Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Forum

Commenti Recenti

rss

Dopo l'esperienza positiva dei DVD offerti gratutamente a quelli che non potevano permetterselo, qualcuno nei commenti aveva scritto: "Quello che accade anche in Luogocomune fa parte di un movimento destinato inevitabilmente a nascere sulle ceneri dell'agonizzante sistema. Propongo di inaugurare una sezione apposita dedicata allo scambio ed alla collaborazione, non necessariamente sotto il profilo meramente materiale. Chissà passare da una fase puramente di confronto e discussione ad una fase esperienziale fattiva (anche e soprattutto nelle piccole cose) potrebbe essere molto interessante anche sotto il profilo delle dinamiche che si potrebbero attivare."

A me sembra un'idea molto bella, che vale la pena di essere sviluppata. Chiedo quindi a ciascuno di voi di offrire suggerimenti su come potrebbe essere strutturata nello specifico questa sezione (da aprire ovviamente nei forum), e secondo quali criteri possa risultare più utile e costruttiva per tutti. (Ad esempio: facciamo una semplice sezione "cerco" e una sezione "offro", oppure possiamo strutturare la cosa in modo più sofisticato e dinamico?)

Ogni suggerimento è benvenuto.

Grazie,

Massimo

 

Aggiungi Commento   

Raudh1
#1 Raudh1 2017-12-05 21:55
Ottima idea davvero ! Tipo una sorta di forum per aiutarsi a vicenda. Qui poi abbiamo molte personalità interessanti e verrebbe fuori qualcosa di molto bello!
Raudh1
#2 Raudh1 2017-12-05 21:57
Magari si possono fare più sezioni con argomenti diversi, con l'idea del cerco e offro, che non è male, anche perchè comunque è un punto da dove partire.
peonia
#3 peonia 2017-12-05 23:15
Finalmente Solidarietà ed Altruismo, bello!
(siete quasi pronti per il Mondo Migliore :-P )
hvsky
#4 hvsky 2017-12-05 23:17
cerco e offro mi sembra una cosa tipo trovalavoro.......

la cosa andrebbe studiata ma ora non mi viene in mente niente...... purtroppo.....

ci sono menti eccelse e grandi competenze qui ..... sfruttiamole!!!
Guy Fawkes
#5 Guy Fawkes 2017-12-05 23:21
Iniziamo a capire di cosa hanno bisogno gli utenti (tutti noi) sulla base di un bisogno possiamo iniziare a cercare una risposta.
Avete presente il gioco dei 101 desideri?

Calvero
#6 Calvero 2017-12-06 00:40
Bella lì, Massimo. Hai fatto un'ottima cosa. Come ottima è la proposta. Comunque vada, si deve provare.

Si possono proporre due corsi on line «Combattiamo la cultura fascista» e «Il linguaggio delle troie di regime, come e perché» ... con tanto di diploma, dottorati e attestati di partecipazione :-D

Detto ciò, anche partire dalle cose più elementari e comuni, è sempre un inizio. Siano esse meramente materiali o più elevate.

Piuttosto di dare i soldi ad Amazon o all'Ikea 8-)
Giuggiolo
#7 Giuggiolo 2017-12-06 06:36
qui dentro siete tutti molto preparati.... io sono terra terra....infatti faccio il contadino.... e mi ritengo esperto di caldaie legna /pellet..... se può essere utile....
Adonis
#8 Adonis 2017-12-06 07:03
Effettivamente una sezione "cerco" e "offro" mi pare un po’ riduttiva. Potrebbe (condizionale d’obbligo) essere messa a punto ad esempio una sezione dove possono essere segnalate pubblicazioni o video che in qualche modo toccano i temi trattati su LC. Non tutti possono stare dietro alle novità editoriali riguardo certe tematiche e quindi condividerle mi pare possa essere interessante. Comunque continuerò a pensare, perché questa idea mi pare molto interessante e merita di essere sviluppata con l’ausilio di tutti.
MrStewie
#9 MrStewie 2017-12-06 08:02
Mi sembra un'ottima idea. Suggerisco quanto seguo per dare strutturazione all'idea.
Per fare una distinzione grossolana, ci sono due cose che puoi scambiare:
materiali ed immateriali.
La prima porta sostanzialmente ad un mercatino dell'usato.
La seconda é forse piu' complessa ed interessante, perché scambi conoscenza. Il commento #7 di Giuggiolo ne é un esempio. In questo caso sviluppi una rete di contatti e competenze.

Lo sforzo principale del forum sarebbe dunque quello di fornire una catalogazione degli oggetti materiali e delle competenze (esempio: scambio di libri informativi é comunque un oggetto, non una competenza; suggerimenti su libri/film da leggere NON é uno scambio materiale, ne' una competenza, e ci sono gia' altri forum appositi).

L'amministratore del forum dovra' studiare una catalogazione di facile intuizione, e soprattutto gestire le diverse offerte degli utenti, inserendole dentro la catalogazione in modo logico (assolutamente fuori luogo lasciare gestire la selezione delle parole chiave liberamente dal basso: per la rapida fruizione del catalogo é necessario che ci sia coerenza, dunque, un soggetto organizzatore).

Sembra un lavoro enorme, ma nel momento in cui la rete di contatti é attiva (ovvero, io ho bisogno, tu che ti sei offerto rispondi davvero) la cosa si fa seria. Per renderla tale e non lettera morta forse sara' opportuno lasciare un contatto email insieme con la propria offerta ed attivare la funzione di reply sulla vostra casella di posta.

Ultima cosa: nel caso dello scambio di oggetti materiali, sara' opportuno considerare come evitare che il sito subisca alcun danno di immagine. Ovvero, il sito puo' fare da ponte di contatto, ma l'intera transazione é forse opportuno che avvenga al di fuori di esso
illupodeicieli
#10 illupodeicieli 2017-12-06 09:38
L'idea è nobile. Anni addietro , grosso modo 2006 e successivi, nel mio primo blog ospitato su leonardo.it e forse forte anche del confronto/dialogo con etleboro, avevo chiesto di offrire suggerimenti e dritte, a chi si trovasse in difficoltà: esempio poteva essere chi come me, dichiarato fallito, avesse problemi di consulenza legale , o chi non sapesse come comportarsi con un'agenzia di recupero crediti. Avevo soltanto chiesto che, se ci fosse qualcuno che potesse e volesse mettere a disposizione le proprie competenze e capacità al servizio altrui: nei limiti di tempo che la propria professione e vita familiare e sociale , consente. Io stesso ho fornito a persone nelle mie stesse condizioni, utili consigli, dato che ho poi ricevuto ringraziamenti. Non me ne faccio un vanto, dato che se posso essere utile, mi attivo e fornisco tutto il poco scibile in mio possesso. Ho anche richiesto, nel blog attuale assai poco seguito, le stesse identiche cose e ,come già immaginavo senza nessun frutto. Se fosse possibile, e concludo, inserirei una sezione per chi cerca aiuto ,consigli e pareri, su situazioni legate a fallimenti, protesti, anatocismo e similari: chi ha difficoltà di quel genere sa bene di cosa parlo.
cavillo
#11 cavillo 2017-12-06 09:48
Io ci sto, compatibilmente con il tempo che posso strappare al marasma che si sta manifestando nella mia vita. Propongo di cominciare con un brainstorming sull'argomento da parte di tutti.
Concordo con quanto detto sopra, dovrebbe essere una iniziativa semplice ed intuitiva, di facile fruizione ed il più possibile impermeabile ai soliti "furbi" ed agli eventuali disturbatori.
Mi sembra che a parte la necessaria volontà di condivisione degli utenti sia essenziale proprio l'aspetto organizzativo (oserei dire sistemistico).
Se non sbaglio, oltre lo stesso Massimo, qui ci sono anche altre persone valide sotto questo profilo che possano contribuire fattivamente. In seconda battuta implementando un sistema del genere potrebbe realizzarsi la condivisione di competenze specifiche; ciascuno di noi ha le proprie e, per rispondere a Giuggiolo, con i tempi che corrono non mi viene in mente nulla di più utile di un contadino preparato.
tommy77
#12 tommy77 2017-12-06 09:50
Concentrando l'intervento di MRSTEWIE #9 mi ha anticipato :-) ,io farei cosi :unica sezione....con due forum:
1)Forum Spirituale...ricerca della verità...nozione di stare bene mentalmente/corporalmente...consigli pratici per trovare la libertà........discussioni sui grandi punti interrogativi della Vita.... :-)
2)Forum Materiale.....scambi.....acquisti....offerte..... :-)
f_z
#13 f_z 2017-12-06 10:23
Ottima idea.
Io proporrei tra le altre cose di scambiare competenze informatiche.

Ad esempio sappiamo che la rete e' controllata dagli spioni usa e getta: sarebbe utile che chi ha conoscenze specifiche di sicurezza informatica condividesse suggerimenti e consigli su come navigare in modo piu' riservato (configurazione, software ecc.).
Lukerest
#14 Lukerest 2017-12-06 11:27
Salve, pensavo sarebbe utile un sistema per collegare le proprie ricerche ad una zona ben specifica, tipo ricerca solo nella regione provincia o comune per snellire e facilitare il tutto
peonia
#15 peonia 2017-12-06 11:56
Riallacciandomi a quel che ha detto f_z, appena riavrò il mio computer, voglio proporvi una nuova piattaforma eccezionale che tutela la privacy, una sorta di Internet parallelo, con tutto quello che già utilizziamo donando i nostri dati, la nostra vita!....chi ne vorrà sapere di più me lo chieda in PM e mando la presentazione....
Matkshonov
#16 Matkshonov 2017-12-06 12:16
Iniziativa straordinaria, forse la più bella di tutte, anche nella peggiore delle ipotesi, come minimo si prende coscienza dei nostri limiti, d'altra parte magari possiamo fare un ulteriore bel salto di qualità.
Sono d'accordo con f_z, quando avevo xp era tutto sotto controllo, difficilmente venivo "bucato", ora con win10 mi sembra di avere uno smarthphone.....
gnaffetto
#17 gnaffetto 2017-12-06 12:26
l'esperienza migliore è quella che si fa' dal vivo. ci vogliono degli incontri , dei club mazzuccoluogocomuni.

è la stessa differenza tra una manifestazione in piazza e una petizione online...
fringui87
#18 fringui87 2017-12-06 12:56
Citazione:
#17 gnaffetto 2017-12-06 12:26
l'esperienza migliore è quella che si fa' dal vivo. ci vogliono degli incontri , dei club mazzuccoluogocomuni.
#17 gnaffetto 2017-12-06 12:26
l'esperienza migliore è quella che si fa' dal vivo. ci vogliono degli incontri , dei club mazzuccoluogocomuni.
#17 gnaffetto 2017-12-06 12:26
l'esperienza migliore è quella che si fa' dal vivo. ci vogliono degli incontri , dei club mazzuccoluogocomuni.
#17 gnaffetto
Che idea! potremmo chiamarli meetup e aprirne uno in ogni città
OrtVonAllen
#19 OrtVonAllen 2017-12-06 12:57
Fosse un ..Porte de Clignancourt & Porte de Montreuil..potrebbe esser una buona idea!
Di fatto, prima di essere "pignorati", aver la possibilità di "anticipare" l'esprorio(scherzo), sarebbe una buona idea, 5% di "disturbo" + l'onere della spedizione = "magari" l'affare per entrambi!

Un cerca e trova oggi è legittimo, abbiamo cose ingombranti preziose, sfruttando il web, è una possibilità in più!
Ho un'amica che si vuole sbarazzare di telai professionali antichi...aver del liquido sbarazzandosi di "ragnatele" sull'oggetto desiderato è lungimiranza!

Che diventi un modo per sostenere LC, 5% di ottimizzazione! e Punto di riferimento!
f_z
#20 f_z 2017-12-06 13:02
Citazione:
#15 peonia
Non stai parlando di TOR vero?
qilicado
#21 qilicado 2017-12-06 13:02
Proporrei un modello che si avvicini a quello dei sense8: quello della cerchia.
Per chi non avesse visto la serie delle Wachowski la consiglio vivamente.
Secondo una delle fantateorie (saranno poi veramente delle "fanta"teorie?) della serie, il timo sarabbe l'organo che permette la condivisione.
Tacchi
#22 Tacchi 2017-12-06 13:04
si concordo potremmo chiamarli incontri settimanali e/o mesili. Esempio se io sono di trento potremmo trovarci settimanalmente per quelli che sono della città provincia e mensilmente per quelli delle province limitrofe. Sulla carta parrebbe una buona idea ma nella realtà x chi come me vive ai confini dell' impero sarebbe un filo difficoltosa temo. Non so quanti utenti in percentuale sono della mia città o province vicine.
Che ne so si potrebbe, con il consenso dei singoli utenti, avere una lista degli stessi e la loro localizzazzione.
Tizio.8020
#23 Tizio.8020 2017-12-06 13:13
Citazione:
#7 Giuggiolo
qui dentro siete tutti molto preparati.... io sono terra terra....infatti faccio il contadino.... e mi ritengo esperto di caldaie legna /pellet..... se può essere utile....
Non fare il modesto!
Seguivo le tue discussioni anni fa sulle caldaie a legna e tutto il resto.
Quello che hai realizzato è lì a dimostrarlo.
peonia
#24 peonia 2017-12-06 13:44
No f_z, tutta un'altra cosa.... :-) se ti interessa posso mandarti intanto un link di presentazione.. bisogna però vederlo dall'inizio alla fine e con mente aperta
Giuggiolo
#25 Giuggiolo 2017-12-06 13:48
azz.... beccato..... ma resto un contadino....
peonia
#26 peonia 2017-12-06 13:48
per chi fosse a Roma, consiglio di andare a sentire direttamente dall'autore, dicendo che siete stati invitati da me
f_z
#27 f_z 2017-12-06 14:33
Citazione:
E' questo il link di presentazione? Ho dato una occhiata ma sembra solo una sequenza di foto pubblicitarie senza nessun contenuto apprezzabile.

In ogni caso una "internet parallela" la vedo difficile visto che i contenuti utili saranno sempre nella internet mainstream controllata dai soliti noti...
roberto f.
#28 roberto f. 2017-12-06 14:37
Senza magari escludere le categorie compro e offro sarebbe opportuno iniziare soltanto con le categorie “Regalo cose” e “Aiuto gratuito di servizi” per metterci in posizione diversa e originale rispetto ai siti commerciali.
zlatorog
#29 zlatorog 2017-12-06 15:08
Mi sembra una gran bella idea.
Come realizzarla...eh...
Innanzitutto credo sarebbe preferibile riservare tale spazio solo agli utenti iscritti, anche se questo comporta una limitazione almeno ci mette al sicuro dai troll e disturbatori vari, e in caso di scambi anche materiali dai furbetti in cerca di affari.

Un'iniziativa che mi frulla x la testa da diversi anni e che in modo molto disorganizzato si sta però iniziando a realizzare nella mia zona è una specie di banca (perdonate il nome) delle competenze.
Normalmente se mi serve un meccanico, vado in un' officina e pago la riparazione, 500€ di lavoro e 300 di materiali. I 3/4 di quello che ho pagato per la manodopera finiscono in tasse, ovvero tangenti alle banche, inoltre non so con quanta perizia sia stato eseguito il lavoro.
Io ho una ditta di termoidraulica (non è vero, è solo un esempio), il meccanico di prima viene da me per farsi sostituire la caldaia, faccio il lavoro e lui mi paga 1500€ (500 di manodopera e 1000 x la caldaia). A me resta 1/4 di quello che mi ha pagato e il resto alle banche.
Il risultato è che entrambi abbiamo pagato la manodopera 3/4 in più del necessario senza alcuna garanzia di affidabilità.

L'idea è invece quella di mettere a disposizione le proprie competenze in una cerchia di persone fidate e oneste, e senza alcuno scambio di denaro, ovvero:
Se ho bisogno di riparare l'auto mi rivolgo a QUEL meccanico facente parte del circuito pagando solo i pezzi di ricambio, a mia volta installo la caldaia facendomi pagare solamente il costo della stessa. In sostanza una specie di baratto organizzato, cosa che ovviamente si può estendere anche a consulenze legali, mediche, ad oggetti usati e molto altro. In sostanza una "rete di solidarietà" nella quale ognuno offre il suo contributo in base alle proprie competenze senza scambi di denaro.
Con gli oggetti materiali si può realizzare la stessa cosa, chi possiede un oggetto che non gli serve più lo mette a disposizione e può a sua volta prelevare qualcosa di cui invece ha bisogno messo a disposizione da altri.
Conosco diversi artigiani locali che stanno già mettendo in pratica questo, ma ovviamente il tutto si limita a poche prestazioni. C'è l'idraulico e l'amico elettrotecnico che si scambiano lavori, l'imbianchino e il meccanico, il dentista e il commercialista, però manca un'organizzazione. Nel senso che se il meccanico (per tornare all'esempio di prima) non ha bisogno del caldaista, mancando un circuito organizzato, ovviamente non se ne fa nulla.
Io credo che un'organizzazione di questo genere possa rappresentare un'ottima forma di "difesa civile" quando aboliranno (presto) il contante.
NRG
#30 NRG 2017-12-06 15:24
@ #29 zlatorog

Salvo Mandarà , aveva già provato a lanciare sul suo sito qualcosa del genere:

RETE DI MUTUO CREDITO

www.retedimutuocredito.it/

:

www.salvo5puntozero.tv/.../


peonia
#31 peonia 2017-12-06 15:29
F_Z, non è il link di presentazione!, quello è il link per partecipare di persona alla presentazione fatta da chi l'ha creato, tanto che ho detto per chi è a Roma...
la presentazione on line la posso far avere quando ho il mio pc, ora sto usando uno di fortuna...Davvero pensate che sono così sciocca? :-(
Inoltre, se ti dico che è una cosa diversa e privata, un motivo ci sarà....i soliti noti si attaccano....possono solo cercare di attaccare la piattaforma....
zlatorog
#32 zlatorog 2017-12-06 15:31
Anche soltanto la messa a disposizione delle cose da buttare potrebbe rappresentare un' ottima iniziativa.
Nonostante la crisi, spesso nei cassonetti e nelle discariche (regolari ed abusive) si riescono a trovare oggetti ancora in buonissimo stato, un mio amico x es. ha trovato uno stereo completo degli anni 80 di qualità eccelsa (casse JBL a 3 vie, ampli in classe A) e perfettamente funzionante, un altro un televisore al plasma...obsoleto ma perfetto. Io non acquisto vestiario da almeno 15 anni, in quanto ho un giro di amici in cui la roba smessa anzichè buttarla nei bidoni della caritas (che finisce in buona parte distrutta x farne cascami) si regala. Non compro mezzi di trasporto, in quanto piuttosto che rottamare l'auto vecchia (e pagare) si preferisce regalarla. Con le mie cose che non uso più faccio la stessa cosa, invece che buttare i computers obsoleti li ho regalati a chi non si poteva permettere di comprarne uno, idem alcuni stereo, libri, dischi, mobilio, elettrodomestici. Insomma un bel risparmio e un contributo a rendere questo mondo un po' meno sporco...
zlatorog
#33 zlatorog 2017-12-06 15:46
NRG

Molto interessante anche la moneta complementare.
Cmq la mia idea era di eliminare proprio il denaro in qualsiasi forma.
NRG
#34 NRG 2017-12-06 16:06
infatti la tua idea è più simile a quella del mutuo credito

www.retedimutuocredito.it/doc/DepliantRMC.pdf
Canguro
#35 Canguro 2017-12-06 16:16
Massimo, tu realizzi dei veri e propri film/cortometraggi
fatti ad arte ,noi utenti di LC dovremmo essere gli attori
gratis;
con la scusa,male che va, ci si incontra si scambiano informazioni e si rafforzano i rapporti.
Massimo, in pratica Tu fai dei cortometraggi con le contropalle ci offri la tua esperienza e professionalita' ed io (noi) offro aggratis la mia immagine come "attore" o collaboratore.
Ovviamente ci dovrai "formare" un minimo. :-)
Temi importanti: vaccini, diseguaglianza sociale, 11 settembre, scie chimiche, ecc ecc ecc
Ormai il modo per far passare un messaggio piu' velocemente alla massa e' un breve video accattivante e concreto.

So in anticipo che e' un' idea "impossibile" da realizzare .. piu' facile a dirsi che a farsi.
per cui rimane solo una bizzarra proposta :hammer:
Redazione
#36 Redazione 2017-12-06 16:19
Sto prendendo nota di tutti i suggerimenti. Continuate please...
Pavillion
#37 Pavillion 2017-12-06 16:57
Luogocomune: sezione scambi e collaborazioni
"Intrigante ruberia"

#17 gnaffetto 2017-12-06 12:26
l'esperienza migliore è quella che si fa' dal vivo. ci vogliono degli incontri , dei club mazzuccoluogocomuni.
è la stessa differenza tra una manifestazione in piazza e una petizione online...

:
Anche questa "riempie" - ricorda Astro7 - anche se non so cosa sia cambiato successivamente.
Nataraja
#38 Nataraja 2017-12-06 17:12
Ciao a tutti,
leggo da anni ma mi iscrivo solo ora.
Un tema che mi sta a cuore e che richiede collaborazione è come affrontare le problematiche causate dalla legge sui vaccini (negata iscrizione ad asili nidi e materne).
Ad esempio potrebbe essere utile facilitare la condivisione di baby sitter e home schooling per chi vive nella stessa zona.
zlatorog
#39 zlatorog 2017-12-06 17:17
Interessante anche la possibilità di raduni "fisici"...
Certo che siamo circa una ventina, dei quali immagino uno a Palermo, uno a Torino, uno a Trieste e magari qualcuno anche all'estero...insomma un po' difficile e dispendioso, ma magari una volta l'anno o più spesso ma divisi per macroregioni..

Quella di offrirsi come attori per i lavori di Massimo potrebbe anche essere interessante però c'è da dire che non ci si improvvisa attori con corsi on line o col fai da te, e inoltre il taglio dei suoi documentari è SERIO (enorme pregio), e l'idea di vedere i suoi film contaminati da ricostruzioni con attori dilettanti (cosa molto di moda oggi e che trovo odiosa) non mi garba x niente...Più interessante invece la possibilità di offrire collaborazioni di tipo diverso, quali raccolta informazioni, interviste su territori distanti fra loro, ricerche varie.
Calvero
#40 Calvero 2017-12-06 17:25
Direi di non sminuire il concetto di mercatino a dispetto di valori più alti. Che comunque rimangono in gioco. L'importante è che le transazioni poi avverranno tramite messaggistica privata. Non solo compro/vendo ma anche scambio/regalo, come è già stato detto, mi pare. Questo non tanto per la convenienza in sé, e se il progetto avesse successo; ma soprattutto perché essere "terra terra" è parte del gioco ed è il modo di iniziare a interagire in crescendo ...

... una mia nota personale: - chiederei a Massimo (che decide), di evitare le nomenclature inglesi, grazie. Avrebbero un po' rotto i coglioni. Così la penso. Piuttosto, creare dei neologismi che richiamino al Sito e al suo nome - Luogocomune - appunto. Fare tendenza. Non subirla. In nome dei «luogocomunardi» e non dei luogocomunensi, tanto per cominciare. Quindi, fuori dagli zebedei termini come "meetup" e simili stronzate. Sotto con l'immaginazione! ... cazzo ce l'abbiamo a fare? Per copiare dagli altri? :perculante:


Per aprire le danze, ad esempio - scambio libri (che non leggo più) con film (che non volete più) :-D sembra divertente, tanto per cominciare. Questo "a pelle" per i discorsi più terra terra.

______

Oppure - scambio suocera, con auto in buone condizioni (non è possibile recedere)
______


Per i discorsi più alti, proporrei l'idea di una sceneggiatura on line (quindi, Massimo, una branca del forum dedicata ai progetti "artistici") costruita insieme, in tempo reale, come per un cortometraggio, ad esempio. Potrebbe trattare di molti temi. Come vaccini, giornalismo, satira, ma anche qualcosa semplicemente d'intrattenimento o, perché no, drammatica.
aledjango
#41 aledjango 2017-12-06 18:12
Mi piace! Beh i raduni fisici non nascondo che mi piacerebbero.... e verrebbero fuori sicuramente cose interessanti. Oltre al fatto che dopo essersi conosciuti di persona litigheremo molto meno qui sul blog... Per cominciare farei una sezione dove diciamo ognuno di che città siamo, così da avere una "cartina geografica" degli utenti..
... magari io e veritassaphino diventiamo i migliori amici.... ;-)
maverick
#42 maverick 2017-12-06 18:13
Ciao purtroppo sono in una situazione disagiata e se possibile desidererei il dvd sulla.luna.Quando potrò con sacrificio vi invierò i soldi.
Grazie
peonia
#43 peonia 2017-12-06 18:50
maverick mi dispiace per la situazione, sappi che ci sono dei dvd apposta per queste emergenze gratuiti, e senza che dopo ti senti in debito...
però se lo scrivi anche nel thread American Moon forse è meglio
maurixio
#44 maurixio 2017-12-06 19:13
Citazione:
La seconda é forse piu' complessa ed interessante, perché scambi conoscenza. Il commento #7 di Giuggiolo ne é un esempio. In questo caso sviluppi una rete di contatti e competenze.
Personalmente ritengo l'esplorazione di luogocomune una fonte di informazioni eterogenee e interessanti.
Certo se questo casuale girare si trasformasse in una stuttura metodica, le informazioni potrebbero risultare piu mirate e approfondite.
Anche perche la ricchezza del sito è contenuta nel capitale umano dei frequentatori.
Io non so come motivare una impresa di questo tipo, ma certo la disposizione sul territorio e la varieta' dei partecipanti formano una mappa umana e materiale del quale tutti ne facciamo parte e tutti possiamo trarne profitto
BRASA
#45 BRASA 2017-12-06 19:17
Ottima idea, che mi ha fatto venire in mente un'idea che anni fa volevo proporre al comune dove vivo ma poi perché sono pigro non l'ho sviluppata e quindi non portata a termine.
Fondamentalmente si tratta di offrire del tempo agli altri, ma in modo strutturato.
Oggi con la tecnologia tra l'altro è possibile (pensiamo ad esempio al calendario google che si può condividere, modificare, ecc).
In sintesi: ognuno, ritaglia un'ora (o 'x' tempo) alla settimana (o quando vuole) e lo mette a disposizione degli altri. In questo modo un'altra persona può "prenotare" chi offre il suo tempo, in base alle sue competenze. L'altra persona, a sua volta, mette a disposizione anche lui il suo tempo, e così via...
Faccio un esempio: Mario è uno psicologo. Mette a disposizione 60' sabato alle 13. Luigi ne ha bisogno e usa il tempo messo a disposizione da Mario per un counselling. A sua volta Luigi è elettricista, e offre 60' del suo tempo il venerdì. Marco, che deve mettere a posto le luci del garage, chiede un aiuto a Luigi che, se è vicino, può anche passare a vedere di persona (per questo inizialmente la mia idea era da sviluppare in comunità locali, ad esempio da parte di un Comune). In caso fosse lontano, oggi con una videochiamata/invio di foto/ecc può comunque dare una mano. Come vedete un progetto di questo tipo si sposa bene sia per servizi che prodotti ecc.
Ovviamente è da sviluppare bene, ma il concetto secondo me è bellissimo: destinare una parte del proprio tempo libero agli altri, mettendo a disposizione le proprie competenze, senza voler nulla in cambio.
Tacchi
#46 Tacchi 2017-12-06 19:20
io faccio un esempio su di me:
qualcuno ha bisogno di una persona (che ha tempo libero come me) per qualche cosa per un certo tempo? che sia qualche giorno o qualche settimana o mesi. Mi posso trasferire sia in italia che all'estero e fare il lavoro di cui l'altro utente ha bisogno in cambio di vitto e alloggio e qualche nocciolina*. Finito il lavoro me ne torno a casa mia. Esempio autista, guardiano seconda casa, scartavetrare lo yacht o chissà che altro in base alle necessità dell' utente che lo richiede.(esempi)
o al contrario
qualche utente viene nella mia città per lavoro o turismo e ha bisogno di una specie di guida o di qualcuno che lo prenda in stazione o di un aiuto per portarlo da qualche parte o per qualche motivo.
questi sono alcuni esempi pratici altri non me ne vengono per ora.
*per noccioline intendo qualunque forma di pagamento dal prosciutto agli euri, in base alla possibilità/necessità di ambo le parti.
zlatorog
#47 zlatorog 2017-12-06 19:23
Altre idee tipo:

A proposito di competenze condivise, metterle a disposizione a distanza on line (visto che siamo troppo pochi e troppo distanti per poter realizzare l'idea di cui ai precedenti post). In modo da sostenere il fai da te, che è sempre e cmq conveniente (si spende meno, si impara qualcosa di nuovo, si interagisce con altre persone).

Riguardo ai progetti artistici...eh...
Potrebbe essere un'altra buona idea quella di realizzare contenuti che riguardino argomenti interessanti da parte degli utenti magari col contributo di chi ha competenze. Una specie di "accademia" che si occupa di argomenti minori o locali e di qualità più bassa (ma sempre cercando di dare il meglio).
Faccio un esempio...nella tua città vogliono costruire un inceneritore attaccato a un asilo d'infanzia. Raccogli tutto il materiale che riesci, qualcun altro con competenze di grafica lo sistema, qualcun altro fa il montaggio, un altro lo doppia e alla fine lo si pubblica sotto il cappello comune del luogo comune. Questo potrebbe incrementare il materiale prodotto dal sito rendendolo più appetibile, rimanendo netta la distinzione fra il materiale superprofessionale di MM che è in vendita e quello minore (ma sempre utile) degli utenti da mettere a disposizione gratuitamente.
Chiaramente il tutto prima di venire pubblicato andrebbe passato al vaglio, in modo da evitare di riempire il sito con video-spazzatura.

Sempre rimanendo in ambito artistico potrebbe anche essere un' idea quella di creare una pagina in cui gli utenti possano pubblicare le proprie opere, film, musica, opere pittoriche, qualsiasi cosa. Certo in questo caso sarebbe da decidere se aprire a ogni genere di lavoro o solo a quelli inerenti gli argomenti del sito.

Altra possibile idea. Creare uno spazio in cui gli utenti abbiano la possibilità di suggerire eventuali soluzioni alternative a vari problemi, anche i più banali.
X es: Io detesto le zanzare e ne sono pure un po' allergico e purtroppo se ci sono 100 persone e una zanza quella viene da me...dopo decenni di autan ho scoperto che l'assunzione di vitamina B1 elimina completamente il problema.
Una mia amica ha avuto un tumore cutaneo al viso per il quale ha subito un intervento. Poco dopo il tumore è ritornato ma nel frattempo lei era venuta a conoscenza che con la tintura di iodio si poteva provare a curarlo. Così ha fatto e il tumorino se n'è andato per sempre.
Insomma ci sono diverse piccole conoscenze, piccole scoperte che ciascuno di noi ha fatto, siamo gente curiosa e sicuramente ognuno di noi ha qualche consiglio da dare.
Insomma una specie di contenitore di piccole invenzioni, idee strane e strampalate ma in qualche modo funzionali partorite da persone curiose.
ARULA
#48 ARULA 2017-12-06 19:36
@47 zlatorog
Citazione:
Io detesto le zanzare e ne sono pure un po' allergico e purtroppo se ci sono 100 persone e una zanza quella viene da me...dopo decenni di autan ho scoperto che l'assunzione di vitamina B1 elimina completamente il problema.
:-o In che senso?
Cioè... come assumi la vitamina B1 per evitare che ti mordano le zanzare?
Tre lo chiedo perché mia figlia ha il tuo stesso problema ed è un incubo farla giocare in un giardino perché diventa una calamita per zanzare... ed è un po' allergica.
zlatorog
#49 zlatorog 2017-12-06 19:43
ARULA

Si, è così. La B1 rende il proprio odore sgradevole alle zanzare che così portano la loro attenzione altrove (su di te x esempio :-) ) ahhaha
Magari trattandosi di una bambina prendi qualche informazione in più sull'uso dell'integratore. Io l'ho scoperto questo estate e non mi sono preoccupato eccessivamente, l'ho assunto e basta e non ho avuto alcun effetto collaterale a parte...la fine delle zanzare :-).
zlatorog
#50 zlatorog 2017-12-06 19:49
Fra l'altro si trova anche naturalmente in determinati cibi. Da quello che ne so non dovrebbero esserci problemi di sovradosaggio, in quanto quella in eccesso viene semplicemente pisciata e probabilmente anche sudata (da qui l'effetto zanzara-repellente), in compenso una sua carenza può avere conseguenze piuttosto gravi.
ARULA
#51 ARULA 2017-12-06 20:45
@49/50 zlatorog
Grazie!
Cercherò informazioni per mia figlia.
Comunque io ho letto tempo fa tramite ricerche di un medico italiano che la vitamina B1 cura il parkinson.
Scusate per l'OT.
Comunque l'idea di scambiare informazioni non è da scartare.
zlatorog
#52 zlatorog 2017-12-06 21:08
ARULA

Mah, è probabile (anzi sicuro) che serva anche ad altre cose, so che viene usata per evitare certe conseguenze dell'alcoolismo ad esempio.
Anche la C (acido ascorbico) è molto interessante...a me ha sostituito completamente aspirine, sciroppi e...influenze.
Ai primi sintomi un grammo di polverina bianca (reperibile a soli 5 euro x 100 grammi) x 2 o 3 giorni e mi passa tutto.
Notare che le confezioni normalmente reperibili negli scaffali di farmacie e supermercati costano enormemente di più e le confezioni con dosi da 1g sono difficili da trovare. Però esistono alcune farmacie che preparano loro l'integratore sotto forma di polvere a un costo estremamente ridotto (5 - 8 € x 100 g).
Avendo tempo e denaro da spendere sono sicuramente preferibili delle buone spremute di limoni bio...
ARULA
#53 ARULA 2017-12-06 21:21
zlatorog
Per il parkinson è abbastanza certo.
E certo ci saranno altre utili funzioni sconosciute alla medicina ufficiale. Ad esempio io questo video e le varie interviste alle persone curate con questo metodo lo scoperto per puro caso e so che i medici che dovrebbero curare proprio queste patologie lo sconoscono. :roll:

edit:
scusate sempre per l'OT
zlatorog
#54 zlatorog 2017-12-06 23:29
Buono a sapersi...ho un amico che soffre di parkinson e ha solo 65 anni. E mai nessuno gli ha parlato della B1...in compenso assume un coctail di velenacci che gli stanno creando un sacco di problemi.
Vedi? L'idea di scambiarci le nostre "scoperte" sta già funzionando :-)
zlatorog
#55 zlatorog 2017-12-07 00:06
Altra possibile idea...
Una sorta di social alternativo.
Non ho idea di quanto possa essere realizzabile tecnicamente, però una specie di facciadalibro senza le sue assurde censure, controlli e skifezze varie, e riservato a un numero ristretto di utenti potrebbe essere carino.

La cosa sintetizzerebbe un po' tutte le altre idee venute fuori prima, ci starebbe il mercatino, le collaborazioni e tutto il resto.
Magari si potrebbe dividerlo per argomenti rendendo facile l'accesso alle varie sezioni.

Un grande ostacolo di questo sito (come di tutti i forum) è che a ogni nuovo topic praticamente tutti si spostano su quello e i precedenti praticamente non si cagano più. Così se qualcuno vuol scrivere qualcosa che ritiene importante lo fa nel topic del momento finendo spesso fuori tema e quindi sporcandolo.
Se invece ci fossero le categorie facilmente accessibili chi ha da scrivere qualcosa che ne so...sui vaccini lo fa nella sezione apposita. Ogni categoria deve rimanere sempre attuale, mentre così come è strutturato il sito gli articoli vecchi non se li incula più nessuno.
Chiodo
#56 Chiodo 2017-12-07 03:29
Se avete un modo per farmelo vedere senza dvd ma senza il rischio che si diffonda in rete io ne sarei grato.
Se lo vedo fra un anno avrete già detto tutto. Da disoccupato, senza prendere il posto a coloro che hanno richiesto, ho per caso modo di averlo?
Chiodo
#57 Chiodo 2017-12-07 03:31
Cacchio lo voglio vedere troppo, uno che me lo racconta in pm?
MrStewie
#58 MrStewie 2017-12-07 08:03
Cercando di riassumere quanto sopra, si sono gia' create delle sottocategorie alla proposta di condivisione materiale ed immateriale.

Nel materiale assieme al cerco/offro é stato proposto lo scambio/regalo (eliminazione del denaro dalla transazione).

Nell'immateriale, alle competenze tecniche professionali (elettricisti, psicologi, avvocati, informatici) si é affiancato il progetto "artistico" (preparazione di materiale informativo per progetti specifici, altrimenti é una competenza tecnica come le altre). La condivisione del materiale informativo (sia esso spirituale che pratico) secondo me dev'essere ancorata allo scambio di materiale reale (libro, film; e quindi va nella categoria "materiale") altrimenti é indistinguibile da un forum, gia' presente su Luogocomune. Volendo, si puo' dare maggiore struttura ai forum di pari passo con lo sviluppo di questa comunita' dei "bisogni comuni".

Quoto Calvero sull'uso della lingua italiana: basta con questi inglesismi dei nostri coglioni. La guerra perpetua alla lingua italiana a favore della merda a stelle e strisce ha veramente rotto le palle.
gnaffetto
#59 gnaffetto 2017-12-07 13:15
@ fringui87
Citazione:
Che idea! potremmo chiamarli meetup e aprirne uno in ogni città
l'hai detto probabilmente perche' nel 2005 grillo è partito cosi' e ne ha raccolta di gente..... peccato che quelli "onesti" siano stati epurati (io mi ritengo tra quelli).

lo sbaglio (a mio avviso) è stato quello di non mettere dei coordinatori o organizzatori "scelti dall'alto".

in questo caso l'alto sarebbe Massimo e sarebbe lui a dare l'ok perche' dopo anni di discussioni o conoscenza dal vivo saprebbe in mano a chi dare la costruzione di un punto di aggregazione.

e questo punto sarebbe il naturale proseguimento di un mercatino ad esempio.

Ma attenzione, sempre Massimo dovrebbe indicare il recinto entro cui i gruppi possano operare (proiezioni documentari, interviste, raccolta opinioni, rasccolta fondi, produzione cortometraggi, mercatino) vietando ad esempio che so', apparizioni televisive, candidature politiche, ecc.
zlatorog
#60 zlatorog 2017-12-07 14:48
Calvero

Citazione:
... una mia nota personale: - chiederei a Massimo (che decide), di evitare le nomenclature inglesi, grazie. Avrebbero un po' rotto i coglioni. Così la penso. Piuttosto, creare dei neologismi che richiamino al Sito e al suo nome - Luogocomune - appunto. Fare tendenza. Non subirla. In nome dei «luogocomunardi» e non dei luogocomunensi, tanto per cominciare. Quindi, fuori dagli zebedei termini come "meetup" e simili stronzate. Sotto con l'immaginazione! ... cazzo ce l'abbiamo a fare? Per copiare dagli altri?
Quanto mi ritrovo concorde con questo...
Abbiamo una lingua bellissima e ricchissima, possiamo scegliere vocaboli diversi per definire le stesse cose (a differenza degli angli che usano gli stessi vocaboli per definire cose diverse), e ce la facciamo impoverire in questo modo.
Addirittura le istituzioni (che dovrebbero essere il simbolo dell'italianità) usano termini anglosassoni, vedi job act e altri orrori (sia come leggi che come nomi)...
Oltre ad impoverire noi ci stanno impoverendo pure la lingua...d'altronde anche quella è un patrimonio :-)
veritassaphinho
#61 veritassaphinho 2017-12-07 14:59
Secondo me nessun mercatino, al limite una sezione gratis/regalo e ricerca articoli ( utili) ma fuori commercio per esempio corsi di lingua efficaci per la base, poi ovviamente un corso prima di affrontare un certificato di competenza un corso lo si deve frequentare per le lacune. Faccio un esempio anni fa comprai il corso di cinese de Agostini, lo studiai, poi feci un corso presso la mia più vicina Università popolare che ci sono ovunque nel centro nord Europa ( al test d' ingresso mi diedero un livello B1) e di frequentare il corso di B2 che era in due semestri ( una volta a settimana ma poi c'erano qualche volta anche cene tra colleghi e ritrovi al sabato in una biblioteca a leggere giornali e discussione su articoli di giornali in mandarino ovviamente) tra impegno e tutto alla fine oltre a ricevere il certificato di frequenza l' insegnante mi disse che potevo affrontare senza problemi la certificazione B2. Passai l' esame di certificazione B2 con un risultato molto buono 273 su 300 . L' ho fatto non per cercare lavoro, ma per interesse personale, però se dovessi fare un curriculum ( che già sarebbe di una ventina di allegati tra certificazioni di lavoro e certificazioni linguistiche ) non avrei molti problemi a trovarlo anche in culo dell' oriente. Devo dire che se trovassi il corso de agostini di russo che dal 1991 e' un fantasma nel mercato, tenterei anche la strada della certificazione, magari senza bisogno del B2 ma mi accosterei rapidamente del B1

I problemi odierni sono la disoccupazione, la difficoltà di aprire attività lucrative o la facilità che usano i lestofanti per aprirne sempre di nuove con teste di legno , frodare, evadere, chiudere e sparire, l' obsolescenza delle competenze, la sussistenza, i debiti, le agenzie di incasso, le frodi e truffe che sono tante specialmente nel web su tema lavoro, formazione, debiti e quasi tutte gestite da reti internazionali in linea di massima domiciliate in UK ma con sedi ovunque. Direi di fare discussioni su questi temi, senza links esterni non verificabili, ma di esperienze o competenze. Io sarei disponibile per l' area di lingua tedesca ( Svizzera e Germania) su questi temi a aprire topic specifici con immagini di documenti ( schermati la privacy ovviamente) .
Ora con la caduta del segreto bancario e lo scambio di informazioni a livello europeo e ALS è' meglio prevenire e reagire prima che debiti e ingiunzioni di pagamento e poi di pignoramento coinvolgano centinaia di migliaia di poco intelligenti consumatori che si vedranno cartelle a mille recapitare dagli uffici preposti alla riscossione diventando insostenibili, e lo sono già ora, ora saranno i privati a spolpare l' Italia e tutti i paesi coinvolti acquistando debiti privati in svendita. Altro che Grecia si apre un nuovo scenario, non servirà aumentare le tasse per spolpare i cittadini e residenti dei paesi, basteranno i debiti privati e i loro interessi ( legittimi e molto spesso anche provenienti da frodi in genere gratis, con la facilità dei click senza leggere le regole e il tempo di disdetta dal gratuito, ma l' azione del terrore di iscrizione in banche dati di cattivi pagatori.
Un altra discussione interessante, come preparare lettere di candidatura, curriculum ( cosa va menzionato, cosa non va menzionato, cosa va iscritto e come deve essere scritto come certificato), cosa va allegato ( certificati di lavoro, certificazioni linguistiche, professionali), eventuale lettera di motivazione e referenze . Li si che potrebbe divenire interessante come uscire dalla precarietà e da lavori non qualificati. Formazione di base, formazione continua, certificazioni linguistiche , molte aziende offrono crescite professionali e formative, ma si continua a cercare lavori non qualificati e sopratutto precari. Io su questo posso aiutare in italiano , tedesco e inglese preparando esempi su come si devono compilare questa tematica

Su come strutturare le discussioni, tematiche non ho idea di come si potrebbe fare ( a parte una efficiente zona di ricerca per parole chiave) , il problema del web è la limitatezza e l' obsolescenza in cui passano le argomentazioni, restano ma sono difficilmente recuperabili
Calvero
#62 Calvero 2017-12-07 16:48
Verita:

Citazione:
Secondo me nessun mercatino
Perché?

Citazione:
al limite
Perché «al limite»?

Citazione:
Un altra discussione interessante, come preparare lettere di candidatura, curriculum
Scusa la digressione, ma qui ti assumono o non ti assumono non in base a come prepari un curriculum, un po' come la democrazia, solo un teatrino.

Ovvio, capiamoci, non è che allora tu non dovresti presentarli (che sono, ovvio, la necessaria scusa burocratica) e magari scrivere "Mi chiamo Mario rossi, sono ragioniere, assumetemi, grazie, e attendo vostro positivo riscontro". Grazie alla fava, ma questo significherebbe essere dei pirla. Quando, invece, hai scritto quel che corrisponde a ciò che puoi certificare, il resto serve a una minchia. Pura proforma. Che ti assumano o no, non dipende certo dai bei curriculum.

Sia chiaro, le parti che non ho quotato del tuo discorso, le trovo valide e interessanti. Superfluo che le riportassi.
veritassaphinho
#63 veritassaphinho 2017-12-07 17:35
Certo calvero, grazie della risposta

Il mercatino tra utenti può essere utile, ma tutte le transazioni devono essere menzionate se supera un tot ( totale annuo) l' anno per vendita tra privati nella dichiarazione dei redditi. Che ancora il fisco non vada a verificare le transazioni paypal, ebay etc per occultamento di reddito non durerà in eterno, anzi saranno verificabili dal 1.1.2003 in base agli accordi di assistenza fiscale tra una quarantina di paesi. Tu pensi che condonano centinaia di milioni di tasse a Amazon, ebay, paypal, skrill, etc in cambio di niente , che sia una stupida trattativa bonaria tra autorità fiscali e presunto occultatore o evasore?

Ma, vedi , io ho lavorato per anni in un HR di una multinazionale, le aziende serie cercano talenti, se non viene trovata interessante la lettera di candidatura viene cestinato tutto il dossier, se poi il curriculum viene scritto male o cose non interessanti ( stage a Disneyworld, presso un politico , etc) , presunta valutazione di una lingua non certificata ( a meno che non sia madrelingua/e) viene cestinata. Se si passa la lettera di candidatura e curriculum e ci siano posizioni disponibili adeguate , si finisce nella rosa dei candidati. Chiaramente parlo per posizioni qualificate, non di gente senza arte ne parte , che ovviamente gli conviene il porta a porta che funziona di più per stipendi bassi e posizioni precarie o tramite conoscenti.

Certo per lavori non qualificati,la lettera di candidatura ed il curriculum e' una proforma inutile. Ma uno deve cercare di meglio e magari aziende che offrano corsi di perfezionamento e/o percorsi formativi per attestati di qualifica , lo so che in Italia questi non sono benefit che le aziende offrono volentieri anche se per loro sarebbero investimenti e detraibili in parte dalle tasse, ma fuori dai confini e' così , in genere sono organizzati dalle associazioni di categoria , dallo stato, che devono trattenere una parte dei loro emulienti per formazione e devono essere riconosciuti oltre a dare accreditate competenze.
Calvero
#64 Calvero 2017-12-07 18:07
Verita:

Citazione:
Il mercatino tra utenti può essere utile, ma tutte le transazioni devono essere menzionate se supera un tot ( totale annuo) l' anno per vendita tra privati nella dichiarazione dei redditi. Che ancora il fisco non vada a verificare le transazioni paypal, ebay etc per occultamento di reddito non durerà in eterno, anzi saranno verificabili dal 1.1.2003 in base agli accordi di assistenza fiscale tra una quarantina di paesi. Tu pensi che condonano centinaia di milioni di tasse a Amazon, ebay, paypal, skrill, etc in cambio di niente , che sia una stupida trattativa bonaria tra autorità fiscali e presunto occultatore o evasore?
Fammi capire, che mi interessa. Non riesco a focalizzare bene.

Tu, in soldoni (termine a fagiolo), mi stai dicendo che il Sito dovrà a un certo punto rendere conto delle transazioni - allo Stato? Che Mazzucco, quale responsabile, rischierebbe sanzioni?

Però, correggimi se sbaglio, se in un mercatino scrivo che compro/vendo, senza nessun riferimento oggettivo ai prezzi e al valore, e poi in PM si discuterà della trattativa, come possono risalire?

E, sempre correggimi se sbaglio, mi pare vi sia/sarebbe una sostanziale differenza lì dove adesso - su questi Siti che hai nominato - i prezzi sono palesati e indicati (anche fossero approssimativi), quindi costretti a ufficializzare l'ipotetico guadagno, e lì dove magari non sarebbero nemmeno ipotizzati. Si sa solo che sono in vendita.

Se io poi ti contatto in PM - non è detto che abbia comprato oppure no.

Che non è quello che accade sui Siti a cui ti sei riferito, dico bene?

Se potresti spiegarmi meglio, se hai voglia, soprattutto il distinguo tra Privato/utente e il Sito che ospita le trattative, cioè mi sembra ci sia confusione sul discorso, in merito alle autorità fiscali, che hai fatto. Corrono i medesimi rischi? Sono parimenti soggetti alle stesse "visure"? Che tu sappia.

NOTA: forse c'è un refuso, è hai sbagliato nel riportare una data.

Citazione:
... ho lavorato per anni in un HR di una multinazionale, le aziende serie ... (omissis) ...
Perfetto. Mi hai dato una risposta. Questa la tua digressione. Prendo atto. Ma approfondire significherebbe spostarci OT. Anche perché sarebbe notevole l'approfondimento e le implicazioni. Continuo a non essere d'accordo anche se capisco bene cosa metti sul tavolo del discorso e quali esperienze porti con cognizione di causa.

Teniamola come base per una futura discussione su di un Forum, o in caso volessi aprirne una.
veritassaphinho
#65 veritassaphinho 2017-12-07 19:45
Calvero, su vendite tra privati esiste una differenziazione , esiste l' attività occasionale, si deve emettere una ricevuta ( consigliato) , e sempre da richiedere da parte di un acquirente ( straconsigliato) per non incappare in possibili accuse di ricettazione e dimostrare la buona fede nel caso si verificasse il caso di sospetta ricettazione, e vale ad acquistare un cellulare, computer etc anche dal vicino di casa di cui ci fida a prescindere. Se si fanno vendite occasionali vanno dichiarate sempre sul riquadro RL reddito diverso ( non sono tassate fino a 5000 euro annuale mi pare) , per esempio io vendo la mia moto vecchia ad un altro a 3000 euro, per essere al 100% preciso e corretto lo devo indicare nelle imposte come reddito diverso . Se l' attività e' continuativa , per esempio pulisco i sottoscala non occasionalmente e rivendo le cose che ci trovo ( mobili, raccolte di francobolli, figurine, tazzine e qualsiasi altra cosa che possa avere valore commerciale) e le vendo devi avere una partita iva e emettere ricevute o fatture se richieste come una qualsiasi attività lucrativa in proprio e aderendo allo specifico regime fiscale. Un conto è' che tu venda le tazzine del tè della nonna, la tua bicicletta perché ne aquisti una nuova, ma non deve essere attività continuativa in quanto ha regime fiscale differente .

Nello specifico del sito/forum/blog etc che ospita una sezione vendo/cerco probabilmente non ha responsabilità , ma meglio informarsi presso un tributarista per essere sicuri. Comunque se si sospetta un reato, non è il proprietario del sito che apre le porte ai messaggi privati, ma il server che ad una richiesta ufficiale o mandato apre tutto .

Non ho sbagliato la data, dal 1.1.18 i dati di transazioni bancarie, carte di credito , movimenti sul e-commerce , e-pay etc sono su richiesta dei stati aderenti ne faranno domanda di assistenza fiscale richiedibili fino a 15 anni prima. Per esempio se io vivo in Italia e avevo un conto in Svizzera , ma dimenticato di dichiararlo anche se con poche decine di euro e nemmeno aderito alla voluntary disclousure ( collaborazione volontaria) potranno il giorno 2.1.2018 mettere il mio nome sul computer da qualche parte e sapere da tutti i stati tutti i conti detenuti, carte di credito, carte di credito prepagate, e-wallet in tutti i 35-40 paesi e sapere fin dal 1.1.2003 . Adesso non so fino a quando è valida la collaborazione volontaria in Italia , ma mi pare che fino al 31 dicembre è' possibile aderire. Con l' anno nuovo le casse dello stato andranno bene visto che recupereranno molto sommerso dei 15 anni precedenti a ragione oltre a sanzioni e pignoramenti forzati visto che potrebbero scoprire persone facilmente che hanno preso prestazioni sociali non dovute, etc, altrimenti l' Europa non avrebbe detto che aspettano Maggio per ridiscutere sul bilancio dello stato. La stessa cosa vale in tutti gli altri paesi aderenti all' iniziativa di scambio informazioni, ma alle loro collaborazioni volontarie hanno aderito in molti proprio per evitare il carcere visto che nella maggior parte dei paesi sull' infedeltà fiscale non ci vanno molto per il sottile.
Calvero
#66 Calvero 2017-12-07 20:21
Verita:

Citazione:
Non ho sbagliato la data
Oddio, mi sta bene, ma avevi scritto così:

Citazione:
saranno verificabili dal 1.1.2003
Se mi usi il verbo al futuro e mi riporti solo questa data (e anche non hai dato le specifiche cronologiche, come hai fatto ora, di altre date) allora sono felice per Te che hai inventato la macchina del tempo e non vuoi dirlo a nessuno :-D

Citazione:
... (omissis) ... Nello specifico del sito/forum/blog etc che ospita una sezione vendo/cerco probabilmente non ha responsabilità , ma meglio informarsi presso un tributarista per essere sicuri. Comunque se si sospetta un reato, non è il proprietario del sito che apre le porte ai messaggi privati, ma il server che ad una richiesta ufficiale o mandato apre tutto ... (omissis) ...
Per gli omissis, non mettiamo troppa carne al fuoco che adesso "a noi" (a Mazzucco ) serve più che altro avere la possibilità di essere pragmatici e agire semplicemente in legalità.

Però non mi hai detto la tua, precisamente a riguardo della differenza (per quanto tu ne sappia ovviamente, altrimenti, mica sarebbe un problema) che c'è tra un Sito ove sono segnati prezzi, valori e cifre indicative, comunque ufficialmente, con tanto di casella di Carrello della spesa da depennare per l'acquisto ... (che non mi sembra poco) ...

... e quella di un Sito dove si consultano oggetti messi in vista per il comune interesse e poi, attraverso contatti privati, nel caso, contrattare. Mi sembra sia notevole e sostanziale, anche a livello giuridico, la differenza. Nessuno ha realmente dichiarato di aver acquistato o non aver acquistato, o no?

Qui credo stia il punto.

Sul discorso di come si dovrebbe essere corretti, sorvoliamo, e non per snobberia. A noi interessa sapere/capire come muoverci in tranquillità. Quindi, tornando al discorso iniziale, quello che conta veramente, è rispondere (non dico solo tu, ma chiunque) alla questione e, sulla base di questa consapevolezza:

Mercatino Sì, o mercatino No?

Alla luce del discorso, sino ad adesso almeno, deduco che non vedo perché non bisognerebbe mettere in gioco questa opzione.

Quindi - con riserva di altre eventuali informazioni, vi fossero, che ora non ho - io l'accendo e dico: Mercatino

(Dispostissimo a cambiare idea, ma dovrebbe risultare diversa la questione da come la sto leggendo adesso)
ProphetOne
#67 ProphetOne 2017-12-07 20:37
Scusate se torno un attimo all'idea di base.

Secondo me si dovrebbe mettere in piedi una sorta di piccolo LinkedIn all'interno di Luogocomune, nel quale ogni iscritto, su base volontaria, mette a disposizione di tutti gratuitamente le proprie competenze. Si tratterebbe di costruire una base dati con una semplice interfaccia grafica.
Esempio.
Io come professione e hobby faccio il grafico, il fotografo, il musicista dilettante e il pescatore subacqueo. Posso mettere a disposizione parte delle mie competenze: come fotografo non sono disponibile, ma posso dare supporto per lo sviluppo professionale dei negativi digitali. Come pescatore il (poco) pesce che pesco me lo tengo, ma ho molti suggerimenti culinari per tutti.
Ho scritto qualche brano musicale, che posso mettere a disposizione gratuitamente per chi ne ha bisogno.
Tutto questo andrebbe scritto nella mia pagina e sarebbe sempre rintracciabile in base a qualche parola chiave.
La disponibilità oraria fissa suggerita da qualcuno più sopra la vedo poco fattibile perché le esigenze della vita sono sempre imprevedibili.

Il mercatino sarebbe simpatico, ma una cosa ristretta al sito avrebbe poca frequentazione. Mi sembra più attuabile invece l'idea della sezione "regali".
DaemonZC
#68 DaemonZC 2017-12-08 13:19
Che ne pensate di un libro scritto da mille mani. So che sarebbe un macello, ma si potrebbe iniziare mettendo lì una serie di idee, e vedere se si riesce a farne uscire qualcosa di interessante. Attraverso le storie si possono trasmettere molte cose che con la "saggistica" è difficile da trasmettere. Sotto questo concetto si potrebbero scrivere anche trame di film. Io qualche idea ce l'ho e immagino non sia l'unico.
SuperGulp
#69 SuperGulp 2017-12-08 17:30
#61 veritassaphinho
se trovassi il corso de agostini di russo che dal 1991 e' un fantasma nel mercato


Hai tentato sul web? (e-mule o files torrent)... su emule ho trovato diversi files,
con dvd, ma non credo siano della de agostini, il nome è generico. Se non ricordo male
quello della de agostini era con assette audio, lo acquistammo addirittura in doppia copia,
poi non so se la mia compagna di allora lo ha mai finito, ed io ci ho proprio rinunciato...
forse da qualche parte ho ancora le prime 2/3 cassette.
ayarbor
#70 ayarbor 2017-12-11 23:21
Si potrebbe aprire una sezione "aiuto" per poter offrire uno strumento di voce a chi si trova ad affrontare situazioni particolarmente critiche e non sa proprio dove andare a sbattere la testa.

Buona anche l'idea di poter far sì che capacità e competenze potessero fungere da fonte o guida per chi non sa dove attingere.



A proposito.... ragazzi, nessuno sa che fine ha fatto Pike Bishop, è riuscito a districarsi da quella brutta storia?
essece
#71 essece 2017-12-12 09:50
Secondo me l'idea del mercatino è troppo dispersiva ce ne sono tanti in giro ed anche quello delle competenze, inoltre il tutto, per essere efficace, andrebbe gestito in modo locale (per comune o provincia) e la cosa diverrebbe difficoltosa.

E' necessario stabilire un argomento caro a Luogocomune, creare un modulo informatico generico che possa applicarsi facilmente ad altri argomenti in modo da non pesare troppo sulla gestione del sistema.

L'argomento potebbe essere scelto da tutti i registrati con una specie di sondaggio. Una volta gestito un argomento e saggiata la funzionalità del modulo si potebbe estendere la cosa ad altri argomenti. Magari selezionare moderatori con preparazione specifica.

Ad esempio si potebbe iniziare con il cancro e le cure alternative senza tralasciare le cure ufficiali.

Il cancro è una patologia che prima o poi tocca tutti direttamente o indirettamente, oggi come mortalita siamo a 1 su 3.

Creare un modulo dove chi è affetto da questa malattia o un suo vicino, registra:

- tipo di tumore
- terapia che segue (ufficiale o alternativa)
- specificità della terapia (es. terapia ormonale o bibitoni di verdura)
- frequenza della terapia
- esiti degli esami periodici
- cronologia degli stati della malattia

Quindi registrare periodicamente le condizioni di salute affinche gli altri possano valutare e dare disponibilità eventualmente a suggerimenti in privato o sul modulo.

importante è inserire anche le terapie ufficiali per non incorrere in censure o cose del genere.

Il problema poterbbe aprirsi con la violazione della privacy e qui qualche avvocato potebbe metterci del suo.

Io dal canto mio mi interesso un po' di informatica, web e database ma sicuramente tra voi c'è chi ne capisce di piu.
Redazione
#72 Redazione 2017-12-12 12:50
Cacchio, non è facile. Ci ragionerò con calma.

Grazie a tutti per i suggerimenti.
ewan
#73 ewan 2017-12-13 21:42
Buon Salve a Tutti . argomento interessante dalle mie parti esiste www.ibarter.com fatevi un giro può essere un ottimo spunto o la possibilitá per tutti di crescere . breve descrizione copiaincollata dal loro sito : iBarter ti mette in contatto con clienti affidabili e preparati con cui altrimenti non avresti mai avuto la possibilità di relazionarti.
Sono imprenditori come te, che preferiscono acquistare e vendere in iBcredits.
ProphetOne
#74 ProphetOne 2017-12-14 17:57
Citazione:
ewan:
dalle mie parti esiste www.ibarter.com
iBarter sembra un ottimo metodo di ovviare alla deflazione che devasta il paese mediante una moneta-credito complementare di cui si usufruisce entrando nel circuito. Interessante, ma non mi sembra l'esigenza specifica dell'utenza di Luogocomune. Qui si tratta di trovare un sistema di condivisione gratuita di risorse, senza valutazione del valore delle prestazioni e ritorno in crediti.
Esempio: un chirurgo si offre di effettuare un intervento su una persona. Il paziente è un esperto di informatica che si offre di ripulirgli il pc dai virus. Su iBarter chiaramente i crediti accumulati dal chirurgo sarebbero molti più di quelli dell'informatico. Su Luogocomune invece si tratterebbe in ogni caso di un valore=0, perché tutto è (o dovrebbe essere) gratuito.
Magari l'informatico alla fine dell'anno avrà ripulito più pc di quanti interventi avrà fatto il chirurgo. :-D
...Almeno così la vedo io.
l1171
#75 l1171 2017-12-16 13:21
Personalmente cerco di vivere di slanci anche verso il prossimo oltre che di istintive passioni personali da soddisfare per cui secondo me sarebbe bello creare un semplice database dove si evidenziano in primis luogo di residenza abituale e bisogno da soddisfare piccolo o grande che sia. Poi ognuno di noi che per competenza e vicinanza si sente di provare a risolvere il problema dovrebbe contattare un ipotetico coordinatore diciamo a livello regionale che poi cerca dopo una prima verifica di mettere in contatto la persona bisognosa e gli eventuali buoni samaritani del caso

Per postare dei commenti è necessario essere iscritti al sito.

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. INFO