Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata
 La voce del sito
Ma dove sono finiti i giornalisti che prima di mettere nero su bianco si informano, investigano, chiedono, ficcano il naso di persona, invece di raccontarci le tante storielle inutili che gli permettono di rimanere comodi sulla loro bella poltroncina?

Virgo
 Luogocomune On Air




 Indice SEZIONI




























 Sponsor
Scopri come creare un sito web con EditArea.

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


RSS

« 1 2 3 4 (5) 6 7 8 »
palestina : I morti di Gaza
Inviato da Pausania il 10/11/2006 10:27:28 (8176 letture)

di Giorgio Mattiuzzo

Il palco della commedia umana che comunemente viene chiamato informazione non può che rappresentare un dramma alla volta; così, se lo Stato A invade lo Stato B e lo Stato C, benché i conflitti siano due, il telegiornale non può che limitarsi a parlare di uno solo. Anche perché altrimenti lo Stato A fa la figura del cattivo, e questo non è bello.

Se per esempio Israele invade il Libano, va bene parlarne, però non si può parlare anche di quello che succede nella Striscia di Gaza: la gente si annoia. E poi Israele si è ritirata da Gaza, quindi a rigor di logica non ci sono problemi...

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 4306 bytes | 119 commenti OK Notizie
palestina : Dal "Nuovo Medioriente" di Bush a un Medioriente arabo e "bolivariano"? E, sullo
Inviato da Redazione il 26/9/2006 22:50:21 (6043 letture)

Dal Libano Fulvio Grimaldi

All'inizio era Cuba. Non è l'affermazione agiografica di un acritico corifeo dell'ultima rivoluzione del millennio passato e della prima di quello nuovo. E' un pensiero che mi viene quando, scivolando il mio pullmino lungo il serpente di buchi e macerie che gli israeliani hanno tracciato sulla terra libanese vivisezionata, tra gli spettri che si agitano nella polvere dei calcinacci, a frugare, spostare, trasportare, sgomberare, ricostruire, vedo che qualcosa come uno su cinque ha una maglietta con il Che.

E tantissimi hanno una maglietta inedita, fiorita tra le fucilate e i razzi sparati agli invasori, con sopra l'inconfondibile volto sorridente con il basco. Rosso, stavolta, non nero con la stella. Avete indovinate, voi cubani, venezuelani, latinoamericani, bolivariani di sangue o di elezione: è il profilo di Hugo Chavez. E non lo troviamo accanto al Che solo qui a Khiam, dove gli israeliani hanno incarcerato e seviziato per 18 anni patrioti libanesi senza mai processarli, …

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 8965 bytes | 16 commenti OK Notizie
palestina : Libano, delitto e castigo
Inviato da Redazione il 21/9/2006 23:14:01 (8202 letture)

Fulvio Grimaldi non è un giornalista qualunque. Anzi, paradossalmente, forse lo è, nel senso che rimane una delle pochissime persone degne di fregiarsi di quel titolo, ormai tristemente usurpato da una massa anonima di passacarte senza più identità, omologati a un sistema volutamente acritico, disposti a tradire la professione - e a calpestare la Verità - in cambio della miserevole pagnotta. Grimaldi invece ha "saputo" farsi licenziare, un paio di anni fa, dal giornale ("progressista", ça va sans dire) per cui lavorava, nel momento in cui gli è stato chiesto di non dire ciò che sapeva, e che risultava evidentemente troppo scomodo per tutti.

Diamo quindi a Grimaldi, nei limiti delle nostre possibilità, lo stesso spazio che daremmo a chiunque sappia essere, prima di tutto, coerente con sè stesso. Qui "destra" e "sinistra" contano poco, quello che conta è che una qualunque voce fuori dal coro, per principio, abbia sempre la sacrosanta possibilità di farsi sentire. Se poi ci porta anche delle informazioni - tanto preziose quanto devastanti - che servono a capire meglio il grande paradosso che sta tenendo in ostaggio il mondo, meglio ancora.

LIBANO, DELITTO E CASTIGO di ritorno da Beirut, Sidone, Tiro, Khiam, Bint Jbeil...

di Fulvio Grimaldi

Auschwitz in Libano. Khiam, 2000: un militante di Hezbollah (Hezb'Allah) mi fa fare il giro del carcere in cima alla collina, in capo al villaggio omonimo, in vista delle irridenti lande di Sheba, a cui Israele si è abbarbicata quando, infliggendole la prima sconfitta sul suo cammino colonialista, la Resistenza libanese la cacciò - maggio 2000 - da una terra occupata e massacrata per 18 anni. Sfumando verso la profondità di un cielo iperazzurro, il massiccio del Monte Hermon, ...

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 51816 bytes | 37 commenti OK Notizie
palestina : Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Inviato da Redazione il 31/8/2006 8:31:40 (5649 letture)

Per quanto Israele avesse negato - respingendo con grande sdegno l'accusa - di usare armi proibite in Libano, gli ispettori ONU hanno fatto sapere ieri di aver già trovato nel territorio libanese circa 100.000 bombe a grappolo inesplose, lanciate durante l'ultimo mese di scontri, disperse su almeno cento località diverse del paese.

Le bombe a grappolo producono danni ancora più devastanti delle normali mine anti-uomo, in quanto, a parità di potenza, raggiungono un'area molto più ampia. Ci vorranno molti mesi di delicato lavoro ad alto rischio per ripulire completamente la zona interessata. A chi non sapesse che effetto fanno le bombe a grappolo (cluster bombs) sui malcapitati che ne restano colpiti, sconsigliamo vivamente di fare una ricerca in rete, a meno di essere di stomaco assolutamente incrollabile.

Nelle stesso ore, come se fosse il protagonista di film completamemte diverso, Ehud Olmert ingaggiava un arrogante braccio di ferro con Kofi Annan, sostenendo che Israele si sarebbe ritirato dal Libano …

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 2370 bytes | 67 commenti OK Notizie
palestina : Armiamoci e partite
Inviato da marcocedol il 28/8/2006 20:53:07 (5436 letture)

di Marco Cedolin

Dopo settimane dense d’incertezza, dichiarazioni, smentite, ipotesi, ambizioni di comando, comandanti ambiziosi e governi recalcitranti, il “grande giorno” sembra davvero essere arrivato.
La prima missione (di guerra? Di pace?) del governo Prodi sta spiegando le vele in direzione del Libano dove dovrebbe giungere nella giornata di venerdì.

Questa notizia, la sommaria composizione della forza militare italiana deputata, almeno inizialmente, a costituire il nostro contributo alla forza d’interposizione che stazionerà in Libano sotto la bandiera dell’ONU e le prime stime dei costi della missione stessa sono in realtà le uniche certezze.

Si tratta di 5 navi con circa 2500 uomini (compresi 1500 marinai che costituiscono gli equipaggi) prevalentemente fanti di Marina del reggimento San Marco, ...

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 6640 bytes | 29 commenti OK Notizie
palestina : I mondiali della follia
Inviato da Redazione il 25/8/2006 7:21:26 (4768 letture)

Avanti di questo passo va a finire che il comando della missione in Libano ce lo dobbiamo giocare ai rigori con la Francia. Che dite, riuscirà il micidiale sinistro tagliato di D'Alema ad avere la meglio sulla nota tendenza di Chirac di buttarsi sempre a destra?

Come in tutte le spirali mediatiche, che partono da un presupposto qualunque, pur di arrivare in qualche modo a nutrirsi di se stesse, anche questa faccenda della leadership militare sta assumendo proporzioni assolutamente irreali.

Per un qualunque umano che fosse partito per Marte un mesetto fa, e che rientrasse oggi, la fatica di capire cosa è successo nel frattempo potrebbe anche costargli la sanità mentale. Ma come? - gli verrebbe da dire - Quando sono partito c'erano gli Stati Uniti che dicevano a Israele di procedere tranquillamente con i bombardamenti, gli europei che facevano finta di niente, e lo stesso Israele che dichiarava che non si sarebbe fermato …

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 4877 bytes | 78 commenti OK Notizie
palestina : Tutti ci vogliono "Caput Mundi"
Inviato da marcocedol il 23/8/2006 12:50:02 (3871 letture)

Di Marco Cedolin

Quando tutti ti vogliono a capo di un progetto può significare che sei il più bravo oppure che il rischio di fallimento connesso al progetto stesso appaia talmente alto da far si che nessuno abbia intenzione di accollarselo.
La forza d’interposizione che sotto la bandiera dell’ONU dovrebbe contribuire a consolidare la tregua fra Israele e Hezbollah come previsto dalla risoluzione 1701 è ormai in fase di gestazione da una decina di giorni durante i quali è stato detto e scritto tutto ed il contrario di tutto senza che sia stato fatto alcun passo in avanti.
I passi indietro al contrario sono stati molti...

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 4730 bytes | 54 commenti OK Notizie
palestina : Hezbollah "Grande Padrino"?
Inviato da Redazione il 19/8/2006 10:59:41 (4823 letture)

Una notizia apparentemente molto significativa è passata già da molte ore sulla CNN, ma stranamente nessuno l'ha ancora raccolta nè replicata. Forse per "disattenzione estiva", forse perchè le sue implicazioni potrebbero essere tanto ampie quanto delicate da interpretare.

QUESTO il servizio, che dovreste poter vedere direttamente in streaming.

Pare infatti che Hezbollah in Libano stia facendo più miracoli di tutti i Santi della storia messi insieme: chiunque abbia avuto la casa distrutta dai bombardamenti israeliani, riceve dalla organizzazione paramilitare libanese la bellezza di 12.000 dollari in contanti, senza se e senza ma. E la pratica richiede, nei casi burocraticamente più complessi, due giorni al massimo, dalla firma del modulo iniziale al ricevimento dei contanti.

Direttamente in dollari americani, tanto perchè il messaggio sia più chiaro.

Se lo sapessero i nostri terremotati, che vivono ancora nell'attesa di un rimborso statale …

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 3035 bytes | 162 commenti OK Notizie
palestina : Soldati di pace per una missione di guerra
Inviato da marcocedol il 14/8/2006 12:08:24 (5292 letture)

Di Marco Cedolin

Romano Prodi ha annunciato che l’Italia sarà in prima fila nel prendere parte insieme ad altri tre paesi europei (Francia Spagna e Polonia) e tre mussulmani (Turchia Indonesia e Malesia) alla forza d’interposizione che l’ONU schiererà in Libano nelle prossime settimane.
Tale annuncio fa seguito a quello dell’approvazione da parte del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite della risoluzione 1701 che dovrebbe di fatto sancire la fine delle ostilità in Libano, laddove per ostilità s’intende l’aggressione militare israeliana e la conseguente carneficina che è costata la vita ad oltre un migliaio di civili libanesi inermi (un terzo dei quali bambini) ha provocato più di 3000 feriti molti dei quali rimarranno invalidi per tutta la vita ed ha costretto un milione di profughi a fuggire dalle proprie case.
Si è trattato di una “guerra moderna” in quanto tale neppure dichiarata che ha visto contrapporsi lo Stato d’Israele non ad un altro stato ma all’organizzazione dei guerriglieri sciiti Hezbollah...

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 8474 bytes | 72 commenti OK Notizie
palestina : Ebrei e sionismo
Inviato da Redazione il 11/8/2006 11:12:19 (11426 letture)

Questa mattina su Radio Spazio Aperto si stava parlando di Londra, quando la conversazione è finita sulla storia di Israele. A quel punto è intervenuto per telefono un certo Cesare, un ebreo italiano che partecipa spesso alla trasmissione di Davide Gramiccioli, contestando quello che io avevo dichiarato in precedenza.

Ne è nato un dibattito improvvisato, confuso ma relativamente interessante, che si è protratto ben oltre la durata prevista del segmento, e che si spera, nonostante la partenza non proprio cristallina, possa riprendere in futuro.

Per chi è interessato, questi sono i link alla versione (compressa) in formato .WAV (ca. 3MB), e alla versione in formato .OGG, sempre compressa, di qualità leggermente superiore (8 Mb).

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | 192 commenti OK Notizie
palestina : Una testimonianza dalla Malesia
Inviato da Enrico il 5/8/2006 12:50:45 (3633 letture)

di Enrico Sabatino
Trovandomi in Malesia da quando è iniziato il devastante attacco di Israele in Libano, e anche se per un certo periodo tempo non ho avuto la possibilità di informarmi approfonditamente sugli eventi in corso, ho avuto modo di constatare quanto l'odio per Israele e i suoi stretti alleati sia ogni giorno in aumento.

La tv pubblica malese trasmette quotidianamente un video governativo con immagini di distruzione e morti in territorio libanese, seguito da una scritta, sia in malese che in inglese, in cui "si condanna l'attacco terroristico dello Stato d'Israele". Due giorni fa c'è stata a Putrajaya la riunione dell'OIC (Organizzazione della Conferenza Islamica), e il Primo Ministro malese Abdullah, oltre ad aver promesso l'invio di un migliaio di soldati in Libano, ha anche aggiunto che questa guerra aumenterà il risentimento di molte persone in Malesia che potrebbero agire per proprio conto in vendetta delle morti libanesi.

In Indonesia già 3000 volontari sono stati reclutati, e tra questi 200 sono già partiti in missione suicida…

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 4263 bytes | 52 commenti OK Notizie
palestina : Dicesi "diritto internazionale"
Inviato da Redazione il 5/8/2006 1:05:08 (8010 letture)

Su "il Riformista" del 22 Luglio è comparsa questa "lettera al direttore", firmata da Emanuele Ottolenghi, che ha ottenuto, a quanto pare, l'avallo di una notevole serie di nomi importanti. Eccone il testo, seguito dalla lista di firme, e da un nostro commento.

M.M.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

EDITORIALE DEL RIFORMISTA - sabato 22 luglio 2006

Caro Direttore, il diritto internazionale non può essere invocato soltanto quando fa comodo.

L’attuale crisi in corso tra Israele e Hizbullah è iniziata con un atto di aggressione da parte della milizia filo-iraniana contro Israele. Nel corso di un’incursione in territorio sovrano israeliano il 12 luglio, Hizbullah ha rapito due soldati israeliani, di cui non si hanno più notizie.

A prescindere dall’interpretazione dei fatti e delle soluzioni militari o diplomatiche, tutte le forze politiche in Italia si augurano di vedere al più presto la fine delle ostilità, e nel frattempo invitano le parti belligeranti a rispettare il diritto internazionale ...

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 10445 bytes | 52 commenti OK Notizie
palestina : Il nuovo Viet-Nam
Inviato da Redazione il 31/7/2006 2:53:15 (26351 letture)

56 morti in un colpo solo, di cui 32 bambini e 14 donne.

Se fossero state le vittime di un razzo libanese, a quest'ora il mondo starebbe discutendo se sia il caso di sganciare una mini-atomica su Beirut. Non è un paradosso verbale, non è una metafora, è la pura realtà. Se 56 israeliani, di cui la maggioranza donne e bambini, fossero stati così vigliaccamente uccisi oggi, in questo momento l'indignazione nel mondo sarebbe stata portata, dai sapienti media "globali", a un tale punto di ebollizione che Israele riceverebbe carta bianca da tutto l'occidente per radere al suolo l'intero paese confinante. E probabilmente non solo quello.

Invece i morti sono civili libanesi, per cui Israele "si scusa", dice che "da lì vicino sono partiti dei razzi", e nessuno fa una piega.

Ma il Ministro della Difesa libanese Elias Murr, intervistato da Al Jazeera, ha negato a Israele anche questa vergognosa giustificazione, dicendo che nessuna base Hezbollah si trova nelle vicinanze del rifugio distrutto: "What do you expect Israel to say? - ha detto Murr - Will it say that it killed 40 children and women?" ("Che cosa vi aspettate che dica Israele, che ha ucciso 40 donne e bambini?").

Chi in queste occasioni ha il potere di parlare ma tace, si rende automaticamente complice di queste stragi ...

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 5257 bytes | 657 commenti OK Notizie
palestina : Il filo si è spezzato?
Inviato da Redazione il 26/7/2006 9:22:43 (5670 letture)

Poche ore fa Kofi Annan ha accusato Israele di aver volutamente bombardato la postazione ONU di Unifil, in Libano, nella quale sono morti 4 osservatori internazionali. ("I am shocked and deeply distressed by the apparently deliberate targeting by Israeli Defence Forces.…" / "Sono scosso e profondamente angustiato dall' attacco apparentemente intenzionale da parte dell'esercito israeliano…").

Dalle Nazione Unite ha immediatamente risposto l'Ambasciatore israeliano, dicendosi "profondamente indignato per questa accusa, che arriva quando ancora non abbiamo nemmeno potuto stabilire se la bomba fosse israeliana o libanese". L'Ambasciatore si augurava inoltre "che Annan voglia al più presto scusarsi con Israele" per l'infamante accusa.

Lo stesso Wolf Blitzer- un importante commentatore CNN, notoriamente filo-israeliano - è apparso stupito da questa dichiarazione, e ha chiesto all'Ambasciatore di confermare la possibilità ...

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 4902 bytes | 73 commenti OK Notizie
palestina : Tutti a Roma, ma con calma perfavore
Inviato da Redazione il 24/7/2006 2:46:44 (7048 letture)

Si aggrava, in Libano, quella che il delegato ONU Jan Engeland ha definito una vera e propria emergenza umanitaria. Mentre continuano i raid indiscriminati sul sud del Libano, sulla capitale Beirut, sulle storiche città di Tiro e Sidone, le agenzie denunciano 500/ 700 mila profughi, oltre un sesto della popolazione. A inseguire questa massa di disperati, che non può fuggire dal paese perché le strade verso il confine siriano sono distrutte, l’aeroporto bloccato e il porto occupato dai convogli dei turisti, degli operatori e dei libanesi con il doppio passaporto, che attendono le navi provenienti dalle madrepatrie, ora anche le forze di terra israeliane. I tank con la stella di David infatti, dopo essersi ammassati sul confine, si sono sentiti in diritto di sfondare il confine e hanno iniziato l'occupazione dei primi villaggi.

L’atteggiamento della comunità internazionale è evidentemente guidato dalla limpida volontà di lasciare a Israele qualche giorno ...

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 5303 bytes | 67 commenti OK Notizie
« 1 2 3 4 (5) 6 7 8 »

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA