Forum

Commenti Recenti

rss

Fra le tante promesse elettorali che sembrano finite nel dimenticatoio, c'è anche quella di togliere le sanzioni alla Russia. Sia Salvini sia Di Maio si erano dichiarati a favore di una rimozione delle sanzioni, non per motivi ideologici, ma "perchè danneggiano l'economia italiana".

Che fine hanno fatto queste promesse?

Ieri lo stesso ministro degli esteri russo Lavrov ha concesso un'intervista a El Paìs, dichiarando: "Questa mitologica "minaccia russa" viene imposta agli europei primariamente dall'esterno. Le sanzioni alla russia sono state imposte all'Europa sotto ordini diretti di Washington. Secondo alcune stime, la perdita complessiva da parte delle nazioni europee a causa delle sanzioni è stata di oltre 100 miliardi di dollari. E' importante che i politici europei si rendano conto di questo."

Forse se ne renderanno anche conto, ma da noi di questo argomento da tempo non si sente più parlare. Non avevamo un ministro degli esteri, da qualche parte? Che fine ha fatto?

Inoltre, da ieri sono tornate in funzione le sanzioni americane contro l'Iran, che tendono a bloccare completamente l'esportazione iraniana di petrolio. A noi per ora verrà concesso - Deo gratias - di continuare a commerciare con loro per altri sei mesi, ma poi il divieto dovrebbe diventare tassativo per tutti.

E' possibile che non ci sia un solo politico italiano che abbia il coraggio di sollevare il nostro vero problema, che non è tanto la dipendenza (burocratica) da Bruxelles, quanto piuttosto la dipendenza (strategica e geopolitica) dai voleri e dagli umori degli Stati Uniti d'America?

Massimo Mazzucco

Aggiungi Commento   

horselover
#1 horselover 2018-11-06 19:12
le decisioni del governo usa non possono essere messe in discussione dal governo italiano (qualunque sia) se no potrebbe finire male
Fang
#2 Fang 2018-11-06 19:27
Non so se sia OT o se invece c'entri con una paura a toccare certe linee rosse, però mi domando perché su quanto avvenuto in Veneto ci sia questo silenzio mediatico.
Zina
#3 Zina 2018-11-06 19:31
Visto che ci troviamo a parlare di promesse non mantenute oltre a ricordare i vaccini in ambito militare abbiamo pure questa:

Muos, i comitati insorgono contro i Cinquestelle: "Ci avete deluso"
www.repubblica.it/.../amp
horselover
#4 horselover 2018-11-06 19:38
sovranità limitata. la priorità dovrebbe essere uscire dalla nato, non dalla ue
maryam
#5 maryam 2018-11-06 19:48
#4 horselover

sì!



è tanto la dipendenza (burocratica) da Bruxelles (che dipende da chi?)
E la dipendenza (strategica e geopolitica) dai voleri e dagli umori degli Stati Uniti d'America il problema
horselover
#6 horselover 2018-11-06 19:56
da soli non possiamo farcela, insieme agli altri paesi europei forse. magari lasciandogli la sicilia come 51esima stella
fb76
#7 fb76 2018-11-06 20:33
Cit :"Ieri lo stesso ministro degli esteri russo Lavrov a concesso un'intervista a El Paìs, "..... ha… HA con l'acca.
ELFLACO
#8 ELFLACO 2018-11-06 22:42
Citazione:
E' possibile che non ci sia un solo politico italiano che abbia il coraggio di sollevare il nostro vero problema, che non è tanto la dipendenza (burocratica) da Bruxelles, quanto piuttosto la dipendenza (strategica e geopolitica) dai voleri e dagli umori degli Stati Uniti d'America?
No!! :hammer:
fb76
#9 fb76 2018-11-06 23:08
che censura barbara….
umax
#10 umax 2018-11-07 06:48
Almeno chiedere qualcosa in cambio, noi manteniamo le sanzioni se ci azzerate il debito nazionale
redazione
#11 redazione 2018-11-07 07:59
FB76: Ho corretto, grazie.

***

UMAX:L'ho pensato anch'io. Va bene, facciamo come volete voi, ma almeno dateci qualcosa in cambio. Invece sembra che dobbiamo ubbidire e basta.
starburst3
#12 starburst3 2018-11-07 08:10
L'italia non puo'avere una sua politica estera indipendente dalle decisioni nato, cosi' e' stato deciso all'indomani della spartizione di Yalta e cosi' e' ancora, tendiamo troppo spesso a dimenticarlo, quelli che hanno provato a disobbedire (Mattei,Moro,Craxi) l'hanno pagata cara.
Il nostro paese si regge (si fa' per dire) sui collaborazionisti/mezzadri, cresciuti nelle scuole di servilismo politico/economico, dopo mani pulite e l'eliminazione di Falcone e Borsellino abbiamo avuto ed abbiamo ancora una classe di uomini senza spina dorsale e provvisti di lingua che usano per tutto meno che per...parlare!
Ci troviamo ad un bivio epocale,decidere da che parte stare nel riassetto geopolitico/economico mondiale, restare con il blocco occidentale formato dall'asse usa,gb,israele o rimanere con Berlino e i suoi paesi satellite spostandosi verso il BRICS.
Purtroppo non vedo una classe politica capace di decidere per il meglio,l'economia mondiale e' in mano ai paesi BRICS, le prove muscolari della nato nei confronti della Russia lo stanno a dimostrare, come la spesa miliardaria della Cina per potenziare il suo esercito e in particolare la sua flotta navale,per non parlare dell'India che zitta zitta sta' fagocitando tutto il mercato digitale,noi possiamo solamente cercare di fare "bizantinismo", ma gente capace di alzare la voce...non ne vedo.
Anche usa e gb non sono messi bene, dal contestatissimo trump alle "sommosse" gb per rientrare nella ue, all'informazione mainstream tutta schierata dalla parte globalista e globalizzante (poi sono gli altri i dittatori!),lotte senza esclusione di colpi, abbiamo gente capace di affrontarle?
Non sono ottimista, penso che le scelte in politica estera questo governo le abbia gia' fatte, il resto e' diplomazia spicciola, noi non contiamo come nazione, siamo al centro delle dispute perche' siamo al centro del mediterraneo.

IN RED WE TRUST
Adonis
#13 Adonis 2018-11-07 08:29
Redazione
Citazione:
E' possibile che non ci sia un solo politico italiano che abbia il coraggio di sollevare il nostro vero problema, che non è tanto la dipendenza (burocratica) da Bruxelles, quanto piuttosto la dipendenza (strategica e geopolitica) dai voleri e dagli umori degli Stati Uniti d'America?
E’ dal 1945 che l’Italia è asservita al potere americano quindi da oltre 70 anni siamo proni ai voleri e ai capricci dei vari presidenti di turno. Se non vi è stato un solo politico che in più di mezzo secolo sia stato capace di mettersi di traverso nei confronti degli Stati Uniti, figuriamo ora se ne salta fuori uno tra questi improvvisati politicanti che abbiamo a disposizione in grado di fare passi del genere. Non si dovrebbe mai arrivare ad essere sudditi e soprattutto rimanere per tanto tempo sudditi. Il fatto che per ora l’Italia sia stata esentata dall’applicare le sanzioni all’Iran, mi pare tanto una sorta di carità pelosa generosamente concessa da quello psicopatico di Trump. Dobbiamo fargli veramente pena, ma la colonia si deve pur mantenere in qualche modo…
raba1980
#14 raba1980 2018-11-07 08:38
I governi europei e sopratutto quello italiano hanno scarsa autonomia in politica estera, ricordiamo che siamo tuttora un paese occupato dagli "alleati", non siamo appunto alleati ma vassalli in questo neo feudalesimo. Uscire dalla NATO avendo più di cento basi militari USA sul nostro territorio è pura utopia, sopratutto ora che lo scacchiere geopolitico del Mediterraneo è tornato ad avere una importanza strategica molto pesante. Poi il nostro paese non è la Svizzera, che strategicamente non conta nulla, siamo un paese fondamentale in questo scacchiere ed uscire dalla NATO ci sposterebbe per molti motivi verso la Russia, cosa che Washington non accetterebbe mai. Purtroppo siamo una vaso di coccio in mezzo a quelli di ferro, anche il Giappone che ha una ben più forte economia ed identità nazionale deve accettare a malincuore l' ingombrante presenza yankee sul suo territorio. Una cosa sola si potrebbe fare, avere una classe politica decente che curi gli interessi nazionali per ottenere un trattamento se non dico egualitario almeno rispettoso del nostro ruolo.
peonia
#15 peonia 2018-11-07 08:42
ahò c'hanno libberato! è solo gratitudine.. :-o
Tianos
#16 Tianos 2018-11-07 09:36
@peonia
quanti beceri idrocefali ho sentito usare questa frase...quanti ancora invece "ora seremmo sotto il nazismo" ecc ecc. sembra che le colpe dei padri (o i presunti meriti) debbano essere innggiati fino alla settima generazione.
peonia
#17 peonia 2018-11-07 09:45
eh lo so Tianos... :-(
Azrael66
#18 Azrael66 2018-11-07 09:50
O.T.

L'Italia, così come gli altri paesi europei, dopo la seconda guerra mondiale sono stati militarmente colonizzati dagli americani.

Per il 2018 questo governo ha recepito l'eredità del precedente, confermando l'elevazione della spesa militare a 25 miliardi di euro, il 4% in più rispetto al 2017.

Mantenere le basi americane sul nostro territorio ci costa un ballino di soldi, su Il Fatto Quotidiano si apprende che:
“Tra gli ulteriori focus del dossier quelli sulle le spese italiane di supporto alle 59 basi USA in Italia (in realtà sono ben oltre cento) (520 milioni l’anno) e di contribuzione ai bilanci Nato (192 milioni l’anno), sui costi nascosti (Mission Need Urgent Requirements) delle ‘infinite’ missioni militari all’estero (16 anni di presenza in Afghanistan e 14 anni in Iraq), il costo della base militare italiana a Gibuti intitolata all’eroe di guerra fascista Comandante Diavolo (43 milioni l’anno) e lo ‘scivolo d’oro’ dimenticato per gli alti ufficiali ma condannato dalla Corte dei Conti e l’onerosa situazione dei 200 cappellani militari ancora a carico dello Stato (15 milioni l’anno tra stipendi e pensioni). “

Inoltre gli italiani con due referendum (1987, 2011) bocciarono la costruzione di centrali nucleari sul proprio territorio, eppure nelle basi americane si trovano stipate centinaia di testate nucleari, oltre al rischio incolumità si aggiungono ulteriori spese “legate alle spese di stoccaggio e sorveglianza delle testate atomiche tattiche americane B-61 nelle basi italiane e alle spese di stazionamento del personale militare USA addetto e di mantenimento in prontezza di aerei e piloti italiani dedicati al ‘nuclear strike’.”

Il vecchio slogan “Yankee go home” per me rimane sempre attuale.
alsecret7
#19 alsecret7 2018-11-07 10:21
EUROPA E ITALIA SONO SOLO DEI SUBALTERNI E SCHIAVI DEGLI AMERICANI! LI OMAGGIAMO COME SE FOSSERO IL DIO INTERRA! SE NON CI SI RIBELLA DA QUELLE CATENE NON CABIERA' MAI NIENTE! :-x E UNA COLONIA AMERICANA ORMAI. :-x
f_z
#20 f_z 2018-11-07 10:54
Citazione:
#18 Azrael66 2018-11-07 09:50

Il vecchio slogan “Yankee go home” per me rimane sempre attuale.
Preferisco il nuovo slogan "Fucked yankees go to hell". :-D
AlexFocus
#21 AlexFocus 2018-11-07 11:29
@Peonia
Sì, ci hanno liberato 73 anni fa, ma ora chi ci libera dei "libbbberatori"!?
alsecret7
#22 alsecret7 2018-11-07 11:34
AlexFocus
Sicuri che siano stato gli Americani a liberarci? Ma che siano stati i russi invece?
P.K.89
#23 P.K.89 2018-11-07 11:35
Negli USA con l'arrivo di Trump, si è cambiato modo di fare guerra e tutelare i propri interessi. Se con Obama e i democratici si è portata avanti la politica del buon viso a cattivo gioco, nel senso che sotto la bandiera del premio nobel per la pace, poi si è spinto tanto su sovversioni e disordini nei vari paesi, oggi si è cambiata strategia. Trump usa l'arma della guerra commerciale, ed è uno molto diretto in fase di contrattazione.
Io trovo questa politica USA molto meno ipocrita.

Anzi in un quadro generale, l'elezione di Trump inizia ad acquisire un senso. Se da un lato le grosse compagnie e le personalità prendono le distante da questo eccentrico personaggio (Trump), dall'altro si è voluto ristabilire la posizione di forza economica degli USA, per arginare la crescita di paesi come la Cina e quei paesi che potessero rappresentare una minaccia futura. E quindi stanno rivedendo tutti gli accordi commerciali.

I russi sono solo una delle tante altre fazioni, che fa i propri interessi come gli USA, non ci sono salvatori e uomini giusti da nessuna fazione. L'Italia è ovviamente sotto l'influenza USA, si parla di alleato ma sappiamo benissimo che in realtà siamo sotto il controllo. La guerra è stata persa vorrei ricordare.
Sulle contropartite da chiedere agli americani, be queste dipendono sempre dalla posizione in cui ci troviamo. Se non siamo in una situazione di forza non abbiamo mezzi per contrattare.

Ci lamentiamo anche di fare la TAP... e poi l'alternativa è comprare gas liquido che gli USA ci vogliono vendere.
fabiomln
#24 fabiomln 2018-11-07 11:59
Non possiamo togliere le sanzioni.
La domanda è: perché allora hanno detto che l'avrebbero fatto?
Credo che i 5S nel complesso siano brave persone.
Però devono capire che non si può promettere qualsiasi cosa anche se giusta e opportuna.
La politica (e l'economia) funziona in maniera diversa. Non tutto quello che andrebbe fatto si può fare.
Però leggendo non mi pare abbiano detto: toglieremo le sanzioni. Mi sembra abbiano detto: ci impegneremo a farle togliere.
Dopodiché il parlamento europeo ha votato contro l'eliminazione delle sanzioni.
Andoram
#25 Andoram 2018-11-07 12:18
Da anni G. Chiesa denuncia lo stato di servilismo nei confronti della Nato e degli USA.

Tutti i governi chi più chi meno sono stati sempre a sovranità limitata.

Quello che rimprovero pesantemente ai 5* è la loro totale mancanza di progettualità realistica nei confronti dei poteri forti ...mi domando... ma si sono resi conto quando a suo tempo in campagna elettorale affermavano vari intenti ( vedi Vaccini, Russia, Nato Sovranità, Europa ect.) come avrebbero potuto mediare tra l'elite e le loro presunte idee di libertà?

Evidentemente hanno e stanno dimostrando tutti i limiti della loro azione politica a medio (anche corto) e a lungo raggio.
Jurij
#26 Jurij 2018-11-07 12:41
Massimo, la tua domanda è forse la più importante. La vera sovranità italiana passa dallo stacco dall’influenza usa. Mussolini e Craxi, gli unici due politici che hanno provato a fare qualcosa contro gli interessi usa. È mai possibile che dopo un secolo siamo ancora a queste cose ? In Italia, come in Svizzera, c’è ancora gente che vede buoni gli americani e cattivi i russi.... sempre o bianco o nero. Ke tristezza....
BELLINI
#27 BELLINI 2018-11-07 13:11
Sono sanzioni ma fino a un certo punto.
In tanti le bypassano passando dalla Svizzera o dalla Serbia.
Tu vendi ad uno svizzero, lo svizzero vende a un russo e sono tutti tristi tranne lo svizzero che porta a casa soldi che non avrebbe mai fatto senza sanzioni.
Non so se funziona proprio così, ma ho qualche sospetto.
Avete sentito della mega truffa delle banche tedesche di cui Schauble era a conoscenza ma ha fatto finta di niente? Hanno messo a segno la più grande truffa europea, 55 miliardi di euro e la TV non ha detto una parola.
Sapete che oligarchi russi sono spesso a Londra perché Londra è la capitale del riciclaggio?
Eppure sembra che gli italiani siano brutti e cattivi e gli altri perfetti.

independent.co.uk/.../...
affaritaliani.it/.../...
Rebelde
#28 Rebelde 2018-11-07 13:19
e perchè, e perchè, e perchè, e perche........?????
E' molto semplice.
...già ci state sui coglioni con il vostro movimento politico,
vi teniamo frenati nell'agire grazie alla collaborazione dei nostri fidatissimi (comprati) della lega.
Vi facciamo giocherellare un po con qualche leggina, senza mai esagerare.
Se esagerate allo facciamo cadere il governo.
Perchè altrimenti, quelli la, ritornano a far saltare le bombe.
Chiaro?
sartori
#29 sartori 2018-11-07 13:22
non è possibile sganciarsi dall'impero anglosionista con forze politiche che a priori rifiutino il combattimento; bisogna essere o imbecilli o falsi se si pensa o si afferma che con il PADRONE con le buone maniere si possa ottenere la libertà di non più obbedirgli.
in italia dal 45 in poi solo mattei craxi e moro hanno provato con coraggio ad affermare gli interessi italiani dando un po' di fastidio all'impero. che fine hanno fatto? spiaccicati come mosche.
un partito politico che invece l'impero teme è l'hezbollah; invito tutti a studiarne la storia.
Sacco
#30 Sacco 2018-11-07 13:37
La Russia doveva essere distrutta nel 1945
Lo sapevano tutti che il nemico erano i russi Churchill aveva persino messo su un piano l'Operazione Impensabile ma quando gli e' stato detto che c'erano 7 soldati russi per ogni alleato ha desistito. La SGM e' finita nel 1989.
L'unica cosa che non mi va giu' e' questo mito di Craxi che e' duro a morire, era un ladro e farabutto come tutti gli altri ( dopo la trasformazione dei 5 stelle non credo piu' a nessun politico a nessun entrismo )
Craxi è stato condannato in via definitiva, oltre che per finanziamento illecito (4 anni e 6 mesi per le tangenti della metropolitana milanese), anche per corruzione: 5 anni e 6 mesi per le mazzette Eni-Sai. E perché la caccia al tesoro di Craxi (almeno 150 miliardi di lire) è stata fatta non nelle casse del partito, ma nei conti esteri in giro per il mondo (Svizzera, Liechtenstein, Hong Kong, Panama, Bahamas) che non erano nelle disponibilità del segretario amministrativo del partito, bensì dei prestanome di Bettino (Giallombardo, Tradati, Raggio, Vallado, Larini, Troielli, Ruju).
sartori
#31 sartori 2018-11-07 14:47
a sacco.
nessun mito su craxi; semplicemente con sigonella ha voluto mostrare che poteva dire la sua e siamo nell'85; nel 92 gli hanno saldato il conto.
Sacco
#32 Sacco 2018-11-07 14:55
che abbia preso tangenti non interessa a nessuno
ok
redazione
#33 redazione 2018-11-07 15:49
SACCO: Citazione:
che abbia preso tangenti non interessa a nessuno. ok.
Se la discussione è sulla situazione geopolitica dell'Italia, che Craxi abbia preso tangenti non interessa a nessuno.

Quando ci sarà una discussione sulla corruzione dei partiti, quello di Craxi sarà un ottimo esempio.
anakyn
#34 anakyn 2018-11-07 17:48
@ REDAZIONE

Citazione:
Quando ci sarà una discussione sulla corruzione dei partiti, quello di Craxi sarà un ottimo esempio.
Ma in realtà nemmeno in quel caso, visto che i finanziamenti illeciti li prendevano tutti (PC compreso, forse più degli altri) e Craxi è stato solamente il capro espiatorio, non a caso visto che era (ed è rimasto l'ultimo, speriamo per poco) un politico capace se non altro di concepire l'interesse nazionale, cosa che in Italia raramente è andata di moda.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Tornando all'argomento del topic ed allargandolo un minimo, è vero che il Governo non ha tolto le sanzioni alla Russia, probabilmente a causa di una insufficiente forza politica, ma è altrettanto vero che i rapporti con la Russia, sia a livello geopolitico che commerciale, sono notevolmente migliorati, senza peraltro che questo intaccasse i rapporti con gli USA, anzi migliorando pure questi ultimi.
Solo che i successi diplomatici con gli USA hanno avuto abbastanza risalto (comunque troppo poco, visto che la totalità dei media mainstream sono schierati contro il Governo ed operano in modo da enfatizzarne le lacune e nasconderne i successi), mentre quelli con la Russia sono passati pressochè sotto silenzio.

E' notizia recente che in Libia, ad esempio, il Governo stia operando in stretto accordo con i russi.
Ne aveva parlato (fra gli altri) anche Blondet ma non riesco a recuperare l'articolo, facendo una ricerca molto veloce ho trovato questo.
Aggiungiamo che Putin ha recentemente dichiarato, in piena "tempesta spread" e con il suo solito stile diplomatico, che la Russia non avrebbe alcuna riserva nell'acquistare titoli di stato italiani.

Insomma: il Governo italiano sta dando numerosi segnali di collaborazione con la Russia (e viceversa) e di questo bisogna tenerne conto anche al di là del discorso sanzioni, per incidere sul quale credo che l'Italia dovrebbe esercitare una leva politica troppo forte rispetto a ciò che può mettere in campo al momento.
Azrael66
#35 Azrael66 2018-11-07 19:46
#20 f_z
Citazione:
Preferisco il nuovo slogan "Fucked yankees go to hell".
Rispetto a quello classico è più altisonante ed intenso:
:-D
Denebula
#36 Denebula 2018-11-07 22:12
@Andoram
Citazione:
Quello che rimprovero pesantemente ai 5* è la loro totale mancanza di progettualità realistica nei confronti dei poteri forti ...mi domando... ma si sono resi conto quando a suo tempo in campagna elettorale affermavano vari intenti ( vedi Vaccini, Russia, Nato Sovranità, Europa ect.) come avrebbero potuto mediare tra l'elite e le loro presunte idee di libertà?
E ti sembra una cosa facile ? Provaci tu a capire cosa si può fare o meglio come disse Fassino nella famosa profezia: vai presenta una lista e vediamo cosa fai al governo !
Ok anche io sono un po' deluso ma già se fanno una legge anticorruzione, impediscono la prescrizione e tagliano vari privilegi vale già la pena essere usciti di casa per votare confrontando con un qualsiasi altro partito che non avrebbe fatto queste cose.
Ripetiamolo: andate a votare perché chiunque voi votiate votate meglio del rincoglionito italiota medio...
Andoram
#37 Andoram 2018-11-07 22:46
#36 Denebula

Citazione:
E ti sembra una cosa facile ? Provaci tu a capire cosa si può fare o meglio come disse Fassino nella famosa profezia: vai presenta una lista e vediamo cosa fai al governo ! Ok anche io sono un po' deluso ma già se fanno una legge anticorruzione, impediscono la prescrizione e tagliano vari privilegi vale già la pena essere usciti di casa per votare confrontando con un qualsiasi altro partito che non avrebbe fatto queste cose. Ripetiamolo: andate a votare perché chiunque voi votiate votate meglio del rincoglionito italiota medio...
Non è per niente facile, ci mancherebbe!

E' evidente che poi bisogna confrontarsi con la Realpolitik, il problema più serio da parte dei 5* stelle è la mancanza di strategia su un contesto italiano oggettivamente e seriamente compromesso.

Domanda: come riuscire a riappropriarsi di alcune parti di sovranità senza calpestare troppo i piedi d'elite?

Come fare per avere un politica estera meno succube dei dettami della Nato / Usa e dell'Europa in generale?

Se Foa (torniamo al piccolo cabotaggio) ha dovuto fare il pelligrinaggio in Israele qualcosa purtroppo significa, significa che siamo al guinzaglio e che neanche un presidente Rai può essere nominato senza fare l'inchino a chi di dovere. Figuriamoci il resto...

Allora in sintesi ci dobbiamo accontentare di alcune leggi, vedi prescrizione, taglio previlegi ect (meglio del nulla più profondo...) per essere soddisfatti?

A voi la risposta.
allpet66
#38 allpet66 2018-11-08 07:52
Siamo il 51° stato d'America... però sottovoce...altrimenti qualcuno potrebbe inc...arsi
redribbon
#39 redribbon 2018-11-08 22:30
Citazione:
Ma non dovevamo togliere le sanzioni alla Russia?
Almeno questo governo ci sta provando, ma nell'UE non è passata la proposta. Si perché la politica estera alla fin fine la decide l'UE, così come molte altre questioni. Si tratta dell'ennesima dimostrazione che il popolo italiano non è affatto sovrano, e che è urgente e doveroso uscire dall'UE.
Dopo, senza l'UE, diventa più difficile obbligare tutte le nazioni europee secondo un unico comportamento negativo verso una nazione terza se questo confligge con gli interessi delle nazioni europee interessate e se i motivi non sono così forti.
Ma proprio qui entrano in gioco gli USA, si perché gli americani sono, e sono sempre stati, ferocemente pragmatici, e proprio quello sopra, vale a dire il controllo sulle nazioni europee da parte loro è enormemente facilitato dall'istituzione dell'UE,
vale a dire di un potere centralizzato costituito per lo più da burocrati e politici fasulli e distanti dai popoli che li hanno eletti che sono meglio gestibili rispetto a dei politici più vicini ai loro elettori,
per questo è interesse degli USA mantenere l'UE, ed in una eventuale battaglia per uscire dall'UE dovremmo andare anche contro gli USA. Non ci sarebbe problema se gli italiani avessero le palle.
Primus eccetera
#40 Primus eccetera 2018-11-09 01:33
Primus eccetera
#41 Primus eccetera 2018-11-09 01:34
cancellato
horselover
#42 horselover 2018-11-09 07:18
il "rincoglionito italiota medio" ha dato la maggioranza a 5stelle e lega
Denebula
#43 Denebula 2018-11-09 09:46
@horselover
Ecco il genio dei complottisti che sta al di sopra della folla di sudditi idioti.
Chi hai votato per esprimere la tua superiore intelligenza ?
(il non voto è già stato determinato in questi forum essere una stupidata che favorisce il sistema)
Andoram
#44 Andoram 2018-11-09 12:06
#43 Denebula

Citazione:
@horselover Ecco il genio dei complottisti che sta al di sopra della folla di sudditi idioti. Chi hai votato per esprimere la tua superiore intelligenza ? (il non voto è già stato determinato in questi forum essere una stupidata che favorisce il sistema)
Forse intendeva che bisognava votare PD o Berlusconi...
horselover
#45 horselover 2018-11-09 18:30
non credo affatto che la gente sia idiota, mi ero limitato a citare un commento precedente in cui un sostenitore del governo lo sosteneva. le opinioni sono opinioni non realtà, quindi io mi tengo le mie che nessuno ha dimostrato essere stupide (almeno non più delle altre)
Denebula
#46 Denebula 2018-11-09 18:56
@horselover
Quindi puoi rispondere alla mia domanda:
Per fare il meglio per l'Italia (o il meno peggio visto che siamo un paese conquistato, una colonia)
chi dovremmo votare secondo te ?
horselover
#47 horselover 2018-11-09 19:15
sono un astensionista convinto da oltre 40 anni, votate per chi volete
Denebula
#48 Denebula 2018-11-09 23:03
Complimenti: togliendo il tuo voto hai dato più importanza(relativa) al voto della massa e favorito i governi degli ultimi 40 anni che hanno spolpato l'italia.
E adesso dai dei rincoglioniti a quelli che hanno votato questo governo che almeno qualcosa prova a fare...
Avanti così e resta sempre CONVINTO !!!
horselover
#49 horselover 2018-11-10 06:29
sei stato tu nel commento 36 a dare dei rincoglioniti agli italiani io ti ho solo citato.
horselover
#50 horselover 2018-11-10 06:32
in queste elezioni la mia astensione ha favorito l'attuale maggioranza che peraltro è stata votata dalle stesse persone che prima votavano altri
sartori
#51 sartori 2018-11-10 17:31
anch'io, come horselover, non vado a votare da più di 40 anni (circa dal 1973); nella vita ho fatto delle grosse esperienze socio-politiche e dopo aver capito come funziona il sistema sono arrivato alla conclusione che il voto è un atto che serve solo a dare al sistema una parvenza di legalità: ci avete scelto VOI.
in libano voterei con molta convinzione per hezbollah; ma tale raggruppamento socio politico ha ANCHE un'attività parlamentare, ma opera su tutti i livelli ed è partecipato dalle masse; fidel castro diceva "patria o muerte" mentre i nostri "politici?" dissertano e si contorcono nel nulla.
Denebula
#52 Denebula 2018-11-10 19:28
@sartori @horselover
Resta il fatto che questo governo qualcosina l'ha fatta e la farà (anche se si capisce che non è perfetto e ha le mani legate)
Quindi non andando a votare avete comunque ridotto le sue potenzialità.
@horselover dice
Citazione:
in queste elezioni la mia astensione ha favorito l'attuale maggioranza
è vero ma se molti come te fossero andati a votare sarebbero cambiate ulteriormente le cose per esempio M5S avrebbe forse potuto avere la forza di fare certe cose dove adesso è limitata dalla Lega(anche se sull'immigrazione forse sta facendo bene la Lega)
Quindi la prossima volta pensateci: votate sempre il meno peggio. Io anni fa ho votato personaggi singoli in piccoli partiti di cui avevo sentito dire che hanno fatto del bene ... sapevo che sarebbero stati macinati dagli ingranaggi del partito ma ho fatto quello sforzo di uscire e votare lo stesso ... per quel poco di bene che avrebbero potuto aggiungere a questo mondo martoriato !
horselover
#53 horselover 2018-11-10 20:06
ogni voto dato rafforza lo stato, i regimi al giorno d'oggi sono fatti da governo e opposizione che si alternano
Denebula
#54 Denebula 2018-11-11 00:33
@horselover
d'accordissimo questo lo sappiamo tutti(su questo forum). Ma facciamo il possibile per migliorare il poco che possiamo. Certo non usciremo dalla Nato ma qualche piccola leggina la possiamo fare no ?
Dusty
#55 Dusty 2018-11-11 10:46
Citazione:
E' possibile che non ci sia un solo politico italiano che abbia il coraggio di sollevare il nostro vero problema, che non è tanto la dipendenza (burocratica) da Bruxelles, quanto piuttosto la dipendenza (strategica e geopolitica) dai voleri e dagli umori degli Stati Uniti d'America?
Perché dovrebbero?
Farlo vorrebbe dirsi mettersi nei casini ed inimicarsi persone che servono a dargli appoggio, senza avere nessun vantaggio.

Non farlo invece gli permette di godersi in pace il lauto stipendio, e siccome sono pagati indipendentemente dai risultati, sarebbe irrazionale non fare altrimenti.

Di quanti esempi c'è bisogno, e per quante decine di anni, prima di capire che il governo ed i governanti esistono per crearci i problemi e non per risolverli?
Denebula
#56 Denebula 2018-11-11 12:39
@Dusty
Penso che quì su LC l'abbiamo capito tutti !
Però vediamo anche il lato positivo. secoli fa noi saremmo una colonia USA con un sistema repressivo di ogni velleità democratica.
Adesso abbiamo almeno un 5-20% di libertà soprattutto sugli affari interni e una falsa democrazia.
Per contro è più facile tenerci sotto così che non con l'esercito è forse più difficile per noi organizzare una ribellione se molti non sanno di essere una colonia.
Però almeno prendiamo il pochissimo vantaggio: Quelli che non vanno a votare per il gusto e l'orgoglio di ribellarsi lasciano al sistema anche quella piccola libertà che ci hanno lasciato.
Dusty
#57 Dusty 2018-11-11 16:29
Citazione:
Penso che quì su LC l'abbiamo capito tutti !
Al contrario: la maggioranza qui pensa che sia importante votare per X o Y perché "prima o poi" (non viene spiegato quante migliaia di anni servono) si trova quello giusto.

Inoltre, si dà per scontato che ci debbano essere sconosciuti che possano ed addirittura debbano impicciarsi di fatti miei personali.
Denebula
#58 Denebula 2018-11-11 20:18
@Dusty
Il tuo ultimo commento potrebbe confermare che il profilo psicologico di chi non vota di solito(ma non sempre) è quello di uno che si sente quasi un ribelle, un partigiano che sa pensare in modo superiore alla massa di pecoroni.
Sicuramente ci sono anche quelli che votano appassionandosi come per il tifo calcistico ma la maggior parte e sicuramente quelli più razionali cercano di fare il meno peggio per quanto possibile.

@sartori @horselover o @dusty
potete piegarmi il vantaggio concreto e razionale del non votare ?
horselover
#59 horselover 2018-11-11 22:35
anche se non ci fossero vantaggi mi basta avere la coscienza a posto
Denebula
#60 Denebula 2018-11-11 23:38
@horselover
mmmmmmmmmmh
quindi mi stai rispondendo che non ci sono motivi concreti che danno un senso al non votare ma
che noi che ci turiamo il naso e usciamo a votare non saremmo a posto con la nostra coscienza e voi sì ?!
spiega... secondo te lo facciamo per appoggiare il sistema ?
horselover
#61 horselover 2018-11-12 09:55
no, non hai capito bene. tu puoi fare come vuoi e io pure. la mia coscienza mi impone di non fare cose che ritengo sbagliate. motivi concreti ce ne sono a volontà e ogni volta che si avvicinano elezioni si ripropone la stessa discussione e mi annoio a ripetere sempre le stesse cose. se sei soddisfatto dell'operato del governo godi, ma non pretendere che tutti debbano obbligatoriamente essere d'accordo con te
Denebula
#62 Denebula 2018-11-12 12:10
Spiega cosa c'è di sbagliato nel prenderci quella poca libertà che ci lasciano altrimenti il tuo gesto è semplicemente illogico.
Non è che DEVI avere le mie stesse idee ma girare intorno senza spiegare minimamente la logica delle tue azioni...
Cosa pensi che se la gente non va a votare il governo si ritira e si rifonda la nazione basandosi su una vera democrazia ?

Per postare dei commenti è necessario essere iscritti al sito.

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO