Forum

Commenti Recenti

rss

Tre personaggi anonimi si sono candidati alla segreteria del PD. Tre persone insulse, senza carisma, senza idee, senza la minima spinta interiore che denunci una passione di qualunque tipo. Semplici caricature dell'uomo politico di una volta, questi tre fanno a gara a non offendersi, a non attaccarsi, a non dare l'impressione di odiarsi reciprocamente, misurandosi nella sublime arte della politica odierna: quella di riuscire a sembrare intelligenti e motivati senza dire assolutamente nulla di concreto.

Poi ci sono i 35.000 "volontari" che si sono svegliati presto domenica mattina per andare ad offrire il loro servizio ai gazebo. Lo fanno "perchè ci credono". Credono nel partito, credono nei loro dirigenti, e credono magari che anche loro un giorno avranno un posto di rilievo nella complessa e obsoleta gerarchia della "ditta". Nel frattempo, mentre loro lavorano gratis, si preoccupano di far sganciare due euro a ciascuno dei votanti alle primarie del PD. E così entro sera il partito avrà incassato (almeno) due milioni di euro, mentre loro hanno prestato il loro servizio gratuitamente, magari solo per ingraziarsi qualche personaggio importante della loro sezione.

E poi ci sono più di un milione di "elettori", che non solo sono felici di sganciare due euro per avere il "diritto" di votare, ma che credono anche che il loro voto possa servire a qualcosa: come se scegliere Giachetti piuttosto che Martina o Zingaretti possa fare la differenza, in una sinistra che non esiste più da almeno vent'anni, e che delle vestigia del vecchio partito comunista ormai non porta più nemmeno il nome.

Però domani ci diranno che la democrazia ha trionfato, e che la domenica appena trascorsa è stata "un bellissimo momento di incontro e di cambiamento". Tanto, ormai contano soltanto più le apparenze.

Massimo Mazzucco

Aggiungi Commento   

Andoram
#1 Andoram 2019-03-03 22:09
Citazione:
Però domani ci diranno che la democrazia ha trionfato, e che la domenica appena trascorsa è stata "un bellissimo momento di incontro e di cambiamento". Tanto, ormai contano soltanto più le apparenze.
Il grande trionfo della demagogia e della propaganda...

sarà un momento che entrerà nella storia della Repubblica...

gli italiani hanno risposto compatti alla demagogia e deriva populista...

una lezione di democrazia...ect. ect.
Nomit
#2 Nomit 2019-03-03 22:20
ZORG
#3 ZORG 2019-03-03 22:23
Attendo sempre con ansia le primarie del PD.
Per qualche ora il mio quartiere torna ai fasti del passato .. senza zingari e africani!
Sarevok
#4 Sarevok 2019-03-03 22:34
Il pd riuscirà a vincere alle primarie del pd?
Sæth
#5 Sæth 2019-03-03 22:49
Sono pdioti, non sono tenuti nè ad usarlo nè ad averlo il cervello.
fefochip
#6 fefochip 2019-03-03 22:57
il pd è il partito delle elite dominanti e gli elettori quelli che, grazie alla propaganda, pensano che il pd abbia ancora qualcosa di sinistra

la sinistra invece è ormai solo un vestito con cui andare a carnevale
hvsky
#7 hvsky 2019-03-03 23:29
la sinistra invece è ormai solo un vestito con cui andare a carnevale

parole sante !!!
Paracelso
#8 Paracelso 2019-03-04 03:55
cosa si intende per ‪Sinistra...(!?)

starburst3
#9 starburst3 2019-03-04 06:42
Banda di maramaldi (redazione compresa), voi uccidete un uomo morto! :-D
A parte che chiamare sinistra un partito di sinistrati, ferito a morte dai vari d'alema,veltroni e soppresso dai loro eredi, non ultimi questi tre che sembrano la rappresentazione vivente del prima e dopo la cura di governo, il prima, giachetti e martina ( emaciati e scarni), il dopo, zingaretti (rinvigorito e rubicondo a forza di pranzi e cene di...rappresentanza), chiamarlo di sinistra e' proprio una forzatura anche se la sinistra almeno quella riformista e "democratica" le sue scelte le ha fatte da tempo,allineandosi a quelli che sono i partiti democratici occidentali, in primis quello u.s.a., che chiamarlo di sinistra si rischia una denuncia per diffamazione dagli stessi dem d'oltre oceano.
Piu' che altro e' diventato un partito di imprenditori ed investitori ( anche quelli che acquistano 5 azioni si sentono investitori o quelli che fondano una coop "sociale" con tre soci si sentono imprenditori), tanto e' vero che si e' proposto un liquidatore e svenditore come calenda alla guida del pd e non e' detto che non ci arrivi se la situazione all'interno dovesse arrivare ad un impass ( il famoso tecnico che arriva dopo che i politici hanno fallito), avendo trasformato il paese in una azienda, per quanto riguarda l'elettorato e la base di questo partito, non sono formati da gente che ci crede ancora, quei pochi, forse, che sono rimasti sono diventati piu' pericolosi di quelli che lavorano gratis perche' sperano di avere un posto in tavola.
Sinceramente della presenza di una "sinistra" siffatta non ne sento il bisogno,anzi,meglio che le strade si siano divise, come diceva qualcuno...di respirare la stessa aria....
In quanto al signor fazio e la sua ultima leccata di culo, un breve pensiero :

Se da una parte del ceto politico e di governo ci si puo' aspettare un atteggiamento "omertoso",magari giustificato dalla ragion di stato, dagli uomini dell'informazione e dagli intellettuali no.Questi hanno il dovere di aprire le menti a nuovo orizzonti : se invece loro per primi si rifugiano in quel "non c'e' piu' niente da sapere" vuol dire che nel sistema c'e' qualcosa di profondamente sbagliato e non sempre si puo' spiegare tutto alla luce del "limite culturale", a volte puo' essere semplicemente cattiva coscienza , ma non e' un'attenuante, semmai un aggravante.
Tratto da " Il golpe inglese", di M.J. Cereghino e G. Fasanella

IN RED WE TRUST
Adonis
#10 Adonis 2019-03-04 07:20
Che fine ha fatto la sinistra? Perché in Italia esiste una sinistra? O solo un manipolo di pagliacci asserviti alla peggiore elite di sempre? Fanno pena, veramente pena....
eugenio cassi
#11 eugenio cassi 2019-03-04 07:46
La sinistra è morta col referendum dell'84 sulla scala mobile. Da quel momento, in cui l'indicizzazione del salario/stipendio è stata fatta passare come qualcosa di cattivo da cancellare, la sinistra ha smesso di fare il suo mestiere ed ha cominciato a dissolversi. In corteo a Milano c'erano gente come la Boldrini e Sala; se qualcuno mi dicesse cosa dicono e cosa fanno di sinistra quei due gliene sarei grato.
redribbon
#12 redribbon 2019-03-04 08:09
Citazione:
Che fine ha fatto la sinistra?
Bastano due parole:
debacle culturale.
Non c'è altro da aggiungere. Se non interrogarsi sui motivi che hanno portato a compimento la decadenza dei motivi ispiranti la sinistra.

Perché quando senti Bersani dire che la prima cosa da fare in Italia è lo ius soli, anche contro il volere degli italiani, dei quali in teoria egli dovrebbe essere un rappresentante e non certo un "pastore" che decide sopra e contro il volere degli italiani (concezione dittatoriale),
invece che occuparsi della propria gente, immettendo nel dibattito pubblico i problemi degli italiani, come ad esempio i bassi salari in Italia e la perdita di potere d'acquisto degli ultimi 30anni



da Sovranità o barbarie di Finzi-Mitchell (un tempo si sarebbe detto "socialismo o barbarie")
www.lantidiplomatico.it/.../11_27119
vuol dire che di sinistra non hanno nulla, anzi, ne usurpano la nomea, è un falso ideologico riferirsi a questi come di sinistra.
FrancescoB
#13 FrancescoB 2019-03-04 08:14
Tanto per capirci.
youtu.be/e8asvWe_eTM
Primadellesabbie
#14 Primadellesabbie 2019-03-04 08:55
Il giornalista Veneziani (destra?), in un recente articolo scrive:

“…Marella Agnelli simboleggiava, con classe e sensibilità, va detto, l’incontro tra la saga padronale e il mondo della sinistra venuto dal comunismo, dalle lotte operaie contro i “padroni”. …”

Mi sembra ci sia tutto quello che si possa dire a proposito di "sinistra" e di quello che si possa pensare a proposito di "destra".
Stealin
#15 Stealin 2019-03-04 08:59
Leggo giustamente indignazione nei commenti , e non potrebbe essere altrimenti , però leggo anche , o meglio ancora , il richiamo a quella che fu la sinistra e il vecchio PCI ; il "filosofo" Fusaro non perde occasione per richiamare dall'oltretomba i vari Gramsci e Marx , ebbene , sappiate che perlomeno dal dopoguerra in poi tutto quello che c'è stato , compreso i dualismi fra i vari partiti , c'è stato per un disegno ben preciso , quello di tenerci occupati a giochicchiare fra noi a fare i tifosi mentre non appena usciva qualcuno con idee sovraniste scendevano in campo i servizi segreti a fare stragi e a "richiamare l'unità nazionale".

Sul PCI e sul ruolo storico del comunismo dico solo che è nato su finanziamento da banchieri di Wall Street , pagando l'ebreo Karl Marx per redigere il famoso manifesto , che doveva avere l'esclusivo scopo di preparare le masse ad insorgere per ribaltare la famiglia Romanov , che , guardacaso , si trovava a gestire , e quindi ad essere concorrente sul mercato , il colossale affare del petrolio che era agli albori.
ZORG
#16 ZORG 2019-03-04 09:19
#15 Stealin

Complimenti! ;-)

L'ideologia: il più grande strumento di manipolazione di massa .. dopo la fede!
Zina
#17 Zina 2019-03-04 09:26
Ieri sera quando ho sentito che ha vinto Zingaretti un brivido mi ha assalita. Ho subito pensato: "ma questi hanno votato il fratello del commissario Montalbano. Non ha vinto Zingaretti. Ha vinto il fratello di Montalbano". Ditemi quello che volete ma io sono stra convinta che questi col cervello in fumo sono andati a pagare per votare il fratello di un personaggio che non esiste. Specialmente gli anziani. A questo punto siamo ridotti. Del resto la fiction fa il 50% di share quindi non è difficile. Per giunta gli somiglia moltissimo
fefochip
#18 fefochip 2019-03-04 09:54
mik300
#19 mik300 2019-03-04 10:08
l'impressione è che quelli che sono andati a votare
(il numero vero, quello vai a sapere..)
siano andati x scongiurare un ritorno del bomba
x interposta persona..

insomma hanno votato contro..

se riescono a rottamarlo del tutto
comunque per l'italia è un fatto positivo..
edo
#20 edo 2019-03-04 10:57
Di solito non si va oltre il tifo da stadio, se vuoi darti un tono anziche' napoli o milan scegli destra o sinistra.
Gaber lo sapeva bene.
penta
#21 penta 2019-03-04 11:15
E così anche Mazzucco ed i suoi fans hanno aderito al partito ESG (Esseri Superiori Giudicanti).
redazione
#22 redazione 2019-03-04 11:38
PENTA: Citazione:
E così anche Mazzucco ed i suoi fans hanno aderito al partito ESG (Esseri Superiori Giudicanti).
Io veramente appartengo al partito VCZ (Vai a Cagare sulle Zucche).

A parte le battute, che ti succede Penta? Non riesci più a trovare i frammenti della sinistra perduta, e allora te la prendi con il messaggero?
ZORG
#23 ZORG 2019-03-04 11:42
#21 penta
Ci stai confondendo con qualcun altro.
Noi siamo dell'EGSG (Esseri Geneticamente Superiori Giudicanti).
fefochip
#24 fefochip 2019-03-04 11:56
a proposito delle primarie ha vinto colui che ha lanciato l'allarme per il disastro ambientale del lago di bracciano accusando la giunta capitolina di non aver piani alternativi alla captazione di acqua
per roma
una idiozia piu grossa di quella non ci poteva essere
come se l'acqua a roma la si potesse portare con le brocche o prendere dal tevere e la siccità una colpa del partito al campidoglio.
penta
#25 penta 2019-03-04 12:03
Premesso che sono grato e lo sarò per sempre per la trattazione dell'11 settembre sono diventato insofferente verso chi critica sempre gli altri.
Verso chi deve sempre sminuire quello che fanno gli altri [e credono magari che anche loro un giorno avranno un posto di rilievo nella complessa e obsoleta gerarchia della "ditta".], deve sempre trovare una motivazione opportunistica per quello che fanno.
Verso chi mostra disprezzo per gli altri, come mostrano le varie virgolette.
Ci sono modi più intelligenti per sfogare le proprie frustrazioni politiche.
ARULA
#26 ARULA 2019-03-04 12:05
bushfamilyguy
#27 bushfamilyguy 2019-03-04 12:13
penta

Vedo che hai capito in pieno lo spirito di questo blog. Complimentoni
Una domanda. Non pensi di essere un po' troppo vago senza entrare proprio per un cazzo nel merito?
No perché dai questa vaghissima idea
fefochip
#28 fefochip 2019-03-04 12:15
#25 penta
se non ti rendi conto che il pd non ha piu niente a che fare con quello che era la sinistra
non fa piu niente di sinistra da anni ...

allora luogocomune per te è completamente inutile

e questo non è giudicare , è prendere atto di un dato di fatto, è ragionare
ItalHik
#29 ItalHik 2019-03-04 12:21
Per quel che mi riguarda, nessun rimpianto per la perdita della "sinistra", né di questa, né di quella del Berlinguer (che comunque, lo ricordo, diceva di sentirsi più sicuro al riparo dell'ombrello NATO!)...
Sapevatelo... :-?
.
Rox2
#30 Rox2 2019-03-04 12:47
Da quando esistono le primarie del PD, o del centro-sinistra, mi potreste ricordare una volta, UNA SOLA VOLTA, in cui non abbia vinto il candidato che doveva vincere?
Da quant'è che si sa, che avrebbe vinto Zingaretti?... 4 mesi?... 6 mesi?... forse 8?...

Possibile che gli altri, tutte le volte, non si vergognino nemmeno un po' a fare da sparring-partner al prescelto?
Oppure, forse, Martina e Giachetti pensavano veramente di poter prevalere... Ma se così fosse, quale partito vorrebbe dei dirigenti che credono a Babbo Natale?

Ripensandoci, c'è un'altra possibilità...
Forse, queste primarie servivano a contare i turborenziani (Giachetti), i renziani moderati (Martina) e gli antirenzi (Zingaretti), tra gli elettori del PD.
Ma se è così, quali veleni interni dobbiamo aspettarci, da domani in poi?
...E quanto dureranno, se Renzi non si decide alla svelta a fondare il suo nuovo partito?
Magari nemmeno lo fonderà più, vista la figuraccia dei suoi alle primarie. Forse continuerà ad essere un virus alieno che distrugge l'organismo ospite dall'interno.
starburst3
#31 starburst3 2019-03-04 13:00
Ragazzi cercate di capirli, dopo una grande anzi grossa manifestazione in cui c'era di tutto, non solo quelli del pd, nazionale e forse internazionale e dopo il comizio del loro leader europeo macron, hanno di nuovo la speranza di vincere le elezioni, forse si, forse no...piu' no che si, ricordate le manifestazioni oceaniche contro berlusconi? Poi una volta al governo hanno fatto esattamente come lui, privatizzando e svendendo questo paese non sempre al miglior offerente.
Lasciamoli nell'oblio,la loro sinistra diventata socialdemocratica e neoliberista e' bravissima soltanto su una cosa, a costruire muri di gomma.

IN RED WE TRUST
starburst3
#32 starburst3 2019-03-04 13:12
#30 Rox2
Citazione:
Forse, queste primarie servivano a contare i turborenziani (Giachetti), i renziani moderati (Martina) e gli antirenzi (Zingaretti), tra gli elettori del PD.
Ma se è così, quali veleni interni dobbiamo aspettarci, da domani in poi?
Veleni interni sufficienti a portare calenda a capo della segreteria,del resto lui e' una "creazione" di renzi.

IN RED WE TRUST
pencri93
#33 pencri93 2019-03-04 13:16
Chiamatemi pazzo ma secondo me Zingaretti ha beneficiato non poco della figura pubblica del fratello Luca, che gli somiglia nelle fattezze e nei modi ed ha trasferito su di lui parte dell'immagine positiva che si è costruito negli anni.

La mia percezione della politica la conoscete, da ex elettore 5 stelle (ed ex elettore in generale, non mi vedo nuovamente alle urne nei prossimi 10 anni) sto godendo non poco nell'osservare il tracollo dei pentastellati, schiacciati dal peso dell'incoerenza, della paraculaggine, della vigliaccheria e del tradimento perpetrato ai danni di chi li aveva preferiti ai concorrenti un anno fa.

Come ho detto in precedenza mi piace leggere questo calo come un "termometro" della tolleranza residua che gli italiani hanno per le stronzate della classe politica e spero, in un futuro non troppo lontano, che il popolo possa ribellarsi quel tanto che basta per guadagnare 10-15 anni di miglioramento prima di ricadere nuovamente negli stessi errori.

Ma ovviamente non ne sono certo, anzi, la possibilità di vedere i consensi di qualche vecchio mostro non è da escludere, quindi mi chiedo: se io fossi nei ranghi alti del PD e volessi riabilitarne l'immagine per mirare ad un 25% alle prossime elezioni, cosa farei?

Personalmente, partirei non solo col cambiare tutte le facce in risalto, ma le sostituirei con un'immagine pacata, sorridente e ben voluta, che faccia da contraltare al rampante, energico (e cazzaro, ma va beh) Renzi e che non sia stato troppo esposto durante l'ultimo biennio "nero" del partito. Zingaretti mi pare quindi adatto a questo scopo.

A questo punto mi muoverei in questa maniera: nominerei il meno possibile personaggi come Renzi e la Boschi limitandone anche le apparizioni in TV, al solo scopo di far dimenticare non tanto i loro nomi ma le sensazioni negative associate a questi due pagliacci, proporrei solamente individui con un'immagine "operaia", molto umile e disposti al dialogo, e ricomincerei dal basso con operazioni di facciata comune per comune e senza tanta propaganda che possa risvegliare quella sinistraggine stupida e ceca che giace sopita in un elettorato purtroppo numeroso.

Che ne so, pulizia delle strade, assistenza agli anziani, qualche razione di cibo per i meno abbienti (o mense per i poveri), strutture per accogliere i senza tetto (perché il tetto non ce l'avranno, ma il diritto al voto sì), promozione di eventi sportivi o di spettacolo, e via discorrendo.

Solo a quel punto, con un sentiment a favore, mi farei più audace nell'esporre le mie menzogne elettorali.

Secondo me, in questo ambiente, al prossimo giro farebbero carne di porco dei 5 stelle, tornerebbero ad occupare una posizione di rilievo e si guadagnerebbero altri 5-10 anni di barzellette e giustificazioni in parlamento.
amantido17
#34 amantido17 2019-03-04 13:18
#26 ARULA
Mooolto carina e davvero azzeccata!

Riporto un fatto accaduto alle penultime primarie del pd, che furono le ultime di mio padre, classe '41 ... perché ?
Erano anni che parlavano e discutevamo della (presunta) sinistra rappresentata dal pd. Lui, iscritto al sindacato dal 1958 ha impiegato molto tempo per assimilira il tradimento della sinistra, molto diversa da quella con la quale era cresciuto e per la quale si era battuto in piazza ed in fabbrica, senza però farsi MAI dire cosa doveva pensare. Poi è arrivato Renzi, che ha praticamente fatto il miracolo: conosco altri vecchi compagni che sono scesi dal suo carro, pertanto non si può dare la colpa dello zoccolo duro (solo) ai pensionati, che tengono allo status quo. Non è vero che in avanzata età non si cambia idea o non si può cambiare idea politica, come spesso mi capita di sentire dire ai giovani od ai diversamente giovani come me, che ne ho 45.

Ciò premesso, tornando alle primarie domocratiche del pd, anni fa mio padre andò nella sezione di frazione, ma di pomeriggio era chiusa per il voto (prima volta che capitava), allora andò in città e la scena fu:
- scrivere su un foglio di carta bianca i propri dati e firmarlo
- scrivere su di un foglio bianco il nome del candidato scelto (non votò per pinocchio)
- consegnare il suddetto foglietto in mano al locale presisdente di sezione (che li teneva tutti in mano)
.... ecco, arrivò a casa incazzato nero, dicendo che per lui sarebbe stata l'ultima volta, una cosa così vergognosa non l'aveva mai vista. Evidenzio che gli "scrutinatori" erano i soliti (per la città), cioè il presidente di sezione ed il n. 2 ... che erano stati rispettivamente assessore al bilancio e Sindaco della precedente amministrazione.

Voglio sperare che si sia trattato di un caso isolato, ma con una "procedura" simile puoi fare (democraticamente ?) quello che ti pare, prendendo pure per il culo chi ti sostiene da decenni, che ti ha pure dato 2 euro.
sartori
#35 sartori 2019-03-04 13:28
per me "personalmente" LA SINISTRA è FINITA NEL 1970.
andai ad aiutare per 2 mesi i terremotati della valle del belice e dopo aver visto LA REALTA' della situazione non andai più a votare.
berlinguer, come detto sopra, insieme a napolitano, ha traghettato il pci (sembra uno starnuto) verso la nato, tant'è che in bulgaria cercarono di liquidarlo.
il problema della "sinistra" è che non si possono realizzare idee comuniste (mezzi di produzione gestiti dai lavoratori) con un'umanità profondamente condizionata da abitudini e atteggiamenti assolutamente contrari a tali idee.
bisogna fondare un'economia basata sulla solidarietà (fratellanza) E NON SULLA CONCORRENZA (LIBERTà).
io penso che gli ideali della sinistra, anche per ciò che riguarda i rapporti personali, si potranno cominciare a realizzare solo dopo che, su base volontaria e non dirigistica, si saranno fondate 10, 100, 1000, 10000 comuni.
para adelante.
penta
#36 penta 2019-03-04 13:47
#27 bushfamilyguy
Meno vago di così, ho pure riportato il testo.

#28 fefochip
Non sono interessato al PD, sono interessato (negativamente) alla "cultura del disprezzo": chi la pensa diversamente è un essere inferiore che non capisce.

Sono interessato a "chi non s'arrende". A quelli che comunque hanno organizzato i seggi, a quelli che comunque sono andati a votare. Ne conosco molti e nessuno di loro è stupido o l'ha fatto per convenienza, anche se tutti avrebbero voluto ben altro.
Mi piacciono quelli che, comnque sia la situazione, continuano a battersi e sperare.
Pavillion
#37 Pavillion 2019-03-04 13:55
Crazia nell'elargire ai suoi fideistici appartenenti ostia e cetriolo è simile a religio.


Edit- 23:03
-crazia
secondo elemento di parole composte, che significa 'potere, domino, signoria'
(demo-crazia)
Zara80
#38 Zara80 2019-03-04 14:07
Penta, ti va di fare un gioco infantile?


DESCRIVI LA SINISTRA(IDEALE) CON 10 PAROLE CHIAVE:


DESCRIVI IL PARTITO DEMOCRATICO CON 10 PAROLE CHIAVE:
Andoram
#39 Andoram 2019-03-04 14:46
#19 mik300

Citazione:
siano andati x scongiurare un ritorno del bomba x interposta persona.. insomma hanno votato contro..
Infatti alcuni miei amici/conoscenti sono andati a votare proprio in funzione anti renziana, persone che nelle ultime votazioni nazionali hanno disertato le urne... questo la dice lunga su quante persone all'interno della cosiddetta sx è contraria a Renzi e alla sua politca.
penta
#40 penta 2019-03-04 15:04
#38 Zara80
Non mi va, perché non provo interesse oggi per la sinistra ed ancor meno per il PD.
Oggi ad essere messe in discussione è un'altra cosa, un misto di civiltà, cultura, dignità umana, ...
Se vuoi posso descriverti la persona "politica" ideale (la persona "umana" è ben altro) e ti invito a partecipare a questo gioco.

- E' concreto, ragiona sulle possibilità e non sui sogni
- E' solidale
- E' un lottatore
- E' rispettoso verso gli altri, qualunque idea/opinione professino
- E' leale e lotta contro le falsità.

Ovviamente solo 5 caratteristiche, visto il mio account. Mai 10 che è un numero che odio.
Zina
#41 Zina 2019-03-04 15:21
#36 penta
Quindi fammi capire per "non arrendersi" bisogna andare a votare alle primarie del PD? Ma davvero? Secondo te bisogna partecipare alle buffonate di un partito (per essere buoni) di cialtroni che ha venduto tutti i diritti dei lavoratori alle lobby neoliberiste sovranazionali per ottenere vantaggi personali e di potere? Lavora giornalmente solo per riuscire a svendere gli ultimi rimasugli di patrimonio nazionale che ancora non è riuscito a regalare agli speculatori stranieri? Si batte contro il razzismo in un paese in cui, grazie ad una magistratura connivente, sono riusciti a rendere impunibili i reati di tutti coloro che sono di colore per il solo fatto di esserlo? Manifesta per continuare a fare entrare senza documenti in questo paese mafiosi nigeriani e "merce umana" tra cui donne e bambini!!!? Il partito che ha introdotto l'obbligo di dodici vaccini per accaparrarsi i favori delle case farmaceutiche mettendo in pericolo milioni di bambini e persone immunodepresse? Il partito di mafia capitale? Il partito che ci ha messo nell'euro in una posizione appecoronata e svantaggiosa che di più non si può? Potrei continuare ma mi fermo. È normale che io mi senta superiore rispetto a queste persone, perché non dovrei?Chi ha un cervello e lo usa per decidere di andare alla manifestazione contro il razzismo o alle primarie del PD allora è un imbecille e glielo lo dico pure
Parsifal79
#42 Parsifal79 2019-03-04 15:35
#33 pencri93Citazione:
La mia percezione della politica la conoscete, da ex elettore 5 stelle (ed ex elettore in generale, non mi vedo nuovamente alle urne nei prossimi 10 anni) sto godendo non poco nell'osservare il tracollo dei pentastellati, schiacciati dal peso dell'incoerenza, della paraculaggine, della vigliaccheria e del tradimento perpetrato ai danni di chi li aveva preferiti ai concorrenti un anno fa. Come ho detto in precedenza mi piace leggere questo calo come un "termometro" della tolleranza residua che gli italiani hanno per le stronzate della classe politica
non ha nessun senso logico quello che hai scritto perchè, se fosse come dici tu, tutti i partiti perderebbero voti e quindi le % (sondaggi) rimarrebbero invariate rispetto alle elezioni di un anno fa.

Che cavolo di "termometro di tolleranza pre rivolta" sarebbe la Lega che pare raddoppierà i voti?

Per non parlare dell'Abruzzo, dove Salvini ha piazzato tutti gli uomini di Berlusconi + 1 del PD.

Avrà fatto cose magnifiche la Lega al governo, ma a me non viene in mente neanche una. A chi piace ciò che è stato fatto in tema di immigrazione, comunque bene o male è opera di tutto il governo, non solo della Lega. Ma a parte questo, quali sarebbero le meraviglie che hanno conquistato gli italiani?
Voler fare il TAV?
Voler fare nuovi inceneritori?
Citazione:
spero in un futuro non troppo lontano, che il popolo possa ribellarsi quel tanto che basta per guadagnare 10-15 anni di miglioramento prima di ricadere nuovamente negli stessi errori.
e scommetto che "il popolo", nella sua maggioranza, vuole esattamente quello che vuoi tu.
Tu credici, mi raccomando!
starburst3
#43 starburst3 2019-03-04 15:46
#41 Zina

Quoto, meno le ultime tre righe del tuo post, e' la tua opinione che rispetto ma non condivido,la cosa a mio avviso non e' cosi' semplice.

IN RED WE TRUST
fabiomln
#44 fabiomln 2019-03-04 15:57
L'unico personaggio di sinistra rimasto è ... è ... il papa.
pencri93
#45 pencri93 2019-03-04 16:15
@Parisfal79

Stavo quasi per accendermi, poi ho letto il tuo nome e ti ho riconosciuto.

Dai, distruggiamo passo passo questo tuo militantismo stupidotto a 5 stelle.

Citazione:
non ha nessun senso logico quello che hai scritto perchè, se fosse come dici tu, tutti i partiti perderebbero voti e quindi le % (sondaggi) rimarrebbero invariate rispetto alle elezioni di un anno fa.

Che cavolo di "termometro di tolleranza pre rivolta" sarebbe la Lega che pare raddoppierà i voti?

Per non parlare dell'Abruzzo, dove Salvini ha piazzato tutti gli uomini di Berlusconi + 1 del PD.
Il senso logico, ciò che ho scritto, ce l'ha eccome.

In questo momento i 5 stelle stanno perpetrando ad un ritmo risibile una retromarcia dietro l'altra, stanno agendo in totale contrasto rispetto alla loro immagine e a ciò che avevano dichiarato avrebbero fatto una volta al governo.

Sostanzialmente quello che hanno fatto in tanti prima di loro, eppure a solo un anno di distanza i consensi sono diminuiti di quasi il 40% rispetto ai risultati elettorali.

Salvini, in questo momento, regge perché ha puntato su dei cavalli di battaglia meno ostici. Immigrati e legittima difesa, capirai, robetta, però il popolo per il momento non l'ha visto tradire il proprio programma, non lo stanno vedendo debole.

Succederà, tranquillo, prima o poi le persone si romperanno il cazzo di sentirlo che sbraita contro Tizio e contro Caio, chiederanno qualche misura pratica ed anche lui cadrà schiacciato dal peso del sistema che gli rema contro.

Citazione:
Avrà fatto cose magnifiche la Lega al governo, ma a me non viene in mente neanche una. A chi piace ciò che è stato fatto in tema di immigrazione, comunque bene o male è opera di tutto il governo, non solo della Lega.Ma a parte questo, quali sarebbero le meraviglie che hanno conquistato gli italiani?
Voler fare il TAV?
Voler fare nuovi inceneritori?
Nessuna.

Infatti Salvini si sta godendo un aumento di popolarità che ha poco a che vedere con ciò che ha fatto, ma con ciò che NON ha fatto. Gli è bastato continuare a tirare dritto con la sua retorica banale facendo poco o nulla, mentre i 5 stelle si suicidavano.

Citazione:
e scommetto che "il popolo", nella sua maggioranza, vuole esattamente quello che vuoi tu.
Tu credici, mi raccomando!
Dici che il popolo vuole continuare a farsi prendere per il culo?

Boh, possibile.
Maksi
#46 Maksi 2019-03-04 16:28
Il successo della sinistra e' mediatico (culturale), non politico.

Politicamente era un'idea morta sul nascere e si sapeva. Pero' hanno instaurato una morale, un dogma che determina i processi del pensiero moderno e post-moderno. Oggi certo questa morale scricchiola, ma in realta' e' una visione del mondo ancora dominante e la maggior parte delle persone vuole il mondo di Immagine di Lennon. E' questa la vittoria della sinistra.
Piero68
#47 Piero68 2019-03-04 16:37
Sembrano passati secoli da quando Moretti diceva in un suo film "D'Alema, dì qualcosa di sinistra!"
Ho visto i servizi dei TG che inquadravano le persone in fila per andare a votare. E non ho visto nè operai, nè metalmeccanici nè tanto meno proletari disperati. Ho visto invece, intellettuali (o simil tali), donne truccate e politicanti da salotto ben vestiti. In due parole radical-chic.

Il fatto è che si sono invertiti i ruoli. Il proletariato oggi è di destra e lo chiamano populismo con tutto il disprezzo possibile mentre la middle e la upper class sono diventati di sinistra e li chiamano progressisti o europeisti. Il risultato è che non esiste più una sinistra e non esiste più un solo partito che cerca di difendere i diritti e gli interessi delle classi più deboli.

Aveva ragione Bertinotti purtroppo. E non perchè si ostinava a continuare a chiamarsi comunista, sapendo benissimo che dopo l'89 non significava più niente. Ma perchè aveva capito perfettamente che fare un partito alleandosi con i vecchi arnesi del pentapartito della prima repubblica, avrebbe finito col distruggere quel poco di sinistra che era sopravvissuto.

Sono i Prodi, i Dini, i Draghi ecc. quelli che hanno distrutto la sinistra e la hanno trasformata nel braccio politico degli europeisti al soldo della Triplice, della BCE e dei grandi capitali che si stanno comprando il nostro pianeta. Salvini riscuote così tanto successo perchè che sia retorico o un demagogo o un conta balle qualsiasi, è l'unico politico italiano che oggi dice cose di sinistra. Seppur a suo modo. L'unico che prova richiamare l'attenzione sui problemi più basilari e più vicini alle classi deboli.
Zina
#48 Zina 2019-03-04 16:38
#43 starburst3
Capisco che il mio pensiero ti potrà sembrare radicale, eccessivo ma stiamo messi troppo male. Non ci sono più alibi per giustificare quello che stiamo permettendo avvenga sulla nostra pelle. Io sono colpevole, tu sei colpevole, lo siamo tutti. Solo che io non penso di risolvere le cose facendomi usare, facendomi manipolare da una ideologia morta, defunta, trapassata. Se sei veramente di sinistra ti incazzi leggermente se ti tolgono l'articolo 18 dello statuto dei lavoratori! Li mi vai in piazza a manifestare! Ti fai sentire! Non fai la marcetta snob con i vippi milionari in prima fila contro "il razzismo"! Con le sciarpette di cashmere e i mocassini Tods. Sono cose che mi fanno schifo in un modo esagerato
starburst3
#49 starburst3 2019-03-04 17:11
#48 Zina
Il mio appunto su quelle tre righe finali non e' per le presunte offese, quando dico che la cosa non e' cosi' semplice mi riferisco a quello che occhetto chiamava lo zoccolo duro di un partito facendo riferimento a quell'elettorato che lo avrebbe seguito sempre e comunque, ora se un partito cambia la sua rotta politica di 180° rispetto alla sua nascita e' logico che abbia un emorragia di voti, se oltre a cambiare rotta di 180° si mette sulla rotta dell'economia liberista, il suo zoccolo duro cosa vuoi che accetti? La sua base che vota i suoi leader , quali leader scegliera'? Penso che sia ora di finirla con il discorso della base pulita rispetto ai vertici corrotti, perche' gli uomini ai vertici li sceglie la base, se la base non accetta piu'la politica e i leader di quel partito e non si riconosce piu' in esso non lo vota ne' partecipa a qualsivoglia primaria, se continua a fare lo zoccolo duro e' perche' ha accettato in tutto e per tutto la politica e le scelte del suo partito e ne diviene responsabile di quello che fara' una volta al governo, altro che imbecilli!
Chi partecipa alle iniziative di un partito come il pd, sa' quello che fa', ha fatto una scelta precisa, ha scelto e continuera' a scegliere un partito neoliberista, autore di quello che hai scritto tu nel tuo post 41,troppo facile dargli dell'imbecille o sentirsi superiore, cosi' rischiamo di facilitargli i compiti.

IN RED WE TRUST
Zina
#50 Zina 2019-03-04 17:20
#49 starburst3
Sono perfettamente d'accordo con te. Ridurre tutto all'imbecillità è troppo semplice. Ci sono tante altre cose oltre questo
LICIO
#51 LICIO 2019-03-04 17:33
SE ALMENO I SINISTRI APPROFONDISSERO LE LORO CONOSCENZE SU VERI E PROPRI EROI DELLA POLITICA ITALIANA ...
it.wikipedia.org/wiki/Fratelli_Rosselli
Parsifal79
#52 Parsifal79 2019-03-04 17:46
#45 pencri93 Citazione:
prima o poi le persone si romperanno il cazzo di sentirlo che sbraita contro Tizio e contro Caio, chiederanno qualche misura pratica ed anche lui cadrà schiacciato dal peso del sistema che gli rema contro.
si vabbè ma il "termometro" etc quale sarebbe?

Prima dici che il calo dei 5stelle sarebbe il termometro che misura la tolleranza degli italiani.

Io ti faccio notare che non c'è nessun "termometro", perchè nel frattempo è aumentato il consenso della Lega che è raddoppiato, e la tua risposta è: Salvini cadrà!

E allora il "termometro" tiralo fuori quando cadrà, sempre ammesso che nel frattempo non si alzino altri partiti vecchi o nuovi, ma adesso non ha nessuna logica parlare di tolleranza che starebbe per venir meno.

Non è che se da domani gli italiani mangiano meno mele ma più pere, te ne esci che sarebbe un termometro che dice che gli italiani non vogliono mangiare più la frutta. Se aumenta uno e diminuisce l'altro, sempre la mangiano la frutta.

Non è complicato da capire.
paglia53
#53 paglia53 2019-03-04 18:03
Citazione:
- E' concreto, ragiona sulle possibilità e non sui sogni
- E' solidale
- E' un lottatore
- E' rispettoso verso gli altri, qualunque idea/opinione professino
- E' leale e lotta contro le falsità.


ero combattuto tra lui e l'uomo tigre ma poi ho dovuto cedere alla ventata d'ammmore che mi ha travolto non appena ho pensato a lui
redazione
#54 redazione 2019-03-04 18:34
ZINA: Citazione:
Quindi fammi capire per "non arrendersi" bisogna andare a votare alle primarie del PD? Ma davvero? Secondo te bisogna partecipare alle buffonate di un partito (per essere buoni) di cialtroni che ha venduto tutti i diritti dei lavoratori alle lobby neoliberiste sovranazionali per ottenere vantaggi personali e di potere? Lavora giornalmente solo per riuscire a svendere gli ultimi rimasugli di patrimonio nazionale che ancora non è riuscito a regalare agli speculatori stranieri? Si batte contro il razzismo in un paese in cui, grazie ad una magistratura connivente, sono riusciti a rendere impunibili i reati di tutti coloro che sono di colore per il solo fatto di esserlo? Manifesta per continuare a fare entrare senza documenti in questo paese mafiosi nigeriani e "merce umana" tra cui donne e bambini!!!? Il partito che ha introdotto l'obbligo di dodici vaccini per accaparrarsi i favori delle case farmaceutiche mettendo in pericolo milioni di bambini e persone immunodepresse? Il partito di mafia capitale? Il partito che ci ha messo nell'euro in una posizione appecoronata e svantaggiosa che di più non si può? Potrei continuare ma mi fermo.
Avrei voluto che tu continuassi. Stavo per avere un orgasmo.
aledjango
#55 aledjango 2019-03-04 18:43
Ma scusa penta.. Mazzucco ci ha rivolto una domanda e noi dovremmo rispondere senza giudicare?
Fammi un esempio di risposta senza giudicare nel bene e nel male il PD.
Poi io interpreto luogocomune come una comunità di amici e quindi esprimo il mio pensiero liberamente.
.. Ah già dimenticavo la mia risposta che coincide col mio pensiero.. : io nelle code per votare le primarie con i loro 2 euro in mano, rivedevo tutta la saga di Fantozzi.. Sembravano un esercito di fantocci..
pencri93
#56 pencri93 2019-03-04 18:47
@Parsifal79

In effetti non sarebbe complicato. Solo che, boh, per qualche motivo non hai capito.

I 5 stelle sono usciti allo scoperto con le loro panzane, e l'elettorato è migrato in massa da Salvini.

Salvini ancora regge a livello di immagine e coerenza, sarà quindi nel momento in cui dovrà piegarsi anche lui al sistema (e risultare incoerente quanto i 5S) che valuteremo il comportamento degli elettori della Lega: se dovessero andare a votare per il PD, allora sarebbe sbagliata la mia analisi, ed effettivamente la lettura andrebbe rivista.

Ma magari invece scendiamo finalmente in piazza dopo la caduta dell'ultimo baluardo con un minimo di integrità apparente.

Chi lo sa.


Ma tranquillo, tu continua così che Di Maio is the way.
robcoppola
#57 robcoppola 2019-03-04 18:52
lucred
#58 lucred 2019-03-04 20:27
Citazione:
È normale che io mi senta superiore rispetto a queste persone, perché non dovrei?Chi ha un cervello e lo usa per decidere di andare alla manifestazione contro il razzismo o alle primarie del PD allora è un imbecille e glielo lo dico pure
"Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l'imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile.”
juss
#59 juss 2019-03-04 20:30
Citazione:
Avrei voluto che tu continuassi. Stavo per avere un orgasmo.
te lo faccio venire io l'orgasmo anche se era compito di Zina :hammer: (spero non ti offendi Zina...scherziamo pure ogni tanto)

quelli del pd, quando l'atleta italiana osakue venne colpita da un uovo ad un occhio,lei urlò "razzisti"...tutti urlarono razzisti, ma l' uovo venne lanciato dal figlio di un consigliere pd candidato sindaco ( torino.corriere.it/.../... ), ce lo siamo dimenticati?!?!?!
Parsifal79
#60 Parsifal79 2019-03-04 20:53
#56 pencri93Citazione:
Salvini ancora regge a livello di immagine e coerenza, sarà quindi nel momento in cui dovrà piegarsi anche lui al sistema (e risultare incoerente quanto i 5S)
ma è lo stesso Salvini che voleva andare a processo, che sostiene il "sovranista" Guaidò, che vuole cambiare l'europa dall'interno, che non vuol farci uscire dall'euro ma aspetta (e spera) che sia la Germania ad affossarlo e che dice "siamo soli" sui vaccini ma non ha problemi di solitudine quando si impunta sul TAV???

Forse c'è un altro Salvini che non conosco e parliamo di due persone diverse. :roll:
pencri93
#61 pencri93 2019-03-04 20:58
@Parsifal79

Non fare orecchie da mercante, hai capito benissimo quello che intendo.

Leva di mezzo il tuo militantismo pentastellato, questi qui hanno fatto una retromarcia tale da far sembrare Berlusconi quasi coerente, e non li difendo in maniera irrazionale solo per un principio di coerenza in quanto ex-elettore 5S.

Sì, li ho votati, ma visto che stanno tentando di mettermelo in culo se permetti faccio un po' di resistenza.
horselover
#62 horselover 2019-03-04 21:00
sinistra/o è "de paura" o un incidente, destra/o vuol dire abile, diritto. sono i due rami di una forca logica con la quale il potere ci porta dove vuole facendoci credere che l'abbiamo deciso noi. a target diversi si propone un linguaggio e uno stile diversi, ma se si va alla sostanza destra e sinistra sono due nomi per vendere lo stesso prodotto (come lines e pampers)
juss
#63 juss 2019-03-04 21:06
beh Pencri, Parsifal non ha tutti i torti quando parla di salvini che dice "siamo soli" sui vaccini ma non ha problemi di solitudine quando si impunta sul TAV???

non so dove si veda la coerenza di salvini...forse per le accise...ah no nemmeno quelle

i marroni dona proprio come simbolo e nome del nuovo che avanza
Det.Conan
#64 Det.Conan 2019-03-04 21:29
Pencri,
Salvini riscuote tanto successo solo e soltanto perché il sistema mediatico e di potere italiano è talmente terrorizzato dal m5s che deve pompare la Lega per far convergere lì l'elettorato "dissidente" e "populista".
Poi ci penseranno i Giorgetti e gli altri a riconoscere Guaidò, a fare Tav, inceneritori e tutte le altre porcate che al sistema non fanno minimamente paura.
Salvini ha questa popolarità perché i media lo fanno passare come l'uomo forte al comando ed agli italiani è sempre piaciuto l'uomo forte.
Se volessero distruggerne l'immagine sua e dei suoi candidati non ci metterebbero niente.
In Abruzzo la Lega ha candidato 8 ex forzisti ed un ex piddino.
In Sardegna il governatore leghista è accusato di aver preso una tesi di laurea falsa ed altri candidati del cdx sono stati considerati impresentabili, uno anche di associazione a delinquere per tratta internazionale di stupefacenti.
Se queste cose non le hai sentite martellate nei tg 24 ore su 24 è solo perché il cdx in toto e la Lega in particolare devono essere tutelati dagli scandali se no sarebbero crollati loro e i 5s sarebbero cresciuti.
Anche i fessi si accorgono di come il cdx in questa fase storica è tutelato dal Sistema come argine al m5s.
E i complottisti dovrebbero essere i primi a capirlo. Basta seguire quotidianamente la narrazione mediatica.

Sul Pd stendo un velo pietoso.
Non commento perché mi mancano le parole di fronte a tale scempio della capacità di analisi del genere umano :perculante:
Parsifal79
#65 Parsifal79 2019-03-04 21:33
#61 pencri93Citazione:
Non fare orecchie da mercante, hai capito benissimo quello che intendo. Leva di mezzo il tuo militantismo pentastellato, questi qui hanno fatto una retromarcia tale da far sembrare Berlusconi quasi coerente, e non li difendo in maniera irrazionale solo per un principio di coerenza in quanto ex-elettore 5S. Sì, li ho votati, ma visto che stanno tentando di mettermelo in culo se permetti faccio un po' di resistenza.
Hai scritto tutto quello che volevi sui 5stelle e NESSUNO ti ha detto niente, e nonostante ciò continui ancora a menarla con sta fesseria del mio presunto "militantismo pentastellato".

L'unico tra noi due che ha dato giudizi sul M5S sei TU, non io.

Io ti ho solo fatto notare che non ha nessun senso il tuo presunto "termometro della tolleranza", e che la coerenza di Salvini è una leggenda metropolitana. FINE. Tutto il resto è frutto della tua immaginazione.

Se non sei in grado di obiettare, evita almeno di fare ridicole sceneggiate.
redazione
#66 redazione 2019-03-04 21:39
JUSS: Citazione:
quelli del pd, quando l'atleta italiana osakue venne colpita da un uovo ad un occhio,lei urlò "razzisti"...tutti urlarono razzisti, ma l' uovo venne lanciato dal figlio di un consigliere pd candidato sindaco, ce lo siamo dimenticati?!?!?!
Aaaaahhhhh! Ora sto meglio, grazie :-)
Det.Conan
#67 Det.Conan 2019-03-04 21:43
Il m5s su alcune cose ha ceduto e sta cedendo non perché sono dei "traditori in quanto tali" ma perché hanno tutti contro : il resto del Parlamento, il PdR, la UE, il capitalismo italiano, il sistema mediatico, il sistema scientifico, il mondo della cultura.

Sono isolati anche in Europa perché quasi tutti gli altri "partiti antisistema reali", non le porcate alla Orban e soci, o sono protestatari di piazza senza alcuna disciplina come i gilet gialli o si vogliono situare nelle categorie di dx e di sx e quindi vedono i 5s con il fumo negli occhi oppure valgono il 2-5 % e sono ininfluenti.

Sono isolati perché hanno dietro solo il 30 % dell'opinione pubblica, pardon, adesso solo il 20 %, che li supporta e gli sta dietro a spingerli.

Sono isolati perché hanno fallito miseramente nella loro più importante missione che era quella di creare una comunità a livello di milioni di persone che si scambiasse informazioni in maniera indipendente dal sistema mediatico.
Se invece vado a leggere le discussioni degli stessi militanti grillini sui social stanno solo a parlare delle cazzate scritte dai giornali o pronunciate nei talk.
Se la cantano e se la suonano fra loro commentando QUELLO CHE GLI ALTRI DICONO SU DI LORO.

Sono isolati perché le loro regole di selezione dei candidati sono talmente stringenti che ormai quasi nessuno si avvicina più per farsi eleggere perchè se va bene si beccano uno stipendio pubblico che è la metà o un terzo delle loro precedenti professioni e comunque devono subire una macchina del fango infernale su qualunque cosa facciano e questo succede anche a livello locale.

Sono isolati perché quasi nessuno li difende nemmeno quando avrebbero bisogno di essere supportati, cioè anche quando SBAGLIANO.

Gli itaGLiani, perché questo siamo, vogliono la destra e la sinistra.
Vogliono o bianco o nero.
Vogliono o tutto o niente.
Vogliono o sì o no.
Su tutto.
Non c'è analisi, non c'è strategia, non c'è tempistica che capiscano.

Il mondo è complesso, le risposte sono difficili da dare e c'è bisogno di tempo.
Se hai i media contro è quasi impossibile far passare i tuoi messaggi nel modo che vorresti.

Se posti su Facebook la cronaca nera del maghrebino che ha ammazzato la signora indifesa, spargi un po' di paura alla spicciola, metti selfie con i piatti che mangi quel giorno e se i giornalisti ti pubblicano ogni giorno i tweet in prima pagina ma facendoti passare come l'uomo che decide (e non come il bibitaro non laureato dello stadio San Paolo) è tutto più semplice e la strada spianata.

Gli italiani avranno quello che meritano presto.
Lo avranno deciso loro e sarà giusto così.
juss
#68 juss 2019-03-04 22:04
jerico75
#69 jerico75 2019-03-04 22:57
Boh... io ero sopra il carro di carnevale a lanciare coriandoli come un bambino... La sinistra ormai è morta da un pezzo e io me la godo ugualmente. La soluzione per stare bene è soltanto individuale, ognuno deve provvedere a se stesso e alla propria famiglia senza aspettare aiuti dall' esterno. Oramai quello che arriva, soprattutto dallo stato, è solo elemosina.
Zara80
#70 Zara80 2019-03-05 01:50
pencri93
Reddito di cittadinanza, spazzacorrotti, salario minimo, decreto dignità, penali alle aziende che delocalizzano, etc. sono tutte misure indirizzate al popolino voltagabbana, non alle grandi Corporation o agli amici degli amici.
Le vedresti con favore se ti stesse a cuore la comunità, invece affermi che il M5S ti ha inchiappettato. Sai perché? Perché sei il classico familista amorale. Se il tuo voto non è contraccambiato con le briciole, repentinamente volti le spalle a chi, fino a poco prima, avevi sostenuto con vigore.

Ho sviluppato da mo' la convinzione che mai nessuna forza politica sarà in grado di risollevare le sorti di questo paese. Impossibile se si è in balia di un elettorato umorale, familista e irrazionale.

L'unico modo che ha il M5S per imporre il vero cambiamento? Trasformarsi da forza politica a forza creativa e innovatrice. Affrancarsi dai 10 mln di cretini che lo votano e tenersi stretti quei 20/30 mila innovatori, visionari, creativi capaci di rivoluzionare il "mondo".
La politica non è lo strumento giusto. Sono le multinazionali, i privati, che dettano legge, il M5S dovrebbe mutare, diventare una multinazionale privata, collettiva e olarchica.

Immagina che liberazione poter cambiare le cose senza dover sopportare le bizze di gente come te.
m4x
#71 m4x 2019-03-05 02:55
david
#72 david 2019-03-05 06:35
Qualcuno ha visto sino alla fine, il
monologo di Macron con Fazio?
Adonis
#73 Adonis 2019-03-05 07:22
#17 Zina
Citazione:
Non ha vinto Zingaretti. Ha vinto il fratello di Montalbano. Ditemi quello che volete ma io sono straconvinta che questi col cervello in fumo sono andati a pagare per votare il fratello di un personaggio che non esiste. Specialmente gli anziani. A questo punto siamo ridotti.
Quoto Zina al 100%. Anch’io ho pensato da subito la stessa cosa, d’altra parte dagli italioti c’è da aspettarsi questo e altro. E continuo a pensare che, ormai da anni e anni, la sinistra in questo paese non esiste più è morta sepolta e polverizzata. Esiste invece una sorta di caricatura malriuscita di democrazia cristiana, un recipiente nel quale sono confluiti ex DC, ex socialisti, ex repubblicani, ecc…. E’ comunque interessante notare come, sempre parlando di italioti, le idee cambino repentinamente. Pare che qui a Roma, a Tor Bella Monaca fino all’anno scorso roccaforte del M5S ci sia stata un’affluenza in massa a queste primarie del PD. Mah! A me pare di vedere un popolo completamente disorientato, privo di idee, che va avanti per tentativi ed errori e che puntualmente fallisce nei suoi intenti migliori.
starburst3
#74 starburst3 2019-03-05 08:45
#73 Adonis
Citazione:
Pare che qui a Roma, a Tor Bella Monaca fino all’anno scorso roccaforte del M5S ci sia stata un’affluenza in massa a queste primarie del PD.
Posso avanzare un'altra ipotesi? Piu' che elettorato ondivago nel caso di zingaretti penso a una specie di campanilismo ( considerando che alle primarie possono votare tutti, non solo quelli del partito che le indice) non ci dimentichiamo che in pieno boom elettorale del m5s e cioe' alle ultime politiche qui nel lazio abbiamo votato anche per la regione e ha rivinto zingaretti, con un buon risultato anche se era in coalizione. Nei quartieri periferici se sapra' giocare bene le sue carte e se la propaganda la supportera',credo che la meloni abbia buonissime chance di affermazione, certo ora che e' entrata nelle grazie del movement di bannon dovra' dare assicurazioni di defascitizzazione di fratelli d'italia, una proforma politica,visto che all'epoca mussolini aveva il completo sostegno della comunita' italiana e all'inizio anche del governo degli states.
P.S. Prima che qualche tifoso mi accusi di tifoseria per la meloni,(mi e' simpatica come persona) tengo a precisare che sono soltanto considerazioni per quello che potrebbe essere, non tifo per nessuno, per chi votero' alle prossime europee lo dichiarero' quando sara' aperta le discussione in merito.

IN RED WE TRUST
robcoppola
#75 robcoppola 2019-03-05 09:52
La sinistra è una mera illusione come lo è la destra.
Ideologie, in realtà gabbie mentali che attraggono ancora milioni di persone dominate dalla paura.
Non so se sono state concepite in modo diabolico per il controllo delle masse, con un meccanismo simile a quello della religione.
Non è rilevante.
Quello che è importante da capire è l'effetto finale che esse producono: la divisione (divide et impera).
ll potere dominante (banche, finanza, multinazionali ...) non può in alcun modo farne a meno per portare a segno gli ultimi cambiamenti in programma.
Il PD è di fatto lo strumento più letale di distruzione del Paese che sia stato mai creato finora, soprattutto in termini di diritti e benessere dei cittadini. Scudato/protetto dai media di tutte le tv e gran parte dei giornali, dove si continua a presentarlo per il contrario di quello che è.
Eliminare renzi (ormai bruciato/defunto) è stato doveroso/necessario.
Da una parte è prioritario eliminare/ridimensionare il M5S dall'altra si deve ricreare la garanzia verso l'attuazione delle riforme, ora bloccate dal governo (quindi rigenerare il PD).
La lega salviniana non è in alcun modo un problema.
Eliminato il M5S, nel caso ipotetico (molto ipotetico, con probabilità pari a quelle di una missione su Marte nei prossimi 5 anni) che salvini faccia qualcosa di utile per il Paese (qualcosa che dispiaccia alle élites dominanti), il capitano verrà spianato sia dai media che dalla magistratura scavando nel torbido passato della lega.
Adonis
#76 Adonis 2019-03-05 11:54
#75 robcoppola
Citazione:
La sinistra è una mera illusione come lo è la destra.
Forse oggi è così ma dagli anni ’60 alla fine degli anni ’80, qui in Italia, destra e sinistra non erano affatto illusioni. La vera sinistra era connotata dichiaratamente comunista, (tralasciando i movimenti extraparlamentari) e la destra era dichiaratamente fascista senza se e senza ma. Erano i tempi di Pajetta, Trombadori, Almirante, Rauti, Berlinguer ed erano anche i tempi dove il confronto tra idee diverse era più elegante, sempre in contrapposizione, ma mai volgare, arrogante, incivile.
Dagli anni ’90 in poi si è tutto imbastardito. I comunisti sono diventati tutti revisionisti e si sono convertiti al liberismo; i fascisti, dopo aver transitato in AN con la gestione Fini, ora mantengono certe posizioni “di destra” ma non con il piglio di un Almirante, oscillando tra Salvini e Berlusconi, i veri e propri ibridi della politica nostrana. Certo ora parlare di destra e sinistra è patetico e si fa fatica a vedere uno Zingaretti come uomo di sinistra quando si tratta invece di un democristiano puro travestito da ribelle.
Sertes
#77 Sertes 2019-03-05 12:10
Se le scelte possibili fossero un'immensa prateria, i partiti politici sarebbero un recinto di 2 metri per 2 con dentro quattro asini: uno è un po' più a sinistra, uno è un po' più a destra, uno raglia agli immigrati, l'altro finge di essere l'asino onesto. Ma sono tutti e quattro lì a ragliare nel recinto dell'inutilità.
Se uno volesse votare chi vuole uscire dalla NATO, l'alleanza che era difensiva e che da 20 anni è aggressiva e bullizza ed invade altre nazioni? Non si può, non puoi nemmeno evitare di comprare gli F35 come promesso da tutti i partiti prima delle elezioni e disconosciuto da tutti i partiti una volta al potere (Renzi compreso)
Se uno volesse votare chi vuole uscire dall'Euro? I partiti non possono nemmeno decidere il bilancio nazionale, la bellissima lotta all'evasione di Di Maio e il RdC finanziato col recupero di quei 17 miliardi è diventato un redditino di cittadinanza da 7 miliardi finanziato a debito!
Se uno volesse votare chi vuole uscire dall'obbligo vaccinale deciso a washington nel 2014? Piuttosto lo si estende agli adulti!! Viva i sovranisti, eh!
Se uno volesse votare chi finalmente va a desecretare tutti gli atti delle stragi di stato? Ciao bello, aspetta seduto.

Dov'è finita la sinistra? Ma dov'è finita la politica, sarebbe la domanda. Quattro partiti tutti uguali che ragliano sulle minchiate, e la chiamate scelta.
juss
#78 juss 2019-03-05 12:50
Citazione:
I risultati Si sono ormai ultimate le operazioni di spoglio dei voti per le elezioni regionali in Sardegna. L’affluenza alle urne è stata del 53,77% mentre alla fine non ci sono state forme di proteste ai seggi da parte dei pastori sardi. Risultati candidati Presidente, con lo spoglio di 1.830 sezioni su 1840.
Candidati Coalizione/Partito Percentuale
Christian Solinas Centrodestra 47,81%
Massimo Zedda Centrosinistra 32,93%
Francesco Desogus Movimento 5 Stelle 11,18%
Paolo Maninchedda Partito dei Sardi 3,35%
Mauro Pili Sardi Liberi 2,31%
Andrea Murgia utodeterminazione 1,82%
Vindice Lecis RC-PCI-Sinistra Sarda 0,59%
anche qui il 50% s'è rotto i maroni. Quindi tutte le percentuali vanno divise per 2

mi sa che a maggio quel 50% arriva almeno a 60/70%...
pencri93
#79 pencri93 2019-03-05 13:39
Va beh, il mio discorso mi sembra chiaro, poi chi non lo ha afferrato avrà modo di farlo.

@Zara80

Bravo, se domani ci fosse una piccola folla di dementi in cerca di un capetto drogato di nozioni motivazionali senza alcun utilizzo pratico, tu vinceresti a mani bassissime.

Non cambi un cazzo con la politica, non hai materialmente modo di farlo. La rivoluzione deve venire dal basso, dalle piazze, dal popolo. E personalmente dubito che possa essere raggiunta in maniera pacifica. Se poi tu sei così decerebrato da pensare che Giggino Di Maio o qualsiasi voltagabbana dei 5 stelle (o della Lega, PD, scegli tu) possa realmente smuovere qualcosa allora non so che risponderti.

La mia riflessione era sulla propensione residua delle persone a sopportare le cazzate dei politici.

I 5 stelle hanno distrutto la propria credibilità con i vaccini, l'Ilva, la sottomissione a Salvini e via discorrendo. Che poi siano stati aiutati dai media è irrilevante, a me interessa la percezione delle persone, in qualsiasi modo sia formata.

A questo calo di credibilità, l'elettorato ha risposto migrando ad una velocità sconcertante da Salvini, che per il momento tiene in piedi la propria immagine (è una questione di tempo, ma questo è un altro discorso).

Quindi, una fra le tante possibili interpretazioni, è che il popolo faccia sempre più fatica a sopportare le panzane dei politici quando queste diventano tanto palesi. Ne avremo la prova (o la smentita), quando anche Salvini si troverà nella stessa situazione dei 5 stelle, a quel punto vedremo come si comporteranno gli elettori.

Magari torneranno dal PD, magari no. La mia è una lettura, una delle tante, quella personalmente preferisco.


Poi, come nota a margine, familista amorale puoi dirlo a tua madre. Per quel poco che hanno fatto, personalmente potrei beneficiare del RdC, disinteressarmi dell questione vaccinale e dell'Ilva visto che (per il momento) mi toccano marginalmente. Se dovessi guardare solo ai miei interessi personali senza guardare il quadro d'insieme, 'sti quattro pagliacci mi farebbero anche comodo.
music-band
#80 music-band 2019-03-05 14:35
Le primarie del PD... Operazione che è servita soltanto per togliere soldi ai "militonti" (citazione da Diego Fusaro)

Ecco il video che mostra come si poteva votare 11 volte, anche nello stesso seggio... Lol: youmedia.fanpage.it/video/al/XHz5duSwj5my1BGx
Parsifal79
#81 Parsifal79 2019-03-05 14:59
in passato c'erano pure numeri più alti

4,3 milioni per Prodi nel 2005, 3,5 per Veltroni nel 2007, 3 per Bersani nel 2009, 2,8 per Renzi nel 2013, 1,8 per il Renzi-bis nel 2017 e 1,6 per Zingaretti l’altroieri
infosannio.wordpress.com/.../...
Zara80
#82 Zara80 2019-03-05 15:49
#81 Parsifal79
Han perso anche il 30% degli iscritti, mica bazzecole.

Primarie 2017
Voti iscritti CERTIFICATI: 266.000.

Primarie 2019
Voti iscritti CERTIFICATI: 189.000

Totale iscritti CERTIFICATI persi: 77.000.
lucred
#83 lucred 2019-03-05 15:58
Era il 1977 sotto le festività di Natale. Ero a Milano con mio papà a comprare i regali, alla Rinascente. Mio papà era operaio alla Breda ma una volta l'anno con l'aiuto della 13ma un bel gioco riusciva a comprarmelo. Fuori era già buio ma non c'era l'atmosfera del Natale anzi c'era tensione, confusione, nervosismo e parecchia polizia.
Poi ad un tratto, prima lontane e indistinte poi sempre più vicine sentii le voci e i cori e gli slogan "Fascisti borghesi ancora pochi mesi"
Poi li vedemmo sfilare disordinatamente verso piazza S Babila che allora era una zona off-limit per i rossi. Mio papà aveva gli occhi umidi per la commozione, in quel grido rabbioso intravedeva la promessa di un cambiamento, di una liberazione. Da allora è passata quasi tutta la parte più importante della mia vita.
Quando bigiavo a scuola andavo al Leoncavallo perché mi piaceva e mio papà non si arrabbiava.

Ma adesso devo dare l'addio per sempre alla Vecchia Rivoluzione Romantica, grande carnevale, festa popolare.

Prenderemo il palazzo d'inverno, la Bastiglia e tutti staremo meglio.

Mah, io in questi giorni ritorno ugualmente con grande nostalgia e un senso di vedovanza al ricordo di quel giorno quando un gruppo di giovani urlava con rabbia in un pomeriggio di pioggia quel grido che noi eterni incazzati che gli anni non maturano non sentiremo più.
E ci rimane, adesso che la sinistra è ufficialmente morta, un gran senso di vuoto.
Zara80
#84 Zara80 2019-03-05 16:06
#79 pencri93


Citazione:
La rivoluzione deve venire dal basso, dalle piazze, dal popolo. E personalmente dubito che possa essere raggiunta in maniera pacifica.


Lo status quo lo scardini con l'astuzia, non ''spacando botilia e amazando familia''.
Cosa pensi di risolvere con clava e machete?
Mentre tu disintegri la vetrina di un negozietto reclamando due spicci altrove qualcuno sta già sviluppando un'idea o una soluzione che cambierà i connotati alla società.

pencri93
#85 pencri93 2019-03-05 16:26
Citazione:
Lo status quo lo scardini con l'astuzia, non ''spacando botilia e amazando familia''.
Cosa pensi di risolvere con clava e machete?
Mentre tu disintegri la vetrina di un negozietto reclamando due spicci altrove qualcuno sta già sviluppando un'idea o una soluzione che cambierà i connotati alla società.
Incredibile come 4 righe possano rivelare il modo di pensare di una persona.

Lo Status quo lo scardini con l'astuzia

Non ho capito se stai implicitamente dicendo di essere più astuto di tutti quelli che sono andati al governo negli ultimi 20 anni o che i precedenti capi di governo non volessero apportare modifiche concrete.

L'astuzia te la sbatti, al massimo ti credi astuto TU mentre chi ti comanda ti guarda dall'alto e si fa una risata, un po' come il bambino che si mette le caramelle dietro la schiena convinto di aver fatto fessi i genitori, mentre mamma e papà lo guardano inteneriti con un sorriso sulle labbra.

Ma d'altronde la storia insegna che tutte le grandi rivoluzioni popolari sono state pacifiche e guidate dall'astuzia, no?

Citazione:
Cosa pensi di risolvere con clava e machete?
Mentre tu disintegri la vetrina di un negozietto reclamando due spicci altrove qualcuno sta già sviluppando un'idea o una soluzione che cambierà i connotati alla società.
La società siamo noi, i cambiamenti non vengono fatti se non con il nostro consenso, attivo o passivo che sia. Le vetrine le disintegri tu, cazzo c'entreranno i negozi poi magari me lo spieghi.
robcoppola
#86 robcoppola 2019-03-05 17:27
Citazione:
La rivoluzione deve venire dal basso, dalle piazze, dal popolo. E personalmente dubito che possa essere raggiunta in maniera pacifica.
Il popolo non può produrre alcuna rivoluzione, al massimo delle rivolte.

Trattasi di un mito. È come pretendere di costruire un motore, o un auto, o un aereoplano avendo solo argilla come materia prima.

L'unico modo, secondo me, di generare una rivoluzione dal basso è un nuovo modello di educazione scolastica in grado di creare individui capaci non solo di produrre idee/pensieri propri ma anche di metterli in pratica nel mondo reale.
Per ottenere un simile risultato è necessario eliminare/ridimensionare il più grosso blocco mentale che abbiamo: la paura.
Quindi nel caso più ottimistico ci vorrebbero decine di anni.

Quello che abbiamo ora è una popolazione alveare impaurita di tutto (ottima per il televoto, per guardare fazio, l'isola dei famosi ...), quasi completamente dipendente da eventi esterni, sempre in cerca di super leaders che si accollino i suoi problemi.

Ecco perché ora come ora possiamo al massimo ottenere dei surrogati di rivoluzione, ma sempre coordinati da persone ispirate non certo dalla mandria.
pencri93
#87 pencri93 2019-03-05 17:36
Citazione:
Il popolo non può produrre alcuna rivoluzione, al massimo delle rivolte.
Beh, allora siamo spacciati. Il popolo non può, i politici men che meno, compriamoci pantofole comode ed aspettiamo di essere tutti schiavizzati.
horselover
#88 horselover 2019-03-05 18:20
secondo me la lega sembra che aumenti i consensi, ma in verità è l'unico partito che riesce a mantenere quelli che aveva , perchè l'elettorato un po' "grezzo" è soddisfatto, dagli altri tutti fuggono
redribbon
#89 redribbon 2019-03-05 18:35
Ormai di sinistra è rimasto solo il pappagallo Cipolla, ritrovato perché fischiettava Bandiera rossa :hammer:

www.fanpage.it/.../

paglia53
#90 paglia53 2019-03-05 19:40
Citazione:
L'unico modo, secondo me, di generare una rivoluzione dal basso è un nuovo modello di educazione scolastica in grado di creare individui capaci non solo di produrre idee/pensieri propri ma anche di metterli in pratica nel mondo reale.
bisognava pensarci tipo 80 anni fa...
dovevamo vincerla noi la guerra
se i veterani dello sbarco in normandia potessero vedere come e' l'europa oggi non sarebbero avanzati un metro su quella spiaggia
ElSamueL
#91 ElSamueL 2019-03-05 21:57
Più che altro mi chiedo da quanto tempo è morta la sinistra in italia. Dopo mani pulite forse..
Pavillion
#92 Pavillion 2019-03-06 00:42
#86 robcoppola 2019-03-05 17:27
L'unico modo, secondo me, di generare una rivoluzione dal basso è un nuovo modello di educazione scolastica in grado di creare individui capaci non solo di produrre idee/pensieri propri ma anche di metterli in pratica nel mondo reale.
Per ottenere un simile risultato è necessario eliminare/ridimensionare il più grosso blocco mentale che abbiamo: la paura.
Quindi nel caso più ottimistico ci vorrebbero decine di anni.

_____
Tematica: una rivoluzione dal basso.
Qual'è il nesso tra un nuovo modello di educazione scolastica in grado di creare individui capaci non solo di produrre idee/pensieri propri ma anche di metterli in pratica nel mondo reale e la paura.
Zara80
#93 Zara80 2019-03-06 00:49
#85 pencri93

Citazione:
Non ho capito se stai implicitamente dicendo di essere più astuto di tutti quelli che sono andati al governo negli ultimi 20 anni.
Anche esplicitamente: assolutamente sì.
Tant'è che sono conscio che la politica non è il mezzo giusto per ridurre il divario tra la(mia) realtà indesiderata e lo scenario ideale desiderato(da me).




Citazione:
Ma d'altronde la storia insegna che tutte le grandi rivoluzioni popolari sono state pacifiche e guidate dall'astuzia, no?
Mai sentito parlare di rivoluzioni colorate? Mai letti i saggi di Gene Sharp? Posa la botillia e pprofondisci.



Citazione:
cazzo c'entreranno i negozi poi magari me lo spieghi.
È quel che mi chiedo anch'io, che sfasciate a fare i negozi? È irrazionale e controproducente.
pencri93
#94 pencri93 2019-03-06 01:01
Zara80

Curati il narcisismo delirante e poi cerca qualcun altro con cui battibeccare.

Citazione:
Tant'è che sono conscio che la politica non è il mezzo giusto per ridurre il divario tra la(mia) realtà indesiderata e lo scenario ideale desiderato(da me).
Questa perla è talmente illuminante che sento il bisogno di sdebitarmi: hai presente il kebab che rotea nei chioschetti di strada? Ebbene, il kebab in realtà sta fermo, è lo spiedo che gira.

Citazione:
È quel che mi chiedo anch'io, che sfasciate a fare i negozi? È irrazionale e controproducente.
Un’altra perla. Mi spiace, non ho altre nozioni illuminanti con cui ripagarti.
Zara80
#95 Zara80 2019-03-06 01:02
#86 robcoppola

Citazione:
L'unico modo, secondo me, di generare una rivoluzione dal basso è un nuovo modello di educazione scolastica in grado di creare individui capaci non solo di produrre idee/pensieri propri ma anche di metterli in pratica nel mondo reale.
Per ottenere un simile risultato è necessario eliminare/ridimensionare il più grosso blocco mentale che abbiamo: la paura.
Quindi nel caso più ottimistico ci vorrebbero decine di anni.
Condivido.
Il sistema scolastico attuale produce intenzionalmente individui privi di spirito creativo, di spirito critico, di spirito imprenditoriale, di resilienza a errori e insuccessi, etc.
Eterni adolescenti che temono la propria ombra.
È il modo più efficace di mantenere l'ordine sociale.
pencri93
#96 pencri93 2019-03-06 01:08
@robcoppola

L'unico modo, secondo me, di generare una rivoluzione dal basso è un nuovo modello di educazione scolastica

E' un controsenso.

L'educazione scolastica viene decisa a tavolino dal ministero dell'istruzione.

E stiamo comunque parlando di una misura di lunghissimo periodo.
robcoppola
#97 robcoppola 2019-03-06 10:01
#92 Pavillion
Citazione:
Tematica: una rivoluzione dal basso.
Qual'è il nesso tra un nuovo modello di educazione scolastica in grado di creare individui capaci non solo di produrre idee/pensieri propri ma anche di metterli in pratica nel mondo reale e la paura.
Per ottenere una rivoluzione dal basso è necessaria la qualità della materia prima che la dovrebbe generare, cioè gli individui/persone.
Non basta l'incazzatura, occorre avere un'idea abbastanza precisa del cambiamento che si vorrebbe ottenere.
E in una società tecnologica come quella contemporanea questa visione richiede una profondità di pensiero attualmente inesistente se non in pochi individui.
Come ho accennato nel commento precedente, l'unico aspetto in cui noi eccelliamo è il televoto, regalare 2€ al PD, passare il tempo su facebook, guardare "amici", "l'isola dei famosi", "il grande fratello", partite di calcio ecc, cioè abitudini spazzatura che alimentano la mente di superficie, quella dominata dagli umori, emozioni, in particolare la paura (a sua volta amplificata in tutti i modi possibili dai media).
La paura è generata da uno stato di dipendenza verso qualcosa di esterno per compensare il vuoto interiore.
Quale rivoluzione possiamo mettere in pratica con tale materia prima?
Il sistema scolastico, se fatto bene, migliora la qualità dell'essere umano. Fornisce gli strumenti necessari a liberare il proprio talento/creatività, ora annullato dalle pessime abitudini e/o da stupide credenze.

#96 pencri93
Non è un controsenso. Per fare una rivoluzione hai bisogno di teste pensanti volitive e ispirate. l'istruzione è uno strumento chiave per ottenerle.
Citazione:
L'educazione scolastica viene decisa a tavolino dal ministero dell'istruzione.
E stiamo comunque parlando di una misura di lunghissimo periodo.
Esatto, l'istruzione del popolo dipende, purtroppo, da chi è al governo.
Ecco perché è fondamentale introdurre persone/partiti/movimenti che abbiano questa sensibilità in primis.
Non ne usciamo.
Per creare individui/persone di qualità è necessario molto tempo.

Non è un caso che il sistema scolastico italiano sia così messo male (così come tanti altri).
pencri93
#98 pencri93 2019-03-06 10:16
Citazione:
Esatto, l'istruzione del popolo dipende, purtroppo, da chi è al governo.
Ecco perché è fondamentale introdurre persone/partiti/movimenti che abbiano questa sensibilità in primis.
Non ne usciamo.
Per creare individui/persone di qualità è necessario molto tempo.

Non è un caso che il sistema scolastico italiano sia così messo male (così come tanti altri).
E allora sì che è un controsenso.

Se gli strumenti per la rivoluzione deve darteli il governo, allora dipendi (nuovamente) dai burattini in mano al sistema.

Io parlo di qualcosa che parta dal popolo e dipenda solo da esso.

Dubito che qualcuno possa mettere mano al nostro carente sistema scolastico in tempi brevi ed aumentando la qualità dell'istruzione, sarà sulla lista nera delle manovre.
robcoppola
#99 robcoppola 2019-03-06 10:23
#98 pencri93

Purtroppo questo è il contesto.
Per uscire dal loop abbiamo bisogno di un aiutino dall'alto.
Mi rendo conto che sia assurdo e difficilmente realizzabile ma non cambia la realtà.
Da soli non andiamo da nessuna parte perché la qualità media è pessima.
pencri93
#100 pencri93 2019-03-06 10:27
Citazione:
Purtroppo questo è il contesto.
Per uscire dal loop abbiamo bisogno di un aiutino dall'alto.
Mi rendo conto che sia assurdo e difficilmente realizzabile ma non cambia la realtà.
Da soli non andiamo da nessuna parte perché la qualità media è pessima.
Opinione personale, che non condivido.

Certo farebbe comodo avere dei politici liberi da qualsiasi paletto, ma tanto sappiamo che ciò non è destinato ad avvenire in tempi brevi, quindi non ci conterei troppo.
Lucreziamaria
#101 Lucreziamaria 2019-03-06 14:27
Buongiorno tutto questo accade perché hanno spopolato, in questo ventivento anni , il pensiero dalla sua dignità di esistere a vantaggio di una misera e triste esistenza al fine di mostrarsi. Ma questa è la narrazione di un popolo italiano che ha rinnegato se stesso e la sua origine ......infatti oggi abbiamo delegato la nostra esistenza in questa condanna chiamata Europa
Pavillion
#102 Pavillion 2019-03-06 21:58
Chiesto il nesso tra il virgolettato e la paura, ricevo "l'origine" della paura
secondo robcoppola: #97: La paura è generata da uno stato di dipendenza verso qualcosa di esterno per compensare il vuoto interiore.

_____
Eliminare lo stato di dipendenza, risolto stato il vuoto interiore si dovrebbe vaporizzare.
Data moltitudine catalogare a quale sconosciuto riferimento abbinare lo stato di dipendenza di modo che si accoppi al corretto vuoto interiore.

Chiarirebbe forse il nesso tra paura e il virgolettato "un nuovo modello di educazione scolastica in grado di creare individui capaci non solo di produrre idee/pensieri propri ma anche di metterli in pratica nel mondo reale e la paura".
sartori
#103 sartori 2019-03-06 21:59
la sinistra è fallita perchè NON ha saputo rispondere ai problemi sociali ma ha solo scopiazzato male il modo di vivere e di pensare del sistema che DICEVA di combattere:
esercito: che differenza trovate tra l'esercito di un paese capitalista e quello di un paese socialista
alberghi e vacanze: che differenza trovate tra gli alberghi di cuba e quelli messicani
scuola: idem
trasporti: idem
urbanistica e modo di costruire: idem
burocrazia:idem
corruzione: idem
fabbriche: idem
se si continua a ragionare allo STESSO modo non cambierà mai niente e i PEGGIORI saranno sempre al potere: alla fin fine il sistema è lo specchio della società che lo alimenta.

Per postare dei commenti è necessario essere iscritti al sito.

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO