Ma che bello iniziare il 2017 con la notizia di un nuovo attentato. Nemmeno il tempo di digerire il cenone di ieri sera, e siamo qui di nuovo a fare i conti con decine di morti e mandanti misteriosi. O meglio, i "soliti" mandanti misteriosi. Perchè di quello si tratta. E' come se qualcuno ci volesse ricordare che l'anno scorso è finito, ma che le nostre paure dovranno continuare anche in quello nuovo.

Ovviamente l'instabilità in medio oriente continua ad esistere, e quindi è anche logico che la Turchia, che è al centro di questa instabilità, debba subirne le conseguenze.

Ma una cosa ormai è chiara: oggi la politica estera si fa con gli attentati, e le nazioni che "sbagliano" vengono sistematicamente colpite dal solito pazzoide che urla Allah-Akbaru.

Adesso aspettiamo soltanto quelli che ci raccontano che i morti di Istanbul erano delle comparse e che il Babbo Natale che li ha uccisi era un ologramma, e il nostro meraviglioso Capodanno sarà completato. Happy 2017.

Massimo Mazzucco

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO