Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata
 La voce del sito
La nostra libertà oggi è inversamente proporzionale a quella delle banche.

CRUNCH
 Luogocomune On Air




 Indice SEZIONI




























 Sponsor
Sai creare siti web? Prova EditArea!

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


RSS

« 1 2 (3) 4 5 6 ... 16 »
media : Spin Doctors ieri e oggi
Inviato da Redazione il 25/3/2013 22:53:51 (5602 letture)

Interessante intervento di Marcello Foa sulla manipolazione mediatica. Parte dai casi storici, come quello di Bernais, per arrivare alla attuale situazione italiana, con diverse ipotesi possibili per il nostro immediato futuro.



Fonte Byoblu
[Grazie a Fabyan per la segnalazione]

Voto: 8.00 (6 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | 35 commenti OK Notizie
media : C'era una volta la TV
Inviato da Redazione il 4/3/2013 6:50:00 (7713 letture)

Sono traumatizzato. Grazie ai potenti mezzi di RAI International ho appena finito di vedere "La domenica sportiva" - un programma che non vedevo da oltre vent'anni - e ancora non riesco a credere a quello che mi è passato davanti agli occhi.

Vent'anni fa "La domenica sportiva" apriva facendo vedere un montaggio con tutti i gol della giornata, poi c'era una breve introduzione del conduttore, e si passava subito a vedere i filmati delle partite, uno dopo l'altro. Poi c'era il momento clou della "moviola", si stava un po' lì a menarsela su la-palla-era-dentro-la-palla-era-fuori, seguivano quaranta secondi dedicati agli altri sport, e si andava tutti a nanna.

Quello che ho visto stasera mi ha fatto inorridire. Prima di tutto, sono inorridito per la presentatrice, una specie di Barbie cinquantenne tinta male, con labbroni formato tangenziale, che si è rifatta la faccia ma si è dimenticata di farsi tirare anche la pelle del collo e delle braccia.

Ma soprattutto, sono inorridito per la priorità degli argomenti: per prima cosa, ho dovuto sentir parlare del calcio brasiliano, e di quanto sia importante che la Rai abbia preso anche i diritti televisivi di quel campionato. Mia moglie mi ha guardato, altrettanto stupita, e mi ha chiesto "ma scusa, cosa c'entra il Brasile con l'Italia?"

Io le ho risposto "vedrai che cercheranno di rifilare agli italiani anche le partite del Brasile, ...

Voto: 9.00 (13 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 6211 bytes | 62 commenti OK Notizie
media : Beppe Grillo, i media e le «reti di fiducia»
Inviato da Redazione il 24/2/2013 1:00:00 (8395 letture)

di Gennaro Carotenuto

Il fatto che Beppe Grillo e il Movimento 5 Stelle rifiutassero la stampa ieri a San Giovanni per il trionfo romano, è stato stigmatizzato in tutte le salse. Nella migliore delle ipotesi è stato considerato poco democratico, nella peggiore è stato dato loro del fascista. Da critico di Grillo non solo non condivido tali accuse ma ritengo indispensabile dire la mia in merito.

1) I media mainstream, quelli italiani nel 99% dei casi, rappresentano plasticamente quello che Noam Chomsky chiama «la fabbrica del consenso» e vivono in osmosi con il mondo politico e le classi dirigenti. Per compiere il loro lavoro di squadrismo mediatico (basti pensare a quello che hanno fatto con i movimenti, a Genova, con i NoTav o, allargando il campo, con la sistematica diffamazione dei governi progressisti latinoamericani) credono di poter demonizzare sistematicamente personaggi, movimenti, sistemi culturali per poi pretendere, con un cinismo senza pari, che chi hanno messo alla berlina fino a 30 secondi prima debba subito dopo comportarsi con fair play nei loro confronti. Non funziona così. Non stringerò la mano a chi mi avrà riempito di calci per tutta la partita o colpito sistematicamente sotto la cintura, con l’arbitro che fa finta di non vedere. Non siete neutrali, non siete più il quarto potere, la spina dorsale della democrazia, siete i tutori di un sistema informativo oligopolico chiuso a riccio nella difesa di un sistema di privilegi. Se giocate sporco nei miei confronti -ha detto Grillo- non è scritto da nessuna parte che debba porgere l’altra guancia ...

Voto: 9.00 (11 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 4773 bytes | 172 commenti OK Notizie
media : Il CICAP con l'acqua alla gola
Inviato da Redazione il 11/2/2013 6:40:00 (12153 letture)

Aggiunto video: "Piero Angela continua a non dire la verità" (caso Marconi)


(Le parti 2,3 e 4 all'interno).


Il CICAP chiede aiuto. Non ce la fanno più. Il 15 gennaio hanno lanciato questo appello: "Il CICAP sta attraversando un momento molto difficile, le adesioni sono calate anche per colpa della crisi e poiché non riceviamo finanziamenti di alcun tipo, ma possiamo contare solo sul sostegno dei nostri Soci, temiamo di non essere più in grado di garantire tutte le nostre iniziative e attività. Per questo motivo, abbiamo fissato un obiettivo che ci permetterebbe di riprendere fiato e ripartire con nuove energie: RACCOGLIERE 500 ADESIONI DA QUI A MAGGIO!"

"Si tratta di un obiettivo raggiungibile - prosegue il CICAP ...

Voto: 8.00 (10 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 5015 bytes | 349 commenti OK Notizie
media : Quando gli Illuminati spengono la luce
Inviato da Redazione il 5/2/2013 4:40:00 (21317 letture)

Ci risiamo. Questa volta la "conspiracy theory" che sta impazzando in rete riguarda la cantante Beyonce e la sua performance durante il Superbowl di domenica scorsa.

Tutto è iniziato quando qualcuno si è accorto che la cantante ha mostrato "il simbolo degli Illuminati", durante la sua performance (v. foto), dopodichè la corrente è venuta a mancare nello stadio per oltre mezz'ora (34 minuti, per l'esattezza).

Apriti cielo! In pochi minuti Twitter è esploso, e la "conspiracy theory" ha subito preso corpo in rete. Ecco alcuni messaggi, ripresi dal sito IBTimes:

"Beyonce ha appena fatto il simbolo degli Illuminati. Rispondete se lo avete visto". E come facciamo a non vederlo? Era inquadrata in primo piano dalle telecamere, con 50 milioni di spettatori che stavano guardando la partita. E lui si sente furbo perchè se n'è accorto?

"Da brivido: Beyonce ha fatto il simbolo degli Illuminati ...

Voto: 7.00 (5 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 4255 bytes | 301 commenti OK Notizie
media : L'FBI allunga le mani su Skype
Inviato da Redazione il 25/1/2013 21:20:00 (7158 letture)

E' già da qualche anno che la FBI ha iniziato silenziosamente a promuovere una nuova legislazione che obblighi i fornitori di servizi VoIP (telefonia in rete) ad aggiungere una backdoor al loro software, per facilitare le intercettazioni da parte delle forze dell'ordine.

In altre parole, da quando la telefonia mondiale ha iniziato a sfruttare la rete, fornendo agli utenti la possibilità di comunicare a basso costo, la capacità dell'FBI di intercettare le comunicazioni si è fortemente ridotta. La legge che permette loro di intercettare comunicazioni - previa autorizzazione del giudice - riguarda infatti soltanto le normali linee telefoniche.

Se la proposta di legge dell'FBI dovesse passare ne risentirebbero soprattutto i VoIP service providers come Zfone, che hanno lanciato il loro servizio di telefonia in rete proprio sulla base di una totale garanzia di privacy, ottenuta grazie ad un sistema di encriptazione delle conversazioni.

Ma il pesce grosso naturalmente è Skype.

Con oltre 600 milioni di utenti nel mondo, Skype è stata acquisita nel 2011 dalla Microsoft, ...

Voto: 8.00 (4 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 4604 bytes | 76 commenti OK Notizie
media : I veggenti del Terzo Millennio
Inviato da Redazione il 20/1/2013 21:16:32 (7794 letture)

Su una piazza di Bruxelles un noto personaggio belga, Dave Guillame, ha condotto un curioso esperimento di chiaroveggenza.


Voto: 9.00 (7 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | 44 commenti OK Notizie
media : America: lo "choc" che non esiste
Inviato da Redazione il 27/12/2012 19:10:00 (9986 letture)

La mattina del 24 (due giorni fa) ho dato un'occhiata alle news in Internet, e ho visto che molti siti (Cnn, Huffington Post, BBC) riportavano la notizia di un altro massacro, avvenuto poche ore prima nello Stato di New York: uno squilibrato ha dato fuoco ad una casa, poi ha aspettato che arrivassero i pompieri e si è messo a sparare all'impazzata su di loro.

Due pompieri sono rimasti uccisi, altri due feriti gravemente. Lo squilibrato si era poi suicidato, prima che arrivasse la polizia.

Vado ad accendere il televisore, convinto di trovare le "breaking news" su ogni canale. Mi dicevo "questa è grossa, sommata alla faccenda di Newtown la faranno diventare l'argomento di fine anno". Invece, non c'era ancora niente.

Ho pensato "come è lenta la televisione, rispetto ad Internet. Probabilmente stanno mandando i reporter sul posto, e ci vorrà ancora un po' prima che stabiliscano il collegamento".

Torno su Internet, e c'era già un primo aggiornamento con il nome dell'assassino, e la sua storia personale: nel 1980 aveva ammazzato sua nonna, poi aveva fatto 17 anni di galera ed era tornato in libertà. Nessuno evidentemente aveva valutato il suo equilibrio psichico.

Torno davanti alla televisione, dopo un'ora, ma non c'era ancora niente. [...]

Voto: 9.00 (13 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 3550 bytes | 82 commenti OK Notizie
media : Repubblica cancella il post di Odifreddi su Israele. Lui lascia: “Meglio fermarsi”
Inviato da Redazione il 21/11/2012 3:20:00 (9152 letture)

(Fonte: Il Fatto Quotidiano) - Un post pubblicato domenica. Tema: il conflitto israelo-palestinese che in questi giorni sta vivendo un’altra pagina dai toni drammatici. Una presa di posizione molto dura nei confronti dello Stato ebraico, accusato di “logica nazista” nei confronti dei palestinesi. Ma la rimozione del suo intervento dal sito di Repubblica.it ha colto di sorpresa Piergiorgio Odifreddi (matematico, divulgatore scientifico, diventato noto anche per le sue posizioni critiche alla Chiesa cattolica). Ieri sera, infatti, il suo post nel blog “Il non senso della vita” non c’era più. Tanto è bastato, comunque, perché Odifreddi decidesse di scrivere un ultimo intervento, di commiato, per salutare i numerosi lettori che lo hanno seguito fin qui. D’altronde l’intervento in un blog non riflette la linea editoriale del giornale, che del resto nei casi più controversi – come potrebbe essere questo – può scegliere di pubblicare due interventi in antitesi (l’uno che intende confutare l’altro), davanti ai quali i lettori possono confrontarsi.

“Per 809 giorni Repubblica.it ha generosamente ospitato le mie riflessioni – scrive Odifreddi nel suo saluto – che spesso non coincidevano con la linea editoriale del giornale, e ha offerto loro l’invidiabile visibilità non solo del suo sito, ma anche di un richiamo speciale nella sezione Pubblico. Da parte mia, ho approfittato di questa ospitalità per parlare in libertà anche di temi scabrosi e non politically correct, ...

Voto: 8.00 (9 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 8913 bytes | 376 commenti OK Notizie
media : I nuovi partigiani
Inviato da Redazione il 17/10/2012 0:40:00 (6023 letture)

"Diaz: non pulire questo sangue" (recensione film).





In due parole

Più di un cazzotto nello stomaco, difficile da guardare anche se necessario è uno sforzo registico ammirevole che evita la fiction e si mantiene asciutto e tremendamente efficace.

Recensione

In questi ultimi tempi sembra stiano nascendo dei nuovi partigiani; a differenza di quelli che combattevano sulle montagne, questi combattono con l'informazione. Sembra quasi che in Italia sia tornata la voglia di realizzare prodotti che restituiscano una memoria ai tanti troppi misteri nazionali lasciati cadere nel dimenticatoio. Ma sembra sia tornata anche la voglia di fare qualcosa per risvegliare le coscienze.

Tutto ciò che finora sembrava muoversi soltanto attraverso internet sembra in qualche modo cercare di emergere anche dalla settima arte e ci sembra un segnale positivo anche se forse inadeguato rispetto alla potenza del bombardamento mediatico che rema inesorabilmente contro. [...]

Voto: 7.00 (7 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 5216 bytes | 125 commenti OK Notizie
media : Lettera ai responsabili di Radio 3 Scienza
Inviato da Redazione il 12/9/2012 21:30:00 (6531 letture)

Ho parlato con la responsabile della trasmissione Radio 3 Scienza, Rossella Panarese, in merito alla loro recente puntata sui viaggi lunari. Alla fine della telefonata mi ha invitato a mandarle la lettera che pubblico qui di seguito.

***

Los Angeles, 12/09/12

Gentile Signora Panarese, faccio seguito alla nostra telefonata odierna per richiederle un diritto di replica rispetto alla vostra recente trasmissione sul "complottismo lunare".

Per quanto mi renda conto, dal titolo stesso, che la vostra trasmissione si occupi esclusivamente di argomenti di tipo scientifico, il complottismo lunare ha trovato spazio nella vostra puntata - venendo presentato in modo unilaterale e poco corretto - e mi sembra quindi giusto che chi lo rappresenta debba poter avere comunque voce in capitolo.

O gli "astrologi" - che lei utilizza come esempio universale di anti-scienza - vengono ignorati del tutto, oppure, se si decide di parlarne in modo critico e derisorio, debbono comunque avere la possibilità di replicare.

Questo non perché gli astrologi debbano poter mostrare di avere ragione, ma semplicemente perché il pubblico deve sapere almeno che ciò che voi criticate in modo unilaterale ha comunque delle argomentazioni a proprio favore.

Non sta scritto da nessuna parte che la "scienza" abbia ragione a priori, ....

Voto: 6.00 (6 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 6583 bytes | 53 commenti OK Notizie
media : Chiusa la trasmissione di Davide Gramiccioli
Inviato da Redazione il 24/7/2012 22:40:00 (11890 letture)

Qui il forum di Davide Gramiccioli.

***

Lettera ad un censore senza nome - di Massimo Mazzucco

Hanno chiuso la trasmissione "Ouverture" di Davide Gramiccioli su Radio Yes. La cosa era più che prevedibile: non si può parlare liberamente di cure alternative contro il cancro, di 11 settembre, di pericolo dei vaccini, di corruzione nelle istituzioni, di scie chimiche e di preti pedofili, senza che arrivi prima o poi la classica telefonata che "consiglia vivamente" all'editore di chiudere al più presto quella trasmissione.

E siccome l'editore in questione è una figura di rilievo della sanità privata, bisogna dire che ha già avuto fin troppo coraggio nel permettere a Gramiccioli la totale libertà che lui richiede nel condurre le proprie trasmissioni. Ma gli ascolti stavano aumentando costantemente (pare che la gente - cosa curiosa - abbia una gran sete di verità in questo periodo), e quindi ad un certo punto la fatidica telefonata è arrivata.

Ed è proprio alla persona che ha fatto quella telefonata - di cui ovviamente non conosco il nome - che voglio rivolgermi.

Lei è la persona che ha fatto fisicamente da tramite fra il desiderio di qualcuno più potente di lei di liberarsi di un problema, ...

Voto: 8.00 (22 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 5169 bytes | 75 commenti OK Notizie
media : In America le vittime di omicidio parlano poco con la polizia
Inviato da Redazione il 27/5/2012 1:20:00 (8025 letture)

Una piccola raccolta di notizie "divertenti" prese dai giornali americani di epoche diverse.



RICERCA RIVELA CHE LA FREQUENZA DEI RAPPORTI SESSUALI AUMENTA LE PROBABILITA' DI UNA GRAVIDANZA.
A giudicare dal testo, l'articolo risale ad un'epoca in cui non era ancora chiaro il periodo di fertilità all'interno del ciclo mestruale. Per cui più lo facevi ...

(continua all'interno)

Voto: 9.00 (2 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 3708 bytes | 29 commenti OK Notizie
media :  Perchè Beppe Grillo non parla di ...?
Inviato da Redazione il 24/5/2012 1:00:00 (10818 letture)

All'articolo è stata aggiunta la SECONDA PARTE.

Ho spesso criticato Beppe Grillo perchè evita di parlare di argomenti di fondamentale importanza come la schiavitù del sistema bancario o le scie chimiche (o tantomeno il 9/11), e molti utenti mi hanno chiesto - giustamente, in questo momento di successo del Movimento 5S - che cosa sarebbe mai cambiato se lo avesse fatto.

La risposta dovrebbe essere evidente per tutti, e sta nelle parole pronunciate tempo fa dallo stesso Beppe Grillo: "Il cittadino informato può decidere, il cittadino disinformato "crede" di decidere. Disinformare è il miglior modo per dare ordini. "

Ne risulta che un cittadino che abbia ben chiara l'immagine complessiva del potere - di cui il sistema bancario è la chiave di volta, e il fenomeno delle scie chimiche una delle sue espressioni più arroganti e pericolose - potrebbe prendere decisioni molto più mirate, coerenti, motivate ed efficaci di un cittadino meno informato.

Questo lo ha detto lui, non l'ho detto io.

Ne consegue, a sua volta, che una nazione più cosciente dei problemi reali supporterebbe molto più vigorosamente certe scelte coraggiose che vanno affrontate al più presto per risolvere i problemi radicali che ci affliggono. E tutti possono comprendere come per risolvere la situazione attuale sia assolutamente indispensabile avere il massimo appoggio popolare, a tutti i livelli, da tutti gli strati sociali e culturali.

Altrimenti Falcone e Borsellino continueranno a morire inutilmente, giorno dopo giorno, all'infinito. E chi avrà contribuito a creare il silenzio intorno a loro dovrà assumersene tutte le responsabilità.

E' perfettamente inutile invocare "cittadini informati che sappiano le cose, che si occupino del loro quartiere e delle loro città", se poi eviti di parlare di scie chimiche. Forse che l'aria che i nostri figli respirano non fa parte "del loro quartiere e della loro città?"

Ma il vero problema è che Grillo non soltanto "non parla di scie chimiche", ma prende anche in giro chi lo fa.



Direi che il video si commenta da solo, per cui preferisco non aggiungere altro. Rientro subito nella "5a dimensione", ...

Voto: 6.00 (8 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 7029 bytes | 281 commenti OK Notizie
media : Quando la barriera diventa un baratro
Inviato da Redazione il 13/5/2012 6:50:00 (8979 letture)

Si chiama digital divide, e significa barriera digitale. Con questo termine si intende la linea ideale di demarcazione che separa le persone che accedono regolarmente all'informazione in rete (informazione "digitale", appunto) da quelle che non lo fanno.

Fin dagli esordi di Internet ha cominciato a notarsi questa forte differenza, nel momento in cui i "non-utenti" continuavano a ricevere informazioni da un unico punto di vista - quello istituzionale - mentre gli utenti della rete scoprivano che molte questioni importanti, come ad esempio la guerra del Kosovo, potevano anche essere viste dal lato opposto - quello del popolo serbo, in quel caso - cambiando completamente di colore.

Chi guardava la televisione, o leggeva la stampa mainstream, sentiva un'unica voce a reti unificate: "I ribelli serbi seminano il terrore nei villaggi albanesi, ammazzando donne e bambini senza pietà". Chi invece andava in rete scopriva anche che "i ribelli serbi" erano stati addestrati, finanziati ed armati segretamente dagli americani. Poi poteva trarre le sue conclusioni.

Il salto di qualità fu immediato, e fin dai primi anni di Internet ...

Voto: 8.00 (11 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 3988 bytes | 31 commenti OK Notizie
« 1 2 (3) 4 5 6 ... 16 »

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA