Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata
 La voce del sito
In generale ho idea che sarà difficile trovare delle persone preparate che difendono la verità ufficiale, perchè non appena uno si mette a studiare seriamente l'argomento diventa subito complottista

Dusty
 Luogocomune On Air




 Indice SEZIONI




























 Sponsor
Vuoi creare un sito web? Prova subito con EditArea!

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


RSS

donna : Femminismo ieri, femminismo oggi
Inviato da Redazione il 17/5/2012 2:30:00 (7091 letture)

"Non basta mettersi il gonnellone e gli zoccoli per essere una femminista."

Intervista a Fernanda Alene, leader storica del movimento femminista degli anni '70, sulle differenze con il femminismo di oggi, e sugli eventi che portarono alla dissoluzione del movimento delle donne nei primi anni '80. (12 min. - Premi sulla freccia per ascoltare l'intervista).





TESTO DELL'INTERVISTA:

M.M.: Siamo al telefono con Fernanda Alene, una delle leader storiche del movimento femminista degli anni '70. E' stato grazie alla lotta di quel movimento che furono introdotte in Italia leggi importanti come quella sul divorzio, sull'aborto, sulla violenza contro le donne, e tante altre leggi che oggi diamo per scontate, ma che fino a 40 anni fa non esistevano nemmeno. Poi negli anni 80 ci fu una specie di riflusso - più che naturale anche, dopo una battaglia durata almeno dieci anni - mentre sul finire degli anni '90 è comparso un nuovo tipo di femminismo, che poi è quello che è diventato il femminismo di oggi, quello che chiamiamo il femminismo moderno. Tu, Fernanda, questo nuovo femminismo lo hai sempre criticato. In che cosa sbaglia, esattamente, secondo te?

F.A.: Il femminismo di oggi sbaglia in tutto, secondo me, perché ha preso la strada della lagna. Tu ti lagni, fai la fiaccolata, e protesti. Poi invece fai una marcia, così, e protesti. Non è così secondo me che bisogna fare. Mi fanno ridere le fiaccolate notturne, "in protesta" di qualche cosa. Io al femminismo oggi consiglierei di tornare alla vecchia tecnica del sit-in, cioè ad un certo momento tu blocchi una città, e devono venir fuori i poliziotti a tirarti via una per una, ...

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 12491 bytes | 172 commenti OK Notizie
donna : DONNA: E SE IL NEMICO PORTASSE LA GONNA?
Inviato da Mazzucco il 13/2/2011 9:10:00 (23320 letture)

(Questo è l'articolo con cui il sito ha aperto, l'8 marzo 2004).

di Massimo Mazzucco

Il 7 Marzo non è il giorno della donna. Il 9 Marzo nemmeno. Nè lo sono il 12 Aprile, il 3 di Settembre o il 30 di Dicembre. L' 8 Marzo sì, l'8 Marzo è il giorno della donna. E questo già è un grosso problema.

Il fatto che serva una giornata particolare per festeggiare - o commemorare - qualunque cosa, indica chiaramente che quella cosa è così particolare da meritarselo. Nel nostro calendario infatti non c'è il "giorno del dentista", nè il "giorno del metalmeccanico", e neppure "il giorno del tifoso", poichè dentisti, metalmeccanici e tifosi - come mille altre cose di quel genere - fanno parte della nostra vita quotidiana.

Ma una donna evidentemente no. Una donna-in-quanto-tale è un caso anomalo, imprevisto, e certamente imprevedibile, specialmente da quando si è messa in testa, all'inizio del secolo scorso, di "diventare" come gli uomini.

A quel tempo la cosa più naturale ci parve quella di inventare per loro...

Voto: 7.00 (7 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 9917 bytes | 153 commenti OK Notizie
donna : Breve storia del femminismo italiano
Inviato da Redazione il 8/3/2008 10:00:00 (31676 letture)



di Fernanda Alene

La storia delle rivendicazioni femminili in Italia inizia verso la fine dell’800, anche se in quel periodo non si parlava ancora di femminismo vero e proprio.  
 
La lotta delle donne era legata alla lotta di classe di tutti i lavoratori, anche se era differenziata, poichè alcuni settori della nuova industria occupavano prevalentemente manodopera femminile.  
 
C’era lo sciopero delle mondine, c’era quello delle lavoratrici del tabacco, scioperavano nelle filande per le cattive condizioni di lavoro, per i salari e soprattutto per ridurre le ore lavorative da 12 a 10.  
 
Soltanto dopo la prima guerra mondiale, negli anni 20, si cominciò a parlare di “emancipazione”.  
 
Le donne chiedevano di poter votare, e chiedevano l’accesso alle facoltà universitarie da cui erano escluse. La prima donna medico in Italia risale a quegli anni. Le donne che guidavano il processo di emancipazione erano la Labriola, di area cattolica, la Mozzoni, repubblicana mazziniana, e la Kulishoff, socialista.
 

IL DOPOGUERRA
 
Nel 1942 nasceva a Roma, nell’Italia ancora in guerra, la Unione Donne Italiane (U.D.I.), su iniziativa di tre donne ...

Voto: 10.00 (1 voto) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 22543 bytes | 26 commenti OK Notizie
donna : La "dignità" della donna
Inviato da Redazione il 3/3/2007 23:30:00 (30987 letture)

(CORREZIONE / nuovo articolo all'interno)

Se c'è una cosa da cui urge liberarsi in Italia, prima ancora dei ministri ladroni, è quel pensiero snobistico e finto-femminista di certe donne di partito, che sono state proprio quelle che hanno affossato il vero femminismo degli anni '70, togliendolo dalle strade e dai comitati di quartiere per inquadrarlo in legioni di donnine tanto "arrabbiate" ideologicamente quanto ordinate ed innocue all'atto pratico.

Sull' ANSA di oggi leggiamo: "Dopo la censura in Spagna anche l'Italia si scaglia contro l'ultima pubblicità di Dolce e Gabbana, dove un uomo a torso nudo tiene inchiodata una donna a terra per i polsi, mentre lei cerca di divincolarsi sotto lo sguardo impassibile di altri uomini. I politici italiani sono indignati e chiedono l'eliminazione dello spot. Il ministro dei Diritti e delle pari opportunità, Barbara Pollastrini, ha chiesto l'intervento del Giurì sulla campagna che viola gli articoli 9 e 10 del codice dell'autodisciplina pubblicitaria."

Mamma mia, che disastro. Cominciamo dall'ANSA: a parte il "torso" nudo, che nell'uomo ritratto arriva fino alle caviglie, vediamo che l'articolo trasforma serenamente una donna distesa su un letto ...

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 8939 bytes | 22 commenti OK Notizie
donna : COME NACQUE LA FESTA DELLA DONNA
Inviato da Redazione il 9/3/2004 13:04:56 (7539 letture)

COME NACQUE LA FESTA DELLA DONNA 



Los Angeles 8.3.2004 - Oggi è la festa delle donne e qui nel Campus, per quanto la cosa passi
abbastanza inosservata, è da un paio di giorni che si vedono ragazze
con grossi fiori bianchi infilati accuratamente tra i capelli (la
mimosa è più una tradizione nostrana).





Oggi, care donne, è il vostro giorno di libera uscita. Già me lo
immagino. Ristoranti di classe, pizze collettive tra amiche, locali
trasgressivi con allegato spogliarellista che si struscia su ogni
signora per evitare che qualcuna ci rimanga male. Insomma. Per oggi i
ruoli si invertono. Giocate a fare gli uomini, amate il branco, la
comitiva, il sesso fine a se stesso. Godetevi queste ventiquattro ore
di uguaglianza, anzi di disuguaglianza al contrario, che poi domani si
torna a casa a servire e riverire il vostro bel maritino che è stato
tanto carino da concedervi questo strappo alla regola, ma che starà lì
ad aspettarvi e a ricordare con un semplice sguardo che siete e
resterete cittadine di serie B.





È veramente questo che intendete per parità? Allora sentite questa
storiella e meditate. Marzo 1908, New York, le operaie dell’industria
tessile...

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 4654 bytes | 2 commenti OK Notizie
donna : BANNER CON LINK PER IL FORUM
Inviato da Mazzucco il 6/3/2004 13:49:10 (5652 letture)

[lib]femm-600.jpg[/img]

FORUM APERTO (link)

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Commenti? OK Notizie
donna : PER LA DONNA IRACHENA, E’ ARRIVATO IL MEDIOEVO A STELLE E ST
Inviato da Mazzucco il 23/1/2004 20:54:59 (6835 letture)


PER LA DONNA IRACHENA, E’ ARRIVATO IL MEDIOEVO A STELLE E STRISCE.

di Massimo Mazzucco

22.1.04 - La sorpresa è stata forte, per milioni di donne irachene, quando pochi giorni fa il governo provvisorio, quello telecomandato dal proconsole Bremer, ha emanato una legge che cambia completamente il quadro dei loro diritti civili.

Fino a ieri, sotto il ”perfido” Saddam, la donna irachena godeva – a parole e di fatto – di piena parità di diritti con l’uomo, per tutto quello che riguarda matrimonio, divorzio, affidamento dei figli, eredità, eccetera. Tali regole erano state da tempo scorporate dalla legge del Corano, e avevano dato vita a interi capitoli di modernissimo codice civile, senza che nessuno avesse mai avuto da ridire.

Ma il governo provvisorio, che evidentemente non ha niente di meglio da fare in questi giorni, ha pensato bene di cancellare quei capitoli tutti d’un colpo, ...

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 1990 bytes | 1 commento OK Notizie
donna : PAGINA DONNA
Inviato da Redazione il 1/1/2004 17:08:00 (6440 letture)

UNA RACCOLTA DI ARTICOLI CON ARGOMENTO "DONNA".

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 10276 bytes | 1 commento OK Notizie
donna : NON TOCCHERAI LA DONNA DI ALLAH - Isolati come appestati...
Inviato da Mazzucco il 5/10/2003 16:49:00 (6329 letture)

[lib align=left]nomarryrr.jpg[/img]
NON TOCCHERAI LA DONNA DI ALLAH
Isolati come appestati due soldati che hanno sposato due giovani irachene.


di Massimo Mazzucco

5.10.03 - Per fortuna che Berlusconi aveva detto che l'Occidente è superiore (o era l'Islam che era inferiore? Col fatto che distorcono sempre le sue parole, alla fine si rischia pure di sbagliare). Comunque, saremo anche venuti a portare democrazia, libertà e progresso in questo angolo di medioevo, ma intanto la figura dei bigotti preistorici ce la facciamo tutta noi. Chissà perchè un ragazzo americano e una ragazza irachena non debbano potersi innamorare l'uno dell'altra, sposarsi e provarci pure loro come tutti gli altri, questo veramente non è dato capire.

Eppure il sergente Sean Blackwell, e il soldato semplice Brett Dagen, ambedue della Guardia Nazionale della Florida, stanno vivendo le pene dell'inferno per aver sposato, durante una regolare operazione di pattugliamento...

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 2767 bytes | Commenti? OK Notizie

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA