crunch
Inviato: 29/5/2015 18:38  Aggiornato: 29/5/2015 18:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/5/2012
Da:
Inviati: 560
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Citazione:
per me su certi aspetti hanno più paura oggi di Putin che dell'Urss ai tempi "d'oro" della guerra fredda, perché oggi, a differenza di allora, gli Usa sono in piedi sopra uno sgabello di cristallo


Voce del sito!!

Pyter
Inviato: 29/5/2015 19:00  Aggiornato: 29/5/2015 19:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Citazione:
Autore: Antdbnkrs Inviato: 29/5/2015 8:45:31

@Calvero
Che cosa c'entra la FBI con la federazione mondiale del calcio?

Semplicemente si è ufficializzato che gli americani hanno FIFA della Russia.

Dieci minuti dietro la lavagna per aver rubato una battuta a Pyter




E non solo lui ruba le battute. In questa discussione anche altri hanno evidenziata una insolita vena umoristica:

Giano:
Michael Garcia, statunitense, dirigente della FIFA che si occupa dell' aspetto etico della federazione.

e poi anche DarthLagan:
eventi come mondiali e olimpiadi, che potrebbero essere un momento di unità tra i popoli,



"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Slobbysta
Inviato: 29/5/2015 20:05  Aggiornato: 29/5/2015 20:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Blatter...ha vinto...e i palestinesi stringono la mano agli israeliani ...

Slobbysta

FrancescaR
Inviato: 29/5/2015 20:34  Aggiornato: 29/5/2015 20:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/10/2014
Da: Colonia usa
Inviati: 309
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
<><><><><>


Vena umoristica in forma smagliante, oggi. Sarà il clima prefestivo...
In altre discussioni, sono comparse pure risposte circoncise ma taglienti,
e strani esseri... tipo grossi dementi dalle orecchie da folletto.
Apprezzo

Vai più veloce, Janine, ad aprire la porta - e nascondi i patín -
La nostalgia del Mocambo.
tupacamaru
Inviato: 29/5/2015 22:18  Aggiornato: 29/5/2015 22:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2015
Da:
Inviati: 307
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Che fine ha fatto il Calvero anti-corruzione? ah è vero non sono all'altezza della sua esegesi, scusatemi allora ritiro quello che ho detto.

Giano
Inviato: 29/5/2015 23:44  Aggiornato: 29/5/2015 23:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Pyter Citazione:
E non solo lui ruba le battute. In questa discussione anche altri hanno evidenziata una insolita vena umoristica:
Giano: Michael Garcia, statunitense, dirigente della FIFA che si occupa dell' aspetto etico della federazione.

È tutto vero, la FIFA ha una commissione etica presieduta da un tedesco e Garcia fa lo sbirro per loro.



Citazione:
insolita

Cafone!
Ti rispondo così:

"Le elezioni del presidente della Fifa sono state democratiche ed è giusto che abbia vinto Blatter", Vitali Mutko, ministro dello Sport russo.

Ci sono un tedesco, un americano e un russo...la conosci?

Slobbysta
Inviato: 30/5/2015 11:30  Aggiornato: 30/5/2015 11:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Beh mi ricordo i mondiali americani...Maradona, con gli occhi sgranati,accompagnato dall'infermiera, anche in quell'occasione quel mondiale aveva qualche ombra...Molti mondiali puzzavano di combine...

Slobbysta

NB i giochi di parole, le sottigliezze...non sono certo sempre dalla stessa fonte...ad appannaggio di un solo nome? ...quando uno è obbligato a far "aforismi"..rischia di diventar posso..se già non lo è...

DarthLagan
Inviato: 30/5/2015 13:11  Aggiornato: 30/5/2015 13:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/7/2012
Da: Torino
Inviati: 190
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Citazione:
E non solo lui ruba le battute. In questa discussione anche altri hanno evidenziata una insolita vena umoristica: Giano: Michael Garcia, statunitense, dirigente della FIFA che si occupa dell' aspetto etico della federazione. e poi anche DarthLagan: eventi come mondiali e olimpiadi, che potrebbero essere un momento di unità tra i popoli,


Quindi, secondo te, lo sport non dovrebbe e potrebbe essere un momento di amicizia? Che nella realtà lo sia poco lo so anche io (infatti ho scritto al condizionale). O dobbiamo odiarci solo perchè arriviamo da nazioni differenti?

Slobbysta
Inviato: 30/5/2015 14:00  Aggiornato: 30/5/2015 14:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Citazione:
per me su certi aspetti hanno più paura oggi di Putin che dell'Urss ai tempi "d'oro" della guerra fredda, perché oggi, a differenza di allora, gli Usa sono in piedi sopra uno sgabello di cristallo


A parte che uccidere una persona è più facile che uccidere un sistema...gli USA sullo sgabello di cristallo? non significa che chi manovra gli USA debba esserci sopra! Ecco il punto!

Slobbando

Calvero
Inviato: 30/5/2015 14:19  Aggiornato: 30/5/2015 14:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Citazione:
Quindi, secondo te, lo sport non dovrebbe e potrebbe essere un momento di amicizia? Che nella realtà lo sia poco lo so anche io (infatti ho scritto al condizionale). O dobbiamo odiarci solo perchè arriviamo da nazioni differenti?


Credo tu abbia preso troppo seriamente la battuta e credo sottolineasse (questa è solo la mia opinione) l'ipocrisia gargantuesca che queste manifestazioni dimostrano. Non è il principio in sé, bensì la realtà che ci circonda.

Fermo rimane che ormai lo sport è come la religione, un motivo invalido per detestarsi e spaccarsi la testa. Così allo stadio, così in guerra. E anche questi sono fatti. L'amicizia è solo marginale a certi livelli, e a quei livelli non ha posto: una bufala, e un buon viso (mai termine fu più azzeccato) a cattivo gioco. Amicizia e speculazione sono in antitesi. Altro fatto su cui riflettere.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
FrancescaR
Inviato: 30/5/2015 14:54  Aggiornato: 30/5/2015 14:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/10/2014
Da: Colonia usa
Inviati: 309
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
<><><><><>


Sì, è esattamente ciò che intendevo e per questo la nota di Pyter mi ha fatto
sorridere. Non mi riferivo all'autore del messaggio.
Tu l'hai espresso nel modo migliore.

Vai più veloce, Janine, ad aprire la porta - e nascondi i patín -
La nostalgia del Mocambo.
tupacamaru
Inviato: 30/5/2015 14:54  Aggiornato: 30/5/2015 15:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2015
Da:
Inviati: 307
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Noto che si sta facendo molta "filosofia" da parte dei così detti spazzini della corruzione.

La domanda è nella politica c'è corruzione?
Ovviamente sì!

Nel calcio c'è corruzione?
Si ce n'è molta, ma viene prescritta da giudici onesti.

Nella FIFA c'è corruzione?
Ovviamente sì, ma è una questione politica.....

Intanto i bambini greci possono tranquillamente morire per malnutrizione e non a causa della corruzione, ma per quella insensata dottrina economica neoliberista che impone politiche fiscali tali da radere al suolo intere nazioni.

FrancescaR
Inviato: 30/5/2015 15:15  Aggiornato: 30/5/2015 15:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/10/2014
Da: Colonia usa
Inviati: 309
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
<><><><><>


È innegabile che la Grecia si trovi in emergenza umanitaria. E che questo sia
la conseguenza di una precisa volontà di affossamento della nazione.

Vai più veloce, Janine, ad aprire la porta - e nascondi i patín -
La nostalgia del Mocambo.
Calvero
Inviato: 30/5/2015 15:28  Aggiornato: 30/5/2015 15:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Citazione:
Noto che si sta facendo molta "filosofia" da parte dei così detti spazzini della corruzione.


Tu che non sei uno spazzino della corruzione, cosa proponi?

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
tupacamaru
Inviato: 30/5/2015 15:37  Aggiornato: 30/5/2015 15:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2015
Da:
Inviati: 307
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
C'è poco da proporre in Italia dove prevalgono nell'opinione pubblica tre correnti principali:

1) È tutta colpa dell'immigrazione

2) È tutta colpa della corruzione

2bis) È TUTTA COLPA DELLO STATO SPENDACCIONE

Calvero
Inviato: 30/5/2015 16:00  Aggiornato: 30/5/2015 16:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Citazione:
C'è poco da proporre in Italia dove prevalgono nell'opinione pubblica tre correnti principali:

1) È tutta colpa dell'immigrazione

2) È tutta colpa della corruzione

2bis) È TUTTA COLPA DELLO STATO SPENDACCIONE


Qualsiasi cosa prevalga nell'opinione pubblica, non fa testo nei centri di potere. Serve solo a vendere giornali.

Quando una politica è contro la povera gente, significa che qualcuno si è venduto alla gente ricca. Non ci vuole molto a capirlo.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
tupacamaru
Inviato: 30/5/2015 16:17  Aggiornato: 30/5/2015 16:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2015
Da:
Inviati: 307
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Citazione:
Qualsiasi cosa prevalga nell'opinione pubblica, non fa testo nei centri di potere. Serve solo a vendere giornali.

Io credo che nell'opinione pubblica prevale ciò che prevale e tanto mi basta: "Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem".

Citazione:
Quando una politica è contro la povera gente, significa che qualcuno si è venduto alla gente ricca. Non ci vuole molto a capirlo.

Non ti è mai venuto in mente che oltre alla corruzione intesa come tornaconto economico esistono anche la paura, l'ignoranza e l'ideologia?

Calvero
Inviato: 30/5/2015 16:30  Aggiornato: 30/5/2015 16:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Citazione:
Io credo che nell'opinione pubblica prevale ciò che prevale e tanto mi basta: "Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem".


Non ho studiato latino.

Citazione:
Non ti è mai venuto in mente che oltre alla corruzione intesa come tornaconto economico esistono anche la paura, l'ignoranza e l'ideologia?


Certo. Credo altresì che la tua idea di corruzione sia falsata da ideali stereotipati. La corruzione è prioritariamente quella di vendersi, anche senza tornaconti economici, anche per paura e per ignoranza e per ideologia - ci si vende ...

... ecco perché una classe politica più è onesta più riuscirà a essere integerrima e coesa; non solo; l'onestà conduce automaticamente a perseverare e a essere propositivi in nome di coloro che non sanno e possono avere paura e sopraffatti da ideologie programmate appositamente.

Indi e per cui, non vi è nulla di manicheo nel perseguire l'onestà, essendo che una simile politica è solo una tappa in divenire; non è un fine, ma un mezzo ... indi e per cui non c'è nessuna categorizzazione infantile, ma una riabilitazione di ciò che è profondamente democratico.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
lanzo
Inviato: 30/5/2015 16:57  Aggiornato: 30/5/2015 16:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Ma fatemi il piacere - Ma vi risulta che l'FBI abbia mai indagato sulle varie loro "leghe" pallacanestro e football (sia a livello studentesco che professionale) marce totalmente scommesse clandestine, risultati truccati, giocatori corrotti.
Per me la mossa e' basata su:
Siamo ammerigani e ti possiamo bombardare, rapire. arrestare DOVE e QUANDO CI PARE - fatevene una ragione e zitti e mosca. Se tu Svizzera ti opponi, ti tiriamo fuori il solito "sopravvissuto" che dichiara che....whatever - la banca svizzera si e' fregata i suoi soldi mentre era in un campo della "morte" ma da cui poi ne e' uscito vivo e vegeto e ancora campa.
Ma non fatevi illusioni, morti i sopravvissuti, poi ci saranno i gigli e nipoti dei sopravvissuti e la cosa andra' avanti per secoli.

Fare una dispetto alla Russia - magari - e' la ciliegina.

L'ONU e' corrotta come la FIFA - anche li' ci sono i "microstati" che votano a seconda di chi da' i soldi al "Presidente" di turno - Quanti paesi marginali sono stati beneficiati da Israele e Taiwan, tanto per dirne - solo - due... E lo scambio di poltrone, se tu voti per me poi io ti voto per te cosi' ti becchi questo o quello. Basta vedere chi e' il presidente dell'ONU.

lanzo
Inviato: 30/5/2015 17:03  Aggiornato: 30/5/2015 17:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
@ calvero
Qualsiasi cosa prevalga nell'opinione pubblica, non fa testo nei centri di potere. Serve solo a vendere giornali.
@ purtroppo d'accordo. Ma tanti ancora non l'hanno capita.

Pyter
Inviato: 30/5/2015 17:58  Aggiornato: 30/5/2015 17:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Citazione:
Citazione:
Io credo che nell'opinione pubblica prevale ciò che prevale e tanto mi basta: "Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem".


Non ho studiato latino.



E' una frase famosa di Cicerone, tratta dal suo De Arcadia manutentionis, riferito al giardiniere spirituale arcadico, la cui traduzione dovrebbe essere suppergiù Entro non subito mi incrementi la superficie del prato nel limite del bisogno.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Redazione
Inviato: 30/5/2015 19:03  Aggiornato: 30/5/2015 19:03
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
PYTER: "Entro non subito mi incrementi la superficie del prato nel limite del bisogno."

Ah ah ah!!!! Grandiosa!

Un giorno faremo una enciclopedia con le battute di Pyter.

maryam
Inviato: 30/5/2015 21:34  Aggiornato: 30/5/2015 21:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/3/2010
Da:
Inviati: 137
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Impresentabile e ineleggibile.

Ma è l'euro presidente.


https://www.youtube.com/watch?v=XPgiI46FCDU





Azz, sbagliato rubrica

FrancescaR
Inviato: 30/5/2015 22:42  Aggiornato: 30/5/2015 22:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/10/2014
Da: Colonia usa
Inviati: 309
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
<><><><><>


Mia grave dimenticanza: medaglia al merito umoristico anche a

"9 imbecilli in pigiama che prendono a bastonate una pallina".

Era giusto evidenziarla.

Vai più veloce, Janine, ad aprire la porta - e nascondi i patín -
La nostalgia del Mocambo.
tupacamaru
Inviato: 30/5/2015 23:09  Aggiornato: 30/5/2015 23:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2015
Da:
Inviati: 307
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Citazione:
“Certo. Credo altresì che la tua idea di corruzione sia falsata da ideali stereotipati. La corruzione è prioritariamente quella di vendersi, anche senza tornaconti economici, anche per paura e per ignoranza e per ideologia - ci si vende ..”.

Veramente questa è prioritariamente la tua idea di corruzione, io mi ero limitato a criticarla appunto perché riduttiva. Sei gentilmente invitato a non mettermi in bocca idee che non mi appartengono. Ti sei dimenticato quello che hai scritto? Ti invito a rileggerti, anzi faccio di più e ti cito direttamente: “Quando una politica è contro la povera gente, significa che qualcuno si è venduto alla gente ricca. Non ci vuole molto a capirlo”.
La frase “qualcuno si è venduto alla gente ricca” implica che si sia fatto corrompere per soldi…..” Ed è appunto quello che ho criticato, autocitazione: “Non ti è mai venuto in mente che oltre alla corruzione intesa come tornaconto economico esistono anche la paura, l'ignoranza e l'ideologia?”
Tu predichi l'onestà , ma in fatto di lealtà e correttezza a quanto pare non sei un campione.
In genere questo è il difetto di tutti i predicatori dell'anticorruzione che a proposito di massime: parlano bene, ma razzolano male. 

Citazione:
“... ecco perché una classe politica più è onesta più riuscirà a essere integerrima e coesa; non solo; l'onestà conduce automaticamente a perseverare e a essere propositivi in nome di coloro che non sanno e possono avere paura e sopraffatti da ideologie programmate appositamente”.

È un errore credere che “l'onestà conduce automaticamente a perseverare e a essere propositivi in nome di coloro che non sanno”. Non tieni conto del fatto che l'onesta può condurre al massimo al sapere etico, ma non alla conoscenza dei fatti o delle regole del diritto, oppure delle leggi sociali, o ancora, non può condurre al sapere matematico e scientifico. Che 2+2 faccia 4 non centra niente con l'onestà, tanto meno l'assunto che per invertire il ciclo economico della crisi è necessario fare politiche anticicliche. Purtroppo per te e per tutti i sostenitori del mantra che la corruzione è il male di tutti i mali, da cui discende ogni cosa, persino la creazione dell'universo, il sapere che può derivare dall'onesta è infinitamente più piccolo della conoscenza che deriva da ogni altro campo del sapere. Ma siamo proprio sicuri che dall'onestà derivi qualche forma di consapevolezza della realtà che ci circonda? Persino la tesi che l'onesta conduce alla conoscenza etica, non regge quando è sottoposta all'analisi della ragione. Potrei ad esempio parlare del modello di società proposto da Platone nell'opera “La Repubblica” in cui si immaginava una città ideale governata dai saggi, appunto come diresti tu preposti a governare in nome di coloro che non sanno. Purtroppo qualsiasi modello di tal fatta per garantire che al potere ci siano solo persone sagge (o meritevoli per onestà) finisce per concretizzarsi necessariamente in una dittatura dei saggi, ma pur sempre di dittatura si tratta. La critica che però ritengo più decisiva e che a mio modesto parere dimostra l'impossibilità di creare un “governo degli onesti” risiede nella difficoltà di stabilire se effettivamente derivi dall'onesta qualche forma di conoscenza e non sia vero il contrario. Esaminiamo questo punto. Tu dici che la classe politica più è onesta, più riuscirà ad essere integerrima, ma in realtà non stai aggiungendo nessuna informazione che non sia un semplice truismo, quello che affermi equivale a dire che la classe politica più è onesta, più riuscirà ad essere onesta. Ma da questo non è possibile derivare alcuna conoscenza propria dell'onestà. Il fatto poi che una classe politica onesta sia più coesa, non sembra essere vero per il M5S che è noto puntare tutto sull'onesta, ma è noto anche per essere un movimento che ha avuto molte defezioni segno di poca coesione interna, ovviamente già mi immagino la replica che naturalmente deve essere funzionale alla tesi e non alla realtà, ovvero che le uscite dal M5S sono soltanto di persone disoneste. Ovviamente i fanatici dell'anticorruzione devo portare acqua al loro mulino e questo lo devono fare a discapito dell'analisi razionale. Così se diremo loro che per garantire un governo degli onesti bisogna creare una oligarchia, loro ci risponderanno che non è vero, anche se gli onesti sono una minoranza soprattutto in Italia, merce rara e difficile da trovare. Verrebbe da chiedersi se una popolazione che in maggioranza non da molta importanza all'onesta, anche se afferma proprio il contrario, nel segreto dell'urna selezionerebbe una classe dirigente onesta. Io credo che al vaglio della ragione sia più corretto affermare che è la conoscenza etica la base da cui deriva l'onestà, non il contrario e che sia quindi l'ignoranza il vero male dell'umanità.

Condor96
Inviato: 30/5/2015 23:47  Aggiornato: 30/5/2015 23:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/4/2015
Da: Misteriosa
Inviati: 147
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
http://albainternazionale.blogspot.it/2015/05/gli-usa-dietro-il-caos-zurigo.html

L’Associazione calcistica palestinese aveva chiesto la votazione per sospendere Israele dalla FIFA: “Il gruppo palestinese si oppone alle squadre israeliane che giocano in Cisgiordania. Inoltre, affermano che Israele limita i movimenti dei giocatori palestinesi tra Cisgiordania e Gaza, nonché per le partite internazionali. Continua il suo bullismo, e credo che si senta in diritto di continuare ad esserlo nel quartiere“.


Calvero
Inviato: 30/5/2015 23:47  Aggiornato: 30/5/2015 23:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Citazione:
La frase “qualcuno si è venduto alla gente ricca” implica che si sia fatto corrompere per soldi…


Assolutamente no.
Non implica esclusivamente lo si faccia per soldi. Quindi tutto il resto della tua argomentazione decade.

Citazione:
Non tieni conto del fatto che l'onesta può condurre al massimo al sapere etico, ma non alla conoscenza dei fatti o delle regole del diritto, oppure delle leggi sociali, o ancora, non può condurre al sapere matematico e scientifico.


Io tengo conto del fatto che l'uomo deputato in nome di una sovranità popolare, quando è onesto è automaticamente votato a rendere cristallino il suo operato.

Il sapere matematico e scientifico è un sapere relativo; è un metodo. Nonché con le sue derive malsane.

Citazione:
Che 2+2 faccia 4 non centra niente con l'onestà, tanto meno l'assunto che per invertire il ciclo economico della crisi è necessario fare politiche anticicliche.


C'entra eccome, perché il punto non è sapere o meno che 2+2 faccia 4; ma sapere che quei conti non siano stati fatti dietro le quinte Il fatto che tu mi porti a esempio un modello platonico, dice che hai appiccicato alle mie argomentazioni un ideale che non mi appartiene.

Io non sto dicendo che serve un governo di saggi, bensì che oggi come oggi se vogliamo chiamare la sovranità popolare democrazia, allora la priorità è combattere la corruzione. E mi pare tu dia anche per scontato che il potere sia quello dei governi. Non lo è, quindi capirai che preoccupazioni possono darmi quelli che giocano al teatrino della politica.

Citazione:
Il fatto poi che una classe politica onesta sia più coesa, non sembra essere vero per il M5S che è noto puntare tutto sull'onesta, ma è noto anche per essere un movimento che ha avuto molte defezioni segno di poca coesione interna, ovviamente già mi immagino la replica che naturalmente deve essere funzionale alla tesi e non alla realtà, ovvero che le uscita dal M5S sono soltanto di persone disoneste


Mi spiace che io debba dividere il tuo discorso, ma è inevitabile se tu appioppi un discorso politico articolato e che comunque nulla toglie che di ossessione non trattasi. La corruzione è la causa. Da questa non ne esce nessuno. Non vi fosse la corruzione, non vi sarebbero stati servi dei poteri forti.

Citazione:
Io credo che al vaglio della ragione sia più corretto affermare che è la conoscenza etica la base da cui deriva l'onestà, non il contrario e che sia quindi l'ignoranza il vero male dell'umanità.


Io credo invece che l'umanità ha bisogno di crescere e non di essere guidata al guinzaglio. E che l'ignoranza non è assolutamente un problema, quando ciò che fa girare il mondo sono le ambizioni fasulle instillate nel consumatore. Non avertene, ma io non sono un grillino, minimamente. Il problema è la modernità e il progresso, che è regresso.

Il fatto che i Grillini abbiano nella loro bandiera la battaglia per l'onestà, non li fa certo essere la mia stella polare; semplicemente loro sono gli unici che possano permettersi l'appellativo di classe politica che crede nella democrazia.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
tupacamaru
Inviato: 31/5/2015 0:43  Aggiornato: 31/5/2015 0:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2015
Da:
Inviati: 307
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Caro Calvero tu storpi il senso delle argomentazioni e talvolta rispondi con tali assurdità da non essere degno nemmeno di una replica.
Continua pure ad arrampicarti sugli specchi, quando ti riesce fai almeno quello.
Buona notte.

Calvero
Inviato: 31/5/2015 0:57  Aggiornato: 31/5/2015 0:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Citazione:
Caro Calvero tu storpi il senso delle argomentazioni e talvolta rispondi con tali assurdità da non essere degno nemmeno di una replica.
Continua pure ad arrampicarti sugli specchi, quando ti riesce fai almeno quello.
Buona notte.


Vedrai che una politica corrotta che sa fare 2+2 si fermerà a quattro. Oltre non può andare. Matematico

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
gronda85
Inviato: 31/5/2015 3:31  Aggiornato: 31/5/2015 3:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 2/12/2008
Da:
Inviati: 1957
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
gargantuesca
succede raramente di poterlo usare in una frase

non puoi vincere
non puoi pareggiare
non puoi nemmeno ritirarti
redribbon
Inviato: 31/5/2015 17:51  Aggiornato: 31/5/2015 17:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Citazione:
Autore: tupacamaru Inviato: 30/5/2015 15:37:00

1) È tutta colpa dell'immigrazione

2) È tutta colpa della corruzione

2bis) È TUTTA COLPA DELLO STATO SPENDACCIONE



Ehi tupacamaru ti sei scordato quelli che

3) Avete vissuto al di sopra delle vostre possibilità,
come diceva anche Berlusconi




“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild
afabbri73
Inviato: 2/6/2015 5:35  Aggiornato: 2/6/2015 5:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/5/2011
Da:
Inviati: 302
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Scandalo FIFA – Chi è la gola profonda che ha inguaiato il presidente della FIFA Joseph Blatter, alle prese in questi giorni con una rielezione al vertice della federazione mondiale del calcio complicata non poco dallo scandalo scoppiato nella mattina di mercoledì. Il “soccer dad” è Chuck Blazer, eccentrico personaggio che dopo una vita da nababbo è passato dalla parte dell’FBI diventando collaboratore. Un pentito? Non proprio.

Dall’attico a Miami alla chiave-microfono dell’FBI, passando per due appartamenti alla Trump Tower, uno dei quali destinato ai gatti. Quando l’azione legale del Dipartimento della Giustizia raggiungera’ le aule dei tribunali, uno dei principali testimoni del governo sara’ Chuck Blazer, ex alto funzionario della stessa Fifa e di Concacaf – il braccio nord-americano e caraibico della federazione – che ha aiutato gli agenti del Bureau a istruire un’inchiesta diventata un caso politico globale.

Il lavoro lo aveva portato in stretto contatto con ricchi e famosi: da Hillary Clinton a Putin, Papa Giovanni Paolo II e Nelson Mandela. Ville a Miami e alle Bahamas, gli appartamenti alla Trump Tower con vista spettacolare su Central Park. Blazer “annotava” tutti i suoi spostamenti sul suo blog, chuckblazer.blogspot.co.uk, aggiornato fino al 19 febbraio del 2014 e tutt’ora online.

Barbone e pancia da Falstaff (o da Babbo Natale, ma Vladimir Putin lo avrebbe paragonato invece a Karl Marx), talora un pappagallo sulla spalla, Blazer e’ un ex “soccer dad” della contea di Westchester che si e’ ingrassato, letteralmente e metaforicamente, grazie a un’American Express dell’agenzia calcistica.

Feste e case deluxe, jet privati e cene di grandi chef. La talpa della Fifa non badava a spese (26 milioni di dollari in sette anni sulla AmEX aziendale), ma nel frattempo era diventato cosi’ grasso da aver perso, si dice, la capacita’ di camminare.

Passava dunque di party in party a bordo di un motorino per disabili. E’ stato così su uno di questi motorini che nel 2011 l’FBI lo ha raggiunto su un marciapiede di Manhattan: gli agenti sapevano che per decenni aveva evaso il fisco. “Possiamo portarti via in manette…o puoi collaborare”. Blazer decise di collaborare.

L’anno dopo, al Mayfair di Londra, Chuck mise le sue chiavi su un tavolo durante colloqui con alti ufficiali della Fifa, ignari, questi ultimi che nelle chiavi c’era un microfono nascosto. Le conversazioni registrate hanno fornito all’Fbi il primo spiraglio sul ventre marcio del mondo del calcio.

In questo video del 2011, Blazer venne intervistato sulla corruzione nella FIFA. “Qualcuno individualmente potrebbe essere corrotto” ammetteva lui: http://youtu.be/I81S4gPn0GY

Mondo dove Blazer, senza aver mai giocato, aveva fatto il suo ingresso nel 1976: al figlio era venuta la mania del pallone quando ancora negli Usa non era di moda. Negli anni ’80 il “soccer dad” era entrato in Fifa e aveva fatto miracoli: uno sport fino ad allora considerato una stranezza esoterica era entrato a pieno diritto nei parchi e nei bar d’America.

Blazer si era arricchito a colpi di milioni di dollari grazie a un accordo straordinario che gli garantiva il dieci per cento per ogni dollaro guadagnato dall’organizzazione.

Una vita da nababbo arrivata al capolinea quando, a 70 anni, Chuck si e’ ammalato di cancro. Il New York Times e’ andato a trovarlo in una stanza di ospedale e lo ha trovato “pallido e smagrito”. Ieri le autorita’ federali hanno annunciato la sua ammissione di colpevolezza per dieci capi di imputazione che includono associazione a delinquere, frode fiscale, riciclaggio.

Blazer, si e’ poi saputo, ha gia pagato una multa da 1,9 milioni di dollari e ne pagherà un’altra al momento del verdetto anche se in teoria il rischio e’ di una condanna a un massimo di dieci anni di reclusione.

afabbri73
Inviato: 2/6/2015 19:05  Aggiornato: 2/6/2015 19:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/5/2011
Da:
Inviati: 302
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Blatter ha appena annunciato le sue dimissioni

Slobbysta
Inviato: 2/6/2015 20:15  Aggiornato: 2/6/2015 20:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Beh qui urge un commento dell'autore del pezzo...cosa ha indotto alle dimissioni? I 10 milioni versati all'isoletta? Oppure pressioni più corpose?

Questa potrebbe essere una chiave di lettura tra le divergenze dei caporali...i generali,sponsor, aspettano il capo supremo...chi è il capo del gioco?

Slobbysta

Condor96
Inviato: 2/6/2015 20:42  Aggiornato: 2/6/2015 20:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/4/2015
Da: Misteriosa
Inviati: 147
 Re: Caso FIFA: dimissioni Blatter/FIFA/Zurigo ...
http://albainternazionale.blogspot.it/2015/05/gli-usa-dietro-il-caos-zurigo.html

Consiglio a tutti questa lettura, di un articolo elaborato da Alessandro Lattanzio pubblicato poi sul mio blog ufficiale di Geopolitica, sui fatti di Zurigo di pochi giorni fa.

Buona lettura.

Tizio.8020
Inviato: 2/6/2015 21:23  Aggiornato: 2/6/2015 21:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/2/2014
Da: Ravenna
Inviati: 173
 Re: Caso FIFA: dimissioni Blatter/FIFA/Zurigo ...

Slobbysta
Inviato: 15/6/2015 13:18  Aggiornato: 15/6/2015 13:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?

sorrisopigro
Inviato: 22/6/2015 15:17  Aggiornato: 22/6/2015 15:17
So tutto
Iscritto: 18/1/2015
Da:
Inviati: 16
 Re: Caso FIFA: cosa c'entrano gli americani?
Citazione:
A meno che, come sostiene Putin, non si voglia far saltare la poltrona di Blatter per motivi geopolitici, che con il calcio non hanno nulla che fare. [...] Putin infatti ha affermato che in passato sono state fatte delle pesanti pressioni su Blatter perché ritirasse l'assegnazione alla Russia dei mondiali del 2018.


In questo senso è interessante capire il perchè dell'assegnazione dei mondiali del 2022 al Qatar, paese in cui le temperature estive superano i 50°C dal quale gli operai edili, ovviamente senza tutele, non possono uscire e anche perchè passare da un paese a un altro con caratteristiche climatiche così differenti.
Questo ed altri interrogativi sono stati sollevati da John Oliver, comico britannico che fece una puntata del suo show alla HBO proprio in vista dell'edizione Brasile 2014.


A questo link potete trovare il video sottotitolato in italiano da Adrien Vaindoit di ComedyBay (ex ComedySubs, canale YouTube): http://www.comedybay.it/john-oliver-fifa-dilemma-dei-mondiali/


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA