Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata
 La voce del sito
Perdere i puntelli può fare molta paura, ma una volta crollato il tetto si può vedere il cielo.

Florizel
 Luogocomune On Air




 Indice SEZIONI




























 Sponsor
Vuoi creare un sito internet? Prova subito con EditArea!

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


RSS

« 1 (2) 3 4 5 »
chiesa e religione : FILM: "La pedata di Dio"
Inviato da Redazione il 4/6/2011 1:24:30 (5416 letture)

Un film di Tommaso D'Elia, Silvia Bonanni, Daniela Preziosi

Saldare il cielo con la terra, il Vangelo e la Costituzione, la condivisione con il popolo della strada, con le famiglie delle vittime di mafia, le battaglie per la confisca e il riutilizzo sociale dei beni della criminalità, per le testimonianze di legalità, per i diritti degli ultimi. Un viaggio sulle strade del Gruppo Abele e di Libera, accompagnati dal loro fondatore Don Luigi Ciotti.



Scarica il film da arcoiris.tv

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | 23 commenti OK Notizie
chiesa e religione : La “Fallacia del Cardinale”
Inviato da Redazione il 31/3/2010 1:00:00 (7766 letture)

A quanto pare dovremo ampliare molto presto la nostra sezione dedicata alle fallacie logiche, per includere anche quelle in cui si è esibito di recente il Cardinale Bagnasco. Da questo articolo del "Corriere" riportiamo e commentiamo:

I VESCOVI: «IL VOTO SIA CONTRO L'ABORTO»

CITTÀ DEL VATICANO - La difesa della vita umana, innanzitutto dal «delitto incommensurabile» dell'aborto in tutte le sue forme, è uno dei valori «non negoziabili» in base al quale i cattolici devono votare nelle prossime regionali.


1 - Perchè non richiamarsi invece al “delitto incommensurabile” di violare la persona altrui, nel commettere atti immondi contro innocenti bambini sordomuti? Non era forse una immagine più efficace, di questi tempi?

2 - Non sapevamo che il Vaticano avesse il diritto di dire ai cittadini di un’altra nazione come “devono” votare. Da noi si proibiscono i dibattiti in TV, ma si permette ad uno Stato straniero di intromettersi in questo modo nelle faccende di casa nostra. Non è cambiato nulla, a quanto pare, da quando Pio XII minacciò di scomunica chiunque votasse per il Partito Comunista.

È quanto ha indicato, in sintesi, il presidente della Cei, card. Angelo Bagnasco,

Voto: 5.00 (3 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 10230 bytes | 113 commenti OK Notizie
chiesa e religione : Memoria fallace
Inviato da Redazione il 26/3/2010 8:30:00 (12116 letture)

di Vania Lucia Gaito (Bispensiero.it).

Fa specie sentire il portavoce del Vaticano, padre Federico Lombardi, parlare di tentativi accaniti di "coinvolgere personalmente il Santo Padre nella questione degli abusi" e dello scandalo della pedofilia. Non me ne voglia, padre Lombardi, ma non c'è bisogno di tentativi, i fatti parlano da soli, basta metterli in fila. A cominciare dal principio, sgomberando il campo dalle chiacchiere.

Il fatto che gli ecclesiastici abbiano pruriti pedofili fin dalla notte dei tempi non c'è bisogno di inventarselo, lo dice un papa, per la precisione Leone X, e lo dice in un atto ben conosciuto, la Taxa Camerae, un documento vergognoso che, ad onta del Vangelo che condanna la simonia come peccato imperdonabile, promette il perdono in cambio di denaro.

I primi due dei 35 articoli di cui si compone la Taxa Camarae riguardano proprio gli ecclesiastici e i loro "peccati", in particolare il secondo articolo:

"Se l’ecclesiastico, oltre al peccato di fornicazione chiedesse d’essere assolto dal peccato contro natura o di bestialità, dovrà pagare 219 libbre, 15 soldi. Ma se avesse commesso peccato contro natura con bambini o bestie e non con una donna, pagherà solamente 131 libbre, 15 soldi."

Correva l'anno 1517. Poco meno di cinquecento anni fa. E la Chiesa già sapeva. Solo che fa più comodo, adesso, contare sulla memoria fallace o sulla non conoscenza di chi ascolta le chiacchiere dei vari portavoce.

Ho cominciato da troppo lontano? Veniamo ai giorni nostri, allora.

Nel 1962 il cardinale Ottaviani redige un documento noto come Crimen Sollicitationis. Questo documento, prescrive ai vescovi come comportarsi …

Voto: 9.00 (6 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 23276 bytes | 104 commenti OK Notizie
chiesa e religione : La Auschwitz del Vaticano
Inviato da Redazione il 26/2/2010 10:30:00 (27144 letture)


Voto: 5.00 (5 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 2392 bytes | 92 commenti OK Notizie
chiesa e religione : Chiesa e cristianesimo
Inviato da Redazione il 9/2/2010 9:50:00 (10691 letture)

A seguito dei diversi articoli sulla Chiesa comparsi di recente, vorrei rivolgere due parole agli amici cristiani del sito, che so essere tanti, e che immagino ben poco felici nel veder comparire queste pagine su luogocomune.

Non mi rivolgo a quei quattro personaggi, accecati dal fanatismo, che vorrebbero addirittura negare certe verità storiche accertate, ma a tutti i credenti dotati di sufficiente onestà intellettuale – che immagino essere la maggioranza – da vivere queste pubblicazioni con un profondo conflitto interiore.

Ma è proprio nella natura di questo conflitto, a mio parere, che risiede la causa prima del problema.

Come è possibile - ci si domanda - che un messaggio di alto livello spirituale, sostanzialmente pacifico, che parla di fratellanza universale, di elevazione dell’anima, e di un miglioramento interiore in generale, porti a conseguenze pratiche di questo tipo?

Come si passa dal “porgi l’altra guancia” al genocidio, premeditato e sistematico, …

Voto: 7.00 (5 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 8334 bytes | 291 commenti OK Notizie
chiesa e religione : Unrepentant - la Chiesa che non sa pentirsi
Inviato da Redazione il 7/2/2010 9:30:00 (22521 letture)

In tema di colpe della Chiesa riproponiamo questo toccante e prezioso documentario per gli iscritti più recenti, che possono non averlo visto. Si tratta in questo caso di colpe commesse indistintamente dalla Chiesa cattolica come da quella protestante, a conferma di una comune radice ideologica che non ha assolutamente nulla da spartire con il messaggio originale di Cristo.


(Se il filmato "zoppica" lasciatelo caricare per un paio di minuti).

Unrepentant: Kevin Annett and Canada’s Genocide .

(17.12.2008) - Il documentario descrive la storia personale di Kevin Annett quando, nelle veste di reverendo, si è scontrato con la Chiesa Unita per il suo interessamento ai fatti accaduti nelle scuole residenziali canadesi e il genocidio commesso dai responsabili religiosi di queste scuole, dove centinaia di migliaia di bambini Nativi sono stati rinchiusi, dopo essere stati rapiti alle famiglie, e costretti a parlare solo inglese, a dimenticare la propria cultura e a professare la religione cristiana.

Qui hanno subito violenze fisiche e sessuali, elettroshock, …

Voto: 8.00 (4 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 1778 bytes | 236 commenti OK Notizie
chiesa e religione : Chiesa e pecorelle, gay a catinelle
Inviato da Redazione il 6/2/2010 3:30:00 (9810 letture)

Parli del diavolo, e spuntano le corna. Mentre c'è chi vorrebbe liquidare le colpe storiche della Chiesa con un presunto “anticlericalismo” di chi le denuncia (è esattamente l’opposto, casomai: sono le colpe a generare l’anticlericalismo, e non viceversa), spunta proprio dalla Germania di Ratzinger un nuovo scandalo ecclesiaìstico dalle dimensioni raccapriccianti.

Come scrive la Repubblica: “Abusi sessuali sugli studenti, pressioni per sedute di masturbazione, stupri segreti nei sotterranei degli istituti. Per anni, forse per decenni, alcune delle più prestigiose scuole superiori private cattoliche in Germania sono state il luogo dell'orrore, la stanza chiusa in cui forti della loro autorità sacerdoti, insegnanti, organisti hanno distrutto l'animo degli adolescenti che avevano il compito di istruire.“

Come già era successo con i preti pedofili americani, si scopre che non si tratta affatto di qualche caso isolato, ...

Voto: 6.00 (3 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 4702 bytes | 122 commenti OK Notizie
chiesa e religione : La Auschwitz del Vaticano - Prima parte
Inviato da Redazione il 4/2/2010 11:00:00 (13195 letture)

(Breve estratto da "Mourir a Madrid", il famoso documentario di Fredric Rossif che fece conoscere al mondo il vero volto della Guerra Civile Spagnola:)
,



La prima parte di “La Auschwitz del Vaticano”, che riguarda la storia di Jasenovac, è dedicata alla storia fra Chiesa e fascismo nel ventennio che precedette la II Guerra Mondiale.

Solo conoscendo il quadro storico complessivo, infatti, …

Voto: 6.00 (3 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 60011 bytes | 105 commenti OK Notizie
chiesa e religione : Ratzinger, gli ebrei e il falso problema di Pio XII
Inviato da Redazione il 18/1/2010 9:10:00 (22778 letture)

"La base del movimento Ustasha è la religione. Per le minoranze come i serbi, gli ebrei e gli zingari abbiamo tre milioni di pallottole. La nuova Croazia arriverà entro 10 anni ad essere cattolica al 100%." - Mile Budak, Ministro dell'Educazione e Cultura della Repubblica Croata (1941).

Con la visita di Ratzinger alla Sinagoga romana, avvenuta ieri, torna al centro del frullatore mediatico la questione del cosiddetto “silenzio” di Pio XII durante la Shoah.

Ratzinger da tempo spinge per la sua beatificazione, mentre gli ebrei non sembrano disposti a perdonargli un passato decisamente poco favorevole nei loro confronti. Non a caso fu proprio Ratzinger, quando era alla Sacra Congrega, a negare l’apertura degli archivi vaticani riguardanti le azioni di Papa Pacelli.

E così oggi i giornalisti fanno a gara per trovare il modo più elegante di accontentare gli ebrei senza dover necessariamente condannare Pio XII. L’Ansa parla di “visita storica” di Ratzinger, ma accenna ad un “nodo irrisolto” sulla Shoah, mentre La Stampa si limita a dirci che “la visita di Ratzinger alla Sinagoga accende ancora qualche mal di pancia all’interno del mondo ebraico”.

Lo stesso Ratzinger cerca di cavalcare le due tigri, augurandosi che "le piaghe dell'antisemitismo e dell'antigiudaismo siano sanate per sempre", ma ricordando subito dopo che rispetto alla deportazione degli ebrei di Roma "la Sede Apostolica svolse un'azione di soccorso, spesso nascosta e discreta".

Ma “gli ebrei italiani e quelli capitolini – ci dice sempre La Stampa - assicurano di non poter dimenticare «le deportazioni degli ebrei dall’Italia ed in particolare il treno di 1021 deportati del 16 ottobre 1943 che partì verso Auschwitz alla stazione Tiburtina di Roma nel silenzio di Pio XII».”

Ma è tutta una messinscena, fatta di bugie plateali da una parte e di sorrisi forzati dall’altra, ...

Voto: 8.00 (16 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 7408 bytes | 380 commenti OK Notizie
chiesa e religione : Anche i preti al servizio della politica
Inviato da Redazione il 25/6/2009 9:50:00 (10956 letture)

Il 31 maggio il prete di Genova Paolo Farinella ha indirizzato al suo cardinale, Angelo Bagnasco, una lettera aperta che ha iniziato a circolare in rete, e che ieri è stata ripresa da Repubblica.

Nella lettera, sostanzialmente, Farinella accusa i vescovi italiani – della cui organizzazione Bagnasco è il presidente - di “reggere il sacco” a Berlusconi, per le sue continue malefatte, invece di denunciarne pubblicamente il comportamento “immorale”.

Alla lettera ha fatto eco un articolo di Famiglia Cristiana, dai toni e dai contenuti molto simili, anch’esso puntualmente ripreso da Repubblica.

Ne esce una immagine complessiva di una Chiesa “buona”, di una Chiesa sana e attenta ai valori morali, che si contrappone ai “venduti” delle alte gerarchie, che tacciono per interesse politico, economico, o personale.

Più volte Farinella sottolinea, nella lettera a Bagnasco, “io prete, lei vescovo”, quasi a voler rimarcare la sua apparteneza ad una “base” cristiana con la quale le gerarchie vescovili avrebbero perso il contatto.

Ma i tempi di Martin Lutero sono molto lontani, e quelli della Teologia della Liberazione lo sono ancora di più. Qualunque prete voglia ammantarsi oggi di purezza morale, senza rischiare di essere sospettato di opportunismo politico, deve prima rispondere ad un paio di quesiti non da poco.

All’inizio della sua lettera, Farinella scrive: Lei e il segretario della Cei avete stemperato le parole fino a diluirle in brodino bevibile anche dalle novizie di un convento. Eppure le accuse sono gravi e le fonti certe:

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 7937 bytes | 228 commenti OK Notizie
chiesa e religione : Ateismo, il migliore amico della Chiesa
Inviato da Redazione il 16/1/2009 13:50:00 (11389 letture)

E’ in arrivo l’ateismo, con una serie di iniziative clamorose che sembrano voler rivendicare una volta per tutte il diritto del non credente, troppo a lungo calpestato, di non doversi confrontare giornalmente con le mille “esuberanze” della fede altrui.

L’eroico tentativo di Cascioli di denunciare i preti per abuso di credulità popolare, raccontando alla gente di un personaggio storico mai esistito (cosa che Cascioli sostiene di poter dimostrare), ha già fatto scuola, e oggi sono in molti a setacciare sistematicamente tutto quello che dicono i preti dal pulpito, sperando di cogliere la frase ingannatrice che gli permetta di portarli in tribunale.

Nel frattempo sta per essere lanciata una vera e propria campagna pubblicitaria basata su uno slogan di sicuro effetto: "LA CATTIVA notizia è che Dio non esiste. Quella buona è che non ne hai bisogno". Un articolo di Repubblica ci spiega che “questa è la versione italiana della campagna a favore dell'ateismo che dal 4 febbraio tappezzerà due autobus pubblici a Genova. Non a caso l'apertura della campagna lanciata dall'Unione atei e agnostici razionalisti (Uaar) - prosegue l’articolo -partirà da Genova. "E' una specie di sfida atea in casa di Angelo Bagnasco, presidente della Cei" spiega Raffaele Carcano, segretario generale della Uaar. Dopo le polemiche sul gay pride di Genova, reo di essere stato fissato per il 13 giugno, giorno del Corpus Domini, e dopo le parole di Bagnasco per ostacolare lo svolgimento della manifestazione, dopo le frequenti uscite del cardinale in materia di scienza, diritti, riproduzione, l'Uaar ha deciso di riprendersi un po' di par condicio. E di fare pubblicità all'incredulità".

Tutto molto bello, tutto molto giusto, tutto molto democratico.

Peccato che troppo spesso, colti dai più nobili entusiami, si finisca per combattere una giusta causa ....

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 4225 bytes | 124 commenti OK Notizie
chiesa e religione : Il Medioevo non finisce mai
Inviato da Redazione il 6/1/2009 23:40:00 (4949 letture)

Con la tipica arroganza di chi si sente superiore a tutto quanto lo circonda, il Vaticano ha fatto sapere che si riserva il diritto di applicare sul proprio territorio soltanto le leggi italiane che rispondono ai principi della dottrina cristiana.

La motivazione ufficiale, fornita da Mons. Serrano, è il «numero davvero esorbitante di norme nell’ ordinamento italiano, non tutte certamente da applicare in ambito vaticano», al quale andrebbe aggiunta «l’instabilità della legislazione civile per lo più molto mutevole».

Detto da chi predica la dottrina religiosa più fitta e incomprensibile dell’Universo, dopo averla modificata infinite volte nel corso dei secoli, la cosa potrebbe anche far sorridere. (Inoltre, si potrebbe spiegare al Monsignore che le leggi si applicano una alla volta, a seconda del caso previsto. Non è necessario indossarle tutte insieme, come se fossero tante cravatte).

In realtà, come suggerisce l’articolo sopra citato, il Vaticano cerca probabilmente di premunirsi contro un inevitabile adeguamento della legislazione europea sul riconoscimento dei diritti civili alle coppie omosessuali. Già dovettero inventarsi il celibato, nel Medioevo, per proteggere i beni della Chiesa da una dolorosa “dissipazione” nel mondo civile, ...

Voto: 7.00 (1 voto) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 4118 bytes | 101 commenti OK Notizie
chiesa e religione : Confessioni di un ex massone
Inviato da Redazione il 19/12/2008 8:38:21 (29903 letture)

Maurice Caillet, Venerabile di una Loggia francese, ne svela i segreti


Maurice Caillet, Venerabile di una Loggia francese per 15 anni, svela alcuni segreti della Massoneria in un libro di recente pubblicazione e dal titolo: “Sono stato massone” (LibrosLibres).

Rituali, norme di funzionamento interno, giuramenti - in particolare le implicazioni del giuramento che obbliga a difendere gli altri “fratelli” massoni - oltre all'influenza sulla politica da parte di questa organizzazione segreta vengono ora alla luce.

Il volume svela anche la decisiva influenza della Massoneria nell'elaborazione e approvazione di leggi come quella dell'aborto in Francia, a cui Maurice Caillet, in quanto medico, ha partecipato attivamente.

Nato a Bordeaux nel 1933 e specializzato in Ginecologia e Urologia, Caillet ha effettuato aborti e sterilizzazioni prima e dopo la legalizzazione nel suo Paese delle interruzioni di gravidanza. Membro del Partito Socialista Francese, è arrivato a ricoprire incarichi di rilievo nell'amministrazione sanitaria.

Quando è entrato ufficialmente nella Massoneria?

Maurice Caillet: All'inizio del 1970 mi convocarono per una possibile iniziazione. Ignoravo praticamente tutto ciò che mi aspettava. Avevo 36 anni, ero un uomo libero e non mi ero mai affiliato a un sindacato o ad alcun partito politico. Un pomeriggio, in una via discreta della città di Rennes, bussai alla porta del tempio, …

Voto: 10.00 (1 voto) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 8930 bytes | 83 commenti OK Notizie
chiesa e religione : Cari amici cristiani
Inviato da Redazione il 15/12/2008 8:50:00 (19273 letture)

La recente discussione, a seguito dell’articolo su Ratzinger, ha rimarcato come la Chiesa rappresenti un enorme problema, sia per i laici che per i credenti.

Per i primi, il problema è rappresentato soprattutto dall’ingerenza della Chiesa nelle cose dello stato, che prosegue inevitabilmente fino all’ambito individuale. Per i credenti invece il problema sta, a mio parere, nella difficoltà di salvare l’aspetto spirituale della religione cristiana – con tutti i valori che vi sono connessi - dai continui attacchi portati dal laico alla chiesa, intesa come organizzazione terrena.

Ma il problema del laico (ingerenza ecclesiastica) e quello del credente (difesa dei valori spirituali) sono in realtà le due facce di un unico problema, che trae origine dalla fondazione stessa della Chiesa, e non fece che peggiorare col passare dei secoli.

Ho provato a sintetizzarlo, in un breve percorso storico, necessariamente limitato e incompleto.

LE ORIGINI

La Chiesa di Roma, ufficialmente, nacque con l’editto di Costantino (313), ma fu solo dopo il Concilio di Nicea (325) che i cosiddetti “Padri della Chiesa” arrivarono a definirne i principi dottrinali che stanno alla base di quella che oggi conosciamo come religione cristiano/cattolica.

Dal Concilio di Nicea in poi, in altre parole, la Chiesa di Roma adottava ufficialmente un certo numero di libri sacri – preesistenti, ed appartenenti alla religione ebraica – a discapito di altri.

Certo, è curioso che una religione, per nascere, debba “farsi prestare” i libri sacri di un’altra, ...

Voto: 10.00 (1 voto) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 15189 bytes | 273 commenti OK Notizie
chiesa e religione : Scarpine di Prada vendesi - astenersi perditempo
Inviato da Redazione il 12/12/2008 7:20:00 (8210 letture)

Chi (come me) aveva criticato il nuovo Papa, vedendo in lui una reincarnazione del Concilio di Trento, dovrebbe fare oggi un passo indietro, e riconoscere che Joseph Ratzinger, se non proprio un “innovatore”, è almeno un raffinato pensatore, che si sta rapidamente armonizzando con le esigenze del nuovo millennio.

In occasione della Giornata Mondiale per la Pace, ieri Benedetto 16 ha dichiarato che «la "attuale crisi alimentare che mette a repentaglio il soddisfacimento dei bisogni di base" nasce "non tanto da insufficienza di cibo" quanto da "fenomeni speculativi" e da "carenza di un assetto di istituzioni politiche ed economiche in grado di fronteggiare le necessità e le emergenze"».

In altre parole, il Papa sembra suggerire che vi sia cibo sufficiente per tutti, nel mondo, ma che qualcuno speculi sul mercato dei prodotti alimentari, arricchendosi alle spalle degli altri. E’ una curiosa interpretazione della realtà, peraltro anticipata in qualche modo dallo stesso Vangelo cristiano, quando parlava dei cosiddetti Peccati Capitali (lussuria, gola, avarizia…).

Nella sua pubblica denuncia, il Papa si è addirittura spinto a suggerire una certa correlazione fra la mancanza di cibo e lo stato miserevole in cui si trova chi ne risente, quando ha detto che «la "malnutrizione provoca gravi danni psicofisi[ci] alle popolazioni", privando molti delle "energie per uscire, senza speciali aiuti, dalla loro situazione di povertà"»

In altre parole, se non mangi, non riesci nemmeno a lavorare per guadagnarti un pezzo di pane.

Erano anni che aspettavamo un papa del genere, …

Voto: 10.00 (1 voto) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 4930 bytes | 197 commenti OK Notizie
« 1 (2) 3 4 5 »

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA