Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


terrorismo : Londra 2005: le strane coincidenze
Inviato da Redazione il 7/7/2015 18:40:00 (5630 letture)

In occasione del 10° anniversario degli attentati di Londra, pubblichiamo un piccolo collage di articoli dell'epoca, preceduti dal famoso intervento televisivo di Peter Power (nel quale veniva rivelata la clamorosa "coincidenza" delle esercitazioni terroristiche).



LA PROVA DEL NOVE

11.7.15 - Quante probabilità ci sono che la polizia di Londra decida di fare una esercitazione antiterrorismo, immaginando degli attacchi con esplosivi piazzati proprio nelle stesse stazioni in cui gli attacchi sono avvenuti, nello stesso giorno e alla stessa identica ora?

La risposta potrebbe essere questa: ci sono le stesse probabilità che c'erano, quattro anni fa, che la difesa aerea americana e la CIA decidessero di simulare un attacco a Torri e Pentagono, con aerei civili dirottati, proprio nel giorno e nell'ora in cui i veri attacchi sono avvenuti.

Peter Power è un personaggio relativamente noto al pubblico inglese: ex-agente di Scotland Yard, autore di libri, frequente ospite televisivo, ...

...è oggi direttore della Visor Consultants, una curiosa società specializzata in "prevenzione dei disastri" di ogni tipo e dimensione.

Ed è stato lui stesso a raccontare in televisione il proprio stupore, nell'accorgersi che la mattina del 7 Luglio, mentre stava dirigendo un'esercitazione per un eventuale attacco terroristico nelle stazioni del metrò di Londra, le bombe che esplodevano erano vere, che i feriti e le urla erano veri, e che i soccorsi che fortunatamente aveva sottomano andavano immediatamente reindirizzati verso le vittime reali di quelle esplosioni.

Non può non tornare alla mente, a questo punto, l'altra strepitosa coincidenza, perfettamente simmetrica a questa, in cui la difesa aerea americana aveva in corso la simulazione di un attacco a Torri e Pentagono, con aerei civili sequestrati, proprio nel momento stesso in cui questo avveniva davvero.

Perchè può essere utile, agli eventuali cospiratori, un doppio evento di questo tipo? Perchè in tale situazione avviene che, ad esempio, i controllori del traffico aereo di colpo si trovano sugli schermi non più quattro, ma ben venti aerei dirottati contemporaneamente, di cui solo quatrro sono quellli da intercettare. Ma quali, a questo punto? [Vedi spezzone nel filmato allegato]. Oppure avviene, ad esempio, che subito dopo l'esplosione al Pentagono ti ritrovi con ambulanze e personale medico già sul luogo, pronti ad intervenire. Oppure ancora -soprattutto - avviene che se per caso qualcuno dei tuoi commette un errore, e viene preso col sorcio in bocca, puoi sempre dire che faceva parte dell'esercitazione, e hai mille possibilità in più per confondere le acque.

Ma allora perchè mai un Peter Power dovrebbe andare in TV a raccontarlo a mezzo mondo, ci si domanda? Perchè Peter Power, evidentemente, non fa parte del gioco, ed è anzi una pedina utile per dare all'operazione la legittimità di cui necessita, e per mettere in moto certi meccanismi indispensabili, come quello di far abbassare il livello di guardia della sicurezza nazionale proprio nelle ore degli attentati. Cosa che infatti era regolarmente avvenuta. Con il livello di guardia abbassato, infatti, non scatta più lo stesso responso dalla polizia locale se per caso un cittadino nota dei movimenti sospetti nei sotterranei del metrò, poco prima delle esplosioni. "Lo sappiamo - gli rispondono dal centralino - è in corso un'esercitazione, ma grazie lo stesso", e la cosa finisce lì.

Quello che non era previsto, forse, è che Power finisse in TV a raccontare in diretta il suo stupore - apparentemente genuino, infatti - per l'eccezionale coincidenza.

Non abbiamo niente per supportare i nostri sospetti, ovviamente, se non forse questo semplice ragionamento: con il G8 che inizia proprio quella mattina, e con le tensioni in tutto il paese che solo un idiota può non prevedere, ti sembra quello il momento più adatto per metterti a fare esercitazioni antiterrorismo? Perchè rischiare di spaventare e confondere inutilmente la gente? Perchè disperdere e dimezzare forze di pronto intervento che ti possono venire necessarie in qualunque momento (si suppone che tu non sappia che ti troverai invece i soccorsi a portata di mano)? Ma soprattutto, perchè obbligare il livello di guardia della sicurezza nazionale ad essere abbassato, proprio in quelle ore, quando potresti tranquillamente aspettare un paio di giorni, e metterti in moto quando tutto è tornato alla normalità?

Ovvero, quale questore concederebbe mai i pemessi per quell'esercitazione, per una società privata oltretutto, in una giornata così cruciale?

Non sappiamo fino a che punto gli inglesi, meno fessi di molti altri popoli, si siano resi conto di questa lampante coincidenza, ma sarebbe davvero bello che, una volta passato lo spavento, mangiassero la foglia, e che il simpatico Blair facesse come minimo la fine del buon Aznar.

Massimo Mazzucco

************

E' SEMPRE LA FRETTA CHE LI TRADISCE

7.7.05 - Ti chiami Tony Blair. Sei lì che ti profumi e ti stai facendo fare la manicure, per apparire in piena forma al G8 in casa tua, e ti avvisano al telefono che qualcuno ha fatto saltare autobus e vagoni della metropolitana nella tua adorata Londra. I tuoi concittadini sono stati massacrati, affumicati, dilaniati, feriti nel corpo e nell'orgoglio, e ora ci sono madri senza bambini, mariti senza mogli, e bambini senza più genitori per questo atto vile e insensato.

Tu come reagisci? Dicendo "resteremo uniti, non riusciranno nel loro intento di uccidere la nostra libertà", oppure "brutti maiali, vi cercherò dovunque e non avrò pace finchè non vi ho fatto arrostire sulla graticola con le mie stesse mani?" (Non dimentichiamo che questo è l'uomo che fu accusato, in diretta TV, di "avere le mani sporche di sangue" per il "suicidio" di David Kelly, e si è completamente dimenticato di sporgere querela per diffamazione contro chi gli ha lanciato questa pesante accusa).

Curioso anche il fatto che i "cattivi" - chiunque essi fossero - siano riusciti, con sette bombe, a fare un danno relativamente limitato. Spiace ovviamente per loro, ma in fondo meno di 40 morti per sette bombe, in una città come Londra, nell'ora di punta, è un risultato che squalificherebbe a vita anche il più inesperto degli apprendisti bombaroli al mondo. A Madrid, con tre bombe soltanto, ne hanno fatti fuori quasi 200. "Ciccio - gli direbbero in questo caso i boss dell'organizzazione - tu da oggi ti occupi soltanto di rispondere al telefono e di preparare i panini per gli altri. E stammi perfavore lontano dagli esplosivi, che rischi pure di farti del male."

Dal G8 intanto giungono altre voci "disinteressate". "Questo è stato - dice un comunicato congiunto - un attacco non a una nazione, ma a tutte le nazioni e ai popoli civili". Ma come fanno a dirlo? Per caso loro sanno qualcosa che noi non abbiamo ancora scoperto?

Da Londra Blair, ora giustamente spettinato e con l'occhio preoccupato, raddoppia lo scivolone facendoci sapere che "l'operazione è ancora più deplorevole perchè arriva proprio il giorno dell'apertura del G8". Sei davvero così ansioso di far arrivare il messaggio "giusto", da essere tu a suggerire quello che invece dovrebbe dedurre con tutta calma il resto del mondo?

Nè lo aiuta a mascherare la fretta di arrivare a certe conclusioni il suo sindaco di Londra, che da Singapore è addirittura in grado di dedurre che "i terroristi mirano a dividere i londinesi, ma noi sapremo restare uniti nello svolgimento delle nostre mansioni". Se ce lo dice lui…

Ma come funzionano le cose, ultimamente? Una volta bisognava aspettare il classico volantino, recuperato nel cestino della spazzatura, per sapere che "questo è stato un gesto contro l'imperialismo delle multinazionali, che rivendica giustiza per il popolo oppresso bla bla bla…", mentre oggi un qualunque sito internet dice "siamo stati noi" e basta, e tutto il resto ce lo mettono direttamente i politici colpiti dall'attentato stesso?

E poi, possibile che Al-Queda non abbia mai avuto da ridire una sola volta, sulle rivendicazioni che le vengono regolarmente attribuite da costoro?

Forse che davvero si conoscano molto meglio di quello che noi crediamo?

Massimo Mazzucco

***********

IDENTIFICATI GLI ATTENTATORI DELLE BOMBE LONDINESI

13.7.05 - Bush e Blair continuano ad andare a braccetto, nel bene e nel male. Dopo la curiosa analogia delle esercitazioni-fotocopia, in corso proprio durante gli attentati sia di Londra che di Manhattan, tocca ora alle indagini rispecchiarsi fedelmente una nell'altra.

La stessa fortuna che aveva arriso agli investigatori dell'11 Settembre, regalando loro la valigia di Mohamend Attà (che "perse la coincidenza" a Boston, e che conteneva addirittura il suo passaporto ed il suo testamento), ieri ha voluto aiutare gli inglesi, facendogli trovare i documenti personali di tutti e quattro i presunti "kamikaze", vicino al punto in cui erano avvenute le rispettive esplosioni. Non contenta, la fortuna ha pure pensato di far rinvenire alla polizia una carta di credito intestata a uno dei quattro, apparentemente dimenticata in una cabina telefonica. Ma il miracolo vero è arrivato dalle telecamere a circuito chiuso dei trasporti londinesi, che dopo una accurata visione di tutto il materiale registrato quella mattina, hanno permesso di riconoscere i quattro attentatori, e di ricostruire fin nel minimo dettaglio i movimenti che li hanno condotto agli attentati.

Talmente alte erano le probabilità di scoprire qualcosa, spulciando quelle ore infinite di registrazione - quante telecamere ci saranno, anche soltanto nelle tre stazioni interessate alle esplosioni? Ma poi soprattutto, che cosa cerchi, in quel flusso ininterrotto di gente tutta uguale, visto che non sai ancora chi è stato? Qualcuno che va al lavoro "con l'aria sospetta", magari "con lo zainetto particolarmente pesante"?) che la ricerca sulle immagini registrate era stata addirittura annunciata con gran fanfara dai telegiornali della sera prima. Si vede che Scotland Yard si sentiva in giornata di buona.

(Messaggio subliminale: non credere, piccolo fratello, dovunque tu vada, qualunque cosa faccia, il nostro occhio ti segue, e la traccia rimane per sempre).

Sarebbero quindi quattro pakistani "di nazionalità inglese" i quattro esseri astuti che hanno ritenuto necessario morire insieme alle vittime, nonostante potessero tranqullamente "dimenticarsi" lo zainetto sotto il sedile di quello davanti, e scendere con grande eleganza alla fermata precedente.

Il messaggio subliminale che ci giunge invece dalla tipologia degli attentatori è addirittura spudorato nella sua trasparenza: attenti, uomini di tutto l'occidente, "loro", il male, i cattivi, sono fra noi. Si aggirano fra di noi, vestono come noi, e parlano esattamente come noi. Ma fortunatamente c'è un modo di distinguerli da noi: la religione.

In conclusione, bisogna ammettere che se l'occidente è sfortunato, in quanto bersaglio preferito della "jihad islamica", ha dalla sua un sistema di indagini preciso ed efficiente, che ci permette sempre di ritrovare il colpevole ento 48 ore al massimo. Era successo con i dicciannove assi del cielo quattro anni fa, è successo ieri con i 4 pakistani delle bombe londinesi.

48 ore sembrano infatti un tempo ideale per permettere alla gente di riprendersi dallo shock, impedendo però che cominci a domandarsi davvero chi è stato, non appena ritorni a ragionare.

Ora invece, con la risposta già servita a colazione, potranno tranquillamente dedicarsi ad organizzare la caccia al primo pakistano che avvistano per strada.

Tutto previsto, tutto secondo copione.

Massimo Mazzucco

***********

VEDI ANCHE: "Le esercitazioni dell'11 settembre" di Riccardo Pizzirani.

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Redazione
Inviato: 7/7/2015 18:47  Aggiornato: 7/7/2015 19:06
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Londra 2005: le strane coincidenze
Rileggendo i miei articoli, mi rendo conto di quanto fossi ingenuo dieci anni fa: pensare che Peter Power fosse "inconsapevole" è davvero da povero pirla.

Ma tant'è, non smettiamo mai di imparare...

Red_Max
Inviato: 7/7/2015 18:58  Aggiornato: 7/7/2015 19:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Londra 2005: le strane coincidenze
Io non sono un complottista...
mi interesso di "bizzarre coincidenze".

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
fefochip
Inviato: 7/7/2015 19:15  Aggiornato: 7/7/2015 19:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Londra 2005: le strane coincidenze
Citazione:
Rileggendo i miei articoli, mi rendo conto di quanto fossi ingenuo dieci anni fa: pensare che Peter Power fosse "inconsapevole" è davvero da povero pirla.



vuoi dire che sapeva in anticipo degli attentati ed era coinvolto?
perche allora fare quelle dichiarazioni che potevano solo metterlo nei casini?

tanto che sappiamo che sono state praticamente censurate perche tranne che in siti che si occupano di complotti nessuno ha piu ritirato fuori la questione.

o forse voleva denunciare la cosa facendo finto tonto "inconsapevole"

mi sa non ho capito che intendi con "inconsapevole".

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Slobbysta
Inviato: 7/7/2015 19:23  Aggiornato: 7/7/2015 19:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: Londra 2005: le strane coincidenze
Si d'accordo..ma c'è un oltre....

Supponiamo non si escluda, ma anzi...coincidenza/disegno...è una realtà...

Come agisce un'intuizione straconfermata in un soggetto intuitivo? E come contrastarlo.....? Efficacemente?

A me la colonna sonora delle carte "magiche" mi turba...ed è stra-usata...coincidenza? O quella musica è confezionata per i complotti?...andate a controllare...! Il vero, confezionato come prodotto! A me spaventa!
Un senso di triplo bluff...dove ne se ipotizza un quarto per sicurezza...e poi si svirgola nella confusione! Casuale o programmato? Attenzione si deve aver l'intelligenza di veder le cose intrecciate, o esche o il saper del saper...

Qual'è il messaggio...dove porta e con quali motivazioni...cosa si dimentica...mi appartiene come priorità?

Slobbysta

Redazione
Inviato: 7/7/2015 19:39  Aggiornato: 7/7/2015 19:49
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Londra 2005: le strane coincidenze
FEFOCHIP: Secondo me è la seconda che hai detto:

"o forse voleva denunciare la cosa facendo finto tonto "inconsapevole""

Volevano denunciarla loro prima che la cosa venisse "scoperta" da qualche giornalista. Altrimenti sì che sarebbe stato difficile da giustificare. Invece, dicendo "toh, guarda che coincidenza!" hanno evitato che altri la "scoprissero", perchè tanto l'avevano già detto loro.

Hanno tolto la miccia alla bomba, prima che gli potesse esplodere in mano.

Una forma di "excusatio non petita" molto raffinata, insomma.

fefochip
Inviato: 7/7/2015 20:44  Aggiornato: 7/7/2015 20:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Londra 2005: le strane coincidenze
@ massimo
Citazione:
Volevano denunciarla loro prima che la cosa venisse "scoperta" da qualche giornalista. Altrimenti sì che sarebbe stato difficile da giustificare. Invece, dicendo "toh, guarda che coincidenza!" hanno evitato che altri la "scoprissero", perchè tanto l'avevano già detto loro.


è pur vero tuttavia che nessuno ha storto piu di tanto il naso(tranne noi che ci facciamo la scarpetta ogni volta) sapendo che l'11 settembre c'erano esercitazioni come mai prima sui cieli americani.

non so , diciamo sempre che l'11 settembre come questo attentato non sarebbe potuto andare a segno (come complotto) senza avere in mano i media quindi non so quanto c'è (e c'era ) da preoccuparsi per la stampa britannica.

se "qualcuno" lo scopriva non sarebbe mai andato in onda grazie a direttori di giornale e tv ben "leccaballepadroni" come del resto negli stati uniti e sarebbe rimasta a livello di leggenda metropolitana al pari degli ebrei assenti dalle torri gemelle, una cosa di fatto,anche se vera, impossibile da provare.

a me invece il fatto che quell'intervista è stata di fatto insabbiata e se non fosse per gente come noi sarebbe sparita è una prova proprio di una copertura.
nessuna indagine che io sappia del 7/7 ha chiarito questa dichiarazione in una qualunque indagine normale sarebbe non sospetta ma di piu.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
bernuga
Inviato: 7/7/2015 22:31  Aggiornato: 7/7/2015 22:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 26/11/2011
Da:
Inviati: 1007
 Re: Londra 2005: le strane coincidenze
La timeline dell'epoca su larepubblica, con (tra i tanti commenti) il superinformato primo ministro australiano che, nonostante le fonti ufficiali dicessero altro, conosce esattamente il numero delle vittime (civili) (ore 8:09):

http://www.repubblica.it/2005/g/dirette/sezioni/esteri/metrolon/8lugl/index.html?ref=search

Sertes
Inviato: 7/7/2015 22:51  Aggiornato: 7/7/2015 22:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Londra 2005: le strane coincidenze
Secondo me bisogna pensarla male:
Peter Powers lavorava sia al "colpo" che per un'altra fazione, che ha deciso di mettere sotto ricatto la fazione che ha fatto l'attacco.
Per questo Peter Powers ha vuotato il sacco, pubblicamente, due volte: i media possono essere messi sotto silenzio, ma se gli fosse successo qualcosa sarebbe saltato fuori l'intervista. Ecco quindi che la seconda fazione dopo può ricattare la prima.

My 2 cents

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
fefochip
Inviato: 8/7/2015 8:24  Aggiornato: 8/7/2015 8:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Londra 2005: le strane coincidenze
@ sertes

si, mi sembra che cosi abbia piu senso.
oppure
parlare "di traverso" per non essere poi fatti fuori.
probabilmente ha chiuso un occhio su tante cose magari essendo anche complice nella preparazione e quando ha visto la malaparata e si è reso conto fino in fondo in cosa si era ficcatto ha detto "io intanto lo dico cosi sono meno a rischio di essere suicidato"

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
MrStewie
Inviato: 8/7/2015 8:33  Aggiornato: 8/7/2015 8:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2014
Da:
Inviati: 65
 Re: Londra 2005: le strane coincidenze
@ Sertes

quoto al 100%
una prevenzione alla suicidazione, per così dire...

Pyter
Inviato: 8/7/2015 12:51  Aggiornato: 8/7/2015 12:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Londra 2005: le strane coincidenze
Pararsi da cosa?
Una persona che si chiama Peter Power non può essere lì per caso.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Slobbysta
Inviato: 8/7/2015 13:04  Aggiornato: 8/7/2015 13:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: Londra 2005: le strane coincidenze
Citazione:
Secondo me bisogna pensarla male:
Peter Powers lavorava sia al "colpo" che per un'altra fazione, che ha deciso di mettere sotto ricatto la fazione che ha fatto l'attacco.
Per questo Peter Powers ha vuotato il sacco, pubblicamente, due volte: i media possono essere messi sotto silenzio, ma se gli fosse successo qualcosa sarebbe saltato fuori l'intervista. Ecco quindi che la seconda fazione dopo può ricattare la prima.

My 2 cents


Mah..post confuso...da trarne, che sto tizio si è parato il culo...se ho capito bene...da giustificare perché avesse dovuto fare la fine di Kelly...visto la differenza...

Slobbando

Det.Conan
Inviato: 8/7/2015 14:00  Aggiornato: 8/7/2015 14:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/6/2006
Da:
Inviati: 1754
 Re: Londra 2005: le strane coincidenze
Massimo,
scusa per l'OT ma questa iniziativa credo non abbia paragoni a livello europeo e merita un minimo di visibilità dato che (anche) i soliti blog e siti "complottisti" tacciono dato che è una cosa riguardante il M5S :

http://www.beppegrillo.it/movimento/parlamento/2015/07/10-luglio-convegno-m5s-per-capire-i-brics.html

Un nuovo approccio geo-strategico dell'Italia finalizzato alla crescita della propria economia. Ma soprattutto un approccio alternativo all'Euro e al blocco atlantista guardando ai Brics, acronimo utilizzato per riferirsi congiuntamente alle sole economie sfuggite fino ad oggi al controllo delle potenze dominanti: Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica.

Sarà questo il tema al centro di un convegno dal titolo "Il nuovo mondo con i Brics", organizzato dai deputati M5S della Commissione Esteri a pochi giorni dalla vittoria del "no" al referendum greco contro le politiche di austerity imposte dalla Troika.

L'evento si svolgerà venerdì 10 luglio 2015, a partire dalle ore 10:30, presso la Nuova Aula del Palazzo dei Gruppi parlamentari, in Via di Campo Marzio 74 a Roma. Interverranno i deputati 5 Stelle Alessandro Di Battista e Carlo Sibilia e diversi esponenti di ogni singolo Paese, tra cui Andrey Klimov, vice presidente della Commissione Affari esteri della Duma russa. La chiusura dei lavori sarà, nello specifico, dedicata alla crisi della zona euro e le possibili relazioni con i Brics per aprire nuove opportunità di crescita e sviluppo in Italia.

Che dici,merita la home?

polaris
Inviato: 8/7/2015 15:00  Aggiornato: 8/7/2015 15:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: Londra 2005: le strane coincidenze
Davvero una bella iniziativa: smettere di essere schiavi del NWO angloamericano per diventare servitori di quello russo-cinese (la Cina, ricordiamolo, è stata finanziata dai soliti noti, chi ci dice che anche questo scontro con la Russia non sia farlocco?).

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
Det.Conan
Inviato: 8/7/2015 17:58  Aggiornato: 8/7/2015 17:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/6/2006
Da:
Inviati: 1754
 Re: Londra 2005: le strane coincidenze
Polaris,
guarda che nessuno dice di essere schiavi dei Brics.
E' un convegno per avere una visione più ampia su altri attori politici internazionali che non siano espressione dei soliti noti.
Certo che è incredibile.
Ogni cosa che fa il M5S non va bene.
Se fa un convegno sui Brics è uno sbaglio,se non dice niente sui Brics sono un complotto della CIA (Dezzani dixit).
Sempre più esterrefatto.

peonia
Inviato: 8/7/2015 21:46  Aggiornato: 8/7/2015 21:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Londra 2005: le strane coincidenze
AUTORIMOSSO, SBAGLIATO THREAD

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
m4x
Inviato: 9/7/2015 10:41  Aggiornato: 9/7/2015 10:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/6/2007
Da:
Inviati: 746
 Re: Londra 2005: le strane coincidenze

lanzo
Inviato: 9/7/2015 20:29  Aggiornato: 9/7/2015 20:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: Londra 2005: le strane coincidenze
Rassegnamoci - ormai la "Storia" la fanno i TG - il popolo bue tanto si beve tutto. il pakistano con lo zainetto ripreso dalle telecamere - che cacio dimostra ! Ormai quasi la meta' dei londinesi sono di origine pakistana o Bangladesh o indiana e allora ? Ci sono foto che dimostrano che le bombe erano piazzate SOTTO il treno - cazzate di complottisti. Poi che la sorveglianza era affidata ad una ditta di "sicurezza" ah, ah , israeliana. se osi dirlo ti crociffigono (tipo se sei un giornalista, perdi il posto e non lavorerai mai piu') quindi andiamoci piano a condannare i giornalisti, pure loro tengono famiglia e non lo dico ironicamente.

Condor96
Inviato: 10/7/2015 11:25  Aggiornato: 10/7/2015 11:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/4/2015
Da: Misteriosa
Inviati: 147
 Re: Londra 2005: le strane coincidenze
A proposito di Londra, WTC etc ...

Leggete questo articolo sul volo MH17, i coinvolgimenti mediatici di Wikipedia e della CIA.

http://albainternazionale.blogspot.it/2015/07/wikipedia-made-in-langley.html


horselover
Inviato: 10/7/2015 14:45  Aggiornato: 10/7/2015 14:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/9/2012
Da:
Inviati: 1898
 Re: Londra 2005: le strane coincidenze
forse le esercitazioni prevedevano qualche effetto collaterale

lanzo
Inviato: 10/7/2015 17:59  Aggiornato: 10/7/2015 17:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: Londra 2005: le strane coincidenze
A me quello che mi ha lasciato basito - esterefatto e li' vedi la potenza dei media appecoronati, e' la foto presa da una telecamera di questo ragazzo Paki con lo zaino - ossia ne hanno migliaia di foto cosi' - anche io vado - anzi andavo sempre in ufficio con lo zainetto, ma lo zainetto chiaramente per loro conteneva le bombe - Credetemi - anzi magari lo sapete pure - non ho simpatie per musulmani, per indiani pakistani - pero' che cazzo !
C'erano o non c'erano foto dove si vedeva che l'esplosione era SOTTO il vagone ? E che - guarda caso - la "sorveglianza" e'/era affidata a ditte israeliane ? Ma come ? La Gran Bretagna con James Bond, Mi5 - Mi6 e delega la sorveglianza agli israeliani ? Non e' capace di usare britannici, magari gentili ?
Siamo sempre li' - un totale balletto di menzogne, di verita' inspiegabili - se chiedi chiarimenti allora sei antisemita - RIPETO , perche' la Gran Bretagna, che non e' il Burundi o Burma deve affidare la propria sicurezza a ditte israeliane ? Non puoi osare dirlo, eppure sarebbe una domanda logica.
P.S. Pare che anche negli USA - sia lo stesso - la "security" negli aereoporti USA e'gestita da ditte israeliane !

perspicace
Inviato: 10/7/2015 18:36  Aggiornato: 10/7/2015 18:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Londra 2005: le strane coincidenze
Qualcuno ha mai provato a ipotizzare che la MICs non sia stata piazzata nelle torri ma che fossero stati caricati a bordo tante valigie piene di MICs ?

Un proiettile gigante (aereo) pieno di MICs avrebbe potuto trasformare le torri in vulcani come i filmati testimoniano?


Sono due domande che ho in mente da un po e non ho mai fatto.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
lanzo
Inviato: 11/7/2015 18:07  Aggiornato: 11/7/2015 18:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/10/2005
Da:
Inviati: 518
 Re: Londra 2005: le strane coincidenze
Che l'aereo Malese, sia stato buttato giu dai baldi nazisti ucraini, credo non ci piova - se ci fosse uno straccio, straccetto di prova contro i Russi, lo avrebbero publicizzato - ogni santo giorno -.
Silenzio tombale.

RobiRaggio
Inviato: 13/7/2015 0:52  Aggiornato: 13/7/2015 0:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/4/2014
Da:
Inviati: 77
 Re: Londra 2005: le strane coincidenze
Scusate il repost del commento. A proposito di coincidenze

Leggendo sugli attentati di Londra del 2005 alla voce vittime

https://it.wikipedia.org/wiki/Attentati_del_7_luglio_2005_a_Londra

noti l'unica vittima Italiana tale Benedetta Ciacci.

Analista finanziaria nella City, la 31enne romana viveva da dieci anni nel Norfolk, a 80 km dalla capitale. Il 7 luglio, come al solito, aveva preso la metropolitana per raggiungere il posto di lavoro. Poi non se ne erano più avute notizie. Quel giovedì per andare a lavorare ha preso il treno delle 06:25 che è arrivato alla stazione di Liverpool Street alle 08:40, 17 minuti in ritardo rispetto all'orario di arrivo fissato per le 08:23. E potrebbero essere stati proprio quei pochi minuti a segnare il destino di Benedetta e farla salire sul treno della morte insieme a tanti altri pendolari.

A mettere in allarme il fidanzato della giovane, Fiaz Bhatti, pachistano di religione islamica, era stato il capoufficio di Benedetta, preoccupato per non averla vista arrivare in ufficio, dopo la notizia degli attentati. E Fiaz l'aveva cercata tra i tanti feriti ricoverati negli ospedali. Era anche apparso più volte in tv, raccontando le sue disperate ricerche.


Tre anni fa aveva conosciuto Fiaz Bhatti ed era stato subito un grande amore. I due vivevano insieme a Norwich, a nord di Londra. Era stato difficile, aveva raccontato nei giorni scorsi Fiaz, fare accettare la loro relazione alle rispettive famiglie. Lui di origini pachistane e musulmano, lei cattolica e italiana. Eppure, alla fine c'erano riusciti e il prossimo 11 settembre si sarebbero dovuto sposare in Italia.

11 Settembre si

http://www.repubblica.it/2005/g/sezioni/esteri/londrametro7/benedet/benedet.html

Queste sono quelle coincidenze che mi fanno impazzire

"Le cose belle della vita non sono cose"

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA