Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata
 La voce del sito
Se ci prestano 100 fiches per commerciare tra di noi, NON è fisicamente possibile restituirne 105 alla fine dell'anno. Ogni altro dotto discorso serve solo a imbrogliare la gente.

Pensatore
 Luogocomune On Air




 Indice SEZIONI




























 Sponsor
Vuoi creare un sito web? Prova subito con EditArea!

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


RSS

(1) 2 3 4 ... 8 »
palestina : Israele, grande stato democratico
Inviato da Redazione il 15/5/2015 11:27:24 (6146 letture)

Durante una manifestazione in Israele, un giovane ebreo americano ha espresso la sua opinione sulla questione palestinese. Guardate cosa è successo.


Voto: 10.00 (5 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | 120 commenti OK Notizie
palestina : Israele e la voglia di atomica
Inviato da Redazione il 19/3/2015 17:40:00 (7079 letture)

L'attentato di Tunisi ha fatto passare sotto silenzio un'altra notizia, forse ancora più importante: il risultato elettorale in Israele.

La vittoria del Likud infatti non rappresenta soltanto la quarta volta in cui Netanyahu diventa primo ministro, ma introduce una linea di demarcazione molto netta dalla quale sarà molto difficile ormai tornare indietro. In difficoltà nei sondaggi, infatti, Netanyahu ha dovuto dichiarare apertamente che, se avesse vinto lui, "non ci sarebbe mai stato uno Stato palestinese". Netanyahu ha inoltre promesso, in caso di vittoria, "nuovi insediamenti per i coloni israeliani nei territori occupati".

Grazie a queste dichiarazioni fatte in extremis, Netanyahu è riuscito a spostare a proprio favore quella manciata di voti dell'estrema destra che gli ha permesso di vincere le elezioni, ma ha anche dovuto gettare definitivamente la maschera su quali siano le sue vere intenzioni nei rapporti con i palestinesi.

Da oggi quindi, non possiamo che aspettarci una nuova escalation di violenza, che ci porterà prima o poi a nuovi massacri come quelli di Ramallah e di Gaza.

Ma il problema non si limita a questo: ieri il "Times of Israel" ha riportato le dichiarazioni di un rappresentante dell'estrema destra, Ben-Eliyahu, il quale ha affermato che "solo con una distruzione nucleare dell'Iran e della Germania, con 20 o 30 bombe nucleari a testa, gli israeliani possono evitare la distruzione del proprio Stato." [...]

Voto: 9.00 (3 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 2842 bytes | 54 commenti OK Notizie
palestina :  La striscia di Sorrento
Inviato da Redazione il 13/7/2014 20:20:00 (43307 letture)

(Ripubblichiamo questo articolo, per chi ai tempi non l'avesse letto).

La striscia di Sorrento – Breve storia dell'austrismo

C'era una volta una bella penisola, fatta a forma di stivale, che si allungava ridente nel più bel mare del mondo, il Mediterraneo.

La penisola era popolata di pastori, agricoltori e commercianti, quasi tutti ex-beduini in via di urbanizzazione. Non particolarmente colti magari, erano certamente un popolo di gente allegra e calorosa.

Parlavano l’arabo antico, una lingua molto ostica per gli altri popoli, che si adattave invece alla perfezione per loro espressioni gutturali. Vivevano in grande armonia, scambiandosi prodotti agricoli e commerciando da una regione all'altra, in un perfetto equilibrio naturale, risultato di una tradizione millenaria.

Accadde che in posto lontano ebbe luogo una terribile guerra, alla fine della quale furono scoperti dei campi di concentramento, nei quali erano stati sterminati alcuni milioni di esseri umani (sul conto preciso c’è ancora qualche discordanza, ma erano comunque tantissimi, e la cosa non fu bella da vedere).

Questi esseri umani appartenevano ad una tribù particolare, chiamata “austriaci”, derivata dal ceppo dolomitico - quello di Abrahmberger, Isakson a Giacobinovich - e aveva avuto origine proprio nel nord della penisola italica, nella zona compresa fra il Veneto e l’attuale Germania. Questa tribù prendeva il nome dal monte di Astrion, dove il loro Dio gli si era rivelato, che si trova appunto nelle Dolomiti Orientali. Come simbolo sacro gli austriaci usavano la stella alpina, il noto fiore a sei punte che cresce solo in alta montagna. Nelle cerimonie usavano un candelabro a diciotto braccia, più una retrattile, che durante la settimana serviva per appenderci la scodellina di felpa, con la piuma infilata nel mezzo, man mano che i numerosi familiari rientravano dal lavoro.

Nel corso dei secoli però questa tribù era andata disperdendosi nel mondo, per motivi che nessuno è mai riuscito a comprendere fino in fondo.

C'è chi dice che questi austriaci fossero continuamente costretti a fuggire perchè non restavano simpatici a nessuno; altri invece sostengono che questa tribù non sia mai esistita; altri ancora dicono che sia esistita, …

Voto: 7.00 (24 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 35959 bytes | 131 commenti OK Notizie
palestina : Ma quanto sono stupidi questi palestinesi
Inviato da Redazione il 2/7/2014 11:00:00 (10351 letture)

Ci risiamo. Ogni volta che in Palestina si allenta la tensione e viene fatto un passo avanti verso la pace, ecco che i palestinesi si inventano qualcosa di tremendo per tirarsi la zappa sui piedi e scatenare contro sè stessi le ire di Israele.

Era successo nel 2005, mentre Sharon si recava a Washington per discutere la roadmap di pace in Medio Oriente. Proprio mentre lui era in volo per gli USA, gli stupidi palestinesi decisero di far saltare in aria una pizzeria a Tel Aviv, "obbligando" il primo ministro israeliano a tornare immediatamente a casa, e rimandando a tempo indeterminato le trattative sulla roadmap.

Era successo nel 2008, quando gli israeliani avevano deciso di restituire ai palestinesi il controllo di Gaza. Per tutta risposta Hamas, ebbra di felicità, non trovò di meglio che mettersi a lanciare razzi contro Israele, scatenando una feroce ritorsione dell'IDF sulle proprie famigle di innocenti.

E' successo un mese fa. Dopo aver finalmente raggiunto un accordo con Fatah - la fazione moderata dei Palestinesi - ...

Voto: 7.00 (21 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 2251 bytes | 59 commenti OK Notizie
palestina : Lettera aperta al Soldato X, che ha ucciso un ragazzo di 14 anni
Inviato da Redazione il 26/3/2014 12:30:00 (6429 letture)

di Amira Hass

Tu sostieni di aver sparato ad un palestinese perché aveva sabotato la barriera di separazione. Tu non sei soltanto il giudice, l'accusatore e il giustiziere, ma sei anche il testimone oculare.

Al Soldato X del 77º battaglione armato che lo scorso mercoledì ha sparato ed ha ucciso un ragazzo chiamato Yusef Abu Aker Shawamreh.

Quando eri a cena con la tua famiglia, venerdì sera, hai detto loro che sei stato tu, ricevendo l'approvazione di tuo padre e di tua madre? Oppure hai masticato il tuo riso e mangiato la tua bistecca in silenzio? I tuoi superiori ti hanno chiesto come il proiettile mortale sia andato a colpire direttamente il fianco di Yusef? Stavi forse mirando alle gambe, ed hai sbagliato? Stavi forse sparando in aria ed hai sbagliato? Forse i tuoi superiori hanno deciso che tu abbia bisogno di un corso di ripasso al poligono di tiro?

Hai perso un po' del tuo sonno pensando a Yusef? O sei forse convinto di avere eseguito un ordine, come un leale soldato, e che la colpa fosse di Yusef, un ragazzo nato il 15 dicembre 1999, che aveva 14 anni e tre mesi quando gli hai sparato? Ti sei reso conto di avere commesso un crimine, oppure ci vorranno alcuni anni prima che tu lo capisca?

I tuoi superiori (salendo fino al comandante) rappresentano una causa persa. Costoro mangiano con gusto la propria bistecca anche quando i loro ordini costano la vita ad un ragazzo, ...

Voto: 9.00 (9 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 7976 bytes | 70 commenti OK Notizie
palestina : Sharon prima vittima del sionismo?
Inviato da Redazione il 12/1/2014 1:10:00 (6367 letture)

[Pubblicazione originale del 6/1/2006 - il giorno in cui Sharon è entrato in coma]

Che sopravviva o meno a questa sua ultima crisi, Sharon è giunto al termine di un ciclo storico che l'ha visto protagonista, con fortune alterne, per quasi 50 anni.

Esattamente come Menachem Begin, Sharon nasce come generale e muore come politico. Parimenti, la sua carriera è stata caratterizzata da un arco che inizia con fin troppa chiarezza, e si conclude nella più totale ambiguità.

Lucido e spietato nel muovere le sue armate, come ad esempio nel blitz in terra egiziana, nella guerra del '73, oppure nel massacro di Sabra e Chatila, dell'82, lo ritrovi dibattuto e osteggiato - e in diretta contraddizione con se stesso (fu lui uno dei maggiori sostenitori della "politica dei fatti acquisiti", negli anni '70) - nel suo estremo tentativo di restituire almeno una porzione della terra tolta ai palestinesi in tutti questi anni.

Troppo poco, comunque, e troppo tardi, poiché in verità Sharon lascia irrisolta ...

Voto: 10.00 (1 voto) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 4617 bytes | 73 commenti OK Notizie
palestina : Il muro infinito
Inviato da Redazione il 29/11/2013 19:10:00 (7349 letture)

Il 29 novembre di 66 anni fa l'ONU decretava ufficialmentre la nascita dello stato di Israele.

Ma quella del 1947 è realmente l'unica decisione delle Nazioni Unite che Israele abbia mai rispettato. Da allora tutte le risoluzioni ONU che imponevano ad Israele di restituire ai palestinesi le terre che man mano andava conquistando sono sempre state ignorate, con la protezione vergognosamente palese degli Stati Uniti, e con l'altrettanto vergognosa complicità silenziosa di tutte le maggiori nazioni europee.

Oggi ai palestinesi non resta che qualche straccio di terra qui e là, mentre sono obbligati a vivere come prigionieri in casa propria. Eppure John Kennedy le cose giuste le aveva dette...



... ma sembra chiaro ormai che certi discorsi - e certi diritti - valgano per alcuni popoli, ma non per altri.

Voto: 10.00 (2 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | 243 commenti OK Notizie
palestina : Israele ama l'Iran
Inviato da Redazione il 24/1/2013 2:46:10 (6960 letture)



TESTO DELL'INTERVENTO COMPLETO DI RONNY EDRY

Il 14 marzo di quest'anno ho pubblicato questo poster su Facebook. È un'immagine di me e mia figlia, con in mano una bandiera di Israele. Ora cercherò di spiegarvi il contesto, sul perché e quando ho pubblicato questo. Qualche giorno fa ero in coda dal droghiere, e il padrone del negozio stava parlando con uno dei clienti. Il padrone stava spiegando al cliente che stiamo per ricevere 10.000 missili su Israele, e il cliente diceva "No, 10.000 al giorno". Questo è il contesto, questa è la situazione in cui ci troviamo oggi in Israele. E' da 10 anni che stiamo aspettando questa guerra.

E la gente ha paura. Sembra quasi che ogni anno sia arrivato l'ultimo momento utile per fare qualcosa per la guerra con l'Iran, ...

Voto: 9.00 (7 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 12279 bytes | 222 commenti OK Notizie
palestina : Arafat ucciso con il Polonio 210?
Inviato da Redazione il 1/12/2012 23:20:00 (7286 letture)

Nei giorni scorsi è stata riesumata la salma di Yasser Arafat, per permettere ad un gruppo di esperti internazionali (francesi, svizzeri e russi) il prelievo di alcuni campioni biologici sui quali svolgere una serie di esami molto particolari.

Si sospetta infatti che Arafat non sia morto per cause naturali, ma sia stato in qualche modo "avvelenato" - dagli israeliani, si presume - per liberarsi una volta per tutte di questo ingombrante personaggio politico.

Ufficialmente, Arafat è morto per le conseguenze di una "coagulazione intravascolare disseminata", o DIC, una grave patologia del sangue che risulta quasi sempre letale.

Arafat aveva iniziato a sentirsi male dopo aver consumato la sua cena, la sera del 12 ottobre 2004, all'interno della sua residenza di Ramallah, dove gli israeliani lo avevano tenuto prigioniero per oltre tre anni.

Nelle settimane seguenti Arafat continuava a vomitare, aveva forti dolori addominali e diarrea, senza però avere febbre. Ma i dottori palestinesi, egiziani e giordani che lo visitarono non riuscirono a scoprire la causa del suo male. [...]

Voto: 10.00 (3 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 3544 bytes | 34 commenti OK Notizie
palestina : Gaza ultimo atto
Inviato da Redazione il 17/11/2012 4:52:21 (5849 letture)

Commenti liberi sui recenti fatti di Gaza. (Seguirà articolo).

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | 81 commenti OK Notizie
palestina : Defamation - documentario
Inviato da Redazione il 11/2/2012 6:40:00 (9563 letture)


(La seconda parte all’interno)

Voto: 10.00 (3 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 904 bytes | 128 commenti OK Notizie
palestina : Israele attaccherà l'Iran?
Inviato da Redazione il 3/12/2011 5:30:00 (8002 letture)

Un recente articolo su Yedioth Ahronot (uno dei tre più importanti quotidiani israeliani, insieme a Haaretz e Maariv) ha scatenato il putiferio in Israele, poichè rivelava che Netaniahu e BaraK stessero segretamente programmando di attaccare militarmente l’Iran senza preavvisare nessuno, nemmeno il proprio parlamento.[1] (Attualmente Netaniahu è primo ministro, Ehud Barak è il ministro della difesa).

Come è noto, la ”voglia di guerra” contro l’Iran risale ad oltre dieci anni fa, e fa parte del piano complessivo di “stabilizzazione” del Medio Oriente sognato dalla nuova alleanza fra sionisti e neocons, nata con la presidenza Bush e “lanciata” ufficialmente nel mondo grazie all’11 settembre.

Attualmente l’ipotesi di un attacco unilaterale, da parte di Israele, sembra molto azzardata, e ci sono molti analisti di calibro internazionale che sostengono che la cosa sia semplicemente impossibile.

Michel Chossudosky, titolare di Global Research, ha detto che "la struttura militare della NATO prevede che Israele debba necessariamente ottenere l’autorizzazione ...

Voto: 9.00 (4 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 4936 bytes | 59 commenti OK Notizie
palestina : Recognize Palestine
Inviato da Redazione il 24/8/2011 21:24:36 (4290 letture)

L’organizzazione AVAAZ invita a firmare la petizione in supporto del risconoscimento dello stato palestinese.


Voto: 4.00 (2 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | 35 commenti OK Notizie
palestina : Senza prove la rappresaglia israeliana su Gaza
Inviato da Redazione il 20/8/2011 22:50:00 (4033 letture)

Nei giorni scorsi, due attentati terroristici hanno riportato l’attenzione su Israele. Giovedì è stato colpito un autobus che trasportava cittadini israeliani, mentre il giorno seguente una ventina di razzi ha colpito una cittadina nel sud del paese, danneggiando una sinagoga. In totale, i due attentati hanno causato la morte di otto persone e il ferimento di altre 40.

Il governo israeliano ha risposto immediatamente, bombardando diverse zone nella striscia di Gaza.

Netaniahu ha poi dichiarato in televisione che “i mandanti degli attentati, che si nascondevano a Gaza, sono stati uccisi”. Netaniahu si riferiva ad un gruppo palestinese chiamato “Comitato di resistenza popolare”, i cui leader sarebbero stati uccisi durante il bombardamento.

Ma nessuno da parte israeliana ha saputo fornire spiegazioni su come sia stato stabilito il collegamento fra gli attentati dei giorni scorsi e i presunti mandanti di Gaza. Va inoltre ricordato che i razzi che hanno colpito Israele sono partiti dal sud del Sinai, in territorio egiziano, e non da Gaza.

Intervistata al telefono da RealNews, il tenente colonnello dell’esercito israeliano Avital Liebovitz ha detto: “Noi non abbiamo mai affermato che questo gruppo sia stato il responsabile degli attentati”, contraddicendo in questo modo la dichiarazione del primo ministro. Per giustificare l’azione, la Liebovitz ha spiegato …

Voto: 10.00 (1 voto) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 2852 bytes | 31 commenti OK Notizie
palestina : La voce dell'Amore. Il silenzio della vergogna.
Inviato da Redazione il 27/4/2011 0:00:00 (4987 letture)

di NeWorld

Lo scorso 24 Aprile qualcosa mi ha spinto ad andare al funerale di una persona che non conoscevo, che non avevo mai incontrato. Una persona di cui avevo sentito parlare solo di recente, ma che grazie alle sue testimonianze in rete ho avuto modo di stimare a ammirare.

Sto parlando di Vittorio Arrigoni.

Arrivo sul posto e noto da subito che in quel piccolo comune della provincia di Lecco stava accadendo qualcosa di particolare. Strade bloccate, parcheggi strapieni e centinaia di persone che si dirigevano nello stesso posto: il Palazzetto dello Sport dove avrebbe avuto in inizio la cerimonia funebre.

All'esterno centinaia di persone che non potevano entrare, a causa del fatto che all'interno fosse gremito di amici, parenti e persone venute da ogni luogo d'Italia e anche dall'estero.

Ma cosa aveva portato persone che non conoscevano Vik (così amava farsi chiamare dagli amici) da differenti luoghi, di differenti nazionalità, religioni, ideologie (in un giorno assolato che sarebbe dovuto per molti essere di festa), da lui?

Penso che sia stato a causa dello stesso motivo …

Voto: 7.00 (4 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 3533 bytes | 28 commenti OK Notizie
(1) 2 3 4 ... 8 »

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA