Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata
 La voce del sito
Accorgersi che le sicurezze in realtà erano pericoli e che le verità erano bugie mi ha fatto vedere che perfino il cuscino era ripieno di chiodi anzichè di piume d'oca...

AG
 Luogocomune On Air




 Indice SEZIONI




























 Sponsor
Sai come creare un sito web? Prova ora con EditArea!

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


RSS

« 1 (2) 3 4 5 6 »
Energia e Ambiente : Ing. Keshe: ci sei o ci fai?
Inviato da Redazione il 20/12/2012 5:20:00 (15810 letture)

AVVISO: Alle ore 22 incontro fra Paolo Franceschetti, Massimo Mazzucco ed Enore Montini su radio UFOCAST. it.1000mikes.com/show/ufocast

****

Il 17/12/12, c/o l’Hotel Congressi Centergross in Bentivoglio (Bo) c’è stata una conferenza, organizzata dall’A.C.I.R.M.O. (Un associazione di medicina olistica in Bologna) con ospite e unico relatore l’Ing. Keshe della Fondazione non-profit omonima, con sede a Ninive in Belgio.

Essendo curioso di comprendere se la sua scoperta tecnologica a base gravitazionale-magnetica possa realmente trasformare il mondo mi sono aggregato alla conferenza (per la “modica” somma non proprio-profit di Euro 40).

Non sapevo esattamente cosa aspettarmi, ma l’impressione generale che ne ho ricavato è che la cosa sia molto seria, con contorni sfumati, non definiti, non chiari. Mi spiego meglio.

Dopo la presentazione alle ore 20:30 circa da parte del presidente dell’A.C.I.R.M.O., ha preso la parola con mio grande stupore il Deputato (credo del PDL) On. Fabio Marano che in sintesi ha raccontato quello che è accaduto in questi ultimi mesi, ...

Voto: 9.00 (3 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 7754 bytes | 167 commenti OK Notizie
Energia e Ambiente : Ilva: un futuro di salute per decreto
Inviato da Redazione il 30/11/2012 23:30:00 (5106 letture)

di Marco Cedolin

In un paese serio, magari governato dalla politica e non dalle banche, dopo avere preso atto dei devastanti danni alla salute causati alla popolazione di Taranto, oltre che agli operai, dal cancrificio dell'Ilva, le autorità si sarebbero mosse immediatamente, attraverso una serie di passi logici di fatto irrinunciabili.

Avrebbero preso per le orecchie la famiglia Riva (quella che regalava milioni a Bersani e ad altri intrallazzatori politici per avere il diritto di distribuire cancro a profusione) intimandole di chiudere immediatamente gli impianti e procedere a proprie spese a tutte le bonifiche necessarie, permettendone la riapertura solamente quando gli impianti fossero stati realmente a norma. Avrebbe preteso che tutti gli operai (non solo quelli di Taranto ma anche delle altre sedi che dalla produzione di Taranto dipendono) venissero lasciati a casa, regolarmente stipendiati dalla famiglia Riva, fino al momento del loro rientro in azienda.....

Voto: 6.00 (4 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 3797 bytes | 52 commenti OK Notizie
Energia e Ambiente : TAV, parte il primo buco
Inviato da Redazione il 30/11/2012 0:40:00 (4577 letture)

VEDI ANCHE: "Tutto il TAV in 18 minuti".

di Marco Cedolin

Dopo quasi un anno e mezzo dall'occupazione militare della Maddalena di Chiomonte, la macchina del TAV si appresta a mettersi in moto per lo scavo del primo tunnel dell'alta velocità in Val di Susa. Stando alle informazioni rilasciate dai media, confermate dall'attività del cantiere, già entro la fine della settimana la fresa inizierà a bucare la montagna per lo scavo del tunnel geognostico di 7,5 km, deputato a diventare la discenderia del megatunnel di 57 km che costituirà la spina dorsale dell'opera. Se tutto andrà come previsto, Mario Monti potrà così presentarsi lunedì al vertice di Lione con Hollande, annunciando che in Italia il TAV Torino - Lione é ufficialmente partito, nonostante le contestazioni....

E nonostante dispiaccia scriverlo sembra davvero alto il rischio che le cose vadano a finire proprio così. Anche agli occhi di qualsiasi osservatore disincantato ...

Voto: 4.00 (6 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 3581 bytes | 19 commenti OK Notizie
Energia e Ambiente : Andrea Rossi presenta ufficialmente a Zurigo la tecnologia E-Cat
Inviato da Redazione il 16/9/2012 20:50:00 (9359 letture)

di Luciano Saporito

Conferme ufficiali vengono dal recente congresso internazionale sulla “E-Cat Technology” da parte dello stesso Dott. Andrea Rossi, inventore di questa nuova e stupefacente tecnologia, basata sulle reazioni nucleari a bassa energia (LENR) Nichel/Idrogeno.

Il congresso “Energy Change, whith E-Cat Technology” è stato organizzato dai licenziatari E-Cat Germany e E-Cat Switzerland. Era presente anche Aldo Proia della Prometeon, società licenziataria dell’ E-Cat per l’ Italia.

Dopo il clamore provocato inizialmente, e già nel lontano1989, dagli esperimenti pionieristici sulla “Fusione Fredda”, resi pubblici da Martin Fleischmann e Stanley Pons (ricerche purtroppo tristemente insabbiate poi per oltre 20 anni!), negli ambienti scientifici aperti e innovativi, e spesso non Accademici, non si è fatto comunque altro che parlare di questa possibilità e di nuova fonte di energia: pulita, economica e pressoché inesauribile. Energia da “Fusione Fredda”, ovvero ottenuta da fusioni nucleari a bassa energia (LENR). Questa nuova fonte di energia, economica, praticamente inesauribile e pulita, ovvero priva di radiazioni nucleari nocive e di scorie radioattive (come invece avviene attualmente nella fusione nucleare calda), determinerebbe oggettivamente le condizioni per una rivoluzione energetica planetaria e per il benessere di tutti i Popoli della Terra, e potrebbe salvare anche lo stesso pianeta Terra dagli effetti disastrosi, già in atto, dovuti al riscaldamento globale determinato dall’uso dei combustibili fossili e dalla conseguente emissione di CO2 nell’atmosfera...

Voto: 9.00 (10 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 4845 bytes | 46 commenti OK Notizie
Energia e Ambiente : Incidente nucleare a Fessenheim
Inviato da Redazione il 6/9/2012 4:10:00 (5871 letture)

di Marco Cedolin

E' di questo pomeriggio la notizia dell'ennesimo incidente in una delle vetuste centrali nucleari francesi. In questo caso si tratta dell'impianto di Fessenheim in Alsazia, a pochi passi dal confine con la Germania, il reattore in assoluto più vecchio (fu inaugurato nel 1977) fra i 58 del paese che il presidente Hollande aveva inserito fra gli argomenti della propria campagna elettorale, promettendone la chiusura entro il 2017, sempre che la centrale riesca ad arrivare integra fino a quella data.

Come sempre accade qualora si tratti di disastri nucleari le notizie sono poche e frammentarie e dopo che in un primo tempo i giornali avevano parlato di un incidente serio, con morti e feriti, citando come fonte i vigili del fuoco dell'Alto Reno, l'accaduto è stato prontamente ridimensionato non appena la fonte è diventata Edf (che controlla l'impianto) ed ha riferito di una semplice fuga di vapore di acqua ossigenata, prodotta dopo che in un serbatoio era stato iniettato perossido che ha reagito con l'acqua. Fuga che non avrebbe provocato gravi conseguenze, tranni lievi bruciature alle mani di due operai....

Voto: 7.00 (6 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 3610 bytes | 56 commenti OK Notizie
Energia e Ambiente : Lettera aperta al mondo – di Eugene Mallove
Inviato da Redazione il 13/8/2012 0:10:00 (25994 letture)

In occasione della morte di Martin Fleishmann ripubblichiamo questa "lettera aperta al mondo" di Eugene Mallove, l'uomo che svelò l'inganno contro Fleishmann e Pons da parte dell'MIT per nascondere la verità sulla fusione fredda.

***

[17/07/2010]Il giorno prima di venire ucciso in circostanze poco chiare, Eugene Mallove mandò una “lettera aperta al mondo” a Richard Hoagland, affinchè la pubblicasse sul suo popolare sito “Enterprise”.

Chi era Eugene Mallove?

Come tutti sanno, la Fusione Fredda fu dichiarata “morta” dall’establishment scientifico dopo che il prestigioso MIT (Massachusetts Institute of Technology) annunciò di non essere riuscito a replicare in laboratorio la procedura descritta da Fleischmann e Pons per generare ”calore in eccesso” nel processo elettrolitico. In altre parole, disse il MIT, la Fusione Fredda non funziona, è solo un inganno colossale.

Quello che pochi sanno, invece, è che in seguito uno scienziato del MIT, Eugene Mallove, scoprì che i test di Fusione Fredda fatti dal suo istituto avevano in effetti registrato calore in eccesso, ma i dati erano stati manipolati prima della pubblicazione, per far apparire il contrario. Il MIT infatti rischiava di vedersi bloccare di colpo i finanziamenti miliardari che in quel momento stava ricevendo dal governo per la ricerca sulla fusione calda.


(Vedi anche: Rapporto 41).

Mallove denunciò il fatto e lasciò indignato il prestigioso istituto, dedicandosi da quel giorno alla ricerca personale, fino a diventare in pochi anni uno dei maggiori esperti e sostenitori della Fusione Fredda. (Il resto della sua vita ce la racconta lui stesso, nella lettera che segue).

Il caso di manipolazione dati del MIT può certamente servire da esempio per tutti coloro che amano fidarsi ad occhi chiusi dei cosiddetti “studi scientifici” fatti dai più prestigiosi istituti di ricerca del mondo. Più è prestigiosa l’istituzione, anzi, più può tornare utile per seppellire con un solo colpo un lavoro decennale di fondamentale importanza come quello svolto da Fleischmann e Pons sulla Fusione Fredda.

Nel 2004, dopo anni di battaglie esasperanti, Eugene Mallove era finalmente riuscito a convincere il DoE (Ministero dell’Energia) a riprendere studi e investimenti sulla Fusione Fredda. Poco tempo dopo è stato ucciso, …

Voto: 9.00 (16 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 30236 bytes | 84 commenti OK Notizie
Energia e Ambiente : La Sardegna sotto il tallone della Nato
Inviato da Redazione il 27/7/2012 8:00:00 (5270 letture)

Europeanphoenix intervista Angelo Ledda, coautore del libro “Servitù Militari in Sardegna-Il Caso Teulada”

Il governo di Mr Monti voleva tagliare anche il fondo per le vittime dell’Uranio Impoverito, portandolo da 21 a 11 milioni si euro.

Un gesto vile, l’ennesimo di questo “governo delle banche”, bloccato dal coro di proteste che si è prontamente levato. Oltre al danno sarebbe stata anche la beffa per le migliaia di militari italiani contaminati in questi anni nei vari teatri operativi dove hanno operato in ambito Nato, a cui si dovrebbero aggiungere i civili abitanti nelle zone limitrofe ai poligoni militari.

Questi ultimi si trovano in Sardegna, la grande isola italiana nota per le sue bellezze naturali, ma che da anni è sede d’importanti installazioni militari della Nato come i poligoni interforze di Capo Teulada-Salto di Quirra-Capo Frasca, cui si aggiungono le basi di Decimomannu, La Maddalena Tempio e Tavolara.

Da decenni questa terra italiana subisce le cosiddette “servitù militari”, che non sono attuate per interessi nazionali, giacché il Trattato di Pace sottoscritto dopo la sconfitta nella Seconda Guerra Mondiale ci proibisce d’installare nostre basi aeronavali nell’isola, ma degli Stati Uniti e dell’Alleanza Atlantica.

E proprio partendo da quest’ultimo aspetto, poco conosciuto dal grande pubblico, ...

Voto: 9.00 (9 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 24433 bytes | 16 commenti OK Notizie
Energia e Ambiente : Il treno verde
Inviato da Redazione il 26/7/2012 9:10:00 (3860 letture)

di Marco Cedolin

Non si tratta della nuova campagna promozionale di Trenitalia e neppure dello spot che accompagna il permesso di far viaggiare i cani nelle carrozze dei Frecciarossa, si tratta proprio di un treno che nel cuore della notte, mentre voi dormivate ignari di quanto accadeva, ha percorso mezzo Piemonte, da Vercelli a Novara, ad Alessandria, ad Asti e poi su, fino a Torino e attraverso la Val di Susa fino alla Francia.

Un treno Castor riempito di scorie nucleari e destinato agli stabilimenti della Areva di La Hague, sulle coste dell'Atlantico, dove il materiale radioattivo sarà sottoposto a riprocessamento, prime di venire rispedito in Italia.

Un treno di gran lunga più pericoloso di quello che a Viareggio due anni fa bruciò come tizzoni 32 persone e ne lasciò almeno un migliaio senza casa, senza che ad oggi sia stato individuato alcun colpevole.

Un treno del cui passaggio, per legge, la popolazione interessata dovrebbe essere avvisata, ...

Voto: 9.00 (7 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 3813 bytes | 42 commenti OK Notizie
Energia e Ambiente : Terremoti e petrolio: c'è di mezzo il "fracking"?
Inviato da Redazione il 30/5/2012 0:30:00 (24816 letture)

Un gruppo di studio coordinato dal prof. Franco Ortolani, Ordinario di Geologia all'Università di Napoli, ha pubblicato una ricerca per valutare eventuali correlazioni fra i recenti eventi sismici in Emilia Romagna e le attività petrolifere in corso da vari anni in quella zona. Come mostra la cartina pubblicata nella ricerca, diventa molto difficile non vedere una correlazione fra le due cose.



A commento di questa immagine si legge: "Come si vede nella figura 5 nelle aree interessate da faglie attive nel sottosuolo esistono numerosi pozzi profondi finora eseguiti per ricerca di idrocarburi. Come è noto sono in corso alcuni interventi di riimmissione di metano nelle rocce serbatoio di giacimenti ormai esauriti. Tali interventi sono attuati in varie parti del mondo; talvolta sono vietati in quanto l’iniezione di fluidi in pressione nel sottosuolo, come testimonia una ricca bibliografia scientifica internazionale, a luoghi può innescare un’attività sismica di non elevata magnitudo."

Questa "iniezioni di fluidi in pressione" si chiama comunemente "fracking". E' una tecnica di estrazione del petrolio e del gas naturale entrata in uso una ventina di anni fa, che ultimamente viene adottata sempre più spesso dalle compagnie petrolifere in tutto il mondo.

Non sempre infatti petrolio e gas escono volentieri dal sottosuolo, ...

Voto: 9.00 (10 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 4906 bytes | 143 commenti OK Notizie
Energia e Ambiente : Terremoto in Emilia-Romagna
Inviato da Redazione il 29/5/2012 2:00:00 (12944 letture)

Commenti liberi sul terremoto della notte scorsa in Emilia-Romagna.

Voto: 8.00 (1 voto) - Vota questa news - Leggi tutto... | 140 commenti OK Notizie
Energia e Ambiente : Tutto il TAV in 18 minuti
Inviato da Redazione il 7/3/2012 4:00:00 (14171 letture)

Intervista a Marco Cedolin

Marco Cedolin, scrittore e attivista, vive in Val Susa da molti anni, e conosce da vicino la vicenda “No-TAV”.

In questa intervista risponde a chi dice che "bisogna accettare le decisioni prese da un governo democratico", e rivela alcuni aspetti della questione che i media mainstream si dimenticano regolarmente di raccontarci, e che permettono di capire meglio le motivazioni degli abitanti locali nella loro ostinata opposizione al progetto.

Voto: 8.00 (7 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 1368 bytes | 104 commenti OK Notizie
Energia e Ambiente : Quasi tutti i "suoni strani" sono falsi
Inviato da Redazione il 24/1/2012 8:20:00 (17414 letture)

Da qualche tempo girano in rete numerosi filmati amatoriali nei quali si sentono strani suoni che sembrano arrivare dal cielo, di cui non si conosce la causa. In alcuni casi si tratta di un sordo brontolio che si ripete a intervalli regolari, di frequenza molto bassa, simile al barrito degli elefanti, oppure alle trombe dei monaci tibetani. A volte invece la vibrazione è costante (in un caso dura più di 20 minuti), come se si trattasse di un tuono prolungato che non finisce mai.

Visto i “tempi” in cui stiamo vivendo, abbondano quelli che già parlano di “trombe dell’Apocalisse”, mentre altri pensano che sia un annuncio di qualche tipo da parte degli alieni. C’è anche chi rimane con i piedi per terra, e preferisce attribuire il fenomeno ai noti birichini del Pentagono, che si divertono a collaudare sulla popolazione le ultime modifiche del sistema HAARP. Ma c’è anche chi dice che si tratti di una bufala colossale, nata magari da uno scherzo innocente, e poi moltiplicatasi in rete con la velocità del fulmine. Anzi, del suono, in questo caso.

Abbiamo preparato una selezione di questi video, per cercare di capirci qualcosa di più:



Come si può vedere dal filmato, non ci sono mai risposte semplici in situazioni come questa, …

Voto: 7.00 (5 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 1682 bytes | 198 commenti OK Notizie
Energia e Ambiente : Nevica merda, che il Signore sia lodato
Inviato da Redazione il 20/1/2012 6:00:00 (17704 letture)

Di una cosa ormai sono certo: il vero scopo del NWO non è di arrivare a comandare il mondo con la forza e con la repressione, ma di portare la popolazione ad un tale livello di rimbecillimento collettivo da desiderare essa stessa di sottomettersi al loro controllo, senza nemmeno accorgersi di quello che stanno facendo.

E a giudicare dagli eventi più recenti, questa strategia sta dando ottimi risultati.

Quando leggi che c’è stato a Torino un “episodio pseudo nevoso", ma che si trattava in realtà di "neve chimica”, e nessuno si preoccupa minimamente di chiedere maggiori chiarimenti su quello che è successo, vuole dire che siamo quasi pronti per la bollitura finale.

Fra un pò ci racconteranno che ci conviene rifugiarci tutti in prigione, perchè è il posto migliore per nascondersi da una invasione imminente degli alieni, e tutti correranno verso il carcere più vicino ringraziando i secondini che li attendono a braccia aperte.

Sia chiaro, un fenomeno meteorologico di questo tipo esiste, e può anche verificarsi in condizioni molto particolari. La cosa curiosa è che nei giorni seguenti si è verificato praticamente su tutta la Val Padana, …

Voto: 8.00 (19 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 4272 bytes | 151 commenti OK Notizie
Energia e Ambiente : LA NASA "scopre" la fusione fredda?
Inviato da Redazione il 17/1/2012 1:00:00 (8387 letture)

Se un giorno il governo americano annunciasse di avere messo a punto una nuova tecnologia per produrre energia con una reazione nucleare pulita, si presume che la notizia uscirebbe su tutte le prime pagine del mondo.

Finchè sono due “emeriti sconosciuti” come Rossi e Focardi a fare un annuncio del genere, si può anche comprendere che fatichino ad ottenere l’attenzione dei grandi media, ma le stesse affermazioni fatte dalla NASA avrebbero un peso ben diverso.

Eppure questo annuncio, fatto quasi in sordina dall’ingegnere della NASA Jozeph Zawodny, è passato del tutto inosservato.



Sembra quasi che termini come “polaritoni plasmonici di superficie” siano stati messi lì apposta per confondere le idee, ma il titolo stesso del video parla chiaramente di “reazione nucleare a bassa energia”, che è semplicemente il nome con cui è stata ribattezzata la “fusione fredda”.

Gli stessi Rossi e Focardi commentano la notizia con un misto di entusiasmo e di rabbia malcelata, …

Voto: 6.00 (3 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 2659 bytes | 30 commenti OK Notizie
Energia e Ambiente : Il problema energetico e la soluzione “bottom-up”
Inviato da Redazione il 3/1/2012 3:30:00 (8726 letture)

Pubblichiamo la notizia che segue (in coda all’articolo) senza averne potuto verificare i contenuti. Chiediamo quindi agli utenti di compiere eventuali verifiche sulla validità di quanto affermato.

Sembra in ogni caso che siamo di fronte ad un fenomeno destinato a ripetersi sempre più spesso nel futuro: la comparsa sul mercato di soluzioni tecnologiche a basso costo, per produrre energia pulita, nell’unica dinamica che sia realmente in grado di porre fine allo strapotere di un’industria energetica basata essenzialmente sul carbonfossile. Stiamo parlando della dinamica bottom-up, cioè dal basso verso l’alto.

Se aspettiamo che sia la classe politica, docilmente asservita allo stesso potere che dovrebbe combattere, ad introdurre alternative energetiche veramente radicali ed efficienti, possiamo anche smettere di sognare. Ci vedremo “regalare” al massimo un’auto “ibrida” ogni tanto, per placare il nostro bisogno di risolvere in qualche modo la questione energetica, ma restiamo comunque all’interno di un paradigma basato essenzialmente sul carbonfossile. Che tu vada a benzina, a gasolio o a batterie, devi comunque usare un’energia prodotta inizialmente dal carbonfossile. Lo stesso dicasi per soluzioni come il solare o l’eolico, che sembravano molto promettenti sulla carta, ma poi per qualche strano motivo non sono mai riuscite a decollare.

Ben venga quindi ogni nuova soluzione veramente alternativa – per quanto “casalinga” possa essere, per quanto efficiente possa risultare – perchè soltanto dal basso potrà innescarsi la dinamica necessaria per liberarsi da un sistema energetico che attualmente controlla il mondo intero. Questo controllo è basato su una limitazione talmente drastica dell’offerta, ottenuta con la soppressione sistematica di ogni potenziale alternativa (vedansi appunto le “sfortune” del solare e dell’eolico), …

Voto: 7.00 (3 voti) - Vota questa news - Leggi tutto... | altri 5447 bytes | 113 commenti OK Notizie
« 1 (2) 3 4 5 6 »

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA