Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Forum

Commenti Recenti

rss

Qualche giorno fa ho ricevuto questa lettera, che pubblico integralmente.

Salve Mazzucco.

Sono un alunno e frequento un liceo scientifico a Bologna. Premetto che ho tante cose da dire e che ho intenzione di utilizzare termini non troppo ricercati e quindi di non rendere questo messaggio, di fatto, troppo pesante o ridondante. Inoltre, prima di iniziare, le voglio dire che la stimo e la seguo perché finora lei è stato l'unico a dare prove e ad aprire la mente riguardo a certi fatti molto importanti.

Quello di cui voglio parlare sta tutto nel titolo..."Cicap: conferenze nelle scuole". (Probabilmente lei è già al corrente di tutto questo nel senso che saprà già che la Cicap fa conferenze presso le scuole inculcando di fatto un messaggio che esporrò piu avanti).

La conferenza è iniziata con una semplice domanda: con la luna piena si hanno piu nascite negli ospedali? Inizialmente non ero al corrente del fatto che stavo assistendo ad una conferenza Cicap, motivo per cui ero molto interessato.

Da questo articolo di RT leggiamo: "Gli scienziati hanno individuato il composto chimico del cervello che sopprime i pensieri sgraditi. Questa scoperta potrebbe gettare nuova luce su svariati problemi psicologici, nei quali il sintomo principale è l'incapacità di tenere sotto controllo i propri pensieri. I ricercatori hanno scoperto che c'è un composto chimico nella zona della memoria del cervello - il neurotrasmettitore GABA - che contiene la chiave per inibire i pensieri. GABA è il principale neurotrasmettitore inibitore del cervello, e quando viene rilasciato da una cellula nervosa può arrivare a sopprimere le attività in tutte le cellule connesse. I ricercatori hanno scoperto che determinate concentrazioni di GABA nell'ippocampo permettono alle persone di bloccare il meccanismo di recupero dei pensieri, evitando così il ritorno di ricordi spiacevoli."

Ecco finalmente spiegato in modo scientifico quello che succede nella testa del debunker, quando viene messo di fronte ad una prova apparentemente inoppugnabile.

Gira su youtube un video che ha raccolto oltre 400.000 visualizzazioni in pochi mesi: si intitola "TERRA PIATTA: La TEORIA della PAZZIA". L'autore è un certo Neurodrome, che conduce anche un canale youtube con lo stesso nome.

 Nel video sopracitato, l'autore si diverte a prendere in giro i terrapiattisti con uno stile molto casereccio,  parlando con un forte accento romano, mentre usa spesso la parola "poracci" riferito ai terrapiattisti. Il tutto è confezionato in modo divertente e ben ritmato, e questo sicuramente contribuisce a spiegare il grande successo di visualizzazioni. (Di fatto, questo video mi è stato segnalato da un amico che mi ha detto proprio "guardati 'sto tizio, è veramente divertente").

Se però si guarda il video con una certa attenzione, si scopre che sotto la crosta apparentemente "burina" c'è qualcosa di più. Molto di più, in realtà.

Caro Crozza, in un recente puntata del tuo show hai preso in giro i cosiddetti "complottisti", mescolando con sapiente malizia stupidaggini da quattro soldi (come gli alieni di gomma) con argomenti molto più seri (come l'11 settembre), nel palese tentativo di equiparare gli uni agli altri. E' la vecchia tecnica, vile e disonesta, usata dai debunkers del CICAP come Piero Angela o Paolo Attivissimo.


In particolare, parlando dell'11 settembre, hai mescolato le Torri Gemelle con la ridicola faccenda della sosia della Clinton, concludendo "Ma ragazzi, vi rendete conto di quante puttanate si inventano ogni giorno?" Come se la stupidaggine del secondo caso dovesse automaticamente invalidare anche la serietà del primo.

Provate a fare una ricerca con le parole "Bermuda triangle debunked", e vi usciranno oltre 30.000 hits. La notizia infatti è rimbalzata dappertutto, dal New York Post al Daily Mail, da Yahoo News fino a Russia Today.

E quale sarebbe questa notizia? Che il fantomatico mistero del Triangolo delle Bermuda è stato finalmente risolto: la colpa per le sparizioni misteriose di centinaia di navi ed aerei nel corso della storia sarebbe tutta di un tipo particolare di nuvole "esagonali", che sarebbero state osservate proprio sopra la zona incriminata. (Sono quelle che vedete nella foto del titolo. Qui il video originale da cui è tratta l'immagine).

In altre parole, secondo alcuni meteorologi, queste nuvole esagonali possono essere la causa di improvvise "bombe d'aria" che si abbattono a grande velocità verso la superficie del mare, creando vortici capaci di far cadere un aereo, e creando improvvise onde capaci di inghiottire interi vascelli.

AGGIORNAMENTO: ATTIVISSIMO SI RIMANGIA LA PAROLA: Come molti avevano previsto, Attivissimo si è rimangiato la sua promessa di risolvere definitivamente la questione "terra cava" (vedi sotto). La dicitura su Wikipedia è solo stata modificata con "Mazzucco si dissocia da queste affermazioni", ma la questione resta irrisolta. In altre parole, io sono costretto (nella mia stessa biografia, che non posso nemmeno modificare) a dissociarmi da una affermazione che non ho mai fatto in primo luogo.

Evidentemente quelli del CICAP hanno così pochi argomenti contro il mio lavoro sull'11 settembre che sono costretti a restare aggrappati a queste vigliaccate pur di cercare di gettare un pò di discredito su di me.

C'è anche un altro utente sul sito di Attivissimo (Brain_use), che aveva scritto: "attendiamo un suo gentile cenno di conferma [di Mazzucco] qui o su lc che ci confermi che lui non crede affatto alla tesi. Prometto che provvederò personalmente a togliere il relativo riferimento su Uicchi. "

Le promesse dei cicappini, evidentemente, valgono quanto le loro tesi sul crollo delle Torri Gemelle: uno zero assoluto.

Leggi l'articolo originale: ...

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO