Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
 DVD-SHOP

ACQUISTA I FILM
DI LUOGOCOMUNE
 Amazon
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 --





 Menu principale
 Utenti Online
Iscritti: 12953 + 3481
79 utente(i) online (47 utente(i) in Notizie)

Iscritti: 2
Utenti anonimi: 77

Andrea_1940, Redazione, Altro...
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata
 Commenti recenti
Re: La "diretta TV" dalla Luna
Redazione 23/7/2014 15:54
Re: La "diretta TV" dalla Luna
ohmygod 23/7/2014 15:48
Re: La "diretta TV" dalla Luna
Calvero 23/7/2014 15:34
Re: La "diretta TV" dalla Luna
DaemonZC 23/7/2014 15:06
Re: La "diretta TV" dalla Luna
Lupone 23/7/2014 14:50
Re: La "diretta TV" dalla Luna
menkaure 23/7/2014 14:44
Re: La "diretta TV" dalla Luna
Calvero 23/7/2014 14:41
Re: La "diretta TV" dalla Luna
Mrexani 23/7/2014 14:37
Re: La "diretta TV" dalla Luna
Calvero 23/7/2014 14:29
Re: La "diretta TV" dalla Luna
matrizoo 23/7/2014 14:26
Re: La "diretta TV" dalla Luna
Nichiren 23/7/2014 14:15
Re: La "diretta TV" dalla Luna
Lupone 23/7/2014 14:08
Re: La "diretta TV" dalla Luna
Andrea_1940 23/7/2014 14:05
Re: La "diretta TV" dalla Luna
Mrexani 23/7/2014 14:04
Re: La "diretta TV" dalla Luna
Calvero 23/7/2014 14:00
Re: La "diretta TV" dalla Luna
matrizoo 23/7/2014 13:55
Re: La "diretta TV" dalla Luna
Mrexani 23/7/2014 13:44
Re: Aereo malese abbattutto
DrHouse 23/7/2014 13:39
Re: La "diretta TV" dalla Luna
ELFLACO 23/7/2014 13:27
Re: La "diretta TV" dalla Luna
fefochip 23/7/2014 13:06
 Recent Topics
Chi siamo veramente, cosa siamo veramente?
I governi mondiali
OLOCAUSTO PALESTINESE
L'angolo dei video
Vergognamoci per loro
La Nuova Cronologia di Anatolij Fomenko
Civiltà Ebraica
MH 17 (nuovo thread)
Questioni Tecniche - tutto quello che vorresti sapere su LC e mai lo verrai a sapere
Messaggi da un Maestro taoista
Cosa state ascoltando?
Arkadij Petrov e Gregari Grabovoj – bio-informazione
Abbattimento MH17
Musica dal vivo
il viaggio inconsapevole
Altre campane - raccolta
Il Senato dei Raccomandati
Cronaca di un inciucio annunciato
il M5S è il partito di un pluriomicida
ENNESSIMA PORCATA ITALIANA NASCOSTA AL POPOLO BUE
Scie chimiche- dibattito- Ma scusate...
L'angolo delle immagini
Mai più senza .....
l'angolo della salute
Reddito di cittadinanza Europeo
presentazione
Scie Chimiche: Raccolta dati
Archeologia alternativa
L’EURO “HA DICHIARATO GUERRA FINANZIARIA ALL’ITALIA”. I POTERI FORTI ALL’ASSALTO [VIDEO]
cancellare - errore doppione
 La voce del sito
Non accadrà alcunché? Non importa. Seguo la massima: "Fai quel che devi, accada quel che può".

Dott. Domenico Fico
 Indice SEZIONI




























 Macrolibrarsi
 Sponsor
Sai creare siti web? Prova EditArea!

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


RSS

« 1 2 (3) 4 5 6 ... 19 »
opinione : I prigionieri della paura
Inviato da Redazione il 14/6/2013 6:20:00 (5746 letture)

Se ci si ferma un attimo a riflettere sulla questione delle intercettazioni, ci si ritrova di fronte ad un grosso interrogativo: visto che il terrorismo in realtà non esiste, e che sono gli stessi stati a crearlo, per i vantaggi che ne possono trarre di volta in volta, a che cosa serve sviluppare un sistema di intercettazioni così complesso e sofisticato come quello che è venuto alla luce di recente negli Stati Uniti?

Com'è noto, è dai tempi del dopoguerra che l'FBI, la CIA, la NSA ed altre agenzie meno note controllano e registrano segretamente chi vogliono, fottendosene allegramente della legalità, mentre tengono sotto controllo e ricattano i politici stessi che dovrebbero garantire ai cittadini la protezione della loro privacy.

Se quindi i veri nemici potenziali li tengono già in pugno, che bisogno hanno i "poteri oscuri" di estendere questo meccanismo di sorveglianza a centinaia di milioni di persone che chiaramente non sono coinvolte in nessuna attività antigovernativa? Vista in questa luce, la scelta di mettere in piedi sistemi di sorveglianza così complessi e ridondanti, come Echelon o Prism, sembra assolutamente folle e insensata.

Lo è, in realtà, per la grande maggioranza delle persone normali. Ma coloro che hanno voluto creare a tutti i costi questi mastodontici apparati di controllo non sono affatto persone normali.

Sono persone che hanno paura.

Sembrerà un paradosso, visto che stiamo parlano dei cosiddetti "poteri forti" ...

Voto: 9.00 (8 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 4357 bytes | 86 commenti OK Notizie
opinione : Il prezzo del cambiamento
Inviato da Redazione il 7/6/2013 4:50:00 (4654 letture)

Il prezzo del cambiamento (lettera aperta a David Gramiccioli)

di Paolo Franceschetti

Caro David, la tua mancata elezione a consigliere comunale mi ha colpito molto e alcune cose in particolare non me le aspettavo neanche io. Mi ha colpito molto la storia della signora a cui hai fatto riavere suo figlio che non ti ha votato, e il mancato voto dei dipendenti dell’Idi che per un anno hai sostenuto in tutti i modi possibili.

So anche che tu non hai aiutato queste persone per avere il voto, anche perché solo negli ultimi mesi avevi deciso di candidarti, quindi il tuo aiuto è stato disinteressato, senza cercare ritorni. Però capisco la tua delusione.

Volevi organizzare da assessore la prima grande settimana della controinformazione, un grande evento in cui per una settimana parlavano tutti quelli che si occupano di informazione non di regime. Dei 150.000 ascoltatori della tua radio, non sei riuscito a prendere se non poche centinaia di voti.

A favore della tua mancata elezione vanno due fattori entrambi molto importanti. Il primo fattore è che molti dei tuoi potenziali elettori non sarebbero mai stati disposti a votare anche Alemanno; se concorrevi da solo indubbiamente avresti avuto molti più voti. Molte delle persone che conosco non sono state disposte a dare un voto ad Alemanno, nonostante si trattasse di votare anche te. Lo stesso Gioele Magaldi, leader di Grande Oriente Democrativo, consigliava voto disgiunto per te e per il sindaco, segno inquivocabile che molte persone apprezzavano te ma non lo schieramento con cui eri entrato.

La prima cosa che ho imparato. Il prezzo del cambiamento.

Ma c’è un secondo fattore molto più importante. Ed è il prezzo che ogni persona è disposta a pagare per il cambiamento, sia della società sia di se stesso. Come si fa per i prezzi di un supermercato, lascia che ti dica un po’ di prezzi che la gente paga per il cambiamento. Iniziamo dalle elezioni politiche nazionali.

La gente si lamenta, l’IMU, le tasse, Equitalia, la giustizia non funziona, gli ospedali non funzionano, ma al momento del voto la gente ha votato sempre gli stessi partiti, ...

Voto: 8.00 (4 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 13697 bytes | 73 commenti OK Notizie
opinione : Appello alla ragione
Inviato da Redazione il 25/5/2013 3:00:00 (5909 letture)

AVVVISO PER CHI HA ACQUISTATO I DVD.

*****************************************

“Ho visto le menti migliori della mia generazione distrutte dalla pazzia, affamate nude isteriche, trascinarsi per strade negre all’alba in cerca di droga rabbiosa." Lo ha scritto Allen Ginsberg nel 1956, ma le stesse parole si potrebbero usare oggi, parlando di quello che sta succedendo a molte persone, da un lato come dall'altro, dopo l'inatteso exploit elettorale del Movimento 5 Stelle.

Stiamo infatti osservando una frattura sempre più profonda, delineata da toni decisamente isterici, fra i sostenitori più accaniti di questo movimento e i suoi detrattori più feroci.

Attenzione, non stiamo parlando del dibattito a livello popolare: quello purtroppo è fortemente influenzato dalla propaganda mediatica, per cui è destinato ad essere falsato in ogni caso. No, qui stiamo parlando di persone decisamente intelligenti, colte e preparate, che da anni hanno imparato a frequentare la rete proprio perchè rifiutano di farsi influenzare dalla propaganda, e vogliono continuare a ragionare con il proprio cervello.

Gente che è perfettamente in grado di analizzare fatti storici complessi come l'11 di settembre, che sa operare preziosi distinguo quando si parla di medicina alternativa, che sa affrontare le questioni di economia non a livello di portafoglio ma a livello di finanza globale. Ma che, una volte messa a confronto sul tema 5 Stelle, si polarizza immediatamente in due fazioni opposte, e perde rapidamente la capacità di ragionare.

Da una parte hai coloro che pensano che il 5 Stelle possa essere la panacea per tutti i mali, ...

Voto: 7.00 (10 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 7229 bytes | 167 commenti OK Notizie
opinione : Caro Franceschetti, ti spiego Attivissimo
Inviato da Redazione il 4/5/2013 7:10:00 (6939 letture)

Commento di Massimo Mazzucco ad un incontro radio avvenuto fra Paolo Franceschetti e Paolo Attivissimo sul tema del complottismo (solo audio - 17 min.)



Qui la puntata originale di "Border Nights".

Voto: 6.00 (9 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | 94 commenti OK Notizie
opinione : Una strana storia
Inviato da Redazione il 1/5/2013 3:50:00 (11073 letture)

di Tersite Rossi

Del drammatico attentato di domenica 28 aprile a Roma, di cui sono rimaste vittime due carabinieri, si è detto e si sta dicendo molto. E a due scrittori, da anni abituati a rimestare nel torbido della storia e della politica italiana, non possono non risaltare alcuni aspetti davvero sorprendenti. Procediamo con ordine, come nello studio di un detective, lasciando per ultimo l'elemento a nostro avviso più sinistro. Premettiamo che la nostra riflessione presuppone la sanità mentale dell'attentatore, così come sembra emergere dalle indagini dei magistrati.

La pistola. Una Beretta 7.65 con matricola abrasa. L'attentatore dice di averla comprata clandestinamente quattro anni fa a Genova. Perché un piastrellista calabrese da vent'anni in Piemonte, sposato con un figlio, deve comprare una pistola al mercato nero? Armi come quelle si comprano per delinquere e per nessun altro motivo. Un delitto da svolgersi quattro anni dopo, a causa di una crisi economica e personale che non si era ancora manifestata?

I proiettili. L'attentatore dichiara che era sua intenzione uccidersi, dopo aver compiuto il suo atto. Perché non l'ha fatto, pur avendo 3 colpi ancora inesplosi nel caricatore? [...]

Voto: 9.00 (17 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 7491 bytes | 155 commenti OK Notizie
opinione : Lettera ad un amico anarchico
Inviato da Redazione il 21/3/2013 3:40:00 (7178 letture)

«Noi vogliamo dunque abolire radicalmente la dominazione e lo sfruttamento dell'uomo sull'uomo, noi vogliamo che gli uomini affratellati da una solidarietà cosciente e voluta cooperino tutti volontariamente al benessere di tutti; noi vogliamo che la società sia costituita allo scopo di fornire a tutti gli esseri umani i mezzi per raggiungere il massimo benessere possibile, il massimo possibile sviluppo morale e materiale; noi vogliamo per tutti pane, libertà, amore, scienza.» - Errico Malatesta, Il Programma Anarchico, 1919

Con questo articolo vorrei rispondere ai tanti utenti che ho voluto raggruppare, nell'articolo precedente, sotto la voce "Anarchia - no delega". Ma anche a tutti quelli che la pensano come loro, anche se non hanno partecipato ai commenti.

Sappiate prima di tutto che io la penso essenzialmente come voi. Anch'io ritengo l'autorità un concetto ributtante, e le migliaia di leggi e codicilli di ogni nazione sostanzialmente inutili. Anch'io ritengo che l'uomo debba essere in grado di autogestirsi e di autoregolarsi, arrivando a capire da solo che cosa può e che cosa non può fare, per perseguire la propria realizzazione senza danneggiare il percorso altrui. Come ho scritto altre volte, per un'umanità ideale basterebbe una sola legge, fatta di quattro parole: non fare del male. In inglese sono addirittura tre: "Do no harm". Interpretando questa legge nel suo senso più ampio, ci si ritrova magicamente ad includere le migliaia e migliaia di leggi e leggine esistenti oggi in ogni parte del mondo. "Non fare del male" significa non inquinare, non rubare, non violentare, non ingannare, non prevaricare, non ammazzare, non umiliare, non tradire, non abbandonare chi ha bisogno, non distruggere ciò che è utile, non sfuggire alle proprie responsabilità.

Dentro di sé l'uomo sa benissimo che cos'è bene e cos'è male, ...

Voto: 9.00 (7 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 10657 bytes | 322 commenti OK Notizie
opinione : La domanda da un milione di dollari (2)
Inviato da Redazione il 13/3/2013 3:10:00 (6514 letture)



Con questo articolo possiamo aprire la discussione sulle risposte date da diversi utenti alla mia "domanda da un milione di dollari": "Presumendo che tu abbia smesso da tempo di votare perché convinto che il sistema sia marcio, o comunque non sia sanabile dall'interno, che cosa proponi di fare - sul fronte sociale, politico, istituzionale, o qualunque altra cosa - per arrivare a vivere in un paese migliore di questo?"

Ho provato a raggruppare le risposte in una specie di arco che descriva, da sinistra verso destra, la maggiore o minore distanza a cui ciascuno si colloca rispetto al processo democratico. A sinistra quindi il rifiuto totale del sistema, verso destra i più possibilisti (anche se in realtà solo l'ultimo gruppo accetta a priori il principio di rappresentabilità).

RASSEGNAZIONE

Ho definito il primo gruppo con il termine "rassegnazione", poichè queste persone ritengono impossibile sconfiggere il sistema sia dall'esterno che dall'interno, e non vedono al momento soluzioni possibili:

- Secondo la mia visione, possono cambiare i partiti, i colori, le bandiere, ma dietro a tutto c'è qualcuno che muove le fila e alla fine le cose non cambiano in meglio.

- Questo mondo e' posseduto da una manciata di enormi multinazionali e grandi banche, che di noi fanno quel cazzo che gli pare. Il sistema e' blindato e autoprotetto dagli stessi individui che lo subiscono: cambiarlo e' un'impresa che rasenta l'impossibile.


Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 13329 bytes | 141 commenti OK Notizie
opinione : La domanda da un milione di dollari
Inviato da Redazione il 11/3/2013 2:40:00 (6473 letture)

Questo non è un articolo vero e proprio, ma è piuttosto un modo per porre una domanda precisa ad un gruppo particolare di persone: coloro che già non votavano da molti anni, e che hanno scelto di continuare a non farlo, nonostante la possibile alternativa del Movimento Cinque Stelle. A giudicare dai commenti delle scorse settimane, vi sono diversi utenti del sito che rientrano in questa categoria.

Chiarisco subito una cosa: non voglio mettere sotto accusa nessuno, e continuerò a rispettare, come ho sempre fatto, il diritto di ciascuno di pensarla come vuole, e di comportarsi di conseguenza. Per questo motivo chiederò che lo spazio nei commenti sia lasciato esclusivamente agli interessati che vorranno rispondere, in modo che possano farlo liberamente, senza doversi confrontare con nessuno.

Desidero soltanto capire qualcosa che mi sfugge.

Io stesso sono uno che non votava più da moltissimi anni, e sono tornato a farlo (per il M5S) in quest'occasione. E' quindi normale che mi vengano dei dubbi, ...

Voto: 9.00 (5 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 3826 bytes | 61 commenti OK Notizie
opinione : Il Guastafeste
Inviato da Redazione il 27/2/2013 3:50:00 (31422 letture)

di Marco Cedolin

La maggior parte degli addetti ai lavori parla di una grande sorpresa, di fronte ai risultati della tornata elettorale che si è appena conclusa, e con tutta probabilità un poco sorpresi sono rimasti sicuramente tutti coloro che già nelle passate settimane avevano "venduto" alle banche ed ai mercati un nuovo governo di continuità con l'agenda Monti, disposto a servire in tavola il cibo dietetico dispensato dalla BCE.

Il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo sbanca tutto ciò che era umanamente sbancabile, supera il 25% dei consensi e s'incorona primo partito italiano, mettendosi alle spalle sia il PD che il PDL ed apprestandosi a portare nelle stanze dei bottoni circa 160 fra deputati e senatori.

Bersani attraverso una campagna elettorale assai sbiadita, condotta sullo sfondo dello scandalo MPS e della corruzione dilagante nel partito, riesce a dissipare tutti i punti percentuali di vantaggio sul PDL attribuitigli nelle settimane scorse dai sondaggi e con tutta la coalizione non riesce a superare il 30%.

Berlusconi raccoglie una coalizione in fase di disfacimento, ma con una grinta da venditore porta a porta e qualche spot elettorale di sicuro effetto, la rianima come per magia, fino a portarla al pareggio con quella di centrosinistra.

Il banchiere di Goldman Sachs Mario Monti, dopo avere governato indebitamente per 13 mesi, ...

Voto: 9.00 (11 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 5404 bytes | 641 commenti OK Notizie
opinione : La caduta degli dei
Inviato da Redazione il 22/2/2013 18:40:00 (5206 letture)

Quando O.J. Simpson venne arrestato per omicidio, la gente non volle credere. Sembrava impossibile che un grande campione sportivo, così amato e rispettato da tutti, potesse essere caduto così in basso.

Da un punto di vista logico, sembrava evidente che Simpson fosse colpevole. Il fatto stesso che sia scappato in macchina, minacciando di suicidarsi, per poi consegnarsi solo a condizione che gli venisse risparmiata la sedia elettrica, erano sintomi evidenti di un innegabile senso di colpa.

Eppure...

Eppure c'è qualcosa, nel fondo dell'animo umano, che lavora lentamente per modificare la percezione della realtà, se quella realtà per caso non ci piace.

E' grazie a questo qualcosa degli avvocati di Simpson sono riusciti a costruire una difesa tanto implausibile quanto teoricamente possibile, nella quale era stata la polizia ad incastrare Simpson, perché "ce l'aveva con lui".

Non fu necessario dimostrare che questo fosse accaduto. Bastò insinuare nella giuria il sospetto che questo potesse, anche solo lontanamente, essere accaduto, ...

Voto: 8.00 (8 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 5024 bytes | 28 commenti OK Notizie
opinione : Vedere cammello, pagare moneta
Inviato da Redazione il 31/1/2013 17:50:00 (8675 letture)

Negli Stati Uniti sta succedendo qualcosa che potrebbe servire da esempio a chi si appresta a votare in Italia. Si tratta del brusco voltafaccia - quasi comico, viene da dire - che il partito repubblicano ha dovuto fare negli ultimi giorni, riguardo alla riforma sulla legge dell'immigrazione.

Com'è noto, il partito repubblicano ha sempre tenuto una linea dura contro l'immigrazione facile e contro gli immigrati clandestini. Si tratta in gran parte di messicani che hanno attraversato di nascosto la frontiera, nel corso dei decenni, e che poi hanno continuato a vivere in America, soprattutto negli stati lungo il confine (Arizona, Texas, New Mexico, California).

Si calcola che siano circa 11 milioni i "latinos" senza documenti che vivono negli Stati Uniti ormai da diverse generazioni. Molti di loro trovano lavoro, e pagano comunque le tasse, anche se non possono lasciare il paese perché non potrebbero mai più rientrare. Costoro devono anche fare dei numeri da circo per riuscire ad avere la patente, per riuscire a farsi intestare la bolletta del telefono, o per avere accesso alla pubblica sanità. Il problema è ormai diventato enorme, e va affrontato in maniera radicale. I democratici vanno proponendo da tempo una riforma universale, che condoni il reato di immigrazione illegale ed offra a queste persone il cosiddetto "path to citizenship", ovvero un percorso graduale che li porti prima a regolarizzare la loro posizione ("green card", ovvero permesso di residenza e di lavoro) e poi eventualmente ad offrirgli la cittadinanza.

I repubblicani invece hanno sempre seguito la linea dura: alziamo le barriere lungo il confine, ...

Voto: 9.00 (4 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 5563 bytes | 229 commenti OK Notizie
opinione : Costa Concordia: il carnevale continua
Inviato da Redazione il 13/1/2013 19:50:00 (5341 letture)

Dall'Ansa di oggi leggiamo: "Il suono prolungato delle sirene dei traghetti ha salutato il ritorno in mare dello scoglio delle Scole contro cui un anno fa ando' a schiantarsi la Concordia prima di naufragare. Alla cerimonia, che apre le iniziative previste per l'anniversario della tragedia, hanno assistito i familiari e i parenti delle 32 vittime del disastro a bordo di uno dei traghetti. Lo scoglio era stato strappato dalla Concordia ed era rimasto conficcato nella lamiera per diversi mesi."

Come si vede che siamo entrati nell'Era dell'Acquario: basta guerre, basta violenze, prima di tutto il rispetto per la Natura. Lo scoglio va rimesso là dov'era, affinchè il delicato equilibrio bioecologico della fauna locale non resti turbato. (Già si stavano registrando i primi casi di sardine impazzite, che perdevano l'orientamento perchè lo scoglio non c'era più).

Commossi da questo gesto esemplare, gli italiani stanno mettendo in piedi iniziative simili un pò dappertutto. I cittadini di Ercolano hanno cominciato a raccogliere tutti gli spezzoni di roccia dalle pendici del Vesuvio perchè vorrebbero rimetterle al loro posto, e ricostruire la cima del vulcano esattamente com'era prima dell'ultima eruzione. I cittadini di Longarone hanno firmato una petizione per recuperare tutti i pezzi del monte Toc, franato nella diga sottostante, e rimetterli al loro posto, perché non riescono ad abituarsi alla nuova morfologia della montagna. A Roma il Papa ha chiesto a tutti quelli che abitano in zona Nomentana di dedicarsi alla ricerca di antichi mattoni, che potrebbero essere sepolti un po' dappertutto, perché vorrebbe far ricostruire la breccia di Porta Pia.

Perché non è solo la natura che va rispettata, ma è anche la storia che va riportata indietro, per cercare di cancellare tutto quello che non ci piace.

Sempre dall'articolo dell'ANSA: "E Schettino si difende: "Quello non era un inchino, era un passaggio vicino all'isola, ...

Voto: 7.00 (6 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 11111 bytes | 33 commenti OK Notizie
opinione : Pazienti o attori? Sintesi delle varie tecniche di recitazione
Inviato da Redazione il 26/12/2012 1:40:00 (8241 letture)

Durante la discussione sul caso Keshe mi è stato chiesto come faccia io ad essere così sicuro che i filmati dei malati guariti siano veramente reali e genuini. Io ho risposto che nessun attore al mondo sarebbe in grado di recitare quelle parti, nel modo e nei tempi in cui sono state recitate nei video presentati.

Mi sembra quindi una buona occasione per parlare in generale delle varie tecniche di recitazione che vengono utilizzate nel cinema e nel teatro. Noi infatti guardiamo un film e decidiamo che un attore magari "è molto bravo", oppure che "recita da cani", ma raramente siamo in grado di capirne il motivo.

Esistono sostanzialmente tre tecniche di recitazione diverse (nel mondo occidentale): la recitazione "brechtiana", il "metodo" Strasberg, e la "tecnica Meisner". Le tre tecniche si distinguono fra loro per la misura in cui l'attore si identifica emotivamente con il personaggio rappresentato. A sua volta, questa misura determina la sua capacità di improvvisare, trovandosi di fronte ad una situazione inattesa (è questo l'aspetto che più ci interessa, nel caso in questione).

LA RECITAZIONE BRECHTIANA

La recitazione brechtiana è limitata sostanzialmente al teatro, anzi solo ad una parte di esso. Si tratta di un modo di recitare molto vistoso e gestuale, ...

Voto: 9.00 (8 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 12925 bytes | 94 commenti OK Notizie
opinione : Ing. Keshe: forse qualcosa c'è davvero
Inviato da Redazione il 23/12/2012 1:40:00 (12213 letture)

Come avevo detto in precedenza, non avevo mai approfondito il caso Keshe - provavo una sensazione di fastidio nell'avvicinarmi ad un personaggio apparentemente ambiguo come lui - ma dopo l'ultima discussione in home ho sentito il bisogno di provarci.

Per prima cosa, ho guardato tutti i video dei malati che hanno fatto la terapia con il "reattore al plasma" di Keshe. Non sapevo che questi video esistessero, e devo dire che la loro visione ha immediatamente cambiato la mia percezione di questo personaggio.

Ho infatti troppa familiarità con questo tipo di interviste (ne ho fatte a dozzine, sia ai pazienti di Simoncini, sia per altri tipi di cure alternative) per non capire che siano tutte assolutamente genuine e reali. Non sto a spiegare perchè lo siano, anche perchè si tratta di mille piccole sfumature che richiederebbero troppo tempo per essere illustrate, ma la mia esperienza mi dice che sarebbe assolutamente impossibile realizzare quei video, nel modo in cui sono fatti, con attori che fingessero di essere guariti.

E le guarigioni/miglioramenti presentati nei video sono innegabili: quando uno dice "prima non potevo camminare, ora ci riesco", oppure "prima non sentivo nessuna sensazione nei piedi, ora le sento", per me è più che sufficiente per capire che qualcosa di sorprendente ed inaspettato è successo a queste persone.

Naturalmente - come nel caso di Simoncini - non è possibile confermare retroattivamemte la teoria che sta alle spalle del fenomeno verificato. In altre parole, non è detto che il cancro sia davvero causato dalla candida, ...

Voto: 9.00 (12 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 6453 bytes | 225 commenti OK Notizie
opinione : 2012: Nel segno delle profezie?
Inviato da Redazione il 21/12/2012 22:50:00 (17786 letture)

(Articolo originale del 31/12/2011).

Fino a ieri il 2012 sembrava una data lontana nel futuro, che prima o poi sarebbe arrivata “ma che per ora non ce ne dobbiamo preoccupare”.

Ora invece ci siamo dentro, e persino il più scettico dei materialisti non può ignorare la fatidica domanda che aleggia silenziosa un pò dappertutto: “Che cosa succederà nei prossimi dodici mesi?” “Ci saranno cataclismi, terremoti e devastazioni terrificanti?” “Esisterà l’umanità all’alba del prossimo anno, o verremo tutti spazzati via come moscerini insignificanti?” “E se qualcuno riuscisse a salvarsi, come farà a sopravvivere?” “Quanti di noi resteranno, e come verranno scelti i dannati e gli eletti?”

A questo punto la nostra mente viene travolta da una marea inarrestabile di immagini, che vanno dal “diluvio universale” della Bibbia ai lampi di Zeus del Monte Olimpo, dalla battaglia dei Vimana nei cieli di Vishnu alle trombe del giudizio nell’Apocalisse di Giovanni. A queste si sovrappongono le immagini dei mille film e telefilm “catastrofici”, sempre più difficili da distinguere dai veri tsunami e terremoti che vediamo in TV, e il tutto finisce in un unico calderone iconografico che mescola sempre più volentieri la storia con la fantascienza, il mito con la realtà, la profezia con l’invenzione, il sacro con il profano.

Nell’affrontare quindi la “questione 2012” bisogna prima di tutto tornare a separare gli elementi originali su cui è basata dai mille strati aggiuntivi che le si sono sovrapposti.

Al centro della questione sta la cosiddetta ”Profezia Maya”, che secondo la “versione comunemente accettata” preannuncia la fine del mondo per il 21 dicembre 2012.

In realtà questa “profezia” non nasce già nella sua forma attuale, ma risulta dall’interpretazione congiunta delle pochissime fonti …

Voto: 9.00 (16 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 14238 bytes | 173 commenti OK Notizie
« 1 2 (3) 4 5 6 ... 19 »

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA