Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


opinione : Papi, primi ministri e presidenti
Inviato da Redazione il 4/11/2015 17:20:00 (6520 letture)

La recente vicenda di Bergoglio (il cosiddetto caso "Vatileaks 2") sta mettendo in risalto una realtà che potrebbe sfuggire a molti: i personaggi che noi consideriamo "i più potenti del mondo" - papi, primi ministri e presidenti - in realtà non sono affatto in grado di condizionare più di tanto il corso della storia.

La vicenda di Bergoglio ormai è nota a tutti: due libri, che escono in contemporanea domani, rivelano come questo Papa stia cercando di mettere fine ad una infinita storia di corruzione, di illegalità, di poteri trasversali e di mancata trasparenza nelle faccende finanziarie della Chiesa, ma abbia trovato un vero e proprio muro di cemento, alzato dalla curia romana, che gli impedisce di avanzare nella direzione voluta.

In altre parole, il Papa cerca di intervenire per modificare lo status quo, ma, nonostante il suo apparente potere illimitato, non riesce a fare più di tanto.

Anche Matteo Renzi (lasciamo per un attimo da parte la sua spocchia, la sua presunzione e la sua spavalderia da bulletto di provincia) ...

... ha provato a mettere mano alla mastodontica macchina clientelare italiana, demandando a Cottarelli una spending review che avrebbe dovuto fruttare, nelle intenzioni iniziali, almeno 7 miliardi di euro. Ma dopo poco tempo Renzi ha dovuto rendersi conto che era assolutamente impossibile intaccare nel profondo questa macchina clientelare, ed ha preferito rinunciare, sollevando prestamente Cottarelli dal suo incarico.

In altre parole, il nostro primo ministro ha cercato di intervenire per modificare uno status quo, ma nonostante il suo potere effettivo, non è riuscito a fare praticamente nulla.

E persino un presidente degli Stati Uniti come John Kennedy, che si era messo in testa di fare pulizia all'interno della CIA e della FBI, ha finito per lasciarci le penne proprio per mano delle stesse agenzie che voleva ripulire.

Il motivo di tutto questo è molto semplice: i papi, i primi ministri e il presidente degli Stati Uniti vanno e vengono in continuazione, mentre le istituzioni che costoro vorrebbero modificare sono già presenti sul terreno da moltissimi anni.

Un papa resta al potere finchè vive, poi ne arriva un altro. Il primo ministro di una qualunque nazione occidentale resta al portere al massimo 4-5 anni, e poi ne arriva un altro. Il presidente degli Stati Uniti resta al potere per 4-8 anni, ma poi se ne deve andare per lasciare il posto ad un altro. Le istituzioni che costoro vorrebbero modificare, invece, sono lì da sempre: la curia romana, con i suoi intrighi e i giochi occulti di potere, era lì da sempre. Il sistema Italia, fatto di clientele, di corruzione e di omertà, è lì da oltre 60 anni ormai. Idem per la CIA e l'FBI, che sono al loro posto da almeno altrettanti decenni.

Pensare che basti l'arrivo di un nuovo individuo, per quanto "potente", per intaccare uno status quo che esiste ormai da molti decenni, è semplicemente ingenuo. Ecco perché nessuna rivoluzione sarà mai possibile dall'alto, nemmeno nei casi più lodevoli ed encomiabili, quando la persona che cerca di realizzarla agisca davvero in totale buona fede.

Figuriamoci poi quando questi leader fanno soltanto finta di voler cambiare le cose.

Massimo Mazzucco

Voto: 8.00 (9 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
alerivoli
Inviato: 4/11/2015 17:43  Aggiornato: 4/11/2015 17:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/9/2014
Da: vicino Rivoli
Inviati: 460
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
citazioni:

Il motivo di tutto questo è molto semplice: i papi, i primi ministri e il presidente degli Stati Uniti vanno e vengono in continuazione, mentre le istituzioni che costoro vorrebbero modificare sono già presenti sul terreno da moltissimi anni.

Pensare che basti l'arrivo di un nuovo individuo, per quanto "potente", per intaccare uno status quo che esiste ormai da molti decenni, è semplicemente ingenuo.
Ecco perché nessuna rivoluzione sarà mai possibile dall'alto, nemmeno nei casi più lodevoli ed encomiabili, quando la persona che cerca di realizzarla agisca davvero in totale buona fede.


mai parole più corrette furono proferite su questa terra!!

e con un triplo salto mortale mi collego al problema del "risanamento" del bilancio dello stato mediante lotta all'evasione e lotta alla corruzione

E' la natura degli UOMINI bellezza..

W.Snake8
Inviato: 4/11/2015 17:50  Aggiornato: 4/11/2015 17:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/7/2014
Da: Napoli
Inviati: 107
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
D'accordo in grandi linee. Sul papa invece... mh...
Penso che l'ultima considerazione sia da applicare in tutto e per tutto proprio al papa:
"Figuriamoci poi quando questi leader fanno soltanto finta di voler cambiare le cose."

E se tutto il casino (gli arresti dei così detti corvi) fosse solo la reazione del "sistema vaticano" che vuole nascondere un'altra verità: il papa sta solo facendo finta di voler cambiare le cose. Forse la fuga di notizie è pericolosa proprio per questo.

Invece i media, tutti in coro la leggono in questo modo: "il papa cerca di cambiare, ma c'è qualcuno che rema contro".

Ma se il papa cerca di cambiare, e quei documenti parlano di fatti che il papa vuole cambiare con i relativi cambiamenti ecc, perché renderli pubblici è così pericoloso?

Se io fossi il papa sarei lieto di una fuga di notizie, (mentre pare che lui non l'abbia presa bene) perché darebbe conferma di ciò che sto cercando di fare. Mentre se stessi facendo solo slogan senza dare concretezza, sia io (papa), sia il sistema corrotto che mi ha messo lì per fare il "rivoluzionario" avremmo giustamente paura che tutto il castello possa crollare tramite rivelazioni inattese.

Per il resto, nessun leader ha il controllo. Comunque vogliamo definire quel potere che da dietro le quinte controlla tutto, non c'è dubbio alcuno che a muovere i fili ci sia "altro" rispetto a ciò che vediamo.

veritassaphinho
Inviato: 4/11/2015 18:27  Aggiornato: 4/11/2015 18:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 31/10/2015
Da:
Inviati: 82
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
Non si puo' paragonare il papa agli altri, il papa e' un momarca assoluto, puo' cambiare come e quando vuole le regole del gioco, puo' ripristinare la pena di morte domani mattina, non ha in nessun caso problemi quali la democrazia, il potere avverso lo puo' far sparire a commando, cosa che ovviamente evitano per problemi etici e di protezione di altre magagne, ecco perche' oltre che monarca ne e' pure schiavo della sua monarchia in quanto ricattabile dalle stesse persone a cui lui ha riposto fiducia.

Riguardo ai libri, non so esattamente cosa usciranno, ho letto qualcosa e mi pare che uno sia di Nuzzi, che considerarlo giornalista e come dare dello statista ad un puscher di cocaina.
Nuzzi fa parte di quella tv spazzatura che rende Dark tourists ( turisti del macabro) i suoi telespettatori, stesso livello i suoi ospiti, spacciati per luminari, ma in realta' sono opinionisti come lo siamo noi che interveniamo nei vari post anche qui, tutto quello che e' social si e trasformato in questo, ed anche i talk show si sono adeguati ( illazioni, supposizioni , vittime vere o presunte e tutto il circo cantante). La politica si e' imbarbarita seguendo lo stesso schema. Tanti prendono in giro la d' Urso o come si chiama, con i suoi programmi, ma il livello e' lo stesso di quello di Nuzzi, e dei talk shows in genere, solo che la differenza e' il fatto che gli altri siano iscritti in un albo mentre lei no

Oggi apriamo le finestre del nostro cuore, andiamo fuori e sentiamo le goccie di pioggia, incontriamo il sole splendente, e vediamo l' arcobaleno. Tanta gioia. (hindi : Taare Zameen Par - Stelle sulla terra)
czar
Inviato: 4/11/2015 18:39  Aggiornato: 4/11/2015 18:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/2/2009
Da:
Inviati: 313
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
Citazione:
Non si puo' paragonare il papa agli altri, il papa e' un momarca assoluto, puo' cambiare come e quando vuole le regole del gioco


non mi pare che gli eventi degli ultimi anni suggeriscano questo.


scusa Massimo ma questo articolo non suggerisce che la tesi astensionista è corretta ?

in fondo noi andiamo a votare, nel nostro caso, per non eleggere il nostro primo ministro, almeno ultimamente.

Detto primo ministro non può fare un cazzo ! Ergo perchè votare ?

Andreas
Inviato: 4/11/2015 18:55  Aggiornato: 4/11/2015 18:55
So tutto
Iscritto: 29/7/2006
Da: Caserta
Inviati: 8
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
Sono d'accordo in parte...; è vero, verissimo che papi, presidenti, governatori, primi ministri e tutti quelli dalla cosiddetta Alta Casta sono dei burattini in mano ai soliti burattinai esistenti da secoli, ma tutti quanti, burattini e burattinai schiattano comunque nel lusso, lussuria e chi ha di più o nulla più tra i poveri cristi mette l'obolo nelle casse dello stato facendo le solite interminabili dfile indiane o non indiane dei via crucis.
Tutti i nuovi venuti ed anche quelli che sembrano stare fuori, ma entrano dalle finestrelle, eletti o non eletti, onorevoli o disonorevoli, santi o demoni che siano, ladri o infami, farabutti o falsi iinnocenti, carnefici o presunte vittime, non negano mai la copiosa e ricca bustarella, le imposizioni a vivere nei famosissimi palazzoni, il presunto sacrificio ad essere serviti a puntino da una miriade di esseri, ecc., ecc., ecc.: mentre sempre più cittadini italiani e non italiani, nel nostro Paesello ridicolo ed anche nei Paeselli stranieri continuano nelle loro gabbiette infernali a patire le pene dell'inferno fino alla fine dei loro tempi, mentre i Grandi Gradassi dietro le quinte o fuori delle quinte, con la crisi o senza crisi, con i debiti o senza debiti, con gli interessi usurari o senza interessi usurari, con i prestiti o senza prestiti, con la carta straccia da cesso o con moneta d'oro sonante, continuano a sorridere delle pene altrui a cui demandano tutti i sacrifici, per tener LORO in vita. Poi, poi come tutte le scarpe diventano scarponi anche tutti i Burattinai del mondo con tutta la marea dei burattini del mondo arriva un momento che crepano anche loro...-
E' semplice: "Tu eletto pincopallino, salito in alto, molto in alto per volere di..., rifiuti il Magna, Magna? Noooo! Giammai! Ti metti contro il tuo Burattinaio (occhio di sauron)? Nooo! Giammai! Pensi al benessere tuo o del popolo? Al mio! Solo e soltanto al mio benessere? E chi altri se no? Tutti se ne strafregano del popolo ed intanto sono onorevolissimi e leccatissimi.., e che fa... io faccio la pecorina onesta? Nooo! Verrei subito, subito incenerito dal mio Benefattore Burattinaio ed obliato ed infamato e denigrato con tutte le ossa mie e dei miei discendenti dal popolo stesso!"-
Che figura di merda fa in tutto l'universo questo nostro pazzo mondo!!!

Riflessioni - ieri, oggi, domani...
http://caricam.altervista.org/
FrankTerl
Inviato: 4/11/2015 19:06  Aggiornato: 4/11/2015 19:06
So tutto
Iscritto: 22/10/2015
Da:
Inviati: 8
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
Cari amici mi permetto di citare il buon Gianni Lannes:

'Un regime non si riforma ma si abbatte'

veritassaphinho
Inviato: 4/11/2015 19:15  Aggiornato: 4/11/2015 19:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 31/10/2015
Da:
Inviati: 82
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
Non ne rimarrei sorpreso se la misteriosa fonte di QN , se un giorno saltasse fuori,sulla presunta malattia del papa fosse Nuzzi. Percio' probalbilmente il vaticano non avrebbe problemi di corvi, ma di cornacchie

Oggi apriamo le finestre del nostro cuore, andiamo fuori e sentiamo le goccie di pioggia, incontriamo il sole splendente, e vediamo l' arcobaleno. Tanta gioia. (hindi : Taare Zameen Par - Stelle sulla terra)
Redazione
Inviato: 4/11/2015 19:18  Aggiornato: 4/11/2015 19:18
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
CZAR: "scusa Massimo ma questo articolo non suggerisce che la tesi astensionista è corretta?"

E' corretta se uno si illude che basti cambiare il capo del governo per togliere di mezzo il marciume.

E' già meno corretta se uno spera, piano piano, di rinnovare l'intera classe politica partendo dal basso.

Come diceva Robert Kennedy, "Poche persone sono in grado, da sole, di cambiare il corso della storia. Ma ciascuno di noi può cambiare una piccola parte delle cose, e con la somma di tutte quelle azioni verrà scritta la storia di questa generazione".

Redazione
Inviato: 4/11/2015 19:20  Aggiornato: 4/11/2015 19:20
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
FRANKTERL: "Cari amici mi permetto di citare il buon Gianni Lannes: 'Un regime non si riforma ma si abbatte' "

Ottima frase. Mancano soltanto le istruzioni per l'uso.

A far proclami siamo buoni tutti.

A&D
Inviato: 4/11/2015 19:24  Aggiornato: 4/11/2015 19:24
So tutto
Iscritto: 15/6/2015
Da: torino
Inviati: 17
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
La frase chiave di massimo è: noi consideriamo i più potenti al mondo.... Quando la smetteremo di considerare il papa e la chiesa vivremmo tutti molto meglio. Non menziono matteo buffone perché sono stufo di insultarlo.... non merita attenzione. ..

sfruc
Inviato: 4/11/2015 19:45  Aggiornato: 4/11/2015 19:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/8/2012
Da:
Inviati: 96
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
Istruzioni per l'uso alla giusta dichiarazione di principio di Gianni Lannes?
Vedi alla voce Gandhi. Forse

Arthur_II
Inviato: 4/11/2015 19:48  Aggiornato: 4/11/2015 19:48
So tutto
Iscritto: 7/2/2012
Da:
Inviati: 27
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
Hai ragione, puoi anche essere Duce o Re, ma se non hai gran consenso popolare e soprattutto un cospicuo consenso tra persone influenti è dura cambiare le cose, soprattutto in fretta.
Io credo però che quando ci sono esempi positivi, le cose cambino.
Per i casi sopracitati non saprei, il Papa dicono abbia sistemato molte cose, Renzi non lo seguo molto e Kennedy ha comunque creato una visione alternativa alla guerra.

Cassandra
Inviato: 4/11/2015 19:55  Aggiornato: 4/11/2015 19:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
Molto giusto, Massimo. Hai puntato il dito su quello che si chiama "il sistema".
Il sistema è tenuto in pugno da dirigenti, funzionari, burocrati, consulenti, e da tutte le loro clientele, mica dai rettiliani onnipotenti.

Prendiamo ad esempio Roma. Immaginate che vinca un sindaco M5S, che so, un Di Battista o anche un Pincopallo qualunque. Il grillino vuol fare quel che fanno i grillini: pulizia e buon governo.
Cosa accadrebbe?
Semplice. All'ATAC e all'AMA i dirigenti, messi lì da Alemanno o Veltroni, dai costruttori o dal Vaticano, da Buzzi o dalla Banda della Magliana, comincerebbero a remare contro. A caduta, tutti i dipendenti entrati con la raccomandazione smetterebbero di lavorare o comincerebbero a scioperare/boicottare (pensate siano un caso i crolli dei soffitti nella metro i giorni scorsi? Pensate che ne sentiremo più parlare?), e nel giro di breve Roma sarebbe sommersa dai rifiuti e con gli autobus che non passano. I dipendenti comunali, che devono dire tutti grazie a qualcuno, manderebbero in tilt la macchina del Comune e ci ritroveremmo tra buche e pratiche bloccate e uffici che non funzionano. Il governo chiuderebbe i cordoni della borsa e le banche chiuderebbero i fidi chiedendo i soldi indietro. Il tutto mentre stampa e TV suonano la grancassa sul disastro.

Per farla breve: nel giro di qualche mese il grillino sarebbe cacciato a furor di popolo... e da innocente.

Ne consegue che nessuno può cambiare nulla, se va contro il sistema in modo deciso. Quello che al massimo può fare un leader, è riformare toccando gli interessi della parte opposta ma NON della propria. Gli unici che hanno il potere di fare un cambiamento profondo sono i leader messi al loro posto dal popolo... quasi sempre dopo una rivoluzione sanguinosa. E manco è detto poi che ce la facciano.

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
veritassaphinho
Inviato: 4/11/2015 20:32  Aggiornato: 4/11/2015 20:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 31/10/2015
Da:
Inviati: 82
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
Semplice. All'ATAC e all'AMA i dirigenti, messi lì da Alemanno o Veltroni, dai costruttori o dal Vaticano, da Buzzi o dalla Banda della Magliana, comincerebbero a remare contro. A caduta, tutti i dipendenti entrati con la raccomandazione smetterebbero di lavorare o comincerebbero a scioperare/boicottare (pensate siano un caso i crolli dei soffitti nella metro i giorni scorsi? Pensate che ne sentiremo più parlare?), e nel giro di breve Roma sarebbe sommersa dai rifiuti e con gli autobus che non passano. I dipendenti comunali, che devono dire tutti grazie a qualcuno, manderebbero in tilt la macchina del Comune e ci ritroveremmo tra buche e pratiche bloccate e uffici che non funzionano. Il governo chiuderebbe i cordoni della borsa e le banche chiuderebbero i fidi chiedendo i soldi indietro. Il tutto mentre stampa e TV suonano la grancassa sul disastro.

Per farla breve: nel giro di qualche mese il grillino sarebbe cacciato a furor di popolo... e da innocente.


Ha tutto senso quello che scrivi , comunque boicottare e sabotare se fosse lo scopo di questa gente sarebbe perseguibile e, sarebbe l' unico modo per poter licenziare un po' di gente corotta a fine gioco, magari si tornerebbe a votare, e la persona innocente oppure un altra dello stesso movimento potrebbe essere eletta o rieletta. Li si che con una politica di sfondamento, poi troverebbero un terreno migliore. E' tutta questione di fisica e di strategia. Lo stratega calcola rischi, impedimenti, problemi e condizioni avverse, non e' la strategia della partita a calcio che basta provare a tirare.

Sulle buche, preferisco che non ci siano nei marciapiedi e piste ciclabili. Poi nella strada possono rimanere, abbiamo 9 morti al giorno sulle strade, e praticamente mai e' colpa di una buca, ma di 47 milioni di automobili che a passo di bisonti distruggono le strade, violano qualsiasi regola di buon senso, di rispetto degli altri ed anche di tutte le norme per prevenire una collisione pensando di poter vedere oltre la curva sempre e comunque.se vai in germania le autostrade sono impeccabili solo dove c'e' il limite ed in ogni caso la corsia di sorpasso e' sempre libera ed usata solo per quello scopo, mai vedrai uno farti gli abbaglianti, ma anzi rallentare visto che avendo messo la freccia ti vuoi imettere nella carreggiata, dove non c'e il limite non e' prioritario, ma dove c'e' il limite vengono sanzionati e con quei soldi le tengono in ordine

Oggi apriamo le finestre del nostro cuore, andiamo fuori e sentiamo le goccie di pioggia, incontriamo il sole splendente, e vediamo l' arcobaleno. Tanta gioia. (hindi : Taare Zameen Par - Stelle sulla terra)
Zurrit
Inviato: 4/11/2015 20:54  Aggiornato: 4/11/2015 20:54
So tutto
Iscritto: 26/2/2015
Da: Colledara
Inviati: 6
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
Per cambiare un sistema bisogna conoscerlo, studiarlo, capire chi sono gli attori, le comparse...gli sceneggiatori, i coreografi, i-il regista...ed infine il-i produttori . Sicuramente all'inizio si avranno milioni di difficoltà ma con passione e tanto spirito di abnegazione i risultati, con il tempo, si possono ottenere. Pensare di poter cambiare o recuperare chi è coinvolto nel malaffare e' utopia, non mollera mai l'osso. Bisogna farsi coraggio con le migliaia di persone che hanno scelto di liberarsi del sistema.

peonia
Inviato: 4/11/2015 22:01  Aggiornato: 4/11/2015 22:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Papi, primi ministri e presidenti

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Det.Conan
Inviato: 4/11/2015 22:36  Aggiornato: 4/11/2015 22:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/6/2006
Da:
Inviati: 1754
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
Cassandra,
quello che scrivi è vero.
Difatti la prima cosa che dovrebbe fare una amministrazione M5S a Roma sarebbe sostituire tutta la catena di comando della gestione pubblica.
Credimi,una volta cambiati i dirigenti e dato l'esempio che non guardano in faccia a nessuno,i dipendenti si adeguerebbero.
Tra l'altro per farlo basterebbe portare fuori le carte che li inchiodano.
Nonostante il pericolo vincere a Roma porterebbe più vantaggi che svantaggi per i 5Stelle.

Massimo,
sei un grande ma stai prendendo un grande abbaglio su Francesco (non lo chiamo neanche papa).
E' forse il politico più pericoloso che ci sia al mondo ora.
Un falso,un finto buono,un bluff colossale.
E la prova la trovi proprio osservando i media.
Non si era mai visto un simile appecoronamento verso un papa da tutte le direzioni,è un coro unanime di elogi sperticati e inchini da parte di atei,pseudo-agnostici,massoni e miscredenti (e te lo dice uno che non si può definire "cattolico") nonchè delle masse belanti di beghine,casalinghe e neo-convertiti.
Come detto sopra da qualcuno questo finto scandalo sta solo aumentando l'ammirazione verso Francesco che poveretto cerca di fare qualcosa ma la Curia cattiva gli si oppone.
E' un bluff,l'ennesimo per procedere a tappe forzate verso la Nuova Religione Mondiale.

CiEmme
Inviato: 4/11/2015 23:12  Aggiornato: 4/11/2015 23:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/2/2008
Da: Roma
Inviati: 446
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
Ohibò...mai pensato di leggere su luogocomune l'inno alla dittatura.

(nessuna rivoluzione sarà mai possibile dall'alto,)

Edit: trapela l'intuizione del tramonto dei capisaldi della "sinistra"....azz azz e poi ri-azz....

Una bussola non dispensa dal remare.
Calvero
Inviato: 5/11/2015 0:06  Aggiornato: 5/11/2015 2:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
___________
______

Nel leggere questi ultimi articoli e pensando a quanto terribilmente ci siamo abituati a questo stato delle cose, è agghiacciante se ci si sofferma seriamente un momento facendo un piccolo reset mentale e scattando per bene una bella fotografia, sì da capire e realizzare come noi [tutti noi] siamo corruttibili e incivili sin nelle ossa e che, sempre se ci si pensa bene, l'origine di ogni disfacimento - soprattutto in quest'epoca di "villaggio globale e consumistica" (che non ci sono termini per definirne la compulsività e l'ossessività) ...

... è quel nostro bassissimo livello di resistenza per non cedere alla corruzione e all'opportunismo, ormai una cosa sistematica e intessuta a tal punto [come diceva anche Incredulo] che essa stessa è divenuta una linfa vitale: - velenosa e nutriente insieme.

La corruzione e la mancanza di un senso civico oserei dire elementare, sono alla base d'ogni cosa. Così la penso. L'aforisma magnifico, quello spesso citato da Travaglio, che:

- Ci sarebbe gente che pagherebbe per vendersi -

... andrebbe aggiornato a nuovi standard, inauditi solo una cinquantina di anni fa.

Trovo mostruosamente infangato il nostro modo di considerare il prossimo, inteso come cittadino, come comunità, direi quasi da risultare incomparabile; non so, ma come popolo occidentale, a livello così capillare e --->culturale, non penso che altri paesi siano al nostro livello. Ma forse mi sbaglio.

Ma cosa abbiamo che non va? me lo chiedo seriamente.

Una mia risposta - sul piano antropologico ce l'ho e non è il caso di argomentarla, ma ripensando anche alla battuta che abbiamo fatto sempre nell'altro Topic .... quella di un Italiano che non sarà mai un tedesco, mi è tornato alla mente un aneddoto. Un'esperienza che tengo a raccontare:

- Facevo il corriere espresso e viaggiavo per l'Italia, la Germania, l'Austria, la Svizzera, alla ricerca di Ditte, cui consegnare quanto era da consegnare. Tante di queste Ditte o aziende, erano nascoste in piccoli paeselli, altre in grandi città, e l'unico "GPS" che avevo io, era il mio senso dell'orientamento e una cartina stradale che dovevo ri-studiare mentre guidavo, perché se mi fermavo rischiavo seriamente di non consegnare il carico nel limite di tempo previsto. Se avessi ritardato, la Ditta per cui lavoravo avrebbe perso, in sostanza, il suo guadagno. E io, altro.

Di solito erano consegne per aziende metalmeccaniche, che, questo il bello, dovevano giungere urgentemente a destinazione in qualche posto in culo al mondo (ovviamente dalla mia prospettiva). Il servizio nasceva proprio in questo senso: - trattare consegne d'emergenza il più delle volte. Senza preavvisi (pronto alla chiamata come un pompiere), dovevi ritrovarti, magari entro le quattro di un pomeriggio "X" - presso una ditta italiana a duecento chilometri di distanza dalla tua sede, avvisandoti due ore prima (ovviamente, mai prima), e poi il pezzo - di norma - doveva essere categoricamente consegnato entro le sette della mattina successiva a Dortmund o a Berlino o in qualche paesino invisibile nascosto nella Germania più sconosciuta, come quello della storia che sto raccontando ...

... ormai ero a una cinquantina di chilometri dalla meta - presumevo; e cercavo di memorizzare la mappa, quella della zona/città della consegna, che ripassavo appena avevo un rettilineo libero a disposizione. Non sapendo il tedesco, quando chiedevo informazioni, si può dire che avevo imparato il linguaggio del corpo, che non so neanche come riuscivo a capire la strada ... se la capivo. Si viaggiava di notte e (come una volta già raccontai) se riuscivo a recuperare un'ora di sonno prima delle allucinazioni che arrivavano puntuali verso le tre di mattina, e dormendo con la leva del cambio su per il culo, significava che già mi stava andando bene ... poiché, non avendo il crono-tachigrafo, i bravi titolari, potevano farmi sparare anche 30 ore di fila senza farmi riposare, se non per pisciare; mangiare - invece, neanche dirlo, panini al volo - mentre guidavi...

... e questa premessa non è tanto per giocare sulla situazione, ma per poter fare intuire e - credetemi - solo intuire, in quali stati nevrotici (stile con le vene rosse negli occhi - come nei cartoni animati di Tom & Jerry) dicevo: in quali stati potevo arrivare a destinazione e anche come non potessi perdere tempo ...

... così, quella mattina, dopo ventiquattro ore senza sonno, arrivo in un bellissimo posto di un paesello sperduto tra le colline, nel centro della Germania. Il Sole era di poco alto. I boschi magnifici. Mentre io, come un pirla, dentro la cabina, a voce alta mi ripeto i nomi delle vie in tedesco cercando anche di visualizzare mentalmente la mappa (stile Bourne Identity di staminkia) che mancava un'ora al tempo limite della consegna...

.... entro in un centro abitato - per modo di dire 'centro abitato'; diciamo che erano solo le prime case di un paesello che costeggiavano la statale, ovviamente rispettavo i limiti ...

... e in mezzo alla strada c'era una striscia pedonale in pietrisco, curata maniacalmente, che divideva dall'asfalto le due corsie, abbastanza ampia, e, proprio su questa striscia s'incamminavano una mamma e due bambini tenuti per mano. A cinquanta metri da me si avvicinavano le strisce pedonali che, con tutta probabilità, sarebbero state attraversate da quella signora e dai pargoli al seguito. Era evidente al di là di ogni dubbio, che quando io vi sarei passato sopra (e non andavo a più di trenta all'ora, perché so come funziona nei paeselli in Germania), a quei pedoni - minimo sarebbero mancati ancora sette/otto metri prima di arrivare in corrispondenza dell'attraversamento ...

... e infatti la previsione l'avevo, in sostanza, azzeccata, e così fu:

- io passai serenamente sulle strisce, che a mamma e figli (che camminavano piano) mancavano ancora cinque/sei metri, prima di arrivare al punto di attraversamento:

BEH ... io non so descrivervi le URLA INDIGNATE che mi sono state tirate dietro, e non so le maledizioni, ma le immagino; giuro che pensai che se ci fosse stata una centrale di Polizia in quel Comune, sarebbero corsi fuori per vedere cosa fosse mai successo, e, insieme agli abitanti del posto, mi avrebbero linciato e poi impiccato al primo lampione. L'espressione della donna e il suo sguardo quasi pietrificato - preso tra la rabbia e l'orrore, per non essermi fermato e attendere che loro arrivassero all'attraversamento e passassero, mi ha GELATO l'anima: lei era come se non si capacitasse di un tale comportamento ... e io pure non mi capacitavo ...

... non me lo scorderò mai - ma, anche se non so dirvi come, oltre ad aver capito perché noi siamo Italiani e loro tedeschi, credo che c'entri - e non così poco - col modo che abbiamo noi di intendere la civiltà.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
veritassaphinho
Inviato: 5/11/2015 0:48  Aggiornato: 5/11/2015 1:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 31/10/2015
Da:
Inviati: 82
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
Citazione
... non me lo scorderò mai e, anche se non so dirvi come, oltre ad aver capito perché noi siamo Italiani e loro tedeschi, credo che c'entri - e non così poco - col modo che abbiamo noi di intendere la civiltà.

Forse perche' questi paesi sono passati nel tempo da barbari a persone, mentre gli italiani da luce della civilta' a barbari. Credo che preferiscano fermarsi in prossimita' di un passaggio pedonale invece di fare un funerale, ed anche lontano dalle striscie, se vai in grandi citta' come Francoforte, prendi paura del traffico, sembra di essere in italia mentre le citta' fino 3-500 mila abitanti sono realta' come da te descritte, forse per questo se non fossero incluse le grandi citta' non avrebbero nemmeno vittime delle strade.
Detto questo , tu descrivevi il tipo di professione, vedi che le aziende italiane prendevano lavori di consegna anche quando sapevano bene che era difficile rispettarli, i tedeschi non lo farebbero mai, e forse per questo, correndo meno ci hanno superati in quasi tutte le virtu' , a loro piace la pianificazione, la serieta', ed il rispetto, ora queste cose iniziano a piacere anche agli italiani ovviamente, ma gli italiani temono la concorrenza con i slavi, romeni, etc che sono piu' flessibili ancora. Sono mondi completamente diversi, negozi chiusi alla domenica, al sabato chiudono alle 6 ( fino a qualche anno fa alle 4 ed un sabato al mese un sabato lungo fino alle 20 ed il sabato non e' nemmeno il giorno in cui ci vanno piu' persone) non hanno praticamente i centri commerciali intesi come noi ma negozi come erano standa, ed Upim solo che hanno un reparto alimentare. Non si vedra ' mai un tedesco sbuffare alla cassa perche' deve aspettare, come per loro che in quel momento non stanno lavorando, e' normale che chi lavori abbia la pausa pranzo, o le pause intermedie, non c'e santo profitto che tenga, sono indicate nel contratto di lavoro e le associazioni di categoria loro non sono le nostre, sono loro che assieme ai sindacati vanno a controllare gli abusi. Mentre noi sempre di piu' e non basta mai , se potessero starebbero aperti amche a natale, mentre da loro 24 dicenbre ore 13 e' finita la festa delle compere. Si parla sempre di flessibilita', nei paesi seri e' flessibilita' da tutte e due le parti, in Italia la Flessibilita' e' solo unilaterale.
Peccato che non ci sia il tasto mi piace, il tuo post mi e' piaciuto molto, calvero

L' italia non si deve demoralizzare, su certe cose ci siamo veramente migliorati, specialmente nel pubblico, facciamo figuracce quando si danno concessioni di espletare servizio pubblico. Per esempio 2 anni fa ho rinnovato il passaporto, ricevuto la mattina successiva per posta, fino a qualche anno fa ci voleva almeno una settimana e lo dovevi andare a ritirare personalmente , mentre il codice fiscale tesserino sono almeno 15 anni che sto tentando di avere, prima si poteva richiedere via web, ora lo deve richiedere il consolato, bene fatto in tutti e 2 i modi, mai ricevuto, se controllo il mio numero fiscale sul web risulta 6-7 volte speduto ed ogni volta con un numero diverso della tessera perche' credo ci sia la tessera sanitaria per i provenienti dal veneto, cioe'' con i relativi costi addebitati allo stato, cioe tutte le volte che lo ho richiesto, ho telefonato all' agenzia delle entrate, ed ogni volta lo richiedi di nuovo ti rispondono, chi ti risponde al telefono non e' in grado di verificare dove e' stato spedito o l' errore accorso, che alla fine ho rinunciato, che lo stato italiano che paga questo servizio a Sogei e poi nessuno possa vedere l' operato di questi ma solo pagargli il conto mi da fastidio, ma dovrebbe dare piu' fastidio agli italiani residenti, perche' loro le tasse le pagano li, io vabbe' me ne faro' una ragione non ne ho un bisogno primario

Oggi apriamo le finestre del nostro cuore, andiamo fuori e sentiamo le goccie di pioggia, incontriamo il sole splendente, e vediamo l' arcobaleno. Tanta gioia. (hindi : Taare Zameen Par - Stelle sulla terra)
hvsky
Inviato: 5/11/2015 2:04  Aggiornato: 5/11/2015 2:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/6/2011
Da:
Inviati: 161
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
Caro M.M.

in un tuo articolo pubblicato non molto tempo fa affrontasti il tema del N.W.O. sostenendo giustamente che nella sua accezione più comune e diffusa (ma a mio avviso anche + fuorviante) a tutt'oggi non era stato attuato.....

bene nella sua accezione invece + "reale" lo hai appena descritto tu in QUESTO articolo


tu parli di


Citazione:

Le istituzioni che costoro vorrebbero modificare, invece, sono lì da sempre: la curia romana, con i suoi intrighi e i giochi occulti di potere, era lì da sempre. Il sistema Italia, fatto di clientele, di corruzione e di omertà, è lì da oltre 60 anni ormai. Idem per la CIA e l'FBI, che sono al loro posto da almeno altrettanti decenni.



come dici tu stesso SONO LI DA SEMPRE e decidono da sempre e quando aggiungi...

Citazione:

Pensare che basti l'arrivo di un nuovo individuo, per quanto "potente", per intaccare uno status quo che esiste ormai da molti decenni, è semplicemente ingenuo. Ecco perché nessuna rivoluzione sarà mai possibile dall'alto, nemmeno ....... quando la persona che cerca di realizzarla agisca davvero in totale buona fede.


dici chiaramente che anche se la persona agisse in assoluta buonafede nulla riuscirebbe a fare....

qui a mio modesto avviso casca l'asino perche io non credo che nè il papa ne il buon renzi siano capitati dove sono.... per caso....

ciò che fanno, il primo moooolto meglio del secondo, è puro marcketing...... xchè li qualcuno ce li ha messi e non sono certo stati ne il popolo italiano ne la parte "buona della chiesa (a messo che ci sia)

mai questi interpreti sono scelti per caso ma sempre perche si è sicuri di avere la loro totale abnegazione a 360° ..... gli unici casi nella storia in cui per motivi diversi (e comunque si parla di tempo fa) questi interpreti hanno deciso di cambiare il copione su questioni delicate sono stati "seccati"...... come nel caso di J.F.K. ad esempio......

la struttura sopra la struttura tu la hai esemplificata con le istituzioni imperiture..... ma chi le ha create e chi le nutre queste istituzioni che tutto possono e tutto decidono ???

sempre con grande stima

hvsky

Questa è la danza del pensiero... puoi anche non crederci ma è tutto vero!
hvsky
Inviato: 5/11/2015 2:14  Aggiornato: 5/11/2015 2:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/6/2011
Da:
Inviati: 161
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
a tal proposito ancora oggi non mi spiego cosa ci sia dietro la storia della carne cangerogena tirata fuori da un altra grande istituzione (oms) ......... lasiando stare le sfumature (sono i conservanti a nuocere ecc ecc ) il messaggio che è passato come un coltello nel burro è stato LA CARNE ROSSA E' CANCEROGENA...... (si sapeva da anniiiiiiiiiiii c..zo!!!!!!)

parlando da convinto cospirazionista:

forse a dare una spintina è stata la Monsanto?????

a buon intenditor poche parole....

Questa è la danza del pensiero... puoi anche non crederci ma è tutto vero!
Parsifal79
Inviato: 5/11/2015 8:37  Aggiornato: 5/11/2015 8:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2015
Da: Ἀρκαδία
Inviati: 1000
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
Citazione:
Anche Matteo Renzi (lasciamo per un attimo da parte la sua spocchia, la sua arroganza, la sua presunzione e la sua spavalderia da bulletto di provincia) ...

... ha provato a mettere mano alla mastodontica macchina clientelare italiana, demandando a Cottarelli una spending review che avrebbe dovuto fruttare, nelle intenzioni iniziali, almeno 7 miliardi di euro. Ma dopo poco tempo Renzi ha dovuto rendersi conto che era assolutamente impossibile intaccare nel profondo questa macchina clientelare, ed ha preferito rinunciare, sollevando prestamente Cottarelli dal suo incarico.

In altre parole, il nostro primo ministro ha cercato di intervenire per modificare uno status quo, ma nonostante il suo potere effettivo, non è riuscito a fare praticamente nulla.


No, si è semplicemente reso conto che avrebbe perso buona parte del proprio elettorato (pubblico impiego), e quindi ha preferito fare finta (abolizione(?) provincie e senato) di aver fatto qualcosa a riguardo.

http://www.stopeuro.org/cottarelli-cacciato-da-renzi-perche-faceva-sul-serio-ancora-una-volta-si-e-preferito-salvare-i-parassiti/#

Per quelli del "tanto sono tutti uguali":

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/11/04/roma-lorenzin-alfio-marchini-possibile-candidato-di-pd-e-fi-contro-deriva-m5s/2188885/

Roma, Lorenzin: “Alfio Marchini possibile candidato di Pd e FI contro deriva M5S”
------------------------------------------------------------------------------------------------

p.s.: Cottarelli fu chiamato da Enrico Letta, poi confermato (non poteva mica cacciarlo subito!) e silurato da Renzi.

Parsifal79
Inviato: 5/11/2015 8:54  Aggiornato: 5/11/2015 8:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2015
Da: Ἀρκαδία
Inviati: 1000
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/04/24/difesa-il-silenzio-di-cottarelli-e-la-confusione-di-padoan/962466/

Difesa: sugli F35 Cottarelli non parla e Padoan è confuso

A una domanda di Floris (nella registrazione della trasmissione lo trovate a 2h 2’ 22’’) su quanti F-35 verranno acquistati, rilancia furbescamente alla collega Pinotti: non lo so, lo chieda a lei che è bravissima.
----------------------------------------------------------------------------------------------

le lobby e le multinazionali non si toccano; sono sacre!

Calvero
Inviato: 5/11/2015 10:54  Aggiornato: 5/11/2015 10:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
__________
_______

La risposta a questo articolo va presa in quella dove si parla della Terra Cava e ....
___________
________


Sinceramente?

La cosa più importante da rilevare in questa storia tra "Attivissimo" e Mazzucco (notare dove sono posizionate le virgolette) è comprendere come lavora il grande fratello.

Ripeto per la miliardesima volta ----> è la Zona Grigia il problema (Primo Levi, santo subito).

Così il NWO e così il suo grande fratello ci insegnano come il loro lavoro funzioni egregiamente, indovinate perché:

... poiché il NWO funziona dal basso, non dall'alto ...

... loro sono democratici. Abbiamo anche l'esempio che dall'alto non può funzionare nulla. Nero su bianco.

Aveva ragione ROMERO a rappresentarci come ZOMBIE

Di passaggio, per chi credesse che ROMERO stesse parlando di zombie o stesse facendo un film dell'orrore nell'accezione propria, non vorrei che ci rimanesse troppo male.

Anche CARPENTER ci ha spiegato come funzionano le cose... in ESSI VIVONO

... ma niente da fare.

Tanto sono solo fantasie

______________


PS

Grazie per il "mi piace" - Veritassaphinho


(Caspita che nick chilometrico però, non prendertela se mi capiterà di accorciarlo)

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Red_Max
Inviato: 5/11/2015 11:48  Aggiornato: 5/11/2015 11:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
Purtroppo è anche vero che "in alto" non ci si arriva senza il "supporto" del partito degli statali, o degli industriali.
Che anche vincesse il migliore in assoluto imporrebbero delle nomine.
Però magari il sistema può essere migliorato.
Non chiedetemi come...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
A&D
Inviato: 5/11/2015 12:45  Aggiornato: 5/11/2015 12:45
So tutto
Iscritto: 15/6/2015
Da: torino
Inviati: 17
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
Complimenti a det.conan...... la penso esattamente così. .. basta guardare i media che si sbucciano le mani a furia di fare i complimenti al signor bergoglio x capire che razza di schifezza è. ...

Slobbysta
Inviato: 5/11/2015 18:09  Aggiornato: 5/11/2015 18:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
L'armata brancaleone dell'informazione, Luciani permettendo..toh la morte è mortale! Che notizia! cos'è il potere? Pare qui non lo si sappia, lo si voglia mimetizzare in un paio di scarpe leopardate credendo di affrontare un felino...ed era solo un salame!

Anche un po' sul rancido...l'importante è assecondare quello che TRITO era del macinato da gettare, ma aromatizzato, si sa, che è peccato sprecare cibo sano per la mente e allora diffondiamo informazione...

Ammazzare una persona importante è talmente facile che chi abbisogna di farlo crederlo un evento, è un complice di mezza tacca...è quello che ho sempre pensato o sei un giornalista cerebreleso o usi la vaselina e giocare all'ambiguità è per me roba ventennale ... W l'info pulita....

Caro Massimo che voglia di intervistarti sul tuo globale pensiero...io ho lavorato molti anni con Sir Peter Smithers ...informati chi sia...e fai pure che io sia il fotografo di fiducia...in realtà molto più ...

Vuoi raccontare la verità? ...e allora ... Ah ah Slobbando....

Slobbysticamente....

ELFLACO
Inviato: 5/11/2015 18:19  Aggiornato: 5/11/2015 18:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
Maddòòòò! Essi Vivono !!!!

Me l'hai fatto ricordare . Questa sera me lo riguardo

Ha 46 anni quel film mi fa ancora caccare sotto...per le ragioni che dici tu,..ovviamente .
Ma me ne sono accorto di quelle ragioni dopo parecchi anni dalla prima volta che l'ho visto . E mi ha fatto ancora più paura

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
Jurij
Inviato: 5/11/2015 20:56  Aggiornato: 5/11/2015 20:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
Sono convinto che le persone importanti sono facili da eliminare, per questo rigano dritto.

D'altronde quando c'è qualcuno che la vuole fare un po' più in grande, nella storia viene poi eliminato.
In quanto agli eliminatori, sarebbe interessante aprire una volta un dibattito ( Hollywood ci fa vedere spesso le cose in anticipo, tanto loro sono sicuri del fatto loro).

Vorrei comunque ricordare che le persone chiave del potere sono coloro ( investigatori, rappresentanti di istituzioni) che rispondono picche ad eventuali richieste della gente .... Ed è proprio con quelli che la gente dovrebbe prendersela inizialmente, per poi seguire la scaletta all'insù.

Tutto questo fa crollare qualsiasi tipo di istituzione grigia, comprese le massonerie più importanti.
Basta iniziare dal poliziotto che viene in casa a minacciare la testimone di un evento delicato per il potere.

Ognuno può fare la sua parte.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Jurij
Inviato: 5/11/2015 21:13  Aggiornato: 5/11/2015 21:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
Interessante Calvero.
È quando fai degli esempi che riesci a trasmettere bene il tuo pensiero, almeno per me

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
czar
Inviato: 5/11/2015 22:12  Aggiornato: 5/11/2015 22:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/2/2009
Da:
Inviati: 313
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
Citazione:
CZAR: "scusa Massimo ma questo articolo non suggerisce che la tesi astensionista è corretta?"

E' corretta se uno si illude che basti cambiare il capo del governo per togliere di mezzo il marciume. 

E' già meno corretta se uno spera, piano piano, di rinnovare l'intera classe politica partendo dal basso


Mi sembra che quindi, usando il voto in questa ottica, solo darlo al m5s ha un senso.

Un voto al PD é infatti un voto al sistema che ingessa anche persone come Renzi che, al netto di tutto
Secondo me, anche solo per mania di protagonismo avrebbe voluto cambiare molto.

Secondo me é come il capitano di una nave che sa che solo pochi ordini ( i soliti) saranno eseguiti e gli altri provocherebbe ammutinamenti o semplicemente ritardi ad oltranza nella loro esecuzione.

Nella destra non parliamo di cambiare che Berlusconi lo terranno anche da morto, imbalsamato come un faraone.

Ps mi avrebbe fatto strano che diventassi astensionista ho ripreso la tessera elettorale dopo un tuo articolo è successivo dibattito nel quale ho cambiato idea.............. Non mi puoi fare le finte.



Redazione
Inviato: 6/11/2015 9:03  Aggiornato: 6/11/2015 9:04
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
CZAR: "Mi sembra che quindi, usando il voto in questa ottica, solo darlo al m5s ha un senso."

Direi di sì. Se poi anche loro diventeranno come tutti gli altri, allora vabbè, vuol dire che non c'è proprio niente da fare. Ma un tentativo è indispensabile, a questo punto.

MadYari
Inviato: 6/11/2015 9:30  Aggiornato: 6/11/2015 9:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/10/2015
Da: Italia
Inviati: 55
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
Nella mia ottica, sì. Se poi anche loro diventeranno come tutti gli altri, allora vabbè, vuol dire che non c'è proprio niente da fare. ma un tentativo è indispensabile, a questo punto.


E' quello che penso anch'io. Credere di poter cambiare le cose senza scegliere un idea, un progetto, un movimento è un po da ingenui.

Il tempo ci dirà se la nostra fiducia sarà o meno ben riposta.
Per il momento preferisco agire e, finchè ce lo permetteranno, voterò.

M5S per il momento sembra essere PER LO MENO pulito e attento alle "furbate" partitiche.
Incrocio le dita. La fede non è cosa per me. Se si dimostreranno anche lontanamente come gli altri farabutti, avranno perso anche il mio voto.

Ma non votare a priori e poi starsene dietro uno schermo a scribacchiare mi sembra un po da indolenti.

Se non voti, devi agire in un altro modo. Attivo però, altrimenti il tuo non voto non solo aiuta i soliti noti, ma permette loro di vincere più facilmente.

Sono d'accordo con chi si astiene, a patto che abbia un idea o una proposta personale e concreta (nel proprio piccolo si cerca di cambiare paradigma). Altrimenti, ripeto, è un atteggiamento ingenuo.

"Ogni problema ha tre soluzioni: la mia soluzione, la tua soluzione e la soluzione giusta"
Platone
manneron
Inviato: 6/11/2015 14:17  Aggiornato: 6/11/2015 14:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/2/2006
Da:
Inviati: 951
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
l'immagine dell'articolo stona e non si capisce l'accostamento dei personaggi.
così ci siamo:

MadYari
Inviato: 6/11/2015 14:40  Aggiornato: 6/11/2015 14:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/10/2015
Da: Italia
Inviati: 55
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
@Manneron

Hai scelto proprio le espressioni migliori, nelle quali danno espressione massima della propria capacità mentale.


"Ogni problema ha tre soluzioni: la mia soluzione, la tua soluzione e la soluzione giusta"
Platone
nessirio
Inviato: 8/11/2015 16:28  Aggiornato: 8/11/2015 16:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/6/2015
Da:
Inviati: 39
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
Bel post Calvero, anche io sono rimasto impressionato da una banalità quando sono andato in Foresta Nera.
Nei giardini pubblici di un paese, in mezzo ad prato piuttosto frequentato, c'era un tavolino con dei sacchetti di mele, un salvadanaio e un cartello che recava la scritta 2 euro. Nessuno a controllare. Ebbene le persone andavano, lasciavano le monete e prendevano i frutti.
In Italia, foste un agricoltore, lo fareste?????

E così penso, da quanti decenni è stata tolta l'educazione civica da scuola???? Da quanti decenni vengono assunti professori e maestri che non gliene frega niente dell'insegnamento???? Tante generazioni vengono cresciute da genitori che non hanno senso civico e magari scaricano i propri figli dai nonni per farsi qualche serata in disco.

Finché non si parte dalle basi con le nuove generazioni non si otterrà niente, ma forse è proprio questo il fine reale: niente identità e personalità = maggiore controllo

Non voglio la pillola addolcita
Calvero
Inviato: 8/11/2015 18:33  Aggiornato: 8/11/2015 18:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
Citazione:
.. ma forse è proprio questo il fine reale: niente identità e personalità = maggiore controllo


Leva tranquillamente il forse; anzi, per me varrebbe come Voce del Sito

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Starburst
Inviato: 9/11/2015 18:30  Aggiornato: 9/11/2015 18:30
So tutto
Iscritto: 9/11/2015
Da:
Inviati: 5
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
Caro massimo sono d'accordo su tutto il tuo post,permettimi pero'un appunto sui 60 anni di corruzione dello stato italiano,secondo me dovresti spostare indietro di altri 90 anni l'inizio della corruzione,cioe' da quando l'appena nato stato regio diede in mano ai savoia quello che per secoli fu in mano a vari padroni.

veritassaphinho
Inviato: 11/11/2015 14:22  Aggiornato: 11/11/2015 14:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 31/10/2015
Da:
Inviati: 82
 Re: Papi, primi ministri e presidenti
Matteo Renzi (lasciamo per un attimo da parte la sua spocchia, la sua presunzione e la sua spavalderia da bulletto di provincia) ...
-----

La chiamerei arroganza.
Renzi, come Salvini del resto, forse anche qualcuno appartenente all' M5S l' hanno sicuramente abbracciata, e sicuramente presente in tutti i partiti come fu Berlusconi,Prodi e molti altri hanno sposato la dottrina alinskyana, quella delle 3 parti, 2 nobili e di ottimi propositi, e la terza , quella dell' inganno, altrimenti il bipolarismo diffuso non avrebbe avuto senso in nazioni con una visione rappresentativa dove il vincitore deve essere il popolo sovrano.

Quella di deriva DC di sommiglianza, forse ci puo' assomigliare verso la fine della DC e PSI, ma e' marginale, non ancora formata, arriva in italia la dottrina di Alinsky con il governo Prodi (97-98), che poi prodi trasferisce in europa nella commissione europea. Hanno voluto farci apparire l' europa cattivaed ancora lo fanno, e sono stati personaggi come Prodi a trasformarla in quel casino di cui alcuni paesi ne sopportano le conseguenze, infatti era considerato da molti con il teorema delle 3 i ( incompetente, inadeguato ed incoerente) ma il piano era un altro, quello in atto, quello di prodi, sembrare scemo, ma usare l' inganno.

Anche gli usa lo hanno abracciato in quei anni, con Clinton e subito copiato dal nostro eroe Prodi. Il capitalismo in se non e' cattivo, non impone, ma e' chi ne e' affascinato troppo che lo sceglie,non era il nwo auspicato da Bush a fine anni 80, e non era nemmeno l' imperialismo ma l' idea che l' occidente, cosa di cui ne deve andare fiera, che la schiavitu' fu debellata , mentre esisteva ed esiste ancora. Con l' arrivo delle Banche commerciali e dei newcons al potere ( finanziario e geopolitico ) principalmente come assi strategici globali. Obama e' la fotocopia di renzi, o renzi di obama, usano la stessa dottrina . La germania come politica e' lontana da questa dottrina, non permetterebbe mai che ferrovie, poste e altri servizi esenziali fossero affidati a privati, come nessun paese centro nord europeo del resto, se non parzialmente e molto limitato ( tipo la Francia) con parti di autostrada, per esempio Strassburgo in direzione Saarbrücken. Con il neoliberismo la schiavitu' torno' , non si tratta di schiavitu' intesa anticamente, ma di una schiavitu' verso il capitalismo, infatti se si guarda in italia, per esempio, non esistono piu' le schede sim a consumo, mentre in tutto il nord e centro europa esistono ( in italia esistono ancora, anche se di difficile reperibilita' ma costano 39 o 49 euro, non ricordo, e con 15 euro di credito) se devo spendere 40-50 euro per una scheda a consumo per una settimana di vacanza, preferisco farli guadagnare al mio operatore, e quando vai li ti consigliano i pacchetti, a 4 euro al mese o cose di questo genere perche' si risparmia, ma certa gente non vuole risparmiare ma pagare il giusto, solo cosi' non c'e bisogno di appalti, sub -appalti, dumping salariale, frodi, etc. Nel capitalismo puoi scegliere se ne hai bisogno, mentre nel neocapitalismo ne sei obbligato e loro ti lusingano con publicita' martellanti del tutto compreso, tipo energia, telefonia mobile e forse anche altre cose che non conosco non vivendo in italia, io pago volentieri quello che consumo ed al prezzo pieno, ma non deve con questo sistema al ribasso , far diventare sprecone le nuove generazioni, magari spegnendo lre lampadine quando non servono, scollegare i stand-bys, stendere invece di usare il tumbler, e tanti altri piccoli accorgimenti, che non richiedono fatica ma abitudine, abassare le emissioni nel complesso, non dover costruire nuove centrali, e nemmeno mettere nuove pale ma solo manuntenzione e rimordenizzazione dell' esistente quando sono obsolete, anche a prezzo pieno il risparmio potrebbe esssere maggiore dell' offerta.

Oggi apriamo le finestre del nostro cuore, andiamo fuori e sentiamo le goccie di pioggia, incontriamo il sole splendente, e vediamo l' arcobaleno. Tanta gioia. (hindi : Taare Zameen Par - Stelle sulla terra)

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA