Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Forum

Commenti Recenti

rss

A partire dal 1 gennaio 2018 la vendita di marijuana è legale in tutta la California, anche per semplice uso ricreativo. In altre parole, i cittadini della California non dovranno più aggirare l'ostacolo, procurandosi prima una ricetta dal medico per usufruire della marijuana per uso terapeutico, ma potranno acquistarla direttamente per uso personale. Potranno anche coltivare in casa una certa quantità di piantine, legalmente.

Ma quello che sembrava essere destinato a diventare uno scivolo in discesa, senza più altri ostacoli, sta diventando invece un problema, a causa di una recrudescenza governativa a livello federale. Il ministro di giustizia Sessions - noto bacchettone ultraconservatore dell'Alabama - ha infatti dichiarato che cancellerà la politica tollerante di Obama (che permetteva ai singoli stati di regolamentarsi a piacimento sull'uso della cannabis), e tornerà invece di imporre le leggi federali, secondo le quali la coltivazione e l'uso della cannabis sono strettamente proibiti in tutti gli Stati dell'unione.

Ma la dichiarazione di Sessions, a sua volta, è stata accolta con grande contrarietà da molti degli stessi repubblicani, che vedono ormai nel business della marijuana un grosso supporto economico alle finanze del loro stato. Il senatore repubblicano Gardner del Colorado, ad esempio, ha vivamente protestato per la scelta di Sessions, che rischia di mettere in pericolo quello che ormai per lo stato del Colorado è diventato un business da 1 miliardo di dollari all'anno.

Il parlamentare repubblicano della Florida Gaetz ha detto che Sessions "vuole reinstaurare dogmi superati ed antiquati, invece di guardare al futuro". La senatrice repubblicana Murkowski, dell'Alaska, ha definito "spiacevole e dirompente" la scelta di Sessions.

Insomma, il problema è sempre lo stesso: quando da una parte si impone un divieto per i motivi sbagliati, è chiaro che prima o poi dall'altra i motivi giusti per toglierlo tenderanno a prevalere. E' solo questione di tempo.

La tragedia è che l'Italia solitamente segue i cambiamenti che avvengono negli Stati Uniti con qualche anno di ritardo: vuole dire che anche noi ci troveremo, fra qualche anno, a discutere se sia tollerabile l'uso terapeutico, e fino a che punto possa esserlo, invece di passare direttamente a comprendere che la marijuana può essere tranquillamente legalizzata, portando un sacco di benefici dal punto di vista sia medico che commerciale, senza per questo portare scompensi negativi di alcun tipo sul tessuto sociale?

Massimo Mazzucco

 

Aggiungi Commento   

Shuran
#1 Shuran 2018-01-05 17:15


Egregio Sig. Mazzucco, credo che le sue preoccupazioni in merito siano esagerate, pur essendo corrette. Credo anche che entro la fine del primo semestre 2018 la regolamentazione statale per la coltivazione e l'utilizzo della canapa indica (o sativa) verrà armonizzata a livello federale.

Sono anche convinto che sua noiosità l'Attorney General Jeff Sessions stia facendo tanto rumore sulla "mariujana" per distogliere i media mainstream da altri eventi che stanno avvenendo in questi giorni su tutto il territorio nazionale USA.

#QANON :-o

Enjoy :pint:
Calvero
#2 Calvero 2018-01-05 17:20
Mazzucco:

Citazione:
vuole dire che anche noi ci troveremo, fra qualche anno, a discutere se sia tollerabile l'uso terapeutico, e fino a che punto possa esserlo
Scordatelo, fra due anni le cose saranno gravi a tal punto, che probabilmente non è detto tu possa ancora gestire liberamente questo stesso Sito.
starburst3
#3 starburst3 2018-01-05 17:23
Stanno tornando alla carica le multinazionali del tabacco,vedi la nuova legge sulle sigarette elettroniche,gli alcolizzati sono aumentati di numero,come i consumatori di farmaci e droghe psicotrope,in primis quelli eccitanti,quindi quando fai un incidente stradale o ti disintegri tu e quelli che sono con te o se ti salvi ti disintegri con gli altri con cui hai fatto l'incidente (vedi risse col morto),l'erba anche nel caso di malati terminali costa poco in qualita' della vita,qui ci dobbiamo sorbire ancora quelli che con il dolore si "elevano", spesso con il dolore degli altri non il loro ;-)
Quelli che vogliono dettarti come vivere e morire,mentre sono cazzi della persona interessata come finire una volta che e' giunta al culmine di una malattia inguaribile e dolorosa.
Posto un brano dello spettacolo di Giacobazzi che racconta un....incidente tranquillo :-D


IN RED WE TRUST
Torrido
#4 Torrido 2018-01-05 18:09
#4 Anche da noi se vai nelle farmacie galeniche con ricetta medica ti preparano la pozione con THC da 9 a 18 solo che costicchia 150/200 eurozzi al mese,poi ci sono i fai da te che dall'Olanda ti spediscono i semini!!!Fatta la legge trovato l'inganno.
clausneghe
#5 clausneghe 2018-01-05 19:02
Mah..ho letto da qualche parte che sarebbe il Trump in persona a sbraitare contro la legittima Cannabis (e smettiamola di chiamarla marijuana, il suo nome nel gergo Messicano di Sonora, un trucco semantico della Cia per connotare negativamente il vegetale)
Ora non ho più dubbi, il zazzeruto arancione fa proprio schifo. :-?
maryam
#6 maryam 2018-01-05 22:29
Siamo a dei livelli paurosi, c'è poco da stare sereni
"Governo cancella figura erborista, a rischio settore"
adnkronos.com/.../...

E' partita una petizione della Federazione Erboristi Italiani

firmiamo.it/giu-le-mani-dall-erboristeria
bornand
#7 bornand 2018-01-05 23:14
Buona idéa meno soldi per le maffie.In Italia imposibile una cosa del genere trope maffia politica chè devono manggiare.
BaBaJaN
#8 BaBaJaN 2018-01-06 01:17
#2 Calvero

Ti leggo spesso e con molto interesse. Siamo molto in linea con la visione generale. Ma per favore non perdere la fiducia.
Ricorda che possiamo cambiare quello che non ci piace. Fino al nostro ultimo respiro nella matrice.

#6 maryam

Di pari passo con la follia della farmacopsicovigilanza che stanno mettendo in atto. La lotta contro il "naturale" che ha valenze comunque scientifiche è rivoltante. Ma non possono cancellare la terra che continuerà malgrado noi a darci i frutti.


@redazione
Hai già affrontato la truffa della canapa con il tuo ottimo documentario. Sappiamo tutti che potrebbe essere alla base di varie industrie. Inquinare di meno ed essere più fruibile.

Il punto di questi teatrini secondo me è ben è diverso. Diventerà mainstream la maria da fumer (solo a scopo ricreativo) quando riusciranno a imporre la loro qualità (probabilmente ogm /trattata per rendirci più rincoglioniti).
hvsky
#9 hvsky 2018-01-06 01:59
i motivi "buoni" sono il business .....

andiamo bene......

il discorso cannabis è troppo delicato.... se sei a favore sei un tossico, che dopo due spinelli passi a bucarti con l'eroina pakistana.....

e poi qui da noi con la mafia che fattura bei soldi vedo difficile una qualsiasi apertura...... vedi case chiuse.....

e comunque due cannoni non han mai fatto male a nessuno e sono illegali..... i superalcolici distruggono ma li vedi in tv e nei film ormai come uno status simbol....

intraprendente pazienza......
Calvero
#10 Calvero 2018-01-06 02:21
Babajan:

Citazione:
Ti leggo spesso e con molto interesse. Siamo molto in linea con la visione generale. Ma per favore non perdere la fiducia.
Mi tocca il tuo commento, e sia mai non ne tenessi conto. Sappilo. La fiducia, Babajan, è importante, lì dove si indirizza. Indirizzarla nelle illusioni equivale al non averne.

Ed è qui, se non si hanno orecchie per intendere, che possono apparire disfattiste certe considerazioni che porto nel contraddittorio. Ma non lo sono.

Mi ero già assentato da questo Sito, a cui voglio bene, e su cui non viaggiavo più in sintonia come si viaggiava una volta; se sono qui per mettere i miei due centesimi, è perché ogni tanto ripesco e ritrovo segnali interessanti, i quali possono aiutare Me ad amplificare le percezioni - così come posso aiutare percezioni altrui. Si tratta di dare/avere. Siccome devo molto al Sito e a Mazzucco, mi muovo sempre secondo il principio che dobbiamo essere dottori di noi stessi. E lo sappiamo tutti: così verso se stessi e così verso gli altri, il medico pietoso uccide l'ammalato. E non parliamo certo della medicina commerciale. Non c'è tempo di farci i pompini a vicenda. E non si può essere diplomatici. E purtroppo tra di noi le strade non sono precisamente più le stesse.

Mazzucco pone un'asserzione interessante:

Citazione:
Insomma, il problema è sempre lo stesso: quando da una parte si impone un divieto per i motivi sbagliati, è chiaro che prima o poi dall'altra i motivi giusti per toglierlo tenderanno a prevalere
Questa quotata qui sopra [e probabilmente Massimo non la considera in una determinata prospettiva], è una sintomatologia peculiare/esclusiva di moventi che non possono che essere religiosi. Non chiedetemi con che accezione deve essere intesa e perché sono religiosi, sarebbe OT e l'ho illustrato in tutte le lingue.

Non c'è ingerenza ai livelli di cui argomenta l'articolo, in nome e per conto di questo tipo di situazioni semi-paradossali che non possa non essere mirata alla de-umanizzazione dell'individuo umano; cosa - questa - che è al di là delle speculazioni di stampo economico e di mero potere e/o avidità che dir si voglia, siano esse private elitarie, siano esse debitrici di forze pseudo-politiche. La questione in gioco: è spirituale.


Babajan:

Citazione:
Ricorda che possiamo cambiare quello che non ci piace. Fino al nostro ultimo respiro nella matrice.
Ogni cosa deve fare il suo corso; il punto non è propriamente cambiare le cose, ma trovare il nostro posto nel processo che deve portare al cambiamento.
Alien2012
#11 Alien2012 2018-01-06 06:59
www.dea.gov/druginfo/ds.shtml Schedule I
Schedule I drugs, substances, or chemicals are defined as drugs with no currently accepted medical use and a high potential for abuse. Some examples of Schedule I drugs are:
heroin, lysergic acid diethylamide (LSD), marijuana (cannabis), 3,4-methylenedioxymethamphetamine (ecstasy), methaqualone, and peyote

Questa è ancora nella sezione 1, per la Dea.
Per questo motivo sappiamo cosa successe (ricordo il famoso Stop-and-frisk in New York City en.wikipedia.org/.../...) per cui la Polizia a sensazione ti poteva fermare etc etc.
Ora però hanno capito che se ci mettono una tassa (negli stati che l'hanno legalizzata, a prescindere se sia per uso medico o ricreativo) fanno un sacco di soldi.
La cosa curiosa e assurda è che :
- Le Banche non possono accettare le banconote o aprire Conti Correnti per i questi negozi (data la classificazione della DEA, per la quale è un crimine).
- I Negozi si fanno pagare o in BITCoin, Cripto valute o si tengono le banconote nei caveau
- Questo ha creato Aziende (posti di lavoro) che tengono le banconote etc etc.
- I denari non si possono spostare da uno stato all'altro (reato Federale, se si è presi sono c...)
- Se si è di uno stato non si può andare in quello che la vende (reato Federale,se si è presi sono c...)
....più altre cose.
Negli anni fine '60 (Woodstock, già compromessa con LSD, marijuana etc etc), inizio '70 la Nuova Controcultura fu sconfitta dall'arrivo della cocaina (leggenda cospirativa dice attraverso i collegamenti delle piattaforme petrolifere nel Golfo del Mexico di George Herbert Walker Bush che era capo della CIA e proprietario delle stesse. Esiste un'altra leggenda cospirativa ai tempi di Clinton Governatore dell'Arkansasen.wikipedia.org/.../... Mena, Arkansas
A number of allegations have been written about and several local, state, and federal investigations have taken place related to the alleged use of the Mena Intermountain Municipal Airport as a CIA drop point in large scale cocaine trafficking beginning in the early 1980s.[12] Some conspiracy theories regarding the airport extend to alleging the involvement of figures such as Oliver North and former presidents George H. W. Bush and Bill Clinton.[13]
)
Sappiamo come è finita.
La storia si ripete.
Ma l'assurdo è che questa legalizzazione salva i bilanci degli stati incapaci di gestire le loro risorse, tranne le loro tasche
Verranno creati i rehab privati etc etc
Bah ....inutile continuare ..... sempre le stesse cose.
www.urbandictionary.com/define.php?term=stonned con un'altra generazione 'fumata (stonned)' nessuno si ribella etc etc
P.S. Citazione:
La tragedia è che l'Italia solitamente segue i cambiamenti che avvengono negli Stati Uniti con qualche anno di ritardo: vuole dire che anche noi ci troveremo, fra qualche anno, a discutere se sia tollerabile l'uso terapeutico, e fino a che punto possa esserlo, invece di passare direttamente a comprendere che la marijuana può essere tranquillamente legalizzata, portando un sacco di benefici dal punto di vista sia medico che commerciale, senza per questo portare scompensi negativi di alcun tipo sul tessuto sociale? Massimo Mazzucco
Già in produzione (penso lo sappiate)
repubblica.it/.../...
Firenze, ecco le serre dove cresce la marijuana trapeutica dell'esercito (... da interpretare sotto il controllo dell''esercito)
Data l'incomptenza dei ns. politici lo Stato non sarà in grado di produrre un quantitativo necessario (nel caso di legalizzazione) quindi ci saranno degli appalti ad aziende private ( :-D il sottoscritto sa come andrà a finire :pint: )
P.S. www.youtube.com/watch?v=sDyVAFPeI1I Massimo Mazzucco - La Vera Storia della Marijuana (da rivedere, per ampliare la discussione)
Come sempre si legalizza solo un pezzo.
Mi pare che dalla Cannabis si ricava olio, tessuti etc etc Che però sono prodotti che fanno concorrenza alla Petrolio, fibre chimiche etc etc
P.S. Vale sempre il motto di Leo Straus it.wikipedia.org/wiki/Leo_Strauss 'Non Abbiamo un Problema ma delle Opportunità
doktorenko
#12 doktorenko 2018-01-06 07:34
Noi viviamo in un mondo di malati (veri e presunti) cronici, e già farmacologizzato abbastanza; l'idea di assumere in maniera cronica un farmaco per una malattia inventata e a scopo ricreativo (sic!) non mi sembra un gran cambiamento; anzi, secondo me è un completamento del quadro dei nostri tempi: "das Zeitalter der vollendeten Sündhaftigkeit", come direbbe Fichte.

Come è possibile opporsi alla patologizzazione di normali condizioni, quando si assume volontariamente un farmaco per una malattia inventata (la noia)?
chi assume continuamente dei farmaci a propria volontà e senza trovarne un giovamento sul lungo periodo, come può poi giudicare inefficace un farmaco che non guarisce da una malattia ma la cronicizza?
Dipende
#13 Dipende 2018-01-06 08:40
Citazione:
Insomma, il problema è sempre lo stesso: quando da una parte si impone un divieto per i motivi sbagliati, è chiaro che prima o poi dall'altra i motivi giusti per toglierlo tenderanno a prevalere. E' solo questione di tempo
Sono già passati quasi 100 anni da quando a qualcuno (e sappiamo pure chi) è venuta in mente la brillante idea di vietare la canapa senza alcuna urgenza sociale che lo richiedeva.
E sappiamo pure benissimo che non è mai stata portata una prova netta che giustificasse la proibizione così dura e l'imprigionamento di umani che ne facevano uso.
Nonostante ciò, è già passato un secolo e non siamo ancora riusciti per bene a smascherare una menzogna facilmente smascherabile, figuriamoci per le altre cose un po' più complesse.
ARULA
#14 ARULA 2018-01-06 08:54
@8 BaBaJaN
Citazione:
Il punto di questi teatrini secondo me è ben è diverso. Diventerà mainstream la maria da fumer (solo a scopo ricreativo) quando riusciranno a imporre la loro qualità (probabilmente ogm /trattata per rendirci più rincoglioniti).
Scusate, ma quella commercializzata legalmente non è già OGM?
Dipende
#15 Dipende 2018-01-06 09:05
Citazione:
Scusate, ma quella commercializzata legalmente non è già OGM?
No in realtà sono infiorescenze di canapa trattate poi coi raggi gamma per purificare.

Qualche anno fa in america si pensò di brevettare uno strain specifico creato da vari incroci genetici e "legalizzare" solo questo, ma poi non ci sono riusciti, non è facile brevettare la canapa.

La canapa loro era buona e risolveva un mucchio di cose, la canapa nostra invece è l'erba del demonio.
Torrido
#16 Torrido 2018-01-06 09:09
Salve già ogm in prozione al Crea Cin del comune di Rovigo da diversi anni!!
flor das aguas
#17 flor das aguas 2018-01-06 09:14
BaBaJaN, Arula, in effetti sembra che la cannabis coltivata dal governo sia un po' strana...
www.naturalnews.com/.../
Ghilgamesh
#18 Ghilgamesh 2018-01-06 09:49
Scusa Massimo, ma sta frase non mi piace per nulla:
Citazione:
Insomma, il problema è sempre lo stesso: quando da una parte si impone un divieto per i motivi sbagliati, è chiaro che prima o poi dall'altra i motivi giusti per toglierlo tenderanno a prevalere. E' solo questione di tempo.
La maggior parte dei divieti è sbagliata ... e se alla fine uno viene tolto, è per altri motivi sbagliati!

Anche in questo caso, la legalizzazione è fatta per i motivi sbagliati.

Cazzo, c'abbiamo due continenti di plastica che galleggiano sugli oceani, la canapa sostituisce in modo ecologico praticamente tutti i prodotti in plastica, oltre ad essere un carburante decisamente meno inquinante del petrolio ... e te la legalizzi solo per fartici le canne?!
Dipende
#19 Dipende 2018-01-06 09:57
Citazione:
Cazzo, c'abbiamo due continenti di plastica che galleggiano sugli oceani, la canapa sostituisce in modo ecologico praticamente tutti i prodotti in plastica, oltre ad essere un carburante decisamente meno inquinante del petrolio ... e te la legalizzi solo per fartici le canne?!
La pianta di canapa in quanto tale non è vietata.
Se tu decidessi di coltivare un campo di carmagnola, o felina (canapa autoctona) puoi farlo, o meglio potresti farlo se hai lo spirito del pioniere e sei forte come una roccia.
E' vietato l'uso psicotropo della sostanza.
Ma nessuno fa la canapa da anni, ti sei mai chiesto il perché?
OrtVonAllen
#20 OrtVonAllen 2018-01-06 12:49
Quello che è subdolo e che non è chiaro: Cosa significa guidare se ti sei fatto una canna due giorni prima.
Ci sono tester della saliva in Svizzera ma anche in Italia:
www.sicher-testen.ch/italiano/
www.trovaprezzi.it/.../
www.self-diagnostics.com/.../test-antidroga.html

Poi troviamo in internet come estrarre i principi attivi:
www.youreporter.it/.../


Citazione:
La tragedia è che l'Italia solitamente segue i cambiamenti che avvengono negli Stati Uniti con qualche anno di ritardo
..il 1945 è passato da un pezzo!
Stilisticamente siamo ancora un punto di riferimento..da ragionare perché l'Olanda sarebbe "in avanti" sulla questione...li gli aborti facili, sono una prassi..anche perché se si è diagnosticato il feto down, si risolve il "problema"...

È assurdo che sulla cannabis ci sia un "veto"...poi c'è il ricino la datura anche lo stesso oleandro che se cerchi il "tossico" c'è pure in 22litri di acqua X dì.

La marijuana libera è un espediente per schedare...meglio stare alla larga perché un solo capello..sputtana!
maryam
#21 maryam 2018-01-06 12:59
Ma coltivare in casa due piantine è reato o no?
www.lettera43.it/.../123501
Pavillion
#22 Pavillion 2018-01-06 13:46
Non so perchè io sia un problema per te più di quanto tu non lo sia per me.
A chi - a cosa dedicarla? Al ricordo inestinguibile della prima marachella in quel di canna, oppure?
Fedeledellacroce
#23 Fedeledellacroce 2018-01-06 14:14
Disobbedienza civile!
Io nel mio giardino pianto ció che mi garba e ne faccio ció che voglio!
Da anni e anni
Fanc..o le leggi liberticide, semplicemente vanno ignorate
Fedeledellacroce
#24 Fedeledellacroce 2018-01-06 14:20
Citazione:
Qualche anno fa in america si pensò di brevettare uno strain specifico creato da vari incroci genetici e "legalizzare" solo questo, ma poi non ci sono riusciti, non è facile brevettare la canapa.
Che io sappia il governo degli usa ha giá brevettato diversi strains di cannabis, nonostante a livello federale sia ancora una droga di classe1, come l'eroina; a differenza della cocaina che é classe2, ossia meno pericolosa (secondo loro) e meno castigata dalle leggi
zlatorog
#25 zlatorog 2018-01-06 14:42
Citazione:
Che io sappia il governo degli usa ha giá brevettato diversi strains di cannabis, nonostante a livello federale sia ancora una droga di classe1, come l'eroina; a differenza della cocaina che é classe2, ossia meno pericolosa (secondo loro) e meno castigata dalle leggi
Mi auguro non sia vero perchè sarebbe una cazzata colossale...
D' altronde vista la quantità di polvere che viene consumata dai denarosi, potrebbe anche essere così in un paese dalle leggi assurde come gli usa...

Cmq coltivare canapa nel proprio giardino (o terrazzo o armadio o solaio) in Italia E' un reato!
Dalle mie parti più di qualcuno è finito della merda anche per una sola pianta!
In sostanza non si può coltivare ciò che si vuole...o meglio se a uno nel proprio giardino cresce spontanea la cicuta o qualche altra pianta velenosa probabilmente nessuno avrà nulla da obiettare, ma se si tratta di droghe il discorso cambia.
veritassaphinho
#26 veritassaphinho 2018-01-06 15:10
Il problema non è la marijuana e chi consapevolmente la assume. Sono le intossicazioni a ignari, vedesi le decine di bambini intossicati, uno pure ieri, che la scambiano per qualcosa di commestibile, pezzi caduti o dimenticati, i cani che sempre più frequentemente nei parchi la trovano abbandonata o caduta e la ingeriscono. E lo stesso vale per qualsiasi tipo di droga, che oltretutto ci costa soldi per soccorso, terapia, salvataggio, ed a volte sofferenza e malori che si potevano evitare, oltre ai costi sociali per togliere a genitori, fratelli etc indegni, che oltretutto impegna anche i tribunali ordinari per le sanzioni e provvedimenti e tribunale dei minori per piazzarli in comunità di salvaguardia. Oltre alle intossicazioni esterne, quelle che avvengono da cibi contaminati, biscotti etc assunti da persone inconsapevoli.
Certi paesi hanno deciso di rendere commerciale prodotti che Devono essere inferiori a 1% , per esempio dei cantoni svizzeri, la pianta non è' reato, ma il consumo lo e' ancora e anche tagliare i fiori dalle piante detenute legalmente

Che Trump faccia la guerra o meno alla decisione della California , che non ha legalizzato ma regolamentato ( a certe condizioni e obblighi) , e' un problema che riguarda loro visto che per la confederazione usa e' ancora un reato ( e lo e' anche in California da parte delle autorità statali se si violano le condizioni) sia il consumo, lo spaccio, la detenzione etc. Poi , oltretutto la depenalizzazione l' aveva fatta Schwarznegger già 5-6 anni fa, diventando da reato non grave a infrazione semplice la questione marijuana . Gli arresti per possesso in California di Maria erano circa 20 al giorno, con la depenalizzazione ridotti ad un terzo, e probabilmente con l' iniziativa entrata in vigore il 1.1.18 i numeri saranno ancora più o meno gli stessi, ma si saprà con certezza tra qualche anno quando ci saranno grafici
redazione
#27 redazione 2018-01-06 16:09
GILGAMESH: Citazione:
Cazzo, c'abbiamo due continenti di plastica che galleggiano sugli oceani, la canapa sostituisce in modo ecologico praticamente tutti i prodotti in plastica, oltre ad essere un carburante decisamente meno inquinante del petrolio ... e te la legalizzi solo per fartici le canne?
Io veramente ho scritto: "la marijuana può essere tranquillamente legalizzata, portando un sacco di benefici dal punto di vista sia medico che commerciale". Ma evidentemente qui ciascuno legge l'articolo che vuole lui.
FranZeta
#28 FranZeta 2018-01-06 16:32
Veritas:Citazione:
Il problema non è la marijuana e chi consapevolmente la assume. Sono le intossicazioni a ignari, vedesi le decine di bambini intossicati, uno pure ieri, che la scambiano per qualcosa di commestibile, pezzi caduti o dimenticati, i cani che sempre più frequentemente nei parchi la trovano abbandonata o caduta e la ingeriscono.
??? Se mai parli dell'hashish, che qualche bimbo può scambiare per cioccolato. Ma se uno si mangia l'erba, bambino o cane, ha proprio dei problemi di suo. Allora a questo punto mettiamo fuorilegge anche l'alloro che è sicuramente più tossico. Comunque l'idea che non si può legalizzare la cannabis perchè qualcuno potrebbe ingerirla accidentalmente è veramente una genialata, assecondandola dovremmo proibire la vendita del 99,9% dei farmaci.
Pavillion
#29 Pavillion 2018-01-06 16:45
#27Redazione
"la marijuana può essere tranquillamente legalizzata, portando un sacco di benefici dal punto di vista sia medico che commerciale". Ma evidentemente qui ciascuno legge l'articolo che vuole lui.

______
Grazie per aver evidenziato la possibilità di unire due "verità" in una.
Almeno si è letto il nome (Gilgamesh) di quel ciascuno.
utrevolver
#30 utrevolver 2018-01-06 16:47
Diceva un altro Sessions:

Citazione:
Winners don't use drugs.
Calvero
#31 Calvero 2018-01-06 17:53
Ghilgamesh:

Citazione:
Cazzo, c'abbiamo due continenti di plastica che galleggiano sugli oceani, la canapa sostituisce in modo ecologico praticamente tutti i prodotti in plastica, oltre ad essere un carburante decisamente meno inquinante del petrolio ... e te la legalizzi solo per fartici le canne?!
Se quelli che dicono di preoccuparsi per il mondo si fossero fatti le canne invece di andare all'università, oggi non ci sarebbero continenti di plastica a galleggiare sugli oceani.

_______

Post # 30:

Citazione:
Winners don't use drugs.
Vero, i vincenti fanno le Troie di regime.
Ghilgamesh
#32 Ghilgamesh 2018-01-06 18:03
Citazione:
Io veramente ho scritto: "la marijuana può essere tranquillamente legalizzata, portando un sacco di benefici dal punto di vista sia medico che commerciale". Ma evidentemente qui ciascuno legge l'articolo che vuole lui.
Si Massimo, ma io mi riferivo a un'altra parte, quella sui cambiamenti in meglio ... perchè perdonami, ma l'unico uso commerciale che credo ne faranno mai, sarà quello di droga ricreativa ... di sicuro non ti ci fanno fare carburante!
Come l'alcool, le macchine potrebbero andare ad alcool ... ma è illegale!
In compenso puoi berne fino ad ammazzartici!

Ho solo fatto notare che i cambiamenti in genere sono in peggio ... si chiama entropia...


Citazione:
Winners don't use drugs.
E a Maradona chi je lo spiega? ^__^
aledjango
#33 aledjango 2018-01-06 18:12
La marijuana è una delle poche cose che abbiamo che ha praticamente solo benefici. Sia dal punto di vista medico che psicologico. Peccato che abbiamo dei politici deficienti e una chiesa che non posso commentare altrimenti diventerei bersaglio di chi crede alle favole.....
Calvero
#34 Calvero 2018-01-06 18:17
Ghilgamesh:

Citazione:
E a Maradona chi je lo spiega? ^__^
Maradona la metteva in culo a tutti, con o senza droga. End of story.
mik300
#35 mik300 2018-01-06 21:26
in italia la marjiuana medicinale
è coltivata dall'esercito,

lo sapete no?
sembra una barzelletta o film commedia anni '70
("il colonnello buttiglione alle grandi manovre", ecc)
invece è tutto vero..
immagino i militi faranno a kazzotti
x essere assegnati al reparto speciale..
a firenze tralaltro..
mò si capiscono tante cose..

www.ilfattoquotidiano.it/.../1111051
Cannabis terapeutica, l’esercito produrrà marijuana per i farmaci a Firenze

www.repubblica.it/.../marijuana_di_stato-109916880

Tra i militari che coltivano la marijuana di Stato

A Firenze arriva la cannabis dell'Esercito: se ne produrrà un quintale l'anno, ma la richiesta cresce e la serra potrebbe triplicare
zlatorog
#36 zlatorog 2018-01-07 12:36
Citazione:
veritassaphinho 2018-01-06 15:10

Il problema non è la marijuana e chi consapevolmente la assume. Sono le intossicazioni a ignari, vedesi le decine di bambini intossicati, uno pure ieri, che la scambiano per qualcosa di commestibile, pezzi caduti o dimenticati, i cani che sempre più frequentemente nei parchi la trovano abbandonata o caduta e la ingeriscono. E lo stesso vale per qualsiasi tipo di droga, che oltretutto ci costa soldi per soccorso, terapia, salvataggio, ed a volte sofferenza e malori che si potevano evitare, oltre ai costi sociali per togliere a genitori, fratelli etc indegni, che oltretutto impegna anche i tribunali ordinari per le sanzioni e provvedimenti e tribunale dei minori per piazzarli in comunità di salvaguardia. Oltre alle intossicazioni esterne, quelle che avvengono da cibi contaminati, biscotti etc assunti da persone inconsapevoli
Scusa ma questa mi sembra una solenne cazzata...
Sappiamo bene che la deficenza umana non ha limiti, ma se si ragiona in questi termini sarebbe da proibire praticamente tutto!
In primis ogni tipo di farmaco...belle pasticche colorate che possono far gola ai bambini...ma anche tutti i prodotti per la pulizia, gli insetticidi, i veleni per topi (sai quanti cani si intossicano coi veleni per topi?), tutti gli oggetti di piccole dimensioni che possono venir ingeriti dai bimbi piccoli, tutti gli oggetti metallici di forma sottile e allungata che possono venire introdotti nelle prese di corrente, i coltelli e vari attrezzi da cucina, per non parlare di eventuali armi da fuoco (molto diffuse negli usa)... Se ne potrebbe fare una lista lunghissima...
E' chiaro che per le droghe dovrebbero valere in presenza di bambini le stesse precauzioni che normalmente si usano per qualsiasi altra sostanza od oggetto potenzialmente pericoloso, e sicuramente esistono deficienti che invece non usano particolari accorgimenti, ma questo non vale solo per le droghe, basta pensare a quanti incidenti succedono negli usa a causa delle armi da fuoco lasciate alla portata dei bambini...
La madre degli idioti è sempre incinta, ma la cannabis non centra.
P.K.89
#37 P.K.89 2018-01-07 21:01
@ GILGAMESH e Redazione

Guardate che almeno in italia è assolutamente possibile coltivare Canapa per usi che non sono legati al thc, pertanto se non vi si sotituisce la plastica o il petrolio come qualcuno invoca non è legato a motivi legislativi, sebbene vi sia una burocrazia che non rende agevole la coltivazione. Ma questo credo che Massimo già lo sa.
Il problema principale è che non vi è (più) una filiera e un industria che trasformi le materie prime ricavabili dalle piante, nei vari beni di consumo. E dopo anni di abbandono e mancata ricerca sulla filiera della canapa, non so quanto oggi sia molto conveniente economicamente sostituire la plastica da petrolio con la canapa. Specie se la normativa non incentivi il settore e ponga sempre maggiori restrizioni all'uso di materie plastiche.
Floh
#38 Floh 2018-01-08 00:50
Non credo che la presa di posizione del ministro della giustizia sia decisiva, i tribunali americani si sono già espressi a favore della potestà statale e non federale in materia di cannabis.
Speriamo bene.
Alien2012
#39 Alien2012 2018-01-08 05:33
www.ilfattoquotidiano.it/.../4074763
Cannabis terapeutica, l’Italia ordina 100 kg all’estero. E questa è una buona notizia
Sul tema dell’uso terapeutico della cannabis, il 2018 è iniziato con una buona notizia. Anche a seguito delle diffide presentate dai legali della Coalizione Italiana Libertà e Diritti Civili (Cild) e da un gruppo di pazienti aderenti al Comitato Pazienti Cannabis Medica, poiché si erano esaurite le scorte e i malati erano rimasti senza farmaci, il governo italiano ha ordinato 100 chili di cannabis dall’estero. Ogni chilo di cannabis legale è un taglio agli affari delle mafie.

Ogni Blog ha i suoi ....
Da leggere sono i commenti dei lettori
letiziafelician✔Abbonato Digital
● 20 ore fa
"rimasi senza farmaci"...rimasti senza cannabis.
marconazaro✔Abbonato Digital
● 2 giorni fa
l'unica domanda che vorrei fare al grazie a Dio ex-ministra è se pensa che 100 kg siano sufficienti e per quanto tempo dureranno visto che quella che ho ordinato sarà pronta a fine mese..
RICCARDONE ↪ marconazaro
● 2 giorni fa
haha l'hai ordinata? E come si presenta? In barattolini con il sigillo del Monopolio? C'è il foglietto informativo? e chi te la consegna? un tizio sobrio o non sobrio?
MARCO M5S
#40 MARCO M5S 2018-01-08 08:36
@ #2 Calvero 2018-01-05 17:20
Mazzucco:
Citazione:
vuole dire che anche noi ci troveremo, fra qualche anno, a discutere se sia tollerabile l'uso terapeutico, e fino a che punto possa esserlo


Calvero:
Citazione:
Scordatelo, fra due anni le cose saranno gravi a tal punto, che probabilmente non è detto tu possa ancora gestire liberamente questo stesso Sito.

***
Calvero, anche stamani ti sei svegliato ottimista, eh? :hammer:
Wally88
#41 Wally88 2018-01-18 10:26
Se sei ispirato espira se sei disperato respira.
:hammer: :hammer: :hammer:

Per postare dei commenti è necessario essere iscritti al sito.

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO